Page 1

GIORNALE DI INTERESSE PROFESSIONALE PER IL TURISMO

POSTE ITALIANE SPA - SPED. IN ABB. POST. D.L. 353/2003 (CONV. IN L. 27.02.2004, N° 46), ART. 1, COMMA 1, CNS/AC-ROMA PREZZO PER COPIA EURO 0,10

ANNO XXI - N. 80 27 NOVEMBRE 2009

La notizia più rilevante è l’assenza di Bernabò Bocca al lancio del sito

Federalberghi, un portale sotto tono Cianella: «E’ uno strumento che serve a calmierare il mercato» RIMINI - La cosa che più colpisce sono le assenze. Federalberghi lancia finalmente il suo nuovo portale, che si avvale della tecnologia Amadeus, che dovrebbe rivoluzionare i rapporti fra cliente ed albergo e il presidente di Federalberghi Bernabò Bocca non c’è. Non c’è neanche il ministro Brambilla, data per certa alla vigilia. A presentare il progetto Alessandro Cianella, direttore generale della federazione. Cianella ha specificato che il portale nasce per calmierare il mercato, perché di portali utili a prenotare alberghi ce ne sono già tanti, ma stanno diventando esosi verso le imprese alberghiere. A PAGINA 2

Mario Bevacqua presidente di Uftaa MONACO Mario Bevacqua (nella foto) è il nuovo presidente dell’Uftaa. L’assemblea generale dell’organizzazione che rappresenta tutti gli agenti di viaggio del mondo, ha confermato per Bevacqua, anche la carica di vicepresidente vicario.

Space Tours: intesa con Livingston LIVORNO – Un’offerta sempre più selezionata e un’importante partnership con Livingston: sono questi i due assi sui quali si svilupperà la programmazione 2010 proposta da Space Tours. «La società è solida e stiamo varando un aumento di capitale pari a 90 mila euro - spiega il presidente, Antonio Simoncini -. Nel 2010 punteremo su Caraibi e Sudamerica, le aree che conosciamo meglio». A PAGINA 5

SU QUESTO NUMERO DI

TRAVEL

QUOTIDIANO LO SPECIALE

BENESSERE DA PAG. 9 A PAG. 16

In Bocca al lupo Ma come! Sono mesi che ci sussurrano in un orecchio che il nuovo portale Federalberghi sarà una bomba e poi alla presentazione Bocca non c’è? Più o meno come la prima notte di nozze senza la sposa o lo sposo.

Se cerchi lavoro nel settore turistico, se hai qualche opportunità di impiego da offrire o se vuoi vendere o acquistare un’agenzia di viaggio, utilizza lo spazio che Travel Quotidiano riserva agli annunci gratuiti. Come? E’ sufficiente inviare il testo che vuoi pubblicare (massimo 60 parole spazi esclusi) all’indirizzo di posta elettronica: travelannunci@tiscali.it

Aumenta l’offerta di Venere.com ROMA - Per Venere.com il 2009 è stato un anno di consolidamento, sia sul fronte delle procedure tecnologiche sia sulle scelte di marketing offline e online. Il portale ha comunque aumentato l’offerta. Attualmente sono oggi 35 mila gli alberghi prenotabili su Venere.com. Molto bene il business travel che diventa uno dei target prioritari, con 2 mila 200 pmi registrate alla sezione dedicata, un migliaio in più rispetto allo scorso aprile. A PAGINA 3

Thai in crescita sull’Italia MILANO – Thai Airways si appresta a chiudere un 2009 che ha segnato il ritorno della crescita in Italia, sia da Milano sia da Roma. Agosto in particolare ha registrato un più 12% di passeggeri trasportati rispetto al 2008» precisa Wit Kitchathorn, general manager del vettore nel nostro Paese. Dati che portano Thai a programmare, a breve, il ritorno da tre a quattro frequenze alla settimana tra Malpensa e Bangkok. A PAGINA 6

Il touch screen di Alidays Il futuro delle agenzie A PAGINA 5

1


In primo piano MERCATO 27 novembre 2009

L’assenza di Bernabò Bocca sembra quasi una presa di distanza dall’intero progetto

A pensar male...

di GABRIELLA BALDINI

RIMINI - Con un convegno dedicato a “Internet e Turismo - più valore per il cliente, più efficienza per l’impresa” si è aperto Sia Guest, il salone internazionale dell’accoglienza, che ha animato gli splendidi e funzionali padiglioni di Rimini Fiera. Da quando Rutelli lo usò per lanciare il suo immortale “pliz, vizit Italy” il rapporto tra internet e turismo è diventato difficile da trattare, perché è maledettamente di moda, sembra accessibile a tutti visto che anche i ragazzini se la cavano, sembra la scorciatoia ideale per “esserci” a costi ragionevoli in tempi di scarse risorse e alti lai degli operatori che chiedono investimenti e sostegni, ma tutti sono ormai consapevoli che un sito, un portale, una qualche diavoleria sul web può nascondere fantasiosi trappoloni. Né è consapevole la neo ministra del turismo, l’unica altra rossa italiana dopo la Ferrari ad essere riuscita a vincere una corsa, quella dal ruolo mezzo di sottosegretario al ruolo pieno di ministro, che col portale del ministero, sempre quello di Stanca poi usato da Rutelli per la sua performance e poi trasmesso alla successora come un’incompiuta, sta ancora litigando per capire cosa farne e per chi. Nell’attesa della terza nascita del difficile pargolo informatico nazionale, la ministra aveva annunciato la sua presenza a Rimini per lanciare il nuovo portale di Federalberghi, ma ha dato forfait come tutti i membri del governo che vanno ad Est e faticano a tornare indietro in tempo, il suo capo dalla Russia e lei dalla Cina. Anche Bernabò Bocca, presidente di Federalberghi- Confturismo, che pure della nuova creatura nata in rete è il papà, fino a Rimini non è riuscito ad arrivare, come è accaduto anche a Fabio Lazzerini, patron di Amadeus Italia, che nella nuova avventura informatica ha messo la tecnica e il saper fare del web, forse per non essere lasciato solo a rispondere alle domande dei convenuti al convegno, che, orfano dei suoi promotori più illustri, si è svolto ugualmente dando la parola al professor Attilio Celant, dell’Università La Sapienza di Roma, autore di una ricerca sul tema, e all’imperituro Alessandro Cianella, che segue l’attività della Federazione da quando in albergo si arrivava a cavallo o in carrozza. I risultati della ricerca, commissionata da Federalberghi per sentirsi legittimata a farsi promotrice del

La compagnia prosegue la politica dell’innovazione

Mondial Assistance e il turismo sostenibile

Federalberghi presenta iItalyHotels, ma l’impatto è tutto da verificare UN EVENTO IN TONO MINORE NONOSTANTE IL BATTAGE Gli assenti illustri La hompage del sito ItalyHotels

Bernabò Bocca

“ceIlneprogetto nasce per calmierare il mercato. Siti sono molti ma stanno diventando esosi ” Alessandro Cianella GENOVA - (ma.c) Mondial Assistance, che ogni anno assicura in Italia quasi 5 milioni di persone, rafforza l’impegno nell’ambito del turismo responsabile e consapevole. Insieme ad Ermes.net Mondial ha deciso di realizzare una campagna sociale per informare e sensibilizzare i cittadini sui principi e le tematiche del turismo sostenibile. La campagna From Cool to Good comprende un concorso per la selezione dei migliori video tematici sul turismo responsabile. Non solo, ma Mondial, come già avvenuto in passato, contribuirà al finanziamento di alcuni progetti (Laguna del Diablo in Repubblica Dominicana e Canacari in Amazzonia) grazie all’accantonamento di 2 euro per ogni polizza E-Mondial venduta attraverso il portale per un periodo di sei mesi.

Direttore editoriale DANIELA BATTAGLIONI

2

Fabio Lazzerini

nuovo portale, sono facili da sintetizzare: solo il 28% degli italiani usa internet sfogliando pagine di turismo, e solo un po’ più della metà di questi lo usa per prenotare l’albergo. Sembrano numeri bassi, ben sotto la media mondiale, ed è vero, ma sta qui l’enorme potenziale futuro che internet avrà per il settore, perché, presto o tardi, questi numeri sono destinati a crescere, soprattutto se anche il 10% degli italiani che userebbe volentieri il web fosse finalmente messo in condizione di allacciarsi ad una qualche rete, senza la quale internet resta un sogno. Cianella, tra i mille concetti affet-

Direttore responsabile GIUSEPPE ALOE

TRAVEL AGENT BOOK S.r.l.

