Page 1

5A GIORNATA DISCOVERY+ SUPERCOPPA 2021 Enerxenia Arena Domenica 12 settembre ore 20:30

vs

Match Program Ufficiale - Edito da Sunrise Media - numero 939 del 12 settembre 2021 Aut. del trib. di Varese n. 345 del 09-02-1979 - Direttore Responsabile: Michele Marocco


TERZO ROUND DI SUPERCOPPA: ARRIVA CREMONA

Contro la Vanoli per rompere il digiuno di Alessandro Burin Arriva la terza partita del girone B di Discovery+ Supercoppa 2021 in casa Pallacanestro Varese, una partita che potrebbe già sapere di rivincita. L’avversaria è, infatti, quella Vanoli Cremona uscita vincente dalla gara di lunedì scorso. Domenica sera ore 20.30 all'Enerxenia Arena, si capirà se ci sono stati degli effettivi passi in avanti dalla sfida con Sassari di metà settimana ma soprattutto fino a che punto è cresciuta la squadra, sia da un punto di vista fisico sia da un punto di vista tecnico-tattico. Un match che, a differenza della sfida del PalaRadi, dovrebbe vedere tra le fila della Vanoli il nuovo centro McNeace, SEGUE >

2


3


Concessionaria Ufficiale VARESE

Viale Valganna, 35 Tel. 0332 286550

NIPPO MOTORS

GRANDATE (CO)

Via IV Novembre, 4 Tel. 031 564442

OLGIATE OLONA

Corso Sempione, 84 Tel. 0331 1260172


Gli Arbitri

Una partita che sarà molto simile a quella di una settimana fa, ma nella quale Varese dovrà cercare di eliminare gli errori commessi a Cremona

< SEGUE

Alessandro Martolini, Denis Quarta (nella foto) ed Edoardo Gonella saranno gli arbitri della sfida tra la Pallacanestro Openjobmetis Varese e la Vanoli Basket Cremona. Il primo, lo scorso anno, ha arbitrato i biancorossi nel ko di Supercoppa sul parquet di Brescia (89-88) e in quello di campionato a Cremona (80-67). Il secondo ha “fischiato” la Openjobmetis in 5 occasioni: Varese-Virtus Bologna (7385), Trento-Varese (74-77), Cantù-Varese (97-82), Varese-Sassari (89-74) e TrevisoVarese (94-103). Per quanto riguarda Gonella si tratta di una prima assoluta dal momento in cui il genovese è stato promosso nella massima serie quest’estate.

mentre dovrebbero essere ancora assenti sia Harris che Miller. Stesso discorso per la Openjobmetis che non recupera Trey Kell nemmeno per questo match e lo rivedrà in campo presumibilmente intorno a venerdì 17, mettendo da parte tutta la scaramanzia del caso. Una partita che quindi sarà molto simile a quella di una settimana fa, ma nella quale Varese dovrà cercare di eliminare gli errori commessi proprio a Cremona, partendo da una maggior fisicità in termini di tenuta difensiva, fondamentale per avere in pugno il match fino alla fine. SEGUE >

5


Una partita che sarà molto simile a quella di una settimana fa, ma nella quale Varese dovrà cercare di eliminare gli errori commessi a Cremona

< SEGUE

Sarà vitale per i biancorossi riuscire a limitare Poeta e Cournooh, facendo leva sulle prestazioni difensive di Beane, Wilson e De Nicolao, quest'ultimo chiamato al riscatto dopo due prove sotto tono. Una difesa da migliorare così come l'attacco. Al PalaRadi la squa-

dra biancorossa è apparsa molto spaesata, facendosi trovare spesso sbilanciata e fuori fase nella metà campo offensiva, finendo ad affidarsi troppo spesso all'iniziativa del singolo oppure a forzature da tre punti che non competono alle qualità e caratteristiche del gruppo di quest'anno. SEGUE >

7


La Openjobmetis dovrà essere brava a sfruttare al massimo la superiorità fisica che si verrà a creare in campo al momento soprattutto delle prime rotazioni

