__MAIN_TEXT__
feature-image

Page 1

24A GIORNATA LBA Enerxenia Arena Domenica 28 marzo Ore 18:00

vs

Match Program Ufficiale - Edito da Sunrise Media - numero 935 del 26 marzo 2021 Aut. del trib. di Varese n. 345 del 09-02-1979 - Direttore Responsabile: Michele Marocco


ALL’ENERXENIA ARENA SFIDA DECISIVA PER VARESE

Contro Trento un solo grido: vincere! di Matteo Gallo

Inutile sottolineare quanto sia importante questa Varese-Trento. Lo dice la classifica coi trentini avanti di 2 lunghezze dopo il netto successo nello scorso turno contro Brescia. Lo dice il fatto che all'andata Varese centrò una preziosa vittoria in trasferta per 74-77 contro la formazione allora allenata da Nicola Brienza, poi esonerato a fine gennaio. La lotta salvezza dei ragazzi di coach Bulleri passa in maniera cruciale da questo incontro così come da quello post pasquale contro la Reggio Emilia dell'ex coach Caja.

SEGUE >

2


3


Concessionaria Ufficiale VARESE

Viale Valganna, 35 Tel. 0332 286550

NIPPO MOTORS

GRANDATE (CO)

Via IV Novembre, 4 Tel. 031 564442

OLGIATE OLONA

Corso Sempione, 84 Tel. 0331 1260172


< SEGUE

A maggior ragione, dato che, con Trento, Varese vanta uno dei pochi scontri diretti favorevoli. Al di là di ogni considerazione, perdere con Trento metterebbe l'OJM nella delicata situazione di esser quasi sempre sfavorita in un eventuale arrivo a pari punti con le varie contendenti alla salvezza. SEGUE >

Inutile sottolineare quanto sia importante questa Varese-Trento: lo dice la classifica coi trentini avanti di 2 lunghezze

5


< SEGUE

Gli Arbitri Detto ciò, certamente i varesini ripartono dalle certezze derivanti dalle ultime uscite contro Sassari e Pesaro dove la difesa ha prodotti dividendi altissimi. 71 punti subiti di media in due gare sono un biglietto da visita che evidenzia i progressi difensivi di una squadra che fino a poco tempo fa viaggiava vicinissima alla soglia dei 90 punti subiti ad allacciata di scarpe. Onestamente, troppo. Il segreto di questa metamorfosi? Viene facile facile il nome di Egbunu. Alzi la mano chi, dopo le prime due uscite, era certo di un tale impatto del lungo nigeriano. Eppure John aveva solo bisogno di riprendere il ritmo gara con la sua intensità e l'intervallarsi di allenamento dopo allenamento per salire di forma. Attorno a lui e ai nuovi equilibri difensivi è salita tutta la squadra che beneficia dell'apporto di Egbunu anche sul fronte offensivo con i solidi blocchi portati dal nigeriano che aiutano le esecuzioni varesine. SEGUE >

6

Manuel Mazzoni, Guido Giovannetti (nella foto) e Dario Morelli saranno gli arbitri che dirigeranno il match tra Varese e Trento valido per la ventiquattresima giornata del campionato di LBA 2020-2021. Il primo, quest’anno, ha “fischiato” i biancorossi solo in occasione del successo interno contro Brindisi (76-74), mentre il secondo nella sconfitta di Supercoppa contro Cantù (81-72), in quella di campionato contro sul campo di Sassari (104-82) ma anche nella vittoria casalinga contro Cremona (110-105) al termine di due overtime. Per Morelli si tratta invece del terzo precedente stagionale: nei primi due la Openjobmetis ha subito una sconfitta (contro Milano in Supercoppa) ma anche ottenuto un successo contro Roma, poi annullato dopo il fallimento della società capitolina.


