948 Varese vs Virtus Bologna

Page 1

4A GIORNATA RITORNO Enerxenia Arena Domenica 6 febbraio ore 20:45

vs

Match Program Ufficiale - Edito da Sunrise Media - numero 948 del 04 febbraio 2022 Aut. del trib. di Varese n. 345 del 09-02-1979 - Direttore Responsabile: Michele Marocco


ALL’ENERXENIA ARENA PER TENTARE L’IMPRESA

Arriva Bologna, Varese ci prova di Alessandro Burin Sfida ad altissimo coefficiente di difficoltà quella che attende la Openjobmetis Varese, in campo contro i campioni d’Italia della Virtus Bologna. I ragazzi di coach Roijakkers cercano la quarta vittoria consecutiva dopo aver battuto nelle ultime tre partite Venezia e due volte in tre giorni la Dolomiti Energia Trento. Davanti al pubblico di Masnago, che ha fatto registrare il sold out del 35% della capienza per questa sfida, prima volta in stagione tra l’altro, i biancorossi proveranno a cogliere uno scalpo che nella lotta salvezza potrebbe davvero pesare come un macigno. Non sarà però sicuramente facile battere i ragazzi di coach Scariolo, tra cui figura anche il grande ex di giornata Michele Ruzzier. Le V nere rimangono, insieme a Mila-

SEGUE >

2


3


Concessionaria Ufficiale VARESE

Viale Valganna, 35 Tel. 0332 286550

NIPPO MOTORS

GRANDATE (CO)

Via IV Novembre, 4 Tel. 031 564442

OLGIATE OLONA

Corso Sempione, 84 Tel. 0331 1260172


Davanti al pubblico di Masnago, che ha fatto registrare il sold out del 35% della capienza, i biancorossi proveranno a cogliere uno scalpo che nella lotta salvezza potrebbe davvero pesare come un macigno

< SEGUE

no, la grande potenza di questo campionato, anche se non stanno vivendo il loro miglior momento di forma, tra casi covid e una fisiologica stanchezza fisica anche per un roster così lungo in una stagione davvero fitta d’impegni tra campionato ed Eurocup. Gli assenti della sfida saranno Belinelli e Sampson, in isolamento causa coronavirus, mentre tra gli infortunati Teodosic dovrebbe aver recuperato anche se il suo impiego sul parquet dell’Enerxenia Arena è tutt’altro SEGUE >

5



< SEGUE

che scontato, mentre Hervey sarà a disposizione dei bianconeri, pronto a scendere in campo dominante come sempre. Per quanto riguarda Varese invece tiene banco la questione Beane, con la guardia americana che non si è ancora ripreso del tutto dal problema al muscolo addominale che lo sta tormentando ormai da un paio di settimane. Dovrebbe essere a disposizione anche se non sarà al 100%.

Un problema per i biancorossi che si troveranno a fronteggiare la formazione più fisica del torneo, oltre che dotata di una qualità tecnica di primissimo livello. Ci sarà una prova del 9 per Sorokas e Caruso nel pitturato, dove dovranno battagliare con Tessitori, Jaiteh e Alibegovic. Sul perimetro, Bologna punta tutto sulla coppia Weems-Cordinier, pericolosissimo duo capace di colpire sia da tre punti SEGUE >

7



Gli Arbitri Guido Giovannetti, Denny Borgioni (nella foto) e Martino Galasso sono gli arbitri che dirigeranno il match tra la Pallacanestro Varese e la Virtus Bologna, valido per la diciannovesima giornata del campionato di Serie A. Il primo, nel corso di questa stagione, ha “fischiato” la Openjobmetis in tre occasioni: SassariVarese di Supercoppa (77-61), Varese-Brescia (75-72) e Trieste-Varese (70-86). Il secondo ha diretto i biancorossi nel ko biancorosso maturato sul parquet di Cremona (94-78) e in quello casalingo contro Brindisi (71-84). Per quanto riguarda Galasso, invece, un solo precedente stagionale: la sconfitta tra le mura amiche nel derby contro Milano (79-82).

