Page 1

Israele

a cura della redazione

SPECIALE

1-6 marzo 2013

170.000

Turisti italiani in Israele nel 2012

+12%

Crescita italiani 2012 vs 2011

200.000 Visitatori italiani

attesi entro il 2014

50%

Visitatori italiani per turismo culturale

Archiviato un ottimo 2012, con 170 mila turisti italiani e una crescita del 12% rispetto al dato 2011, Israele affronta il 2013 sotto i migliori auspici. Giustificata la soddisfazione di Tzvi Lotan, consigliere per gli affari turistici dell’ambasciata d’Israele in Italia, che conferma per quest’anno una previsione positiva. «Dovremmo crescere di un ulteriore 1015% - spiega -, grazie anche alle numerose iniziative che abbiamo in programma. L’obiettivo è quello di arrivare, già alla fine di quest’anno o al massimo entro il 2014, alla soglia dei 200 mila visitatori italiani». Malgrado la recente Bit abbia sancito una fase di crisi economica generalizzata, Israele testimonia una voce fuori dal coro: «La partecipazione alle principali fiere di settore continua a rappresentare per noi un fondamentale punto di incontro con il trade e con i consumatori: per questo, dopo Bit riconfermiamo la presenza anche a Bmt e Ttg Incontri». Israele ha inoltre in serbo una fitta serie di iniziative dedicate al trade, a cominciare dagli eventi specifici in collaborazione con i tour operator e dal programma di formazione. «Da 4-5 anni a questa parte il Paese mediorientale non viene più percepito unicamente come meta di pellegrinaggio, ma ha acquisito un’importante valenza anche sotto il profilo culturale - continua Lotan -. Attualmente, il 50% degli italiani vi giunge per motivi differenti da quelli connessi al pellegrinaggio. Questo elemento è stato attentamente considerato da alcuni tour operator, che propongono itinerari culturali alla scoperta del ricchissimo patrimonio storico e artistico del Paese». Numerosi i nuovi nomi che hanno cominciato a programmare la destinazione; fra gli altri, da ricordare ad esempio Eden Viaggi, King Holidays e Il Tucano.

Di pari passo, la conoscenza del pubblico italiano sta aumentando, grazie anche ai nuovi canali di comunicazione. Da questo fatto deriva una maggiore consapevolezza della reale situazione di complessiva sicurezza e tranquillità presente in Israele e una più spiccata apertura verso nuove forme di turismo, come quelle legate ai city break in città come Gerusalemme o Tel Aviv. In crescita anche proposte riservate al turismo giovane e al fly & drive, che date le ridotte distanze si presenta particolarmente interessante. «Un altro filone di estremo rilievo per l’ente del turismo riguarda i crocieristi: grazie alle crociere sul mar Rosso che abbinano scali in diversi paesi dell’area, abbiamo la possibilità di ospitare in Israele persone che probabilmente torneranno per una visita più approfondita del Paese». L’ottimismo di Lotan si basa anche su altri fattori: «Israele resta un Paese vicino all’Italia, dove la lingua non costituisce un reale problema di comunicazione e dove il clima è ideale praticamente in ogni periodo dell’anno. Anche l’offerta alberghiera sta crescendo, con soluzioni che spaziano dal bed & breakfast all’hotel di lusso. Inoltre, si stanno inaugurando numerosi boutique hotel, che consentono un contatto ravvicinato con la cultura locale in un ambiente raffinato e intimo». Sul fronte dei collegamenti aerei, la compagnia di bandiera El Al e la stessa Alitalia assicurano voli frequenti su Tel Aviv. Anche il segmento low cost è in fermento: «Siamo in attesa della ratifica dell’accordo che prevede “cieli aperti” fra Europa e Israele. Se la situazione dovesse sbloccarsi, compagnie del calibro di Ryanair o easyJet hanno già manifestato un interesse verso la destinazione, raggiungibile in circa tre ore e venti minuti di volo da Roma».

“ Gli italiani hanno acquisito maggiore consapevolezza sul Paese

Tzvi Lotan

13


Quotidiano

1-6 marzo 2013

www.travelquotidiano.com

Speciale Israele EL AL ISRAEL AIRLINES

EASY ISRAEL

80.000

Prodotto di punta

Passeggeri-tratta nel 2012 (Italia)

Sicuramente il fly & drive da 8 a 14 giorni d i d u r a t a e l e p r o p oste di long week end a Gerusalemme o Tel Aviv.

80%

Load factor medio rotte italiane

La compagnia Telefono booking: Roma 06-42020310 Milano 02-72000212 e-mail: groupdeskitalia@ elal.co.it

Prodotto di punta La rotta più richiesta è evidentemente Tel A v i v , m a a b b i a m o a nche altre mete, servite via l’aeroporto Ben Gurion: Johannesburg, Bangkok, Hong Kong, Beijing e Mumbai.

