Page 1

ANNO XXIV - N. 56-57 18-20 LUGLIO 2012

PREZZO PER COPIA EURO 0,10

GIORNALE DI INTERESSE PROFESSIONALE PER IL TURISMO - POSTE ITALIANE SPA - SPED.

La Slovenia incrementa i numeri dall’Italia

Ottime prospettive in vista dell’estate per i flussi turistici italiani diretti verso la Slovenia. A PAGINA 14

IN

ABB. POST. D.L. 353/2003 (CONV.

Constance scommette su Seychelles

IN

L. 27.02.2004, N° 46), ART. 1,

La scommessa estiva di Constance Hotels Experience punta su Seychelles con il Lemuria Resort. A PAGINA 12

Le ultime cifre dell’ Unwto indicano una crescita (5%) degli arrivi internazionali

Piccoli segnali di ripresa I dati rimangono positivi anche in relazione alla stagione estiva MILANO - Sembra una leggera inversione di tendenza quella indicata dall’Unwto. Leggera ma confortante, visto il quadro economico mondiale. Da gennaio ad aprile 2012, infatti, gli arrivi internazionali hanno registrato una crescita del 5% (285 milio-

ni) a dispetto dell’incertezza economica dei principali mercati outbound. Le cifre elaborate dall’Unwto si dimostrano confortanti anche per i mesi compresi tra maggio ed agosto, con circa 415 milioni di turisti che viaggeranno all’estero. A PAGINA 2

Monti elimina i ponti di primavera? Buona tenuta per Chinasia ROMA - Chinasia tiene bene, malgrado il momento di crisi generalizzata. «La nostra clientela appartiene a una fascia medio-alta – spiega l’amministratore unico, Giancarlo Monaco – e quindi risente meno delle difficoltà economiche. Accanto alle destinazioni della Cina classica, stiamo promuovendo anche itinerari in località meno conosciute, come lo Xinjiang, con viaggi su misura». A PAGINA 4

COMMA

1, CNS/AC-ROMA

Almeno uno Adesso ci eliminano anche i ponti. Il nostro caro Mario Monti ha deciso così e difficilmente ritornerà indietro. Certo, almeno uno ce lo potrebbe lasciare, altrimenti da dove ci buttiamo?

Disneyland Paris: i primi 20 anni MARNE LA VALLEE – Un 20° anniversario scoppiettante per Disneyland Paris, che approfitta della ricorrenza per lanciare iniziative e promozioni ad hoc dedicate a trade e consumer. «I 20 anni rappresentano un importante giro di boa - commenta Marina Cipriano, head of marketing and sales promotion Italy - e per festeggiarli abbiamo lanciato “Pensione completa in libertà”, servizio aggiuntivo omaggiato a chi prenota un pacchetto famiglia fino al 30 settembre». Numerose le iniziative in programma, dallo show “Dreams”, all’apertura del parco Disneyland fino alle 23. A PAGINA 15

Turkish Airlines consolida da Fiumicino ROMA - Secondo voci insistenti il governo Monti avrebbe in agenda la soppressione dei ponti di primavera. Con questo escamotage il Pil nazionale crescerebbe di più dell’1%. Chiaramente il governo non ritiene interessante valutare le perdite turistiche.

ROMA – Turkish Airlines consolida l’operativo su Roma portando ad annuale la terza frequenza effettuata quattro volte a settimana su Fiumicino. Obiettivo: renderla giornaliera dal prossimo inverno. A PAGINA 7

Yurgadoul Altinoz

1


Quotidiano

18-20 luglio 2012

www.travelquotidiano.com

In primo piano Da gennaio ad aprile 2012 gli arrivi internazionali hanno registrato un aumento del 5% (285 milioni)

Cifre Unwto

Segnali di ripresa dal turismo mondiale

“come E’ incoraggiante vedere la domanda torni a crescere verso paesi come Giappone, Egitto e Tunisia. Si tratta di destinazioni turistiche per eccellenza

Taleb Rifai

BUONE LE PROSPETTIVE PER L’ALTA STAGIONE MILANO - (ma.c.) Timidi segnali positivi per il turismo internazionale. Da gennaio ad aprile 2012 gli arrivi internazionali hanno registrato una crescita del 5% (285 milioni) a dispetto dell’incertezza economica che ancora permea alcuni dei principali mercati outbound. Le cifre elaborate dall’Unwto si dimostrano confortanti anche per i mesi compresi tra maggio ed agosto, con circa 415 milioni di turisti che viaggeranno all’estero. «E’ incoraggiante vedere come la domanda torni a crescere verso paesi come Giappone, Egitto e Tunisia – ha dichiarato Taleb Rifai, segretario generale dell’Unwto -. Si tratta di destinazioni turistiche per eccellenza, pronte ad accogliere i milioni di turisti che ogni anno scelgono di soggiornarvi». In effetti, nei primi mesi del 2012 la regione nordafricana è tornata a crescere con un +11% di arrivi,

6% Arrivi in America

+11%

Arrivi in Nordafrica

e la Tunisia in particolare ha segnato un +48% tra gennaio e maggio, così come l’Egitto ha centrato un +29%. Bene anche l’area del Pacifico, dove il Giappone ha visto crescere fino al +40% gli arrivi nei primi cinque mesi dell’anno. Sul fronte americano l’incremento è stato del 6%, mentre l’Europa ha totalizzato un +4%, consolidando il risultato di crescita record del 2011, malgrado il persistere della crisi nei Paesi

+4%

Arrivi in Europa

dell’Eurozona. Buone, come dicevamo, le prospettive per i prossimi mesi, tradizionalmente di alta stagione per l’emisfero settentrionale: quattro mesi, da maggio ad agosto, che negli anni passati hanno rappresentato addirittura il 41% dei movimenti totali dell’anno. Previsioni supportate anche dalla domanda del trasporto aereo: le prenotazioni rilevate da ForwardKeys – per la prima volta incluse nell’Unwto

+40%

World Tourism Barometer – mostrano un incremento del 5% per i voli internazionali nel periodo compreso tra maggio e agosto 2012 rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Le stime sull’intero 2012 dell’Unwto indicano invece un incremento compreso tra il 3 e il 4%. La forza costante e la capacità di recupero del turismo assumono particolare importanza all’interno di un contesto economico di incertezza e rafforzano

Arrivi in Giappone più che mai la necessità di un impegno politico a supporto di questo settore: «La capacità del turismo di guidare la crescita e creare opportunità di lavoro ha bisogno di essere supportata da forti iniziative pubbliche» ha sottolineato Rifai. Per la prima volta il G20 ha riconosciuto nel turismo uno dei settori che possono concorrere alla ripresa dell’economia globale: durante il meeting dello scorso mese in Messico i

Paesi del G20 si sono impegnati a lavorare su iniziative per stimolare la domanda e la spesa turistiche così come sulla promozione di nuovi posti di lavoro. Il turismo sostenibile è stato inoltre incluso nel documento finale e qualificato come un settore che, se ben compreso e gestito «può fornire un contributo significativo sui tre livelli di sviluppo sostenibile, creazione di lavoro e opportunità di mercato».

L’evento vedrà la partecipazione di oltre 90 buyer selezionati dai paesi esteri di maggiore rilevanza turistica

Buy Lazio, le adesioni sono ancora aperte ROMA - E’ ancora possibile aderire all’edizione 2012 del Buy Lazio, il workshop turistico internazionale organizzato da Unioncamere Lazio, in collaborazione con Enit, assessorato al Turismo della Regione, Camere di Commercio. L’appuntamento annuale con il turismo nel Lazio, avrà luogo venerdì 14 settembre nella suggestiva cornice di Villa Mondragone a Monte Porzio Catone e vedrà la partecipazione di oltre 90 Buyer individuati e selezionati dai paesi europei di maggior rilevanza turi-

Quotidiano

Una passata edizione della manifestazione

Direttore responsabile GIUSEPPE ALOE Direttore editoriale DANIELA BATTAGLIONI

www.travelquotidiano.com

TRAVEL AGENT BOOK S.r.l.

