__MAIN_TEXT__

Page 1

Anno XXI / Dicembre 2020 Poste Italiane Spa / Spedizione in A.P. 70% Periodico di finanza, cultura, societĂ ed informazione della Banca di Credito Cooperativo Pordenonese e Monsile


indice

BCC speciale ____________

BCC sostegno__________

> La Città di Codroipo .................................................30

> Nasce “ReintrecciNaturali percorsi di comunità”........62

> PRESIDENTE / Non vogliamo lasciare indietro

> BCC Pordenonese e Monsile apre a Codroipo ............32

nessuno! ............................................................4

> La filiale di Jesolo raddoppia ...................................34

BCC arte_______________

> DIRETTORE GENERALE / Agire con impegno e passione ..........................................................5

BCC soci________________

BCC informa____________

> 2^ edizione Ars in tempore a Monastier...........64 > Territorio di competenza ..............................66

> Intervista a Mauro Pastore .........................................6

> Bcc Pordenonese e e Monsile dona i Computer alla

> Consultorio Noncello & Fondazione BCC Pordenonese

Comunità ..................................................................36

..................................................................................8

> Superbonus 110% .................................................38

> Goal Smile Onlus e la Fondazione BCC Pordenonese...9

> Arriva la firma grafometrica ....................................41

> Coordinamento Volontariato Treviso Sud ...............10 > Trasporto sociale, 35 auto per il volontariato!..........11 > Monsile con te .......................................................12 > Nuova Consulta dei Soci BCC: la voce del territorio...14 > La Mammografia e l’Ecografia gratuita....................16 > Bcc PM App! ...........................................................18 > Convenzioni Carta Socio e Bcc Generation Card........20

BCC territorio___________

> Donazione Pick-up alla Protezione Civile Cavalieri dell'Etere di Conegliano...........................................22

BCC giovani____________

> Unioncamere Veneto ................................................42 > Sinergie per imprese e famiglie......................................44 > Sulle strade del Rinascimento con il Pordenone ....46 > Cooperativa FVG Servizi ..................................................48 > Pordenonelegge 2020 ....................................................50 > Il Pordenone, la squadra dei giovani e del territorio ......52 > Il Portogruaro calcio: storia, passione e... cuori granata!...54 > A.S.D Rugby Casale...................................................56

> i-peritivo ................................................................24

> Volley Team Club: un mondo di valori per il volley

> Fattore X. Idee per fare rete ...................................26

territoriale......................................................................58

> Borsa di studio Insieme in Europa Confcooperative FVG ....28

> Le pantere dell’Imoco volley ....................................60

Direttore generale - Gianfranco Pilosio Direttore responsabile - Marina Stroili Responsabile redazione Emanuela Loisotto emanuela.loisotto@bccpm.it Tel - 0434-636250 Stampa - www.sincromia.it


editoriale Solidarietà, mutuo aiuto, capacità di creare opportunità e sostegno al territorio ed alla persona nei momenti difficili. Questo lo spirito che anima alcune delle azioni attraverso le quali BCC esprime il senso di questo Natale 2020, declinandolo come attenzione al benessere dei propri soci. Ai soci, infatti, BCC offre la possibilità di aderire alla Mutua del Credito Cooperativo Monsile con te per fruire di assistenza sanitaria integrativa rispetto ai servizi forniti dal Servizio Sanitario Nazionale nonché l’accesso a programmi di prevenzione come lo screening mammografico. Non soltanto, perché si occupa anche delle famiglie con una

serie di iniziative presenti sia da un punto di vista sociale, che culturale e ricreativo. Ad esempio, per quanto riguarda la dimensione sociale, distribuendo sussidi per i figli, come i buoni scuola, oppure da un punto di vista ricreativo, mettendo a disposizione una nutrita rete di convenzioni locali volta a riconoscere servizi e prestazioni a tariffe scontate. BCC Pordenonese e Monsile ha donato un pickup completamente attrezzato al Gruppo di Protezione Civile Cavalieri dell’Etere di Conegliano, che in questo momento di pandemia e di emergenza maltempo potrà dare grande supporto. In questa situazione, infatti, sarà utilizzato per il trasporto di mascherine e materiale di prima necessità anche nelle zone più isolate e sperdute. La donazione del Pick-Up alla Protezione Civile di Conegliano, non è l’unica iniziativa che ha visto la banca vicina ai territori di Veneto e Friuli Venezia Giulia. BCC Pordenonese e Monsile è infatti da sempre attenta alle necessità delle comunità di riferimento e, anche quest’anno, ha accantonato parte dell’utile di esercizio 2019 dotando ogni singola area del territorio di competenza di un fondo economico destinato a supportare iniziative sociali, sanitarie, culturali, sportive ed educative per un valore totale di 700 mila euro.

Marina Stroili


Non vogliamo lasciare indietro nessuno!

Il Presidente Antonio Zamberlan

Cari Soci, cari Clienti, Lavoriamo ogni giorno perché questa frase non risulti solo una mera dichiarazione d’intenti. Lavoriamo facendo del nostro meglio per non lasciare veramente indietro nessuno, per provare a risolvere, e anche ad anticipare, le problematiche di famiglie e aziende in questa complessa emergenza. Il momento che stiamo vivendo e tutto quello che si è portato con sé questo 2020 è sicuramente qualcosa che va ben oltre le prime ansie generate dal lockdown di marzo, e non solo perché si tratta di una emergenza sanitaria su scala planetaria, ma perché è chiaro che la pandemia ha già innescato dei pesanti effetti sull’economia del nostro Paese e del nostro territorio, difficili da prevedere e quantificare nel lungo periodo. Siamo di fronte a un nemico subdolo che sta minando le sicurezze di molti di noi. Oltre a temere per la nostra incolumità fisica, siamo legittimamente preoccupati per la solidità che abbiamo cercato finora di costruire e mantenere nel tempo. Voglio quindi provare a non cedere alla paura pur lecita del momento e trovare il modo di raccontarvi cosa stiamo facendo per voi, le vostre famiglie e le vostre attività imprenditoriali, così come una banca del territorio, di questo territorio in particolare, deve saper fare. La nostra Banca le Banche della Capogruppo Iccrea sono impegnate quotidianamente in una serie di interventi seri e strutturati destinati ai soci e clienti.

4

Abbiamo accolto centinaia di moratorie di mutui, solo negli ultimi mesi, in modo da poter dare respiro alle attività produttive, commerciali e alle famiglie. Abbiamo offerto alla maggior parte dei nostri soci la polizza assicurativa “Andrà tutto bene”, ed esteso la possibilità di sottoscrivere la polizza Covid ai clienti privati e alle imprese. Continuiamo a dare valore alla nostra mutualità con interventi consistenti in beneficienza elargendo, da inizio anno, oltre 700 mila euro a sostegno di attività sociali e di assistenza, sportive e ricreative, culturali ed artistiche, attraverso l’associazionismo di Friuli Venezia Giulia e Veneto. Mi ha impressionato qualche settimana fa l’intervista al Direttore della Caritas di Trieste don Alessandro Amodeo trasmessa da Radio 100 che evidenziava che ben otto milioni e mezzo di italiani vivono di lavoro sommerso, senza tutele e praticamente sconosciuti all’erario. Oggi, queste persone sono sicuramente ancora più invisibili e senza rete di protezione. Per questi uomini e donne la nostra Cooperativa di Credito è al fianco delle Associazioni di volontariato e delle Caritas locali attraverso la sua Fondazione e con la collaborazione dell’Associazione San Pietro Apostolo e la dedizione di centinaia di straordinari volontari. Durante le festività Natalizie, auguro che per ciascuno di voi ci sia la possibilità di trovare pace e serenità insieme ai vostri cari. Vi giungano, a nome mio e di tutto il Consiglio di Amministrazione i migliori auguri di Buone Feste.


Agire con impegno e passione

Il Direttore Generale Gianfranco Pilosio

Cari Soci, cari Clienti, Cicerone diceva che la storia “è testimonianza del passato, luce di verità, vita della memoria, maestra di vita”, una massima che ben si adatta a celebrare quello che per la nostra banca è un traguardo molto importante. Era il 1895 quando ad Azzano Decimo la Cassa Rurale ed Artigiana ha intrapreso i primi passi di banca cooperativa a sostegno delle fasce sociali più povere e delle famiglie e imprese locali. Da allora sono passati ben 125 anni durante i quali, sfida dopo sfida, la nostra banca è diventata più grande, più forte e un vero punto di riferimento per il nostro territorio. La banca di oggi è infatti frutto dell’unione con le Casse Rurali di Pravisdomini (costituita nel 1884), di San Quirino (costituita nel 1985), di sei filiali della ex Bcc del Veneziano ovvero Caorle, Concordia Sagittaria, Eraclea, San Donà di Piave, San Stino di Livenza e Pramaggiore (quest’ultima già sede della omonima Cassa Rurale ed Artigiana costituita nel 1964) e della Bcc di Monastier e del Sile (costituita nel 1913). E in questi giorni, proprio sfogliando le testimonianze del passato, possiamo affermare che è grazie alla nostra storia se oggi siamo presenti in oltre 100 comuni del territorio e abbiamo superato i 18.500 soci. Seppur in un periodo complesso e pieno di incertezze, BCC Pordenonese e Monsile mostra indicatori solidi e in crescita e si posiziona come la seconda banca per numero di soci nel Nordest. Un istituto in continua evoluzione, che offre nuovi servizi e intraprende iniziative non solo per ampliare la propria base sociale, ma essere un luogo familiare dove è possibile trovare personale competente che conosce bene il territorio e le esigenze di chi lo abita. Sono convinto che il nostro agire sia la migliore testimonianza dell’impegno e della passione che tutti noi met-

tiamo nell’accogliere le istanze e le richieste provenienti da tutti i territori in cui oggi siamo presenti. 125 anni di storia, di promesse mantenute e di traguardi raggiunti che non sono per noi un punto di arrivo ma un punto di partenza per cominciare, già oggi, a costruire la storia di domani. Soprattutto in questo momento di profonda difficoltà per l’economia del Paese, sentiamo forte la responsabilità di essere un punto di riferimento per le imprese e per le famiglie. Siamo consapevoli che c’è ancora tanto da fare per sostenere un territorio che è la culla dell’imprenditorialità, del saper fare e del saper essere comunità. Per farlo riteniamo che ci siano due linee guida fondamentali: la digitalizzazione e una presenza sempre più capillare sia in Veneto che in Friuli Venezia Giulia. Stiamo dunque lavorando, da un lato, per semplificare le procedure con l’introduzione della firma grafometrica e delle Aree Self e, al contempo, per mantenere quell’attenzione alle necessità e alle richieste dei soci e dei clienti che solo un contatto personale con i nostri dipendenti può garantire. È in questo contesto che si inseriscono dunque il lancio della nuova App per accedere ai servizi della banca direttamente dal cellulare e l’apertura di nuove filiali come quelle di Ormelle e Jesolo – avvenute in pieno lockdown – e la recente apertura a Codroipo che ci porterà ad essere presenti con la prima filiale nella provincia di Udine. Sono piccoli passi ma molto importanti, che confermano - con i fatti - la nostra volontà di continuare ad essere vicini ai nostri soci e clienti, così come è sempre stato nei nostri 125 anni di storia e come sempre sarà nel futuro cammino. E con la speranza che il 2021 ci riservi maggiore serenità per guardare con fiducia al futuro, giungano a tutti voi e alle vostre famiglie i miei più sinceri Auguri di buone feste.

5


bcc soci

Intervista a Mauro Pastore Direttore Generale di Iccrea Banca

Filippo Piperno

Direttore Pastore come valuta la gravità dell’attuale situazione economica del Paese? È evidente che siamo tutt’ora in una fase di profonda incertezza, dovuta al persistere di questa terribile pandemia. Le pmi e le famiglie, che sono l’ossatura della clientela delle BCC, sono quelle che soffrono di più in questa situazione. Le pur lodevoli iniziative di sostegno a livello nazionale ed europeo da sole non bastano per contrastare significativi cali di fatturato soprattutto in certi settori come quello turistico e manifatturiero. È un quadro certamente non facile. È passato quasi un anno e mezzo dalla nascita del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea. È possibile fare un primo bilancio? Desidero ricordare intanto i principali motivi per cui Il Gruppo è nato: appariva evidente che occorreva salvaguardare dal punto di vista patrimoniale l’intero sistema delle BCC e al contempo rafforzare la capacità competitiva delle singole banche sui loro territori. I fattori di rischio per la stabilità del modello di business delle BCC erano rappresentati in sintesi dalle Fintech e dalle Big Tech che attraggono clientela in un’ottica delocalizzata, dall’andamento dei tassi nel lungo termine che non garantiva più un adeguato margine nell’intermediazione creditizia ed infine dai costi di compliance divenuti sempre più alti soprattutto per le BCC di medie e piccole dimensioni. E la costituzione del Gruppo Bancario Cooperativo è sembrata la soluzione più coerente per contrastare questo complicato scenario?

6

Certamente perché solo un Gruppo Bancario Cooperativo può avere la forza per effettuare gli investimenti necessari nell’ambito dei processi di digitalizzazione e di Open Banking che oggi stanno rivoluzionando il mercato dei servizi creditizi e finanziari, anche attraverso alleanze con partner specializzati e con le stesse Fintech. Il Gruppo può consolidare una serie di costi connessi alle attività di controllo attraverso economie di scala e di scopo ed, infine, sulla parte dei ricavi, il Gruppo, inoltre, può fornire prodotti e servizi competitivi che la singola BCC avrebbe difficoltà a realizzare in proprio. Se questi sono i principali obiettivi che il Gruppo si è dato, ritengo che il percorso svolto sin qui possa dirsi positivo poiché sono state individuate le azioni da porre in essere. Sembrerebbe un quadro soddisfacente. Sono ottimista ma molto lavoro resta da fare, considerando anche l’attuale difficilissimo scenario economico. I costi amministrativi generati dall’appartenenza del Gruppo alle banche cosiddette “Significant” rappresentano ad esempio una questione spinosa cui bisognerà trovare una soluzione adeguata sia a livello di normativa europea che all’interno del Gruppo. Ad ogni modo il tema solidità sembra uno dei capisaldi che ha ispirato il legislatore nel varo della Riforma che ha portato alla costituzione del Gruppo Bancario Cooperativo. Sì certamente. Liquidità e patrimonio sono elementi essenziali per la vita di una banca. La riforma è stata essenziale nel prevedere interventi di sostegno o processi di consolidamento interni che mettono


Mauro Pastore, classe 1965, nato a Roma, proviene dalla BCC di Roma, dove ha ricoperto il ruolo di Direttore Generale dal 2010. È Direttore Generale di Iccrea Banca, Capogruppo del Gruppo Bancario Iccrea dal giugno 2019 in sicurezza i depositi della clientela: senza questo ombrello sarebbe stato molto più complesso. Però c’è chi paventa che il Gruppo possa minare l’autonomia delle singole BCC. Debbo dire che, da ex Direttore di una BCC, è un timore che ho condiviso anche io. E’ evidente che mettere a fattor comune una serie di attività, comporta una perdita di autonomia da parte delle singole banche. Ma anche in base alle precedenti considerazioni se il Gruppo, come noi desideriamo, resterà fedele alla vocazione locale e di prossimità delle Banche di Credito Cooperativo aderenti, generando al contempo i vantaggi di cui ho parlato, ritengo che una piccola perdita di autonomia possa essere un prezzo ragionevole. Negli ultimi anni ci sono state molte fusioni tra BCC. E’ un processo di consolidamento che fa parte di una precisa strategia? Intanto è giusto ricordare che le fusioni tra le BCC sono sempre avvenute durante la centenaria storia del Credito Cooperativo. In ogni caso, le operazioni di consolidamento all'interno del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea avvengono in via spontanea. Sono le banche stesse che, con il nostro supporto, ne avvertono la necessità per servire al meglio il proprio territorio. Una tendenza che stiamo registrando in molte regioni, dalla Sicilia alla Calabria, dalla Toscana alla Lombardia, al Veneto. Noi non spingiamo per una maggiore concentrazione. Se le banche esprimono la necessità di andare in

questa direzione, le assistiamo, ma come dicevo la scelta resta del tutto autonoma e senza obiettivi predefiniti a livello di Gruppo. Quali sono i principali punti nell’agenda del Gruppo per i prossimi mesi? Stiamo facendo un grande lavoro sia nella complessa gestione del quotidiano sia in termini di pianificazione strategica ed industriale. E’ in corso l’attività di valutazione analitica degli attivi del Gruppo da parte della Banca Centrale Europea (il Comprehensive assessment) che si concluderà tra febbraio e marzo 2021. Parallelamente il CDA della Capogruppo Iccrea Banca sta aggiornando le linee del piano industriale del Gruppo attualizzandolo alla difficile congiuntura economica determinata dalla pandemia dalla quale tutti ci auguriamo di uscire prima possibile. E’ evidente che le stime sull’impatto della crisi sull’asset quality delle banche sono fortemente dipendenti dalla durata dell’emergenza sanitaria. Per questo è necessario lavorare tutti insieme utilizzando tutte le leve a nostra disposizione per rafforzare la nostra capacità di proposta di servizi e prodotti a valore aggiunto per i territori delle BCC. In questo momento di grave difficoltà abbiamo una grande responsabilità. E lo sforzo di tutti noi servirà a valorizzare appieno tutto il potenziale che la nostra storia di banche di territorio è in grado di esprimere. Le BCC, ancora una volta, dimostreranno di rappresentare una grande risorsa per il Paese.

7


bcc soci

Consultorio Noncello & Fondazione BCC Pordenonese Cristina Gallo Psicologa Psicoterapeuta Consultorio Familiare Noncello Aps

Insieme agli adolescenti ai tempi del Covid-19 L’adolescenza è senza dubbio una delle fasi più delicate nello sviluppo di un individuo, nella quale fondamentale è mantenere il contatto coi pari, ritagliarsi uno spazio di riservatezza e alternare distanza e vicinanza rispetto ai propri adulti di riferimento. Per questo, le restrizioni dettate dall’irrompere dell’emergenza sanitaria legata al Covid-19 hanno provocato, in molti casi, un vero e proprio “tilt del sistema”. Gli operatori del Consultorio Familiare Noncello da sempre lavorano per accompagnare gli adolescenti nel proprio processo di crescita ma negli ultimi anni, in particolare, partner fondamentale è stata per noi la Fondazione BCC Pordenonese che ci ha consentito di intercettare un maggior numero di ragazzi, nelle scuole superiori del territorio, attraverso il finanziamento di due tipologie di interventi, ovvero gli sportelli psicologici d’ascolto e il progetto “La resilienza: il potere delle mie risorse”. La chiusura delle scuole, purtroppo, ha impedito il prosieguo dei progetti sulla resilienza ma non ha fermato il servizio di sportello psicologico, sempre garantito anche se a distanza. La gestione dei colloqui dietro ad uno schermo è stata senza dubbio più complessa anche perché si sono presentati limiti oggettivi al consueto utilizzo del servizio. Per molti ragazzi si è posto il problema della privacy, venuta a mancare a causa della costante convivenza con tutti gli altri membri

8

della famiglia. Inoltre, quando il servizio si teneva a scuola era possibile intercettare anche quegli studenti, apparentemente meno motivati ma che poi, incoraggiati, accettavano di farsi aiutare. Per tutti questi adolescenti, sfortunatamente, i colloqui si sono interrotti ma per molti altri, che hanno potuto/saputo utilizzare questa importante risorsa, gli incontri sono proseguiti o addirittura sono stati intrapresi ex novo, con maggiore costanza e motivazione. Infatti, nonostante i vincoli, potendo fare un confronto, si evidenzia come nei mesi da settembre a dicembre 2019, mesi di piena attività, i ragazzi incontrati siano stati 62 e i colloqui totali 158, mentre da gennaio a maggio 2020, considerato l’avvio della didattica a distanza a partire dal mese di marzo, i nostri operatori hanno registrato l’accesso di 53 ragazzi, per un totale di 89 colloqui. Questa situazione ha avuto e sta continuando ad avere un forte impatto psicologico sui nostri adolescenti ma ciò che abbiamo potuto constatare, osservando le modalità con cui hanno usufruito dello sportello, è che se trovano una mano tesa sono pronti ad afferrarla e ad utilizzarla per rialzarsi.


