Page 1

La diversificazione degli spunti di viaggio permette una sempre maggiore destagionalizzazione dell’offerta. DA PAGINA 12 A 14

Aumentano i t.o. specializzati

Sono sempre più numerosi i t.o.che si specializzano sulla Penisola Iberica, complici i buoni numeri registrati. A PAGINA 15

Spagna Portogallo Portogallo e Spagna tornano a sedere sul trono d’Europa. Se i recenti successi calcistici hanno consacrato il Mago di Setubal e le Furie Rosse come nuove icone dei rispettivi Paesi, il turismo non s’è fatto certo sfuggire le prevedibili ricadute di popolarità, soprattutto sul fronte della valorizzazione del folclore e dell’identità culturale. Uno dei passi più importanti, in questo senso, riguarda l’inaugurazione dei corsi di lingua portoghese presso l’Umanitaria di Milano, grazie al diretto interessamento del ministero degli esteri del Portogallo e dell’istituto Camoes (www.institutocamoes.pt). Come ben messo in evidenza anche da un approfondito studio pubblicato sulla rivista geopolitica “Limes”, la cultura lusitana è oggi una delle più vivaci a livello mondiale, favorita dal nuovo assetto economico che sta riavvicinando le vecchie colonie alla madrepatria, nella creazione di una “famiglia di senso e d’interessi” sull’asse atlantico Brasile-Angola-Portogallo. Il piccolo Paese iberico viene dunque riscoperto in una dimensione molto più complessa rispetto al passato, in quanto più sensibile ai suoi processi di contaminazione e al suo ruolo di faro d’Europa: non a caso lo scorso anno gli arrivi italiani sono cresciuti del 12% (dati sino a novembre), facendo registrare un +9% anche sul fronte pernottamenti. «Proprio perché il turista che visita il nostro Paese è animato da un forte interesse culturale - argomenta Alexandra Rebelo, direttrice dell’ufficio turistico del Portogallo in Italia - si è verificata una rapida diversificazione della domanda che, al di là dei popolari city break e tour storico-architettonici, annovera oggi il birdwatching, il turismo religioso con il cammino portoghese verso Santiago, sino a toccare l’ambito sportivo e in particolare golfistico. Un accento particolare è stato poi posto sul segmento enogastronomico, che maggiormente mette in luce le tante influenze della cucina nazionale, grazie al lancio della campagna e del sito tematico “Taste Portugal” (www.taste-portugal.com)». Mice e qualificazione dell’offerta ricettiva hanno comunque assorbito gran parte degli investimenti. Approvato direttamente dal segretario di stato per il turismo Bernardo Trindade, il programma del fondo di captazione dei grandi congressi internazionali offre oggi condizioni molto competitive per attrarre congressi internazionali nelle regioni, mentre il programma d’intervento del turismo sta lavorando in parallelo al rimodernamento delle strutture deputate. Basti qualche esempio per rendersi conto di come il Paese abbia ormai imboccato con decisione una forma di sviluppo moderna ed ecosostenibile, tenuto conto anche del successo consolidato delle pousadas (soprattutto a Porto, Viseu e in Algarve), dei solares (strutture individuate sul cammino per Santiago con Tap e Opera Romana Pellegrinaggi) o della catena boutique Arteh.

10

a cura di: ALBERTO CASPANI

Gli operatori a caccia di nuove idee

SPECIALE

16 marzo 2011

+12%

Arrivi italiani in Portogallo gen-nov 2010

+9%

Notti italiane in Portogallo gen-nov 2010

+9,4%

Italiani in Spagna nel 2010

+1%

Turisti in Spagna nel 2010


Quotidiano www.travelquotidiano.com

16 marzo 2011

Speciale Spagna e Portogallo NUOVI PRODOTTI E OPPORTUNITÀ DI VACANZA PER SCOPRIRE LE ZONE MENO NOTE DEI DUE PAESI

Obiettivo diversificazione Il turista che visita il Portogallo è animato da un forte interesse culturale

