Page 1

ANNO XXIII - N. 5 26 GENNAIO 2011

PREZZO PER COPIA EURO 0,10

GIORNALE DI INTERESSE PROFESSIONALE PER IL TURISMO - POSTE ITALIANE SPA - SPED.

Programmazione ampliata per Quiiky

Programmazione ampliata e sito sempre più visitato: Quiiky apre il 2011 all’insegna della crescita. A PAGINA 4

IN

ABB. POST. D.L. 353/2003 (CONV.

Ars Hotels sul segmento famiglia

IN

L. 27.02.2004, N° 46), ART. 1,

Ars Hotels sposta il mirino sul segmento famiglia e progetta iniziative dedicate ai mercati di nicchia. A PAGINA 6

Stima di crescita per il 2011: 4-5%. Quella del 2010 è arrivata a circa il 7%

La ripresa c’è, ma è lenta Allarme dell’industria turistica per l’elevato tasso di disoccupazione MADRID - Il 2011 sarà un anno di crescita, anche se più lento del 2010. L’Unwto segnala nelle sue previsioni per l’anno da poco cominciato una crescita degli arrivi turistici internazionali compresa tra il 4 e il 5%, contro quella di quasi il 7% relativa al 2010, per un totale di 935 milioni di turisti. A preoccupare i protagonisti dell’industria turistica l’elevato tasso di disoccupazione. Il recupero stimato è infatti ancora troppo debole per pensare ad una compensazione tangibile

Renato Scaffidi

delle perdite di lavoro registrate negli ultimi anni. «L’Unwto continuerà a mettere in guardia i governi sul fatto che le tasse influenzano seriamente la capacità del turismo di stimolare nuovi posti di lavoro e crescita economica, impattando negativamente le stesse economie e lo sviluppo di quelle emergenti» ha sottolineato il segretario generale Taleb Rifai. Nel 2010, l’Europa ha fatto registrare il tasso di crescita più basso rispetto al resto del mondo. A PAGINA 2

“a mettere Continuiamo in guardia

La scommessa scandinava

i governi sul fatto che le tasse influenzano il lavoro

COPENAGHEN – Sviluppo dei collegamenti low cost e maggiore informazione online dovrebbero favorire la crescita dei viaggi in Scandinavia. «Danimarca, Norvegia, Svezia e Islanda hanno beneficiato delle evoluzioni del mercato ha spiegato Francesca D’Angella, dello Iulm di Milano -. Inoltre, la contrazione dei viaggi a medio-lungo raggio dovrebbe favorire la riscoperta di mete finora percepite finora come costose». A PAGINA 7

Taleb Rifai

Marevero, un bilancio positivo

In aumento i ricavi di Air Europa

SHARM EL SHEIKH – A meno di un anno dall’inaugurazione, Marevero traccia un bilancio positivo dei primi dieci mesi di attività e presenta le novità per il 2011 durante la convention di Sharm El Sheikh. A PAGINA 4

ROMA – Crescita a doppia cifra per Air Europa sul mercato italiano nel 2010 «con ricavi a +30%» dice il direttore per l’Italia Robert Ajtai. E il 2011 porterà un nuovo aumento della capacità offerta. A PAGINA 5

COMMA

1, CNS/AC-ROMA

Privilegi Il decreto sul federalismo prevede che gli alberghi cattolici non paghino l’Imu, la tassa comunale sugli immobili. Mi chiedo: perché gli alberghi “laici” sono così tartassati e quelli cattolici no?

Star Alliance investe su Rtw e agenzie MILANO – Star Alliance accende i riflettori sul prodotto Round the world. Sul mercato italiano l’alleanza punta ad aumentare le vendite del 15% nel 2011. Questo grazie anche alle nuove funzionalità del motore “Book and Fly”: tutti gli agenti di viaggio che dispongono di un terminale Amadeus possono quotare automaticamente le tariffe Rtw con il sistema di Autopricing «evitando tutti i potenziali rischi di errore nella creazione di itinerari e nell’esatta definizione delle tariffe» spiega Luca Graf, country manager Italia Star Alliance. A PAGINA 5

Robert Ajtai

Slovenia: Enac: regole buono il trend più rigide per l’handling per gli italiani ROMA - L’Enac ha introdotto un nuovo regolamento per gli handler aeroportuali. Si tratta di regole più rigide, che contribuiranno ad una maggiore selezione dell'ingresso al mercato dell'assistenza a terra. Tra le novità: criteri più stringenti per la certificazione e l'accesso al mercato dei prestatori di servizi di assistenza a terra. Ma anche maggior rigore per le società di handling che vorranno operare su aeroporti con traffico superiore ai 5 milioni di passeggeri l'anno. Queste dovranno dimostrare di possedere un’esperienza consolidata di almeno tre anni di attività nel settore.

Gorazd Skrt

LUBIANA – Continua il positivo trend di afflussi turistici italiani in Slovenia: nei primi sei mesi del 2010 le presenze sono aumentate del 3% e «le prospettive 2011 sono ancora migliori» spiega Gorazd Skrt. A PAGINA 7

1


Quotidiano

26 gennaio 2011

www.travelquotidiano.com

In primo piano «La grande sfida è di consolidare questo sviluppo malgrado il contesto economico ancora incerto»

Scenari futuri

Arrivi di turisti internazionali per regione Mondo Economie avanzate Economie emergenti Per regioni UNWTO EUROPA Nord Europa Ovest Europa Centro est Europa Sud Europa ASIA E PACIFICO Nord est Asia Sud est Asia MADRID - (ma.c.) Un 2011 nel segno della ripresa, anche se ad un ritmo più lento rispetto all’anno precedente. L’Unwto segnala nelle sue previsioni per l’anno da poco cominciato una crescita degli arrivi turistici internazionali compresa tra il 4 e il 5%, contro quella di quasi il 7% relativa al 2010, per un totale di 935 milioni di turisti. A preoccupare i protagonisti dell’industria turistica l’elevato tasso di disoccupazione, che secondo l’Unwto rimarrà uno dei pro-

2008

2009

913 489 424

877 468 409

Anno 2010 milioni 935 493 442

480,8 56,4 153,2 100,0 172,2 184,1 101,0 61,8

456,9 53,4 148,6 89,9 165,1 181,0 98,1 62,1

471,5 53,3 156,1 93,7 168,4 203,8 111,7 69,6

share 2010 % 100 52,2 47,3

50,4 5,7 16,7 10,0 18,0 21,8 11,9 7,4

-4,0 -4,3 -3,5

differenza 10-09 % 6,7 5,3 8,2

-5,0 -5,5 -3,0 -10,1 -3,5 -1,7 -2,9 0,5

3,2 -0,1 5,1 4,2 2,0 12,6 13,9 12,1

09-08

Oceania Sud Asia AMERICHE Nord America Caraibi Centro America Sud America AFRICA Nord Africa Africa sudsahariana MEDIO ORIENTE

