Page 1

Antologia di poesia contemporanea

Un cielo di poesia 2014


Antologia di poesia contemporanea

©

Un cielo di poesia 2014”

è tutelato da diritti di autore a norma di legge ogni Autore si riserva i diritti delle proprie opere presenti registrazione: CD5888B9.005DAC8E.B8F68AF4.9A78AE2A.posta-certificata@postacert.it.net

la foto di copertina “Cielo di Numana” è di Matteo Cotugno

ne è vietata la vendita realizzato nel novembre 2014 da Matteo Cotugno

Un cielo di poesia 2014 2


Antologia di poesia contemporanea

Prefazione Un cielo di poesia è una collana antologica di poesia contemporanea che ho ideato nel 2012, la mia prima esperienza come curatore, una scommessa che vide coinvolti molti Autori e il cui numero è decisamente cresciuto negli anni successivi e nelle seguenti collane a tema, così come il numero di lettori on line sui vari portali internazioni in cui è liberamente a disposizione di tutti: siamo oggi a varie decine di migliaia di appassionati dall'Italia e da molte nazioni estere. Molti di quegli Autori "pionieri" sono presenti ancora in tutte le antologie prestando fede al vero scopo di questi ebooks, divenire un luogo d'incontro di poesia, un luogo di scambio e di lettura reciproca, aperto agli appassionati, fruibile gratuitamente e liberamente grazie all'enorme possibilità concessa dalla rete internet e dall'uso degli ebooks on line in vari portali internazionali. Siamo quindi alla terza edizione e ricordo che questa collana prende il nome di “Un cielo di poesia” perchè raccoglie poesie a tema libero, come libero è il nostro bellissimo cielo poetico. Ringrazio tutti coloro che aderiranno a questa iniziativa e gli appassionati lettori che dal 2012 seguono fedelmente tutte le antologie di poesia nelle varie collane: Alda nel cuore, Goccia a Goccia, InfinitAmore e Un cielo di poesia. Matteo Cotugno

Un cielo di poesia 2014 3


Antologia di poesia contemporanea

Un cielo di poesia 2014 4


Antologia di poesia contemporanea

dedicato a tutti i giovani poeti : il futuro della nostra poesia il futuro della nostra esistenza

..la poesia educa il cuore, la poesia fa la vita, riempie magari certe brutte lacune, alle volte anche la fame, la sete, il sonno. Magari anche la ferita di un grande amore, un amore che è finito, oppure un amore che potrebbe nascere... Alda Merini

Un cielo di poesia 2014


Antologia di poesia contemporanea

Un cielo di poesia 2014


Antologia di poesia contemporanea

Maria Pina Abate La notte E un’altra notte cade nella mia camera da letto, avvolgendo come coltre pesante, dischiudendo armadi ricolmi di giorni e settimane stinte, di conchiglie raccolte lungo spiagge dove mai io riposai. Di sogni andati come voli di farfalle, di cantilene antiche, di giochi di bimba mai scordati di foglie ammucchiate da amari autunni. Gli occhi spalancati ora son volti a un silenzio impietoso a tratti squarciato da risate a crepapelle, da singhiozzi soffocati che ancora echeggiano nella testa. E mentre ancora pesa come una zavorra il giorno andato, un giorno nuovo nuovo, pulito e ignaro è già qui.

Un cielo di poesia 2014 1


Antologia di poesia contemporanea

Sara Acireale SOS dal pianeta terra L'uomo ha distrutto tutto: i fiumi, i laghi, il mare. Un SOS manda la terra, vuole essere salvata ma c'è l'effetto serra. La natura a poco a poco muore, si seccano i ruscelli, non cantano gli uccelli. I bimbi più non giocano felici su un bel prato. Non sbocciano le rose, non volano farfalle. Lo smog rovina l'aria, l'industria tutto inquina. Anche il sole è malato, c'è il buco nell'ozono. Tutto si secca e muore, e questo è un gran dolore. Nelle spiagge c'è il catrame, si sciolgono i ghiacciai, l'umanità si trova in un mare di guai. Potenti della terra io mi rivolgo a voi, se l'umanità perisce, perirete anche voi. Un cielo di poesia 2014 2


Antologia di poesia contemporanea

Marinella Albora Dentro di me Se non ti trovo, se non ti trovo carezzando le nuvole sprofondate nel blu né rincorrendo le ombre che mi circondano. Se non ti trovo nella folla né nella solitudine più nera. Guardo dentro di me, ti riconosco sempre così presente all’ombra del mio cuore.

Un cielo di poesia 2014 3


Antologia di poesia contemporanea

Ylenia Bagato Equilibrio Un filo la mia casa: tengo su tutti, sono un equilibrista. Non cado e resto lÏ, sospesa sulla felice follia. Se fermo il mio cammino, è come autunno di foglie nel vento. Tiene l'amore sul filo infinito.

Un cielo di poesia 2014 4


Antologia di poesia contemporanea

Natalia Bakhshieva

Sotto la volta celeste Nella luce riflessa di luna Un salice piangente restò Assolto a calmar la lacuna. Allungate le braccia d‘argento Nel grido del suo dolore La chioma spettinata al vento Negli occhi s‘annida l‘albore. Di acque un leggero sussurro L‘aria piena di voci e suoni Il mantello notturno giaurro L‘animo triste di pioggia e tuoni. La luna insegue il sole Per morire ogni notte Il cuore d‘amore duole Di lacrime fatte le flotte. All‘arrivo dell‘alba rossa Ai baci caldi sulle foglie Timida e commossa Di tristezza e malinconia le spoglia. Nuovo giorno una nuova vita Non soffrire passa tutto prima o poi La sofferenza non è infinita Avranno le ali anche i sogni tuoi.

Un cielo di poesia 2014 5


Antologia di poesia contemporanea

Jessica Baldassare Cuore esigente d’amore Mi bruci se mi tocchi con rabbia, abbandonati a me, affluisci in queste braccia capaci di emozioni, protezione; prendi le mie mani, accompagnale al mio cuore, un cuore esigente d'amore.

Un cielo di poesia 2014 6


Antologia di poesia contemporanea

Eric Balossini Il fiore ritrovato Da un seme il tempo fece nascere un fiore, si svegliò all’alba stupito dei suoi colori. Fu merito del vento portare germe di sfumature ad una terra consumata assolata ed erosa. Così nel silenzio di un mattino qualsiasi, si aprì un bocciolo, un sorriso offerto all’arco teso della luna. Nessuno mai vide i suoi petali di luce sparsa, tranne la mano distratta di un infanzia che colse il suo tenue profumo. Con delicatezza racchiuso tra le pagine di un libro fu deposta la sua anima. Testimone della sua vita soltanto la traccia di un colore, quasi un acquarello nel riverbero di un sogno. Un cielo di poesia 2014 7


Antologia di poesia contemporanea

Stefania Balsamo Tra cielo e terra Al ciel che di desio arde la terra appassionata con slancio risponde ... i due s'incontrano all'orizzonte e quando del sole anche l'ultimo barlume si spegne; del ciel, l'argentea luna e le splendenti stelle come pegno d'amore la terra con gioia nel mare accoglie in un lungo, romantico, talvolta impetuoso amplesso che si concluderĂ al sorgere del nuovo giorno.

Un cielo di poesia 2014 8


Antologia di poesia contemporanea

Antonino Barrasso Veti e sogni Non mi fermerà l’ingiusta mano sul viso, il veto d'amarti per quel che indossi, bevi o mangi. Per te fuggirò sulla luna le stelle, ti aspetterò nel cielo, mentre sola piangerò il perdono di mia madre. Amor mio, rimani limpido così trasparente per non aver color di pelle. Solo per te, rinuncerò al mio mondo caro e malinconico. Mentre strugge l'altalena della vicinanza al padre e il volo nella libertà, io ho scelto te. Solo questo ti chiedo... abbracciami intensamente, convertiti al nostro destino perché nessun Dio possa allontanarti da me, amami con tutto te stesso, solo questo io prego con tanta fede...

Un cielo di poesia 2014 9


Antologia di poesia contemporanea

Gesi Belardi Noi Non sprecheremo neppure un attimo di NOI ...e sarĂ uno sfiorarsi di sguardi... di odori... di respiri a ricordare attimi che torneremo a Vivere... per ViverCI ! ...mentre gli occhi seguiranno il disegno delle tue dita sul mio corpo... su tutto di me, per memorizzare, con tutti i sensi, e per non dimenticarTI... neppure un centimetro d'Emozione!

Un cielo di poesia 2014 10


Antologia di poesia contemporanea

Paola Belloni Per te amore Per te amore che ogni giorno ravvivi il mio pensiero sÏ proprio tu che ogni giorno illumini quel buio che ho racchiuso dentro con la dolcezza che solo tu possiedi di luce intensa mi vesti facendo palpitare il mio cuore tra canti e melodie d'amore mi rendi una donna unica sublime spolverando via quella tristezza quella solitudine che è annidata nell'animo da tempo e non riesce ad uscire.

Un cielo di poesia 2014 11


Antologia di poesia contemporanea

Grazia Bianco Nella Notte Silenziosa la notte... invita al passeggio segreto mura di fronde umide volta di cielo nero pece dormo nel silenzio profondo volo nel cielo dei sogni! La terra umida e friabile cede il mio corpo s'adagia tra le braccia virtuali del mio amore lontano un crepitio di rami acqua di sorgente che fluisce... Silenziosa la notte complice di un desiderio mi consacra al piacere riguardo il cielo e sorrido una musica dolce invade il mio corpo‌ Parlami uomo del sogno il cielo e la terra sono ora tuoi servi la musica strana mi fa ballare parlami e dimmi... scriverò nei fogli del cielo le tue carezze i tuoi baci sarà un libro poetico mio...tuo...nostro ...passeggio nella notte e sogno! Un cielo di poesia 2014 12


Antologia di poesia contemporanea

Graziano Boccardi

S'arrampica a stento sui gridi dell'anima la mia ragione nel vortice opaco per legge del cuore reo; sconto la pena ‌ condannato all'amore. LA MIA CONDANNA

Un cielo di poesia 2014 13


Antologia di poesia contemporanea

Celeste Borrelli Rincorro un sogno

Rincorro un sogno al rientro del mio viaggio. Il giorno volge al termine. Osservo una farfalla concludere il suo viaggio. Dopo essersi posata qua e là , ormai è pronta alla fine del suo viaggio.

Un cielo di poesia 2014 14


Antologia di poesia contemporanea

Lucia Borrello Il tuo bacio Ho indossato una maschera per nasconder sul mio volto i segni del passato. Tra la gente mi sono mescolato per dimenticare ciò che ho vissuto. Il cuore ho incatenato e la chiave nel profondo del mare ho gettato. In uno scrigno d'oro ho imprigionato i sentimenti. Tra la gente volevo stare... senza pensare a chi ero stato. Vivevo in incognito e nessun sapeva quello che non avevo dimenticato ancora. I tuoi occhi un dÏ ho incrociato e le stelle han brillato. Hai liberato i miei sentimenti da quello scrigno dorato. Le catene sul cuore non c'erano piÚ e verso il cielo infinito un volo aveva spiccato. La mia maschera, all'improvviso tra le tue mani ho guardato. Era libero il mio volto di mostrare il passato. Il tuo bacio in un istante il suo ricordo mi aveva cancellato.

Un cielo di poesia 2014 15


Antologia di poesia contemporanea

Anna Busiello I luoghi dell’anima Sguardi ed emozioni corteggiano i momenti si affacciano al vento tra viuzze pendenti. Ambrate gocce di sole dipingono i lembi della costiera rigogliosa sinuosa come i fianchi di una donna misteriosa si cela lungo i tornanti. Furore, il paese che non c'è a strapiombo sulla costa. Muri silenziosi si vestono da pennellate d’autore. Frammenti di case, antichi campanili e chiese incastonate tra le rocce pendono dal cielo sospese tra vento e soffi di nuvole paesaggio irreale favola intrigante segue l’orizzonte l’eco di una sirena tra mare e cielo avanza la leggenda. A cono rovesciato riflette la quiete gli amanti scoprono le emozioni e sognano tra i luoghi dell’anima e della Divina Costiera Amalfitana.

Un cielo di poesia 2014 16


Antologia di poesia contemporanea

Don Aldo Callegari Le stelle e tu Le stelle, se di giorno non puoi vederle, la notte, in un cielo buio ti appaiono a grappoli, e ti sussurrano: <<Inebriati di noi che siamo la vita, la vita del cosmo>>. E mentre sei circondata dal loro splendore, il cavallo alato ti porta per vie che non conosci, tuttavia, ti esalta l'aurora della vita. Ora dormi, chÊ il risveglio è una realtà che nessuno può cambiare.

Un cielo di poesia 2014 17


Antologia di poesia contemporanea

Angelo Canino Mammarella Tu chi m’ha ‘mparèatu a ccaminèari e mm’ha dunèatu u dattu ppe mmangèari ti cci jia lla cheapa ca mi criscìa llìantu t’affriggìa si mi dodìa nnu dìantu mo signu fattu rannu, doppi tanti stìanti passèati sun’i jùarni, cumi nìanti, ni simu spartuti è stèamu duntèani ma ti pìanzu sudu guardann’i mèani u beni ppe ttia nullu u cancella a paroda “mamma” è lla paroda cchiù bella. Si, a mamma è una suda storta, deritta, cumi sia ssia a mamma cchiù bella e cchiù cchèara è mammarella mia!.

traduzione Mammarella Tu che mi hai insegnato a camminare/ e mi hai dato il latte per crescere/ pensavi che sarei cresciuto esile/ ti affliggevi se mi faceva male un dente/ ora sono cresciuto, dopo molti stenti/ passati sono i giorni, in un niente/ ci siamo divisi e abitiamo lontano/ma ti penso solo guardando le mani/il bene che ti voglio nessuno lo cancella/ la parola “mamma” è la parola più bella/ sì, la mamma è una sola/ stolta, giusta, come sia sia/ la mamma più bella e più cara/ è mammarella mia!.

Un cielo di poesia 2014 18


Antologia di poesia contemporanea

Arianna Capirossi Era d'estate Era d'estate, ma pioveva! SĂŹ, pioveva sempre, quell'estate quando tu non mi scrivevi. Quando non mi vedevi piĂš come prima: dimenticasti, e fu nebbia su di me. Era d'estate ma piangevo! SĂŹ, piangevo, e tutto era scuro come d'inverno, in solitudine, smarrita nella foschia della lontananza e del tuo oblio. Era d'estate ma una sola glaciale bugia era scesa nel mio cuore come illusione centellinata goccia a goccia dalle mie ciglia, come la pioggia dai rami di un ciliegio senza nuovi germogli.

