Issuu on Google+


Antologia di poesia contemporanea

© “Un cielo di poesia” è tutelato da diritti di autore a norma di legge ogni Autore si riserva i diritti delle proprie opere presenti certificazione e registrazione digitale dell’opera B6CFAB40.001309F4.03830527.04A51E75.posta-certificata@postacert.it.net

la foto in copertina è di Matteo Cotugno ne è vietata la vendita realizzato nel novembre 2013 da Matteo Cotugno ebookpoesia@libero.it

Un cielo di poesia 2013

2


Antologia di poesia contemporanea

Prefazione

Un cielo di poesia è stata la prima antologia di poesia che ho avuto l’onore di presentare e curare, un’avventura iniziata un anno fa, nel 2012, con la realizzazione di un ebook gratuito di poesie a tema libero pubblicato sui più importanti portali internazionali, riscontrando un successo davvero straordinario con più di dodicimila letture, e continuata con altre due antologie, Alda nel cuore, dedicata ad Alda Merini, e Goccia a goccia, a tema sociale. E’ proprio in virtù di questo successo che Un cielo di poesia diventa un appuntamento annuale per tanti Autori, da 81 siamo passati a più del doppio quest’anno, rendendomi particolarmente lieto per l’interesse manifestato e il crescente entusiasmo raccolto. Penso, e ne sono convinto, che questa forma di divulgazione gratuita della poesia in formato elettronico favorisca la diffusione dell’amore per la poesia e i risultati in termini di lettura non possono che confermarlo, pertanto rivolgo un immenso ringraziamento a tutti gli Autori per la collaborazione e ai tanti lettori che ci seguiranno in queste pagine scritte solo per passione.

Matteo Cotugno

Un cielo di poesia 2013

3


Antologia di poesia contemporanea

Un cielo di poesia 2013

4


Antologia di poesia contemporanea

alla memoria del poeta e scrittore

Alberto Bevilacqua

“La poesia è registrazione rapidissima di momenti chiave della nostra esistenza. In ciò è pura, assoluta, non ha tempo di contaminarsi con nulla. Nemmeno con i nostri dubbi.” Alberto Bevilacqua

Un cielo di poesia 2013

5


Antologia di poesia contemporanea

Un cielo di poesia 2013

6


Antologia di poesia contemporanea

di Maria Pina Abate Il dubbio Si insinua improvviso come viscida serpe. Sordo il suo sibilo, lento striscia albergando mentali loculi. Con forza combatto contro il perfido che tra le spire attanaglia il cuore, per ricacciarlo nel grembo della notte che lo generò. Corro nella tormenta delle mie incertezze attraversando gli impervi sentieri del dolore, perdendo per strada congetture e convinzioni. Stremata arrivo fino ai confini della ragione, dove mi aspettano stillate verità per lavarla di ogni sua ossessione.

Un cielo di poesia 2013

7


Antologia di poesia contemporanea

di Sara Maria Rosaria Acireale Avrei potuto dissolvere la nebbia Polvere grigia, la vedo coprire ogni cosa come scoria sfuggita da mani inesperte. Un manto di nebbia aleggia ingombrante come baluardo ostile, relega l'anima nel limbo dell'amore... Avrei potuto capire un po’ di più, amare un po’ di più... Avrei potuto afferrare la tua mano... Ora le mie mani si muovono nel buio dello spirito per un fiore che non ho saputo cogliere dalle tue labbra orfane del sorriso. Avrei potuto dissolvere la nebbia che ti allontanava dalla luce.

Un cielo di poesia 2013

8


Antologia di poesia contemporanea

di Teresa Addis Attimi Cammino, mentre il vento mi fruga i capelli i pensieri si espandono attraversano confini misteriosi… Dove il tempo diventa qualcosa di materiale, da stringere fra le mani… Assaporo questo nuovo alito di vita… Tutto scorre… come acqua nella sua fluidità. Osservo le mie mani e le trovo piene… Piene di nuove linee che si muovono e, intanto ascolto… l’attimo che, con voce sonante, richiama le falene, piene di polvere di luna il Vento… porta via ogni cosa l'attesa... Prende corpo il silenzio parla il suo frastuono rompe l’attimo tutto… tace e, la luce nasce e ridiventa… bambina.

Un cielo di poesia 2013

9


Antologia di poesia contemporanea

di Angelo Aita Avevo bisogno di una Stella Avevo bisogno di una stella che mi guidasse durante il mattino. Avevo bisogno di una stella che la notte mi stesse vicino. Avevo bisogno di una stella che mi sussurrare le parole del divino, per dirmi quanto sia infinito il cuore di un bambino. Avevo bisogno di sentirti qui vicino, per placare il tormentato cuore del mattino e allora un tuo frammento cadde tra le mie mani, cosĂŹ che io lo potessi amare e lui mi potesse illuminare. Oh tu infinito cielo che dai speranza al mio domani, accudisci la mia Stella, che in te divien sempre piĂš bella...

Un cielo di poesia 2013

10


Antologia di poesia contemporanea

di Marinella Albora Donna o strega? "Io sono strega e ti rosicchio il cuore. Sono il pugnale che ti scava dentro. Sono il veleno che ti scorre in vena. Io sono l'ombra appoggiata alla tua spalla. Sono il rapace che ti accarezza la nuca. Io sono quella che nasconde l'unguento. Sono colei che ti regala il fiato. Io sono strega amata e maledetta. Io sono strega e ti rosicchio il cuore."

Un cielo di poesia 2013

11


Antologia di poesia contemporanea

di Mirella Alleri Melodia del cuore... Nei silenzi assolati di giorni frenetici corro a sfiancarmi contro il tempo... risoluto avanza trascinando la speranza... al tramonto il rosso bagliore si liquefa nel cielo stemperando il silenzio.... espandendosi s'empie d'attese nascoste dalle nuvole carezzate dalla luna‌ nei raggi luminosi brividi si diramano a colpire l'animo... mi raccolgo come un feto tremo all'ascolto... suono nascosto sale melodia del cuore‌ come un fiume in piena rompe gli argini‌ solo un pensiero resiste nella corsa persiste tu... Un cielo di poesia 2013

12


Antologia di poesia contemporanea

di Maria Ambrosio Tirannia del tempo Di notte si mettono in cammino i miei pensieri. d'intorno, sul mio capo un festoso corteo di stelle argentee emana un profumo, forse, di primavera. Il profumo altro non è che un sospiro. Un affannoso sospiro che affoga nelle acque di un mare in tempesta. Di notte si mettono in cammino i miei pensieri. Mi ritrovo bambina con i giochi di sempre. La terra non ha più confini. Vorrei fermare il tempo! Vorrei riveder gli alberi svegli, con bianche ghirlande di fiori. Vorrei assistere ad un miracolo. ma il tempo è tiranno, si è portato via la mia adolescenza gioiosa. Oh tempo cancelli, ma tendi a distruggere anche i ricordi…

Un cielo di poesia 2013

13


Antologia di poesia contemporanea

di Roberta Ancora Il mio tempo... ... Non vivo il tempo al tuo stesso tempo!!! Bussano alla porta attimi giĂ  svaniti, dissolti... ... portati via dal vento... come fili d'erba secca.... gioco a nascondino... con il tempo... e mi copro con vesti di solitudine... ...corro con le mie amiche ore... e respiro brevi istanti di realtĂ ... mia unica maestra la paura e consigliera all'occorrenza... ...di giorno i pensieri... sono il mio cibo... di notte a letto con folli sogni... e bramo quella dolce attesa di cambiare pelle... ...non piĂš il tuo tempo... ho estremo bisogno... di vivere... allo stesso tempo... il mio giusto tempo!!!....

Un cielo di poesia 2013

14


Antologia di poesia contemporanea

di Natalia Bakhshieva Bacio-altare dell'amore del tuo sguardo il bagliore m'abbraccia la mente ed il pensiero, metamorfosi… un corpo leggero d'una farfalla appena nata. Primavera... una vita alata con ogni tocco delle labbra ardenti sotto le carezze dei raggi cocenti. Colori, suoni, eleganza, passione, senza tempo senza spazio senza ragione. Danza dei cuori, unica esistenza, rito magico di assoluta confidenza. Pelle a pelle, comunicazione profonda sollevati ed inghiottiti da calda onda di emozioni esuberanti, vitalità… Fiamma d'amore… intensità e brevità.

Un cielo di poesia 2013

15


Antologia di poesia contemporanea

di Eric Balossini La casa Pioggia di salice leggero ticchettio nell’aprico di un pensiero. Lungo il colle delle mimose hai uno sguardo che mi porta la tua voce. Strati d’arcobaleno le tue braccia come archi d’estate in un sorriso atteso. Tace il silenzio, lo hanno portato altrove per dare musica ad un arco di ponte. Vi camminavamo, verso una casa dormiente nell’attesa del nostro ritorno.

Un cielo di poesia 2013

16


Antologia di poesia contemporanea

di Antonino Barrasso Ritorno di vita Ăˆ un incanto, nasce un germoglio, spinge la terra nera con forza e delicatezza, teneramente si affaccia alla luce dopo il letargo, con dolcezza come delicata preghiera, spunta tra le foglie verdi fresche, con sorpresa e coesistenza, un fiore rosa pallido. Senza reciderlo è dono a te, amore mio, è pari alla tua bellezza, lascia stupefatti, emozione del puro semplice, il ritorno alla vita che vede il cuore commuoversi come un bambino dinnanzi alla scoperta...

Un cielo di poesia 2013

17


Antologia di poesia contemporanea

di Graziella Basili Distruzione di un amore Quando scende la pioggia non si fa fatica a piangere anzi le gocce di acqua si mescolano alle lacrime e ti rigano il volto... Nessuno ti chiederà mai se sono lacrime o pioggia che ti bagna... Non si può piangere se splende il sole, ti chiederanno cosa è accaduto, non dire mai che ti ha strappato l'anima! Quando si ama unilateralmente non ti chiederanno mai: " Come stai? " C'è tanto dolore negli occhi di chi ama... e delusione che ti attanaglia il cuore. Non è facile vedere le nuvole che si accalcano e si allontanano... che ti accecano lo sguardo e ti offuscano il cervello. Quando tornerà il sereno sarà sempre troppo tardi... tardi per amare... per odiare, per leggere quanto grande era l'emozione che ti ha ucciso l'anima. Troppo tardi da capire... troppo tardi da ascoltare... troppo tardi... l'amore si ama...non si uccide!!!

Un cielo di poesia 2013

18


Antologia di poesia contemporanea

di Maria Pina Belfiore Tu Questo sei tu nel fuoco incandescente del mio mare tu, che mi abiti dentro come lava ribollente e rabbiosa e incidi solchi di sangue nel velluto rosso della mia anima.

Un cielo di poesia 2013

19


Antologia di poesia contemporanea

di Alessia Bellizzi L’anima sogna Questa notte ho visto un mare bellissimo immerso in un cielo di nuvole rosa. Il mio corpo fluttuante veniva travolto da un’onda violenta. Quanta libertà. Quanta felicità. Quanta tranquillità. Dolce risveglio in un pensiero ancor sognante macchiato di verità cruenta. Quanto sconforto. Quanto odio. Quanto timore. Sovente l’anima soleva esistere ove la realtà era ben poca cosa.

Un cielo di poesia 2013

20


Antologia di poesia contemporanea

di Paola Belloni Cammino Cammino felice sulla riva del mare mi fermo a lungo lo osservo gocce di brezza mi accarezzano e si dilagano sul viso annuso sospiro un piccolo frammento di tempo va lontano il mio sguardo ne colgo l’immensità del tramonto e dietro ai suoi colori mi perdo momenti magici impigliati nell'animo parole brevi istanti attimi fugaci apro loro la porta del cuore osservo il mare pensieri parole entrano dentro me come alta marea i tuoi occhi mi penetrano come fari dentro i miei un laser di luce accecante immensi come l'amore come l'orizzonte.

Un cielo di poesia 2013

21


Antologia di poesia contemporanea

di Tonino Bergera Perchiperchépercome PER CHI scrivono, di fatto, i poeti?... Tutt'un tratto m'è sfuggita la risposta... La memoria mi va in sosta: si parcheggia nei "non so", sprovveduta anzichenò. PERCHÉ scrivono i poeti? … Qualche legge loro vieti la verbosa tiritera, o la maledetta schiera - che non sa perché e percome mai vedrà le penne dome! C'è chi scrive "per se stesso" (menta pure: gli è concesso), chi per "vincere" qualcosa (non fa ridere, 'sta cosa?), chi per far parole al vento (forse, il solo un po' contento)… C'è chi scrive per amore con retorico clangore; chi sul foglio si dispera, piange, prega, cola cera; chi svaccato sui fonemi fa l'elenco dei patemi... Amorosi e/o disperati, senza dubbio impegolati, da nessuno o quasi letti, non rimane ai poveretti che i "busillis" evitare e (per chi? perché?) "poetare".

Un cielo di poesia 2013

22


Antologia di poesia contemporanea

di Patrizia Bianchin Ottobre Gocce di rugiada brillano ancora su immobili steli d'erba nella fredda lucentezza dell'alba. Silenzioso ritorna l'autunno disegnando nebbia sulle colline mentre il mare dei ricordi pare ormai cosÏ lontano. Ma c'è un'antica bellezza nei colori che dipingono i rami e nel profumo della natura che quietamente si addormenta. Tra l'ultimo calore dei raggi e la prima neve d'inverno sento il dolce richiamo della stagione in cui nacqui. Mi abbandono al vento che gioca, sussurra, mi sfiora, mi accarezza le labbra delicato come un amante. Batte forte il mio cuore allagandomi di vita.

Un cielo di poesia 2013

23


Antologia di poesia contemporanea

di Celeste Borrelli Così sono io Come lucertola al sole o stilita solitario così sono io su roccia levigata. Al centro della valle,* foggiata a conca, sovrastata in circolo dai monti marsicani… Tutto intorno uno sfavillante manto di neve baciato dall’astro.

*valle alle spalle del club Primula Hotel Residence - Pescasseroli

Un cielo di poesia 2013

24


Antologia di poesia contemporanea

di Lucia Borrello Guerra! Sono un soldato che non ha piĂš niente... anche l'anima mi han rubato. Vorrei chiudere gli occhi e fermarmi qui... ma devo tornare al mio casolare. Oh guerra!!! distruggi tutto intorno a te... macerie di case... che case ormai non sono. Fuoco e fumo, annebbiano l'orizzonte... il respiro mio si fa affannoso... la fatica mi assale, ma devo continuare a camminare... Tu guerra... non vedrai mai, quei corpi dilaniati... ma ti prego, ascolta in silenzio, il dolore... di chi sta piangendo, sulla lapide di chi... la vita ha perso senza un perchĂŠ... Ormai sono solo... portando per sempre questo vuoto dentro me.

Un cielo di poesia 2013

25


Antologia di poesia contemporanea

di Paola Bosca Petalo su petalo Che questa notte spenga tutte le luci che nessuna stella sospiri. Che nessun vento fiati sulle foglie. Inginocchiata all'altare dell'amore invocherò il destino plasmerò le ombre affinché mutino in vergini parole e danzino le statue al sortilegio. Come grani di rosario pregherò petalo su petalo questa rosa. Che nessuna lacrima osi sfiorare il mio volto. Questa notte che non sia mai più... notte.

Un cielo di poesia 2013

26


Antologia di poesia contemporanea

di Mariella Buono La mia terra Quante volte ti ho sognata e mille volte desiderata. Ti ho lasciato con una valigia in mano e mentre mi allontanavo mi portavo il profumo del tuo amore. La zagara degli ulivi mi regalava ricordi e le campane della chiesa suonavano sempre a festa. Terra mia, quanto ti ho sognato. PerchÊ mi hai abbandonato? Le onde del mare mi parlavano di te e come Ulisse mi struggevo per riaverti come patria. Dimmi terra mia, il segreto del ritorno. Le spine dei fichi d’India sono nel mio cuore e come una figlia in fasce ti amo. Il ricordo delle strade assolate mi riportano a te, la musica del mandolino mi legava alle mie radici. Mi hai dato gioie e dolori . Sicilia mia, terra di sole e d’amore. Il tuo canto mi chiama e se un giorno potessi ritornare, bacerò il tuo suolo per non avermi dimenticata.

