Page 1

E’ Cuba nel mondo Così ha concluso il Dott. Eusebio Leal Spengler, Storico della Città dell’Avana e direttore dell’Ufficio dello Storico della Città, in un’intervista che ha concesso a TTC a seguito della Fiera Internazionale del Turismo.

L’ OMT ribadisce che i turisti si interessano ai Caraibi Nonostante le sfide dell’economia attuale che deve affrontare l’industria dei viaggi e del turismo, le statistiche dell’Organizzazione Mondiale del Turismo (OMT) mostrano un costante e alto livello di interesse per la regione dei Caribi, in particolare da parte di America del Nord e dal Canada. Continua a pagina 2

Repubblica Dominicana lancia il polo turistico del Sud Quando si è concepito il progetto di restauro dell’Avana Vecchia, si è pensato che esso avrebbe potuto incidere in modo tanto significativo sullo sviluppo turistico di Cuba? Non si è mai lungimiranti quando cominciano i progetti, anche se si ha fede nei risultati e si ritiene di essere utili, di essere positivi ed io questo lo credevo. Quando questa proposta del Centro Storico è diventata un “processo partecipativo” ha oltrepassato i limiti dell’architettura pura ed è cominciata a trasformarsi in un movimento cittadino. Continua a pagina 6

Il segretario di Turismo dominicano, Francisco Javier García, ha annunciato il lancio del polo turistico della Regione Sud con il disegno del Piano Strategico di Barahona e la gestione di investimenti da parte di imprenditori di Dubai, i quali si sono mostrati interessati alla zona. Continua a pagina 2


ttc travel trade caribbean • anno IX numero 180 • maggio 2009

2 Dalla prima pagina - L´OMT ribadisce che...

Dalla prima pagina - Repubblica Dominicana lancia...

L’arrivo di turisti ai Caraibi si è visto incrementato costantemente durante il 2008 rispetto al 2007. Con un totale di circa 2,5 milioni di visitatori canadesi, questo mercato rappresenta il 14% della crescita totale. “I

Il funzionario ha anche ribadito che la regione Sud possiede un potenziale naturale diverso che la fa diventare la proprietaria di stupendi scenari che mai competeranno con altri poli turistici del paese, come quelli dell’Est, del Nord e del Nordest. Ha anche detto che la provincia Barahona è in grado di mettere a disposizione dei turisti la più grande diversità che possa essere offerta a un turista. “Qui abbiamo una diversità straordinaria, nessun’altra regione del paese ce ne ha una simile”.

Compagnia per lo Sviluppo Turistico dei Caraibi (CTDC). Più tardi lui ha aggiunto: “Le statistiche ribadiscono l’importanza che assume il Canada come uno dei principali mercati turistici della regione dei Caraibi”.

Grenada

canadesi hanno garantito un sostegno importante ai paesi dei Caraibi e praticamente hanno raddoppiato il numero di turisti nella regione sin dal 2005. Così ha detto Hugh Riley, segretario generale ad interim, della Caribbean Tourism Organization (CTO) e vicedirettore esecutivo della

D’altra parte durante la scorsa stagione invernale le isole di Barbados, Giamaica, Repubblica Dominicana e Santa Lucia sono devenute un ponte aereo intanto che l’Air Canada e la Sun Wing sono state costrette ad organizzare voli su nuove destinazioni dei Caraibi.

“Noi assumeremo questo progetto – e quando dico così è perchè sappiate che ne ho già parlato con il presidente Leonel Fernandez- e voglio che conosciate che seguiremo giorno dopo giorno quanto verrà iniziato qui”. Così ha detto il funzionario. Lui ha poi annunciato che si aprirà un’ufficio di promozione degli investimenti turistici della Repubblica Dominicana in Dubai, che gestirà la promozione in vari paesi vicini disposti a sviluppare progetti imprenditoriali e turistici nell’Isola.

García ha dato facilitazioni ad un’azienda di Dubai e ad altri investitori interessati alla Repubblica Dominicana. Lui ha

spiegato che erano giunti nel paese e durante una settimana avevano fatto un percorso aereo e terrestre per le principali zone suscettibili di investimenti che saranno promosse in Dubai. Ha aggiunto che tecnici di Dubai e Washington lavorano sull’elaborazione di un master plan di sviluppo della Repubblica Dominicana. In questa proposta abbiamo chiesto che la regione sud del paese sia una priorità nello sviluppo del master plan, affinchè i primi investimenti siano realizzati proprio nel sud del paese.

Agevolazioni del governo messicano per il rilascio di visti ai cinesi Secondo quanto ha detto l’ambasciatore messicano in una conferenza stampa a Pekino, il governo messicano agevolerà il processo del rilascio del visto ai turisti cinesi allo scopo di raddoppiare il turismo e giungere così ai 30.000 visitatori cinesi nel 2010. Messico è il sesto ricettivo di turismo più importanti a livello mondiale con 26 milioni di viaggiatori nel 2008. Tuttavia è un mercato

emergente nel mercato cinese dato che nel 2008 il paese azteco soltanto ha rilasciato

Iscritto al Tribunale di Milano con il numero 166. Proprietà di Travel Trade Caribbean S.R.L. Data di registro nella Camera di Commercio: 01.08.2001Iscritto al ROC Italia (registro di operatori della comunicazione) Distribuito attraverso abbonamento postale. Costo a copia 0,25 centesime. Vietata la riproduzione parziale o totale degli articoli senza l’autorizzazione espressa dei suoi autori, i quali conservano tutti i diritti legali e sono responsabili del contenuto degli stessi.

17mila visti d’ingresso ai cittadini cinesi. L’ambasciatore messicano, accompagnato dal direttore dell’ufficio di promozione turistica in Cina, Eligio Serna, ha riconosciuto che in Cina la procedura per avere il visto d’ingresso nel paese azteco era “un processo tedioso, lungo e complicato”. Allo scopo di accelerare la burocrazia, il governo messicano ha modernizzato i

Presidente Direttore Responsabile Direttore Amministratore delegato Redazione Italia Pubblicità Italia Redattore Servizio informativo digitale Fotoreporter Disegno Sede legale E mail & web Ufficio Stampa per i Caraibi Contatti e Informazioni

consolati a Canton, Shanghai, e Hong Kong e anche le proprie installazioni a Pekino. E’ stato semplificato anche il processo di richiesta del visto facendolo diventare più “amichevole”. L’apertura di un volo diretto Shanghai-Messico DF, operata da Aeromexico aiuterà anche a raggiungere l’obiettivo di raddoppiare le visite provenienti dalla Cina. Così ha detto Serna.

Renzo Druetto Giuseppe Ferraris Alfredo Rodríguez - director@traveltradecaribbean.com Alfredo Rodríguez Tiziana Settanni - commerciale.ttc@gmail.com ttc.pubblicita@traveltradecaribbean.com Dott. Josefina Pichardo - redaccion@traveltradecaribbean.com Hairo Rodríguez - hairo.rodriguez@traveltradecaribbean.com Hairo Rodríguez Jesus Rodríguez Junior - jesus.rodriguez@traveltradecaribbean.com Evelyn Calabuch - evelyn.calabuch@ traveltradecaribbean.com Via Galileo Galilei 47, Cinisello Balsamo, 20092 (MI), Italia italia@traveltradecaribbean.com www.traveltradecaribbean.com La Habana, Cuba ttc.cuba@traveltradecaribbean.com info@traveltradecaribbean.com


ttc travel trade caribbean • anno IX numero 180 • maggio 2009

3

Cuba, i Caraibi ed il turismo “Lo scorso anno, Cuba ha accolto il 10% di tutti i turisti che hanno viaggiato nei Caraibi (invece nel 1990 aveva raggiunto soltanto il 3%). Cuba è la prima destinazione nella preferenza dei canadesi che trascorrono le vacanze nei Caraibi, e la terza per tutti gli europei che visitano la regione. Una stanza dei Caraibi su sette, si trova a Cuba”. Queste e altre idee su come si inserisce Cuba nel contesto dell’industria turistica dei Caraibi, sono state espresse dal Dott. Miguel Alejandro Figueras, assessore del ministro del Turismo di Cuba nella sua Conferenza sugli Effetti e il futuro del turismo nell’economia cubana presso l’Aula Magna dell’Università dell’Avana il 19 marzo 2009. TTC trascrive alcuni brani del suo intervento. “Noi siamo cresciuti nel turismo con la metà del mercato disponibile. Lo scorso anno nei Caraibi sono giunti 24 milioni di turisti, 12 milioni di cui erano statunitensi. Noi abbiamo lavorato con i dodici milioni che non erano statunitensi. Nel 2008 Cuba ha battuto il record di arrivi del 2005”. “Nello sviluppo dei Caraibi, in ogni decennio è emerso un principiante brillante, una stella: negli anni ’50 era Cuba che riceveva il 30% dei turisti che viaggiavano nella regione. Tra il 1960 e il 1970, dato che gli Stati Uniti avevano proibito i viaggi su Cuba, la nostra quota si è ridistribuita nelle Isole Colonie. Il turismo si è raddoppiato in quegli anni”. “Nel 1972 esordisce la località di Cancún, un progetto che il governo messicano comincia a concepire quando il governo statunitense sospende i viaggi su Cuba. Per alcuni Cancun è fallito, secondo me ha avuto un successo assoluto. Durante gli anni settanta Cancun si è sviluppato velocemente, sebbene a Cancun succeda lo stesso che a Varadero, che è una linguetta di spiaggia con limitazioni fisiche”. Nel decennio 1980-1990, toccò alla Repubblica Dominicana essere il principiante. Nel paese si approvarono norme che hanno favorito gli investimenti stranieri. “Negli anni novanta, a Cuba il turismo comincia a svilupparsi in modo accelerato favorendo gli investimenti stranieri: il primo è stato l’Hotel Sol Palmeras di Varadero nel quale il partner straniero era un costruttore delle Isole Canarie che portò nell’Isola la Sol Melià. Hanno lavorato sodo per incrementare la capacità alberghiera. Fu il periodo quando è avvenuta la crescita più rilevante. In un anno sono state costruite circa tremila stanze; ora ne finiamo un migliaio circa all’anno”. “La stella dell’attuale decennio è la Riviera Maya, dove il ruolo decisivo è giocato dalle catene spagnole che hanno la cattedra su come fare turismo: All Inclusive, a buon prezzo e con buoni risultati. Nessuno si stupisca se America Centrale sarà la star del prossimo decennio. “Con la crisi del peso messicano è andata in fallimento l’azienda che cominciava a sviluppare la Riviera Maya, i cui terreni sono stati venduti a bassi prezzi, una buona parte di essi a catene spagnole. Gli spagnoli hanno comprato in liquidazione. Loro cominciarono a entrare nei Caraibi trent’anni fa, ma la loro presenza nella regione è diventata veramente importante solo a partire dal 1985. Attualmente ci sono 21 catene spagnole che operano nei Caraibi e una stanza su tre nella regione è gestita da una catena spagnola. “Che problema abbiamo con la stagionalità? Le alte stagioni sono oggi più alte e le basse sono più basse e quando Lei deve costruire alberghi per l’alta stagione, comprare auto, pullman, yacht, barche a vela,... e giunge la bassa stagione, allora gli alberghi rimangono vuoti e bisogna parcheggiare i veicoli. Questa pesante stagionalità risponde alle caratteristiche della struttura di mercati del nostro turismo.

“Quali sono alcune delle domande che ci facciamo per l’avvenire?” “•Un termine che deve definire la politica futura del turismo a Cuba è la diversificasione del mercato. •Mercati in cui crescere? Stiamo crescendo negli ex paesi socialisti: Russia, Ucraina, Polonia, Ungheria. •Ruolo futuro del mercato nazionale? Bisogna pensarci sopra. Ormai le nostre agenzie di viaggi (Cubatur, Cubanacan) offrono escursioni. Bisogna sviluppare prodotti per il mercato nazionale. E’ necessario lavorare su questo. •Nuovi prodotti dinamici da creare? Creare nuovi prodotti di continuo, nuove idee, perchè se rimaniamo con i prodotti vecchi e obsoleti allora non si va avanti. Posso annunciare una destinazione ma enon prodotti, quindi cosa vendo? Una idea? Un sogno? •Di recente abbiamo convocato Fotosub, abbiamo recuperato l’Hotel Colony perchè la subacquea è un prodotto che cresce rapidamente, ancor di più se moltiplicato per i 37 centri di immersioni che ci sono. •Nuovi segmenti di visitatori da conquistare? Nel 1998 abbiamo avuto un 11% di turisti maggiori di 60 anni, nel turismo nessun cliente viene considerato vecchio, i maggiori di 60 anni sono i Turisti dell’Età d’Oro. Si tratta di un segmento in aumento a causa dell’invecchiamento della popolazione mondiale. •Un altro segmento: nel nostro caso si è ridotta la partecipazione dei bambini. Questo succede perchè non disponiamo di sufficienti prodotti per i bambini, in grado di motivare i genitori a venirci con i loro figli. •Come pensiamo di mitigare il fenomeno della stagionalità? Bisogna trovare altri mercati, altri segmenti. C’è gente in Canada che viaggia nel mese di giugno, per esempio, i costruttori (le costruzioni si fermano e tutti quanti vanno in vacanza nel medesimo periodo). •Dove va la promozione turistica e quali sono i mezzi che si devono usare? A partire dall’anno venturo faremo una rivoluzione in tale senso. •Il ruolo di Internet nella promozione e nelle vendite. Siamo arretrati nella navigazione su Internet, un sistema che oggi ha tanta importanza a livello internazionale quanto la televisione, e dove promuoversi costa la terza parte di quanto costa un annuncio alla TV”.


