Issuu on Google+

1

Romano Antonio Anna Paolo Torquato AMODEO

La divina feconda-azione

del Pa' rĂŹo fu Ma'rĂŹa da lapidare

1.126 spunti... illogici - per una dell'altro mondo - sulla Parusia d'un PADRE RIO nell'IO di me R. puro nume -RO


2

Quando io affermo che Dio ha assunto in me la sua CROCE, non lo dico tanto per dire. Io sono un personaggio modesto assai. Se non fosse così la cosiddetta INTELLIGHENTIA da tempo immenso se ne sarebbe accorta. Ma accade che io sia straordinariamente VERO in tutte le cose che dico. Solo che esse seguono la logica dell'altro mondo, quella che perfettamente trascende questo e che qui sembra cosa assolutamente INSENSATA. Pertanto, DIO ha assunto la sua Croce nel mondo relativo, assumendola in me e nel mio VERO APPARIRE L'ULTIMO, in questo mondo di COTANTI SAPIENTI..... Ma attenti tutti! « Chi qui è un VERO VERO VERO ULTIMO... e giudicato tale proprio dagli ultimi due PAPI, la cui Chiesa mi ha inferto DUE NUOVE VERE CONDANNE A MORTE, per quell'attesa PARUSIA del Cristo, avvenuta davvero in me... ma – increduli e sdegnati! – si sono di nuovo “stracciate le vesti”... è il VERO E PRIMO DIO PADRE, nel Regno di Dio !!! ».


3

Premessa indispensabile, occorrono:

Fede certa, assoluta Opere trascendenti Segni straordinari Vita secondo Cristo


4

Fede certa, assoluta 1. Perché RA sia un "ammissibile segno" di Dio...

RA deve avere TOTALE FEDE in Dio ! RA che l'ha, in primo luogo, perché è certo che “Dio solo crea tutto” e, in secondo, perché, essendo affermato e benestante, a 35 anni ha lasciato LA SUA VITA INTERA, pur di dar corpo a Gesù. Sono ormai 38 anni che vive secondo questo divino scopo, certo che esso sarà raggiunto, giacché è Dio stesso che lo vuole in lui: che in questo mondo Dio riprenda il suo ruolo, che gli spetta di diritto, di “ SIGNORE ASSOLUTO DELLA SUA CREAZIONE ” e che la “ VERITA' ASSOLUTA SI SIA NUOVAMENTE INCARNATA ”


5

Opere trascendenti 2. Perché RA sia un "ammissibile segno" di Dio...

RA deve aver compiuto almeno qualche opera “DA DIO” ! Questa opera, compiuta da RA, era attesa da Gesù, nella sua Parusia:

“Vera sconfitta della morte” : essendo ogni dinamica l'interazione (ossia il prodotto) tra una azione diretta e quella “relativa” uguale e contraria, il loro prodotto è certamente di segno “negativo” (come ci convince l'Algebra, nel prodotto tra tutti i segni opposti). Pertanto, la “vita relativa” che noi percepiamo, vedendola andare nel futuro in segno positivo e nel suo aspetto corporeo, è solo la reazione all'azione diretta uguale e contraria, spirituale e negativa, che viene certamente dal futuro. Pertanto siamo con certezza assoluta “già risorti nel nostro corpo spirituale”, anche se non lo vediamo, percependo solo quanto gli è relativo e contrario. Gettando lo spirito verso il suo spirituale futuro, “rinculiamo” col corpo, verso il passato dello spirito... che ci appare come il futuro corporeo. Ciò accade ad ogni razzo nel vuoto, che lanci innanzi a sé una massa. Lo Spirito è già risorto dalla vita piena (nel punto finale in cui è tutta definita), riportando da lì ogni cosa in atto ad esistere solo in potenza, in un vero replay verso il passato.


6

3. Perché RA sia un "ammissibile segno" di Dio...

RA deve aver realmente vinto la morte... con un vero miracolo ! Il 4 giugno 1940, a due anni e poco più, RA fu infine moribondo, per un male allora incurabile (la broncopolmonite). Il dottor Sabatella, chiamato con urgenza estrema alla 7 di mattino, convinto di non poter far nulla, decise di presentarsi solo a “bimbo morto”... Venne (non avendo nulla da fare in paese) ben 4 ore dopo. Lo trovò con grandissimi segni di ripresa e dichiarò ammirato: « Questo bimbo ha sconfitto la morte! Non lo credevo possibile! » Una bimba era venuta alle 8, a raccontare di un sogno fatto quella notte. In esso la Madonna, infinite volte così invocata: «Salva Romano, innocente come Gesù» dalla mamma del piccolo (Mariannina BARATTA), le aveva detto: “Ho tanta pena per il figlio della tua maestra, domattina dille di non temere più, ché ci penso io”. Ci pensò, e quel mattino salvò Romano come l'innocente Gesù, avendo accettato il BARATTO chiestole dalla BARATTA.


7

4. Perché RA sia un "ammissibile segno" di Dio...

anche la vittoria ideale sulla morte dev'esser ricondotta a Gesù ! Gesù lo spiegò a Nicodemo (Gv 3. 1) . Disse che se non si scende prima dall'alto, non si entra nel Regno dei cieli. Scendere dall'alto significa che, partendo dal momento in cui la vita è già tutta posta in atto, se – grazie allo Spirito che va verso il passato – non la si riconduce ad esistere nel suo “prima” di quando essa è ancora in potenza di esistere (scendendo veramente da quel futuro della morte), non si può vedere il film della vita senza il sostanziale replay che abbia riportato quel film al suo inizio. In tal modo, Gesù sostenne i due differenti versi dell'esistenza: quello dell'acqua (la materia) quello dello Spirito Santo ... che, disse: “ è come il vento, lo senti, ma non lo vedi né sai da dove viene né dove va ”. Noi non vediamo l'azione diretta del Puro Spirito perché la nostra percezione è relativa a quella e si mostra solo nel verso opposto che è in atto nella materia.


8 5. Perché RA sia un "ammissibile segno" di Dio...

RA deve avere anche espresso il “Giudizio Universale” ! Ha compiuto anche questa opera, con “scienza”. Ecco il risultato: “Giudizio Universale” : Dio Onnipotente è il Sistema Integrale di tutto il possibile e l'impossibile. Il suo Puro Spirito è il significato essenziale della sua pura ed assoluta VERITA'. Questa ha pertanto ogni possibilità spirituale di materializzarsi e impersonarsi in modo corporeo, soggettivo e spirituale, in ogni possibile limite ed in ogni possibile croce soggettiva. Lo ZERO ASSOLUTO – d'ogni relativo – sta assolutamente al comando, tanto che ogni atto determinato e concreto è solo la croce per una assoluta rivincita. Lo Spirito stesso (di un Santo assoluto Equilibrio) supera il limite indotto nella divisione negli opposti. Agisce con lo scopo dell'Impero Romano che saggiamente ordinava: “divide et impera” non per annientare il nemico ma per avvalersene. La sola differenza è che l'Impero Romano di Dio non è finalizzato alla sua legge ma al bene dell'uomo, proprio come disse Gesù! Il massimo bene, per ogni creatura “arbitrariamente creata” da Dio, è quello di poter “ricreare con lo stesso libero arbitrio” IL DIO CHE AMA E CREDE GIUSTO... e ce l'ha! Dio vince in assoluto su ogni croce assunta da lui stesso nei suoi figli infiniti, grazie all'assoluta libertà di spirito concessa loro... come a Se stesso. 6. Perché RA sia un "ammissibile segno" di Dio...

RA deve saper dare IN VERITA' ad ogni uomo una possibilità infinitamente grande ! Infatti RA, svelando in qual modo ogni ente relativo (che oggi è inserito nel piano onnipotente di tutte le possibilità) arriverà infine ad “indiarsi” (ossia a gestire a modo tutto suo il Sistema Possibilistico), dà ad ogni Figlio di questo Dio l'assoluto libero arbitrio di creare a sua volta e a suo insindacabile giudizio il suo Dio specifico e personale, che vinca la sua croce. La possibilità più grande, di ogni Creatura è proprio una sola: quella di “poter ricreare in sé” il suo stesso Creatore.


9 7. Perché RA sia un "ammissibile segno" di Dio...

RA deve fare molto, molto di più che potere perdonare i peccati ! Infatti RA proprio li sa annullare, dimostrando scientificamente come Dio riporti tutto al suo puro ed iniziale “essere in potenza”. 8. Perché RA sia un "ammissibile segno" di Dio...

RA deve saper fare di più, molto di più che potere sconfiggere i Diavoli ! Infatti RA annulla la loro stessa ribellione a Dio dimostrando come Dio riporti tutto al principio, annullando con ciò ogni gesto. 9. Perché RA sia un "ammissibile segno" di Dio...

In tutti i modi, RA deve poter fare più ancora di Gesù ! ma... senza minimamente offenderlo ! Dal momento che IL PADRE in RA è più del FIGLIO, Egli lo sorpassa, ma, ma per niente, essendo pur sempre Egli lo stesso Gesù Cristo.

10. Perché RA sia un "ammissibile segno" di Dio...

RA deve poter portare tutti in Paradiso ! pur confermando l' esistenza dell'Inferno ! RA dimostra che l'INFERNO è solo per i cattivi “PERSONAGGI” e non per i loro interpreti, che sono tutte ANIME SANTE di Dio stesso.


10 11. Perché RA sia un "ammissibile segno" di Dio...

RA deve potere introdurre novità assolute nella fede ! … ma senza essere con ciò minimamente un Apostata ! RA può farlo attraverso la negazione del generale credo... (questo sì degno di Apostasia) che l'uomo sia un possibile creatore. Infatti lo nega sulla base del ben noto 1° Comandamento che afferma che Dio è il solo del Unico Creatore. 12. Perché RA sia un "ammissibile segno" di Dio...

RA deve potere azzerare tutto, perfino l'universo reale ! dimostrando così il suo pieno dominio sulla realtà ! RA lo può fare, dimostrando che ogni cosa esiste come “realtà relativa” solo grazie al verso opposto, in atto e “immaginario”... che l'annienta 13. Perché RA sia un "ammissibile segno" di Dio...

RA deve potere spiegare scientificamente la verità del Dogma dell'Unità e Trinità di Dio ! RA lo fa in questo modo matematico: 10^0 = 10^1 × 10^-1 Sono 3 Enti Assoluti in 1 sola Verità, che è Una e Trina, essendo espressa da 1 (in Sintesi, come lo Spirito Santo dell'Unità) che è uguale ed aggiunto a 2 uguali e contrari (Padre e Figlio, opposti in linea di generazione e interdipendenti, perché non c'è Padre senza Figlio e viceversa)


11 14. Perché RA sia un "ammissibile segno" di Dio...

RA deve poter sapere trasformare l'imperdonabile peccato d'orgoglio di VOLER ESSERE DIO in un GRANDISSIMO MERITO ! Egli desidera “Incarnare DIO attraverso la negazione di sé”, per far esistere Dio e non il suo Personaggio, di RA. 15. Perché RA sia un "ammissibile segno" di Dio...

RA deve dimostrare di conoscere le condizioni assolute cui riferire la RELATIVITA' GENERALE ! RA sostiene che in Fisica (con 1 e 3 già quali Dio Uno e Trino di Tempo e Spazio) il ciclo 10 fu imposto quale il DIO assoluto d'ogni unità. Sicché la formula: E = m c^2 deve esistere nel ciclo 10 dell'unità e trinità. Essa indica nell'Energia l'unità tra i due reali enti opposti dati da: 1 m = l'ammassamento unitario di 10/10 in 10^-1 ; c^2 = l'espansione totale, della massa 10^-1 posta 1 , in 9 volte 10^-1. perché 1 e 9 sono gli opposti 3/3 e 3×3, interni al 10 posto Dio 1 e 3. 16. Perché RA sia un "ammissibile segno" di Dio...

RA deve saper ricondurre la Relatività di Einstein ... A GESU' ! E lo fa, facendo osservare che fu Gesù il 1° a sostenere Dio nelle 3 Persone di Padre, Figlio e Spirito santo. RA pone a confronto queste due equazioni:

10^0 = E =

10^-1 10 m C^2

Lo Spirito Santo dell'Unità (10^0, in cui ogni uno è in potenza) è ancora più essenziale della sola unità relativa all'Energia. L'equazione di Einstein giace nella prima, interamente, che è più assoluta, riferendosi ad ogni possibile unità nel suo ciclo 10. Il Dio di Gesù si dimostra la CONSISTENZA ESSENZIALE dell'equazione di Einstein relativa solo al ciclo dell'energia e non a quello d'ogni unità della Fisica.


12 17. Perché RA sia un "ammissibile segno" di Dio...

RA deve poter certificare che non inganna nessuno ! Non agendo egli – AMODEO – quale il biblico demone “ASMODEO” ! RA vi chiede: « Può un diabolico Asmodeo desiderare di morire in sé stesso, affinché in lui viva Dio e non il diavolo? » 18. Perché RA sia un "ammissibile segno" di Dio...

Deve imporre la Verità di Gesù sulle altre Fedi... ma avvalorandole ! Il Dio degli Ebrei era IO SONO CHI SONO, e solo Gesù ha potuto dire CON VERITA' Chi Jahve Fosse. L'Islam, che rifiuta un Dio Trinitario, rifiuta vera la verità incontestabile che 1 sia uguale a 10/10. Afferma che è UNO senza essere il TRINO di quella verità relativa, che riguardi Dio come tutto: SIA CAUSA, SIA EFFETTO, sia il loro assoluto fondersi. Solo Gesù, affermando la sua verità di fede, l'afferma nell'assoluto rispetto della scienza della verità. Con l'affermare vero sia il TUTTO, sia i due ASSOLUTI OPPOSTI su cui il TUTTO si poggia, Gesù conferma tutte le VERITA' RELATIVE combinate tra i 2 opposti, come i vari grigio, possibili e VERI, quando è VERO sia il bianco, sia il nero. 19. Perché RA sia un "ammissibile segno" di Dio...

Dimostri vero con la scienza quanto richiesto della FIDES ET RATIO: che Gesù ha assolutamente Ragione ! Il Papa lo chiese, ed esso è quello che qui è stato tratteggiato a grandi linee. La garanzia che sia stato proprio il percorso esatto di Gesù, è venuta anche da 2 nuove condanne a morte che la VERITA' in RA ha avuto ora anche in lui, quando ha riaffermato la stessa verità trascendente di Gesù, che oggi la Chiesa (dopo anni di “lavorio” dell'umana ragione) ha privato d'ogni possibile trascendenza, piegandola in pieno alla perversa logica di questo mondo.


13 20. Perché RA sia un "ammissibile segno" di Dio...

Serve il perpetuarsi dell'OPERA DIVINA: che RA abbracci la sua croce... ma nella Verità di Gesù ! Per due volte si è offerto alla croce di una morte per fame per quella verità di Gesù che voleva offrire, in quel nuovo percorso che Giovanni Paolo II aveva chiesto a tutti i filosofi come lui, con l'Enciclica “Fides et Ratio”, del 14-9-1998. 21. Perché RA sia un "ammissibile segno" di Dio...

E serve che anche nella Chiesa l'Opera Divina si sia perpetuata: che abbia di nuovo voluto CROCIFIGGERE quella Sua Verità ! Avendo messo, da “pecorella smarrita”, 2 volte la sua vita nelle mani del “Buon Pastore” (3 volte comandato da Gesù a “pascere il suo Gregge”), RA incontrò l'indifferenza totale di una Chiesa che s'infischiò di lui: “Morisse pure!”... Tutte e 2 le volte RA ha dovuto interrompere, ma solo perché costrettovi: la 1° curava sua madre, demente. Al 57° dì d'astinenza, il fratello non ritenne giusto curarla lui di persona, ma d'affidarla ad un Istituto più capace.

la 2° volta (il 5-12-05), dopo 55 dì, fu costretto in psichiatria, perché... “roba da matti...” mostrava un Buon Pastore reso incredibile, dalla Provvidenza di Dio”, che lasciava “senza pastura”... una pecorella smarrita! Lui, come un vero povero cristo, s'era messo in croce al S. Cuore di Gesù a Pescara!


14

Segni straordinari SEGNI DIVINI, PERSONALI 1) di tipo messianico 2) sui nomi e DNA alfa-numerici in una cabala che sia esatta: A) Sul Nome segreto di Dio B) Sul Nome che ordina tutto l'essere C) Sul Nome Segnato nella Storia Sacra


15

SEGNI DIVINI, PERSONALI 1) di tipo messianico 2)

22. Perché RA sia un "ammissibile segno" di Dio...

RA deve essere stato al centro di un divino baratto con Gesù ! Il 4-6-1940 tra 2 MA', le 2 mamme Marie figlie di Anna, la Santissima Maria madre del N.I. (il Nazarenus Iesus) e Mariannina BARATTA, ma' di quel RA che è nel cuore stesso del suo cognome BARATTA, ci fu un divino baratto. Quel R.A. le sarebbe stato strappato dal cuore, sì da ridurla al BATTA che nel Romano idioma Latino, è BACTA. Siamo al momento del tragico trapasso di Gesù, che invoca il salmo 21-22, e grida quell' ELI ELI LEMA SABACTANI che significava “Dio, Dio, perché mi hai abbandonato, sono le parole del mio lamento”. Ebbene 21=7+7+7 è la nascita del papà vero di Romano (figura di ELI), mentre ROMANO=66 unità alfabetiche date da R16+O13+M11+A1+N12+O13 è la trinità 66, uguale a 22 nel suo terzo unitario. Quel Salmo 21-22 combina assieme Padre e figlio che ritorna nel Padre Eli, lì a FELITTO, nello spirito F d'ELI nell'italo IO con TT (2 croci) nel suo cuore AFFLITTO. Lo Spirito santo, che con una lingua ne significa un'altra, disse in italiano È li, ELI l'è, Ma' sa BaR.A.ttà N.I., è lì afF.LITTO, ELI è! Maria sa barattare N.I. Con quel RA da tener segreto (“Non nominare invano il nome di Dio!”). La MA' Baratta davvero aveva proposto a lungo il “baratto”, pregando insistentemente la Maria celeste, di cui lei era umana controfigura, con le parole: “Salva Romano, innocente come Gesù!”. E la MA' del cielo lo fece, con un vero e proprio miracolo annunciato quella notte stessa ad una scolaretta della Mariannina BARatta = atta al “BAR”, a quel B-AR che indicava un RA in cui s'erano già incarnati ELI ELI, i 2 primi nomi del grido di Gesù, indicando, tramite l'AFFLITTO che il baratto sarebbe avvenuto a F.LITTO, ma anche nelle 2 persone divine già vive nel piccolo RA, che doveva solo essere inviato nel mondo anche con lo Spirito santo d'un Gesù barattato dalla MA del Cielo.


16 23. Perché RA sia un "ammissibile segno" di Dio...

RA deve avere incontrato Maria e Gesù in carne ed ossa ! Nel 1983, prima che suo padre morisse (immagine reale del Padre Vero che è in ER) Maria e Gesù vennero di persona, a salutarlo... come se volessero rassicurarlo contro quanto di TERRIBILE incombeva. Si presentarono come due “marocchini”, che lo attesero, gli vennero incontro, sapevano il suo nome e cognome, non volevano assolutamente nulla, e l'avevano atteso - lo dissero! - solo per incontrarlo e sorridergli. Tutto ciò non aveva alcun senso reale, ma RA fu invaso da una pace celestiale tanto da capire (ma solo quella sera) che aveva incontrato il cielo. Poco dopo suo padre lo abbandonò, e venne realmente anche per lui l'afflizione del Salmo 21-22: “Dio Dio mio, perché mi hai abbandonato... parole del mio lamento”. 23. Perché RA sia un "ammissibile segno" di Dio...

RA deve avere avuto una ASSICURAZIONE proprio dalla voce di Dio ! Accadde realmente nel 1985. RA, abbandonato come il povero Cristo da ELI ELI, vide che aveva dato ASSICURAZIONE, a fidarsi di lui, a quanti l'avevano aiutato. Ebbene erano ora travolti, per la troppa fiducia il lui UOMO DI DIO, e si decise a ricorrere – come un ladro! - alla sua ASSICURAZIONE contro gli infortuni. Ne avrebbe finto uno, pagando così di persona perdendo pollice e indice delle 2 mani. Ora, RA ha nella MANO del suo nome RO la sua essenza, e vi rinunciava. Ma – per incrollabile fede – prima di farlo, chiese: « Dio, cosa faccio? » e, immediatamente Dio lo rassicurò: «ASPETTA!», con una voce VERA, reale, autorevole, CATEGORICA! RA ubbidì e si mise ad aspettare. Tuttora aspetta quella DIVINA ASSICURAZIONE che ebbe, con quell'ASPETTA, perché a tutt'oggi nessuno ancora è stato risarcito. 23. Perché RA sia un "ammissibile segno" di Dio...

Occorre che i contatti celesti non siano stati “false impressioni” ! RA garantisce con questa vera ASSICURAZIONE: questi apparenti incontri e parole vengono davvero da Dio, poiché TUTTO viene dal disegno di Dio.


17 24. Perché RA sia un "ammissibile segno" di Dio...

il Cielo in Terra deve aver davvero mandato RA come un Messia ! Il Papa (che, da Vicario di Cristo rappresenta il Cielo) mandò tutti i filosofi come RA, con l'Enciclica “Fides et Ratio", ad aprire un nuovo percorso. 25. Perché RA sia un "ammissibile segno" di Dio...

RA deve essere un Messia mandato “veramente” da Dio stesso ! RA lo assicura vero con questa domanda: « Giacché Maria SS. negò al RA innocente d'essere UN ANGELO, quale sorte supera questa, se non quella del FIGLIO stesso fatto sopravvivere, MESSO avanti qual nuovo MESSIA ? »


18

2) sui nomi … segni allusivi nell'onomastica Italiana

il nome di RA deve avere un nome che sia finalizzato a scopi divini !

28. Per essere "ammissibile segno" di Dio,

31. 32. 33. 34. 35. 36. 37. 38.

AMODEO significa AM O DEO (“cum deo”). “l'Emanuele Dio con noi”. AM O DEO può anche dire al mondo “I'm, sono ZERO, ma con Dio". AMODEO significa AM O DEO (=O TEÒS, greco), “Io sono IL Dio”. AMODEO significa pure AMO TEÒS, (amo Dio). AMODEO è il FILOTEO cui Luca dedica Vangelo e Atti degli Apostoli. A-mode-O allude a MoSè da alfa ad omega, ove il Salvatore S è Dio D. A-mode-O è mondiale allusione al “Principio a modo della Fine”. ASMODEO è nome di un demone della Bibbia, che però chiama Serpente Satana, e qui manca la S del Satana serpente


19

… segni allusivi nell'onomastica Ebrea

29.

Per essere "ammissibile segno" di Dio,

il nome di RA deve

… poter far sembrare RA l'atteso EMANUELE ! Il nome Emanuele in “Romano” ha il “man” (e significa l'uomo, per il mondo) che manca in “Jesus, Gesù, Gioshua”, mentre RO è molto, molto simile alla lettera RO Greca.

… poter far sembrare RA lo stesso ISRAELE !

30. Nella lingua del mondo, che oggi è l'Inglese, IS può significare che “E' RA DIO”


20

… segni allusivi all'onomastica Cristiana il nome di RA deve potere riferirsi all'unto del signore, al suo CRISTO !

31. Per essere "ammissibile segno" di Dio,

CRISTO allude al finale ISTO, che comincia per la sua C ma ha per seconda lettera la R di Romano, ad indicarlo il Duo Paterno del Cristo.

il nome di RA deve poter suggerire che sia lui la CHIESA !

Per essere "ammissibile segno" di Dio,

CHIESA è la facile allusione a CHI È SAlernitano nella sua nascita.

il nome di RA deve potere suggerire che sia sua la Chiesa Cattolica !

33. Per essere "ammissibile segno" di Dio,

Ed essa è chiamata proprio così, a conferma della CR di CRISTO come al Cristo che infine sia chiamato ROMANO.

il nome di RA deve poter suggerire che sia lui il vero PIETRO !

34. Per essere "ammissibile segno" di Dio,

RA ha 5 nomi. Se si dà retta all'ebraico privo di vocali, l'acronimo dei nomi Romano Paolo Torquato è RPT. Se si da che il Primo è virtualmente un Duo, dunque RO e si ascolta Gesù che dice che ogni vero Primo deve porsi per ultimo e servire, ROPT diventa PTRO. Se si considera infine che in PTRO si è incarnato il Padre P e che il Figlio, Iesus, che l'Emanuele gli è secondo in IE, allora il Trio diventa esattamente PIETRO.


21

il nome di RA deve poter lasciar intendere che sia lui il suo vero PAPA !

35. Per essere "ammissibile segno" di Dio,

Come espressione dei due PA', che Gesù stesso chiamava ABBÀ, in modo speculare, PAPA è corretto come il Santo Padre, proprio sottolineando l'aspetto dualistico del Divino Padre quando è un possibile Papà Amodeo.

il Nome di RA deve poter suggerire che sia lui il vero SANTO PADRE ! 36. Per essere "ammissibile segno" di Dio,

SANTO PADRE può alludere facilmente a quanto comincia in provincia di SA, e rivela questo acronimo: Nuovo Tormento ò P=RO Amodeo Dio Romano è. È l'annuncio del Castigo assunto da Dio come la nuova T, tormento della croce assunta nel peccatore RA.

il Nome di RA deve poter essere il “NOME PROPRIO” dello “Spirito santo” ! 37. Per essere "ammissibile segno" di Dio,

A detta del “Pastor Angelicus” San TOMMASO D'AQUINO, dotto ed illuminato, che tra l'altro sostenne che nessun mistero resiste ad uno Spirito veramente Santo. AMOR allude in modo perfetto. È Trino nel puro Principio AMO di Amodeo, ed Uno nel principio assoluto di Romano.

Se un Dio in croce è in RA ... devono esser lui: Ara, Altare, Cattedra, Cattedrale e Santuario ! 38. Per essere "ammissibile segno" di Dio.

ARA: “Amodeo Romano e Romano Amodeo”. ALTARE: “AL T AR è” (AR è la croce di Allah). CATTEDRA: “Cà TT è Dio RA” (Qua è Dio in RA con 2 croci). CATTEDRALE: “Cà TT ed R AL è” (Qui ci sono due croci e Romano è Allah). SANTUARIO: “San tu, AR, io” (Santo “tu” l'io di AR).


22

vissuto RA a Salerno, deve poter sembrare lui il Patrono della sua Cattedrale ! 39. Per essere "ammissibile segno" di Dio,

San MATTEO e MODEO sono molto simili. Era un esattore della moneta romana. Quella di Romano era la LIRA (e allude al RA che è lì) oggi cambiata nell'EURO che allude al “Buon” (EU) RO. Trafficava dunque davvero nella moneta di RA. Il suo sepolcro fu trovato a pochi chilometri da dove è nato RA, proprio nell'ELEA in cui nacque lo Spirito santo di Jahve (SONO CHE SONO) nel Dio dell'Essere che ebbe lì la sua Epifania, sotto monte Stella e con 3 Magistrali filosofi venuti da Oriente.

andato infine a Saronno, il SANTUARIO della Madonna dei Miracoli deve apparire suo ! 40. Per essere "ammissibile segno" di Dio,

il Santuario, opera dell'Architetto Amadeo, rimanda al RA che è Architetto Amodeo. Da molti l'Amadeo era chiamato proprio Amodeo.

e se è di RA quel SANTUARIO, deve sembrar proprio suo il suo MARCHIO !

41. Per essere "ammissibile segno" di Dio,

Infatti il MARCHIO allude a CHI è MO' AR, a chi ora è Amodeo Romano. Ma eccovi il Marchio del Santuario dedicato ad MR, la Madonna dei Miracoli. E... ditemi voi se, presentando la Madonna dei Miracoli (madre vera di RA perché gli diede vita nuova, di Messia..., avendogli negato d'essere un Angelo), non sta effigiando anche in principio il RA, o, scritto tutto, il RAM, di ABRAM, BRAMA, RAMO ecc.


23

… segni allusivi alla Toponomastica

42. Per essere "ammissibile segno" di Dio,

RA deve poter impersonare l'antica SALEM ! SALEM era il nome antico di Gerusalemme, ove SA L è M può indicare che L, il Dio sostanziale in EL ELE ELI e ALLAH, venuto al mondo in provincia di SA, è Milanese alla fine, vivendovi 47 anni. 43. Per essere "ammissibile segno" di Dio,

RA con Gesù deve poter impersonare la definitiva GERUSALEMME ! Lo si vede chiaramente, ma GESU vi esiste come principio assoluto che è GERU, perché ha nel suo cuore, la R del Romano di quel S-ALEMME (Salvatore del Rio ALENTO, nel C.LENTO). 44. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

RA, assieme a Gesù, deve essere sorto in BETLEMME ! Romano è nato RIO (peccatore) nel Cilento che prese il nome dal Rio ALENTO. Ora la congiunzione italiana “e” nel linguaggio di un Romano è “et”, per cui, dopo la A di A-LENTO, la Bet-LEMME, è “anche LEMME”, ma solo se è detta da un Romano che è quell'italiano in cui LENTO=LEMME.


24 45. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

R RA deve potere impersonare la sua SALERNO ! SALERNO è il SALE cristiano, impersonato infine (alla fine della parola) in R (o-ma) NO , che, senza “o” (alternative) e senza “ma” (esitazioni) è RNO , la Trinitaria impersonificazione finale in SaleRNO, del Sale della Terra, che si disse Gesù Cristo. Anche la foto dimostra come e quanto RA voglia IMPERSONARE quel luogo. 46. Per essere "ammissibile segno" di Dio,

RA deve sembrare egli stesso anche SARONNO ! La A è la lettera 1, e la prima N in SaroNno è la lettera M+1 posizione, come la sillaba MA. Allora SARONNO diventa esattamente uguale all'espressione SA ROMANO, che lo indica come chi è nato in provincia di SA e anche come uno che SA tutto.

47. Per essere "ammissibile segno" di Dio,

deve sembrare di RA anche il Marchio di SARONNO COMUNE è un possibile SA Romano com UN è. Eccovelo: non comprende nel suo UNO le due TORRI, che possano rimandare città con la corona rimanda al RE, mentre il Comune di Saronno è assistente del Mosè leggibile nel vivo, nel cuore di A-mode-O., con la di un Dio incarnato in RA.

SARONNO COMUNE ! e ditemi voli se, mentre effigia la TORRE, alle due figure divine incarnate in RA. La anche Come un è S. Aronne, quel fratello S di un salvatore come Mosè mutata nella D


25 48. Per essere "ammissibile segno" di Dio,

deve sembrar esser lui la capitale d'Italia ! ROM A. è il Dio Primo Trinitario in un derelitto ROM, ultimo oggi, come un PARIA che sia il degno consorte di una MARIA. Ebbene, se Trinitario in ROM, è Unitario nel cognome Amodeo, come il principio assoluto di ogni cosa. Nel suo inverso, AMOR, era giusto il contrario. 49. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

deve sembrare esser RA la nazione d' ITALIA ! IT A L IA si pone come l' ITaliano Amodeo Dio L Jahve. ROM A. è il Dio Primo Trinitario in un derelitto ROM, ultimo oggi, come un PARIA che sia il degno consorte di una MARIA. Ebbene, se Trinitario in ROM, è Unitario nel cognome Amodeo, come il principio assoluto di ogni cosa. Nel suo inverso, AMOR, era esattamente il contrario. 50. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

Gesù deve aver “dato vita” nel nome della croce in ITALIA ! TALITA' CUMI (che significava: “bambina, svegliati”) se si ascolta Gesù, che dice che quanto è primo va sempre posto per ultimo, diventa CUMITALITA, divisibile in CUM ITALITA, che ha nel cuore dell'ITALIA una croce, una T. 51. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

RA deve sembrar essere stato... la moneta dell' ITALIA ! La vecchia LIRA indica che Lì è RA. 52. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

RA deve sembrar essere l'intero continente dell' EUROPA ! EUROPA è il Buon Romano Padre.


26 53. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

Ra deve sembrar essere lui tutta la TERRA ! E' il RA che è trino in ROMANO essendo TER il Romano numero tre. Ma la parola rivela RA anche come la Croce in ER (vedi Genesi 38). Per contro, AR RE T allude ad Amodeo Romano come il RE della Croce. 54. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

Ra deve sembrar essere lui tutto l'UNIVERSO ! UN I VER SO, come “un Iesus VERO so: V è Romano”

55. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

RA deve sembrar essere lui perfino l'ESISTENZA ! ES è il verbo “SEI”, mentre per il mondo intero, di lingua Inglese, IS è il verbo “è”... riferiti a TE (al tuo pronome) come N. Z-A, il nuovo percorso a ritroso, in cui il tempo ultimo in verità è il primo, di quando tutto è interamente definito.. 56. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il nome di Ra...

RA deve poter convertire le pervertite Sodoma, Gomorra e Roma ! SODOMA = AMODOS (Amodeo o Signore). GOMORRA = ARROMOG (A.R. - Rom. o Geova/Giove/Gautama/Gesù). ROMA = AMOR (Amodeo Romano). Tutto questo non accade per caso. Se consideriamo i cicli unitari 1, 10+1 (il ciclo dell'unità), 10+3 (il ciclo del volume reale) e 10+(3+3) (il ciclo del volume nel suo complesso reale-immaginario), in Roma la lettera R è la 16 del ciclo complesso, la O è quella del ciclo reale, la M è quella del ciclo unitario e solo per ultima viene la A che è l'uno. Roma, dunque, pone per primo il realismo, e per ultimo l'unità. È il perfetto contrario di un ordine divino come 1, 11, 13 e 16 espresso dal termine Amor.


27

… segni allusivi all'Onomastica di Dio

57. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il nome di Ra...

Deve alludere al nome Ebraico di Dio, ELOIM ! AMODEO termina in EO, 2 vocali esprimenti le 2 persone nelle 3 di E(L)Oim incarnate in lui, laddove la nascosta L in EO (in lui Romano) è la L di EL, Dio segretato in lui. 58. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il nome di Ra...

Deve alludere al Dio Ebraico chiamato proprio AM ! AMODEO è AM nelle 2 prime lettere, a segnare il 2 divino che ha principio in lui. 59. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il nome di Ra...

Deve proprio oggi alludere al Dio Jahve = IO SONO CHI SONO ! JAHVE significa per il mondo la cui lingua è infine l'Inglese, “I AM WHO I AM”, sono chi sono (ossia sono 2 ENTI in uno).


28 60. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il nome di Ra...

Deve alludere al primo del Dio Ebraico, UR ! Chiamato UR, fu trasceso in RU-BEN (1° figlio di Israele) e mancò di primogenitura. Oggi RA è RE-RI-RO-RU, tutte e 5 le dita di una ER-MANO nata per prima in Genesi 38. Ebbene RUBEN allude a RO-BEN (Romano-Benito), un duo fraterno che potrà togliere con ogni diritto questa lacuna, poiché RA ISRAELE, è il Dio RA. 61. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il nome di Ra...

Deve alludere in nome e cognome all'Emanuele Dio con noi ! Romanus Amo Deo è latino e significa: “Io Romano amo da Dio e con Dio... oh Dio!” 62. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il nome di Ra...

Deve alludere in modo Uno e Trino al Dio Romano IUPPITER ! IUPPITER è Oracolo per il mondo che parla inglese, di un “You PP (due Papà) I TER (Uno e Trino in Romano)” 63. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il nome di Ra...

Deve alludere al Dio del Sole Romano chiamato SOL INVICTUS ! SOL INVICTUS è Oracolo di Sol In V ic tu S., che significa “qui tu sei santo già solo nel 5 Romano riguardante la MANO di XP, CHI-RO, Cristo 64. Per essere "ammissibile segno" di Dio a...

In Roma, Iuppiter dev'essere la FORZA d'un IO Romano, italiano ! IUPPITER è IOVIS, laddove IO VIS è oracolo di FORZA di un ROMANO IO, Italiano.


29 65. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il nome di Ra...

Deve trascendere anche altri Dei di Roma ! MARTE, ARTEMIDE, MINERVA, MERCURIO, e altri, sono riferiti ad A.R., o semplicemente ad R., specialmente il messaggero Mercurio, che annuncia un Me R. Italiano, come RIO. 66. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il nome di RA...

Deve alludere anche al RE degli Dei in Italia chiamato GIOVE ! GIOVE è un vero e proprio Oracolo che allude a: “v'è in fine, come puro principio G-IO”, C'è Gesù in un IO italiano. 67. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

Deve alludere anche alla Regina degli Dei GIUNONE ! GIUNONE è un vero e proprio Oracolo indicante: “ONE in fine, il prima GIU, Nuovamente in mezzo” ONE è nel mondo UNO Italiano. 68. Per essere "ammissibile segno" di Dio il Nome di RA...

Deve alludere anche alla Madre di tutti gli Dei Greci ERA ARGIVA ! ERA ARGIVA pure è un vero e proprio Oracolo che allude a “è RA, AR-G(esù)..., va !!!!”, ossia “ è RA l'Amodeo Romano-Gesù: GO ! ”. 69. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

deve stare nell'Era Argiva che ora è la MADONNA DEL GRANATO ! ERA ARGIVA, nel Cilento nativo di RA, era venerata come la Madre resa bella dai fiori di melograno. Oggi quella Mamma è divenuta la Madonna, ed è chiamata Madonna del Granato perché ha la stessa effige. Ebbene, il termine GRANATO allude al Gesù-RA NATO a pochi chilometri.


30 70. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

Deve alludere anche al nome del Dio Buddha, SIDDARTA ! SIDDARTA è un vero e proprio Oracolo che allude a “SI' DD A.R. T-A.” cioè “Sei Domine Iddio, oh AR ! l'Amore in croce !” 71. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

Deve alludere anche al cognome di Buddha, GAUTAMA ! GAUTAMA pure è un vero e proprio Oracolo che allude a “G. aut AMA” , ossia la sua Casata è quella di un Gesù italiano che ama Oppure Romano. 72. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

Deve alludere anche all'asiatico dio KRISNA ! KRISNA è un vero e proprio Oracolo che (nella lingua Inglese del mondo) allude a “C-R IS NA”, frase che rivela che Cristo-Romano è Napoletano per Regione. 73. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

Deve alludere anche al 1° Dio dell'Induismo, BRAMA ! BRAMA pure è un Oracolo che allude a “B-R.AMA”, il cui senso è “il duo presente in RA italiano... Ama, meglio: BRAMA !!”. 74. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

Deve alludere anche al 2° Dio dell'Induismo, SIVA ! SIVA è un vero Oracolo che allude (nel diritto e rovescio) a: “S I VA”, al diritto, allude a: “Santo Iesus Romano, va !!”. Poi SIVA trascende AVIS (Ass. Vol. It. Sangue) che è anche A VIS, una forza Romana.


31 75. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

Deve alludere anche al 3° Dio Induista, VISNU' ! VISNU pure è un vero Oracolo che allude (nel diritto e rovescio) a: “VIS N.U.”, il cui diritto nasconde che è “la FORZA Romana delle Nazioni Unite”. Poi VISNU trascende UN S. I, V , ossia “un Italiano-Santo, Iesus Romano, V (il saluto)”. 76. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

Deve alludere a BRAMA (1°) come al Dio UNO e TRINO in R.AMODEO lnfatti il 1° Dio BRAMA ha in sé proprio 3 sue emanazioni, chiamate tutte e tre RAMO, R. Amo(deo, cum Deo) ciascuna. 77. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

Deve alludere anche agli dei impersonati nei Re induisti ! In Cambogia, i re Bhavavarman I, II, Jayavarman I, II, II, IV, V, VI, VII, VIII allusero a: B ha V-A V-A.R.man e JA-YA-V-A.R.man, i -B=2 Jahve, nel V A.romano=RA-RE-RI-RO-RU. 78. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

Deve alludere anche alla forza ultraterrena asiatica ! KARMAN è anche la forza ultraterrena del Cristo=Krisna A. R.MANO, nato primo anche nella MANO da ER assente (e sostituito dal Padre Vero – Dio – in Genesi 38 della Bibbia). 79. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

Deve alludere anche all'antico Dio del sole in Egitto, RA ! RA è proprio l'acronimo esatto di Romano Amodeo.


32 80. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

Deve alludere anche al Dio dell'Egitto AMMONE ! AMMONE è oracolo di AM 11(=M)-ONE, ossia SONO 11 e 1, per il mondo intero. 81. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

Deve alludere anche all'altro Dio d'Egitto, HORUS ! HORUS è oracolo di un HO RU S, ossia Ho il Santo RU trasceso da UR. 82. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

Deve alludere anche al DIO UNITARIO in Egitto ATON ! ATON (il sole su una T) lo dice oggi al mondo: A T ON: Uno – A. – sopra una croce. 83. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

Deve alludere anche alla Regina degli dei Egizi, OSIRIDE ! OSÌRIDE è facile Oracolo di un O SI, RIDE, e chi RIDE, “R id è”, è identico a Romano. 84. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

Deve alludere anche in Egitto alla deificazione dei Faraoni ! I vari RAMSETE furono facile Oracolo di un TE SEt R.AM (tu sei a Milano, R. Amodeo). 85. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

Deve alludere anche al Dio del Sole in Giappone, AMATERASU ! AMAteRAsu è Oracolo: “RA su, AMA TE (RA)”, ove RA-SU è Oracolo del GE-SU' e Geova su.


33 86. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

Deve alludere anche all'asiatico ZARATUSTRA !

ZARATUSTRA è facilissimo Oracolo di “Z ARA TU St. RA”, ossia del recondito annuncio che infine tu sei il Santo altare Romano di RA”. 87. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

Deve alludere anche al Cristo della Filosofia, SOCRATE ! SOCRATE pure fu Oracolo di un “SO C(risto) RA TE”, ossia “ti so come il Cristo RA”. 88. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

Deve alludere anche al Dio del sole degli Aztechi, ITZAMNA ItzAMna è il pero e proprio Oracolo di un IT Z AM NA, che dice che “ITALIANO infine (Z), AM (sono per il mondo) AModeo, regione NA”. 89. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

Deve alludere anche al Grande Spirito degli Indiani, MANITU ! MAN I. TU che dice segretamente al mondo Man Italian TU (Italiano) Grande Spirito. 90. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

Deve alludere anche al Profeta Maometto , o MOHAMMED ! Gran Oracolo in MAOMETTO. Sono 4-IO ma purtroppo “ometto” (che io D-IO sono 1+3). M-OH-AMM-ED si gira così in: AMM-M-HO-DE che con 3M=1M ho è AMODEho con h “muta”


34 91. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

Deve alludere anche alla salvezza di Maometto, EGIRA !

EGIRA è il grande Oracolo di cosa essa è: “è G-IRA”, l'ira di Gesù”. IRA che è I-RA. IESUS Romano, RA salva dall'omissione tale MA IO OMETTO le 4D e IO divento DIO. 92. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

Deve impersonare la Città Santa dell'Islam... essere LA MECCA ! LA MECCA è l'ennesimo Oracolo riguardante l'islam, che dice chiaro-chiaro che: “LA” (Allah) sta in ME CCA' un “me” ccà (qua), perché è un me “napoletano”). 93. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

Deve alludere nell'Islam, anche al RAMADAM ! RamADam allude a “R.Amodeo cui era diretto già il primo Adamo”. 93. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

Deve - e per tutto il mondo – essere lui stesso l' ISLAM ! L'ISLAM ne è l'evidente Oracolo: nella lingua parlata oggi nell'intero mondo, l'inglese rivela chiaramente - ma a chi vuol vederlo - che ISL'AM “is l'Amodeo stesso”. 94. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

Deve alludere al segno che Gesù promise dato di sé: GIONA ! Gesù in Italiano, in un IO Italiano nel NApoletano.


35 95. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

Deve essere la laica e rivoluzionaria DEA RAGIONE ! Essa precisa esattamente che GIONA è DEA in RA. 96. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

Deve essere la bendata DEA FORTUNA ! Che evoca UNA DEA FORT, in cui FORT è lo Spirito F o Romano in Croce. 97. Per essere "ammissibile segno" di Dio, il Nome di RA...

Deve essere infine il DIO DENARO... ORO, EURO... e LIRA ! È il Dio RO de NA... O il RO, il Buon RO del Cristo XP... e RA lì.

Nome segreto di Dio… Deve essere infine il POPOLO stesso DI DIO ! 98. Per poter essere il

Romano = 66 deve collegarsi ad Israele e lo fa attraverso la mano nata prima in Genesi 38, perché ISRAELE è il nonno di quella mano, ossia 3° in linea di generazione. Nome che oggi lo significa in sostanza al mondo, che dice “is” quanto “è” e con ISRAELE dice così: “è RA Dio”, lo è quando la mano è di RA, Romano (Amo)deo, “deo” come “ele”... in quell'AMO cui puntava il 1° di tutti: l' Ad-AMO finalizzato a Romano...deo = Isra...ele.


36

Nome segreto di Dio… Deve essergli riferita Genesi 38, nel '38, 1° mese e dì 25 ! gemellato in 38a genesi a Gesù, 25 ultimo mese..., ma prima 99. Per poter essere il

Genesi 38 significa la genesi dell'anno 38 e attesta che proprio Romano ha avuto genesi vera nel 38, perché Gesù (secondo S. Matteo) è nato da chi era 2°, come il 38° nato dal Padre Vero di ER (costretto a prendere il suo posto). Infatti in Genesi 38 si annuncia, in modo trascendente (allusivo) che il Padre Vero è chi genera in modo trascendente, E'ROmano, nato il 25-1-38. Infatti Giuda (il Padre vero del morto primogenito E'R) lo “trascese” e prese il suo posto. Da O (il sesso dilatato della madre) uscì una mano. La nutrice esclamò “ E' il 1° nato! ”... dell'anno 38, ossia è Gennaio (perché Genesi 38 è la genesi dell'anno 38). Ora questo 1° fece uscire prima il fratello (Gesù, nato in 38° generazione 2.000 anni or sono). Egli era l'ultimo (era il dicembre, del suo Natale, in quel giorno 25 che fu collocato al posto del 25 in cui era celebrato a Roma il “Sol Invictus”, ossia il Dio RA Romano). Pertanto la sostituzione ha riguardato il 1° mese sostituito dall'Ultimo, e il 25 dicembre di RA sostituito dalla nascita di Gesù. 25-1-38 (giorno mese e anno)!

Nome segreto di Dio… L'antenato di Gesù in Genesi 38 deve essere UNA COSA SOLA con RA stesso ! 100. Per poter essere il

L'antenato di Gesù fu FARES, la cui finale “ES” significa infine (di parola) anche “sei” (nel Romano significato di lingua latina), “sei” la 1a F che può significar 1° lo Spirito e AR in mezzo il mediatore.


37

Nome segreto di Dio… Deve, in Genesi 38 , poter significare E' ROMANO ! anche chi – segnalatosi primo – volle nascere per ultimo ! 101. Per poter essere il

ZERAH fu il nome dato al PRIMO uscito con la È-ROMANO, che si volle presentare per ULTIMO, come Dio comanda. ZERAH è un vero e proprio “oracolo”:“Tra la fine (Z) posta prima e la (muta) H finale,E' RA Ciò allude ad un definitivo finale RA da non nominarsi”, così come il 4° comandamento del Decalogo: “Non nominerai il nome di Dio invano”). 102. Per poter essere il

Nome segreto di Dio…

Tutte le 38 nascite fino a Gesù devon essere Oracolo muto di: È ROMANO ! 1 GIUDA = il Padre vero. = così lo SIGNIFICA, in ciascuno e per 38 generazioni: “GIU' DA” (dal Cielo). 2° FARES = F, ES, AR = “Sei lo Spirito di A.R.”. 3° ESROM = ES ROM = “Sei (Romano) ROM” (Trinitario in Romano). 4° ARAM = AR AM = “AR, Amodeo”. 5° AMINADAB = AM IN AD AB = “un Amodeo Binario che è IN, va AD e viene DA Romano”. 6° NAASSON = NA AS SON = “il FIGLIO, di Napoli”. 7° SALMON = SAL MO N = “mo' nato di nuovo a Salerno”. 8° BOOZ = B OO Z = “alla fine un 13+13=DIO INFINITO, binario”. 9° JOBED = IO B E D = “un IO, che è un Duo e Dio”. 10° JESSE = IE SS E = “é infine il Santissimo Iesus Romano”. 11° RE DAVIDE = VIDE DA RE = “il Re Davide Vide di venire da un RE”. 12° RE SALOMONE = RE OMONE SAL = “ecco il RE della Sapienza in un grand'uomo di Salerno”. 13° ROBOAM = RO B O AM = “ecco ora il ROmano binario ossia l' Amodeo binario”. 14° ABIA = AB JA = “viene da Romano Jahve”. 15° ASA = A SA = “a Salerno provincia, “as Amor”. 16° JOSAFAT = IO SA FAT = “la realtà di un IO generato a Salerno provincia”. 17° JORAM = IO R AM = “ecco un IO=10, Romano nel principio Uno, e binario in Amodeo”. 18° OZIA = O Z IA = “è un Javhe che infine vale 13”. 19° JOATAM = JA AT AM = “un IO che va fino al binario Amodeo”. 20° ACHAZ = = A CH A-Z = “un Cristo dall'Alfa all'Omega”. 21° EZECHIA. = E Z E' CH IA = “e infine è il Cristo che viene da Jahve”. 22° RE MANASSE = ROMANO SS E' = “è qui il RE Romano SS E', ma giudicato empio”. 23°3 RE AMON = RE AMO N = “un Nuovo RE Amodeo crocefisso” . 24° JOSIA = IO S IA = “un IO SIA ! Sia il Santo Jahve!”. 25° JECONIA = IE(sus) CONIA = “conia in Gesù la stessa moneta”. 26° SALATIEL = SALAT I EL = “1 in Dio che sala col suo Romano sale della terra, venuto a Salerno”. 27°h ZOROBABEL = Z ORO BAB EL = “finalmente arriva il BABBO NATALE”. 28° ABIUD = AB JUD = “è generato Romano da Giuda”. 29° ELIACHIM = EL IA CH I M = “il Cristo del Dio Jahve va infine a Milano”. 30° AZOR = A-Z OR = “pone OR unitario come RO, dalla A alla Z”. 31° SADOC = SA DOC = “è DOC, nella provincia di SAlerno”. 32° ACHIM = A CH I M = “è quella di chi è Cristo a Milano”. 33° ELIUD = EL JUD = “è il DIO EL venuto da Giuda”. 34° ELEAZAR = ELEA ZAR = “è lo ZAR affermato ad ELEA”. 35° MATTAN = MAN TT À = “Amodeo, un uomo con 2 croci”. 36° GIACOBBE = GIA' CO(NO)BBE = “GIA LO CONOBBE”. 37° GIUSEPPE = GI U' SEPPE = “GIA' LO SEPPE” (del figlio non suo)”. 38° GESU' = G E' SU = “il vero Padre suo è SU”, in 38° Generazione”. Assoluta reciprocità in chi SIGNIFICA DIO. °


38

Ecco il muto annuncio contenuto in 38 intere generazioni, che va da GIU'- dà , fino a G. - è – SU. (Il Padre vero, Dio).... “GIU' DA ! (Dio, Padre Vero di R. puro personaggio senza vita sua, dà giù in terra il suo “tu”) Tu sei lo Spirito di A.R.. Sei Romano, ROM. A.R., un Amodeo Binario che è IN, va AD e viene DA Romano. Sei il FIGLIO di Napoli, al momento nato di nuovo a Salerno. Alla fine è un DIO INFINITO, binario; è un IO italiano, che è un DUO ed è UN Dio, e che infine é il Santissimo Iesus: Romano! (è l'attesa e definitiva “PARUSIA”!). Re Davide vide di venire da un RE. Ecco ora suo figlio, RE della Sapienza in un grand'uomo di Salerno! Ecco ora il RO binario ovvero l'AM binario! (è XP !) è il Romano che viene da Jahve: a Salerno provincia, “as” Amor, come la realtà di un IO italiano che è generato in provincia di Salerno. Ecco un IO=10, italiano e Romano, nel principio - Uno e binario – di AM (= I am ). È un IO SONO Javhe che infine vale un ciclo, vale un IO che va fino al binario AM (o “cum deo”): Cristo dall'Alfa all'Omega! È infine il Cristo! che viene da Jahve! è qui il RE, Romano SS E', (ma è giudicato empio), un Nuovo RE “io Amo!” (ucciso come empio), un IO italiano.. e SIA ! Sia egli il Santo Jahve! (santo, perché sempre avversato e ucciso come lo fu RE Amon!) Eppure Conia in Gesù la stessa moneta! in Dio, che sala col suo Romano sale della terra, venuto a Salerno! Finalmente è arrivato il BABBO NATALE! Da Giuda è stato infine generato Romano! Il Cristo del Dio Jahve va infine a Milano e lo pone OR unitario come RO, dalla A alla Z. Egli è DOC, sia in provincia di Salerno, sia in quella di chi è Cristo a Milano: è (l'eterno) DIO EL venuto da Giuda, è lo ZAR (affermato ancor prima) ad ELEA. È (per concludere) Amodeo: un uomo con 2 croci. GIA LO CONOBBE... GIA' LO SEPPE...: Gesù! il vero Padre suo è SU” (è GIUDA che giù dà, in SUBLIME circolarità).

Genesi 38 e il nato 1° (una Ro- MANO nato 38) sono RA, il cui nome (vedremo) vale 381 unità.alfabetiche.


39

Segni trascendenti, legati alla “perfetta” CABALA. « Mentre noi parliamo ed ascoltiamo comprendendo, è in atto nella nostra mente uno straordinario assai complesso e “fulmineo” calcolo mentale. Esso è appoggiato sull'unità delle masse millesime, come su una immediata e valida bilancia... Leggiamo il risultato come se fosse un peso...! Per cui: “Pesate sempre bene le parole!” La “perfetta” cabala è dunque quella veramente legata al nostro reale calcolo mentale, numerico e finalizzato a rappresentare in modo assolutamente perfetto i concetti con i pesi alfanumerici delle parole. Se questa PERFETTA CABALA non esistesse... e non fosse “vera e perfetta”... noi non potremmo in alcun modo ben ragionare. Io l'ho determinata! Essa usa idealmente bene proprio l'ITALIANO. » (Romano Amodeo)


40

… segni di una “PERFETTA CABALA”, circa il “NOME SEGRETO DI DIO” 103. Perché RA,

QUALE SPIRITO SANTO, sia un "ammissibile segno" di Dio...

deve saper giustificare scientificamente la cabala ! RA ne spiega l'esistenza: la struttura Atomica è anche Alfabetica. Come 10 è base di ogni numero decimale (come un DIO=D.10), così gli indici sono A=1, B=2, C=3 … Z=21. 104. Perché RA sia un "ammissibile segno" di Dio...

deve saper spiegare che cosa sia ogni unità-αβ della sua Cabala! Una unità-αβ mostra con lettere (immagine alfabetica della concezione numerica astratta), la reale entità numerica assoluta e dunque riferibile ad ogni cosa quantificabile in parole. Poiché riferibili ad ogni cosa, i numeri che la mente usa sono sempre numeri assoluti. Così,, ad es., 66 è “essenzialmente” 26 in quanto i 6 (in “numero”), nel 66 SONO DUE (nel loro “essere”) e 26 è il COMBINATO di “essenza 2”+numero 6. Analogamente 88 sono 4 O= 0, dunque 40 in “essenza e numero”.


41

105. Perché RA sia un "ammissibile segno" di Dio...

per rendere credibile il suo assunto teorico RA deve dimostrare VALIDISSIME RAGIONI ! Autismo e Savant mostrano l'esistenza di capacità insospettate in chi manca spesso di ogni “senso pratico”. Ciò dimostra che chi non sa finalizzare i numeri li vede travisandoli nei concetti e RAGIONA … come RA è come quel GIONA (che Gesù rivelò come l'unico segno che egli avrebbe dato “DI SE” agli increduli... dando, attraverso RA, dei segni in essi stessi!). La Cabala Italiana (perfetta avendo l'alfabeto di 7+7+7 lettere, come quelle della creazione divina... ) usata dalla mente è infallibile, altrimenti non potremmo ben ragionare! Va però risaputo: non noi, ma (come scritto sulla Bibbia) “Dio dà i nomi a tutta la terra”, che valgono come i rispettivi “DNA alfabetici”, ideali a rappresentare “essenzialmente” materia e spirito. Il nome di RA – lo vedrete – è troppo perfetto perché sia dipeso dalla “povera scelta” dei suoi genitori! Può averlo fatto solo la Divina Provvidenza. La struttura fisica e metafisica di ogni persona si traduce pari-pari nel suo nome “OBBLIGATO” che lo “FOTOGRAFA” nella sua ESSENZA DI FONDO (divina)


42 106. Prove reali della perfezione della cabala in lingua italiana:

RA deve verificarlo almeno nelle lettere dei primi 12 numeri ! Premessa: Tutto deriva da 1+3=4, che esiste come 88 “in essenza”, dato da QUATTRO=100, tanto che 100 -12 = 88 è il moto che quanto arretra (di 3+3+3+3= -12) attiva sul +100, ad ottenere per reazione l'88 che assume la “valenza essenziale” di DOPPIO INFINITO. 107. ZERO =55 . Da 88 -33 = +55, l'88 (doppio infinito = 2^3 e 2^3, a indici 3 e 3), tolto il 3 3, si azzera a doppio Zero. 108. UNO =44 . Da 88, il suo mezzo è l'UNO nella sua parte “reale”. Immaginario 44 + 44 reale. 109. DUE =28 . Da 88, che, in essenza, SONO 2 numeri 8, l'essenza è il “combinato” 2 8 = 28=DUE . 110. TRE =39 . Da 88 valutato 100 (in +3×4), 3, che è 4 -1 in numero, è valutato 4 0 -1 = 39=TRE . 111. 112.

A riprova della perfezione, UNO+DUE+TRE = 44+28+39 è 111 quale un “perfetto Dio UNO e TRINO in 1”. QUATTRO =100 . 4 = 1+3. La mente pone 1+3 = al 3/3+3×3=10, flusso dell'area 10×10 = 100 = QUATTRO lati . CINQUE =63 . Da 88 meno la presenza “reale” (che è 1/4 di 100), si ha la pura presenza 63 “reale” in 5 +5=10.

113.

SEI =31 . Da SEI = TRE +3 = 39 +3= 42 , tolto 11 (di presenza 1/4 di UNO=44 ) si ha 42 -11= 31 . A prova di 66= 31+31 (= i 2 SEI di 66), UNO+DUE+TRE+QUATTRO+CINQUE+SEI+SEI è 333+3, Uno e Trino in 3

114. SETTE =63 . 7 è il lavoro unitario di -6×6 “giorni” = - 36, visto positivo (per reazione) nel +63 orientato inverso. 115. OTTO =62 . 8 = (3+1)+(3+1) è letto “in puri numeri” 31+31=62 in “puri cicli” . Ove 62 è “assoluto” in 6+2 = 8 116. NOVE =50 . 9 = 10 -1 son le due unità 1 e 9 viste nel 10 identiche ma a versi opposti , dunque 50 “reale” +50. 117. DIECI =30 . 10 è considerato dalla mente nelle 3 dimensioni reali di 10 (flusso) +10+10 (area del flusso). 118. UNDICI =56 . è il ciclo 10 che esiste nella sommatoria del numero 11=66 e avanza realmente di 66 -10=56. A riprova del fatto che 11 numeri reali sono il ciclo unitario del 10, la somma dei loro 11 contenuti essenziali, 44+28+39+100+63+31+63+62+50+30+56 è 556 +10 = 500 (realtà ½ di 10×10×10) +66 (Romano, 1° nome di RA), che è la sommatoria di 11. La quantità assoluta 566 è di 565 colte 1 unità relativa. 565, divise per la mediazione 5 (del 10) dà 113, ed è esattamente il 5° nome di RA. Il 1° nome di RA è 66 (= due 6, che si combinano nel 2 6 col quale sono fatti tutti gli altri). Il 2° è 2 6+ 2 6+ 2 6 Trino. Il 3° è 2 6 Uno. E il 4° è 2 6+ 2 6 (due che -1 sono 1 nome = 52 -1 = 51. (laddove 26=DIO, nella cabala italiana è 26=YHVH=Jahve=DIO perfino nella Cabala ebraica).


