Page 1

Poste Italiane spa - Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1 CNS TS

In caso di mancato recapito inviare al CMP/CPO di Trieste per la restituzione al mittente previo pagamento resi.

AUTUNNO/INVERNO 2016

BioGuida

N. 54 Trimestrale di ricerca olistica € 2,90

ITINERARI DELLO SPIRITO

mo

e tecnich

PASSAGGI CIRCOLARI


BioGuida

AUTUNNO/INVERNO 2016

BioGuida

Testata iscritta al ROC n. 16994. Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n.46) art.1 comma 1 CNS TS Editore: BioGuida Edizioni di Pierpaolo Bon Sede: Piazza Vico 2, 34131 Trieste (TS) Tel. 040.3229773 - Fax 040.9890285 Infoline: 338.8852117 info@bioguida.com - ppbi@bioguida.net Sito web: www.bioguida.com Abbonamenti: 040.3229773 - 338.8852117 info@bioguida.com CCP 51506707 Pubblicità e Marketing: 338.8852117 ppbi@bioguida.net Impaginazione e stampa: La riproduzione anche parziale di immagini o testi deve essere autorizzata dall’editore. La rivista viene distribuita esclusivamente in punti selezionati e autorizzati. Nessun allegato alla rivista è da considerarsi tale se non esplicitamente autorizzato. L’editore si mette a disposizione degli autori delle cui opere non sia stato possibile risalire alla fonte. I diritti di immagini e loghi pubblicitari sono forniti dai clienti dietro loro termini inerenti alla medicina o alla professione medica.

Direttore responsabile: Pierpaolo Bon Direttore editoriale: Mari Valentini I nomi di questo numero: Fabio Basalisco, medico ayurvedico. Susanna Berginc, operatrice di Rodolfo Carone, ass. Gendai Reiki Italia. Elisabetta Conti, Francesco Giordano, critico ed esperto musicale. Roberta Giurissevich, astrologa. Paolo Loss, insegnante di vocalità e canto gregoriano. Elena Rojac, radiestesista. Andrea Sergiampietri, medico veterinario omeopata.

In caso di mancato recapito inviare al CMP/CPO di Trieste per la restituzione al mittente previo pagamento resi.

Trimestrale di approfondimento e ricerca olistica. Aut. Reg. Tribunale di Trieste n° 1067 del 26/03/03

N. 54 Trimestrale di ricerca olistica € 2,90

ITINERARI DELLO SPIRITO

mo tecniche Poste Italiane spa - Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1 CNS TS

ITINERARI DELLO SPIRITO n° 54 autunno/inverno 2016

161026 - BIOGUIDA.n.54_03.indd 1

in questo numero

PASSAGGI CIRCOLARI 16/11/16 14:32

La via LA VIAstelle: DELLE STELLE delle Zodiaco e denaro . . . . . . . . . . . . . . . . . . .4

La via LA VIA INTERIORE interiore: Voce e consapevolezza . . . . . . . . . . . . .8

La via LA VIApiante: DELLE PIANTE delle Consigli per la stagione fredda . . . . .14

I luoghi:

I luoghi della BioGuida . . . . . . . . . . . .16

La via LA VIAorigini: DEI VIAGGI delle Le stagioni e la prevenzione nell’Ayurveda . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .24

La via LA VIAscienza: DELLA SCIENZA della Viaggio sciamanico e mandala cosmico . . . . . . . . . . . . . . . .28

La via LA VIA INTERIORE interiore: Il Riallineamento Spirituale . . . . . . 30

La via LA VIAscienza: DELLA SCIENZA della La radiovitalità degli alimenti . . . . . .34

La via LA VIAanimali: DEGLI ANIMALI degli Il veterinario e la coscienza . . . . . . . .36

Parole E MUSICA ePAROLE musica: Intervista . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 40 Recensioni CD . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 41 Recensioni libri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 42

Disegni e immagini: Cristina Bernazzani, Manuela Frisone, Moreno Tomasetig

In copertina: “Rebirthing”, opera di Cristina Miceli.

1


BioGuida

AUTUNNO/INVERNO 2016

ITINERARI DELLO SPIRITO

mo tecniche

Poste Italiane spa - Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1 CNS TS

In caso di mancato recapito inviare al CMP/CPO di Trieste per la restituzione al mittente previo pagamento resi.

N. 54 Trimestrale di ricerca olistica € 2,90

EDITORIALE

PASSAGGI CIRCOLARI

161026 - BIOGUIDA.n.54_03.indd 1

16/11/16 14:32

Costruire senza fondamenta “Busso alla porta della pietra. Sono io, fammi entrare. Non ho porta – dice la pietra”. Wislawa Szmborska, Conversazione con la pietra.

N

presente al futuro che non possiamo vedere oltre la nostra esistenza fallace e gorizzazione. L’aggettivo “Mercuriale” decorsa verso l’immortalità. La casa soprattutto è il luogo da cui si quella dove siamo nati e quelle che scegliamo di vivere nei nostri percorsi futuri

e mondo infero: una trasgressione proibita alle altre divinità. Hermes dunque aveva il erma

ad ospitare con persone diverse i nostri

La pietra come emblema di longevità si scontra quindi con la fuggevolezza e

el corso della nostra vita tendiamo

calda quotidianità di una famiglia e una

questo sinonimo di eternità. E ancora una volta tornano i principii fondatori dell’alchimia medievale e rinascimentale a ridell’inconsistenza. E’ accaduto con le scosse di terremoto degli ultimi giorni Nicole, abbattutosi sulle isole Bermuda lo scorso 15 ottobre e qualche giorno prima con Matthew con Hermine , sempre sulle coste orienla notte tra il 23 e 24 agosto nel nostro che ha sconvolto i ritmi di intere comuniNella cultura occidentale la pietra è simbolo e manifestazione di fermezza e cospetto del tempo e del divenire. Nell’arquesto elemento è stato utilizzato rispetto alla Natura come rappresentazione di ciò che può restare olper

essere

le persone anziane si ostinano a vegliare le macerie di ciò che resta di questa speed incomprensibili. Il nostro rapporto con questo elemento è antichissimo ed è entrato a far parte integrante ed inscindibile del nostro destino: una pietra poteva es-

di scarso valore costituisce il materiale sofale. La loro idea che fosse “una pietra e non una pietra” ci suggerisce quanto fosse preziosa in termini psicologici. “Quecava da voi – scriveva ai suoi lettori l’al-

un luogo sacro o portare con sé l’anima di un antenato. Tuttavia essa è anche l’essenza del principio femminile che assume le sembianze della madre terra: il dio Mithra nacque dalla roccia e nell’Iliade si narra di come molte pietre preziose nascano alla stregua di embrioni che si sviluppino nella roccia vivente prima di sgorgare a nuova luce. Per gli alchimisti si tratta invece di un elemento ermafrodi-

voi ne siete il minerale, in voi la si può trovare”.

intrecciano maschio e

è specchio dell’imprevedibilità di ogni

ma in armonia col suo divenire molteplisenza tentare di immobilizzare il futuro. L’elogio dell’impermanenza nella cultura

ne sono l’evidenza. Ma anche l’uso dei materiali tradizionali ed antichi delle case Assecondare la naturale evoluzione degli eventi senza pretendere di contrapporvifondamenta.

mare la nostra origine profonda in una vole allo stesso tempo. Mari Valentini marivalentini@libero.it 2


Dove trovare la BioGuida?

LA BIOGUIDA SI RICEVE SOLO IN ABBONAMENTO POSTALE: conto corrente postale: 51506707 intestato a: BioGuida Edizioni - causale: abbonamento BioGuida oppure: IBAN IT14M0760102200000051506707 CONTRIBUISCI ANCHE TU AL SUCCESSO DEL PROGETTO BIOGUIDA: SOTTOSCRIVI UN SEMPLICE ABBONAMENTO ANNUALE! Come privato al costo dell’abbonamento di soli 10,00 E annuali, riceverai la BioGuida comodamente a casa tua...

Come associazione / operatore al costo dell’abbonamento di soli 18,00 E annuali, vedrai pubblicati i tuoi dati nella rubrica “I Luoghi della BioGuida”, oltre a ricevere la rivista. Dopo aver pagato il bollettino invia i tuoi recapiti da pubblicare al fax 040.9890285 o alla mail info@bioguida.com

INFO LINE: info@bioguida.com 040.3229773 338.8852117


LA VIA VIA DELLE STELLE

Zodiaco e denaro di Roberta Giurissevich galebrob@gmail.com

S

e è vero che ogni tipo di manifesta-

Le spese vengono effettuate con immediatezza senza programmazione. L’Arie-

possono essere anche attratti dall’acquisto di armi da fuoco o da taglio.

interiore corrisponde a energia con diso affermare che anche il denaro è una forma di energia rispetto alla quale gli individui appartenenti ai segni zodiacali reagiscono in modo diverso conformemente alla loro natura. È importante tenere presente che nessun individuo può esprimere le ca-

si stufa delle cose in modo istintivo e repentino. Potrà attraversare fasi di abbondanza alternate a periodi di maggioza di qualche acquisto costoso e non proprio necessario. Gli appartenenti

Il Toro

tra i più ambiti articoli di spesa rientra-

mico dell’esistenza. Va osservato che il bolicamente con i beni materiali e il vail Toro è un accumulatore che persegue la sicurezza economica per ricavare un senso di benessere generale. È inoltre

ciascun tema natale racchiude l’azione anche se capita spesso che l’energia riferita a un determinato segno o pianeta possa prevalere e quindi evidenziarsi maggiormente.

al loro bisogno di osare. Il gioco è uno dei divertimenti preferiti del bambino che c’è nell’Ariete e in cui il primo segno può volentieri investire le proprie

L’Ariete

pio quello d’azzardo. Essendo governati

e la modalità di acquisizione del denaro

molto per porre delle solide basi economiche alla propria esistenza. Il Toro spende per rendere bella e confortevole


costituisce spesso per il Toro una fonte di svago e può perciò rappresentare un ambito per cui spende volentieri. Il segno dei Gemelli

-

in cui riesce ad ottenere ottimi risultati:

vendere a un turista di passaggio la fonressi e continuamente attratto da nuovi variegato dei propri pensieri anche nel gestire fantasiosamente la sfera economica. Non al primo posto per il rigore benessere economico a fasi di maggiori ristrettezze anche perché la stabilità materiale non è al primo posto tra le sue in modo geniale qualunque situazione. Spende volentieri per soddisfare il suo bisogno di conoscenza e di nutrimento Il Cancro si muove principalmente sulla base delle spinte del proprio mondo emotivo; siccome ha bisogno di sicurezza cercherà di porre delle basi solide alla te la sua preponderante emotivitá puó comprometterne la capacità di riuscita a livello concreto. Il Cancro è associato alla Casa quarta che corrisponde simdedicherà spontaneamente le proprie risorse. Essendo appassionato di storia dedica volentieri al collezionismo di ogtecnologia può attirarlo per la funzione dei computer di raccogliere dati e per le enormi potenzialità di accumulare memoria. Essendo campo di esaltazione di Giove il Cancro è uno dei segni più ge-

la non troppo altruistica formula do ut des del diritto romano.

presta particolare attenzione ai dettagli e dunque tende a tenere sotto controllo le spese in maniera alle volte minuziosa.

brillare e niente come il denaro è in gra-

generalmente a una personalità insicura

ricchezza che possono soddisfare il bisogno del Leone di emergere ed essere apprezzato. Per questa ragione e poiché aspira naturalmente a ricoprire posizioni

anche a livello economico non si conce-

nel proprio tema natale aspetti dissonanti) riesce meglio di altri segni a condurre una vita agiata. Per questo segno il deturale per asserire se stesso e la propria grandezza. Simbolicamente associato un colore - di cui il Leone ama di soLeone piace in generale tutto ciò che è

al servizio di altri. L’atteggiamento nei confronti del denaro dei nati nel segno della Vergine è quindi attento e parsimonioso. Non considera la ricchezza quando la situazione economica non lo richiederebbe. Tra i possibili generi di oggetti di cancelleria (tra le occupazioni tipiche del segno corrisponde tra gli altri settore è simbolicamente collegato con -

risultare eccessivo. essendo collegata con il lavoro quotidiaLa Vergine parsimonioso e umile dei dodici segni. In anche per prodotti detergenti. sarà attenta a mettere basi il più possibile Se non fosse per l’esaltazione dell’oBilancia 5


LA VIA VIA DELLE STELLE

l’ottavo segno che può rappresentare per lui un possibile obiettivo di spesa. Il Sagittario dei segni più generosi. Essendo uno spinon è particolarmente legato ai valori

al quale attribuisce grande importanza all’equità nella distribuzione delle risorse. In linea con l’energia del suo govergrande. Ha bisogno di notevoli risorse per corrispondere alla misura dei suoi progetti che sono spesso di ampia portata e che non sempre riesce a realizzare proprio perché molto ambiziosi. É gene-

Spende volentieri per poter esprimere il suo bisogno di avventura o per quanto

rebbe ai primi posti tra i segni più portati a spendere. In effetti il settimo segno è il principale estimatore della bellezza in

L’ottavo segno è indirettamente collegato con la ricchezza. Indirettamente

per ampliare la conoscenza. In quanto segno di fuoco é impulsivo anche negli valentemente in maniera istintiva.

dello Scorpione

Il Capricorno

più corretto affermare che la Bilancia partecipa dell’essenza del bello a livello della sua natura più profonda. In tal senso si adopera in ogni modo per non mostrare o partecipare mai ad alcuna forma di disarmonia. Fortunatamente l’esalta-

interiore. Lo Scorpione è connesso simbolicamente con il processo di morte e rinascita e la ricchezza è quella che si ricava come conseguenza delle grandi trasformazioni dell’esistenza. In questo senso come simbologia l’ottava Casa corrisponde anche alle eredità. Dall’altro lato l’ottavo è un segno al quale il denaro può interessare soprattutto in quanto forma di potere. Allo Scorpione piace tenere nascosti alcuni lati della

la Bilancia sarebbe portata a circondarsi degli oggetti più preziosi ed eleganti e di conseguenza i più costosi. Lo stesso simbolo della Bilancia suggerisce che la sua

segno riesce talvolta a rivestire ruoli di permettere uno stile di vita in grado di rispecchiare la sua natura estetizzante. L’interesse per la bellezza e il buon gusto critici d’arte o dei collezionisti. Inutile ribadire che gli acquisti del nato in Bilan-

o sottolineino quella dell’acquirente. 6

-

-

tutto il suo impegno a stabilire solidissime basi materiali alla propria esistenza e condotti con determinazione e senso del

di conseguenza la sua gestione delle risorse sarà imprevedibile e non sempre

lungo le salite più impervie sopportando la fatica senza lamentarsi per arrivare più in alto. Ciò si rispecchia generalmen-

suo bilancio vi saranno capitoli di spesa nascosti o non dichiarati. È dotato di un’energia fuori del comune perciò tivo è probabile che raggiunga il suo

casi in cui Saturno in cattiva posizione nel tema natale ne compromette il destita. Il Capricorno quando non é avaro é

più lineari. Essendo molto originale e tavo segno non ama spendere in modo sueti. Può essere un collezionista o un estimatore di oggetti rari. Anche il sesso - e quanto attiene a questa sfera - è un campo dell’esistenza collegato con

la bellezza nella sua espressione più essenziale. Le rare volte in cui si concede qualche regalo dá la priorità ad articoli di qualità e soprattutto in grado di dura-

pianeta governatore.