4

ttc travel trade caribbean • anno IX numero 180 • maggio 2009

Cuba continua a scommettere sul mercato italiano José Antonio Zerquera, direttore dell’Ufficio del MINTUR in Italia, ha conceduto un’intervista a TTC dove si riferisce a certi aspetti delle operazioni nel mercato italiano come emissario di turisti su Cuba e alle sue prospettive. continuano le azioni volte alla rete di vendite e al cliente finale per dimostrare che Cuba è una multidestinazione di per sè. Quali sono le prospettive del mercato italiano a partire dai pronostici per la prossima stagione 2009-2010 tenendo conto che state lavorando su nuovi segmenti e su nuovi prodotti?

Zerquera, sarebbe interessante conoscere come si sviluppano le azioni che realiza Cuba dallo scorso anno allo scopo di recuperare il flusso di turisti italiani. Cuba continua a scommettere sul mercato italiano. Riteniamo che, indipendentemente dal suo terzo posto come mercato emissario, il mercato italiano conta su importanti riserve e potenzialità per oltrepassare i 130mila visitatori annui. In tale senso, lo scorso anno Italia fu l’ospite d’onore alla Fiera Internazionale di Turismo e siamo stati la sede del Congresso della FIAVET. Un’équipe di rappresentanti delle principali entità turistiche cubane ha realizzato presentazioni a Milano, Roma, Napoli, Bari, Brescia, Verona e in altre città italiane. Si promuovono azioni di CMK con i tour operator più importanti e con le aerolinee legate alla destinazione Cuba. Quest’anno

Il secreto del successo, secondo me, consiste nella diversificazione dell’offerta. Vuole dire lavorare con flessibilità per adeguare i nostri prodotti e servizi alle esigenze sempre maggiori del mercato. Cuba è conosciuta come una destinazione di Sole e Spiaggia. Tutti conoscono i nostri pregi naturali e la qualità dei servizi che offriamo in questo segmento dove si concentra il 69% delle nostre stanze. Attualmente, solo per fare un esempio che ha a che fare con questo segmento, ti spiego che a Cuba abbiamo nove club italiani gestiti da Eden Viaggi, Ventaglio, Presstours, Veratour e Alpitour, ubicati nelle destinazioni di spiaggia più importanti. Mi riferisco a Cayo Largo con 3 installazioni, Varadero con 2, Santa Maria con uno e Holguin con 2. Ma Cuba è molto di più che una destinazione di Sole e Spiaggia, è anche una destinazione in cui si può godere una cultura autoctona:

la musica, la danza, la plastica hanno il ruolo protagonistico. Oltre 30 eventi culturali, dalla Biennale dell’Avana fino al Festival di Jazz fanno di Cuba un importante emporio culturale. A partire da 2011, le prime ville fondate dagli spagnoli cominceranno a festeggiare il loro 500° compleanno e stiamo realizzando importanti azioni di comunicazione e anche di miglioramento del prodotto. Si tratta di un piano di sviluppo fino al 2015 che è stato spiegato dal ministro del Turismo ai giornalisti che hanno assistito alla FITCuba. Cuba è una destinazione sicura, idonea per le vacanze in familia, per l’italiano che cerca di scambiare con il popolo, di conoscere le nostre abitudini e che ama organizzarsi viaggi “su misura” per percorrere il paese con un programma concepito da lui stesso. Cuba continua a scommettere sulla qualità dei servizi. Il 62% delle nostre stanze sono a 4-5*. Contiamo su 18 scuole per la preparazione del personale turistico dove si fanno corsi di formazione e di aggiornamento. Disponiamo di tre terminal di crociere e di 10 marine internazionali e si lavora sulla costruzione di nuovi campi da golf. Stiamo in cerca di riempire tutti gli spazi. Per questo, anche se

Venite a Cuba, lo chiediamo di tutto cuore La conferenza sul Patrimonio Culturale tenuta dal Dott. Eusebio Leal Spengler, Storico della Città dell’Avana è divenuto uno dei momento più coinvolgenti della FITCuba. Cuba e i suoi pregi culturali e sociali a favore del turismo sono stati sottolineati da Leal, chi si è riferito al popolo come la principale attrattiva turistica per i

visitatori che vengono sull’Isola. Leal ha suggerito ai visitatori di comprendere la realtà cubana correttamente e agli impiegati del settore turistico di spiegare in modo differenziale, tenendo conto delle caratteristiche del paese di provenienza del turista, le bontà del paese, che non sono poche. Gli ha anche chiesto di individuare il vincolo con la

nazione del turista. Infine Leal ha detto: “venite a Cuba, venite, di tutto cuore glielo chiediamo… e noi, che siamo quelli che ci stiamo preparando per accogliere loro, apriamo le braccia e prepariamo la nostra gente per l’abbraccio (…) la parte che tocca a noi a quelli che facciamo e costruiamo il turismo è (…) farlo bene in prima istanza”.

il 2009, secondo i pronostici, deve essere un anno difficile, siamo pieni di ottimismo e speriamo che nel secondo semestre si produca un certo recupero. Come aspetto interessante, annunciamo che nonostante un calo dei visitatori italiani su Cuba nel mese di aprile, il fatturato dei tour operator registra una crescita del 6% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Potrebbe lei menzionare le aerolinee e i tour operator su cui ricade il grosso dell’attività turistica con Cuba? Continuano Presstours, Eden Viaggi, Alpitour, Ventaglio, Veratour, Un Altro Sole, Havanatur, New Taurus e Brixia Viaggi ad avere il ruolo protagonistico nel turismo su Cuba, assieme alle tre aerlinee che volano sull’Isola: la Blue Panorama, la Livingston e la Neos. Sul 40% dei nostri visitatori italiani arrivano a Cuba con Iberia, Air France e altre compagnie aeree di bandiera del continente europeo. Come avete previsto il prossimo Road Show de Cuba in Italia? Tra poco, dal 3 al 12 giugno organizzeremo le presentazioni del prodotto turistico nel mercato italiano, prevalentemente nelle città di Milano, Roma, Genova, Pesaro e Reggio Emilia.


ttc travel trade caribbean • anno IX numero 180 • maggio 2009

5

Ecos de FITCuba 2009 La XXIX Fiera Internazionale di Turismo di Cuba, FITCuba’09, ha riunito oltre 1.700 partecipanti, tra i quali, 180 giornalisti, in rappresentazione di 58 paesi.

Presieduta da José Ramón Machado Ventura, Primo

complete del mondo perchè garantisce al viaggiatore la sua sicurezza, una caratteristica che scarseggia

Vicepresidente del Consiglio di Stato e con la partecipazione dei ministri del Turismo di Venezuela, Pedro Morejón, e di Bulgaria, Anelia Krushkova,

sempre di più in tutto il mondo. Inoltre ai viaggiatori vengono garantiti: la qualità della vita, una vasta eredità storica e culturale, numerose

FITCuba apre le sue porte

ha avuto luogo la cerimonia d’inaugurazione della Fiera. Manuel Marrero, ministro del Turismo, ha ribadito che avevano chiuso la stagione invernale con un aumento del 2% degli arrivi turistici rispetto al 2008. Lui ha poi aggiunto che Cuba costituisce una delle destinazioni turistiche più

opzioni di ricreazione, turismo naturalistico, turismo congressuale e di salute, e specialmente l’ospitalità del popolo cubano. Ministro cubano del Turismo presenta Destinazione Cuba Secondo quanto ha affermato il ministro cubano del Turismo,

Cuba e Qatar Construiranno hotel di lusso a Cayo Largo Nel quadro della Fiera di Turismo, filiali della compagnia Diar di Qatar e il grupo cubano Gran Caribe hanno sottoscritto all’Avana un contratto per la costruzione di un albergo di lusso di 250 stanze a Cayo Largo del Sur con un costo di 75 milioni di dollari. Il progetto comincerà nel 2010 e dovrà finiré nel 2012. La firma del contratto viene valutata come un importante ingresso dell’emirato arabo nel mondo del turismo a Cuba. Entrambe le parti hanno spiegato che l’hotel a cinque stelle potrebbe arrivare alle 450 stanze e che potrebbero essere edificate 60 ville di lusso.

Manuel Marrero, “Lo sviluppo del turismo nell’Isola ha avuto un importante impatto sociale. Molti degli investimenti sono stati fatti in regioni del paese dove non c’era alcuno sviluppo (...). Ormai sono varie le comunità divenute paesini edificati grazie al turismo, i quali e sono legati ai poli turistici più importanti del paese”. Il ministro nella sua

oltre 5.570 stanze che vengono sfruttate che appartengono a 28 ditte miste e che ci sono 68 contratti di amministrazione e commercializzazione sottoscritti con 13 catene alberghiere internazionali che gestiscono oltre 28mila camere. Marrero ha ribadito, che “la ricostruzione capitale delle installazioni esistenti per modernizarle e farle diventare

conferenza inaugurale ha anche presentato la Destinazione Cuba e le Città Patrimoniali. Il turismo cubano non si ferma, va avanti con passo firme e continua a consolidarsi anche se è un paese sottomesso a un blocco economico che patisce come tutti gli altri la crisi economica globale. Il ministro ha manifestato che niente ha fatto che Cuba smetta di sviluppare il settore turistico e che oggi disponga di 47.500 stanze, il cui 62% a 4-5*. Poi il funzionaio ha aggiunto che l’Isola è collegata direttamente a 39 città del mondo mediante 94 aerolinee contando su 10 aeroporti, 10 marine internazionali e tre terminal per le navi da crociera. Marrero ha anche detto che attualmente ci sono

più concorrenziali continua a essere la priorità del settore turistico”. Secondo lui, Cuba concentra la sua attenzione nel miglioramento dei servizi e nell’incremento della qualità in tutte le installazioni. “Non siamo all’attesa di una valanga di un turismo facile” – ha detto lui- anzi il turismo cubano si appronta per promuovere e offrire il meglio della destinazione. Il Ministro ha riconosciuto i buoni risultati raggiunti nel settore ma ha anche ammesso le insoddisfazioni per la magnitudine delle potenzialità turistiche ancora da sviluppare. Infine il funzionario ha ribadito che “faremo tutto il possibile per trasformare Cuba in un’importante potenza turistica a livello mondiale”.

FITCuba 2010 verrà dedicata a Russia e all’ Oriente Cubano La XXX Fiera Internazionale di Turismo di 2010, che si svolgerà tra il 3 e il 7 maggio, sarà dedicata a Russia, come mercato, e promuoverà l’Oriente Cubano. Così ha detto Maria Elena Lopez, viceministra del Turismo durante la chiusura di FITCuba 2009.


6

ttc travel trade caribbean • anno IX numero 180 • maggio 2009

E’ Cuba nel mondo Dalla prima pagina - Intervista al Dott. Eusebio Leal Spengler, Storico della Città dell'Avana Poi quando ha smesso di L’Avana Vecchia è riconosciuta perché anche il più “primitivo” indipendentemente dal fatto interessare soltanto alle come un esempio, un paradigma di loro, ammesso che ne esista che quelle altre città hanno generazioni precedenti e anche di turismo sostenibile. Quando qualcuno, è sensibile a tutto anche influito su di me. Il i giovani hanno cominciato a si è visto che incideva sul ciò. professore Francisco Pratt Puig interessarsi a quello che qui turismo è stato presentato così lavorò arduamente a Santiago, si generava culturalmente, oppure man mano è evoluto in Allora chi viene a Cuba vuol Carlos Joaquin Cerguera fece oltre al vero e proprio restauro tale senso? visitare L’Avana e si viene l’indicibile a favore di Trinidad, urbanistico e architettonico, all’Avana vuole conoscere e Emilio Roig, il mio maestro io mi sono reso conto della Ogni persona che viene a Cuba godere L’Avana Vecchia, tra e antecessore, fece tutto il sua trascendenza e che ormai vuole visitare L’Avana, che è l’altro perchè in questo luogo si possibile per L’Avana sebbene il progetto aveva superato ciò la capitale di tutti i cubani. Ho possono osservare sintomi certi la sua epoca non fosse stata che inizialmente avevamo sempre pensato che il turismo era della rinascita della città. Non l’epoca del restauro. un modo di abbattere il blocco, si tratta soltanto di un luogo immaginato. che così le persone rompevano da contemplare, ma da viverci. A Pratt Puig sì gli toccò in sorte Quando abbiamo cominciato il blocco di un’informazione E a partire da questo concetto di ricostruire il bell’Ayunta–lo dico perchè non sono stato assolutamente negativa contro di vivere all’Avana Vecchia miento dove oggi si realizzano soltanto io, siamo stati in molti Cuba e optando per Cuba, è nata la novità del progetto tutte le attività, il balcone di collaboratori, e tra questi alcuni– sarebbe stata una vittoria di restauro, un progetto di Fidel, la casa che Puig chiamò pensavamo che si trattava del politica oltre che economica. sviluppo sociale comunitario la più antica –restaurata da restauro di questo edificio lui– non solo la casa ma anche qua o di quello là, per amore il tesoro che custodisce, il all’architettura, per amore suo straordinario contributo delle particolarità dell’Avana, alla creazione dell’Università amore che era stato non una d’Oriente. E si potrebbero citare folgorazione, ma il frutto di altri numerosi esempi. un’educazione che abbiamo ricevuto grazie al trionfo della Non c’è dubbio che tale Rivoluzione. tradizione ha influito su di me ma oggi il nostro lavoro ha Mi ricordo quando sono arrivato influito efficacemente su Cuba. per la prima volta nel mondo Oggi ci sono Uffici dello Storico socialista, nell’Europa dell’Est: in tutto il paese. Prima c’erano in tutti i programmi di visita gli Storici, ma non esisteva il si includevano visite a musei, concetto di Ufficio dello Storico monumenti, piazze. Tuttavia o del Conservatore. Oggi ci sono qui, i musei erano praticamenti vari punti in cerca degli stessi deserti. Allora io ho pensato Ma era nelle nostre mani la basato sulla cultura, una cultura obiettivi anche se con funzioni che la cosa più corretta era possibilità che i viaggiatori architettonica, archeologica, urbanistiche e caratteristiche fare non la stessa cosa, ma una provassero una buona o un artistica ma di sviluppo, di posti proprie di ogni luogo. cosa simile e al tempo stesso cattiva impressione su Cuba. di lavoro, di lavoro di genere, di In genere giungevano nel attenzioni ai soggetti disabili... diversa. Non ho mai avuto la pretesa, anzi paese combattivo, nel paese In un modo dove numerose mi sono anche opposto, a che Ho cominciato quelle assediato, nel paese resistente città hanno scommesso venga copiato meccanicamente spiegazioni, sul fare della sera, ma anche nel paese che aveva esclusivamente sul turismo e ciò che facciamo perchè le rivolte alle donne che andavano a un patrimonio culturale, che era sono diventate città turistiche, condizioni all’Avana non sono prendere i figli ai circoli infantili, nell’ebollizione propria di quei spopolate, città vetrine, L’Avana le stesse che quelle di Remedios, ai lavoratori che tornavano a primi anni quando la Rivoluzione Vecchia ha meritato i premi e i Sancti Spiritus, Santiago de casa… ho cominciato a tenere le semina in ogni persona il riconoscimenti internazionali Cuba, Trinidad o Pinar del Rio. mie conferenze agli angoli delle seme dell’inquietudine per la più importanti perchè viene E colgo l’occasione per dire che strade… e mi sono reso conto cultura, per la conoscenza, per paragonata ad altre che hanno non esiste una sola popolazione che molte persone rimanevano il sapere. A partire degli anni patito, anzi patiscono, tale del paese che non conti su valori in sospeso, con un piede per novanta dello scorso secolo, si sventura. patrimoniali, nell’architettura salire sull’autobus e con l’altro diceva che il turismo si sarebbe locale storica e nelle proprie per restare ad ascoltare ciò che sviluppato negli isolotti, nei E’ la città viva per cui abbiamo tradizioni culturali. Sarebbe luoghi distanti, lontano dalle lottato, ma anche la città pulita, sufficiente visitare Alquizar, veniva spiegato. città. Ma ciò è stato impossibile coltivata, la città giardino, la Bejucal, Remedios... E in questo modo, praticamente perchè il turismo doveva città dove si vede la coesistenza itinerante, è iniziata la predica che avvicinarsi al cubano. La cosa amabile tra l’uomo e la Tra le proiezioni dell’Oficina ormai ha messo, senz’ombra di più importante è il cubano natura, tra la cultura e la vita del Historiador della Città, ce dubbio, le radici, trasformandosi come creatura, come persona, quotidiana. n’è qualcuna in particolare che in un’opera materiale, in una come essere dialogante, come Lei consideri di interesse per un volontà politica della nazione; qualcuno che va per le strade ed Questo progetto dell’Avana pubblico specificatamente inoltre si è anche trasformata è in grado di spiegare, perchè Vecchia ha influito sul resto turistico? in un esempio internazionale di il cubano possiede una cultura, delle città patrimonio di Cuba? compra libri, legge il giornale, Certamente, ha una ripercusione, ...continua a pagina seguente questa Rivoluzione.