2

Autorizzazione del Tribunale di Milano 793 del 30.11.1991 Spedizione in abb. postale (Pubblicità 45%)

DIREZIONE E REDAZIONE Via Merlo 1 - 20122 MILANO tel. 02/76316846 (r.a.) fax 02/76013193 AMMINISTRAZIONE ABBONAMENTI, REDAZIONE ROMANA Via La Spezia, 35 - 00182 ROMA tel. 06/70476418 fax 06/77200983

stica e dalla Cina. L’obiettivo della manifestazione è di presentare ai mercati esteri l’offerta turistica di tutta la regione Lazio, promuovendo un prodotto turistico diversificato e di alta qualità, in linea con i desideri e i bisogni della domanda turistica nazionale e internazionale. Inoltre, per far conoscere le attrattive turistiche laziali, i buyer, nei giorni 15 e 16 settembre parteciperanno ai tradizionali tour post workshop costruiti ad hoc nei territori delle province della regione. Anche queTARIFFE ABBONAMENTI ANNUALI: ITALIA 50,00 - ESTERO 90,00 EURO VERSAM. SU C/C POSTALE N. 85638005 - ROMA CAUSALE DEL VERSAMENTO: «ABBONAMENTO A TRAVEL QUOTIDIANO»

Stampa Comunicare Srl Piazza Dalmazia, 6 - 0511 Terni

st’anno buyer e seller potranno usufruire dell’agenda di appuntamenti on-line per fissare preventivamente gli incontri b2b della giornata del workshop, attraverso un sistema informatico appositamente predisposto. Le modalità di accesso alla piattaforma e attivazione dell’agenda saranno comunicate in seguito all’ammissione dell’impresa. Le aziende interessate sono invitate a compilare la domanda di partecipazione che è possibile scaricare dal sito www.unioncamerelazio.it.

Concessionaria di Pubblicità Network & Comunication srl via La Spezia 35 - 00182 ROMA Tel. +39 06.70476418 Fax +39 06.77200983 Area manager centro sud Italia: Olga Vaglio info@travelquotidiano.com Uffici Milano tel. +39 02.76316846 - fax +39 02.76013193 Direttore commerciale: Marco Ferri marco.ferri@travelquotidiano.com 334.6288424

internet a questo indirizzo http ://www.travelquotidiano.com E-MAIL: info @travelquotidiano.com redazionemilano@travelquotidiano.com redazioneroma@travelquotidiano.com


Quotidiano www.travelquotidiano.com

18-20 luglio 2012

Notizie La manifestazione, in collaborazione con la Marina militare, si terrà durante l’estate nell’area dell’ex deposito Mardichi

La Spezia si rilancia nel circuito dei grandi festival culturali comune ha messo a disposizione 150

mila euro, è organizzata da Multipromo Opera Festival. «Siamo specializzati nel

recuperare siti particolari - spiega Massimiliano Vivoli - per questo l'area dell'ex deposito Mardichi,

allestita per accogliere 2 mila spettatori, ci è sembrata da subito molto suggestiva . Non solo ma il

bacino di utenza della zona è molto ampio così come il potenziale di aggregazione».

“riqualificare Vogliamo un’intera area della città

Massimo Federici

di MARIA CARNIGLIA

GENOVA - L'estate 2012 della Spezia vede il debutto di una grande manifestazione culturale con un programma ricco di proposte per target differenti. La Spezia si apre così al circuito dei grandi festival nazionali ed internazionali grazie alla collaborazione tra il comune e la Marina militare che hanno messo a disposizione l'area dell'Ex deposito Mardichi. Il complesso militare dell'ex artiglieria è stato sottoposto ad un intervento di restyling per ospitare la prima edizione di Artsenal La Spezia Festival con opere liriche, musica d'autore, teatro, danza e grandi eventi dal 18 luglio al 23 agosto. L'estate spezzina prenderà il via con i Carmina Burana, seguirà il Lago dei Cigni (con il balletto di San Pietroburgo), Le stagioni di Vivaldi, Massimo Ranieri, Aida, Il barbiere di Siviglia, i Killer Queen, Patty Pravo ed i Kataklò. «Il lancio del Festival – sottolinea Massimo Federici, sindaco della Spezia – conferma la volontà di collaborare con la Marina militare per eventi di alto livello. In questo caso l’obiettivo è quello di assegnare una nuova funzione ad un area particolare della città». La rassegna, per la quale il

ERRATA corrige Sul numero del 27 giugno scorso di Travel Quotidiano, a pagina 3, nell’intervista ad Orlando Fascianelli, presidente di Coop Airport, si dice che il fatturato dell’azienda è di 5 miliardi di euro. In realtà il giro d’affari della società guidata da Fascianelli è di 5 milioni di euro.

3


Quotidiano

18-20 luglio 2012

www.travelquotidiano.com

Operatori Il to specializzato sulla Cina conferma i risultati dell’anno passato e propone tour alternativi

I numeri danno ragione al tailor made di Chinasia 5.000

Turisti italiani portati ogni anno in Cina di MARCO DE ROSSI

ROMA - Giancarlo Monaco, amministratore unico di Chinasia, si dichiara soddisfatto dell’andamento della sua fetta di mercato (5 mila viaggiatori all’anno), che non sembra aver risentito della crisi. «La nostra clientela appartiene a una fascia socioeconomica medio-alta spiega Monaco -, ha una maggiore disponibilità di denaro e continua a spendere. C’è stata una flessione nella bassa stagione, ma luglio e agosto stanno andando bene. Forse avremmo potuto registrare incrementi maggiori, ma siamo comunque in positivo». Le destinazioni alternative alla Cina classica (Pechino, Shanghai, Xi’an) che incidenza hanno sul totale della vostra utenza? «Un 15-20% circa». Chi sceglie di andare nello Xinjiang, ad esempio, è già al secondo-terzo viaggio in Cina? «Sicuramente sì. Le desti-

Notizie

In 10 righe - Valtur Valtur e Radio Rtl 102,5 hanno siglato un accordo di co marketing. Per tutto il agosto il villaggio Magic Valtur di Baia di Conte, in Sardegna, ospiterà lo staff di Radio Rtl che con una diretta giornaliera trasmetterà i programmi radiofonici del palinsesto estivo. - Royal Caribbean Royal Caribbean ha annunciato l’arrivo a Dubai di Serenade of the Seas per la stagione invernale. Serenade of the Seas offrirà agli ospiti 17 itinerari, con partenze ogni lunedì per crociere di sette notti. - Quality Group Un anno di novità in casa Quality Group: dopo l’ingresso dei tre nuovi marchi nel consorzio, Latitud Patagonia, Exotic Tour e Discover Australia, è ora la volta di un rinnovamento anche nella grafica dei cataloghi.

4

15-20%

Clienti che scelgono una Cina “alternativa”

nazioni più scomode e lontane sono comunque completate da uno stop a Pechino o Shanghai o Xi’an, che è il punto di partenza della Via della seta». I vostri 5 mila italiani sono un numero suscettibile di incremento, o si tratta di un limite “fisiologico”? «In tempi normali registravamo un incremento di passeggeri intorno al 15-20% all’anno. Questo fino alle Olimpiadi del 2008, che ci hanno danneggiato moltissimo, perché la clientela aveva paura della calca e i prezzi erano lievitati moltissimo». Fra i tour proposti c’è

I numeri registrati nella prima parte del 2012

una Cina diversa

“Laclientela nostra appartiene a una fascia medio-alta e ha una maggiore capacità di spesa

Giancarlo Monaco

Nicolaus rinnova il sito internet

Positivi

Xinjiang Per scoprire

anche lo Xinjiang, una terra poco conosciuta. «Tutti i nostri viaggi sono tagliati su misura per i turi-

Più integrazione con i social network

sti italiani. Nello Xinjiang tocchiamo Urumqi, Turfan e Kashgar». Lo Xinjiang, regione autonoma nell’estremo lembo occidentale della Cina, ai confini con la Russia e la Mongolia, sta sviluppando percorsi turistici e costruendo strutture ricettive di buon livello. Ricca di petrolio, gas e cotone, la regione è governata con il pugno di ferro da Pechino, che teme le rivendicazioni per l’autonomia della maggioranza uigura, un’etnia di origine turca. Cinque ore di volo separano la capitale da Urumqi, città che sta vivendo una fase di frenesia modernizzatrice. Non si direbbe che da lì sia passata l’antica Via della seta,

per trovare le cui tracce bisogna addentrarsi nell’immenso territorio della regione (cinque volte l’Italia). Che, al di là della furia distruttrice-costruttrice, offre molti scorci ancora intatti della Cina di un tempo, dove gli abitanti non hanno mai visto un occidentale in carne e ossa e lo circondano per fotografarlo. Una rete viaria di recente costruzione rende gli spostamenti assai agevoli, nonostante la lunghezza dei percorsi. Da vedere Urumqi, l’antica città di Turfan, nei cui pressi si possono ammirare le rovine di Gaochanh che risalgono a 2000 anni fa e l’area delle “Montagne infuocate” . E poi Baicheng, dove si trovano 235 grotte buddiste rosse; Kashgar, antica città commerciale; il lago Kanas, ai confini con la Mongolia, gioiello verde in un’area dai tratti estetici molto dolomitici. Infine, per chi ama i deserti, c’è il Taklamakan, il secondo al mondo per estensione.