Goal Smile Onlus e la Fondazione BCC Pordenonese Didier Regini

Lo scorso giugno a Concordia, i vertici della Bcc, presidente Antonio Zamberlan e Direttore Generale Gianfranco Pilosio, e della Fondazione BCCPN, vice presidente Mauro Verona, si sono complimentati con i volontari della Goal Smile Onlus per le numerose attività di solidarietà internazionale promosse in Kenya oltre che per l’attenzione alle situazioni di bisogno locale, auspicando che questa bella collaborazione possa proseguire così bene negli anni a venire.

nanziamenti e invio di materiale didattico, ad ingrandire la scuola locale di arte e mestieri. Se nel 2011 la scuola ospitava 67 studenti, oggi, grazie all’intervento di Goal Smile Onlus e di altri sponsor, si contano 300 iscritti. Questo traguardo è stato raggiunto grazie all’investimento in infrastrutture e al miglioramento ed ampliamento dell’offerta didattica (sono stati introdotti corsi di informatica, cucina, parrucchiera, ecc…). Recentemente è stato finanziato un nuovo corso di Agricoltura che ha riscosso molto successo in quanto più di 45 giovani, maschi e femmine, si sono inscritti e frequentano le lezioni.

Goal Smile Onlus è un’associazione senza fini di lucro nata nel 2011 a Concordia Sagittaria da una trentina di amici con l’obiettivo di costruire e sostenere nel tempo uno studio dentistico e un complesso scolastico presso la missione di don Romano Filippi a Mugunda, in Kenya. Dal 2011 ad oggi la Onlus ha aperto in Kenya 4 studi dentistici, gestiti da uno staff medico locale, dove più di 26.000 persone hanno avuto la possibilità di accedere a cure odontoiatriche. Inoltre, dal 2011, ha contributo, tramite fi-

Per far fronte alla rapida crescita del numero di studenti è stato deciso di finanziare una sala multifunzione (che potrà essere adibita a sala mensa, sala per i corsi di cucina, aula magna) e di installare una seconda serra per la coltivazione della verdura. L’obiettivo che Goal Smile Onlus si pone, in collaborazione con l’assessore e il Governatore della Contea di Nyeri, è quello di valorizzare l’apprendimento delle attività a monte della filiera produttiva (coltivazione dei terreni, allevamento di animali da cortile) e di

Insieme per il Kenya

quelle a valle, inerenti la trasformazione dei prodotti agricoli (preparazione e conservazione dei prodotti e vendita degli stessi). Il contributo della Bcc attraverso la sua Fondazione, pari a euro 4.000,00 raccolto con l’evento benefico “Cena del Porsel 2019”, va a sostegno di questi due progetti che ambiscono a dare un futuro migliore agli alunni e alla popolazione locale. Inoltre, nel corso di quest’anno, Goal Smile Onlus invierà in Kenya materiale odontoiatrico destinato all’apertura di 4 nuovi studi dentistici nella Contea di Nyeri e completerà il punto nascita / pronto soccorso di Mugaka, che permetterà alle future mamme (e non solo) di accedere all’assistenza medica in una delle zone più sperdute della Contea di Nyeri. La struttura avrà una capacità iniziale di 6 posti letto. Il personale medico sarà messo a disposizione gratuitamente dalla Contea di Nyeri. Nel corso del 2020 sarà anche portata a termine la trasformazione del container, donato da Goal Smile Onlus all’Urafiki Medical Center, in un laboratorio ortopedico per assistere la popolazione locale di Kitengela (Kenya). Infine, Goal Smile Onlus sta trattando con l’università di Ferrara (Professore Luciano Fadiga) l’invio gratuito di 50 respiratori polmonari destinati a Kenya, Libano, Siria e Perù. Coronavirus permettendo, sarà riattivata, in collaborazione col Professore Andrea Ederle e la sua equipe di endoscopisti, la formazione del personale medico dell’ospedale di Nyeri.

9


bcc soci

Coordinamento Volontariato Treviso Sud Ufficializzata nuova collaborazione con la Fondazione BCC PN

Didier Regini

COORDINAMENTO VOLONTARIATO TREVISO SUD

Lo scorso Giovedì 10 settembre 2020, a Mogliano Veneto e Conscio di Casale è stata ufficializzata la nuova collaborazione fra il COORDINAMENTO VOLONTARIATO TREVISO SUD e la FONDAZIONE della BCC PORDENONESE E MONSILE “Grazie a questa collaborazione il Coordinamento amplia i propri servizi di trasporto sociale, rispondendo ad una crescente domanda ed a bisogni sempre più presenti nel tessuto sociale della bassa trevigiana. Assistiamo quotidianamente a richieste di servizi di accompagnamento a domanda individuale, segno tangibile del crescente bisogno di servizi alla persona che le pubbliche istituzioni hanno sempre più difficoltà ad intercettare e che necessita di risposte tempestive, adeguate, umane. Si tratta di difficoltà oggettive riferibili a nuclei famigliari alle prese con situazioni di emergenza, soprattutto mono composti, o ad anziani isolati, non in grado di accedere autonomamente ai servizi della Pubblica Amministrazione a causa dei complessi iter burocratici. E’ per questo che in poco più di 5 anni il Coordinamento è passato da uno a sette mezzi attrezzati, percorrendo quasi un milione di km, effettuando migliaia di trasporti e rispondendo alle chiamate delle persone in un arco orario quotidiano molto ampio” ha dichiarato il Presidente del Coordinamento Volontariato Treviso Sud Marcello Criveller.

10

“La Fondazione, in seguito alla fusione fra la Bcc Pordenonese e la Bcc di Monastier e del Sile, ha mosso i primi passi per estendere l’esperienza, già svolta nel pordenonese, all’ampia zona a sud di Treviso, individuando nel Coordinamento Volontariato Treviso Sud il partner ideale, per la sua presenza capillare nell’area dell’ex distretto numero 3 dell’Uss 9, ora Ulss 2 Marca Trevigiana, che è anche territorio di competenza della BCC Pordenonese e Monsile, saldamente presente nel territorio con numerose filiali” ha riferito il Presidente della Fondazione Bcc Pordenonese Giancarlo Zanchetta. “Con il dono di due mezzi usati, in ottimo stato e dotati di pedane automatizzate per il carico delle carrozzine, la Fondazione ha confermato la sua attenzione per il sociale e ha permesso al Coordinamento di arrivare alla dotazione di sette mezzi e di poter quindi, grazie ai tanti volontari che svolgono una missione encomiabile, corrispondere ad una gamma più vasta di bisogni, compresi quelli di diversi ragazzi, con problemi di mobilità, di raggiungere le scuole superiori durante l’anno scolastico che sta per aprirsi” ha informato il Presidente del Coordinamento Criveller. “Una collaborazione che non è escluso possa svilupparsi ulteriormente in futuro, nel segno della solidarietà e della concretezza a beneficio dei più fragili e bisognosi” ha concluso il Presidente della Bcc Pordenonese e Monsile Antonio Zamberlan, convinto sostenitore dell’importanza di mettere a fattor comune le migliori pratiche locali a vantaggio della Comunità.


Trasporto sociale, 35 auto per Ricordiamo ai nostri il volontariato! clienti che, oltre alle filiali e relativi Insieme persportelli i più fragili Atm, sono disponibili le seguenti aree automatiche: Cristina De Trane

La Fondazione Bcc Pordenonese, di cui BCC Pordenonese e Monsile è Socio Fondatore, dal 2012, anno della sua costituzione, in sinergia con l’Associazione San Pietro Apostolo OdV, operativa nel sociale da oltre 20 anni, sostiene importanti iniziative negli ambiti della salute e sicurezza, istruzione e formazione, povertà sociali e alimentari e solidarietà internazionale.

Pasiano Solidale OdV, Aviano Solidale OdV, Budoia Solidale OdV, Brugnera Solidale OdV, Sacile Solidale OdV, Il Cordon di Zoppola, Anteas Comunità Solidale OdV Comunità Solidale OdV di Cordenons e Anteas Pordenonese; conta sulle collaborazioni con Fondazione Biasotto di Prata, Aitsam e Nuovo Paradigma di Pordenone ed Insieme per la Solidarietà di San Vito al Tagliamento.

Insieme, rendono possibile, oltre a numerose altre attività, il servizio di trasporto quotidiano di persone anziane, ammalate o in stato di bisogno, verso strutture ospedaliere e riabilitative, centri sociali e di aggregazione, in 13 comuni del pordenonese, mettendo a disposizione 35 mezzi attrezzati per il trasporto di carrozzine, 3 call center ubicati a Sacile, Azzano Decimo e Cordenons e oltre 300 volontari, soci delle Associazioni aderenti al progetto CUPTA Centro Unico Prenotazioni Trasporti Assistenziali; L’associazione San Pietro Apostolo OdV, coordina e supporta i volontari di 12 associazioni di volontariato: Avan OdV di Azzano Decimo, Guida Solidale OdV a Fiume Veneto, Prata Solidale OdV, Chions Solidale Ets,

Ecco qui, con orgoglio, lo schieramento in Piazza Libertà ad Azzano Decimo del parco auto a disposizione del volontariato per il trasporto sociale!

11 11


bcc soci

Monsile con te La nostra Mutua del Credito Cooperativo

Anna Casagrande

Vicini alle famiglie Valorizziamo i principi di mutualità e solidarietà. MONSILE CON TE – Mutua del credito cooperativo è una associazione senza scopo di lucro a servizio dei propri soci, grazie alla Bcc Pordenonese e Monsile, che ne assume il pieno sostegno, al fine di perseguire finalità d’interesse generale, sulla base del principio costituzionale di sussidiarietà, attraverso l’esclusivo svolgimento in favore dei soci e loro famigliari di attività sanitarie, di educazione sanitaria, di welfare famigliare, nonché di attività culturali, formative e ricreative. Coerentemente con tali obiettivi Monsile con te ha sviluppato numerosi servizi mutualistici nei seguenti ambiti: FAMIGLIA E SCUOLA Offre ai Soci un contributo a sostegno delle spese per acquisto beni per la prima infanzia, iscrizioni Asilo Nido, Scuola Infanzia, ciclo di studi universitari, acquisto di materiale scolastico. ASSISTENZA SANITARIA Offre ai Soci un adeguato livello qualitativo di sussidi e rimborsi per visite mediche specialistiche ed esami clinici, ecc. nonché diarie da ricovero in ospedale o in R.S.A. per infortunio e malattia. Accesso facoltativo a programmi di prevenzione, tempo per tempo promossi.

12

CARTA MUTUASALUS La CARTA MUTUASALUS®, permette di usufruire della rete di convenzioni sanitarie stipulate dal COMIPA, Consorzio tra Mutue Italiane di Previdenza e Assistenza, oltre ad accedere ad una vasta gamma di servizi e prestazioni comprendenti: Cura e prevenzione della Salute, Pronto Intervento, Altri servizi alla persona, Rete delle convenzioni locali. CULTURA E TEMPO LIBERO Offre ai soci la possibilità di partecipare ad attività culturali, seminari aperti al pubblico su temi sociosanitari ed iniziative di formazione a sostegno della famiglia, promosse dall’associazione nell’arco dell’anno. Ulteriori e dettagliate informazioni sono disponibili sul “Manuale dei Regolamenti”. Come aderire alla Mutua Possono aderire alla Monsile con Te i soci o clienti della BCC Pordenonese e Monsile con la sottoscrizione di una quota iniziale da versare all’atto dell’ammissione e una quota associativa annua, ridotta per i giovani tra i 18 e i 30 anni. Info presso tutte le filiali www.bccpm.it/filiali e sul sito www.monsileconte.it Tel. 0422 799206 - info@monsileconte.it. e soci@bccpm.it


bcc soci

Nuova Consulta dei Soci BCC: la voce del territorio Giovanna Benvenuti

Il principale obiettivo di una Banca di Credito Cooperativo, è quello di essere sempre un punto di riferimento per le persone e per il territorio in cui nasce e in cui vive. Da 125 anni BCC Pordenonese e Monsile non ha soltanto fornito un costante supporto delle comunità di riferimento, ma si è dimostrata un vero e proprio punto di incontro e di ascolto delle necessità di tutti i soci attraverso un’organizzazione diffusa e non centralizzata, con la possibilità per ogni singolo socio di far sentire la propria voce grazie ad un organo appositamente costituito: la Consulta dei Soci. Nato nel 2012 per migliorare i caratteri democratico e mutualistico della Banca, favorire la coesione sociale e la crescita responsabile e sostenibile delle diverse zone territoriali, oggi è uno strumento consultivo chiave per mantenere una proficua relazione tra la Banca, i soci e il territorio. La Consulta collabora, infatti, con il Consiglio di Amministrazione e la Direzione generale della Banca nell’interpretare tutti i segnali provenienti dal territorio, viene interpellata nella fase di selezione dei candidati alle cariche Sociali, ma è anche chiamata ad esprimere un parere non vinco-

1414

lante sulla bozza del Piano Strategico Triennale dell’Istituto. La nuova Consulta dei Soci di BCC Pordenonese e Monsile, rinnovatasi a seguito dell’aggregazione della nuova banca nel dicembre 2019 e riunitasi per la prima volta lo scorso settembre, è formata da 35 membri rappresentanti del mondo della cooperazione, della produzione, della formazione e della cultura che risiedono e operano nelle zone di competenza della banca. L’obiettivo dei componenti è quello di ascoltare le istanze e i progetti provenienti dalle 12 aree territoriali in cui sono presenti le filiali della banca e contribuire così a mantenere e rafforzare il legame con il territorio e le persone che lo vivono attivamente I membri della consulta sono individuati dal Consiglio di Amministrazione della banca che ha il difficile compito di identificare tra i soci coloro che per significativi legami di appartenenza con il territorio possano rappresentare al meglio le diverse categorie economiche e sociali che lo compongono. Una volta ogni 4 mesi la Consulta si riunisce con lo specifico obiettivo di aiutare la Banca e i suoi vertici ad interpretare al meglio


La nuova Consulta dei Soci è formata da 35 membri rappresentanti del mondo della cooperazione, della produzione, della formazione e della cultura. Ha come obiettivo ascoltare le istanze provenienti dalle 12 aree territoriali in cui sono presenti le filiali della banca e contribuire a mantenere e rafforzare il legame con il territorio e le persone delle nostre Comunità.

i cambiamenti, le tendenze e le esigenze del territorio contribuendo così a delineare e orientare le linee guida strategiche di sviluppo dell’istituto in modo che siano sempre rispondenti alle nuove esigenze e al contesto economico in continua evoluzione. I componenti della Consulta assumono la carica a titolo gratuito per tre anni e possono essere rinominati una sola volta. Un mix di esperienza e professionalità a servizio della banca e dei soci, un mix che diventa ancor più prezioso perché rispettoso della parità di genere ma anche di una composizione che guarda con interesse alla presenza dei giovani e del loro occhio sempre proiettato al futuro. È proprio la necessità di trovare la giusta rappresentanza delle richieste delle nuove generazioni, che nel 2016 è nato un nuovo organo autonomo, la Consulta dei Giovani Soci, grazie al quale tutti i soci under 35 possono farsi promotori di proprie iniziative nei confronti della banca. La Consulta dei Soci e la Consulta dei Giovani Soci rispecchiano i principi contenuti nella carta dei valori di BCC Pordenonese e Monsile, che pone la promozione dell’individuo al centro di ogni attività e progetto.

“Crediamo fermamente sull’investimento nel capitale umano costituito da soci, collaboratori, imprese e clienti e riteniamo che il modo migliore per consentire loro di realizzare le proprie aspirazioni e di far crescere al contempo le comunità locali sia quello di coinvolgere il più possibile tutte le persone che vivono e si sentono parte della banca riportando le necessità delle diverse aree territoriali”, ha commentato Walter Lorenzon Vice Presidente di BCC Pordenonese e Monsile. “I nostri predecessori, in oltre cento anni, hanno introdotto nell’industria bancaria il concetto di impegno collettivo a vantaggio del bene comune, riuscendo nell’intento di includere migliaia di persone nella vita economica e sociale”, ha chiosato il Presidente Antonio Zamberlan. La Consulta dei Soci e la Consulta dei Giovani Soci sono dunque quegli organi che permetteranno alla banca di crescere e di migliorare ancora in futuro grazie al rapporto costante e diretto tra tutti gli attori che vorranno dare il loro contributo fattivo per far crescere e prosperare la banca.

15


bcc soci

La Mammografia e l’Ecografia Ricordiamo ai nostri gratuita clienti che, oltre alle filiali e relativi sportelli Atm, Ciclo di eventi itineranti sono disponibili le seguenti aree automatiche: Anna Casagrande

Per le Socie della BCC e della Mutua Monsile con te di età compresa fra i 35 e i 49 anni Il Consiglio di Amministrazione della Bcc Pordenonese e Monsile, da sempre sensibile al tema della prevenzione, ha colto con entusiasmo l’opportunità di offrire alle sue Socie, di età compresa fra i 35 e i 49 anni non ancora incluse nei programmi di screening del Servizio Sanitario Nazionale, l’accesso al ciclo di eventi itineranti “La Mammografia e l’Ecografia gratuita”. Il primo di questi eventi si è svolto a Fiume Veneto

16

presso il centro Commerciale Granfiume ed ha portato in piazza decine e decine di donne con lo scopo di prevenire l’insorgenza del tumore al seno attraverso gli screening della mammella. Il 17 e 18 ottobre scorsi alle 9.00 del mattino, in tantissime si sono presentate per prendere parte all’evento, organizzato da Prevenzione è Vita e WelfareCare. Ad attenderle la Clinica Mobile “in rosa”, corredata di tutte le tecnologie adeguate per portare a conclusio-

ne un accertamento diagnostico, con il supporto di personale medico e tecnico specializzato. Alla fine sono state oltre un centinaio le donne che hanno aderito alla “maratona di prevenzione” contro l’insorgenza del tumore al seno: ben 153 gli esami effettuati in totale, nello specifico 65 mammografie e 88 ecografie, e le pazienti hanno molto apprezzato la consegna del referto medico al termine dell’esame, quale ulteriore segno di rispetto nei confronti della delicata situazione emotiva e psicologica che sempre si genera in simili situazioni. Il format è certamente innovativo e offre un servizio gratuito alle donne che scelgono di prendersi cura di sé stesse, attraverso uno spazio dedicato alla prevenzione a costo zero, in totale sicurezza. Un modo nuovo di effettuare una visita medica che unisce alla professionalità di un team specializzato anche una location itinerante, accogliente e gradevole dal visual immediato che ricorda alle giovani donne l’importanza dell’azione preventiva.


Una visita può salvarti la vita! A causa delle restrizioni collegate all’emergenza sanitaria, gli appuntamenti con la Clinica Mobile “in rosa” dedicati alle Socie Bcc Pordenonese e Monsile e della Mutua Monsile con te proseguiranno in altri Comuni nei prossimi mesi. Ne daremo notizia attraverso i siti www.bccpm.it e www.monsileconte.it, l’App Bcc PM, i nostri canali social (facebook e instagram), la newsletter informasocio e le Filiali. Restate collegate!

17


bcc soci

Bcc PM App! Oggi c'è un nuovo posto dove informarsi, conoscere e farsi conoscere

Ricordiamo ai nostri clienti che, oltre alle filiali e relativi sportelli Atm, sono disponibili le seguenti aree automatiche: Massimo Drigo

Circa quattro anni fa, la software house Eye-tech s.r.l. di Pordenone, in collaborazione con l’Ufficio Soci & Comunicazione aveva realizzato la prima App ufficiale della nostra Bcc, per dispositivi smartphone e tablet. Oggi, siamo pronti con la nuova versione completamente rivisitata nella grafica e nei contenuti, arricchita con nuove funzioni, più veloce e intuitiva per consentire ai nostri clienti e soci una migliore esperienza di navigazione. Oltre alle sezioni News e Area Soci, sono ora disponibili le sezioni Convenzioni e Ricerca Filiale, entrambe dotate di funzione geolocalizzazione con mappa interattiva, la sezione Contatti, che offre la possibilità di chiedere un appuntamento in filiale nonché di avere sempre a portata di mano i numeri per il blocco carte, i numeri utili e l’accesso alle principali pagine social della banca. È inoltre possibile il collegamento con RelaxBanking

18

(attraverso lo store) e il sito web www. bccpm.it. Grazie all’App, i nostri Soci, accedendo all’Area Soci e digitando il proprio codice fiscale (se persone fisiche) o la partita Iva (se persone giuridiche) possono disporre della propria Carta Socio digitale per fruire degli sconti presso gli esercizi convenzionati elencati nella sezione convenzioni. Con questa nuova versione anche i giovani clienti e soci, titolari di c/c Bcc Generation, possono accedere all’Area Bcc Generation, disponibile nel nuovo menù laterale, ed inserendo il proprio codice fiscale, disporre della propria BccGeneration Card digitale per fruire delle agevolazioni e degli sconti loro riservati elencati sempre nella sezione Convenzioni. In questo modo la Banca è vicina alle Aziende Socie e Clienti, in particolare a quelle più piccole, offrendo loro visibi-

lità totalmente gratuita tramite la nuova Bcc Pm App, che diventa così un punto virtuale di incontro tra la Banca e il territorio, tra chi cerca e chi fornisce servizi o prodotti. Le aziende che si convenzionano, infatti, hanno la possibilità di farsi conoscere da oltre 18.000 Soci residenti in un vasto territorio che copre oltre 100 comuni distribuiti in 4 province, Pordenone, Treviso, Venezia e Udine. Scaricare l’App è facile, basta collegarsi al proprio Store, cercare “Bcc PM”, oppure inquadrare con la fotocamera del cellulare il QR code appropriato (Google Play o App Store) presente nei materiali di comunicazione disponibili in tutte le nostre filiali. Inoltre, ricordiamo che solo i Soci che avranno scaricato l’App Bcc PM e prodotto la propria Carta Socio Bcc Pordenonese e Monsile digitale possono partecipare al “Concorso a premi Scarica l’App Bcc PM”, valido dal 02/11/2020 al 31/03/2021. I premi in palio sono davvero interessanti: 2 premi di periodo a scelta del vincitore costituiti da un Samsung Galaxy Watch oppure da un Apple Watch SE GPS oppure da una Action Cam Hero7 Black GoPro e un superpremio finale costituito da una e-bike pieghevole Easy The One, per un montepremi complessivo pari a euro 1.065.56 più Iva. Il Regolamento del concorso è disponibile presso tutte le nostre filiali e nel sito www.bccpm.it.