Un giocatore da limitare è il play Gary Browne, fondamentale nel successo di Trento contro Milano di un paio di turni fa

< SEGUE

Allo stesso modo, una delle chiavi della gara sarà il duello tra Egbunu e il temuto Jacorey Williams, pivot molto produttivo e capace di incidere anche a rimbalzo. All'andata l'assenza di Williams probabilmente incise sulla possibilità di effettuare il colpo esterno che Varese non si fece scappare. Altro giocatore da limitare è il play

Gary Browne, fondamentale nel successo contro Milano di un paio di turni fa: giocatore dotato di immenso talento offensivo che si accende a intermittenza: compito di Ruzzier e De Nicolao lasciare spenta quella lampadina. Insomma, gira che ti rigira il tanto caro asse play-pivot è ancora oggi fondamentale. 7


A TU PER TU CON GIANCARLO FERRERO

Un onore essere il capitano di Varese di Alessandro Burin Nella bagarre della lotta salvezza Openjobmetis Varese-Aquila Basket Trento è una sfida determinante per le sorti stagionali di entrambe le formazioni. Il match vede contrapporsi due tra le squadre più in forma dell’ultimo periodo, con i biancorossi reduci dalla pausa obSEGUE >

9


< SEGUE

bligata causa ritiro della Virtus Roma dal campionato, ma galvanizzati da una striscia positiva di ben due vittorie casalinghe contro Sassari e Pesaro che hanno ridato slancio ed entusiasmo all'ambiente. Dall'altra parte, i trentini nelle ultime settimane sono tornati a fare la voce grossa in campionato, con due successi diversi per la qualità di gioco espressa ma uguali nel peso specifico di morale e classifica che hanno generato, ovvero quelli contro l’Olimpia Milano, per 61-60, e la Germani Brescia nello scorso weekend, demolita 91-67. Varese dovrà riproporre in campo quanto di buono fatto nelle ultime settimane, dimostrando di aver trovato un’identità ben definita fatta di intensità ed energia difensiva, ma anche di tanta qualità tecnica e di scelte

in attacco, per superare un avversario che a livello di fisicità può dire la sua su qualunque campo nostrano e non. E nel momento più importante della stagione serve che la squadra attinga a quello che è lo spirito bianco-rosso ed interpreti al meglio ciò che sono i valori della Pallacanestro Varese che la figura più iconica ed il giocatore più rappresentativo degli ultimi anni in maglia varesina, ossia il capitano silenzioso Giancarlo Fer-rero, racconta a tutto tondo. La sua vita si è tinta dei colori della Città Giardino nel segno della pallacanestro, ma ha origini e fondamenti diversi. Quando fai i primi passi su un campetto da basket? “A sei anni, quando per caso viene proposto nella scuola elemenSEGUE >


La squadra con la quale sono cresciuto a Bra rappresenta tuttora il mio nucleo di amici. Abbiamo fatto percorsi diversi, chi diventando osteopata, chi istruttore di minibasket, chi fa altri lavori al di fuori del mondo dello sport, ma quel nucleo è rimasto e lo rivivo ogni volta che torno a casa. È qualcosa di magico e forse ci ha aiutato il fatto che Bra sia una città a misura d’uomo e la pallacanestro ci ha legato e ci lega ancora oggi Askit General Contractor organizza il team di professionisti e artigiani, i contatti con la banca e le pratiche per ottenere l’Ecobonus110% su interventi caldaia, serramenti, impianto fotovoltaico, cappotto e cogenerazione

Riqualificazione con ECOBONUS110%? Con noi è semplice!

Contattaci per informazioni al 329 6894063


Alessia è la mia compagna di vita, è la mia amica, la mia amante. Stiamo trascorrendo la nostra vita assieme e lei mi ha aiutato tanto nel corso della mia carriera < SEGUE

tare di Bra, il mio paese, un corso di mini-basket. Inizio da lì ad appassionarmi a questa disciplina, una realtà completamente estranea alla mia tradi-zione familiare. È stato amore a prima vista e non ho mai fatto nessun altro sport che non fosse la pallacanestro. I primi anni non era proprio basket, era più un correre tutti insieme dietro alla palla; poi, crescendo, è stato anche un modo per stare sia con i compagni che da solo sempre con una palla ed il canestro. Penso che questa sia una delle cose più belle del basket: la possibilità di vivere questa passione sia in compagnia che da solo”. Hai ancora rapporti con il tuo

