Issuu on Google+


sommario 03

EDITORIALE 04 |

06 |

Affrontare le sfide internazionali

FLASH.NEWS

Strategie, tecnologie, eventi e novità da tutti i mercati del printing

22

SPECIALE 15 |

In(k)terior, no limits!

TECNOLOGIA 22 | 44 |

Primavera di anteprime color rosso drupa Un invito speciale a drupa 2012, firmato HP SCITEX

IP INTRODUCES 30 |

Svelato il metodo smartcolor applicato alla tecnologia di stampa industriale

CASE HISTORY 36 |

Kongsberg XP e i-Cut Suite massimizzano la produzione e ottimizzano i flussi di Pixartprinting

SUPPORTI 39 |

53

Viaggio tra le FINE Paper creative e digital oriented

UN PRODOTTO IN 5’ 48 |

LA VETRINA DI IP 49 |

53 |

2

62 |

La bacheca di nuovi prodotti e tecnologie

EVENTI 50 |

SOFTWARE

Tagliare senza compromessi

Bompan e Mimaki: rivoluzione 2012 “graffiante” Svento-latex a Fespa le novità wide di primavera

A lezione di Photoshop! Cominciamo bene

STRATEGIE COMMERCIALI 62 |

Definizione degli obiettivi

QR CODE 62 |

Il QR Code... è misurabile?


15 inserzionisti Burgo Distribuzione Db Ingegneria Durst Edigit International Epson Eurmoma Evoluzione Carta

pag. 5 pag. 20-21 II cover pag. 9 IV cover pag. 46-47 pag. 11

Fotoba International Grafilandia International Paper INX Digital J-Teck3 Mirage Pixartprinting

pag. 13 pag. 3 pag. 41 III cover pag. 14 pag .43 pag. 28-29

Ricoh Sunnycom Publishing Telefono Azzurro Texy Zechini Gra-for Zen Arte

pag. 1 pag. 64 pag. 52 pag. 51 pag. 27 pag. 38

UNA RAPIDA APPLICAZIONE PER UN IMMEDIATO RITORNO IN STRADA!!! L’originale sistema di KMPF per il car wrapping e’ ora disponibile anche con tecnologia Air release per una piu’ facile applicazione e migliori prestazioni. WRAPPIAMO IL MONDO!!!

www.kpmf.com

IL TUO DISTRIBUTORE ESCLUSIVO DEI PRODOTTI

E’:

Via Tevere, 11 - 22073 - Fino Mornasco - Co TEL.: 031 92 10 97 - FAX: 031 92 15 80 E-MAIL: grafilandia@grafilandia.it - www.grafilandia.it

3


editoriale di Edoardo Decio // edoardo.decio@sunnycom.it

Registrazione: Tribunale di Milano n.74 del 12/2/94 Anno XXIV - n° 3 aprile 2012 Direttore responsabile e creativo: Susanna Bonati - susanna.bonati@sunnycom.it Responsabile marketing e comunicazione: Edoardo Decio - edoardo.decio@sunnycom.it Responsabile di redazione: Alexia Rizzi - alexia.rizzi@sunnycom.it In redazione: Cecilia Cantadore - cecilia.cantadore@sunnycom.it Dario Zocco Ramazzo - dario.zocco@sunnycom.it Advertising: Deborah Ferrari, Marco Marcuccio advertising@sunnycom.it Ufficio traffico: Manuela Spatola - advertising@sunnycom.it Hanno collaborato: Alessandro Anglisani, Fabio Polvara, Luigi Radisa Progetto grafico e impaginazione: Stefania Moruzzi - stefania.moruzzi@sunnycom.it

Affrontare le sfide

internazionali Sarà che ci stiamo preparando a drupa e quindi la nostra attenzione si sta focalizzando su una visione decisamente internazionale, ma sono convinto che oggi più che mai bisogna sfidare la sorte, non con visioni eccentriche e fantasiose, bensì combinando quelle che sono le nostre doti italiche con la visione di ordine che in fondo abbiamo dentro. Sia chiaro, non credo alle favole, ma credo alla voglia di fare – e bene – delle persone che lavorano e in particolare nel nostro settore. Ovviamente è necessario usare la nostra capacità creativa unendola a un metodo di lavoro qualitativamente valido e costante. Siamo bravi noi italiani, ma dobbiamo iniziare a credere nelle nostre capacità e soprattutto dobbiamo avere il coraggio di essere più concreti e di aggredire (commercialmente ovviamente) il mercato estero. Nessuna sudditanza, nessun timore verso concorrenti che operano in situazioni senza dubbio più favorevoli, ma che non ci stanno mai dietro in termini di creatività e fantasia produttiva. Mettiamo da parte ogni tipo di incertezza, di autocommiserazione e di alibi. Dobbiamo fare diventare le doti che ci caratterizzano e che sono impresse nel nostro Dna, un valore e una forza che ci faccia travolgere i concorrenti anche apparentemente più titolati. Solo dopo avere imbracciato questo tipo di armi ed esserci messi in gioco in prima persona, possiamo dire di avere fatto di tutto per affrontare una crisi che ha bisogno di un’economia concreta e reale per uscire dal labirinto dei giochi virtuali della finanza. Noi, nel nostro piccolo, abbiamo rilanciato TOTEXTILE, che da guida è diventa rivista e per di più anche in inglese. Vogliamo aggredire il mercato internazionale e cerchiamo di farlo sempre con lo stile e con la determinazione che ogni giorno mettiamo nel fare tutte le nostre riviste!!!

4

Stampa: A.G.F. ITALIA - Peschiera Borromeo (MI) Tel +39 02 55305659 Tiratura: 10.000 copie

Poste Italiane s.p.a. - Sped. Posta Target Magazine (SMA autorizzazione LO/CONV/037/2010) CMP di Milano-Roserio Una copia: euro 5,00 Arretrati: euro 10,00 Abbonamento 10 numeri: euro 50,00 Abbonamento estero 10 numeri: euro 100,00 Ufficio abbonamenti: tel. 02.48.51.62.07 e-mail: abbonamenti@sunnycom.it I pagamenti possono essere effettuati a mezzo: . on-line con carta di credito su abbonamenti.sunnycom.it . CCP n° 31.993.207 intestato a sunnycom publishing srl - Milano sunnycom publishing srl direzione, redazione e amministrazione: via stromboli, 18 - 20144 milano tel. +39-02.48.51.62.07 fax +39-02.43.40.05.09 ASSOCIATO A:

Tutti i diritti sono riservati. Notizie e articoli possono essere riprodotti solo con l’autorizzazione dell’Editore e in ogni caso citando la fonte. Manoscritti, disegni, foto e altri materiali inviati in redazione, anche se non pubblicati, non verranno, in nessun caso, restituiti. In particolare l’invio di articoli implica, da parte dell’autore, l’accettazione (in caso di pubblicazione) di un compenso puramente simbolico stabilito dall’Editore, salvo accordi preventivi sottoscritti e comunicati a mezzo R.R. Gli articoli firmati impegnano esclusivamente gli autori. Dati, caratteristiche e marchi sono generalmente indicati dalle Case Fornitrici (rispettivi proprietari); non sono comunque tassativi e possono essere soggetti a rettifiche in qualunque momento. Informativa ai sensi dell’art. 13, d. lgs 196/2003. I dati sono trattati, con modalità anche informatiche, per l’invio della rivista e per svolgere le attività a ciò connesse. Titolare del trattamento è: sunnycom publishing srl - via stromboli 18 - 20144 milano (mi). Le categorie di soggetti incaricati del trattamento dei dati per le finalità suddette sono gli addetti alla registrazione, modifica, elaborazione dati e loro stampa, al confezionamento e spedizione delle riviste, al call center, alla gestione amministrativa e contabile. Ai sensi dell’art. 7, d. lgs 196/2003 è possibile esercitare i relativi diritti fra cui consultare, modificare, aggiornare o cancellare i dati, nonché richiedere elenco completo ed aggiornato dei responsabili, rivolgendosi al titolare al succitato indirizzo. Spedizione in abbonamento a titolo oneroso: il ricevimento di questa rivista avviene a titolo oneroso se-condo il tipo di abbonamento sottoscritto o tacitamente accettato. Chiunque desiderasse sospendere tale abbonamento ne avrà piena facoltà, senza alcun costo e basterà darne comunicazione scritta all’ufficio abbonamenti.


CARTE PER UFFICIO

repro L’incanto della novità

Ci sono colori capaci di sorprendere ogni volta. Come quelli che distinguono la rinnovata gamma Repro di Burgo: strumenti sempre più affidabili e versatili per ogni lavoro di stampa. Un nuovo mix di cellulose ha migliorato la formazione del foglio, rendendo la superficie ancor più liscia e uniforme e aumentando spessore e rigidità. In più, con la nuovissima Fucsia Repro, Burgo debutta nel segmento delle 75 g/m2 creando una carta che unisce una qualità superiore a uno spessore analogo a quello dei supporti da 80 g/m2. Burgo Repro: ogni colore una carta, ogni carta un arcobaleno di idee.

www.burgo.burgogroup.com www.burgodistribuzione.com

distribuito da:


FLASH | news a cura della redazione | redazione@italiapublishers.com

Un accordo tra Macchingraf e Ricoh Italia

Giorgio Bavuso, Direttore Production Printing di Ricoh Italia

Cambio ai vertici Canon Rokus van Iperen ha assunto il ruolo di nuovo Presidente e Ceo di Canon Europa, Medio Oriente e Africa. Per la prima volta nella storia del produttore giapponese, un europeo assume la guida dell’azienda nella regione Emea. Van Iperen entra a far parte di un’organizzazione che offre prodotti e servizi di imaging di altissimo livello a milioni di consumatori oltre a innumerevoli clienti professionali e medicali in tutta la regione Emea, contribuendo alla maggiore quota regionale dei ricavi totali di Canon Inc. Van Iperen assume il nuovo incarico dall’interno del Gruppo Canon, dopo essere stato dal 1999 Presidente & Ceo di Océ NV, acquisita da Canon Inc. nel marzo 2010. www.canon.com

Ricoh Italia e Macchingraf hanno annunciato una partnership per rendere disponibile al mercato un’offerta integrata di soluzioni offset e digitali. Macchingraf è da sempre business partner esclusivo del marchio Heidelberg, azienda con cui lo scorso anno Ricoh ha stretto una partnership a livello globale. Macchingraf distribuirà su tutto il territorio italiano le soluzioni digitali a colori Production Printing di Ricoh, tra cui la serie Ricoh Pro C651EX/C751EX/C751 che garantisce risultati ottimali in termini di produttività, definizione e precisione del registro, con una risoluzione di 1200 x 4800 dpi grazie all’innovativa tecnologia denominata VCSEL (Vertical Cavity Surface Emitting Laser). Le soluzioni Ricoh completano la gamma proposta da Macchingraf consentendo al noto rivenditore italiano di fornire agli stampatori ulteriori strumenti per sviluppare il business e per soddisfare anche le esigenze più complesse. www.ricoh.it | www.macchingraf.it Rokus van Iperen, Presidente e Ceo di Canon

Viscom Italia si rifà il look Il team di Reed Exhibitions è già all’opera per la 24° edizione di Viscom Italia 2012, la fiera dedicata alla comunicazione visiva in programma dal 4 al 6 ottobre 2012, Fieramilano Quartiere Rho. Nuovi obiettivi, nuove strategie e nuova immagine grafica caratterizzeranno la prossima edizione di Viscom. Tra le novità, anche l’inserimento di tre nuovi comparti: labelling, stampa offset e packaging. www.visualcommunication.it Sala demo di MS Informatica

Open day per MS Informatica

Il nuovo visual di Viscom Italia 2012

6

MS Informatica, in collaborazione con Epson, ha presentato in anteprima per il centro/sud Italia la stampante Epson SureColor SC-S30600. L’evento “OpenDays” si è tenuto a Torre del Greco e ha previsto diverse sessioni dimostrative. L’utilizzo del Rip PowerPlotter SureColor edition ha permesso di stampare su una vasta gamma di supporti già profilati, mantenendo elevati standard qualitativi e fedeltà dei colori. www.msinformatica.it


FLASH | news

Nuovo motto aziendale per Durst

Durst Phototechnik ha ideato il nuovo motto aziendale “Gli specialisti dell’inkjet industriale”, confermando l’apertura verso mercati inediti. Il Dott. Richard Piock – Chief Executive Officer Durst – commenta: “Siamo convinti dell’importanza di guardare ai nuovi trend, comprendere le esigenze dei clienti, anticipare le tendenze. Siamo quindi pronti ad accettare nuove sfide, mettendo a disposizione tutta la nostra esperienza, forti di un reparto R&D che certamente è in grado di esplorare nuovi ambiti applicativi”. www.durst.it

iStockphoto & iGoogle

Un tema personalizzato di iGoogle

iStockphoto ha avviato una partnership con iGoogle per offrire agli utenti una nuova e interessante selezione di temi a piena pagina per personalizzare ancora di più le loro pagine iGoogle. È inoltre in atto un’iniziativa promozionale che prevede lo sconto del 20% a tutti gli utenti iGoogle che visitano: www.istockphoto.com/igoogle.php

App iEdigit: disponibile la versione 2.0.0

Richard Piock, Chief Executive Officer Durst

L’applicazione mobile per iPhone e iPad marcata Edigit, che si collega direttamente al gestionale aziendale, rendendo fruibili i dati commerciali e produttivi in tempo reale, è ora disponibile su App Store nella nuova release 2.0.0. www.edigit.it

App disponibile per iPad e iPhone

EFI acquisisce NanoPrint

Il 1 aprile, EFI ha annunciato l’acquisizione di NanoPrint LLC, azienda specializzata in miniaturizzazione con sede nella Samoa Americana, nell’Oceano Pacifico del Sud. Il valore dell’acquisizione non è stato rivelato. L’acquisizione è alla base dell’ambizioso progetto per cui EFI applicherà la tecnologia NanoPrint alla produzione di Micro-Vutek, una stampante tascabile multiuso. (Pesce d’Aprile!!!) www.efi.com Il sistema Freccia Rossa di Zechini

Pixartprinting entra in chat Il servizio chat arricchisce il customer service Pixartprinting, specialista della stampa digitale on line, offrendo un supporto veloce e immediato per gli utenti Web-to-Print durante le fasi di consultazione e utilizzo della vetrina virtuale. Pixartprinting punta sull’interattività della rete lanciando questo nuovo servizio di chat on line, attivo ininterrottamente dalle 9.00 alle 19.00 per richiedere assistenza “live”. www.pixartprinting.com

Libri “pagina su pagina”... Tra le novità che Zechini presenta drupa 2012 spiccano due sistemi dedicati alla realizzazione di libri in cartone pagina su pagina: Freccia Rossa, specifico per la produzione di libri per bambini, e Freccia Argento, dedicato alla confezione di libri di alta qualità con apertura a piatto, stampati in digitale. Freccia Rossa è un sistema modulare studiato per raccogliere, piegare, incollare, montare i libri in cartone pagina su pagina, che comprendono anche finestre, puzzle e altri elementi di gioco, tipicamente dedicati ai bambini. Il sistema è completamente automatico e richiede la presenza di un solo operatore che inserisce il cartone, controlla il procedimento e riceve il prodotto finito. Il sistema Freccia Argento è basato sugli stessi principi tecnologici del sistema Freccia Rossa, ed è specifico per tirature brevi e brevissime. Freccia Argento è stato ideato per rispondere con efficacia alle necessità di produzione degli ambienti di stampa digitale che realizzano libri di alta qualità con apertura a piatto, di forte impatto visivo, particolarmente adatti a usi pubblicitari e promozionali di prodotti di fascia alta. www.zechini.it

La chat punta a ottimizzare la usability del sito pixartprinting.it

7


FLASH | news

Rivoluzione digitale firmata Landa

Landa presenta il rivoluzionario processo Nanographic Printing e un portfolio di macchine da stampa digitali per i tradizionali settori della stampa commerciale, editoriale e packaging. Questa nuova tipologia di stampa digitale utilizza l’inchiostro NanoInk a base acqua per la stampa su supporti patinati e non e su film per packaging, con un livello rivoluzionario di prestazioni e costo per pagina. Le macchine da stampa Landa Nanographic Printing offrono la versatilità del digitale con la qualità e velocità dell’offset, a un costo impareggiabile. www.landanano.com

Altinia Distribuzione e Rex-Rotary

La sede di Altinia Distribuzione

Lo storico distributore veneto, Altinia Distribuzione è stato scelto da Ricoh Italia per lo sviluppo di una rete dedicata di “Brand Dealer” con esclusiva sul marchio Rex-Rotary, in grado di proporre un’offerta integrata di prodotti, soluzioni e servizi per la gestione documentale. www.altinianet.com

Xerox light production

Benny Landa, Presidente e Ceo di Landa Corporation

Xerox ha presentato una nuova serie di dispositivi light production: le stampanti copiatrici Xerox D95/D110/ D125 e la stampante D110/D125. Questi dispositivi, pensati per ambienti di stampa produttivi, semplificano la realizzazione di dispense, manuali, guide per studenti, kit per corsi di studio e copie rilegate. www.xerox.it