Alexandra Rebelo

«Menzione a parte meritano le isole portoghesi, ben rappresentate da Madeira, così come da Porto Santo, São Miguel e Terceira alle Azzorre, dove solo nel 2010 sono state riconvertite ad hotel quattro ex pensioni storiche (hotel Salles, Hotel Ango, Hotel Branco e Hotel Arcanjo), sempre più apprezzate insieme ai centri alternativi a Lisbona, fra cui la regione dell’Algarve (eventi da maggio a novembre) e dell’Oeste. L’interesse per la “provincia” sta crescendo di pari passo con l’affermazione di nuove rotte e vettori, oggi rappresentati in primis da Tap (Lisbona, Porto, Faro) e Lufthansa (Lisbona), ma anche da easyJet (Lisbona, Porto), Ryanair (Porto) e Air Berlin (Faro, Lisbona, Porto, via Palma de Maiorca)». Il processo di decentramento dei flussi turistici appare evidente anche nella vicina Spagna, dove sono appunto in atto medesime strategie di sviluppo dei vettori (+11,3% dei collegamenti aerei dall’Italia, oggi fonte dell’82% degli arrivi): alla flessione generale di Madrid (-3,8%) e Andalusia (-0,4%), fa infatti da contraltare il traino delle isole (Canarie +4,9%, Baleari +1,7%) e di una Catalogna non più solo Barça-centrica. «Grazie alla scoperta di regioni e prodotti maggiormente legati all’autenticità del costume - conferma Ignacio Angulo Ranz, direttore dell’ufficio spagnolo del turismo in Italia - siamo finalmente riusciti a invertire la tendenza negativa degli ultimi due anni, mettendo a segno una crescita generale dell’1% negli arrivi del 2010, pari a 52 milioni 667 mila turisti stranieri. Uno dei contributi più incisivi giunge proprio dall’Italia, che ha portato fra i nostri confini ben 3 milioni 487 mila visitatori (+9,4%) e si rilancia come quarto mercato assoluto per la Spagna, con una spesa turistica di 2 milioni 869 mila euro (+3,2%)». Un grande merito va riconosciuto comunque alla massiccia campagna di comunicazione portata avanti per tutto il 2010 sotto lo slogan “I need Spain”, confermatasi la più conosciuta dal viaggiatore italiano e dunque pron-

tamente riproposta sul concept delle esperienze in loco: l’onda lunga del suo successo ha acceso in particolare i riflettori della ribalta sulla regione della Navarra, che durante questa stagione potrà far leva su importanti risorse, unitamente al programma “La Navarra ti riceve gratis”, offerta di sconti su alberghi e servizi locali per chi trascorre in loco almeno due notti. Dal momento che il 2011 è stato dichiarato anno internazionale delle foreste (ma anche dei Pirenei), nuovi percorsi trekking, in canoa e kayak sono stati individuati all’interno della selva degli Irati, la seconda più grande distesa di faggi e abeti d’Europa; in occasione dei 50 anni dalla scomparsa di Ernest Hemingway, è stata invece lanciata una “ruta” tematica che valorizza le località vicine a Pamplona e naturalmente la Festa di San Fermin, l’appuntamento tradizionale di luglio immortalato dallo scrittore americano. «In Spagna si stanno sviluppando anche nuove infrastrutture, come il treno ad alta velocità fra Madrid e Valencia, che inizierà a viaggiare dal prossimo 18 dicembre o quello che collegherà Madrid con Badajoz e il confine con il Portogallo. Per quanto riguarda le compagnie aeree, continuano a scommettere sulla destinazione Spagna e per la nuova campagna di inverno hanno aumentato la capacità aerea di un 6%, con crescite importanti verso Siviglia, Alicante, Barcellona, Saragozza e le isole Canarie».

Dato il successo, abbiamo riconfermato la campagna 2010 “I need Spain”

Ignacio Angulo

11


Quotidiano

16 marzo 2011

www.travelquotidiano.com

Speciale Spagna e Portogallo STRATEGIE E OFFERTE DIVERSE MA UGUALMENTE IN GRADO DI CREARE BUSINESS PER GLI OPERATORI

Competitivi e vincenti Siviglia

Il nuovo catalogo dedicato all’area Lloret de Mar focalizzato sui giovani ha ottenuto ottimi riscontri

Brixia Viaggi

Con il target over 55 abbiamo rafforzato la nostra propensione a lavorare per nicchie specializzate

