Issuu on Google+

ANNO XXV - N. 57 9 OTTOBRE 2013

PREZZO PER COPIA EURO 0,10

GIORNALE DI INTERESSE PROFESSIONALE PER IL TURISMO - POSTE ITALIANE SPA - SPED.

Chateaux & Hotels Collection investe sull’Italia dove apre una sede a Milano e punta ai 70 alberghi affiliati. A PAGINA 6

Chateaux & Hotels in Italia

IN

ABB. POST. D.L. 353/2003 (CONV.

Grandi numeri per Abav

IN

L. 27.02.2004, N° 46), ART. 1,

Abav, la fiera delle Americhe, si è recentemente chiusa a San Paolo registrando numeri importanti. A PAGINA 7

Prima uscita pubblica di Luca Patané come presidente di Confturismo

«Ora abbassiamo le tasse» «Abbiamo cambiato pelle. Bisogna riordinare il sistema impositivo» La ripartenza Ryanair condannata in Francia di Travelandia MILANO – Travelandia riparte con slancio. Dopo il cambiamento del management, il nuovo product manager, Roberta Pattaro, delinea le prossime mosse del to che ha in Brasile, Portogallo e Turchia i suoi storici punti di forza. «Stiamo ampliando la programmazione, aggiungendo il Sud-est asiatico, gli Emirati e il Sud America». Intanto, al via anche un sito internet completamente rinnovato. A PAGINA 3

Iberia rinnova il brand

TRAVEL E TOB TI ASPETTANO AL

TTG

PADIGLIONE STAND

A5,

021

ROMA - La prima uscita di Luca Patané come presidente di Confturismo è stata caratterizzata da un lungo discorso sulla tassazione. «Alla politica diciamo che ci sarebbe bisogno di riscrivere la tassazione, il settore in questi 5 anni ha sofferto enormi tassazioni e balzelli sulle imprese e sui passeggeri» ha detto Luca Patané che poi ha aggiunto: «In questo periodo di crisi, gli attori sono cambiati, e si è raggiunta una maturità diversa del settore, potremmo dire che il comparto ha cambiato pelle». A PAGINA 2

MILANO - Il tribunale di Aix en Provence ha condannato Ryanair a pagare 8 milioni di euro di danni per non aver rispettato le norme vigenti in materia di diritto del lavoro presso l'aeroporto di Marsiglia-Marignane. La compagnia guidata da Michael O’Leary ricorrerà contro la decisione del tribunale.

COMMA

1, CNS/AC-ROMA

Rimpianti Si poteva approfittare della crisi di governo per nominare un nuovo ministro del turismo. Uno insomma che ne capisca qualcosa. Invece niente. Bray è al suo posto, più inconsapevole che mai.

Settemari lancia Amo il Mondo TORINO – Amo l’Oriente, brand del gruppo Settemari, diventa Amo il Mondo. «L’operazione di restyling – spiega il direttore di prodotto, Roberto Servetti - era necessaria in quanto le agenzie ormai apprezzano anche i nostri prodotti relativi a Stati Uniti, oceano Pacifico, Australia, oceano Indiano, Africa e nozze». Il brand ha incrementato il fatturato 2013 del 15% e si prepara a nuove iniziative con gli adv. Il presidente del gruppo, Mario Roci, ha poi ricordato gli highlight dell’inverno di Settemari, da Zanzibar all’auspicata ripresa del mar Rosso. A PAGINA 3 Willie Walsh

MADRID – Iberia presenterà il prossimo 15 ottobre la sua nuova immagine, in linea con il piano di ristrutturazione in corso all’interno del gruppo Iag. A metà novembre il primo A330 con la nuova livrea. A PAGINA 4

1


Quotidiano

9 ottobre 2013

www.travelquotidiano.com

In primo piano «In questo periodo di crisi il settore ha raggiunto una maturità diversa. Il comparto ha cambiato pelle»

Un’altra cosa Focus per il rilancio

di PAOLA CAMERA

ROMA - A qualche mese dalla sua elezione come presidente di Confturismo, Luca Patané si presenta ufficialmente, lanciando un piano d’azione per il suo mandato che per ora ha poco di rivoluzionario ma manifesta chiaramente la volontà di riprendere le fila dell’associazione con maggiore vigore. Partendo dalla conferma di un bilancio estivo non positivo, con una stagione che ha sofferto andamenti non brillanti, il neo presidente ha innanzitutto tracciato un quadro della situazione, in cui la recessione del settore è da attribuirsi principalmente alla crisi ed all’elevata tassazione e ci sono comunque dei lievi segnali che fanno pensare ad una ripresa. «Forse ad agosto abbiamo avuto un piccolo recupero, ma il bilancio resterà comunque negativo – ha detto Patané -. Sono 5 anni che il turismo soffre e speriamo di vedere la luce presto. In questo periodo di crisi, gli attori sono cambiati, e si è