Xerox D125

Canon premiata da BERTL Canon si è aggiudicata sei riconoscimenti nell’ambito dei Best Awards di Bertl 2011. I premi hanno fatto emergere le caratteristiche di alcuni dispositivi specifici come il multifunzione Canon imageRunner Advance C2030i e la stampante di grande formato Canon imagePrograf 8300S. Un premio è stato dedicato alla soluzione per il flusso di gestione documentale Canon uniFLOW V5.0. www.canon.it Canon imagePrograf 8300S

HP Indigo 7500

HP Indigo 7500 arriva al Sud Italia

MGI acquisisce Köra-Packmat

MGI Digital Graphic Technology, produttore francese di sistemi di stampa digitali e di finitura per la stampa digitale, offset e produzione di card on-demand, ha annunciato l’acquisizione dell’azienda tedesca Köra-Packmat. Tra le novità di prodotto spicca MGI JETcard, disponibile in Italia attraverso il rivenditore Top Ink. www.mgi-fr.com

8

Grafica Nappa di Aversa (CE) è la prima industria poligrafica del Sud Italia ad aver acquistato una stampante HP Indigo 7500, con l’obiettivo di integrare la sua capacità di stampa offset di libri, cataloghi, riviste e calendari con la tecnologia digitale. La tecnologia HP Indigo le permette di mantenere inalterati gli elevati standard di qualità richiesti dalla sua clientela e le consentirà di aprirsi al Web-to-Print. Grafica Nappa ha scelto per la HP Indigo 7500, installata nello stabilimento di 2500 m2 coperti di Aversa e già in piena produttività, una configurazione a sette colori con l’opzione del bianco. “Questa configurazione – afferma Generoso Nappa – ci permette di entrare nel mercato degli adesivi, delle vetrofanie e degli inviti su cartoncini colorati. Sarà un tassello fondamentale per raggiungere uno dei nostri prossimi obiettivi: l’ingresso nel settore del dato variabile con un’articolata offerta relativa alla modulistica e al direct mail che stiamo mettendo a punto.” www.hp.com


FLASH | news

Mimaki TX500-1800DS

Stampa diretta su tessuto Mimaki Mimaki arricchisce la gamma di sistemi di stampa diretta su tessuto con la nuova Mimaki TX5001800DS, tecnologia in grado di stampare su poliestere utilizzando i nuovi inchiostri sublimatici SB300. Questa macchina, distribuita in Italia da Bompan, affianca Mimaki TS500-1800, l’inkjet a sublimazione più veloce al mondo con una produttività di 150 m2/ora su carta transfer. Ora, con l’introduzione di TX500-1800DS, il poliestere utilizzato per abbigliamento e soft signage può essere stampato direttamente con la stessa velocità in modalità 6 colori, senza il passaggio intermedio della carta transfer e senza nessun compromesso in termini di qualità. www.bompan.it

FaceLift a drupa You r Pa r t ner in

Order Lifecycle Management

www.hybridsoftware.com

FaceLift di Hybrid Software

Il prodotto principale del portafoglio Hybrid Software che sarà presente a drupa è FaceLift, che fornisce l’integrazione ininterrotta tra i flussi di lavoro produttivi, i sistemi MIS/ERP, i siti web di terzi, i database esterni e altre fonti di dati digitali. Consente la totale trasparenza del lavoro in corso, tra l’ordine iniziale e la consegna. Gli utilizzatori possono creare i loro formati personalizzati per includere tutti gli stadi del ciclo di vita dell’ordine, indipendentemente dal processo di stampa o dal prodotto fabbricato. www.hybridsoftware.com

Esko supporta PantoneLive

Esko supporta PantoneLive, rivoluzionario workflow per la gestione del colore per la filiera produttiva degli imballaggi. L’integrazione di Esko Color Engine garantisce precisione cromatica al primo tentativo: dal design alla formulazione e alla stampa. www.esko.com

Il logo di PantoneLive

9


FLASH | news

Nuovo nome per Kyocera

Kyocera Mita Italia annuncia il cambio del proprio nome aziendale e diventa Kyocera Document Solutions Italia. Il nuovo nome enfatizza l’evoluzione aziendale da un’organizzazione che produce hardware in una realtà consulenziale; il cambiamento riflette la crescita dell’azienda in qualità di partner tecnologico per le soluzioni documentali, con l’obiettivo di continuare a fornire ai propri clienti vantaggi basati sui principi dell’innovazione tecnologica e della sostenibilità ambientale. www.kyoceradocumentsolutions.it

Web-to-Print a tempi record Il web to print ha oggi un nuovo player. Printcarrier.com - the Printing People realizza stampati per il mercato europeo, con tempi di consegna ridotti e prezzi concorrenziali. Volantini, manifesti, cartoline, riviste, adesivi, biglietti da visita: questi e altri sono i prodotti che è possibile ordinare online con pochi click. www.printcarrier.com

Il nuovo logo Kyocera Document Solutions

API per gli utenti Getty Connect by Getty Images è un servizio innovativo per la distribuzione di contenuti che consente a clienti e partner di integrare le funzionalità di base, i contenuti e i metadati di Getty Images con i rispettivi servizi, prodotti e strumenti di publishing attraverso una potente API dedicata. www.gettyimages.it

Le Durst Rho P10 svelate a ISA

Si chiamano Durst Rho P10 200/250 e P10 320R e sono le nuove macchine da stampa digitale flatbed e roll-to-roll di Durst. Presentata in anteprima mondiale negli States, a Orlando, durante la recente edizione di ISA 2012, la serie Durst P10 definisce un nuovo standard di qualità per la stampa industriale e si caratterizza per le nuove teste di stampa inkjet Quadro Array 10. Queste teste riflettono la capacità di Durst di innovare il comparto della stampa inkjet industriale UV raggiungendo qualità di stampa fine art con risoluzione fino a 1000 dpi, per riprodurre immagini, disegni e opere in modo artistico con effetti fino a oggi impensabili con la tecnologia inkjet: sfumature di colore, nitidezza e dettagli stampati con qualità fotografica. www.durst.it Dall’alto, il modello flatbed RHO P10 250 e il roll to roll RHO P10 320R

10

La homepage di Connect by Getty Images.

Sul podio degli MPS

Un esempio di soluzione Ricoh per la gestione documentale

Ricoh Company, leader nel mercato dei sistemi di stampa office e fornitore di soluzioni e servizi avanzati per la gestione documentale, è stata indicata da IDC come uno dei principali player globali per i Managed Print Services (MPS) e i Basic Print Services (BPS). www.ricoh.it

Partnership tra Roland e Fotolia L’immenso database di Fotolia, che comprende milioni di foto, illustrazioni, vettoriali, clipart e video-clip, è a disposizione degli Artigiani Tecnologici Roland. La proposta Roland e Fotolia è riservata ai soli iscritti alla community di Roland che effettueranno la registrazione sul portale Fotolia attraverso proprio nickname. www.rolanddg.it|it.fotolia.com

Una pagina di ricerca di Fotolia


FLASH | news

Waiting for Ipex 2014 Ipex 2014 è ancora lontana, ma Informa Print Group ha annunciato che più del 50% dello spazio espositivo disponibile è già stato prenotato da oltre 100 espositori presso il piano terra del centro espositivo London’s ExCeL. Tra i nomi confermati che vedremo ad Ipex dal 26 marzo al 2 aprile 2014 troviamo Duplo, Friedheim/ Hunkeler, Fujifilm, Hans Grohni/Printers Superstore, Heidelberg, Konica Minolta, Muller Martini, Pitney Bowes e Xeikon. www.ipex.org

digito, ergo web! acquisti online consegna 24/72h consulenza telefonica

www.evoluzionecarta.com Il centro espositivo internazionale London’s ExCeL

Photoshop CS6 in versione beta

Adobe Systems Incorporated ha annunciato Adobe Photoshop CS6 beta, un’anteprima di quello che troveremo nella prossima release dello standard del settore per l’imaging digitale, scaricabile gratuitamente da Adobe Labs. I clienti possono scaricare la versione beta, provare a utilizzarla e fornire un riscontro al team di prodotto. Ricco di funzioni avanzate e con prestazioni migliorate, è disponibile per le piattaforme Mac OS e Microsoft Windows. La release definitiva è attesa per la prima metà del 2012. labs.adobe.com

Fujifilm è su YouTube

Uno screenshot del canale YouTube di Fujifilm

Per tutti coloro che non hanno partecipato all’International Media Conference che si è tenuta a Düsseldorf, Fujifilm ha reso disponibile in un video su YouTube il filmato dell’evento, contenente la presentazione in anteprima di tutte le novità che porterà a drupa. Per vederlo, basta entrare nel canale YouTube di Fujifilm! www.fujifilm.it

www.evoluzionecarta.com p oll u r e n azio per la t r o imp istemi e visiva es zion a c i un com

www.evoluzionecarta.com

OMAGGIO! a tutti i nuovi clienti un roll up 80 cm argento fino a fine maggio

Viscom Regional a Roma Viscom Italia organizza il 20 e 21 aprile presso il Mercure Roma West un appuntamento per tutti gli attori del settore. In uno scenario come quello del Lazio, caratterizzato da forte incisività del settore dei servizi e del commercio, l’evento capitolino è il luogo in cui scoprire applicazioni e soluzioni emergenti per il mercato della comunicazione visiva. www.viscomitalia.it

per accesso la d l’allesti ri ecor m azio ento e ne g rafic a

www.evoluzionecarta.com Il logo Viscom Regional

11


FLASH | news

Segnaletica green

Matan DTS-36

Matan Digital Printers, in sinergia con Avery Dennison, presenta la più veloce ed ecocompatibile tecnologia per la stampa di segnaletica urbana. La serie DTS produce applicazioni ecosostenibili, senza produrre fumi, scarti liquidi e consumando poca elettricità durante la produzione, utilizzando i supporti di stampa Avery Dennison. www.matanprinters.com

I supporti Neschen certificati Epson

Etichette “intelligenti”

Domino, commercializzata in esclusiva per l’Italia da Nimax, presenta a drupa la macchina da stampa digitale a colori per etichette “intelligente” N600i, dotata di un pacchetto di funzionalità i-Tech che consentono di massimizzare l’efficienza di produzione. N600i è ideale per realizzare etichette con dati variabili e iniziative promozionali di packaging. www.nimax.it

Epson SureColor SC-S30600

Due dei migliori supporti prodotti dalla tedesca Neschen sono stati certificati per essere utilizzati con la stampante inkjet Epson SureColor SC-S30600. Si tratta di solvoprint nolite 175 CA e solvoprint easy dot 100 PE matt. Entrambi sono ideali per essere abbinati agli inchiostri Epson Ultra-Chrome GS2, inodori e nickelfree, e garantiscono un risultato di stampa brillante, dai colori profondi e intensi. www.neschen.com La stampante per etichette N600i

ADAM Software acquisisce Van Gennep

ADAM Software, software house specializzata nella creazione di strumenti di marketing globale e soluzioni per il mercato enterprise, ha annunciato l’acquisizione di Van Gennep Media Automation Consulting a sua volta specializzata nel ramo editoriale e flussi operativi dedicati. www.adamsoftware.net

Un’originale applicazione realizzata applicando l’uso del laser a lavori creativi

Laser Attack on Paper

Konica Minolta nel “Quadrante Magico” di Gartner Il Quadrante Magico di Gartner è un riferimento necessario alle medie e grandi aziende in tutto il mondo per identificare i migliori fornitori di MFP, servizi e prodotti per la stampa. I clienti di Gartner stanno cercando provider che possano garantire una presenza globale sul territorio e soddisfare ogni esigenza di stampa e gestione documentale dell’utente. Konica Minolta è tra le aziende leader nel report mondiale 2011.

www.konicaminolta.it

12

Sei Laser in occasione della propria partecipazione a drupa lancia uno speciale Challenge dedicato alle applicazioni del laser nella lavorazione della carta. Il nome riflette il concetto di sfida che Sei Laser lancia ai propri clienti: Laser Attack on Paper! L’iniziativa è partita attraverso tutti i dealer di Sei Laser nel mondo che inviteranno gli utilizzatori di macchine Sei Laser a partecipare con i loro manufatti più sorprendenti. Un’iniziativa per celebrare i 30 anni dell’azienda attraverso gli utilizzatori della tecnologia, che si fanno portatori di questo “virus”. L’obiettivo è infatti quello di dare il via al “contagio” diffondendo il virus Laser anche in mondi diversi da quelli tradizionali, dando nel contempo visibilità a chi la cura la sta sviluppando da anni. Una metafora che rende conto del nome Laser Attack on Paper: attacco in senso di contagio e diffusione della tecnologia, ma anche attacco d’arte perché i manufatti rappresentano vere e proprie opere d’arte. www.lasercuttingpaper.net


FLASH | news

Jetrion 4900 per etichette flessibili

Il nuovo sistema di produzione di etichette EFI Jetion 4900 è una stampante digitale che integra la stampa digitale e la finitura digitale in un unico sistema, aumentando l’efficienza con il minimo costo per etichetta finita, senza interruzioni. www.efi.com

Etichette stampate con Jetrion 4900

Chi ha vinto “Wrap & Win”? Gli applicatori grafici europei sono talentuosi e il livello di creatività e innovazione delle opere inviate al concorso “Wrap&Win con Avery Supreme Wrapping Film” è stato alto. La partecipazione è stata così numerosa che per la giuria è stato un arduo compito scegliere un vincitore assoluto: il primo premio è stato vinto dall’italiano Davide Mancinelli. www.perfectwrap.eu

DACCI UN TAGLIO! XLD170 La soluzione vincente che si adatta alle tue esigenze!

Il nuovo pack di inchiostri UVivid Flexo JD

Pack ecologico per inchiostri Fujifilm

Il progetto vincitore “Avery Cartoon”

imageRunner Advance si fa in 4

Come società impegnata a ridurre l’impiego dei materiali per imballaggio, Fujifilm migliora il packaging per gli inchiostri UVivid Flexo JD. I nuovi contenitori riducono l’utilizzo del cartone e di conseguenza i rifiuti da smaltire da parte dei clienti. Le nuove confezioni “UNapproved” in metallo sono saldamente sigillate durante il trasporto, ma possono essere facilmente aperte. www.fujifilm.it

Canon completa la gamma di multifunzione imageRunner Advance con quattro nuovi modelli in b/n formato A3. I dispositivi offrono ai clienti enterprise maggiore efficienza, numerose opzioni di sicurezza e costi di gestione più contenuti per la stampa e l’acquisizione dei documenti. www.canon.it La serie imageRunner Advance 4000 comprende 4025i, 4035i, 4045i e 4051i

L’esclusiva tecnologia Fotoba allinea il taglio al bordo delle immagini rifilando, sia in foglio che in bobina, i 4 lati contemporaneamente.

TUTTA LA QUALITÀ FOTOBA IN UNA SOLA TAGLIERINA FOTOBA INTERNATIONAL Via G. Marconi 101 13854 Quaregna (Bi) t + 39 015 925344 f +39 015 925346 info@fotoba.com fotoba.com

13


J-TECK3.com

true digital

SPORTSWEAR

What’s App Next?


interior

IN(K)TERIOR, NO LIMITS Viaggio al centro dell’universo dell’inkjet e delle mirabolanti applicazioni possibili grazie alle inarrestabili prodezze che la tecnologia mette a disposizione del settore dell’arredamento e della decorazione di interni di Alexia Rizzi e Dario Zocco Ramazzo // alexia.rizzi@sunnycom.it - dario.zocco@sunnycom.it

Il Salone del Mobile di Milano è fonte di ispirazione per chi ruota intorno ai settori dell’architettura e dell’arredamento; ma chi pensa che l’interior decoration non abbia a che fare con la tecnologia digitale anche per la fase di produzione e non solo di progetto, si sbaglia. Proprio in occasione dell’imminente appuntameno milanese con questo settore, ci siamo posti la domanda: gli architetti e i designer conoscono esattamente le potenzialità della stampa a getto di inchiostro e le possibilità di personalizzazione e decorazione che questa tecnica offre? Sicuramente ne hanno sentito parlare ma difficilmente hanno avuto modo di approfondire l’argomento o di aggiornarsi. Per questo ci siamo dedicati trasversalmente a questo tema coinvolgendo tutte le pubblicazioni di Sunnycom: nelle pagine seguenti abbiamo fatto un “censimento” delle ultime soluzioni di stampa di grande formato e relativi materiali votati all’interior decoration. Sulla nostra rivista Vision di aprile trovate una carrellata di strabilianti applicazioni realizzate con la stampa digitale, mentre invece Comunicando di aprile, comunica “design” sin dalla copertina... vietato perderle, tutte e tre... Buona lettura!