L’Acquario

-

posizione di distacco dalle questioni associate alla materia. Tende a prestare scarsa attenzione alla gestione econodica più volentieri il proprio interesse a come sono indirizzate le risorse intese nel senso più globale nei riguardi di il rischio di estinzione di determinate nel mondo o contro l’inquinamento. Essendo inoltre generalmente molto so i quali indirizza più volentieri le proprie risorse. Tra le sue propensioni mode o spicca per essere contro corrente rispetto alla tendenza generale. I Pesci generosi e altruisti della ruota zodiacagli appartenenti al dodicesimo segno condividono volentieri le proprie sopiacere dal procurare benessere a chi li circonda. I nettuniani sono dei sognatori che vivono spesso spostati su piani più sottili e per i quali il mondo materiale concreto rappresenta una dimensione non sempre di facile geche invece prediligono. Per la legge dell’attrazione il loro scarso interesse per il denaro alle volte li premia regalando loro delle entrate inaspettate sotto forma di vincite o donazioni. Esno volentieri delle somme sotto forma di lasciti o beneficienza a enti o ad associazioni a sfondo benefico. Il segno più acquatico di tutti spende volentieri per generi collegati all’acqua come ad

attrezzature subacquee o per la pesca. La simbologia acquatica si esprime su un altro piano anche sotto forma di liquidi: i Pesci sono spesso dei buoni bevitori e dunque le bevande possono rappresentare un loro acquisto favoripoiché l’alcool funge per i Pesci da agevole ponte verso quelle dimensioni

lontane dal concreto dove si trovano più a proprio agio. La dodicesima spesso per i Pesci un motivo di interesse e di conseguenza anche i farmaci o le spese per terapie rappresentano più che per altri segni un frequente capitolo di spesa.


LA VIA VIA INTERIORE

Voce e consapevolezza di Paolo Loss (insegnate di canto gregoriano www.paololoss.it

A

-

riusciamo ad emettere un suono che non possiamo ascoltare. Per dimostrarall’orecchio soltanto determinati settori della gamma dei suoni udibili; in que-

suonare emozioni altrimenti inesprimibili e riscopre una possibilità di canto intonato prima inimmaginabile. Ma non è soltanto attraverso uno strumento elettronico che possiamo renderci conto di quanto siamo condizionati dai suoni o dai rumori in cui viviamo. E’ esperienza comune che la nostra ta dall’ambiente sonoro circostante e ci spinge ad alzare la voce se il rumore di fondo è troppo elevato. La stessa pronuncia della lingua che parliamo si

parole o dei suoni che stiamo ascoltando. Se ascoltiamo a lungo una voce velata dalla raucedine siamo tentati di tossire per liberare la nostra gola; lo stesso fenomeno avviene quando ascoltiamo un cantante che sforza e dopo un po’ sentiamo la nostra gola affaticata. Possiamo chiederci dunque quanto sia condizionato il nostro orecchio e come ne risulti impedita la nostra voce dall’ambiente sonoro in cui viviamo. -

sto senso chi abita una città ne assorbe il città o l’ascolto della musica ad alto volu-


grossa responsabilità nei confronti del nostro orecchio e perciò della nostra voce. Ci possiamo chiedere se anche alcuni dei problemi di comunicazione interpersonale (leggi: incomprensioni) vadano interpretati come risultanti di una serie di ascolti disturbati e disturbanti. Questo osservazioni preliminari inducouna strada per ottenere migliori risultati ed ottimizzare alcune prestazioni ad esso connesse. Tra queste senz’altro la capacità di porre attenzione e quella di ottenere attenzione da parte degli interlocutori; come pure quella di diminuire i danni derivanti dallo stress acustico e quella di trovare spazi per un dialogo più profondo con noi stessi e con gli altri. Purtroppo la nostra società è diventata la palestra in cui si allena soltanto la vista e non invece l’udito. Per renderci conto di quante cose ci priviamo privilegiando l’occhio rispetdell’ascolto e paragoniamolo a quello della vista. Nella civiltà occidentale stiamo spostando l’attenzione dall’orecchio all’occhio con conseguenze gravi per la vita personale e per la vita di relazione, alcuni sintomi: l’intercalare “guarda” al posto di “ascolta” anche quando il guardare non c’entra affatto; l’eccedere di effetti visivi negli spettacoli musicali e negli spettacoli in geche è diventata essa stessa spettacolo; il valutare le persone dalla loro apparenza prima ancora di averli ascoltati (è macroscopico l’errore di valutazione che abitualmente avviene nella scelta di un partner se è fatta prevalentemente in base a fattori visivi); la scarsa attenzione che dedichiamo all’ascolto nel parlare con gli altri (ne sono segno i fraintendimenti sempre più frequenti). D’altra parte non ci rendiamo più conto della grossa differenza quantitativa e qualitativa di informazioni che ci vengono dall’ ascoltare piuttosto che dal vedere. Nel guardare la televisione è esperienza comune che perdiamo le informazioni audio se la nostra attenzione si sofferma sulle immagini. L’orecchio ci da più informazioni e ce

accorgiamo immediatamente e la invitiamo a portare l’attenzione nella sfera dell’ascolto. Quando siamo al telefono e non abbiamo informazioni visive niente ci sfugge delle intenzioni dell’altro mediante il solo ascolto. Se la vista ci da informazioni pari a UNO l’udito ci da informazioni pari a DIECI. Tra l’altro ce ne da conferma la sensibilità della membrana del timpano che si può muovere per spazi inferiori alla lunghezza d’onda della luce e addirittura al di sotto delle dimensioni chio utilizza uno spazio informativo molto ristretto. L’occhio può ritornare immediatamente. L’orecchio ci mette in vibrazione con il mondo circostante e ci intona con percepire e capire il linguaggio degli Salmo 19 ce ne dà testimonianza: “I cieli narrano la gloria di Dio e l’opera .” misticismo del suono ci dice com’è possibile intonare le anime per far entrare in comunicazione le persone. E di se stesso afferma: “Ora, se faccio qualcosa, è intonare anime invece di strumenti, armonizzare genti invece di note musicali”. Tutto ciò che esiste è vibrazione e quanto più si apre il nostro orecchio La stessa forma dell’orecchio ci suggerisce una ulteriore dimensione dell’ ascoltare. L’evidente rassomiglianza tra tanto da suggerire punti di agopuntusiamo tutti un orecchio. Ascoltiamo con tutto il nostro corpo e non soltanto con gli orecchi. Purtroppo molta parte dell’ascolto va perso a causa della nostra rigidità. Facciamo resistenza ai suoni per difenderci dall’eccesso di rumori della vita quotidiana; ma in questo modo non selezioniamo il buon suono dal cattivo e ci priviamo di gran parte delle informazioni che ci arrivano attraverso l’o-

possiamo selezionare le informazioni acustiche che in continuazione ci Sicuramente esiste una postura che migliora l’ascolto e Tomatis nel suo “L’orecchio e la voce” ne dà una descrizione completa. Poichè ogni attegbidisco nella postura e nella muscomi metto nella condizione di poter comprendere meglio quanto mi arriva attraverso l’orecchio. Gli astronomi nell’antichità si preparavano a scrutare le stelle restando per almeno un’ora al buio e poi salivano sulle torri di osservazione a vedere il cielo. E noi come ci Se vogliamo rieducarci all’ascolto consapevole dobbiamo per prima cosa fare una scelta radicale nei confronti del silenzio. Per fare questo dobbiamo partire dagli atteggiamenti automatici che aumentano la confusione attorno a noi; primo fra tutti l’accendere la radio o la televisione senza una chiara motivazione. Anche quando viviamo fuori casa siamo continuamente alla ricerca di stimoli ed informazioni visive (che ci danno conferma dell’interesse degli altri nei nostri confronti): se riuscissimo a calmare la danza continua degli occhi potremo trovare pace e tranquillità per dedicare attenzione alle informazioni che ci arrivano attraverso l’ascolto. Dopo aver fatto questo primo passo di “pulizia” dei comportamenti possiamo trovare un tempo nella nostra giornata respiro e le nostre emozioni. Accanto al tempo del silenzio cercheremo i nostri luoghi del silenzio dall’immondizia acustica che ci sommerge. Un passo ulteriore lo faremo nell’ammorbidirci con ascolti musicali ta ed a volume non troppo elevato. Se ascoltiamo cantanti sceglieremo i non urlatori. In genere dedicheremo più attenzione al nostro corpo evitando le situazioni che ci spingono verso maggiore rigidità. Dobbiamo sempre valutare le conseguenze di quanto stiamo scegliendo. Prima di fare una scelta che riguardi il suono o il silenzio nella

attenzione da una persona che ci sta 9


LA VIA VIA INTERIORE

La nostra vita sarà una sinfonia se provvederemo ad intonarci con quanto ci circonda (natura e persone) e ad assumere un ritmo di vita più tranquillo e più consapevole. Questo ritrovato equilibrio lo potremo comunicare anmondo che ci sta attorno se partiamo da noi stessi: un respiro calmo indurrà tranquillità; un parlare sottovoce e tranquillo richiamerà attenzione e non indurrà resistenza. Attorno a noi diffonderemo un messaggio musicale potente e tranquillo: daremo agli altri l’impressione di essere ascoltati e capi-

sottolineava il salto di qualità di vita che potrebbe derivare dalla consapevolezza e dai cambiamenti della propria voce con il mondo corporeo ad essa collegato. Purtroppo le resistenze ai cambiamenti sono troppo forti e le abitudini troppo radicate. Di solito si ha un rapporto con il proprio corpo piuttosto strano: per esempio si pensa che le nostre qualità (da accettare in ogni caso) siano state ereditate dai patrimonio sicuramente si deteriorebbe.

e capiti. La nostra voce rivela costantemente a non considerarla come un segno proVi è un rapporto strettissimo che passa

possano essere introdotte nel nostro bagaglio personale. Frasi come “sono fatto così non ho mai fatto questo è nel mio destino ormai è troppo tardi dovrebbero metterci in allerta: sono un decisa volontà di non cambiare alcunsterebbe troppo sforzo. visto

10

che le com-

ponenti del suono risiedono tutte nel biare è tanto radicata che una proposta

bio “

”. Per-

morte come già avvenuta. za di terapeuta nella seconda metà degli SAGE (Senior Actualization and Growth Explorations / Esplorazioni di Realizzazione e di Crescita degli Anziani) e descrive il risveglio delle emozioni e po. La dottoressa Laura Bertelè ne “Il scrive i numerosi progressi del lavoro sul corpo e sulla voce in persone con altrimenti condannate ad una vita d’ insofferenza. Alle sue esperienze si pos-


sebbene differenti: ho in continuazione venute in grado di trovare nel loro corpo uno spazio sonoro ed uno slancio emotivo insospettabili. Se soltanto sapessimo quante cose ci dice la nostra voce e quante possibilità sono racchiuse nel nostro corpo!

Da dove cominciare… Il primo lavoro da fare è quello di rendersi conto che parliamo in tanti modi secondo è quello di ascoltare e riconoscere le nostre molte terzo di capire quando passiamo da una voce all’altra: abbiamo una voce la respirazione e i muscoli sono rilassavoce nei momenti d’ira o non riusciamo ad esprimerci quando la commozione ci assale e le lacrime sgorgano dai nostri occhi; non riusciamo ad esprimerci ad alta voce davanti ad un temibile superiore; parliamo con voce suadente se dobbiamo chiedere qualcosa che ci interessa molto. Ma ci sono pure persone che non possono parlare a voce alta e nel farlo o perché sorde o perché non riescono a superare le rigidità del loro apparato fonatorio e della struttura respiratoria. nella sua voce: se si fa attenzione a ciò che succede nella voce del fumatore immediatamente prima dell’accensione ducendo la sua respirazione (il suo petto carnato tende al pallore) e sta affrettando sbiancamento un po’ di colore e di ritmo; anche se il ad una “nuova” crisi che necessariamensigaretta. Questi segnali sono semplici segnali del corpo del fumatore al suo inconsapevole padrone. ascoltare sé stesso nel momento in cui do e che cosa stia succedendo. Nel corso delle giornate si recitano diversi ruoli

con voci diverse: si è mariti/mogli (teneri ruolo cambia la voce perché il corpo si atteggia in modi differenti per vivere ed esprimere le sue emozioni e le sue di cambiare voce avviene qualcosa nel nostro corpo ed in quei pochi secondi sta chiuso il segreto del rapporto che abbiamo con la nostra voce e le nostre spostamento nell’equilibrio agiscono immediatamente sulla nostra voce; agli alschere vocali e di insincerità; purtroppo noi stessi siamo i primi a non riconoscere questi cambiamenti e a nascondere le nostre intenzioni più vere e profonde.