Qual è l’andamento delle prenotazioni? «Dopo un primo periodo di incertezza, tra gennaio e febbraio 2013, l’andamento delle prenotazioni quest’anno è in netto miglioramento e il trend è decisamente positivo – dichiara Yechiel Eyni, direttore generale per Italia, Centro Europa & Africa di El Al Israel Airlines -. Siamo in linea e per alcuni mesi anche al di sopra dello stesso periodo dell’anno scorso. Il trend positivo va da Pasqua passando per l’alta stagione estiva per raggiungere le successive festività ebraiche di settembre. Tutto ciò è un buon segnale da parte del mercato che riconferma e supporta le nostre scelte strategiche e commerciali portate avanti per l’Italia». La novità di prodotto? «L’introduzione dell’Economy Plus, che garantisce un maggiore spazio tra le file di poltrone (circa 92 cm), il 33% di inclinazione in più rispetto agli altri sedili dell’economy e mag-

giore comfort. Si trova attualmente sui nostri B767 in servizio da Roma e da Milano per Tel Aviv, oltre che sulle altre rotte internazionali di El Al: check-in dedicati, oltre che all’uso di un Ipad a disposizione di ogni passeggero che scelga un posto in Economy Plus. Poi il terzo volo da Roma, inserito nell’orario estivo (il mercoledì e la domenica, dal 10 luglio 2013), oltre all’aggiunta di un volo con partenza il sabato sera, sia da Roma che da Milano. Questo potenziamento è un significativo miglioramento per un mercato dalle crescenti esigenze che siamo pronti a soddisfare».

Il plus Puntualità, affidabilità e sicurezza; prodotto, servizio e cortesia, a bordo e a terra; accessibilità e disponibilità verso la distribuzione agenziale; vasta gamma di tariffe sia per gruppi che per individuali.

L’operatore Telefono booking: 011 5634241 e-mail info@easyisrael.it

Oltre mille

Passeggeri trasportati nel 2012

Oltre mille

Passeggeri preventivati nel 2013

Qual è l’andamento delle prenotazioni? «Dopo il blocco del booking avvertito da metà novembre a metà dicembre, il mercato si è ripreso bene, con un importante aumento di gruppi ad hoc – spiega Claudio Silva, responsabile prodotto di Easy Israel -. Prosegue anche la richiesta di viaggi individuali, che rappresentano circa l’80% del nostro fatturato complessivo. Easy Israel è un operatore che organizza viaggi culturali e la tendenza in quest’ambito è sicuramente positiva, con un buon trend specie per il periodo fine marzo-aprile, che culmina con le vacanze di

Il plus La conoscenza del Paese, in quanto la parte culturale di Israele spesso è poco nota in adv; il massimo supporto garantito agli agenti, che comprende anche l’organizzazione di fam trip.

Pasqua e i ponti di primavera. I nostri sono viaggiatori che prenotano con buon anticipo e la tendenza è confermata anche per il 2013 ». La novità di prodotto? «Abbiamo ampliato il prodotto per individuali. Presentiamo itinerari fly & drive più hotel studiati ad hoc per ogni tipo di cliente e da quest’anno, nel catalogo valido da marzo 2013 a febbraio 2014, proponiamo anche il combinato con la Giordania. Inoltre, abbiamo rafforzato l’offerta del tour garantito per un minimo di sei passeggeri: otto giorni in hotel a 4 e 5 stelle con guida parlante italiano. In media, totalizziamo circa 30 partenze all’anno».

DESTINAZIONE DA...MARATONETI La terza edizione della Maratona di Gerusalemme si svolge oggi, 1° marzo. Dopo il successo delle scorse edizioni, l’appuntamento offre ai partecipanti un percorso ricco di storia che attraversa i luoghi santi della città vecchia, il monte Scopus, la Knesset e per ultimo il Sacher Park. Un’esperienza unica ed emozionante: correre tra le radici della storia, scoprendo come la Gerusalemme antica si armonizzi con i moderni quartieri della città. Grazie alla collaborazione tra la municipalità di Gerusalemme, il ministero del turismo ed El Al - linee aeree israeliane - sono stati creati convenienti pacchetti turistici, tanto per atleti, professionisti e non, quanto per le loro famiglie. Speciale sconto del 10% sui voli El Al per i partecipanti alla manifestazione. Possibilità di correre la maratona, la mezza maratona e un percorso di 10 chilometri. Oltre mille 200 sono gli atleti già iscritti alla competizione. «Gerusalemme è sempre stata una grande attrazione per il turismo religioso e culturale. Il mio obiettivo,

