Issuu on Google+

神奈川回

A N N O

I I ,

N U M E R O

X I I I

-

¥ 1 5 0

La NOTIZIE DI

-Servizio della Red. Cronaca Nera-

RILIEVO: 

Cronaca Nera

Cronaca Rosa

Politica Interna

Economia e Finanza

c a d u ta

Eventi e Spettacolo

Oroscopo

Spazio Mangaka

SOMMARIO: Sakura Café: La 2 fine di un era o l'inizio di un'anarchia? Politica Tokyo e 3 dintorni Il governo di Tokyo investe negli asili per l’infanzia

3

Le forti piogge in Giappone hanno causato la morte di almeno sei persone

3

Borsa di Tokyo

4

Strano record al lago delle Ninfee

5

Largo! Fate

5

“Spazio al Mangaka”! Spazio Mangaka: Yandere Kanojo

89

Contatti Aziendali

10

Nella notte tra il 7 e l’8 Agosto, come tutti saprete, è avvenuto un attacco senza precedenti nella storia del Giappone moderno. Ma andiamo con ordine, per ricostruire nel migliore dei modi quella notte. All’incirca verso le 22 della sera del 7 Agosto, all’ultimo piano accessibile al pubblico, e per la precisione nella zona centrale, una ragazza saliva su un’aiuola lì installata, attirando l’attenzione dei passanti e di una guardia di servizio, che le intimava di scendere. Sotto lo sguardo dei passanti attirati dalla confusione, dopo aver inizialmente ignorato gli avvisi della guardia, la ragazza, vestita come una studentessa e dai lunghi capelli neri raccolti in due code, estraeva tra la sorpresa generale una semiautomatica, freddando senza esitazione la guardia con un colpo al capo. Il panico, come immaginerete, è stato generale e immediato, ma nessuno ha fatto nulla per impedire ai presenti di fuggire, e ciò fa sospettare agli inquirenti che il gesto della ragazza, e del suo probabile gruppo, dato che un simile attacco è difficilmente portabile avanti da una singola persona, fosse quello della distruzione della Torre e non un attacco a chi era all’interno.

di

M E R C O L E D Ì ,

un

Tra la folla in fuga c’è stato chi ha avuto la prontezza di spirito di avvisare alcune guardie incontrate e altri che hanno avvisato le autorità, subito dopo allertate anche dal servizio di sicurezza della Torre. Ovviamente la priorità fu data all’evacuazione dei presenti, tentando di far mantenere la calma e senza rivelare da subito il motivo di ciò, per evitare il panico. Mentre sul luogo giungevano le squadre speciali e quelle di pronto intervento di ospedale e pompieri, avviene l’inaspettabile. All’incirca all’una di notte, una deflagrazione squarcia la nostra amata Torre, spezzandola praticamente in due dal piano sopraddetto fino alla punta, mentre detriti cadevano tutt’attorno nel parco che la circonda. Per fortuna nessuna vittima è stata registrata, nonostante la dimensione dei detriti stessi, solo alcuni feriti tra i poliziotti e le squadre di pronto intervento. Le autorità stanno facendo i rilievi del caso, ma pare che ancora non si sia riusciti a risalire ai mandanti dell’attacco e alla tipologia di esplosivo usato, dato che il danno si è propagato unicamente verso l’alto. Si sta vagliando l’ipotesi di più cariche disposte lungo la linea che pare spezzare in due la Torre. La zona è stata messa in sicu-

1 4

A G O S T O

2 0 1 3

simbolo rezza, e la mattina stessa seguente l’attentato l’ormai famoso maniate dell’industria Caleb Stark, che ha recentemente spostato la sede dell’azienda che ha ereditato dal padre dagli Stati Uniti al nostro paese, si è offerto di occuparsi della ricostruzione della torre, con una chiamata diretta al Primo Ministro, Shinzo Abe. I lavori sono stati presentati durante il discorso del giovane industriale la sera seguente l’attacco, dopo il discorso del Primo Ministro, e quindi attorno al cordone di sicurezza più esterno, a 50 metri dalla Torre, sono stati disposti prefabbricati dove i negozi che avevano sede all’interno hanno riaperto e che, con grande spirito, hanno offerto parte degli introiti per partecipare alla ricostruzione. Un duro colpo a un simbolo della nostra patria, conosciuto nel mondo. Ma un attacco simile non fermerà, dice il Primo Ministro, lo spirito dei Giapponesi ne lo spezzerà. Le autorità invitano chiunque sappia qualcosa riguardo all’attacco, anche dettagli apparentemente insignificanti, a riportarli alla sede centrale della Polizia di Tokyo. Chiunque voglia partecipare anche con una piccola donazione ai lavori potrà trovare i dettagli per le varie modalità di donazione sul sito www.rebuildthetower.jp.