Varese dovrà essere brava a lavorare di squadra per cercare di creare più pericoli possibili a Bologna e non lasciare concentrare tutta la difesa su Keene, permettendogli così di trovare spazio per rendersi pericoloso < SEGUE

che in penetrazione grazie al grande atletismo delle due ali. In cabina di regia invece, oltre al già citato Ruzzier, sarà Mannion ad avere in mano le chiavi della squadra, affiancato da quel Pajola che presumibilmente verrà messo a uomo su Keene per cercare di limitare la verve offensiva del folletto biancorosso.

Per evitare questo, Varese dovrà essere brava a lavorare di squadra per cercare di creare più pericoli possibili a Bologna e non lasciare concentrare tutta la difesa solo sul proprio numero 45, permettendogli così di trovare spazio per rendersi pericoloso come nelle ultime uscite.

9


LA NUOVA STAGIONE DI GIOVANNI DE NICOLAO

Bellissimo giocare col pubblico. Arena piena di Alessandro Burin Nell’ultima partita contro Trento è stato il cervello della Openjobmetis Varese e più in generale dall’arrivo di coach Roijakkers si è ripreso quel ruolo che già lo scorso anno aveva dimostrato ampiamente di meritare. Giovanni De Nicolao ha iniziato una nuova stagione con la maglia biancorossa nell’ultimo mese e di questo ne sta giovando tutta la squadra che si ritrova così in casa quel playmaker tanto cercato sul mercato. Il play veneto si trova davanti il suo ex compagno di reparto Michele Ruzzier, in un match difficilissimo contro la Virtus Bologna alla ricerca della quarta vittoria consecutiva. Com’è stato ritrovare un palazzetto in clima pre covid domenica scorsa? “Bellissimo. Da quando sono venuto qua non SEGUE >

10


11


Ci portiamo dietro una consapevolezza maggiore dei nostri mezzi e di poter vincere tutte le partite, cambiando il corso della stagione

abbiamo mai avuto il palazzetto pieno e vederlo comunque così carico mi fa ben sperare anche per il futuro. I tifosi ci hanno dato una carica immane che ci ha portato a vincere e sono molto contento di come ha risposto il pubblico”. 12

Mi racconta cosa si porta dietro delle due vittorie in tre giorni contro Trento? “Siamo una squadra diversa da prima sicuramente. Nonostante anche nei mesi precedenti lottassimo sempre su ogni pallone ora le cose girano decisamente meglio. Ci portiamo dietro una consapevolezza maggiore dei nostri mezzi e di poter vincere tutte le partite, cambiando il corso della stagione. Anche con Venezia non è stato assolutamente facile vincere. Siamo molto felici e guardiamo con più fiducia ai prossimi impegni”. SEGUE >


< SEGUE

Cos’è cambiato da quando è arrivato coach Roijakkers? “Sono cambiate tante cose, in primis il modo in cui difendiamo. Ci sono stati degli aggiustamenti, pressiamo molto di più, mentre in attacco siamo molto più veloci. Cerchiamo di recuperare sempre più rimbalzi offensivi oltre che difensivi. Questo a livello tattico, a livello psicologico ci ha scosso dandoci una carica importante”. Sta cambiando anche la sua stagione e nelle ultime partite è tornato ad avere quel ruolo centrale in squadra.. “Mi fa molto piacere che il coach creda in me e che mi dia tutte queste responsabilità e spazio. Personalmente il modo di giocare mi ricorda molto quello che ave-

vamo al college o due anni fa ad Agrigento, quando avevo molto la palla in mano e gestivo il ritmo squadra per tanti minuti della partita. Questo per me vuol dire poter prendere tanti tiri e sbagliare anche senza troppa pressione e giocare con molta più tranquillità, come ad esempio capitato a Trento, dove pur non segnando ho dato molto alla squadra in altro. Roijakkers mi dà molta fiducia e questo per me è fondamentale”. Mi racconta la rimessa di domenica per Keene che è risultata decisiva per la vittoria? “E’ una rimessa difficile, simile ad una di Golden State che avevo già visto. La difficoltà in quel passaggio è riuscire a mettere la palla in angolo prima che il compagno si SEGUE >