Un cielo di poesia 2014 19


Antologia di poesia contemporanea

Vincenzo Capitanucci CosĂŹ io t'amo CosĂŹ io t'amo come infinito di stella come perla di mare come rugiada di deserto T'amo di un fuoco che non si spense mai nel soffocato gelo del tuo silenzioso soffrire come un colore acceso che ridoni flussi e maree alle acque dell'oceano frutti alle stagioni lune alle notti alberi ai monti T'amo cosĂŹ io t'amo di urli e di sangue come un folle disegno come una tela strappata dalla sua cornice di vita come un verso declinato a sera per adornare un vestito di tramonti al sorgere dei tuoi piedi nudi come un pezzetto di carta colorato di cielo lasciato da un pittore nelle mani di un bambino in pianto Cosi io t'amo senza limiti mangiando terra e divorando l'aria bruciante di un imprendibile sole.

Un cielo di poesia 2014 20


Antologia di poesia contemporanea

Antonella Caprio Noi Restammo cosĂŹ, abbracciati per ore. Eravamo a casa, eravamo noi. A lungo poi cercammo affamati le nostre labbra, per quell'ultimo atto che sapeva dâ&#x20AC;&#x2122;amore.

Un cielo di poesia 2014 21


Antologia di poesia contemporanea

Antonietta Caputo L'amore che non sai Sussurro ad un Angelo il mio battito d'amore. Un amore senza nome amore che non sai.. che non so raccontare. Come il dolore o come le lacrime di chi ha giĂ perdonato anche la tua assenza senza parole... nĂŠ baci.

Un cielo di poesia 2014 22


Antologia di poesia contemporanea

Emanuela Carniti Merini Compagne di scuola Noi quattro di tutta una classe ricordo. Stipate nei banchi giĂ piccoli per noi cucivamo il tempo per vestiti storici. Quattro incisioni quattro umori quattro vite. Noi, pezzo a pezzo: un intero scudo. Protezione al mondo. E i sorrisi, le battute, la fame. Adolescenti rapaci dividerci il pane nascosto a sguardi indiscreti. La solitudine allora ognuna l'ha coltivata INGEMMATA sotto il neon crudo della vita. Ci siamo poi trovate diverse eppur uguali. nelle ciglia dell'anima. MA I solchi nel cuore chiedono perchĂŠ a un destino che ormai ci ha condotte oltre le nostre frontiere. Un cielo di poesia 2014 23


Antologia di poesia contemporanea

Tina Carrieri Mai… Sempre No. Mai... cancellare potrò quella parte di "noi" che sapemmo essere solo nostra e che nella calde sere d’estate, ci ha accompagnato. Sì!... Sempre nel mio cuore… celare vorrò, e, gelosamente custodire saprò, quella parte di "te" (solo mia) che a nuova luce la mia anima, destò. E… come in uno Scrigno prezioso serbare per sempre ambirò… il Tuo - Mio più dolce segreto in quella parte di me che implacabile ora, arde solo per te.

Un cielo di poesia 2014 24


Antologia di poesia contemporanea

Anna Maria Cartisano Memorie di "luna" Leggi ragazza... di quando la luna piccina piccina narrava la storia della sua Regina... Di quando regnava tra alberi e fiori tra mare e monti dai rossi orizzonti e... dune e terre brune... Leggi ragazza... e poi racconta di quel che fu "Terra" giammai... risorta!

Un cielo di poesia 2014 25


Antologia di poesia contemporanea

Adriana Caviglia Povera terra mia Liguria, povera terra mia, piango con te. Un arcobaleno di sogno baciata dal sole coronato da vette innevate profumate di mare vestita del verde dei boschi bagnata dâ&#x20AC;&#x2122;azzurro sorridente ti piango povera terra mia sgretoli sotto il peso del cemento ti accasci sotto lo schiaffo della corruzione moribonda per una politica di scelte dissennate frani come un castello di sabbia ascolto le lacrime amare di gente forte abituata al lavoro abituata a soffrire abituata ad una muta disperazione abituata a rialzarsi sempre volano nel vento le loro urla mute rassegnate gente che guarda rabbrividendo il cielo che subisce la violenza dellâ&#x20AC;&#x2122;acqua che annega nella pasta appiccicosa del fango ti piango terra mia fragile dolce arcobaleno ti abbraccio.

Un cielo di poesia 2014 26


Antologia di poesia contemporanea

Silvana Cenciarelli A Silvia (una figlia ritrovata) Mancavi solo tu fiore disperso nei muti deserti nei lontani oblii. Un fiore raro che da una lacrima caduta su petali maturi di dolore sprigionò fragranza per arrivare a me che ti sapevo che immaginavo fossi dâ&#x20AC;&#x2122;ogni colore il centro. Mancavi solo tu nel mio giardino aperto al soleâ&#x20AC;Ś al vento al polline viandante e al fiore piĂš anelato fiore disperso.

Un cielo di poesia 2014 27


Antologia di poesia contemporanea

Lorena Centofanti A Giulia T'osservo ricamare fili d'oro sopra al cuore attimi d'amore impigliati in silenzi di parole. Sono nuvole riflesse in uno stagno che disegnano realtà dentro al sogno. Mi hai narrato una fiaba sgangherata con le inquietudini dei sorrisi tuoi e l'ho vissuta cosÏ, come fosse un volo verso quella luce che è prossima al cielo. Poi quei temporali che spezzano le ali e credi di salire invece stai scendendo fin dove trovi il buio a farti compagnia in quell'angolo di mondo che poi ti porta via. Ti porta via lontano con la valigia in mano nei calici di notti volate via da te che ci sei sempre stata e sempre ci sarai come questa luna riflessa negli occhi miei. Un cielo di poesia 2014 28


Antologia di poesia contemporanea

Mihaela Colin Magia Disegno una Parigi, pensando a te la Tour Eiffel ha i baffi il Louvre è pieno di occhi â&#x20AC;Ś i tuoi. Sei cosi alto! Arrivi al mio cuore sussurrandomi la canzone segreta la prima canzone di maggio... Vola un gabbiano mi vuoi regalare il suo volo dammi la mia stella quella piĂš bella illuminata da te! Disegno su una goccia di attimo piovoso disegno una Parigi con te!

Un cielo di poesia 2014 29


Antologia di poesia contemporanea

Paola Concilio La “fortuna” della sedia Tu cammini, io mi accontenterei di camminare. Tu corri, io mi accontenterei di stare in piedi. Tu usi le gambe per camminare, io mi accontenterei dei bastoni. Tu corri, cammini, salti, io no, sono solo seduto su questa sedia e nient’altro posso fare. Io mi ritengo fortunato, forse non potrò camminare, ma vedo la gente al di là del loro aspetto fisico, tu che cammini non sei sempre capace di ciò. Riesco a vedere nel profondo, non mi baso sulla prima idea, so chi tiene davvero a me, questa è la mia fortuna.

Un cielo di poesia 2014 30


Antologia di poesia contemporanea

Matteo Cotugno Lo sguardo di un padre Temevo il tuo sguardo e lo cercavo lo stesso, era un riflesso del mio futuro, somiglio a te anche adesso che il silenzio ci accomuna, i tuoi rigori nei miei errori sanno tanto di quel che sono e il perdono era un gesto quando sembravo perso senza soldi, senza meta in una strada senza uscita câ&#x20AC;&#x2122;eri tu che mi prendevi câ&#x20AC;&#x2122;eri tu che mi parlavi piano come amavi fare e negli occhi tutto il giudizio accorato di chi tâ&#x20AC;&#x2122;ha amato. a mio padre

Un cielo di poesia 2014 31


Antologia di poesia contemporanea

Gabriella Cozzani Le amanti del mare Il mare ha tanti occhi… posso seguirne lo sguardo ogni volta che le onde si muovono. Il mare ha tante voci… posso ascoltarle nel silenzio della notte quando sono sola nel mio letto di sabbia. Il mare ha tante braccia… posso sentirle sulla mia pelle nuda se mi lascio travolgere dall’acqua salmastra che tanto desidero ma temo. Il mare ha tante amanti sconosciute che lo cercano nuotando verso l’orizzonte, ma solo poche fortunate riescono a godere il suo amore senza morirne. Voglio provare a non aver paura dell’abbraccio del mio mare: sarà dolce con me perché sa che lo amo da tanto tempo.

Un cielo di poesia 2014 32


Antologia di poesia contemporanea

Paola Cravario Rendezvous Al mutar della luce ti sento vibrare nell'aria ferma. Col respiro sospeso odo i tuoi passi appressarsi nel crepuscolo chiaro. Poi la notte avvolge in un manto d'ombra tutte le cose. Noi, lo stesso sogno nel cuore, andiamo oltre il tempo. Un fiore sulla mia bocca, nell'azzurro delle tue pupille un quieto presagio di ineludibile grazia.

Un cielo di poesia 2014 33


Antologia di poesia contemporanea

Maria Clotilde Cundari Io non so Io non so a che ora comincia la notte quando la notte l’ho dentro. Non so se comincia al mattino quando al mattino mi sveglio insieme all’angoscia di vivere o se comincia alla sera quando mi addormento con l’angoscia di morire. Non so se la notte c’è quando penso quando mi muovo nel buio quando respiro nel silenzio quando alla luce scopro di vivere o quando guardando nell’acqua di mare non vedo coralli ma solo sentimenti che affondano e non tornano a galla. Io non so a che ora comincia la notte.

Un cielo di poesia 2014 34


Antologia di poesia contemporanea

Olimpia Danci

Da qualche parte mi trovo anche io che vi chiarisca la fuga quando vi sconvolgono le solitudini ti ho concepito ti ho dato odore di vigilia se nel cuore e nata una cavità è colpa dell'autunno, amore .......

Un cielo di poesia 2014 35


Antologia di poesia contemporanea

Francesca D'Andrea Insonniestrategienotturne Aah... Non rimane che guardare fuori. Fra vicoli e tetti, spiovuti e spioventi. Ombre nere di gatti sguisciano lenti. Sui muri umidi di piscio benedetto, piove una luce fioca che non è ancora AlBa. Vibra sereno un fischio, annuncia una sirena che verrà . Una chimera, un illusione per un giorno perso tra favole e parole nuove. Un cielo di poesia 2014 36


Antologia di poesia contemporanea

Samantha Dâ&#x20AC;&#x2122;Annunzio Autunno, il mio cuore Autunno, il sole pallido, le foglie che cadono a terra, e diventan gialle, proprio come il mio cuore, che appassisce, che batte con difficoltĂ , che cade a terra con malinconia. Autunno, fuori e dentro di me, autunno triste e malinconico, come me. Aspetta la primavera, e quel sole che scaldi di nuovo, il mio cuore.

Un cielo di poesia 2014 37


Antologia di poesia contemporanea

Anna Dato Piccoli passi I tuoi sguardi luce dell'avvenire. Insegneranno ad amare la semplicità che ti circonda. Padrone dell'affetto, di chi ti ha creato nel desiderio e la gioia di averti accanto. Camminerai la tua vita su forti e sani principi che con pazienza e amore t'infonderemo. Per te, giorno per giorno goccia a goccia, distilleremo l'ottimismo che ci rimane in questo mondo così contorto. Schiaccia con i tuoi passi falsità e cattiveria. Semina lungo il cammino saggezza e umiltà, per coloro, che prima, durante e dopo di te... ti cresceranno accanto. Con una stretta di mano, un bacio, uno sguardo, un sorriso, trova e infondi la gioia di vivere. L'esperienza personale è padrona dei consigli di ognuno. Cadrai spesso, ma nel rialzarti impara ad ascoltare te stesso per non indurti agli stessi sbagli, per non versare nuove lacrime già sofferte. Bimbo mio, quando saprai far questo, ti scoprirai già uomo e forse… chissà… queste parole scritte con il cuore, ormai da rileggere su di un foglio ingiallito dal tempo le potrai infondere un giorno al frutto del tuo amore... Io come genitore ne sorriderei orgogliosa e mi sentirei madre compiuta per avere trasmesso con soddisfazione il mio messaggio di vita.

Un cielo di poesia 2014 38


Antologia di poesia contemporanea

Sandra De Felice La notte La notte mi avvolge mi ammalia con i suoi segreti con la sua magia... il suo profumo intenso ha il profumo della tua pelle e i suoi rumori ovattati sono i battiti del tuo cuore. La notte mi strazia la notte mi sfinisce mi abbraccia di tenere illusioni e mi colma di divampante passione... La notte mi tormenta, mi assale la notte mi protegge con il suo tepore. Nello splendore della luna la notte sconvolge le emozioni deforma la realtĂ e riflette le immagini. La notte ti cerco. Non ci sei. La notte piango. La notte la tua idea mi fa impazzire.

Un cielo di poesia 2014 39


Antologia di poesia contemporanea

Rosalba De Iudicibus Pazienza e amoreâ&#x20AC;Ś del niente I tuoi dispetti, i tuoi mille difetti! Dardi scagliati al cuore. Pazienza infinita e attesa d'Amore! I tuoi silenzi i tuoi muti assensi! Promesse del niente pretese del tutto! Pazienza infinita e attesa d'Amore! I tuoi arrivi le tue partenze. Amore non amore vestito di assenze! Pazienza infinita, Amore del niente e dolore nel cuore!

Un cielo di poesia 2014 40


Antologia di poesia contemporanea

Assunta De Maglie Autunno Indugiano i passi nella calma dei prati, sotto i raggi obliqui del sole raccolgo frutti e ricordi col cesto grato della nostalgia. Il fruscio delle foglie dorate culla con la dolcezza di antiche parole. Profumi speziati di miele e cannella abbracciano pensieri ancora ricolmi dâ&#x20AC;&#x2122;estate, sapori pieni, nutrienti come castagne e parole, sgranate davanti al camino. Ogni refolo è brivido, è il sussurro del cuore che agita il silenzio di quei colori aranciati: ultimi bagliori di un tramonto, che seducono il tempo del riposo.

Un cielo di poesia 2014 41


Antologia di poesia contemporanea

Momo Della Porta La scellerata Riprendo i morsi dell'ultima veglia; sono ancora intero. Ma l'anfora mia scellerata, annegata nel suo bianco petrolio, anela bellezze sperdute.

Un cielo di poesia 2014 42


Antologia di poesia contemporanea

Maria Carmela Dettori Il Dio che so Non frequento Templi nÊ ascolto Voci, il Dio che so lo vedo in tutti i colori del mondo, in tutte le misure del tempo, il Dio che so lo sento in ogni canto di uccelli, in ogni mormorio delle onde, in ogni brontolio del cielo, il Dio che so non fa rumore, ascolta i miei silenzi, legge nel mio cuore, il Dio che so è in te perchÊ sei semplicemente me.

Un cielo di poesia 2014 43


Antologia di poesia contemporanea

Valentina Di Caro Non dannoso Lo specchio racconta le pretese delle castità quando l'amore non basta neppure per se stessi e tutto passa attraverso forme morbide come lo strutto su cui scorre il corpo spugnoso a scanso di ogni equivoco (non dannoso) Meglio del rimirarsi è il darsi

Un cielo di poesia 2014 44


Antologia di poesia contemporanea

Maril첫 Di Liberto Occhi Guardano oltre la cortina di ferro dell'indifferenza umana, rispecchiano, come l'acqua del mare figure deformate, semoventi. Sprizzano lacrime brucianti che scivolano riganti il viso, temono, fremono, sussultano, bagnano la carta appena scritta. Poi si asciugano all'aria del coraggio, si socchiudono, si arcuano, sollecitano la bocca anch'essa. Ecco! Spunta un sorriso, irradia il viso, lo illumina come un sole nascente, copre con la sua luce il male...