Riprendere il progetto della creazione di regionali che stiano sul territorio

Expo 2015, una delle più grandi occasioni, un’opportunità unica per uscire in maniera strutturale dalla crisi

Richieste alla politica

1 - L’esigenza di un maggior dialogo tra il turismo e i trasporti 2 - Nuove regole che creino maggiori opportunità per tutti

«Il governo deve riscrivere la tassazione sul turismo» “speriamo Sono 5 anni che soffriamo, di rivedere presto la luce in fondo al tunnel ” Luca Patanè raggiunta una maturità diversa del settore, potremmo dire che il comparto ha cambiato pelle. C’è quindi bisogno di rilanciare pesantemente con il turismo». Come? Innanzitutto riprendendo il progetto, mai concluso della creazione di regionali che stiano sul territorio, per una maggiore penetrazione che permetta alla federazione di essere più duttile e flessibile. «Un’altra priorità è sicuramente l’Expo 2015, una delle più grandi occasioni

per la nostra generazione, un’opportunità unica per uscire in maniera strutturale dalla crisi del turismo – ha continuato il presidente Confturismo -. Il mondo della politica dovrebbe dedicarsi un po' di più a questa attività, non più procrastinabile. Alla politica diciamo anche che ci sarebbe bisogno di riscrivere la tassazione, il settore in questi 5 anni ha sofferto enormi tassazioni e balzelli sulle imprese e sui passeggeri. Si è così ridotta la capacità di fruire delle vendite e non siamo

più competitivi quando facciamo investimenti». Anche da questa associazione quindi, si lancia un appello al governo, come spesso accade negli ultimi tempi, affinché il turismo sia preso in considerazione, non solo in campagna elettorale. Tra le richieste di Confturismo spiccano «L’esigenza di un maggior dialogo tra turismo e trasporti e di nuove regole che creino maggiori opportunità, per noi e per chi viene in Italia» ha concluso Patané. Dulcis in fundo, il presidente ha poi ricordato l’impegno nel sostegno alla formazione, affinché ci sia una maggior continuità tra laureati ed aziende, con iniziative tipo quella del master organizzato a Milano insieme alla Bicocca.

Risparmio e scelte ponderate sono diventati gli obiettivi fondamentali del travel management

Bt: la priorità è il controllo dei costi di ROBERTO SMANIO

MILANO - La parola d’ordine per il travel management è più che mai saving, risparmio. Ma ottenuto senza rinunciare a niente, anzi aggiungendo servizi, tecnologia, efficienza. Le tendenze chiave per la gestione dei viaggi d’affari sono state al centro del workshop Business Travel e futuro, organizzato a Milano da Bcd Travel, in collaborazione con Airplus, Amadeus, Starhotels e l’alleanza JV. Dai diversi interventi è emerso il quadro delle competenze che oggi deve possedere chi opera in questo settore, duramente segnato da una crisi che ha spinto le Tmc a modificarsi profondamente, finendo per affiancare il travel manager anche nell’analisi dei costi e nel miglioramento

della performance. Come spiega spiega Davide Rosi, amministratore delegato di Bcd Travel, «oggi il travel manager si pone due domande fondamentali: quali sono le spese da controllare e quali le priorità per raggiungere obiettivi di efficienza. Nei viaggi d’affari, il 45% dei costi è rappresentato dalla spesa travel, ovvero soprattutto voli, hotel, autonoleggi, mentre il 35% dai “servizi nominali razionalizzati”, come carburante, telepass, vitto». Le priorità sono quindi prima di tutto il controllo e la razionalizzazione di questi costi, focalizzando l’attenzione su quelli rilevanti e sviluppando una business intelligence adeguata per tutta la filiera. Il passo successivo è verificare se le trasferte sono «efficaci». Altro elemento

Quotidiano

Direttore responsabile GIUSEPPE ALOE Direttore editoriale DANIELA BATTAGLIONI

www.travelquotidiano.com

TRAVEL AGENT BOOK S.r.l.