I problemi cronici ci dice in quali parti del corpo blocchino il respiro e la risonanza della parola e del canto; e proprio perché la voce risuona o non risuona in tutto il corpo ci dice dove si fermano inconsapevolmente le nostre emozioni e dove riducono il nostro livello di vitalità. Oserei dire che una voce ben analizzata ci manifesta parti di noi che teniamo nascoste: ci rivela la nostra capacità di gioire e di comunicare; manifesta le sofferenze che nascondiamo a livelli profondi. Lavorando sulla voce possiamo sapere se siamo su un cammino di consapevolezza e a che punto siamo del nostro progresso personale o se abbiamo chiuso con qualsiasi discorso di crescita. La nostra postura è la sintesi di tensioni e rilassamenti radicali o occasionali; ma come da un violino

uscire alcun suono dalla nostra gola e dal nostro corpo contratti. Un ascolto attento della nostra voce ci mostrerà come siamo e come risuoniamo; oppure se noi non riusciamo ad ascoltarci sarebbe opportuno farci ascoltare da qualcuno che sappia dire come sta la nostra voce. Le contrazioni più vecchie e più nascoste sono quelle di cui

modo drastico: le spalle piegate e la schiena contratta. Le spalle piegate e


LA VIA VIA INTERIORE

il petto incassato riducono la capacità respiratoria e impediscono una buona fonazione. Parlare e cantare saranno deboli e senza sostegno: sicuramente non trasmetteranno emozioni positive e convinzioni salde. La schiena contratta posteriore e il mento spinto in avanti sono segni di un forte irrigidimento nel tronco e di un bacino squilibrato: parlare e cantare in queste condizioni non potranno trasmettere calore e affetto. Le nostre contratture croniche ed occaessere messe in evidenza in vari modi. Una serie di lezioni del Metodo Feldenkrais può ridare al nostro vecchio corpo una possibilità di rinnovamento.

12

Una seduta con un esperto massaggiatore posturale (ad esempio un massaggiatore del metodo Rolf) può aiutarci a sciogliere le contratture croniche o occasionali. Ma i nostri suoni non rivelano solo le rigidità croniche e le posture ormai abituali ma anche le picoccupazione improvvisa o una stan-

ta per professione sa quali attenzioni devono essere rivolte in continuazione alle condizioni del corpo ed alla sirischio di improvvisi cedimenti della

voce. Anche di queste piccole o granproprio per non entrare in situazioni di un valido aiuto. Aprire nuova attenzione nei confronti della propria voce è l’inizio di una possibilità di nuova vita; è come muovere i primi passi su una la quale c’è la promessa di un nuovo rapporto con sé stessi e con gli altri. Riascoltare la nostra voce bambina con orecchi di adulti per togliere attorno a quell’ inesauribile sorgente di vita che possa sgorgare liberamente per la nostra salute.


13


LA VIA VIA DELLE PIANTE

Consigli per la stagione fredda di Susanna Berginc

Stanchezza e stress: l’accoppiata perdente La stanchezza e lo stress non migliorano nostre forze e la nostra energia. Potete trovare aiuto ad esempio nel Magnesio (serve soprattutto se mangiamo molti alieccessiva sensibilità). In caso di depresligoelemento Litio oppure l’elixir di Aglio anche stanchezza e scarsa determinazione. Anche gli elixir spagirici di Lavanda o Melissa sono meravigliosi: per chi è molto

Intestino in ordine, maggior forza e resistenza Ogni malfunzionamento dell’intestino aggiunge giorno dopo giorno un matparticolar modo per quanto riguarda le difese verso le patologie invernali. Non a caso l’80% del nostro sistema immunitario risiede proprio nella nostra pancia. Proprio per questo motivo sarebbe da prestare una maggiore attenzione a quello che sostanza che produce muco in quantità considerevole. Infatti è veramente increa mangiare gli stessi alimenti ogni giorno: caffè tanto per citare i più frequenti. Evitate accuratamente la stitichezza: andare regodue o addirittura sette giorni; che persona di partenza potrebbe sicuramente essere

14

mangiando ad esempio al mattino un kiwi a digiuno od integrandolo con prodotti quali Psyllium Fibra o BeneFibra. Pensate anche a decongestionare le mucose intea depurare l’intestino con l’Aloe Arborescens o l’Aloe Vera; tra l’altro ri-equilibra sistema immunitario. L’aloe non è adatto to può creare problemi gastrointestinali che l’olio di fegato di merluzzo può aiutare

mucose.

Sostenere il sistema immunitario per prevenire Per chi già da buon inizio si sente stanco na idea partire con il piede giusto: provalescenza (ma non in caso di gastrite). Serve anche per l’impotenza maschile. non si faranno attendere. Evitare in caso Esistono comunque molti rimedi che sostengono e rivitalizzano il nostro sistema -

Un’ottima nonché spicciola difesa dal mandosi petto e mani con una miscela di olio vegetale (girasole bio o mandole dolci) con olio essenziale di Ravensare (eccellente antivirale) e olio essenziale di Timo (eccellente anti batterico): in 60 ml di olio vegetale mettete 20 gocce di boccetta con voi: tra l’altro è un ottimo nutriente emolliente per le mani secche.

Raffreddore / tosse Un valido aiuto ci arriva dall’Olio del Re: ha la rara capacità di debellare i batteri che si sono insediati nel nostro naso. Oltretutto è molto utile per sostenere la persona nei centri commerciali (quando ci si sente stranamente stanchi per intenderci: provate a respirarlo per più volte e noterete la differenza). Da evitare nei bambini to. La spagiria ci aiuta concretamente con l’elixir di Pino o di Eucalipto: quest’ultimo da buon conto il N.4 (Kalium Chloratum -


dizionario della metamedicina” di Claudia Rainville: in poca acqua; mai puro in quanto non la QE Timo composito. Buona regola sarebbe integrare l’alimentazione con degli -

indubbiamente segnala un bisogno di riposare. Raffreddore: con questo disturbo ci si tiene a distanza qualcuno o qualcosa (non si tollera di dividere l’aria con altri o segnalare tristezza (si piange con il naso) oppure stanchezza anche inconscia

A proposito di freddo... La freddolosità eccessiva può essere pro-

un impacco di sale caldo (posto in una pezzuola di lana) e sistemato nella zona renale (un po’ più sopra la linea della vita). L’impacco caldo può essere anche preparato con una semplice borsa dell’acdella sopportazione). Una valida alternativa è certamente l’uso della moxa nella zona dei reni: ogni agopuntore la conoche conoscono lo shiatsu. Se avete un po’ di intraprendenza potete farla anche voi a

Sinusite: probabilmente c’è della collera verso qualcuno o qualcosa “Non voglio più sentirne l’odore”. Può essere utile chiedersi “Quale persona o situazione non posso più soffrire?” ponendo attenzione che forse la persona che ci genera questa sentimento siamo noi stessi. Bronchite: può segnalare che c’è un’atnon essere apprezzati. Tosse: sovente è una critica di una situazione soffocante “Non so più cosa fare”. Gola vare a chiedersi “Ho paura di esprimere -

che consiste nel porre un sigaro acceso (a base di foglie di artemisia) nella zona

avrete fatto sobbollire per 10 minuti una cucchiaino di zenzero grattugiato.

Malesseri invernali: il retroscena emotivo “ periodo in cui non ci sentiamo del tutto in forma o siamo un po’ esauriti. E’ in quel momento che dobbiamo curare il nostro stato di salute, rimetterci in forma, evitando che la situazione peggiori” Edward Bach Questo piccolo elenco di possibili valenesaustivo. In realtà può servire da aggantamedicina non può essere considerata Consiglio inoltre di consultare “Il grande

Gola “Ho inghiottito le parole invece di esprimere la collera che avevo?” Tonsillite: “Provo collera nei confronti di una persona che mi fa paura o di fronte la quale mi sento impotente?” Afonia (laringite): ”Ho vissuto un’emozione che mi ha chiuso la bocca? Ho paura di contattare il dolore che c’è in me?” Diarrea: mediato “No, quella cosa non la voglio!” Modalità d’uso di: •

elixir: 5 gocce per 3 volte al giorno in poca acqua, prima o lontano dai

digiuno sotto la lingua •

oligoelelenti: 1-2-3 dosi sotto la lingua a digiuno prima dei pasti

quintessenza: 5 gocce x 3 volte al giorno per gli adulti, 2 gocce per 3 volte al giorno ai bambini

sale di Shussler: 2 compressine per 3 volte al giorno sotto la lingua a digiu-

WORKSHOP A OFFERTA LIBERA:

ESSERE FELICI E’ POSSIBILE: LA METAMEDICINA INSEGNA Mercoledì 9 novembre 2016 Dalle 19.30 alle 20.45 A cura di Susanna Berginc Dove sta scritto Quando abbiamo iniziato Durante l’incontro si parlerà di felicità e di tutto quello che ci impedisce di ottenerla.

ANNO NUOVO VITA NUOVA ... CON LA NUMEROLOGIA Mercoledì 23 novembre 2016 Dalle 19.30 alle 20.45 A cura di Susanna Berginc La numerologia è una pseudoscienza il grande matematico. Molto semplice ma anche versi all’astrologia. cambia di anno in anno. Può essere molto interessante per renderlo più facile da affrontare e superare. quale energia possiede che ti permetterà di essere in sintonia con la tua anima. Ogni partecipante calcolerà il proprio anno e ne discuteremo assieme.

Info e prenotazioni: naturalmente.trieste@gmail.com Telefono: 345.1597470

15


I Luoghi della BioGuida Percorsi ed itinerari per viaggiatori dello spirito

Associazioni, scuole, istituti, centri, terapeuti, seminari, corsi, conferenze ed altre proposte Per informazioni su come venire inseriti nella rubrica: info@bioguida.com - 040.302110 - 338.8852117

PIEMONTE PIEMONTE

ALESSANDRIA ALESSANDRIA

Buddhadharma Center

VAL D’AOSTA VAL D’AOSTA

TORINO

Via Galimberti 58, Alessandria. Buddhadharma Center

AOSTA

TORINO Centro Buddha della Medicina

Tel. 3467408380, www.buddhadharmacenter.org

AOSTA Alkimea

Via Cenischia 13,della Torino. Centro Buddha Medicina Tel. 011.3241650, 011.355523. CENTRO CLOROFILLA Associazione di promozione sociale CENTRO CLOROFILLA Via Settimo 1, di San Mauro Torinese (TO) Associazione promozione sociale Tel. 320.6408204 Tel. 320.6408204 info@centroclorofilla.it www.centroclorofilla.it Centro Studi Maitri Buddha Centro Studi Maitri 9, Buddha Via A. Guglielminetti Torino. Tel. 011.359649.

Tel. 011.359649.

IL CERCHIO VUOTO IL CERCHIO VUOTO associazione religiosa per la pratica associazione religiosa per la pratica e lo studio del Buddhismo Zen Soto e lo studio del Buddhismo Zen Soto (responsabile spirituale rev. Dai Do (responsabile spirituale Massimo Strumia) rev. Elena Seishin Viviani) Via Massena 17, Torino. Tel. 333.5218111. www.ilcerchiovuoto.it www.ilcerchiovuoto.it DOJO ZEN DOJO ZENMOKUSHO MOKUSHO Via Principe Amedeo 37, Torino (TO). Tel. 011.883794. 011.883794.

16

www.buddhadharmacenter.org

NOVARA NOVARA AURA -- Associazione AURA Associazioneper perlalaricerca ricerca e lo studio delle filosofie orientali. Centro studi terapie naturali, Scuola di massaggio Scuola di massaggio Via Maggiate 45, Borgomanero (NO). Tel. 0322.846011, www.aurauniversalmente.com

www.aurauniversalmente.com

ASS. AMICI DEL VILLAGGIO VERDE ASS. AMICI DEL VILLAGGIO VERDE Località San Germano - Cavallirio (NO). Località San Germano Cavallirio Tel. 0163.80447, 333.7639262 (NO). www.villaggioverde.org

www.villaggioverde.org

SONDRIO SONDRIO CENTRO STUDI CENTRO STUDITIBETANI TIBETANI- SANGYE CIOELING SANGYE CIOELING Buddismo Mahayana Buddismo MahayanaVajrayana Vajrayana Via Vanoni 78/B, Sondrio. Tel 0342.513198 Tel. 0342.513198.

Centro di Terapie e Discipline Naturali Alkimea Frazione. Gressan (AO). Centro di Borettaz Terapie e7,Discipline Naturali http://alkimea.org

alchimeaterapie@gmail.com http://alkimea.org alchimeaterapie@gmail.com

LIGURIA LIGURIA

LA SPEZIA LA SPEZIA

ON ZON SU SCHOOL

ON ZON SU 24, SCHOOL Via Gaggiano Arcola (SP). Tel. 0187.955456, 347.5826327, www.riflessologiaplantare.org Ass. NATURALMENTE Via D. Manin 35, La Spezia (SP). Tel. 0187.20218 , Fax 0187.29547 natural.mente2006@libero.it www.naturalmente-sp.it

Ass. NATURALMENTE

www.naturalmente-sp.it

Comunità Bodhidharma Comunità Bodhidharma

Eremo Musangam, Monti San Lorenzo 26,

Lerici (SP). (SP). Lerici Cell. 339.7262753. 339.7262753. Cell.


I LUOGHI

GENOVA CENTRO MUDRA Yoga e Danza Indiana. www.centromudra.it ENNEAGRAMMAINTEGRALE Consulenza individuale, seminari, laboratori e ritiri per esplorare chi siamo. www.enneagrammaintegrale.it Ass. FIUME AZZURRO - ARTI PSICOFISICHE Studio pedagogico olistico per la crescita personale. Responsabile Didattico: Anna Mango

ACCADEMIA DI KINESIOLOGIA info@accademiadikinesiologia.it www.accademiadikinesiologia.it Associazione Culturale VEGA vega@vega2000.it www.vega2000.it Centro Dharmadhatu Tel. 02.38005575 www.dharmadhatu.it Centro “il Fiore Del Tao” Tel. 02.29537223

COMO GIUSEPPE DI CRISTANZIANO Naturopata, Radiestesista, Radionica. Cell. 348.7736549.

CREMONA Istituto per l’Evoluzione Armonica dell’Uomo

PAVIA Ass. Scuola Soto Zen Centro Studi Zen Komyoji Loc. Costapelata-Fortunago Fortunago (PV). Tel. 0383.875584.