Un cielo di poesia 2014 45


Antologia di poesia contemporanea

Benedetta Di Renzo Brancolando nel buio Inganna disegnando ombre sinuose su ricordi dimenticati, ride di gusto cibandosi d'angoscia. Porta con sé detriti di emozioni e resti umani, parti che hanno dimenticato come si fa a funzionare. Non basterà l'inverno a congelare un tale oceano di paure, non basterà un autunno per dimenticare come cadere silenziosamente senza farsi notare, vestendosi di porpora e lasciando spogli i tronchi di certezze che fiorivano in primavera. Brancolando nel buio si può solo cadere, e non c'è tunnel abbastanza confortevole da poterci abitare.

Un cielo di poesia 2014 46


Antologia di poesia contemporanea

Antonella P. Di Salvo Autunno Pallido è il sole avanza a scricchiolanti passi Autunno lasciando, nei campi e nei boschi profumate impronte dal ruggine al giallo, al color vinaccia. Salutando ricordi - remoti ma tenaci flebili voci si espandono dall'anima all'esangue volto di intensi rimpianti. Scende rapida la penombra sui tetti e sui rugiadosi prati. Rami scheletrici danzano languidi col vento fremente sussurrando malinconia sottile alle strade umide di pioggia. Si accorciano le giornate riposa la terra ma resiste testarda sugli anemici rami della nebbiosa campagna una verde foglia. Dietro i vetri appannati un fruscio fremono pallide labbra sguardi di un solo istante accarezzano l'anima per sempre.

Un cielo di poesia 2014 47


Antologia di poesia contemporanea

Stefania Dian Eco di un'immagine Altro tempo e’ passato…. la luce si assopisce in un dimenticato che non ha più risonanza. Dal vecchio orcio colgo pezzi di frasi infrante. Sono pensieri rotti. Corteccia che trasuda resina, sostanza che non appiccica più. L’eco di un’immagine, danza e riflette tra i ruderi, la muta dei nostri giorni.

Un cielo di poesia 2014 48


Antologia di poesia contemporanea

Salvina Distefano Caso mai… Il vuoto nell’anima mi spinge a cercarti, nel buio ti sogno, invoco il tuo nome ma l’eco ritorna lasciando un amaro e triste deserto. Nella folla ti cerco, ti sento vicino, ogni canzone mi parla di te… Tu sei lontano anche quando ti trovo, il tuo sguardo è altrove, non guarda più me. I tuoi occhi si illuminano in altri orizzonti perduti, distanti, lontano dai miei… Caso mai… ti accorgessi di me ricorda, sono sempre vicino a te.

Un cielo di poesia 2014 49


Antologia di poesia contemporanea

Erika Dolfini Il mio giardino Seduta guardo la vita che scorre sotto di me. Distaccata, spettatrice, miriade di volti... corrono in fretta, storie a se stanti. Volgo lo sguardo... verso il passato, ciottoli, sassolini di vita trascorsa, lacrime hanno formato laghi e fiumi, gli attimi felici, hanno formato giardini colmi di fiori profumati. Le persone che ho amato, e che mi hanno amato, sono alberi secolari, maestosi. Mia figlia, fiore multicolore, unico, il pi첫 bello e delicato, farfalle svolazzanti, profumi ... tanti. Voglia di correre scalza, nel mio giardino... serrando le palpebre, assaporando gli odori dei ricordi, sentendone il calore, sulla pelle, ricordandone il gusto.

Un cielo di poesia 2014 50


Antologia di poesia contemporanea

Franca DonĂ Ho qualcosa di te Ho il sapore di cose non dette di partenze mai consumate di ritorni senza binari -i tuoi passi hanno il rumore del mareLe parole non trovano casa lettere bianche sui tasti neri ho qualcosa di te il lago fermo allo specchio il bacio del risveglio -disegno il tuo nome-

Un cielo di poesia 2014 51


Antologia di poesia contemporanea

Patrizia Ensoli Laisser aller la vie E' così lungo il fiume contrasto grigio, di un cuore chiuso Ne me quitte pas E' così fredda l'acqua pensiero stanco, seppure è vita Ne me quitte pas Distratto cuore da questo cielo fermo nel vento, solingo oblio E' così pigro il giorno E' così lento il tempo si tinge l'ombra, la siepe nell'uscir di pena, andare via Laisser aller la vie.

Un cielo di poesia 2014 52


Antologia di poesia contemporanea

Pasquale Esposito Sul tetto di Napoli C'era l'inganno della rosa scarlatta e la marea aggressiva che sempre graffia. Salimmo a piedi sulla lava spenta, dal lato di San Sebastiano al Vesuvio. Avevamo il nostro fuoco adolescenziale Partenopei di fuoco come il nostro fratello Vesuvio. I versi ci chiamavano fin dove il profumo delle ginestre si espandeva. Insistevano i versi per farci guardare il panorama sublime Stavamo sulla terrazza del Paradiso, baciati da una suprema bellezza. Su di noi una sottile trina di luce, si estendeva più dell'iride, fino al varco del cono del Vesuvio, dove noi inserivamo le mani nelle fumarole, lì guardasti tremante, con lo sguardo verso l'infinito. Ascoltavo in silenzio le tue mute parole, e un tuo bacio arrivò all'eremo del mio cuore. Lì sul tetto di Napoli.

Un cielo di poesia 2014 53


Antologia di poesia contemporanea

Rosa Falabella A Nosside Al tuo passare dischiudi il mare dell'eternitĂ Oh Nosside lo Jonio ha nelle viscere la luce del Sud Scrigno memoria di bellezza Giace nelle arterie di questa terra la perenne nostalgia Tormentata speranza su gambe che sanno di vertigini Prendimi per mano amica mia Guidami sul sentiero glorioso dei tuoi giorni liberi Portami nella mia Grecia per un nuovo domani Rendimi eterna come questa poesia.

Un cielo di poesia 2014 54


Antologia di poesia contemporanea

Rosario Faraci L'amor nascosto Quando penso al voler bene Solo gioie non vedo pene E’ qualcosa di assai prezioso Che diventa più armonioso Benvolere non conosce età E non è abitudinarietà Amicizia o puro affetto Lo considero un diletto Io lo chiamo Amor nascosto Non perché è fuori posto Sentimento in cassaforte Se si blinda è ancor più forte Nascosto perché è sottratto Per tenerlo sempre intatto Di seta è un sottile filo E’ nel cuor che trova asilo Dove Bene è un gran valore Ed algebrico è il fattore Non è un Amor ch’è clandestino E’ il sentimento di un bambino Che ride se riceve un dono Contento se ha il perdono Felice con un grande abbraccio Che scioglie pure il ghiaccio Amor nascosto come un dono Dono presente uguali sono Che fine fa l’Amor nascosto? La libertà è il giusto posto Mette le ali e volerà Amor nascosto non finirà. Un cielo di poesia 2014 55


Antologia di poesia contemporanea

Maristella Fasanaro Quando taci Dici tante cose quando taci, quando mi sei accanto senza farti sentire. Il tuo pensiero mi raggiunge di notte, sfiorandomi appena. Passi cauti, leggeri, lievemente percettibili nella fitta nebbia, si posano sulla mia ombra silenziosa. La tua presenza-assenza è forza, è vita, è illusione. Si può amare un sogno, un' idea, per non lasciarsi morire.

Un cielo di poesia 2014 56


Antologia di poesia contemporanea

Pietro Erasmo Fasani Serena notte Spinte vento traverso infrante creste microcristalli spumeggianti abito retrò pois bianchi lucerne nella scura notte indelebile ricordo roccia radice madre tenerezze affettuose vigorosa morsa mano che donava sicurezza coloriva l'anima mia sereno fanciullo abbracciandomi morbidamente la notte manto stellato mi regalava soavi sorrisi finestre aperte mondo luminose speranze incantevoli placato respiro umide labbra incidevano fronte dell'anima tenero bacio serena notte... lontana nel tempo.

Un cielo di poesia 2014 57


Antologia di poesia contemporanea

Francesca Lavinia Ferrari Concilio A occhi chiusi tracciare la linea venefica che forma scheletri. Rami vicini contro rami lontani e un velo di nebbia nel cuore dell'universo. Trilla l'abbraccio convulso di sopra e sotto. Indivisibili sono la pietra dall'occhio l'acqua dalla vena il sogno dalla realtà. Dilagano le categorie imbecilli. Un grande orecchio alla pagina grida ritorno. Ripetere a memoria l’Origine. Vanno su piazze sterminate le solitudini incoscienti. Sono dondoli di sole che imboniscono il viaggio delle lune capovolte. C’è sempre una notte da cogliere alle ventuno annunciate in prima fila. Un punto giallo di cera chiama. Qualcuno si siede sul letto nero e vive

Un cielo di poesia 2014 58


Antologia di poesia contemporanea

Valeria Filippo Disincanto Ho acceso il mio sguardo su di te: faro abbagliante d’infinite illusioni… accechi ora orizzonti persi e risvegli crepuscoli assopiti. Eppur di tanta luce non sento calore se gli occhi tuoi imbruniscono i miei… E lentamente, acqua su un mare in tempesta, spegni l’incanto di un sogno d’amore…

Un cielo di poesia 2014 59


Antologia di poesia contemporanea

Caterina Firmani Profumo di pioggia Profumo di pioggia odore fitto e intenso odore di foglie secche e terra profumo di cielo... guardo ammiro e sorrido... perchÊ l'immenso è tutto lÏ... in una piccola microscopica profumata goccia di pioggia.

Un cielo di poesia 2014 60


Antologia di poesia contemporanea

Lavinia Frati Alterezza La mattina rotola veloce come un sasso che si stacca dal dirupo e il glicine incornicia la finestra della stanza che si illumina di verde. Sulla torre l'orologio segna il passo ai battiti di amanti senza tempo e Arezzo dalle logge avvicendate splende tutta in mutevoli chiarori. Ogni forma si risolve in un sospiro ogni evento si incardina ad un gesto tra le braccia dei due amanti senza volto s'alza il vento che come un'onda li oltrepassa.

Un cielo di poesia 2014 61


Antologia di poesia contemporanea

Daniela Fronzoni La lupa Sei entrata nel mio sogno prepotente, prorompente impaurendomi. Lupa dagli occhi umani. Nella grotta dell'incubo ti ho trovata, ululavi alla chiusura della mia mente! Nel sogno ricorrente alfine ti ho liberato, ti ho accarezzato timorosa nella muta del tuo essere: da lupa a donna. Osservo nella fuga i tuoi occhi. Li conoscevo. Dopo tanto cercare ho compreso, ero io nel mio io!

Un cielo di poesia 2014 62


Antologia di poesia contemporanea

Concetta Galibardi L'anima mia La mia anima è come il mare... sinuosa e ammaliante come l'onda e come un'onda spumeggiante, frizzantina, fresca. La mia anima è profonda... profondissima... s'inabissa riemerge lambisce costeggia emoziona sospira spaventa, a volte s'infrange lotta si gonfia e poi si stende. La mia anima si lascia accarezzare dal vento... ne trattiene il sospiro, poi ti avvolge e ti porta via nel suo profumo d'amore.

Un cielo di poesia 2014 63


Antologia di poesia contemporanea

Eloisa Gattuso La torre del silenzio Mi chiuderò -forseNella torre Del silenzio Ove il mutismo Del pensiero Cancella Anche l'eco Delle parole Vestirò l'abito Informe Dell'indifferenza Per non udire Neppure il soffio Del vento Ascolterò -forseIl sospiro Assai lieve Dell'anima...

Un cielo di poesia 2014 64


Antologia di poesia contemporanea

Giovanna Gentilini Se tu canti, io ascolto è volato di lui brandelli sembrano rose di carne rimbalzano di casa in casa i pianti assomigliano tanto alla nenia che mia madre sussurra per farmi dormire io pure piango mentre raccolgo un sasso e lo lancio mi hai detto: canta la pace e verrà sono stata cresciuta a guerra e pistacchi gli aquiloni che conosco brillano al sole e lanciano bombe mio fratello un cacciatore di mine mia madre gli occhi della paura come puoi pensare che il canto della pace sgorghi dalla mia bocca se le mie orecchie si sono fatte appuntite per intercettare il respiro del nemico sull’autobus che mi porta a scuola se la palla che ho raccolto mi è scoppiata tra le dita come puoi pensare che io canti la pace se le ciglia sono cristalli di sangue e i cuori inchiodati nelle gabbie martellano i cervelli come puoi pensare come puoi pensare ascolta me, ora non pensare canta ruba la voce agli uccelli e canta canta anche per me all’imperatore sordo e al re cieco Un cielo di poesia 2014 65


Antologia di poesia contemporanea

Francesca Ghiribelli Il verde degli anni Su gelanti vesti di rugiada intessi il verde della mia giornata; inebri di antica giovinezza lâ&#x20AC;&#x2122;amore degli amanti su distese di verdeggiante velluto in festa; sopisci di magnetico stupore il fiume, mentre tingi le animate ombre del suo cuore: sei prezioso muschio in un letto di silenziose parole. Sognanti valzer aleggiano nellâ&#x20AC;&#x2122;aria fra giardini di rose, che un tempo cogliesti per scrivere pagine seducenti sentieri di solitari cipressi. Ti ritrovo tra le pungenti foglie del rosmarino, per dirti quanto amo la selvaggia quiete sussurrar nel tuo bosco. ...E mentre attendo il tuo ritorno, rimembro ghirlande di vischio per baciar allâ&#x20AC;&#x2122;infinito nel vento il verde degli anni.

Un cielo di poesia 2014 66


Antologia di poesia contemporanea

Daniela Giorgini Il mio sogno E' un lampo di luce che illumina il cielo - il mio sogno Lo vedo anche a occhi chiusi. Lo sento, nel cuore, quando batte pi첫 forte. E' nelle mie parole, in punta d'inchiostro - il mio sogno L'Amore - il mio sogno -.

Un cielo di poesia 2014 67


Antologia di poesia contemporanea

Maria Pia Giovinazzo Passi lenti Un bacio o due, non li conto tra le mani cadenzo un tempo inutilmente misurato da clessidre egizie passi lenti -non li sentocapelli d'ebano, si lacera la pelle il sangue gela, nella fossa dei pensieri. Turbine e vento -dove poso gli occhicieco e muto -il suono lieve-. Non mi senti? Non dirmi che è finito il tempo del tuo ritorno le lacrime -perle nascostesono fiori nelle mani come prati d'estate. Cacciare via la nostalgia che riempie il cuore è questo che vorrei. Dove sei? Non mi senti? Avvicinati, ti sto chiamando.