15


interior

DALLA COMUNICAZIONE VISIVA ALL’INTERIOR DECORATION

Flatbed o roll-to-roll? UV o Latex? Wide o superwide? Industriale o con qualità fine art? Queste caratteristiche contraddistinguono le differenti tecnologie, che il mercato della stampa di grande formato mette a disposizione per la realizzazione di progetti di personalizzazione e decorazione, che abbiano come oggetto applicativo l’arredamento e la decorazione di interni. Innanzitutto è interessante sottolineare come queste tecnologie, per la maggior parte nate per la stampa applicata alla comunicazione visiva, si siano evolute tecnicamente per entrare sempre più prepotentemente nel mercato industriale. I due denominatori comuni sotto i quali possono essere catalogate pressoché tutte le soluzioni dei diversi produttori sono: versatilità e produttività. Agfa Graphics propone la nuovissima :M-Press Leopard, figlia legittima della mastodontica :M-Press Tiger, ma con maggiore versatilità – appunto – nella gestione dei materiali e possibilità di stampare su supporti fino a 5 cm di spessore per aprirsi anche al mercato dell’interior. In quanto a settori industriali affini all’arredamento Durst è imbattibile: a partire da Rho 800IS (Integrated Solution), la rivoluzionaria soluzione per la

decorazione del vetro ma anche per le tecnologie specifiche destinate alla stampa su ceramica, su vetro, su tessuto, senza escludere le macchine flatbed per il mercato grafico e packaging di cui l’azienda altoatesina è leader di mercato come l’ammiraglia Rho 1000. EFI Vutek, veterana dei grandissimi formati, offre soluzioni ibride roll-to-roll flatbed con inchiostri UV Led come EFI Vutek GS3250LX. La risposta di Fujifim all’interior si chiama Onset S20 stampante inkjet wide-format a letto piano prodotta da Inca e distribuita in Europa da Fujifilm, che ha recentemente aggiunto il modello S40. Non si può parlare di interior decoration senza parlare delle rivoluzionarie soluzioni HP, di cui gli ultimi modelli sono HP Designjet L28500 e HP Designjet L26500, che hanno portato per prime gli inchiostri Latex nel mondo della stampa per la comunicazione visiva ma anche nella decorazione di interni in quanto offrono stampe green e completamente inodore. Che dire di Mimaki? Il produttore giapponese, le cui stampanti sono distribuite in Italia da Bompan, ha una soluzione per ogni esigenza: dalla stampa su materiali flessibili di elevata qualità alla stampa su supporti rigidi anche di peso elevato come la nuova seria serie JFX plus, senza dimenticare l’ultima novità

1 2 3 4

1. Fujifilm Inca Onset S40 2. Mimaki JV400-160LX 3. HP Designjet L28500 4. Smartcolor SmartFlat R-130

16

I numeri di Vitrum

Alla fine di ottobre 2011 si è svolta a Rho-Pero, l’edizione XVII di Vitrum, il “Salone Internazionale specializzato delle macchine, attrezzature e impianti del vetro piano e cavo; del vetro e dei prodotti trasformati per l’industria”. 26727 m2 sono stati allestiti con tecnologie e soluzioni proposte da 482 espositori provenienti da 26 paesi. La fiera ha registrato un incremento di circa il 6% del numero di espositori esteri rispetto alla scorsa edizione che hanno comportato un’estensione dell’area espositiva dell’1,34% sul 2009. L’edizione 2011 ha visito circa il 70% dell’area espositiva occupata da novità Made in Italy, proposte da 251 espositori italiani.


interior

JV400LX con inchiostri latex. Anche la pluripremiata famiglia di soluzioni Océ per la stampa diretta su materiali rigidi si presta ad applicazioni di interior decoration, sia per la qualità di stampa sia per i costi di gestione competitivi. Infine l’azienda italiana Smartcolor eccelle per le sue soluzioni che partono da tecnologie standard appositamente modificate per supportare materiali con elevati spessori. Il riultato è che si può stampare su tutto. Per saperne di più leggete l’articolo a pagina 30.

LA TILE È TUTTA INKJET

Il vantaggio della produzione inkjet e digitale applicata all’industria della ceramica è da ricercarsi nella possibilità di ridurre notevolmente le tirature, realizzando solo i quantitativi realmente richiesti dal mercato e incrementando, invece, l’assortimento di soggetti e motivi riproducibili, mantenendo inalterata la qualità del prodotto finito rispetto alla produzione analogica. Nel mondo della ceramica, come nel grande formato, la tecnologia inkjet Durst ha entusiasmato e conquistato rapidamente il mercato della stampa su ceramica sin dalla sua introduzione sul mercato. La prima Gamma 60 offriva costi di setup ridotti, nessun vincolo rispetto

al quantitativo minimo di stampa, elevati standard qualitativi di riproduzione delle immagini, alta definizione, spazio colore nettamente superiore e compatibilità con smalti tradizionali oltre alla tolleranza a temperature variabili. Una leadership recentemente estesa dall’ingresso sul mercato del modello Gamma 120 HDS. Con una capacità di decorazione delle piastrelle ceramiche fino a 100x150 cm, la nuova 120 HDS completa il portafoglio che comprende Gamma 75 HDS, 75 HD e 70 Modular. Tra gli altri produttori di soluzioni industriali per la stampa su ceramica ci sono Sacmi, Kerajet, e System Ceramics, T.S.C oltre

a Officine SMAC e CretaPrint, quest’ultima recentemente acquisita da EFI! Procedendo con ordine, Sacmi è un gruppo internazionale leader mondiale nei settori delle macchine per ceramica e dal 2008 è impegnata anche nello sviluppo di soluzioni digitali industriali. L’azienda propone Flatjet DWD065 per la stampa diretta utilizzando qualsiasi tipo di inchiostro a base di pigmenti ceramici, senza limitazioni circa la natura e colore del pigmento. Flatjet è brevettata e il suo “cuore” è un micro-ugello di dimensioni maggiori rispetto all’inkjet. Montati in schiera al fine di coprire la dimensione della piastrella questi

Vasto assortimento di finiture e motivi, alta qualità di stampa, velocità di produzione: è l’inkjet su ceramica.

1 21

3 4

5

2

1. TSC Jet Digital Printer 08 2. Rotodigit NG 3. Sacmi Flatjet DWD065 4. Durst Gamma 120 HDS e piastrelle stampate 5. Durst Rho 800IS (Integrated Solution) al Vitrum 2011

17


materiali

ugelli lavorano in modo indipendente, gestiti da un software all’avanguardia. Kerajet vanta oltre 200 installazioni nel mondo e sviluppa tecnologie avanzate per la produzione ad alta velocità su piastrelle. Le sue soluzioni: K700S, K1000S e K700X, si contraddistinguono per flessibilità operativa, risparmio e rapidità. In particolare K700S consente la stampa in tricromia con inchiostri ceramici (ciano, marrone, giallo), quadricromia (ciano, marrone, giallo e nero) o multicolore in funzione del numero di moduli installati. Sempre al passo coi tempi, System Ceramics, divisione di System, è operativa in Italia attraverso lo stabilimento di Fiorano Modenese (Mo) e propone alle aziende di stampa e lavorazione della ceramica la tecnologia Rotodigit NG, inkjet ad alta produttività in grado di gestire elevate risoluzioni e fino a 6 canali colore. Su questo modello si possono montare due differenti tipi di teste (di cui non ci sono state fornite specifiche indicazioni, ndr). I serbatoi colore sono alloggiati nel corpo macchina per ridurre l’ingombro; questi sono estraibili e dotati di riscaldatore e mescolatore.

WALL COVERING

La decorazione murale può essere eseguita impiegando carte da parati, pellicole stampate, carte speciali ad effetto transfer, oppure film che simulano superfici differenti da quella sottostante sia alla vista, sia al tatto. In funzione del prodotto prescelto per la decorazione cambiano i tempi, i costi e le modalità di posa. Tra i produttori leader di mercato non possiamo non citare 3M con la sua vasta gamma Di-Noc. Nel caso, invece, di pellicole stampabili con tecnologie eco-solvente, solvente, UV e certificati per HP Latex, il produttore francese Hexis offre la sua linea Wall Covering che consente la decorazione integrale di pareti. Tra le pellicole disponibili segnaliamo HXR100WG2, un PVC senza cadmio, di tipo cast e ricoperto di adesivo sensibile alla pressione, il cui ridotto spessore di 50 micron esalta la conformazione superficiale della parete. Tra i film proposti da Hexis ci sono anche VCR100WG1, di tipo permanente, rinforzato e trasparente. Craftecazon distribuisce in esclusiva mondiale gli speciali supporti Muramour per digital wall

Scopri BlackBox

BlackBox è una “concept machine” nata per essere flessibile e modulare per la produzione di applicazioni inkjet singlepass a banda stretta e di tipo industriale. BlackBox può essere configurata secondo le specifiche di qualsiasi cliente per la stampa diretta sul supporto. Una tecnologia plug & play realizzata per consentire la prova di differenti tipologie di inchiostri, aggrappanti e sistemi di essiccazione e polimerizzazione, in funzione del materiale su cui si intende stampare. Spicca la possibilità di configurare in 8 posizioni differenti le teste di stampa; 8 colori o 4 con lampade UV; bianco, vernici e colori spot sono opzionali.

www.jet-set.org

1

3

2 4

5

1-2. Lead dimostra la qualità di stampa su vetro di EFI Rastek H652 3. Decorazione murale realizzata con film Craftecazon Muramour 4. Mimaki JFX1631plus permette la personalizzazione di ogni elemento della casa 5. Wallcovering creato con pellicole Hexis

18


materiali

covering. La gamma prodotti Muramour si compone di tre categorie differenti: Sable, Lin e Lisse; stampabili con plotter dotati di inchiostri base solvente, eco-solvente e UV. Queste pellicole sono in PVC con trattamento antigraffio e risultano resistenti al fuoco in classe B2, si differenziano tra loro per la finitura superficiale.

VETRO DECORATO, PROTETTO MA… NON STAMPATO

Le superfici in vetro non si prestano solo alla stampa con tecnologia inkjet, ma possono arricchirsi di finiture gradevoli attraverso l’applicazione di pellicole dedicate. Non ci riferiamo alle sole finestre o pareti vetrate,

ma anche ai prodotti con elementi e inserti in vetro, come le ante di un armadio, di una bacheca, le porte con inserto vetrato, tavoli. Il catalogo 3M Fasara contiene oltre 50 design differenti, tra cui: Pixela, Arpa Black e Linen. Una famiglia di film adesivi in poliestere, traslucidi, stabili e molto resistenti. L’applicazione è diretta, semplice e veloce e non richiede la rimozione né il trasferimento dei vetri preesistenti per una successiva lavorazione in altro cantiere. Il produttore di pellicole Reflectiv, invece, propone accanto a film dal design a quadri e righe per la decorazione e protezione solare, una serie di pellicole dal design classico per ambienti dal carattere ricercato. Reflective ha infatti crea-

to per la personalizzazione di finestre, pareti divisorie o mobili in vetro sia il film specifico con rosoni dorati (INT 808), oppure, con rombi colorati trasparenti: blu, rosa e gialli (VTL530) per una decorazione impeccabile e geometricamente perfetta. Le pellicole 3M e Reflectiv sono disponibili in Italia attraverso Eurmoma by Whimprint di Roma. Il produttore di pellicole per la comunicazione visiva Apa, invece, propone una serie di film specifici di tipo ultrapermanete per vetri, cristalli e specchi, ovvero Apa Frost, Apa Frost-facile applicazione e Apa Cast Frost. Quest’ultimo si distingue per la sua lunga permanenza: una volta applicato alla superficie vetrata permane fino a dieci anni!

Il vetro può essere stampato con tecnologia inkjet oppure decorato e protetto da film.

1 2 3

4

4 5

1. Applicazioni 3M Di-Noc sullo stand Eurmoma 2. Hexis film Cristal, Smerigliati e Microperforati 3. Film Reflective per la decorazione su vetro 4. Lo stand Montplast al Viscom 2011 arredato con Wallwrap 200 e protetto con Peach Skin by Mactac 5. Foto gentilmente concessa da cliente Apa, di applicazione realizzata con film Apa Frost.

19


Prova le nostre mega offerte:

manifesti a partire da

1 â‚Ź/mq

Richiedi il tuo prodotto ecologico: espositori in

Impreziosisci la tua

Reboard

con la finitura

resistenti e interamente personalizzabili

stampa offset

serigrafica


TECNOLOGIE | printing

di Alexia Rizzi | alexia.rizzi@sunnycom.it

Primavera di anteprime color ROSSO DRUPA Di numero in numero questa nostra full immersion nei rossi abissi di drupa diventa sempre più profonda e avvincente: vi avevamo lasciati a marzo con un accenno a eclatanti novità da approfondire. Ed eccoci qui pronti a esaudire le vostre curiosità, per essere preparati al vostro arrivo alla Messe

Q

uando sfoglierete queste “calde” pagine mancherà anche meno di un mese alla partenza per Düsseldorf... e allora, esageriamo a dirne di tutti i colori della scala Pantone su questa drupa che ci attende a braccia aperte. Ma vi ricordate il profumo dei bretzel appena sfornati? E i tavoli di legno per le strade della Altstadt? Sapevate che prima di drupa la birra di Düsseldorf non era rossa, ma lo è diventata in onore della fiera mondiale della stampa? No, dai stiamo scherzando! Però è buonissima! Ci piace raccontarvi storie che diventano leggende per farvi entrare nel mood di quella che è già una leggenda, la “nostra” fiera in rosso! Ebbene, se è il gusto quello che abbiamo solleticato in queste righe, quello che accenderemo nelle prossime pagine è la voglia di toccare con mano la tecnologia che, in tutte le sue forme, saprà fare da fonte di ispirazione per il vostro business dell’imminente futuro, perché a drupa – se ci avete seguito con attenzione lo ricorderete – non si va solo in cerca di macchine ma anche e soprattutto di soluzio-

22

ni di idee, di spunti e di conoscenza. Nelle nostre peregrinazioni verso le mete in cui si sono svolte le anteprime di drupa abbiamo raccolto un sacco di interessantissime informazioni, alcune delle quali hanno soddisfatto le nostre aspettative confermando i trend che ci eravamo prefigurati, altre ci hanno letteralmente stupiti rassicurandoci sul fatto che le due settimane di fiera saranno anche per questa edizione, emozionanti. Come vi avevamo anticipato prosegue la scalata dell’inkjet da parte dei più insospettabili: i vendor della offset si sono tutti quanti lasciati contagiare dalla febbre digitale, movimentando la geografia del mercato globale del printing. Ed è comparsa la Nanography. Ma se pensate che la tecnologia elettrofotografica sia rimasta ferma, tenetevi forte e leggete le prossime pagine: avrete l’impressione di essere già un po’ nel futuro. La rivoluzione digitale non ha risparmiato proprio nessun ambito della comunicazione stampata e non. Uno dei claim di drupa 2012 recita: “Occorre un grande palcoscenico per presentare una buona idea”. Siamo perfettamente d’accordo e siamo certi che drupa 2012 non ci deluderà! Parola di Italia Publishers.


TECNOLOGIE | printing

“Occorre un grande palcoscenico per presentare una buona idea” è uno dei claim di drupa. Una maxi affissione di benvenuto alla fiera mondiale della stampa.

Stampa di grande e piccolo formato

Agfa Graphics comincia in grande, anzi in grandissimo, a presentare le sue novità di drupa con l’anteprima mondiale di :M-Press Leopard. Costruita sul successo della :M-Press Tiger, che era stata proposta come alternativa alla serigrafia industriale, presenta nuove funzionalità e la capacità di stampare su un’ampia varietà di supporti fino a 5 cm di spessore per formati 1,6x3,3 m. La caratteristica principale di :M-Press Leopard è la versatilità di questa macchina che consente di superare le tradizionali applicazioni serigrafiche conquistando altri mercati come l’interior decoration e il packaging, per una qualità di stampa elevata e costi di gestione estremamente competitivi. Il sistema sarà in funzione a drupa in abbinamento al flusso di lavoro :Apogee firmato Agfa Graphics. L’offerta digitale di Agfa Graphics a drupa prosegue con la serie :Anapurna e due nuovi modelli della famiglia Jeti 3020 Titan UV di cui uno sarà presente nella configurazione con 36 teste di stampa alle prese con un’applicazione che unisce la quadricromia con la stampa del bianco e l’altro nella configurazione iperproduttiva con con 48 teste (8 per ogni colore). In casa Agfa importanti novità anche in ambito inchiostri UV. “Soluzioni mirate per precise esigenze di stampa”, è il claim sotto il quale Durst presenta a drupa le ultime novità della gamma Rho e altre soluzioni inkjet. Presso lo stand Durst sono operativi l’ammiraglia dei plotter flatbed industriali Rho 1000 nella versione cartotecnica, la roll-to-roll Rho 320R HS, il sistema per etichette Tau e i sistemi inkjet della nuova

Il sistema di stampa industriale :M-Press Leopard di Agfa Graphics.