gruppetto storico degli amici del campetto di Bra? “Sembrerà incredibile, ma la squadra con la quale sono cresciuto a Bra rappresenta tuttora il mio nucleo di amici. Abbiamo fatto percorsi diversi, chi diventando osteopata, chi istruttore di minibasket, chi fa altri lavori al di fuori del mondo dello sport, ma quel nucleo è rimasto e lo rivivo ogni volta che torno a casa. È qualcosa di magico e forse ci ha aiutato il fatto che Bra sia una città a misura d’uomo e la pallacanestro ci ha legato e ci lega ancora oggi. Mi ricordo che un paio di anni fa sono venuti il giorno di Santo Stefano a vedere una partita di Varese organizzando addirittura un pullman ed è stato bellissimo”. Oltre all’amicizia nella tua vita c’è l’amore, importantissimo e fortissimo con Alessia, con la quale ha un rapporto solidissimo ormai. “Lei è la mia compagna di vita, è la mia amica, la mia amante. Stiamo trascorrendo la nostra vita assieme e lei mi ha aiutato tanto nel corso della mia carrieSEGUE >


< SEGUE

ra. Ci siamo conosciuti quando giocavo a Casale e lei lavorava allo sportello in un centro medico e per incontrarla fingevo di infortunarmi per andare a fare ecografie e lastre. Quando sono stato a Trapani la nostra è stata una relazione a distanza, adesso, invece, è tre anni che è con me stabilmente a Varese e sono contento che lei si sia ambienta14

ta benissimo qui e abbia trovato lavoro. È un mio punto fermo, una mia sicurezza e credo che nella mia carriera mi abbia aiutato tanto, perché io ho bisogno di certezze nella vita e lei è una di queste”. Non solo basket nella tua vita ma anche hobby come la cucina scoperta nel primo lockSEGUE >


< SEGUE

down. Come va il percorso da cuoco? “Mi piace sperimentare. I miei genitori hanno un orto e quindi quando vado a casa faccio rifornimento di prodotti per la mia cucina. Poi tramite Masterchef, vari tutorial su internet e programmi differenti, sto imparando a sperimentare. I miei piatti forti, da buon piemontese, sono i risotti, e adesso, visto che a Natale ho ricevuto un barbecue da Agricola, ho deciso che voglio imparare a muovermi nel mondo del BBQ”. Facendo un excursus del tuo percorso qui a Varese, qual è il lato dove sei più cresciuto, quello tecnico, caratteriale e di leadership? “Dal punto di vista tecnico, essendo arrivato dalla Lega A2, le mie doti atletiche erano il mio punto forte. Ma per stare in A1 ho dovuto migliorare moltissimo il tiro da fuori e sento di avere tanta più fiducia e confidenza in 16

questo. Fuori dal campo mi sento di essere cresciuto in quanto prima dovevo dimostrare il mio valore facendo numeri e producendo statistiche, mentre ora mi sento orgoglioso e felice anche dimostrando solo il mio amore per la causa, con iniziative per la società, aiutando Il Basket Siamo Noi, sentendomi responsabile di ciò che succede. Questo è il punto dove sono cresciuto maggiormente e a cui tengo molto”. Cosa significa essere capitano in campo e fuori lo hai spiegato, ma in una stagione così complicata a 360 gradi, come si mantiene lo status di SEGUE >


17


PRATICHE DI SDOGANAMENTO MAGAZZINAGGIO TRASPORTI INTERNAZIONALI

VIA ZANONI, 17 - 21037 PONTE TRESA TEL. 0332.523151 - FAX 0332.523208 pontetresa@fraquelligroup.it www.fraquellispedizioni.it


Bisogna sempre sognare in grande, quindi ti dico che il mio è quello di alzare un trofeo con questa maglia. Sarebbe il coronamento perfetto di un’intera carriera

< SEGUE

leader anche a discapito di alcuni momenti a livello personale magari non felici? “Una delle cose che mi aiuta di più è la razionalità e la capacità di mantenere l'equilibrio nelle situazioni. Non mi faccio prendere dal panico nei momenti difficili o guardando la classifica e vederci all'ultimo posto. Ho imparato a cercare di aiutare gli altri facendo anche un passo indietro personalmente e capendo il loro disagio che possa essere sia a livello di gioco che esterno. Sotto questo punto di vista mi sento responsabile”.