Un cielo di poesia 2014 68


Antologia di poesia contemporanea

Giusy Grasso Fiore d’autunno (sedoka) L’Ego disciolgo per il languido manto di rosseggianti foglie. E d’improvviso: l’inCOSCIENTE bocciolo. Buffone d’un Ottobre…

Un cielo di poesia 2014 69


Antologia di poesia contemporanea

Agnese Iannone Con ali di farfalla Una stupenda farfalla sul capo si posò e leggero il mio pensiero volò. In un mondo fantastico mi portò, sotto un cielo azzurro senza nuvole, in un’armonia di colori e allegria di cuori, febbricitanti di emozioni e di felicità, avvolta da un’aria goliardica di suoni canti e danze su prati profumati di primavera. E la poesia… ci stringeva in una rete di vera amicizia. Un mondo meraviglioso, un sogno da vivere nella realtà presente di gente delusa, disorientata e sfiduciata.

Un cielo di poesia 2014 70


Antologia di poesia contemporanea

Antonella Iaschi

Scrivo per sopravvivere a me stessa senza guardare cosa sforna il cielo e senza uscire da queste mura stinte. Scrivo perchÊ non trovo quei colori che servirebbero a tessere una fiaba dove nuotare con un uomo al fianco. Scrivo per denunciare ciò che sento spinta da un credo che ha radici vecchie eppure non è ancora germogliato. A volte penso che sia sabbia al vento a volte che sia un'arma a doppio taglio a volte solamente un passatempo e c'è sempre una scusa per fermarmi, cercare cose scritte nel passato e scoprire che ancora sto aspettando. Scrivo per imbrogliare questa vita per ritrovare condivisioni nuove per dare casa al "mio" oceano errante.

Un cielo di poesia 2014 71


Antologia di poesia contemporanea

Maria Imbrogno Il volo Tra cielo e mare un gabbiano candido. Magia di spazi aperti sulle meraviglie del mondo. Volti amati che ritornano nel cuore. Desiderio di qualcosa che non sai. La vita che stai vivendo. Il sole caldo. E luccichii che sanno di pace. Amori vagheggiati. Mani che si tendono. Hai sonno. Musica dolce nell'aria. L'autunno s'avvicina negli occhi tuoi. Libertà è prigioniera di se stessa. Paesi che non conosci. Dio accanto. E intanto oggi è già domani.

Un cielo di poesia 2014 72


Antologia di poesia contemporanea

Valentina Imperiu Carezza muta Eri bella vestita di sole Ti mordevi le labbra Dannate come il frutto proibito che ti avrebbe sbranato Le tue mani perse dentro all'orizzonte Col dito bagnato di rimorsi A disegnare l'ultimo tramonto Il mio Eri bella mentre te ne andavi Nuda come il primo giorno A bucare i miei occhi di vetro A tramutarli in vento Perenne carezza muta sulla tua pelle bianca.

Un cielo di poesia 2014 73


Antologia di poesia contemporanea

Simonetta Ioan Magia pura rivivere il viaggio tra le parole custodite nel tempo percorso sempre nuovo ogni volta che ti concederai al dire alla melodia del passo e non ci sarĂ luogo del non ritorno l'anima ne sarĂ  sfiorata concediti alla danza la perdita fiorirĂ  in attimi mai persi Pepite d'oro

Un cielo di poesia 2014 74


Antologia di poesia contemporanea

Alessandra Ioffredo Sogni senza tempo Arriviamo tardi. Solo perchè, forse, abbiamo bisogno prima di guardarlo negli occhi un sogno per riconoscerlo. Ma tardi, non è Mai. Tardi è quel posto in cui i sogni di un momento, se ci credi, si trasformano in quelli di una vita. E allora nulla più è uguale, tutto intorno l'abbraccio del Mondo diventa Paradiso in cui vivere.

Un cielo di poesia 2014 75


Antologia di poesia contemporanea

Caterina Izzo L'abbandono La periferia ti annuncia il paese: degradato, unto, greve di morte, il paese dei figli ammazzati, zittiti, condannati… Il paese dei padri padroni, vigliacchi, collusi, venduti, dei padri che mandano i figli alla morte nera, ultima e terribile… Li mandano soli, con la paura negli occhi, senza il vero coraggio, senza fede, senza di loro. E non servono le Madonne di plastica e i Cristi giganti, soffocati dai fiori, non servono le parole lorde di violenza e il silenzio cattivo delle madri, statue di pietra senza dignità, senza voce, da schiacciare come scarafaggi malati… I figli non tornano, lasciano nelle discariche i loro corpi straziati, le mani legate, le teste prone… I figli scompaiono d’improvviso e lasciano i figli ai loro padri sbagliati, alle madri di pietra, li lasciano con la fiducia estrema di chi muore senza scampo, con il coraggio di carta dei vili. E il paese resta alla gogna, sui giornali, sulle facce dei suoi cittadini imbelli, nella finta differenziata, nei finti funerali, nella prepotenza di tutti. Un cielo di poesia 2014 76


Antologia di poesia contemporanea

Michele Izzo L'inventore di versi Sublime creatura dal cuore immortale come stilla di rugiada sei caduto tra le ramaglie a partorire la bellezza dell'ibisco ma le radici non sono profonde. I tuoi occhi sono isole lontane la pelle puro confetto l'anima mandorla amara. Se parli è solo per disegnare imprecisati tramonti dove le tue orecchie protese verso spazi infiniti s'inchiodano ad ascoltare l'io inventore dei tuoi crimini istigatore della lingua stilo di scriba sconsacrato. Eppure com'è voluttuoso l'abbraccio di un tuo verso che diviene sentiero com'è lontano da te il pensiero degli uomini. Quando l'ora si fa tarda e il cielo si annuvola in solitudine inventi un verso dedicato a nessuno mentre nel vento si libera un cuore prigioniero. Per sempre rimarrai soldato - eroe dei tuoi incantesimi sbavando come un babele affamato di zuccherose rime.

Un cielo di poesia 2014 77


Antologia di poesia contemporanea

Antonella Jacoli Povero treno Che del vetro sia un gesto capace di spezzare l’infranto di capitare nell’aria per la tonsura dei mesi scalzi. Brucia d’odio una lacrima. Il disgusto delle piastrelle bianche delle sale d’attesa cunicolari le luci piatte delle disgrazie ma l’inverno fuori di lì è calmante così buio da sfrecciare alle stelle. Dall’altra parte della pietraia un povero treno costretto al colore dello smeriglio posa la testa sulla tua spalla come i passeri all’imbrunire quando nessuno li vede piegare il collo al destino.

Un cielo di poesia 2014 78


Antologia di poesia contemporanea

Ada Jacono Saperti lì Non fuggirò all’incrocio sceglierò la strada più lunga quella che mi condurrà nell’ebbrezza di un primo mattino colorato dalla tenue luce dell’aurora dove si smarriscono i ricordi. Scricchiolano le foglie ai mie passi, nasconde il rumore il tuo rimpianto. Saperti lì nudo di pensieri vuoto di passione spento, inerme, abbattuto, intriso di mestizia e di dolore consapevole della tua solitudine. Piangi un amore morto ancor prima che muoia, finito. Saperti lì mi addolora. Io che conosco i sentimenti il valore delle cose mi svesto davanti a te perché tu possa leggere dentro un cuore vuoto, dove nulla sta scritto. Dove tu possa leggere l’ultima stilla di sentimento… svanita.

Un cielo di poesia 2014 79


Antologia di poesia contemporanea

Carmelina La Manna Eterna tua mano Rapita dal cielo in ogni momento rivoli dâ&#x20AC;&#x2122;azzurro scendono dalla fonte fiorami di pennelli argentati che scorrono sulla mia eterna mano che ammanta il cuore fino a disegnare un arcobaleno di pensieri, scritti e dipinti e tante variopinte tenerezze. Ogni colore assomiglia a una stagione di profumi e aromi segrete di rive di rose, di albe accese, di gioie inattese che rallegrano la mia mente, pensando di essere sul â&#x20AC;&#x153;voloâ&#x20AC;? del canto del mondo nelle sere assonnate in cui rivedo voi, giovani pensieri nel cielo stellato.

Un cielo di poesia 2014 80


Antologia di poesia contemporanea

Michelangelo La Rocca Il silenzio del poeta Non scrive versi col freddo nel cuore se infuria la guerra e la gente muore. La musa è silente, melanconica tace, con ansia aspetta che ritorni la pace. Il poeta non scrive né rima né prosa quando un marito uccide la sposa e se un bambino muore di fame in questo mondo ingiusto ed infame. Paziente attende sulla riva del fiume che l’acqua lavi tutto il lerciume. Poi guarda il cielo, l’alba nascente, giorni diversi il poeta attende. Giorni di pace, ricchi d’amore, senza più odio nel nostro cuore. Un cielo di poesia 2014 81


Antologia di poesia contemporanea

Giuseppina Latini LÏ Due lacrime ferme tra le rughe di quegli angoli, non scendono, non vogliono scomparire ma solo vivere lÏ dove tutto iniziò.

Un cielo di poesia 2014 82


Antologia di poesia contemporanea

Giuseppe Laurora (ISIM) La presi la sdraiai sul letto con forza la baciai violentemente perchÊ a lei piaceva cosÏ le strappai i vestiti di dosso mi guardava come per dirmi non fermarti. Per ore restammo nel nostro buio ad assaporarci a toccarti lasciammo i nostri corpi parlare. Bevemmo del vino lei si addormentò la guardavo dormire nuda accanto a me. In silenzio mi alzai presi le mie cose mi avvicinai per baciarla ma era sveglia e mi disse amami ancora. Ed io piangendo le feci ascoltare solo per un attimo la voce della mia anima. Mi sorrise mi asciugò le lacrime e mi disse Amala...

Un cielo di poesia 2014 83


Antologia di poesia contemporanea

Adele Libero Autunno Rosseggiano i boschi, i castagni, pi첫 svelti vanno i ruscelli, profumo di funghi e giunchiglie, a terra resina e foglie che d'oro sono brillanti. A tanta bellezza si scioglie la neve che gela nel cuore si spezzano i sentimenti, si schiude l'istante. E mentre partono i fringuelli con ali colorate di ricordi, l'autunno si stringe all'estate ed io riassaporo i miei sogni.

Un cielo di poesia 2014 84


Antologia di poesia contemporanea

Marina Lovato Finestra di vita Allâ&#x20AC;&#x2122;improvviso divampa la sera. E tu non vedi dove lâ&#x20AC;&#x2122;orizzonte finisce e dove la nostra vita si fa impraticabile. Siamo sospesi a fissare la luna che, tacita, ci raccomanda di amare sempre. La sua luce ci accarezza la pelle e piano se ne va.

Un cielo di poesia 2014 85


Antologia di poesia contemporanea

Rosella Lubrano Profumi d'autunno E, quando la nebbia avvolgerà con il suo abbraccio la campagna assonnata nello sfumar del tramonto, assaporerò l'aria, profumata di mosto e di bacche e ascolterò il respiro della terra, bagnata dalla pioggia, mentre le foglie, stanche degli alberi, volteggeranno, come rondini, verso l'infinito. Vagabonderò per i campi che olezzano di buono, abbracciando con lo sguardo i tralci profumati. Mi addentrerò nei boschi, colorati da Dio e ascolterò la voce degli alberi per assorbire la loro saggezza. Mi tufferò tra le foglie, pennellate da Van Gogh e, sdraiata sotto l'ombra buona della grande quercia, sarò accarezzata dal vento, odoroso di castagne e di ceppi accesi. E mi sentirò viva, partecipe dell' incanto della natura nel suo addormentarsi! Un cielo di poesia 2014 86


Antologia di poesia contemporanea

Loriana Lucciarini Me... Io, fragile e pulsante, tra questo sole, in questa luce brillante, con mille spicchi luminosi di cielo a rifrangere la luce che, birichina, si nasconde tra ali di farfalle. La felicità è attorno a me, la vita è attorno a me. Respiro il profumo di primavera tra il frusciare delle foglie.

Un cielo di poesia 2014 87


Antologia di poesia contemporanea

Daniela Lupi Primavera sei entrata senza bussare, mi hai investita con la tua gioia il tuo profumo, hai rovesciato i miei pensieri svegliandomi. Ti prego non mi lasciare prendimi nelle tue braccia, coprimi con i tuoi petali macchie di colore nel buio. Sono stanca del brutto inverno mi ha congelato la voglia di vivere mi ha cancellato il desiderio di scrivere stavo là… quasi inutile aspettando il tuo arrivo. Ti voglio qui nella mia mente, sogno di scrivere per te parole perfette, aprimi strade non calpestate sentimenti mai provati aiutami a dimenticare l’inverno che ha colpito il mio cuore…

Un cielo di poesia 2014 88


Antologia di poesia contemporanea

Cristina Magri I gabbiani piangono Mondo maldestramente addestrato: i gabbiani piangono, se ne vanno solitari allo sbaraglio in questo mondo osceno. Gli uomini macchine da lavoro dimentichi dell'oblio dell'amore. La natura muore, ci lascia un destino incerto. Il mare piange, le montagne soffrono, gli alberi hanno smesso di respirare. L'uomo non sa pi첫 amare Dio ci guarda e' nella sofferenza di un sogno, i gabbiani piangono e vanno lontano sperando in un nuovo paradiso.

Un cielo di poesia 2014 89


Antologia di poesia contemporanea

Giovanni Malo Al poeta nascosto Al poeta nascosto spetta scolorir densitĂ del turchese stazione immanente scivolarsi sempre all'interno farsi passaggio di raggi sospirarli nei manti d'acqua evocarli nell'oblio.

Un cielo di poesia 2014 90


Antologia di poesia contemporanea

Roberto Marzano Clonazione da Tiffany Tutti esattamente uguali sorrisi stampati in serie illimitata materia di studio e d'autoriflessione per tuttologi emergenti dall'etere fognario con i capelli in verticale sparati in primo piano a sfiorare i riflettori impiccati ai tralicci e alle ovvietà più elementari... Avrebbero dovuto dire “no!” avessero voluto avessero potuto aver coraggio di rifiutare il lauto gettone di presenza che li piegava quasi genuflessi nello studio illuminato da spot senza decenza che li rendevano ad oltranza ciechi e muti...? Cestelli metallici tesi come balestre lungo le cremagliere che portavano ai santuari post-moderni deliranti antri risucchiavano culi molli ma trepidanti nel desiderio comune di colmare il senso d'insoddisfazione per la privazione momentanea degli ultimissimi modelli urlati dai megafoni in litanie scontate (si fa per dire) “se hai sei, se non hai che vivi a fare” in uno sferragliare di gabbie rotolanti che travolgevano vivi e presunti tali senza ritegno alcuno, né vergogna...