2009

11,1 10,3 147,8 97,7 20,1 8,2 21,8 44,4 17,1 27,2 55,9

10,9 9,9 140,5 92,1 19,5 7,6 21,3 45,8 17,6 28,2 52,7

share 2010 % 1,2 1,2 16,2 10,6 2,2 0,9 2,5 5,2 2,0 3,2 6,4

09-08 -1,6 -3,4 -4,9 -5,8 -2,8 -7,4 -2,3 3,2 2,5 3,6 -5,7

differenza 10-09 % 6,0 10,1 7,7 7,8 3,9 8,3 10,4 6,4 5,8 6,9 13,9

fonte: World Tourism Organization (UNWTO)

Unwto: la ripresa c’è, ma più lenta del 2010 STIMA DI CRESCITA: 4-5%. LO SCORSO ANNO SI È ARRIVATI AL 7% b l e m i principali a n c h e q u e st’anno: il recupero stimato è infatti an-

cora troppo debole per pensare ad una compensazione tangibile delle perdite di lavoro registrate negli ultimi anni. Inoltre le ultime tendenze ad introdurre e aumentare le tasse sui viaggi quale modo per “supportare” i conti pubblici rappresenta un’ulteriore sfida per il settore. «Pur compren-

dendo le necessità di ritorno fiscale dei governi, l’Unwto continuerà a mettere in guardia gli stessi sul fatto che le tasse influenzano seriamente la capacità del turismo di stimolare nuovi posti di lavoro e crescita economica, impattando negativamente le stesse economie e lo sviluppo d i

“ Buoni i risultati dei paesi emergenti, che confidano proprio sul turismo per la creazione di nuovi impieghi e maggiori introiti Taleb Rifai

Sei importanti t.o. italiani hanno aderito al nuovo progetto

Parte l’operazione Vacanze BancoPosta

Quotidiano www.travelquotidiano.com

TRAVEL AGENT BOOK S.r.l.

ROMA - Al via da fine gennaio l’operazione Vacanze BancoPosta, di cui è allegato al nostro giornale un depliant esplicativo, con le offerte di sette importanti tour operator che, tramite le agenzie di viaggio, saranno proposte a circa sei milioni di correntisti. Nasce con questo obiettivo, da un progetto di &Company (società che fa capo alla Upteam Holding Spa), l’iniziativa Vacanze Banco Posta che partirà da metà gennaio, in co-marketing con Banco Posta e sette importanti tour operator italiani. Valtur, Msc, Travelplan, I Viaggi del Delfino, King Holidays, Viaggi Preziosi ed Ota Viaggi, hanno messo a punto una serie di proposte ad hoc con offerte particolarmente vantaggiose per i possessori di carta Postamat. La selezione dei tour operator è stata fatta secondo un criterio preciso: «Ognuno di essi propone prodotti diversi in grado di soddisfare target differenti», dice Riccardo Potenza, direttore distribuzione turismo multicanale di &Company, che aggiunge, «In un momento di difficile congiuntura economica, l’operazione Vacanze BancoPosta può dare un interessante contributo al settore del turismo». «Siamo contenti di condividere questa nuova e vantaggiosa iniziativa, che mettiamo a disposi-

Direttore responsabile GIUSEPPE ALOE Direttore editoriale DANIELA BATTAGLIONI

2

2008

Anno 2010 milioni 11,6 10,9 151,2 99,2 20,3 8,3 23,5 48,7 18,6 30,1 60,0

Autorizzazione del Tribunale di Milano 793 del 30.11.1991 Spedizione in abb. postale (Pubblicità 45%)

DIREZIONE E REDAZIONE Via Merlo 1 - 20122 MILANO tel. 02/76316846 (r.a.) fax 02/76013193 AMMINISTRAZIONE ABBONAMENTI, REDAZIONE ROMANA Via La Spezia, 35 - 00182 ROMA tel. 06/70476418 fax 06/77200983

TARIFFE ABBONAMENTI ANNUALI: ITALIA 50,00 - ESTERO 90,00 EURO VERSAM. SU C/C POSTALE N. 85638005 - ROMA CAUSALE DEL VERSAMENTO: «ABBONAMENTO A TRAVEL QUOTIDIANO»

Stampa Comunicare Srl Piazza Dalmazia, 6 - 0511 Terni

quelle emergenti» ha sottolineato il segretario generale Taleb Rifai. Tornando alle cifre del 2010, va detto che il risultato finale dell’anno ha segnato una siginificativa ripresa sul 2009 che con un meno 4% era stato il periodo più pesantemente segnato dalle 0conseguenze della crisi economica globale. Ripresa caratterizzata da diverse velocità e fortemente trainata dalle economie emergenti. Una ripresa decisa rispetto all’ultima frazione del 2008 e all’intero 2009 interessati dalla crisi, con i 935 milioni di turisti che rappresentano 58 milioni in più sul 2009 e 22 in più rispetto al picco pre-crisi del 2008 (913 milioni di arrivi). La velocità di recupero diverse, ribadisce l’Unwto, più contenuta nei mercati

dalle economie avanzate (+5%) e più marcata in quelle emergenti (+8%) è riflesso della situazione dell’economia globale e questo trend sarà caratterizzerà anche il 2011 e il prossimo futuro. «Questa ripresa a livello internazionale del turismo – ha commentato Rifai – rappresenta una buona notizia soprattutto per i paesi in via di sviluppo che confidano proprio sul settore turistico per la creazione di nuovi impieghi e maggiori introiti. La sfida odierna è quella di consolidare questa ripresa nei prossimi anni malgrado un contesto economico tuttora incerto». Il podio per la regione a maggiore e più rapida crescita nel 2010 spetta all’Asia con un +13% di arrivi internazionali che hanno raggiunto la quota

zione dei nostri clienti, con partner altamente qualificati» sottolinea Luca Leoni responsabile marketing Intelligence BancoPosta, che precisa: «Vacanze Banco Posta rientra nel più ampio programma di marketing Sconti BancoPosta messo a punto per incentivare l’utilizzo delle carte di pagamento». L’operazione, che nasce nel rispetto di tutti i protagonisti della vacanza, non solo non scontenta nessuno ma porta vantaggi ad operatori, agenzie di viaggi e ai clienti di BancoPosta che, in possesso della Carta Postamat o di un Buono Vacanza BancoPosta (con codice PIN personale), possono ottenere sconti esclusivi presentandosi in una qualunque agenzia di viaggi. Da fine gennaio i correntisti di BancoPosta riceveranno al proprio domicilio l’informazione promozionale con i pacchetti vacanza e le agevolazioni riconosciute dai vari operatori. Le offerte si rinnoveranno ogni trimestre. Per la prenotazione, poi, l’agente di viaggio che vedrà come sempre riconosciuta dall’operatore la sua solita commissione sulla vendita, si dovrà collegare ad un apposito sito internet che sarà online da fine gennaio ed inserire i dati del cliente nell’apposita area riservata.

