Page 1


Varese Sport Match program ufficiale della Pallacanestro Varese

ACQUISTIAMO IN CONTANTI

Euro 0.01

numero 715 - 21 marzo 2014

MATCH PROGRAM UFFICIALE

w w w.varesespor t.com

Oro 750 mill. massime valutazioni Compravendita orologi Rolex usati

Varese - Piazza Podestà 4 (corso Matteotti) Tel. 0332 282294 - fax 0332 498007 - cell. 329 6193680

Cimberio - Pistoia

PalaWhirlpool - Domenica 23 marzo ore 18.15 oro, argento, diamanti, orologi

xxxx

giacomo galanda

Poste Italiane S.p.A. - spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 numero 46) articolo 1 comma 1, DCB Varese

di Marco Gandini

Facciamo il punto

La vittoria sul campo di Pesa-

ro è stata un’autentica boccata

di ossigeno in un periodo

Fra i tanti ex che hanno calcato o calcheranno in futuro il parquet del PalaWhirlpool, Giacomo Galanda è sicuramente uno dei più grandi.

alquanto difficile per la Palla-

canestro Varese. Il capitombo-

lo casalingo contro la mai

doma Montegranaro aveva

gettato i biancorossi nel girone

dantesco delle squadre in lotta

per la salvezza. Una situazione

potenzialmente molto perico-

losa per una squadra partita

con ben altri obiettivi.

Zampa a pagina 5

In una sola, immensa, persona troviamo storie di gioie e dolori vissute con la maglia biancorossa stampata sulla pelle: uno scudetto conquistato con la maglia dei Roosters, una retrocessione che ancora brucia come una ferita indelebile, seguita però da una promozione in Serie A vissuta con la fascia di capitano e quel trofeo alzato al cielo simbolo della rinascita della Varese cestistica. (...)

Continua a pagina 7

“tifo col cuore” Prosegue il progetto di Pallacanestro Varese rivolto ai più piccoli.

Gandini a pagina 12

il personaggio: simone giofrè Il sassolino nella scarpa, quello della famosa canzone. Il sassolino nella scarpa, ahi, quello che fa tanto, tanto male... Turconi a pagina 11

settore giovanile Week end positivo per le formazioni giovanili della Pallacanestro Varese: tre vittorie e due sconfitte. Gandini a pagina 13

Nuova Trebicar Viale Aguggiari, 138 - Tel. 0332 238561 - Varese


5

Varese Sport

Venerdì 21 marzo 2014

Facciamo il Punto

Cura Bizzozi: primi frutti BOCCATA DI OSSIGENO PURO CON LA VITTORIA A PESARO

L

di Diego Zampa

a vittoria sul campo di Pesaro è stata un’autentica boccata di ossigeno in un periodo alquanto difficile per la Pallacanestro Varese. Il capitombolo casalingo contro la mai doma Montegranaro aveva gettato i biancorossi nel girone dantesco delle squadre in lotta per la salvezza. Una situazione potenzialmente molto pericolosa per una squadra partita con ben altri obiettivi. Superare i marchigiani significa aver messo in banca due punti pesantissimi che, uniti alla vittoria dell’andata, danno agli uomini di Bizzozi un innegabile vantaggio in caso di arrivi in volata o a pari punti. Il pericolo sembra quindi scongiurato, ma non bisogna abbassare la guardia. A partire dalla gara di questa sera contro Pistoia. La formazione toscana è una delle sorprese di questo campionato e precede i biancorossi di 2 punti in classifica. Vincere significherebbe mettere la parola fine alle paure. Senza dimenticare che i playoff sembrano un traguardo irraggiungibile più per le pre-

stazioni offerte della Cimberio, che per la classi- ancora troppo discontinuo nel rendimento. fica. L’ottavo posto dista infatti solo 4 punti, I dirigenti biancorossi hanno puntato su di lui un’inezia in un campionato così equilibrato. Il per ottenere un miglioramento sotto i tabellocalendario di Varese è abbastanza agevole da qui ni. È logico quindi aspettarsi che l’ex Sassari alla fine. A Masnago, dopo Pistoia, arriveranno ed Avellino ripaghi la fiducia della società. Caserta, Cremona e Basterebbe ritrovare un Siena. Partite sulla carta buon rendimento da questi due giocatori, per alla portata. avere un’arma in più Nel mezzo, oltre al derby contro Cantù, ci per raggiungere i sarà anche la trasferta playoff. Tirare i remi in sul campo di una Virtus barca a 7 giornate dalla Bologna in crisi nera. fine sarebbe un vero Per guardare in alto, peccato. La Cimberio serve però lo spirito deve provarci fino alla visto nell’ultimo quarto fine. Il primo obiettivo di Pesaro. Grinta, diferimane quello di regalasa, voglia di lottare su re una vittoria al pubStefano Bizzozi studia gli schemi ogni pallone. Vanno poi blico di Masnago. superate alcune difficoltà evidenti. Clark, in pri- Manca da troppo tempo. I tifosi biancorossi mis. Passi la regia, ma il piccolo americano deve meritano di poter festeggiare un successo in ritrovare il tiro perimetrale, nelle ultime gare ai casa. Sarebbe la spinta giusta per tornare a minimi storici. Lo stesso dicasi per un Johnson puntare in alto.

VARESE PISTOIA AFFIDATA A CEREBUCH, WEIDMANN E BORGIONI (m.g.) Cerebuch, Weidmann e Borgioni. È questa la terna che dirigerà la gara tra Varese e Pistoia. Il primo due anni fa diresse le vittorie casalinghe della Cimberio contro Caserta, Sassari e Siena in gara-3 dei quarti di playoff, mentre lo scorso anno fu presente nel successo degli “Indimenticabili” contro Avellino tra le mura amiche ma anche nei ko a Venezia in regular season e contro Siena in gara-7 di semifinale playoff. Una vittoria ed una sconfitta il bottino del fischietto di Trieste nei precedenti contro Varese quest'anno, rispettivamente contro Reggio Emilia e Milano. Weidmann nella stagione 2011-2012 arbitrò la formazione varesina a Cremona, a Venezia, in casa contro Teramo e a Siena in occasione della prima gara dei quarti di playoff. L'anno scorso invece lo fece a Biella, a Sassari, a Venezia e contro Siena in occasione di gara-3 e gara-7 di semifinale playoff. Quest'anno solo tre i precedenti: Caserta-Varese 86-80, VareseRoma 78-86 e Venezia-Varese 77-93. Pochi incroci tra Varese e Borgioni: l'anno scorso nelle vittorie degli “Indimenticabili” contro Avellino e Venezia in gara-5 dei quarti di playoff. Quest'anno, invece, nel successo biancorosso contro Pesaro e nella sconfitta casalinga contro l'Olimpia Milano.