2

Autorizzazione del Tribunale di Milano 793 del 30.11.1991 Spedizione in abb. postale (Pubblicità 45%)

“transazioni Il 20% delle generano l’80% di spesa

Davide Rosi DIREZIONE E REDAZIONE Via Merlo 1 - 20122 MILANO tel. 02/76316846 (r.a.) fax 02/76013193 AMMINISTRAZIONE ABBONAMENTI, REDAZIONE ROMANA Via La Spezia, 35 - 00182 ROMA tel. 06/70476418 fax 06/77200983

importante è il processo di lavoro aziendale interno per il controllo della nota spese e la sua registrazione contabile, che deve essere più automatizzata possibile. E in tutto ciò è bene tenere conto di un aspetto: «Nelle analisi che facciamo sui clienti di Bcd Travel – osserva Rosi - rileviamo che quasi sempre il 20% delle transazioni generano l’80% di spesa. Quindi bisogna concentrarsi su questa parte per razionalizzare la spesa, analizzando ogni dato di costo riguardante le singole trasferte e le tipologie». Il lavoro del Tm e delle Tmc è ormai legato a filo doppio alla tecnologia, a partire dalle suite gestionali. «A questo proposito Bcd Travel ha verificato due soluzioni alternative. La prima è quella del tool verticale di autoTARIFFE ABBONAMENTI ANNUALI: ITALIA 50,00 - ESTERO 90,00 EURO VERSAM. SU C/C POSTALE N. 85638005 - ROMA CAUSALE DEL VERSAMENTO: «ABBONAMENTO A TRAVEL QUOTIDIANO»

Stampa Comunicare Srl Piazza Dalmazia, 6 - 0511 Terni

mazione, estremamente specializzato per la gestione della procedura nota spese trasferte. Noi abbiamo come partner preferenziale Sarce perché il suo tool Tnsj risponde pienamente a tutte le esigenze aziendali. L’alternativa è adottare un tool di automazione orizzontale, cioè non specializzato e adatto ad aziende che non hanno già un livello di automazione avanzata, E in questo caso noi puntiamo sul software AuraPortal, molto evoluto e flessibile». Oltre alle web application come Tnsj, il futuro di questo settore guarda sempre più al mondo delle applicazioni mobile, come fa Amadeus, e a quello delle soluzioni di pagamento innovative e automatizzate, come quelle proposte da Airplus.

Domande fondamentali - Spese da controllare - Priorità per raggiungere obiettivi di efficienza

Spese

45% rappresentato dalla spesa travel, ovvero soprattutto voli, hotel, autonoleggi 35% rappresentato dai “servizi nominali razionalizzati”, come carburante, telepass, vitto

Priorità

- Controllo razionalizzazione di questi costi, focalizzando l’attenzione su quelli rilevanti - sviluppo di una business intelligence adeguata per tutta la filiera

Concessionaria di Pubblicità Network & Comunication srl via La Spezia 35 - 00182 ROMA Tel. +39 06.70476418 Fax +39 06.77200983 Area manager centro sud Italia: Olga Vaglio info@travelquotidiano.com Uffici Milano tel. +39 02.76316846 - fax +39 02.76013193

www.travelquotidiano.com E-MAIL: info @travelquotidiano.com redazionemilano@travelquotidiano.com redazioneroma@travelquotidiano.com Seguici anche su


Quotidiano www.travelquotidiano.com

9 ottobre 2013

Operatori Restyling del brand a lungo raggio che amplia le proposte e presenta la programmazione invernale

Settemari lancia Amo il Mondo testi di ISABELLA CATTONI

TORINO - «La naturale evoluzione del marchio»: così il presidente del gruppo Settemari, Mario Roci, ha definito l’operazione di rebranding che ha coinvolto Amo l’Oriente, trasformandolo in Amo il Mondo. «Si tratta - ha spiegato il direttore di prodotto di Amo il Mondo, Roberto Servetti - di sottolineare l’ampiezza della nostra programmazione a lungo raggio, che con taglio sartoriale tratta, oltre al tradizionale Oriente, anche gli Stati Uniti, l’oceano Pacifico, l’Australia, l’oceano Indiano e l’Africa, con una specifica attenzione al segmento nozze, al quale dedichiamo un catalogo specifico». Cinque quindi i titoli dei cataloghi, rinnovati nella grafica e nei contenuti per lasciare più spazio alle immagini e alle emozioni. Uno di questi - il Nozze - è già stato diffuso in occasione di No Frills e oceano Indiano e Africa saranno pronti per Ttg Incontri. Seguiranno poi Oriente, oceano Pacifico- Australia e Stati Uniti, disponibili nei giorni della Bit.