VENETO PADOVA

Monastero Zen Il Cerchio SCUOLA SUPERIORE DI NATUROPATIA Scuola di formazione in Naturopatia approfondimento. www.scuolasuperioredinaturopatia.it

www.monasterozen.it THE NEW YUTHOK INSTITUTE PER LA MEDICINA TIBETANA Corsi, meditazioni e seminari. Prof. dr. Pasang Yonten Arya T. Sherpa. www.newyuthok.it

Zen Savona

OIPA - Organizzazione Internazionale Protezione Animali

IL CUORE DELLE COSE Tel. 019.9399443 Cell. 377.1889346 www.ilcuoredellecose.com

Centro Tara Cittamani Tel. 049.8705657.

SAVONA Pratica Zazen: www.zensavona.it

ASSOCIAZIONI PROGETTO BENESSERE Viale Stazione 134. Montegrotto Terme (PD) Tel. 049.8910706 - 335.6745856 www.associazioniprogettobenessere.it www.gioiabertha.it

Centro Studi Syn per l’Educazione Biocentrica

ROBERTO FACINCANI

Dott. FABIO BASALISCO specialista in neurologia, medico ayurvedico Tiene regolarmente visite e consulti a:

www.astrobenessere.net

Via Astichello 16. Per informazioni: www.fabiobasalisco.it

www.oipaitalia.com

IMPERIA

BERGAMO

Centro Kalachakra

CENTRO YOGA MANDALA

TREVISO LE QUERCE BIANCHE Via Toti dal Monte - Cal del Bosco Barbisano di Pieve di Soligo (TV)

Tel. 339.3128436.

LOMBARDIA

GRUPPO ZEN BERGAMO Pratica di zazen c/o Ho Sha Do

ISTITUTO OLISTICO www.istitutolistico.it

MILANO Accademia Ayurveda Yoga Ananda Ashram Milano

BRESCIA IKSEN Tel. 0365.641898.

NASHIRA Discipline bio naturali dal 1990 Shiatsu, Yoga, Fiori di Bach centro.nashira@libero.it 17


I LUOGHI

SCUOLA KINERGIA Borso del Grappa (TV). www.kinesiologiaviva.it

VENEZIA Dott. FABIO BASALISCO specialista in neurologia, medico ayurvedico Tiene regolarmente visite e consulti a: presso Centro di Medicina Integrata Palladio. Per informazioni: www.fabiobasalisco.it CENTRO YOGA DHARMA Tel. 041.5311954. www.yogadharmamestre.it METODO CALLIGARIS Ass. culturale “STELLA POLARE 999”

www.metodocalligaris.org ENERGY DARSHAN OSHO YATRILAND VENEZIA

info@oshoyatrilandvenezia.com www.oshoyatrilandvenezia.com ASSOCIAZIONE CULTURALE MAYA Salute e benessere per il corpo e lo spirito. Corsi di Formazione. Seminari. Consulenze individuali Vicolo San Francesco d’Assisi 1 31032 Casale sul Sile (TV) (presso Hotel Claudia Augusta) Tel. 335.8752254 beppe.maya@libero.it

VERONA CENTRO MING MEN

www.centromingmen.com Associazione culturale IL CERCHIO APERTO Garda - Verona (VR) Tel. 338.3866915 info@cerchioaperto.com www.cerchioaperto.com 18

VICENZA CENTRO STUDI SYN assocsyn@tin.it

TRENTINO ALTO–ADIGE BOLZANO ELEONORA BRUGGER & PAUL KIRCHER Ttel. 0472 802228 www.eleonorapaul.com

TRENTO ASSOCIAZIONE SAMTEN CHÖLING ONLUS L’isola del Dharma per gli esseri di buon cuore - Centro Buddhista nelle 10 Direzioni Cell. 348.2601969 www.samtencholing.eu info@samtencholing.eu CASA DI SALUTE RAPHAEL

ASSOCIAZIONE NATURALMENTE TRIESTE di Susanna Berginc e Paolo Segulin Presso Shanti - via Carducci 12 (Trieste) Metamedicina, Naturopatia, Iridologia, Numerologia, Floriterapia, Oli essenziali, Specchi Esseni, Per informazioni: cell. 345.15.97470 naturalmente.trieste@gmail.com http://metamedicina.altervista.org/

www.casaraphael.com

A.s.d. YOGA JAY MA

CENTRO KUSHI LING Centro di meditazione residenziale, organizza ritiri di gruppo e individuali

Cell. 347 8461831 vie.vanna@yahoo.it

Tel. 347.2113471 www.kushi-ling.com

AYURVEDA E BENESSERE Trattamenti e Massaggi Ayurvedici. Massaggi per gestanti, Yoga, seminari di massaggio ed aromaterapia. Si riceve per appuntamento:

FRIULI VENEZIA GIULIA TRIESTE ACCADEMIA CRANIO SACRALE Metodo Upledger Piazza S. Antonio Tel. 040.3476191. www.accademiacraniosacrale.it SCUOLA DI PENSIERO TAOISTA Info. 3393204963 www.bencichanita.it info@bencichanita.it

Cell. 347.0354846 Dott. FABIO BASALISCO specialista in neurologia, medico ayurvedico Tiene regolarmente visite e consulti a: presso Centro Ayurveda di Tiziana Roselli. Per informazioni: www.fabiobasalisco.it CENTRO BENESSERE AYURVEDA di Tiziana Roselli Cell. 329.8423544.


CENTRO BUDDISTA TIBETANO SAKYA KUNGA CHOLING Corsi gratuiti di introduzione al buddhismo tibetano e programmi di adozione a distanza.

www.sakyatrieste.it sakyatrieste@libero.it Dott.ssa DONATELLA DE COLLE Psicologa, psicoterapeuta, musicoterapeuta. Tel. per appuntamento 331.9077565. donnadec@tiscali.it GENDAI REIKI ITALIA Tel. 333.7240918 349.3604929 www.gendaireiki.it info@gendaireiki.it INSTITUTE OF YOGIC CULTURE

META N. SHAW - PERCORSI DI CRESCITA PERSONALE Professional Coach (Personale, Wheight & Health Coaching), Didatta Biodanza, Specialista in Rehabilitation Psychoinformatiologist della WCLN Prof. A. Ignatenko

Tel. 040.635718. informa@lifecoach-lifetraining.it www.lifecoach-lifetraining.it

LAM - Il Sentiero

NEW AGE CENTER A disposizione la Saletta Argondia per JING TAO® Essenza in movimento di Sonia Rizzi fondatrice ed ideatrice del metodo. Tel. 338.7592945 www.jingtao.it info@jingtao.it

CENTRO STUDI E RICERCHE OLISTICHE di Maurizio Battistella Shiatsu, Kinesiologia, Reiki ed altro ancora. Via Palestrina 8, Trieste. Cell. 338.7592945. www.csro-ts.it www.inochi.it - info@csro-ts.it segreteria@csro-ts.it

mostre ed altre iniziative. www.newagecenter.it

IL SENTIERO DELLA NATURA Studio di naturopatia di Samantha Sorgo. Naturopatia, Iridologia, Floriterapia, Info: 338.5724199. Si riceve per appuntamento. www.facebook.com/ studiosentierodellanatura STUDIO ESSENYA Tel. 040.381410 www.vivianasossiessenya.it vivianaessenya@yahoo.it JOYTINAT YOGA AYURVEDA “Scuola ayurveda massaggi, yoga, trattamenti.” Tel. Fax 040.3220384 Cell. 339.1293329 www.joytinat-trieste.org

GORIZIA ASSOCIAZIONE ERRASTRANA Sosta, riposo, cibo con erbe spontanee, baratto, auto-costruzione, due sale a disposizione per seminari e corsi. del Carso (GO) Cell. 393.1068591 errastrana@gmail.com Emporio Erboristico “IL FIORE DELL’ARTE” Ronchi dei Legionari (GO). Tel. 0481.475545. 19


I LUOGHI

UDINE ASS.OPE.A. Associazione Operatori Ayurveda Tutela e Aggiornamento Professionale Operatori Iscrizione al Registro Regionale delle Professioni non Ordinistiche Legge 22/04/2006 n. 13 art. 5 Tel. 0432.1721329 Cell. 328.3919462 info@assopea.it - www.assopea.it NICOLETTA CAMPISI Counsellor professionista Facilitatore Costellazioni Familiari Cell. 347.5555802 nicoletta_campisi@libero.it www.centropharus.it BIODANZA Corso settimanale per principianti aperto a tutti. A Collalto di Tarcento (UD).

IL CENTRO DEL CUORE Associazione di promozione sociale info@ilcentrodelcuore.it www.ilcentrodelcuore.it Ass. Culturale INTEGRA-AZIONE Associazione culturale per lo sviluppo integrato dell’essere. info@centrodintegrazione.it GIULIO MICELLI RAM RATTAN SINGH Sat Nam Rasayan, arte di meditazione terapeutica. Trattamenti individuali e percorsi per gruppi. In Friuli Venezia Giulia: Cell. 333 7714503 giulio.miCelli@yahoo.it CENTRO RASHMI AYURVEDA YOGA Massaggi Abyangam - Trattamenti Ayurvedici e Reiki

DEBORA SBAIZ Master in Danza/Movimento Terapia e Professional Counselor. Tel. 0431.422147 www.deborasbaiz.it info@deborasbaiz.it LE AGANE Via Vittorio Veneto 114 33018 Tarvisio (UD Tel. 0428 450031 LORELLA E. VENDRAMINI

PORDENONE STUDIO CONSAPEVOLMENTE Trattamento Cranio Sacrale “Upledger” Counseling Metacorporeo, Reiki Tecnica Vibrazionale Sonora Tel. 328.0959912 alberto.vaccher@libero.it www.craniosacraleeoltre.it Ass. TERRAUOMOCIELO Qi Gong e Percorsi di salute www.terrauomocielo.it

Riceve su appuntamento Tel. 348.6715674 EQUILEARNING di Sonia Struggia Horse Assisted Education Cell. 335.6816129 www.equilearning.it sonia.struggia@equilearning.it

ESPRESSIONESEGNO della Prof.ssa Erika Celotti, Arteterapeuta Membro dell’Assoc. Prof.le Italiana Arteterapeuti® Iscrizione Registro n°120/2003 P.IVA 02357220306 Riceve per appuntamento Cell. 338. 3344705 info@espressionesegno.it www.espressionesegno.it THE ART THERAPY STUDIO Counseling a mediazione artistica, arteterapia, ricerca interiore. Corsi e sessioni individuali. A Udine. Cell. 340.3706330 - mceharts@gmail.com IL FORNO ARCANO

STUDIO EQUILIBRYA MASSAGGI OLISTICI Trattamento Cranio Sacrale, Shiatzu, Linfodrenaggio Via Martiri della Libertà 18 Prata di Pordenone (PN) Tel. 0434.611282 333.7466849 manucanziani@virgilio.it Dott.ssa DORIANA MIMMA DE VIDO Naturopatia & Bilanciamento Somatico. Riceve per appuntamento a Sacile (PN):

A.P.S. CENTRO OLOS Percorsi per migliorare la qualità della vita. Accademia Olistica, Massaggi, Trattamenti Olistici, Tantra. Tel. 334.9161.209 www.centrolos.it SANITARIA Del PUP Tel. 0434. 28897.

EMILIA ROMAGNA BOLOGNA CENTRO NATURA

GRUPPO ZEN UDINE www.centronatura.it Per informazioni: Maurizio KoGyo

CENTRO STUDI CENRESIG Centro per lo studio e la meditazione Buddista Mahayana

Magnano in Riviera (UD).

CENTRO DI SALUTE INTEGRATA del Dott. Gianluigi Giacconi

Telefoni:

centro.rashmi@yahoo.it http://sites.google.com/site/centrorashmi/

Tel. 0432.699297 www.centrodisaluteintegrata.com

Giovanni 349.6068534. www.cenresig.org

20


CENTRO YOGA “LE VIE”

CENTRO YOGA SHIVA

PERUGIA ANANDA ASSISI

www.yogalevie.it Scuola/Fondazione Matteo Ricci www.fondazionericci.it

PARMA LA GROTTA DI CRISTALLO Shiatsu, Tai Ji, Danze Orientali, Voice Dialogue, Reiki, Diapason Terapia, Naturopatia, Meditazione Guidata. Fidenza (PR). NAMASTÈ - Parma www.oshonamaste.it LIBERA ACCADEMIA SCIENZE UMANE Scuola di counseling professionale accreditata Cncp Via Sella 31/A www.lasu.it www.alchimia.org Monastero Zen Fudenji

www.centroyogashiva.it

RIMINI ASSOCIAZIONE NUOVA VITA Benessere Naturale e Olistico Benessere CSEN del Comitato Roma. Il nostro scopo è divulgare la conoscenza delle varie discipline olistiche per il in modo naturale. Riccione (RN). Tel. 3707152130 - 3476273683 nuovavitaolistica@libero.it www.facebook.com/nuovavita. laboratoriolistico

www.studishiatsu.it

AREZZO AMO Accademia Massaggi Olistici ads Associazione Dilettantistica Sportiva Scuola Accreditata SIAF 52100 Arezzo (AR). Responsabile: Andrea Marini: 388.9334692 www.massaggiohotstone.it

GROSSETO Comunità Dzog-Chen

(per luoghi e date visitare il sito web).

www.lalberodelloyoga.it

Tel. 0564.966837.

FIRENZE L’ALBERO DELLO YOGA Matassino - Reggello (FI).

SHINNYO-JI TEMPIO ZEN FIRENZE

Monastero Zen Sanbo-ji

SPAZIO SHIATSU Corsi di shiatsu professionali e amatoriali, meditazione Za-Zen, seminari di approfondimento.

TOSCANA

DANIELA GAIOTTO Naturopata Erborista Consulenze personalizzate e incontri di gruppo per adolescenti. Servizio ad offerta libera. Per info e appuntamenti: cell 331.3381412 www.alkyrama.com info@alkyrama.com

Tel. segreteria: 0524.565667.

Berceto (PR). Tel. 0525.60296.

Tel. 0742.8

UMBRIA, MARCHE, ABRUZZI ANCONA LA CITTÀ DELLA LUCE Associazione di Promozione Sociale Centro Studi Discipline Olistiche e Bionaturali Associazione Conacreis Marche. Reiki. Ayurveda. Yoga. Costellazioni Familiari.

SCUOLA DI AGOPUNTURA TRADIZIONALE DI FIRENZE del dott. Nello Cracolici. Tel. 055.704172.

