Rivista "Tradizione Famiglia Proprietà", marzo 1997

Page 1

Anno 3, n. 7 - Marzo 1997 Sped. in Abb. Post. Comma 27 Art. 2, Legge 549/95 - ROMA

Un eco che non si spegne: ''Il Crociato del secolo XX''

Sala del Baldacchino di Palazzo Pallavicini. In prima fila , le LL. Eminenze Rev.me i Cardinali Paul Mayer, Opilio Rossi e Pio Laghi. A s.: S.A.R. Don Carlo di Borbone. A d.: S.A. il Principe Enrico d'Assia e mons. Alvim Pereira.

P

rosegue in Italia la diffusi(J11 e dell" opera del prof. Ro be rto de Matte i. Il

Crociato del secolo XX: Plinio Correa de Oliveira. pubblicato l' anno

scorso dalla Piemme.

Palazzo Pallavicini a Roma li 3 dicembre 'ii è svo lto nell a

Sala del Baldacchino di Palazzo Pallavicini il convegno internazionale ·' I valori perenni nel caos contemporaneo'· . All' evento. promosso per iniziati va della principessa Elvina Pall av icini . sono interve nuti S.A. I.R . l' arciduca Martino d'Austria. nipote dell ' ultimo imperatore d'A ustri a-U ng heria. il rev. don Cri ~tian Charlol. già ,egretario de lla

Pontificia Accademia per la Vita. e il prof. Roberto de Mattei. Durante il convegno è stato presentato il li bro // Crociato del secolo XX. In apertura dei lavori. il marchese Lu igi Coda Nunziante ha ricordato un altro con vegno. tenutosi ne lla stessa sa la nel 1993. per la present ,11 ione cie l libro ciel prof. Plinio Correa de Ol iveira NolJilrà ed


élites tradizionali analoghe. " Quel co nveg no", ha spiegato, "ebbe grande eco in Italia e all 'estero" . Rivolgendo un appello ai nobili romani ivi presenti, l'oratore ha sottolineato: " Si amo uo mini c he, in spirito di servizio, non si stancano di combattere in difesa dei princìpi e delle istituzioni della Civiltà Cristiana.( . . .) È a questo appello ideale, l'appello ad una difesa dei valori minacciati dal caos contemporaneo che si ricollega il nostro incontro di oggi" .

Hanno onorato il convegno con la loro presenza le LL. Emine nze Rev.me i cardinali Opilio Rossi, Paul Augustin Mayer e Pio Laghi, mentre i cardinali Alfons Maria Stickler e José Casti Ilo Lara hanno inviato calorosi messaggi di adesione. Tra i numerosi prelati , mons. Francese Colasuonno, nunzio apostolico in Italia, e mons. Custodio Al vim Pereira, arcivescovo emerito di Loure nço Marques-Maputo. Numerosissimi i membri dell 'alta nobiltà romana ed europea, tra cui S.A.R. Carlo di Borbone; S.A. il principe Enrico d' Assia; il Balì barone Felice Catalano, gran cancelliere dell'Ordine di Malia: il Balì frà Franz von Lobstein. gran priore dell'Ordine di Malta; il principe Sforza Ru spoli ; il principe Paolo Boncompagni Ludovisi; il principe Carlo Massimo; il principe Barberini ; e il principe Massimo Lancellotti. Rappresentavano le TFP il doti. Luiz Nazareno de Assumpçao, vicepresidente della TFP brasiliana. e il dott. Caio Xavier da Silveira. della TFP francese. A conclusione del suo coraggioso intervento, il rev. don Cri stian Cha rlot ha invitato i presenti a " pre ndere la spada di San Paolo della verità ~e r tagliare la testa degli errori. (. .. ) E necessario recuperare lo spirito delle croc iate per li berare non pi ù la Gerusalemme terrestre dalle invasioni dei barbari. ma la cristianità minacciata mortalmente e pe netrata quasi interame nte dallo spirito anticristiano·· . " Tra gli uomini che in questo secolo hanno incarnato i valori perenni in cui crediamo", ha dichiarato il prof. de Mattei, " Pli nio Correa de Oliveira può essere definito la perso-