43

119. Prove reali della perfezione della cabala in lingua italiana:

RA deve poter consentire la verifica della sua tesi cabalistica, almeno nei nomi dei principali moti dell'animo ! 120. AMORE=46 . La realtà assoluta è 100/2 = 50. L'1+3=4 (dio) nel 50 occupa 4, agisce per 46, ed è amore. 121. ODIO=30 . Lo stesso 50, se si toglie il complesso Piano di Dio (da -10 a +10), lascia un 30, come odio . 122. PAURA=51 . L'Assoluto 100, senza il piano creativo di Dio 7×7=49, lascia senza il divino piano un 51 di paura . 123. FEDE=20 . Il piano di Dio è -10 +10 = 0. Ma è invece +20 solo se si ha fede nel Dio positivo a ciclo +10 . 124. SPERANZA=87 . L'assoluto 100, senza il Dio decuplo e trino 10+3, è +87, è un possibile iter di speranza.... 125. CARITA'=48 . il Piano del Creatore è 7×7=49 in assoluto..., ma è 48, se è relativo alla carità di 1 = GESU' =48 . 126. TERRORE=89 . Il Dio Assoluto è 100, e 10+1= in linea di flusso. 100 -11 lascia proprio un 89=TERRORE . 127. SIMPATIA=80 . Dio 10+10 è un piano 20 che, nell'assoluto 100, vale un 80=SIMPATIA , per quel che significa. 128. FURBIZIA=83 . L'onda 4/4+4×4=17 è la realtà unitaria che furbescamente avanza nel 100 per un 83=FURBIZIA . 129. ACCIDIA=30. Vale quanto il DIECI, che è Dio, e tenta di sostituirsi a Lui per invidia. 130. INVIDIA=64 . Vale in sintesi 6+4=10, come l'accidia. 64 = 2^6 è “in puro numero” 26=DIO. 131. GENEROSITA'=103 . È il Dio 1 e 3 che si presenta addirittura 100 +3. 132. PRUDENZA=92 . È tutto l'atto del 2^3 (un volume “complesso” di buono e non) nel 100, 100 -8=PRUDENZA . Dunque tutti i nomi sono coerenti al loro numero, per quel che significano. VERIFICATO PERFETTAMENTE


44 133. Prove reali della perfezione della cabala in lingua italiana:

RA deve consentire la verifica della sua tesi almeno per le parole esprimenti le principali discipline umane ! 134. MATEMATICA=78 . È DIO=26 (1+3). La matematica è Dio! Infatti il Creatore è la base 10 che crea gli indici. 135. FISICA=45 . E' l'assoluto 100 -0=55u.-αβ. La fisica s'imposta proprio sullo 0 Assoluto. 136. ARTE=40 . É attività divina Una e Trina nel ciclo 10 di DIO, ed è A.R. TE. 137. ARCHITETTURA=132 . L'assoluto 100 + 2^5 (potenza 5 della creazione suprema a 2 mani). 138. URBANISTICA=107 . L'assoluto 100 + 7 sancisce la totale creazione, perfettamente ordinata in 7 giorni. 139. LETTERATURA=137 . L'assoluto 100 + (6/6 + 6×6 = 37, tutta l'onda sul chi SEI), dà luogo ad ogni scritto di chi è. 140. POESIA=59 . È di chi è 1 nel 60 (un chi è un SEI IDEALE) ed agisce per 60 -1. 141. MUSICA=60 . E' quanto va idealmente “a tempo”, nei 60/60 unitari dei minuti e secondi. 142. FILOSOFIA=84 . L'assoluto 100, -4×4 (la realtà), da cui l'indagine su cosa sia. 143. TEOLOGIA=76 . L'assoluto 100, meno il piano a lato 12 (degli apostoli). 144. RELIGIONE=86 . L'assoluto 100, meno il piano dei 7 giorni (di Creaz. Divina). 145. STORIA=74 . L'assoluto 100 meno DIO=26, e l'uomo crede ch'egli fa la storia. 146. GEOGRAFIA=65 . La “realtà” (di 100/2) +10 (spazio) +10/2 (tempo), posta così nell'unità dello spazio-tempo. Dunque tutti I nomi sono coerenti al loro numero, per quel che significano. VERIFICATO PERFETTAMENTE


45 147. Prove reali della perfezione della cabala in lingua italiana:

RA deve consentire la verifica della sua tesi almeno per le parole esprimenti i principali valori, quelli “essenziali” ! 148. 149. 150. 151. 152. 153. 154. 155.

PERFEZIONE=106 . È il 100 Assoluto quanto tu lo SEI. IMPERFEZIONE=126 . È il 100 Assoluto se si pone come il DIO=26... e non è più il perfetto 106 IDEALE=34 . È il Dio che vive 33 anni come un 1 assoluto. DIVINO=67 . È il SEI SEI Dio 1 assoluto di “Io SONO chi SONO” (Jahve). Ma è anche Romano=66 +1. VERITA'=69 . È il SEI SEI che è una Trinità. MENZOGNA=82 . È L'Assoluto 100 senza 3 (3+3), Padre Figlio e Spirito S. combinati in tre coppie. Una bugia. BUGIA=38 . È Romano nato nel 38 di Genesi 38 inteso come un uomo. ASSOLUTO=108 . È l'Assoluto 100 più un duo Uno e Trino: (1+3) + (1+3).

156. 157. 158. 159. 160. 161. 162. 163. 164. 165.

RELATIVO=92 . È l'Assoluto 100 senza questo divino duo di 1+3. VALORE=65 . È quello di 1 che esiste in un SEI SEI divino, il 66=Romano. BENE=24 . È un duo reale che esiste nel DIO=26, e avanza per tutte le ore come un piano apostolico. MALE=27 . È DIO=26 sommato ad 1 che lo PERSONALIZZA, come un vero LADRONE di 3×3×3, trinità dell trino PARADISO=75 . È tutto lo spazio 25+25+25 percorso da chi nasca il 25 Natale di Gesù e di Romano. PURGATORIO=126 . È come l'IMPERFEZIONE da risanare, perché 26=DIO. INFERNO=73 . È L'Assoluto cui si tolga 3×3×3 =27, la Trinità della Trinità di Dio. DIO=26 . È DIO=26 come (10+3), che agisce in una coppia divina tipo Padre+Spirito, Figlio+Spirito, Figlio+Padre. DIAVOLO=70 . È L'assoluto 100 cui togli DIECI=30, il DIO=D.10. SATANA=50 . È l'ASSOLUTO 100 che si divida in 50 di relativo bene e 50 di male . Dunque tutti i nomi sono coerenti al loro numero, per quel che significano. VERIFICATO PERFETTAMENTE


46

166. Prove reali della perfezione della cabala in lingua italiana:

RA deve consentire la verifica della sua tesi almeno per i nomi di DIO, per vedere se essi esprimono cicli “essenziali” ! 167. DIO=26 . È il Dio (10+3) + (10+3). Sono il ciclo 10 che la Fisica adotto a DIO di ogni ciclo unitario, e 3=lo spazio. 168. JAHVE=43 . È il Dio 33 (vita di Gesù) +10 (il Dio posto ciclo 10). 10^2 (area) -1 =99 unità, in 1/3 sono 1 linea 33. 169. GEOVA=46 . È Jahve nel suo complesso, dato da 33+3 +10. Come 1/3 di 99 unità + ciclo 10 e 3 (spazio unitario). 170. GESU'=48 . È il ciclo reale pari a 100/2, cui siano tolte le 2 d. dell'area, tanto che 48 sia il solo flusso reale. 171. BUDDHA=38 . È il 38 di Genesi 38. Area a lato 7+7 e flusso 100=114 “assoluto”, in 1/3 è il dato unitario lineare. 172. ALLAH=30 . È il Dio DIECI=30. Sono le dimensioni 10 delle 3 dello spazio unitario. 173. BRAMA=31 . È il Dio DIECI=30 +1. Alle 30 precedenti, si aggiunge anche l'unità assoluta 1. 174. SIVA=47 . È 1 in Gesù=48... attivo per 47=Amodeo). 100/2 è il reale 50. Con -3 (spazio), 47 è la sua pura massa. 175. VISNU=77 . È il Creatore nei 7 dì a 2 mani, una 10, divina, e una umana. È 2/3 di 99 unità, +11, ciclo assoluto. 176. RA=17 . È il Dio 1+3, nel suo piano 16=R, assoluto in quanto 1 in 17. Quanto 1 onda 4/4 + 4×4, di spazi-tempo. 177. AMON RA=54 . È l'intensità unitaria della luce, la CANDELA = 54 (10^13) hz (o cicli 10 ogni secondo). 178. GIOVE=54 . È lo stesso. 3^3 + 3^3 è il volume compresso, o tutta la superficie laterale di un cubo a lato 3 179. AMATERASU=89 . È tutto il moto di 10+1 nell'Assoluto Piano 100, di Dio 10 in flusso. 180. MANITU=70 . È il DIECI=30 nel moto totale nell'assoluto piano 100, di Dio DIECI nel flusso. Dunque tutti i nomi sono PURI CICLI ESSENZIALI = DIO di quant'è per numeri. VERIFICATO PERFETTAMENTE


47 181. Prove reali della perfezione della cabala in lingua italiana:

RA deve consentire la verifica della sua tesi , almeno per le parole esprimenti i principali strumenti della logica ! 182. 183. 184. 185. 186. 187. 188. 189. 190. 191. 192. 193. 194. 195. 196. 197. 198.

PAROLA=55 . Quando 10×10 è sezione e 10 flusso, 110 è tutto il volume, tanto che 55 è il giusto MEZZO. NUMERO=76 . È il piano a lato 12, che avanza come apostolico nel 100 assoluto. Oppure 10 Romano=66 CONCETTO=85 . È il Dio 10 (spazio) + 10/2 (suo tempo), che avanza di 85 nel 100 assoluto.. CALCOLO=53 . Laddove la PAROLA è 55, se si sottrae la sua sezione 1+1 resta il CALCOLO del flusso.. SOMMA=53 . È il CALCOLO. Le somme di indici sono la potenza della base 10 di Dio che si leva di torno.. ADDIZIONE=78 . Tiene conto di quanto va da -11 a +11 e vale +22, nel 100 assoluto. O il reale 50 +7 uno e trino. DIVISIONE=98 . È il Dio Binario, 1+1 che, per sottrazione al 100, in assoluto si divide per 2, come 10^100 : 10^2. MOLTIPLICAZIONE=158 . è il reale 50, che alle 3 D. del volume vale 50×3 + la realtà complessa 4+4. POTENZA=84 . È il Dio Assoluto 100 meno il 16 che è la realtà 8+8, del doppio infinito 88. LOGARITMO=98 . È il Dio della DIVISIONE in POTENZA del 10 e suo INVERSO, che elimina la divina base. INTERAZIONE=121 . È data dal Dio 10+1, nel suo divino piano 11×11. PRODOTTO=109 . È l'assoluto flusso 100, per l'area 3+3+3. IDEAZIONE=79 . È il Dio 7+7+7 =21 che CREA in 7 giorni, in un volume, e avanza quanto 21 nel 100 Assoluto. AZIONE=61 . È l'evento reale la cui sezione sia il reale 50 (nel 50 +50=100), e agisce in pieno: 10+1, nel flusso . REAZIONE=83 . È l'AZIONE=61 +22 (l'intero flusso da +11 a -11, aggiunto in senso negativo). GIUDIZIO=91 . Partendo dal vero 3+3+3, il GIUDIZIO è di chi percorre un 91 nell'assoluto 100. FORZA=57 . Nella realtà assoluta 50, la forza è tutta la piena creazione in 7 giorni. Dunque anche qui tutto è stato VERIFICATO PERFETTAMENTE. Se non lo fosse, come potremmo ragionare in modo perfetto, usando la PAROLA=55 (il mediatore!) per esprimere un CONCETTO=85 (= PAROLA+DIECI numero) ?


48 199. Prove reali della perfezione della cabala in lingua italiana:

RA deve consentire l'ultima verifica: ogni strumento è davvero “POTENTE” solo se è in grado di smascherare nascoste verità ! 200. IDROGENO=79 . È essenzialmente 7+9=16=7, la base della creazione reale=16. Tutto (=7) in tutto (= 9 di 1 in 10). Il suo simbolo H=8 esprime la realtà di 8+8=16. La I iniziale rivela l'energia 9, della realtà 1+3 nella D, nel ciclo 4×4 della R, della sola massa reale avanzante nella O, per 7=G, e 5 (nella D. 35 su base 10 dell'energia di Planck...) ecc. Se la mente lo ha chiamato così, non solo il suo nome, ma la sua FORMULA generatrice. 201. OSSIGENO=93 . È tutto il moto del 7 nel 100 assoluto e si sposa perfettamente all'idrogeno, 79+93=172, che dovrebbe essere l'acqua con due 79, dunque 172+79=251, ossia la realtà ¼ di 10×10×10, unitaria in +1. 202. ACQUA=39 . È la reazione al 93 dell'ossigeno, pari all'idrogeno -40 (la piena unità e trinità del 10). Togliendo 1,4 (il decimo del piano 7+7) a IDROGENO+IDROGENO+OSSIGENO=251, abbiamo 251 -1,4= 249,6 che, diviso per 39, dà 1/10 di 2^6=64. L'acqua, qual 39=TRE, è la TRINITA' di Dio che distrusse il mondo con l'acqua. 203. DILUVIO UNIVERSALE=198 . È 5 volte (ossia la sola “realtà”) del 39, che dà il 195 che, +3, dà il 198 in cui Dio Padre creatore (100 +100 nel suo Piano), con -2 divise per due l'assoluto 10^200, dividendolo per 10^2, ed arrivando a TUTTO IL PERCORSO della realtà 2, complessa, nel complesso ed assoluto 200. Analogamente, nel 2000, tutto il piano 7+7+7=21 porta, nel 21° secolo e alla fine del 21, degli inversi anni 12 e mesi 12, ad un assoluto percorso IDENTICO al DILUVIO UNIVERSALE. Nel 2000 +7+7+7 è la CREAZIONE in 7 divini giorni ad apparire andare in fumo... Se poi considerate che UNO=44, e che il Doppio infinito 88, perduto tutto lo spazio, una prima volta con -3, una seconda con -22, una terza di nuovo con -3 (per la parte antimateriale) e infine dei ¾ spaziali del 100, 75, tanto che si riduce, nei tempi decimali a 0,85668513... ebbene, il piano 44,85668513^2 = 2012,1222 (conclusione del 21) indica la percorrenza di TUTTO IL TEMPO (divinamente creato il suo anno zero con la nascita di Gesù Cristo). É lecito SMASCERARE IDEALMENTE COSI' il PIANO basato sulla potenza del Dio 10?


49

Mi pongo la domanda su che cosa sia l' AMOR E' ? Questa è la risposta per come lo RAGIONA la nostra perfetta Ragione, divina ed essenziale, che valuta ogni cosa come una potenza su base 10 e – poi – attuandone il calcolo Log decimale, riducendo tutto a pure INDICAZIONI ottenute proprio mediante veri e propri INDICI NUMERICI:

(10^1) (10^11) (10^13) (10^16) (10^5) Questo è il perfetto ORDINE che attua i cicli assoluti, nel perfetto e crescente loro ordine. Per prima l'unità 1 . Poi quella del ciclo 10+1 (linea). Poi quelli del ciclo 10+3 (massa reale). Poi quello del ciclo 10 +6 (da -3 a +3, come la crescita +6 in base al -6 della relativa decrescita). L'ultimo dato, 10^5, che noi valutiamo E, lo considera nella sola metà reale del ciclo 10^10, diviso in 10^5 di unità magnetica e 10^5 di unità elettrica, e lo pone “reale” nel suo ESSERE 10. Ecco, quando TUTTO E' ASSOLUTAMENTE BEN ORDINATO, questo veramente AMOR E'. Ce lo dice l'intelligenza al punto che, quando è tutto ordinato nel modo esatto, uguale e contrario, che privilegia per prima cosa il dominio di quanto è COMPLESSO (“divide et impera”), allora non è un caso che la Città la cui forza è in atto in questo modo, divenga uguale ad un

E' ROMA . Roma non fu chiamata così LIBERAMENTE. Questo nome è la lettura ESSENZIALE di tutta la STORIA di ROMA. Noi la conosciamo come una STORIA di eventi... ma sono in sostanza NUMERI. Sono NUMERI anche i sentimenti affermati con parole, detti dai personaggi di un DVD. Quando noi REALIZZIAMO una ripresa, e otteniamo un DVD, trasformiamo nei GIUSTI NUMERI gli eventi e I sentimenti dello Spirito, espressi a parole. Attuando il modo SPECULARE, noi partiamo dai NUMERI del DVD scritto dal SISTEMA ASSOLUTO chiamato DIO, e lo leggiamo in modo esattamente COERENTE a come se lo avessimo filmato noi, “ripreso”. Noi non CREIAMO il mondo, ma – solo – lo “prendiamo” (comprendiamo) PER NUMERI ASSOLUTI. I valori ESSENZIALI ne esprimeranno I SIGNIFICATI, quelli tradotti IN REALTA' ne esprimeranno la CORPOREITA' materiale.


50

… segni di una “PERFETTA CABALA”, circa il “NOME SEGRETO DI DIO” e relativi ora al SUO REALE NOME SEGRETO 204. Perché RA sia un "ammissibile segno" di Dio...

Poiché la Cabala Ebraica afferma che Dio ha un Nome Segreto di 42 cifre, per poter essere quel Nome Segreto, è TASSATIVO: il nome di RA deve avere assolutamente ed esattamente 42 cifre ! Il nome intero di RA è:

RomanoOAntonioOAnnaOPaoloOTorquatoOAMODEOO Contando anche come cifra gli spazi di pausa della voce, che staccano tra loro le parole, esse sono 42, e giustamente lo sono “in segreto”, perché le lettere che lavorano sembrano essere soltanto 36.


51

205. Per poter essere il

Nome segreto di Dio...

Tutto il nome di RA deve rispettare la Creazione unitaria di Dio ! Poiché (per come scritto nella Sacra Bibbia) la Creazione di Dio fu di 6 giorni di lavoro e uno di riposo, questi 6 nomi al lavoro hanno ciascuno anche il dovuto Sabato di riposo. Dunque il nome è la Biblica Creazione unitaria di Dio.

Nome segreto di Dio... Se i 6 nomi son tutto il lavoro, devono “star eseguendo” l'ORDINE ! 206. Per poter essere il

Tra il loro stare, essere e l' eseguire su ordine ci deve essere assoluta reciprocità. Infatti così è: un 6 è un “disposto in sé” che diventa “dispositivo” quando determina una SOMMATORIA. Pertanto il 6 è 6 ma comanda per 6, ORDINA per 6, come 1+2+3+4+5+6 = 21. Questo ORDINE FATTIVO sta ESEGUENDO l'ORDINE di 7+7+7 dato dall'opera trinitaria di DIO nei termini della TRINITA' SPAZIALE, con 7+7 lunghezze di giorni collocati in una superficie trasversale, e con, nel flusso, solo i 7 scritti e descritti nella Bibbia Antica di quando DIO era solamente UNO: osservato solo nel flusso. Solo il Figlio di Dio Gesù avrebbe affermato che DIO è UNO e TRINO.

Pertanto il 7+7+7 rispetta non solo l'ANTICO TESTAMENTO, ma anche IL NUOVO TESTAMENTO di Gesù.


52

Nome segreto di Dio... il numero delle unità.αβ dei nomi di RA deve attuare i 7 giorni ! 207. Per poter essere il

Bisogna partire dal volume nel suo complesso, ossia dalla dimensione 3 del fondamento spaziale di tutte le cose. 3×3×3=27, in positivo e 27 in negativo, per un totale da -27 a +27, pari a 54. questa è l'unità, e ce lo conferma la Fisica che stima 54 volte 10^13 cicli 10 al secondo l'intensità unitaria della luce chiamata CANDELA. Ora se il complesso volume 54 agisce per 7, completa 378 unità sulla base delle 3 poste a base della coppia di 3^3. Il calcolo di 378, ottenuto in base ad una coppia di 3, per essere un CALCOLO ASSOLUTO, deve aggiungere la base 3 al 378 ottenuto dal 3. Ciò porta il valore assoluto esattamente alle 381 unità alfanumeriche del nome di Romano. Pertanto il nome di Ra è ASSOLUTO comprendendo in sé la base 3 della dimensione dell'ESSERE SPAZIALE. Essendo (3×3)×(3+3)×7+3 = 381 il suo CALCOLO ASSOLUTO, esso rivela l'opera sommaria del 3 e di 7 volte il volume complesso di 54 unità per ogni “giorno” che sia ASSOLUTAMENTE contenuto in un quadriennio. Infatti, se si considera che un anno contiene 52 settimane +1 giorno +1 giorno ogni 4 anni, e sommiamo IN ASSOLUTO 52 (settimane) a 1 (giorno) e 1 (giorno ogni 4 anni), possiamo IN ASSOLUTO eseguire la somma 52 + 1 + 1 = 54 assoluto. Valore nella logica Una e Trina di 1+3 = 4 anni. A questo punto, il DIO=UNO, è UN ANNO, quarta parte di 4 anni. E se proprio il terso noma ANNA si rivelerà uguale a DIO, è perché il DIO UOMO è relativo al DIO DONNA, e un ANNO alla ANNA. Poiché poi 54 sono 4 anni, ma il 54 opera per 7, sette volte 4 anni sono 28, uguali a 7+(7+7+7), unità e trinità della creazione unitaria in 7 giorni. Quando la relazione trina al 28 è sommata al 10 che è il ciclo reale del 3, dato da 3/3 + 3×3=10, allora 28+10=38 porta alla nascita di Dio Padre, quella descritta in Genesi 38 della Bibbia, in cui si esaltò un 1° nato in una MANO. Ebbene, 38+1° = 381, ed è la genesi alfanumerica del nome ASSOLUTO di Romano, assoluto (ed è dimostrato) perché comprende in se stesso il 3.


53

Nome segreto di Dio... ogni nome deve mostrare anche nelle cifre l'ordine dei 7 giorni ! 208. Per poter essere il

Nelle 36 cifre totali l'Opera Creatrice divina è dimostrata, nell'ideale valore medio uguale a 6, dato ad ogni nome. Ma se l'ORDINE E' ASSOLUTO, anche le cifre 6, 7, 4, 5, 8, 6 , per come ordinate dal 1°, 2°, 3°, 4°, 5° e 6° nome, devono rispettare i 7 giorni che aggiungono ai 6 di lavoro 1 “divino” Sabato. Questo è esattamente il calcolo assoluto che ripartisce ed ordina in tal modo tutte le cifre in una quantità decimale: 1770,566 × 381,0001999 = 674.586 Tutto è riferito, nel valore decimale, di 0,566 al valore alfanumerico del ciclo unitario 10+1 espresso in lettere dai primi 11 numeri, che si pongono a perfetta e Cabalistica perequazione tra le lettere esprimenti numeri e i numeri. Uno+Due+Tre+Quattro+Cinque+Sei+Sette+Otto+Nove+Dieci+Undici = 566 . Si parte dai 566/1.000 (unità di massa). + 1770 è 10×10×10 (=1000, tanto che i 1000 millesimi di prima sono di fatto un 1) + l'area 770 . Essa ha i due lati 385+385=770. Poiché 381 (=alfa.unità di RA) è un ASSOLUTO, i 2 lati diventano “relativi ad 1+3” sommando l'Uno e Trino “divino”. Con ciò la somma dispone la sezione (7+7 in assoluto) nell'ordine decimale 770. Dunque 1770,566 è il fronte che rispetta tutti gli ordini, nella logica decimale, conguagliata nel millesimo del 1000 al ciclo numerico posto in lettere. Ora anche in profondità 381 è ASSOLUTO. Va riferito alla coppia che 381 è, essendo 2 × (54×7). Questo 2 assume la valenza di massa 2.000 e in essa 1 reale agisce ×1999. Con 10^7 a potenza, la reazione unitaria è 10^-7! Disposti fronte e linea nel rispetto di tutti i vincoli unitari, il volume ottenuto dalla relativizzazione dell'ASSOLUTO 381, dà il risultato esatto, per quante cifre tocchino in gerarchia unitaria ai singoli nomi e nel rispetto del divino ORDINE DECIMALE. Al 1° (100.000/100.0000=1) andranno 6 unità di cifre, 7 cifre andranno al 2° (per 10.000/10.000=1), 4 cifre andranno al 3° (1000/1000=1), 5 cifre andranno al 4° (100/100=1), 8 cifre andranno al 5° (10/10=1) e 6 cifre andranno all'ultimo 1/1.


54

Nome segreto di Dio... l'ordine delle cifre deve esaltare la Creazione del Creatore D.10 ! 209. Per poter essere il

6 7 4 5 8 6 ha un senso compiuto riferito alle cifre delle unità alfanumeriche, messe in relazione ad un ordine che si risolva in 6 volte 10^5 (parti inverse), 7 volte 10^4 (parti inverse), 4 volte 10^3 /parti inverse), 5 volte 10^2 (parti inverse), 8 volte 10^1(parti inverse) e 6 volte 10^0/10^0. La base 10 della potenza è vista DIECI=30 , nella sua unità.αβ. UNO è 44 unità.αβ, CINQUE=SETTE sono 63 unità.αβ. Così, nella traduzione che trasformi il numero d'ordine nella potenza del 10= DIECI=30 , nel calcolo dimensionale in cui i rapporti sono sottrazioni e non divisioni, accade che : 210.

10^5 è visto CINQUE a DIECI = 63/30 = 33 = 3+3 = 6 cifre.αβ.

211.

10^4 è visto DIECI 4 , che, per DIECI=30 , è 30 4 dunque 3+4 = 7 cifre.αβ.

212.

10^3 è visto DIECI 3 , dunque 1+3= 4 cifre.αβ.

213.

10^2 è visto DIECI 2 uguale a 30 2 che in assoluto è 3+2 = 5 cifre.αβ.

216.

10^1 è visto UNO 1/1 = 44, e dunque 4+4= 8 cifre.αβ.

217.

10^0 è visto UNO /11 = 44/11= 33 = 6 cifre.αβ.

Negli ultimi due casi, 10^1 e 10^0 sono di fatto due UNO, il primo nel ciclo 10 posto UNO, il secondo nel suo inverso 10^-1. L'intelligenza pesa in modo assai pratico, con le masse millesime. Il 1.000 opposto al millesimo è dato da 10 volte il 10^2... che allora l'intelligenza SOPPESA 100, ma attraverso 10^3 × 10^-1.


55

Nome segreto di Dio... Ordine e cifre devon dare lavoro 6, in 7 dì d'opera di Dio Creatore ! 218. Per poter essere il

Dimostriamolo: Si aggancino ai numeri d'ordine le singole cifre, avendo con ciò 1°6, 2°7, 3°4, 4°5, 5°8, e 6°6. Un primo atto interattivo sta nella somma tra i prodotti, che è 128 , un secondo sta nella somma tra le somme, ed è 57 . Combinando 128×57 abbiamo la combinazione numerica totale, ed è 7.296 . PRODOTTO 1×6+2×7+3×4+4×5+5×8+6×6 = 128 NUMERI PURI. Sono esattamente il 100 + 7 +sommatoria 6 ed è la UNITA' ASSOLUTA +l'opera in 7 giorni con 6 di lavoro in sommatoria che dice la Bibbia. SOMMA 7(=1°+6) +9(=2°+7) +7 (=3°+4) +9 (=4°+5) +13 (°5°+8) +12 (=6°+6) = 50 +7 è 100/2 +7, ossia la sola metà reale della TOTALE AZIONE nei 7 totali giorni dell'opera divina . PRODOTTO × SOMMA = 128×57 = 7. 296 mostra 2 + 7 (10×10×10) e 6 (7×7) in cui l'opera è di tipo binario i 7 giorni sono nel Dio Uno e Trino dato da 10×10×10, e il lavoro 6 ha il fronte totale 7×7. IL NOME CONFERMA stupendamente in tutto IL DETTATO BIBLICO della CREAZIONE DIVINA. Togliendo a 7296 (che è tutto il combinato dell'opera interattiva e sommaria) le 24 ore del tempo che appaiono in 2^10=1024, rispetto al 10×10×10 dell'opera somma in 7 giorni, le 7272 che restano, divise per le 36 cifre del nome di RA, portano a 2 volte il 101 che è l'unità relativa aggiunta al 100 assoluto, come alla media di ogni singola lettera. Togliendo al 7296 il 4 che è l'unità 1+3, resta un 7292 che, diviso nell'opera 7, è

42 cifre

1.042 ,

e mostra proprio le del nome segreto del Dio Trino 10×10×10. . 7296 intero, diviso per l'opera in 6 giorni, vale un esatto 1216 ciascuno e mostra 12 apostoli a grandezza assoluta 100 e il 16 della lettera R di Romano.


56

Nome segreto di Dio... tutti i Numeri Ordinali devono rispettare anche le unità.αβ ! 219. Per poter essere il

Avendo considerato finora solo l'ordine dei nomi e le rispettive cifre, ed avendo avuto come combinazione massima il numero 7296 , possiamo combinarlo anche con le 381 unità alfanumeriche, ed abbiamo 2 +2779772+ 2 . Mostra una spettacolosa simmetria centrale, tanto che è sempre uguale, sia letto da destra, sia da sinistra, il che è un segno di un grandioso equilibrio. La lettura nella gerarchia decimale di 2.779.776 unità riguarda un 6 incrementato di 2.779.770 ... laddove il nostro riscontro riguarda le 42 cifre del Nome segreto di Dio .

2.779.770 : 42 =

66185 mostra quanta parte unitaria tocchi all'unità del 42 .

Ecco l'esatto 66185 che mostra quanto (nelle 10×10×10 unità della trinità del Dio=D.10) è il 66 di RoMANO (valore alfa.n. del 1° nome di RA). Egli ha le 5 dita di una MANO... di chi ne ha due, ma che combinano in due una trinità, tanto che (3+3)+(3+3)+(3+3) le combinino in tutte e tre le coppie possibili, nell'unità 10 del DIO=D.10, dunque in 180 . Ma ogni numero vale anche sempre quanto la sua sintesi. 2.779.776 si sintetizza in un sommario 55 , sintetizzato in 11 , e infine in 2 . Laddove 55+11=66 (è la somma delle due sintesi comprese nel 1° nome Romano, in alfa-unità)... un 66 che è un Duo... del 6 generale a cui abbiamo riferito tutto il 2.779.770 +6. Se dividiamo anche questo 6 per 42, poiché 6/42 sono 1/7... è il SABATO divino rapportato al totale.


57

Nome segreto di Dio... la somma assoluta tra i n.αβ combinati ai n.cifre e ai n.ordine dei 6 nomi, va vista nel Dio Uno e Trino 10^4 riferito ala vita di RA ! 220. Per poter essere il

ROMANO =

66 numero αβ ×6 numero delle cifre ×1 numero ordinale = numero assoluto 396

ANTONIO =

78 numero αβ ×7 numero delle cifre ×2 numero ordinale = numero assoluto 1092

ANNA =

26 numero αβ ×4 numero delle cifre ×3 numero ordinale = numero assoluto 312

PAOLO =

51 numero αβ ×5 numero delle cifre ×4 numero ordinale = numero assoluto 1.020

TORQUATO =113 numero αβ ×8 numero delle cifre ×5 numero ordinale = numero assoluto 4.520 AMODEO =

47 numero αβ ×6 numero delle cifre ×6 numero ordinale = numero assoluto 1.692 = TOTALE ASSOLUTO 9.032 Essendo 10^4 la REALTA' ASSOLUTA, essa è 10.000 Il soggetto unitario che vi avanza vale la differenza di 968, l'anno 1968


58

Nome segreto di Dio... la somma assoluta riferita al 986 deve avere un significato reale ! 221. Per poter essere il

Ci sono i due elementi da considerare: 9.032 e il suo riscontro al 10.000. Il primo dato si riferisce a Genesi 38, della Bibbia, in cui il 32 contempli la nascita di UNA mano con le sue ovvia 5 dita in tutto. Mano sommata a dita, dà un quantitativo ASSOLUTO che non dà né numero di mani, né di dita: è un 6 ASSOLUTO che si aggiunge al 32 e lo rende 38. Ebbene, Romano, in Genesi 38 figura essere ER, il primogenito che c'è, ma solo nella rappresentanza del Padre vero che Giuda fa, sostituendolo nel talamo con la vedova Tamar. Tamar è come Maria Santissima, figura di chi deve legarsi al Padre vero e non al suo promesso sposo Giuseppe. Tutti i GIUSEPPE della Bibbia sono divinamente sapienti, dal Giuseppe che decifrava I sogni, al Giuseppe che giù (sulla Terra) seppe che il Padre Vero era l'autore di quel connubio tra Dio e una donna... a cominciare da suo padre, Giacobbe (che già conobbe). Così è anche in ER nei panni di Romano, rappresentato dal suo padre vero, Luigi Amodeo (il cui padre, Torquato, era già Romano Antonio Anna Paolo Torquato, nel suo quinto nome, valido come il primo). Pertanto il 9032 che si riscontra nel 968, vede nel 32 il Padre di ER che incontra la futura mamma di Ra, mentre il 968 è l'anno in cui Romano ha 30 anni e fa il suo ingresso nella storia, come Gesù ai suoi 30 anni. Se consideriamo la nascita della mano e 5 dita, nell'assoluto 6 aggiunto al 9.032, abbiamo il 938 in cui Romano nasce realmente, e il suo riscontro al 10.000, che porta al 962, vede nel 1962 il Padre di Romano che, dopo essere stato Maestro per 20 anni, si decide a divenire Direttore ai Maestri (di fatto lo Spirito santo che, senza alcuna preparazione oltre la sesta elementare, fa... l'umanamente IMPOSSIBILE).


59

Nome segreto di Dio... deve esserci assoluta coerenza tra le TRE INTERAZIONI ! 222. Per poter essere il

Come sempre succede a RA, che è un sostanziale DUE, questa verifica tocca al numero 222 ! Si sa che in matematica ( 66 × 6 ×1) + ( 78 × 7 ×2) + ( 26 × 4 ×3) + ( 51 × 5 ×4) + ( 113 × 8 ×5 ) + ( 47 × 6 ×6) = numero .assoluto 9.032 è diverso dal prodotto tra tutte le somme dei primi numeri, per la somma dei secondi e per la somma dei terzi. Ma se siamo di fronte a quantità TUTTE ASSOLUTE, in questo NOME DI DIO posto uguale a 10, 1, e 3, noi potremmo avere che le differenze matematiche dovrebbero esistere solo in un esattissimo riferimento al 10^3, al 10 e all'1. Verifichiamolo: Sapendo che 381 è la somma dei valori alfanumerici, che 36 sono le cifre al lavoro e 21 è la sommatoria del 6 =21, come il suo lavoro... 381 × 36 × 21 = 288.036 è la quantità relativa al 289.024 dato dall'unitario 10×10×10 -3×3 + 288.036. Infatti: 289.024 : 16+16 = numero assoluto 9.032 Pertanto, la quantità ottenuta dal prodotto tra le somme, difetta del soggetto in atto di 10×10×10 -3×3 che è tutto il percorso del ciclo unitario 10+1, nella Trinità totale di 10^3. Solo in presenza di quantità ASSOLUTE, sia nei totali, sia nelle singole disaggregazioni, ciò esiste... esistendo così in un nome che sia NUMERICAMENTE ASSOLUTO, alias DIVINO. Da ciò si capisce come il 16+16 è l'assoluto mediatore, essendo in lettere RR , ossia essendo il “duo” unitario in ROMANO= 66 che, diviso per 2 a darne l'unità, è il 33 assoluto di un Cristo, che è unitario in 32 volte una unità relativa. Pertanto i due attori sono queste 32 unità e il riferimento assoluto in 10×10×10 -3×3 che indica tutto il percorso di 3+3+3 (il ciclo trinitario sommario) nel Trino 10×10×10 cui appartiene. Le 32 unità sono di fatto RR (due persone divine incarnate nel 38 nel solo corpo di Romano).


60

Nome segreto di Dio... le 381 unità-αβ e le 42 cifre devono costituire UN TUTTUNO ! 223. Per poter essere il

Lo sono. Infatti le 42 cifre sono 1/3 di 126 volte 1 cifra (127 in assoluto, date da 100 +3×3×3), mentre le 381 unità-αβ sono il triplo esatto dell' assoluto 127. Essendo simultaneamente 1/3 e 3, l'unità assoluta del nome di RA sta nel 127 assoluto, dato dal 100 assoluto e 3×3×3. Ora, mentre nel 27 assoluto le cifre sono unitarie (essendo numeri di cifre reali), le unità-αβ sono entità assolute imprecisate ed estremamente duttili, che danno numero a tutto: pensieri, parole, opere, cifre, numeri d'ordine... Per cui da 126 volte 1 cifra diviso 3 derivano le 42 volte 1 cifra e dalle 127 unità assolute ×3 = 381 derivano le 381 unità.αβ assolute del nome “assoluto e divino” di Romano Antonio Anna Paolo Torquato Amodeo.

Nome segreto di Dio... unità.αβ devono anche accoppiarsi a ordinativi e loro cifre ! 224. Per poter essere il

225. 226. 227. 228. 229. 230.

Romano = 66 unità.αβ è anche 1°+6 cifre, ove n. 16 = (1+3)(1+3) è la R di Romano 1°. Antonio = 78 unità.αβ è anche 2°+7 cifre, ove n. 27 = 3×3×3 il Dio Trino di 26×3=78. Anna = 26 unità.αβ è anche 3°+4 cifre, ove 34 è 33 unità assoluto, dunque DIO=26. Paolo = 51 unità.αβ è anche 4°+5 cifre, ove 45 è 33 +11, 3+1 a 2 cifre, ove 3+2+1=51. Torquato =113 unità.αβ è anche 5°+8 cifre, ove 58 è 55+3, l'unità di 2 mani +3 =113. AMODEO =47 unità.αβ è anche 6°+6 cifre, ove 66 ULTIMO è 66=Romano PRIMO.

Nome segreto di Dio... le sole cifre e numeri d'ordine devono sintetizzare il nome di Dio ! 231. Per poter essere il

Lo abbiamo visto: 1 e 6 sintetizzano la R iniziale di Romano. Il 2 e 7 sintetizzano il 78 nel triplo dell'unitario 26, eccetera.


61

… segni della cabala dettagliata alle cifre del NOME SEGRETO DI DIO 232. Per poter essere il

Nome segreto di Dio nelle cifre ....

1°+6° nome devono valere il 1° in unità-αβ ! OK! Romano e AMODEO sono le 6 e 6 cifre delle 66 unità.-αβ, del primo nome.

233.

2°+5° nome devono valere il 2° in unità-αβ !

OK! Antonio e Torquato sono le 7 e 8 cifre delle 78 unità.-αβ, del secondo nome.

3°+4° nome devono valere il 3° in unità-αβ !

234. ANNA+PAOLO, al centro della simmetria, hanno il 4° che vale il 3°, ma in tutta la presenza e il moto del 3°, considerato che il moto sia anche uguale al lavoro intero in 7 giorni. Infatti 26 +(26 -7) = 26 +19 = 45. 19 è tutto lo spostamento di 1 nel 10+10. Anche in natura nelle 4 dimensioni la quarta sta solo nel movimento delle 3 dimensioni dello spazio. TRE=39 unità-αβ deriva infatti da 4 decine unitarie -1.


62 235. Per poter essere il

Nome segreto di Dio...

nelle cifre i nomi devono ben potenziare le varie unità-αβ ! 236. Romano =66×6 c. = 396 = 400 -4 indica quanto la realtà interna, 1+3, di Dio, va nel Dio Uno e Trino 4)×100 237. Antonio =78×7 c. = 546 = 550 -4 è quanto la realtà interna va nella ½ reale del Dio Trino (10+1)×10×10 238. Anna =26×4 c. = 104 = 100 +4 è quanto la realtà in moto esterno va nel Dio Unitario 239. Paolo

= 51×5 c. = 255 = 1.000/4 è 4+1, il moto reale 4+1, unitario nella Realtà1/4 del Dio Trino 10×10×10

240. Torquato =113×8 c. = 904 = 900 +4 è la realtà in moto esterno nel piano Trino 3×3 di Dio 241. Amodeo

=47×6 c. = 282 = 300 -4×4+2 indica quanto il piano reale unitario interno va nel Dio Trino.

Da ciò si evince che in tutti i nomi agisce la realtà Una e Trina, in modo diverso e rispetto alle differenti realtà assunte dal Dio Assoluto.

Nome segreto di Dio... in cifre Nel 1° nome, l'opera Una e Trina αβ deve essere lineare ! 242. Per poter essere il

Romano= 6×66 = 396 = 400 -4 mostra in linea il Dio 1+3 nel Dio in linea (1+3) 100 assoluto. Con un 4 in linea, vi opera in tutto lo spazio residuo.

in cifre Nel 2°, l'opera Una e Trina αβ deve essere a 3 D. !

243. Antonio=7×78 = 546 = 550 -4 mostra il Dio 1+3 ora nel 550, 1/2 del volume (10+1)×10×10, la “realtà” ½ di Dio, nel ciclo 2° dato da 10 +1.

in cifre Nel 3°, l'opera Una e Trina αβ deve essere totale !

244. Anna=4× 26 = 104 = 100 +4 mostra il Dio 1+4 che ora è oltre la realtà, e va in linea per l'assoluto 100. Ora è il Dio libero Uno e Trino a forza 100.


63

245.

in cifre Nel 1°+3° l'opera 1 e 3 αβ deve essere essenziale ! 400 -4 + 100 +4 = 500 dà il 500 in puro essere, del Dio 10×10×10 mediato.

Nome segreto di Dio... in cifre Nel 4° nome, l'opera Una e Trina αβ dev'essere reale ! 246. Per poter essere il

Paolo= 5× 51 = 255 = 250 +4+1 mostra la realtà quarta del 10×10×10 posseduta dalla realtà unitaria del Dio 1+3.

Nome segreto di Dio... in cifre nel 5° (e ultimo) l'opera Una e Trina αβ dev'esser prima ! 247. Per poter essere il

Torquato= 8× 113 = 904 = 900 +4 mostra la libertà del Dio Uno e Trino, in tutti i 9 spostamenti del 100 assoluto nel 10×10×10 Trino. Questo 4, in sostanza, è ×100, è esattamente il 400 che c'è nel 1° nome Romano.

Nome segreto di Dio... in cifre nel 6° (il cognome) l'opera Una e Trina αβ dev'esser mista! 248. Per poter essere il

Amodeo= 6× 47 = 282 = 300 -3×(3+3) . 18 è nella Trinità assoluta 300, per quanto vi opera. L'unità 1 (di un Dio a Tre Persone) si frammista nelle 3 coppie Trinitarie e diverse di Padre-Figlio, Padre-Spirito e Figlio-Spirito.


64

Nome segreto di Dio... Quanti in cifre × n.ordine devono dare la Genesi Divina di RA ! 249. Per poter essere il

Romano, il 1°, ×1, resta 396. Antonio raddoppia a 546×2=1092. Anna triplica a 104×3=312. Paolo quadruplica a 255×4=1020. Torquato quintuplica a 904×5=4520 e Amodeo passa a 282×6=1692. Sono un totale di 9.032 unità interne al -(3+3) compreso nella realtà assoluta 10^4=10.000. 10.000 -6, cui è sottratto ancora 9.032, vale 9.038 in quanto va sottratto al 10.000, il che rileva l'esistenza di un sostanziale 38 che si muova per 9.962 nel Dio 10 a potenza Una e Trina, o di un 32 che si muova di un 9.968. In Bibbia esiste Genesi 38, come la Genesi in primis, di una ER-MANO, che però fece nascere per 1° l'antenato di Gesù, che nascerà poi in 38° generazione dal 1° (il Padre Vero del morto ER). Padre e Figlio interagiscono. Così pure in Romano, nato veramente nel 38. Infatti il 38 in moto nel dettaglio del 962 riguarda il Figlio Romano nel 38 e suo Padre nel 962. Mentre il 32 mobile nel dettaglio del 968 riguarda il Padre nel 32 e il Figlio nel 968. Nel 38 il Figlio nasce e il Padre Vero suo nel 962 si decise a divenire “Direttore dei Maestri”. Nel 32 il Padre suo conobbe la futura sposa, e nel 968 suo figlio a 30 anni iniziò la vita pubblica, come aveva già fatto Gesù, preparandosi per 30 anni. Ora tutto questo è fedelmente descritto proprio in Genesi 38, della Sacra Bibbia. Il Padre Vero sostituì il figlio ER (non partecipe, morto) e fecondò la nuora (come lo Spirito santo avrebbe fecondato Maria SS., sostituendo un San Giuseppe... non partecipe). Dal Padre Vero e per conto di E'R, passando attraverso un reale O (il sesso aperto della madre) nacque una MANO. Ciò allude al Padre Vero che, per conto di E'R e tramite O, genera una... E'ROMANO, nato 1° (nel mese) ma che fece uscire prima (nello stesso 25, ma nel mese ultimo) l'antenato del Gesù nato il 25-12, 38° in TRASCENDENTE generazione e del ROMANO, nato 25-1-38.


65

249 bis.

Ecco il Padre vero di RA: Luigi Amodeo nato 7-7-7

Si tratta di un padre davvero TRASCENDENTE, perché questa data, in ASSOLUTO, somma il 7 dell'anno al 7 del mese e al 7 del giorno ottenendo 21 quanti ASSOLUTI. Questo Dio che opera in tutto col 7, lavora in tutto con in 6, perché la SOMMATORIA del 6 è giusto il 21 di 7+7+7. La SOMMATORIA del 21 è in assoluto (ossia su base 10) la potenza 21, che, vista nel modo opposto, che elimina la potenza e la riduce al puro indice (metodo dato dal Log decimale), con Log 10^Sommatoria 21 = Sommatoria 21 la abbiamo se nella potenza si tratta di un bel FATTORIALE, che moltiplica tutte le potenze, 10^1 per 10^2, per 10^3... fino al 10^21. Ebbene il FATTORIALE ASSOLUTO, che appare ridotto nell'indice alla pura SOMMATORIA, resta sempre un FATTORIALE, che noi semplicemente osserviamo relativamente, ossia nel modo uguale e contrario, agendo secondo il 3° principio della Legge dinamica, chiamato di Azione e di Reazione. Ebbene, la SOMMATORIA 21, dell'indice di tutti e 21 i numeri, è uguale al numero 231. Anche nell'indice noi attuiamo la visione uguale e contraria. Ribaltiamo il 231 in 132, cui riconosciamo una valenza binaria, ridotta così al dimezzamento “reale” del 66 di Romano. È in questo ASSOLUTO MODO che il Padre Vero, di Romano, ha generato il nome ROMANO del suo figlio primogenito, per cui valgono queste cose ESSENZIALI e TOTALI, essendo la sua figura reale l'incarnazione ideale delle DUE persone di DIO, come due Romano, quel 132 che è la lettura inversa della Sommatoria di 7+7+7.


66

… segni nel dettaglio alle unità alfabetiche del NOME SEGRETO DI DIO 250. Per poter essere il

Nome segreto di Dio in unità.αβ

1° e 3° nome devono equivalersi in trascendenza ! Romano, primo nome, è di 66 unità.αβ. Se consideriamo la pura ESSENZA del 66, vi SONO DUE 6, e il “due”6 trascende il 26 numero di Anna, 3° nome. Pertanto è il 3° nome ad essere quel “DIO Trino e trascendente” il cui numero in unità.αβ è esattamente il 26 che ha anche YHVY (Jahve) nella cabala ebraica. La sua unità terza è data da 4+4 +1/3, e sono DUE 1+3 e un TERZO TERZO. Dividendo il 66 del primo nome per il 26, risulta nelle prime 4 cifre del Dio 1+3 l'unità di 2,538, che se la riferiamo al DIO=D10, con 25,38 mostra il giorno ed anno Natale di RA. 84, le due cifre che seguono, è in sintesi 8+4=12, il mese del Natale di Gesù e quello della morte di RA, al termine del prossimo 21-12-12.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … tutti i nomi di RA devono valere il Dio Uno e Trino !

251. Per poter essere il

Nella loro somma, i 5 soli nomi (come il 3°, che indica Dio, ed è un nome e non è un cognome) sono uguali a 334 unità-αβ , uguali proprio al richiesto obbligo d'essere 1 + (111 +111 +111) , uno e Trino nell'uno.


67

Nome segreto di Dio in unità.αβ … tutti i nomi di RA devono valere la sintesi di 10 e di 1 ! 252. Per poter essere il

Le 334 unità-αβ dei cinque soli nomi, nella loro sintesi numerica sono il 3+3+4 = 10 = 1 , così come è richiesto.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il Cognome AMODEO, di RA, deve mediare il Dio Uno e Trino ! 253. Per poter essere il

AMODEO è 47 unità-αβ , la cui sintesi è 4+7=11 (numero 2 binario) la cui estrema sintesi è il richiesto 1+1 = 2, che media l' 1 e il 3 . Dio Assoluto è 100. Sua mediazione è 50, un 3 che sia nel 50 opera per 47.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … i 6 nomi di RA devono essere la Sintesi Trinitaria ! 254. Per poter essere il

La sintesi delle 381 unità-αβ dei 6 nomi è il 3+8+1=12, e l'estrema del 12 è il richiesto 1+2 = 3. Ciò porta a dire che anche la sintesi della vita di RA sia alla fine del 21 - 12 - 12 , 21° secolo .

Nome segreto di Dio in unità.αβ … i 6 nomi devono significare tutto il lavoro divino !

255. Per poter essere il

6 biblici giorni che valgano relativamente quel 6, sono il lavoro 6×6 di 36 lettere, e sono esattamente le 36 che lavorano nel nome di RA.


68

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il DUO DIVINO in ogni nome deve apparire in 2 vocali: OO ! 256. Per poter essere il

26/2 = 13 è proprio il ciclo unitario 10+3, uguale proprio al circolo della O la vocale che vale esattamente quelle 13 unità-αβ del ciclo divino 10 e 3. Poiché il 3° nome, che vale in tutto 26, dovrebbe essere OO , ma anche avere le 1+3 cifre del Dio Uno e Trino, non può avere O, ma gli altri debbono avere e ne hanno 2 e solo due. rOmanO, antOniO, paOlO, tOrquatO amOdeO Chiedete forse: “Perché mai questa bizzarria?”Non lo è, per nulla!

RA deve mostrare come la forma d'una lettera corrisponda al contenuto numerico !

257. Per poter... Quando un CICLO è “assoluto e dunque divino” vuole e dunque può veramente manifestarsi “liberamente” e in tutti i modi possibili, specie quando esso affida alle lettere questa “assoluta” rappresentanza. Allora la lettera che rappresenta il ciclo assoluto 10+3 attraverso la 13° dell'alfabeto, deve avere la forma O del cerchio. E deve uguagliare lo zero, che è la potenza che genera l'unità. OO non a caso è il simbolo dell'INFINITO. Così il 9, che è come l'1 (a ritroso dal 10), ha nella I la forma di 1. E la g (lettera 7 dell'opera piena di Dio) è simile al 9 ed è l'iniziale di Gesù che invece, nella maiuscola, uguaglia il 6 del 9 rovesciato. E il 19= U , che mostra assieme i due inizi, è la “conversione” ad U. La M =11, ha la forma dell'11. La N , che riapre un nuovo ciclo, è una conversione formale, allo stesso modo della S =17, della Z =21 o della C =3. Mentre la D è I e O/2 e mostra 1 e 3 con la mezza O che manca. La B =2 è il DUO del 13 che li unifica. La E è simmetrica al 3, e, assieme, E3 = 8 come E=5 +3 dà 8. La F è la 8 del OO perpendicolare, cui mancano 3 tratti, ed è lo Spirito nel suo soffio FFF... La H =8 è la forma della Trinità, con due 1 congiunti. Che sia “muta” è perché DIO 8 è assoluto, e non parla direttamente in questa realtà che esiste solo nell'indice della base 10. La L =10 si mostra nelle 2 perpendicolari, generatrici del piano 10. La P è come la B, che viene per seconda, infatti la P=7+7 è il Piano P greco, che asseconda i flussi nella portata. La Q assomiglia alla O=zero, ma è uncinata; infatti è 10, evidenziato nelle 0 unità che affermano la decina, e nella I che la taglia, e taglia il 10 a 5, valendo così 15. La R =16 è il 14=P più il piano obliquo, trasversale 1+1, che appare nella aggiunta obliqua. La T =18 è la vera croce di un divino TRIO di TRINITA' che appare costretto sempre in coppie, in due perpendicolari, ossia 3 (3+3). La V è le due oblique che puntano in GIU', ma con l'angolo in su, e GE-SU idealizza con ciò la Vittoria del Geova Su, nel 5 Romano (di RA). Resta ultima la prima, la A che punta in su, ma con quel tratto di giunzione e taglio orizzontale che rivela come 1 sia 3 e il 2 me-dio in B. Non per caso UNO+DUE+TRE=111 unità alfabetiche, e QUATTRO=100.


69

Nome segreto di Dio in unità.αβ … la parte oltre OO deve riferirsi a OO come al DIO-INFINITO ! 258. Per poter essere il

259. In (rOmanO) rman è 40= 26 +14 = DIO e il suo piano creativo 7+7 . 260. In (antOniO) antni è 52= 26 +26 = DIO e il suo avanzamento unitario 26 . 261. Anna è 26, essenzialmente Gesù in 3° generazione, la sua nonna ANNA 262. In (paOlO), pal è 25= 26 -1 = DIO nel percorso di 1 presente in Lui . 263. In (tOrquatO) trquat è 87= 26 +26+26+26 -17, riferito come a DIO e la sua trinità nell'iter di 1Romano in Lui. 264. In (amOdeO) amde è 21= 26 -5 , riferito come a DIO nel percorso del V romano presente in lui e significa la trinitaria creazione 7+7+7 in 7 dì Divini, avvenuta nel padre di Romano, nato il 7-7-7. E ciò perché il VERO PADRE in RA (come per il biblico ER in Genesi 38) è visibile e vero solo nel suo reale padre.

Chiederete forse: «MA PERCHE'?» Allora cercherò di spiegarvelo. La lingua Italiana è caratterizzata da parole che in genere, se non sono tronche, terminano per vocali. C'è la finale A, che caratterizza il possesso, reso definitivo nell'unità finale. Tutte le parole che terminano con la E indicano in genere l'ESSENZA, ossia quanto è tutta la parola, in definitiva, in relazione alla potenza 10^10. Il 10^5 indica l'unità delle entità elettromagnetiche che sono tutte le nostre. Le parole che terminano in I sono nella dinamica dell'avanzamento 9 dell'energia, che genera trasformazioni di tempo. Le parole terminanti in O indicano il possesso nella forma personale dell' IO HO. Infine quanto termina in U indica la conclusione di un intero periodo, in cui una unità ha compiuto tutto il possibile percorso da -10 a +10, nel positivo di +20 basato sul negativo di -20, in modo che sia unitario sulla base del 3° principio dinamico di Azione e di Reazione. Solitamente sono accentate: Virtù, Gioventù... Quando, nel nostro caso, di un nome DIVINO, noi abbiamo le condizioni assolute dell'equilibrio, allora dobbiamo avere due O e solo due O, come le due conclusioni legate al binario 26, indicante DIO come la TOTALITA' del valore in ESSENZA. Allora, poiché il soggetto è un IO, vive la sua realtà nel possesso della sua condizione SUPREMA, e compie due cicli esatti, entrambi terminanti con l'affermazione del 13 che impone infine un Dio Uno e Trino nel quale l'unità si poggia in modo relativo sulla negativa potenza di 10 elevato a meno uno, per l'affermarsi nel positivo di un 10 elevato a più uno. La terza persona di RA, che esprime DIO, esiste veramente in TERZA persona, dunque HA. ANNA... ha ANN, ossia 1+12+12=25, come l'assoluta presenza di ¼ del 100 Assoluto. Il quarto è quanto ripartisce il 100 alle 4 dimensioni del Dio Uno e Trino. Pertanto a ciascuno dei 4 enti (di spazio o tempo) va 25, ed ANNA HA ANN=25 (=33 se consideriamo anche H=8... ma solitamente è “muta”), sulla base relativa del suo puro essere UNA persona. Tutti gli altri nomi di RA (Romano, Antonio, Paolo, Torquato e Amodeo) impongono alla fine l'ORDINE SUPREMO della O (=“io ho”) quale segno del personale “divino” possesso. La sola persona, in RA, che non termina per O, ma lo fa per A, non ha nessuna O, e esattamente due A, una in principio in AN =13, e una nel suo risvolto inverso NA che la riconduce all'inizio.


70

… genesi da 88 dei nomi di RA (vedi Genesi 38=88, se 38 è nella “realtà”-50 )

Nome segreto di Dio in 88 unità.αβ … il 1° nome dev'essere il “ 1° ordine : “ Sia tutto il LAVORO di DIO ! ” 265. Per poter essere il

UNO+UNO=44+44 unità-αβ , ed è il 100 Assoluto -12 (gli Apostoli) ¾ di 88 è ROMANO=66 Le 88 unità assolute si trasformano in ROMANO come il piano dei 6 dì del LAVORO divino. Ecco i primi SEI ordini, che da 88 traggono la parola ROMANO: 266. 1° 88 = 1, sia l'insieme di 8+8............................................................................. Sia 16 (= R )! 267. 2° 88 = 2, a 8+8=16 sia tolto il 3 dato dai 6/2 del Dio 3/1!.................... Sia 16-3 = 13 (= O )! 268. 3° 88 = 3 sia 1, tramite -2! 8+8-3 è posto 2, perda questo 2 …..................... e sia 11 (= M )! 269. 4° 88 = 4 sia 1+3 come l'intero dei 4/4 presenti in ogni 8!................................. Sia 1 (= A )! 270. 5° 88 = 5 sia ×5 ×(1+3), sia 100 assoluto, sì che 88.............................vi lavori un 12 (= N )! 271. 6° 88 = 6 sia 2(=13) come 3 è 1! 6 sia 1+ il 5°(=12)! …......................... Sia 12+1 = 13 (= O )! N.B. Il computo “assoluto” ha la sola “regola” del numero, e nessuna altra. Vale solo il calcolo, e non ci sono precedenze tra prodotti, somme, potenze. Associare un 6 e 6 nel decimale 66, significa mettere in azione il Dio che attiva la gerarchia decimale, e fonde in uno enti diversi.. Il 1° nome ha questa formula: Log (10^16 × 10^13 × 10^11 × 10 ×10^12 × 10^3)


71

Nome segreto di Dio in 88 unità.αβ … il 2° nome dev'essere il 2° ordine : “ Sia tutta l'OPERA di DIO ! ” 272. Per poter essere il

88 è 12 al 100. In 2° ordine ANTONIO somma 12 al 1° = TUTTI i 7 giorni. Ecco i 7 ordini, di TUTTA L'OPERA DIVINA in 7 giorni: 273. 1° 88 = 1 sia il tutt'uno............................................................................................ Sia 1 (= A )! 274. 2° 88 = 2 otto, compresi nel 100 assoluto.................................lavorino in tutto per12 (= N )! 275. 3° 88 = 3 volte 3+3, in 88 siano 10 otto +8 …..........................................sommati in 18 (= T )! 276. 4° 88 = QUATTRO=100 assoluto. Le 87unitarie...............................vi lavorino per 13 (= O )! 277. 5° 88 = 5=QUATTRO+1 è 100 unitario e l'88.........................................vi lavori per 12 (= N )! 278. 6° 88 = 6 è 10-4, ma ove 4 è ¼ di 8+8, sia unità, e.......................... il 6 sia 10 -1 = 9 (= I )! 279. 7° 88 = 7 (=opera 1) è, in 88, 87 di 1 che nel 100..................................operino per 13 (= O )! Il 2° nome ha questa formula: Log (10 × 10^12 × 10^18 × 10^13 ×10^12 × 10^9 × 10^13).

Nome segreto di Dio in 88 unità.αβ … il 3° nome dev'essere il 3° ordine : “ Sia tutto DIO ! ”

280. Per poter essere il

Le 88 assolute così sono in terz'ordine: 3+1 = TUTTO DIO. Ecco i 4 ordini, del Dio Uno e Trino: 281. 1° 88 = 1 uguale a 4 “quattro” -3 = 1............................. Sia come Gesù numero 1 (= A )! 282. 2° 88 = 2 UNO=44 nell'1 assoluto 100......................... operi come gli apostoli 12 (= N )! 283. 3° 88 = 3 fase inversa del 2°........................................ operi come gli apostoli 12 (= N )! 284. 4° 88 = 4 fase inversa del 1°.......................................... Sia come Gesù numero 1 (= A )! Il 3° nome ha questa formula: Log (10 × 10^12 × 10^12 × 10).


