Issuu on Google+

ANNO XXII - N. 12 18 FEBBRAIO 2010

PREZZO PER COPIA EURO 0,10

GIORNALE DI INTERESSE PROFESSIONALE PER IL TURISMO - POSTE ITALIANE SPA - SPED.

Idee per Viaggiare sul lusso

Idee per Viaggiare sul segmento dei viaggi di lusso, come ha spiegato l’a.d., Danilo Curzi. A PAGINA 12

IN

ABB. POST. D.L. 353/2003 (CONV.

Air Berlin rafforza il nostro mercato

IN

L. 27.02.2004, N° 46), ART. 1,

Air Berlin consolida il network italiano e rilancia gli investimenti sulla direttrice per la Germania. A PAGINA 23

Intervista a Matteo Marzotto, commissario straordinario dell’ente

«Ecco l’Enit che vorrei» «Per prima cosa bisogna uscire dalla logica dell’emergenza» L’espansione di Hilton MILANO – Venticinque Hampton by Hilton in Italia entro un decennio. Prende le mosse dal nuovo brand 3 stelle l’allungo del gruppo nel Belpaese, come spiega Alan Mantin, responsabile sviluppo di Hilton Worldwide in Africa e Sud Europa: «Saranno tutte nuove strutture, con un’elevata efficienza gestionale». Prima apertura a Roma nel giro di due anni. A PAGINA 31

TRAVEL E TOB TI ASPETTANO ALLA BIT PADIGLIONE STAND

6,

A93-B94

ROMA - Dopo un anno alla guida dell’Enit, Matteo Marzotto traccia un bilancio di questa esperienza. Dai primi tempi in cui trovò un ente arrugginito nella struttura, ma «non nel personale», ci tiene a dire, fino alla querelle con le regioni. «Dopo il mio insediamento, l’ufficio studi dell’Enit ha interrogato le regioni italiane, chiedendo l’entità dei fondi investiti nel settore turistic, e nessuno ha risposto». Ma la parola d’ordine di Marzotto è una sola: «Quello che noi dobbiamo fare è uscire dalla logica dell’emergenza». A PAGINA 2

“chiesto Abbiamo alle regioni l’entità degli investimenti. Nessuno ha risposto

Matteo Marzotto

Oggi apre la Bit 2010 MILANO - Apre ufficialmente oggi la Bit 2010. Saranno presenti 130 paesi di tutto il mondo. Secondo gli organizzatori la vendita degli spazi «è stata leggermente inferiore rispetto all’edizione del 2009, ma non è stata registrata alcuna flessione sul numero degli espositori». Anche l’Expo 2015 di Milano avrà uno spazio dedicato. A PAGINA 4

Cuba rilancia l’offerta culturale

I nuovi programmi di Anek

L’AVANA - Il direttore dell’ente del turismo di Cuba in Italia, José Antonio Zerquera, rilancia l’offerta dell’Isla Grande e spinge in particolar modo sulle ampie alternative al turismo prettamente balneare. A PAGINA 34

ANCONA – Novità per Anek Lines, che si presenta in Bit con l’edizione 2010 del catalogo t.o. e con offerte speciali sui traghetti per la Grecia. Ne parla l’amministratore unico in Italia, Massimo Di Giacomo. A PAGINA 10

COMMA

1, CNS/AC-ROMA

Progettualità Il ministero cerca traduttori per il portale Italia.it. Il compenso per il lavoro è di 9 euro lordi, pagabili (notate bene) a novanta giorni. Nove euro a cartella? Ma non sarà un po’ troppo?

All’interno La ripresa di Mondial a pagina 3

Chinasia si rinnova a pagina 14

L’avanzata di EgyptAir a pagina 18

Rafforzamento Blue Panorama a pagina 27

Massimo Di Giacomo

Giancarlo Monaco

1


Quotidiano

18 febbraio 2010

www.travelquotidiano.com

In primo piano Una semplice difficoltà

«Quello che dobbiamo fare è semplice: uscire dalla logica dell’emergenza e iniziare ad essere strategici»

«Il nostro ufficio studi ha chiesto alle regioni l’entità dei fondi investiti, nessuno ci ha risposto»

L’Enit che vorrei

di ROBERTO SAONCELLA

Status

ROMA - Ha da poco superato il primo anno di attività da presidente prima e commissario dopo, alla guida dell’Enit, e non è certo stato un periodo facile. La crisi economica che ha scosso il mondo, ha colpito duramente il settore turistico e lui, Marco Marzotto, ha provato a tenere la barra a dritta. «Sono arrivato e ho trovato un ente un po’ arrugginito, nella struttura e nell’impostazione, non nel personale, nel quale invece ho riscontrato una gran voglia di fare» - ha esordito durante il suo intervento alla 2ª conferenza regionale sul turismo, organizzata dalla regione Lazio. I problemi insomma sono altrove, nel settore turistico, nella burocrazia statale, ecc. Quali sono i principali problemi che si è trovato difronte in questo anno e mezzo? «Questo è il Paese delle 200 mila leggi, contro le 60 mila ad esempio della Francia. E’ normale che in una situazione del genere tutto diventi più complicato: è più difficile inve-

“enteHountrovato un po’

Quotidiano

arrugginito nell’ impostazione

Criticità

“territorio Sul nostro è più difficile investire

Le regioni

“spendono Le regioni molto, a volte con pochi ritorni

L’Enit

“milioni Riceviamo 30 di euro, ne spendiamo 25 per la struttura

Direttore responsabile GIUSEPPE ALOE Direttore editoriale DANIELA BATTAGLIONI

www.travelquotidiano.com

TRAVEL AGENT BOOK S.r.l.

2

Autorizzazione del Tribunale di Milano 793 del 30.11.1991 Spedizione in abb. postale (Pubblicità 45%)

stire sul nostro territorio, è più difficile promuoverlo». Il turismo in Italia è ormai un malato cronico, quali le sue idee per intervenire? «Quello che noi dobbiamo fare è uscire dalla logica dell’emergenza. Dobbiamo cominciare ad essere strategici, a fare piani pluriennali, a fissarci degli obiettivi. Il turismo mondiale è ormai cambiato. Noi per attirare turisti dobbiamo saper puntare su brand efficaci. A volte le regioni, per esempio, promuovendo se stesse, non ottengono dei risultati perché hanno cercato di vendere un brand inesistente, aree che nell’immaginario turistico mondiale non ci sono. Il marchio “Italy much more” l’ho invece trovato un modo buono di promuovere un brand efficace, come è l’Italia». Lei ha introdotto il tema delle regioni, che è anche uno dei problemi più forti del turismo italiano attuale, ovvero quello della go-

DIREZIONE E REDAZIONE Via Merlo 1 - 20122 MILANO tel. 02/76316846 (r.a.) fax 02/76013193 AMMINISTRAZIONE ABBONAMENTI, REDAZIONE ROMANA Via La Spezia, 35 - 00182 ROMA tel. 06/70476418 fax 06/77200983

vernance... «Nel 2007 l’Enit ha speso circa 28 milioni di euro in promozione. Le regioni, nel periodo che va dal 2000 al 2006, hanno speso mediamente 320 milioni di euro l’anno in promozione turistica. I numeri sono importanti, ma sarebbe importante anche sapere come e in che modo vengono spesi. Dopo il mio insediamento, l’ufficio studi dell’Enit ha interrogato le regioni italiane, chiedendo l’entità dei fondi investiti nel settore turistico, e nessuno ha risposto. Sembra, ad esempio, che la Calabria spenda il 17% del suo bilancio in promozione turistica. Sapere quanto viene realmente speso e come, è difficile o impossibile. Il turismo è, per alcuni che fanno politicia, uno strumento straordinario per presidiare un territorio. In Italia ci sono più Apt che comuni». ..e questo è un problema di governance... «Torno a dire che bisogna essere strategici,

TARIFFE ABBONAMENTI ANNUALI: ITALIA 50,00 - ESTERO 90,00 EURO VERSAM. SU C/C POSTALE N. 85638005 - ROMA CAUSALE DEL VERSAMENTO: «ABBONAMENTO A TRAVEL QUOTIDIANO»

Stampa Comunicare Srl Piazza Dalmazia, 6 - 0511 Terni

fare un sforzo di comunicazione, migliorare la qualità dell’accoglienza. E soprattutto fare condivisione. Quando TurEspana (che oltretutto riceve circa 77 milioni di euro di finanziamento annuale) ha proposto il famoso logo col sole stile Mirò, è stato un lavoro di condivisione e di riconoscimento, fortissimo». E rispetto all’Enit? «L’Ente riceve mediamente 30 milioni di euro l’anno e il solo funzionamento di tutta la macchina, ne assorbe circa 25 milioni. Bisognerebbe avere più fondi, che però non ci sono». Forse si potrebbe rivedere anche la struttura dell’Ente nel suo complesso? «La gente all’interno dell’Enit lavora. Le sedi attuali sono 26. Se avessi i fondi io non le ridurrei certo, anzi. Per me un paese come l’Italia dovrebbe avere almeno 40 sedi di rappresentanza. Un terzo le dedicherei solo all’oriente. Ne aprirei almeno 4 in Cina e 4 in India».

Concessionaria di Pubblicità Network & Comunication srl via La Spezia 35 - 00182 ROMA Tel. +39 06.70476418 Fax +39 06.77200983 Area manager centro sud Italia: Olga Vaglio info@travelquotidiano.com Uffici Milano tel. +39 02.76316846 - fax +39 02.76013193 Direttore commerciale: Marco Ferri marco.ferri@travelquotidiano.com 334.6288424

I numeri di Enit

28 mln €

Spesa Enit nel 2007

320 mln € Spesa annua Regioni nel 2007

30 mln € Finanziamenti annui a Enit

25 mln €

Costo annuale della macchina Enit

26 Sedi attuali Enit

internet a questo indirizzo http ://www.travelquotidiano.com E-MAIL: info @travelquotidiano.com redazionemilano@travelquotidiano.com redazioneroma@travelquotidiano.com


Quotidiano www.travelquotidiano.com

18 febbraio 2010

In primo piano «Lavoriamo molto bene con le società e-commerce. Gennaio si è chiuso esattamente come l’anno scorso»

125 mln € Il fatturato di MANUELA CUADRADO

MILANO - L’anno di Mondial Assistance si apre con la speranza di una ripresa, anche se non immediata. «Il 2009 è stato un annus horribilis anche per noi, che pure ci riteniamo una società solida - commenta il direttore generale Stéphane Coulot Purtroppo circa il 60% del nostro business è basato sul turismo e di conseguenza abbiamo risentito molto della crisi che ha coinvolto tutto il settore. Abbiamo chiuso il 2009 con un fatturato di 125 milioni di euro, in flessione di 6 punti, e con un operating profit di 6 milioni e 700 mila euro. Possiamo ben dire che, tutto sommato, non abbiamo poi da lamentarci, considerando il contesto negativo in cui ci dobbiamo muovere». Contesto che ha portato al collasso molti dei maggiori tour operator che si appoggiavano a Mondial per la parte assicurativa, un altro duro colpo per Mondial. L’azienda però ha reagito bene. Continua Coulot: «Abbiamo risentito di una perdita del 23% dei volumi sui portafogli dei t.o. Ma il nuovo contratto stipulato con Costa

del 2009

-6%

Rispetto al giro d’affari 2008

6,7 mln € Operating profit

Mondial: segnali di ripresa dopo un anno difficile Crociere ha compensato la mancanza dei pagamenti da parte degli operatori che non hanno resistito alla crisi». Il 2010 pertanto parte in positivo, ma con le dovute cautele: «È complicato fare previsioni per il 2010. L’unico segno nettamente positivo viene dalla polizza individuale Globy, le cui richieste stanno tornando a crescere». Forse è segno che agli italiani è tornata la voglia di viaggiare. Sarà anche merito del bonus vacanze del governo? «Non credo - continua Coulot - il problema del

turismo non risiede tanto nelle possibilità di viaggiare da parte delle famiglie, ma nella difficoltà delle piccole imprese ad ottenere l’accesso al credito». Nel frattempo, c’è sempre internet a suscitare speranze: «Lavoriamo molto bene con le società e-commerce, per esempio Expedia, ma anche Meridiana e Alitalia.

Per tracciare un quadro del primo mese dell’anno, possiamo dire che gennaio si è chiuso esattamente come l’anno scorso. Per il 2010, prevediamo una crescita, per un totale di 133-135 milioni di euro di fatturato e un miglioramento del 1215%». La “tenuta” di Mondial Assistance di fronte all crisi l’ha portata

-23%

Sul portafoglio dei t.o.

a persistere nel suo programma di responsabilità sociale d’impresa Mondiality per i progetti di turismo responsabile. Alla Bit si svolgerà la premiazione del videocontest From Cool to Good , in collaborazione con il portale di turismo consapevole Ermes.net. Spiega Enrico Franchini, responsabile comunicazione di Mondial Assistance: «Abbiamo invitato i creativi a inviarci un video di tre minuti in cui definire il loro concetto di turismo consapevole. Crediamo che investire in iniziative come questa sia un modo per diffondere un nuovo modello di sviluppo».

Prevediamo una crescita per un totale di 133-135 milioni di euro di fatturato

Stéphane Coulot

3


Quotidiano

18 febbraio 2010

www.travelquotidiano.com

In primo piano «Se si vuole commercializzare il turismo locale va bene qualsiasi fiera, per una presenza internazionale c’ è solo la Bit» Le discipline regine di Bit Sportland

“In Italia

di CINZIA BERARDI

MILANO - Un'altra area a tema, stavolta dedicata allo sport: alla vigilia dell'inaugurazione della trentesima edizione, la Borsa internazionale del turismo di Milano sorprende annunciando la creazione di Bit Sportland, cinquemila metri quadri integrati nei padiglioni 6-10 di Rho e dedicati a tre discipline regine dell'outdoor - golf, bicicletta e arrampicata - che nei giorni della manifestazione (18-21 febbraio) ospiteranno l'esibizione di campioni delle varie discipline dando al tempo stesso ai visitatori la possibilità di mettersi alla prova. Alla conferenza stampa ospitata al museo Poldi Pezzoli, l'amministratore delegato di Fiera Milano, Enrico Pazzali, aggiunge qualche dettaglio al quadro d'in-

il panorama delle fiere è molto frammentato, e questo disorienta i nostri clienti

La Bit lancia l’area dedicata allo sport sieme fornito nei mesi scorsi a proposito della nuova Bit: si scopre così che tra le new entry figurano Albania, Ecuador, Sudan, Laos e Vietnam; che tra i rientri si segnalano quelli di Olanda, Antigua & Barbuda, Caraibi, Ucraina e Lettonia; che una regione italiana, il Molise, ha scelto di non partecipare; che la vendita degli spazi espositivi «è stata leggermente inferiore rispetto al 2009» ma senza alcuna flessione nel numero degli espositori. Saranno comunque presenti 130 Paesi e anche l'Expo 2015 riceverà il giusto risalto: «Il 18 febbraio alle 17 illustreremo per la prima volta il progetto ad oltre 800 buyer stranieri - annuncia il direttore comunicazione di Expo, Andrea Radic - e questa sarà una grande opportunità per far conoscere agli operatori del settore la manifestazione che porterà a Milano oltre 15 milioni di turisti». A moderare l'incontro è stato invitato il giornali-

Enrico Pazzali

sta Rai Antonio Caprarica: «Come mai - è la sua domanda - l'Italia ha perso negli ultimi anni parecchi punti nella classifica delle destinazioni preferite dai turisti internazionali? Forse perché il sistema è troppo frammentato?» Risponde l'amministratore delegato: «Frammentato è anche il sistema delle fiere - spiega Pazzali che continuano a beccarsi l'un l'altra come i capponi di Renzo. Invece una destinazione ha successo quando viene promossa da una fiera forte: in Germania ci sono nove manifestazioni di questo tipo, in Italia arriviamo a 40, e questo disorienta i nostri clienti. Se si vuole commercializzare il turismo a livello locale, allora qualunque fiera va bene, ma per compiere questa ope-

razione a livello internazionale c'è solo la Bit di Milano». La scelta della casa museo di Gian Giacomo Poldi Pezzoli per l'ultimo incontro pubblico prima dell'inaugurazione di Bit non è casuale: la Borsa del turismo è infatti tra gli sponsor del libro di Rosanna Pavoni Case Museo in Italia, che sarà presto distribuito nell'edizione inglese ed avrà un piccolo stand dedicato nell'ambito della manifestazione.