Napoli: nella stessa sala dove il Dottore Angelico teneva le sue lezioni di teologia.

nificazione della Civiltà Cri stiana" . Chiudendo il suo intervento, ha poi affermato: ·' Sì, ancora una volta la Chiesa, santa, cattolica, apostolica e romana restituirà al mondo la sua civiltà, all 'Europa la sua tradizione, alla nostra patria la sua fede, al nostro tempo un avvenire di speranza e cli gloria" .

Padova, Genova, Firenze, Benevento

Napoli e Parma

B aldin cieli ' A ssoc iazione Difesa

Il 29 novembre. all a presenza di S.E. Rev.ma mons. Custodio Alvim Pereira, si è tenuto a Napoli presso l'I stituto Fil oso fi co S. T ommaso d 'Aquino un convegno di presentazione de Il Crocia to del secolo XX: Plinio Correa de Olil'eira. La sede non poteva essere più simboli ca: la stessa sal a dove il Dottore Angeli co teneva le sue lezio ni di teologia.

A Genova il libro è stato presentato nella sede del!' Associazione Italo-Americana, dove hanno parlato don Vittorio Mazzucchelli dell'Istituto Cristo Re Sommo Sacerdote. la contessa Elena Caccia Dominion i e il prof. Roberto de Mattei.

Per iniziativa del Centro Culturale Sebastiano Yenier il 5 dicembre a Padova si è svolto un convegno presso il circolo del Casino Pedrocchi. Hanno parlato il dotl. Maurizio Saya, capogruppo di AN al consig li o comunale, la prof.ssa Vittorina Famiglia e Julio Loredo. della TFP.

Hanno parlato il marchese Luigi Coda Nunziante, Juan Miguel Montes dell' Uffi cio Tradi zione Fami g lia Pro p ri e tà (TFP ). il pro f. G iovanni Turco dell a Po ntificia Accademi a S. T ommasso cl' Aquino, e l' autore. iI prof. Roberto de Mattei. Tra i presenti , il conte Renato Paternò. gran priore dell' Ordine di Malta per Napoli e Sicilia

Un altro convegno per la presentazione del libro Il Crociato del secolo XX: Plinio Correa de O/il'eira si è svolto nella Sala Rossa del Palazzo Medici-Riccarcli a Firenze. per iniz i a ti va d e l C DU - C C D d e lla provincia in collaborazione con 1· Anti ' 89. Hanno presentato l' opera il prof. Massimo de Leonardis dell'Università Cattolica di Milano. il dott. Maurizio Rossi. consigliere comunale di AN. e il proL Enrico Nistri. giornalista e scrittore. Ha coordinato i lavori il prof Pucci Cipriani.

Il giorno success ivo il libro è stato presentato a Parma. nella magnifica Abbazia benedettina di San Giovanni Evangelista. Hanno parlato il prof. Giovanni Torti dell 'U ni versità di Parma. il prof. Corrado Cami zzi e l' avv. Stefano Nitoglia ciel Centro Culturale Lepanto.

11 I O dicembre la presentazione si è tenuta a Benevento. presso la sa la dell a bibli otec a comunale. Sono intervenuti Padre Antonio di Monda. il prof. Corrado Gnerre cieli' Uni versità d i Cass ino e il dott. C laudio Bernabei. ciel Centro Culturale Lepanto. •

