Issuu on Google+

a cura di: ALBERTO CASPANI

SPECIALE

Brasile

all’interno Un’offerta da arricchire a pagina 12

Ecologia e folclore a pagina 13

Specializzarsi per crescere a pagina 14

Alcuni t.o. di riferimento a pagina 15

10

Brasile-Italia non è solo un classico del calcio. Con quasi 266 mila turisti tricolore nel 2008 (su un totale di oltre 5 milioni 50 mila arrivi, per un giro d’affari di 5,7 miliardi di dollari), il nostro Paese è diventato il terzo mercato di riferimento assoluto per il gigante sudamericano, rivelandosi il suo banco di prova privilegiato nel lancio di nuove strategie promozionali in Europa. Un risultato che oltre a collocarsi nella generale scia positiva dell’annata, ha infatti consentito all’Italia di superare i tedeschi e di acquisire un status cruciale nella programmazione turistica del futuro.

“ Con 266 mila arrivi nel 2008, l’Italia rappresenta il terzo mercato di riferimento assoluto per i flussi verso il Brasile

Liane Galina

«La costa resta l’area prediletta - conferma Liane Galina, direttrice dell’ufficio brasiliano del turismo in Italia (Embratur) - in particolare nelle località di San Paolo (42%), Rio de Janeiro (31,4%) e nello stato del Cearà, per la prima volta più visitato della storica regione di Bahia. Segno che i messaggi delle politiche promozionali su cui puntiamo - non da ultima la recente campagna “Brasil, Sensacional!” da 88 milioni di dollari - riescono a fare breccia nei gusti italiani, nonostante la stagionalità appaia marcatamente vincolata all’estate brasiliana (dicembre e gennaio), così come al mese di agosto. Indubbiamente il traffico etnico aiuta molto a veicolare i nostri messaggi, tant’è che quasi il 52% dei viaggiatori italiani non fa alcun ricorso alle agenzie di viaggio nella propria programmazione (il 30% alloggia in casa di amici, contro un 49% che non rinuncia alle tradizionali pousadas), ma proprio per questo non riesce a sfruttare appieno le potenzialità dell’entroterra brasiliano». Questo spiega perché Embratur, da alcune stagioni a questa parte, abbia scelto di puntare decisamente sui segmenti dell’ecoturismo sostenibile (la riserva di sviluppo sostenibile di Mamirauà nell’Amazonas, il Jalaao in Tocantins, o ancora Bonito nel Mato Grosso do Sul) e dell’avventura (grande successo riscuote il whale-watching a Santa Catarina), con un occhio di riguardo a lusso (con Trascorso nello stato di Bahia e Fernando de Noronha nel Pernambuco) e viaggi nozze, a completamento di una diversificazione dei target già ben sostenuta dai risultati del settore Mice (il Brasile è fra i sette Paesi che ospitano il maggior numero di eventi internazionali al mondo).


SPECIALE BRASILE 4-6 novembre 2009

PARTITA LA NUOVA CAMPAGNA CHE SI PROPONE DI DESTAGIONALIZZARE I FLUSSI TURISTICI

“Brasil Now” al decollo 5.050.000 Totale arrivi internazionali in Brasile nel 2008