PAGINA

2

Sakura Café: La fine di un era o l'inizio d -Servizio

i

u a

cura

della

n Red,

Rosa-

Pensavamo ormai di aver assistito a qualsiasi scenario sconcertante, all'interno delle mura di un locale in cui dovrebbero regnare la classe e l'eleganza, in cui lo staff dovrebbe comportarsi in maniera impeccabile, persino appellando “onorato padrone” qualunque cliente varchi le porte di esso. Da oggi probabilmente dovremmo dire addio allo stile aristocratico, ai riferimenti vittoriani e qualsiasi auspicio di trascorrere qualche ora presso il Sakura Café senza rischiare di finire inevitabilmente nel caos. Dopo la sediata in testa al poliziotto specializzato in pazienza e bontà d'animo Kyosuke Hughes, il quale pare non abbia preso nessun provvedimento contro il proprio aggressore, la classica goccia che fa traboccare il vaso è scesa martedì sei agosto nella zona comune del locale. Questa volta, non abbiamo a che fare con le sedie ma con qualcosa di decisamente più scottante: la droga. Da sempre un argomento piuttosto spinoso: è inutile negare che se ne faccia utilizzo, ma

“[…] per organizzate serate divertenti e che attirino pubblico, non basta creare spettacoli suggestivi, mettere musica o qualche nome famoso, proprio no; dato che la serata dell' Humi no Hi, posso assicurare abbia riscontrato maggior successo rispetto alle

'

a

n

a

r

mettendo da parte l'esserne pro o contro, generalmente si ha la decenza di usufruire di tali sostanze in zone private, cosa che non è accaduta nella serata in questione. Maid ed Host in costume da bagno, piscine adibite a bagni freschi, gelati e granite per tutti in un clima di festa durato l'intera giornata, fino alla sera dove signore e signori... non un infiltrato, nemmeno un semplice cliente ma bensì una maid, ha deciso di accendere la fiaccola della festa, sotto forma di una enorme canna. Il tema della giornata doveva essere “sakura café in summerland”, non di certo “sakura café in Colombia” eppure, nessuno sembra aver protestato o fatto qualcosa di concreto se non delle maid ed host che hanno tentato di levar la puzza d'erba e desistere la loro collega da questo stupefacente -in negativo- comportamento. Fino a poco fa questo era un luogo tranquillo ma capace anche di donare serate divertenti, senza mai ledere l'incolumità dei propri clienti, eppure dopo questa gravissima mancanza di rispetto pare

c

h

i

a

?

che i clienti si siano divisi fra quelli che chiudono un occhio augurandosi sia una brutta ma unica coincidenza, e quelli sbigottiti incapaci di difendere una gestione a loro detta così superficiale oltre che una polizia che ancora non si è fatta sentire su questi reati sì di minore entità, ma che non dovrebbero venir trascurati. In attesa di una smentita o conferma da parte della proprietaria del sakura café, non possiamo che chiederci cosa mai possa combinare ancora questa ormai celebre maid dai capelli verdi e sicuramente seguiremo le mosse di questo posto che sta mandando in fumo la propria fama, e può darsi che magari in un futuro imminente assisteremo ancora a nuovi succosi scoop negativi... o alla reazione delle parti alte dello staff e persino della polizia? L'unica cosa per ora certa è che una certa perplessità è stata suscitata in qualsiasi cliente, pare che la crisi non si senta in questo posto ma anzi, più ne combini e più solido è il proprio posto lavorativo.

precedenti organizzate.”

V O X

P O P V L I

In fine, cari lettori, vorremmo ricordarvi che il KT è ognuno di voi, e che la vostra opinione conta! Se mai voleste fare comunicazioni alla redazione, o vorreste pubblicare qualche riga sul giornale, inviate una e-mail all'indirizzo redazione@kt.jp e noi sorteggeremo una lettera a settimana per esporla in una rubrica speciale che creeremo apposta per voi! 神奈川回™


ANNO

II,

NUMERO

XIII

-

¥150

PAGINA

Politica Tokyo e dintorni -Servizio a cura della Red. Politica Interna-

Era il 6 agosto del 1945. Alle 8.16 e 8 secondi (ora locale) sulla città di Hiroshima venne sganciata “little boy”, la prima bomba atomica ad essere usata in un conflitto bellico. L'esplosione causò la morte di 130mila persone, mentre altre 180mila, tra sfollati e sopravvissuti, persero la vita negli anni successivi. La distruzione e i danni provocati dall'ordigno, insieme alla catastrofe di Nagasaki seguita tre giorni più tardi, hanno avuto pesanti ripercussioni sul piano etico e sull'utilizzo di armi di distruzione di massa. Oggi, alle 8.16 (ora locale), a 68 anni di distanza, come ogni anno, all'Hiroshima Peace Memorial Park il Giappone ha ricordato le vittime del disastro. La cerimonia, a cui ha partecipato anche il premier Shinzo, si è svolta secondo la

