Page 1

ANNO XXIV - N. 16 29 FEBBRAIO 2012

PREZZO PER COPIA EURO 0,10

GIORNALE DI INTERESSE PROFESSIONALE PER IL TURISMO - POSTE ITALIANE SPA - SPED.

Argentina fra eventi e cultura

Fitta serie di eventi e di iniziative nell’Argentina del 2012. Ne parla Gabriel Dario Perrone. A PAGINA 9

IN

ABB. POST. D.L. 353/2003 (CONV.

Settemari rafforza i programmi

IN

L. 27.02.2004, N° 46), ART. 1,

Il gruppo Settemari investe sull’estate potenziando la programmazione ed elevando la qualità. A PAGINA 5

Alitalia comunica l’accordo. Protestano tutte le associazioni di categoria

Scoppia il caso Lottomatica Roberto Corbella: «Mi sembra solo un’operazione di marketing» LE DELEGHE Rinnovato il contratto adv-Trenitalia DI CASSARA’ di GIUSEPPE ALOE

La novità più rilevante dell’ultimo congresso Fiavet, non è la nomina a presidente di Fortunato Giovannoni, che arrivava ad Assisi con la maggioranza in tasca. Quello che colpisce di più l’osservatore imparziale è ben altro. Stiamo parlando di deleghe, di quelle deleghe che fino a qualche giorno fa erano nelle competenze del presidente onorario Giuseppe Cassarà. Durante la prima giunta gli sono state ritirate e redistribuite. Giovannoni ha preso la delega con Confturismo, Caravita la delega sindacale, mentre per quanto riguarda l’Ente bilaterale c’è ancora qualche incertezza su chi debba gestirla. Francamente non mi è sembrata una mossa lungimirante. Questo è il presupposto per un’opposizione forte e determinata.

MILANO - Appena Alitalia ha comunicato di aver stretto un accordo con Lottomatica che prevede la possibilità per i clienti di finalizzare l’acquisto dei biglietti Alitalia nelle ricevitorie Lotto-matica, si sono scatenate le polemiche. Le associazioni di categoria hanno stigmatizzato l’iniziativa. Neanche dopo le dichiarazioni concilianti di Marco Sansavini direttore vendite di Alitalia, la situazione si è raffreddata. Secondo Roberto Corbella, presidente di Astoi, si tratta «di una operazione di marketing». A PAGINA 2

COMMA

1, CNS/AC-ROMA

Tar Caso Enit: Matteo Marzotto ha presentato ricorso al Tar. Alla richiesta di chiarimento ha risposto: «Il mio è un atto dovuto, per mettermi al sicuro». Mettersi al sicuro da cosa?

E’ partito il rilancio dell’Egitto IL CAIRO – L’Egitto riparte dalla Bit. Il ministro del turismo, Mounir Fakhry Abdel Nour, ha rilanciato con una serie di iniziative che dovrebbero portare il Paese a ospitare nel 2017 circa 30 milioni di turisti. «Gli arrivi internazionali nel 2011 sono calati a 9 milioni 800 mila, in flessione del 33% rispetto al 2010. Malgrado questo e malgrado i problemi di budget, il Paese sta recuperando velocemente terreno, anche grazie ad azioni mirate quali campagne pubblicitarie, partecipazione alle fiere, press e fam trip, iniziative di marketing in sinergia con i t.o». A PAGINA 8

Air France-Klm, maggiore competitività ROMA - Fiavet, Assotravel e Assoviaggi hanno sottoscritto il nuovo contratto con Trenitalia. Secondo tutte e tre le associazioni il nuovo accordo prevede condizioni migliorative rispetto a quelle definite dai vecchi dispositivi contrattuali, semplificando gli adempimenti necessari per accedere al servizio di prenotazione e vendita dei biglietti ferroviari.

MILANO – Load factor in tenuta e lieve aumento dei ricavi per il mercato italiano di Air France-Klm, che apre nuove destinazioni e lancia una politica di pricing mirata ad una maggiore competitività. A PAGINA 7

Bénédicte Duval

Air Mauritius sospende il volo diretto dall’Italia MILANO – Air Mauritius sospende da fine maggio i voli diretti su Milano, ma mantiene una rappresentanza nel nostro Paese « le cui dimensioni sono ancora in fase di revisione, per avere un contatto diretto con un mercato su cui abbiamo investito e sul quale, in attesa di tempi migliori, ci prepariamo ad investire nuovamente». Così Donald Payen, executive vice president commercial & communications Air Mauritius, che spiega come il vettore abbia dovuto prendere «una misura drastica, ma inevitabile per sopravvivere». A PAGINA 2

SU QUESTO NUMERO LO SPECIALE CARAIBI DA PAG. 11 A PAG. 15

IN ALLEGATO LA BROCHURE SANDALS RESORTS

1


Quotidiano

29 febbraio 2012

www.travelquotidiano.com

In primo piano Roberto Corbella: «Sono convinto che si tratti esclusivamente di un’azione di marketing»

Una parola chiara

Alitalia si accorda con Lottomatica Le agenzie di viaggio si ribellano di GIUSEPPE ALOE

MILANO – Una specie di bufera. Oppure una bufera in un bicchiere d’acqua. Ancora non si è capito bene. Sta di fatto che il caso Alitalia-Lottomatica, ha messo in fibrillazione il settore della distribuzione. Ma andiamo per ordine. Qualche giorno fa Alitalia annuncia con tanto di nota stampa, l’accordo con Lottomatica. Leggiamo qualche passo: «Alitalia e Lottomatica Italia Servizi hanno sottoscritto un accordo che prevede la possibilità per i clienti di acquistare i biglietti Alitalia nelle ricevitorie Lottomatica e di ottenere biglietti aerei a condizioni molto vantaggiose attraverso la nuova formula “Evento + Volo”». Dopo che il comunicato ha fatto il giro dell’etere sono arrivate le dure prese di posizioni delle associazioni di categoria delle agenzie di viaggio. Fortunato Giovannoni, neo presidente di Fiavet nazionale, scrive: . «Restiamo sbalorditi nel constatare che la nostra compa-

“cheSono sicuro questa intesa non sottrarrà traffico alle adv

Roberto Corbella gnia di bandiera promuove la distribuzione del proprio prodotto presso le ricevitorie Lottomatica. La nuova diri-

genza Alitalia è ricaduta nell’errore già commesso dalla vecchia gestione di sottovalutare il peso delle imprese dell’intermediazione turistica lo smantellamento della principale rete di vendita, come è quella rappresentata dalle agenzie di viaggi, è uno sbaglio che ha già provocato nel tempo conseguenze di rilievo nella sorte della compagnia». Giovannoni non è l’unico. Altre associazioni si aggiungono al coro di protesta, tanto che Alitalia si trova costretta a specificare le modalità dell’accordo con Lottomatica per bocca del direttore vendite, distribuzione e customer care di Alitalia, Marco Sansavini: «I timori della agenzie di viaggio, in relazione all’accordo tra Alitalia e Lottomatica sono immotivati. Le ricevitorie Lottomatica non rappresentano infatti un canale distributivo alternativo alla rete agenziale: non sarà possibile acquistare un biglietto presso le ricevito-

“unLottomatica non è canale alternativo. I timori sono immotivati

”Marco Sansavini rie ma semplicemente effettuare il pagamento del biglietto già prenotato attraverso i canali esistenti. Sul fatto che la politica distributiva di Alitalia sia principalmente fondata sulle agenzie di viaggio sono i fatti a parlare: il 75% delle vendite di Alitalia viene effettuato dalle agenzie di viaggio». Alla fine arriva addirittura una lettera aperta all’amministratore delegato di Alitalia del vice presidente vicario con la delega ai trasporti di Fiavet nazionale, Massimo Caravita. In questa comunicazione Caravita, sottolinea l’incomprensione fra la distribuzione e Alitalia, e

poi continua elencando i veri punti cruciali sui quali Alitalia, secondo caravita, sarebbe tenuta a dare qualche delucidazione. Vediamo quali sono: improprio utilizzo Adm; inammissibilità del contratto di mandato Alitalia rispetto al generale mandato Iata; esclusione della rete agenziale nella comunicazione istituzionale di Alitalia. In tutto questo polverone, la parola più chiara l’ha detta il presidente di Astoi, Roberto Corbella, che raggiunto al telefono ha dichiarato: «La cosa che mi lascia perplesso è lo strumento utilizzato. Infatti questa di Alitalia è una iniziativa difficile da comprendere, anzi vorrei sapere secondo quali analisi di mercato hanno messo in piedi questa iniziativa. di certo non sono preoccupato. L’accordo non sottrarrà traffico alle agenzie di viaggio. Di questo sono sicuro, come sono sicuro che si tratta esclusivamente di un’iniziativa di marketing».

Payen: «Non avevamo altra scelta, se non quella di prendere provvedimenti immediati e severi»

Air Mauritius chiude i voli diretti sull’Italia di MARIELLA CATTANEO

MILANO – «Una misura drastica, ma inevitabile per sopravvivere»: Donald Payen, executive vice president commercial & communications di Air Mauritius sintetizza così la decisione della compagnia di sospendere i collegamenti diretti sull’Italia dalla fine di maggio 2012. E non senza

un visibile dispiacere Payen racconta i passi di una scelta sofferta. «Non avevamo altra scelta, se non quella di prendere provvedimenti immediati e severi. Come tante altre compagnie aeree abbiamo dovuto fare i conti con l’impatto della crisi economica, specie in ambito europeo dove le oscillazioni del tasso di cambio tra euro e dollaro, unite all’incremento dei costi del carburante, sono pesati fortemente. La nostra è una piccola compagnia, con un flotta di 12 aeromobili e un network di 25 destinazioni di cui dieci lungo raggio operate una volta alla settimana: queste rotte

“fareAbbiamo dovuto i conti con l’impatto della crisi economica

Donald Payen Quotidiano

Direttore responsabile GIUSEPPE ALOE Direttore editoriale DANIELA BATTAGLIONI

www.travelquotidiano.com

TRAVEL AGENT BOOK S.r.l.

2

Autorizzazione del Tribunale di Milano 793 del 30.11.1991 Spedizione in abb. postale (Pubblicità 45%)

non sono redditizie». Quando avete capito di dover adottare provvedimenti drastici? «L’allarme all’interno della compagnia era scattato già da tempo, tanto che a metà 2011 abbiamo chiesto il supporto di Seabury Apg, una società di consulenza statunitense specializzata nell’industria del trasporto aereo per ristudiare in toto un business model ormai non più sostenibile. Lo scorso agosto abbiamo dovuto rivedere il budget: dall’attesa del break even siamo passati a chiudere i primi nove mesi dell’esercizio 2011-2012 con una forte perdita». I dati evidenziano un rosso di 20,9 milioni di euro per la compagnia tra aprile e dicembre 2011… «Infatti, una simile situazione e il trend di inizio 2012 come pure le aspettative per il 2013 di ulteriori criticità, confermati dalle previsioni della Iata, avrebbero signifi-

DIREZIONE E REDAZIONE Via Merlo 1 - 20122 MILANO tel. 02/76316846 (r.a.) fax 02/76013193 AMMINISTRAZIONE ABBONAMENTI, REDAZIONE ROMANA Via La Spezia, 35 - 00182 ROMA tel. 06/70476418 fax 06/77200983

TARIFFE ABBONAMENTI ANNUALI: ITALIA 50,00 - ESTERO 90,00 EURO VERSAM. SU C/C POSTALE N. 85638005 - ROMA CAUSALE DEL VERSAMENTO: «ABBONAMENTO A TRAVEL QUOTIDIANO»