Michela Vittoria Brambilla

Autorizzazione del Tribunale di Milano 793 del 30.11.1991 Spedizione in abb. postale (Pubblicità 45%)

DIREZIONE E REDAZIONE Via Merlo 1 - 20122 MILANO tel. 02/76316846 (r.a.) fax 02/76013193 AMMINISTRAZIONE ABBONAMENTI, REDAZIONE ROMANA Via La Spezia, 35 - 00182 ROMA tel. 06/70476418 fax 06/77200983

tuosi ed eroici che nel suo parlare circondano sempre le vicende alberghiere del nostro Paese, ha detto l’unica verità che si voleva sentire: il portale nasce per calmierare il mercato, perché di portali utili a prenotare alberghi ce ne sono già tanti, ma stanno diventando esosi verso le imprese alberghiere, chiedendo commissioni eccessive. Se il nostro portale funzionerà, se saranno tanti gli albergatori che lo useranno per proporsi al mercato, gli hotel italiani si sottrarranno ai costi elevati dell’intermediazione guadagnando di più sulle camere piazzate via internet. Insomma, il portale Federalberghi è la versione turistica dei punti vendita aperti al pubblico dalla Coldiretti e dalle altre organizzazioni di imprese agricole che si sentono derubate dall’intermediazione commerciale. Dal produttore al consumatore è

«La compagnia vuole contraddistinguersi – spiega Enrico Franchini, corporate communications & csr director Mondial Assistance Italia – come promotrice di un turismo attuato secondo principi di giustizia sociale ed economica, nel pieno rispetto dell’ambiente e delle culture». Nel 2008 Mondial ha abbracciato il tema della Corporate Social Responsibility per contribuire attivamente alle problematiche d’impatto ambientale, attraverso una gestione aziendale responsabile: è nata Mondiality, una sorta di decalogo ambientale, formula che raccoglie i progetti portati avanti dall’azienda a testimonianza del proprio impegno all’interno della collettività. Nel 2008 il gruppo Mondial Assistance ha registrato un incremento dell’8,6% rispetto al 2007.

TARIFFE ABBONAMENTI ANNUALI: ITALIA 50,00 - ESTERO 90,00 EURO VERSAM. SU C/C POSTALE N. 85638005 - ROMA CAUSALE DEL VERSAMENTO: «ABBONAMENTO A TRAVEL QUOTIDIANO»

Stampa Comunicare Srl Piazza Dalmazia, 6 - 0511 Terni

quindi slogan che trasmigra dai campi alla vacanza, anche se rivestito in questo caso dal brillio tecnologico del web 2.0. Chi si occupa di intermediazione turistica è avvertito. Vedremo nel prossimo futuro se l’iniziativa sarà seguita con entusiasmo dagli albergatori, se davvero questi saranno sedotti dall’idea di guadagnare di più spendendo meno già da oggi, con risultati anche migliori quando quel modesto 16% di turisti che usa internet per prenotare direttamente assumerà una consistenza più significativa. Molto dipenderà, anche se nessuno ne ha parlato, dai costi che Federalberghi è disposta a sostenere per piazzare l’indirizzo del suo portale tra i primi e più evidenti risultati dei motori di ricerca. Se lo farà, e se l’offerta del portale sarà abbondante e veritiera, soddisfacente per il cliente, è pensabile che l’iniziativa possa avere un qualche successo. Difficile infatti sperare che siano in molti, a parte i dirigenti di Federalberghi, a ricordare un indirizzo web fatto di alti e bassi, dove una italy a lettere minuscole è attaccata agli hotels scritti in maiuscolo, soluzione originale e significativa, quasi un grido di dolore di grandi alberghi fieri del loro nome anglosassone stretti e schiacciati da questa piccola Italia. Ps. se avete letto altre e diverse notizie su questo convegno, mi piace chiarire che io alla fiera di Rimini c’ero, mentre altri raccontavano la realtà virtuale dei comunicati stampa.

In particolare Mondial Assistance Italia ha totalizzato un fatturato di 132,4 milioni di euro con una crescita del 15,5%. L’assicurazione viaggi rappresenta il settore più forte, generando il 54,5% del fatturato totale. Non solo, ma il gruppo sottolinea anche gli ottimi risultati nella vendita delle polizze viaggio individuali. Nonostante la crisi generale Mondial prosegue nella propria politica di innovazione, pur rimanendo concentrata su scelte a breve termine e nello stesso tempo si prepara a costruire il futuro definendo le iniziative chiave che permetteranno di realizzare gli obiettivi strategici entro il 2015. In particolare gli obiettivi sono legati al core business del gruppo e si basano sullo sviluppo di opportunità legate ai nuovi canali: internet B2C e B2C, M-commerce e crescita dei mercati emergenti.

Concessionaria di Pubblicità Network & Comunication srl via La Spezia 35 - 00182 ROMA Tel. +39 06.70476418 Fax +39 06.77200983 Area manager centro sud Italia: Olga Vaglio info@travelquotidiano.com Uffici Milano tel. +39 02.76316846 - fax +39 02.76013193 Direttore commerciale: Marco Ferri marco.ferri@travelquotidiano.com 340.7548525

internet a questo indirizzo http ://www.travelquotidiano.com E-MAIL: info@travelquotidiano.com redazionemilano@travelquotidiano.com redazioneroma@travelquotidiano.com


Notizie MERCATO

27 novembre 2009

A risentire maggiormente della crisi sono gli alberghi a quattro stelle. Gli agriturismi e i b&b soffrono meno

“ Abbiamo aumentato l’offerta alberghiera puntando su destinazioni di sicuro interesse Lido Loveri

Venere.com: un 2009 di consolidamento Bene il business travel

di MONICA LISI

ROMA - È un anno di ottimizzazione il 2009 di Venere.com, sia sul fronte delle procedure tecnologiche sia sulle scelte di marketing off line e online. A più di un anno dall’acquisizione da parte di Expedia, l’azienda tiene salda la posizione sul mercato online, che ora abbraccia il business travel, il canale agenziale e il consumer. «Avere alle spalle un colosso come Expedia ci ha dà la serenità per affrontare questo periodo di crisi – ci spiega Lido Loveri, corporate sales manager and head of partnership di Venere.com -. L’offerta è aumentata: sono oggi 35 mila gli alberghi prenotabili Gli hotel su Veneprenotabili re.com, 575 mila i commenti di viaggiatori. Data l’incertezCommenti dei za del viaggiatori momento, abbiamo preferito andare sul sicuro, Agenzie aggiung e n d o nel portale strutture nelle mete più richieste in Europa e in America, o specialmente in Sud America». Per marzo 2010, Venere.com perfezionerà l’esperienza d’uso degli utenti, razionalizzando la raccolta delle informazioni; saranno inserite nuove forme di pagamento e tre lingue del nord Europa. Il business travel diventa intanto uno dei target prioritari, giacché oggi consiste in 2 mila 200 pmi registrate alla sezione dedicata, un migliaio in più rispetto allo scorso aprile, che manifestano un indice d’acquisto molto elevato. Nell’ultimo anno è raddoppiato il numero delle adv iscritte all’area riservata. Oggi sono 6 mila: 3 mila in Italia, 500 negli Stati Uniti, altre in Europa e resto del mondo. Nessuna intenzione di innalzare il numero di agenzie, ma solo di stimolare il riacquisto e risvegliare la clientela “addormentata” attraverso incontri face to face, re- call telefonici e invio di newsletter. Non si discosta dai fenomeni tipici dei periodi di crisi, l’andamento delle prenotazioni tracciato nelle statistiche ufficiali: aumentano i viaggi domestici, prevalgono city break nelle capitali europee nella stagione primaverile, in pole position le vacanze legate all’enogastronomia, al benessere e al soggiorno culturale. Forte del prezzo medio delle camere, sceso del 13% a livello nazionale e del 17% su scala internazionale, gli utenti hanno scelto quest’anno alberghi di più alto livello qualitativo. A risentire maggiormente della crisi, gli hotel quattro stelle lusso, gli agriturismo e b&b soffrono meno e catturano nuovi clienti, il corporate riduce i viaggi ed ottimizza tempi di permanenza.