2 - TRADIZIONE FAM IGLIA PROPR IETÀ/ MARZO 1997


Brasile

'a

o

cc a o

rt

G

razie all ' immediata reaz ion e s uscitata da ll a campag na O A11w11hc7 de Nossos Filhos (L'Avvenire dei Nostri Figli), una iniziativa della Società Brasiliana per la difesa della Tradizione Famiglia e Proprietà TFP, è crollato l'ennesimo te ntativo di ampliare la depenalizzazione del!' aborto in Brasile. Capeggiato dal deputato Edoardo forge. del Partito deg li Operai (PT, di orientamento marxista), il gruppo parlame ntare dell a sinistra aveva subdolamente alterato l'agenda de lla Comm iss io ne G iustizia de lla Camera dei Deputati per introdurre ne l corso della mattinata una votazione sul Progetto di Legge aborti sta 20/9 1, me ntre i de put ati anti -aborti sti, ignari del pericolo, erano asse nti . Per fortuna. c·ern in au la il direttore dell'ufficio della TFP a Brasfli a, c he h a s ubito c hi amato a l cellulare il deputato Salvador Zimbaldi (PSDB). Ri entrato in fretta dall 'aeroporto, l' on. Zimbaldi ha chiesto "vistas", cioè una verifica del Progetto, il che ha praticamente forzato la Commissione a ri mandare la votazione di tre giorni . Yisibilmen te arrabbiato , l'o n J osé Genoino (PT), ha apostrofato il collega: " Tu arri vi sempre nell ' ora sbagliata! Soltanto per seccarci! T u porti sfortuna! " Ma questa provvidenziale frenata ha permesso alla TFP brasiliana di mettere in movimento un ' ampia campag na contro il progetto, che è andata a sommarsi agli sforzi cl i altri movi menti e personali tà.

Manifesti e valanga telefonica Il giorno dopo, i responsabi li de lla campagna O Amanhcì de Nossos Filhos pubbl icavano sul Correlo Bro ;.iliense un .., A ll e rta a ll a Nazione cli fronte al tentativo subdolo di ampliare I" aborto nel nostro

paese" . Nel riquadro a pagina 4 ne sono riportati alc uni brani . Pa rall e la mente , co n la campag na Vi11de Nossa Se11hora de Fati111a!. un' altra iniziati va del la TFP brasiliana (vedere pag. 7), veni va pubblicato un manifesto sul Jomal de Bras(/ia, invitando i deputati , i senatori e l'opini one pubblica a fare muro contro i d i ve r s i progetti abortisti alla Camera e al Senato.

L'on. Magno Bacellar (a d.) col rappresentante dell'ufficio della TFP a Brasilia: "Siete riusciti a seppellire questo disegno di legge, avete sollevato il problema di coscienza e quando si tocca la coscienza, diventa difficile discutere qualsiasi cosa in questa Camera"

Con i manifesti la TFP riusciva ad attivare i suoi s impatizzanti in tutto il territorio nazionale. invitandol i a telefonare e inviare fax di protesta alla Camera de i Deputati . Come ri sultato, sull a Commiss ione Costituzio ne e Giustizia si abbatteva una "valanga" telefonica di tale portata, da mandare in tilt i centralini. La segretaria della Commissione ha poi confessato al rappre sentante de ll a TFP: " Da ll a mattina alla sera non faccio altro che rispondere alle vostre te lefonate e fax! " Allora hanno cominciato a levarsi anche altre voci. Deputati, auto rità re li g iose e c iv ili ha nn o iniziato a protestare contro questa manovra della sinistra. Il presidente del Movimento per la V ita, Humberto Lea! V ieira, riceveva una lettera del presidente della conferenza epi scopal e bras ili a na. Cardinale Moreira Neves, che, seppure non ripresa dai giornali , veni va poi distribuita all ' ingresso della Camera dei de putati. Un Vescovo, mons. Pestana di Anàpolis. vi si è presentato di persona per denunciare la manovra abortista in atto, mentre di versi altri hanno protestato te lefo nicamente.