6 REFRIGERAZIONE CONDIZIONAMENTO INDUSTRIALE Refrigerazione con gas naturali CO2 - NH3 - HC Pompe calore geotermiche Assorbitori Risparmio energetico

VENDITA POST SERVICE Condizionatori civili commerciali industriali Celle - Congelatori Stagionature

Tel. 0332 427250 - fax 0332 860034 info@facold.it - www.facold.it

BAR TABACCHERIA

LA BUSSOLA

SCOMMESSE SPORTIVE SALA GIOCHI CON JACKPOT

IL GIOCO E’ VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI, GIOCARE TROPPO PUO’ CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA

VIALE BELFORTE 18 VARESE TEL. 0332 334898

I nostri avversari:

Giorgio Tesi Group Pistoia

Varese Sport Venerdì 21 marzo 2014

Archiviata la fondamentale vittoria di Pesaro, la Pallacanestro Cimberio Varese torna al PalaWhirlpool dove affronterà la Giorgio Tesi Group Pistoia con l'obiettivo di guadagnare altri due punti pesanti in chiave classifica. Le difficoltà di inizio stagione della squadra toscana sono ormai un lontano ricordo, con coach Paolo Moretti che ha saputo spremere il meglio dai suoi giocatori arrivando ad ottenere risultati davvero incredibili. Pistoia non vince in trasferta dal 26 Dicembre ma nella partita di andata ha dimostrato di avere avere i mezzi per battere Varese, città ben conosciuta dal top scorer Brad Wanamaker (breve apparizione in biancorosso nel 20112012), play/guardia da 15.5pt in 32' e secondo assist-man del cam-

13/10/2013 20/10/2013 27/10/2013 03/11/2013 10/11/2013 17/11/2013 24/11/2013 01/12/2013 08/12/2013 15/12/2013 22/12/2013 26/12/2013 29/12/2013 05/01/2014 12/01/2014 19/01/2014 26/01/2014 02/02/2014 16/02/2014 23/02/2014 02/03/2014 09/03/2014 16/03/2014

Roster N°

5 6 10 11 12 13 15 16 22 25

Atleta

pionato. Kyle Gibson (14.7pt in 33'), Deron Washington (11.3pt + 6rimb), Ed Daniels (9.3pt +7.4 rimb) e JaJuan Johnson (14.5pt + 6.8rimb) completano uno degli starting five più esplosivi e duttili della Lega. In panchina spicca un nome su tutti: Giacomo Galanda (3.7pt in 13'), indimenticata bandiera di Masnago che da qualche stagione ha messo la sua esperienza al servizio del team del Presidente Maltinti. Altra figura d'esperienza è quella del playmaker ex Venezia Guido Meini (1.3pt in 14'), mentre Riccardo Cortese (guardia/ala da 6.3pt in 22'), Francesco Evotti e Davide Bozetto completano il roster della Giorgio Tesi Group.

Il cammino di Pistoia

Davide Riva

Cantù - Giorgio Tesi Group Pistoia 87-77 Giorgio Tesi Group Pistoia - Avellino 75-83 Sassari - Giorgio Tesi Group Pistoia 100-87 Milano - Giorgio Tesi Group Pistoia 75-55 Giorgio Tesi Group Pistoia - Cremona 65-60 Reggio Emilia - Giorgio Tesi Group Pistoia 67-56 Giorgio Tesi Group Pistoia - Pesaro 115-110 Siena - Giorgio Tesi Group Pistoia 89-66 Giorgio Tesi Group Pistoia - Cimberio Varese 89-76 Brindisi - Giorgio Tesi Group Pistoia 68-60 Giorgio Tesi Group Pistoia - Venezia 81-62 Montegranaro - Giorgio Tesi Group Pistoia 87-93 Giorgio Tesi Group Pistoia - Roma 76-85 Giorgio Tesi Group Pistoia - Bologna 80-79 Caserta - Giorgio Tesi Group Pistoia 80-74 Giorgio Tesi Group Pistoia - Cantù 82-77 Avellino - Giorgio Tesi Group Pistoia 75-70 Giorgio Tesi Group Pistoia - Sassari 81-69 Giorgio Tesi Group Pistoia - Milano 79-88 Cremona - Giorgio Tesi Group Pistoia 81-76 Giorgio Tesi Group Pistoia - Reggio Emilia 74-66 Pesaro - Giorgio Tesi Group Pistoia 75-74 Giorgio Tesi Group Pistoia - Siena 77-76

Daniel Ed Meini Guido Galanda Giacomo Wanamaker Brad Washington Deron Cortese Riccardo Evotti Francesco Bozzetto Davide Gibson Kyle Johnson JaJuan

Ruolo

Anno Nasc. Ala 13/06/1990 Playmaker 17/10/1979 Ala/Centro 30/01/1975 Play/Guardia 25/07/1989 Ala 12/12/1985 Guardia/Ala 12/05/1986 Guardia/Ala 18/02/1988 Centro 22/10/1989 Guardia 22/05/1987 Ala/Centro 08/02/1989

Allenatore: PAolo MoReTTi

Alt. Peso cm Kg 200 103 188 82 210 110 193 95 203 95 196 92 193 85 207 93 196 93 208 98

Naz.

USA ITA ITA USA USA ITA ITA ITA USA USA

Kyle GibsoN Hassell e Galanda nella partita di andata a Pistoia

OCCHIO A...

