Issuu on Google+

ANNO XXII - N. 17 5 MARZO 2010

PREZZO PER COPIA EURO 0,10

GIORNALE DI INTERESSE PROFESSIONALE PER IL TURISMO - POSTE ITALIANE SPA - SPED.

Gli investimenti del Catullo di Verona

Investimenti da 78 milioni di euro per il Catullo di Verona, che punta ad un maggior traffico low cost. A PAGINA 8

IN

ABB. POST. D.L. 353/2003 (CONV.

Città del Messico presenta il Fita 2010

IN

L. 27.02.2004, N° 46), ART. 1,

Città del Messico lancia Fita 2010, salone dell’offerta turistica di Nord-america, Centroamerica e Caraibi. A PAGINA 15

Il 24% esegue la prenotazione telefonica, in molti direttamente sui siti dei fornitori

L’identikit del nuovo turista Solo un cliente su cinque acquista la propria vacanza in agenzia Oltremare si rafforza

Cathay lancia il volo da Milano

NAPOLI – Il gruppo Oltremare amplia l’offerta e grazie al brand Caleidoscopio propone anche l’Africa australe. «Questo potenziamento ci consente di presidiare meglio anche il mercato del Centro-nord Italia – precisa il business development manager del gruppo Oltremare, Cristiano Uva -. Inoltre, abbiamo lanciato Dreambox, cofanetto regalo che è in commercio da marzo». A PAGINA 6

MILANO – Cathay Pacific rilancia la scommessa italiana con l’introduzione dal 28 marzo del volo diretto Milano-Hong Kong, quattro volte alla settimana. Il collegamento sarà operato con un B777-300er, con 6 posti in first class oltre ai 57 in business: «Puntiamo sulle Pmi, alle quali già nel 2009 abbiamo dedicato una piattaforma web» dice Silvia Tagliaferri, direttore commerciale Italia e Malta. A PAGINA 10

MILANO - Il 76% dei turisti leisure ricerca informazioni sul viaggio attraverso internet, il 27% lo fa sfogliando i cataloghi dei tour operator e il 19% si rivolge alle agenzie di viaggio. Questi sono solo alcuni dati emersi da una ricerca Astoi Travelport, condotta in dodici paesi del mondo. E ancora un cliente su cinque compra in agenzia (uno su dieci per viaggi business), il 24% lo fa attraverso servizi di prenotazione telefonica, mentre una buona fetta compra direttamente dai siti internet di compagnie aeree, catene alberghiere e destinazioni. A PAGINA 2

I progetti ambiziosi di Eden

Le previsioni di crescita di Beachcomber

PESARO – Un bilancio 2009 che ha tenuto bene. Ambiziosi progetti immobiliari e sviluppo dei rapporti con le adv per il 2010: così il presidente di Eden, Nardo Filippetti riassume l’andamento del t.o. A PAGINA 7

MILANO – Beachcomber Hotels punta ad una crescita del «15-20% del mercato italiano per fine settembre» spiega Sheila Filippi. A novembre la riapertura del Trou aux Biches, diventato 5 stelle. A PAGINA 11

TRAVEL E TOB TI ASPETTANO ALLA BMT PADIGLIONE STAND

4,

4012

Traffico aereo in ripresa a gennaio

GINEVRA - Secondo Iata il traffico internazionale di passeggeri è salito a gennaio del 6,4%, portando il load factor al 75,9% rispetto al 72,2% di gennaio 2009. «La domanda si sta muovendo nella giusta direzione» ha detto il ceo di Iata, Giovanni Bisignani.

COMMA

1, CNS/AC-ROMA

Rimborso Il presidente Fiavet Sardegna, Manunza dice che la storia di dare troppa importanza a Ryanair «deve finire». Li mette lui i soldi dei turisti che non atterreranno ad Alghero dopo la fuga del vettore?

All’interno Europcar punta sui giovani a pagina 3

Polycastrum potenzia l’offerta a pagina 7

Gran Bretagna sul leisure a pagina 14

Sheila Filippi

1 1


Quotidiano

5 marzo 2010

www.travelquotidiano.com

In primo piano Acquisto: uno su cinque si rivolge alle adv, il 24% alle prenotazioni telefonica, il resto direttamente sui siti dei fornitori

Il quadro obiettivo

“intervistati Il 42% degli va

76% Dei turisti sceglie sul web

in agenzia per comodità

27%

19%

Attraverso i cataloghi dei t.o.

Si rivolge alle agenzie di viaggio

Roberto Corbella

Ecco l’identikit del nuovo turista nella difficile era di internet bella. Commissionata a The Futures Company, la ricerca mette a disposizione degli operatori italiani e delle istituzioni un database ricco di informazioni. In Italia sono stati intervistati mille 105 viaggiatori (70% leisure, 30% business), tutti internauti. Cos’è emerso? Che il 76% dei turisti leisure ricerca informazioni sul viaggio attraverso internet, il 27% lo fa sfogliando i cataloghi dei tour operator (dato che ha stupito positivamente gli addetti ai lavori) e il 19% si rivolge alle agenzie di viaggio. Percentuali simili al momento di concludere l’acquisto: uno su cinque compra in agenzia (uno su dieci per viaggi business),

di SEBASTIANO GIORDANI

MILANO — «Per comprendere al meglio l’evoluzione del mondo turistico e poter rispondere alle nuove esigenze è necessario disporre di dati certi su cui lavorare. Dati che, fino a ieri, mancavano». E’ per questo che Astoi ha deciso di crearseli. Insieme a Travelport, Astoi ha realizzato una ricerca in dodici Paesi del mondo (Italia, Regno Unito, Hong Kong, Stati Uniti, Giappone, Brasile, Russia, Sud Africa, Australia, India, Cina ed Emirati Arabi Uniti) con l’obiettivo di «comprendere le esigenze e le tendenze dei nuovi viaggiatori», spiega il presidente Roberto Cor-

il 24% lo fa attraverso servizi di prenotazione telefonica, mentre una buona fetta compra direttamente dai siti internet di compagnie aeree, catene alberghiere e destinazioni. Queste ultime, in particolare, stanno incrementando notevolmente la loro capacità di attrarre acquirenti online: «Il 13% del campione - precisa Laura Capasa, responsabile marketing di Travelport - ha acquistato direttamente sui siti delle destinazioni, che si stanno attrezzando sempre più per offrire servizi di prenotazione online». Astoi considera comunque elevata la percentuale di chi continua ad affidarsi alle agenzie di viaggio: «Il

42% dichiara di farlo per comodità - spiega Corbella -, il 36% perché ha già avuto positive esperienze precedenti, il 35% perché si sente più sicuro». Altro spunto interessante lo fornisce la sezione dedicata ai servizi accessori acquistati dalla clientela business, come per esempio il noleggio auto, la prenotazione di sale riunioni o i servizi di segreteria: «Spesso l’interesse di acquisto - spiega Capasa - risulta essere superiore agli acquisti effet-

tivi. Ciò dimostra la poca capacità di chi vende tali servizi di intercettare la domanda». Sempre per il business travel, la ricerca mostra l’elevato interesse dei clienti d’affari per i servizi su telefono cellulare. Tra i più graditi, gli sms col riepilogo degli orari di viaggio e le informazioni di eventi e attrazioni. Tra gli esiti più sorprendenti della ricerca, invece, si segnalano: la scarsa importanza data ai programmi di migliaggio, l’esigenza di poter contare

sul wireless (per il business, non per il leisure) e su regole elastiche per il trasporto di bagagli a bordo.

“Nelservizi bt c’è poca capacità di chi vende i di intercettare la domanda ” Laura Capasa

Ejarque: «La comunicazione turistica è ferma. Per l’Italia è arrivato il momento di una sana concorrenza interna»

E’ il marketing a dettare l’agenda del mercato di MONICA LISI

Bisogna investire su mezzi non convenzionali

Josep Ejarque Quotidiano

Direttore responsabile GIUSEPPE ALOE Direttore editoriale DANIELA BATTAGLIONI

www.travelquotidiano.com

TRAVEL AGENT BOOK S.r.l.

2

Autorizzazione del Tribunale di Milano 793 del 30.11.1991 Spedizione in abb. postale (Pubblicità 45%)

MILANO - La questione è sempre la stessa: i nuovi media hanno portato la morte dei vecchi? L’immagine tradizionale del paesaggio fantastico con la modella tonica e snella è ancora in o è out? La comunicazione turistica può ancora trovare spazio sui classici mezzi? A queste domande hanno cercato di rispondere esperti della comunicazione, non solo turistica, al 1° Summit del Marketing e della comunicazione turistica organizzato da Aipmt in collaborazione con Bit e Tsm. Tutti d’accordo che la convergenza mediatica cui assistiamo dovrà per forza stravolgere le strategie di comunicazione aziendali. Non è il media DIREZIONE E REDAZIONE Via Merlo 1 - 20122 MILANO tel. 02/76316846 (r.a.) fax 02/76013193 AMMINISTRAZIONE ABBONAMENTI, REDAZIONE ROMANA Via La Spezia, 35 - 00182 ROMA tel. 06/70476418 fax 06/77200983

mix a dover cambiare, ma è l’idea vincente che deve seguire altri schemi. Forse la pubblicità non ha più bisogno di un target ma di un interlocutore, forse la pubblicità oggi «fa rima con identità – spiega Paolo Iabichino, direttore creativo di OgilvyOne -. Stiamo assistendo al passaggio dall’advertising all’invertising, una nuova attitudine verso la comunicazione. La comunicazione turistica si fonda ancora sui soliti topos, per questo l’Italia è in sesta posizione nella classifica Interbrand». Si fa invertising stracciando le rigide classifiche socio-demografiche, passando da comunicazione a conversa-

TARIFFE ABBONAMENTI ANNUALI: ITALIA 50,00 - ESTERO 90,00 EURO VERSAM. SU C/C POSTALE N. 85638005 - ROMA CAUSALE DEL VERSAMENTO: «ABBONAMENTO A TRAVEL QUOTIDIANO»

Stampa Comunicare Srl Piazza Dalmazia, 6 - 0511 Terni

Paolo Iabichino

zione, in breve dal global al social. La comunicazione turistica «è ferma, scarsamente innovativa, parla delle risorse territoriali ma non di prodotti turistici specifici – spiega al Summit Josep Ejarque, presidente

Concessionaria di Pubblicità Network & Comunication srl via La Spezia 35 - 00182 ROMA Tel. +39 06.70476418 Fax +39 06.77200983 Area manager centro sud Italia: Olga Vaglio info@travelquotidiano.com Uffici Milano tel. +39 02.76316846 - fax +39 02.76013193 Direttore commerciale: Marco Ferri marco.ferri@travelquotidiano.com 334.6288424

Aipmt -. L’Italia non può solo paragonarsi all’estero, è arrivato il momento di una sana competitività interna. Si passa dal vecchio concetto di consumer a quello di ad-prosumer, il cliente che compone il suo viaggio online e soddisfatto condivide la sua esperienza con gli altri. La soluzione è utilizzare media tradizionali con formule inedite o affidarsi ai mezzi non convenzionali. Il budget va ridistribuito: il 30% al marketing classico, il 70% a quello non convenzionale. Il marketing one to many porta il 5% dei risultati, il one to one dal 6 al 15%, il marketing innovativo – relazionale dal 18 al 30%».

internet a questo indirizzo http ://www.travelquotidiano.com E-MAIL: info @travelquotidiano.com redazionemilano@travelquotidiano.com redazioneroma@travelquotidiano.com


Quotidiano www.travelquotidiano.com

5 marzo 2010

Notizie «Noi alle agenzie di viaggio offriamo una commissione del 15%, applicabile anche ai noleggi giornalieri»