Stampa Comunicare Srl Piazza Dalmazia, 6 - 0511 Terni

cato per noi erodere il capitale e dichiarare bancarotta: e questa non era un’opzione plausibile per Air Mauritius». Da dove comincia quindi la ristrutturazione della compagnia? «Innanzitutto dal network, con la sospensione in Europa di quattro destinazioni: Francoforte, Monaco, Milano e Ginevra, oltre a Bangkok, Sydney, Melbourne e Durban. Parallelamente le restanti destinazioni vedranno un rafforzamento delle frequenze, fino ad almeno tre alla settimana. Nel caso specifico di Italia, Germania e Svizzera i collegamenti con Mauritius saranno garantiti via Parigi grazie alla partnership con Air France: significa che da numerosi aeroporti italiani (Milano, Roma, Bologna, Venezia, Napoli, Torino e Pisa) sarà possibile volare a Parigi e da lì a Mauritius con due voli giornalieri. I passeggeri italiani avranno a disposizione un’offerta potenziata e da Concessionaria di Pubblicità Network & Comunication srl via La Spezia 35 - 00182 ROMA Tel. +39 06.70476418 Fax +39 06.77200983 Area manager centro sud Italia: Olga Vaglio info@travelquotidiano.com Uffici Milano tel. +39 02.76316846 - fax +39 02.76013193 Direttore commerciale: Marco Ferri marco.ferri@travelquotidiano.com 334.6288424

più scali nazionali». Come state riproteggendo i passeggeri già in possesso di biglietti Air Mauritius? «Occorre distinguere tra chi già possiede un biglietto e chi ha effettuato una prenotazione.Nel primo caso abbiamo già riprotetto i passeggeri sui voli operati via Parigi; nel secondo stiamo mettendo a punto una nuova struttura tariffaria per offrire soluzioni il più vicino possibile al pricing di oggi. Faremo del nostro meglio per proporre gli stessi prezzi». Manterrete una rappresentanza in Italia? «Resterà operativo un ufficio guidato da Carla Rigoli, le cui dimensioni sono ancora in fase di revisione, per continuare a servire le richieste del mercato e mantenere un contatto diretto con l’Italia: un mercato su cui abbiamo molto investito in passato e sul quale, in attesa di tempi migliori, ci prepariamo ad investire nuovamente».

internet a questo indirizzo http ://www.travelquotidiano.com E-MAIL: info @travelquotidiano.com redazionemilano@travelquotidiano.com redazioneroma@travelquotidiano.com


Quotidiano www.travelquotidiano.com

29 febbraio 2012

Notizie Durante l’anno appena trascorso la destinazione ha tenuto bene, ma senza aumenti di flusso turistico di MASSIMO TERRACINA

VIENNA - Petra Stolb, ceo di Austria turismo, ha le idee chiare. D’altronde se la nazione mitteleuropea, dal 2003 in cui ospitava 28.1 milioni di turisti è arrivata, crescendo costantemente e in maniera ponderata ai 33,4 del 2010 e 34,61 del 2011, ci sarà un perché! Di certo l’anno appena trascorso non ha reso così bene, ma ha dato immagine di un turismo solido che punta al repeater, all’affezione ai plus del territorio. “Live & revive”, vivi e rivivi il playoff della campagna 2012, all’insegna dell’invito a tornare se si è stati bene. Un’altra forma di attenzione è quella alla formula della manifestazione fieristica trade Actb che nel 1976 vide la prima edizione; andata crescendo fino al 2007 quando è stata allargata ai paesi danubiani assumendo un’altra importanza. Così Ungheria, Slovenia, Cechia, Slovacchia si sono affiancate nella promozione così come il consorzio turistico danubiano, poi la separazione spinta dai “non vantaggi” ricevuti nella partnership dalle regioni austriache turisticamente più forti. Oggi si cambia ancora in cerca di una dimensione che soddisfi i mutamenti di mercato e

800 Espositori presenti ad Actb 2012

Le cifre del turismo in Austria

790 Buyer presenti da 48 paesi

L’Austria lancia la promozione dall’Actb di Vienna tendenze, si modifica la formula puntando nuovamente sull’Austria e le sue nove regioni, con una forza di cambiamento e una velocità di esecuzione che dovrebbero far riflettere il mercato d’incoming italiano, fermo sulle proprie antiche posizioni da anni, incapace di dare forma e corpo ad una vera manifestazione del settore ricettivo per “vendere” al meglio il prodotto “paese”.

“il nuovo Ci stiamo attrezzando per affrontare modo di viaggiare ” Petra Stolba

Una grande enfasi sulla produzione vinicola, sulla vacanza attiva sia invernale che estiva, una forza comunicativa attenta e con ventuno rappresentanze nel mondo, porta l’Austria ad essere un bell’esempio nel marketing e nella promozione. «La prossima edizione di Actb vedrà l’Austria promuoversi da sola - ha spiegato Petra Stolbe - secondo un nuovo format a due vie: negli anni dispari verrà organizzato ”ATB_experience”, un workshop itinerante più dimensionato nei partecipanti con una rotazione delle province austriache che ospiteranno un nu-

34.617.600 di cui: 11.500.000 23.005.000 3,6% 126.000.000

turisti in Austria nel 2011 turisti domestici turisti stranieri crescita media rispetto al 2011 notti (+0,8% crescita vs 2011) Arrivi 2012

Germania Olanda Svizzera

10.925.000 1.643.000 1.198.000

diff % vs 2011 +2% +1,6% +13,8%

Le destinazioni preferite Tirolo Salisburghese Vienna Carinzia mero limitato di media, opinion leader e to per sperimentare dal vivo l’offerta turistica; Negli anni pari, avrà luogo “ATB_sales”, a Vienna, con il confronto fra domanda e offerta globale. «Stiamo attrezzandoci per affrontare il futuro - ha concluso Stolba - la congiuntura economica, il nuovo modo di viaggiare, le vacanze più brevi, più frequenti, tematiche, comportano una continua sfida che l’Austria vuole accet-

tare, e vincere, con gli strumenti che hanno funzionato fin’ora: livello infrastrutturale all’avanguardia, una ricettività di oltre un milione di posti letto con un alto profilo e investimenti sui plus dell’offerta: arte, cultura, benessere e neve». Il payoff promozionale per il prossimo biennio “Austria, passion for tradition” punterà ad enfatizzare le eccellenze artigianali e culturali di ogni singola area.

La Mesa: «La nuova sede è la risposta all’incredibile successo che stiamo registrando nel nostro Paese»

Airbnb arriva in Italia. Le strategie della community 18.500 Gli annunci nel

di MANUELA CUADRADO

MILANO - Airbnb, la community per condividere e affittare case e alloggi in tutto il mondo, inaugura la sede italiana: dai primi di febbraio sono infatti operativi gli uffici di Milano, in zona Ripamonti, che offriranno supporto e assistenza all'intera rete italiana. Andrea La Mesa, direttore generale Italia di Airbnb, è soddisfatto: «La nuova sede è una risposta naturale all’incredibile successo della società nel nostro Paese: nel 2011 abbiamo riscontrato una crescita del 900% , con ben 18 mila 500 annunci su tutta la Penisola, praticamente al ritmo di 50 nuovi annunci ogni giorno. L’Italia è il mercato che è cresciuto di più in Europa, e uno dei trend più positivi nel mondo. Siamo presenti in tutte le regioni, comprese Sicilia e Sardegna, nelle principali città d'arte e di business, e con soluzioni diversificate che vanno dall’affitto di una stanza in condivisione fino a castelli e ville d’epoca, disponibili sia per un soggiorno esclusivo che per l’organizzazione di eventi, quali matrimoni o meeting aziendali». Airbnb è nata a San Francisco nel 2008, da un’idea di tre ragazzi che offrivano un servizio bed&breakfast “di emergenza” a chi doveva soggiornare in città durante i periodi “sold out” come fiere ed eventi. Spiega Joe

Gebbia, co-fondatore e chief production officer : «Offrivamo dei semplici materessi ad aria, ovvero “air-bed”, e il breakfast alla mattina. Da qui il nome dell'azienda, Airbnb». Una formula che si è allargata a macchia d'olio grazie al passaparola e all'effetto “viral” di internet. «Oggi - continua Gebbia - contiamo ben 5 milioni di annunci in 192 paesi, di cui 4 milioni solo nell'ultimo anno, e il 75% del business è situato fuori dagli Usa». Airbnb è presente in 19 mila città sparse per il globo. Le ragioni del successo, secondo Gebbia, sono principalmente tre. La prima è «la possibilità di affittare un alloggio in completa autonomia attraverso il web, in-

Belpaese

75% Del business è fuori gli Usa

3% Il costo del servizio per l’host

“Oggi contiamo ben 5 milioni di annunci in 192 paesi

Joe Gebbia

“creiVogliamo che si un rapporto fra chi affitta e chi usufruisce

Andrea La Mesa

terloquendo direttamente con il proprietario e gestendo con semplicità il pagamento, con carta di credito». Il secondo motivo è la sicurezza: «Abbiamo una garanzia di copertura danni fino a 35 mila euro. Tutte le transazioni finanziarie sono gestite dal nostro sistema: tratteniamo il pagamento dell’ospite per 24 ore dopo il check-in, per una maggiore tranquillità di entrambe le parti». Sotto questo profilo giocano un ruolo essenziale i social network: Airbnb conta infatti 178 milioni di social connections. Sul sito di Airbnb si trovano numerose recensioni, e non soltanto delle singole strutture e dei loro padroni di casa: anche chi ospita

può decidere di “recensire” il proprio cliente, raccomandandolo o meno agli altri “host”. «Vogliamo che si crei un rapporto tra chi affitta e chi usufruisce del servizio - spiega La Mesa - in questo modo il proprietario della casa diventa una sorta di intermediario del luogo, permettendo di vivere appieno l’esperienza del soggiorno». Ma esiste anche una terza ragione che motiva il successo di Airbnb: per Gebbia è «la necessità di trovare nuove risorse in un periodo di crisi economica. La crescita vertiginosa degli ultimi mesi ha portato ai proprietari italiani ben 5,2 milioni di euro; a Milano, l’ospite ha guadagnato in media 8 mila euro l'anno, a Roma 10 mila. E' quella che chiamiamo “sharing economy”, economia collaborativa. Ci aspettiamo che in Italia continui il trend di crescita del 2011 o addirittura che possa aumentare». Per entrare a far parte della community e mettere a disposizione una casa o una stanza, basta registrarsi gratuitamente sul sito. Airbnb mette anche a disposizione un fotografo professionista per le foto che appariranno online. Il costo del servizio per l’host è pari a una fee del 3% che viene dedotta direttamente al versamento, mentre per il guest va dal 6 al 12% a seconda della struttura (più è lungo il soggiorno o costoso l’alloggio, più la percentuale scende).

3


Quotidiano

29 febbraio 2012

www.travelquotidiano.com

Operatori Archiviato il 2011, si riparte con un’importante messa a punto della programmazione

Tappa del tour gastronomico

Kuoni investe sul prodotto aggiungendo nuovi “plus” +10% Crescita fatturato 2011 Stati Uniti e Messico

di MANUELA CUADRADO

MILANO - Claudio Asborno, responsabile ricerca e sviluppo prodotto di Kuoni Italia, stila una previsione sull’anno appena iniziato. «Sicuramente il 2012 non sarà un anno facile, come non lo è stato il 2011, ma se guardiamo gli andamenti è possibile riscontrare situazioni interessanti sul lungo raggio, soprattutto su alcune mete. La maggior crescita di fatturato è sugli Stati Uniti, seguiti da Messico, Caraibi e Africa, in particolare il Sudafrica: tutte hanno totalizzato un incremento superiore al 10%, ma siamo soddisfatti soprattutto dalla performance dei Caraibi e del Messico, che indica un forte recupero da una situazione difficile. Una tendenza che speriamo si mantenga anche quest’anno». Gli honeymooner si riconfermano un target di riferimento: «rappresentano circa il 50% del nostro fatturato leisure - spiega Asborno -. La stessa preventivazione, nelle prime settimane dell’anno, ha ottenuto un forte incremento grazie alle numerose fiere per gli sposi».

Due cataloghi

Anek Lines presenta la sua offerta ANCONA - Sono in distribuzione i cataloghi Anek Lines, presentati in anteprima a Milano in occasione della Bit. Anek propone, come per le passate stagioni, due pubblicazioni, una dedicata alle proposte del tour operator verso la Grecia, l’altra alle offerte relative al passaggio in traghetto. L’orientamento dell’azienda è quello di presentare cataloghi sempre più snelli: una fogliazione minore, che conferma la predisposizione verso la tutela dell’ambiente e l’importanza che il web continua ad acquisire. Nel sito internet www.anekitalia.com è infatti possibile visionare l’intera offerta sia in tema di collegamenti, sia di proposte vacanze.