Il colpo di grazia A lcuni deputati, anche se persona lmente contra ri all 'aborto, avevano dichiarato che avrebbero votato per il Progello, vista la sua costituzionalità. Per confuta re l'errore, la TFP è riuscita ad olle nere gli autorevoli pareri di 9 esperti tra magistrati e giuristi , che dimostravano l' incompatibilità del disegno di legge con la costituzione brasiliana. I pareri veni vano comunicati via fax ai I00 deputati della Commissione G iustizia; tra i firmatari anc he il don. Celso Bastos. presidente dell'Istituto Brasiliano cli Diritto Costituzionale. È stato il colpo cli grazia. Rotta l'artificiosa cappa cli silenzio e presi in contropiede, gli abortisti ha nn o do vuto fa re m arc ia indietro. Il giorno in cui era prev ista la votazione, l' 11 dicembre. la seduta de lla Commissione è durata soltanto un minuto. In fatti. dava nti al cli ma incandescente innescato clal1" a l Iarme anti abortista in tutto i 1 paese. la re latrice Zula iè Cobra chiedeva subi to cli postic ipare la votazione del disegno cli legge colla scusa di introdurv i alcune modifi-

TRADIZIONE FAMIGLIA PROPRIETÀ / MARZO 1997 . 3


Denuncia alla nazione del subdolo tentativo di ampliare l'aborto nel nostro paese La campagna O amanhéi de nossos filhos, con 40 mila aderenti e una rete di simpatizzanti che si estende a più di 3000 città brasiliane, manifesta energicamente quanto segue: * PROTESTA contro la forma subdola con cui si è tentato, martedì mattina, di far approvare il disegno di legge abortista 20/91, del deputato Edoardo Jorge (PT/SP), in seno alla Commissione Costituzione e Giustizia della Camera dei Deputati.(. .. ) * ALLERTA la Nazione sui rischi di una precipitosa approvazione del disegno da parte della suddetta commissione in sede deliberante. Ciò significa che un argomento di tale portata, che comporta risvolti religiosi e morali della massima gravità per la coscienza cristiana dei brasiliani, ha serie possibilità di essere messo direttamente ai voti nel Senato, senza venire discusso dalla Camera in seduta plenaria. Un'altra possibilità è che venga introdotto all'improvviso nella plenaria della Camera, senza dare al pubblico il tempo di prepararsi per manifestare il suo rifiuto. * SEGNALA le gravi conseguenze di una legge che, col pretesto di regolamentare casi di aborto non punibili dal codice penale vigente, apre le porte ad ogni genere di abusi e frodi. Ad esempio, la struttura ospedaliera pubblica sarà costretta a praticare l'aborto su sollecitazione di donne che si dichiarino vittime di stupro. Come "prova" di tale stupro, l'unica esigenza sarà la presentazione di un verbale di polizia che qualsiasi donna potrà ottenere, perchè basterà che va da a un commissariato e si dica ''violentata". Così, questo crimine abominevole, attualmente compiuto in modo ufficiale soltanto in un numero limitatissimo di ospedali, si allargherà a t utto il Paese, pagato con i soldi delle nostre tasse. * DENUNCIA la meta finale degli abortisti che intendono arrivare, passo dopo passo, alla liberalizzazione totale della strage degli innocenti in qualsiasi momento della gestazione, secondo le modalità denunciate dal prof. Plinio Correa de Oliveira nel suo libro ''Progetto di Costituzione angustia il Paese" (Ed. Vera Cruz, Sa.o Paulo, 1987). Tale intenzione è insinuata dalla relatrice, la deputata Zulaie Cobra, per la quale "il presente disegno di legge è un primo passo". * RICORDA al pubblico la lettura del libro-denuncia "Aborto: 50 domande e 50 risposte in difesa della vita dell'innocente" distribuito in Parlamento a t utti i deputati. In questo libro, ampiamente documentato, le fallacie abortiste sono analizzate e confutate una ad una. * INVITA i nostri connazionali, in quest'ora in cui si giocano le vite di milioni di innocenti, a rivolgere i loro sguardi alla V ergine Madre Aparecida, regina e patrona del Brasile, chiedendole di allontanare dal Paese questa calamità. La imploriamo di non permetter e mai che, sul nostro suolo catechizzato da santi, dissodato da eroi e ben edetto dallo zelo apostolico di un Anchieta, venga legalizzata la strage a sangue freddo , nel grembo materno di creature i13:nocen~i e indif<:se. 11 sangue di questi innoce~ti griderà al Cielo e mvochera vendetta al cospetto di Dio se in Brasile una tale mostruosità dovesse diventare legge' dello stato. San Paolo, 27 novembre 1997 4 • TRADIZION E FAM IGLIA P RO PRIETÀ / MARZO 1997

