Issuu on Google+

ANNO XXIV - N. 84-85-86 7-12-14 DICEMBRE 2012

PREZZO PER COPIA EURO 0,10

GIORNALE DI INTERESSE PROFESSIONALE PER IL TURISMO - POSTE ITALIANE SPA - SPED.

Gnv lancia nuove tratte

Gnv prosegue sulla strada del consolidamento di alcune linee e del lancio di nuove tratte. A PAGINA 7

IN

ABB. POST. D.L. 353/2003 (CONV.

Disneyland Paris punta sugli agenti

IN

L. 27.02.2004, N° 46), ART. 1,

Disneyland Paris investe sulla promozione e intensifica la collaborazione con gli agenti. A PAGINA 13

Prima intervista al trade del nuovo direttore generale dell’ente di promozione

Babbi: «L’Enit sarà smart» «La nuova Agenzia darà vita ad una “fabbrica di prodotto”» Cathay con Ntv e Sea

Federturismo e Assaereo si associano

MILANO – Cathay Pacific, Ntv e Sea sono i protagonisti di un’inedita partnership, che prevede il servizio di mobilità integrata per collegare il centro Italia con Malpensa. I passeggeri Cathay possono dunque fruire gratuitamente del treno ad alta velocità Italo dalle stazioni di Firenze e Bologna per arrivare a Milano Porta Garibaldi, da dove la compagnia aerea fornisce poi il transfer per l’aeroporto. A PAGINA 10

Catullo: utile nell’arco di due anni

SU QUESTO NUMERO LO SPECIALE SUDAFRICA E BOTSWANA DA PAG. 14 A PAG. 16

RAVENNA - Prima uscita ufficiale di Andrea Babbi, neo direttore generale dell’Enit, dalle colonne del nostro giornale. Iniziamo dai concetti generali. Dice Babbi: «La nuova Enit sarà più smart, più sussidiaria, più innovativa. Bisogna ripartire verso i mercati con meno zavorre». E come dargli torto? Forse sono state tutte queste “zavorre” a paralizzare, in tutti questi anni, il sistema turistico in Italia, ma anche l’ente che deve promuoverlo all’estero. Babbi quindi vuole portare

ROMA - Federturismo e Assaereo si sono associate. «Siamo certi – ha detto Lupo Rattazzi (nella foto), presidente di Assaereo – che con questa operazione favoriremo maggiore collaborazione tra i vettori e l’industria del turismo, a beneficio di imprese e consumatori».

VERONA – Catullo Spa vara il piano industriale 2012-2020: punti focali il ritorno all’utile nell’arco di due anni, una gestione industriale attenta ai costi e una joint venture per Brescia. A PAGINA 8

un’idea più flessibile, che si adatti con maggiore dinamismo ai mercati internazionali. «Il miglioramento del prodotto offerto, sia del ricettivo, che delle nostre città turistiche, ma anche rinnovamento e innovazione dei prodotti, sono tappe imprescindibili per una visione allargata. Enit darà vita ad una “fabbrica di prodotto” proprio per questo». Secondo Babbi «Non basta, la promozione: il turismo italiano deve accelerare sul fronte dell’offerta, della modernizzazione, della coerenza di messaggi». A PAGINA 2 Paolo Arena

COMMA

1, CNS/AC-ROMA

Brambi forever Se Berlusconi dovesse diventare di nuovo premier gli consigliamo di mettere al ministero del turismo di nuovo la Brambilla. Così non mi devo scervellare per questa rubrica.

Whr: social network verso le adv ROMA - Facebook e Google rivalutano e riabilitano il ruolo degli intermediari, agenzie di viaggio e tour operator, proponendoli, nel primo caso, addirittura come case history. E’ successo nell’ultima edizione del Whr, durante il quale Josep Ejarque ha affondato il colpo su un mercato troppo conservatore e poco aperto al futuro. «E’ ora di smettere di offrire tutto, con brochure e prodotti tutti uguali, per concentrarsi su identità, esperienza, percezione della vacanza, gestione del prezzo». A PAGINA 4

Sandals: all inclusive di lusso NASSAU – Sandals firma l’all inclusive di lusso con il Royal Bahamian Spa Resort & Offshore Island, struttura 5 stelle situata a Nassau: soggiorno unico tra raffinatezza europea e fascino esotico. A PAGINA 11

IN ALLEGATO A QUESTO NUMERO DI TRAVEL QUOTIDIANO IL FLYER SANDALS ROYAL BAHAMIAN

1


Quotidiano

7-12-14 dicembre 2012

www.travelquotidiano.com

In primo piano Programma centrale

«E’ necessario che il turismo diventi un argomento centrale nella prossima campagna elettorale»

Prima intervista al trade del nuovo direttore generale dell’ente che sovrintende all’industria turistica nazionale

di MASSIMO TERRACINA

RAVENNA - Andrea Babbi si insedia quale direttore generale dell’Enit. Non è il primo romagnolo alla guida del turismo italiano da quando fu creato l’ente con il Regio decreto-legge 12 novembre 1919, n. 2099 (poi convertito nella legge 7 aprile 1921, n. 610), con la denominazione di Ente Nazionale per l’incremento delle industrie turistiche (appunto…) finanziato dall’imposta di soggiorno con un budget di 500 lire…e nemmeno il primo ravennate, ma di certo negli ultimi anni è colui che vanta il curriculum più solido. Arriva da varie esperienze fra cui l’ultima è quella di Ad dell’Apt Emilia Romagna, (2006/2012) dove di turismo se ne intendono. Lo abbiamo sentito appena insediato alla guida dell’ente che dovrebbe governare il turismo italiano. Da anni il turismo è fermo. Ha qualche idea per rilanciarlo e per dare un reale valore ad uno dei settori più bistrattati e sotto stimati dell'economia italiana? «Fermi in Italia, mentre il resto del turismo mondiale è sempre cresciuto; eravamo primi a metà degli anni ‘90 e oggi siamo al terzo posto in Europa e quinti al mondo. Francia e Spagna ci battono sia per Pil che occupazione nel settore. Quindi, la ricetta non è semplice, ma soprattutto occorre reagire in fretta. Il turismo porta valuta estera, produce immediata occupazione, basta investirci un po’ di più e crederci, tutti i player assieme: stato regioni e privati. Ci siamo adagiati e divisi, dobbiamo ritrovare unità, risorse, strategie congiunte e condivise. L’Enit deve e vuole essere un’Agenzia al servizio del governo, delle regioni e dei privati per questo rilancio del turismo nell’ottica di “sistema"». E' opinione diffusa fra gli addetti ai lavori che l'Enit sia sottofinanziato e troppo burocratizzato. Qual’è il pensiero del direttore generale? «Il ministro Gnudi e il presidente Celli lavorano da tempo per ottenere più risorse al turismo e all'Enit. A me spetta il compito di

Babbi: «La nuova Enit sarà più smart e darà vita ad una fabbrica di prodotto»

Quotidiano

Chi è

Andrea Babbi insieme al ministro del turismo Piero Gnudi

“adagiati Ci siamo e divisi, dobbiamo ritrovare l’unità

“saràIl nuovo ente più flessibile, più sussidiario, più innovativo

Andrea Babbi

usare al meglio le risorse umane e finanziarie che mi verranno fornite. Nei periodi di crisi vi sono anche molte opportunità, vincono le idee e le innovazioni a basso costo, si semplificano le strutture e le procedure, si rimette in discussione un po' tutto, per ripartire verso i mercati con meno zavorre. La nuova Enit sarà più smart, più sussidiaria, più innovativa». Direttore responsabile GIUSEPPE ALOE Direttore editoriale DANIELA BATTAGLIONI

www.travelquotidiano.com

TRAVEL AGENT BOOK S.r.l.

2

Autorizzazione del Tribunale di Milano 793 del 30.11.1991 Spedizione in abb. postale (Pubblicità 45%)

Il settore ha spesso lamentato il fatto che le regioni abbiano troppo potere con il risultato di una promozione non organica, frammentaria, spesso inutile ed inquinata dalla politica. Il ministro Gnudi ha dato peso alla conferenza stato regioni in tema di turismo, quale è la sua opinione in merito? «Le regioni hanno supplito spesso e bene a mancanze dal “centro”, ora occorre camminare assieme con chiarezza di ruoli e responsabilità; il clima creato dal lavoro sul Piano strategico in questi mesi è molto positivo: Gnudi ed Errani (presidente conferenza regioni) hanno condiviso tutti i passaggi. L'assessore Di Dalmazio (coordinatore degli assessori regionali al turismo) ha costruito una concertazione dialettica, e forte, tra governo e regioni. La campagna elettorale prossima deve mettere finalmente il turismo tra le priorità del Paese, proprio partendo dal Piano strategico nazionale del turismo, per la

DIREZIONE E REDAZIONE Via Merlo 1 - 20122 MILANO tel. 02/76316846 (r.a.) fax 02/76013193 AMMINISTRAZIONE ABBONAMENTI, REDAZIONE ROMANA Via La Spezia, 35 - 00182 ROMA tel. 06/70476418 fax 06/77200983

prima volta realizzato nel nostro Paese. Non basta, comunque la promozione: il turismo italiano deve accelerare sul fronte dell'offerta, della modernizzazione, della coerenza di messaggio della cortesia e professionalità degli addetti, oltre che della creazione di un sistema omogeneo. Crede che siamo ancora lontani da questo risultato? «Il miglioramento del prodotto offerto, sia del ricettivo, che delle nostre città turistiche, ma anche rinnovamento e innovazione dei prodotti, sono tappe imprescindibili per una visione allargata. Enit darà vita ad una "fabbrica di prodotto" proprio per questo. Formazione e nuove competenze, richiamo di investimenti, politiche dei trasporti aerei e ferroviari in ottica turistica, sono tutti temi extra promozione, ma fondamentali e succedanei allo sviluppo del turismo e, su questo, occorre passare alla promo-commercializzazione, un’attività coordinata ed omogenea

TARIFFE ABBONAMENTI ANNUALI: ITALIA 50,00 - ESTERO 90,00 EURO VERSAM. SU C/C POSTALE N. 85638005 - ROMA CAUSALE DEL VERSAMENTO: «ABBONAMENTO A TRAVEL QUOTIDIANO»

Stampa Comunicare Srl Piazza Dalmazia, 6 - 0511 Terni

che si sleghi dall’usanza di campagne slegate dal prodotto». Mercati, emergenti e consolidati: sulla scorta della sua esperienza in Emilia Romagna come intenderebbe attaccare la domanda globale di turismo per rivalutare quello italiano e attrarre un numero sempre maggiore e qualificato di visitatori? Del resto senza fare niente (o quasi) siamo pur sempre il quinto paese turistico del mondo... «In Romagna i russi li siamo andati a cercare 20 anni fa e ora pesano quanto i tedeschi. Occorre avere coraggio, ma non possiamo non sapere organizzare la filiera dell'accoglienza. Guardiamo avanti: per esempio ai 100 milioni di cinesi che nel 2020 viaggeranno. Non possiamo ignorare che i Paesi del Golfo, il Brasile e la Turchia saranno i nostri nuovi mercati più ricchi, non possiamo non essere già da domani sui mercati più remoti per vendere “Expo 2015”

Concessionaria di Pubblicità Network & Comunication srl via La Spezia 35 - 00182 ROMA Tel. +39 06.70476418 Fax +39 06.77200983 Area manager centro sud Italia: Olga Vaglio info@travelquotidiano.com Uffici Milano tel. +39 02.76316846 - fax +39 02.76013193 Direttore commerciale: Marco Ferri marco.ferri@travelquotidiano.com 334.6288424

