Page 1

S C U O L A

D I

P A L L A V O L O

ANDERLINI NEWS

2018: S.DIP. SERRAMAZZONI FESTEGGIA I 20 ANNI

luglio_agosto 2018_BIMESTRALE

ANNO 20_N° 103

Inaugurazione della Pales


S C U O L A

D I

P A L L A V O L O

ANDERLINI

SOMMARIO

NEWS

SPORTINSIEME E ROUTE21 CHROMOSOME ON THE ROAD INSIEME SOTTO IL SEGNO DELLA HARLEY! dell’Ufficio Stampa S. di P.

ANDERLINI SPRING CUP E TROFEO BUSSINELLO: ASSEGNATI I TITOLI ALLE SEI VINCITRICI, L’ANDERLINI FA IL BIS

BUONA ESTATE A TUTTI! di Daniele Soragni

SUMMER 2018 CAMP

dell’Ufficio Stampa S. di P. 2018

LA SCUOLA DI PALLAVOLO INCONTRA L’ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO

Riccione Fanano Sestola Molveno Grosseto Igea Marina

dell’Ufficio Stampa S. di P.

dell’Ufficio Stampa S. di P.

5

6

12

14

19

SERRA 20: LA S.DI P. SERRAMAZZONI COMPIE 20 ANNI E INAUGURA LA GALLERIA FOTOGRAFICA SERRAMAZZONI dell’Ufficio Stampa S. di P.

23

25

29

37

I POLACCHI DELLA VOLLEYBALL ACADEMY A MODENA PER TRE GIORNI DI STAGE dell’Ufficio Stampa S. di P.

UN’EMOZIONANTE TRE GIORNI DI CONOSCENZA E CONFRONTO ALL’EDUCATIONAL BASE DELLA S. DI P. ANDERLINI

Certificato medico per attività sportiva: esonero Anche per associazioni e società sportive diletta

Un decreto interministeriale dello scorso 28 febbraio per attività sportiva prescolare per bambini di età comp che questo esonero faccia venir meno l’obbligo per i “pi Sportive e Società Sportive Dilettantistiche? Scopriamolo

È un dato di fatto che il 28 febbraio 2018 il Ministro Ministro per lo Sport, abbia firmato un decreto intermin CONI) avente ad oggetto la “attività sportiva in età presc (questo il titolo del suo articolo 1, l’unico). È altresì oggettivo CERTIFICATO MEDICO “Non sono sottoposti ad obbligo di certificazione medica, pe PER ATTIVITÀ SPORTIVA: in età prescolare, i bambini di età compresa tra 0 e 6 anni, ad ESONERO PER BAMBINI dal pediatra”. La notizia ha avuto notevole risonanza sulla st DA 0 Ama6 seANNI. ad ANSA), “sulla carta” sembra tutto facile e definit dubbio rimanePER ancora. ANCHE

ASSOCIAZIONI E Ecco perché. SOCIETÀ SPORTIVE DILETTANTISTICHE? 1. Il provvedimento “stona” rispetto

a tutta la ca prevenzione che si è fatta in questi anni, dalla defibrillatore (con tutti i limiti del caso), figlia ev tragedie che hanno colpito il mondo dello spo tremendamente fresca; l'articolo 117 della Costituzione 432. secondo 40 43 le mate sportivo sono di legislazione concorrente, e pertan legislativa, salvo che per la determinazione dei prin legislazione dello Stato”; RUBRICA 3. la previsione ministeriale in questione, in quanto a anche essere disapplicata da un Giudice in caso di con TECNICA: 4. se un bambino in età prescolare dovesse accusare un PALLEGGIO somministrata di MaioliZaccherini direttamente da un’Associazione o S come potrebbe l’Ente (ed il suo Presidente/rapp connesse responsabilità civili e penali dopo aver erog tale potenzialmente lesiva della salute del destinata verificato l’idoneità dell'iscritto a praticarla senza che una lesione del suo diritto (indisponibile) alla salut 5. come può un genitore sapere se il figlio/a WHAT IS è idoneo a senza una visita preventiva? CROSSFIT 4? 6. in caso di tragedia, il primo ad essere indagato per o di Filippo Guidotti di multe, ma di “galera” …) è il Presidente dell'Asso 1

dell’Ufficio Stampa S. di P.

