La mappa dei diritti - Anteprima

Page 1

per tutti

In Italia, i nostri diritti e doveri sono indicati e difesi dalla Costituzione.

Ma i diritti non possono stare fermi dentro i confini di uno stato: devono muoversi, viaggiare, diffondersi.

La Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza riconosce i diritti di ogni bambina e bambino, ragazza o ragazzo: seguirne le tracce e i percorsi nascosti può portare a scoperte sorprendenti.

€ 9,50 Collana Leggimi! 8+

Personaggi

Vittoria

ama la danza classica, le corse in bicicletta e mangiare le olive.

Kamran

ama suonare la chitarra, leggere libri sui vampiri e mangiare le crocchette di pollo.

Amy

ama disegnare le montagne, andare in altalena e mangiare il gelato al cioccolato.

Rebecca

ama nuotare, cantare ad alta voce e mangiare le caramelle alla fragola.

Lorenzo ama giocare a calcio con gli amici nel parco vicino casa, correre con il suo cane e mangiare la pasta con il tonno.

Furio

ama costruire oggetti con il legno e mangiare i funghi che raccoglie nei boschi. Lavora a scuola da oltre 10 anni.

Eleanor Roosevelt

ama molto i libri e crede nell’importanza che ogni bambina, bambino, ragazza e ragazzo crescano in un “clima di felicità, amore e comprensione”. Ama mangiare la crema di mandorle.

Sono le otto di mattina e il cielo sembra un’enorme coperta nera che avvolge ogni cosa. Una pioggia incessante cade da ore. Le strade della città sono completamente allagate e il rumore dei tuoni si mescola al suono delle macchine impazzite nel traffico.

Vittoria è riuscita ad arrivare a scuola in orario. Entra nel portone, si toglie subito la mantella bagnata e si dirige con passo veloce verso la sua aula.

5

In classe ci sono già Amy, tutta concentrata a disegnare, e Lorenzo e Kamran, che chiacchierano del torneo di calcio della scuola che inizierà la settimana prossima.

Arriva correndo anche Rebecca. «Ciao Vittoria, ma dove sono tutti gli altri?».

«Proprio non lo so, la scuola oggi sembra deserta. Forse abbiamo sbagliato giorno? È forse domenica?».

Vittoria e Rebecca si avvicinano alle grandi finestre che occupano tutta la parete sinistra della classe e vedono le strade che circondano la scuola così piene d’acqua da sembrare dei fiumi.

Lorenzo si avvicina anche lui alla finestra: «La scuola è isolata!».

«E ora cosa facciamo?», domanda

Rebecca un po’ preoccupata.

«Ora possiamo fare quello che vogliamo! La scuola è nostra!», dice Lorenzo, saltando da un banco all’altro.

«Tu scendi da quel banco!».

Sulla porta della classe è apparso Furio, il bidello che con un solo sguardo riesce a farsi ubbidire da chiunque. «Ora vado a controllare il resto della scuola per vedere se c’è qualcun altro. Voi non combinate guai che tra poco ritorno!».

«Guardate cosa ha lasciato la maestra sulla cattedra», dice Vittoria prendendo in mano un libricino dalla copertina gialla e azzurra.

8

«Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza…».

«Che pizza, Vittoria!», dice Lorenzo in equilibrio su una gamba sola della sedia. «Sarà una cosa noiosissima che avremmo dovuto leggere oggi in classe».

«A me sembra interessante», dice Kamran.

«In effetti, se c’è scritto Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, dovrebbe parlare dei nostri diritti», ribatte Rebecca.

«Diritti? Di che tipo di diritti si tratta?», domanda ad alta voce Amy avvicinandosi anche lei alla cattedra.

Vittoria alza i suoi grandi occhi dal libricino e prova a rispondere alla complessa domanda di Amy:

«Qui c’è scritto che i Diritti Umani sono quei principi che appartengono dalla nascita a ognuno di noi (bambina, bambino, ragazza, ragazzo, donna e uomo) e che ci permettono di vivere “in un clima di felicità, amore e comprensione”».

10

Kamran, dopo aver messo via il libro che voleva iniziare a leggere, interviene: «Ieri la maestra ha iniziato a parlarcene. Ricordate? Ci ha detto che i Diritti Umani sono universali, cioè devono essere gli stessi per tutti gli individui del mondo e sono inalienabili perché nessuno può cancellare i diritti di una persona…».

«Sono anche interdipendenti e indivisibili in quanto solo il rispetto di tutti i Diritti Umani insieme

può garantire un’esistenza felice e sicura», aggiunge Rebecca mentre si infila in bocca un’altra caramella.

«Ma secondo voi, dove iniziano questi diritti?».

11
Issuu converts static files into: digital portfolios, online yearbooks, online catalogs, digital photo albums and more. Sign up and create your flipbook.