Mid haul, la new entry è Zanzibar TORINO - Settemari rilancia presentando l’offerta invernale relativa a mar Rosso, Tunisia, Canarie, Kenya e Zanzibar. «In particolare a Zanzibar - conferma Mario Roci - abbiamo lanciato il Settemari Club Essence Mapenzi Beach, struttura 4 stelle di proprietà di Planhotel proposta in all inclusive, che sorge nell’area di Kiwengwa. Si comincerà il 19 dicembre e rappresenterà la novità dell’inverno». Roci si dice quindi ottimista sull’evoluzione della situazione sul mar Rosso: «Sono recentemente stato in Egitto e devo testimoniare che la situazione è assolutamente tranquilla. Spero pertanto che i flussi turistici possano riprendere al più presto».

Amo il Mondo, che incide per il 15% circa sul fatturato di gruppo, procede quindi spedito verso il 2014, forte di un fatturato in crescita del 15% sul 2012 e di una prospettiva di un ulteriore incremento del 10-15% nel 2014. «Le agenzie riconoscono sempre più la

“dellaSi tratta naturale evoluzione di un marchio ormai ben noto in agenzia di viaggio

Roberto Servetti

il Mondo incide per il 15%; rimane ancora un ampio margine di manovra per aumentare l’incidenza di un’offerta lungo raggio che ben si presta a integrare la proposta a medio raggio di Settemari anche grazie alla diversa stagionalità». Al responsabile marketing di Settemari, Roberto Davì, il compito di rilanciare il rapporto con le agenzie di viaggio, «alle quali dedichiamo un programma di forma-

zione completo, che ha nei “Lab selection” una delle attività più qualificanti. Siamo giunti al terzo appuntamento con le agenzie che negli anni hanno più attivamente sostenuto il nostro programma di crescita. Ogni incontro, riservato a un massimo di 25 punti vendita, ha lo scopo di intensificare le modalità di collaborazione aiutando gli adv a migliorare i diversi aspetti del rapporto con i clienti».

Travelandia scommette sull’inverno

Vacanze studio e short break in pole position di MARIA CARNIGLIA

GENOVA - Bilancio positivo per Misha Travel, che si appresta a chiudere la stagione con un incremento del 12%; in pole position le mete di punta dell’operatore. Molte soddisfazioni anche dal settore Vacanze studio, sulle quali Misha mette in evidenza l’ottimo andamento di Sud Africa e California. «In generale sono diminuiti gli individuali che puntavano su volo e tre notti - commenta il titolare, Domenico Scidone (nella foto) - ma i gruppi sono cresciuti del 30%». Da tempo l’operatore propone alle adv la possibilità di prenotare anche solo per due persone il tour, con tariffe di gruppo. «Contemporaneamente stiamo portando avanti anche una programmazione “light” per indirizzare il cliente sui voli low cost». Per quanto riguarda le destinazioni, la Russia continua a crescere anche se diminuisce l’interesse a visitare nello stesso tour sia Mosca sia San Pietro-

nostra estrema cura del dettaglio, grazie a un team dedicato che conosce approfonditamente i prodotti che vende e che riesce così ad adattarsi ai gusti specifici del mercato. Siamo ormai leader in Italia sulla Thailandia, con 3 mila 200 clienti trasportati e molto ben posizionati sui viaggi di nozze, che coprono il 50% del nostro fatturato. L’obiettivo è quindi quello di spingere anche sulle altre aree del mondo, che trattiamo con uguale passione e con professionalità, in modo tale da aumentare il “peso” del marchio all’interno del gruppo Settemari. Attualmente Amo

burgo. La clientela sceglie di trascorrere 5 giorni e visitare una città alla volta. «Molte richieste per il Baltico e l’Uzbekistan, un trend che prosegue ormai da qualche anno». In attesa della programmazione 2014, Misha Travel lancerà a breve le proposte legate ai Mercatini di Natale, dall’Italia all’Est Europa. Non solo, il to preparerà anche brevi tour in occasioni di week-end lunghi da trascorrere nelle varie città del Centro Europa. Per soddisfare le esigenze di chi intende imparare la lingua, Misha Travel inserirà alcune novità all’interno del catalogo con il marchio Living Language. «Questo settore non risente della crisi. Molte le richieste sia per vacanze studio che da parte di aziende che puntano sulla full immersion dei dipendenti, specie in Inghilterra, Malta e Irlanda. Nei programmi 2014 inseriremo oltre allo studio della lingua anche lo sport».