Concessionaria di Pubblicità Network & Comunication srl via La Spezia 35 - 00182 ROMA Tel. +39 06.70476418 Fax +39 06.77200983 Area manager centro sud Italia: Olga Vaglio info@travelquotidiano.com Uffici Milano tel. +39 02.76316846 - fax +39 02.76013193 Direttore commerciale: Marco Ferri marco.ferri@travelquotidiano.com 334.6288424

internet a questo indirizzo http ://www.travelquotidiano.com E-MAIL: info @travelquotidiano.com redazionemilano@travelquotidiano.com redazioneroma@travelquotidiano.com


Quotidiano www.travelquotidiano.com

26 gennaio 2011

In primo piano Confrontando i dati si evince che solo l’Europa ha fatto registrare numeri inferiori alla media mondiale +17% Principali mercati Cina +26% in termini di spesa Russia turistica all’estero Arabia Saudita +28% Brasile

record di 204 milioni, contro i 181 milioni del 2009. L’Africa (+6% per complessivi 49 milioni di arrivi) era stata l’unica area a registrare risultati positivi anche nel 2009 e ha mantenuto lo stesso tasso di incremento anche nel 2010, beneficiando di un progressivo dinamismo economico e della presenza di eventi di grande richiamo, come i campionati mondiali di calcio in Sudafrica. Crescita a doppia cifra anche per il Medio Oriente, che con un +14% e 60 milioni di arrivi ha visto quasi tutti i singoli Paesi segnare incrementi di oltre il 10%. L’incremento di soli 3 punti percentuali messo a segno dall’Europa (471 milioni di arrivi) è conseguenza delle difficoltà causate dall’eruzione del vulcano Eyjafjallajokull e dai relativi problemi di spostamenti in tutta l’area interessata dall’evento. Benché alcuni paesi abbiano ottenuto risultati superiori alla media e la seconda parte dell’anno sia stata nettamente migliore, le perdite del 2009 non sono state ancora compensate. Le Americhe sono tornate in corsa con un +8% (151 milioni) e la ritrovata crescita economica degli Stati Uniti ha contribuito al risultato globale così come la vitalità delle economie dell’America Latina. E l’incremento in Sudamerica ha toccato il 10%. All’interno delle macro-regioni si evidenzia ulteriormente questa diversa velocità di ripresa. Ad esempio l’Africa nord e sub-sahariana e il Sud-est asiatico non hanno subito pesantemente le conseguenze della crisi ed hanno continuato a crescere sia nel 2009 sia nel 2010. D’altra parte i Caraibi e l’America centrale sono tornati ai livelli del 2008, mentre l’Europa centrale e orientale, così come quella meridionale e mediterranea hanno riportato crescite insufficienti a recuperare le perdite dei flussi turistici del 2009. Da segnalare, infine, il risultato negativo dell’Europa settentrionale. Gli introiti derivanti dal turismo internazionale continuano ad “arrancare” dietro alla crescita degli arrivi. Tra i principali mercati in termini di spesa turistica all’estero sono sempre le economie emergenti a primeggiare: Cina (+17%), Russia (+26%), Arabia Saudita (+28%) e Brasile (+52%). Tra i mercati tradizionali segnano una ripresa più decisa Australia (+9%), Canada (+8%), Giappone (+7%) e Francia (+4%); crescite più

+52%

moderate invece per Stati Uniti, Germania e Italia (+2%). Per contro le spese all’estero provenienti dal Regno Unito sono diminuite ancora del 4% nel 2010.

Australia

Mercati Canada tradizionali

«Il turismo, ancora una volta, ha dato prova di essere un comparto dalle grandi capacità di ripresa – ha dichiarato Rifai -. Malgrado ciò dobbiamo lavorare ancora meglio e

Giappone Francia

sempre più alacremente per una maggiore integrazione tra tutti i player della filiera turistica in modo tale da aumentare la competitività e rispondere in maniera efficace a sfide

+9% +8% +7% +4%

Stati Uniti Germania Italia Regno Unito

quali quelle derivate dalla chiusura dello spazio aereo europeo lo scorso aprile». Complessivamente gli oltre 300 esponenti di tutto il mondo che costitui-

+2% +2% +2% -4%

scono l’Unwto “Panel of Experts” hanno valutato positivamente la performance generale del 2010 e, anzi, con un risultato finale ben oltre le aspettative di inizio anno.

3


Quotidiano

26 gennaio 2011

www.travelquotidiano.com

Operatori Nei primi dieci mesi di attività il t.o. ha trasportato oltre 35 mila passeggeri. Collaborazione con 2 mila 240 adv testi e foto di MAURIZIO PRINCIPATO

SHARM EL SHEIKH Dopo i primi dieci mesi di attività - marzo/dicembre 2010 - Marevero porta a casa un risultato di tutto rispetto: 35 mila 400 passeggeri traasportati (così ripartiti: 30% mar Rosso, 27% Baleari, 10% Tunisia, 10% Grecia e 23% in altre destinazioni) e 2 mila 240 agenzie italiane con le quali ha collaborato (90% Nord, 10% Centro-sud)». Per la sua seconda stagione estiva, Marevero presenta numerose novità di prodotto racchiuse in sei cataloghi monografici, in affiancamento ai cataloghi consolidati come I Marevero Club, Il benessere e I mari tropicali. I nuovi cataloghi monografici riguardano Sardegna, Croazia, Corsica, isole Baleari, Grecia, mar Rosso. In aggiunta, Marevero introduce un’anteprima assoluta: il nuovo catalogo Marevero for family, contenente le proposte estive pensate appositamente per le famiglie con bambini e costruite all’insegna del “prezzo finito, tutto incluso”. E’ già passato un anno da quel gennaio 2010 in cui Renato Scaffidi, Davide Prella, Paolo Demuru e Massimo Passalacqua (rispettivamente direttore ge-

Focus sul 2011: i punti forti dell’offerta

Sei nuovi cataloghi monografici: Sardegna 50 strutture Croazia 90 strutture Corsica 85 strutture Isole Baleari 49 strutture Grecia 58 strutture Mar Rosso 12 strutture

Nuovo catalogo Marevero for Family, contenente le proposte estive pensate appositamente per le famiglie con bambini e costruite all’insegna del “prezzo finito”, tutto incluso