IL PROGETTO EUROPEO FUNBALL FA TAPPA A MODENA dell’Ufficio Stampa S. di P.

3


S C U O L A

D I

P A L L A V O L O

ANDERLINI

EDITORIALE

NEWS

Buona estate a tutti!

di Daniele Soragni

Carissime lettrici e lettori, è arrivata l'estate! Ufficialmente inizia il 21 giugno, quindi non preoccupatevi degli ultimi rigurgiti del maltempo: è arrrivata! E auguriamoci sia fresca nella nostra sede estiva della Scuola di Pallavolo di Serramazzoni, sull'Appennino modenese, che quest'anno festeggia i vent'anni di attività. Li abbiamo celebrati con una cena alla quale hanno preso parte tutti i membri storici che le hanno dato vita con un emozionante incontro fra passato e futuro immortalato dall'inaugurazione di una galleria fotografica che ne ripercorre la storia.E ancora di estate parleremo con le nostre iniziative come il Volley Camp e il Centro Estivo e da non perdere le nostre tante rubriche di curiosità sportiva. Nel mandarvi i miei più cari saluti permettemene uno particolare a Julio Velasco che per la terza volta torna a Modena per allenare la pallavolo canarina della serie A. Auguri di buon lavoro e complimenti alla Presidente Catia Pedrini che continua con passione a portare avanti il suo progetto. E avendo parlato di canarini vorrei anche salutare il ritorno del Modena sui campi di calcio. Si ricomincia dalla serie D, ma è almeno un inizio dopo tanti mesi di preoccupante stallo. Allora ancora Buona Estate e, come sempre, buone schiacciate a tutti!

DIRETTORE RESPONSABILE: Daniele Soragni ASSISTENTE RESPONSABILE: Francesco Giovenzana REDAZIONE: Federica Stradi, Marcello Galli, Marco Neviani. DIRETTORE EDITORIALE: Rodolfo Giovenzana COLLABORATORI: Andrea Strozzi, Dott. Claudia Fiorini, Movida Studio, Maurizio Forte, Filippo Guidotti. FOTOGRAFIA: www.fotomodena.it PROGETTAZIONE CREATIVA E IMPAGINAZIONE: STS ITALIANA SEDE SOCIALE e REDAZIONE: Pala Anderlini - Via Mario Vellani Marchi, 106 - Modena - 41124 - Tel. 059/4821526

5


SERRA 20

SERRA 20: la S.di P. Serramazzoni compie 20 anni e inaugura la Galleria Fotografica Serramazzoni

É stata una serata ricca di emozioni quella passata venerdÏ 25 maggio a Serramazzoni per festeggiare Serra 20, il ventesimo compleanno della Scuola di Pallavolo.

ai deus ex machina del movimento Johnny Poppi, Paola Forni, Ilaria Boccaleoni, Simone Tassoni, Massimiliano Grosoli e Gianluca Bacchi.

La serata di gala ha preso il via con i saluti istituzionali e le testimonianze dei personaggi storici che hanno fatto la storia della Scuola di Pallavolo Serramazzoni, dagli storici fondatori Giovenzana e Nannini,

La S.di P. Serramazzoni nasce nel 1997/1998 grazie a Johnny Poppi, cui fa capo il Progetto Serramazzoni, patrocinato dagli Assessorati allo Sport e Turismo del Comune di Serramazzoni. Il Progetto prevedeva la

6

dell'Ufficio Stampa S.di P.

collaborazione tra la Scuola di Pallavolo Serramazzoni ed il Circolo Didattico di Serramazzoni, Lama Mocogno e Prignano. Lo sviluppo della Scuola di Pallavolo ha dato il via al movimento pallavolistico nella cittadina, oltre che ad alcune attivitĂ che oggi sono considerate il cuore della Scuola di Pallavolo: proprio presso la pineta di Serramazzoni hanno mosso i primi passi il Volley Camp e il Centro Estivo.