La stella della Giorgio Tesi Group Pistoia, è indubbiamente Kyle Gibson, guardia statunitense classe 1987 che quest'anno viaggia a 14.7 punti, 2.8 rimbalzi e 2 assist di media a partita. Ha iniziato a muovere i primi passi nella Dorsey High School Dons, sotto la guida di suo padre Arthur Gibson, conquistando tre titoli cittadini consecutivi con medie nel suo anno senior di 23 punti, 8 rimbalzi e 4 assist. Passato poi nel 2006 ai Bulldogs della Louisiana Tech University, ha visto crescere sempre di più le sue statistiche, concludendo l'ultimo anno a medie di 18 punti, 4 rimbalzi e 3 assist, segnando un career high di 32 punti nella vittoria contro Fresno State. Non è stato scelto al Draft NBA 2010, ma ha preso parte alla NBA Summer League con la maglia dei Miami Heat, senza mai scendere in campo a causa di una lesione alla spalla sinistra riportata in allenamento. Rientrato a pieno ritmo a gennaio 2011, si scontra con un giocatore durante una partita tra amici lesionandosi anche la spalla destra. A metà giugno può ricominciare a giocare ma viene tagliato dagli Iowa Energy prima di cominciare la stagione 2011-2012; successivamente viene acquistato dai Canton Charge in D-League, dove chiude la prima stagione a 9.9 punti, 4 rimbalzi e 1.5 assist. Nei playoff arriva a 18.8 punti, 4.3 rimbalzi e 2 assist di media nelle 6 partite disputate. Confermato anche nella stagione 2012-2013, Gibson gioca 44 partite a medie di 16.6 punti, 3.3 rimbalzi e 3.6 assist, prima di lesionarsi lo scafoide del polso destro in marzo durante un allenamento e saltando la restante parte di stagione compresi i playoff. Prende parte poi alla NBA Summer League 2013 con la maglia dei Chicago Bulls, prima di essere ingaggiato da Pistoia quest'estate. Marco Gandini


Galanda: “Varese, come Varese Sport

Venerdì 21 marzo 2014

Segue dalla prima pagina

(...) Lui, per tutti “Gek”, è stato per la Città Giardino un idolo da adorare, un esempio da seguire, un protagonista assoluto di un pezzo di storia della Pallacanestro Varese. «E pensare che non mi sarei mai nemmeno immaginato di ritornare da avversario a Masnago racconta-. Quando decisi di sposare la causa 'Pistoia', non pensavo neanche lontanamente che saremmo riusciti a raggiungere lo storico traguardo della promozione in soli due anni. Eppure eccoci qua, in Serie A; è proprio vero che la vita non smette mai di stupirci. Tornare a calcare il parquet di Varese non mi provoca tensione, piuttosto una forte emozione che è difficile spiegare a parole. È vero che dopo anni non c’è più quello spirito di confrontarsi con i vecchi compagni di squadra perché oggigiorno i roster cambiano velocemente; però è come se ritornassi in quella che è stata casa mia per tanti anni e, sebbene sia stata ristrutturata da quando me ne sono andato, sono sicuro che saprei muovermi li dentro ad occhi chiusi, respirando e rivivendo le profonde sensazioni provate nei miei anni trascorsi qui».

Il primo pensiero? Cercherò gli sguardi di un pubblico come quello varesino che non ha mai lasciato sola la propria squadra, nemmeno nei momenti più bui

Quale sarà il primo pensiero che ti passerà per la testa quando varcherai la soglia del PalaWhirlpool? «Più che le immense gioie e i profondi dolori provati con la maglia biancorossa, il mio primo ricordo si soffermerà sulle persone. I volti di coloro con cui ho condiviso mille battaglie, ma anche gli sguardi di un pubblico come quello varesino che non ha mai lasciato sola la propria squadra, nemmeno nei momenti più bui, neanche quando le cose non giravano per il verso giusto. Una delle qualità più grandi e più belle dei tifosi della Città Giardino, è proprio la loro grande conoscenza dello spirito che uno sport come il nostro sa trasmettere. Questo non è un qualcosa che 'si crea', semmai è una caratteristica insita per natura nel cuore e nell'animo delle persone. E il fatto di aver fatto parte di questa squadra, di questo contesto, non fa altro che rendermi fiero». Non solo ne hai fatto parte, l'hai vissuto da “capitano”. «Altro motivo per me di grande orgoglio. Se penso che il mio nome è affiancato a personaggi che non solo hanno fatto la storia di Varese, ma più in generale della pallacanestro italiana, beh, non posso che esserne onorato». Parliamo della “tua” Pistoia. Campionato cominciato male ma ora, a salvezza quasi sicura, siete ad un passo dai playoff. «All'inizio abbiamo faticato moltissimo -rispon-

de-, sia perché abbiamo subìto tremendamente il salto di categoria, sia perché il calendario non ci era sicuramente favorevole; basti pensare che solo nelle prime quattro gare di campionato abbiamo trovato in ordine Cantù, Avellino, Sassari e Milano. Cosa è successo dopo? Con grande spirito tutto l'ambiente, dalla società ai tifosi, si è compattato togliendo, di fatto, ogni tipo di pressione che ci riguardava. Ciò ha fatto sì che i 'pro' andassero a nascondere i 'contro', i nostri difetti, pernettendoci di ottenere anche vittorie molto importanti. Siamo un grande gruppo ed io sono orgoglioso di esserne il capitano. Mi hanno accolto benissimo, facendomi sentire fin da subito un elemento cardine della squadra, responsabilizzandomi anche dal punto di vista dei rapporti con i giocatori più giovani e con quelli stranieri, ai quali insegno, quando necessario, i segreti per riuscire ad esprimersi al massimo in un campionato 'strano' come quello italiano». Quale dei tuoi compagni ti ha stupito di più? «Fra tutti Brad Wanamaker (che in stagione viaggia a 15.5 punti, 4.2 rimbalzi e 4.8 assist di media a partita, ndr), perché rispetto a come lo avevo 'etichettato' all'inizio, si è dimostrato una persona disponibile e aperta. In realtà lui però è l'esempio lampante di ciò che caratterizza tutta la squadra, la cui qualità principale è l'umiltà e la voglia di mettersi sempre in gioco e di compattarsi di fronte alla difficoltà. In questo senso la nostra stessa società ha dato una grande prova di intelligenza nel gestire Ed Daniel, giocatore che all'inizio aveva trovato enormi difficoltà di adattamento (tanto da essere ad un passo dalla rescissione, ndr), salvo poi riprendersi fino a diventare uno degli elementi più importanti che abbiamo, grazie agli enormi progressi che ha fatto da quando è giunto in Italia». E di Varese cosa ci dici? «La Cimberio di quest'anno è l'emblema dei problemi che affliggono la pallacanestro italiana. Come dicevo prima, le squadre oggigiorno cambiano volto da un anno all'altro. È normale che poi il tifoso, che io sostengo con tutte le mie forze, si stanchi; questo perché non capisce il motivo per cui non si possano creare dei 'cicli' che possano poi fruttare qualcosa. Il tifoso deve pretendere nella maniera più categorica che la squadra per cui fa il tifo debba avere una base solida di partenza composta da giocatori che si conoscono, attorno alla quale si fanno girare due massimo tre innesti che annualmente la società decide di operare. Ma finché il problema è l'economia, le cose non potranno cambiare più di tanto purtroppo. Tempo fa allungando i contratti dei giocatori, si poteva quanto meno capitalizzare. Ora invece si vive una situazione dove viene valorizzata maggiormente la 'casualità' o la 'fortuna' di trovare, prima di altri, un giocatore in grado di fare la differenza». «Per non parlare della questione legata ai giocatori italiani -prosegue-. È inutile che si continuino a spendere belle parole per promuovere l'utilizzo dei giocatori italiani nelle squadre se poi, effettivamente, si cerca ogni

tornare a casa”