23


TECNOLOGIE | printing

1 23 2 3 4

1. Il sistema di stampa flatbed :Anapurna 2540 di Agfa Graphics 2. La soluzione Agfa Graphics :Anapurna M2050 3. La stampante superwide Durst Rho P10 320R 4. Il sistema di stampa industriale Rho 1000 ammiraglia di casa Durst.

serie Rho P10. Ideale per una produzione interamente automatizzata dedicata alle serigrafie, Rho 1000 è il modello di punta delle stampanti industriali inkjet Durst. La stampante a letto piano UV è in grado di garantire una produttività ineguagliabile di pannelli in continuo, fino a 600 pezzi all’ora (125x80 cm) senza interruzioni, con eccezionale qualità di stampa. Durst presenta anche le ultime novità nel campo della stampa su cartone ondulato, dando prova di come Rho 1000 sia perfetto per il complemento di una linea di produzione esistente così come per la stampa a dati variabili VDP e il Print to Kit. Sempre in tema di processi produttivi, grande protagonista allo stand sarà la versione HS di Rho 320R, il plotter inkjet UV per la stampa industriale in bobina. Si tratta di un modello inedito, che unisce l’alta velocità a tutte le caratteristiche che già contraddistinguono Rho 320R: qualità, affidabilità e una produttività eccezionale. Il sistema – con una luce di stampa fino a 320 cm – soddisfa appieno ogni esigenza per applicazioni come display retroilluminati, poster, grafiche per vetrine e punti vendita e stampa su tessuto, offrendo una qualità inarrivabile su una gamma davvero ampia di materiali in bobina. L’alta velocità contraddistingue anche la stampante Durst per etichette single pass serie Tau. In anteprima europea, la sorprendente nuova serie P10, una gamma di stampanti inkjet UV da 10 picolitri, con qualità Fine Art e massima versatilità, che comprende i modelli flatbed Rho P10 200/250 e il roll-to-roll Rho P10 320R. Per quanto riguarda HP uno degli annunci più rivoluzionari è stato l’ampliamento della piattaforma Indigo con tre nuovi modelli di ultima generazione. La macchina da stampa digitale HP Indigo 10000 è una macchina a foglio da 29 pollici/75 cm in grado di stampare fino a 3450 fogli a colori all’ora e fino a 4600 fogli all’ora in modalità di produzione ottimizzata (EPM). Alla qualità di stampa con qualità offset di HP Indigo unisce stam-

24

DRUPA VI INVITA A UNA CROCIERA TUTTA DI CARTA Un’originale attrazione di drupa 2012 è la drupaperboat, un’imbarcazione di carta progettata dall’artista olandese Filip Jonker. La barca misura 7,5 m di lunghezza e 2,65 m di larghezza ed è costruita usando 2 mila kg di carta e 2500 kg di sabbia come zavorra. Adeguatamente impermeabilizzata grazie a speciali “coating” resistenti all’acqua, la drupaperboat nei giorni della fiera sarà ancorata nel cuore di Düsseldorf nel canale KöGraben.


TECNOLOGIE | printing

1

2

3

4

1. La rivoluzionaria HP Indigo 10000 2. HP Indigo 20000 è una macchina a bobina progettata per la stampa di imballaggi flessibili 3. I nuovi HP ElectroInk per HP Indigo 4. Un’applicazione stampata con HP Indigo 5600.

Il futuro digitale dell’essere umano “Sono nel mondo della stampa da oltre 30 anni e dal punto di osservazione della mia esperienza non credo che in futuro tutti i prodotti stampati saranno sostituiti da un formato digitale. Non riesco a immaginare che il motivo floreale che decora la carta igienica profumata potrà mai essere stampato in digitale. Mi vengono in mente alcuni altri prodotti che non non sarebbe conveniente stampare in digitale. Non molti, in realtà... Anche se saranno invece moltissimi i prodotti stampati che saranno sostituiti da supporti digitali, ci sono due categorie che per forza avranno bisogno del supporto cartaceo. Il packaging e le fotografie. Il primo, per ovvi motivi (è difficile immaginare gli iCorn Flakes o l’iShampoo). La seconda è meno evidente e non ha a che fare con le capacità tecniche dei media digitali, ma con la natura umana, che, con tutta l’innovazione tecnologica nel mondo, cambierà poco. Gli esseri umani bramano l’intimità. Abbiamo bisogno di toccare, di sentire, di essere rassicurati. Non vedo l’iPad sostituire l’album fotografico di famiglia. Certo, tecnicamente, è possibile. Ma voglio credere che non tutti i nostri beni più intimi saranno sostituiti dal silicio. Riflettendoci, purtroppo, probabilmente questo accadrà.”

by Benny Landa, Presidente di Landa Corporation

pa e duplex fino a sette colori e flessibilità nella gamma di supporti utilizzabili. HP Indigo 20000 è una macchina a bobina progettata per la stampa di imballaggi flessibili sottili fino a 10 micron con una struttura di 73,6x110 cm e unità ILP, per una flessibilità imbattibile nella gamma di supporti utilizzabili. HP Indigo 30000 è una macchina a foglio ideata per la produzione di astucci pieghevoli, in grado di gestire cartoncini con spessore fino a 24 punti/600 micron e unità ILP. Non solo nuovi modelli ma anche interessantissimi upgrade hanno coinvolto la piattaforma HP Indigo, come HP Indigo 7600, fiore all’occhiello della nuova serie, che ora raggiunge la velocità massima di 160 pagine al minuto in modalità EPM, per un aumento del 33% rispetto alle velocità massime precedenti, che la rendono la macchina da stampa digitale duplex alimentata a foglio più veloce sul mercato. Tra le altre innovazioni principali ci sono il rilevamento automatico dei difetti di stampa in tempo reale, gli effetti speciali on-press per applicazioni di qualità come stampa a rilievo ed effetti che simulano la goffratura e inchiostro nero light per immagini fotografiche in monocromia di migliore qualità. Le altre nuove macchine da stampa commerciali HP Indigo comprendono il modello HP Indigo 5600, una versione migliorata della macchina HP Indigo 5500 con velocità massima ancora più elevata, in grado di raggiungere 90 pagine al minuto in modalità EPM, modalità one-shot per la stampa su supporti sintetici e una gamma più vasta di applicazioni per stampati a valore aggiunto a costi competitivi. Il modello HP Indigo W7250, offre ora velocità del 33% più elevate, fino a 320 pagine al minuto in modalità EPM e 960 pagine al minuto in monocromia. Lanciata a drupa 2008, la piattaforma HP Inkjet Web Press durante la prossima edizione di drupa vedrà il lancio di due nuovi sistemi: HP T410 e T360 Inkjet Web Press ad alta velocità offrono maggiore produttività che raggiungono

25


TECNOLOGIE | printing

1

3

2 4

5

1. Un particolare del sistema di taglio digitale Esko Kongsberg 2. La nuova serie di tavoli da taglio Esko Kongsberg XN 3. Le novità in ambito software firmate Esko ed Enfocus che saranno presentate a drupa 2012 4. Kern 3500 Silverline, sistema in grado di lavorare a una velocità di 24000 buste/ora 5. Kern 2600, il sistema di imbustamento particolarmente adatto per le applicazioni multi-canale ad alte prestazioni.

ONE WORLD ONE KERN Il claim di Kern a drupa 2012 “Your Partner in Document Output Management”, conferma l’impegno dell’azienda nel proporsi come fornitore globale per il finishing di qualsiasi tipo di documento. Tutti gli stampatori alla ricerca di soluzioni innovative sono dunque invitati al padiglione 6 stand C79 dove è in funzione un’ampia gamma di prodotti firmati Kern a partire da Kern 3500 Silverline, sistema in grado di lavorare a una velocità di 24000 buste/ora sia nel formato busta C6/5 sia in busta C5, raggiungendo il più elevato standard di mercato. Kern 2600 è il sistema di imbustamento particolarmente adatto per le applicazioni multi-canale ad alte prestazioni sia a modulo continuo sia a foglio singolo. Kern 130/141 è la nuova linea di taglio rotativo che consente di creare pile di fogli mantenendo sempre la massima velocità, oltre 200 m/min. Infine verrà presentato in anteprima il mailer Kern Ai 33 che consente di raggiungere la sorprendente velocità di 33000 buste ora garantendo contemporanemaente l’integrità del contenuto della busta stessa. www.drupa.kern.ch

26

i 244 metri al minuto in monocromia per prestazioni con un incremento fino al 25% rispetto ai modelli precedenti per una velocità di stampa in policromia fino a 182 metri al minuto.

Soluzioni per il taglio digitale

A drupa, Esko espone anche le proprie soluzioni di finitura digitale: con quattro configurazioni dei sistemi Kongsberg presenti allo stand, l’azienda presenta la vasta gamma di applicazioni di finitura digitale nei settori del packaging, sign e display. Si potrà assistere a dimostrazioni di applicazioni dal vivo su una vasta gamma di materiali su ciascun tavolo, compreso l’XP44 Auto completamente automatico. Verranno inoltre presentate le soluzioni software integrate di Esko per la progettazione, ovvero ArtiosCAD e il flusso di lavoro di finitura digitale i-cut Suite. La soluzione principale per finitura digitale presente all’evento sarà il nuovo Kongsberg XN, un tavolo di finitura digitale estremamente versatile e produttivo che può essere facilmente configurato per la più vasta gamma di applicazioni: dal mezzo taglio alla prototipazione, fino alla fresatura di livello industriale. Questo nuovo tavolo è dotato dell’eccezionale mandrino per fresatura ad alta potenza, in grado di incrementare la produttività. Allo stand Zund riflettori puntati sulla nuova Serie S3 alle prese con le lavorazioni più difficili tra cui il taglio e la finitura di alluminio, tessuti in bobina fino a 3 metri di larghezza e materiali 3D fino a 50 mm di spessore. Inoltre, vedremo in azione il Board Handling System studiato da Zund per la completa automatizzazione del processo produttivo, oltre a poter assistere a dimostrazioni sul campo che evidenziano la versatilità e le funzionalità del software intuitivo Zund Cut Center fornito in dotazione sia con S3 sia con il modello G3. Perfettamente in linea con il credo aziendale orientato allo sviluppo di sistemi integrati e


TECNOLOGIE | printing

1 2

1. Una schermata del software Dash di Optimus 2. La nuova generazione di sistemi di taglio digitale Zund S3.

modulari, che si evolvono costantemente per prestazioni sempre al top, S3 introduce numerose innovazioni tecnologiche, ridefinendo le regole del processo produttivo nel taglio digitale. I motori diretti e la movimentazione su guide magnetiche consentono elevati valori di accelerazione uniti alla pressoché totale assenza di vibrazioni. Studiato per operare alla massima velocità, S3 garantisce, dunque, elevati livelli di produttività, annullando quasi completamente la necessità di manutenzione sulla macchina. Dotato di unità roll-off per i supporti in bobina, il sistema è in grado di lavorare un vastissimo range di materiali, anche quelli considerati difficili tra cui tessuti, vinili, cartone, alluminio, film e materie plastiche.

Software di ultima generazione

Sono moltissime le novità in ambito software, sia MIS sia per la prestampa, che debutteranno a drupa 2012: in attesa di poter fare un approfondimento in merito vi anticipiamo che nei padiglioni della fiera di Düsseldorf verranno presentati in anteprima mondiale PitStop Pro e PitStop Server 11 di Enfocus. La funzionalità di preflight e correzione intelligente di PitStop 11 rappresenta un passaggio chiave nello sviluppo delle soluzioni Enfocus, consentendo l’interazione in tempo reale delle impostazioni di profilo di preflight inserite dall’utente o relative ai singoli lavori. Esko presenta, invece, la Suite 12, un importante aggiornamento del software per flusso di lavoro Esko per i settori degli imballaggi, etichette, insegnistica ed espositori, che vede l’aggiunta di una completa funzionalità 3D per un’esperienza globale e mediante la possibilità di gestione in remoto e web dei flussi di lavoro. Infine Optimus, l’azienda che si propone di rivoluzionare il concetto di MIS, è presente a drupa con una serie di nuovi tool tra cui Dash Sales Generator, Dash Campaign Manager e Cloud Mobile.

27


Pixartprinting attacca duro con i manifesti per l’affissione...

15 gr et pa offs tra blueback 1 m a t s • magis • carta

250

87

0X100 copie 7

, 50*

100 cm

0X100 7 e i p o c

70 cm

100 cm

50

35

, 00*

gr offset blueback 115 a p m a • st a magistra • cart

70 cm

Stampa con le ultimissime 8 colori Komori Carta Magistra Blueback da 115 gr per esterni Disponibile nei formati 50x70, 70x100 e 100x140 Scelta tiratura da 5 a 50.000 copie Stampa HP Latex sotto le 25 copie

2 Komori LS1029P - 2012

Puoi seguirci anche su: facebook.com/pixartprinting.it

Prezzi IVA esclusa.

• • • • •

Guarda anche le videopillole sul nostro canale youtube.com/user/pixartwebtoprint


...e su pixartprinting.it ogni giorno nuove idee sempre pronte!


introduces Smartcolor Srl via verrotti - esp. 2, n.36 65015 Montesilvano (Pe) tel +39 085.4451443 www.smartcolor.it info@smartcolor.it

STRATEGIE AZIENDALI

Smartcolor progetta, sviluppa e commercializza in Italia e all’estero sistemi di stampa inkjet industriali. L’azienda conta su un team giovane e dinamico in contatto diretto con il cliente e pronto a far fronte a ogni nuova sfida del mercato. Smartcolor è anche un’azienda ecofriendly che si impegna a creare prodotti innovativi affidabili, riciclabili ed efficienti in termini di consumo energetico.

30

SVELATO IL METODO SMARTCOLOR APPLICATO ALLA TECNOLOGIA DI STAMPA INDUSTRIALE Grazie a oltre vent’anni di esperienza nel mercato della stampa digitale di grande formato, e, in qualità di fondatore e leader dell’azienda italiana Smartcolor, Davide Catalano ha dimostrato che creare una tecnologia di stampa industriale “tailor-made” è una missione possibile. Un progetto ambizioso diventato realtà: la serie SmartFlat è costruita nel moderno stabilimento produttivo di Montesilvano, in provincia di Pescara, ed è apprezzata da centinaia di industrie italiane e straniere. Il progetto Smartcolor è 100% Made in Italy e nasce in parallelo con l’arrivo in Europa delle prime tecnologie inkjet digitali delle case nipponiche più famose (Mimaki, Roland, Epson, di cui Smartcolor è partner OEM), con lo scopo preciso di adattarle alla stampa in piano e moltiplicarne le possibilità di applicazione. Oggi la tecnologia SmartFlat è sinonimo di affidabilità, versatilità e produttività. Cediamo ora la parola a Davide Catalano, che ci svela i segreti del “Metodo Smartcolor”.


interviewing

QUALI ELEMENTI RENDONO LE MACCHINE SMARTCOLOR UNICHE NEL PANORAMA FLATBED? Le nostre macchine sono il prodotto di un progetto aperto che soddisfa le esigenze dell’industria della stampa contemporanea. Il metodo di produzione Smartcolor consente infatti applicazioni sempre diverse, progetti innovativi e aggiornamenti della tecnologia di stampa alla portata di tutti. Praticamente, una volta trovata la soluzione “chiavi in mano” adatta al proprio prodotto e ai propri materiali, è possibile a distanza di tempo sostituire il plotter di stampa con una versione più aggiornata mantenendo lo stesso piano industriale. HARDWARE INDUSTRIALE E INCHIOSTRI DEDICATI PER STAMPARE DAVVERO SU TUTTO? Esattamente. Non ci limitiamo a trasformare l’hardware dei nostri partner (Mimaki, Roland e Epson) adattandolo alla stampa in piano, ne ampliamo le potenzialità aumentandone il valore aggiunto. I nostri clienti, che hanno una produzione in serie o di nicchia e utilizzano i materiali più diversi, necessitano sia di inchiostri “pronti a tutto”, sia di un’altezza di stampa maggiore rispetto a quanto proposto dal mercato. Infatti la nostra ampia gamma di inchiostri speciali si adatta facilmente a plastica, vetro, metallo, pietra e ceramiche, prodotti alimentari, pelle, tessuti e a molti altri materiali. Inoltre, con le SmartFlat portiamo l’altezza di stampa a 25 cm (e su richiesta anche di più!) su un piano di dimensioni standard o commisurato alle esigenze del cliente. PERCHÉ IL METODO SMARTCOLOR È INDUSTRIALE? Il progetto SmartFlat vanta una produzione industriale standardizzata che impiega materie prime di altissima qualità per la costruzione dei telai, come l’alluminio e l’acciaio, un impianto elettrico e un sistema meccanico a norma CE di facile manutenzione, un piano di aspirazione industriale e un sistema di doppio riscaldamento su ogni macchina che permette di preriscaldare il materiale e asciugare l’inchiostro durante il processo di stampa per risultati altamente professionali. In poche parole, lo strumento ideale per l’artigiano tecnologico.

31


identity card Capacità produttiva: fino a 150 plotter/anno. Dimensioni dell’azienda: sede operativa di 2 piani più un magazzino per complessivi 1000 m². Personale: uno staff di 10 professionisti altamente qualificati. Reparti: Amministrazione, Commerciale & Ufficio Estero, Engineering & Controllo Qualità, Montaggio & Assistenza Tecnica, Factory Area. Magazzino: inchiostri e parti di ricambio, consegna 24/48 ore. Showroom: macchine demo, materiali di stampa, area test. Ogni anno Smartcolor realizza oltre 200 demo di stampa.

32


2 3

4

1 1. I tecnici specializzati di Smartcolor durante la costruzione in serie di SmartFlat 2. Prenotando una demo è possibile conoscere la tecnologia SmartFlat ed effettuare una prova di stampa sui propri materiali con lo staff tecnico 3. Ogni prova di stampa è testata e controllata per garantire la massima qualità e resa del colore 4. Il reparto di progettazione studia e ingegnerizza l’installazione di ogni singolo componente nei minimi dettagli.