Europcar tiene e punta sui giovani MILANO - Come il mercato, anche Europcar ha subito una diminuzione del 10% nei volumi di vendita. Ciò nonostante la compagnia è riuscita a raggiungere gli obiettivi aziendali prefissati. Finora il 5% della popolazione italiana ha sperimentato il servizio di Europcar, ma la compagnia punta sui giovani, perché riescano a superare lo scetticismo dei più nei confronti del car rental. «Più che da un alto livello economico, i nostri clienti sono caratterizzati da un alto livello culturale e l’età media degli utenti è di 41 anni. Gli uomini rappresentano l’85% del totale di chi si affida a Europcar, ma le donne sono in aumento. Siamo però orgogliosi di affermare che è aumentata soprattutto la frequenza d’uso piuttosto che la customer base; questo significa che chi prova il nostro prodotto si ritiene soddisfatto e si appoggia a noi per le necessità future. In pochi, però, hanno capito quanto semplice e comodo sia il servizio che offriamo» afferma Marco Luigi Brotto Rizzo, direttore marketing. «Gli assi portanti dell’offerta che abbiamo sviluppato per le agenzie di viaggio, partner privilegiati, sono invece “Top Formula” e “Click 4 Wheels”» spiega Brotto Rizzo. Il primo prodotto è una formula con la quale Europcar garantisce alle agenzie una commissione sulle prenotazioni, che viene maturata sull’importo totale, comprensivo di extra e strumentazione aggiuntiva. «Generalmente le compagnie di rent-a-car attribuiscono una commissione del 10%, mentre noi offriamo il 15% e l’offerta è applicabile anche a noleggi giornalieri e infrasettimanali, tutti con chilometraggio illimitato». Click 4 Wheels, invece, è un sito attraverso il quale si possono effettuare prenotazioni online. Si tratta di un portale creato appositamente per le agenzie di viaggio e nel 2009 Europcar ha registrato un aumento di 45 punti percentuali delle prenotazioni attraverso questo canale, a fronte di un aumento totale del 25% delle prenotazioni effettuate dal sito. È possibile accedere al portale con il codice Iata e il processo di prenotazione è estremamente semplice; inoltre si possono confrontare fino a cinque quotazioni contemporaneamente e l’offerta rimane disponibile fino a 72 ore. Secondo gli studi dell’Osservatorio Europcar sugli “Stili di vacanza degli italiani”, inoltre, è interessante notare una preferenza delle

vacanze brevi, in concomitanza di ponti o weekend. Questo cambiamento nelle abitudini degli italiani è dato sia dalla volontà di fare vacanze meno costose, sia dall’impossibilità di assentarsi per lunghi periodi

dal lavoro. Nel 65% dei casi il mezzo di trasporto preferito per le vacanze “mordi e fuggi” è l’auto, perché si manifesta l’esigenza di spostamenti veloci e ripetuti. Per finire, da dicembre

Europcar ha lanciato “Europcar Mobile”, un motore di ricerca attraverso il quale s a r à possib i l e

“laE’frequenza cresciuta d’uso ” Marco Luigi Brotto Rizzo usufruire dei servizi online di Europcar direttamente da un telefonino con connessione internet o da uno smart phone.

3


Quotidiano

5 marzo 2010

www.travelquotidiano.com

Notizie

Previsto un rilancio in grande stile di tutto il territorio

Sassari: una nuova identità turistica La valorizzazione

di ROBERTO SMANIO

MILANO - In Sardegna, dove fino a cinque anni fa c’erano quattro province oggi ce ne sono otto. Anche quella di Sassari ha dovuto non solo ridisegnare i confini ma crearsi una nuova identità. «Tanto per fare un esempio – afferma Alessandra Giudici, presidente della Provincia di Sassari – noi

Cultura

Festa di San Giovanni, nei giorni 23-24-25 giugno

Benessere terme sulfuree di Casteldoria

Enogastronomia Strada del Gusto del Nord Sardegna

Natura

non ci identifichiamo più con l’immagine da cartolina della Costa Smeralda, che fino a pochi anni fa rientrava nei nostri confini. In questo ultimo quinquennio abbiamo lavorato per riposizionarci e arrivare a una nuova immagine coordinata». Di questo lavoro fa parte anche la campagna di promozione suggestivamente intitolata «Dove il tempo vale di più», lanciata a febbraio. «Nasce dall’intuizione che

“essere La continuità territoriale deve aperta a tutti ” Alessandra Giudici

Parco dell’Asinara Parco regionale di Porto Conte e area protetta di Punta Cristallo

la nostra provincia è in assoluto quella più a nordovest di tutta l’Italia, dove il sole tramonta più tardi e le giornate durano di più. Abbiamo pensato quindi di promuoverci come la provincia del benessere, dove si ha più tempo per la cultura, per l’ambiente, per il turismo». Le operazioni legate alla campagna sono diverse. Nell’ambito della valorizzazione di eventi culturali, significativo è il rilancio della Festa di San Giovanni, che avrà luogo nei giorni 23-24-25 giugno, come vero e proprio evento di richiamo turistico internazionale. Sul versante del benessere vero e proprio, dovrebbero

riaprire in giugno o luglio, dopo una quindicina d’anni di inattività, le terme sulfuree di Casteldoria. Una vittoria per l’amministrazione provinciale sassarese, che conta di valorizzare pienamente quest’angolo di territorio dove s’incrociano le possibilità di cure termali, talassoterapia e sport fluviali. Il turismo a cavallo, inoltre, è stato molto curato dalla provincia nell’ultimo periodo, grazie al supporto di finanziamenti della Comunità europea. Un altro punto di attrattiva è l’enogastronomia, valorizzata dalla Strada del Gusto del Nord Sardegna. E poi di sfondo a tutto, c’è la grande natura del territorio, non solo della costa ma del Parco dell’Asinara, del Parco regionale di Porto Conte e dell’area protetta di Punta Cristallo. «Dal punto di vista degli arrivi, nel 2009 abbiamo tenuto, ma temiamo per il 2010, che forse sarà l’anno peggiore della crisi. Grazie ai voli low cost, gran parte dei nostri turisti sono stranieri, inglesi, tedeschi, spagnoli, svedesi. Ma ora il flusso, soprattutto inglese, tende a diminuire, mentre sul versante italiano stiamo pagando lo scotto della continuità territoriale, che non tiene conto delle nuove esigenze. Ora c’è l’ipotesi di una nuova legge per aprire la continuità territoriale a tutti. Io credo che un passo di questo genere potrebbe determinare il ritorno degli italiani e favorire l’allungamento della nostra stagione turistica, aspetto su cui già ci stiamo impegnando a fondo.»

Alcuni nomi: Roberto Maroni, Ferruccio De Bortoli, Umberto Veronesi, Andrea Babbi, Massimo Massini

Un parterre de roi per il premio Excellent di RUBEN RAZZANTE

MILANO - Anche quest’anno il Premio Excellent, ideato da Mario Mancini e promosso dalla rivista Master Meeting, ha riconosciuto e valorizzato le eccellenze turistiche e i personaggi che hanno, nei diversi ambiti di operatività, portato lustro e prestigio al made in Italy. Nonostante i venti di crisi che hanno investito l'economia mondiale, un comparto, in Italia, ha resistito all'onda d'urto: il turismo. I dati statistici, elaborati da Trademark Italia, confermano, infatti, come le vacanze dei turisti nazionali e stranieri abbiano contribuito alla formazione di un reddito pari a circa 90 mila milioni di euro, che diventano 160 mila (pari al 12% del pil) se si considera l’indotto dell’intero comparto viaggi e turismo, con 2 milioni 400 mila addetti (pari al 10% circa dell’intera forza lavoro italiana), di cui l'80% impiegato nelle aziende ricettive. Numeri che testi-

4

moniano, senza ombra di dubbio, l'importanza del settore alberghiero. Il Premio Excellent sottolinea i meriti di coloro che nel comparto si sono impegnati, conseguendo risultati di grande prestigio, sia per le proprie realtà imprenditoriali, sia per il Paese Italia. La manifestazione attribuisce titoli di eccellenza a personaggi di primo piano del mondo imprenditoriale, manageriale e politico. Forte di questa filo-

Andrea Babbi

sofia i riconoscimenti sono stati assegnati durante una serata di gala all’Hotel Principe di Savoia di Milano. I premi Excellent quest’anno sono stati assegnati a personaggi di assoluto rilievo: Roberto Maroni, Ferruccio de Bortoli, Umberto Veronesi, Adriano Galliani, Giancarlo Lanna, presidente Simest. Si tratta di personalità che, nei rispettivi ambiti, hanno contribuito a promuovere l'immagine dell’Italia. Un lavoro impegnativo che ha indicato anche altri nomi di rilievo del mondo imprenditoriale nazionale, a cui assegnare il Premio Excellent: Aica nelle persone del presidente Elena David e vice presidente Alberto Cantoni; Andrea Babbi, amministratore delegato Apt Emilia Romagna; Maurizio Bettoja, amministratore delegato Gruppo Bettoja; Massimo Massini, direttore generale Emirates Italia; Four Season Hotel Firenze, nella persona del direttore

90 mld €

Il fatturato del settore

2,4 mln

Gli occupati del comparto

I premiati del 2010 Roberto Maroni Ferruccio de Bortoli Umberto Veronesi Adriano Galliani Giancarlo Lanna AICA Andrea Babbi Maurizio Bettoja

generale Patrizio Cipollini; Maria Carmela Colaiacovo, presidente Albergo Park Hotel ai Cappuccini – Tourist Spa; Aniello Lauro, premio alla memoria; Franca Roveraro Cappelluto, direttore generale Loano 2Village; Ugo Picarelli, fondatore e amministratore Leader sas; Enzo Pezzi, amministratore unico Anaunia; Capri Palace Hotel & Spa, nella persona del direttore generale Ermanno Zanini.

Massimo Massini Four Season Hotel Firenze Maria Carmela Colaiacovo Aniello Lauro Franca Roveraro Cappelluto Ugo Picarelli Enzo Pezzi Capri Palace Hotel & Spa

ministro dell'Interno direttore de Il Corriere della Sera direttore scientifico dell'Istituto Europeo di Oncologia, vice presidente AC Milan presidente Simest, finanziaria pubblico privata per il supporto alle imprese all’estero. nelle persone del presidente Elena David e vice presidente Alberto Cantoni amministratore delegato APT Emilia Romagna amministratore delegato Gruppo Bettoja direttore generale Emirates Italia nella persona del direttore generale Patrizio Cipollini presidente Albergo Park Hotel ai Cappuccini – Tourist Spa premio alla memoria direttore generale Loano 2Village fondatore e amministratore Leader sas – organizzazione e comunicazione amministratore unico Anaunia nella persona del direttore generale Ermanno Zanini.


Quotidiano

5 marzo 2010

www.travelquotidiano.com

Operatori Un Sudamerica da intenditori

Brasil World festeggia 10 anni di successi testo e foto di MASSIMO TERRACINA

TORINO - Brasil World, operatore che aderisce al Quality Group di Torino, festeggia il decennale e lo fa con la serenità di chi ama il prodotto che propone, implementandolo continuamente. «Brasil World è nato il 13 gennaio 2000 da un’idea legata alla proposta di un Brasile non scontato, lontano da calcio, spiagge e tutti i luoghi comuni che permeano l’offerta di questo splendido Paese - spiega Wilma Colombano, fondatrice del t.o. -. Le nostre proposte, quindi, si sostanziano in tour che abbiano una valenza culturale o naturalistica, ma soprattutto che offrano un “vero viaggio in Brasile”, con l’obbiettivo di conoscere un Paese immenso con infinite possibilità: non solo l’esplorazione dei luoghi ma anche dei costumi e delle usanze». Brasil World si è sempre distinto per l’attenzione sia al prodotto sia al cliente e per la profonda conoscenza del territorio. «Credo siamo, forse, gli unici a proporre tour di gruppo regolari

con partenze ogni settimana - prosegue la Colombano -. Dalla prima programmazione, limitata al solo Brasile e Venezuela in una monografia da 32 pagine, siamo passati in tempi successivi ad allargare le proposte aggiungendo altre destinazioni. Oggi abbiamo un monografico Brasile molto dettagliato e un altro catalogo che propone Cuba, Venezuela, Costa Rica, Panama e Colombia, sempre basato sullo stesso concetto che ci ha fatto iniziare con il Brasile». Per quanto attiene ai numeri, la soddisfazione maggiore l’ha data Cuba, inserita nel 2004 nella programmazione. Oggi Cuba procura il 40% del fatturato di Brasil World e ha aperto il 2010 con un’eccezionale crescita del 130%. Dopo un 2009 interlocutorio, anche il Brasile è partito bene, con una media del 20% in più rispetto all'anno precedente. Segue a ruota il Costa Rica, che finalmente si avvicina a performance interessanti, mentre rimane stazionaria, e in attesa di poter superare preconcetti ancora purtroppo molto diffusi, la Colombia.