35 mila

575 mila 6 mila

3


INFORMAZIONI P.R.

www.condenastjohansens.com

L’Italia primeggia per eccellenza tra i Condè Nast Johansens 2010 annual Awards QUATTRO GLI ALBERGHI ITALIANI PREMIATI DALLA GUIDA INTERNAZIONALE PIU’ PRESTIGIOSA ED AUTOREVOLE Il 9 novembre 2009 a Londra, in occasione della Fiera del Turismo Mondiale, si è tenuta la cerimonia di assegnazione degli ambitissimi Condé Nast Johansens 2010 Annual Awards for Excellence. 18 strutture italiane erano in gara su un totale di 48 alberghi di 6 nazioni diverse dell’Europa e bacino del Mediterraneo (Italia, Francia, Spagna, Portogallo, Grecia, Turchia). L'indice di gradimento espresso dai clienti durante l’anno, uno dei parametri fondamentali per la selezione insieme al giudizio degli ispettori, si conferma molto elevato. Nella guida 2010, presentata in questa occasione, gli alberghi del nostro paese spiccano per fascino e esclusività. La serata Condé Nast Johansens 2010 Annual Awards For Excellence si è conclusa con un successo per l’Italia, alla quale vengono conferiti quattro premi: Color Hotel di Bardolino (Verona): L'Albereta di Erbusco (Brescia): Palazzo Magnani Feroni All-Suites-Florence: Hotel Villa Ducale di Taormina:

Most Outstanding Service Most Excellent Luxury Spa Hotel Most Excellent Charming Hotel Most Romantic Hotel

Ad apprezzare maggiormente questi alberghi sono soprattutto gli slow travellers, viaggiatori che sanno vivere appieno l’esperienza dei luoghi, soffermandosi sui particolari in armonia con l'ambiente che li circonda. Fortunati di aver trovato nelle guide Condé Nast Johansens un insostituibile strumento di scelta.

Color Hotel di Bardolino (Verona):

L'Albereta di Erbusco (Brescia):

Lungo la Riviera degli Ulivi del Lago di Garda, il Color Hotel di Bardolino è circondato da un giardino punteggiato da piscine e fontane. Qui si gioca con i colori ed i dettagli che suscitano un arcobaleno di emozioni. Premiato per l’eccellenza del servizio dedicato e cordiale riservato agli ospiti.

L'Albereta, resort 5 stelle in Franciacorta, sul Lago d'Iseo, già titolare del premio Most Excellent Hotel for Service lo scorso anno, in questa edizione rinnova il suo primato grazie alla sua perfetta collocazione, tra lago e colline, alla cucina dello chef Gualtiero Marchesi e ad una splendida spa.

www.condenastjohansens.com/ colorhotel

www.condenastjohansens.com/ albereta

Palazzo Magnani Feroni All-Suites-Florence di Firenze:

Hotel Villa Ducale di Taormina:

Il blasonato Palazzo Magnani Feroni All-Suites-Florence, situato in un elegante edificio storico rinascimentale con terrazza panoramica sui tetti di Firenze offre 12 lussuose suite affrescate dotate delle più avanzate tecnologie e arredate con mobili antichi. Il premio è stato assegnato proprio all’abbinamento tra modernità e nobile tradizione.

Lo charmant Hotel Villa Ducale sullo sfondo del sublime paesaggio mediterraneo, apprezzato ed amato dai turisti sin dall’epoca del Grand Tour, riceve il premio come hotel romantico: uniche, mozzafiato ed indimenticabili la vista sulla costa e la veduta panoramica dell’Etna dalle terrazze dell’albergo.

Charlotte Evans Publisher Guida Conde' Nast Johansens Recommended Hotels & Spas Europe & the Mediterranean

www.condenastjohansens.com/ villaducale

www.condenastjohansens.com/ florencepalace

I finalisti italiani La concorrenza degli alberghi europei era agguerrita, ma l'Italia è riuscita ad ottenere ben 18 nomination. Splendidi alberghi che, oltre a soddisfare tutti i parametri di qualità richiesti, sono stati selezionati sia dagli ispettori Condé Nast Johansens sia dai clienti italiani e stranieri, che hanno decretato il successo dell'Italia come maestra di stile e regina del comfort. Tra le magnifiche strutture italiane finaliste, quelle del Veneto primeggiano grazie a Venezia, con il Novecento Boutique Hotel, Ca' Maria Adele e Ca' Sagredo, gioielli in parure con la città più bella del mondo, in palazzi storici o suggestive dimore lambiti dall'acqua della Laguna o incastonati tra ponti e calli. Gli ambienti sono raffinati, di stile antico oppure contemporaneo, con tocchi esotici. Il Relais La Magioca nella Valpolicella è un intimo e romantico relais in pietra immerso nel verde. Anche del Veneto il premiato Color Hotel. Oltre all’Albereta, finalista per la Lombardia è l'Hotel Parco San

Marco, sul Lago di Lugano, nel cuore di uno straordinario parco, un vero e proprio resort, dotato di spiaggia privata, piscine e centro benessere. Apprezzati per l'originalità e il lusso, perfettamente armonizzati con la splendida natura circostante, gli hotel Hotel Gardena Grödnerhof di Ortisei e Villa Eden di Merano sono famosi il primo per la ristorazione e la seconda per la sua pluripremiata spa, con una vastissima gamma di prodotti e trattamenti personalizzati per ritrovare il benessere. Il ristorante “Anna Stuben” del Gardena ha conquistato una stella Michelin per le squisite creazioni del suo team di cucina a base di prodotti scelti regionali accompagnate da vini selezionati. Firenze affascina con due esempi molto diversi tra loro, che mantengono alta la reputazione dell'ospitalità fiorentina. Accanto al premiato Palazzo Magnani Feroni All-Suites-Florence, Monsignor della Casa Country Resort è un esempio dell’autentico stile toscano nella cam-

pagna fiorentina nel cuore del Mugello. A rappresentare ulteriormente la Toscana, la regione più amata dai viaggiatori raffinati di tutta Europa, è il Relais Poggio ai Santi a San Vincenzo, in provincia di Livorno. La verde Umbria ha proposto il suo giardino più curato: l'Antico Forziere, un casale medievale in piena campagna, patrimonio rurale del territorio. Si distingue per l'eccellente cucina e la cordiale ospitalità dal calore autentico che la famiglia Taddia Rodella riesce a trasmettere agli ospiti. Anche per il Lazio un candidato, La Posta Vecchia, sul litorale tirrenico, a due passi da Roma. Un vero e proprio tesoro nascosto, già dimora di Paul Getty, che solo una guida attenta come la Condé Nast Johansens poteva scoprire ed elencare tra le migliori strutture. La Costiera Amalfitana non poteva mancare all'appuntamento con il gusto del ricevere. Il Furore Inn Resort, raffinato salotto a picco sul

mare, vista mozzafiato sulla costiera fuori, eleganza e attenzione ai particolari dentro. A sud domina la Sicilia con Taormina con la sua eccellente ricettività. Oltre al premiato Hotel Villa Ducale, il Grand Hotel Atlantis Bay, perfetto per eventi top level è anche citato per il relax. Assolutamente eco-panoramico, Petra Segreta di Olbia si confonde con la macchia mediterranea a ridosso del mare della Sardegna, grazie ai materiali, le forme e i colori scelti da artisti, designer ed architetti in un unico team vincente. 11.5 milioni di lettori in tutto il mondo Attualmente Condé Nast Johansens pubblica sei guide: • Recommended Hotels & Spas Europe & The Mediterranean • Recommended Hotels Great Britain & Ireland • Recommended Country Houses, Small Hotels & Traditional Inns Great Britain & Ireland

• Recommended Hotels Inns & Resorts North America, Bermuda, Caribbean, Pacific, Mexico • Luxury Spas •Recommended Venues for Business Meetings Conferences and Events. Con 11.5 milioni di lettori nel mondo, le Guide Condé Nast Johansens sono il più prestigioso punto di riferimento per i viaggiatori cosmopoliti e raffinati. Autorevolezza ed affidabilità ne fanno la più importante collana di guide a livello internazionale. Il team di ispettori che conducono la rigorosissima selezione è composto da 50 persone dedicate che visitano annualmente circa 1.300 strutture in 67 paesi e le valutano secondo standard particolarmente rigorosi. Inoltre sul sito viene fornito un ampio database delle strutture raccomandate, con tutte le offerte speciali esclusive e gli sconti stagionali. Tutto questo fa di Condé Nast Johansens il più completo riferimento illustrato per gli hotel indipendenti.