Un cielo di poesia 2013

27


Antologia di poesia contemporanea

di Nunzio Buono Dalla città che torna Questa volta ti parlerò del mare, di quello qui, guardato tante volte e poi, portato a letto nelle sere quando l’Agosto si spogliava il freddo e tu lontana accorciavi il tempo del tuo stare cercandomi nel buio con le dita. Questa volta ti guarderò dal mare, io dall’orizzonte senza voltare il capo, senza pensare al vento che suonava bianco sul tuo viso. Ti penso quando, come un Agosto resto nella città silente e avverto di tanto in tanto il passo di un sorriso e sorrido dall’angolo di una città che torna.

Un cielo di poesia 2013

28


Antologia di poesia contemporanea

di Vincenzo Capitanucci L’occhiata in Te Quando cerchi una cosa di vitale importanza per Te e non la trovi dopo aver rovistato ogni cassetto ed ogni angolo della casa mettendo tutto in subbuglio dopo aver sollevato le montagne e guardato inutilmente sotto le onde del mare fra le foglie di un albero fra le stelle del cielo dopo aver pregato pianto urlato dalla rabbia e dallo sconforto e controllato con una angoscia sempre piÚ crescente gli occhi e le tasche di ogni passante pensando che inavvertitamente Te la potessero aver rubata prova a gettare una occhiata intensa dentro di Te.

Un cielo di poesia 2013

29


Antologia di poesia contemporanea

di Eloise Capizzi Terra bruna Eri lì, dinnanzi a me, il volto sorridente, apparentemente, ghirlandava il colore della pelle d’ebano fiorito, acque calme avvolgevano i tuoi occhi grandi e tristi. Sognavi la tua terra, “madre” e “sposa”, talvolta arsa dal sole, talvolta bagnata dal mare. Straniero sei, in un Paese dove il colore della pelle, spesso, marchia il cuore, recidendo silenziosamente lembi di Anima. Ma, come fenice, risorgerai dalle ceneri, da colate di lividi, di parole maldestre, infilzate nell’Anima come roventi spade, ne uscirai “libero” perché l’Anima non ha colore.

Un cielo di poesia 2013

30


Antologia di poesia contemporanea

di Armando Cappa Pioggia di stelle Oltre il soffitto è il cielo ed in cielo splende, immenso, il firmamento. In ogni istante io ti penso, la voglia di te scalda il mio cuore, come la luce di mille soli che brillano nella notte. E in questa notte di San Lorenzo la pioggia di stelle bagnerà di passione la mia anima, inonderà di tenerezza il deserto delle mie sensazioni e annegherà la mia mente, legandola a te, perdutamente.

Un cielo di poesia 2013

31


Antologia di poesia contemporanea

di Gastone Cappelloni Nelle stagioni di sognante verginità prese forma il candore di un fiore; fiore dai petali bianco sofferenza; accudito, e protetto da rosso stelo! Stelo di rabbioso orgoglio, dalle sembianze sinuose e delicate, esposto alle storture del male, di neve senza radici, definendosi argenteo amore di minuscole, fastose vesti! Sotto il fruscio del biancospino, indorato con il disgelo di rigeneranti, tue solarità, aprile baciò il seme della cordialità, seme raro, di candide importanze!

Un cielo di poesia 2013

32


Antologia di poesia contemporanea

di Antonella Caprio Sola, nelle emozioni che provo nel pensarti cosĂŹ come sei, distante, diverso, assente. Ed io uguale. Come magia che lega a sĂŠ per non allontanare, cancellare dimenticare il dolce ricordo di noi.

Un cielo di poesia 2013

33


Antologia di poesia contemporanea

di Antonietta Caputo Vigliacchi d’amore Passarti accanto, con un brivido appena accennato sulla mia pelle. Forse è passato... in un muto silenzio che uccide l’anima neppure uno sguardo distratto o appena accennato nel nostro cercarsi per poi ignorarci. -Forse no?Perché non abbiamo osato, o non vogliamo osare. Ma il cuore che batte in petto ci ricorda che siamo solo vigliacchi… vigliacchi d'amore.

Un cielo di poesia 2013

34


Antologia di poesia contemporanea

di Carmen Caramazza Voglio essere il tuo colore da bambino Piena_mente (sottolineare divertita invenzione) Raffinatezze lussuriose e carni dischiuse (avvinte) Attinte ore a ridere sul petto ibridi (io tu tu io) estrosi leziosi (su di qui su per lì) Giocare Odori di cucina e aglio sul tavolo tra ulivi (storia carne isolana) sul tavolo (calice vino Rosso bersi a sorsi) Osso e carne (spolparsi ,detersi ,diversi, immersi) (tu io) (coerenti amanti) alla dignità del sublime Rammendi di colletti camicie e tele rosse arancio dipinte (malinconica tenerezza ironica operosità fulgida bellezza) Approdo nostro cosmologia classica (terra e luna sacro fuoco divino) immensità si tende Questi modi di redimere artificiosità complicazioni estetizzanti figlie d' altre storie deterse Nostri mondi (poi) Ora (ora) affettuosità densa introdotta ora argentea chiarezza diamante levigato ( tra_passato e le incertezze e i dubbi chiarificati a se stessi) Ora largo eco (devozione e avvenuto risveglio) Amami esotico ama odore miei capelli ama senso nei ricordi (laggiù laggiù dove tenesti verso tra boldini e picasso) Amami (cromatismi compongono sapiente musicalità corpi) verdeazzurro pellechiara Come vocali uni_verso suoni A O A OEE A III UUUUUUAAA OO EEE giochi_amo (rapporti fonici) giochiamo differenti (coerenza alla profonda diversità mondi) eppure Equipollenti Equidistanti Equivalenti (essere Uni_versi) Uni_versi come (risonanze) (macchie di blu e bianco) Voglio essere il tuo colore da bambino.

Un cielo di poesia 2013

35


Antologia di poesia contemporanea

di Anna Carniero Quanto pesa il mondo ...sulle mie spalle dove affondano le radici della tua assenza ancora ostaggio del ricordo brucio sulle braci dell'esistenza.

Un cielo di poesia 2013

36


Antologia di poesia contemporanea

di Emanuela Carniti Sei..... pur senza ali il mio aliante... Su paesaggi fiabeschi allunghi l'ombra. Mi diradi dubbi che,come cirri nel planare sciogli in rugiada.

Un cielo di poesia 2013

37


Antologia di poesia contemporanea

di Tina Carrieri Nel silenzio Vorrei camminarti a fianco e respirare, del tuo respiro i miei pensieri. Vorrei camminarti a fianco e respirando, camminare i tuoi silenzi, sfiorando appena i tuoi pensieri. Vorrei camminarti a fianco e nel silenzio, respirare ancora, una nuova Primavera.

Un cielo di poesia 2013

38


Antologia di poesia contemporanea

di Anna Maria Cartisano E’ tempo di vento... Corre fratello vento a scompigliar creato, sulli monti e poi all'acqua a crespar l'onde... e sulli paesi tutti a desolate fonti di solitude amara... dona felicitate alli fanciulli che a rincorrer foglie fan dello scompiglio giuoco assai... Gaio fratello vento del suo correr violento che verso sera accoglie nel suo fardello quello che al mondo pesa... l'amaro viver pei gravosi affanni... e... lascia a noi gioia di cuore e compito di rifar creato che durerà... nell'anni!

Un cielo di poesia 2013

39


Antologia di poesia contemporanea

di Adriana Caviglia Io abito il mare Io abito il mare, assorbo il suo profumo, ogni giorno: mi inebria, mi sconvolge benevolmente. Adoro il mare riempie il mio cielo, mi colma di tesori e di paesaggi nascosti, antri penetranti di scogli e d'argento di minuscoli esseri guizzanti. Palpita spasimi di luce sotto l'astro sublime. Il mare abita nell’anima mia: sento dentro la risacca, e le pietre trascinate tormentate rivolte e percosse. Ritmi incalzanti ruggiti cavalli al galoppo scalpitanti di spuma bianca solenne che frigge. Amo la sua rabbia feroce e distruttiva la sua voce profonda. Abito il mare: sulla pelle brividi di un amplesso vigoroso intenso che mi rivolta che rivolta il sangue e lo fa scorrere piÚ velocemente della luce. Abito il mare i suoi gorghi le sue trasparenze perfette abito il nero pece trafitto dalla lama lucente della luna i voli bianchi e grigi i silenzi tagliati dai loro garriti, io abito il mare penetro il mistero dei suoi tramonti e mi adagio sicura. Un cielo di poesia 2013

40


Antologia di poesia contemporanea

di Silvana Cenciarelli Musica sempre Sei con me quando navigo al buio ed ho suoni di terra vicina. Sto con te quando nasci in pensieri piÚ forti e accarezzi parole di sale. Dentro nuove canzoni vedo te con le mani afferrare gocce piene d’intrepide note, bere ancora e restare con le vele spiegate.

Un cielo di poesia 2013

41


Antologia di poesia contemporanea

di Lorena Centofanti ErOs&PsIcHe Si poggiano lievi le ali del vento all'ombra del mito che giace sepolto. Pulsione di vita, Sei vespri cantati all'imbrunire in quel sole spoglio tra le ore lĂŹ, nei ricordi rubati alle parole. Bendata come la "Dea" assaporo la delirante idea di te Oh! splendido Amore che naufrago torni a rapire quel buio slacciato agli occhi miei che mille volte ancora, rivivrei.

Un cielo di poesia 2013

42


Antologia di poesia contemporanea

di Lina Chiro In questo mondo In questo mondo dove tutti corrono e nessuno aspetta, evapora la cognizione delle cose che cerchi e tutto sfugge‌ In questo mondo dove chi sta in alto prende e lascia solo le briciole.. Resta soltanto la voglia di andare‌ di cercare in altri lidi lo spazio della nostra libertà per riconquistare la fiducia che abbiamo perso in questo mondo!!!

Un cielo di poesia 2013

43


Antologia di poesia contemporanea

di Bruno Mario Ciancia Fratello diletto A quel funesto morbo fratello mio diletto nulla potĂŠ la tua breve ingenua vita sottrarre. Ti prese Dio quand'io fanciullo ignaro della sorte tua giocavo e tu giacevi tra' fiori bianchi niveo, marmoreo. Rimembro allor quando tu terreno, circa il vespro l'udito tuo tendevi all'arrivar del babbo che tra le sue braccia stanche ogni sera ti ninnava. De' pochi giorni tuoi vissuti nel cor serb'io il ricordo perenne. LassĂš tu vivi, son certo e da lassĂš, fa ch'altri non pianga pe'l morbo che t'uccise, angelo mio.

Un cielo di poesia 2013

44


Antologia di poesia contemporanea

di Eleuterio Cimini Il suono delle stagioni Ascolto il suono delle stagioni strappare a ritroso petali alla vita e come coriandoli, lanciati al vento su campi sterminati di rose e fiordalisi. Suoni ovattati, ingabbiati nella penombra scarna di reminiscenze abbozzate, velate di rosso profumo di tenerezza di mani dentro mani di labbra da mordere a sangue di un solo cuore, un solo domani. Sguardo perso oltre il blu di pensieri a scandagliare ceneri fumanti e fuochi di paglia come un predatore famelico alla ricerca di cibo ricaccio in gola malinconie e rimpianti. Fievoli tracce, quelle del tuo passaggio come su un manto di neve bianca cosĂŹ nel mio cuore, cicatrici indelebili disseminate lungo gli argini dove scorre la vita, dove affondano radici i suoni delle stagioni...

Un cielo di poesia 2013

45


Antologia di poesia contemporanea

di Loretta Margherita Citarei Non invecchierò Serenamente lascio al ragno del tempo ordire sul mio viso la fitta ragnatela in rughe che sempre più s'ispessiscono delineando la mappa geografica del mio vissuto... Io non invecchierò fin quando serberò lo stupore, l'entusiasmo di un bimbo che sempre vuol sapere e il nuovo conoscere e che alla sera quando in cielo esplodono le stelle alzando gli occhi vede arcobaleni di sogni ad infrangere il buio della notte.

Un cielo di poesia 2013

46


Antologia di poesia contemporanea

di Rita Clemente Le stelle ti attenderanno Porta le tue mani a tracciare musiche ardite sul bassopiano dei giorni. Porta i tuoi piedi a segnare danze felici in un’ellissi di luna. Apri la tua voce a cantare insperate melodie dentro una lunga attesa. Sciogli il tuo respiro fino ai vertici senza misura del respiro di Dio e poi affronta il giorno crudele con audace noncuranza: i tuoi passi si faranno leggeri ammirerai le corolle dei fiori infreddoliti gusterai il vezzo dei limoni le stelle ti attenderanno al compimento del giorno al compimento della vita.

Un cielo di poesia 2013

47


Antologia di poesia contemporanea

di Davide Rocco Colacrai Telemaco Siamo tutti alla ricerca dei nostri padri, ciascuno un Telemaco della sua guerra. Non ci sentiamo mai pronti – ed è così che scegliamo di apparire –, e vacilliamo nel posare il piede sulla nostra traccia di una terra che sarà capace di dare ai sogni seminati nel nostro firmamento un germoglio come un canto alla vita dopo un naufragio in un brivido che possiede quella fragile bellezza di una fiamma di ghiaccio. Sentiamo le promesse del vento, i racconti del mare, i segreti appesi alla lune; sentiamo le strade di un’Odissea che il cuore ha già dipinto e che dobbiamo rivelare. Siamo conchiglie che non possono difendersi dai propri richiami funamboli che risuonano di grembi al barlume delle stelle siamo figli incapaci di soffocare le proprie stirpi. Ciascuno alla ricerca di una versione di se stesso – e di una prova che sarà e sarà stato – ciascuno un Telemaco nella urgenza del proprio vivere.

Un cielo di poesia 2013

48


Antologia di poesia contemporanea

di Annarosa Colasanto Sguardo nell’anima! Un minuetto di onde silenziose scivola sull'asfalto argenteo del mare... ripetuto gesto che il tempo conserva! Profondi pensieri attraversano latitanti la mente, ingenui osservano il paesaggio incantandosi. Cadono sguardi nell'abisso dell'anima nell'inconscio di un momento incontaminato. Scavando respiri di libertà che inseguono sogni è magica sensazione d' un cuore imprigionato nell'infinito amore, scruta un'oasi oltre l'oceano, solitario, contempla un germoglio di speranza!

Un cielo di poesia 2013

49


Antologia di poesia contemporanea

di Anna Collini Parole d’amore Ardenti e squarcianti parole d'amore hanno scalato anguste vette scivolando giÚ dal pendio incenerite dal silenzio ed incastrate in labirinti di sentieri ma un vento scalpitante le raccoglie adagiandole su sinfonie di acque chete nel gioco dell'esistenza.

Un cielo di poesia 2013

50


Antologia di poesia contemporanea

di Paola Collura Il poeta e i girasoli Immagino ognuno di noi chino sulla scrivania con la sola compagnia del rumore della tastiera che batte nel silenzio della notte... comporre frasi, aforismi, poesie d'amore e introspettive, sulla vita... dettate dal cuore e dal profondo dell'anima. Vedo scomporre, cancellare, trovare sinonimi con passione, a volte, con rabbia creare meravigliose poesie che ammaliano, che toccano l'animo... leggendole, sembra di conoscerci fino in fondo al nostro intimo. Appena pubblicate le poesie, da poeti ch'eravamo, ridiventiamo uomini... e invece che seguire l'esempio dei girasoli, che sempre si orientano verso la luce e il calore del sole lasciando dietro le loro spalle il buio, ci disorientiamo verso la vita di sempre e le bassezze umane.

Un cielo di poesia 2013

51


Antologia di poesia contemporanea

di Marcello Comitini In preda al sogno VastitĂ  profonde di cieli senza fine come vele alzate da venti luminosi e la luna accende la schiuma delle onde nella silenziosa oscuritĂ  del mare. Sento il mio corpo giacere abbandonato sotto la luce che brilla tra le palme e dalle pozze oscure bevono assetati gabbiani con gli occhi neri degli scogli. Il sangue nelle vene colmo di ricordi scorre come un fiume vasto e indolente. E torna accanto al cuore il tuo viso di sempre. Torno in preda al sogno a chiamare il tuo nome.