Un cielo di poesia 2014 91


Antologia di poesia contemporanea

Maria Cristina Matta Ineluttabile La vita é un fuoco che il tempo consuma, umano destino, è come una piuma, da un soffio di vento sospinta in volo, che lenta ricade sul greve suolo. La vita è mistero, un fatuo sospiro un battito d'ali, un fiocco di neve che danza leggero e il primo sole scioglierà lieve. Fugace il tempo datoci in dono, non lo sprechiamo senza ragione, viviamo ogni istante con gioia e passione, curiamo gli affetti, dispensiamo perdono. Alla fine del nostro viaggio, è il modo migliore per lasciare traccia del nostro passaggio, solo l’affetto senza rancore, un dolce ricordo e un’impronta sul cuore. Un cielo di poesia 2014 92


Antologia di poesia contemporanea

Manuela Mattana A cosa vale Sono andata via da te con le mani vuote e il silenzio sulle scale. A cosa vale amarsi per un poâ&#x20AC;&#x2122; di carezze rubate al vento. Non sono solo parole che io voglio da te. Ma questo silenzio fa male. Questo silenzio da toccare è di vetro. Come il mare freddo sulla faccia. A cosa vale amarsi per un poâ&#x20AC;&#x2122; di onde. Le abbiamo rubate al mare quelle onde. A cosa vale, rubare al mare, e al vento.

Un cielo di poesia 2014 93


Antologia di poesia contemporanea

Annalucia Meneghini Tempo Cerco spazio, cerco silenzio, cerco tempo. Quante volte ho voglia di silenzio, per ritagliare tempo, per rilassarmi, a volte inutilmente. Eppure dentro quel silenzio c'è tutto. C'è il respiro più profondo, c'è serenità, c'è appunto tutto. Vedi, ci sei anche tu dentro.

Un cielo di poesia 2014 94


Antologia di poesia contemporanea

Biagio Merlino Io sto Io sto dalla parte delle api delle farfalle, dei fiori. Io sto dalla parte del freddo, della neve, del caldo; sto dalla parte tua, anche quando suono e tu non mi ascolti, e distratta ti lasci scivolare fra le cose inutili, o almeno piÚ banali, ma che a volte sono forse importanti nel quotidiano. Io sto con l'esistenza con i libri, la scultura, la pittura; io sto con le briciole sul selciato, sto sulla pozza, dove il cielo si specchia mentre i colombi fanno il bagno! Io sto e non sto, perchè un sogno viene a prendermi per mano e mi fa viaggiare senza spendere un soldo; io gli bacio i piedi perchè, a volte, si chiama Poesia.

Un cielo di poesia 2014 95


Antologia di poesia contemporanea

Maria Micelli Eppur cammino Stretta in una morsa la mia vita a stento vedo il cielo da un buco alla finestra. Disorientato nel mio andare, malconcio nel mio “essere"… eppur mi fido ancora di quella mano che mi porgesti un giorno… Ed ora il mio viso bagnato da tante lacrime non osa nemmeno chiedere perché il tuo saluto è divenuto sdegno ed invece di carezzare le mie fragili ossa coperte da poca carne, con la stessa mano con cui mi salutasti ora mi picchi… Eppur cammino…

Un cielo di poesia 2014 96


Antologia di poesia contemporanea

Palma Mingozzi La porta del cielo Sciogli i tuoi capelli E lascia cadere i tuoi sentimenti Se nuvole accarezzano Le tue spalle Sono semplicemente parole sospirate Sopra i brividi di una calda pelle Ogni sogno Attraversa l'anima E si fa spazio in aria Ricordati che gli angeli Non piangono Ma ascoltano il dolore Del mondo E se mai con il cuore sincero e aperto Bussi sul cancello Del cielo immenso Sii consolato Perchè è nel sentire il coro arcano Che si viaggia sempre piÚ lontano. I sogni non muoiono mai E la dolce voce dell'ispirazione Risponde sempre in mille parole Di confortevole emozione.

Un cielo di poesia 2014 97


Antologia di poesia contemporanea

Cesare Moceo La vita non è mai come uno se l'immagina Esiliato nell'isola delle promesse fatte a me stesso e con la voglia ancora intensa di sfogliare le pagine già scritte del libro della vita m'immagino a gustare vergini sapori di felicità con l'ironia a infondere nuovo vigore stimolo e tormento delle gioie che germogliano nelle valli del mio Spirito ma vivo le passioni nella sofferenza di ricevere a compenso ingratitudine dai diavoli terreni che illuminano il mondo con la luce del terrore e fan sentire sempre quanto è amara l'angoscia.

Un cielo di poesia 2014 98


Antologia di poesia contemporanea

Marco Morandi Né tempo e né rancori Se infondo al cuore mio il cielo si perdesse mi sentirei infinito senza giocar d’amore. Col tempo tra le dita trasalirei il reale ed esca, carne mia, il male ingannerei. Mi fingerei bontà ingenua e immacolata tant’é ch’egli mi vìoli e di me pasto faccia. Poi quando ormai sicuro nel ventre a ribollir, d’amor tanto darò che il mar sarà una goccia. Tra grandi gorgoglii e pene atroci e cupe Il nero stingerà in bei riflessi d’or. Se in fondo al cuore mio il cielo s’è perduto e vero che ho vissuto senza nessun rancor… Un cielo di poesia 2014 99


Antologia di poesia contemporanea

Patrizia Mortati Padre Si è ibernato il tempo nell'istante prima in cui il respiro ti abbandonasse, gli occhiali poggiati distrattamente su una rivista aperta a pagina 56 che non avresti mai finito, ma tu non lo sapevi, la spazzola coi tuoi capelli rimasti ancorati alle setole, brillanti e candidi, improvvisa ti ha sorpreso la morte. A lei non importava delle cose che ancora avevi diritto a vivere, di quello che volevi vedere dire, aggiustare, bere, assaporare, dell'aria che volevi respirare... Il tuo ricordo inizia a sbiadire, come la foto al cimitero, ha i contorni sfumati ma i segni del tuo passaggio nel mondo sono ancora qui, camminano e ti cercano nei sogni....

Un cielo di poesia 2014 100


Antologia di poesia contemporanea

Katia Musu Vita Polvere di stelle gocce rosso diamante sul cammino spinato spezzano angoscia. Fili dorati attorniano selciato dis_armato sguardo silente accoglie. Luce eloquente nel sangue freddo lento filtra. S'ode fermento trasudante in vesti nude argentate. Calore ardente brucia cuor nel ghiaccio in lacrime festanti scioglie anima libera invola tra rivoli d'amore s'addorma: culla la bianca Luna. Melodia soave s'espande girotondo di suoni mani nei cuori intrecci ferventi profumi ridenti scendon dal cielo in_verso arcobaleno annuncia il sereno come soffice carezza speranza e salvezza richiamo di vita alla vita fonte di attimi riflessi negli animi in_versi nell'eterno divenire cuori guerrieri nell'immenso Uni_verso....

Un cielo di poesia 2014 101


Antologia di poesia contemporanea

Domenico Nenna Madre Teresa di Calcutta Essenza di viole non svanÏ nei tempi e nei testi ora, è la tua presenza ha tante braccia che si moltiplicano inchinate al tuo esempio, terre desolate parlano di te fino a risuonare nel globo dall'alto e tra gli antichi altari umile e santa la terra canta Calcutta e il mondo, la tua patria Donna minuta cosÏ grande Rivesti i miei occhi da gigante con le tue mani pure e sante luoghi in cui la pioggia non lava fu gioia, missione e donazione del tuo essere tutto in tutti fino a suonare le trombe e svegliare i potenti fin ad allora dormienti Gigantea madre o madreperla tu, incolta e senza lingua sei sberla scuoti le rive delle coscienze ricolmi i valori vuoti nei voti noi stessi oggigiorno, come allora allievi votivi in coro a coronare i tuoi resti ancora oggi rivolgendoti ai poveri cristi chinata a noi sofferenti in spirito tu, abbracci tutti anche noi credenti.

Un cielo di poesia 2014 102


Antologia di poesia contemporanea

Daniele Neri Neve Calpesto lo strato di neve che custodisce i cadaveri della mia memoria. Freddo nei pensieri che assalgono come locuste affamate. Sono i ricordi lenti che compaiono e scompaiono, impressi con violenza nella mente. E' facile ricordare, pi첫 difficile dimenticare gli schiaffi della vita, pesanti come i passi che faticosi si susseguono sprofondando nella soffice coltre bianca.

Un cielo di poesia 2014 103


Antologia di poesia contemporanea

Giuseppe Nicosia M'illumino del tuo orizzonte…Oh... Mare..! Quante parole, quanti infiniti versi sono rivolti a te, nel passato di ieri nell'immenso di oggi, nel futuro del domani. Parole piene di bellezza. parole colme di tristezza parole dedicate al tuo grande amore…Oh Mare.. Ogni poeta trova la sua pace incastonata nei suoi versi. Ogni donna cerca un amore riempiendosi del tuo orizzonte Ogni bambino trova il sorriso annullando il pianto dinanzi alla tua schiuma. Senza la tua volontà, ti sei colorato di rosso sangue respingendo uomini che cercano speranza vita nuova dignità rispetto… d’amore. Dopo la burrasca sorge la bonaccia nella frescura sera dove le rime di un illuso poeta scivolano silenti nel blu dei tuoi abissi adagiate fra le tue onde. M'illumino del tuo orizzonte, avvolgo il mio corpo fra le tue braccia, nel silenzio della tua pace, respirando tutta la tua salsedine, entrando silente a piedi nudi nell'infinito del tuo calore...

Un cielo di poesia 2014 104


Antologia di poesia contemporanea

Giovanna Olivari Bevo, dunque sono Tu conosci, apprezzi i buoni vini. Li scegli, li abbini. Ma spesso ti stordisci e mi ferisci. Sciogli la lingua e il cuore e parli ore e ore. In me cerchi l'ascolto, la complicità per le tue parole in libertà. Io, che vorrei per me frasi d'amore. Mi si raggela il cuore. E ti accarezzo il viso. Io, ormai senza sorriso. Stupida, la speranza resta. Beviamo, oggi, ch'è festa!

Un cielo di poesia 2014 105


Antologia di poesia contemporanea Giorgio Ombrini La miglior predica è il buon esempio E' facile predicar con buon oratoria e infido talento; in effetti spesso si gettano soltanto parole al vento! E' molto più difficile razzolare rettamente con lealtà, in quanto l'integrità richiede fede e convinta volontà; la retorica è solo l'ornamento di una genuina abilità; il buon esempio è la miglior omelia di chi ha qualità. Per me le formiche, pure se sono tacite e silenziose, espongon prediche convincenti: son le più fruttuose! Abbiamo troppi esempi su sto mondo insopportabili, specie in finanza, dove gli impegni son irrealizzabili! I populisti, i ciarlatani continuano a imporsi perlopiù! per rabbonir i popoli palesano artefatte e false virtù! Ma chi è megalomane e si vanta assai di se stesso, in diplomazia mondiale è difficil che abbia successo. Mentir sul benessere fittizio, non è saggio pensiero, è cruciale disquisire su climi reali nel contesto vero! Non tutti hanno la nube estrosa che libera dai guai: l'antifantozziana che gira attorno senza bagnar mai. Chi è giusto, sincero, detiene valori probi, altruistici, ha impegni costanti, imparziali e positivismi realistici. E' il vero divulgatore dell'efficienza e di guide morali, riforma davvero, senza proclami e promesse virtuali. Come c'insegna la storia, l'uomo saggio, intelligente, vien onorato come persona lungimirante e sapiente! Pure nel profondo blu turbinoso dell'immenso mare, la speme, con le larghe vedute, a galla fa ritornare! Purtroppo troppi tessono, disfano e poi promettono; in pochi rifletton attentamente su quello che dicono. Generalmente chi vuol agir onestamente con amore, prima di procedere, mette sempre le mani sul cuore.

Un cielo di poesia 2014 106


Antologia di poesia contemporanea

Stefania Onidi Donna Sono DONNA Mistero delle tue radici Ho visioni di tenerezza E benedico il mondo. Sono SCIAMANA Il mio rito si perde nella notte dei tempi Ti celebro nel divenire E guarisco il dolore. Sono CORPO Santuario di alleanza tra gli opposti Accolgo in me il seme di una antica sapienza Ti porgo l’estasi dell’infinito. Sono FRAMMENTO del tuo DIO Contemplazione di gentilezza Indecifrabile trama di pazienza L’onnisciente che origina vita. Sono MADRE Ventre fecondo Modellata nell’attesa Nutro il miracolo nel segreto Sono TERRA Custode dell’umanità Placenta dell’amore Amo con lacrime di pace.

Un cielo di poesia 2014 107


Antologia di poesia contemporanea

Laura Paita Errori di valutazione Pensavo mi amassi per come sono, per la malinconia che asciutta trasuda dalle rocce a picco sul mare, per l’umore instabile, bizzoso come il vento, che ti scompiglia i capelli e ti lascia le labbra salate, per lo sguardo nitido, che trascende l’orizzonte e luminoso ti riscalda. Così non era, mi volevi diversa, mi volevi cambiare… Lacrime, soffocate nell’asfalto, vita, incatenata nel cemento… Scrosci di dolore a gonfiare il cuore fino a farlo esplodere, senza freni, senza tregua… fino a riprendermi lo spazio che era mio, fino a riprendermi la vita. Un cielo di poesia 2014 108


Antologia di poesia contemporanea

Antonio Palladino Scrivere Scrivere non è orientarsi. E’ entrare in un mondo senza indicazioni. Si passa tra lande sconosciute. Talvolta si ripercorre la stessa via. E’ un viaggio senza fine. Non si parte per conseguire. E’ un’esplorazione alla ricerca del percepire. Un saliscendi sugli scoscesi gradini dell’essere. Raschiare le pareti dell’animo. Un continuo coriaceo cammino. Come la ricerca della verità.

Un cielo di poesia 2014 109


Antologia di poesia contemporanea

Rossella Rita Papa Triste presagio E la vita ci prende a morsi come un vecchia sdentata in preda all'ironia. E noi briganti poveri mercanti nella bocca sporca di questo triste presagio.

Un cielo di poesia 2014 110


Antologia di poesia contemporanea

Lorena Paris Ho contato parole di vetro Ho contato parole di vetro poche le ho lasciate raggrumare dentro le braccia aperte di un addio tante ad una ad una le ho infilate in grappoli lucenti del sentire e ancora conto parole di vetro per unirle intense di speranza per separarle in acini di vita le prediligo in fiori puri di bellezza le scelgo nellâ&#x20AC;&#x2122;eufonia della sostanza.

Un cielo di poesia 2014 111


Antologia di poesia contemporanea

Nadia Pascucci Resta con me Stasera resta con me. Un lieve vento ti porterĂ le mie parole e polvere di stelle a regalarci amore in divenire. Momenti di me ti sfiorano, si posano sulla tastiera del cuore, tra sospiri dell'anima e note di canzoni. Sulla vetta dei sogni voliamo, vulnerabili, con riflessi rossi del sole al tramonto, intrecciati tra mille desideri e attesa. Ti amo con il respiro. Sei nell'orizzonte del mio presente, vibrante, a riempire silenzi e rinfrescare notti di bruciante febbre con nuovi giorni tutti da scoprire, imprigionato tra favola e poesia, in un infinito amore. Stasera resta, resta con me a guardarci negli occhi, riconoscerci e viverci con passione, sdraiati dentro specchi di pelle e ritagli di cielo nella intensitĂ  di un sentimento, che rende eterno un istante...