4

50% Fatturato leisure

dai viaggi di nozze

Diversa la situazione per i viaggi individuali: «si tratta di prodotti in flessione sul lungo raggio; la predisposizione è verso il last minute e di fronte alle contingenze del mercato si esaspera. Lo si nota ad esempio sull’Australia, ma anche su altre mete che hanno da sempre un trend di advance booking. Oggi è invece il pricing l’elemento determinante nella scelta della destinazione, così come l’attenzione al costo della vita nei paesi in cui si viaggia». Novità anche sui cataloghi: «Abbiamo rivisto il catalogo Asia, che è stato presentato in Bit; abbiamo rinnovato anche l’offerta per il Sud dell’India con nuovi tour, lavorando su pricing e durata. La durata del soggiorno tende infatti sempre a ridursi, di conseguenza abbiamo lavorato sull’offerta per adattarla

“e Polinesia I cataloghi Asia diffusi in Bit ” Claudio Asborno

Servizi Rafforzati su diverse mete come la Polinesia

alle nuove esigenze del mercato, anche sul catalogo Maldive-Sri Lanka. Lo stesso abbiamo fatto con i nuovi cataloghi, in uscita dopo la Bit, come Stati Uniti e Australia». E’ stato invece presentato alla Bit il catalogo Polinesia 2012-2013 in cui, spiega Asborno, «sono stati rafforzati alcuni plus, come le bevande incluse, il cui costo è notevole in Polinesia e la partecipazione gratuita alle feste. Anche nei viaggi di nozze in Australia abbiamo implementato delle gratuità per la sposa. Puntiamo insomma a offrire vantaggi immediati, che risaltino all’interno del valore totale del pacchetto viaggio, ma mai a scapito della qualità». La partecipazione alla Bit di quest’anno ha segnato il ritorno di Kuoni dopo otto anni di assenza: «la partecipazione di quest’anno si deve soprattutto all’iniziativa di Astoi, che ha pensato a degli spazi condivisi. Le nostre aspettative riguardano soprattutto l’opportunità di rafforzarci sul segmento trade, ma anche di comunicare al consumer il matrimonio Kuoni-Best Tours, che ha superato ormai

Adv Sempre al centro

Aldemar ed Eden insieme a Bologna di GABRIELLA BALDINI

BOLOGNA - Tappa bolognese per il gruppo alberghiero greco Aldemar, che per il terzo anno consecutivo promuove, con un tour nelle più importanti città europee, le otto strutture in portafoglio a quattro e cinque stelle situate a Creta, Rodi e Olimpia nel Peloponneso. «Nel nostro viaggio per incontrare le agenzie e i nostri clienti più importanti non parliamo di alberghi ma dei quattro elementi che rappresentano l’anima del nostro Paese: le persone, il territorio, la cucina e i prodotti della terra» dice Mandy Kalliontzi, direttrice vendite per l’Italia. Per raccontare tutto questo Aldemar ha inventato “Sympossio”, il tour gourmet che porta in giro per l’Europa i migliori chef dei propri alberghi impegnati a realizzare con i prodotti tipici i piatti della tradizione greca. La realizzazione del tour, che ha il patrocinio del ministero del turismo greco, è condivisa con i partner commerciali del gruppo alberghiero nel paese ospitante. «In Italia il nostro partner di riferimento è Eden Viaggi, t.o. con il quale collaboriamo da anni con ottimi risultati».

della promozione

l’anno di vita, rinnovando il messaggio di affidabilità del marchio». Proprio riguardo alle “nozze” con Best Tours, Asborno commenta: «si tratta di un’unione riuscita, perché si basa su molte affinità, sia di prodotto sia di forma mentis legata all’innovazione. Abbiamo lavorato a pieno ritmo per individuare tutte le sinergie possibili mantenendo l’identità dei due marchi. Ora la nostra proposta commerciale permette di offrire ai clienti un portafoglio prodotti più ampio e la possibilità di r a g giungere più facilmente vari target grazie a ottimi incentivi».

L’operatore specializzato sugli Stati Uniti rilancia con pacchetti a tema molto originali

Usabound, la California che non ti aspetti testi di MASSIMO TERRACINA

VERONA - E’ “la California che non ti aspetti” quella che Benedetto Cico, presidente di Usabound, operatore specializzato sugli Usa, presenta. E’ quella che è possibile trovare sulla pagina di Facebook, fondamentalmente per dare informazioni e suggerimenti a chi la vuole visitare in maniera approfondita.

San Francisco Un’offerta originale

New York Appartamenti

per i soggiorni

«Ci siamo concentrati sulla California perché è una vera “nazione” nella nazione - commenta Cico - anche se come tour operator e dmc siamo in grado di coprire tutti gli Stati Uniti iniziando da New York, dove la nostra

Andamento in ripresa VERONA - «Il 2011 fino a settembre è stato molto positivo spiega Davide Campedelli (nella foto), gm dell’ufficio italiano a Verona -, con incrementi rimarchevoli. Poi la frenata dell’ultimo trimestre, dovuta alla crisi e alla paura degli italiani di spendere. Abbiamo anche notato che, se prima ottobre-dicembre ad esempio per New York rappresentavano l’alta stagione, ora tutto si è spostato e oggi abbiamo un primo trimestre 2012 cui facciamo davvero fatica a tener testa tanto si è mosso il mercato. In tutto questo, per sostenere gli adv abbiamo uno spazio su Youtube con filmati e foto per aiutarli a scegliere il viaggio per i clienti attraverso un modo intelligente di usare il web».

proposta di appartamenti (44 East End Avenue) è ormai un successo che vorremmo ripetere a Miami e in California». Ma non è tutto. Un altro settore in cui si sta sempre più specializzando Usabound è quello dei

“sullaCi California siamo concentrati perchè è una vera “nazione nella nazione” ” Benedetto Cico

tour organizzati, guidati o self drive, in moto in California e nei parchi, lungo le coste dell’oceano Pacifico, in Florida, mentre ultimamente il prodotto più interessante appare San Francisco. «Non è la “solita” città sulla baia - spiega Cico -: la nostra San Francisco parte dall’area circostante, con un soggiorno appena a nord, nella Marin County, al San Anselmo inn, un piccolo albergo nell’omo-

nima cittadina. Da qui si può visitare la città, o fare rotta per scoprire l’interno con Mendocino, le cittadine gemelle di Bolinas e Stinson beach, la strada panoramica sull’oceano, Napa e Sonoma valley per i gourmand, il Nicasio ranch… e poi l’interno della tecnologica Silicon valley, le novità di Sausalito e della America’s cup 2013, le fattorie organiche e il “green thinking” del Golden State».


Quotidiano www.travelquotidiano.com

29 febbraio 2012

Operatori Dopo un 2011 segnato dalle difficoltà del Nordafrica, le prospettive di recupero appaiono molto buone Gli obiettivi per quest’anno

testi di ISABELLA CATTONI

TORINO - Un 2011 non proprio brillante dovrebbe lasciare il posto a un 2012 in ripresa. Questo l’auspicio di Mario Roci, managing director del gruppo Settemari, che ricorda come «lo sviluppo turistico del futuro passerà necessariamente dalle rive del Mediterraneo. Proprio in accordo a questo assunto, abbiamo potenziato la programmazione su alcune aree chiave, come la Grecia, o la Spagna. In pieno sviluppo anche il Kenya, meta introdotta dallo scorso inverno che ci ha dato grandi soddisfazioni». Il 2011 chiude quindi con un leggero calo di fatturato, nell’ordine del 7% (100 milioni di euro circa), ma Roci ritiene che i tempi siano maturi per un salto in avanti, che quantifica in un incremento del 10-15%. «Possiamo contare su uno zoccolo duro di repeater, il 20% circa del totale dei nostri clienti (oltre 110 mila passeggeri complessivamente registrati nel 2011). Inoltre, il brand Amo l’Oriente, dedicato a un lungo raggio di qualità, ha registrato una crescita di volumi pari a oltre il 25%. Grazie al potenziamento della programmazione, alla diversificazione dell’offerta

Crescita di fatturato complessivo dal 10 al 15%

Incremento volume delle prenotazioni anticipate

Potenziamento programmazione sul Mediterraneo

Early booking 100 mln € e qualità al top: 20% Settemari rilancia fatturato 2011 del gruppo

Mario Roci

Percentuale repeater nel 2011

Amo l’Oriente punta agli States TORINO - Quattro i cataloghi che la divisione Amo l’Oriente mette in pista nel 2012: Oriente, Oceano Pacifico e Australia, Stati Uniti - per la prima volta a se stante -, Oceano Indiano e Africa. «Il 2011 è stato per noi un anno brillante - commenta Roberto Servetti (nella foto), product manager di Amo l’Oriente -. Abbiamo totalizzato un fatturato pari a 12-13 milioni di euro, che rappresenta il 12% circa sul totale del gruppo. Ottima come sempre la performance registrata dai viaggi di nozze, che da soli procurano il 30% circa del totale. Grande successo anche per Sudafrica e Seychelles, tanto da farci pensare di rivedere la prossima edizione del catalogo. Lavoreremo sull’abbinata Sudafrica più Kenya, creando pacchetti trasversali fra i brand del gruppo». Anche l’obiettivo 2012 è improntato alla crescita, quantificabile in «un +10% di fatturato. Punteremo in particolare sul monografico Stati Uniti, che offre tour in italiano o con guida multilingue, abbinabili a estensioni mare in Messico, alle Bahamas, in Repubblica Dominicana».

e al lancio delle speciali formule per incentivare le prenotazioni anticipate, l’obiettivo di crescita per il 2012 è sicuramente alla nostra portata». Settemari è in prima linea sul fronte dell’early booking: «Nel 2011 abbiamo ottenuto il 60% delle prenotazioni

tramite questo canale, anticipate a due mesi prima della partenza - conferma Roci - e anche quest’anno vorremmo stimolare il mercato con iniziative speciali sul modello del “prenota prima”». Continua intanto il riposizionamento del prodotto

in linea con un target più elevato. «Qualità e servizio a prezzi comunque competitivi ci consentono di guadagnare quote di mercato; nel 2011, malgrado la crisi patita dall’area nordafricana, abbiamo registrato cospicui incrementi sul resto della

Mauritius, Seychelles, Maldive, Spagna e tanta Italia si aggiungono all’offerta consolidata

Blu Fly potenzia la programmazione VEDANO AL LAMBRO - (i.c.) Non solo Grecia, Sicilia e Kenya, ma anche una serie di nuove destinazioni per potenziare l’offerta: Blu Fly si prepara alla stagione estiva con una marcia in più. «Il nostro target di riferimento resta quello medio-alto, che ci conosce per la realizzazione di itinerari tailor made estremamente flessibili spiega l’amministratore unico, Elena Sabato -. Abbiamo pertanto indirizzato proprio a questi clienti e di conseguenza alle circa mille 200 agenzie che ci vendono e che rappresentano il nostro unico canale distributivo - Mauritius, Seychelles e Maldive sul lungo raggio e la Spagna sul medio». Al cuore dell’offerta, si riconfermano i prodotti “Esclusivamente per te” in Sicilia, Kenya e Grecia, che il t.o. propone in esclusiva per il mercato italiano. Novità anche sul fronte del mare italiano: «Puglia, Basilicata, Calabria e Sardegna si aggiungono alla consolidata offerta sulla Sicilia, con l’obiettivo di incrementare il fatturato proveniente dalle destinazioni diverse dal Kenya, che con il 75% del totale rimane il nostro prodotto di punta». Proprio il Kenya ha registrato nel

“Ildinostro prodotto punta rimane il Kenya con il Kola Beach resort

Elena Sabato 2011 un incremento di visitatori italiani pari al 17%. «Abbiamo avuto grande riscontro dal Kola Beach resort, nella zona di Mambrui - precisa la Sabato -. Si tratta di un complesso a gestione italiana formato da 54 ville, con camere dall’estensione minima di 54 metri

quadri situato vicino a un campo da golf; grazie alla rinegoziazione dell’offerta, possiamo proporre in febbraio e marzo la settimana in pensione completa a mille 399 euro». L’offerta Kenya si completa con diverse strutture a Watamu e Zanzibar, «tutte come di consueto commissionabili dalle agenzie al 10%». Dopo un 2011 chiuso in leggera crescita, con un fatturato pari a circa 4 milioni di euro, le prospettive per il 2012 sono positive: «Abbiamo ampliato la programmazione e i target di riferimento, introducendo per esempio la Costa Brava e la Costa Blanca spagnole per accontentare i giovani e i gruppi. Alla luce di questo potenziamento, miriamo a crescere e a investire maggiormente sulle agenzie, alle quali indirizzeremo nei prossimi mesi un ciclo di roadshow per presentare il nostro prodotto e un sito il cui restyling si concluderà entro marzo». Elena Sabato guarda comunque già oltre: «Per l’inverno 2012-2013 abbiamo in cantiere lo sviluppo di prodotti personalizzati, dedicati a target specifici come ad esempio la pesca sportiva in Messico, vicino a Tulum».

programmazione. La Grecia, che procura il 30% del fatturato totale, ha aumentato del 60% i ricavi; la Spagna (25% del fatturato) è cresciuta del 20%; le Canarie hanno totalizzato un ottimo +100%». Lo stesso mar Rosso, seppure in flessione, ha comunque garantito il 25% del fatturato. «L’Egitto resta uno dei nostri prodotti di punta - conferma il direttore commerciale, Guido Ostana -, ed è attualmente in ripresa, proprio come la Tunisia». In occasione del 30° anniversario di attività del t.o., Roci sottolinea inoltre l’importanza del ruolo svolto dagli agenti, «che devono diventare veri e propri consulenti, poiché oggi il valore del viaggio è la sommatoria di un prezzo competitivo e di un servizio di qualità, che comincia proprio in agenzia». Attualmente il

Guido Ostana

gruppo Settemari collabora con circa 5 mila agenzie, nell’80% dei casi situate nel Nord Italia, anche se l’obiettivo è quello di «incrementare i partner anche nel Sud» come ricordato da Ostana, che insiste sull’importanza della formazione. «Stiamo lanciando video online di presentazione girati in alcune delle nostre destinazioni di punta. Si tratta di strumenti facilmente fruibili, ideali per mettere l’agente in contatto con l’offerta del singolo villaggio. Abbiamo cominciato con Grecia e Kenya».