Andrea Babbi, ravennate, 50 anni (15 gen 1962), sposato, padre di 4 figli. Laureato in Economia e Commercio presso l’Ateneo Bolognese. Nel 1988 inizia la sua carriera professionale all’associazione commercianti di Bologna e nel 1992 viene nominato direttore della Confcommercio Emilia Romagna. Nel 2006 viene nominato amministratore delegato dell’Agenzia regionale del turismo dell’Emilia Romagna, Apt Servizi, una srl con capitale misto pubblico-privato, costituita da Regione Emilia Romagna e Unioncamere. E’ qui che Andrea Babbi, già fortemente legato ai privati e all’associazionismo, diventa il trait d’union tra l’imprenditoria privata turistica della regione, le Camere di commercio e il sistema degli Enti pubblici. Per il turismo regionale si apre una fase nuova: Babbi porta innovazione nella gestione turistica regionale, dalla comunicazione al marketing fino al web, gestendo l’immagine turistica regionale e coordinando l’attività promocommerciale degli operatori privati di mare, terme, città d’arte e Appennino, lanciando nuovi prodotti turistici. Sicuramente porterà queste sue esperienze nel nuovo incarico di direttore generale dell’Enit. come prodotto Italia, integrato con tutti gli altri prodotti e destinazioni consolidate. Solo così dal 5° posto potremo risalire almeno al podio uniti e compatti nel credere che il turismo italiano potrà far rinascere l'Italia».

internet a questo indirizzo http ://www.travelquotidiano.com E-MAIL: info @travelquotidiano.com redazionemilano@travelquotidiano.com redazioneroma@travelquotidiano.com


Quotidiano www.travelquotidiano.com

7-12-14 dicembre 2012

Notizie Lanciati al Wtm i nuovi brand che contribuiranno a rafforzare il nostro ruolo leader di consolidatori

Travelcube: il bilancio annuale è positivo 2012 e per i primi mesi del 2013 l’attenzione di Travelcube si concentrerà su specifiche destinazioni asiatiche: «Offriamo tariffe hotel ridotte fino al 50% - prosegue Roberta

Volpi - per soggiorni entro il 31 marzo 2013. Ogni settimana all’interno del nostro portale proponiamo nuove offerte per Cina, Giappone, Malesia e Singapore, e altre mete in Asia. Queste attraenti

opportunità si inseriscono nelle tante offerte di viaggio che quotidianamente siamo in grado di proporre a tariffe estremamente vantaggiose in così tanti diversi paesi. Offerte che riusciamo a ottenere

in tempo reale dai nostri fornitori grazie anche alla nuova extranet sviluppata per dare ai nostri partners la possibilità di gestire contenuti, tariffe e prenotazioni 24 ore al giorno, 365 giorni all’anno. Que-

sto ci permette di acquisire disponibilità addizionali e di ottimizzare le tariffe contrattualizzate, venendo incontro alle esigenze sia dei nostri clienti che dei nostri fornitori».

“commerciale Strategia sui viaggi individuali e sui gruppi

Roberta Volpi di ROBERTO SMANIO

MILANO - Malgrado le difficoltà contingenti del mercato, il bilancio annuale di Travelcube si preannuncia positivo, come conferma Roberta Volpi, sales manager per l’Italia: «Durante i primi mesi del 2012 il turnover del gruppo Kuoni ha visto un incremento del 17,5% e questo principalmente dovuto alla divisione Gts (Global Travel Services) di cui Travelcube fa parte. L’anno si sta ora chiudendo in maniera soddisfacente». La consociata di Gullivers Travel Associates (Gta), divenuta da maggio 2011 a tutti gli effetti una società di proprieta di Kuoni Group, prosegue nel migliorare e ampliare la propria offerta basata sul sistema di prenotazione online di hotel e servizi a terra dedicato esclusivamente agli agenti di viaggio. «In occasione dell’ultimo Wtm londinese abbiamo lanciato i nuovi brand che, all’interno della divisione Kuoni Gts, contribuiranno a rafforzare il nostro ruolo leader a livello mondiale come consolidatori di hotels, servizi a terra per individuali e viaggi di gruppo. La strategia commerciale sarà focalizzata sui viaggi individuali e sui viaggi di gruppo, ma non dimenticheremo la nostra capacità di supportare gli organizzatori di meetings, conferenze ed eventi. «All’interno di questa strategia si posiziona Travelcube che grazie ai suoi 45. mila hotel contrattualizzati in oltre 185 paesi del mondo, e alle innumerevoli attrazioni e attività disponibili online, ben risponde alle mutate esigenze di mercato. Utilizzando i nostri servizi infatti le agenzie riescono a creare l’offerta su misura per i propri clienti per qualsiasi destinazione e budget di spesa». In quest’ultimo periodo del

3


Quotidiano

7-12-14 dicembre 2012

www.travelquotidiano.com

Notizie Durante l’ultima edizione del Whr le ultime tendenze tecnologiche e le novità del settore

di FRANCESCO GRANESE

ROMA - Il Whr 2012 raccontato dalla fine. Ben quattro giorni con programma fittissimo dedicato a tecnologie, web marketing, tools e strumenti principalmente per disintermediare che, inaspettatamente, si concludono in una giornata clou con gli interventi di Facebook e di Google che rivalutano e riabilitano il ruolo degli intermediari (agenzie di viaggio, tour operator) proponendoli, nel primo caso, addirittura come case history. Francesca Capobianchi e Annalisa Mattioli di Facebook tracciano giustamente il panegirico della propria azienda e ne evidenziano il vero elemento cardine: il passaparola. E guarda caso anche per il mondo dei viaggi il passaparola è essenziale. Ben il 56% degli utenti Facebook ha cliccato “mi piace” su una delle tante pagine fan dedicate al turismo. Interessante lo è senz’altro per “Travel Configuration” agenzia di viaggio organizzatrice con ben 36 mila fan sulla sua pagina aziendale tutta orientata a flessibilità, sulla costruzione assistita del viaggio e sul rapporto viaggiatore a viaggiatore.

La rivoluzione del turismo passa dai social network ma arriva ad agenzie e to “d’ordine La parola fra gli operatori locali deve essere “collaborazione”

Joseph Ejarque

Cosa si fa

Eravamo partiti al Whr con uno Josep Ejaque che, ora torero e ora toro, aveva investito simpaticamente la platea sancendo la fine per il settore turismo del “dove si va” a favore del “cosa si fa” in vacanza. Tolte alcune destinazioni come - per l’Italia - Roma, Firenze e Venezia i viaggiatori sono sempre più interessati a sapere di quali servizi, opportunità e attività potranno usufruire una volta arrivati a destinazione. «Oggi tutti sono competitor e contemporaneamente la domanda è molto contratta dichiarava Ejaque - e come si reagisce? Con brochure tutte uguali o cambiando il logo turistico di qualche località. E’ ora di smettere di offrire tutto per concentrarsi su identità, esperienza, percezione della vacanza, gestione del prezzo».

65%

Prenotazioni Expedia su monile

56%

Utenti Facebook interessati ai viaggi Gli chiediamo se questo può valere oltre che per albergatori e destinazioni anche per agenzie di viaggio e tour operator: «Sen-

z’altro - ci risponde - oltre la villaggistica e la destinazione di grido come, ad esempio, Sharm c'è ampio spazio per proporsi con specializzazioni, spesso personalizzando il pacchetto». Il punto nodale per tutti, a giudizio di Erjaque, è quindi tematizzazione della destinazione e dell’offerta turistica, ma oltre a ciò è evidente che bisogna avere le idee molto chiare in un mercato sempre più difficile e allora occorre darsi una strategia, stabilire un prezzo e scegliere le linee di commercializzazione. «E in-

vece cosa fanno gli albergatori? - puntualizza Marcano il proprio concorrente sulle Olta generando costi altissimi! E’ rarissimo che gli alberghi in Italia siano coinvolti e collegati alla strategia della destinazione. La parola d’ordine deve essere “collaborazione” tra gli operatori locali». Emerge poi un nuovo concetto di fidelizzazione che non si sostanzia in una sorta di eterno ritorno del cliente sulla destinazione e sulla struttura, ma, invece, un cliente che cambia ogni anno le proprie scelte, ma che conserva una buona opinione della destinazione visitata e che lo racconta al bar così come sui social network. Gli chiediamo allora se la “collaborazione” tra strutture, specie se derivata da una strategia ed impostata a contrastare il peso delle Olta, non possa riavvicinare - almeno in parte questo settore a tour operator e agenzie di viaggio e la risposta è che «la collaborazione tra alberghi potrà comportare un rinnovo del rapporto con i tour operator in genere e con quelli specializzati in particolare che avranno più spazio di manovra».

Rapporto qualità prezzo

Sempre nel primo giorno interessanti spunti sono venuti da Elena di Raco responsabile dipartimento ricerca di Isnart che ha presentato “Il rapporto prezzo-qualità: cosa soddisfa di più il turista” ricerca realizzata sia in Europa che sul mercato italiano. In generale sono gli stranieri che, forse inaspettatamente, si dichia-

l'immaginario turistico collettivo. Per i ricettivisti poi va detto che l'esigenza di governare l'incoming è sempre più forte. Occorre un catalizzatore sul territorio poichè la lamentela che proviene dai to stranieri è quella della troppa pluralità di interlocutori.».

Debolezza del to Il mobile diventa sempre più indispensabile per le prenotazioni

Gianluca Piras rano più soddisfatti del proprio soggiorno in Italia. Inoltre sempre in questa classifica si ridimensiona l’importanza del costo della vacanza che viene molto dopo la qualità del mangiare o la cortesia della gente ad esempio nel bilancio della vacanza degli intervistati. Dai dati presentati emerge quindi che l’Italia ha retto anche grazie alla capacità di contenere i prezzi o quanto meno di non farli aumentare troppo. «E’ dipeso dalla varietà di imprese, anche medie e piccole - ci dichiara Elena di Raco - per cui il sistema alla fine nel suo complesso si è dimostrato più flessibile. Questo non esclude poi i 4 e 5 stelle che svolgono, in ogni caso, un ulteriore ruolo fondamentale: quello di contribuire a mantenere la destinazione Italia nel-

Nei vari incontri che abbiamo seguito nel corso del già citato ricchissimo programma del Whr 2012 è emersa in più momenti “la debolezza dei tour operator” (tra gli altri Franco Grasso nel suo intervento), ma più di tutto la potente e inarrestabile avanzata del “mobile”. In particolare nell’intervento di Gianluca Piras di Expedia il mobile torna prepotente poichè è principalmente con questo strumento che si effettua quel 65% del totale delle prenotazioni di Expedia per lo stesso giorno o nel giorno prima della data di soggiorno. Un fattore con cui fare i conti anche da parte di agenzie di viaggio e tour operator e, forse, già da “ieri”, non tanto in termini di concorrenza quanto, anche, di opportunità. Con il mobile si modifica infatti il volume delle informazioni, ma anche le aspettative di risposta che diventano altissime da parte del cliente. Inoltre il turista che prenota via smartphone tende ad essere impaziente e quindi a ricercare affidabilità e tranquillizzazione, spazi su cui si può lavorare da parte dell'intermediazione a patto di adeguarsi tecnologicamente.

Il portale Bimboinviaggio.com lancia la sezione riservata ai travel agent RIMINI - (m.l.) Quest’anno Bimboinviaggio.com, portale di prenotazione di 220 strutture tra alberghi, campeggi, villaggi e agriturismo in Italia e nel mondo che mostrano attrezzature ed attenzioni particolari rivolte a bambini e ragazzi, presenta alle agenzie di viaggio l’area riservata dalla quale sarà possibile accedere ad una lista di hotel qualificati che offrono una commissione tra il 10 e il 15%, superiore alla standard. Strutture che credono nelle potenzialità del portale e che sono dotate di tutte quelle caratteristiche che fanno la differenza quando a soggiornare è una famiglia con bambini e ragazzi fino a 16 anni. Dalla ristorazione dedicata ai più piccoli, ai laboratori creativi fino a dettagli come le sponde anti caduta nei letti. A rispettare questi parametri, che l’azienda verifica direttamente, sono ad esempio il Cavallino Bianco Family Spa Grand Hotel, un quattro stelle superior in Trentino che offre mille metri quadrati dedicati al gioco all’aperto e passeggini a noleggio gratuito, il Kinder Hotel Muchetta in Svizzera che offre un intero piano dedicato ai bambini con sale allestite ognuna in modo diverso o l’Hotel

4

Chiara Rosati, m a n a g i n g d i r e c t o r

di Bimboinviaggio.com

Bologna nelle Marche che offre biciclette con seggiolini e una lavanderia gratuita a disposizione delle mamme. «Il portale, online da cinque anni, conta 280 mila visitatori unici al mese e dal 2011 ha incrementato le richieste del 30% – dichiara Chiara Rosati, managing director di Bimboinviaggio.com -. Bimboinviaggio.com propone sistemazioni dove i bambini possono veramente fare esperienze di crescita e apprendimento. Ci sono strutture che addirittura organizzano laboratori per ragazzi per insegnare a creare un blog. Oltre che in Italia, dove al top si posizionano le proposte delle regioni Trentino, Veneto, Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Abruzzo, Campania e Sardegna, ci stiamo movendo molto in Europa e soprattutto in Austria, Paese molto attento al target giovane». Durante lo scorso Ttg Incontri sono stati premiati gli alberghi più richiesti tra cui nei primi posti spiccano il Tombolo Talasso Resort, cinque stelle di Castagneto Carducci in Toscana, la Dolce Casa Family Resort & Spa, quattro stelle a Moena in Trentino, l’Atahotel Tanka Village Resort, quattro stelle di Villasimius in Sardegna.