ttc travel trade caribbean • anno IX numero 180 • maggio 2009 ...continuazione dalla pagina precedente Mi sono formato como Storico 1964-1965 quando percorrevo spiegando la nostra storia e i tutta Cuba tra le prime guide tesoro patrimoniali a visitatori turistiche. che arrivavano dai luoghi più diversi del mondo e di Cuba, Ritengo che è questa la verità, aspettando nelle piazze che la mia propria verità: spiegare bene, insegnare, sensibilizzare. Il lavoro turistico in tale senso deve essere colto: mettere a soqquadro l’immagine di un paese di palme e ballerine di rumba e crearne un’altra diversa, quella di un popolo di idee, un paese di cultura, di tradizioni, un paese che ha la sua musica, il folklore, la poesia, l’architettura, l’arte e che ha, innanzitutto, una gente che bisogna conoscere.

arrivassero gli autobus carichi di turisti. A volte dovevo fare una corsa appena terminato un incontro in Plaza de Armas per andare nella Plaza de San Francisco o nella Plaza della Chiesa de la Mercè a riceverne un altro. Andavo spiegando e rispiegando. Ho le mie fotografie di quegli anni,

Per questo la mia affermazione categorica, sì, bisogna aprire quella porta e chiamare affinchè vi giungano da tutte le parti del mondo, affinchè conoscano Cuba. Penso che sia indispensabile anche per noi, perchè non esiste cosa più interessante che arrivare in una piazza oggi e ascoltare che per le strade dell’Avana si parlano le lingue straniere di diversi e remoti paraggi del mondo. E’ Cuba nel mondo.

Transtur, il Noleggio Auto verso standard superiori Millecinquecento nuovi autoveicoli sono stati acquistati dal Gruppo Tarnstur per garantire il servizio Noleggio

Auto in tutto il paese sin dallo scorso mese di gennaio. Quest’esperenza di rinnovare la flotta garantisce che la vita utile dei veicoli non oltrepassi i 24 mesi in modo che i clienti possano godere di servizi all’altezza degli standard qualitativi internazionali. Cubacar, Havanautos e REX commercializzano il noleggio auto in categorie, prezzi e standard diversi attraverso

gli oltre 200 uffici Transtur ubicati in tutta l’Isola. Il servizio si contraddistingue per l’esistenza di una vasta gamma di auto di diverse marche e modelli offerte a prezzi speciali nei poli turistici del paese.

Visitando il suo sito web: www.transtur.cu il gruppo imprenditoriale del trasporto mette a disposizione dei suoi clienti l’informazione sui servizi che offre e garantisce l’agevolazione delle prenotazioni on line da qualsiasi parte del mondo.

7

Prossimo all’avvio l’allargamento dell’aeroporto di Varadero Il presidente dell’Istituto Cubano dell’Aviazione Civile (IACC), Rogelio Acevedo, ha ribadito che i lavori di allargamento da svolgersi all’aeroporto Juan Gualberto Gómez dello stabilimento balneare, raddoppieranno la capacità dell’installazione. Il budget per la ristrutturazione

Il secondo terminal aereo di Cuba ha aperto le sue porte nel mese di settembre del 1989. Otto anni dopo è stato sottoposto al primo processo di ristrutturazione profonda. Nel 2008 l’aeroporto di Varadero ha accolto circa 1,3 milioni di viaggiatori e oltre 11.300 aerei. Il presidente dell’IACC ha

si aggira sui trenta milioni di dollari ed è l’investimento più importante che farà il settore nel 2009. Acevedo ha anche spiegato che i lavori devono cominciare tra i mesi di aprile e maggio.

precisato che il settore turistico dell’Isola aveva chiesto alla struttura che lui dirige che nel 2009 si avverasse un aumento di circa il 6% del trasporto dei turisti, attività che sconvolge aeroporti e installazioni affini.


ttc travel trade caribbean • anno IX numero 180 • maggio 2009

8

Circuiti di Cubatur per le città patrimoniali L’Agenzia di Viaggi CUBATUR ha alle sue spalle 46 anni di esperienza, dispone di un programma di circiuti che prevedono la visita alle prime Ville cubane fondate tra il 1511 ed il 1515. Il cliente potrà godere un viaggio per la storia urbana e per la architettura di Cuba. Questi circuiti comprendono tutta la diversità culturale e geografica dell’Isola e prevedono visite a musei e ai dintorni che custodiano il patrimonio tangibile e intangibile del paese. Prevedono percorsi per centri storici urbani dichiarati dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità, tra i quali: Camaguey, Trinidad, L’Avana, Cienfuegos. CUBATUR vi stupirà con i momenti stellari che vi farà vivere da oriente a occidente, sempre immersi nella storia e nella cultura nazionali.

Circuiti di Cubatur

I circuiti disegnati da Cubatur coinvolgono il viaggiatore durante le visite alle località patrimoniali più appasionanti: L’Avana Vecchia, le fabbriche di sigari, i ruderi delle piantaggioni di caffè creati dai francesi, la Serata a Trinidad, la Valle de los Ingenios, Cienfuegos con le sue incancellabili impronte francesi, il Mausoleo del Che, il centro urbano di Camaguey, le passeggiate per Bayamo nei tradizionali calessi, la visita al Monumento Nazionale di Bariay, luogo in cui sbarcò Cristoforo Colombo e i pranzi al Castello del Morro di Santiago de Cuba.

Contatti: casamatriz@cubatur.cu www.cubatur.cu

•Cuba, la llave del Caribe / Cuba, la chiave dei Caraibi (8 notti). Con partenza dall’Avana, Guama, Santa Clara, Cienfuegos, Trinidad, Santa Lucia, Bayamo e Santiago de Cuba. •Pasión por Cuba / Passione per Cuba (8 notti). Con partenza da Santiago de Cuba, Bayamo, Santa Lucia, Trinidad, Cienfuegos, Santa Clara, Guama, L’Avana, Soroa, Las Terrazas, L’Avana. •Cuba, una isla fascinante /Cuba, un’isola affascinante (6 notti). Parte da Santiago de Cuba, Camagüey, Trinidad, Cienfuegos, Guamá e L’Avana. •Triángulo cubano / Triangolo cubano (4 notti). L’Avana, Las Terrazas, Guama, Trinidad, Cienfuegos e conclude a Varadero o all’Avana. •Mosaico oriental / Mosaico orientale (2 notti). Santiago de Cuba, Holguin, Bayamo e Guardalavaca. •Colores y aromas de Cuba / Colori e aromi di Cuba (3 notti). L’Avana, Cienfuegos, Trinidad, Sancti Spiritus, Santa Clara e conclude a Varadero o all’Avana. •Cuba, donde vive el sol / Cuba, dove abita il sole (3 notti). L’Avana, Guama, Santa Clara, Cayo Las Brujas, San Jose del Lago, Banao, Trinidad, Cienfuegos, L’Avana.

Nuovo ristorante “Kike - Kcho” Con disegno esclusivo del prestigioso artista della plastica cubana “Kcho” /Kacio/ e un servicio d’eccellenza, il nuovo ristorante “Kike - Kcho” invita ad assaggiare i più prelibati piatti della cucina internazionale preparati con olio extravergine d’oliva. Gestito da Marina Gaviota Varadero e con capacità per 300 persone, il ristorante & bar offre il servizio alla carta. Le specialità: l’aragosta e il pesce fresco, le carni trattate in un processo di maturazione che dura più di 30 giorni, affumicati stupendi, formaggi, frutti secchi e olio d’oliva. A partire dal mezzogiorno fino alle 23 ore è sempre pronto ad accogliervi presso la sua bella installazione ubicata in Autopista Sur y Final, Punta Hicacos, nello stabilimento balneare di Varadero, provincia di Matanzas.

Tel: (53 45) 664115 / 664133 e-mail: reserva@marinagav.co.cu


ttc travel trade caribbean • anno IX numero 180 • maggio 2009

9

Le novità di Air France per Cuba

Destinazione… L’Avana TTC ha intervistato al Sig. Guilhem Mallet, Direttore generale della Delegazione Locale di Air France a Cuba, sui nuovi progetti dell’aerolinea francese a partire dall’arrivo del nuovo Boeing 777-300ER per coprire la rotta Havana-Parigi. Presente nella capitale cubana sin dal 1997, Air France, compagnia leader in passeggeri trasportati Europa-Cuba lancerà alla FitCuba 2009 il suo nuovo prodotto nelle tre classi: l’Espace Affaires, Alizé e Tempo.

Il 5 maggio 2009 sara’un momento importante per l’aerolinea Air France all’Avana perchè questa data segna l’inizio delle operazioni del nuovo Boeing 777-300ER e il congedo al Boeing 747-400. Un eccellente aereo con la tecnologia di punta, una struttura più leggera e al tempo stesso meno aggressivo nei confronti dell’ambiente. Un nuovo prodotto, servizi rinnovati e più comfort in ogni classe sono i vantagli di cui si goderanno i clienti di Air France con questo nuovo aereo che dispone di 472 posti. La classe L’Espace Affaires disporrà di una poltrona con un’inclinazione di 180° che permetterà al passeggero di dormire placidamente percependo appena la lunghezza del viaggio. In poi, lo spazio individuale si incrementerà del 27%. Alizé, la classe intermedia tra l’Espace Affaires e la Tempo, è quella che soffrirà più cambiamenti: poltrone più grandi, più ergonomiche e con una maggior inclinazione, più spazio tra le poltrone, un servizio a bordo la cui offerta è simile a quella dell’Espace Affaires grazie all’introduzione della stoviglia di porcellana e al nuovo menù.

“Ormai Air France è la prima compagnia in quanto riguarda la quantità di posti nei voli tra il continente europeo e Cuba quindi con queste nuove frequenze di voli la nostra posizione leader si consoliderà”- ha aggiunto il Sig. Mallet. “Mi piacerebbe anche ribadire l’importanza della piattaforma di connessioni che abbiamo a Parigi, al Charles-de-Gaulle. Una gran quantità di passeggeri che partono da Cuba verso i paesi europei, africani e asiatici colgono le più di 20.000 connessioni settimanali che offre quell’importante hub”. Air France presenterà nel suo Stand a FitCuba 2009 il nuovo aereo e prepara l’originale sorpresa di presentare una sfilata con gli uniformi che hanno identificato l’aerolinea tra il 1946 e il 1997, i quali sono stati disegnati da famosi disegnatori del mondo della moda. “Nonostante la crisi económica mondiale, con l’arrivo di questo nuovo aereo, Air France scommette su una politica di sviluppo sostenibile e favorisce ancora un’altra volta la destinazione Cuba”. Così ha concluso la nostra intervista il Sig. Guilhem Mallet.