PISA ISTITUTO LAMA TZONG KHAPA

MODENA Centro Culturale L’Albero Cultura, spiritualità e opere sociali Strada Statale Romana 135 Fossoli di Carpi (MO) Tel. 335 6684108 www.centroculturalelalbero.org

MACERATA TARA CENTER

www.iltk.it PUNDARIKA CENTRO RITIRI MEDITAZIONE

www.taracenter.it 21


I LUOGHI

PRATO CRONOGENETICA di Mario e Domenica Grilli Cell. 331 9724607 www.cronogenetica.it

SIENA AGRITURISMO GLI ARCANGELI Azenda Agricola Podere Avere www.gliarcangeli.com

LAZIO ROMA ACCADEMIA DI YOGA

CENTRO YOGA ED OLISTICO VIPASHYANA Channelling, regressioni karmiche, yoga, meditazione, cristalloterapia, pranoterapia, reiki.

Tel. 338.84.95.996 taocenter@tiscali.it

Tel. 347.8360990 www.vipashyanayoga.com

www.centrotao.net

CENTRO TARA BIANCA Danza Creativa, Arti Terapeutiche, Meditazione.

www.centrotarabianca.it CENTRO ZEN ANSHIN Buddhismo Zen Soto. Sotto la guida di Annamaria Gyoetsu

AMRITA CENTRO YOGA E AYURVEDA www.amritayoga.it ASSOCIAZIONE SHAKTI Centro di Kundalini Yoga e Sat Nam Rasayan www.kundaliniyoga.it BUPPO DOJO Via di Villa di LauriCella 12

www.anshin.it asd DHARMA Sport e Discipline Bionaturali (Coni Fijlkam Uisp) Tel. 339.1286955 www.asddharma.ning.com Fondazione Maitreya www.maitreya.it

www.buppodojo.org buppoji@gmail.com

SCUOLA YOGA ROMA

CEDIFLOR Centro Diffusione e Didattica Floriterapia di Bach

Cell. 335.6571924 www.scuolayogaroma.it YOGA, SCIENZA E ARTE Yoga-Meditazione-Medicina integrata.

CENTRO NIRVANA Associazione Spirituale per la Meditazione Chan e Zen www.centronirvana.it I dati raccolti sono stati individuati da elenchi pubblici e sono trattati in particolare riferimento agli articoli 12 e 20. Agli interessati è riconosciuta la facoltà di esercitare i diritti di cui all’art.13. Il titolare del trattamento dei dati è l’editore.

22

TAO CENTRO DI RICERCA OLISTICA SCUOLA ITALIANA REIKI Via Oberdan 25

Cell. 339 1279335 www.albertacorsiyoga.it

LATINA DOTT. GIOVANNI MONTANARO ODONTOIATRIA E TERAPIE NATURALI Omeopatia, Posturologia, Agopunutra, Test e rimozione dei metalli pesanti. Cell. 340.1495053 omeo57@hotmail.it

PUGLIA

ASSOCIAZIONE asd ZEN SHIATSU CENTRO SHIATSU E YOGA IYENGAR Corsi di shiatsu e trattamenti. Incontri terapeutici di gruppo. Per informazioni contattare: dott.ssa Rosalba Acquaviva Cell. 320.6472980 Dott. FABIO BASALISCO specialista in neurologia, medico ayurvedico Tiene regolarmente visite e consulti a: Contrada Lamammolilla 476. Per informazioni: www.fabiobasalisco.it

CAMPANIA TAO - CENTRO DI RICERCA OLISTICA SCUOLA ITALIANA REIKI Tel. 338.8495996 taocenter@tiscali.it www.centrotao.net DOTT. GIOVANNI MONTANARO ODONTOIATRIA E TERAPIE NATURALI Omeopatia, Posturologia, Agopunutra, Test e rimozione dei metalli pesanti. Cell. 340.1495053 omeo57@hotmail.it

SICILIA Dott. RENATO IUDICA Rappresentanze Prodotti Naturali


 



       

     


LA VIA VIAGGI VIA DEI DELLE ORIGINI

Le stagioni e la prevenzione nell’Ayurveda di Fabio Basalsico

dominata da agni e vayu. Visarga

si allungano. Prevale il principio lunare e ciò determina un aumento del contenuto

prima parte dell’inverno ed è caratterizzata dal movimento del sole verso sud: è dominata da chandra.

essenza diviene dolce e densa. L’aumento dell’idratazione nutre ed irrobustisce il corpo degli animali e degli uomini.

sole si manifestano in tutta la loro intensità e prosciugano la terra e la linfa vitale la secchezza divengono prevalenti nel Rasa. Gli animali si nutrono delle piante ed assorbono quelle qualità. L’uomo si nutre delle piante e degli animali con quelle caratteristiche che divengono sempre più deboli. Al termine dell’estate ha inizio la fase di

Ogni periodo dell’anno è suddiviso in tre stagioni. In adana kala shisira, vasanta, greesma. In visarga kala, o pevarsa sharad, hemanta.

www.fabiobasalisco.it

Le stagioni “Tenete le mani aperte... tutta la sabbia del deserto passerà nelle vostre mani. Chiudete le mani... non otterrete che qualche granello di sabbia” (Dogen) Secondo l’Ayurveda l’anno è diviso in due grandi periodi. Adana -

dal movimento del sole verso nord ed è

raggi diventano meno intensi e le notti

Shisira (tardo inverno): va dal 15 gennaio al 15 febbraio (magha) e dal 15 febbraio al 15 marzo (phalguna); prevale il sapore amaro Vasanta (primavera): va dal 15 marzo al 15 aprile (caitra) e dal 15 aprile al 15 maggio (vaisaka); prevale il sapore astringente Greesma (estate): va dal 15 maggio al 15 giugno (jvestha) e dal 15 giugno al 15 luglio (asadha); prevale il sapore piccante Varsa (stagione delle piogge): va dal 15 luglio al 15 agosto (sravana) e dal 15 agosto al 15 settembre (bhadrapada); prevale il sapore acido Sharad (autunno): va dal 15 settembre al 15 ottobre (asvina) e dal 15 ottobre al 15 novembre (kartika); prevale il sapore salato Hemanta (inizio inverno): va dal 15 novembre al 15 dicembre (margasirsa) e dal 15 dicembre al 15 gennaio (pausa); prevale il sapore dolce

Routine durante le stagioni Primavera dolci e di dormire durante il giorno. Fagarismi. Estate (il sole evapora l’umidità della ter-

24


-

la stagione delle piogge e nel tardo in-

dai raggi della luna. Far bollire l’acqua e re per la notte semi di coriandolo e car-

per kapha in primavera.

bere il liquido.

“Mentre compi la tua scelta nella vita, non dimenticarti di vivere”. (S. Johnson)

Stagione delle piogge: nel corpo durante il periodo adana agni è diminuito e vata è squilibrato. Sono consigliati una dieta poi acqua piovana fatta bollire e assunta con il miele. Autunno: pitta accumulato durante la stagione delle piogge si aggrava. Favorire cine per pitta e virechana. Evitare di dornel cibo. In questo periodo l’acqua è puno e rinfrescata dai raggi calmanti della

Dinacharya armonico” il ciclo quotidiano del sogget-

Prevenzione

quali l’ora migliore cui svegliarsi al mattino (secondo i Veda il periodo migliore

-

-

ed in armonia con i ritmi dell’universo. alla dieta (anna comportamento (vihara) e all’uso di erbe medicinali (ausadha necessità. Il mantenimento dello stato di salute si può ottenere attraverso: •

dinacharya: il regime quotidiano;

rtucharya: il regime stagionale

sadvritta: la propria condotta

a dormire. Per mantenere il benessere ottimale bisogna accordare il corpo ai cicli della natura. La routine quotidiana aiuta a stabilire l’equilibrio nella costituzione individuale e ad apportare un nella coscienza.

riso e latte. Primo inverno agni è aumentato ed è capace di digerire una dieta pesante per quantità e qualità. Quando non riceve il combustibile agni digerisce rasa dhatu. As-

vivere in stanze calde con letti e sedie evitare cibi leggeri e freddi che aumentano vata. Tardo inverno ma prevale la secchezza causata da adana e il freddo causato dal vento e dalla pioggia. Evitare di prendere cibi e bevanre e fredde perché aumentano vata. Secondo l’Ayurveda tutte le malattie incominciano durante un cambiamento di che i dosha vadano fuori equilibrio. Ci sono sei periodi di transizione tra una stagione e l’altra e altri sei periodi di transizione all’interno di ogni stagione. I migliori periodi per effettuare le terapie

25


LA VIA VIAGGI VIA DEI DELLE ORIGINI

Rtucharya Le abitudini stagionali comprendono le -

panchakarma. Le stagioni hanno un naturale indosha. Di solito nel visarga kala,

sono tutte qualità che mirano all’armoin maniera relativamente più abbondante. Nel periodo adana, nismo dovrebbe riposare di più e impegnarsi in attività meno dispendiose da un punto di vista energetico.

Sadvritta I regimi etici comprendono i consigli morali riguardanti i propri valori e comed interpersonale. Le qualità sattviche

essere in linea con il proprio svadharma. I regimi relativi allo stile di vita sono rivolti alle tre necessità biologiche fondamentali in relazione alla propria prakriti: il cibo ( nidra sessuale ( . Questi tre pifondamenta sostengono una casa. “La felicità o l’infelicità, il nutrimento o l’emaciazione, la forza o la debolezza, l’attività sessuale o l’impotenza, la conoscenza e l’ignoranza, la vita e la morte… tutto questo dipende dal sonno”

Nidra ottimali per il mantenimento dello stato di salute e per l’evoluzione spirituale del

26

Il sonno è il tempo del riallineamento

ristoro e del silenzio; è un ripristino delle frequenze vibratorie più consone alla nostra vera essenza. Dormire durante il giorno crea untuosità nel corpo e quinrimanere svegli durante la notte crea secchezza nel corpo. Dormire durante perché in questo periodo prevale la secchezza della fase adana e le notti sono più corte. È idoneo inoltre per coloro che

gli anziani. Coloro che invece hanno già un eccesso di kapha e di meda dhatu non devono dormire di giorno. Dormire in un tempo non opportuno può causare tere digestivo. Dormire poco comporta gine vata. Coloro che dormono bene di notte e all’orario opportuno sono molto nutrire gli organi di senso sono le abitudini indicate per chi dorme poco e male.


LA VIA VIA DELLA SCIENZA

Viaggio sciamanico e mandala cosmico di Elisabetta Conti

Viaggio nel multiverso

gli insegnamenti delle sapienza sciamanica e della Tradizione. Gli psiconauti di oggi, così come gli sciamani di un tempo, riescono ad accedere a quelle stesse “realtà” e dimensioni astrali che gli sciamani chiamavano semplicemen-

Se la tradizione dello sciamanesimo ragiona da millenni in senso “vertica-

come dimensioni “altre” dalla nostra ma che coesisterebbero con la nostra.”

www.adacqua.com

cina enormemente a quella di un mandala: si tratta infatti di una “struttura” di 248 punti che incorpora le simmetrie di una geometria a 57 dimensioni ed è esso stesso a 248 dimensioni.

abbandonata per decenni in virtù di un’ottica “orizzontale e piatta” di ciò che ci circonda. Con la teorizza-

Lisi: “Quello che sono riuscito a fare è descrivere tutte quelle particelle, includendo la gravità, quali parti di un singolo campo, con un singolo calibro di raggruppamento. E successivamente, ho scoperto che questo calibro è l’E8, forse una delle più belle strutture in matematica”. Non possiamo non cogliere le numerose implicazioni simbolico/esoteriche delle sue ricerche: il macrocosmo che si

piani di esistenza di cui parlavano le antiche dottrine. ni di esistenza” o “Cieli” abbiamo le “dimensioni altre” dalla nostra.

in cui le dimensioni (siano esse rate come co-esistenti nello stesso continuum spazio-temporale coesistenti nello stesso punto. Oltre dimensioni coincidenti con la nostra non esistano ma che semplicemente in condizioni “normali” non siamo in grado di percepirle e di accedervi. “Queste dimensioni sono “i regni celesti” o “l’oscuro mare di consapevolezza” in cui è solito muoversi lo sciamano in qualità di psicopompo. In questo regno “altro” alla nostra tridimensione, si possono incontrare esseri simili a fate, ni”: grigi, rettiliani, insettoidi, orange. Dunque, le neuroscienze stanno risco-

28

che alla vita in laboratorio ha preferito le onde e le spiagge per surfare. Proprio osservando il corallo ha avuto un’intuizione che gli ha permesso di sviluppare la teoria E8.

primordiale alla coscienza del microcosmo/uomo. E’ la forma del mandala. La parola sanscrita mandala (E.Perucchietti: shan-newspaper.com ). espansione della

compare in ogni cultura e in diversi tempi (ovviamente con altri nomi) ed il suo uso è sempre rituale e sacro. E’ una immagine simbolica in cui convivono due forme geometriche fondamentali: il quadrato e il cerchio. Oltre

cui si trova a viaggiare lo sciamano. tano le relazioni intercorrenti fra i tre diversi piani di realtà. di queste dimensioni è stato stimato in ipotizzare un numero anche superiore di dimensioni: è il caso della “Teoria del Tutto straordinariamente semplice” o Teoria E8 di Antony Garrett Lisi

tà sono collegati da un asse centrale


Leggere l’iride come un mandala “Mandala è una proiezione del cielo sulla terra, costruita su cerchi e quadrati inseriti l’uno nell’altro, rappresentazione geometrica del mondo e degli dei, centrata attorno ad un asse orientato” (M. Mirabail Dizionario dell’esoterismo). La caratteristica fondamentale del mandala è dunque quella di essere un centro dal quale l’energia viene emanata e da cui parte una proiezione nello spazio. E’ dal centro del mondo che ha avuto origine la creazione dell’uomo: nella -

Abbiamo più volte evidenziato nei nuritmo che non è assimilabile nè a quello delle pulsazioni cardiache e neppure a quello della respirazione. E’ associabile piuttosto alla frequenza