La nuova sinergia e il lancio del prodotto Dreambox ampliano il raggio d’azione dell’operatore di CAMILLA MADERNA

NAPOLI - Oltremare amplia gli orizzonti e fa breccia nel Nord Italia con l’acquisizione del brand Caleidoscopio. «Abbiamo rilevato in licenza il marchio Caleidoscopio dal gruppo Ventaglio - dichiara Cristiano Uva, business development manager del gruppo Oltremare -. Ciò significa che abbiamo il diritto in esclusiva di utilizzare il brand, con opzione di acquisto che eserciteremo in futuro. L’obiettivo a brave termine di Caleidoscopio sarà quello di raggiungere quattro - cinque mila passeggeri entro fine anno». Con Caleidoscopio, la famiglia Uva recupera un marchio storico che però era stato rilegato a una posizione di secondo piano nel network Ventaglio. «Caleidoscopio è speculare rispetto ad Oltremare: ripropone la stessa filosofia aziendale, soprattutto l’attenzione al dettaglio come garanzia di qualità, oltre al fatto che il nostro sistema è in grado di fornire una risposta immediata alla richiesta di preventivi avanzata dagli agenti di viaggio, al massimo entro le 24 ore». Un ampliamento non solo

6

Oltremare ingrana una marcia in più con Caleidoscopio commerciale ma anche in termini di destinazioni. «Caleidoscopio porta in dote l’Africa australe, Namibia e Sudafrica. Il mercato sta rispondendo positivamente; la nostra intenzione è comunque quella di sfruttare l’onda d’urto che il Sudafrica sta muovendo per via del mondiali di calcio. Infatti, siamo convinti che il Paese beneficerà soprattutto nei mesi successivi della visibilità che

sta avendo». Parte del gruppo anche lo storico brand Ulisse, per un target prevalentemente corporate: «Non si tratta solo di un’incentive house; diventa un “t.o. ibrido” quando propone alle aziende soluzioni alternative all’incentive come ad esempio i buoni vacanza». L’ultimo nato in casa Oltremare è Dreambox. Si tratta di “cofanetti regalo” in commercio dal prossimo marzo, «Una linea di prodotto che si differenzia dai competitor perché spazia fra diverse proposte: sport, benessere, enogastronomia, arte e cultura,

“ Namibia e Sudafrica sono un ulteriore fiore all’occhiello dell’offerta ” Cristiano Uva

romanticismo e il fiore all’occhiello, il cofanetto dedicato ai bambini, che è una novità assoluta. La distribuzione sarà veicolata su un duplice canale: corporate e consumer». Dreambox inciderà in modo marginale sul fatturato complessivo del gruppo; le previsioni si attestano intorno a un +5% circa. «Puntiamo alla vendita di 10 mila cofanetti entro un anno; la scelta di aprirci a questo segmento di mercato in pieno sviluppo è per noi naturale. Venendo dal mercato del tour operating, con esperienza nel segmento dei buoni vacanze aziendali, abbiamo quindi “solo” sviluppato un mercato parallelo che si rivolge direttamente all’utente finale e possiamo vantare di essere fra i pochi t.o. italiani ad annoverare nel proprio portfolio un tal prodotto».

Potenziamento

Settemari aumenta gli “stagionali” TORINO - L’estate è già iniziata per Settemari. Il tour operator ha già avviato, infatti, l’inserimento dei lavoratori stagionali per il 2010, sia nella sede operativa centrale, sia nelle destinazioni in catalogo. A Torino, sono state inserite 20 risorse: già formate sul tour operating e almeno alla seconda esperienza di lavoro con Settemari, svolgeranno principalmente la mansione di addetto al booking. Nel corso dei prossimi mesi, ne saranno inserite circa altre 20, in previsione dell’incremento del lavoro. Nei 33 SettemariClub dell’estate 2010, invece, gli arrivi del personale stagionale inizieranno il mese prossimo. E’ prevista la contrattualizzazione di oltre 300 persone che ricopriranno ruoli di assistenza e animazione. Nella stagione estiva 2010, il personale che lavorerà con Settemari è cresciuto di circa il 30% rispetto allo scorso anno.


Quotidiano www.travelquotidiano.com

5 marzo 2010

Operatori I progetti immobiliari e l’attenzione alle adv al centro della politica di sviluppo intrapresa dal gruppo

PESARO - (i.c.) Il gruppo Eden si avvia a un 2010 «moderatamente positivo», forte anche dela “tenuta” dei numeri dello scorso anno. E’ il presidente, Nardo Filippetti, a commentare risultati e prospettive future. «Nel 2009 il gruppo Eden ha fatturato 275 milioni di euro. Il solo tour operator 260 milioni di euro. Abbiamo ottenuto un Ebitda superiore ai 4 milioni di euro. I segnali che stiamo ricevendo dal mercato, in termini di trend e prenotazioni, per il momento sono positivi. Per questo, per il 2010 siamo moderatamente ottimisti: crediamo, grazie ai nuovi investimenti, di riuscire a ottenere un aumento di fatturato di gruppo del 16%. L’attenzione nei confronti della marginalità rimane sempre alta». Quali le principali novità di prodotto? «Oggi Eden Viaggi è un gruppo che opera a 360 gradi nel settore: al suo interno convivono più linee di prodotto dedicate a più segmenti di mercato. Per il 2010 abbiamo implementato e migliorato l’offerta della nostra linea di prodotto più classica, quella che si concentra maggior-

275 mln € Fatturato di gruppo nel 2009

260 mln € Fatturato t.o. nel 2009

4Ebitdamln € registrato nel 2009

Eden in campo con un’offerta più segmentata mente sulla villaggistica. La stagione 2009/10 ha visto il debutto di quattro nuovi Eden Village e di cinque nuovi Eden Gold International Club. Nella maggior parte dei casi sono situati in destinazioni c h e

rappresentano una garanzia per il mercato degli agenti di viaggio italiani, come la stessa Italia e la Grecia. Abbiamo potenziato l’offerta di Margò, la linea di prodotto nata nell’estate 2009. In questi giorni stanno uscendo i primi monografici: Grecia-Turchia; Spagna-Baleari; Croazia-SloveniaCorsica. Affiancano il catalogo invernale Mar Rosso, Africa e Caraibi.

No alla richiesta del 25% di acconto

Nardo Filippetti

Abbiamo investito anche su Eden Made, la nostra linea dedicata agli amanti dei viaggi su misura. Oggi in Eden lavorano 20 persone dedicate esclusivamente a questa linea, per continuare a rispondere a tutte le richieste velocemente e in maniera completa. L’ultimo nato dei cataloghi Eden Made è quello dedicato agli Stati Uniti. Durante l’estate 2010 inaugureremo l’hotel Excelsior, a Pesaro. E’ l’ultimo nato tra gli Eden Hotels, catena alberghiera di tutti gli hotel e i villaggi gestiti direttamente dal gruppo Eden. L’Excelsior è un progetto a cui sono

Agenzie di viaggio protagoniste PESARO - Nardo Filippetti riconferma il ruolo centrale delle agenzie. «Il nostro obiettivo è di diventare il leader nei servizi alle agenzie e agli agenti di viaggio. Il Progetto Eden, nostro pacchetto servizi, continua a crescere. Per questo continuiamo a investire per gli agenti di viaggio. Agli agenti offriamo formazione costante presso la nostra sede e online (500 agenti in sede lo scorso anno; quest’anno ne attendiamo 900); garantiamo la possibilità di trasformare il web da potenziale nemico ad occasione di sviluppo del business, portando sul nostro sito con noi più di 9 mila agenzie di viaggio (di cui già 4 mila 500 iscritte a Melagenzia). Agli adv offriamo la possibilità di soggiornare, gratuitamente, presso i nostri villaggi, grazie al progetto Melaviaggio (più di 7 mila iscritti); ultimo, ma non per importanza, garantiamo agli agenti la possibilità di avere sempre informazioni e contenuti freschi sulle destinazioni grazie al progetto Edenlife.it, portale editoriale con web tv». particolarmente legato: è stato il primo hotel che presi in gestione, a 17 anni, nella mia città». Come vi ponete rispetto all’acconto del 25% da richiedere alle agenzie? «Per quanto riguarda la strategia d’impresa per il 2010, confermiamo quanto comunicato recentemente: no alla richiesta del 25% d’acconto alle agenzie di viaggio, per il momento. Riteniamo che in futuro sarà un passaggio necessario, ma non prima

Nuovi accordi con strutture di prestigio. Potenziati staff commerciale e commissioni per le agenzie

Polycastrum rafforza la proposta balneare di CINZIA BERARDI

PRAIA A MARE - Rafforzamento dello staff commerciale, nuovi villaggi turistici, incentivi per le agenzie e per il cliente finale: questa la strategia di Polycastrum Viaggi, che da 25 anni propone vacanze balneari raccolte nel catalogo Mare Italia. Ad illustrare l'edizione 2010 e le relative promozioni è Gioacchino Nappi, direttore generale del tour operator con sedi a Praia a Mare (Cosenza) e a Roma. Come avete rinnovato la programmazione per l'estate? «Abbiamo stretto accordi con diverse strutture fino all'anno scorso commercializzate da altri operatori: tra queste il Nicotera Beach Village, un ex Ventaclub da mille posti dove abbiamo un impegno importante. In totale offriremo 50 mila posti letto al giorno, relativi a 300 strutture da tre a cinque stelle, dalla Riviera Adriatica alla Sicilia, dalla Toscana alla Calabria».

Approvato il bilancio chiuso il 31 ottobre

I Grandi Viaggi in utile

Cosa proponete per raggiungere queste destinazioni? «Dal Centro e dal Nord Italia i clienti potranno volare su Sardegna, Puglia, Sicilia e Calabria grazie ad accordi con Meridiana e Trawelfly; ci sarà poi il nostro volo speciale Bergamo- Lamezia Terme, operato ogni venerdì da Trawelfly a partire dal 18 giugno». Un'offerta piuttosto vasta: come la presenterete alle agenzie? «Da una parte contiamo su uno staff commerciale potenziato, soprattutto nel Nord Italia, dove abbiamo a s sunto cinque persone d i grande

“Due vacanze al prezzo di una”

Nel 2009 c’è stato un calo contenuto

Gioacchino Nappi esperienza provenienti da tour operator non più attivi. Dall'altra, proponiamo alle agenzie commissioni molto interessanti che a seconda del fatturato - vanno in senso retroattivo dal 12 al 15% oppure dal 13 al 18% nel caso di villaggi nostri». Quali sono i vostri canali di vendita? «Ci rivolgiamo solo alle agenzie, che possono prenotare anche

MILANO - L’assemblea degli azionisti de I Grandi Viaggi ha approvato il bilancio chiusosi al 31 ottobre 2009 e ha esaminato i risultati consolidati del gruppo del periodo 1° novembre 2008 - 31 ottobre 2009. I ricavi nel 2009 si sono attestati a 85,3 milioni di euro, in flessione del 14,9% rispetto all’esercizio precedente. Questa contrazione è legata anche alla scelta della società di non commercializzare più alcuni prodotti che si sono rivelati non più remunerativi e che, nell’anno precedente, avevano generato ricavi per circa 5,2 milioni di euro (4,68%). Con le operazioni poste in atto per fronteggiare la difficile

Un'allettante promozione rivolta al cliente finale è "Due vacanze al prezzo di una": chiunque prenoti una vacanza Polycastrum in qualsiasi struttura a sua scelta ha diritto a una settimana di soggiorno omaggio in bassa stagione in uno dei villaggi di proprietà o in vuoto/pieno; inoltre viene riconosciuto il 30% di sconto a chi prenota entro il 30 maggio: la polizza contro l'annullamento fino a 21 giorni prima della partenza è gratuita, mentre per quella illimitata si paga un supplemento di 10 euro a pratica. Infine, c'è la possibilità di pagare la vacanza un mese dopo il rientro, in sei rate a tasso zero. online su www.polycastrum.it. Gli agenti sono incentivati a utilizzare internet perché riconosciamo un bonus di 20 euro». Il 2009 ha fatto molte vittime: a voi com'è andata? «Abbiamo venduto un milione e mezzo di notti: il calo c'è stato, ma solo del 3%».

congiuntura economica si è riusciti a ottenere un aumento della marginalità. L’Ebitda si è attestato a 10,1 milioni di euro, in crescita del 21,31% rispetto al 2008 e l’Ebit a 4,3 milioni di euro, in aumento del 69,27% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Il bilancio consolidato del gruppo si è quindi chiuso con un utile netto d’esercizio di 1,4 milioni di euro, in crescita del 175% rispetto agli 0,5 milioni di euro del 2008. Infine, il bilancio di esercizio della holding I Grandi Viaggi ha chiuso al 31 ottobre 2009 totalizzando ricavi pari a 77,4 milioni di euro e con un utile d’esercizio pari a 1,2 milioni di euro.

di un confronto con tutti i protagonisti del settore». Investimenti immobiliari in corso? «Due essenzialmente: il già citato hotel Excelsior a Pesaro e un nuovo investimento a Riccione, per un totale di 110 milioni. Il primo sarà un resort a 5 stelle; il secondo un hotel quattro stelle da 340 camere a Riccione. Il primo verrà inaugurato prima dell’estate 2010, cioè più o meno quando verrà aperto il cantiere del secondo».