Mission di Marevero: offrire ai propri clienti una “vacanza mare” di buon livello, all’insegna di valori certi: - eccellenza del servizio - elevata qualità delle strutture - bellezza del paesaggio - sicurezza, competenza - trasparenza dell’offerta

Marevero archivia un bilancio positivo Qualità al centro

Davide Prella, Renato Scaffidi, Paolo Demuru

“unTutto il team di Marevero ha unico obiettivo: la qualità totale ” Renato Scaffidi nerale, direttore prodotto, contract manager e diret-

tore operativo) inauguravano personalmente gli uf-

SHARM EL SHEIKH - «Tutto il team di Marevero ha un unico obiettivo: la qualità totale - ha dichiarato Renato Scaffidi, che ha aggiunto -; molti elementi concorrono al raggiungimento di questo ambizioso obiettivo, a partire da un’ottima struttura ricettiva, come gli hotel Iberostar a Cuba e in Messico. Il Reef Oasis Resort a Sharm El Sheikh è poi collocato in un luogo di pregio, immerso nella natura rigogliosa e incontaminata, con belle spiagge facilmente accessibili, il tutto in un ambiente confortevole e accogliente sotto ogni profilo». Per quanto riguarda il rapporto di Marevero con le agenzie? «Lavoriamo al meglio sia con le singole agenzie sia con i network, attivando proficui meccanismi di partnership conclude Scaffidi -. Da parte nostra, assicuriamo coerenza; per questa ragione non svendiamo mai i nostri prodotti. La qualità, ancora una volta, viene prima di tutto». fici milanesi di Marevero, che sin dal debutto ha po-

tuto contare sul supporto di un socio finanziario

Alessio Virgili presenta le proposte a medio e lungo raggio dedicate al target gay&lesbian

Quiiky: passi da gigante sul web e nella programmazione di MONICA LISI

ROMA - Un gay travel magazine, ricco di informazioni dettagliate e suggerimenti per il target di viaggiatori gay&lesbian. Così si presenta il catalogo firmato Quiiky, strumento per le 3 mila adv contrattualizzate in Italia, che consiglia al viaggiatore pacchetti vacanza nelle migliori destinazioni gay friendly di medio e lungo raggio. Nel dettaglio, sono 50 le località proposte, in cui lavorano più di 20 corrispondenti Quiiky in tutto il mondo. «Il catalogo è uno mezzo informativo e formativo per gli agenti, perché per ogni meta di viaggio dedica un focus alla vita gay della destinazione - spiega Alessio Virgili, direttore e fondatore di Quiiky -. Stiamo pianificando eventi di formazione per incontrare quegli agenti di viag-

Aumento del 25% da gennaio a settembre 2010

Numeri in ripresa per Azeta Viaggi

4

gio italiani che desiderano specializzarsi in questa nicchia di mercato». Incontri possibili anche grazie all’appoggio di associazioni di categoria ed enti del turismo esteri (Quiiky è membro di Confindustria Assotravel, Iglta, Visit Usa, Aitgl). Tra le mete di punta, spicca certamente Gran Canaria, «una destinazione in cui il tempo è bello tutto l’anno e in cui il turismo gay rientra nella normalità». In vetta alle richieste, anche mete a lungo raggio come Israele, un Paese spesso difficile da vendere ma multietnico e molto dinamico; a questo si aggiungono

Philadelphia e San Francisco, in cui l’operatore, in collaborazione con gli enti del turismo e la compagnia aerea Us Airways, ha organizzato il primo fam trip

“ Gran Canaria e Israele fra le mete più gettonate ” Alessio Virgili

GENOVA - (m.ca.) La ripresa attesa dall’inizio dell’anno si è finalmente materializzata. Azeta Viaggi registra nei primi nove mesi del 2010 un incremento del 25%, ma considerato il fatto che gli ultimi tre mesi rappresentano l’alta stagione per destinazioni come Argentina e Cile, c’è da attendersi un’ulteriore crescita. «Da una parte è tangibile un evidente ottimismo spiega Antonella Sechi, direttore commerciale - e dall’altra i ricavi sono in aumento in quanto il prodotto attira un target medio alto». Il target dei viaggi di nozze tiene bene: gli sposi puntano sempre di più su viaggi che includono non solo il mare ma anche tour più impegnativi. Anche la domanda di incentive cresce. La programmazione Azeta Viaggi, dall’Argentina alla Patagonia fino a Namibia- Sudafrica, viene rafforzata di anno in anno. «Riproponiamo i tour in Messico, Perù ed Ecuador. Per

gay&lesbian dedicato agli agenti. Il catalogo è una vera e propria guida che distingue per ogni località le strutture solo per gay, quelle gay friendly e le Special single; informa su musical ed eventi in programma e sulle spiagge naturiste; propone tour, escursioni, viaggi di nozze, crociere anche in barca a vela e catamarano. Altre proposte sul medio raggio, sono Barcellona, Berlino, Amsterdam, Madrid, tour della Spagna, Praga, Slovenia, Tenerife, Turchia e sul lungo raggio Argentina, Australia, Brasile, Canada, Caraibi, Costa Rica, Giappone, Messico, Sudafrica, Stati Uniti. Forte il traffico sul sito Quiiky.com, che conta già 5 mila iscritti e oltre 7 mila visite ogni mese.

quanto riguarda il Cile, abbiamo pubblicato nuovi tour, con il meglio del nord del Cile, da vendere nella stagione estiva». Azeta Viaggi ha inserito anche una nuova nave da crociera, Le Boreal, per itinerari in Antartide. L’operatore inoltre ha implementato il programma su Bolivia e Venezuela e aggiunto nuovi tour in Argentina, anche a sfondo enogastronomico. Attualmente il t.o. dispone di una forza vendite concentrata tra il Nord e il Centro Italia, ma non è escluso che a breve allarghi il proprio raggio d’azione anche al Sud. «Attendiamo nel 2011 un aumento notevole delle tariffe aeree. In generale è una tattica adottata da molte compagnie soprattutto su destinazioni dove la richiesta è forte». Azeta segnala infine un incremento della spesa media pro capite: i viaggi si attestano sui 4 mila euro circa, poiché al tour classico si aggiungono solitamente altri servizi ad hoc richiesti dal viaggiatore.

come il gruppo Iberostar. La mission di Marevero è sempre stata chiara: offrire ai propri clienti una “vacanza mare” di buon livello, in luoghi dove è estate tutto l’anno, all’insegna di valori certi: eccellenza del servizio, elevata qualità delle strutture ricettive, particolare bellezza paesaggistica, sicurezza, competenza e trasparenza. Per il comparto turistico nazionale il 2010 è stato un anno difficile. Arrivare sul mercato - come ha fatto Marevero - in un periodo così poteva sembrare da incoscienti. Ma i risultati ci sono stati, come hanno avuto modo di apprendere agenti di viaggio, network e partner presenti alla prima convention di Marevero, organizzata presso il raffinato Marevero Club Reef Oasis Resort di Sharm El Sheikh.