OSTUNI - E’ online la nuova versione del sito di Nicolaus che, oltre a una rinnovata veste grafica, presenta più funzionalità per renderlo ancora più user friendly e integrato con i social network. Grazie alla new release, crescono le offerte presenti in home page, le gallery fotografiche e le informazioni a corredo delle descrizioni inerenti le singole strutture. Una differente impostazione delle mappe consente con pochi click di visualizzare gli hotel presenti su tutto il territorio italiano. «Il mercato sta diventando sempre più dinamico e il sito internet di un operatore deve essere uno strumento in grado di far lavorare con facilità gli agenti e di permettere anche al cliente finale di trovare informazioni, idee e soluzioni» commenta l’amministratore unico, Roberto Pagliara (nella foto).

Selezionati alcuni punti vendita che avranno l’esclusiva territoriale sulla vendita dei prodotti

Al via il progetto per gli agenti “In Kel 12” testi di ISABELLA CATTONI

MILANO - Si chiama “In Kel 12” e rappresenta l’ultima “fatica” sostenuta dal gruppo in favore delle agenzie di viaggio. «Abbiamo dato vita a quello che è un progetto di lungo periodo - ha spiegato il responsabile dell’iniziativa, Marco Cappelli - perché vogliamo crescere insieme ai nostri partner adv. In pratica, abbiamo selezionato alcuni punti vendita ai quali viene garantita esclusiva territoriale per la vendita dei nostri prodotti e altri benefit in termini di assistenza e formazione. In cambio, chiediamo di instaurare una proficua collaborazione, con obiettivi di fatturato senza vincoli, da intendersi come puri strumenti di incentivazione alle vendite». I parametri che hanno guidato la selezione di Kel 12 sono i consueti:

professionalità, volontà di aderire a un progetto a lungo termine (per almeno cinque anni), competenza e affidabilità del punto vendita.

Con Seiviaggi un’integrazione in più tappe

Un investimento importante «L’investimento è stato per noi rilevante e abbraccia anche iniziative di marketing e comunicazione globali. Fra gli strumenti a disposizione degli agenti, un software ad hoc per la gestione della clientela e la consulenza dei nostri tour leader, tutti profondi conoscitori delle mete raggiunte. Inoltre, sono previste nove giornate di formazione all’anno dedicate alle diverse destinazioni trattate». Entro il 2012 Kel 12 mira a fidelizzare 50 punti vendita, che dovrebbero diventare 150 nel giro di due-tre anni.

““allaTaglieremo Kel 12” anche i prodotti di Seiviaggi

Gianluca Rubino

MILANO - Prosegue l’integrazione con Seiviaggi. «E’ presto per dare un giudizio spiega Gianluca Rubino, amministratore delegato di Kel 12 -. Ci sono diverse sinergie allo studio, fra le quali l’unificazione della sede, ma l’obiettivo fondamentale resta quello di tagliare anche il prodotto Seiviaggi “alla Kel 12”, dandogli un’impronta idonea a soddisfare un target elevato di utenza. Nel 2012 scade il nostro piano triennale, che abbiamo rispettato. Stiamo mettendo a punto un nuovo programma che avrà però durata annuale e che si prefigge di sviluppare la comunicazione in modo diverso, restando sempre un “boutique operator”. Anche Seiviaggi dovrà seguire la medesima linea, sotto la guida di Manuel Cazzaniga (nella foto) che continuerà a essere responsabile dell’area Nord».


Quotidiano

18-20 luglio 2012

www.travelquotidiano.com

Operatori Crescono le prenotazioni last minute

Giver Viaggi ottimizza l’offerta sul mercato

GENOVA - (m.ca) Parola d’ordine, ottimizzare. in un mercato in generale difficoltà, Giver Viaggi & Crociere preferisce affrontare subito le prime necessità e affinare l’offerta sulla base della reale domanda. «I nostri non saranno tagli - spiega Andrea Carraro, responsabile comunicazione - ma interventi precisi per ottimizzare le risorse. Il prodotto fortunatamente tiene, ma dobbiamo fare i conti con una domanda che mostra certi limiti nell’acquistare». Nonostante i numeri relativi ai primi sei mesi non siano entusiasmanti, Giver spera ancora nelle prenotazioni last minute. L’operatore ha condotto un’indagine su 15 mila persone e i dati raccolti evidenziano che il 75% degli interpellati non ha ancora prenotato le vacanze. «Abbiamo lanciato un’iniziativa - aggiunge Carraro che prevede la gratuità della tassa d’iscrizione. In questo modo andiamo incontro al cliente senza penalizzare l’agenzia di viaggio».

Per quanto concerne la politica volta a ottimizzare, Giver ha deciso di modificare il formato dei cataloghi. «Già nel mese di luglio, con la brochure di otto pagine dedicata a Rovaniemi - sottolinea il responsabile della comunicazione - lanceremo un formato più piccolo, che consentirà un risparmio del 20% sulla spesa relativa alla stampa dei cataloghi». Una cifra abbastanza significativa, considerato che Giver stampa oltre un milione 800 mila cataloghi all’anno, proprio per fornire un supporto di tutto rispetto alle agenzie su destinazioni e prodotti di nicchia. Ai primi di settembre sarà la volta del catalogo Grande Nord e Anteprima Crociere, mentre in ottobre Giver presenterà le Crociere 2013. «Stiamo lavorando da tempo alla programmazione 2013 - conclude Andrea Carraro -; i nostri punti di forza sono noti a tutti. Confermiamo l’attenzione nei confronti delle adv, sulle quali continueremo a investire».

Iniziative ad hoc per gli agenti di viaggio italiani. Bene anche i segmenti legati alle crociere e agli eventi speciali di CINZIA BERARDI

MILANO - In cinque anni di attività, il tour operator Quiiky è riuscito a imporre all’attenzione delle agenzie di viaggio - ma anche dei media - l’importanza che il target Lgbt (Lesbian, gay, bisex, transgender) riveste per il mercato turistico. Merito di una professionalità solida e di iniziative pionieristiche come Expo Turismo Gay, ospitata l’anno scorso per la prima volta alla fiera NoFrills di Bergamo e pronta a replicare il 28 e 29 settembre prossimi. Primo to in Italia a essersi specializzato in destinazioni e hotel gay-friendly in tutto il mondo, Quiiky ha rinnovato anche il concetto di catalogo: «Abbiamo ideato una pubblicazione che non contiene solo proposte di vacanza - spiega il direttore, Alessio Virgili - ma anche articoli legati all’attualità, racconti di viaggio, focus sulla gay life: ne è nato un magazine ricco di spunti e di contenuti editoriali che distribuiamo non solo nelle agenzie, ma anche nei luo-

Quiiky e Miami insieme per sostenere il target Lgbt “Prosegue la collaborazione con Miami” Alessio Virgili

ghi del tempo libero e in occasione di eventi speciali». Introdotta da un intervento di Alessandro Cecchi Paone, testimonial dell’operatore, l’edizione estiva del magazine Quiiky è stata presentata in collaborazione con la destinazione Miami, che riserva al segmento Lgbt un’offerta ampia: «Miami non è solo una destinazione gay-friendly - spiega Chiara Ravara (nella foto), pr manager del Greater Miami Convention & Visitors Bureau - ma anche etero-friendly, dove chiunque può sentirsi a proprio

agio, con servizi di altissimo standard per tutte le esigenze, e un Lgbt Visitor Center destinato all’accoglienza di questo target di turisti, finanziato dalla Miami Dade Gay & Lesbian Chamber of Commerce». Virgili aggiunge: «La collaborazione tra Quiiky e

Veste grafica di impatto per Patagonia & Sud America e Namibia & Sud Africa

Azeta Viaggi rinnova i cataloghi testi di MARIA CARNIGLIA

GENOVA - Azeta Viaggi rinnova l’immagine e la grafica dei cataloghi Patagonia & Sud America e Namibia & Sud Africa. «Continuiamo a investire sui cataloghi - spiega Antonella Sechi, direttore commerciale Azeta Viaggi - perché riteniamo che sia importante puntare anche sull’immagine e nello stesso tempo dare indicazioni di supporto ai clienti, come la traccia dei tour e i prezzi base». Di impatto le copertine: le nuove immagini sono state scelte dal team di Azeta Viaggi per evocare paesaggi suggestivi che l’operatore propone personalizzandoli per target ed esigenze diversi. «Non ci sono nuove mete, ma nuovi tour studiati in base alle richieste della clientela. Molti i viaggi di nozze evidenziati come tour Romantici. Si tratta di “suggerimenti” in Argentina e Sud America in generale». Il mercato si evolve e sempre più coppie puntano su un viaggio impegnativo che richiede un certo budget. Per questo l’operatore ha inserito nuovi tour in Argentina e Cile, e in particolare Cile+Polinesia. «Abbiamo cercato di contenere i prezzi e messo in evidenza i tour base con i servizi essenziali, dall’Argentina alla Bolivia. Chi ha un budget più elevato può

6

Sito in evoluzione GENOVA - Restyling anche per il sito dell’operatore, che offre ora una versione più veloce. All’interno sono state inserite nuove informazioni in tre lingue, la newsletter e anche un diario di viaggio.