I Viaggi delle Pleiadi

12

Per tutti e per pochi. A distanza di secoli, alla vocazione universale della Spagna tocca fare di nuovo i conti con l’orgoglio aristocratico del suo piccolo, ma sempre più “ingombrante” vicino: il Portogallo. Strategie turistiche molto diverse stanno infatti accrescendo la competitività di entrambi i Paesi iberici, con risultati indubbiamente positivi e al tempo stesso emblematici sui possibili sviluppi del mercato di domani. «Grazie al suo appeal trasversale – spiega Bruno Ghione, titolare di Brixia Viaggi – la Spagna risulta una destinazione facilmente spendibile in ogni stagione, dal momento che permette di puntare su target molto ampi e dunque di rinnovare rapidamente la propria offerta e la propria immagine. Al di là dei risultati poco confortanti degli ultimi due anni - dovuti ad un clima di crisi generale più che a mancanze nell’organizzazione turistica nazionale - siamo riusciti a lanciare un nuovo catalogo dedicato all’area di Lloret de Mar ed interamente focalizzato sui giovani, ottenendo subito ottimi riscontri: con una spesa aggiuntiva di 45 euro, mettiamo infatti a disposizione la tessera “Brixia Tribù”, che consente ingresso più consumazione inclusa nelle migliori discoteche locali, alternando ogni sera un locale diverso (fra il 23 luglio ed il 28 agosto). Appoggiandoci su voli low cost, così come su bus di lungo raggio, siamo poi in grado di abbattere i costi di trasporto, mettendo sul tavolo un’offerta molto più competitiva di quanto si possa trovare sul web e muovendosi in modo indipendente. Il grande vantaggio della Spagna è anche questo: consentire massima flessibilità al turismo organizzato, garantendo soluzioni di servizio pari a quelle dei viaggi individuali».

Per un operatore che, negli anni, ha fatto del target familiare il proprio asse portante in Spagna, riuscire ad imporre in così breve tempo un prodotto completamente diverso dai soggiorni balneari in Costa Brava, o dai tour “classici” in Andalusia (garantiti anche qualora le iscrizioni interessino solo due persone), rappresenta certo un’opportunità unica sul mercato odierno. Non è comunque un caso eccezionale. L’analogo esempio de I Viaggi delle Pleiadi lo dimostra chiaramente. «Sfruttando i finanziamenti messi a disposizione dal governo spagnolo – osserva Paolo Basili, amministratore unico dell’operatore ligure - da alcune stagioni abbiamo deciso di puntare in modo deciso sul target della terza età, ovvero gli over 55: i riscontri ottenuti lo hanno rapidamente trasformato nel nostro prodotto portante, rafforzando la propensione a lavorare per nicchie specializzate, anziché su prodotti generici. Per questo motivo abbiamo anche deciso di trasformare il catalogo “individuali” in una risorsa prettamente web, in grado cioè di assorbire e rielaborare richieste di ogni tipo in tempi sempre più stretti: mettiamo sul piatto alloggi in case d’epoca, circuiti golfistici, così come treni di lusso quali il Transcantabrico o l’Expreso de la Robla (tratta Bilbao-Leon-Bilbao), il cui apprezzamento sta ormai superando quello i classici soggiorni in club, oltre a garantire rientri economici maggiori. Indubbiamente una simile impostazione è possibile solo grazie alle nuove opportunità dischiuse dal web, tant’è che dagli inizi di marzo abbiamo rilanciato completamente il nostro sito www.viaggidellepleiadi.com: più difficile, tuttavia, risulta fare lo stesso su destinazioni meno conosciute, dal momento che necessitano di una base d’approfondimento e riscontro molto più complessa e legata ad un lavoro di preparazione meglio conforme alle strategie promozionali classiche». Una soglia che divide appunto il Portogallo dalla Spagna, la cui immagine internazionale è sicuramente più popolare e vicina al lifestyle degli italiani. «Basta prendere ad esempio le isole dei due Paesi – aggiunge Carlo Schiavon, direttore di Travelplan Italia – su cui il nostro gruppo ha scelto di puntare proprio per il peso commerciale che il network spagnolo Travelplan ha in loco e per la diversità d’appeal nell’immaginario comune. Se il possesso diretto delle principali strutture d’ospitalità consente di proporre condizione economiche particolarmente vantaggiose, va però riconosciuto che le Baleari e le Canarie sono associabili a target ben definiti: da una parte sono innanzitutto perfette per una vacanza balneare – tuttora la più ambita dal pubblico italiano estivo -, dall’altra non mancano di opportunità culturali, enogastronomiche o sportive. «Al contrario le isole portoghesi necessitano d’essere “esplorate”, in quanto meno note e geograficamente più lontane, posizionandosi dunque su una fascia di prodotto di medio raggio (e per conseguenza con tempi di fruibilità maggiori). Grazie alle forze di cui disponiamo in Spagna, possiamo oltretutto permetterci sconti sino al 15 o 20% sugli acquisti effettuati entro fine maggio (con pacchetti settimanali in grado di variare dai 400 ai 1.400 euro), tanto da