Io faccio mio un detto che fa: “Controlla solo ciò che puoi controllare”. Quello che succedeva sul mercato andava al di là del nostro controllo, noi potevamo solo concentrarci sul lavoro in palestra e così abbiamo fatto. < SEGUE

liberi. Nella riuscita di questo rientra anche l’importantissimo lavoro dei due lunghi che hanno fatto un movimento a chiudere e bloccare i difensori di Trento, che ci ha permesso di riuscire nello schema. E’ tutto un gioco d’incastri, basta un timing sbagliato e si perde la palla, invece siamo sati bravi a fare tutto bene e Marcus a segnare”. Lei e capitan Ferrero siete ormai i veterani di questa squadra. Come avete aiutato voi stessi e il gruppo a rimanere concentrati in un momento di

rivoluzione come quello delle settimane passate? “Non è stato facile. Quando cambi tanti compagni e anche l’allenatore trovare la giusta concentrazione per lavorare con serenità in campo è veramente difficile. In più mettiamoci che Varese è una città che vive di basket e sentivamo il peso del momento ancor di più, come normale che fosse. Io però in questi casi faccio mio un detto che fa: “Controlla solo ciò che puoi controllare”. Quello che succedeva sul mercato andava al di là del nostro controllo, noi poSEGUE >


< SEGUE

tevamo solo concentrarci sul lavoro in palestra e così abbiamo fatto, ottenendone poi i risultati sperati”. Lei è rimasto stupito dell’impatto dei due giovani Librizzi e Virginio nelle ultime partite? “Personalmente all’inizio un po’ sì, anche perché loro prima ci davano una mano in allenamento ma non erano parte integrante della squadra. Ora lo sono e se lo meritano. Sono molto felice di questo. Quando domenica Librizzi ha segnato da tre e tutti si sono stupiti io l’ho trovata una cosa normale,

perché conosco le sua potenzialità, così come quelle di Virginio”. Arriva la Virtus e con essa il suo ex compagno Ruzzier. Che partita si aspetta e come lo accoglierà ? “Sarà sicuramente durissimo battere la Virtus, che è la squadra più forte del campionato insieme a Milano. Dovremo fare una partita intensa e perfetta per riuscire a provare a vincere. Per quanto riguarda Michele sono felice di ritrovarlo, abbiamo vissuto un bell’anno insieme, ma domenica non gliene farò passare una”. 15


30 GENNAIO

OPENJOBMETIS VARESE DOLOMITI ENERGIA TRENTINO

VARESE

De Nicolao 10 (4/6, 0/2), Librizzi 4 (1/3 da 3), Beane 7 (2/4, 1/4), Vene 12 (0/6, 4/6), Sorokas 11 (4/5, 1/5), Reyes 5 (1/2, 1/3), Virginio 2 (1/2, 0/2), Ferrero 10 (3/5 da 3), Caruso 6 (2/5), Keene 23 (1/6, 6/14), Zhao ne. All. Roijakkers.

16

90 89

TRENTO

Saunders 9 (4/10, 0/2), Flaccadori 19 (8/13, 0/1), Reynolds 26 (6/8, 4/6), Mezzanotte, Williams 17 (7/9, 1/2), Bradford 8 (4/6, 0/5), Conti 4 (2/2), Ladurner, Caroline 6 (0/2, 2/3), Morina ne. All. Molin.


