__MAIN_TEXT__

Page 1

Organo mensile dell’Associazione Italiana Calciatori

speciale dicembre 2019

Gran GalĂ del Calcio AIC 2019


inserto Si è tenuta lunedi 2 dicembre a Milano la 9ª edizione del “Gran Galà del Calcio AIC”, serata che assegna i riconoscimenti dell’Associazione Italiana Calciatori relativi alla passata stagione calcistica. Sul palco la top 11 maschile e, per il primo anno, anche quella femminile.

GRAN GALÀ DEL CALCIO AIC 2019 di Nicola Bosio foto di Maurizio Borsari

Cristiano Ronaldo e Manuela Giugliano i più votati in assoluto. Quindi Rocchi (arbitro), Tonali (giovane di Serie B), Gasperini (allenatore) e Atalanta (squadra). I premi per il goal dell’anno a Quagliarella e Thaisa Moreno. Premio alla carriera a Gennaro Gattuso. Ha presentato Diletta Leotta. Sul palco anche Mahmood e cena stellata di Davide Oldani. II_


inserto

Un’autentica parata di stelle, e non solo quelle che sfilano sul palco per il meritato applauso, ma anche in sala, dove la cena stellata dello chef Davide Oldani intrattiene oltre 600 invitati. C’è tutto il mondo del calcio al Megawatt di Milano, calciatrici, calciatori, dirigenti, personalità di ogni ordine e grado, della politica, del cinema, dello spettacolo in generale. Una festa che diventa, di anno in anno, sempre più importante, ormai imperdibile, perché il “Gran Galà del Calcio AIC” è una serata di premiazioni ed emozioni, di shobiz e buona cucina, serata dove il calcio celebra il calcio nella festa più prestigiosa dell’anno. E sul “red carpet” è una lunga “processione” di vip ed autorità che elencarli tutti sarebbe una vera impresa. Edizione numero 9 con qualche novità e molte conferme: Associazione Italiana Calciatori e Dema4 (agenzia di comunicazione di Manuela Ronchi e Demetrio Albertini), anche quest’anno confezionano una grande serata, con la splendida Diletta Leotta alla conduzione e la musica dell’astro nascente Mahmood ad impreziosirla.

_III


inserto

Novità, dicevamo, e la prima è certamente quella relativa al calcio femminile, non più rappresentato, stavolta, soltanto dalla miglior calciatrice dell’anno, ma dall’11 ideale ruolo per ruolo, così come avviene per i colleghi maschi. Un omaggio, doveroso, ad un settore sempre più in crescita, un riconoscimento, più che doveroso, a 11 ragazze che hanno entusiasmato, e non poco, i tifosi azzurri quest’estate al Mondiale in Francia. Perché, in pratica, a salire sul palco come le più votate della stagione, sono proprio 11 azzurre, una sfilata tutta italiana capitanata da Sara Gama e premiata dal “trio AIC” Serra-Palombi-Zambrotta. In rigoroso ordine di formazione: Laura Giuliani in porta, difesa a quattro con, da destra a sinistra, Alia Guagni, Sara Gama, Cecilia Salvai ed Elisa Bartoli; centrocampo a tre formato da Aurora Galli, Manuela Giugliano e Valentina Cernoia; tridente d’attacco con Valentina Giacinti, Ilaria Mauro e Barbara Bonansea. Tranne la Salvai, assente per infortunio, tutte grandi artefici

