Page 1

Antologia di poesia contemporanea

Un cielo di poesia 2019 1


Antologia di poesia contemporanea

©“Un

cielo di poesia 2019”

è tutelato da diritti di autore a norma di legge ogni Autore si riserva i diritti delle proprie opere presenti registrazione:.posta-certificata@postecert.it

realizzato nel novembre 2019 da Matteo Cotugno ebookpoesia@libero.it http://vocidipoesia.blogspot.it/ http://poesiedimatteocotugno.blogspot.it/

Un cielo di poesia 2019 2


Antologia di poesia contemporanea

Prefazione Inizio con il mio grazie a tutti coloro che ci hanno permesso di giungere alla OTTAVA edizione di questa collana, i tanti Autori di poesia che hanno prestato e prestano con entusiasmo i loro testi alla lettura totalmente gratuita dell’antologia, vista la diffusione in formato elettronico come ebook nei maggiori portali internazionali. Ricordo a tutti che l'unico scopo di questi ebooks è di creare un luogo d'incontro di poesia, un luogo di scambio e di lettura reciproca, aperto agli appassionati, fruibile gratuitamente e liberamente grazie all'enorme possibilità concessa dalla rete internet e dall'uso degli ebooks on line. Ricordo inoltre che questa collana prende il nome di “Un cielo di poesia” perchè raccoglie poesie a tema libero, come il cielo. Ringrazio ancora tutti coloro che hanno aderito a questa iniziativa e gli appassionati lettori che dal 2012 seguono fedelmente tutte le antologie di poesia nelle varie collane: Alda nel cuore, Goccia a Goccia, InfinitAmore, Un cielo di poesia.

Matteo Cotugno

Un cielo di poesia 2019 3


Antologia di poesia contemporanea

Dedicato a chi ama la poesia

Ti ringrazio, cuore mio: non ciondoli, ti dai da fare senza lusinghe, senza premio, per innata diligenza. Hai settanta meriti al minuto. Ogni tua sistole è come spingere una barca in mare aperto per un viaggio intorno al mondo. ... Wisława Szymborska

Un cielo di poesia 2019 4


Antologia di poesia contemporanea

Sara Acireale Onde di mare Risplende l’acqua del mare come una stella cadente. Il pensiero è suggestivo dolce fremito m’assale. Vorrei trattenere i sogni ma si spezzano fra le onde. Mi tuffo nell’acqua, voglio ricomporli. Nel cerchio li vedo sparire. Sono onde di mare oscillanti suadenti che cullano sogni portati dal vento.

Un cielo di poesia 2019 5


Antologia di poesia contemporanea

Sebastiana Arca Europa Opulenta, come vecchia baldracca, sei stata inerme, adagiata sull'onda, abbigliata solo da una guarnacca e ignara di chi, tutt'intorno affonda. Ti è bastato nutrirti e ingoiare il dolce succo di velenose erbe, senza capire che eran da estirpare e corrompevano la mente imberbe. Inebriata, su rottami di pace, con il kintsugi hai colmato le crepe, vederle ora riaffiorar non ti piace che sian nascoste solo da una siepe. Non era d'oro, non era d'argento quel che hai usato per rimarginare. In quelle ferite hai fatto solo vento e l'odio hai contribuito ad alimentare. Sgomenta sei ora del risultato per orgoglio indietro non vuoi tornare. Ti tappi gli occhi e non hai calcolato che sei troppo avanti per ricominciare. Hai perso l'opportunità di unire le genti in un sol corpo, ma di banane e vongole hai voluto disquisire e gli occhi ci hai coperto con bandane. La tua bandiera è piena di stelle tutte uguali di colore e dimensione. Hai finto di trattarle come gemelle ma nel cuore rimangono Nazione.

Un cielo di poesia 2019 6


Antologia di poesia contemporanea

Luca Ariano

Ma davvero credevi fosse finita l’estate? Eppure l’hai cercata in campi di covoni, in cascine travolte dalla Storia... racconti di vite e famiglie. L’hai trovata in quel piatto di rane? Sai che provengono dai Balcani – come dopo una guerra – e tuo nonno in bicicletta con stivali, torcia e sacco nero non lo vedrai più. Bruciano foreste pluviali e nessuno bonificherà siti, stagioni di farfalle. Ci speravi in fondo di rivedere l’alba a letto con lei, la luce filtrata di baci, il suo volto uno sguardo di tela. Nelle vene sangue antico – dicono dell’equipaggio di Enea – e sulla pelle il riflesso di pitture rupestri, un verso di Virgilio: confusa per un incantesimo perduto nei secoli... tramandato da popoli.

Un cielo di poesia 2019 7


Antologia di poesia contemporanea

Antonella Ariosto Vita La vita non smette mai di sorprendere. Ti adagi tra il rarefatto tempo. Ti ripari dietro insondabili muri. Ti trinceri al riparo di inutili parole. La vita quando pensi di essere invulnerabile di non essere piĂš il suo bersaglio, le infinite difese sbaraglia nell'anima penetra inondandola. Puoi sorridere, puoi piangere ma inevitabilmente nella sua scia ti trascina. Travolta dagli eventi. Un cielo di poesia 2019 8


Antologia di poesia contemporanea

Marcella Attanasi Piano solo Una mano dolce, fluttuante... Un tasto bianco e nero su e giù a volteggiare, come una farfalla che cerca il nettare da annusare, appoggiandosi per nutrirsi di linfa. I fiori, la sua musica. Un suono alternato, dolce e setoso, trasparente e pulito... Una scala più veloce e dura, lo rincorre... strappando gli artigli alla paura. Sogno e desiderio di libertà. Un cavallo solitario che trotta felice nel vento... La sua chioma ebano si scompiglia leggera. Come al rallentatore di un film, di una moviola. Gli zoccoli ferrosi attraversano le onde lievi di un mare fermo. Ora la calma avvolge il paesaggio. Ma il suono lento lascia il posto all'incedere incalzante di viole e violini. Le corde tese, dapprima rigide e impetuose, poi simulano dei sospiri... sempre più intensi, quasi affannosi... Risale nell'aria un sibilo acuto che colma la stanza di eccitato stupore, irradiandosi nell'anima un po’ assopita e priva di calore... un brivido scorre lungo la schiena raggiungendo i meandri più nascosti del mio cuore malandato. Pura emozione nel risalire in volo con le note tutte insieme a riempire questo vuoto. Salire e scendere da una scala infinita... Lo stesso movimento che rende felice un bimbo sull'altalena che nonostante privo di ali, si libra con grazia scomposta... e impara a volare. Silenzio. La musica è il mio assenzio. Un cielo di poesia 2019 9


Antologia di poesia contemporanea

Natalia Bakhshieva

Tra il silenzio della preghiera e le acque salmastre di lacrime traspare il respiro d'un'esistenza di lineamenti docili e placati. Poso uno sguardo gentile sulla dimora dell'anima pallida ma gaia. Riempio la caraffa vuota alla sorgente di vita e bevo a piccoli sorsi l'immortalitĂ del mio cammino.

Un cielo di poesia 2019 10


Antologia di poesia contemporanea

Giovanna Balsamo L'ultimo baciamano Alla vista del capo canuto, del volto esanime ed esangue... lui le si avvicinò e per un attimo gli parve ch'ella dormisse. Dolce fu l'illusione, belli i ricordi. Un giovane e flessuoso corpo, sulla pista da ballo lui vedea. Al susseguirsi delle note, leggera come fiocco di neve. in tutù sul lago di specchi, ella volteggiava e danzava. Tanti i ricordi, diversa la realtà. Come piuma sul letto di rose, giaceva un'anima, del corpo priva. Lui galantuomo si protese in avanti s'inchinò verso la sua dama e in punta di labbra un bacio sulla mano le posò. Ella sulle punte dei piedi si alzò, un volo verso l'alto spiccò e Angelo diventò. Volteggiando portò con sé chissà quanto lontano, il sapore di quell'ultimo baciamano... Un cielo di poesia 2019 11


Antologia di poesia contemporanea

Maria Luisa Bandiera Silenzi del mattino Spunta l’astro al di là del monte tiepido si mostra al mattino nei suoi obliqui raggi, si fa poi più caldo al giorno in questo primo mese d’autunno settembrino. Ondeggia una bianca piuma mossa da un refolo di vento che spira piano e lento, pare sospesa nell'aria ma poi si posa e spicca, come sposa sul verde prato. Cedono gli alberi come ornamenti le caduche foglie di giallo vestite che abbandonano il ramo, è tempo di adagiarsi al suolo. V’è tanto silenzio intorno!

Un cielo di poesia 2019 12


Antologia di poesia contemporanea

Anita Barbaglia Tra eleganti pagine Tra eleganti pagine patinate scorre liquida la fantasia dentro dimore diversamente raffinate talora blasonate quasi incantate. L’irreale gioco nel bello allenta il nodo soffocante dell’ovvietà. E alimenta forse l’anelito disarmante di rivoluzione.

Un cielo di poesia 2019 13


Antologia di poesia contemporanea

Daniela Barbero (Duda Dada)

Per ogni rosa da te regalata una spina conficcata. Amaro amore che amore non eri.

Un cielo di poesia 2019 14


Antologia di poesia contemporanea

Michele Barile Cosa sarò per te So d’essere io autunno, so non sarebbe più tempo ma tu farfalla hai risvegliato la primavera Allora aspettami non stare ansiosa dietro roventi vetri Sboccerò e sarò fiore, fiore di campo, sacrilegio osare raccoglierlo eppure mai assente nell’icona dei santi ai bordi delle vie Sarò fiore del colore che vuoi mi abbraccerai felice di trovarti fra le braccia mie So d’essere addormentato ed è autunno e non sarebbe il tempo ed è soltanto sogno ma tu sopra il mio cielo farfalla d’amore ed io sogno, sogno d’essere il fiore che verrai a spillare. Un cielo di poesia 2019 15


Antologia di poesia contemporanea

Francesco Leon Bassi (9 anni)*

Ti accoglie la pioggia In autunno, quando vai a dormire, senti ticchettare, senti l’acqua scorrere come un fiume. I ticchettii vengono interrotti da tuoni e fruscio di rami. In autunno, quando vai a dormire, ti accoglie la pioggia.

pubblicata col permesso del genitore Silvia GiampĂ

Un cielo di poesia 2019 16


Antologia di poesia contemporanea

Gesi Belardi Infinita emozione Ti stringerà così forte da ricomporre il tuo cuore in un'unica, INFINITA emozione. ...e in quell'abbraccio infinito da Anima ad Anima, l'essenza del nostro esistere. L'essenza di un attimo che può lasciarti addosso il suo profumo... per sempre.

Un cielo di poesia 2019 17


Antologia di poesia contemporanea

Annalisa Belnome "Questo nostro mare" (in memoria di Vito)

Navigare l'immenso blu, richiamato dal canto del vento. Impregnarsi del suo profumo e dei riflessi argentei. Come vagabondo solcare l'orizzonte, non per fuggire ma per immergersi in una comunione, di speranza. CosĂŹ come l'alba rischiara l'oscuritĂ della notte, le stelle lasciano posto al sole per splendere sui ricordi. Cullati dalle onde e restituiti alla riva, s'imprimono nella sabbia.

Un cielo di poesia 2019 18


Antologia di poesia contemporanea

Roberta Benna

Se potessi disegnare un'ora ogni giorno un'ora che sia cosparsa della tua risata che giunge impetuosa, complice. Se potessi aggiungervi la cura che poni, delicata, rosa sbocciata tra le insidie di maggiolini ingordi, e la grazia dello sguardo perso nel mare che ti attraversa coi suoi tumulti ondosi, inquieti e quieti... Se potessi ogni giorno disegnarti almeno un'ora di tutto questo, avrei concesso un soffio di tempo in piĂš. Ma lo avrei fatto ogni giorno.

Un cielo di poesia 2019 19


Antologia di poesia contemporanea

Mirko Bertelli Due nastri musicali Altri orizzonti non visti Ho suonato due chitarre per sentirti Tu eri lĂ In un matrimonio mai cercato Ti ho voluto ancora Ti ho pregato vicino Di smeraldo le tue labbra In un ristorante la tua rabbia Fai come me Vivrai un'altra volta Dentro il barattolo ci sono sapori Positiva la tua reazione Non assaggiare la follia Non serve a niente Saremo due nastri musicali Uniti correttamente

Un cielo di poesia 2019 20


Antologia di poesia contemporanea

Grazia Bianco Liberamente libera Una vita lunga e senza fine metri di dolore cronico stoffa marcia di sentimenti aridi vestito di rovi per chi amare voleva! Tu Donna! Una tristezza immensa ha invaso il tuo cuore ha arginato la tua vita in una valle di solitudine hai votato il tuo destino ad una piaga putrescente. Una vita di speme e desii una voglia di essere piccina un pensiero adolescenziale un movimento di Donna! Lacrime amare e salate han solcato la pelle ora stagnano nelle pieghe dei sentimenti ora sei Donna! Riscattare il tuo delitto omicida della tua Vita la pena hai scontato ora sei liberamente libera!

Un cielo di poesia 2019 21


Antologia di poesia contemporanea

Elena Bonadies L'età La tenevo lontana dai miei pensieri, cercavo di respingerla. Non per vanità. Ma la primavera passa in fretta, e anche l'estate, così, con mio rammarico, lei e l'autunno piomberanno all'improvviso, rallentando il mio cammino. Anche lui, lo specchio, che mi è sempre stato amico, quando arriva lei, lo mette da parte. La sentirò sfiorare il mio viso lasciandomi segni sulla pelle, ma ho deciso di essere serena, di imparare ad amarla, perché tanto lei non sa aspettare. Lei, sempre... vincerà.

Un cielo di poesia 2019 22


Antologia di poesia contemporanea

Katia Bonanno

Succede talvolta un bagliore d'estate un raccoglimento morbido dolciastro come l'odore di luppolo. Scava il sole pietre levigate ossa bianche stese ai confini. Buca un albero il cielo. Sottoterra radici aggrovigliate.

Un cielo di poesia 2019 23


Antologia di poesia contemporanea

Rita Bonetti Vele Il tempo delle carezze scioglie di sete la carne colma giovani sentieri di insolita pazzia Come stormo di uccelli taglia il cielo di azzurro apparente di azzurro inesistente Fragore sordo cade il ramo dalla ferita getta le foglie al volo Sono vele spiegate orfane di approdo spinte da fiato notturno nel mare senza urlo.

Un cielo di poesia 2019 24


Antologia di poesia contemporanea

Loredana Borghetto Ardono roghi Ardono roghi nel nostro medioevo freddo come il display di uno smartphone bruciano dignità umane residue avanzi di pensiero con eretiche utopie bruciano uomini invisibili nel tempo dell’ostentata visibilità bruciano il passato e il futuro nel cratere di un presente spento ardono roghi nel nostro medioevo e noi dal brusio delle ustioni ci proteggiamo con unguenti di distratta assuefazione.

Un cielo di poesia 2019 25


Antologia di poesia contemporanea

Daniela Borla Canzone di lune e gonne Per te scrivo canzoni Per la tua voce Per il tuo sguardo Non basta la poesia Per te scrivo canzoni in queste note Di lune nuove di lune piene Nelle mie note di gonne lunghe Io scrivo di te intorno alla luna Per te scrivo il suono della tua voce Il rumore del tuo respiro accanto Scrivo di te e del delirio dei momenti Delle tue mani sui fianchi accesi e sui capelli In queste note di lune nuove di lune piene In queste mie note di gonne lunghe Attratte dalla luna da richiami remoti Scrivo di te scrivo per te e con te E quel caffè bevuto insieme Invece no ma fa lo stesso E del sapore aspro nella gola Del tuo sorriso scrivo, o era risata? E quando dici - Solo il viso da guardare, solo quello -.