tradizione : 3 colpi di campana e poi silenzio. Il premier giapponese ha poi interrotto il silenzio spendendo alcune

parole : “Giuro che utilizzerò tutte le energie per fare in modo da avere una pace duratura e abolire le armi nucleari”. Interviene poi anche il sin-

daco di Hiroshima, Kazumi Matsui : “Il trattato sulla tacnologia nucleare che il governo giapponese sta cercando di siglare con l'India aiuterà non solo a rafforzare i legami economici ma anche ad abolire le armi nucleari”. Il luogo, divenuto simbolo per la lotta alle armi di distruzione di massa, è stato costruito sull'epicentro dell'esplosione nel 1950. Al centro del memorial c'è una scultura ad arco, il Memorial Cenotaph disegnato dall'artista Kenzo Tange, su cui sono riportate le scritte “安らかに眠って下さい 過ちは 繰返しませぬから” , che tradotto significa “Riposate in pace, affinché [noi/loro] non venga commesso lo stesso errore”. Il [noi/loro] è lasciato privo di sentenza, elemento che rende la frase un po' ambigua.

Il governo di Tokyo investe negli asili per l’infanzia -Servizio a cura della Red. Politica Interna-

Shinzo Abe vuole aiutare gli asili infantili, evitando di alzare le tasse per queste strutture. Nonostante gli aiuti statali (e nonostante il tasso di natalità sia basso) sono ancora troppi i bambini che non riescono a ottenere un posto

nell’asilo. Sono circa 2,5 milioni i bambini che frequentano l’asilo, ma sono almeno 25.000 (per il governo) i bambini in lista d’attesa. E sembra che la lista d’attesa sika anche più ampia: dai 600.000 agli 850.000 bambini, perchè molti dei bambini sarebbero iscritti a strutture non certificate, non

avendo ottenuto un posto negli asili certificati. Ed il governo non è ancora riuscito a far costruire nuove strutture per sfoltire la lista d’attesa. Il governo di Abe ha comunque promesso lo stanziamento di 800 miliardi di yen per eliminare le liste d’attesa entro i prossimi 5 anni.

Le forti piogge in Giappone hanno causato la morte di almeno sei persone -Servizio a cura della Red. Politica Interna-

Le piogge torrenziali che hanno colpito il nord del Giappone da Venerdì hanno causato la morte di almeno sei persone. Solo questo Sabato, quattro corpi sono

stati trovati, secondo le notizie riportate dalla polizia locale. Una casa è crollata dopo che una frana l' ha travolta nei pressi del lago Tazawa a Semboku. Circa 300 poliziotti e soldati sul posto per prestare soccorso.

In tutto, otto gli edifici travolti da una frana innescata dalle piogge torrenziali che hanno colpito maggiormente le città di Akita e Iwate. In alcune zone si sono registrate oltre 108 millimetri di pioggia in un' ora.

3


PAGINA

4

Tokyo Shoken Torihikijo       

NOME

PREZZO

IdolM@ster corporation

4.220,00

-1,50%

Kanagawa Times

5.500,00

-0,20%

Katsuragi group

8.853,00

-0,60%

Lilya Editori

4.258,00

-0,30%

Shinto corporation

9.759,60

+0,25%

Stark Industries

6.429,00

+0,00%

Yoshitaka-Cho

9.615,90

+0,35%

(dati TST quadrimestrale pref. Kanagawa socioeconomica—aggiornati al 10/8, 15:10)

COMPRA ORA! Per una colazione più sana ed equilibrata!