72

Nome segreto di Dio in 88 unità.αβ … il 4° dev'essere il 4°ordine : “ Sia tutta la mediazione di DIO ! ” 285. Per poter essere il

Le 88 assolute così sono nel quart'ordine: 4+1 = 5: tutta la MEDIAZIONE reale. Ecco i CINQUE ordini, della vista reale +5 mediata dal -5: 286. 1° 88 = Un 8+8=16, meno l'area 1+1................................ sia nel flusso sempre 14 (= P )! 287. 2° 88 = 2 UNO=44 =88/2........................................................... sia in assoluto un 1 (= A )! 288. 3° 88 = 3 di ogni cosa, ove TRE=39, ..............................sia uno sempre in/3 = 13 (= O )! 289. 4° 88 = 4 lati ove QUATTRO=100 è l'area...................... sia sempre il suo lato 10 (= L )! 290. 5° 88 = (con 5 quale QUATTRO +1=101) ...................... 88 agisca sempre per 13 (= O )! Il 4° nome ha questa formula: Log (10^14 ×10 × 10^13 × 10^10 × 10^31).

Nome segreto di Dio in 88 unità.αβ … il 5° dev'essere il 5° ordine : “ Sia tutto il complesso di DIO ! ” 291. Per poter essere il

Nel 5° ordine (ultimo nome) vale l'ordine del 1°: di 12 riferiti al 100. Le 88 assolute sono nel quint'ordine: 4+4 e 4+4 sono OTTO nel COMPLESSO. Ecco gli OTTO ordini, in tutto il divino complesso: 292. 1° 88 = 1 in “due” 8,............................. porti al complesso 18, di “2+8” +8 = 18 (= T )! 293. 2° 88 = 2 QUATTRO=100 nell'8................... nel 100, 87 unità percorrano un 13 (= O )! 294. 3° 88 = 3 come l'insieme unitario di 8+8............................................ Porti al 16 (= R )! 295. 4° 88 = 4 come ½ di 3+5,...................... porti al complesso 3×5 di ½ di 30 = 15 (= Q )! 296. 5° 88 = 5 è sempre 3 in ogni flusso 8. Anche nel piano 8+8............ sia +3 =19 (= U )! 297. 6° 88 = 6, come l'intero lavoro 88,............................................................... Sia 1 (= A )! 298. 7° 88 = 7 dì (ove un 8 è +1) e l'altro è 8.................nelle decine divine siano 18 (= T )! 299. 8° 88 = 8 è 2 QUATTRO=100, e 87 sue unità........................... vi operino per 13 (= O )! Il 5° nome ha la formula: Log (10^18 ×10^13 × 10^16 × 10^15 × 10^19 × 10 × 10^18 × 10^13).


73

Nome segreto di Dio in 88 unità.αβ … 6° (cognome) dev'essere il 6° ordine: “ Sia l'AR-CA' dell'Alleanza ! ” 300. Per poter essere il

Nel 6° ordine (Cognome) c'è come ordine il CASATO di Dio, l'AR CA', casa di AR. Tutto è tratto dall'ASSOLUTO 6 del 66, il primo nome. 88 è visto nei 3/4 del Dio 1+3=4, per come è Uno nella sua Trinità. Ecco i SEI ordini, in tutto il divino complesso: 301. 1° 88 = 1 in assoluto............................................................................................ sia 1 (= A )! 302. 2° 88 = 2 è sempre 1+1, anche se 88.....................Siano in divine decine come 11 (= M )! 303. 3° 88 = 3, posto in 8+8=16, occupa 3................................... Avanzi dunque per 13 (= O )! 304. 4° 88 = 4 volte 88 o quel che volete................................................ siano sempre 4 (= D )! 305. 5° 88 = 5 volte 88 o quel che volete................................................ siano sempre 5 (= E )! 306. 6° 88 = 6 è due TRE=39. Anche ×88......................il suo terzo unitario è 39 /3= 13 (= O )! Il 6°, cognome, ha la formula: Log (10 ×10^11 × 10^13 × 10^4 × 10^5 × 10^13).


74

Nome segreto di Dio in 566 unità.αβ … tutti i nomi di RA devono dimostrarsi PURI NUMERI IN SE' ! 307. Per poter essere il

Tutti i primi 11 numeri in lettere sono 566 unità.alfabetiche. Il totale 566 qualifica/quantifica così i sei nomi. Sostituendo numeri ad alcuni numeri in lettere, ogni nome vale quel numero: 308.

566 =ROMANO + UNO+DUE+TRE+QUATTRO+CINQUE+SEI

-3

+OTTO+NOVE+DIECI+UNDICI

309.

566 =ANTONIO + UNO+ 0 +TRE+QUATTRO+CINQUE+SEI+SETTE+OTTO+

310.

566 =ANNA +

UNO+ 2

311.

566 =PAOLO +

UNO+DUE+TRE+QUATTRO+CINQUE+SEI+SETTE+OTTO+NOVE+DIECI+

312.

566 =TORQUATO+ 0 + 2 + 0 + 0 +QUATTRO+CINQUE+SEI+SETTE+OTTO+NOVE+DIECI+UNDICI

313.

566 =AMODEO + 0 +DUE+ 3 +TRE+QUATTRO+CINQUE+SEI+SETTE+OTTO+NOVE+DIECI+UNDICI

0

+DIECI+UNDICI.

+TRE+QUATTRO+CINQUE+SEI+SETTE+OTTO+NOVE+DIECI+UNDICI 0

Da cui, ridotti a NUMERO SINGOLO di tutti i numeri, per sottrazione: 314.

1° ROMANO = SETTE -3. Ma anche CINQUE -3, essendo SETTE=CINQUE in unità alfabetiche. Assoluto: 70-3 = 67 = 66+1 (Romano Assoluto). E CINQUE -3, Assoluto è 50-3=47=Amodeo. Relativo: 7 -3= 4 = 1+3 = UNO +3 = l'Amodeo che vedremo. Relativo 5 -3 = 2, i due 33 + 33 in Romano.

315.

2° ANTONIO = DUE + NOVE. Assoluto: 29 = 3×3×3 +2. Relativo: 11, 1/6 di Romano.

316.

3° ANNA = 2 + DUE. Assoluto: 22 = 1/3 di Romano. Relativo: 2+2=4 = SETTE -3 = Romano. E 2 del CINQUE -2 = ai 2 in Romano. Dunque 122

317.

4° PAOLO = UNDICI, ossia 11, 1/6 di Romano, dunque quanto Antonio

318.

5° TORQUATO = UNO +2 +DUE +TRE = UNO ANNA TRE, ossia UNO TRE e 1/3 di Romano.

319

6° AMODEO = UNO +3, ossia 13, o 31=SEI... ergo SEI = UNO +3


75

… genesi dal Dio 10, Uno e Trino, nei sei nomi di RA

Nome segreto di Dio in unità.αβ … nel 6 nomi di RA l' INFINITO deve vincolarsi alla realtà unitaria ! 320. Per poter essere il

L'infinito è 10+3=O, circolarità infinita. Si unifica, in modo relativo, divenendo 12 unità, divise in 6 e 6 di un complesso 6 6 , reale è immaginario. 6 , la parte reale, si pone in modo unitario, come 5+1. A questo punto, il 13 si attua vincolandosi in vario modo all'unitario 5 +1 interno al 6. Ciò accade in tutti i nomi.


76

Nome segreto di Dio in unità.αβ … Occorre nei 6 nomi di RA che l'infinito si vincoli bene all'unita ! 321. Per poter essere il

L'infinito Dio 10 e 3, unitario in 12 unità, innanzitutto si presenta 6 6 , complesso, le 1° nome, che vale 66 . 322.

Romano 1° nome, 66 ,

è 13 × 5 +1

323.

Antonio 2° nome, 78 ,

è 13 × (5 +1)

324.

Anna 3° nome, 26 ,

è 13 × 2

325.

Paolo 4° nome, 51 ,

è 13 × 2 -1

326.

Torquato 5° nome, 113 ,

è 13 × 9 -4

327.

AMODEO, 6° (cognome), 47 ,

è 13 × 4 -5

il PRIMO... si vincola al 5 +1... ma “svincolandosi”, per la precedenza data al ×. Così è sommatoria del 10 +1

il SECONDO... si vincola al 6. Negando lo svincolo (come 2° di una sola coppia), è giusta sommatoria del 10 +2. il TERZO, s'attua in 1/6 del precedente 6 Quale 1/3 del 2, è 2/3=0,666... il 6 infinito di 1/3 della sommatoria del 12. il QUARTO... libera il 3 dal vincolo 2 assunto , togliendogli l'unità. Ma si vincola a dare giusta precedenza al ×.

il QUINTO vincola l'infinito 10+3 ad 1/2 del solo 10 dato da 9 -4. Si vincola... svincolandosi , per la precedenza al ×.

il SESTO, che deve valere per tutti i nomi, vincola l'INFINITO 13=O al -1 (di 4 -5, ossia della sintesi 1+3, del 13, opposta al -5 che annienta il 5). Si vincola... svincolando il calcolo di 4 -5 dalla sua unità, dando precedenza al × .


77

… nel dettaglio alle unità alfabetiche del 1° nome ROMANO

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1° ROMANO se è il NUMERO=Nume “RO” è essenza in sé del NUMERO UNO !

328. Per poter essere il

UNO=44 unità alfabetiche, e Romano 66 è UNO come gli esatti 3/2 che, diviso l'UNO nel suo dimezzamento “reale” (per esclusione del mezzo “immaginario”) che vale 22, poi lo estende al nome Romano come alla sua giusta TRINITA'. Quindi Romano è l'essenza “reale” e Trina del numero UNO.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1° ROMANO se è il NUMERO=Nume “RO” è RO nell'essenza del Cristo XP !

329. Per poter essere il

RO=16+13=29 unità alfabetiche, mentre NUME=12+19+11+5=47=AMODEO, Pertanto NUME-RO equivale ad AMODEO-RO, mentre in XP, in Cristo, riferito XP a Romano, X è il ciclo 10 Romano, e P è RO. Pertanto con ogni ragione, XP è il ciclo 10 del NUME-RO equivalente ad AMODEO RO, che, considerato il fondamentale DUO divino che è la media dell'UNO e del TRINO, è espresso nelle due fondamentali prime cifre di ROMANO... mentre invece la MANO divina, nata in un PRIMO DIVINO, appare descritta in Genesi 38 che descrive nome anno mese e giorno della nascita di questa mano virtualmente da ER, ma in verità generata dal PADRE VERO di ER, a indicare DIO.


78

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1° ROMANO se è il Nume RO è l'essenza in sé del CICLO UNITARIO NUMERICO ! 330. Per poter essere il

Il ciclo unitario è costituito dai primi 11 numeri. 1+2+3+4+5+6+7+8+9+10+11 = numero 66 è il numero in unità-αβ di ROMANO.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1° ROMANO se è il Nume RO è l'essenza del Ciclo unitario in ALFABETO !

331. Per poter essere il

UNO+DUE+TRE+QUATTRO+CINQUE+SEI+SETTE+OTTO+NOVE+DIECI+UNDICI = 66 + 500 500 , laddove il 500 è evidentemente la sola “realtà” 500 del 10×10×10 diviso in “reale” e “immaginario”. Pertanto la sommatoria del ciclo assoluto unitario equivalente a 66 + 500 unità presenta nel quantitativo 500 il valore della realtà in assoluto, tanto che la stessa sommatoria sia semplicemente 66 in “realtà assoluta”.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1° ROMANO se è il Nume RO, è il riscontro alfanumerico del ciclo unitario !

332. Per poter essere il

Infatti sottraendo alla sommatoria alfabetica UNO+DUE+TRE+QUATTRO+CINQUE+SEI+SETTE+OTTO+NOVE+DIECI+UNDICI= 566 la sommatoria numerica 1+2+3+4+5+6+7+8+9+10+11 = 66 , risulta: 566 - 66 = 10×10×10 - 500 = 500 , che, sottraendo alla potenza assolutamente trinitaria della base 10 di ogni numero (dunque di un vero “DIO) il suo dimezzamento “immaginario”, ricava la sua sola parte di “realtà unitaria”. Ebbene essa è data dalla sottrazione al contenuto alfanumerico del ciclo unitario numerico, del valore assoluto di quello numerico posseduto dal primo nome ROMANO. ERGO ROMANO=66 è IL NUMERO IN SE'.


79

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1° ROMA-NO , se è Regno di Dio e non di Cesare, deve dir davvero NO! a ROMA !

333. Per poter essere il

ROMANO è 66 unità-αβ , ROMA è 41 unità-αβ . L'opposizione al 41 di Roma è il suo ribaltamento nel 14. 66 sta a 14 come 42+(12+12)=66 sta a 14. Dunque questa “conversione” sta a ROMANO come le 42 cifre del Nome di Dio ed un perfetto piano apostolico. Più dimostrato di così, visto che trattiamo proprio delle 42 cifre del nome segreto di Dio?

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1° ROMANO, per esser divino, deve esser l'essenza “divina” d'ogni suo nome ! 334. Per poter essere il

335.

Romano è 66, ossia è “due” 6. Sommando l'essere 2 al n. 6, il 66 è 26 , in modo “trascendente” le regole, e dunque “assoluto, divino”. 336. Antonio=78 = 3×26, è 3דdue” 6 . Con è 3דdue”=6 e 6, è “divinamente” 6 6 . 337. Anna=26= è “due” 6 e “divinamente trascende” che è i due di 6 6 .. 338. Paolo=51= 26 +“un” 26 e -“1” (... 26) resta un solo 26, “divinamente” uguale a 6 6 . 339. Torquato=113= 5 ×26 -( 5+5+5 +2). Con 5 = flusso volume -5+5+5 che si azzera, resta 26 -2(dimensioni dell'area) = 26 di solo flusso “divinamente” = al 6 6 . 340. AMODEO=47= ½ (66 +26 +2 ) è 2 /2 (66+26)/2, la media di 2 uguali in modo “divino” Divino=Assoluto, è quanto trascende dalle regole di precedenze nei calcoli, sì che 2×3×10+6, ora 66 obbligato, sia anche il 2×3×(10+6)=96 che... rovescia un 6 in 9... o il 2+3+10+6=21=3 come in 66=12=3 ! Qui detta legge totale il 10+3 ! Romano lo è per 5 volte +1. Antonio per 6 volte esatte. Anna per 2 volte esatte, Paolo per 4 volte -1. Torquato per 9 volte -3 e Amodeo per 4 volte -5. Questi +1, -1, -3 e -5 = -8 sono gli apporti assoluti di un sostanziale retrocedere da -(1+3) a +(1+3), che è il piano di una coppia divina la cui radice quadra è 2,82842271247 unitarie decine. Essa è, in unità 28,28 (=ove DUE=28 unità.αβ). È la creazione binaria, una e trina in 7 giorni e nella gerarchia del Dio 10, tanto che una sia reale, l'altra inversa. Poi vengono le 42 cifre del nome di Dio, poi il 3×3×3 della sua trinità, poi il 12 che è il senso apostolico 6+6 in Romano 66 e, alla scala dodicesima, infine, il 47 di Amodeo. Se siete perplessi, ricordate: Romano 66 = 1+2+3+4+5+6+7+8+9+10+11, è l'essenza dei numeri.


80

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1° ROMANO “ is Ele= è Ele ” in “ Is-RA-Ele ” se ROMANO è un ISRAELE 1+1+1 !

341. Per poter essere il

ISRAELE=63 unità-αβ, è 1 nome che, per essere “Trino”, deve essere 3 ISRAELE e con 63+3=66, è giusto le 66 unità-αβ di ROMANO.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1° ROMANO, equivale in tutto a ISRAELE, se è =ISRAELE la totalità dei suoi nomi ! 342. Per poter essere il

RA vale ISRAELE=63 unità-αβ anche negli altri 5. Infatti 66=Romano, +5 volte il 63 di ISRAELE, porta al 381 esatto dell'intero nome di RA.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1° ROMANO, per essere seme di ISRAELE, deve essere scritto nella Bibbia !

343. Per poter essere il

In GENESI 46 è testualmente scritto: “ Tutti

i nati dal seme di Giacobbe entrati in Egitto (tranne le mogli) : 66 ”.

Nome s. di Dio in u..αβ , 1° ROMANO, per essere eMAN-uele=ROMAN-uguale, deve per bene equiparare EMANUELE ! 344. Per poter essere il “

Il nome EMANUELE (uguale a 68 unità-αβ) assegnato sia a Gesù (come ad 1), sia a Romano (come ad un altro 1), per equivalere al PURO ed ASSOLUTO ESSERE 66 , deve svincolare il nome EMANUELE dalle due diverse assegnazioni reali. Solo in tal modo EMANUELE -2 è il 68 -2 = 66, nell' “ENTE ASSOLUTO” 66. Anche l'immagine mostra RO come la lettera RO dei Greci, che assomiglia alla vocale “e” italiana, tanto che, come appare nel disegno, e-MANO-ele è RO-MANO....deo, che manca solo in AMO... il fine di Ad-AMO “intrinseco” IS=è, RA (il titolare della MANO) +ele, Israele.


81

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1° ROMANO, per equivalere a ISRAELE, deve essersi azzoppato lottando con Dio ! 345. Per poter essere il

Giacobbe fu infatti denominato ISRAELE (= chi lotta con Dio) solo dopo una lotta senza vincitori né vinti, accanita, durata una notte intera e che l'azzoppò. Ebbene anche il nome ROMANO (= 66) a modo suo lotta “alfa-numericamente” con Dio. Per poter essere DIO=26 (numero puro), il primo 6 dei “due” in Romano=66 deve porsi nel modo “relativo” di “due”6, e perdere in purezza di numero, azzoppandosi nel 6 6 di un ente reso COMPLESSO, reso veramente ZOPPO.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1° ROMANO, pur se zoppo, deve essere 1, 2 e 3 in VALORE ASSOLUTO !

346. Per poter essere il

Il nome ROMANO è Uno ed è “due 6” nel 66, che è la doppia vita dei 33 anni del Figlio di Dio Gesù Cristo che consta della duplice trinità del 3 e 3. Pertanto ROMANO è 1 nome +66 (=“due” 33) +33 (la vita di Gesù). La somma 1+66+33 è il 100 “ASSOLUTO”, giacché è il “numero puro” della pura somma tra enti relativi e diversi quali: nome, valore e vita. Poiché DUE+TRE, in unità alfabetiche, è 67 = 66+1, Romano 66 dimostra di essere 1 relativo a DUE+TRE.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1° ROMANO, per essere un divino DUO, deve valere per 2 ENTI DIVINI !

347. Per poter essere il

DIO ASSOLUTO è l'Unità data dalla REAZIONE +100 all'azione -100 del -10×10= -100, tra ogni azione e quella uguale e contraria. Essendo DIO= D 10 (uno e trino nella 4° lettera D), +100 è veramente l'unità ASSOLUTA. Quella relativa ad 1, ritagliata nel 100 assoluto lo riduce a 99 volte 1 relativo. Dunque +100, ASSOLUTA UNITA', è il Dio Uno e Trino dato da 33+33+33+1. Ogni unità vale 33, e Romano = 66 equivale ai richiesti DUE ENTI 33. Del resto l'ESSENZA dei numeri DUE e TRE = 1+66, dimostra Romano 1 in due 33 come DUE TRE.


82

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1° ROMANO, per essere “DIO=D. 10 e Uno”, deve valere per DIO= D 10 e 1 !

348. Per poter essere il

Come DIO=26 unità-αβ, così Romano è “due”6 nel suo numero 66. Però è anche 10+1 nel suo numero 6 esistente nei “due”6 del termine DIO, dal momento che (10+1)×6 = 66.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1° ROMANO, per essere “Uno e Trino”, deve valere 3 nella sua sintesi !

349. Per poter essere il

La SOSTANZA di un numero sta nella sua sintesi numerica e Romano, nelle sue 66 unità-αβ è il 6+6 = 12 che, nella estrema sintesi 1+2 è il 3.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1° ROMANO, per essere “Uno e Trino” deve valere il suo 3° nome !

350. Per poter essere il

Lo vale in modo “divino”, ossia trascendente. Infatti 66 sono “due” 6 tali che, se si scrive in “due” in numero, 66 è 2 6, alias 26 nel sistema assoluto che consente di tutto, essendo esente da regole, dunque anche di dare grandezza 10 al numero 2.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1° ROMANO, per essere un Dio 10, deve valere “in sostanza” 11 !

351. Per poter essere il

In sostanza, ROMANO=66 è la sommatoria di 11: 1+2+3+4+5+6+7+8+9+10+11 = 66.


83

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1° ROMANO, per essere un Dio Uno e Fattore deve valere un 11 FATTORIALE ! 352. Per poter essere il

In verità la sommatoria 11 riguarda un indice della base 10, di Dio. In assoluto è: 10^1 ×10^2 ×10^3 ×10^4 ×10^5 ×10^6 ×10^7 ×10^8 ×10^9 ×10^10 ×10^11 Una POTENZA FATTORIALE equivalente alla base 10 elevata alla sommatoria dell'11. Il suo Log 10^(sommatoria 11) diventa la sommatoria dell'11 che in assoluto è una POTENZA FATTORIALE FATTRICE, CREATRICE. Romano è il primo nome di QUEL CHE LO E'.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1° ROMANO, per essere un Dio Uno e Trino, deve valere “in sintesi” un 12=3 ! 353. Per poter essere il

In sintesi numerica, ROMANO=66 è 6+6= 12, poi sintetizzabile in un 1+2=3.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1° ROMANO, per esser un divino DUO deve valere in assoluto il suo 2° nome ! 354. Per poter essere il

Romano ha 66 unità-αβ e il 2° nome, Antonio ne ha 78. Ora TRE=39 unità-αβ, e DUE TRE = 39+39= 78, Antonio. Poiché il 2 è doppio di 1, se il 2 è DUE TRE e il primo che è la sua metà è DUE 6 (il suo doppio) allora son uguali “in assoluto” nel valore “essenziale” di “quanto” uno è.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1° ROMANO, per essere il Dio Trino deve valere in assoluto il suo 3° nome ! 355. Per poter essere il

Romano ha 66 unità-αβ, il 3° nome, Anna ne ha 26. Ora ANNA vale il contenuto alfabetico 28, del numero DUE in lettere. Tanto che DUE=28 -2 è praticamente 2 -2= 0. A questo punto, la coppia di Romano + Anna, che è 66 +26, è “in assoluto” un 66+2-2 che condivide il 66 tra due 33, pari alla media 3 tra 1+3=4. Poiché TRE TRE=39+39 è Antonio, secondo nome, i conteggi assoluti tornano in modo idealmente perfetto.


84

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1° ROMANO, se è il Dio Uno e Trino deve valere in assoluto il suo 4° nome ! 356. Per poter essere il

Romano ha 66 unità-αβ mentre il 4° nome, Paolo è 51. Ora 50 è il valore alfanumerico del termine NOVE, tanto che PAOLO, essenzialmente, è 1 NOVE, che in numeri è 1 9. Romano è 2 6, ma è 1° rispetto all'altro, 2° rispetto a lui. Pertanto il 2° è UN 9, mentre il 1° è i suoi 2/3 che lo rovesciano a 6. Sono “sostanzialmente uguali”. Certo, “in assoluto”, come i 2 6 di Romano che, se se ne aggiunge 1 e si toglie un 1, diventa 26+26 -1 = 51... ed è lo stesso se io a 2 6, ne aggiungo uno e ne tolgo 1. Non dimenticate che questi conteggi sono “ideali”, “trascendenti”... insomma esistono in una logica “divina” che supera le regole di questo mondo reale. ROMANO(=66) = 15 PAOLO(=51) nella realtà, a patto che il 15 sia una VERA UNITA' che si moltiplichi per Paolo. E lo è, essendo l'unità 10 dello spazio e 10/2 del suo perfetto tempo binario. Lo Spazio-Tempo passa ma deve sempre agganciarsi (come la Q) a qualcos'altro di relativo, che evolva nello spazio e nel tempo unitario. Pertanto ROMANO è nel puro e inflattivo DIVENIRE dell'essere di PAOLO.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1° ROMANO, se è Stirpe di Dio, deve valere in assoluto il suo cognome !

357. Per poter essere il

ROMANO(=66) -AMODEO(=47) è 66-47=19. Pertanto ROMANO = 19 AMODEO sarebbe vera uguaglianza se 19 fosse nullo. Nelle lettere la 19 è la U della pura conversione a U, ed indica un puro ribaltamento. Infatti 19 unità sono 20 assolute, quelle di un fronte trasversale a lato 10 che, riferito ad un flusso, si toglie di mezzo. Infatti -10 +10 (=0) sono ance +20 in assoluto e +19 se contate da una tirata fuori come “unitaria”.


85

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1° ROMANO, se è divinamente 1° nell'ultimo deve valere l'ultimo suo nome ! 358. Per poter essere il

ROMANO è 66 come 1+2+3+4+5+6+7+8+9+10+11. La corrispondente somma nei termini Ideali che regolano le lettere nelle parole, porta UNO+DUE+...+10+11 a valere 566. Ora 566 come numero ASSOLUTO si risolve in 565 UNITA' RELATIVE. ROMANO è 13 ×5 +1. Se si divide le 565 unità relative per 5 si ha il 113=ANTONIO. Pertanto il PRIMO è UNO nel 1/5 riferito al ×5 (volte 13) che lo genera nel suo 66. Mentre il QUINTO è il QUINTO del valore 66 di Romano, se valutato nelle LETTERE. La differenza sta solo in una questione FORMALE, ma non sostanziale. UNO è, nella forma, un'onda che ha due opposti, uno dopo l'altro, fondati sull'Uno e il Trino di Dio. 4/4 + 4×4 = 17 sono pertanto UNA onda reale, INFLAZIONATA A VALERE 17. Pertanto, se da 5 volte 26 (=130) togliamo di mezzo la quantità 17, dell'inflazione UNITARIA, noi abbiamo la quantità che gli corrisponde in apparente INFLAZIONE. Infatti 130 -17 = 113 porta esattamente al valore INFLAZIONATO di un TORQUATO che è in sostanza due 6 che in apparenza si sono moltiplicati per 5, ma 5 (che sembra un ingrandimento per 5 volte) è in verità solo ½ dell'intero assoluto dato dal 10. La sola parte reale assume 5 grazie a quella immaginaria -5. Moltiplicare per 5 significa dimezzare “in assoluto”, tanto che anche 66 diventa 6 e 6 , laddove è “reale” solo un 6... Ma Romano 66 è IL COMPLESSO a due 6 nella sua fondamentale verità. Moltiplicato per 5 (ossia diviso il 26 per 2), è 13. E va moltiplicato per 5 ad avere Torquato=113... ma solo dopo aver tolto l'INFLAZIONE UNITARIA 17. Non è un arrampicarsi sugli specchi: è proprio così. ROMANO=TORQUATO perché, essendo davvero DIO, il PRIMO NOME VALE L'ULTIMO. Come... realmente? Romano deve divenire ROMANO AMODEO = 66+47 = 113 = TORQUATO. Ma cosa è il 47, se non 100/2 (la realtà costruita sul 3, e che diventa 50 … -3? 47 è anche qui, l'INFLAZIONE unitaria della realtà 1/2.


86

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1° ROMANO, se è Spirito santo, deve saper quantificarsi in Materia e Spirito ! 359. Per poter essere il

360. 361. 362. 363. 364. 365.

R = (10^6) (10^10) è la massa Materiale e Spirituale che avanza in assoluto O = (10^3) (10^10) avanza segnatamente nella massa reale, materiale. M = (10^1) (10^10) e avanza nel suo pieno ciclo unitario A = 10, il tutto relativo alla sua quantità unitaria. N = (10^2) (10^10) è il Piano Divino nel suo potenziale assoluto O = (10^3) (10^10) in atto nell'entità ora della sua massa antimateriale, Spirituale.

Questa è la formula, per come essa è rivelata dal “significato strutturale atomico” del suo essere materiale e spirituale.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1° ROMANO, se è “Jahve”, deve esser simile al Dio “io SONO SONO” !

366. Per poter essere il

ROMANO è 66, e – se lo leggete in modo “essenziale” (ossia in un modo che riguardi la pura “ESSENZA”, il numero 66 è letto: “ SEI SEI ”, mentre Jahve disse di essere “ SONO SONO ”.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1° ROMANO deve dimostrarsi l'incarnazione dell'ESSERE divino, Uno e Trino ! 367. Per poter essere il

ROMANO =66, essendo leggibile “SEI SEI”, evidenzia in modo netto che in lui esistono DUE ENTI, ciascuno dei quali è 3+3, per cui è in tutto 3+3+3+3 = 3 + (3+3+3), insomma, Uno e Trino nella Trinità.


87

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1° ROMANO deve essere con ragione il 1° nato di cui scritto in Genesi 38 ! 368. Per poter essere il

Laddove Dio è Uno e Trino, ma il vero uno è dettato dal ciclo 10, Dio è 10+3 = 13. Ora in Genesi 38 nacque un E' ROMANO, ove ROMANO è 13 ×5 +1. I n questo 5, consustanziale al 13, che vale 65, abbiamo 1 mano come la quantità +1, mentre le sue 5 dita valgono un 13 ciascuna, come le dita di Dio. Pertanto sta proprio nel DNA alfabetico del 13 ×5 +1 che porta al 66 di Romano a individuare quella mano, nelle taciute 5 dita della mano di Dio. ROMANO(=66) = 38 +28 , mostra per altro che al 38 si affianca l'unità e Trinità della piena creazione in 7 giorni, la quale è connessa con un DIO=26 che è Trino aggiungendo ad un 26 un 1 e un 1. Poiché ER=5+16 =21=7+7+7 fu sostituito dal padre vero, il 38 +26+2 aggiunge al 38 proprio il Padre vero del Dio trinitario nel 28 e perfettamente uguale alla sua creazione in 7+21 come in 7+ER, sostituito dal DIO dalla creazione Trinitaria che in tal modo diventa Una e Trina. E' allora evidente che la creazione Una e Trina nel 7, ossia 7+21=28 si inserisce sulla Genesi 38 e aggiunge proprio il Padre Vero descritto in narrativa... ottenendo il 66 di Romano .


88

… nel dettaglio alle unità alfabetiche del 2° nome ANTONIO Nome segreto di Dio in unità.αβ … 2° ANTONIO, è divino in 2° ordine, se si dimostra un VERO “ SECONDO ” !

369. Per poter essere il

SECONDO=67 unità-αβ dimostra di essere ROMANO=66 unità-αβ, +1.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 2° ANTONIO è nome di Dio 2° se, aggiunto al 1°, è tassativamente ASSOLUTO ! 370. Per poter essere il

Il 2 aggiunto “in assoluto” all'1, potendo esser “DI TUTTO” (in quanto “assoluto”, sciolto da ogni limite reale”) può essere il 12. Ed Antonio lo è IN ASSOLUTO, perché è esattamente la SOMMATORIA del 12, poiché il 1°nome è la sommatoria dell'11 essendo 66, ed aggiungendo il 12 al 66 si ha il 78 di Antonio.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 2° ANTONIO è 2° nome di Dio perché Uno e Trino se è in se stesso TRE+TRE ! 371. Per poter essere il

TRE+TRE = 39+39 = 78 è esattamente lo stesso contenuto alfanumerico di ANTONIO.


89

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 2° ANTONIO se in assoluto è 1+2, allora dev'esser sommatoria di DIO=D.10 +2 ! 372. Per poter essere il

Antonio è il dovuto 78 in unità-αβ proprio come l'esatta sommatoria di 12, data da 1+2+3+4+5+6+7+8+9+10+11+12 = 78.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 2° ANTONIO, se è un nome di Dio, deve restare sempre un 1 in sé stesso !

373. Per poter essere il

Antonio vale TRE TRE (=78 unità alfabetiche), ma anche esattamente DUE NOVE, che lo valgono esse pure. Allora, in assoluto, DUE NOVE è 9 e 9, ossia 99, mentre TRE TRE è analogamente 33. Dunque, se vale assieme 99 e il suo esatto TERZO 33, vale 1/3, nel mentre è il TRIPLO... Dunque, “in assoluto” è UNO. Poiché UNO è 44, occorrono 34 UNO a fare ANTONIO, ossia 33 + 1 UNO. Ma 33, in assoluto va riferito al 100, in cui 1 reale opera solo per 99. Ancora una volta, il 33 è 1/3 in assoluto, proprio nel mentre è UN DUO di TRE. Pertanto anche considerando il valore alfanumerico di UNO, Antonio vale in assoluto come un DUO che è di 3/3.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 2° ANTONIO, se è TRE divini TRE, dev'essere il triplo esatto del 3° nome di RA ! 374. Per poter essere il

Antonio vale TRE TRE (=78 unità alfabetiche), ma è anche il triplo di ANNA, il terzo nome uguale a 26 unità alfanumeriche.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 2° ANTONIO se tutto RA è “il Nume-RO” dev'esser pur esso un “PURO” NUMERO ! 375. Per poter essere il

Lo è, poiché Antonio=78 è la sommatoria di 12, uguale a 1+2+3+4+5+6+7+8+9+10+11+12 = 78 .


90

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 2° ANTONIO se RA è “il Nume-RO” deve esser Puro Numero anche in ALFABETO ! 376. Per poter essere il

uno+due+tre+quattro+cinque+sei+sette+otto+nove+dieci+undici+dodici= 608 è uguale a 108 unità “reali” 500, laddove 108=ASSOLUTO=1+17+17+1+10+19+18+13= 108. Difatti al 100 assoluto, si aggiunge il duo di 1+3=4, che impersona il Dio Padre e Spirito santo. 108, per dare un riferimento alla chimica, sono i fondamentali elementi della tavola periodica di Mandelejeff.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 2° ANTONIO se RA è “il Nume-RO” deve esser Puro numero nel rapporto αβ/n. ! 377. Per poter essere il

608 -78 = 530 mostra le 10+10+10 unità della Trinità del Dio=d.10, riferite alla realtà 500 ottenuta dal prodotto 10×10×10 meno la sua metà “immaginaria”. Quindi il valore alfanumerico dato alle lettere asseconda le dimensioni ideali dei numeri poggiati sul 10 e una divinità (ossia un sostanziale fondamento) uno nel 10, e trino.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 2° ANTONIO, se è nome di un Dio Trino, deve essere sostanzialmente TRINO ! 378. Per poter essere il

Antonio (che abbiam visto è 3 volte il DIO=26) è 78 unità-αβ, la cui sintesi 7+8 è 15, ed è estrema in 1+5 = al puro essere di un 6, del resto, avevamo già visto che vale TRE TRE.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 2° ANTONIO, se è il Dio Trino nell' Uno deve essere TRINO nell'essenza del 1° ! 379. Per poter essere il

Antonio (che abbiam visto è 3 volte il DIO=26) è tre volte i “due” 6 che, in assoluto, essendo “due” 6, sono associati nel 66 del 1° nome. Essendo in essenza i due nomi, per somma, 144, il piano 12×12 li unifica come 1=ciclo 10 e TRINO=68 unità-αβ = 10+68=78 unità-αβ . ROMANO=66 è uno come 66 ed è TRINO=68=EMANUELE come 66+1+1.


91

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 2° ANTONIO, se è nome dell'Emanuele Dio deve essere DIO in “EMANUELE” !

380. Per poter essere il

Così esattamente è: 10 EMANUELE (=68) = ANTONIO (=78), il che dimostra come Antonio equivalga ad un EMANUELE DIO=d.10.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 2° ANTONIO, se Spirito santo, sa qualificare l'essere suo in Materia e Spirito ! 381. Per poter essere il

382. 383. 384. 385. 386. 387. 388.

A = 10 è il tempo iniziale nella sua assoluta e Divina unità. N = (10^2) (10^10) è il Piano Divino, uno che avanza in pieno in positivo. T = 10^(3+3+3) × 10^(3+3+3), e indica tutti i modi di interazione di una terna in 3 distinte coppie. Sono le 3 croci sul Calvario, in cui 3 coppie uomo-Dio manifestarono il tragico complesso. O = (10^3) (10^10) è tutto il moto della massa reale N = (10^2) (10^10) è il Piano Divino nel suo potenziale I = 10^(3+3+3) che interessa infine anche la terza entità trina nel 3 O = (10^3) (10^10) nell'entità ora della massa irreale.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 2° ANTONIO, se è un divino secondo deve “Assecondare divinamente” il 1° ! 389. Per poter essere il

ANTONIO (=78) = 6+6 ROMANO (=66) dimostra di assecondare il 66 in modo “assoluto” (trascendendo ogni regola matematica), mettendo dopo un 6, un 6 per secondo, nel 66 di Romano.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 2° ANTONIO, se è un divino secondo deve “Assecondare divinamente” il 3° ! 390. Per poter essere il

ANTONIO (=78) = 26+26 ANNA (=26). Antonio “asseconda divinamente” ANNA, con due 26 che indicano DIO in alfa-numero.


92

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 2° ANTONIO, se è un divino secondo deve “Assecondare divinamente” il 4° ! 391. Per poter essere il

ANTONIO (=78) = 3×3×3 PAOLO (=51) Antonio “asseconda divinamente” PAOLO mediante la trina interazione del Dio Trino.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 2° ANTONIO, se è un divino secondo deve “Assecondare divinamente” il 5° ! 392. Per poter essere il

7 × 10/2 ANTONIO (=78) = TORQUATO (=113) ANTONIO si “asseconda” divinamente a Torquato, attraverso i 7 giorni della divina Creazione, nel valore 5 della “realtà” del ciclo 10, dovuto al 10 stesso, meno il 5 “immaginario”.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 2° ANTONIO, se è in una divina Famiglia deve assecondarne il Cognome !

393. Per poter essere il

ANTONIO (=78) = 31 AMODEO (=47) dimostra di appartenere ad una famiglia AMODEO che, riferita, “assecondata” a lui, vale 10+10+10 +1 volte, l'unità e trinità del Dio=d.10.


93

… nel dettaglio alle unità alfabetiche del 3° nome ANNA

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 3° ANNA, se è un DIO Trino deve dimostrarsi 1+3 volte = “UN TERZO” ! 394. Per poter essere il

UN TERZO vale 104 unità alfabetiche, esattamente 4 volte quelle di ANNA, che vale 26 unità-αβ . Dunque 26 +(26+26+26) è esattamente l'unità e Trinità di UN TERZO nome chiamato ANNA, quando si tratta di un 26 che è la quantità alfanumerica del termine DIO.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 3° ANNA, se è un DIO Trino deve dimostrarsi UN TERZO in Gesù !

395. Per poter essere il

Gesù fu realmente il 3°, in generazione, a partire da Anna prima, Maria seconda e Gesù terzo.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 3° ANNA, se è un DIO UNO deve dimostrare che “E' TERZO” e TRIPLO !

396. Per poter essere il

E' TERZO vale le 78 unità-αβ di Antonio che è il triplo esatto di Anna=26.


94

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 3° ANNA, se è un DIO UNO deve essere anche esattamente “TRIPLO” ! 397. Per poter essere il

“TRIPLO” vale 80 unità-αβ = 3×ANNA (=26) -2 (per i primi due nomi, tanto che da 3 se ne abbia 1). Pertanto una persona della Trinità chiamata ANNA=DIO, nella sua TRINITA' vale proprio quanto il termine “TRIPLO”.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 3° ANNA, se è un DIO UNO TRINO deve mostrarlo in quant'è “UNO E TRINO” ! 398. Per poter essere il

UNO E TRINO vale esattamente 117 unità alfabetiche. Allora ANNA=26 è esattamente la “realtà” (ossia il dimezzamento reale) di 3+3+3, perché 4,5×26 vale esattamente quanto UNO E TRINO.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 3° ANNA, se è un DIO UNO è in linea con “PADRE FIGLIO, SPIRITO SANTO” ! 399. Per poter essere il

Se la realtà di ANNA è 9/2, rispetto all'UNO E TRINO quando la calcoliamo rispetto all'intero 9, nove volte il DIO=26 è il 234, che va solo riferito ad un flusso UNITARIO, in chi sia Uno e Trino. Questo flusso, è 4×4, è 16 nell'area e 1 nel flusso. Nel computo ASSOLUTO è lecito sommare all'area il flusso lineare, perché ogni numero è TUTTO, tanto che l'AREA 16 è anche flusso 16 se gli si aggiunge l'1 che rende assoluto il 16 nel 17. A questo punto la somma 234 +17 è una somma che di fatto è una combinazione, nel 10^234 ×10^17 = 10^251. La combinazione combina all'unità del flusso che ha l'indice 17 la quantità di 9 DIO che sono tutto lo spostamento di 1 DIO in 10 Dio. Ebbene il perfetto valore alfanumerico di PADRE, FIGLIO, SPIRITO SANTO è proprio 251 e si dimostra tutto l'avanzamento UNO in 17, di 9 DIO=26. Ciò a dimostrare le perfezione MISTICA di questa cabala italiana, controllabile in un modo assolutamente scrupoloso ed assolutamente perfetto. Ma ragionate: se non fossero perfette queste quantità che sono esattamente quelle che noi usiamo, ragionando matematicamente, come potrebbe essere perfetta la nostra comprensione? Questi strabilianti esempi che sembrano TORNARE PER CASO, sono solo l'esempio reale di come noi RAGIONIAMO, avendo l'incredibile velocità di calcolo “intuitivo” dimostrata nei Savant, ma di cui non ci accorgiamo perché lo finalizziamo a puro mezzo volto alla PURA COMPRENSIONE.


95

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 3° ANNA, se è coppia di Dio 1-3 , deve valere il DIO UNO TRE IN UNA COPPIA ! 400. Per poter essere il

Lo vale. Infatti 10+3 è Un DIO=D.10 e Trino. Posto in due unità, è 13+13 = 26, esattamente quanto il 3° nome ANNA=26 unità-αβ.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 3° ANNA, se è nome di 1 Dio 3° deve essere uno relativo al tre nel TRINO ! 401. Per poter essere il

Dio nella potenza 3 della base tre è 3×3×3 = 27 Assoluto, ma, relativo a 1 nome è 26 volte una persona o un nome reale quale ANNA. L'essenza 10, divina, è 30 nel trino in decine, ma deve riferirsi anche alle 3 unità assolute e alle 4 unitarie e allora è 30 -3 = 27 se assoluto ed è 30 -4 = 26 volte il tempo 1 preso a riferimento unitario.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 3° ANNA, se è essenza 3 di Dio, deve essere “in essenza” Uno e Trino ! 402. Per poter essere il a

26 è la sintesi di “due” tre e 6, dunque è “in puro numero” anche il 66 che è in sostanza il valore numerico del 1° nome Romano. Calcolando l'espressione UNO e TRINO abbiamo 44 +5 +68 = 117 = 13×9, in cui 13 è l'unità 10 sommata a 3, come una unità che avanzi tutte e 9 le volte contenute nel 10. Poiché 13 è ½ del 26 di ANNA, il Terzo nome Anna è 4,5 = 1+3, +1/2.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 3° ANNA, se è Dio 1+3 dev'essere in sintesi potenza 3 del 2 medio divino ! 403. Per poter essere il

ANNA=DIO=26 unità-αβ , nella sintesi essenziale del 26 è il 2+6 uguale al richiesto 2^3.


96

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 3° ANNA, se è Spirito santo, deve qualificare quant'è in Materia e Spirito ! 404. Per poter essere il

Il 13 della Massa Totale del Dio Uno e Trino si diversifica nello spazio tempo, laddove 10^1 e 10^12 sono il flusso e l'area di flusso. Questa struttura ideale, interpretata idealmente mediante le lettere alfabetiche, suscita a RA anche il terzo nome ANNA. 405. 406. 407. 408.

A = 10 è il tempo iniziale nella sua assoluta e Divina unità. N = (10^2) (10^10) è il Piano Divino unitario che va in pieno nel verso positivo. N = (10^2) (10^10) è il Piano Divino nella sua faccia opposta A = 10 è il suo Divino rientro nell'unità assoluta di Dio.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 3° ANNA, se è un Dio “1+3”, deve qualificare Dio in relazione al 1° nome ! 409. Per poter essere il

ANNA, nome 3, in RA configura l'ente trinitario di Dio, dato da una coppia di Dio 10+3. Il Nome deve allora quantificare anche tutti gli altri nella quantità del loro precipuo “essere Dio”. E lo vediamo bene. 40 ANNA(=26) = ROMANO (=66) il che qualifica ROMANO in Dio 10 +(10+10+10) , uno e Trino nel ciclo 10 di DIO=D.10.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 3° ANNA, se è un Dio “1+3”, deve qualificare Dio in relazione al 2° nome ! 410. Per poter essere il

26+26 ANNA(=26) = ANTONIO (=78) il che qualifica ANTONIO in Dio nel DUALISMO DIVINO che è il valore medio tra 1 e 3.


97

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 3° ANNA. se è un Dio “1+3”, deve qualificare Dio in relazione al 4° nome ! 411. Per poter essere il

26 -1 ANNA(=26) = PAOLO (=51) il che qualifica PAOLO UNO in Dio 26 (DIO=YHVH), che opera per il residuo 25.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 3° ANNA, se è un Dio “1+3”, deve qualificare Dio in relazione al 5° nome ! 412. Per poter essere il

100 -13 ANNA(=26) = TORQUATO (=113) il che qualifica TORQUATO come 100 -3, tutto il flusso del Dio 10 +3, nell'Assoluto 100.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 3° ANNA, se è di FAMIGLIA di Dio, deve qualificare Dio nel suo cognome ! 413. Per poter essere il

7+7+7 ANNA(=26) = AMODEO (=47) il che qualifica AMODEO nel Trino Dio che Crea tutto in 7+7+7 giorni trinitari.


98

… nel dettaglio alle unità alfabetiche del 4° nome PAOLO Nome segreto di Dio in unità.αβ … 4°nome PAOLO, se è un Dio=Nume-RO ed è 4 dev'essere la “realtà” di 1 QUATTRO !

414. Per poter essere il

PAOLO è 51 unità-αβ, mentre 1 QUATTRO è 101 unità-αβ. Se ai due valori unitari togliamo l'unità e li rendiamo ASSOLUTI, PAOLO è la metà REALE del 100 complesso, reale-immaginario. Per cui lo stesso nome n. 4, di Paolo, rivela di impersonare la realtà quarta del Dio Assoluto posto +100, ossia come reazione al prodotto tra i due vettori uguali e contrari +10 e -10, dati dall'unità del ciclo divino. E lo è se, per divino, intendiamo il valore di fondo cui si riferiscono tutte le unità della Fisica... ed è esattamente così.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 4° PAOLO, se è uno Spirito santo, deve sapere quant'è in Materia e Spirito ! 415. Per poter essere il

416. 417. 418. 419. 420.

Questa è la struttura atomico-ideale che caratterizza RA anche con questo nome P = (10^4) (10^10) è tutta la massa reale Divina di presente nel tempo 10. A = 10 che avanza in tutta la sua assoluta unità. O = (10^3) (10^10) è la massa totale “reale”, L = 10^10 che avanza nell'assoluta unità O = (10^3) (10^10) anche nella massa complementare e “immaginaria”.


99

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 4° PAOLO, se è di Chi infine accettò Gesù, deve accettare Gesù come Dio ! 421. Per poter essere il

PAOLO=51 unità-αβ, nome 4, è esattamente uguale a 2×DIO -1 = 2×26-1=51 unità-αβ. Saulo, negando l'1 divino in Gesù, lo negò al YHVH (=26 unità-αβ già nella sua Cabala ebraica!) . L'aggiunta al Dio Jahvè della realtà nuova di un nuovo Dio Figlio, nella realtà di un uomo, portò realmente Saulo a divenir Paolo, aggiungendo quell'1 che, in YHVH operava per 26 -1, occupando una posizione delle 26 di Jahve.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 4° PAOLO, se è realtà di Dio Una e Trina dev'essere la realtà del 1° nome ! 422. Per poter essere il

15 PAOLO(= 51) = ROMANO (=66) Ebbene 15 -PAOLO- 51 mostra la sostanziale “realtà” di Paolo, riferito a Romano, per la simmetria tra il 15 e il 51 , la cui somma 15+51=66 (l'unità di Romano). Poiché possiamo ragionevolmente stimare “immaginario” il 51 che è inverso al “reale” 15 , se tralasciamo il 15 che relaziona Paolo a Romano, abbiamo in Paolo=51 l'esatta “realtà” riferita a Romano, ripeto: somma 15 + 51 .

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 4° PAOLO, se è realtà di Dio Una e Trina dev'essere la realtà del 2° nome ! 423. Per poter essere il

27 PAOLO(= 51) = ANTONIO (=78) Ipotizzando 27 -PAOLO- 72 come “reale-immaginario” interno al 99, Paolo conserva un -19 di differenza relativa, che costituisce l'unità in pieno moto nel pieno moto 10 del ciclo 10. In tal modo, Paolo è “reale” in relazione al nome secondo, Antonio, essendo esattamente il Saulo convertito ad U=19 , nel secondo tratto della sua vita.


100

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 4° PAOLO, se è realtà di Dio Una e Trina dev'essere la realtà del 3° nome ! 424. Per poter essere il

PAOLO(= 51) = 26 -1 ANNA (=26) La realtà di Anna, messa in relazione a Paolo, è tale da bilanciarsi (in modo “reale immaginario” in 25 -ANNA- 52 . Pertanto Anna 26 è il complesso dato da 52 + 25 , interno al 52+25=77, binaria creazione totale di Dio, a valenza decimale. Essendo Anna nel DNA alfabetico di DIO, la realtà del nome Paolo e di incontrare un nuovo Dio, oltre il primo, di Jahve, sopperendo al 26 -1 di Saulo che non lo accettava in Gesù Cristo. 26 -1 di fatto è tutto il percorso di uno compreso nel DIO=26, che, occupando un posto, lo sottrae alla sua libertà di spostamento

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 4° PAOLO, se è realtà di Dio Una e Trina dev'essere la realtà del 5° nome ! 425. Per poter essere il

62 PAOLO(= 51) = TORQUATO (=113) Ebbene l'unità di Paolo, data da 62 -PAOLO- 26 mostra la realtà interna all'unitario 62 + 26 = 88. Essa è relativa alla dotazione di Torquato in modo tale che, oltre il 26=DIO, resta a Paolo un 26 -1. Pertanto anche nei confronti del quinto nome, Paolo è relativo a tutto il commino di 1 (dopo essersi convertito) nel Dio=26.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 4° PAOLO, se è d'un DIVINO CASATO deve essere la realtà del 6°, il cognome ! 426. Per poter essere il

PAOLO(= 51) = 4 AMODEO (=47) Ebbene, l'unità complessa di Amodeo, a questo punto è 04 -AMODEO- 40 , interna al 44 che è il valore alfanumerico di UNO. In tal modo, ad AMODEO =47, tolto il 51 di Paolo, l'Unità e Trinità della sua divina realtà.


101

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 4° PAOLO, se è realtà di una “Unità Assoluta” deve essere il 4° di 4 quarti ! 427. Per poter essere il

L'assoluto unitario è 100+1. Esso è UN DUO nel 202. PAOLO=51 è il DIO quarto del Dio binario. E' UN0 (=202) se è i quattro quarti di 202.

Nome segreto di Dio in unità.αβ 4° PAOLO, =3+1, sia il 3° più il 1° nato descritto in Genesi 38 della Bibbia ! , che possa riguardare il 1° nome di RA e la sua data di Nascita ! 428. Per poter essere il

PAOLO=51 è 26 (il 3° nome ANNA) + 25 . Ebbene 25 è un piano avente per lato il numero 5 delle dita di UNA MANO: quella che uscì dal sesso di Tamar e fu giudicata “il 1° nato” in Genesi 38, della Bibbia. Genesi 38 è la genesi dell'ANNO 38, tanto che il PRIMO nato, un un anno il cui giorno sia il 25, si riferisca al PRIMO MESE. Poiché Genesi 38 riguardò la generazione reale di Gesù, in 38ma generazione dal Padre vero che generò la coppia dei gemelli, ma è anche precisamente l'anno 38, nel primo mese di gennaio e giorno 25 , (in cui è nato ROMANO) questa Genesi 38 si riferisce espressamente alla nascita di ROMANO. Gemellato nel 25 del Natale anche di Gesù, il Cristo è però nato nell'ultimo mese e - come figlio - era secondo al padre. Ma il Padre, vero primo, volle uscire per ultimo... presentandosi nel famoso mille e non più mille a partire da quando Gesù abbandonò la famiglia, a 12 anni, perché... “doveva occuparsi delle cose del Padre Suo”. In quanto al nome, da E'R e dal sesso aperto ad O della madre Tamar(=47=Amodeo) nacque una MANO a 5 dita divine e tutta la Generazione che fu generata dal Padre Vero, riguardò questo Oracolo, come un iter annunciato e divino: E'R-O-MANO !


102

Nome segreto di Dio in unità.αβ 4° PAOLO, =3+1, sia il 3° più un 1° nato celebrato dalla Chiesa Cristiana ! che possa riguardare la reale nascita di Romano ! 429. Per poter essere il

Al 26 del 3° nome s'aggiunge anche il 25-1 di quanto accadde circa nel 38 d. C. e che la Chiesa Cattolica fissò al 25-1: la “Conversione di S. Paolo” che, da Saulo, volle rinascere in un PAOLO celebrato (proprio senza volere) in nascita del RA che ha per 4° nome (della Realtà) quello di Paolo, e spiega ai sapienti la resurrezione che non vollero udire da quel Paolo .

Nome segreto di Dio in unità.αβ 4° PAOLO, =3+1, sia il 3° più il 1° ritorno di Gesù, come nel Dio del Sole ! che possa riguardare il giorno della nascita reale di Romano ! 430. Per poter essere il

Fu il 25-1 di quella Conversione avvenuta circa nel 38 d. C. perché Saulo vide Gesù sfolgorante proprio come il Dio Sole RA... e perché la Cristianità l'ha collocato proprio nel giorno di nascita di RA che nel suo acronimo sembra essere il Dio del Sole.

Nome segreto di Dio in unità.αβ 4° PAOLO, =3+1, sia il 3° più il 2° ritorno di Gesù, come nel Dio del Sole ! che possa riguardare il giorno della nascita reale di Romano ! 431. Per poter essere il

Fu nel Terzo secolo dopo Cristo, quando la Cristianità, che fino ad allora celebrava la nascita di Gesù nell'Epifania, decise di fissare la nascita di Gesù nel giorno in cui a Roma si celebrava il Dio del Sole Romano, chiamato Sol Invictus. Esso riguarda il giorno 25, dell'ultimo mese dell'anno... come in Genesi 38 in cui l'antenato di Gesù, nato dal Padre vero in 38ma generazione dal Padre vero Giuda, era nell'ultimo mese dell'anno, cui il 38 si riferisce, riferendosi alla data di chi era nato essendo il Primo... mese, Gennaio.


103

… nel dettaglio alle unità alfabetiche del 5° nome TORQUATO

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 5° TORQUATO, in sé 5°, se è di un DIO=Nume-RO... deve mostrarsi un CINQUE !

432. Per poter essere il

TORQUATO è 113 unità-αβ, mentre CINQUE è 63 unità-αβ. La differenza 113 -63 = 50. Pertanto TORQUATO è CINQUE50. Come 55 mostra le due mani a 5 dita, in cui la destra vale per 10. Come 5 per 50 = 250 è ¼ di 10×10×10, laddove PADRE FIGLIO SPIRITO SANTO sono 250+1. Pertanto TORQUATO è la “pura essenza” dell'unità e Trinità di Dio”. Infatti è 113 = 100 +O (=13) in cui 1.00O è 10×10×10.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 5° TORQUATO, ultimo nome, se è di Dio, deve, essendo l'ULTIMO, essere il PRIMO ! 433. Per poter essere il

Torquato=113 è davvero il Primo posto Ultimo. E' infatti il 100 assoluto considerato nel ciclo O reale, Decuplo e Trino, quanto 10+3.


104

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 5° TORQUATO, ultimo di un Dio che sia “tutto” dev'essere gli estremi: 1°e 6° !

434. Per poter essere il

1° e 6° sono nome e Cognome. Ebbene, Romano Amodeo è 66+47 = 113 unità-αβ, esattamente quanto Torquato, ultimo e 5° nome.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 5° TORQUATO se è il 5° di un Dio 1° , dev'esser il 3° nella generazione di RA !

435. Per poter essere il

TORQUATO, 5° nome era il 1° (e solo) del nonno paterno, mentre il 3° ANNA, è 1° (e solo) della madre della madre di Gesù (entrambi in 3a generazione).

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 5° TORQUATO se è DIO TUTTO essendo il 5° dev'essere in sintesi il 5 stesso !

436. Per poter essere il

Infatti è proprio così. 113 è 1+1+3 = 5 nella sintesi del nome ultimo e 5°.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 5° TORQUATO, se è DIO ULTIMO, deve esprimere il primato nel 1° nome !

437. Per poter essere il

TORQUATO (=113) = 47 ROMANO (=66). 47 rappresenta il Cognome. Ma il primato in un ultimo è rappresentato dall'inversione del primo nell'ultimo e viceversa. 47 + 74 = 121 (=11×11). Pertanto la realtà 47 dipende dal piano a lato 11 (di Romano che è la sommatoria di 11, nel suo 66), meno la realtà inversa 74 . Il che dimostra proprio come Torquato, da ultimo, si fonda sul 1° nome, che è sommatoria di 11, tanto che il suo 113 è poi dato da Romano, più il 47 che è la sola “realtà” del piano 11.


105

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 5° TORQUATO, se è DIO ULTIMO, deve esprimere il primato nel 2° nome !

438. Per poter essere il

TORQUATO (=113) = 7×5 ANTONIO (=78). 7×5 rappresenta il secondo nome attraverso il 35 che è 1/3 del 100+10/2 che presenta la MEDIAZIONE ASSOLUTA, di un primo e mediatore, equivalente ad un 113=1+1+3=5 nella sua sintesi. Questo terzo, equivalente al 35 è così “primo” che, calcolato nell'unità centesima dell'assoluto 100, ossia in quella che lo unifica, con il piano di 0,35 unità abbiamo 0,1225 come la nascita di Gesù, nel natale di quell'anno posto “a ragione” come l'anno INIZIALE della FINE DEL TEMPO... del 1000 e non più 1000 a partire da quando, a 12 anni, Gesù abbandonò la sua famiglia terrena e, tra i Dottori del Tempio, iniziò “quello che doveva fare per il Padre vero” (come spiegò alla perplessa madre, Maria, quando gli chiese: “Figlio, perché ci fai questo?”. Pertanto TORQUATO, riferito al SECONDO nome, decreta la costruzione del mediatore di Dio, il 10/2, attivo nei totali 7 giorni della sua divina opera..

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 5° TORQUATO, se è DIO ULTIMO, deve esprimere il primato nel 3° nome !

439. Per poter essere il

TORQUATO (=113) = 100 -13 ANNA (=26). 100 -13 mostra esattamente il primato del Dio UNO nel 10 e Trino. Esso sta nel 100 assoluto e vi si muove per lo spazio che virtualmente gli resta. Pertanto TORQUATO si riferisce ad ANNA =26=DIO, come tutto lo spazio dell'unità data dai 13/13 che esistono 13+13 in Anna. E portano poi all'intero percorso del 13 nel 100 assoluto di Dio in linea.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 5° TORQUATO, se è DIO ULTIMO, deve esprimere il primato nel 4° nome !

440. Per poter essere il

TORQUATO (=113) = 62 PAOLO (=51). TORQUATO, dunque, sta a Paolo come a DIO=26, solo se si parte dalla reale Conversione del 26 Dio reale, nell'immaginario 62 contenuto nell'infinito 88.


106

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 5° TORQUATO, se è DIO ULTIMO, deve esprimere il primato nel 6°, il cognome !

441. Per poter essere il

TORQUATO (=113) = 66 AMODEO (=47). Dunque TORQUATO sta ad AMODEO... come ROMANO=66. L'ultimo nome dal piano 11×11=121, che è il 66+66=121. Esso (assolutamente PERFETTO proprio nella logica Cristiana per la quale il vero primo è sempre l'ULTIMO) dimostra nel suo nome stesso che, quando è un nome “DIVINO”, allora l'ULTIMO NOME è dato dal PRIMO... ma esteso allo stesso CASATO, alla stessa Famiglia paterna del Primo. È un CASATO = 47 che è la “realtà” 1/2 del DIO assoluto 100, che (assolutamente trinitario in 3 coppie, come 33+33+33 +1 = 100) sottraendo proprio il fondamentale 3 ai 50 mezzi, ESALTA nel 47 il cosiddetto “morto che parla”, così conosciuto anche nella cabala “napoletana”. Ed è giusto così: se infatti al Dio Trinitario si sottrae proprio la sua Trinità, cosa gli resta? Gli resta solo la sua PAROLA in numeri, ossia la quantità 47alfanumerica, pari a quella di un Dio GESU'(=48) cui si sottragga il suo divino UNO... o al figlio morto ER (in Genesi 38), cui il Padre Vero s'incaricò di dare un seguito reale alla sua umana impossibilità farlo.