In occasione di “Uniti e Vincenti” Massa puntualizza le strategie

Msc: «Occorre rivedere il business» VENEZIA - (m.ca.) Msc ha incontrato in occasione della settima edizione di Uniti e Vincenti 700 agenzie di viaggio, per un totale di mille 600 partecipanti. Il grande evento, organizzato a Venezia a bordo di Msc Magnifica, come ogni anno costituisce un momento di incontro con la distribuzione. Anche quest’anno la compagnia ha consegnato gli Msc Awards alle agenzie di viaggio e ai network che si sono maggiormente distinti nelle diverse categorie. L’edizione 2012 ha visto il debutto di un nuovo riconoscimento per le adv, un premio alla carriera e un premio speciale Hotelplan Italia. «Uniti e Vincenti è un’occasione per sottolineare ancora una volta la scelta della compagnia di utilizzare le adv come canale distributivo - sottolinea Leonardo Massa (nella foto), country manager mercato Italia Msc Crociere - e anche per evidenziare che il mercato è cambiato. E’ fondamentale riconoscere il cambiamento e necessario reagire. Per questo da settembre Msc ha avviato una riorganizzazione che ha comportato e comporterà nuove scelte e investimenti». Il leitmotiv di Uniti e Vincenti 2012 è «cambiamento per tutti - aggiunge Massa -. Tutti devono rivedere il proprio modello di business, investire e seguire il consumatore».

5


Quotidiano

29 febbraio 2012

www.travelquotidiano.com

Trasporti Malgrado il panorama economico complesso del 2011 il mercato di casa nostra ha registrato ottime performance. Stime positive per il 2012 testi di MANUELA CUADRADO

MILANO - Air Europa vola alto sui cieli italiani: «Nel 2011 il traffico Air Europa verso la Spagna è aumentato del 13,74% rispetto al 2010 - afferma Robert Ajtai, direttore per l’Italia del vettore -. In totale abbiamo venduto 27 mila biglietti, di cui 11 mila 800 per volare sulla capitale Madrid e circa 11 mila per volare alle isole Baleari e Canarie. Un trend in linea con i dati del mercato che vedono la Spagna sempre più al primo posto nelle scelte degli italiani sia per quanto riguarda long weekend e short break sia come destinazione mare europea preferita». Nel 2012, il trend positivo sembra destinato a continuare: «Grazie ai due nuovi voli giornalieri da Malpensa - continua Ajtai- ci aspettiamo un incremento importante, intorno al 30% per quanto riguarda i voli verso la capitale Madrid e un 20-25% in più del traffico verso Baleari e Canarie». Per Air Europa la Spagna non è solo una destinazione finale ma anche un nuovo punto di partenza; molti viaggiatori italiani, infatti, volano a Madrid da Fiumicino e Malpensa per prendere una connessione per il Sudamerica; e quest’anno,

+13,74%

+30%

Tagli e contenimento dei costi

70%

Traffico Italia-Spagna Stima crescita Pax italiani che 2011/2010 traffico su Madrid 2012 viaggiano oltre Madrid

Air Europa spinge l’acceleratore sulla rete italiana “

Nel 2012 ci aspettiamo incrementi di traffico importanti, dal 20 al 30%

Robert Ajtai grazie alle nuove offerte messe a disposizione dalla compagnia, saranno probabilmente ancora più numerosi. «I Caraibi e il Sudamerica costituiscono da sempre il core business della nostra compagnia, con buoni risultati sia in termini di traffico leisure che di traffico etnico spiega Ajtai -. Da anni serviamo giornalmente destinazioni come L’Havana, Santo Domingo e Cancun, ottenendo buoni riscontri

da parte dei viaggiatori che apprezzano la comodità delle coincidenze e il buon rapporto qualitàprezzo che Air Europa offre loro. Inoltre, operiamo collegamenti regolari anche con alcune destinazioni in America Latina come Caracas, Salvador de Bahia, Buenos Aires e Lima: città sulle quali si sta riattivando anche l’interesse dei tour operator, che negli ultimi mesi sono tornati a programmare con

MILANO - In un contesto economico complesso come quello attuale anche Air Europa è stata costretta a compiere delle scelte: è stata infatti annunciata una ristrutturazione aziendale che prevede 260 licenziamenti, pari all’8,5% degli organici, fra i quali quelli di 46 piloti. Commenta Robert Ajtai: «Purtroppo il 2011 è stato un anno difficile, in cui la nostra compagnia ha sofferto molto di alcuni fattori congiunturali come i vertiginosi ricarichi del prezzo del carburante e le frequenti oscillazioni del cambio euro-dollaro: un aumento significativo dei costi di gestione impossibile da traslare integralmente sul passeggero per via della forte concorrenza dei vettori low cost, che ha portato Air Europa a registrare una perdita complessiva di 13,1 milioni di euro. Di fronte a questa situazione ricorrere alla procedura di licenziamento collettivo motivata da gravi ragioni economiche prevista dalla legge spagnola (Ere), è stato inevitabile per garantire la sopravvivenza del vettore». Continua Ajtai: «Il taglio, definito dal nostro direttore generale Maria José Hidalgo come «il male minore per risollevarci da una situazione senza futuro» è stato ponderato collaborando con grande trasparenza con le autorità sindacali locali, e avrà come effetto quello di riequilibrare la situazione della società. In questo anno complicato infatti le difficoltà non hanno interessato in egual misura tutti i mercati in cui Air Europa è presente, e l’Italia ne è un esempio. Oltre a non essere stato toccato da questi provvedimenti, il nostro mercato si è rivelato uno dei più floridi chiudendo il 2011 con un +28% rispetto al 2010 ottenuto grazie alle ottime performance del traffico internazionale». maggiore costanza alcuni paesi di questa area geografica come per esempio il Perù». Questi viaggiatori “in transito” costituiscono una presenza importante per il traffico della compagnia: «Per il traffico

In arrivo i collegamenti stagionali da Venezia e da Bari. Cresce l’incidenza del segmento corporate

AirBaltic scalda i motori in vista dell’estate di MARIELLA CATTANEO

MILANO – AirBaltic consolida l’operativo sul network italiano in vista della stagione in arrivo. «Per l’estate 2012 confermiamo i collegamenti proposti lo scorso anno – dichiara Janis Romans, area sales manager di airBaltic che prevedono la riapertura da marzo di tre voli alla settimana sulla Venezia-Riga (martedì, giovedì e sabato) mentre da metà maggio riproporremo la rotta da Bari lanciata nel 2011 e che ha ottenuto una buona risposta, con una frequenza alla settimana». I voli stagionali si aggiungono a quelli giornalieri operati durante tutto l’anno da Milano e Roma per la capitale lettone: «Il mercato italiano è protagonista di

una buona performance di traffico – sottolinea Romans -, con un load factor medio tra il 75% e l’80%. E una percentuale di corporate travel che sta crescendo, anche se oggi ancora su basse percentuali». La compagnia prevede infatti tariffe speciali per le aziende i cui dipendenti utilizzano regolarmente i servizi airBaltic, oltre a particolari plus come il cambio data gratuito, il rimborso in qualsiasi momento e il bagaglio in stiva gratuito. Nel 2011 airBaltic ha trasportato oltre 3 milioni 351 mila passeggeri registrando un incremento del 5% rispetto al 2010 con un load factor del 75%. E anche il 2012 è iniziato nel segno della crescita con un +2% del numero di passeggeri trasportati e di 9

“ Buona la performance di traffico del mercato italiano con un load factor tra il 75% e l’80% ” Janis Romans Più rotte internazionali

American: strategie di recupero

6

italiano, si tratta di una quota di passeggeri decisamente importante: oltre il 70% una volta atterrato a Madrid prosegue verso una delle nostre destinazioni intercontinentali in Nord e Sud America».

Notizie

In 10 righe - United Airlines

punti percentuali in termini di riempimento. Presto, però, per pensare all’apertura di nuovi scali nel Belpaese: «Il nostro attuale posizionamento su quattro aeroporti per ora ci soddisfa – sostiene Romans -. E in fondo verso l’area baltica abbiamo un unico competitor reale, quindi…continuiamo a puntare sui nostri plus, dal li-

MILANO - American Airlines punta a incrementare i ricavi per un miliardo di dollari all’anno sviluppando le rotte internazionali grazie ai minori costi ottenuti attraverso la procedura di bancarotta in corso, annunciata lo scorso 29 novembre. «Il nostro obiettivo è quello di creare un vettore ideale per i passeggeri “high-value” che scelgono una compagnia aerea in base al network, alleanze, prodotti e servizi – ha dichiarato Virasi Validi, chief commercial officer di American -. Benché il numero di questi passeggeri sia basso, sono in grado di fornire un grande apporto in termini di ricavi e rappresentano dunque

vello tariffario alle ottime possibilità di voli in connessione da Riga». Significativa infatti la percentuale di italiani che proseguono oltre Riga «specie su Mosca e San Pietroburgo, con tariffe a partire da 80 euro, oppure per Oslo da 65 euro». La distribuzione, ad oggi, « si divide al 50% fra sito web e agenzie di viaggio» conclude il manager.

un segmento fondamentale per noi». American Airlines intende tagliare i costi per due miliardi di dollari all’anno, di cui un miliardo 250 milioni di spese relative al personale, e sviluppare partnership con compagnie aeree come British Airways, Iberia, Japan Airlines e Qantas. Inoltre American Airlines manterrà l’ordinativo dell’anno scorso per 460 velivoli narrow body e andrà avanti con il progetto di ampliare la flotta con velivoli Boeing 787 e 777. Nei piani del vettore anche investimenti su prodotti e servizi quali poltrone lieflat e wi-fi a bordo.

United Airlines lancia dal 2 luglio un nuovo volo giornaliero non stop tra il suo hub di New York Newark e Istanbul, previa approvazione governativa. Inizialmente la compagnia opererà i collegamenti con aeromobili Boeing B767-300 configurati con tre classi di servizio e 183 posti, mentre dal 28 agosto si passerà all’utilizzo di un Boeing 767-300 a due classi e 214 posti.

- Thai Airways Thai Airways lancia una promozione valida fino al 30 aprile 2012 per volare a Bali, Jakarta, Kuala Lumpur e Singapore. Le promozioni prevedono l'andata e ritorno in classe economy da Roma e Milano (via Bangkok) fino al 6 luglio 2012, con validità massima del viaggio 21 giorni. Prolungate fino al 6 luglio 2012 le promozioni per volare in Royal First Class e Royal Silk Class a Bangkok, Hong Kong e Pechino. Vendita ed emissione biglietti fino al 30 aprile validità massima del viaggio un mese.