Tra le differenze spicca l’indiscutibile miglioramento della comunicazione con i clienti dato che per il servicio a bordo si disporrà di un personale che dominerà almeno lo spagnolo, l’inglese e il francese. Il Sig. Guilhem Mallet ha espresso: “Per la nostra compagnia è molto importante la protezione dell’ambiente. Il Boeing 777300ER consuma meno combustibile e emette un 20% meno di CO2. La differenza primordiale con il Boeing 747 è che il 777 ha soltanto due motori, perciò si riducono le spese di consumo di combustibile e anche l’emissione di gas contaminante”. “Dai cinque voli settimanali estivi e dai sette invernali che avevamo nel 2008 siamo passati a sei voli estivi, dal 29 marzo al 24 ottobre, e a nove alla settimana durante la stagione invernale, a partire dal 25 ottobre. Questo vuol dire che avremo due giorni alla settimana con due voli”.

Calle 23 # 64, La Rampa, Vedado, La Habana, Cuba. Tel: (537) 836 3189 / Fax: (537) 833 2634 www.airfrance.com.cu


10

ttc travel trade caribbean • anno IX numero 180 • maggio 2009

Blue Panorama Airlines sempre più leader su Cuba e Caraibi Blue Panorama Airlines conferma anche in questo 2009 il suo ruolo di leadership nel trasporto di passeggeri dall'Italia verso Cuba e l'area caraibica. Un primato, nei numeri dei passeggeri e nelle frequenze operate, che vede la flotta di lungo raggio di Blue Panorama Airlines volare su tutti i principali poli turistici della Isla Grande, dall'Havana a Cayo Largo, Santa Clara e Santiago, sia da Milano Malpensa che da Roma Fiumicino. Lo scorso anno sono stati circa 80.000 gli italiani che hanno raggiunto Cuba con la nostra compagnia, per un totale di ben 280 voli andata e ritorno effettuati. Come sempre con qualità di servizio e tariffe convenienti, che attualmente, fino alla fine della bassa stagione, permettono di acquistare biglietti round trip da 650 euro tasse incluse. Da segnalare poi che, insieme al gruppo Distal, la compagnia ribadisce la propria leadership anche nei

collegamenti verso l'intera area caraibica: dopo l'esperimento Havana coterminalizzata con la giamaicana Montego Bay, la destinazione della Jamaica verrà infatti servita da collegamenti via Repubblica Dominicana. Ed è proprio a Santo Domingo, per il secondo anno consecutivo, che Blue Panorama Airlines raccoglie l'altro suo primato caraibico, con ben 78.000 passeggeri trasportati dall'Italia. Per la prima volta poi, il 19 di aprile, Blue Panorama Airlines ha operato per un importante volo incentive di una nota multinazionale del settore energetico, ad Aruba, destinazione che dopo questo

primo approccio incentive la compagnia guarda comunque con grande interesse per il prossimo inverno. Così come l'altra meta delle Antille Olandesi, St. Marteens. Blue Panorama Airlines è la compagnia aerea leader nel trasporto leisure in Italia: opera con voli di linea intercontinentali, internazionali e domestici, sia nel mercato dei charter che dei voli di linea. La sua strategia è quella di fornire un servizio ai massimi livelli di cortesia ed affidabilità. Nata nel 1998 e basata a Roma-Fiumicino, Milano Malpensa e Bologna, la compagnia opera con una flotta di 4 Boeing 767-300ER, 6 Boeing

w w w. b l u e - p a n o r a m a . c o m

737 (400 e 300) 2 Boeing 757200 posizionandosi come una delle prime compagnie italiane e come la seconda flotta italiana di lungo raggio. La compagnia è vettore di lancio europeo, con quattro aeromobili motorizzati Rolls Royce Trent 1000, dei Boeing 787 Dreamliners, gli aerei della prossima generazione. Blue Panorama collega l’Italia con Cuba, dove Blue Panorama Airlines è leader con oltre il 70 per cento di market share, e l’area caraibica, con la Repubblica Dominicana, il Messico, l’Honduras e il Brasile. Ad Oriente Blue Panorama Airlines raggiunge il Giappone, Sri Lanka, Maldive, Thailandia e Myanmar. Con i Boeing 757-200 Blue Panorama ha aperto le sue rotte africane, verso Kenya, Tanzania. E con i Boeing 737 raggiunge l'Egitto, dove effettua più di 1.600 voli all'anno, tutta l'area del Mediterraneo e le principali capitali europee.


ttc travel trade caribbean • anno IX numero 180 • maggio 2009

12

Baracoa,“ Tierra Primada ” di Cuba Alejandro Hartmann Matos Storico di Baracoa Baracoa è un ambiente dove convivono uomini, piante e animali in armonia distinta. I suoi paesaggi sono unici. Lì la forza della natura colpisce direttamente il visitatore mentre il sorriso e la gentilezza fanno parte di un rituale spontaneo per chi va e viene nelle nostre località e per le nostre strade. Si tratta di una “pozione magica” perchè Baracoa ha cominciato la sua lunga storia prima di altri nella nostra lunga e stretta isola. Baracoa è depositaria di tesori umani vivi con i loro canti, le loro leggende, le loro lotte per l’emancipazione della terra di José Marti, i suoi costumi, le sue danze, la sua particolare cucina, le sue piogge persistenti, il suo verde policromatico e l’immensità della sua bellezza umana. L’Ammiraglio, Cristoforo Colombo Fontanarossa giunse a Baracoa con due delle sue navi, “La Niña” e la “Santa Maria”, il 27 novembre 1492. Quel giorno, lui fa attenzione a tutto quanto lo circonda e guarda con molta cura ogni dettaglio che lo colpisce. Lui scrisse nel suo Diario di Bordo:

“…il quale era tale che se gli altri porti aveva lodato, lui dice Che lodava di più le terre e temperanza e territorio di esse e la popolazione: dice meraviglie della bellezza della terra e degli alberi dove ci sono pini e palme, e della grande piantagione di tabacco, che anche se non è piana di piano

ricco patrimonio vivente che ha mantenuto una solida diversità culturale e che si esprime nei numerosi vocaboli aruacos che nella vita quotidiana usiamo nei fitonimi (nomi di piante), toponimi (nomi di luoghi) e zoonimi (nomi di animali) e della ricchezza materiale. Per tutta la regione incontriamo ancora discendenti dei nostri Tainos, di bassa statura, estremità corte, zigomi sporgenti, arcate sopracciliari gonfiate, capelli lasci, occhi a mandorla e pelle olivastra. che va al Sudsudest, ma è piena di monti piani e bassi, la cosa più bella del mondo. Andando per essa fu cosa meravigliosa vedere i boschi e le frescure, l’acqua chiarissima, e gli uccelli e l’amenità, che dice che gli pareva di non volere uscire da lì.” Il Gran Navigatore mai pensò che avrebbe avuto il privilegio di essere il primo a descrivere la straordinaria natura della Prima Villa cubana, prodigiosa regione con vari fiumi che seducono per le sue acque chiarissime e pure per la ricchezza inegualabile dei massicci montuosi, di boschi che sembrano vergini verdi.

Spiccano le Cuchillas del Toa (dichiarate dall’UNESCO nel mese di dicembre 1988 Riserva della Biosfera). Le spiagge sono d’origine prevalentemente fluviale anche se ce ne sono altre di bianche e fini sabbie e dolci dune in cui abbondano mandorli, hicacos, palme da cocco.

Baracoa ebbe il primato di essere la prima villa fondata a Cuba dall’Adelantado Diego Velasquez il 15 agosto 1511. Lui la chiamò Nuestra Señora de la Asunciòn, ma non potè prescindere dal suo toponimo Baracoa che in lingua Arauca vuol dire “esistenza di mare”. Fu la prima capitale e lì fu eretto nel 1517 la Prima Diocesi e ottenne il titolo di città dalla Bolla di Leone X.

Essendo Baracoa la capitale, Velasquez prepara le condizioni per approvvigionamenti che gli sarebbero serviti a occupare l’Isola intera. Nel periodo tra il 1511 e il 1515 ebbe luogo il contatto più lungo tra spagnoli e i nostri antenati aborigeni. Non possiamo prescindere dagli elementi ispanici dell’economia, della cultura, della religione, dell’architettura, della forma di governo, ecc., che giunsero in queste terre prima di arrivare al resto delle ville fondate. Baracoa ha conservato di generazione in generazione un

La zona ha una varietà di piatti, dolci e bevande che l’identificano e che si mangiano e si bevono nelle feste, nelle veglie funebri, nei pasti quotidiani, nelle merende e spuntini e nelle attività produttive. Tra i più di 60 piatti abbiamo il Bacàn (una specie di tamal di banana che si prepara con latte di cocco, carne di maiale, granchi o pesce), il

tetì (un pesciolino trasparente lungo due centimetri che entra dalla foce dei fiumi con la luna calante, da luglio a gennaio). Gli abitanti lo mangiano al pomodoro, fritto, in frittata e seccato, il granchio con salsa chili con o senza latte di cocco. Baracoa è così; toccata dai Dei indigeni che ci danno ogni giorno i loro gesti franchi e il cuore aperto, perchè ogni volta che li visitiamo ci portiamo nel cuore il puro, sincero e leale sentimento e l’indelebile impronta di una natura magica.


ttc travel trade caribbean • anno IX numero 180 • maggio 2009

13

EASY & SAFE, FACILE & SICURO Fondata nel 1997, il tour operator grossista e Agenzia di Viaggi CubaMundo dispone di uffici a Cuba proprio dalla sua creazione e ha le sue rappresentazioni nella capitale e a Varadero.

CubaMondo mette a disposizioni dei clienti i servizi di Prenotazioni di alberghi in città e in spiaggia, noleggio auto, trasferimenti, voli nazionali e internazionali, accoglienza

organizzazione di programmi promozionali su misura, escursioni, ecc.

all’aeroporto, organizzazione di eventi e viaggi d’incentive, assistenza personalizzata con guide specializzate,

e spagnolo, è possibile trovare opzioni di Luna di Miele, Famiglia, Salute, Immersioni, Misto e altre modalità turistiche

Visatando il sito www. cubamundo.com, in inglese

CubaMundo conta su un personale capace con vari anni di esperienza nel settore e che conosce le lingue straniere. Negli ultimi anni accanto all’aggiornamento sistematico del suo personale si sono impiantati sistemi moderni di prenotazioni e operazioni i quali garantiscono una gestione molto più efficiente. Il sistema di vendite on line dell’agenzia permette di riscuotere in contanti in modo sicuro ed efficace i pagamenti per tutti i servizi domandati dai clienti oltre al fatto di garantire una vacanza piena di allegria, divertimento, relax e piacere.

w w w. c u b a m u n d o . c o m Prossima apertura di Iberostar a Varadero Iberostar Laguna Azul * * * * *

Ubicato nella prima linea della bella spiaggia di Varadero, a venti minuti dal centro della città turistica, l’Iberostar Laguna Azul avrà 814 confortevoli camere sparse in diversi blocchi, tutte con terrazza o balcone. Di modalità All Inclusive che comprende lezioni, giochi, diversi sport. Tra i servizi che offrirà l’installazione ci sono: servizi di messaggeria, un negozio, una casa del sigaro, internet tutto il giorno, sei ristoranti –tra cui spicca un Ranchòn de Playa -, teatro d’animazione, miniclub per i bambini di 4-12 anni, cinque piscine, una delle quali per i bambini. In più uno spettacolo diverso ogni sera a carico del gruppo di animatori.

a partire dalle informazioni sulla destinazione Cuba: Consigli utili, Domande su Cuba, Dove divertirsi?, Dove mangiare?, Chiamate telefoniche, Destinazioni a Cuba, Alloggio internazionale e il Blog Cubamundo. Tutto ciò con la migliore qualità e al migliore prezzo possibile. Aspettiamo che il nostro sito web vi offra un facile accesso e in pochi clic riusciate a organizzarvi le vacanze pagando con assoluta tranquilità, velocità e sicurezza. Se avete qualche dubbio, contattatevi. Siamo qui per servire voi e sarete accolti con grande piacere.


ttc travel trade caribbean • anno IX numero 180 • maggio 2009

14

Leader nel turismo naturalistico a Cuba

www.ecoturcuba.co.cu

Marlem Martínez González, Direttrice Commerciale dell’Agenzia di Viaggi ECOTUR S.A., ha dichiarato in un’intervista concessa a TTC che “...è ancora non molto conosciuta l’altra parte di Cuba, la sua natura che è molto ben conservata grazie agli specialisti su cui contiamo”. dispone di ditte provinciali che ci sostengono, garantiamo un’attenzione personalizzata al cliente in tutta Cuba.

Come definirebbe Marlem ECOTUR? Considero che attualmente ECOTUR sia l’agenzia di viaggi leader nella promozione e nella vendita del turismo naturalistico e specializzato a Cuba, la quale con la sua efficiente gestione garantisce l’uso sostenibile delle risorse naturali in quegli scenari turistici che appartengono all’Azienda Nazionale per la Protezione della Flora e la Fauna. Quest’azienda conta sulla maggiore percentuale di aree protette del paese, soddisfa le aspettative di un segmento di mercato specializzato che è sempre più domandato nel mondo. L’agenzia lavora assieme alle agenzie cubane e ai tour operator che cercano di sviluppare lo stesso tipo di attività. Com’è la struttura interna dell’agenzia? La Casa Madre si trova nella capitale dell’Isola e ci sono rappresentazioni lungo tutto il paese, da Pinar del Rio a Baracoa, compresa l’Isla de la Juventud. Con una più o meno forte presenza in dipendenza dal polo turistico e con la certezza che l’azienda Flora e Fauna

Quali sono i principali prodotti che offre l’agenzia? Sentieri, osservazione della flora e la fauna, pesca e caccia sportive, snorkeling, trekking, visita agli allevamenti di coccodrilli, osservazione di uccelli. In poi, ci sono gli agriturismi dove è possibile realizzare diverse attività: sono tenute vere e proprie (che sono

state adeguate al turismo) dove ci si mette a contatto con la vita quotidiana dei contadini, l’allevamento dei bestiami, di equini, e con tutte le attività che realizzano i contadini ogni giorno. Ci potrebbe fornire più informazione sull’offerta di alloggio? Ci sono offerte in piccole haciendas, tra le più significative abbiamo: La Guabina (Pinar del Rio) di uno standard molto buono con l’allevamento di purosangue, per esempio l’Apalusa ed il Pinto cubano, passeggiate in barca, a cavallo e sentierismo. In Camaguey disponiamo di due alloggi: il

Brasil (a Jaronù), un’antica casa che è stata restaurata, oggi è diventata un’installazione molto bella dedicata alla pesca. Poi sulla Sierra del Chorrillo, Najasa, si trova La Belèn, un’area protetta con un piano di maneggio. Vi si possono osservare animali esotici, l’allevamento di equini, grotte, sentieri, animali da fiera, una casa d’un ottimo standard: dieci camere doppie, ristorante e piscina. Disponiamo di alloggi piu economici, anzi concepiti per gruppi che vengono a

praticare trekking, a Banao in Sancti Spiritus, il Mil Cumbres in Pinar del Rio, La Platica dove comincia la scalata del Turquino. ECOTUR parteciperà alla Fiera Internazionale di Turismo? Certamente, ECOTUR ancora un’altra volta parteciperà a FITCUBA. Per noi si tratta di un evento molto importante, proprio come quando si partecipa a qualsiasi altra Fiera internazionale.Considero che Cuba è conosciuta prevalentemente come una destinazione di sole e spiaggia, e non mi sembra sbagliato, dato che siamo un’isola dei Caraibi.