107

… nel dettaglio alle unità alfabetiche del 6° AMODEO

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 6° AMODEO, se ha assoluta valenza 6, deve valere tutto, anche un tu SEI ! 442. Per poter essere il

In verità, il significato “essenziale” di SEI è ASSOLUTO. Non a caso 6 è tutto il lavoro di Dio, il quale, operando con il 10, ed essendo 4 (poiché è 1 e 3), può dire solo “sei” 6 sulla base del 10 -4 (il suo valore complementare) e sulla fondamentale base del principio fisico essenziale di azione e di reazione. Infatti, fondamento dell'ESSERE, è il riferimento alla parte inversa, che lo supporta nel suo essere in positivo. Ora se considerate che 6 è 5+1 e simultaneamente 1+5, sussiste come intero nei due inversi quantitativi di 51 e 15, il cui importo complessivo è il 66 di un “sei” 6, la perfetta corrispondenza paritetica di un 6 che si scopre ESSERE 6, Ora 66 è (come il 10+1) il padre di tutti i numeri, perché, essendo 10+1 il ciclo unitario, 1+2+3+4+5+6+7+8+9+10+11 è 66, quanto 11 volte 6.


108

GENESI dei 6 nomi del Nome segreto di Dio, tratto dal “SEI” 6.

442 bis. Il nome ESSENZIALE di ROMANO, si determina proprio a partire dal “sei” 6. Essendo, su questa base “essenziale”, sia il 66, sia la sommatoria dell'11 (che è 66), è anche 66+11+ 1 nel nome 1+ 1 , il 2° nome, 78 (=7+8=15= 6 ) come la sommatoria del 12. Quindi è il suo “unitario” 1/3, riferito al nome 3. Poiché la somma dei numeri 1 e 2 sono il 144=12×12, il terzo risulta (12+1)+(12+1)=26, che l'Unitario DIO SOMMARIO, di fronte all'INTERAZIONE reale 12×12 tra i primi due. Il quarto nome, “reale”, parte dal 1° come dall'unitario 15+51 (=66) e, relazionandosi -15 al 66, ottiene la “realtà” inversa, del 51. Il nome numero 5, essendo il 5 uguale a 1+4, nasce dai numeri 66+51=117, del 1°+ il 4°, ma poi sottrae il 4° (e resterebbe in sostanza ancora il 66)... considerandolo però il 4 che il 4 è (anziché il 51). Infatti 117 -4 diventa il 113 del nome 5... ed è in sostanza ancora il primo, ma in forma ASSOLUTA (perché 4 è l'Unità e Trinità di Dio. Infatti, questo 113 così ottenuto è la realtà assoluta del dimezzamento del DIO Binario 13+13 =26=Anna (3° nome), reso assoluto, ossia +100. Lo stesso sistema “realizza” il cognome, partendo dal 4° (il 51 ricavato togliendo 15 al 66 del 1°, uguale a 15+51) e togliendo il 4 anche a lui. Togliendo alla “realtà” 51 l'Unità e Trinità (di Tempo e Spazio) resta una pura massa 47, del Dio 10+30, che costruisce il mondo in 7 giorni. E' la famiglia AMODEO. Ora, come avete visto, tutto è partito dal “sei 6”, ove l'essere è sempre la relazione alla dinamica opposta. Infatti +N (numero qualsiasi) può esistere come tale solo in base al suo inverso -N. Il vero ASSOLUTO riferimento è l'assoluta mancanza di SQUILIBRIO, ed esiste in 66, tra un 6 che è il decuplo del suo decimo... e dunque è UNO. Ora il tratto davvero ECLATANTE del 66 è che è un DIO DUPLO, il cui DUPLO (a far le 4 dimensioni 1+3) è il 66+66=132. Esso è proprio l'inverso del 231 SOMMATORIA di 7+7+7. Dunque ROMANO=66 è la REAZIONE alla sommatoria di tutte le 21 lettere dell'alfabeto! Si appoggia al 231 e ne “è” la reazione 132, uguale al suo DUPLO, uno in 66.

GENESI dei 6 segreti nomi di YHVH (Jahvè), tratto dal “SEI” 6

442 ter. In questo contesto relativo all'ASSOLUTO, Jahve, il Dio io “SONO chi SONO” è RA, il Dio del sole che, essendo un “tu SEI 6”, essendo la stessa impersonificazione dell'ESSERE relativo, dichiara a Mosè: “Se ti chiedono chi io sia, digli che io SONO chi SONO... perché tu, osservandomi da fuori, a tu per tu, mi diresti: “tu SEI chi è 6, sei 66, sei il ROMANO che prima è (1+3) volte (1+3)=16=R, poi toglie un 3 ed è 13=O, poi toglie un 2, ed è 11=M, poi sottrae il 10 e resta 1=A, poi somma 11 ed è 12=N e infine ancora 1 ed è il 13=O... insomma ROMANO”. La sottrazione progressiva del 321, al ROMANO tratto dal 231 come la metà dell'inverso 132, parte dalla somma dei due inversi, 231+132=363... valore ASSOLUTO! Sottrae a questo importo il 42 del Nome segreto di Dio ed ottiene 321, quello che è progressivamente sottratto al 16=R. Prima il 3, poi il 2, poi il vero 1 che è il 10, ottenendo, in progressione dopo R, la O la M e la A... ROMA. La nemica di Dio cui dover dire un assoluto NO! Ripristinando nel senso inverso al 321, prima il 10+2, poi il 10+3... che è la vittoria finale di Dio, fondata sul io HO RO-MAN, XP.


109

442 quater.

GENESI da AMODEO, ARCA del Dio binario “SEI SEI”

Tutto è chiaramente tratto dal SEI, se si tratta di un 6=SEI ASSOLUTO, che appartenga al CASATO AMODEO, tratto dal 1°-15=51, il 4° meno il 4, da 51 -4= 47, pura “massa reale” di Dio che il 40 è Uno e Trino nel 10 e opera la Creazione in 7 giorni totali. Andiamo in ordine, ad equiparare il cognome a tutti gli 11 numeri compresi come 1/6 di 66: 444. con -4 +4 =0, +8 445. 446. 447. 448. 50+3 449. 16 450. 451. 16 452. 453. 3 454. 455. 3+3+3

AMODEO (=47 unità-αβ) = ZERO (=55 unità-αβ) AMODEO (=47 unità-αβ) = 3 UNO (=44 unità-αβ) AMODEO (=47 unità-αβ) = 19=10=1 DUE (=28 unità-αβ) AMODEO (=47 unità-αβ) = 4+4 TRE (=39 unità-αβ) AMODEO (=47 unità-αβ) = QUATTRO (=100 unità-αβ) AMODEO (=47 unità-αβ) = CINQUE (=63 unità-αβ) AMODEO (=47 unità-αβ) = 16 SEI (=31 unità-αβ) AMODEO (=47 unità-αβ) = SETTE (=63 unità-αβ) AMODEO (=47 unità-αβ) = 15 OTTO (=62 unità-αβ) AMODEO (=47 unità-αβ) = NOVE (=50 unità-αβ) AMODEO (=47 unità-αβ) = 16+1 DIECI (=30 unità-αβ) AMODEO (=47 unità-αβ) = UNDICI (=56 unità-αβ) Questo accade poiché: UNO+DUE+TRE+QUATTRO+CINQUE+SEI+SETTE+OTTO+NOVE+DIECI+UNDICI= 566 che è ROMANO= 66 nella dimensione reale (riferita all'assoluto ½ di 10×10×10, che sparisce nella pura sommatoria di 1+2+3+4+5+6+7+8+9+10+11=66). L'essenza di AMODEO=47 è il 4+7=11=10+1, che nel SEI=31 (che necessita di un 10+6), si mostra 6 SEI 10, ed è l'essenza ideale alfanumerica, del 6 SEI, nell'unità del ciclo 10, che già appare direttamente nel SEI =31, uguale a 30 +1.


110

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 6° AMODEO, Cognome di tutti i nomi, il 6° va divinamente equiparato al 1° !

456. Per poter essere il

18 AMODEO (=47) = ROMANO (=66). 18 quantità sono 3 (3+3) e combinano la Trinità Trina in tutte le coppie possibili. Pertanto ROMANO è AMODEO in tutte le possibili FAMILIARI “combinazioni” di (3+3) come Padre-Figlio, Padre Spirito e Figlio-Spirito. Poiché le CIFRE al lavoro nel nome segreto di Dio devono essere 6 volte 6, per la necessità di 6 Sabati di Dio, la famiglia AMODEO è quella che MEDIA il Nome segreto di Dio, perché 18 è la metà del 6×6 possibile nell'essenza 66 di Romano.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 6° AMODEO, Cognome di tutti i nomi, il 6° va divinamente equiparato al 2° ! 457. Per poter essere il

31 AMODEO (=47) = ANTONIO (=78). 31 AMODEO ci vogliono a fare un TORQUATO, ossia l'Unità di Dio, più la sua Trinità 10+10+10. Questo è il contributo FAMILIARE del cognome al secondo nome: deve agire nell'unità e trinità del DIO=D.10.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 6° AMODEO, Cognome di tutti i nomi, il 6° va divinamente equiparato al 3° ! 458. Per poter essere il

7+7+7 AMODEO (=47) = ANNA (=26). Il CASATO della Famiglia di Dio, per generare DIO026 nel terzo nome ANNA=26, deve agire per tutti i 7 giorni, a livello trinitario del 7+7+7 proprio del Papà Vero di Romano, Luigi AMODEO, nato 7+7+7, nel giorno, mese ed anno del secolo 20° del pieno flusso 10 del 10.


111

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 6° AMODEO, Cognome di tutti i nomi, il 6° va divinamente equiparato al 4° ! 459. Per poter essere il

4 AMODEO (=47) = PAOLO (=51). Da questo si verifica, in modo meravigliosamente provato, che il Casato AMODEO deve attivare tutta la Unità e Trinità di Dio per realizzare il nome “reale” di Paolo.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 6° AMODEO, Cognome di tutti i nomi, il 6° va divinamente equiparato al 5° ! 460. Per poter essere il

66 AMODEO (=47) = TORQUATO (=113). Da questo si verifica, in modo divinamente perfetto, che la Famiglia AMODEO deve attivare il primogenito ROMANO, per dare vita all'ULTIMO NOME come al vero PRIMO. Il PRIMO che appare in una mano, ma poi nasce per ultimo, raccontato in Genesi 38, idealizza proprio questo far nascere nel 38 (un anno) tanto che chi è dichiarato “primo nel 38 di Genesi” è un puro mese, gennaio. Laddove i due gemelli accomunati nel primo che si fa ultimo, alludono a due nati entrambi il 25, uno nel primo mese e l'altro nell'ultimo. Ma chi è nato nell'ultimo uscirà primo. Ecco nascere il TORQUATO, il “torchiato”, il Torturato alla morte in croce. TORQUATO ha lo stesso senso di QUA R OTTO, ove R(=16) è 8 e 8, tanto che è QUA OTTO 8+8. Mentre QUA (=15+19+1=35) mostra le 5 dita della mano (di cui in Genesi 38) di un Dio 10+10+10. Mentre QUAR(ANT)OTTO=48=GESU è ANT. (anteriore) NAT.. (nato come 'nato, un altro a Napoli). A N T (a new CROSS)... tutto debitamente sottinteso, in TORQUATO=QUARANTOTTO. Genesi 38, apre a Gesù=48, mentre TRENTOTTO=QUA...R...OTTO mette a confronto il TRENTOTTO(=131 unità.αβ). con le 113 unità.αβ di TORQUATO che sono lo stesso numero, in cui il 13 si presenta 31, essendo sempre la stessa Unità e Trinità.


112

… nel dettaglio di 2 nomi alle unità.αβ e loro cifre

Nome segreto di Dio in unità.αβ … La coppia 1+2, se è la coppia divina 12, deve essere come un Apostolato !

461. Per poter essere il

ROMANO+ANTONIO è 66+78 = 144 unità-αβ. 144=12×12 è proprio il piano apostolico avente 12 apostoli per lato. 462.

in cifre

6+7=13 indica il piano in 12+1, valore assoluto di apostoli e Gesù. L'interazione 6×7=42 sono le cifre che pianificano il Nome segreto di Dio.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … La coppia 1+2, se costituisce un divino DUO deve valere DUE NUMERI UNO !

463. Per poter essere il

I nomi 1+2, essendo di 144 unità-αβ, sono: UNO (=44) +1 (che è il Dio-Assoluto 10×10)


113

Nome segreto di Dio in unità.αβ … La coppia 1+2, se è Divina Somma, 3, dev'essere in sintesi un piano Trinitario !

464. Per poter essere il

I nomi 1+2, essendo di 144 unità-αβ, sono 1+4+4=9, il piano 3×3

Nome segreto di Dio in unità.αβ … La coppia 1+3, se è il Dio Uno e Trino, dev'essere la coppia del Dio Uno e Trino !

465. Per poter essere il

Romano+Anna=66+26 = 92 sono il 2^3 (una coppia a potenza Trina, nel 100 che l'uno assoluto in linea, in tutto il suo flusso dato da 100 -8 =92.

in cifre

466. 6+4=10 in cifre indica il Dio Uno e Trino 10 = (1+3)/(1+3) + (1+3)×(1+3). L'interazione 6×4=24 pianifica in senso invero il Nome segreto di Dio, come un piano apostolico 12+12.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … La coppia 1+3, se è il Dio Uno e Trino”, deve essere in sintesi il DIO medio 2 !

467. Per poter essere il

Romano + Anna sono 92 unità alfabetiche, che in 9+2 è 11 e in 1+1 è 2.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … La coppia 1+3, se è la divina realtà, deve essere la realtà del Dio Creatore !

468. Per poter essere il

Lo è! il totale 92 è 50 +42. 100/2 = 50 è tutta la realtà dell'assoluto 100. 42 è 7×6, la Creazione totale divina espressa nel numero dei giorni totali di lavoro e uguale al suo Nome segreto.


114

Nome segreto di Dio in unità.αβ … La coppia 1+3, se è la Coppia Divina 13 deve essere riferita al DIO Uno e Trino !

469. Per poter essere il

In effetti 13, riferito a 7 volte la somma alfanumerica 92, ossia riferito a 91, ne conta tutte le unità relative interne alle assolute 92 date dalla pura somma. 7 è il segno dell'opera una di Dio.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … La coppia 1+4, se è la Somma divina 5 deve essere la mediazione del Dio= d.10 ! 470. Per poter essere il

Romano+Paolo=66+51=117 è 100 + 4×4 +1, ASSOLUTO nel 100, nel 17 è TUTTO il flusso reale. 471.

in cifre Romano+Paolo= 6+5=11, indica il Dio Binario 10+1.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … La coppia 1+4, se è la Coppia Divina 14 deve essere il piano Creativo di Dio !

472. Per poter essere il

Romano+Paolo=66+51=117 è anche 10×10+10 (totale flusso assoluto) + 7 (in 7 divini giorni)

Nome segreto di Dio in unità.αβ … La coppia 1+5, se è la Somma divina 6 deve essere il totale lavoro di Dio !

473. Per poter essere il

Romano+Torquato=66+113=179 è uguale al 200 -(7+7+7) che quantifica l'opera trina in 7 giorni, posta nel complesso 200, per quanto vi opera. 474.

in cifre

6+8=14 indica il piano dell'opera in 7+7 giorni.


115

Nome segreto di Dio in unità.αβ … La coppia 1+5, se la Somma Divina 6 deve essere tutto il lavoro Creativo di Dio ! 475. Per poter essere il

Lo è in pieno, perché il totale 179 è (4×4+1)×10 +3×3. 4×4+1 è il volume reale 17 che avanza nelle unità del ciclo 10 e lo trasla in assoluto, così, per 170, a sezione unitaria.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … La coppia 1+5, se è la Coppia Divina 15 dev'essere il piano Creativo unitario !

476. Per poter essere il

In effetti quindici è la mediazione Trinitaria del Dio 10, data da 5+5+5. Messo in relazione alla somma alfanumerica 178, il 15, moltiplicato per 12 (ossia la combinazione tra la trinità e la trinità con l'unità) il 15 porta esattamente a 180, che è il valore assoluto di 179 unità.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … La coppia 1+6, se è di un divino Nome e Cognome, deve valere l'ultimo nome !

477. Per poter essere il

Amodeo Romano è 113, esattamente quanto il suo ultimo nome Antonio. 478.

in cifre

6+6=12 vale gli apostoli. 6×6=36 dà le cifre del nome di RA, con 66=Romano.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … La coppia 1+6, se è la Coppia Divina 16 deve essere riferita al DIO Uno e Trino !

479. Per poter essere il

In effetti il 16, comparato con 7 volte (=opera intera) il 113 che è la somma alfanumerica, ossia con 112, vediamo che è la quantità unitaria interna all'assoluto 113 dato dalla somma.


116

Nome segreto di Dio in unità.αβ … La coppia 2+3 se è la Somma Divina 5 deve essere il totale flusso uno e trino !

480. Per poter essere il

Antonio+Anna=78+26=104 è proprio il dovuto totale flusso 100 del Dio 1 +3. Questo flusso 104, moltiplicato al 5, mostra in 520 la realtà ½ del Dio 10×10×10, che avanza per un Piano i cui due lati generatori sono 10+10. È il totale flusso 1 e 3. 481.

in cifre

7+4=11 indica il ciclo assoluto. 7×4=28 è l'opera totale in giorni, una e trina.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … La coppia 2+3, se è congrua a un Dio Trino deve esserne il Duo, in potenza trina ! 482. Per poter essere il

Antonio+Anna=78+26=104 è 10+3 (Dio Uno e Trino) moltiplicato, come richiesto, per 2^3, potenza trinitaria del duo dato dal 2.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … La coppia 2+3, se è la Coppia Divina 23 deve essere riferita a DIO !

483. Per poter essere il

In effetti il 104 (la somma alfanumerica dei due nomi), comparato con 4 volte (=l'intero Dio Uno e Trino) il 23, lo compara con il 92 che difetta di 12 rispetto al 104, ossia della relazione 3×4 tra la trinità e la trinità ed unità di Dio, indicata dal numero 12 degli apostoli.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … La coppia 2+4 , se è la Somma Divina 6 deve essere il totale lavoro di Dio !

484. Per poter essere il

Antonio+Paolo = 78+51 = 139 unità-αβ Sono date da 140 -1, dal piano totale divino: 140 = (7+7)×10 -1 (il giorno festivo). 485.

in cifre

7+5=12 è la trinità dell'uno e trino. 7×5=35 è l'opera delle dita d'una mano.


117

Nome segreto di Dio in unità.αβ … La coppia 2+4 , se è la Somma Divina 6 deve essere il TRE nel suo essere !

486. Per poter essere il

Antonio+Paolo = 78+51 = 139 unità-αβ è in 100 il valore assoluto, nel mentre TRE=39 unità-αβ .

Nome segreto di Dio in unità.αβ … La coppia 2+4, se è la Coppia Divina 24 deve essere riferita a DIO !

487. Per poter essere il

In effetti è un piano avente per lato i 12 apostoli. Messo in relazione al 139 dato dalla somma alfanumerica, 5 volte 24 fa 120, che difetta di 19, ossia di un ciclo intero dato dal 1+9=10.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … La coppia 2+5, se è la Somma Divina 7 deve essere l'opera totale di Dio !

488. Per poter essere il

Antonio+Torquato=78+113=191. 191 è il piano 1+1 in cui passa il flusso 189, uguale a 3×3×3 (trinità della Trinità) ×7 giorni 489.

in cifre

7+8=13 è il ciclo uno in 10 e 3. 7×8=56 è l'opera totale, nel suo volume complesso (1+3)+(1+3).

Nome segreto di Dio in unità.αβ … La coppia 2+5, se è la Coppia Divina 25 deve essere riferita a DIO !

490. Per poter essere il

In effetti 25 è il giorno natale di Gesù e di RA. Indica il 100 assoluto diviso per le 4 condizioni del Dio Uno e Trino: a ciascuna tocca un 25 di pura presenza, e nel giorno, unità nell'anno.


118

Nome segreto di Dio in unità.αβ … La coppia 2+6, se è la Somma Divina 2^3 deve essere la trinità del Duo divino !

491. Per poter essere il

Antonio+Amodeo = 47+78 = 125 = 5×5×5 ove 5 è ½ del DIO=D.10. 492.

in cifre

7+6=13 è 6+6 +1, in assoluto anche 66 (Romano) +1, come 33+33+ 1.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … La coppia 2+6, se è la Coppia Divina 26 deve essere riferita a A DIO !

493. Per poter essere il

In effetti, 26 è proprio il valore alfanumerico del termine DIO. Messo in relazione alla somma alfanumerica 125, quattro 26 sono 104, che difetta di 22, ossia di quanto va dal 10+1 negativo fino al 10+1 positivo, essendo un divino ciclo completo.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … La coppia 3+4, se è la Somma Divina 7 deve essere Tutto il lavoro di Dio !

494. Per poter essere il

Anna+Paolo = 26+51 = 70+7, perdonare settanta volte sette. 77 è 110 (10×10+10 il volume unitario) -33 (il sacrificio divino) 495.

in cifre

4+5=9 é 3+3+3 o il piano 3×3. 4×5=20 è 1 in 7+7+7, che va per il 20 che può.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … La coppia 3+4, se è la Coppia Divina 34 deve essere riferita a DIO !

496. Per poter essere il

In effetti è la quantità assoluta data da 33 +1, ottenuta da 100 -1 diviso in 33+33+33 unità relative. Messo in relazione il 34 alla somma alfanumerica 77, due volte 34 dà 68, che difetta rispetto al 34 proprio della trinità di 3+3+3.


119

Nome segreto di Dio in unità.αβ …La coppia 3+5, se è la Somma Divina 8 deve essere un volume complesso !

497. Per poter essere il

Anna+Torquato = 26+113 = 139, relativa alla Trinità, è 3 +136, il quale è 17 volte 2^3, in cui 17 è (1+3) (1+3) +1 498.

in cifre

4+8=12 è il trino nell'unità e trinità di apostoli. L'interazione 4×8=32 mostra RR=16+16, potenza a 5 dita delle due mani.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … La coppia 3+5, se 7 è davvero l'opera piena di un Dio, poiché 3+5 = 7+1 deve esser simmetrica al 2+4 = 7 -1 499. Per poter essere il

Anna+Torquato = 26+113 = 139 qui è proprio uguale a Anna+Paolo = 78+51= 139. Va detto che, considerando l'apporto dell'8 dato da 3+5, che da 139×8=1111+1 si rileva in modo a dir poco entusiasmante l'apporto degli 8. Portano al Dio Uno e Trino nell'uno alle 4 cifre di 1+3.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … La coppia 3+5, se è la Coppia Divina 35 dev'essere l'opera trina unitaria reale !

500. Per poter essere il

L'apporto alfabetico 139 della coppia, messa in relazione con 4 volte il 35, ossia con la sua realtà Una e Trina, che vale 4×35=140, mostra il valore assoluto 140 delle 139 unità alfabetiche.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … La coppia 3+6 il comune cognome deve essere la trinità in tutti i versi !

501. Per poter essere il

Amodeo+Anna=47+26 = 73 è il 100 -3×3×3, assoluto delle 26 unità.-αβ di Anna 502.

in cifre

6+4=10 è 3/3 + 3×3, è il piano trinitario che avanza unito. Con 6 volte 4, tutte le ore di un giorno, o le 24 di 1.024 = 2^10.


120

Nome segreto di Dio in unità.αβ … La coppia 3+6, se è la Coppia Divina 36 deve essere riferita a DIO !

503. Per poter essere il

In effetti, 73, la somma alfanumerica dei due nomi, sta a una coppia “divina” di 36, pari a 72, come alle 72 unità relative contenute nelle assolute 73 della coppia alfanumerica.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … La coppia 4+5 se la Somma Divina 9 deve esser tutto il moto del tempo reale !

504. Per poter essere il

Paolo+Torquato=51+113=164 è 100+64, l'assoluto più il 2^6=64 di tutto il tempo reale. Considerando il numero 9, dell'ordine, 164×9=1476 mostra 700+700 come il piano assoluto della creazione, e, nel flusso, ROMANO=66+10 (che opera interamente, con il 10). 505.

in cifre

5+8=13 indica 10+3. 5×8=40 mostra l'unità e trinità del Dio che opera con il 10.

Nome segreto di Dio in unità.αβ …La coppia 4+5, se è l'Opera divina 7+2 dev'esser simmetrica al 7-2 di 1+4 e 2+3 ! 506. Per poter essere il

I nomi 4+5 sono il 164 totale, mentre le due opzioni diverse sono nei n. 1+4 il 117 (mancante dell'assoluto 47 riferibile ad Amodeo), mentre quella dei n. 2+3 sono il 104 (poiché riferito alla mancanza del tempo unitario nei 60esimi).

Nome segreto di Dio in unità.αβ … La coppia 4+5, se è la Coppia Divina 45 deve esser riferita a DIO !

507. Per poter essere il

In effetti, 164 sta a 45 come tre volte 45=135 deve sommarsi a 29, per avere 164. Il che dimostra che il TRIPLO del 45 sta alla somma a meno di RO=29. Il TRIPLO è dovuto nel rispetto del 4+5=9, ottenuto da 3+3+3. Dunque lo abbiamo visto riferito al RO di XP, Cristo.


121

Nome segreto di Dio in unità.αβ … La coppia 4+6 ( cognome) se è la Somma Divina 10 è DIO avanzante in coppia !

508. Per poter essere il

Amodeo+Paolo = 47+51 = 98 ossia il DUO, il 2, presente nel 100 ed avanzante di 98 509.

in cifre

6+5=11, unità del ciclo 10, come una coppia di 1.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … La coppia 5+6 (cognome) se è la Somma Divina 10+1 appare nel DIO RO che va !

510. Per poter essere il

Amodeo+Torquato=47+113=160 è il piano reale 4×4=R moltiplicato per 10, dunque 160 = R 0 511.

in cifre

6+4=14 è il Piano in Giorni, della Creazione di Dio.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … La coppia 5+6, se è la Coppia Divina 56 deve essere riferita a DIO !

512. Per poter essere il

In effetti, se affianchiamo le cifre nella gerarchia decimale di Dio, il 56 si mostra essere quanto ROMANO=66 -10 (Dio), nel modo esatto in cui il DUPLO di 56, che è in assoluto 112, si mostra essere quanto il DUPLO di R 0 =160( ossia RO=160 -48 (Gesù). In effetti RO è il duplo tra la R=16=piano reale del Dio Uno e Trino, e il numero 10 con il quale Dio costruisce ogni cosa in potenza della sua base. Con Cristo = XP abbiamo la stessa cosa: la R e il numero 10 Romano.


122

… nel dettaglio di 3 nomi alle unità.αβ, ordini e numero in cifre

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il terno 1+2+3, se è il Trino divino 123 deve essere riferito al DIO “AMODEO” !

513. Per poter essere il

In effetti, già lo vediamo alfa-numericamente, in UNO+DUE+TRE= 111. Ora se noi riferiamo il “trio divino 123” (“divino” perché dato in “calcolo assoluto” dai numeri organizzati in scala decimale e dunque “divina”, con DIO=d.10) al 170 (che è la somma alfanumerica dei tre nomi in questione), vediamo che al 123 manca esattamente il 47 alfanumerico del Cognome AMODEO. Nel calcolo “assoluto”, il 47 alfanumerico di Amodeo è proprio lo SCARTO che sempre “DIVINAMENTE PEREQUA” i due assoluti 123 e 170.


123

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il terno 1+2+3, se è la Somma Divina 6 deve essere tutto il lavoro del Creatore !

514. Per poter essere il

Romano+Antonio+Anna = 66+78+26 = 170 unità-αβ sono 7 giorni, nelle decine unitarie, ed “assoluti” poiché sommati al 100 (sezione a lato 10), del flusso di 70. Essendo numeri “assoluti” all'area è lecito sommare una linea.

n. ordine

515. 1+2+3=6. Moltiplicato per l'ORDINE 6, il 170 ×6 attua 1,020, che mostra tutto il lavoro divino: per il piano unitario a lati 10+10, passa infatti 10×10×10, la Trinità di Dio.

in cifre

516. Romano (6) +Antonio (7) +Anna (4) = 17 cifre è il flusso 1 relativo al piano avente per lato 1+3. La perfezione dei primi tre nomi di Romano appare quando moltiplichiamo le 17 cifre (del flusso unitario uno e trino) per le 170 unità-αβ. Infatti con 17×170 = 2.890, abbiamo esattamente 3 ×10×10×10 meno 10×10+10 (=110, il flusso 10 dell'area assoluta 100). Ciò indica tutto l'agire del flusso assoluto nella Trina Trinità assoluta. Il trio di nomi ROMANO ANTONIO ANNA è in assoluto questo “divino” apporto, perché affidato a “calcoli assoluti”, ossia con numeri che valgono sempre tutto: volumi, aree, linee, punti, e dunque sommabili.

nel complesso

517. Per PRODOTTO, 170×6×17=17.340 mostra il ciclo assoluto reale 4×4+1 a scala trina 10×10×10, riguardante un 33+1 che vale un Cristo unitario nella sua vita. Per SOMMA, 170+6+17=193 mostra 7 giorni, presenti in un piano binario a lati 100+100, che agiscono per lo spazio che gli resta disponibile.


124

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il terno 1+2+4, se è la Somma Divina 7 deve essere tutta l'opera del Creatore !

518. Per poter essere il

Romano+Antonio+Paolo=66+78+51=195 (la mano di Dio a 5 dita, per come va nel piano 200. 519. 520. 521.

n. ordine 1+2+4=7. Indica tutta l'opera di Dio Creatore in cifre Romano +Antonio +Paolo = 6+6+6 cifre, la trinità di 3+3 nel complesso Per PRODOTTO : 195×7×18 è 24.570. Per SOMMA : 195+7+18 è 220.

Nel primo caso per la sezione a lato 12.000 passa la “realtà” (500) nell'opera intera 70. Nel secondo caso passa 1/3 di ROMANO=66, reso uno e divino dal prodotto per 10.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il terno 1+2+4, se è il Trino divino 124 dev'essere riferito a DIO Creatore !

522. Per poter essere il

In effetti, già di per sé il 120+4 è il volume “assoluto” di un piano dai 60+60 lati in lunghezza, e il flusso reale Uno e Trino. Ma se rapportiamo il 124 al 195 della somma alfanumerica dei tre nomi, lo scarto “assoluto” 71 (lo SCARTO che sempre “DIVINAMENTE PEREQUA”) mostra nel 70+1 tutta l'Opera divina, unitaria e “assolutamente perequativa” dei 7 giorni divini, nelle unitarie decine del DIO=d.10, ma anche uno, dunque 71.


125

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il terno 1+2+5, se è la Somma Divina 8 dev'essere presenza complessa di Dio !

523. Per poter essere il

Romano+Antonio+Torquato= 66+78+113=257. Esso è 10×10×10/(1+3) +7, come i 7 giorni della creazione dovuti alla presenza unitaria in 1/4 delle 4 persone che valgono 1.000 . 524. 525.

n. ordine 1+2+5=8 è il piano avente 1+3 per ciascun lato in cifre Romano +Antonio +Torquato sono 21 cifre. Ossia 7+7+7, Creazione trinitaria. Considerate le 257 unità alfabetiche, 257×21=5.397 mostra 77×7+7, una stupendo opera piena.

nel complesso

526. Per PRODOTTO : 257×8×21 è 43.176. Per SOMMA : 257+8+21 è 286. Nel primo caso, c'è 1 che è in UNO=44, e vale 43 unità relative 10×10×10, nel 110 (del volume 10×10 +10) relativo al 66=Romano. Nel secondo, c'è 1/3 di ROMANO(=66), nelle 22 decine di Dio, più il 66 di un unitario Romano come Trino (22+22+22).

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il terno 1+2+5, se è il trino divino 125 dev'essere riferito a DIO ! 527. Per poter essere il

125 di per sé è già 5×5×5 (la trinità di una mediazione “reale”, nel 10 “reale-immaginario”). Inoltre è riferito allo scarto 7 tra il divino 125 (nel piano di 125+125=250) e il 257 (somma alfanumerica dei tre nomi). Il 7 di scarto (scarto che sempre “divinamente perequa”), calcolato in “assoluto” è la perequazione “divina” del piano costituito dai due 125. Questo “piano” 250 è la presenza reale 1/4 di Dio 10×10×10, che è 1+3=4.


126

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il terno 1+2+6, se è la Somma Divina 9 dev'essere il moto trino del Dio Trino !

528. Per poter essere il

Romano+Antonio+AMODEO=66+78+47=191. Si tratta dell'energia 9, del trinitario 3+3+3, che occupa 9 posizioni nel piano binario divino assoluto, dato da 100+100. 200 -9 = 191 è tutto il suo movimento. 529. 530.

n. ordine 1+2+6=9. Indica la trinità del 3, data da 3+3+3. in cifre Romano +Antonio +AMODEO sono le 19 cifre di 1 nel piano 10+10, per quanto agisce. nel complesso Per PRODOTTO : 191×9×19 è 32661. Per SOMMA : 191+9+19 è 219.

531. Nel primo caso 16+16 =R+R (I due assoluti principi in Romano) operano per 10×10×10, essendo il ×10 di ROMANO=66... e 1. Nel 2° caso Uno reale c'è e va, nel terzo di ROMANO=66, un 22 che è per 10, in veste divina.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il terno 1+2+6, se è il Trino divino 126 dev'essere riferito a DIO !

532. Per poter essere il

In effetti il divino 126, che di per sé è già 26=DIO più il 100 assoluto, è riferito a Dio anche per la differenza tra 126 e la somma 191, alfanumerica, dei tre nomi. L'azione “trascendente” è proprio lo scarto 65, esistente tra il “trino divino” 126 e il 191 dato dalla somma alfanumerica. 65 unità alfanumeriche sono proprio quelle che si riferiscano al 66 valore “assoluto” nel nome ROMANO.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il terno 1+3+4, se è il Trino divino 134 dev'essere riferito a DIO !

533. Per poter essere il

In effetti 134 è riferito al 2^3 che attua una potenza Trinitaria sulla base di una divina coppia, tipo Padre-Spirito, o Figlio-Spirito, o PadreFiglio. Ciò risulta dal confronto diretto tra 134 e 143 (che è la somma alfanumerica dei tre nomi in questione). Lo scarto, misurato in termini di “calcolo assoluto”, è il soggetto della “divina” perequazione.


127

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il terno 1+3+4, se è la Somma Divina 8 dev'essere la realtà complessa di Dio !

534. Per poter essere il

Romano+Anna+Paolo=66+26+51=143, mostra la trinità del 3 che fluisce in un piano generale dato dai due lati che sono l'opera totale di 70 giorni a livello delle decine divine. 535. 536.

n. ordine 1+3+4=8 è il piano il cui lato è 1+3. in cifre Romano +Anna +Paolo sono 15 cifre, la mediazione reale, trinitaria, 5+5+5. nel complesso Per PRODOTTO : 143×8×15 è 17.160. Per SOMMA : 143+8+15 è 166.

537. Nel primo caso 16 +10×10×10, per 10×10×10, +16 decine mostrano R+R+1 la Trinità di Romano. Nel secondo, ROMANO=66 esiste a grandezza 100, assoluta. 6 e 160=R0 dice (tu) SEI RO.

538. Per poter essere il

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il terno 1+3+5, se è la Somma Divina 9 dev'essere l'energia totale di Dio !

Romano+Anna+Torquato=66+26+113=205 è il flusso del “reale” dato da 10/2, per una sezione assoluta avente 100+100 nei due lati generatori. 539. 540.

n. ordine 1+3+5=9 è un ordine trino come 3+3+3. in cifre Romano+Anna+Torquato sono in tutto le cifre 6+6+6. nel complesso Per PRODOTTO : 205×9×18 è 33.210. Per SOMMA : 205+9+18 è 232.

541. Il primo mostra la vita di Gesù, 33, nel trino potere di 10×10×10, relativa al 70+70+70 di trina creazione divina perché a grandezza 10. Nel secondo caso, esiste un 222 a forza 10, ed è il chiaro riferimento al terzo del 22+22+22 di Romano=66, valutato nel suo DUO e nel suo 10.


128

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il terno 1+3+5, se è il Trino divino 135 dev'essere riferito a DIO !

542. Per poter essere il

In effetti 135 è riferito ai puri 7 giorni di opera divina, espressa nelle decine. Ciò è smascherato dal confronto tra 135 e 205 (somma alfanumerica del trio di nomi in questione). Lo scarto 70 è l'invisibile perequazione “divina” (perché fatta in termini di calcolo assoluto).

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il terno 1+3+6, se è il Trino divino 136 dev'essere riferito a DIO !

543. Per poter essere il

In effetti è riferito alla Trinità 3 di Dio. Essa risulta dal confronto tra questo assoluto 136 e 139 (la somma alfanumerica dei tre nomi). Lo scarto è il 3 della perequazione divina.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il terno 1+3+6, se è la Somma Divina 10 dev'essere il moto unitario in Dio !

544. Per poter essere il

Romano+Anna+AMODEO=66+26+47=139. Indica tutto il moto di 1 compreso in un piano avente l'opera intera di 70 divini giorni nei due lati. Ma è naturale in chi è Uno e Trino ed è 66, nei nomi 1, 3 e 6. 545. 546.

n. ordine 1+3+6=10 è 3/3 +3×3, una intera onda di due inversi in sequenza. in cifre Romano+Anna+AMODEO sono 16=R, il piano il cui lato è Dio Uno e Trino. nel complesso Per PRODOTTO:139×10×16 è 22240. Per SOMMA: 139+10+16 è 165.

547. Ne primo caso esiste un Trino Romano=66 nel suo terzo 22(000) +22(0) +2(0). Nel secondo abbiamo proprio 1 in Romano 66, assoluto giacché +100 (che in potenza di 10 è ×10).


129

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il terno 1+4+5, se è la Somma Divina 10 dev'essere il ciclo unitario di Dio !

548. Per poter essere il

Romano+Paolo+Torquato=66+51+113=230 mostra 1/3 del trinitario Romano =66, in 22 decine più l'unitaria decina. 549.

n. ordine 1+4+5=10 mostra l'ordine del ciclo unitario di un'onda 3/3 + 3×3. in cifre Romano+Paolo+Torquato sono le 19 cifre di 6+6+6+1, l'unità delle combinazioni tra Padre, Figlio e Spirito santo

550. costretti sempre in coppie di 3+3. 551.

in complesso

Per PRODOTTO : 230×10×19 è 43700. Per SOMMA : 230+10+19 è 259.

Nel 1° caso c'è 1 in UNO(=44) e si muove per 43 trinità del Dio=d.10, con opera assoluta, 700. Nel 2°, sommario, c'è sempre 1 nel DIO=26 nelle divine decine.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il terno 1+4+5, se è il Trino divino 145 dev'essere riferito a DIO !

552. Per poter essere il

In effetti è riferito al flusso reale 5, riguardante una sezione che ha per lato 10+30 (l'unità e Trinità della decina divina), nelle due lunghezze di 40+40. Questo “assoluto” 80+5 risulta dal raffronto tra questo “divino” 145 e il 230 della somma alfanumerica dei tre nomi. Lo scarto evidenzia il “Dio nascosto, nella sua azione perequativa”.


130

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il terno 1+4+6, se è la Somma Divina 11 dev'essere il ciclo assoluto di Dio !

553. Per poter essere il

Romano+Paolo+AMODEO=66+51+47=164. C'è il flusso 1+3, con un piano 80+80 di lato che ha in ciascuno una coppia di 40 che sono 10+30, l'unità e Trinità nella decina. 554. 555. 556.

n. ordine 1+4+6=11 ordina il tutto per il ciclo unitario 10+1. in cifre Romano+Paolo+AMODEO ha le 17 cifre di 4/4 +4×4, onda Una e Trina reale.. in complesso Per PRODOTTO : 164×11×17 è 30668. Per SOMMA : 164+11+17 è 192.

Nel 1° caso c'è 2^3, la potenza trina di un Duo divino, che è 10 volte ROMANO=66, e per 30.000. Nel 2° caso sommario, c'è lo stesso 2^3 che esiste in un piano assoluto 100+100, e va per 192.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il terno 1+4+6, se è il Trino divino 146 dev'essere riferito a DIO !

557. Per poter essere il

In effetti è riferito a 7+7, il piano di Dio Creatore in 7 giorni. Piano che appare dal riscontro tra il trio 146 e 164 (le unità alfanumeriche dei tre nomi). Lo scarto è il “Dio nascosto”.


131

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il terno 1+5+6, se è la Somma Divina 12 dev'essere il volume ciclico di Dio !

558. Per poter essere il

Romano+Torquato+AMODEO=66+113+47=226. Questo numero è il trionfo dell'ente binario, dato da 222 +4 (che poi è 1+3). Ciò indica che uno (Romano Torquato Amodeo) è uno e trino nel suo essere 2 nelle 3 gerarchie del 10, e trino. Questi 3 due e il 4, con 3×4=12, son gli apostoli. 559. 560. 561.

n. ordine 1+5+6=12, vale la trinità (1+3) +(1+3) + (1+3) dell'unità e trinità. in cifre Romano+Torquato+AMODEO, 20 cifre = 5 +(5+5+5) una e trina mediazione. in complesso Per PRODOTTO : 226×12×20 è 54240. Per SOMMA : 226+12+20 è 258.

Nel 1° caso 540 è l'unità dell'intensità della luce (la Candela, 540 volte 10^12 cicli/s) a livello assoluto 100, più un piano apostolico, divino, 120+120. Nel 2°, sommario, c'è 26=DIO, che ha la potenza di un piano 100+100.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il terno 1+ 5+6, se è il Trino divino 156 dev'essere riferito a DIO !

562. Per poter essere il

In effetti è riferito all'opera totale di 70 giorni divini, che derivano come lo scarto “soggettivo” (del soggetto in azione) tra 156 e 226 (il valore alfanumerico dei tre nomi).


132

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il terno 2+3+4, se è la Somma Divina 9 dev'essere l'energia una di chi è in Dio !

563. Per poter essere il

Antonio+Anna+Paolo=78+26+51=155 è 50+50+50+5 che indica la trinitaria potenza piena (10) delle 5 dita della mano di Dio, sommate alla loro unità..

n. ordine

564. 2+3+4=9 è la trinità 3+3+3. Per esso, 155×9=1395 attua un 5 (un mediatore di Dio), compreso nel piano assoluto 700+700, e che vi lavora per 1400 -5. 565. 566.

in cifre Antonio+Anna+Paolo hanno le 16 cifre del piano Uno e Trino = R. in complesso Per PRODOTTO : 155×9×16 è 22320. Per SOMMA : 155+9+16 è 180.

Nel 1° caso, 22 migliaia sono 1/3 del Trino 66=Romano, al livello trino del 10, relativo ad un altro 22 in decine a dimensione assoluta 100. Nel 2° caso c'è il trino 6+6+6 in cui 66 è Romano e 666 sarebbe Satana. Perché mai? Dio è 10×10×10=1000, e in unità sono 999, sovvertite in 666. Romano è 66, e in lui il 666 si pone a lui come un (tu) SEI 66, il che, comunque, è il piano sovvertito nelle 99 unità relative al Piano assoluto 100. In Romano=66, Dio è in CASTIGO. L'IO di Romano è un “RIO”=38, esattamente il 38 di Genesi 38.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il terno 2+3+4, se è il Trino divino 234 dev'essere riferito a DIO !

567. Per poter essere il

In effetti è riferito a tutto il lavoro di 1 presente nella coppia (10+30)+(10+30) del Dio Uno e Trino nel ciclo unitario 10. Ciò risulta da 234 meno 155 (il valore alfanumerico dei tre nomi). Lo scarto evidenzia il soggetto in azione, in questo caso relativo.


133

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il terno 2+3+5, se è la Somma Divina 11 dev'essere il ciclo di un Dio “Amodeo” !

568. Per poter essere il

Antonio+Anna+Torquato=78+26+113=217 = 70+70+70 +7, i 7 giorni nella potenza 10 di Dio + i 7 giorni. Questi 7 riguardano AMODEO Luigi, il Vero Padre di Romano, nato settimino il 7+7+7. 569. 570. 571.

n. ordine 2+3+5=11, ciclo unitario. in cifre Antonio+Anna+Torquato sono quanto 6+6+6+1 unità e trinità. in complesso Per PRODOTTO : 217×11×19 è 45353. Per SOMMA : 217+11+19 è 247.

Nel 1° caso 44+1, UNO+1 (nel trino 1.000) +333 +10+10 son l'ideale flusso di un Dio terzo e uno. Nel 2° c'è un chiarissimo AMODEO=47 che ha la dimensione 100+100 di un Duo Divino.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il terno 2+3+5, se è il Trino divino 235 dev'essere riferito a DIO !

572. Per poter essere il

In effetti è riferito alla trinità avente 3+3 combinato nei tre possibili modi diversi di 6+6+6. (Padre-Figlio, Padre-Spirito, Figlio-Spirito). Ciò risulta comparando direttamente 235 sta alla somma 217 del contenuto alfanumerico del trio in questione. Lo scarto 18 è il soggetto nascosto.


134

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il terno 2+3+6, se è la Somma Divina 11 dev'essere la Complessità Una e Trina !

573. Per poter essere il

Antonio+Anna+AMODEO=78+26+47=151. E' trino come 50+50+50 +1. ed unitario come 1.

n. ordine

574. 2+3+6=11 è un ordine che, dato alle 151 unità alfabetiche, le portano a 1661, che mostra il 66di Romano, a livello 10, e con la potenza unitaria di 10×10×10 e 1. 575. 576.

in cifre Antonio+Anna+Amodeo sono 17 cifre di 4×4+1, l'unità del Piano del Dio 1 e 3. in complesso Per PRODOTTO : 151×11×17 è 28237. Per SOMMA : 151+11+17 è 179.

Nel 1° caso c'è l'opera 7, di 22+1 (l'unità di Romano=66, terzo nel 22, ma uno nel 22+1=23), che vale per 7+(7+7+7) migliaia (ossia nel Dio trino 10). Nel 2° caso c'è 1 reale che sta nel 6+6+6 in decine e si muove quanto può. Questo 6+6+6 è SEI 66, “tu sei Romano”. L'interazione 28.237 volte 179 porta al 5054423 che possiam leggere 50 10^4 come “realtà assoluta” di 540 (l'intensità unitaria della luce) di 42 (le cifre del Nome segreto di Dio, di 3 una fondamentale trinità. 577. Per poter essere il

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il terno 2+3+6, se è il Trino divino 236 dev'essere riferito a DIO !

In effetti è riferito al flusso reale 5 che è la divina mediazione data dalle dita di una delle sue due mani, relativo ad un divino piano il cui lato uno e trino è 10+30. Ciò è visibile quando compariamo 236 alla somma alfanumerica dei 3 nomi, che è 151. Allora lo scarto 85 è la quantità assoluta del flusso 5, lineare, riguardante il piano che è 80 nelle sue due linee.


135

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il terno 2+4+6, se è la Somma Divina 12 dev'essere la realtà trina di apostoli !

578. Per poter essere il

Antonio+Paolo+AMODEO=78+51+47=176. Vale 200 -24, le ore nel complesso assoluto 100+100.

n. ordine

579. 2+4+6=12 è un ordine “apostolico” che, attivo sul 176, lo porta a 1111+1001 e mostra in modo bellissimo l'unità 10×10×10 +1, SOMMATA A 1111. Questo “ordine” è quello estremo del famoso 21 12 del prossimo 12. 580. 581.

in cifre Antonio+Paolo+AMODEO vale quanto la trinità di 6+6+6=18 in complesso Per PRODOTTO : 176×12×18 è 38016. Per SOMMA : 176+12+18 è 206.

Il 1° mostra il contenuto essenziale 38 di Genesi 38, genesi dal padre R=16. Il secondo mostra i due 6 del divino 66, se 2 è nel segno del potenziale assoluto 100 di Dio. L'interazione tra il dato 38016 (interattivo) e quello 206 (sommario) porta al 78.31.29.6 dominato dal 78 di Antonio, poi dal 31=SEI, poi dal 29=RO e dal 6=F. Dunque: “Antonio, SEI RO F” ossia “sei lo Spirito di RO”. Si esalta Antonio=78 perché – riferiti al piano 7×7=49, essendo Paolo +2 e essendo AMODEO è -2, e si annullano.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il terno 2+4+6, se è il Trino divino 246 dev'essere riferito a DIO !

582. Per poter essere il

In effetti è riferito alla opera intera in 7 giorni divini composti in divine decine. È ottenuto quando paragoniamo 246 alla somma alfanumerica dei nomi, che è 176. Allora abbiamo nello scarto, che è 7, il soggetto dato dalla perfetta creazione divina in 7 giorni fatti di decine.


136

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il terno 2+5+6, se è la Somma Divina 13 dev'essere come Gesù e gli Apostoli !

583. Per poter essere il

Antonio+Torquato+AMODEO=78+113+47=238. Si tratta del racconto Biblico di Genesi 38. Qui Antonio Torquato Romano è questo nato primo nel 38, che vale l'intero piano assoluto di Dio, 100+100 nei due lati. 238×13=3094 mostra un 2+2+2 che è nella trinità e unità di 31 centinaia assolute e si muove per quanto può: 3100 -6= 3094 584. 585.

n. ordine 2+5+6=13 è 4+4+4+1 in cifre Antonio+Torquato+Amodeo vale 7+7+7, come il Padre di RA nato 7+7+7. in complesso Per PRODOTTO : 238×13×21 è 64974. Per SOMMA : 238+13+21 è 272.

586. Il 1° dato è Dio Uno e Trino, che genera 70, tutta l'energia 900 dell'8×8 che è tutto il tempo. Il 2°, sommario, mostra il duo, nella dimensione divina 10 del trino 3×3×3.Dividendo il dato interattivo per quello sommario, tanto da avere il numero nell'unità sommaria, abbiamo un 238 e rotti. 238×272 è 64736, che scarta esattamente dello stesso 238. Questi due numeri uguali mostrano i due gemelli di Genesi 38. Come mai? Torquato vale Romano Amodeo, per cui Antonio+Torquato+Amodeo è Romano+Antonio+Amodeo+Amodeo, dove i primi due sono Sommatoria del 11 e del 12, mentre 47+47=94 è le 93 unità, inverse al 39 che sono la sommatoria di 14. Pertanto il 38 nasce dalla sommatoria di 7+7=39=TRE, ridotto ad un DUO attraverso le 39 -1 unità.alfabetiche.

587. Per poter essere il

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il terno 2+ 5+6, se è il Trino divino 256 dev'essere riferito a DIO !

In effetti è riferito al trino di 6+6+6=18, che combina in coppie e in tutti i possibili modi, una reale trinità. È ottenuto quando paragoniamo direttamente 256 alla somma alfanumerica dei tre nomi, che è 238. Allora abbiamo direttamente la trinità 6+6+6, di tre coppie 3+3.


137

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il terno 3+4+5, se è la Somma Divina 12 dev'essere come il volume di Dio !

588. Per poter essere il

Anna+Paolo+Torquato=26+51+113=190 è tutto il moto di 10, compreso nel piano assoluto 200. 589. 590. 591.

n. ordine 3+4+5=12 è 3+ (3+3+3), l'unità e Trinità del 3. in cifre Anna+Paolo+Torquato vale 4+(4+4+4) +1. in complesso Per PRODOTTO : 190×12×17 è 38760. Per SOMMA : 190+12+17 è 219.

Nel 1° caso c'è Romano =66 a dimensione 10 (divina) e a potenza 100, nel 38 (mila) della sua nascita. Nel 2° c'è 1 reale nel terzo del Romano Trino in 22+22+22, al livello 10 di Dio, che avanza per tutto quanto gli è possibile. Il prodotto tra i due determina un quantitativo totale 888888, ridotto al 8488440 che è carente di 400448 (la realtà immaginaria che determina quella reale). Sono 400.000 (la realtà 1 e 3 alla d. 10^5) +444+4 (trinità e unità della realtà).

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il terno 3+4+ 5, se è il Trino divino 345 dev'essere riferito a DIO !

592. Per poter essere il

In effetti è riferito a 70/2, che nel loro 35 rappresentano le 5 dita di una mano che operano per i totali 7 giorni della divina Creazione. Sono ottenuti quando paragoniamo 345 a 26+51+113=190 (la somma alfanumerica del trio), nel duplo, nel piano di 190; progetto che è 380 (il dato di Genesi 38), e sta a 345 come 35, la metà dell'opera settimanale di 70 giorni divini.


138

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il terno 3+4+6, se è la Somma Divina 13 dev'essere come Gesù più gli Apostoli !

593. Per poter essere il

+Anna+Paolo+AMODEO=26+51+47=124. È ancora una coppia di 12, presente nel 24, che ha la dimensione 100 del Dio unitario assoluto nel suo piano 50+50 delle dita di quella MANO a 5 dita nata prima in Genesi 38. 124×13=1612 mostra il piano divino riguardante R e i 12. 594. 595. 596.

n. ordine 3+4+6=13, come 3+(3+3+3) +1, l'unità e trinità del 3. in cifre Anna +Paolo +AMODEO sono come 5+5+5, lo spazio-tempo. in complesso Per PRODOTTO : 124×13×15 è 24180. Per SOMMA : 124+13+15 è 162.

Nel 1° è tutto il tempo della combinazione del 3+3 e 3, nel 2° c'è il duo di RO, che combina la R al 10, simile alla O.

597. Per poter essere il

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il terno 3+4+6, se è il Trino divino 346 dev'essere riferito a DIO !

In effetti è riferito al 26 che è l'unità alfanumerica di DIO. Essa è ottenuta quando paragoniamo 346 alle 124 unità alfabetiche del trio, per 3 volte (relative alla Trinità di Dio). Allora 372 scarta esattamente di 26 (dell'unità di DIO), laddove lo scarto è il soggetto in azione.


139

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il terno 3+5+6, se è la Somma Divina 14 dev'essere come il piano del Creatore !

598. Per poter essere il

Anna+Torquato+AMODEO=26+113+47=186. Il numero è 182 +4, e questo 182 è dato da 7 DIO=26 esatti. Così Anna Torquato Amodeo è un Dio uno e trino che ha la forza di DIO=26, che crea in 7 giorni esatti. 599.

n. ordine 3+5+6=14, il piano 7+7. 186, moltiplicato a 14 dà 2604. Ora DIO=26. Qui è assoluto, essendo 100 ed è Uno e Trino nel 4. in cifre Anna +Torquato +AMODEO hanno 18 cifre. R +2. Moltiplicato per 186, dà 3348 e mostra 33 centinaia come il Piano

600. assoluto del Cristo e il 48=GESU'. 601.

in complesso

Per PRODOTTO : 186×14×18 è 46872. Per SOMMA : 186+14+18 è 218.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il terno 3- 5+6, se è il Trino divino 356 dev'essere riferito a DIO !

602. Per poter essere il

In effetti è riferito al Piano 16, della realtà Una e Trina di Dio. Esso è ottenuto quando paragoniamo 356 con il 186 (somma alfanumerica dei tre nomi)il piano di due 186, che vale 372 e scarta 16 da 356.


140

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il terno 4+5+6, se è la Somma Divina 15 dev'essere mediazione unitaria di Dio !

603. Per poter essere il

Paolo+Torquato+AMODEO=51+113+47=211. Qui vediamo un DIO=10 che è unitario nell'11 ed ha la potenza di un piano assoluto 200, avente per due lati il Dio 100 assoluto. 604. n. ordine Considerando il n. 15 dell'ordine, 211×15=3165 che mostra il Trino ed Uno nel piano assoluto 100, relativo a Romano 66 meno 1 (visto che è un Duo, resta il Dio UNO). 605. in cifre Paolo (5 cifre) +Torquato (8 cifre) +AMODEO (6 cifre) =19 cifre, la U. 19×211=4009, altro dato bellissimo. C'è Dio Uno e Trino nel suo 10×10×10, +3+3+3 . 606.

in complesso

Per PRODOTTO : 211×15×19 è 60135. Per SOMMA : 211+15+19 è 245.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … il terno 4+ 5+6, se è il Trino divino 456 dev'essere riferito a DIO !

607. Per poter essere il

è riferito al 33+1 della vita unitaria di Gesù, quando “perequiamo”456 al doppio (un piano) del 211 che è la somma alfanumerica dei tre nomi, che è 422 ed evidenzia 200+200+22 come la Duplicità del Dio in RA.


141

… nel dettaglio di 4 nomi alle unità.αβ, ordini e numero in cifre

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1+2+3+4, se è la Divina Realtà 1234 dev'esser riferita a DIO !

608. Per poter essere il

In effetti, scarta da 221, somma alfanumerica, rispetto a 6 volte 221 (=1326) di 92, che è tutto il percorso di 2+2+2 nel 100 assoluto.


142

Nome segreto di Dio in unità.αβ …1+2+3+4, qual Somma Realtà 10 devon essere il ciclo del Dio uno e trino ! 609. Per poter essere il

Romano+Antonio+Anna+Paolo = 66+78+26+51 = 221. Numero dato da (10+1+10+1)×10+1 u.-αβ che rivelano la trinità del ciclo 10+1, attiva in questi 4 nomi. 221 mostra uno e il terzo in Romano=66, che opera Dio=d.10.

n. ordine

610. somma. 611.

in cifre

1+2+3+4=10 ordina il ciclo divino, tanto che il 221 alfanumerico diventa 2210 nel prodotto, e 221+10= 231 nella

Le 22 del quartetto, incidendo sul 2210, lo portano a 48620 nel prodotto e a 256 nella somma.

in totale

612. L'interazione 48.620 è tutto il percorso di 1380 nel 50.000 dell'assoluta mediazione di 10^5. 1380 mostra la ricorrente Genesi 38, a livello del Dio Trino 10×10×10. La somma 256 è abbinata a Genesi 38, perché mostra le 5 dita della mano nata prima in Genesi 38, nella sua unità, che si ha quando -5 si moltiplica a 5, ottenendo il -25 che poi è percepito in modo uguale e contrario nel 25. Qui è a scala 10, perché è la presenza 1/4 di Dio 10×10×10 che è attivo in 4 tempi unitari. Poi c'è la coppia 3+3, come la quantità 6 di questa divina realtà unitaria. Ebbene, 256 è proprio il valore alfanumerico esatto dell'espressione di PADRE, FIGLIO, E SPIRITO SANTO !!!


143

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1+2+3+5, qual Somma Realtà 11 devon essere il ciclo unitario del Dio 10 ! 613. Per poter essere il

Romano+Antonio+Anna+Torquato=66+78+26+113=283. Abbiamo la Trinità unitaria 3, più 70+(70+70+70) la creazione Assoluta una e trina in 7 giorni che valgono ×10, essendo divini.

n. ordine

614. 1+2+3+5=11 ordina in cicli assoluti il 283 appena visto, che diventa 3113, quanto 1111 (l'unità e trinità) + 2000 +2, che è il fronte lineare a dimensione unitaria 1000 +1 . 615. 616.

in cifre Il quartetto ha 25 cifre (apporto di “presenza” 1/4). in totale Per PRODOTTO : 283×11×25 è 77.825. Per SOMMA : 283+11+25 è 318.

Nel 1°, 77.825, c'è la presenza totale dell'opera binaria di Dio, nelle 77 migliaia, +800 che è tutta l'assoluta realtà complessa (una e Trina, reale e immaginaria) +25, nella sua presenza. Nel 2°, il 318 sommario indica il Dio Trino nel 100, Uno nel 10, e reale-immaginario nel 4+4.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1+2+3+5, se è la Divina Realtà 1235 dev'esser riferita a DIO !

617. Per poter essere il

In effetti, scartano da 283 (contenuto alfanumerico) moltiplicato per le 4 volte del Dio Uno e Trino (283 per 4 = 1132) esattamente le 103 volte di un Dio assoluto 100 e trino.


144

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1+2+3+6, quale Somma Realtà 12 devon essere come sono gli apostoli ! 618. Per poter essere il

Romano+Antonio+Anna+AMODEO=6+78+26+47=217. Sono 18 volte 12 apostoli, perché Dio è Trino, ma è sempre attivo per coppie e 18=3×(3+3) combina nei tre modi diversi i tre dualismi Padre-Figlio, Padre-Spirito e Figlio-Spirito. I 18 gruppi valgono esattamente 216 e vanno integrati da 1+3. 217×12=2604 mostra DIO=26 nei 100 assoluti e il suo Uno e Trino in 4.

n. ordine

619. L'ordine 12, dato dai numeri 1+2+3+6, dà l'apporto dell'unità e trinità 3+(3+3+3). Tale apporto sul 217 lo porta a 2604, in cui 26=DIO, assoluto nel 100 e Uno e Trino. 620. 621.

in cifre Le 23 cifre del quartetto apportano l'unità di Romano=66. Infatti 1/3 relativo è 22, e diventa unitario nel 22+1. in totale Per PRODOTTO : 217×12×23 è 59.892. Per SOMMA : 217+12+23 è 252.