Quotidiano www.travelquotidiano.com

29 febbraio 2012

Trasporti Il progetto Bases Province amplia i collegamenti tra Italia e Sud della Francia: Tolosa e Nizza in primis. Focus sulla riduzione dei costi testi di MARIELLA CATTANEO

MILANO – Air France-Klm affila le armi per la nuova sfida sul corto-medio raggio: recuperare quote di mercato in un panorama altamente competitivo e ridurre i costi operativi. Bénédicte Duval, direttore generale Air France-Klm per l’Italia commenta le strategie della compagnia. Come è andato il 2011 e quali sono le novità per la stagione estiva? «I risultati finanziari del gruppo saranno resi noti l’8 marzo, ma posso anticipare che quelli relativi al mercato italiano saranno in linea con quelli globali: una sostanziale tenuta del nostro load factor e un lieve aumento dei ricavi rispetto al 2010, grazie alla riduzione dei costi. Nell’inverno 2011-2012 abbiamo aperto 10 nuove destinazioni e per l’estate 2012 ne apriremo altre tre: ParigiWuhan (nona città collegata in Cina), AmsterdamLuanda e Amsterdam-Lusaka. Un segno che, nonostante la forte crisi, continuamo ad investire in nuovi prodotti e rotte, rimanendo sempre vigili sulla riduzione dei costi». Quali gli obiettivi di sviluppo 2012? «Oltre al continuo sviluppo degli e-service, dall’utilizzo dei social media per un contatto permanente con i clienti, al rafforzamento del network e al rinnovo della flotta, la nostra politica commerciale punterà non solo

Tre

Novità long haul: Wuhan, Lusaka e Luanda

15%

Riduzione costi operativi

35%

Ribassi ristrutturazione tariffaria dal 2010

Air France-Klm, obiettivo competitività sul rafforzamento delle alleanze ma anche sulla valorizzazione dei nostri due brand. Da un lato, quindi, nuove sinergie con i partner, Alitalia e Delta Air Lines in primis, e dall’altro valorizzazione delle peculiarità dei marchi. Per Klm, ad esempio, punteremo sulla comodità ed efficienza dell’aeroporto di Schiphol e sulla vocazione di rispetto per l’ambiente del brand, mentre per Air France faremo leva sulla capillarità del network e sulla grande offerta e differenziazione di prodotti e servizi». Principali sfide e novità del network? «La nostra attenzione si concentrerà sul breve-medio raggio, che maggiormente soffre la concorrenza. La risposta è il pro-

getto Bases Province, che include nel suo raggio d’azione un importante numero di destinazioni in Europa e nel bacino del Mediterraneo in partenza dalle città del Sud della Francia. Questa strategia implica una significativa riduzione dei costi operativi del 15%, e permette quindi di dare inizio ad un circolo virtuoso e dinamico, e di offrire tariffe molto competitive dall’Italia (con prezzi a partire da 45 euro tasse incluse, per la sola andata). Come si traduce concre-

tamente la strategia? «Air France fa leva su vari fattori: l’utilizzo di aeromobili che permettono di ottimizzare il consumo di carburante e razionalizzare i costi in termini di manutenzione; partenze anticipate al mattino e ritorni più tardi la sera, con tempi di permanenza negli scali ridotti a 25 minuti. Per quel che riguarda l’Italia, i voli diretti interessati sono da Milano Malpensa, Venezia e Roma per Marsiglia, e da Milano Malpensa e

“ L’Italia vede una tenuta del load factor e un lieve aumento dei ricavi ” Bénédicte Duval

Dai piani di crescita a livello globale ai risultati raggiunti nel Belpaese

L’avanzata Turkish Airlines non conosce soste MILANO – (ma.c.) Turkish Airlines non arresta la corsa all’espansione. Anzi centra il record di compagnia con la più rapida crescita in Europa, come sottolineato dal direttore generale Temel Kotil. Con una giovane flotta di 178 aeromobili Turkish punta, secondo i piani del management, a trasportare quest’anno 38 milioni di passeggeri, grazie anche all’aggiunta di 18 nuove destinazioni al proprio network che già conta 187 aeroporti serviti (di cui 150 oltre i confini della Turchia). Se non di pari passo tiene comunque un forte trend positivo anche il mercato italiano della compagnia di bandiera turca: «In Italia operiamo su sette aeroporti e abbiamo recentemente potenziato frequenze e capacità, da Bologna a Genova – dichiara Mahmet Fatih Ozluk, general manager Milano del vettore (nella foto) -. Si tratta di un mercato molto importante per Turkish e per il 2012, anno in cui celebreremo il quarantesimo anniversario del collegamento Milano-Istanbul, ci attendiamo una crescita di fatturato e traffico in linea con quella globale della compagnia, nell’ordine del 25%. Ci concentreremo sugli scali più “giovani”, consolidando il traffico su Genova, Torino e Napoli». Indicatori positivi anche per il segmento business «che cresce specie da Milano dove rappresenta l’80% del traffico – sottolinea Ozluk -. Con alcune peculiarità: ad

38 mln

Obiettivo passeggeri 2012

18

Nuove destinazioni previste nel 2012

esempio dalla Russia e dalla Repubbliche ex-sovietiche arrivano passeggeri leisure, che scelgono Milano appositamente per lo shopping ma viaggiano in business class». La crescita costante è supportata da una politica di contenimento dei costi attenta e funzionale: «La compagnia è forte di una voce costi bassa rispetto a quella di altri vettori europei – conferma Ozluk -, la flotta giovane contribuisce a contenere le spese e ci permette di “giocare” su altri fronti». In cantiere Turkish ha un ordine di 55 nuovi velivoli per il prossimo triennio, mentre i piani di espansione guardano con interesse alla possibile acquisizione di altri vettori: «Da oltre sei mesi stiamo studiando una trattativa per l’acquisizione della polacca Lot» conferma Ozluk, senza nascondere futuri interessi anche su altri scali italiani «Catania potrebbe essere tra i candidati». Intanto, di certo, c’è lo sviluppo del network in Africa, dove quest’anno Turkish passerà dalle 18 alle 26 destinazioni servite.

Trade in prima linea Funziona a pieno ritmo il sito afkl.biz dedicato agli agenti di viaggio «nostri partner privilegiati» sottolinea la gm – E’ un utilissimo mezzo di comunicazione interattivo, 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. Ogni mese, per una settimana, viene lanciato un e-Quiz, che offre agli agenti premi allettanti. Ad esempio, in questi giorni è online l’e-quiz dedicato alla destinazione Cancun e, tra coloro che risponderanno correttamente, verranno estratti due biglietti per conoscere il nostro prodotto per Cancun. Vorrei anche ringraziare gli agenti di viaggio per aver risposto entusiasticamente al 2° concorso fotografico “Click dal mondo” che si è appena concluso. Tra le centinaia di foto inviate, le 12 più votate dagli agenti stessi sono oggi le immagini dei mesi del calendario Air France 2012. Roma per Tolosa, ai quali si andranno ad aggiungere, dall’estate, anche le tratte Venezia-Tolosa, VeneziaNizza, Napoli-Tolosa e Napoli-Nizza». Novità per i di-

versi segmenti di mercato? «Il progetto Bases Province è dedicato al leisure e segue la ristrutturazione tariffaria sul medio-raggio del 2010, che ha visto ribassi fino ad un massimo del 35%. Pur diventando più competitivi, continuiamo ad offrire ai passeggeri la franchigia bagaglio compresa nel prezzo, giornali e servizio di bordo in relazione alla durata del volo. Sul fronte business la creazione della classe intermedia lungo-raggio, Premium Voyageur è stata un successo e il mercato italiano è tra i maggiori acquirenti nel mondo di questo prodotto. Inoltre Bluebiz, l’accordo di incentivazione per le pmi, ha generato nell’ultimo anno un notevole incremento delle vendite e raggiunto quasi i 9 mila iscritti».

Dopo l’opposizione della Cina si moltiplicano i pareri contrari

Ets: anche la Russia ufficilizza il “no” alla tassa europea MOSCA - Arriva dalla Russia l’ultimo “no” al pagamento dell’Ets. Dal 1° gennaio, le compagnie aeree che utilizzano gli aeroporti europei sono state infatti obbligate ad acquistare alcune quote per compensare le loro emissioni di anidride carbonica, sebbene all'inizio dell'anno l'85% dei crediti sia stato concesso in maniera gratuita. Dapprima la Cina ha vietato alle proprie compagnie aeree di pagare gli Ets, mentre nei giorni scorsi il ministro russo dei Trasporti Igor Levitin parlando a Mosca di fronte ai rappresentanti dei 26 Paesi contrari agli Ets ha detto che «l’introduzione di tali norme è prematura ed il governo russo sta ora esaminando un disegno di legge che vieta alle compagnie aeree di pagare i certificati Ets» dando luogo ad un ulteriore passo verso possibili ritorsioni commerciali. «Ci rammarichiamo - ha dichiarato John Hanlon, segretario generale della European low fares airline association, della piega che sta prendendo questo incontro (a Mosca), dove sta prevalendo una netta contrarietà all'imposizione degli Ets europei perché all'interno dell'organizzazione dell’aviazione civile si stanno studiando formule di compromesso -. Io credo infatti, ha aggiunto, che la Commissione sarebbe disposta a modificare il regolamento in vigore offrendo delle soluzioni alternative». Intanto non c'è unanimità di vedute tra piccole e grandi compagnie aeree. In particolare tra quelle che operano con voli intercontinentali e quelle ad ambito locale. Per le prime infatti l'aggravio di costo da aggiungere ai biglietti dei loro clienti dovrebbe andare dai 2 ai 12 euro, contro gli 0,30-0,25 delle altre.

7


Quotidiano

29 febbraio 2012

www.travelquotidiano.com

Mondo A dispetto delle problematiche oggettive, il ministro conferma la volontà del Paese a investire nel settore

Il ritorno dell’Egitto: «Nessuna forza politica impedirà lo sviluppo del turismo» di CINZIA BERARDI

MILANO - Da quando è stato nominato ministro del turismo egiziano, esattamente un anno fa, Mounir Fakhry Abdel Nour è stato infaticabile nel diffondere fiducia sulla ripresa del settore ma al tempo stesso trasparente nel descrivere gli ostacoli che finora l’hanno impedita: l’incertezza della situazione politica, l’immagine negativa diffusa dai media, la crisi economica e i conseguenti problemi di budget. Così a Milano, dove è giunto in occasione della Borsa internazionale del turismo, il ministro ha incontrato tour operator e giornali specializzati per spie-

“Per ogni milione di arrivi turistici si creano 200 mila posti di lavoro: una linfa vitale per il nostro Paese

Mounir Fakhry Abdel Nour

gare le iniziative del governo dedicate al rilancio degli arrivi, senza nascondere le difficoltà del percorso. Ministro, quali sono i dati esatti del 2011 per il turismo egiziano? «Come tutti sanno è stato un anno molto difficile: gli arrivi internazionali sono scesi a 9 milioni 800 mila, il 33% in meno rispetto al 2010, anche se i pernottamenti hanno subito un calo inferiore, pari al 22%, segno che le vacanze di chi ha scelto l’Egitto sono state mediamente più lunghe. Anche i ricavi da turismo hanno subito un crollo, pas-

sando da 12,5 a 9 miliardi e danneggiando gravemente sia operatori turistici che l’occupazione». Quali risorse destinerete come governo alla ripartenza del settore? «Abbiamo enormi problemi di budget ma questo non ci impedirà di continuare a promuovere la destinazione: sul breve termine abbiamo previsto campagne pubblicitarie, partecipazione alle grandi fiere internazionali, press e fam trip, iniziative di marketing congiunte con i tour operator. Stiamo anche incentivando l’avvio di nuovi collegamenti charter per rendere l’Egitto più accessibile a tariffe convenienti. Sul medio termine invece, l’obiettivo è arrivare a 30 milioni di turisti nel 2017, investendo sui mercati emergenti come i paesi Bric, l’Argentina, il Messico e promuovendo nuovi segmenti, dal wellness al turismo religioso, ai safari nel deserto». L’Egitto archeologico sembra soffrire più delle destinazioni bal-

Dagli stanziamenti per le infrastrutture agli eventi dedicati a t.o. e agenti di viaggio

Cipro si prepara alla sfida del 2012 questo progetto di sponsorizzazione del turismo la occupano le infrastrutture: il prossimo marzo verrà inaugurato a Nicosia il Filoxenia, un nuovo centro congressi, ad ottobre invece sarà pronta la nuova Marina di Limassol, che si proporrà come porto di richiamo internazionale, oltre a quattro campi da golf che saranno costruiti nei prossimi tre anni.

di FRANCESCO DOLFO

MILANO - Cipro guarda con attenzione al mercato italiano, bacino potenzialmente ricco di soddisfazioni e di cifre in incoming «Quest’anno puntiamo a raddoppiare il numero di turisti italiani che hanno visitato la nostra isola. Nel 2011 sono stati 20 mila, ma sappiamo che c’è un notevole margine di crescita. Nei prossimi anni, in prospettiva, potremmo arrivare sino a 200 mila presenze», ha detto Kleopatra Mylona, membro del consiglio d’amministrazione del Cyprus Tourism Organization.