Un cielo di poesia 2013

52


Antologia di poesia contemporanea

di Matteo Cotugno Malinconia “La mia allegrezza è la malinconia” quando spira il vento ai sogni sfiorando il viso assorto su quella strana tela ch’è tutta la vita e ne hai i colori in mano per respirarla ancora. La mia allegrezza è la poesia se sfida il cuore a stare sospeso ad ogni canto in quella strana fiaba ch’è tutta la vita e ne hai il sole in tasca e la luna come amica.

Un cielo di poesia 2013

53


Antologia di poesia contemporanea

di Antonella Dadone Il pacco rosso della vita Chiosa a margine di un foglio bianco scritto con la matita del cuore in mille sillabe dettate dal passare del tempo. Visi accarezzati e poi svaniti in gorghi di indifferenza dettata dal niente dell'anima. Scartare il pacco rosso della vita incartato da tante mani che hanno dipinto fogli colorati nel tempo fatuo. Ritrovare libri amati e riletti una, cento, mille volte e sempre averne giovamento ritrovando passi antichi e nuovi sentieri da percorrere. Giocare con un filo d'erba ed esserne felice, nonostante le fatiche, le sconfitte, le paure. Camminare a testa alta.

Un cielo di poesia 2013

54


Antologia di poesia contemporanea

di Francesca D’Andrea Louise Mi piacerebbe vederla volare persa nei lidi che intessono blu. Seduta su sassi o sognare, quello che mai non sarà più. Louise muore. Così, in un niente. In un semplice sputo. Finisce un ciclo di vita perduta. Eppure lei non sapeva d'amare. Non sapeva... che il cuore caldo, spaccato, era un sogno da lui condiviso. E mentre cascava tendeva le mani verso una madre, che tutto ora accoglie. Brama terra. Ma nel tronco diviso, cadono giù foglie. ....Oh... foglie...!

Un cielo di poesia 2013

55


Antologia di poesia contemporanea

di Enrico Maria De Angelis Battito d’ali Guarderò il tuo cielo con i miei colori, facendoti compagnia nel buio di qualsiasi notte. Non mi parlerai, ma sentirò la tua voce. Non mi sentirai arrivare perché volerò in silenzio. Gusterai la mia presenza dalle piume che scivoleranno sul tuo viso. Ti sfiorerò senza toccarti, lasciandoti un’emozione che farai tua. Il sonno ruberà il posto ai tuoi pensieri e ti abbandonerai nel suo riposo. Tu, non sarai mai sola. Mi vedrai cadere sotto la pioggia, in una pozzanghera grigia, se mi chiamerai mi volterò, saprò volare in alto ed in fondo al tuo cuore.

Un cielo di poesia 2013

56


Antologia di poesia contemporanea

Calpesterò la tristezza rendendola polvere, aspettando che un soffio di vento la seppellisca lontano. Fuggirò nascondendomi dentro di te, e ti donerò, senza pretese, l’affetto che meriti. Ti accarezzerò e ti cullerò, sapendo che al tuo risveglio volerò via per riposare dentro di te. Avrò tante cose che mi saranno tolte furtivamente, ma solo una cosa regalerò, e quella cosa sarà per sempre mia.

Un cielo di poesia 2013

57


Antologia di poesia contemporanea

di Sandra De Felice Prima della fine Ho affidato al tuo mistero gli sguardi e le parole taciute dai baci... nel segreto... Ora che fragile scivolo via dalle tue mani ti stringo sul petto per aggrapparmi alla tua anima e per sentire prima della fine ancora un'emozione‌ un'emozione che trapela appena dal tuo silenzio, una pallida emozione dal vento cullata e trascinata via‌

Un cielo di poesia 2013

58


Antologia di poesia contemporanea

di Rosalba De Iudicibus Le mille forme dell’amore… L'amore ricevuto, l'amore dato, l'amore vicendevolmente scambiato! L'amore sognato, l'amore cercato, l'amore voluto, l'amore desiderato, l'amore preso e poi dimenticato... L'amore incontrato, l'amore ritrovato, ... L'amore percorso, vissuto, battuto! L 'amore rigenerato, l'amore promesso, giurato! L'amore sposato... L'amore pianto, l'amore sofferto! L'amore proclamato, l'amore eterno! L'amore impetuoso, l'amore travolgente , l'amore violentato, l'amore millantato, l'amore illuso, l'amore tradito! L'amore baciato e sperato... L'amore disperato! L'amore abbandonato, l'amore ad ore... l'amore sciupato, l'amore sprecato.. L’amore perdonato… L'amore determinato! Ah l'amore... Quante forme possiede l’amore quante sfumature: quanta gioia, quanta emozione, quanto colore... quanto grigiore e quanto dolore, in ogni singola forma dell'amore!

Un cielo di poesia 2013

59


Antologia di poesia contemporanea

di Assunta De Maglie Istantanee E’ tortuosa la strada che lambisce il mare. Lungo il selvaggio pendio c’è un gioco di luce tra gli alberi fitti. Passi incerti in fila tra il frastuono delle cicale e guizzi di voli a guadagnare l’azzurro acceso dal sole. La meta ripaga lasciando mute le parole. Leggero il respiro del vento: tenere carezze sulla pelle, dolci sussurri all’orecchio come echi lontani, di passate stagioni. Gonfie le vele della mia felicità. Scivola il silenzio sull’acqua smeraldina, sciabordando tra i sassi verdi della cala. Mi abbandono a un limpido abbraccio, mentre annego le fatiche del cammino lascio cullare sogni e dolci memorie. Istantanee che porterò con me. Rilasceranno un dolce tepore negli inverni freddi del cuore.

Un cielo di poesia 2013

60


Antologia di poesia contemporanea

di Marina De Sanctis Dov’è E' rimasta lì sulla soglia crocifissa da quella carezza quel bacio inchiodata sul pianto sfinita di buio stremata da un lungo sorriso un breve percorso lì adagiata e confusa quasi fosse un refuso di vita uno stralcio di scritto lì come un lapis stondato alla punta che non graffia la carta che macchia sul bianco lì su quel cuore di uomo ferito che non legge il futuro che non prega il passato lì sulla soglia a guardarsi la pelle a cercare quel filo di trucco per avanzare al suo passo.

Un cielo di poesia 2013

61


Antologia di poesia contemporanea

di Massimo De Santis Guerrafondai Forse non ricordo più. Non serve se l’oblio dei sensi ne usurpa le immagini o forse non è bastata la lezione di chi ha varcato le porte di Aushwitz ed ha visto la nebbia… perché di nebbia lui pensava si trattasse e non di fumo di uomini riarsi sulla graticola del sarin. Ho dimenticato persino i giochi magici sul campo di margherite a rincorrer l’Amore e con esso te, che guardavi al cielo per incontrare nei tuoi occhi i raggi del sole che ti trafiggevano il cuore di passione. Ora su quel prato c’è la desolazione, e una nebbia acre come la morte, ha ucciso tutte quelle margherite. Pensavi forse che la tua altezza si misurasse dalla matrigna Terra fino ai tuoi capelli, sì da essere in superbia inarrivabile, ed in arroganza insuperabile, ma se tu avessi usato il metro per misurarti dal cielo avresti capito di essere infinito, come l’Amore! Ed invece hai lasciato ancora una volta che le robuste mani dell’insipienza che la matrigna Terra ti ha omaggiato – mani della Geenna – ti usurpassero e mente e piedi e cuore per vederti irrompere sulle macerie della vita e godere delle vite morte.

Un cielo di poesia 2013

62


Antologia di poesia contemporanea

di Elisa Dei Nel ricordo di Te All'improvviso il cielo si chiuse solo la luce leggera di una nuvola rosa, l'arancio degli antichi lampioni si faceva sempre pi첫 acceso, mente i colori dei nostri sorrisi sfumavano tra il verde appena pi첫 scuro e dolcemente ci riportavano al pi첫 vivo ricordo di Te. Tirai fuori da un libro la tua fotografia, quella con te che sorridi, ricordi? Eri in montagna e dietro te tanta luce, il sole o forse la luce del tuo cuore. E in quella luce sei tornato con duro e impietoso distacco, con l'anima strappata alla vita, con l'ultimo grido silenzioso e composto che solo gli angeli hanno sentito, quando ti accompagnarono lass첫, oltre le tue amate colline, verso quella nuvola rosa.

Un cielo di poesia 2013

63


Antologia di poesia contemporanea

di Momo Della Porta Il narratore Io sono il narratore, chiuso dietro una porta di venti sogno la salvezza di foglie ancora verdi. Io sono il narratore, unica farfalla che lascia morire il suo colore sotto il divano delle vostre menzogne, le mie veritĂ .

Un cielo di poesia 2013

64


Antologia di poesia contemporanea

di Daniela Dell’Occhio Occhi di marea Dentro ai miei occhi - ancora saresti piovuto, come sul grano che m’affonda dorato, due stelle. Fiordalisi dei tuoi cieli dissolti, ambrato delle mie costellazioni, sconfinati oltre tra nubi di papavero e grappoli di pioggia. Marea, fino alla fine di me profondo sale, arriverai nell’onda che m’attraversi, - dentro -.

Un cielo di poesia 2013

65


Antologia di poesia contemporanea

di Grazia Denaro Sono fiori vaganti Sono fiori vaganti a portare il loro profumo, aroma balsamico che profonde dai loro cuori da irradiare su coloro che soffrono. La loro dedizione, il loro coraggio risplendono di luce come il sole e le stelle donando conforto e speranza a coloro che hanno perduto coraggio. Sono tenaci come torce accese affrontano il vento e le tempeste spesso vincendole e non spegnendosi mai.

Un cielo di poesia 2013

66


Antologia di poesia contemporanea

di Valentina Di Caro Accade d' autunno Sto immancabile ai miei risvegli letargica radice. Semplicemente autunno ed ogni foglia pare un fiore da stropicciare - nebbie separano i campi brulli dal verde maggio d'un ape che bombisce. Guarda! La campagna... non è che un fazzoletto intriso del muco di una lumaca - brulica intanto un cunicolo si snoda e il verme cerca la sua casa. Tutto quest'oggi mi somiglia eppur non mi consola - morire per poi rinascere dimentica di me sulla lettiera.

Un cielo di poesia 2013

67


Antologia di poesia contemporanea

di Marilù Di Liberto Mi manchi Il sole è come spento quando non ci sei. Non sento il suo calore, non colgo la sua luce. C'è solo notte nel mio cuore che ha freddo. Quanto mi mancano le tue dolci parole sensuali e amorose. La mia vita è sospesa, sospesa ad un filo fragile e sottile. Quando ti vedo il mio cuore ricomincia a battere freneticamente. Vive della tua presenza muore nella tua assenza.

Un cielo di poesia 2013

68


Antologia di poesia contemporanea

di Antonella P. Di Salvo Danzano leggiadre Danzano le nuvole le rosee nuvole dei desideri viaggiando lentamente sfiorano nell’ora dell’abbandono vibranti occhi socchiusi. Folletti del sogno rincorrono le stelle le cui argentate scie accarezzano le delicate tempie della notte. Sussurra lente emozioni la soffusa Selene sorridendo sorniona alla frusciante seta blu cobalto che scivola tra le sue pallide dita. Illanguidiscono le membra dolcemente abbandonandosi alle illusioni.

Un cielo di poesia 2013

69


Antologia di poesia contemporanea

di Rosalba Di Vona Inquietudini Energie irrequiete di colori decisi s’intersecano tra sguardi angoscianti a gridare sofferenza e rivoluzione dell’esistenza che malamente provano ad offuscare la Poesia che nella realtà in essi si cela. Malessere viscerale turbamenti rimescolati in energico impeto a rincorrere una metamorfosi e ad inseguire l’anima smarrita nell’inquieto vivere urlato. Scongiura aiuto è quasi un latrato di animali feroci con occhi dilatati e ansiosi espressioni potenti di un pennello irritato che colpisce la tela con energie impazienti. Disperazione imposta cresciuta a dismisura in un bimbo ignaro della vita che vorrebbe la vita la incontra la perde e non è più vita. E’ solo colore sbattuto e sprezzante una risposta violenta selvaggia disperata esasperata e anch’essa esperienza di vita ma il tormento che squarcia l’anima muta in speranza la generosità innata annuncia la fede e il dolore è amore cristalli che ascendono a donare luce ed è astrattismo. dedicata al Maestro Sergio Terzi in arte "NERONE" Un cielo di poesia 2013

70


Antologia di poesia contemporanea

di Salvina Distefano Ascolta il mio silenzio Vorrei poterti dire... parole mai svelate taciute censurate. Parole incantate sospese in uno spazio protette dal silenzio. Legate da catene desiderano librarsi raggiungerti svelarsi. Vorrei poterti dire... sei l'aria che respiro il sogno mio piÚ bello il motivo per cui vivo. L'amore mio segreto immenso e sconfinato taciuto e relegato in uno scrigno arrugginito. Vorrei poterti dire che... ascolta il mio silenzio se puoi, cerca di capire‌

Un cielo di poesia 2013

71


Antologia di poesia contemporanea

di Franca Donà Amo Amo ciò che resiste al tempo e tuttavia lo sa accarezzare amo la mia sostanza imperfetta e i venti nelle stanze dell’anima i giorni sulle dita l’ impronta di un pensiero il dolore che precede la gioia lo smarrimento d’ un bacio. Il ritrovarsi come solo la pelle sa fare nel silenzio della luna oltre l’arrossire delle foglie e il battito disuguale dei cuori.

Un cielo di poesia 2013

72


Antologia di poesia contemporanea

di Emile Edang L'evento dell'amore In un angolo di notte, il calore di una nota. La musica dell’anima, sospiro del mio cuore. In questo mondo freddo, in cui ogni sguardo è inverno, brucerò per te, di un fuoco senza fiamma. E cammineremo, comunicheremo, senso dopo senso, nella lunga notte del mondo, in cui bruciamo, del nostro proprio fuoco. Il fuoco della passione, del desiderio. Il desiderio di amare, senza fine. Al di là del mare, del bene del male del confine, che ci separa da noi stessi. Vorrei quattro polmoni nel cuore, per scatenare il vento, l’evento dell’amore, negli angoli della terra. Vorrei vivere di passione, morire d’amore. Sazio dalla mia parte di sogni, e lasciare ai figli, una narrazione.

Un cielo di poesia 2013

73


Antologia di poesia contemporanea

di Patrizia Ensoli Il canto del sole Altro non ho che spazi armonica a bocca di un personale suono distorto dal vento giardino incolto, terre lontane altro non ho da offrire che un cuore straziato in un campo d'assenza deforestato nelle tempie forse, un chiodo vivo. Ed è in questa siccità feroce che il cuor ricrea quei boccioli viola nei campi violentati da un fuoco nemico ma nessun timore la pelle soltanto dolore, un morso, una criniera tagliata troppo presto nel rimpianto di non aver baciato il vento tic-tac celeste e, fra le mani il canto.

Un cielo di poesia 2013

74


Antologia di poesia contemporanea

di Siria Evangelista Sola al tramonto Navigavo per giorni interi, il mare intorno a me era l’unica visione, l’unica ragione di vivere. Mi accorgevo del passare dei giorni, dal tramonto, il suo ritornare, il suo brillante rosso fuoco a contatto con il luccichio del mare diventava vibrante, unico, magico, il suo ondulante luccichio mi inebriava, guardavo, pensavo, osservavo e soffrivo. Ero sola. Unica materia viva, sola entità tra il cielo e il mare. Il sapore del mare è sconosciuto a molti, solo alcuni hanno il passo lento, a pochi batte il cuore.

Un cielo di poesia 2013

75


Antologia di poesia contemporanea

di Maristella Fasanaro Tu In un angolo silenzioso della vita ci sei tu, sconosciuto, immaginario, eppure presente. Incatenato in una stretta maglia di un pensiero alimentato dalla libera fantasia: visionaria fusione tra ideale e reale, storia d'amore e mistero, scelta esistenziale, alternativa all'ombra, al vuoto di una vita a motore spento.