SERRA 20

7


8


SERRA 20

9


In occasione di Serra 20 è stata inaugurata la Galleria Fotografica Serramazzoni, una bellissima raccolta di immagini che ripercorrono la storia della Scuola di Pallavolo Serramazzoni dal 1997 a oggi, impresse su piastrella da Ceramiche Moma, partner della Scuola di Pallavolo, che per la seconda volta ci accompagna in questa avventura, ponendo una pietra miliare nella storia societaria. Le fotografie, osservate con meraviglia dagli astanti, immortalano i primi Volley Camp, le attività con Pallandia e minivolley, il celeberrimo “cerchio di gioia” dei bambini, fino ai tornei all’estero, ai titoli nazionali, arrivando alle novità dell’ultima stagione sportiva, il progetto Sportinsieme. Insomma, una serata piena di ricordi ed emozioni, coronata da un brindisi con tutti gli atleti presenti e passati della Scuola di Pallavolo Serramazzoni, e un augurio che questi siano solo i primi venti di una lunghissima serie.

10


SERRA 20

11


Anderlini Spring Cup e Trofeo Bussinello: assegnati i titoli alle sei vincitrici, l’Anderlini fa il bis

dell'Ufficio Stampa S.di P.

Divertimento, emozioni e fair play. Si chiudono i tre giorni di grande volley del Trofeo Bussinello e dell’Anderlini Spring Cup. I due tornei hanno visto scendere sul campo 70 formazioni provenienti dall’Italia e dall’Europa, da giovedì 29 a sabato 31 marzo, nei comuni di Modena, Sassuolo e Formigine. Andando con ordine, nella mattinata al Palanderlini sono andate in scena le finalissime Under 13 dell’Anderlini Spring Cup, che hanno visto schierarsi in campo le padrone di casa sia in ambito femminile che maschile. Per l’Under 13 Femminile una finale tiratissima ha visto avere la meglio Scuola Pallavolo Bergamo, con un ultimo set vinto 30-28. Per l’Under 13 Maschile, sono proprio i modenesi dell’Anderlini di Giuliano Lodi a giocare una grande finale, diventando così la seconda squadra maschile di casa a vincere il torneo, dopo l’edizione 2013. In contemporanea al PalaPaganelli di Sassuolo, si sono giocate le finali dell’Anderlini Spring Cup Under 14. Hanno aperto la mattinata i ragazzi di Trentino Volley e i polacchi del Norwid Czestochowa. Una bellissima finale, finita 3-1 con parziali di 25-12, 16-25, 25-20, 25-12, ha incoronato Trentino Volley come prima vincitrice della giornata. Sono poi subito scese in campo le padrone di casa guidate da Marcello Galli contro New Volley Adda, per la categoria Under 14 femminile. Le lombarde hanno guidato in tutta la partita e si sono imposte con un netto 2-0 con parziali di 13 e 2, portando così a casa la vittoria e il torneo. Il Trofeo Bussinello, giunto alla diciassettesima edizione, si conferma ancora una volta una volta una ma-

12

nifestazione di altissimo livello, con 22 squadre provenienti da 4 paesi europei. Per l’Under 16 Maschile sono i tedeschi di ARGE Volleyball Baden-Wurttemberg a conquistare il PalaPaganelli, contro i ragazzi di Volley Treviso. Una finale vinta 2-1, con parziali di 20, 22 e 12, nella quale si è espresso un volley di altissimo livello tecnico. Per l’Under 16 Femminile, invece, sono proprio le ragazze dell’Anderlini a salire sul gradino più alto del podio. Una finale per nulla scontata, contro le “cugine” dell’Imoco Volley San Donà, che non hanno concesso nulla alle modenesi, le quali con grinta hanno saputo portare a casa una grandissima finale. Al termine delle gare sono stati consegnati i premi speciali dedicati al progetto Ethics4Sports, il progetto europeo di cui la Scuola di Pallavolo Anderlini è partner dal 2016, con l’obiettivo di analizzare e diffondere l’etica sportiva. Il cartellino verde è stato assegnato al capitano di ASD

