Page 1

Registrazione Tribunale Bologna n. 6643 del 31/07/97 Spedizione in abbonamento postale art. 2 comma 20/c legge 662/96 Filiale di Bologna

Anno 16 - N. 3 Dicembre 2011

News Il tuo Natale con AIL

scegli tra i regali di BolognaAIL

Scegli di essere solidale, scegli tra i solidale regali ,di Scegli di essere

BOLOGNAIL


CHI SIAMO BolognAIL ONLUS è una delle 79 sezioni autonome di AIL, Associazione Italiana contro le Leucemie – linfomi e mieloma. È un’Associazione di Volontariato, senza fini di lucro. Costituita nel 1992, l’Associazione ha sede presso l’Istituto di Ematologia e Oncologia Medica “L. e A. Seràgnoli” del Policlinico S. Orsola-Malpighi a Bologna.

La MISSIONE di BolognAIL: SEGRETERIA E INFORMAZIONI:

ricerca

assistenza

sensibilizzazione

sostenere la RICERCA SCIENTIFICA sulle LEUCEMIE, i LINFOMI, i MIELOMI e le altre EMOPATIE NEOPLASTICHE

offrire SERVIZI di ASSISTENZA SOCIOSANITARIA GRATUITI ai PAZIENTI ematologici e alle loro FAMIGLIE

SENSIBILIZZARE l’opinione pubblica sulla lotta contro le malattie onco-ematologiche.

PER SOSTENERCI: - Conto corrente postale: n° 21632401, intestato a BolognAIL ONLUS - Bonifico bancario: IBAN IT76Y0638502428100000003024, CARISBO SAN PAOLO, intestato a BolognAIL ONLUS - Con un Click: con carta di credito sul sito internet www.ailbologna.it, oppure presso gli sportelli Bancomat di UniCredit Banca e on-line per tutti i correntisti UniCredit Banca - Tramite un’offerta in contanti, con assegno bancario, con bancomat o carta di credito nella nostra sede all’Istituto “L. e A. Seràgnoli” del Policlinico S. Orsola (Pad. 8, via Massarenti 9, Bologna). LE DONAZIONI DA PARTE DI INDIVIDUI E AZIENDE SONO DEDUCIBILI O DETRAIBILI ai sensi della normativa fiscale vigente (Art. 14 del D.L. 35/2006)

CHI CONTATTARE per creare una collaborazione tra BolognAIL e un’azienda: Chiama il numero 051 397483 oppure invia un e-mail a info@ailbologna.it: ti saranno fornite tutte le informazioni necessarie ad attivare una proficua collaborazione.

Per maggiori informazioni visita il nostro sito: www.ailbologna.it

BolognAIL Tel. 051.397483 - Fax 051.346509 e-mail: info@ailbologna.it www.ailbologna.it Direttore responsabile: Rita Bonaga Progettazione grafica: Immaginazione - Bologna Tel. 051.307943 Stampa: Azeta print service - Bologna Tel. 051.582022 Foto di copertina: Federico Tais Illustrazioni pag 14-15: Federica Baldazzi Redazione: Francesca Tramontano Alessandra La Palombara Direzione e redazione: BolognAIL c/o Istituto di Ematologia e Oncologia Medica “L. e A. Seràgnoli” Via Massarenti, 9 - 40138 Bologna Tel. 051.397483 - Fax 051.346509

Consiglio Direttivo BolognAIL: Presidente Sante Tura Vice Presidenti Luigia Bulgarelli Rocco di Torrepadula, Achille Contedini, Isabella Seràgnoli Tesoriere - Segretario Alberto Romani Consiglieri Michele Baccarani, Marcello Bione, Mauro Checcoli, Maria Teresa Garotti Bondi, Paola Gianni Martini, Aldo Cecilia Loiacono, Alberto Masacci, Raffaele Poggeschi, Giorgio Santi, Alessia Verga Sassoli De’ Bianchi, Silvia Zini Collegio dei Revisori Ermanno Era, Massimo Gambini Gian Luca Nanni Costa


A.A.A. VOLONTARI CERCASI

Questo è un invito da leggere con attenzione! di Daniela Viaggi

BolognAIL riesce a mantenere e ad implementare i propri impegni nei confronti dei pazienti onco-ematologici anche grazie all’efficace sostegno dei propri Volontari. Da un gruppo di 19 persone, che hanno iniziato questa avventura nel 1992, BolognAIL può contare oggi su oltre 470 amici che dedicano tempo ed energie: - all’Associazione, nello sviluppo delle proprie finalità - ai Pazienti ed ai loro Familiari, per alleviare la sofferenza ed i disagi che la malattia comporta.

Cosa puoi fare come Volontario di BolognAIL? Assistenza ai pazienti e ai loro familiari  SERVIZIO DI ACCOGLIENZA IN OSPEDALE: Accessi ai Reparti di degenza: dalle 13 alle 14 o dalle 19 alle 20 un giorno o più a settimana (anche sabato e domenica) Accessi al Day Hospital: una mattina alla settimana Punto di Accoglienza: nell’atrio dell’Istituto, una mattina alla settimana SERVIZIO NAVETTA: una mattina oppure un pomeriggio a settimana, per accompagnare i pazienti non autonomi da casa al Day Hospital e viceversa, con un macchina dell’Associazione CASA AIL: Compagnia ai Pazienti e Familiari ospitati gratuitamente e supporto alla segreteria, libera scelta per quanto riguarda la durata e la frequenza

Supporto alla raccolta fondi e alle attività istituzionali dell’Associazione CAMPAGNE DI RACCOLTA FONDI: due volte l’anno, poco prima di Natale e di Pasqua, vengono organizzate le campagne Stelle di Natale e Uova di Pasqua AIL. I Volontari di BolognAIL si alternano in circa 80 postazioni allestite in piazze, centri commerciali, ospedali di Bologna e provincia, in turni di 4 ore, per distribuire Stelle di Natale e Panettoncini, Uova di Pasqua e Colombine, raccogliendo le offerte e fornendo informazioni sulle finalità dell’Associazione SUPPORTO DURANTE GLI EVENTI: la presenza è richiesta durante eventi organizzati dall’Associazione o da enti privati, di solito in orario pomeridiano e serale PUNTI DI SOLIDARIETÀ: i volontari hanno l’incarico di recarsi, una volta alla settimana, presso i punti di solidarietà (negozi ed altri luoghi aperti al pubblico di Bologna e provincia) assegnati per raccogliere le offerte presenti nei salvadanai

Cosa serve per diventare Volontario AIL? Diventare Volontario è semplice, occorrono sentimenti di empatia e solidarietà verso il prossimo, motivazione e senso di responsabilità. Non serve né una specializzazione né un particolare titolo di studio.

La Campagna Stelle di Natale AIL 2011 è vicina: UNISCITI A NOI!! Chiama la segreteria di BolognAIL al numero 051 397483 oppure invia una e-mail all’indirizzo info@ailbologna.it


RICERCA

Giornata Nazionale per la lotta contro le Leucemie, Linfomi e Mieloma

Le cellule staminali nella cura delle malattie oncoematologiche, questo il tema trattato nella sesta edizione della Giornata Nazionale per la lotta contro leucemie, linfomi e mieloma del 21 giugno scorso. Nel periodico di settembre abbiamo approfondito la conoscenza delle Cellule Staminali Emopoietiche (CSE) grazie alla disponibilità di alcuni ematologi dell’Istituto. In questo numero vediamo come queste cellule si utilizzano nelle terapie delle diverse emopatie: leucemie, linfomi e mielomi. Il Dr. Antonio Curti e la Dr.ssa Cristina Papayannidis ci illustrano l’uso delle CSE nella terapia delle Leucemie Acute. AC Cosa si intende per fattori prognostici al momento della diagnosi di leucemia acuta mieloide e quali ricadute terapeutiche questi fattori hanno per il paziente?

all’esecuzione di un trapianto allogenico di cellule staminali. AC Nella leucemia acuta mieloide, il cosiddetto trapianto autologo ha ancora un ruolo e in quali pazienti? CP La reinfusione delle cellule staminali autologhe, che viene effettuata dopo un ciclo di chemioterapia ad alte dosi, viene riservata a quei pazienti che presentano, alla diagnosi, fattori prognostici favorevoli, come alcune particolari alterazioni citogenetiche (per esempio l’inversione del cromosoma 16) o specifiche mutazioni a carico di determinati geni (come la mutazione del gene NPM in assenza della muta zione del gene FLT3). Il Prof. Pier Luigi Zinzani e il Dr. Enrico Derenzini ci parlano del trapianto autologo di CSE nella cura dei linfomi. PLZ Se ci sono, quali sono le tossicità d’organo irreversibili legate al trapianto autologo?