Il deputato comuno-abortista Edoardo Jorge getta uno sguardo preoccupato sul manifesto della TFP, distribuito in aula.

che. Proposta c he è stata subito concessa dal preside nte della Co mmiss10ne . Bisogna dire c he il disegno non è stato ancora sconfitto alla Camera; la sua votazione è stata soltanto posticipata, ma mo lto difficilmente potrà essere ripetuta la antide mocratica manovra di farl o passare alla chetichella. Quindi , le prospe tti ve di una successiva messa in guardia dell ' opinione pubblica e delle autorità responsabili sono eccellenti.

Il requiem provvisorio per il Progetto ve niva pronunc iato d all ' o n. Magno Bacellar (PFL) che. ricevendo il direttore dell' uftìcio TFP di Brasflia, dichiarava di considerare ormai perso il round per la sinistra: '' Avete vinto! Voi siete riusciti a seppellire questo disegno d i legge solle va nd~ il problem a di coscienza e quando s1 tocca la coscie nza, dive nta difficile discutere qualsiasi cosa 111 questa Came ra" .

Rettifica A pagina 5 del numero di novembre di Tradizione Famiglia Proprietà, veniva data notizia della solenne Messa in suffragio del Prof. Plinio Correa de Oliveira, celebrata dall'abbé Franck Quoéx nella chiesa di Santo Spirito in Sassia, a Roma. La parte musicale. secondo l'articolo era stata curata dai "coristi della Capp~lla Sistina diretti dal Maestro Aurelio Porfiri". Si è trattato però soltanto di alcuni coristi della detta Cappella, che a titolo meramente personale l1anno interpretato una Messa di Bartolucci.


Cile e Argentina

Significative vittorie sugli oltraggi blasfen1i

L

a recente polemica sulla provocatoria locandina del film Lany Flint, oltre lo scandalo - tanto contestata da associazioni come Famiglia Domani e SOS Ragazzi - mette a fuoco un proble ma ogni giorno più pressante in Europa e nel mondo: l'aggressione morale porno-blasfema.

Aggressione porno-blasfema: strumento della rivoluzione culturale Da te mpo siamo bomba rda ti da un a o nnipe rvadente propaganda che non esita a servirsi della pornografia e degli oltraggi blasfemi pe r attirare l' a ttenzione del pubblico. Canzoni, spe ttacoli , cartelli , film, copertine di ri viste sembrano gareggiare tra di loro per un discutibile " primato": quello de lla beste mmia e della sconcezza. Perfino Roma, città santa del Cri stianesimo, viene regolarmente (ed impune me nte) infan gata da questa propaganda. Considerati isolata me nte questi fatti sembrano non aver alcun legame tra loro, m ero frutto della spregiudicata avidità di certe azie nde, o della m ente esaltata di qualche artista. Invece, visti nel loro insie me, come chiaramente dimostra il libro della TFP spagno la Spagna anestetizzata , essi si inquadrano in una vera e propria offensiva - a volte assai articolata - che utilizza questa agg ress io ne po rno-b lasfe m a come strume nto di una rivoluzione culturale mira nte alla disgregazione morale e spirituale della società. Aggiornando certe tattiche del vecc hio anticle ricalismo carbonaro, questa agg ressio ne divampa senza in co ntra re reaz ioni importanti. Troppi catto lic i sono para li zzati . tanto c he molti oppongono soltanto