< SEGUE

Già con Sassari in questo senso si sono visti importanti passi in avanti, con una squadra più preparata in campo e che sapeva cosa fare con la palla tra le mani, convincente nella ricerca del gioco fatto di tanta circolazione di palla e coinvolgimento di tutti gli effettivi sul parquet che Vertemati richiede ai suoi. Una settimana fa era pesata molto anche l'assenza improvvisa di Kell in cabina di regia, perno su cui aveva lavorato tutta la squadra fin da inizio ritiro. Ora, l’auspicio è che con qualche giorno di lavoro in più provando Gentile e Beane come play, l'organizzazione tattica sia ancor superiore ed efficace rispetto a quanto mostrato contro la Dinamo. E' indubbio poi che la Openjobmetis dovrà essere brava a sfruttare al massimo la superiorità fisica che si verrà a creare in campo al momento delle prime SEGUE >

8


9


Precisione tecnica e applicazione mentale alla gara saranno i due capisaldi con cui i biancorossi potranno risolvere la contesa

< SEGUE

rotazioni, un po' come fatto nei primi due quarti a Cremona, cercando di mantenere questo vantaggio per tutti i 40'. Sicuramente ci sarà maggior lavoro sotto il ferro per Egbunu, Jones e Sorokas, visto il rientro di McNeace e le ottime prove in queste gare di Agbamu e Sanogo; oltretutto con un Caruso in più a disposizione, che può dare minuti e fiato al centro nigeriano biancorosso, e che potrebbe garantire più energia fisica e atletismo per tutta la partita. Si giocherà qui gran parte del match, con Varese che ovviamente punta sempre molto sulla prestazione di Gentile, voglioso di ripetere e continuare a fare le otti-

me cose viste in queste prime uscite stagionali, espulsione a parte, da derubricare subito a isolato e non ripetibile episodio. Precisione tecnica e applicazione mentale alla gara saranno i due capisaldi con cui i biancorossi potranno risolvere la contesa, limitando al massimo quelle fasi di improvvisazione messe in mostra a Cremona, senza farsi trascinare dall'inerzia del match ma cercando di condurlo, dando un'impronta precisa a quello che deve essere lo spartito di gioco. Vietato lasciar scivolare il match sul piano puramente balistico, potrebbe essere un grande problema, la gara di una settimana fa insegna. 11


A TU PER TU CON CAPITAN GIANCARLO FERRERO

La strada è giusta, pubblico fondamentale di Alessandro Burin E’ tempo di terza sfida per la Pallacanestro Varese, sfida valevole per il girone B della Discovery+ Supercoppa 2021. Si tratta di un remake di quanto successo una settimana fa al PalaRadi contro la Vanoli Cremona, dove i biancorossi proveranno, però ad invertire il risultato (80-70 ndr). In questo match Varese dovrà cercare di aggiungere un tassello in più al mosaico della crescita di gioco e condizione fisica in vista del campionato, in procinto di partire tra due settimane. La gara arriva dopo una settimana in cui la doppia sconfitta, prima contro Cremona e poi contro Sassari, ha lasciato indicazioni importanti a coach Vertemati: il coach, in attesa del rientro del suo regista Kell, sta lavorando sull'amalgama di squadra e sulla crescita dei sin12

Un gruppo alla ricerca della propria identità, che nonostante sia formata da molti giocatori stranieri, ha come capi saldi due italiani su tutti: Gentile e Ferrero

goli, ricevendo le risposte più importanti finora da Jones, apparso in grande spolvero in entrambe le occasioni. Una situazione generale di un gruppo alla ricerca della propria identità, che nonostante sia formata da molti giocatori stranieri, ha come capisaldi due italiani