神奈川回™

VAR %


ANNO

II,

NUMERO

XIII

-

¥150

PAGINA

Strano record al lago delle Ninfee tenue rassomigliante al giallo e dei lunghi baffetti ai lati dell'enorme bocca E chi l'ha detto che gli eventi debbano dalla forma rotondeggiante. Un esemplare raro che solitamente possiamo rimanere sempre classici? A sfatare la osservare solo nei laghetti artificiali necessità di non andar mai oltre gli nelle dimore più benestanti, che porta eventi classici che si susseguono ogni anno vi è la festività del “Gion Matsuri” con sé anche l'assomiglianza con la giornata per ricordare la millenaria puri- leggendaria carpa dorata, sogno di ficazione del paese contro la peste, che qualsiasi pescatore che ha potuto osper fortuna al giorno d'oggi non neces- servarla catturare solo da Sanpei, il sita più di tali rituali ma viene riproposta semplicemente con l'intervento di alcuni monaci buddisti che recitano delle preghiere, ma per i comuni cittadini è un modo per passeggiare lungo ambienti naturali ora purificati, e godersi scintillanti lanterne di carta galleggianti che danzano sullo specchio d'ac- famoso pescatore del mondo anime, qua formato dai fiumi in cui, viene or- potrete perciò immaginare quanti fanatici pescatori stiano invadendo dopo ganizzata questa giornata suggestiva. Salire sulle zattere e guardar da vicino questa straordinaria pesca il luogo, nel tentativo di realizzare quel che è un quei giochi di luce, per poi tornare a terra ferma e fermarsi in qualche chio- sogno, o forse un miracolo. C'è chi pensa che sia stata una trovata del posco, farsi convincere dai pescatori del sto, infatti gettarla di nascosto e farla luogo ad unirsi ad una grigliata è un modo assolutamente piacevole per tra- pescare ad un ignaro fortunato non è scorrere una calda giornata d'estate, ma così difficile, anche se trovare un esemplare che pare quasi toccare il nella tardissima serata, quando ormai gran parte dei passanti stavano per diri- metro di lunghezza è davvero impressionante! I difensori di questo miracogersi alla propria dimora è successo lo affermano invece che è dono delle qualcosa di molto particolare; pare infatti che una bambina insieme presumi- preghiere di questi mille anni purificatrici, che tramite l'enorme e sano pesce bilmente a degli amici abbia pescato una carpa da record! E non una sempli- ci hanno dato prova della grande proce carpa, ma una “Koi Chagoi” celebre sperità che può ancora elargire il nostro paese, dandoci forza di combattere carpa giapponese dal colore arancio -Servizio

della

Red.

Eventi-

i recenti problemi nucleari che rischiano di darci nuovi terrificanti problemi. Intanto, la bambina di nome Taiga ormai famosa e fortunata pescatrice di Koi enorme ci dice la sua su questo magnifico evento «per me è stato un segno del destino, mi ha fatto capire quanto questo paese nonostante le sfortune sia prosperoso, e quanto la pesca aiuti chi la ama. Questo è il mio primo pesce» spiega la giovane evidentemente emozionata «e sono felice di averlo preso durante una festa che ricordo praticamente da quando sono in vita» insomma, non ci ha dato la sua opinione sulla causalità o no del fatto, se non un ringraziamento al cugino e due volontari sconosciuti che l'hanno aiutata «Un grazie a mio cugino Kenji anche se dopo la pescata si è sentito male e l'abbiamo dovuto portare al pronto soccorso, ed un grazie a due persone che in realtà non conosco ma hanno dato un prezioso aiuto... Grazie Hitomi e Ushio» non ci è dato sapere chi sono stati i fortunati a vedere in azione la meravigliosa carpa, ma per chi volesse vederla pare che sia finita nel lago enorme dietro il cortile del nonno della celebre pescatrice. E voi, credere in questi segni del destino ed andrete ad approfittarne per una buona pesca? Sicuramente dopo oggi, la piccola fortunata potrebbe aprire un negozio di pescheria o di sushi e forse, l'otto agosto sarà da oggi in poi, anche il giorno della prosperità nei fiumi.

Largo! Fate “Spazio al Mangaka”! Sei un aspirante fumettista? Un Mangaka in erba? Un illustratore in cerca di ingaggi? Ebbene noi ti diamo una mano, anzi, cento! Il Kanagawa Times da oggi concederà un esaustivo spazio ai giovani in cerca d’ingaggio o che vuole iniziare a farsi conoscere in questo mondo molto amato dalla gioventù dle nostro paese e all’estero! Contattateci o raggiungeteci in Sede e parlate coi nostri Uffici Editoriali e noi vi offriremo le pagine che ospiteranno le vostre opere narrative. Fatevi leggere senza esitazioni, concedete ai nostri cari lettori attimi di relax, divertimento e perché no? Tensioni e intrigo alla fine della quotidiana lettura delle notizie.

5


YANDERE KANOJO N째1 -

Di Shinobi


ANNO

II,

NUMERO

XIII

-

¥150

“Di me scrivete Che ho amato i versi E i kaki .”

PAGINA

“Monti lontani Negli occhi riverberan Delle libellule .”

Vi ricordiamo inoltre, cari lettori, che abbiamo continuamente bisogno di nuovi giornalisti con la mente sveglia. Non siate timidi e, se interessati, inviateci il vostro CV ai contatti sotto riportati!

Kanagawa Times Kanagawa, Odowara, KT Building Kanagawa, Kamakura, Zaimokuza Tel.: 376-045 xxxx Fax: 045-xxx xxxx Posta elettronica: ookami.tsuya@kt.jp Altri contatti Editoria: 376-468 xxxx Segreteria: 376-34x xxxx

Numeri di soccorso in caso di emergenza a vostra portata di mano!

-110 Kanagawa Police Departman -119 Pronto soccorso Kanagawa Hospital -139 Vigili del Fuoco -8135 Soccorso Stradale

8


KT 2-13 - Mercoledì, 14 agosto 2013