Un cielo di poesia 2019 26


Antologia di poesia contemporanea

Angela Bosco Tu... la fragranza che resta! Tu goccia cristallina nell’animo mio! Sguardo oltre i miei orizzonti occhi dentro me. Tangibile nel cuore e nella mente! Sei i miei giorni i passi del mio cammino la carezza vellutata la fragranza che resta. Tu il respiro all’alba il battito profondo il sospiro di momenti il rimpianto la passione forte e incontenibile. Sei le ali del tempo il mio nido l’abbraccio nel mio tutto il sapore spumeggiante di un’ondata di desideri lo spazio infinito che mi sovrasta e mi libra nel cielo della vita!

Un cielo di poesia 2019 27


Antologia di poesia contemporanea

Marinella Brandinali Fragile foglia È giunto il tempo del respiro, io, fragile foglia attaccata al ramo, assorbo, quest'aria che mi fa muovere dentro. Inquietudini, parole e sospiri, rimarranno sospesi come corpuscoli in viaggio. Come anima mi faccio fiamma e giaccio, incapace. Così la mente mia, nel turbinio s'invola senza proferire suono. Eppure il respiro mi allenta il cuore, lo rende migliore. Di questo tempo senza azzurro, non voglio che rimanga traccia, né su di me, né sulla faccia, non voglio mani tese, ma solo sorprese, che mi sciolgono la linfa che ancora rimane, in questa foglia che non ha colore.

Un cielo di poesia 2019 28


Antologia di poesia contemporanea

Francesco Bugnola Resistenze Emissione d’attrito vocale deteriora e modella coscienze personali individuali intime interiorità sconnesse passionali rituali portavoce causa di dolore. Pelle d’umano dolore, eco civile società sommerse d’avidità colloquiale percussioni temporali future riesumano dormienti anime che cantano l’ardore resistenza che il bullo zittisce, sgretola.

Un cielo di poesia 2019 29


Antologia di poesia contemporanea

Maria Eleonora Buonfantino Amore Eterno Vivo da sempre con questo Immenso Amore nel cuore che mi ha guidata nel percorso della mia vita e non mi ha mai lasciata neanche un minuto. Ormai è diventata parte di me e ciò che è più bello è che non ne conosco il perché.

Un cielo di poesia 2019 30


Antologia di poesia contemporanea

Emanuela Calì Metà di me Non avevi più potere di Domenica e come rito di passaggio cucivi le piogge inaspettate, tra federe stese in giornate di foglie cadute su cui leggiadra rallenti fuori tempo se vuoi parlarti. E senza il timore che il buio calcasse i tuoi sbagli, enjambement nel bisogno del mare e sinossi di specchi in salita, ad un pugno dai robusti germogli sedevi ad osservare quella felicità.

Un cielo di poesia 2019 31


Antologia di poesia contemporanea

Stefano Camòrs Guarda Forse poi Forse, poi, non ci saranno più balconi per noi, ma la luna nessuno la potrà domare, e sarà lei a venirci a cercare. Forse non saranno più pareti a cingere il nostro letto, pittureranno i soffitti solo le stelle. Dalle camice inamidate sbiadite dal sole, affioreranno i sorrisi dei nostri sogni, ripetuti nei giorni e nei nostri affetti. Sarà il tempo che tutto dovrò lasciare, anche il tuo sguardo seppur controvoglia, ma non quel calore, ci tenevamo la mano.

Un cielo di poesia 2019 32


Antologia di poesia contemporanea

Luciano Capaldo Eterea Fragole di tessuto accarezzano la tua bellezza. Come in un etereo vapore i sogni svaniscono. S’infrangono come rosee onde su spigolose nere barriere frangiflutti. E tu... vivi, mentre io tramonto ...nella tua imprendibilità .

Un cielo di poesia 2019 33


Antologia di poesia contemporanea

Arianna Capirossi Viaggio Sguardi, mani, pensieri voci s'incrociano durante il viaggio. I treni, gli aerei o i nostri passi ricamano storie sulle terre attraversate. Ogni viaggio è vincere le proprie barriere, è un salto oltre le colonne erculee del proprio mondo. Ogni viaggio racconta storie di speranze, lacrime, pensieri d'amore o d'amicizia, desideri di riscatto, di scoperta e conoscenza. Ogni viaggio fa fiorire in noi nuove mete, apre stagioni di vita e inediti orizzonti. A volte per partire serve coraggio. E allora buon viaggio a chi parte per sempre o - come Ulisse - per tornare, pronto a trovare nell'altro un po' di sÊ. Un cielo di poesia 2019 34


Antologia di poesia contemporanea

Antonietta Caputo Nonna raccontami... Ancora ti sogno, e rivedo me bambina seduta sulla piccola seggiola - ( che ancora conservo) china sul tuo grembo è ora la mia testolina. Ore di coccole, favole e racconti, e le tue mani che asciugano il mio pianto; in quella casa di Via XX Settembre. Di te mi resta tutto l’amore che mi hai trasmesso; nella bontà che ti portavi addosso... Separarci non è stato facile, mentre preparavi piangendo una piccola valigia con dentro tanti ricordi... e, i miei quattro stracci. _Quanto dolore in quel treno che mi portava a Milano_ Di te, in me resta, il nome, due occhi verdi sinceri che osservano il mondo con poesia, nel dolce ricordo di quando tendevi la tua mano stringendola forte nella mia. Un enorme cuore, come il tuo il mio... che nessuno mai ci porterà via. _Memorie di un tempo mai scordato_ Nonna; raccontami ancora... Ovunque tu sia... Raccontami; dolce cielo di poesia.

Un cielo di poesia 2019 35


Antologia di poesia contemporanea

Maria Caputo E' subito autunno Nel sospiro del vento, a salutarti estate, con la bisacca piena di sole, a piedi fino ad un tramonto. A scartavetrare i ricordi, su vetri sporchi, bagnati. Ed è subito autunno... Con un pennello, colori dorati, tra la pioggia e l'odore di vino, di fretta, sguazzati. Cadranno, ad una ad una, le foglie, gialle, smorte, con l'inverno alle porte e per vederti, o sposa, di fiori, vestita, un altro anno dovrà passare!

Un cielo di poesia 2019 36


Antologia di poesia contemporanea

Valentina Carinato Un nastro rosa Per me che un nastro rosa stava sulla porta e poi fermava le treccine birichine e fece da micro cintura per la mia bella figura e ora sul capo per mascherare il cancro. Non chiedo altro che di vederlo bandiera quando avrò vittoria quando avrò gioia vera.

Un cielo di poesia 2019 37


Antologia di poesia contemporanea

Mery Carol L'amore secondo me Ogni amore ha una storia E ogni storia una vita Tanti amori, tante vite. No, non per me! L’Amore è fiamma Che si autoalimenta, Arde, splende, scotta Fino a far male, molto male. L’Amore è immensità È splendore che ti veicola Nelle spire dell’universo Senza promesse e senza rimpianti. L’Amore splendido divampa E non v’è diluvio che lo spenga È l’Amore della vita e del dopo. Se ammantato d’una coltre di cenere È lì che palpita, respira, anela Pronto a risorgere per la vita e oltre. Non ha bagliori un diverso amore. Non vedo altre vite possibili. I fuocherelli facili da accendere Altrettanto facili da spegnere. Sono barlumi, lampi Sono attimi di vita, Non un’altra vita.

Un cielo di poesia 2019 38


Antologia di poesia contemporanea

Annamaria Cartisano L’età unisce qualsiasi razza (lettera a mio fratello)

Giovane fratello, ancora non comprendi quanto la vita ti suggerisce indaffarato come sei a divorarla. Questa tua vita che ti confonde e ti regala attimi di fragilità e follia che governano i tuoi pensieri. Giovane fratello, tu odi, tu uccidi chi ha pensieri differenti dai tuoi denigrando la loro anima, disonori cosi anche chi li ha generati, chi ti ha generato. Giovane fratello tu dimentichi che sei nato nello stesso identico modo, tu dimentichi ciò che ci fu detto prima che nascessimo “ Siamo tutti dei racchiusi in un’anima sola”, venuti al mondo cantando rimasti per danzare, sii felice per questo, non aspettarti mai niente da nessuno così la vita ti sorprenderà, guarda il cielo, il tuo, il mio, uguali, respira a fondo il ruggito del mare respira a fondo il silenzio del bosco respira a fondo il profumo della terra e risplenderai anche dietro le nuvole le tue, le mie. Un giorno l’odore della terra matura sarà su di noi sulla saggezza dei nostri capelli bianchi, un odore che saprà di buio un odore simile alla morte che sarà poi vita nella luce dove l’età unisce qualsiasi razza. Un cielo di poesia 2019 39


Antologia di poesia contemporanea

Maria Antonietta Cassaro Si fiorisce Luce che scivola a specchio e squarcia la notte e della mia notte sfonda gli argini e dei miei semi rinforza le radici. Si fiorisce cosĂŹ tra buio e tremolii e si sta ad aspettare che il sole s'innalzi.

Un cielo di poesia 2019 40


Antologia di poesia contemporanea

Alberto Castrini L'urlo C'è un ciuffo d'erba consueto, per strada s'ostina a perforare l'asfalto grigio. Un urlo per la vita! Sfida il prevedibile, i “l'avevo detto”, disprezza le statistiche, supera le ombre morte perché anela alla luce.

Un cielo di poesia 2019 41


Antologia di poesia contemporanea

Rosaria Catania Il mio dire... Nel silenzio la leggerezza esalta, s'accompagna aggrappata ai sogni. Piccolo universo di versi astratti, scritti di getto, fra illusioni e realtà, un immaginario fantastico, astrale, regala, quell'oppio amoroso che stordisce. Occhi d'adolescente si perdono oltre, sul lontano paesaggio che fa fuggire, la visione reale, ritrovar odori, sapori, emozioni. Scivolar fra nuvole di pioggia luminosa, riuscir ad afferrar, quel raggio di sole, là, dove si è nascosto, dietro quel prato di rose rosse, galoppando in groppa all’arcobaleno. Correre veloci,afferrandone i colori per la coda, riflettere, bere come acqua fresca, dentro la sua chioma dorata, tutti i pensieri, su quel foglio bianco... Lindo pulito, scarabocchiarlo di nuove sensazioni. Un velo di malinconia si impadronisce in me, la penna silenziosa tace e riposa. Intorno agli occhi colmi di gocce di cristalli, nascondendone il turbamento, del cuore palpitante. Un colpo di fulmine, penetra in te, ti sei innamorata. Pulsa, vuole nascere, ecco il suo vagito,è femmina,bella. La poesia si è materializzata, in tutta la sua fragranza, odor di mare, onde e montagne, praterie, boschi e colline. Il suo pianto, in un grido di gioia alla vita, un segno dell'anima che si fa ascoltare, restar stupita frastornata, per proseguir al di là del tempo, in ogni luogo. Il mio dire...

Un cielo di poesia 2019 42


Antologia di poesia contemporanea

Adriana Caviglia Una nuova luce La banalità dello scontato mi e’ proibita, rimbalzo sulla realtà mi vesto dell’imprevedibilità. Cassandra del mio destino, se mi voltassi diverrei come la moglie di Lot. La tortura del vivere così in fondo mi trascina: il soffrire appartiene all'esistenza. Mi vedo, mi riconosco e sorrido. La scelta e’ suprema, ma certe volte mi e’ proibita e, come l’esteta, scelgo le mille scelte della passione, investendo in esse tutta me stessa, non elemosino nulla alle mie arti: una tormenta forte. Esigo troppo da me... Il coraggio mi veste di luce, il fuoco che m’arde non brucia anzi genera freschezza: un roveto luminoso dissacrato panteistico Dio. Il taglio fa sanguinare la pelle dell’anima ma fertile il liquido di pizzo adorna le mie piante, le fertilizza. Un universo splendidamente razionale, eticamente, laicamente, consapevole. Sfere incandescenti illuminano il mio cielo, riempiono lo spazio vuoto di fulgidi meravigliosi pensieri.

Un cielo di poesia 2019 43


Antologia di poesia contemporanea

Patrizia Cenci L'immenso L'immenso si apre a me e mi segna la via non piĂš oscura nĂŠ temuta. Io volgo lo sguardo ove la scia ancora si distingue e si perde pian piano. Silenzio odo l'anima si immerge nella pace si sente libera e leggera. Sintonia di suoni e di momenti, di emozioni e di perduta ragione, di amori folli e folli gesta! Silenzio odo attorno a me e una sola unica voce entro me che insistente sussurra Amo te!

Un cielo di poesia 2019 44


Antologia di poesia contemporanea

Silvana Cenciarelli L'ulivo d'argento Ci perdevamo in corse fresche di complicità sui prati d’erba nuova e margherite. Il tempo non bastava a raccogliere i segreti sotto l’ulivo d’argento. Soltanto lui sapeva dei battiti impazziti e le parole strambe gridate all’aria... insieme. Amica mia, lo so, non sei lontana mi parli ancora e vivi nell’argento dei miei passi.

Un cielo di poesia 2019 45


Antologia di poesia contemporanea

Lorena Centofanti Anima inquieta Sono un'anima inquieta che tra le tue braccia si cala come luna nel pozzo soave ~ evanescente ~eterea. Un circolo vizioso. Una matassa complicata consumata da deliri senza fine. Fuggita via dagli occhi senza fretta. Adagio. Un respiro dopo l'altro. Sono il Veleno e l'Antidoto. L'ironia sui carboni ardenti. La preghiera celata nel battito di ciglia slegata ~ strappata ~ cascata su ogni "Non Detto" che in gola scivola. ASSETATA di carezze e vino DIVORATA dai silenzi delle tue parole.

Un cielo di poesia 2019 46


Antologia di poesia contemporanea

Maria Salvatrice Chiarello Inquietudine Cader nell’oblio... vorrei un istante, chiuder gli occhi nel lampo dei sogni svaniti. La brezza del mattino, un ricordo assopito. Lo sguardo, afferra il refolo del vento e fugace, attraversa il respiro degli anni, che hanno, cancellato il profumo dei fiori.

Un cielo di poesia 2019 47


Antologia di poesia contemporanea

Pina Chirulli Semplice amicizia Semplice è l'amicizia una vibrazione che unisce anime assonanti vite lontane eppur accomunate da fili invisibili. Lievi palpiti di farfalle variopinte che spiccano il volo leggere e soavi. Un breve incontro affratella e ristora Gli sguardi fugaci e i sorrisi delicati bastano a donare serenità . Una luce che si schiara limpida come ruscello di montagna un palpito che preannuncia lo sbocciare della primavera di esistenze che altrimenti sarebbero schiave d'un eterno inverno. Ora che l'autunno colora di variopinti caldi abbracci basterà la nostalgia a tessere le melodie dei sogni i gratuiti desideri d'una semplice amicizia. Un cielo di poesia 2019 48


Antologia di poesia contemporanea

Carla Composto La mia anima Cerco di non far rumore Rifletto nella mia anima un soffuso lamento Attimi di nostalgia prendono forma come Per magia, la mia anima si lascia andare Vuole di nuovo vivere e sognare. Cerco di non far rumore, mi adatto all’oggi, mi chino dinnanzi al destino, afferro con le mani il vento, ne vesto l’intento di riportar il corso della vita, come fiume, nel suo letto naturale. Cerco di non far rumore, scorgo tra le nuvole il sole, lo rendo partecipe del mio andar foresto, che illumini la strada prima che giunga il vespro!