In crescita il segmento golf ROMA - (e.d.g.) Gli sforzi della Federazione Italiana Golf e dei numerosi Golf Club, disseminati lungo tutta la penisola per promuovere anche tra i giovani quello che fino a qualche anno fa era considerato uno sport di elite, stanno dando i frutti sperati. In Italia sono oltre 100 mila i tesserati, con un incremento del 73% negli ultimi dieci anni; 269 i campi da golf e 109 campi pratica, e con un fatturato di 100 milioni di euro alla fine del 2008! I 27 successi conseguiti a livello internazionale dai golfisti italiani in campo professionistico e amatoriale, completati dalla vittoria nella Coppa del Mondo nel 2009, fanno da traino per il golf in Italia. In Europa i golfisti sono più di 7 milioni e 63 milioni nel mondo ma, soprattutto, il turismo golfistico muove oltre 25 milioni di persone che viaggiano per giocare a golf con un fatturato di oltre 40 miliardi di dollari. Cifre che, nonostante la crisi economica mondiale, testimoniano la costante crescita di questo sport venuto da lontano. Sono dati incoraggianti per il golf emersi nel corso del

4

Convegno Internazionale Golf & Turismo, svoltosi nel Castello della Crescenza del Golf Parco di Roma Resort. In Italia si assiste ad una accelerazione, come se si dovesse recuperare il terreno perduto rispetto agli altri grandi Paesi europei: «sono 40 le iniziative legate alla realizzazione di campi da golf turistici in corso di attuazione – ha sottolineato il direttore commerciale del Credito Sportivo, Carlo Manca -. Fra i progetti più importanti figurano quelli della Calabria, della Sicilia, della Sardegna e quelli di alcune regioni del Nord Italia come il Friuli Venezia Giulia, il Veneto, Piemonte, Emilia Romagna e la Toscana» ha aggiunto Manca.


Quotidiano

18 febbraio 2010

www.travelquotidiano.com

In primo piano Escarrer: «Sono 5 anni che ci stanno ritardando l’apertura del nostro hotel a Roma»

La burocrazia italiana rallenta i piani di Sol Melià 300

Le strutture Sol Melià nel mondo di ROBERTO SAONCELLA

ROMA - «Il nostro obiettivo è aprire sei resorts in Italia, ma per ora ne possiamo confermare solo due». Riuscire a sfondare nel mercato italiano, aprendolo al mercato dei grandi gruppi internazionali come Sol Melià, è questo uno degli obiettivi principali del grande gruppo spagnolo, terzo in Europa e 12° nel mondo con oltre 300 strutture in 28 paesi. A dichiararlo è direttamente il vice presidente, Sebastian Escarrer. Un interesse che tuttavia trova davanti a se uno scoglio non indifferente, la burocrazia. «Sono 5 anni che ci stanno ritardando l’apertura del nostro hotel di Roma a Castel Sant’Angelo – ha dichiarato Escarrer -. Posso capire 1 o 2 anni di ritardo, ma 5 sono veramente tanti». Sono 3 gli hotel presenti in Italia sotto il marchio Sol Melià, due quelli che si apriranno: a Roma, entro l’autunno, e il resort di Sciacca, nel 2012. «L’investimento di catene straniere in Italia, è molto limitato – ha dichiarato Escarrer -. A volte i sindaci ci scoraggiano nell’investire nei centri storici. Come Sol Melià apriamo mediamente, nel mondo, un albergo ogni 3 settimane. A Roma dovremmo averne 5, e invece l’Italia è il paese dove siamo meno presenti».

Tre

Le strutture Sol Melià in Italia Non è mancato anche uno sguardo alla situazione spagnola. Dal 2000 al 2010 il turismo in Spagna è passato a rappresentare dal 12 al 10,5% del Pil. Il Paese ha inoltre accusato doppiamente la crisi. Il secondo mercato di turisti (dopo quello nazionale), è infatti quello inglese, uno dei più colpiti dalla recessione. «In Spagna si è pensato di intervenire nel turismo con un piano di rischio, come si è fatto per le auto, per l’immobiliare ecc.. Come operatori non abbiamo chiesto soldi, ma coordinamento e leadership», ha precisato Escarrer. Al momento il governo ha stanziato un miliardo di euro nel 2009 come finanziamenti a tasso agevolato per le imprese turistiche, per facilitare l’accesso al credito. Per il 2010 invece sono previsti 400 milioni di euro per progetti di sostenibilità e eco-efficienza. Inoltre da quest’anno, l’aliquota Iva spagnola salirà di un punto

10,5%

Del PIl spagnolo è rappresentato dal turismo

1 mld €

Stanziamento 2009 del governo spagnolo per il turismo

percentuale. Gli operatori del settore hanno chiesto che questo aumento non avvenga per il settore turistico. Maggiori fondi a Turespaña, per essere l’unico ente a promuovere il prodotto Spagna nel mondo, completano il panorama delle richieste fatte al governo. «Il governo spagnolo è ora presidente di turno dell’Unione europea – ha concluso Escarrer -. Spero che a Bruxelles si possa anche decidere di sbloccare alcune rotte aeree riservate alla difesa. I cieli europei sono al massimo impiego, ma vanno potenziati i collegamenti, quindi servono nuove rotte».

Le critiche al nostro mercato -

scarsa presenza di catene alberghiere, che in Italia rappresentano il 6% del totale mentre in Spagna sono oltre il 20%

-

scarsa offerta complementare, ovvero nessun offerta per famiglie o incentivi per il riempimento delle strutture durante tutto l’anno - necessità di una classificazione alberghiera, le stelle, che si avvicini di più alla media europea

Chiedo al governo spagnolo, che attualmente guida l’Unione europea, di fare il massimo per sbloccare alcune rotte riservate ancora alla difesa

” Sebastian Escarrer

- innovazione delle strutture.

Orio: «Il numero dei turisti italiani è in crescita, ma d’altra parte gli stranieri da Usa e Inghilterra sono in diminuzione»

Portofino Coast ridisegna il portale per la commercializzazione di MARIA CARNIGLIA

GENOVA - Il consorzio Portofino Coast rinnova il sito internet con l’obiettivo di promuovere e commercializzare più efficacemente il territorio. Costituito nel 1987, il consorzio riunisce 55 soci tra alberghi, ristoranti ed operatori (inclusi i co-

muni di Portofino, Santa Margherita Ligure e Rapallo) localizzati nel tratto di riviera ligure compreso tra Recco e Moneglia. L’obiettivo da anni è quello di intraprendere iniziative volte ad incrementare le presenze turistiche, ma anche di organizzare convegni ed incontri per focalizzare l’attenzione su problemi ed emergenze del settore. Di recente, per esempio, Portofino Coast ed il Sistema Turistico Locale Terre di Portofino hanno lanciato una serie di eventi ed iniziative, supportate da sconti ed agevolazioni per attirare i turisti anche fuori stagione. «Con il restyling del sito – spiega Franco Orio, presidente di Portofino Coast

55 I soci del consorzio

– puntiamo a comunicare la nostra offerta attraverso i nuovi strumenti a disposizione». Tramite il sito è possibile effettuare prenotazioni sia per gli individuali che per le agenzie di viaggio, che

“congressuale Il leisure ha risentito meno della crisi, il è ancora in sofferenza ” Franco Orio

6

possono servirsi naturalmente di canali dedicati. L’attenzione del consorzio è dedicata in particolare ai segmenti di prodotto che consentono di concentrare al meglio energie e fondi. «Il bilancio della stagione è in linea con altre aree dell’Italia – aggiunge Orio –. Il numero di turisti italiani è in crescita, ma, per contro, gli stranieri da Usa e Inghilterra sono in

diminuzione. Inoltre il leisure ha risentito meno della crisi, rispetto al settore congressuale, ancora in sofferenza». Le strutture ricettive riunite all’interno del Consorzio continuano ad investire per arricchire e rafforzare l’offerta. Tra gli alberghi storici, il Grand Hotel Miramare di Santa Margherita Ligure è impegnato in un radicale restyling.


Quotidiano

18 febbraio 2010

www.travelquotidiano.com

Notizie L’Autority chiede al governo e al parlamento nuovi strumenti normativi per la regolazione dei comparti

Ferrovie e aeroporti nel mirino dell’Antitrust MILANO - Poste, ferrovie, autostrade e aeroporti sono i settori dove c'è ancora poca concorrenza. E’ l'Antitrust a lanciare l’allarme nella relazione inviata a governo e parlamento in vista della prima legge annuale sulla concorrenza. Secondo l'Autority guidata da Antonio Catricalà per rendere più moderna l'economia nazionale bisogna partire proprio da questi settori considerati ancora critici. Nel settore dei trasporti ferroviari le difficoltà incontrate dal processo di liberalizzazione si traducono in condizioni di offerta scarsamente concorrenziali sia in termini di prezzo che di qualità del servizio. In particolare hanno pesato la mancanza di una chiara distinzione tra settori aperti alla concorrenza e settori che svolgono il servizio pubblico, insieme alla prassi delle proroghe di concessioni di lunga durata nel trasporto regionale. Il risultato

8

sono stati sussidi pubblici che avrebbero potuto essere inferiori, condizioni non competitive di offerta e in generale bassi standard qualitativi. Per l'Autorità occorre dunque che la legge annuale indichi chiaramente nuove linee di regolazione del settore: serve una precisa definizione

dell'ambito di servizio universale, identificando direttrici e servizi meritevoli di contribuzione e distinguendo fra dimensione regionale e interregionale del servizio. Una soluzione del genere

consentirebbe di individuare con trasparenza, pubblicità e verificabilità il perimetro del servizio in affidamento e la corretta quantificazione del relativo corrispettivo. La nuova regolazione di settore dovrà inoltre prevedere l'obbligo di proce-

Bisogna riformare questi settori per modernizzare l’economia

Antonio Catricalà

dere sempre tramite gara all'aggiudicazione della gestione dei servizi di trasporto nelle aree non profittevoli, ad iniziare da quelli regionali, per minimizzare il ricorso ai sussidi pubblici a parità di livelli tariffari e qualità dei servizi resi. Anche i servizi autostradali e aeroportuali, gestiti da concessionari che operano in monopolio, sono insoddisfacenti. L'Antitrust ribadisce, per le Autostrade, la necessità di procedere a selezioni ad evidenza pubblica per l'individuazione del concessionario, e di limitare durata e ambito delle concessioni. Anche sulle gestioni aeroportuali hanno pesato l'assenza di proce-

dure di gara, mediante sistematici rinnovi di concessioni di durata ingiustificatamente lunga (fino a 40 anni) e l'elevata frammentazione dell'attività regolatoria, in parte svolta dall'Enac, in parte dal Cipe. Per l'Antitrust i corrispettivi applicati dai gestori agli operatori aeroportuali devono trovare la loro base unicamente nei costi effettivamente sostenuti per la gestione dell'infrastruttura. E' necessario inoltre rimuovere le disposizioni regolamentari che, mantenendo restrizioni alle capacità operative dei più importanti aeroporti, costituiscono impedimenti all'incremento del numero dei concorrenti.


Quotidiano

18 febbraio 2010

www.travelquotidiano.com

Operatori Navigazione

Speciali tariffe per premiare le prenotazioni anticipate e i nuclei familiari. Nuovi collegamenti

Anek Lines riconferma la Grecia da intenditori di MONICA LISI

ANCONA - Anek Lines si presenta in Bit con numerose novità che riguardano sia le offerte sui traghetti per la Grecia, sia la nuova edizione 2010 del catalogo tour operator. In primis, un’importante azione promozionale: per tutti i traghetti da Ancona e Venezia diretti in Grecia, Anek Lines lancia la super offerta “early booking”, che consiste in sconti fino al 50% per le prenotazioni effettuate fino al 26 marzo 2010 (promozione già disponibile online). A questo segue l’offerta “Speciale Famiglie”: viaggio gratuito per

bambini e ragazzi fino ai 16 anni in cabina con almeno due adulti (che pagano biglietti a tariffa piena), nonché la possibilità di prenotare oltre alle abituali linee dal Pireo per Creta, Chania e Heraklion, anche i collegamenti verso le isole del Nord-est Egeo, verso le Cicladi, verso le isole del Dodecanneso, il Peloponneso e le

“La stagione 2010 si prospetta all’insegna di un ragionato ottimismo ” Massimo Di Giacomo Una programmazione incoming focalizzata sul valore aggiunto delle proposte regionali

Incoming Liguria e Costa Edutainment si promuovono in Bit con pacchetti a tema GENOVA - (m.ca) Con due cataloghi, uno rivolto alle scuole e uno per Individuali (con listino confidenziale), Incoming Liguria ormai da qualche anno si posiziona sui prodotti e soggiorni inerenti alle strutture che fanno capo a Costa Edutainment. «Tra le novità 2010 - spiega Carla Sibilla, amministratore delegato Incoming Liguria - alcuni pacchetti, come la proposta legata all’iniziativa “scegli il pesce giusto”, vale a dire un pacchetto di viaggio sostenibile che oltre al laboratorio per conoscere il pesce e rispettarlo comprende anche la visita guidata di Genova alla scoperta delle tipicità. Inoltre, a supporto delle cene organizzate dall’Acquario davanti alla vasca degli squali, c’è il pacchetto Notturno genovese, con pernottamento in hotel 5 stelle e visita al Galata museo del mare. Come tour operator, Incoming Liguria si occupa anche della gestione turistica dall’ente parco di Portofino e di escursioni e soggiorni nell’area protetta. Il t.o. offre numerose opportunità di soggiorno e collegamenti con la città. Grazie al lancio nel 2009 della vendita di pacchetti online, Incoming Liguria ha registrato un buon incremento. «Dopo un 2009 in linea con il budget e 6 milioni di giro d’affari (circa 10 mila pernottamenti all’anno), contiamo di ripetere la performance anche nel 2010». Incoming Liguria si presenta alle fiere di settore con Costa Edutainment. «Dal momento che ormai gli eventi fieristici sono momenti di pr, la nostra partecipazione è sempre ponderata. Nel contesto della Bit, vista la nostra duplice veste, non sottovalutiamo le giornate riservate al pubblico».

10

26Termine marzo

50%

Massimo sconto in early booking

early booking

isole Sporadi. Sono inoltre prenotabili con Anek Lines tutti i collegamenti interni dei traghetti ad alta velocità di Hellenic Seaways. Sul catalogo tour operator 2010, l’operatore evidenzia i tour della Grecia classica con partenze garantite in pullman dalle principali città del Centro-nord Italia, oltre alla caratteristica

flessibilità dei viaggi: il cliente potrà, infatti, decidere sia la durata della propria vacanza sia la tipologia delle strutture. Strategie che fanno ben sperare per il 2010: «Abbiamo concluso un 2009 difficile con un’eccellente tenuta della nostra quota di mercato a parità di offerta con l'anno precedente. Anno che, per noi, era stato di significativa espansione - dichiara soddisfatto Massimo Di Giacomo, amministratore unico di Anek Lines Italia -. Considerato il buon andamento delle vendite del periodo natalizio, possiamo prospettare la stagione 2010 con un ragionato ottimismo».

Corsica alla ribalta per Moby MILANO - Nuovo anno, nuove navi e nuove rotte. Moby affronta la stagione 2010 forte dei risultati ottenuti nel 2009: un sostanziale mantenimento dei volumi complessivi e delle quote di mercato sulle destinazioni Sardegna ed Elba, verso le quali la compagnia della Balena Blu conferma la sua leadership assoluta e una crescita significativa sulla Corsica (+14% su base annua). Secondo i dati dei primi 9 mesi 2009, la compagnia ha trasportato in Sardegna quasi 3 milioni e mezzo di passeggeri, oltre un milione 400 mila sull’Isola d’Elba e 650 mila in Corsica. Alla luce di questi risultati, la compagnia ha anticipato le prenotazioni per il 2010. La compagnia scommette poi sui collegamenti con la Corsica: diventa annuale la Livorno-Bastia-Livorno, mentre in aprile si inaugura la Tolone-Bastia-Livorno.