Siamo in grado di proporre sconti fino al 15-20% sugli acquisti effettuati sino a fine maggio

Travelplan Italia

Elipsos, la Catalogna a portata di treno C’è sempre tempo per arrivare a Barcellona. Grazie alla felice combinazione di orari “anti-stress”, comfort d’alto livello e scenografia del paesaggio, il trenhotel Elipsos è entrato in diretta competizione con i vettori aerei attivi sulla Catalogna. Solo nel 2009, infatti, sono stati oltre 320 mila i passeggeri che hanno privilegiato le sue corse sulla tratta Milano-Barcellona, con partenze previste ben tre volte la settimana (martedì, giovedì, domenica) e tappe nei suggestivi centri di Novara, Torino, Bardonecchia, oltre che Perpignan, Figueres (Costa Brava) e Girona. «Abbiamo una politica commerciale molto flessibile – spiega Elvira Barriuso, responsabile comunicazione per Elipsos – in virtù della quale siamo in grado attrarre una clientela molto varia, inclusa quella giovanile. Ben il 45% dei nostri passeggeri ha infatti un’età compresa fra i 18 ed i 35 anni, un target tradizionalmente associato ai vettori low cost: dal momento che i nostri ospiti hanno modo di risparmiare notti supplementari a destinazione, godendo di servizi alberghieri già in viaggio ed arrivando al capolinea freschi e rilassati, riconoscono nel treno un mezzo conveniente sia sotto il profilo tariffario (sono possibili riduzioni sui biglietti sino al 35%), sia logistico (si può scegliere di pernottare su poltrone reclinabili sino a 140 gradi, così come in cabine turistiche, classe club e gran classe). Considerato che i vagoni viaggiano su una media di 200 chilometri all’ora, il risparmio di tempo rispetto a chi deve fare check-in e avvicinamento in città dall’aeroporto diventa notevole».


Quotidiano www.travelquotidiano.com

16 marzo 2011

Speciale Spagna e Portogallo ISOLE PROTAGONISTE DELLA PROPOSTA BALNEARE ESTIVA: DALLE BALEARI ALLE AZZORRE

A Portogallo e Azzorre, punto forte della nostra offerta turistica, abbiamo aggiunto le Canarie

I Viaggi di Atlantide

Il quartiere dell’Alfama a Lisbona

poter prevedere un traffico di almeno 15 mila passeggeri già alla nostra prima stagione estiva sul mercato italiano». Avendo prezzi più competitivi, quest’anno le isole spagnole possono fra l’altro godere di un ulteriore vantaggio: le difficoltà del mercato maghrebino, bloccato dalle turbolenze politiche e dalle conseguenze della rivolta libica, potrebbe infatti riversare buona parte della sua clientela su una destinazione a vocazione balneare e con condizioni economiche ammiccanti al target meno abbiente. Vero è che, come ha fatto notare la direzione stessa di Travelplan Italia, il ritardo sulle prenotazioni maghrebine potrebbe però indurre i fornitori spagnoli a richiedere garanzie di prenotazione molto più vincolanti delle attuali, mettendo perciò in difficoltà un mercato cronicamente “ritardatario” quale quello italiano. Nessuna sorpresa, allora, se uno specialista degli arcipelaghi portoghesi, ovvero I Viaggi di Atlantide, abbia deciso di lanciarsi sulle isole spagnole in occasione della prossima estate. «Il Portogallo e le sue isole (Porto Santo, Madeira e Azzorre) sono da sempre un punto forte della nostra offerta turistica – riconosce Vittorio Benvenuto, direttore commerciale de I Viaggi di Atlantide - ma ad affiancarle si sono recentemente aggiunge le Canarie, in virtù della loro offerta ben qualificata su golf e benessere (a Gran Canaria, in particolare), oltre che per la presenza di risorse turistiche più tradizionali a Tenerife. Stiamo infatti cercando di valorizzare la trasversalità dell’offerta spagnola per allargare il bacino d’utenza portoghese, ma al tempo stesso portare la nostra esperienza specialistica su un prodotto più popolare come quello spagnolo, onde rivitalizzare un mercato che ha dimostrato di risentire in modo sensibile dell’indebolimento del target medio-basso. Qualificare l’offerta, e renderla sempre più specialistica, permette infatti di accrescerne il valore economico, senza tuttavia correre il rischio di disaffezione in caso di difficoltà economiche». Il Portogallo continentale, nella fattispecie, è quello che meglio si presta a valorizzare nuove