Cataloghi

Orange Club, ecco l’estate di In Viaggi TERNI - In Viaggi presenta “Orange Club 2010”. Il catalogo, già visionabile e scaricabile sul sito www.inviaggi.it, è in distribuzione in tutte le agenzie partner. Si tratta di un catalogo monografico dedicato ai Club Orange con il quale In Viaggi punta in maniera decisa sull’advance booking. Nel catalogo sono infatti presenti sconti e agevolazioni per incentivare le prenotazioni anticipate, in particolare grazie al “miglior prezzo”, che prevede lo sconto di 300 euro a coppia per prenotazioni entro il 31 marzo ed entro il 30 giugno. Numerose sono le novità di questo catalogo, che conta 22 strutture distribuite nelle località più belle di Grecia, Spagna, Tunisia, mar Rosso, Kenya e Sardegna. In particolare, da segnalare l’apertura per l’estate 2010 di nuovi Club a Rodi, Creta e Naxos, a Ibiza, in Sardegna e in Kenya.

7


Quotidiano

5 marzo 2010

www.travelquotidiano.com

Compagnie aeree Stanziamenti per 78 milioni di euro per quadruplicare la capacità attuale. Crescita stimata del 7% nei prossimi quattro anni di SEBASTIANO GIORDANI

MILANO — Strategia di diversificazione del traffico, nuove alleanze commerciali con forte apertura alla componente low cost, promozione delle rotte unitamente al patrimonio turistico del territorio, efficienze economiche-finanziarie per rendere lo scalo fortemente competitivo. Così l’aeroporto Catullo di Verona farà il salto di qualità. Almeno secondo gli estensori della tabella di marcia che lo scalo veneto ha da poco svelato. «Nonostante la crisi che affligge il settore e la contrazione significativa dei volumi di traffico a livello europeo — spiega Massimo Soppani, direttore generale degli Aeroporti del Garda - il Catullo punta ad una crescita media del 7% nei prossimi quattro anni, per arrivare ad un traffico di 4 milioni e mezzo di passeggeri nel 2014». I positivi valori di crescita degli ultimi mesi, confermati dai dati di traffico di gennaio in linea con le previsioni, sono incoraggianti. Soppani evidenzia come, nel piano di sviluppo, le stime d’incremento di traffico siano strettamente correlate

31%

share traffico charter

56%

quota traffico linea

12%

quota traffico low cost

Il Catullo investe e diversifica in ottica low cost “vedono Lavoriamo a nuove alleanze commerciali, che una forte apertura al settore low cost ” Massimo Soppani ad un ampliamento delle infrastrutture di accoglienza dei passeggeri e di movimentazioni dei vettori. Interventi che comporteranno un investimento complessivo di 78 milioni di euro e che «innalzeranno le potenzialità dell’aeroporto fino a quattro volte rispetto alla capacità attuale». Dopo il cam-

bio di status da militare a civile avvenuto nel 2008, infatti, il Catullo ha dato il via ad una progressiva conversione degli spazi e ad un intenso sviluppo infrastrutturale. «L’obiettivo - precisa Soppani - è differenziare il flusso di passeggeri: in questo modo l’utenza business troverà un servizio allineato con le

Una veduta dell’aeroporto di Verona

sue esigenze, mentre al viaggiatore low cost verrà offerto un servizio differente in base alle sue specifiche necessità». Il primo passo, atteso già quest’anno, sarà la realizzazione di un terminal specifico per il low cost, con relativo potenziamento delle aree commerciali, dei servizi e dei parcheggi dedicati. «La diversificazione dei flussi di transito - prosegue il direttore generale permetterà al Catullo di avviare una strategia innovativa e senza precedenti in Italia per quanto concerne la dinamica dei piani tariffari, istituendo cioè due contratti di programma distinti per compagnie tradizionali e low cost che seguono logiche diverse». E’ evidente

Potenziati i voli da Malpensa. Tra le novità del network anche Lagos, Guangzhou e la riapertura sulle isole Comore

Yemenia rilancia i collegamenti da Milano di FRANCESCA SALSANO

MILANO - Continua anche per il 2010 l’impegno di YemeniaYemen Airways per rilanciare la destinazione Yemen. Lo conferma il direttore generale della compagnia Abdulla M. AlKebsy, illustrando le novità per il nuovo anno. «Dalla prossima stagione estiva, che per noi ha inizio il 29 marzo, aumenteremo fino a tre le frequenze settimanali dirette ad Asmara, mentre per Addis Abeba avremo una coincidenza diretta con i voli in arrivo dall’Italia. I passeggeri potranno quindi scegliere tra una connessione diretta il martedì o il sabato, con tempi di attesa a Sa-

na’a sensibilmente diminuiti». Il motivo è semplice: anche quest’anno il traffico etnico ha avuto un peso determinante nello sviluppo del network, raggiungendo una quota di circa 2 mila passeggeri dopo l’exploit del 2008 in cui la crescita era stata del 77,59%. Se poi la sperimentazione di due voli settimanali su Milano, tra fine luglio e inizio agosto, riuscisse bene e i voli totali, compresi i due da Roma, diventassero quattro, il traffico è destinato a salire. Ma il 2009, in generale, non è stato un anno particolarmente felice, complici situazioni internazionali che hanno rallentato il traffico turistico verso lo Yemen. Ecco allora

la strategia messa a punto da Yemenia: «Al centro della stagione estiva ci sarà la riapertura della destinazione Moroni (isole Comore), e torneremo ad avere una connessione da Sana’a via Ji-

“unInvestire è l’unica cosa da fare per restituire po’ di fiducia a chi continua a viaggiare ” Abdulla M. Al Kebsy Venti milioni di passeggeri in meno tra gennaio e dicembre

Il 2009 Aea: calo peggiore degli ultimi sette anni

8

BRUXELLES – (ma.c.) E’ un altro segno meno per l’industria del trasporto aereo quello che arriva dal bilancio 2009 stilato dall’Aea. L’associazione delle compagnie aeree europee rivela una flessione di oltre 20 milioni di passeggeri trasportati nei dodici mesi compresi tra gennaio e dicembre 2009, che sono passati da 346 milioni a neppure 326 milioni: in altri termini una diminuzione del 5,8% e del 4,5% a livello di passeggeri-chilometro. La perdita di 20 milioni di passeggeri supera ampiamente quella più grande finora registrata (14 milioni di passeggeri), risalente al 2002, in seguito agli avvenimenti dell’11 settembre 2001. Tutte le regioni che muovono i maggiori volumi di traffico hanno fatto registrare le peggiori performance: il traffico tra gli stati europei è diminuito del 5,3%, quello Nord atlantico del 5,6% e quello dell’Estremo Oriente del 5,9%.

bouti sia in andata sia in rientro sulla destinazione – spiega Al Kebsy –. Inoltre aggiungeremo al network anche Lagos (Nigeria) e Guangzhou (Cina), la prima via Khartoum e la seconda via Dubai: saranno collegate da Sana’a con due partenze settimanali in coincidenza con i nostri voli in arrivo dall’Italia. Infine, puntiamo anche su Socotra, con una serie di offerte promozionali per incrementare il traffico turistico: di solito, chi visita questi posti una volta, poi torna». Ma le novità non si fermano alle destinazioni. Yemenia ha pensato anche al rinnovamento della flotta. È stato infatti siglato l’accordo con Airbus per l’acquisto e la consegna entro il 2011 di dieci nuovi A-320, che entreranno da subito in flotta, ed entro il 2015 dieci ulteriori A-350, «perché investire è l’unica cosa da fare per iniettare un po’ di fiducia in chi continua a viaggiare».

Il traffico da e per Medio Oriente ed Africa è invece riuscito a non perdere terreno, guadagnando anzi qualcosa. La gestione particolarmente oculata della capacità offerta nell’ultima parte della stagione estiva ha permesso di mitigare in parte il crollo del traffico con load factor che nel mese di luglio anno su anno sono migliorati, ma sono stati comunque insufficienti a impedire il calo sui dodici mesi: la flessione è stata dello 0,3% con un tasso di riempimento che si è attestato quindi al 76% a livello globale, a fronte di una diminuzione della capacità offerta del 4,2%. Se dunque la performance del mercato passeggeri è stata debole, altrettanto lo è stata, se non peggio, quella del settore merci, con un calo del 16,5%. Non solo: il bacino di traffico primario per i vettori Aea, quello cioè da e per il Medio Oriente, ha riportato una flessione del 22,8%.

quindi come la trasformazione riguardi non solo le infrastrutture ma la natura stessa dello scalo. La suddivisione del traffico aereo sul Catullo - oggi per il 31% in mano ai charter, per il 56% alla linea e per il 12% al low cost - è dunque destinata a cambiare. Soppani conferma: «Stiamo lavorando a nuove alleanze commerciali, che vedono una forte apertura alla componente low cost. Il Catullo, comunque, rimarrà interessato da un mix di tipologie di traffico». Tra le new entry si segnala il collegamento con Casablanca operato da Royal Air Maroc, con tre voli settimanali a partire dal 28 marzo 2010, e quello con Yerevan (Armenia) garantito da Air Italy.

Notizie

In 10 righe - Malév

Il vettore ungherese Malév verrà nuovamente nazionalizzato in base ad un accordo raggiunto dopo i negoziati tra il governo e gli azionisti russi e ungheresi del vettore. Nel tentativo di salvare il vettore, la quota in mano allo stato salirà al 95% dopo un versamento di circa 127,8 milioni di dollari, lasciando ai russi di AirBridge il restante 5%.

- Thai Airways

Thai Airways è tornata nel quarto trimestre a produrre utili grazie alla ripresa del turismo e ad un maggior numero di passeggeri. Da ottobre a dicembre il profitto netto di Thai è stato pari a circa 269 milioni di dollari.

- Carpatair

Dal 24 maggio 2010 Carpatair aprirà i collegamenti aerei diretti da Craiova a Milano Orio e da Craiova a Roma Fiumicino. Entrambi i voli verranno operati inizialmente due volte alla settimana - il primo di lunedì e giovedì, il secondo di martedì e venerdì - con Fokker 70.


Quotidiano www.travelquotidiano.com

5 marzo 2010

Annunci economici C e r c o Se cerchi lavoro nel settore turistico, se hai qualche opportunità di impiego da offrire o se vuoi vendere o acquistare un’agenzia di viaggio, utilizza lo spazio che Travel Quotidiano riserva agli annunci gratuiti. Come? E’ sufficiente inviare il testo che vuoi pubblicare (massimo 100 parole spazi esclusi) all’indirizzo di posta elettronica: travelannunci@tiscali.it ROMA - AFFITTASI 1, 2 o 3 stanze arredate in ufficio di prestigio, zona S. Giovanni a Roma, con uso di sala riunioni. Tel. ore ufficio 348 4036972.

o f f r o

v e n d o

c o m p r o

RUBRICA DI ANNUNCI ECONOMICI

Esperienza decennale in agenzia come banconista (front office e anche business travel) ricerco lavoro presso agenzie viaggio nella provincia di Bologna. Ottimo utilizzo AS 400, Amadeus,word, outlook, excell...buon utilizza Sabre/Galileo/Sipax Plus. Per maggiori dettagli Alessandra, 380 3844525. Decennale esperienza in agenzia di viaggio come banconista/contabile ricerco lavoro presso agenzie di viaggio nella provincia di Bologna come banconista/contabile o altro. Iscritta alle liste mobilità. Disponibilità immediata. Contatto: Francesca 339 5915128.

Per trasferimento, vendo agenzia di viaggio sulla piazza da circa 25 anni, centralissima , in più, abbiamo servizi vari come ricariche tv telefono bollettini, tkt eventi sportivi, fiere concerti e altro ancora. Contattare chi fosse veramente interessato. Tel. 345 4466568.

Liguria: pluriennale esperienza ricettivo Italia viaggi di lusso su misura, perfetta padronanza maggiori lingue europee, esamina offerte per collaborazione o impiego part time, tempo determinato, disponibile subito. Cell: 347 7892763.