Restyling del logo, dei cataloghi e del sito internet. Iniziative ad hoc per le agenzie

Settemari si rinnova e amplia l’offerta TORINO - Settemari si presenta in Bit con una fitta serie di novità. E’ Guido Ostana, direttore commerciale del tour operator, a metterne in luce le principali. «Saremo in Bit con un’offerta di 33 SettemariClub: sette strutture in più rispetto al 2009 e 16 in più rispetto al 2008, con 11 club totalmente nuovi nella programmazione. Sale poi da 2 a 5 il numero dei SettemariClub 5 stelle. Inoltre, Settemari apre all’Egitto con un SettemariClub 5 stelle, l’Iberotel Borg El Arab». Fra le nuove idee, il SettemariClub Trendy: è la formula di vacanza in libertà nelle mete più trendy (Formentera, Mykonos, Santorini e altre isole greche), rivolta a un target di viaggiatori che ha voglia di vivere una vacanza “fashion” ma informale. La proposta comprende strutture semplici, di dimensioni ridotte, o crociere con piccole barche a vela. Per il

33 I SettemariClub presentati

Egitto La sede del

SettemariClub a 5 stelle brand Amo l’Oriente, due i cataloghi: Australia&Pacifico e Oriente, che presentano una programmazione rinnovata, arricchita da nuovi tour e prodotti più specifici per i viaggi di nozze. Infine, nuovo catalogo anche per il marchio Le Blond. Novità anche sul fronte el marketing e dei rapporti con le agenzie: «Abbiamo potenziato l’area marketing con la nomina del nuovo direttore; inoltre, è

“Prenota prima plus” TORINO - Il “Prenota prima plus” si affianca alla tradizionale formula “Prenota prima” per offrire un’ulteriore occasione di risparmio sulla quota soggiorno, nel ventaglio di proposte generaliste. Grazie anche a questa iniziativa commerciale, Guido Ostana si attende «un 2010 di crescita. Abbiamo lavorato durante il 2009 perché questo sia un buon anno, con un’offerta ottima e con la possibilità di soddisfare esigenze diverse. Il nostro obiettivo per il 2010 è quello di riuscire a occupare gli spazi lasciati liberi dalla concorrenza». stata varata una “brand strategy” che parte da una ricerca di mercato effettuata ascoltando le opinioni degli agenti di viaggio». Con il restyling del logo cambia anche l’immagine dell’azienda, che si evince anche dalla nuova impostazione grafica e funzionale dei cataloghi e del sito internet. «Alle agenzie proponiamo un booking online rinnovato, che mantiene la prerogativa di avere disponibilità e prezzi sempre aggiornati perché collegato direttamente al gestionale».

Per il 2010 si confermano infine tutti i momenti di incontro con la distribuzione: le due fiere annuali (Bit e Ttg) e gli incontri per presentare le novità stagionali. «Inizieremo a fine febbraio, con una serie di eventi nelle principali città italiane. Sulla scia di quanto avvenuto lo scorso anno, non saranno semplici roadshow, ma vogliamo portare gli agenti nella nuova dimensione di Settemari. In primavera, li porteremo a conoscere in particolare le novità presenti nella programmazione estiva».

“Miriamo a occupare gli spazi lasciati liberi dagli altri t.o. ” Guido Ostana


Quotidiano

18 febbraio 2010

www.travelquotidiano.com

Operatori Riconfermato il ruolo centrale del canale distributivo, indispensabile veicolo per fidelizzare il cliente finale

Una domanda in costante ascesa

testi e foto di MASSIMO TERRACINA

ROMA - Idee per Viaggiare spinge con decisione sul segmento lusso. Danilo Curzi, amministratore delegato del t.o., viene dal mondo della distribuzione; recentemente è stato ospite a Uno Mattina di Rai Uno sul tema del lusso, un segmento che sembra non conoscere crisi. «Il turismo di lusso “moderno” - ha spiegato Curzi - nacque con i viaggi esclusivi “stile” Orient Express e con le grandi crociere transatlantiche di lunga durata ed era una forma elitaria di vacanza, molto costosa, quasi inaccessibile ai più. Oggi il mondo è davvero a portata

12

ROMA - Tornando al concetto di lusso, Curzi spiega: «Il business del lusso, “specchio” della società di oggi, registra una crescita costante e per noi rappresenta un target su cui si può fare affidamento, diventando il prodotto di punta di una realtà aziendale come la nostra. Il lusso è sempre attuale, perché c’è ancora chi

chiede esclusivamente questa formula. Si tratta di prodotti "di nicchia" confezionati secondo una filosofia tailor made che li rende ancor più preziosi e unici. Potendo dare una definizione della nostra realtà, la etichetteremmo come una “sartoria del lusso” ma con artigiani teconologicamente avanzati.

Idee per Viaggiare, tecnologia e lusso al top di mano, i mezzi di trasporto sono rapidissimi, le distanze si sono molto ridotte, il pubblico ben

“collaborano Le adv che con noi sono cresciute del 40%

Danilo Curzi

conosce la destinazione prescelta in ogni dettaglio perché si informa, soprattutto attraverso internet. Quindi, la tecnologia ha “accorciato” le distanze. Al lusso accedono sempre più di frequente le coppie di sposi che per garantirsi un ricordo indelebile investono nel viaggio della loro vita qualche risorsa in più e soprattutto possono farselo regalare grazie per esempio alle liste di nozze in agenzia».

Per Curzi, proprio la distribuzione è allo stesso tempo un nodo da sciogliere e una risorsa alla quale appoggiarsi. «E’ forse l’anello “debole” della filiera di un sistema attualmente in cerca di una nuova identità. Siamo in una fase di grande trasformazione e le idee sono ancora poco chiare su come si svilupperà il mercato». Idee per Viaggiare però non rinnega la distribuzione e cerca anzi di rafforzare il rapporto con i

punti vendita. Commissioni adeguate, preparazione del personale per dare risposte pronte e fidelizzare il cliente ed eventi che riscuotono successo, abbinati alla formazione sui prodotti, sono fra le leve vincenti attraverso le quali Idee per Viaggiare ha costruito il proprio successo. «Abbiamo investito molto sul personale; oggi siamo 53 in azienda e il dato più significativo è che le richieste di preventivo da parte di agenzie che non erano nel nostro database (oggi circa 2 mila 500 in totale), sono cresciute del 40%».


Quotidiano

18 febbraio 2010

www.travelquotidiano.com

Operatori L’operatore è presente in Bit

Chinasia brinda alla nuova sede e lancia la sua Cina testo e foto di MARIANNA DE PADOVA

ROMA – Piazzale Asia: questo il nuovo indirizzo di Chinasia tour operator: ne parla Giancarlo Monaco, amministratore unico del t.o. romano. «Sicuramente non si tratta di un caso: volevamo una sede operativa di rappresentanza, che potesse esprimere il nostro senso pratico. Iniziamo così il nuovo anno con ottimismo e in un nuovo ufficio, posizionato in un quartiere strategico, nel cuore della vita amministrativa ed economica della città». La nuova sede, infatti, si trova nel centro dell’Eur, quartiere direzionale tra i più importanti della capitale e oggetto di importanti investimenti comunali per lo sviluppo del settore business. Inaugurata nei primi giorni di febbraio, la nuova sede risponde a queste esigenze, rimarcando, anche nel proprio indirizzo, la specializzazione dei prodotti offerti. Prodotti che sono raccolti nel nuovo catalogo Cina presente in Bit: «Come di consueto, e ormai da quindici anni, siamo a Milano, presso lo stand della Cina». Il nuovo catalogo nasce dalla volontà di superare la crisi e rilanciare la destinazione: «Sono fiducioso: il 2010 si presenta come l’anno della ripresa. Riceviamo molte richieste di informazioni e

abbiamo registrato un aumento del 50% sul numero di preventivi per partenze previste tra il prossimi mesi di aprile maggio». La qualità è al centro del prodotto di Chinasia: «Tour di alto livello, nuove prestigiose strutture alberghiere, accompagnatori parlanti italiano e grandi esperti di cultura cinese, ma anche una rinnovata attenzione alla convenienza dell’offerta: grazie ai nuovi accordi con le compagnie aeree e i nostri fornitori di servizi locali, per la stagione 2010–2011 saremo in grado di proporre quote di partecipazione sensibilmente ridotte».

America Latina, Madagascar, Polinesia, ma anche la vicina Bulgaria con un occhio di riguardo a qualità e prezzo di CAMILLA MADERNA

PESCARA - Aternum Viaggi non è solo America Latina, ma con soddisfazione oggi raccoglie i risultati positivi di una sfida lanciata cinque anni fa verso il vicino Est europeo. «Abbiamo fatto un’analisi di mercato in base alla quale abbiamo pensato che mancasse un’offerta valida e alternativa per il target famiglia, che viaggia su distanze a corto e medio raggio – spiega Osvaldo Muffo, titolare di Aternum Viaggi -. Questi i presupposti che ci hanno convinto ad aprire la nostra programmazione alla Bulgaria, con un’offerta combinata inverno-estate. E’ una destinazione ideale soprattutto per quanti viaggiano con bambini al seguito, sia per la relativa vicinanza sia per la varietà del Paese, ancora poco conosciuto dal mercato italiano». Entro la fine di febbraio uscirà un catalogo di 94 pagine dedicato all’of-

Le famiglie al centro del 2010 di Aternum

In fiera il t.o. espone l’offerta al padiglone 6, stand A93-B94

Misha Travel apre ai viaggi studio e potenzia l’online GENOVA - (m.ca.) Misha Travel debutta nelle vacanze studio, settore che il t.o. ha avviato dopo l’acquisizione del marchio Living Language. Il catalogo Vacanze Studio 2010 – Misha Travel and Study è già in distribuzione. «In generale abbiamo rafforzato le mete classiche – commenta Domenico Scidone (nella foto), responsabile del t.o. – e nello stesso tempo cambiato strategia». Misha ha tagliato sui cataloghi cartacei individuali, consultabili online e concentrato nella brochure “Grandi e piccoli itinerari” i tour nell’Est e in tutte le altre destinazioni. Inoltre il t.o. ha stretto un accordo con Excursio.it: le agenzie che effettueranno almeno 6 mila euro di pratiche con Misha avranno in regalo un abbonamento al servizio FaxFlip. Le previsioni sono rosee anche grazie al nuovo catalogo “Vacanze Studio”, che ha fatto registrare molte prenotazioni dal Centro-sud Italia. Secondo Misha le fiere sono un’occasione per “esibire” il prodotto. Il t.o. punta anche su No Frills e su Ttg. Inoltre parteciperà, insieme a Liguria e Sardegna, ad altre fiere per promuovere l’incoming.

14

ferta invernale della Bulgaria e alla programmazione estiva sulle coste del Mar Nero. «Oltre ai collegamenti da Bari e Pescara, abbiamo aggiunto un volo stagionale da luglio a settembre con partenza da Napoli. Investiamo molto su questa meta e crediamo rappresenti il futuro delle destinazioni a corto raggio con un ottimo rapporto qualità-prezzo, che resta il punto fermo della filosofia Aternum». Il 2009 è stato archiviato

con un calo di fatturato del 25% e una diminuzione passeggeri del 13%: «Numeri in linea con le nostre aspettative, dovute a un adeguamento dell’offerta alle esigenze del mercato. Infatti, considerando la crisi e la nuova tendenza da parte dei clienti, abbiamo spinto destinazioni e soluzioni a costo contenuto. Contestualmente abbiamo scelto di attenerci a una politica aziendale di contenimento costi. Questo ci permette di guardare

“maIlil2009 è stato un anno difficile, 2010 è partito bene ” Osvaldo Muffo

positivamente al 2010, contando su una situazione aziendale serena». Dati alla mano, Aternum apre un 2010 all’insegna del più: gennaio segna un aumento del fatturato del 10% e febbraio del 35%. «E’ difficile, soprattutto in questo periodo storico, avere delle aspettative a lungo termine. L’anno è iniziato sotto buoni auspici; c’è un risveglio di curiosità anche verso destinazioni alternative come la Bulgaria e una buona ricettività da parte delle agenzie. Anche le altre nostre destinazioni come il Madagascar si stanno muovendo positivamente. Dopo la contrazione dello scorso anno, raccogliamo ora dati posi-

+10% Fatturato

gennaio 2010

+35% Fatturato

febbraio 2010

tivi dalle prenotazioni individuali e dal segmento gruppi. Il nostro core business, insieme al Sudamerica, è rappresentato dalla Polinesia con estensione Stati Uniti, meta soprattutto scelta per i viaggi di nozze, filone che non ha subito arresti. Aternum Viaggi dà appuntamento alla Bit, «un’occasione importante perché permette di focalizzare in quattro giorni contatti diretti con il trade e con il pubblico. Quest’ultimo in particolare avrà la possibilità di toccare con mano il nostro prodotto».

La strategia di impresa dell’azienda intende ridare fiato al comparto agenziale

Eden: «Stop all’acconto del 25%» PESARO - Il momento è sicuramente difficile, ma qualche dato positivo sembra cominci ad emergere. Ne parla Nardo Filippetti, presidente di Eden Viaggi, che si presenta all’appuntamento con la Bit con rinnovato entusiasmo. «La Bit compie 30 anni e per il mondo del turismo continua a essere un appuntamento irrinunciabile. E’ un’occasione unica di incontro e confronto con tutti gli operatori e con tutte le istituzioni. Essere presenti è un segnale significativo, soprattutto nei confronti degli agenti di viaggio». Quali le strategie di impresa che Eden ha impostato per il 2010? «Per quanto riguarda la strategia di impresa di Eden Viaggi per il 2010, confermiamo quanto comunicato recentemente: no alla richiesta del 25% d’acconto alle agenzie di viaggio, almeno per il momento. Riteniamo che in futuro sarà un passaggio necessario, ma non prima di un confronto aperto con tutti i protagonisti del settore. Per ora crediamo sia la cosa

“attenzione In futuro continueremo a porre la massima nei confronti della marginalità piuttosto che nell’incremento di fatturato ” Nardo Filippetti migliore da fare, per dare respiro alle agenzie di viaggio, nostri partner davvero insostituibili». Come ridare fiducia a un mercato ormai disilluso e in crisi? «Per lanciare un segnale preciso a

tutto il settore, Eden Viaggi circa un anno fa si è ricapitalizzato con 9 milioni di euro di capitale sociale interamente versato: una garanzia per tutti coloro che ripongono fiducia nel nostro marchio e che mette l’azienda in condizione di agire in piena autonomia mantenendo gli equilibri attuali del mercato». Quali sono i passi in programma nel prossimo futuro? «Nel nostro futuro continueremo a porre la massima attenzione nei confronti della marginalità, piuttosto che nell’incremento del fatturato fine a se stesso. Siamo convinti che sia l’unico modo per salvaguardare la solidità e il benessere economico di tutte le aziende che fanno parte del nostro settore».