declinazioni: dal weekend a Lisbona al tour generale del Paese, passando per soggiorni balneari nell’Algarve, sino alle nuove opportunità di islands hopping: a detta dell’operatore, ad avere la meglio sono sicuramente Porto Santo e le sue convenienti offerte, specie se abbinate con qualche giorno alla scoperta di Madeira, dove i pacchetti settimanali fanno riferimento a strutture d’eccellenza come il 4 stelle Atlantis Club Vila Baleira, o il 5 stelle Atlantis Luxury Pestana Porto Santo (offerto in all inclusive). Non vanno però dimenticate le Azzorre, che rappresentano una nicchia di mercato sempre più interessante per il cliente a metà fra il turista ed il viaggiatore. Per quanto riguarda le Canarie, invece, la loro introduzione appare dettata anche dalla possibilità di poterle vivere in versione lusso, coniugando al contempo vacanze golf, mare e wellness, al di là dei più familiari soggiorni all inclusive. Resta il fatto che, se si intende lavorare su grossi regimi oltre che per valore di prodotto, la Spagna risulta una destinazione imprescindibile. «Sicuramente è una meta tornata a crescere con decisione – confermano Marco Cena ed Alessandro Gandola, rispettivamente responsabile prodotto Spagna Eden Viaggi e brand manager Margò –, tant’è che in questi ultimi mesi ha registrato un vero e proprio boom, raddoppiando le vendite. In particolare Fuerteventura e Lanzarote sono la novità dell’estate spagnola targata Eden, fra le cui punte di diamante vanno annoverati l’Eden Gold International Club e nove altre strutture Eden Special, più numerosi complessi sotto marchio Margò proprio a Fuerteventura». CONTINUA A PAGINA 14

Oporto

Barcellona

Negli ultimi mesi la Spagna ha registrato un vero boom, raddoppiando le vendite

Eden Viaggi

13


Quotidiano

16 marzo 2011

www.travelquotidiano.com

Speciale Spagna e Portogallo OFFERTA POLIEDRICA E AD HOC PER SEGMENTI DI MERCATO DIVERSI Ibiza

Lisbona resta al primo posto tra le località più gettonate, ma il centro-nord è sempre più richiesto