#18

Nicolò Virginio Ala 18/03/2003 206 cm 92 kg ITA

17


PRATICHE DI SDOGANAMENTO MAGAZZINAGGIO TRASPORTI INTERNAZIONALI

VIA ZANONI, 17 - 21037 PONTE TRESA TEL. 0332.523151 - FAX 0332.523208 pontetresa@fraquelligroup.it www.fraquellispedizioni.it


Roster

ATLETA

9

Paulius Sorokas

7

10 11

12 13 18 21

30 45

PALLACANESTRO VARESE Ruolo

Data Nasc.

Alt. (cm)

Peso (kg) Naz. Sport

Anthony Beane

Guardia

06/05/1994

188

87

USA

Giovanni De Nicolao

Playmaker

10/06/1996

191

79

ITA

Justin Reyes

Guardia/Ala

16/03/1995

193

91

USA

Siim-Sander Vene Matteo Librizzi

Ala

Ala

Playmaker

25/08/1992

12/11/1990

06/04/2002

200

203 181

90

97 74

LIT

EST ITA

Nicolò Virginio

Ala

18/03/2003

206

92

ITA

Guglielmo Caruso

Centro

03/07/1999

208

90

ITA

Giancarlo Ferrero Marcus Keene

Ala

Playmaker

29/08/1988

06/05/1995

Organigramma Presidente Vicepresidente Consigliere Consigliere Amministratore delegato General manager Direttore sportivo Resp. operativo Prima Squadra Responsabile amministrazione Direttore commerciale Resp. marketing ed eventi Resp. stampa e comunicazione Resp. segreteria e relazioni esterne Resp. biglietteria e merchandising

Marco VITTORELLI Giuseppe BOGGIO Antonio BULGHERONI Thomas VALENTINO Luis SCOLA Michael ARCIERI Mario OIOLI Massimo FERRAIUOLO Luana LATINI Marco ZAMBERLETTI Luca PIONTINI Marco GANDINI Raffaella DEMATTÈ Luca MAFFIOLI

198 175

97

80

ITA USA

Staff

Capo Allenatore Assistente Assistente Resp. scouting Preparatore Atletico Medico sociale Medico ortopedico Osteopata Fisioterapista Fisioterapista

Johan ROIJAKKERS Vincenzo CAVAZZANA Alberto SERAVALLI Matteo JEMOLI Silvio BARNABÀ Michele DE GRANDI Mauro MODESTI Angelo VETRALLA Davide ZONCA Matteo BIANCHI