Un cielo di poesia 2013

76


Antologia di poesia contemporanea

di Pietro Erasmo Fasani Folle follia Nel muto silenzio dell'ombra vedo la tua sagoma a piedi nudi danzare tra il salmastro e l'arido calcare svolazzano lembi ali di farfalle policrome fantasie assediano i pensieri folle folle follia averti qua tra le pieghe dell'anima nello squarcio della vita ulivi e muretti a secco odori selvatici intrisi di elitre frinite folle follia immergersi nei tuoi occhi cortei marini fregiano il tuo oblio danzano fiori ardenti di passione esplosione di colori sfumano aurore marine folle follia perderti nell'ombra del silenzio. dedicata alla mia esuberante taranta

Un cielo di poesia 2013

77


Antologia di poesia contemporanea

di Giancarlo Fiaschi Fantasmi Donna semplice e generosa avvolta da foschia densa di malumori, quell'arcigna forza messa a dura prova colpita e ferita in ideali nel profondo. Non demordere genuina creatura nel ripetitivo passo insinuati con cura, senza subir l'influsso di false sirene che emanano profumo, ma lanciano spine. Vivi il giorno come bene prezioso ogni dì mentre l'aurora carezza l'affilato viso, avulso di serenità e parco di sorriso non sminuirti in diatribe e pensieri senza senso. Credi in te stessa fino in fondo e non ti far invadere dalla melma di un mondo arrogante nel dispensar prepotenza, offri fiori di saggezza e umiltà di competenza acquisita in anni di zelante impegno, mostrati sicura e lo scherno è un falso indegno. Il tempo come lunga onda livella riportando verità e luce, ritroverai la tua stella a illuminar l'onesto cammino di fatica e abbandonerai il sentiero arido della delusione. In te profonda è la forza dell'amore generoso retaggio che non può cedere, accetta la prova senza svilirti e non demordere abbandona i fantasmi d'impotenza e apriti decisa alla speranza di quel domani sereno baciato dal sole, dove tornerai a vivere fra le braccia della ragione...

Un cielo di poesia 2013

78


Antologia di poesia contemporanea

di Elisa Fiengo La notte Vien prima l’alba o il tramonto? Un sole che sorge è un mistero Il sole che tramonta è sacro. E’ un giorno che muore. Lentamente, un sole dopo l’altro, va via la vita. Lenta e monotona. Veloce e vorticosa. Ma se ne va. Tra profumi inebrianti e truccata come un pagliaccio. Siamo tutti pagliacci con le nostre maschere variopinte. Sul volto il sorriso e il pianto nel cuore che sanguina. Le ombre della sera preannunciano la notte. La buia notte. La notte eterna.

Un cielo di poesia 2013

79


Antologia di poesia contemporanea

di Rebecca Fontana Assolo di vetri rotti c’è un corvo sul davanzale. Ci punta con occhi di ghiaccio non basta girare le spalle. Voglio cadere, voglio un’ansia che sia di preludio al sollievo. Abbiamo lupi nella gabbia di costole che ci sbranano il cuore per cena. Abbiamo cobra che scorrono nei cunicoli delle arterie. Vermi nei pori, alveari nel cranio. Non puoi dire di essere solo, c’è sempre una bestia con te. C’è sempre un terrore latente, un urlo muto pronto ad esplodere.

Un cielo di poesia 2013

80


Antologia di poesia contemporanea

di Giovanna Fracassi Incoerenza Scavo con gli occhi nell’humus fecondo di ricordi lancinanti. I polsi doloranti disarticolano, pietra su pietra, nella cenere del tempo. Si piega la nera volontà alla coscienza smarrita nel quadro disarmonico delle tonalità assurte a disumana incoerenza.

Un cielo di poesia 2013

81


Antologia di poesia contemporanea

di Maura M. Fusco Quante volte Quante volte ho cercato il tempo vagando nello spazio senza respiro. Quante volte ho preso la valigia e ti ho detto addio piangendo vedendo la nostra casa che bruciava con l'anima colma di timore e passione. Quante volte ho crocifisso la mia paura d'amare sulla spalliera del letto cercando nel tuo sguardo sconvolto la conferma di un amore che anelavo. Quante volte ho affidato la mia vita nelle tue grandi e forti mani capaci di contenere un cuore di stringerlo con forza solamente per sentirlo pulsare pi첫 forte poi un giorno, una sola volta, l'hai detto tu basta! E non sei pi첫 tornato.

Un cielo di poesia 2013

82


Antologia di poesia contemporanea

di Concetta Galibardi Ho amato Ho amato tanto, sbagliato o giusto che fosse… ho amato! Cosa certa… ti ho amato! Ho amato il tutto di te. Ho amato il niente di te. Ho amato ogni singolo passo… ogni caduta… ogni ripresa. Ho amato il dolore che a volte mi hai inferto. Ho amato la gioia di ogni nostro incontro. Ho amato i baci… le carezze… la vicinanza… la distanza. Ho amato le tue parole tanto quanto i tuoi silenzi, a volte duri… insopportabili… struggenti… ma li ho amati! Ho amato tanto… troppo… amando ciò che ci univa, amando ciò che ci allontanava. Ho amato le illusioni. Ho amato le delusioni. Ho amato la magia. Ho amato la tensione. Ho amato il delirio. Ho amato la tua anima che era come fiato nel mio petto. Ma ho amato… ti ho amato… Respirando la meraviglia di viverti e l’impossibilità di averti. Ti ho amato attendendoti… amando l’assenza… E attraverso carezze e spine… ti ho amato! …Amando il nulla… …amando sola… …lasciata sola ad amare.

Un cielo di poesia 2013

83


Antologia di poesia contemporanea

di Gerardo Garofalo Madre (Route de Napoleon Francia 1997 in viaggio verso Parigi) Madre, che il cuore sia la tomba dell’amore. Vorrei aver memoria per ricordarmi di te, quand’io bambino avevo per me i tuoi occhi, le tue mani, il tuo sorriso. Vorrei aver memoria per ricordarmi di te, quand’io girino nuotavo nel tuo mare. Madre, che il vento sia la tomba del dolore. Vorrei aver memoria per portarti via lontano, per racchiuderti in me, ed essere il tuo angelo divino. Madre, che l’amore sia il mio cuore nel tuo cuore, come il tempo che fu, quando battevano vicini e io ti carezzavo dentro. Madre, verrai per sempre a solleticarmi il cuore e io ti sentirò dentro di me, come il contrario: come se io madre, e tu sarai il mio angelo divino.

Un cielo di poesia 2013

84


Antologia di poesia contemporanea

di Rosanna Gazzaniga Tentazione nel deserto Il posto sicuro di una sedia è tra pareti chiuse è acqua sversata sul pavimento. Lì si giocava a scacchi e ha vinto la regina. Una traccia lieve sulla sabbia filo di un gomitolo disfatto guerreggia con danze di parole e tentati ritorni riporta solo se si vuole a teoremi vissuti tra il bianco e il nero. Sei solo ormai. Incompiuto il tuo dolore di uomo sul capo serrato che si nasconde mentre getti lontano l’occhio spalancato su una trattativa di solitudine…

Un cielo di poesia 2013

85


Antologia di poesia contemporanea

di Daniela Gentile Il sole sarà fuoco sento che il giorno corre e non voglio arrivare a notte fonda senza aver visto il tramonto sul mare e se per vederlo dovrò sudare e asciugare più volte la mia stessa pelle io vedrò il tramonto sul mare non importa se la spiaggia sarà affollata o se ci saranno solo i gabbiani sarò lì ad attendere il tramonto sul mare e solo quando il sole sarà fuoco solo allora la mia pelle si sfoglierà lasciando sulla sabbia un brivido eterno.

Un cielo di poesia 2013

86


Antologia di poesia contemporanea

di Francesca Ghiribelli Viandante Sono viandante. Nell’eco di un giorno, sospiro del mondo divento freccia del mio arco per volare in alto dove il cielo è un dolce manto. Sono viandante. Nello sguardo abbandonato del presente, mercante del passato per ricavarne un futuro che solo altrove nascerà sognante. Viandante effimera parola che mi rende ladro del tempo per farne pioggia nel mio silenzio. Viandante cuore che si veste di brughiera per assaggiare la nostalgia di un senso.

Un cielo di poesia 2013

87


Antologia di poesia contemporanea

Errante filo di vita che sosti tra le soffici carezze di un gesto. Viandante abbraccio che amore intinge nella pelle di un verso.

Un cielo di poesia 2013

88


Antologia di poesia contemporanea

di Luca Gilioli Sapore speciale Ai frutti pian piano maturati si brinda alla tavola frugale. Si apprezza il distillato del tempo, il suo spirito… al termine di un’annata di sacrifici culminata con un’abbondante vendemmia. Ai frutti pian piano maturati si brinda alla tavola frugale: si beve vino, dal sapore di un principato conquistato con virtù.

Un cielo di poesia 2013

89


Antologia di poesia contemporanea

di Maria Pia Giovinazzo Ho sete dei tuoi occhi Mi circondo di te mentre penso a noi due. Il profumo delle rose mi parla di te, l'ascolto nel silenzio della mia anima mentre alzo gli occhi al cielo. Entro nei tuoi occhi... anima mia, per non perderti pi첫. I tuoi occhi mi hanno rivestito d'amore come il sole a primavera. Ho sete dei tuoi occhi che parlano di me. I miei occhi, desiderosi di vederti si accendono di luce. Voglio nutrirmi dei tuoi occhi, saziarmi del tuo respiro, per un secondo del tuo amore perdermi nei tuoi occhi all'infinito.

Un cielo di poesia 2013

90


Antologia di poesia contemporanea

di Ruggiero Gorgoglione La vita va oltre... le crepature sull'asfalto accompagnano il tuo viaggio e una valigia piena zeppa di ricordi, ti allontani senza voltarti indietro mentre io melanconico ti guardo andare via, e seguo triste il tuo cammino quelle crepature si fermano al limite della via mentre il passo greve si fa lesto loro rimangono nell'anima per continuare a sostenere un amore ormai finito dileguato nel tempo. In quella valigia tutta la mia vita e la tua vita spaccata, divisa inesorabilmente per sempre. la vita va oltre i pensieri e le emozioni mentre le sensazioni e i dubbi prevalgono lei va per la sua via inesorabile senza che il tempo può far nulla per fermarla e tu cieca e sorda alle mie continue insistenze la segui a testa bassa cosÏ senza mai voltarti indietro...

Un cielo di poesia 2013

91


Antologia di poesia contemporanea

di Francesco Granado Penetrare il silenzio, abbandonare la dimensione delle parole, affidarsi al linguaggio del corpo, dare un senso a questo tormento, scansare il rumore di verbi, aggettivi, congiunzioni, perifrastiche, realizzare che i movimenti del tuo corpo possono avere un significato universale, immergersi nell'acqua chiara dove il tuo fiato non ha tutta questa importanza, trarne bagliori luminosi, lampi che squarciano questo buio senza avere pi첫 il tempo di pensare, annullarti e unicizzarti a quel liquido, moltiplicare le tue dimensioni per quante sono le tue cellule. Quindi, dissolvenza e svanire, finalmente!

Un cielo di poesia 2013

92


Antologia di poesia contemporanea

di Giusy Grasso Viandante Antichi sapori raffioran decisi. Di riso e di pianto il volto s’arreda. Poi tutto svanisce e la mente si placa. Ha inizio la storia da una pagina bianca. D’essenza, gli scampoli ch’accompagnano il viaggio del caro viandante alla ricerca di sé.

Un cielo di poesia 2013

93


Antologia di poesia contemporanea

di Leo Guarino Omofobia neotestamentaria Dopo il battesimo ho camminato verso il Sinai ma non ho trovato nessuna legge, nessun comandamento d’amore. Da torbidi laghi di Tarso inquisitorie ninfee imprecavano verso il creato, maledicendo la natura spontanea. Resto lÏ come un Dio senza ministeri, e guardo il mondo che sacramenta chiese senza tabernacoli.

Un cielo di poesia 2013

94


Antologia di poesia contemporanea

di Agenese Iannone Un mondo diverso Lo sguardo attonito, a lungo fissava la linea d’acqua, dove cielo e mare si tuffano in un bagno di colori sfumati d’azzurro. Là s’arrestava… oltre non andava. D’improvviso… con un battito d’ali , un gabbiano, il velo del cielo squarciò, oltre l’orizzonte volò. Un mondo diverso, immerso in un’oasi di pace e d’amore, appariva alla mia vista, velata di fantasia. Occhi sorridenti d’ogni creatura, lampi di gioia sprizzavano, un manto di perfetta armonia avvolgeva l’intera natura. Muta e immobile a guardare restai, in bilico tra sogno e realtà. Un paradiso di meraviglie vedeva l’occhio lungimirante e di gioia raggiante, lì… oltre l’orizzonte dei pensieri e dei sospirati desideri.

Un cielo di poesia 2013

95


Antologia di poesia contemporanea

di Angela Maria Intruglio Rinascerò fiaba… Dalle ceneri scomposte rinascerò Fiaba. Corona mi faranno tutte le stelle l’abito sarà schiuma di azzurra onda. La pelle profumerà di primavera carezza mi farà la Stella Sole. Da vecchie pagine uscirò per sempre salirò le scale del perdono. Ogni gradino raccoglierà le pene mentre regina vado sui bianchi fogli. Ogni parola avrà colore perla ogni ricordo lo lascerò al passato. Dal dolore nasce la gioia ed io finalmente rinasco Fiaba.

Un cielo di poesia 2013

96


Antologia di poesia contemporanea

di Michele Izzo Attimi Mentre l'ultimo sussurro simile ad un soffio silente evapora leggiadro dalla bocca schiusa la luna insorge sospesa di riflesso. L’irrequieto respiro schiaffeggia l’attimo arzillo e alita tremante tra le mani argento. Vibro insolente al risveglio sazio di luce sottile e puntuale sogno di attimi nuovi.

Un cielo di poesia 2013

97


Antologia di poesia contemporanea

di Ada Jacono Mare Amo il richiamo che irrompe dalla profondità dei tuoi abissi. La certezza! Blu cobalto quell’oltremare ove sparisce il giorno e rigenera notte. Amo, il rumore di risacca che rompe il silenzio e ne riporta l’eco… Ancora. Di te si nutrono gli occhi per lambire aurore nell’essenza del mio io. II tuo respiro mi arruffa i capelli. Ti amo… Per il tuo bianco spuma velo da sposa perché il mio tempo non esiste nel tuo quieto stare, per il tuo saggio parlarmi. E’ in te che affogano i giorni plumbei della mia storia. Mio mare!

Un cielo di poesia 2013

98


Antologia di poesia contemporanea

di Tony Kospan Vivere Prigionieri del nostro mondo chiusi da invisibili barriere reali abbracciati alle sbarre dei giorni spauriti cerchiamo tra le pieghe del vivere l'incontro che ci porta alla fuga. Liberi nel nostro sogno aperti con ampie ali virtuali avvinti ai fili delle notti sereni cerchiamo tra le pieghe delle nuvole il nido che ci porti all'oblio. Legati da corde e catene ma liberi nelle menti e nei cuori tra chiari e scuri gaudi e patemi attese e delusioni solchiamo i mari dell'esistenza in attesa del mistero.

Un cielo di poesia 2013

99


Antologia di poesia contemporanea

di Giuseppina Latini LibertĂ  Volevo essere libera, agognavo e sospiravo la libertĂ , questo abito trasparente ma pesante. Volevo vestirmi di te per non sentirmi nuda. Te che mi facevi scappare, te che mi istigavi, te, quel dolce diavolo che bruciava la mia anima e la mia pelle. Adorata e fuggente libertĂ , ti ho idealizzata non per essere in te prigioniera ma per essere libera nella mia libertĂ .

Un cielo di poesia 2013

100


Antologia di poesia contemporanea

di Michele Rocco Lettini Lucania (acrostico) Labbia smunta, bianca. Sterili colli. Utre vuote, crepe, greppi scoscesi… Cristo s’è dimenticato de l’arsa plaga? Astio nutre? Ha forse falli da espiare? Nencio cibo, a mensa, suole servire. In binari zeppi treni partenti Alzan su la via, gemendo… Ciao terra!

Un cielo di poesia 2013

101


Antologia di poesia contemporanea

di Adele Libero Insonnia Che t'accompagni la notte, coi suoi profumi di gelsomino, coi suoi vicoli addormentati, coi suoi gatti stiracchiati. Che possa raggiungerti quella stella, che dolce poggia sul mio cuore, a respirare con te fintanto che non ci lascino respirare. Che si spengano le ombre del poi, tanto una rosa non può che indugiare sui miei fianchi vestiti di luna, sulla mia bocca avida d'amare.