“differenziato Abbiamo l’offerta tenendo conto dei nostri target di riferimento

Antonella Sechi

spaziare su strutture e servizi ad hoc». Azeta infatti ha lanciato nuovi itinerari anche per la linea Platinum, che includono voli in business e soggiorno in hotel esclusivi, in particolare in Argentina e Cile. I cataloghi comprendono anche le crociera a Capo Horn o in Antartide. «Le esigenze sono diverse e per alcune destinazioni come il Perù sono richieste le partenze a date fisse». Nella brochure Namibia & Sud Africa l’operatore ripropone le mete con le stesse tipologie di tour, fly & drive e partenze individuali. Attualmente il to registra un buon andamento sia per quanto concerne le richieste sia le prenotazioni. «Il primo quadrimestre è stato positivo per quanto riguarda il fatturato. Maggio ha fatto registrare un leggero rallentamento dovuto forse all’incertezza economica. Ma per l’autunno ci aspettiamo una buona performance».

Miami, nata un anno fa, ha già prodotto un fam trip per le agenzie dedicato all’offerta turistica della città per il segmento Lgbt, oltre alla sponsorizzazione del Winter Party di Miami, uno degli eventi gay più famosi al mondo. Il prossimo appuntamento con Quiiky e Miami si terrà in settembre al Gay Village di Roma, con una serata di musica cui sarà presente anche una delegazione di Miami». La destinazione è molto popolare tra i turisti italiani grazie anche a Royal Caribbean, Msc, Costa Crociere e Carnival,

che da qui salpano per innumerevoli crociere invernali nel mar dei Caraibi: «Nel 2011 Miami ha accolto circa 4 milioni di crocieristi - dichiara la Ravara - che l’anno prossimo aumenteranno grazie alla presenza di nuove navi come la Disney Fantasy. Ma Miami è soprattutto una destinazione in sé, che nel 2011 ha accolto quasi 155 mila turisti italiani, in crescita del 2,5% rispetto all’anno precedente e al 12° posto tra i mercati internazionali. In primo piano non c’è solo South Beach, ma anche Coral Gable e Coconut Grove, mete che proporremo alle agenzie italiane tramite un’iniziativa di e-learning che sarà varata quest’anno».

Un programma dedicato agli amanti del trekking

Tour 2000 lancia la monografia “Montagne del Mondo” ANCONA - Tour 2000, in collaborazione con Manuel Lugli, grande specialista della montagna e dell’escursionismo, ha realizzato “Montagne del Mondo” il nuovo catalogo dedicato a tutti gli appassionati di alpinismo e trekking. Il catalogo avrà una versione elettronica all’indirizzo www.montagnenelmondo.it; nel frattempo è stata preparata una brochure che offre una completa panoramica dei programmi proposti. Le spedizioni vanno dal trekking sui Tepuy, le montagne a cima piatta del Venezuela, alla salita al campo base del Cerro Torre o all’Aconcagua (nella foto), fino a programmi destinati ai meno esperti che ugualmente promettono grande fascino ed emozioni. Il catalogo propone viaggi sulle montagne dei cinque continenti più l’Antartide, in collaborazione con African Explorer, Goasia e Goaustralia.


Quotidiano www.travelquotidiano.com

18-20 luglio 2012

Trasporti Da settembre 17 frequenze su Malpensa

Luxair razionalizza i voli sul Nord Italia: Milano al centro

MILANO – (ma.c.) Luxair ottimizza l’operativo sull’Italia. Dal prossimo 17 settembre la compagnia concentrerà infatti le operazioni sull’aeroporto di Malpensa: in pratica saranno tolti i voli su Torino e potenziati quelli sullo scalo milanese «migliorando un’offerta che risultava incompleta su due aeroporti che servono in realtà la stessa catchment area» spiega una nota della compagnia. Luxair, che così punta ad offrire una maggiore flessibilità ai business traveller e a rispondere alla domanda in crescita, sostituirà il volo su Torino con un terzo volo giornaliero da Malpensa, mantenendo così la stessa capacità sul bacino del Nord Italia ma concentrata su un unico scalo. Il volo su Lussemburgo viene aggiunto a quelli già operati la mattina e la sera e consente una migliore connettività con quelli ope-

rati da Alitalia. Tutti i collegamenti, che passano dunque da 12 a 17 alla settimana, dal lunedì al venerdì verranno operati con Embraer 145; resta invece inalterato lo schedule del weekend con un volo il sabato e uno la domenica sera. Il network italiano della compagnia include poi due collegamenti giornalieri su Roma durante la settimana cui si aggiungono altri due nel weekend (uno il sabato e uno la domenica); oltre ai voli stagionali su Bari e Venezia. Sullo scalo pugliese Luxair effettua un volo settimanale (12 luglio-13 settembre) il giovedì cui si aggiunge un altro la domenica (dall’8 agosto al 16 settembre); sulla città lagunare, invece, viene operato un collegamento alla settimana (il martedì, dal 3 luglio al 12 settembre) più un collegamento nel weekend (il sabato fino al 15 settembre).

Network

Diventa annuale il terzo collegamento effettuato quattro volte alla settimana dal Leonardo da Vinci

Turkish Airlines consolida su Roma di PAOLA CAMERA

ROMA - E’ atterrato per la prima volta a Roma l’11 luglio lo speciale Boeing B737-800 di Turkish Airlines, l’aeromobile celebrativo della compagnia, decorato con le foto dei 17 mila dipendenti che lavorano nelle oltre 200 destinazioni nel mondo parte del network. Un’iniziativa parte del progetto “Globally Yours”, volta a sottolineare l’importanza di tutto lo staff per il successo del vettore e a sottolineare la globalità della rete di collegamenti della compagnia. La speciale livrea ha richiesto oltre quattro mesi di lavoro, culminati con la presentazione dell’aereo avvenuta lo scorso 15 marzo all’Hangar Turkish Technic e il successivo inizio dei voli che per un anno toccheranno tutti gli scali del network. Con questo evento speciale Turkish Airlines ha presentato a Roma un avvio di stagione positivo, che oltre a dei buoni risultati in termini di passeggeri e load

93%

60%

Load factor ultime settimane da Roma

Pax extra-Turchia trasportati in Italia

factor porterà anche ad un’altra novità: il proseguimento della terza frequenza su Fiumicino quattro volte a settimana per tutto l’anno e non più a cadenza stagionale. Un passo in più nel percorso di crescita della compagnia in Italia, paese che sta dando grosse soddisfazioni al vettore. «Per il prossimo orario invernale stiamo pensando di cre-

scere ulteriormente – ha detto Yurgadoul Altinoz, direttore Turkish Airlines per l’Italia (nella foto) –. Un obiettivo è sicuramente consolidare le sette destinazioni già in rete, ad esempio rendendo la terza frequenza per Roma giornaliera. Poi, stiamo guardando anche ad altri scali, magari in Sicilia, Palermo o Catania». Turkish Airlines continua a puntare quindi sul mercato italiano, stimolata anche dai buoni risultati ottenuti fino ad ora, che lasciano presagire ad una buona stagione estiva: «La scorsa settimana abbiamo avuto un load factor del 93% e siamo fiduciosi che sarà una buona estate – ha concluso la direttrice -. Il successo risiede non solo nell’offerta di collegamenti tra Italia e Turchia, ma nell’essere un

“registrato Abbiamo un load factor del 93% e siamo fiduciosi che sarà una buona estate

Yurgadoul Altinoz

Lh, a Monaco la rotta per Cape Town

network globale. Ad esempio, il 60% dei passeggeri che portiamo in Italia, non

Dalle Seychelles al Nicaragua passando per il rilancio dell’Egitto, novità in fieri

Blue Panorama: «Prodotto da innovare» ROMA - (p.c.) Parola d’ordine: innovazione di prodotto. E’ questo il pilastro della strategia per far fronte alla recessione di Blue Panorama, che risponde alle difficoltà del mercato introducendo novità nel network e nel prodotto. «Affrontiamo la recessione con l’innovazione di prodotto – spiega Giancarlo Zeni, direttore generale di Blue Panorama (nella foto) -. Dopo aver introdotto la destinazione Seychelles a febbraio, ora è la volta del Nicaragua, con il nuovo collegamento settimanale Roma – Managua (via Havana), il primo intercontinentale dal Paese sudamericano all’Europa, con la possibilità quindi di aprire importanti scambi e flussi turistici». La rotta sta già ottenendo un buon interesse, con un load factor vicino all’80%. Accanto a questa, per l’estate Blue Panorama rilancia sull’Egitto, destinazione in crescita del 30% rispetto allo scorso anno e dove collega quattro aeroporti: Sharm, Marsa Alam, Marsa Matrouh, El Alamaein. «In Egitto l’obiettivo è di completare il prodotto reinserendo le crociere – dichiara Remo Della Porta, vice presidente commerciale di Blue Panorama -. Con il volo per il Nicaragua consolidiamo la nostra

Fiumicino-Linate nel mirino

posizione in Sudamerica e Caraibi, dove Cuba si conferma il nostro prodotto di punta, affiancato dal Messico che sta dando grosse soddisfazioni e da Giamaica e Repubblica Dominicana. Quest’ estate inoltre, grazie al fatto che c’è stata una prevendita soft, è ancora possibile trovare ottime proposte tariffarie».