Travelandia

14

SEGUE DA PAGINA 13 «Qui, in particolare, abbiamo deciso d’anticipare le nostre operazioni a metà febbraio ed i segnali sono già molto incoraggianti. I prezzi proposti sono quanto mai vantaggiosi: si parla infatti di 500 euro per pacchetti di una settimana tutto incluso. In ogni caso la destinazione più richiesta continua ad essere Formentera, che sta addirittura quadruplicando le sue vendite con pacchetti di una settimana sotto i 300 euro (solo pernottamento). Se la domanda Margò risulta soprattutto giovanile, non manca però un pubblico d’età più avanzata, ma di maggior intraprendenza. Segue poi Ibiza, che ci aspettiamo torni regina delle vendite in Spagna anche durante la prossima estate, grazie ai suoi pacchetti settimanali al di sotto dei 250 euro». L’asso di Margò sono le collaborazioni avviate con le principali discoteche di Ibiza, Maiorca e Minorca: non a caso il Privilege, la discoteca più grande d’Ibiza, ha dedicato proprio al marchio giovane di Eden Viaggi la serata del martedì (“Una notte con Margò”). Ai clienti dell’operatore sono offerti ingressi a tariffe molto agevolate (18 euro), dando l’opportunità di divenire protagonisti della serata in una delle discoteche più conosciute al mondo. Operazione analoga è stata poi condotta a Maiorca, niente meno che al Pacha (serata tematica il lunedì), così come a Minorca, nell’unica e certamente più gettonata discoteca dell’isola, ovvero la Cova d’en Xoroi. Dal canto suo, il Portogallo non si lascia intimorire. «La destinazione mantiene un soddisfacente trend di crescita – fa sapere Giancarlo Caldara, product manager Travelandia – ed anche quest’anno sta aumentando il proprio share sul venduto generale. Naturalmente Lisbona occupa il primo posto nella graduatoria delle località più gettonate, ma gradualmente il centro-nord viene sempre più richiesto e frequentato. Si tratta di visitatori di fascia medioalta meno vacanzieri e più interessati alla cultura, alla storia e alla genuinità del paese, ma disposti anche a vivere il proprio viaggio in versione “light”, sostituendo pacchetti fly&drive ai tour in bus. Per la prossima estate, al classico

tour di una settimana si affiancherà infatti un minitour di 4 giorni nel centro Portogallo, sicuramente in grado di soddisfare anche il cliente più “frettoloso”, abituato ai mordi e fuggi spagnoli, eppur in cerca di un’ “altra” latinità. Per gli intenditori restano invece molto appetibili i tour individuali nelle pousadas, ottime per rapporto qualità-prezzo e comodamente raggiungibili attraverso la formula fly&drive». Erroneamente considerato più caro, soprattutto nel caso in cui sia avvicinato sotto una prospettiva prettamente balneare, il Portogallo di Travelandia sorprende invece per una varietà di prezzi quanto mai concorrenziale: prova ne sono le offerte online raccolte da quasi un anno su www.travelandia.it, sito che – per la sua costante capacità d’aggiornamento - garantisce tariffe meno care rispetto ai cataloghi classici. La sfida iberica è di nuovo aperta: opponendo modelli diversi come tradizione vuole, ma finalmente ad armi pari. La Spagna resta al centro della programmazione di Grimaldi Lines tour operator, che con l’obiettivo di diversificare e destagionalizzare l’offerta presenta speciali pacchetti per seguire particolari eventi, come il moto Gp di Barcellona (3-5 giugno 2011), o per incontrare specifici target di utenza, come quello degli over 55. «Nonostante la crisi, gli indicatori che abbiamo ci fanno essere ottimisti sulla nuova stagione, soprattutto grazie alla nostra strategia di diversificazione – conferma Francesca Marino, passenger department manager di Grimaldi Lines -; infatti il t.o. Grimaldi nasce proprio per supportare e incrementare il flusso turistico delle proprie linee marittime, soprattutto verso la Spagna, sfruttando anche i grandi eventi». Fra le offerte sulla Spagna, la “nave+hotel” dedicata agli over 55 consente di trascorrere otto giorni in Costa Brava in formula tutto incluso. La sistemazione è prevista in hotel 4 stelle; il viaggio a/r è in cabina quadrupla; il trattamento è di pensione completa sia a bordo sia in hotel. Inclusi anche i trasferimentiporto/hotel e due escursioni di mezza giornata con bus privato e guida .

Madrid

Il t.o. supporta il flusso delle nostre linee marittime, specie sulla Spagna e durante i grandi eventi