Quotidiano

18 febbraio 2010

www.travelquotidiano.com

Operatori Attivo da 30 anni sul mercato, il t.o. ripropone le destinazioni storiche e le novità, da Russia e Scandinavia al Sudamerica

30

ROMA - (m.l.) In Bit Entour presenta numerose novità, in aggiunta alle tradizionali brochure cartacee e ai prodotti storici: Russia e Scandinavia, Paesi baltici, tour in Turchia; la rassegna “Partenze garantite 2010” su mete europee ma anche del vicino e lontano Oriente, nonché l’espansione con tour ad hoc verso il Sudamerica del catalogo online gruppi. Quali sono oggi i punti di forza della programmazione? «Prima di tutto la Russia precisa Enzo Martino, direttore commerciale di Entour -, la nostra prima destinazione fin dal 1980. Quest’anno allarghiamo l’offerta e i tipi di hotel, specie a Mosca e S.Pietroburgo. Il nostro programma classico “Betulla” Mosca-S.Pietroburgo, prevede anche nel 2010 una serie di partenze settimanali da aprile a settembre. Ottimi i riscontri anche sui Paesi scandinavi e sulle Repubbliche del Baltico, destinazioni entrate ormai in pianta stabile in Entour. Altra nostra destinazione di punta sarà la Turchia, meta sulla quale siamo in grado di organizzare pacchetti per tutte le tasche, dai soggiorni a Istanbul ai gran tour orga-

Il futuro delle fiere

Gli anni di attività del tour operator

Entour investe sulla formula del tutto compreso nizzati in Cappadocia e Turchia orientale. I trent’anni di attività ci consentono di soddisfare tutte le esigenze, dal vicino e lontano Oriente all'Africa mediterranea, fino ai Paesi del Suda-

merica. Non per niente il nostro leit motiv è: “Con Entour insieme nel mondo”». Quale politica commerciale seguirete? «La nostra politica commerciale si con-

centra sulle esigenze della clientela di base del “tutto compreso”. I prodotti classici sono programmati e sono per la maggior parte realizzati utilizzando i migliori vettori di linea, evitando in parte le low cost che che spesso presentano soluzioni solo apparentemente favorevoli. Il nostro scopo principale è quello

“meglio Il 2009 si è chiuso del previsto; siamo stati però attenti ai costi ” Enzo Martino

ROMA - (m.l.) «Le fiere di settore sono molto importanti, consentono all'operatore di “spaziare” e avere in modo abbastanza efficace un quadro della situazione e delle intuizioni utili alla pianificazione del lavoro. Una finestra aperta alla quale bisogna sapersi affacciare. Non bisogna però esagerare. Ce ne sono troppe in Italia, alcune perfettamente inutili o ripetitive rispetto alle tre o quattro più importanti. Ecco perchè da parte nostra preferiamo concentrare energie e presenze su quelle effettivamente utili e professionali».

di mantenere il patrimonio di qualità e di esperienza acquisita basandoci su una filosofia proiettata alla soddisfazione della clientela, alla competenza dei nostri partner esteri e, diconseguenza, alla fiducia guadagnata sul campo». E’ cambiato il target di riferimento della clientela? «La crisi ha penalizzato quel target di clientela non fidelizzato, formato da giovani nuclei familiari. Di contro, la nostra clientela classica è quella più matura, identificata come quella del “tutto compreso”. «Per questo stiamo aumentando il ventaglio di offerte, al fine per dare il

Accanto alla consolidata programmazione riservata a Messico, Usa, Caraibi, Polinesia e Pacifico

Karisma Travelnet amplia il raggio d’azione all’“altro Egitto” di MARIANNA DE PADOVA

ROMA - E’ un Egitto diverso quello proposto da Karisma Travelnet, che con questa destinazione intende aggirare la crisi. Ne parla Luca Manchi, titolare di Karisma: «Con un catalogo dedicato, proponiamo un Egitto classico, che non prevede charter e che si differenzia per la peculiarità dei prodotti». Più libertà e più qualità nelle escursioni: queste le caratteristiche dei tour su strada presentati in catalogo. «Il percorso seguito dalla crociera sul Nilo, per esempio, si può coprire anche in auto; questo consente di uscire dai bi-

nari del turismo di massa, visitando anche siti che sfuggono ai “croceristi”, in orari anche meno affollati». Insolita anche la proposta per Il Cairo: «E’ un’ottima destinazione da proporre come city break, concorrenziale con le altre città europee». Lanciato alla fine del 2009, il catalogo Egitto ha già dato buoni risultati e promette di mantenere gli obiettivi aziendali prefissati: «Conto di portare in Egitto 500 passeggeri nel 2010». Consapevole che il mercato egiziano è “affollato”, Manchi non ne è intimidito, ma anzi sicuro di essersi posizionato con prodotti

grazie ai quali c’è “possibilità di movimento”: «Da tempo pensavo di aprire sul-

“L’Egitto è una meta che proponiamo con un taglio diverso da quello della concorrenza ” Luca Manchi Dopo la Bit, tre incontri di formazione

Alke Viaggi in pista col Brasile di lusso

16

ROMA - Alke Viaggi affila le armi in vista del 2010. «Il primo passo è la partecipazione alla Bit, dove al padiglione 2 The World, di fronte allo stand della compagnia di bandiera Air Seychelles, ci prepariamo ad accogliere clienti e amici - spiega la product manager, Gianna Forlastro -. La novità assoluta che Alke Viaggi sta proponendo in questo inizio d’anno, è un unico prodotto nella parte “Collection Segnature” del catalogo Luxury Experience: la meraviglia del Brasile esclusivo e di lusso». «La peculiarità del prodotto è che il Brasile è una destinazione adatta a un turismo di alto segmento - aggiunge Juliana Grandcourt, managing director -. Le strutture sono state attentamente selezionate in città, con hotel distribuiti tra Rio, Salvador de Bahia e San Paolo. Pousadas, resort e piccole strutture di charme vengono invece offerti al mare.

l’Egitto, ora è stato possibile grazie alle condizioni di collaborazione che si sono create. Condizioni sulle quali ha influito anche il calo del Messico». Karisma Travelnet, infatti, ha registrato una perdita del 20% di fatturato rispetto al 2008, di cui il 10% è stato determinato proprio dal problema dell’influenza A. «Il Messico si sta riprendendo, ma era doveroso cercare di bilanciare aprendo nuove prospettive». Cauto ottimismo, dunque, generato dai dati alla mano per questo 2010: «L’anno è cominciato con gli stessi numeri del 2009, ma la differenza sta nei preventivi, aumentati del 50%». Un incremento trainato da Usa e Caraibi, seguiti da Polinesia, Fiji e Pacifico. Proprio queste ultime destinazioni sono state protagoniste del road show che nei giorni scorsi ha toccato Roma, Firenze e Milano.

Fra gli altri, si segnalano quelli a Buzios, Fernando de Noronha, nella penisola de Maraù (con il Kiaroa EcoLuxury Resort, Jericoacoara con l’esclusivo Chili Beach Boutique Resort». Tra le proposte, due minitour nella zona di Bahia e Rio e tre itinerari più lunghi nelle città coloniali, “Brasile classico” e “Brasile più insolito”. «Per promuovere questa new entry, Alke viaggi sta preparando, in marzo, tre eventi specifici a Milano, Roma e in una città del Sud da decidere. «L’incontro verterà sulla formazione sul prodotto Brasile in collaborazione con Embratur e con il vettore che utilizzeremo primariamente – prosegue Gianna Forlastro -. Inoltre, proporremo le novità per le nostre due linee di prodotto».

massimo del supporto e valide risposte a questo tipo di domanda e di esigenze». Come è stato affrontato il 2009? «Il 2009, nonostante la situazione non certo esaltante, si è chiuso in modo ottimale rispetto a quello che avevamo previsto; siamo stati naturalmente attenti a ottimizzare i costi, la pianificazione e l'espansione dei nostri prodotti sul territorio e non ci siamo fatti spaventare dalle proiezioni negative. Abbiamo cercato di potenziare anche il prodotto Italia e quello congressuale, che sta dando buoni frutti anche in una prospettiva futura».

Corsica Ferries

Passeggeri e veicoli in aumento SAVONA - Più passeggeri e più auto trasportati nel 2009 dalle di Corsica Sardinia Ferries in Corsica e Sardegna. Nell’anno appena concluso, la compagnia ha messo a segno un incremento del traffico sia per quanto riguarda i passeggeri, registrando 3 milioni 566 mila 482 unità (+7,2% rispetto al 2008), sia per il trasporto di veicoli, pari a un milione 273 mila 361 unità (+9,5%). Il rafforzamento delle quote di mercato ha riguardato sia i passeggeri sulle rotte per la Corsica (+7,7%), sia per la Sardegna (+5,8% per un totale di 894 mila 205 passeggeri). Nello stesso periodo anche il traffico veicoli ha registrato valori positivi per entrambe le destinazioni: +10,3% sulla Corsica a quota 946 mila 379 e +7,1% sulla Sardegna, per un totale di 326 mila 982. Riconfermata la leadership sulla Corsica, con oltre il 62% delle quote di mercato.


Quotidiano

18 febbraio 2010

www.travelquotidiano.com

Compagnie aeree Mercato italiano in primo piano per la compagnia che studia l’apertura di nuove rotte dall’inverno: Bologna nel mirino

di PAOLA CAMERA

ROMA - Risultati positivi per gli investimenti di EgyptAir sul mercato italiano. In un anno caratterizzato dal segno meno per l’industria del trasporto aereo la compagnia è invece particolarmente soddisfatta dell’andamento nel Belpaese e studia fin d’ora il potenziamento delle frequenze e l’aggiunta di nuovi scali. Hussein Sherif, direttore generale EgyptAir in Italia, commenta e anticipa dati e progetti del vettore. Come è andato il 2009 in Italia e quali sono gli sviluppi nel breve termine? «Il mercato italiano va bene e continua a darci soddisfazioni. Il volo su Catania, ad un anno dall’apertura, è stato un grande successo, tant’è vero che ora saliamo a quattro frequenze settimanali rispetto alle tre iniziali. Sulla scia di questi risultati vorremmo attivare un altro scalo in Italia: potrebbe essere Bologna, magari dal prossimo inverno». In termini numerici? «Nel 2009 EgyptAir ha registrato in Italia un incremento dei passeggeri del

18

L’avanzata 2010 di EgyptAir: potenziati scali e frequenze “pensare Il successo ottenuto su Catania ci fa all’apertura di nuovi scali ” Hussein Sherif 6,5%, con un load factor medio dell’81%. Il dato di riempimento in realtà è diminuito di due punti percentuali, ma a fronte di un aumento di capacità dell’8%». Quali le novità del network in vista della stagione estiva? «Aumentano le frequenze dei collegamenti Egitto-Italia. Dal 1° luglio Il Cairo-Milano avrà

12 frequenze settimanali, il Catania-Cairo salirà a quattro frequenze settimanali e il volo RomaCairo manterrà le sue nove frequenze, per un totale di 25 voli settimanali tra i due Paesi. Inoltre, grazie alla realizzazione del nuovo terminal 3 all’aeroporto del Cairo, migliorano le connessioni con i voli per il resto del mondo, specialmente i collegamenti per Africa

6,5%

ed Estremo Oriente sono molto più agevoli per i passeggeri che provengono dall’Italia». Aumenteranno quindi anche le coincidenze disponibili dal Cairo… «In coincidenza con i voli dall’Italia abbiamo dieci voli per il Giappone (sei per Tokyo e quattro per Osaka), 15 frequenze settimanali per Beirut a partire da fine marzo, 17 frequenze per Amman. Sulla Giordania offriamo poi un’interessante opportunità: con un’unica tariffa è possibile volare dall’Italia via Cairo per Amman e ritornare da Damasco. Da sottolineare anche il ruolo primario dell’Africa per lo sviluppo del network internazionale». Quali sono le previsioni per il breve-medio termine? «Ci aspettiamo una ripresa a partire dalla fine di giugno, sembra infatti che il trend economico si stia stabilizzando. Per l’estate continueremo la forte offerta di voli per le destinazioni sul mar Rosso, tra cui Taba. E poi i voli su Marsa Matrouh. Per quanto riguarda i nuovi circuiti turistici in

incremento pax mercato italiano

81%

load factor rotte italiane

+8%

aumento capacità offerta nel 2009 via di sviluppo nel deserto, teniamo gli occhi ben aperti: in Egitto si sta discutendo della possibile riqualificazione dell’aeroporto di Siwa…Se ciò dovesse accadere, noi saremo pronti». Novità per la flotta? «Continua il nostro piano di rinnovo che ci porterà a poter contare su 82 aeromobili con un’età media di cinque-sei anni. Agli attuali 63 velivoli si aggiungeranno infatti otto Boeing B737-800, sei Boe-ing B777-300 e cinque Airbus A330-300».


Quotidiano www.travelquotidiano.com

18 febbraio 2010

Annunci economici C e r c o Se cerchi lavoro nel settore turistico, se hai qualche opportunità di impiego da offrire o se vuoi vendere o acquistare un’agenzia di viaggio, utilizza lo spazio che Travel Quotidiano riserva agli annunci gratuiti. Come? E’ sufficiente inviare il testo che vuoi pubblicare (massimo 100 parole spazi esclusi) all’indirizzo di posta elettronica: travelannunci@tiscali.it ROMA - AFFITTASI 1, 2 o 3 stanze arredate in ufficio di prestigio, zona S. Giovanni a Roma, con uso di sala riunioni. Tel. ore ufficio 348 4036972. Gtours tour operator ricerca promoter plurimandatario professionista con almeno 2 anni di esperienza per le seguenti aree geografiche: - Campania - Lazio - Emilia Romagna - Marche - Triveneto - Lombardia - Piemonte Invia il tuo curriculum vitae al seguente indirizzo mail: risorseumane@gtours.it I tuoi dati saranno valutati per le selezioni presenti e future. OFFRESI COPERTURA TITOLO DIREZIONE TECNICA REGIONE CAMPANIA - PER CONTATTI: DANIELA 348 3737211: muhali_india@hotmail.com Importante società di gestione alberghiera (prodotto leisure Italia), per ampliamento ufficio commerciale, ricerca promotori vendite anche plurimandatari con esperienza almeno triennale, aree Lombardia, Piemonte e Triveneto. Si prega di inviare curriculum vitae al seguente indirizzo email: promovendite2010@libero.it Cercasi c/o tour operator che programma Marocco. Nadia Djebli, Italian Division Representative. Mobile: +39 346 2234959. Mail: marakchi@gmail.com Ventiduenne con ottima conoscenza lingua inglese (soggiorno di un anno in Inghilterra) ed esperienza "business travel" in nota agenzia a livello nazionale, attualmente occupato ufficio ricevimento in importante catena alberghiera, cerca impiego in agenzia di viaggio/tour operator/compagnia aerea. Area Milano. Cell. 349 1381557. ESPERTA BANCONISTA ADV CON VENTENNALE ESPERIENZA, CONOSCENZA AS/400,BIGLIETTERIA, GRUPPI, PACCHETTI DA CATALOGO E SU MISURA, TITOLO DI DIRETTORE TECNICO CERCA IMPIEGO PART TIME IN PROVINCIA DI VARESE. DISPONIBILITA’ IMMEDIATA. SCRIVERE A AGENTEDIVIAGGI@LIBERO.IT BANCONISTA CON DECENNALE ESPERIENZA, CONOSCENZA AS/400 E BIGLIETTERIA, PACCHETTI DA CATALOGO E SU MISURA CERCA IMPIEGO PART TIME AGENZIA VIAGGIO IN PROVINCIA DI VARESE. DISPONIBILITA IMMEDIATA. SCRIVERE A COLLA63@LIBERO.IT Esperta Mice, incoming e destination marketing, attualmente residente all'estero, cerca nuova opportunità lavorativa in Italia Centrale, Milano o altre regioni del Nord per imminennte rientro in Italia. Pluriennale esperienza di gestione autonoma ufficio di consulenza turistica in Italia, in possesso autorizzazione direttore tecnico Lombardia, gradirebbe collaborare con tour operator, dmc, incentive house, hotel, albergo diffuso. Massima disponibilità per gestione progetti innovativi. Riferiemento: Rita, email lestrembles2@bluewin.ch. Sarò in Bit a Milano il 18 e 19 febbraio 2010. Cerco un'eventuale posizione di: addetto booking; tecnico di agenzia di viaggio; promotore turistico, anche come stagista. Disponibilità: immediata. Sede di lavoro: Milano, disponibile a brevi trasferte. Tel. 329 3485335. E-mail: eddy_paterno@libero.it Agenzia Viaggi nel centro di Torino ricerca collaboratore/trice con proprio portafoglio clienti da gestire presso la nostra sede. barbara@lafionda.it; tel. 011 533233. AGENZIA VIAGGI DI CUNEO CERCA IMPIEGATO/A POSSIBILMENTE CON ESPERIENZA PER CONTRATTO TEMPO INDETERMINATO. INVIARE CURRICULUM A: aziele@libero.it