CP I fattori prognostici al momento della diagnosi di leucemia acuta mieloide sono costituiti da alcuni parametri clinici e di laboratorio (età, numero dei globuli bianchi su sangue periferico), e dalle caratteristiche biologiche della malattia. Lo studio dei cromosomi, e quindi del DNA, ci consente infatti di identificare la presenza di alterazioni molecolari che permettono di ottenere una stratificazione della patologia, a sua volta necessaria per indirizzare ogni paziente al programma terapeutico più adeguato. AC Quali sono gli elementi che orientano nella scelta di un trapianto allogenico di cellule staminali? CP Il trapianto allogenico di cellule staminali viene generalmente indicato quando ci troviamo di fronte ad una patologia con caratteristiche cliniche e biologiche che configurano una leucemia mieloide acuta ad “alto rischio” di ricaduta. Questa condizione si verifica, per esempio, quando è presente un cariotipo complesso, quando cioè lo studio dei cromosomi mette in evidenza la presenza di numerose alterazioni a carico del DNA, fortemente suggestive di una patologia aggressiva, solo parzialmente responsiva alle terapie convenzionali. Analogamente, vengono avviati a trapianto allogenico di cellule staminali i pazienti che presentano determinate alterazioni genetiche, che predicono, come emerge dai dati della letteratura, un alto rischio di ripresa di malattia. E’ necessario sottolineare l’importanza della valutazione clinica del singolo paziente, poiché la presenza di comorbidità riguardanti altri organi o apparati può rappresentare una forte controindicazione

4

Dall’alto: la Dr.ssa Cristina Papayannidis e il Dr. Enrico Derenzini

ED Il trapianto autologo di cellule staminali emopoietiche, con i moderni regimi di chemioterapia di condizionamento utilizzati, non comporta sostanziali rischi di tossicità d’organo irreversibile. La tossicità del trapianto autologo è principalmente una tossicità acuta, legata al rischio di complicanze infettive o emorragiche durante il periodo di pancitopenia post chemioterapia. Le complicanze tardive dell’autotrapianto, molto rare, consistono prevalentemente in sindromi mielodisplastiche e sindro-


mi mieloproliferative acute, che possono verificarsi anche a distanza di anni dall’esecuzione della procedura. PLZ Qual è la percentuale di pazienti con linfoma che possono ottenere una guarigione con l’ausilio del trapianto autologo? ED Attualmente il trapianto autologo di cellule staminali emopoietiche viene utilizzato nella terapia di seconda linea del linfoma di Hodgkin e dei linfomi non Hodgkin aggressivi. Le percentuali di guarigione (remissione completa mantenuta per almeno 5 anni) si attestano attorno al 50% per entrambe le patologie.

ma terapeutico dei pazienti con mieloma multiplo, soprattutto nelle fasi iniziali della terapia, quando la malattia si presenta con caratteristiche biologiche di maggiore sensibilità. Nel corso di questi ultimi 10 anni, nuovi farmaci non-chemioterapici dotati di elevata attività contro il mieloma multiplo, come per esempio bortezomib, talidomide e lenalidomide, sono stati inseriti nell’ambito di programmi terapeutici comprensivi del trapianto autologo.

PLZ Si può eseguire una seconda volta il trapianto autologo? ED In casi selezionati, principalmente in pazienti ad alto rischio di ricaduta, per aumentare i tassi di risposta, è possibile eseguire un doppio autotrapianto. La fattibilità di tale procedura dipende oltre che dalla quantità di cellule staminali a disposizione, anche dalle condizioni cliniche e dall’età del paziente, infatti il rischio di complicanze nel caso di un secondo autotrapianto, può essere lievemente aumentato. Infine, il Prof. Michele Cavo e la Dr.ssa Giulia Perrone ci guidano nell’utilizzo delle CSE nella cura del Mieloma Multiplo. MC Quali pazienti con mieloma multiplo sono “candidati” a ricevere un trapianto di cellule staminali? GP Tradizionalmente sono candidabili al trapianto autologo i pazienti di età inferiore a 65 anni che non abbiano patologie associate che possano controindicare un percorso terapeutico comprensivo della chemioterapia ad alte dosi prevista nel trapianto autologo. Nel corso degli ultimi 10 anni, abbiamo inoltre imparato a modulare la dose della terapia di condizionamento al trapianto allogenico in funzione dell’età del paziente, senza che questo determini una riduzione dell’efficacia del trapianto; il trapianto ad intensità ridotta è diventato pertanto una opzione terapeutica anche per pazienti con età fino a 65 anni. MC In quale misura, e come, il trapianto autologo eseguito oggi è cambiato rispetto a quello eseguito 10 anni fa? GP Il trapianto autologo, dalla sua introduzione ad oggi, ha progressivamente consolidato il suo ruolo centrale nel program-

La Dr.ssa Giulia Perrone

Il risultato di questi studi clinici ha portato a modificare radicalmente la terapia di induzione (fase terapeutica che precede il trapianto autologo) cosi come ad intensificare ulterior mente la terapia al termine del trapianto autologo introducendo, per esempio, una terapia di consolidamento e/o una terapia di mantenimento basata sulla combinazione dei nuovi farmaci. Le strategie terapeutiche oggi possibili grazie all’introduzione dei nuovi farmaci hanno permesso di ottenere un controllo adeguato della malattia nella maggior parte dei pazienti, e di raddoppiare rispetto all’era pre-nuovi farmaci il numero di coloro che ottengono una risposta completa già durante la prima parte del programma terapeutico.

Nei mesi di Luglio e di Novembre sono state pubblicate sulla prestigiosa rivista scientifica “Blood”, organo della Società Americana di Ematologia, due ricerche coordinate dal Prof. Lemoli e finanziate da Carisbo attraverso BolognAIL. Nel primo lavoro, il Dott. Curti*, responsabile dello studio, ha dimostrato la capacità delle cellule “Natural Killer” del sistema immunitario di uccidere cellule leucemiche di pazienti con leucemia acuta mieloide. Le cellule “killer” sono state purificate dal sangue periferico di donatori familiari (in genere genitori per figli o viceversa) solo parzialmente compatibili e infuse post-chemioterapia. Questa nuova strategia terapeutica, relativamente poco tossica, appare molto promettente per il trattamento di pazienti anziani con leucemia acuta. Nel secondo studio, la Dott.ssa Salvestrini**, ha dimostrato come le cellule staminali leucemiche rispondano ad alcuni stimoli infiammatori in maniera opposta alle cellule staminali normali. In particolare, la espressione di una specifica molecola da parte delle cellule leucemiche rispetto alle cellule sane, rende la leucemia più sensibile ad alcune sostanze che potrebbero avere un ruolo terapeutico. *Curti A, et al.. Successful transfer of alloreactive haploidentical KIR ligand-mismatched natural killer cells after infusion in elderly high-risk acute myeloid leukemia patients. Blood. 2011 Sep 22;118(12):3273-9. **Valentina Salvestrini, et al. Purinergic signaling inhibits human acute myeloblastic leukemia cell proliferation, migration and engraftment in immunodeficient mice Blood. 2011 Nov 3. [Epub ahead of print]