E se sei un esercente, cliente o socio della nostra Banca, rivolgiti alla tua filiale e scopri come è facile convenzionarsi ed essere promossi gratuitamente nell’App Bcc PM!


19


bcc soci

Convenzioni Carta Socio e Bcc Generation Card Per i nostri Soci

Ilaria Donadi

Bcc Pordenonese e Monsile, da 125 anni è la Banca locale di riferimento per il territorio ed i suoi abitanti e condivide con la comunità valori che si tramandano di generazione in generazione, come la mutualità, la solidarietà, la cooperazione, la crescita e lo sviluppo. Il progetto convenzioni carta socio bccpm e bcc generation nasce proprio all’insegna di questi valori per confermare la vicinanza della banca alle realtà imprenditoriali locali, in particolare a quelle più piccole che più stanno soffrendo a causa della crisi sanitaria, e ai suoi Soci. Il circuito delle Convenzioni abbinate alla Carta Socio e alla BCC Generation Card offre, infatti, una doppia tipologia di possibilità e di vantaggi. Alle IMPRESE convenzionate, di farsi conoscere da oltre 18.500 Soci della banca, residenti in un vasto territorio che copre oltre 100 comuni distribuiti in 4 province, Pordenone, Treviso, Venezia e Udine attraverso gli strumenti di comunicazione messi a disposizione dalla banca. Ai SOCI Bccpm titolari di Carta Socio digitale e ai GIOVANI SOCI Bccpm titolari di Bcc Generation Card digitale, di fruire delle agevolazioni e degli sconti esclusivi presso negozi, palestre, piscine, centri estetici, parrucchieri, librerie, teatro e molto altro.

Sul sito www.bccpm.it area soci, su www.bccgeneration.it e sull’App Bcc PM sono consultabili le convenzioni con aziende e realtà locali riservate ai nostri Soci che possono fruirne mostrando la propria tessera personale, sempre disponibile in digitale nel proprio smartphone all’interno dell’App Bcc PM. Se sei un’impresa, cliente o socia della nostra Banca, vai subito in filiale e scopri come è facile convenzionarsi ed essere promossi gratuitamente dalla tua Bcc. Chi sceglie di convenzionarsi con Bcc Pordenonese e Monsile parte subito in vantaggio!

Ecco le nuove convenzioni di questi mesi:

BLUE BOX SPORT SPECIALIST DI ENNIO NINCOLETTO

Via Jesolo 3 - Ponte di Piave (TV) Tel 0422 759477 info@blueboxsport.com Sconto 20% sul prezzo di listino più sconto 10% dal prezzo già scontato su calzature per calcio basket running volley, escluse promozioni in essere.

Le convenzioni possono essere modificate o sospese nel tempo e nei contenuti. Tutti gli aggiornamenti e tutte le convenzioni saranno pubblicati online su www.bccpm.it su www.bccgeneration.it e sull’app Bcc PM. 20


Elenco convenzionati Bcc Generation Card: ABBIGLIAMENTO-CALZATURE

• ABBIGLIAMENTO LORENZA Portobuffolè • AW LAB/ATHLETS WORD-BENNET Sacile • CHATTANOOGA DI C. PELLEGRINI Pordenone • CONVERSE STORE Caorle • DA CORTA’ San Vito al Tagliamento • DUNE DONNA FASHION Azzano X • HAVAIANAS STORE Caorle • MASTER SPORT Porcia • M.C.R. DI ZUCCHET G. & C. SNC Pordenone • MIOTTO UOMO STILEITALIANO Azzano X • PARUTTO CALZATURE Cordenons • PIU’ SPORT BORTOLUSSI Sacile • SCULTUR DI ANNALISA ZAMARIAN S. Giovanni AGENZIA VIAGGI

• DELIZIA CLUB Casarsa • SAN MARTINO TRAVEL Portobuffolè ARREDAMENTO E CASALINGHI

• L’AMBIENTE - CALLIGARIS SHOP Pordenone • GREGORIS F.LLI Fiume Veneto • RAMBALDINI LIVING DESIGN Azzano X AUTO & MOTO

• M.C.R. DI ZUCCHET G. & C. SNC Pordenone • WELNA GOMME Vallenoncello Pordenone AUTOSCUOLE

• TAVELLA Pordenone BEAUTY

• BIBIONE THERMAE Bibione • BY CAPRICCI Azzano X • CENTRO ESTETICO LIBELCRI Pramaggiore • CENTRO RIC.ZIONE UNGHIE CLAUDIA CANTON Pn • ESTETICA GRAZIA Cordenons • ESTETICA ELISIR Pordenone • ESTETICA ELITE Oderzo e Portobuffolè • KUBJA Fiume Veneto BOMBONIERE ARTICOLI REGALO

• LE BELLE BOMBONIERE Azzano X

ELETTRONICA HI FI

• CENTRO TELEFONIA SAS Cinto Caomaggiore • DA PIEVE HI FI Porcia • FAST MUSIC Pordenone • ZANETTI ERNESTO Pordenone GRAFICA E STAMPA

• CENTRO CREATIVO ODERZO Portobuffolè • SINCROMIA SRL Roveredo in Piano

PARRUCCHIERI

• CARNABY STREET PARRUCCHIERI Cordenons • CREATIVE ACCONCIATURE MASCHILI Azzano X • LUISELLA DE MARCHI Portobuffolè • MET DI ZOL TILL Azzano X • SALONE PERFORMA Portobuffolè PISCINE

• ASD BEAT 4 FUNK San Donà di Piave • BODY CENTER Cordenons • NEW FIT Pordenone • SPORTING HOUSE Fiume Veneto • SPORT PLANET Porcia

• BIBIONE THERMAE Bibione • G.I.S.S.S.D Pordenone • GYMNASIUM Aviano • GYMNASIUM Motta di Livenza • GYMNASIUM Pordenone • GYMNASIUM WATER AGE Cordenons • PISCINA COMUNALE San Vito al Tagl.to

FIORERIA

RISTORANTI AGRITURISMI PASTICCERIE

FITNESS

• FIORERIA SAN GIUSEPPE Fiume Veneto • FIORERIA TATIANA SOLUCTIONS Annone Veneto • L’ANGOLO FIORITO Portobuffolè FOTOGRAFIA

• FOTO OTTICA FB Annone Veneto LIBRERIE

• CENTRO STUDI EUROPA Pordenone • L’EDICOLA Azzano X MUSICA

• BIASIN MUSICAL INSTRUMENTS DI BIASIN DENIS & C. SNC Azzano X • NAM LAB NUOVA AZZANO MUSICA Azzano X

• BIRRERIA BAVARESE BIERENGEL Cordenons • ECCCEZIONALE BAR PIZZERIA Annone Veneto • FUNKY GO Sacile • PNBOX STUDIOS Pordenone • RISTORANTE FILIPPI DAL 1936 Pramaggiore • SOCIETA’ AGRICOLA ANDREANA Villotta • SPEEDY PIZZA DI CARMELO FALCONIERI Porcia • TAVERNA CAORLINA Caorle • PANIFICIO PASTICCERIA PANE E BONTA’ Villotta SANITARIE E FARMACIE

• IDEA ORO Azzano X • OREFICERIA CAMPAGNUTTA Fiume Veneto • ORO GIOIELLI Prata

• LA GRIMANA SANITARIA ORTOPEDIA FISOTERAPIA San Vito al Tagliamento • FARMACIA DR.SSA CRISTOFOLI Casarsa • FARMACIA INNOCENTE Azzano X

OTTICA

SPECIALE SPOSI

OREFICERIE

• BIOPTIK San Stino di Livenza e Cinto Caomagiore • CENTRO MEDICO LA TUA VISTA Pordenone • CENTRO OTTICO PERUZ Pordenone • FOTO OTTICA FB Annone Veneto • MEGAVISION OPTIC STORE Udine, Reana del Rojale, Gemona, Cividale, Tolmezzo, Monfalcone, Latisana, Maniago, Roveredo in Piano • OTTICA TWO EYES Azzano X

CORSI DI LINGUA

• IRSE Pordenone Ist.di Studi Europei

• CA’ MULINER Azzano Decimo • GRAFICA & ARTIGIANATO Cimpello di Fiume V. • MIOTTO UOMO STILEITALIANO Azzano X TEATRO

• TEATRO COMUNALE GIUSEPPE VERDI Pordenone TEMPO LIBERO

• ALLOGGI PORTOBUFFOLÈ Portobuffolè • BAIA HOLIDAY TRAVELS & LEISURE Booking Center +39 0365 520 682 • B&B GAIA Portobuffolè • PORDENONE FIERE Pordenone

L’elenco delle convenzioni fruibili con Carta Socio, invece sono disponibili nel sito www.bccpm.it/AreaSoci 21


bcc soci

Donazione Pick-up alla Protezione Civile Cavalieri dell'Etere di Conegliano Massimo Drigo

BCC Pordenonese e Monsile ha donato un mezzo completamente attrezzato al Gruppo di Protezione Civile Cavalieri dell’Etere di Conegliano. Il pick-up sarà utilizzato per il trasporto di mascherine e materiale di prima necessità anche nelle zone più isolate. Da quasi trent’anni la Protezione Civile, grazie alle sue ramificazioni locali, svolge un compito fondamentale nell’assistenza alla popolazione in caso di calamità naturali e altre catastrofi. Oggi gli operatori sono concentrati sulla lotta al Covid-19, consegnando mascherine e beni di prima necessità nelle città e nei paesi su tutto il territorio nazionale. Per svolgere questi compiti è però necessario essere efficienti e riuscire a raggiungere ogni luogo, anche il più sperduto, in maniera agevole e poter contare su un parco mezzi adeguato.

Un’iniziativa importante, che ha visto anche il sostegno del Presidente della Regione Veneto Luca Zaia, che ha voluto sottolineare come: “se parliamo di credito cooperativo, una banca è tale quando mantiene il suo legame identitario col territorio ed ha il suo punto di forza nell’essere espressione del tessuto sociale in cui opera. Ringrazio la BCC Pordenonese e Monsile per questa grande dimostrazione di solidarietà e sostegno ai volontari della nostra Protezione Civile, impegnata a fianco degli operatori istituzionali nella lotta alla pandemia”.

Consapevole di queste necessità BCC Pordenonese e Monsile ha deciso di donare al Gruppo di Protezione Civile Cavalieri dell’Etere di Conegliano un Pick-Up Ford ranger XL, completamente attrezzato dall’officina Futura Allestimenti e ha consegnato le chiavi del mezzo ai volontari, presso la sede della Banca di Credito Cooperativo ad Azzano Decimo.

La decisione di assistere concretamente la Protezione Civile risale già a marzo quando, in pieno lockdown da prima ondata, il Consiglio di amministrazione della banca aveva deliberato di impegnare una parte del plafond destinato a opere di beneficienza alla Protezione Civile di Veneto e Friuli Venezia Giulia, a titolo di ringraziamento per l’impegno e la dedizione che, unitamente al

22


ricevuta non c’è solo un atto di generosità ma anche il riconoscimento di un ruolo ed il grazie per il l’impegno profuso da parte di chi si riconosce nei valori di questa terra” ha concluso il Presidente Zaia.

personale sanitario di ogni grado, ha profuso anche in questo funesto periodo di epidemia. A seguito della decisione del Cda, il presidente Antonio Zamberlan e il Direttore Generale Gianfranco Pilosio hanno dunque incontrato il Presidente Zaia che, sentito anche l’Assessore Bottaccin, ha segnalato il gruppo di Conegliano come destinatario della donazione per il Veneto. “I Volontari svolgono un ruolo eccezionale dimostrando ogni giorno la solidarietà tipica della gente delle nostre regioni. Nella donazione

Il Presidente di BCC Pordenonese e Monsile Antonio Zamberlan ha poi sottolineato la propria soddisfazione per l’iniziativa ribadendo: “siamo onorati e fortunati ad avere l’opportunità di omaggiare con questo utile e versatile mezzo il Gruppo di Protezione Civile Cavalieri dell’Etere composto da volontari sempre pronti alle chiamate, che siamo certi lo sapranno sfruttare al meglio per il loro operato, in particolare per raggiungere quelle zone remote montane che, spesso a seguito di avverse condizioni meteo, restano isolate. Aiutare chi aiuta è la nostra più grande soddisfazione.” Ma la donazione del Pick-Up alla Protezione Civile di Conegliano, non è l’unica iniziativa che ha visto la banca vicina ai territori di Veneto e Friuli Venezia Giuli. BCC Pordenonese e Monsile è infatti da sempre attenta alle necessità delle comunità di

riferimento e, anche quest’anno, ha accantonato parte dell’utile di esercizio 2019 dotando ogni singola area del vasto territorio di competenza di un plafond destinato a supportare iniziative sociali, sanitarie, culturali, sportive e educative. Il plafond 2020, del valore totale di 700mila euro, ha quindi avuto notevoli beneficiari, con una particolare attenzione per tutte quelle iniziative volte a contrastare e lenire i disagi e a supportare le necessità nate dalla pandemia. Nel dettaglio sono stati accantonati 100mila euro immediatamente disponibili, che, dedotti i 10mila versati a Federcasse per la raccolta fondi nazionale del credito Cooperativo, sono stati destinati a favore delle sezioni locali della Protezione Civile. Non solo servizi di assistenza a soci, clienti e imprese, BCC Pordenonese e Monsile vuole dunque continuare ad essere protagonista con donazioni alle associazioni e alle organizzaioni che ogni giorno si occupano del territorio.

23


bcc giovani

i-peritivo Le storie di chi - imprenditori, scienziati, artisti, giornalisti, persone comuni - è stato capace di inseguire i propri sogni.

Chiara Manassero

Dopo il momento di incertezza e fragilità vissuto durante il lockdown, noi Giovani Soci non ci siamo fatti abbattere e siamo rimasti uniti, continuando la nostra collaborazione a distanza, fra videochiamate e messaggi audio su WhattsApp.

chi – imprenditori, scienziati, artisti, giornalisti e persone comuni – è stato capace di inseguire i propri sogni, affrontando a testa alta le sfide collettive e individuali del mondo di oggi. L’appuntamento si è svolto tutti i giovedì dalle 18.30 alle 19.30, dall'11 giugno al 9 luglio.

Grazie alla collaborazione con la società di co-working Talent Garden Italia fra giugno e luglio 2020, appena usciti dalla quarantena, è nata l’idea di una nuova attività, fresca e innovativa che abbiamo deciso di nominare “i-peritivo”.

Durante gli eventi si è creato un dialogo-intervista con l’ospite settimanale ed è stato possibile interagire con gli ospiti e spettatori, i quali hanno potuto prendere attivamente parte all’iniziativa facendo domande durante la diretta, attiva sui canali Facebook e YouTube. A moderare l’incontro sono stati presenti Chiara Manassero, coordinatrice del gruppo Young Bankers e Marco Santonocito, co-fondatore di Talent Garden Italia.

L’i-peritivo è un webinar che richiama a sé appassionati di innovazione che, accompagnati da uno Spritz virtuale, vogliono scoprire le storie di

24


Abbiamo avuto modo di organizzare una serie di cinque entusiasmanti incontri durante i quali abbiamo avuto il piacere di ascoltare:

Per l’associazione mondiale di parchi e attrazioni (IAAPA) è inoltre il primo italiano ad essere Chairman dell’Education Committee EMEA e membro del consiglio di amministrazione.

11 Giugno: Chiara Brughera - Managing Director @ SheTech. Chiara è co-founder e Managing Director di SheTech, associazione no-profit nata con l'obiettivo di supportare le donne nel mondo della tecnologia, del digital e dell'imprenditoria, attraverso eventi di networking, workshop formativi e opportunità professionali. In passato Chiara ha lavorato 5 anni per il network internazionale Talent Garden ricoprendo il ruolo di coordinatrice della community e successivamente di direttrice delle sedi milanesi. Appassionata di community management, Chiara è anche co-organizzatrice dell’Italian Community Managers Summit e di CMX Connect Milano."

25 Giugno: Nicolò Santin. Nicolò è il CEO e co-fondatore di Gamindo, la prima piattaforma che consente alle persone di donare senza spendere giocando ai videogiochi. Dopo essersi laureato con una tesi di laurea di 700 pagine su questa idea, forma un team di 8 ragazzi under 30 capace di vincere il Premio Nazionale Innovazione in Senato, ricevere il Seal of Excellence dalla Commissione Europea ed essere accelerato in Silicon Valley da Plug and Play. Nicolò Santin e il suo socio Matteo Albrizio sono stati nominati da Forbes tra i top 100 italiani under 30 del 2020.

fornisce alle PMI strumenti di web marketing usabili perfino da principianti totali. E dalla sua anima giocosa e creativa sono nati gli occhiali MOOD, compatibili con i famosi mattoncini LEGO, personalizzabili infinite volte. Federico, ambasciatore per StartUp Live, conosce e pratica le metodologie di lean startup e le coniuga alle strategie di comunicazione digitale sia per piccole sia per grandi aziende.

09 Luglio: Tiziana Montalbano. Tiziana è attualmente Digital Communication Manager di Parole O_Stili, progetto di sensibilizzazione contro la violenza delle parole e di Spaziouau, agenzia di comunicazione con sede a Trieste. Laureata in Scienze della comunicazione a La Sapienza, lavora da 13 anni nel mondo della comunicazione e del giornalismo. Prima a Roma come content editor e conduttrice di alcune trasmissioni per Radio Rai Gr Parlamento, successivamente come social media manager di realtà che spaziano dal mondo dell’innovazione e delle startup ai progetti musicali. Grazie a questa iniziativa abbiamo avuto modo di ascoltare e confrontarci con giovani menti che hanno condiviso con noi la loro esperienza, per noi di grande ispirazione.

18 Giugno: Massimiliano Freddi, Coach per Seth Godin’s altMBA e docente di experience design, soft skill e marketing all’Università IULM: Massimiliano Freddi ha aperto nel 2019 Wonderwood, il parco delle avventure sul lago Maggiore. Dopo aver lavorato come Marketing & Press Manager per Disneyland Paris, dal 2008 si è occupato della crescita e dell’innovazione, in qualità di General Manager e VP Strategic Development, del parco divertimenti Leolandia.

02 Luglio: Federico Vitiello. Federico è Digital Strategist e si occupa di comunicazione online da oltre 10 anni. Ha curato progetti per il Dipartimento del Tesoro, Limoni Profumerie, Turismo FVG, Old Wild West… Docente di Social Media Marketing, SEO e strategie digitali per enti e aziende tra cui Confindustria, Sissa, Adecco, Enaip, Ires, Texa spa, Nice spa… Il suo spirito imprenditoriale l'ha portato a co-fondare Pubblicami.com, startup innovativa che

Il progetto è quello di riproporre l’attività dell’i-peritivo anche per la fine del 2020 – inizio 2021, STAY TUNED se non volete perdere le nostre attività e tutti i nostri aggiornamenti! Non dimenticate di seguirci sui nostri canali Facebook ed Instagram! Se anche tu sei un giovane socio fra i 18 e 35 anni, contattaci alla mail youngbankers@ bccpm.it ed entra a far parte del nostro team! Ti aspettiamo!!!