Progetti

Dimensione Triade verso l’incoming ROMA - «Il 2010 non ha deluso le nostre aspettative, confermando il 14% in più di fatturato sul 2009». Lo annuncia il direttore generale del gruppo Dimensione Triade, Massimo D’Eredità, snocciolando le percentuali di crescita relative ai due marchi Dimensione Triade e Igiesse che, insieme, hanno prodotto 15 milioni di euro di fatturato. «La crescita maggiore (36%) l’ha registrata l’America Latina. Sono andate bene anche le isole del Pacifico (+24% di fatturato); buona la tenuta dell’Australia e del Brasile, mentre per Sudafrica, Dubai e oceano Indiano l’aumento è stato lieve (+8%)». Si apre quindi con ottimismo il 2011 del gruppo, che ha deciso di investire nell’incoming. «A breve sarà dato l’annuncio della neonata divisione». Fra le novità ci sono anche la rivisitazione del sito (www.gruppodt.it) e l’uscita in marzo di un catalogo unico di 320 pagine.


Quotidiano www.travelquotidiano.com

26 gennaio 2011

Trasporti Tre voli settimanali sulla Roma-Nairobi

Kenya Airways scommette sul Belpaese di GAIA GALLOTTA

ROMA - Nuovo volo Roma–Nairobi, operativo da dicembre con tre frequenze settimanali nei giorni di lunedì, giovedì e sabato. Un esordio che sancisce non solo l’avvio della collaborazione commerciale tra Alitalia e Kenya Airways, ma anche il codeshare su alcuni collegamenti effettuati dai due vettori. «Siamo molto soddisfatti di questo accordo, che aggiunge il Kenya, una delle destinazioni turistiche più amate dagli italiani, all’offerta di Alitalia - spiega Marco Sansavini, direttore vendite, distribuzione e customer care di Alitalia – basti pensare che circa 120 mila passeggeri dall’Italia ogni anno si recano in Kenya e circa 500 mila viaggiano per l’intera area dell’Africa dell’Est. Questo accordo rafforza il nostro ruolo sull’Africa e sostiene lo sviluppo di partnership con importanti compagnie internazionali». Da Nairobi si potrà anche proseguire verso altre destinazioni servite dalla compagnia keniota come ad esempio Malindi, Johannesburg, Addis Abeba, Entebbe, Bujumbura, Lusaka e Kigali. «Dopo Amsterdam e Parigi ora anche Roma - dichiara Bram Stellar, chief operating officer di Kenya Airways -

. Il codeshare per noi è un’opportunità per essere non più soli, ma in team con un partner come Alitalia che ha ripreso a tutto campo la sua scalata a livello internazionale. Per noi è fondamentale siglare accordi con compagnie di linea e non solo con charter, che possano favorire e avvicinare ancora di più l’Europa all’Africa. L’Italia rappresenta per noi un mercato molto importante, soprattutto grazie ai collegamenti su zone di grande attrattiva turistica come Malindi e Watamu». Gli arrivi italiani in Kenya tra gennaio e agosto 2010 sono stati circa 54 mila 800, cioè il +36,4% rispetto al 2009. «L’introduzione del diretto Roma-Nairobi rientra nel piano di sviluppo degli arrivi dall’Italia - conclude Najiib Balala, ministro del turismo del Kenya- e rappresenta un’opportunità per i viaggiatori che potranno scoprire la diversità del paese e la sua interessante offerta turistica». Alitalia e Kenya Airways hanno inoltre avviato un’ampia collaborazione per quanto riguarda i programmi frequent flyer e i servizi di terra. Prossima anche la nomina di un country manager Kenya Airways per l’Italia.

Forte dei risultati positivi del 2010 la compagnia spagnola guarda fiduciosa all’anno appena iniziato. Bene il mercato italiano di PAOLA CAMERA

ROMA - Nuovi segnali di crescita per Air Europa, il vettore privato spagnolo che ha chiuso un 2010 più che positivo a livello internazionale e soprattutto sul mercato italiano. Ne abbiamo parlato con Robert Ajtai, direttore per l’Italia. Si è concluso un 2010 molto buono. Possiamo considerare conclusa anche la crisi? «Il nostro 2010 si è chiuso con risultati decisamente positivi e un netto miglioramento rispetto all’anno precedente. Certo, si parla ancora di crisi, ma i numeri migliorano molto: dall’occupazione voli, al numero di passeggeri, e stiamo tornando ai livelli pre-crisi. Il 2010 è stato caratterizzato da un importante aumento dei passeggeri in Europa e soprattutto in Italia, dove abbiamo avuto un incremento dei ricavi del 30%. Ci hanno aiutato i due voli su Miami e su Lima, lan-

Notizie

In 10 righe - American

American Airlines ha ridotto le perdite del quarto trimestre a 97 milioni dollari, rispetto al rosso dello scorso anno di 344 milioni. I ricavi operativi totali sono aumentati del 10% a 5,59 miliardi dollari. Guardando al futuro, American prevede una capacità di carico in aumento del 3,6% nel 2011 rispetto al 2010.

- Tam-Lan

Il merger fra Tam Airlines e Lan sarà completato nei prossimi seinove mesi. Il progetto di fusione reso noto lo scorso agosto ed è in attesa dell'approvazine nei rispettivi paesi. La famiglia Cueto (maggiore azionista di Lan) diverrà proprietaria della principale quota di quella che sarà una delle più grandi compagnie aeree del mondo

Air Europa cresce e aumenta la capacità ciati rispettivamente a marzo e febbraio, ai quali il mercato italiano ha risposto benissimo. Hanno poi mantenuto buoni livelli i collegamenti tradizionali come l’Havana e Santo Domingo». E il 2011 quindi sarà? «Altrettanto in crescita, a partire dall’offerta. La rotta Madrid - Salvador de Bahia diventerà annuale, non più solo invernale, e si aumenteranno i voli su

“di passeggeri Il 2010 ha visto importanti aumenti in Europa e in Italia ” Robert Ajtai