la res iste nza dell ' inerzia. Se mbrano pensare che ormai sia troppo tardi per arginare il torrente in piena e si rassegnano a farsi travolgere dagli avvenimenti. Invece, dall ' Americ a d e l Sud c i g iunge l' incoraggiante notizia di due significative vittorie contro la porno-bestemmia. Queste vittorie dimostrano c he, uniti e In difesa dell'onore di Nostro Signore Gesù Cristo e della Chiesa Cattolica fac e ndo e fficaceme nte sentire la loro voce, i posero ricorso " in di fesa del\' onore ca tt o li c i poss ono v incere sulla di Nostro Signore Gesù Cristo e setta c ulturale dei pornocrati e de i della Chiesa Cattolica" , e ·'contro beste mmia tori. g li atti e le minacce arbitrarie ed illegali c he attentano contro ( ...) Brillante iniziativa in Cile l'onore e la libertà di coscie nza" dei cile ni. Sottolineando la fondamenQuando nel 1986 approdò in C ile tale illegalità dell 'atto dell 'organo il film " L' ultima te ntazione di Cridi val utazione, i rappresenta nti lesto", l'indignazione dei cattolici salì ga l i de ll 'assoc iazio ne c hi esero alle stelle. Facendosene eco, l' appo" ri spe tto e protezion e del l ' o nore sito organo di valutazione cine matod ella pe rsona di Cristo, come Dio e g ra fi ca sente n ziava di proibire come uomo". " l'importazione e proiezione" del L' iter giudiziario si è concluso lo film. Nel 1989 la Corte di Appello scorso 20 gennaio con una brillante confermò questo pronunciamento. vittoria di Porvenir de Chi/e. ConsiL' anno scorso però, sempre lo stesso derando che " il film offe nde, avviliorgano faceva dietro front e, senza sce e de nigra no n solo Cri sto ( . . .) dibattito pubblico, revocò a sorpresa la sua sentenza. ma anche coloro che fonda no la loro fede sul C risto Rede ntore e Dio", la Questa mossa, peraltro illegale settima sezione della Corte di Apdato che l'organo non ha la facoltà pello di Santiago decideva all ' unadi rivedere autonomame nte i suo i nimità di " accoglie re il ricorso", atti , pe r no n parlare po i di una senconfe rmando come d e finiti vo il te nza della Corte di Appello, veni va pronunc iamento del 1986. subito contestata in sede g iudi ziaria dall 'assoc iazio ne El Porvenir de In pratica, questo verdetto coChi/e (L'Avvenire del Cile), un· inistringe r Uniteci lnternationa! Picziati va ispirata dalla TFP cilena. t u re s. di s trib utri ce d e l film , ·· In nome e per conto di Nostro all ' immediata sospe nsione di qualS ignore Gesù Cristo. de lla Chiesa siasi spettacolo. nonché alla distruCatto lica ( .. . ) e d i se stessi", g li zione di ogni copia esistente in tutto avvocati d i Porvenir de Chi/e inte ril territorio cileno. (a pag.. 6)

TRADIZIONE FAMIGLIA PROPRIETÀ / MARZO 1997 - 5


(dall a pag. 5)

TFP: altra vittoriosa campagna in Argentina Ma la bestemmia non ha fro ntiera. Mentre in Cile l'organo di valutazione dei fi lm te ntava il suo clamoroso voltafaccia, in A rgentina la TV Space inseriva di nascosto il film blasfemo nel suo palinsesto serale. La reazione della TFP argenti na era immediata. In meno di 24 ore inviava una lettera ali' Arci vescovo di Bue nos Aires. Cardinale Quarracino, al Presidente della Repubblica, alla Confere nza Episcopale e ai mass media, manifestando il suo profo ndo ripud i o di que s t a " b es t e mmi a pubbli ca" contro Nos tro Signo re Gesù Cristo. La TFP mobilitava ino ltre la sua rete di amici e collaboratori, i quali iniziavano veglie di preghiera e campagne pubbliche per la distribuzione della lettera, insieme ad uno studio critico sul film. Soltanto nella capitale, Buenos A ires, veni vano d istribuiti 50.000 volantini. Il centralino della TV Space veni va mandato in tilt da telefonate e fax d ' indignazio ne, secondo quanto a mme tteva lo stesso d iretto re, Domingo Di Nubila. Fi nalmente, dopo l'inte rve nto della C uria di Bue nos Ai res, TV S pace si vedeva costre tta a rima ndare sine die la proiezione de l pole mico fi lm . In una confe re nza sta mpa. Di Nubila dic hiarava di aver fatto marcia indietro, tra l'altro, pe r le pressioni di "gruppi trad i z io n a I i s ti co m e Tradiz i o n e Famig lia Proprietà".