Farravolo in rappresentanza dei genitori, che hanno sostenuto con un tifo entusiasmante la propria squadra e le avversarie. Come da tradizione sono stati assegnati anche i premi ai migliori giocatori, sia per le categorie più giovani dell’Anderlini Spring Cup che agli atleti del Trofeo Bussinello. MVPs delle finali Under 13 sono stati Maddalena Foglieni di Scuola Pallavolo Bergamo e Irene Mescoli della Scuola di Pallavolo per la finale femminile, e Giacomo


ANDERLINI SPRING CUP E TROFEO BUSSINELLO

Brondolo dell’Anderlini e Nicola Conte di VT Veneto Gas&Power; mentre i riconoscimenti relativi alle finali Under 14 sono andati a a Martin Coser del Trentino Volley e Irene Colombo di New Volley Adda. Il Trofeo Bussinello, come da tradizione ha consegnato i sei premi ai migliori giocatori del torneo: miglior palleggiatrice Eze Cihdera Blessing di Imoco Volley San Donà, miglior palleggiatore Nicolò Fisicaro di Volley Treviso, miglior attaccante femminile Valentina Gottardi di Scuola di Pallavolo Anderlini, miglior attaccante maschile Leon Meier di Baden Wurt-

temberg, infine i migliori giocatori sono andati a Linus Engelman di Baden Wurttemberg e Ginevra Giovagnoni della Scuola di Pallavolo Anderlini. Nella cerimonia conclusiva i grandissimi ringraziamenti della Scuola di Pallavolo Anderlini a sponsor, istituzioni che da sempre la affiancano nell’organizzazione ed in in particolare ai Comuni di Modena, Sassuolo e Formigine e ai Comitati Provinciali Fipav di Modena e dell’Emilia Romagna rappresentati da Presidente Eugenio Gollini, mentre a fare gli onori di casa è stata premiata l’Assessore

allo Sport del Comune di Sassuolo, Giulia Pigoni. Grazie a Unimore e al Cus Modena che, dopo la Moma Winter Cup, hanno dato ancora una volta un prezioso supporto e un enorme grazie anche a Commersald, che da anni affianca e sostiene il Trofeo Bussinello.

13


Il Progetto Europeo Funball fa tappa a Modena Ha avuto luogo domenica 24 giugno al Palanderlini il terzo meeting internazionale di Funball, nel quale si sono ritrovati i partner provenienti dall’Europa e durante il quale si è discusso dei prossimi step per evolvere il progetto. l programma, avviato ufficialmente il 1 gennaio 2018 e attivo fino al 31 dicembre 2019, ha come obiettivo primario la costruzione di programmi didattici consolidati e salutari volti alla pratica del minivolley nella fascia 6-9 anni (Building solid and healthy FUNdamentals for volleyball in early age 6-9 groups – new training FUN for volleyBALL program). In generale, il progetto è volto a promuovere attività di volontariato nello sport, insieme all’inclusione sociale, alle pari opportunità e alla consapevolezza dell’importanza dell’attività fisica che migliora la salute attraverso maggiore partecipazione e parità di accesso allo sport per tutti. La partnership collaborativa dedicata agli eventi sportivi non-profit coinvolge sette realtà internazionali

14

da cinque diverse nazioni europee, Croazia, Italia, Francia, Slovenia e Slovacchia. Tutti i partner hanno un forte background di implementazione e divulgazione della pallavolo, risultati tecnici e accademici. Ecco le organizzazioni coinvolte: Zagrebački Odbojkaški Savez (Croazia); HAOK Mladost di Zagabria (Croazia); L’Avignon Volley-Ball (Francia); Odbojkarski Klub Sempeter (Slovenia); VK Ekonom SPU Nitra (Slovacchia); KIF, la Facoltà di Chinesiologia di Zagabria (Croazia) e infine a rappresentare l’Italia vi è la Scuola di Pallavolo Anderlini. Nei prossimi mesi la Scuola di Pallavolo Anderlini sarà impegnata nella stesura e nella revisione del programma didattico dedicato alla fascia di età 8-9 anni. Al lavoro sul progetto saranno Simona Torricelli, responsabile di minivolley e Pallandia; Barbara Bidinelli, Direttore Tecnico del minivolley, e Serena Marrone, esperta istruttrice che collabora con la Scuola di Pallavolo

dell'Ufficio Stampa S.di P.