5,7 mld Usd

Giro d’affari 2008

266.000 Arrivi italiani

in Brasile nel 2008

88 mln Usd Valore campagna promozionale

3° Mercato italiano a livello mondiale

Molto interessante, fra le ultime proposte, un circuito ideato appositamente per il pubblico italiano: una visita dei vigneti e dei centri di produzione enologica locale sulle orme dei nostri emigranti, attraverso le regioni della Serra Gaucha, nello stato del Rio Grande do Sul, ma anche di Sao Francisco nel Pernambuco e Lagoa Grande (dove fra l’altro si celebra ogni anno una folcloristica Festa dell’uva). Né va dimenticato che il Brasile è in lizza con le cascate di Iguaçu e la foresta amazzonica per il riconoscimento delle sette nuove meraviglie naturali del mondo, il cui titolo potrebbe veicolare a breve nuovi e importanti finanziamenti proprio su queste regioni. «Da pochi giorni abbiamo invece dato avvio alla nuova campagna “Brasil Now” - aggiunge Liane Galina - attraverso la quale vorremmo cercare di mantenere alta la frequenza dei viaggi verso il nostro Paese lungo tutto il corso dell’anno. Questo programma consente infatti agli operatori e agli agenti di viaggio di usufruire di condizioni speciali su voli, hotel e collaborazioni con imprese turistiche convenzionate. Fra di esse, vanno citate le compagnie Tam (il cui traffico è cresciuto del 30% dall’inizio della campagna) e Tap, ma anche l’Associazione brasiliana dei villaggi turistici (Abr), il Forum degli operatori alberghieri del Brasile (Fohb) e l’Associazione turismo ricettivo in Brasile (Bito). Stiamo poi implementando il livello dei servizi infrastrutturali sulle principali località della costa, grazie anche al riconoscimento di Rio come prossima sede delle Olimpiadi del 2016 (che dovrebbero contribuire a una crescita suppletiva del 15% sugli arrivi internazionali) e del

nostro Paese come sede dei Mondiali di calcio 2014». Al di là del risanamento ambientale delle aree in oggetto e dei corsi di diffusione della lingua inglese fra gli operatori turistici, spicca il piano di potenziamento dei trasporti, soprattutto nel settore aereo. Proprio lo scalo di Rio è ora soggetto a ristrutturazione, con l’obiettivo di implementare il suo traffico di circa 15 milioni di passeggeri l’anno. «Possiamo comunque contare su un’immagine turistica molto forte - conclude Liane Galina - visto che il Brasile viene apprezzato soprattutto per i suoi aspetti legati alla musicalità, alle danze e all’ospitalità (60%), così come per le feste popolari (47%) e per l’artigianato unito alla gastronomia (30%). Considerate le grandi difficoltà economiche che molti paesi stanno vivendo oggi anche sul fronte turistico, già questo resta un risultato di notevole pregio».

“consente Il programma a t.o. e adv di usufruire di condizioni speciali su voli e hotel Liane Galina

11


SPECIALE BRASILE 4-6 novembre 2009

TOUR OPERATOR ED ENTE DEL TURISMO IMPEGNATI NEL DIFFERENZIARE L’OFFERTA

Un Paese oltre le spiagge Un Paese dalle enormi potenzialità, ma ancora sottostimato. Il giudizio degli operatori italiani sul Brasile è quasi unanime, nonostante il loro approccio alla destinazione appaia di stagione in stagione sempre più diversificato. «Il 2009 è stato indubbiamente un anno di crisi - spiega Sergio Bosio, titolare di Sweet Emotion/Labirinto Viaggi - ma il traffico sul Brasile ha retto bene, restando addirittura in linea con i risultati del 2008 e lasciando prevedere una chiusura a dicembre attorno ai 7 mila passeggeri complessivi. Questo significa che il Paese continua ad esercitare un appeal molto forte sugli italiani (i mesi di novembre e dicembre 2009 mostrano un sensibile trend Olinda di crescita, con una media di 80/100 partenze settimanali), a fronte di un’immagine che ancora non riesce a fare pienamente breccia nelle famiglie e nella clientela più orientata al viaggio culturale classico (i tour rappresentano solo il 5% del venduto, pur garantendo quasi il 15% del fatturato sulla destinazione). Eppure il tasso di soddisfazione di questi ultimi, nel momento in cui decidano di trascorrere una vacanza in loco, è sempre altissimo: occorrerebbe un maggior sforzo di coordinamento fra operatori ed ente del turismo, affinché ci si sleghi dall’immagine stereotipata di un Paese dove si va principalmente per far festa in spiaggia». Se l’impegno di t.o. ed ente del turismo verte proprio in questa direzione, solo un’esigua fetta di clientela sembra essere sensibile alle nuove proposte. In più, si segnala il declino della formula “Prenota prima”, la presenza di strutture non ancora perfettamente calibrate sulle esigenze famigliari italiane (cucina, assistenza e intrattenimenti italiani), nonché le difficoltà nell’offrire posti aerei gratuiti ai più Una veduta del Parco nazionale piccoli o la sostanziale Chapada dos Guimaraes indipendenza del traffico etnico (circa il 20% della clientela Sweet Emotion richiede solo assistenza sui trasporti, potendo poi far conto sulle tante proprietà italiane private oggi rilevate in loco). Chi parte per il Brasile sceglie poi di farlo quasi sempre a ridosso del volo e, soprattutto in periodo estivo, cercando di spuntare prezzi molto più bassi del valore effettivo dei pacchetti (oggi attorno agli 800