25


bcc giovani

Fattore X. Idee per fare rete Decimo Forum Nazionale Giovani Soci del Credito Cooperativo

Clizia Dal Molin

“Semel giovani soci, semper giovani soci”, “Si è giovani soci per sempre”. Queste le parole con cui il Direttore Generale di Federcasse, Sergio Gatti ha concluso la seconda parte del decimo forum dei giovani soci del Credito Cooperativo, tenutosi in diretta facebook e you tube lo scorso 28 novembre 2020. A causa delle restrizioni connesse alla seconda ondata della pandemia, anche questa seconda parte del decimo forum, come la precedente di maggio, si è tenuta in modalità digitale. I lavori si sono aperti con i contributi visivi inviati durante il primo forum dagli stessi giovani soci. La speranza di potersi rincontrare al più presto di persona ha caratterizzato tutto il forum, desiderio alimentato dal tema degli incontri e dalla visione delle foto delle edizioni precedenti. L’argomento principale è stato la rete, i cui concetti base sono stati espressi dall’ingegnere e saggista Guido Solano che ha spiegato “la teoria delle reti e credito cooperativo” e, quindi, da un

26

lato come consista in un insieme di nodi e collegamenti, dall’altro ha ripreso il concetto dei gradi di separazione, specificando come equivalgano al numero di link consecutivi da percorrere per poter raggiungere due nodi qualsiasi della rete. Si è parlato del concetto di “piccolo mondo” (quale collegamento di più grafi completi) e i giovani soci, collegati da tutta Italia, hanno sentito meno la distanza tra di loro. Successivamente, si è aperta la Consulta dei giovani soci e la parola è passata ai singoli membri del Comitato di coordinamento della Rete Nazionale che hanno illustrato le iniziative che, nonostante il covid, sono state realizzate nel corso dell’anno 2020 e, in particolar modo, il forum. Laura Buttazzoni – (la nostra rappresentante per il F.V.G., giovane socia di BancaTer), ha illustrato il bilancio sociale Giovani Soci 2015 – 2020, caratterizzato da un trend in crescita sotto tutti i punti di vista: i nuovi gruppi che si sono costituiti, l’incremento del numero dei giovani soci, le iniziative realizzate e le persone coinvolte. Tutto ciò è l’effetto “Gswave”, termine coniato a partire dal forum di Paestum che rappresenta la crescita del movimento.


La carrellata delle foto di gruppo di tutti i forum è stato il momento più toccante dell’intero pomeriggio: chi si è visto solo nelle ultime, e invece chi ha potuto dire” io c’ero” già dal primo incontro del 2010, perché sì, questo del 2020 è stato ben il decimo incontro, che doveva realizzarsi in due tempi, in primavera a Verona e in autunno a Bologna, ma che causa emergenza sanitaria è stato compendiato in due pomeriggi di lavoro.

I lavori sono proseguiti con il confronto sulle “idee in rete” con le relazioni del Presidente di Federcasse, Augusto dell’Erba, del Vicepresidente Matteo Spanò e della Presidente di iDEE, Associazione delle donne del credito cooperativo, Teresa Fiordelisi.

La parola è poi passata ad alcuni componenti del Comitato di Coordinamento – i senior – che hanno raccontato le esperienze vissute a partire dai primi forum, enfatizzando la necessità della creazione di una rete locale, del cambio generazionale, dell’evoluzione e della crescita.

Ha concluso i lavori il Direttore Generale, Sergio Gatti che ha ripreso tutte le idee emerse in occasione del decennale, soffermandosi in particolare sull’importanza della partecipazione e dell’integrazione del rappresentante dei giovani e delle donne del credito cooperativo in seno al Consiglio Nazionale, e sul concetto di concretizzazione, con un maggior impegno nella formazione. Il riferimento è andato alla “winter school” che si spera di poter realizzare tra febbraio e marzo 2021.

Gli argomenti sono stati affrontati – come d’obbligo – in modo interattivo, perché, anche se digitale, il forum è sempre un’occasione di incontro e scambio di idee. Difatti, i partecipanti hanno potuto commentare tramite le pagine Facebook Giovani Soci BCC e BCC Credito Cooperativo e il canale Youtube di Federcasse, nonché, partecipare ai vari sondaggi visualizzando in tempo reale risposte e risultati.

Il tavolo è stato coordinato da Stefania Chimenti, rappresentante nazionale dei Giovani Soci in Federcasse.

Anche se non è stata una partecipazione fisica, per i giovani soci della Banca di credito cooperativo Pordenonese e Monsile è stato un impegno a cui non mancare e che ha fatto sentire tutti i soci molto vicini.

27


bcc giovani

Borsa di studio Insieme in Europa Confcooperative FVG La mia esperienza Antonio Pessa

Mi chiamo Antonio Pessa e in queste righe vorrei descrivere la mia esperienza a Bruxelles, vissuta grazie al bando "Insieme in Europa" tramite il quale è possibile aggiudicarsi una borsa di studio per un tirocinio finanziato di sei mesi presso l’Ufficio di collegamento della Regione Autonoma Friuli-Venezia-Giulia.

28

Al mio arrivo a Bruxelles sono stato inserito in un ambiente inclusivo, stimolante e caratterizzato da persone affiatate, disponibili e competenti. Fin dal primo giorno mi è stata data la possibilità di approfondire gli ambiti di interesse personale: dal momento che l’ufficio si occupa principalmente di creare un ponte tra gli attori locali della regione e le istituzioni europee, i temi trattati sono estremamente eterogenei e ai tirocinanti viene data la possibilità di concentrarsi su ciò che si ritiene più affine alle proprie prerogative, anche se non man-

cano le opportunità per scoprire ed esplorare nuovi interessi. Tutto ciò avviene tramite la redazione di approfondimenti tematici su richiesta dei funzionari dell’ufficio, la partecipazione ad eventi, seminari, conferenze e la stesura del relativo report, il supporto ai funzionari nella preparazione di documenti, relazioni, e così via. La partecipazione agli eventi come staff dell’amministrazione regionale per me ha costituito sicuramente uno dei punti di maggior


interesse di tutta l’esperienza. Infatti, ho avuto la possibilità di partecipare a svariati incontri, più o meno formali, e di accedere ad una grande esposizione fieristica di operatori del settore turistico provenienti da tutto il mondo (tra cui importanti DMO della regione Friuli) che per me ha avuto un’importanza particolare, vista la mia precedente formazione proprio nell’ambito del turismo. Un altro elemento molto importante della mia esperienza è legato al supporto amministrativo e di segreteria che i tirocinanti sono tenuti a dare. Sono convinto che toccare con mano alcuni degli aspetti burocratici legati alla gestione di un ufficio della pubblica amministrazione, la raccolta di dati e la loro rielaborazione per l’aggiornamento del sito ufficiale della regione e la gestione del front office siano un’occasione importante per mettere “le mani in pasta” e imparare anche dal punto di vista pratico. Purtroppo, con l’inizio della crisi legata alla pandemia da COVID-19, siamo stati costretti a ripensare le modalità di lavoro e ad adattarci alle disposizioni regionali che hanno imposto la chiusura dell’ufficio. Tuttavia, grazie allo smart-working, ai numerosi webinar che hanno preso il posto delle conferenze, alla proattività dei policy officer che ci hanno continuamente coinvolto nelle loro attività e al supporto reciproco tra noi tirocinanti, il lavoro è proseguito nonostante la pandemia, anche se con modi e tempi molto diversi da prima. In conclusione, sono convinto che questa esperienza sia estremamente formativa, che possa aprire numerose porte e che dia l’opportunità di creare una rete di contatti molto articolata. L’ambiente di lavoro è molto positivo, personalmente mi sono sentito messo a mio agio fin dal primo giorno, sia grazie allo staff dell’ufficio, ma soprattutto grazie ai miei compagni tirocinanti con i quali si è instaurato un bel rapporto. Tutto questo si è inserito nella cornice di Bruxelles, una città da esplorare, crocevia di moltissime nazionalità diverse, non molto grande e per questo dal sapore un po’ intimo e accogliente.

2929


bcc speciale

La Città di Codroipo

Vista panoramica dal campanile del Duomo di Santa Maria Maggiore

Storia e itinerari

Gabriella Cecotti Titolare Ufficio Turismo

nella foto Fabio Marchetti Sindaco Città di Codroipo Il Municipio e il mercato in Piazza Garibaldi

Il Comune di Codroipo è il capoluogo e il centro più importante e popoloso del Medio Friuli, un’area composta da 11 Comuni che a ovest confina con il fiume Tagliamento e che si sviluppa attorno alle direttrici Pordenone-Udine (strada statale 13, “Pontebbana”) e Codroipo-Palmanova (strada regionale 252, “Napoleonica”). Equidistante dai capoluoghi di Udine e Pordenone (entrambi si raggiungono in meno di trenta chilometri), è collocata nella zona centrale del Friuli Venezia Giulia, rendendo facile muoversi da qui verso tutti i punti di maggior interesse. Codroipo ha oltre sedicimila abitanti e ben 13 frazioni (Beano, Biauzzo, Goricizza, Iutizzo, Lonca, Muscletto, Passariano, Pozzo, Rividischia, Rivolto, San Martino, San Pietro, Zompicchia). Il territorio comunale costituisce un immaginario cuscinetto fra la Bassa Friulana e il Friuli Collinare. Il nome Codroipo deriva dal latino Quadruvium: incrocio. Incrocio di due importanti strade che al tempo dei Romani si univano nell’odierno centro: la via Postumia, che collegava Roma ad Aquileia, e la via Julia

30

Concordia ad Silanos, che partiva da Concordia Sagittaria e proseguiva verso nord intersecando la via Julia Augusta che conduceva all’attuale Germania. Alla caduta dell’Impero Romano, anche Codroipo subì le invasioni degli Unni, dei Longobardi, dei Franchi e infine degli Ungari. La cittadina del Medio Friuli passò quindi al Patriarcato di Aquileia nel 1001 e rimase sotto dominazione e controllo aquileiese fino all’arrivo della Serenissima nel 1420. Dopo la conquista di Venezia, l’intera zona seguì le vicende del resto del Friuli e negli anni 1477 e 1499 fu devastata dall’invasione turca. Nel 1797 in quest’area si combatté la battaglia del Tagliamento che vide la vittoria di Napoleone e la temporanea annessione della Repubblica Veneta alla Francia. Negli stessi mesi, Passariano e Villa Manin diventarono il cuore della storia, protagonisti di una delle svolte più importanti dell’epoca moderna. Qui, con la firma del trattato di Campoformido, Venezia e il Friuli, assieme


al Veneto, vennero ceduti all’Austria, siglando la pace tra l’esercito napoleonico e quello austro-ungarico. Il dominio austriaco, salvo brevissimi periodi, durò fino al 1866 quando il Friuli venne annesso al Regno d’Italia. Durante la Prima Guerra Mondiale, nel corso della ritirata di Caporetto, la Battaglia di Codroipo fu una delle più cruente e importanti di tutto il conflitto. Il 30 ottobre 1917 quattro divisioni d’assalto tedesche attaccarono tra Pozzuolo e Codroipo oltre 300.000 soldati della Seconda Armata in ritirata verso il Tagliamento. La battaglia costò la vita a 16 generali e fece 60.000 prigionieri. Anche durante la Seconda Guerra Mondiale, la cittadina fu protagonista suo malgrado: fu infatti una di quelle che, subendo maggiormente i bombardamenti, risultò fra le più danneggiate. Il conflitto rappresentò per Codroipo il passaggio dalla civiltà contadina a una società basata sull’industria e il commercio, producendo il rinnovamento dello strato economico del territorio.

La Casermetta Moro

Oggi Codroipo è il secondo comune per popolazione della (ex) Provincia di Udine e continua a vantare la vocazione di essere centro di scambi commerciali: qui agricoltura e industria, artigianato e turismo convivono a stretto contatto con importanti servizi privati e pubblici. Punto di partenza di una visita a Codroipo è il Duomo, dedicato a Santa Maria Maggiore al cui interno è custodito il prezioso crocifisso del Cristo Nero ed affreschi di Renzo Tubaro. Edificato nel centro cittadino, è anche la parte più vecchia, il nucleo originario della Città. Pochi metri sulla destra, nelle antiche carceri, c’è il Museo Archeologico della Città di Codroipo che, insieme al Museo Civico delle Carrozze d’Epoca

Villa Manin

Museo delle Carrozze, Museo Bartolini e Museo Archeologico

Teatro Benois De Cecco

ubicato a San Martino di Codroipo, raccoglie il patrimonio museale della cittadina. Non può poi mancare una sosta dedicata alle chiesette votive (fra queste spicca la Chiesa di Santa Cecilia a Rivolto) ed alle ville e dimore storiche quali la già citata dimora dogale Villa Manin a Passariano, Villa Colloredo Mels a Muscletto e Villa Manin Miniscalchi-Kechler a San Martino (il Museo delle Carrozze ne occupa un’ala). Questo breve itinerario di visita si conclude al Parco delle Risorgive, ricco di una biodiversità unica e costellato di mulini (alcuni ancora in uso), e sulle rive del fiume Tagliamento, il “re dei fiumi alpini”. Codroipo, dopo aver ospitato per oltre vent’anni il Centro Addestramento

Reclute degli Alpini del Battaglione Vicenza, ancora oggi si onora e vanta della presenza dei “Bianchi” Lancieri di Novara, del 2^ Stormo dell’Aeronautica Militare e del 313^ Gruppo Addestramento Acrobatico, meglio noto come Pattuglia Acrobatica Nazionale, le famosissime Frecce Tricolori. Concentrare le numerose bellezze è stato molto difficile e sicuramente non esaustivo. Molte foto di Codroipo, suddivise per soggetto, sono disponibili nel sito Codroipo Cuore Live del Medio Friuli www.codroipocuorelivemediofriuli. com menù foto. Sono tutti scatti del fotografo Elia Falaschi.

31 31


bcc speciale

BCC Pordenonese e Monsile apre a Codroipo

Cresciamo ancora

È stata inaugurata la nuova filiale della banca, la prima nella Provincia di Udine

la più grande bcc fvg

125 anni di esperienza

Jacopo Simonetti 58 filialI nel territorio

4 province: PN, TV, VE, UD

Ora anche a Codroipo, in via IV Novembre, 5 Tel. 0432 904911 - filialecodroipo@bccpm.it Dal 23 novembre anche i soci di Codroipo possono contare su una sede di BCC Pordenonese e Monsile in centro città. È stata infatti inaugurata la nuova filiale di Codroipo, la prima nella Provincia di Udine, a testimonianza della volontà della banca di presidiare in maniera sempre più capillare il territorio del Friuli Venezia Giulia, Regione che già oggi può contare su 23 filiali nella sola provincia di Pordenone. Per tutti i soci che vorranno farci visita, la filiale è situata nella centralissima Via IV novembre n.5, a pochi passi dal Duomo, ed è dotata di ampi spazi con oltre 200 mq dedicati alle operazioni di sportello e alla consulenza specializzata fornita dalle quattro risorse assegnate che saranno a completa disposizione della clientela. “Con l’apertura della filiale di Codroipo confermiamo e rilanciamo i nostri obiettivi per

32

18.000 soci e 80.000 clienti

un futuro in cui i servizi di prossimità al cliente continueranno a ricoprire un ruolo sempre più determinante”, ha commentato il Direttore Generale di BCC Pordenonese e Monsile Gianfranco Pilosio.

– e investendo su nuove filiali per un presidio sempre più capillare nelle nostre aree di riferimento. Il presente, e il futuro, di BCC Pordenonese e Monsileaè digitale, ma ciò non Ora anche Codroipo, significa che nella vita di tutti i giorni perda in via IV Novembre, 5 significato il rapporto diretto con le persone, Tel. 0432 904911 - filialecodroipo@bccpm.it E in effetti, anche se il lockdown e l’incer- che sono la vera anima della nostra banca” ha tezza che ancora regnano nel nostro Paese ci chiosato Pilosio. impongono di ripensare tutte le nostre attività quotidiane, riducendo gli spostamenti, L’apertura della nuova filiale di Codropio rila Banca ha deciso di continuare a puntare entra nel piano di espansione di BCC Pordesul rapporto diretto con il cliente riuscendo nonese e Monsile che nel 2020, nonostante comunque a garantire il rispetto di tutte le le difficoltà legate alla pandemia e in conprocedure e normative anti-COVID19. trotendenza rispetto al sistema bancario, ha In questo contesto resta comunque cruciale visto l’inaugurazione della nuova filiale di Oranche il suppporto della tecnologia che con- melle (Tv) e il raddoppio della filiale di Jesolo sente di accedere in autonomia e da remoto (Ve). Ad oggi la banca è un importante punto alle più diverse tipologie di servizi. “Fin da di riferimento per tutto il Nordest, con filiali subito ci siamo mossi per favorire questa in oltre 100 Comuni distribuiti su 4 Province transizione rinnovando la nostra app, arric- ed oltre 18.500 soci che le hanno permesso chendola di opportunità commerciali per i di posizionarsi tra le prime BCC del gruppo commercianti locali e per i nostri clienti e soci Iccrea nel Triveneto per numero di soci.


“Siamo infatti convinti che per un istituto di credito cooperativo continui ad essere centrale il capillare presidio del territorio per poter offrire una consulenza personale e specializzata grazie al lavoro dei nostri dipendenti presenti in sede. Con questo spirito nel 2020 abbiamo deciso di aumentare la nostra presenza aprendo 3 nuove importanti filiali nelle province di Treviso, Venezia e Udine” ha concluso il Direttore Pilosio. “L’apertura di una nuova sede è sempre motivo di orgoglio e di fiduca verso il futuro – ha commentato il Presidente di BCC Pordenone-

se e Monsile Antonio Zamberlan – soprattutto in un periodo di difficoltà come quello che stiamo vivendo. Ecco, in questo frangente la nostra banca non ha soltanto voluto dare un segnale di sostegno, ma ha anche scommesso sul rilancio di un territorio che offre tante opportunità sul fronte economico e turistico. Da oggi anche i soci, i clienti e le imprese che vivono e operano nella Provincia di Udine potranno dunque recarsi in filiale e trovare supporto per tutti i servizi di banca”. Gli uffici sono aperti dal lunedì al venerdì dalle 8.20 alle 13.20 per le operazioni di sportello e dalle 8.20-13.20 / 14.35-16.45 per la consu-

lenza su appuntamento. La nuova filiale offre anche un’area self che consente di accedere a diverse tipologie di servizi, dal versamento assegni bancari e circolari ai prelevamenti, anche scegliendo i tagli delle banconote, oltre a bonifici, pagamenti di MAV, pagoPA, F24, ricariche telefoniche e molti alti servizi, dal lunedì al venerdì dalle 7.45 alle 20.30 e il sabato dalle 7.45 alle13.30. Per contattare i referenti della filiale si potrà scrivere una mail all’indirizzo filialecodroipo@bccpm.it o chiamare il numero 0432/ 904 911.

33 33


bcc speciale

A Jesolo!

La filiale di Jesolo raddoppia Per ampliare il supporto alle Comunità locali

Bcc Pordenonese e Monsile raddoppia la filiale per te!

Filiale di Jesolo Via Aquileia 78

Passa a trovarci in Filiale!

Chiedi un appuntamento filialejesolo@bccpm.it Tel O421 93617

Paolo Zeni

Dopo l’apertura della nuova filiale di Ormelle lo scorso 25 maggio, continua l’espansione di BCC Pordenonese e Monsile sul territorio veneto. Dal 22 giugno gli abitanti di Jesolo (Ve), infatti, possono accedere alla rinnovata filiale di Via Aquileia 78, raddoppiata nella superficie e nell’operatività. Si tratta di una scelta precisa, che rispecchia la volontà della banca di sostenere il tessuto economico-imprenditoriale del

34

litorale veneziano, particolarmente colpito dalla crisi del Covid-19, in un momento decisivo per la ripartenza delle strutture turistiche nella stagione estiva. Ad oggi BCC Pordenonese e Monsile è presente con 15 filiali nella sola Provincia di Venezia.

zati in base alle diverse esigenze. Dipendente dall’Area commerciale di San Donà di Piave, il cui CapoArea è Eros Priviero, l’agenzia di Jesolo vede come referente di filiale Lucia Cappelletto, assistita dai colleghi Camilla Tronco, gestore della clientela, e Filippo Visentin.