o f f r o

v e n d o

c o m p r o

RUBRICA DI ANNUNCI ECONOMICI

CERCASI PROMOTER, per centro e nord Italia, con esperienza, per mercato aziende, tour operator, comuni. Telefonare al: 335 8118604. CERCASI OTTIMO BARMAN m. o f. con provata esperienza. Telefonare al: 335 8118604. Direttore tecnico di agenzia viaggi in pensione, offresi per solo titolo per le località della Lombardia. Disponibilità dal 1° marzo 2010. Roberto cell. 349 8364498. e-mail: exclusive3366@yahoo.it DIRETTORE TECNICO offresi copertura titolo iscrizione albo regione LAZIO - disponibilità immediata. Alex 393 9042857. DIRETTORE TECNICO ADV OFFRESI SOLO COPERTURA TITOLO PER SICILIA O LAZIO. DISPO IMMEDIATA. 347 5029114 dacoiro@tin.it NETWORK DI AGENZIA DI VIAGGIO, SEDE IN ROMA SELEZIONA: ADDETTO COMMERCIALE & MARKETING- CON RUOLO DI INTERMEDIAZIONE E SVILUPPO TRA TOUR OPERATOR E AGENZIE AFFILIATE/DETTAGLIANTI. SI RICHIEDONO DOTI COMUNICATIVE, INTRAPRENDENZA E RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI. INVIARE CURRICULUM DETTAGLIATO A: SEGRETERIA.ELITARIA@PIT.IT ALL'ATTENZIONE DEL RESPONSABILE RISORSE UMANE. Offro la consulenza di direttore tecnico abilitato regione Campania con disponibilità immediata anche contratto part-time. Contattare dott. Mario Daniele: tel. 339 6747966 email: mariodaniele1@yahoo.it Buona esperienza, ottimi rapporti professionali e di pubbliche relazioni con la rete adv napoletane e della regione campana, esamina proposte di collaborazione flessibili anche non subordinate da parte di tour operator. Disponibilità immediata. Si prega di contattare dott. Mario Daniele: Tel. cell. 340 5772058/339 6747966. KING HOLIDAYS ricerca per ampliamento organico nella sede di ROMA un addetto ufficio booking, richiesta conoscenza inglese e francece ed esperienza in analoga posizione, conoscenza IDEAL/ GALILEO cosituiranno titoli preferenziali. Inviare curriculum vitae a: kingholidays@kingholidays.it o al fax 06 36210309. Agenzia di viaggi - Milano ricerca figura amministrativa. Si richiedono almeno 2 anni di esperienza nel settore del turismo, uso pc e sistema gestionale aves. Disponibilità immediata. Inviare CV a: info@ilviaggio.biz GRUPPI INCENTIVE, MEETING, CONGRESSI, ESPERTO AGENTE, OFFRESI AD AGENZIA /T.O. PER PROGRAMMAZIONE, OPERATIVO, VENDITA PRESSO AGENZIE, AZIENDE, CRAL, PRIVATI. PROFESSIONALITA', ESPERIENZA. CONOSCENZA TARIFFE, ALBERGHI, ITINERARI. AUTONOMIA OPERATIVA. ACCORDO DA VALUTARE. PER UN PRIMO CONTATTO email villalilla@libero.it Swan Tour SpA cerca promotori plurimandatari per aree Lombardia, Piemonte, Veneto. Inviare curriculum a: atabarrini@swantour.it Direttore Tecnico. Iscritto Albo Regione Lombardia. Nel settore dal 1999. Agente Iata. Tkts AereiNavi-Treni. Uso Sabre,Galileo.Sipax, Sipax Plus. Contabilità Giava, Voyager. Teleprenotazioni da catalogo, tailor made, programmazione e accompagnamento gruppi. Ottimi inglese, francese. Disponibilità da aprile 2010: Pavia, Lodi, Milano. Valuto preferibilmente contratti a tempo determinato. Contattare solo se seriamente interessati: direttoretecnicolom@libero.it Banconista con esperienza decennale cerca lavoro presso agenzie viaggi dettaglianti/incoming. Uso sistema biglietteria aerea Sabre, vendita pacchetti turistici da catalogo e/o fai da te. Facile apprendimento per nuovi programmi. Ragazza seria e volenterosa. Disponibilità immediata. Contatto: acalconi@inwind.it; Manuela 328 9578399. Offresi direzione tecnica adv disponibilità immediata Milano. Elisabetta 338 5051527 oppure inviare e-mail randielisabetta@yahoo.it OFFRESI COPERTURA TITOLO DIREZIONE TECNICA REGIONE LOMBARDIA.

FRANCESCO, 329 2965064. DIRETTORE TECNICO ABILITATO BOLOGNA E PROVINCIA, SERIETA' E PROFESSIONALITA', VALUTA PROPOSTE DI COLLABORAZIONE E CONSULENZA, ANCHE PART TIME CON DISPONIBILITA' IMMEDIATA. CONTATTO CELL. 349 5245 924. ARREDAMENTO SPLENDIDO PER AGENZIA VIAGGI, PRATICAMENTE NUOVO, COMPOSTO DA SCRIVANIE CON SEDIE, VETRINA, PORTACATALOGHI DA PARETE , MOBILI E TELEFONI, VENDO IN BRESCIA PER SOLI EURO 2.600,00. CELL. 339 4931855. Cercasi promoter ben introdotto nelle adv Milano e adv vicino Malpensa per introduzione manuale di vendita . Informazioni: 349 5959585. Milano: tel. 02 36562163. Trentennale esperienza, ben introdotto nel settore turistico. Direttore commerciale e vendite con specifiche competenze; direttore commerciale di agenzie viaggi di medie dimensioni. Forte motivatore della forza vendita con periodiche riunioni rivolte alle tecniche di vendita. Gestione reparto individuali e di gruppo, ottime capacità relazionari ed organizzative, realizzazione cataloghi (programmazione gruppi e proposte ad hoc). Procacciatore d' affari con proprio portafoglio clienti. Utilizzo dei comuni sistemi office. Disponibile full time, eventuale remunerazione commisurata alle capacità. Tel. 347 4516774. Area di ricerca lavoro: Milano e Lombardia. CEDESI ARREDAMENTO, LICENZA B SU ROMA, VOLENDO LOCAZIONE SU PIAZZA DI ROMA GIA’ AVVIATA, AFFITTO 1150,00 CONTRATTO NUOVO 6+6. PREZZO MOLTO INTERESSANTE danielaparrini@hotmail.com DIRETTORE TECNICO ABILITATO BOLOGNA E PROVINCIA, SERIA E REFERENZIATA, VALUTA PROPOSTE DI COLLABORAZIONE E CONSULENZA, DISPONIBILITA' IMMEDIATA. CONTATTO CELL. 349 5245 923. Banconista pluriennale adv, ottime referenze, esperta biglietteria aerea, fs e marittima, vendita di pacchetti turistici, prenotazioni alberghiere e servizi incoming conoscenza Sabre, Sipax Plus, Amadeus, lingue inglese spagnolo e francese, cerca nuovo impiego in settore turistico zona Firenze/Arezzo possibilità di assunzione tramite liste di mobilità da aprile 2010. Contatti cell. 333 7997415 / grassilaura@rocketmail.com Ventennale esperienza nel settore turistico presso tour operator. Programmazione e booking. Ottima conoscenza Sud America, Stati Uniti, Australia. Ottimo livello Sabre e lingua inglese, offresi per zona Bologna. Disponibile anche part time. momi.manzo@gmail.com CEDESI LOCALE ATTREZZATO PER AGENZIA VIAGGI OTTIMA POSIZIONE DI PASSAGGIO NEL CENTRO COMMERCIALE STAZIONE FERROVIARIA S.M.N. A FIRENZE. CONTATTARE OMEGA VIAGGI DI PASSERI SILVIA - EMAIL cafaggioli@libero.it CEDESI LOCALE ATTREZZATO PER AGENZIA VIAGGI OTTIMA POSIZIONE DI PASSAGGIO NEL CENTRO COMMERCIALE STAZIONE FERROVIARIA S.M.N. A FIRENZE. CONTATTARE OMEGA VIAGGI DI PASSERI SILVIA - EMAIL cafaggioli@libero.it Accompagnatrice turistica madrelingua inglese residente a Milano: offro le mie capacità organizzative, logistiche, linguistiche, la maturità e la predisposizione per le relazioni interpersonali nell'accompagnare gruppi di stranieri e/o italiani in Italia e all'estero. Valuto proposte di tipo occasionale oppure più continuativo. E-mail: robinsondeborah25@yahoo.com, cell. 335 8291874. Decennale esperienza nel settore, ottima conoscenza crs Amadeus, Sabre, biglietteria navale, Sipax, vendita pacchetti viaggio t.o. e su misura, offresi per la zona di Milano, disponibilità immediata. Marco 333 5909785; marco0968@interfree.it CEDESI BELLISSIMA AGENZIA IN PRIMARIO CENTRO DELLA BRIANZA, POSIZIONE CENTRALE, 4 VETRINE, COMPLETAMENTE RISTRUTTURATA. SI VALUTA ANCHE SOCIO OPERATIVO. NO PERDITEMPO. CONTATTO pantos@tin.it Offresi direzione tecnica. Preferibilmente regione Marche. Disponibilità immediata. Marina tel. 340 4003134.

19


Quotidiano www.travelquotidiano.com

18 febbraio 2010

Compagnie aeree Archiviato il 2009 come «anno di transizione» il vettore punta a consolidare l’offerta verso la Germania, e non solo da Malpensa

-3,9%

di MARIELLA CATTANEO

MILANO - Air Berlin aggiusta il tiro sull’Italia. La compagnia tedesca, alle spalle un 2009 denso di cambiamenti a partire dall’integrazione con Tuifly.com, rilancia l’interesse sul nostro mercato con un’offerta potenziata. «L’estate vedrà il consolidamento dei voli da Milano Malpensa – dichiara Marco Fontana, country manager Italia -: oltre ai due voli giornalieri per Berlino e Düsseldorf, il giornaliero su Norimberga raddoppierà e si aggiungerà anche Stoccarda con due collegamenti quotidiani». Potenziata anche la capacità da Venezia e Roma, nuova la rotta su Stoccarda da Firenze per un network che attualmente vede partenze da 14 scali italiani verso 14 aeroporti tedeschi: «Molti i voli ereditati da Tuifly – prosegue Fontana – con la differenza che oggi Air Berlin è forte di un network potenziato anche dal Sud Italia ma non si tratta più solo di voli point-to-point ma di collegamenti che offrono coincidenze internazionali con possibilità di through check-in e dop-

calo rispetto al dato 2008

Air Berlin spinge l’acceleratore sulla rete italiana pia carta di imbarco». L’ I t a l i a c o n ferma il proprio ruolo d i mercato di rifer i -

mento «dopo Germania, Austria, Svizzera e Spagna e le indicazioni del prebooking mostrano una risposta ottima sia per le nuove rotte sia per i collegamenti operati al posto di Tuifly. Parlerei di aspettative confortanti per la stagione in arrivo». Il 2009 è stato «un anno di transizione» che ha “inglobato”

il trasferimento da Orio a Malpensa, e poi verso fine ottobre l’acquisizione di Tuifly: «Tutto ciò ha portato ad una crescita a due cifre, che però non è significativa in termini di valore assoluto. Abbiamo chiuso i primi sei mesi sotto le aspettative, ma poi c’è stata un’inversione di tendenza da metà giugno

“ripresa Il pre-booking mostra un’ottima sia per le nuove rotte sia per i voli operati al posto di tuifly ” Marco Fontana

-2,6% capacità offerta

27,9 mln

passeggeri trasportati 2009 (incluse le rotte Tuifly acquisite il 25-10-2009)

77,3% load factor

medio 2009 che è proseguita fino a fine anno». Confermato anche il ruolo determinante delle agenzie di viaggio, canale di distribuzione con una quota «compresa tra il 50 e il 55% del fatturato totale del 2009 – specifica il country manager -, che include il Bsp, il sito dedicato e una parte del fatturato gruppi». E proprio il sito b2b «la scorsa fine ottobre, forte dell’esperienza Tuifly, è stato migliorato, tradotto in italiano e potenziate le funzionalità. Ad esempio è prevista la fee d’agenzia variabile su ogni biglietto emesso». Oltre all’incentivazione della “Counter Card” per

le agenzie fidelizzate «che possono vincere biglietti omaggio». E per essere vicino agli agenti la compagnia propone «tariffe dedicate per i quattro giorni della Bit, un concorso per adv insieme all’ente turismo di Berlino». Ultima novità la collaborazione con un operatore business travel: «Abbiamo da sempre investito sugli scali con maggiori potenziale business travel – conclude Fontana – e la crescita è stata esponenziale, grazie agli accordi stretti con le principali realtà aziendali italiane, direttamente oppure coinvolgendo poi le agenzie».

Dal prossimo luglio i nuovi collegamenti. Continuano le tariffe promozionali dal Belpaese

Ritorno a Sydney per Air Mauritius MILANO - (m.t.) Air Mauritius torna a volare su Sydney, dal prossimo luglio, ulteriore e confortante segnale di crescita della domanda nel Paese australiano per l’isola dell’oceano Indiano. «Siamo lieti di volare nuovamente su Sydney – ha commentato Manoj R.K.U. Joodha, ceo di Air Mauritius -. La nostra rete operativa da questa data in poi includerà un volo diretto da e per Perth e un collegamento diretto da e per MelbourneSydney, il che rappresenta un’opportunità in più per i nostri clienti australiani che viaggiano verso Mauritius, Reunion, Rodrigues, Madagascar, Kenya, Sudafrica ed

Europa». Intanto la compagnia mette sul tavolo anche la nuova livrea che compare sull’Airbus A340-300 affiancato dall’altro nuovo A330, che dallo scorso ottobre integra la flotta. Un’operazione non solo di restyling del logo, ma di riconfigurazione di servizio e classi per correre verso la sfida del futuro. Per tutto l’inverno vengono confermati i voli non stop da Malpensa e i diretti giornalieri via Parigi con collegamenti dalle più importanti città. Dal 13 dicembre 2009 la flessibilità dei voli da e per l’Italia è aumentata, attraverso l’inserimento di un volo addizionale ampliando

così la frequenza a ogni domenica e lunedì, fino all’ultima partenza del 21 marzo prossimo. Al momento esiste una tariffa promozionale di 410 euro più tasse ma solo da Milano, valida fino al 21 marzo come partenza e 28 marzo come ultimo ritorno. Fino al 31 marzo ci sono agevloazioni (3 dollari per chilogrammo fino a 20 chili in più) per l’extra baggage. Air Mauritius opera attualmente con una flotta composta di quattro A340-300, due A340–300e, due A330-200, due A319-100 e due Atr72-500, per 24 destinazioni in Europa, Asia, Australia, Africa e oceano Indiano.