14

con questa iniziativa, è quello di aggiungere lo sport come un motivo in più per scegliere di venire a Gerusalemme. La risposta che abbiamo ricevuto è stata eccezionale» ha dichiarato il sindaco di Gerusalemme, Nir Barkat. Subito dopo Gerusalemme, l’appuntamento per gli appassionati sportivi è con la Maratona di Tel Aviv, che si svolgerà il prossimo 15 marzo. Correranno in 35 mila ed oltre 100 mila saranno i sostenitori. Tel Aviv rappresenta una destinazione dall’ampia offerta turistica, con 300 giorni di sole all’anno, 450 bar e ristoranti sempre aperti, 14 chilometri di splendide spiagge. Quest’anno sarà possibile correre la maratona di 42 chilometri; la mezza maratona; un percorso di 4,2 chilometri (10% del percorso della maratona); un percorso di 10 chilometri; l’handcycle race di 21,5 chilometri e infine una corsa di 21,5 km sui pattini nella formula in line skating. Sono sempre previsti sconti del 10% sui voli El Al per quanti si iscriveranno alla maratona e sconti sull’iscrizione per gruppi precostituiti di 15 persone. A tutti i partecipanti, inoltre, è esteso l’invito al tradizionale pasta party la sera prima della corsa. Per informazioni e iscrizioni: www.tlvmarathon.co.il


Quotidiano www.travelquotidiano.com

1-6 marzo 2013

Speciale Israele PER SAPERNE DI PIU’... ndamento positivo per la destinazione in casa Auratours. «Il trend delle prenotazioni è abbastanza attivo, sia per la maratona di Gerusalemme che si tiene proprio il 1° marzo sia per le partenze di gruppo – dichiara Roberto Morgi, sales manager Auratours -. Ovviamente, ad oggi, la partenza più richiesta è quella intorno ai giorni delle festività di Pasqua. Stiamo verificando che sono aumentate le richieste per trascorrere un weekend a Gerusalemme e, grazie al nostro sistema di prenotazioni online e alle colleghe del booking, siamo in grado di fornire svariate proposte». Per quel che riguarda la programmazione 2013 «direi che è molto simile a quella dello scorso anno prosegue Morgi -, non abbiamo vo-

A

luto stravolgere nulla per dare continuità alla destinazione. Oltre al tour classico di otto giorni quindi proponiamo la formula fly & drive con auto a noleggio, soggiorni brevi a Gerusalemme o Tel Aviv e soggiorni sul mar Morto sia per rilassarsi sia per curare eventuali malattie della pelle». uovi spunti per una meta che si conferma tra quelle più classiche della programmazione firmata Mistral Tour. Negli ultimi mesi «l’andamento delle prenotazioni è risultato un po’ a rilento - afferma Antonio D’Errico, product manager Israele di Mistral Tour -, e sicuramente ha in parte risentito dei problemi verificatisi sulla striscia di Gaza lo scorso dicembre. Se non succede altro prevediamo comunque di chiudere una buona stagione, così come lo è stata nel 2012». Se il catalogo non offre «novità partico-

N

lari - sottolinea D’Errico - c’è da dire che curiamo in modo sempre più attento il miglioramento delle strutture alberghiere, per cui ora il livello di hotel che proponiamo è decisamente molto buono con ottimi quattro stelle ovunque; inoltre ogni anno cerchiamo di aggiungere qualche visita culturale meno nota: tra queste, ad esempio, quella per scoprire l’antico palazzo di Erode il Grande, costruito nell’area di Betlemme: questo riguarda sia il tour Classico di sette giorni, sia il Week End a Gerusalemme. Infine, registra sempre un grande successo l’itinerario che combina in otto giorni Israele e Giordania nel tour “Da Gerusalemme a Petra”.

a primavera risveglia l’interesse verso Israele: «Stiamo iniziando a riscontrare nuovo interesse sulla destinazione dopo l’inevitabile flessione del trimestre di fine anno - spiega Luca Buzzi, product manager Medio Oriente di Best Tours -. La richiesta non è solo per i periodi compresi fra marzo e aprile, storicamente alta stagione per la destinazione, bensì anche per i mesi estiviautunnali sia come traffico individuale che di gruppi. Ci sono quindi segnali positivi che fanno sperare per il buon andamento dell’anno». In termini di programmazione «viene riconfermato il tour classico di 8 giorni (Israele: mosaico di storia e cultura) e il tour abbinato alla Giordania (8 e 10 giorni). Per tutto il 2013 proponiamo l’iniziativa “Tel Aviv city break” che offre la possibilità di trascorrere un we di 4 giorni/3 notti a Tel Aviv a partire da 499 euro. E’ in fase di definizione una simile iniziativa anche per Gerusalemme; in entrambi casi sono previste riduzioni per entrate a musei, mostre, ristoranti e locali notturni».

L

15

speciale-israele-01-06032013  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you