Issuu on Google+

062

Dove ci siamo già visti?

L’arma e gli accessori forniti di serie. Particolare inconsueto il boccettino con l’olio lubrificante

La Smartreloader SR 84 in cal. 9 x17 (.380 ACP) è una riproduzione esatta della Beretta mod. 84, l’arma d’ordinanza di moltissimi corpi di Polizia Locale, ed è in dotazione, con il mod. 85, a carabinieri, Guardia di finanza e altri corpi armati dello Stato. La produce la turca Trabzon Gun Industry Corp. con materiali e lavorazioni di ottima qualità testo e foto di Gianfranco Peletti

L’

arma oggetto della nostra prova, la Smartreloader SR 84 in cal. 9 x17 .(.380 ACP) è prodotta in Turchia dalla TISAS¸ - Trabzon Gun Industry Corp., un’azienda moderna nata nel 1993, con sede a Trabzon (l’antica città da noi conosciuta come Trebisonda), una città con circa 280.000 abitanti, capoluogo della provincia omonima, affacciata sul mar

Nero e situata sulla costa nord-orientale. L’azienda ha impianti situati in una superficie di 11.000 mq. (di cui 5500 mq destinati all’area produttiva), situati in una zona della città chiamata Arsin e ha una capacità produttiva annuale di 70.000 pezzi circa. La prima arma prodotta, nel 1994 ,è stata una pistola semiautomatica in cal. 7,65 mm, denominata Fatih

L’arma, dopo i primi 100 colpi, evidenzia le tracce d’olio di conservazione, dovute all’uso immediato senza una pulizia preliminare

S m a r t r e l o a d e r S R 8 4 c a l . . 3 8 0 AC P

062-065Smart reloader.indd 62

01/09/10 16:00


063

P a r t i c o l a re della parte posteriore della canna che evidenzia la robustezza della struttura, la rampa , la camera di cartuccia e la rigatura a andamento destrorso

13 nel 1994. Il progetto è stato studiato dall’azienda in collaborazione con il KOSGEB (Technology Development Department), dell’università tecnica del mar Nero, con cui successivamente sono stati realizzati altri modelli come la Kanuni in cal. 9 x 19 e i vari modelli Zigana, presentati nel 2004 negli Stati Uniti d’America al “Technology Branch”, che dopo averli esaminati ha dichiarato che le caratteristiche di ciascuno di essi sono in conformità con il modulo di ATF 4.590, “Criteri di produzione per le armi”. Tutte le armi sono progettate e prodotte in proprio, utiliz-

L’arma smontata nelle sue componenti essenziali per la pulizia e manutenzione ordinaria

zando materiali di prima qualità, lavorati con macchine utensili a controllo alfanumerico e le canne sono realizzate con la tecnologia della forgiatura a freddo e tutti i processi di gestione della qualità sono certificati UNI EN ISO 9001: 2000. La Smartreloader SR 84 in cal. 9 x17 (.380 ACP) è a prima vista molto familiare, perché è una riproduzione esatta della Beretta mod. 84, che è l’arma d’ordinanza di moltissimi corpi di Polizia Locale, ed è in dotazione, con il mod. 85, a carabinieri, Guardia di finanza e altri corpi armati dello Stato. L’SR 84 è una pistola semiautomatica con

chiusura a massa e carrello aperto, camerata per la cartuccia cal. 9x17 (il vecchio nove corto militare), con il fusto in lega di alluminio e il carrello in acciaio (il fusto è trattato con un procedimento di verniciatura mentre il carrello è brunito). La meccanica è tradizionale ed è uguale a quella delle pistole Beretta, dalla serie 81 in poi e, per quanto riguarda la catena di scatto è uguale a quella della 82 BB, con la sicura automatica al percussore, che viene disinserita da un apposito leveraggio quando il grilletto è premuto a fine corsa. La sicura a leva è ambidestra, con un punto rosso sul lato sinistro del carrello (visibile quando è disinserita) e quando è inserita consente di portare l’arma carica con il colpo in canna (Condition

L’arma vista da dietro, che evidenzia i riferimenti bianchi dei congegni di mira Il caricatore smontato. Si notano la soletta elevatrice e il fondello in plastica

Armi corte

062-065Smart reloader.indd 63

01/09/10 16:00


064

L’arma vista dal lato destro

e la tacca di mira fissa, inserita in un apposito incastro a coda di rondine che ne consente l’aggiustaggio laterale e l’estrattore è posto sul lato destro.