“ Avremo un volo diretto da e per Perth e un altro per Melbourne-Sydney ” Manoj R.K.U. Joodha

23


Quotidiano www.travelquotidiano.com

18 febbraio 2010

Compagnie aeree Tiene il mercato italiano, mentre la compagnia amplia il numero di destinazioni nell’Est europeo

Czech Airlines investe sull’Oriente e rivede le tariffe di ENZO DI GIACOMO

“occidentale Il mercato è saturo, mentre quello dell’Est europeo è più vivace

ROMA - Mentre si consolida il mercato tedesco, cresce quello italiano, calano i mercati inglese e francese, Czech Airlines guarda sempre più a Est in questo inizio del 2010, alla conquista di nuovi mercati emergenti per aumentare il numero dei passeggeri trasportati. Che nel 2009 è stato di 6 milioni circa. Sono i mercati della Astana e Novosibirsk e il rafforzamento dei voli con i Paesi Baltici, Erevan e Uzbekistan la nuova frontiera del vet-

” 6 mln totale passeggeri

Eugenio Ragusa

trasportati 2009

tore della Repubblica Ceca, alla ricerca di un’espansione e di un ampliamento della propria offerta dei voli per consolidare la sua posizione tra le compagnie aeree in Europa (e nel mondo attraverso SkyTeam). Intanto, registra numeri in crescendo il mercato italiano sino a diventare il secondo in Europa, dopo quello tedesco. Spiega Eugenio Ragusa, direttore per l’Italia e Malta di Czech Airlines. E’ tempo di bilanci e di programmi per il 2010: come ha chiuso il 2009

320.000

passeggeri mercato italiano

Czech Airlines in termini di passeggeri e di fatturato? «Il 2009 si è chiuso con una crescita del 18% in termini di passeggeri trasportati, ma con un 12% meno in termini di revenue pro-capite. Quello che è cambiato è il prezzo del biglietto che è diminuito e pur avendo registrato un aumento dei passeggeri abbiamo avuto un minor introito. Abbiamo dovuto adeguare tutta la nostra politica tariffaria e nel 2010 siamo sul mercato con tariffe più competitive. Questo ci permetterà di

28 mln €

fatturato mercato italiano

Notizie

In 10 righe - Japan Airlines

continuare a crescere». Il mercato Italia è cresciuto: quanto pesa sul totale della compagnia? «Il mercato Italia si posiziona al secondo posto in Europa con 320 mila passeggeri e 28 milioni di euro il fatturato. In leggero calo il prezzo medio del biglietto rispetto al 2008». Si era parlato di privatizzazione: a che punto siamo? «La privatizzazione è stata sospesa, poiché Air France si è ritirata e al momento non ci sono compratori. E’ congelata». Strategie per il 2010? «La compagnia non svilupperà rotte in Occidente, perché il mercato è saturo. Invece sono previste aperture verso l’Europa dell’Est, una regione più vivace: Astana e Novosibirsk sono le destinazioni più richieste al momento».

Japan Airlines rimane nell'alleanza oneworld, guidata dalla statunitense American Airlines. L’annuncio, che conferma le indiscrezioni di stampa circolate nei giorni scorsi, pone fine alla possibilità di una partnership di Jal con Delta Air Lines, e quindi con l’alleanza rivale SkyTeam, che negli ultimi mesi aveva espresso forte interesse per la compagnia nipponica in difficoltà finanziarie.

- China Eastern

Dopo la fusione con l’ex rivale locale Shanghai Airlines China Eastern Airlines è alla ricerca di nuovi partner strategici disposti ad investire nello sviluppo della nuova compagnia. China Eastern ha registrato una perdita netta di 13,93 miliardi di yuan nel 2008. Grazie ad una immissione di denaro da parte del governo e all’aumento delle tasse sul carburante, la situazione nel 2009 è migliorata.

25


Quotidiano www.travelquotidiano.com

18 febbraio 2010

Compagnie aeree In fiera tutte le novità dei gsa

Distal & Itr e Cim Air: decolla un 2010 ricco di cambiamenti

ROMA - Distal & Itr e Cim Air porta quest’anno in Bit anche Ukraine International, presente nello stand con un proprio spazio. La compagnia riconferma i voli da Fiumicino e Malpensa per Kiev e Lvov (su quest’ultima destinazione si vola anche da Napoli). Allo studio nuove rotte dall’Italia, primo mercato in Europa di Ukraine Airlines. In casa SriLankan Airlines il trend è positivo, dopo il recente lancio del collegamento diretto Malpensa-Colombo, che si è aggiunto ai voli da Fiumicino e che ha portato a quattro le frequenze operate dall’Italia. In cantiere, in vista dell’estate, soluzioni di voli ed orari per la combinazione di vacanza “dual”, Sri Lanka più Maldive. Cambia invece pelle Biman Bangladesh Airlines, che si presenta con nuovi logo e livrea. Inoltre, in Italia atterrerà da fine marzo il nuovo un nuovo B777-300: in arrivo ulteriori frequenze dall’Italia con nuovi scali. Sul fronte Cim Air ripartono, dal 2 maggio prossimo, i voli Ural, ogni domenica verso Ekaterinburg, operati con Airbus A320. Il volo diretto potrà essere combinato con le coincidenze via Praga effettuate in collaborazione con Czech Airlines. Per Garuda, invece, la novità della

ripartenza dal 2 giugno dall’Europa: emersa per eccellenza dalla black list che coinvolgeva i vettori indonesiani, Garuda opera con rinnovate immagine e livrea ed un nuovo Airbus A330 in flotta, tra Amsterdam e Jakarta via Dubai. Sarà tra poco possibile prenotare i voli con partenza dall’Italia grazie all’accordo di interline con Klm e a breve le tariffe saranno caricate in tutti i gds. Alla Bit 2010 Cim Air approda anche come full gsa di Blue Air, dopo diversi anni di supporto alle attività di call center e prenotazione. La decisione di aumentare la collaborazione tra Cim Air e Blue Air arriva in considerazione dell’importanza del mercato italiano, il secondo di riferimento di Blue Air, dopo la Romania, e sono più di 50 i collegamenti settimanali operati. Ultima acquisizione nella scuderia dei prodotti rappresentati da Distal & Itr Group è la Saudi Arabian Cargo Company, che dallo scorso novembre ha attivato due collegamenti settimanali diretti da Malpensa per l’Arabia Saudita, operati da Md11 e B747 entrambi in versione full cargo. Operazioni che aumenteranno con la creazione a Milano dell’hub sud-europeo.

Confermati gli operativi charter il gruppo allunga anche sul fronte low cost, studiando nuovi voli su Istanbul

ROMA - Rotta su Australia, Giappone, Sudamerica e costa Ovest degli Stati Uniti per il futuro di Blue Panorama Airlines. La compagnia capitanata da Franco Pecci (nella foto) entra a grandi passi nel 2010 con piani precisi sul da farsi grazie alla prossima consegna dei B787 e anticipa quindi le nuove destinazioni che potrebbero entrare nel network, una volta operativi i Dreamliner. Intanto, sul breve termine, la compagnia riconferma i collegamenti storici verso i Caraibi (Cuba, Repubblica Domi-

Blue Panorama corre verso le rotte del Dreamliner nica, Honduras, Giamaica e di nuovo il Messico con la ripresa dei voli su Cancun), verso l’Egitto, con mille 600 voli l’anno, e la Thailandia, dove si riconfermano le due frequenze settimanali da Roma e Milano per Bangkok,

Grandi ambizioni su Australia, Giappone, Sudamerica e costa occidentale Usa in vista dell’ingresso in flotta del B787 che vede Blue Panorama come l’unica compagnia italiana ad operare sulla rotta. Sul fronte low cost blu-

express.com le novità 2010 partono dall’inaugurazione del varco di sicurezza dedicato al T3 di Fiumicino (che Blue Panorama Airlines ha completato la concentrazione di tutte le sue attività, low cost, internazionali, intercontinentali e charter proprio al T3). In arrivo ci sono poi servizi come il “priority

Aperture su Venezia e sul capoluogo toscano oltre al potenziamento delle frequenze su Bari

Luxair rilancia sulla stagione estiva ROMA – (p.c.) Avanti, nonostante tutto. Luxair si lascia alle spalle un 2009 che ha visto calare i numeri del mercato italiano, ma guarda avanti e investe sulla stagione in arrivo. Spiega Benito Negrini, country manager Italy della compagnia: «Il mercato italiano ha sofferto come tanti altri a causa della crisi e abbiamo registrato una flessione di circa il 20% dei ricavi prodotti dal nostro bacino. Questo non ha però fermato i piani di sviluppo del network Luxair in Italia e per la prossima estate introdurremo voli per Firenze e Venezia e aumenteremo le frequenze per Bari. E queste rotte avranno a disposizione tariffe particolari studiate ad hoc». I collegamenti per Firenze (da 99 euro a/r), Venezia e Bari (da 129 euro a/r) saranno operativi dal 1° luglio al 13 settembre 2010. Gli investimenti proseguono anche sul versante flotta: lo scorso dicembre è entrato in servizio il quarto Q400 «impiegato principalmente sulle rotte tedesche – sottolinea Negrini – e un quinto aeromobile dello stesso tipo sarà consegnato nella primavera del 2011. Un Boeing B737800 da 186 posti in leasing sarà in flotta per la stagione estiva, al servizio di LuxairTours. Considerando la

-20%

ricavi mercato italiano

15

aeromobili in flotta

vendita di due Embraer e di un B737-500 il numero complessivo dei velivoli in flotta rimarrà comunque a quota 15». Le stime e le attese per l’esercizio in corso, non possono però che restare molto prudenti: «Abbiamo chiuso un 2009 molto difficile, in cui tutte le compagnie aeree hanno perso una buona parte dei propri viaggiatori business – ammette Negrini – e molte aziende hanno radicalmente mutato la propria travel policy. Non solo, gli uomini d’affari che viaggiano in business ora lo fanno in economy e chi già volava in economy ora aspetta le offerte last minute. Una situazione che oggettivamente cambierà poco durante il 2010». Se la crisi e le sue conseguenze continueranno ad influenzare la capacità di spesa a disposizione non solo dei viaggiatori d’affari ma anche quella del segmento leisure «una delle poche possibilità per reagire sarà quella di offrire prezzi competitivi – conclude Negrini -. Nel nostro caso la tariffa Primo consente vantaggi per tutta la famiglia ed è disponibile per tutti i voli operati da Luxair. Prima si prenota, migliore è la tariffa». Per gli adulti Primo parte da 99 euro andata e ritorno, tasse incluse.

boarding”, e una speciale tariffa fissa, “reprofee”, per la riprotezione del volo in caso in cui si perda l’aereo. Oltre una maggiore flessibilità nella gestione del bagaglio. La low cost sta lavorando anche al potenziamento dei voli su Istanbul, decollati lo scorso 2009 da Roma, per il collegamento della città turca anche con altri punti d’Italia.

I due collegamenti per Londra Gatwick diverrano tre dal 28 marzo

Meridiana-Eurofly in code share con British da Firenze FIRENZE - Meridiana-Eurofly e British Airways hanno siglato un nuovo code share sui voli operati da Meridiana tra Firenze e Londra Gatwick. «Questa collaborazione ci consente di ampliare l’offerta dalla Toscana, già servita con due voli giornalieri da Pisa a Londra Heathrow (T5), cui si aggiungerà con l’orario estivo una terza frequenza per Gatwick - ha dichiarato Mark Moscardini, British Airways regional commercial manager Italia & Malta -. Adesso, per effetto di questo accordo, sarà possibile accedere al nostro network internazionale anche da Firenze». «Meridiana-Eurofly condivide con British Airways un collegamento fra Linate e Londra da diversi anni ha aggiunto Giuseppe Russo, executive vicepresident commercial Meridiana - e oggi vede molto positivamente l’ampliamento della relazione sui propri voli da Firenze a Londra, con una primaria compagnia internazionale del calibro di British Airways».

27


Quotidiano www.travelquotidiano.com

18 febbraio 2010

Alberghi Il gruppo inaugura il villaggio a Sibari e continua la ricerca di nuove strutture alberghiere sul territorio nazionale

7.500 posti letto

di MARIA CARNIGLIA

MILANO - Un nuovo villaggio con 460 camere e l’obiettivo di raggiungere il milione di presenze. Per Bluserena il 2010 si preannuncia con il vento in poppa. Il gruppo comprende 7 mila 500 posti letto e 2 mila 500 camere, ripartiti fra sei hotel-club 4 stelle, in Sicilia, il Serenusa Village, in Sardegna il Calaserena Village, in Calabria il Serené Village, in Puglia il Grand Hotel Serena con le annesse Terme di Torre Canne, il Torreserena Village e in Abruzzo il Serena Majestic Hotel Residence, «Nel 2010 apriremo il nuovo Sibari Green Village – commenta Silvio Maresca, amministratore Bluserena - di proprietà di Italia Turismo, un grande hotel villaggio 4 stelle con 460 camere nel Comune di Cassano allo Jonio (Cs) . Inoltre nel corso dell’anno al Serenè Village in Calabria le sale ristorante saranno rinnovate e sarà effettuato un restyling delle camere; al Torreserena Village il ristorante sarà climatizzato». Un’importante novità riguarderà la realizzazione di grandi parchi fotovoltaici in quasi tutti i resort, dove

800.000 presenze 2009

Bluserena punta l’obiettivo verso il milione di presenze circa 20 mila pannelli garantiranno la completa autonomia. «Da tempo stiamo cercando strutture alberghiere sul territorio nazionale – aggiunge Maresca -, al mare ed in montagna, che rispondano agli standard dei nostri villaggi, ma sul mercato fino ad ora abbiamo trovato strutture “obsolete” e scarsa propensione agli in-

vestimenti da parte dei proprietari». Il gruppo punta su una politica tariffaria che comprende anche sconti ed agevolazioni per ragazzi e bambini. Nel 2009 il gruppo ha registrato 800.000 presenze con un incremento del 15% rispetto all’anno precedente. «Per il 2010 – continua Maresca - aspiriamo a rag-

“e alPiùconsolidamento presenze grazie alla nuova struttura dei risultati del 2009 ” Silvio Maresca

+15%

crescita sul 2008 Scorcio del Serené Village

giungere un milione di presenze con la nuova apertura di Sibari e consolidando i risultati della scorsa stagione». Nel corso dell’anno il gruppo continuerà ad investire sul marketing diretto, quello che consente di portare avanti un contatto diretto con il cliente, fatto di comunicazioni ad hoc, invio cataloghi e contatti telefonici per conoscere lo specifico grado di soddisfazione. «In tutte le nostre attività di fidelizzazione – conclude l’amministratore - e

Il cinque stelle sardo conta sul segmento benessere e sulla ripresa del settore congressuale

Timi Ama, apripista del marchio Pullman in Italia di MONICA LISI

ROMA - Con il passaggio al brand Pullman Hotels and Resorts (1° maggio 2009) l’ex Sofitel Timi Ama in Sardegna definisce il posizionamento sul mercato con un marchio prestigioso, che nei prossimi due anni si espanderà a Milano, Roma, Torino e Venezia. Ad annunciarlo Patrick Recasens, direttore del marchio Pullmann Hotels and Resorts per l’Italia e del Pullman Timi Ama. «La struttura è attualmente l’unico albergo che porta il brand Pullman Hotels and Resorts in Italia. Il Gruppo Accor ha puntato molto su questo albergo come expertise per il passaggio al nuovo brand». L’albergo sorge all’interno dell’area marina protetta di Capo Carbonara nell’estremo Sud-est del-

-3% Camere vendute nel 2009 l’isola a 55 chilometri dall’aeroporto internazionale di Cagliari e a due chilometri da Villasimius. La struttura conta 275 camere (125 classic, 135 superior, 11 deluxe e quattro suite), tre ristoranti, campi ed attrezzature per sport, centro diving, noleggi dalle biciclette agli elicotteri. Oltre ad un centro di talassoterapia, plus che fa la differenza nel posizionamento della struttura: «Oggi l’albergo si fregia del marchio Thalassa Sea & Spa, prima Accor Thalassa, e rappresenta nelle proposte legate ai be-

30% Quota segmento congressi

nefici del mare e alle cure estetiche, la risposta al cambiamento verso un concept da resort - precisa Recasens -. Forte l’atten-

“alLe2009, prenotazioni di gennaio sono leggermente superiori anche se il mercato è sempre più last minute ” Patrick Recasens Due new entry in Sardegna e Puglia