Grazie a CARISBO per avere deciso di sostenere questi due progetti di ricerca che aprono nuove strade nella cura delle emopatie acute. 5


SPECIALE BILANCIO DI MISSIONE

La partecipazione, strumento di sussidiarietà di Alessandra La Palombara

Da poco è stato presentato l’ultimo Bilancio di Missione di BolognAIL che riflette i dati dell’ultimo Bilancio di Esercizio approvato e racchiude i risultati del 2010. Fil rouge del fascicolo è il tema della “Partecipazione”. Circa 22.000 persone ogni anno, in Italia, contraggono una malattia onco-ematologica: Leucemie Acute e Croniche, Sindromi Mielodisplastiche, Linfomi, Mielomi e altre emopatie neoplastiche. Molti di questi Pazienti guariscono. Moltissimi di loro vivono relativamente a lungo. I nuovi casi si aggiungono ogni anno al numero di coloro che hanno contratto una malattia onco-ematologica in passato e che sono ancora in cura: oggi sono circa 100.000 in Italia le persone con Leucemie, Linfomi e Mielomi che hanno bisogno di Assistenza. Sono Pazienti che hanno bisogno di medici, di infermieri, di ospedali, di laboratori; ma sono anche persone che vivono e lavorano e che hanno necessità di sostegno, di vicinanza, di PARTECIPAZIONE. Dal 1992 BolognAIL è vicina a coloro che sono in cura presso l’Istituto di Ematologia e di Scienze Oncologiche “L. e A. Seràgnoli” di Bologna e ai loro familiari.

Finanziando la Ricerca Scientifica sui tumori del sangue; offrendo gratuitamente Servizi di Assistenza socio-sanitaria ai Pazienti e ai loro familiari; promuovendo la Sensibilizzazione sulle malattie del sangue e invitando la società civile a dedicarsi al Volontariato, l’Associazione svolge ogni giorno un’efficace azione di Sussidiarietà. BolognAIL riesce ad agire in modo concreto nel sostegno dei Pazienti e dei loro familiari, grazie alla partecipazione efficace e instancabile, al proprio interno, di Volontari, Medici, Infermieri, Ricercatori, ex-Pazienti, Donatori e Sostenitori. Ma la dinamica di partecipazione che l’Associazione crea non è solo interna: BolognAIL non vuole agire da sola e, attraverso la Sensibilizzazione, negli ultimi anni ha sviluppato all’esterno una interazione più solida con la Pubblica Amministrazione, i Privati Cittadini, le Aziende, le Fondazioni, i Centri Ematologici di Ricerca e di Cura nazionali e internazionali. Nel 2012 e in futuro, BolognAIL continuerà a sviluppare nuove iniziative con l’obiettivo di arricchire la propria azione di Sussidiarietà e di creare una dinamica di partecipazione sempre più viva. Perché coloro che affrontano Leucemie, Linfomi e Mielomi possano contare su un sostegno solido e affinché non siano mai soli. BolognAIL non riceve fondi pubblici e quanto raccoglie è frutto della propria iniziativa, delle proprie azioni di fundraising che hanno successo grazie alla fondamentale, positiva risposta delle Aziende, delle Fondazioni, dei Cittadini di Bologna e della provincia.

622.641 euro sono i fondi destinati nel 2010 da BolognAIL al finanziamento della Ricerca Scientifica svolta da Medici e Ricercatori dell’Istituto “L. e A. Seràgnoli”. Una Ricerca all’avanguardia, incentrata sullo studio delle Cellule Staminali e sulla Medicina Rigenerativa e che porta costantemente risultati concreti, contribuendo a rendere le malattie onco-ematologiche sempre più curabili e guaribili. 370.804 euro è quanto BolognAIL ha destinato nel 2010 ai Servizi di Assistenza socio-sanitaria offerti gratuitamente ai pazienti onco-ematologici e ai loro familiari: Assistenza Domiciliare Ematologica, Casa AIL, Servizi di Navetta e di Accoglienza.

6


La partecipazione alla base della sussidiarietà circolare di Stefano Zamagni

Bene ha fatto l’Associazione BolognAIL a costruire il proprio Bilancio di Missione 2010 intorno alla categoria di Partecipazione come tema conduttore. E ciò per un triplice ordine di ragioni. In primo luogo, perché è la partecipazione attiva della base sociale ad assicurare vitalità e sostenibilità ad una associazione che voglia conservare e irrobustire la propria identità nel tempo. I soci che, in modo non formale, prendono parte al processo decisionale della loro associazione sono la migliore garanzia contro i rischi della involuzione burocratica e quindi contro lo spegnimento di quella passione che è la vera forza di BolognAIL. La seconda ragione è che la partecipazione responsabile accresce il capitale reputazionale dell’associazione, aumentandone la capacità di fundraising. È agevole darsene conto. A differenza del modello fondazionale, quello associativo è un modello in cui una pluralità di soggetti decide liberamente di mettersi insieme per conseguire obiettivi altrimenti impossibili da raggiungere. Laddove la fondazione fa “per”, l’associazione fa “con”. Se dunque viene meno la partecipazione, è la stessa credibilità dell’ente che viene a risentirne, con tutte le conseguenze che è facile immaginare. La terza ragione, infine, che parla a favore della centralità della partecipazione è quella che concerne il collegamento con soggetti ed enti con i quali BolognAIL da tempo ha saggiamente instaurato un rapporto di cordiale collaborazione. Come ormai si sa, il nostro paese sta transitando, non senza grandi fatiche, dal welfare state alla welfare community. Non è questa la sede per illustrare problemi e prospettive di un tale passaggio. Una cosa però va detta con certezza: senza partecipazione sostantiva, mai si potrà dare ali a quel principio di sussidiarietà circolare che tutti riconoscono come decisivo per il progresso sia civile sia socio-economico del nostro paese. Mi piace chiudere citando Lord Beveridge, l’artefice del welfare inglese. Nel suo ”L’azione volontaria” del 1942 si legge: “La formazione di una buona società dipende non dallo Stato, ma dai cittadini che agiscono individualmente o in libere associazioni. La felicità della società in cui viviamo dipende da noi stessi quali cittadini, non dallo strumento del potere politico

Da Sinistra Sante Tura, Michele Baccarani, Stefano Zamagni e Pier Luigi Masini.

che chiamiamo Stato. Lo Stato deve incoraggiare l’azione volontaria di ogni specie per il progresso sociale”. BolognAIL da sempre ha saputo interpretare questa logica d’azione, e ne vediamo l’esito. Sia lode dunque a tutti coloro che, con intelligenza e generosità, ne hanno reso possibile l’operosità nel tempo e a quanti vorranno ripercorrerne le tracce.

Anche quest’anno la realizzazione del fascicolo del Bilancio di Missione e l’evento di presentazione sono stati resi possibili dal fondamentale contributo di Unicredit S.p.A.,che ha coperto tutte le spese sostenute e che ringraziamo davvero sentitamente. Il nostro grazie va, inoltre, a Goodwill per l’enorme aiuto nella progettazione grafica del fascicolo. Ed infine è doveroso citare Concerta S.p.A. che ci ha nuovamente supportato nell’organizzazione del rinfresco.