MILANO - (i.c.) Travelandia, anno zero. Dopo il cambio del management, avvenuto a cavallo dell’estate, l’operatore guidato da Matteo Pomini e Giuseppe Veronelli rilancia il marchio grazie al supporto di un nuovo product manager, Roberta Pattaro. «L’obiettivo principale spiega la Pattaro - è quello di potenziare l’offerta sulle destinazioni che rappresentano il nostro core-business: Brasile, Portogallo e Turchia, introducendo anche nuove mete». Da settembre è infatti definitivamente decollata anche la programmazione relativa al Sud-est asiatico, agli Emirati Arabi con Abu Dhabi e Dubai e al Sud America con Venezuela, Ecuador e Bolivia. «Al debutto anche un sito internet completamente rinnovato,

Kel 12, ecco i prodotti On the road e Sfumature di VALENTINA PORTA

Parla la pm

Misha Travel chiude a +12%

Due nuove linee di offerta

www.travelandia.it, che consente agli agenti di viaggio di visualizzare i cataloghi e di prenotare online. In occasione di No Frills è stato poi distribuito un “mini folder” con una selezione dell’offerta del to. L’obiettivo è quello di mantenere e rinforzare l’immagine di operatore tailor made, che si rivolge a un target medio-alto di utenza, senza tuttavia dimenticare la fascia un po’ più bassa». Per questo Travelandia rivolge nuova attenzione anche a chi ha un budget più contenuto, proponendo partenze garantite per minimo due partecipanti a conferma immediata. «Nel 2013 prevediamo di totalizzare almeno 5 mila passeggeri; per veicolare tutte le nostre novità e incrementare ulteriormente i numeri già nel 2014, da settembre la forza vendite del to, composta da sei promotori capitanati da un direttore commerciale, si sta muovendo in Lombardia, Veneto, Trentino, Toscana, Umbria, Lazio e

5 mila

Passeggeri preventivati nel 2013

Sei Promotori

attivi sul territorio

Campania per incontrare gli agenti sul territorio». In particolare, si mira a rinsaldare e intensificare la partnership con alcune agenzie ritenute di riferimento sul mercato. «Agli agenti proponiamo anche un ciclo di serate a tema e incontri di formazione sul prodotto nella nostra sede. Inoltre, stiamo studiando iniziative in collaborazione con i diversi enti del turismo, sempre nell’ottica della promozione e della comunicazione del nostro nuovo corso». Dopo No Frills, Travelandia sarà presente anche a Ttg Incontri.

“la programmazione Abbiamo ampliato e rilanciato su un sito internet rinnovato ” Roberta Pattaro

MILANO - Kel 12, fedele alla propria filosofia di “Esiste un modo diverso di viaggiare”, lancia due nuove tipologie di viaggio: Sfumature e On the road. «I nostri viaggi hanno alla base la voglia di scoprire, l’attenzione al dettaglio e alle esigenze dei viaggiatori. I due nuovi prodotti che proponiamo per il 2014 sono in linea con questo nostro credo - afferma Gianluca Rubino, amministratore delegato -. Sfumature sono viaggi che nascono dall’idea di ritrovarsi in un luogo speciale in modo esclusivo. Vi è un evento principale che li caratterizza e li rende unici, irripetibili. On the road è una linea dedicata a chi vuole viaggiare con maggior autonomia, a chi vuole decidere sul posto, di volta in volta, cosa fare». Tra la prima tipologia di viaggi, “Vie d’acque nella Birmania di Upagot”, 14 giorni, «un pezzo unico, proposto solo una volta all’anno - sottolinea Mario Romualdi, tour leader del viaggio -. Verranno visitati villaggi raggiungibili solo via fiume e si farà una tappa notturna su un’isola tutta per noi, con cena intorno al fuoco e rappresentazione di danze tipiche» (partenza 21 marzo, quota base 4 mila 800 euro)». O ancora, “Guatemala Charme e Copàn (Honduras)”, con cena esclusiva a Tikal e possibilità di vedere l’alba dal tempio IV (14 giorni dal 22 aprile, quota base 3 mila 900 euro). «Siamo molto soddisfatti del nostro andamento - puntualizza Rubino -. Il nuovo sito, lanciato in maggio, sta collezionando riscontri positivi: è funzionale e intuitivo, nonché molto accattivante. Permette di scegliere la tipologia di viaggio, l’area geografica, le date e il budget. Il tutto supportato da una mappa del mondo georeferenziata, che è possibile cliccare, per scoprire gli itinerari e vedere le immagini». La stagione estiva è andata bene. La destinazione trainante è stata l’Africa australe. Il fatturato è in linea con l’anno scorso (quasi 5 milioni di euro per la sola stagione estiva)».