IL PLOTTER FLATBED È “TAILOR MADE” Smartcolor è riuscita a realizzare il suo progetto iniziale: creare un sistema inkjet piano su misura per qualsiasi esigenza di stampa industriale, cioè tailor-made. Le stampanti SmartFlat sono dotate di un telaio modulare in alluminio, estremamente robusto, su cui poggia un piano aspirato di larghezza e altezza variabile: dal più piccolo pari a 48x100 cm (del modello R-50) fino al più ampio da 260x400 cm (del modello M 260). La movimentazione del plotter è precisa e controllabile dall’operatore mediante un display touchscreen frontale: grazie ad appositi

sensori ottici, la testa di stampa calibra automaticamente l’altezza dell’oggetto da stampare e si muove sul piano stampando con precisione micrometrica. Lo staff Smartcolor non sviluppa solo progetti, ma soluzioni: seleziona i migliori inchiostri e protettivi per i supporti da stampare, crea profili colore personalizzati e calibrati sui diversi materiali e può realizzare un piano anche su specifiche del cliente, il quale può scegliere di seguire le fasi di costruzione della propria stampante direttamente accedendo all’area di produzione: per un progetto davvero su misura!

I PRODOTTI DI SMARTCOLOR

Attualmente la Serie SmartFlat M (base Mimaki) si compone di 6 modelli: M-60, M-100, M-130, M-160 a cui si sono aggiunti i nuovi M-260 e il nuovo plotter base UV Led, M-160UV. Invece, la serie SmartFlat R (base Roland) si compone di 8 modelli: R-70, R-100, R-130, R-160 a cui si è aggiunta la più piccola della serie, ovvero la R-50 e i nuovi sistemi UV Led R-70 UV, R-130 UV e R-160 UV. www.smartcolor.it

33


Kern Graphic Solutions è la nuova divisione di Kern, leader mondiale per la produzione di sistemi di imbustamento, nasce con l’intento di offrire la soluzione più adatta alle esigenze Finishing da Stampa Digitale.

Kern Graphic Solutions, benvenuti nel futuro del Finishing Digitale Per offrire la soluzione ottimale Kern Graphic Solutions ha composto un portafoglio prodotti, ricco di soluzioni in grado di rispondere a ogni richiesta di Finishing per stampa digitale, tra cui il sistema di imbustamento per il Direct Mailing Easy Mailer e l’ampia gamma di sistemi concepiti e progettati interamente in Italia come le Brossuratrici PUR, le Cordonatrici, le Piegatrici, le Plastificatrici e le Verniciatrici. Brossuratrici PUR EasyBinder Le Brossuratrici Poliuretaniche (PUR) EasyBinder sono state progettate per soddisfare esigenze di lavorazione di piccoli e medi volumi. I cinque brevetti che rendono le Brossuratrici PUR EasyBinder del tutto uniche, danno garanzia dell’elevato livello tecnologico con cui sono progettate. Sono indispensabili per chi vuole realizzare libri e photo-book, la cui sorgente sono le stampanti digitali, in bassa tiratura, potendo utilizzare tutte le diverse tipologie di carte e inchiostri, mantenendo la massima qualità. Le Brossuratrici monoganascia PUR EasyBinder, grazie a un innovativo sistema brevettato di estrusione di colla integrato ed ermetico, impiegano indistintamente sia colla PUR sia Hot-melt in base alle esigenze di lavorazione. Tale sistema di estrusione ha la prerogativa, inoltre, di consentire l’applicazione della colla sul dorso e sulle parti laterali, queste ultime possono essere escluse in maniera indipendente rispetto al dorso. La pressa ha peculiarità uniche nel suo genere come la regolazione automatica dell’altezza, della pressione e del tempo di pressatura; oltre

a ciò è dotata di un sistema automatico di rilevazione della copertina e del libro stesso pressato. Le EasyBinder hanno un funzionamento completamente automatico come la rilevazione della lunghezza del dorso, l’apertura dell’estrusore, il rilevamento dello spessore del blocco libro; inoltre grazie all’originale ciclo di lavoro il libro, una volta finito, rimane in posizione verticale. Queste e molte altre automazioni consentono di eliminare gli interventi manuali dell’operatore, determinando un considerevole aumento di produttività, permettendo al modello EasyBinder 300 di raggiungere una produzione reale di 300 libri/ora. La EasyBinder nella versione 450, la cui produttività raggiunge i 450 libri/ora, mantiene le stesse caratteristiche della sorella minore EasyBinder 300, è però equipaggiata con un Metticopertine totalmente automatico completo di dispositivo cordonatore e di un modulo di scarico del libro con un particolare meccanismo che adagia il libro finito senza danneggiarne in alcun modo il dorso, requisito di massima rilevanza per il confezionamento di libri in PUR. Tutte le versioni sono corredate di pannello Touch Screen dotato di un vero e proprio Tutorial che, a seconda della tipologia di libro da produrre, segue passo-passo l’operatore (anche inesperto) durante le semplici fasi di set-up. A completamento della gamma, ecco in arrivo la EasyBinder 150: la vera Brossuratrice PUR Entry Level; una macchina che manterrà il medesimo impianto brevettato di estrusione colla e una serie di caratteristiche uniche delle altre EasyBinder, ma che richiederà alcune operazioni manuali.

EasyBinder 450 la Brossuratrice PUR di Kern.

34


pubbliredazionale

Cordonatrici Creas Le Cordonatrici Creas, con avanzamento automatico dei fogli, sono progettate per la cordonatura di fogli stampati da macchine digitali. Complete di computer con 100 canali di memoria, di cui ognuno può memorizzare fino a 100 passi con una precisione di 0,1 mm. A inserimento manuale è possibile trattare fino a lunghezze di fogli infinite. La versione Creas 35 (con luce 35 cm) può montare il kit perforazione rotativa essendo predisposto elettronicamente e meccanicamente per essere collegata a diverse tipologie di mettifoglio. Creas 51 (con luce 51 cm) è una macchina di nuova concezione e raggiunge la velocità operativa di 2800 copie/ora; di facile messa a punto è studiata per evitare il minimo scarto degli stampati, ideale per lavorare anche minime quantità di copie con estrema velocità di esecuzione e, soprattutto, si rende indispensabile per la cordonatura su carte stampate con macchine digitali. La distanza minima tra una cordonatura e l’altra è di 0,2 mm, mentre per la più piccola Creas 35 la distanza è di 0,01 mm. Completa la serie Cordonatrici, Creas 51 Super con le medesime caratteristiche tecniche ma con velocità che raggiunge fino a 8000 copie/ora nel formato A4. Plastificatrici Lami Le Plastificatrici Lami plastificano ambo i lati contemporaneamente o un singolo lato in base alle esigenze: sono provviste di computer per il controllo della velocità di avanzamento e della temperatura dei rulli che consente di scegliere di riscaldare entrambi i rulli sia inferiori sia superiori (laminazione bifacciale) o solo il rullo superiore (laminazione monofacciale). L’inserimento e la sovrapposizione dei fogli sono resi ancora più facili dalla fotocellula di cui è equipaggiata, anche in alimentazione manuale. Nate con introduzione manuale sono già predisposte per essere collegate in qualsiasi momento a diversi mettifogli trasformandole in automatiche senza l’intervento di personale tecnico. Entrambe possono utilizzare film a partire da 25 micron sino ad arrivare a 250 micron, nella lavorazione di plastificazione monofacciale, e inoltre, grazie alle due ruote perforanti, è possibile incidere il film plastico consentendo la separazione dei fogli sia a introduzione manuale che automatica. Lami 35 nasce come macchina da tavolo a introduzione manuale, luce di lavoro 35 cm, può plastificare carte fino a 350 g/m. Invece la plastificatrice Lami 52 è automatica: con luce di lavoro di 52 cm può montare due bobine fino a 1500 mm e la velocità di lavoro e raggiunge fino a 12 m/min. La particolare concezione modulare con cui è stata progettata consente di modificare la configurazione anche a distanza di tempo. Sistema di imbustamento Kern EasyMailer Kern 515 “EasyMailer” è un’innovativa soluzione proposta da Kern per affrontare le esigenze di Direct Mailing, ossia il trattamento e realizzazione di prodotti postali completamente personalizzati sia nella busta sia nel contenuto. Il sistema Kern 515 “EasyMailer” nella sua applicazione principale prevede l’alimentazione di un foglio stampato A3. Esegue un taglio trasversale ottenendo così due fogli A4, uno sarà utilizzato come busta e l’altro come lettera. Piega il primo foglio in modo da conformare la busta, piega a Z il foglio da introdurre, inserisce il foglio piegato a Z nella busta e chiude il plico, che è così pronto per la spedizione. È possibile, inoltre, installare un modulo opzionale utilizzabile per imbustare un ulteriore inserto. Il sistema EasyMailer senza l’utilizzo della busta crea un mailing del design assolutamente originale e accattivante.

In alto a sinistra un modello della serie di Plastificatrici Lami; in alto a destra la Cordonatrice Creas con avanzamento automatico dei fogli; In basso l’innovativo sistema di imbustamento Kern 515 EasyMailer.

LOGO AZIENDA

Per informazioni: Kern Spa Via Donizetti 5 20090 Assago MI www.kerngraphicolsutions.it

Kern Graphic Solutions è la nuova divisione di Kern Spa rivolta al mercato di Legatoria, Arti Grafiche, Tipografie, Copisterie, Centri Digitali, per bassi-medi e alti volumi di produzione sia in ambito digitale che offset. Nasce con l’intento di offrire la soluzione più adatta alle esigenze di post stampa utilizzando l’esperienza e gli standard Kern, leader mondiale per la produzione di sistemi di imbustamento.

35


Kongsberg XP e i-Cut Suite massimizzano la produzione e ottimizzano i flussi di Pixartprinting Le tecnologie, software e hardware Esko-Kongsberg, hanno garantito al leader del Web-to-Print il massimo grado di produttività, efficacia ed efficienza, automatizzando i processi dalla prestampa alla finitura. Risultati eccellenti firmati B+B International per l’inarrestabile crescita di Pixartprinting

E

Eccelle nella produzione di applicazioni stampate a foglio e di grande formato, vanta un fatturato in forte crescita e il suo obiettivo è la quotazione in Borsa entro i prossimi 3/4 anni. Stiamo parlando di Pixartprinting, eccellenza italiana e leader nel Web-to-Print, il cui successo è frutto di un modello di business vincente, oltre che di investimenti e di integrazione dei migliori software e hardware di stampa e finitura disponibili sul mercato. Investimenti che hanno portato l’azienda veneta a disporre di reparti di produzione digitale tra i più avanzati in Europa. Reparti gestiti attraverso un software gestionale proprietario denominato Urgano, sviluppato internamente dal team di ingegneri. Mission ambiziosa che ha portato Pixartprinting a selezionare B+B International quale fornitore e partner nell’integrazione del flussi di lavoro Esko i-Cut Suite e degli affidabili e produttivi plotter da taglio, cordone e fresa Kongsberg XP. Una partnership iniziata per portare al massimo grado di efficacia ed efficienza il flusso di lavoro Pixartprinting. Un percorso straordinario che ha visto B+B International, Esko e il team di Pixartprinting impegnati nell’automazione dei processi e nell’integrazione tra i-Cut Suite di Esko e il software gestionale sviluppato internamente, attraverso lo scambio di file XML. Il risultato ha portato all’ottimizzazione del processo flatbed. Il tutto confermato da un ulteriore investimento di due Kongsberg XP44. Lo specialista del Web-to-Print dimostra come l’ottimizzazione dei processi sia determinante per le aziende delle arti grafiche. Alessandro Tenderini, Direttore Generale di Pixartprinting con Davide Dal Col, Sales Manager di B+B International.

36


interviewing

ALESSANDRO TENDERINI Direttore Generale di Pixartprinting

Quali esigenze e aspettative vi hanno portato a inserire altri due Kongsberg XP44 in aggiunta all’attuale Kongsberg XP44 Auto?

I plotter da taglio, cordone e fresa Kongsberg sono macchine altamente produttive, affidabili e specifiche, nate per realizzare un prodotto finito di notevole qualità completando il ciclo flatbed - rigido. La stabilità e velocità nel taglio è notevole così come la qualità della fresatura: performance fondamentali per la nostra filiera, ulteriormente ottimizzata dalla capacità di dialogo tra Kongsberg e i-cut Suite.

Qual è l’importanza di avere in casa tecnologie specifiche e un partner concentrato esclusivamente su questo settore? Pixartprinting ha un rapporto unico con i propri fornitori. La collaborazione tra i nostri sviluppatori e gli esperti di Esko e B+B International ha avuto lo scopo primario di puntare al massimo grado di efficacia ed efficienza del workflow rendendo ogni operazione dalla prestampa alla finitura più automatica e sicura a partire dai processi di finishing.

Riscontrata l’affidabilità e produttività di Kongsberg quanto è importante per voi ottimizzare il processo? È fondamentale e fa la differenza: è ciò che ci distingue dai nostri competitor. Con Kongsberg e i-Cut Suite garantiamo prodotti dagli standard qualitativi elevati raggiunti dall’ottimizzazione totale della filiera che altrimenti porterebbe a costi esagerati. Kongsberg e Esko i-Cut Suite rispondono dinamicamente al nostro flusso che richiede un’infinità di materiali differenti e ci consente margini di crescita operativa, con un’affidabilità che si concretizza in venti ore di operatività al giorno.

Parlando di flatbed rigido quali sono i vantaggi di aver inserito software per la verifica dei file grafico in ingresso (i-cut Preflight) e l’ottimizzazione delle lastre (i-cut Layout) coerentemente con le vostre tecnologie di stampa flatbed e i plotter da taglio, cordone e fresa Kongsberg?

Abbiamo una struttura molto complessa di tracciatura della singola commessa e delle lavorazioni prevista per ogni file. Ci mancava un software specifico per il trattamento e il preflight del file in grado di massimizzare la produttività di lavori integrati tra loro sullo stesso foglio. Esko i-Cut Suite è perfetto per la nostra prestampa che ogni giorno realizza già 3500 commesse differenti.

Quanto tempo risparmiate grazie all’integrazione tra il vostro gestionale e i-Cut Suite Automated?

È molto complesso fare una stima di questo tipo ma, nel complesso, l’integrazione tra il nostro gestionale e i-Cut Suite Automated ci ha portato a un efficienza notevole e, mantenendo lo stesso rapporto di personale, abbiamo incrementato del 40% la produzione e contiamo di restare sull’ordine del 60-65% nel corso dell’anno.

I software e le tecnologie Esko saranno dimostrate live a drupa presso lo stand A23 nel padiglione 8B

Esko Kongsberg XP44.

B+B International è specializzata in soluzioni end-to-end per lo sviluppo di business e applicazioni innovative per il packaging e la stampa digitale. Per informazioni: B+B International Vicolo Boccacavalla, 3/F 31044 Montebelluna (TV) Tel + 39 0423 289090 Fax + 39 0423 301607 www.bbinternational.eu info@bbinternational.eu

37


l’equilibrio della comunicazione

comunicare ZEN è un po’ ritornare al cuore delle cose, alla semplicità del messaggio, all’immediatezza del dire. Amiamo lavorare al meglio con il gusto di avere un pensiero in EQUILIBRIO dietro. Amiamo agire con fermezza e determinazione; perchè ogni MOSSA possa essere quella decisiva.

ZEN arte Srl, via Caprera 11, 21040 Venegono Superiore VA, tel. 0331.824896 | info@zen-adv.com | www. zen-adv.com


SUPPORTI

di Cecilia Cantadore | cecilia.cantadore@sunnycom.it

Viaggio tra le FINE PAPER creative e digital oriented Tradizionalmente legate al mondo offset e agli stampati di alto livello, le fine paper sono ormai a pieno titolo vere e proprie carte per il digitale. Le cartiere hanno infatti ampliato la loro offerta per incontrare le esigenze della produzione inkjet e laser

I

l modo di fare comunicazione sta cambiando e l’offerta delle cartiere si adegua, con l’obiettivo di fornire gli strumenti adatti a offrire messaggi personalizzati, in edizioni limitate, senza scendere a compromessi con la qualità. A una tecnologia di stampa sempre più affermata, quale il digitale, non poteva infatti mancare una risposta mirata e di alto livello da parte dei produttori di carta. L’offerta dedicata a questo settore continua ad aumentare, le linee e le gamme si rinnovano per soddisfare in modo puntuale ed efficace le esigenze di stampatori e creativi. L’offerta è cresciuta e si sono alzati gli standard qualitativi, tanto che anche il segmento delle carte fine paper, che fino a qualche anno fa erano impiegate esclusivamente per lavori di pregio e stampati d’eccellenza, vanta numerose possibilità destinate all’inkjet. Le carte digitali di qualità per produzioni creative e di alto livello qualitativo non sono più una nicchia, sono diventate a pieno diritto una voce significativa all’interno del reparto cartario. A livello

qualitativo, le fine paper per il digitale sono pari a quelle delle carte offset, possiedono le stesse proprietà tattili e un’ampia varietà di finiture e colori, nonché un ampio range di grammature. Questi supporti sono ideali per realizzare campionature, ma anche per produrre inviti, brochure, leaflet e mailing personalizzati. Il direct marketing e le soluzioni personalizzate sono elementi chiave in un momento come quello che stiamo vivendo, in cui è necessario ottimizzare le risorse e trasformarle in concreta e reale opportunità. Questo indica la grande qualità raggiunta, tanto dalle tecnologie digitali quanto dai supporti a essa dedicati. Le cartiere infatti non sono state a guardare i cambiamenti del mercato e in questi ultimi anni hanno adeguato e migliorato la propria offerta, accrescendo la loro competenza in materia e sensibilizzando il mercato sulle possibilità che il digitale offre. Anche i gruppi cartari con una tradizione e una gamma articolata di carte offset hanno lavorato per trasferire tale ricchezza sul fronte del digitale.