Grimaldi Lines Barcellona


Quotidiano www.travelquotidiano.com

16 marzo 2011

Speciale Spagna e Portogallo Da Fuerteventura a Tenerife

Canarie sotto il segno Maritim Hotels

Dire Canarie è come dire Maritim. Le due strutture gestite della catena alberghiera tedesca sulle isole “africane” della Spagna sono ormai diventate un punto di riferimento imprescindibile dell’offerta ricettiva locale. Merito di un’ubicazione che non ha eguali, ma anche e soprattutto di un servizio che concilia nordica efficienza con calore latino: il Maritim Hotel Tenerife (70 camere da 30 a 90 metri quadrati) si distende infatti su uno scenografico tratto di costa rocciosa alle porte di Puerto de la Cruz, completamente circondato da un giardino tropicale di 40mila metri quadri e fornito delle più moderne risorse per la pratica sportiva. Analogamente, il Maritim Hotel Esquinzo Beach occupa una posizione privilegiata rispetto all’intero panorama alberghiero di Fuerteventura, a metà strada fra i due vivaci centri di Costa Calma e Jandia. Oltre a dominare il paesaggio circostante dall’altura di una collina, vanta un giardino tropicale ancor più grande della struttura gemella (ben 53 mila metri quadrati), distando appena 500 metri da una delle spiagge più pittoresche dell’isola. Le sue 389 stanze sono state completamente rinnovate ed abbellite nell’estate 2008, mentre gli impianti sportivi riadattati anche alle esigenze del pubblico più giovane, per favorire il soggiorno delle famiglie.

Maritim Hotel Tenerife

Focus sull’offerta di alcuni tour operator Operatore

Qualche “plus” di rilievo

ACENTRO www.acentro.it

Destinazioni: Portogallo, Spagna Top: il Castillo Hotel Son Vida, in origine un castello medievale risalente al XIII secolo, oggi è uno dei più rinomati hotel di Palma di Maiorca. Immerso in uno splendido parco subtropicale di 500 ettari domina la baia di Palma con un vista panoramica spettacolare. A disposizione 4 campi a 18 buche, che si estendono nella proprietà attorno all’hotel. Sette notti a 2.304 euro.

ALPITOUR www.alpitourworld.com

Destinazioni: Portogallo, Spagna Top: “Cuore dell’Andalusia” è uno dei tour irrinunciabili per chiunque voglia apprezzare l’anima più intima della Spagna, tanto più che offre 7 notti in pensione completa a partire da 1.327 euro. Da Cordova a Granada, da Siviglia a Malaga, per riscoprire la grandezza di una terra in cui il confronto fra Occidente ed Oriente ha dato luogo a meraviglie intramontabili.

ALLEGRO VIAGGI www.allegroviaggi.it

Destinazioni: Portogallo Top: “Alla scoperta dei tesori nascosti” propone un insolito tour fly&drive nell’entroterra di Lisbona, fra le meraviglie architettoniche e naturalistiche dell’Alentejo. Tappe irrinunciabili, Queluz, Sinora, Mafra ed Obidos, risalendo sino alla più antica città universitaria portoghese, ovvero Coimbra, senza dimenticare la spiritualità di Fatima o gli enigmi templari di Tomar. Undici giorni indimenticabili al prezzo di 906 euro.

BOSCOLO GROUP www.boscolo.com

Destinazioni: Portogallo, Spagna Top: se c’è un aspetto che davvero accomuna i due Paesi iberici è senza dubbio la fede cattolica, che attraverso le straordinarie testimonianze architettoniche di Lisbona, Tomar, Fatima e Coimbra, guida piano piano verso il nord della penisola, sino al mistico cammino di Santiago de Compostela. Nel segno di cavalieri templari e navigatori crociati. Otto giorni a partire da 1.140 euro.

E-VACANZE www.e-vacanze.it

Destinazioni: Spagna Top: per una vacanza a gonfie vele, l’operatore propone una crociera in barca a vela fra Maiorca, Ibiza e Formentera, con approdo nei porti più importanti delle tre isole, intervallando visite ai centri storici di Ibiza, così come escursioni nelle baie più suggestive. Una settimana a partire da 830 euro in cabina doppia, volo incluso.

COCKTAIL TOUR OPERATOR www.cocktailviaggi.it

Destinazioni: Portogallo, Spagna Top: le isole portoghesi stanno conquistando sempre più le fantasie di viaggio degli italiani, unendo il fascino di una storia coloniale secolare e habitat marini completamente diversi dalla parte continentale del Paese. Proprio questi sono i focus del tour “Colori e profumi di Madeira”, otto giorni per conoscere la prima cattedrale manuelina d’oltremare a Funchal e il remoto paesino vulcanico di Curral das Freiras, le pareti terrazzate dell’isola e le piscine naturali di Porto Moniz. Volo più tour a partire da 600 euro.