Cancun e sulla Repubblica Dominicana, per un aumento dell’offerta globale intorno al 30–35%». Aumenterà l’offerta anche in Italia? «Se parliamo di frequenze, c’è stata un’evoluzione: abbiamo firmato un accordo di code share con Alitalia che ci permette ora di avere cinque voli giornalieri da Roma per Madrid. Da Milano invece continuiamo con un volo giornaliero e da Venezia abbiamo incrementato la capacità introducendo sulla rotta un Boeing 737 da 180 posti invece del precedente Embraer da 122 posti. L’aumento dell’offerta ci ha aiutato a

prendere molto più traffico e realizzare un +1% dell’occupazione arrivando all’80% di occupazione annuale. Di nuove rotte in Italia ora non se ne parla anche se per esempio al Sud sarebbe interessante poter offrire qualche novità». Come si posiziona il nostro mercato? «L’Italia è il secondo in Europa dopo la Francia, e il quarto a livello intercontinentale dopo Argentina e Venezuela, sia per passeggeri che per vendite. Guardando all’Europa, stiamo facendo un forte lavoro sul Portogallo e quest’anno abbiamo aperto un volo diretto per Londra e au-

+30%

Incremento ricavi mercato Italia 2010

+30-35% Aumento offerta globale 2011

80%

Load factor 2010 mercato italiano mentato i voli dalla Francia, da Parigi per le Canarie. In Italia, abbiamo operato per il primo anno la rotta Roma-Palma, con due voli a settimana che hanno ottenuto un’occupazione dell’82-83%».

Operativo il sistema di Autopricing con Amadeus, l’alleanza punta a incrementi a doppia cifra delle vendite in Italia

Star Alliance investe su Round the world e agenzie 2 mln € di MAURIZIO PRINCIPATO

MILANO - Star Alliance amplia l’offerta di prodotti tariffari prenotabili e acquistabili online 24 ore al giorno, 365 giorni all’anno. I prodotti includono Giro del mondo (Rtw), Circle Fare (che comprende Circle Asia, Circle North Asia e Circle Pacific) che è stato con-

cepito per facilitare i viaggi fra le destinazioni che si affacciano sull’oceano Pacifico e, infine, Airpass, che soddisfa le specifiche esigenze dei viaggi intercontinentali – classe economy - in aree definite. L’estensione online di Star Alliance è rappresentata dalle nuove possibilità offerte dal motore di prenotazione Book and Fly, disponibile sul sito www.staralliance.com. Si tratta di un utile strumento anche per gli agenti di viaggio che possono usarlo agevolmente, per evitare possibili errori nella costruzione tariffaria e conseguenti oneri di agenzia. Dallo scorso novembre tutti gli agenti che dispongono di un termi-

Vendite Rtw in Italia all’anno

+15% Obiettivo crescita vendite Rtw in Italia nel 2011 nale Amadeus (90 mila in tutto il mondo) hanno la possibilità di quotare automaticamente le tariffe Giro del mondo con un sistema di Autopricing. Queste facilitazioni garantiscono anche la possibilità di verificare direttamente che l’itinerario creato sia valido. «Giro

“riscontri Rtw ottiene sempre maggiori anche in ambito business ” Luca Graf

del mondo è senza dubbio il prodotto più apprezzato tra quelli di Star Alliance spiega Luca Graf, country manager per l’Italia di Star Alliance -. Oggi in Italia vendiamo circa 2 milioni di euro all’anno di Rtw e i ricavi sono in crescita. Con la nuova funzionalità Autopricing vengono cancellati tutti i potenziali rischi di errore nella creazione di itinerari e, di conseguenza, nella definizione esatta delle tariffe. Il prodotto Rtw ottiene sempre maggiori riscontri anche in ambito business: perché ha costi contenuti, non è soggetto a stagionalità e viene venduto bene dai tour operator». Il business plan 2011 di Star Alliance punta ad un incremento del 15% nelle vendite di Rtw. Il viaggio può durare da 10 giorni a un massimo di un anno ed esistono tre livelli tariffari Premium (29 mila, 34 mila, 39 mila miglia – un minimo di tre

stopover e un massimo di 15) e un livello Special Economy (26 mila miglia – minimo tre stopover e massimo cinque). Il numero di transfer è invece illimitato. L’offerta Star Alliance è completata da altri quattro prodotti: Convention Plus (servizio che facilita l’organizzazione e la partecipazione ad eventi e congressi di interesse mondiale), Meeting Plus (prodotto che consente di ottenere tariffe scontate dal 10 al 20% per meeting che prevedono un minimo di 50 partecipanti provenienti da almeno 3 paesi diversi), Corporate Plus (per le aziende allo scopo di fornire vantaggi tariffari e logistici) e Company Plus (programma di fidelizzazione per pmi che permette di accumulare punti sul conto Company Plus aziendale e garantisce formule di risparmio e premi per le aziende).

5


Quotidiano

26 gennaio 2011

www.travelquotidiano.com

Alberghi Cresce l’offerta wellness

Whotels.it lancia la piattaforma benesseretravel.it

MILANO - Whotels.it rafforza l’offerta e lancia la nuova piattaforma benesseretravel.it. «L’obiettivo è di fornire un vero e proprio servizio agli utenti – spiega Massimiliano Baldi, marketing manager per l’Italia – grazie al quale contiamo di imporci entro breve come piattaforma leader nel settore». E’ possibile prenotare «con la garanzia della migliore tariffa web» aggiunge Baldi. Ma le novità proseguono con il lancio di un Travel Club. «Si tratta di una card al costo di 49 euro all’anno – commenta il marketing manager – che garantisce uno sconto sulle prenotazioni pari alla nostra commissione, che oscilla tra il 15 ed il 25%. Inoltre prevediamo anche un educational tour a sorteggio per gli aderenti al Travel Club. L’obiettivo è creare una sorta di “agenti di viaggio” in grado di promuovere offerta e servizi». Per quanto riguarda Whotels, che registra 4 mila visite giornaliere, sono 120 gli hotel inseriti e 300 gli hotel presenti attraverso partner. «Le offerte speciali e i last minute che arrivano direttamente alle agenzie di viaggio – continua Baldi – vengono anche ordinate cronologicamente. Questo perché puntiamo sugli adv come partner, ai quali fornire numerose dritte, a costo zero». Whotels punta a crescere ancora nel 2011, soprattutto sulla base di nuovi accordi con operatori del settore: l’obiettivo è raddoppiare gli hotel inseriti e mantenere le strutture partner. I mercati di riferimento sono l’Europa e in particolare Italia, Francia, Spagna, Olanda, Inghilterra, ma Whotels si sta aprendo verso Russia, Medio ed Estremo Oriente.