Quotidiano

7-12-14 dicembre 2012

www.travelquotidiano.com

Operatori Speciali plus riservati agli sposi. New entry balneare in programma per il prossimo anno

testi di ISABELLA CATTONI

CATTOLICA - Il Sud-est asiatico programmato da 24 anni, inserendo proposte e opportunità sempre nuove: Mosaico rilancia sul segmento degli itinerari per un target elevato e su quello dei viaggi di nozze, tradizionali punti di forza dell’operatore. «In verità proponiamo soluzioni ad hoc anche per budget più limitati, sempre nell’ottica di un servizio di livello qualitativo elevato e controllato - conferma il direttore vendite, Filippo Tura -. Il nostro fiore all’occhiello resta l’accurata selezione degli alberghi, il personale italiano residente in loco e la possibilità di organizzare itinerari sempre nuovi, su misura e con un valore specifico che li fa unici e rende vana la concorrenza di internet». Il vantaggio per l’agente di viaggio è quello di fornire quella consulenza e quel valore aggiunto che rendono indispensabile il suo servizio. «Con Mosaico gli adv sanno di avere un operatore professionale alle spalle, che per di più garantisce un

24 Gli anni di attività dell’operatore

Nozze Il segmento di punta

Oriente L’area sulla quale

dell’offerta

il to è specializzato

Cura del dettaglio e idee sempre nuove nel 2013 di Mosaico “servizi Il valore aggiunto dei nostri è quello che fa la differenza rispetto alla concorrenza ” Filippo Tura ottimale rapporto qualitàprezzo». Il viaggio di nozze resta uno dei cavalli di battaglia di Mosaico, che ha recentemente diffuso un catalogo contenente proposte “alternative” rispetto ai tour classici. «Si tratta di suggerimenti

senza scadenza né prezzi, da modellare sulle esigenze della coppia». Mosaico prevede per gli honeymooner speciali benefit in luogo degli sconti: «Riteniamo che il valore aggiunto di servizi quali una cena in terrazza, una mezza gior-

Training per agenti CATTOLICA - Mosaico investe sulle adv. «Dal 2013 riproporremo i nostri training per un massimo di 15 agenti, che prevedono nel corso di una giornata di lavori l’approfondimento di una singola destinazione. Il nostro obiettivo è quello di lavorare con un numero limitato di agenzie preferenziali, ben preparate, in grado di aderire alla filosofia del to, che è quella di “far finta che il viaggio del cliente sia il nostro viaggio personale”».

nata da trascorrere nella spa, un aperitivo o un’escursione particolari possa essere molto più elevato rispetto a uno sconto di pochi euro. Inoltre, da non dimenticare che il nostro è un prezzo reale, finito, nell’ottica della massima trasparenza». La politica dell’operatore sta dando i frutti sperati, specie considerando il difficile contesto economico: «Abbiamo globalmente superato i risultati del 2011 - conferma Tura -, ma il trend di Natale e Capodanno si mantiene simile a quello degli altri anni. Occorre tuttavia lavorare molto di più - anche a causa delle prenotazioni sottodata - per mantenere gli stessi numeri».

Bene soprattutto la Birmania, un Paese che si sta aprendo al turismo e bene anche la Thailandia, mentre per l’Indonesia si conferma il successo dello stop balneare al Kura Kura resort in abbinamento a un tour. «Nel 2013 proporremo un altro atollo disabitato vicino al Kura Kura, sul quale è presente una villa in stile indonesiano dove la coppia potrà vivere la “Desert island experience”, trascorrendo una o più notti in assoluta intimità all’insegna di un “lusso di base” che prevede l’illuminazione con lampade a petrolio e l’assistenza di personale che giunge dall’isola dove si trova il Kura Kura resort».

Per ampliare l’offerta balneare, il to inaugura la programmazione dedicata a Polinesia e Pacifico

Offerta

Tecnitravel, lo specialista di Usa, Canada e Caraibi

Egitto e web nel futuro di Turbanitalia

di MASSIMO TERRACINA

MILANO - Gli Stati Uniti, con una particolare predilezione estiva per l’Alaska, e il Canada, rappresentano il core business di Tecnitravel, che ha chiuso l’estate con un consolidamento sostanziale rispetto al 2011, il che significa avere mantenuto le posizioni di mercato. «L’Alaska è andata in leggero calo rispetto al 2011, controbilanciata dalla crescita degli Usa, mentre Canada e Caraibi (che abbiniamo al classico prodotto Usa) restano invariati - dichiara Andrea Cassano, vice presidente dell’azienda -. La parte che più ci ha dato soddisfazione è stata comunque il West degli Stati Uniti, cui abbiamo aggiunto un paio di percorsi fly&drive alle Hawaii, ripetibili su tutte le isole». Nel 2013 verranno consolidate le posizioni ottenute nel 2012, con gli stessi tour che vengono riproposti, in versioni sempre miglio-

Obiettivo destagionalizzare i flussi turistici

Meridiana e Wokita spingono la Sardegna

6

rate, dal lontano 1973, adattabili anche e soprattutto agli individuali, segmento che rappresenta il 70% circa del fatturato di Tecnitravel. «Per il Canada presentiamo fly & drive e qualche classico tour accompagnato, con prevalenza degli individuali - prosegue Cassano - su gran parte della costa est, mentre i Caraibi vengono tendenzialmente abbinati al Nord America. Si tratta della classica settimana mare con prevalenza di isole quali Barbados, Antigua, isole Vergini. Abbiamo poi iniziato la programmazione su Poli-

nesia e Pacifico, per accontentare alcuni nostri affezionati clienti repeater offrendo loro qualcosa di nuovo». Te c n i t r a vel aggiunge poi alcune attività collater a l i molto interessanti:

“ Nel prossimo anno miriamo a consolidare i numeri registrati nel 2012

Andrea Cassano

ROMA - (m.t.) Meridiana, leader sul trasporto aereo di passeggeri in Sardegna, dispone del proprio web tour operator Wokita e tramite questo cerca di dare un impulso al turismo, al traffico business e alla destagionalizzazione. «Abbiamo una perla che ha una stagionalità di sei settimane, un’isola che è notissima per le coste, ma mal percepita, soprattutto all’estero - spiega Giuseppe Gentile, ceo di Meridiana Air Italy - Oggi con l’ausilio di nuovi collegamenti, la forza degli albergatori e una sinergia effettiva vogliamo portare un turismo “annuale” verso la Sardegna». «Gli stranieri non sanno quasi dove si trovi questa regione e se lo sanno conoscono la Costa Smeralda, meta di un turismo di elevato rango - aggiunge Marco Sbrizzi, direttore di Wokita -. Noi vorremmo spiegare, attraverso inviti mirati ad agenti di viaggio italiani e stranieri, le valenze di un territorio adatto a tutti i “turismi” per avere un turnover annuale e valorizzare il prodotto». Il

l’American Service Center, dedicato alle pratiche per l’ottenimento di visti per gli Usa e Eas, nato nel 1985 come ente preposto allo sviluppo degli scambi internazionali universitari, divenuti particolarmente intensi con istituti e università del Nord America. «Eas offre servizi di consulenza e supporto a chi intende intraprendere una carriera scolasticoprofessionale all’estero, fornendo corsi di preparazione agli esami Gmat, Toefl, Toeic, Gre e Sat - prosegue Cassano -. Dal 2009 Eas si inserisce nel mercato della formazione linguistica aziendale e privata proponendo corsi anche di business english e general english. Il tutto sempre affiancato da uffici specializzati nell’assistenza per il disbrigo delle pratiche legali e per l’ottenimento dei visti consolari per gli Stati Uniti».

fattore voli è di certo importante e qui subentra Meridiana, che proporrà nel 2013 le novità dei collegamenti esteri con Kiev, Bruxelles, Oslo e Stoccolma, che si aggiungono a Bucarest, Londra, Amburgo e Parigi per un panel molto ampio di potenziali bacini di raccolta di turismo per l’Isola. «Stiamo dando vita a nuovi collegamenti proprio per andare a toccare bacini intonsi e creare traffico - spiega Alessandro Notari, direttore commerciale del vettore -, dividendo l’anno in quattro stagionalità con offerte e agevolazioni differenti e, di concerto con gli albergatori (Geo village a Olbia, Iti hotels con 29 strutture in Sardegna, Arbatax Park, per iniziare), vorremmo creare sinergie per proporre pacchetti destagionalizzati». «Il nostro intento è proprio quello di portare ulteriore traffico, operando con la rinnovata Enit - conclude Gentile -, base imprescindibile di una promozione organica dell’Italia e delle sue eccellenze».

MILANO - C'è aria di rinnovamento in casa Turbanitalia, che si avvia a concludere l’anno presentando alcune novità: restyling del sito web, nuovo gestionale e lancio dell’Egitto. Il primo cambiamento riguarda il sito internet, che è online nella nuova versione, seppur non ancora definitiva. Si tratta di un restyling completo che ha interessato sia la parte grafica, sia funzionale del sito. Il to ha poi deciso di investire in ambito economico, oltre che operativo, sviluppando un nuovo gestionale che permetta di migliorare l'operatività interna ai reparti aziendali e di fornire all’esterno un sistema di prenotazione online facile e veloce riservato esclusivamente alle adv iscritte o che si iscriveranno ai servizi dell'operatore. Relativamente alla programmazione, la novità principale riguarda il lancio dell’Egitto. «Sfruttando il network di voli di Turkish Airlines, che ha aperto i voli su Sharm El Sheikh e Hurghada, oltre che su Il Cairo già operativi, abbiamo deciso di proporre le combinazioni Istanbul+mar Rosso o Istanbul + Il Cairo» dice il direttore operativo, Graziano Binaghi.


Quotidiano www.travelquotidiano.com

7-12-14 dicembre 2012

Operatori Possibile rotta in programma dalla prossima primavera. Allo studio anche il traffico verso l’Algeria Prosegue l’investimento sui social media

testi di MARIA CARNIGLIA

GENOVA - Obiettivo rafforzare alcune linee e puntare su nuove isole. Prosegue la linea aggressiva di Grandi Navi Veloci, che dopo la riduzione di alcune corse sulla Sardegna punta sui mercati più vivaci. «Intendiamo concentrarci sui flussi costanti - spiega Ariodante Valeri, direttore generale di Grandi Navi Veloci - che ci consentono una gestione migliore della cassa. Per fare funzionare anche altre linee bisognerebbe allargare la stagionalità, ma si tratta di una questione che coinvolge altri enti e operatori». Gnv conferma, a chiusura della stagione, il trend negativo sulla Sardegna mentre sulla Sicilia registra gli stessi volumi del 2011. «Prosegue l’andamento positivo delle linee sul Maghreb. In deciso miglioramento il movimento su Tu-

GENOVA - Dopo la chiusura del concorso Vinci con TGNV, attivo dal 19 luglio al 28 settembre 2012, attraverso la fanpage “Grandi Navi Veloci” di Facebook, Gnv ha consegnato a tre follower i nuovi iPad 16 Gb wi-fi in palio. «Abbiamo oltre 13 mila fan sulla pagina di Fb – spiega Ariodante Valeri –. Ma al di là del successo delle iniziative, ci interessa gestire i social per capire anche i nostri punti da migliorare».