Gli obiettivi 2012

Iniziative in campo In agenda sono previsti nuovi educational dedicati agli agenti di viaggio e ai tour operator, due in primavera e due in autunno. «Cipro dista solo tre ore di volo dall’Italia, non è solo una meta dove passare lunghe vacanze, è adatta anche per il week end», ha aggiunto Kleopatra Mylona. Ovviamente i piani di sviluppo vanno oltre il mercato nostrano. La convinzione del Cto è di poter attingere a flussi turistici eterogenei proponendosi come destinazione a 360 gradi, non esclusivamente balneare. Tra le proposte di Cipro infatti non c’è solo il mare, vi sono anche il benessere, lo sport, la cultura e il business travel. Grande importanza in

8

20.000

Turisti italiani nel 2011

10% Incidenza turismo sul Pil nazionale

Mentre nella vicina Grecia la crisi raggiunge il punto più alto, i membri del Cto rassicurano la piazza. «Non rischiamo di vivere la stessa situazione della Grecia, la nostra economia è separata dalla loro. Abbiamo preso le nostre misure per evitare una spiacevole congiuntura economica», ha precisato Christos Tsiakas, direttore per l’Italia dell’ente nazionale per il turismo di Cipro (nella foto). Al contrario, forse, la previsione è ereditare una parte di flussi affezionata alla zona ellenica. «Il turismo rappresenta il 10% del nostro Pil - ha concluso Tsiakas -. Nel 2011 siamo cresciuti dell’1% rispetto al 2010 e abbiamo registrato 2 milioni e 400 mila arrivi. Gli inglesi e i russi sono i turisti principali. Quest’anno vogliamo fare ancora meglio, siamo un Paese erogatore di servizi abituato alle sfide».

neari: come pensate di rimediare? «Abbiamo riaperto alle navi da crociera il tratto del Nilo che va da Il Cairo ad Assuan, vietato dal 1994 in seguito ad alcuni attacchi terroristici. Siamo certi che le condizioni di sicurezza lo consentano, altrimenti non avremmo preso una decisione così importante, che finalmente permette ai turisti di visitare sette piramidi precedenti a quelle di Giza, la necropoli di Tuna el Gabal e diversi monasteri del secondo e terzo secolo, frequentati ogni anno da milioni di pellegrini copti. Questo nuovo itinerario sarà disponibile tra i programmi dei tour operator italiani a partire da maggio». La maggioranza parlamentare di partiti islamici nata dalle ultime elezioni potrebbe avere ripercussioni negative sul turismo? «E’ quello che molti temono, sia in Egitto che in Europa, ma non c’è ragione di avere paura: il

9,8 mln

Arrivi internazionali 2011

-33%

Flessione arrivi internazionali

9 mld $

Ricavi prodotti dal turismo 2011

30 mln Obiettivo arrivi turistici 2017

11,3%

Incidenza del turismo sul Pil turismo è vitale per l’economia egiziana, perché produce l’11,3% del Pil e occupa tre milioni e mezzo di persone. Inoltre, per ogni milione di arrivi si creano 200 mila posti di lavoro, una linfa vitale per un paese dove ogni anno 800 mila giovani bussano alla ricerca di un’occupazione. Per questo sono certo che nessuna forza politica oserà impedire lo sviluppo del settore».

Al decollo un piano per la promozione internazionale

L’Algeria incrementa i numeri e rilancia sul mercato italiano ALGERI - (i.c.) L’Algeria rilancia e si presenta in Bit con materiale promozionale e un filmato per avvicinare gli operatori italiani - fra i mercati di maggiore interesse insieme a Tunisia, Francia e Spagna - a un Paese che ha molto da offrire. «Una costa balneare ancora vergine, lunga mille 200 chilometri, un deserto affascinante, testimonianze dell’epoca romana e una serie di stazioni termali costituiscono un sicuro richiamo per i turisti italiani» sottolineano i rappresentanti dell’ufficio nazionale del turismo algerino. Nel 2011 i visitatori internazionali (compresi gli algerini residenti all’estero) hanno superato i due milioni. Le presenze sono pertanto aumentate del 26%. I soli turisti stranieri sono stati oltre 901 mila, in crescita del 37,5% rispetto al 2010. Per il 2012, l’obiettivo è di otrepassare la soglia dei 2 milioni di arrivi turistici. Per raggiungere questo target, l’Algeria si affida a una strategia che si basa sul lancio di una nuova certificazione alberghiera, sulla promozione del Paese attraverso una campagna di comunicazione, sull’incentivazione degli investimenti tramite sgravi fiscali e sull’incremento delle opportunità di finanziamento bancario disponibili per gli imprenditori attivi nel turismo.


Quotidiano

29 febbraio 2012

www.travelquotidiano.com

Mondo Investimenti nel comparto alberghiero e tante iniziative all’insegna dello sport e della natura

Francia

Argentina, un 2012 fitto di eventi di ISABELLA CATTONI

BUENOS AIRES - Un andamento in ripresa, che pone le giuste basi per una buona crescita dei numeri anche nel 2012: l’Argentina affila le armi e si propone al mercato italiano in veste rinnovata. «Dal 2009 al 2011 i visitatori italiani sono cresciuti dell’1,5% puntualizza Gabriel Dario Perrone, market coordinator Europe 2 dell’Instituto Nacional de Promociòn Turistica -. Quello italiano, con circa 110 mila presenze registrate nel 2011, è fra i primi cinque mercati a livello internazionale, con ottime prospettive di sviluppo futuro, grazie anche al potenziamento dei collegamenti aerei dall’Italia (sette voli settimanali con Alitalia e quattro con Aerolineas Argentinas)». Un grande impulso viene dal settore Mice; basti ricordare che, secondo la classifica stilata dall’Icca, l’Argentina è passata dalla 40ª posizione a livello mondiale per l’organizzazione di eventi, fiere e incentive del 2008 alla 18ª del 2010. Un bel risultato, trainato sicuramente da

+1,5%

Visitatori italiani dal 2009 al 2011

Il Perito Moreno

Buenos Aires, che accoglie il 40% di tutti gli eventi organizzati in America Latina, ma anche da Cordoba o da Mar del Plata. «Lo sviluppo turistico del futuro fa perno su diversi capisaldi - aggiunge Perrone -. Innanzitutto, vo-

“la sinergia Potenzieremo con i tour operator italiani

Gabriel Dario Perrone

Offerta ad hoc per il mercato italiano

La Romania si concentra sulla cultura di STEFANIA MARINO

I luoghi della pittura su iPhone di CINZIA BERARDI

offerta turistica, che punta tutto sui tre pilastri principali del turismo romeno: cultura, natura e autenticità, considerata quest’ultima come un invito per il turista a scoprire e a visitare la vera Romania. Tra le varie novità riservate ai viaggiatori, oltre ai già citati itinerari naturalistici, vi sono nuovi impianti di risalita per gli sciatori e numerosi spettacoli e festival. Per quanto riguarda invece la promozione del Paese in Italia, sono previsti workshop, campagne pubblicitarie e l’adesione alle principali fiere di settore. La partecipazione alla Bit 2012 segna per la Romania il lancio delle nuovissime brochure in italiano contenenti i percorsi naturalistici tra i giardini dei Carpazi e le bellezze delle città.

PARIGI - Il comitato regionale del turismo Provenza-Alpi-Costa Azzurra lancia l'applicazione GalleryPaca (anche in italiano) per ripercorrere i passi dei grandi maestri della pittura. L'applicazione, che può essere scaricata gratuitamente su iPhone e Android, offre una scelta tra 50 luoghi che hanno affascinato i grandi maestri. GalleryPaca permette di essere geolocalizzati per scoprire le opere pittoriche presenti nelle vicinanze; conoscere e visualizzare le immagini ad alta definizione dei dipinti, ingrandire i dettagli, ascoltare le spiegazioni di guide esperte sull'interpretazione del dipinto, sui dettagli della vita dell'artista, sulle tecniche utilizzate. Inoltre, con l'applicazione Companion, si attiva un sistema di allerta che segnala quando ci si trova nei pressi di un luogo d'interesse. L'utente può cimentarsi nell'arte di fotografare nuovi paesaggi partecipando al gioco “Uguaglia il maestro”, con l'opportunità di vincere ogni anno un soggiorno per due persone nella regione ProvenzaAlpi-Costa Azzurra.

Promozione

Thailandia e adv, la partnership si rinnova di MASSIMO TERRACINA

Visitatori a +12%; espositori a +11%

10

Fra le iniziative per incentivare la conoscenza della destinazione, anche un workshop che verrà programmato a ridosso di Ttg Incontri, con probabili tappe a Venezia, Torino, Napoli, Catania. «Sarà anche l’occasione per rilanciare Iguazù, che verrà incoronata in marzo quale Settima meraviglia naturale d e l mondo».

BUCAREST - Per il 2012 l’ente nazionale per il turismo della Romania ha dato l’avvio a nuovi itinerari, che spaziano su tutto il territorio rumeno, ben noto per la compresenza di montagne, colline e pianure e per l’estrema armoniosità. Si tratta di veri e propri viaggi culturali, di diversa durata e che si focalizzano sui punti forti del territorio, appositamente scelti e selezionati per il mercato turistico italiano, come i famosi castelli della Transilvania, i monasteri dipinti della Bucovina o la fauna protetta sul delta del Danubio. Il direttore dell’ente rumeno in Italia, Ioana Podosu, ha dichiarato di essere molto soddisfatto dell’incremento registrato da parte dei turisti italiani, cresciuti nel 2011 dell’8,5% rispetto al 2010. Dunque l’obiettivo della Romania sul fronte del nostro mercato è quello di investire in una ricca

Successo per Emitt Istanbul

ISTANBUL - L’East Mediterranean International Travel & Tourism exhibition di Istanbul (nella foto) raggiunge con l’edizione 2012 il 5° posto nella graduatoria delle fiere internazionali del settore turistico. In quattro giorni ha riunito 4 mila 500 espositori provenienti da 62 Paesi e ha accolto oltre 128 mila visitatori. Il numero dei visitatori è aumentato del 12% rispetto all’edizione 2011, mentre il numero degli espositori

gliamo intensificare la promozione in sinergia con i tour operator, proponendo eventi speciali legati allo sport o al mondo dei motori. A questo proposito, il Gran Premio MotoGp avrà nel 2013 una tappa in Argentina, presso l’autodromo Termos de Rio Hondo, nella provincia di Santiago del Estero». Ingenti investimenti sono poi stati indirizzati al comparto alberghiero, «che intendiamo sviluppare soprattutto nel segmento lusso. Un esempio? Nel 2013 inaugureremo a Buenos Aires (nel quartiere di Puerto Madero) il primo hotel a sei stelle d’Argentina».

110.000

Presenze italiane registrate nel 2011

è cresciuto dell’11%. La 16ª edizione ha ospitato per la prima volta Argentina, Ungheria, Repubblica Ceca, Italia, Kazakhstan, Malesia, Slovenia e Venezuela, mentre Grecia, Sudafrica e Russia hanno partecipato con uno stand più grande. A conclusione della fiera, il 60% degli espositori esteri ha firmato il contratto per Emitt 2013, dimostrando la soddisfazione per i risultati raggiunti quest’anno.

BANGKOK - Sandro Botticelli, responsabile marketing di Tat, l’ente nazionale per il turismo thailandese in Italia, faccia il punto sulla sit u a zione della destinazione che

festeggia l’arrivo anche del nuovo direttore, Jittima Sukpalin. «Le cifre paiono molto confortanti, dopo i problemi dei mesi scorsi spiega Botticelli - con 19 milioni di arrivi nel 2011 e dall’Italia 171 mila presenze, record storico che sancisce un 6% di incremento sul 2010 e un 16% sull’ultimo triennio». Innegabilmente, alle difficoltà turistiche generali, si sono aggiunti momenti di crisi per il Paese, superati brillantemente, anche grazie all’ottimo controllo del rapporto qualità

“ Puntiamo sul mercato italiano ” Sandro Botticelli

19 mln Arrivi totali

registrati nel 2011

171.000 Presenze 2011 dall’Italia prezzo. «Un viaggio tipico in Thailandia dura due settimane, con una scelta di percorsi abbastanza omogenei per esplorare le peculiarità del Paese, con tre notti a Bangkok, tre o quattro nel triangolo d’oro a nord e la seconda settimana al mare di Samui o Phuket per rilassarsi». La Thailandia è comunque ancora in grado

di stupire con nuove proposte, come quella del litorale che va da Krabi fino a Koh Lipe al confine con la Malesia, nel parco nazionale del Turatao (61 isole). «Per quello che riguarda il rapporto con il trade, ci siamo concentrati sull’e-learning con il programma “Thailand specialist”, che per il terzo anno formerà esperti del Paese: 860 il primo anno, 2 mila l’anno scorso. L’impegno non si esaurisce qui, poiché organizziamo roadshow di 40 serate all’anno da Palermo a Torino per incontrare circa 3 mila agenzie». «Concludo segnalando due segmenti di mercato in crescita: i viaggi di nozze, cui è dedicata una serie di puntate su Marco Polo Tv e il golf. Riproporremo l’Amazing Thailand golf cup con sei tappe e finale a Roma».