La filiale di Jesolo, inaugurata nel luglio del 2018, propone oggi nuovi uffici che coprono una superficie totale di 150 mq, con 3 professionisti che affiancheranno gli imprenditori e i commercianti locali offrendo servizi di consulenza personaliz-

Gli uffici sono aperti dal lunedì al venerdì dalle 8.20 alle 13.20 per operatività di sportello e dalle 14.35 alle 16.45 per attività di consulenza e appuntamenti. In filiale è inoltre attiva una area self aperta dalle ore 6.00 alle 24.00, 7 giorni su 7, per


le operazioni di prelievo, versamento di contanti e assegni, bonifici e altri servizi. “Dopo la recente inaugurazione della nuova filiale di Ormelle, ecco l’ampliamento e il potenziamento di Jesolo a testimonianza che, a aggregazione ormai archiviata e assimilata, il progetto di presenza capillare dell’istituto di credito non si ferma – ha dichiarato il Presidente di BCC Pordenonese e Monsile Antonio Zamberlan. “Oltre all’importanza operativa e commerciale di questa presenza jesolana, deside-

riamo supportare le comunità locali per contribuire insieme alla crescita delle stesse in ambito sociale, associativo, culturale e sportivo, un impegno che, come credito cooperativo, da sempre orgogliosamente affianchiamo all’attività bancaria”. Il Direttore Generale di BCC Pordenonese e Monsile Gianfranco Pilosio ha sottolineato: “la presenza della nostra banca nel litorale veneto è nata con l’acquisizione delle filiali dell’ex Banca del Veneziano nel novembre 2016 e poi con l’apertura a Jesolo di metà 2018, con l’e-

spressa volontà di inserimento in realtà socio-economiche aventi peculiarità uniche. Territori con alta vocazione turistica ma con un tessuto economico comunque assortito e variegato, con il quale vogliamo interagire accompagnandone il costante sviluppo, per diventare il riferimento bancario locale. L’ampliamento dei locali della filiale, unitamente al potenziamento del personale, è frutto della soddisfazione per questi primi mesi di presenza in una piazza a cui la banca guarda con fiducia”.

35


bcc informa

Bcc Pordenonese e e Monsile dona i Computer alla Comunità

Istituto Comprensivo di Aviano

Biblioteca di Cordenons

Maria Cristina Strasiotto

In occasione del rinnovo tecnologico della dotazione informatica delle postazioni aziendali, la nostra Bcc ha destinato le apparecchiature dismesse ad alcuni Comuni, Scuole, Parrocchie e Biblioteche del nostro territorio.

Istituto Comprensivo di Torre di Pordenone

Si tratta di oltre 250 personal computer ricondizionati, dotati di sistema operativo originale, di tastiera, mouse e cavi di alimentazione, che sono stati messi a disposizione per sopperire alla richiesta di strumenti informatici accresciuta in questo anno particolare, in cui siamo stati tutti chiamati a rivedere il nostro rapporto con le tecnologie informatiche.

Tale iniziativa nasce dalla consapevolezza che le modalità di didattica a distanza e di smart working, hanno richiesto uno sforzo organizzativo ulteriore sia agli istituti di formazione che alle famiglie stesse, in particolare quelle più numerose e con meno disponibilità, che si trovano a dover condividere un singolo computer, spesso conteso dai singoli componenti per le diverse necessità.

Sarà compito delle amministrazioni comunali e degli istituti scolastici coinvolti individuare i destinatari nel territorio.

In alcuni casi sono state attivate fattive collaborazioni a livello locale, come per il Comune di Porcia, dove la BCC Pordenonese e Monsile

36


Comune di Porcia

I.C. di Chions Pravisdomini

I.C. Novella Cantarutti di Azzano Decimo

ha donato i personal computer per la didattica a distanza e, in abbinata, il Lions Club Porcia ha donato altrettanti monitor. “Con queste dotazioni di personal computer, ci auguriamo di poter essere di supporto alle particolari necessità degli studenti sul territorio. La collaborazione con i Dirigenti Scolastici degli istituti Comprensivi e gli assessori alle Politiche sociali dei Comuni è fondamentale per poter veicolare gli aiuti alle persone realmente bisognose.” - ha riferito il Referente della Commissione Sociale della Bcc Pordenonese e Mon-

sile, Mauro Verona - “La quota restante di computer andrà invece ad integrare le dotazioni in essere nelle scuole che potranno contare su postazioni informatiche aggiuntive.” La nostra Bcc non è nuova a questo tipo di iniziative che ben si coniugano con la sua attenzione per il sociale, il territorio e l’ambiente. Anziché essere destinati alla rottamazione, i computer possono così allungare il loro ciclo di vita, nelle aule di informatica o nelle case di giovani studenti.

37


bcc informa

Superbonus 110% Riqualificazione energetica e messa in sicurezza antisismica

Moreno Favaretto

CONenergy Casa

ECOBONUS

CONenergy Impresa

ECOBONUS

Con il Decreto Rilancio 2020, il Governo ha smo dello sconto in fattura. L’impresa a suaCONenergy per Impresa: il potenziale slancio all’intero settore più valore alla tua Impresa, più valore introdotto il Superbonus 110%, che raffor- volta può cedere il credito così ottenu-al tuo pianeta delle costruzioni, da sempre trainante per CONenergy Impresa è la linea di finanziamenti volta a favorire le imprese za l’Ecobonus (riqualificazione energetica) to alla Banca, che si impegna a monetiz-nell’attività la dinostra economia. riqualificazione energetica e antisismica degli immobili. Approfitta della possibilità di acquisto e cessione del credito. Chiedi alla tua BCC. e il Sismabonus (messa in sicurezza antisi- zarlo. smica) introducendo la possibilità, per chi Per rispondere a questi bisogni la nostra ristruttura un immobile aumentandone Alla luce di questa opportunità, considerabanca ha predisposto una serie di servizi e CONenergy Casa: più valore alla tua casa, più valore al tuo pianeta e/o sismica, di otte- to che il patrimonio immobiliare dei nostri prodotti da mettere a disposizione dei soci l’efficienza energetica CONenergy Casadel è la110% linea didafinanziamenti la riqualificazione energetica nere una detrazione ripartire per territori, sorto in gran parte negli anni del e dei clienti attraverso un’offerta articolae antisismica della propria abitazione. Puoi approfittare degli incentivi fiscali in 5 quote annuali di pari importo. Tale de- boom economico, presenta caratteristiche ta che permetterà a tutti di massimizzare i Ecobonus che per la prima volta arrivano al 110%. Chiedi alla tua BCC. trazione può essere utilizzata a titolo per- tecniche e di efficienza energetica piuttosto possibili benefici collegati alle agevolaziosonale, formare oggetto di trasformazione basse, la possibilità di elevare gli standard ni. in un credito d’imposta per un importo cor- energetici delle nostre case grazie al forte rispondente da cedere ad un istituto finan- incentivo fiscale assume grande interesse Entrando nello specifico sono state sottoziario o altro soggetto, o essere trasferita a sia per il positivo impatto sull’ambiente e scritte due convenzioni per assistere rispetchi esegue i lavori attraverso il meccani- sul bilancio economico delle famiglie sia tivamente i condomini (EniGas&Luce ed Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per maggiori informazioni sulle condizioni economiche e contrattuali del prodotto “CONenergy Impresa” è necessario far riferimento ai fogli informativi disponibili presso tutte le Filiali e sui siti internet delle Banche affiliate al Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea che promuovono il prodotto. La concessione del prodotto “CONenergy Impresa” è subordinata all’approvazione della Banca di Credito Cooperativo.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per maggiori informazioni sulle condizioni economiche e contrattuali del prodotto “CONenergy Casa” è necessario far riferimento ai fogli informativi ed ai moduli “Informazioni Europee di Base sul Credito ai Consumatori” disponibili presso tutte le Filiali e sui siti internet delle Banche affiliate al Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea che promuovono il prodotto. La concessione del prodotto “CONenergy Casa” è subordinata all’approvazione della Banca di Credito Cooperativo.

38


CONenergy

ECOBONUS

SUPERBONUS 110%

La via Sostenibile per Casa e Impresa.

Nenergy: più valore alla tua casa, al tuo condominio la tua impresa, più valore al tuo pianeta Harley & Dikkinson) e i singoli proprietari

Non ci siamo fermati solo all’aspetto finan-

fiscali.

immobili per renderli più efficienti,che di effettuare i lavori innalzando ad acquistare a prezziglicompetitivi i crediti complessivo sappia tenere conto delle fino al 1 l’aliquota di detrazione delle spese sostenute per gli interventi di riqualificazi d’imposta che matureranno a seguito dello tematiche ambientali, sociali ed economiefficientamento energetico e per il consolidamento antisismico. Chiedi alla tua svolgimento dei lavori, sempre nella logica che e sia, al contempo, connotato da un di supporto e sviluppo dei nostri territori. forte senso di responsabilità verso le future generazioni. Inoltre, abbiamo promosso diversi eventi divulgativi sul tema, sia in modalità video- Pur in presenza di tante difficoltà normaconferenza sia, ove possibile, con interventi tive, fiscali e sanitarie siamo orgogliosi di diretti, ed abbiamo curato la formazione poter dire che “Noi siamo al 110% sempre dei nostri collaboratori per consentire con- al Vostro fianco”.

sulenza e supporto direttamente in filiale.

ergy è la linea di finanziamenti dedicati alla riqualificazione antisismica (Aatech srl) tramite le quali gli amministraziario, abbiamo energetica previsto anchee una serie propria abitazione o del proprio condominio, con cui poter sfruttare anche gli incentivi tori condominiali ed i singoli proprietari as- di accordi e sottoscritto convenzioni con Per la nostra Bcc, essere Banca del territoLe soluzioni delle del Gruppo Iccrea sfruttare tutti che arrivanosieme finoaialprofessionisti 110%. Conenergy è rivolto anche alle attività delle imprese ed alle imprese del aziende ed associazioni locali che fornisco-cheBCC rio implica un impegno a tuttoper tondo nei vantaggi di Ecobonus e Sismabonus. no nel campoterritorio della riqualificazione degli immobili. Chiedi incompleta BCC il prodotto piùconvicino potranno ottenere una completa no assistenza come general confronti delle comunità, delle famiglie, Un’agevolazione fiscale che e Imprese, vogliono ristrut e necessità. assistenza per usufruire delle agevolazioni tractor ai nostri soci e clienti impegnandoci dellepermette imprese ae Privati comporta un modo che di agire

bblicitario con finalità promozionale. Per maggiori informazioni sulle condizioni economiche e contrattuali dei prodotti necessario far riferimento ai fogli informativi ed ai moduli “Informazioni Europee di Base sul Credito ai Consumatori” so tutte le Filiali e sui siti internet delle Banche affiliate al Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea che promuovono il prodotto. e dei prodotti “CONenergy” sono subordinate all’approvazione della Banca di Credito Cooperativo.

Abbiamo anche pensato alla parte finanziaria e di sostegno sia dei committenti che delle imprese predisponendo linee di credito a condizioni agevolate, in particolare per i nostri soci, che saranno rese disponibili per supportare ogni fase del processo di miglioramento delle performance energetiche degli immobili.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per maggiori informazioni sulle condizioni economiche e contrattuali dei prodotti connessi all’agevolazione “Superbonus 110%” è necessario far riferimento ai fogli informativi disponibili presso tutte le Filiali e sui siti internet delle Banche affiliate al Gruppo Iccrea che lo promuovono. La concessione dei prodotti è subordinata all’approvazione della Banca di riferimento.

39


Arriva la firma grafometrica Nuovi servizi digitali

Ricordiamo ai nostri clienti che, oltre alle filiali e relativi sportelli Atm, sono disponibili le seguenti aree automatiche: Emanuela Loisotto

L’innovazione che rispetta l’ambiente!

Per rispondere alle nuove sfide di un mercato sempre più competitive la nostra Banca integra i consueti canali fisici con molti servizi innovativi e digitali che vanno ad arricchire la relazione con il cliente, incluso il più evoluto, e la qualità ed accessibilità dell’offerta. La soddisfazione dei bisogni finanziari del cliente e la sostenibilità ambientale sono elementi centrali verso cui la banca orienta lo sviluppo dei propri prodotti e servizi.

l’apposizione di firme autografe. In pratica il cliente visualizza il documento contrattuale in un tablet e lo sottoscrive firmando direttamente sullo schermo con una penna ottica. In questo modo la banca e il cliente realizzano insieme dei passi importanti verso la dematerializzazione dei documenti che saranno realmente archiviati dentro la posizione documentale del cliente che potrà consultarli in qualsiasi momento.

Bcc Pordenonese e Monsile ha da sempre a cuore la tematica ambientale ed è convinta che dobbiamo necessariamente acquisire maggiore coscienza collettiva del grande potenziale che possiamo esprimere tutti insieme, a partire dall’uso consapevole delle risorse fino alla lotta agli sprechi.

Ricordiamo inoltre che i clienti impossibilitati a recarsi in filiale in orario di sportello possono utilizzare le Aree Self, gli ATM evoluti o gli Sportelli Virtuali, distribuiti nel territorio e il cui elenco è consultabile nel sito www.bccpm.it e nell’App Bcc PM, per effettuare in totale autonomia diverse operazioni come versamenti di assegni bancari, assegni circolari, banconote, bonifici, pagamenti di Mav, pagoPA, ricariche telefoniche, movimenti, saldo e altri servizi, oltre ai consueti prelevamenti.

In questa direzione si colloca la novità introdotta per ora nel 40% delle filiali della nostra banca e che a breve sarà disponibile in tutte quante, si tratta della Firma Grafometrica. Questa soluzione permette di gestire in formato digitale quei documenti che ad oggi prevedono un passaggio cartaceo per

Inoltre, per la clientela che ha poco tempo, suggeriamo di utilizzare il servizio di prenotazione appuntamento in filiale disponibile nel sito www.bccpm.it/RichiestaAppuntamento e nell’App Bcc PM.

41


bcc territorio

Unioncamere Veneto Indagine Veneto Congiuntura

Ricordiamo ai nostri clienti che, oltre alle filiali e relativi sportelli Atm, sono disponibili le seMario Pozza guenti automatiche: Presidente aree di Unioncamere Veneto

Nei giorni scorsi Unioncamere Veneto ha pubblicato la sua ultima indagine Veneto Congiuntura che analizza alcuni indicatori del nostro sistema economico nel periodo luglio – settembre 2020 e realizzato dal nostro Centro Studi. Quello che ne è emerso è un quadro in chiaroscuro. Da un lato la capacità delle imprese di reagire all’emergenza sanitaria ed economica del Covid-19 che ha prodotto un rimbalzo importante e dall’altro lato la preoccupazione degli imprenditori che hanno di fronte a sé nuove restrizioni che rischiano di mettere in ginocchio il sistema. Nello specifico nel terzo trimestre 2020 l’attenuazione delle misure restrittive introdotte per contenere la diffusione del Covid-19 ha permesso in parte di scongiurare il crollo dell’attività industriale emerso nei primi sei mesi dell’anno. Nel periodo luglio-settembre 2020 la produzione

42

delle imprese manifatturiere venete ha registrato un rimbalzo congiunturale del +16,1%. L’indagine condotta in ottobre su un campione di oltre 2.200 imprese con almeno 10 addetti, a cui fanno riferimento quasi 161 mila occupati, ha mostrato tra gli imprenditori un certo ottimismo per i prossimi mesi, ma il clima rimane inevitabilmente complesso e incerto per l’evoluzione sconosciuta della pandemia e per le possibili pressioni economiche indotte dai nuovi provvedimenti governativi. L’indagine al di là degli indicatori economici ci ha offerto il termometro del clima tra le imprese e gli imprenditori che purtroppo

non è dei migliori. Infatti l’incertezza, che è il fattore dominante, rischia di congelare gli investimenti e soprattutto bloccare la visione sul futuro degli imprenditori. Qui non stiamo parlando di capacità di rischiare, le imprese su questo hanno sempre dimostrato di essere in prima linea ed in questi mesi lo hanno testimoniato in modo concreto riaprendo i cancelli delle fabbriche ed alzando le serrante di negozi, bar e ristoranti ed hotel, ma oggi di fronte all’incertezza sul futuro sono preoccupati e spaventati. E non c’è peggior cosa della paura nell’economia perché rischia di bloccarsi l’intero


sistema. In queste settimane le imprese non hanno chiesto sussidi, ma di poter lavorare. Per questo dal Governo e dalle istituzioni devono arrivare non assistenzialismo, ma certezze solo in questo modo gli imprenditori potranno continuare a credere nel futuro creando innovazione, occupazione e trainando così la ripresa. In questi mesi la crisi economia infatti a causa del Covid-19 ha lasciato un segno profondo nel nostro sistema economico ed ancora oggi ordinativi, fatturato, export sono alcuni tra gli indicatori che presentano il segno meno e ci sono moltissime imprese, in particolare quelle di dimensioni più piccole che costituiscono il cuore pulsante del tessuto economico veneto, ancora in enorme difficoltà.

Questo per dire che è vero che ci sono stati segnali incoraggianti e di ripresa, ma questo non basta a colmare il gap causato dai mesi di lockdown. Rimane, quindi, un ampio margine di incertezza sull'evoluzione dell'economia nell'ultima parte dell'anno. La ripresa del settore potrebbe bloccarsi se le fabbriche non saranno in grado di essere operative o se la domanda da parte dei clienti dovesse crollare considerevolmente come successo in primavera. Ma possibili pressioni sulla catena di fornitura manifatturiera sono anche gli effetti delle misure assunte dal Governo a tutela

dell'occupazione, prime fra tutte il blocco dei licenziamenti per motivo oggettivo e la parallela estensione della cassa integrazione a buona parte dei lavoratori dipendenti. Nonostante il rimbalzo dei mesi estivi, è probabile che le ultime e più stringenti misure faranno svanire i segnali di miglioramento per l’andamento dell’economia, emersi dalle più recenti previsioni. Quello che emerge, però, con forza dagli indicatori della nostra indagine è che le imprese hanno tutte le carte in regola per ripartire e chiedono di essere messe nelle condizioni per farlo dando loro certezza ed opportunità.

43


bcc territorio

Sinergie per imprese e famiglie Fondi e garanzie per dare ossigeno alle piccole imprese locali e alle loro famiglie in epoca Covid

Emanuela Loisotto

In questi mesi la nostra Bcc, ha dimostrato con i fatti di essere vicina alle imprese e alle famiglie maggiormente colpite dall’emergenza sanitaria. Oltre alle iniziative previste dai Decreti “Cura Italia” e “Liquidità” e agli interventi promossi in autonomia o insieme al Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, numerosi sono stati i progetti che hanno visto un forte impegno complessivo della banca e della sua struttura, come i numerosi protocolli d’intesa promossi dalle Amministrazioni locali con l’obiettivo di dare ossigeno e sostegno economico concreto soprattutto ai piccoli operatori economici, che più di altri hanno subito gli effetti recessivi della situazione emergenziale.

44

A tutte le amministrazioni comunali che hanno intrapreso iniziative in tal senso, dopo un primo percorso di condivisione dei contenuti e delle condizioni di garanzia ed accesso al credito, è giunta una risposta immediata e sinergica da parte dei Confidi, in particolare Consorzio Veneto Garanzie, Trevigianfidi, Canova Coop., Fidi Impresa e Turismo Veneto, delle Associazioni di categoria e della nostra BCC. Tutti i soggetti coinvolti, si sono focalizzati sulla necessità di agire con velocità e concretezza creando vere opportunità,


accessibili, con percorsi semplificati finalizzati a salvaguardare il tessuto imprenditoriale e sociale delle nostre Comunità, affinchè la storia identitaria dei nostri comuni possa essere preservata per il mondo, post covid, che verrà. “La crisi di liquidità ha colpito pesantemente le nostre imprese e le famiglie – ha dichiarato il Presidente Antonio Zamberlan - soprattutto quelle più piccole, il popolo delle partite iva, le strutture a vocazione turistica e quelle della ristorazione, tutte assi portanti della no-

stra economia. Oggi, queste realtà hanno bisogno di supporto per riprendere a lavorare e, spesso reinventarsi in un mondo completamente cambiato. La nostra banca non lascia indietro nessuno, ed è per questo che con orgoglio, assieme agli altri partner dei progetti ci impegneremo al massimo a sostenere la ripresa del tessuto imprenditoriale locale, a tutto tondo. Ricordiamoci però, che la Banca, i Confidi, le Associazioni imprenditoriali, gli Enti e le Amministrazioni locali, possono e devono fare la loro parte, ma che anche ciascuno di noi, nel suo piccolo, può esprimere la propria solidarietà impegnandosi a fare i propri acquisti nei negozi del proprio paese, ha dichiarato il Presidente Antonio Zamberlan”.