Gnv valuta un nuovo scalo alle Baleari nisia e Marocco». La compagnia, oltre a confermare alcune tratte sul Maghreb anche nei mesi invernali, sta valutando il lancio di un nuovo collegamento. In maggio 2012, Grandi Navi Veloci ha inaugurato due nuove linee, dal porto francese di Sète ai porti marocchini di Tangeri e Nador. «Tra Sète e Nador ci sono le Baleari. Potremmo lanciare lo scalo intermedio a Palma, una tappa che potrebbe cattu-

rare anche il traffico turistico». Attualmente Gnv sta valutando questa possibilità per proporre una nuova tratta nel 2013. «Ma la presenza sul Maghreb è da rafforzare anche per quanto concerne l’Algeria - continua il direttore generale -, destinazione che stiamo studiando attentamente». La compagnia continuerà a puntare sui collegamenti per la Sicilia: oltre alla Genova-Palermo, Gnv

conferma la linea storica Napoli-Palermo e il raddoppio della Civitavecchia-Termini Imerese grazie al recente accordo con Caronte & Tourist Spa. Sul fronte Sardegna invece, secondo Gnv il 2013 sarà un anno di attesa. «Speriamo che la discesa si fermi entro il 2013 commenta Valeri - e che dal 2014 si possa parlare di ripresa. A prescindere da questo comunque, l’offerta Sardegna deve essere ripensata anche a li-

“ Continueremo a puntare anche sui collegamenti con la Sicilia

Ariodante Valeri vello locale». Tra i punti di forza della compagnia, sicurezza e rispetto dell’ambiente, elementi sui quali vengono convogliati molti investimenti. Dal 25 giugno scorso, Gnv ha iniziato a cambiare progressivamente l'illuminazione di bordo di tutte le unità, sostituendo i tradizionali globi luminosi a incandescenza con la tecnologia led. Questa scelta si è tradotta in un’ottimizzazione energetica a bordo delle navi, in un maggior rispetto dell’ambiente e in minori emissioni di Co2 in porto e durante la navigazione. Molti i riconoscimenti sul fronte della sicurezza. Tra gli ultimi, nel giugno 2012 la compagnia ha ricevuto il premio Quality Lrqa Italia Marine Award

2012, “Towards Sustainable Business” del Lloyd’s Register, per l’applicazione delle procedure inerenti la qualità aziendale Iso 9001. Per quanto riguarda la formazione, parte integrante del percorso avviato dalla compagnia per garantire ai passeggeri un viaggio senza problemi, Gnv da tempo si avvale della competenza dell’Accademia della Marina Mercantile di Genova quale proprio centro di formazione permanente.

7


Quotidiano

7-12-14 dicembre 2012

www.travelquotidiano.com

Trasporti Tra i punti salienti del piano industriale 2012-2020 il ritorno all’utile in un paio di anni e una joint venture per Brescia

Il Catullo mette a fuoco il rilancio testi di MARIELLA CATTANEO

VERONA – Ritornare a fare utili: una mission chiara, espressa in un altrettanto chiaro piano industriale di rilancio. Senza sbavature. Paolo Arena, presidente di Catullo Spa, la società di gestione degli aeroporti di Verona e Brescia, insieme al direttore generale Carmine Bassetti hanno messo a fuoco i tratti salienti dell’operazione che punta a riportare l’azienda al profitto entro due anni. «Veniamo da un risultato di bilancio difficile – dichiara Arena -: era dunque necessario, prima di tutto, semplificare la società che era sovradimensionata rispetto al traffico gestito. Partendo dall’analisi dei benchmarket di riferimento abbiamo tracciato il nuovo piano 2012-2022. Ora serve una gestione industriale attenta ai costi, perché c’è una trasformazione continua del mercato aeronautico». Una gestione che, secondo il presidente, passa inevitabilmente dalla risoluzione dei contratti definiti «tossici» (Ryanair in primis) e attraverso «scelte drastiche e dolorose, come nel caso della liquidazione di Avio Handling, che non era tec-

5,5 mln

Obiettivo quota ricavi non-avio

nicamente ristrutturabile». Quella che Bassetti presenta come «road map verso una situazione finanziaria positiva» prende le mosse dal «ritorno a fare i gestori aeroportuali – afferma il direttore generale : “back to basics”. Definire il ruolo dell’aeroporto e le strategie di sviluppo in funzione delle esigenze del territorio ed essere competitivi rispetto agli altri scali». Competitività che non può prescindere dai costi operativi che devono essere allineati a quelli «delle best

practice del mercato – sottolinea Bassetti -: non possiamo continuare ad avere costi del 30% più elevati rispetto ai nostri competitor». Altro settore da sviluppare quello non-aviation «che già oggi rappresenta il 40% dei ricavi totali, ma puntiamo entro i prossimi tre-cinque anni a raggiungere il 50%». L’analisi infine delle necessità di sviluppo infrastrutturali per gestire la futura domanda di traffico ha evidenziato l’annosa problematica legata alla «capacità di pista non sfruttata del Catullo – spiega il direttore generale – che potrebbe gestire 45 movimenti l’ora e ne conta invece solo 14 perché la torre di controllo è ancora gestita dall’aeronautica militare invece che dall’Enav. Speriamo che entro il 2015 ci sia questo passaggio di consegne, che per ora continua a rappresentare una grossa inefficienza». Progetti in fieri anche per i ter-

“ Era necessario snellire la società. Ora serve una gestione industriale attenta ai costi

Paolo Arena

Risparmi per 7 milioni di euro

Risolti i contratti “tossici”

50%

Capacità passeggeri area partenze 2015

minal il cui livello di servizi «non è ottimale – prosegue Bassetti -: attualmente la capacità è di 4 milioni di passeggeri ma sti-

“ La capacità di pista non sfruttata di Verona è ancora una grossa inefficienza

Carmine Bassetti

VERONA – La risoluzione dei contratti tossici è stata una delle voci determinante nel nuovo piano industriale «ed è stata portata a termine in anticipo rispetto all’aprile del 2013, come inizialmente preventivato – spiega Carmine Bassetti -. Abbiamo risolto il contratto con Ryanair e ne abbiamo siglati con altri con un impatto di circa 7 milioni di euro annui risparmiati». E proprio su Ryanair si concentrava un forte problema: «La low cost ha creato danni al network di Verona, con un contratto fuori mercato - rimarca Bassetti -. Inoltre Ryanair si era inserita sulle rotte nazionali, da

miamo di sviluppare l’area partenze per gestirne 5 milioni e mezzo nel 2015 e 7 milioni nel 2025. Questo è il valore limite, il resto eventualmente sarà “dirottato” su Brescia. Quattro le macroaree di intervento individuate: lo snellimento della struttura (che ha incluso la cassa integrazione di 24 mesi per i dipendenti, «ma speriamo di riassorbire al termine di questo periodo tutte le persone»); la liquidazione di Avio Handling; la risoluzione dei contratti tossici e la finalizzazione di una joint venture per Brescia.

Palermo a Bari, Catania e Cagliari, spingendo fuori da questi mercati gli altri vettori che precedentemente vi operavano. Così abbiamo perso del prezioso traffico domestico, costruito pazientemente nel corso degli anni: delle 37 rotte ne abbiamo recuperate finora 23 e per aprile 2013 saremo a 33. Tutto ciò senza più una “lira” di contributo… Ryanair era diventata una barriera psicologica all’ingresso degli altri vettori su Verona!». Sul fronte internazionale erano «sei le rotte operate da Ryanair: due sono già state recuperate e aperte sei nuove tra linea e charter».

Montichiari: concessione al countdown VERONA – Grandi aspettative per il futuro di Brescia, a cominciare dall’arrivo della concessione «attesa a breve, magari prima di Natale» anticipa Paolo Arena, che consentirà di sfruttare il potenziale ancora inespresso dello scalo. Un futuro che sul breve termine è quello dello sviluppo del settore merci, con la premessa che «non vogliamo sfidare Malpensa per la gestione merci – precisa Carmine Bassetti -: loro sono giganti, noi piccoli. Ciò non toglie che possiamo recuperare una parte di quella quota merci oggi “in fuga” su altri aeroporti». Con le infrastrutture esistenti Brescia può gestire fino 150 mila tonnellate di merci e continuare a crescere in modo progressivo. L’arrivo della concessione, inoltre, prelude al coinvolgimento di un partner industriale per la creazione di una joint venture: «Andremo in gara, a livello europeo, con una base d’asta di 75 milioni di euro – conclude Bassetti -, una cifra pari a quanto investito sullo scalo negli ultimi anni».

Venezia, scelta vincente

Volotea cresce e conferma gli investimenti sul Marco Polo di LUIGI FRANZOSO

VENEZIA – Il Veneto si conferma il volano principale per l’espansione di Volotea, che dopo aver annunciato qualche mese fa l’apertura di nuovi voli da e per Verona, attraverso il suo presidente Carlos Muñoz conferma il proprio consolidamento sul Marco Polo. Il presidente di Volotea fornisce dati e previsioni per il 2013: «Abbiamo chiuso il mese di novembre con 225 mila passeggeri trasportati da e per Venezia, prevediamo di chiudere l’anno a quota 250 mila. Il load factor è al 65%, pensiamo di arrivare a 70% nel 2013. Chiuderemo l’anno con un tasso di puntualità dell’85% mentre la nostra affidabilità è al 99,6%. Questo dipende molto dalla distribuzione della nostra flotta: dei nostri 13 aerei ne abbiamo 3 a Venezia, 2 a Palermo e 2 sono in back-up, sempre pronti per ogni evenienza. Prevediamo nel 2013 di toccare 400 mila passeggeri su questo scalo, su un totale di un milione e 300 mila. Sono cifre importanti di cui andiamo fieri, è il nostro primo inverno qui e se è vero che Venezia cresce del 5% ogni anno come traffico e quindi 350 mila

8

400.000 Obiettivo passeggeri su Venezia 2013

su 7 milioni il nostro contributo è stato veramente importante. Per Verona invece prevediamo di trasportare 70 mila passeggeri nel 2013, poi dal 28 marzo apriremo nuove rotte da e per Firenze, in estate inaugureremo la tratta Trieste – Palermo e aumenteremo la frequenza su Catania a due volte al giorno». Il mercato aereo in Spagna è in forte crisi ma Muñoz spiega il perché Volotea non ne

70% Previsione load factor su Venezia 2013

risenta: «Da quando siamo nati abbiamo sempre pensato di puntare i nostri investimenti fuori dalla Spagna. Se il Veneto ci sta dando e ci darà ancora maggiori soddisfazioni un altro hub importante per noi è Nantes, un altro aeroporto regionale con una crescita importante che dipende parecchio dal nostro apporto. Siamo buoni partner, non abbiamo mai pestato i piedi a nessuno. In Spagna per ora teniamo solo Bilbao, pensiamo di poter tornare, ma la crisi macro-economica per ora ci fa puntare su altre località. Ci avevano chiesto un collegamento stagionale per Ibiza ma abbiamo rinunciato, preferiamo restare sulle isole greche (in particolare Santorini e Mikonos) che stanno andando fortissimo. Non siamo una

“ La crisi economica ci fa puntare su località al di fuori della Spagna ” Carlos Muñoz

Network in espansione VENEZIA - Uno studio dettagliato delle destinazioni e accorgimenti particolari per i passeggeri: ecco i punti di forza di Volotea. «Da Venezia aggiungiamo dal 19 dicembre Catania – dichiara Carlos Muñoz –, abbiamo le nostre tratte principali che sono Bari, Nantes e Lamezia, in tutto comunque sono 21 destinazioni, 10 in Italia, 7 in Grecia, 3 in Francia e Spalato in Croazia. Ci sono ulteriori basi di sviluppo, per esempio stiamo pensando a Trapani. Dobbiamo stimolare il mercato, essendo il primo inverno di operatività abbiamo impostato un programma leggero e un planning conservativo ma abbiamo ampi margini. Inoltre, mi piace ricordare che nei nostri aerei è possibile il trasporto di cani e gatti, senza grossi “intoppi” e con una tariffa unica». manna per gli aeroporti – precisa il presidente di Volotea – però le compagnie inglesi facevano la stessa cosa di noi adesso dieci, quindici anni fa. Aeroporti medio piccoli ci vedono come alleati, grossi hub come Malpensa e Fiumicino pensano solo a tagliare e ridurre, noi siamo stati creati per servire tutto un altro tipo di mercati».