Caraibi a cura della redazione

SPECIALE

29 febbraio 2012

Caribbean tourism organization La Caribbean tourism organization (Cto), basato a Barbados, con uffici marketing a New York e Londra, è l’organizzazione per lo sviluppo turistico dell’area caraibica. Conta su oltre 30 governi aderenti, oltre a moltissime organizzazioni private basate ai Caraibi, siano essi anglofoni, ispanici o olandesi.

23,8 mln Visitatori Caraibi nel 2011

+3,3% Incremento arrivi 2011/2010

+3%

Stima crescita arrivi 2012

“nelProseguiamo lavoro di rafforzamento del brand

Carole Hay

«I Caraibi hanno riportato nel 2011 una crescita degli arrivi e si apprestano a continuare con questo trend nell’anno appena iniziato, ma bisogna comunque guardare con cautela al futuro». Carol Hay, direttore marketing Europa della Caribbean Tourism Organization, commenta così l’anno appena chiuso. «Il 2011 ha visto un aumento del 3,3% sul 2010 - prosegue Hay - con 23 milioni 800 mila visitatori nella regione caraibica. Il settore crocieristico, da sempre polo trainante dell’area, ha messo a segno un piccolo +0,3% raggiungendo complessivamente 20,6 milioni di passeggeri». Le cifre sono confortanti, ma occorre restare vigili e attenti alle problematiche oggettive del mercato. «Stiamo procedendo con il recupero iniziato nel 2010 - sottolinea Carol Hay – e proseguiamo nel lavoro di rafforzamento del brand della destinazione con gli oltre 30 paesi aderenti alla nostra organizzazione di marketing». Tornando alle cifre, l’aumento è dovuto alla buona performance della stagione invernale, (gennaio-aprile +3,9% sull’anno precedente) anche se l’estate ha comunque contribuito con una crescita del 3%. «Il mercato canadese al solito ha registrato ottime performance - precisa Carol Hay – registrando un incremento del 6,8%, mentre la crescita dagli Usa, mercato storico per i Caraibi, è stata modesta, con un +1,7%. Dall’Europa solo un deludente +0,6%». Il problema dell’area, che comunque non è di certo al sicuro dalle recessioni turistiche, resta ancorato alla disparità di “rendimento” di piazze differenti, dovute a crisi occupazionali in mercati emissori di forte impatto, pressioni economico-fiscali e monetarie, i costi del carburante, che penalizzano i flussi, sotto la media mondiale (sviluppo attorno al 4% previsto dall’Unwto). «Il 2012 stimiamo che ci porterà un 3% circa di incremento - conclude Carol Hay - con un impatto economico di tutto rispetto. Il mercato delle crociere resta un nostro punto di riferimento che crediamo, secondo le proiezioni, fornirà un contributo del 3% circa per l’anno appena iniziato».

11


Quotidiano

29 febbraio 2012

www.travelquotidiano.com

Speciale Caraibi CONDOR

SHANGRILA VACANZE Il plus L’elasticità che ci consente di soddisfare qualsiasi richiesta particolare da parte delle adv. La proposta su Los Roques, con soggiorni nelle “posadas”, vecchie case di pescatori, sull’isola principale di Gran Roque.

L’operatore Sede : Rimini SS Consolare RSM51 Tel 0541909211 www.condor.it

10.419

Pax trasportati sui Caraibi nel 2011

34%

Quota passeggeri su Cuba

Prodotto di punta L’offerta sul prodotto Messico

12

Qual è l’andamento delle prenotazioni? «Il trend delle prenotazioni sul prodotto Caraibi resta positivo – dichiara Corrado Munarin, direttore generale di Condor -. Registriamo una lieve contrazione sul prodotto Cuba, mentre è sempre sostenuta la domanda su Repubblica Dominicana e Messico, con la piacevole novità della Giamaica. Nel 2011 abbiamo totalizzato sui Caraibi 10 mila 419 clienti. Il 34% a Cuba, il 33% in Repubblica Dominicana, il 28% in Messico, il restante 5% suddiviso fra Giamaica e Antigua. Quanto all’andamento generale di Condor registriamo un buon risultato nel 2011, mentre le aspettative sul 2012 sono “meno buone”. La Bit ha dimostrato, almeno nel tour operating italiano, tutta la debolezza del settore. Ma le componenti del comparto sembrano aver preso atto delle difficoltà del momento. Questo fatto ci fa ben sperare per un’offerta calibrata sulla domanda e

non viceversa». La novità di prodotto? «Non abbiamo novità di prodotto in termini di destinazioni, mentre possiamo annunciare un nuovo accordo commerciale con la compagnia Oasis Hoteles per le strutture alberghiere in Messico, che vanno ad aggiungersi a quelle storiche da noi già programmate. Altra novità commerciale dall’estate è il Pna, acronimo di “Prezzo non adeguabile”, che prevede una tariffa di pacchetto già inclusiva di eventuale adeguamento fuel».

Il plus La formula di advance booking denominata P.M.G – Prezzo minimo garantito - e la nuova formula P.N.A - Prezzo non adeguabile.

L’operatore Sede : Roma Via Mentore Maggini, 50 Tel. 06 512991 www.topsardinia.it

Los Roques

Soggiorni nelle posadas dei pescatori

Esclusività Destinazioni e strutture

Prodotto di punta Vendiamo molto bene mete come Antigua, Aruba, Turks&Caicos, Isole Vergini e Bahamas: v a s t a l a s c e l t a d i s i s t emazioni, dall’hotel 3* superior (Jolly Beach di A n t i g u a ) a l 5 * l u s s o ( L i ttle Dix di Virgin Gorda.

Qual è l’andamento delle prenotazioni? «Senza variazioni apprezzabili, che noi valutiamo come elemento positivo in considerazione dell’attuale situazione economica – dichiara Gloria Perilli, responsabile programmazione lungo raggio di Shangrilà Vacanze -. Consolidare la nostra posizione sul mercato è di per sé già un risultato». La novità di prodotto? «Avendo registrato un aumento della domanda per i combinati Usa-Caraibi, abbiamo concentrato maggiormente l’offerta su questo tipo di vacanza che è particolarmente richiesta

per i viaggi di nozze, specie in primavera e autunno. Inoltre, tenendo conto che il mercato di target medioalto non ha subito grandi flessioni, torniamo a puntare sulle mete più esclusive e sulle strutture alberghiere di prestigio. Proponiamo un’ampia selezione di alberghi di alto livello in tutte le destinazioni, sia quelle più conosciute dalla clientela italiana, sia quelle di nicchia, come Grenadines e Isole Vergini. Ovviamente disponiamo di soluzioni per tutte le tasche e per le esigenze più diverse. Inoltre, gli accordi con tutte le compagnie aeree, inclusi i voli speciali e quelli all’interno dell’area caraibica ci consentono di proporre molteplici soluzioni, dal soggiorno di poche notti in una singola meta al combinato tra più isole, al fly&drive nelle destinazioni classiche senza dimenticare i tour organizzati».


Quotidiano www.travelquotidiano.com

29 febbraio 2012

Speciale Caraibi GRUPPO ALPITOUR

CHIARIVA BY VIVAMONDO Il plus «Saper creare il pacchetto, unendo il soggiorno in città all'estensione mare. Registriamo infatti l'aumento della richiesta di Caraibi come estensione di soggiorni negli Stati Uniti».

L’operatore Sede: Torino Via Nizza, 262 www.francorosso.it www.villaggibravo.it

Sette Club nei Caraibi (2 villaggi Bravo, 3 SeaClub e 2 iClub)

11

Charter settimanali sui Caraibi

Prodotto di punta I l S e a C l u b P l a y a M aroma, che sta vivendo una nuova era con il marchio Francorosso, che abbina la spiaggia di Maroma a una s t r u t t u r a d i a l t a q u alità.

Qual è l’andamento delle prenotazioni? «Constatiamo un ottimo trend soprattutto per Messico e Repubblica Dominicana - dichiara Gianmaria Patti (nella foto), responsabile prodotto lungo raggio Ovest per la divisione Easy del gruppo Alpitour -. Si conferma anche per l'inizio 2012 una crescita importante sull'area, sia per passeggeri sia per fatturato». La novità di prodotto? «Grande novità dell'inverno, l'apertura del villaggio Bravo Viva Azteca, struttura conosciuta sul mercato che abbiamo rivisitato ed adattato alle esigenze del format Bravo. In estate un nuovo catalogo monografico Bahamas e Florida permette di abbinare il charter su Grand Bahama a soggiorni in Florida, a Miami e Orlando oltre che ai tour in bus e fly&drive». Per quanto riguarda la divisione Premium, invece: «Si

intensificano i programmi combinati con itinerari negli Usa - spiega Sabrina Bartolini, responsabile prodotto Caraibi -. La completezza della proposta America di Viaggidea e la possibilità di estensione mare alle Antille compongono il viaggio ideale e completo. La nostra maggiore proposta per il 2012 è Antigua, ampliata per Viaggidea con l’ingresso in esclusiva dell’hotel Keyonna Beach. Bahamas e Bermuda si riconfermano inoltre come destinazioni di alta produzione proprio nel periodo estivo. Anche Aruba si conferma meta di punta nel periodo da fine agosto a ottobre».

Il plus Le collaborazioni esclusive con le catene alberghiere più importanti sulla destinazione o le isole stesse.

L’operatore Sede: Milano Via Meravigli, 16 Tel. 02 80581002 www.chiariva.it

Norwegian

Crociere Freestyle in aumento

Antigua

Fra le mete in crescita

Qual è l’andamento delle prenotazioni? «L’andamento delle prenotazioni Caraibi va di pari passo alla nostra America ed è stabile rispetto all'anno scorso - spiega Lorenza Oselin, direttore commerciale Chiariva by Vivamondo -. Oltre ai pacchetti evergreen che riguardano gli Stati Uniti, possiamo confermare che le estensioni mare ai Caraibi sono richiestissime, sia per gli honeymooner, sia per le vacanze post tour. Operiamo su Bermuda, Bahamas, Turks&Caicos, Giamaica, Repubblica Dominicana, isole Vergini, Anguilla, Antigua, Barbados, isole Gre-

Prodotto di punta «Oltre alle crociere Ncl ai Caraibi e alla crescita del Messico, c o n s t a t i a m o u n a umento della richiesta su Antigua. Inoltre, le crociere alternative con Star Clipper».

PRESS TOURS

nadine. Dal 2011 abbiamo anche una programmazione su Los Roques in Venezuela e Cuba. Tutto questo è richiestissimo anche con la formula Crociera Freestyle, che ha rivoluzionato lo stile di vacanza a bordo di navi moderne, eleganti e sofisticate della compagnia Norwegian Cruise Line, di cui Chiariva è preferred partner per il terzo anno consecutivo». La novità di prodotto? «L'incremento della proposta crociere Norwegian Cruise Line sui Caraibi con pacchetti volo+hotel. L’ammiraglia Norwegian Epic ha sorpreso tutti per il design innovativo degli spazi comuni e delle cabine New wave. Le crociere ai Caraibi con Epic sono apprezzatissime dai nostri clienti. Le isole più richieste sono quelle esclusive come Antigua, forse anche perché il nostro brand è molto forte sui viaggi di nozze».

TRAVELPLAN ITALIA Il plus Una programmazione molto “pensata”, coordinata da uno staff dedicato;preventivi complessi anche online; voli di linea; il prezzo garantito Press Tours.

L’operatore Sede: MILANO Via G. da Procida, 35/1 Tel 02.34966600 www.presstours.it

Oltre 55.000

Pax trasportati nel 2011

+15%

Fatturato 2011 rispetto al 2010

Prodotto di punta Cuba, con oltre 25 m i l a p a s s e g g e r i m o v imentati.

Qual è l’andamento delle prenotazioni? «Il 2012 si è aperto già con un buon pre-booking fino a fine marzo per quanto riguarda le destinazioni caraibiche classiche servite con voli diretti - dichiara Moreno Rognoni, promozione, events & media relations di Press Tours -. Il 2011 si è chiuso con oltre 55 mila clienti prenotati e un fatturato a +15% rispetto al 2010, con un Bsp a +110% , segno di una continuità positiva che negli ultimi 15 anni vede Press Tours posizionarsi quale tour operator di riferimento per il mercato italiano verso l’area caraibica. La destinazione più richiesta e ven-

L’operatore duta rimane Cuba, seguita da Messico e Repubblica Dominicana, quindi Giamaica e Antigua. Le isole minori che stanno dimostrando maggiori richieste e conferme sono Aruba, Guadalupa e Bahamas. Una bella soddisfazione è il volo diretto su Antigua, che ci permette di combinare diverse isole dei Caraibi centrali per offrire alla clientela la possibilità di scoprire più destinazioni caraibiche nel corso del viaggio». La novità di prodotto? «Dal 2001 e con maggior enfasi nel 2012 con il catalogo dedicato “ Stati Uniti e Piccole Antille”, Press Tours programma e commercializza tutte le isole dell’arcipelago caraibico, includendo Bermuda. Un catalogo e una programmazione online ricchissimi di strutture alberghiere, tour e soggiorni su un’isola dei Caraibi o con abbinamenti di due o più isole o instradamenti via Stati Uniti».