Anderlini da oltre dieci anni, già protagonista del precedente meeting ad Avignone. Il programma sarà dunque scritto a più mani, in collaborazione con la Facoltà di Chinesiologia di Zagabria, e dovrà essere pronto per l’inizio di settembre, per poi poter procedere con la fase pilota insieme ai gruppi di minivolley dei club partner del progetto Funball. Il team di lavoro si è fermato a Modena per tutto il weekend, grazie anche alla fortunata presenza al PalaPanini della Volley Nation League, per poi ripartire lunedì, dopo aver partecipato ad alcune attività proposte al Centro Estivo Pallandia, attivo al Palanderlini già da qualche settimana. In questa occasione, gli ospiti internazionali hanno avuto la possibilità di osservare sul campo alcuni metodi di lavoro proposti dallo staff Scuola di Pallavolo sulla fascia di età target di FunBall. Prossima tappa di Funball, a Nitra in Slovacchia nella prima settimana di settembre.


FUNBALL

15


MOLTEN Distributor Advanced Distribution Spa

16

Tel. 0039 011 800 59 01 - marketing@advanced-distribution.com www.advanced-distribution.com


FUNBALL

17


L'importante non è dove vuoi arrivare, ma come arrivarci. Off Line

On Line

Ecologico

• Stampa Offstet / Digitale

• Siti Web / E-commerce

• Cartotecnica

• Progetti di posizionamento su motori di ricerca

• Comunicazione ecosostenibile

• Pannelli / Banner • Allestimenti / Logistica

• Strumenti per la forza vendita

• Lavorazioni speciali

• Applicazioni

18

• Progetti / Produzioni Green

• Social Listening

Via Togliatti, 5 - RUBIERA (RE) - Tel. 0522.627646 - italgrafsrl@italgrafsrl.com - italgrafsrl.com - raggioverde.it


STAGE A MODENA PER LA VOLLEY ACADEMY

I polacchi della Volleyball Academy a Modena per tre giorni di stage

dell'Ufficio Stampa S.di P.

Si è concluso sabato 12 maggio uno stage internazionale di quattro giorni, che ha visto protagonisti un gruppo di allenatori e dirigenti provenienti dalla Polonia, capitanati dal neonato Club Volleyball Academy di Jastrzebie-Zdrój di Krzysztof Radajewski. Arrivati a Modena mercoledì 9 maggio, gli otto ospiti si sono immersi da subito nel mondo Scuola di Pallavolo, partecipando agli allenamenti delle squadre agonistiche e dei centri di avviamento di minivolley e Pallandia. Lo studio sul campo è stato affiancato, poi, da meeting mirati con lo staff Scuola di Pallavolo, per discutere di filosofia, progettualità, oltre che di marketing e comunicazione. C’è stato tempo anche per incontri mirati all’ambito prettamente sportivo: Simone Gualtieri, Marcello Galli e Roberta Maioli hanno illustrato il progetto agonistico rivolto al settore femminile; lo stesso hanno fatto Simone Tassoni e Cristian Bernardi per il settore maschile. Non solo pallavolo di alto livello, ma anche progetti sociali, progetti sul territorio e attività di reclutamento: Simona Torricelli e Barbara Bidinelli si sono impegnate in una panoramica sul mondo minivolley e Pallandia, entrando nei dettagli dei progetti in palestra e nelle scuole; Luana Serafini ha trattato il delicato argomento del passaggio degli atleti dai centri

19


floor_cabane tobacco 20x120|8”x48” rett. seamless décormix _WR 20x20|8”x8” rett.