One), bloccando il cane in posizione armata e disinserendo il resto della catena di scatto. Con la sicura inserita non è possibile arretrare il carrello, perché rimane bloccato dalla stessa, che sul lato sinistro si va a posizionare in un’apposita sede ricavata nel carrello. Anche il sistema di smontaggio è identico a quello della Beretta, con un chiavistello posto nella parte centrale del fusto (sopra al grilletto e spostato in avanti), che viene trattenuto

bloccato in chiusura da un piccolo pulsante posto dalla parte opposta del fusto. Il pulsante di sgancio del caricatore è posizionato sul lato sinistro dell’impugnatura, subito dietro la guardia del grilletto ed è reversibile sul lato destro. Il caricatore è realizzato in metallo, con il fondello e la soletta elevatrice in plastica ed è bifilare con presentazione singola della cartuccia. Le guancette sono in materiale plastico, di colore nero, con uno zigrino a cuspidi ricavato dallo stampaggio che offre una buona presa e recano al centro delle stesse il monogramma della lettera T (Trabzone), stilizzato e iscritto in un cerchio. Il carrello è tradizionale, con il mirino facente parte dello stesso,

La prova a fuoco La prova dell’arma è stata effettuata al poligono di Galliate, nel poligonetto di tiro dinamico, con la collaborazione di Pierangelo Ferrari (il presidente del poligono) e Luca Zanzottera, che è un istruttore di pistola della Polizia locale del Comune di Milano. Come munizionamento abbiamo utilizzato le cartucce della Fiocchi 380 auto da 95 grani (6 grammi) con palla blindata e i bersagli classici dell’Uits, con cerchi concentrici, posti alla distanza di 15 metri. Complessivamente abbiamo sparato 200 colpi, alternandoci negli esercizi effettuati a due mani, con la sola mano forte e con la sola mano debole, riscontrando un buon funzionamento dell’arma, che abbiamo utilizzato estraendola dalla scatola senza fare nessuna operazione di pulizia, come dicono gli americani “out the box”. Naturalmente abbiamo effettuato le operazioni di sicurezza per accertare che l’arma fosse a posto e che la canna non fosse ostruita. L’abbinamento arma-cartuccia è molto buono e ha consentito a tutti e

Il guidamolla con la molla caricata e inserito nell’apposita sede. Con questo tipo di molla aperta, bisogna prestare attenzione a non spararsela in faccia

Il particolare della parte inferiore del carrello che mostra la sicura automatica al percussore

S m a r t r e l o a d e r S R 8 4 c a l . . 3 8 0 AC P

062-065Smart reloader.indd 64

01/09/10 16:00


065 Smartreloader SR 84 cal. .380 ACP

¤

PREZZO

da 560 euro

Vista del campo di tiro e dell’autore, con i bersagli posti a 15 metri

Luca Zanzottera alle prese con la prova di tiro

Il presidente Pierangelo Ferrari durante il lento mirato. È evidente la dimensione ridotta dell’arma

. Produttore: TISAS¸ - Trabzon Gun Industry Corp., Turchia Distributore: Prima Armi Srl, viale Kennedy 8, Pinerolo (TO), tel. 0121 321.422, fax 0121 398.739, www.primarmi.biz Tipo: pistola semiautomatica Calibro: 9x17 (.380 ACP) Impiego specifico: difesa personale e tiro sportivo Meccanica: chiusura a massa battente

Alimentazione: mediante caricatore bifilare ad andamento alternato, con presentazione singola della cartuccia Numero colpi: 12+1 Scatto: singola e doppia azione Peso di scatto: singola azione circa 2.000 grammi; doppia azione, circa 3.500 grammi Percussione: mediante cane esterno e percussore inerziale

tre i tiratori di mantenere i colpi all’interno del nero, anche nelle serie di tiro celere, riuscendo a doppiare diversi colpi nella zona del 9 nel tiro lento mirato. L’unica difficoltà riscontrata è quella caratteristica di tutte le armi con la

Sicura: manuale ambidestra con leva rigata antiscivolo che blocca la catena di scatto e mette il grilletto “in folle”, mezza monta al cane; blocco automatico al percussore Canna: lunga 100 mm; in acciaio, brunita Rigatura: destrorsa 6 righe Passo: 240 mm Mire: tacca di mira, fissa, e mirino sono inseriti in incastri a coda di rondine;

chiusura a massa battente: la resistenza del carrello ad arretrare per potere camerare la cartuccia, che per chi non ha la malizia diventa un’operazione quasi impossibile, soprattutto con mani sudate o gelate. La SR 84 è un’arma adatta

le mire hanno riferimenti bianchi Lunghezza totale: 172 mm Altezza: 128 mm Spessore: 33 mm Linea di mira: 123 mm Peso: 683 grammi (±10 gr.) con il caricatore vuoto Materiali: fusto in lega di alluminio, brunito - Carrello in acciaio bonificato, brunito Numero del Catalogo nazionale: 17897

alla difesa personale ed è indirizzata in particolare ai corpi di vigilanza privata, che necessitano di un’arma semplice, economica, di dimensioni e peso ridotto, per poterla portare tutto il giorno come arma d’ordinanza. M C

Armi corte

062-065Smart reloader.indd 65

01/09/10 16:00


Smart reloader