Un cielo di poesia 2019 49


Antologia di poesia contemporanea

Matteo Cotugno Onda luna Questa onda fonda resta non affiora sfiora il cielo - Mai ci sei? Ehi rispondi! Onda immersa persa in fondo proprio lĂŹ... sĂŹ nel cuore. Taglio sbieco cieco il cielo ma tu sei luna e resti accesa sospesa e viva illusa e vera a sera fino al giorno al ritorno ritmato ti ho amato ti ho amato.

Un cielo di poesia 2019 50


Antologia di poesia contemporanea

Gabriella Cozzani Abbracci sconosciuti Forti mani afferrano sicure i tentacoli del male e chiudono in gabbia soprusi e crudeltà Le catene dell’inganno sono vinte da uomini leali tra onde di un mare ribelle e insofferente Piano piano si alzano i profumi della vita vera... Tra onde di un mare sicuro ecco... all’improvviso una carezza colorata di pace: sa donare amore tra gli ultimi lampi di odio e schegge di pazzia Tante le voci accolte dalle rocce Restano i sogni aggrappati agli scogli... Mani in attesa di un’alba diversa Speranza di pace in un abbraccio sconosciuto

Un cielo di poesia 2019 51


Antologia di poesia contemporanea

Gennaro Crovella Nel mio silenzio Sono con il mio silenzio e sento che non è silenzio ma un tumulto di pensieri. I miei e i tuoi insieme fanno un casino da morire che a sbrogliare non v'è tempo. Dentro c'è anche l'amore che non ci può stare, ma lui testardo non va via. Amo la pace, lo lascio stare. Lo lasciamo stare tanto non fa male a nessuno, solamente a noi.

Un cielo di poesia 2019 52


Antologia di poesia contemporanea

Maria Clotilde Cundari Vuoto Il tempo passa fuori di me ma dentro si ferma in quell’attimo in cui si perde qualcosa o qualcuno importante. La vita continua fuori di me ma dentro si spegne, il ricordo sostituisce la realtà che fa male e mi aggrappo al pensiero di un … quando … Eppure so bene che le cose finiscono che gli amori svaniscono, che le persone si lasciano, ma quando poi succede resta quel vuoto che divora l’anima!

Un cielo di poesia 2019 53


Antologia di poesia contemporanea

Anna Maria Dall’Olio Homo videoludens sspazio steso lungo tempo che goocciola denso sì simile simulacro librasi libero liberamente anema e core (torna a terra!) la sostanza non è reale è visivo/virtuale pure il sistema è particolare reticolare! Fuor da sé

jouer

non fa per tre s’allontana

si discorsivizza si banalizza ruolo è dato il gioco si gioca il jouer mondo è mutato loop s’avvita s’avvince loop natoperfetto ora s’annuvola s’avvolge in voluta di riflesso pianto di luci fatto liquido fiore petroso schiuso al dentro Un cielo di poesia 2019 54


Antologia di poesia contemporanea

Elena D'Ambrosio Pioggia Sussurri eterni scandiscono le ore lente di questo tempo Riflessi colorati trapassano le ombre tra tende leggere al tiepido vento Gocce di pioggia sui vetri come rigoli d'acqua rinfrescano le mani giunte lavando l'anima Passo passo assaporo la brezza profumata di incenso tra intrecci di fiori e corolla Disarmante ed appagante sintonia risuona nel silenzio nascondendo le lacrime assordante eco d'universo Amo questa notte buia dal cielo torbido e nero mi regala carezze e come manto riveste la pelle calda l'umida pioggia tra gocce fresche che brillano di sole Timida e infreddolita aspetto che nasca l'alba piĂš bella. Un cielo di poesia 2019 55


Antologia di poesia contemporanea

Francesca D'Andrea "Sono invisibile ai tuoi occhi" Dritta aspetto. Osservo la fedele luna che la strada scioglie a te che da lontano viri. Quante folli albe sussurrano fragili la fine? Non mi vedi? Son qui e gioco col tuo viso. Piccola brezza, sono quel sale vivo, spanto sulle tue labbra e sono quell'eco che da te si effonde. Dalle ciglia al cuore sono io. Io, il tuo tormento, che t'ama dolcemente e canta. Un pugno e sono tua. Dopo, confusa e acerba aspetto di sentire il passo. Aspetto il sole mattutino che scuce la nebbia e asciuga l'umido mio pianto. Ritta aspetto te che da lontano viri.

Un cielo di poesia 2019 56


Antologia di poesia contemporanea

Sandra De Felice L'aria della pioggia dell'estate L'aria della pioggia dell'estate accarezza la mia pelle svestita, lieve accarezza i capelli lasciati andare sul cuscino, aria fresca che acquieta il torpore incandescente dell'anima. Dalla tenda ondeggiante alle calde mani e sugli occhi assonnati, spira l'aria fresca dalle braccia alle stanche gambe annunciando il riposo... Ristora i pensieri l'aria fresca della pioggia dell'estate.

Un cielo di poesia 2019 57


Antologia di poesia contemporanea

Giovanni De Gattis Mediterraneo Oh! Mediterraneo. Marenostro quanta follia paventa il mare, quanta disperazione accoglie il mare. Quanta ipocrisia sopporta il mare. In quell'azzurro d'immenso morire accogliesti quei coraggiosi eroi come il canto di poeti antichi condusse l'ardimentoso essere di altrettanti impavidi uomini alla ricerca della propria identità Nulla può il cocente sole, se non assistere a tanta inquietudine sparsa ovunque in quell'andare verso l'oltre. Quell'improbabile pensiero talvolta assente, in quel nostro mare amico. Oh! Mediterraneo. Marenostro. Ora il mondo intero t'osserva e giudica: “ conclamata tomba d'ignoti ardori” Eppure quell'azzurro, concede riflessione e una sommessa preghiera nell'eterna solitudine. Quanta follia paventa il mare quanta disperazione accoglie il mare quanta ipocrisia sopporta il mare. Barconi inzuppati d'ansia e d'incognita illusione s'apprestano a parlare al mare con parole confuse e senza senso a quel mare che, s'è preso quell'anima e quella gioia e quel sorriso che gorgheggia fra onde incoscienti infrante in una terra incognita e fra lo stupore d'increduli isolani. (gente di mare ospitali e fragili esseri). Mediterraneo è pieno di quel parlare!

Un cielo di poesia 2019 58


Antologia di poesia contemporanea

Assunta De Maglie Una storia nuova Dolce bimbo del futuro non più il perno ma effetto collaterale, comunque ora solo un punto marginale, o carta-paglia delle nostre paure, obbiettivo inerme di un mondo senza amore. Nel tuo sorriso c’è tutto l’arcobaleno, non parla mai straniero un tuo vagito, ma la tela preziosa del tuo mistero è già lisa di ogni egoismo terreno. Vorrei per te un tempo luminoso dove il sole baci l’approccio del pensiero e il vento pieghi i rami dell’odio mentre disegna sorrisi su nel cielo. Che tu sia il foglio bianco di una storia nuova da stilare con cura, come sacra scrittura, sia lieve la penna, non ferisca la trama ma danzi leggera, canti e scaprioli con magia di colori di una tela naif. Poesia allora sarà la vita non le parole e ritagli d’azzurro a coniugare il cuore.

Un cielo di poesia 2019 59


Antologia di poesia contemporanea

Anna De Santis Voglio scrollarmi tutto il passato... 2019 Vuota, si, mi sento trapassata da una freccia ma che dico, da mille frecce, ho dolori dappertutto... ancora nella mente te, che mi hai distrutto. Ho perdonato, certo, mille volte, ti ho perdonato sono passata sopra alle parole, al tuo sguardo sufficiente, poi alle tue mani stampate sul mio viso alle ferite inferte al mio orgoglio, quelle, però, sono servite godevi nell'umiliarmi, fino a farmi piegare dal dolore piangere senza lacrime e gridare senza farmi sentire...ora sono qui, senza pensare a niente non riesco a gestire quello che provo, priva di vita, anche se ancora respiro spettinata nell'anima, offesa nel corpo, i miei lividi copro per la vergogna sì, per la vergogna di non aver capito prima stupida e innamorata, cieca sorda e muta, la speranza mi ha tradito i miei sensi mi hanno lasciato sola guardavo te dormire e tornavo indietro con la mente, anche un bacio sulla fronte...ma niente. Un giorno e cambierà, un altro giorno e si accorgerà, poi un anno... forse passerà... non è passato niente, e tu eri sempre lo stesso. L'alba, non mi volevo svegliare dividere il letto con te per forza e fingere di amarti era un umiliazione. la doccia la mattina era una liberazione, scrollarmi il tuo odore da dosso e mi dicevo...non posso...non posso...non posso, il coraggio di andare via, o buttarmi in un fosso ho pensato le peggio morti da fare, non riuscivo a sopportare... ecco, una valigia che avevo riposto, una speranza, uscire senza voltarmi da quella stanza due stracci solo per scappare, l'unico modo per potermi salvare i tuoi ricatti, le tue minacce, una macabra danza nella mente chiedere aiuto a qualcuno...chi mi sente. Voglio il cielo sulla mia testa, le nuvole ed il sole anni a non accorgermi che c'era vita intorno l'odore di un prato verde e bagnato, una mano tesa che mi ha capito... sarà dura scrollarmi da dosso tutto il mio passato...

Un cielo di poesia 2019 60


Antologia di poesia contemporanea

Barbara Di Francia Siamo fatti di – versi Siamo fatti di – versi, di spirito e cuore, di carne e di pelle, di fuoco che brucia. Siamo fatti di sogni intrappolati in pensieri, in occhi di pianto che affossano l’anima. Siamo piccoli sorsi di linfa, dentro grandi spazi aperti, nell’aria delle stagioni della vita. Siamo fatti di stille che vibrano su pagine di vita, raccontano di noi che siamo infinito su un foglio sbiadito.

Un cielo di poesia 2019 61


Antologia di poesia contemporanea

Natalina Di Legge Ma qualcosa rimane Ritorno ancora su quel sentiero scosceso di ricordi, alla ricerca ansiosa di trepide sensazioni. A passi lenti ripercorro quei frammenti sparsi tra fili d’erba. Tanti sogni-troppi-sono rimasti tali, corrosi dal tempo quali ombre evanescenti sospinte dal vento della vita. Lo stesso vento che mi sospinge in alto... piÚ su... lontano... a ritrovare le tessere perdute di un mosaico ormai scompaginato. Ma qualcosa rimane, nascosto tra le pieghe dell’anima. Stelle di carta che brillano libere nel buio del tempo che passa.

Un cielo di poesia 2019 62


Antologia di poesia contemporanea

MarilÚ Di Liberto Ad occhi chiusi Fluidi smeraldi scivolano sotto palpebre ambrate. Cercano ombre quiete nel buio della notte che invitino a sognare. Guardano dietro la cornea alla ricerca di ricordi tra le anse cerebrali. Note antiche fanno da sfondo ad aure soffuse. Una cantilena che induce in un sonno profondo. Improvvisi lampi stagliano immagini vaghe e imprecise. Sei tu? Cerco di percepire qualche suono... - Driiiiinnnn Mi sveglio... è ora!

Un cielo di poesia 2019 63


Antologia di poesia contemporanea

Tania Di Malta Luna Park Daremo un senso a tutto anche a questo amore cigolante furtivo giro di giostra alla chiusura del botteghino. Lasceremo gli altri sull'autoscontro noi all'ombra di un capannone ritaglieremo parole esplosive come un temporale di coriandoli.

Un cielo di poesia 2019 64


Antologia di poesia contemporanea

Antonella Di Paoli La nostra eternità Un’altra vita, un altro tempo. Una vita in cui amarci ancora e ancora... un tempo dove le lancette dell’orologio scorrano all’indietro e che ci faccia reincontrare giovani e appassionati amanti con gli occhi lucidi di sogni e progetti. Troppo breve per noi il tempo rimasto che ci tradisce ruga dopo ruga, troppo veloce lo scorrere dell’esistenza. Allora afferro al volo la vita, fermo l’istante e blocco ogni attimo dilatando il tempo e creando una nostra eternità dove essere perennemente giovani. Sogno un’altra vita, un altro tempo, dove ci sia più vita, dove ci sia più tempo.

Un cielo di poesia 2019 65


Antologia di poesia contemporanea

Rosalba Di Vona Pieni di noi Pieni di noi nell’amabile follia di momenti inebriati di energia irrazionale e di crescenti imperfezioni che ci rendono speciali continuiamo a cullare le nostre anime volavano libere e incontrollabili scortate da una forza involontaria che non sapevamo spiegare si sono cercate si sono inseguite e consapevoli le abbiamo assecondate sensazione rapida e rapita in cuori quasi inariditi distanze notate e colmate da chi attento osserva e sa cogliere brillii nei nostri carezzevoli sguardi.

Un cielo di poesia 2019 66


Antologia di poesia contemporanea

Salvina Distefano Madre Terra Mirabella, straziata terra Madre di figli esuli guardi silenziosa le case chiuse le desolate vie... Ti fanno compagnia i tuoi ridenti colli, le valli dorate, i verdi prati. Il tempo si è fermato in attesa che il tuo cuore venga presto popolato dai tuoi figli, che con dolore lo hanno un tempo abbandonato. Dalla tua patria sei stata tradita... ma in cuor tuo sai che i tuoi figli esuli non ti hanno mai dimenticato.

Un cielo di poesia 2019 67


Antologia di poesia contemporanea

Mary Elle Liguria Voli di nebbie tra i bianchi faggi e subito la valle s'apre al verde. Degrada il monte con segno d'acque: dolci sorgenti tracciano cammini. Muta il declivio e si fa erto, dove le pietre, amare di fatiche, chiudono avare terre. Tesori di lavoro antico e mai finito: il sentiero accompagna alla contrada, tetti di calcare e profumi d'erbe fini. Dall'angusta piazza, lo sguardo scopre l'orizzonte: il blu del mare s'intravvede infine. Il maestrale soffia tra gli ulivi, e l'eco dei marosi sale al borgo.

Un cielo di poesia 2019 68


Antologia di poesia contemporanea

Emilia Esposito Sogni! Verrò da te stanotte per entrare nei tuoi sogni sciogliendo i miei capelli come fili di seta per accarezzarti. Ti coprirà il mio corpo, come una coperta di lino ed i nostri cuori batteranno insieme Si uniranno le nostre mani intrecciandosi, e sulla pelle sentiremo scivolare sensazioni impalpabili di mille petali di rosa... Cosi ci troverà l'Aurora, ed i nostri cuori riprenderanno a scrivere la nostra poesia più bella.

Un cielo di poesia 2019 69


Antologia di poesia contemporanea

Pasquale Esposito Tu tremi in estate Tu tremi in estate, hai scoperto l'amore. Attendevi da tempo questo amore, che non ti fa crescere le rughe. Tremi ad ogni sua parola, è come un vento che ti giunge al mattino pieno di brezza marina. E' la luce del mattino che ti aspetta, e sai che non tremerai piÚ. Anche sotto la tua finestra ci sono gatti che miagolano per amore. E' un bel suono per te e il tuo uomo.