12

Pitture rupestri nella Vale das pinturas perdidas

euro per una settimana). La stagione invernale e delle festività natalizie resta invece appannaggio di un pubblico più selezionato, disposto anche a spendere 100 o 200 euro in più, ma spesso frenato dall’eccessiva popolarità o nomea di alcune città della costa: motivo per cui Sweet Emotion ha puntato in questi anni a lanciare piccole oasi a ridosso dei principali centri, quali ad esempio Maceiò (in esclusiva dallo scorso agosto, poi subito programmato anche da altri concorrenti) o Jericoacoara, dove si respira un’atmosfera più rilassata e le strutture di accoglienza non si sono ancora uniformate a standard di massa. «Seguendo la filosofia del nostro gruppo aggiunge Wilma Colombano, responsabile prodotto per Brasil World (Quality Group) - tentiamo costantemente di lanciare tour e soggiorni in aree alternative del Paese, ma il Nord-est continua a essere l’area più popolare grazie anche alla sua comodità logistica (in media richiede appena otto ore e mezza di viaggio e garantisce tempo “estivo” lungo tutto l’anno). Ciononostante, siamo stati fra i primi a far scoprire i tesori coloniali del Miñas Gerais o le meraviglie naturalistiche del Marañao, mentre nel catalogo di quest’anno abbiamo lanciato il whale-watching nello stato di Santa Catarina, dove le balene sono tornate a riprodursi contro ogni previsione. L’anno prossimo vorremmo invece concentrarci sulla trascurata dimensione archeologica del Brasile, proponendo un importantissimo sito di pitture rupestri nel Cearà».

Tentiamo di lanciare tour e soggiorni in aree alternative del Paese

Brasil World Florianopolis


SPECIALE BRASILE 4-6 novembre 2009

ANCHE LE LOCALITÀ PIU’ NOTE POSSONO PROPORRE ASPETTI “ALTERNATIVI”

Vogliamo essere più presenti sul territorio e apriremo una sede a Fortaleza

Tabapitanga

Il Pelourinho a Salvador de Bahia

Anche se non in grado di intercettare grandi numeri, i tour sono la chiave migliore per conquistare anche le famiglie e per realizzare più profitto, visto che mediamente non scendono al di sotto dei 15 giorni di permanenza». Uno dei grandi vantaggi dei tour consiste poi nella loro organizzazione lungo tutto l’anno, a differenza dei soggiorni mare nel sud del Paese, permettendo di sbizzarrirsi nella varietà degli ambienti e delle storie regionali, a favore di un prodotto “ad hoc” e dunque mai omologato. Altro punto debole della programmazione Brasile, è quello di contraddistinguersi spesso sui banchi delle agenzie per un pullulare di offerte mare tutte uguali, di fronte alle quali il cliente perde interesse nel cogliere le differenze fra i vari operatori attivi sulla destinazione. «Da alcuni anni a questi parte - evidenzia invece Marco Marte, direttore generale di Tabapitanga - la formula ideale per orientare i gusti della clientela verso soggiorni di più alto contenuto qualitativo si sta rivelando l’ecoturismo. Al di fuori dei grandi centri del Nord-est abbiamo infatti iniziato a individuare alcune strutture molto intime, in stile pousadas, dove anche le famiglie trovano una giusta dimensione di vacanza “personalizzata”, scoprendo fra l’altro “ganci” per possibili minitour. Questo piano di maggior radicamento sul territorio, finalizzato a valorizzare il lato più autentico del Brasile, è alla base dell’apertura di una nostra sede fissa a Fortaleza a partire dal prossimo gennaio: grazie ad essa, contiamo a breve di riequilibrare le nostre voci di fatturato, che oggi per il 60% sono coperte dai voli, per il 30% dalla vendita di pacchetti soggiorno e solo per il 10% dalla vendita dei tour». A spingere verso un rafforzamento della vacanza “itinerante” è fra l’altro la constatazione per cui i tour generano molto più facilmente repeater, dal momento che il Paese viene meglio compreso nelle sue differenze e invoglia a conoscerne le tante sfaccettature. «Basta cominciare dalle località più note –