Se tu dovessi definire Pallacanestro Varese con un parola, quale sarebbe? “Orgoglio. L’ho visto negli anni scorsi, ed a maggior ragione quest’anno, dai tifosi ma molto anche dalla società che, in tutte le sue componenti, sta facendo sforzi enormi per sostenere una situazione davvero complicata”. Il tuo sogno nel cassetto? “Bisogna sempre sognare in grande, quindi ti dico alzare un trofeo con questa maglia. Sarebbe il coronamento perfetto di un’intera carriera”.


Roster

ATLETA

#3

Anthony Morse

#2 #4 #5

PALLACANESTRO VARESE Ruolo

Anno Nasc.

Alt. (cm)

Peso (kg) Naz. Sport

Centro

13/04/1994

203

103

USA

Playmaker

10/06/1996

191

79

ITA

Anthony Beane

Guardia

Luis Scola

Centro

Giovanni De Nicolao

#10 Michele Ruzzier

#12 Artūrs Strautiņš #15 John Egbunu

#19 Niccolò De Vico

#21 Giancarlo Ferrero #23 Toney Douglas

Playmaker Ala

06/05/1994

30/04/1980 09/02/1993 23/10/1998

188

206 183 198

86

109 80

100

Centro

31/10/1994

208

111

Ala

29/08/1988

198

97

Ala

Guardia

19/07/1994

16/03/1986

Organigramma Presidente Vicepresidente Consigliere General Manager Direttore sportivo Resp. operativo Prima Squadra CFO Responsabile amministrazione Direttore commerciale Resp. marketing ed eventi Resp. stampa e comunicazione Resp. segreteria e relazioni esterne Resp. biglietteria e merchandising

Marco VITTORELLI Giuseppe BOGGIO Antonio BULGHERONI Andrea CONTI Mario OIOLI Massimo FERRAIUOLO Giorgio PELLEGATTA Luana LATINI Marco ZAMBERLETTI Luca PIONTINI Marco GANDINI Raffaella DEMATTÈ Luca MAFFIOLI

200

188

93

88

USA

SPA ITA

ITA

NGA ITA ITA

USA

Staff

Capo Allenatore Assistente Assistente Resp. scouting Preparatore Atletico Medico sociale Medico ortopedico Osteopata Fisioterapista Fisioterapista

Massimo BULLERI Vincenzo CAVAZZANA Alberto SERAVALLI Matteo JEMOLI Silvio BARNABÀ Michele DE GRANDI Mauro MODESTI Angelo VETRALLA Davide ZONCA Matteo BIANCHI