Quotidiano

7-12-14 dicembre 2012

www.travelquotidiano.com

Trasporti

Notizie

In 10 righe

- Etihad Airways

- Germanwings

- Vueling

Dal 1° luglio 2013 Germanwings lancerà tre diverse tariffe: Best, Smart e Basic. Christoph Franz, ceo di Lufthansa Ag afferma: «Con la nuova Germanwings lanciamo l’offensiva nei confronti dei collegamenti point-to-point. Abbiamo sviluppato una serie di prodotti convincenti e abbiamo molti anni di esperienza sia nel segmento low cost che in quello premium». La nuova Germanwings riguarderà i voli Lufthansa (tranne quelli su Francoforte e Monaco di Baviera) e quelli di Germanwings dal 1° gennaio 2013.

Vueling aprirà una nuova base a Firenze con un A319 stanziato sullo scalo e quattro nuove destinazioni dirette a partire dal 22 marzo 2013. Ad essere collegate a Firenze saranno Londra Heathrow, Copenaghen, Berlino e Amburgo, che andranno ad aggiungersi ai voli diretti per Barcellona, Parigi e Madrid già operativi. I voli per Barcellona, Heathrow e Orly saranno operativi quotidianamente, mentre per Copenaghen e Berlino Tegel ci saranno 4 voli a settimana; su Amburgo e Madrid infine saranno tre i voli a settimana.

Etihad Airways ha lanciato Etihad Wi-Fly, il servizio di connettività internet e mobile in volo su destinazioni come Bruxelles, Dublino, Manchester, Monaco di Baviera, Francoforte e Milano. James Hogan, presidente e ceo di Etihad Airways, dice: «Entro la fine del primo trimestre 2013 disporremo di 10 aeromobili equipaggiati con Etihad Wi-Fly ed entro la fine del 2014 tutti i velivoli saranno dotati di connettività in volo». La soluzione costa 13,95 dollari all’ora o 24,95 dollari al giorno. Il servizio sarà gratuito per i passeggeri di first class.

Nasce il servizio di mobilità integrata che collega l’area del centro Italia con l’aeroporto di Malpensa

Cathay Pacific fa coppia con Ntv di GABRIELE DI TERLIZZI

MILANO - Cathay Pacific Airways, in collaborazione con Ntv e Sea, lancia il nuovo servizio di mobilità integrata per collegare il centro Italia con l’aeroporto di Milano Malpensa. Un sistema che unisce tre mezzi di trasporto: aereo, treno e gomma. «Da oggi siamo lieti di ospitare dei partner d’eccezione, che come noi condividono l’idea che la qualità sia sempre sinonimo di successo – ha esordito Silvia Tagliaferri, sales and marketing manager Italia e Malta di Cathay Pacific Airways –. Abbiamo stipulato un accordo innovativo e inedito sulla mobilità integrata». Grazie a questa collaborazione, i viaggiatori di Cathay potranno usufruire gratuitamente del treno ad alta velocità Italo dalle stazioni di Firenze e Bologna e raggiungere Milano Porta Garibaldi, dove Cathay fornirà un transfer gratuito fino al terminal 1 di Malpensa con una limousine, per coloro che hanno acquistato un biglietto first class,

Notizie

In 10 righe - Transavia.com

Transavia.com debutta nel gds italiano (Galileo) con Travelport. Dopo il successo del test in Portogallo, la compagnia low cost olandese è ora prenotabile per la prima volta dagli agenti di viaggio italiani attraverso la piattaforma gds Galileo di Travelport.

- Czech Airlines

Dopo una pausa di tre anni, Czech Airlines riprende i voli lungo raggio. Un A330 entrerà in flotta consentendo alla compagnia di lanciare il nuovo volo di linea per Seoul e di intensificare il code-share con Korean Air per operare da Praga via Seoul verso l’Est asiatico. Oltre a Seoul, Czech Airlines introdurrà nell’operativo dell’estate 2013 i voli per Perm (Russia), Nizza, Monaco di Baviera, Zurigo e Firenze, e incrementerà i voli su Milano.

10

“la medesima Condividiamo idea e cioè che la qualità è sempre sinonimo di successo

Silvia Tagliaferri

oppure con un minivan per i viaggiatori economy. In questo modo si riducono i tempi d’attesa e si agevola l’avvicinamento a Malpensa. «Abbiamo intravisto questa opportunità e abbiamo deciso di partire, l’entusiasmo c’è» ha concluso Silvia Tagliaferri. Anche Edmondo Boscoscuro, responsabile dei canali di vendita di Ntv, mostra una grande soddisfa-

zione: «Siamo convinti di aver messo in piedi un processo di avvicinamento allo scalo di Malpensa efficiente e di grande qualità». Boscoscuro precisa come lo sviluppo del prodotto «sia il risultato di un po’ di creatività italiana, perché ne possano beneficiare non solo gli italiani, ma tutti i turisti stranieri che vengono nel nostro Paese». Lungimiranza e innova-

zione sono le due parole chiave che secondo David Crognaletti, direttore aviation business development di Sea, hanno caratterizzato l’implementazione di questo servizio. «Non esiste in Italia una collaborazione di questo tipo – continua –, Sea può annoverare un nuovo primato per la connettività diretta al nostro scalo, che oggi conta già 130 collegamenti al giorno da Milano». I turisti diretti e provenienti da Hong Kong e dalle altre destinazioni di Cathay rappresentano un bacino d’utenza fondamentale per Malpensa. «L’obiettivo di Sea – conferma Crognaletti – è di intercettare i passeggeri che viaggiano verso l’Asia e rendere ancora più accessibile e facile il loro transfer. Per quanto riguarda Toscana ed Emilia Romagna questo bacino ammonta a 300 mila viaggiatori all’anno». Crognaletti conclude con un’indicazione diretta a tutto il settore: «Fare sistema in Italia è possibile solo se c’è una forte volontà imprenditoriale e questa partnership è la dimostrazione concreta».

Advance booking

Air Transat spinge sui gruppi ROMA - Air Transat rilancia la promozione per le prenotazioni anticipate per i gruppi 2013. Per quelli confermati tra il 3 dicembre 2012 e il 15 febbraio 2013 verrà offerto un biglietto gratuito ogni 15 o più passeggeri per viaggi dal 1° aprile al 24 giugno 2013. Per i gruppi confermati tra il 16 febbraio e il 31 marzo 2013 verrà offerto un biglietto gratuito ogni 20 o più passeggeri per viaggi dal 1° aprile al 24 giugno 2013. Le tasse del biglietto gratuito sono a carico del passeggero e il biglietto deve essere utilizzato nelle stesse date prenotate dal gruppo. Dal prossimo aprile , la compagnia riconferma la rotta Roma-Toronto, con un’offerta di 6 voli a settimana e quella Roma – Montréal con 5 voli, oltre ai voli VeneziaMontreal (operati due volte alla settimana), un Venezia-Toronto e un Lamezia-Toronto.

Il vettore inglese, che quest’anno ha trasportato 7 milioni di passeggeri, durante l’inverno mantiene i voli da Milano e Roma

Monarch conquista quote di mercato di MARCO DE ROSSI

ROMA – Probabilmente sono in pochi a sapere che la più vecchia compagnia aerea low cost d’Europa è l’inglese Monarch, che opera dal 1968, e che è attualmente il più grande vettore privato del Regno Unito, con una flotta di 32 velivoli composta principalmente da Airbus 320, 321 e 330, più qualche Boeing 737. Nel 2012 Monarch ha trasportato 7 milioni di p a s -

seggeri verso 50 destinazioni, centinaia di migliaia dei quali da e per l’Italia, con collegamenti da Milano Malpensa, Roma Fiumicino, Verona e Venezia con i cinque scali di riferimento inglesi, Londra – Luton, Londra – Gatwick, Birmingham, Manchester e Leeds. Da vettore charter (trasporta milioni di inglesi nelle destinazioni vacanziere) Monarch ha pian piano acquisito quote di mercato nel settore dei voli di linea, espandendo la sua rete di collegamenti europea, Italia compresa. D’inverno rimangono operativi Malpensa e Fiumicino, mentre Venezia e Verona lavorano solo durante l’estate. «Il nostro load factor è dell’85%, e

7 mln

Passeggeri trasportati 2012

85%

Load factor medio pensiamo di incrementarlo - spiega Marc Thornton, direttore commerciale della compagnia, che ha il suo quartier generale a Luton -. La nostra politica non è solo quella di trasportare gente, ma di creare un’esperienza unica di viaggio, spingendo i passeggeri a visitare anche le zone dove

“collegato Luton è oggi lo scalo meglio alla capitale ” Marc Thornton

sono i nostri aeroporti. L’Inghilterra non è solo Londra, ad esempio lo Yorkshire (scalo Leeds, ndr) è una zona bellissima, e meriterebbe più attenzione da parte dei viaggiatori». Quanto agli scali, Birmingham si avvia verso i 10 milioni di transiti l’anno, mentre «Luton è attualmente l’aeroporto meglio collegato della capitale, solo 21 minuti per raggiungere la stazione centrale. Inoltre, non essendoci congestione del traffico, si evita di attendere in volo per intere mez-

z’ore, come capita ad Heathrow». Quanto ai prezzi, la fascia su cui si colloca Monarch è quella medio bassa, «ma con un’altra qualità dei servizi», precisa Thornton. Ad esempio il bagaglio a mano, sempre nei limiti dei 10 chili di peso, può essere suddiviso in due colli. Inoltre è possibile prenotare il posto al costo di 6 euro a tratta, e con 15 si ha diritto a sedili con uno spazio supplementare di 15 centimentri. La tariffa base da Roma per Birmingham e Lutonparte da 33 euro.


Quotidiano www.travelquotidiano.com

7-12-14 dicembre 2012

Alberghi Dal nuovo sistema di prenotazione al potenziamento dell’offerta

Nh Italia: rilancio mice per incentivare il bt di MASSIMILIANO SARTI

MILANO - Nuovo sistema di prenotazione, potenziamento dell’offerta e rinnovata attenzione ai temi della sostenibilità. Sono i punti principali della nuova strategia di Nh Hoteles Italia per il mice. È questo infatti il segmento che la compagnia ha individuato per far ripartire il comparto del business travel. «Grazie alla conquista di alcune quote di mercato la nostra compagnia ha contenuto la flessione – ha spiegato il direttore commerciale Nh Italia, Eduardo Bosch –. È innegabile, però, che la crisi ci sia e si sia fatta sentire». I dati 2012 del gruppo spagnolo dicono in effetti che il mice

E’ innegabile che la crisi ci sia e si sia fatta sentire

Eduardo Bosch

rappresenta circa il 24%25% del segmento viaggi d’affari complessivo, ma con numeri in crescita: se infatti, nel 2011, il gruppo aveva quotato circa 33 mila eventi, quest’anno, a novembre, ha già raggiunto quota 35 mila richieste, con 13 mila conversioni. «Anche se, complessivamente, i ricavi totali rimarranno probabilmente sugli stessi livelli del 2011, a causa della contrazione della spesa media per evento - ha raccontato il mice &

groups director, Marco Gilardi - sono numeri che ci fanno ben sperare per il 2013». Tanto più che Meeting professionals international (Mpi) prevede, per l’anno prossimo, una crescita della domanda di convegni del 3,2% in Europa e del 2,9% a livello globale. La nuova strategia Nh Italia ha quindi comportato la creazione di un hub centrale di prenotazione per eventi e sale meeting con un unico indirizzo internet (groups.it@nhhotels.com), in grado di coordinare, gestire e distribuire le richieste ai cinque booking office della compagnia, suddivisi per competenze territoriali nelle aree Milano, Nordovest, Nordest, Centro e resto d’Italia. L’idea è quella di garantire

ai clienti tempi di risposta più rapidi, per formulare un’offerta entro le prime quattro ore dal contatto. In restyling anche la sezione mice del sito, che presenterà una grafica più intuitiva e professionale, nonché web tools per la ricerca delle strutture e delle sale meeting. In cantiere c’è poi un programma fedeltà ad hoc per i clienti mice. A completare l’offerta, la formula Ecomeeting per eventi a basso impatto ambientale. Durante la prima parte del 2013 è prevista anche l’apertura del nuovo Nh Milano Congressi: un 4 stelle situato alle porte del capoluogo lombardo, dotato di 193 camere e 11 sale riunioni. Alla recente Eibtm di Barcellona è stato infine presentato il nuovo concept meeting, «Moments, che mira, tra l’altro, a dare un’originale identità visiva e valoriale alla nostra offerta mice» conclude Gilardi.