Una panoramica di Porto de Galinhas

concorda Alessandro Sicurani, amministratore di Space Tour - e, in poco tempo, anche l’immagine dei luoghi più conosciuti inizia ad apparire sotto nuova luce. E’ il caso di Fortaleza e dintorni, dove siamo riusciti a imporre località come Cumbuco e Jericoacoara grazie alla loro predisposizione per il surf o il kite, o ancora Praia da Pipa, una delle spiagge più affascinanti del Nordest, a pochi chilometri dall’affollata Natal. Questi soggiorni “alternativi” non richiedono necessariamente un periodo di vacanza più lungo, su cui molti clienti odierni potrebbero avere difficoltà, visto che è possibile confezionare pacchetti di una settimana, sempre attorno alla cifra media di 800 o 900 euro». CONTINUA A PAGINA 14

Anche le località più note possono presentare aspetti diversi e “alternativi”

Space Tour

13


SPECIALE BRASILE 4-6 novembre 2009

PER ATTIRARE I CLIENTI ITALIANI I TOUR OPERATOR STUDIANO SOLUZIONI PERSONALIZZATE SEGUE DA PAGINA 13

L’esclusiva su un villaggio può aiutare ad avvicinare il pubblico italiano

Brazil Time

Pantanal

Fernando De Noronha

«Anche l’esclusiva su un villaggio può aiutare a creare un’immagine più conforme ai gusti italiani - incalza Gianni Masu, direttore commerciale di Cabo Verde Time/Brazil Time - ed è per questo che abbiamo deciso di investire molto sulla nostra struttura di Canoa Quebrada, dove siamo in grado di garantire un all inclusive personalizzato, a differenza di molti concorrenti che vendono solo voli o strutture rispetto ai quali non vantano alcun rapporto privilegiato. Potendo far conto su accordi speciali, siamo anche in grado di ottimizzare le politiche commerciali, come prova la nostra ultima campagna “Enjoy your time”: agevolazioni di prezzo legate proporzionalmente all’occupazione dei posti aerei». Proporre un Brasile diverso dal solito non comporta necessariamente un rifiuto o un allentamento dall’offerta mare, quanto piuttosto la ricerca di località più vicine al gusto europeo. Non lunghe spiagge a ridosso di enormi complessi alberghieri, ma oasi amene dove la natura domina e la presenza dell’uomo si fa discreta. «Se si vuole puntare sul mare commenta Paola Travaini, responsabile Brasile per I Viaggi di Atlantide bisogna tener conto che il target di oggi risulta sempre più esigente, in cerca di esclusività e personalizzazione di servizi. Nel

Paese verdeoro tutto questo risponde al nome di Fernando de Noronha, dal mare incontaminato, ma le lagune blu del Lençois o la flora rigogliosa del Pantanal rispondono esattamente alla stessa esigenza. L’attuale offerta sta però accentuando le differenze fra un turismo di alta fascia, votato al lusso e quello invece di livello più basso, votato al fai-da-te dopo l’acquisto del volo. Lavorando con più decisione sui trend emergenti, però, diventerebbe molto più facile intercettare anche una fascia media, al momento restia o disinteressata ai viaggi in Brasile». Programmare meno, ma programmare meglio. Sembra dunque questo l’imperativo per il futuro: concentrarsi su singole regioni, per coglierne sfumature e particolarità, anziché allinearsi ad offerte generaliste rispetto alle quali i vantaggi economici del momento finiscono per trasformarsi in armi a doppio taglio, disilludendo il turista sull’effettivo livello qualitativo della destinazione. Insomma, largo alla fantasia.