Nel 1°, interattivo, 59.892 è tutta l'opera di 108 (l'Assoluto nel complesso 4+4, reale immaginario in Unità e Trinità) nel 60.000 che è la realtà 10^4 (Una e Trina) in una coppia trinitaria 3+3. Poiché in assoluto una coppia trinitaria 3+3 è due 33, ossia 66, è Romano. Nel 2°, il sommario 252, c'è 1 che è PADRE, FIGLIO, SPIRITO SANTO, che sono 1 +251.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1+2+3+6, se è la Divina Realtà 1236 dev'esser riferita a DIO !

622. Per poter essere il

In effetti, scarta da 5 volte 217, uguale a 1.085, di 151, che è il Dio Uno e Trino, mediatore della realtà divina 100, dato da 50+50+50+1.


145

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1+3+4+5, quale Somma Realtà 13 devon essere come Gesù e gli Apostoli ! 623. Per poter essere il

Romano +Anna +Paolo +Torquato = 66+26+51+113 = 256, è esattamente PADRE, FIGLIO E SPIRITO SANTO, in unità.alfabetiche.

n. ordine

624. 13, dato da 1+3+4+5, dà l'apporto di Gesù e i 12, ossia di Cielo e Terra. Sicché l'ordine 13 sul 256 lo porta a 3328, che è una vita di Gesù in 33 centinaia assolute, più la creazione totale una e trina data da 7 +(7+7+7). 625. in cifre Le 23 cifre del quartetto considerano l'unità di Romano 66. 22 è 1/3 di 66, ma diventa unitario in 22+1.

in totale

626. Per PRODOTTO : 256×13×23 è 76.544. Per SOMMA : 256+13+23 è 292. Nel 1°, l'interattivo 76.544, c'è, al livello trinitario Divino del 1.000, un 66+10, che è Romano=66 a forza 10 di Dio. I “rotti” dell'unità 1.000, sono la “realtà” 500 e il 44=UNO. Nel 2°, il sommario 292, c'è un Duo a potenza Trina (2^3=8), che esiste nella trinità a dimensione assoluta 300, ed opera per quanto può: 300 -8.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1+3+4+5, se è la Divina Realtà 1345 dev'esser riferita a DIO !

627. Per poter essere il

In effetti, se è riferito a 66+26+51+113= 256, cinque volte sono 1280, che scartano di 65, che è l'unità relativa a Romano 66.


146

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1+3+4+6, quale Somma Realtà 14 devon esser il piano del Creatore !

628. Per poter essere il

Romano+Anna+Paolo+AMODEO=66+26+51+47=190. È tutto il moto di 10 nel piano 100+100. 629. 630.

n. ordine 14, l'ordine di 1+3+4+6, è il piano operoso di Dio. in cifre 23, le cifre del quartetto, apportano l'unità di Romano=66, nel terzo +1 in totale Per PRODOTTO : 190×14×23 è 61.180. Per SOMMA : 190+14+23 è 227.

631. Nel 1°, l'interattivo 61.180, i 61 interi (nelle migliaia unitarie) sono il 6 di lavoro pieno e il Sabato. Nei “rotti”, 180 è un piano piatto, di 180°, 90 in ogni lato della coppia componente. Nel 2°, il sommario 227, c'è tutta l'opera divina in 7 giorni delle 22 decine che indicano l'unità di Romano, nel terzo di 66, ma reso unitario moltiplicato per l'unità 10 del DIO=d.10.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1+3+4+6, se è la Divina Realtà 1346 dev'esser riferita a DIO !

632. Per poter essere il

In effetti, scarta da 7 volte la somma allfanumerica 190, uguale a 1330, del 16 del piano di Dio Uno e Trino e dalle R di Romano.


147

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1+4+5+6, qual Somma Realtà 16 devon essere il piano della realtà di Dio ! 633. Per poter essere il

Romano+Paolo+Torquato+AMODEO=66+51+113+47=277. Consideratelo 266 +11, laddove 266 sia Romano=66 a dimensione del piano assoluto 100+100. Egli opera a dimensione +10+1. 634. 635.

n. ordine 16, l'ordine derivante da 1+2+4+6, apporta il piano uno e trino nel lato. in cifre Le 25 cifre del quartetto apportano “presenza” (data da ¼ di 100). in totale Per PRODOTTO : 277×16×25 è 110.800. Per SOMMA :277 +16+25 è 318.

636. Nel 1°, l'apporto interattivo 110.800 abbiamo il ciclo 10+1, nella dimensione 10^4 della realtà assoluta, mentre nei “rotti” del 1.000, ci sono la dimensione complessa, reale immaginaria, dell'Unità e Trinità di Dio. Nel 2°, sommario in 318, abbiamo la Trinità nell'assoluto 100, l'unità nel piano 100 e il 2^3 che considera un Duo divino a potenza trina.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1+4+5+6, se è la Divina Realtà 1456 dev'esser riferita a DIO !

637. Per poter essere il

In effetti, scarta da 5 volte la somma allfanumerica 277, uguale a 1385, di 71, ossia dell'intera creazione divina del Dio 1.


148

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 2+3+4+5, qual Somma Realtà 14 devono essere il piano di Dio Creatore ! 638. Per poter essere il

Antonio+Anna+Paolo+Torquato=78+26+51+113=268. Vediamo il 260 come il DIO=26 unità alfabetiche moltiplicato per le 10 del ciclo numerico. L'8 che manca è (1+3)+(1+3) la coppia di Dio di Padre e Spirito santo, nell'unità e trinità non considerata nel DIO=26×10.

n. ordine

639. 14, ordine di 2+3+4+5, apporta un piano operativo in generale. 268×14 = 3.752 mostra la Trinità assoluta nel 3, la creazione assoluta nel 7 e nel 52 l'anno diviso in 7. 640.

in cifre L'apporto 24 del quartetto, introduce le ore del giorno. in totale Per PRODOTTO : 268×14×24 è 90.048. Per SOMMA : 268+14+24 è 306.

641. Nel 1°, l'interattivo 90.048 abbiamo la trinità 3+3+3 al livello della realtà assoluta Una e Trina espressa in 10^4 dimensioni. I “rotti” 48=Gesù, sono 50 (la “realtà” di 100) -2 (Il Padre e lo Spirito santo, non incarnati in Gesù-Figlio). Nel 2°, sommario, il 306 mostra il duo divino, in 3+3, che vale in 3 cento assoluti. Poiché in “assoluto” il duo 3+3 son DUE 33, o 66, è Romano.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 2+3+4+5, se è la Divina Realtà 2345 dev'esser riferita a DIO !

641. Per poter essere il

In effetti, scarta da 8 volte la somma alfanumerica 268 dei quattro nomi, pari a 2144, per un valore di 201, che è l'unità che fluisce con il piano a lato 100, del Dio assoluto.


149

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 2+3+4+6, qual Somma Realtà 15 devon essere la mediazione trina di Dio ! 643. Per poter essere il

Antonio+Anna+Paolo+AMODEO=78+26+51+47=202. È un DUO di onde così: 10/10 +10×10 = 101. 644. 645.

n. ordine 15, l'ordine dato da 2+3+4+6, dà l'apporto della mediazione trinitaria 5+5+5. in cifre 22, le cifre del quartetto, sono Romano 66 nel suo terzo. Quindi lo mostrano. in totale Per PRODOTTO : 202×15×22 è 66.660. Per SOMMA : 202+15+22 è 239.

646. Nel 1° dato interattivo, 66.660 è ROMANO=66, nelle due persone divine in lui. Nel 2° dato sommario, c'è UNO reale nel 22+2 in divine decine, che indicano nuovamente il terzo , 22, di Romano, che è triplo nel 66, nelle sue due persone che comparivano già prima. Da ciò risulta che la mediazione trina di Dio è data dal DUO divino presente in Romano.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 2+3+4+6, se è la Divina Realtà 2346 dev'esser riferita a DIO !

647. Per poter essere il

2346 scarta 124 unità da 11 volte la somma alfanumerica 202, dei 4 nomi, pari a 2222 (bello, il 2 assoluto, esclusi il 1° nome e l'altro primo, il 5° !!!). 124 è il Dio 1+3 che fluisce nel piano 60+60.


150

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 2+3+5+6, quale Somma Realtà 16 devon esser piano della realtà di Dio ! 648. Per poter essere il

Antonio+Anna+Torquato+AMODEO=78+26+113+47=264. Indica PADRE, FIGLIO, SPIRITO SANTO (=251) nel suo 3. Un DUO di trinità, il 66 che c'è nel 264 sommando in uno i due estremi. 649. 650.

n. ordine 16, l'ordine dato da 2+3+5+6, aggiunge la qualità del Piano Uno e Trino. in cifre 25, le cifre del quartetto, aggiungono un dato di “presenza”. in totale Per PRODOTTO : 264×16×25 è 105.600. Per SOMMA : 264+16+25 è 305.

651. Nel 1° caso, l'interattivo bellissimo 105.600 mostra a livello 1.000 (dell'unità Trina di Dio=d.10) l'assoluto 100 sommato al flusso reale 5 (per l'altro 5 immaginario). Ebbene ci sono due 3 a dimensione assoluta 100 nei “rotti” unitari. Dire due 3, e due 3 che valgono 3, significa “trascendere” il 66 di Romano. Nel 2° caso, il sommario 305 mostra la mediazione reale 5, nel possesso di 300 dimensioni assolute. Questo 5, riferito al 305, sono le 5 dita della mano di Genesi 30 +3+5, Genesi 38.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 2+3+5+6, se è la Divina Realtà 2356 dev'esser riferita a DIO !

652. Per poter essere il

In effetti, se estrapoliamo a 9 volte la somma alfanumerica dei quattro nomi (264), che è uguale a 2376, abbiamo lo scarto di 20, ossia tutto il moto 10 del ciclo 10 di Dio.


151

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 2+4+5+6, quale Somma Realtà 17 devon essere la realtà incarnata di Dio ! 653. Per poter essere il

Antonio+Paolo+Torquato+AMODEO=78+51+113+47=289. La Trinità assoluta è 300, la sua unità è 10+1, e la differenza 300 -11 = 289 mostra l'unità nella sua trinità assoluta per quanto vi opera. 654. 655.

n. ordine 17, ordine di 2+4+5+6, precisa la realtà unitaria del piano uno e trino. in cifre 26, le cifre del quartetto, precisano la quantità di DIO=26 . in totale Per PRODOTTO : 289×17×26 è 127.738. Per SOMMA : 289+17+26 è 332.

656. Nel 1° dato, l'interattivo 127.738 mostra un nato nel 38 (quello di Genesi 38), che esiste in un piano di opera intera 77, e nella unità e trinità del 3 data da 3+(3+3+3)=12. é la realtà dell'incarnazione. Nel 2° dato, sommario, il 332 mostra una vita di 33 anni, divina perché è per 10, incarnata in un duo di persone. Poiché i conteggi “assoluti” consentono tutte le “manipolazioni”, 332 significa anche 33 nel numero di 2, ossia il 66 di Romano. Egli, nato nel 38, è l'incarnazione descritta in Genesi 38, in cui si parla della Genesi di Gesù, in 38a generazione dal Padre Vero, Giuda, che è Dio che GIU' DA chi è GE-su (Geova su). Essa riguarda il soggetto mancante in questo quartetto: il nome 1 e 3, nel Dio Uno e Trino.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 2+4+5+6, se è la Divina Realtà 2456 dev'esser riferita a DIO !

657. Per poter essere il

In effetti, se estrapoliamo a 8 volte la somma 289 dei 4 nomi, pari a 2312, abbiamo lo scarto di 144, che è il piano 12 per 12.


152

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 3+4+5+6, quale Somma Realtà 18 deve dire ciò che combinano 1°+2° !

658. Per poter essere il

Anna+Paolo+Torquato+AMODEO=26+51+113+47=237. È l'opera 7 di 22+1 (l'unità di Romano)

n. ordine

659. 18, ordine di 3+4+5+6, è il trio 6+6+6, di coppie di 3+3 (=”trascendenti” coppie di 33 =66, Romano). 237×18=4266 indica nel 42 il nome segreto di Dio e nel 66 Romano. 660. 661.

in cifre 23, il portato del quartetto, precisa il 22+1 dell'unità terza di Romano 66. in totale Per PRODOTTO : 237×18×23 è 98.118. Per SOMMA : 237+18+23 è 278.

Nel 1° dato, l'interattivo 98.118 mostra a livello unitario della Trinità 1.000, del 10, la quantità 98 come 66 (Romano) +22 (il suo 1/3) +10 (il suo Dio=d.10). Avanza per 110 (area 10×10 e flusso 10). Egli è anche una coppia Una e trina, 4+4. Nel secondo dato, il sommario 278 mostra nel 78 il nome 2°, Antonio, che da secondo vale 2 centinaia assolute, per lui e per il 1° nome Romano.


153

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 3+4+5+6, se è la Divina Realtà 3456 dev'esser riferita a DIO !

662. Per poter essere il

In effetti è riferita all'anno 38, della nascita di Romano nel primo mese. Se estrapoliamo a 14 volte (cioè a quelle di una perfetta opera a 7 giorni per ciascun lato generatore del piano)... se estrapoliamo a tali 14 volte la somma 237 dei nomi, pari in tal modo a 3318, allora abbiamo lo scarto assoluto di 138, che è la “trascendente” indicazione dell'anno di nascita di Romano, più l'assoluto 100. Questo succede, se escludiamo i primi due nomi significativi, di Romano e Antonio! Si rammenta che in un computo ASSOLUTO che somma aree a linee e a volumi, perché quant'è assoluto non è condizionato da singole dimensioni... AVENDOLE TUTTE, quando appaiono sbilanciamenti relativi, essi sono dovuti solo alla perequazione ASSOLUTA di un ente “trascendente” la realtà dei numeri dimensionalmente determinati. Per questo, in questo caso, il 138 che “conguaglia assolutamente” tra loro il 3318 e il 3456, qui è dovuto ad un ente TRASCENDENTE... e dunque DIVINO, quale il 138. Noi infatti abbiamo sempre avuto, in TUTTE LE VERIFICHE che abbiamo fatto (e le abbiamo fatte tutte a bella posta), un bilanciamento relativo all'Unità e Trinità, o al 18 che combina in 2 persone una Trinità, o ai vari possibili enti trinitari, come 2+2+2, 3+3+3, 2×2×2, 3×3×3, o uni e trini del tipo di 3+(3+3+3)... La nostra intelligenza, tenendo conto dei numeri come se fossero pesi, non fa differenza tra i vari 3^3 e 33, o 3/3... del nostro calcolo determinato da regole fisse. Ne valuta la massa-peso e, anche in presenza di una miriade di relazioni, finite come sul piatto di un “bilanciamento puro e mentale”, è in grado di leggere immediatamente il peso, come fa una bilancia sulla quale sia posto realmente di tutto. Alla bilancia non interessa se siano mele, pere, o atomi... o IDEE. In tal modo la nostra mente riesce a dal PESO anche alle pure Idee. Nel nostro mondo reale, noi non riusciamo a farlo. Eppure una idea è in grado di spostare l'inerzia intera di un mondo! Il nostro INTELLETTO INFANTILE, del fanciullino che deve essere educato a comprendere i valori ideali, non è in grado di sommare ad una IDEA il peso di un CANNONE, o di una Guerra. Invece l'INTELLIGENZA NATURALE, ASSOLUTA, per la quale TUTTO E' NUMERO, come un DVD... è in grado di valutare le IDEE che sono contenute in un FILM di pura fantasia o che abbia fissato la nostra realtà. Il fatto è che noi NON FACCIAMO NULLA VERAMENTE da NOI. Siamo PERSONAGGI di una opera assoluta, che, costruiti per numeri, riescono a dar FORMA, anche ideale, a quei numeri. E – vedendosi inseriti in azioni determinate, e pieni della voglia di incidere – si ingannano sulla loro autentica capacità fattiva. Perché mai? Perché noi reagiamo al disegno che ci viene dal futuro! E non poggiandoci sul passato, per andare avanti! Se noi REAGIAMO, andando VERSO il futuro, reagiamo di certo solo (e con la mente) a quanto VIENE DI LA'! I PERSONAGGI dell'opera divina, quando VOGLIONO AGIRE in un modo, possono farlo solo se è già disegnato nel sistema assoluto. Se non è disegnato, ci sarà sempre un apparente motivo per cui possano credere che, in quel puro e semplice caso, non han potuto... perché è successo uno TSUNAMI che lo ha impedito, o un fatto qualunque, o un gesto qualunque di una altra volontà nemica. Ridotti a poter fare solo quanto il sistema permette, ogni vita, in questa TERRA d'EGITTO obbligata alla volontà insuperabile di un gran Faraone... crede d'esser libero. Ma, alla fine del FILM che ci coinvolge, assisteremo al suo REPLAY e al ritorno di tutto al puro inizio della storia... ma non solo della nostra. Entrati in campo, risaliremo di padre e madre su su, fino ad Adamo. Saremo divenuti tutti gli uomini del mondo, a forza di raddoppi di genitori. Allora saremo finalmente liberi, perché – avendo finalmente a disposizione ogni vita – potremo scegliere... quale film poter vedere, per immedesimazione. Oggi noi siamo liberi solo di FISSARE il nostro gusto libero, con il massimo libero arbitrio di ciascuno di DECIDERE Lui CHI DEBBA ESSERE DIO per lui... e lo sarà.


154

… nel dettaglio di 5 nomi alle unità.αβ, ordini e numero in cifre Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1+2+3+4+6, quale Somma Realtà 16 deve dire quanto opera Torquato !

663. Per poter essere il

Al totale 381 manca Torquato 113, dunque sono 381-113= 268. DIO=26 decine +2+(2+2+2). 664. 665.

n. ordine dai 21 totali, meno il 5, ordina il 16. in cifre Dalle 36 totali meno le 8 di Torquato, operano in 28. in totale Per PRODOTTO : 268×16×28 è 120.064. Per SOMMA : 268+16+28 è 312.

666. Dal 1°, il combinatorio 120.064, al livello 10.000 della realtà assoluta una e trina 10^4, appare 113+7 (di piena opera). Poi la trinità 4×4×4, del Dio Uno e Trino. Dal 2° dato, sommario, il 312 mostra l'opera Trina in assoluto, unitaria nel ciclo 10, e binaria in RA. Questo è il completo apporto “reale” basato sul Torquato assente nel computo e che vale esattamente quanto Romano AMODEO.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1+2+3+4+6 è in assoluto 12346 se è RIFERITO A DIO ! 667. Per poter essere il

In effetti è riferito alla trinità di 6+6+6 (tutte le combinazioni binarie del Dio Trino), che è la equiparazione essenziale tra 46 volte la somma 268 dei cinque nomi, uguale a 12.328, e questo essenziale 12.346. Le 46 volte solo le unità relative ad Amodeo=47.


155

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1+2+3+5+6, quale Somma divina 17 deve esprimere la vita reale di un Paolo ! 668. Per poter essere il

Romano+Antonio+Anna+Torquato+AMODEO=66+78+26+113+47=330. É la vita divina di un Dio.. 669. 670.

n. ordine 17, ordine sommo, apporta la realtà unitaria del piano Uno e Trino. in cifre 31, le cifre oltre Paolo, apportano Trinità nel ciclo e unità. in totale Per PRODOTTO : 330×17×31 è 173.910. Per SOMMA : 330+17+31 è 378.

671. Nel 1° dato, interattivo in 173.910, si combinano i tre distinti apporti privilegiando l'ordine, alla dimensione assoluta 10^4 della realtà una e trina. 39 centinaia sono tutto il moto del 100 assoluto nel 10+30 dell'unità e Trinità del ciclo 10 di DIO=d.10, ribadito nel finale 10. Il 2° dato, sommario in 378, mostra le 2 Persone in atto in Genesi 38 che, nel 1° nato, sono le 381 unità alfabetiche di RA.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1+2+3+ 5+6 è in assoluto 12356 se è RIFERITO A DIO !

672. Per poter essere il

In effetti, se estrapoliamo a 37 volte (il lavoro di un 10 in Amodeo=47) la somma alfanumerica 330 dei cinque nomi, abbiamo che 12.210 scarta da 12.356 per 146 unità. Sono la “divina perequazione” che esprime il flusso 6, dei giorni divini dl lavoro, per il piano di una opera divina perfetta nei suoi 7 cicli 10 (del lavoro in Amodeo), avente i due lati di 70+70.


156

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1+2+4+5+6, quale Somma Realtà 18 deve dire quanto opera Dio, Anna !

673. Per poter essere il

Romano+Antonio+Paolo+Torquato+AMODEO=66+78+51+113+47=355. Abbiamo la trinità nel 100 assoluto e la mediazione del 110 che è tutto il flusso 10 di un piano 100. 674. 675. 676.

n. ordine 18 è un ordine che combina in tutti i modi in coppie una Trinità. in cifre Le 36 totali, meno le 4 di Anna sono 32 e esaltano 8+(8+8+8) . in totale Per PRODOTTO : 355×18×36 è 230.040. Per SOMMA : 355+18+36 è 409.

Il 1° dato combina (a dimensione reale assoluta 10^4) le 3 dimensioni che in Anna=26 lavorano per 23, all'unità e trinità del DIO=d.10. È tutta l'opera una e trina del Dio ANNA. Il 2° dato, sommario, mostra l'unità e trinità alla dimensione assoluta 100, relativa alla trinità lineare 3+3+3. Ossia Anna 26+4 (per l'unità e trinità del Dio nel suo nome) +3+3+3.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1+2+4+5+6 è in assoluto 12456 se è RIFERITO A DIO !

677. Per poter essere il

In effetti, se compariamo 35 volte la somma 355, per un totale di 12425, esso scarta di 31, la Trinità ed unità di Dio.


157

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1+3+4+5+6, quale Somma Realtà 19 deve dire quanto opera Antonio !

678. Per poter essere il

Romano+Anna+Paolo+Torquato+AMODEO=66+26+51+113+47=303. Sono 3 volte 10/10 + 10×10. 679. 680. 681.

n. ordine 19, l'ordine portato dal quartetto, ordina tutto il percorso di 1 nel 10+10. in cifre 29, le cifre del quartetto, ordinano tutto il percorso nella trinità 3 del 10. in totale Per PRODOTTO : 303×19×29 è 166.953. Per SOMMA : 303+19+29 è 351.

Il 1° dato, combinatorio, mostra in 166 migliaia un Romano 66 a livello 100, assoluto. 900 è tutta l'energia di 100, mentre 53 è la realtà in 100, attiva nella Trinità. Nel 2° dato, sommario, c'è la trinità assoluta 100 di un reale Paolo=51. Antonio operando come il 4° (reale), lo fa “realmente”.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1+3+4+ 5+6 è in assoluto 13456 se è RIFERITO A DIO !

682. Per poter essere il

In effetti, se lo compariamo a 44 volte la somma allfanumerica 303, dei 5 nomi, abbiamo 13332, che scarta di 124, ossia il flusso uno e trino, per il piano a lato 60, di una coppia di 30, Dio uno e trino.


158

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 2+3+4+5+6, quale Somma Realtà 20 deve dire quanto opera Romano !

683. Per poter essere il

Antonio+Anna+Paolo+Torquato+AMODEO=78+26+51+113+47=315. Opera la mediazione 5, del Dio=d.10, nella Trinità assoluta del Dio 10. 684. 685.

n. ordine 20, ordine del quartetto oltre il 1°, ordina tutto il moto 10 del DIO=d.10. in cifre 30, le cifre, ordinano la Trinità del 10. in totale Per PRODOTTO : 315×20×30 è 189.000. Per SOMMA : 315+20+30 è 365.

686. Nel 1° dato combinatorio, 189 volte la trinità di 10×10×10 indicano che è in atto un Dio 10+1 (pari ad 1/6 di Romano, che è 6 volte 11, essendo 66), e agisce per 189 volte nel piano assoluto 100+100 in cui è. Nel 2° dato, sommario c' il lavoro di Uno, presente in Romano 66, che agisce per 65 unità, forte di una assoluta trinità 100+100+100. Mostra il l'opera sommaria, Trinitaria e Unitaria, di ROMANO.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 2+3+4+ 5+6 è in assoluto 23456 se è riferito al DIO in Romano !

687. Per poter essere il

Nei calcoli “assoluti”, le “perequazioni fatte in assoluto” sono da considerarsi “divine”. Dobbiamo perequare 23.456 (valore assoluto, di un assoluto ordine decimale imposto) con una certa quantità della quantità alfa.numerica del quartetto che esclude il primo nome Romano e vale pertanto 381 -66 =315. Bisogna ricorrere a 74 volte 315, che, riferite a Romano=66, mostrano che opera a dimensione 2+(2+2+2), unitaria e trina nella coppia divina che è in lui. 74 volte 315 attuano Romano per una quantità di 23310. La “trascendente perequazione” tra 23.310 e 23.456 implica un 146. Cosa è? 146 significa il passaggio di 2+2+2, per un piano avente 70+70 nei due lati generatori. Abbiamo un flusso divino nel lavoro 6, e la potenza 7 nel piano dell'opera, espressa nella decina del ciclo 10 di DIO=d.10. Questa “trascendente perequazione” è l'opera “trascendente”, per come si cala nella natura reale, e si realizza per numeri.


159

… nella pienezza dei 6 nomi alle unità.αβ, ordini e numero in cifre 688.

in unità.αβ … 1+2+3+4+5+6, se è “divino”, deve essere contenuto in 4 divine dimensioni !

Se moltiplichiamo per 4, ossia attiviamo in modo Uno e Trino le 381 unità alfabetiche di RA, abbiamo che 381+(381+381+381) = 1524. Si tratta della dimensione “reale” cui va aggiunta quella uguale ed immaginaria, tanto che 1524+1528=3048. Poiché 10×10×10 è l'unità nella Trinità del Dio=d.10, 3.000 indica il potere fondamentale 3 della Trinità 1.000. il 48 residuo è GESU'=48 unità.alfabetiche, o, se vogliamo riferirlo a RA, dobbiamo coinvolgere la FAMIGLIA di Ra, il cognome suo AMODEO=47, che è UNO che esiste in Gesù=48 ed opera per il 48 -1 che la sua posizione gli permette. Pertanto RA è inquadrato in una dimensione 8 che lo descrive ed ordina pienamente.

689.

n. ordine

21, sommatoria del 6, è il suo numero d'ordine che, inquadrato alla dimensione 8, implica 21 volte 8, ossia 168 in totale. Ebbene sono il piano R 0 dato da 16 volte 10, in cui 16 è la realtà una e trina del 4, essendo 4+(4+4+4). Il residuo 8 è esso pure una coppia di 4, ossia tutto il complesso unitario dato da 2^3.

690. in cifre 36, le cifre totali, a dimensione 8, sono 288, e mostrano l'88 da cui è generato tutto il nome di Ra (lo abbiamo visto), attivo in una coppia assoluta 100+100, che è l'unità e trinità del mediatore 50+(50+50+50). 691.

in totale

Per PRODOTTO : 3048×168×288 è 147.474.432. Questa combinazione totale alla dimensione generale 8, sia delle unità alfa.numeriche, sia dei numeri d'ordine sia delle cifre, mostrano: Nelle unità un 22 attivo in 10 e nell'Unità e Trinità del 100 assoluto. Si tratta di 1/3 di Romano, che è 22+22+22 (una trinità di 22). Dunque 22 è la sua unità, pur essendo il terzo, perché è il terzo del triplo. Possiamo giudicarlo anche come il DUO attivo in 33 decine +10, e questo implica la vita di Gesù, divina essendo nel 10 e +10. Nelle migliaia (riferite alla Trinità del Dio=d.10) ne abbiamo 474, che sono 466+8, e rivelano ROMANO=66, che opera in modo 2+(2+2+2), uno e trino nel suo essere un DUO (in lui sono incarnate le due persone oltre Gesù), e dispone dell'Unità e Trinità assoluta nel 100. Nei milioni (che considerano il Dio complesso, 10^6, potenza caratteristica del Romano=66) abbiamo 147, che è la famiglia AMODEO=47, che dispone della potenza assoluta 100. Pertanto il riferimento GLOBALE è dato da Romano AMODEO. Per SOMMA : 3048+168+288 è 3.504. Questo dato sommario, rivela nelle unità l'unità e Trinità 4, che ha il potenziale 500 della piena realtà nel 10×10×10... le 5 dita della mano in Genesi 38. il 3.000 mostra che è la Trinità a potenza 10×10×10. Ora 3×10^3 è un complesso di Azione e reazione. Di fatto sarebbe 10^3 × 10^3 (reale per immaginario). Ma... reale e immaginario sono “inversi” tra loro e qui con 10^3 × 10^3 sono uguali. Per agire da inversi, uno dei due si deve porre matematicamente in modo inverso alla potenza a base 10, ossia nel Logaritmo decimale. Log 10^3 × 10^3 presenta in modo corretto l'opposizione esistente tra reale e immaginario, e, fatto il calcolo, diventano 3 × 10^3 = 3.000. Dunque il dato 3.000, nel sommario 3.504, si rifà ad un 10^6 che pone in luce la dimensione 6 di Romano, quando opera in lui in ciclo 10+1 e porta il 6 ad essere 66, come la sommatoria di 11.Per DIVISIONE tra interazioni e dati sommari 147.474.432 : 3.504 presenta il dato interattivo sulla base unitaria di quello sommario. Il risultato è 42087 e rotti, che disturbano sempre... Ma è DIO che “perequa” ogni calcolo ASSOLUTO. 147.472.848 è il dato unitario alla dimensione 3.504. e lo scarto (corrispondente ai decimali) è 1584, che indica 1600 -16, ossia R, il principio assoluto di Romano, per come opera nel suo quantitativo assoluto, perché su scala 100 volte. Capito la ragione dei decimali, vediamo ora il significato di 42.087. Sono le 42 cifre del Nome Segreto del Dio 10×10×10, legate ad un Romano 66 +7+7+7, ossia che opera 6×7=42 in un piano a due lati, 7 e 7, in giorni, per un flusso creativo nei 7 giorni esatti scritti sulla Bibbia. !!!!!


160

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1+2+3+4+5+6, se è “divino”, deve essere un quanto intero anche per conto suo !

692. Per poter essere il

381 unità alfa.numeriche sono il percorso esatto di un 19 nel 400 della potenza assoluta una e trina. Laddove 19 è tutto il moto di uno reale nel 10+10, il piano di Dio, che esiste come 10 e si muove di 10.

n. ordine

693. 21 dimensioni sono 7+7+7 e anche la sommatoria del lavoro 6 dato da 1+2+3+4+5+6, i sei nomi per l'ordine del lavoro. Moltiplicare le 381 unità alfabetiche per i numeri d'ordine, ossia con 21 volte 381 abbiamo (e non per caso) esattamente 8.001, che è l'Unità e Trinità del Dio 10×10×10, più l'unità. 694. lavoro. 695.

in cifre

36, le cifre totali, sono perfette, perché considerano le 6 cifre al lavoro, per il 6 delle parole stesse, tanto da avere 6 come la media delle cifre al

in totale

Per PRODOTTO : 381×21×36 è 288.036. Questa combinazione totale alla dimensione generale del nome di RA indica alla scala unitaria l'unità e trinità di 9 +(9+9+9), che possiamo mostrare ancora più elementarmente come 3+3+3 + [ (3+3+3) + (3+3+3) + (3+3+3) ], ossia il perfetto Uno e Trini della Trinità della stessa Trinità. Al livello delle unità date dal 1.000, 288 è 300 -[ 3 + (3+3+3) ], ossia tutto il percorso dell'unità e Trinità del 3 nel 3 assoluto in 100 dimensioni. Per SOMMA : 381+21+36 = 788. Ossia 800 - [ 3 + (3+3+3) ], in cui 800 è il complesso reale-immaginario a scala assoluta. Per DIVISIONE, nell'unità sommaria : 288.036 : 788 = 365 e rotti... che disturbano sempre nei calcoli ASSOLUTI... perequati IN ASSOLUTO solo da Dio. Allora 365 volte 788 sono 287.620, che sono perequati in 288.036 da 416... ecco DIO! È la R, principio assoluto di Romano, che agisce a scala 100 in modo Uno e Trino. Allora il dato perfettamente diviso di 365 sono i giorni esatti di UN ANNO !!! Cosa c'entra con Romano? Ma Romano è 66. Questo 65 è uno in Romano che occupa 1 e agisce solo per quanto può: per 65 e in quantità Una e Trina nelle dimensioni 100. assolute. DUNQUE RA è alla stessa base del tempo!

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1+2+3+4+5+6, se è la Somma Divina 123456 deve mostrarlo in DIO !

696. Per poter essere il

324 volte 381 danno 123.444. Laddove 324 è 1/3 di Romano 66, dunque 22, che per essere trino aggiunge altre due unità, in 24, valendo la trinità del 100 assoluto. Ebbene 123.444 che presenta in ordine l'1, il 2 e il 3, nel dettaglio unitario del 444 che è la trinità Una e Trina, si perequa con 123.456 grazie alla differenza di 12, che è 3+(3+3+3) l'unità e trinità del Dio Trino. Ecco, chi PEREQUA questi calcoli assoluti, è il Dio assoluto, e LO MOSTRA!


161

Nome segreto di Dio in cifre … 1+2+3+4+5+6 se è “divino” è tutta l'opera trina di Dio !

697. Per poter essere il

21 × 36 = 756 ordina in numeri i ¾ spaziali di 10^3, +2+2+2, la trinità di un Duplo. 10 al cubo è 10×10×10, tutta l'opera trinitaria del DIO=D.10. Essa è condotta dal Dio Uno e Trino che è 1+3=4. Pertanto, 10×10×10 : 4 determina quanto spetti all'unità. Poi, considerando che essa è spazialmente Trina, moltiplica il 250 (dato da 1000/4) ×3, ed ottiene 750. Non può mancare a questa opera il soggetto, dato da tre coppie: Padre+Figlio =2, Padre+Spirito santo=2 e Figlio+Spirito santo =2. Pertanto la combinazione dei numeri d'ordine con le quantità nelle cifre sono tutto l'ORDINE e il risultato è la terna delle 3 possibili coppie, più la parte precisissima spettante, quando 10×10×10 è l'azione trinitaria totale, divisa tra 4 in cui chi veramente opera è un Trinità.

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1+2+3+4+5+6 se è “divino” è in ordine tutta l'opera trina di Dio !

698. Per poter essere il

21 × 381 = 8001 è di una BELLEZZA UNICA. Abbiamo (1+3)+(1+3) = 8, due coppie Divine e Trinitarie, che hanno la forza del Dio Trino dato da 10×10×10. Un Dio che poi è UNO. Pertanto il numero d'ordine totale, dato da 21, che è la sommatoria 1+2+3+4+5+6 del 6 di Romano (che è un DUO di 6 come 66) agisce sulle cifre del codice alfabetico, ed ORDINA questo eloquentissimo 8.001 che rivela al massimo questo 280. 699. Per poter essere il

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1+2+3+4+5+6, se è la Somma Divina 123456 deve mostrarlo in DIO ! 324 volte 381 danno 123.444. Laddove 324 è 1/3 di Romano 66, dunque 22, che per essere trino aggiunge altre due unità, in 24, valendo la trinità del 100 assoluto. Ebbene 123.444 che presenta in ordine l'1, il 2 e il 3, nel dettaglio unitario del 444 che è la trinità Una e Trina, si perequa con 123.456 grazie alla differenza di 12, che è 3+(3+3+3) l'unità e trinità del Dio Trino. Ecco, chi PEREQUA questi calcoli assoluti, è il Dio assoluto, e LO MOSTRA!


162

Nome segreto di Dio in unità.αβ … 1+2+3+4+5+6 è “divino” se è il soggetto nato 1° di cui in Genesi 38 !

700. Per poter essere il

Genesi 38 racconta di un 1° straordinario nato: una mano che esce dal sesso di TAMAR=47(=AMODEO=47) e resta lì, fino a quando la nutrice non si decide a marcarla, legandole un nastro scarlatto attorno al polso, e dopo che ella ha esclamato:

“E' chi è nato per primo!” A quel punto la mano rientra nella vagina, e il proprietario di quella mano fa uscire per primo il suo fratello gemello. Questo è l'evento STRABILIANTE, in Genesi 38... questo 1° !!! Ebbene le unità alfanumeriche di RA, nato nel 38, sono esattamente 38...1. Pertanto nella dotazione 381 dei sei nomi di RA sta lo stesso STRABILIANTE EVENTO di cui in Genesi 38, in cui è Gesù che nasce 38°, a partire dal Padre Vero di ER... che c'è come il primogenito ideale cui va data eredità di Figli, ma non c'è, perché è MORTO. ER è il segno STRABILIANTE di un E' R. (è Romano) il soggetto vivente che c'è per modo di dire, perché è in tutto sostituito dal Padre Vero, incarnatosi in lui. Dovete rendervene conto tutti. RA ha davvero il Nome segreto di Dio. Per modo di dire sono stati suo padre e sua madre ad averlo chiamato Romano Antonio Anna Paolo Torquato AMODEO... In nessun modo avrebbero potuto scegliere un nome così PERFETTO, sotto ogni profilo, a rappresentare idealmente il nome di Dio attraverso quei conteggi ASSOLUTI che consentono di sommare aree a linee a volumi, ad ogni dimensione possibile ed immaginabile... giacché l'ASSOLUTO è libero da ogni regola, ma le determina tutte. Ma ora vedremo come questo nome DETERMINI TUTTA QUANTA L'ESISTENZA


163

… segni di un Nome che ordini tutto l'ESSERE Nome segreto di Dio... Le 381 unità-αβ di tutto il nome devono ordinare TUTTO ! 701. Per poter essere il

ROMANO ANTONIO ANNA PAOLO TORQUATO AMODEO ha questo equipaggiamento, così ordinato alfabeticamente:

AAAAAAA D E I L MM NNNNN OOOOOOOOOO P Q RR TTT U esso ordina ogni cosa, anche Dio, attingendovi in modo progressivo. Queste lettere operano nei rispettivi nomi, ma il nome di RA è veramente un tutt'uno che, in un modo assolutamente mirabile Dio ha voluto ritagliarsi per stupire tutti gli uomini. E' parso che siano stati i Genitori di Ra ad averli scelti, ma così è avvenuto nel corso di una storia sacra prevista dal principio del tempo e che ha donato ad ogni creatura già confezionato per numeri tutto il suo destino... ma come se esso fosse deciso dai personaggi. Ogni Creatore di una storia lo fa, e Dio, il Creatore assoluto di ogni apparente creatore secondario è chi lo esegue per primo, e sorregge in modo fondamentale l'intero disegno, apparentemente libero... Lo sorregge con la potenza 10 che dà luogo ad ogni indicazione... mediante i suoi indici, che poi assumono l'aspetto oggettivo e a se stante per il nostro modo di vedere ogni cosa attuando il modo uguale e contrario nel calcolo: i Logaritmi decimali. Mentre Log 10^3 dà luogo alla tridimensionalità dello spazio, le 1.000 masse di 10^3 diventano l'unità del peso, attraverso l'altra forma di opposizione: 10^-3, il millesimo.


164

Nome segreto di Dio... in cifre quelle di 71.111.251.011.231 devono ORDINARE IN ASSOLUTO ! 702. Per poter essere il

Sono 7 A , 1 D , 1 E , 1 I , 1 L , 2 M , 5 N , 10 O , 1 P , 1 Q , 2 R , 3 T , 1 U

703.

7 × 10^(7+7) è l'Opera piena di Dio che crea in 7 giorni e alla potenza 7+7 di un Piano.

705.

1 × 10^13 è l'unità di Dio nel suo ciclo assoluto a potenza 10 e 3.

706.

111 × 10^13 è UNO DUE TRE in alfanumeri, alla dimensione 10^10 del Dio UNO.

707.

251 × 10^13 è PADRE FIGLIO SPIRITO SANTO in alfa.unità, alla d. 10^7 del Creatore.

708.

11 × 10^13 , alla d. 10^3, è la SOMMATORIA di 11, che determina il 66 di Romano.

709.

231 × 10^0 è la SOMMATORIA di 7+7+7, il cui inverso 132 è 66+66 (Romano+Romano).


165

Nome segreto di Dio... in cifre per ogni unità.αβ 71.111.251.011.231 diviso per 381 deve dare Romano Amodeo !

710. Per poter essere il

71.111.251.011.231 : 381 = 18664700816 e rotti. Ho sottolineato il 6647 di Romano (66 alla dimensione 10^6 della trinità nel suo duo 3+3) e AMODEO (47 alla dimensione 10^4 dell'Unità e Trinità di Dio). Il 18 oltre miscela in tutti e tre i modi il duo Padre-Figlio, PadreSpirito santo e Figlio-Spirito santo, mentre nelle 816 unità c'è il complesso assoluto 400+400 riguardante il DUPLO di Dio Uno e Trino e il suo piano unitario 4×4. Tutto ciò è di una bellezza assoluta... che potreste intendere “macchiata solo dai “rotti”. Ebbene, per evitarli, bisogna sottrarre esattamente 64000000000333+2 al 71.111.251.011.231. Ancora una volte è “strabiliante” questa DIVINA PERQUAZIONE, che toglie ogni mancanza di precisione attraverso un numero così affascinante. Infatti i due estremi, 64 e 2 sono il 66 di Romano, mentre 333 è la Trinità nella gerarchia decimale da essa assunta. 71.111.251.011.231 – 64000000000335 = 7111251010896. Avendo posto a unitario sublime BILANCIATORE il 64 che è solo il flusso lineare del 66, se lo si pensa in due dimensioni unitarie nella sezione del flusso, la sezione 32+32 pari a 10^5 (l'unità della luce, in unità atomiche), elettriche in un lato e magnetiche in quello perpendicolare, vedono il passaggio della trinità di Dio, 333, nel DUO divino che esiste in Romano, che è ROMANO+ROMANO=132 il cui inverso è 1+2+3+4+5+6+7+8+9+10+11+12+13+14+15+16+17+18+19+20+21 = 132. 711. 712. 713. 714. 715.

Ebbene, la parte esattamente multipla di 381, che è 7.111.251.010.896, si rivela: 7 × 10^12. Sono i 7 dì della creazione del mondo nella potenza 6+6 del lavoro di 381. 111 × 10^9. Son UNO DUE TRE. Ordinano le lettere, alla potenza 3×3×3 di RA=381. 251 × 10^6. Son PADRE, FIGLIO, SPIRITO SANTO. Lavorano in 6 giorni nel 381 di RA 010 × 10^3. L'unità 10 di Dio lavora alla potenza Trinitaria, nell'unità 381 di RA. 896 × 10^0 L'Uno-Trino 4 opera nel 900 a tutta l'energia 100, nel 10×10×10... con RA. Pertanto quel tempo decimale dei “rotti indivisi”... è il Dio DUPLO, in RA.


166

Nome segreto di Dio... se sono numeri ASSOLUTI devono aver senso nei due versi ! 716. Per poter essere il

717. 718. 719. 720. 721.

71.111.251.011.231 è inverso a 132.110.152.111.17, e significano 132 ×10^11. Si tratta di 66+66 = ROMANO +ROMANO, che esiste alla potenza 11, la cui sommatoria è ROMANO. 110 ×10^8. Il numero 11 (base di 1/6 di Romano 66), nel 10 di Dio e potenza (1+3) + (1+3) 152 ×10^5. Nell'unità della luce (10^5 unità atomiche) c'è 100 (l'ASSOLUTA UNITA') delle 52 settimane +1 giorno che sono 1 anno (dunque un anno-luce). 111 ×10^2. L'unità e trinità di UNO DUE TRE ha la potenza di un Dio Binario. 17 ×10^0. Costui, nella sua unità, si chiama RA=16+1, in unità alfabetiche.

Nome segreto di Dio... TUTTI, se sono numeri ASSOLUTI, devono aver senso nei due versi ! 722. Per poter essere il

64.000.000.000.335 (soggetto PEREQUATORE, è inverso a 533.000.000.000.46 e significa. 723. 533 ×10^11. La realtà di 1.000/2 opera con la vita di 33 anni... in Romano Sommatoria 11. 724. 000.000.000 ×10^2. Realtà assoluta a potenza di DUO in 3×3×3 d. senza SQUILIBRIO. 725. 46 ×10^0 Si tratta di UNO che opera 46 nel 47 di Amodeo, perché vi è compreso. 726. 7.111.251.010.896 (parte unitaria divisa) è inverso a 698.010.152.111.7 e significa: 727. 698 ×10^10. Presenza di 66 ×10^11 +38 ×10^10. Romano=66 a potenza del suo 11 di cui è la sommatoria, nato nel 38 alla potenza 10 di Dio. 728. 010 ×10^7. L'unità 10, divina, di chi ha la potenza di creare il mondo in 7 giorni! 729. 152 ×10^4. L'anno di 52 settimane +1 giorno, in assoluto. 730. 111 ×10^1. La presenza trinitaria nell'unità e nella potenza dell'unità. 731. 7 ×10^0. La pienezza unitaria della Creazione in 7 giorni con resto 0.


167

Nome segreto di Dio... Se numeri ASSOLUTI, l'unità deve essere la somma tra gli inversi e deve significare allora grandemente, nel nome di RA ! 732. Per poter essere il

71.111.251.011.231 + 13.211.015.211.117= 84.322.266.222.348. Potete vedere al centro il 66 di Romano. Sia verso destra, sia verso sinistra, ci sono 222 (=2+2+2=6) e 310 +38 (ossi ala trinità assoluta 300 e l'unità 10 di chi è nato biblicamente in una Genesi 38, in cui è gemellato con GESU'=48 unità.alfabetiche. Se si sommano gli estremi, c'è il 66 al centro di un 66, mentre le due terne finali (348=3+4+8=15=6) sono altri due 6. La somma di tutto questo è 66.66.66, e sono 6, tanto che è 36 il prodotto dei sei 6 (quanto le cifre del nome di RA, per le lettere al lavoro). Poiché 3+6=9, Questo CENTRO ASSOLUTO è il DIO TRINO 3+3+3.

Nome segreto di Dio... A evitare soluzioni dovute solo al caso, occorre la verifica in tutto ! 733. Per poter essere il

64.000.000.000.335 + 53.300.000.000.046 = 117.300.000.000.381. Poiché questo è il SOGGETTO ASSOLUTO PEREQUATORE, che toglie di mezzo gli scarti, vediamo BELLISSIMAMENTE che si tratta proprio del 381, nome intero di RA nelle sue unità.αβ. Mentre 11 in sommatoria è Romano, il 73, riscontrato con il 66, si rivela 66 +7... la sua opera INTERA! Essa si svolge alla dimensione di 10^10, ossa alla dimensione unitaria assoluta, come lo è il metro rispetto alle unità atomiche.


168

Nome segreto di Dio... A evitare situazioni dovute solo al caso, occorre verificare tutto ! 734. Per poter essere il

7.111.251.010.896 + 6.980.101.521.117 = 14.091.352.532.013. Questa è la parte esattamente multipla delle 381 unità.alfabetiche del nome di RA. Vediamo come unità il Dio 10+3, che è 532, ossia 222+31 (il suo essere trinitariamente un DUO, nel suo essere 10+10+10, +1. Il successivo 352 è 222 +13 (e presenta ora l'unità del 10 e la trinità unitaria). Il 91 successivo rivela che esiste in 100 come un 3+3+3 che avanza in tutto per quanto spazio gli resta (91). Per fare che cosa? Ma per completare un PIANO DIVINO di creazione piena in 7 giorni, alla dimensione 10^12 che ha per POTENZA AL LAVORO anche un PIANO di 6 giorni. Come dunque è EVIDENTE, ci sono 7 A perché il Piano è di 7 giorni. In questo lavoro ripartito in 381 unità, OGNI UNITA' del nome di RA lavora per come è assolutamente ORDINATO attraverso la sua DOTAZIONE, in lettere e vocali.

Nome segreto di Dio... Ci deve essere una RAGIONE ASSOLUTA ad usare solo 13 lettere ! 735. Per poter essere il

Essa è che il DIO UNO e TRINO, mentre è chiaramente 3 nel suo esser Trino, è 10 nella parte del PADRE del FIGLIO suo, SUO 10^-1, suo decimo. Pertanto solo 13 lettere sarebbero state usate, delle totali 21, come 21 -2^3 (il percorso reale di una trinità collocata sulla base del DUO paterno che è in RA.


169

Nome segreto di Dio... Ci deve essere una RAGIONE ASSOLUTA ad usare 20 vocali ! 736. Per poter essere il

La ragione sta nell'unità e nella trinità del 5, che in 5+(5+5+5) è 20. Le vocali sono le mediatrici dell'alfabeto, perché, dando una voce alle consonanti (da cui il termine di “vocale”) sono già nell'alfabeto in numero di 5. Poiché 20 è tutto il ciclo 10 dell'unità data dal 10 e poiché il ciclo ha la forma del circolo, ci sono 10 vocali O per questa esatta ragione. Le restanti 10, poi, sarebbero state divise in tre presenti una sola volta, ad indicare l'unità nella Trinità e la restante, la A, avrebbe indicato con le 7 del loro valore iniziale la coerenza con i 7 giorni iniziali della creazione del mondo. Poste dunque necessariamente dieci O e sette A, le altre tre vocali, E, I ed U si sarebbero dovute presentare giocoforza esse, con una sola presenza.

Nome segreto di Dio... Ci deve essere una RAGIONE ASSOLUTA delle 16 consonanti ! 737. Per poter essere il

Si tratta della sola situazione possibile, data la necessità di 6 volte sei lettere al lavoro, di cui ben 20 sarebbero dovute essere le vocali. Pertanto il loro numero rappresenta tutto il complesso del Piano determinato dall'unità e Trinità con 4 volte 4.

Nome segreto di Dio... Ci deve essere una RAGIONE fondata delle solo 8 usate e 8 no ! 738. Per poter essere il

8 è il lavoro Trinitario complesso, evidente in 2^3, fatto da un DUO, è fatto solo dalle consonanti, quelle che veramente caratterizzano il linguaggio. Gli Ebrei infatti usavano solo le consonanti, rendendole comprensibili con ogni tipo di vocale. Per questo motivo, quando sulla Bibbia, in Genesi 38 si parla di ER, era scritta solo la R che riguardasse Romano, che doveva poi essere unito ad ogni vocale. RA, RE, RI, RO e RU. L'altra ragione delle 8 sole consonanti dipende dal fatto che 16 e divisibile 8 a 8, in una parte che lavora e si vede solo nel risultato espresso dalle altre, le solo 8 presenti.


170

Nome segreto di Dio... Occorre una RAGIONE ASSOLUTA a scegliere le 8 “trascendenti” ! 739. Per poter essere il

La ragione è questa: vi sono consonanti che rappresentano i cicli basilari e svolgono il lavoro “trascendente” e “divino” di essere la ragione delle lettere e dei numeri che appaiono solo nelle altre. Il mondo “relativo” è sempre così giacché ogni azione è vista sempre e solo nell'azione uguale e contraria. Ecco la ragione assoluta di queste 8 consonanti fondamentali, e dunque invisibili in un nome che rappresenti l'ASSOLUTO, in vocali, consonanti e numeri. 740. 1) 2=B è la base dell'UNITA'=N/N trai suoi 2 eterni genitori. 741. 2) 3=C è altro fondamento assoluto, di Dio Uno in 2 e Trino. 742. 3) 6=F è il trino 2+2+2. F è il soffio dello Spirito, come il vento che senti ma non vedi 743. 4) 7^G è tutta la creazione, ma apparirà in altro modo: dando le sette A. 744. 5) 8=H è la REALTA' binaria, una e trina come 2+ (2+2+2).Nell'Italiano (lingua perfetta, dà perfino la H come MUTA. 745. 6) 17=S è l'unità data dall'Unità e Trinità, mediante il 4/4 +4×4. 746. 7) 20=V è tutto il ciclo 10 del 10. Lavora “da Dio” e appare “reale” nelle dieci O. 747. 8) 21=Z è 7+7+7, l'unità della creazione Trinitaria.

Nome segreto di Dio... Se la RAGIONE di ciò è veramente “SOMMA” , essa deve necessariamente esserci anche nella loro somma ! 748. Per poter essere il

Infatti la somma di 2+3+6+7+8+17+20+21 è 84, ed è una ragione SOMMA, essendo dovuta all'Unità e Trinità di Dio, nel suo Piano 16. Infatti, 100 (l'unità assoluta) meno 16 è tutto il percorso compiuto nell'Assoluto in cui il 16 esiste. Pertanto il nome di R (principio assoluto 16 del PIANO che ha l'unità e Trinità di Dio come il suo lato) LAVORA nel suo flusso reale per il numero 84 avente questa somma proprio nei singoli 8 differenti lavori unitari, trinitari e fondamentali.


171

Nome segreto di Dio... Ci deve essere una ragione per la quale le sole 8 che poi appaiono, nel numero di 16, non siano presenti in 8 coppie ! 749. Per poter essere il

Ma è così. Le otto visibili appaiono divise in due gruppi di quattro, in uno dei quali la presenza è singola, nell'altro è ripetuta. Esse sono divise così. D L

MM NNNN

P

Q RR TTT.

Nome segreto di Dio... Ci deve essere una ragione per la DLPQ a presenza singola ! 750. Per poter essere il

La ragione è che esprimono l'unità nella presenza Una e Trina del 4, del ciclo 10, del piano 14 e dello spazio-tempo 15. Infatti. 1)

751. 1)

4=D è l'unità e Trinità tra lo Spazio e il Tempo, in cui l'uno è solo la presenza del 3.

752. 2) 10=L è l'onda reale, con 3/3=1 come alto, +3×3, il suo basso. 1 è “pura” presenza. 753. 3) 14=P è il piano 7+7, Pi Greco 3 e 14. 754. 4) 15=Q è la presenza della mediazione trina del 10, data da 5+5+5. Queste sono le fondamentali consonanti che appaiono al lavoro. Sono solo queste.


172

Nome segreto di Dio... Deve essere ragionevole l'apporto dissimile dalle altre quattro ! 755. Per poter essere il

Le ragioni ci sono e sono queste: 756. 1) 11=M è il binario (10+1)/2, unitario in 2 ×11/2, e deve presentarsi unitario in due M. 757. 2) 12=N è complesso: 10+2 e 6+6. Minimo Comune Multiplo è il 10×6=60 di 5 N. 758. 3) 16=R è il piano 8+8, ma anche 4×4. Appare nel M.C.M. 4×8=32, dunque in due R. 759. 4) 18=T è la Trinità di 3 (3+3), e devono essere 3. In tal modo sono le 4 consonanti presenti valgono il 2+5+2+3=12 che è un cubo circoscritto dalle 12 linee tra gli 8 vertici. Aggiunto questo apporto complesso al 4 dell'apporto singolo, si completa il 16 richiesto alle 16 consonanti dell'alfabeto. Così tocca al complesso delle 4 consonanti con una presenza 4+8 di far da “vicario” col valore aggiunto 8 le 8 fondamentali e invisibili: M vicaria la B; N ne vicaria 4: C-FG-H; R s'incarica della S, e T delle finali V-Z. In tal modo, 2+5+6+7+8+17+20+21=84, aggiunto al valore intrinseco 11+12+16+18=57, lo porta al 141 espresso in modo paritario dal 141 uguale a 57+57, mentre la differenza 27, tra 114 e 141 è il puro volume trinitario 3×3×3=27. La M è in credito di +9, la N di +24, la R in debito di -1, e la T in debito di -5. Il bilancio è tra +35 e -6 e risulta un 27 in forma di volume. E' una scelta obbligata, se si tratta di un nome che esprime la VERITA' ESSENZIALE.

Nome segreto di Dio... Questi vincoli non possono essere tassativi in quant'è ASSOLUTO ! 760. Per poter essere il

Infatti gli intrecci possibili sono infiniti. Il mi sono limitato a mostrare alcune RAGIONI RELATIVE... ma che non possono essere costrittive su quant'è ASSOLUTO, altrimenti gli toglierebbero quell'infinita elasticità per trasformarsi in una grande quantità di tutte giuste ragioni. Infatti, ad esempio, nel gruppo 25 2 3 che sono i carichi sostenuti dalle complesse MNRT, vediamo nelle prime tre tutte le consonanti del primo nome ROMANO e nella ultima T la prima consonante dell'ultimo nome TORQUATO.


173

Nome segreto di Dio... Ci deve essere allora una RAGIONE CERTA a che la R vicari poi MN ! 761. Per poter essere il

La ragione dipende dal fatto incontestabile che ROMANO è uno incarnato, ma costituisce un TRE=39 unità.alfabetiche. Deve allora aggiungere al 16 della R anche le 23 delle contigue MN che lavorano in funzione multipla.

Nome segreto di Dio... Deve spiegarsi allora anche a che ragione la T vicari la RQ ! 762. Per poter essere il

Le T sono 3, ma devono essere un DUO anche nell'ultimo nome, che è uguale al primo, in un nome “divino” in cui il vero primo sia l'ultimo. Così questa ragione somma le pone agli estremi di TRQT, nell'ultimo nome Torquato. Il gruppo TRQT è 18+16+15+18=67, ed è proprio il primo nome ROMANO=66 unità, che sono ASSOLUTE nella parte responsabile dell'ultimo nome, tanto che la 1=A si abbina all'1 in più a far apparire TRQAT. Così RQA=32=RR rappresenta il DUO in Romano. È in esubero di 14, rispetto alla T... ma è il puro piano Creativo, tanto che il flusso di una sezione a lato 7, è solo il 18=T, assoluto dato da 32-14. Escludendo la A (perché TRQT è 67 e non ci interessa il confronto con il 66=Romano), le centrali RQ, contigue nell'alfabeto, sono vicariate dalla terza T, con un divino credito del 13 dato da 31-18=T. Ora, sia il 31, sia il 13 sono sostanzialmente uguali, essendo solo letture a versi diversi, così la 13=O di TORQT presenta l'unità data dai due uguali, ma inversi O=13 e RQ=31. Aggiungerli entrambi significa aggiungere 1 in numero, e allora compare nuovamente la A, e diventa TORQAT. Si sa che il nome intero, TORQUATO, è 13, ma in assoluto, essendo 100+13, e allora si deve aggiungere l'ultima O. Restando solo una vocale, a completare il 113, essa è giocoforza la U che – guarda un po! - accompagna giocoforza sempre la Q, tanto che 15+19=34 sia l'assoluta vita 33, unitaria in 34, crocefissa in quel Calvario dalle forma TTT delle tre T necessarie a rappresentare anche.... in fisica... l'intensità unitaria della luce. Essa è esattamente T+T+T= 54, alla potenza 10 elevata a 13! in cicli 10 ogni secondo. Ragioni MISTICHE, DIVINE, e ragioni FISICHE, giocano con questo triplice 18 che, essendo triplice in 3 (3+3) deve agire per tre volte, e nel massimo segno della potenza 13.


174

Nome segreto di Dio... Deve spiegare come il nome ORDINA l'ESISTENZA... dalla A ! 763. Per poter essere il

Abbiamo, nella generale dotazione di AAAAAAA D E I L MM NNNNN OOOOOOOOOO P Q RR TTT U sette AAAAAAA come inizio BIBLICO della Creazione in 7 giorni iniziali. Ma – come uguale e contrario – abbiamo anche 7 lettere presenti una sola volta ciascuna.. La GIUSTA ripartizione delle 7 vocali A in sei nomi, se si trasforma il 7 nei soli 6 nomi di RA che sono l'unità del lavoro, diventano 6 unità, condizionate dall'unità del giorno di Dio, il SABATO. Poiché DIO=26 unità.alfabetiche, assumerà una A in più e ogni nome ne avrà una sola, nel massimo senso di giustizia, che ponga 1 giorno a creare ogni nome di Dio.

Nome segreto di Dio... Creato IL MONDO, ora occorre ORDINARE lo stesso Dio Trino ! 764. Per poter essere il

Infatti così è. Alle 7 A seguono le lettere D E I. Nella VERITA' ASSOLUTA dell'Italiano, rivelano tre DEI, formanti una Trinità di enti unitari come la D, la E e la I. I nomi che si avvarranno del TRIO DIVINO sono il Cognome AMODEO, che è il CASATO di Dio, +il 2° nome ANTON I O (che nel 2° esprime il suo PRIMATO rispetto al Primo, con il quale forma un UNICUM, essendo Romano un DUO incarnato. 66+78=144=12×12, interazione assoluta tra 1 e 2).