“nascosto”) è fondamentale notare che il rombo è formato da due triangoli con ze che si contrappongono/equilibrano. Nella geometria vedica (e quindi nelquando ha un vertice rivolto verso l’alposizione opposta è simbolo

dell’ac-

sentare un’energia assiale bipolare altobasso (ascendente-discendente) fra i tre -

nel medesimo punto in cui si sarebbe gue raggiungerà il teschio di Adamo. Il concetto di “ombelico del mon-

delle tensioni che contraddistinguono la condo alcune tradizioni) col suo cuore.

ha avuto origine la creazione . Ogni architettura sacra ( dalle pira-

della tecnica sciamanica del recupero all’integrità.

spesso corrisponde a quella dell’altare vedico) può ridursi al tema fondamentale della trasformazione del cerchio (Cielo) in quadrato (Terra) . -

le posizioni del mattino e della sera e quindi sul terreno si determinavano i ciavano cerchi gemelli intersecantesi

solare. “Il cerchio, la croce e il quadrato sono i più antichi simboli utilizzati dall’uomo preistorico. Prima ancora di essere og-

elementi primi di una geometria sacra attraverso la quale era schematizzato l’eterno movimento dei corpi celesti.” Analogamente: la lettura settoriale dell’iride si puo’ attuare suddividendone la mappa in quattro quadranti di base.

la somma delle pulsazioni dei Chakra (ognuno ha una propria velocità: alculentamente): la pupilla ha una pulsazione regolare e armonica se i Chakra sono chiusi o parzialmente “bloccati”. Fin dall’antichità è stato attribuito alla pupilla il valore di centro di “raccolta base a determinate peculiarità di luce/ to per l’intervento dell’interpretazione strettamente scientico/razionale che ha contraddistinto e ancora contradriemergendo nelle ultime scuole iridotegrazioni con le scuole di iridologia Nel mandala la forma del cerchio si alterna con quella del quadrato nella trama dell’iride i quadrati appaiono sotto varie forme morfologiOsservando le cripte (dal greco crypta

Sandra Ingermann: Il recupero dell’anima E.Perucchietti: shan-newspaper.com M.Mirabail:Dizionariodell’esoterismo G. D’Acunto: Il disegno del cosmo e l’architettura mandalica di Angkor Wat M. Eliade: Trattato di storia delle religioni G. Ragazzi: Il gioco del Mondo e il cosmo degli antichi István Hargittai

Sulbasutra e geometria vedica: www.climatrix.org 29


LA VIA VIA INTERIORE

I.P.

Il Riallineamento Spirituale

di Enrico Piasentin www.spiritocosciente.org

L

a parola fede viene spesso usata ad sona o nell’andamento di un evento. re coscientemente che “Dio esiste e ci assiste”. La fede può essere considerata un’esperienza e non solo una mera credenza. Il Riallineamento Spirituale è una possibilità attraverso cui osservare la presenza amorevole del mondo spirituacrescita interiore. Attraverso il Riallineamento Spirituale la colonna vertebrale viene lasciata libeasimmetrie congenite che si manifestano già nello stadio embrionale. Essa disegna il nostro modo di procedere nella vita e vede incise su di sé le memorie e collettivo. Laddove una scoliosi mostra neata esprime l’andare dritti al punto e l’affrontare con maggior padronanza e

coscienza le vicende che ci portano ad esprimere i nostri talenti. Il modo di dire “avere spina dorsale” è usato per indicare una persona che dimostra stabilità ine va per la propria strada. Da quando ho ricevuto il Riallineamento è cambiata da cima a fondo. Vivevo da due anni in un progetto comunitario tra ziale ed immersa nei ritmi della natura. che il mio subconscio l’ha riconosciuto come casa per ancora un anno e mezzo

stata una svolta interiore radicale: dopo un primo momento di confusione ho taglio alla depressione che mi portavo dietro da anni e facendone tesoro per essere d’aiuto agli altri. Finalmente ho avuto il coraggio di inter-

la mia attuale compagna e sono tornato

che era rimasto sospeso dal momento in cui mi ci ero allontanato. Ho trovato la forza di farmi carico delle mie responsabilità. La fede in Dio mi ha di nuovo dato prova di essere in buone mani portandomi diversi piccoli lavori. Grazie a questi ho intrapreso la formazione per essere iniziato al Riallineamento Spiricui è giunto a noi dal mondo spirituale. è promotore di questo lavoro sin dal 1989 ed è la persona attraverso cui il Riallineamento Spirituale è giunto a noi dai mondi sottili. Ha effettuando oltre 300.000 trattamenti e continua a diffondere quest’aiuto in molti paesi. De-

centrale il supporto dell’ex-moglie Anne to la sistematicità delle trasformazioni sulla colonna vertebrale a cui porta

le intelligenze che operano il Riallineamento Spirituale e ho sentito la spinta


ad assumere sempre più pienamente questo concetto come stile di vita. Il Riallineamento Spirituale si effettua una sola volta nella vita ed è una vera e propria iniziazione che apre dei canali di auto-guarigione latenti in ognuno di noi.

sentire impotenti di fronte alla loro forporta in sè alcuni strumenti estrema-

punto di vista che sceglie d’adottare. La armonica nei corpi sottili. Riportando nel presente il ricordo della vibrazione monizza le memorie che sono inscritte nella nostra struttura ed estende questo na vertebrale si trova libera di rimettersi Spesso le persone dicono di camminare diversamente e di poter di nuovo fare le scale comodamente grazie a questa trasformazione. A livello animico si tratta di un alleggerimento karmico che porta forza ed eneril processo della sua realizzazione e spianando la strada che porta a noi stesrituale pone una base stabile e centrata

che può essere considerata causa di ogni cosa. Analizziamo brevemente il suo funzionamento con un piccolo esperimento: pensiamo ad una buona fetta di torta ed immaginiamo di gustarla con piacere. Nel giro di un attimo aumenterà la salivazione e sentiremo il corpo prepararsi stessimo mangiando. In questo modo potremo sperimentare come la mente e le immagini create col pensiero siano in grado di generare addirittura reazioni creare la materia. so che organizza corsi in cui trasmette tecniche per l’auto-guarigione basate

orientandoci verso la nostra direzione. Ma qual è la direzione migliore da se-

in un seminario parlava di ciò citando “Alice nel Paese delle Meraviglie”: la torta prima si distribuisce e poi si taglia. ma dobbiamo contare gli invitati e solo

guaritori possono solo indicare la via ma spetta sempre a noi muoverci per

tagliare la torta. Una volta preso in mano

ti che ci possono aiutare a riscoprire il manuale d’istruzioni per la realizzazione del sé. L’unico sentiero reale porta verso Dio e lo possiamo riconoscere perché ci aiuta ad apprendere come connetterci con l’Universo e ci insegna ad ascoltare dentro di voi le istruzioni dell’anima. Ecco cosa intendiamo parlando di risveglio delle coscienze.

un altro esempio in cui osserviamo come la realtà sia creata a partire dalla mente. dell’anima. Questo illustra perché il fatto di vedere noi stessi nella giusta ottica sia molto importante. Un’immagine/credenza in

nostro diritto ad una fetta di quella tor-

Molti sono consapevoli che stiamo attraversando un momento astrologico che segna un cambio d’Era importante e porta con sé grandi trasformazioni a livello globale. Viene spontaneo chie-

nell’istante in cui veniamo generati siamo pur sempre il risultato di tutta l’u-

cancellerà la vita dal pianeta oppure se un intervento esterno sistemerà tutto quanto al posto nostro. Forse solo noi possiamo fare la differenza a soluzioni

darci per vinti e ad insistere per trovare come associare correttamente i suoi sapori. Eppure di bocconi amari ce ne capitano ed è importante soffermarci su

esperienze dolorose che potremmo vi-

di essi e chiederci cos’abbiamo fatto per arrivare ad ingoiarli. Una buona pratica serale consiste nel dedicare qualche minuto ad osservare gli eventi della nostra giornata e a studiare cos’abbiamo scelto a partire dal cercando con onestà ed amorevolezza le motivazioni. Daskalos intende in questo modo la pratica dell’introspezione. Egli è un Panayiota Atteshli tramanda gli insegnamenti e suggerisce due pratiche basilari nel suo “sistema per la ricerca della verità”: la pulizia della personalità e l’introspezione. La prima è un lavoro energetico volto all’attivazione ed al controllo degli etela vitalità eterica. L’altra è un movimento di coscienza legato all’interrogarsi sulle portamento e al confronto con ciò che ci viene dettato dalla nostra anima. Questa pratica porta ad una spontanea meditazione sulla ricerca della verità. Elaborare ed integrare a fondo dentro noi stessi ciò che viviamo è fondamenmi ha dato nell’elaborazione dei cambiamenti avvenuti nella mia vita dopo aver ricevuto il Riallineamento Spirituale e alla necessità di comprendere a fondo le implicazioni di questo lavoro. Lei ha iniziato il suo percorso dedicandosi all’estetica ed alla cura del corpo

31


LA VIA VIA INTERIORE

pratica come massaggiatrice e lo studio pagnarle nella ricerca della bellezza

ad emergere dalle nostre sventure. Vo-

nella Spagiria gli strumenti più congeniali per farlo. Il suo talento si esprime nello studio della struttura della co-

stare male. Le esperienze che attraversiamo sono sempre le migliori per apprendere la prossima lezione e procedere un passo più vicini alla fonte dell’amore. Pensiamo alla libertà che abbiamo: è il più grande dono che abbiamo ricevuto. In ogni scelta che facciamo possiamo avvicinarci al divino oppure fare di testa nostra. Possiamo entrare nell’amorevolezza verso noi

passo importante per generare un cambiamento consapevole nel dialogo delle le persone nel lavoro di introspezione e tore degli eventi della vita. Ogni ostacolo può esser un trampolino per progredire verso i nostri talenti. Basti pensare al tuffatore che ha dovuto affrontare la vertigine per diventare campione e scoLa creazione divina è perfetta in ogni sua parte. Tutto è esattadeve essere. “Dio è la Via, la Verità e la Vita”. Come potrebbe creare qualcosa che non

PROSSIMI

APPUNTAMENTI: Udine 10 novembre 2016 Milano/Chiasso 12-13 novembre 2016 Roma 16-17 novembre 2016

nel senso di separatezza. Siamo liberi di sperimentare con la piena responsabilità delle nostre scelte. Possiamo scegliere l’auto-distruzione oppure

Arezzo 19-20 novembre 2016

ri di provare ma dobbiamo essere onesti con noi stessi. Quando ci allontania-

Udine 2 dicembre 2016 Trieste 3-4 dicembre 2016

quando compiamo una scelta a partire dal nostro senso di separa-

Roma 9-12 febbraio 2017

Egli si esprime in ed amore. Eppure ci sentiamo soli bra che dipenda tutto da noi. Sperimentiamo un senso

che quando ci sembra di aver ottenuto qualco-

Per ulteriori informazioni: www.spiritocosciente.org

Quando non impegnato nelle altre sedi indicate, abitualmente si riceve

stro cuore piange e la coscienza si into che non esiste speranza se non si

pure sentiamo che “non è tutto qui” e che possiamo ambire a qualcosa di più grande. Dentro di noi c’è una forza che ci spinge ad abbracciare il fatto di esistere e non arrenderci di fronte alle difficoltà che incontriamo nel nostro percorso. Se dovessimo calcolare razionalmente cosa com-

se non vinciamo tutti assieme. Ogni che desidera solo il meglio per noi. Molte persone si stanno impegnando a scegliere l’amore nelle loro vite. Il cambio d’Era porta in questa direzione. Come nel caso del Riallineamen-

Per approfondire si propone un percorso di tre incontri: •

Riallineamento Spirituale con Enrico Piasentin

Studio funzionale della coscienza con Melania Montenero

Trattamento energetico a quattro mani per armonizzare Maschile e Femminile interiori.

con i rischi e gli sforzi che richiede non mancano. Anche se ad ascoltare farlo. Eppure desideriamo la vita e la riconosciamo come un dono prezioso che va coltivato ed onorato. Ascoltare queste forze ci porta a percepire la nostra anima che si sgola nell’intento richiama la nostra attenzione all’amo-

32

stelle che si stanno accendendo nella volta celeste della coscienza umana. Sino a pochi anni fa non era ammesora possiamo affermarli e alimentarli. Le coscienze sono pronte.

Contatti: 348.0653612 enricopiasentin@spiritocosciente.org


Novità BioGuida Edizioni

SUONOTERAPIA

e MASSAGGIO SONORO

BIOARMONICO Come utilizzare le campane tibetane per creare armonia equilibrio e benessere di Mirko Sollima Le popolazioni antiche ritenevano che il suono fosse il primo creatore ed un potente mezzo di guarigione e trasformazione. Ai loro occhi la materia, in costante vibrazione, appariva come la manifestazione di un suono arcano che, dalla vacuità, tesseva infiniti universi di forme. La Suonoterapia affonda le proprie radici in questa antica visione del mondo che oggi trova conferma nel moderno paradigma quantistico. Il principio di base consiste nella credenza che tutto, esseri umani inclusi, vibri ad una determinata frequenza di risonanza, alla base anche degli stati di salute e malattia. L’autore affronta, in modo semplice ma esaustivo, varie tecniche per utilizzare i suoni delle campane tibetane in modo da ripristinare le frequenze naturali del corpo. Esse sono strumenti di antichissima origine, forgiate dalla lega dei metalli che rappresentano i pianeti dell’antica e moderna concezione del sistema solare. Una volta utilizzate nel giusto stato interiore e selezionate con cura, attraverso le indicazioni riportate nel libro, il lettore potrà avvalersi della propria esperienza per applicare le possibilità terapeutiche delle campane tibetane al personale benessere o per offrire un concreto aiuto agli altri, attraverso una tecnica innovativa chiamata Massaggio Sonoro BioArmonico. Perché BioArmonico? Il termine ha come fondamento teorico la Scienza dell’Armonica, secondo cui la realtà si manifesta seguendo la serie dei suoni armonici. La maestosità del creato risponde a determinate proporzioni rintracciabili ovunque, dalle conchiglie alle galassie. Quando l’Armonica viene applicata all’essere umano, prende il nome di BioArmonica. Il Massaggio Sonoro BioArmonico pone al centro del proprio metodo i suoni come linguaggio portatore di una bellezza armonica universale. In particolare viene dedicata grande attenzione alle frequenze planetarie, di comprovata efficacia terapeutica. Le tecniche e gli esercizi presentati nel libro diventano una mappa ed un invito ad incamminarsi sulla Via del Suono, inteso come strumento di guarigione e crescita interiore, per ritornare all’Origine e sperimentare il Suono Primordiale, che tutto sostiene e preserva.