Soggiorno 5 stelle fra benessere e sport a Nassau

Sandals Royal Bahamian, l’all inclusive è di lusso NASSAU - L’all inclusive di lusso alle Bahamas porta la firma di Sandals, con il Royal Bahamian Spa Resort & Offshore Island. Erede dello storico Balmoral Club di Nassau, diventato famoso per le frequentazioni dei reali d’Inghilterra, il resort 5 stelle presentato nella brochure allegata a questo numero di Travel Quotidiano, è considerato il più lussuoso delle Bahamas. Qui si fondono due diverse esperienze di vacanza: la raffinatezza europea si unisce al fascino esotico di un’isola privata di fronte alla struttura. A disposizione degli ospiti la possibilità di immersioni illimitate, dieci ristoranti che propongono altrettante diverse tipologie di cucina, due Spa con il brand Red Lane, che hanno valso alla struttura l’inserimento nella classifica dei migliori Spa Resort da parte dei lettori di Condé Nast Traveller. Ma sicuramente uno degli elementi distintivi della struttura è la Sandals Island: raggiungibile in pochi minuti di navetta al largo del Sandals Royal Bahamian, dà la possibilità di vivere momenti di grande privacy. Due piccole spiagge appartate, un beach club con piscina, idromassaggio e bar swing-up oltre alla possibilità di fare snorkeling e di rilassarsi presso la Red Lane Spa Escape. Unica anche l’offerta delle camere: 19 categorie diverse di cui oltre la metà sono suite con dimensioni di ville private. Quelle di livello più elevato godono anche del servizio di maggiordomo personale e di transfer privati, in Rolls Royce o Mercedes-Benz con autista. Agli appassionati sportivi il resort offre moleplici possibilità di praticare sport d’acqua e di terra, inclusi: kayak, windsurf, hobie cats, basket, ping pong, snorkeling, immersioni, centro fitness e lezioni di aerobica e acquafitness.

11


Quotidiano

7-12-14 dicembre 2012

www.travelquotidiano.com

Mondo Uttar Pradesh e Bihar al centro di un circuito che ha l’obiettivo di diversificare l’offerta

In India sulle orme del Buddha di ALBERTO CASPANI

VARANASI - Uttar Pradesh e Bihar sotto una nuova luce, quella del Buddha. L’ultimo conclave in India, svoltosi nella più antica città del mondo a distanza di due anni dall’ultima edizione, ha accolto per la prima volta nella sua storia anche una piccola delegazione italiana: fra le centinaia di pellegrini, esperti orientalisti, monaci e specialisti dei cammini sacri accorsi al più importante evento che detta le modalità di promozione del buddhismo nel mondo, erano infatti presenti Go Asia e Kel12. Un segno manifesto della forte volontà di aprire i luoghi natali di Siddharta Gautama a un pubblico non prettamente religioso, ma sensibile al messaggio di ricerca interiore lasciato in eredità dal grande saggio indiano. «Oggi i buddhisti al mondo sono circa 500 milioni - ha spiegato Kumar Singh, segretario al turismo per il governo dell’Uttar Pradesh - ma il loro numero è in crescita costante, così come l’interesse a visitare almeno le quattro principali città sacre del pellegrinaggio buddhista: Sarnath e Kushinagar nello stato dell’Uttar Pradesh, Bodghaya nel Bihar e Lumbini in Nepal. Dal momento che il Buddha visse

e si spostò ampiamente all’interno di questo quadrilatero, le risorse archeologiche e culturali fiorite su suo stimolo sono numerosissime in tutta l’India nordorientale, ma mancano ancora di una rete infrastrutturale adeguata per accogliere un pubblico internazionale». L’obiettivo è allora quello di incrementare le risorse d’ospitalità e trasporto locali, in modo tale da poter accogliere entro il 2020 un bacino di “adepti” che, dagli attuali 4,4 milioni, raggiunga i 25,7 stimati. Compito apparentemente titanico sulla carta, ma certo non impossibile per una potenza economica come l’India d’oggi, oltretutto supportata da prestigiosi partner internazionali come l’Indonesian Bank development department (30 milioni di dollari investiti nel progetto Buddha trail durante gli ultimi tre anni). «Per via della sua posizione strategica - ha aggiunto Singh - l’aeroporto di Kushinagar, a 125 chilometri dal confine nepalese, è destinato a divenire uno scalo internazionale, mentre l’intera rete di strade che collega le città storiche del circuito sarà elettrificata e portata a 4 corsie. Pensiamo comunque ad uno sviluppo sostenibile del bacino dei pellegri-

12

entro il 2020

una rete di nuovi monasteri e pagode dove i pellegrini possano pernot-

“è quello L’obiettivo di sviluppare l’intera area, migliorando strutture e infrastrutture

Kumar Singh

tare, ma anche dedicarsi allo studio del buddhismo, avendo la possibilità di

trattenersi sui siti sacri dalle 4 del mattino alle 9 di sera (cioè molto più a lungo che nell’intervallo attuale fra l’alba e il tramonto), senza dover pagare ticket d’accesso. Forte del già popolare “Buddha train”, che permette di visitare il circuito in una settimana circa partendo comodamente da Delhi e del potenziamento dei siti ufficiali tematici, il cammino di Buddha rappresenterà una delle strade d’accesso privilegiate al cuore dell’India dimenticata.

BRUXELLES - (a.c.) Tutti in Belgio per imparare a reinventarsi. Grazie alle politiche pubbliche e ai modelli di governance adottati, Turismo Fiandre si è aggiudicato la medaglia d’argento per l’innovazione, all’interno dei riconoscimenti che l’Organizzazione mondiale del turismo delle Nazioni Unite assegna tramite il premio Ulysses. Il suo Holiday Participation Center è stato giudicato uno dei migliori servizi per sconfiggere l’immobilismo della crisi, avendo dato modo di godere di una vacanza a oltre 500 mila persone economicamente svantaggiate: la sua filosofia si fonda sul principio secondo cui l’offerta turistica odierna risulta talmente ampia e diversificata che, facendo leva su appositi strumenti di selezione, non solo è sempre possibile trovare una vacanza in linea con le proprie disponibilità finanziarie, ma anche di trasmettere nel viaggiatore valori di socialità e produttività dalle benefiche ricadute lavorative. «Turismo Fiandre sarà ospite speciale nelle prossime due edizioni del World Travel Market di Londra- ha annunciato Giovanna Sainaghi, direttore dell’ente del turismo fiammingo in Italia – sia nel 2013 che nel 2014: il focus della promozione riguarderà il turismo della memoria».

Aruba, meta ideale 12 mesi all’anno

Alexandra Rebelo

di MARIANNA DE PADOVA

LISBONA - «Il turismo italiano in Portogallo è in aumento: +5,6% sui soggiorni e +6,2% sui pernottamenti. Le regioni che sono maggiormente cresciute sono quella di Porto e il Nord, con +16,7%, Madeira +12%, Centro +10,8%, Azzorre + 10,1%» spiega Alexandra Rebelo, direttore dell’ufficio turistico del Portogallo in Italia, commentando i dati dei primi sei mesi del 2012. Nonostante la crisi gli italiani continuano a gradire il Portogallo ,«anche grazie ai numerosi voli diretti, soprattutto da parte della Tap». La cultura è tra le principali attrattive: la città di Guidarães, Capitale europea della cultura 2012, nei primi nove mesi dell’anno ha registrato un incremento del 56% di tu-

naggi, avendo previsto la piantumazione di oltre 10 milioni di alberi per ripristinare le antiche foreste usate per la meditazione, ma anche la creazione di percorsi in sicurezza per spostarsi a piedi (in particolare, n e l tratto compreso fra la città dell’Illuminazione, Bodghaya, e la più antica università indiana, Nalanda)». Oltre alla creazione di un team ufficiale di monaciguide e di un’associazione che, sotto la supervisione della Mahabothi Society, formi i tour operator interessati a promuovere il cammino sacro, ampie adesioni sono state accordate al piano di sviluppo elaborato dalla Tathagata Education&Research Organisation: affiancare al network infrastrutturale

25,7 mln Pellegrini attesi

Un premio a Turismo Fiandre

Destinazioni

Portogallo: numeri in crescita costante Cultura e sport al centro

4,4 mln

Pellegrini attuali in questa parte d’India

Riconoscimenti

risti stranieri. Anche il turismo religioso riveste molta importanza: «nel 2011 sono state oltre 3 milioni 500 mila le visite a Fatima (117 mila in più rispetto all’anno precedente)». Non solo cultura e turismo religioso, ma anche lo sport, con il golf: «In occasione del primo Today’s Golfer travel Awards, l’Algarve ha ottenuto il primo posto, con il 32% di preferenze dei golfisti. Inoltre nel novembre di quest’anno abbiamo ospitato in Algarve la 15ª edizione dell’International Golf Travel Market». Per il 2013 lo sport sarà ancora in primo piano: «alcune regioni stanno puntando sul turismo all’aria aperta, quindi anche con la promozione del progetto Bike Hotels».

ORANJESTAD - (a.c.) Stando alle parole di un noto “shark” di Wall Street, le isole caraibiche sono come i titoli in Borsa. Alcune di loro mostrano fulminei tassi di rendimento e altrettanto rapide cadute, altre permettono invece investimenti molto stabili, pur con ritmi di crescita più moderati. E’ il caso di Aruba, gioiello delle Antille olandesi capace di attirare nel 2012 circa 676 mila visitatori internazionali (+2,8% sul periodo gennaio/settembre 2011). Ne parla Alessandro Zanon, amministratore delegato di Global Tourist, la società

che rappresenta il Paese in Italia. Qual è il trend degli arrivi italiani? «Nel 2012 la percentuale dei passeggeri che ha raggiunto l’isola con voli di linea è aumentata sensibilmente, ma i primi rilevamenti precisi saranno disponibili solo col nuovo anno. A seguito dell’apertura sul nostro mercato di un’apposita agenzia di rappresentanza, è comunque cresciuto il numero di tour operator che hanno inserito Aruba come destinazione di punta nei cataloghi sui Caraibi. Coloro che già programmavano la meta, invece, hanno aumentato le strutture proposte». Che fetta di mercato rappresentano i visitatori italiani rispetto alle altre nazionalità? «A livello europeo, l’Italia rappresenta il quarto mercato per numero di arrivi annui. La scelta è dettata da numerose motivazioni: l’isola si trova fuori dalla rotta degli uragani (essendo quindi fruibile per 12 mesi all’anno), vantando non solo spiagge meravigliose, ma anche un’elevata qualità dei servizi e della sicu-