Operatori ANDAMENTI 27 novembre 2009

Si punta particolarmente su Cuba e Brasile. Stabile l’assetto societario

“all’attività Per quanto attiene societaria, stiamo varando un aumento di capitale pari a 90 mila euro

” Antonio Simoncini La dirigenza del t.o. al completo testo e foto di MASSIMO TERRACINA

LIVORNO - E’ basata sulla selezione del prodotto e sulla partnership con Livingston la nuova stagione di Space Tours. Ne parla il presidente, Antonio Simoncini. «Ci sono voci da fugare - ha esordito Simoncini -, sia sullo stato di salute del nostro gruppo, che certamente ha risentito della crisi come tutti, sia sui rapporti con Alessandro Sicurani, con il quale non esiste alcuna frizione. Egli prosegue seguendo la parte operativa insieme al direttore Andrea Bicchi e io mi occupo dell’aspetto economicofinanziario. L’operatore, tra l’altro, vive di garanzie reali e personali da noi prestate e, per quanto attiene all’attività societaria, stiamo varando un aumento di capitale di 90 mila euro». Sul fronte del prodotto, Space Tours è concentrato sull’area Sudamerica e Caraibi. «Abbiamo puntato tutto su queste zone, che conosciamo e programmiamo bene - dichiara Andrea Bicchi, direttore generale del t.o. -, movimentando un totale di 730 passeggeri a setti-

Nuovo SprinClub in Tunisia

Space Tours si concentra su Caraibi e Sudamerica: «accordo con Livingston» mana. Il Brasile resta il nostro core business, con un movimento passeggeri che ci pone fra i primi operatori sulla destinazione. Fortaleza, Natal, Maceiò, Bahia, Porto Seguro, Recife sono le nostre mete di punta, che gestiamo con grande flessibilità operativa. Nel 2010 punteremo sulla sinergia con Livingston e dal 14 dicembre opereremo con due A330 di nostra proprietà da Malpensa e Fiumicino su Maceiò e Natal». In Brasile Space Tours ha avvia-

to anche un’operazione in collaborazione con Neos e Alpitour. In collaborazione con alcuni partner specializzati, il t.o. propone anche Capo Verde, (Tabapitanga, I Viaggi di Atlantide, Criand) e il Kenya, per finire con Cuba, programmata appoggiandosi ai collegamenti Blue Panorama, che vola su L’Avana, Santiago e Holguin partendo da Milano, Roma e Bologna. «Stiamo comunque ancora lavorando per arricchire con nuove strutture la programmazione -

ROMA - Nuovo SprinClub in Tunisia. Si tratta dell’El Kantoui Village, un all inclusive interamente riservato al t.o., forte di 179 camere direttamente sul mare, in linea con lo standard SprinClub e pertanto adatto a giovani e famiglie (con bambini gratuiti).

conclude Bicchi - con due new entry a Maceiò e Natal. si tratta di strutture vip, di grande impatto, per rendere ancor più accattivante un prodotto già molto gradito alla clientela italiana. Grazie anche ai due uffici di proprietà a Cuba e in Brasile, l’80% del nostro fatturato viene prodotto da quelle due mete. Il restante 20% viene procurato, oltre che dalle mete già citate, anche da Giamaica, Repubblica Dominicana, Messico e Thailandia».

Attivo da fine marzo al 31 ottobre, sarà molto competitivo, vera punta di diamante dell’estate 2010. La struttura sarà collegata con voli diretti Itc su Monastir dai principali aeroporti italiani ed è già visionabile sul sito www.sprintours.it, con quote individuali e confidenziale gruppi 2010.

Maurizio Casabianca commenta i progetti

Europa e Tci, fulcro del 2010 di Naar t.o. MILANO - (i.c.) Un 2010 che parla i linguaggi dell’Europa. Naar tour operator chiude un 2009 con il più, caratterizzato da margini positivi e da un’ulteriore crescita del 10% del fatturato dopo il +30% registrato nel 2008 e si appresta a rilanciare sul Vecchio Continente. «Forti anche dell’accordo di collaborazione con i viaggi del Touring Club Italiano - spiega il direttore commerciale, Maurizio Casabianca - proporremo un’Europa dal taglio particolare, abbinata ad eventi culturali di spicco. Un’Europa tematica, che al Nord punterà per esempio sull’aspetto ecologico e naturalistico. Il tutto, realizzato appoggiandoci anche ai voli low cost e programmando alcuni itinerari per i soci del Tci e anche per avvicinare i “non soci”». Il web resta al centro dello sviluppo dell’operatore: «Entro fine anno disporremo di un nuovo sito e proporremo percorsi formativi sulle nostre destinazioni». Migliora poi la partnership con Aviomar, che prevede azioni di marketing in comune, mentre «restano separate le linee commerciali e parte delle agenzie di riferimento dei due t.o -. Aviomar vanta infatti una distribuzione più capillare, con 6 mila 500 agenzie attive e 8 mila circa in mailing. Naar mantiene rapporti più stretti con un numero inferiore di punti vendita: circa 2 mila su un totale di 4 mila 500 agenzie attive». Questa differenza deriva dal diverso tipo di prodotto offerto e, di conseguenza, di valore medio della pratica. «Dal 2010 amplieremo la gamma dei viaggi proposti con il Touring, potendo beneficiare della nostra esperienza in destinazioni quali oceano Indiano, Sudafrica, Sudamerica e Oceania».

Alidays: il futuro delle agenzie passa dal “touch screen” suoi progetti e le sue sperimentazioni in campo tecnologico. MILANO - Nell’era dell’online, «Il progetto Africa australe, al Alidays incamera un fatturato quale stiamo lavorando da due 2009 in crescita stimata del 12- anni, è finalmente pronto a par15% e margini positivi. «Abbia- tire e dovrebbe decollare mo investito sia in tecnologia dall’aprile 2010. Il nostro obietsia in personale - commenta tivo resta quello di ricercare soddisfatto l’amministratore soluzioni sempre nuove per coadiuvare il unico, Davide lavoro del consuCatania - in quanlente di viaggio e to l’unione di a questo proposito queste due comci stiamo concenponenti crea i trando sulle presupposti di potenzialità del uno sviluppo sistema touch sano e duraturo. screen. Il futuro Pertanto, abbiainfatti passa promo potenziato le prio da questo risorse umane, mezzo di comunirafforzando lo cazione e prenotastaff commerciale zione, che divensia in Lazio, terà un validissiCampania e Sicimo supporto lia, sia nelle anche per gli Il fatturato regioni del Nordagenti di viaggio. ovest. Attualmen2009 cresce Attualmente stiate lavoriamo con mo studiandone del 12-15% circa mille 400 una forma che in agenzie, ma potrebbe l’obiettivo è quelDavide Catania futuro prestarsi anche ad lo di procedere essere utilizzata sulla via di una crescita ponderata del numero durante le fiere, in hotel o nei di partner con i quali collabora- negozi. Per ora si tratta di un sistema unicamente b2b, destire». Alidays punta su un booking di nato tuttavia a continui aggiorqualità, al quale indirizza tutti i namenti e miglioramenti.

di ISABELLA CATTONI

5


Compagnie aeree RILANCIO 27 novembre 2009

La buona ripresa del traffico porta la compagnia a riprogrammare il quarto volo da Milano

di LUCA BAGLIONI

MILANO - Scatta il 35° anniversario di Thai Airways in Italia, accompagnato anche da numeri confortanti sull’andamento del 2009. Infatti, nonostante la contrazione economica globale, «abbiamo avuto diversi voli in full house – dichiara Wit Kitchathorn, general manager della compagnia di bandiera thailandese in Italia – vale a dire capacità riempita al 100% sia da Roma sia da Milano. Agosto ha segnato addirittura un +12% di passeggeri trasportati rispetto al 2008». A breve quindi è auspicabile il ritorno da tre a quattro frequenze settimanali da Milano Malpensa al Bangkok Suvarnabhumi Airport. Interessante la promozione “Fly 2gether” per chi vola dall’Italia in Royal First Class o in Royal Silk Class. Fino al 31 marzo 2010 (escluso il periodo natalizio), il secondo passeggero usufruisce di uno sconto del 50% sulla tariffa. Ma i progetti di espansione non si limitano ovviamente solo al Belpaese. Infatti nei prossimi mesi, a livello internazionale, la compagnia prepara l’ampliamento del proprio network con l’apertura della rotta su Johannesburg e il potenziamento dei collegamenti sugli scali australiani e Los Angeles. Tutto ciò accompagnato anche da investimenti sulla flotta che porteranno a breve Thai Airways a raggiungere quota otto Airbus A330-300 e nuovi Boeing 777-200er sia per i collegamenti asiatici sia per il lungo raggio.