13


< SEGUE

su tutti, Alessandro Gentile, in termini di leadership tecnica in campo ed il capitano Giancarlo Ferrero, per quello che concerne la gestione del gruppo, l'unione e l'affiatamento, qualità indispensabili per affrontare una stagione lunga e complicata. Una mission importante per Ferrero, che si ritrova a guidare da capitano anche il nuovo ciclo triennale di Varese, dopo aver siglato il rinnovo contrattuale quest'estate, rinnovo che lo legherà alla squadra biancorossa per altri tre anni, arrivando così a diventare uno dei capitani più longevi di sempre della storia varesina (al termine dell'attuale accordo gli anni per lui all'ombra del Sacro Monte saranno ben 9). Nove anni, un lasso di tempo lunghissimo che per Ferrero è

motivo di orgoglio e responsabilità, in un'avventura arrivata ad un nuovo importante capitolo, L'ala di Bra parla così dopo le prime settimane di lavoro con i nuovi compagni. Che squadra sta scoprendo dopo queste prime settimane di lavoro e partite? "Io parto con il dire che sicuramente stiamo lavorando bene. C'è un bell'atteggiamento e si sta costruendo una mentalità di squadra importante giorno dopo giorno. Non siamo contenti della partita che abbiamo fatto con Cremona, perché ci sono stati SEGUE >

14


Penso che la nostra forza potrà essere proprio l’intercambiabilità, la capacità di avere tanti quintetti diversi. Chiunque entra dalla panchina può dare qualcosa in modi diversi

tanti errori, non siamo soddisfatti di come abbiamo condotto la gara. Avevamo voglia già subito mercoledì davanti al nostro pubblico di mostrare un biglietto da visita diverso, visto che ci stavamo presentando per la prima volta alla gente di Varese. L'idea di dare un messaggio positivo era quello che volevamo fare. Bisogna anche dire che non siamo ancora riusciti a lavorare al completo, prima per l'arrivo in ritardo di Beane, poi per l'acciacco di Trey ma al di là di questo penso che ci stiamo allenando con il giusto approccio, che poi è quello che vuole il coach: applicazione, mentalità e fisicità, elementi fondamentali su cui basare la nostra stagione". Da capitano le chiedo quanto manca per trovare quell'identità di gruppo che anche il coach ha indicato come fondamentale? "Secondo me manca ancora

tanto. Questa squadra ha grandi potenzialità, ma fino ad ora ne abbiamo viste poche. Con Sassari abbiamo fatto un passo in avanti ma la strada è ancora lunga per dimostrare ciò che davvero possiamo essere. Questa squadra ha tanti elementi intercambiabili fra di loro, ci possono essere vari assetti di gioco e sicuramente quando si aggiungerà Trey potremo lavorare ancora meglio su questi aspetti. Io penso che la nostra forza potrà essere proprio questa intercambiabilità, la capacità di avere tanti quintetti diversi, chiunque entri dalla panchina può dare molto e questo deve essere secondo me il nostro quid. Ripeto, però, per fare tutto questo, per trovare la nostra vera identità, manca ancora tanto". Sulla base della sua esperienza le chiedo se questo, tra i sei campionati da lei vissuti a Varese, può essere 15


Mercoledì, contro Sassari, quando è stato nominato il mio nome alla lettura delle formazioni mi sono sentito pieno di emozione ed i tifosi, che erano solo 600, mi hanno riportato ai tempi del palazzo pieno e mi sono sentito galvanizzato

< SEGUE

il campionato più duro, visto l'alto livello del torneo? "Si assolutamente. Secondo me ci sono tre - quattro squadre che sono una, due se non tre spanne sopra le altre. Penso che il livello si sia alzato in maniera importante, a partire dalle due neo promosse, squadre di tutto rispetto, e lo stiamo vedendo anche in queste prime partite con i risultati di Tortona. Credo che potrà succedere davvero di tutto in questo campionato. Ogni partita sarà ancor più importante, perché basterà davvero poco per far si che una squadra passi dal trovarsi in alSEGUE >


< SEGUE

to a vivere situazioni più complicate in termini di classifica. Sarà molto importante ogni singolo risultato e per noi sarà fondamentale fare bene soprattutto in casa, nel nostro palazzetto". Quanto è importante per lei essere il capitano di questo

nuovo ciclo triennale dopo la sua estate più difficile a Varese? "Innanzitutto per me è un grande orgoglio. Mercoledì quando è stato nominato il mio nome alla lettura delle formazioni mi sono sentito pieno di emozione ed i tifosi, che erano solo 600, mi SEGUE >