45


bcc territorio

Sulle strade del Rinascimento con il Pordenone Il docufilm dedicato a Giovanni Antonio De Sacchis Piergiorgio Grizzo

nella foto: Pietro Tropeano, Assessore Cultura Pordenone Paolo Rossi, Consigliere Fondazione Bcc Pordenonese Giovanni Umberto Caretta, Consigliere Bcc Pordenonese e Monsile Mauro Verona, Consigliere e Referente Commissione Sociale Bcc Pordenonese e Monsile “Sulle strade del Rinascimento con Il Pordenone” è il titolo del documentario presentato a Pordenone con le doverose ed opportune restrizioni legate all'emergenza Coronavirus che ha chiuso idealmente il ciclo di eventi ed iniziative dedicate a Giovanni Antonio De Sacchis. L'opera, scritta e diretta dal giornalista Piergiorgio Grizzo, tecnicamente è un docufilm (della durata di 1 h), narrato a più voci, con un buon sessanta per cento fatto di ricostruzioni con attori, comparse ed ambientazioni rinascimentali. Con alcune sequenze memorabili come quella girata sotto i bastioni di Palmanova, dove sono state ricreate le scene del terribile assedio del 1514, quando la stessa Pordenone venne strappata definitivamente agli imperiali dalle truppe della Serenissima, che ha coinvolto un centinaio di attori e reenactors. “Giovanni Antonio è un paradigma dell'uomo rinascimentale – spiega Piergiorgio Grizzo – ebbe una vita tumultuosa e febbrile, fu un lavoratore infaticabile, ma anche un gran viaggiatore ed un amante della vita. Veniva dal Friuli, un territorio periferico e marginale rispetto ai grandi poli decisionali e culturali della Serenissima e d'Italia e certamente non godeva delle conoscenze e delle entrature dei suoi competitors, come Tiziano per esempio. Partendo dalle retrovie, riuscì sgomitando ad arrivare

46

ad un passo dalla consacrazione prima di quella morte misteriosa che lo colse ad appena 56 anni. Il documentario vuole evidenziare proprio questo, le sue caratteristiche di outsider indomito, di genio sfortunato, che spesso si rivedono anche oggi in molte personalità di talento del nostro territorio, costrette in primis ad emigrare e poi a sgomitare forsennatamente per imporsi all'attenzione generale”. Nel documentario, cosa inedita per Pordenone, rivivrà la città dei primi anni del XVI secolo, la “Portenaw”, come era chiamata, alla tedesca, della famosa mappa disegnata da Jorg Kolderer nel 1509 e contenuta nel “Codice delle Fortezze”, custodito nella biblioteca nazionale di Vienna. La cinta muraria, le due porte, le torri, il castello, le rogge e i mulini, il porto fluviale saranno ricostruiti con modelli ed animazioni in 3D (realizzate dallo studio tre.digital di Denis Mior). In precedenza un manipolo di dotti, tra cui Roberto Castenetto, Giulio Cesare Testa, Angelo Crosato, Paolo Francis Quirini ed Alberto Cassini, ha aiutato la produzione nella ricerca storica e filologica, partendo dai Diarii di Marin Sanudo, dalla mappa del Kolderer e dalla ricostruzione del percorso delle mura fatta da Pradella e Roblegg negli anni Novanta.


Il documentario ripercorrerà i momenti importanti della vita e della carriera artistica del De Sacchis: gli inizi con le esperienze nel contado friulano e l'avvicinamento alla scuola di Gianfrancesco da Tolmezzo, i viaggi di formazione a Roma e nel centro dell'Italia, l'apogeo con il ciclo di affreschi di Cremona e Piacenza, il periodo a Venezia e la rivalità con Tiziano, partendo...dalla fine, ossia dalla sua morte controversa, avvenuta nel 1539 a Ferrara in circostanze mai completamente chiarite, dai sospetti di avvelenamento che coinvolsero lo stesso Tiziano Vecellio, dall'oblio che cadde sul pittore friulano fino alla sua riscoperta grazie alle “Vite” di Giorgio Vasari. Ad interpretare il Pordenone sarà Alfio Scandurra, noto per le sue attività di trekker e di divulgatore delle bellezze del territorio friulano. Molte scene interesseranno, ovviamente, diverse località del Friuli Occidentale che ospitano le opere del De Sacchis, tra cui Valeriano, che lo vide esordire, Gaio di Spilimbergo, San Martino di Campagna e poi Spilimbergo e le tante pievi di Pordenone (duomo compreso) che conservano i suoi affreschi o i suoi teleri. Ma il documentario corre “sulle strade del Rinascimento” in lungo e

in largo per l'Italia toccando le grandi capitali del Rinascimento, Roma, Firenze, Orvieto, Venezia, e anche altri centri come Alviano in Umbria, terra di Bartolomeo d'Alviano, il suo primo mecenate; Cremona, Piacenza, Cortemaggiore, Ferrara, alla ricerca dei suoi capolavori, di altri aspetti della sua vita e per indagare quali “influenze” condizionarono la sua vita e la sua arte e quali furono i suoi legami con i giganti dell'epoca. Il docufilm è sostenuto dal Comune di Pordenone, quelli di Fiume Veneto, Spilimbergo, Travesio e Pinzano al Tagliamento e da una cordata di mecenati privati tra i quali spiccano Bcc Pordenonese e Monsile, Fondazione Friuli, l'Associazione Zafferano Alto Livenza, ConCentro, EcoMuseo Lis Aganis, Felice Arte, Sina Spa, Ingrosso Carta e Cancelleria Tarantola, Cantina Principi di Porcia, Hotel Santin, Associazione Torre, Rotary Pordenone, Canton Colori, Atap Spa. Archiviato il progetto del docufilm, si sta pensando a realizzare un film vero e proprio con attori professionisti, da destinare alla distribuzione in sala e nel circuito dei festival. Un progetto a medio - lungo termine, al quale però si sta già lavorando, che dovrà coinvolgere anche le istituzioni ed il tessuto economico della regione.

47


bcc territorio

Cooperativa FVG Servizi Cooperativismo come valore sociale

Valter Bortolussi

Contatti: Cooperativa FVG Servizi Via Nuova di Corva 84/E - Pordenone mail: info@fvgservizi.it tel. 0434 640763

La cooperativa FVG Servizi nasce nel 2014 da un gruppo di imprenditori e liberi professionisti con diverse esperienze lavorative pregresse, uniti nella volontà di creare un’organizzazione mutualistica nel nostro territorio, tesa a favorire occasioni lavorative e possibilità di affermazione anche a persone in situazioni di svantaggio.

48


FVG Servizi fonda le sue radici nel riconoscimento di alcuni valori fondanti e costitutivi del cooperare, tra essi la solidarietà, come principio di mutuo aiuto tra gli associati sulla base di una società diversa, più aperta all’altro e rispettosa dei suoi bisogni. FVG Servizi nasce inoltre nella convinzione della necessità di fondare il mondo del lavoro anche sulla base di principi etici, talvolta non sufficientemente salvaguardati nella realtà lavorativa, prevalentemente orientata al risultato economico. Nel contesto socio-economico attuale sentiamo sempre più il bisogno di affermare i valori cooperativi come elemento qualificante del rapporto con l’altro; tali valori devono trovare espressione anche nel mondo lavorativo, attraversato oggi da una profonda crisi di sistema. Riteniamo, per quanto concerne la nostra realtà, di dover sempre fondare e valorizzare l’operato all’insegna del bene comune. Per favorire l’inserimento dei lavoratori, FVG Servizi si è concentrata in attività di manutenzione del verde e in attività agricole, anche in collaborazione con diverse realtà produttive altamente specializzate (lavorazione del miele, produzione dello zafferano…) Inoltre la cooperativa si occupa di opere di pulizia industriale anche per multinazionali inserite nel territorio; tali attività sono implementate con

servizi di sanificazione e di disinfestazione, nel rispetto delle normative vigenti. Inoltre FVG Servizi collabora con aziende di supporto industriale (cablaggio, assemblaggio etc.), favorendo l’impiego di persone in situazioni di svantaggio. Nonostante le difficoltà che attraversano il mondo del lavoro, FVG Servizi ritiene soddisfacenti i risultati sinora raggiunti sia in termini produttivi, sia in termini di inserimenti lavorativi, che oggi interessano una quarantina di operatori, di cui oltre il 30% in situazioni di svantaggio o di disabilità, grazie alla collaborazione attivata anche con il Dipartimento di salute mentale dell’Azienda Sanitaria del Friuli Occidentale – sede di Pordenone. Mantenendo tali linee guida e tali principi, nelle nostre previsioni la cooperativa raggiungerà un incremento produttivo di oltre il 20% entro il 2020, con conseguenti ricadute nel 2021 e correlato aumento nell’impiego di operatori. Attualmente FVG Servizi è gestita da un CDA composto da Bortolus Gianluca (presidente e responsabile della produzione e delle relazioni esterne), Bortolussi Valter (vicepresidente e responsabile finanza e controllo), Santin Fabio (consigliere e responsabile area marketing) e Bressan Enzo (consigliere e responsabile area marketing).

49


bcc territorio

Pordenonelegge 2020 al tempo del Covid

Fondazione pordenonelegge.it

Il neo eletto Presidente della Fondazione Pordenonelegge Michelangelo Agrusti l’ha definito “un vaccino contro la paura” il festival numero 21 di pordenonelegge. Un’edizione coraggiosa e “speciale” perché organizzata in un anno tristemente caratterizzato dalla pandemia. Ma la Festa del libro con gli autori ha voluto reagire e pur nelle mille difficoltà legate alla necessità di mettere prima di tutto al centro la salute e la sicurezza, si è reinventata e in perfetta sequenza, dopo l’edizione lungimirante del camaleonte ha cambiato pelle e da crisalide si è trasformata in farfalla: cinque giorni che, dal 16 al 20 settembre 2020, hanno permesso di reinventare le modalità di fruizione di un cartellone ridimensionato rispetto al solito eppure ancora estremamente generoso, disseminato in 21 location “fisiche”, con pubblico in presenza ma anche in un’ampia agorà di location digitali - prima fra tutte la PNLEGGETV realizzata con Videe - dai social a YouTube alle piattaforme web, alle sedi digitali degli Istituti Italiani di Cultura di tutto il mondo, che sono diventate “antenna” di rilancio della programmazione del festival, per i navigatori di tutto il mondo.

50

La scelta di non proporre esclusivamente un festival da remoto, con soli collegamenti digitali, è stata premiata dal pubblico e dalla città rinnovando quell’“effetto comunità” che è uno degli aspetti caratterizzanti del festival. Una comunità che quest’anno si è allargata anche ad altri 7 comuni della provincia grazie alla collaborazione con BCC Pordenonese e Monsile che, con Messaggero Veneto, ha voluto sostenere altrettanti incontri organizzati ad Azzano Decimo, Casarsa della Delizia, Cordenons, Maniago, Sacile, San Vito al Tagliamento e Spilimbergo. Molto soddisfacente anche la copertura mediatica del festival che nell’ambito della media partnership 2020 con RAI ha visto la realizzazione di oltre un centinaio fra dirette, servizi e interviste della


radio-televisione nazionale e FVG. Un lavoro che ha ulteriormente incrementato l’AVE (Advertising Value Equivalency) l’indice che determina l’efficacia dell’attività promozionale passato dai 50 milioni di euro del 2019 ai 54,1 milioni al 30 ottobre 2020. Un dato che si pone a garanzia di un gioco di squadra di pordenonelegge con il suo territorio e che fa ben sperare per il 2021 sperando in una ventiduesima edizione senza pandemia.

pordenonelegge 2020 in numeri 141 eventi 250 protagonisti di cui 52 in collegamento 28 novità di ospiti italiani e stranieri 21 sedi fisiche 2 piattaforme 5 giornate 100 realtà culturali coinvolte 91 partners 130 fornitori 186 angeli 841 amici 64 eventi pnlegge tv 18 incontri con la stampa 38 video-interviste

La novità dell’online Oltre 1 milione di “spettatori”, digitali e in presenza, hanno seguito complessivamente la 21^ edizione di pordenonelegge e ben 2.172.864 visualizzazioni si sono registrate per i contenuti del festival nelle ‘location’ digitali, fra social e YouTube. Le sole dirette degli incontri di pordenonelegge sono state seguite da 225.000 visualizzazioni live nella PNLEGGETV, in un gioco di squadra sinergico fra la fruizione sul sito e i social del festival.

51


bcc territorio

Il Pordenone, la squadra dei giovani e del territorio

Vogliacco, difensore del Pordenone e della Nazionale Under 21

Marco Michelin

Secli giovane 2002 festeggia il primo gol nei professionisti

Un Settore Giovanile modello nazionale. È quello del Pordenone, 100 anni compiuti lo scorso ottobre, che dedica grandi attenzioni al proprio vivaio e prosegue lo sviluppo di un progetto a 360 gradi, “combo” di sport e sociale. Organizzazione, qualifica e professionalità di dirigenti, tecnici e istruttori (tutti laureati), strutture d’allenamento d’eccellenza: queste le basi per poter diventare un riferimento, per ottenere risultati e lanciare costantemente giovani nei massimi club d’Italia (Inter e Juventus in particolare). Senza dimenticare un elemento fondamentale: l’educazione, un principio e un valore imprescindibile per crescere non solo come futuri campioni, ma anche come futuri uomini e donne. Donne, perché il Settore femminile è sempre più importante nel progetto Pordenone, che conta 100 tesserate e quattro squadre (Under 17, Under 15, Under 12 e Under 10). La filosofia generale trasmessa dal presidente Mauro Lovisa e dai soci ha come obiettivo fare gruppo,

52

squadra e famiglia. In simbiosi con il territorio, come testimoniato dai tanti ragazzi pordenonesi e in generale nati in Friuli Venezia Giulia presenti in Prima Squadra (più mister e staff ), oltre che le affiliazioni del Progetto WEPN (35 tra FVG e Veneto). Anche il Settore Giovanile, negli scorsi mesi sul podio nazionale della Figc dopo Juventus e Roma per gli standard della propria Scuola Calcio, in questi mesi ha dovuto affrontare le restrizioni e le problematiche legate all’emergenza Covid-19. L’ha fatto in maniera responsabile e cercando di ridurre il meno possibile l’attività. Nei mesi di ottobre-novembre sono continuati gli allenamenti delle squadre giovanili, perché togliere il gioco a ragazzi e ragazze sarebbe molto (troppo) penalizzante per la loro crescita. Giocare sì, di squadra o a livello individuale, a seconda delle prescrizioni dei protocolli Figc di riferimento, ma sempre con il sorriso


Mister Tesser dà indicazioni

e quell’ottimismo necessario per “vincere” la partita del Covid-19. Quando l’attività si era dovuta forzatamente fermare, nei primi mesi del 2020, il Settore Giovanile del Pordenone era riuscito brillantemente a reinventarsi, su input del responsabile Denis Fiorin e del responsabile di Scuola Calcio e Settore Femminile Alessandro Zuttion. Gli allenamenti erano proseguiti a distanza, con i collegamenti in videochat per migliorare la tecnica e rimanere in contatto raccontandosi le rispettive esperienze. Videochat in cui erano coinvolti anche i calciatori della Prima Squadra, beniamini dei giovani ramarri e anche il presidente Lovisa, che da sempre crede nel vivaio e conosce per nome (e caratteristiche) tutti i propri ragazzi.

Ci sono i giovani da Scuola Calcio (quella neroverde è riconosciuta Élite dalla Figc) e ci sono i giovani “adulti”, quelli della Prima Squadra. Il Pordenone è una delle formazioni dall’età media più bassa dell’intera Serie B. La società, con il responsabile dell’area tecnica Matteo Lovisa e il direttore sportivo Emanuele Berrettoni, è sempre vigile e presente sul mercato per individuare i calciatori emergenti che possono trovare nel Pordenone l’ambiente giusto per esprimere tutto il proprio potenziale, sotto la guida attenta e formativa di mister Attilio Tesser e del suo staff. Basti pensare all’esplosione del centrocampista Tomma-

Magnino, centrocampista pordenonese

Perisan, portiere neroverde di San Vito al Tagliamento

so Pobega (oggi giocatore copertina dello Spezia in A, con un gol segnato anche a Buffon) e del portiere Michele Di Gregorio, assoluti protagonisti della Serie B 2019/20 con la maglia del Pordenone (giunto fino alla semifinale playoff ). La batteria di giovani 2020/21, di proprietà e legati al neroverde da contratti pluriennali, è di grandissima qualità: in porta c’è Samuele Perisan (di San Vito al Tagliamento), in difesa Alessandro Vogliacco e Adam Chrzanowski, a centrocampo Luca Magnino (pordenonese) e Matteo Rossetti, in attacco Karlo Butić. Vogliacco si è meritato l’azzurro dell’Under 21 (evento storico per

il Pordenone), con tre convocazioni in questa stagione. Tutti talenti che di giornata in giornata crescono giocando con continuità, e grazie a un gruppo in cui ci sono riferimenti fondamentali, per esperienza generale e nel club, carisma e qualità tecniche, come capitan Mirko Stefani, il centrocampista Gianvito Misuraca, i difensori Michele Camporese e Alberto Barison. Stabilmente con la Prima Squadra ci sono tre ragazzi (friulani) della Primavera: i 2002 Federico Secli e Aldo Banse, attaccanti che hanno già esordito in Coppa Italia (e Secli ha segnato il primo gol nei pro), e il 2003 Pietro Passador, portiere.

53


bcc territorio

Il Portogruaro calcio: storia, passione e... cuori granata! Luca Traverso

Il calcio a Portogruaro è vissuto alla grande

I quasi 30.000 abitanti della bella cittadina che si affaccia sul fiume Lemene sono un po' tutti tifosi. La domenica allo stadio si vedono le famiglie, i nonni, i fidanzati, i vecchi appassionati di calcio e le giovani ragazze in cerca dei bei ragazzotti da ammirare e da conoscere! Il teatro di questa commedia che va in scena ogni quindici giorni in occasione delle partite casalinghe è lo storico Stadio Comunale “Pier Giovanni Mecchia” che con oltre 4.000 posti è un fiore all'occhiello di tutto il Veneto Orientale. Soprattutto da due anni a questa parte si è ricominciata a respirare l'aria dell'evento sportivo importante legato al mondo del calcio

54

Capitano Stefano Favret e bomber Denis Maccan

che, dalla storica annata in serie B della stagione 2010/2011, non aveva più trovato stimoli e attenzioni degni di nota. Con il ritrovato entusiasmo portato dalla nuova Società si è rivisto più volte il pubblico delle grandi occasioni e l'attenzione dei media e dei portogruaresi è tornata alta. Una cittadina come Portogruaro aveva bisogno di una squadra di calcio che riaccendesse gli animi e tutto questo è diventato realtà grazie alla grande capacità del Presidente Andrea Bertolini e del suo Consiglio Direttivo di coinvolgere persone e imprese nella realizzazione di questo progetto sportivo ambizioso ma concretamente raggiungibile: riportare il Portogruaro Calcio al ruolo che merita conquistando almeno la serie D nazionale.


Il classico festeggiamento sotto la curva B dopo la vittoria

Mister Stefano De Agostini e il presidente Andrea Bertolini

Le ragazze del Portogruaro Calcio Femminile

Il ritrovo precampionato di squadra, dirigenti, staff stadio

Alla base ci sono valori e sentimenti profondi, che nascono dalla storia del calcio nella nostra città. I cuori granata sono vivi e battono tutti in una stessa direzione, quella della strada per la vittoria che deve sempre essere l'obiettivo da raggiungere nel rispetto dell'avversario e della salute, non facendo mai mancare il divertimento né ai giocatori, né al pubblico. Non appena ripartirà il campionato (presumibilmente a febbraio 2021) siamo certi che tornerà il sorriso a tutti gli sportivi

e l'invito che possiamo farvi è quello di passare un simpatico pomeriggio all'aria aperta allo stadio “Mecchia”, venendo a vedere le gesta dei “Leoni Granata” e a tifare Portogruaro Calcio. CENNI STORICI: Il Portogruaro Calcio 1919 è una associazione sportiva dilettantistica del NordEst che vanta una storia centenaria. Le sue squadre hanno sempre ben figurato nei vari campionati regionali e nazionali raggiun-

gendo nel 2010 una storica promozione in Serie B. Dal 2018 la proprietà della Società è nelle mani del Gruppo Chef Bertolini del presidente Andrea Bertolini che ha al suo fianco i vice presidenti Luigino Morassutto e Giorgio Furlanis e il consigliere delegato Franco Moras. Attualmente la prima squadra maschile milita nel campionato di Eccellenza Veneta girone B. Altrettanto importanti sono le partecipazioni a tutti i tornei del settore giovanile e alla serie C nazionale con la squadra Femminile.