Sul tetto del mondo Membri dell' Aeterni Patris Cultura! Centre, organizzazione consorella delle TFP, spiegano il loro stendardo a Kathmandu, capitale del regno di Nepal, nello Himalaya centrale. L'Aeterni Patris Cultura! Centre è attivo in India, specialmente negli stati a maggiore concentrazione di cattolici, come Goa e Kerala, e a Bombay.

Italia

Un'altro studio su Plinio Correa de Oliveira

D

opo la biografia sulla straordinaria figura del prof. Plinio Correa de Oliveira ad opera di Roberto de Mattei, è stato pubblicato di recente un secondo lavoro sul noto leader e pe nsatore cattolico brasiliano: Pli-

nio Correa de Oliveira, Apostolo della Contro-Rivoluzione. Edito da Allean za Catto lica

(Sezioni del Sale nto), con questo libretto di 48 pagine gli autori ripropongo no il s uo Testa me nto spirituale , no nché alcuni a rticoli sulla sua vita e il suo pensiero, al fine di onorare la me moria di questo eccezionale "viT catho lic us" contemporaneo. Nel suo saggio " Correa de Oliveira contro la Ri voluzione" , G io-

6 - TRADIZIONE FAMIGLIA PROPRIETÀ/ MARZO 1997

vanni Cantoni, reggente nazionale

cli Alleanza Cattol ica, spiega che Plinio Correa de Oliveira è " una fi g ura e m ine nte de lla scuo la di pensiero e d' azione della ControRivo luzio ne catto lica del secolo XX". Il fascicolo è corredato eia una bibliografia dei suoi scritti in italiano , sia libri che articoli.


Brasile

Impressionante crescita della devozione alla Madonna di Fatima

N

el 1993, per iniziativa del prof. Plinio Correa de O liveira, la TFP brasiliana avviò la campagna " Venite Madonna di Fatima, non tardate! " allo scopo di diffondere p iù capillarmente la devozione ed il messaggio della M adonna di Fatima. L ' iniziativa inte ndeva inoltre mobilitare la rete di simpati zzanti e collaboratori de lla TFP in tutto lo sterminato territorio di questo paese-continente. Oggi, quattro anni più tardi, ad un primo bilancio i risultati della campagna non possono che essere definiti impressionanti. Ecco qualche numero:

* 32.500.000

pieghevoli distri-

buiti

* 830.000 ade re nti

* 1.9 10.000 libri venduti * 300 lettere di adesione al oiorno b

Come sappiamo, la Madon na è apparsa nel 19 17 in Portogallo a tre pastorelli e, tramite loro, al mo ndo

intero. Ella li ha incaricati di comunicare all'umanità la sua profonda afflizione d inanzi ali' empie tà ed alla corruzione degli uomini. Se questi non si e menderanno, aggiungeva la Santa V ergine, seguirà un teITi bi le castigo. Gettando uno sguardo profetico sul secolo XX, la Madonna predisse la fine della I gue1n mondiale, l'avvento del comunismo in Russia, la II gue rra mondiale e il dilagare dell ' espansionismo sovietico. Ma predisse anc he il trionfo del S uo Cuore Immacolato a conclusione di questi castighi, Il successo dell'ini ziati va della TFP è una c lamorosa d imostrazione del tremendo vuoto spirituale lasciato in Brasile dalla teologia della liberazione. c he si prete ndeva ·· popolare". D i fatto però il popolo se n'è te nuto a debita distanza. E nella misura in cu i s i svuotavano le chiese, prosperavan o le s e tte protestanti .