ROMA - «Noi siamo pronti, voliamo già sul primo, terzo e quarto scalo nazionale. Non capiamo perché non dovremmo operare sul secondo». Così Giancarlo Zeni, sulla possibilità del vettore di volare tra Roma Fiumicino e Linate, alla luce del rigetto da parte del Tar della richiesta di sospensiva sul provvedimento dell’Antitrust che impone ad Alitalia di rimuovere la posizione di monopolio sulla tratta. «Facciamo richiesta di slot sulla Fiumicino-Linate dal 2005 - ha aggiunto Zeni - ci aspettiamo quindi, anche se siamo convinti che i tempi non saranno brevi, che questa liberalizzazione finalmente si concretizzi». Secondo i dati di Aeroporti di Roma, i passeggeri trasportati dalla compagnia nel 2011 su Fiumicino sono stati circa un milione, 400 mila il 10% in più rispetto al 2010. Una performance che colloca il gruppo Blue Panorama Airlines al secondo posto per i voli domestici tra i vettori operanti dall’aeroporto Leonardo da Vinci.

è turco ma proveniente da altre destinazioni del mondo via Istanbul».

FRANCOFORTE - Con l’introduzione del prossimo orario invernale Lufthansa cancellerà i voli in partenza da Francoforte per Cape Town a causa del divieto di decolli dal principale scalo tedesco dopo le 11 di sera imposto otto mesi fa. Lufthansa ha annunciato che i voli per Cape Town saranno temporaneamente trasferiti a Monaco per il periodo invernale, anche se l’aeroporto bavarese è già congestionato e i residenti hanno votato contro la costruzione di una terza pista.

Le prenotazioni per la stagione indicano una crescita del 20%

Icelandair rafforza l’operativo italiano nel mese di agosto ROMA – (m.d.p.) L’estate italiana di Icelandair conta la ripresa dei voli diretti tra Milano Malpensa e Reykjavik. «L’operativo conferma i tre collegamenti settimanali del sabato, lunedì e mercoledì; ma ad agosto avremo partenze anche il martedì nelle giornate del 7, 14 e 21», spiega Gianbattista Sassera, direttore ufficio milanese di Discover the World Marketing, rappresentante Icelandair in Italia. L’incremento dei collegamenti in agosto è il segnale che c’è domanda da soddisfare: «Riusciamo a far volare solo il 45% della richiesta, gli altri italiani arrivano a Reykjavik via Amsterdam o altri scali nord europei». Una percentuale, quella del 45%, che si traduce in 10 mila passeggeri nel 2011 e un aumento del 20% nelle prenotazioni per questa prossima estate». Malpensa è l’unico scalo italiano in cui opera Icelandair, sebbene anche Roma sia strategica, «infatti nei nostri obiettivi c’è un volo diretto dalla capitale (da cui arrivano circa mille 500 passeggeri)». Il posizionamento dell’Islanda a metà strada tra il Nord Europa e il Nord America, la rende una valida alternativa per scali internazionali: «L’aeroporto di Reykiavik riesce a chiudere transiti tra i 15 e 30 minuti senza problemi, proprio grazie al fatto che la struttura non è gigantesca come altri hub internazionali». La flotta di Icelandair conta 14 B757, da 189 e 220 posti, mentre la compagnia registra un load factor del 95% e una puntualità al 90%.

7


Quotidiano

18-20 luglio 2012

www.travelquotidiano.com

Alberghi Dall’apertura di due nuovi hotel in Sudafrica, ai progetti allo studio nel resto del Continente e oltre oceano: Sudamerica e Cile in primo piano

Sun International: sviluppo su tre fronti particolare sul Cile. E’ giunto il momento per il gruppo di essere riconosciuti come brand internazionale e non solo più per la nostra offerta in Sudafrica. Per questo i prossimi cinque anni saranno fondamentali e protagonisti di uno sviluppo massiccio che ci condurrà ad una crescita globale». E i primi appuntamenti in calendario sono proprio le due new entry sudafricane: «E’

testi di MARIELLA CATTANEO

MILANO – Sun International amplia il porfolio strutture. E mette nero su bianco nuovi progetti di sviluppo. Il gruppo alberghiero sinonimo dell’ospitalità sudafricana nella sua migliore espressione ha definito tre principali aree di espansione, come spiega Ian Anderson, group manager resorts sales & distribution: «Il focus è prima di tutto sul Sudafrica, con la prossima inaugurazione di due nuove strutture; poi su altri paesi africani, dove ovviamente trovare il prodotto giusto che risponde ai requisiti del nostro brand, cominciando da Nigeria e Lagos; infine a livello internazionale, cioè al di fuori del continente africano, siamo interessati a progetti in Sudamerica, in

“Sandton The Greystone Hotel rappresenta il nostro debutto a Johannesburg

Lidia Martinuzzi

10

programmato per fine anno il soft opening apertura a gennaio 2013 – di the Greystone Hotel, Sandton che segna il nostro ingresso a Johannesburg – dichiara Lidia Martinuzzi, sales & marketing manager del gruppo per il Sud Europa - . Si tratta di un hot e l già esi-

stente che è stato completamente rinnovato, ideale per il segmento corporate oltre che per quello leisure». L’hotel, 4 stelle superior, conta 276 camere, tre ristoranti, spa e un convention center in grado di ospitare fino a mille persone. La seconda novità riguarda Port Elizabeth «laddove finisce, o per chi lo desidera, comincia la famosa Garden Route – sottolinea Lidia Martinuzzi -, che da gennaio potrà proprio cominciare da The Table Bay di Cape Town e terminare qui a Port Elizabeth. Cinque stelle dal look vittoriano The Boardwalk è situato di fronte alla spiaggia più famosa della città e conta 140 camere, tutte vista

Booking: indicatori alterni MILANO - «Stiamo soffrendo scelte fatte in base alle tariffe invece che ai servizi proposti»: Lidia Martinuzzi non nasconde il momento complesso a livello di prenotazioni, se luglio sta andando «benino – prosegue la manager - agosto è ancora in sofferenza, il last minute si fa sentire molto. Settembre mostra dati migliori, grazie alla nicchia dei viaggi di nozze che va sempre molto bene». E anche a livello globale gli indicatori sono alterni: «Dai mercati emergenti registriamo arrivi lungo tutto l’arco dell’anno - spiega Ian Anderson -; dal Nord America è tornato un business abbastanza forte, i Paesi dell’Eurozona invece soffrono ancora. L’Italia, pur non beneficiando di un collegamento diretto, è uno dei pochi mercati dell’Eurozona dove stiamo raggiungendo i nostri obiettivi. India, Cina, Sud-est asiatico, Australasia e Sudamerica ovviamente: sono mercati che crescono a grande velocità ed è proprio lì che investiremo». oceano all’interno del Boardwalk Centre, complesso che include una laguna attorno cui si trovano ristoranti, bar e bou-

“ Sono tre le aree principali su cui puntiamo: il Sudafrica, l’Africa e il Sudamerica, Cile in particolare

Ian Anderson

tique di vario genere e dove la sera vengono ospitati spettacoli musicali e giochi d’acqua». A disposizione degli ospiti una spa da mille metri quadrati. «Siamo molto orgogliosi di questi due alberghi - conclude Lidia Martinuzzi - che rappresentano un’integrazione strategica nell’offerta di Sun International, per i viaggiatori d’affari per il Mice e gli individuali».