Anche nel settore balneare la clientela è oggi più esigente

I Viaggi di Atlantide

ALCUNI DETTAGLI SULLA PROGRAMMAZIONE DEI T.O. INTERVISTATI BRAZIL TIME www.braziltime.it

OPERATORE

PUNTI DI FORZA voli diretti Milano/Fortaleza; esclusiva sul Long Beach village; specialista su Canoa Quebrada

PRODOTTO DI PUNTA Long Beach Village

NOVITA’

PREZZO MEDIO

nuove pousadas nel nord-est

mille 180 euro per una settimana

PUNTI DI FORZA

PRODOTTO DI PUNTA

NOVITA’

PREZZO MEDIO

viaggi di gruppo tutto l’anno; costante ri-check su strutture a catalogo; conoscenza diretta del Paese dell’intero staff

tour coloniale nel Minas Gerais

whale-watching in Santa Catarina

fra i mille 900 e i 4 mila euro per due settimane

OPERATORE

PUNTI DI FORZA

PRODOTTO DI PUNTA

NOVITA’

PREZZO MEDIO

I VIAGGI DI ATLANTIDE www.iviaggidiatlantide.it

proposte su regioni inesplorate; assistenza in loco 24 ore su 24; ottimo rapporto qualità/prezzo

OPERATORE

PUNTI DI FORZA

BRASIL WORLD www.brasilworld.it

SPACETOUR www.spacetour.it

OPERATORE

promozione nicchie del Nord-est; rapporto qualità/prezzo; convenzioni con ristoranti tipici

località del Nord-est

PRODOTTO DI PUNTA offerta su Fortaleza

Fernando de Noronha

NOVITA’ resort su ogni località raggiunti dai propri voli

fra gli 800 e i mille euro

PREZZO MEDIO mille euro

TARGET medio-alta

TARGET medio-alto, alto

TARGET medio, medio-alto

TARGET medio, medio-alta

PUNTI DI FORZA

PRODOTTO DI PUNTA

NOVITA’

PREZZO MEDIO

TARGET

ricerca e lancio di località “alternative”; cura della gastronomia; propensione per taglio culturalenaturalistico

tour del deserto bianco a Lençois (riconosciuto fra i migliori 40 da Travel Condé Nast)

lancio Maceiò in collaborazione con Air Italy

fra gli 800 e i 3 mila 400 (una/due settimane)

medio, medio-alto, alto

OPERATORE

PUNTI DI FORZA

PRODOTTO DI PUNTA

NOVITA’

PREZZO MEDIO

TARGET

TABAPITANGA www.tabapitangaviaggi.it

attenzione per l’ecoturismo; scelta strutture più intime; facilitazioni per famiglie

villaggi minori attorno a Maceiò e Natal

tour da Fortaleza a Sao Luis

SWEET EMOTION/ LABIRINTO VIAGGI www.sweetemotion.it

14

attorno ai mille 35 euro

medio, medio-alto

I protagonisti in breve

OPERATORE


SPECIALE BRASILE 4-6 novembre 2009

Voli frequenti anche per l’inverno. Aumentano le destinazioni servite

L i v i n g s t o n fa cinque. Già leader sulla destinazione, con un bacino di circa 40 mila passeggeri trasportati fra Italia e Brasile, la compagnia affronterà la prossima stagione invernale con voli diretti per Fortaleza, Maceiò, Natal, più i nuovi Porto Seguro e Salvador De Bahia (a partire da dicembre, commercializzati attraverso la collaborazione con Igiesse sul prodotto “Fun”). La campagna di lancio sarà supportata da un rinnovo della propria corporate image, sia sul fronte del logo sia della livrea degli aeromobili, cui si abbinerà naturalmente il cambio delle uniformi di bordo e vedrà la discesa in campo dell’azionista di maggioranza della compagnia, Massimo Ferrero. «Nei mesi addietro abbiamo mantenuto la nostra capacità costante – ha commentato Giancarlo Celani, amministratore delegato di Livingston - ma a breve sarà potenziata l’offerta di voli no-stop da Milano e da Roma. Da novembre stanzieremo infatti nella capitale un aeromobile, destinato a offrire voli di alta qualità anche al mercato del Centro-sud Italia. Si pensi solo al nostro trattamento “Jaracanda Class”, unico nel panorama charter a garantire accesso all’esclusiva