7

tipo di escamotage per firmare stranieri. Se il nostro obiettivo è quello di crescere come movimento, bisogna investire sensibilmente sui settori giovanili, in modo da 'creare' giocatori che possano giocare da protagonisti in Serie A. Molte società ci hanno già pensato, è vero, ma questa deve essere una politica collettiva che coinvolga direttamente la Lega. Bisogna sedersi ad un tavolo e chiedersi: 'Dove vogliamo arrivare?'. Un giovane italiano uscito da un settore giovanile, a meno che non si tratti di un talento naturale, non può competere con un pari età straniero, questo perché non ha la possibilità di fare l'ultimo, decisivo passo. Io, così come molti italiani della mia età, ho avuto la fortuna di giocare in un periodo dove si era soliti dare spazio ai ragazzi, ai quali, soprattutto, si dava la possibilità di sbagliare e ripartire senza paura». Tornando alla Cimberio, quale giocatore temi maggiormente per la partita di domenica? «Partendo dal presupposto che dovremo fare molta attenzione a tutti i giocatori, l'elemento più pericoloso della compagine biancorossa è Ebi Ere. Non tanto per le sue enormi qualità tecniche, quanto per quelle carismatiche che lo rendono un vero e proprio faro per i suoi compagni. So che

non sta attraversando uno dei suoi momenti migliori, eppure basti vedere come contro Pesaro in cinque minuti sia stato in grado di indirizzare il match sui giusti binari. Poi c'è anche Achille Polonara, uno di quei pochi talenti puri di cui parlavo prima. Con la sua energia può risolvere da solo le partite. Stiamo parlando di un ragazzo che ha il proprio futuro nelle sue mani». Ultima “classica” domanda. Che partita dovremo aspettarci? «Credo fortemente che assisteremo ad una gara non bellissima, ma fortemente intensa. Noi in trasferta abbiamo sempre sfiorato la vittoria di un soffio, sintomo di un grande carattere. Non chiedetemi un pronostico però. Posso dire solo una cosa: che vinca la migliore ma, soprattutto, che vinca lo sport». Marco Gandini

“Se penso che il mio nome è affiancato a personaggi che hanno fatto la storia di Varese, sono onorato”.


I numeri della Pallacanestro Varese

8

Varese Sport Venerdì 21 marzo 2014

IL CAMMINO DELLA CIMBERIO VARESE GIRONE DI ANDATA

9a DI RITORNO

13/10 20/10 27/10 03/11 10/11 17/11 24/11 01/12 08/12 15/12 22/12 26/12 29/12 05/01 12/01

Cimberio Varese - Grissin Bon Reggio Emilia EA7 Emporio Armani Milano - Cimberio Varese Cimberio Varese - Umana Reyer Venezia Cimberio Varese - Sidigas Avellino Banco di Sardegna Sassari - Cimberio Varese Cimberio Varese - Enel Basket Brindisi S.S. Sutor Montegranaro - Cimberio Varese Cimberio Varese - Victoria libertas Pesaro Giorgio Tesi Group Pistoia - Cimberio Varese Cimberio Varese - Acqua Vitasnella Cantù Pasta Reggia Caserta - Cimberio Varese Cimberio Varese - Granarolo Bologna Vanoli Cremona - Cimberio Varese Montepaschi Siena - Cimberio Varese Cimberio Varese - Acea Roma

83 - 64 84 - 72 84 - 72 85 - 68 105 - 74 71 - 85 88 - 83 91 - 77 89 - 76 77 - 82 86 - 80 98 - 89 75 - 94 87 - 79 78 - 86

19/01 26/01 02/02 16/02 23/02 02/03 09/03 16/03 23/03 30/03 06/04 19/04 27/04 04/05 11/05

Grissin Bon Reggio Emilia - Cimberio Varese Cimberio Varese - EA7 Emporio Armani Milano Umana Reyer Venezia - Cimberio Varese Sidigas Avellino - Cimberio Varese Cimberio Varese - Banco di Sardegna Sassari Enel Basket Brindisi - Cimberio Varese Cimberio Varese - S.S. Sutor Montegranaro Victoria libertas Pesaro - Cimberio Varese Cimberio Varese - Giorgio Tesi Group Pistoia Acqua Vitasnella Cantù - Cimberio Varese Cimberio Varese - Pasta Reggia Caserta Granarolo Bologna - Cimberio Varese Cimberio Varese - Vanoli Cremona Cimberio Varese - Montepaschi Siena Acea Roma - Cimberio Varese

73 - 80 71 - 76 77 - 93 83 - 63 91 - 112 96 - 70 69 - 75 79 - 86

GIRONE DI RITORNO

lA ClAssiFiCA

Bizzozi dirige l’orchestra “Varese”

Sabato 29 marzo h. 20.30 CANTÙ - CIMBERIO VARESE Domenica 30 marzo h. 18.15 Cremona - Reggio Emilia Avellino - Venezia Bologna - Caserta Pistoia - Brindisi Sassari - Montegranaro Milano - Pesaro h. 20.30 Roma - Siena