Quotidiano

18-20 luglio 2012

www.travelquotidiano.com

Alberghi Il gruppo traccia un primo bilancio di un anno complesso, caratterizzato da un calo di arrivi sull’oceano Indiano testi di MANUELA CUADRADO

MILANO - «Non abbiamo grandi aspettative per l’estate 2012, preferiamo mantenerci prudenti». E’ questa la linea di Constance Hotels Experience, la portavoce è Barbara Gajotto, sales & marketing manager Italia, che aggiunge: «Siamo ancora in una situazione di forte crisi internazionale. A seconda dei resort e dei periodi dell’anno, nel 2011 abbiamo registrato un calo del 20-30% di presenze italiane nell’oceano Indiano, cifre importanti ma che trovano riscontri nel calo degli arrivi sulla destinazione. Sicuramente, Seychelles è la meta che nell’oceano Indiano riscuote maggiori attenzioni, soprattutto per le coppie; lo dimostrano i primi segnali di ripresa sulle prenotazioni per la stagione invernale e capodanno in particolare». “Termometro” della situazione è il Lemuria Resort di Seychelles. A soli cinque minuti dall’aeroporto di Praslin, conta 88 junior suite, otto senior suite, otto ville con piscina privata e una presidenziale. Nel 2011 il Lemuria ha vinto tre prestigiosi premi: Best Resort of Seychelles, Best Spa Resort in the Indian Ocean e Best Golf Resort in the Indian Ocean (per il quarto

-20-30%

Flessione 2011 presenze oceano Indiano

20% Quota ospiti italiani Lemuria Resort

Servizi al top e staff multi-etnico

30% Share ospiti francesi

Constance Hotels accende i riflettori su Seychelles “attenzioni Seychelles è la meta che riscuote le maggiori del mercato, specie dalle coppie ” Barbara Gajotto a n n o consec u tivo). P e r quanto r i guarda l’andamento generale del l a

struttura, i mercati di riferimento si riconfermano Italia (20% degli arrivi al Lemuria) e Francia (30%). «Il mercato russo sta crescendo rapidamente - spiega Jacques Charles, general manager del resort - ma si concentra in determinati periodi dell’anno, come il Natale ortodosso, la fine di luglio o maggio, mentre italiani e francesi sono una presenza costante tutto

l’anno. Importante anche la crescita del mercato svizzero, mentre il Regno Unito ha avuto un calo significativo, assestandosi a un 7% di presenze nel 2011». Continua: «Si riscontra un calo generalizzato degli arrivi internazionali che naturalmente investe anche il panorama italiano; tuttavia, in questo contesto gli honeymooner italiani si riconfermano una presenza sta-

MILANO - A disposizione degli ospiti del Lemuria molteplici scelte per la ristorazione; per il relax, una spa di ultima generazione, 3 spiagge private e un campo da golf in cima alla collina. Rimarca Jacques Charles: «Lo staff conta 450 membri di 44 nazionalità diverse, italiani compresi, tra cui il mio stesso assistente e lo spa manager. Abbiamo anche una guest relation in italiano. Non esistono restrizioni per i nostri ospiti, che possono seguire le proprie preferenze ad esempio nella scelta del ristorante o della spiaggia. Il rispetto dell’ambiente è una nostra priorità. Nella gestione dell’hotel ottimizziamo le risorse idriche ed energetiche e minimizziamo l’uso di prodotti nocivi per l’ambiente: ad esempio, nel campo da golf usiamo pochissimi pesticidi, per eliminare insetti e piante infestanti si è dimostrata efficace l’acqua salata del mare». L’hotel conta anche sulla collaborazione di un “turtle manager”, uno specialista che si occupa di tutelare le tartarughe marine che vivono e si riproducono nella zona, coinvolgendo attivamente gli ospiti nelle iniziative di tutela ambientale. bile e significativa, soprattutto nei classici mesi di maggio/giugno e settembre». Prosegue Barbara Gajotto: «Seychelles si configura generalmente come una destinazione estiva, a differenza di Mauritius e Maldive che vengono ancora sentite come mete invernali. A Mauritius abbiamo riscontrato un -38% di presenze italiane nel 2011, un dato su cui ha inciso la

mancanza di voli diretti: i soggiorni infatti durano in media una settimana e in un tempo simile i tempi di trasporto giocano un ruolo fondamentale». Bene la vendita di pacchetti combinati, ad esempio «le Seychelles come estensione dal Sudafrica, o le Maldive in abbinamento a India e SriLanka, iniziative di diversi to che seguiamo con grande interesse».

Novità in fieri per la struttura marchigiana che punta ad una maggiore visibilità. Apertura a tutti i canali distributivi

Urbino Resort rafforza servizi e brand: mercati stranieri nel mirino testi di MARIELLA CATTANEO

URBINO – Dalla maggiore presenza sui mercati esteri alla possibile, prossima, affiliazione ad un gruppo internazionale di strutture di charme. Un brand da diffondere. Al quinto anno di apertura Urbino Resort Santi Giacomo e Filippo (già membro dell’Associazione nazionale degli alberghi diffusi) si pone obiettivi precisi, che passano da uno sviluppo di prodotto e servizi misurato sui target di clientela. Ma che muove da un punto fermo: il legame appassionato e indissolubile alla terra che ospita il resort marchigiano. All’interno dell’omonima tenuta agricola di proprietà della famiglia Bruscoli le colline del Montefeltro a fare da cornice a quelle che erano le case di un borgo del settecento ora trasformate in accoglienti camere, la città di Urbino è ad una manciata di chilometri di distanza. «Aperto, quasi in sordina, nel 2007 – spiegano Marianna Bruscoli e Giorgia Stocchi, responsabile commerciale – dopo un’attenta e ben calibrata fase di recupero degli ambienti originali – questo è l’anno di uno sviluppo importante che vorremo ci portasse in futuro all’affiliazione ad un gruppo in grado di darci grande visibilità. Un passo che comporta ovviamente l’allineamento dei servizi a standard precisi, fermo restando che la gestione resterà alla famiglia». Quali dunque i primi passi?

12

«A circa 500 metri dal nucleo centrale del resort, Urbino dei Laghi ospita la struttra di un ristorante (200 coperti) che il prossimo ottobre sarà rilanciato totalmente rinnovato, negli ambienti e nella proposta culinaria che sarà particolarmente originale. E per il 2013, da maggio, potrebbe essere pronta una suite realizzata su di un albero, una delle nostre querce secolari, chiaramente con una struttura totalmente “bio” e non invasiva, che si autososterrà in termini di energia. In fieri la creazione di un maneggio, che potrà essere un asilo per cavalli, un luogo dove proporre lezioni di equitazione e da inserire nei circuiti di gara, non ultimo una fattoria didattica». Come si compone l’offerta camere e quali i servizi a disposizione della clientela? «Il resort conta 32 unità abitative per 85 posti letto, dalle “semplici” camere alle suite ciascuna diversa dall’altra e ospitate all’interno di case coloniche

Ecosostenibilità in primo piano

Sviluppo nel segno del “green”

Da sinistra Giorgia Stocchi e Marianna Bruscoli

che ora prendono i nomi de I Fiori, I Frutti dimenticati, I Preziosi, Le Aromatiche, La Limonaia, Le Scuderie. A disposizione degli ospiti ci sono poi la piscina esterna, un centro benessere, ricavato dall’antico fienile, un ristorante e, da questa primavera, anche un eco-spaccio – in quelli che erano originariamente gli ambienti di un frantoio - che vende vino, olio e miele, tutti

“alTeniamo molto dialogo con i mercati esteri: in estate rappresentano il 60% degli ospiti

Marianna Bruscoli

URBINO – La Tenuta Santi Giacomo e Filippo si estende su una collina coprendo un’area di 360 ettari dell’Oasi faunistica de “La Badia”, sito di importanza comunitaria (Sic) della provincia di Pesaro e Urbino. «Duecento ettari sono destinati all’azienda agricola certificata Bio – racconta Marianna Bruscoli -, cioè colture estensive di cereali e leguminose in primis. Di questi 200 ettari 11 sono vigneti e 3 uliveti». La massima attenzione all’eco-sostenibilità comporta investimenti e migliorie costanti: «Entro fine agosto sulle coperture di due annessi agricoli saranno sistemati impianti fotovoltaici, che alimenteranno una caldaia per la produzione di acqua calda». Allo stesso modo, sulle acque dei tre laghetti della tenuta sono posizionate zattere con pannelli fotovoltaici per contribuire ai consumi energetici del ristorante».

prodotti bio derivati dalle coltivazioni di Urbino Agricola». Il target è tipicamente leisure... «Sicuramente, coppie e famiglie. Ma abbiamo anche una sala meeting per piccoli eventi corporate. Siamo anche a disposizione per matrimoni, cerimonie esclusive ma per non più di 80100 persone. Inoltre, proprio da quest’estate, il querceto all’interno della tenuta è stato inaugurato come spazio adibito ad eventi, per offrire nuove e originali occasioni di intrattenimento». Quanto è importante la clientela straniera? «Teniamo molto al dialogo con i mercati esteri, che oltretutto hanno una stagionalità diversa, complementare, a quella degli italiani. In estate la quota degli ospiti stranieri è circa del 60%, dato che sale anche all’80% ad esempio tra aprile e maggio. Abbiamo già in essere rapporti con to esteri che vendono il prodotto Italia; a fronte di un mercato tedesco che ha rallentato un po’, abbiamo avuto ottimi risultati dal Belgio dall’area dei Paesi Bassi e guardiamo con interesse ad Austria, Svizzera e Paesi Scandinavi». Come vedete l’andamento dei prossimi mesi? «Restiamo ottimisti e propositivi, ben inteso, continuando a darci da fare. La tendenza alle prenotazioni sotto data si fa sentire: siamo coscienti che ci aspettano mesi di duro lavoro».