Applicazioni stampate in digitale con tecnologia HP Indigo.

39


SUPPORTI

1 2 3 42

1. Il campionario Favini Digital 2. Un foglio di Icelaser Indigo, appartenente alla gamma Digital del Gruppo Cordenons 3. Applicazioni realizzate con le carte Gmund Digital, distribuite in Italia da Augusto Berni 4. Packshot di Digit, la carta digitale di Burgo Distribuzione.

“Digital” di alta gamma

Anche le cartiere legate per “tradizione” al mondo offset hanno introdotto – più o meno recentemente – prodotti digitali. Favini ha lanciato la gamma Digital, interamente certificata Fsc. Con la quasi totalità degli articoli certificati HP Indigo, Favini Digital è idonea anche alla stampa xerografica e offre un’ampia gamma di superfici lisce, marcate, cast-coated e metallizzate per applicazioni che vanno dal packaging all’editoria, dalle brochure ai cartellini e business card. La tecnologia sviluppata da Favini per le macchine da stampa HP Indigo prevede che non ci sia data di scadenza e scolorimento della carta nel tempo. Anche Gruppo Cordenons ha arricchito il suo portfolio di carte con una nuova gamma che ha recentemente ottenuto la certificazione per la stampa con tecnologia HP Indigo. Della nuova gamma Digital for Indigo fanno parte Icelaser Indigo, in 7 grammature da 90 a 325 g/m2 e Modigliani nelle grammature 120, 200 e 260; Icelaser Indigo ha superficie vellutata, elevato grado di bianco, assenza di doppio viso, ottima tenacità e rigidità, buona solidità alla luce e buona collatura superficiale; mentre Modigliani Indigo, disponibile nelle grammature 120, 200 e 260 g/ m2, è una carta marcata a feltro su entrambi i lati con ottima tenacità, spessore e rigidità, buona resistenza alla piegatura e alla cordonatura,

40

solidità alla luce ed elevata collatura superficiale. Entrambe le carte sono disponibili nel formato 32×46/46×32 cm e sono certificate Fsc. La cartiera tedesca Gmund, i cui prodotti sono veicolati in Italia da Augusto Berni, propone invece Digital, carta approvata da Xerox, HP Indigo, Canon, Océ. Disponibile in bianco e camoscio, è molto omogenea e liscia, in grammature che variano da 150 a 275 g/m². C’è poi la versione goffrata, che comprende cinque texture diverse.

Dall’editoria alla stampa commerciale

Digit, nelle sue varianti Digit, Digit Gloss, Matt e Linen, è la linea per la stampa digitale proposta da Burgo Distribuzione. Disponibile nel formato fino a SRA3 e con un range di grammature che vanno dalla 100 alla 300 g/m2, Digit è una carta naturale di elevata qualità, che grazie alla superficie particolarmente liscia, garantisce ottima stampabilità con tecnologia sia laser sia Led. La formazione del foglio e l’elevato grado di bianco assicurano colori omogenei e brillanti, per risultati di qualità anche nei lavori più impegnativi. Rappresenta la scelta ideale per presentazioni, manuali, depliant, report. Digit Gloss è invece una carta patinata dalla superficie lucida dall’elevato grado di bianco; la speciale patina studiata appositamente per resistere alle alte


SUPPORTI

PRO-DESIGN™ PURE BY NATURE

1 2

Unbelievable quality

PER STAMPA PROFESSIONALE LASER A COLORI PRO-DESIGN™ è la carta ideale per la stampa digitale e litografica a colori. a Elevato punto di bianco che migliora il contrasto

e aumenta l’intensità dei colori

1. Esempio di applicazione stampata su carta Pro Design della grammatura di 300 g/m². 2. Packshot di Pro Design, la gamma laser a colori di International Paper.

a Formazione ideale del foglio e superficie perfettamente liscia, che consentono di mantenere una qualità costante di stampa e di distribuire il toner in modo uniforme a Rigidità ottimale che permette di evitare inceppamenti della carta durante la stampa a Destinata a una vasta gamma di stampanti e macchine da stampa

temperature a cui è sottoposta in fase di stampa assicura una perfetta aderenza del toner e la stabilità dimensionale necessaria per stampe “full color”. Digit Matt è una carta patinata con trattamento superficiale opaco, effetto satinato ed eccellente livello di bianco; anche nella versione matt, la patina è stata testata per il perfetto funzionamento con tecnologie di stampa a caldo, garantendo un’ottima macchinabilità e un’eccellente resa dei colori. Ideale per copertine, depliant, biglietti da visita. Infine, Digit Linen è un cartoncino patinato caratterizzato da una goffratura a effetto tela su entrambe le superfici. Un supporto che dona risultati sorprendenti, particolarmente indicato per tutti i lavori con effetto artistico di sicuro impatto. Ideale per copertine, inviti e calendari. La proposta di International Paper comprende invece IP Pro Design, gamma laser a colori che si caratterizza per un elevato grado di bianco, per la rigidità e l’ottimo liscio, che permette di ottenere risultati di stampa dai contrasti definiti e colori vivi. International Paper ha recentemente lanciato delle “mini risme” in formato SRA3 (che possono essere richieste all’azienda) contenenti quattro grammature diverse da 100 a 300 g/m², ideate appositamente per far testare il prodotto agli stampatori specializzati.

a Approvata per l’uso e consigliata dai maggiori produttori di macchine da stampa

www.internationalpaper.com/europe

41


SUPPORTI

QUANDO LA CARTA INCONTRA LA TECNOLOGIA Quale carta scegliere, in relazione allo specifico dispositivo di stampa digitale che è installato nel proprio parco macchine? Questa è una domanda cruciale, sintesi delle potenzialità del digital printing. Fortunatamente la risposta a volte è semplice, Spesso le carte nascono infatti dalla collaborazione diretta tra i principali produttori di tecnologie digitali e le cartiere, che condividono informazioni e visioni. Questo porta allo sviluppo efficace dei prodotti e delle finiture più adatte. In questo modo le carte e cartoncini studiati appositamente per le macchine garantiscono risultati cromatici superiori e ottimo ancoraggio dell’inchiostro. In questo modo nascono prodotti e applicazioni “senza inceppamenti”.

1

2 1-2. Esempi di applicazioni creative stampate con le carte della gamma Digital di Arjowiggins Creative Papers 3. Fedrigoni Sirio Nero 4. Il campionario Fedrigoni CSI di carte certificate per la stampa con tecnologia HP Indigo

Le carte creative sposano il digital printing

3

42

4

Arjowiggins Creative Papers ha recentemente rinnovato la gamma di carte di alta qualità appositamente studiate per la stampa digitale. Conqueror, Curious Collection, Rives, Pop’Set, Keaykolour e Inuit sono i noti brand della casa francese che ora arrivano a comprendere 38 prodotti certificati HP Indigo (tecnologia “liquid toner”), con l’aggiunta di 8 prodotti in formato SRA3 per il vasto assortimento di carte compatibili con la tecnologia “dry toner” impiegata da una grande varietà di stampanti (Canon, Konica Minolta, Ricoh, Xerox, Kodak). Tutte certificate Fsc, le carte digitali permettono di scegliere tra bianchi, colori intensi e vivaci, marcature eleganti e carte premium colorate riciclate. Last but not least, la cartiera Fedrigoni vanta oltre 90 prodotti diversi pensati appositamente per la stampa HP Indigo, dalla carta adesiva a quella trasparente, dalla carta goffrata a quella colorata. Tra le novità, Fedrigoni ha realizzato Sirio Nero, un supporto nero per stampa HP Indigo a colori. Grazie a una base di stampa Indigo bianca è possibile stampare su di esso qualsiasi immagine a colori con la stessa resa di stampa del supporto bianco. Con i 290 g/m2 e il formato 70x100 cm, le immagini vengono valorizzate dando vita a fotoalbum originali, inviti stravaganti e packaging impensati.


TECNOLOGIE | printing di Alexia Rizzi | alexia.rizzi@sunnycom.it

Un invito speciale a drupa 2012, firmato HP SCITEX

Lo showroom HP Scitex di Netanya, in Israele, quuesto interessante pannello diviso in sei aree mette a confronto i diversi pannelli che lo compongno stampati ognuno con una tecnologia diversa: offset, serigrafia e 4 diverse soluzioni di stampa firmate HP Scitex.

Tra le strabilianti novità che HP presenterà a drupa 2012 sui suoi 4900 m2 di stand, ce ne sono alcune dedicate al grandissimo formato, che confermano l’impegno di HP Scitex nell’offrire agli stampatori un vantaggio competitivo nella scelta della stampa digitale anche per tutte le applicazioni superwide

P

er scoprire tutti i segreti di HP Scitex e soprattutto per vedere dal vivo in anteprima le innovazioni che questa divisione di HP presenterà alla prossima edizione di drupa, siamo andati nella terra dove il brand Scitex ha avuto origine. Lo stabilimento dove nascono tutti i prodotti a marchio HP Scitex si trova a Netanya nei pressi di Cesarea, città situata sulla costa israeliana tra Tel Aviv e Haifa e fondata prima della nascita di Cristo da Erode il Grande. Se durante la nostra full immersion nelle novità HP, la presentazione dell’ultima generazione di macchine HP Indigo ci ha dimostrato l’impegno dell’azienda nel voler superare i limiti della stampa digitale di piccolo formato per come fino a oggi è stata concepita, anche Scitex con le novità che vedranno la presentazione ufficiale world wide a drupa ha mosso un passo decisivo nel concretizzare una strategia già chiarissima. “Che l’obiettivo di HP Scitex sia di offrire agli stampatori tradizionali una tecnologia che affianchi e incrementi il loro business era chiaro da sempre: i nuovi prodotti che lanceremo a drupa rappresentano un’ulteriore mossa strategica in questa direzione perché in qualche modo chiudono il cerchio, offrendo strumenti in grado di

44

rendere la scelta della stampa digitale ancora più competitiva e profittevole. – ha spiegato Roberto Nicoli, Inside Sales Representative di HP Scitex Italia – La dimostrazione concreta di questa strategia è data dal fatto che tra i sei clienti italiani che abbiamo invitato ad assistere alle anteprime di prodotto in Insraele, solo uno è uno stampatore digitale: gli altri cinque vengono dal mondo della offset, della flessografia e della serigrafia”. HP Scitex intende porsi come interlocutore “naturale” nei confronti degli stampatori, parlando la loro stessa lingua ma soprattutto offrendo loro soluzioni efficienti in grado di risolvere i loro problemi di produzione e di produttività offrendo tecnologie e servizi in grado di rispondere alle esigenze attuali e future dei fornitori di prodotti stampati di grande formato. “Sono certo che le novità HP Scitex valgano una visita a drupa per ogni stampatore che voglia scoprire come comporre al meglio gli asset di stampa per essere più competitivo. Nello stand HP uno spazio importate sarà riservato all’intero portfolio HP Scitex. In dimostrazione dal vivo la nostra gamma completa: dai dispositivi low-end fino alle soluzioni high-end, che comprendono la famiglia TurboJet e FB, ma anche le ultimissime novità targate HP Scitex.” ha aggiunto Nicoli.


TECNOLOGIE | printing

HP Scitex live sul palcoscenico di drupa 2012

Le novità che abbiamo visto in anteprima prevedono il lancio di un nuovo inchiostro bianco HP FB225 Scitex e di un Kit per inchiostro bianco HP Scitex FB7500/FB7600, che offrono stampa ad alta coprenza con inchiostri bianchi e colori ricchi e saturi per dare valore aggiunto a una vasta gamma di applicazioni. A questo si aggiunge il supporto da parte di HP ai clienti per l’ottenimento delle certificazioni Fogra e Ugra. Un’altra importante novità è rappresentata da HP SmartStream Production Analyzer per HP Scitex, il software di monitoraggio completo delle operazioni e dell’analisi dei dati. Infine non potevano mancare nuove soluzioni per migliorare l’efficienza del flusso di lavoro e la versatilità dei supporti, tra cui l’Autoloader, pensato per gli stampatori flessografici, il dispositivo di caricamento automatico Hostert, pensato nell’ottica degli stampatori offset, e la compatibilità per supporti sottili fino a 130 g/m2 per la HP Scitex FB7600. Il loader automatico Hostert, soluzione realizzata dai partner per HP Scitex FB7600 e FB7500, consente ai laboratori di stampa che gestiscono elevati volumi e sono impegnati in lunghe tirature ripetitive di ridurre i costi di produzione, migliorare i tempi di produzione e creare un ambiente di lavoro automatizzato che include le operazioni di impilatura.

Il loader automatico Hostert, una soluzione realizzata dai partner per le macchine da stampa industriali HP Scitex FB7600 e FB7500.

la parola a...

IL FLUSSO SOTTO CONTROLLO

HP SmartStream Production Analyzer per HP Scitex consente di migliorare l’efficienza produttiva con analisi dei dati automatica e visibilità 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Questo strumento, facile da utilizzare e basato su cloud, offre una serie di funzioni, tra cui la possibilità di generare rapporti sulla situazione delle macchine da stampa, degli operatori e dei turni, ad esempio il consumo di inchiostro e dei supporti. Offre un dashboard basato sul Web con informazioni in tempo reale sull’attività di ciascun macchinario, sull’operatore, sulle modalità di utilizzo e sull’eventuale raggiungimento degli obiettivi. La produzione può essere monitorata praticamente ovunque e in qualsiasi momento grazie a un tool basato su cloud compatibile con la maggior parte dei dispositivi mobili e con la possibilità di inviare rapporti via e-mail o SMS.

la parola a...

Roberto Nicoli, Inside Sales Representative di HP Scitex Italia

Santiago Morera, Vice Presidente e General Manager, HP Divisione Wide Format

“Visitare drupa è un must per ogni stampatore che voglia comporre al meglio i propri asset di stampa per far crescere il proprio business. HP Scitex è in grado di fornire ai professionisti del wide format tutte le soluzioni in termini di prodotti e servizi necessari per essere competitivi.”

“Dei 6,2 miliardi di m2 stampati per il settore sign&display, solo il 38% sono attualmente prodotti in digitale; mentre l’85% del materiale per il POP è ancora stampato in serigrafia. Significa che le potenzialità di crescita dell’inkjet in questo mercato sono strabilianti. HP Scitex è protagonista di questa migrazione dall’analogico al digitale.”

45


LASTRE PVC ESPANSO PVC INTEGRALE POLIETILENE

LASTRE META T CRILAT TA AO AT COLAT AE AT ED ESTRUSE

AUTOADESIVI PER LA STA T MPA TA E BIADESIVI INDUSTRIALI

AUTOADESIVI PER LA STA T MPA TA E BIADESIVI INDUSTRIALI

Lastre di Eurobond - Dibond - Laminill - Kartapi첫 - Policarbonato Targhe in lamiera - Pellicole rifrangenti Orafol Oralite - Termotrasf Poliestere per PopUp e RollUp Kernow Coating - Pellicole protett


LASTRE LEGGERE COMPOSITE CON FINITURA IN PVC, CARTA T E ALLUMINIO TA

FILM PER IL CONTROLLO SOLARE E DECORAZIONE VETRI

ESPOSITORI PER IL P.O.P. E P.O.S. TOTEM, TA T RGhE ROLLUP, P POPUP P,

LASTRE DOPPIA PARETE IN POLIPROPILENE

PET - PETG - Kapa - Profili plastica e alluminio - Cornici in alluminio feribili per tessuti Poliflex - 3M Di-Noc, Fasara, Nomad, Dual Lock tive e biadesivi Orafol - Sistemi di fissaggio - Banner Giovanardi


5

by Zund LAB t. 0371 421309 info@zundlab.it www.zundlab.com

UN PRODOTTO IN 5’

TAGLIARE SENZA COMPROMESSI Zund supera se stessa e lancia una nuova serie di plotter multifunzione per il taglio e la fresatura, destinati a rivoluzionare il mercato del taglio digitale e a battere le già superlative performance della precedente famiglia PN. Le nuova serie S3 si affianca alla già nota G3 per soddisfare ogni esigenza di taglio anche nei formati più piccoli e nella lavorazione di materiali e applicazioni ad altissima precisione e a elevata redittività in ambito offset e digitale.