4 SCEKIC MARKO

Ala/Centro

5 SAKOTA DUSAn

Ala

23/05/1981 - cm 207 - SRB 22/04/1986 - cm 210 - SRB

7 RUSH ERIK

Guardia/Ala

21/06/1988 - cm 197 - SVE

8 ClARK KEyDREn

Playmaker

08/10/1984 - cm 175 - BUl

9 - BAnKS ADRIAn (USA) Guardia 9-02-1986 - cm 191

10 DE nICOlAO AnDREA Playmaker

21/08/1991 - cm 185 - ITA

13 JOHnSOn lInTOn

Centro

13 AMBROSInI SHADI

Guardia

13/06/1980 - cm 203 - USA 25/03/1995 - cm 188 - ITA

14 BAlAnzOnI JACOPO Ala/Centro

01/10/1993 - cm 202 - ITA

17 MEI nICOlA

Guardia

27/10/1985 - cm 185 - ITA

25 ERE EBI

Guardia/Ala

03/08/1981 - cm 195 - nIG

33 POlOnARA ACHIllE

sTAFF TeCNiCo

Acqua Vitasnella Cantù

32

23

16

7 1880 1780

Montepaschi Siena

30

23

15

8 1728 1577

Staff Medico: Daniele Marcolli

9 1768 1749

Fisioterapista: Mauro Bianchi

Enel Brindisi

32

23

16

CF

Capo allenatore: Stefano Bizzozi

Staff Medico: Ambrogio Bianchini

18

Cs

23

15

8 1982 1822

Grissin Bon Reggio Emilia

22

23

11

12 1728 1674

Pasta Reggia Caserta Sidigas Avellino

Umana Venezia

Giorgio Tesi Group Pistoia CiMbeRio vARese Vanoli Cremona

Granarolo Bologna

Sutor Montegranaro

Victoria libertas Pesaro

22

20

20

20

18

16

16

14

12

23

23

23

23

23

23

23

23

23

23

14 11

10

10

10

9

8

8

7

6

Preparatore Atletico: Marco Armenise Staff Medico: Marco Conti

7 1774 1691

30

28

Assistente: Matteo Jemoli

5 1845 1611

Banco di Sardegna Sassari Acea Roma

Ala

23/11/1991 - cm 203 - ITA

G

23

P

10a DI RITORNO

CiMbeRio vARese RosTeR

Pt

EA7 Emporio Armani Milano 36

v

Sabato 22 marzo h. 18.30 Roma - Pesaro Domenica 23 marzo h. 16.30 Brindisi - Bologna h. 18.15 Caserta - Cantù Reggio Emilia - Sassari Siena - Avellino CIMBERIO VARESE - PISTOIA Montegranaro - Milano h. 20.30 Venezia - Cremona

Staff Medico: Stefano Sella Consulente Ortopedico: Paolo Cherubino Osteopata: Angelo Vetralla

DiRiGeNZA

Presidente: Francesco Vescovi

12 1680 1663

Pres. Consorzio Varese nel Cuore: Michele Lo Nero

13 1727 1828

Team Manager: Massimo Ferraiuolo

13 1762 1815

Resp.Marketing & Com.: Luna Tovaglieri

15 1738 1881

Logistica PalaWhirlpool: Giancarlo Bottelli

Direttore Sportivo: Simone Giofrè

13 1823 1837

Resp organizzativo ed eventi: Mario Oioli Addetto Stampa: Davide Minazzi

14 1848 1908

Resp. Logistica: Raffaella Demattè Resp.Biglietteria e Amministrazione: Sara Patitucci

15 1805 1851

Resp. Statistiche Lega: Paolo Salmini Centralino: Gianluigi D’Agostino

16 1786 1986

17 1827 2028

Resp. Settore Giovanile: Bruno Bianchi Resp. Minibasket: Marina Parma

Polonara al PalaWhirlpool nella gara contro Montegranaro

Segreteria sett. Giovanile: Aldo Monti


9

Varese Sport

Venerdì 21 marzo 2014

Istantanee dalla Pallacanestro Varese Dusan Sakota, cerca di “sfondare” la difesa di Montegranaro

Capitan Ere

La penetrazione di Banks

Rush “schiaccia”

Linton Johnson, 9 punti nella gara contro i marchigiani


Venerdi 21 marzo 2014

A tu per tu con... a cura di Massimo Turconi

Simone Giofrè

Il sassolino nella scarpa, quello della famosa canzone. Il sassolino nella scarpa, ahi, quello che fa tanto, tanto male, sai. Quel sassolino Simone Giofrè, direttore sportivo della Cimberio Varese, se lo toglierà tra qualche settimana in una intervista che, porca miseria, sto già aspettando con molta curiosità. Il sassolino, per quel periodo, sarà diventato un macigno, ma poco importa perché Simone Giofrè, uno che di solito parla chiaro, ci regalerà di sicuro la versione “upgrade” su tutto quello che è successo in casa Cimberio in questa stagione. Intanto, però, il dirigente biancorosso, che in questi mesi è stato tirato per la giacca, qualche volta pure in maniera maleducata, da tutti - tifosi, addetti ai lavori, mezzi di comunicazione -, è chiamato a fornire considerazioni sulla versione oggi in uso. Quella che dopo il raid di Pesaro presenta una Cimberio un po’ più serena, tranquilla, determinata.

Noi non abbiamo giocatori egoisti, non abbiamo ragazzi che mettono le loro esigenze davanti a quelle della squadra. Abbiamo giocatori che non sono stati capaci di far scattare queste doti con sufficiente continuità

«Avevamo bisogno di un successo per invertire una rotta che – spiega Giofrè -, stava diventando negativa soprattutto dal punto di vista mentale, ma avevamo anche bisogno di due punti, peraltro perfetti perché giunti nello scontro diretto, per poterci guardare l’un l’altro negli occhi senza più vedere la paura del domani. Una paura che, aggiungo, ho sempre considerato immotivata perché la squadra vale un po’ più di quanto non faccia pensare la classifica attuale». Quindi, mi par di capire, mai ti saresti aspettato di ritrovarti in una situazione del genere? «Mai e poi mai – replica secco Simone -. E, attenzione, non mi riferisco solamente ad una classifica con bilancio negativo tra vinte e perse, bensì a quella che fino a domenica scorsa ci vedeva con solo quattro punti di vantaggio sull’ultima. Questo, forse, è il dato numerico più destabilizzante». Da metà agosto, data del raduno, a metà marzo: sette mesi dopo qual è la tua idea definitiva del gruppo? «Per questa squadra mi viene in mente un solo aggettivo plausibile: umorale. Un termine che racchiude tutto il bene e tutto il male di un gruppo di giocatori dai quali puoi aspettarti di tutto: dalla debacle casalinga contro Montegranaro, alle eccellenti vittorie ottenute a Reggio Emilia e Venezia, alle prestazioni di grande scioltezza come a Cremona, ai “trentelli” subiti senza reagire in coppa o a Sassari. Di fatto, e se parliamo di “chimica” nessuno poteva ragionevolmente prevederlo, è andato formandosi un gruppo che nel corso della stagione e nell’arco della stessa partita appare in balia di sé stesso e che, spesso, ha dato l’impressione di non sapere dove andare o a quali certezze aggrapparsi». Per tutto questo c’è una definizione: leadership. Che nel caso della Cimberio è ovviamente assente. «Oltre trenta partite ufficiali giocate hanno espresso a chiare lettere una verità: a questa squadra manca un capo. Tuttavia, appurato questo aspetto, mica possiamo spaccarci la testa nel