55


bcc territorio

A.S.D Rugby Casale Una storia di quasi 70 anni

Valter Meneghetti

Il movimento rugbistico Casalese è forte di una storia di quasi 70 anni, molti dei quali trascorsi nel Campionato Nazionale di Serie A. Nel corso degli anni Casale ha visto giocare con i propri colori campioni del calibro di Whayne Smith, Tony Green, Zinzan Brooke, Stefano Bettarello, Fabio Ongaro e Chester William, primo atleta di colore della naziona-

56

le sudafricana post-apharteid. La nostra Società conta circa 350 atleti tesserati suddivisi nelle diverse categorie, una squadra seniores, iscritta al Campionato Nazionale di Serie A, e una squadra cadetta e una Old Cayman. Circa una trentina fra tecnici ed allenatori seguono con grande dedizione e professionalità tutte le categorie, oltre al

team di persone dedicate all’assistenza medica e riabilitativa ed alla preparazione atletica. I tecnici del settore giovanile, inoltre, sono affiancati da due psicologi e da un nutrizionista per curare la crescita psico-fisica e l’alimentazione dei giovani atleti. Oltre ai dieci componenti il Consiglio Direttivo, vi sono circa un centinaio di soci sostenitori ed altrettante


persone volontarie che supportano la Società in svariate modalità nelle attività e momenti ricreativi. Due sono gli impianti sportivi dove tutte le attività prendono vita, ovvero lo Stadio “Eugenio” di via Belvedere, con circa 1000 posti, e l’impianto sportivo “G.Sartorato” di via Rivalta dotato di quattro campi da gioco ed allenamento, palestra, infermeria e nostra Club house. La forza del nostro Club deriva dal fatto che le persone trovano piacere nel condividere un percorso di crescita individuale e di gruppo, fatto di impegno, sacrifici, ma anche tanta passione. I nostri eventi: L’evento più importante per il movimento rugbistico giovanile casalese è il Torneo del Caimano che si svolge ogni anno a fine settembre e che coinvolge più di 1000 bambini e circa 3000 adulti. La Festa della Meta a conclusione dell’anno scolastico dove i bambini delle scuole coinvolti durante l’anno scolastico concludono la loro attività. Sono in atto, inoltre, collaborazioni con gli Istituti Scolastici di Casale sul Sile e del territorio limitrofo (Roncade e Marcon) per attività di propaganda e diffusione del nostro sport curate da personale formato esclusivamente dalla nostra Società. Progetti in corso: • progetto educativo Under 6 per bambini in età prescolare: psicomotricità, introduzione della lingua inglese, principi di sana alimentazione. • Progetto per quattro borse di studio per gli atleti U16 e U18 che si sono distinti per meriti scolastici e sportivi. • Progetto doposcuola presso impianti sportivi via Rivalta: due ore prima degli allenamenti per lo svolgimento dei compiti scolastici. • Progetto di collaborazione con Università IUSVE di Venezia: per nuove tecniche di allenamento in collaborazione con Psicologia dello Sport. • Progetto Libro, per festeggiare e ricordare i 70 anni di storia della Società. • Progetto conoscenza delle regole del rugby per i genitori degli atleti: per incentivare il rispetto delle regole e il senso civico. • Il progetto territorio, per creare una rete collaborativa con l’Amministrazione Comunale, le Associazioni Comunali, gli Enti e le Aziende territoriali.

57


bcc territorio

Volley Team Club: un mondo di valori per il volley territoriale Ufficio Stampa

Il Volley Team Club è la società madre che unisce intorno allo stesso progetto diverse realtà pallavolistiche del territorio dando loro un obbiettivo comune e le massime sinergie. Al momento fanno parte del Volley Team Club il Volley Team San Donà A.S.D, Volley Team Jesolo A.S.D, Volley Team Bibione Mare A.S.D, Volley Team Portogruaro A.S.D. Lontano da logiche campanilistiche e da confini territoriali, l’obiettivo è quello di favorire la migliore aggregazione di strutture e persone, con la condivisione di valori comuni, di passioni, per una crescita degli individui portando loro un messaggio di SPORT vissuto nel pieno del suo significato. Oggi più che mai le persone si rendono conto di quanto sia importante la pratica di una sana disciplina sportiva per le giovani generazioni. La scuola ne ha bisogno, la società ne nutre le necessità. Le famiglie trovano nello sport un ideale alleato. Il volley Team Club col proprio progetto si è assunto l’onere e l’onore di essere partner della crescita di molti ragazzi, faro dei loro sogni, supporto alle loro difficoltà e stimolo per la loro crescita umana, fisica e tecnica. Così con le famiglie, con le scuole e con le amministrazioni. Così possiamo riassumere in breve il progetto del Volley Team Club, citando una famosa frase del passato: “WE HAVE A DREAM”. E con

58

questa certezza sbirciamo nei nostri ed altrui sogni per crescere nelle palestre, nei campionati provinciali, regionali e nazionali vedendo di superare ogni giorno la rete che abbiamo di fronte per costruire un domani ancora più ricco. Oltre la rete, lo spazio ed il tempo. Serie A3 e Settore Giovanile Il VolleyTeamClub Srl nasce per accogliere il campionato di Serie A3 maschile, voluto dalla Lega Pallavolo per meglio strutturare il movimento pallavolistico italiano. Accanto alla Superlega e alla Serie A2, il campionato nazionale di A3 (nato nel 2019) ha l’obiettivo di proporre un modello di sport sempre più radicato nei territori con l’inserimento di numerosi atleti


talentuosi italiani e comunitari che durante questa stagione sportiva si metteranno in mostra, guidati da una struttura professionistica che li tutelerà nel loro percorso di crescita. Il nostro movimento sportivo con più di 25 anni di storia nella terra veneta, ha voluto cogliere questa opportunità unica e irripetibile. Dopo anni di Serie B, il salto nell’Olimpo della pallavolo è stata una scelta coraggiosa, presa per dare ai nostri giovani un sogno, quello di essere, un domani, dei protagonisti dello sport più praticato d’Italia. La nuova società, accanto alla Serie A3, partecipa al campionato di Serie D regionale, aperto ai ragazzi Under 20 con solo tre inserimenti Under 23. I campionati Under a cui Volley Team Club partecipa sono: Under 19, Under 17, Under 15 /14. Questo sforzo organizzativo non poteva che essere coordinato da una struttura societaria moderna con diverse figure professionali provenienti da varie parti d’Italia. Una sede operativa situata al centro della città di San Donà è il cuore pulsante di tutta l’attività sportiva e manageriale.

Il nuovo campionato di Serie A3 La nuova serie A3 è costituita da due gironi di 12 squadre, il Volleyteamclub Srl è stato inserito nel girone Bianco insieme a Biscottificio Marini Delta Po Porto Viro, Gamma Chimica Brugherio, HRK Motta di Livenza Med Store Macerata, Mosca Bruno Bolzano, Sa.Ma. Portomaggiore, Sol Lucernari Montecchio Maggiore, Tinet Prata di Pordenone, UniTrento, Vigilar Fano, ViViBanca Torino. Il Roster e lo staff tecnico della Serie A per la stagione 2020/2021 Simone Cherin, Schiacciatore; Mattia Bomben, Schiacciatore; Nicolò Bassanello, Libero; Samuel Dietre, Schiacciatore; Attilio Rocco Zonta, Centrale; Eugenio Tassan, Centrale; Lorenzo Busato, Palleggiatore; Pietro Palmisano, Schiacciatore; Matteo Mignano, Palleggiatore; Elia Scita, Schiacciatore; Federico Lorenzon, Centrale; Danilo De Santis, Schiacciatore; Sebastiano Santi, Libero. Primo allenatore Serie A, Rossano Bertocco; Secondo allenatore Serie A, Enrico Febo; Preparatore atletico Serie A, Terry Rosini; Scout, Ilaria Maria Donadi; Fisioterapisti, Moreno Momentè, Stefano Gobbo; Medico

sociale, Anna Zannoner; Team Manager, Federico Mignano. Il nuovo campionato non sembra essere nato sotto una buona stella, visto lo stop anticipato della stagione 2019-2020 causato dalla pandemia da Coronavirus e quella attuale che procede a singhiozzo. I dirigenti del Volley Team Club, tuttavia, in questo anno così caratterizzato dalla situazione Covid, non hanno mai vacillato davanti alla decisione di confermare la partecipazione al campionato, dando continuità al passato e cercando di non perdere il lavoro seminato negli anni mantenendo il più possibile delle basi solide per costruire il futuro. Proprio per questo, dalla difficile situazione si è vista una nuova opportunità, quella di valorizzare i ragazzi del club, basando la nuova stagione sulla crescita tecnica permettendo agli atleti di fare esperienza. Nel roster attuale, tuttavia, non mancano i giocatori d’esperienza, e il coach Rossano Bertocco, possiede certamente l’entusiasmo giusto per far sì che gli obiettivi saranno raggiunti, portando la squadra a migliorare giorno dopo giorno.

59


bcc territorio

credits: foto FIVB il trionfo in Cina al Mondiale per Club a dicembre 2019

Le pantere dell’Imoco volley

Simone Fregonese

Le Pantere dell'Imoco Volley Conegliano hanno dominato l'inizio della stagione 2020/21 continuando il travolgente cammino che era stato interrotto in primavera dalla pandemia. La squadra di coach Daniele Santarelli è infatti a questo punto ancora imbattuta, uno schiacciasassi che ha già messo in bacheca la Supercoppa Italiana giocata in settembre a Vicenza, il 10° trofeo della storia del club gialloblù iniziata solo nel 2012. Oltre alla Supercoppa la squadra gialloblù ha dominato la scena anche in campionato, vincendo finora 11 partite sulle 11 giocate senza perdere nemmeno un punto e lasciando alle avversarie le briciole di 3 set soltanto. Le atlete gialloblù si sono laureate Campionesse d'inverno con largo anticipo, a conferma del grande lavoro di programmazione fatto dal club che da un paio di stagioni sta inanellando successi a raffica, culminati lo scorso anno nella fantastica affermazione in Cina al campionato Mondiale per Club che ha issato a sorpresa la squadra veneta sul tetto del Mondo. In meno di dieci anni di vita l'Imoco Volley ha conquistato 3 scudetti, gli ultimi due consecutivi, 5 Supercoppe Italiane, 2 Coppe Italia e il Mondiale, risultando anche la squadra di volley femminile con il maggior numero di spettatori e tifosi di tutta Europa. La scorsa stagione al momento dello stop per il Covid la squadra era salda al primo posto in Campionato e già qualificata alla semifinale di Champions League, ma non ha potuto coronare una stagione che

60

credits: Gregolin/Imoco la capitana Joanna "Asia" Wolosz

avrebbe potuto diventare leggendaria dopo aver già messo in carniere Supercoppa, Coppa Italia e Mondiale per Club. Anche in questa stagione '20/21, nonostante le difficoltà del panorama sportivo professionistico costretto a fare i conti con l'emergenzacoronavirus che ha significato giocare finora senza pubblico, contrazione fisiologica del mercato delle sponsorizzazioni e grandi difficoltà per tutti i club nell'organizzazione di una stagione sportiva e dir poco anomala, l'Imoco Volley Conegliano si è distinta sia in campo che fuori per aver interpretato con prontezza il momento difficile reagendo bene, mantenendo alto sia il livello di gioco della squadra sia tramite i social network sempre attivissimi e altre iniziative con il pubblico e gli sponsor, il livello di attenzione nei confronti del territorio.


credits: Gregolin/Imoco la squadra 2020/21

credits: RUBIN/LVF Paola Egonu e Miriam Sylla festeggiano la Supercoppa 2020

credits: Gregolin/Imoco le Pantere festeggiano sotto rete

Imoco Volley è una squadra che ha nel suo organico grandi campionesse conosciute in tutto il mondo come le fuoriclasse azzurre Paola Egonu, Monica De Gennaro, Miriam Sylla, Raphaela Folie, Sarah Fahr atlete di punta della Nazionale Italiana che punta al bersaglio grosso alle prossime Olimpiadi, la capitana e palleggiatrice polacca Joanna "Asia" Wolosz probabilmente la migliore interprete del suo ruolo del pianeta, la statunitense Kim Hill che in carriera ha vinto tutti i trofei possibili, la vulcanica super centrale olandese Robin De Kruijf, la nuova francese Lucille Gicquel e tante giovani di prospettiva, insomma un "panel" di

credits: RUBIN/LVF premiazione Supercoppa 2020 a settembre a Vicenza

talenti eccezionali che hanno fatto innamorare il pubblico di tutto il globo, non solo locale. Imoco Volley è infatti un team "glocal", che ha un'importante dimensione internazionale da una parte, che fa però il paio con radici profonde sul territorio, rappresentate dal costante record di pubblico in tutti gli otto anni di esistenza del club, a testimonianza di un vero e proprio "Imoco BOOM" (nell'ultima stagione completa giocata, il 2018/19, sono stati oltre 100.000 gli spettatori complessivi al Palaverde tra campionato e coppe) che ha reso le Pantere simbolo di valori positivi per tanti giovani (oltre 700 le iscritte ai settori giovanili collegati)

e veicolo di promozione ideale per i valori che esprime, tanto che sono oltre 200 gli sponsor e partner che hanno legato con entusiasmo il loro marchio all'Imoco Volley e che continuano, anche in questo periodo difficile, a credere fermamente nel progetto Imoco Volley inaugurato nel 2012 dalle famiglie Maschio, Polo e Garbellotto. Ed ora? Si guarda al 2021 con determinazione, in ballo altri trofei come la Champions League, la Coppa Italia e lo Scudetto, che vedranno in prima linea le Pantere a caccia del successo finale sia nelle competizioni nazionali che sul palcoscenico europeo.

61


bcc sostegno

Nasce “Reintrecci Naturali percorsi di comunità” I Partner di Reintrecci

In questo momento, che facile non è, noi cooperative sociali abbiamo sperimentato quanto questo può essere vero. A maggio di quest’anno ci siamo confrontati sui bisogni delle persone che incontriamo e con cui lavoriamo e abbiamo scelto di metterci in rete per poter sostenere ancor di più le Comunità in cui operiamo.

Durante l’emergenza Covid19 abbiamo sentito l’esigenza di sostenerci a vicenda allo scopo di ripartire e creare delle sinergie virtuose per poter lavorare insieme alla comunità, coinvolgendone tutti gli attori. Un momento di crisi è diventato, per noi, un’opportunità per Reinventarci.

La rete di Reintrecci è costituita da Leonardo Consorzio di Cooperative Sociali, Il Colore del Grano, Il Piccolo Principe, il Ponte, Karpòs e Laboratorio Scuola, cooperative che operano da molti anni sul territorio della provincia di Pordenone occupandosi di minori, anziani, persone con disabilità psico-fisiche e persone con svantaggio attraverso interventi di educazione, assistenza, integrazione sociale e inserimento lavorativo.

Per noi, il prefisso RE di REintrecci è associato a infiniti significati… REintrecci è REte, costituita da RElazioni autentiche, che vuole REagire alle sfide che interpellano la comunità, REinventandosi continuamente. Dal reintreccio delle specificità di ciascuno e dall’incontro con gli altri crediamo si possano generare infiniti naturali percorsi di comunità.

62


Albert Einstein diceva “È nella crisi che sorge l’inventiva, le scoperte e le grandi strategie” Attraverso i nostri progetti intendiamo rimettere al centro le persone con i loro bisogni e aspirazioni, rafforzare la coesione sociale e l’inclusione al fine di diminuire le disuguaglianze. Ci proponiamo di agire in funzione di una maggior sostenibilità ambientale, economica e sociale per noi e per le generazioni future. Siamo certi che grazie al coinvolgimento di tutti si possa sostenere la crescita delle nostre Comunità e per questo stiamo realizzando un primo progetto che riguarda la situazione emergenziale ancora in corso. Il progetto “Reintrecciamo la comunità” si propone infatti di mettere in pratica il senso di vicinanza che stiamo sperimentando durante la pandemia attraverso azioni concrete a favore di bambini e ragazzi, persone con disabilità, lavoratori e famiglie con difficoltà economiche e sociali. Per fare questo abbiamo avviato una campagna di raccolta fondi su tre ambiti:

SICUREZZA - “Socializzare in sicurezza” Ai nostri beneficiari servono dispositivi per la sicurezza e luoghi sanificati. Le donazioni saranno finalizzate all'acquisto di mascherine, termo scanner, gel e prodotti disinfettanti, lavapavimenti, macchine per la sanificazione. TECNOLOGIA - “Essere connessi per non essere esclusi” Per i bambini, i ragazzi e le persone con disabilità è molto importante continuare ad apprendere e avere relazioni. Le donazioni di questo ambito saranno quindi dedicate all’acquisto di pc, tablet, stampanti e digiquaderni. FORMAZIONE - “Liberi di imparare” Per poter gestire il cambiamento c’è la necessità di maggior formazione e di momenti di incontro utili per imparare a gestire il rischio sanitario e ad utilizzare al meglio le tecnologie. Questo ambito prevede diverse attività formative: corsi e laboratori, seminari per le comunità, accompagnamento personalizzato.

Per effettuare le donazioni si può scegliere la modalità online (con carta di credito o paypal) attraverso il sito www.reintrecci.it sezione DONA ORA oppure si può effettuare un bonifico bancario sul seguente conto acceso presso la Bcc Pordenonese e Monsile: Conto Corrente Leonardo Consorzio di Cooperative Sociali Società Cooperativa Sociale Onlus Iban IT85I0835612500000000066424 Causale Donazione per Reintrecci - Leonardo Consorzio di Cooperative Sociali ONLUS (nella causale indicare anche la preferenza per l’ambito: sicurezza, tecnologia o formazione) Ricordiamo che quando si effettuano delle donazioni si possono ottenere benefici fiscali. Le donazioni fanno bene a tutti, a chi le riceve, ma anche a chi dona! Per maggiori informazioni visitate il sito www.reintrecci.it o scrivete a info@reintrecci.it

63


bcc arte

2^ edizione Ars in tempore a Monastier

Roberta Gubitosi

Percorso di arte contemporanea nelle antiche abbazie 24 ottobre – 8 novembre 2020 Organizzazione: 5D Quinta Dimensione - Oltre l’Immagine Associazione Culturale Promozione Eventi Arti Visive Curatori: Roberta Gubitosi Tiziano Marchioni Curatore artistico: Roberta Gubitosi Il progetto culturale Ars in Tempore nasce nel 2019 con la volontà di promuovere il dialogo tra antico e presente, suggerendo possibili relazioni tra gli edifici medievali delle abbazie e le odierne creazioni di arte contemporanea. Il percorso coinvolge abbazie e sedi storiche già inserite nei circuiti turistici nel territorio compreso tra Veneto, Friuli Venezia Giulia e Umbria: abbazia di Santa Maria di Pero – Ninni Riva di Monastier (TV), abbazia di Santa Maria in Sylvis di Sesto al Reghena (PN), abbazia di Sant’Eustachio di Nervesa dalla Battaglia (TV), abbazia di Santa Maria di Follina (TV) e Polo Museale di Gubbio (PG). Dopo la prima esposizione presso l'abbazia di Santa Maria di Pero –

64

Ninni Riva di Monastier nel novembre 2019, il percorso ha subito una brusca interruzione a causa dell'emergenza Covid19, con la conseguente riorganizzazione di tutto il programma espositivo. Dall’agosto 2020 il progetto è ripartito con le mostre presso il Polo Museale di Gubbio e presso l’abbazia di Santa Maria in Sylvis a Sesto al Reghena. Considerando il successo riscontrato dalla prima esposizione presso l’abbazia di Santa Maria di Pero – Ninni Riva, è stato possibile organizzare la Seconda edizione a Monastier, con la volontà di dare continuità all’evento e di consolidare un appuntamento dedicato all’arte e alla cultura. Significativo è stato l’impegno nel creare una rete di relazioni nel


territorio grazie alla collaborazione della Proprietà, Conte Guiberto Ninni Riva, delle Amministrazioni Comunali del territorio e di altri Enti pubblici e privati. L’appuntamento presso l’abbazia di Monastier, quindi è un evento specifico e contestualizzato, seppure inserito nella continuità del progetto Ars in tempore. Le esposizioni di Ars in tempore costituiscono un'inedita opportunità per riscoprire le peculiarità di aree antiche di straordinario interesse storico, per apprezzare gli esiti più attuali dell'arte contemporanea e per ampliare l’offerta culturale e turistica del territorio.