6

Thai Airways prepara il poker su Malpensa

In 10 righe - Air Berlin

+12%

incremento pax agosto2009

“Su diversi voli, da Roma e da Milano, la capacità è stata riempita al 100% Wit Kitchathorn

Quanto al flusso turistico generale di italiani in Thailandia, si è registrato nel periodo gennaio – ottobre 2009 un incremento del 3% rispetto al 2008, che Tat

Trasportato a +25% nella prima parte 2009

Jet2.com: semestre col più +10% Pax italiani

LEEDS - Un semestre nel segno della crescita per Jet2.com. La compagnia ha registrato infatti nella prima parte del 2009 risultati superiori alle previsioni, nonostante la situazione economica abbia inciso fortemente sul settore del trasporto aereo. Jet2.com ha trasportato 2 milioni 200 mila passeggeri, con una crescita del 25% delle rotte rispetto all’anno scorso ed un load factor dell’81%. Per quanto riguarda l’Italia, a fronte di un incremento delle rotte, i passeggeri trasportati sono stati 205 mila: il 10% in più rispetto allo stesso periodo del 2008 (aprile-settembre). «I dati del primo semestre 2009 sono incoraggianti – sottolinea Valeria Rebasti, general manager marketing Italia e Spagna Jet2.com – e premiano il

Notizie

50% sconto tariffa Fly 2gether (l’ente del turismo thailandese) auspica di vedere salire al 5% nelle proiezioni sull’intero anno solare. Significherebbe passare dai 158 mila arrivi italiani del 2008, a 165 mila. L’obiettivo di 200 mila arrivi non è poi così lontano.

nostro approccio positivo, focalizzato sulla ripresa. Il 2010 non sarà certamente un anno facile, crediamo però che questi risultati acquistino un significato importante che sottolinea la qualità dei nostri servizi». Crescente l’importanza riservata alle ancillary revenue, che sono cresciute del 36% anno su anno (da 15,17 a 20,70 sterline per passeggero). Questo incremento è dovuto essenzialmente al sistema di prenotazione in-house che viene costantemente migliorato, all’aumento del numero di pasti prenotati prima della partenza, alla richiesta di sedili situati in file con maggior spazio per le gambe - disponibili sulle rotte a lungo raggio e agli sconti del servizio di shopping a bordo.

I profitti medi di Air Berlin (ricavi per km viaggiato da passeggeri paganti) sono migliorati dell'8% nel terzo trimestre dell'anno: la compagnia aerea tedesca prevede in chiusura 2009 un ebit superiore a quello dell'anno precedente, che era stato di 33 milioni di euro. Sempre nel terzo trimestre Air Berlin ha raddoppiato i profitti netti raggiungendo quota 95,2 milioni di euro, risultato che ha determinato un balzo dell'8% delle azioni in Borsa. I ricavi si sono mantenuti in linea con le previsioni (-8%) attestandosi a 974 milioni.

- Livingston All’Air Show di Dubai l’amministratore delegato di Livingston Giancarlo Celani e l’amministratore delegato di Elite Aviation, Juergen Fiebig, hanno annunciato una joint venture con l'obiettivo di realizzare un progetto di natura industriale e commerciale, che prevede la condivisione di risorse, investimenti, know-how, finalizzato all’acquisizione di nuovi aeromobili per l’espansione delle relative flotte, attraverso la condivisione di un business plan atto allo sviluppo del network, in termini di rotte e destinazioni, nell’area Mediterraneo e Middle East. Con l’accordo raggiunto e con l’inserimento dei primi quattro A320 dalla prossima stagione estiva 2010, i due vettori risponderanno alle esigenze commerciali, tecniche ed operative del trasporto leisure nelle due aree geografiche di riferimento.


a cura di: ALBERTO CASPANI

SPECIALE

Benessere

Italiani al verde, in tutti i sensi. La riduzione della capacità d’acquisto, generata dalla crisi economica di quest’anno, ha sancito di fatto il boom dell’ecovacanza: soggiorni brevi, tematicamente focalizzati sul benessere, attenti ad utilizzare strutture e risorse di matrice sostenibile. Mai con spese eccessive, ma sempre ottimizzate, in grado tuttavia di generare un giro d’affari di ben 20 miliardi di euro (secondo i dati diffusi per il progetto interregionale “Terme d’Italia”). «Resort bio-chic o fattoria “verace” – questi i dati del Barometro mondiale – sono i must per una vacanza amica dell’ambiente e delle tasche. L’ecofriendly è infatti cresciuto del 10% nel 2009, assecondando un trend evidenziatosi negli Stati Uniti, ma in fase di vero e proprio boom soprattutto in Italia. Di fatto il nostro Paese è fra i primi nel campo delle vacanze ecosostenibili. Il primato deriva da più di 7 mila chilometri di costa, 150 parchi nazionali e regionali, trenta aree marine protette e centinaia di riserve statali. L’Asta stessa, cioè l’associazione Usa degli agenti di viaggio, ha dunque messo l’Italia al primo posto fra gli hot spot del 2009, con il 18% delle prenotazioni per vacanze d’eco-benessere». Si allarga sempre più, dunque, la sfera semantica di questa tipologia d’esperienza: cominciata come fenomeno di nicchia del settore termale, negli ultimi anni ha via via coinvolto centri per trattamenti estetici e rilassanti, sino a raggiungere strutture conformate ai più moderni standard di compatibilità ambientali, nel sogno di una vacanza “ad impatto zero”. Il benessere solo non basta più, senza l’ecoconsapevolezza, tant’è che al vertice delle preferenze dei clienti wellness si sono ora aggiunti anche campeggi “eco-integrati”, oltre a resort votati a cure e fitness. Non è infatti un caso che l’unica struttura all’aria aperta in Europa climatologicamente neutrale si trovi al Lido di Jesolo: un camping capace di produrre appena 55 tonnellate di Co2 in un anno, il cui impianto fotovoltaico montato sui tetti fornisce energia pulita per 75 tonnellate effettive di Co2. Basti pensare che, ancora l’anno scorso, lo stesso campeggio produceva ben

450 tonnellate di Co2, mentre ora si sta avvicinando al traguardo dell’impatto zero, attraverso numerosi accorgimenti: dalla classica raccolta differenziata, alle piante con sensori di umidità che limitano l’irrigazione (per risparmiare acqua), per arrivare all’uso del sale al posto del cloro per la piscina. Nel supermercato del campeggio si vendono poi prodotti bio, mentre i bambini al miniclub seguono corsi di rispetto per l’ambiente. Una «green-philosophy» del benessere a 360 gradi. «Chi associa questa formula ad una pura vacanza di relax ragiona ancora secondo vecchi parametri – aggiunge Corrado Peraboni, amministratore delegato di Expocts – perché oggi un’esperienza simile può essere anche estrema, filosofica o avventurosa. La scelta passa dai corsi di training selvaggio in Alto Adige alle più rilassanti sedute di meditazione, yoga e pilates nelle colline umbre, dalle più che classiche vacanze in bicicletta o in rifugio, al rafting, a soluzioni più inedite come la scalata dei vulcani o il tour della Sicilia in auto d’epoca, a metà strada tra un rally nello sterrato e le atmosfere retro della Mille Miglia. I duri e puri hanno puntato invece sul volontariato ecologico, coltivando la terra e accudendo gli animali sotto gli occhi di tutor-contadini, o ancora monitorando i delfini nel santuario dei cetacei del mar ligure. Soluzioni eco-responsabili e a costo (quasi) zero». Naturalmente il turismo “en plein air” contempla un versante extralusso, anch’esso di derivazione nordamericana: l’ultima novità riguarda il glamping (contrazione di glamorous camping), che unisce il gusto della vacanza “easy” con i vantaggi degli hotel pluristellati, ovvero tende superaccessoriate, maggiordomo e ristorante con biomenù. Manifestatosi in Italia e in Europa la scorsa estate, sta conquistando numerosi impianti e promette di esplodere già nel 2010. Per quanto riguarda la stagione invernale, il benessere tende però ad identificarsi con una più classica esperienza spa, attenta però a cogliere nuove mode e stimoli. CONTINUA A PAGINA 10