Un cielo di poesia 2014 112


Antologia di poesia contemporanea

Samuel Paterini La tua immensità Davanti al tuo sguardo mi sento piccolo, il sole riflette tratti della tua immensità. Cercato, voluto e nostalgico sogno tuo di gioventù, tra le braccia io arrivai. Suono di campane la domenica, giovane libellula che tarpò i tuoi sogni in cambio di un nuovo amore io ero, tu sei... Tua la grandezza dell'anima, mia la spinta nel volerti emulare riuscita solo a metà. Tu che doni te stesso in cambio di un sorriso, tu che sacrifichi le ali per regalarle a chi mai ha volato, un'altra volta volerai... fiero di sapermi ancora alunno insegnami cos'è la vita, preparami a non aver paura, dimmi come fai a cadere e non farti male, sussurrami ancora gesta di bontà e fiducia. Sei ancora troppo grande per me, papà.

Un cielo di poesia 2014 113


Antologia di poesia contemporanea

Grazio (Orazio) Pellegrino Pensieri di lei ...tutta bella sei... ragazza mia... dove ho conosciuto... un angolo di paradiso... ero impazzito... per quella ragazza... ma lei... si lasciò andare... come trame... scintillanti... di seta... e si perse.

Un cielo di poesia 2014 114


Antologia di poesia contemporanea

Calogero Pettineo Malinconia Oscuramente, piangono le stelle, nel viver lâ&#x20AC;&#x2122;amore e finire nel sorriso del sole. Le rughe segrete, non fanno piĂš paura e cieco, riposa il delirio, sulla bruma terra. Senza notturni petali, in cerca di luce da sfiorare, eterna e solitaria, respira, lâ&#x20AC;&#x2122;acre malinconia. Sul petto, tace addolorato il vuoto, armato di speranze, di tempo, di danze soavi a ritmo di valzer.

Un cielo di poesia 2014 115


Antologia di poesia contemporanea

Tina Piccolo I colori della vita Si svelano all'alba, quando lentamente la luce mette in fuga il buio... Allora vedo il tetto rosa della mia casa, il cespuglio verde a un angolo di via... Il sorriso del bambino che mi carezza con la tenera mano, ha il colore della gioia, di buon mattino... Vedo l'azzurro del mare, il rosso del papavero nel prato, la magia del sole che presto appare... Questi sono i colori della vita che un gran Maestro regalò alla terra, alla nostra esistenza... Giallo è quel limone sulla pianta e la mimosa che profuma di stupore... I tuoi occhi hanno mille colori, quello della tristezza, della speranza, della felicità senza confine... perchè sono gli occhi dell'AMORE... TINA PICCOLO (AMBASCIATRICE DELA POESIA ITALIANA NEL MONDO E CRITICO DI ARTI VISIVE E LETTERARIE)

Un cielo di poesia 2014 116


Antologia di poesia contemporanea

Francesca Pillitu Vorrei Quante volte avrei voluto regalarti un sogno, un sorriso trasparente ai tuoi occhi velati di malinconia. Quante volte mi fermo incapace di fissare null'altro che quegli occhi e vi leggo lo stesso vuoto intrappolato all'anima. ... Come oraâ&#x20AC;Ś e ti guardo riflessa in uno specchio crepato di ricordi mentre aggiusti i giorni ai fianchi di un tempo giĂ scappato di mano. Un sorriso, uno solo un sorriso vero questo vorrei - magica sincronia d'occhilabbra che sappia spazzar via le nubi da quei tramonti purpurei che carezzano il nuovo sole. Un cielo di poesia 2014 117


Antologia di poesia contemporanea

Antonia Anna Pinna I poeti I poeti non dormono, muoiono. I poeti non si svegliano, rinascono. I poeti vivono come se fosse il primo e ultimo giorno. I poeti corrono alla velocità della luce, e restano sempre giovani. I poeti si innamorano di tutti e odiano fino alla pazzia. I poeti sanno tutto, perché non c’è niente da sapere. I poeti danno il cuore, insieme al coltello e la forchetta. I poeti sanno raccontare storie vere mai successe. I poeti si fanno impiccare, ma aprono di notte ai banditi. I poeti viaggiano per andare in un posto che non esiste. I poeti non si girano, si fidano del sole che li proteggerà.

Un cielo di poesia 2014 118


Antologia di poesia contemporanea

Liana Pintea Parole di Troppo Taci... E tu hai taciuto. Guardandomi soltanto, In un silenzio muto. Mi guardavi come un bambino. Pieno di emozioni, Con occhi umidi e rotondi, E tanta curiositĂ . Restati in silenzio, Mi hai guardato dentro. Cercando con un sguardo Di sentire in fretta La mia sensibilitĂ . Le nostre anime si sono toccate, In quel silenzio profondo. Capendo all' istante, Che finalmente avevano trovato, Se stesse. Pulite, Vere e Sincere, Nella loro intensitĂ . Poi le parole erano di troppo. Bastava solo il loro sguardo Per sentirsi unite Tranquille e serene. Taci... E tu hai taciuto... Siamo restati insieme Nel nostro silenzio muto. Parole di troppo.

Un cielo di poesia 2014 119


Antologia di poesia contemporanea

Luisa Pira Sera Nell’ultimo respiro del giorno vieni sola Sera, col tuo fascino scuro. S’acqueta il mondo nel tuo infinito grembo. Bagliori di desideri e solitudini si fondono sulle tue strade d’amore. Vasto è il silenzio, mentre s’alza la luna. All’ombra del tuo velo vita e morte s’intrecciano per arcano disegno del destino.

Un cielo di poesia 2014 120


Antologia di poesia contemporanea

Cecilia Piras Onomatopea di sentimenti Zap, zap, zap...è un suono di significati... Zap, zap, zap..: è il fruscìo del tuo cuore passerotto, che sembrava volare verso la mia vita. zap era lo "zapping"delle mie emozioni, che saltavano, ferite, verso circuiti di sentimenti. Ma zap è quasi " zappare" e zappare è una fatica contadina zappare è l'idea della fatica, sudarsi la terra pezzo per pezzo, ma zappare significa guadagnare, e così a volte pare, di doversi "zappare" anche gli affetti!!! Perchè ogni sorriso strappato all' Universo è un risultato del coltivarsi la vita. Della gioia si tracciano i solchi, con lo zappare continuo dell'amore, della fiducia nell'infinito che ricambia con frutti preziosi. Sentire la dolcezza di quel suono, cercarne il senso, cullarsi in quella timida ma decisa melodìa... farsi così recidere nell'anima, farlo entrare nei silenzi dell'essere, farsi modellare di continuo. Sentire la dolcezza della terra, sentire un fruscìo di ali, sentire i propri passi percorrere la vita.. E, zap, zap... all'infinito, e, zap, zap, zap, verso l'infinito.

Un cielo di poesia 2014 121


Antologia di poesia contemporanea

Monica Poletti Cambiamento Guardar negli occhi una persona e cambiare il modo di vederla, perché nella profondità del suo sguardo vi è nascosta la beltà del suo vero essere. Complice la luce, inebriante la sua voce, sino a provare l’emozione di avvertire nella pace una nuova sensazione. Non vi è motivo alcuno per avere preconcetti in quanto, un pregiudizio, non preannuncia sempre verità. Così mormora a te stesso d’ascoltarla proprio adesso, affinché le sue parole mostrino la sua personalità. Inevitabile il destino! col protrarsi del tempo, nel cammino della vita sopraggiunge sempre il cambiamento. che sia esso di gusti, di opinioni o di ideali… …prima ascolta! Perché quaggiù non tutti siamo uguali.

Un cielo di poesia 2014 122


Antologia di poesia contemporanea

Rosy Pozzi Necessità abissale Aleggia tropicale un’atmosfera assai fatale una semplicità quasi irreale da dove rimanere da dove mai scappare nella quale meditare lasciarsi andare analizzare cosa fare. Aleggia tutt’intorno un bisogno colossale di tutto e niente da donare da gesti e da sorrisi ciò trasale come onda impetuosa in mezzo al mare da riuscire a dominare per non lasciarsi naufragare. Necessità abissale d’abbandono non casuale or m’insegue questa voce che mi ricondurrebbe altrove mi distoglie dal mio fare mi commuove nel mio dire suggerisce dove andare… Ma come fare… cosa fare…? Attendi cara Terra aspetta dolce mare prima o poi riuscirò a tornare in quell’atmosfera assai fatale della tua semplicità quasi irreale.

Un cielo di poesia 2014 123


Antologia di poesia contemporanea

Michele Prenna Come Amor vuole Son l'aquilone tenuto per il filo a non perdermi in cielo levandomi di terra in volo azzurro. Tu ben lo sai che al suolo m'incateni e mi dai strappi non permettendo che mi stacchi via. Son l'aquilone dal vago salire fragile di cuore che voli fa quali consente Amore.

Un cielo di poesia 2014 124


Antologia di poesia contemporanea

Davide Rastelli La Müsa e La Tìna… Mè l’è Bèll vedè “Na Müsa” Pigià l’Üga cùi Sò Pè !.. El Me Vègn “La Nùstàlgia.. dèi “Pasàt Bèi Tèmp Indrè”!.. Bèll Vedè l’è..”Anca na Dòna” Tüta Intènta a Laurà.. “Tirà sü ‘n Pitìn la Gòna.. Sènza Gnànca Tròpp..”Musà”!.. Quèst l’è ‘l”Bèll.. dèl Tèmp “Ch’è ‘Ndàcc”.. Dì Ricòrdi e Dì Pasiùn Dèla “Bèla Valtelìna.. Dì “Sò Dòni”.. E Dèll “Vìn Bùn”!.. Tüti i Dòni dèla Vàll I Se Sènt “Istèsi a Le”.. Perché “Müsi Valtelìni… I “Divènta Cùll Pènsè”!..

traduzione “La Musa e il Tino” Quanto è bello /vedere la Musa/pigiare l’uva con i propri piedi./Sento la nostalgia dei “Tempi Passati”./Bello è vedere una “Giovane Donna../sollevare parzialmente la propria gonna/mentre “Pigia l’Uva in un Tino”…/con quel senso di “Antico Pudore”/che La induce a non mostrare troppo../le “Proprie Grazie”…/Davanti a me lo “Spettacolo”in tutto/il suo “Insieme”..Si trasforma in una/“Meravigliosa Scena Poetica”/rappresentante “La Bellezza delle Donne Valtellinesi”/mentre “Pigiano quell’Uva che si trasformerà poi/nel Buon Vino della Nostra Valle”!/Mi piace pensare che nel momento della pigiatura/Le nostre Donne diventino “Simili… /Alla Nostra Bella Musa” La “Musa Valtellina”è la rappresentazione fantastica della Dea dell’Olimpo “Orobico Valtellinese” che muta le Sue “forme” ed assume sembianze diverse in base a come viene rappresentata nelle mie Poesie.

Un cielo di poesia 2014 125


Antologia di poesia contemporanea

Monica Revellino Così Ti amo così, senza un vero perchè. E' un amore di niente. E' un amore di tutto. Perchè mi fai ridere. Perchè mi fai piangere. Perchè ti ho desiderato tanto. Perchè ti amo tanto. Ti amo così, senza un vero perchè. E' un amore di mamma. E' un amore di pancia. Perchè hai vissuto nella mia pancia. Perchè la tua culla è stata la mia pancia. Ti amo così, senza un vero perchè. E' un amore assoluto. E' un amore incondizionato. Perchè adesso hai la tua sposa e non ne sono gelosa. Non ho perso nessuno, ma mi hai arricchita con qualcuno. Tu amala così, senza un vero perchè. Lei ti insegnerà ad amare di più. Lei saprà farti ridere. Lei saprà anche farti piangere. Tu amala così, senza un vero perchè. Amala di pancia. Lei porterà tuo figlio nella sua pancia. E sarà un amore assoluto. E sarà un amore incondizionato. Io... Io vi amo così, senza un vero perchè.

Un cielo di poesia 2014 126


Antologia di poesia contemporanea

Giovanna Rispoli Sinfonie di note Quando le note vanno io volo lontano e fra mille colori dell’immaginazione mi appendo ai fili del pentagramma e mi sorreggo nei voli sfrenati e spensierati della fantasia. Quando le note corrono io rallento e sono immersa tra nuvole e praterie tra fragorosi sorrisi e la mente scivola in rasserenanti adrenalinici viaggi d’immaginazione ora in un posto ora in un altro. Quando le note graffiano l’anima s’inebria e tutto diventa libero pulito, leggero, quando le note t’invadono il resto fuori muta e tutto è.

Un cielo di poesia 2014 127


Antologia di poesia contemporanea

Alessia Rocchi Eroe Avrei voluto salvare il mondo con la mia mano tesa, essere un eroe ricolmo di speranza, ma sono solo polvere animata da un sospiro ribelle che raccoglie farfalle danzanti in cieli d'inchiostro.

Un cielo di poesia 2014 128


Antologia di poesia contemporanea

Carlo Romano La mente e il cuore Non sempre la mente concorda con il cuore, non si congiungono percorrono strade diverse, ognuno egoisticamente va verso il suo verso, tra loro non c’è condiscendenza sono sempre in guerra. La mente dice al cuore io ragiono, non mi lascio dominare, impappinare, sopraffare dalle emozioni. Il cuore risponde io vado semplicemente dove mi porta l’altra metà del cielo con i suoi battiti.

Un cielo di poesia 2014 129


Antologia di poesia contemporanea

Teresa Romeo A mia mamma Se non esistesse la parola mamma la inventerei, solo per chiamare mamma te, che inglobi l'amore più forte rendendomi felice. Per la donna che ha trasformato in sorriso questo triste pianto, una sera ci sarà una festa e delle danze sarà la venerabile regina. Tutti sapranno che è mia madre e mi scoppierà il cuore di felicità guardandola sorridermi d'emozione. Mia madre che sa del mio essere ribelle, che lascia il mio spirito libero andare e poi tornare. Lei che con pazienza mi aspetta e dalla quale ho ereditato la mia dolcezza. Lei che sa che un cassetto non può bastare per i miei sogni, troppo grandi che ci vorrebbe il mondo per contenerli tutti. Io che mi nutro della sua dolcezza e ne faccio pane quotidiano, acqua alla fonte che scorre fresca e dissetante. Mia maestra di umile bontà.

Un cielo di poesia 2014 130


Antologia di poesia contemporanea

Donata Rosina Giostre di luci Giostre di luci roteanti, le nostre vite sospese, si rincorrono nella notte incantata. Giocano sui fili dorati dell'anima, volano nello spazio di stelle sognanti sul mondo che gira stordendo i sensi. Ci perdiamo in un abbraccio di luce tempestato di stelle, voci, risa, abbandoni profondi del cuore. Dondoliamo come altalene nel vento, siamo girandole infuocate lanciate nello spazio senza tempo, riflesse in un battito d'amore.