DA LUGLIO NELLE MIGLIORI LIBRERIE E PER ACQUISTI ON-LINE: www.macrolibrarsi.it, www.ilgiardinodeilibri.it; www.ibs.it A PREZZO SCONTATO E SPEDIZIONE GRATUITA SUL SITO:

www.bioguida.com

33


LA VIA VIA DELLA SCIENZA

La radiovitalità degli alimenti di Elena Rojac

O

gni sostanza esistente in natura ha

diazioni. Non di meno anche gli alimenla radiazione naturale della materia peculiare per quel tipo di materia. L’energia emessa da ogni sostanza si genera non solo in seguito al

che avvengono all’interno della materia stessa (come cibo avariato ). esterne che vengono successivamente ridotte in componenti più semplici creando grosse quantità di energia dentro al corpo: questo è il vero scopo dell’alimentazione. Quindi le molecole alimen-

propria pila nucleare in cui l’energia residua prodotta serve per il funzionamento dell’intero organismo in tutte le sue ché tutto funzioni nel migliore dei modi è indispensabile che l’energia propria dell’alimento sia elevata tanto da averne in surplus dentro all’organismo umano. Nella determinazione del livello energetico di un alimento si usa la caloria; questa misurazione del potere-energetico “caloria” è troppo semplicistico perché non considera altri parametri che contribuiscono al livello energetico globale dell’alimento: ossia non si tiene conto dell’energia libera di cui l’alimento dio radiovitalità del

34

sono considerati altri fattori nella commaturazione e presenza o meno di sostanze che facilitano le trasformazioni biochimiche (vitamine).

da alimento: 1. la pietanza presenta una bassa lun-

particelle fondamentali della sostanza di prove ed

m ole cole

giunti alla misurazione del valore d’energia sottile emessa dall’alimento: quindi il suo campo tachionico vagliando un parametro che è la lunghezza d’onda Bovis (unità di misura dell’energia

caso degli alimenti fermentati o scadenti


d’energia aiutano l’organismo a riportarsi ai suoi livelli (di campo tachionico ed elettromagnetico) di salute. Si tratta di un passaggio di energia dall’alimento all’organismo debilitato per riportarsi alla pari della pietanza. Al contrario l’assunzione di cibi poveri di radiovitalità depaupera l’organismo della propria radiazione interna mento e portarlo alla pari dell’energia del corpo fisico. Se l’energia del corpo è elevata gli eventuali agenti patopossono attivarsi con una lunghezza d’onda maggiore alle proprie. Se per cause diverse l’organismo irradia le stesse lunghezze d’onda degli agenti non ci rimane che scegliere cibi ad altissima radiovitalità: con una abbondante presenza di vitamine. 2. l’alimento presenta una notevole emanazione della banda InfraRosso in cui l’apporto energetico è notevo-

Perché l’uomo deve essere attento nella scelta dei cibi con maggiore menti ricchi

Mentre le prime sono energie sottili danenergie vitali che si contraddistinguono per la presenza di calore (infatti rientrasempre sinonimo di vita. Tutte le reazioni chimiche che avvengono nella materia sono sempre accompagnate da calore -

radiovitalità. Il potere degli alimenti non dipende solo dalla presenza di sostanze riconosciute indispensabili alla salute ma principalmente dalle interazioni di queste che sono sinonimo di vitalità. ricercare che dentro alla pietanza ci sia la presenza di quelle sostanze che attivano le reazioni chimiche dell’alimentodigestione e che contribuiscono a creare irradiazioni nell’IR e nel Visibile. Queste sostanze instabili con forte potere catalizzante sono le vitamine: misurare il potere vitaminico di un alimento equivale a misurarne la sua radiovitalità. 35


LA VIA VIA DEGLI ANIMALI

Il veterinario e la coscienza di Andrea Sergiampietri

C Le distanze nella relazione tra animale e del rapporto di epoca in epoca. Ed è pereffetti nel continuum temporale. La vealtre volte in pochi anni tutto muta. Ma dynamis e ogni epoca contiene in sé i semi della succes-

modo di rapportarsi alla natura. Un

L’animale che vive fuori

racconti tramandati da nonni a genitori. Già 40 anni fa il contatto con la natura -

trimento. Coltivare la terra e viverne cir-

esperienziali come le occasionali gite suto attraverso i documentari televisivi. La natura e gli animali in particolare uscirono dalla quotidianità entrando realmente. L’inizio di questa separazio-

della famiglia e della terra su cui vivono. Quanto non consumato viene scambiaLe stagioni l’una nell’altra si susseguofamiglia. L’animale non coabita la casa ma con il suo vivere si prende cura del -

Allontanamento Questa realtà ormai vive solo nella memoria condivisa ma remota dei nonni di coloro che sono nati negli anni ’70; la mia generazione è probabilmente l’ultima ad aver avuto un assaggio del contatto originario e genuino con quel 36

e preparatoria ad un nuovo modo di bitaneo acme negli anni ’50. In tempi il latte nell’immaginario comune passò dall’essere munto a mano e portato di casa in casa in grosse taniche di latta al “nascere” nel tetrapak sullo scaffale di un supermercato. boom economico rapida e dolorosa della nostra società

francese L. Pasteur nella seconda metà del 1800.

Prendersi cura dell’animale I semi germinanti della medicina veteri(o prima separazione) tra uomo e animale e furono l’espressione dell’impulso di prendersi cura di un altro essere vivente. Fu un impulso del cuore nato nell’infantrai una lucertola. La lucertola respirava faticosamente ed erano evidenti alcuni squarci sul suo corpo provocati dal gatre del sole scaldava le mie piccole mani per farne un piccolo letto taumaturgico. degli animali. Passarono gli anni e il terbolario personale: era il principio degli

invariata dal risorgimento al primo dopo

un ambulatorio.

inclusa. Il sistema di allevamento intensivo de-

Breve storia della medicina veterinaria dalla civiltà rurale ad oggi.

quanto si possa pensare. E’ ritenuto che il precursore della zootecnia sia stato il grande microbiologo e scienziato

za recente. La prima scuola per la formazione didattica dei veterinari venne


istituita a Lione nel 1762; poco dopo anche in Italia ne comparvero. Fino alla era quasi totalmente indirizzato ai cavalclienti esclusivi per una professione in origine elitaria. Dalla metà del 1800 iniziò a svilupparsi il ruolo del veterinario nel controllo deto in seguito alle scoperte delle malattie frattempo le pratiche di allevamento iniziarono a mutare verso sistemi a maggior produzione ed organizzazione razionale.. ma ancora non si parlava di “animali da reddito”. Negli anni ‘50 del 1900 la popolazione l’agricoltura perde manodopera e aumenta l’occupazione nelle fabbriche. La presenza umana si rarefà nelle campagne e di conseguenza l’esperienza della natura passa da essere di prima suo malgrado a causa di una visione produzione di beni” e quindi animale da reddito. Le scuole veterinarie formano professionisti in grado di prenderveterinario si lega principalmente al comparto delle produzioni animali (il veterinario di stalla) e a quello del controllo degli alimenti di origine anima-

-

i professionisti si occupano anche della salute degli animali da compagnia. Il tut-

coscienza individuale dell’uomo è ben chiara la consapevolezza del sostegno -

Mentre sale il numero di animali accolti -

legame emotivo e sugli effetti reali nelricostruzione e del boom economico. Da quel momento viene perso il contatto con la natura e minato a livello imper il sostentamento dell’uomo tramite il L’allontanamento spaziale produce però nei trent’anni successivi la nascita del desiderio di riavvicinare gli aspetti animali al vivere quotidiano. Un bisogno che porta al rientro degli animali nella quotidianità umana. In particolare le specie considerate domestiche e da compagnia. Storicamente dagli anni settanta inizia a diffondersi il petfood città studi e ambulatori veterinari dove

gli allevamenti chiudono e le possibilità lavorative dei veterinari in questo settore calano drammaticamente; siamo al principio degli anni ’90 e io sono in procinto di iscrivermi alla facoltà di medicina veterinaria. della facoltà riempita da circa 150 gioanatomia ci scruta con i suoi occhi azzurri e raggela la platea con due semplici frasi “Chi è venuto in questa facoltà solo questo amore non serve a farvi diventare veterinari. Dei 130 che siete solo un terzo di voi completerà il biennio.” E aveva in gran parte ragione. Il corso di laurea in medicina veterinaria era in quegli anni indirizzato a preparare professionisti adatti a lavorare con gli animali da reddito oppure controllare gli alimenti da questi prodotti; in maniera decisamente minore la preparazione era dedicata a prendersi cura degli animali da compagnia e persisteva ancora una certa nostalgica attenzione verso il mondo dei cavalli. Questa

un animale possa avere una funzione di compagno è ancora poco più di un seme germinante. Il contatto umano con il mondo animaze e nell’immaginario comune l’animale perde la funzione di essere utile a nutrire. L’entità animale viene scissa in tina di carne di bovino fosse altro rispetto al bovino vivo e pascolante o la nulla a che fare con la gallina o il gallo. Questo movimento di allontanamento degli anni ’50 produce una perdita che venga colmata con nuove forme di relazione uomo-animale. In realtà loro primo incontro ad oggi. 37


LA VIA VIA DEGLI ANIMALI

orientato a pensiero (diagnosi) e azione (terapia/chirurgia). La preparazione è prevalentemente orientata all’animale bito accademico perché non produttori gomento di interesse della professione. calizzato a considerare l’animale come che di una dinamica temporale.

Evoluzione animale e umana dopo essersi dedicata per lo più inconprimersi a forza nei solchi cerebrali dello -

proprie emozioni. Questa grande opera di crescita personale avviene con il sostegno dell’animale da compagnia. Il mondo animale dopo essere tempora-

da reddito. Nella formazione erano evidentemente rimasti ai bisogni degli anni ’50. La rivoluzione sociale degli animali da compagnia non era e non è stata ancora compresa.

intellettuale. Nella nostra epoca questo aspetto del soffrire per apprendere viene dimenticato con molta faciloneria. Le facoltà di Medicina veterinaria si occupano di fornire gli strumenti teorici e

dall’esperienza quotidiana e relegato in contenitori razionali (allevamento inten-

Diventare veterinario

corpo eterico e

Per studiare qualsiasi cosa è sempre ne-

astrale non sono argomenti di studio e nemmeno la relazione tra queste parti animali e le nostre corrispondenti parti costitutive. Come disse il mio professore

lo spazio prossemico dell’uomo come mai fu consentito ad altro essere umano. La perdita del ruolo di “fornitore di nutri-

ha una motivazione storica: in principio specialmente con l’industrializzazione

conoscerla e quindi reintegrarla in sé.

scomposto in numerosi distinti campi di studio. Sebbene gli ordinamenti e i piani sostanza resta invariata e uno studente porsi almeno ad una cinquantina di invertono su numerosissime materie che dalla chimica inorganica alla legislazio-

38

del corpo vitale de-

insegnamento previsto dal piano di studi. Una prima contraddizione. Generalmente solo un grande amore per gli animali può spingere e sostenere un ragazzo a sottoporsi al quinquennio di studi veteviene mai valorizzato e non può prendere corpo. Chi sopravvive e arriva alla laurea si riuna parte il portatore dell’impulso d’amore per gli animali (esperienza comune sa dottore, da piccolo anch’io sognavo di diventare veterinario”) e dall’altra l’adulto titolato ed

compito. Questa volta non si ferma sulla

dalla grande crescita e sostegno dei movimenti vegetariani e vegani nell’ultimo decennio.

Il veterinario del terzo millennio Per prendersi cura del compagno anivolente o nolente entra nello spazio intimo dell’altro. Che si sappia nuotare o occupandosi di questi animali inevitabilmente si “bagna” nel mare di emozioni umane che la persona “porta in visita” con il suo animale. E’ una pressione molto forte e incessante. L’essere umano che sceglie di farsi accompagnare per parte del suo percorso di vita da uno o più


il suo mondo emotivo. Io stesso sperimento con i miei animali questo tipo di contatto e nel primo metto in gioco non è il veterinario ma piuttosto il mio bambino interiore. saper nuotare o per lo meno imparare a galleggiare in questo mare di emozioni perché prima o poi un veterinario ci cade dentro.. e possono essere traumi e dolori. L’accompagnatore umano dal canto suo vive il disagio emotivo per il una serie di emozioni alcune delle quali Il medico veterinario con una formazione limitata all’ambito accademico di na anche gli ulteriori approfondimenti ogni giorno e più volte al giorno questa tormenta. Gli effetti che ne deriveranno sono espressione di meccanismi di sopravvivenza. Ci sarà il veterinario che abbandona la professione e cerca altro

terinario del terzo millennio è olistico sia per adesione razionale ma ancor più per pratica e sperimentazione vivente e vissuta. Non dimentica né tralascia

quello che è stato (il bambino) e della persona che è diventata. La laurea è necessaria ma non basta.

che ad un certo punto abbandona l’animale per dedicarsi solo alle persone acquisire strumenti di gestione del sé e delle emozioni del cliente attraverso quotidiana pratica. Questo ultimo tipo di veterinario è quello che non tradisce il “bambino li e crea in sé l’unione tra conoscenza e cuore perché sia manifesta esteriormente. Il veterinario del terzo millennio è spiccatamente mercuriale nel suo agire. Crea e sostiene un ponte sano di de cura della salute animale a 360° e della salute della relazione con l’umano aiutando quest’ultimo a comprendere il messaggio del suo animale e a trovare 39


PAROLE E MUSICA

A cura di Francesco Giordano

A cavalcioni sull’Oceano

NO già ce lo abbiamo, quindi tentiamo’. si. Provarci. Avendo il NO di partenza, le cose non possono che migliorare, magari sorprenderci.”

Due chiacchere con Phil De Laura

Raccontaci dei tuoi prossimi progetti. Hai qualche tappa dove proporre “Tales from String Hill” ?