Il gruppo fiorentino amplia e diversifica il proprio prodotto per catturare nuove fasce di clientela

Ars Hotels apre a famiglie e mercati di nicchia di MARIA CARNIGLIA

FIRENZE - Ars Hotels punta sulle famiglie. Il gruppo alberghiero presente su Firenze con quattro strutture storiche investe su specifici target di clientela allo scopo di allargare l’offerta. «Fino a poco tempo fa gli hotel 4 stelle, soprattutto su Firenze – commenta Laura Innocenti, direttore commerciale Ars Hotels – erano poco propensi e meno interessati a catturare la fascia “famiglie”: ora i prezzi più bassi rendono più appetibile l’offerta e di conseguenza gli alberghi cominciano ad attrezzarsi». Ars Hotels

6

quindi apre la vendita delle camere alle famiglie, garantendo una serie di servizi, dai menù dedi-

cati fino ai pediatri a disposizione. «La famiglia trova in camera – aggiunge Innocenti – giochi per bambini di diverse età, canali tv tematici, kit cortesia. Oltre alla babysitter su richiesta, gli hotel forniscono una “guida” dei musei, dei percorsi e della attività

Siamo ancora lontano dai numeri del 2008, stiamo risalendo la china

Laura Innocenti

per bimbi». Ars Hotels guarda con attenzione anche a chi viaggia con gli animali proponendo all’interno delle strutture camere e servizi specifici. «In futuro ci attrezzeremo per ospitare ciclisti e motociclisti – continua Innocenti – ed altre nicchie di mercato». Dal Grand Hotel Adriatico all’Hotel Rivoli dal San Gallo Palace all’Hotel Palazzo dal Borgo e la Residenza dal Borgo, l’offerta del gruppo comprende oltre 300 camere e 12 appartamenti nel centro storico di Firenze. «Il 2010 ha chiuso met-

tendo in evidenza una buona ripresa – sottolinea il direttore commerciale Ars Hotels – ma siamo ancora lontani dai numeri del 2008. Il fatto che le cifre siano superiori al 2009 non deve entusiasmare: c’è una ripresa ma stiamo ancora risalendo la china». Qualche mese fa Ars Hotels ha attivato un blog: il sito del gruppo non si presenta infatti come un portale di vendita ma un grande blog su Firenze. E’ anche possibile trasferire tutto su mp3 ed avventurarsi alla scoperta della città.

Notizie

In 10 righe - Casa de Campo

Il resort Casa de Campo di La Romana (Repubblica Dominicana) è stato inserito tra le strutture più belle del mondo ed è diventato membro di The Leading Hotels of the World. Il riconoscimento è avvenuto in seguito ad una ristrutturazione da 40 milioni di dollari, con l’inserimento di nuove Elite Suite e camere moderne, il ristorante Le Cinque di Beach Club a Playa Minitas, la Cygalle Healing spa.

- BW Premier

Nuovo hotel Premier per Best Western Italia, il Villa Fabiano Palace Hotel di Rende (Cosenza), 4 stelle superior. L’hotel, di nuova costruzione, dispone di 68 camere di varie tipologie, connessione wi-fi gratuita e tv digitale e satellitare pay. Il ristorante Quasimodo permette di organizzare lunch di lavoro ed eventi con degustazioni o cene alla carta. A breve ci sarà anche uno spazio benessere da 3 mila mq.


Quotidiano www.travelquotidiano.com

26 gennaio 2011

Mondo Il trend del turismo in Norvegia, Svezia, Islanda e Danimarca in una ricerca dell’Istituto di economia e marketing dello Iulm

Copenaghen di ALBERTO CASPANI

COPENAGHEN - Nord è una definizione ormai troppo stretta per il mondo scandinavo. Grazie alla crescita dei collegamenti lowcost e al miglioramento dell’informazione per merito delle nuove risorse online, i viaggi verso Danimarca, Norvegia, Svezia e Islanda hanno preso una piega molto più specialistica nell’arco delle ultime stagioni. «Con 42,2 milioni di pernottamenti - ha illustrato Francesca D’Angella, ricercatrice dell’Istituto di economia e marketing dello Iulm di Milano - la Danimarca resta il Paese nordico più visitato, sebbene nel 2009 abbia registrato una flessione del 6% e si sia ulteriormente allontanata dal tetto massimo raggiunto nel 2007, con oltre 45 milioni di pernottamenti. Nell’arco dell’ultimo quinquennio il turismo norvegese si è invece confermato più o meno sui medesimi livelli (28,1 milioni di pernottamenti nel 2009), mentre Svezia (32,2 milioni di pernottamenti) e Islanda (2,9 milioni di pernottamenti) hanno messo in evidenza ottime performance di crescita: +13% nei pernottamenti della prima durante gli ultimi cinque anni, +7% per la seconda. Se si considera che la stagionalità di visita risulta la medesima per tutta l’area, ovvero con picchi massimi concentrati fra giugno, luglio e agosto, i Paesi scandinavi sono dunque riusciti ad adottare strategie turistiche dagli effetti fortemente differenziati». Non a caso l’Islanda è il solo Paese dove il contri-

42,2 mln

Pernottamenti 2009 in Danimarca

32,2 mln

2,9 mln

Pernottamenti 2009 in Svezia

+10,8%

Pernottamenti 2009 Flussi italiani 2008-09 in Islanda nell’area scandinava

Poker d’assi in Scandinavia buto del turismo internazionale gioca un ruolo fondamentale, rappresentando il 70% della domanda, a differenza di quanto accade in Norvegia (26,8%) e Svezia (23,3%), in fase di contrazione sui mercati esteri nell’arco degli ultimi cinque anni. Anche in questo caso la Danimarca calca una terza via, riuscendo a tenere in equilibrio stabile le due componenti. «La competitività del turismo nordico fatica ancora a tenere il passo con quello europeo, dal momento che il costo della vita risulta innegabilmente

“ Il Nord Europa ha le carte in regola per catturare i flussi italiani ” Francesca D’Angella Successo del concorso per formare gli adv. Numeri in aumento

“La Malesia ti fa bello” riproposto nel 2011

più alto di quello della media Ue: indubbiamente l’euro ha aiutato a livellare le differenze più marcate, ma il gettito di entrate generate dal turismo non giustifica ancora politiche di priorità e forti agevolazioni nel settore. Nonostante questo, o forse proprio in virtù di una più generale vocazione alla qualità massima dei servizi, la Scandinavia riesce ad imporsi nell’immaginario comune in virtù della cura estrema dedicata alle risorse ambientali e urbane, proponendosi come una delle migliori aree di vivibilità del pianeta. Se l’efficienza dei collegamenti via aria e terra continuerà a sposarsi all’economicità dei costi, in futuro si potrebbe perciò assistere a un forte incremento della domanda turistica: l’eco-lifestyle è infatti uno dei trend più redditizi del turismo odierno».