Il s uccesso dalla cam pag n a " Venite Madonna di Fatima" sta inoltre a dimostrare che il popolo brasiliano resta cattolico e mariano. E che quindi ri mane insensibile alle p redi c he rivol u zionarie. mentre preferisce fars i attra rre dalla p ietà tradizionale. La campagna promuove anche il pellegrinaggio d i una statua della Madonna d i Fatima, copia d i q uella c he p ia nse miracolosamente a New Orleans negli Stati Un iti nel 1972. Il passaggio della Madonna è sempre salutato da grandi rad uni e convegni maria ni.

li libro sulla Madonna è disponibi le gratuitamente in italiano. Coloro c he ne desidera no copia. possono ri vo lg e rs i a ll' Uffic io Tradizione Famigl ia Proprietà di Roma.

Belo Horizonte, Brasile: un convegno di partecipanti alla campagna "Venite Madonna di Fatima!" A d.: pe!!egrinaggio della statua della Madonna a Sao José do Rio Preto, promosso dal Vescovo, Dom José Aquino Pereira .

1ì-adizione Famiglia Proprietà Pe riodico trimestrale d' informazio ne sulle associazioni per la di fesa de lla Tradizio ne. Famiglia e Proprietà - TFP (a cura de lla Fondazione pe r una Civillà Cristiana )

Dir. Resp. Alberto Carosa Anno IIJ, n. 7 - Marzo 1997 Redazio ne e amministrazio ne: Via Ruggero Fauro, 84 - 00 197 Roma Te l.: 06/8072024 C.C. P. n. 33805003 Aut. Trib. Ro ma n.9095 de l 22-02-95 Spedizione in abbonamento postale Comma 27, Art. 2. Legge 549/95 - ROMA Abboname nto annuo: L. 5.000 Stampa: Gra fica AELLE Via Va lsugan a, 15 - 20139 Milano

TRADIZ IONE FAMIGLIA PROPR IETÀ / MARZO 1997 - 7


Chi • sianio. noi?

e

hl siamo noi? Siamo quelli che non piegano le ginocchia, e nemmeno un solo ginocchio davanti a Baal. Quelli che hanno la Vostra Legge scolpita nel bronzo dell'anima, non permettendo che le dottrine del secolo attuale incidano i loro errori su questo bronzo reso sacro dalla Vostra Redenzione. Siamo quelli che amano come il più prezioso dei tesori la purezza immacolata dell'ortodossia, ricusando qualsiasi patto con l'eresia, con le sue opere e le sue infiltrazioni. Quelli che hanno misericordia del peccatore pentito e che per loro stessi, tante volte indegni ed infedeli, implorano la Vostra Misericordia, ma che non risparmiano l'empietà insolente e orgogliosa che presume di sé, il vizio che si ostenta con arrogan-

za schernendo la virtù. Chi siamo noi? Nella bufera, nel caos, nell'afflizione, nell'apparente crollo di tutto ciò che per noi sarebbe la vittoria, siamo quelli che ebbero fiducia, che mai dubitarono, anche quando il male sembrava aver vinto per sempre. Siamo figli e saremo gli eroi della Fiducia, gli alfieri di questa virtù. Quanto più gli avvenimenti sembrano smentire la voce della grazia, che nel nostro intimo ci dice " Vincerai!", tanto più crederemo alla vittoria di Maria! (NelJa foto: membri delle TFP, alcuni in abito di gala, davanti al Colosseo. Testi lrntti da un' m1icolo apparso sul Legionario del 22-12-46 e da due conferenze pubbliche a San Paolo. il 9-8-95 e iJ 20-12-91.)