21


I NUMERI Punti

Luis Scola D'Angelo Harrison David Logan Daulton Hommes Miro Bilan

Rimbalzi

Tyler Cain Jarvis Williams Miro Bilan JaCorey Williams Derek Willis

Assist

Milos Teodosic Giuseppe Poeta Marco Spissu Darius Thompson DeWayne Russel

del campionato

VA BR TVU CRE SS

PS CRE SS TN BR

BOV CRE SS BR TVU

19.5 19 18.1 17.7 17.5

9.5 9 8.3 7.8 7.6

7 6.4 6.3 5.8 5.5

Turno odierno

Classifica

Punti

1

Milano

3

Virtus Bologna

30

Venezia

26

Treviso

22

2 4 5 6 7 8 9

10 11

12

13

14

15

36

Brindisi Sassari Trieste

Pesaro

18

Brescia

18

Trento

16

Cremona

16

Cantù

14

Fortitudo Bologna Varese

Reggio Emilia

Trento – Venezia

28 Marzo 17:00

Venezia – Milano

3 Aprile 17:30

Pesaro – Treviso

28 Marzo 19:00

28 Marzo 20:45 29 Marzo 20:30 Riposa: Cantù

Varese – Trento

Treviso – Trieste

Virtus Bologna – F. Bologna Reggio Emilia – Pesaro

14

Prossimo turno 3 Aprile 16:30

28 Marzo 18:00

16 14

Sassari – Cremona Brescia – Brindisi

26 22

27 Marzo 20:00

28 Marzo 12:00

30

3 Aprile 17:00

3 Aprile 18:00

Cantù – Brindisi

Cremona – Reggio Emilia

3 Aprile 19:00

Fortitudo Bologna – Brescia

5 Aprile 18:15

Milano – Varese

3 Aprile 20:45

Sassari – Virtus Bologna

Riposa: Virtus Bologna

Clicca qui per le statistiche complete 23


da 8. 990 H


CAMPIONATO

OPENJOBMETIS VARESE PESARO

VARESE Beane 6 (3/6), Morse 13 (5/6), Scola 20 (3/6, 3/5), De Nicolao 2 (1/1, 0/1), Ruzzier 10 (3/5, 0/1), Strautins 8 (2/2, 1/5), Egbunu 13 (5/9), De Vico ne, Ferrero (0/1), Douglas 9 (0/1, 3/5). Allenatore: Bulleri.

81 68

PESARO Drell 9 (2/3, 1/3), Filloy 11 (3/5, 1/6), Cain 5 (2/5), Robinson 17 (3/8, 3/7), Tambone 2 (1/1, 0/3), Mjjakovic ne, Basso ne, Serpilli ne, Filipovity 5 (1/2, 1/1), Zanotti 9 (2/2, 0/1), Delfino 10 (2/4, 2/7). Allenatore: Calbini. 25


Con una prestazione difensiva di sostanza, la Openjobmetis supera Pesaro, la squadra rivalezione del campionato, tra le mura amiche della Enerxenia Arena. Match mai in discussione per Ferrero e compagni, in solido vantaggio fin dalla palla a due, che sono stati bravi anche a resistere ad ogni tentivo di rientro ospite trovando un protagonista ogni volta diverso

26


LA DOLOMITI ENERGIA TRENTINO AI RAGGI X

Trento, gruppo a forte motrice americana di Matteo Gallo La formazione oggi allenata da coach Lele Molin non ha cambiato pelle da inizio anno, pur navigando in acque ora agitate in campionato e uscendo a un nonnulla dai quarti della Eurocup. Trento ha adottato il 6+6 con un gruppo a forte matrice americana e italiani che sono un mix tra gioventù ed esperienza. In cabina di regia troviamo il talento di Browne e l'esperienza di Forray. Quest'ultimo non ha bisogno di presentazioni: decimo anno in quel di Trento, giocatore che fa dell'agonismo, ma anche dei punti nei momenti cruciali la sua forza. Portoricano, Browne coniuga talento e leadership, capacità di attac-

SEGUE >

28


Gli Avversari

29


< SEGUE

care il ferro che genera falli subiti e punti, ma anche un tiro dall'arco finora discontinuo. In guardia troviamo il giovane Luca Conti, Jeremy Morgan e Sanders. Prodotto del settore giovanile trentino, Conti rientra dopo un positivo anno in Legadue a Montegranaro e dà intensità al gioco bianconero. Jeremy Morgan ha la funzione di collante difensivo mentre in attacco è uno specialista del tiro pesante (viaggia al 37% in stagione). Sanders, classe '95, è un prodotto della Università di Idaho e arriva da due anni consecutivi in Belgio a Giant di Anversa;

