Testone - Anteprima

Page 1


4


A Monte Quiete, il paese dove vivo, non succede mai niente. Nessun imprevisto, nessuna stranezza, nessuna avventura. Niente di niente.

5


Ma se non succede mai niente, di sicuro vi starete chiedendo perché sono nel bagno della scuola con 2 würstel in tasca.

Questi cosi iniziano a farmi delle macchie sui pantaloni!

Ma ora vi racconto tutto con calma: questi würstel fanno parte del grande piano del secolo. Un piano mio e del mio amico Testone. Non si è mai visto un piano così a Monte Quiete. 6


mia! mia! dove sei? Io sono Mia, questo è il mio nome. Ma ci tengo a precisare che io non sono di nessuno.

Mamma perché mi hai chiamata Mia?

Perché tu sarai Mia per sempre.

Che rabbia mia madre. 7


Né, tantomeno, sono dei miei compagni di classe.

Mia!

Stella Mia!

Ginevra

Mia!

Mia!

Giustino Andrea 8


Tozzo

Mia!

Mia!

Marika

laura

Mia!

Io non sono di nessuno. Punto

E basta! 9


L’unico che non mi abbraccia mai è Testone. A dire la verità, Testone non abbraccia mai nessuno e nessuno deve mai abbracciare Testone, così dice la maestra Fiammetta. Altrimenti lui si mette a gridare.

i i i i i in

l o i r et

c

10


Ha una fissazione per i cetriolini, li vede ovunque.

11


Forse anche io dovrei mettermi a urlare cetriolini o capperi o melanzane sott’olio, così tutti capirebbero che non voglio essere abbracciata. Altra cosa importante: lui non si chiama Testone, soltanto io lo chiamo Testone. In realtà si chiama Giorgio, ma io lo chiamo così perché a volte, anzi spesso, si comporta da testa dura. La testa più dura dell’universo. Testone passami la merenda di Stella.

E lui rimane lì fermo, guarda un po’ verso il basso, e si sfrega le mani. 12


Testone dammi una mano a scavalcare.

Rimane fermo anche quando non dovrebbe.

Testone vieni qui!

Sembra che lo faccia apposta. 13


Però in una cosa Testone è bravo, anzi bravissimo: il palo. Mentre io compio qualche malefatta, lui controlla che non arrivino le maestre, il bidello, la preside, un genitore. E se poi arriva davvero qualcuno, allora lui rimane fermo immobile, come un palo piantato nel pavimento. Perché sei qui da solo? ? Stai aspettando qualcuno Ti sei perso?

Che domande sciocche fanno i grandi. Qualcuno prova anche a prenderlo per un braccio.

14


Nessuno sospetta di Testone. Alcuni dei miei compagni pensano che lui sia un po’ svitato. Ma io so che dentro quella testa c’è un cervello che lavora in continuazione.

15


scopri anche

63