19



I NUMERI Punti

A. Della Valle N. Perkins O. Olisevicius N. Mitrou-Long M. Watt

Rimbalzi

T. Jones H. Sims T. Cain M. Hopkins J. Mouhammadou

Assist

A. Cinciarini M. Teodosic J. Durham J. Perkins S. Rodriguez

del campionato

Brescia Brindisi Reggio Emilia Brescia Venezia

19,2 17,4 17,4 17,3 15,8

Pesaro Treviso Tortona Reggio E. Virtus Bo

9,8 8,8 7,9 7,6 7,5

Reggio Emilia Virtus Bo Bologna Brindisi Milano

9,3 7,2 6,6 5,7 5,6

Turno odierno

Classifica 1

Milano

3

Brescia

2 4 5 6 7 8 9

10 11

12 13 14

15

16

Punti 28

Virtus Bologna

28

Trieste

18

20

Trento

18

Tortona

18

Reggio Emilia

16

Sassari

16

Napoli

16

Brindisi

16

Treviso

14

Venezia

14

Varese

12

Cremona

10

Pesaro

12

Fortitudo Bologna

10

Prossimo turno

5 Febbraio - 20:00

Trento – Milano

12 Febbraio - 20:00

Brescia – Trieste

6 Febbraio - 17:00

Pesaro – Cremona

13 Febbraio - 17:00

Cremona – Napoli

6 Febbraio - 12:00 6 Febbraio - 17:30

Napoli – Venezia

F. Bologna – Brescia

6 Febbraio - 18:00

Trieste – Sassari

6 Febbraio - 19:30

Treviso – Tortona

6 Febbraio - 18:30 6 Febbraio - 20:45

Brindisi – Reggio Emilia Varese – Virtus Bologna

12 Febbraio - 20:30 13 Febbraio - 17:30

Tortona – Trento

Milano – Pesaro

13 Febbraio - 18:00

Sassari – Virtus Bologna

13 Febbraio - 19:00

Venezia – Varese

13 Febbraio - 18:30 13 Febbraio - 20:45

F. Bologna – Brindisi

Reggio Emilia – Treviso

Clicca qui per le statistiche complete 21


LE V NERE SONO LE REGINE DEL CAMPIONATO CON MILANO

Virtus Bologna: una corazzata costruita per vincere di Matteo Gallo

Quella contro la Virtus Bologna è sempre una sfida ad alto fascino e ad altissimo coefficiente di difficoltà, pur se i felsinei giungeranno sotto le Prealpi senza Belinelli e Sampson, positivi al covid. La formazione allenata da Sergio Scariolo sarà orfana con ogni probabilità anche di Teodosic, fermo ancora per il problema al ginocchio. Chi troveremo in cabina di regia? Un trio di assoluto valore se pensiamo che la Virtus ha nel roster Mannion, Pajola – di cui parliamo nella rubrica occhio a - e Ruzzier. Partiamo proprio dall'ex biancorosso che è partito da quasi quarto play con pochissimo spazio – vedasi la Supercoppa – ma ora sta trovando minuti con continuità: sia per la sua applicazione sia per i tanti problemi fisici che costellano la stagione delle Vu nere. Per lui 2,6 punti e

SEGUE >

22


Gli Avversari

23



Roster 0 1 3 6 7 8 9 11 12 14 15 17 20 25 34 44 55 00

Amedeo Tessitori Niccolò Mannion Marco Belinelli Alessandro Pajola Amar Alibegovic Kevin Juwan Hervey Ekpedeme Friday Udoh Michele Ruzzier Mattia Ferdeghini Mouhammadou Jaiteh Ty-Shon Alexander Marco Ceron Matteo Barbieri Jakarr Sampson Kyle Weems Milos Teodosic Abass Awudu Abass Isaia Cordinier

VIRTUS BOLOGNA Centro Playmaker Guardia/Ala Playmaker Ala Ala Centro Playmaker Guardia/Ala Centro Guardia Guardia Centro Ala/Centro Ala Guardia Ala Guardia/Ala

07/10/1994 15/03/2001 25/03/1986 09/11/1999 31/03/1995 09/07/1996 20/05/1987 09/02/1993 17/01/2003 27/09/1994 16/07/1998 16/06/1992 27/05/2003 20/03/1993 23/08/1989 19/03/1987 27/01/1993 28/11/1996

207 190 196 194 206 206 208 183 194 211 191 195 211 206 198 195 198 196

97 86 100 95 109 104 0 80 0 112 88 100 0 97 0 89 0 84

Ita Ita Ita Ita Ita Usa Usa Ita Ita Fra Usa Ita Ita Usa Usa Srb Ita Fra

< SEGUE

2,1 assist in 15' di utilizzo medio con il picco dei 9 punti proprio nel derby con la Fortitudo. Nico Mannion non lo scopriamo certo adesso, ma il 21enne – a marzo – viaggia a ottime cifre con 7,7 punti e 5 assist in sole 6 gare giocate in una stagione che lo ha visto più in infermeria che sul campo: salmonella prima, infortunio alla schiena poi e, per chiudere, positivo al covid nel mese di gennaio appena trascorso. Come guardie troviamo il discusso Alexander e il francese Cordinier. Il primo è stato sull'orlo del taglio, ma i continui problemi di organico

lo hanno tenuto in roster. I 2,4 punti in poco meno di 13' di impiego medio evidenziano, però, come il giocatore classe '98 sia ancora acerbo. Certo, direte voi, era stato preso quasi per fare il dodicesimo uomo e invece si trova spazi e minuti importanti... Cordinier è una guardia ala dal fisico importante e dotato di buon atletismo che arriva dal campionato francese dove con Nanterre ha vinto lo scudetto e ha disputato una Eurocup di altissimo profilo a 16 punti di media. Il suo arrivo a inizio ottobre coincide con la perdita di Abass, vittima di una lesioSEGUE >