Cabane

20

®


STAGE A MODENA PER LA VOLLEY ACADEMY

di avviamento alle prime esperienze di squadra con le Under 11 e Under 12, oltre che la gestione del settore provinciale. Infine, Paola Forni dalla Scuola di Pallavolo Serramazzoni ha portato un’importante testimonianza riguardo il progetto Sportinsieme #piùsportpertutti, che coinvolge ragazzi con disabilità fisiche e mentali. Krzysztof Radajewski, Presidente di Volleyball Academy, "Qualche settimana fa abbiamo chiuso l’accordo di collaborazione con la Scuola di Pallavolo Anderlini e subito siamo volati a Modena per imparare da questa società di altissimo livello organizzativo. Tutto il gruppo, che per la prima volta è venuto in contatto con questa realtà, è rimasto molto contento. Non vediamo l’ora di tornare in Polonia per poter trasferire alle nostre società di appartenenza quanto visto qui in Italia, sperando che questi giorni siano solo il primo di tanti appuntamenti e scambi internazionali". Un sentito ringraziamento alla delegazione polacca che ha scelto la Scuola di Pallavolo Anderlini come punto di riferimento per ristrutturare i propri settori giovanili in patria, e grazie allo staff che ha reso questo meeting possibile.

21


22


2018

Riccione Fanano Sestola Molveno Grosseto Igea Marina

23


Trasformatori di potenza sino a 400MVA - 400kV Trasformatori da distribuzione Trasformatori per trazione Trasformatori speciali Unità regolatrici Reattori fissi e mobili

ELETTROMECCANICA TIRONI S.r.l. Headquarters • Via Emilia Est, 1303 • 41122 Modena (I) Registered Address • Via degli Scarlatti, 85 • 41122 Modena (I) Ph. +39 059 282282 • Fax +39 059 282281 info@tironi.com • www.tironi.com 24


SPORT INSIEME

Sportinsieme e Route21 Chromosome on the Road insieme sotto il segno della Harley! Giovedì 7 giugno 2018 le vie di Serramazzoni si sono animate di veri e propri bikers in sella alle loro Harley Davidson. No, non è un telefilm, ma una delle tappe del bellissimo viaggio di Gian Piero Papasodero, presidente di DiversaMente, associazione senza fini di lucro che si occupa del mondo della disabilità, che ha fatto una sosta proprio a Serramazzoni con la sua Route21 Chromosome on the Road. La Scuola di Pallavolo Serramazzoni e i ragazzi del progetto Sportinsieme hanno dato il benvenuto al gruppo di otto ragazzi, affetti dalla sindrome di Down, impegnati in un lungo viaggio attraverso l’Italia a bordo delle moto, durante il quale stanno vivendo grandi emozioni, percorrendo le strade in totale libertà, affrontando percorsi non troppo lunghi, ma abbastanza da farli sentire dei veri bikers.

pevoli. Hanno più sicurezza e autostima. I loro genitori sono soddisfatti e commossi», spiega. Il tour a tappe prevede quindi una sosta nel pomeriggio di giovedì 7 giugno alla palestra a Serramazzoni,

dell'Ufficio Stampa S.di P.

durante la quale i ragazzi di Route21 Chromosome on the Road potranno provare le attività del Progetto Sportinsieme e, chissà che per qualche ragazzo non ci scappi anche un giretto sulla mitica Harley!

L’avventura di Route21 parte nel 2015, quando Gian Piero Papasodero decide di avviare questa staffetta lungo l’Italia con l’obiettivo di abbattere le barriere della diversità e regalare a questi ragazzi una settimana in piena libertà. «I ragazzi ogni volta tornano a casa più autonomi, consa-

25


Il progetto #piùsportxtutti di Serramazzoni selezionato tra i vincitori del bando OSO della fondazione Vodafone

dell'Ufficio Stampa S.di P.

Siamo orgogliosi di annunciare che la Scuola di Pallavolo Serramazzoni, insieme ad altri 22 progetti, è stata selezionata dalla Fondazione Vodafone come vincitrice del bando OSO – Ogni Sport Oltre, un finanziamento di 2 milioni di euro a 23 progetti per avvicinare le persone con disabilità allo sport, grazie al progetto #piùsportxtutti. OSO – Ogni Sport Oltre è la piattaforma digitale promossa da Fondazione Vodafone, pensata per avvicinare allo sport le persone con disabilità. Lanciata un anno fa, OSO è una grande community aperta a tutti che mette in contatto persone con disabilità, istruttori e professionisti sportivi e dove si possono