Tivigest amplia il prodotto mare

PADOVA - Tivigest ha acquisito due nuove strutture che amplieranno l’offerta del prodotto mare 2010: il Sant’Elmo beach hotel a Costa Rei, in Sardegna, e il nuovo resort Pietrablu a Polignano a mare in Puglia. Il Sant’Elmo beach hotel segna il ritorno del gruppo in Sardegna, a Castiadas – Costa Rei, con una struttura in tipico stile mediterraneo. Il resort, costituito da 175 camere disposte nel corpo centrale e in villette a schiera, è immerso nella macchia mediterranea accanto a una serie di scogli con calette libere e un’ampia baia di sabbia con spiaggia attrezzata. Servizi e spazi per bambini, piscina, aree sportive, un’area benessere e i diversi ristoranti rendono la struttura ideale per coppie e famiglie. Circondata dal verde e a pochi

zione alla clientela, di cui il 30% fedele al brand». Un cinque stelle che non dimentica il rispetto del rapporto tra qualitàprezzo «fattore fondamentale che ci ha aiutato in questi momenti. Considerando che il 2008 è stato un anno record, con 36 mila camere vendute, il 2009 si è concluso con una flessione del 3%. Abbiamo riscontrato un grosso calo in bassa stagione del mercato Mice, ma abbiamo recuperato bene fuori stagione sul leisure e sul benessere». A favore i nuovi voli verso la Sardegna, che hanno trainato lo sviluppo di alcuni mercati come l’Inghilterra e il consolidamento dei mercati dell’Est, ma anche di Svizzera e Germania. Le aspettative di Recasens sono positive: «Il mercato va sempre più verso il last minute, ma a differenza del 2009 le prenotazioni a gennaio 2010 sono leggermente superiori. Ci rassicura soprattutto la ripresa dei congressi, segmento che rappresenta il 30% delle prenotazioni». La struttura può accogliere infatti fino a 400 ospiti nelle quattro sale riunioni.

passi dal mare di Puglia si trova invece il Pietrablu hotel & resort, la nuova struttura realizzata da Tivigest. A disposizione 189 camere dotate di ogni comfort, un ristorante e cinque punti bar. Nella piccola baia del resort la scogliera crea “piscine” naturali dove poter fare anche snorkelling, e una vasta zona a piattaforme con lettini ed ombrelloni consente l’accesso al mare. Nato a Padova alla fine degli anni settanta, Tivigest ha recentemente nominato Giorgio Palmucci amministratore delegato e conta 12 strutture in portfolio, di cui la maggiore parte di proprietà o con quote di partecipazione. Un’offerta che va dalla montagna estate e inverno - dalle Alpi alle Dolomiti, in Italia e all'estero - al mare in Italia e al lago.

in tutte le nostre comunicazioni garantiamo lealtà e trasparenza nei confronti di agenzie di viaggi e tour operator, nostri preziosi partner; in qualsiasi tipo di comunicazione diretta ai clienti “intermediati” suggeriamo di prenotare la vacanza Bluserena nella propria agenzia di fiducia». Il business del gruppo è focalizzato sul mercato italiano, ma da circa due anni gli investimenti coinvolgono anche i mercati esteri, come Francia, Germania, Russia ei Paesi dell’Est Europa.

Notizie

In 10 righe - InterContinental

InterContinental Hotels Group ha aperto il primo albergo del gruppo in Danimarca: il Crowne Plaza Copenhagen Towers, 366 stanze e 85 metri d’altezza, con vista sullo skyline di Copenhagen. L’hotel è dotato di bar e ristorante oltre a 3.500 metri quadri di spazi meeting.

- Rocco Forte

Riapre il 1° marzo il Verdura Golf & Spa Resort (Rocco Forte Collection), che offre 203 camere, quattro ristoranti e quattro bar, tre campi da golf professionali e una spa di 4 mila metri quadri. Il resort, oltre a una piscina esterna di 60 metri su due livelli, si affaccia su quasi due chilometri di litorale.

- Space Hotels

Space Hotels è in Bit con l’edizione 2010 della guida “Space for Meeting”. Cinque le new entry: Aemilia Hotel a Bologna, Suite Hotel Santa Chiara a Lecce, Andreola Central Hotel a Milano, Hotel Ariston e Hotel Panama Garden a Roma.

29


Quotidiano www.travelquotidiano.com

18 febbraio 2010

Alberghi Dopo il debutto nel Regno Unito il nuovo marchio a 3 stelle arriva nel Belpaese con la prima struttura a Roma entro un paio di anni di SEBASTIANO GIORDANI

MILANO — Venticinque Hampton by Hilton in Italia nei prossimi dieci anni. La stima è di Alan Mantin, responsabile dello sviluppo di Hilton Worldwide in Africa e Sud Europa. Dopo il recente esordio in Inghilterra, dunque, il nuovo brand a tre stelle del colosso alberghiero si prepara a sbarcare nel Belpaese. La prima struttura a Roma tra due anni, poi l’invasione. In attesa dell’arrivo del marchio più ‘low cost’ della famiglia, intanto, Hilton si sta concentrando sul consolidamento dei brand già presenti entro i confini nazionali. E i prossimi mesi, da questo punto di vista, saranno esplosivi: «In primavera battezzeremo tre nuove strutture - annuncia Mantin -: il Doubletree di Olbia nella prima settimana di aprile, poi l’Hilton Garden Inn di Lecce, quindi l’Hilton Giardini Naxos». L’estate, invece, porterà in dono l’Hilton Garden Inn di

20

Alberghi Hilton Worldwide in Italia entro l’estate 2010

25 Hotel Hampton by Hilton in Italia entro dieci anni

L’allungo italiano di Hilton nel segno del brand Hampton Venezia Mestre, con il quale il portafoglio italiano della Hilton Family taglierà quota venti strutture. Il ruolino di marcia non tragga in inganno, perché la crisi morde ancora le caviglie: «Come accade storicamente nei periodi di difficoltà spiega Mantin -, il mercato alberghiero evidenzia un fisiologico au-

mento delle affiliazioni e, parallelamente, un calo delle opportunità di nuovi investimenti». Un bene o un male? «Un’opportunità, sia per Hilton che può incrementare le partnership con gli albergatori indipendenti sia per il sistema Italia che può così dotarsi di una maggiore penetrazione delle grandi catene». Sul fronte

“un’elevata Saranno tutte nuove strutture, con efficienza gestionale ” Alan Mantin

delle nuove costruzioni, di contro, c’è da tirare i remi in barca: «Le previsioni dicono che il rallentamento degli investimenti continuerà per tutto il 2010. Colpa del fatto che in molte destinazioni si è raggiunta un’offerta superiore alla domanda, che peraltro è in contrazione. Senza dimenticare le restrizioni al credito e le lungaggini burocratiche». E’ anche per questo motivo che l’esordio di Hampton by Hilton nel Belpaese si farà attendere ancora un paio d’anni. Ciò nonostante, quello legato alla diffusione del

nuovo brand è il piano di maggior portata tra quelli in cantiere: «Vogliamo sviluppare il segmento della fascia economica, che per Hilton significa la categoria a tre stelle. Una fascia che registra una domanda in forte crescita, ma un’offerta non ancora adeguata. Soprattutto in Italia, dove il panorama alberghiero è molto frammentato e il cliente incappa spesso in brutte sorprese». Hampton, che nel Regno Unito conta due strutture già operative e cinque in rampa di lancio, dovrebbe sbarcare nella Capitale nel 2012. Poi si punterà ad una rapida espansione, la cui tabella di marcia sarà legata «alle tempistiche con cui si faranno avanti investitori e gestori d’albergo precisa Mantin - ma credo che l’Italia possa arrivare a contare 25 Hampton nel giro di dieci anni». Tutti alberghi rigorosamente di nuova costruzione: «Dovrà trattarsi di strutture con un’elevata efficienza gestionale, altrimenti il progetto non sarà sostenibile economicamente».

31


Quotidiano

18 febbraio 2010

www.travelquotidiano.com

Alberghi Oltre a The Hub, che debutterà in aprile, è prevista un’altra struttura nel capoluogo lombardo per il 2012

Concerto apre a Milano: turismo d’affari in pole di MARIA CARNIGLIA

“si èLaabbassata redditività ” Ivano Bencini Villa La Vedetta

32

FIRENZE - Concerto Fine Italian Hotels si espande puntando decisamente sul business travel. Ad aprile il gruppo inaugurerà The Hub, situato nel cuore del sistema espositivo e business di Milano mentre per il 2012 è prevista l’apertura di una nuova struttura, sempre a Milano, in via Melchiorre Gioia. The Hub dispone di 162 camere suddivise in diverse tipologie, tutte caratterizzate da materiali ricercati e funzionalità hi-tech. Un importante e moderno centro congressi composto da 9 sale, da 10 a 200 persone per una capacità totale di 600 persone, tutte dotate di attrezzature di ultima generazione e di un importante plus quale la luce naturale, arricchisce l’offerta dell’hotel. L’albergo dispone anche di eliporto e di un garage con capacità di oltre 100 posti auto, di

un gourmet restaurant e di un centro benessere, al livello del roof, con piscina, sauna, hammam, idromassaggio e area gym. La struttura che sarà pronta tra due anni conterà invece 350 camere. Per Concerto Hotels è ancora presto fare previsioni sul 2010. Il gruppo vuole sottolineare comunque che le perfor-

162

camere The Hub

mance del 2007 non siano nel breve replicabili e che per ritornare ai livelli del 2006 ci vorranno almeno due anni. «In generale si è registrato un abbassamento della redditività di tutti i prodotti/servizi venduti – spiega Ivano Bencini, direttore generale Concerto Hotels -. Abbassamento che, applicato indi-

350 camere nuovo hotel in apertura nel 2012

stintamente e senza un’analisi adeguata, ha scatenato un’ulteriore conseguenza: il consumatore finale ha iniziato ad apprendere che il valore estrinseco che ha sempre attribuito al “bene” dell’ospitalità non aveva in realtà delle basi certe, ha realizzato che soggiornare in una struttura eccellente con un servizio eccellente non comporta obbligatoriamente il doverla pagare altrettanto “eccellentemente”. Questo processo si è diffuso a tutti i livelli di clientela compresa quella abituale del lusso e a questo punto, anche volendo auspicare di ritenere conclusa la fase di “caduta” generata dalla crisi, non sarà facile convincere il consumer che il servizio dell’ospitalità “merita” una tariffa superiore a quelle Milano che ormai si è abituato a pagare».

Flessione generale dell’8%

Viva Wyndham archivia un 2009 soddisfacente SANTO DOMINGO Bilancio soddisfacente per Viva Wyndham Resorts: «Considerando la crisi economica mondiale e i problemi avuti in Messico a causa della febbre suina, possiamo ritenerci abbastanza soddisfatti del 2009, nonostante una flessione generale dell’8% ha dichiarato Giuliana Carniel, direttore marketing e vendite per l’Europa -. Guardiamo al 2010 con ottimismo e con la convinzione che un momento di difficoltà si possa trasformare in opportunità di miglioramento per l’azienda e dei servizi offerto ai nostri ospiti». Viva Wyndham è in Bit all’interno dello stand del ministero del turismo della Repubblica Dominicana (The World, padiglione 2, stand T10-U09).


Quotidiano

18 febbraio 2010

www.travelquotidiano.com

Mondo In Bit una folta rappresentanza

La Slovenia investe risorse sul turismo “verde” LUBIANA - (a.c.) La Slovenia ha concluso l’anno con un aumento degli ospiti italiani del 4% (oltre 360 mila), sia come arrivi sia come pernottamenti. Dati positivi dunque, che dovrebbero essere riconfermati anche nella nuova stagione. La vicinanza geografica e l’ottimo rapporto qualitàprezzo restano due fattori determinanti nella scelta della Slovenia. «La Slovenia - spiega Goradz Skrt, direttore dell’ente del turismo sloveno in Italia - ha scelto la propria strada verso un turismo ecosostenibile. Crediamo fortemente in questa decisione, dal momento che oltre il 60% del territorio risulta coperto da boschi. Sul mercato italiano partecipiamo a fiere di grandi e piccole dimensioni, sempre con i nostri partner. Da anni siamo ormai presenti sia alla Bit sia a Ttg».

L’ente si propone di spingere i segmenti legati alla famiglia e alle tradizioni locali

Non solo mare: per Cuba un futuro a tutta cultura 119.000 Visitatori italiani nel 2009

di ALBERTO CASPANI

L’AVANA - José Antonio Zerquera, direttore dell’ente del turismo di Cuba in Italia, ha le idee chiare sul futuro turistico dell’Isla Grande. Quali sono le novità di servizio e di prodotto per il 2010? «Nonostante Cuba possegga uno dei patrimoni storici e artistici più ricchi nel bacino caraibico, la sua immagine è ancora troppo vincolata alla sola offerta mare. Ecco perché intendiamo spingere con decisione sugli oltre 38 itinerari individuati sull’isola, valorizzando le tradizioni legate al tabacco e al rum, al patrimonio coloniale o al fascino della Ruta revolucionaria. Vorremmo creare una mag-

+10%

38

Crescita italiani attesa nel 2010 gior interconnessione fra le opportunità di visita, agganciando meglio le famiglie. Pensiamo ad esempio alle potenzialità riposte in iniziative come Turnat, il più importante meeting locale sull’ecoturismo, il campionato Fotosub per gli amanti degli scatti sott’acqua, o ancora il torneo di pesca Hernest Hemingway». Quale andamento mostra la meta e quali sono le previsioni di sviluppo

“la vetrina La Bit è per dialogare con il consumer

Josè Antonio Zerquera

Itinerari programmati per conoscere l’Isola per l'anno in corso? «Quest’anno prevediamo una crescita di circa il 10%, che permetterà di aumentare l’attuale volume di visitatori italiani a Cuba, assestatosi sulle 119 mila unità. Cuba è riuscita a superare senza gravi conseguenze una stagione difficile, riuscendo a crescere lievemente negli arrivi, a dispetto di quanto è capitato in molti casi alle altre isole del Caribe». Qual è la vostra strategia in merito alla Bit e alle fiere di settore? «La Bit è la nostra vetrina privilegiata per dialogare col consumer e, come intendiamo fare anche per le altre maggiori fiere di settore, la promozione tende a vertere più sui contenuti che sulle offerte. Oggi esistono molteplici possibi-

lità di raggiungere l’Isola; la nostra popolazione ha maturato grande affabilità con i turisti e forte è l’esigenza di conoscere dall’interno lo stile di vita dei cubani: un contatto diretto

Ungheria, Slovenia, Repubblica Ceca e Slovacchia danno vita a un evento promozionale congiunto

Un filo rosso per scoprire il meglio della Mitteleuropa Rafting sull’Isonzo

di ROBERTO SMANIO

MILANO - Quattro Paesi distinti, ma un filo rosso che li lega. Nel corso di due roadshow, svoltisi a Padova e a Milano, l’Ungheria, la Slovenia, la Repubblica Ceca e la Slovacchia hanno presentato la loro offerta turistica, sotto il comune cappello della destinazione “Mitteleuropa”. Si tratta di territori legati non solo dalla contiguità geografica ma anche da millenni di storia e di cultura. Nei quattro Paesi il turismo ha registrato in questi anni costanti trend di crescita ed è divenuto una componente rilevante dell’economia nazionale. Ecco, quindi, lo sforzo di promuovere ancora e al meglio le proprie attrattive sull’importante mercato italiano. Tra le proposte dell’Ungheria spicca la risonanza che l’anno in

Visitatori tricolore in aumento

Italiani in Grecia: +10% nel 2009 di MARCO DE ROSSI

34

Maribor

corso porta all’antica Pécs come “Capitale europea della cultura

2010”. Un’occasione per andare alla scoperta di questa bella città

I punti forti dei quattro Paesi UNGHERIA - Pecs capitale europea della cultura 2010 - Festival

REP. CECA - 12 siti Unesco

SLOVACCHIA - Bratislava e castelli

ATENE – La Grecia, nonostante la crisi, continua a essere una meta privilegiata dal turismo italiano, soprattutto nella stagione estiva. Tant’è che, secondo i dati della Banca d’Italia, da gennaio da ottobre 2009 l’outgoing verso la Grecia è aumentato del 10% rispetto allo stesso periodo del 2008, con un milione 268 mila viaggiatori contro un milione 156 mila e 11 milioni 586 mila pernottamenti contro 10 milioni 195 mila. Al contrario, probabilmente per la contrazione dei Italiani in Grecia prezzi dovuta alla gen. ott. 2009

1.268.000

SLOVENIA - Terme - Golf - Parchi naturali

e del suo patrimonio urbanisticoarchitettonico. Inoltre, da marzo a ottobre, non solo a Pécs ma anche in numerose altre località ungheresi si svolgeranno una grande quantità di festival di vario tipo. La Repubblica Ceca può puntare sui suoi 12 siti inseriti nella lista del patrimonio culturale mondiale dell’Unesco, mentre la Slovacchia richiama sempre più visitatori diretti alla sua capitale Bratislava, ancora non sufficientemente conosciuta e ai tantissimi castelli che punteggiano il territorio. Anche la nostra vicina Slovenia è una meta in crescita per il turismo italiano. Tra i punti forti della sua offerta ci sono l’eleganza e la vivacità di Lubiana, le terme e i campi da golf, i parchi naturali. Il piccolo Paese, con il 60% della superficie coperta da alberi, è il terzo più boscoso in Europa.

crisi, è scesa la spesa sostenuta, passando da 842 milioni di euro a 835. Per questo l’ente del turismo greco sta giocando di rimessa, aspettando l’uscita dal tunnel della crisi e operando con una strategia di investimenti e promozione più mirata verso singoli obiettivi. Fra i quali c’è quello di puntare sul turismo religioso, che negli ultimi anni ha subito in alcune nazioni europee un forte impulso e che presenta notevoli margini di sviluppo. Fra le regioni della Grecia più interessate a promuovere il turismo religioso c’è quella di Kavala, adesso raggiungibile molto più facilmente grazie all’apertura della nuova via Egnatia, l’asse autostradale che collega il porto di Igoumenitsa con il confine turco.

col folclore è il miglior investimento di fidelizzazione e passaparola, ragion per cui l’attività espositiva è stata pensata per restituire il calore della gente locale».