le proposte all’interno

Tra spa ed eco-resort a pagina 10

Segmento di successo a pagina 12

Il wellness sale a bordo a pagina 13

Alcuni t.o. di riferimento a pagina 14

9


SPECIALE BENESSERE 27 novembre 2009

WELLNESS E FORMULE DI SOGGIORNO A BASSO IMPATTO AMBIENTALE: UN BINOMIO SEMPRE PIU’ ATTRAENTE

Nel segno dell’eco-friendly

“ Oggi la vacanza benessere può essere anche avventurosa, filosofica o estrema

” Corrado Peraboni

10

SEGUE DA PAGINA 9 Nell’Asia dell’ayurveda e dei mille massaggi, stanno oggi prendendo piede i cosidetti “holistic hotels”, alberghi dove ogni dettaglio risulta ecostyle, con impiego di biotessuti, prodotti organici, disposizione del mobilio secondo i canoni del feng-shui (fra gli esempio più popolari, The Urban Hotel in Cina, The Storrier a Sydney, il Chi Edsa Shangri-La nelle Filippine). Propensione che, in Europa, è fatta propria da alcune delle catene alberghiere più vicine al settore lusso, come Corinthia Hotels, che proprio lo scorso mese ha inaugurato presso il Corinthia Hotel Lisbon una «Malo Health Spa da 3 mila metri quadrati - precisa Morgana Paffoni, sales manager Chi -, con 13 sale per trattamenti individuali, Spa suite e soprattutto percorsi e trattamenti dove l’acqua è protagonista». Dall’Athenaeum Spa del Palace di Malta alla Royal Spa di Budapest «l’offerta benessere è decisamente un plus nella fase di scelta delle nostre strutture, anche da parte del segmento congressuale». L’Austria ha invece inaugurato la moda dei “flotation center”, grazie alla Vendome spa del Radisson Sas Palais hotel di Vienna, ovvero bagni “galleggianti” in acque estremamente saline, mentre nei paesi nordici prende piede la tecnica di rilassamento dello snowshoeing. Il fenomeno del benessere è diventato a tal punto trasversale che oggi coinvolge pure le fasce più giovani della clientela, attraverso le cosiddette ed esclusive “teen spa”, mentre i più anziani non si affidano più solo alle virtù rigenerative dei fanghi, ma anche a quelle delle caverne di sale (molto apprezzate, ultimamente, quelle di Berchtesgaden in Germania). Interessanti sono infine le saldature fra campi tradizionalmente a sé come il benessere ed il golf, sebbene le rispettive clientele già da tempo stiano dimostrando di poter condividere entrambe le passioni, come nel caso delle iniziative promosse dalle Terme di Galzignano in Veneto (soggiorni di 4 o 7 notti, più green fee e massaggi

relax post partite). Altro campo è poi quello del benessere e degli aeroporti, un binomio divenuto popolare in Estremo Oriente ed oggi pronto a conquistare gli scenari europeo e americano: fra le compagnie votatesi a questa formula, British Airways ha scelto di ospitare un centro wellness nella rinnovata cornice del Terminal 5 di London Heathrow, così come al Terminal 7 dell’aeroporto Jfk di New York. I passeggeri possono usufruire delle terapie termali in aeroporto, assecondando un nuovo concetto di “attesa”, mentre i quelli di First e Club World, insieme ai soci Gold dell’executive club su voli lungo raggio, godono di trattamenti gratuiti persino in volo. Né, infine, vanno dimenticate le opportunità-regalo offerte dai cofanetti stile Wonderbox, tra le mode di maggior successo degli ultimi anni e uno degli spunti più apprezzati per il periodo delle festività natalizie.

20 mld €

Giro d’affari in Italia

+ 10% Vacanze eco-friendly 2009


SPECIALE BENESSERE 27 novembre 2009

IL TARGET DI RIFERIMENTO E’ CAMBIATO PROFONDAMENTE NEL CORSO DEL TEMPO

Un lusso senza età I prodotti legati al wellness sono richiesti in ogni periodo dell’anno

Extempore Viaggi

I pacchetti più richiesti si riconfermano quelli per le coppie, con massaggi orientali

Futura Vacanze

Un filone aurifero. O quasi. Il segmento del benessere sembra oggi trasformare in oro tutto ciò a cui viene associato, al punto che il numero degli operatori specializzati sta crescendo a dismisura, col rischio di inflazionare il mercato stesso. «Indubbiamente i prodotti legati al wellness funzionano in ogni periodo dell’anno - conferma Gaetano Piscopo, responsabile della programmazione di Extempore Viaggi - ma questa “semplicità” di proposta” alimenta un vasto campo di tuttologi di poco spessore. Ci occupiamo di benessere da oltre 20 anni e ancor’oggi questo segmento garantisce quasi l’80% del nostro fatturato, ragion per cui abbiamo seguito attentamente l’evoluzione del prodotto, cogliendo per primi le differenze fra offerta terapeutica, curativa o di semplice cosmesi/fitness. Una suddivisione presa invece poco seriamente da alcuni colleghi, spesso incapaci di rispondere alle effettive esigenze del cliente e pronti ad indirizzare verso strutture non adeguatamente qualificate per i trattamenti richiesti. Extempore, in tal senso, garantisce un tasso di soddisfazione del 100%, essendo fra l’altro il nome di riferimento per tutto il principale mercato del benessere, ovvero la Slovenia». Molteplici sono le ragioni di un simile successo: il benessere non è più solo esclusiva di una clientela anziana, ma sembra raccogliere consensi anche e soprattutto fra i più giovani, grazie alle attenzioni riservate all’estetica; offre una valida alternativa al classico week end di cultura nelle capitali, essendo spendibile in ogni periodo dell’anno e aiutando a conoscere maggiormente nel dettaglio il territorio (cioè spingendo al di là delle grandi città); risulta un prodotto che, nel tempo, non “invecchia”, lanciando piuttosto nuove modalità di cura del corpo e legandosi a campi d’approfondimento culturale diversi dal consueto (psicologia, filosofia, erboristeria, omeopatia…); rappresenta infine un ottimo strumento di coinvolgimento del nucleo famigliare, pur essendo in grado di stuzzicare fantasie romantiche anche nelle coppie. A differenza di alcuni anni fa, quando l’aspetto più propriamente medico-termale era avvertito come retaggio di cure per anziani, oggi viene invece considerato un elemento di ulteriore qualificazione dell’offerta, permettendo di confezionare pacchetti di notevole spessore. Un’opzione che permette poi agli operatori di rispondere con efficacia alla propensione “faida-te”, i cui esiti hanno spesso conseguenze deleterie verso questa stessa tipologia di prodotto. «I pacchetti più richiesti si riconfermano quelli per la coppia, con massaggi orientali e con accesso illimitato a tutta la zona umida del centro benessere - evidenzia Angela Saran, direttore operativo di Futura Vacanze -. Novità di quest’anno sono però i pacchetti Exclusive, programmi appositamente studiati per i clienti di Futura Vacanze che includono i trattamenti più ricercati caratterizzanti il singolo centro termale e/o benessere. Le richieste che ci pervengono si distribuiscono in ogni caso su diverse fasce di prezzo: da 400 a circa 800 euro per persona, generalmente per soggiorni di tre notti con trattamenti inclusi.