17


PRATICHE DI SDOGANAMENTO MAGAZZINAGGIO TRASPORTI INTERNAZIONALI

VIA ZANONI, 17 - 21037 PONTE TRESA TEL. 0332.523151 - FAX 0332.523208 pontetresa@fraquelligroup.it www.fraquellispedizioni.it


< SEGUE

hanno comunque riportato ai tempi del palazzo sold-out, ero galvanizzato. Come ho già detto, proverò ad essere un esempio quotidiano avendo il mio ruolo all'interno della squadra, che possa essere a volte più un lavoro offensivo, altre più difensivo, facendomi trovare sempre pronto all'evenienza. Quello che mi piace fare, ciò che dice la mia storia qui a Varese è questo, voglio essere un esempio anche fuori dal campo tanto per i vecchi quanto per i nuovi compagni". Proprio tornando sulla presenza del pubblico, lei ha sempre detto di aver bisogno di sentire il calore dei tifosi per potersi esprimere al meglio e in tutto il suo potenziale. Ieri questo si è visto, è riuscito ad alternare i vari momenti della gara, rimanendo sempre mentalmente nel match e dando apporto importante alla squadra... "Io devo essere bravo quest'anno a farmi trovare pronto. Potranno esserci dei momenti nella partita in cui starò in campo di più, altri meno ma devo sem-

Ho raccontato ai ragazzi nuovi com'è giocare qua con il palazzetto pieno e spero davvero si possa tornare a vivere quell'emozione, almeno alla capienza massima possibile pre farmi trovare pronto. Con la Dinamo alla seconda bomba da tre punti, quando ho sentito il calore anche solo dei 600 presenti, per me è stata come linfa vitale. Io ho bisogno del tifo perché senza sono un altro giocatore. Mi auguro davvero di aver chiuso per sempre il capitolo del basket senza pubblico, è troppo importante avere i supporters sugli spalti. E’ stata solo un’anticipazione con Sassari, conto di vederli ancora più numerosi con Cremona domenica e ancora di più per la prima di campionato, perché non mi stancherò mai di dire che per noi i nostri tifosi sono importantissimi. Ho raccontato ai ragazzi nuovi com'è giocare qua con il palazzetto pieno e spero davvero si possa tornare a vivere quell'emozione con più gente possibile". 19


Roster

N° 3 5 7 9 10 11 13 15 18 21 22 30

ATLETA Trey Kell Alessandro Gentile Anthony Beane Paulius Sorokas Giovanni De Nicolao Elijah Wilson Matteo Librizzi John Egbunu Nicolò Virginio Giancarlo Ferrero Jalen Jones Guglielmo Caruso

PALLACANESTRO VARESE Ruolo Playmaker Ala Guardia Ala Playmaker Guardia Playmaker Centro Ala Ala Ala Centro

Anno Nasc. 05/04/1996 12/11/1992 06/05/1994 25/08/1992 10/06/1996 14/05/1994 06/04/2002 31/10/1994 18/03/2003 29/08/1988 27/05/1993 03/07/1999

Organigramma Presidente Vicepresidente Consigliere General Manager Direttore sportivo Resp. operativo Prima Squadra CFO Responsabile amministrazione Direttore commerciale Resp. marketing ed eventi Resp. stampa e comunicazione Resp. segreteria e relazioni esterne Resp. biglietteria e merchandising

20

Marco VITTORELLI Giuseppe BOGGIO Antonio BULGHERONI Andrea CONTI Mario OIOLI Massimo FERRAIUOLO Giorgio PELLEGATTA Luana LATINI Marco ZAMBERLETTI Luca PIONTINI Marco GANDINI Raffaella DEMATTÈ Luca MAFFIOLI