25


Alessandro Pedoja: letture offensive, capacità di passaggio, ma soprattutto una feroce mentalità vincente e tanta abnegazione fanno di lui un giocatore totale

< SEGUE

ne ai legamenti. Bologna, però, guarda lungo e firma per due anni l'esterno francese. Kyle Weems è uno dei talenti più puri del roster bianconero: ala piccola, 32 anni e nel pieno della maturità. Alla terza stagione sotto le due torri, sta disputando una stagione strepitosa: 15,5 punti col 56% da 2 e ben il 48% da 3 con 4,3 tentativi a gara fanno di lui un attaccante purissimo e di razza. Per lui una carriera un po' sotto traccia fra Bayreuth, Nanterre, Besiktas e Tofas Bursa prima di esplodere in maglia Virtus. Sotto i tabelloni spazio per i nostri Tessi-

tori e Alibegovic – che però gioca con la nazionale bosniaca – e Jaiteh. Tex, questo il soprannome di Tessitori, è giocatore dalla storia lunghissima: grande promessa a 18 anni, ha avuto il coraggio e la tenacia di non mollare quando tutto sembrava buio per riemergere e guadagnarsi un posto al sole e in Nazionale con Treviso. Da lì, poi, il passaggio al Virtus nel 2020/21 e quest'anno si ritaglia comunque 13' di gioco in una rotazione con due super giocatori come Jaiteh e Sampson (per non dire di Udoh infortunatosi a settembre). Figlio del grande TeoSEGUE >

26


Occhio a... Nato ad Ancona nel 1999, Pajola a breve diverrà più famoso dell'arco di Traiano, uno delle opere architettoniche più conosciute della sua città. O forse lo è già? Cresciuto nelle fila della Stamura Ancona, già a 16 anni passa alla Virtus Bologna che lo cresce con attenzione negli anni. Per lui minuti importanti nell'anno della A2, 17 gare nell'annata del ritorno in serie A delle Vu nere e poi nel 2018/19 dà un fattivo contributo per la vittoria della Champions League. Poi la grande occasione di crescere al fianco di campioni come Teodosic e Markovic e il nostro impara così bene l'arte da far sì che la Virtus scelga di lasciar andare

Alessandro Pajola l'ex Treviso per lanciare definitivamente Pajola. Grandissimo e tenace difensore, Pajola ha anche il fisico giusto per marcare e dare fastidio a tutti i suoi pari ruolo. Il tiro da fuori è ancora ondivago, ma Alessandro è anche un ottimo passatore: basta dire che in campionato viaggia a 4,6 assist in soli 22' di gioco. Insomma, letture offensive, capacità di passaggio, ma soprattutto una feroce mentalità vincente e tanta abnegazione fanno di lui un giocatore totale. Uno di quelli che nelle proprie squadre sono insostituibili perchè hanno una caratteristica fondamentale. Quella del vincente.

< SEGUE

man, Alibegovic cresce in quella fucina della Stella Azzurra Roma, passa dal college di St. John ed esplode alla Virtus Roma. Quest'anno una buona stagione fin qui con 10 punti in ca. 20' di utilizzo medio. Infine, Jaiteh che di secondo nome fa Einstein e diciamo che è una cosa un po' impegnativa

all'anagrafe, è dotato di un fisico imponente su 211 centimetri. Carriera spesa in Francia fino al 2018 dopo non esser stato scelto al Draft Nba, poi Torino, Saratov e Gaziantep le sue tappe prima della firma per la Virtus dove produce 11,1 punti e 7,5 rimbalzi in 20' di utilizzo.

27



Issuu converts static files into: digital portfolios, online yearbooks, online catalogs, digital photo albums and more. Sign up and create your flipbook.