Un cielo di poesia 2013

102


Antologia di poesia contemporanea

di Melina Licata Dentro il core Nulla desiderar vorrei in questa vita che tanto m'ha donato dentro il core e non potrei sentirmi piÚ appagata nel volger del tempo al fluir dell'ore. Avrei potuto essere farfalla libera svolazzar nell'azzurro cielo ma bruco son rimasta rincantucciata in morbida seta in soffice bozzolo. Che serve aver l'ali per volare se poi il forte vento te le spezza occorre aver core per amare ed accettar la vita in interezza se poi ci metti un po’ di fantasia volar puoi far i giorni come il vento puoi far dell'attimo magia sentirti regina nel tuo mondo.

Un cielo di poesia 2013

103


Antologia di poesia contemporanea

di Salvatore Linguanti Il testamento Tutto avvenne, in un sol momento! Esalato l'ultimo respiro e finito, per la vecchia, ogni tormento, si diè lettura, tosto, al testamento. Lasciava, un po' a questi e un po' a quelli, facendo distinzion tra ricchi e meno belli. Ma in mezzo a tanti beni materiali, da pappare, a certi eredi, sol beni spirituali, si pensò di destinare. È vero ch'eran tutti fratelli uguali e belli, ch'eran tutti nipoti assai devoti, ma di fronte al magna magna e al soldo vivo, divenne furbo e ladro, anche il più schivo. Così, per grazia, d'un consiglio a pagamento e d'un avvocato esperto e consenziente, si diè di piglio al testamento originale riscrivendolo con precisione assai formale. Poco importa, la falsa firma della morta, se per alcuni c'è da spartisse Un cielo di poesia 2013

104


Antologia di poesia contemporanea

tutta la torta, a danno di parenti ignari e deficienti, ch'abboccarono in pieno, come non vedenti. E cosĂŹ, grazie all'onestĂ , di chi seppe giostrare con disonestĂ , s'arricchirono alcuni, retti e irreprensibili, a parole, a scapito di altri, fessi e poco attenti. Questa vuol esser la morale, nel reale: se hai in testa un po' di sale, non fidarti mai dell'onestĂ  a parole, tanto le buone scarpe le vedi dalle suole!

Un cielo di poesia 2013

105


Antologia di poesia contemporanea

di Gianni Lollo Eterna Di fronte alle porte del paradiso un soffio delicato spalancò l’ingresso dell’infinito. La tua anima pura venne accolta da una folata di petali di rosa, al tuo passaggio maestoso gli angeli intonarono canti gioiosi con occhi lucidi pieni di emozione di fronte alla tua visione. Il tuo nome sarà scritto in eterno nella storia dell’infinito.

Un cielo di poesia 2013

106


Antologia di poesia contemporanea

di Marina Lovato Istante di poesia Con pelle di pallida luna, profumata di meringa al limone, sta seduta all’ombra di un’alta betulla, dalle verdi foglie di un tiepido giugno, in compagnia di grandi autori e poeti raccogliendo in poche righe passato, presente e futuro.

Un cielo di poesia 2013

107


Antologia di poesia contemporanea

di Rosario Lubrano La pioggia dentro E aveva occhi che lo fissavano di traverso di sbieco, occhi a guardare e non a vedere. Occhi senza luce spenti puntati addosso su di lui, non dentro lui, altri, lo attraversavano, altri come accusatori, come dita ad indicare, a minacciare, "attento a te". E lui solo nella pioggia andava. Scappava? Andava verso? Nessuno lo sapeva, nemmeno lui. "Ăˆ matto". Forse si, forse lo era, e intanto la pioggia scendeva. Spilli freddi a trafiggere il viso, la pelle, l’anima.

Un cielo di poesia 2013

108


Antologia di poesia contemporanea

Rivoli a far rabbrividire la schiena, a rizzare i peli dietro la nuca. Pioggia a scuotere, a riempire anfratti più reconditi tra le pieghe dell'anima, l’acqua a fradiciare, l’acqua a sanare. Guasto, partito per far bene era andato a male. Solo la pioggia, solo la pioggia poteva rimediare. Chiuse gli occhi, il freddo veniva giù dal cielo si mescolava al caldo che veniva giù dagli occhi, al caldo che veniva da dentro. Non era un uomo sotto la pioggia, non era un uomo nella pioggia, lui, era la pioggia.

Un cielo di poesia 2013

109


Antologia di poesia contemporanea

di Loriana Lucciarini Poesie, fotografie di attimi Emozioni evanescenti disegnate, come tratti di pennello, da parole. Le parole, architravi, del pensiero a dar esplosioni di colori con tinte intrise di vissuto a formar istantanee d'anima...

Un cielo di poesia 2013

110


Antologia di poesia contemporanea

di Daniela Lupi Cenere… Ho seppellito il passato, dopo averlo bruciato… Mi è rimasta la cenere sulle scarpe, le guardo meravigliata e troppo distaccata… Caduta in pezzi, ricomposta La vita pareva nascosta. La stavo cercando invano, niente… nessuno… Vivo come posso, dormo quando sogno… non ho più pensieri… ho bruciato il passato sono un neonato…

Un cielo di poesia 2013

111


Antologia di poesia contemporanea

di Alessandra Maggiolo E penso a te Amico, amico perduto, perchÊ te ne sei andato? Te ne sei andato e io qui, solo seduto sul molo penso a te che mi hai abbandonato. Sei morto in un mare assatanato. Volevi sfidarlo ma l’uomo non è nato per farlo.

Un cielo di poesia 2013

112


Antologia di poesia contemporanea

di Maria Manna E venne il tempo E venne il tempo, il tempo in cui le rose iniziarono a dormire. Uno ad uno caddero i suoi petali come braccia fatiscenti in cerca di una luce nuova, come stelle che fiaccano, lemmi che liberi si perdono nello sbuffo di uno strano batter d'occhio. Nudo lo stelo in cerca di un velo con cui coprir ciò che rimane di una vita che passa inosservata agli occhi di colui che guarda. E venne il tempo, in cui la terra rinnovò le spine e nuovi occhi iniziarono a spuntare come dentini in estensioni come linee di un disegno da comporre. Un turbinio di palpiti in cerca di note mai usate in quella melodia di vita che quotidianamente muta. E venne il tempo, di una fresca corolla a rivestir quei vuoti incarcerati in quella poca luce in quel momento in cui l’anima non trova pace parole luminose stelle abbaglianti braccia che in volo vagano leggere come colombe bianche volteggiano. E venne il tempo, il tempo del non tempo.

Un cielo di poesia 2013

113


Antologia di poesia contemporanea

di Andrea Mantello Vetro liquido Incolori diamanti sparsi, tra la schiuma di nuvole e le onde dei timidi versi ti raccontano fragili favole. Mentre mostri la forza infinita, che travolge ogni cosa che trova, questo mare che bagna la vita e t'annega il pensier di chi amava. Poi è vapore su scogli smeraldo un risveglio di notti e paure, due tramonti e un sole men caldo vedo note di luci ora scure. Suona il vento di quieta tempesta sta sull'orizzonte il pianoforte, come fosse una timida festa Si fa suono di mare e di morte.

Un cielo di poesia 2013

114


Antologia di poesia contemporanea

di Fiorenza Ornella Marino Io, Donna Sono l’acqua della sorgente che scorre a fiumi tra le tue mani nude incontenibili, il fuoco che arde e ti scalda il cuore nelle notti d’inverno, il canto del vento che ulula tra le tue pareti vuote. Io sono il tuo tormento nelle tue lunghe notti insonni nei tuoi deliri alla ricerca di un giovane orizzonte e là sono l’estasi dei tuoi sogni incontaminati. Io sono del tempo della tua saggezza abbracciata ai tuoi più effimeri ricordi, sono il prezzo che dovrai pagare per tutte le miserie che hai lasciato. Io sono una tra tutte, tutte quelle che sono esattamente ciò che cerchi, sono quella che potrebbe avere da te tutto ciò che tu in verità non daresti mai, sono la luce dei tuoi occhi ciechi e l’aria che respiri nelle gole più profonde dei tuoi abissi, sono l’angelo che ti sta accanto quando i tuoi vuoti sono infiniti. Io sono la tua abbondanza che hai buttato al vento sono la terra che ti è scivolata tra le dita ed hai calpestato con noncuranza sono la dea che vorresti adorare, sono colei che sa sono la strega e la fata di ieri e di domani. Io sono solo…… Donna. Un cielo di poesia 2013

115


Antologia di poesia contemporanea

di Roberto Marzano Il bacio Cercarsi l’anima bocca con bocca appoggiati nel vuoto della notte sprofondando in un brivido muto che sorregge i corpi abbandonati appiccicati amanti nel dolce incanto di quel bramato istante troppo breve. Campanelli incapaci di smetter di trillare li accompagnano nel vortice di stelle che li condurrà a rifarlo ancora, presto solo un respiro profondo, quasi un canto e poi cercarsi spasmodici, adesso stringersi sempre più forte ingoiati dall’urlo del vento...

Un cielo di poesia 2013

116


Antologia di poesia contemporanea

di Angela Merletti Naufragio Vieni soffia verso di me il vento del coraggio e spazza via le paure. Spingi la vela della mia vita nella tormenta di un mare di dubbi. Fammi naufragare in un’isola di pace e raggiungimi con le tue luminose certezze.

Un cielo di poesia 2013

117


Antologia di poesia contemporanea

di Biagio Merlino Rosa cangiante Pensavo che fosse arrivato il momento di riporre gli armenti, e di far sedere il cuore su un prato di piume dove abbondante acqua lo avesse accarezzato con i suoi uditi. Credevo che gli occhi volessero rinunciare a scoprire nuovi fiori e nuovi colori che sfumavano in mille e mille differenze, e accarezzati dalle ombre o dal sole si socchiudessero per la stanchezza, e le ciglia loro si intrecciassero nel principio dei sogni. Come mi sbagliavo ad illudermi che l'anima fosse pronta ad entrare in una sorta di catalessi; come sbagliavo, e come si sbaglia la ragione di fronte agli occhi e le labbra, di fronte allo sguardo di una Rosa cangiante!

Un cielo di poesia 2013

118


Antologia di poesia contemporanea

di Lucia Merola La condanna Prigioniera di carni desiderate annaspi alla ricerca di un sottile varco. Arde la fiamma celata dall’incantevole scrigno urli disperata la tua eterea esistenza s’infrange la voce sulle parole proibite ma sordo rimane lo schiavo del piacere ingordo di corpi caldi. Ti guarda scruta le dolci colline e le calde vallate del tuo manto terreno, ma cieco di sfrontato desiderio non scorge la tua luce. Sei nata femmina dentro e fuori e questa è la tua condanna anima mia. Sconterai l’indebito castigo rinchiusa nel tuo stesso scrigno.

Un cielo di poesia 2013

119


Antologia di poesia contemporanea

di Maria Micelli Or che… Or che proprio ora; che fiato manca... or che.. sussurri ondeggiano lentamente ... a far da sfondo alle emozioni… or che.. armonia sublime… ad ubriacare sensi; pelle a spogliarsi d'ogni attimo, pur di poter afferrare per un solo istante l'essenza dei boccioli di rosa a profumar anima, or... proprio ora... l'amore diviene organza da indossare sul cuore… spero di aver fatto bene stavolta.

Un cielo di poesia 2013

120


Antologia di poesia contemporanea

di Maria Elena Minciullo A Giacomo Leopardi Eri il passero solitario che batteva le sue ali fra una pagina e l'altra di un libro; ti ho letto sospirante di attesa per una giovent첫 mai arrivata; ti ho visto alla finestra mentre il tuo cuore batteva per Silvia. Poi la speranza del lontano, il viaggio verso spazi pi첫 ampi alla ricerca di anime ardenti con le quali spiegarsi, dialogare, condividere, cuori con cui comunicare senza parole per tornare con le mani piene di... nulla. Difficile volare cantando come gli altri passeri, chiuso nel tuo nido come una prigione con il corpo informe che ha celato i tuoi tesori agli occhi degli altri e, come la tua ginestra, hai abbassato la testa aspettando...

Un cielo di poesia 2013

121


Antologia di poesia contemporanea

di Cesare Moceo Responsabilità di padre Piccole gemme i desideri, immagini sfumate di un futuro che già s'insinua, ritmato e sonoro, in bilico tra l'essere e il non essere e le note sparse delle esperienze vissute, in cerca di un qualsiasi destino e trovare il giusto equilibrio della vita. Non hai mai vissuto di rendita, né tantomeno d'ipocrisie, dura è la tua lotta, vedere con occhi stanchi, il mondo che non cambia e custodire le idee, piuttosto che stringere una realtà. E ritrovarti a testa bassa, come un girasole al tramonto, vestito d'inquietudine, pronto a volgerti verso il nuovo orizzonte, disegnato dal sole appena spuntato e... non aver più tempo in questo tempo, dove solo il presente... accade.

Un cielo di poesia 2013

122


Antologia di poesia contemporanea

di Marco Morandi Eroina Freddo, quand’egli infrange vena, cuore ed altresì profondi spettri. Freddo, quando lo scorrer del sangue suo si fonde col tuo rosso vitale. Freddo, il suo falso calor, che pelle illude di brividi già piena. Freddo, il pensier tuo quando mirar che fugge di vita la sua meta. Freddo, quel verbo più conciso che i denti bianchi han morso. Freddo, rimorso dell’atto ormai lontano. Freddo, quel corpo tuo che cereo e bianco trafigge tanti cuor. Acciaio affilato, piccolo e puntito rifugio ingrato, moralità perduta... Affondi la tua morte in chi già morto è.

Un cielo di poesia 2013

123


Antologia di poesia contemporanea

di Genoveffa Genni Morganella Fiamma e deserto Fiamma e deserto - Noi Nel profondo di pioggia scarlatta foglie morte di un giaciglio concavo inaspettato al tuo cuore. Immagini di un volo circonflesso. Intreccio di viti. - Le mie mani nelle tue Un tepore aleggia, invano, il sogno affianca il tuo viaggio di vagoni di nebbia e porpora raggiunta dalle acque vitree dei tuoi occhi avvinti - Opale di fuoco brucia la terra del cammino di pietra. - Linfa di un sorriso che ti sa scoprire - Goccia di sospiro e affanno - Sibilla di verità In un perimetro di bugie. - Tracciato di luce All'imbrunire del tuo pensiero nel mio quando la notte ancora confonde con te‌ a spiare alla luna sul volto che tace di bianco.

Un cielo di poesia 2013

124


Antologia di poesia contemporanea

di Silvano Mosca Il guardiano del faro Tra il grigiore della nebbia mattutina, ed al crepuscolo, con passo stanco ed amaro, và o ritorna con al coll’ la mantellina quel che scruta tra le onde, laggiù al faro. Solitario tra gli scogli, un eremita; fa la guardia alla torre lampeggiante, senza moglie, senza figli senza vita; porta a casa il marinar che è esitante. Coi tritoni e le sirene, tra le rupi; lui passeggia rigirando la sua pipa, tra gli spruzzi, pensa ai giorni tristi e cupi, e racchiude la sua rabbia tra le dita. Tra i garriti dei gabbiani non è solo, la sua donna lo accompagna un’altra volta, la sua anima, ha di nuovo preso il volo, pensa ad Anna: quando ancor non era morta.

Un cielo di poesia 2013

125


Antologia di poesia contemporanea

di Mirella Musicco Ali Mi perdo in istanti che disegnano il tempo roteando tra gente vicina e irreale. Lei non sente il frastuono dei cuori. Non tocco dentro me io seduto a guardarmi distratto dall’essere e divenire. Lei invece mi scruta, mi osserva e deride il corpo goffamente vestito i respiri affannati instancabili suoni di ricerca di istanti sereni. Avere le ali mi dice in silenzio son soffio piume leggere immobili orpelli. Eppure smuovono l’aria di luce improvvisa e vanno dove il vento conduce deridendo i poveri immondi che di tanto cielo hanno solo lo sguardo. Del sussurro il desiderio del desiderio pensiero del pensiero il passo quieto assorto solitario. Stranamente non teme e lascia indicare l’incerto a lei che di vita ideale non conosce rimpianto.