Promotore commerciale area Emilia Romagna /Nord italia pluriennnale esperienza nella consulenza e vendita di pacchetti di viaggio. Consolidato portafoglio clienti valuta proposte di collaborazione. Tel. 347 3214828.

Pluriennale esperienza in agenzie di viaggio e tour operator cerca lavoro in settore turistico. Conoscenza sistema AS400 esamina proposte in Milano e provincia. Disponibilità immediata. Contattare: Rosella 3331290677 e-mail: bompiross2@hotmail.com

Cercasi locale di 500 - 600 m2 in affitto a Roma centro per uso agenzia viaggi e banconiste con esperienza e portafoglio clienti per prossima apertura. Per contatti e colloqui tel. 06 44254401. Per invio curriculum vitae: email: marketing@osservatoriocards.eu Roma, banconista adv esperto biglietteria aerea fs e marittima, autonomo nell' organizzazione di viaggi e vendita di pacchetti turistici, conscenza amadeus, galileo e sipax, lingua inglese e francese, cerca impiego. Andrea 328 6731964 dopo ore 19.00. DIRETTORE TECNICO ABILITATO E ISCRITTO ALL’ALBO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA OFFRE DISPONIBILITA’ PER COPERTURA TITOLO O COLLABORAZIONI. CLAUDIA tel. 3802578391. e-mail:claudiabeani@emmebia.it Carreblu Tour Operator Torino cerca personale per ampliamento reparto Oceano Indiano. Si richiedono: conoscenza destinazioni, capacità di costruire itinerari e preventivi su misura, inglese e francese, uso PC e CRS Amadeus. Completano profilo: lavoro in equipe, sopportare elevati carichi di lavoro, disponibilità a viaggiare. CV a commerciale@carreblu.travel Direttore tecnico abilitato regione toscana, valuta proposte di copertura titolo. Disponibilità immediata. Telefono 333 3405122. Mail: jguitar85@hotmail.com ESPERTA BANCONISTA ADV CON VENTENNALE ESPERIENZA, CONOSCENZA AS/400,BIGLIETTERIA, GRUPPI, PACCHETTI DA CATALOGO E SU MISURA, TITOLO DI DIRETTORE TECNICO CERCA IMPIEGO PART TIME IN PROVINCIA DI VARESE. DISPONIBILITA’ IMMEDIATA. SCRIVERE A: AGENTEDIVIAGGI@LIBERO.IT PROMOTORE COMMERCIALE AREA CAMPANIA, VENTENNALE ESPERIENZA C/O T.O. DI IMPORTANZA NAZIONALE, CON CONSOLIDATO PORTAFOGLIO DI ADV, VALUTA OFFERTA DI PROMOZIONE VENDITE PER L'AREA SUINDICATA. TEL. 338 7938231 e.mail robcastiglia@alice.it PROMOTER, AREA ROMA E LAZIO, DECENNALE ESPERIENZA, OTTIMA CONOSCENZA RETE AGENZIE DI VIAGGIO, OFFRESI PER VALUTAZIONE PROPOSTA DI COLLABORAZIONE DA PARTE DI TOUR OPERATOR - TELEFONARE A MARCO: 328 7963874. Professionista freelance nel mondo del turismo esamina proposte di collaborazione come addetta programmazione di vari prodotti (short break, soggiorni, tour) e destinazioni (soprattutto Africa australe e Australia), come ispettore strutture in Italia e/o all’estero e/o mansioni attinenti. Buona capacità relazionale e predisposizione al team work con una spiccate attitudini comunicative e di problem-solving. Ottima conoscenza dei sistemi informatici e dei principali applicativi e software. Disponibile a trasferte in Italia e all’estero. Massima serietà, responsabilità, autonomia e bella presenza. Agli interessati, disponibile all’invio del proprio C.V. Contatto e-mail: bbeatrix@alice.it. Cell. 347 8033202.

OFFERTA DI LAVORO AGENZIA DI VIAGGI in Milano cerca professionista in organizzazione e vendita di servizi turistici e/o biglietteria aerea con proprio portafoglio clienti. Si richiede ottima conoscenza della lingua inglese e attitudine al lavoro per obiettivi. Contatto: Tiziana, cell. 333 7305779. Hotel Contract Manager settore sales e marketing, esperienza decennale vaglia proposte lavorative su Roma. mail roby.blasi@yahoo.it Risiedo nei pressi di Tortona, ho lavorato come banconista addetta turismo, biglietterie, etc. per circa 27 anni e causa recessione dal 1° gennaio 2010 sono disoccupata e iscritta alle liste di mobilità. Cerco impiego come addetto booking o lavoro in agenzia a tempo determinato; sarei disponibile già da ora. Gavio m. Luisa, via Tortona 18, 15053 Castelnuovo Scrivia (Al). marialuisa.gavio@libero.it Direttore Tecnico. Iscritto Albo Regione Lombardia. Nel settore dal 1999. Agente Iata. Tkts: AereiNavi-Treni. Viaggi:Teleprenotazioni da catalogo- tailor madeprogrammazione-accompagnamento gruppi. Gestione automatizzata pratiche-biglietteria. Lingue: Ottimi inglese- francese. Disponibilità aprile 2010: Pavia-Lodi-Milano. Contattare solo se seriamente interessati: direttoretecnicolom@libero.it Offresi direzione tecnica, disponibilità immediata, regione Piemonte. Tel: 339 3370331. Mail: nerone.benito@libero.it Tour Operator e agenzia di viaggio, ricerca personale con minima esperienza, per ufficio booking mare Italia. Si richiede disponibilità immediata, zona Roma quartiere Appio latino. Alessandro: 346 9923914. Mail: booking@emisferovacanze.it Firenze: agenzia viaggi cerca banconista con esperienza. Richiedesi conoscenza galileo, sipax plus, as400, vendita pacchetti da catalogo e su misura,biglietteria aerea, marittima e ferroviaria. Chiamare 3382982069 Offresi copertura, ed eventualmente consulenza, direzione tecnica. Esperienza decennale in t.o. programmazione e marketing. Iscritta all'albo della regione Lazio. Contatto: paola.pp@fastwebnet.it; cell. 393 9802508. Offresi copertura, ed eventualmente consulenza, direzione tecnica. Disponibilità immediata. Iscritta all'albo della regione Lombardia. Contattare Valeria 338 3355818. Offresi nel campo di destination management e communication, affidabile plurilaureato in comunicazione e marketing turistico, pluriennale esperienza come giornalista nel turismo e in ufficio booking e ricevimeto in prestigioso hotel di Roma. Disponibilità immediata, 347 9097977. 1 - Tour Operator Associati

ricerca per la propria sede di Castelnuovo di Porto (RM) esperto agente di viaggi da destinarsi al servizio clienti. E' richiesta la conoscenza di Sabre o Galileo, l'uso fluente della lingua inglese e un'esperienza consolidata di almeno tre anni a contatto con il pubblico. 2 - Tour Operator Associati ricerca per la propria sede di Castelnuovo di Porto (RM) esperto web operator per l'aggiornamento dati su i siti aziendali. Titolo preferenziale il domicilio in zona Roma Nord o paesi limitrofi a Castelnuovo di Porto. Inviare curriculum, indicando la posizione interessata e corredato di foto a: direzione@toassociati.com Offresi direzione tecnica preferibilmente Regione Lazio. Disponiblità immediata. Contattare via email: passha@hotmail.it, oppure chiamare ore serali al 328 6665713. Offresi direzione tecnica. Preferibilmente regione Marche. Disponibilità immediata. Marina Baldini, 340 4003134. Promotore commerciale area Emilia RomagnaNord Italia, pluriennnale esperienza nella consulenza e vendita di pacchetti di viaggio. Consolidato portafoglio clienti valuta proposte di collaborazione. Tel. 347 3214828. DIREZIONE TECNICA DISPONIBILITA' IMMEDIATA OFFRESI PER COPERTURA TITOLO REGIONE EMILIA ROMAGNA, MARCHE, TOSCANA TEL. 338 5705365. Banconista agenzia viaggi con pluriennale esperienza con titolo di direttore tecnico, vendita pacchetti t.o., creazione viaggi su misura, prenotazioni alberghiere, aeree e marittime. Offresi per lavoro in agenzia zona Milano e provincia.Cell. 339 32 85 821. DIRETTORE TECNICO Regione Lombardia. Offresi anche solo per copertura titolo. Disponibilità immediata. Tel. 339 32 85 821. BANCONISTA CON ESPERIENZA ULTRADECENNALE IN ADV;NOTEVOLE ESPERIENZA CON TUTTE LE BIGLIETTERIE; OTTIMA CONOSCENZA SISTEMI DI PRENOTAZIONE SIPAX, SIPAX PLUS, GALILEO, SABRE; ELEVATA COMPETENZA NELLA VENDITA DI PACCHETTI VIAGGIO. ISCRITTA ALL'ALBO DEI DIRETTORI TECNICI DELLA REGIONE LAZIO, PATENTINO FS E PUNTEGGI IATA. VALUTA PROPOSTA DI LAVORO A ROMA PER PRELIMINARI CONTATTI SU valentina.fanari@libero.it VENDESI AVVIATISSIMA TRENTENNALE AGENZIA DI VIAGGIO A ROMA SUD. ASTENERSI PERDITEMPO. INFO: 338 8810452. Gtours tour operator ricerca promoter plurimandatario professionista con almeno 2 anni di esperienza per le seguenti aree geografiche: - Campania - Lazio - Emilia Romagna - Marche - Triveneto - Lombardia - Piemonte Invia il tuo curriculum vitae al seguente indirizzo mail: risorseumane@gtours.it I tuoi dati saranno valutati per le selezioni presenti e future. OFFRESI COPERTURA TITOLO DIREZIONE TECNICA REGIONE CAMPANIA - PER CONTATTI: DANIELA 348 3737211: muhali_india@hotmail.com Importante società di gestione alberghiera (prodotto leisure Italia), per ampliamento ufficio commerciale, ricerca promotori vendite anche plurimandatari con esperienza almeno triennale, aree Lombardia, Piemonte e Triveneto. Si prega di inviare curriculum vitae al seguente indirizzo email: promovendite2010@libero.it Cercasi c/o tour operator che programma Marocco. Nadia Djebli, Italian Division Representative. Mobile: +39 346 2234959. Mail: marakchi@gmail.com Ventiduenne con ottima conoscenza lingua inglese (soggiorno di un anno in Inghilterra) ed esperienza "business travel" in nota agenzia a livello nazionale, attualmente occupato ufficio ricevimento in importante catena alberghiera, cerca impiego in agenzia di viaggio/tour operator/compagnia aerea. Area Milano. Cell. 349 1381557.

9


Quotidiano

5 marzo 2010

www.travelquotidiano.com

Compagnie aeree Strategie da rivedere per il 2010

Vettori Usa più cauti sull’hedging

WASHINGTON - (ma.f.) Le maggiori compagnie aeree statunitensi adotteranno quest’anno un approccio più cauto all’hedging sul carburante, dopo le perdite subite nel 2008, quando ne bloccarono i prezzi a livelli relativamente alti arrivando a rimetterci in alcuni casi (tipo United Airlines nel quarto trimestre 2008) centinaia di milioni di dollari su base trimestrale. «Sappiamo che questo può accadere, quando le condizioni di mercato o la visione del mercato cambiano. Per questo tuttora manteniamo un atteggiamento molto cauto nei confronti dei prezzi del petrolio» ha dichiarato Tom Horton, chief financial officer di Amr, casa madre di American Airlines. All’inizio di quest’anno American Airlines aveva vincolato con contratti di hedging il 24% del suo fabbisogno annuale di carburante, il 35% in meno rispetto all'anno scorso. United per il primo tri-

mestre 2010 ha bloccato con l’hedging il prezzo del 70% del fabbisogno a 75 dollari al barile; lo stesso per il 2011, con il 5% del fabbisogno già in casa. Quanto a US Airways, da agosto 2008 non ha fatto ricorso all’hedging e non intende farlo a breve termine. «In questo momento l’hedging non rappresenta un buon utilizzo dei soldi dei nostri azionisti. Il prezzo del greggio era passato da un costo record di 147 dollari al barile a metà 2008 a circa 40 dollari alla fine del 2009, andando così a colpire direttamente le casse dei vettori che avevano fatto ricorso in modo massiccio alla strategia di hedging. «L’industria del trasporto aereo è però molto frammentata e ciascuno assume una posizione diversa» ha commentato Kathryn Mikells, chief financial officer di United Airlines. Attualmente i prezzi si sono “stabilizzati” attorno agli 80 dollari al barile.