Ma c’è una parte di Cuba molto poco conosciuta, la sua natura che si contraddistingue per il suo alto livello di conservazione e per i suoi pregi. E’ possibile interagire, è possibile abbinare le modalità. Non c’è bisogno di smettere di fare il turismo di sole e spiaggia. Si possono mostrare le città con i loro pregi, per esempio, Trinidad, molto vicina a Banao, oppure Pinar del Rio, vicino a Mil Cumbres, anche a Viñales. Non dobbiamo smettere di fare ciò che facciamo, bisogna aggiungere un’altra offerta nella destinazione Cuba, offrire ciò che oggi non si conosce nel mondo. Qual è la politica dell’agenzia rispetto alla difesa dell’ambiente? ECOTUR appartiene al Ministero dell’Agricoltura e come abbiamo già detto, è l’Agenzia di Viaggi di Flora e Fauna, azienda che ha tutte le sue aree vincolate a piani di maneggio e di difesa dell’ambiente. In tale contesto, ECOTUR commercializza un turismo sostenibile per queste aree al tempo stesso che mira a proteggerle. Inoltre contribuisce con i soldi che si incassano grazie al turismo a sviluppare i piani di maneggio e conservazione. In poche parole, il turismo che facciamo li sostiene economicamente. Contatti: Avenida Independencia 116, Cerro, La Habana Tel: (53-7) 641 0306


ttc travel trade caribbean • anno IX numero 180 • maggio 2009

15

Havanatur Italia: Gli Specialisti di Cuba Havanatur Italia lavora sulla destinazione Cuba da più di 15 anni ed è ormai da tutti riconosciuto per la passione con cui trova le migliori soluzioni per soggiorni, tour e fly & drive.

La professionalità delle sue guide, la loro perfetta conoscenza del territorio ed il rapporto amichevole con il turista italiano rendono ogni viaggio una piacevole scoperta dei luoghi, della storia e della natura dell'isola.

Tra i tour più richiesti, il Gran Tour di Cuba di 14 notti che include, oltre alla visita delle città più importanti e ad escursioni negli scenari tropicali più spettacolari, anche il soggiorno nelle due località

balneari più rinomate dell’isola; il Discover Cuba, con la visita di 5 siti dichiarati Patrimonio dell’Umanità: l’Havana Coloniale, la Valle de Viñales, il centro storico di Cienfuegos, la città-museo di Trinidad, la Valle de Los Ingenios ed inoltre

una fantastica escursione nella lussureggiante vegetazione di Topes de Collantes; il Panorama Cubano, che percorre l’isola dall’estremo occidente all’oriente, con l’opzione di poter unire al termine del tour un soggiorno mare. Havanatur Italia propone soggiorni per corsi di danza, in collaborazione con Paradiso, l’agenzia nazionale per le attività culturali: programmi di 7 notti, che includono 10 ore di lezione in una splendida installazione dell’Avana, con uscite serali nei più rinomati locali e discoteche della città. Non mancano le proposte per i Sub: nello scenario di Maria La Gorda, all’estremo occidente di Cuba, è possibile effettuare immersioni tra pareti di corallo nero. Le sistemazioni sono semplici, l’ambiente è familiare e la tranquillità regna sovrana. Havanatur Italia organizza viaggi incentive e si fa promotore di eventi, congressi e meeting. Particolare attenzione viene rivolta anche all'ambiente

e all'ecoturismo: dal 14 al 18 Settembre 2009 Havanatur Italia parteciperà a Turnat 2009, importante evento dedicato al “Turismo de Naturaleza”, giunto ormai alla sua settima edizione. Quest'anno la sede dell'incontro sarà il Parco Nazionale di Cienaga de Zapata, dichiarato riserva della biosfera.

Invitiamo tutti gli appassionati di bird-watching, cicloturismo e trekking a prendere nota di questo importante evento che sta diventando di anno in anno sempre più importante.


ttc travel trade caribbean • anno IX numero 180 • maggio 2009

16

Islazul presente alla FITCuba A tono con il tema centrale a cui verrà dedicata la FITCuba´09, “Città Patrimoniali”, Islazul farà particolare attenzione alla promozione di quegli alberghi che sono famosi per essere localizzati in zone patrimoniali… alberghi che si trovano vicino ai centri storici dell’Avana, Camaguey, Bayamo e Santiago de Cuba.

Paseo del Prado, il primo grande viale dell’Avana coloniale “extramurale", tracciato alla

visitatori che abbiano voglia di camminare per le labirintiche strade della parte piu antica di

caratteristiche architettoniche originali dell’inizio del XX secolo. Nella sua galleria di ospiti illustri è registrata la poetessa cilena Gabriela Mistral. Nella regione orientale, invece, nel cuore del centro urbano di Bayamo, Monumento Nazionale, si trova l’hotel Royalton, un edificio degli anni ’40. Hotel Lincoln

Hotel Caribbean

Nella capitale, Islazul opera l’hotel Caribbean, inaugurato il 27 maggio 1953 localizzato sul

fine del secolo XVIII, e anche il Lincoln che ha oltre ottanta anni, ubicato a pochi passi dal famoso Malecòn dell’Avana, proprio tra il centro storico, Patrimonio dell’Umanità e la parte moderna della capitale. Quattro alberghi ubicati nel centro sono ideali per i

Camaguey, che è una delle città cubane dichiarate Patrimonio dell’Umanità: il Gran Hotel la cui costruzione risale al 1939, il Colòn –una raffinata installazione inaugurata nel 1926 -, il Puerto Principe, costruito nel 1943 ed il più antico di tutti gli alloggi nel Camaguey, il Plaza che ancora conserva le

Islazul ha nella città di Santiago de Cuba l’albergo Las Américas ubicato in una delle più importanti vie di Santiago, il Libertad, ubicato nel centro storico di fronte alla Plaza de Marte e il San Juan a pochi metri dal Parco Storico Militare della Loma di San Juan, scenario degli ultimi combattimenti della guerra ispano-cubanonordamericana del 1898.

Intervista a Carlos Belda, delegato di AirEuropa a Cuba AirEuropa: da 10 anni vola su Cuba Air Europa, la divisione aerea di Globalia Corporazione, che si contraddistingue per i suoi eccellenti standard di qualità, si è consolidata come una delle compagnie aeree più moderne del continente europeo.

Carlos Belda, delegato di Air Europa a Cuba sin da ottobre 2007, ribadisce a TTC che “è molto strano che la nostra compagnia inciampi in una difficoltà”.

Cosa ha significato per AirEuropa la sua presenza a Cuba?

destinazioni, compagnie.

Da dieci anni voliamo su Cuba. Lo scorso anno, storicamente, è stato il primo anno in cui AirEuropa si è insediata al primo posto tra le compagnie aeree spagnole, non solo per quanto riguarda il volume dei passeggeri trasportati ma anche del trasporto merci.

Che volume di passeggeri trasporta la compagnia a Cuba?

E come sono le operazioni con gli aeroporti cubani?

Quali sono le caratteristiche della flotta di AirEuropa che vola su Cuba?

Operiamo con l’Aeroporto Internazionale “Jose Martí”, all’Avana. La compagnia ha due tipi di operazioni, una estiva e l’altra invernale. D’estate ci sono sette voli alla settimana, cioè un volo al giorno, d’inverno ce ne sono solo sei, la rotta è HavanaMadrid. Una volta che il passeggero è qui ha la possibilità di avere ha disposizione le coincidenze verso altre

e

con

altre

Il nostro aereo ha 299 posti e l’occupazione media è del 95%. Secondo i giorni dei voli la media di passeggeri trasportati dall’aerolinea oscilla sui 1.850 persone alla settimana.

Voliamo su Cuba con l’Airbus A330’200 d’ultima generazione e il più vecchio ha meno di due anni. Attualmente abbiamo sei aerei. C’è qualche novità di AirEuropa a Cuba? Per il momento, no, nessuna. Continueremo a lavorare come

abbiamo fatto in precedenza, manterremo la puntualità, la qualità degli aerei e dei servizi. Qui,per quanto è stato provato, e per quanto ha dichiarato l’Istituto di Aereonautica Civile, siamo la compagnia più puntuale tra quelle che volano su Cuba. Abbiamo un ufficio a Santiago de Cuba, altri tre qui nella capitale: uno al Miramar Trade Center, un altro in P e 23, Vedado e l’altro all’aeroporto. Abbiamo nell’Isola un totale di quattro uffici. Se vuole aggiungere qualcosa... Soltanto ribadire che i più nuovi aerei che volano sull’Avana sono i nostri, che continuiamo ad offrire un servizio di prima qualità, tanto in prima classe come in classe economica e anche ricordare che “è molto strano che la nostra compagnia inciampi in una difficoltà”.


Città patrimoniali Come parte della sua politica di diversificazione del prodotto turistico, Cuba promueve il turismo storico-culturale. Proprio perciò ha dedicato la 29ª edizione della Fiera Internazionale del Turismo alle Città Patrimoniali e alla promozione delle attrattive e i pregi culturali che contraddistinguono tali destinazioni. L’Avana, Matanzas, Santa Clara, Remedios, Cienfuegos, Trinidad, Camaguey, Bayamo, Santiago de Cuba e Baracoa mostrano la diversità architettonica e la vasta gamma di stili costruttivi di ben cinque secoli, dall’epoca coloniale alla contemporanea. Espressione massima del patrimonio cittadino sono le prime sette Ville fondate da Diego Velásquez tra il 1511 e il 1515: Baracoa, Bayamo, Trinidad, Sancti Spiritus, Camaguey, Santiago de Cuba e L’Avana, empori dello sviluppo economico, storico, culturale e sociale dell’Isola. Quattro centri storici di città cubane sono stati proclammati dall’UNESCO, Patrimonio dell’Umanità, il primo: L’Avana Vecchia con il suo sistema di fortificazioni nel 1982, più tardi Trinidad e la Valle de los Ingenios nel 1988. Il centro urbano di Cienfuegos fu la prima città del secolo XIX a essere dichiarata Patrimonio dell’Umanità nel 2005 e poi nel 2008 è toccato al centro storico di Camaguey. Oggi, queste città costituiscono fulcri indiscutibili del turismo culturale. Si stima che L’Avana Vecchia venga visitata da più del 50% dei turisti che accoglie il paese, cioè riceve oltre un milione di visitatori, prevalentemente del turismo di circuiti. Le offerte culturali di Matanzas, Santa Clara, Remedios e Camaguey si abbinano rispettivamente a quelle di sole e spiaggia dello stabilimento balneare di Varadero, gli isolotti del nord della provincia di Villa Clara e la spiaggia Santa Lucia. Trinidad e Cienfuegos costituiscono i principali fulcri turistici della costa sud della regione centrale. Il duetto Trinidad –Sancti Spiritus si commercializza con grande successo. Santiago de Cuba, Bayamo e Baracoa si contano tra le destinazioni turistiche di città più importanti della regione orientale.

L’Avana Ufficialmente fondata il 16 novembre 1519, sebbene fosse costituita nel mese di luglio del 1515, San Cristóbal de La Habana ottenne il titolo di città nel 1592 ma non è fino al 1607 che un decreto reale la dichiara capitale dell’Isola.

ricchezza di storia, cultura e tradizioni, la capitale fu la prima nell’Isola ad avere la macchina a vapore, la ferrovia, l’iluminazione a gas, il telegrafo, il telefono, il cinematografo, la radio. Fu anche una delle prime città latinoamericane a godere la televisione. L’Avana è il principale emporio culturale del paese, dove nacquero non poche personalità insigni.

Matanzas Fondata il 12 ottobre 1693 con il nome di San Carlos e San Severino di Matanzas, la città, con i suoi pittoreschi tetti a terrazze, circonda una bella baia divenuta il suo pregio più emblematico. Conserva ancora vivo lo splendore della sua

L’Avana Vecchia – territorio intramurale- ha sviluppato un singolare modello di gestione integrale di turismo sostenibile. Il centro storico e il suo sistema di fortificazioni sono stati dichiarati Patrimonio dell’Umanità perchè sono rappresentativi di una struttura che illustra un’importantissima epoca della storia e perchè costituiscono un esempio eccezionale di insediamento umano tradizionale. Il nucleo del villaggio viene immortalizzato dal monumento El Templete, ubicato di fronte alla Plaza de Armas – il cuore dell’antica città- e uno storico e frondoso albero, la Ceiba, alla quale gli abitanti della capitale attribuiscono poteri magici. La primogenita Plaza de Armas, la Plaza Vieja, la Plaza di San Francisco e quella della Cattedrale sono gli spazi più popolari per nazionali e stranieri. Con la sua immensa

architettura originale, grandi portici con grosse finestre di ferro e grosse porte di legno borchiato. Famosa da oltre due secoli come l’Atenne di Cuba per la sua ricca vita culturale e perchè è stata la culla di illustri poeti, artisti, musicisti e anche del Danzòn, un ballo nazionale cubano, e del Danzonete. Tra i luoghi che contraddistinguono la città spiccano: il Teatro Sauto e la Botica Francese “Ernest Triolet”.