business lounge della compagnia e a un trattamento personalizzato lungo tutto il viaggio». Anche A i r I t a l y conferma il buon andamento del Nord-est brasiliano, mantenendo nella stagione invernale voli Boeing per Porto Seguro, Salvador, Maceiò, Natal e Fortaleza da Milano, così come per Maceiò e Fortaleza da Roma. E’ soprattutto grazie ad essi che la compagnia è riuscita a chiudere l’ultimo bilancio con un utile ante imposte di oltre 1,3 milioni di euro e un bacino dipendenti di ben 400 unità. Facilitazioni commerciali verranno poi dal restyling del sito www.airitaly.it, su cui sono ora disponibili le sezioni “Calendar Shopping” (permette di scegliere la tariffa migliore per ogni tratta nell'arco di 60 giorni) e “Area aziende” (ottimizza le spese di viaggio aziendali, accumulando credito da trasformare in biglietti su tutto il network Air Italy; comprende anche la sezione carnet, lo strumento più efficace per combinare il massimo della convenienza al maggior livello di flessibilità disponibile sul mercato bloccando il costo delle tariffe per un anno). Che il mercato brasiliano sia in fermento è infine provato dai risultati

positivi messi a segno anche dalla compagnia di linea T a m, che vanta un market share dell’87% fra le compagnie verde-oro operative a livello internazionale. «Attualmente il nostro principale obiettivo consiste in una maggior integrazione col sistema Star Alliance – ha dichiarato Paulo Branco Castello, vice presidente commerciale Tam –, dal momento che abbiamo recentemente siglato un accordo con Austrian Airlines, che farà da tramite alla compagnia proprio all’interno dell’alleanza. Dal 1° ottobre gli affiliati del programma Tam Fidelidade hanno poi modo di guadagnare e riscattare i punti sui voli gestiti dalla società austriaca, mentre i passeggeri Austrian che utilizzano il Miles & More possono già usufruire di questo vantaggio da circa un anno». Tam garantisce oggi il più alto livello di sicurezza sui voli Boeing, grazie alla certificazione che l’Anac (Brasilian National Civil Aviation Agency) ha concesso lo scorso ottobre al centro tecnologico Tam Airlines, in vista della manutenzione dei veicoli 767. Si tratta infatti della prima autorizzazione che Tam Airlines riceve per l'intera struttura dei Boeing (ad eccezione dei motori).

Focus sull’offerta di alcuni tour operator Operatore

Qualche “plus” di rilievo

ADENIUM (www.adeniumtravel.it)

Top: specializzato in turismo culturale con accompagnamento qualificato, l’operatore propone dal 26 dicembre al 10 gennaio 2010 un tour di 16 giorni fra Rio e Bahia, passando per località ancora poco note come Ouro Preto, Mariana o Parati, via via salendo sino a Sao Luis. Partenza con voli di linea da Milano via Lisbona, voli interni, pernottamenti in hotel a 3 e 4 stelle o di charme con mezza pensione, accompagnatrice dall’Italia, assicurazione e documentazione, quote da 4 mila 650 euro.

JUST BRASIL (www.justbrasil.it)

Top: “Musica e cultura” fra Rio e Salvador: tre notti al Rio Othon Palace più quattro notti al Bahia Othon Palace, voli dai principali aeroporti italiani e transfer costano mille 299 euro. L’offerta è valida fino a fine novembre e non è che una delle numerose proposte speciali contenute nel sito dell’operatore. Possibilità anche di solo volo diretto verso San Paolo o Rio.

AXEBRASIL (www.gruppoaxe.com)

Top: la combinazione Fortaleza & Canoa Quebrada prevede un tour di 14 giorni, con spazi per libero shopping, relax ed escursioni nei pressi della costa atlantica. Il modo migliore per apprezzare i tanti volti del Brasile, appoggiandosi su una delle sue città di mare più vivaci, così come sull’antico villaggio di pescatori celebre per la contaminazione delle sue mille culture. Prezzi a partire da mille 570 euro per persona in doppia.

