Page 1


IN HOC ANTRO “In verità il santo non si crede meritorio, il che non vuol dire che non abbia morale. Il solo guaio per gli altri è che non si vede dove ciò lo porta.”

Qualcosa che non è il presente sospende il presente attraverso l’immaginario. E’ quanto accade, per esempio, in (uno) “Shining”. O nel corso degli “esercizi” prescritti da Ignazio di Loyola, anche se in essi l’immaginario ricercato vi è essenziale, scarnificato, scheletrico. Immagini di cose e di figure sono infatti meri pretesti per la rappresentazione oratoria di un linguaggio man mano rifondato, svolto a favore di un nuovo modo, inaudito, di interloquire con la divinità. Inoltre, come dice Roland Barthes, la rappresentazione della materia, siccome auspicata negli “Esercizi spirituali”, non conserva in sé e quindi non contempla non si dice il proprio oblìo, ma neppure le “sorprese” che la materia riserva a se stessa nel caso dei fiamminghi, o di san Giovanni della Croce. O anche di Salvador Dalì, tra gli altri, aggiungeremmo noi. Nel nostro caso, nel caso della santa, gli elementi per una eventuale “luccicanza” sono una coroncina di rose, un teschio, un libro, una grotta, una donna bionda, sdraiata, oppure intenta a rinnegare la propria immagine riflessa nello specchio (questo “lurido strumento dell’umana vanità” - Bram Stoker), o a incidere una incolpevole pietra con una sorta di scalpello.


Santa Rosalia Eremita

Non riuscendo a dimenticarsi (“Ego Rosalia Sinibaldi...”), questa ragazza insofferente decise di non farsi dimenticare. Di abitare per sempre l’antro oscuro e per tanti versi elaborato dell’immaginario popolare siciliano: come la Valle dei Templi, la tomba di Federico, Garibaldi, il Gattopardo, i fichi d’India, i carretti, l’Opera dei Pupi, la lupara, il Trionfo della Morte e la scomparsa di Majorana, santa Lucia e Salvatore Giuliano, Scilla e Cariddi, Falcone e Borsellino, Ciprì e Maresco, il vulcano, le panelle, la cassata, la Velata di Antonello da Messina, le arance e i limoni. Dalle nostre parti, nell’immaginario delle nostre parti, l’unica figura che può stare accanto a santa Rosalia è quella di Lorenzo Panepinto, uomo politico di prim’ordine, intellettuale e maestro, ucciso giusto cent’anni fa dalla reazione latifondista. A proposito di quest’ultimo: sappiamo del nostro presente, della sua idiozia e della sua perfida pochezza, della sua “spassosissima insignificanza”. Del nostro passato, del passato che ci riguarda, possiamo solo congetturare, e qualche volta immaginare. Ma di una cosa possiamo dirci sicuri: cento e passa anni fa, quali che siano stati i disagi, le umiliazioni e i riscatti di quelle persone, il loro futuro, la loro idea del futuro, era certamente migliore della nostra. Costantino Chillura


Valerio Rabante - tecnica mista - cm 90 x 40


Rosellina Cacciatore - olio su tela - cm 70 x 50


Francesco Chillura - olio su tela - cm 40 x 30

Santa Rosalia Eremita


Ester Cremona - acquaforte - tinta - cm 13 x 8

Santa Rosalia Eremita


Nino Giafaglione - tempera e olio su tavola - cm 50 x 50


Teresa Giambartino - olio su tela - cm 110 x 80


Alfonso Leto - olio su tela - cm 22,5 x 36,5

Santa Rosalia Eremita


Teresa Liseo Fodaro - ceramica Raku - cm 36 x 32,5 x 20

Santa Rosalia Eremita


Domenico Militello - scultura in legno dipinto - cm 70 x 30 x 13


Lorenzo Reina - scultura in radica di ulivo - cm 30 x 25 x 25


Peppe Rizzo - acquarello - cm 30 x 46,5

Santa Rosalia Eremita


Francesco Sarullo - tempera su tela - cm 60 x 70

Santa Rosalia Eremita


Giuseppe Traina - olio su tavola - cm 58,5 x 43


Santa Rosalia Eremita S. Stefano Quisquina 4-8 giugno 2011

con la generosa partecipazione di Costantino Chillura (testo)

Rosellina Cacciatore, Francesco Chillura, Ester Cremona, Nino Giafaglione, Teresa Giambartino, Alfonso Leto, Teresa Liseo Fodaro, Domenico Militello, Valerio Rabante, Lorenzo Reina, Peppe Rizzo, Francesco Sarullo, Giuseppe Traina. Organizzazione e realizzazione

Laboratorio Artigianale Litegi di Giuseppe Andrea Rabante Progetto allestimento

Arch. Massimo Rabante All. Arch. Salvino Daniele Cardinale Si ringrazia

Mons. Arc. Antonino Massaro per la concessione dei locali dell’Oratorio Catalogo Patrocinato da

Comitato Pro Festeggiamenti Santa Rosalia 2011 Progetto grafico e fotografie

Valerio Rabante Stampa

Tipografia Geraci


Santa Rosalia Eremita  

Mostra d'Arte Santa Rosalia Eremita 4-8 Giugno 2011. Laboratorio Artigianale "LITEGI" di Giuseppe Andrea Rabante. Santo Stefano Quisquina (...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you