Al via il 28 marzo il Malpensa-Hong Kong operato quattro volte alla settimana. Mercato business nel mirino

di CINZIA BERARDI

MILANO - Come annunciato lo scorso dicembre, Cathay Pacific si appresta a inaugurare con l’avvio dell’orario estivo, il 28 marzo, il suo secondo volo diretto dall’Italia ad Hong Kong, aggiungendo al giornaliero da Roma anche un collegamento da Milano Malpensa operativo quattro giorni a settimana (lunedì, mercoledì, venerdì e domenica). Rispetto a Fiumicino si è deciso di utilizzare un aeromobile ed una configurazione diversa: non un Airbus 340-400 con business ed economy, ma un Boeing 777-300er, che dispone anche di sei posti in first class, oltre ai 57 di business e agli oltre 200 di classe economica. Si parte da Milano Malpensa alle 13,25 con arrivo ad Hong Kong alle 7, mentre il volo di ritorno decolla dalla metropoli asia-

Decolla la scommessa milanese di Cathay “in Rafforziamo gli investimenti Italia puntando molto sulle Pmi Silvia Tagliaferri

tica cinque minuti dopo la mezzanotte per atterrare a destinazione alle 7,35. Il nuovo volo si innesta su uno scalo già frequentato

da Cathay, che su Malpensa ha iniziato a volare nel 2002 con un Boeing 747 all cargo ed oggi è arrivata a operare ben sei voli merci. «Cathay Pacific rafforza gli investimenti sull’Italia puntando molto sul suo ricco tessuto di piccole e medie imprese - spiega Silvia Tagliaferri, direttore commerciale Italia e Malta del vettore - alle quali già l’anno scorso ab-

biamo dedicato una piattforma internet, la “Small Business Solution”, per prenotare 24 ore al giorno e sette giorni su sette in base alle tariffe concordate con noi. Inoltre tramite il nostro tour operator Cathay Holidays, sbarcato in Italia lo scorso luglio, offriamo alle aziende pacchetti all inclusive molto competitivi per partecipare alle fiere asiatiche».

Focus sull’America Latina, ma la compagnia studia anche possibilità di sviluppo in Italia

Air Europa allunga su Lima di FRANCESCA SALSANO

MILANO - Air Europa e America Latina: è questo il binomio vincente per iniziare al meglio la nuova stagione 2010. Dal 22 febbraio è infatti diventato operativo il nuovo volo Madrid – Lima (aeroporto internazionale Jorge Chávez) e la destinazione sudamericana sarà raggiungibile anche da Roma Fiumicino e Milano Linate grazie a due nuovi voli settimanali che faranno scalo proprio nella capitale spagnola. «La nuova rotta conferma la costante presenza del vettore in America Latina – ha spiegato il direttore Air Europa Italia Robert Ajtai (nella foto) –. Un volo importante anche per l’Italia, sia per i turisti che scelgono Lima come base di un viaggio itinerante, sia per l’intenso traffico etnico presente in quell’area. Ecco perché abbiamo avviato un’intensa campagna promozionale e ci aspettiamo molto anche dalla domanda della prossima estate». La tariffa promozionale lanciata da Air Europa per volare su Lima parte da 772 euro andata e ritorno, tasse incluse, fino al 20 giugno. Le rotte saranno servite con i nuovi Airbus A330-200, sei in tutto, dotati di 275 posti in classe economy e 24 in classe business. Obiettivo? «Vole-

10

1,12 mld €

fatturato 2009

circa 9 mln

passeggeri trasportati 2009

vamo coprire un buco sulla destinazione Lima, che secondo noi è potenzialmente una meta dalle mille risorse. È ancora presto per parlare di numeri, ma la risposta sembra esserci, ed è interessante che anche le agenzie di viaggio stiano mostrando interesse». Air Europa ha chiuso il 2009 con un fatturato «di un miliardo 123 milioni di euro, per un totale di circa 9 milioni passeggeri: la compagnia è cresciuta del 4% sul mercato, ma una lieve flessione statistica rispetto al 2008, quando avevamo fatturato un miliardo 300 milioni toccando i 10 milioni di passeggeri, c’è stata. Vogliamo tornare ai livelli pre-crisi». Per raggiungere lo scopo, avrà un suo ruolo anche Venezia, che con gli scali di Roma e Milano ha lanciato nel mese di febbraio nuove tariffe su New York, Santo Domingo, Salvador de Bahia, Caracas e L’Havana. Senza contare le ulteriori novità per fine anno: «Possiamo anticipare che la compagnia sta lavorando a due nuovi voli a lungo raggio, sempre sull’America Latina - ha concluso Ajtai -. Valuteremo anche un paio di destinazioni spagnole, oltre alla possibile apertura di un ulteriore scalo italiano, considerato che oggi l’Italia rappresenta ben il 20% della quota di mercato di Air Europa».

Dall’hub di Hong Kong Cathay Pacific offre infatti una fitta rete di collegamenti non solo verso la Cina - coperta attraverso la controllata Dragonair e l’alleanza con Air China ma anche su Taiwan, Corea, Vietnam e tutti gli aeroporti giapponesi. I risultati del bilancio 2009 della compagnia, quotata alla Borsa di Hong Kong, sono attesi a breve: « Posso confermare però - anticipa Tagliaferri - che gli ultimi mesi dell’anno sono stati migliori dei precedenti e che anche il 2010 è partito bene, grazie alla ricorrenza del Capodanno Cinese».

Tariffe ad hoc MILANO - Diverse le tariffe speciali proposte da Cathay Pacific (membro dell'alleanza Oneworld) in occasione del lancio del Milano Malpensa-Hong Kong, tutte acquistabili fino al 30 giugno 2010, ultimo giorno di partenza dall'Italia. Si parte dalla tariffa riservata agli agenti (ma anche ad un eventuale accompagnatore) di 399 euro tutto incluso per viaggi da effettuarsi dal 1° maggio al 30 giugno. Rivolta a tutti è invece la promozione “Spring for you & Malpensa too!”, con tariffe a/r su Hong Kong da 584 euro tutto incluso, ma anche su destinazioni diverse come Shanghai da 671 euro o Sydney da 947 euro.

Lo scalo registra il segno più sulle rotte nazionali, europee e a lungo raggio

Fiumicino apre l’anno con numeri in forte rialzo

+13,4%

+32,8%

Crescita passeggeri Traffico gen 2010-gen 2009 vettori low cost ROMA - (ro.s.) Più 14,3% nel periodo natalizio e più 13,4% in gennaio. Fanno ben sperare i primi dati sul traffico aereo diffusi da Aeroporti di Roma riguardanti Fiumicino. Tra il 21 dicembre 2009 e il 10 gennaio 2010, al Leonardo da Vinci sono transitati un milione 771 mila 768 passeggeri, con un incremento appunto del 14,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Gennaio, invece ha visto il transito di 2 milioni 297 mila 141 passeggeri, con una crescita del 13,4% rispetto al primo mese del 2009. La crescita del traffico passeggeri ha interessato tutte le rotte nazionali, internazionali ed intercontinentali ma, in particolare, quelle che hanno registrato un vero boom sono le destinazioni asiatiche. I viaggi per il Medio Oriente hanno visto un +33,2%, mentre l’Estremo Oriente è cresciuto del 21,4%. «Si tratta di un aumento di passeggeri e non di movimenti aerei», precisano da Adr. Quanto alla tipologia di traffico, ancora una volta a trainare il settore sono i voli low cost, con un +32,8%.


Quotidiano www.travelquotidiano.com

5 marzo 2010

Alberghi Stime positive per il 2010 complici le riaperture del Dinarobin e del Trou aux Biches. Potenziata la rete commerciale in Italia

Beachcomber nel segno della crescita di MARIELLA CATTANEO

MILANO ��� Riflettori accesi sulla riapertura del Trou aux Biches per il 2010 di Beachcomber Hotels. Il gruppo mauriziano, forte di un anno chiuso in utile a dispetto della difficile situazione econominca internazionale e di un primo trimestre (chiuso lo scorso dicembre) dai risultati positivi, conta su un 2010 di crescita. Robert de Spéville, direttore commerciale del gruppo, illustra le tappe che caratterizzeranno l’immediato futuro e sintetizza così la mission dell’anno: «Migliorare le vendite senza abbassare le tariffe: continuare ad offrire un prodotto good value-for-money». Si parte dalla ristrutturazione del Trou aux Biches «che è stato riposizionato come struttura 5 stelle lusso. E’ un resort particolarmente caro al mercato italiano – sottolinea de Spéville – e che riaprirà il 1° novembre con suite dai 63 ai 163 metri quadrati dotate di piscina privata e sei ristoranti, tra cui una new entry italiana». Il re-opening sarà supportato da attività promozionali, comprese tariffe ad

“Vogliamoadmigliorare le vendite continuando offrire good-value-for-money ” nei resort del gruppo Robert De Spéville

30% 75% Repeater italiani Tasso occupazione 2008/2009

Filippi: «Obiettivo +15-20% entro fine settembre»

Sheila Filippi

MILANO - «I dati dell’anno finanziario 2008/09 ci hanno visto mantenere le posizioni rispetto all’esercizio precedente pur non potendo contare su due hotel per noi chiave: Il Dinarobin Hotel Golf & Spa chiuso da aprile a settembre per i lavori di restyling, e il mitico Trou aux Biches - spiega Sheila Filippi, direttore generale Italia -. Mentre l’inizio del 2009/2010 ci ha già ampiamente dimostrato come il mercato stia decisamente reagendo non solo sulla fascia alta gamma ma anche medio-alta». Così, dopo un ottobre-dicembre «che ha registrato la stessa percentuale di occupazione dello scorso anno, pari al 75%, - continua Sheila Filippi – siamo piacevolmente sorpresi dai risultati già confermati in termini di prenotazioni per il primo semestre 2010. Gennaio ha raddoppiato rispetto al 2009 e il periodo gennaio-luglio registra già un notevole incremento, per cui riteniamo di poter chiudere a fine settembre con un +15-20%». hoc. Oltre i confini dell’isola fervono i lavori per il completamento del Royal Palm Marrakech: «Il 5 stelle lusso con annesso campo dal golf a 18 buche e una serie di ville che saranno messe in vendita sarà pronto per il

novembre 2011 per la prima fase di apertura. Il tutto verrà poi completato a fine 2012. Teniamo molto a questo progetto che rappresenta un nuovo mercato e quindi una sfida interessante». Tornando invece sull’isola di Mauritius è recente la riapertura del Di-

narobin Hotel Golf & Spa «dopo quattro mesi di ristrutturazione – prosegue il direttore -, con nuove piscine davanti alle camere e un nuovo ristorante italiano, che porta a quattro il totale». Intanto, chiuso l’anno «con una flessione di circa il 20% per il mercato italiano - ha concluso de Spéville -, dato influenzato anche dalla chiusura del Trou aux Biches altrimenti il calo sarebbe stato nell’ordine del 10-12%, l’andamento delle prenotazioni tra gennaio e luglio 2010 indica un deciso e ben visibile miglioramento. A sostenere la buona performance senza dubbio ha contribuito la formula all inclusive proposta da Le Cannonier, Le Maurice e Le Victoria che esercita una forte attrattiva sul mercato italiano». L’Italia conferma quindi il proprio ruolo tra i mercati

prioritari del gruppo «nell’ordine Francia, Germania, Regno Unito e Sudafrica e una clientela composta al 30% da repeater» precisa de Spéville. In quest’ottica si aggiunge anche il recente inserimento in Italia di due nuovi promotori «proprio lo scorso ottobre – ricorda il manager, che visitano una selezione di agenzie di viaggio svolgendo un ruolo fondamentale per incentivare la vendita delle strutture up-market e supportare a fianco dei tour operator la promozione del prodotto Beachcomber nelle adv».