Un cielo di poesia 2019 70


Antologia di poesia contemporanea

Maristella Fasanaro L'anema mia 'Na carezza d'ammore, 'nu sguardo dinta all'uocchie, 'nu segreto dint'o core... Piglia o volo chest'anema mia! Ma tu, prima le dici parole doce, e pò la lasse, e se trova tutta sola, senza e te, senza ammore. Povera anema mia! T'aspetta, solitaria, aspetta a voce toja, pecchè sulamente tu le puoi dì ca 'o bbene nun è finito. E ppò turnà a vulà, pecchè tu, sulamente tu, sì a vita soja. Una carezza d'amore, uno sguardo negli occhi,u n segreto nel cuore...Prende il volo quest'anima mia! Ma tu, prima le dici parole dolci, e poi l'abbandoni, e si trova tutta sola, senza te, senza amore. Povera anima mia! Ti aspetta,solitaria, aspetta la tua voce, perché soltanto tu le puoi dire che il bene non è finito. E può tornare a volare perché tu, solamente tu, sei la vita sua.

Un cielo di poesia 2019 71


Antologia di poesia contemporanea

Pietro Erasmo Fasani L'attimo fuggente Via... lontano... lontano dai rumori umani. Correndo lungo la cossta abbiamo visto le onde arrotolarsi ed espandersi, la loro spuma brindava ai nostri baci. Abbiamo gridato al vento... la rabbia del mondo che non cambia. L'espero sfiorava i tuoi capelli... corvini e crespi. La sera ci trovò immersi... nell'eterno gioco dell'uomo e della donna. La nostra compagna silente illuminava i nostri corpi nell'attimo fuggente... Io... immensamente uomo... piccolo... stanco... fra le tue braccia sulle tue labbra... aprivo le porte della vita.

Un cielo di poesia 2019 72


Antologia di poesia contemporanea

Paola Ferla Alla pace E' con i colori della pace, che quella bambina, ha dipinto la sua manina. Ha teso tante volte le sue cinque dita aperte, ma non è servito. Non hanno trattenuto a casa il papà , è partito per la guerra. Non hanno fermato la mamma, è andata a lavorare. Non hanno impedito alla maestra d'asilo di punirla senza motivo. Non hanno bloccato l'orco, che una sera, le ha fatto tanto male. Non hanno salvato il fratellino, che dei cattivi hanno lasciato morire in mare. Non hanno tenuto insieme la famiglia, lasciandola sola. Immense sofferenze, fiumi di lacrime e infinite preghiere. Le sue piccole mani, hanno ignorato troppo a lungo: magia e forza dei colori della pace. Ora che lo sa, ritrova il sorriso... quel sorriso, che una bimba, mai dovrebbe perdere. Un cielo di poesia 2019 73


Antologia di poesia contemporanea

Sabrina Fiamma Foglie nel vento Cammino a passo lento mi confondo nel vento, sensazioni di un autunno inclemente, che non sente il mio incedere tra le piante. Foglie spoglie che salgono e scendono dal cielo, prima del gelo, come un ascensore e fan rumore, come un roboante motore. Cadono su di me, si alzano senza un perché, si intrecciano, mi avvolgono, si insinuano nei capelli ,diventano brandelli, di quelle verdi dell'estate, disegnate da una tavolozza di colori e profumate. Passeggio e ammiro le foglie vermiglie e oro, ovunque mi giro odo un coro. É come la vita, le foglie svolazzano in un secondo, volteggiano frenetiche in un girotondo, intorno al mondo e poi volano via, come la vita mia. Questo autunno è arrivato e passa smarrito, mentre un altro inverno più ardito, si affaccia in un lampo, apre le braccia e ci ghiaccia. Allora intirizzita dall’aria pungente, mi desto immediatamente, sembro una foglia e mi ritrovo smarrita, con la voglia, di volar via, sulla scia dell’inutile presente di questa vita.

Un cielo di poesia 2019 74


Antologia di poesia contemporanea

Giancarlo Fiaschi In confidenza Fra fogli e parole tu cerchi la luce, quel tot di migliore alla scuola interiore, evolverti dentro per non esser sgomento. Sussurra quella voce parole vere d’amore per tutti, in condivisione e ritrovare quel nesso che irradia l’orizzonte di nuovo chiarore. Quella parola... or trafelata e smembrata da più di un'armata e ci relega nella paura, come pulcini in gabbia in quel brusio senza storia. Uomo l’altro è tuo fratello non sarà mai un diverso e l’odio che monta e alberga e il trionfo del buio senza speranza: ritorna a brucar nel prato come pecorella... in confidenza.

Un cielo di poesia 2019 75


Antologia di poesia contemporanea

Franca Fioravanti Pesce o conchiglia? Accompagnarti mi è dolce in questo mare riposare nelle onde e nei suoi flussi Pesce o conchiglia? Acqua trasparente e sabbia lieve ondeggia sotto i piedi diventati pinna CosÏ mi tuffo per navigarti mare con il corpo imbevuto d'acque azzurre nel riflesso fra te e il sole.

Un cielo di poesia 2019 76


Antologia di poesia contemporanea

Anna Clavelli Fiorillo Il respiro del vento Affascinata dal tuo respiro, immagino fin da bambina le favole più belle di te. Ti sentivo dagli spifferi della porta ululare come un lupo che disperato chiedeva tenerezza. E continuo a sentire il tuo respiro che galoppa come un cavallo trasparente per tutto il mondo, divertendoti a giocare fra i capelli di tutti. Il tuo respiro dolce, come un principe che mi avvolge fra le sue braccia per donarmi una carezza. Spesso arrabbiato, cercando ogni cosa da portare via con te. Il tuo respiro vento, mi porta un concerto dedicato a me e nella tua voce c’è un canto d’amore accompagnato dal coro degli angeli. Io ti ascolto vento, ascolto le storie che tutti ti raccontano, le tue poesie che ispirano i poeti , le note della musica soave che regali ai musicisti . Sprigioni il profumo dei fiori mescolato nell’aria facendone un’estasi sublime. Accarezzi il cielo, il sole, la luna, le stelle e arrivi al mare avvolgendolo nel tuo abbraccio più tenero e dolce. Il tuo respiro vento è dentro di me e lo respiro con te. Dona il tuo respiro in un soffio solo a tutte le persone che amo.

Un cielo di poesia 2019 77


Antologia di poesia contemporanea

Giulia Galli Attimi Onda del mare che baci la roccia, lambisci la spiaggia con la tua bianca schiuma e pezzi di conchiglie, come attimi di vita, sono frammenti dell'essere che parlano di noi...

Un cielo di poesia 2019 78


Antologia di poesia contemporanea

Francesco Gallina L’uomo delle ombre L’uomo delle ombre si nasconde tra i recessi della paura fomentata dal timore di non avere alcun valore. Non parla quasi mai evitando di far nomi ma i sentimenti che porta dentro trasformano piccoli momenti in grandi eventi. Di lui ci si può fidare poiché i segreti che appartengono al suo ego rimangono celati anche agli estranei. Non gira mai a vuoto non si perde nulla e ricambia ogni favore attraverso azioni che rispecchiano un gran cuore. L’uomo delle ombre è solo un rinnegato che reggere le sorti di presunti innocenti. Di quelli che un giorno faranno crollare questo mondo mostrandosi per come sono.

Un cielo di poesia 2019 79


Antologia di poesia contemporanea Beniamino Gatto A disuguaglianza Stanotte me so’ fatto nu suonno. Me so trovato politico importante, acclamato da folle e amato come un immortale. Omaggi e doni senza fine, richieste d’incontri e inviti a gran festini. Po’ me so’ chiesto: pecché tutto sto bene? So’ diventato bello e nun ‘o saccio? Songo speciale assaie e non ricordo? O forse chiste a me vonne caccosa? Ma che ve pozza dà miei cari amici? Vuie già tenite tutto, nun ve basta? C’‘o tutte chiste soldi senza fine, pensate invece a chi nc’avota‘a capa. Nu pate ‘e figlie sempe chiù pezzente, na mamma che fatica nun ne trova e ste criature senza manco ‘e scarpe ve guardano c’ ‘o tutta st’opulenza. Nu sacrificio a vuie nun costa niente, na sigaretta in meno nun ve fà specie, ma nu pensiero verso chesta gente v’avria fa’ felice e pure chiù cuntente. “Ma come ti permetti scrianzato!” Na voce da lontano ma possente mi coglie all’improvviso e mi sorprende. “Ritornerai là dove t’abbiam trovato e tornerai assieme a ste pezziente”. Di colpo e ‘mpaurito, miezzo ‘o lietto so’turnato a essere me stesso. Aggio pensato: sì, nu suonno è stato ma non lontan dall’essere reale.

Un cielo di poesia 2019 80


Antologia di poesia contemporanea

Eloisa Gattuso Granelli d'Amore Raccoglierò Granelli d'Amore Nel deserto del cuore Racchiuderò Perle di gioia Nella più bella conchiglia Del mare Nasconderò Raggi preziosi di sole Negli angoli più ombrosi E solitari Seduta sulla riva Dei desideri Aspetterò che il fiume Rompa gli argini -forse domaniPer dare libertà Alle vie più segrete Dell'anima.

Un cielo di poesia 2019 81


Antologia di poesia contemporanea

Anna Gentile Notte d'amore Nell'aria ascolto la melodia dei nostri gemiti... dolcemente si adagia una stella nell’oscurità e illumina i nostri corpi eccitati. Il tuo profumo ha l'odore del vento la mia mano scivola sul tuo petto per sentirti ansimare e, mi perdo nel tuo profondo cielo. Sei il respiro di una notte d'amore fino al sorgere del sole, sei il valzer dei miei sospiri e nell’ora più buia, mi abbandono al silenzio della tua voce.

Un cielo di poesia 2019 82


Antologia di poesia contemporanea

Francesca Ghiribelli Meraviglia che sa d’eterno Sfilata di vento, se non ci sei nulla ha più senso. Mitico albore di fatato sogno, mi guardi con amore fecondo. Vivida essenza di baci e carezze, fervido tempo di care promesse. Sincero e dolce sussurro di pazienza, disegni il contorno della mia esistenza. Sei verso d’oro e d’argento, meraviglia che canta e sa d’eterno.

Un cielo di poesia 2019 83


Antologia di poesia contemporanea

Domenico Giordano La partenza e il ritorno Avevo voglia di partire per andare chissĂ dove preparavo le valigie ma restavo fermo lĂŹ. Volevo andar lontano senza mai piĂš ritornare le valigie erano pronte ma restavo fermo ancora. Attendevo la partenza andando avanti e poi indietro poi tornavo sempre al punto dove io restavo fermo. Nel frattempo chiesi al tempo: " ti prego fammi ragionare " ed io capii subito questo, che... da te lontano non so stare.

Un cielo di poesia 2019 84


Antologia di poesia contemporanea

Gian Guido Grassi Anelito al cielo Alla tua ricerca da sempre, cielo, mi sono impaludato troppe volte. La forza di gravità, che m’attira a questa terra pesante, mi vince. Non s’estinse in vecchi fuochi, la fiamma. Torturami dal di dentro, passione ardente! Non posso spegnerti con un tranquillante! Resterò cosciente. Ubriaco è peggio. Vorrei studiare, approfondire, non essere vile. Plasmata da un oceano profondo, senza punti di approdo, con fosse senza fondo, la mia anima liquida s’è poi indurita, s’è fatta tronco. Un albero abbattuto dal vento. Mi rialzo con rinnovate, sfibrate forze, per tentare l’arrampicata alla vetta. Una sacerdotessa m’attende in cima al monte, ma prima dovrò risolvere un enigma.

Un cielo di poesia 2019 85


Antologia di poesia contemporanea

Giusy Grasso Flashback Ho sentito la vita sfuggirmi dalle dita, smarrimento e dolore nel lasciare quella vita e il mio sentire inquinato dal timore di scoprire di quel morire insensato per mano del mio amato.

Un cielo di poesia 2019 86


Antologia di poesia contemporanea

Martina Iacopino L’amore cambia il modo di vedere L’amore cambia il modo di vedere, dà valore ad ogni singolo attimo di vita facendoci sentire completi quando siamo soli insieme. La sincerità ci rende inarrestabili, ma la verità e la bugia ne fanno parte, perché come tu ti mostri nelle tue false imperfezioni, io mi nascondo dietro i tuoi occhi innamorati.

Un cielo di poesia 2019 87


Antologia di poesia contemporanea

Maria Imbrogno

Mi sapevi creatura d'amore Ti ho svelato le mie ferite e la mia pace E non pensavo mentre mi guarivi ad un rovinare di stelle da un cielo spento Sentivo la primavera nelle vene Ti fiorivo negli occhi E poi è stato gelo all'improvviso distanza che toglie il respiro precipizio e deserto Mi sorprende la mia vita Sono fragile e forte Ti ho guarito anche io.

Un cielo di poesia 2019 88


Antologia di poesia contemporanea

Paola Insola I violini di Cracovia Ăˆ ancora l'odore acre del carbone che impregna l'aria ad evocare un passato che assedia e incalza il presente che ha voglia di futuro. Gente di Cracovia, cittĂ dove la storia ha scolpito tutto il bene e tutto il male del mondo. Qui ancora è musica tra miniature di volti e lo stupore dei mattoni la memoria, il sacrificio il fiume inarrestabile di sangue che ha raggiunto Auschwitz. Qui il tempo soffia accordi di violini suonati nei campi di sterminio. Qui la musica muove le note tra il legno e il richiamo le corde e il lamento l'archetto che graffia indignato l'ultima invocazione. Sono le notti incantate di Cracovia a riscattare giorni intrecciati in filigrana d'anime. I violini della speranza strappano ancora alla luna l'indescrivibile tenerezza della luce.

Un cielo di poesia 2019 89


Antologia di poesia contemporanea

Caterina Izzo Libertà Ho chiuso la porta di Dio: ho chiuso fuori la paura fetida di serpenti... i chiodi nelle dita, il tuo alito di alcool... la faccia orrenda di quando mi picchiavi e giù... e giù... ho chiuso fuori le tue urla della sera, il mio posto sotto il letto per non farmi trovare quando tornavi, le preghiere a mio padre, il rasoio con il manico d'osso che spezzai per scacciarti... ho chiuso fuori la mia notte di nozze: bianca come la neve, senza risposte e senza coraggio... ho chiuso fuori il vuoto allo stomaco di quando tornavi, il non sonno, la non vita, le tue minacce pesanti e sporche di sangue... Ho chiuso la porta di Dio: tu sei morto e non puoi riaprirla per cercarmi... E' una porta di diamante dura come il mio dolore... senza serrature... senza trasparenze di luce, fuori, forse, c'è Dio. Un cielo di poesia 2019 90


Antologia di poesia contemporanea

Izabella Teresa Kostka Invidia Il selvaggio ululato dei lupi vestiti di sorriso è l'invidia, baci di Giuda a forma di serpente strisciante nel silenzio al mio fianco, abbracci somiglianti ad una sedia elettrica. La falsità è un veleno per i topi servito in un panino gustoso, auguri "In bocca al lupo" con un coltello nascosto conficcato, al vespero, nella stanca schiena. Sono guarita dalle illusioni come da un delirio da alcool indossando lo scudo dell'indifferenza sobria.