CONDOR www.condor.it

Destinazioni: Spagna (Canarie) Top: Los Cristianos, cuore storico di Tenerife un tempo abitato solo da pescatori, conserva ancora il grazioso fascino dei paesini in riva al mare. Dal suo porticciolo partono i traghetti per La Gomera, isola denominata “patrimonio dell’umanità”dall’Unesco. Da non dimenticare la spiaggia di El Medano, battuta da forti raffiche di vento, vero paradiso per gli amanti del windsurf. Con un soggiorno di una settimana presso lo scenografico 4 stelle Bahia Principe Tenerife tutte le attrattive dell’isola sono a portata di mano, con quote base a partire da 970 euro all inclusive.

4 WINDS www.4winds.it

Destinazioni: Portogallo, Spagna Top: considerata la più importante festività spagnola, la Settimana Santa pasquale porta per strada il folklore più genuino, fra cerimonie di benedizione, sfilate in abiti tradizionali e specialità gastronomiche uniche, sia che ci si trovi a Barcellona, così come a Siviglia. Ecco perché uno dei tour più richiesti si muove dal capoluogo catalano alla capitale della Castiglia, con tappe a Valencia e Saragozza, per una quota di 670 euro in mezza pensione e 5 notti in hotel.

IN VIAGGI www.inviaggi.it

Destinazioni: Spagna Top: il 4 stelle hotel Iberostar Papagayo sorge direttamente sul mare, affacciandosi su Playa de las Coloradas a Playa Blanca, sull’isola di Lanzarote. Occupa cioè il tratto più affascinante dell’intera isola, grazie anche alla vicinanza del nuovo porto Marina Rubicon, impreziosito da numerosi negozi, ristoranti e locali notturni. Otto giorni a partire da 688 euro.

KING HOLIDAYS www.kingholidays.com

Destinazioni: Portogallo, Spagna Top: il tour “Fascino portoghese” si articola fra Lisbona, Caldas de Rainha, Porto e Guimaraes, risalendo sino a Viana do Castello, Coimbra, Fatima e Nazarè. Un assaggio del Paese di sicura qualità, impreziosito dal fervore folkloristico della Pasqua. Dal 23 al 30 aprile l’operatore propone infatti 7 notti da 899 euro per persona, in trattamento mezza pensione.

SPAGNAMANIA www.spagnamania.eu

Destinazioni: Spagna Top: breve incursione nelle Asturie, per scoprire la Spagna “verde”. Dal 24 aprile al 2 maggio l’operatore invita alla scoperta di Oviedo, al prezzo speciale di 395 euro. Oltre al volo Air Italy e ai trasferimenti in pullman, il pacchetto prevede tre notti in hotel tre stelle e tre pranzi in ristorante, più le visite guidate ai siti artistici della zona.

SETTEMARI www.settemari.it

Destinazioni: Spagna Top: una perla di dune di sabbia bianca avvolta dalle acque turchesi dell’Atlantico. Un misto di esoticità africana ed antiche tradizioni locali. Un insieme di pianure desertiche, aride valli e oasi nascoste, fra vulcani e impervie montagne. Questa è Fuerteventura, la più selvaggia delle Canarie, apprezzabile in un soggiorno settimanale a partire da 720 euro, in eventuale combinata con Tenerife.

SQUIRREL VIAGGI www.squirrelviaggi.net

Destinazioni: Portogallo, Spagna Top: viaggio alla scoperta dei vini portoghesi, con tappe nelle cantine delle etichette più raffinate. Dall’Alvarinho al Dao, dalle Terras do Sado al Ribatejo, il tutto in agili pacchetti fly&drive. Si può scegliere una sola area o una combinazione, con prezzi a partire da 423 euro (volo incluso) per persona.

TURISANDA www.turisanda.it

Destinazioni: Portogallo, Spagna Top: un’indimenticabile esperienza lungo le strade portoghesi, alla scoperta delle sue città più antiche con soggiorno nelle lussuose pousadas. Obidos, Coimbra, Marvao, per riassaporare i fasti delle antiche università gesuitiche e l’epopea dei galeoni che aprirono l’Europa al nuovo mondo, assaporando vini esclusivi e piaceri aristocratici. Otto giorni a partire da 686 euro.

15


Speciale Spagna e Portogallo 16/03/2011  

+9% +1% +9,4% Aumentano i t.o. specializzati Gli operatori a caccia di nuove idee Turisti in Spagna nel 2010 Italiani in Spagna nel 2010 Not...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you