Varese Sport

tentativo di trovarne uno. Quindi, meglio lavorare per rinforzare un altro pensiero: non c’è un capo, tutti possono diventarlo e siccome non esiste il classico leader naturale meglio lavorare per costruire una leadership diffusa. Elemento che peraltro ritengo positivo perchè non offrendo punti di riferimento agli avversari, renderebbe la nostra squadra più pericolosa». Beh, visto la piega che hanno preso gli eventi sarebbe meglio dire: avrebbe reso più pericolosa… «Il problema è che stiamo parlando di un concetto che, una vola sul parquet, è difficile da esprimere perché chiama in causa qualità fondamentali per un giocatore di pallacanestro: altruismo, la capacità di pensare anche per i compagni e, soprattutto, il piacere di giocare per loro, di passarsi la palla, di spendere un sacrificio difensivo in favore di chi ti sta a fianco. Noi, è bene precisarlo, non abbiamo giocatori egoisti. Non abbiamo ragazzi che mettono le loro esigenze davanti a quelle della squadra. Però, abbiamo giocatori che non sono stati capaci di far scattare queste doti con sufficiente continuità e, di più, quando le hanno messe in mostra nessuno di noi ha capito quale “strano” meccanismo le abbia azionate. Insomma, come dicevo prima: u-mo-ra-li». Agli umorali e inconsapevoli avete aperto gli occhi sulla situazione? «Anche prima di Pesaro i ragazzi conoscevano bene i pericoli del momento. Però, proprio per una questione legata ai loro caratteri non abbiamo voluto forzare la mano presentando loro scenari apocalittici o aumentando a dismisura la pressione, altro elemento che il gruppo sembra gradire poco. Così, abbiamo preferito lasciarli tranquilli e regalare serenità e forza all’ambiente. La scelta, credo, abbia pagato». Argomento Fabrizio Frates: vuoi parlarne? «Passo la mano perchè sarà certamente tema “ricco” per la nostra prossima chiacchierata». Argomento Stefano Bizzozi: vuoi parlarne? «Senza problemi: la scelta di Stefano era, lo è ancora, la migliore possibile. Sapendo di non essere alle prese con difficoltà tecniche o tattiche dovevamo solo togliere alibi e restituire tranquillità alla squadra. Pertanto, in quel momento, intendo nel dopo-Sassari, chi meglio di Bizzozi avrebbe potuto farsi carico del gruppo? Come minimo un nuovo coach avrebbe avuto bisogno di tre-quattro settimane per capire la nostra realtà. Un tempo che, oggettivamente, non avevamo a disposizione. Certo, tecnicamente le cose non sono cambiate e, giustamente, Stefano prosegue sulla strada tracciata da Frates anche se, poco

11

Sapendo di non essere alle prese con difficoltà tecniche o tattiche dovevamo solo togliere alibi e restituire tranquillità alla squadra

alla volta, a fronte di alcune situazioni, sta introducendo il suo modo di vedere e pensare la pallacanestro». Nel marasma, quest’anno, ci siete finiti un po’ tutti: giocatori stranieri, italiani, dirigenti e staff tecnico. Come si resiste e, soprattutto, come se ne esce? «Guarda, rispondendoti in modo paradossale, devo dire che non tutto il male viene per nuocere e da una stagione del genere tutti porteremo via grandi lezioni per il futuro. In particolare chi, come me o gran parte di noi, ha vissuto tutto il rosa, tutto il bello, tutto il “facile” dello scorso anno. Tutti ci siamo accorti, a nostre spese, che da una stagione complicata e difficoltosa si impara molto di più. Ci siamo resi conto che l’affrontare quotidianamente problemi aguzza l’ingegno, accentua la capacità di analisi e mette in moto meccanismi di risposta che non sapevamo di avere. Insomma: senza apparire sadico, devo ammettere che un campionato del genere fa bene e tutti, almeno una volta nella vita, dovrebbero provare queste sensazioni. Sottolineo: una volta». Oggi, a Masnago, ci sarà Pistoia: come la vedi? «La vedo durissima perché loro sono una squadra che nel corso della stagione ha messo in mostra miglioramenti incredibili, hanno l'entusiasmo che viaggia a mille così come vanno a mille per atletismo e freschezza fisica. In più, sentono l'odore di playoff, cosa che li renderà ancora più aggressivi e pericolosi. Però, come successo a Pesaro, i nostri dovranno scendere in campo al mille per cento e come all'Adriatic Arena essere pronti a giocare una partita a mani nude. Ho reso l'idea?».


12

IL PUNTO SULLA LEGA A: BENE PISTOIA SU SIENA

La Giorgio Tesi Group Pistoia è riuscita ad avere la meglio su una Montepaschi che non sembra risentire più di tanto dei problemi finanziari che attanagliano la società, infatti, nonostante un quarto periodo “all'arma bianca” in cui la MPS ha tentato una disperata rimonta che però si è arrestata sul più bello, la neopromossa Pistoia si è aggiudicata per un misero punticino (77-76) il sentito derby toscano.

Anche nel secondo derby di giornata, e cioè quello emiliano tra Granarolo Bologna e Grissinbon Reggio Emilia, dopo una partita tiratissima, i reggiani hanno avuto la meglio sui felsinei con un solo punto di scarto; mentre nella sfida tra metropoli, l'Emporio Armani Milano ha letteralmente annichilito con un sonoro +24 l'Acea Roma, tenendo i capitolini a quota 61. Negli altri incontri che hanno caratterizzato il 23° turno di Serie A, il Banco Sardegna Sassari di coach Sacchetti ha raggiunto per