Un cielo di poesia 2013

126


Antologia di poesia contemporanea

di Tamara Vittoria Mussio Tempi Meravigliosi Due sì semplici parole, che valgono come l’oro, che lui sussurra tra loro. È proprio ciò che lei vuole. E nel buio della notte che sull’orizzonte cala, dei due segna ancor la sorte. E il silenzio ancora cala. Due sì semplici parole che li lasciano sognare ed alla luna arrivare, come stelle nel ciel sole. E nel buio della notte, lei illumina e conduce lui. Lui, durante questa notte, racconta ogni cosa a noi.

Un cielo di poesia 2013

127


Antologia di poesia contemporanea

di Katia Musu In_volo parole in caduta Parlava il vento portava via parole suoni e profumi. Lo sguardo impavido correva al cielo si elevava impotente la presa crollava. Il filo si stramava piano piano si srotolava in nodi di ghiaccio. Nell'etere come soffici batuffoli graffiavano la pelle per non far sparire i segni di quel ricamo dai fili dorati. VeritĂ  rammendano squarci d'anima ferite che colano come lame fendenti tra i denti or stretti. Riverbero di quel vento dalla trama e ordito di uno scritto impresso in un cucito di fili dal ricamo in_finito dal de_coro de_finito dal cuore custodito dall'anima mai smarrito. Un cielo di poesia 2013

128


Antologia di poesia contemporanea

di Fatima Mutarelli La lettrice Di mani bianche e dita a suonar su seta visibile ed invisibile. Era vestita di parole soffiate da labbra come a baciar la vita. La vidi sola aveva le braccia chiuse come a proteggere un bambino. Ma teneva sul petto un libro. Amava il domani.

Un cielo di poesia 2013

129


Antologia di poesia contemporanea

di Federico Negro Violini suonano Violini suonano accompagnando nel silenzio della notte appena sussurrata suggestivi fluenti percorsi respirando colori di cuori leggiadri in cui ogni anima ode l’inesprimibile. E il mare adiacente carezza celesti assonanze.

Un cielo di poesia 2013

130


Antologia di poesia contemporanea

di Domenico Nenna Il faro Sempre lÏ solitario e fiero nei colori dell’universo sei immerso ti elevi retto nella notte buia abbracciando l’amara sorte di ogni scia e viva insenatura. Simile a un genitore indichi la via per il cammino pronto ad accogliere le onde nei momenti di tempesta. Tu, punto di riferimento sviolina il vento la sua voce e il ricordo amaro del vuoto nella bufera di una sera quando, il faro, la luce spense nella carne della tua carne.

Un cielo di poesia 2013

131


Antologia di poesia contemporanea

di Giuseppe Nicosia Poeta scalzo in viaggio verso le stelle Tu non temere. Potrò essere il peggiore degli uomini per te ma nel mio eterno silenzio ti porterò sempre rispetto. Custodirò i nostri intimi ricordi come petali di rose secche nello scrigno della memoria insieme alle mie balbuzienti parole nelle mie gesta sarai sempre la mia stella . Cammino scalzo ritornando nel mio vivere con le mie poesie in testa il libro tra le mani ferme senza sudore. Voglio cantare “recitare” queste mie parole ad una platea di sordi per ascoltare i loro applausi insicuri. Non sarà una sconfitta la mia Vita perché credo nella dolcezza della poesia nelle rime che escono dal mio cuore e dalla mia bocca, di uomo pensatore. Sarò un poeta scalzo in viaggio verso le stelle finché avrò aria nei polmoni e parole fra le dita. Combatterò per far conoscere la Poesia quella pura, quella sincera e vera come questo mio eterno amore non più condiviso ma rimarrà sempre il mio rispetto per te.

Un cielo di poesia 2013

132


Antologia di poesia contemporanea

di Massimo Noce (McMaan) Luci e ombre Ombre, luci e ombre, ombre invadenti, inafferrabili, ostili assillanti incubi di cui non posso liberarmi. Imparerò a sorridervi, vi tenderò la mano, ultime compagne mi seguirete, calpesteremo l'ultima eclissi di luce, ci dissolveremo nell'oscurità dell'ultima notte e anch'io, ombra tra le ombre, immateriale atomo del cosmo, mi unirò a voi nella ricerca della sorgente della luce in un universo ignoto.

Un cielo di poesia 2013

133


Antologia di poesia contemporanea

di Antonio Palladino Una coppia Viale alberato, profumo nell’aria. Una coppia cammina, man nella mano. Poche parole, tanti sogni e progetti. Intimità d’intenti, condivisioni di scopi. Da una nuvola l’Onnipotente scruta. E’ compiaciuto per l’unione e l’amore che ha inventato. C’è anche orgoglio nei suoi occhi, Suo figlio per questo la vita ha donato. Per questo li torna a guardare, davanti all’amore anch’Egli si inchina. E così fa un gesto, quasi a salutare. La coppia ignara cammina serena. Una pausa, un bacio. Così Marco e Simone van verso la vita.

Un cielo di poesia 2013

134


Antologia di poesia contemporanea

di Lorena Paris Questa notte disegna la forma del silenzio profila piano la linea dell'ascolto aspetterai ancora un'alba nuova alla finestra della mia parola.

Un cielo di poesia 2013

135


Antologia di poesia contemporanea

di Nadia Pascucci La mia favola Ricamo la vita con carezze da riempire e giorni fatti di occhi negli occhi in un sentirti dentro attimi di eterno intensi e profumati che nessuna gomma cancella battiti costanti che solo tu sai darmi mentre spettinata corro tra i tuoi pensieri i tuoi sogni e il mondo che hai nel profondo in un silenzio che scalda il cuore vivo la mia favola ti sfioro ed esisto in un vortice di emozioni e sensazioni sorridono i miei occhi parlano di amore e nel vento sussurrano ‌ ti amo‌

Un cielo di poesia 2013

136


Antologia di poesia contemporanea

di Samuel Paterini Vincerà! La lingua sbatte sul palato esce vergogna come una droga da quella bocca, l’eutanasia non richiesta si appropria della tua forma. Cammino per strada sentendomi uno straniero, tante certezze annientano la massa… colpa di quel siero! La penna si vergogna a sporcare quel foglio, il sogno svanisce e figlio unico torno. Ma vinceranno lo sento la parola e l’onore, sotterreranno l’egoismo, l’individualismo e la fame cieca di potere. Vincerà la carità, vincerà il pluralismo, vincerà la volontà! Porteranno a distinguere la menzogna dalla verità e coi propri sogni annienteranno quest’omertà. Torto e ragione come sfregio alle maggioranze cancelleranno la deriva. Vincerà l’alta marea e quei demoni li attenderò, qui, sulla mia riva.

Un cielo di poesia 2013

137


Antologia di poesia contemporanea

di Grazio Pellegrino Madre ...solo tu... conosci... i miei segreti... come io... l'odore del tuo... sudore... spenta... nel tuo sorriso... con la delicatezza... delle tue rughe... mi hai raccontato... la tua vita... legata alla mia... con i tuoi occhi... stanchi... mi hai indicato... l'ombra... della mia vita‌ fugace il tuo tempo... sul tuo volto... immobile... regalano eternità... al mio pensare... di te.

Un cielo di poesia 2013

138


Antologia di poesia contemporanea

di Calogero Pettineo Il cammino dell’amore Sono come un frammento di polvere che viaggia al ritmo del vento verso il fluire delle ore e solo nel silenzio mi sento vivo. Saluto gli anni che chiudono le porte e mentre scrivo versi in volo accompagno sottobraccio i miei pensieri piegando le parole alle emozioni vegliando sulla follia di notti in lacrime. Indicherò il cammino ai miei occhi lasciando palesi orme sulla via trapuntata di neve che il sole scioglierà nel tuo cuore.

Un cielo di poesia 2013

139


Antologia di poesia contemporanea

di Daniela Pireddu Vorrei essere mare Vorrei essere mare per venirti a cercare in ogni angolo del mondo. Vorrei cullarti con la dolcezza delle mie onde e imprigionarti al centro delle mie tempeste per proteggerti. Mi nasconderei come fa la marea, perchĂŠ tu viva la mia assenza e aspetti che un nuovo reflusso mi riporti da te. Vorrei abbracciarti di schiuma, che lenta scivoli sulla tua pelle, lasciandoti il mio profumo di salsedine e quel sapore dolce amaro di alghe. Vorrei essere mare per cantarti con la voce di una sirena e farti danzare al ritmo del mio movimento infinito, e come mare vorrei essere la tua terra, per far navigare i tuoi desideri, il tuo orizzonte senza fine, il tuo scrigno prezioso a cui affidare il tuo messaggio nascosto dentro una bottiglia.

Un cielo di poesia 2013

140


Antologia di poesia contemporanea

di Silvestra Pittalis Era ieri, oggi è domani Radici amare irrompono nel cuore della terra tracciando solchi profondi. Lo spazio azzurro è immenso. Siamo qui, con l'ombra dei vent'anni e il gelo dentro gli occhi con lo specchio che rimanda contorni ormai artefatti. Sogniamo le stelle cadenti fra fallimenti e tentativi. Abbiamo ferite, piantate nella eco di noi stessi a riflettere il dolore. Nella mia vecchia chitarra nasce una nuova musica per dare un senso alle mie parole e ricomincio a scrivere. Ho sete, sete di acqua pulita e volgere lo sguardo, dove una volta ho dipinto il cielo di verde. Ascoltami di notte quando la mia anima si libera dal caos. Ricordami nei giorni che ho sorriso, quando tutto sembrava smarrito. Ascoltami di notte, io arresto il pensiero. Un cielo di poesia 2013

141


Antologia di poesia contemporanea

di Rosy Pozzi Amore… poesia C’è tanto amore dentro me c’è tanta poesia dentro me. Sentimenti che a volte non vorrei esternare mai … a volte soffoco a non lasciarli scaturire. Amore… poesia Per me viaggiano sullo stesso parallelo. Un lungo binario nel mio cuore, nella mia mente. Non c’è poesia in me se in quel momento non provo amore. Non riesco ad amare senza sentir sgorgare in me della poesia. Quel lungo binario che vorrebbe sempre condurmi a te. Quell’amore e quella poesia che nutro e che vivo per te.

Un cielo di poesia 2013

142


Antologia di poesia contemporanea

di Michele Prenna Nel cielo Volgi al cielo lo sguardo prendilo come mondo libero per volo alato di desiderio fantastico. Vedi che mai delude con le mille stelle alla luna compagne brillanti per la notte. Al sole si levano le nubi per serenare il giorno e dare forza ai cuori. E l'acque il ciel riflettono a aggiungere emozioni al mar d'argenteo raggio.

Un cielo di poesia 2013

143


Antologia di poesia contemporanea

di Monica Revellino L’altra … Io? Io sono l'altra, quella che ti massaggia il cuore quando scappi da lei, quando sei ferito, disilluso, non amato, frustrato... Io sono l'altra, quella che ti fa godere tanto e di tutto, con cui ridi spensieratamente mentre hai un calice di vino in mano, quella con cui non si fanno progetti ma si vive solo l'attimo, quella che ti aspetta sempre, da sempre.... Io sono l'altra, quella che vive nell'ombra e di ombra, quella che sa stare in silenzio, quella che custodisce gelosamente un segreto, quella additata, giudicata... Io sono l'altra, quella a cui dici: “ Sono stanco ma a dieci minuti sulle tue labbra non posso rinunciare” poi ti addormenti mentre ti accarezzo i capelli e guardo l'orologio con i minuti che corrono troppo, troppo in fretta. Io sono l'altra, quella che il Natale lo festeggia il 23 o il 27 dicembre, io sono quella che non fa gite il fine settimana e va in vacanza da sola. ... Io? Io sono l'altra che accetta tutto per amore, per un pezzo del tuo cuore e sono talmente tanti anni che io sono l'altra che ormai non penso nemmeno più di poter diventare una lei, la lei di qualcuno, la tua lei. Sì, io sono l'altra e come lei vorrei essere l'unica.

Un cielo di poesia 2013

144


Antologia di poesia contemporanea

di Paola Ricossa Amore Ci vuole forza per amare più forte di ciò che puoi sentire. Ci vuole pazzia per credere se non puoi vedere. Ci vuole speranza per nutrire di pazzia, nell'aridità di un deserto, il fiore che curavo con la pazzia della speranza. Accecata da una pioggia di lacrime silenziose ho creduto di vedere ciò che non c'è stato mai. Ci vuole forza pazzia e speranza per amarti oltre quello che sei oltre quello che non vedrò mai.

Un cielo di poesia 2013

145


Antologia di poesia contemporanea

di Giovanna Rispoli E passa il tempo E passa il tempo goccia dopo goccia lento corrode emozioni giorni funesti e giorni di pace rintocca e va su pianificati binari senza mete e trascorrono attimi minuti ore giorni carpiti, giorni scivolati e tu irrequieta fragile anima volgi lo sguardo lĂŹ all'orizzonte qualche lacrima, qualche ruga e piccoli sorrisi di forte e inaspettata speranza senza lancette e ad occhi aperti mordi e fuggi in pieno sapore questo tempo che passa!

Un cielo di poesia 2013

146


Antologia di poesia contemporanea

di Pierfrancesco Roberti Avere vent’anni Domani scenderò... tra i vuoti a perdere delle vostre vite gettate nell'affannoso rincorrere dei vostri nulla quotidiani scenderò... tra la precarietà delle vostre anime di latta stupidi burattini di un mondo in declino stasera lasciatemi quassù lasciate che i miei sogni parlino con le stelle e gli sussurrino le speranze la dolcezza i tremiti dei miei vent'anni.

Un cielo di poesia 2013

147


Antologia di poesia contemporanea

di Maria Romanetti Sospesa Legami l’anima con fili di seta o con gelide catene. Bendami gli occhi con steli di rose o con immondi stracci. Tappami le orecchie con ciottoli dorati o con miserabili sassi. Chiudimi la bocca con un bacio o con ruvido bavaglio. Accarezzami dolcemente o picchiami selvaggiamente. Abbracciami o scacciami. Non mi farai sentire meglio. Non mi farai sentire peggio. Resterò così, immobile e impotente, inutile e indifesa, spogliata di te. Sospesa a mezz’aria, in equilibrio instabile tra spazio e tempo, tra cielo e mare, tra ghiaccio e fuoco, tra vita e morte. E l’abisso tra di noi.

Un cielo di poesia 2013

148


Antologia di poesia contemporanea

di Carlo Romano Figlio mio dei sogni Figlio mio dei sogni tu resterai sepolto e mai avrai un volto luce nei tuoi occhi. Nessuna donna sarà tua madre e amante mia. Nessuna donna vorrà coltivare nel suo giardino il seme mio. Sarò solo, sarò un'ombra vissuto nell'ombra. Figlio mio dei sogni mai avrai un volto.

Un cielo di poesia 2013

149


Antologia di poesia contemporanea

di Teresa Romeo Reginella La casa è vuota quando lei non c’è, la chiamo e la voce, come un eco, si disperde per le stanze come dentro una montagna. Poi ritorna e subito mi rianimo… Dov’eri? E ancor prima che mi risponda arriva da una borsa il buon odore di pane caldo. Mi siedo e me lo gusto mentre lei gira per la cucina impacciata a preparare il ricco pranzo. Degusto quel saporito pane e il calore è lo stesso di quando piccola mi teneva tra le braccia e profumava. Da grande quel profumo mi manca, lo cerco ma non lo trovo: lavanda o forse rosa, sandalo o colonia? Mi domando! E adesso che ci penso l’ho trovato e solo nelle mura di casa mia, solo nella bottega del ricordo, dove mi avvicino a lei e mi sembra di sentire ancora quell’odore di latte appena riscaldato, l’odore del mio latte… che sulle sue gambe o nascosta tra le sue braccia, per non farmi vedere da altri, bevevo nel biberon! Grazie fantastica donna che, come figlia di una delle tue figlie, mi hai cresciuta e amata quanto una delle tue creature. A mia nonna, la regina della sua umile dimora: il mio cuore!

Un cielo di poesia 2013

150


Antologia di poesia contemporanea

di Annamaria Romito A che serve parlarti silenziosamente cercarti, chiudere gli occhi e toccarti, sento solo il gelo del vuoto non esiste calore intorno a me. Vuote son le mie mani vuoto il mio cuore. Devo partire senza tornare da questo sogno che aspetto ma che non è mai arrivato. Ma lo sento ancora scoppiare, la mia pelle brucia al solo pensare, che bella emozione, dannata ma vera. Ripenso ad un giorno lontano quando lo scompiglio mi rese bambina quel giorno la donna scomparve in quella stanza restò solo una donna bambina !!! Lei non seppe ammaliarti, mentre il mio cuore impazziva e cercava catene per te. Ma le sole catene sono quelle che legano me al ricordo di te.