26

trovare tutte le informazioni utili per praticare sport, conoscere i centri sportivi rivolti ai disabili più vicini e scoprire le storie emozionanti di chi attraverso lo sport è riuscito davvero a superare ogni barriera. Con oltre mille realtà presenti sulla piattaforma e oltre 400mila euro raccolti attraverso il crowdfunding, a meno di un anno dal lancio OSO è già un punto riferimento per lo sport paralimpico in Italia. E oggi con i 23 progetti selezionati da questo nuovo bando, Fondazione Vodafone conferma il suo impegno nel voler rendere lo sport un diritto di tutti, oltre le barriere della disabilità”. La Scuola di Pallavolo Serramazzoni ha sottoposto all’attenzione della

Fondazione Vodafone il progetto #piùsportpertutti, dedicato ai ragazzi portatori di disabilità fisiche o mentali del territorio del Prignano, che senza limiti di età posso accedere agli impianti della Scuola di Pallavolo. Seguiti da un team di esperte istruttrici, capitanate da Ilaria Boccaleoni e Monica Ghirardini, i ragazzi hanno la possibilità di avvicinarsi alla pratica sportiva, provando discipline diverse, ma sopratutto divertendosi insieme. Il progetto ha già portato a compimento il suo primo traguardo: il Camp #piùsportxtutti, andato in scena dal 10 al 14 giugno a Bellaria Igea Marina. Nato con l’idea di darò continuità all’attività svolta durante la stagione


SPORTINSIEME

sportiva e dare la possibilità ai ragazzi di vivere un’esperienza extra-sportiva insieme agli amici, 12 partecipanti e 5 operatori sono partiti alla conquista della riviera romagnola, dove hanno potuto divertirsi in attività sulla sabbia e non solo. E’ partito anche il Centro Estivo Serramazzoni, dove i ragazzi di #piùsportxtutti parteciperanno per la prima volta non in veste di iscritti ma come istruttori. Seguiranno i bimbi più piccoli in attività laboratoriali e saranno loro a indicare le attività da fare al gruppo di lavoro. L’attività classica riprenderà poi con l’inizio dell’anno scolastico, quando ripartirà l’annata sportiva. Tutta la Scuola di Pallavolo è molto

orgogliosa di questo grande risultato, frutto di anni di impegno volto all’integrazione di ragazzi troppo spesso lasciati ai margini. Tutte le attività proposte sono state e saranno dedicate alla socializzazione e al divertimento, partendo dalla convinzione che è sempre necessario regalare un sorriso e un’emozione per rendere quello che facciamo ogni giorno – il lavoro in palestra – una cosa magica. La Scuola di Pallavolo Serramazzoni desidera infine ringraziare OSO, sostenuta da Fondazione CON IL SUD e Fondazione Angelini, che hanno scelto di cofinanziare alcuni progetti, per loro particolarmente meritevoli per ambiti e regioni di intervento.

27


Parmareggio.

Una scelta da intenditori.

Dall’eccellenza italiana e da una sapiente stagionatura nasce Parmareggio 30 mesi. Un sapore deciso ed equilibrato, un profumo intenso e stuzzicante, dedicato ai palati più esigenti. E per chi cerca la qualità in ogni cosa, ci sono anche gli altri prodotti Parmareggio: tante bontà ideali per grandi e piccini, e un gusto unico. Quello preferito dai veri intenditori.

Parmareggio. Una scelta da intenditori. www.parmareggio.it

28

seguici su

www.facebook.com/Topolini.Parmareggio


Un’emozionante tre giorni di conoscenza e confronto all’Educational Base della S. di P. Anderlini

É stata ancora una volta una tre giorni intensa ed emozionante quella dell’Educational Base organizzato dalla Scuola di Pallavolo Anderlini con il patrocinio di Confcooperative Cultura, Turismo e Sport Nazionale. Dal 18 al 20 maggio, nei meravigliosi territori dell’Appennino modenese ai piedi del Monte Cimone, si sono radunati quasi 70 tra allenatori e dirigenti provenienti da tutti gli angoli d’Italia, con la presenza per questa decima edizione anche di una delegazione polacca, da poco entrata a far parte dell’Anderlini