Terme di Salsomaggiore e Tabiano: bilancio positivo

“le persone Sono in aumento che decidono di spendere per il benessere Carmen Bassi

12

Quest’anno, poi, sul catalogo “Benessere & natura” è stata lanciata la promozione “Raddoppia la tua vacanza”, che prevede un soggiorno gratuito di una settimana al mare, in formula residence, da trascorrere nei mesi di giugno o settembre 2010 per tutti coloro che prenotano una vacanza di importo minimo di mille euro». Se in Europa la Slovenia resta ancora il principale punto di riferimento per il mercato italiano, grazie alla sua vicinanza, alla qualità delle strutture e alla competitività dei prezzi, l’offerta appare comunque in continua espansione. «Anche se il nostro core business è rappresentato proprio dalla Slovenia - osservano Laura Brambilla, responsabile benessere e Arianna Pradella, direttore commerciale di Caldana/Utat - abbiamo intenzione di allargarci sui mercati ungheresi e cechi. L’Est Europa ha una lunga tradizione nel settore e, in questi ultimi anni, è riuscito a rinnovare notevolmente le proprie strutture, offrendo alcune delle soluzioni più competitive del mercato. Fra l’altro, puntare su località e impianti storicamente affermati permette di spingersi al di là di richieste legate a comuni pacchetti antistress o a massaggi di cultura orientale, recuperando un rapporto di maggior autenticità col territorio. Il mondo stesso degli agenti di viaggio sta facendo emergere una richiesta di maggior conoscenza delle peculiarità di prodotto, visto che oltre 50 di loro hanno partecipato al nostro ultimo educational». La duttilità del prodotto benessere consente inoltre di rivolgersi agilmente ai mercati più promettenti di stagione in stagione, favorendo in tal modo un costante aggiornamento dell’offerta e la possibilità di conquistare fette di clientela d’ampio spettro. «Agli itinerari del benessere - precisa Manuela Gobbo, responsabile programmazione per Ubuntu Travel - abbiamo dedicato una sezione di pacchetti che abbinano cultura, lusso e relax. Tra queste segnaliamo il mar Morto in Giordania, una delle destinazioni termali più famose al mondo, mentre come destinazione emergente la Malesia combina ottime strutture ricettive in un ambiente naturale d’eccezionale bellezza. Né andrebbe dimenticata l'Italia, in particolare la Sicilia, i cui soggiorni possono coinvolgere le isole Eolie in goletta. Purtroppo si è abituati a intendere il viaggio benessere come eventuale estensione di un viaggio classico, ma se questo viene studiato invertendo i rapporti consueti, risulta facile ottenere anche un allungamento medio dei soggiorni. Fra l’altro, se esperienze all’estero possono sembrare più impegnative di quelle in Italia sotto il profilo economico, la maggiore qualità delle strutture a disposizione è spesso un elemento determinante nella scelta». Non è tanto il livello delle strutture a presentare ostacoli all’evoluzione del prodotto, quanto piuttosto l’interesse e la distribuzione della clientela italiana. Se infatti il Nord risulta il più recettivo e sensibile alle proposte di settore, il Centro, ma soprattutto il Sud, appaiono meno costanti, oltre che recalcitranti a spingersi verso mercati non attigui all’Italia. «Malgrado Aviomar possa vantare a tutti gli effetti un posizionamento e una penetrazione

Bilancio positivo per le Terme di Salsomaggiore e Tabiano a un anno dalla fusione realizzata per unire le f o r z e e p r o m u o v e r e i n s i e m e i l t e r r itorio e le peculiarità curative. «Fino ad ottobre 2009 - commenta Carmen Bassi, direttore marketing e vendite Terme Salsomaggiore e Tabiano - registriamo solo un lieve calo complessivo del 2% negli arrivi termali. Ma se scindiamo le due aree si evidenzia su Salsomaggiore un incremento dello 0,5%, mentre su Tabiano un calo del 3%». Nei due alberghi termali, il Grand Hotel Porro e l’hotel Valentini gli arrivi sono aumentati del 3,6%, mentre le presenze del 21,3%. «Per quanto riguarda i ricavi netti nei primi dieci mesi dell’anno –

Amplieremo l’offerta anche ai mercati di Repubblica Ceca e Ungheria

Caldana/Utat

I nostri pacchetti benessere abbinano cultura, lusso e relax

Ubuntu Travel

aggiunge la Bassi – le terme hanno t o t a l i z z a t o 2 0 m i l i o n i d i e u r o , c o ntro i 21 milioni dello stesso periodo del 2008». Estrapolando i ricavi del termale e del benessere i dati indicano, r i s p e t t i v a m e n t e , u n +33 % e u n +11 5 % . « Q u e s t o s i g n i f i c a - c o n c l u d e C a rmen Bassi - che sono in aumento le persone che spendono: un dato in controtendenza, considerata la crisi». Le Terme di Salso e Tabiano, considerate uno dei centri termali p i ù i m p o r t a n t i d ’ E u r o p a , i n t e r p r et a n d o i s e g n a l i d e l m e r c a t o , p u n t ano su standard di servizio elevati e p r o m u o v o n o d i v o l t a i n v o l t a p a cchetti ad hoc per i diversi target di clientela. m.ca.


SPECIALE BENESSERE 27 novembre 2009

SPECIALIZZAZIONE E PROFESSIONALITÀ SONO I VEICOLI PER CRESCERE IN QUESTO SEGMENTO

Abbiamo creato l’opzione “benessere su misura” con pacchetti à la carte

Aviomar Le principali compagnie propongono trattamenti di ogni tipologia

In crociera per rigenerare il fisico e la mente

di mercato capillari a livello nazionale - chiarisce Luca Adami, direttore marketing dell’operatore - il prodotto benessere è e continua a essere venduto molto più al Nord e al Centro Italia. Ciò sicuramente influisce sulla scelta di alcune destinazioni e quindi sul loro “successo”, sebbene regioni quali la Campania e il Lazio rivestano oggi un ruolo di primissimo piano sia in termini di numeri sia di crescita fatturato. L'evoluzione della clientela, sempre più preparata e con le idee chiare riguardo alle richieste di trattamenti, ci ha fra l’altro indotto a una scelta molto coraggiosa in termini logistici. Abbiamo cioè creato l’opzione “benessere su misura” che, a fianco dei pacchetti tradizionali, prevede la possibilità di trattamenti in esclusiva o la possibilità di prenotare pacchetti “à la carte”, in grado di soddisfare le esigenze di personalizzazione che il mercato richiede». Un’ulteriore evoluzione è invece la formula cofanetto-regalo, grazie a cui è stato possibile segmentare ulteriormente l’offerta, abbinandola ad un ventaglio sempre più ampio di clientela.

Fra i protagonisti di questo nuovo ambito spicca ad esempio Boscolo, attraverso la sua proposta Boscolo Gift: dalla formula Percorsi&dintorni (week-end in Italia da 99 euro) a Istanti d’arte (esperienze culturali da 219 euro), per arrivare a Bon Appetit (da 299 euro), Mon Amour (da 399 euro) e soprattutto Armonia (week end per due persone più un’esperienza benessere a 499 euro), l’operatore appare in grado di armonizzare il meglio delle risorse legate all’ospitalità e al verde, trovando sempre una risposta competitiva. In definitiva il benessere si conferma uno dei campi di maggior creatività del turismo, in quanto predisposto all’interazione con ambiti estremamente diversi. A differenza di quanto capita in altri segmenti, evidenzia però un tasso d’insidia molto più elevato, potendo scivolare facilmente nella superficialità di un’offerta-puzzle, rispetto alla quale elementi di alta qualità vengono combinati con altri di pura massificazione. Ecco perché, oggi più che mai, è importante avvicinare questo settore con una giusta dose di umiltà e competenza.

A bordo delle navi M s c C r o c i e r e, l’Aurea Spa è senza dubbio il paradiso per eccellenza per massaggi, benessere e trattamenti, oltre che per cure thalassoterapiche. Tutto questo è affidato alle esperte mani di massaggiatrici balinesi, terapiste, agopunturiste e professioniste del Pressure-point. Nel centro è poi possibile accedere alla Spa Doctor, dove professionisti sviluppano programmi di dieta e fitness e istruttori specializzati tengono corsi di yoga, pilates, stretching, aerobica e danze latino-americane. A bordo di C o s t a Concordia, Serena, Luminosa, Pacifica e Deliziosa, Samsara Spa è invece l’immenso spazio dedicato ai momenti di benessere per gli ospiti maggiorenni. Ispirato alle atmosfere orientali, fonde i principi salutari dell’acqua termo-minerale con bagni di vapore e trattamenti ayurvedici. Chi sceglie una crociera votata al benessere ha anche diritto ad apposite cabine installate direttamente nell’area per i trattamenti. Il centro benessere DaySpa è invece il luogo ideale per regalarsi un meritato relax a bordo delle navi di R o y a l C a r i b b e a n I n t e r n a t i o n a l. Qui ci si può cimentare con vari attrezzi ginnici e si ha l’opportunità di seguire lezioni di aerobica e fitness; i meno sportivi possono dedicarsi a vari

Msc Fantasia: thalassoterapia nell’Aurea Spa tipi di massaggi, a terapie a base di alghe e fanghi, o ancora a sauna, idromassaggi e bagno turco. Sono infine disponibili trattamenti per il viso, massaggi aromaterapici, servizi di acconciatura, manicure e trucco. I servizi della Beauty Farm Day Spa sono opzionali e devono essere quindi scelti, prenotati e pagati a bordo con un costo aggiuntivo.