“richiesta E’ molto per viaggi di nozze

Alessandro Zanon

rezza, grazie ai suoi forti legami con l’Olanda». Quali sono i prodotti turistici più richiesti e i punti deboli dell'offerta? «La destinazione è molto richiesta dagli honeymooner, che la vivono come estensione mare dagli Usa. Quasi in parità sono però coloro che richiedono strutture in formula all inclusive o in b&b, o addirittura anche per un semplice pernottamento, sapendo di poter contare su una proposta gastronomica incredibilmente ampia». Che tipo di campagna promozionale si sta portando avanti per accendere l’attenzione su Aruba e a quanto ammontano gli investimenti per il mercato italiano? «E’ stata riposta una particolare attenzione alla comunicazione online, grazie

alla creazione di profili tematici sui principali social network e attraverso l’aggiornamento costante in termini di contenuti od offerte sul website (http://it.aruba.com). Sta poi partendo un’importante collaborazione con la società di internet provider “Aruba”, che prevede una campagna promozionale rivolta a circa 3 milioni di consumatori e consistente in una landing page dedicata, con concorso a premi incluso. Altro progetto del 2012 è stata la realizzazione di un video dedicato alla destinazione, andato in onda durante la trasmissione “Alle Falde del Kilimangiaro”. Per i prossimi mesi l’attenzione continuerà a essere puntata sull’online, parallelamente a collaborazioni con i maggiori tour operator, partecipando alle fiere e ai roadshow, oltre a proporre singoli eventi promozionali». Che tipo di nuove aperture si sono segnalate nel settore ricettivo? «Sono previste le aperture di due nuove strutture 5 stelle entro il prossimo biennio: un Ritz Carlton e un Hard Rock Cafè Hotel»


Quotidiano www.travelquotidiano.com

7-12-14 dicembre 2012

Mondo Prorogata la fine delle celebrazioni del 20° anniversario. Speciali vantaggi per incrementare le prenotazioni Risultati finanziari anno fiscale 1° ottobre 201130 settembre 2012

di ISABELLA CATTONI

MARNE LA VALLEE Sulla scia del successo ottenuto dalle celebrazioni per il 20° anniversario, i cui contenuti verranno prorogati fino al 30 settembre 2013, Disneyland Paris rilancia sulla stagione natalizia. «Indubbiamente il mercato italiano ha sofferto nel 2012 le conseguenze della crisi - commenta Marina Cipriano, head of marketing and sales promotion Italy di Disneyland Paris -. Malgrado questo, abbiano continuato a investire su promozioni mirate, come quella estiva che garantiva uno sconto del 20% sul pacchetto acquistato in occasione del 20° anniversario. In verità, abbiamo chiuso un anno fiscale positivo sul fronte delle visite ai parchi, che hanno toccato il record dei 16 milioni totali. La contrazione ha semmai parzialmente riguardato le abitudini dei consumatori, che hanno preferito acquistare il biglietto di ingresso ai parchi abbinandolo a un soggiorno a Parigi riducendone la durata». Uno dei problemi che ha condizionato i risultati resta comunque legato alle offerte e agli sconti fortissimi praticati da molti operatori durante l’estate, ai quali Disneyland Paris ha preferito rispondere sommando nuovo valore aggiunto alle proprie proposte. «Le ridu-

Disneyland Paris, inverno di festa e di promozioni zioni di p r e z z o troppo incisive, oltre a danneggiare i l mer-

cato, finiscono per avere un effetto boomerang anche su chi le ha praticate, in quanto sviliscono il prodotto agli occhi del consumatore e riducono la marginalità del to. Proprio per questo in agosto abbiamo scelto di offrire la pensione completa gratuita a quanti hanno prenotato un pacchetto. E con lo stesso spirito in questo periodo stiamo regalando un giorno di in-

gresso ai parchi e una notte per ogni prenotazione di pacchetto di minimo due giorni. Questa promozione è valida per partenze fino al 21 dicembre e dal 4 gennaio». Sempre nell’ottica della valorizzazione dell’offerta, Disneyland Paris ha programmato una serie di iniziative per formare gli agenti di viaggio e trasmettere il valore aggiunto del prodotto. «Quello delle agenzie di viaggio resta

“ Abbiamo programmato diverse iniziative dedicate agli agenti ” Marina Cipriano

Non solo mare nel futuro del Paese. Italia in terza posizione sul mercato mondiale

Il Kenya spinge su cultura e safari Jacinta Nzioka

di MASSIMO TERRACINA

NAIROBI - Jacinta Nzioka, regional marketing manager di Kenya tourism board, commenta i risultati del 2012. «Le statistiche del primo semestre 2012 sul 2011 hanno segnato un -12%, con una stagione estiva “lenta”; di contro abbiamo registrato un fortissimo interesse di nuovi to, per la maggior parte specializzati sull’Africa, ma al “primo ingresso” in Kenya. Ci ha piacevolmente stupito questo interesse da parte di operatori di alto e altissimo profilo, che contribuisce a mantenere alto l’incoming italiano, terzo mercato emissore dopo Uk e Usa, quindi secondo in Europa avendo superato anche Germania e Francia». Il Kenya è stato per molto tempo erroneamente identificato come destinazione esclusivamente balneare; oggi l’italiano cerca sempre di più il safari, quasi sempre abbinato al soggiorno relax al mare.

«Il prossimo step - prosegue la Nzioka - è quello di privilegiare di più il turismo culturale, puntando sulla diversità del Paese, grande mosaico di 42 etnie differenti, classificati in base a tre gruppi linguistici: bantu, nilotico e cuscitico. Il nostro intento è quello di promuovere tutte le etnie, non solo la Masai, al momento la più nota. Vo-

gliamo portare a conoscenza anche le altre: Kikuyu, Meru, Borana, Luhya, Luo, Kisii, Kamba, Samburu, Turkana...solo per nominarne alcune, grazie ai contatti attraverso un “adventure & heritage travel”». Ktb, grazie al supporto di diversi partner (Qatar Airways, African Explorer, Condor, Il Diamante, My Africa, Eden Viaggi, Aquarius, Cheli & Peacock) ha realizzato anche a un corso di formazione per adv online, strutturato in otto puntate su diverse tematiche. Sarà online per sei mesi e ogni mese saranno selezionati i due migliori “Kenya Specialist” che parteciperanno a un viaggio in Kenya tra maggio e giugno 2013. «La collaborazione con i tour operator e con i vettori continua come sempre in modo intenso, con viaggi e la partecipazione al Travel Expo di Nairobi. Inoltre, offriamo formazione per adv e staff di to e continuo supporto agli operatori che propongono la meta con voli speciali».

Lusso e benessere al centro dell’attività di PromPerù LIMA - (m.ca) Storia, cultura, natura, ma anche mare e strutture di alto livello. Il Perù punta a conquistare nuove quote di mercato. «Il mercato italiano cresce spiega Maria Cecilia Salazar, coordinatrice mercato europeo PromPerù -. Nei primi sei mesi del 2012 l’incremento è stato pari al 9%. Nel secondo semestre prevediamo una crescita maggiore, grazie ad un lavoro avviato oltre tre anni fa con diversi to». L’ente porta avanti da tempo un programma di formazione rivolto agli operatori turistici, allo scopo di fare conoscere al meglio i punti di forza della destinazione. «L’Italia è il quinto Paese a livello europeo, ma è destinata a cre-

scere con il supporto degli operatori partner». Nel 2013 però le attenzioni di PromPerù saranno rivolte anche al consumer. «Abbiamo avviato al meglio i rapporti con gli operatori e ora puntiamo sul cliente finale». PromPerù organizzerà nel 2013 nuovi incontri rivolti al trade, con l’obiettivo di presentare le diverse caratteristiche della destinazione. «Dopo il lavoro avviato su altri target, evidenzieremo strutture e servizi legati al lusso e al benessere. Il Perù infatti propone catene nazionali e internazionali e nuovi investimenti sono in corso». Tra le prossime aperture Orient Express a Cuzco, Marriott e alcune catene internazionali a Lima.

Ricavi totali 2012: Ricavi totali 2011: Crescita ricavi 2012 vs 2011: Ebitda 2012: Ebitda 2011: Perdite nette 2012: Perdite nette 20122: per noi un canale di fondamentale importanza; proprio per questo, abbiamo aderito agli Open Day proposti da Travel Quotidiano, che ci hanno consentito di avvicinarci al mercato riflettendo insieme agli agenti sul miglior modo di proporre i nostri prodotti. Si tratta di un’iniziativa di grande successo, che ci ha consentito di ascoltare tante singole voci e di tenere conto dei reali bisogni del canale distributivo». Disneyland Paris sta inoltre lavorando su nuovi strumenti b2b2c, che tramite l’apporto degli agenti possano raggiungere anche la clientela finale. «Abbiamo in preparazione seminari sul web e continuiamo a proporre il programma Vip riservato agli adv, che consente di soggiornare a Di-

1,32 miliardi euro 1,29 miliardi di euro +2% 177 milioni di euro 184 milioni di euro 100,2 milioni di euro 63,9 milioni di euro sneyland Paris insieme alla propria famiglia a tariffe particolarmente concorrenziali». Dalle agenzie italiane transita una buona fetta del fatturato globale, in linea con quanto avviene sugli altri mercati internazionali. «Il nostro è un prodotto dall’elevato valore aggiunto; oltre al pacchetto base, l’agente può vendere tutta una serie di servizi accessori commissionabili, che incrementano il guadagno. Le prenotazioni possono avvenire sia tramite i cinque to nostri partner, sia direttamente online nell’area riservata di www.disneystars.com». E a proposito di to partner, «Stiamo studiando un progetto in collaborazione con Alpitour per lanciare le “agenzie ambasciatrici del 20° anniversario”».

Offerta alberghiera in continua espansione

New York rilancia i distretti cittadini di CINZIA BERARDI

NEW YORK - Con 495 mila arrivi nel 2011, il 6% in più dell'anno precedente, l’Italia figura tra i principali mercati d’origine dei visitatori di New York. A conferma dell’importanza del nostro Paese, l’ente di promozione turistica Nyc & Co. è tornato a Milano alla guida di una delegazione composta da 11 operatori del settore, dall’Empire State Building a The Broadway Collection, associazione che rappresenta 24 spettacoli e musical tra i più gettonati. «Stiamo promuovendo sul mercato italiano i distretti urbani emergenti della città, come Brooklyn e il Queens - spiega Fred Dixon, senior vice president di Nyc & Co. (nella foto) - dove negli ultimi anni sono sorte numerose strutture ricettive dall’ottimo rapporto qualità-prezzo, tra cui un Wyndham Garden e un Fairfield Inn, entrambi a Long Island City. Scegliendo un hotel fuori Manhattan si arriva a risparmiare fino al 50%, pur restando collegati alle principali attrazioni turistiche. La metropolitana, ad esempio, collega Long Island City a Times Square in un paio di fermate e 7 minuti di percorrenza, mentre alcuni alberghi come Z New York Hotel offrono un servizio navetta gratuito per portare gli ospiti a far shopping a Manhattan». Il settore alberghiero è in continua espansione ma finora senza mai superare il tasso di crescita dei visitatori, tanto che nel 2011 l’occupazione si è attestata su un soddisfacente 85%. Gli operatori italiani potranno trovare utile Save the Date, il nuovo strumento online realizzato all’interno del sito Nycgo.com, che permette di costruire un itinerario personalizzato nei cinque distretti della città in base agli eventi in programma, visualizzando offerte e disponibilità degli hotel.