Sede: MILANO Via F. Filzi, 2 Tel. 02 87366302 www.travelplanitalia.it

5.000

Pax su tutte le mete dall’inizio del 2012

25%

Incidenza Caribe sul totale fatturato/pax

Prodotto di punta Uno dei più richiesti è il Be Live Grand Punta Cana, 4 stelle sul mare e con un’ottima formula tutto incluso. Funzionano bene i circuiti in Messico e a Cuba, i combinati New York + Caribe, i boutique hotel e le posadas in Messico.

Qual è l’andamento delle prenotazioni? «Abbiamo inaugurato il 2012 con un andamento più che soddisfacente - dichiara Ezio Limonta, direttore generale Travelplan Italia - e stiamo già raggiungendo lo stesso numero di passeggeri realizzati durante tutto il 2011. Merito di una fortissima campagna commerciale che negli ultimi mesi ci ha portato ad entrare in contatto con molte agenzie. E merito anche della competitività delle nostre proposte: in quanto parte di Globalia, controlliamo direttamente l’intera filiera dei pacchetti, a vantaggio del prezzo, oltre che della sicurezza e del comfort». La novità di prodotto? «Per il 2012 ci sono diverse novità: a Cuba inseriremo alcune strutture Iberostar ideali per il mercato italiano, mentre in Messico abbiamo potenziato l’offerta di circuiti, con due nuove proposte, già pubblicate sul catalogo Just Married: un fly&drive in assoluta libertà in Yucatan e un

tour per l’intero Paese. Inclusi nel tour sono previsti plus riservati alle coppie in viaggio di nozze, tra cui: early check-in e late checkout; un corso per imparare a preparare un perfetto Margarita e la salsa Guacamole; la partecipazione a un rito spirituale sciamanico di purificazione».

Il plus «La possibilità di offrire la comodità e la flessibilità dei voli di linea, a prezzi più competitivi dei voli charter. Abbiamo partenze tutti i giorni per Cancun, L’Avana, Santo Domingo e Punta Cana».

13


Quotidiano

29 febbraio 2012

www.travelquotidiano.com

Speciale Caraibi JOLLY ROGER TOUR

KARISMA TRAVELNET Il plus Il prezzo e la velocità nel rispondere alle richieste di preventivi.

L’operatore Sede : Milano Via Castel Morrone,7 Tel 02 70105658 www. jollyrogertour.it

3,5 mln €

Fatturato

70%

Incidenza Roatan e Honduras sul fatturato totale

Prodotto di punta Roatan e Cuba

14

Qual è l’andamento delle prenotazioni? «Le prenotazioni sui Caraibi nel periodo di Natale e Capodanno sono andate molto bene – indica Marco Agostini, direttore generale di Jolly Roger Tour -, poi con fatica ma arrivano comunque con regolarità. In questo momento stiamo vendendo sia Cuba sia Roatan, che avendo già un catalogo dedicato è per ora più completa e quindi più venduta. Cuba sarà la destinazione che ci darà grosse soddisfazioni una volta distribuito il nuovo catalogo». La novità di prodotto? «Sta per uscire il nuovo catalogo “Cuba, un paradiso verde e blu” di 48+4 pagine. Venderemo mare, tour e combinati. All’interno, “Itinerari accompagnati”, tour e mini tour classici di una settimana da L’Avana a Santiago o vicecersa con tappe nelle principali città e luoghi di interesse; percorsi più corti dell’oriente, centro e occidente di Cuba (1-4

notti secondo disponibilità), con partenza fissa senza minimo di partecipanti e guida parlante italiano. Per chi ama la vacanza in completa libertà e si adatta a sistemazioni in categoria più economica in tutta l’isola o per chi vuole girare con un’auto o un minivan “A spasso per Cuba” è la proposta a quattro ruote. Possiamo costruire viaggi su misura, itinerari esclusivi e privati, programmi per gli amanti di ecoturismo, sub, pesca, e benessere, musica e golf. La proposta mare spazia da alberghi cinque stelle lusso, a strutture più semplici».

Il plus La conoscenza approfondita del prodotto, sia Cuba che Roatan e gli ottimi rapporti con i fornitori.

L’operatore Sede : ROMA Via F. Numerio, 20/22 Tel 06784424 www.travelnet.it

-35%

Prenotazioni 2012 sui Caraibi

Crociere

Potenziata la gamma di scelta offerta

Prodotto di punta I combinati Stati Uniti + Caraibi

Qual è l’andamento delle prenotazioni? «In accordo con il mercato generale Karisma Travelnet registra un meno 35% di prenotazioni 2012 sui Caraibi maturate fino al mese di febbraio – dichiara Luca Manchi, amministratore unico di Karisma Travelnet -. Le prenotazioni sono sempre maggiori sotto data e comunque notiamo la perdita di una fetta considerevole di clientela media». La novità di prodotto? «Le combinazioni Stati Uniti con i Caraibi e le crociere sull’area sono le principali novità di prodotto.

Oltre alla Carnival abbiamo aggiunto alla programmazione Msc Crociere e Norwegian Cruise Line, programmando itinerari molto suggestivi. Nel dettaglio: proposta di 11 giorni Miami (soggiorno nell’Hotel Ocean Five) + crociera su motonave Destiny + New York (soggiorno all’Hotel Radisson Lexington); proposta di 11 giorni con crociera su motonave Destiny + New York (soggiorno nell’Hotel Radisson Lexington). «Proposta di due notti a New York (Hotel Radisson Lexington - solo pernottamento) + cinque notti ai Caraibi presso l’hotel prescelto dal cliente + trasferimenti e assistenza (1° e 2° giorno New York, 3° giorno New York – Caraibi, dal 4° al 7° giorno Caraibi, 8° giorno partenza con voli di linea per l’Italia, 9° giorno arrivo in Italia».


Quotidiano www.travelquotidiano.com

29 febbraio 2012

Speciale Caraibi SANDALS & BEACHES RESORTS

PHONE&GO Il plus Phone&Go è l’unico operatore che, con Blue Panorama, propone voli diretti su Samanà.

L’operatore Sede: Casale s/ Sile (TV) Via Kennedy, 28/F Tel. 0422 702463 www.sandalsresorts.it

Seconda

Posizione mercato italiano in generale

Positivo

Risultato 2011 rispetto al 2010

Prodotto di punta I l S a n d a l s G r a n d e A ntigua (Dickenson B a y ) e i l S a n d a l s R oy a l B a h a m i a n ( N a ssau), anche perché Antigua e le Bahamas s o n o s t a t e d e s t i n azioni molto in voga, negli ultimi mesi.

Qual è l’andamento delle prenotazioni? «Nonostante la crisi economica e il non facile panorama globale del turismo, possiamo affermare con enorme piacere che il 2011 ha chiuso oltre le nostre aspettative - dichiara Saskia Bigai, commercial & marketing manager per l'Italia di Sandals & Beaches Resorts -. Abbiamo raggiunto e bypassato il target dato a inizio anno dalla direzione centrale». La novità di prodotto? «Il Sandals Grande Riviera, una delle nostre strutture 5 stelle giamaicane, verso la fine del 2011 è stato oggetto di cospicui investimenti (circa 60 milioni di dollari) e si affaccia al 2012 in una veste totalmente nuova, molto più trendy. Con i suoi 110 acri, i suoi tre tratti di spiaggia (di cui alcune anche ampliate) e i diversi edifici che lo compongono, è perfetto per ospitare gruppi di qualsiasi dimen-

L’operatore sione. Varie ville interne al resort offrono alle coppie in luna di miele il lusso di una piscina privata; gli amanti del mangiar bene possono scegliere tra diverse gastronomie in ben 15 ristoranti, di cui sette a bordo mare. Lusso, poi, non significa spreco di risorse naturali: Sandals collabora con “EarthCheck” per varare iniziative a sostegno dell'ambiente naturale». In allegato a questo numero di Travel Quotidiano, una brochure relativa all’offerta Sandals.

Il plus Il Luxury Included, ossia una particolare versione della formula tutto compreso: dai transfer da/per aeroporto a tutti gli sport; da pasti e snack a bevande alcoliche e non; dall'animazione a due immersioni al giorno per sub.

Sede: Pistoia Via Galvani, 15 Tel. 0573 7777 www.phoneandgo.it

2.373.000 €

Fatturato 2011 Messico

+50%

Aumento prenotazioni Cuba

Qual è l’andamento delle prenotazioni? «Parlare di Caraibi per Phone&Go significa parlare di Messico, Repubblica Dominicana e Cuba - commenta Irene Mungai, responsabile reparto marketing di Phone&Go -. Per quanto riguarda la Repubblica Dominicana, le prenotazioni entrate dall’inizio dell’anno registrano un andamento stabile rispetto allo scorso anno; crescono invece del 15% le prenotazioni per il Messico e del 50% le prenotazioni per Cuba». La novità di prodotto? «Per i Caraibi, Phone&Go

Prodotto di punta Club Aligiò Beach a Samanà, in Repubblica Dominicana. Il Resort è u n g r a z i o s o c o mplesso in esclusiva P h o n e & G o p e r i l m e rcato italiano.

vanta una collaborazione consolidatasi nel corso degli anni con la catena alberghiera Barcelò. In Messico propone il Barcelò Maya Beach & Caribe 5 stelle, il BlueBay Grand Esmeralda 4 stelle superior e le Posadas 3 stelle. In Repubblica Dominicana propone il Barcelò Bavaro Palace Deluxe 5 stelle, il Barcelò Bavaro Beach 5 stelle, l’Iberostar Hacienda Dominicus 5 stelle, il Barcelò Capella Beach 4 stelle e il Club Aligiò Beach Hotel 3 stelle. A Cuba propone il Barcelò Marina Palace 5 stelle, il Barcelò Arenas Blancas 4 stelle, il Mercure Playa de Oro 4 stelle e il Gran Caribe Club Cayo Largo 3 stelle. Tutto questo elenco per dimostrare che, come sempre, Phone&Go è forte nel riuscire a proporre soluzioni ideali per ogni tipologia di clientela, con un ottimo rapporto qualità-prezzo».

BEST TOURS Il plus Il punto di forza di Best Tours è la possibilità di prenotare - su tutte le isole strutture di vario livello e la presenza di un residente Best Tours dedicato.

L’operatore Sede: Milano Via Tito Speri, 8 Tel servizio clienti: 199 303199 www.besttours.it

10

Strutture ad Antigua

10

Isole presenti nella programmazione Caraibi

Prodotto di punta « A n t i g u a , d o v e p r op o n i a m o s t r u t t u r e a lb e r g h i e r e m o l t o d iverse. Le piu richieste sono l’Hermitage Bay e il The Inn at English H a r b o u r . A c h i , i nvece, vuole spendere m e n o p r o p o n i a m o l ’H a w k s b i l l b y R e x r esort».

Qual è l’andamento delle prenotazioni? «Per Best Tours, l’andamento delle prenotazioni per l’area Caraibi in generale è positivo e in linea con le nostre previsioni - spiega Loredana Busin, project manager Caraibi -. L’interesse da parte del mercato è sicuramente in ascesa. In particolare, il Messico “caraibico”, che rientra nelle

novità di prodotto 2012 di Best Tours, è la destinazione che sta andando meglio, sia a livello di soggiorni balneari (in riviera Maya), sia di tour culturali». La novità di prodotto? «Come novità di prodotto per il 2012, abbiamo inserito il Messico “caraibico”’ (Riviera Maya), sia con soggiorni balneari sia abbinato a mini-tour. Abbiamo, invece, consolidato tutte le altre nostre destinazioni storiche, tra cui Giamaica, Antigua, Barbados, Turks & Caicos, Repubblica Dominicana, Bahamas,... concentrandoci su prodotti esistenti - che hanno risposto positivamente alle richieste e alle aspettative dei clienti - con un’accresciuta attenzione ai servizi e ai plus offerti, al fine di renderli ancora più aderenti agli elevati standard qualitativi che garantiamo».

15


Travel Quotidiano 29/02/2012  

I NALLEGATOLABROCHURE S ANDALS R ESORTS C ARAIBI E’ partito il rilancio dell’Egitto Settemari rafforza i programmi Argentina fra eventi e cu...