Santa Clara Con la sua privilegiata ubicazione geografica, proprio nel centro dell’Isola, Santa Clara viene favorita dall’accessibilità dai principali poli turistici cubani diventando una città di transito obbligatorio nel viaggio Oriente-Occidente.

Inaugurata il 15 luglio 1869, la città dispone di numerosi luoghi di interesse, tra i quali: la chiesa del Carmen, il Monumento alle Famiglie Fondatrici –tutti e due dichiarati Monumenti Nazionali per i loro pregi storici, religiosi e architettonici – e il parco Leoncio Vidal. Inoltre custodisce il Memorial a Ernesto Che Guevara, dove giacciono i resti mortali del Che e dei suoi compagni caduti in Bolivia.

Remedios La genesi della Villa di San Juan de los Remedios risale al 1512. Alla fine del 1515 si costruirono le prime case. Nel 1545 il paesino contava già sul suo Comune en el 1843 ottenne il titolo di città.

Cienfuegos Con il nome di Fernandina de Jagua, la città di Cienfuegos – l’unica dell’America ispana che sotto il dominio spagnolo fu fondata dai francesi- fu costituita il 22 aprile 1819.

Tra i pregi che le valsero la dichiarazione di Patrimonio dell’Umanità ci sono i diversi stili costruttivi e il suo perfetto tracciato urbanistico allo stile ottocentesco, la sua architettura eclettica, mischiata con l’art nouveau e l’art déco, l’impronta francese dei suoi origini e dei primi stadi, che si evidenzia nei viali alberati, i costumi, la cultura, l’architettura, le arti decorative e una pittoresca località di pescatori che ha resistito all’azione del tempo. La chiamata “Perla del Sur” è fiera del Castillo de Jagua, del Parque Martì –antica Plaza de Armas-, della Catedral de Nuestra Señora de la Purísima Concepción, del teatro Tomás Terry, del Club Cienfuegos e il del Palacio de Valle.

Trinidad Con grande garbo, Trinidad, in altri tempi la Villa de la Santísima Trinidad, è conosciuta come la “Città Museo” per il livello di conservazione dell’agglomerato architettonico di edificazioni dal secolo XVIII all’inizio del XX secolo. Secondo cronisti autorevoli, la sua costituzione risale al 4 gennaio 1514. Nel 1585 ottenne il titolo di città.

L’architettura di questa villa si contraddistingue per le sue strade irregolari, l’abbondanza di portici e portali, le grandi finestre, le inferriate in ferro battuto, le prominenti gronde e i cortili interni con abbondanti piante. Nelle vicinanze del centro storico di Remedios, Monumento Nazionale, si conservano edificazioni coloniali. V’è il Museo della Musica, dove abitò il compositore Alejandro García Caturla; le chiese di Nuestra Señora del Buen Viaje e la Parroquial Mayor de San Juan Bautista, con l’altare ricoperto con lamine d’oro. Ma la città di Remedios è diventata famosa grazie alle sue tradizionali Parrandas la cui celebrazione risale al secolo XIX.

Il riflesso di espressioni costruttive ed evidenze di generazioni anteriori ha pesato sulla decisione di proclamarla Patrimonio Culturale. Trinidad è una delle testimonianze urbane più significative di Cuba e di America Latina.Le dimore ubicate nella Valle de los Ingenios sono esponenti delle costruzioni dell’epoca coloniale legate alla fabbricazione dello zucchero.


Camagüey Camaguey con la sua immagine di città medievale è un caso unico nell’Isola di Cuba che ha un asimmetrico e labirintico tracciato urbano. Queste caratteristiche eccezionali, che contraddistinguono altre città di Cuba e di tutto il continente americano, hanno avallato la decisione di dichiarare il suo centro storico Patrimonio dell’Umanità.

Si assume che la Villa di Santa Maria del Puerto del Principe fu fondata il 2 febbraio 1514 e che nel 1817 ottenne il titolo di città. La sua parte più antica è piena di antichissime viuzze, di splendide piazze, musei e templi che esibiscono importanti opere dell’arte funeraria dei secoli XVII-XIX. Sono degni di particolare menzione la Plaza de San Juan de Dios, la Casa Natale d’ Ignacio Agramonte, il Teatro Principal e il Cimitero di Puerto Príncipe.

Bayamo La prima capitale della Repubblica in Armì è considerata la culla della nazionalità cubana perché a Bayamo per la prima volta si sono ascoltate le note dell’inno nazionale. Bayamo mette a disposizione dei clienti un tipico prodotto del turismo culturale.

In questa città Monumento Nazionale, costituita il 5 novembre 1513 con il nome di San Salvador de Bayamo, ci sono luoghi che vanno visitati: la Casa Natale di Carlos Manuel de Cespedes, la Chiesa Parroquial Mayor, il Cimitero di San Juan Evangelista, il primo a Cuba e nel continente a non trovarsi dentro la chiesa, la Ventana de Luz Vazquez e la Piazza dell’Inno. Da non perdere di vista la tradizione di fare una passeggiata in calesse, come era l’usanza nell’epoca coloniale oggi divenuta un’attrazione turistica molto importante.

Santiago de Cuba Fondata il 30 giugno 1515, Santiago ottenne il titolo di città nel 1522 e fu la capitale dell’Isola fino al 1589 quando fu trasferita all’Avana. Durante le guerre d’indipendenza Santiago ha dato vita a stirpi intere di proceri e ha protagonizzato imprese epiche che le hanno valso il titolo di Città Eroina. Localizzata vicino al Santuario del Cobre, dimora della Vergine della Carità, Patrona di Cuba che fu benedetta dal Santo Padre Papa Giovanni Paolo II, a Santiago si trovano: la dimora più antica di Cuba, dove abitò Diego Velazquez, il primo museo, la Cattedrale Santa Basilica Metropolitana, la caserma Moncada.

“La più caraibica delle città cubane” è la terra dei boleri e del Carnevale. Vi si trovano anche tre Patrimoni dell’Umanità: il Castello di San Pedro de la Roca del Morro, la Tumba Francese (Opera prima del Patrimonio Orale) e il Paesaggio Archeologico delle Prime Piantiagioni di Caffè nel sudest di Cuba.

Baracoa “La prima Città / Ciudad Primada”, Nuestra Señora de la Asunción de Baracoa, perché fu la prima delle sette Ville, nacque il 15 agosto 1511. Nel 1518 Baracoa ottenne il titolo di città. Proprio qui si iniziò la conquista e la colonizzazione di Cuba dalla Corona spagnola.

Ancora sono vivi gli usi e costumi della cultura aborigena e rimangono i tratti del viso degli aborigeni in alcuni abitanti. Il suo centro storico, Monumento Nazionale, i forti Matachín e La Punta e le torri di Joa e del Cimetero, mostrano le tracce del dominio spagnolo. Baracoa ancora conserva l’unica Cruz de Parra rimastra delle 29 che piantò Cristoforo Colombo nel trascorso dei suoi quattro viaggi in America.


ttc travel trade caribbean • anno IX numero 180 • maggio 2009

Vision of the Seas In allegato due immagini di Vision of the Seas di Royal Caribbean International, che nel 2010, per la prima volta in assoluto debutterà con crociere di 12 notti in

della Classe Vision, le “Navi della Luce”. Lunga 264 metri e larga 32, con una stazza di 70.000 tonnellate, è caratterizzata dal solarium, coperto dal “cristal canopy”,

Celebrity Cruises e Azamara Cruises in Europa nel 2010

Annunciati i nuovi deployment in Europa 2010, per i brand Celebrity Cruises e Azamara Cruises. La Compagnia globale, leader nell'innovazione dell'industria crocieristica, punta sempre più sull'Europa e sull'Italia con un'ampiezza di scelta senza precedenti in Mediterraneo. Nord Europa ed Europa Occidentale oltre a diverse crociere transatlantiche.

Vision of the Seas

Terra Santa in partenza da Venezia. L’itinerario proporrà l’overnight a Venezia e soste

una vetrata a scorrimento per beneficiare al massimo dei vantaggi del clima. A bordo

Nel 2010 le tre nuove ammiraglie di Celebrity Cruises, dall'innovativo design, saranno totalmente dedicate al mercato europeo con partenze da Southampton, Calebrity Eclipse, e da Roma (Civitavecchia) Celebrity Solstice e Celebrity Equinox. Ritornerà in Europa anche Celebrity Constellation per offrire, insieme alle tre navi della classe Solstice, una

Vision of the Seas, solarium

più lunghe, fino alle 22.00 o 23.00, per gli scali di Ashdod e Haifa in Israele, Port Said e Alessandria in Egitto. Gli scali includeranno anche Spalato, Efeso (Kusadasi) e Atene (Pireo). Vision of the Seas, è una delle 6 gemelle

vi sono oltre 10 ristoranti e lounges, spettacoli pluripremiati in Broadway-style, e giochi in stile Las Vegas al Casinò Royale, nonché di programmi fitness collettivi e trattamenti esclusivi presso la Spa.

Per ulteriori informazioni: Royal Caribbean Internacional / Celebrity Cruises Corporate Communications - Italy Ufficio Stampa: Tel.: (+39) 010 54582214 / Fax: (+39) 010 5303287 publicrelations.it@rccl.com

21

“celestiale” selezione di itinerari europei.Celebrity Solstice, inaugurata a Novembre 2008, Celebrity Equinox in arrivo ad Agosto 2009 e Celebrity Eclipse prevista per il 2010, si uniranno alla sempre apprezzata Celebrity Constellation per offrire un insieme “celestiale” di itinerari europei. Le prenotazioni sono aperte dall’11 Marzo 2009. Azamara Cruises ha specificatamente selezionato i porti per dare la possibilità ai viaggiatori di visitare ancora più città ricche di storia, cultura e tradizione. Con un totale di 93 porti differenti e 39 crociere, gli ospiti potranno scoprire l’Europa mentre godono di una elegante e rilassante esperienza di bordo.


22

ttc travel trade caribbean • anno IX numero 180 • maggio 2009

Sol Melia: un prodotto con nuova vitalità a Holguin Paradisus Río de Oro e Sol Río de Luna y Mares, in Playa Esmeralda, totalmente ricuperati e operando con nuovi pregi, superiore comfort, più facilitazioni e nuovi servizi. Eco-resort per adulti Paradisus Rio de Oro, con 300 camere, concepito per adulti oltre

partecipare a laboratori realizzati da professionisti, i quali spiccano

i 18 anni, ha avutto di recente una serie di trasformazioni che hanno ringiovanito l’immagine di questo eco-resort e hanno incrementato i suoi standard presentando un prodotto

per il suo carattere didattico e socializzatore. Si è anche incorporato il Pool Concierge che mette a disposizione dei clienti una serie di nuovi servizi. A breve si conterà anche su un’area di Servizio Reale, uno spazio esclusivo per offrire attenzione personalizzata.

superiore. I miglioramenti e i nuovi arredamenti hanno migliorato il look dei ristoranti specializzati, la tavola calda, l’area della piscina, il club house, la reception ed il lobby. Per soddisfare il massimo di esigenze dei clienti, il Paradisus Rio de Oro ha inserito nel suo programma d’animazione attività Life Enriching, che permettono di Ideale per le famiglie Il complesso alberghiero Sol Río de Luna y Mares dopo un processo di rinnovamento in una delle sue sezioni, offre un’immagine più fresca. Tra le novità spiccano: rinnovamento della tavola calda, ora con un nuovo stile, lo show cooking, maggior capacità, il ristorante specializzato in cucina francese con cui le opzioni alla carta salgono a cinque e infine il nuovo arredamento delle camere.

Così la Paradisus Rio de Oro con 300 camere e concepito per adulti oltre diciott’anni continua a creare lo scenario adeguato per vivere esperienze irripetibili e indimenticabili in un ambiente ecologico. Due esclusive Garden Ville con servizio di maggiordomo, uno Yhi Spa per destare tutti i sensi, immersione per godere gli stupendi fondali marini e una variegata proposta di specialità culinarie contraddistinguono questo eco-resort che opera con modalità Ultra All Inclusive, con una vasta gamma di ristoranti alla carta, bar, intrattenimento, sport e spettacoli organizzati da specialisti professionali.

Al Sol Río de Luna y Mares Resort c’è lo spazio per tutti i clienti specie offre condizioni ottime per il totale godimento della famiglia, in particolare dei più piccoli. Dispone di vaste aree verdi e di spazi in cui riposarsi con un singolare

All Inclusive a 4 stelle con 464 stanze si inserisce nella modalità Nozze e Luna di Miele. Con le sue novità, il Paradisus Río de Oro e Sol Río de Luna y Mares, Sol Meliá Cuba invita a sentire la soave essenza di una regione ricca di bellezze naturali, la

programma di animazione e un Centro di Salute. Specialmente offre ottime condizioni per il totale godimento della famiglia, in particolare dei più piccoli. A partire da aprile questo resort

quale stupisce con la stupenda sovrapposizione dei verdi e gli azzurri del cielo, la vegetazione costiera ed il mare. Proprio da questa caratteristica proviene il suo nome: Playa Esmeralda.

Prossimo Road Show di Cuba per Spagna, Portogallo e Italia Cuba annuncia il suo nuovo Road Show per Spagna, Portogallo e Italia allo scopo di promuovere la destinazione Cuba e i suoi prodotti nelle regioni più importanti di tutti e tre paesi, in particolare le sue bontà come destinazione di escursioni e circuiti legati alle città patrimoniali. L’azione promozionale darà una spinta anche all’emissione di turisti verso l’Isola, consoliderà i vincoli con tour operator e agenzie di viaggi e anche con i mass media. Dal 19 maggio all’11 giugno, attraverso 3.217 Km, la carovana si sposterà per le destinazioni di Valladolid, San Sebastian, Zaragoza, Barcelona, Valencia, Siviglia, Lisbona, Madrid, Milano, Genova, Roma, Pesaro e Reggio Emilia presentando il prodotto turistico cubano in ciascuna di esse.