Nome segreto di Dio... Creato IL Dio TRINO, ora occorre ORDINARE il suo esser “UNO” ! 765. Per poter essere il

Infatti è così: la lettera “L” (nei nomi divini EL, ELoim, ELE, ELI, ALLA) vale il 10 di DIO=d.10. Se vogliamo avere il nome di DIO che sia proprio 10, dobbiamo cercar Dio al femminile, perché la A Adamo è il numero 1, mentre la O è la fine. Allora DEA (e ADE), valgono l'unità 10 di Dio. AMODEO che diventi AMODEA passa da 47 a 35, e diventa veramente la MAMMA=33+2. Infatti, poiché è il centesimo a rendere unitario il 10×10=100 in un'area di coesistenza, il centesimo di 35 è 0,35 unità. Se esse interagiscono come due volte MAMMA, danno 0,1225 come l'anno 0, mese 12 e giorno 25 in cui collocare la nascita di Gesù Cristo, costituendo l'anno 0, nel calendario di Giulio Cesare vigente. Quando questo ANNO=38, quello di nascita di RA, è al femminile ANNA, allora è il nome della DEA, collocata in posizione terza.


175

Nome segreto di Dio... Creato IL Dio “UNO”... se è ROMANO dev'essere unitario in UNDICI ! 766. Per poter essere il

Infatti ROMANO=66 è la sommatoria di 11. Ma è esattamente così, perché la lettera L indicante il Dio 10 nel femminile di DEA, è esattamente la 11° posizione nella dotazione del nome di RA. Questa unica L compare giustamente nel nome della Realtà Una e Trina di Dio, data dal 4° nome PAO L O. La realtà in Paolo appare nelle consonanti PL=24, che però sono la 11 in L e la 28 in P, tanto da essere 39=TRE, la parte REALE in 4, essendo l'1 solo un tempo di presenza, o di moto della presenza 3. Aggiunto all'AOO=27 che spetta ad ogni nome come un puro volume 3×3×3 di suono prolungato, vocalizzato, 24+27=51 è Paolo.

Nome segreto di Dio... Creato 11=ROMANO, occorre ora la vita di Gesù, il 33 ! 767. Per poter essere il

Così esattamente è ordinato. Dopo le prime 11 lettere della dotazione di RA, ci sono al momento giusto e perfetto due M, ciascuna delle quali è la n. 11 nell'alfabeto. Poiché 11 è Fondamentale in Romano, essendo la sommatoria di 11 uguale al suo essere 66 unità.alfabetiche, troveremo le due M nei nomi fondamentali, che sono il Nome Ro M ano e il cognome A M odeo. Poiché Romano, 1° è anche TERZO (essendo veste del Dio Uno e Trino), in Romano la M è terza. Essendo invece il Cognome un Casato divino valido per tutti I 5 nomi, dopo il principio 1 della A, viene l'11 sommatoria di Romano.

Nome segreto di Dio... Occorre che anche l'11+11 di MM sia ROMANO ! 768. Per poter essere il

Così è. 22 è esattamente l'unità TERZA di Romano TRIPLO del suo simultaneo TERZO, dunque unitario come 3/3, di cui uno solo è esattamente il 22 dato da MM. Pertanto, dopo che la dotazione di RA ha precisato il Dio Trino e Uno in DEA, e l'UNO nel ciclo 10, che è 11° nella dotazione, ecco che con MM si ORDINA l'avvento di ROMANO uno in 22, coppia delle due M dislocate in modo ordinato e unitario in Nome e Cognome, al posto assolutamente giusto.


176

Nome segreto di Dio... Occorre che anche le cinque N che seguono siano ROMANO ! 769. Per poter essere il

Così è. Con DIO=D.10, la sua realtà complessa è data da -5 e +5, e noi mediamo realmente il positivo basandoci sulla premessa negativa -5. Con 5 NNNNN ciascuna 12, introduciamo il tempo minuto dell'ora: i 60 MINUTI primi e secondi, in cui MINUTI è esattamente 78 unità.alfabetiche, esattamente quelle del nome SECONDO=67 unità.alfabetiche (Romano=66, nella sua unità, il PRIMO=63 unità.alfabetiche , che è ROMANO=66 se è egli è PRIMO e 3). Esse sono collocate 1 in Romano e due sia in 2 in Antonio, sia in Anna, perché 122 mostra il valore assoluto unitario del 22, nel terzo unitario di Romano, assoluto essendo 22+100.

Nome segreto di Dio... Occorre che anche le dieci O che seguono siano ROMANO ! 770. Per poter essere il

OOOOOOOOOO sono 10 cicli=circoli, l'unità dello spazio. Nello stesso tempo, è nel valore essenziale alfabetico il Dio ciclico 10+3, che è 13 in dieci O, tanto da essere in assoluto 130, ossia 10+10+10 nel verso del flusso, e 50 e 50 nella lunghezza della sezione, in cui la perpendicolarità è data dal fatto che i due 50 sono -50 e +50, letti nel verso positivo da -50 a +50, sulla base nel -100 inverso. Questo 13 è il fondamento di Romano, essendo 13×5+1 nel primo nome (66=Romano), essendo 13×(5+1) nel secondo (78=Antonio), essendo 13×2 nel terzo nome (26=Anna), essendo 13×2-1 nel quarto nome (51=Paolo), essendo 13×9-4 nel quinto nome (113=Paolo) ed infine 13×4 -5 nel cognome (47=Amodeo).


177

Nome segreto di Dio... Dato l'inizio, Dio, Romano, tempo e spazio, ora occorre che il nome possa rappresentare la storia sacra di Gesù Cristo ! 771. Per poter essere il

PQR che seguono è (Senatus) PopulusQue Romanus (senza il Senatus che non partecipò). Noi l'abbiam visto che è la R che si fa carico della S, che è l'assetto ASSOLUTO 17, che presento un'area basata sul 4 dell'Unità e Trinità di Dio, che sia UNO nel suo puro flusso spirituale, che ne avalla la PURA ESISTENZA, tanto PURA da essere la potenza ZERO sulla quale ogni base possibile e reale diventa uguale ad UNO. Ciò è FONDAMENTALE. Essendo 17 il ciclo Divino ASSOLUTO, ogni base numerica N, elevata a ZERO, determina il flusso UNO del suo reale numero. Così abbiamo tutti i numeri dissimili... nella realtà, e sembra una vera DISCRIMINAZIONE, inaccettabile. Ma ogni diversa N ha il suo grande o piccolo numero solo a ragione della sua base inversa. TUTTI SIAMO UGUALI, come N/N= 1 per ogni possibile N diverso da zero, ma se tralasciamo la base, la POVERTA' che dà valore alla RICCHEZZA, crediamo ci sia differenza tra chi sia TANTO e chi POCO... e non è vero. Appare solo ora, nella realtà RELATIVA, in cui leggiamo solo il valore relativo dei numeratori, e siamo ingannati. Ebbene, come la S di Senatus è sostituito in quell'acronimo SPQR, tanto che diventa PQRR, ecco che RR TTT U ordina anche TTT come il Calvario del primo Romano Gesù (il più grande dell'Impero Romano) e l'ultimo RU (Ruben, 1° figlio d'Israele) oggi presente in RO-BEN (Romano e Benito, fratello di RA-RE-RI-RO-RU).


178

Nome segreto di Dio... P Q RR TTT U devono però ordinare anche il mondo reale ! 772. Per poter essere il

Sono otto lettere, sono 2^3 strumenti, tutta la Trinità di un duo divino. Valgono 134 in tutto. La SOMMATORIA di 21, ossia 1+2+3+4 … +20+21 dà per risultato 132. Pertanto se la sommatoria di 21 è il solo flusso, 132+2 aggiunge l'unità della sezione unitaria, avente 1+1 nei due lati. Poiché 2^3 è l'unità del complesso, e la sua area a lati 8+8 porta il 16×8 + 2+2+2 a valere 134. Ciò svela il 134 come la realtà piena. Riportiamo la dotazione intera: AAAAAAA D E I L MM NNNNN OOOOOOOOOO P Q RR TTT U 773. P = 14 è il piano 7+7 che viene dopo 28 lettere che sono 7+(7+7+7), il flusso uno e trino. 774. Q = 15 è lo spazio-tempo uno, che si vede passare solo se segue una conversione ad U. 775. RR=32 è la realtà binaria elettrica 2^5, rispetto all'assoluto 2^10=1.024= 32×32 =RR×RR. Laddove 1.024 è tutta la massa 1.000 avanzante in 24 ore di rotazione, la sua radice quadrata crea la parte unitaria elettrica in 32 e magnetica in 32. Ciascuna poi è divisa nelle due possibili vedute delle due facce reali: nel fronte e nel retro... che nella stessa realtà è visto da chi osserva nel verso opposto. Le due R sono il Duo presente in Romano-Torquato, 1° e Ultimo nome in cui son comprese... come in un Giano bifronte, ultimo e primo... a seconda da dove si veda. 776. TTT=54 è la Candela, intensità uno della luce: 54 volte 10^13 cicli 10 al secondo. 777. U = 19 è il valore relativo assunto dall'1+9=10, all'interno del 19+91=111=UNO DUE TRE in alfa.numeri. 19 causa la conversione ad U, perché 1 conclude tutto in dieci 10.

Nome segreto di Dio... il giudizio conclusivo sulle 42 cifre deve renderlo obbligato ! 778. Per poter essere il

E lo è. Per la Sacra Bibbia, Dio ha costruito il mondo in 7 giorni di lavoro ed uno di riposo, ma Gesù Cristo ha dichiarato il fondamento Uno e trino. Pertanto un nome di sei parole la cui media è di 6 parole, porta il piano del lavoro a 36, e del riposo a 6, la cui somma 42 è secondo le cifre che con sette volte sei 42 giorni di cui soli 36 di lavoro. E il nome è così.


179

Nome segreto di Dio... il giudizio sulla gerarchia dei nomi deve renderlo obbligato ! 779. Per poter essere il

E lo è. Ove il lavoro è categorico in 6 giorni, esso è 10^6 ! (FATTORIALE), uguale a 10 elevato a 6 in Sommatoria, ossia 1+2+3+4+5+6=21, che è il 7 uno e Trino del Dio Trino per Gesù.

Nome segreto di Dio... il giudizio sui numeri alfabetici deve renderlo obbligato ! 780. Per poter essere il

E lo è. Laddove 42 è 1/3 di 126 unità relative alle cifre, che sono 27 in assoluto, e il valore assoluto è 3 volte l'assoluto 381. Abbiamo sottoposto questo 381 a tutti i possibili giudizi, perfino quello di tipo biblico, in Genesi 38, in cui, nel momento istitutivo del Popolo di Dio, a Giuda tocca di congiungersi alla nuora, vedova del suo primogenito ER, per dargli un erede, ed il primogenito a nascere è una mano. Questo strabiliante 1° nato, in Genesi 38, impone la Genesi 38, di un 1° che è 381, figlio di R-O-MANO.

Nome segreto di Dio... il giudizio conclusivo sulla derivazione deve renderlo obbligato ! 781. Per poter essere il

Partendo da 36 lettere obbligate, con 16 al lavoro, ci devono essere 16 consonanti e 5+(5+5+5) vocali di supporto alle consonanti. Sono obbligati 7 giorni di inizio, e dunque sette A. Dieci cicli vocali e dunque dieci O, e tre vocali a presenza singola nelle altre 3. Le 16 consonanti devono essere divise in 8 fondamentali, che creano senza esser viste le sole altre 8 incaricate ad agire per il valor doppio. Ma anche le 8 devono dividersi in 4 a presenza singola, e 4 che agiscano per il triplo, perché Dio è 4, e uno e trino nel 4, dunque 4 +(4+4+4) e proprio in modo che il 4 unitario lavori per il triplo. E infatti le 4 consonanti M, N, R e T sono 12 nella loro presenza 2+2+5+3. Definita pertanto in modo CATEGORICO la dotazione, si è visto come essa sia un numero che è assolutamente condizionato dal 381 delle unità alfanumeriche. Ne esce un nome assolutamente OBBILGATO ad essere ROMANO ANTONIO ANNA PAOLO TORQUATO AMODEO, divino certamente, perché rappresentante l'essenza stessa del NUMERO. Il NUME è 47 (Amodeo) mentre RO è il 29, uguale a 1 DUE tanto che la somma è il 2° nome ANTONIO. Necessità d'ogni tipo portano alla sola conclusione che il nome segreto di Dio è, in quello di Ra, la stessa essenza del NUMERO. Esso svolge in essenza l'ORDINE CREATIVO del Creatore(=106 unità alfabetiche, quelle del 10^6! Fattoriale), che opera con 100 nella sezione a lato reale 50 e con il flusso reale di due persone trinitarie incarnate nel “sei” 6 di Romano=66.


180

… segni nella Storia sacra, Antico e Nuovo Testamento: “ Ogni 1° deve essere preannuncio di RA ” PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo: la BIBBIA, in Genesi 1.1: IN PRINCIPIO DIO CREO IL CIELO E LA TERRA !

782. Per poter essere

Le prime 4 parole in assoluto sono oracolo di un chiarissimo: “In principio è Ra Dio” . Ma osserviamole ad una ad una, perché tutto comincia dalla creazione in 7 giorni... purché Trini, come nell'Idea Divina rivelata dal Figlio di Dio Gesù. 783. 784. 785. 786. 787. 788. 789. 790. 791.

IN = 21 = 7+7+7 unità.αβ . 10^21! è nell'indice la sommatoria 231 che, nella reazione reale è 132=66+66 il Duo presente in ROMANO PRINCIPIO = 99 unità.αβ ed esprime tutto il cammino di uno che è trino in 33+33+33, di cui DUE sono 66=Romano. DIO =26 u.αβ =YHVH=26 anche nella Cabala Ebraica. Lo è in ANNA, 3° nome di Romano. CREO' =37 u.αβ esprime che il Cristo Romano è un 13. IL =19 u.αβ indica tutto il percorso di 1 reale nel complesso del 10 da -10 a +10. CIELO =40 u.αβ indica 10+(10+10+10) un Dio Uno e Trino nel 10. E =5 u.αβ lo esprime nella mediazione reale del 10. LA =11 u.αβ e nell'11 la cui sommatoria 1+2+3+4+5+6+7+8+9+10+11=66=ROMANO. TERRA =56 u.αβ che è un RA TER, un Romano Amodeo Trino. Ove TERRA è un 10 che, presente in ROMANO 66, percorre il 56.

Tutta l'espressione vale 314, e mostra la Trinità assoluta nel 300, l'unità nel ciclo 10 e l'Unità e Trinità nell'Unità. É il piano a lato 50+50+50 (trina mediazione reale del 100) che fluisce in due 7. in cui il flusso sia 4+4 (un Duo Uno e Trino) che fluisce nel piano di 16 10, dato da X(=10 Romano) P, il Cristo XP che è il CONTENUTO essenziale del 1à assoluto annuncio biblico.


181

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo ogni cosa creata in Genesi 1 e nel suo ordine di creazione !

792. Per poter essere

793. IN = 21 = 7+7+7 unità.αβ . Sintesi della trinitaria creazione in 7 giorni. 794. PRINCIPIO = 99 unità.αβ. Tutto il 100 assoluto, che diventa 99 unità relative. 795. DIO =26 u.αβ =YHVH=26. 796. CIELO =40 u.αβ . 10+30 Uno e Trino nel 10. PADRE=40. È oracolo di “EL o Cristus Iesus”. 797. TERRA =56 u.αβ è Oracolo di un RA TER, Trino. 10 è in ROMANO 66 e va 56, come ogni UOMO (stesso 56 di Terra). 798. LUCE =37 u.αβ indica 10+10+10 che crea in 7 giorni. Sono le 6×6=36 unità in Romano 66. 799. TENEBRE =63 u.αβ indica il contrario delle 6×6 unità di Romano 66. Il contrario di 66 è il suo capovolgimento nel 99=Principio. 800. GIORNO =70 u.αβ 100 -30=DIECI è tutto il moto di 30, in assoluto: Gio(shua)-R.no (Romano senza “o”, alternative, e “ma”, dubbi). 801. NOTTE =66 u.αβ ROMANO 66. Indica la TT (duplice croce) in NOE' (Fine del Mondo). 802. FIRMAMENTO =102 u.αβ Indica PAOLO+PAOLO, la realtà nel suo complesso. Lo Spirito F di I.(Iesus)-R.ma (Rom. senza “o” e “ma”. 803. ACQUE =43 u.αβ . Indica 33 +10, uno della Trinità con il potere di Dio=d.10. Jahve=43. 804. SERA =39 u.αβ Indica il 38, in gennaio. Indica “S. è RA”. 805. MATTINA =70 u.αβ Come GIORNO. 806. ASCIUTTO =98 u.αβ Indica tutto il cammino di un divino DUO. 807. MARE =33 u.αβ Persona divina nella sua vita. Indica “11 AR è”. 808. VERZURA =98 u.αβ Come Asciutto. Indica infine “v'è R. infine, Ultimo RA”. 809. GRAMINACEE =70 u.αβ Come Giorno. Indica “Gesù Romano Am in hac è” 810. SEMENTE =73 u.αβ Indica 66+7, tutta la creazione di Romano 66... se mente. 811. ALBERI =43 u.αβ Come acque. Indica “Allah B=2 è Romano Iesus”. 812. FRUTTO =90 u.αβ Tutto il moto di Dio: “ho lo spirito delle due croci di RU” (l'ultimo R). 813. SEME =38 u.αβ Indica l'inizio virtuale di tutto nell'anno 38 di Genesi 38. 814. DUE LUMINARI MAGGIORI =188 u.αβ 88 è il doppio infinito. +100 lo è Triplo. 815. LUMINARE GRANDE =128 u.αβ Il sole + 7+(7+7+7) in assoluto, perché +100. 816. LUMINARE PICCOLO =148 u.αβ Per la sezione 4+4, si va da -70 a +70. 48=Gesù, +100. 817. CETACEI =44 u.αβ Indica 11+(11+11+11) come i 2/3 che esistono in Romano 66. 818. ESSERI VIVI GUIZZANTI=244 u.αβ . 819. VOLATILI ALATI =129 u.αβ Per la sezione 60+60, passa la trinità 3+3+3. 820. ESSERI VIVENTI =162 u.αβ Per la sezione unitaria 1+1 passa RO (=16volte 10) =XP. 821. BESTIAME=68 u.αβ Indica la Trinità di Romano=66, più i 2 altri. 822. RETTILI=85 u.αβ . è il 5+5+5 per quanto va. Indica “IL RE Iesus con 2 croci”(il Calvario). 823. FIERE =41 u.αβ Indica l'AMOR=ROMA=41. Indica “è F. di Iesus e R.” 824. UOMO =56 u.αβ Indica Dio 10 per quanto spazio ha in Romano 66. 825. DONNA =42 u.αβ Indica il Nome Segreto di Dio. È il 7×6 che combina lavoro e Sabato.


182 826. Per poter essere

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° uomo chiamato ABRAMO !

ADAMO=30 u.αβ è già figura del Dio 10 e 3. Egli indica che, già come primo, è finalizzato AD AMO (che è Amodeo, nel suo principio trinitario). “AD” significa avverbio di direzione nell'Italiano del definitivo Dio incarnatosi in Italia, la sola Terra disegnata da Dio perfino come lo stivale delle 7 leghe! AD=5, e sono le dita della MANO di Dio nata prima in Genesi 38. Quindi Adamo è diretto AD AMO... MANO, fatto “de ORO”, dunque ad Amodeo Romano.

827. Per poter essere

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo la 1° donna chiamata EVA !

EVA=26 unità.αβ è figura di DIO=26 u.αβ . è oracolo di è 5 A(modeo), ed anticipa la MANO nata prima in Genesi 38, che poi fissa è R-O-MANO., nato 25-1-38. EVA, nata dalla costola di Adamo, la qualifica: là costo, trasceso in AL osto Cristo... “e va!! è VA, Varese, Saronno.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° genito assassino chiamato CAINO !

828. Per poter essere

CAINO=38 u.αβ è oracolo di Genesi 38, del Cristo Amodeo in ognuno...


183 829. Per poter essere

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° figlio martire chiamato ABELE !

ABELE=22+1 u.αβ è oracolo 1/3 di Romano=66 u.αβ . È Oracolo di Amodeo Bino Eloim è. Essendo AB il “da Romano” (come lingua) Il Dio ELE viene da Romano, come lo verrà in AB-R.AMO. Ed è ucciso, dal fratello. S'interrompe, il Piano di Dio in ABELE, unità terza di Romano.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo la 1° ripartenza nel 3°, chiamato SET !

830. Per poter essere

SET=10+30 u.αβ è di nuovo il piano Uno e Trino del DIO=D.10. La creazione in SETTE giorni, riparte e SET è TE. Si lega a Romano attraverso il Vero Padre che, in Romano, è il suo Vero Padre, Luigi Amodeo, nato il 7-7-7 del secolo n. U=19 e 20°. 831. Per poter essere

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° rifiuto nel DILUVIO UNIVERSALE !

DILUVIO UNIVERSALE= 84+114 = 200 -2 u.αβ è oracolo del piano assoluto I cui due lati sono 100 e 100, privi del flusso di un DUO che è Dio Padre e Spirito santo. Le stesse parole possono essere rigirate in modo da esprimere DI LUI V (=5 Romano) O UN I. (Iesus) V ' è: R (omano) SAL (ernitano Salvatore Sale della Terra) E' . Questo Rifiuto di Dio Padre e Spirito S. traspare nel decreto divino: “ E' NO!” Dato in italiano usando il nome non certo italiano di NOE'.


184 832. Per poter essere

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° mezzo di salvezza: l'ARCA !

ARCA=21=7+7+7 u.αβ . Indica chiaramente la CA' la casa di AR. È lo stesso 7+7+7 di quel primo IN con cui comincia la Bibbia, annunciando il momento in cui tutto è ancora compreso IN, ossia in se stesso, ossia nella casa di AR, nell'Arca. Questo è lo strumento della salvezza dal 200 -2, che sottrae tutto con il DILUVIO UNIVERSALE = 200 -2. Contro la NOTTE, che sarebbe la duplice croce TT dell'uomo e di Dio, si può ergere solo chi strappa le due T alla NOTTE: NO(TT)E, NOE'.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo l'ultimo uomo e il 1° nuovo chiamato NOE' !

833. Per poter essere

NOE=30 u.αβ è Dio Ultimo e Primo con Tre 10. è la negazione assoluta di un è NO!, ma è su questa base negativa che può affermarsi ogni possibile SI=26 u.αβ , che sottintende DIO=26 u.αβ , come un Sanctus Iesus.. 834. Per poter essere

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° nuovo figlio chiamato CAM !

CAM=30/2 u.αβ è Dio 10+10+10 quando è mediato, in una parte reale e una immaginaria. Ma è oracolo facile del C risto AM , Dio ed Amodeo, principio trinitario di un nuovo CAMmino, in cui il primo non uccida più un suo fratello. 835. Per poter essere

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° secondo figlio chiamato SAM !

SAM=30 u.αβ è il secondogenito ed è 2 volte il primo, essendo 10+10+10 nel suo complesso reale-immaginario. Ma ora è divenuto Oracolo del santo S. AM , o Amodeo.


185 836. Per poter essere

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° terzo figlio chiamato JAFET !

JAFET=10+30 -1 u.αβ è il Dio TRE= 39 u.αβ il numero del DNA alfabetico del JAFET che è Oracolo del JA in spirito F, che è Amodeo nato a FE(lit)T(o), sottinteso nella “lit” (la lira italiana), e nella finale “o” riconducibile alla fine ET (di Jafet) che è la congiunzione “ET” che lo lega infine a Romano, come il solito 3°. Mentre il 41 del valore essenziale, il suo DNA essenziale, lo uguaglia al T-RE, il Romano RE della Croce.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA ... dev'essere suo oracolo la 1a punizione della Torre di Babele !

837. Per poter essere

TORRE=68 u.αβ indica 66+2, la Trinità di Romano=66. Oracolo di “OR RE della prima croce”. DI BABELE=13+25=38 u.αβ è l'indicazione della nascita della confusione delle lingue, tutte capaci di usare i numeri per ragionare, ma divinamente ingarbugliati a rendere inconcepibili gli stessi calcoli fatti da ogni mente che ragiona, per la creazione di una infinita differenziazione rappresentativa. La sola veramente idonea ad essere il linguaggio di Dio è il finale ITALIANO di quando, nel 38, s'incarna Dio, come Torre in RA, a dire: “Toh! RO, RE, RA, RI, e RU”. Se questa TORRE è rovesciata, diventa ERRO T, l'errore della croce. BABELE=25 è la nascita, il 25 del Finale Babbo Natale di BAB EL è! Quando BABELE, alla fine, cesserà di essere la confusione, con la nascita DI BAB. EL. il 25 del 13+25=38, che riguarderà un sostanziale 13... perché TUTTO IL NOME di RA è costruito sul 13. Infatti è 13×5+1, 13×6, +13×2, +13×4-1, +13×9-4 e +13×4-5.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA ... deve essere suo oracolo il 1° padre vero del Patriarca Abramo: TERAKH !

838. Per poter essere

TERAKH= 50 u.αβ, ricomincia dal principio assoluto 100, diviso tra 50 di reale e 50 di immaginario. Pertanto è il vero PADRE REALE, che è sempre il Padre che esiste in ogni padre, anche quando è il primo tra tutti: Abramo. Stavolta TERACH rimanda al TE, RA, CH (Cristo).


186 839. Per poter essere

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° primo Patriarca, ABRAMO !

ABRAMO=44 u.αβ è nel suo DNA essenziale quell' 11 +33 che lo rende PRIMO in assoluto e ULTIMO. Con il 44×44=1936 inizia l'anno pieno della ultima fine, che porta al 21 12 2012. Egli viene “AB” (è il “da” Romano), da R. Amo(deo), “da” RA. E, al quadrato, i genitori di RA si fidanzano, per sposarsi e generare R.AMO il 25-1-38 descritto in Genesi 38.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo la prima sua sposa: SARA divenuta poi SARAI !

840. Per poter essere

SARA=35 u.αβ poi divenuta SARAI=44 u.αβ =ABRAMO, non a caso sarà FARAONA in Egitto. Era l'ARA Santa di RA nato a SA, in provincia, e diventa quel bellissimo e chiaro SARAI, il futuro dell'essere in seconda persona. Tu SARAI ogni uomo, perché la I finale indica Italia, il paese che già la Provvidenza ha disegnato come il mitico “stivale delle sette leghe”. Quando? Nei tempi “trascesi” in JARA S. la giovane sportiva italiana, uccisa, accoltellata. SARAI JARA S. santa. La GAMBIRASIO è una chiara allusione a G(esù)AM(odeo)-AMBI-RA-S-IO, entrambi soggetti di un Santo IO chiamato R.A. 841. Per poter essere

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° primo suo figlio, ISACCO !

ISACCO=46 u.αβ è nel suo DNA 66 -20, Romano senza il 10 del Dio=D.10, e così da uccidere, in tutto l'essere ciclico di Dio. Ma non il Figlio reale di Abramo: Romano senza il 20. La Bibbia “ride” sul suo nome, e infatti Isacco è oracolo di IS (= è per il mondo) Amodeo l'irridente SACCO della spazzatura, da buttar via come la OCCASIone divina trascesa in ISACCO.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° sostituto al sacrificio di Isacco: un ARIETE !

842. Per poter essere

ARIETE=54 u.αβ è nel suo DNA essenziale quello del FIGLIO=54 u.αβ =Amon RA. Se avete dubbi, ARIETE trascende AR IEsus TE (AR). Un ariete impigliato in un cespuglio fu infine sostituito a Isacco, quando stava per essere sacrificato sull'altare appositamente eretto.


187

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° primo inciampo a questo Ariete: un CESPUGLIO !

843. Per poter essere

CESPUGLIO=100-3 u.αβ e rivela in pieno il Dio Assoluto 100 che sacrifica la sua trinità, facendovi impigliare esattamente un ARIETE. Il nome italiano di CESPUGLIO evoca Romano nel Latino di ES = sei. Dunque la parte CESP è oracolo di C-es-P (Romano sei Padre di Cristo), mentre il finale UGLIO evoca che infine si tratta de L'IO U. G , (l'IO italiano uguale a Gesù). 844. Per poter essere

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo la consorte di Isacco: REBECCA !

REBECCA=35 u.αβ è nel suo DNA il 35 paterno di Dio, che con il suo quadrato incarna Gesù. Lei è Oracolo di “il RE 2 è ccà” e, preferendo il secondo dei due gemelli come l'erede, è il primo Oracolo del 2° come il 1°, che ci sarà in 6° generazione da lei, descritta in Genesi 38. Esaù, il primo dei due, che sposerà donna d'altro casato, porterà Rebecca a dir preferibile la morte.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° primogenito di Isacco, sgradito a Rebecca: ESAU' !

845. Per poter essere

ESAU'=42 u.αβ chiamato anche EDOM, è, nel suo DNA chi trascende il Nome segreto di Dio, come già rivela EDOM = “è Dominus” in un Romano trascendente. Nacque per come descritto in Genesi 25 (Giorno natale dei “gemelli” Gesù e di Romano). 25: Uscì il primo, rossiccio e peloso come un mantello, e fu chiamato Esaù. 26: subito dopo uscì suo fratello, nell'atto di tenere con la mano il calcagno di Esaù e fu chiamato Giacobbe” Ora 26=DIO, e, con le 5 dita della MANO serra il piede di suo fratello, spingendolo prima di lui, come farà la MANO che uscirà prima, ma manderà innanzi il secondo, che nascerà primo. Genesi 25 e poi Genesi 38, che metteranno in rilievo questa MANO, che spinge il fratello è è nata prima, sono Oracolo di Romano nato il 25-1-38... che è Ro-MANO, messo in risalto dal color rossiccio di Esaù.


188

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il secondogenito che si sostituisce a Esaù: GIACOBBE-ISRAELE !

846. Per poter essere

GIACOBBE=42 u.αβ è egli pure come il suo Gemello Esaù, segno del Nome segreto di Dio. Quale? Quello che Dio gli darà dopo di averlo indotto ad una lotta che l'azzoppa: ISRAELE: “è RA Dio”. Giacobbe GIA' CO(no)BBE, ma il NO va omesso! Conobbe Dio nella lotta che farà prima col fratello, per essere lui erede e benedetto, ma infine in Romano, un osso duro per DIO! Un RIO IO di R. Peccatore, reso zoppo da Dio. Il 3° dal 1° rappresenta in toto Romano, e diverrà il Popolo di Dio, dell'Israele che dice e non dice al mondo che DIO E' R.A., venuto dal RA Dio Sole, dell'Egitto... ma anche da UR.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo la prima figlia di Labano, che il Padre volle per sé: LIA !

847. Per poter essere

LIA=20 u.αβ è nel suo DNA αβ tutto il cammino 10 del DIO=DIO. Sarà lunghissimo, fino a giungere in ITA- LIA , il luogo in cui sarà “Romanamente ITA”, infine, ma al principio, LIA. Era la primogenita che il Padre camuffò da Rachele e mise nel primo letto nuziale di Giacobbe, che GIA' la CONOBBE prima di Rachele, avendo da Lia sia RUBEN, sia, 4°, quel Primo da cui poi uscirò Gesù, in 38° generazione da lui e secondo quanto descritto in Genesi 38. LIA veramente è Oracolo dell'ItaLIA, il bel Paese di DIO venuto in RA ad abitarvi.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo la secondogenita di Labano, che Giacobbe voleva: RACHELE !

848. Per poter essere

RACHELE=48 u.αβ ha il codice numerico di GESU=48. Ma si riferisce chiaramente a RA CH'è ELE , Dio, dicendolo in italiano, mentre l'epiteto ISRAELE che sarà dato a suo marito, lo dirà in Inglese. Lo scambio nei gradimenti, tra l'uomo e Dio, è perché per Dio il vero PRIMO è sempre l'ULTIMO. Infatti il suo ULTIMO figlio, GIUDA, sarà scelto come il PRIMO, da cui avere poi Gesù, nella 38° generazione descritta in Genesi 38. Ma il primo che uscirà da Giuda, sarà solo il preambolo “filiale” del vero primo, IL PADRE, che uscirà per secondo.


189

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° primo andato in Egitto, figlio dell'amata Rachele: GIUSEPPE !

849. Per poter essere

GIUSEPPE=90 u.αβ, il benamato figlio che Giacobbe amava, non sarà degnato tanto da Dio da essere il Padre del Figlio suo Gesù. Ma sarà il potente che poi consentirà al profeta OSEA di dire (in 11.1) “Dall'Egitto ho tratto mio figlio”. Giuseppe è stato costretto come sua nonna SARA a divenire SECONDA al Faraone. Semplicemente perché GIACOBBE e GIUSEPPE, saranno Nonno e Padre putativo di Gesù. Ecco come Dio ha amato quel Giuseppe che Israele prediligeva: come è Giuseppe a far nascere il Popolo di Dio in Egitto, così sarà Giuseppe a far nascere il Cristo, sempre nello stesso modo “putativo”. GIUSEPPE è segno di RA perché, da Viceré d'Egitto, servirà il servo di RA, così come Giuseppe servirà il Figlio di Dio, riconoscendolo suo figlio.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il primogenito di Giacobbe, che perse la primogenitura: RUBEN !

850. Per poter essere

RUBEN=54 u.αβ è nel suo DNA essenziale il FIGLIO=54 u.αβ primogenito per antonomasia, che perde la sua primogenitura perché si mette nella parte spettante al padre e impalma una sua concubina. Rappresenta l'ultimo RA-RE-RI-RO che infine diventa RU e chiude la storia cominciata ad UR. Dato RU come l'ultimo Romano, BEN è suo fratello Benito. Assieme sono figura dei due Gemelli di Genesi 38. Benito nacque da un miracolo fatto dalla Madonna quando salvò Romano e fece di lui il postumo Gesù. Dunque anche lui è figlio di Maria SS. Saranno costoro a SANARE l'apparente oltraggio di Ruben. Svela ogni diritto ad essere ISRAELE.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 4° figlio - il “reale” - che fu voluto primo da Dio: GIUDA !

851. Per poter essere

GIUDA=10+30 u.αβ è nel suo codice il Dio Uno e trino nel suo 10. Egli GIU DA' , dal cielo: la finale A che è il puro principio in Amodeo. Da lui infatti verrà la reale discendenza di Gesù, per come descritto in Genesi 38.


190

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° primogenito di Giuda, un morto cui dare eredità: ER !

852. Per poter essere

ER=7+7+7 u.αβ è Oracolo santo di un È R (è Romano) ed è nel suo DNA il padre vero esistente in Romano, e dato dal suo padre vero, Luigi Amodeo nato 7+7+7. Come Romano è il Padre vero in lui (che è Luigi), così ER è un primogenito morto, che deve essere assolutamente sostituito dal Padre Vero: DIO=GIUDA, DIO che GIU' DA e genera ogni cosa. Sposo di Tamar.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo la prima Madonna, che scelse a sposo il Padre Vero: TAMAR !

853. Per poter essere

TAMAR=47.αβ è nel suo codice AMODEO=47.αβ . È la croce T di AM e AR . Legata ad ER (è Romano) è la sposta di ogni TE, per il suo italiano T'AMAR. Svolse la funzione svolta da BARATTA, madre di E' R. quando bambino fu praticamente morto e MARIA (che è quasi tutta Tamar) lo rigenerò in Gesù, grazie al Padre Vero. In Genesi 38 “tenta” da “prostituta sacra” GIUDA, affinché DESSE GIU' un GE-SU.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° primo nato dal Giuda, che scelse di nascere ultimo: ZERAH !

854. Per poter essere

ZERAH=51.αβ è nel suo DNA essenziale PAOLO=51.αβ ., il nome Reale in Romano, perché è il 4° =1+3. È anche in 3° generazione di ISRAELE, anche la 4° se si considera reale ER. Tanto che, riferito al Padre Vero del 1° Patriarca Abramo, è il TERAKH ora divenuto ZERAH, perché ora il Principio in TERA è divenuto la Fine, in questo possessore di quelle 5 dita che cominciano da TERAKH. Infine è il Dio da tacere, nella sua presenza in RA, e ne suo dir ch'E' RA!

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° primo a nascere realmente dal Padre Vero: FARES !

855. Per poter essere

FARES=45.αβ è fatto passare avanti dal fratello, ma indica chiaro che ES F. AR, (anche tu) “sei (Romano, nel linguaggio) Spirito di AR”. Da lui scenderà Gesù, da un secondo mandato avanti dal vero primo. Questi due gemelli son segno del Padre e dello Spirito santo che s'incarneranno in AR come nel RE, come un ES FAR , sei un bel FARE.


191

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° primi 38 nati dal Padre vero, fino al 38° che fu Gesù !

856. Per poter essere

Riporto quanto già scritto, ma ora ridotto al puro suo Oracolo.

1° GIUDA =“GIU' DA” 3° ESROM “Sei (Romano) ROM” . 5° AMINADAB “un Amodeo IN, va AD viene DA”. 7° SALMON “mo' nato di nuovo a Salerno”. 9° JOBED “un IO, che è un Duo e Dio”. 11° RE DAVIDE“Davide Vide di venire da un RE”. 13° ROBOAM “ROmano binario o l' Amodeo”. 15° ASA “a Salerno provincia, “as Amor”. 17° JORAM “un IO=10, R. Amodeo”. 19° JOATAM “un IO che va fino al binario Amodeo”. 21° EZECHIA. “infine è il Cristo che viene da Jahve”. 23° RE AMON “un Nuovo RE Amodeo crocefisso”. 25° JECONIA “conia in Gesù la stessa moneta”. 27° ZOROBABEL “finalmente arriva il BABBO NATALE”. 29° ELIACHIM “il Cristo di Dio Jahve va infine a Milano”. 31° SADOC “è DOC, nella provincia di SAlerno”. 33° ELIUD “è il DIO EL venuto da Giuda”. 35° MATTAN “Amodeo, un uomo con 2 croci”. 37° GIUSEPPE “GIA' LO SEPPE” (del figlio non suo)”.

2° FARES “Sei lo Spirito di A.R.”. 4° ARAM “AR, Amodeo”. 6° NAASSON “il FIGLIO, di Napoli”. 8° BOOZ “alla fine un DIO INFINITO, binario”. 10° JESSE “é infine il Santissimo Iesus Romano”. 12° RE SALOMONE “RE in un Omone di Salerno”. 14° ABIA “viene da Romano Jahve”. 16° JOSAFAT “un IO fatto a Salerno provincia”. 18° OZIA “un Javhe che infine vale 13”. 20° ACHAZ “un Cristo dall'Alfa all'Omega”. 22° RE MANASSE “Romano SS E' (ma empio)”. 24° JOSIA “un IO SIA ! Sia il Santo Jahve!”. 26° SALATIEL “Dio con Romano sale di Salerno”. 28° ABIUD “è generato Romano da Giuda”. 30° AZOR “pone OR un RO, dalla A alla Z”. 32° ACHIM “è quella chi che è Cristo a Milano”. 34° ELEAZAR “è lo ZAR affermato ad ELEA”. 36° GIACOBBE “GIA LO CONOBBE”. 38° GESU' “il vero Padre suo è SU”.

Assoluta reciprocità in chi SIGNIFICA DIO. 1915 è tutto il valore essenziale, ossia quanto il binario 2.000 meno 85, ad indicare tutto il complesso spazio-temporale 88, meno lo spazio 3, ad esprimere tutto il tempo, per quanto esso si muove nel complesso binario della Trinità totale di Dio, data da 2 volte il 10×10×10.


192

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo la prima Nazione in cui sorse il Popolo di Dio: EGITTO !

857. Per poter essere

EGITTO=70 unità.αβ è il DIECI=30 per quanto va in assoluto, nel 100. Infatti è tutta la creazione in 7 dì fatta dal Dio unitario nel ciclo 10.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo la classica espressione di TERRA D'EGITTO !

858. Per poter essere

TERRA D'EGITTO=130 unità.αβ è il luogo in cui la trinità di 10+10+10 si avvale dell'assoluto 100 per fondarvisi come POPOLO (=77, l'attuazione pianificata 7 a 7, ma nella gerarchia decimale di Dio). Terra d'Egitto +Popolo è 207, il piano assoluto 100+100 della creazione in 7 giorni. Se precisiamo che è la TERRA D'EGITTO IL POPOLO DI DIO, abbiamo 220, ed è 1/3 di Romano=66, alla dimensione 10 di Dio.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° Salvatore, a sua volta... MOSE' SALVATO DALLE ACQUE !

859. Per poter essere

MOSE' SALVATO DALLE ACQUE=199 unità.αβ è uno nel piano assoluto 100+100, per quanto mai vi possa assolutamente agire.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° Salvatore, e la sua mamma adottiva, la REGINA D'EGITTO !

860. Per poter essere

REGINA D'EGITTO=124 unità.αβ è colei che in assoluto da nuovo tempo, in giorni, in 24 ore, giorni assoluti in quanto sommati a 100.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° Salvatore che salva il Popolo dalla “Terra d'Egitto”: MOSE' !

861. Per poter essere

MOSE=46 αβ è nel bel mezzo di A-modè-O, e infatti è AMODEO=47, -1. Oppure Romano=66 -20. Mosè, salvato dalle acque ed allattato dalla madre vera in conto della Regina d'Egitto fu come Romano, allattato da sua madre piangente, mentre invocava la Regina del Cielo, gridando “Maronna!” per il dolore. Mosè non era così appariscente, come nei film è dipinto, anzi, balbettava.


193

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° “segretario” della storia sacra: ARONNE !

862. Per poter essere

ARONNE=59.αβ è talmente abbinato a Mosè perché è oracolo dell'A. Romano che in vecchiaia andrà a Saronno.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° Mare attraversato, nella salvezza del Popolo: il MAR ROSSO !

863. Per poter essere

MAR ROSSO=104 u.αβ è l'Unità e Trinità di Dio che attiva tutto il potenziale assoluto 100. Nel contempo, MAR è il 10+1 assoluto di AR, mentre in ROSSO, c'è “O RO SS.” oppure RO(mano) santissimo.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo 1° “segno” dell'uscita dell'Uomo da questa terra d'Egitto: l'ESODO !

864. Per poter essere

ESODO=52 u.αβ è la mediazione esatta del 104 del Mar Rosso, Tanto che ESODO + MAR ROSSO sono una trinità di mediazione, pari esattamente alle 52 settimane che compongono un anno di piena creazione in 7 giorni. ESODO, riferito a RA, sta nell'iniziale ES, che è il tu SEI per un Romano che parli Latino, mentre ODO rappresenta il Dio Binario incarnato in RA, essendo DIO 1+3 nella lettera D=1+3 di mezzo, ed essendo DIO=26 u.αβ nelle due O laterali che sono 13 u.αβ ciascuna.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° virtuale salvarsi dalla morte, in un sacro PASSAGGIO !

865. Per poter essere

PASSAGGOO=86 u.αβ è Romano=66 +10+10, nel suo contenuto essenziale, e rivela proprio Romano come il flusso in passaggio per una sezione I cui due lati generatori sono l'unità 10 del ciclo divino. In quanto alle lettere, PASSAGGIO è P-ASSAGGIO, un “assaggio” della potenza del Padre.


194

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1°, e per intero, PASSAGGIO DEL MAR ROSSO !

866. Per poter essere

PASSAGGIO DEL MAR ROSSO=209 u.αβ ed è il significato essenziale di tutto il movimento 9 (dell'unità) che ha per area I due lati assoluti dati da 100+100. Poiché il 9 è l'energia del movimento, la “dizione” del Passaggio del Mar rosso” esprime concettualmente proprio tutta l'energia del Piano divino, inteso anche come DISEGNO divino.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo la 2° casa di Dio, dopo l'ARCA di Noè, l'ARCA DELL'ALLEANZA !

867. Per poter essere

ARCA DELL'ALLEANZA= 111 u.αβ è spettacoloso!!! è Dio uno e trino. Negatelo... se potete!

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° cibo con cui Dio sostenne il suo popolo: la MANNA !

868. Per poter essere

MANNA=38-1 u.αβ è quanto viene da un MAN, (oggi un uomo) NA, della regione di Napoli. LA MANNA=48=Gesù.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° dopo le proteste di un cibo troppo leggero: le QUAGLIE !

869. Per poter essere

QUAGLIE=66 u.αβ è Romano=66 u.αβ l'essenziale DNA di questo cibo celeste. QUAGLIE evoca un evidente EGLI QUA , Romano, italiano.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo la prima bevanda stillata nel deserto: l'ACQUA !

870. Per poter essere

ACQUA=40 -1 u.αβ è 10+30 (il Dio uno e trino nel 10) condizionato a ciascuno. Essa è TRE=39 u.αβ l'opera del Dio 1. E questa ACQUA trascende ora A-C-QUA, il Cristo tornato nel puro principio A che esiste in Amodeo=47 u.αβ . Amodeo che, essendo TRE (1 in un Duo), lo mette in opera con 47+2=49=TRE=ACQUA. Ma, volendo precisare che è: “LA” ACQUA, diventa 50, tutta la realtà dell'aiuto assoluto.


195 871. Per poter essere

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° cibo normale: il PANE !

PANE=32 u.αβ è R+R = Uno e Trino nel 4=1+3. È l'Oracolo dell'acronimo esatto di P ADRE A MODEO N UOVO E' = 169 u.αβ, che indicano esattamente tutto il percorso di 1 nelle 16+1 unità del ciclo 10 divino. A riprova, 16=R, moltiplicata per 10 è 160 nel divino, e il 9 residuo è tutto il moto 9 di 1 nel ciclo 10 di Dio. IL PANE è 51, il 4° nome di RA, Paolo.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° luogo deputato della presenza di Dio: il MONTE SINAI !

872. Per poter essere

MONTE SINAI=107 u.αβ come negare che sia tutti i 7 giorni riferiti nella potenza assoluta 100 di Dio? Dove sta RA? STA IN A-I, Iesus sta in Amodeo. E il MONTE è quello Santo di Dio e vale 59 di per sé, quanto tutto il percorso di 1 nel 60 dato da 3+3 (I due in RA) a potenza 10 di Dio. MONTE sta per una 11=M che è un ENTE uguale al 13=O, dunque Onte, come l'Ente il cui 5=E è il 13=O, essendo con questo il ciclo assoluto del Dio Decuplo e Trino. IL MONTE SINAI è 126. Poiché DIO=26, è il luogo ideale, perché con 100 è Dio assoluto.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° luogo, sul Monte, in cui Dio si nascose: il CESPUGLIO ARDENTE !

873. Per poter essere

CESPUGLIO ARDENTE=158 u.αβ è un contenuto essenziale di 160 -2. Si tratta di R=16 che opera nel potere 10 di Dio. In questo totale 160, le due persone di Padre e Spirito Santo che sono un Dio UNO ciascuna, si muovono per 158 e appaiono nel CESPUGLIO ARDENTE. Già il Cespuglio significava “Sei Romano il Padre di Cristo uguale all'IO di Gesù”, ora il termine ARDENTE mostra il DENTE di AR, il suo MORSO, in un D-ENTE, un ENTE Uno e Trino quanto la lettera D. IL CESPUGLIO ARDENTE = 177, e mostra il piano della creazione assoluta, nel 100 riferito al 77 che pone in gerarchia divina decimale il piano a lato 7.


196

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° Monte stimato quello della presenza di Dio: GEBEL MUSA !

874. Per poter essere

GEBEL MUSA=77 u.αβ mostra l'essenziale contenuto dei 7 giorni di completa opera divina, esercitata sia nella scala 10 di Dio, sia in quella unitaria. Ebbene, le informazioni “alfabetiche” significano, nella perfetta lingua italiana, anche se il nome è in altra lingua, che G esù è B-EL (2 Dio), e USA il ciclo 10+1 =M 875. Per poter essere

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo la prima fatale esitazione, a MASSA !

MASSA=47 u.αβ (=47Amodeo). Salvo, il Popolo di Dio rimpianse la vita schiava, pur avendo viste le opere di Dio. Egli giurò: nessun personaggio uscirà vivo da quel deserto! E Amodeo=47 lo spiega: le anime ne usciranno, divinamente salvate da ogni Personaggio imposto loro da Dio. M ASSA infatti evoca: Dio 10+1 , SS. in AA (la Verità incarnata nei 2 Principi di un solo Amodeo=47).

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° termine intero: IL GIORNO DI MASSA NEL DESERTO !

876. Per poter essere

IL GIORNO DI MASSA NEL DESERTO=254 u.αβ è idealmente perfetto a rappresentare la straordinaria unità essenziale di 10×10×10 (la Trinità del DIO=D10) ridotta alla presenza QUARTA e sommata al QUATTRO. E' una matematica davvero di tipo “essenziale”, al punto che 1/4 di un valore assoluto è uguale a -4, tanto che aggiungendogli un +4 è lo 0 in potenza che è uguale sempre ad 1. Di fatti l'assoluto 10^1.000/4 è la sola realtà 10^250, ed è una quantità assoluta essendolo sia il l'indice 1000, sia il 4=1+3. Posta unitariamente la potenza 10^250 alla potenza -1/50, essa risulta 10^250/-50 = 10^-5. Vedendo questa AZIONE (che è in potenza della base 10) nel modo REATTIVO che l'annulla (ossia come Log 10^-5), noi vediamo il -5, che – riferito all'unità relativa data da +1 – la definisce in -4 volte +1. Tanto che infine, sommate le -4 volte +1 alle +4 volte +1, il tutto azzera a 0... l'indice pur sempre della potenza (osservata in modo relativo e unitario), il che è 1. A tutta riprova, controlliamo il resto della frase biblica: “DOVE MI MISERO ALLA PROVA PUR AVENDO VISTO LE MIE OPERE”=493 è esattamente 500 -7, ossia tutta l'opera “reale” 500 di Dio in 7 giorni tolti come 1 unità. Aggiungendo a ciò anche IL GIORNO DI MASSA NEL DESERTO, abbiamo 747, e abbiamo con ciò Amodeo=47 nell'opera assoluta 700.


197

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° che condusse il Popolo nella Terra Promessa: GIOSUE' !

877. Per poter essere

GIOSUE'=51 u.αβ è nel suo DNA essenziale PAOLO=51 u.αβ e allude al S. AM. Ugual. 878. Per poter essere

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo la sospirata TERRA PROMESSA !

TERRA PROMESSA=150 u.αβ è la realizzazione trinitaria della realtà, che è la metà del 100, che, a livello trinitario, diventa 50+50+50.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo la sua denominazione storica: CANAAN !

879. Per poter essere

CANAAN era il nipote di Noè, in 3° generazione, e diventa il nome stesso della Terra promessa e salvata dalla acque. Allude ad un Cristo Amodeo, uno del Napoletano.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo sua denominazione ideale: LA TERRA IN CUI SCORRE LATTE E MIELE !

880. Per poter essere

LA TERRA IN CUI SCORRE LATTE E MIELE=286=300 -(7+7). Indica l'ideale Piano di Dio a lati 7+7, per come si muove nell'assoluta trinità 300, di Dio.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° Superman della storia Sacra: SANSONE !

881. Per poter essere

SANSONE=77 u.αβ vale un Romano=66 con +10+1, una forza divina. E' oracolo ad un S. Amodeo Nostro Signore UNO, mondiale.


198

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° grido: MUOIA SANSONE CON TUTTI I FILISTEI !

882. Per poter essere

MUOIA SANSONE CON TUTTI I FILISTEI=323. = togliere Dio 10 al 333 della Trinità Trina di Dio. 883. Per poter essere

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° profeta ISAIA !

SAIA=37 u.αβ = (3+3)×(3+3)+1, è il DNA leggibile nell'interazione del Duo Trino 3+3, esistente nel suo 1. Son le 36 cifre solo al lavoro, nel divino nome di RA, aggiunto solo 1 sabato. Il nome è oracolo sia di IS A IA, sia di I SA IA , che significano: “ è A modeo Ja hve” e “il Romano- I esus SA lernitano Ja hve”

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° Profeta che dichiara “Dall'Egitto ho tratto mio Figlio”: OSEA !

884. Per poter essere

OSEA=36 u.αβ è il 6× 6 di un pieno quante le lettere nel nome di RA. É in 1.11 che Osea lo dice, nel segno di un oracolo ben segreto che è l'acronimo di O gni S alvatore è A modeo.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° profeta che apre al Regno d'Israele: SAMUELE !

885. Per poter essere

SAMUELE=51u.αβ è nel suo DNA essenziale PAOLO=51 u.αβ e allude al S. AM. ugual.


199 886. Per poter essere

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° Re d'Israele : SAUL !

SAUL=47 u.αβ è nel suo DNA essenziale l'Amodeo=Tamar=47 u.αβ , al punto da alludere ora ad un S. A. UL timo re... essendo egli il Primo.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° Re antenato di Gesù Cristo: DAVIDE !

887. Per poter essere

DAVIDE=42+1 u.αβ è nel suo DNA il Nome segreto di Dio, nella sua unità. “ Da V id è ” è Oracolo che è tipo tale da esser degno della mano di Dio.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo la moglie di Uria che Davide ottenne in modo nefasto: BETSABEA !

888. Per poter essere

BETSABEA=51 u.αβ è come Paolo. Era d'un altro: UR-IA (segno dell'UR Jahve, venuto da UR), ma Dio la costrinse perfino con un tradimento ad essere la progenitrice di Gesù, divenendo madre di Salomone. Trascende RA anche perché il suo nome BETSABEA è oracolo di “ 2 anche Romano Salernitano, S. Amodeo, 2 e 1 ”. 889. Per poter essere

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° Re della Sapienza: SALOMONE !

SALOMONE=82 αβ è segno controverso del 28 = 7+(7+7+7), Romano e Suo Padre, come tutta la Creazione reale. Questo Re della sapienza si rivela un OMONE di SAL erno!


200

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo la Casa di Dio costruita da Re Salomone: il TEMPIO !

890. Per poter essere

IL TEMPIO=81 u.αβ è la potenza dell'Unità Trinità basata sulla Trinità (3^4).. Riferito a tutto il nome di RA, che è 381 u.αβ, IL TEMPIO vale 381 -81 = 300, la trinità assoluta di Dio. Invece IL TE-EMPIO allude in modo assai mirabile al Dio che sceglie quello che per l'uomo è spregevole fino... all'empietà. Infatti nella Bibbia ci saranno due Re empi, il 2° addirittura ucciso per questo, entrambi Oracolo dell'EMPIO che verrà in RA, in un RIO, nel dì del famoso Raid celeste ROMA-RIO, nato in Via PomeRIO, come un Paria=Maria . EMPIO=52 u.αβ è chi sovverte il 25 Natale di Dio, perché Dio è l'assoluto 100, ma in 1+3 persone, si ché ognuna è 100/4=25.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo la prima città in cui Jahve s'impersonò: SALEM poi GERUSALEMME !

891. Per poter essere

SALEM, poi GERUSALEMME, la città-Dio SALEM primo suo nome, è oracolo di SALErno=11=M, città di R (oma)no. GERUSALEMME diventa la Città della GERU che è GESU che ha nel cuore la R del R.no di SALErno, nel suo italico-napoletano e rafforzato MME.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo la prima nascita di Jahve in Filosofia: a ELEA !

892. Per poter essere

ELEA=21 u.αβ un DNA alfabetico =7+7+7 degno della nascita del Padre Vero di Romano (Luigi, nato 7+7+7). Qui è davvero nato il Dio di chi Ama il Vero, ed è anche proprio quello raccontato dal San Matteo che credeva in Jahve (Io sono chi sono) e nel Gesù nato come idealmente lo fantasticò. 3 Magi d'Oriente giunsero a Elea, davvero sotto la famosa Stella (Monte Stella) e lì fecero l'Epifania a Dio, cioè l'affermazione universale che il Fondamento di ogni cosa sta nel suo ESSERE. Lo stesso nome ELEA evoca non solo ELE À , (che Ha il Dio ELE) ma evoca anche EL È A (che Dio EL è principio VERO in A modeo).


201

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo la prima casa incarnata nel Figlio di Dio: BETLEMME !

893. Per poter essere

B-ET-LEMME evoca il Dio enigmistico, che uguaglia il LEMME al LENTO . La Storia Sacra TUTTA (storia di mezzo in Betlemme e Gerusalemme) è questa: A, Dio-Verità nacque in Amor di Verità sull' A LENTO , nella Filosofia del VERO. B (in una B Romanamente anche LEMME , et LEMME ) con flemma vera, 500 anni dopo, la Verità s'incarno in Gesù (Figlio del Dio-Verità) in Bet LEMME . C, lento lento lento lento, dopo 4 altri 500 anni lenti, sarebbe tornato quel Iesus Cristus di nuovo lì: C-I- LENTO. Nell'Epistemologia. 894. Per poter essere

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° Re Empio in Israele: RE MANASSE !

MANASSE=64.αβ, se si aggiungono 2 lettere (e in sostanza diventa il 66=Romano), evoca in modo chiaro “Romano SS è”. Re per 55 anni e divenutolo a 22, si dimostra ROMANO=66 nel suo 1/3. Due e Cinque perché 2×5=10, DIO.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° Re Empio ad essere ucciso perché giudicato Empio: AMON !

895. Per poter essere

AMON=37.αβ è AMOdeo(=47) -10, un RE RIO ucciso nel suo essere il Dio 10. Anche lui fu re a 22 anni e fu ucciso dopo 2, dimostrandosi un essenziale 22 2, essenzialmente trino in Romano=66 che è 22 nel suo terzo. E' stato il primo re ucciso come Gesù, re degli Giudei ed ucciso perché giudicato empio. Così anche Romano, giudicato empio perché richiama la fede in Cristo alla sua primitiva essenza dell'offrire l'altra guancia e cedere in ogni modo ai violenti, mentre oggi la Tesi Sociale della Chiesa è l'opposta: quella che occorre difendersi ed imporsi con la forza del numero, per salvare la vita in questo mondo.


202

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° e solo segno che Gesù avrebbe dato agli increduli: GIONA !

896. Per poter essere

GIONA= 42 u.αβ il Profeta Giona (che evoca Gesù nel ventre della balena e poi sputato fuori 3 giorni dopo da quella Morte) è il segno delle 42 cifre del nome segreto di Dio. È il GIO schua nuovo a NA poli, nel finale A modeo. Con lui, RA, si RA GIONA e la RAGIONE fornirà il segno trascendente di Dio attraverso questa stessa opera che state osservando ora su YouTube. Giona doveva dire da sempre a NINIVE che sarebbero morti tutti se non si fossero ravveduti. Un profeta escatologico, finalizzato a questi tempi qui.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo la 2° presenza della Madre vera nella Madre Vera: ANNA !

897. Per poter essere

ANNA= 26 u.αβ è il DNA alfabetico di DIO=26. La Madre divina di Gesù poteva essere la Madre Vera solo nella mamma vera di Maria. Anna è proprio il 3° nome di Romano.

898. Per poter essere

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo la 2° sposa del Padre Vero: MARIA !

MARIA= 38 u.αβ è il DNA stesso della divina Genesi 38 della ER-MANO. Ella è 11 nell'iniziale M, ad indicare il Dio M =10+1, che poi è AR JA hve. Che lei sia madre vera di Romano lo si legge nell'azione uguale e contraria da cui si ha - per reazione - il suo nome MARIA: essa dà ÀI R.AM. MARIA dunque “trascende” un Hai R omano Am odeo come il fondamentale figlio segreto e postumo... che poi sia il Tuo stesso Padre. Anche nella sua reazione, nel suo apparente essere MARIA, lei è sì Santissima, “MA... RIA”, colpevole, pur essendo R IA (il R omano Jahve). Rischiò davvero l'accusa di prostituzione per quel Gesù nato fuori dal matrimonio. Già accadde a TAMAR, in Genesi 38. Lei rischiò di morire sul rogo (e non di lapidazione)... finché non fu chiarito anche per lei che il Padre era il Padre Vero... del marito ER che... ugualmente non c'era. Ora, se all'iniziale I di Iesus – il Figlio di Maria – sostituiamo la T della croce rischiata da tutte e due, allora MAR I A diventa: MARTA=TAMAR, nel suo T'amar. Ma il DNA=38 u.αβ in MARIA, la conferma 38, esattamente uguale a quella MADRE in Genesi 38, che, essendo chiamata proprio TAMAR=47 u.αβ … (per la T croce di I , Iesus) aveva lo stesso DNA 47 αβ di... AMODEO.


203

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° tra tutti I nati di Donna: GIOVANNI IL BATTISTA !