13


Sudafrica e Botswana

29.318

Arrivi italiani gen-lug 2012

+17,3% Crescita arrivi Italia

5,21 mln Arrivi internazionali gen-lug 2012

+10,5%

Crescita arrivi internazionali

14

«Paese dalle mille attrattive, facile e accessibile e per questo in grado di attrarre e ospitare diversi target di turisti con una proposta di prodotti diversificati: sport e avventura, enogastronomia, benessere e relax, città vivaci e moderne, natura e tanto altro ancora»: Lance Littlefield, country manager Italia di South African Tourism, sintetizza così i punti salienti della proposta turistica del Sudafrica, che anche nel 2012 ha messo a segno una serie di risultati positivi. «Tra gennaio e luglio 2012 gli arrivi dall’Italia sono stati 29 mila 318 per un incremento del 17,3% - sottolinea Littlefield -: con questi numeri l’Italia è quinta tra i Paesi europei, un ottimo risultato ottenuto anche grazie alla campagna promozionale dello scorso anno. Ci auguriamo che continuando il nostro lavoro e con i nuovi progetti, rivolti sia al consumer che al trade, manterremo questo trend positivo anche per fine dell’anno». Prosegue il manager: «Il lavoro volto a differenziare l’offerta turistica sembra aver dato i suoi frutti: aumenta infatti l’interesse per le meraviglie del nostro Paese meno conosciute, come la provincia del KwaZulu Natal, l’area desertica del Kalahari nella provincia del Northern Cape o ancora le cittadine lungo la Garden Route e la costa dell’Eastern Cape. Così come aumentano i viaggiatori alla ricerca di esperienze tematiche, come l’enogastronomia o lo sport, e aumentano i viaggiatori indipendenti». Non si arresta, anche cresce, la collaborazione con il trade: «Tra febbraio e marzo 2013, abbiamo in programma un educational trip per far vivere in prima persona agli agenti di viaggio l’esperienza del Sudafrica e completare il percorso di formazione iniziato con il roadshow – spiega Littlefield -. In primavera, inoltre, sarà lanciato sul mercato italiano I-Fundi, un nuovo concept dell’e-learning firmato South African Tourism. Il corso sarà quasi esclusivamente composto da video informativi che metteranno in luce il volto del Paese, sarà interattivo e con un insegnante virtuale. Sarà disponibile anche su smartphone». Intanto, lo scorso novembre il Big5+1 roadshow ha visto la partecipazione di «380 agenti di viaggio in sei città italiane – rimarca Littlefield -: da qualche anno il roadshow rappresenta per noi il momento più importante

a cura della redazione

SPECIALE

7-12-14 dicembre 2012

per la formazione del trade perché ci consente di avere un contatto diretto con gli agenti di viaggio. Cercheremo di ripetere quest’esperienza anche l’anno prossimo». Infine, in questi giorni, è stato lanciato anche il nuovo sito www.sudafricaperte.it «dove presentiamo al pubblico una selezione di pacchetti di viaggio, raccolti tra le offerte dei to italiani specialisti sulla destinazione. Ci sembra un ottimo strumento di collaborazione tra noi e i tour operator oltre che un modo per rendere più facile l’approccio al Sudafrica».

BOTSWANA

In equilibrio tra l’incipiente evoluzione ad opera dell’uomo e la natura incontaminata: il Botswana. Il 38% della sua superficie è occupata da riserve naturali protette, autentiche protagoniste del Paese soprattutto nella zona orientale. I turisti potranno incontrare animali selvaggi e le colorate popolazioni locali che abitano il territorio, sparse nei villaggi tradizionali ma anche presso la moderna capitale, Gaborone, situata nell’area meridionale. Una città all’avanguardia e cosmopolita, all’altezza di una completa offerta turistica. Del resto il Botswana Tourism promuove il potenziale turistico del territorio attraverso la pianificazione di strategie di marketing, favorendo la collaborazione tra settore pubblico e privato, organizzando joint venture anche internazionali volte a creare una diversificazione dell’offerta. Gaborone peraltro si candida come meta ideale per il settore Mice, grazie alla presenza di strutture congressuali e alla crescente offerta di camere di hotel. Senza allontanarsi dalla capitale, i turisti potranno visitare la riserva faunistica di Gaborone, tra i pochi nazionali all’interno della città, inoltre gli appassionati del green faranno sosta presso i due campi attrezzati, mentre per lo shopping il pit stop è previsto presso i quattro centri commerciali. Come raggiungere il Paese? Dall’Europa via Sudafrica, con voli di connessione sull’aeroporto internazionale Sir Seretse khama a Gaborone, oppure a Maun, Francistown o Kasane. Le compagnie sono: Air Botswana, South African Airways, South African Express.

“aIldifferenziare lavoro volto l’offerta turistica sembra aver dato i suoi frutti

Lance Littlefield


Quotidiano www.travelquotidiano.com

7-12-14 dicembre 2012

Speciale Sudafrica e Botswana EDEN VIAGGI

AFRICAN EXPLORER Il plus

L’operatore Telefono booking: 0721-4421 e-mail: linea@edenviaggi.i booking@edenviaggi.it

Eden Made

Spunti per viaggi su misura

Proposte

6 tour completi, 4 mini tour, più di 30 strutture

Prodotto di punta L’itinerario “Sudafrica a portata di mano”, 10 giorni attraverso il Paese da nord a sud, e i quattro tour “smile p r i c e ” c o n a u t o a n oleggio.

Qual è l’andamento delle prenotazioni? «Il prodotto Sudafrica è cresciuto moltissimo nell’ultimo anno e l’andamento delle vendite è assolutamente positivo – dichiara Silvia Brunetti, responsabile prodotto Eden Made -. Abbiamo lavorato per rendere questo meraviglioso Paese una meta alla portata di tutti e non più solo la destinazione di lusso che era fino a pochi anni fa. In generale, la varietà offerta dai tanti paesaggi e tipi di itinerario e l’ottimo rapporto qualità-prezzo fanno sì che le richieste siano in aumento, soprattutto per i viaggi di nozze ma non solo». La novità di prodotto? «Confermiamo i pacchetti fly&drive in accordo con l’ente del turismo del Sudafrica, a partire da 1.390 euro, tasse aeroportuali incluse. Tra i tour con auto a noleggio marchiati “Smile Price” è stato inserito il

L’operatore viaggio completo “Da Cape Town al Kruger Park” (con volo interno) al costo di 1.540 euro. Ognuno di questi viaggi può essere utilizzato anche per combinati con oceano Indiano o Dubai. Abbiamo inoltre pubblicato la riserva privata Chitwa Chitwa come Eden Special, struttura 5 stelle mix di stile europeo e afro chic, con safari di grande qualità incluso».

Telefono booking: 02-43319474 e-mail australe@ africanexplorer.com

Viaggi di nozze

“Sudafrica per sempre” e “Sudafrica Romantico”

40 Anni di attività sulla destinazione Africa

Il plus

Prodotto di punta

Lo scorso anno insieme all’ente del turismo abbiamo costruito dei fly&drive molto vantaggiosi, che riproponiamo nella nuova programmazione, con lo stesso prezzo di partenza e molti servizi aggiuntivi.

I l p i ù r i c h i e s t o è s i c uramente l’itinerario “Invito al Sudafrica”.

ETNIA VIAGGI

Qual è l’andamento delle prenotazioni? «Il Sudafrica ha registrato un deciso aumento rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, e in particolare per le partenze “prenatalizie” – afferma Alessandro Simonetti, managing director di African Explorer -. Per il nuovo anno si registrano già parecchie richieste sul doppio fronte individuali e gruppi. Lavoriamo per essere competitivi sui tour a data fissa e flessibili sulle richieste su misura che il mercato pretende da uno specialista dei viaggi in Africa che quest’anno compie 40 anni. Inoltre le partenze garantite prevedono

La collaborazione con il corrispondente in Sudafrica che dispone di personale di lingua italiana, a disposizione per i viaggiatori fly and drive; per i tour guidati selezioniamo le migliori guide, sempre di lingua italiana. un minimo di 2 partecipanti ma un massimo di 14». Le novità di prodotto? «Principalmente i due itinerari “Invito al Sudafrica” e “Invito al Botswana”, due proposte dal prezzo particolarmente interessante. Inoltre, abbiamo preparato due proposte in Sudafrica, specifiche per i viaggi di nozze, “Sudafrica per sempre” e “Sudafrica Romantico”, si tratta di viaggi che possono essere considerati anche la base per un’estensione balneare. Da non dimenticare le proposte per i viaggi per famiglie in zone “malaria free” come il viaggio “Malaria Free – Città del Capo” e “Madikwe e Malaria Free SudAfrica family Self-Drive”. Insomma una programmazione trasversale, in grado di rispondere a tutte le esigenze di quanti vogliono avvicinarsi a questi Paesi».

IL DIAMANTE Il plus La flessibilità di offerta dei servizi, vendiamo con la stessa passione i safari in lodge di lusso o in strutture basic, i Crosslando i fly & drive. Siamo un to tailor made: l’esigenza del cliente è sempre prioritaria.

L’operatore Telefono booking: 0422-379518 e-mail info@etniaviaggi.it

+30%

Passeggeri sulle 2 destinazioni

10

Tour nei due Paesi con partenze garantite

Prodotto di punta I safari, che vendiamo con grande elasticità, utilizzando sia lodge di lusso che rest camp e c o n o m i c i , m a s e mpre di grande fascino e che se venduti in modo idoneo danno s e m p r e g r a n d i r i s c o nt r i i n t e r m i n i d i s o d d is f a z i o n e d e l l e a s p e t t ative del cliente.

Qual è l’andamento delle prenotazioni? «Le prenotazioni su queste destinazioni quest’anno hanno subito un incremento di circa il 20% - dichiara Antonio Falcone, general manager di Etnia Viaggi sia in relazione a prodotti “low budget” sia sull’alta fascia, quest’ultima soprattutto grazie ai viaggi di nozze». La novità di prodotto? «Ci siamo concentrati soprattutto su prodotti meno presenti sul mercato. In particolare sui viaggi overland, che abbiamo definito Crossland. Viaggi in “truck” in Africa dai 4 ai 56 giorni, che ci permettono di ven-

L’operatore dere, ad esempio, un tour di 8 giorni in Botswana a una cifra attorno ai 2 mila euro, voli inclusi. Abbiamo creato un sito specifico, in fase di sviluppo, nel quale inseriremo anche altre destinazioni - www.crosslandetnia.it. Per sviluppare questo prodotto utilizziamo tre fornitori leader in loco che ci permettono di avere sempre flessibilità di date con partenza garantita su una sessantina di itinerari fra Sudafrica e Botswana oltre che su tutta l’Africa australe ed East Africa. Puntiamo nel 2013 a far diventare Crossland uno dei nostri prodotti di punta e farci riconoscere come to specializzato in questo segmento di mercato. Cerchiamo di proporre soluzioni che vanno oltre i luoghi comuni, per questo stiamo selezionando appartamenti e strutture che permettano di pensare ad esempio a Cape Town come destinazione con una propria identità, per soddisfare richieste di soggiorno per più di tre settimane».

Telefono booking: 011-2293111 e-mail: info@qualitygroup.it

5.000

Pax in Africa Australe, da gennaio a oggi

1.920

Pax in Sudafrica, da gennaio a oggi

Prodotto di punta “ M e r a v i g l i e s u d a f r icane”, di 10 giorni, c o n p a r t e n z e g a r a nt i t e o g n i l u n e d ì . A nc h e “ R i t m o S u d a f r icano”, il tour di base del catalogo a prezzi c o n t e n u t i . P e r i l B o ts w a n a , “ A f r i c a n B eauty”, itinerario di b a s e d e l l a l i n e a M osaico di 12 giorni.

Qual è l’andamento delle prenotazioni? «Ad oggi il Sudafrica registra un incremento delle prenotazioni per il 2013 – spiega Claudia Agostini, pm Sudafrica Il Diamante, operatore Quality Group rispetto all’andamentro a pari data dell’anno scorso; il Botswana invece si conferma stabile, tuttavia la vera stagione di questo Paese inizia da maggio in poi». La novità di prodotto? «Per il Sudafrica, abbiamo in esclusiva la riserva privata di Thornybush, dove prevediamo i safari nell’area del Kruger, che si riconfermano il fiore all’occhiello della nostra programmazione. Da quest’anno proponiamo, in esclusiva, un nostro assistente permanente in loco, un ranger di lingua italiana, per coordinare al meglio i safari. Sempre per i nostri tour Esplorando, abbiamo in esclusiva per il 2013 Le Franschhoek Hotel & Spa, un 5 stelle al centro della romantica regione dei vi-

gneti, a pochi chilometri da Cape Town, che permette la visita di Hermanus per l’avvistamento delle balene da luglio a novembre, mentre durante gli altri mesi si visita la Wineland».

Il plus Senz’altro l’esclusività delle strutture, la presenza di un collaboratore italiano residente che facilita sicuramente i safari. Ma anche l’idea del “DLight”, la versione tascabile a prezzi decisamente più contenuti, ma senza rinunciare al servizio e alla qualità de Il Diamante proposta per il Sudafrica, oltre che per la Namibia.

15



Travel Quotidiano 07-12-14/12/2012