Sebbene i Paesi nordici siano fra le mete di minor peso nei viaggi europei degli italiani, la contrazione sul medio-lungo raggio (alimentata dalla crisi economica di questi anni) ha in realtà contribuito alla scoperta delle attrattive scandinave: decisamente più a portata di mano, nonché capaci di garantire un livello di servizio che, in molti casi, le spese assorbite dai voli intercontinentali non concedono su altre destinazioni. Fatto salvo l’annus horribilis 2009, gli italiani in viaggio all’estero sono infatti cresciuti del 17% durante l’ultimo quinquennio, alimentando una spesa complessiva di 20 miliardi di euro ancora nel 2009 (voce che include trasporti, pernottamenti, ristoranti, shopping e varie). «Il Nord Europa ha tutte le carte in regola per intercettare le nuove tendenze del turismo tricolore. In

KUALA LUMPUR – (a.c.) Prodotto vincente non si cambia. Con un’adesione di oltre 600 partecipanti, sui quali ha prevalso infine l’agenzia Nicolini Viaggi di Salò, il concorso “La Malesia ti fa bello” verrà riproposto anche nel 2011. Svoltasi nel periodo compreso fra il 3 agosto e il 4 dicembre scorso, l’iniziativa lanciata da Tourism Malaysia Italia, in collaborazione con Ytl Hotel, non ha semplicemente regalato un eductour di 9 giorni ai fortunati vincitori, ma si è rivelata soprattutto un ottimo strumento di familiarizzazione col Paese asiatico. «Durante i termini del concorso - ha precisato Mohd Faharuddin Hatmin, direttore dell’ente turistico malese in Italia le iscrizioni al nostro training online (www.malesia.travel) sono cresciute del 35%, portando a mille 800 il numero complessivo di agenti formati. Inevitabile che gli arrivi in Malesia beneficiassero di questa situazione: gli ultimi dati

particolare, grazie alla decisa crescita della programmazione online, che rappresenta oggi un buon 22% del totale (anche se più a livello informativo che commerciale, circa 15%). Non a caso nel solo biennio 2008-2009, l’intera area scandinava ha visto aumentare gli afflussi italiani del 10,8%». I pernottamenti tricolore sono cresciuti del 10% in Danimarca, del 2,7% in Norvegia, cedendo un po’ il passo in Svezia (-2,5%, seppur con un miglioramento nel periodo invernale) e soprattutto in Islanda (-21,7%, effetto ingigantito più dalla crisi economica interna che dal calo d’appeal). Dato ancor più promettente, i soggiorni appaiono molto più lunghi di quelli della media europea: segno che la scelta del Nord viene poi vissuta con maggior apprezzamento.

dovrebbero confermare un totale di 24 milioni di visitatori nel 2010 (+5% circa sul 2009), di cui 50 mila dall’Italia, con un’ulteriore aspettativa di crescita del 3,5% nel 2011. Per quanto non si tratti ancora di cifre considerevoli, il mercato tricolore occupa oggi la quinta posizione in Europa, risulta uno dei più redditizi (circa 585 euro per una settimana senza volo, con una crescita media della spesa italiana del 19% nel 2009), appare in costante crescita e per l’80% è rappresentato da viaggi organizzati». La Malesia piace infatti per la sua capacità di conciliare itinerari culturali e risorse balneari, in virtù dei trekking nell’area di Saba e del Sarawak; unico neo, una rete di collegamenti non pienamente sviluppata. Confermati nuovamente i tre voli diretti da Roma su Kuala Lumpur per il 2011, un piccolo aiuto è però in arrivo dai voli garantiti da Air Asia sulle tratte Londra-Kuala Lumpur e Parigi-Kuala Lumpur (dal 14-2).

Andamenti

Perù al top nei nuovi piani

Slovenia, benessere e business al top di ROBERTO SAONCELLA

Intensa attività di promozione e sviluppo LIMA - PromPerú, sollecitato dalle ottime performance registrate nel 2010, presenta per il 2011 un calendario fitto di impegni e novità. «Gli investimenti realizzati nel settore turismo negli ultimi anni e le attività di promozione svolte sul mercato italiano, tra cui i workshop per adv, la partecipazione alle fiere di settore, la comunicazione con i media trade e con-

28,1 mln

Pernottamenti 2009 in Norvegia

sumer e le attività di comarketing con i t.o. italiani - afferma Andrea Martinez, coordinatrice europea dell’ente del turismo peruviano - sono stati la carta vincente per presentare un Perù nuovo, alternativo». Per il 2011 PromPerú ha confermato la partecipazione a Bmt e Ttg, i seminari in house e gli incontri door to door dedicati ai professionisti del settore.

LUBIANA - L’Italia è il secondo partner commerciale della Slovenia e il primo per il mercato turistico. Nel 2009 sono stati 370 mila gli italiani che hanno scelto di passare le loro vacanze nel Paese. Un trend in continua crescita, tanto che i primi sei mesi del 2010 hanno fatto registrare un +3% di presenze. «Siamo certi - ha dichiarato Istoc Mirosic, ambasciatore sloveno in Italia -, che per il 2011 potremo festeggiare la soglia del milione di pernottamenti italiani». Il 70% degli arrivi è ancora concentrato dal Nord Italia, Lombardia e Veneto in primis. E’ per questo che le autorità slovene hanno investito molto

nel nuovo collegamento con Roma, perché vogliono aprirsi al mercato del Centro-sud. Per far crescere la domanda turistica verso la Slovenia, l’ente ha avviato u n a nuova strategia di comunica-

+3%

Presenze italiane primi 6 mesi 2010

370.000

Italiani in Slovenia nel 2009 zione, che punta a far diventare il Paese la meta di un turismo di qualità. Per

“è una Portorose delle perle della nostra offerta

Gorazd Skrt

questo, la crescita dei viaggiatori passa per le sue due perle: Portorose e Pirano. Qui infatti, nel cuore dell’Adriatico, i nuovi turisti che arriveranno via aerea troveranno quello che di meglio chiedono ai centri termali del nostro Paese, ma con un rapporto qualità-prezzo decisamente migliore. Portorose, infatti, una tradizione centenaria nell’estrazione del sale e la presenza di acque oligominerali, è diventata capitale del benessere sloveno,. «Se a tutto ciò aggiungiamo la presenza di una natura selvaggia, di comodi collegamenti, di quattro casinò e di un’enogastronomia ottima, abbiamo trovato i motivi per cui un italiano potrebbe sceglierla» ha dichiarato Gorazd Skrt, direttore dell’ente del turismo sloveno in Italia.

7


Travel Quotidiano 26/01/2011  

Ars Hotels sul segmento famiglia Slovenia: buono il trend per gli italiani a mettere in guardia i governi sul fatto che le tasse influenzano...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you