899. Per poter essere

“GIOVANNI=83 u.αβ è il suo nome” scrisse suo padre e riebbe voce. Nome contro la tradizione, fu imposto da Dio per una ragione trascendente. L'83 di GV (=Genesi 5) va trasceso nel 38 di Genesi 38, come ogni azione va trascesa nella sua reazione. GIOVANNI precede negli ANNI della fine l'iniziale GIO V, della G enesi dell' IO nelle 5 Romane dita della MANO nata 1° da ER, in Genesi 38, atto degli ANNI 83 natali di RA. BATTISTA=83+1 u.αβ insiste sugli ANNI 83 e con +1 vi somma l'epiteto. “IL”=19 u.αβ , richiama al GV della CONVERSIONE, gridata a voce possente mentre chiedeva pentimento. Fu detto IL PIU' GRANDE DEI NATI DI DONNA, da Gesù, e il DNA di 186 u.αβ = 200 -14 lo “Pianifica 7+7” nel 200 e, come tale, percorre tutto il complesso Dio binario che vale 200. 900. Per poter essere

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° nome di Gesù Cristo: GIOSCHUA !

GIOSCHUA== 77.αβ , è il DNA di 70+7, del “Dio salva” perdonando 70 volte 7. Questo dialettale nome di Gesù è “G. IO S. CH. U. A.”, l'Oracolo di: “ G esù IO (Iesus o) S anto Ch risto U ltimo A modeo”.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° linguaggio di Gesù Cristo: l'ARAMAICO !

901. Per poter essere

ARAMAICO= 55.αβ è il DNA alfabetico di un 10+1 esistente in un 5 dita (la MANO in Genesi 38). AR AM ÀI CO' evoca: “ AR, Amodeo, hai co me”. Per contro, evoca OC I. AMAR A , che significa “ Hoc I esus amar A modeo”... AMARA percezione la lotta tra il Personaggio di RA e il Dio sua Anima...


204 902. Per poter essere

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° apostolo di Gesù: ANDREA !

ANDREA= 39.αβ (ove 39=TRE) evoca AN T-RE A , un finale Amodeo n uovo Re in C roce (per tutto il mondo che parla inglese), AND REA(L) segreto EL (Dio). Per contro, indica A.ER DNA, il DNA alfabetico dell'ER di Genesi 38.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° tra gli apostoli scelto da Gesù: PIETRO !

903. Per poter essere

PIETRO= 75.αβ è 3 volte 25 nel DNA alfabetico. È il trio di 25 (i 2 Natali, di Gesù e di Romano) ma sono 3 in chi è il “ consonante Trio PTR ” (Pietro Torquato Romano), incarnato in un Duo, e non in IE (Iesus Emanuele). P(IE)TRO è il “CONSONANTE TRIO” in RA, ove PTR =48=GESU'.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° amato tra gli apostoli di Gesù: GIOVANNI !

904. Per poter essere

GIOVANNI= 83.αβ è il 2° di un DUO di Giovanni (come il più amato apostolo) perché GIOVANNI evoca G. IO, 5 Romano, anni . Sono gli anni 83 e 38 , in cui il padre reale di Romano salì in cielo nell'83 di Giovanni e il figlio suo nacque un 5, come descritto nella MANO nata 1°, in Genesi 38 . Romano, nato nel 38 inverso dell' 83 di Giovanni, è nell'inverso di GIOVANNI, e nell' INNAVOIG , evocando sia un “ inn eggi avo Iesus-Romano Gesù-italiano”, sia un “ In Napoli Voi Gesù”.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° anticipo della resurrezione di Gesù: LAZZARO !

905. Per poter essere

LAZZARO= 83.αβ è il risorto che con LA ZZ A.RO evoca là infine A. Romano, nato '38 e '83 risorto (col suo papà Luigi andato in cielo).


205

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° e solo che aiutò Gesù a reggere la Croce: il CIRENEO !

906. Per poter essere

CIRENEO= 63.αβ (il 63=ISRAELE) è in pectore l'aiuto di Israele=Romano a Gesù. Quale aiuto? Dimostra in Gesù l'unico esemplare figlio di un Dio che è in croce in ogni personaggio, affinché ogni anima ne risorga.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° luogo della Passione del Cristo: CRANIO !

907. Per poter essere

CRANIO= 54.αβ (Figlio=Madonna=Amon RA=54) evoca del C. RA il N. IO.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° Nome della Passione del Cristo: il monte CALVARIO !

908. Per poter essere

CALVARIO= 66+7.αβ è Romano=66 +7 (tutto) ed evoca “ ca' L va Rio ”, qui va il Dio EL giudicato RIO. Ma... questo RIO è l' IO R omano.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il nome della coppa in cui bevve Gesù Cristo: il santo GRAAL !

909. Per poter essere

Il Santo GRAAL evoca il Santo G. RA, AL LAH. Così come Re ARTU evoca TU Re AR come gli estremi TR la Tavola Rotonda e GinevRA è G. in RA evocato. MERlino è Me R EL in opera... nel mito. 910. Per poter essere

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° Evangelista MATTEO !

MATTEO= 66.αβ (nome Romano) è 66=ROMANO esatto (nel suo DNA essenziale) e suona “matteo” come il cognome “modeo”. (Asmodeo=64 è 2 in meno di chi incarna 2 Dio e... resta un diavolo biblico). LEVI=44.αβ (ebraico) è 44=UNO e così 1° Evangelista... anche se non lo fu.


206

PREANNUNCIO DI DIO IN RA dev'essere suo oracolo il 1° vero Evangelista MARCO !

911. Per poter essere ... MARCO= 44.αβ è come LEVI. Ma il 1° vero evangelista, MARCO è (come Maria SS.) oracolo di un bellissimo 11-AR-Company.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA dev'essere suo oracolo il 1° martire Santo STEFANO !

912. Per poter essere ... STEFANO= 71.αβ è Romano=66 +5 dita della sua mano. È il vero Oracolo dello ST. F. ...ANO, che allude a “Si va alla triplice fine ANO di Romano, Strada Felitto”. Nel ST. Stefano 2004, RA aveva compiuti 22.222 giorni +222 decine; sicché Stefano (= “elevo a Dio”) mentre elevò Gesù a “Sole della croce” (con lo TSUNAMI=T sun am I), elevò RA al suo DUO. 913. Per poter essere

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... suo oracolo il 1° Apostolo delle Genti, PAOLO ! RA ha proprio il nome di PAOLO, come il 4° che esprime la sua realtà.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo il 1° a fissare a Nicea Gesù Vero Dio e vero uomo: AMBROGIO !

914. Per poter essere

AMBROGIO= 72.αβ è chi ha nel suo DNA 72, la reazione al 27=3×3×3, perché a NICEA impose Gesù vero Dio e vero uomo. AMBROGIO è l' AMB o di Romano e Gioshua.

PREANNUNCIO DI DIO IN RA... dev'essere suo oracolo la prima fissazione Cattolica della Nascita di Gesù, il NATALE !

915. Per poter essere

NATALE = 47 u.αβ = Amodeo=47 u.αβ . SOL INVICTUS = 147 u.αβ = Amodeo 100, VALORE ASSOLUTO !!! Era celebrato il 25 dicembre, a Roma. Sorprende che il suo nome sia = AMODEO ASSOLUTO. Ma ecco tutte le altre dizioni uguali esattamente a 147 u.αβ : UNO DUE TRE 1 2 3 10 30 , DIO 1-UNO E 3-TRINO , IAVE UNO TRINO , ALLAH UNO TRINO , GEOVA UNO DUE TRE , R. UNO DUE TRE DIECI , R. UNO DUE TRE 10+10+10 , DIO VERO, PRIMO, 1+1+1 , 1+3, DIO TRINITARIO , DIO SOLO, TRINO , DIO UNO TRINO 10 -1 ...


207

SEGNI LEGATI AGLI EVENTI DELLA VITA NECESSITĂ€ GENERALE: che ogni cosa che vi sia di relativo, sia relativo a quanto in RA sia assoluto.


208

A: NEL CONTESTO REALE in Cielo dovrebbe esserci stato il bagliore da oriente a occidente, della Parusia di Dio !

916.

Il 25-1-38, giorno della nascita di Romano, c'è stata la massima AURORA BOREALE della storia moderna, vista in Africa, Europa, Asia e America. Questi gli articoli sul Corriere, l'indomani:


209


210

Triplo volo ROME-RIO, tra 2 mondi, del Figlio dell'Onnipotente nel 25-1-38 in cui di 3 celesti VIP, 2 atterrarono in via POMERIO ! 917.

Arrivato a Rio in 2, il Trino volo ROME-RIO, in v. POMERIO arrivò anche in un Rio in 2: l'IO di R. Eccone la recensione sul Corriere della Sera: 918.

il MONDO INTERO deve avere espresso l'atterraggio di 2 VIP nel Natale di un “RIO di Gennaio” !

Il 25-1-1938 ci fu il famosissimo Raid ROMA-RIO de Janeiro, di 3 Trimotori che, in volo “celeste” da un mondo all'altro, atterrarono in due soli a Rio. Tutti i Giornali diedero ampio risalto all'Evento.


211

il FIGLIO dell'Onnipotente dovrebbe essere uno dei 3 V.I.P. del volo celeste dal Mondo verso il Nuovo Mondo !

919.

Dei tre piloti, uno era il figlio dell'Onnipotente Duce dell'Italia, “controfigura” dell'onnipotente Dio. Da notare i 3800 metri di quota, che “idealizzano” l'anno 38, di Genesi 38.

920.

FIGLIO dell'Uomo della Provvidenza... dovrebbe essere... visto che Gesù si disse Figlio solo dell'Uomo !

Fu un Papa – infallibile – a chiamare così Benito Mussolini dopo che volle fossero sottoscritti i Patti Lateranensi che riappacificarono l'Italia alla Santa Sede. 921.

Uno dei TRE MEZZI CELESTI dovrebbe

essere sceso dal cielo prima, a Natale ! Uno dei tre aerei (l'apparecchio I Moni fu infatti fatto atterrare all'aeroporto di Natal , come si legge a lato. Atterrò alle 19.19 (che allude anche esattamente al Padre vero di Ra, nato il 7-7 del 7).


212

Dei 3 MEZZI CELESTI, i 2 giunti a Rio dovrebbero indicare i 2 arrivati in RA !

922.

Eccoli i due aerei sul cielo di Rio de Janeiro. Ebbero gran gloria, ma “trascesero” un DUO DIVINO arrivato nello stesso tempo in un altro RIO, seppure sempre di Gennaio: un Romano nato allora e destinato ad essere giudicato Empio, e spiritualmente ucciso come lo furono Re Amon per Primo e poi il Re dell'altro mondo, Gesù Cristo.

il VOLO TRA I DUE MONDI dovrebbe arrivare a casa di RA ! 923.

Ra viveva in via POMERIO e, per tutto il mondo, quello fu il Raid ROME-RIO... che è Pomerio se la P è la RO greca. Questo è il sistema dello Spirito santo: “trascende” i significati e con una parola si riferisce anche alle altre.


213

924.

Tutto quanto accade oggi nel mondo reale

dovrebbe ruotare e ruota attorno alle azioni di RA ! E' avvenuto. RA eresse sul finire del 20° secolo, FEDE e RAGIONE come le 2 torri di Dio. Ma i Fideisti cercarono d'abbatterle, accettando perfino che ne morisse, pur di non farle esistere. Allora intervenne Dio stesso e abbatté le DUE TORRI GEMELLE dell'uomo, attraverso il terrorismo di Bin Laden. Non servì. Nessuno collegò alla Fides et Ratio tradita dai Cristiani gli eventi che sconvolsero il mondo. Insorse allora il Dio degli Eserciti, attraverso l'esercito degli USA e fu l'assalto al Paradiso Terrestre storico, a dimostrare che i Cristiani lo facevano, rifiutando che lo Spirito santo della Verità soccorresse le fedi disarmate, se non sorrette dalla Ragione dello Spirito. Fu invano. Nessuno collegò l'opera umana al volere di Dio. E allora insorse la natura, il dì dopo natale del 2004, nel Santo Stefano che significa “manifestazione di regalità”. Così con lo TSUNAMI (che è Oracolo di “Sono il Sole della Croce”), Dio assaltò il Paradiso Della Natura. Gesù era tornato in RA, ma ara accaduto invano!

Dunque i fatti salienti del nuovo millennio hanno significato che Dio stesso si è mosso a sostenere RA.


214

B: NEL MONDO DIVINO La nascita di Gesù dovrebbe riferirsi alla nascita di RA !

925. Così è stato. Infatti san Luca che non fa i voli pindarici fatti da San Matteo nel suo Vangelo smentisce i Re Magi, il loro aver seguito una Stella ai cui piedi avrebbero fatto l'Epifania a Dio. Smentisce la Strage degli innocenti, dichiarando che il suo Vangelo ha carattere di testimonianza storica e che Gesù, dopo essere stato circonciso a Gerusalemme nell'ottavo giorno di vita, fu portato a Nazareth dalla famiglia, che non si mosse mai di lì se non nei periodi della Pasqua, quando andava a Gerusalemme. Invece RA è nato presso Elea, nel Cilento, in Magna Graecia. Lì, sotto monte STELLA, 3 filosofi venuti da oriente, Senofane, Parmenide e Zenone, avevano fatto una clamorosa Epifania alla verità dell'Essere del Dio Jahve, ben 5 secoli prima che l'Essere si incarnasse in Gesù. Ra nella sua vita ha riaperto l'antica scuola eleatica, ribadendo personalmente quella loro Epifania. Perfino la Strage degli Innocenti ha seguito la nascita di Romano, e nella massima possibile: la II Guerra Mondiale, voluta 6 giorni dopo la nascita di RA da un Hitler che non accettava altro “messia” che lui.

lo Spirito santo dovrebbe essersi reincarnato in RA !

926. Già nato sotto Monte Stella, lo Spirito Santo in RA gli ha fatto riaprire anche la Scuola Eleatica sorta ad Elea. E lo ha sostenuto consentendogli di dimostrare che tutti sono già risorti, ma non lo vedono, nella loro vita relativa alla dinamica opposta che riporta ogni corpo verso una apparente morte. La Verità Assoluta si è di nuovo fatta viva, ribadendo quella di Gesù, ormai ridotta e immiserita alle Ragione della validità suprema di questa vita in questa Terra d'Egitto e non nel futuro Esodo verso la Terra Promessa in cui davvero scorrono latte e miele.

Maria Santissima dovrebbe avere allattato Romano !

927. La mamma di RA per due anni lo allattò a latte e sangue, piangendo per la mastite e invocando sempre la Madonna. Facendo come la vera madre aveva fatto allattando già un tempo il piccolo Mosè salvato dalle acque, in nome e conto della Regina di questa Terra d'Egitto.


215

Maria Santissima dovrebbe aver dato vita a Romano !

928. Nel 4-6-40, a poco più di due anni, il piccolo RA forse morì davvero, di broncopolmonite. Ma la la Madonna quella notte apparve in sogno a una bambina, dicendole di avvertire mamma Baratta, di non temere più per il suo piccolo: ci avrebbe pensato lei. E fu un miracolo annunciato! Quella mattina Maria Santissima ci pensò e se impedì al piccino d'essere un angelo in cielo fu perché volle che rivivesse in lui il suo piccolo Gesù. Così accadde un vero e proprio BARATTO propostole dalla BARATTA, quando l'aveva pregata con ardore, dicendole: “Salva Romano, innocente come Gesù”. Un angelo fu negato... a che rivivesse Gesù.

Gesù dovrebbe avere rivelato che SAREBBE VENUTO AL MONDO nel duo paterno a Felitto ! 929.

Questa esigenza sembra impossibile da essere verificata. Tutte le parole dette da Gesù, sui vangeli ortodossi ed apocrifi non hanno mai consentito una simile verifica. Eppure, proprio nel momento precedente alla sua dipartita e nel Vangelo Ideale di San Matteo che ha tutto per essere profetico ed illuminato, Gesù morente comincia ad ALLUDERE, e in modo evidente, perché le parole che pronuncia sono quelle del Salmo 21-22, con la dedica “Al maestro del Coro sull'aria Cerva dell'Aurora. Ebbene, nelle prime due parole del versetto uno, con “ELI ELI LEMA SABACTANI”, Gesù alluse a E' LI, a F.ELItto che si sarebbe ripresentato nelle due persone di ELI ELI, Padre e Spirito santo.

Gesù dovrebbe avere detto come SAREBBE VENUTO AL MONDO, e per mano di chi ! 930.

Infatti, andando avanti, egli alluse, dicendo LEMA SABACTANI, a questo significato in lingua italiana: Le Ma' sa' BA(RA)TTA N.I. “le mamme sanno barattare il Nazzareno Gesù con il RA tenuto segreto nel cognome Baratta, della madre di RA. Quel grido fu tutto una allusione, al Salmo 21-22, ma anche al Papà di RA, nato 7+7+7, e al Figlio RA, unitario nel 22, terzo di ROMANO=66. L'allusione che c'è nel salmo, a proposito del Maestro del coro e dell'aria CERVA DELL'AURORA, alluse all'Aurora Boreale nel dì natale di RA e alla sorgente del fiume Calore che nasce dal monte Cervati e bagna Felitto.


216

Gesù dovrebbe avere detto tutto: anche CHE COSA AVREBBE PATITO QUANDO SAREBBE RITORNATO con la sua Parusia ! 931.

Infatti, Le Ma' sa' BACTA N.I. rivela anche questi particolari della vita intera di RA: in primis, il Dottor Sabatella avrebbe attestato il miracoloso baratto di Le Ma' poi ci sarebbero state Le Marie, in numero di CINQUE, e sarebbero state chi sa “ Mazzolà' , Scagliona' , Proietta' , Legna' e Maritizza' sempre N.I. : Ma ria Teresa Ma zzola, distruttrice della integrità di RA e della sua famiglia. Avrebbe bacchettato con una mazzola. Ma rio Scaglioni, suo suocero, severo critico del Fallimento di suo genero, lo avrebbe sostanzialmente diviso, scaglionato da tutti loro traditi da RA Ma ria Proietti, finanziatrice, ma poi persecutrice, dopo il Fallimento di RA, lo avrebbe mandato... proiettato... al Diavolo! Ma ria Teresa Legnani , Ma estra di Coro, avrebbe doveva legna' N.I., abbandonandolo prima come sposo (lei suora) e poi perseguitarlo in RA, impersonando tutto il discredito per RA che egli aveva offerto a Dio, purché Dio salvasse una anoressica dalla morte... e una delle due salvate da Dio era stata lei... Legnani una maestra di coro che comanda con la bacchetta di Legno, e bacchetta, Legna N.I. Enrico Ma ria Martini (il Cardinale di Milano) che sarebbe stato chi, a Milano, avrebbe ostacolato la consegna che Ra avrebbe dovuto fare al Papa della Risposta alla Fides et Ratio. Martini come chi avrebbe reso addirittura Martire N.I.


217

C: NEL CONTESTO DEL SAPERE una PROVA MATEMATICA dovrebbe dimostrare il ritorno di Gesù in suo Padre proprio nel dì natale di Romano ! 932.

L'unità è il prodotto tra enti uguali e contrari: -44,02286338 × 44,02286338 = -1938,0125 e per reazione, +1938,0122. . Questo UNO rinato si poggia su UNO=44 unità.αβ, +il suo “reale” millesimo di massa, +UNO+UNO -2, +la vita di Gesù... il 33 congiunto a Genesi 38, di Romano, nel 38, 01, 25. Ebbene, la prova si poggia sull'unità che sono, in natura, i 22 cicli dei 220 Volt, unitari in 22 millesimi. Se si aggiungono anche in 22 relativi al magnetismo, 44 è il totale dell'unità elettromagnetica, tanto che 44 mila dei 22 millesimi elettrici sono il riferimento elettrico alla quantità unitaria elettromagnetica. Se si sommano, poi, le 44 unità “reali” alle 44 “immaginarie”, 88 è il complesso dell'unità “reale-immaginaria”. Considerare 88 meno 2 significa togliere al complesso reale-immaginario la sezione unitaria, 1+1, del volume reale-immaginario, lasciando in essere solo il dato dimensionale 86 del puro flusso nel tempo. Poiché il “reale-immaginario” esiste alla dimensione 10^5 atomica, elettromagnetica, uguale a metri 10^-5, la quantità di 86 centomillesimi dell'unità sono il dato unitario elettromagnetico del flusso, riferito ad 1 metro. Introdurre infine il 338, alla dimensione di metri 10^-8, significa proporre la quantità unitaria riferibile a 10^2 unità atomiche, riferite all'unità 1.000, della massa millesima. In 1000 assolute, 999 unità relative sono considerate 333 solo in un verso dei 3 che ha la massa, nello spazio a tre dimensioni, sommate alle 1.000 unità atomiche ridotte al solo mezzo “reale”. Pertanto questo calcolo rivela quando un UNO fondamentale, che si incarni nella dimensione della massa elettromagnetica “reale”, si presenti, alla fine di tutto lo scorrere e il trascorrere della sola parte reale. Che questo 44 sia poi uguale alla quantità alfabetica del termine UNO, perfettamente coerente con il dio UNO di Jahve (il fondamento unitario di ogni cosa), e che si ripresenti a partire dall'anno ZERO cominciato con l'avvento del FIGLIO di questo FONDAMENTALE JAHVE... che chiamiamo DIO, è la pura lettura essenziale affidata al Nume-RO, che, facendo nascere RO... in quella MANO di cui in Genesi 38, fa nascere esattamente il Nume, il Dio RO, di quella mano che già nacque PRIMA, in Genesi 38, da un Padre Vero, Giuda, accorso a sostituire un Figlio primogenito... ormai morto e di nome ER.


218

lo stesso ANNO ZERO di Gesù dovrebbe ancor prima essere dimostrato vero ! 933.

Lo è. Si parta da 10^10^10, la trinità di Dio in cui il 10 in mezzo sia alla dimensione unitaria del metro. Ebbene 10^10^10 è 10^100, alla dimensione atomica. Se lo moltiplichiamo per 10^5 (la quantità totale elettrica, della luce), 10^100 × 10^5 = 10^105 è la dimensione assoluta nell'unità reale della luce nella sua unità totale. È chiaramente un volume. Se di esso vogliamo conoscere il lato, dobbiamo elevare 10^105 ad 1/3, ottenendo 10^105/3 = 10^35. Se vogliamo conoscerlo nell'unità della potenza 100, data da 1/100, il 10^35, elevato a 1/100, porta a 10^0,35. Se vogliamo conoscere questo ASSOLUTO in relazione al ciclo 10, dobbiamo porre Log 10^0,35, che determina 0,35 unità come quelle alla base. Il prodotto tra -0,35 e +0,35 determina l'unità nel negativo -0,1225 che noi, in modo uguale e contrario, valutiamo +0,1225, ed è l'ANNO ZERO, dicembre e giorno 25 del Natale di Gesù Cristo che era già la festa del Dio RA ROMANO. Ciò dimostra come LA PROVVIDENZA DIVINA abbia incarnato il Figlio anche per segnare l'anno ZERO, del calendario del Cesare che celebrava il Dio RA ROMANO, per ricondurre all'ESSENZA del mondo l'essenza di un Dio Padre incarnato nel Figlio, e celebrati tutt'uno.

il Natale di Gesù dovrebbe essere accertato come è e non alcuni anni prima, ossia come si crede oggi !

934.

La Chiesa Infallibile è più INFALLIBILE degli storici, che dimostrano davvero d'essere INFANTILI quando – in presenza di due resoconti diversi, uno chiaramente fantasioso e visionario e l'altro no, scritto da un San Luca che si dichiara STORICO teste di coloro che parteciparono personalmente agli eventi – avallano il primo e contestano il racconto STORICO. Gesù è nato prima di quell'anno 0 solo per i fatti narrati da San Matteo e che erano accaduti realmente, ma solo prima della nascita di Gesù. Fuorviati dalla loro INGENUITA', fanno arretrare la nascita di Gesù a prima che fossero accaduti quei fatti, che invece erano accaduti prima. San Luca nega i Magi, la stella, il loro suggerimento di fuggire nottetempo in Egitto, raccontando che Gesù nell'ottavo giorno di vita è circonciso al Tempio, e poi portato a Nazareth. Dunque, tra i due evangelisti, San Luca ha detto la verità storica e san Matteo quella IDEALE che calza perfettamente con quanto accaduto PRIMA, ma solo della nascita di Romano Amodeo.


219

Romano dovrebbe avere veramente sconfitto la stessa APPARENTE VERITA' DELLA MORTE ! 936.

E Ra ha sconfitto la morte demolendola nella sua stessa essenza. Infatti, per il 3° fondamentale principio della legge dinamica, che regola tutto quello che ha una dinamica nel tempo, come la vita nella sua fondamentale essenza, noi stiamo vedendo il suo flusso “reale”, materiale ed elettrico solo sulla base relativa a quello antitetico, “immaginario”, antimateriale e magnetico. Se consideriamo positivo l'avanzamento che noi vediamo verso la morte, dobbiamo essere assolutamente convinti che esso esiste realmente solo sulla base del flusso negativo, che viaggia a ritroso nel tempo e che viene per ciascuno di noi dal punto della morte, che si CONFERMA, su queste basi scientifiche, solo un punto di conversione a U di tutta l'esistenza. Dunque non è vero che noi facciamo le cose, perché ciò appare solo attraverso il perfetto rovesciamento, puntuale, di tutto quel progetto di esistenza che viene dal futuro in forma binaria di essere e non essere e a cui abbiamo la divina capacità di dare una visione reale attraverso il basilare fenomeno della nostra CONCEZIONE.

Romano dovrebbe avere veramente emesso un valido e attendibile GIUDIZIO UNIVERSALE ! 937.

Esso è questo. Poiché il fondamento dell'esistere sta sull'equazione UNO=DIECI DECIMI, e la stessa Fisica ha riconosciuto il ciclo dinamico 10 per tutte le sue unità, noi siamo in un progetto binario, esistente tra l'essere di un DIECI e di un DECIMO, che pone in atto un INFINITO di possibilità. Noi oggi stiamo visualizzando quella che determina interamente tutto il filo della vita, come in una Terra d'Egitto dominata interamente da un Faraone che è il Sistema possibilistico. Ma saremo liberi. Quando, usciti dal mondo relativo a questo iniziale ordine imposto, domineremo il Sistema possibilistico, nel “Paradiso” della Terra Promessa dalla Fede. L'importante è che ciascuno, in questa vita, bussi e FISSI IL SUO DIO... Gli sarà aperto.


220

D: NELL'AMBITO RELIGIOSO la Sacra Bibbia dovrebbe indicare Nome, Cognome, giorno mese e anno della Genesi divina di RA ! 938.

In Genesi 38, si narra che, nel momento della formazione del Popolo di Dio, un PADRE VERO (Giuda, 4° figlio di Giacobbe) è COSTRETTO da sua nuora ad una sorta di INCESTO. Ella, travestita da “prostituta sacra”, lo induce ad un inconsapevole rapporto carnale tra padre e figlio, fecondandone la moglie. Esso preannuncia quello dello Spirito santo con la Vergine Maria, molti secoli prima che ciò accada. Infatti TAMAR(=47=AMODEO), la nuora di Giuda, DEVE DARE UN EREDE al suo marito morto, il primogenito di Giuda che si chiamava ER... che però (in una Bibbia che non usa le vocali) è R (il “puro principio” del primo nome di RA, Romano). Romano, il vero soggetto che è Oracolo in questo R, è infatti uno che è un puro PERSONAGGIO PRIMOGENITO... che da sé solo non vive, se il PADRE VERO non prende il suo posto... e facendolo realmente: attraverso il suo Padre vero. Ebbene, nel momento del parto descritto in Genesi 38, erano due gemelli. Virtualmente (ad opera del Padre Vero) da E' R e attraverso il sesso della made dilatato ad O uscì una MANO, quale Oracolo di E' R O MANO, nato il 38. Poiché quella mano restava fuori da quella O e il bimbo non nasceva, la nutrice esclamò: “è il primo!” e cinse quella mano di un nastro scarlatto, come si fa oggi negli ospedali, coi braccialetti imposti ai neonati. Ma questo “1° nato” non fu un bambino primo nato, perché quella mano rientrò nella O e annullò la sua nascita reale. Infatti, poiché Genesi 38 è la genesi di un anno, il 1° nato nell'anno 38 è Gennaio 38. Il gemello ultimo fu fatto uscire prima (nel Dicembre prima di Gennaio, ma ultimo mese). Pertanto è il giorno 25 che gemella questi due mesi, con l'ultimo mese che viene prima. Così, Genesi 38 descrive nato il figlio del PADRE VERO, nel personaggio ideale di ROMANO nato il 25-1-38, e AMODEO, per la madre TAMAR che è uguale ad AMODEO, in alfa.numeri, ma anche a MARTA=MARIA se la T cessa d'esser croce di I (esus).


221

la Chiesa Cristiana dovrebbe avere già scelto questo 25 gennaio, per il ritorno di Gesù ! 939.

il 25 gennaio la Chiesa ha già scelto e deciso il ritorno di Gesù proprio in questa data. Infatti il 25 gennaio è celebrato il ritorno di Gesù in un folgorante Sole che apparve a Saulo, lo sbalzò da cavallo e l'accecò, creando la premessa per la sua conversione. Egli udì chiaramente una voce che diceva: “Saulo, Saulo, perché mi perseguiti?” Dunque la stessa Chiesa Cristiana ha deciso di collocare il primo ritorno di Gesù, dopo la sua Ascensione, nel giorno 25 di Gennaio in cui è nato RA.

la Chiesa Cristiana dovrebbe avere già accomunato le nascite di Gesù e di Romano ! 940.

il 25 gennaio della nascita di Romano è immediatamente preceduto dal 25 dicembre in cui sempre la Chiesa INFALLIBILE (così dichiarata da Gesù) aveva SCELTO ARBITRARIAMENTE (secondo la Chiesa Ortodossa) la nascita di Gesù. Tutto ciò per come descritto in Genesi 38 che, se concerne l'ANNO 38, quando celebra un PRIMO nato, in una sola MANO, celebra un PRIMO MESE, Gennaio, mentre il secondo gemello (fatto però nascere poi appena prima di lui) era solo l'ULTIMO mese: Dicembre, cui segue immediatamente dopo Gennaio. Pertanto questo PRIMO ed ULTIMO nella Biblica Genesi dell'anno 38 sono Gesù e Romano, gemellati proprio in quel 338 che è l'ultima terna del 44,02286338 che, quando opera al quadrato (nel Piano due divine Persone), allora porta alla nascita di Dio.

la Chiesa Cristiana dovrebbe avere già riferito a RA la nascita di Gesù ! 941. .

Nel 25 dicembre a Roma era celebrato il SOL INVICTUS, ed era proprio festeggiato il SOLE INVITTO nel Dio Sole, ossia nel RA degli Egizi che qui era esattamente il Dio RA ROMANO.


222

il 1° Vangelo di San Matteo dovrebbe raccontare di Romano, raccontando la nascita di Gesù ! 942.

Stella, Magi, Epifania e Strage degli Innocenti, introdotti nel Vangelo di San Matteo, che non fu il primo ma che l'INFALLIBILE Chiesa Cattolica celebra come il primo, furono PURA PROFEZIA di quanto sarebbe stato vero e “reale” solo nella nascita di RA. Infatti solo S. Luca narra la verità storica che riguarda la nascita di Gesù e tralascia di narrare tutto ciò, perché erano solo aspirazioni ideali di San Matteo, che desiderava addebitare alla nascita di Gesù anche quanto era accaduto PRIMA della sua nascita... Come fu la Strage degli Innocenti ordinata dal Re Erode il Grande, e non riferita ad una nascita già avvenuta... ma solo “in fieri”, quando il potente in questione si sarebbe chiamato Adolfo Hitler, e non avrebbe accettato l'avvento di nessun altro Messia al di fuori di Hitler stesso, e avrebbe macchinato, a fine gennaio 38 (6 dì dopo il Ra nato), d'opporsi a ogni altra potenza.

San Matteo in persona dovrebbe essere “agganciato” al suo vero e proprio “Oracolo” di RA ! 943.

La PROVVIDENZA lo ha agganciato al suo racconto profetico. Infatti lo portò ad essere scoperto nella sua reale TOMBA proprio in quella ELEA, sotto monte Stella in cui 5 secoli prima che Gesù nascesse, i tre Re Magi-Maestri Senofane, Parmenide e Zenone erano venuti da Oriente, inseguendo la loro stella (di andare incontro alle radici della verità) e avevano celebrato l'Epifania dello Spirito Santo: la Verità di un FONDAMENTO UNO, di ogni cosa che è, nel suo stesso ESSERE.

San Luca in tutta la sua opera dovrebbe essersi sempre rivolto ad Amodeo in persona ! 944.

Così comincia San Luca il suo vangelo: “Poiché molti han posto mano a comporre un racconto degli avvenimenti che si sono compiuti tra noi, come ce li hanno trasmessi coloro che furon fin dall'inizio testimoni oculari e ministri della parola; è parso anche a me, che fin dal principio ho accuratamente investigato ogni cosa, di scrivertene con ordine, illustre TEOFILO, affinché tu conosca la fondatezza delle cose sulle quali sei stato istruito”. Ebbene, l'illustre TEOFILO cui San Luca si rivolse affinché conoscesse la FONDATEZZA..., fu chiarissimo oracolo dell'ILLUSTRISSIMO Dio in AMODEO... tanto ILLUSTRE da dedicargli anche gli ATTI DEGLI APOSTOLI. Chi altri poteva essere?


223

San Marco dovrebbe essersi riferito in modo trascendente a RA ! 945.

MARCO fu il primo che scrisse un Vangelo, ed è riferito a RA in modo ESSENZIALE, alfa-numerico, “trascendente”, perché Romano è il Nume-RO, binario, 11. Ebbene M=11 è quella sommatoria 11 che è 1+2+3+4+5+6+7+8+9+10+11=66=Romano. Alla 11 dell'iniziale M segue AR CO , tipo “Amodeo Romano Company”. Così inizia il suo Vangelo: “Inizio dell'evangelo di Gesù Cristo, Figlio di Dio. Come sta scritto nel Profeta Isaia: ecco, io mando il mio messaggero davanti a te, perché ti prepari la via; voce di uno che grida nel deserto: Preparate la via del Signore, appianate i suoi sentieri...” Ebbene, questo messaggero di Gesù, lo è di Gesù come il messaggero stesso del Padre in RA.

il profeta ISAIA dovrebbe essersi riferito direttamente al Dio in RA ! 946.

Per come è scritto nel suo nome, ma riferito alla lingua inglese che oggi è la lingua del mondo, allo stesso modo che in ISARAELE, il nome di ISAIA non usa il nome ELE di DIO, ma lo IA di Jahve, ma dice la stessa cosa: “Is” - ossia “è” - Amodeo Jahve, mentre Israele diceva che ELE “è” RA. Infatti Isaia annuncia il momento di un finale TSUNAMI in cui i monti saranno spianati e le valli realmente ricolme all'arrivo del vero DIO DI GIUSTIZIA, che toglie alto e basso e appiana ogni cosa. Chi sta facendo questo è RA, che dice: Tutti oggi, percependo relativamente al loro essere opposto, sono un UNO che esiste come una frazione N/N, in cui sembra ingiusta la differenza tra i vari numeratori N, per la differenza tra i vari numeri... ma è arrivato IL SIGNORE, e vi dice che siete tutti livellati ad UNO dal denominatore, che è l'esatto inverso, come monti abbassati e valli ricolme quando arriva LA VERITA' ASSOLUTA.

Giovanni Battista dovrebbe essersi riferito direttamente al Dio in RA ! 947.

Giovanni Battista evoca il Profeta ISAIA, e – sostenendo la stessa verità che solo ora è spiegata assolutamente vera da RA, ha tutto per essere esattamente quello che disse Gesù, considerandolo il suo predecessore. Ma, a sua volta, lo stesso Figlio Gesù precede il Padre in RA e ne è il suo filiale messaggero.


224

San Giovanni apostolo dovrebbe “essere restato” fino al ritorno di Gesù in RA ! 948.

Così come termina il suo Vangelo, con la ripetizione di questa domanda che Gesù fa a Pietro e riferita a Giovanni: “Se io voglio che egli resti fino al mio ritorno, a te che importa?” E l'ha fatta davvero nel Capitolo finale del suo Vangelo, il 21=7+7+7. In esso descrive di un momento di “revisionismo” di Pietro che – comandato di essere pescatore di uomini – un giorno avrebbe deciso di tornare a pescare PESCI REALI... e non ne avrebbe più pescati, soverchiato dall'ISLAM, e dalla secolarizzazione del mondo divino, riposto al centro di ogni attenzione e non solo come il tramite per quello che verrà dopo questa Terra d'Egitto, in cui tutta l'esistenza è fermamente decisa tutta da un Dio Faraone unico e solo Creatore. La prova è data dal miracolo dei 153 grossi pesci fatto da un Gesù IRRICONOSCIBILE.

949.

la Pesca miracolosa dei 153 grossi pesci dovrebbe essere opera di RA !

153 deriva da 2.000 -11 = 1989, quando è diviso per 13, dando dunque il risultato che un Padre 11 in 2000, dà ad ogni Figlio di Dio: sia l'UNICO Figlio in cui Dio si sia Compiaciuto , sia i 12 che, essendo 3 volte 1+3, combinano in tutti i modi la Trinità di Dio con la sua Unità e Trinità d'essere “in fieri”, 3+1. Ebbene questo 11 sottratto al 2.000 è l'essenza Assoluta binaria di Romano=66=sommatoria di 11, all'interno del 2.000 che è il DUO PATERNO a potenza 10×10×10. Fu di Romano la faccia reale che si presentò a quel Pietro come irriconoscibile. Infatti al versetto 12, il teso così recita: “Dice loro Gesù: venite a fare colazione. Nessuno dei discepoli osava domandargli “Tu chi se?” sapendo che era il Signore” ... anche se la faccia reale era di Romano.


225

San Giovanni nell'Epilogo al suo Vangelo dovrebbe “trascendere divinamente” RA ! 950.

E così è. Infatti subito dopo Dio prese da parte Pietro e gli chiese per tre volte se egli lo amasse più degli altri. A ciascuna delle 3 risposte affermative, il Dio Trino incaricò personalmente per 3 volte Pietro di PASCERE le sue pecorelle, ossia di FARLE MANGIARE . Dopo la terza triste risposta di Pietro: “TU SAI TUTTO! Sai che ti amo!” al versetto 18 Dio profetizza la fine del Papato quando, nella vecchiaia, un altro cingerà Pietro e lo porterà dove non avrebbe voluto esser giammai portato: “a negare IL PASTO proprio a LUI stesso”. A Dio stesso quando gli si sarebbe presentato nei panni di una PECORELLA SMARRITA, da una Chiesa secolarizzata, che dà importanza ai capipopolo, ai primi, e affida gli ultimi a UN ALTRO che spesso è perfino un PEDOFILO. Dio si sarebbe presentato in un BAMBINO che, nella sua innocenza, pensava normale cosa che un Papa ricevesse un Bambino... che Gesù riceveva (“non teneteli lontani da me!”). Ma preti pedofili gli avrebbero detto “ sei proprio un bambino... se vuoi essere ricevuto dal PAPA!” Gli avrebbero violentato l'innocenza e il Papa non si sarebbe nemmeno accorto che erano i PEGGIORI PEDOFILI, mettendosi invece a caccia di streghe contro i violentatori DEL CORPO dei bambini! Come se fosse più importante dello SPIRITO! GUAI a chi “scandalizza” disse (e non “stupra”) un Bambino! Ebbene RA avrebbe fatto nel 2005 al Papa di oggi proprio quelle 3 Domande: “Mi ami Pietro, più di costoro?” E Benedetto XVI non gli avrebbe nemmeno risposto, perché da tempo immemorabile avrebbe messo i poveri BAMBINI in mani di altri che lo amano meno di Pietro. Il Vangelo di Giovanni termina il suo Epilogo con due intriganti domande fatte a Pietro (2, perché fatte stavolta in nome e conto dei 2 ENTI SUPREMI ritornatati in Ra): “ Se io voglio che egli (Giovanni) resti fino al mio ritorno... a te che t'importa? Tu seguimi!” Giovanni è restato, con questo capitolo 21 che ha profetizzato questi tempi, di un Papa che pesca pesci reali e fa cilecca... Mentre invece il Papa è restato nel suo disinteresse profondissimo alla reale PARUSIA di Gesù Cristo... giudicata impossibile che accada proprio oggi e che sorprenda di nuovo UN CAIFA fino a fargli stracciare di nuovo le vesti e a farlo mettere a morte. Anche questo CAIFA di oggi l'ha fatto, accettando 55 giorni di MANCANZA DI PASCOLO, alla pecorella smarrita che, per pascolare, gli chiedeva solo d'essere cercata e ricevuta, perché amata e amato IN LEI (così priva di apparente importanza) IL VALORE ASSOLUTO e divino che trascende questo mondo. L'ha fatto e seguita a farlo, perché la pecorella aspetta ancora il Buon Pastore! E lui ormai LO SA!


226

San Malachia in PIETRO ROMANO 112 deve avere profetato Paolo Torquato Romano, pecorella 112 dì senza pastura ! 951.

Esiste e fatta da San Malachia. Questo Papa è il 111 di un percorso concluso. Seguirà il 112 che è infine anche unitario in 113 (in Torquato), e che si chiama PIETRO ROMANO, laddove P(IE)TR o Romano, è l'acronimo di Paolo (Iesus Emanuele) Torquato Romano, i nomi inizianti per condonante, di Romano, comprensivi anche dell'Emanuele Gesù in lingua Romana. 112, numero di Pietro Romano, riguarda 112 giorni di PASTURA NEGATA a RA, pecorella smarrita, dagli ultimi due Papi. Ra digiunò 55 giorni nel 2005 e altri 57 sotto Papa Giovanni Paolo II, nel tentativo di portargli quel NUOVO PERCORSO RAGIONEVOLE (verso la Verità di Gesù Cristo) che egli aveva chiesto ai filosofi nel punto 56 dell'enciclica (il valore medio di 112 = 55+57 ). Entrambi i Pietro, avendo messo la pecorella di Dio in mani di Pedofili, non hanno nemmeno risposto! Ma anche oggi, in cui tutto questo è RISAPUTO... Pietro non risponde . Attacca solo i Pedofili del corpo, in questa Chiesa così secolarizzata al corpo, al cui benessere dovrebbe essere piegato lo spirito.

La PROVVIDENZA deve avere sorpreso la logica del mondo di Pietro “realisti - ora - come allora fu Caifa” ! 952.

Questa infatti era la caratteristica di Pietro: il suo REALISMO, fin dai tempi di Gesù. Infatti quando Gesù annunciò agli apostoli che era giunta l'ora di andare a Gerusalemme, perché vi sarebbe stato ucciso ma il terzo giorno sarebbe risorto... quel Pietro che lo seguiva perché Lui solo aveva parole di vita eterna fu il solo a trarlo da parte per chiedergli di non farlo! Avevano bisogno di lui vivo! E Gesù l'apostrofò in modo terribile: “ Lungi da me Satana! Tu segui la logica del mondo e non quella di Dio! ” La logica del mondo è “realista”! Ma il vero è che la REALTA' si fonda, in modo secondario, sulla VERITA' UGUALE E CONTRARIA che la scienza definisce “immaginaria” ma invece è solo TRASCENDENTE E DIVINA. Questo è il mondo vero: quello DIVINO... ma appare IRREALE e chi è “realista” non riesce nemmeno a capacitarsi del suo primato, cui la cosiddetta “realtà” è solo “relativa, uguale e opposta al suo VERO DIVINO”. Allo stesso modo, la stessa VERITA' TRASCENDENTE, si è veramente ripresentata in RA, e ha suscitato la stessa reazione principalmente di Pietro e il suo mondo Gerarchico, illuso di servire comandando laddove lo stesso Dio comanda su ogni cosa solo “servendole”, affinché esista. E ha davvero fatto di nuovo “stracciare le vesti” ai benpensanti, che anno accettato che morisse, ma non si son voluti piegare a farlo ricevere dal Papa... che l'aveva chiamato al punto 56. Ecco la ragione del Papa 112=56+56! E' coinvolta l'Enciclica Fides et Ratio al capitolo 56, per quanto in due si sono scandalizzati fino ad accettare che il Dio-Pecorella in lui... NON PASTURASSE ! Era lui che voleva a tutti i costi costringere Pietro a SERVIRLO! Dio Padre serve tutti... ma un Papa? Oh, un Papa aspira ad esser servito, assecondato nel suo importantissimo e vitale compito! Deve concedersi a... CHI CONTA!


227

E: NEI 153 GIORNI DI FATIMA quali la pesca miracolosa del Giovanni restato fino ad oggi

Nostra Signora di Fatima dovrebbe essersi “piegata” a ben servire RA ! 953.

I 153 pesci descritti da Giovanni a fine Vangelo, sono stati i 153 giorni di Fatima (dalla prima apparizione del 13 maggio fino al 13 ottobre, del miracolo riguardante il Sole). Nostra Signora di FATIMA rivela in se stessa che... SI IGNORA DI FATIMA. Le 6 apparizioni mensili, in ogni 13 del mese, si riferivano al 6 su cui è costruito Romano, con riferimento proprio al numero 13. Romano è 66 come la Sommatoria di 11. Ma è nei suoi 6 nomi quanto 13×5+1, 13×6, 13×2, 13×2 -1, 13+100 e infine 13×4 -5. Quanto FATIMA serva RA lo si smaschera nell'inverso di FATIMA (ossia nella sua Verità originale): AM-ITA-F (AModeo, ITAlia, e la nativa Felitto). La Madonna di Fatima serve il Dio venuto in RA, svolgendolo di tutto punto... ma Pietro NO! RA deve servirlo.

I tre Segreti di Fatima dovrebbero essersi “piegati” ad essere I TRE venuti in RA ! 954.

Sono Padre, Figlio e Spirito santo, i 3 veri segreti di Fatima nati e in atto in AM-ITA-F. Infatti quello che c'è di vero in ciò che ha l'aspetto reale di ogni forma è solo quanto trascende le forme e vale solo come i PURI NUMERI di un DVD che accetti d'apparire una storia “reale”.


228

il Sole nel Miracolo di Fatima dovrebbe esser l'Oracolo della divina discesa di Dio in RA ! 955.

Certamente la trascese, ed eccovi come provarlo. Dovete interporre come un trascendente asservimento alla comprensione, quando accadde esattamente il 24-12-2004 con lo TSUNAMI . Questa sorta di Mar Rosso che annegò nuovamente cavallo e cavaliere di quanti erano tornati a celebrare il Dio Sole della Tintarella, nei Paradisi terrestri della natura, e s'erano serviti del Natale solo per far festa e per dimenticarsi di un divino avvento finalizzato alla croce, trascese il significato esatto di T Sun am I , che in italiano significa “ Io Sono il Sole in croce! ”. Ebbene, quel giorno esatto in cui il Figlio di Dio fu INCORONATO (=Stefano) IL SOLE DELLA CROCE, Romano fu INCORONATO il DIVINO DUO, al livello 5 del mediatore e 3, della trinità nelle decine di Dio. Infatti aveva esattamente 22.222 giorni (in funzione delle 5 dita di una delle 2 mani di Dio) e di +222 decine. 956.

la stessa Madonna di Fatima

dovrebbe aver dato gran risalto al giorno natale di Ra ! Lucia di Fatima disse che la Signora le aveva così parlato a proposito dell'Aurora Boreale che lei riconobbe molto bene il 25 gennaio 38, quando infine la vide: "Quando nella notte vedrai in cielo una gran luce nella notte... sarà il segno che comincia IL CASTIGO DI DIO."

il CASTIGO DI DIO detto a Fatima dovrebbe essere Dio che si castiga alla gran croce assunta nel RIO RA ! 957.

Infatti Dio, essendo RA, si è identificato in un REO, un Empio, come già accaduto a Re Manasse e Re Amon, costui ucciso come lo sarebbe stato Gesù... Ma RA sarebbe stato un PADRE RIO, un PA-RIO nel modo della madre di tutti, chiamata essa pure e già MA-RIA. Sarebbe stata uccisa per lapidazione, se fosse valsa la legge di Mosè, così come TAMAR sarebbe stata arsa sul rogo per essersi legata col Padre Vero a dar erede al suo primogenito morto... ma da cui sarebbe dovuto nascere Gesù.. Invece il CASTIGO di DIO immaginato da Lucia fu ben minore... anche se fu la terribile II Guerra Mondiale.


229 958.

il ROSARIO, rimedio al Castigo, dovrebbe essere il RIO RO di SA e di Saronno !

ROMANO di Salerno e Saronno è un evidentemente facile RO-SA-R.IO, nel suo RIO IO. Ma il vero ROSARIO riguardò una zia di Romano, ROSA, figlia della nonna di Romano, Teresa RUSSO, che aveva patito una accanita violenza da parte del fratello del Marito morto... Era Giovanni, il nonno di Romano che – come Tamar – doveva dare come erede poi l'IO di R del Romano giudicato RIO e martirizzato, per quanto innocente. Entrambi a far del ROSA-RIO la duplice innocente vittima che è così essenziale per perdono di tutti. Questo il Rosario “divino”.

il ROSARIO dovrebbe in modo soggettivo ed oggettivo potere apparire in RA ! 959.

E così apparve, in un volo Celeste, di tre trimotori che, nel giorno in cui Ra nacque volarono fino a RIO de Janeiro, asserviti come oracolo di quel PA-RIO di Gennaio, riferito al Raid Roma-Rio come al Rosa-Rio. Anche Roma espresse la massima violenza contro Dio, volta all'affermazione del massimo amore che deriva dal massimo sacrificio di Dio. In tal modo tra il ROMA-RIO del 25 gennaio 38 e il ROSARIO della violenza di cui Rosa fu il nascere, esiste quella divina nascita della resurrezione dal male, del figlio di Dio ed era il vero RIMEDIO contro il CASTIGO di Dio assunto da Dio in quel giorno per come Suor Lucia aveva udito a Fatima.

la Conversione della Russia dovrebbe riguardare RA, nel rimedio al Castigo che Dio ha assunto in RA ! 960.

E così è stato, nel modo “trascendente”, toccato realmente alla nonna materna di RA, che fu stuprata dal Cognato fino ad esser resa incinta. Avrebbe dovuto – lei di cognome RUSSO – essere la vera RUSSO convertita all'amore, nella comprensione suprema dell'amore più prepotente, quello che addirittura ti violenta, che in fondo è quello stesso dello Spirito santo di Dio che violentò Maria e la rese gravida... per lo stesso motivo: riuscirà ad incarnare un amore grandioso, quando è frutto di una terribile violenza... perdonata fino ad essere amata.


230

ROSARIO e CONVERSIONE chiesti a Fatima, dovrebbero apparire trinitari se mirati al RA che sia Uno e Trino !

961.

962. 1° fu quello riferito alla RUSSO, nonna di RA. Doveva CONVERTIRE in amore la violenza fisica che aveva patito da suo cognato. 963. 2° fu quello riferito alla figlia della RUSSO. La madre di RA dovette CONVERTIRE in amore la violenza spirituale di Luigi Amodeo che la amava e la costrinse per esso ad essere amato e sposato. Lei avrebbe voluto farsi suora Badessa! O ingegnere! Non voleva sposarsi! 964. 3° fu la violenza patita da Ra, nipote della RUSSO allo stesso modo di Gesù dalla Santa Anna. RA non puntava a sposare Dio, ma a vivere la sua vita. Fu invece violentato proprio da Dio e dovette CONVERTIRE in amore questa divina violenza, fino ad amare tanto che Dio FOSSE VIVO E PRESENTE in questo mondo... da cedergli tutta la persona. Oggi RA vive con il solo grande scopo – come vedete proprio ora tutti – di metterci tutto il suo impegno a che tutti voi riscopriate il Dio in lui e NON LUI . L'amore massimo di chi rinuncia a se stesso, per il bene assoluto della VITA DI DIO. Chi mai ha cercato DI FAR ESISTERE... Colui che lo fa esistere? È un impegno SOVRUMANO, che non potete far altro che RICONOSCERE, anche se lo giudicate FOLLE, perché IMPRODUTTIVO e IMPOSSIBILE. Certo, lo sarebbe, se le cose, qui in questa Terra d'Egitto, dipendessero dalla nostra determinazione e non da quel Faraone che conceda solo quanto è conforme alla sua volontà.


231

F: NEL TERRITORIO il CILENTO del RIO ALENTO in cui RA è nato, era già un italiano Oracolo del nato in Betlemme di Gerusalemme ! 965.

Infatti in Italia il LEMME-LEMME che è infine di Betlemme e Gerusalemme è un sinonimo del LENTO-LENTO che è infine di CILENTO e ALENTO, un Alento che è proprio un RIO.

il CILENTO Territorio di tutti i Miti, era già Oracolo perfino della nascita dello Spirito santo di Jahve ! 966.

Importantissimo, il RIO Alento che diede il nome al Territorio del Cilento (da Cis Alentum) perché a due passi dalla sua foce, a ELEA, nacque in Filosofia lo Spirito santo di Jahve, quella affermazione dell'ESSERE come il fondamento d'ogni cosa. Ma in questo Territorio sono davvero passati tutti i miti: dagli Argonauti di Giasone, a Ercole, Ulisse, Palinuro, le Sirene...

il CILENTO del VELLO D'ORO , era già Oracolo del vero Vello d'Oro: infine RO ! 967.

VELLO D'ORO fu oracolo di un V'E' EL! LODO RO! . Fu portato in zona da GIASONE= GIA' SON E' (già è il Figlio) che veniva da ARGO = AR... GO !!!! VA! E VA! Nella ARGO in cui celebravano ERA ARGIVA come la madre di tutti gli Dei, che allude a E' RA! A.R-GI (oshua) VA !!! Va nella Terra di Tutti i miti, a portarvi il verso e definitivo Vello d'Oro: RO.


232

il RIO CALORE , che bagna Felitto è il chiaro Oracolo di CCA' LO RE !

968.

Qua il RIO Re! Ogni indizio rivela che nel Cilento del Rio Alento il RIO RE sta presso il RIO CALORE, nato dal M. CERVATi che è oracolo del C'è ER (Spirito) VA (rese) Ti (croce italiana).

l'Egitto come oracolo di Felitto ! La fonte del Popolo di un Ego -Romano eletto a F -spirito d' Elì ! in cui un IO sempre Italiano avrebbe avuto in sé TT , due croci ! 969.

Così come rivelò il Profeta Osea, scrivendo che dall'Egitto ho tratto mio figlio. Lo stesso nome di EGITTO sarebbe stato costituito da un EGO Romano che era insieme un IO italiano eletto a impersonare due croci, TT interne al suo IO, come in FELITTO avremmo avuto lo Spirito santo F, di un IO contenente due croci e che era il Dio Ebraico ELI cui Gesù morente sulla croce di rivolse, chiamandolo due volte: ELI ELI, ma che, compreso come 2 croci nell'IO d'un Italiano Romano sorgeva come ELITTO, un ELISO, strappato alla vita sulla croce a T.

l'Egitto come oracolo di RA ! fonte del Dio RA quale fonte del Sole in Romano Amodeo ! 970.

Infatti – e secondo la stessa Profezia di Osea - dall'Egitto è tratto l'acronimo RA del Dio Sole.

la Fuga in EGITTO fu oracolo di quella da Felitto, perché lì …gli volevano uccidere il Padre ! 971.

Padre e Figlio sono opposti, in linea di generazione. Così mentre è scritto che la Famiglia del Figlio dovette fuggire in Egitto (perché volevano ucciderlo), ciò alluse a quella del Padre di RA che dovette fuggire da Felitto. Segretario del Fascio, quando, appena sbarcati gli Americani una colonna passò per il paese, tentarono di fingere una imboscata e ne incolparono lui, sperando che gli Americani lo passassero per le armi. Non essendoci riusciti, attaccarono in tutti i modi Luigi Amodeo che, con Ra di circa 5 anni, “fuggì” a Salerno.


233

SALERNO in cui la famiglia fuggì deve rievocare Gerusalemme, il cui primo nome fu Salem ! 972.

Di fatti Romano può identificarsi con Salerno così come Gesù con la GESUsalemme che al posto della S di Gesù ha la R del Romano di Salerno. Essa è il SALE di R(oma)no, senza “o” (alternative) e senza “ma” (incertezze), lo stesso SALE che è al centro di Gerusalemme.

VIETRI SUL MARE in cui la famiglia visse alluse al suo esserVI come un Tris, ultimo ma RE ! 973.

VIETRI SUL MARE, infatti si può dividere in VI E' TRIS, UL MA RE. Se si considera che fa parte della COSTIERA AMALFITANA, essa è oracolo di un COSTI' E' RA AM ALFI' TANA (così è alfine la tana di RA, AM, il Dio “I AM” io sono (Jahve), in Amodeo.


234

G: NELL'AMBITO DEI GOVERNANTI Gesù dovrebbe essere stato già lui il MASSIMO LEADER “Romano” !

974. Chi lo definisce Ebreo ignora che è stato il più valido RAPPRESENTANTE e LEADER di tutto l'Impero Romano!

Gesù dovrebbe aver dato vita a un morto, PROPRIO IN NOME dell'ITALIA !

975. Infatti disse TALITA CUMI (che significava “bambina svegliati”... ma che con CUMI TALITA (col la prima parola al posto dell'ultimo) indica CUM ITALI T A alias CUM ITALIA T “nel nome della Croce che ci sarà in Italia!”... e la bambina si svegliò dalla sua morte.

LIA, la moglie imposta dal Padre a Giacobbe fu oracolo della “romana andata”, della “ITA” di LIA, in Italia ! . 976.

Qui c'è l'estremo arbitrio con cui LABANO impose (molto ingannandolo!) a Giacobbe la sposa che egli non voleva. Lia (=EL Jahve), la primogenita, fu letteralmente messa prima nei panni della sorella Rachele che Giacobbe credeva di sposare e poi nel letto nel quale Giacobbe credeva di avere Rachele! Ciò indica che Dio Padre, sulla terra fa quel che vuole e che LIA è il primo presupposto di quella finale ITA (andata, nella lingua di un Romano) nella ITA-LIA cui LIA è finalizzata. L'ITALIA è il vero paese in cui scorre Latte e Miele! In Italia e sulle rive del Rio Alento era iniziata la PRESENZA SERIA, di Jahve affidato alla RAGIONE e non a quella cieca Fede che rischia sempre di portare ad un inganno... come quello patito da Giacobbe, se non solleva i veli di colei che EGLI CREDE di far sua... ma non lo è, perché non è lei Rachele. Ma, come fa sempre Dio che tiene conto degli umani AMORI, sarà GIUSEPPE, figlio della benamata Rachele ad essere la causa del SORGERE STESSO del Popolo di Dio in Terra d'Egitto. Giuseppe è il Padre putativo del Popolo così come GIUSEPPE sarà il Padre putativo di Gesù. Ma è nel tempo che precede tutta la nascita del Popolo, perché precede le nozze di Giacobbe che sarà poi Israele, che sarà LIA la premessa del Dio che infine verrà in ITALIA, per il volere del PADRE VERO di Lia, un LABANO che è oracolo di EL “ab” (da Rom.)ANO. Dio da Romano.


235

RA, Dio Egizio, nasce in via POMERIO, oracolo di un'area consacrata al Dio ROMANO ! ma sottomesso alla gran mole della Chiesa Cattolica ! 977.

Come si vede nella foto a lato, che inquadra la via POMERIO, la casa natale, a sinistra, è sovrastata dalla mole immensa della Chiesa di Gesù Cristo. A indicare in RA il Dio di tutti, ma nel filone del Cristianesimo Cattolico.

GESU' CRISTO DI DIO, deve connotare la casa in cui nasce in RA ! 978.

Entrando nel portone della povera casa in cui nacque RA, ecco un affresco, sulla volta, ad indicare un Dio coronato di spine e con una croce al posto degli occhi e del naso. Indica che è qui che si ripresenta, in una nuova povera accoglienza, il Re dei Re, venuto stavolta con una croce ancora maggiore ed una gloria ancora maggiore: a impersonare un Dio Pa' RIO come la incolpevole Ma' RIA agli occhi di tutti quanti l'avrebbero lapidata, giudicandola esempio di prostituzione... che non esiste quando chi ti violenta in tal modo è Dio. Il Dio che si violenta finalmente anche in se stesso padre, costringendosi in un soggetto allo stesso modo giudicabile RIO, ma in verità solamente PIO.

l'IMPERO ROMANO per quel che significa deve esistere anche al ritorno in vita di Gesù in RA ! 979.

RA è nato due anni dopo che esso è stato rifondato, nel 1936. Anno che, con la rinascita dell'Impero Romano rifondato da Roma, segna l'inizio della fine del Tempo, comandata dall'unità ottenuta moltiplicando UNO × UNO, ossia 44 × 44, dal cui prodotto il 1936. questo inizio pieno apre poi alla sua fine quando, al 44, si aggiungono i decimali 0,(44+44 -3) +0,00(44+44 -22) +0,0000(44+44 -3), +0,000000(44+44 -300/4), ossia dal quadrato di 44,85668513, uguale a 2012,2222 che corrisponde al termine esatto del 21 dicembre 2012.