Quotidiano

18-20 luglio 2012

www.travelquotidiano.com

Mondo Turismo nautico, cultura, natura e prezzi competitivi per incentivare i visitatori durante l’estate

La Slovenia si concentra su un’offerta combinata +9%

Arrivi internazionali gen-mag 2012 di MANUELA CUADRADO

LUBIANA - Ottime prospettive per l’estate slovena: nei primi cinque mesi del 2012 gli arrivi internazionali nel Paese hanno registrato un aumento del 9%. Tra le destinazioni più gettonate, al primo posto si confermano le terme (32%); seguono la costa, in particolare Portorose (21%), la montagna (21%, salito al 25% in maggio), la città di Lubiana (46%). La crescita si deve soprattutto alla ripresa dell’economia in Germania. Gli italiani, tuttavia, si riconfermano i turisti più fedeli, costituendo da soli il 22% degli arrivi internazionali totali; seguono austriaci, tedeschi e croati. La presenza di viaggiatori provenienti dal Belpaese ha subito una leggera flessione nei primi cinque mesi del 2012, con un -0,7% degli arrivi e un -0,5% dei pernottamenti. Gorazd Skrt, direttore del-

Notizie

In 10 righe - Cipro

Dal 26 giugno anche la Repubblica di Cipro ha adottato la nuova normativa europea relativa ai documenti di viaggio per i minori. Pertanto tutti i minori potranno viaggiare fuori dall'Italia solo con un documento di viaggio individuale.

- Malesia

L’ente del turismo della Malesia, insieme a Euzone Travel and Free Time, Etnia Travel Concept e Cathay Pacific Airways, il 19 luglio al Chlorophylle Natural Bar di Modena ha organizzato la serata “La Nostra Malesia”.

- Israele

Le Nazioni Unite hanno confermato l'aggiunta di quattro antiche grotte di Israele alla lista dei luoghi riconosciuti come Patrimonio dell’umanità. Si tratta di Nahal Me’arot/Wadi ElMughara – Tabun, Jamal, El-Wad e Skhul.

14

22%

-0,7%

Arrivi degli italiani sul totale straniero l’ufficio del turismo sloveno, si dichiara comunque soddisfatto: «La crisi che ha colpito gli italiani è ampia; ogni punto percentuale conquistato è per noi motivo di soddisfazione perché attesta la profondità del legame che unisce i nostri due Paesi. Ci rendiamo conto che il momento è difficile e porci degli obiettivi precisi da raggiungere per l’estate non sarebbe realistico. Il punto vincente della Slovenia è senza dubbio l’ottimo rapporto qualità-prezzo: non siamo una destinazione low cost ma

“di forza Il punto della Slovenia è l’ottimo rapporto qualità-prezzo

Gorazd Skrt

Arrivi italiani gen-mag 2012

per il prezzo richiesto è possibile ottenere servizi di alto livello». Il 77% degli italiani che ha visitato la Slovenia nel 2011 ha valutato eccellente la conservazione del patrimonio ambientale e forestale, dando giudizi positivi anche all’ospitalità, alla sicurezza e alla conoscenza delle lingue del personale turistico (fonte: Survey of Foreign Tourism 20082012). Scelta sia dagli appassionati di turismo naturalistico sia dagli irriducibili dei cultural trip, la Slovenia ha di recente ricevuto un importante riconoscimento: dal 30 giugno scorso è entrata a far parte del patrimonio mondiale dell’Unesco la città di Idrija, un tempo nota per le sue miniere di mercurio, oggi in disuso e trasformate in musei. «Puntiamo alla promozione della Slovenia come un prodotto combinato - continua Skrt che abbini i piaceri della costa al relax termale,

Secondo Travel and Leisure

Sud America, Cuzco migliore città

77%

Italiani che valutano eccellente la natura

senza dimenticare il fascino delle Alpi Giulie, ad appena un’ora dal mare». Ne è un esempio la regione di Gorenjska, cuore montuoso della Slovenia al confine con Austria e Italia: qui, nel 2011, gli italiani sono stati i visitatori stranieri più numerosi ma, aggiunge Skrt, «è una zona su cui bisogna lavorare molto per destagionalizzazione e per attrarre maggiormente i giovani e le famiglie. Per questo guardiamo con fiducia alla collaborazione con to e professionisti italiani».

CUZCO - Cuzco (nella foto), in Perù, si è classificata 1ª nella classifica delle 10 migliori città della categoria Messico, Centro e Sud America. Questo l’esito della 17ª inchiesta annuale, condotta attraverso i suoi lettori, dalla rivista Travel and Leisure, pubblicazione del gruppo American Express Publishing, per i premi “Best World Awards”. Cuzco ha vinto con l’86,63% dei voti dei lettori, battendo Buenos Aires e Rio de Janeiro, mentre Lima risulta occupare l’ottava posizione con il 76,12% dei voti. Sarà la direttrice di PromPerú, María del Carmen de Reparaz, a ritirare il riconoscimento.

Aigues-Mortes, La Grande Motte e Le Grau du Roi si promuovono congiuntamente per long week end

Atout France alla scoperta della Petite Camargue testo e foto di GABRIELLA BALDINI

AIGUES-MORTES - La miscela di atmosfera, luce, colori, tradizioni e la pianificazione del territorio in Camargue è unica e sorprendente. Atout France, con gli uffici del turismo di Aigues -Mortes, L a Grande Motte

e Le Grau du Roi e con la collaborazione di Air France, ha organizzato un long week end alla scoperta della petite Camargue, quella più occidentale, verso la Spagna. Il paesaggio di acque e terre risplende della luce del Mediterraneo e lo stupore per quanto hanno saputo fare gli uomini di queste parti è ad ogni angolo. Aigues-Mortes è un piccolo borgo medievale racchiuso in rettangolo di mura intatte di quasi due chilometri, dalle quali lo sguardo incrocia gli stagni e le montagne di sale delle saline del Midi che risalgono all’antichità. AiguesMortes è la meta di un giorno del milione di turisti che frequentano questa regione. «Ne vorremmo un po’ meno - dice Do-

Tradizioni Cultura e folclore per tutti

Natura Sempre

in primo piano minique Dias , assessore al turismo e presidente dell’ufficio del turismo - e più di qualità. Arrivano, si fermano una giornata e scappano. Stiamo studiando come trattenerli. Ci vogliono idee, tempo e investimenti e di questi tempi questi ultimi sono davvero esigui, ma ci arriveremo». I turisti mordi e fuggi di Aigues-Mortes arrivano dalla Grande

Vorremmo incentivare un turismo di qualità

Dominique Dias

Motte, una città balneare ad appena 9 chilometri da qui. Pianificata a tavolino a partire dagli anni ‘60, edificata e completata nel corso di 30 anni di lavori ininterrotti sui terreni strappati alle paludi, La Grande Motte, con i suoi edifici rigorosamente bianchi dalle forme a piramide dichiaratamente ispirate a quelle Maya, prima sgomenta e poi affascina. «Per molti decenni la Grande Motte è stata considerata soltanto una grande speculazione edilizia - dice Jean - Marc Lopez , responsabile della promozione dell’ufficio turistico -; oggi si è compreso il valore del progetto di Jean Balladur, l’architetto che lo ha concepito, che aveva in mente una città fatta per l’uomo». Pensata per i turisti, la Grande Motte è divenuta città a tutti gli effetti. Diecimila abitanti in inverno, 90 mila d’estate e due milioni di turisti all’anno che hanno a disposizione spiagge lunghissime, 50 chilometri di ar-

terie pedonali e ciclabili e 700 mila metri quadrati di vegetazione mediterranea strenuamente difesa dall’amministrazione locale che non intende rinunciare al primato di comune più verde d’Europa. Di primati la Petite Camargue ne colleziona non pochi. A una manciata di chilometri da qui sorge il porto turistico di Grau du Roi - Port Camargue, realizzato dallo stesso progettista della Grande Motte, che con i suoi 4 mila posti barca è il più grande e tra i meglio attrezzati del Mediterraneo. «Il nostro territorio Aigues-Mortes, La Grande Motte e Grau du Roi costituisce la “Petite”, l’estremità occidentale della Grande Camargue – dice Laurent Pélissier direttore dell’ufficio del turismo di Grau du Roi e Port Camargue -, ma non soffriamo di complessi di inferiorità. Abbiamo cultura, tradizioni e ambiente naturale che non hanno nulla da invidiare a quelli dei nostri vicini»