Un cielo di poesia 2013

151


Antologia di poesia contemporanea

di Filomena Rosanova L'amore è una lunga stagione Penna che scrive, inchiostro finisce. Bimbo che nasce, vita si spegne. Mattini col sole, notti con lune. Stelle cadenti dal mio viso, più non portan in cuor un sorriso, per un amor così intriso. Cuore smarrito, cuor frantumato, cuore agguerrito, del nostro amor finito. Piogge notturne, mattini tetri, si scorgono dai miei vetri. Giorni silenziosi, pomeriggi ansiosi. Mattini splendenti, d'arcobaleni viventi, apriranno il mio cuore, con lucchetti d'amore. Allora che cos'è l'amore? L'amore è una lunga stagione!

Un cielo di poesia 2013

152


Antologia di poesia contemporanea

di Michela Ruggiero Meteora blu cobalto Mi sei caduto nell'anima come una meteora hai colorato il cielo blu cobalto ed ogni notte, mi hai abbracciata sottraendomi a Morfeo. A nuova essenza mi hai risorta nuova fragranza: miele e fiele... perchĂŠ sia sempre preparata alla tua assenza e, nel ricordo in brezza, io possa sempre ritrovare questa tenerezza.

Un cielo di poesia 2013

153


Antologia di poesia contemporanea

di Caterina Russotti Infanzia rubata Viviamo sotto la falce della violenza e del malaffare, senza possibilità di appello alla vita. Siamo piccoli ingenui sfruttati, ... non abbiamo modo di difenderci. Ci puoi incontrare in ogni parte del mondo, siamo l'Iqbal, l'Oliver Twist o il Rosso Malpelo della situazione, figli della sopravvivenza, della povertà, del profitto senza scrupoli. Il nostro destino? Conoscere l'atrocità delle guerre, impugnando armi mortali. Lavorare in schiavitù... Conoscere la violenza a discapito dell'amore… Sposarci ancor bambine... Questa non è la nostra Vita, non la meritiamo... Sogniamo un mondo migliore, fatto di giochi, di scuola... Vorremmo poter correre liberi in un prato dietro una palla e non cucirla. Disegnare con matite colorate bambini come noi... che fanno volare gli aquiloni. Raccogliere sassi, ... per farli saltare lungo un fiume e buttar via le ceste pesanti che piegano le nostre schiene. Vorremmo conoscere la luce del sole e non il buio delle miniere. Vorremmo tornare a casa dai nostri genitori e sorridere…

Un cielo di poesia 2013

154


Antologia di poesia contemporanea

Vorremo, vorremmo... solamente smettere di lavorare e scoprire il mondo che ci appartiene... l'infanzia. Mortificati nella dignitĂ , sogniamo la libertĂ . Chiediamo che non vengano violati i nostri diritti... Chiediamo solo di esser bambini...

Un cielo di poesia 2013

155


Antologia di poesia contemporanea

di Salvo Saegi Fiori dalla bocca Tu Un coltello nella pancia Un dolore incontenibile Un pallido sorriso Su un volto sofferente Mani e braccia inutili E un camminare incerto Dalla bocca Tanto veleno Prima di arrivare ai fiori Ed essi profumano CosĂŹ intensamente Da lasciare una scia Lunghissima Tenera E ammaliante

Un cielo di poesia 2013

156


Antologia di poesia contemporanea

di Alba Saiu L’ultimo treno Non sarei mai dovuta arrivare fino a lì…. Così vicino al tuo cuore da poterlo toccare… Guardarti negli occhi scorgere lacrime scendere e rendermi conto della sofferenza… Un uomo e una donna che non riescono a fare a meno di toccarsi di sentire di appartenersi pur rendendosi conto di non poter continuare… Un uomo e una donna… Amanti confusi e silenziosi piangono una storia che non potrà più esistere… Sto male… Ancora una volta ho guardato indietro verso di te e ora, ne pagherò le conseguenze… L’ultimo viaggio insieme… L’ultimo treno…

Un cielo di poesia 2013

157


Antologia di poesia contemporanea

di Tania Santurbano Stetari Finitus Infinito Rawan Lo sposo del diavolo con la spada trascina i piedi nudi... mentre i suoi pensieri avvelenati di peccati strappano i rumori. Una intermittente madre lascia proseguire quel vapore di male. Rawan fracassata dalla paura sfascia con le dita i capelli... mentre quel boschetto di ciglia si chiudono. Le spalle piccole come perle, inciampano dentro una pelle di serpente che brulica di peste . Cristo con le labbra annerite... impasta preghiere mentre trema. Gli schizzi di dolore sciolgono il cielo... e una mangiatoia di anime ingozzate da dodici farfalle nere e dalla ali umide... mangiano i singhiozzi mentre Rawan muore sola.

Un cielo di poesia 2013

158


Antologia di poesia contemporanea

di Maria Scivoletto Anime virtuali Incontri casuali, amicizie sincere. Nella piazza virtuale, dove liberi i pensieri, scambi idee e concetti, nessuno vede i tuoi … difetti. La tua anima appare, sai, diventi speciale! Ci vediamo… Magari! Lontani… vicini, pensieri carini. Attenti però, un codice ho! Rispetto si deve, un click ti fa, i furbi eliminar!

Un cielo di poesia 2013

159


Antologia di poesia contemporanea

di Paola Secondin Primo amore Amore mio perduto, pittore strambo dallo sguardo triste, quanto mi manchi ora che sei lontano! Ricorda l'anima mia la piccola casa di periferia, fredda alcova dei nostri giorni lieti, la stanza bianca di luce vestita di niente e la vecchia sedia scricchiolante ai piè della finestra gialla di sole e rossa d'amore, e il letto, soffice giaciglio, ove riposavamo le stanche membra nelle pigre ore del giorno assolato. Amavi il mio corpo di struggente passione, mentre posavo quieta, nuda e tremante, con un drappo verde sulle spalle bianche e una corona di fiorÏ sul capo ramato. Cantavan gli usignoli sui rami odorosi nel silenzio del giardino in fiore e tu, artista virtuoso, sulla candida tela mi ritraevi come algida figlia di primavera. Lento scorreva il tuo pennello intinto del colore della mia carne, e i tuoi occhi, vivaci zaffiri sempre attenti, solcavano il profilo e le chiare curve del mio giovane corpo dÏ femmina. Pelle di luna e capelli di rame, cosÏ mi chiamavi guardandomi dolce al chiaror del debole lume acceso alla finestra al calar della sera, quando la mano posavi stanca invitandomi a seguirti sul casto letto ch'era per noi rifugio d'amore. Ero per te ninfetta adorata, soave Lolita sognata, vergine fiore da annusare tra le bianche lenzuola, tiepida amante da abbracciare stretta su quell'altare di lino Un cielo di poesia 2013

160


Antologia di poesia contemporanea

al tuo cuor cosĂŹ caro. Ricorda la viva memoria quelle notti d'incanto, le tue mani esperte che frugavano lente sul mio petto ansante, le dita di colore macchiate posate con ardore sul timido seno e sul pallido ventre, le carezze lascive fra le magre cosce e i baci ardenti sulle labbra rosate, e i tuoi sospiri, frementi soffi di brama sulla mia serica pelle. Ricordano i miei sensi il tocco gentile dei caldi polpastrelli e l'umida bocca di baci avida, l'odore asprigno della tua carne e l'aroma salato dell'umido petto, e il tuo peso greve su di me mentre ti prendevi dell'innocenza il mio fiore e gridavi il mio nome alle soglie del carnale paradiso. Ricordano gli occhi miei l'oro dei tuoi capelli e lo sguardo celestino, le nostre ombre danzanti sul muro alla tremula fiamma della candela, e l'amica oscuritĂ , cupo drappo dalla finestra sceso che celava il virginale rossore delle mie guance infiammate dal primo amore. Artista mio adorato, pittore pazzo e squattrinato, la tua Musa ancor ti ama e ti rammenta, come allora, giovane e bello, poeta e menestrello, amante appassionato della vita e dei suoi piaceri, cantore innamorato della sua bella e dei suoi misteri. Il tuo ricordo, mio primo amore, m'accompagna lieto riscaldandomi il cuore.

Un cielo di poesia 2013

161


Antologia di poesia contemporanea

di Valentina Selene Medici Continuità Mi sveglio in una notte di Spagna in una camera di un albergo di lusso già conosciuta in qualche tournée. Musica di chitarre in lontananza è una forza che il letto mi fa lasciare. Apro i vetri della grande veranda e la musica si fa incalzante. Scendo i gradini che portano in spiaggia mentre la luna mi guarda perplessa. Alzo le braccia, ali verso il cielo assecondo il flamenco che l’animo strugge. Agili i piedi danzano nella sabbia mentre onde mi bagnano le caviglie pressante invito a seguirle. Di sole l'acqua è ancora calda m'inoltro, m'immergo... mi lascio morire... Rinasco in un piccolo corpo di bimba in una sterile sala da parto di un continente dall’altra parte del globo Musica di chitarre in sottofondo che accompagna il mio primo vagito Un fremito si irradia e tutta m’avvolge e la danza già è dentro al mio corpo.

Un cielo di poesia 2013

162


Antologia di poesia contemporanea

di Anna Serio Anima in gabbia La vedi quest'anima legata con filo spinato che sanguina e trema... Lo senti il ruggito di leone in gabbia, la rabbia il dolore come grido strazia il cielo... non odi? Guarda nel profondo e capirai i graffi al posto del dolce saluto e il muto silenzio che urla al tuo cuore. La vedi la senti..? Hanno tagliato le sue ali ed ora imprigionata soffre si dimena si spegne ma non vuole, mentre tu voli... non ti accorgi non comprendi? Portala con te sotto un'ala e pi첫 in alto ancora oltre il tuo cielo con il tuo Amore lasciala libera volare... Un cielo di poesia 2013

163


Antologia di poesia contemporanea

di Nadja-Florence Siene La vie dans un regard Réveil souffert des ravages de la nuit. Café amer sur une terrasse où on s'ennuie. Pensées moroses sur des échecs essuyés. Le temps se rit de mes cuisants regrets: " Que changeraient tes lamentations? A quoi serviraient tes exclamations?" Ma destinée morcelée se morfond la langueur cède le pas à l'aigreur. "Que ne ferais-tu pas pour te relever? Qui hélerais-tu pour t'aider?" Rien. Ni personne. Abandonnée, toute abandonnée à mes pensées, je n'ai pas vu ce petit enfant trébucher à mes pieds. Son regard me pénétra. Il se releva et moi aussi. Et la vie reprit le dessus, aussi radieuse que le Soleil que je venais de rencontrer. La vita in uno sguardo (Tradotta da Emanuela De Marchi) Risveglio sofferto / Dalle devastazioni della notte. / Caffè amaro / Su una terrazza dove ci si annoia. / Pensieri cupi / Su fallimenti sofferti / Il tempo ride/ Dei miei amari rimpianti: / "Cosa cambieranno i tuoi lamenti ? / A cosa serviranno le esclamazioni ? / " Il mio destino frammentato si raffredda / Il languore cede il passo all'amarezza / "Che cosa non faresti per rialzarti ? / Chi cercherai per aiutarti?" / Niente. Nessuno. / Abbandonata, completamente abbandonata / Ai miei pensieri / Io non ho visto un piccolo bambino inciampare / Ai miei piedi / Il suo sguardo mi penetra / Si rialza / Ed anch'io / E la vita ricomincia / Raggiante come il sole / Che avevo appena incontrato .

Un cielo di poesia 2013

164


Antologia di poesia contemporanea

di Emilia Simonetti Il conto Che prezzo ha la vita quanto data per intero... viene vissuta a metà, che scadenza hanno le lacrime prima di essere versate tutte... che colore hanno i giorni delle sconfitte e quale rumore fanno le cadute da cui ci si deve rialzare... poi ancora quanto emoziona il bacio dopo l'assenza... l’amore dopo il desiderio, la passione dopo l'astinenza dell'anima che non si lasciava andare perché frenata dal cuore... Quanto è straordinario il viaggio se riesce ad essere compendio di tutti questi sentimenti, sofferenze e sensazioni che fanno tremare la pelle ed intirizzire la carne. Amore come pane, l'orgoglio come rancore e il perdono come unica soluzione in un mondo dove la pace non incontra più il senso, dove chi perde è sempre chi non trova il consenso. La voce fuori dal coro... non la mia… la loro!

Un cielo di poesia 2013

165


Antologia di poesia contemporanea

di Marina Sirolla Fratelli! Al di là del vuoto s’innalzano muri, silenzio il coraggio di ascoltare cose celate dietro maschere senza volto? Poche briciole da spartire quasi nulla ma nell'aria rimbomba un'eco, la rabbia che non ha voce, l'egoismo della prepotenza, si abbattono gli steccati del nulla. Mai il mio cuore pensava a questo risultato, lo spartire il magro bottino sensibilità zero sentimenti zero, cosa aspettavate! Fratelli dov’è l'amore, il sentimento di chi non c'è più, basta, nulla voglio, nulla devo dividetevi spartite la mia partita con voi è persa, resta solo il legame di sangue, un po’ d'amore fraterno e tanta amarezza!

Un cielo di poesia 2013

166


Antologia di poesia contemporanea

di Vera Somerova Chi sono? Sono un gabbiano senza le ali. Un mare senza le onde. Il vento senza i semi da disperdere... Sono un cantastorie senza storie da raccontare. Uno scrittore senza la penna. Un pittore senza i colori... Sono un poeta senza l'anima. Un compositore senza le note. Una nota senza la chiave musicale... Tutto sono. Nulla mi sento se non una croce sulla quale m'inchiodo ogni mattina nella speranza che la mia bocca ritrovi il canto...

Un cielo di poesia 2013

167


Antologia di poesia contemporanea

di Rita Stanzione Dove nasci tu Non si misurano gli istanti pochi, cento o cenni d'infinito. Solo intervalli, nel trepidare ci danno il tempo da piedi nudi che falcano la notte. Sentieri inespressi si aprono come brecce al calpestio. Si sono smarrite le dimore ma io ricordo i luoghi dove mai siamo stati... Vieni o sarò delirio scavami l'incavo per nascondermi il seno di un segreto dove vederti nascere dal niente.

Un cielo di poesia 2013

168


Antologia di poesia contemporanea

di Antonella Stelitano Donna, essenza di vita Non solo un nome ma essenza di vita per la vita. Emblema incondizionato di amore e dolcezza infinito. A volte, anzi no! Troppo spesso, fiore abbandonato al suo destino preda di violenze e soprusi di esseri vili e ottusi. È lì a tessere i fili che il fato le ha riservato senza un lamento senza un fiato. È un insulto un fiore per il sanguinante cuore liso e straziato senza ritegno da chi del suo bene non è degno. Ma forte della sua saggezza un giorno riuscirà a addomesticare serpe in seno ad annullarne il veleno. A ridonare amore per amore immemore di disgraziato passato. Tornerà ad essere primavera profumante sotto un sole brillante. Tornerà a ridere in sintonia con il cuore, a pittori e cantori ispirare... Esser come un tempo Dea dell’Olimpo... Un cielo di poesia 2013

169


Antologia di poesia contemporanea

di Rosanna Tafanelli Abbraccio Amico, amore senza struggimenti, amico di musica, sorrisi e lacrime, di strade impervie e voli senza meta, cosa ti darò per ricolmare le tue mani e placare la tua sete? Posso portarti sale che intrida le tue labbra di sapienza, posso portarti olio che unga la tua fronte di sacro, posso portarti vino che tinga le tue guance di letizia. Nella mutevole danza della vita, un giorno porterai anche tu per me sale, olio, vino e pane, a saziare la mia fame. E per sconfiggere il demone del vuoto ti porterò il mio cuore, che abbracci il tuo, quando si sente solo.