Dati 2009

Soddisfazione per i flussi verso il Perù LIMA - A conferma delle importanti attività svolte a livello mondiale da PromPerú, i dati relativi agli arrivi internazionali presso l’aeroporto internazionale Jorge Chávez di Lima confermano il deciso andamento positivo degli arrivi nel Paese nel corso del 2009. «Nonostante la crisi economica internazionale – afferma Rocio Florian, responsabile del mercato italiano di PromPerú – possiamo annunciare entusiasti che questa non sembra aver influenzato gli arrivi nel nostro Paese». Nel 2009 sono state un milione 249 mila le persone registrate in arrivo in Perù nel solo aeroporto Jorge Chávez, per un incremento complessivo del 3,6% rispetto al 2008, e un picco nel primo quadrimestre con un +7,7% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Per il 2010 ci si aspetta che i turisti totali in arrivo possano raggiungere le 2 milioni 200 mila unità.


Quotidiano

18 febbraio 2010

www.travelquotidiano.com

Mondo A margine dell’Actb, reso noto l’andamento degli arrivi turistici. Gli italiani in recupero dopo un 2008 in calo testi di CINZIA BERARDI

VIENNA - I turisti italiani sono tornati a preferire l'Austria. La tendenza verso mete vicine e una rinnovata attenzione al rapporto qualità-prezzo hanno favorito la ripresa della destinazione dopo un 2008 poco brillante, che si era chiuso con un calo di arrivi dal nostro Paese pari al 2,5%. Stavolta invece il bilancio torna positivo dell'1,3% superando la soglia dei tre milioni di pernottamenti. Ma le statistiche 2009 dell'incoming austriaco non sono una collezione di buone notizie come questa: a livello generale gli arrivi scendono dell'1% a 32,3 milioni, mentre i pernottamenti - pur raggiungendo la rispettabile cifra di 124 milioni - mostrano una flessione dell'1,9% sull'anno precedente. «Nel contesto di una crisi economica mondiale molto pesante, questi risultati dimostrano la sostanziale tenuta del Paese sul mercato turistico - ha sottolineato Petra Stolba, direttore generale dell'ente del turismo austriaco - dovuta anche a una domanda interna cresciuta dell’1,6%. La campagna promozionale lanciata l’anno scorso per convin-

32,3 mln Arrivi internazionali nel 2009

+1,3%

-1% Calo arrivi

Arrivi italiani nel 2009

nel 2009

Austria in tenuta grazie ai flussi interni al Paese “dellaLa fiera prossima edizione sarà nel 2012 Petra Stolba cere gli austriaci a preferire le vacanze nel proprio Paese ha dato buoni risultati

e per questo proseguirà anche nel 2010 con una serie di spot in onda sulle reti nazionali». Inaugurando l’Actb di Vienna, la fiera dell'incoming austriaco che ha accolto 512 aziende e quasi 900 tra

Promozione & marketing VIENNA - Nel 2010 il budget a disposizione dell'ente rimarrà invariato a circa 52 milioni di euro, da impiegare tra l'altro per sostenere le attività di marketing delle 30 sedi operative su 40 mercati. Tra le iniziative, una campagna pubblicitaria sul canale Eurosport, che durante le olimpiadi di Vancouver (12-28 febbraio) trasmette, anche nella versione inglese e francese, gli stessi spot utilizzati per il mercato domestico, che hanno per tema lo sci, lo snowboarding e il pattinaggio su ghiaccio.

buyer e giornalisti, la Stolba ha annunciato due importanti appuntamenti: il primo con il 150° anniversario della nascita di Gustav Mahler, che verrà celebrato con una mostra e una serie di concerti a Vienna, Klagenfurt e sul lago Attersee; il secondo con il prodotto montagna declinato in tutte le sue forme a Innsbruck, nel corso della manifestazione The Alps in programma il 13 e 14 settembre. Per l'edizione successiva dell'Actb, che anche quest'anno comprendeva un settore dedicato a Ungheria, Slovacchia, Repubblica Ceca e Slovenia, si dovrà invece attendere il 2012. «Con la diffusione di in-

ternet sono profondamente cambiate sia la vendita dei prodotti turistici sia la ricerca di informazioni - ha spiegato la Stolba - e noi come ente nazionale dobbiamo adeguarci. Da un'inchiesta tra i partecipanti alle fiere abbiamo tratto le prime indicazioni: ad esempio l'opportunità di una cadenza biennale e di una formula rinnovata per Actb. «Il tema centrale resterà sempre la vendita, ma i criteri di qualità verranno ridefiniti sia sul versante dell'offerta sia su quello della domanda, in base a uno studio che affideremo all'università di San Gallo, anche per poter definire le strategie di vendita sui vari mercati».

L’ente prevede di chiudere il 2009 a 8,7 milioni di turisti

Il Marocco investe sul balneare di ALBERTO CASPANI

RABAT - Jazia Santissi, direttrice dell’ente del turismo del Marocco in Italia, commenta prospettive e risultati dei flussi turistici verso il Paese maghrebino. Quali sono le novità di servizio e di prodotto per il 2010? «Le recenti aperture delle stazioni balneari di Saidia e Mazagan hanno riscosso ampi consensi nel 2009, ma necessitano di un forte consolidamento. Ecco perché l’attuale stagione farà leva sulle opportunità balneari del Marocco, proponendole non solo come estensione di pochi giorni ai tour classici, ma come veri e propri pacchetti di soggiorno. Mazagan ha aperto di fatto all’esplorazione del litorale sud del Paese, oggi ancora appannaggio del solo turismo interno, nonostante l’enorme patrimonio storico legato al periodo coloniale portoghese e spagnolo». Quale andamento mostra la destinazione e quali sono le previsioni di sviluppo per l'anno in corso? «Abbiamo chiuso il 2009 con 185 mila arrivi italiani, pari a un più 10%, confermando in generale

36

8,7 mln Turisti registrati nel 2009

185.000

Arrivi italiani nel 2009

“ L’attuale +10% stagione farà Incremento italiani leva sulle nuove opportunità balneari

Jazia Santissi

un trend positivo: le aspettative di chiusura puntano alla registrazione di ben 8,7 milioni di turisti. L’Italia risulta dunque un mercato strategico di riferimento, grazie anche al fatto che gli operatori attivi sulla nostra destinazione sono saliti a quasi un centinaio. I maggiori investimenti saranno orientati al completamento entro il 2011 di altre stazioni balneari del Plan Azur, mentre continuerà l’innalza-

nel 2009

mento dell’offerta ricettiva di Marrakech per consolidarla quale meta da city-break». Qual è la vostra strategia in merito alla Bit e alle altre fiere di settore? «Consideriamo le fiere, e in particolar modo la Bit, un’opportunità di confronto su più piani contemporaneamente, la miglior piattaforma di scambio nel rapporto domanda-offerta. Senza questa interazione, non riusciremmo a conferire la giusta efficacia né ai road show, né agli eductour. Per noi sono dunque eventi essenziali, attraverso i quali cerchiamo di raccogliere input di programmazione».


Quotidiano

18 febbraio 2010

www.travelquotidiano.com

Mondo Arte, cultura e architettura sono i temi sui quali l’ente punta quest’anno per mantenere le posizioni

Svizzera Turismo affila le armi per il 2010 -7%

di PAOLA CAMERA

BERNA - Tiziano Pelli, direttore di Svizzera Turismo per l’Italia, anticipa le strategie dell’ente del turismo per il futuro. Quali le principali novità per il 2010? «Alla Bit partecipano otto diverse entità della Svizzera: Ticino, Vallese, Engadina, Ferrovie, Zurigo, Lucerna, Val Poschiavo, Val Bregaglia. Ognuna presenta le sue novità. Tutte le c i t t à stanno

comunque puntando sui ponti primaverili, mentre le regioni spingono il turismo legato allo sci e anticipano già in fiera le novità per l’estate. Svizzera Turismo presenta il nuovo stand e un nuovo modo di far parlare le immagini. L’attività promozionale seguirà tre grandi temi: arte, cultura e architettura (in programma tre grandi mostre). Pronta per l’estate la nuova brochure; il tema sarà “l'anno dell'escursionismo” e anche il giubileo del Trenino Rosso». Quali le previsioni per il 2010 e come è iniziato l'anno? «L’inverno 2008-2009 si

per riunire tutti i professionisti del settore turistico e produrre contatti

Tiziano Pelli

Il Québec premiato dall’autunno MONTREAL - Josée Simoneau, che ha preso il posto dell’uscente Raynald Paquet, partecipa per la prima volta alla Bit in qualità di rappresentante per il Québec sul mercato italiano. «Iniziamo il 2010 con un risultato piuttosto positivo per il Québec - afferma la Simoneau-. Dopo un’estate incerta, la ripresa si è notata in autunno. Una destagionalizzazione dei flussi che non ci aspettavamo». Gli ultimi dati disponibili, risalenti al settembre 2009, segnano un rialzo (+4,02%) rispetto allo stesso mese nell’anno precedente, per un totale di 2 mila 639 arrivi diretti dall’Italia, che lasciano stimare una chiusura del 2009 con un totale di oltre 47 mila ingressi dall’Italia, contro i 46 mila 582 dell’anno precedente.

38

Calo entrate turistiche 2009

nel 2009

“un’occasione Le fiere sono

Ripresa

-4%

-3% Calo arrivi

Flessione arrivi inverno 2008-09

è concluso con una flessione del 7%, l’anno trascorso con un calo del 3% in termini di visitatori. Siamo comunque abbastanza contenti del numero di pernottamenti raggiunto nel 2009. Nel 2008 sono stati numerosi gli italiani che hanno scelto la destinazione in virtù degli Europei e comunque l’estate si è conclusa in pareggio. Senza contare giugno 2009, tutti i mesi estivi hanno mo-

strato un aumento dei pernottamenti rispetto all'anno precedente. La conclusione è che durante una crisi la gente sceglie dei soggiorni meno lunghi e opta perciò per destinazioni vicine. La Svizzera ha approfittato della vicinanza all’Italia e della sua forte presenza in Lombardia. Abbiamo aumentato il budget promozionale per spingere offerte concrete e organizzato un railshow di

dieci giorni nel mese di giugno. Le previsioni per il 2010 sono perciò positive; ci attendiamo una certa stabilità». Le fiere di settore: pro e contro... «Partecipiamo alla Bit. Le fiere sono un’occasione per riunire tutti i professionisti del settore e produrre buoni contatti. Di contro, la spesa è eccessiva rispetto alla riduzione dell'importanza attuale delle fiere».

Più flussi verso il Paese

Armenia più vicina con i voli Air Italy e Armavia YEREVAN - L’ente del turismo armeno è presente alla Bit attraverso la sua rappresentante in Italia, Nadia Pasqual, che incontra la stampa e gli operatori per fornire informazioni, notizie e materiali promozionali. Le principali novità riguardano i due voli diretti operati da Armavia e Air Italy lanciati nel 2009, che sono stati rinforzati con più partenze settimanali per tutto il 2010 e permettono di raggiungere l’Armenia in meno di 4 ore di volo nonstop. Le tariffe più convenienti dei voli diretti rispondono inoltre all’esigenza di contenere i costi di una destinazione medio raggio in un periodo di crisi come l’attuale. Armavia, la compagnia di bandiera armena rappresentata in Italia da Urartu Travel di Roma, collega Roma a Yerevan una volta la settimana nel periodo invernale, ma i voli di linea diventano due da metà marzo e tre dalla fine di marzo. A partire dal 2 aprile, Air Italy collegherà Verona a Yerevan due volte la settimana, il martedì e il venerdì.

Dopo un 2009 in tenuta grazie ai turisti dal Nordamerica, dal mese di dicembre il trend migliora

La Repubblica Dominicana torna a crescere SANTO DOMINGO - Gli arrivi 2009 in Repubblica Dominicana confermano un Paese in buona tenuta, anche se l’Europa registra numeri in calo: i dati globali mostrano comunque un lieve incremento totale, pari allo 0,36%. Il ministero del turismo mette l’accento sul potenziamento e il miglioramento dell’offerta alberghiera e delle infrastrutture. Il 2009 ha visto un notevole impulso all’ampliamento della capacità ricet-

Repubblica Dominicana Arrivi di turisti nei mesi gennaio-dicembre 2009 2008

2009

Diff.09-08

Var.%

TOTALE

4.398.743

4.414.756

16.013

0,36 +0

America del Nord Stati Uniti Canada Messico

1.751.945 1.091.813 634.937 25.195

1.814.612 1.148.533 646.285 19.794

62.667 56.720 11.348 -5.401

+33 , 5 8 +5,20 +1,79 -21,44

Europa Francia Spagna Inghilterra Germania Italia Olanda Belgio Svizzera

1.353.230 291.466 239.493 216.130 207.893 133.319 58.128 43.313 32.943

1.245.925 259.319 230.593 183.186 179.180 121.317 49.538 37.938 28.724

-107.305 -32.147 -8.900 -32.944 -28.713 -12.002 -8.590 -5.375 -4.219

-7,93 -11,03 -3,72 -15,24 -13,81 -9,00 -14,78 -12,41 -12,81

I dati si riferiscono ai soli arrivi per via aerea tiva: il Paese conta attualmente un totale di circa 70 mila camere, alle quali se ne sono aggiunte altre 35 mila realizzate nel corso del 2009. Nel 2009 i turi-

sti che hanno scelto la Repubblica Dominicana come destinazione di vacanza sono stati a livello globale 4 milioni 414 mila 756. Di questi gli eu-

ropei sono stati un milione 245 mila 925 e in particolare gli italiani 121 mila 317. Malgrado un 2009 difficoltoso per il turismo in generale, il nu-

mero degli arrivi di turisti da tutto il mondo è aumentato di oltre 16 mila unità, pari allo 0,36% (dato gennaio-dicembre 2009 su 2008). Un dato che conferma la tenuta della destinazione, grazie soprattutto agli arrivi provenienti dall’America del Nord: Stati Uniti e Canada in testa, rispettivamente con un +5,2% e un +1,79%. Gli arrivi dall’Europa registrano una flessione pari al 7,93%: tra i Paesi che hanno avuto i cali maggiori, la Francia con un 11,3%, la Germania (13,81%) e l’Inghilterra (15,24%). «Nonostante nel 2009 il turismo abbia sofferto per la crisi internazionale - ha commentato Neyda Garcia, direttrice dell’ente del turismo della Repubblica Dominicana in Italia - i dati positivi di dicembre indicano un’inversione di tendenza e ci lasciano ben sperare».



Travel Quotidiano 18/02/2010