l'ennesima volta i 100 punti e, nonostante una difesa non proprio “ermetica” (95 subiti), ha sconfitto una mai doma Umana Venezia. La Pasta Reggia Caserta, con la vittoria conquistata a scapito della Sutor Montegranaro, si issa all'8° rango della classifica e ha ribadito alle avversarie che sarà un osso duro nella lotta per accaparrarsi gli ultimi posti disponibili ai playoff; mentre la Vanoli Cremona ha involontariamente fatto un favore alla Cimberio, fermando la Sidigas Avellino di Vitucci. L'Acqua Vitasnella Cantù ha raggiunto l'Enel Brindisi al 2° posto, infliggendole 15 punti nel confronto diretto; infine la Cimberio Varese si è imposta in quel di Pesaro dove, grazie a una prestazione di squadra apprezzabile e un Banks sopra le righe (25 punti), ha avuto la meglio su una coriacea VL Pesaro; si tratta del primo sigillo colto dai biancorossi da quando coach Bizzozi ha ricoperto il ruolo di Capo Allenatore. È vero, “una rondine non fa primavera”, e inoltre la Victoria Libertas Pesaro, almeno stando a quel che dice la sua posizione in classifica, non era tra gli avversari più temibili, tuttavia, noi tifosi non possiamo fare a meno di sperare che la Cimberio nelle ultime sette giornate della regular season faccia denotare un'inversione di marcia: chissà, magari la cura-Bizzozi sta cominciando a dare i suoi frutti... Ora, prepariamoci ad assistere al palpitante incontro con Pistoia, che per ambo le formazioni rappresenta una sorta di spareggio per mantenere vivi i propri sogni di qualificarsi alla post season, e, come sempre, gridiamo tutti assieme il nostro consueto mantra FORZA CIMBERIO! Luca Macchi

In campo con “io tifo col cuore”

Varese Sport Venerdi 21 marzo 2014

Prosegue il progetto “Io tifo col cuore”, la scuola di tifo educativo della Pallacanestro Cimberio Varese rivolto ai più piccoli che ha come obiettivo quello di insegnare il tifo positivo e di mettere in risalto la sua dimensione ludica. In occasione della scorsa partita contro il Banco

di Sardegna Sassari, il laboratorio creativo realizzato in collaborazione con Il Ponte del Sorriso Onlus ha realizzato dei simpatici supporti per il tifo che i ragazzi del Minibasket Venegono hanno portato in campo prima dell’inizio della partita accompagnando i giocatori della Cimberio alla presentazione delle squadre.


Varese Sport

Venerdi 21 marzo 2014

Settore Giovanile Pallacanestro Varese

13

a cura di Marco Gandini

Bilancio positivo nel week end dei baby biancorossi

Quattro vittorie e due sconfitte per le squadre del Settore Giovanile della Pallacanestro Varese negli ultimi match disputati nei rispettivi campionati. Importante vittoria al PalaWhirlpool ai fini dei piazzamenti che danno l'accesso alla fase successiva della squadra Under 19. I biancorossi del duo Meneghin-Triacca si impongono su Robur Saronno con il risultato finale di 78 a 70. Sconfitta casalinga contro il Campus per il gruppo Under 17 che cede al 76-66 finale. Bel successo per l'Under 15 che si impone su Casalpusterlengo, seconda forza del girone, con il risultato di 77 a 57; decisivi il grande ritmo ed una difesa dura messa in campo dai biancorossi che hanno potuto contare sulla grande presenza di Croci a rimbalzo. Sconfitta esterna per la squadra Under 14, che perde a Segrate con il punteggio di 84 a 76 a favore dei padroni di casa. Secondo

impegno in due giorni e seconda vittoria per il gruppo Under 13, questa volta impegnato in un gara valida per la seconda fase del campionato Under Elite nell'insolita ora serale di domenica. I biancorossi superano Virtus Isola con il risultato di 67 a 53 sfoderando un' ottima difesa, una buona esecuzione dei giochi e gestendo il risultato. I nanetti di Bruno Bianchi fanno meglio, però, nel campionato Under 14 Provinciale, sconfiggendo Ardor Busto (fino a quel momento della stagione sempre imbattuto) con il risultato di 48 a

Prossimo turno

Risultati UNDER 19 elite: VARESE - Saronno 78-70 UNDER 17 elite: VARESE - Campus Va 66-76 UNDER 15 elite: VARESE - Casalpusterlengo 77-57 UNDER 14 ecc: Segrate - VARESE 84-76 UNDER 13 elite: VARESE - Virtus Isola 67-53 U13 camp.U14prov: Busto - VARESE 45 - 48

45 storico. Nel prossimo turno, sabato alle 17:30, l'Under 19 farà visita a Soul Basket mentre l'Under 17 osserverà un turno di stop per poi riprendere i giochi sabato 29 alle 17:30. Partita esterna anche per la categoria Under 15 che sabato alle 17:00 affronterà Magenta. Mentre l'Under 14 sabato alle 17:15 ospiterà Crema, l'Under 13 alle 19:30 accoglierà i pari età di Cernusco per il campionato Under 13 Elite; per il campionato Under 14 Provinciale, invece, affronterà Laveno.

UNDER 19 elite: UNDER 17 elite: UNDER 15 elite: UNDER 14 ecc: UNDER 13 elite: U13 camp.U14prov:

Soul Basket - VARESE Riposo Magenta - VARESE VARESE - Crema VARESE - Cernusco VARESE - Laveno

22.03 - 17:30 - Via Brivio, Milano 22.03 - 17:00 - Via S. Pertini - Vittuone (MI) 22.03 - 17:15 - P.le A. Gramsci VARESE 22.03 - 19:30 - P.le A. Gramsci VARESE

RIPARTE LA CAMPAGNA “BASKET FOR FIBROSI CISTICA” Nasce il kit biancorosso

Domenica tutti a fianco della Lega Italiana Fibrosi Cistica Onlus (LIFC). Nel corso di Cimberio Varese – Giorgio Tesi Group Pistoia di domenica 23 marzo (palla a due alle 18.15) il PalaWhirlpool si “tingerà di blu”, per dare risalto all’importanza dell’assistenza per i pazienti affetti da fibrosi cistica (FC) e alla conoscenza della patologia come migliore forma di prevenzione. “Basket for Fibrosi Cistica” è la campagna nazionale di sensibilizzazione e raccolta fondi organizzata dalla LIFC grazie alla stretta collaborazione della Serie A Beko, della Lega Nazionale Pallacanestro e delle società sportive. I volontari LIFC presenti al PalaWhirlpool offriranno il gadget della campagna, il “Battimano Basket for FC”, arricchito di un valore aggiunto: la solidarietà. Il ricavato della raccolta fondi sarà destinato al finanziamento del pro-

per i neonati di Varese

getto “Telemedicina per pazienti adulti con FC” che, grazie ad un sistema di telemedicina “portatile”, consentirà di monitorare costantemente i parametri clinici dei pazienti che aderiranno al programma, in modo da poter avere un intervento tempestivo in caso di insorgenza di infezioni e/o riacutizzazioni, limitando al massimo i giorni di ricovero. La campagna nazionale LIFC è supportata dall’attore Marco Bocci in qualità di testimonial. Lo spot realizzato con Bocci veico-

lerà la raccolta fondi attraverso SMS solidale, al numero 45592, attivo dal 17 marzo all’8 aprile. Il valore della donazione sarà di 1 euro per ciascun SMS inviato da cellulari Tim, Vodafone, Wind, 3, PosteMobile, CoopVoce e Nòverca. Sarà di 2 euro per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa Teletu e TWT e di 2 o 5 euro per ciascuna chiamata fatta da rete fissa Telecom Italia, Infostrada e Fastweb.