Un cielo di poesia 2014 131


Antologia di poesia contemporanea

Carmela Rossello Inquieto vivere Inquieto vivere che non ci abbandoni mai che solchi i nostri passi che abbracci tutte le nostre tristezze che respiri i nostri fiati malinconici inquieto vivere che stai li in silenzio sullo sfondo a rimirar senza odio e senza lacrime lascia libere le anime che hanno voglia di vivere il mondo è pieno di persone smarrite ma pronte a ritrovare lo spazio perso prima o poi la luce del sole ritornerà ci abbaglierà e lascerà spazio a cose nuove.

Un cielo di poesia 2014 132


Antologia di poesia contemporanea

Francesco Rossi (Issorf) Quando ti incontrerò stasera

Quando ti incontrerò stasera, saluterò la tua anima ribelle, pura e vera,cosi come la mia. Sarà bello camminare insieme nei luoghi dell’Altrove liberi. La luce dei tuoi occhi neri illuminerà la notte serena. Le stelle meravigliate, ammireranno poi l’irripetibilità unica del nostro grande Amore.

Un cielo di poesia 2014 133


Antologia di poesia contemporanea

Michela Ruggiero Le Streghe

Quell'anno nascevano le streghe lunghi capelli, una bellezza antica e nello sguardo quella malinconia del mondo ch'era stato. Si ritrovarono nel luogo che non c'era riconoscendosi tra mille e mille ancora unirono energia e magia pura per contrastare il male che imperava. Quell'anno nascevano le streghe lunghi capelli e pelle da baciare le mani aperte sempre pronte a offrire un sogno la speranza un po' di ardire lance di luce nei loro sguardi verdi ferirono nel tempo tutti i mali perirono felici di tornare lunghi capelli e pelle da baciare.

Un cielo di poesia 2014 134


Antologia di poesia contemporanea

Lisa Russo Poesia alchimia Fosti salvezza di un cuore, alchimia di un'anima. Fosti danza in notti stanche e insonni! Fosti mistero di parole che leggere scendevano su fogli trasparenti! Fosti apertura mentale per entrare in un nuovo mondo! Fosti salvezza di un corpo, che si lasciava morire! Fosti riscoperta di cultura e lettura! Sei stata fonte di conoscenze umane, dove poter rigenerare il cuore! Ora sei scrigno di ricordi, scatola di colori, richiamo di vita! Ogni giorno sei vita che bussa dentro, prende le mani e le trascina in vortici di sogni e fantasie con soavi parole dal cuore dettate! Sei ombrello quando piove e ombra quando il sole stordisce! Sei luce che riflette i pensieri e vita che scalpita dentro! In me ormai è la tua anima! In te mi sento figlia che sgorga dal tuo ventre e si nutre dal seno tuo, di quel latte che sazia la mente! Hai difeso i miei pensieri, hai lenito la mia anima! Ho trovato in te forza per continuare e voglia di donare e donarmi! Ho combattuto insieme a te, "mia poesia"... la vita, quella vita che ora zampilla in me "VIVA e VERA"!

Un cielo di poesia 2014 135


Antologia di poesia contemporanea

Caterina Russotti Uomo Cammini velocemente e in fretta... vuoi fare tutto prima della fine. Senza nemmeno fare poche cose che abbiano grazia e bellezza. La morte offusca la tua mente e non riesci a vivere con gioia. Fermati! Rilassati, non aver fretta. Prova a gioire per quel che ti circonda. Puoi goderti l'alba e il tramonto, danzare sulle note della tua canzone preferita, condividere emozioni e sentimenti con altre persone, ... in sintonia con il tuo "essere". Puoi gioire per tutta la vita. Puoi gioire perfino morendo poichĂŠ non sei giunto alla fine ... Stai solo cambiando casa.

Un cielo di poesia 2014 136


Antologia di poesia contemporanea

Rosetta Sacchi Tu c’eri (o del canto d’amore) Tu c’eri nel plumbeo cielo della sconfitta quando fui albero scardinato da venti di tempesta c’eri sulla riva decomposta dalla sabbia dove smarrii le sue orme e quando in bilico sui pensieri l’anima vacillò, cadde nel vuoto tu c’eri. Tu c’eri nei viali d’oleandri nell’odore di lavanda nell’erba falciata dentro il sospiro del vento nel fischio dei treni sui binari c’eri al tramonto nell’ultimo volo dell’airone fermo sul molo tu c’eri nell’amore e nella sua negligenza nel coraggio e nello sgomento quando il tempo s’arrestò e il cielo pianse lacrime di sangue. Discreto attento solerte tu c’eri. Tu c’eri se ora ci sei , la notte ancora a vegliare il mio sonno. Un cielo di poesia 2014 137


Antologia di poesia contemporanea

Elena Saccone Il buio dell'amore Pieno del tuo calore il buio mi tiene e ferma nel tuo tempo il nostro andare. Carezza ancora un sorriso. Abbracci di luce dissolvono il tuo mancare e mi ritrovi e ti ritrovo. Quando anche il tocco al senso manca mai perdo il tuo sguardo e la felicità travolge il tempo che piÚ non è. E caldo nel buio l'aroma della pelle tua avvolge stringe e sigilla col bacio l'inizio dell'amore.

Un cielo di poesia 2014 138


Antologia di poesia contemporanea

Alba Saiu

Mentre una foto mi parla di te

Nessuno ha colpa quando si chiudono gli occhi… E’ quel per sempre che fa male quel pensare cosa avrei potuto dirti ancora… E’ quel ancora una volta, solo un momento Ancora un attimo che non mi da’ pace… Abbracciarti un’ultima volta… Stringerti fino a farti sentire tutto il bene Tutto l’amore… E ora, sono qui a lasciare il posto ai sogni ai complessi pensieri e alle distratte parole che sussurro mentre una foto mi parla di te… E’ in quell’istante che sento di non poter più tornare indietro… Non posso… non mi è permesso… Ma credimi, non sai quanto lo vorrei… Ancora una carezza… Te lo sto chiedendo… Mentre una foto mi parla di te…

Un cielo di poesia 2014 139


Antologia di poesia contemporanea

Paola Sansica Cuore in tempesta Scendono in me fino ad arrivare nel mio cuore come un cielo in tempesta lacrime piene di ricordi di dolore di bocche che negano il mio aiuto. Penetrano cosĂŹ forti da bagnare per sempre la mia anima delicata e distruggerla.

Un cielo di poesia 2014 140


Antologia di poesia contemporanea

Maria Santoro Autunno Un pallido sole si desta dal mare annebbiato Una leggera foschia inonda il villaggio e la campagna Il cielo imbronciato nasconde i tremuli raggi di sole Le nuvole si addensano ma lasciano sprazzi di cielo turchino L’odore del mosto si spande per l’aria un po’ acre Sussulti di vento tra gli alberi non più verdi e folti Brulla è la campagna e le sue morbide zolle Rinserrano semi che fecondati dalla terra sbocceranno a primavera Rondini che garriscono e planano senza sosta Si richiamano tra loro in attesa dell’ultimo volo Lontano è ormai il canto delle cicale E le formiche operose fanno provviste prosperose Dai monti scendono a valle le mandrie ed i greggi Dove staranno da Aprile fino a Maggio Tappeti di foglie secche accartocciate coprono viali e viottoli di campagna Altre foglie che volteggiano nell’aria e giocano a rincorrersi Trascinate dal vento che ora le innalza e ora le atterra Foglie morte che volano via simili alle parole senza vita e senza amore Una musica dolce e malinconica si ode nell’aria frizzante Sono le magiche note dell’autunno di Vivaldi Dove si racconta di Bacco ubriaco del nettare divino E così i contadini per aver bevuto fiumi di vino. Ora un lampo poi un tuono è la pioggia prima lieve Cade poi a fontanelle mentre in cielo c’è l’arcobaleno. I pioppi vestiti di giallo hanno coperto il terreno già arato Le rose nel giardino hanno una veste un po’ sbiadita smunte sono le corolle I contadini intenti alla raccolta delle olive pensano all’olio extra-fine Le caldarroste omaggiano le tavole insieme ai fichi, uva, noci e melograni I cimiteri addobbati di fiori variopinti per ricordarci di vite ormai finite L’Autunno ci ricorda che "polvere siamo e polvere saremo". Un cielo di poesia 2014 141


Antologia di poesia contemporanea

Daniela Sasso Credevo fosse solo impazienza momentanea il tuo malessere nelle notti insonni mentre ritagliavi ombre sul muro bianco. Quel muro che ti allontanava da me, da noi e da tutto ciò che avevamo costruito insieme. Dietro a quel muro io non ho mai potuto vedere i tuoi stessi colori, il drago che combattevi tra le urla la notte io non avevo la possibilità di combatterlo con le tue stesse armi. La tua magia è solo tua, nei labirinti della tua mente io mi sono perso ma l'amore per te non mi impedisce di farti ancora una carezza anche in quel letto bianco di ospedale mentre ti vedo giocherellare con la fede al dito e non importa se non riconosci il mio volto e a volte dimentichi il mio nome. Io sono e sarò sempre seduto accanto al tuo respiro, accarezzando i tuoi occhi per strappare via un po' del tuo dolore. L'amore non conosce volti, l'amore non ha freddo, non ha fame. L'amore unisce e fortifica. Tu sei e sarai sempre il mio colore più bello. Sei e sarai sempre la mia tela bianca dove dipingere i nostri ricordi che faticosamente abbiamo costruito insieme. Quando sarai stanca amore mio, dipingerò io per te ogni nostro sole. Per sempre amore mio... Nella gioia e nel dolore mi troverai, come da promessa... Finché morte non ci separi.

Un cielo di poesia 2014 142


Antologia di poesia contemporanea

Maria Scivoletto Risposta ad intervista Mi chiedi se sono felice, come spiegarti... come aprire la mia anima? Cosa è la felicità se non un momento fugace di bellezza! La vita che continua nella figlia, di tua figlia, la scelta di perdonare... chi ti ha mancato di rispetto, la speranza che il tempo sani le fratture del cuore, cuore ed intelletto in simbiosi, l'accostarsi a Dio con umiltà, ringraziarLo e lodarLo... sempre... in ogni momento di vita. SÏ, sono felice al momento... con la speranza ... sempre... che l'abisso sia meno profondo del solito ... per risalire.

Un cielo di poesia 2014 143


Antologia di poesia contemporanea

Valentina Selene Medici Autoselfie Sono stanca di navigare in un mare di parole. Voglio tirare i remi in barca per potermi riposare. L'onda cullante mi parlerà di un profondo meraviglioso che mai potrò vedere. Nel rollio mi perderò nei racconti del mare carpendo nuove parole a me prima sconosciute. Di emozione, forse piangerò ma complice il vento, lacrime asciugherà parlandomi in una lingua ancora da imparare. Sarà forse un sogno o forse realtà non mi pongo domande la certezza non m'appartiene. Trasforma implacabile il tempo il viso e il nostro corpo. devo rifocillare la mente così che, quando il vento la mia vela rigonfierà metterò i remi in acqua guardando all'orizzonte.

Un cielo di poesia 2014 144


Antologia di poesia contemporanea

Anna Serio Caduta libera in eco d'amore Che importa, se i sogni son farfalle rarefatte di inebrianti profumi esalati col respiro tra le sete dell'anima? Che importa, se amare e sognare sarà anche morire? Inseguiamo il folle volo sulla scia di ali vanesie, se cadrà, il cuor farà da cuscino tra dolorosi colpi e fuggevoli attimi che si inseguono già sciolti nella rugiada del mattino. Lasciati guidare dal lampo dei miei occhi, nuota le correnti di iridi illuminate, in un viaggio burrascoso. Nell'ascoso fosco cielo lasciati guidare, se l'eco del tuo nome è amore.

Un cielo di poesia 2014 145


Antologia di poesia contemporanea

Patrizia Sessa Piliero La donna del sì Silenziosa è la tua vita: accogliente, accorata, aperta. sei la donna del sì! umile e’ la tua vita: forte, tenace, sincera. sei la donna del sì! Il dolore non ti sfianca. sei ristoro e pace nella disperazione. sei la donna del sì! Amore ti guida, fede ti orienta. sei il bene non ti stanchi mai. sei la donna del sì! Maria, madre di Dio, è la donna del sì! Giovanna, madre accogliente, sei la donna del sì!

Un cielo di poesia 2014 146


Antologia di poesia contemporanea

Nadja-Florence Siene Sur un tapis de vers Sur un tapis de vers j'ai parsemé, exhalé ce que j'avais de mieux, précieux, pour faire frémir ton coeur. Pour un bouquet de mots déposé sur nos aurores sur le lit de mon inspiration, je te dédie mes rimes. Fais-moi encor perdre pied. Lève l'ancre des stupeurs irréelles, immatérielles. Laisse-moi les yeux béats sous hypnose de toi. Confie-moi le secret qui perpétue la vie.

Sopra un tappeto di versi ho punteggiato, espirato quello che ho avuto di meglio, prezioso per emozionare il tuo cuore. Per un mucchio di parole depositato sulle nostre aurore sul letto della mia ispirazione dedico a te le mie rime. Fammi ancora perdere terreno. Levata l'ancora degli stupori irreale, immateriale. Lasciami gli occhi beati sotto ipnosi da te. Dimmi qual è il segreto che perpetua la vita. Traduzione di Emanuela De Marchi

Un cielo di poesia 2014 147


Antologia di poesia contemporanea

Emilia Simonetti Snaturata... Polarità opposta alla apparenza... ho cercato in tutti i modi la sostanza. Non sono integra... però sono vera e comunque donna... la schiavitù più feroce che esiste. Ho preso il mio spazio, per guardare e osservare come facciano le persone piccole a sembrare tanto grandi... e quelle veramente grandi... a ridursi in brandelli. Non ho mai chiesto scusa perché non sono stata mai la prima a sbagliare... solo chi ha trasceso il dolore può accettare la vita. La bellezza è data dalla potenza... quella di una donna che non detta legge ma resiste... e questa bellezza, non può essere distrutta... rimarrà eterna come la morte. Non c'è più tempo per l'ingenuità... e che dio mi perdoni l'arroganza. Lasciata sola ... non smetterò di avere me stessa.

Un cielo di poesia 2014 148


Antologia di poesia contemporanea

Marina Sirolla Colori e calore La penna serve a graffiare il foglio e dargli vita. Mi do tempo e uso cerotti per rimediare alle ferite grandi e piccole che la vita mi regala. Colori e calore e luce in attesa che si delinei sulla tela la bellezza del creato. La misura siamo noi, il nostro sentire la nostra persona, possiamo esserci o chiamarci fuori, vivere e scegliere forse sbagliata o forse no. Chi altri può vivere al posto nostro? Gettare il dado e tentare la sorte, come possiamo sapere se non cerchiamo di sapere? La mia anima non si nasconde, essa parla tra le righe di chi con natura positiva legge col cuore! Un cielo di poesia 2014 149


Antologia di poesia contemporanea

Vera Somerova Attimo Un istante, un attimo… Aspetta… “Cos’è un attimo?” Hai chiesto, impaziente dall’alto dei tuoi cinque anni “Un lasso di tempo”… Accondiscendente cerco di rabbonirti E penso Davvero cos’è un attimo? Un lampo Un soffio Un guizzo d’un pensiero Imprevedibile Imprendibile… Un tuffo del cuore nella schiuma marina Una brezza Una carezza Un battere di ciglia… Un rapido furto al tempo distratto nel guardare i gabbiani e lo sbatter leggero d’ali di chi è ignaro del peso del mondo.