3


Quotidiano

9 ottobre 2013

www.travelquotidiano.com

Trasporti Procede il piano di rilancio, a novembre il primo A330 con la livrea rinnovata

Network

Iberia volta pagina: pronto il nuovo brand

Concorso su Fb per le rotte sul Vietnam

MADRID – (ma.c.) Il 15 ottobre Iberia presenterà il suo nuovo logo e il nuovo marchio negli uffici di Madrid, inaugurati di recente, dove saranno concentrati i vari dipartimenti attualmente distribuiti in varie zone della capitale spagnola. La nuova immagine della compagnia aerea diventerà effettiva dalla metà novembre, quando verrà consegnato il primo Airbus A330 con il nuovo logo. L’operazione rientra nel processo di rilancio di Iberia, che prevede nuovi aeromobili, cabine totalmente ridisegnate per offrire ai passeggeri di lungo raggio servizi al top del mercato e un nuovo sito internet, oltre a numerosi miglioramenti dei servizi ai passeggeri che verranno introdotti al Terminal 4 dell’aeroporto di Madrid Barajas, hub di Iberia. Iberia sta portando avanti un significativo piano di ristrutturazione ed è proprio degli scorsi giorni la dichiarazione di Willie Walsh a di-

4

fesa della decisione di inglobare Iberia in Iag, dopo che lo scorso esercizio (2012) British Airways aveva registrato profitti per 347 milioni di sterline a fronte di una perdita di Iberia di 351 milioni di euro (296 milioni di sterline), e malgrado sinergie per 288 milioni di sterline. «Le sinergie derivate

dalla collaborazione con Iberia sono notevoli e rappresentano per noi un beneficio sul lungo periodo. La ristrutturazione di Iberia prosegue poi in modo più agevole all’interno del gruppo Iag». Ma Walsh non nasconde che la tempistica dell’integrazione non sia stata delle più fortunate: «Non avevamo previsto una si-

Il vettore da settembre vola anche nel Belpaese

Eurolot sceglie Aviareps come gsa in Italia

mile “caduta” economica nei Paesi dell’Eurozona in concomitanza alla nostra decisione di creare Iag». Iberia, insieme alla sussidiaria Iberia Express e al franchise Iberia Regional/Air Nostrum opera circa 600 voli al giorno grazie ad una flotta oggi composta da 132 aeromobili.

“Le prodotte sinergie sono notevoli ” Willie Walsh

MILANO - Eurolot ha scelto Aviareps quale proprio general sales agent in Italia. Il gsa, che già rappresenta la compagnia aerea regionale polacca nei Paesi Bassi, sarà responsabile di tutte le attività di vendita, marketing ed emissione biglietteria sul nostro mercato. Eurolot è una compagnia aerea dinamica ed in continuo sviluppo, che da 15 anni collega la Polonia con il resto dell’Europa. La società è stata fondata nel 1996 e da allora ha effettuato voli per conto di Lot Polish Airlines. Il 1 luglio 2011, la compagnia aerea ha lanciato individualmente dei collegamenti aerei tra i principali aeroporti regionali in Polonia, così come dei voli internazionali diretti. Attualmente Eurolot opera in Croazia, Svizzera, Germania, Olanda e da settembre 2013 in Italia e Francia. Nel luglio 2012 la compagnia polacca ha innalzato gli standard di viaggio equipaggiando i propri aerei con iPad a disposizione di tutti i passeggeri. Il servizio a bordo offerto è completo ed include pasti e trasporto bagagli a titolo gratuito. «Accogliamo con entusiasmo questa nuova missione al fianco di un partner che è riuscito a trovare soluzioni innovative in un momento in cui si pone particolare attenzione ai costi - ha dichiarato Giulio Santoro, general manager di Aviareps in Italia -. Affidiamo a Maria Rosa Cappelli l’incarico di sales manager per l’Italia».