1. TESTA DI TAGLIO CON UTENSILI INTERCAMBIABILI La serie S3 è equipaggiata con l’ultimissima generazione di teste di taglio multiutensili di Zund: è disponibile una vasta gamma di tipologie di utensili. 2. ARCHITETTURA INDUSTRIALE E MOTORI LINEARI Seppur disegnata per soddisfare le esigenze produttive di formati medio/piccoli in uscita da macchine da stampa offset e digitali, S3 è dotata di un corpo robusto e di un’esclusiva movimentazione con motori lineari per garantire sempre la massima velocità e la totale precisione in assenza di vibrazioni. 3. WORKFLOW ZUND CUT CENTER Zund S3 è equipaggiata con l’ultimissima versione della suite software Zund Cut Center, che implementa presso il centro di produzione un workflow completo, perfettamente integrato con le periferiche di stampa e totalmente automatizzato.

3 1 2

48


La vetrina di I plotter da taglio Zund della serie S3 sono pensati per il taglio di materiali leggeri (tra cui cartoni cartoncini, pvc, laminil, poliestere, polipropileni) fino a 2,5 cm di spessore per applicazioni di packaging in bassa tiratura realizzati in offset o con stampanti digitali di piccolo formato, per la produzione di astucci, cartelline, ecc.

SI PREANNUNCIA DI GRANDE SUCCESSO LA TOURNÉE INTERNAZIONALE DELL’ULTIMA NATA IN CASA ZUND, LA SERIE S3. LA NUOVA RIVOLUZIONARIA LINEA DI PLOTTER DA TAGLIO MULTIFUNZIONE, PRODOTTA DALLA CASA SVIZZERA ZUND, ARRIVA SUL PALCOSCENICO DI DRUPA FORTE DEL SUCCESSO RISCOSSO NELLA RECENTE ANTEPRIMA MONDIALE DI FESPA 2012. PRESSO LO STAND C 03 AL PADIGLIONE 9 DELLA FIERA DI DUSSELDORF, VEDREMO INOLTRE IN FUNZIONE IL BOARD HANDLING SYSTEM E IL SOFTWARE ZUND CUT CENTER.

Zund LAB t. 0371 421309 info@zundlab.it www.zundlab.com

La serie S3 adotta l’esclusiva testa di taglio Zund con utensili facilmente intercambiabili già impiegata sulla serie G3. Significa che anche i piccoli /medi stampatori offset e digitali possono beneficiare di strumenti di taglio, mezzo taglio e fresatura, tra cui Twin Cut, che raddoppia la velocità nominale nel taglio di soggetti ripetitivi. La movimentazione con motori lineari “direct drive” di Zund S3 garantisce performance uniche e superiori alle altre tecnologie di taglio in termini di accelerazione, decelerazione, velocità e assenza di vibrazioni. Ciò si traduce in una produttività complessiva più che doppia rispetto alle serie precedenti e alle tecnologie concorrenti. PRT, porta rotoli specifico e conveyor per alimentazione e taglio di materiali tessili per applicazioni tipo bandiere, allestimenti, punti vendita e softsignage. Questo sistema di avanzamento e finitura dei materiali aumenta il livello di automazione del sistema di taglio e consente di incrementare la produttività.

49


venti

di Dario Zocco Ramazzo // dario.zocco@sunnycom.it

bompan

Bompan e Mimaki: rivoluzione 2012 “graffiante” Presso l’avveniristico showroom di Tradate, Bompan ha presentato la prima ondata di novità tecnologiche firmate Mimaki. Nuove soluzioni di stampa wide format, flatbed e tessili che portano l’inkjet verso terreni ancora inesplorati

Le rivoluzionarie Mimaki JV400-160LX ,installate presso lo showroom Bompan, hanno stampato ininterrottamente durante l’evento di anteprima nazionale

“Stiamo vivendo una rivoluzione tecnologica. Siamo noi imprenditori che dobbiamo scrollarci di dosso il passato e muoverci verso il nuovo che avanza”. Con queste parole Massimo Bompan, Presidente di Bompan, ha lanciato un messaggio chiaro agli imprenditori del mercato della comunicazione visiva, presentando a più di 100 clienti e partner le prime novità tecnologiche dello storico leader giapponese Mimaki attese per questo 2012. Foriero di grandi novità secondo la tradizione orientale, l’Anno del Dragone è già iniziato al meglio per Bompan che ha avuto l’onore di lanciare anche in Italia, a poche settimane dall’anteprima avvenuta a Fespa, la nuova famiglia di plotter Mimaki JV400 con i rivoluzionari inchiostri latex (bianco compreso!) e SUV. Novità anche in campo flatbed con UJF-3042HG e tessile con TS500-1800, di cui torneremo a parlarvi presto!

50


borse in texuto te per comunicare il design modello design

modello sparkly design

textile becoming sexy +39-342.3777985


52


venti

di Dario Zocco Ramazzo // dario.zocco@sunnycom.it

FESPA Digital 2012

Svento-latex a Fespa le novità wide di primavera Siamo volati a Barcellona “esplorando la rotta” del wide format e per svelarvi in anteprima le novità che guideranno la prima metà del 2012. Inchiostri, finishing e sistemi di stampa per nuove opportunità di crescita

Italiana Bandiere ha firmato le 11 bandiere da 4 m di altezza per 1 m di larghezza disposte attorno alla fontana e all’ingresso di Fespa Digital guidando verso la fiera 12.000 visitatori

Nonostante lo scetticismo di alcuni, considerata la vicinanza con Viscom 2011 e drupa, l’edizione spagnola di Fespa Digital 2012 ha confermato la propria leadership in Europa come fiera di riferimento per le tecnologie e soluzioni per la stampa di grande formato. Hanno preso parte all’evento più di 12000 visitatori, tra cui molti spagnoli (45%), seguiti dal pubblico italiano, francese e inglese per un totale complessivo del 18%, seguiti dal pubblico tedesco prossimo al 4% del totale. Una fiera di indiscutibile interesse che ha visto il Latex di Mimaki e la nuovissima tecnologia wide format Epson dominare la scena oltre all’esordio in campo internazionale di numerose tecnologie di cui noi italiani avevamo avuto l’esclusiva presentazione durante il Viscom. Ci riferiamo alla nuova famiglia HP Designjet L, all’UV-Led di Fujifilm e non solo… scopri novità e soluzioni nel nostro report esclusivo!

53


FESPA Digital 2012

1

1. Mimaki JV400-160LX 2. La presentazione della nuova serie Mimaki JV400SUV 3. Fujifilm Acuity LED 1600. 3

LATEX E SUV DEBUTTANO IN CASA MIMAKI Il produttore giapponese Mimaki ha dominato la scena durante Fespa Digital presentando uno stand ricco di novità per la stampa di grande formato dall’anima green. Al debutto la nuova famiglia wide format da 1,3 e 1,6 m Mimaki JV400 nella versione LX e SUV con nuove teste di stampa da 4 picolitri. JV400 si caratterizza per la presenza on-board dei nuovi inchiostri Mimaki Latex, oppure dei nuovi SUV, questi ultimi con la brillantezza del solvente e la resistenza degli UV. Grazie ai nuovi inchiostri latex Mimaki entra in competizione con il Latex di HP – a sua volta al debutto internazionale con HP Designjet L26500 e L28500 – ma introducendo per prima l’inchiostro bianco latex. CHI NON TEME IL LATEX? Se alla stampa a bobina è necessario affiancare la stampa su supporti rigidi, le alternative sono l’inkjet UV tradizionale o l’UV-Led, sempre più convenienti e affidabili. In fiera, abbiamo assistito alla presentazione dell’innovativa Fujifilm Acuity Led 1600, della nuova SigmaJet Gemini X10-1080UV (ex-Grapo),

54

2

uriosità FUJIFILM È AUGMENTED Il player giapponese da sempre all’avanguardia nel mondo dell’imaging, ha mostrato a Barcellona come è realmente possibile far convivere la stampa wide format con la “realtà aumentata”. Integrazione mostrata al pubblico attraverso lo spruzzo di macchie di colore virtuali sulle foto di modelle stampate su backlite e sfruttando la realtà digitale generata attraverso un’app per iPad. Difficile a spiegarsi con le parole, ma risulta chiarissimo visto nella pratica. Integrazione tra stampa e app è, secondo Fujifilm, accessibile e alla portata di tutti, ma soprattutto delle multinazionali che vogliono integrare la loro comunicazione di grande formato con i nuovi dispositivi mobili rendendola vicina al cliente finale. www.fujifilm.it


FESPA Digital 2012

1

2

oltre all’inedita entry level Océ Arizona 318GL. Merita un ulteriore approfondimento la nuova tecnologia ibrida Acuity Led 1600 da 1,6 m di larghezza e progettata per la stampa a bassa temperatura su supporti sia rigidi sia flessibili grazie agli inchiostri proprietari UVijet. Acuity Led 1600 adotta inchiostri bianco e trasparente, stampabili in un solo passaggio. Non possiamo, infine non parlarvi dell’importante step evolutivo delle tecnologie industriali SwissQprint Impala e Oryx, disponibili in Italia attraverso il network di Fenix DG. A caratterizzare i sistemi SwissQprint nuove tinte spot arancione, verde e viola che estendono il gamut del 35% circa oltre alla nuova funzione Silk gloss print mode: una soluzione che, senza richiedere hardware o inchiostri aggiuntivi, consente la creazione via software di effetti ottici simili alla verniciatura…

1. Epson SureColor SC-S30600 con nuove teste TFP e nuovi ink UltraChrome GS2 2. SigmaJet Gemini X10/1080UV 3. Lo stand Fotoba con soluzioni di finitura wide e superwide format brevettate.

3

L’ECO-SOLVENTE DI EPSON È TUTTO NUOVO Epson ha ribadito la propria leadership nella produzione di tecnologie per la stampa wide format svelando l’inedita SureColor SC-S30600. Un nuovo plotter di fascia entry level dotato di nuove teste Epson Micro Piezo TFP che consentono una risoluzione di 1440x1440 dpi e un funzionamento affidabile, con la minima manutenzione e la massima produttività. L’impatto ambientale ambient è ridotto al minimo grazie ai nuovi inchiostri eco-solvent Epson Eps UltraChrome GS2, inodore e privi priv di nichel. Questo plotter si caratterizza caratterizz per bassi consumi energetici e certificazione c Energy Star, mentre tra gli optional optio mostrati in fiera un sistema di alimentazione alimen per bobine fino a 80 kg e dispositivo dispo di riscaldamento ed essiccazione essiccazio del supporto stampato per elevata produttività. p

55


GLI IMPERDIBILI A...

FESPA Digital 2012

1

PAUSA CAFFÉ AL BIG BUCKS Integralmente stampato, rivestito, arredato e decorato con grafiche prodotte con tecnologie digitali industriali e di grande formato, il Big Bucks Café di Fespa Digital ha dimostrato che oggi è davvero possibile trasformare un bar in un tripudio di comunicazione. Dentro e fuori, dalla pavimentazione in ceramica stampata in inkjet con tecnologia Xaar 1001 alle tovaglie sui tavolini, ogni singolo centimetro era opportunamente prodotto con soluzioni digitali. Il Big Bucks Café, pienamente operativo nelle 4 giornate di fiera, ha accolto i visitatori in pausa avvolgendoli di comunicazione e applicazioni tutte digitali.

2

3

DENTRO E FUORI, OGNI CENTIMETRO DEL BIG BUCKS CAFÉ ERA STAMPATO IN DIGITALE! Apprezzato dai neofiti del soft sign e wide format lo spazio Print Shop Live è stato ideato da Fespa e curato da giornalisti e tecnici indipendenti per mostrare in tempo reale come software, stampa e finitura siano oggi accessibili a tutti. Accanto a centinaia di sistemi di grande formato per la comunicazione visiva e applicazioni tessili, è stato davvero imperdibile vedere in azione la rivoluzionaria tecnologia di stampa digitale HP Designjet Color 3D. Una soluzione che crea oggetti tridimensionali identici ai render 3D sfruttando plastica colorata in ABS e, quindi, riciclabile.

56


FESPA Digital 2012

1 3

2

4

1. Dopo Monaco nel 2010, Amburgo nel 2011, il flatbed Made in Italy di Smartcolor ha conquistato anche gli stampatori di Barcellona! 2. I nuovi colori J-Next Subly con Cluster Technology di J-Teck3 3. Lo stand INX Digital con i nuovi ink DTX per soft sign 4. Zund S3 è disponibile in configurazione tessile e per applicazioni cartotecniche.

FORMULE E TINTE: NEW INK Marabu ha svelato il nuovo DUV-F, primo inchiostro UV per supporti flessibili e studiato per adattarsi a più teste inkjet rispetto al noto DUV-H. Inchiostri affiancati dai nuovi DI-MS base mild solvent, oltre ai colori fluo rosa e giallo (TexaJet Dx-She) per soft sign. INX Digital, invece, ha mostrato la totale versatilità dei propri prodotti con nuove formule per soft sign (DTX), eco solvent (EDS) e gli apprezzati inchiostri in Eco-Refil per JV5. Grande interesse è stato suscitato dal progetto Prodigy e Single pass printing concept “Blackbox”: tecnologia, inchiostri e know how per aziende che vogliono sviluppare applicazioni industriali. A circa un anno dal lancio della gamma J-Next Subly JXS-65, J-Teck3 ha introdotto in fiera il nuovo assortimento di tinte (Grigio, Light Cyan e Light Magenta, Arancio e Blu) che

estendono del 30% il gamut cromatico e migliorano la qualità dell’immagine. DIAMOCI UN TAGLIO Importante la presenza di produttori e dealer italiani di sistemi di finishing per il grande formato e sign & display, tra cui vi segnaliamo le performanti soluzioni Fotoba XLD 170, viste nelle nuove opzioni di finitura per incapsulati e con alimentatore speciale per bobine jumbo. J-D ha, invece, presentato a Fespa la nuova JD-Evolution che oltre a fresare consente cordonatura cordonatu e taglio a 45°. Protek di Collecorvino Collecorvin ha piacevolmente sorpreso con il suo tavolo Unicocnc dotato di aspirazione diretta per la lavorazione e sagomatura sago dei pannelli. Concludiamo segnalandovi segn che Zund ha lanciato in fiera la nuova serie S3 di cui vi abbiamo offerto una ricca anteprima online su italiapublishers.com italiapubli

57


SOFTWARE

di Alessandro Anglisani | studiofotoar@angli.info

A lezione di PHOTOSHOP! Cominciamo bene

In occasione del lancio della versione beta di Adobe Photoshop CS6, iniziamo una serie di articoli che ci aiutano a comprendere segreti e trucchi per imparare a conoscere e a usare in modo efficiente le incredibili potenzialità del celebre programma di fotoritocco per la grafica

L

’idea per questo articolo mi è stata suggerita proprio da Susanna, il nostro direttore e responsabile creativo, con un suo scritto, dedicato alla questione se i professionisti dell’editing stiano, piano piano, diventando dei make-up artist. In questi anni la nostra percezione della realtà è stata molto influenzata dall’uso massiccio di programmi di fotoritocco. Le copertine e le pubblicità, viste sui giornali, sono impossibili da concepire senza il ricorso al noto software di Adobe System Incorporated. Photoshop, senza rivali, la fa da padrone nei desktop dei professionisti dell’immagine, ma sicuramente c’è qualcuno che non lo conosce o che comunque non ne ha ancora intuito le enormi potenzialità; proveremo quindi, in questa serie di articoli, che si estenderà per tutte le uscite del 2012, a offrire piccole informazioni, trattando i comandi fondamentali e a volte le aree più nascoste, ma utili del programma. Tornando al discorso iniziale, mi viene spesso in mente una riflessione: se effettivamente l’uso massiccio e incondizionato di Photoshop sia così necessario. Mi spiego meglio, la postproduzione delle immagini è obbligatoria e nessuna immagine deve uscire dallo studio di un professionista prima che sia passata nel reparto “elaborazione digitale”, ma oggi, mi chiedo se il professionista della postproduzione sia diventato veramente un truccatore. Senza nulla togliere agli operatori del settore, mi sembra che ormai l’attività che si riassume come postproduzione venga relegata solo a invasivi tentativi di plasmare le modelle delle pubblicità a supporti umani per i prodotti soggetto dello scatto, sottovalutando, troppo spesso, la valenza psicologica e il peso sociale e percettivo che una persona ha all’interno di un’immagine. Troppi errori vengono alla luce guardando queste riviste, dove le mani delle modelle sono troppo lunghe (ma devono sorreggere un’enorme bottiglia di fragrante essenza), dove sinuose gambe escono da improbaSviluppo creativo di un ritratto in Photoshop

58


SOFTWARE

1 2

1. In queste prime due immagini trovate esempi di postproduzione invasiva, ovvero che comporta la rimozione di parti della scena, la correzione del colore e un’interpretazione personale. L’immagine rimane ancora nell’ambito del reale mentre nelle riviste troviamo sempre più spesso composizioni surreali destinate alla pubblicità. 2. Nella comparazione in basso troviamo una fotografia, così come ripresa dal sensore e la stessa scena elaborata secondo i canoni della correzione del colore. Questa “dottrina” cerca di ottimizzare la luminosità e il contrasto locale e tonale della scena, riportando in vita i colori e i dettagli nascosti sotto il peso dell’elettronica.

bili bacini. Insomma non vorrei che Photoshop, grazie a questo uso improprio, venga snaturato e inteso solo come un programma utile a fare ritocchi dall’aspetto posticcio (per ovvia colpa degli operatori). Photoshop è fondamentale, per il trattamento delle immagini Raw (negativo digitale). Le fotografie vengono aperte dal plug-in Adobe Camera Raw e quindi sviluppate a dovere per poi essere trattate in Photoshop a seconda dei casi. Potremmo avere, quindi, sia la necessità di integrare in un’immagine parti non presenti inizialmente, per motivi commerciali o sociali, oppure possiamo adoperarci per tirar fuori dalla fotografia tutte quelle particolarità che i nostri occhi hanno percepito, guardando la scena dal vivo, ma che sono inabissate dai limiti tecnologici degli strumenti che usiamo. Questi apparecchi, le macchine fotografiche, non potranno mai competere con i nostri occhi, strumenti sopraffini, addestrati da migliaia di anni di osservazione. Ecco quindi, all’interno della pagina, due confronti di fotografie elaborate secondo dei criteri che possiamo definire, “pubblicitari” per la prima, mentre per la seconda, ritocchi meno invasivi ma che rispondono comunque a esigenze di clienti che desiderano che le loro stampe riconducano l’osservatore alla vera sensazione provata osservando la scena dal vivo. Photoshop è come una grande falegnameria, dove possiamo far entrare un tronco grezzo e farne uscire un mobile intero o parti per un progetto più ampio, ma dobbiamo stare attenti anche a non perderci tra macchine strane e inutili orpelli perditempo. Aggiungo, per concludere, che mentre noi parliamo si è resa disponibile al download la tredicesima versione, beta, del programma, ovvero, Photoshop CS6. A voi testarne le enormi potenzialità.