IV_

di quella straordinaria avventura mondiale che ha fatto conoscere un po’ di più al nostro Paese il calcio al femminile. E, a proposito di sorprese (ma nemmeno troppo), la più votata dell’anno è una emozionatissima Manuela Giugliano, centrocampista ex Milan oggi alla Roma, “davvero felice ed orgogliosa di questo premio. A chi mi ispiro? A Pjanić”. C’è anche Miralem Pjanić in sala, ma prima della formazione ideale maschile, arrivano quattro premi speciali: quello al giovane di Serie B se lo aggiudica, anche quest’anno, Sandro Tonali; quello di miglior arbitro, anche quest’anno, Gianluca Rocchi; le novità, in questo caso, sono Giampiero Gasperini (che soffia ad Allegri la statuetta dell’allenatore più votato) premiato dal C.T. Nazionale Roberto Mancini, e l’Atalanta (ritira il presidente Percassi premiato dal D.G. AIC Gianni Grazioli) che supera la Juventus (interrompendone un’egemonia di ben 7 stagioni) nel gradimento come squadra dell’anno.


inserto

_V


inserto

VI_


inserto

_VII


inserto

VIII_


inserto

Ed eccola la top 11 del campionato scorso: come da tradizione si parte dal portiere, naturalmente, e il siparietto Diletta Leotta/Samir Handanovič resterà nella storia di questa edizione: prima volta del numero uno interista sul palco secondo la conduttrice (complice un testo errato degli autori), in realtà già la terza per un risentito estremo difensore sloveno. Come si dice in questi casi, il bello della diretta… Difesa a 4 con qualche variante rispetto allo scorso anno: confermatissimi João Cancelo a destra (dell’ex Juve va in onda un filmato con la consegna della statuetta da parte di Tommasi qualche giorno prima a Manchester), quindi Giorgio Chiellini e Kalidou Koulibaly al centro. A sinistra quest’anno c’è Aleksándar Kolárov protagonista di una grande annata con la maglia della Roma. A chiudere il blocco “difesa” la battuta di un sempre divertente Koulibaly: “Sono felice di ricevere questo premio, mia moglie lo sarà un po’ meno perché non abbiamo più posto dove metterli, credo che me li nasconderà”.

Centrocampo a 3 da sfregarsi le mani: il già citato Miralem Pjanić (alla sua terza statuetta) in mezzo a dettare i tempi, Nicolò Barella (premiato per la straordinaria stagione al Cagliari) a recuperare palla e ad inserirsi in attacco, Josip Iličić pronto all’uno contro uno e a servire assist o a cercare il gol. Foto di rito con il Vicepresidente AIC Calcagno e stacco musicale con Mahmood che si esibisce con due dei più celebri suoi successi, Barrio e Remo. Piccolo passo indietro: come lo scorso anno, assegnati dal voto online dei tifosi, anche i premi per i “Goal dell’anno 2018/2019”, sia versione femminile a Thaisa Moreno (per la rete nella partita contro la Juventus del 4 novembre 2018), sia versione maschile a Fabio Quagliarella (per la rete nella partita contro il Napoli del 2 settembre 2018). Per il blucerchiato, impegnato nel posticipo a Cagliari, a ritirare il premio ci va il presidente Ferrero (e storico rimarrà il suo inchino alla Leotta).

_IX


inserto

X_


inserto

Ci sarebbe anche un premio alla carriera da assegnare a Gennaro Gattuso che non riesce però ad essere presente sul palco milanese (imminente la firma col Napoli al posto di Ancelotti). Ma torniamo a Fabio Quagliarella: è anche nel favoloso trio d’attacco (anche in questo caso va in onda un filmato della premiazione fatta dal Direttore Generale Grazioli a Bogliasco) che va a completare l’undici ideale dell’anno che, ricordiamo, è stato votato da una giuria d’eccezione formata da allenatori, arbitri, giornalisti, C.T. ed ex C.T. della Nazionale, ma soprattutto, dai calciatori della Serie A che, meglio di chiunque altro, possono giudicare compagni o avversari con i quali si sono affrontati direttamente sul campo. Gli altri due compagni di reparto, prima volta assoluta per entrambi, sono il gigante atalantino Duván Zapata e un signore che, all’invito alla serata del Pallone d’Oro in contemporanea a Parigi, ha preferito il Gran Galà Calcio AIC a Milano: rullo di tamburi, squilli di tromba e Cristiano Ronaldo