Un cielo di poesia 2019 91


Antologia di poesia contemporanea

Grazia La Gatta Apro il mio cuore Vorrei si fermasse il tempo, anche sol per pochi attimi; ma lui, mai stronco, ineffabile procede per vie e sentieri. L'orologio è stanco e i suoi battiti non più son come prima. Il viaggio è stato lungo e le scarpe si son consumate; i sogni sono al tramonto e... sol più ricordi per compagnia. Osservo il cielo e poi, calo lo sguardo su l'amico mare e... m'incanto innanzi a l'immensa pianura ondeggiante. E non penso più allo scorrere del tempo, non penso a nulla. Rinfresco l'anima davanti a così tanta bellezza che prevale su me, i miei pensieri e... su tutto. E, in tacito soliloquio, a lui apro il mio cuore.

Un cielo di poesia 2019 92


Antologia di poesia contemporanea

Michelangelo La Rocca Imparerò la vita Ho frequentato scuole d’ogni ordine e grado senza imparare nulla mio malgrado! Ho studiato materie di varia natura: storia, filosofia, diritto, letteratura… ho imparato a scrivere, a far anche di conto, però non so nulla di come va il mondo. Presto mi iscriverò a un corso speciale per scegliere il bene allontanando il male. Scruterò l’anima, ascolterò il cuore, sconfiggerò l’odio, abbraccerò l’amore. Voglio imparar la vita in tutti i suoi colori: vincerò la partita contro i dolori. Prenderò la laurea con centodieci e lode, la tesi è già pronta: scegliere l’amore! Un cielo di poesia 2019 93


Antologia di poesia contemporanea

Vincenzo Lagrotteria Io, che m'illudo ancora Il pensiero che s'invola l'anima che s'attrista un cuore che ci spera in qualche semplice parola - ci sono, ci sarò son vicino a te ma non mi va di parlare dire di me, sto bene mi prodigo a non capire distolgo la mente per non sentire il cuore d'amore spasimare.-E al mio non ci pensi?Lo deludi ogni dì! In silenzio aspetta palpitante si illude spera ancora in una tua sillaba, non una qualsiasi: quella che sa dire solo il cuore quando gli occhi fa parlare e, la tua bocca fa tacere, un nodo in gola ferma il respiro e di porpora si colora il viso. Elusiva luce nella mente dietro i veli traspare senza dubbi ne ombra la realtà crudele, nuda mi spoglia di ogni essere denuda anche il pensiero poiché nel vero non è altro che illusione. Un cielo di poesia 2019 94


Antologia di poesia contemporanea

Lucia Cristina Lania Foglie d'Autunno Foglie ambrate sul viale le tengo sul palmo della mano sembrano trame di vita tessute con ago d'oro. In questo Autunno ogni attimo è greve nuvole grigie si stagliano in cielo Il rumore della pioggia oltrepassa il silenzio dell'anima dove è racchiuso il mio passato di sofferenza. Il cuore batte piano oltre i confini dei ricordi lacrime come fiume in piena. Sono stanca...tra le ombre della sera rivedo sogni incartati come caramelle profumate. Alzo gli occhi drappeggio argenteo scivola su di me. Raccolgo scintille di stelle per un nuovo vestito d'esistenza da tessere con lucenti fili.

Un cielo di poesia 2019 95


Antologia di poesia contemporanea

Grazia Litrico Serendipity Cercavo il tramonto ed ho trovato l'alba. Nascosta tra vecchi binari e foulards di foglie annodati dal vento libera ora si dipana nel cielo dell'est oltre lo sguardo oltre la malinconia. Riprendo il viaggio dalla stazione del cuore indugio un istante ai bordi della clessidra del tempo. La rovescio Granelli di felicitĂ scivolano sulle pareti di vetro delle mie fragilitĂ  si irradiano di nuova luce solare che ancora una volta spazza via il buio della notte. Riparto. L' autunno intona la sua dolce melodia.

Un cielo di poesia 2019 96


Antologia di poesia contemporanea

Rosella Lubrano "I poeti..." I poeti fioriscono al buio come lucciole impazzite di luce, non chiedono nulla, timidi sussurrano al cielo frammenti del loro io, hanno fame di emozioni pane dell' anima, hanno sete di canti alla fonte pura e sacra della Musa, figli sono di notti insonni con la Luna che veleggia tra le note dell'anima. Sete di stelle nei loro occhi schivi e fuggitivi nel loro vagabondare su oceani infiniti sempre alla ricerca di terre tranquille e rigogliose, ove profumare virginei teli di sublime immortalitĂ .

Un cielo di poesia 2019 97


Antologia di poesia contemporanea

Mario Luciani Favola di una notte Ancora una notte è calata su ricordi e passioni vissuti, ma è quella tanto aspettata. Si... attesa dall’amata e dell’amato, in memoria dell’amore passato. Una verità funesta tanto celata, ora… dalla luna è risvegliata. Mio amato... eccomi! Mia amata... eccomi! Occhi ritratti si irradiano. Corpi immortalati si animano. Mio bellissimo amato! Mia bellissima amata! Un bacio ancora per l’eterno amore. Un battito ancora per l’invisibile cuore. La magia del ricordo in... favola di una notte!

Un cielo di poesia 2019 98


Antologia di poesia contemporanea

Daniela Lupi Ribelle Giorni che mescolano sentimenti, universi separati, incontrarsi, non è mai stato così difficile. Sono finito in carcere indagato per troppa voglia di vivere, sono incatenato per aver voluto essere libero di amare chi mi pare. I guardiani mi picchiano nelle notti insonni, faccio finta di vivere il dolore che tengo stretto nell’anima. L’universo mi si avvicina, la luna mi consola, la coperta mi accarezza… siamo solo foglie trascinate dal vento…

Un cielo di poesia 2019 99


Antologia di poesia contemporanea

Mancuso Gabriella Prendi la vita Prendi la vita e vai, dove ci sono i tormenti, dove ti feriscono le idee, dove si cercano le emozioni, dove il buio è quiete e dove la luce è passione. Prendi la vita e vai, certo del tuo andare e, stanco del tuo sostare. Vai dove la forza ti spinge, vai dove i sorrisi ti fanno sentire in pace. Prendi la tua vita e vai, amico mio, la tua vita sei tu, e il segno che ti rappresenta.

Un cielo di poesia 2019 100


Antologia di poesia contemporanea

Loredana Mariniello Indugio Indugio nel molle pertugio di un ramingo bacio, presago rifugio del cuore che cure non ha per fuggire un dolore anteriore all'attuale suo sentire oltre la pelle un tenero tremolio di stelle che tacita la voce rapita dal suono di una malinconia feroce ed insieme felice di cose randagie che turbano l'anima giĂ facile matrice di un audace movimento d'amore Confusa resto e sospesa sul ciglio del tuo labbro riposo come un petalo appeso a un ramo, non sfuma, ma si colora ancora di una tintura nuova un sottinteso ti amo che scorre in un abbraccio di mano In armonico silenzio si uniscono e danzano adagio i nostri due respiri, cosĂŹ riconoscendosi in un'inquisizione senza freni Complice lo sguardo giudice omette la sentenza condanna l'occhio spento a ridipingere nei cieli gioiosi arcobaleni Paesaggi ameni, l'un per l'altro, non siamo piĂš alieni, condividiamo pepite di emozioni come fulgide fiamme spandenti iridescenti raggi su sorprendenti doni Nel sogno i nostri desideri mettono le ali e liberi voliamo come aironi verso orizzonti a noi affini Non ha confini, infatti, l'immaginazione di chi lasciandosi amare beato gode di un abbandono spirituale pressochĂŠ totale, non teme l'arcano, non si cura del futuro e torna al suo antelucano stato primitivo, riscoprendosi puro come un bambino e fecondo come un albero di melograno al centro di un florido giardino, preludio di promesse in delirio anche se non ancora del tutto maturo.

Un cielo di poesia 2019 101


Antologia di poesia contemporanea

Giovanni Fancello Marlo Il colle T'imbatti a vivere questi alti collegi ove rivivono nei ritagli vetrati le valli assolate ricamatrici fra i ciliegi raccogliendo foschie di cristalli.

Un cielo di poesia 2019 102


Antologia di poesia contemporanea

Roberto Marzano Farfalle a catinelle Sei tanto bella che impalli le pupille zampilli come polline nel nulla mi sbiella le rotelle quest’idillio velluto nei capelli, e io vacillo... Ma non illudermi, fibrillami il midollo spellami il collo, modellati d’argilla mi scolli le budella, oh rondinella m’illumini di pelle e clorofilla. Su allora fallo, sobillami il cervello sillabeggiando di stelle stilla a stilla t’ingollo a garganella mia pulzella sotto l’ombrello, farfalle a catinelle.

Un cielo di poesia 2019 103


Antologia di poesia contemporanea

Elisa Mascia La forza della natura Nella forza misteriosa della natura e nell’alitar sussurrante del vento che esalta l’anima e il cor contento c’è un’energia fresca e pura. Nella nebbia sì fitta da poter tagliare, nel sole che fa spesso capolino ritrovo te malmostoso bambino, due sagome ancora han foga d’amare. Il mare che il tuo corpo ha avvinto infinite volte nel suo stretto abbraccio ne ammiro l’immensità e taccio pensando a ogni goccia che hai dipinto e alle larghe braccia delle nuotate, maestro, per piccini e adulti accanto a te senza più singulti, presto del mare le donne innamorate. Il respiro della natura più profondo proveniva dalle rocce aride scoscese meraviglia esclamavi con braccia tese a indicar quanto grande è il mondo e la natura dona il suo spirito nel soffio leggero di chi in silenzio assorto s’inebria d’aroma di assenzio e resta fisso a scorgere l’infinito.

Un cielo di poesia 2019 104


Antologia di poesia contemporanea

Elisabetta Mattioli Corpo Sei disteso nell’erba hai gli arti bloccati congelati e stretti in una morsa bianca come la morte la neve è precipitata i suoi fiocchi rotondi hanno avvolto il corpo e ricoperto le tue membra sono nude e vestite da un abito firmato lo stilista è conosciuto solca le passerelle New York, Londra e Parigi Sei disteso nell’erba indossi un vestito alla moda i tuoi occhi sono chiusi serrati e bloccati il tuo corpo sarà impresso dentro al marmo bianco circondato dai fiori e i bambini pregheranno una lacrima amara scivolerà lungo i loro volti l’essenziale è nel ricordo e l’amore che hai lasciato nella lieve terra.

Un cielo di poesia 2019 105


Antologia di poesia contemporanea

Maria Luisa Mauro Rispetto Non pensare di imbrigliare le mie ali posseggo pensieri dove tu non avrai mai accesso non tentare di sedurmi per poi manipolarmi a tuo piacere ne usciresti sconfitto non profittare di un mio momento di debolezza mi renderesti piĂš forte ti chiedo solo di amarmi come si accarezza un fiore...

Un cielo di poesia 2019 106


Antologia di poesia contemporanea

Maria Micelli E ti abbraccio Davanti a te, così fragile... Un ombra furtiva; schiacciata nel gran universo. Tutto si muove, eppure... Tutto è lì, in quello spazio smisurato che è il mondo! Una strana voglia prende il cuor mio; quella di riuscire ad abbracciare il globo intero... Qualcuno dirà; pura fantasia... Ma nell'attimo stesso in cui il pensiero pervade, una gran pace inonda il mio animo... Chiudo gli occhi un sol istante, ed ora non sono io che "abbraccio" il mondo, ma esso ad abbracciare me.

Un cielo di poesia 2019 107


Antologia di poesia contemporanea

Sandra Mirabella

Tocco il cielo in una linea sottile di confine tempesta e serenità sulle scogliere della ragione. Lui non sa di me io invece so di lui m’innamoro delle sue tempeste che spezzano e incrinano poi al raggio sopravvivono con scintillio di gocce dai sassi bagnati e scrivono di una storia antica come corse di altri tempi a inzaccherarsi le scarpe in piccoli laghi di memoria di risate gioiose di allegrezza fugace che adesso mi pesa sul cuore. M’innamoro del cielo e in lui vivo.

Un cielo di poesia 2019 108


Antologia di poesia contemporanea

Daniele Miraflores Nella notte L'insonnia divorava ogni istante della notte. Ma il pensiero lucido nonostante il sonno ignorato inesorabilmente avvinghiava il poeta che dalle parole scritte su foglie ne usciva dolore. Ma... nella misericordia implorò grazia e giustizia per quel sereno che nella notte avvolse il torpore ritrovato. L'aedo costante fece dello scritto tormentato in quella notte il cantico adagiato e vezzeggiato dal tempo.

Un cielo di poesia 2019 109


Antologia di poesia contemporanea

Cesare Moceo Dimenticherò mai i miei pettorali? (dopo l'intervento di mastectomia totale)

Grande allegria impregnata di riposo si risveglia umilmente in me al mattino sorprendendo l'intimità dell'anima sempre avvolta nelle sue ferite inferte dal sentire la futilità del vivere e dall'avvertire in coscienza di sé il suo offuscarsi e dissolversi in abbracci di quieta inquietudine E si struscia in quella brezza di piacere che la rende felice e calda d'amore e con lei tutto il miscuglio di soli che illuminano il mio Essere Non sono mai stato di quelli che si nascondono dietro il proprio dito pensando fra sé "finché non ne parlo, non esiste" A volte i pensieri fuggono dalla mente portandomi via verso illusioni e paure desideri sconosciuti in cui i sogni arrivano come echi indistinti Né ho voglia di far sentire intorno gli effluvi del mio tormento odori che non mi appartengono Io raggomitolato nel mio guscio di felicità a pensare ai pettorali che non ho più.

Un cielo di poesia 2019 110


Antologia di poesia contemporanea

Ettore Morandi Angelo caduto Sulle mie gambe una perla che mi terrorizza. Non andartene via con questo vento gelido che fa freddo che non posso più volare. Le piume hanno chiodi e non son più candide ma pozzanghere aspre di ruggine. Ferro rosso marcio su queste mie lacrime che cadono su di te. Sei la carezza estiva sui campi d’oro che muove il mondo ed io che ti inseguo con le gambe fracassate martoriate. Addormentati come le nuvole nei giorni di riposo su questo mio dolore ed io ti inseguirò e volerò ancora sul tuo dolce viso. Un cielo di poesia 2019 111


Antologia di poesia contemporanea

Marco Morandi Inutilità Combatterò velieri carichi di rabbia, mi vestirò di bene e d'infinito, fino a saziare l'uomo che son' io ...Ma la luna è luna e sempre luna sarà... Farò dell'uomo l'essere migliore e di Dio la sua scusa. Sicuramente vincerò battaglie atroci e vite perse saranno il prezzo da pagare ...Ma il mare è mare e sempre bagnerà... Farò di te il mio amore più sincero sangue di vita mia e goccia d'esistenza. Così potrò morire in sintonia con tutto l'universo già presente. ...il sole è sempre sole come lo era già!

Un cielo di poesia 2019 112


Antologia di poesia contemporanea

Marino Moretti In cerca La poesia vola leggera sulle ali della fantasia in cerca di una melodia che consoli l'anima e dia a questa vita un po' d'armonia portando al cielo il desiderio di un mondo piĂš sincero e al cuore un sentimento vero.

Un cielo di poesia 2019 113


Antologia di poesia contemporanea

Raffaela Mortelli

Perimetro Se stiamo dentro le parole allora io ti amo tu mi ami Se stiamo dentro il tuo fare il mio fare allora io ti amo tu mi ami se premo le tempie e cerco nei tuoi occhi annacquati Il loro vagare nel fondo del perduto Se ascolto le tue parole fuggite braccio alla rabbia dalla bocca di pietra le immagino accontentarsi delle mie orecchie Perfette. Allora il perimetro conclude collude esclude che un dolore presente il tuo possa accartocciarsi zittirsi affrancare nel nuovo concedendogli il podio al proprio amore.