Dona ora al 45592!

La Pallacanestro Cimberio Varese in collaborazione con Iana Bimbi e Blu Kids, sponsor della società biancorossa, e in sinergia con l’Assessorato allo sport del Comune di Varese e con l’Ospedale Filippo Del Ponte lancia una bella e simpatica iniziativa sociale destinata a tutti i neonati che vedranno la luce in città, residenti a Varese. Il progetto è stato presentato in Comune e prevede che la famiglia di ogni nuovo nato riceva al momento della registrazione del bambino all’anagrafe un buono per un kit omaggio che potrà essere ritirato presso l’Ufficio Sport del Comune di Varese in via Sacco 5 (aperto da lunedì a venerdì dalle 9 alle 13). I neogenitori avranno così in omaggio un cofanetto contenente un bavaglino della Pallacanestro Varese, un buono acquisto da utilizzare presso il negozio Iana Bimbi di Varese (piazza Repubblica 2, Varese) e un coupon che darà la possibilità di ritirare due biglietti per una partita di precampionato 2014/15 della Cimberio. L’accordo con Iana Bimbi prevede inoltre la presenza di alcuni giocatori della Cimberio nel negozio di piazza Repubblica a Varese nelle giornate di sabato 22 marzo e sabato 26 aprile. I biancorossi saranno a disposizione dei tifosi e dei clienti dalle 15.30.


14

Varese Sport Venerdi 21 marzo 2014

MULTISALA IMPERO VARESE Via Bernascone, 13 - VA - Tel. 0332 284004 - www.multisalaimpero.com 9 SALE - ARIA CONDIZIONATA - DOLBY STEREO - CINEMA BAR - COCA COLA & POPCORN - RISTORANTE & PIZZERIA

PROGRAMMAZIONE DAL 20 AL 26 MARZO AMICI COME NOI 14.30 (sab dom) 16.30 18.30 20.30 22.30

CAPTAIN AMERICA THE WINTER SOLDIERS (solo mercoledì) 17.20 20.00 22.40

300 3D 22.40

CAPTAIN AMERICA THE WINTER SOLDIER 3D (solo mercoledì) 16.40 19.20 22.00

14.50 (sab dom) 20.00 22.40

NON BUTTIAMOCI GIÙ Film di qualità

Film di qualità

17.20

MOLIERE IN BICICLETTA (5 euro) Lunedì 17.00 – 21.00

NEED FOR SPEED 17.20 (no merc ven) 20.00 22.40 THE LEGO MOVIE 15.00 (sab dom) 17.20 (ven)

14.30 (sab dom) 17.40 (no merc) 20.10 22.30 MR PEARBODY E SHERMAN 15.00 (sab dom) 16.30 18.30 (no lun merc) 20.30 (sab) 300 15.30 (sab dom) 20.20

ALLACCIATE LE CINCTURE

18.00

12 ANNI SCHIAVO Film di qualità Vincitore di 3 premi oscar, miglior film, miglior sceneggiatura e miglior attricevincitore del Golden Globe come migliore film drammatico). 17.20 (no lun merc)

NOI QUATTRO Film di qualità 14.40 (sab dom) 16.40 18.40 20.40 22.40 SUPERCONDRIACO 15.00 (sab dom) 17.00 (merc) 20.10 (no merc) 22.30 (no merc)

LA BELLA E LA BESTIA 14.50 (sab dom) 17.20 (merc) 18.40 (lun) 20.00 (sab) 20.30 (no sab merc) IL RICATTO 17.10 (no merc)20.00 (no sab) 22.30 47 RONIN 22.45 (no lun merc)

PONTI

CENTRO SERRAMENTI Arcisate - Via IV Novembre, 18 Tel. 0332 470309 - Fax 0332 474020 www.serramentiponti.it pontisnc2@gmail.com

Varese Sport

ANNO XXXIV - numero 715 del 21 marzo 2014 aut. del trib. di Varese n. 345 del 09-02-1979

Prodotto da Sunrise Media Direttore Responsabile: Michele Marocco Capo redattori: Ulisse Giacomino

INTERNORM: LEADER DI SETTORE PER COMPETENZA, TECNOLOGIA E QUALITÀ, IL TRENDSETTER DA OLTRE 80 ANNI - Oltre 80 anni di esperienza - Oltre 20 milioni di unità vendute - 30 anni di assistenza - 10 anni di garanzia sul vetro isolante - Internorm fissa i parametri della categoria; ad esempio, ogni anno vengono prodotti 600.000 serramenti con triplo vetro

Suggerimenti, critiche e lettere al direttore: redazione@varese-sport.com In redazione: Elisa Cascioli

Fotografie: Simone Raso Direttore marketing: Fabrizio Pizzullo

Marco Gandini Laura Paganini Davide Minazzi Luca Macchi Luca Maffioli Luna Tovaglieri Massimo Turconi

Redazione e ufficio commerciale: Sunrise Media Via Caracciolo 29 - Varese Tel. 0332 821033 info@sunrisemedia.it

Dovecitrovi

DISTRIBUITO GRATUITAMENTE in occasione delle partite casalinghe della Pallacanestro Varese EDICOLA BELFORTE Viale Belforte, 99 - Varese (a fianco Carrefour) - Tel. 0332 331101

Impaginazione: Giuliana Galeotti Stampa: Tipre s.r.l. - Busto Arsizio (VA)

Effettua servizio a domicilio

EDICOLA DI MASNAGO Via Caracciolo, 36 - Varese - Tel. 0332 223495. Effettua servizio a domicilio EDICOLA D’ADDARIO Via Manin - Varese (di fronte Palawhirlpool) C/C Iper Belforte e C/C Le Corti - Varese


Cimberio varese pistoia 21 03  
Advertisement