236

l'Impero dell'Emanuele in segno dell'atteso potente Emanuele di Dio ! 980.

E fu Vittorio Emanuele III. Come il 1° imperatore qual segno dell'Impero Romano definitivo, del Dio in Romano, come già successe a Gesù che, ucciso da Roma, poi avrebbe avuto il suo Erede come il solo vero Imperatore a livello mondiale, insediato proprio lì, a Roma.

l'Emanuele III segno di una Trinità di regnanti ! 981.

Vittorio Emanuele I, II e III posti sul regno dell'Italia così amata da Dio che volle che come popolo vedesse proprio l'iniziativa di quella casa SAVOIA che SA, conosce VOI come A, il principio assoluto di JA(hve) impersonatosi infine nella A di un Amodeo alquanto di casa tra quanti già usava il nome proprio AMEDEO. Così amata, CASA SAVOIA da consegnargli infine la SINDONE di Gesù Cristo. CASA SAVOIA e Romano nato prima ccà a SA , e poi posto alla fine a SA (ronno) come un V romano o Jahve, hanno avuto il ruolo di rappresentare il REGNO del finale EMANUELE III e Vittorioso.

un ROMANO, 3° e 4°, necessario anche come il 3° maschio legittimo dell'Onnipotente di fatto, il Duce ! 982.

Infatti anche al Duce dell'Italia la PROVVIDENZA DIVINA ha assegnato il compito di rappresentare il potere divino collocato in un 3° figlio maschio... che di fatto era il “reale” 4°, se si comincia dal primo maschio avuto in gioventù: Benito Albini Dalser.

di ETERNO, deve ripresentarsi la situazione che ci fu e che riguardò la progenie di Israele ! 983.

Infatti, se quegli eventi descritti nel momento istitutivo del Popolo sono Oracolo di quelli definitivi, allora quanto accade oggi nei potenti dell'Italia deve essere in quel segno, e ciò è vero per Benito Mussolini, che si è accanito ad esaltare tutto ciò che vi fosse di ROMANO.


237

un Benito Albino Dalser, 1° e qui ultimo, dev'esserlo nel segno del primato nell'altro mondo di chi qui vi è consunto ! 984.

Benito Albino Dalser è nel segno prodigioso del DUO in Romano=66, sommatoria dell'11, perché è nato nei tre 11-11 dell'anno 11 + i 3; un anno 15 che è quel 5+5+5 che rappresenta il primato della mediazione una e trina. AL-B in O. dal S. ER “trascende” il DIO Allah in un Binomio che è in OGNUNO, giacché viene dal Santo ER figlio di Giuda che è poi sostituito dal Padre Vero, nel dare la dovuta progenie a un primogenito... anche quando egli manca (come in Genesi 38). Benito, il Duce, andò contro Benito, contro se stesso e il suo sangue e fece infine internare, con la madre, nell'ospedale dei pazzi, a Mombello, ove egli morì per consunzione. Questo primogenito Benito sarà il vero 1° e Benedetto (benito) nel Regno dei Cieli la cui logica è assolutamente contraria a quella perversa che noi qui vediamo nel mondo reale. Qui “sembra” che Benito sia andato in ogni modo contro se stesso... ma – facendo martirio a sé stesso – si è salvato, nel mondo che conta davvero: l'altro mondo. Dunque questo primo e apparentemente vilipeso BEN è stato proprio come fu RUBEN. Ma Romano e Benito Amodeo saranno infine i RU-BEN che saranno il riscatto di ogni vero primo maltrattato come un vero ultimo. Ruben, il figlio di Giacobbe, aveva perso il suo ruolo per essersi messo nel letto del Padre, a sostituirlo con una concubina... come Benito Albino, il frutto di un Ben Mussolini messosi in un letto che non era quello che il PADRE NOSTRO aveva posto come suo: con la RA che è ELE (donna Rachele) a dare il 3° maschio nel segno di RA che è Ele, essendo il finale IS-RA-ELE. Qui a lato, nella foto, un segno straordinario voluto lasciare dal destino: RA, incoronato di una luce che ancora non è accesa e non brilla, mentre è con i 5 maschi della sua famiglia, per tre generazioni: suo padre, lui e il fratello Ben, e Marco e Andrea, i due gemelli nati nel giorno in cui lui morrà, alla fine del famigerato 21 dicembre 2012.


238

un 3° figlio dell'Onnipotente, comunque, che impersonasse tutti e 4 i figli maschi !

985.

Di fatti il 3° figlio riconosciuto, del Duce fu trasceso nel 2°, Bruno. Infatti BRUNO MUSSOLINI trascende B-R uno mus. o lì N.I. B-R allude al divino DUO in Romano, uno musicista o lì Nazarenus Iesus. Questo 2° fu chi compì il volo da un mondo all'altro, e rappresentò la nascita di RA il giorno, con un nome che, come rivelato, si riferisce al Romano Mussolini che sarebbe stato un importante musicista, e il segno del Romano che lì sarebbe stato il nuovo apparire del Nazareno Gesù. Primo figlio riconosciuto, Vittorio, doveva costituire quello che era in sé il Vittorio Emanuele III: un puro titolo in una vittoria puramente “trascendente”. Il Vero 1°, Benito Albino Dalser, sarebbe stato il vero rappresentante “divino” del Divino quartetto, uno e Trino, del Romano RIO, giudicato Empio e condannato a morte da due Papi..., come lui dal suo Papà.

rispetto a Romano 3° Figlio, IL DUCE dell' IMPERO doveva essere la “povera controfigura” di DIO PADRE ! 986.

Questo compito “ultraterreno” era assegnato proprio dal RUOLO assegnato a lui dall'essere IL PADRE, di ROMANO, 3° figlio riconosciuto... e vero assoluto ma irriconoscibile rappresentante dell'Unità e Trinità del Dio venuto sulla Terra in uno giudicato RIO ed EMPIO... proprio come il Duce aveva giudicato il suo primo e vero figlio, sangue del suo sangue e di quella Dalser che veniva DAL S. ER, per come era scritto nel codice alfanumerico che era il DNA del ruolo assoluto e significativo assegnatole dalla Provvidenza. Il solito ruolo assegnato ad un primogenito e santo ER che è costretto a morire, addirittura, affinché il VERO PADRE possa sostituirsi a lui in TUTTO, tanto che BENITO, suo padre lo soppiantasse IN TUTTO fino a lasciarlo senza alcun riconoscimento. Questo era il ruolo proveniente per codice, DNA alfanumerico dal cognome DALSER della sua prima sposata... in chiesa, a quanto pare. DUCE(=30+1 unità.alfabetiche) dell'IMPERO ROMANO(=66+2+66 unità.alfabetiche), BENITO(=66-7, tutta la creazione in ciò che è “Romano”... ed è quel che fece con il FASCISMO=66+11, in cui 66, sommatoria di 11, si somma ad 11 )... prese in tutto il posto del suo primogenito BENITO. Esattamente come Giuda fu costretto a fare con ER e con la nuora TAMAR (croce dell'AMAR) mentre Benito con chi veniva, per DNA alfabetico, DAL S. ER e nello stesso segno della vera croce, in questo mondo, di ogni AMARTi. Insomma il Duce dell'Impero Romano voluto proprio come una DIVINA POVERA CONTROFIGURA DEL e DAL S. ER.


239

H: NELL'AMBITO FAMILIARE la FIMIGLIA di RA - soprattutto! - dovrebbe essere coinvolta, in questa rinascita dell'Impero Romano di RA ! 987.

Così infatti è stato. Tutto è ricominciato al quadrato esatto del 44=UNO. Nel 1936 i futuri genitori di Ra erano solo amici. Luigi, si era spostato a Salerno da Milano solo per lei. Di famiglia modesta, aveva solo la licenza della Scuola Elementare. Per puro altruismo, lei, Mariannina, che frequentava gli ultimi anni delle Magistrali, convinta del suo talento, lo aiutò nello studio, e così abilmente che lui in due soli anni si diplomò Maestro e fu di ruolo, per Concorso, prima ancora di Lei. Teresa Russo, che ben aveva una esperienza, della violenza in tutti i suoi possibili aspetti, allora intervenne ed affrontò sua figlia. Da ben 5 anni ormai Gino frequentava quella loro famiglia solo per lei, e, se non aveva alcuna speranza, lei non doveva dargliela. Anche la pura cortesia è disonesta quando lega a sé chi desidera altro! Mariannina, convinta, affrontò una questione mai prima nemmeno sfiorata. Disse a Gino che aveva respinto molti che la volevano perché il suo interesse nella vita era quello di legarsi a Gesù Cristo o – in second'ordine – alla libera professione, come una donna in carriera. Non voleva che lui si fissasse su lei, anche se mai si era parlato di questo. Ritornasse a Milano. Quella sera Luigi semplicemente le scrisse. Fu una lettera di amore talmente potente che letteralmente violentò lei che la lesse. Così si replicò l'esperienza già fatta da sua madre. Al contrario di lei, violentata nel fisico, Mariannina lo fu “letteralmente” dall'ardore dello spirito, e infine si piegò ella pure ai diritti dei sentimenti altrui. Così, con il 1936, il destino mutò, si fidanzarono e pianificarono le nozze per l'anno successivo, creando il presupposto perché RA nascesse da un impianto assolutamente santo, costituito da una duplice conversione all'amore, di una madre e di una figlia che già un temo unite (quando la figlia appena balbettava) avevano chiesto per lei alla Madonnina ogni Grazia possibile.


240

FAMIGLIA AMODEO dovrebbe esser sede di un gran legame a Maria, e per 3 Generazioni ! 988.

989. 3° generazione Amodeo, bisnonno. In moglie Innocente Buonamore (e fu nel semplice segno dell'Innocente e buon amore divino) 990. 2° generazione, Torquato Amodeo ebbe per moglie Maria Bonamore (e prese la forma precisa di Maria Santissima, nel Buon amore) 991. 1° in generazione, Luigi Amodeo prese in moglie Mariannina Baratta (segno, in lei Mariannina, di Maria Santissima e anche di Sant'Anna, la madre di lei). In più, il suo cognome BARATTA era il segno di un autentico “baratto” di cui ella era stata oggetto quando, pregando da bimba con sua madre La Madre di avere ogni possibile Grazia, aveva avuto quella stessa... di essere di sana pianta “barattata” con lei stessa, al punto che poi, da adulta, avrebbe a sua volta “barattato” il piccolo Ra morente con la vita nuova di un Gesù Cristo, per le sue preghiere incessanti di: “Salva Romano, innocente come Gesù!”. Lei non le chiedeva che Romano “fosse” l'innocente Gesù, così come da bambina, chiedendole ogni grazia, non le era mai neppure venuto in mente di chiederle...d'essere lei! Ma Dio supera sempre alla grande tutte le migliori intenzioni.


241

la FAMIGLIA BARATTA dovrebbe essere stata oggetto di una divina e Trina Cristiana “Epifania” ! 992.

993. In 3° generazione, Mauro RUSSO andò a Lustra di Monte STELLA , affinché i tre grandi Maestri che stavano là come i Magi e come loro erano venuti da lontano (uno dalla lontana America con il suo Magico Stradivari) fondassero la figlia sua Teresa all'amore per Cristo, la Madonna e la sottomissione assoluta al Padre. Lei non doveva ricevere altra istruzione. Non doveva imparare a leggere e scrivere, altrimenti “avrebbe scritto agli innamorati”... mentre lui voleva essere l'ARBITRO UNICO di chi dovesse essere il suo sposo. Un Padre... PREPOTENTE proprio come un Dio Padre, che comanda su tutto. 994. In 2° generazione, la figlia Teresa dovette PATIRE questo abuso, ed abituarsi a patirne poi un altro, quando, restata già vedova di chi il Padre le aveva imposto (nonostante lei amasse un altro), dovette piegarsi alla violenza di un cognato cui questo PADRE inflessibile l'aveva consegnata. Presso questi Magi, venuti da lontano, Teresa Russo fu santamente preparata, alla luce della Stella di Lustra di Monte Stella, sul monte alla cui base, 25 secoli prima, i 3 veri Re Magi (Senofane, Parmenide e Zenone), avevano fatto l'Epifania dello Spirito santo dell'ESSERE, in Filosofia. 995. In 1° generazione, fin dalle elementari, anche Mariannina BARATTA fu portata a Lustra di Monte stella, in quella Famiglia Lebano ... come Giacobbe dai Labano , a costruire la sua personalità e la sua fortuna... cristiana e tutta nel segno della Nascita di Gesù, con la reale Luce (a Lustra) di quella Stella e dei Magi. 3 generazioni in questo divino segno!

il BISNONNO MATERNO in persona dovrebbe già santamente alludere d'essere finalizzato a Romano ! 996.

Si chiamava MAURO di nome e RUSSO di cognome. Ebbene, se ne facciamo una TRINITA', il nome diviene MÀU ROMÀ U ROMÀ URO, e contiene in modo “trascendente”, ma molto evidente, 2 ROMÀ come le due persone di Dio in Romano. Ma anche Ru. Ma , (Russo Mauro) indica come RA veniva dialettalmente chiamato proprio RUMA' , mentre Ma. R allude a Maria.


242

i GENITORI uniti dovrebbero rappresentare la Sacra Famiglia !

997. Erano amici da 5 anni. Un giorno – spinta dalla madre – lei gli disse di tornarsene a Milano, se sperava in lei che non si sarebbe sposata mai: voleva farsi suora. Lui le scrisse una lettera così convincente che Mariannina imitò la madre e - come già era accaduto anche a Maria SS. - fu letteralmente violentata dallo Spirito santo dell'Amore.

suo PADRE - essendo il suo Vero Padre dovrebbe sembrare IL PADRE NOSTRO che è celato in RA ! 998.

1001. 1002. 1003. 1004.

1005.

Ci sono almeno queste 7 buone ragioni: 999. Nacque nel segno di una Creazione divina: 7-7-7, nella piena libertà dello Spirito santo; 1000 Visse da Spirito santo: con la sola scuola Elementare, fu Maestro e poi loro Direttore dimostrando una capacità degna di chi è illuminato dall'alto. Ebbe il nome di Re santo: San Luigi, il re francese, laddove lo Spirito santo è RE. Fu padre del RA-DIO: in pensione e costruendo molte RADIO, diede segni paterni del RA-Dio generato da lui con la generazione del figlio, Romano Amodeo. Fu falegname: anche questo per hobby e mettendosi nei panni precisi di San Giuseppe. Ebbe una Via Crucis di 14 giorni di paralisi con l'arrivo ufficiale a Milano del Papa e morì: li trascorse santamente, serenamente, con una pazienza infinita e nel segno di un invio in Cielo proprio come in una trascendente ma reale staffetta, tra un Papa che arriva “ufficialmente” a Milano e un Papà-Spirito santo che si blocca e sale in cielo. Quel 1983 fu consacrato Anno santo Straordinario proprio allo Spirito santo: in lui.


243

sua MADRE - essendo la sua Vera Madre dovrebbe sembrare LA MADONNA che è celata in RA ! 1006.

Ci sono almeno queste 12 buone ragioni, per essere LA MADRE: 1007. 1008. 1009. 1010. 1011. 1012. 1013. 1014. 1015. 1016. 1017. 1018.

nata nel segno dei Principi degli Apostoli Pietro e Paolo (29-6-09). chiamata come LA MADRE e sua Madre: Maria Annina. ebbe una sua divina Epifania: con la Stella e i suoi tre Re Magi. ebbe ogni dono chiesto alla Madonna, e fu barattata con essa. coinvolse la Madonna nell'allattamento di Ra (a latte e sangue). coinvolse la Madonna barattando Ra con Gesù (4 giugno 1940). divenne Madre della sua Chiesa: dopo il miracolo a Ra, Benito nacque il 17 febbraio in cui era stata consacrata la Chiesa del suo Paese. divenne santa mamma dei figli delle sorelle, in 7 furono come suoi figli a casa sua, indicando con questo 7 la totale maternità di tutti i figli. ebbe Divini comportamenti; quando, vecchia, benediceva tutti con molto sussiego, sapendo d'essere chi era. Morì nell'Anno santo Giubileo del 2000, votato alla Madonna. “Salì in cielo”... e veramente, essendo stata cremata. non volle una tomba, come fu per Maria SS., volendo che le sue ceneri fossero disperse.


244

I: NELL'AMBITO DI QUANT'E' NECESSARIO il Natale di Romano deve giustificare San Matteo !

1019. Infatti tutti gli eventi ideali, descritti da San Matteo, riferendosi esattamente alla nascita del Padre di Gesù in Romano (una stessa cosa col Figlio), sono pienamente giustificati.

il CASTIGO DI DIO, accaduto al natale di RA, deve avere avuto le stesse motivazioni di Re Erode ! 1020.

Hitler, esattamente come Erode, non accettava altro Messia che se stesso, nel mondo intero!

il CASTIGO DI DIO, con RA nato 2 volte, dev'essere duplice !

1021. La seconda fu il 4 giugno 1940, quando la Madonna lo miracolò e in lui ci fu il trapianto di Gesù Cristo. 6 dì esatti dopo, Mussolini dichiarò solennemente che anche l'Italia scendeva in lotta, e che la dichiarazione di guerra era stata già consegnata all'Ambasciata.

anche la seconda Strage degli innocenti deve aver avuto le stesse motivazioni di Erode ! 1022.

Mussolini temeva che Hitler fosse il solo Messia, e voleva affiancarlo.


245 1023.

Romano come Gesù DEVE aver cominciato a trent'anni !

Infatti la sua vita ha richiesto gli stessi 30 anni di preparazione, poi, raggiunta quella età, si è laureato Architetto, sposato, e messo al lavoro.

Romano come Padre e Spirito santo … DEVE avere “fatto il miracolo di” sposare . . . GESU' ! 1024.

Quello RA che compì per primo, senza volerlo, fu di rendere più evidente il suo legame filiale con Maria SS., San Giuseppe e Gesù. Suo Padre e sua Madre erano di fatto già segno della Sacra Famiglia, ma egli, essendo loro, doveva per Sacramento consacrarsi a Gesù... Poté farlo in modo “trascendente”. Infatti sposò Giancarla Scaglioni, nata il giorno 1-11 (unità e trinità di Dio), della celebrazione liturgica di Tutti i Santi. Ma nell'ebraico non ci sono vocali, tanto che l'acronimo di lei, GS erano le consonanti di Gesù. Suo padre si chiamava Mario figlio di Anna, nato nel dì dell'Ascensione di Maria SS. Sua madre Giuseppina. Si era dunque...consacrato a Gesù. A Ortonovo, e tra gli ulivi, a 32 anni, cominciò poi a costruire una casa reale, in un “trascendente e Nuovo Orto degli Univi.


246

1025.

Romano , come Gesù in azione, DEVE aver fatto veri miracoli !

Infatti sono accadute cose davvero fuori dalla normalità. 1026. 1) Poté partecipare, ad 1 anno dalla Laurea ad un Pubblico concorso nell'Ente Pubblico, riservato a chi operava nella Pubblica Amministrazione da almeno 12 anni, e lo vinse... ma solo perché non era stata fissata l'anzianità di servizio, ma solamente la retribuzione. 1027. 2) Da Funzionario Pubblico non solo poté iscriversi all'Ordine Professionale degli Architetti di Milano Pavia e Sondrio, ma anche essere eletto l'anno dopo tra i 15 Consiglieri. 1028. 3) Nello scrutinio del 1972 risultò il più votato tra tutti i 2.000 iscritti e fu sul punto di divenirne, a 4 anni soli dalla Laurea, il più giovane Presidente della Storia. 1029. 4) Nell'Ente Pubblico divenne rappresentante sindacale e, nel riassetto delle carriere, del 1972, già deliberato dal Consiglio Direttivo ed accettato all'unanimità da tutti gli addetti del Consorzio (egli compreso) riuscì a ottenere nuovi aumenti, per circa il 20% delle retribuzioni e per tutti i dipendenti, solo 3 esclusi, i 3 geometri, che – essendo stati i precedenti rappresentanti sindacali – si erano già avvantaggiati prima per conto loro. 1030. 5) Senza stancarsi, era attivo in Consiglio di Zona, come Consulente, era al suo posto di Funzionario al massimo livello tecnico al Consorzio Intercomunale Milanese per l'Edilizia Popolare (CIMEP), e il venerdì impegnava i due giorni del Signore (il Sabato degli Ebrei e la Domenica dei Cristiani) per recarsi a Nicola, frazione di Ortonovo, a fare l'architetto, il muratore, il ferraiolo... tutto, per costruire il suo nuovo “Getsemani”, ed essere, in quel di Nicola, il “trascendente” Santa Claus festeggiato a Natale. 1031. 6) Senza rubare niente a nessuno, in pochissimo tempo e fino al 1973, esattamente 33 anni dopo il trapianto di Gesù Cristo in lui il 4 giugno 1940... s'era arricchito.


247

Romano , come Gesù, deve essere morto in sé a 33 anni !

1032. 33 anni esatti dopo quel 1940 in cui un miracolo aveva innestato sulla sua vita morente quella viva e vitale di Gesù Cristo, Romano morì veramente a se stesso e alla sua fede che la sua vita così miracolosa fosse una pura conseguenza della sua capacità. In quei momenti in cui gli riuscivano cose straordinarie, ma non di seguire al 100% le indicazioni di Gesù, era giunto a definire il Vangelo di Gesù una bella Utopia. Ma, messo di fronte a questa domanda, da Daniela Forlin, una Ciellina: “Credi proprio opera tua tutto quello che ti capita? O non ti ci porta in carrozza chi ti è Padre? ” Egli fece un approfondito esame di coscienza e si accorse che se una Utopia vi era, essa stava nell'uomo che si crede il promotore delle azioni del mondo e non solo il personaggio scritto e deciso in tutto dal Faraone di questa nostra Terra d'Egitto. Così, convintosi una volta per tutte che la libertà dell'uomo sta solo nel potere eseguire solo quello che in apparenza gli è permesso... morì di punto in bianco - e per sempre! - a se stesso, proprio nel 1973: ai 33 anni del Gesù che riviveva in lui.

1033.

Romano deve essere resuscitato in Cristo ai suoi 33 anni !

Questa resurrezione l'hanno vista in lui tutti, ma nessuno ha capito che si è trattato di una vera e propria resurrezione in Gesù Cristo, dopo che era veramente morto in se stesso. Nessuno ha potuto entrare nella sua mente, per accorgersi di come l'uomo di prima non esisteva proprio più, veramente! Nessuno si accorse di una vera resurrezione... in un altro, anche se tutti assistettero ad un cambiamento radicale e repentino, che giudicarono addirittura una imprudenza grande, se non addirittura una follia. Come fecero i suoi Genitori quando si licenziò dall'Ente Pubblico e da tutti i luoghi di potere, per mettersi all'ultimo posto a servire. La sua stessa famiglia adottiva, sentendogli dire che faceva tutto per il bene degli altri, chiedeva sconsolatamente a lui: “ E noi? ” In sostanza gli accadeva come era già successo a Gesù, quando sua madre o i suoi parenti andavano a trovarlo, ed egli, avvertito della precedenza che essi reclamavano rispetto a loro, gli chiedeva: “Chi è mio Padre? Chi mia Madre? Solo chi compie la volontà del Padre mio, questi è mio Padre e mia madre!”


248

ORTONOVO tra gli ulivi deve essere stato davvero il nuovo Orto degli Ulivi ! 1034.

Intanto il nome ORTONOVO lo dichiara il NUOVO ORTO, e gli ulivi, coltura unica di quel reale orto, lo ponevano con evidenza come quello degli ulivi. Ebbene, poiché Romano vi trascorreva i giorni del Signore, e lo fece per tre anni di seguito, senza saltarne mai uno, egli vi dedicava il tempo sacro, per svolgervi l'opera voluta da Dio: la fondazione della Casa reale fatta da lui, così come Gesù aveva fatto, idealmente, per fondarvi la casa dei suoi interessi. 1035.

questo ORTONOVO tra gli ulivi deve essersi chiamato anche “GETSEMANI” !

In verità quell'appezzamento fu comperato da un certo SACCOMANI, per cui esso era l'orto del SACCOMANI. Tra SACCOMANI e GETSEMANI la differenza è solo quella tra SACCO e MANI, soggetti che noi vediamo ben presenti nella Sacra Bibbia. Il termine SACCO può riferirsi facilmente a quell' ISACCO che impersonava un Figlio che doveva essere sacrificato dal Padre... ma che poi risultò essere GESU' gettato via come un SACCO di spazzatura, dalle MANI di Giuda e proprio nell'Orto del GETSEMANI, laddove SE GET con le MANI proprio Gesù. Pertanto tra questo orto del SACCOMANI e quel GETSEMANI, c'è di mezzo proprio il sacrificio del Figlio richiesto ad Abramo da Dio. Pertanto non è un arrampicarsi tra gli specchi, ma l'ORTONOVO del SACCOMANI è più vicino ad ISACCO … anche se poi è Gesù colui che GETTASI con le mani di chi tradisce proprio in quell'Orto. Anche per Romano, questo Orto del Saccomani sarà lo stesso sacrificio! Gli aveva consacrato i giorni festivi del Signore, ma lo avrebbe perso, gettato via allo stesso modo nel momento in cui sarebbe giunto anche per lui il momento della sua crocifissione.

questo ORTONOVO deve essere un punto forte che sia coinvolto con LA STRAGE DEGLI INNOCENTI riferita a RA! 1036.

La strage che il Vangelo di Matteo antepone ARBITRARIAMENTE alla nascita di Gesù è stata la II Guerra Mondiale. Strage duplice, decisa da Hitler 6 giorni dopo la reale nascita di RA e dal Duce 6 giorni dopo il trapianto del Cristo nel Romano morente. Ebbene, le due STRAGI si fusero nella R.S.I.. La LINEA GOTICA passava per questo sito. Era un FORTE, con cannoni e una bunker sotterraneo sul quale poi Romano edificò la sua Casa.


249

questo ORTONOVO deve essere coinvolto con la luce, e per due volte, date le persone di luce, vive in RA ! 1037.

Infatti Ra costruirà la sua Casa giusto in mezzo a due possenti elettrodotti. Comperò quel sito per poco, giacché il Saccomani non pensava possibile una casa, visto il dovuto rispetto.

questo ORTONOVO deve essere coinvolto con il solito EGITTO, a denotare la solita nostra Terra d'Egitto ! 1038.

Le risorse liquide per acquistare la terra vennero dal solo estraneo alla Famiglia: RINALDO RAHO, d'origine egiziana. RAHO dice HO RA, mentre il RINALDO sottolinea quell'IO AL DO, RIN... rinnovando l'opera di sempre. La Provvidenza sottolineerà il legame celeste di Rinaldo Raho: morirà per un improvviso tumore, e la sua morte sarà una vera sciagura per RA. Gli eredi non capiranno che i ritardi di costruzione dipendevano da lui, restato di colpo senza liquidità. Accampava scuse con sua moglie accusando RA dei ritardi. Morto lui, lei non accettò una giusta rivalutazione dei costi che, con l'inflazione, s'erano quintuplicati, e Romano pagò tutto.

questo ORTONOVO deve essere coinvolto con il racconto biblico di Genesi 38 ! 1039.

In Genesi 38 c'è il Santo Natale dell'antenato di Gesù Cristo, che sarebbe nato 38esimo dal Padre Vero, Giuda. Tra GIUDA e RINALDO RAHO il passo è breve. Chi GIU' DA' è ora un Io AL Rinnovatamente do perché RA HO. La nascita in questo capitolo 38, è di una mano, a 5 dita, e furono 5 i costruttori, di questa VILLA COLLETTO: Romano Amodeo, Sergio Venturelli, Silvano Cappetta, e due manovali. Il Santo Natale fu rappresentato dal nome della frazione: NICOLA. Nome che, mentre allude al N.I. Colà (al Nazarenus Iesus colà) allude al San Nicola divenuto poi Santa Claus in tutto il mondo. Pertanto, in questo sito, era nato lo stesso NATALE scritto in Genesi 38, perché il promotore di tutto era il Romano descritto di tutto punto da quel capitolo di Genesi, e questa era la REALE COSTRUZIONE, che egli aveva fatto, della SUA CASA.


250

tutta l'opera di Romano deve essere rappresentata da questa costruzione reale ! 1040.

Infatti essa prese il nome di VILLA COLLETTO perché sorgeva in località “Colletto”. Ma mentre accadeva qui questo, in via COLLETTA, a Milano, prima al numero 65 e poi al numero 29, si svolse tutta l'attività di Romano. Egli SCRIVEVA CON LA LUCE . Licenziatosi dal CIMEP, aveva prima cercato di vendere tutto, senza riuscirci. Fu costretto anche ad affidare al Cappetta la fine della costruzione, quando si accorse che sua moglie, che se ne restava sola anziché seguirlo (pur potendolo) nei tanti fine-settimana, intristiva e il suo matrimonio correva il rischio di una crisi. I prezzi lievitarono. Fondò una FOTOCOMPOSIZIONE, ed è così che si scrive con la luce, perché ogni lettera è una fotografia. Assunse tutti coloro che glielo chiedevano. Si affidava al Signore, sapendo molto bene che tutto dipendeva solo da lui e non dalla sua intraprendenza. Pertanto, tra VIA COLLETTA e VILLA COLLETTO non passò quasi differenza. Quello stesso tentativo di Santa CLAUS, era svolto anche alla COLLETTA, e coinvolgeva in pieno tutto il progetto che Dio faceva attraverso il suo personaggio.

tutta l'opera di Romano deve avvenire assolutamente nei nomi giusti giusti ! 1041.

Infatti, oltre che NICOLA, COLLETTO, ORTONOVO, SACCOMANI, questo luogo coinvolgeva CARRARA (Ccà R, RA, RA, uno e trino) e la VERSILIA (e c'è LIA, la madre del Padre Vero Giuda, in quel VER riferito al 5=V nato da ER). Ci sono tutti i nomi dei partecipanti, come quel SERGIO VENTURELLI che ribadisce il S. ER =Gio(shua) di un EL venturo proprio lì. Silvano CAPPETTA, che RA trasformò in impresario, dopo che smise a recarsi lì (riempendosi di debiti...), sì, rese vano ogni risparmio precedente... CASPITA! Non è per arrampicarci sugli specchi, ma gli eventi sono solo la forma assunta dai numeri di un progetto simile ad un DVD, e i nomi sono obbligati dal significato ESSENZIALE degli eventi, per come poi sembrano oggetti e azioni.


251

tutta l'opera di Romano deve avvenire da chi sembra intanto fare veri e propri miracoli ! 1042.

In 12 anni (75-87) RA firmò una montagna di cambiali, per portare avanti il suo SCRIVERE CON LA LUCE, volto all'edificazione personale di tutti coloro che erano accolti nel suo gruppo. Ma per almeno 500 volte non poté rispettare l'impegno assunto coi “pagherò”. Furono elevati altrettanti protesti. Ora la legge consentiva un vero e proprio PURGATORIO, se gli effetti erano pagati nei 5 giorni successivi al protesto notarile. Avendo avuto mediamente 2 mesi per fronteggiare le scadenze, 5 giorni in più, quando tutte le vie per assumere danaro erano già state tentate, avrebbero dato pochissime possibilità. Se l'efficienza fosse stata proporzionata al rispettivo tempo, 5 sessantesimi di tempo in più equivalevano ad un 8%. Per il restante 92% le cambiali sarebbero restate protestate... Invece Ra poté sempre sanarle tutte, al 100%, con una percentuale che in campo statistico è ASSOLUTAMENTE IMPOSSIBILE, su un numero di eventi quanti sono 500. Veri MIRACOLI, anche se il denaro non spuntava che sempre dalle tasche di qualcuno. 1043. 1044. 1045. 1046. 1047. 1048. 1049. 1050. 1051. 1052. 1053.

Romano, però, deve anche sembrare aver fatto miracoli nel vero senso della parola !

Se non sono miracoli, questi molti gli assomigliano... specie la resurrezione di una rondinella. Il primo vero miracolo fu il 4 giugno 40, in cui il medico stesso esclamò che aveva sconfitto la morte... A 3 anni e con due o tre presenza in tempi successivi nella classe di sua madre, dimostrò di sapere leggere e scrivere e i suoi genitori – esperti maestri entrambi – proprio non riuscirono a spiegarsi come lo avesse potuto! Da lì assunsero la massima fiducia in lui e nei tempi che si dava, nella sua costruzione personale. A 9 anni e senza saper nuotare, rischiò d'annegare, ma seppe non solo salvarsi lui ma anche far salvare suo cugino. A 12 anni dimostrò di sapere i fondamenti della Geometria prima ancora di averli studiati. A scuola, sempre impreparato, se la cavava con un 6 che era frutto di pura improvvisazione, come quando preparò in 3 giorni un complicato esame di Geometria proiettiva. Allo stesso modo, ha ricongiunto il campo della fisica relativa a quello assoluto. Sui 20, suo cugino Antonio (di Giosuè) aveva un difetto alle corde vocali, da operare. Se lo prese da parte e non ci fu più bisogno. Tra i 30 e i 36 anni (33 dopo il suo miracolo) compì prodigi, in tutti i campi. Un dì chiese a Dio cosa fare, e lo udì rispondergli. Il 2 giugno 2006 resuscitò 6 rondinelle stordite... ma una era veramente morta annegata! In Brasile, nel 2007 aveva un ascesso. Sfidò padre Piggi dicendo che Dio l'avrebbe guarito, e accadde nell'ora successiva...


252

la Chiesa Cattolica deve essere stata informata da RA che la Parusia era in lui ! 1054.

Il 20 ottobre 2002 Romano lo annunciò ufficialmente alla fine di una messa, al Decano di Saronno, Monsignor Angelo Centemeri: “Chi attendete è venuto in me, sono io.”

la STAMPA LIBERA deve avere di sua iniziativa riportato l'annuncio di RA: Sono il Messia ! 1055.

La stampa pubblicò una lettera privata, in prima pagina e più colonne, come vedete qui a lato.

la STAMPA deve averlo chiamato “il Profeta” !

1056.

La stampa di Cassina Ferrara lo definiva “Il Profeta di Cassina Ferrara”.


253

Per esser segno Occorrerebbe che RA avesse fatte vere profezie 1057.

Le profezie veramente “divine” sono quelle che sembrano profezie fallite. Quella massima che Ra fa è di dire che cosa accadrà dopo la vita di ciascuno. Dimostra con a scienza che potremo vedere quello che è vero già oggi (che stiamo già andando verso il principio di tutto) ma che vediamo nel modo uguale e contrario che mostra un andare alla fine in quanto è corporeo ed è l'opposto del nostro puro spirito.

il ROMANO PROFETA dovrebbe fare anche qualcuna delle profezie per come esse sono intese ! 1058.

1059. 1060. 1061. 1061. 1062. 1063. 1064. 1065. 1066.

E ce ne sono state. Disse che il 23 maggio 2003 ci sarebbe stata una costrizione ad una cura (alle ore 21) e due poliziotti vennero a prenderlo, con un decreto ingiuntivo del Sindaco, e lo portarono in Ospedale. Aveva profetizzato un gran buio per il 14 agosto 2003 e metà degli Stati Uniti d'America restò clamorosamente senza luce. Aveva profetizzato il colmo del buio per il 10 ottobre 2003, ed accadde davvero “il colmo” che il Papa non ricevette il Nobel per la Pace, assegnato ad altri quella mattina e in quell'ora... perché la pace era “il compito” del Papa. Come se un medico o un Fisico che ricevono quel premio lo ricevessero perché non è anche il loro lavoro. Profetizzò che il 25 maggio 2004 sarebbe stato colpito da paralisi e per 8 giorni fu letteralmente impossibilitato a muoversi. Previde nel 22 febbraio 2005 che sarebbe conclusa la ragione più profonda della sua visita in Brasile a Padre Piggi, prete a ragion di Don Giussani, comune professore di Religione... e morì Don Giussani come la sola fondamentale ragione. Profetizzò che il 4 giugno 2007 sarebbe morto per 33 giorni e risorto il 7-7-7, all'unisono con la nascita di suo Padre (il secolo prima) e fu costretto ad assumere un farmaco che gli causò un attacco del Morbo di Parkinson che gli provocò la continua moria per 33 giorni di cellule cerebrali. Finché, ricoverato d'urgenza il 7-7-7 in ospedale, fu sottoposto a cure ed in parte recuperò quanto aveva perduto. In Brasile predisse due morti... e ci furono. Di guarire subito da un ascesso, e accadde. Nel 27-2-2010 predisse una sua vincita al Superenalotto e, essendo egli il DUO di una sola Trinità, vinse due Terni, per 33.32 Euro.


254

Romano, essendo una trinità, deve avere il triplo dei 12 apostoli di Gesù ! 1067.

1068. 1069. 1070.

Furono 12 "anni di studio", importante base della sua cultura. Furono 12 anni (1975-1987) vissuti “per dar corpo” a Gesù. E furono 12 reali persone: gli allievi della sua Nuova Scuola Italica, che spiegava la verità di Gesù con l'Epistemologia.

Romano deve avere avuto un Triplice Calvario, di 3 fallimenti ! 1071.

374. 375. 376.

Fallimento (nel Tribunale di Milano) come persona (5 giugno 1988); Fallimento come ditta individuale, stessa data; Fallimento come Romano Amodeo SRL (l'anno dopo).

Qual segno del Calvario di Gesù, Romano deve avere avuto una gran quantità di ignari spettatori ! 1072.

20.000 accorsero a Montesilvano, il 28 febbraio 1988 sotto la croce eretta apposta, aspettando il gran miracolo in cielo che il Vice parroco don Diodati e la veggente Fioritti avevano preannunciato per quel giorno. Ma come potevano vedere quello che accadeva, in quel dì di San Romano Abate, a Milano e da parte di altro Romano, che si decideva a salire anche sulla croce del suo fallimento, dopo di aver tentato per 12 anni di dar corpo a Gesù Cristo?


255

Qual segno di un intero Calvario, Romano dovrebbe veramente aver messo in croce tutta la sua vita ! 1073.

Così fu. Ra fallì per intero! Come uomo, marito, perfino come persona onesta! Morì, in forma trinitaria, in tutto se stesso!

Anche Romano dovrebbe avere avuto un seguito di Marie Maddalene ! 1074.

Fallito come marito, ha sperimentato in tutto 7 amori, spirituali e sensuali, in rappresentanza di un intero.

Anche Romano dovrebbe avere oggi il suo appropriato Pietro ! 1075.

Per RA si tratta di Salvatore Mo-ccia-ro, come la “ro-ccia-mo”, di questo momento.

Anche questo Pietro dovrebbe essere un pescatore ! 1076.

E lo è, nella Rete INTERNET, curando il sito www.ordinespiritosanto.com per conto di Ra.

Anche questo Pietro dovrebbe avergli indirettamente risposto: «Tu sei figlio di Dio » ! 1077.

Questa “Roccia mo'” aveva elaborato NIARB (un programma di risposte attraverso il completamento di 5 iniziali parole). Così Ra scrisse: "Amodeo Romano è figlio di...", e NIARB completò scrivendo come risposta “di Dio, mettiamolo alla prova...” ricorrendo al libro della Sapienza (2.18-21) che già la Chiesa riferisce a Gesù.


256 1078.

Qual segno trinitario Romano necessita di TRE nuove Sion ! E sono Salerno , Saronno e Montesilvano .

Per esser segno di una Nuova Sion , Salerno dovrebbe avere dei validi motivi ! 1079.

1080. SALE-R.NO è il SALE di R.no (Romano senza O e MA, dunque “certamente”) 1081. SALERNO è il SALE della TERRA, ossia del TER RA, il RA Trinitario . 1082. SALERNO afferma che il SALvatore è R.NO (“certamente” Romano). 1083. SALERNO è il SALE di SALEM, il primo nome di Gerusalemme. 1084. SALERNO è al centro anche dell'attuale nome di GeruSALEmme. 1085. SALERNO deriva dal fiume SELE (che richiama il S. ELE, Dio Santo) e il fiume IRNO (che richiama l'acronimo INRI, con Rex “Omnium” al posto dei soli “Iudeorum”). 1086. SALERNO è la città che ha le spoglie di S. Matteo, così legato a RA, da aver avuto in dono di indicare la sua nascita, nel mentre voleva idealizzare quella di Gesù. 1087. SALERNO è stato il “paradiso terrestre” dell'infanzia felice di RA, prima che si spostasse a Milano e iniziassero tutte le difficoltà. 1088. SALERNO lo ha accolto, dalla fuga da Felitto, in Villa Caiafa (il Caifa del Sinedrio).


257

Per esser segno di una Nuova Sion anche Saronno avrebbe bisogno di validi motivi ! 1089.

1090. 1091. 1092. 1093. 1094. 1095. 1096. 1097. 1098.

SARONNO è il Codice Fiscale di Romano, MDA RNN, se MD (=Madonna) è S (=Santuario) SARONNO si riferisce infatti al Santuario di MDA (MADONNA) come il codice MDA SARONNO alluse al S.ARONNE, braccio destro del mosè=modè in A-modè-O. SARONNO si riferisce alla S.MARONN' del linguaggio di origine di Romano. SARONNO=SA ROMANO, giacché N=MA in codici alfanumerici. SARONNO suona come l'ebraico “SHALOM”, che era anche uno dei nomi di Dio. SARONNO è il Monte santo di Dio, perché qui vi fu nel 2.000 santificato il Monti. SARONNO ha il santuario costruito dall'Arch. AMADEO, e RA è l'Arch. AMODEO. SARONNO è come SALERNO, un cammino lungo ma in forma circolare.


258

Per esser segno di una Nuova Sion anche MONTESILVANO deve avere buone ragioni !

1099.

1100.

In Montesilvano 20.000 persone fallirono quando Ra scelse la sua Croce, il 28-2-1988. 1101. MontesiLVano è il Montes iano (=Monte Sion) se estrapoliamo LV=55 Romano 1102. In MONTESILVANO RA digiunò questi LV=55 giorni, per aiutare la Fides et ratio. 1103. In MONTESILVANO avvenne ciò che è scritto nel Vangelo di S. Giovanni, nell'Epilogo. Qui c'è uno stralcio del Fallimento che fu per tutti quel dì. Aspettavano – ed era San Romano – un miracolo maggiore che a Lourdes e di Fatima. E ci fu, così tanto più “trascendente” da apparire proprio per quell'estremo fallimento che non fu, come non lo fu quello di Romano.


259

L : VERSO LA RESURREZIONE

Qual segno di Cristo , dopo la croce occorre la resurrezione !

1104. Ra fallì dunque negli anni 88-89. Pensando che accadesse in solitudine e nell'abbandono. Ignorava quanto era accaduto di prodigioso a Montesilvano, in quel dì di San Romano in cui decise di ufficializzare la sua Croce e di chiedere il Fallimento al Tribunale. Ma cominciò un periodo nuovo, in via Teodosio, lui e sua Madre. Lei cominciava a subire con troppa vigoria l'attacco del morbo di Alzheimer e prese a dipendere interamente da lui, divenendo a poco a poco come la figlia di suo figlio, allo stesso modo della madre di Gesù che per lui Dio era sua Figlia. Ebbene, mentre lui s'incaricava di lei, sua Madre celeste, sede della Sapienza, cominciò a infondergli scienza e conoscenza delle condizioni assolute. La sua Resurrezione cominciò ad esser pubblica nel 1993, quando fu ospite al Maurizio Costanzo Show, e poté annunciare al mondo d'avere scoperto quel lato oscuro dell'universo, a verso negativo, corpo antimateriale e componente magnetica al quale è dovuto l'apparente avanzare positivo, materiale ed elettrico. Ma Dio volle metterlo alla prova. Era pronto a rinunciare alla sua ripresa, per il bene di una sola persona? Costei era Lucy Trintinaglia, ammalata anoressica a rischio della vita. Ra si era sentito colpevole, per averla abbandonata a causa della madre che, incaricata ad aver cura dei gatti, li aveva fatti morire, per la fame. Se ora il Dio degli Eserciti rivendicava la morte per fame, di sua figlia, Ra che cosa ne pensava? Pregò Dio di salvarla e – in cambio – egli avrebbe rinunciato alla sua rivincita. Accadde in un sol mese, e cominciò di nuovo a non esser più creduto da nessuno. Dopo 5 anni, però, osservò a Dio che c'era un pizzico di ingiustizia: ogni giorno lui sbatteva contro l'incomprensione generale... ma non aveva mai visto salva quella ragazza: era via a Trento. Ebbene Romano avrebbe vinto – nuovamente perdendo – a partire proprio dalla Via Trento, ma a Saronno, e per mano di un'altra persona salvata dall'Anoressia proprio quando egli aveva chiesto a Dio che ne fosse slavata una soltanto!


260

La resurrezione colta a Cogliate ricominciando da Saronno !

1105. Saronno era la sua città predestinata. Suo apparentemente il nome, il Santuario. Sua quella CASSINA FERRARA in cui visse in Via Larga 12, che diceva: “Si cca! Napoletano di Felitto, R., RA RA!” Qui conobbe una Maria Teresa L. ex suora che, nel nome M.T. e cognome faceva giusto 100 in codice alfa.numerico. Ammalata di Anoressia da tre anni, era stata salvata da Dio nel 93-94 perché si ripetesse, a parti rovesciate, quanto la M.T. Sua nonna aveva patito: s'era dovuta piegare alla violenza di chi l'amava e, lui, invece all'apparente disprezzo di chi glielo manifestava sempre più, quando più lui le mostrava simpatia. Maestra di Coro a Saronno, l'avrebbe seguita a Cogliate e lì, il 1° gennaio 99, Don Carlo gli avrebbe messo in mano l'enciclica Fides et Ratio che avrebbe rivoluzionato la sua vita. Infatti a Saronno Ra aveva aperto la Nuova Scuola Italica che, con la Ragione scientifica, spiegava le verità di Gesù Cristo, avendo però tutti contro: la scienza che non ama essere a servizio della Fede, e quest'ultima che scioccamente crede di poter essere irragionevole. Quando RA vide che il Papa molto spingeva i filosofi a trovare le risposte che RA già aveva, disse tra sé e sé che ormai era fatta! Chi lo disprezzava era stata infine il veicolo della sua vittoria, a Cogliate... Coglila, coglietela!


261

M: LE 10 NUOVE NECESSARIE PIAGHE D'EGITTO Poiché RA è un nuovo Mosè, addetto da un nuovo Esodo, si sono replicate le 10 Piaghe d'Egitto, con la Chiesa Cattolica come il Faraone. 1106. PRIMA PIAGA: l'acqua mutata in sangue. Accaduta realmente il 17-9-1999. La chiesa locale si oppone a che RA risponda alla chiamata del Papa, e la sorgente di vita si trasforma nel suo sangue, perché decide di digiunare ad oltranza, fino a morire, pur di portare al Papa la risposta che egli vuole dai filosofi. 1107. SECONDA PIAGA: le rane. Accaduta realmente il 18-10-1999. Fu inviata una Petizione al Papa, che chiedeva pietà per chi l'aveva preso in parola e rischiava la vita. Ma, dopo tante parole, quelle scritte sull'enciclica si dimostrarono come il gracidio di rane in acque stagnanti che molto vociferano ma saltano a pié pari tutto quel che non gli aggrada. Ra poteva anche morire... se lo voleva. Nessuna pietà dal Papa. Non rispose nemmeno alla petizione di 460 persone e 4 parroci. 1108. TERZA PIAGA: le zanzare. Accaduta il 24-10-1999. Come succhia-sangue, che vivevano però del suo sangue, i Fideisti attaccarono la Fides et Ratio, disertando il convegno fatto da RA in quel giorno. In una ventina seguirono la croce di legno, nel Giorno del Trasporto della Croce a Saronno... e l'addossarono, vera e reale sulle sue spalle. Nel ballottaggio su chi seguire, se la croce o lo verità del Cristo vivo, nessuno ebbe dubbi e 20 sacerdoti seguirono un legno. 1109. QUARTA PIAGA: i mosconi. Accaduta il 11-9-2001. In N.Y. Due pesanti “mosconi” riuscirono ad abbattere le due Torri gemelle che i preti di Saronno – insetti troppo leggeri – non abbatterono. Dio divenne il Dio degli eserciti e si mise a mostrare d'essere in guerra contro i fideisti alla Bin Laden... ma nella Chiesa cattolica, che va contro Dio, tenta d'abbatterlo e non lo teme più.


262 1110. QUINTA PIAGA: morte degli animali Accaduta realmente il 12-11-2001. Il Papa chiese preghiere, ma nel coro di Cogliate, dopo aver pregato, cercarono di cacciare Romano dal Coro, colpevole di aver cercato di aiutare una maestra troppo orgogliosa per cercare di capirlo o di accettarlo. O lui o Lei! 1111. SESTA PIAGA: le ulcere. Accaduta realmente il 29-1-2002. Satana, ringalluzzito da Dio che lo lascia fare, tenta di uccidere RA, ma non vi riesce. Allora nella chiesa di fronte fa sparire il corpo di Gesù dalla grande croce dell'altare... e l'orologio del Campanile si blocca a quell'ora: le 10 e 2 minuti. 1112. SETTIMA PIAGA: la grandine. Accaduta realmente il 20-3-203. In Baghdad una grandinata di bombe. Il Dio degli eserciti, per mano di quello USA, attacca il Paradiso terrestre storico, ad indicare il rischio del Paradiso. 1113. OTTAVA: le cavallette. Accaduta realmente il 23-5-2003. Rovinando i 3 anni in cui RA li aveva serviti, i Cogliatesi del Coro e il Parroco, poiché lui li aveva avvertii di temere i Castighi di Dio perché cacciando un ultimo avevano cacciato Dio e non lui... si adoperarono a che Ra fosse catturato dalla polizia e, su incarico del Sindaco di Saronno fosse costretto ad un controllo Psichiatrico. 1114 .NONA PIAGA: il buio. Accaduta realmente il 25-5-2004. Ora è il Coro di Saronno che, invitato da lui in chiesa all'ultima cena con lui che sa che sta per paralizzarsi e morire, si rifiuta, perché Dio non è nell'uomo e – così facendo – si ha il massimo del possibile buio delle coscienze degli uomini di fede, quando negano la presenza di Dio in ogni uomo. Come Ra si sentiva, andato a casa si paralizzò. 1115. DECIMA PIAGA: la morte dei primogeniti. Accaduta realmente il 4-6-2004. RA idealmente morì, anche realmente. La vita è un continuo morire in un punto e risorgere sul successivo punto dello spazio-tempo reale. Lo si sarebbe visto solo 200 giorni esatti dopo: in quel 26 dicembre dello TSUNAMI. Poiché doveva morire il 4-6-2004 perché era il doppio dei 33 anni di vita di Gesù... se era veramente un numero 2, rispetto alla sua unità, il 26 dicembre in cui nel dì di Santo Stefano (=incoronato”) Gesù fu incoronato “T sun am I” ossia “Io sono il sole della croce”, romano fu incoronato esattamente come il numero 2, avendo esattamente 22.222 giorni di vita (a affermare il 2 nelle cinque cifra di un due per 5 dieci) +222 decine, ad affermare la sua trinità nell'esser 2 e 10.


263

tra RA e la Croce storica, di legno, occorrerebbe un duplice e divino ballottaggio ! 1116.

E c'è stato, perfettamente simmetrico tra la Chiesa Cattolica e la Divina Provvidenza. 1117. IL PRIMO. 24-10-1999, la Chiesa fu posta di fronte all'alternativa se seguire la croce di legno o la verità di un Cristo vivo, in Ra Filosofo benedetto due volte dal Papa per quello che faceva per l'Enciclica... Seguì in massa la croce, mandando a ramengo lui. 1118. IL SECONDO. 29-1-2002, la PROVVIDENZA, messa di fronte alla stessa alternativa se mandare al Diavolo il corpo di legno di Gesù o quello vivo di RA, non ebbe alcuna esitazione: che Satana entrasse in quella Chiesa e portasse con sé il corpo di legno dopo averlo staccato della grande croce dell'altare. Si bloccò il tempo, perché l'orologio del Campanile si fermò alle 10 e 2 minuti. Si riavviò, miracolosamente solo 10 mesi e 16 giorni dopo, quando RA, criticatissimo dalla Chiesa, digiunò 9 giorni e per 16 volte fu in Comunione con Cristo, per una preghiera volta a che Egli ridesse gli occhi a un Tommi Urbani nato senza di essi. Egli non riacquistò la vista degli occhi, perché Dio fece di più: fece vedere a tutti e in chiesa cosa fosse l'amore e la compartecipazione, convincendo tutti ad accompagnare lui che in una messa s'era messo a cantare quando non doveva..., pur di non lasciarlo sbagliare da solo!

tra RA in difesa dell'Enciclica, e la Chiesa in lotta contro il Papa, occorrerebbe il segno di un vero e proprio PROCESSO tra antagonisti ! 1119.

E c'è stato, “divino”, “trascendente” tra Don Luigi CARNELLI, avvocato accusatore e proprio il PAPA come difensore. In seguito all'investimento del 29-1-2002 (Sesta Piaga delle Ulcere), RA, investito dalla GOLDEN (=Dorata, alias MAMMONA), fu coinvolto nell'accusa di aver procurato lui l'investimento. Ebbene l'avvocato accusatore si chiamava esattamente CARNELLI e il Difensore di RA si chiamava Alessandro PAPA. Segno strabiliante che quell'evento che in quel giorno Satana poté fare in una Chiesa non egregiamente difesa, nella linea degli intendimenti del Papa, tanto che RA aveva digiunato 57 giorni invano pur di convincere il Carnelli a fare come il Papa comandava, ma il Carnelli, rifiutando quella parte promessa di AVVOCATURA, si era posto proprio nella parte dell'accusatore Carnelli, in una vera e propria Causa che si fece presso il Giudice di Pace di Saronno e che terminò con un salomonico e ingiusto concorso di colpe... contro il quale – peraltro – l'Avvocato Carnelli si oppose e fece ricorso in appello.


264 1120.

tra RA in difesa dell'Enciclica, e la Chiesa in lotta contro il Papa, occorrerebbe una replica del segno anche nell'Appello !

E c'è stato, “divino”e “trascendente” di nuovo. Il giorno dell'appello era stato fissato per il 28 novembre 2006. Quel giorno il Papa era in Turchia, perché era accorso egli pure all'appello che aveva fatto il Missionario Santoro, ucciso il 6 febbraio 2006 mentre pregava in Chiesa da un ragazzo mussulmano che era entrato in chiesa con una pistola. Ebbene, la storia è tutta piena di allusioni. 1121.

SANTORO allude al SANTO RO, e si tratta di Romano, il Nume-RO.

1122. SANTORO fu ucciso il 5-2-2006 dalla fede immatura di un ragazzo, allo stesso modo con il quale esattamente due mesi prima, il 512-2005, la fede acerba dei Preti del Sacro Cuore di Gesù, a Pescara, invece di preoccuparsi del fatto che RA si era messo in croce, proprio come il Povero Cristo, seminudo in dicembre, avevano pensato, come quel ragazzotto dalla fede acerba che era meglio “farlo fuori”. Infatti avevano chiamato la Polizia e non si fecero nemmeno vivi con chi s'era messo letteralmente in croce, alle sbarre del cancello della Chiesa. Il SANTO RO non era stato riconosciuto né come uno che avesse una missione, ne come un semplice e povero cristo. Fu messo in croce e Dio lo mostrò in modo esemplare due mesi esatti dopo, facendo oggetto di quel trattamento il Santoro. Ora Santoro si era invano appellato al Papa, per una sua visita in Turchia. Da vivo la sua richiesta era caduta nel nulla ma, una volta ucciso in quel modo il Papa aveva deciso di correre all'Appello del Santoro... proprio il giorno 28-11 dell'appello del Santo RO, con il Carnelli avvocato accusatore, contro il Papa difensore. 1123. Ora il 28-11, a ragione del fatto che 11 è il 2 binario, è un giorno che coincide con il 28-II di quel 1988 in cui proprio in quel di Pescara, a Montesilvano, c'era stato l'apparente PROCESSO per un Fallimento, di quel Miracolo che un Viceparroco e una Veggente avevano pubblicizzato, dicendo che Gesù e la Madonna lo richiedevano. In quel Giorno – San Romano Abate – il Santo RO era proprio Santo Romano ABBA TE (Dio Padre. Questo 28-11 nel Pescarese, si accavalla al Santo RO in croce a Pescara, laddove si attendeva una Croce. Pertanto l'Appello del 28-11, comune al Papa e a RA, accomunava anche la vicenda di quella Croce. 460. Conseguentemente, erano coinvolti anche i Sacerdoti del Sacro Cuore di Gesù, con l'atteggiamento con il quale Don Carnelli s'era dimostrato di fede acerba, quella di chi, invitato a dare avvocatura, intenta proprio un processo.


265 1124.

Perché un Santo RO possa essere chiaro segno di Cristo, Romano dovrebbe poter essere XP !

Per Romano la X è il numero 10, mentre il principio dualistico in Romano, lo porta ad essere RO. Dunque è facilmente XP, essendo sostanzialmente un numero 10.

Perché il Santo RO possa essere chiaro segno di Padre e Spirito Santo , deve essere accaduto qualcosa di reale che lo dimostri, in modo “trascendente” ! 1125.

Quello che è accaduto ha coinciso con la Decima Nuova Piaga, quella della morte dei primogeniti. Romano aveva proposto proprio un test di verifica, ragionando in questo modo: “se è vero che in me sono incarnati Padre e Spirito santo di Gesù, e io sono nato un mese dopo, dovrei morire a 66 anni e due mesi esatti dopo il venerdì Santo.” Restò in attesa che la Chiesa segnalasse il Calendario della Pasqua e seppe che il Venerdì Santo era il 9 maggio. Allora concluse dicendo: “Sarò un numero 2 se il 9 giugno io muoio. Però, poiché io sono il Padre, ed è il mio Padre reale con la sua vita reale chi mi è di Oracolo, poiché mio padre restò paralizzato per i 14 giorni precedenti, io pure mi paralizzerò, e – a conti fatti – sarà il 25 maggio. Per questo il 24 aveva chiesto ai cantori di fare l'Ultima Cena con lui “povero cristo” che stava per affrontare la sua Via crucis dalle 14 stazioni e morire. I cantori (Nona piaga, si erano rifiutati, protestando che in Chiesa non si fanno queste cose!). Insomma l'uomo non può aspirare a che sia vero anche per lui quanto è stato vero per Gesù. Se lo fa l'uomo è un gravissimo peccato... perché l'uomo non è Gesù... e uccisero la presenza della Comunione di Dio in ciascuno di noi (il vero III segreto di Fatima: Dio, ucciso in una chiesa e sotto quella croce in cui già Satana aveva potuto portar via il corpo di Legno di Gesù. Ora uccidevano VERAMENTE IL PADRE! RA, andato a casa, si paralizzò. Restò paralizzato per 8 giorni, poi si riprese. Nessuno venne a soccorrerlo, nonostante si fosse raccomandato... se non lo vedevano in Chiesa. Si recò allora a Sacro Monte di Varese e riprese la Via Crucis. Il 9 era alle 13 alla cappella della morte di Gesù, in attesa che morisse. Ma non si accorse di morire. Recatosi però in albergo e sedutosi sul letto, crollò al suolo lui e il letto. Era un segno: non poteva vedere la sua stessa morte. Ebbene il 9 giugno si stagliava un piano trasversale assoluto, di 100 giorni di lato. 100+100 giorni dopo erano in sostanza ancora di sbieco su quel 9 giugno. E RA aveva esattamente 22.222 giorni +222 decine, nel segno proprio di quel suo essere 2 nella sua vita. Era Santo Stefano (=incoronato) e ci fu lo TSUNAMI = T sun am I (Sono io il Sole della Croce). Mentre Gesù figlio fu incoronato virtualmente “sole della Croce” RA fu incoronato come quel 2 che avrebbe dovuto essere... e lo fu.


266 1126.

Perché RA possa essere il soggetto reale della Parusia , deve esserci un segno conclusivo !

Il segno è proprio quello di questa pagina 266, in presenza di 100+100 e quel 22+22+22 che si rese già palese il giorno dello Tsunami, attraverso otto 2. Stavolta ce ne sono esattamente per i 3/4 ideali quando l'Unità e Trinità è data dal numero 4, ma nel 4 esiste come unitaria la Trinità di Dio. La pagina 266 è quella ideale per concludere questo lavoro di testimonianza. Ma anche il numero 1126, che è Romano=66 nella sommatoria di 11 ed è DIO=26 nelle 26 unità.alfabetiche.


Possibile questa Parusia di Gesù?