Alt. (cm) 193 200 188 200 191 193 181 208 205 198 201 208

Peso (kg) 95 100 87 90 79 93 74 114 87 97 100 90

Naz. Sport USA ITA USA LIT ITA USA ITA NIG ITA ITA USA ITA

Staff

Capo Allenatore Assistente Assistente Resp. scouting Preparatore Atletico Medico sociale Medico ortopedico Osteopata Fisioterapista Fisioterapista

Adriano VERTEMATI Vincenzo CAVAZZANA Alberto SERAVALLI Matteo JEMOLI Silvio BARNABÀ Michele DE GRANDI Mauro MODESTI Angelo VETRALLA Davide ZONCA Matteo BIANCHI


DISCOVERY+ CALENDARIO - Girone B

SUPERCOPPA 2021

1a GIORNATA

04/09/2021

Banco di Sardegna Sassari 83 Vanoli Basket Cremona 74 Riposa Openjobmetis Varese

10/09/2021 Vanoli Basket Cremona Banco di Sardegna Sassari Riposa Openjobmetis Varese

2a GIORNATA

06/09/2021

Vanoli Basket Cremona 80 Openjobmetis Varese 70 Riposa Banco di Sardegna Sassari

5a GIORNATA

12/09/2021 Openjobmetis Varese Vanoli Basket Cremona Riposa Banco di Sardegna Sassari

3a GIORNATA

08/09/2021

6a GIORNATA

Openjobmetis Varese 82 Banco di Sardegna Sassari 92 Riposa Vanoli Basket Cremona

CLASSIFICA - Girone B P SQUADRA

Punti

Banco di Sardegna Sassari

4

Openjobmetis Varese

0

Vanoli Basket Cremona

2

4a GIORNATA

14/09/2021 Banco di Sardegna Sassari Openjobmetis Varese Riposa Vanoli Basket Cremona

G 2

2

2

Partite V

P

2

0

0

2

1

1

Canestri F S

175

156

152

172

154 153

21


#11 Elijah Wilson

23


LA VANOLI CREMONA AI RAGGI X

Squadra ben costruita in un’estate tranquilla di Matteo Gallo Dopo la tribolatissima scorsa stagione con i dubbi sulla partecipazione alla serie A, il Covid che aveva colpito il patron Vanoli nei mesi precedenti e un roster costruito in 10 giorni o poco più, questa estate è stata certamente più tranquilla in terra cremonese. Sulla tolda di comando c'è il confermatissimo Paolo Galbiati inchiostrato con un contratto pluriennale e assisten-

SEGUE >

24


Gli Avversari

25


Roster 0

Destiny Agbamu

3

Ismael Sanogo

2 4 6 8 9

13

25 31

VANOLI CREMONA Centro

02/06/2003

203

92

Jalen Harris

Guardia

14/08/1998

196

88

Jamuni McNeace

Centro

25/03/1996

208

101

Ala

16/07/1996

203

95

CIV

USA

Andrea Pecchia

Guardia

16/11/1997

197

Matteo Spagnolo

Playmaker

10/01/2003

194

88

ITA

David Reginald Cournooh Guardia

28/07/1990

187

88

ITA

Nicholas Errica

10/06/2005

Giuseppe Poeta Tres Tinkle

Malcom Miller

Playmaker

Ala

Guardia

Filippo Gallo

12/09/1985

03/06/1996

06/03/1993 03/05/2004

Tommaso Vecchiola

21/04/2004

Mauro Zacchigna

16/06/2004

190

203

201

90

ITA

USA

82

102

95

ITA

ITA

USA

USA ITA ITA

ITA

ITA

Cremona sta affrontando questa Supercoppa in grave emergenza viste le assenze per infortunio di Mc Neace, Harris e Miller

< SEGUE

te in Nazionale di coach Meo Sacchetti al cui fianco ha disputato le Olimpiadi di Tokyo. Cremona sta affrontando questa Supercoppa in grave emergenza viste le assenze per infortunio di Mc Neace, Harris e Miller. Pertanto, vi è spazio per una truppa di giovani classe 2004 come Filippo Gallo (6 punti con Sassa-

ri), Mauro Zacchigna, Tommaso Vecchiola e il 2005 Nicholas Errica (9 punti con Sassari con un 3/3 da 3). Senza considerare il lungo classe 2003 Destiny Agbamu prelevato dalla C Gold di Bassano del Grappa: piacevole sorpresa di questa Supercoppa con la sua atleticità e il suo modo di stare in campo per questo ragazzo nigeriano di origine, ma di SEGUE >