9,9 punti col 37% da 3 il suo bottino fin qui nella nostra Lega. Titolare in ala piccola è Kelvin Martin, giocatore giunto alla quarta squadra italiana negli ultimi quattro anni. Pur mantenendo un minutaggio stabile rispetto al passato, le cifre testimoniano un apporto inferiore al solito per l'ex Virtus Bologna: 7,6 punti col 48% da 2 e solo il 20% da 3 e 4,3 rimbalzi sottolineano un possibile stato di disagio per un equilibratore che sta rendendo sotto le aspettative estive. Così come Andrea Mezzanotte: atteso al grande salto dalla A2, ormai è al terzo anno in SEGUE >

30


Titolare in ala piccola è Kelvin Martin, giocatore giunto alla quarta squadra italiana negli ultimi quattro anni. Pur mantenendo un minutaggio stabile rispetto al passato, le cifre testimoniano un apporto inferiore al solito

Roster

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO

1

Kelvin Martin

Ala

7

Davide Pascolo

Ala

Gary Browne

Playmaker

6 8 9

10 11

14

20 22 23 25

32

Igor Jovanovic Luca Conti

Toto Forray

Guardia

Playmaker

10/09/1989

21/09/2002 14/12/1990

196 202

94 88

20/12/2000

196

84

20/03/1986

188

85

24/03/1993

185

88

USA

ITA

ITA

ITA

PRI ITA

Victor Sanders

Guardia

16/02/1995

196

88

USA

Jeremy Morgan

Guardia

08/05/1995

196

88

USA

Maximilian Ladurner

Centro

06/12/2001

207

95

ITA

Luke Maye

Ala

07/03/1997

203

109

USA

Andrea Mezzanotte JaCorey Williams Luca Lechthaler

Ala

Centro Centro

08/04/1998

12/06/1994 23/01/1986

207

203

206

89

102

115

ITA

USA ITA

31


Dada Pascolo vive l'ennesima stagione problematica tra vari acciacchi fisici che limitano il rendimento di un giocatore dal quoziente cestistico elevatissimo < SEGUE

quel di Trento con gli spazi che si stanno riducendo. Manca, finora, il salto di qualità così come un aumento della massa muscolare dell'azzurro classe '98. In ala forte troviamo una delle sorprese di questa stagione: Luke Maye. Americano, bianco, classe '97, vincitore di un titolo Ncaa coi soliti North Carolina Tar Heels nel 2017 uscendo dalla panchina e

con la ciliegina del tiro vittoria a pochi decimi dalla sirena del quarto di finale, Maye è tiratore micidiale dall'arco come recita il 40,7% in 5,1 tentativi a gara. Se Maye è una sorpresa, purtroppo Dada Pascolo vive l'ennesima stagione problematica tra vari acciacchi fisici che limitano il rendimento di un giocatore dal quoziente cestistico tra i più elevati. Sotto canestro troviamo il talentuso Williams, il giovane Ladurner, interessante 2,07 del 2001 bisognoso di mettere su massa, e Lechtaler che finora non è stato usato in campionato. Williams, dopo esser uscito dal college e aver fatto un anno ai Canton Charge, è passato da Israele, Corea del Sud e l'anno scorso al Paok prima di giungere a Trento dove si sta consacrando come lungo di energia e intensità.


UOVO DI PASQUA CHIARA FERRAGNI DOLCI PREZIOSI 280 g

50

€ 3,99

1,99 € 2,65 al kg

€ 19,90

€ 12,90

COLOMBA MANDORLATA BALOCCO 750 g

47

10,50 al kg

7,49 € 26,75 al kg

€ 32,90

CAPRETTO INTERO O A METÀ

40

40

19,50 al kg

PROSCIUTTO DI PARMA D.O.P. 18 MESI RISERVA acquisto minimo 2 etti

Fino ad esaurimento scorte e salvo errori e/o omissioni di stampa. Le foto riprodotte sono solo rappresentative.

BUONA PASQUA OFFERTE VALIDE DAL 23 MARZO AL 5 APRILE 2021

Profile for Varese Sport

Varese vs Trento 28_03_2021  

Varese vs Trento 28_03_2021  

Advertisement