Un cielo di poesia 2014 150


Antologia di poesia contemporanea

Savina Speranza Viola Mi sono addormentata insieme a te, poesia tra lauti frutti e il seme dell’abbondanza che nasconde nel ventre dolci pensieri fecondi del tempo che li anima. Sta arrivando la nuova stagione eppure è ancora freddo fuori se ti affacci alla finestra ancora piove ma un intenso profumo stordisce il mio respiro mi volto a ricercare nell’ombra il suo aroma bambino uno sguardo cattura all’istante il mio cuore c’è una piccola Viola nel prato del mio giardino è nata d’inverno è un raggio di sole.

alla mia prima nipotina

Un cielo di poesia 2014 151


Antologia di poesia contemporanea

Rita Stanzione Lei Porta sempre con sé come l’ombra sul pavimento segni d’adolescenza, il gusto di mandorle crude di un primo bacio che sembrò nel vuoto, postumi di cosa non sognò e un principio di lacrima nel caffè evaporata a gioia Non è possibile e lo è: quella finestra poggiata al nulla non si può chiudere siccome muri intorno non ne ha né cardini né scuri e sbatte ugualmente vento o non vento tante volte pensa ad una soglia tra il finito e l’ancóra, e che il coagulo anima-corpo aria nell’aria sia lì per sciogliersi finalmente

Un cielo di poesia 2014 152


Antologia di poesia contemporanea

Rosanna Tafanelli Risorta La tua spada per trafiggermi, il tuo mantello per raccogliermi, nella tua coppa tu berrai il mio sangue ed ancora me ne chiederai. Sarai dolce carnefice del corpo ed angelo della mia anima, con te non vivo piÚ, amor mio, e senza te io muoio. Sarai il mio cavaliere e il mio assassino, sarò la dama tua ed il sogno, uccidimi d'amore quando vuoi, tornerò sempre accanto a te. Nell'alba del domani nuovo, poi, mi troverai risorta, pronta a donarti ancora tutta me, fino alla fine del tempo.

Un cielo di poesia 2014 153


Antologia di poesia contemporanea

Grazia Tagliente Cerco fiato Cerco fiato per proseguire su questa strada accartocciata e di calde lacrime bagnata. Spaventato è ora il mio cuore che strettoie, guadi, rupi, vento e freddo dovrà superare. Vorrei lasciare qui ogni fatica, tra le lacrime del nostro cielo e le oscurità di questo tempo, per tornare a sentire la tua mano che sul cuore scatena i desideri tra lo scompiglio dei pensieri.

Un cielo di poesia 2014 154


Antologia di poesia contemporanea

Mihaela Talabà Luce

I raggi invadono l’oscurità svelando le vie del tuo cuore, all’improvviso m’appare l’immensità.

Un cielo di poesia 2014 155


Antologia di poesia contemporanea

Viola Tatham Salice piangente Spicchi tra gli altri con la tua bellezza sensuale e dolce come donna afflitta. Le stanche umili braccia abbandonate fino ad accarezzare la tua terra madre. Piangi per quelli che non lo sanno fare ma ciò non toglie forza anzi l'accresce. Ormai temprato anche ad affrontare la violenza della tramontana che sferza i tuoi rami e non li spezza.

Un cielo di poesia 2014 156


Antologia di poesia contemporanea

Maria Teresa Tedde Ai confini del mondo Comâ&#x20AC;&#x2122;è complicata la sera quando partorisce la luna e le stelle spaventate si mettono in disparte a guardare. Ho innalzato cattedrali di luce in pianure verdi di smeraldo ed ho atteso i tuoi occhi dâ&#x20AC;&#x2122;amore ai confini del mondo. Echi di canzoni lontane nutrite di desiderio covato in occhi accecati di sorrisi e suoni di passi leggeri di danza. Canta la strada lunga di storia serba memoria che io non so.

Un cielo di poesia 2014 157


Antologia di poesia contemporanea

Karen Tognini La vita in un respiro Credo ancora in quella lacrima che riga l'anima fino al cuore alle emozioni variabili come il tempo. Pozzanghere d'acqua asciugate dal vento. Credo ai sentimenti all'amicizia in quel pizzico di sale che il mare regala. La vita è in un respiro... In una canzone stonata una intonata. In un sospiro prolungato. Magia d'eterno Sorrisi Abbracci Sogni Amore.

Un cielo di poesia 2014 158


Antologia di poesia contemporanea

Silvia Tortarolo Resto in attesa Il vento tra i capelli, la criniera che sfiora le dita, le onde che mi bagnano le caviglie. Questa sono io, queste siamo noi. Libertà, solitudine, riflessioni. Il tempo che passa inesorabile, la voglia di essere ciò che non siamo, ciò che non sono. Non hanno valore le lancette che corrono, i giorni che passano. E' tutto fermo. In attesa di qualche cosa che sarà come l'uragano… che stravolgerà la mia vita, che ribalterà il mio modo di essere. Sono qui. Sono pronta. Sono viva.

Un cielo di poesia 2014 159


Antologia di poesia contemporanea

Maurizio Trapasso I costruttori della mia infanzia Ho angoli nel mondo dove cade a pezzi la mia anima, lĂŹ dove la stessa primavera, rinnova i miei depositi di lacrime. Ho luoghi nella mia mente intatti di immagini, di epoche, brillanti di risate, di effluvi fantastici, di gente che non sapeva niente della mia vita e lĂŹ, dove il mio cuore si rompeva tu stavi, vivendo senza ombra e senza nome senza sciroppo e senza baci.

Un cielo di poesia 2014 160


Antologia di poesia contemporanea

Marisa Tumicelli Il mio cielo Un incanto di bagliori dentro il tempo delle lune il mio canto di parole eco sparso fra le nubi in leggero navigare notte mia immacolata telo steso a germogliare il mio cielo spazio breve fioritura di cristalli col pensiero mi rifugio fra le foglie fra le fronde di un giardino senza nome.

Un cielo di poesia 2014 161


Antologia di poesia contemporanea

Lorena Turri Nellâ&#x20AC;&#x2122;indaco dei tuoi arcobaleni Sul vecchio calendario mille farfalle di sogni sostarono. Trascorsi le mie notti sdraiata, a contemplare un cielo cosparso di stelle - de-siderando con una luna piena di speranza nel petto. Mi sono impoverita lentamente, perdendo il possesso del tempo ed anche tu mi manchi come lâ&#x20AC;&#x2122;ultimo foglio volato via col vento. Dispersi i mattini assolati, con la pioggia negli occhi, adesso vago mendicante e fradicia nellâ&#x20AC;&#x2122;indaco dei tuoi arcobaleni.

Un cielo di poesia 2014 162


Antologia di poesia contemporanea

Miriam Vacca

Tutto scorre, anche il fiume più inquinato. Com’è bello osservare il flusso, della gente, delle acque, ognuno col proprio ritmo, ognuno col proprio respiro. Incuranti del domani, ci dirigiamo verso una ignota meta, in cerca della spada più lucente, più affilata, meno macchiata dal sangue degli innocenti. Come è bello ammirare il flusso astronomico di questa notte, con quell’armonia che solo il Creatore più acuto ha saputo generare. E in un cielo come questo non poteva che esserci lei, la Luna che guardando al di là dell’universo si impregna di luce riflessa come a dimostrare che il mattino del giorno dopo non ci abbandonerà. E poi loro, le stelle, che brillano di luce propria quasi a testimoniare la grandezza del cosmo. È questo il flusso della vita che nessuno può interrompere, nemmeno il più arrogante, il più spregevole essere vivente.

Un cielo di poesia 2014 163


Antologia di poesia contemporanea

Nunzia Valenti L’amore e il suo tempo L’amore arriva all’improvviso e poi a suo tempo se ne va… Forse non siamo bravi a trattenerlo o è lui che lotta stabilendo la sua durata ed esige libertà. Spezza le catene e prende la sua decisione senza farsi trattenere. Libero se ne va… Ma costruisce una prigione nel posto in cui ha lasciato il vuoto.

Un cielo di poesia 2014 164


Antologia di poesia contemporanea

Nives Verzeroli Io e Te ...e poi vidi la tua ombra, eri te, ai tuoi occhi ero io come mi volevi, ci siam stretti, i baci eran dolci e parevan musica nel cuore... ci siam detti tutto quel giorno di primavera... l'aria era pungente con tratti raggianti di sole eravamo io e te il mondo attorno girava, io e te soli nel nostro amore immersi in una luce quasi a volare io e te.

Un cielo di poesia 2014 165


Antologia di poesia contemporanea

Michela Zanarella Cielo spietato Cielo spietato che mi svuoti lo sguardo e che in disparte mi porti a consolarmi di follia. Ho la mente piegata in una solitudine che prova a baciare la vita che a fatica respiro. Passeggiano odori di vuoto tra mucchi di buio nella notte, lacero è il silenzio che rabbioso mi consuma l'anima. Si sono offuscati gli occhi e come in una bufera pecco d'ossessione dietro le costole di un tempo che mi sommerge di disperazione.

Un cielo di poesia 2014 166


Antologia di poesia contemporanea

Carlo Zanutto Cielo d’estate Un altro cielo d'estate, un altro prato, un altro vento caldo vento di musica... Facce, facce tutt'intorno, facce che sorridono perché è un'altra notte d'estate... Facce che cantano facce che hanno chiuso i sogni in questo vento caldo che è vento d'estate, che è vento pieno di musica...

Un cielo di poesia 2014 167


Antologia di poesia contemporanea

Italo Zingoni Inshallah Prego ma non, forse, un Dio tramandato in gelide storie mai lette in bibbie di frati amanuensi stipati come naufraghi moderni a scavarsi nel cuore un futuro diverso e mi chiedo (è magari un peccato?) in quale luogo di questo universo si possa trovare il destino dell’uomo stampato in un muro distrutto da una invisibile bomba al neutrone ci servono dosi massicce di sogni e speranze elargite a piene mani perché domani sia ancora la vita a farsi gioco delle nostre paure – la mira è precisa abbastanza? – Si alzano nubi di sangue e di fumo vite spezzate da un’idea della pace che il mondo reclama e rinnega ancora tre volte prima dell’alba nel fuoco che brucia le nostre parole e se così quel Dio vuole –inshallah– di sicuro non ho fede abbastanza ma faccio istanza al Figlio che invece cacciava i mercanti dal tempio e lo vorrei qui per farlo di nuovo perché ogni uomo è davvero impotente di fronte a chi, nel Suo nome, giustifica nel mondo ogni scempio.

Un cielo di poesia 2014 168


Antologia di poesia contemporanea Grazie ai 168 Autori Abate Mariapina Acireale Sara Maria Rosaria Albora Marinella Bagato Ylenia Bakhshieva Natalia Baldassarre Jessica Balossini Eric Balsamo Stefania Barrasso Antonino Belardi Gesi Belloni Paola Bianco Grazia Boccardi Graziano Borrelli Celeste Borrello Lucia Busiello Anna (Anna Perla) Callegari Don Aldo Canino Angelo Capirossi Arianna Capitanucci Vincenzo Caprio Antonella Caputo Antonietta Carniti Merini Emanuela Carrieri Tina Cartisano Annamaria Caviglia Adriana Cenciarelli Silvana Centofanti Lorena Colin Cernitu Mihaela Concilio Paola Cotugno Matteo Cozzani Gabriella Cravario Paola Cundari Maria Clotilde Danci Olimpia D'Andrea Francesca

D'Annunzio Samantha Dato Anna De Felice Sandra De Iudicibus Rosalba De Maglie Assunta Della Porta Momo Dettori Maria Carmela Di Caro Valentina Di Liberto MarilĂš Di Renzo Benedetta Di Salvo P. Antonella Dian Stefania Distefano Salvina Dolfini Erika DonĂ Franca Ensoli Patrizia (Hypatia Gentileschi) Esposito Pasquale Falabella Rosa Faraci Rosario Fasanaro Maristella Fasani Pietro Erasmo Ferrari Francesca Lavinia Filippo Valeria Firmani Caterina Frati Lavinia Fronzoni Daniela Galibardi Concetta Gattuso Eloisa Gentilini Giovanna Ghiribelli Francesca Giorgini Daniela Giovinazzo Maria Pia (Lostris Hawass) Grasso Giusy Iannone Agnese Iaschi Antonella Imbrogno Maria Imperiu Valentina (Elanor Mallos)

Un cielo di poesia 2014

Ioan Simonetta Ioffredo Alessandra Izzo Caterina Izzo Michele Jacoli Antonella Jacono Ada La Manna Carmelina La Rocca Michelangelo Latini Giuseppina Laurora Giuseppe Libero Adele Lovato Marina Lubrano Rossella Lucciarini Loriana Lupi Daniela Magri Cristina Malo Giovanni Marzano Roberto Matta Maria Cristina Mattana Manuela Meneghini Annalucia Merlino Biagio Micelli Maria Mingozzi Palma Moceo Cesare Morandi Marco Mortati Patrizia Musu Katia Nenna Domenico Neri Daniele Nicosia Giuseppe Olivari Giovanna Ombrini Giorgio Onidi Stefania Paita Laura Palladino Antonio Papa Rossella Rita Paris Lorena Pascucci Nadia Paterini Samuel Pellegrino Grazio (Orazio)


Antologia di poesia contemporanea Pettineo Calogero Piccolo Tina Pillitu Francesca Pinna Antonia Anna Pintea Liana Pira Luisa Piras Cecilia Poletti Monica Pozzi Rosy Prenna Michele Rastelli Davide Revellino Monica Rispoli Giovanna Rocchi Alessia Romano Carlo Romeo Teresa Rosina Donata Rossello Carmela Rossi Francesco (issorf) Ruggiero Michela Russo Lisa Russotti Caterina Sacchi Rosetta Saccone Elena Saiu Alba Sansica Paola Santoro Maria Sasso Daniela Scivoletto Maria Selene Medici Valentina Serio Anna Sessa Piliero Patrizia Siene Nadja-Florence Simonetti Emilia Sirolla Marina Somerova Vera Speranza Savina Stanzione Rita Tafanelli Rosanna Tagliente Grazia TalabĂ Mihaela Tatham Viola

Tedde Maria Teresa Tognini Karen Tortarolo Silvia Trapasso Maurizio Tumicelli Marisa Turri Lorena Vacca Miriam Valenti Nunzia Verzeroli Nives Zanarella Michela Zanutto Carlo Zingoni Italo

Un cielo di poesia 2014 170


Antologia di poesia contemporanea

Un cielo di poesia 2014 171


Antologia di poesia contemporanea

Un cielo di poesia 2014 172

Un cielo di poesia 2014 - ebook POESIA  

ebook antologico di poesia a tema libero in collaborazione con 168 Poeti, a cura di Matteo Cotugno

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you