C

De Laura è nato a Roma ma si è -

dall’adolescenza per poi implementare e perfezionare contestualmente gli studi su tutti e tre gli strumenti. Ha studiato periodo nel quale ha avuto l’opportunità che ispirano musiche che provengono da molte parti del mondo. Quindi si è avvicinato a strumenti particolari come e altri strumenti “ibridi” che raccolgono caratteristiche difformi. Abbiamo incontrato l’artista per saperne di più del suo nuovo progetto “Tales from String Hill” pubblicato dall’etichetta indipendente RedWood Recordings. Phil, raccontaci come è nato questo tuo progetto musicale ? “Ogni disco rappresenta lo spaccato di un particolare momento nella vita di un artista. Questo lavoro racconta di un limbo, durato un paio di anni, nel quale non vivevo più in Italia ma non ero ancora residente negli Stati Uniti, era come stare a cavalcioni sull’Oceano. E’ un collage di colori, suoni e stati d’animo, sorretti da un senso di sospensione:

come stare sul pizzo di una collina e osservare gli scenari attorno che scorrono, con la percezione di essere dappertutto e da nessuna parte.” Il caleidoscopio sonoro in cui ti muovi è gerstyle, new age. Dove hai tratto tante

a cura di Francesco Giordano

“ le è stata eterogenea e fuori dagli schemi. Niente conservatori, laurea in Etnomusicologia, tanta pratica su vari strumenti e studi di armonia e contrappunto mirati. E soprattutto tanta esperienza attraverso concerti, dischi e collaborazioni con artisti provenienti da luoghi e culture estremamente diverse fra loro.”

This Is Bossa Nova Vol I

Sei compositore di molte colonne sonore, polistrumentista...insomma artista a tutto tondo: chi ti ha accompagnato in “Nell’album ho suonato io tutti gli struvo vi è stato, come il maestro Kamal Sabri alla Sarangi, George Diefenbach per alcune ritmiche e Valerio C. Faggioni per alcuni Soundscapes. E poi l’apporto fondamentale del produttore Roberto Colella che si è appassionato al disco, fornendo entusiasmo e lanciandolo per la sua nuova, interessantissima etichetta.” Sono molti gli artisti italiani che trovano giusto riconoscimento all’estero. In tal senso cosa puoi suggerire a un ragazzo che vuole “crescere” musicalmente dopo gli studi tradizionali? “Tempo fa, a proposito di un contatto da prendere, un famoso compositore mi disse una battuta che ho fatto mia: ‘il

40

“Attualmente sto mettendo su il repertorio per eseguire i brani in concerto, e portarlo in tour sia in Europa sia in America. Non sarà facile, ma c’è molto entusiasmo attorno al disco e questo mi sta dando molta carica e altrettanta ”

Marcos Ariel (MarcosAriel)

N

ativo di Rio

Marcos Ariel è uno dei pianisti della scuola brasiliana che si è messo maggiormente in luce nelle ultime due decadi. Si dedica sin dall’adolesi è appassionato ai ritmi tipici della tradizione e della cultura brasiliana come a tutti gli effetti uno degli interpreti più los Jobim. Sin dagli anni Settanta Ariel si è intensamente dedicato al jazz e alla musica strumentale brasiliana formando il suo primo gruppo nel 1978. In quegli artistica di artisti come Hermeto Pascoal e Chick Corea. Il suo disco di debutto fu inciso tra Francia e Brasile. Questo suo lavoro “This is bossa nova vol I” si apre proprio con una dedica al grande “Sin da quando ho iniziato a lavorare negli States mi sono immediatamente


accorto della grande ammirazione degli americani per la musica di Jobim. Potrei addirittura dire di aver imparato molte cose su di lui che in Brasile non sapevo”. ci fa immergere nel Brasile più vicino al grande Jobim.

Luis Salinas

The Rippingtons feat. Russ Freeman

El Tren

True Stories

L

(Peak)

nativo di Monte Gran-

I

Rippingtons sono uno dei gruppi di riferimen-

Buenos Aires

Patrick Yandall

Ethos Veterano delarriva alla sua diciannovesima produzione in studio Patrick della North Carolina. In carriera ha svivole esordendo come solista a livello

nuto i maggiori riconoscimenti e attraverso il quale riesce a offrire e creare l’altro di pezzi musicali per il cinema e due importanti storici riferimenti della sei corde come Jimi Hendrix e Carlos Santana. Il suo stile è stato descritto come e nel suo ultimo lavoro “Ethos” a tutti gli effetti racchiude questi tre aggettivi aggiungendo una intensa carica solare. In questo nuovo lavoro Yandall suona tutti gli strumenti ed è autore di tutti i brani. “Ethos” è stato inciso e masterizzato dal chitarrista agli studi MoBop Studios di San Diego. Si pargio ai Weather Report è chiaro. Altro omaggio importante quello a Carlos Santana e agli Wham che idealmente Yandall mette insieme in “Whisper to Say Goodbye”. Non mancano momenR’n’B il chitarrista americano ci ha abituato oramai da anni.

un chitarrista dallo straordinario talento. -

Jazz Umea in Svezia. Nella sua carriera lui dice ‘è uno dei miei chitarristi pree ha partecipato a numerosissimi Festival fra cui quello che celebrava la trentesima edizione del Montreaux Jazz Festival; ha inoltre suonato di fronte a 30 mila persone al Palabra De Guitarra Latina a Palma de Majorca in Spagna. Grandi apprezzamenti sul suo conto sono stati ribaditi da Chick Corea (di lui dice che è “uno dei più grandi chitarristi

panorama smooth jazz internazionale e Russ Fre-

fra i chitarristi di contemporary jazz più noti in attività. Per comprendere l’entità del loro successo basta pen-

in seguito hanno ottenuto grosse affermazioni sia come solisti che a supporto

inciso con l’apporto dell’alto e soprano ze della musica tradizionale e del tango Da questo mix di esperienze nasce lo stile eclettico ed originale di Salinas che si può apprezzare pienamente in questo nuovo lavoro in cui si l’artista -

Belled e vede la partecipazione come dewlle voci soul più amate di sempre. Il disco si apre con la scintillante e ipnotica “Wild Tales” e poi si sviluppa su temi che spaziano da richiami latini

doppi cd. Nel doppio “Latin Rock” si apprezzano alcuni momenti di squisito contemporary jazz con alcune interpretazioni strumentali e cantate molto toccanti. Il disco per sola chitarra ci regala un virtuoso della sei corde in grado di arrampicarsi su armonie meravigliose e intimiste mentre in Solo Salinas con-

Freeman celebra i 30 anni di attività della band con due chitarre: una Patrick Cummings e una Brian Moore che lo accompagnano in tutte le tracce ad eccezione di “Wonderland” nella quale ha utilizzato una Rosewood Fender Telecaster. Il sound della band continua a evolversi e a regalare sempre dischi di altissima fattura: “Cerco sempre di andare in un posto dove non sono ancora stato. Così è per la musica per-

tunità di conoscere uno degli assoluti maestri della chitarra.

Non mi guardo mai indietro. Le nuove storie hanno sempre un prossimo capitolo che sarà scritto…”.

di un cofanetto di 5 cd composto da un

41


PAROLE E MUSICA

A cura di Mari Valentini

Selene Calloni Williams

Thonbàn Hlà La leggenda

Emma Jung

Kwong Kuen Shan

Animus e Anima

Il gatto e l’orchidea

Bollati Boringhieri

L’ippocampo edizioni

Edizioni Tlon

L

a leggenda di Thonbàn

torno da un viaggio nello si era rifugiata per fug-

dove resta a vivere per sei lunghi anni. Nella foresta dell’isola Myanmar vivo-

Mon e protettrice degli artisti e dei poeti. Non è solo il racconto di un mito ma di un rituale sciamanico ed evocazione a cui la stessa scrittrice ha preso pareventi e della natura è nell’anima stes-

nomadi. La leggenda della Dea tre volte bella ci insegna a danzare nel cielo con acuta. La parola birmana Thonban Hlà le forze mirabili tra gli elementi essa è la bile per salvare l’integrità della Natura

Q

con snella agilità e continua due tra i concetti fondamentali della

na. L’Animus che è L’ un aspetto maschile presente nella psiche femminile e l’ l’Anima che è invece un aspetto femminile presente in quello

I tipici “sempre” attuali. L’incontro tra le esperienze dell’Animus e dell’Anima inpevolezza tutti coloro che si ritrovano a

no per annidarsi nella nostra quotidianità di uomini e donne che vivono una società in profondo mutamento. Le donne svolgono oramai con consuetudine e una certa disinvoltura aspetti del maschile tradizionalmente riservati agli uomini ed anche i modelli maschili si sono resi meno rididi. Ma perché queste scoperte si rendano fonte di arricchimento reci-

mpossibile immaginare un mondo senIl ed Il gatto e il Tao eccoci con il terzo delizioso lavoro di una trilogia immancabile per chi ama i felini (ed Il gatto e l’orchidea. Ancora una volta una pubblicazione deliziosa che sa unire acquerelli originali che ci racconsottile che congiunge l’ eterea bellezza di questi animali magici a quella delle orchidee. Una selezione che s’ispira ai gusti dell’autrice ed ecco che ai dipinti

evocano simboli di vita e virtù. Non si chiare la vera conoscenza come espressione dell’amore e non del controllo.

seminando il testo con le formule della

rienza estatica e magica in un orizzonte venire degli elementi nella radice della conciliazione ed accordo tra corpo e mente e non di dualità com’è della dialettica occidentale. 42

vi le ragioni profonde che possano rafforzare la nostra radice ed individualità cosciente dei processi interiori che ci portano al nostro Animus e Anima. Il lavoro di Emma Jung parte dal presupposto che anima e animus concezione primitiva non sono tanto un fenomeno quanto piuttosto realtà multiformi ed indeterminate. Figure universali che rappresentano complessi funzionali di compensazione delle nostre personalità interiori. Animus e anima non sono realtà assolute ma processi spirituali che dunque vanno indagati e compresi.

spirazione. Kuen Shan ne ha raccontato l’anima per immagini preferendo i suoi

coltiva nel suo giardino sotto gli occhi e l’approvazione amorevole dei suoi gatti.

svelarne l’incanto della narrazione nella


LA SOGLIA DELL’ENERGIA Migliaia di anni fa, nel Messico precolombiano, donne e uomini dotati di grande curiosità e sete di conoscenza diedero inizio ad un percorso di esplorazione dell’ignoto, spingendosi al di là della barriera della percezione. Chiamarono “Nagualismo” questo percorso e, se stessi, “Toltechi”. Il Nagualismo pone le sue basi sul principio che l’universo sia un insieme di campi di energia, percepibile direttamente da noi tutti, quando oltrepassiamo i limiti imposti dall’interpretazione. I Toltechi svilupparono le tecniche per liberarsi da tali limiti, per consentire di riappropriarci di quanto più profondo ci appartiene: la totalità del sé. L’obiettivo dei loro sforzi è stato duplice: permettere il ricordo della propria natura energetica e utilizzare pragmaticamente la nuova visione della realtà. Questo viaggio prosegue ancora oggi, grazie all’impegno dei nuovi Toltechi. Il Nagualismo è stato portato all’attenzione del mondo occidentale da Carlos Castaneda, ultimo erede di una stirpe di guerrieri durata secoli. Tale lignaggio però non era l’unico a persistere.

BioGuida Edizioni

BEST SELLER

Dall’inizio degli anni ’90 l’autore ha effettuato una lunga serie di viaggi in Messico, nel corso dei quali si è verificato l’incontro con un gruppo di Toltechi che detiene la conoscenza delle tecniche per muovere il punto di unione. Si tratta di un lignaggio diverso da quello di cui Castaneda fu l’ultimo Nagual ma sempre appartenente alla stessa tradizione. Questo libro racchiude ciò che i lettori di Castaneda aspettavano da molto tempo: sogno, agguato, intento, maestria della consapevolezza, ricapitolazione. Tutte le parti fondamentali del Nagualismo sono esposte in modo chiaro, spiegando tecniche, metodi, strategie, esempi pratici, con la finalità di renderli praticabili e sperimentabili direttamente, oltre a molti altri aspetti mai trattati finora. Dopo un lavoro decennale, l’autore è riuscito a mettere a punto un sistema che rende disponibili le tecniche dei Toltechi ben al di là del contesto tradizionale nel quale sono state sviluppate. Ora, con questo libro, è qui per offrirle a voi.

PROMOZIONE WEB: SCONTO DEL 10% E SPEDIZIONE GRATUITA PER L’ACQUISTO ON-LINE SU www.bioguida.com


BENESSERE DIGESTIVO

... dalla natura due rimedi dalle proprietà generose:

• Funzionalità del sistema digerente • Sostegno delle attività epatiche e gastro-intestinali • Aiuto alle funzioni osteo-articolari • Effetto antiossidante • Azione benefica sull’apparato cardiovascolare Curzen è un integratore alimentare a base di curcuma Longvida® e zenzero. Nel C urzen, grazie ad una tecnologia brevettata, la curcuma è abbracciata ad una porzione lipidica che rende massima la biodisponibilità della curcumina a livello cellulare. Curcuma e Zenzero sono due piante dalle proprietà

Confezione da 30 capsule vegetali

Cod. Prodotto: 926314372 LONGVIDA® è il brevetto EP 1993365 ed è un marchio registrato di Verdure Sciences Inc.

generose che agiscono in modo sinergico favorendo così le funzioni digestive. La curcuma esercita anche un’azione benefica sulle funzioni svolte dal fegato e possiede un’interessante attività antiossidante. Lo zenzero favorisce inoltre la regolare motilità gastrointestinale e svolge un’azione di supporto nei confronti dell’apparato cardiovascolare.

In vendita nelle erboristerie, negozi di alimentazione naturale e in tutte le farmacie. So Solo prodotti di QUALITÀ

Natural Point srl - via Pompeo Mariani, 4 - 20128 Milano tel. 02.27007247 - www.naturalpoint.it - info@naturalpoint.it

Gli integratori non vanno intesi quali sostituti di una dieta variata, equilibrata, e di un sano stile di vita.

ortolandesign.net

CurZen

BioGuida n.54 - Autunno/Inverno 2017  

BioGuida - itinerari dello spirito. Trimestrale di ricerca olistica e spirituale.

BioGuida n.54 - Autunno/Inverno 2017  

BioGuida - itinerari dello spirito. Trimestrale di ricerca olistica e spirituale.

Advertisement