27


Occhio a... Coach Paolo Galbiati non ne fa mistero dicendo che per convincere gli americani parla che in squadra c'è una “italian legend” come Peppe Poeta. 69 presenza in Nazionale, una carriera spesa sempre ad alto livello passando dagli esordi con Teramo, tre anni a Bologna, il Baskonia, un anno a Manresa, Trento, gli anni di Torino con una Coppia Italia in saccoccia e il passato recente a Reggio Emilia e il presente che lo vede come capitano della Vanoli Cremona. 384 presenze in serie A, 3408 punti realizzati ad una media do 9,2 ad allacciata di scarpe e una carriera a 3,4 assist di media con il top dei 6,8 della passata stagione: sono tutti numeri che certificano l'importanza e il talento di Peppe Poeta. Giocatore abilissimo in penetrazione, sa essere pungen28

PEPPE POETA

te anche nel tiro da fuori ed è capace di prove eccezionali. Ultimamente, poi, quando vede biancorosso si trasforma: i 30 punti messi a segno lo scorso febbraio contro Varese sono il suo massimo in carriera ed in quella data ha ritoccato anche la sua valutazione massima: 36. Sempre contro Varese, ma quando era targata Cimberio, risale il suo massimo di plus minus: 36 nell'ottobre 2009. In Supercoppa, nella gara di andata ne ha già messi 23 in 24': Poeta ci ha già avvisati...


< SEGUE

Storia da predestinato per Poeta, il brindisino a soli 14 anni ha esordito in serie B con la maglia della Stella Azzurra per poi passare l'anno seguente in Spagna, primo italiano di sempre a militare nel settore giovanile madrileno.

formazione italiana. In cabina di regia vi sono Poeta di cui parliamo nella rubrica occhio a e Matteo Spagnolo. Altro giocatore giovane, Matteo è un classe 2003 e arriva dalla cantera del Real Madrid. Storia da predestinato per il brindisino che a soli 14 anni ha esordito in serie B con la maglia della Stella Azzurra per poi passare l'anno seguente in Spagna, primo italiano di sempre a militare nel settore giovanile madrileno. Ha già esordito in Nazionale a 17 anni giocando contro la SEGUE >

29


30


In ala forte c'è l'ivoriano Sanogo uscito dal prestigioso college di Seton Hall nel 2018, non è stato chiamato al draft e ha disputato le ultime due annate in G League con i Long Island Nets < SEGUE

Russia e segnando 3 punti e ora è atteso da una stagione importante a Cremona e la guida di Poeta lo aiuterà certamente nel processo di crescita: non esageriamo nel dire che il futuro in regia della nostra Nazionale passa da lui e Mannion. In guardia troviamo l'altro veterano Cournooh, 31 anni e tante squadre girate in carriera per il veneto, mentre nello spot di guardia e ala può giostrare Pecchia, giocatore capace di far male soprattutto se si gioca in velocità. In ala c'è Tinkle, americano dal

tiro ferale dai 6,75 e con il padre allenatore: uscito dal college di Oregon Saint Beavers, ha passato la scorsa annata in G League ai Raptors 905. Nel medio periodo sarà da capire come vivrà questa prima esperienza fuori dagli States. Infine in ala forte c'è l'ivoriano Sanogo uscito dal prestigioso college di Seton Hall nel 2018, non è stato chiamato al draft e ha disputato le ultime due annate in G League con i Long Island Nets. Gran difensore più che attaccante, il suo ruolo sarà di collante in questa Vanoli.


Profile for SUNRISE Media

939 Pallacanestro Varese vs Vanoli Cremona - 12/09/2021  

939 Pallacanestro Varese vs Vanoli Cremona - 12/09/2021  

Advertisement

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded