Issuu on Google+

TIRO DINAMICO TIRO DINAMICO

TA N F O G L I O P 2 1 L - I . D . P. A .

Il “ferro da tiro“

L

a Tanfoglio P 21 L è stata presentata per la catalogazione e pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 19 dicembre 1995 con il numero di catalogo 9338, diventando una delle pistole sportive più utilizzate nelle varie discipline del tiro agonistico. Il fermento sportivo era grande, la Aitds (Associazione italiana tiro dinamico sportivo) si stava preparando all'evoluzione e alla trasformazione in Fitds (Federazione italiana tiro dinamico sportivo), fino ad arrivare ai giorni nostri, in cui siamo la terza nazione al mondo in termini di risultati e abbiamo ottenuto il riconoscimento del Coni, pur non essendo ancora uno sport olimpico. Ho fatto que-

Se i vostri risultati non vi soddisfano perché hanno preso una brutta piega, provate il "ferro da tiro P 21 L" e tutto tornerà a posto, con risultati ordinati e… con la piega giusta testo e foto di Gianfranco Peletti

sta premessa sportiva per introdurre la prova dell'arma in oggetto, che è stata una pietra miliare nella crescita dello sport del tiro dinamico e che è cresciuta di livello insieme allo stesso, in quanto è una delle armi più diffuse sui campi di tiro a livello internazionale. Quest'arma, buona da subito, si è evoluta in base alle esperienze e alle richieste di tiratori attraverso milioni e milioni di colpi sparati (chi scrive ha fatto parte per alcuni anni del team di sviluppo), fino ad arrivare a questa versione parti-

colare dedicata alla disciplina dell'Idpa (International defensive pistol action). Nata per l’Ipda Il tiro Idpa nasce negli Stati Uniti nel 1996, come organo esecutivo di un tipo di tiro sportivo che simula scenari di difesa e scontri reali, e in breve tempo si diffuse in tutto il mondo, tanto che oggi conta più di 12.000 soci e centinaia di Club affiliati. La filosofia di questa disciplina sportiva si avvicina molto a quella del tiro operativo di polizia, sfruttando

L'arma dell'autore del 1996 e quella attuale nella versione Idpa

222-225Tanfoglio4.Fidts.indd 222

31/08/10 15:47


TEST

molto il tiro in copertura (ripari), portando l'arma in modo occulto, con cambi di caricatore di tipo tattico e emergenza, le modalità d'ingaggio dei bersagli multipli eccetera, dividendo le armi e tiratori in categorie, così come avviene in tutte le federazioni. La Tanfoglio P21 L I.D.P.A. è nata per gareggiare nella categoria SSP (pistole semiautomatiche cal. 9x19 o maggiore in doppia azione, solo doppia azione o safety action), dove l'arma deve avere un peso non superiore a 1.100 grammi. La P21 L per il tiro dinamico pesa 1200 grammi e quindi non ha mai potuto essere utilizzata per gareggiare in questa disciplina, suscitando moltissime richiesta da parte dei tiratori all'azienda, affinché venisse realizzato un modello idoneo. La Tanfoglio, dimostrando il tipico ingegno che ha reso famosa l'Italia nel mondo, ha pensato che un prodotto vincente non si cambia e ha studiato tre piccole modifiche che hanno ridotto il peso di 106 grammi, portando il peso della pistola a 1096 grammi,

rendendola così perfettamente idonea alle specifiche dell'I.D.P.A., di cui ha aggiunto la sigla a quella del modello. Le modifiche sono semplicissime Vista dell'arma e consistono nella sostituzione sezionata, che della tacca di mira micrometrica evidenzia l'orgain acciaio, con una fissa in Ergal nizzazione mec(lega di alluminio molto leggera canica di questo e resistente) del tipo Novak a tipo di pistola basso indice di impigliamento, per agevolare l'estrazione dell'arma portata sotto gli indumenti. uno splendido legno di noce zigrinato. Sostituzione dell'asta guidamolla in acCon queste modifiche, l'arma è rimasta ciaio con una in ergal con sagomatura invariata per quelle che sono le sue alleggerita al centro e sostituzione delle caratteristiche che la rendono vincente guancette in gomma con guancette in nelle competizioni, soddisfando nel contempo la disposizione del regolaLa pistola ha appena esploso il colpo, il carrelmento dell'associazione. lo sta tornando in chiusura e il bossolo espulso è appena dietro la finestra di espulsione

La tacca di mira in Ergal del tipo Novak, con al centro il grano di bloccaggio

L'estrattore con un'ampia superficie di aggancio all'orlo del fondello della cartuccia

L'accoppiamento fra la testa del guidamolla e la sede nello zoccolo della canna è eseguito in modo perfetto

222-225Tanfoglio4.Fidts.indd 223

223

Tre lustri di miglioramenti In questi 15 anni trascorsi dalla sua catalogazione e presentazione al pubblico, la P 21 L si è evoluta e migliorata nella qualità dei materiali, nelle tecniche di lavorazione (interamente effettuata con macchine a controllo alfanumerico) e in alcune piccole modifiche effettuate per aumentare l'affidabilità e migliorare al massimo il ciclo di funzionamento. L'arma è realizzata completamente in acciaio al carbonio, con una bella brunitura di colore nero satinato, su cui spiccano la canna cromata e le guancette in noce che la rendono funzionale ed elegante. Il ciclo di funzionamento è quello classico delle armi con ritardo di apertura, con un sistema Browning modificato, con un'asola nello zoccolo della parte inferiore della canna che comprende anche la rampa della camera di cartuccia, che dopo l'arretramento di circa 7 mm con la canna solidale al carrello, grazie al perno della leva di blocco in apertura del carrello, fa scendere la canna svincolando i risalti semilunari e lasciando il

31/08/10 15:47


TA N F O G L I O P 2 1 L - I . D . P. A .

La finestra di espulsione con lo sguscio anteriore per agevolare l'uscita del bossolo

carrello libero di continuare la sua corsa. Questo dispositivo è molto semplice e grazie alla qualità della lavorazione delle parti meccaniche, funziona sempre come un cronometro svizzero (ovviamente di quelli meccanici). Il carrello ha la tacca di mira del tipo Novak, inserito in un incastro del tipo a coda di rondine, con un grano di fissaggio al centro che impedisce lo spostamento accidentale. Il mirino è del tipo a inserto scorrevole all'interno di una apposita sede ricavata nella parte anteriore al centro del carrello, fissato con un grano. Tra il mirino

Vista del caricatore (sezionato) completamente rifornito. Notare la molla compressa sul fondello

Autore

Italo

Giudizio estetico

9

10

9

Facilità di utilizzo

10

10

10

Sicurezza di maneggio

10

10

10

Impugnatura

10

10

10

Guancette di serie

9

8

9

Distanza del grilletto

9

9

9

Forma del grilletto

7

8

8

Scatto in doppia azione

8

9

8

Scatto in singola azione

9

10

8

Tacca di mira

8

8

8

Mirino

8

8

8

Rapidità acquisizione bersaglio

8

8

8

Gestibilità

10

10

9

Rinculo/rilevamento

9

9

8

Rapporto arma/ munizione

10

10

10

222-225Tanfoglio4.Fidts.indd 224

e la tacca di mira, sulla parte superiore del carrello, è ricavata una bindella che facilita l'allineamento dei congegni di mira e velocizza la punteria. La finestra di espulsione è lavorata con uno sguscio nella parte anteriore per favorire l'uscita dei bossoli e, grazie alla combinazione estrattore e espulsore, i bossoli vengono espulsi cadendo sulla destra alle spalle del tiratore a circa due metri di distanza. Lo scatto ad azione mista è quello classico, con il grilletto arrotondato, la leva di trasmissione di tipo simmetrico, il cane a cresta arrotondata forato al centro e rigato nella parte superiore per agevolare la presa, con un peso di scatto intorno ai 4.000 grammi in doppia azione e circa 2.200 grammi in singola, molto preciso e netto anche con l'arma nuova senza rodaggio. Il fusto è quello classico delle Tanfoglio, con le guide interne per il carrello, l'angolo di calcio con il rientro per l'appoggio della zona forcella della mano (parte tra il pollice e l'indice), l'ampio sperone di appoggio e la ridotta larghezza del calcio che rendono l'arma adatta a tutte le dimensioni delle mani. Anche il caricatore è in lamiera di acciaio, ben realizzato con l'unica componente in plastica di colore rosso che è quella della