11


Quotidiano

5 marzo 2010

www.travelquotidiano.com

Alberghi Dal rilancio dei brand Holiday Inn e Holiday Inn Express ai cinque hotel in apertura entro fine anno. In fieri il debutto di Staybridge e Indigo di SEBASTIANO GIORDANI

MILANO — Da qui a dicembre inaugurerà altri cinque alberghi nel Belpaese, tutti a marchio Holiday Inn, portando il suo portfolio italiano a quota 63 strutture. Ma per un colosso mondiale che conta oltre 4 mila 400 hotel e 645 mila stanze in un centinaio di nazioni e che nel 2009 ha acquisito alberghi alla spaventosa media di uno al giorno, è chiaro che la notizia più rilevante sia ben altro che l’opening di cinque nuove strutture nei prossimi dieci mesi. Non a caso, in casa InterContinental, l’argomento di discussione è un altro. Precisamente, è quel rilancio mondiale dei brand Holiday Inn e Holiday Inn Express sul quale la catena ha investito la bellezza di un miliardo di euro e che, entro il 31 dicembre, porterà a ritoccare 3 mila 300 strutture e 440 mila camere nel mondo. «Ad oggi - aggiorna Damiano Zennaro, director hotel performance support southern Europe - sono stati rinnovati oltre mille 700 hotel, più del numero totale di hotel Hilton o Marriott in tutto il mondo, registrando un revPar superiore del 5% rispetto a quelli non ancora rinnovati e soprattutto aumentando la soddisfazione dei clienti». Il ri-

Notizie

In 10 righe - Best Western

Nuovo hotel nei pressi di Treviso per Best Western Italia, il quattro stelle Villa Pace Park Hotel di Preganziol, ospitato in una dimora di fine Ottocento ristrutturata. L’albergo conta 95 camere, il ristorante Bolognese, bar e parcheggio disponibile gratuitamente per gli ospiti, ma anche cinque sale riunioni che possono accogliere da 40 a 150 persone, zona relax con piscina, sauna e bagno turco.

- NH Hoteles

NH Hoteles apre un nuovo albergo a Punta Cana, l'NH Royal Beach, un resort che non accetta ospiti sotto i 18 anni per garantire ai clienti il massimo relax. Affacciato su tre chilometri di dune sabbiose a Playa Bavaro, nella provincia dominicana di Altagracia, l’hotel conta di 369 camere e quattro suite. Tre i ristoranti e un centro benessere.

12

3.300

oltre 1.700 Strutture ad oggi

Holiday Inn e Holiday Inn Express al mondo

già rinnovate

63

Hotel italiani gruppo Ihg (a fine 2010)

InterContinental consolida il business sul mercato italiano lancio comporta l’adozione di un nuovo logo e di nuovi arredi, ma anche di una nuova filosofia: «Sarà una trasformazione anche a livello mentale - assicura

Zennaro -, che punterà a dare al cliente l’immagine di un brand giovane, fresco, voglioso di imporsi». La prima struttura italiana ad adottare il nuovo look è stata quella di Foligno, ed entro la fine dell’anno tutti i 32 Holiday Inn e i 17 Holiday Inn Express compiranno il passo. Le cinque new entry in portafoglio a Napoli, Firenze, Pisa, Roma e Milano - apriranno naturalmente già con il nuovo look. «E’ stata dura - ammette Zennaro - convincere tutti gli

albergatori ad accettare il rilancio. Alcuni, vista anche la difficoltosa fase economica, erano restii ad assecondare l’investimento». Difficoltà che peraltro, secondo Ihg, continueranno ad attanagliare il settore per tutto il 2010: «La nostra preoccupazione riguarda non tanto i volumi - commenta Zennaro - quanto il pricing: sarà decisivo evitare una guerra fratricida sulle tariffe e una corsa al ribasso dei prezzi». Tornando alle priorità

“ Ci preoccupa il pricing, non i volumi: evitiamo la corsa al ribasso delle tariffe ” Damiano Zennaro

Scorcio dell’Holiday Inn Milan Rho Fair

d’azione della catena alberghiera, oltre al rilancio di Holiday Inn e Holiday Inn Express è alle porte anche il perfezionamento del brand Crowne Plaza: «Miglioreremo i servizi spiega Zennaro -, lavorando sui dettagli per offrire un soggiorno sempre più confortevole». Il primo assaggio si avrà al St.Peter’s di Roma con il programma “Sleep advantage”: letti più confortevoli, biancheria di lusso, menù di cuscini, kit di aromaterapia, musiche per fa-

vorire il sonno. L’ultima novità, anche se a medio termine, riguarda l’avvicinamento all’Italia dei due nuovi marchi lanciati da Ihg: Staybridge Suites e Hotel Indigo. Il primo, studiato per lunghi soggiorni, ha uno stile residenziale perfetto per affari, ma anche vacanze. Il secondo si affida invece a boutique hotel extra lusso. Entrambi sbarcheranno in Italia, tanto che il gruppo ha già avviato un’azione di scouting delle possibili location per i due brand.

Il gruppo, ma anche altre strutture dell’isola caraibica, verso un’offerta più ricercata e a marcata vocazione ecologica

Sandals ad Antigua tra ecosostenibilità e made in Italy di ALBERTO CASPANI

ST. JOHNS – Atmosfera caribe, buon gusto italiano. L’offerta ricettiva d’Antigua prende le distanze dagli standard nordamericani, a favore di spazi più raccolti, cucina ricercata, ma anche e soprattutto per una marcata vocazione ecologica. Di fronte al crescente peso del mercato tricolore, oggi terzo a livello assoluto e forte di quasi 3 mila arrivi annui, alcune delle più prestigiose strutture dell’isola si stanno ammantando di un peculiare “ital i a n

touch”. «Grazie ad operatori quali Best Tours ed Hotelplan – chiarisce Gerald Christ, general manager del Sandals Grande Antigua Resort&Spa di Dickenson Bay (votato “leading resort” di Antigua per il terzo anno consecutivo, www.sandals.com) – siamo diventati un punto di riferimento per il mercato delle coppie, cui abbiamo voluto dedicare anche un’apposita ala “mediterranea” del nostro complesso, che conta ora 373 camere. Qui tutti gli spazi sono strutturati secondo il concetto di “concierge suite”, ovvero con una sala d’accoglienza separata dalla stanza da letto, pavimenti con piastrelle e marmi italiani, mobilio in legno ispirato allo stile del Belpaese». Se si considera che anche nell’offerta dei sei ristoranti disponibili è stato

Sandals Grande Antigua Resort&Spa

dato spazio alle tradizioni mediterranee, a completamento di una formula di soggiorno basata sul “luxury all-inclusive” e sulla possibilità di disporre di un servizio butler personale, anche le coppie di età più avanzata possono godere di un’accoglienza adatta al proprio target. Né va dimenticato che l’istituzione della “Sandals Foundation”, la fondazione per la salvaguardia dell’ambiente, del-

Abbiamo creato un’ala mediterranea nel resort che ora conta 373 camere

Gerald Christ

l’istruzione e delle comunità locali, rappresenta spesso uno dei fattori chiave che avvicinano la clientela tricolore al resort di Dickenson Bay, consentendo d’investire direttamente parte dei ricavi in progetti etici a favore d’Antigua (30 milioni di dollari raccolti entro il 2011). «Le nostre 25 cottage suites sono mimetizzate in un habitat selvaggio – aggiunge Andy Thesen, titolare dell’Hermitage Bay (www.hermitagebay.com) – non utilizzano vetro, ma solo materiali autoctoni. Sfruttiamo fonti d’acqua riciclabile e pannelli solari per il riscaldamento

idraulico, ispirandoci ai principi della Green School di Bali. In aggiunta, il nostro cuoco – votato il migliore dei Caraibi – si avvale dei prodotti di una tenuta biologica, ove i clienti stessi possono rifornirsi ed apprendere le peculiarità sulle coltivazioni». «Grande Antigua ed Hermitage sono due punte di diamante dei brand che rappresentiamo – commenta Carlotta Zuccarelli, account executive per PrCo Italy – poiché interpretano al meglio le nuove tendenze dell’ospitalità caraibica. Se annoveriamo anche Harmony Hall (ex mulino da zucchero convertito a showroom per l’arte locale e ritiro esclusivo) o lo Yacht Club Marina&Resort, possiamo affermare che oggi l’offerta ricettiva d’alto profilo antiguana è guidata da un Italian-style unico: non si sovrappone, né spersonalizza il gusto locale, ma lo impreziosisce per cura, equilibrio nelle contaminazioni e sensibilità verso le abitudini del cliente».


Quotidiano

5 marzo 2010

www.travelquotidiano.com

Mondo City break, eventi a tema e campagne su mete specifiche contribuiscono alla ripresa dei flussi

La Gran Bretagna rilancia con il segmento leisure 30,4 mln

Visitatori internazionali attesi nel 2010 testo e foto di ALBERTO CASPANI

LONDRA - La Gran Bretagna si rimette in moto. Anche se le previsioni per il 2010 restano caute, contando su un’eventuale crescita complessiva degli arrivi dello 0,8% (pari a circa 30,4 milioni di visitatori), gli indici paiono destinati a tornare in positivo. La scorsa stagione si era infatti chiusa con un meno 5% sul fronte dell’incoming, confortato appena da un +1% nelle voci di spesa. «Gli italiani hanno risentito sensibilmente della situazione di crisi - osserva Sofia Astrid Pennacchi, direttrice di VisitBritain in Italia - dal momento che nei primi dieci mesi del 2009 hanno fatto registrare a loro volta un calo del 29%. Ciononostante, sia dicembre sia gennaio hanno dato segnali molto positivi e, per quanto risulti difficile recuperare le cifre del 2008 (un milione 639 mila visite), ci aspettiamo un nuovo incremento dell’8,5%». Le leve per il rilancio del turismo

Provvedimenti

Una tassa per chi sceglie gli States WASHINGTON - I visitatori stranieri che si recheranno negli Stati Uniti dovranno versare una tassa di 10 dollari, che verrà convogliata nel fondo per la creazione di un nuovo istituto di promozione del turismo. La Corporation of Travel Promotion, frutto di una partnership fra pubblico e privato, avrà il compito di attrarre 1,6 milioni di visitatori stranieri in più e dovrebbe procurare alle casse del Paese un introito supplementare pari a circa 4 miliardi di dollari in un anno. L’iniziativa verrà finanziata con circa 100 milioni di dollari del settore privato e dalla tassa per i viaggiatori stranieri.

14

+0,8%

Previsione crescita arrivi nel 2010

leisure non mancano di certo, visto che questo segmento è anche apparso quello di tenuta maggiore rispetto al tracollo del business (-70% nel volume, 131% nel valore) e alle titubanze dei viaggi scolastici (-4%). Se il potenziamento dei collegamenti aerei sulla capitale continua a fare di Londra una meta imprescindibile dei city-break inglesi (nuovi voli ryanair da Parma e Cuneo per Londra, il nuovo Venezia-Manchester di jet2.com), buona è anche l’affermazione dello Yorkshire (che ha confermato una seconda campagna promozionale consecutiva, anche attraverso il catalogo Utat) e dell’homecoming scozzese, mentre la moda resta un motore chiave dell’economia turistica. Imperdibili sono infatti le tante celebrazioni per il 50° anniversario dei 60’s, così come i tour legati ai pub storici o ai successi cinematografici, che in Robin Hood a maggio e in James Bond a novembre hanno punti di forza garantiti. Se la campagna per le olimpiadi di Londra

-29%

Calo italiani gen.-ott. 2009

+8,5%

Crescita italiani prevista nel 2010

2012 non mancherà di accompagnarsi ai principali eventi sportivi dell’anno, nel 2010 è stato riconfermato pure il progetto Barclay’s Premiere League, che unisce trasferte calcistiche a pacchetti tematici di soggiorno. «Oltre alle nostre classiche fiere, come Best of England aggiunge la Pennacchi - o alla leva golfistica della Ryder Cup di ottobre per promuovere il Galles, uno degli strumenti più apprezzati degli ultimi anni si è rivelato il web: ecco perché in marzo rilanciamo l’online shop e il nostro sito consumer, mentre in autunno rinnoveremo completamente il portale trade. Attraverso queste risorse è infatti molto semplice riuscire ad imporre al pubblico le ultime novità, soprattutto in termini ricettivi: il Rafayel on the Left Bank, il 45 Park Lane o il W Hotel di Londra saranno senz’altro alcuni must del 2010, così come Feversham Arms in Yorkshire o il Cary Arms nel Devon. Non dimentichiamo infine l’impatto della cucina».