7


ASSISTENZA

...e ancora Casa

Quel profumo con una lunga storia da raccontare di Daniele Leonardi

Le storie che si raccontano in Casa AIL hanno sapori forti, aspri a volte, amari altre, ma spesso, sono sapori dolci, che esprimono felicità semplici. Semplice come quello che sto per scrivere. Antonio Angotti, “trentacinque anni, due anni e cinque mesi”, è stato un nostro ospite che ha contribuito a lasciare un segno, con la sua voglia di lottare e la sua passione che lo spingeva spesso tra i fornelli ed il forno, sempre pronto a cucinare per la comunità di ospiti di Casa AIL. Facendo una lunga chiacchierata insieme, tra le mura del suo sogno divenuto realtà, si sentono i profumi che riaprono i ricordi di serate condivise tra risate e lacrime, nel fare la pizza, Antonio, al lavoro, in Casa AIL

le teglie di pasta al forno, il pane e i dolci con la mamma Maria, che lo ha accompagnato nella sua battaglia fino a vincere questo primo round. “Leucemia, una parola che se non vivi sulla tua pelle non riesci a capire, e che una volta vissuta, non c’è modo di poter spiegare”. Non sono parole mie, ma quelle di Antonio, condivise da Francesco, suo fratello che ha donato, senza nessuna esitazione, il midollo osseo per il trapianto. Scorrono i nomi ed i racconti, delle serate passate a scherzare e ridere nel salottino a Casa AIL, davanti alle pietanze che mamma Maria preparava. Tra gli ospiti amici si susseguono i nomi e le storie, Nicola, Vincenzo, Monica, e tanti altri ma tra tutti spicca Giuseppe: “Mesi passati insieme nel condividere la voglia di vivere, le battaglie vinte e perse, divertirci nel passare giorni in Casa AIL. Ora Giuseppe è nel mondo delle Verità. Un sorriso vissuto contraddistingue il viso di Antonio, un sorriso di chi ha partecipato ad una grande sfida: “Giuseppe ed io eravamo sempre insieme, qui in Casa AIL quando facevamo la chemio ed abbiamo fatto il trapianto lo stesso giorno. Eravamo un gruppo di amici che affrontavano insieme quest’avventura. Io ce l’ho fatta grazie a mio fratello: è lui il mio donatore di midollo. Il 25 giugno del 2009 ho avuto il trapianto: oggi ho trentacinque anni, due anni e cinque mesi.” Francesco guarda suo fratello parlare e sorride, poi mi spiega cos’è stato per lui donare: “è stata una passeggiata, rispetto a quello che ha passato Antonio!”. Minimizza sorridendo, ma dalle sue parole si assapora la scoperta dell’essenza del dono: una parte infinitamente piccola di te stesso che diviene seme di vita per un’altra persona. “L’importante per me era che Antonio ce la facesse!”. Passa, tra i racconti di quei giorni intensi, un legame tra i due fratelli inspiegabile, indelebile e visibile ad occhio nudo. “Insieme abbiamo lottato, insieme volevamo aprire questo panificio, insieme ci siamo riusciti. Oggi non scorderemo mai quello che ha fatto l’AIL per noi, e speriamo di farne parte nel nostro piccolo, ogni volta che potremo: in Casa AIL ho lasciato una parte di me, ogni angolo mi parla, mi apre ricordi: la biblioteca, la cucina, la sala da pranzo, il salottino, il giardino… rivedo i volti degli amici. Casa AIL mi ha dato tantissimo.” Ci salutiamo con Antonio e Francesco, dopo un bel pomeriggio passato insieme nel loro nuovo panificio. Mi incammino per via Volturno, poi via Indipendenza e sono di nuovo immerso tra la folla che riempie il centro. Tanti volti e tante storie sconosciute, ma ogni volta che passerò da quelle parti e sentirò il profumo di pane, so che quel profumo ha una lunga storia da raccontare.

8


SENSIBILIZZAZIONE Vogliamo mantenere costante il nostro impegno per Casa AIL, vuoi aiutarci? di Laura Lugli

Bollette, pulizie, manutenzione, assicurazione, personale di servizio … Sono alcune delle voci di costo di mantenimento di un immobile. Così anche Casa AIL annualmente si ritrova a fare i conti con queste spese, che come in tutti i bilanci familiari aumentano anno dopo anno. Chi è vicino all’Associazione, già da qualche tempo, conoscerà sicuramente Casa AIL e il suo scopo. La Casa di Accoglienza di BolognAIL è stata costruita dalla “Fondazione Isabella Seràgnoli” nel 2005, ed è stata data in gestione a BolognAIL che da allora copre i costi annui di manutenzione ordinaria della residenza. Casa AIL offre ospitalità gratuita ai pazienti che devono affrontare un periodo di cura presso l’Istituto e a un loro familiare o accompagnatore. Per questo servizio BolognAIL non riceve alcuna sovvenzione dalle Istituzioni Pubbliche, ma fa fronte alle spese con le sole erogazioni liberali dei donatori, che non coprono la totalità dei costi. L’Associazione si è presa un impegno di lungo periodo, per sostenere questo servizio e non vuole venire meno alla parola data ai pazienti e ai loro familiari. Come puoi aiutarci? Diventando donatore regolare. Attraverso una donazione regolare con domiciliazione bancaria/postale (RID) o carta di credito ci aiuterai a mantenere questo impegno. La donazione regolare consiste nel scegliere di sostenere in modo continuativo l’Associazione, definendo una somma da inviare a intervalli di tempo predefiniti. Per esempio una stanza di Casa AIL, che ospita due persone, costa all’Associazione circa 30 euro al giorno. Donare 30 euro al mese, che equivale a meno di un caffè al giorno, è un sostegno fondamentale per l’azione che Casa AIL

Desideri maggiori informazioni o sei già disponibile a diventare donatore regolare di BolognAIL? Scrivi a info@ailbologna.it o chiama BolognAIL al numero 051 397483

Due volontarie in Casa AIL

svolge. L’esempio riportato è per dare un’idea concreta dei costi, è possibile erogare anche importi inferiori a seconda delle proprie possibilità economiche. La caratteristica importante delle donazioni regolari è la costanza e la continuità della scelta. Per l’Associazione sapere di poter contare annualmente su un predefinito ammontare di risorse è anche una fonte di ricchezza in termini di pianificazione e ottimizzazione delle risorse. Infine è importante ricordare che, come tutte le donazioni, anche queste sono detraibili dal reddito complessivo in sede di dichiarazione dei redditi.

GRAZIE a Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna che ha deciso di concedere un contributo generoso a sostegno di Casa AIL, anche per l’anno in corso.

9


SENSIBILIZZAZIONE Vi affidiamo un sogno di Cristina Bonori, Responsabile Comunicazione e Immagine, COOP Reno Era il 2006 quando, da un’idea del nostro direttore commerciale Marco Manzoli, i punti non utilizzati dai soci nel “Catalogo del Collezionamento” si sono tramutati in progetti di solidarietà, per promuovere iniziative volte al benessere della società. Un’idea originale che ha visto da subito il consenso della nostra base sociale. Luciano Landi, Presidente del Consiglio di Gestione, ha spiegato nelle recenti Cerimonie di consegna dei contributi con quale spirito vengono fatte queste azioni solidali:“Non ci sentiamo mecenati o filantropi – ha dichiarato – ma semplicemente amici nei confronti dell’AIL e negli anni precedenti di tutte quelle realtà di volontariato che agiscono sul territorio. Alla fine questi punti potevano anche rientrare nelle casse della cooperativa come sopravvenienze, ma abbiamo deciso di lasciarle ai soci sotto forma di azioni solidali nei territori in cui queste risorse sono state prodotte. Per questo motivo possiamo dire che si è trattato di una vera e propria operazione dei nostri soci”. La prima volta il recupero dei punti è servito per l’acquisto di defibrillatori da donare alla comunità attraverso la consegna alle istituzioni locali e ad associazioni di volontariato successivamente Computer portatili destinati alle scuole dei Comuni della Provincia di Bologna, Ferrara e Rovigo; nel 2009 aveva sostenuto il progetto dell’Azienda USL di Bologna “Mai Soli: mantenere la continuità terapeutica e assistenziale nel rapporto ospedali – territorio”, e quello dell’Azienda Ospedaliera di Ferrara, che l’ha utilizzato per l’acquisto di attrezzature per la realizzazione di un “Percorso Oncologico Nutrizionale”, per i pazienti affetti da neoplasie solide o ematologiche. Nel 2011 sono stati finanziati 3 progetti con le sezioni AIL di Ferrara, Bologna e Rovigo, uno per ogni sezione. Il progetto della sezione di Ferrara prevede l’estensione dell’Assistenza Domiciliare Ematologica AIL sul territorio. La donazione a BolognAIL è destinata al sostegno della Casa di Accoglienza. La sezione di Rovigo invece, si sta muovendo nel campo della Ricerca, sovvenzionando medici e ricercatori in campo ematologico.

Grazie a COOP Reno per l’importante contributo che ci è stato accordato nel 2011, destinato al sostegno di Casa AIL!

Nella foto in alto: Gianna Brunelli, Vicepresidente del Consiglio di Gestione di Coop Reno, ritira la pergamena di ringraziamento dal Prof. Tura Nella foto a sinistra da sinistra Doriana Ballotti - Resp. Area Welfare Lega Coop Bologna; Luciano Landi Pres. Consiglio di gestione Coop Reno; Giuliano Barigazzi - Assessore Sanità e Servizi Sociali Provincia di Bologna; Sante Tura - Presidente BolognAIL

“Il lavoro prezioso di Associazioni come AIL, - continua Luciano Landi - che riuniscono la passione dei Volontari alla professionalità di chi lavora a fianco dei pazienti, rappresenta uno dei fiori all’occhiello del Welfare solidale italiano. Molte persone vincono la sfida contro le malattie, anche grazie all’assistenza che riescono a ricevere. In questa occasione, vorrei ricordare chi purtroppo questa sfida non è riuscito a vincerla: Tiziana Cardinali, 35 anni compiuti da poco, che ha fatto parte del Consiglio di Amministrazione di Coop Reno e ci ha lasciato pochi mesi fa. All’AIL non vogliamo donare solo un contributo economico, ma un piccolo sogno: quello che tutti riescano a vincere la sfida della vita”.


Cosa è accaduto...

Festa d’Autunno 2011, tra incontro e solidiarietà di Daniele Leonardi Una domenica autunnale accoglie i Volontari AIL che sin dalla mattina hanno lavorato per rendere possibile la calorosa accoglienza riservata agli ospiti e sostenitori dell’evento. Un gioco di luci e suoni tra le affascinanti stanze di Villa Pallavicini, tra i sorrisi degli ospiti, dei Consiglieri, dei sostenitori, degli ex-pazienti, nel ritrovarsi nuovamente insieme per sostenere il progetto di Assistenza Psicologica ai pazienti in cura presso l’Istituto “L. e A. Seràgnoli” sottoposti a Trapianto Allogenico di Cellule Staminali Emopoietiche (CSE) e ai loro Familiari. Il successo dell’evento permetterà alla Dott.sa Federica Lo Dato di attuare la Fase II del progetto: l’estensione del servizio di Assistenza Psicologica agli ospiti, parenti e pazienti, di Casa AIL. Nel corso della festa, le pietanze si susseguono così come le parole tra i commensali, i racconti, il ritrovarsi e l’incontrarsi, tra chi si conosce per la prima volta e chi condivide da anni la nostra Mission. Al calar del sole, l’estrazione dei ricchi premi della Lotteria (i numeri estratti sul nostro sito: www.ailbologna.it) e lo spettacolo dei “Burattini di Riccardo” ci hanno accompagnato alla conclusione della Festa.

Per i premi che sono stati messi in palio, un ringraziamento particolare a Atral Italia, Erboristeria Erbavoglio, ESSEDI Shop (Feman Srl), Farmacia dei Pini, GL Events Italia S.p.A., Hammam Blue, Meliconi, Mondadori, NaturaSì, Paola e Alberto Parrucchieri, Parrucchieri Vanni e Roberto, Società degli Alberghi e delle Terme di Porretta Spa, Teatro Europa Auditorium. Hanno contribuito: Agenzia Sara Assicurazioni, Albergo La Compagnia “Burattini di Riccardo” Stella, Alimentari Betti M. Lorella, Allure Due, Antica approfondisce l’Arte antica e tutta da scoprire dei Locanda Alpina Albergo, Arredamenti Daniela, Balboni burattini bolognesi, i quali dalla metà del ‘700 si e Poggi Ferramenta, Bar Moretto, Biciclette By Valentini, sono rivelati come una vera e propria moda teatrale Cartoleria Franceschini Marzia, Cartoleria Francesco, di aggregazione della città. Al fine di mantenere viva dida Cartolibreria Monica, Casa degli Scampoli, Cose di… la gloriosa tradizione delle teste di legno negli anni, Intimo abbigliamento, Donati Tovoli, Drogheria Olimpia, Endas Emilia Romagna, Farmacia Argentieri, Farmacia oltre agli spettacoli, allestiscono mostre, conferenze Marci, Foto Ottica Montiglioni, Fotostudio Express, Gardini a tema e laboratori di costruzione e animazione di Arredamenti, Garisenda Ristorante Self-service, Gianni burattini sia per adulti che per bambini. Due Uomo, Gioielleria Ottica Melotti, Hotel Touring, Il Sole Riccardo Pazzaglia, il capocomico (sopra nella foto), Erboristeria, La Bruciata Ristorante Pizzeria, La Medicina ultimo allievo del grande Demetrio Presini, oltre Merceria Filati Intimo, L’artistica, Ledalba Piante e Fiori, a scolpire le sue teste di legno, si occupa, con la Libreria Bonomo, Macelleria Anna e Annalisa, Macelleria moglie Milena, della conservazione di tutti i materiali dell’Edera, Macelleria Manzoli Sirdano, Macelleria storici appartenuti al Maestro Burattinaio del passato Montugni, Macelleria Risi Nerio & C., Merceria Castagnini raccolti nella Collezione Fantuzzi - Pazzaglia. Maria Luisa, Molido Cafè Bar Ristorante. Per saperne di più visita il sito: www.burattinidiriccardo.it

11


SENSIBILIZZAZIONE

Cosa è accaduto...

La ristrutturazione del B.C.M. di Francesca Alberani, Capo Sala Reparto B.C.M. Dal 9 luglio al 14 settembre 2011 il reparto B.C.M. (Bassa Carica Microbica), al secondo piano dell’Istituto Seràgnoli, è stato chiuso per realizzare alcuni interventi strutturali: copertura del vecchio pavimento con un nuovo rivestimento in PVC; tinteggiatura dei locali, utilizzando i colori studiati sulla tiologia degli ambienti, per renderli più accoglienti; ristrutturazione dei bagni per aumentare il confort e la sicurezza dei pazienti. Quest’ultimo intervento, in particolare, è stato realizzato in tutti i cinque bagni grazie al contributo dell’AIL di Bologna.

Da Bellonio e Zanghi e dalla disponibilità del Presidente Prof. Sante Tura e della Sig.ra Monica Bianchini. Adesso l’attività è ripresa a pieno ritmo: i nostri pazienti possono usufruire di ambienti più accoglienti e confortevoli, rendendo noi operatori soddisfatti dei risultati ottenuti. A tutti noi resta la responsabilità di utilizzare al meglio le risorse che ci sono state messe a disposizione nell’interesse dei pazienti e delle loro famiglie.

Un ringraziamento al Servizio per le attività tecniche dell’AOU Sant‘ OrsolaMalpighi e in particolare a Paolo Tetta per la tenacia e la disponibilità dimostrate; all’Ing. Frascari, responsabile del progetto e all’architetto Di Salvatore per la competenza, la passione e la sensibilità con cui hanno progettato e seguito i lavori, concretizzando interventi dei quali da tempo sentivamo un’urgente necessità. Ma soprattutto, grazie all’AIL per il suo sempre generoso contributo, reso possibile dalle donazioni delle famiglie

Due particolari della ristrutturazione

Non smettiamo mai di stupirci! del settore Basket della Polisportiva Giovanni Masi Ancora una 24 ore di basket al Cabral di Via Allende a Casalecchio di Reno, ancora un’edizione (la undicesima!) spumeggiante e con grande partecipazione. Anche quest’anno, come ormai tradizione, la manifestazione è stata legata agli amici dell’AIL che sono stati presenti per tutto l’arco della manifestazione. A loro mandiamo un grande ringraziamento per il loro impegno quotidiano. La manifestazione, sotto il patrocinio del Comune di Casalecchio nella persona dell’onnipresente Gasperini, assessore allo sport, è iniziata sabato 8 ottobre alle ore 12 davanti ad un ricco stand gastronomico organizzato come tutti gli anni dal meraviglioso gruppo di genitori e amici: salsiccia alla brace, crescenta, pizza e affettati hanno sfamato per tutte le 24 ore i tanti accorsi sia per giocare che per assistere.

Come dicevamo una grande quantità di giocatori ha animato soprattutto la lunga notte; i sonnambuli del basket, uomini e donne, si sono dati battaglia a suon di canestri e qualche schiacciata. Divertimento e giusto agonismo hanno reso anche questa edizione una cosa speciale! Ancora una volta vogliamo ringraziare gli amici dell’AIL, tutti coloro che sono passati dal Cabral, i genitori che si sono occupati dell’aspetto organizzativo e gastronomico, gli istruttori e allenatori che hanno passato tutta la giornata sul parquet e soprattutto tutti i ragazzi e ragazze che hanno esaltato con il loro comportamento lo spirito della NOSTRA 24 ore.

E BolognAIL ringrazia la Polisportiva Masi (www.polmasi.it) che ogni anno coinvolge l’Associazione in questa bella iniziativa all’insegna di sport e solidarietà. Grazie!

12


Cosa è accaduto...

...in breve

Nella foto la nuova auto destinata al Servizio Navetta e a quello di Assistenza Domiciliare, donata a BolognAIL da Vittoria Borghetti per ricordare il marito, il Dr. Guido Zucchi e per ringraziare dell’attività che l’Associazione svolge in supporto ai pazienti onco-ematologici.

Il 6 novembre scorso si è tenuto a Bologna il 1° Concorso Letterario “Guido Zucchi” concorso di poesia italiana e dialettale organizzato dall’Associazione “Succede solo a Bologna” che ha ospitato un nostro punto informativo e di raccolta fondi. Per saperne di, più sul concorso visita il sito: www.succedesoloabologna.it

Dal 19 al 25 novembre scorsi presso la galleria Wikiarte di Via San Felice 18 a Bologna si è tenuta una mostra retrospettiva delle opere di Natalino Roveri, ad un anno dalla sua scomparsa. L’evento è stato organizzato dal figlio Michele in ricordo del papà. Il ricavato della vendita del catalogo realizzato in occasione dell’iniziativa è stato devoluto a BolognAIL.

Campagna Stelle di Natale AIL

8•9•10•11 e 17•18 dicembre 2011 ELENCO POSTAZIONI NELLA PROVINCIA DI BOLOGNA ANZOLA EMILIA - Via Goldoni 35 Area Mercato e Coop 10 dicembre BENTIVOGLIO c/o Alimentari SMA 9-10 dicembre BENTIVOGLIO c/o Ospedale 9 dicembre BUDRIO - Piazza Filopanti 8-10-11 dicembre BUDRIO - Coop 10 dicembre CALDERARA DI RENO - Via Marconi 8-11 dicembre CALDERARA DI RENO - Coop 10 dicembre CASALECCHIO DI RENO - Shopville (2° livello) - V. Marilyn Monroe 2 10 dicembre CASALECCHIO DI RENO - Via Marconi lato Giardini Piazza dei Caduti 8-9-10-11 dicembre CASALECCHIO DI RENO - c/o Bar c’est la vie - Via Garibaldi 74/3 3-4 dicembre CASTEL MAGGIORE - Galleria del Centro in Via Gramsci 8-9-10-11 dicembre CASTEL MAGGIORE - Coop del centro commerciale Le Piazze 8-9-10-11 dicembre CASTEL SAN PIETRO - Piazza XX Settembre Portico della Biblioteca 8-9-10-11 dicembre CASTENASO - Farmacia Contedini, Panificio e Coop 7-9-10 dicembre CREVALCORE - Piazza Malpighi, lato Chiesa - Piazza Matteotti 8-11 dicembre FUNO DI ARGELATO - Via Nuova (area mercato) 10 dicembre FUNO DI ARGELATO - Piazzale antistante Chiesa Santi Nicolò e Petronio 8-11 dicembre GRANAROLO - Coop 9-10 dicembre IMOLA - Via Emilia 210 -Cinema Centrale- 10 dicembre * in Via Emilia 198 8-10*-11 dicembre LOIANO - Area Mercatale 8-11 dicembre MEDICINA - Piazza Garibaldi e Centro Commerciale Medicì 8-9-10-11 dicembre MOLINELLA - Piazza Anselmo Martoni 8-11 dicembre MONGHIDORO - Via Garibaldi/Piazzetta San Leonardo 11 dicembre MONZUNO - Piazza XXIV Maggio (area Macina) 8-11 dicembre OZZANO EMILIA - Coop 10 dicembre PIANORO - Coop 9-10 dicembre PIEVE DI CENTO - Portico Piazza A. Costa 8-9-10-11 dicembre PONTE RONCA - Di fronte all’Emporio Abbigliamento 8-9-10-11 dicembre PORRETTA TERME - Piazza Vittorio Veneto 10-11 dicembre SAN GIOVANNI IN PERSICETO - Piazza del Popolo 8-10-11 dicembre SAN GIOVANNI IN PERSICETO - Centro Commerciale Porta Marcolfa 5-6-7 dicembre SAN GIOVANNI IN PERSICETO - Ospedale 5-6 dicembre SAN LAZZARO DI SAVENA - Piazza Bracci 8-10-11 dicembre SAN LAZZARO DI SAVENA - Chiesa della Cicogna 8-11 dicembre SAN LAZZARO DI SAVENA - Carisbo - Via Jussi 1 13-14 dicembre SAN LAZZARO DI SAVENA - Conad Via Emilia 8-9-10-11-17-18 dicembre SAN PIETRO IN CASALE - Piazza Martiri della Liberazione 8-10-11 dicembre SASSO MARCONI - Piazza dei Martiri 9-10-11 dicembre VERGATO - Via Monari 8-9-10-11 dicembre VILLANOVA DI CASTENASO - Chiesa di S. Ambrogio 8-10-11 dicembre VILLANOVA DI CASTENASO - Centro Nova ingresso Parcheggio 8-10-11 dicembre ZOLA PREDOSA - Di fronte al negozio “Abbigliamento Romana” 8-9-10-11 dicembre ZOLA PREDOSA - Coop 9-10 dicembre

dalle 8 alle 13 dalle 9 alle 13 dalle 9 alle 13 dalle 9 alle 13 dalle 9 alle 13 dalle 8 alle 13 dalle 8 alle 13 dalle 9 alle 19 dalle 9 alle 19 dalle 9 alle 19 dalle 9 alle 13 dalle 9 alle 19 dalle 9 alle 19 dalle 9 alle 13 dalle 8 alle 13 dalle 8 alle 14 dalle 8 alle 13 dalle 9 alle 13 dalle 9 alle 19 dalle 9 alle 13 dalle 8 alle 19 dalle 9 alle 13 dalle 9 alle 13 dalle 8 alle 13 dalle 9 alle 17 dalle 9 alle 17 dalle 8 alle 18 dalle 9 alle 13 dalle 9 alle 13 dalle 9 alle 13 dalle 15 alle 19 dalle 8 alle 13 dalle 8 alle 13 dalle 8 alle 13 dalle 9,30 alle 12,30 dalle 9 alle 20,30 dalle 8 alle 14 dalle 8 alle 13 dalle 9 alle 18 8-11 dalle 8 alle 13 il 10 dalle 14 alle 19 dalle 9 alle 20 dalle 9 alle 13 dalle 9 alle 13