Quotidiano www.travelquotidiano.com

18-20 luglio 2012

Mondo

Disneyland Paris compie 20 anni “Pensione completa in libertà”

testi di ISABELLA CATTONI

MARNE LA VALLEE Con 15,6 milioni di visite nel 2011 e oltre 250 milioni di accessi registrati dall’inaugurazione avvenuta nel 1992, Disneyland Paris si riconferma la destinazione europea in grado di attrarre il maggior numero di visitatori internazionali. Anche in un periodo di crisi generale come quello attuale. A confermarlo è Marina Cipriano, head of marketing and sales promotion Italy, che sottolinea l’importanza delle celebrazioni per il 20° anniversario dall’apertura del complesso alle porte di Parigi. «Il 20° anniversario costituisce sicuramente un elemento di forte richiamo per il consumatore, sul quale intendiamo far leva per incrementare le vendite. Continuiamo quindi sulla strada degli investimenti, che hanno portato alla realizzazione di campagne tv, radio e online i cui risultati sono già evidenti. La richie-

sta di informazioni è infatti notevolmente aumentata, come la materializzazione delle prenotazioni, con volumi e revenue in crescita a doppia cifra». Questo andamento è il frutto sia della campagna lanciata in marzo, che per i 20 anni di attività prevedeva uno sconto del 20%, sia della collaborazione con Air France, che per la prima volta ha offerto il volo gratuito ai bambini di età inferiore ai 12 anni. «Fra i nostri principali obiettivi c’è quello di aiutare le agenzie a vendere di più e meglio, aumentando il valore medio pratica. In questo senso, stiamo offrendo la possibilità di aggiungere ulteriori servizi sui quali ovviamente l’adv maturerà la consueta commissione». Sul mercato italiano, le agenzie restano il principale canale di vendita di Disneyland Paris, che si

affianca a un pool di operatori capitanati dal gruppo Alpitour per la vendita dei propri prodotti. «Il canale diretto procura circa il 25-30% del totale delle vendite; tutto il resto è intermediato - spiega la Cipriano -. Per questo si moltiplicano le iniziative in direzione dei punti vendita; attualmente circa 12 mila adv sono iscritte al nostro sito Disney Stars, che garantisce strumenti di vendita ad hoc sempre in evoluzione. Sempre agli agenti riserviamo la possibilità di “toccare con mano” la magia Disney a quote speciali: in molti periodi, tre giornidue notti di soggiorno

con ingresso ai parchi richiedono 120 euro». In occasione del 20° anniversario sono stati lanciati spettacoli e contenuti unici come “Dreams” (nella foto in alto a sinistra, un momento dello show), o “A tu per tu con Topolino”, o la nuova parata; in questo periodo, l’apertura del parco Disneyland si protrae fino alle 23. Ma non è tutto: «Quest’anno abbiamo realizzato con De Agostini Libri una guida a Disneyland Paris, che verrà distribuita nelle principali librerie al costo di 10 euro. All’interno, anche una sezione dedicata alle informazioni pratiche».

MARNE LA VALLEE - Con l’8% sul totale delle visite internazionali, il bacino italiano si riconferma un segmento di primaria importanza nell’economia di Disneyland Paris. Per questo le iniziative a sostegno delle vendite si moltiplicano. E’ il caso di “Pensione completa in libertà”, una proposta valida per gli arrivi fino al 30 settembre che consente di acquistare un pacchetto comprendente senza costi aggiuntivi anche la pensione completa per tutta la famiglia - soft drinks inclusi - nei ristoranti e punti di ristoro degli hotel, dei parchi e del Disney Village. «L’iniziativa spiega la Cipriano - intende favorire le prenotazioni anche in un momento di difficoltà economica per le famiglie italiane».

15,6 mln Visite totali

registrate nel 2011

250 mln

Visite totalizzate dal 1992

8% Visite italiani sul

tot. internazionale

“dedichiamo Alle agenzie di viaggio programmi di e-learning ad hoc ” Marina Cipriano

Guida

Realizzata con De Agostini

Un investimento di 700 mila euro per rilanciare l’immagine internazionale

Spagna, Il Nord Sudan gioca la carta del turismo Catalogna zioni internazionali per il Sudan - tant’è che lo scorso anno abbiamo registrato appena 3 Visti sempre KHARTOUM - I complessi vacanzieri di mila arrivi (+5% sul 2010), ma è altrettanto Port Sudan e Sawakin sono pronti a offrire più facili vero che sino ad ora la nostra politica di proal vertice tranquillità, comfort e vacanze di qualità in mozione è stata piuttosto limitata. La pruSudan. Divisosi lo scorso luglio dal Sud Sutesti di ALBERTO CASPANI

dan, l’ex regno dei Faraoni Neri ha riconosciuto nel turismo un settore fondamentale per il rilancio della propria immagine internazionale, tanto d’aver messo a bilancio per il 2012 un investimento di 700 mila euro. «Purtroppo il numero di turisti stranieri appare ancora contenuto - confessa Siddig M. Gasm Elseed, direttore del dipartimento rela-

“strategici Svilupperemo i siti per il turismo ” Siddig M. Gasm Elseed

KHARTOUM «Il governo intende facilitare il rilascio dei visti, riducendone gli attuali costi (circa 80 euro). L’obiettivo è di permettere un soggiorno più prolungato, che in 10 notti dia modo di effettuare sia un tour mirato nella Nubia, sia un breve safari, così come un’estensione balneare. Al contempo, stiamo incentivando il calendario degli eventi di richiamo, attraverso per esempio il lancio del primo festival folcloristico del Nord Kordufan (in luglio)» aggiunge Siddig M. Gasm Elseed.

denza di questi anni è stata dettata in parte dalla scarsità delle infrastrutture interne, quali la disponibilità di strade ed elettricità nelle zone archeologicamente più rilevati come Karima (dove fra l’altro si sono aggiunte 22 nuove camere), Meroe (21 nuove tende) o Alberjrawiya, ma gli ultimi accordi hanno puntato a dare priorità di sviluppo proprio ai siti strategici per il turismo: non a caso il primo a giovarsi di questa svolta negli investimenti sarà il parco nazionale di Dindir, raggiunto da una nuova strada. La grande opportunità è comunque offerta dal completamento della strada che collega tutte le località costiere sul mar Rosso: considerando la stabilità politica del nostro Paese, questa potrebbe infatti diventare la “nuova frontiera” del turismo balneare internazionale». Ancor’oggi destinazione di nicchia per gli appassionati di diving, il mar Rosso sudanese presenta un’integrità di habitat marino ormai difficilmente riscontrabile in altre zone limitrofe, ma sono soprattutto i suoi templi e le sue piramidi a esercitare un fascino irresistibile sui visitatori in cerca di tesori nascosti, esattamente come le ricche riserve naturalistiche a nord e a est di Khartoum. I recenti accordi di collaborazione con l’operatore Crocodile Egypt Travel mirano infatti a veicolare verso sud la clientela tradizionalmente legata all’Egitto, grazie a comodi collegamenti che da Il Cairo raggiungono Port Sudan, così come la capitale.

Gli italiani grandi estimatori della regione di PAOLA CAMERA

BARCELLONA - La Catalogna, la Costa Brava e Girona puntano su arte, natura ed enogastronomia per promuoversi in Italia. Prima destinazione in Spagna per i turisti italiani, la regione continua a crescere grazie al ricco patrimonio artistico e naturale, che va dalle opere di artisti quali Salvador Dalì a quelle di artisti dei fornelli come Ferran Adrià e Juan Roca, alle cittadine di Cadaqués (nella foto) e Begur o a quelle medievali di Pals e Peratallada o ai paesini dell’entroterra. L’Italia è il quarto mercato generatore di turismo per la Catalogna e nel 2011 e nel primo quadrimestre del 2012 i numeri registrati in termini di arrivi e presenze turistiche nella

zona sono stati in crescita. Più nel dettaglio, nei primi quattro mesi dell’anno, oltre 917 mila turisti italiani hanno scelto la Spagna e, di questi, oltre 350 mila la Catalogna, con un incremento del 4,5% rispetto al 2011. Il successo della Catalogna risiede nell’alta qualità dell’offerta turistica, ampiamente differenziata anche in termini di prodotti, dai parchi naturali nel Pirineu de Girona a quelli della Costa Brava, dove si può compiere anche l’itinerario dedicato a Dalì. Il “Triangolo daliniano” comprende tre luoghi dedicati al genio catalano: il teatro-museo Dalì di Figueres; la casa–museo di Portilligat a Cadaqués e il castello di Pùbol a La Pera.

15


Travel Quotidiano 18-20/07/2012  

La Slovenia incrementa i numeri dall’Italia Monti elimina i ponti di primavera? Almeno uno ANNO XXIV - N. 56-57 18-20 LUGLIO 2012 La scommes...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you