Un cielo di poesia 2019 114


Antologia di poesia contemporanea

Franca Mugittu Se dimentico Se dimentico, e lo sguardo perderà la lucentezza, quando il nulla mi avvolgerà ricordami chi sono, il tempo e il giorno. Ricordami i momenti, le parole e i silenzi, e se dimentico svegliami. Ricordami il mio nome, e se dimentico le notti e le risate ricordami chi sono, i sogni, le cose folli fatte e quelle che avrei voluto fare. E se dimentico chi sono ricordami il nome, il giorno, l’anno. Ricordami chi siamo. Ricordami di noi.

Un cielo di poesia 2019 115


Antologia di poesia contemporanea

Mariella Mulas Voce amica Quando la sera poggia le sue penombre si dirada la parola... e mite usi il ricordo. Un dialogo in te tra passato e presente in un divenire d'attimi. Magari ripensi ad un volto, incontrato un dì per caso e di cui hai tracce d’affetto; sorridi di contatti avuti giorno dopo giorno, in chiacchiere di avvenimenti casuali, commentati complici ridendo o con cipiglio reciproco tra uno sguardo e l'altro. Ma conforti il cuore di quell’ascolto remoto e di quel dialogare di gioventù che desideri improvviso ritrovare, e speri così di allontanare quella malinconia che t’assale, sognando che il telefono risuoni, come allora, della sua voce amica, ricordata spensierata e infine mai scordata.

Un cielo di poesia 2019 116


Antologia di poesia contemporanea

Graziella Mussino Isola Approdo agognato per chi fugge da un destino infelice e da una vita che tale non è. Coste irte e selvagge per chi vi cerca rifugio Mare tumultuoso che respinge chi vi si tuffa. Anime fuggenti da dolore e morte in cerca di nuova vita che diventa sepolcro in un mare cristallino.

Un cielo di poesia 2019 117


Antologia di poesia contemporanea

Domenico Nenna Sarà festa Scrivo ancor quest'oggi, perché, quel giorno ancor lontano alla mia mente non avrà più niente da offrire. Se traccia resterà, sarà festa, a baffo degli imbecille d'un tempo, sicuramente simile a quel che vivi in questo fosso di labile invidia. Tra i versi contenuti trovai Il volo amabile della mente e strofe senza punte racchiuse in un pacchetto senza tempo. Oggi sarà festa e desta quell'immagine di un padre che non ci sta più con la testa e il ricordo delle vecchie contrade. Vidi quelle generazioni a venire troppo sazie di spazi e da farsi, oseranno cancellare il fu che eri immagine indelebile il ricordarsi. Suonerà per Voi l'arpa e la viola, verrà certa in mente la vetta e le parole al tempo ignorate, di un padre che scrivere non trattenne.

Un cielo di poesia 2019 118


Antologia di poesia contemporanea

Daniele Neri Tempo di vento E' tempo di vento, ho voglia di pioggia, corrono rapidi i miei umori rincorsi dal sole. Si scuote il mio essere, sbandata anima pigra la mia, riflessa in uno specchio impietoso; aria di tempesta? Cielo cupo, sento il suo respiro inquietante, leggo la paura nelle informi nubi bianche cariche di ansia e pensieri scossi. Guardo il mio cuore infranto, altre raffiche di vento ne disperderanno i cocci e svuoteranno il mio corpo turbato. Tornerò finalmente a vedere il sole? Non oggi. E' tempo di vento. Un cielo di poesia 2019 119


Antologia di poesia contemporanea

Giuseppe Nicosia "Alba nuova" Saprò attenderti, senza impazzire di noi... Senza cercati disperatamente, non userò messaggi in continuazione, ne telefonate interminabili.. Solo dei piccoli saluti.. Perché!! Perché sei dentro di me... Il tuo profumo le tue labbra i tuoi occhi il tuo corpo ogni angolo della tua pelle il tuo sorriso il tuo sapore il tuo colore la tua allegria la tua sicurezza di amarmi, le tue mani sul mio corpo, sono insabbiate dentro me... Tu sei marea dentro me... Attenderò un alba nuova nel silenzio dei pensieri.

Un cielo di poesia 2019 120


Antologia di poesia contemporanea

Giorgio Ombrini Dedica a una madre Penso ai giorni in cui tuo figlio è nato, ti è apparso colmo di energie fresche; forse hai sofferto, col coniuge agitato, eri inquieta, avevi ansietà pazzesche. Speravi fosse creativo ed intelligente, facevi bei sogni e avevi molti progetti, desideravi che fosse sano, efficiente! Intanto volevi ammirar i suoi sorrisetti. Eri felice che fosse nato il maschietto, Pensavi: somiglierà a me o al papà?! Il babbo disse: anelavo un pargoletto, avremo difficoltà, ma anche gioiosità! I primi dì eri sempre attenta alla culla, quanto per Cornelia era il suo gioiello All'infuor di lui non t'interessava nulla; già pensavi a educarlo da grandicello, a modellarlo quanto un ramo di gelso, a farlo crescer con l'amore per la vita, affinché il suo cuor divenisse eccelso, in zona franca e con serenità condita! Il tempo, dopo lustri, la beltà cancella, però per lui, il tuo volto rimarrà nobile, ricordando, apparirai ancora più bella, pure se avrai l'andatura meno mobile. Pensandoti gli ricorderai i cieli azzurri, e la nube di gioia che a lottar lo invita. Pur sdentata, resteran i dolci sussurri, sarai sempre la rupe, sorgente di vita.

Un cielo di poesia 2019 121


Antologia di poesia contemporanea

Antonio Palladino Musica Lascio che i violini suonino i ricordi E come un cane con l’osso Corro a nascondere il mio Amore C’è un legame tra pazzia e sentimento A volte profondo Si vive nella stessa ombra Si abita nella stessa luce Il bello è farsi luce e ombra insieme Testa e cuore allineati Per costruire case e non prigioni C’è differenza tra suono, musica e rumore

Un cielo di poesia 2019 122


Antologia di poesia contemporanea

Simonetta Pancotti Il gigante Come un infante Vago nella memoria, un po' conosciuta Un po’ immaginata. Come un artista Immagino la realtà Futura Passata Accetto così un contingente storico Che mi appare senza sostanza Senza spiritualità... Soltanto eco di esistenze Più colme di possibili, Di occasioni pure, innate, intime. Come una donna Mi difendo dalla violenza sottile Del pregiudizio, Dell'ignoranza elevata a saccenza. Come essere umano Cerco di costruire solidarietà senza ricatto. Come identità rispetto me stessa E cerco lo sguardo reale nell'altro. Il gigante, il quid onnipresente Sovrasta qualunque certezza, insicurezza, conoscenza E infonde la carica giusta per non perdersi. Un cielo di poesia 2019 123


Antologia di poesia contemporanea

Lorena Paris

Non sono mai sola. Ho accanto un ricordo un incontro, una lacrima sfuggita dalle ciglia ed un sorriso pronto. Ho sempre poesie con me come amiche generose e fiori e canti. Ho dentro gli occhi la bellezza dei luoghi e dei sensi e l'ascolto nel cuore. Nelle gambe, i cammini del giorno e tra le mani stringo care le ore della luna.

Un cielo di poesia 2019 124


Antologia di poesia contemporanea

Antonio Pascucci Quanno tremma a terra Me vene ‘a pecundria dint’’o core mentre scrivo ‘sti pparole, pe’ na scossa ‘e terramoto… quant’aneme ‘nnucente morene sotto ‘e pprete e dDio addò stà? Tremma, tremma ‘sta terra… comme si tenesse ‘a freva, va ‘ncerca ‘e at’aneme ‘nnucente pe’ ‘nzuccarà ‘o vveleno ca uommene senza scrupole l’hanno fatto glióttere. Sotto ’e pprete…quanta ricorde e quanta famiglie sutturrate, annanz’a ‘stu scenario ‘e mort’e distruzione ‘a gente ‘mpauruta s’ dumanna: “Ma dDio esiste overamente?” Po’ allintrasatto na luce, nu llucco, nu chianto ‘e criatura… se scava cu ‘e mmane fino a scassarle a sanghe pe’ truvà chillo filo ‘e speranza pe’ cuntuinuà a campà, e quanno n’anema ‘nnucente p’’o vulè ‘e dDio torna n’ata vot’ a respirà… ‘a gente meravigliata aizano ll’uocchie ‘ncielo e suspiranno dicene: dDio esiste overamente nun abbandona mai ‘a povera gente! Quando trema la terra Mi viene la malinconia nel cuore/mentre scrivo queste parole/per una scossa di terremoto/quante anime innocenti/muoiono sotto le pietre/e Dio dove sta?/Trema, trema questa terra/come se avesse la febbre,/va in cerca di altre anime innocenti/per addolcire il veleno/che uomini senza scrupoli/li hanno fatto ingoiare./Sotto le pietre…quanti ricordi /e quante famiglie sotterrate,/davanti a questo scenario/di morte e distruzione/la gente impaurita si domanda:/“Ma Dio esiste veramente?” /Poi a l’improvviso una luce/uno strillo un pianto di bambino…/si scava con le mani/fino a romperle a sangue/per trovare quel filo di speranza/per continuare a campare,/e quando un anima innocente/per il volere di Dio/torna un'altra volta a respirare…/la gente meravigliata/alzano gli occhi in cielo/e sospirando dicono:/Dio esiste veramente/non abbandona mai la povera gente!

Un cielo di poesia 2019 125


Antologia di poesia contemporanea

Nadia Pascucci Verrò da te Verrò da te con la rincorsa impetuosa del cuore, a tingere di immenso e di speranza i tuoi pensieri. Verrò da te a solleticarti con radici speziate di tenerezza e attrazione. Ti condurrò nel mio mondo, tra sorgenti limpide e fresche, zampillanti di gioia, dove l'amarsi è certezza. Passeggerai sotto la tranquillità degli alberi, e tra ridenti colline e rintocchi del cuore lascerai sospiri sulla panchina. Coltiverai la tua resilienza, e gioirai dello spazio illimitato dello spirito. Sarò l'ombra della tua ombra e di ogni tua lacrima ne farò una perla. Verrò da te con arcobaleni di stupore. Troverò parole sempre nuove e giuste da dirti. Respirerai il soffio vitale del mio amore, l'energia del cosmo intero, nell'incanto di un tramonto che incendia il mare...

Un cielo di poesia 2019 126


Antologia di poesia contemporanea

Vincenzo Patierno Mia amata terra Sognai che nelle capillari formosità mi trovai a passeggiar spoglio da timori; né vidi arder braci e né artefatte nebbie rendere acre l’etere. Andavo a zonzo incrociando visi non gotici e dissipate le ombre, tra le partenopee calle, s’eclissarono lucchetti e barricate. Gongolavo in quel che è chimera! Diletta radice se pur lande ti furon resi i granai l’indottrinamento non fu emergere dalla notte palustre, che abbuia le tue grazie...

Un cielo di poesia 2019 127


Antologia di poesia contemporanea

Rossana Pavone

Bisognerebbe perdonarsi Perdonarsi gli errori la stanchezza le rese Camminare lungo il mare Lasciare che l'acqua sfiori la caviglia a cancellare Silenziosa arrivare e ritrarsi Come la gatta che prendeva le lacrime proprio all'angolo degli occhi non ancora lacrime con quella sua lingua ruvida Camminare inventando impronte che nessuno potrà vedere Distrarsi di riflessi echi di scogli sghembe fughe di granchi L'acqua sale un poco a incollare pantaloni alle gambe impedisce il passo e lo accompagna con quel sale che è forza carezza e non asciuga Noi salmastri sempre del dolore originario che ci segna di incompiuto e inquietudine di un passato speso male, speso da altri Che ci ha lasciati poveri E mi siedo sulla riva senza scarpe Piccoli granchi i piedi che scavano fughe L'onda si allunga e prende gambe e fianchi arresi fino alle mani poggiate a sostenere l'attesa fino ai polsi alla lana al maglione al ciondolo di un bracciale E ritorno lenta seguendo orme di gabbiano che non c'erano Non c'è il gabbiano L'onda cancella le mie le sue per un momento insieme Forse perdona.

Un cielo di poesia 2019 128


Antologia di poesia contemporanea

Corrado Pericolo Intima presenza Flebile usignolo cos'hai pensato di quel tramonto premeditato? L'infrangersi di sguardi affina l'esistenza, come ricompensa è grata la tua presenza!

Un cielo di poesia 2019 129


Antologia di poesia contemporanea

Antonia Anna Pinna Maria (in memoria di Maria Ronzino)

Avrò alla fine pareggiato i conti, o sarò promessa ancora al mio calvario. Di nuovo sento l’urlo delle foglie venirmi incontro a rendermi felice. La sera quando la campana suona avverto le tenaglie farsi larghe e stringere le carni mie dolenti. Voglio scordarvi piccole miserie raggiungere infine il paradiso terra di sogni e dolci patimenti dove ogni cosa è pane consacrato. Dunque; aprite quei portoni e fate largo perché il mio passo è stato già pesato.

Un cielo di poesia 2019 130


Antologia di poesia contemporanea

Luisa Pira Dammi la mano Dammi la mano quando l’aria imbruna e la notte del tempo è più vicina Fai dileguare l’ombra Conducimi oltre il sogno nei pianori immacolati del plenilunio Tra i brividi sussurrami la canzone del vento e, nel silenzio, leggimi le parole mai dette Cercami quando il fato mi allontana da te Dammi la mano e portami dove si ferma il cuore Non indugiare immergimi nell’armonia d’amore.

Un cielo di poesia 2019 131


Antologia di poesia contemporanea

Daniela Pireddu Dentro agli occhi di un bambino Ho scoperto il mondo guardando dentro agli occhi di un bambino, in quel piccolo mare profondo dove la luna disegna i sogni e il sole al mattino li colora. E´dentro a quel piccolo universo che si compie l´infinito, quando lo stupore diventa meraviglia, quando un sorriso si bagna di luce. Ho imparato che le parole sono un inutile orpello, se basta uno sguardo per dare voce al cuore. Ho imparato che si può accarezzare con le ciglia e che gli occhi non si riempiono mai abbastanza di bellezza. Ogni giorno nasce la vita dentro agli occhi di un bambino.

Un cielo di poesia 2019 132


Antologia di poesia contemporanea

Simona Pirotti Sono note balzate Accarezzi ombre nemiche, mentre danzi i richiami del vuoto. Solfeggi nel vento il dolore, voce di amari conati. Sento il rumore delle tue ferite, - suoni nitidi sfregar di crini sulle corde di violino. Il pianto sono note balzate, -implora il tempo che desideriNon te ne accorgi, è quando inizi a cadere. Celebri le ferite che neghi -sciogli rabbia nel piantoOra sei in fila con le anime stanche, spira il libeccio sul passo che arranca, corti i respiri che vestono al buio patite memorie. Guarda: il mattino è sulla vetta, piramide rossa nei raggi al primo sole. Camminare controvento non concederà eco al tuo tormento.