E possibile che questo elenco subisca qualche variazione. Per informazioni contattateci al numero 051 397483 L’ELENCO DELLE POSTAZIONI AIL NELLE PIAZZE E NEI CENTRI COMMERCIALI È SUL RETRO DI COPERTINA

13


NATALE AIL 2011 SENSIBILIZZAZIONE

Cosa accadrà...

Il Natale si avvicina e, puntuali, arrivano le nostre Campagne di raccolta fondi: i Regali Solidali e le Stelle di Natale AIL. Sono iniziative che ci permettono di sostenere due tra i più importanti (e onerosi) Servizi di Assistenza che offriamo gratuitamente ai Pazienti onco-ematologici e ai loro Familiari: Casa AIL e l’Assistenza Domiciliare Ematologica.

La nostra Associazione non riceve nessun contributo dalle pubbliche istituzioni ed è proprio attraverso le Campagne natalizie che raccoglie parte di quanto è necessario per la realizzazione dei propri progetti.

MA RACCOGLIERE FONDI SUL SUOLO PUBBLICO DI BOLOGNA È DIVENTATO PIÙ DIFFICILE! La nuova normativa che ne regola l’utilizzo nel centro di Bologna, da qualche mese esclude la concessione di alcuni spazi pubblici alle ONLUS. In occasione della Campagna Stelle di Natale 2011, BolognAIL non potrà avere postazioni di distribuzione in: Piazza Re Enzo Piazza Galvani Piazza dei Celestini Inoltre, per rispettare la nuova regolamentazione comunale, nelle altre postazioni del centro storico BolognAIL sarà presente solo in alcune fasce orarie della giornata. BolognAIL vuole continuare a mantenere alto il livello di qualità dei propri Servizi e seguitare ad offrirli gratuitamente ai Pazienti e ai loro Familiari. Venite a prendere le Stelle di Natale AIL e gli altri articoli solidali nelle altre postazioni del centro e negli orari indicati sul retro di copertina: la vostra Partecipazione è fondamentale nel sostegno della nostra azione di Sussidiarietà!

Decorazione singola in vetro soffiato, Ø 12 cm. Offerta minima € 12 cad Set da tre decorazioni Ø 8 cm. Offerta minima € 15 Portacandela in vetro con candela, h 20 e Ø 8 cm. Offerta minima € 18 Sacco porta-pane in puro lino (Linit). Offerta minima € 22 Agenda 2012 formato 11x16 cm. Offerta minima € 13 Panettone artigianale da 1 kg. Offerta minima € 17

14

Pandoro artigianale da 1 kg. Offerta minima € 17 Panettone Bio da 1 kg. Offerta minima € 20 Confezione regalo in juta contiene una bottiglia di spumante (Refolo) e a scelta, un panettone o un pandoro. Offerta minima € 26 Biglietti di auguri completi di busta, esclusa la personalizzazione: fino a 150 pz € 1,20 cad.- da 151 a 1.000 pz€ € 1,00 cad- oltre 1.000 pz €€ 0,85 cad


Campagna

Cosa è accaduto... Stelle di Natale AIL

8•9•10•11 e 17•18 dicembre* 2011 nelle piazze e nei centri commerciali di Bologna e provincia

date istituzionali dell’8, 9, 10 e 11 dicembre in cui le stelle saranno * Alle presenti su tutto il territorio nazionale la nostra sezione ha aggiunto anche il weekend del 17 e 18 dicembre. La necessità di estendere la durata della Campagna Stelle di Natale AIL a Bologna è dovuta alla riduzione della disponibilità di spazio pubblico cittadino per un cambiamento della

Novità! Dal 21 novembre sono a disposizione le vetrofanie promozionali magnetiche per le fiancate e adesive per i lunotti delle auto! Personalizza la tua auto e partecipa alla promozione della Campagna Stelle di Natale! Le vetrofanie sono offerte gratuitamente da BolognAIL e sono removibili: non lasceranno alcun segno sull’auto alla fine della Campagna!

normativa. Speriamo che il prolungamento di due giorni della Campagna Stelle a Bologna non danneggi l’attività di altre Associazioni e che ci aiuti a raggiungere gli stessi risultati di raccolta fondi realizzati nelle scorse edizioni.

Per maggiori informazioni: Per diventare Volontario e dedicare un po’ del tuo tempo a queste iniziative e per prenotare i prodotti della Campagna Stelle di Natale AIL (stelle, panettoncino, shopper e trenino BIO) chiamaci al numero 051 397483 Per prenotare i regali solidali (panettoni e pandori, palle di Natale, agende, sacco portapane, candelieri, biglietti natalizi) chiama il numero 051 392066 Visita il nostro sito www.ailbologna.it 15


Campagna Stelle AIL di Natale 2011 Dove e quando trovarci BOLOGNA CENTRO STORICO Portico dei servi angolo Via Guerrazzi 8-9-10-11-17-18 dicembre tutti i giorni dalle 8 alle 14 Carisbo - Sede di Via Farini 22 13-14-15 dicembre dalle 9,30 alle 12.30 Carisbo - Filiale di Via Irnerio 8 13-14 dicembre dalle 9,30 alle 12.30 Galleria Cavour ingresso Via Farini 8-9-10-11-17-18 dicembre 8-9-11-16-17 dalle 15 alle 20 e 10 e il 18 dalle 8 alle 14 Via IV Novembre angolo via d’Azeglio 8-9-10-11-17-18 dicembre tutti i giorni dalle 15 alle 20 tranne il 10 e il 17 dalle 8 alle 14 Via d’Azeglio angolo Via Carbonesi 8-9-10-11-17-18 dicembre tutti i giorni dalle 15 alle 20 tranne il 10 e l’11 dalle 8 alle 14 Via Augusto Righi angolo Via Indipendenza 8-11 dicembre tutti i giorni dalle 8 alle 20 Via degli Orefici davanti libreria ex Ambasciatori 8-9-10-11-17-18 dicembre tutti i giorni dalle 15 alle 20 tranne il 18 dalle 8 alle 14 Piazza di Porta Ravegnana (lato libreria Feltrinelli) 8 -9 dicembre 8 dalle 15 alle 20 e il 9 dalle 8 alle 14 BOLOGNA FUORI PORTA AIL - Sede presso il Dipartimento di Ematologia “Seràgnoli” Padiglione 8 Ospedale Sant’Orsola dal 28 novembre al 23 dicembre dalle 8,30 alle 17,30 Casa AIL - Via Pelagio Palagi 16/3 dal 28 novembre al 23 dicembre dalle 8,30 alle 17 Chiesa degli Alemanni - Via Mazzini 65 11 dicembre dalle 8 alle 13 Chiesa dell’Antoniano - Porta Santo Stefano 8 dicembre dalle 8 alle 13 Chiesa San Domenico di Savio - Via Andreini 36 8 -11 dicembre dalle 8 alle 12,30 e dalle 16,30 alle 20 Chiesa di San Silverio - Via Murri 173 8 -11 dicembre dalle 9 alle 13 CUP - Sant’Orsola 20-21 dicembre dalle 9 alle 13 Ospedale Malpighi - Via Pelagio Palagi 15-16 dicembre dalle 9 alle 13 Ospedale Maggiore - Via Saffi 1-2 dicembre dalle 8 alle 13 CENTRI COMMERCIALI DI BOLOGNA Centro Borgo - Via A. de Gasperi 9 17-18 dicembre Centro Lame - Via Marco Polo 3 8 - 11 - 17-18 dicembre Centro Commerciale Fossolo 1 - Viale Felsina 35 8-9-10-11 dicembre Centro Commerciale Pianeta/Leclerc - Via Larga 8-9-10-11 dicembre Coop Barca - Via della Barca, 57 8-9-10-11 dicembre Coop & Coop c/o Parco Meraville - Viale Tito Carnacini, 37 8-9-10-11 dicembre Coop & Coop San Ruffillo - Via Ponchielli 23 8-9 dicembre