L’Abbazia come polo culturale del territorio tra antico e contemporaneo La Seconda edizione di Ars in tempore a Monastier è stata progettata considerando ulteriormente le specificità del luogo e i diversi spazi dell’abbazia, quali la sala consiliare, il porticato, le cantine e il chiostro. La prestigiosa sede con i suoi antichi ambienti diviene spazio espositivo, accogliendo gli esiti più recenti dell’arte contemporanea. L’evento coinvolge trenta nuovi artisti provenienti da varie regioni tra cui il Veneto, il Friuli, la Lombardia, il Trentino, il Piemonte e l’Umbria, confermando il suo carattere nazionale. Le loro opere testimoniano la pluralità degli indirizzi di ricerca che abbracciano diversi generi tra pittura, scultura, plastica, grafica, fotografia per giungere all’arte digitale e alle installazioni. Fondamentale è il coinvolgimento del Comune di Monastier e delle amministrazioni limitrofe di San Biagio di Callalta e di Zenson di Piave, che hanno contribuito a conferire maggiore risonanza all’evento e a valorizzare l’abbazia quale polo culturale di un ampio territorio.

Storicamente infatti l’opera dei benedettini di Santa Maria di Pero portò allo sviluppo economico e culturale dei territori circostanti grazie ai cospicui possedimenti fondiari nel trevigiano e a una fiorente industria interna. Certamente gli eventi storici hanno portato a numerosi cambiamenti nell’organizzazione e nella gestione, fino a giungere ai nostri giorni, in cui le tracce del glorioso passato trapelano dal complesso architettonico. La Seconda edizione di Ars in tempore permette di riscoprire tale tessuto culturale e ambientale e di porre le basi per una fruizione più ampia e diffusa dell’arte contemporanea. In tale contesto, l’abbazia di Santa Maria di Pero diviene punto d’incontro tra le radici del territorio e le più recenti espressioni artistiche, mentre la cooperazione e la condivisione di intenti divengono i presupposti per riuscire ad aprire le porte dell'arte verso la comunità, valorizzando la sua funzione etica e sociale. L'opera d'arte non è un prodotto fruibile da una cerchia ristretta di “pochi eletti”, è un atto creativo che richiede la partecipazione emotiva di un pubblico sempre più ampio.

65


Amaro Valle di Cadore

Resiutta

Vodo Cadore

he 2

Forni di Sotto

Zoppè di Cadore

Socchieve

Verzegnis

Preone

Resia

Cavazzo Carnico

Cibiana di Cadore

Venzone Perarolo di Cadore

Val di Zoldo

Bordano

Ospitale di Cadore

Tramonti di Sopra

Cimolais

Ospitale di Cadore

Trasaghis

ordo

Claut

Claut

Agordo 32021

La Valle Agordina

Clauzetto

Clauzetto

Erto e Casso

Longarone

Vito d'Asio

Agordino te Agordino 2020 Andreis

Andreis

Soverzene

Cavasso Nuovo

Sedico

Barcis

Chies d'Alpago

Sospirolo

Vajont

Sequals

Vajont

San Daniele del Friuli

Flaibano

Aviano

Budoia

Budoia

Revine Lago

Follina Tarzo

Fontanafredda

Cappella Maggiore

Pieve di Soligo

Orsago

Colle Umberto

Godega di Sant'Urbano

Godega di Sant'Urbano Codognè

Vidor

Farra di Soligo

Conegliano Santa Lucia di Piave

Susegana

Vidor

Sernaglia della Battaglia

Moriago della Battaglia

Crocetta del Montello

Gaiarine

San Vendemiano Codognè

Vazzola Fontanelle

Cimadolmo Mareno di Piave Giavera del Montello Volpago del Montello

Crocetta del Montello

Arcade

Portogruaro

Pravisdomini

Monticano

Oderzo

Ormelle

Spresiano

Nervesa della Battaglia

Mansuè Gorgo al

Motta di Livenza

Torviscosa

Fossalta di Portogruaro Gruaro

Cinto Caomaggiore

Precenicco

Maserada sul Piave

Povegliano

Pramaggiore

Villorba

Chiarano

Salgareda Paese

Vedelago

Istrana

Morgano

Vedelago

Monastier di Treviso

Quinto di Treviso

Casier

Fossalta di Piave

San Biagio di Callalta

Noventa di Piave

Roncade

Eraclea

Caorle

San Donà di Piave

Roncade Quarto d'Altino

Marcon

Noale

Meolo

Casale sul Sile

Zero Branco Martellago

Salzano

Caorle

Fossalta di Piave

Casier Mogliano Veneto

Musile di Piave

Preganziol

Eraclea

Jesolo

Trebaseleghe Scorzè

Santa Maria di Sala

Mogliano Veneto

Spinea

mpiero

Marcon

Mirano

Noale

ssanzago

Quarto d'Altino Cavallino-Treporti

Salzano

Pianiga

Martellago

Venezia

Santa Maria di Sala Fiesso d'Artico

na

Dolo

Spinea

Mirano

Stra

Mira

Cavallino-Treporti

Venezia

Vigonovo

Pianiga

a

Fossò

Camponogara

Campagna Lupia

Fiesso d'Artico o di Piove di Sacco Campolongo Maggiore

Dolo

Mira

Stra

Vigonovo

rugine

Piove di Sacco

Fossò

Camponogara

Arzergrande

Campagna Lupia

Codevigo

Piove di Sacco Campolongo Maggiore Pontelongo

ana

Chioggia 30015

Correzzola

Piove di Sacco Chioggia Cona

Arzergrande

Codevigo

Pontelongo

Pettorazza Grimani

Cavarzere

Correzzola

Chioggia 30015

Rosolina

San Michele al Tagliamento

Musile di Piave

Silea Quinto di Treviso Morgano Scorzè

Caorle

Caorle

Torre di Mosto

Meolo

Monastier di Treviso

Trebaseleghe

San Stino di Livenza Ceggia

Zenson di Piave

Casale sul Sile

Treviso Preganziol

Zero Branco

Dese

Torre di Mosto

Salgareda San Donà di Piave

Carbonera

Lignano Sabbiadoro

Concordia Sagittaria

Noventa di Piave

Silea

Istrana

Massanzago

Zenson di Piave

Ceggia

Cessalto

Treviso

Paese

Chiarano

Ponte di Piave

Breda di Piave

Ponzano Veneto

Marano Lagunare

San Stino di Livenza San Michele al Tagliamento

San Biagio di Callalta

Carbonera

Villorba

Trevignano

Palazzolo dello Stella

Latisana

Cessalto

Maserada sul Piave

Povegliano

Carlino Precenicco Marano Lagunare

Concordia Sagittaria

Annone Veneto

Motta di Livenza

Breda di Piave

Ponzano Veneto

Montebelluna

Oderzo

Ponte di Piave

Ormelle

Spresiano

Muzzana del Turgnano Terzo d'Aquileia

Latisana

Fossalta di Portogruaro

Portogruaro

Gorgo al Monticano

Cimadolmo

Arcade

Ronchis

Annone Veneto

Meduna di Livenza

San Polo di Piave

Giavera del Montello

San

Carlino

Palazzolo dello Stella

Teglio Veneto

Montebelluna

Trevignano Volpago del Montello

Pocenia

Cordovado

Pramaggiore

Santa Lucia di Piave

Cervignano d

Rivignano Teor San Giorgio di Nogaro Muzzana del Turgnano

Teglio Veneto

Chions

Pasiano di Pordenone

Meduna di Livenza

Castions

Pocenia

Morsano Ronchis al Tagliamento

Sesto al Reghena

Gruaro

Cinto Caomaggiore

Pravisdomini

Portobuffolè

San Polo di Piave

Marco

Mansuè

Fontanelle

Mareno di Piave

Susegana

Varmo Cordovado

Prata di Pordenone

Vazzola

Nervesa della Battaglia

Sesto al Reghena

Azzano Decimo

Jesolo

Aiello

Porpetto

Rivignano Teor

Morsano al Tagliamento

Chions

Pasiano di Pordenone

Portobuffolè

Visco Bagnaria Arsa

Talmassons

Brugnera

Sernaglia Pieve di Soligo della Battaglia

Moriago della Battaglia

Camino al Tagliamento

San Vito al Tagliamento

Prata di Pordenone

Palmanova

Varmo

Azzano Decimo

Gaiarine

San Vendemiano San Fior

Mortegliano

Castions di Strada Bertiolo Gonars

Fiume Veneto

Orsago Conegliano

San Pietro di Feletto

Talmassons

San Vito al Tagliamento

Brugnera

Refrontolo

Farra di Soligo

Bicinicco

Casarsa della Delizia

Sacile

San Fior

San Pietro di Feletto

Miane

Porcia

Trivignano Udine Santa Maria la Longa

Bertiolo

Codroipo Camino al Tagliamento

Cordignano

Refrontolo

Mortegliano

Lestizza

Fiume Veneto Pordenone

Vittorio Veneto

Tarzo

Ma

Pozzuolo

Codroipo

Zoppola Casarsa della Delizia

Sacile

Colle Umberto

Follina

Pordenone

Porcia

Pavia di Udine

Pozzuolo del Friuli

Valvasone Arzene

Zoppola

Cordenons

Cordignano

Cison di Valmarino

adene

Roveredo in Piano

Fontanafredda

Sarmede

Vittorio Veneto

Sedegliano

Lestizza

Caneva

Cappella Maggiore

Buttrio

Campoformido Basiliano

Cordenons

Sarmede

Revine Lago

Cison di Valmarino

Basiliano

San Martino al Tagliamento

Valvasone Arzene

Caneva

Borgo Valbelluna

Mereto di Tomba

San Quirino Roveredo in Piano

Fregona

Borgo Valbelluna

Pradamano

Pasian di Prato

Sedegliano

San Martino al Tagliamento

Polcenigo

Pasian di Prato

Campoformido

San Quirino

Fregona

Remanzacco

Martignacco

Udine

Mereto di Tomba Flaibano

San Giorgio della Richinvelda

Polcenigo

Giustina

Coseano

San Giorgio della Richinvelda

Limana

Mo

San Vito di Fagagna

Coseano

Vivaro

Limana

Pagnacco

Fagagna

Martignacco

San Vito di Fagagna

Vivaro Aviano

Tambre

Moruzzo Tavagnacco

Dignano

Tambre

Tricesimo

Pagnacco

Rive d'Arcano Spilimbergo Dignano

nelle Alpi

Moruzzo

Fagagna

Rive d'Arcano

Alpago

Faed

Povoletto

Reana del Rojale

San Daniele del Friuli

Maniago

Alpago

Cassacco

Colloredo di Monte Albano

Tricesimo

Spilimbergo

orio nelle Alpi

Treppo Grande Cassacco

Colloredo di Monte Albano

Maniago

Belluno

Belluno

Majano

Ragogna

Arba

Montereale Valcellina

Treppo Grande

Pinzano al Tagliamento

Arba Montereale Valcellina

Nimis

Attimis

Ragogna

Sequals

Chies d'Alpago Sospirolo

Magnano in Riviera

Buja

Buja

Majano

Pinzano al Tagliamento

Fanna

Ponte nelle Alpi

nta Giustina

Tarcento

Castelnovo del Friuli

Travesio

Cavasso Nuovo

Fanna

Barcis

Ponte nelle Alpi

Castelnovo del Friuli

Travesio

Soverzene

Forgaria nel Friuli

Forgaria nel Friuli

Meduno

Meduno

Frisanco

Taipana

Artegna

Artegna

Magnano in Riviera

Frisanco

Miane

Osoppo

Osoppo

Longarone

Sedico

Montenars

Montenars

Erto e Casso

La Valle Agordina

Lusevera

Vito d'Asio

Tramonti di Sotto

Tramonti di Sotto

Gemona del Friuli

Trasaghis Gemona del Friuli

Tramonti di Sopra

Cimolais

Lignano Sabbiadoro


FILIALE

COMUNE

INDIRIZZO - TELEFONO - EMAIL

Aviano Azzano Decimo Corva di Azzano X Sportello Virtuale Tiezzo di Azzano Decimo Brugnera San Giovanni di Casarsa Villotta di Chions Cordenons Fiume Veneto Vignovo di Fontanafredda Cecchini di Pasiano Pasiano di Pordenone Sportello Virtuale Porcia Pordenone Gorizia Pordenone Ag. 1 Torre Pordenone Ag. 2 Borgomeduna Pordenone Ag. 3 Prata di Pordenone Pravisdomini Roveredo in Piano Sacile San Quirino San Vito al Tagliamento Codroipo Breda di Piave Carbonera Casale sul Sile Casier Dosson di Casier Chiarano Mansuè Meduna di Livenza Mogliano Veneto Monastier di Treviso Motta di Livenza Oderzo Ormelle Ponte di Piave Roncade Olmi di San Biagio di Callalta San Biagio di Callalta Lanzago di Silea Treviso Annone Veneto Caorle Concordia Sagittaria Eraclea Fossalta di Piave Jesolo Lido Meolo Mestre Musile di Piave Portogruaro Pramaggiore Mussetta di San Donà di Piave San Donà di Piave San Donà di Piave San Stino di Livenza

AVIANO AZZANO DECIMO AZZANO DECIMO AZZANO DECIMO BRUGNERA CASARSA DELLA DELIZIA CHIONS CORDENONS FIUME VENETO FONTANAFREDDA PASIANO DI PORDENONE PASIANO DI PORDENONE PORCIA PORDENONE PORDENONE PORDENONE PORDENONE PRATA DI PORDENONE PRAVISDOMINI ROVEREDO IN PIANO SACILE SAN QUIRINO SAN VITO AL TAGLIAMENTO CODROIPO BREDA DI PIAVE CARBONERA CASALE SUL SILE Trieste CASIER CASIER CHIARANO MANSUE' MEDUNA DI LIVENZA MOGLIANO VENETO MONASTIER DI TREVISO MOTTA DI LIVENZA ODERZO ORMELLE PONTE DI PIAVE RONCADE SAN BIAGIO DI CALLALTA SAN BIAGIO DI CALLALTA SILEA TREVISO ANNONE VENETO CAORLE CONCORDIA SAGITTARIA ERACLEA FOSSALTA DI PIAVE JESOLO MEOLO MESTRE VENEZIA MUSILE DI PIAVE PORTOGRUARO PRAMAGGIORE SAN DONA' DI PIAVE SAN DONA' DI PIAVE SAN DONA' DI PIAVE SAN STINO DI LIVENZA

Via Giuseppe Mazzini, 2 Via Trento, 1 Via Centrale, 11 Via IV Novembre, 31 Via Ungaresca, 11 Piazza Vittoria, 15 Via Vittorio Veneto, 4 Piazza della Vittoria, 83/A Viale della Repubblica, 32 Via Giacomo Puccini, 10 Borgo San Nicolò, 8 Via Roma, 97 Via Antonio Forniz, 3 Via Beato Odorico, 27 Via Piave, 1 Via San Giuliano, 1 Via Giuseppe Mazzini, 47/D Via Cesare Battisti, 28 Via Roma, 12 Corte dei Roveri, 4 Viale Pietro Zancanaro, 16 Piazza Roma, 3 Via Pomponio Amalteo, 26 Via IV Novembre Via Trento e Trieste, 10/12 Via Vittorio Veneto, 43 Via dei Bersaglieri, 27 Piazza San Pio X, 26/A Piazza Leonardo Da Vinci, 15 Via Don Giovanni Zanardo, 2 Piazza S.iziano, 11 Via Garibaldi, 8 Via Casoni, 2 Via Roma, 21/A Via Sante Nardini, 22 Via Giuseppe Garibaldi, 19 Via Stadio, 2 Piazza Marco Polo, 22 Via Roma, 91/A Via Postumia Ovest, 138 Via Postumia Centro, 150 Via Veneto, 8/9 Borgo Giuseppe Mazzini, 38 Piazza Vittorio Veneto, 1 Via Riva dei Bragozzi, 1 Via I Maggio, 92 Via Piave, 12 Via XXIII Giugno, 2 Via Aquileia, 78 - Lido Via San Pio X, 16/D Via Mestrina, 36/A Piazza Libertà, 13 Corso Martiri della Libertà, 109 Via Roma, 27 Via Noventa, 98 Via Monsignor Luigi Saretta, 5 Piazza Attilio Rizzo, 9 Piazza Aldo Moro, 18

Savogna

Pulfero

Drenchia

Grimacco

dis

Stregna

San Pietro al Natisone Torreano

San Leonardo

oimacco

Prepotto Cividale del Friuli

Premariacco

Dolegna del Collio

Corno di Rosazzo

anzano

San Floriano del Collio

San Giovanni al Natisone

Cormons

Capriva del Friuli

ese

Mossa

San Lorenzo Isontino

Moraro

Chiopris-Viscone Medea

Mariano del Friuli

San Vito al Torre Romans d'Isonzo

o

Farra d'Isonzo

Savogna d'Isonzo

Gradisca d'Isonzo

Sagrado

o del Friuli

Campolongo Tapogliano Villesse

Fogliano Redipuglia

Doberdò del Lago

San Pier d'Isonzo

Ronchi dei Legionari

Ruda Turriaco

del Friuli

Monfalcone

Fiumicello Villa Vicentina

Staranzano

Duino

San Canzian d'Isonzo

Sgonico

Aquileia

Grado

Monrupino

San Dorligo della Valle

Muggia

0434660038

filialeaviano@bccpm.it

0434636201

filialeazzano@bccpm.it

0434646650

filialetiezzo@bccpm.it

0434646200

filialetiezzo@bccpm.it

0434613625

flialebrugnera@bccpm.it

0434870771

filialesangiovanni@bccpm.it

0434630639

filialevillotta@bccpm.it

0434457878

filialecordenons@bccpm.it

0434957185

filialefiume@bccpm.it

0434565861

filialevigonovo@bccpm.it

0434646650

filialececchini@bccpm.it

0434646650

filialececchini@bccpm.it

0434590039

filialeporcia@bccpm.it

0434209010

filialepordenone@bccpm.it

0434536205

filialetorre@bccpm.it

0434521633

filialeborgomeduna@bccpm.it

0434247647

filialepordenoneag3@bccpm.it

0434611261

filialeprata@bccpm.it

0434644235

filialepravisdomini@bccpm.it

0434949800

filialesanquirino@bccpm.it

0434782410

filialesacile@bccpm.it

0434918962

filialesanquirino@bccpm.it

043480599

filialesanvito@bccpm.it

0432904911

filialecodroipo@bccpm.it

0422606005

filialebreda@bccpm.it

0422445210

filialecarbonera@bccpm.it

0422821420

filialecasale@bccpm.it

0422821420

filialecasier@bccpm.it

0422383903

filialedosson@bccpm.it

0422203551

filialechiarano@bccpm.it

0422711041

filialemansue@bccpm.it

0422767747

filialemeduna@bccpm.it

0415931273

filialemogliano@bccpm.it

0422799680

filialemonastier@bccpm.it

0422860475

filialemotta@bccpm.it

0422710108

filialeoderzo@bccpm.it

0422805538

filialeormelle@bccpm.it

0422857452

filialepontedipiave@bccpm.it

0422841066

filialeroncade@bccpm.it

0422892224

filialeolmi@bccpm.it

0422897976

filialesanbiagio@bccpm.it

0422361625

filialelamzago@bccpm.it

0422590064

filialetreviso@bccpm.it

0422769763

filialeannoneveneto@bccpm.it

042183601

filialecaorle@bccpm.it

0421276290

filialeconcordia@bccpm.it

0421232880

filialeeraclea@bccpm.it

0421679906

filialefossalta@bccpm.it

042193617

filialejesolo@bccpm.it

0421618755

filialemeolo@bccpm.it

041988274

filialemestre@bccpm.it

0421332134

filialemusile@bccpm.it

0421761102

filialeportogruaro@bccpm.it

0421200334

filialepramaggiore@bccpm.it

0421330504

filialemussetta@bccpm.it

0421221881

filialesandona@bccpm.it

0421333287

filialesandona2@bccpm.it

0421311434

filialesanstino@bccpm.it


68

Profile for BCC Pordenonese e Monsile

Il Caffè del Nordest - Dicembre 2020  

Il Caffè del Nordest Dicembre 2020 BCC Pordenonese e Monsile

Il Caffè del Nordest - Dicembre 2020  

Il Caffè del Nordest Dicembre 2020 BCC Pordenonese e Monsile

Advertisement