Un cielo di poesia 2019 133


Antologia di poesia contemporanea

Paola Pittalis Distanze Ci sono distanze che graffiano la pelle s’infiltrano in ogni crepa e la fanno sanguinare, distanze mute coricate di fianco nello stesso letto a congelare le ossa, e poi ci son quelle distanze legate da fili invisibili, indissolubili, cosÏ vicine che le senti, e si sfiorano come carezze leggere di vento, come il lago che con le sue acque lambisce i piedi della rupe ma non arriva al cuore fermando il battito.

Un cielo di poesia 2019 134


Antologia di poesia contemporanea

Angela Platano Quando Ali invisibili, nella notte della vita, ti scalderanno in un abbraccio se da dubbi sarai assalita. Ali grandi, possenti, capaci d'innalzarti al di sopra della tristezza, di donarti un aiuto insperato, un fremito, una dolce carezza. Nel cuore una sensazione nuova, ineffabile e allora saprai che la vita non è solo roccia scabra e inaridita, t' accorgerai che c'è qualcosa d'impalpabile, di sublime, incommensurabile, come fiume d'amore inarrestabile. E quando, a sera, nelle tue incertezze, nel cielo una stella accendersi vedrai nel tuo cuore nuova forza scenderà. Un lieve sussurro, un bisbiglio, un frullo d'ali e nascerà in te un'armonia, e in compagnia d' un Ave Maria, un Angelo, come un faro, t'indicherà la via.

Un cielo di poesia 2019 135


Antologia di poesia contemporanea

Rosy Pozzi Pennellate solidali Amalgamo pennellate che colano in ombre riflesse su pietra, di contagi di natura e genti amate fra sussulti del cuore. Son ricordi di istanti in me impressi che il tempo teneramente conserva. Colori vivaci colano da instancabili dita, l’inconscio li traccia. Luminoso e caldo è ora l’impatto visivo, cieli infuocati, figure ed ombre scure appaiono nitide in ogni dipinto. Pietre ormai morte rinascono a nuova vita, daranno alimenti e sostegno a chi in terra rossa pole pole* altrimenti perisce.

* piano piano in lingua Swahili

Un cielo di poesia 2019 136


Antologia di poesia contemporanea

Michele Prenna La seduzione "Ci dovremmo guardare negli occhi per dirci l'ignoto alle parole. Si riempiranno della luce scambiata mutua dai cuori. E allora avremo certezza d'amore. Ti cucirei la veste della notte ricamata con la luce delle stelle ed al mattino timido sole te ne svestirei sognante coi raggi carezzandoti la pelle." Non incantarti alla lode degli occhi stelle di cielo dei seni colombe candide delle cosce preziose d'oro. Guardati dal serpente che ti paragona al fuoco e all'acqua per il suo cuore dentro le spire del bacio. Al possesso anela seduttore col viso di pallore dipinto sospirando mielose parole. Ed è ragno rischioso che fitta la tela intesse per divorare un bel corpo.

Un cielo di poesia 2019 137


Antologia di poesia contemporanea

Rosa Rampulla Quando Quando non cercherò il tuo spirito all'ombra di un cipresso e non confonderò i tuoi passi col fruscio dei rami smossi, quando saprò che il suono della tua voce non è nei sussurri del vento; solo allora perderò il ricordo del dolore e di pace riempirò il mio cuore. Quando i sorrisi si poseranno sul mio viso affranto e il giorno non sarà soffocato dal pianto, solo allora di luce, di cielo, di mare sentirò la tua presenza e ti avrò vicina dall'alba al tramonto.

Un cielo di poesia 2019 138


Antologia di poesia contemporanea

Fiorella Rega Vivo Vivo di cose non dette. Di sguardi vestiti di sole a sciogliere maschere di cera. Le parole dell’amore sono ricoperte di silenzi, non cercano pallidi sorrisi ma specchi a dividersi le ali. Vivo i destini di chi mi passa accanto, di gesti regalati nelle ore accorciate dal tempo. Il cammino è curvo di domande che non trovano eco — le paure non mi fermano — e raggiungo a tratti la felicità. Vivo di mani che toccano lievi le storie dei volti. Vivo di ieri e di domani. Sono cerchio infinito soffiato da un filo di vento al centro dei giorni.

Un cielo di poesia 2019 139


Antologia di poesia contemporanea

Giovanna Rispoli

Posasti l'ultima piuma al ritorno del tuo ultimo viaggio Era pesante e fra tanti posti, scegliesti il mio cuore Ne sentii tutto il peso In un attimo mi percorse una lava d'emozioni In un attimo bruciai Eppure mi sentii cosĂŹ viva!

Un cielo di poesia 2019 140


Antologia di poesia contemporanea

Emanuela Rizzo Cerco ancora le rose Cose, attratti dalle cose, ci perdiamo nelle case, insicuri afferriamo innumerevoli cose. Bramiamo di possedere anche quelle finte rose, non fosse mai che necessitino di bere dalle nostre mani non piĂš laboriose. I muri che ci stringono soffocandoci di cose placano le ansie delle giornate esose. Provaci, se ci riesci, a sentirti grande sulla cima delle montagne impetuose! Il panico ti sorprenderĂ , nel cercare intorno la parvenza effimera delle cose, non come me, io sĂŹ che cerco ancora le rose.

Un cielo di poesia 2019 141


Antologia di poesia contemporanea

Valentina Rizzo “Poesia sospesa” Metacarpo lunare d’addii condivisi su questa battigia d’anima e grafemi d’orizzonte ad orchestrar le nevicate del cuore. E così rammendo sguardi sciupati dal teorema dei silenzi tuoi mentre ombre e colori sfioriscono come pioggia sul mio volto e noi, chirurgia astronomica del pianto siam talamo e chimera, abito scomposto di parole alle pendici dell’eterno in questo battito di poesia sospesa sul petto degli amanti.

Un cielo di poesia 2019 142


Antologia di poesia contemporanea

Teodolinda Rosica

Notte afferra i miei pensieri Impastali di buio dimentica l’ordine rendi liquido il sentire Un torrente calmo dal profilo dolce Scansa i muri delle ombre e addormenta i sensi Io mi appoggio a te riavvolgo l’anima svesto gli occhi asciugo le mani [tu canta un canto lieve] Conosco favole dal lieto fine e quando il cielo crollerà per dare voce all’alba Io lo reggerò perché tu possa continuare a regalare stelle.

Un cielo di poesia 2019 143


Antologia di poesia contemporanea

Donata Rosina L’attesa T’aspetto, immersa nei colori vibranti di un’altra stagione del cuore. Ho tolto dalla panchina la polvere degli anni che ho speso cercandoti in un sogno senza tempo. In terra ho steso un tappeto ricamato di foglie ingiallite nelle pagine dei ricordi. T’aspetto, inventerò la magia di rinverdire il prato della nostra lontana gioventù. Chiederò agli alberi assonnati di ballare ondeggiando nel vento. Ingannerò il fluire della vita fermando gli attimi dell’attesa in un sospiro eterno. Finalmente ti vedrò arrivare, avrai negli occhi il bagliore azzurro di un cielo d’estate, fra le mani fulgide stelle per accendere nuove notti d’amore. Sarai sogno che si fa carne dimorando nella mia anima per sempre. L’autunno piangerà di gioia.

Un cielo di poesia 2019 144


Antologia di poesia contemporanea

Francesco Rossi (Igor Issorf) Il dolore Di notte nell’aria acre senza respiro viene il dolore Rapido e brusco cancella i sogni della vita felice Come guitto liso dozzinale in forma vuole dirigere scena abolendo tutte le luci le armonie ed i rintocchi Nel buio senza luce viva uccide le emozioni frementi Incontrastato vuole regnare, re della tua vita dispersa nel vento che incontra ancora quel sorriso con cui abbattere incontenibile iubris.

Un cielo di poesia 2019 145


Antologia di poesia contemporanea

Gilda Rossotti La tua casa C’è una casa in pietra su a sinistra dopo una salita ripida. In fondo a un vicolo stretto, dove gli alberi non possono crescere. Dove il profumo di zagara è nell'aria mescolato al profumo acre della legna che arde. E’ quella la casa dove ci sono i tuoi ricordi. Due donne esili con abiti scuri e dai capelli neri, sedute d'avanti all'uscio sono rimaste in attesa. Le donne che ti amano aspettano ogni volta il tuo ritorno. Le uniche che possono dirti: “Come mai ci hai messo tanto a tornare?” Figlio.

Un cielo di poesia 2019 146


Antologia di poesia contemporanea

Michela Ruggiero Vuoti d'aria Non farmi mai mancare i vuoti d'aria del tuo cuore, amore. Tutto come ben sai cambia velocemente non trattenere nulla di ciò che nasce per me o continueranno a mancare parti di noi. Non sono solo le parole. sono quei vuoti d'aria in volo. quel petto che si apre in due mentre ti penso ed un piacere intenso che respira. Ti amo di un amore [che non so] e che mi è caro ma anche infiamma la carne ed i pensieri. E poi accarezza l'anima. E' questo Noi che amo segretamente nostro... che ha il sapore dell'eterno.

Un cielo di poesia 2019 147


Antologia di poesia contemporanea

Maria Cristina Sabella (a zio Francesco Salerno Sergente Maggiore Pilota)

Mentre dormivi Ho scritto infinitĂ di parole mentre dormivi, non sentivi... un sonno leggero in un campo incolto, la pioggia con il sole il giorno con la notte, una giostra in movimento, girava in silenzio... Ho urlato infinitĂ  di preghiere, piene di pene rivolte al Signore, volevo sapere... il tuo corpo immobile in un ricordo veloce, volavi... nuvole imbottite tra pigiami sbiaditi, scorrevano leggeri ricordi di ieri, eri lĂŹ... a due passi dai miei, respirando il mio amore, lavandoti sotto la mia stessa pioggia, asciugandoti con gli stessi raggi del sole, inebriandoti,con lo stesso profumo di mare, il tuo nome su un marmo bianco, un monumento freddo... le mie guance arrossate nell'ammirarti, immobile l'aereo che nel cielo come un aquilone librava... Oggi so che... sei vicino al mio cuore nella mia terra nella tua terra, ti sento, ti ho visto... l'aereo bianco nel cielo, salutare i miei passi, che calpestavano il campo verde incolto, come quello in cui sei morto. Ciao!

Un cielo di poesia 2019 148


Antologia di poesia contemporanea

Marta Sansavini Nessun amore Sono lĂ a pochi passi da me figlie, madri, sorelle disadorne d'amore apparse all'imbrunire in cima al viale immobili onde sinuose vestite di niente a recitare una parte imparata a memoria nelle desolate notti di afa e di gelo. Vistose falene, attratte da fari di fanali, ammiccanti silenzi, e sguardi loquaci, si confondono nel vocio dell'estate e come noi, stupite da antichi riti di fuochi artificiali, vanno e vengono sotto l'oro dei lampioni e l'orlo argenteo della luna.

Un cielo di poesia 2019 149


Antologia di poesia contemporanea

Adelaide Santacolomba Ricordi tra le mani Nelle ore che non ti aspetti mentre cerchi Morfeo tra le pagine di un libro, mani invadono il tuo essere... Esplorano...tra curve e tornanti sensazioni mai sopite, e mentre fingi un'indifferenza infantile,sorridi,tra quelle pagine e gli affidi un nuovo racconto... Mani si allungano ,e stringono cuori che battono all'unisono. Stringono...e la forza diventa dolcezza...fluisce come miele su acque tempestose, e trascina via con sÊ emozioni e sensazioni. Fuggono dagli occhi lacrime che non sono pianto, e ne assapori il gusto seguendo le tracce su un viso oramai solcato dai segni del tempo. Rimane il silenzio, e mani che non cercano piÚ... Rimane il silenzio... e occhi che non hanno bisogno di parole... Restano...fermi i corpi...ma selvaggio è il ritmo di cuori...che ricordano tenendosi per mano...l'amore di un tempo che non finisce mai... Un cielo di poesia 2019 150


Antologia di poesia contemporanea

Maria Santoro Ricordi Le mie reminiscenze sono lì, oltre l’orizzonte. Ricordi di musiche soave e di parole dolci d’amore. Luoghi incantevoli, dove un tempo erano la casa degli Dei. Persone sensibili e incline alle melodie dell’anima. Mellifluo erano le loro bocche e il cuore cantava. Tre Grazie danzavano sul lago dorato. Tre Ninfee albergavano nel bosco degli Elfi. Eravamo drogati dall’amore, eravamo abbracciati tra noi. Stringimi forte sussurravi al mio cuore. Tienimi stretto sulla tua anima, non soffiamo col vento può portare via il nostro mondo incantato. Adàgiati accanto a me, chiudiamo il mondo la fuori. Non guardiamolo, è solo nebbia e fumo, inquinato, malsano. Le persone sono fantasmi emaciati che camminano senza un fine, senza ragione, senza un punto di riferimento. Il mondo ormai è inesistente, sa fare solo male, tanto male. La figlia contro la madre e viceversa. Il fratello contro la sorella. Il marito che uccide la moglie. Il matrimonio, le parentele e l’amore camminano di pari passo con la morte. Così si parlava d’amore... Poi il corpo avvertì come dei brividi di freddo. L’anima vacillò e ci trovammo tra le braccia di Morfeo inabissati nel sonno, era tutto buio intorno a noi. Non so per quanto fummo travolti da quelle tenebre oscure . Un interminabile silenzio era calato su di noi . D’un tratto una flebile luce s’intravide da una fessura di un finestrone. Ci svegliammo come da un incubo, incoscienti della realtà oscura che nuova, si presentava ai nostri occhi e alle nostre emozioni. I nostri corpi, come i nostri cuori erano refrattari, recalcitranti . La magia dell’amore, era scomparsa dal nostro mondo incantato. Ormai era un amore claudicante, effimero, vuoto, glaciale, evanescente.

Un cielo di poesia 2019 151


Antologia di poesia contemporanea

Imma Schiena Essere o non essere Voglio che tutto mi scivoli addosso, il tempo, i minuti, le parole, tu. Non farmi penetrare da alcunché per non innamorarmi o amarti. Piuttosto che rischiare di morire a me, voglio vivere nell’indifferenza, nel qualunquismo. Nessuno mi farà amare veramente in questa roccaforte della mia impermeabile pelle Piovono odio e amore, ma non mi feriscono, non mi fan niente, non mi uccidono. Fai lo stesso anche tu, così non ci faremo del male; non ci ameremo e non ci odieremo. Essere o non essere, questo è il problema, decidere di vivere o morire. Vivere sol respirando negando di essere, o essere in profondità, rischiando di morire. Se lasciarsi scalfire dall’amore che taglia il tuo essere te stesso, o continuare ad usare la negazione come arma sicura in tua difesa per continuare ad esistere senza essere. Essere in pienezza lasciando-ti nel fondo vivendo o non essere, rimanendo in superficie soffocare e morire. Un cielo di poesia 2019 152


Antologia di poesia contemporanea

Maria Scivoletto E poi si dimenticheranno di me Ho fatto tanto per non sentirmi sola ho costruito, ho innescato ho fatto bene‌ ho sbagliato. La vita mi ha dato mi ha preso e lasciato ho fatto tanto per non sentirmi sola. Ho conosciuto‌ ho amato ...forse non ho mai veramente odiato. Ho perdonato e poi si dimenticheranno di me è inevitabile‌ cara solitudine.