24

ttc travel trade caribbean • anno IX numero 180 • maggio 2009

Press Tours si consolida nei Caraibe Press Tours si consolida come uno dei principali t.o. italiani preferiti dai clienti e dagli agenti di viaggio per l'area dell'arcipelago caraibico.

- A Cuba: due all'Avana (Palacio O'Farril e Palacio San Miguel), uno a varadero (Los Delfines), uno a Guardalavaca (Playa

- In Jamaica il Merril's beach; - A Roatan il Fantasy Island; - In Brasile il Casa de Areia a Jericoacoara.

la programmazione Press Tours in massima sicurezza e garanzia, sia per le quote che per le reali e sempre aggiornate disponibilità.

Sono i dati di fatturato e di movimentazione passeggeri a testimoniarlo: in un periodo che vede una contrazione della richiesta turistica generale, vedi ad esempio la riduzione del 25% dei voli con destinazione Caraibi, press Tours aumenta il suo fatturato di gennaio 2009 rispetto a gennaio 2008 del +10% e del +6% a febbraio 2009 rispetto a febbraio 2008.

Da oggi tra l'altro è possibile preventivare online e quindi pacchettizzare anche itinerari di viagigo utilizzando voli di linea, grazie alla certificazione Amadeus. Il 2008 ha chiuso con i seguenti dati: circa 65 milioni di euro di fatturrato e circa 60.000 passeggeri.

Da tenere presente per rafforzare questi numeri che anche a seguito della riduzione del prezzo del carburante, il costo medio per pratica si è abbassato rispetto allo stesso pacchetto del 2008.

Via G. Da Procida, 35/1 20149 Milano Tel. 02.34966264 Fax 02.34966666 promozione@presstours.it

Questi numeri testimoniano la bontà di la continua evoluzione, sia in qualità che in termini numerici, dei propri EXPLORACafé che ora sono:

Promozione Commerciale & Marketing Press Tours SpA

EXPLORACafé Palacio O´Farril

Pesquero), una a Cayo Largo (Ville Gran Caribe), una a Cayo Levisa (Ecolodge Cayo Levisa), i Giardini della Regina; - In Riviera Maya il Real Playa del Carmen ed il Tukan; - In Dominicana il Barcelo Premium;

Inoltre il sito www.presstours.it è oggi uno dei motori di ricerca tra i più tecnologicamente avanzati nel mondo del tour operating. Grazie a Chiara, il motore di ricerca del sito, è possibile visualizzare, opzionare, prenotare tutta


ttc travel trade caribbean • anno IX numero 180 • maggio 2009

26

Di Havanatur e i suoi programmi Sin dal 1978, Havanatur S.A., l’unico tour operator 100% cubano con ricettivo proprio gode di grande prestigio grazie alla professionalità che contraddistingue il personale, alla qualità dei prodotti e dei servizi e all’assistenza personalizzata.

Tra le sue offerte spiccano i programmi:

Havanatur TOUR & TRAVEL offre vari circuiti convenzionali con giorni fissi di partenza, senza minimo di passeggeri e per tutti i segmenti di mercato e tuttel le

• Recorriendo Cuba. Dieci notti, con partenza dall’Avana, Viñales, Cienfuegos, Trinidad, Manaca Iznaga, Camagüey, Bayamo, Santiago de Cuba e Baracoa.

• Color Café. Dieci notti, con partenza dall’Avana, Viñales, Cienfuegos, Trinidad, Topes de Collantes, Manaca Iznaga, Santa Clara, Remedios e Cayo Santa María.

• Tierra, Tabaco y Sol. Sette notti, con partenza dall’Avana, Viñales, Guamá, Cienfuegos, Trinidad, Villa Clara e Varadero.

Guamà

• Cuba Te Espera. Sette notti, con partenza dall’Avana, Viñales e Varadero.

modalità. Inoltre dispone anche di una gamma di escursioni, percorsi, passeggiate, gite per luoghi d’interesse storico, patrimoniale, culturale, architettonico e naturale.

• Por el Oriente Cubano. Sette notti, con partenza da Holguin, Bayamo, Santiago de Cuba, Baracoa, Pinares de Mayari e Guardalavaca.

• Patrimonio a la Carta. Sette notti per conoscere i pregi storici, patrimoniali, architettonici e culturali dell’Avana, Trinidad, Cienfuegos e Camagüey. Coco, Cayo Paredón Grande e Cayo Guillermo. • Valles y Mogotes. Oltre 220 Km di cicloturismo per la regione occidentale: Las Terrazas, Soroa, San Diego e Cayo Jutía.

Torre di Manaca - Iznaga

• Caribailando. Sette notti per imparare l’arte di ballare i ritmi popolari cubani. • Cuba, un destino atractivo para los observadores de aves. Nel trascorso di 14 giorni sarà possibile osservare gli uccelli in: Las Terrazas, Viñales, Najasa, Camaguey e negli isolotti Cayo

• Historia, Cultura y Montaña. 14 giorni in bicicletta, 550 Km per Bayamo, Marea del Portillo, Santiago de Cuba e Baconao. •Senderismo. Trekking in: Las Terrazas, Viñales, Santa Clara, Hanabanilla, Trinidad e Topes de Collantes. •Naturaleza y Patrimonio. Oltre 370 Km in bici per Cienfuegos, Santa Clara, Trinidad, Varadero e L’Avana. •Buceo en María la Gorda. Sette notti, ideale per i subacquei dilettanti ed esperti, fotografía e videofilm sottomarini.

Prossima apertura di Barcelò all’Avana Hotel Barcelò Habana Ciudad * * * * *

Localizzato sulla splendida 5ta Avenida, tra 78 e 80, nel municipio Playa dell’Avana, l’Hotel Barceló Habana Ciudad si trova a Miramar, la più importante località del Business a Cuba. L’installazione disporrà di 186 stanze sparse nei suoi sei piani con vista sul mare, sulla città o sulla piscina e anche di cinque ascensori. Ci saranno vari ristoranti, snack bar, caffeterie, bar, uno Spa. Sport e animazione completano l’offerta. E’ stato disegnato un servicio specialmente dedicato al segmento corporativo con alloggio differenziale ai piani superiori e check in personalizzato. Si aggiungono poi saloni di riunioni e un Business Center.


ttc travel trade caribbean • anno IX numero 180 • maggio 2009

27

Gaviota in Villa Baracoa Il Gruppo Turistico Gaviota S.A. ha nella città di Nuestra Senora de la Asuncion de

di camere climatizzate con bagno, televisione satellitare, cassetta di sicurezza e telefono.

L’accesso per terra alla città di Baracoa ha un grande fascino

fortezze coloniale che una volta proteggeva la città dall’assedio di pirati e corsari. Ci sono ancora le fortezze Matachín, La Punta e Seboruco o di Santa Barbara, devenuto l’hotel El Castillo e anche le torri di Joa e Caguase.

Hostal La Habanera

per il visitatore, perchè vi si giunge attraverso La Farola, un sorprendente viadotto con vari ponti che pendono sul vuoto. Villa Maguana

Baracoa, gli alberghi Porto Santo, El Castillo e La Rusa, rispettivamente di 60, 34 e 12 camere. Villa Maguana ne ha 16 e l’Hostal La Habanera, soltanto 10. Le cinque installazioni sono a tre stelle e dispongono

In genere, le installazioni mettono a disposizione dei clienti diverse facilitazioni, tra cui: ristoranti, griglia, snack bar, piscina, negozi, punto medico, noleggio auto e moto, parcheggio privato.

Il viadotto è considerato una delle Sette Meraviglie dell’ingegneria civile cubana. La città, poi, dispone di un aeroporto nazionale per aerei di media e piccola portata. A Baracoa si osservano ancora le vestigia del solido sistema di

CENTRALE DI PRENOTAZIONI Hotel Porto Santo, Carretera al aeropuerto, Baracoa, Guantánamo Tel: (53 21) 64-5339, 64-5106 / Fax: (53 21) 64-5339 reservasps@gavbcoa.co.cu / www.gaviota-grupo.com

Hotel La Rusa

Nella chiesa parrocchiale della città si conserva l’unica Cruz de Parra – primo simbolo cristiano che appare nell’isola e che fu collocata da Cristoforo Colombo nel suo viaggio di scoperta al Nuovo Mondo.


28

ttc travel trade caribbean • anno IX numero 180 • maggio 2009

Intervista in esclusiva per TTC dal Direttore Generale Andrea Bicchi di Space Tour Gruppo New Taurus Una delle novità di quest’anno è l’ inserimento monografico, il” T Cuba “ ideato da Cubainmente e fatto su misura per soddisfare le nostre esigenze rivolte ad un target giovanile compreso tra i 18 e 35 anni. Il T. Cuba prevede programmi flessibili che a cultura e tradizioni abbina un divertimento sano per i giovani, creando momenti di aggregazione pur rispettando la loro totale libertà, così ambita dai giovani. Quali sono le destinazioni caraibiche di Spacetour? Cuba che rappresenta il nostro core business…. – Giamaica – Repubblica Dominicana. Qual è il prodotto maggiormente proposto in Italia? Cuba con una crescita esponenziale per quanto concerne Giamaica e Rep. Dominicana. La destinazione Cuba occupa un posto rilevante nella programmazione di Spacetour? Sì, rappresenta il 35% del fatturato annuo. Potrebbe spiegare che sviluppo avete avuto sul prodotto cubano e come cambierà la modalità delle offerte? Lo sviluppo e’ stato esponenziale e negli ultimi due anni oltre alla crescita del numero di passeggeri trasportati; e’ sicuramente migliorato il prodotto in termini qualitativi, approfittando dei buoni cambiamenti attuati da Cuba. Cavalcando questa tendenza, abbiamo potuto investire su un prodotto sicuramente migliore.

Ci spiega come è prevista la programmazione Cuba per il 2009? (club italiani, tour, alberghi, soggiorno mare, altre modalità) La nostra programmazione prevede l’implementazione di tour che attraversano l’isola mirati all’avvicinamento alla realtà, tradizione, cultura e alla storia di questa splendida isola. Non abbiamo club ma utilizziamo le principali strutture presenti sull’isola che in alcuni casi, offrono la formula club. Sommariamente per politica commerciale, non vogliamo togliere il fascino al viaggiatore di vivere Cuba in modo naturale più vicina possibile alla realtà locale. Il nostro investimento si riconferma sulla zona di Holguin che unitamente alle altre località come Varadero, Santiago, Santa Clara, Cayo Largo e l’Havana, consentono maggior facilitazione di spostamento. Qual è l’operativo voli? Da quali città di partenza a quali d’arrivo?

Le compagnie utilizzate sono Livingston, Neos e BluePanorama con partenza dai principali aereoporti italiani tra cui Milano, Roma e Bologna raggiungendo le principali località turistiche de “l’ isla grande”: Santiago de Cuba, Holguin, Santa Clara, Cayo Largo ed Havana.

destinazione a cui recentemente abbiamo aggiunto, come vettore di linea la compagnia Iberia.

Potrebbe spiegare la politica di acquisto voli? Soddisfa l’aspettativa dei clienti? Le località turistiche scelte sono vicine all’aereoporto d’arrivo?

L’agenda prevede l’incontro con i nostri principali fornitori ed entità’ cubane con sviluppi che saranno resi noti durante FitCuba.

Si naturalmente cerchiamo di utilizzare le località e le strutture turistiche adiacenti agli aeroporti evitando lunghi trasferimenti, il servizio fornito dai vettori con i quali operiamo soddisfa le esigenze dei clienti considerando anche l’ottimo rapporto qualitaprezzo. La politica da noi seguita sulla base di un contingente a rischio di circa 350 posti settimanali, prevede fondamentalmente la copertura dai principali scali italiani precedentemente menzionati, offrendo un prodotto flessibile e soddisfacente. Il doppio scalo a Cuba su voli circolari permette infatti di programmare un prodotto valido inerente i tour, permettendo l’entrata da una città e il rientro dall’altra, evitando trasferimenti inutili e faticosi. La nostra politica, come menzionato, si avvale della collaborazione dei principali vettori italiani che servono la

La prossima fiera di turismo di Cuba a maggio (FitCuba) sarà il momento più importante del settore per l’isola.che agenda porta Space Tour all’incontro? Quali novità?

Infine la crisi mondiale si rifletterà sulle vendite del 2009? Sicuramente la crisi si sta riflettendo su tutti i settori nessuno escluso, ma non crediamo che il 2009 abbia risultati inferiori a quelli ottenuti nel 2008, sottolineando che la destinazione Cuba, per quanto ci riguarda, ha retto molto bene e sta’ dando ottimi risultanti anche in questo inizio 2009 dovuto anche dalla politica seria e tenace sia degli operatori che dell’ente del turismo che ha saputo sensibilizzare l’utenza con attenzione verso questa destinazione …enfatizzando i vari aspetti e promuovendo Cuba nel corretto e costruttivo modo, mettendo in luce le molteplici varietà di vacanza che questa isola puo offrire. Come pensa sarà il bilancio di quest’anno? Sono assolutamente positivo, bisogn, guardare avanti anche nei momenti più difficili l’ esperienza mi dice che essere ottimisti aiuta e paa sempre….!