Schermata di apertura di Photoshop CS6 Il gatto è scaramantico essendo la 13a versione. Moltissime le novità: oltre al filtro Tilt&shift (sotto il menù “Sfocatura”) è stato inserito un automatismo di salvataggio che tutela da perdite di lavoro per un eventuale crash del sistema. Utilissima la modalità di selezione colore in base alla tonalità della pelle. Inoltre con il programma, è fornito l’ultimo upgrade di Adobe Camera Raw con nuovi e potenziati strumenti che danno alle immagini in Negativo digitale una marcia in più. Processo di demosaicizzazione aggiornato e possibilità di controllo fine delle tonalità dell’immagine attraverso i numerosi slider presenti.

59


RUBRICA di Luigi Radisa

Il settore commerciale e del largo consumo sono da sempre terreno di gioco di Luigi Radisa, fondatore della società di consulenza aziendale LR Consulting e fautore in Italia di lanci di nuovi importanti prodotti. In passato è stato Direttore Generale in Henkel cosmetica e Damiani Gioielli e ha collaborato con aziende come Vidal, Star, Kraft Jacobs Suchard e Seagram. www.lrconsulting.info - cell. 335 6320848

Strategie Commerciali

Definizione degli obiettivi luradisa@tin.it

I 10 PASSI...

UNA MAPPA PER CONDIVIDERE GLI OBIETTIVI “Le mappe del pensiero” sono un progetto nato da un gruppo di lavoro coordinato da Alberto Scocco, che ha sviluppato vere e proprie mappe destinate a usi comunicativi e strategici. Una di queste “solution map” è proprio dedicata alla condivisione degli obiettivi ed è stata prodotta dal gruppo di lavoro di un progetto, quando è stato necessario condividere gli obiettivi generali ed effettuare un riallineamento. La mappa è stata sviluppata quasi completamente durante l’incontro, per poi essere rielaborata in separata sede ed essere presentata nuovamente per l’ufficializzazione prima dell’avvio del progetto. La mappa si trova su: www.lemappedelpensiero.it

60

Una volta chiarita la figura del manager efficace – avendo peraltro sfatato tutti i miti del caso – proseguiamo il nostro percorso a dieci tappe della definizione dei punti chiave per l’organizzazione di una strategia commerciale vincente. Il prossimo step è dededicato all’operatività. La domanda a cui rispondiamo in questo numero è: quali sono i compiti del manager? Partendo dal primo che riguarda la definizione degli obiettivi. DIRIGERE SECONDO OBIETTIVI CONDIVISI Il primo compito del management efficace è definire gli obiettivi. Questo fatto pone immediatamente un quesito: gli obiettivi devono essere imposti o concordati? In realtà ritengo che il compito manageriale in sé debba essere di preoccuparsi che siano presenti obiettivi in generale. Il modo in cui vengono generati va subordinato al compito in quanto tale. L’attività di dirigere per mezzo di obiettivi è uno dei compiti manageriali che per primi sono stati riconosciuti e

descritti. Gli obiettivi generali, quelli concernenti l’impresa nel suo insieme, sono ovviamente necessari ma finiscono con portare a nulla se, a livello di ogni singolo dirigente, non si lavora secondo il medesimo principio. Una seconda ragione, probabilmente più importante anche se può sembrare banale, è che l’assolvimento di questa mansione comporta moltissimo lavoro. La modalità di gestione degli obiettivi, per principio, non è difficile da capire; escogitare obiettivi sensati non è complicato nemmeno dal punto di vista intellettuale. La parte difficile è pensare, elaborare, discutere gli obiettivi in modo che siano effettivamente fruibili a livello pratico e che possano quindi assolvere la loro funzione. Nelle organizzazioni (soprattutto nelle imprese) gli obiettivi sono molteplici e diversi tra loro. CLASSIFICAZIONE IN BASE ALLE SPECIFICITÀ Si distinguono in base alla loro efficacia temporale (lungo, medio o breve termine), in


base al loro contenuto (obiettivi strategici, obiettivi operativi), in base al loro ambito di validità (obiettivi complessivi, obiettivi settoriali, obiettivi individuali) e in base al loro grado di concretezza (obiettivi generali, obiettivi concreti). In inglese si utilizzano vari vocaboli per definire e distinguere i diversi tipi di obiettivi: aim, objective, target e goal. In italiano questa possibilità di ulteriore specificazione non esiste, o esiste in misura molto limitata. In ogni organizzazione si è quindi obbligati a stabilire chiaramente cosa si intende quando si parla di “gestire gli obiettivi”. COME COMUNICARE LE STRATEGIE Consideriamo il “management by objectives” come “l’attività” di dirigere per mezzo di obiettivi individuali su base annua. Sistematicamente ci si dimentica di dare le necessarie indicazioni relativamente alle intenzioni di fondo ai dipendenti, coloro che dovrebbero essere guidati per mezzo degli obiettivi. Non ci si può certo aspettare che le persone si pongano dei buoni obiettivi o che collaborino alla loro genesi se sono disinformate. Le istruzioni impartite oralmente hanno il vantaggio di essere più efficaci e motivanti, ma sarebbe buona abitudine distribuire ai dipendenti anche la versione scritta. Quest’ultima è più precisa e soprattutto consente di evitare interpretazioni arbitrarie degli obiettivi stessi. Quasi sempre ci si propone di raggiungere troppi e troppo diversi obiettivi. MAGGIOR EFFICACIA CON POCHI OBIETTIVI Uno dei più importanti casi di applicazione del principio di concentrazione è l’atto di fissare gli obiettivi e la regola base è: “pochi obiettivi, non molti”. Gli obiettivi, in partico-

GLI OBIETTIVI DI UN’AZIENDA Quando si parla di obiettivi dell’azienda, non ci si riferisce solamente a quelli di natura tipicamente commerciale, ma di più ampia portata che servono, poi, a orientare quelli commerciali. Spesso accade che, per un motivo o per un altro, le aziende non diano il giusto rilievo a questi obiettivi che, una volta definiti, orientano l’intera azione dell’azienda. Si tratta di obiettivi strategici, che devono orientare l’azione del management e dell’intera azienda nel lungo periodo. Gli obiettivi dell’azienda, si suddividono in: Vision e Mission; Obiettivi di lungo termine; Obiettivi di breve termine.

lare gli obiettivi personali su base annua qui presi in considerazione, sono il mezzo più rilevante (accanto al compito che deve essere assolto) per indurre gli individui operanti in un’organizzazione di qualsiasi genere a concentrarsi su qualche cosa, a mettere a fuoco un problema o, molto semplicemente a dirigere. Chi è interessato all’efficacia e alla fine dell’anno vuole raggiungere risultati tangibili deve agire, con riguardo agli obiettivi, in maniera esattamente opposta rispetto alla maggior parte dei dirigenti, preoccupandosi che vengano posti pochi obiettivi.

POCHI OBIETTIVI MA GRANDI Bisognerebbe continuamente porsi la seguente domanda: questo obiettivo è davvero importante? Che cosa succederebbe se non lo raggiungessimo? In base alla mia esperienza come manager e come docente di corsi specialistici su questa tematica (nei quali è sempre stata discussa tale questione), si tratta evidentemente della situazione più difficile da gestire che possa coinvolgere la saggezza manageriale e al tempo stesso è la più importante. Bisogna accettare questa circostanza senza riserve,

altrimenti si avranno continuamente diverse difficoltà a livello di efficacia personale. Programmare poche attività non significa naturalmente, come talvolta si può erroneamente presumere, lavorare poco o essere pigri e poco efficienti. AI motto deve essere: “pochi obiettivi ma grandi, ossia obiettivi importanti che abbiano un grande significato quando vengono raggiunti”. Se si accoglie questo tipo di strategia nella definizione degli obiettivi strategici si potranno individuare i benefici sia nella gestione ordinaria del lavoro sia nel raggiungimento dei traguardi finali.

61


RUBRICA di Fabio Polvara

Fabio Polvara è nato curioso e non ha resistito a indagare quegli strani quadratini che vediamo sempre più frequentemente sulle riviste e non solo. Professionalmente si occupa, da sempre, di comunicazione nel senso più esteso del temine, dal dato numerico, alla sua aggregazione, alla sua rappresentazione grafica. Scoprendo che questi quadratini sono la “sintesi” della comunicazione e dal 2004 se ne è innamorato. La cosa bella? Che l’amore è ricambiato

QR Code

Il QR Code... è misurabile? fabio@trizero.it

QR CODE MON AMOUR!

PROVARE PER CREDERE Come abbiamo promesso nell’introduzione alla rubrica QR Code Mon Amour pubblicata sul numero scorso, non ci limiteremo a proporvi lezioni teoriche sulle origini, le potenzialità e gli sviluppi del QR Code ma, grazie alla competenza e all’entusiasmo di Fabio Polvara, ci divertiremo a “creare” e a sottoprorvi interessanti contenuti. Attraverso i QR Code potremo condividere esperienze e informazioni come abbiamo fatto con quelli contenuti in questo box... non sono decorativi, ma è sono un invito a visitare i luoghi a cui rimandano. Seguite le istruzioni che trovate all’interno dell’articolo e scoprite dove vi portano! Buon viaggio virtuale!

62

Nel precedente articolo, tra le altre cose, con molta enfasi ho sostenuto che la vera anima del QR Code risiede nel fatto che il QR Code è un link. Tanto per essere concreto e smentirmi subito, l’altra valenza di questo codice, è proprio che il QR Code per darci del vero valore aggiunto non ha bisogno di essere un link, ovvero anche senza collegarci a un altro luogo con altri contenuti, esso stesso può contenere l’informazione in sé.

ni e non posso permettere che il sistema fallisca. – Esempio: identificazione di un particolare dello Shuttle (non è citato a caso). Perché questa poesia di Baudelaire? Perché (adesso divento antipatico), l’albatro rappresenta tutte le tecnologie e le persone che avrebbero molto da dirci e da darci e, non dico che vengano schernite, ma nella migliore delle ipotesi sono sottovalutate: il nostro amico QR è una di queste.

PROVARE PER CREDERE: L’ALBATRO DI BAUDELAIRE Leggete il QR Code nella parte destra del box a fianco. Si accede al contenuto sempre con i-nigma (www.i-nigma.com). – Dato Tecnico: formato testuale 700 caratteri compresi gli spazi. – Conseguenza: il dato che ci serve non ha bisogno di essere collegato a nient’altro, l’informazione risiede nel QR stesso. – Campo di impiego: situazioni critiche dove devono essere disponibili subito le informazio-

MISURABILITÀ Come tutti gli elementi che, in qualche modo fanno capo alla rete web, anche il nostro QR Code è in grado di dirci quante volte viene letto, quando, da dove e con quale device. Chissà perché, per associazione di idee, mi è venuto alla mente San Tommaso? Forse perché ho visto la “faccia” del mio collega che ha letto quello che sto scrivendo! PROVARE PER CREDERE: QR CODE MISURABILE Collegatevi al link alla pagina dei redazionali (www.trizero.


it/qrcode), potete accedervi anche attraverso il QR Code nella parte sinistra del box della pagina precedente. Bene ora che lo avete letto, aprite questo link Report – http:// goo.gl/info/23Xtn#week. Il contatto riportato nel grafico, risalente a 30 secondi fa, è il vostro; serve aggiungere altro? Ma sì dai, aggiungiamo che la misurazione è la base di qualsiasi azione di marketing e non solo, poter presentare a un cliente o a una organizzazione una reportistica puntuale sui risultati ottenuti dall’azione svolta è alla base di qualsiasi rapporto commerciale.

QUALCHE ESEMPIO Torniamo al valore della misurabilità, sono costretto a fare esempi banali, ma il succo del discorso non è come usare i dati, bensì sapere che è possibile e come si possa fare. Supponiamo di pianificare una campagna pubblicitaria o informativa per conto vostro o per un vostro cliente: pensate possa rappresentare un valore aggiunto, durante o a fine campagna, poter comunicare il numero di click che ha rice-

DIAMO I NUMERI Scusate ma qui ora, non stiamo più parlano di QR Code, stiamo parlando di business, facciamo male? boh! Allora diciamo anche, a volte, i numeri che vediamo non sono lusinghieri. Penso che sia molto meglio avere numeri negativi ed esserne a conoscenza piuttosto che vivere di illusioni. La conoscenza del dato certo consente la ricerca dell’azione correttiva da compiere, si può anche scegliere di abbandonare il progetto o di rinviarlo, ma alla base di tutto c’è sempra la certezza e la misurabilità del dato.

Ci sono voluti ben duemila palloni da calcio e cinque ore di assemblaggio per realizzare quello che è stato definito il QR Code più grande del mondo. Lo scopo è stato pubblicizzare Betfair, la più grande community di scommesse on line al mondo, e in particolare le scommesse su un incontro calcistico che ha visto sul campo Irlanda contro Estonia. Se pensate che la parte più difficile sia stata la realizzazione del QR Code, vi sbagliate! Il grande problema è stato lo scan, risolto assoldando un elicottero e due paracadutisti che sono riusciti nell’ardua impresa. Il video dell’allestimento si trova su YouTube e si intitola: Ireland vs. Estonia - Betfair Football QR Code Skydiving Bet.

vuto il proprio link? Nel corso dell’ultimo evento che abbiamo curato direttamente nel corso di un’importante fiera (in Italia), abbiamo esposto due QR Code da 2x2 metri (anche questa è una misura!): uno in un contesto italiano, uno in inglese. Il risultato è stato che quello in inglese è stato letto 2,5 volte in più rispetto a quello posto nel contesto italiano. Vi ricordate l’albatro con le ali da gigante che non riesce a camminare?

SUL PROSSIMO NUMERO... Nel prossimo numero, parleremo delle osservazioni che raccolgo sui vari forum, in giro per il mondo, dove si discute, anche in modo approfondito sul QR Code. Una delle cose che mi ha incuriosito è che, tra gli altri difetti, è emerso che “è anche brutto”... e no, non me lo potete toccare! Continuate a seguirci: vi dimostrerò quanto il QR Code possa essere bello!

IL QR CODE PIÙ GRANDE DEL MONDO!!!

APP E... DOWNLOAD Oltre al dato numerico, potete rilevare anche il dato geografico e il tipo di Smart Phone utilizzato, questo vi dà modo di ottimizzare o creare una APP dedicata. Un’APP è una particolare APPlicazione con funzioni specifiche: esistiono diversi sistemi operativi per cellulari evoluti (iOS, Android, Simbiam, ecc), ognuno di questi parla un proprio linguaggio. Non siamo fuori tema, perché un altro modo di usare proficuamente il QR Code è indurre l’utente a effettuare il download di un’APP, argomeno che affronteremo in seguito. Si contende il primato del più grande QR code del mondo anche l’associazione francese per il tempo libero Air en Fête.

63


n

non pensarci pi첫...

FALLO!

pa gn a

rivi e r st onati alle no

201 2 / abb

... e t s

a

www.zen-arte.it

c

am

nc he on -l

in e

su

ab

bo

na

m en t

u i.s

.i t com y n

Abbonamento annuale 10 numeri euro 50,00* Abbonamento biennale 20 numeri euro 95,00*

Abbonamento annuale 8 numeri euro 40,00* Abbonamento biennale 16 numeri euro 75,00*

Abbonamento annuale 4 numeri euro 20,00* Abbonamento biennale 8 numeri euro 35,00*



Italia Publishers n. 03/2012