“e gennaio Dicembre hanno dato segnali positivi e ci fanno prevedere un 2010 positivo

Sofia Astrid Pennacchi

Visitatori in crescita

Italiani in Corea: avanti, a piccoli passi Visitatori italiani in Corea 2007 2008 Numero di visitatori 20,343 21,156

22,894

Crescita (%) 8.2%

8.2%

4%

SEOUL - Korea tourism organization ha partecipato alla Bit 2010 insieme alla sede milanese di Korean Air per approfondire la conoscenza del Paese e rilanciarne l’appeal turistico. Per rinforzare l’azione positiva indotta dalla partecipazione alla fiera, due agenzie ricettive coreane - (Exodus dmc, exodusdmc@koreabound.com; Korea Business Travel, james001@unitel.co. kr) - hanno partecipato in qualità di espositori. Creata nel 1962, la Kto è un’agenzia governativa che opera per sviluppare l’industria turistica in Corea. Sul fronte nostrano, i visitatori italiani in Corea sono cresciuti anno dopo anno, fino ad arrivare alle circa 23 mila persone che hanno scelto il Paese nel 2009.

Per invertire il calo del 10% registrato nel 2009 sul fronte degli arrivi dal Belpaese

La Francia del futuro viaggia sull’online PARIGI - (a.c.) La Francia dice addio all’ancien régime del turismo internazionale. Basta prodotti e destinazioni massificate, minori investimenti nelle fiere, tanto tanto web. Nel prossimo futuro sarà la promozione online il vettore di punta dei transalpini, forte della capacità di parlare direttamente al viaggiatore e in virtù di un ventaglio di proposte sempre più specialistiche. «La scorsa annata ci ha impartito una lezione significativa - spiega Christian Kergal, direttore in

Italia di Atout France (l’ente per lo sviluppo del turismo francese, www.franceguide.com) dal momento che, per il solo mercato italiano, abbiamo registrato una flessione del 10%, dopo un record di 8 milioni 400 mila arrivi nel 2008. A preoccupare è soprattutto il rapido scollamento che si sta evidenziando fra operatori di settore e interessi del turista; capace sì di autogestirsi nella visita delle località maggiormente note, eppur poco recettivo al lancio di novità fuori dai circuiti tradizionali». A distanza di decenni, Parigi e il suo circondario continuano a risultare fra le mete preferite dagli italiani, proprio come la Provenza, la Bretagna o la Normandia. Faticano a decollare località come

8,4 mln

Arrivi turisti italiani in Francia nel 2008

-10% Calo di arrivi italiani nel 2009 Lione o il dipartimento del Rodano-Alpi, benché vicine al confine italiano e ricche di legami con la storia del Belpaese. Evidentemente il passaparola o le mode in voga fra turisti offrono oggi spunti più versatili rispetto ai pacchetti degli operatori tradizionali, dando in realtà adito a un approccio del potenziale turistico fran-

“Internet sta cambiando tutto” Christian Kergal

Le mete preferite dagli italiani Parigi Provenza Normandia Bretagna cese piuttosto superficiale. «Grazie all’impiego di internet per finalità non solo informative ma volte all’organizzazione stessa di pacchetti, assistiamo a movimenti turistici imprevedibili. Eventi o attrattive microregionali possono imporsi improvvisamente all’attenzione pubblica, come dimostrano i casi del piccolo villaggio di Puy du Fou, ove i cittadini stessi mettono in piedi una delle rappresentazioni più spettacolari sul Medioevo». A differenza di altre na-

zioni europee, gettatesi a capofitto sull’instabile mercato delle compagnie aeree low cost, la Francia ha poi trovato nella sua modernissima rete ferroviaria un mezzo più capillare per il veicolamento dei flussi turistici, tant’è che lo Champagne viene oggi considerato “periferia” di Parigi, essendo raggiungibile in appena 20 minuti a bordo dei velocissimi Tgv. L’occhio di riguardo che Air France ha accordato al Belpaese ha invece maturato un network di collegamenti bilaterali molto articolato.

2009


Quotidiano www.travelquotidiano.com

5 marzo 2010

Mondo Dal 1° maggio a fine ottobre

Shanghai 2010, la Cina alla ribalta con l’Expo di GAIA GALLOTTA

“saràIl focus principale per il Cnto sicuramente l’Expo ” Xiong Shanhua

PECHINO - L’ente nazionale del turismo cinese a Roma si prepara per Shanghai 2010, dopo un 2009 cruciale, sia per l’apertura dell’ufficio di Roma, sia per le relazioni tra Italia e Cina che si sono intensificate grazie agli accordi intercorsi tra i governi dei due Paesi. «Il focus principale del 2010 per il Cnto - China National Tourist Office - di Roma sarà sicuramente Shanghai 2010 (1° maggio - 31 ottobre), China World Expo Tourism - spiega Xiong Shanhua, direttore dell’ufficio nazionale cinese di Roma -, una manifestazione che secondo le stime, porterà da maggio a ottobre ben 70 milioni di arrivi da tutto il mondo. Stiamo preparando iniziative diversificate per promuovere l’evento tra gli operatori, attraverso il roadshow che partirà il 15 di marzo e toccherà

Roma, Milano, Firenze e Parma». L’expo sarà un momento ideale per far conoscere il Paese nel suo complesso e sicuramente l’Italia sarà particolarmente interessata, visto che nel 2015 toccherà a Milano. «Il mercato italiano si conferma sempre più interessante; difatti, secondo i dati del ministero del turismo cinese, gli arrivi degli italiani in dicembre hanno superato quota 14 mila presenze, con un +25% rispetto allo scorso anno. Seppur in un anno difficile per l’intera economia, Cnto è fiducioso di raggiungere nel 2010 quota 200 mila come lo scorso anno». A breve saranno annunciate altre novità, tra cui un nuovo volo operato da una compagnia cinese di livello mondiale che sta discutendo con le autorità italiane per l’apertura in luglio di un volo diretto tra Roma e Shanghai.

Xiong Shanhua

Il primo salone dell’offerta di Nordamerica, Centroamerica e Caraibi si svolgerà dal 23 al 26 settembre prossimi testi e foto di CINZIA BERARDI

MEXICO CITY - Dopo trent'anni di promozione turistica che il governo federale ha voluto concentrare sul sole e le spiagge dello Yucatan, ecco che le autorità locali di Città del Messico rivendicano l'appeal della capitale puntando su cultura, vita notturna, folclore ma anche sulle fiere. Ad accendere i riflettori sull'ex sede imperiale azteca fatta di edifici coloniali, grattacieli e 150 musei dedicati alle civiltà messicane, sarà Fita 2010, il primo salone a comprendere l'offerta turistica di Nord, Centroamerica e Caraibi che si svolgerà dal 23 al 26 settembre. «Il governo federale organizza già da 35 anni il Tianguis di Acapulco, ma si tratta di una fiera dedicata al solo prodotto turistico messicano - spiega Luis Eduardo Ros, direttore dell'Instituto

Fita: riflettori puntati su Città del Messico de Promociòn Turistica di Città del Messico -. Con Fita invece ci saranno 35 mila metri quadri a disposizione di tutti gli operatori internazionali interessati ad entrare in contatto con cento milioni di potenziali turisti, ovvero gli abitanti del Messico, e non solo». Trentadue nazioni hanno già confermato la propria partecipazione: «Possiamo già contare su presenze impor-

“importanti, Possiamo già contare su presenze come Usa e Brasile ” Juan Carlos Hinojosa

tanti come l'Argentina, con uno stand da 400 metri quadri, e poi su Stati Uniti, Brasile e Canada, tutti e tre con spazi espositivi da 300 metri quadri ciascuno» conferma Juan Carlos Hinojosa, presidente e direttore generale di Fita 2010. «Il nostro obiettivo è di arrivare a 50 paesi: per questo abbiamo avviato un tour promozionale nelle fiere europee, dal World Travel Market di Londra alla Bit di Milano». Ma quanto conta il mercato turistico messicano? «Ci sono ancora tanti poveri, ma una consistente fetta della popolazione è molto ricca e desidera viaggiare: basti pen-

La Slovenia rilancia la propria vocazione di meta turistica a 360 gradi

sare che la sola Las Vegas accoglie ogni anno 500 mila messicani appassionati di tavolo verde». Anche i flussi diretti in Italia sono rilevanti, come conferma la direttrice dell'ente, Diana Viale: «Ogni anno arrivano circa 300 mila messicani, che includono l'Italia nel loro tour europeo soprattutto per visitare Roma e il Vaticano». E Manuel Diaz Cebriàn, regional director Europe dell'ente, aggiunge: «Ci sono le condizioni perché Fita 2010 debutti con successo, anche perché a Città del Messico arrivano più voli che in qualunque aeroporto latinoamericano».

Una fiera destinata a una crescita importante MEXICO CITY - Fita 2010 - Fiera internazionale del turismo delle Americhe - sarà ospitata dal 23 al 26 settembre prossimi nei tre saloni del centro mostre e convention Expo Bancomer Santa Fe. Sono previsti oltre 500 buyer, di cui 200 internazionali e prodotti e aziende relativi a 200 destinazioni. La capitale messicana metterà a disposizione dei visitatori 657 hotel per tutti i gusti, pari a oltre 48 mila camere. Il costo degli spazi espositivi ammonta a 180 dollari Usa a metro quadro. Per ulteriori informazioni, www. fitamx.com

L’obiettivo è quello di arrivare a un milione di arrivi totali

Sport e cultura nel cuore d’Europa Mauritius torna LUBIANA - (f.c.) Il mare incontaminato, gli stabilimenti termali, Lubiana, Maribor… gli italiani amano e frequentano la Slovenia da anni, ma non approfittano di tutto il territorio e di tutte le possibilità, che sono quelle di vacanze all’insegna dello sport, della cultura e del divertimento e non solo del benessere e del relax. Non godono dunque appieno della ricchezza della natura slovena. E’ il quadro di sintesi riportato da Gorazd Skrt, direttore dell’ufficio di promozione turistica sloveno in Italia. «Sono molto soddisfatto dei risultati, perché il numero degli arrivi in Slovenia è aumentato nell’ultimo anno di un buon 5%, con quasi un milione di pernottamenti. Siamo dunque molto contenti dei risultati e quest’anno intendiamo mantenere il livello di crescita del mercato italiano, puntando sulla natura in combinazione con lo sport e la cultura. In un piccolo pezzo d'Europa si ritrovano le caratteristiche del mondo alpino, mediterraneo, carsico e pannonico, dunque è doveroso visitare le grotte, le sorgenti, le cascate, i laghi, ma è anche un patrimonio naturale immenso da sfruttare a livello sportivo. Puntiamo molto sui giovani, of-

Gorazd Skrt

+5%

Arrivi italiani nel 2009

1 mln

Pernottamenti italiani 2009

frendo vacanze all’insegna di rafting, kayak, kanoying, ma anche sulla natura in genere; penso anche solo ai sentieri escursionistici. Estendiamo la filosofia di una realtà consolidata come quella del parco nazionale del Triglav, il secondo parco nazionale del mondo, a tutto il territorio; costruiamo alberghi a bassissimo impatto ambientale come il Bohinj Park Hotel, 4 stelle comfort , inaugurato a giugno … Ora con la nuova rete autostradale sarà ancora più facile per voi italiani arrivare da noi, quindi scommettiamo su nuove destinazioni come Morauci e Lendava, (Slovenia nordorientale), prima raggiungibili solo dall’Austria. Penso alla Mitteleuropa non più come concetto storico e geografico, ma come punto di scambio delle idee. E cambierà anche il concetto di vacanza in Slovenia per gli italiani; non sarà più una destinazione da raggiungere solo per i prezzi vantaggiosi, ma anche per l’offerta di ottime strutture e servizi di qualità in paesaggi incontaminati. Un mio desiderio sarebbe quello di veder realizzati buoni collegamenti con Roma e Milano; sembra che le Ferrovie dello Stato ci stiano pensando».

a sorridere: italiani a +15,3% PORT LOUIS - (m.t.) Il presidente dell’Mtpa Mauritius Tourism Promotion Authority -, Robert Desvaux, fa il punto sulla situazione: «In gennaio abbiamo avuto positivi segnali di inversione di tendenza, con cifre che hanno fatto registrare, per il mercato italiano, un +15,3%. In termini assoluti gli italiani sono stati 8 mila 100 rispetto ai 7 mila 42 del gennaio 2009». Gli arrivi internazionali sono stati quasi 92 mila nel solo mese di gennaio, con un +3,7% rispetto al 2009. L’obiettivo è di raggiungere un milione entro il 2010; il 2009 ha chiuso con 871 mia 356 arrivi. «Nei confronti di Mauritius si percepisce una rinnovata fiducia. In collaborazione con Mtpa Italia stiamo per lanciare una compagna giocata sul claim “My Mauritius”, attraverso un intenso calendario di attività di co-marketing e di progetti di formazione insieme ai maggiori tour operator che programmano la meta». Robert Desvaux

15



Travel Quotidiano 05/03/2010