30

ttc travel trade caribbean • anno IX numero 180 • maggio 2009

SuperFiesta Internazionale per i Single Presso il SuperClubs Breezes Bella Costa di Varadero, dal 6 al 12 settembre Programma Domenica 6 – BENVENUTO Gran Festa di Benvenuto nel Ranchón El Mirador • Parole di benvenuto • Presentazione dei Super Single 2008 • Presentazione del Gruppo di Animazione • Informazioni sul programma • Attività con musica ballabile dal vivo • Cena nel Ranchón El Mirador • Festa tropicale sulla spiaggia. Lunedì 7 - ANDANDO PER VARADERO, SPORT CityTour per Varadero, visita alla Fiera dell’Artigianato • Giochi Pazzi nella piscina • Gare • Cena nel Jimmy's Buffet • Serata "Fiesta de la Salsa" nel Night Club. Martedì 8 – INCONTRO CON L’AVANA CityTour nella città dell’Avana - Visita all’Avana Vecchia, Patrimonio Culturale dell’Avana Vecchia e L’Avana moderna dell’Umanità, e L’Avana Moderna • Cena nel Jimmy's Buffet • Show "Balletto Acquatico" • Festa del Pigiama nel Night Club. Mercoledì 9 – GRANDE GIORNATA CUBANA Grande Giornata Cubana al bar della piscina • Conga Orientale • Cena Cubana: L’Ajiaco, presentazione di cocktail tipici cubani: il saoco e la canchánchara • Musica tradizionale • Mostra con vendita di artigianato, sigari e rum • Giochi tradizionali • Musica tipica contadina dal vivo • Balli tradizionali • Cena Cubana nella Tavola Calda • Serata nel Cabaret Continental. Giovedì 10 - AVVENTURA NEL MARE Escursione Un giorno in alto mare e visita a Cayo Blanco •

Pranzo marinaro • Gare e giochi di animazione • Cena di Gala con l’aragosta nel Jimmy's Buffet • Spettacolo Romantico • Festa della Toga nel Night Club. Venerdì 11 – GIORNO ATTIVO Giochi pazzi sulla spiaggia • Gara Remo in kayak • Concorso di sculture di sabbia • Pallavolo, calcio, Singel vs. Resto del Mondo • Il Bikini più originale e scelta della Migliore Abbronzatura • Cena e premiazioni in El Mirador • Musica dal vivo con le ballerine • Svegli fino all’alba • Cantando e ballando nel Night Club. Sabato 12 - CONGEDO Scambio di numeri di telefono ed e-mail. Ci vediamo il prossimo anno! ...

Svelano monumento a Wifredo Lam Considerato il più universale dei pittori cubani, Wilfredo Lam (1992-1982) ha ormai il suo proprio spazio nel quartiere del Vedado, all’Avana. Una scultura appena svelata, denominata il “Volo Lam”, perpetua il suo ricordo.

pronto a volare, iconografia ripetuta nell’opera del pittore, la cui opera sintetizza l’essenza dell’identità cubana e caraibica. Alta sette metri e scolpito in bronzo, il monumento si regge su un’intelaiatura di 52 pezzi di molta complessità data la sua struttura. Un’opera dello scultore Alberto Lescay, che è il risultato degli impegni di 63 artisti i cui nomi sono iscritti su una placca. Conoscendo la psicologia popolare degli abitanti della capitale cubana c’è da aspettarsi che il centrico parco cittadino, oggi conosciuto semplicemente come “il parco di 14 e 15, per la sua ubicazione geografica, venga ribattezzato come “il parco di Lam”.

Inspirata in uno degli elementi recurrenti dell’universo pittorico di Lam, la scultura rappresenta l’immagine di un uccello


ttc travel trade caribbean • anno IX numero 180 • maggio 2009

32

Volo di Blue Panorama verso la Giamaica

Proposta di proteggere il turismo da parte di alberghieri dei Caraibi

con questa grande destinazione diventerà sempre più forte”. Brian Hammond, direttore del JTB per l’Italia, ha detto che è cresciuta notevolmente la richiesta per la giamaica e che il nuovo servizio soddisferà le richieste non solo Delegazione giamacaina con il suo capo John Lynch, presidente e direttore di Turismo del dei tour operator ma Jamaica Tourist Board, durante una visita negli anche di individui che uffici della Blue Panorama vogliono recarsi in giamaica per conto proprio. È confermato! A partire dal 10 Le immagini della delegazione maggio ogni domenica la Blue giamacaina guidata da John Panorama volerà su Montego Lynch, Presidente e Direttore Bay con partenza da Milano – del Turismo del Jamaica Tourist Malpensa e scalo a La Romana. Board, in visita presso gli uffici di Blue Panorama a bordo del Remo Della Porta di Blue Jamaica taxi. Panorama ha affermato che la compagnia aerea sta studiando Jamaica Tourist Board Italy per il prossimo inverno un altro Via Nazionale, 243 - 00184 volo da Roma. “Crediamo molto Roma, Tel. (+39) 06 48901255 nella giamaica e siamo fiduciosi www.visitjamaica.com / che la nostra collaborazione www.blue-panorama.com

Enrique de Marchena, Presidente dell’Associazione Alberghiera e Turistica dei Caraibi (CHTA), ha chiamato gli alberghieri a fare fronte agli attuali tempi di turbolenze con idee fresche mantenendo la qualità dei servizi oltre al fatto di esigere ai governi della regione di riconoscere e attuare politiche volte a

Lancio di album in America Centrale per promuovere il turismo Artisti dei sette paesi centroamericani, guidati dai fratelli Mejia Godoy di Nicaragua, hanno unito il loro talento per produrre un album che si intitola “Centroamerica, tanto piccola e tanto grande”. La produzione musicale servirà a promuovere il turismo nella regione e forma parte del progetto di marketing regionale “Molto piacere Centroamerica”.

Mejia Godoy e Luis Enrique, del costaricano Tito Oses e del panamense Romulo Castro. La maggior parte dei cantanti interpretano tutti insieme “Cantroamerica tanto piccola e tanto grande”. Il ultimo brano, dei fratelli Mejia Godoy, cerca di diventare una specie di inno al turismo che serva a promuovere la regione nei mercati internazionali.

Managua, Nicaragua

L’interesse dei ministri è che Centroamerica divenga una destinazione unica, regionale con particolare enfasi sui mercati europei. In tale senso è stato approvato il piano strategico di sviluppo turistico sostenibile per i prossimi tre anni e sono state definite azioni per spingere una strategia di turismo dentro la regione auspicata dall’Unione Europea. Centroamerica riceve ogni anno sugli otto milioni di turisti e nonostante la situazione economica internazionale ci sono prospettive positive. Così ha detto il ministro di Turismo di Honduras.

Conta anche sull’interpretazione del guatemalteco Alvaro Aguilar, di Kevin Martinez, di Belize, del salvadoregno Alex Oviedo, degli honduregni Guillermo Anderson e Moises Canelo, dei nicaraguensi Carlos Mejia Godoy, Luis Enrique

esistente è ricordare sempre alle nostre comunità locali e ai nostri rispettivi governi l’importanza che ha il turismo nelle nostre economie”. Bisogna che tutta la gente dei Caraibi ne prenda coscienza e porti questo messaggio proprio “alle sale dei governi

Isole Vergini Americane

proteggere il turismo come un’attività esportatrice. Marchena ha intervenuto nel Convegno dell’Associazione di Alberghi di Barbados come oratore invitato. “Il nostro compito è garantire che i nostri governi riconoscano l’importanza del turismo perchè il turismo è un’industria esportatrice e quindi si devono attuare le politiche governative, i regolamenti e lo stanziamento di risorse adeguati. L’unica forma di mitigare la situazione

e che questo approccio venga espresso mediante una politica che protegga le facilitazioni e i servizi che hanno a che fare con il turismo”. I paesi membri dell’Organizzazione del Turismo dei Caraibi (CTO) hanno registrato 23 milioni di arrivi nel 2007 e hanno incassato 22,6 mila milioni di dollari statunitensi. I paesi caraibici conformano soltanto l’1% della popolazione globale ma ricevono circa il 3-4% degli arrivi e delle spese del turismo mondiale.

Prossima apertura al pubblico di zona archeologica a Quintana Roo L’Istituto Nazionale di Antropologia e Storia (INAH) ha reso pubblico che fra due anni verrà aggiunto al circuito turistico-culturale uno degli insediamenti più importanti della cultura Maya, "Ichkabal", allo scopo di permettere l’acceso al pubblico.

Quintana Roo, Kohunlich

Attualmente si scavano due delle strutture principali e si aspetta che nel trascorso di questo anno

i lavori si estendano ad altri settori del sito per sapere la sequenza con cui si è avverato il processo di insediamento nella città e anche la funzione delle diverse costruzioni. Una volta venga portata a termine la prima fase del lavoro archeologico, il sito si aggiungerà ad un circuito turistico per le zone archeologiche della località. Così si aprirà una rotta culturale che tentativamente partirebbe da Bacalar pasando per Ichkabal, Dzibanché, Kinichná, Kohunlich e nell’avvenire anche per Chakanbakán. Questo riporterà grandi vantaggi agli abitanti locali.


ttc travel trade caribbean • anno IX numero 180 • maggio 2009

34

Secondo posto per il video promozionale di Dominicana alla ITB In occasione della 43esima edizione dell’ITB di Berlino, che si è tenuta dall’11 al 15 marzo scorsi, la Repubblica Dominicana ha partecipato con il proprio nuovo video promozionale, realizzato dall’agenzia spagnola Made in Spain, al concorso riservato alle campagne pubblicitarie di turismo. Il video, che in linea con la nuova comunicazione e il nuovo pay-off, puntava a mostrare in un’atmosfera sognante e ariosa aspetti noti e meno noti del Paese, ha ottenuto il secondo premio tra i Paesi dell’America Latina e dei Caraibi, distinguendosi

dei Tainos e della cultura che si respira in Capitale all’adrenalina di sport estremi come il kiteboarding, il rafting e il parapendio.

Punta Cana

per il suo stile e la sua fresca eleganza tra oltre 300 annunci pubblicitari, provenienti da un totale di 187 Paesi. Dal mare spettacolare di Punta Cana con

le sue spiagge bianchissime e il mare turchese alla natura incontaminata della costa sud, dal fascino della storia precolombiana con i graffiti

Il Ministro del Turismo dominicano, Francisco Javier García, in occasione dei festeggiamenti per l’assegnazione del premio ha annunciato l’apertura di nuovi uffici dell’Ente del Turismo della Repubblica Dominicana, tre delle quali in Europa (a Mosca, Stoccolma e Praga) e sei negli Stati Uniti, all’insegna della nuova strategia che punta a raggiungere nuove nicchie di mercato e mantenere dinamico il settore nel Paese.

Un matrimonio da favola

Il sapore più autentico di Dominicana

Un matrimonio da favola o una luna di miele fuori dal tempo? Se è questo il desiderio, è possibile scegliere di sposarsi o di trascorrere la luna di miele in Repubblica Dominicana, magari abbinando una visita alla capitale Santo Domingo, tra edifici coloniali dell’epoca colombiana e locali moderni, e una vacanza di sole e mare,

La Repubblica Dominicana vista “dal vero”, a contatto diretto con gli abitanti del Paese e lontano dagli itinerari turistici tradizionali. Un percorso di esplorazione e conoscenza della cultura, delle tradizioni, delle bellezze naturali che mette al primo posto la possibilità di contribuire concretamente allo sviluppo sostenibile dei luoghi visitati, a cominciare da un’equa remunerazione dei servizi locali: è questa la proposta che Viaggi Solidali offre a tutti coloro che desiderano un viaggio “fuori dal comune”.

strutturati ad hoc per avere il tempo necessario di assaporare

Viaggi Solidali è una cooperativa che opera da anni nel settore della solidarietà internazionale. Da qualche tempo è attivamente impegnata nell’organizzazione di viaggi con l’obiettivo di favorire il turismo responsabile e di portare sul territorio l’attenzione a tematiche di educazione allo sviluppo sostenibile del sud del mondo.

Tutte le proposte sono dedicate a persone che desiderano entrare in contatto diretto con la realtà dominicana e partecipare attivamente a progetti creati dalle ONG per uno sviluppo sostenibile del territorio.

delle attrazioni, la spettacolarità dei luoghi e il calore della popolazione fanno sì che i viaggi di nozze siano un’esperienza indimenticabile. Fondata nel 1496 da Bartolomeo Colombo, fratello del navigatore Cristoforo, Santo Domingo è la più antica città del continente americano.

Santo Domingo

coccolati dalla brezza in uno dei resort sulla costa. Per chi desidera un matrimonio o un viaggio di nozze fuori dall’ordinario, la Repubblica Dominicana è il luogo ideale per realizzare il sogno di una vita. La maggior parte dei resort offre pacchetti ad hoc per le coppie che desiderano suggellare il loro amore ai Carabi con una cerimonia in stile locale. Inoltre, la varietà delle attività sportive e

Per ottenere la licenza di matrimonio è necessario essere in possesso del passaporto, di un certificato di nascita e di un affidavit che documenti lo status di celibato o di un atto di divorzio. Questi due documenti devono essere in lingua spagnola e possono essere richiesti al consolato dominicano più vicino alle città degli sposi. Sono necessari anche due testimoni che, se stranieri, siano in possesso del passaporto.

Quelli proposti da Viaggi Solidali sono percorsi turistici costruiti secondo i principi della Carta d’Identità per i viaggi sostenibili di AITR (Associazione Italiana Turismo Responsabile), gli itinerari

il gusto dell’incontro con la gente, la bellezza della natura e la conoscenza della cultura e delle tradizioni.

Soggiorno mare a Las Galeras (partenze individuali e viaggi di nozze): Quote a partire da 1.390 euro a persona Santo Domingo, Ruta del Cafè e soggiorno mare (16 giorni/14 notti): Partenze il 31/07 e il 08/08 Quote a partire da 1.875 euro a persona

Per ulteriori informazioni: Ente del Turismo della Repubblica Dominicana, Piazza Castello, 25, 20121 Milano, Tel. 02 8057781 www.godominicanrepublic.com


/ttc-180-fitcuba09-web-italiano  

http://www.traveltradecaribbean.com/pdf/ttc-180-fitcuba09-web-italiano.pdf

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you