dalle 9 alle 20 dalle 9 alle 20 dalle 9 alle 20 dalle 9 alle 20 dalle 9 alle 13 dalle 9 alle 20 dalle 9 alle 20

E’ possibile che questo elenco subisca qualche variazione. Per informazioni contattateci al numero 051 397483 L’ELENCO DELLE POSTAZIONI AIL IN PROVINCIA DI BOLOGNA È A PAG 13

Il 19 dicembre

vieni a vivere l’atmosfera del Natale grazie a un magico evento dedicato alla musica e alla solidarietà. Offerta minima: €10,00 Quanto ricavato dalla serata sarà devoluto a BolognAIL Puoi riservare il tuo posto chiamando BolognAIL (051 397483) o raggiungere il “Teatrino degli Illusi” la sera stessa dell’evento, poco prima del concerto.

Concerto lirico di Natale per voce e pianoforte

“PASSION NOËL” Arie di Bizet, Chopin, Mozart, Rossini…ed emozionanti canti di Natale!

Soprano, Giorgia Valbonesi Pianoforte, Maestro Samuele Rizzi Ore 21.00 | Teatrino degli Illusi | Vicolo Quartirolo 7 (parallela di Via Galliera) | Bologna

Ecco le aziende che hanno fatto Natale con BolognAIL nel 2010. A tutte va il nostro ringraziamento! A.E.P.I. COSTRUZIONI ELETTROMECCANICHE, A.G.C.I., A.P.A. ADESIVI, ARTI GRAFICHE REGGIANI, ARTIL, ASSICURAZIONI GENERALI, ASSOCIAZIONE INGEGNERI E ARCHITETTI, ASTERISCO, AZETA PRINT SERVICE, AZZINI COSTRUZIONI, BANCA POPOLARE DI MILANO Sede di Bologna ,BEAUTY HOUSE, BELLODI REMO, BERGAMINI LINO, BLF STUDIO LEGALE DI BONVICINI LUDERGNANI E SOCI, BLUE FITNESS, CALZATURE VIP STOCK, CALZONI, CAPRARA, CENTRO CONTABILE APPENNINO, CENTRO CONTABILE CARETTI, C’EST LA VIE CAFÈ, CASALINI & CO.,CIAB, CIMA TECNICA, CIMBRIA HEID ITALIA, CLIMAMIO IMPIANTI, COFITER, COLOPLAST, COMMITAL, COMPRESSORI SERVICE, CONAD, COSTRUZIONI E. DALLACASA, COSTRUZIONI MECCANICHE SCUDELLARO, CRISTIANI, CUP 2000, DALFO, DELOITTE, DELOS RICERCHE, DI.TECH, DICKINSON COLLEGE, DISTILLERIE MOCCIA, DRIVEAWAY, D-SERVICE, E.T.D. EUROPEAN TECHNOLOGY DEVELOPMENT, EDIL CRI, EDILCAM, ELETTROSYSTEM LANNI, EMILCASA, EMILFERRO, ESPANSIONE MARKETING, EURO INFISSI, F.B. 2000, F.LLI BETTINI, FARMACIA CHILLEMI, FARMACIA CONTEDINI, FARMACIA DELLA BARCA, FARMACIA GHIRONDA, FARMACIA MARCHI, FARMACIA OSTI, FARMACIA DEL MELONCELLO, FARMACIA DELLO STERLINO, FASTEC, FEDERMANAGER, FO.LA.STIR., FRANCO PANINI SCUOLA, G.V.C., GANDINI, GETECH, GICO SYSTEMS, GOLINELLI ROBERTO E C., GOLF CLUB BOLOGNA, GREEN DEVIL, GREEN TERMAL SYSTEMS, HOKKAIDO ITALIA, HOTEL TOURING, I.C.E.M., I.T.A.C.A., IL CASTELLO INCANTATO, IL GIRASOLE, IMMOBILIARE PETRONIANA S. FELICE, INFO EASY, INN.TEC. INNOVAZIONI TECNOLOGICHE, ISTITUTO CAVAZZA, ITALCOSTRUZIONI, ITP, JOINT, KAAMA, LANZI, LAVASECCO ROMANA, LEVANTE, LOGITAL, LOLE, LOMBARDO PASQUALE & FIGLI, LOOKSAL, MACELLERIA GAMBERINI FAUSTO,MA.GA., MANUZZI & C., MARESCA & FIORENTINO, MATTARELLI, MEDICAL INSTRUMENTS, MELICONI, MIKITRANS, MOLLIFICIO GUIDI, MULTICAR, NCV, NERI MOTORI, NONNO ROSSI,NOUVELLE, NOVA CASA , NUOVA SR, O.L. GROUP, O.T.M., OASI FORMAZIONE, OASI SERVIZI, ODONTOIATRI ASSOCIATI, OFFICINA MECCANICA ELMI, OMGM, OPTILOOK, ORDINE DEI FARMACISTI, P.M.P. MECCANICA, PARRUCCHIERA BROCCOLI GRAZIELLA, PARRUCCHIERA MARA, PENTALUX, PROGETTAZIONI E COSTRUZIONI, QUALITY SEEDS, RASSASIE, REMGLASS, RETRÓ,RGA INFORMATICA, RIB LA ROTTAMINDUSTRIA, RIFIMPRESS, SALUMIFICIO VITALI, SER.COM., SERVIZI OSPEDALIERI, SIDERURGICA DEL RENO, SIMONCELLI E LORENZONI, SITE SOCIETA’ IMPIANTI TELEFONICI ED ELETTRICI, SITMA MACHINERY, SO.GE.RI., SO.TE.CO., STEFAL, STUDIO ASSOCIATO CASCIO RONCAGLI, STUDIO E.R. CONGRESSI, STUDIO GUANDALINI - G.M. SYSTEM 2000, STUDIO ING. LEONARDO GAGLIARDI, STUDIO LEGALE AGATI LISA, STUDIO LEGALE BRICOLA, STUDIO RAG. ERMANNO ERA E ASSOCIATI, STUDIO RAIMONDI, STUDIO ROMANI GAMBINI CENNI MENETTI ROSSI, STUDIO TECNICO GIANNI PLICCHI, SUOLIFICIO TRANCERIA AEMME, TALEA, TECK PONT, TERMAL,TERMAL.NET, THAMERT ITALIA, TIEMME EXPORT, TRASQUATTRO, TRATTORIA CICCERIA, TUGNOLI, VILLA BARUZZIANA,VISION, WALTER GERMANI COSTRUZIONI, ZETABI, ZI.FRA.

BolognAIL News Dicembre 2011  

Periodico dell'Associazione Dicembre 2011

Advertisement