13


SPECIALE BENESSERE 27 novembre 2009

ALCUNI DETTAGLI SULLA PROGRAMMAZIONE DEI T.O. INTERVISTATI PUNTI DI FORZA

PRODOTTO DI PUNTA

NOVITA’

PREZZO MEDIO

Numerosi educational in strutture programmate, formazione sul prodotto all’interno dei social network, penetrazione su tutto il mercato italiano

Toscana, Emilia Romagna, Slovenia

Formula “Benessere su misura” e “Benessere con le amiche”, perfetto per addii al nubilato

Fra i 200 e i mille 200 per due persone a week end

OPERATORE

PUNTI DI FORZA

PRODOTTO DI PUNTA

NOVITA’

PREZZO MEDIO

BOSCOLO GIFT (www.boscologift.com)

Dieci diverse schede per scegliere la propria esperienza benessere (cofanetto Armonia); validità in ogni periodo dell’anno

Armonia week-end (499 euro)

Scatti d’autore abbinati ai cofanetti 2010

In generale, i cofanetti vanno da 99 a 690 euro

OPERATORE

PUNTI DI FORZA

PRODOTTO DI PUNTA

NOVITA’

PREZZO MEDIO

AVIOMAR (www.aviomar.it)

CALDANA/UTAT (www.caldana.it) (www.utat.it)

Partnership con le principali catene alberghiere slovene; educational per ogni nuovo lancio; specializzazione nell’Europa dell’Est

Pacchetto base La programmazione giovedì/domenica a Por- benessere è stata lanciata da poco torose, da 229 euro

Fra i 229 e i 360 euro per un week end

OPERATORE

PUNTI DI FORZA

PRODOTTO DI PUNTA

NOVITA’

PREZZO MEDIO

EXTEMPORE VIAGGI (www.extemporeviaggi.com)

Specialisti da 20 anni; leader di mercato sulla Slovenia

Austria, con ben 90 pagine di offerte a catalogo

Catalogo Svizzera dal 2010

Fra i 300 e i 500 euro per due notti

OPERATORE

PUNTI DI FORZA

PRODOTTO DI PUNTA

NOVITA’

PREZZO MEDIO

FUTURA VACANZE (www.futuravacanze.it)

Nuovi pacchetti Exclusive; ampio ventaglio prezzi; presenza radicata in tutt’Italia

Hotel Due Mari di Rapolano Terme (SI); Antico Borgo S. Martino di Riparbella (PI)

Hotel Adler Thermae di Bagno Vignoni (SI)

Fra i 400 e gli 800 euro per 3 notti

OPERATORE

PUNTI DI FORZA

PRODOTTO DI PUNTA

NOVITA’

PREZZO MEDIO

UBUNTU TRAVEL (www.ubuntu.travel)

Pacchetti “ad ampio respiro” (benessere unito a cultura, lusso o relax); programmazione su ogni destinazione; promozione con gli enti del turismo

Giordania

Eolie in goletta

Su singolo preventivo

TARGET Qualunque tipologia

TARGET Qualunque tipologia

TARGET Qualunque tipologia

TARGET Qualunque tipologia

TARGET Medio, medio-alto

TARGET Medio-alto, alto

I protagonisti in breve

OPERATORE

Focus sull’offerta di alcuni tour operator Operatore

Qualche “plus” di rilievo

ALPITOUR (www.alpitour.it)

Top: da non confondere con la gemella Baden Baden in Germania, Baden bei Wien si trova ad appena 26 chilometri dalla capitale austriaca ed era già nota ai romani, oltre che agli imperatori asburgici. Qui si trova il 4 stelle Gran Hotel Sauerhof, in stile Biedermeier, immerso in un parco di 18 mila metri quadri e risalente al XII secolo (77 euro al giorno). Ai clienti è offerto l’accesso gratuito all’area benessere nei pressi dell’hotel, mentre l’utilizzo delle Romertherme costa 18 euro al giorno.

BRIXIA VIAGGI (www.brixiaviaggi.it)

Top: situato a soli 10 minuti a piedi dal centro di Opatija, il 4 stelle Grand Hotel Adriatic si trova nelle vicinanze della costa con una bella vista sul golfo del Quarnaro. In aggiunta al centro spa (di 550 metri quadri), l’hotel dispone di un nuovo centro Phytoaroma & Wellness Center Essentia Adriatica (di 600 metri quadri) con sale massaggi e cinque spazi per bagni. Vengono preparati speciali aromi e trattamenti con piante e oli di produzione croata. Pacchetto cure “Sfarzo della magnolia” di 7 notti, a 583 euro.

DIDISI’ (www.didisì.it)

Top: a Leukerbad, la principale stazione termale e di wellness delle Alpi svizzere, grande è l’attrazione dell’acqua termale calda. Le 22 piscine termali coperte e scoperte della moderna Lindner Alpentherme e del Burgerbad, insieme a un’alta competenza in fatto di trattamenti benessere, sono adatte per curare reumatismi e per riabilitazioni post-traumatiche. La piscina termale interna (200 mq) e quella esterna (300 mq) hanno una temperatura di 36°C. e dispongono di getti e installazioni diverse per il massaggio subacqueo. Sette notti a partire da 862 euro.

EDEN VIAGGI (www.eden.it)

Top: nel cuore della Maremma toscana, il Saturnia Tuscany Hotel presso le terme di Saturnia è stato ricavato da un’antica costruzione in travertino, oggi circondata da un grande parco secolare. Aperto tutto l’anno, fanno parte della prestigiosa catena The Leading Hotels fo the World. Sei notti a 729 euro.

I VIAGGI DELLE PLEIADI (www.viaggidellepleiadi.it)

Top: a solo un’ora e mezza da Sofia si trova la zona termale di Velingrad, rinomata per le proprie acque curative e meta turistica di alto livello. Situata nella pittoresca Valle di Chepino, tra boschi di querce e pini, oltre che per le sue terme è famosa per l’ottimo clima: estati fresche e inverni miti. Il Grand Hotel locale, un cinque stelle dal centro benessere avanguardistico, con sauna finlandese, biosauna, aromaterapia, bagno turco, sala fitness, sala relax, e molto altro ancora, per una settimana costa 770 euro.

VACANZE SMERALDE (www.vacanzesmeralde.it)

Top: in Sardegna, in bella posizione direttamente sul mare con vista sull'isola di Tavolara, ai margini del celebre Golf Club Puntaldia, si trova un complesso alberghiero di grande interesse. Beauty center con sauna, bagno turco, docce aromatizzate, zona relax con vasca idromassaggio e trattamenti estetici.

RUTA40 (www.ruta40.it)

Top: a Gramado, nel Rio Grande del Sur, il Kurhotel è stato premiato come il migliore hotel & spa del Brasile. Sono disponibili speciali suite per due, le Kur Royal, nelle quali si fanno trattamenti di idromassaggio e cromoterapia abbinati a degustazioni.

VENTAGLIO (www.ventaglio.com)

Top: le terme di Salice erano già apprezzate dagli antichi romani, che qui svilupparono i alcuni impianti sui primi contrafforti delle colline dell’Oltrepò Pavese. Oggi sono convenzionate con l’hotel Salus e Clementi e godono della classificazione di primo livello super assegnata direttamente dal ministero della salute. Sei notti a partire da 826 euro. Prezzi su richiesta e tipologia di trattamento.

14


Travel Quotidiano 27/11/2009  

NUMERO LO SPECIALE ANNO XXI - N. 80 27 NOVEMBRE 2009 Il futuro delle agenzie Mario Bevacqua presidente di Uftaa 1 A PAGINA 5 In Bocca al lup...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you