Un cielo di poesia 2013

170


Antologia di poesia contemporanea

di Grazia Tagliente Cuore in tempesta Sui tuoi occhi a specchio accovacciata tra quelle avvolgenti ciglia mi chiami a riposare. Tra un cirro e l’altro il cielo stasera culla la sua luna che in sembianza di falce tesse luminosi grovigli di stelle per attrarre cuori erranti. Ma io ormai sono solo furiosa tempesta d’onde in mare nero senza più riva né luna. E così, rincorrendo le mie orme, setacci bianca rena in cerca dei respiri calmi miei e trovi soltanto conchiglie morte. Troppi sono i gusci ormai vuoti che del mare melodia han perduto. E’ per te che vorrei poter placare l’inquieto cuore che pei flutti tramortito sul fondale è in fin caduto. E provare ad accender sorrisi tra questi pensieri agitati per riaccordare la mia voce che in troppi versi ha sciolto le sue mille note stonate e più d’amore sa cantare. Ed ecco che tra lacrime amare s’alzano alti i lamenti ora e mentre stringo tra le mani il mio timone ancora una volta imploro calma dimora. Da buon marinaio devo provare a governare questa nave squilibrata ché tra quelle ciglia dovrà riparare e con uguale impegno raffiche d’inquietudine scacciare come questo vento d’autunno con le foglie sui rami sa fare.

Un cielo di poesia 2013

171


Antologia di poesia contemporanea

di Mihaela Talabà Quiete Nei riflessi della lene notte, l’effluvio perpetuo delle onde molesta i brividi sulla pelle dell’onirica sirena, inerme, abbracciando la sua anima solitaria sussurrandole carezze tra i capelli di sabbia… Leggiadre gocce di salsedine spazzate dalla tempesta delle labbra assetate di silenzio eterno s’impossessano del suo respiro alla ricerca della quiete dell’oceano…

Un cielo di poesia 2013

172


Antologia di poesia contemporanea

di Grazia Tarascio Se tu fossi qui... Se tu fossi qui ti vorrei nudo per spalmarti su me come colla calda, per ascoltarti in incanto confuso tra battiti dissonanti che suonano musica su queste orecchie innamorate. Io che su te ho eretto nodi di petto da consumare in labbra incantate, odo ora suono che delira che si infila per riannodare in note ciocche d'estasi che mi respirano addosso. Vivo te nel mio grembo in una carezza disciolta, e se fossi qui... ti amerei come sono e saremmo unico suono.

Un cielo di poesia 2013

173


Antologia di poesia contemporanea

di Viola Tatham Climbing Rampicante su roccia tagliente in amplesso con amante infedele. Arco di corpo bruciante teso alla meta lontana trafigge coi chiodi la voglia di casa. Moniti di arditi maestri ripete con forza agli appigli insicuri che, vinti, si danno alla presa. L'affanno respira giĂ  la vittoria di un'altra bandiera piantata con mani dolenti e orgogliose ad un miglio dal cielo. Tra profumi d'alloro di vergine terra bagnata da brina e sudore lo sguardo giĂ  fissa quell'ultimo chiodo che vorrebbe piantare tra due raggi del sole.

Un cielo di poesia 2013

174


Antologia di poesia contemporanea

di Maria Teresa Tedde Lo sa Non glielo avevo detto eh no, pensavo si capisse che ero ragazza di infiniti tramonti e di castelli di sabbia che danzano al vento abitati da sogni di nuvole d’oro. Ci son cose che conservi in lunghi sguardi senza tempo e rughe tenaci vestono rosa albe carpite alla luna. Non so se l’ha compreso quando stringeva la mano tremante e sicura nell’arco dei due mondi. In uno c’ero io col mio sorriso e col mio cuore bucato dal dolore, nell’altro sirene di luce di giovinezza eterna e di promesse annunciate da note di violini. Così l’ho lasciato andare perché troppo lo amavo. Così se n’è andato perché mi amava troppo. E adesso lui lo sa, ma sì che lo sa, che sono una ragazza di fuochi viola tramonto, di albe baciate da fili di sole d’oro, di silenzi felici , di gorgoglii di mare, di scogli solitari e di aquiloni in volo nei cieli da baciare. Adesso lui lo sa.

Un cielo di poesia 2013

175


Antologia di poesia contemporanea

di Gemma Tisci Nel mio pensare in breve ho rammentato l’armonia dei suoni. Ho ridestato l’apatia degli anni, che son trascorsi lenti e perversi. Persi in giochi e sogni sempre uguali. Le bocche avide delle mie angosce che si nutrivano dei pensieri sono ormai andate, lasciando spazio al vuoto del mondo e alle speranze. Di quanta saggezza mi son vestita. Correndo veloce mi perdo nel nulla dell’esistenza che incredula osserva il mio percorso.

Un cielo di poesia 2013

176


Antologia di poesia contemporanea

di Tiziana Tius Dell'oscuro inverno ghiaia nera fra i denti traverso cui la luce tenacemente spinge fra le unghie del tempo srotola cambiamento.

Un cielo di poesia 2013

177


Antologia di poesia contemporanea

di Karen Tognini Un sole nuovo per tutti noi Siamo anime bagnate da pensieri reali sommersi da onde anomale in un mare di carta nera. Raccontiamoci un nuovo sole per sognare lidi di luce desideri volanti in libertĂ  d'Amore raccontiamoci storie serene per non morire in un cielo plumbeo sognando ancora un tramonto Divino dove l'oro all'orizzonte brilla per tutti noi.

Un cielo di poesia 2013

178


Antologia di poesia contemporanea

di Roberta Tomaselli Regarde! Regarde! Elle frissonne, tu vois… Son coeur s'est évanoui Son charme a pris la place Du ciel qui resplendit. Des milliers d' étoiles! Il y en a une Qui renferme son visage, Qui garde dans sa lueur La beauté de ses yeux. Eclat de rire! A la clarté de sa présence Le monde aussi frémit. Elle est dans l'air et parle Le murmure du vent.

Guarda! Guarda!/Rabbrividisce, vedi? …/Il suo cuore è svanito/La sua bellezza ha preso il posto /Del cielo che s’illumina/Migliaia di stelle! Ce n’è una/Che trattiene il suo viso/Ferma nel suo bagliore/La bellezza degli occhi./Scroscio di risa!/Alla chiarezza della sua presenza/Anche il mondo freme./Lei è nell’aria e parla/Il mormorio del vento. a sua figlia Fosca

Un cielo di poesia 2013

179


Antologia di poesia contemporanea

di Maurizio Trapasso Medusa Tu e io e la spina di saperci mortali, e la gloria di sentirci uno stesso corpo di luce, e il desiderio di cadere bocconi nella trappola accecante di un sogno. Investiamo le ali. Ăˆ tempo di combattere i credi e complicarci in matasse d'aria. Vieni, spieghiamo le labbra sulla carne muta di un delirio, cauterizziamo la linfa grigia che interroga le arterie della notte. Senti il fiore selvaggio germogliando dal corpo della poesia? Cadranno un giorno dal bicchiere dell'albero memoria mille uccelli di nebbia, e si andranno diluendo le risposte; annegherĂ  la liturgia dei baci su un bicchiere ebbro di disgusto, e romperanno la sua corolla tutte le rose dell'apocalisse. Dorranno le ore, ma non sanguineremo.

Un cielo di poesia 2013

180


Antologia di poesia contemporanea

Ci saremo tatuati una treccia di luce pura nelle tempie, e dormiremo in violini di silenzio. Intaglieremo parole di fuoco nella cenere, benché la serpe abbia inoculato la sua testa di coltello nel rampicante grigio dei nostri nomi, perché avremo collocato specchi di acqua nella lingua della verità, e nuoteremo nel suo ventre bianco, finch�� Medusa continua ad agitare la sua coda di catrame sui denti dell'Eternità.

Un cielo di poesia 2013

181


Antologia di poesia contemporanea

di Lorena Turri L’immenso silenzio C’è l’immenso silenzio del mare dentro l’ossa che giungono a riva e nei volti dispersi dall’onda c’è l’immenso silenzio di Dio.

Un cielo di poesia 2013

182


Antologia di poesia contemporanea

di Antonio Vernile Miraggi di luce Inseguo un sogno tra riflessi arcobaleno di candore piumato e colori variopinti. Inseguo l’alba luce riflessa nei miei occhi per un nuovo giorno ‘un giorno nuovo’ Si… un nuovo giorno ad accender un cuore risveglio da un torpore invernale armonie… movimenti… pulsazioni Si sente un rintocco un ruscello di pensieri volano… e lassù… Miraggi di luce E ti chiamo ti urlo ti… amo il sogno le sue tracce Segno il cammino molliche nelle tasche mi accompagna un folletto birichino allegro impertinente. Oggi un litigio un piccolo ma profondo solco nell’abisso del mio animo a percuotere l’indifferenza a frustare la presunzione Una lacrima conservo un sapore d’altri tempi posta su labbra umide calde terribile destino d’attesa che gioia unirsi ad altre. Lacrime ancora separate da un viso splendido solare intenso come carezze sotto coperte due amanti sguardi e consensi Inseguo un sogno Forse… un miraggio Forse… un’illusione. Un cielo di poesia 2013

183


Antologia di poesia contemporanea

di Roberta Eowyn Viotti Le lucciole C’è il nulla dentro un’Ossessione un’ombra gravosa di giganti - tronchi di cappi il manicomio che vanta un dominio un teatro fiorito di lapidi il ventre bianco di una evirazione. E c’è una meraviglia - il tuo sospiro il mio nelle lucciole fra le porte brevi e tremanti come un primo bacio.

Un cielo di poesia 2013

184


Antologia di poesia contemporanea

di Annamaria Virgillito Il nostro tempo C'è un tempo chiamato oltre, è il tempo di chi vede l'essenza il tempo dei non ti vedo ma ci sono, non parli ma ti ascolto. Il tempo dove tutto si ferma e dove tutto si colora ... e si scolora, di chi non sa riconoscere il confine, perchÊ vive dei non limiti e a volte fa male‌ E' il tempo di chi bacia a occhi chiusi il sapore dell'irreale, il tempo del girotondo di parole, tra quei sorrisi quasi accennati, tra i sogni confusi. E' il tempo di un abbraccio strappato, di emozioni tatuate sulla pelle, sotto il chiarore della luna e delle stelle E' tempo di chi chiede ancora al tempo, un istante infinito, che possa contenere e trattenere, "il tuo tempo"e "il mio oltre"...

Un cielo di poesia 2013

185


Antologia di poesia contemporanea

di Michela Zanarella Qualcosa di noi Anime nude appese a un filo di poesia. Parole e sospiri, emozioni addolcite d'inchiostro che non invecchiano e si specchiano nell'immortale sapore del tempo. Qualcosa di noi rimane tra fogli di carta e pareti di cenere e cielo tra cera e colori uniti nel vento. Distanze d'amore sciolte nell'acqua da un solo battito di ciglia che profuma d'eterno. Qualcosa di noi chiede l'istante sapendo giĂ  il nostro destino.

Un cielo di poesia 2013

186


Antologia di poesia contemporanea

di Mara Zilio E' uragano di passione Trema questa carne, s'inchina al tocco di polpastrelli leggeri, tambureggiando disegnano su pelle nuda nuvole di desideri, tra le mani trattengo attimi e respiri, i nostri corpi si parlano amandosi e labbra mute orlano trame su occhi in tempesta - è uragano di passione -.

Un cielo di poesia 2013

187


Antologia di poesia contemporanea

di Italo Zingoni La nostra sorte Accadono le cose in successioni anomale che ci scoprono di norma impreparati non ci appartiene ancora la sicurezza dell’attimo futuro l’attesa di un evento che sia certo ci troviamo in sosta di fronte all’arco di un cielo inesistente che assume una forma pura d’infinito immobili come statue scolpiti dalle nostre solitudini ognuno con la sua ombra disattenta siamo lo spazio che ci contiene vivi appena il tempo di un respiro e acqua che ci passa tra le dita aperte non cerchiamo spiegazioni neppure alla morte che ci sfiora se non quella che il destino forse ha avuto ancora un dubbio sulla nostra sorte.

Un cielo di poesia 2013

188


Antologia di poesia contemporanea

di Sara Zucchetti Il risveglio Respira profondamente il vento e vaga tra i rami spogli addormentati. Apre l’alba di una luce soffusa negli occhi che si dischiudono. Il silenzio della notte svanisce mentre un battito d’ali rinasce nel cuore. L’anima sfiorata dai pensieri abbandona i sogni. La voce delle emozioni apre il canto alla vita, che spera nella melodia della reale serenità.

Un cielo di poesia 2013

189


Antologia di poesia contemporanea

Un immenso GRAZIE agli Autori Abate Maria Pina Acireale Sara Maria Rosaria Addis Teresa Aita Angelo Albora Marinella Alleri Mirella Ambrosio Maria Ancora Roberta Bakhshieva Natalia Balossini Eric Barrasso Antonino Basili Graziella Belfiore Mariapina Bellizzi Alessia Belloni Paola Bergera Tonino Bianchin Patrizia Borrelli Celeste Borrello Lucia Bosca Paola Buono Mariella Buono Nunzio Capitanucci Vincenzo Capizzi Eloise Cappa Armando Cappelloni Gastone Caprio Antonella Caputo Antonietta Caramazza Carmen Carniero Anna Carniti Emanuela Carrieri Tina Cartisano Annamaria Caviglia Adriana Cenciarelli Silvana Centofanti Lorena Chiro Lina Ciancia Mario Bruno Cimini Eleuterio Citarei Loretta Margherita Clemente Rita Colacrai Davide Rocco Colasanto Annarosa Collini Anna Collura Paola Comitini Marcello Cotugno Matteo Dadone Antonella D'Andrea Francesca De Angelis Enrico Maria De Felice Sandra De Iudicibus Rosalba De Maglie Assunta De Sanctis Marina De Santis Massimo Dei Elisa Della Porta Momo

Dell'Occhio Daniela Denaro Grazia Di Caro Valentina Di Liberto Marilù Di Salvo P. Antonella Di Vona Rosalba Distefano Salvina Donà Franca Edang Emile Ensoli Patrizia Evangelista Siria Fasanaro Maristella Fasani Pietro Erasmo Fiaschi Giancarlo Fiengo Elisa Fontana Rebecca Fracasssi Giovanna Fusco M. Maura Galibardi Concetta Garofalo Gerardo Gazzaniga Rosanna Gentile Daniela Ghiribelli Francesca Gilioli Luca Giovinazzo Maria Pia Gorgoglione Ruggiero Granado Francesco Grasso Giusy Guarino Leo Iannone Agnese Intruglio Angela Maria Izzo Michele Jacono Ada Kospan Tony Latini Giuseppina Lettini Michele Rocco Libero Adele Licata Melina Linguanti Salvatore Lollo Gianni Lovato Marina Lubrano Rosario (Hamid) Lucciarini Loriana Lupi Daniela Maggiolo Alessandra Manna Maria Mantello Andrea Marino Fiorenza Ornella Marzano Roberto Merletti Angela Merlino Biagio Merola Lucia Micelli Maria Minciullo Maria Elena Moceo Cesare Morandi Marco Morganella Genoveffa Genni Mosca Silvano Musicco Mirella Mussio Tamara Vittoria

Un cielo di poesia 2013

190

Musu Katia Mutarelli Fatima Negro Federico Nenna Domenico Nicosia Giuseppe Noce Massimo Palladino Antonio Paris Lorena Pascucci Nadia Paterini Samuel Pellegrino Grazio Pettineo Calogero Pireddu Daniela Pittalis Silvestra Pozzi Rosy Prenna Michele Revellino Monica Ricossa Paola Rispoli Giovanna Roberti Pierfrancesco Romanetti Maria Romano Carlo Romeo Teresa Romito Annamaria Rosanova Filomena Ruggiero Michela Russotti Caterina Saegi Salvo Saiu Alba Santurbano Tania Stetari Finitus Infinito Scivoletto Maria Secondin Paola Selene Medici Valentina Serio Anna Siene Nadja-Florence Simonetti Emilia Sirolla Marina Somerova Vera Stanzione Rita Stelitano Antonella Tafanelli Rosanna Tagliente Grazia Talabà Mihaela Tarascio Grazia Maria Tatham Viola Tedde Maria Teresa Tisci Gemma Tius Tiziana Tognini Karen Tomaselli Roberta Trapasso Maurizio Turri Lorena Vernile Antonio Viotti Roberta Eowyn Virgillito Annamaria Zanarella Michela Zilio Mara Zingoni Italo Zucchetti Sara


Un cielo di poesia 2013