Luca

L'arma smontata nelle sue componenti essenziali per le operazioni ordinarie di pulizia

31/08/10 15:47


TEST Tanfoglio P21 L - I.D.P.A.

¤

PREZZO

225

890 euro

L'autore durante la prova di tiro rapido, con il bossolo in volo e il carrello ancora aperto

Il cartello a 15 metri dopo 50 colpi sparati dai tre tester, nella serie di tiro rapido

Produttore: F.lli Tanfoglio snc, via Valtrompia 39/41, Gardone Vt (Bs), tel. 030 891.03.61, fax 030 891.01.83, www.tanfoglio.it, info@tanfoglio.it Modello: P21 L - I.D.P.A.

Tipo di arma: pistola semiautomatica Calibro: 9x21 (disponibile anche in 40 S.&W.) Impiego specifico: tiro dinamico Numero colpi: 15+1 Scatto: azione mista

La rampa della camera di cartuccia è un unico pezzo con l'asola del ritardo di apertura

soletta elevatrice delle cartucce. Questa scelta è stata fatta perché la plastica non ha attriti e scorre sempre alla perfezione all'interno dell'astuccio del caricatore e il colore rosso serve per individuare immediatamente e facilmente il caricatore vuoto. Sul lato sinistro vi sono tre fori distanziati per mostrare le cartucce ai cinque, 10 e 15 colpi, che è la capacità catalogata. L'arma viene fornita con una solida scatola di plastica di colore rosso, condizionata all'interno di un sacchetto di plastica che è in grado di preservarla

222-225Tanfoglio4.Fidts.indd 225

Sicura: manuale, situata sul fusto Meccanica: chiusura geometrica Browning modificata Percussione: indiretta mediante cane esterno e percussore inerziale

Mire: tacca di mira fissa in Ergal, mirini intercambiabili Materiali: acciaio al carbonio Finitura: brunita o cromata Peso: 1.096 g con caricatore vuoto inserito Numero del Catalogo nazionale: 9398 (sportiva)

da umidità e cattiva conservazione per tre anni, il manuale di istruzioni completo di esploso dell'arma e dell'elenco delle componenti, due caricatori e uno scovolino in fibra. La prova a fuoco Per la prova pratica siamo andati al poligono di Galliate, in una bella mattina di sole, con la collaborazione di due amici istrutParticolare della sicura automatica al percussore tori di tiro della Polizia locale, Italo Bianchi e Luca Zanzottera, quest'ultimo con esperienze di tiro della prova (il rodaggio è sempre indiagonistico. Le munizioni erano le spensabile, anche per le armi) lascianFiocchi Top Target con palla ramata doci molto soddisfatti e con la voglia ogivale da 124 grani e inneschi privi di piombo; i bersagli erano quelli di continuare. Abbiamo riassunto i cartacei riproducenti la sagoma della nostri giudizi in una tabella, con otF.I.T.D.S., posti alla distanza di 15 timi risultati e abbastanza simili per tutti e tre i tiratori, a indicare un'arma metri. Abbiamo sparato un totale di semplice, facilmente gestibile e utiliz300 cartucce, facendo vari esercizi di zabile da tutti i tiratori; grazie alla calento mirato, tiro rapido, sola mano talogazione sportiva si propone come forte e sola mano debole e l'arma ha attrezzo ottimale per la disciplina del sempre funzionato bene, migliorando tiro Idpa, ma anche per le altre. leggermente lo scatto verso la fine M C

31/08/10 15:47


Tanfoglio P21L IDPA