ABU DHABI - Etihad Airways ha inaugurato il volo giornaliero da Abu Dhabi per Ho Chi Minh City, in Vietnam, operati con un Airbus A330-200 da 22 posti in Pearl Business Class e 240 in Coral Economy Class. Il codeshare partner, Vietnam Airlines, inserirà il codice VN sull’Abu Dhabi-Ho Chi Minh City, ampliando l’attuale accordo di codeshare. Etihad lancia inoltre un concorso Facebook, “Vietnam Eats”, per festeggiare i nuovi voli giornalieri su Ho Chi Minh City e la sua partnership con lo chef Luke Nguyen: durante il mese di ottobre, i fan potranno caricare foto e video dei loro piatti vietnamiti preferiti con l’opportunità di vincere due biglietti in Coral Economy Class per Ho Chi Minh City da qualunque città del network di Etihad.


Quotidiano

9 ottobre 2013

www.travelquotidiano.com

Alberghi La Collection di Alain Ducasse rilancia sul Belpaese dove punta alle 70 strutture entro il 2015. Aperta una sede a Milano

40

testi di EDVIGE MARTORELLI

MILANO - Fedele alla sua missione di “scoprire, guidare e far scoprire” hotel e ristoranti unici nella loro personalità, il marchio Châteaux & Hôtels Collection presieduto da Alain Ducasse mira a diventare sempre di più punto di riferimento dell’ospitalità di fascino e della ristorazione gourmet. 682 le strutture già rappresentate dal brand, di cui 40 in Italia, e una strategia di sviluppo che prevede il raggiungimento dei mille indirizzi entro il 2016: «Il nostro obiettivo è di permettere ai viaggiatori del mondo di trovare, nella stessa collezione, ogni destinazione che gli consenta di visitare tutta l’Europa - ha dichiarato il direttore generale, Xavier Alberti -. Il marchio è già presente a Parigi, Londra, Roma, Budapest, Riga ma anche in grandi città come Lisbona o Rotterdam. Oggi vogliamo svilupparci in Germania, Austria, Spagna, sia nelle grande città come Berlino, Vienna e Barcellona, sia nei luoghi turistici come l’Andalusia». Ogni struttura della collec-

6

Strutture affiliate in Italia

800 mln € Giro d’affari totale strutture

+30%

Crescita segmento Mice 2013

Chateaux & Hotels: ecco i piani di sviluppo in Italia tion possiede caratteristiche che la rendono unica, che garantisce al viaggiatore di vivere un’esperienza sempre diversa. Il marchio assicura agli affiliati, attraverso un adeguato supporto nel marketing e nelle vendite, la propria indipendenza e consente loro di diversificare la propria clientela con l’inserimento in di-

verse pubblicazioni distribuite su larga scala, sul sito chateauxhotels.com, nella guida dedicata in inglese e francese e, per i ristoranti, nel volume “Carnet Gourmand”. Sempre Alberti spiega quali sono i rapporti con le singole strutture e quali i requisiti necessari i per l’affiliazione: «I nostri affiliati sono il cuore del nostro

“molto Nel 2013 abbiamo investito sul segmento Mice ” Xavier Alberti

Supporto agli hotel marchio e cerchiamo di creare con loro un legame forte. Per essere affiliato a Châteaux & Hôtels Collection non consideriamo solo criteri “tecnici”; ovviamente cerchiamo delle case di alto livello ma anche case con proprietari che hanno una storia da raccontare e da condividere con i loro ospiti. Il nostro slogan è “le charme, le vrai”, il fascino quello vero: per noi lo charme si manifesta con la personalità, la sincerità di ogni casa, l’ospitalità e la generosità dei proprietari, la qualità dei servizi e dei prodotti offerti». Nel 2012 il brand aveva registrato un aumento del 4,7% rispetto all’anno precedente e, per l’anno in corso, annuncia una nuova crescita del giro d’affari generato dai suoi affiliati: «Per far fronte alle difficoltà del turismo europeo cerchiamo di fornire una revenue complementare per i nostri affiliati sviluppando, per esempio, il Mice che per-

MILANO - Già presente con 40 affiliati, Châteaux & Hôtels Collection guarda all’Italia con grande interesse e si propone di raggiungere le 70 strutture affiliate entro il 2015. Dalla Valle d’Aosta alla Calabria, il marchio è presente nel Belpaese da 5 anni con hotel di altissimo livello e con 4 indirizzi di Tables Remarquables. Per supportare gli affiliati italiani è stato inaugurato di recente un ufficio a Milano affidato a Valentina Vassallo, per la parte di contatto con gli affiliati e lo sviluppo, e al direttore commerciale Giuseppe De Benedetto. Il brand è presente in Francia, con 519 hotel e 106 ristoranti e, e in altri 14 paesi tra cui Maldive, Mauritius e Olanda, inserite nella collection nel 2013. Le strutture generano un giro d’affari di 800 milioni di euro, di cui 130 milioni generati dai soli ristoranti. mette di utilizzare tutte le risorse di un albergo – ha concluso Alberti –. E’ per questo che abbiamo molto investito su questo mercato nel 2013 e pensiamo di avere una crescita di più del 40% su questo segmento».