compare come per incanto a mettere l’ultimo tassello di una formazione da sogno. Il gioiello bianconero è la ciliegina sulla torta di una serata magica, la stella fra le stelle di un premio che, mai come in questa edizione, ha “certificato” la sua importanza testimoniandone l’indiscusso prestigio. Manca, per la verità l’ultimo premio, quello per il calciatore più votato in assoluto, premio che il Presidente Tommasi non può che consegnare al portoghese, protagonista di una stagione fantastica con la maglia della Juve. “Per me è un orgoglio essere il miglior giocatore della Serie A” – il commento a caldo in un buon italiano – “Grazie a tutti i miei compagni di squadra e ai colleghi che mi hanno votato. Il campionato italiano è molto difficile ma voglio continuare a far bene”. Tutti sul palco per la foto finale: Manuela Giugliano e Cristiano Ronaldo abbracciati è l’immagine che chiude la serata e che aprirà, come nel caso del nostro giornale, le copertine di domani…

_XI


inserto

XII_


inserto

_XIII


inserto

XIV_


inserto

Albo d’oro

2011

Portiere Handanovic Difensore

Maggio

2012

2013

2014

2015

2016

2017

2018

2019

Buffon

Handanovic

Buffon

Buffon

Buffon

Buffon

Alisson

Handanovic

Maggio

Maggio

Darmian

Darmian

Koulibaly

Koulibaly

Koulibaly

Koulibaly

Benatia

Bonucci

Bonucci

Bonucci

Cancelo

Cancelo

Dani Alves

Chiellini

Chiellini

Difensore Thiago Silva Thiago Silva De Sciglio Difensore

Ranocchia Nesta

Barzagli

Barzagli

Barzagli

Rugani

Barzagli

Difensore

Armero

Balzaretti

Chiellini

Asamoah

Chiellini

Chiellini

Centrocampista

Hamsik

Pirlo

Pirlo

Pirlo

Pirlo

Hamsik

Centrocampista

Marchisio Thiago Motta

Marchisio

Vidal

Vidal

Centrocampista

Boateng

Nocerino

Borja Valero

Pogba

Pogba

Pogba

Attaccante

Di Natale

Di Natale

Di Natale

Tevez

Tevez

Balotelli

Higuain

Attaccante

Ibrahimovic Ibrahimovic

Alex Sandro Alex Sandro Hamsik

Kolarov

Nainggolan

Barella

MilinkovićSavić

Iličić

Pjanić

Pjanić

Pjanić

Pjanić

Mertens

Immobile

Quagliarella

Icardi

Higuain

Higuain

Icardi

Zapata

Nainggolan Nainggolan Nainggolan

Attaccante

Cavani

Cavani

Cavani

Immobile

Toni

Dybala

Dybala

Dybala

Ronaldo

Allenatore

Allegri

Conte

Conte

Conte

Allegri

Allegri

Sarri

Allegri

Gasperini

Arbitro

Rizzoli

Rizzoli

Rizzoli

Rizzoli

Rizzoli

Rizzoli

Rizzoli

Rocchi

Rocchi

Udinese

Juventus

Juventus

Juventus

Juventus

Juventus

Juventus

Juventus

Atalanta

Insigne Verratti Immobile

Berardi

Rugani

Masina

Morosini

Cragno

Tonali

Tonali

Bonansea

Guagni

Guagni

Giugliano

Bonucci

Buffon

Icardi

Ronaldo

Squadra

Giovane B El Shaarawy Calciatrice Assoluto

--Ibrahimovic

Gabbiadini Gabbiadini Gabbiadini Gabbiadini Pirlo

Pirlo

Pirlo

Tevez

_XV


inserto

XVI_


inserto

_XVII


Profile for Associazione Italiana Calciatori

Il Calciatore Dicembre 2019 (Speciale inserto Gran Galà del Calcio AIC 2019)  

Il Calciatore Dicembre 2019 (Speciale inserto Gran Galà del Calcio AIC 2019)  

Advertisement