FRANCOROSSO (www.francorosso.it)

Top: l'estensione del palmeto, la quantità di corsi d'acqua artificiali, oltre all'enorme area piscina e alla raffinatezza del suo centro spa, fanno del seaclub Vila Galè Mares un’impareggiabile soluzione per coloro che ricercano quiete e relax. Il resort si affaccia lungo 450 metri di piaggia a Guarajuba, tranquilla località 70 chilometri a nord di Salvador de Bahia e a 12 chilometri da Praia do Forte. Una settimana a partire da mille 830 euro.

HOTELPLAN (www.hotelplan.it)

Top: per una clientela in cerca di puro divertimento, nove giorni “all inclusive” nel Superclubs Breezes, quattro stelle di Costa do Sauipe, 70 chilometri a nord di Salvador. Partenza prevista per l’11 dicembre, alla quota di 890 euro (volo Tap da Milano incluso). Samba, folclore e l’atmosfera afro coloniale di uno dei luoghi simbolo del Brasile.

IGIESSE (www.igiesse.com)

Top: “Le Fazendas e il mare” è un tour di 14 giorni dal sapore retrò: si parte da Paraty, perla architettonica del Brasile, per visitare poi le antiche abitazioni dei proprietari delle piantagioni di caffè. Quindi Rio de Janeiro, conosciuta come la “Cidade Maravilhosa”, con le sue due icone note in tutto il mondo: il Corcovado e il Pan di Zucchero. Gran finale con Olinda, cittadina tipicamente coloniale e Porto de Galinhas, vero paradiso tropicale. A partire da 3 mila 75 euro.

I VIAGGI DI MAURIZIO LEVI (www.deserti-viaggilevi.it)

Top: in 4x4 attraverso gli ambienti dei tre parchi nazionali più famosi del Nord-est del Brasile: il parco nazionale di Jericoacoara nello stato del Ceará, il parco nazionale del delta del rio Parnaíba nello stato del Piauì e il parco nazionale dei Lençóis Maranhenses nello stato del Maranhão. Dalla moderna città di Fortaleza alla spiaggia di Jericoacoara, circondata da un sistema di dune mobili che avanzano continuamente all’incessante soffiare dei venti. Pacchetto “Dune e lagune” al costo di 2 mila 540 euro per 13 giorni di viaggio.

KING HOLIDAYS (www.kingholidays.it)

Top: è l’appuntamento che vale una vita, ma spesso irraggiungibile e troppo costoso. Con largo anticipo l’operatore permette però di prenotarsi per il carnevale di Rio, trascorrendo una settimana in hotel 3 stelle ad appena mille 290 euro. Divertimento, cultura, e l’intramontabile fascino di una città che non dorme mai.

KUONI (www.kuoni.it)

Top: sei giorni per scoprire il Pantanal, la più estesa pianura alluvionale del globo. Seguendo piste sterrate, si alloggia nel rifugio ecologico Caiman, da cui è poi possibile organizzare safari fotografici, escursioni in jeep e in canoa o cavalcate. Trasferimento quindi nella regione di Bodoquena, dove si trovano le cascate più alte dello Stato e la grotta del lago azzurro, dove lanciarsi anche nello snorkeling lungo il rio Scurì. Prezzo su richiesta.

TOUR2000 (www.tour2000.it)

Top: il progetto Wazù rì wà è un originale programma che presso il villaggio Etenhiritipá offre per la prima volta l’opportunità al turista di entrare in contatto con gli indios Xavantes e alla comunità indigena di preservare le tradizioni e il territorio per le generazioni future. La decisione di creare un programma per visitare la comunità è il risultato di una lunga serie di studi in collaborazione con la “Facultade de turismo e hoteleria do Senac”. L’iniziativa è coordinata da Ideti con il supporto di Ambiental Expeditions. Otto giorni a mille 940 euro.

TRAVELANDIA (www.travelandia.it)

Top: aperto nel 2005, il Serhs Gran Hotel è un grande e nuovo complesso a forma trapezoidale a Natal, che digrada verso il giardino, la piscina e il mare. E’ elegante e adatto anche a una clientela esigente. Si trova in una posizione tranquilla, sulla spiaggia compresa fra la Via Costeira e la spiaggia di Ponta Negra. Nove giorni a partire da mille 430 euro.

15



Speciale Brasile