Quotidiano www.travelquotidiano.com

9 ottobre 2013

Mondo La fiera delle Americhe fa tappa a San Paolo e incrementa il numero di espositori e visitatori La kermesse in cifre

testi e foto di MASSIMO TERRACINA

SAN PAOLO - La 41ª edizione di Abav, la fiera delle Americhe, dopo essersi svolta per un decennio a Rio de Janeiro si è trasferita per il triennio 2013/2015 a San Paolo. Un evento ambizioso, che ha la caratteristica di essere organizzato dall’associazione delle adv brasiliane, ma soprattutto di coinvolgere in maniera costruttiva tutte le organizzazioni di categoria. «Il settore è trainante e in crescita nel nostro Paese ha esordito Antonio Azevedo, presidente di Abav - e questo evento è importante per tutto il “Cono Sud”. L’edizione 2013 è stata la migliore della storia, visti i numeri e la caratura degli ospiti. Il range dei prodotti è stato amplissimo e ottima la collaborazione con Itb (Knowledge village, 200 eventi in tabellone fra conferenze, formazioni e congressi), oltre al successo di pubblico». Va poi sottolineato come in Brasile il

Totale pubblico: 52 mila 165 Buyer:

Totale dei marchi esposti: 2 mila 613

750

“crescita Il settore turistico è in forte nel nostro Paese ” Antonio Azevedo

Abav riconferma il ruolo centrale delle adv brasiliane

Marco Ferraz

peso delle agenzie di viaggio sia molto importante. Su 14 mila agenzie censite, 3 mila 400 aderiscono all’Abav e coprono l’80% del giro d’affari. In più, la collaborazione con tutte le altre entità, dal turismo d’affari a quello d’avventura, al lgbt, è totale, specie con Braztoa, l’associazione professionale di 100 to presieduta da Marco Ferraz. «Sono molte le attività che svolgiamo assieme spiega Ferraz - e il lavoro di gruppo dà notevoli risultati. Per quel che concerne il vostro Paese, abbiamo appena dato vita a

un gruppo di cinque to (New Age, Agaxtour, Softtravel, Flot e Monark) per il “club di prodotto Italia”, grazie alla collaborazione con Salvatore Costanzo, direttore Enit in Sud America. L’Italia attira circa 900 mila turisti all’anno, con un incremento del 30% nell’ultimo triennio». Tornando al tema delle agenzie, la formazione rappresenta un settore molto considerato in Brasile. Infatti, quali intermediari professionali vengono promossi anche dal ministero del turismo. «Abbiamo coprodotto un

video per la campagna di sensibilizzazione e apprezzamento verso la categoria, tradotto in musica – spiega ancora Antonio Azevedo - con Claudinho e Buchecha, famosi musicisti brasiliani. Intendiamo promuovere correttamente il concetto che “il tourismo non esiste senza agenzie”. E’ la dimostrazione che le sinergie fra tecnologia, social network e professionismo possono produrre un risultato apprezzabile ed espandere la coscienza di una categoria importante». I numeri del turismo brasiliano sono in crescita e le compagnie aeree ne sono testimoni: American Airlines ad esempio ha aumentato i collegamenti con il Brasile. Il peso del

mercato brasiliano sugli Stati Uniti è stato pari a un milione 900 mila turisti nel 2012 (dei quali 880 mila hanno viaggiato con American Airlines), con l’aspettativa di superare i due milioni nel 2013. Anche Tap, specialmente per l’Europa, offre buoni collegamenti. «Tap sta dando buoni risultati - commenta Araci Coimbra, country manager Italia - anche per il traffico “beyond”, che dall’Italia significa molto Brasile. Deteniamo il 30% del mercato e di questo il 45% circa opta per il Sudest brasliano e il 55% per il Nordest».

7



travel-quotidiano-09102013