Un cielo di poesia 2019 153


Antologia di poesia contemporanea

Valentina Selene Medici Rondini Sembrano tristi oggi i panni stesi nel tiepido sole d’autunno. Osservano rondini preparare rotta barra avanti e via in formazione. Lancia un corvo un gracchiante saluto Incontreranno correnti per riposare ali e dormire. guidate da ancestrale istinto. Incontreranno navi andare in senso opposto. Migranti che hanno lasciato i nidi forse da bombe e guerra distrutti. Forse da crudele schiavitÚ sfuggiti. Non ci sarà ritorno in una primavera in un incognito domani da incontrare. Ma non siamo tutti un po’ migranti? Difficile nascere e morire nello stesso luogo. E a volte torniamo a cercare il vecchio nido guidati da nostalgiche radici.

Un cielo di poesia 2019 154


Antologia di poesia contemporanea

Marina Sirolla Qualcosa non torna! Ho bisogno di lasciarmi andare tra le parole dello scrivere, un nuovo stato un nuovo mondo. Vivo il momento sfidando il sole lascio spazio ad un tempo infinito, mi accorgo ed è già passato un attimo ed e già andato. E una cosa vedere le foglie volare spinte dal vento e un caso vedere il sole sorga ogni mattina. E un caso apprezzare i silenzi in cui ci fissiamo, un caso, solo un caso poche righe, solo poche righe stare qui delle ore, per descrivere come possa sentirmi non rendono giustizia a ciò che provo. Cammino sulle nuvole mi sento leggera, sono soddisfatta oppure ti accorgi che qualcosa non torna? Che cosa non torna? Un cielo di poesia 2019 155


Antologia di poesia contemporanea

Snezana Solkotovic Che cosa darti per... Che cosa posso darti per quel sorriso per quello sguardo birbante che luccica nella tua monelleria quando dal petto si strappa un sospiro pesante e amore per amore si rende... Cosa posso darti per un tocco gentile della tua mano, per un abbraccio che conquista con calore per parlare a voce bassa, tanto per sapere quanto di te c'è dentro di me... Che cosa posso darti per un passo leggero che lungo la strada in discesa si incammina da qualche parte nel buio, cosa posso darti per un tocco lieve per il quale le guance arrossiscono. Che cosa posso darti per quella snella figura per il segreto che il tuo cuore porta cosa posso darti solo per appoggiare la testa sulla tua spalla per sentirti arruffare i miei capelli lunghi.. Eh, mi chiedo sempre cosa darti e so che non mi basterà mai cosa significhi per me lo sai anche tu stesso questo mio cuore si è innamorato follemente di te. ŠTA DA TI DAM ZA ... Šta da ti dam za taj smešak/za vragolasti pogled koji se u nestašluku cakli,/kada se iz grudi otima uzdah težak,/a ljubav bi da se za ljubav vrati.../Šta da ti dam za nežan dodir ruke,/za zagrljaj koji toplinom pleni,/da se razgovaramo ćutke/tek da znaš koliko te ima u meni.../Šta da ti dam za lagan korak/koji niz ulicu nekud u tami krene,/šta da ti dam za dodir lak/zbog koga se obrazi zarumene./Šta da ti dam za tu vitku pojavu/za tajnu koju tvoje srce nosi,/šta da ti dam samo da naslonim na tvoje rame glavu/da mi zamrsiš dugu kosu.../Eh, uvek se pitam šta da ti dam,/a dovoljno mi nikada ništa ne bi bilo,/koliko mi značiš dobro znaš i sam/ovo se moje srce, u tebe, ludo zaljubilo...

Un cielo di poesia 2019 156


Antologia di poesia contemporanea

Savina Speranza Riflessi di cielo Demoni frangono l'ansia Nel limbo dei desideri Ti cerco ancora Nei miei appunti deliranti Ti cerco ancora Anima irrisolta Ti cerco nelle piccole cose In un foglio bianco Nei ricami di una nuvola Delineo il tuo volto Imprimo il tuo nome Oggi ti svelo un segreto: nelle bolle di sapone raccolgo riflessi di cielo.

Un cielo di poesia 2019 157


Antologia di poesia contemporanea

Gianna Spiaggia L’infinito Come onda anomala sulla via dell’emozioni che spaziano senza rumore tra tormenti illusioni ricordi sogni, come impronta sull’anima di remore spogliata, liberata dalla gabbia dell’io, come tempo corroso e corrotto che dispiega ali adornato di colori, come ogni sentimento condotto al suo porto, sconfitto lo sconforto, come luce senza fine inebriati i sensi io giungo al mio infinito ve lo porgo con i miei versi.

Un cielo di poesia 2019 158


Antologia di poesia contemporanea

Rita Stanzione Perfino le tue sillabe d’erba Trasmuterà, la bianca ruggine ancora anello intorno ai colli di piumette a gradazioni al blu, per intuizioni di giumelle giadasmeraldo il fiume sbuca. Perfino le tue sillabe d’erba si allungano invisibili -non smetto di ascoltare ebbra al meato sporto a primavera. Ma noi: non siamo avidi filamenti nel verde di fanghiglie? Un ansito, il frinire d’acqua sulle acacie, siamo?

Un cielo di poesia 2019 159


Antologia di poesia contemporanea

Elenia Stefani Spiaggia e mare Silenzio intorno a me, mi siedo. Un fruscio mi riscalda e avvolge e mi rilasso. Io cosi piccola e vulnerabile tu così immenso e forte. Accolgo tra le mani la sabbia, la stringo e poi la lascio volar via. Come sabbia fragile io penso al ieri, al oggi e al domani. Le onde infrangono i miei pensieri o forse ne danno un senso. Questa immensa e calda vastità sa di libertà… libertà di pensare, libertà di essere, libertà di vivere. Grazie mare, spesso solo tu mi sai calmare.

Un cielo di poesia 2019 160


Antologia di poesia contemporanea

Grazia Tagliente Adorno il silenzio Di trine e merletti adorno il silenzio e lo damasco di punti chiassosi. Lo cingo di solitari ampi respiri lo coloro di rumorose parole celate lo colmo di forti ricordi segreti. Complice amante muto dolce compagno amato si muove piano si fa presenza confidente, a lui consegno il mio tuonante dolore. E si fa apprezzare mentre, etereo, m’accarezza l’anima tra mille sospiri nelle ombre stellate o nei chiarori assolati. Nella sua indispensabilità appare nell'aria, conto i suoi passi e nel suo inchiostro intingo la penna. E lo riconosco in quella sua essenzialità, d’intensità vestito mi parla d’amore. M’avvolge e mi parla di te.

Un cielo di poesia 2019 161


Antologia di poesia contemporanea

Maura Taormina Dormiente Io dormo su un fianco ristretta e disfatta su tele di garza dalla trama rada con l'occhio attento che vuole la sua parte dormo su narici pruriginose con il respiro in mezzo a uno starnuto a sconquassare il petto dormo su tetti di domande in calce le caviglie a sfregarsi in un freddo viscerale finchĂŠ il fuoco amico non mi assale Io dormo di sasso di ferro di catrame dormo di giochi melensi e risate amare col cuore pendulo coperta da mistici mosaici di pensieri avvolta avulsa avversa io dormo per non vedere te.

Un cielo di poesia 2019 162


Antologia di poesia contemporanea

Giovanni Tartaglia L'amore L'amore è un sentimento che dà gioia fa impazzire il cuore dà luce alla mente dona momenti di sfrenata passione. L'amore fa ridere l'anima l'amore fa piangere il cuore fa sperare in un mondo meraviglioso fa gridare di gioia! L'amore a volte fa piangere perché diventa attesa e allora in certi istanti tutto diventa grigio perché attendi un dolce incontro... attendi la telefonata il messaggio il sorriso della persona amata. Allora cerchi l'abbraccio e capisci che devi attendere e la paura che tutto può svanire ti attanaglia. Quanto è immenso l'amore! La vita è amore non voglio perdere tutto ciò perché se dovesse accadere credo che la vita non avrebbe più senso. Un cielo di poesia 2019 163


Antologia di poesia contemporanea

Viola Tatham Il mondo nel cortile C'era sempre un pallone a rimbalzare e qualcuno che si rincorreva "Io tocco ferro... e non mi puoi pigliare!". Cerchi col gesso, atlante sull'asfalto il mondo chiama e tu devi accettare. I gradini come palco o banchi "Indovina indovinello: Chi sarĂ ?" E chi sbagliava faceva penitenza quattro giri intorno al "Fontanone" che chiudeva lo spazio consentito ed apriva le porte ai nostri sogni. La conta eleggeva la regina del castello e ogni tanto una mamma alla finestra sorrideva per i passi da gigante. Poi, trepidanti dietro ad un portone speravamo nella liberazione "Tana liberatutti!". E tutti a casa.

Un cielo di poesia 2019 164


Antologia di poesia contemporanea

Maria Teresa Tedde Lance Gratitudine ingabbiata cancella nega diritto al dissenso ed alla ribellione. Ci sono spazi intimi che nessuno può violare. Neanche l’amare ne dà diritto. Dibattersi fra il tacere e mettere sotto il tappeto, non si butta l’acqua sporca col bambino ed il violino strugge lacrime di impotenza. Non si lotta contro geni di autodecisione esplode sempre la pentola a pressione, muoia Sansone con tutti i filistei. Ed il deserto avanza nella vuota e silenziosa stanza affacciata su stati di coscienza: se vissuti con la stessa frequenza sono alfabeto di comprensione rara. Nella strada deserta ulula un cane rimbomba il buio che avanza e non si sfogliano ormai più le margherite. Lance appuntite divorano il cuore.

Un cielo di poesia 2019 165


Antologia di poesia contemporanea

Maria Concetta Terracina In silenzio In silenzio per poter sentire il tuo respiro mi manchi e tu lo sai Ma non posso fare nulla per farti tornare da me Sei il mio Angelo so che vegli su di me in silenzio e io ti lascio fare mamma perchĂŠ sei e sarai per sempre vicino a me Anche se non ti posso toccare o vedere Ti sento... SĂŹ SĂŹ sento il tuo respiro.

Un cielo di poesia 2019 166


Antologia di poesia contemporanea

Donatella Tranquillo

ChissĂ se lo sai che mi vieni a cercare all'ora dei demoni Degli angeli messi a dormire Di un Dio che mi sente invocare in suo nome. Un ponte sospeso un'ala sola offerta dal cielo Ti basta ad atterrare su questa pelle diafana di nude preghiere. La Luna ChissĂ  se lo sa che vieni a rubarla dentro i miei occhi neri E profani la mia notte portandola via, e le mie stelle Ed io non ho piĂš sponda dove dormire un luccichio per sognare Quel fragore in cui il mondo della notte mi fa entrare.

Un cielo di poesia 2019 167


Antologia di poesia contemporanea

Marisa Tumicelli Mia chiave di cielo Ăˆ chiave di pensiero che l'anima stringe chiave bussola con approdo di luce in vastitĂ di onde chiave mistero a colmarmi di incanti di silenzi chiave reliquia mio custodito tesoro in eterna alleanza mia chiave di cielo appesa al filo dell'aria.

Un cielo di poesia 2019 168


Antologia di poesia contemporanea

Duilio Venturini Guerriero Ma in fondo io chi sono: una macchina da guerra rimandata in questa bolgia a cercare di vivere una vita che mi va stretta. Mi manca la polvere, il sudore, il luccichĂŹo delle armi, il profumo della paura... ...L'odore della vittoria. Ma tutto questo ora mi fa paura, da quando ho allungato la mano per raccogliere un fiore, non lo colsi... ma l'ho protetto. E adesso sono qua, a difendere, fino alla mia ultima goccia di sangue, la luce di una nuova alba che nasce ogni giorno e illumina migliaia di petali. Fino al mio ultimo battito di ali fino al mio ultimo sorriso.

Un cielo di poesia 2019 169


Antologia di poesia contemporanea

Gabriela Verban Solitario, il poeta Perché Non ti aspetto mai? Ho dimenticato davvero Di perdonare, Di amare profondamente, Di sacrificarmi, Perché? L’amore Frantuma in pezzi La luna E fluisce In polvere di stelle. Intenso E profondamente affettuoso, Il pensiero del poeta Unico e sincero. Scorreranno lacrime Come petali di cielo Nei miei poemi Riflessi Su una croce... Sono solo Il poeta solitario Di chi tutto porta con se in un afflato di vita in un unico desiderio: immortalare la verità.

P.S. Il poeta crocifigge sempre la sua anima e i suoi inerenti amori su una croce di parole e spera di raggiungere l’imponderabile e immortalare la verità.

Un cielo di poesia 2019 170


Antologia di poesia contemporanea

Serena Vestene Un'iride di luce Irradiamo un'iride di luce per chi è cieco dalla parte del cuore! Uno sguardo che ricuce di pace! È mestiere divino e del poeta il tenace tenersi abbracciato alle briglie dell'amore. Fallace è chi pensa al diverso come al buio, per un buio mortale, chi cerca compenso dal vagare in un mare disgiunto. È tutto un transumarsi d'anime per un unico disegno di pace. tratto dalla raccolta “Terra di Santi e di perduti in terra” – Boopen Ed. 2019

Un cielo di poesia 2019 171


Antologia di poesia contemporanea

Italo Zingoni Cerco un varco Cerco un varco nel nulla per lasciarlo in dono ai poeti che sprecano le ore e le notti a cercare nel vuoto un posto libero per vivere anche un solo attimo lontano dalle illusioni quotidiane Le “cose” troppo strane a volte lasciano il segno nelle menti fragili e si infiltrano come mali oscuri in chi crede che la felicità sia solo qualcosa che si raggiunge con l’avere in un volo troppo vicino al sole Mi appartiene invece il senso puro del dolore di chi tra le macerie cerca il pianto di chi muore per un ideale di chi chiede pace e ottiene bombe da scambiare nei mercati del potere e l’urlo di una madre che non ha più voce Cerco un varco nel nulla di questo mondo e di ciò che si nutre cerco –invano– qualcosa che sia fonte di solo amore per un verso nuovo a cullare la follia dei poeti veri che seminano parole in un deserto. Tratto da - Poesia anno zero- 5.1 Inedito. 05/09/2019 – t.d.r.

Un cielo di poesia 2019 172


Antologia di poesia contemporanea

Marta Zirulia Il frutto di Adamo Curvo l’orrore dell’uomo appannato dall’odio infrange l’incanto del telaio incensato. E io depongo le ali sotto l’uncino luttuoso di quello sguardo ignoto cui soleva bellezza tuffarsi e nessun vanto poteva eguagliarsi. I ricordi di ieri, dell’eremo infante ove splendean sogni cullanti stridono all’impeto dei pugni affilati accorciando quel dì in tramonto infinito. Ora, come ramo sottile gocciato di urla strazianti, invoco ristoro di una notte immortale ...e la luna stasera, si acchiocciola lassa sui fiori notturni.

Un cielo di poesia 2019 173


Antologia di poesia contemporanea

Un cielo di poesia 2019 174


Antologia di poesia contemporanea

realizzato nel novembre 2019 da Matteo Cotugno ebookpoesia@libero.it http://vocidipoesia.blogspot.it/ http://poesiedimatteocotugno.blogspot.it/

Un cielo di poesia 2019 175


Antologia di poesia contemporanea

Un cielo di poesia 2019 176

Profile for matteo cotugno

Un Cielo di Poesia 2019  

Antologia di poesia a tema libero in collaborazione con 169 Autori, a cura di Matteo Cotugno

Un Cielo di Poesia 2019  

Antologia di poesia a tema libero in collaborazione con 169 Autori, a cura di Matteo Cotugno

Profile for viscatto