Netrwork by Cabrioni. La tre giorni si è aperta ufficialmente venerdì sera con la visione del video incentrato sulla rottura dei paradigmi, mantra che ormai accompagna la Scuola di Pallavolo nelle sue attività. Il sabato, dopo una visita al Caseificio “Il Casello” ad Acquaria di Montecreto, dove i partecipanti hanno potuto assistere al processo di lavorazione e produzione del Parmigiano Reggiano e hanno ricevuto un piacevole omaggio, l’Educational è entrato nel vivo del tema di quest’anno “Più condividia-

dell'Ufficio Stampa S.di P.

mo, più abbiamo” con seminari e momenti di confronto sul Modello Scuola di Pallavolo, sul marketing sociale e reputazionale, sulla Coperativa Sportiva dilettantistica e sulla Carta Etica Anderlini. Domenica è stato il momento per approfondire il progetto dell’Anderlini Volley Community, in cui rientrano a pieno titolo il Network e gli Educational stessi, e per un ulteriore momento di confronto prima dei saluti finali davanti ad un buon piatto tipico, per darsi poi appuntamento all’Educational2, in autunno.

29


30


EDUCATIONAL

31


32


ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO

La Scuola di Pallavolo incontra l’alternanza scuola-lavoro

dell'Ufficio Stampa S.di P.

La Scuola di Pallavolo è lieta di annunciare la partnership con Liceo Sportivo Tassoni e Istituto Dante Alighieri  nell’ambito per progetto  Alternanza Scuola-Lavoro. Per il secondo torneo consecutivo, infatti, due gruppi di studenti – 33 in tutto – provenienti dalle due scuole superiori modenesi hanno affiancato lo staff della Scuola di Pallavolo fuori e dentro il campo di gara, per la gestione e l’organizzazione dell’Anderlini Spring Cup e del Trofeo Internazionale P. Bussinello. Ben quattordici tra studenti e studentesse del Dante Alighieri hanno preso parte alle attività di gestione del torneo dietro le quinte, dalla predisposizione di tutti materiali necessari allo svolgimento delle gare, all’affiancamento nell’accoglienza delle squadre partecipanti. Tutti i ragazzi sono

33


> PRODUTTIVITA’

E IMMEDIATEZZA

>

NON SONO UN MIRAGGIO

>

BASTA UN TOCCO

VENDITA e ASSISTENZA MULTIFUNZIONE

MODENA Via Cassiani, 191/A 059.314.914 SASSUOLO Via San Paolo, 2/4 0536.805.988

www.zerosystem.it

34

zerosystem srl


ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO

stati alle prese con il corso segnapunti, con l’obiettivo di apprendere tutto il possibile di questo ruolo di affiancamento all’arbitro. Sono stati loro infatti ad essere direttamente sul campo in qualità di addetti ai referti. “Siamo molto orgogliosi di riuscire a portare avanti questo progetto, che già da qualche anno ci dà molta soddisfazione. E’ il secondo esperimento di inserimento di questi ragazzi su un grande torneo, dopo la Moma Winter Cup 2017. Crediamo che sia molto importante far avvicinare i giovani al mondo dello sport, dando loro l’occasione di vederlo non solo come luogo in cui passare il tempo libero, ma come luogo in cui poter costruire una carriera anche professionale”, dice Marco Neviani, Presidente della Scuola di Pallavolo Anderlini. Dal 2015, oltre una ventina di studenti si sono avvicinati al mondo Scuola di Pallavolo in qualità di apprendisti. Fra questi, alcuni atleti o ex atleti sono entrati in contatto con i ruoli cruciali di questo mondo, come quello dell’allenatore, diventando così parte integrante di gruppi squadra giovani. Ecco le scuole con le quali fino ad oggi ha collaborato la Scuola di Pallavolo: Istituto Tecnico Economico Barozzi, IIS Selmi, IPSIA Corni e Liceo Wiligelmo.

35


Certificato medico per attività sp Anche per associazioni e società sportiva:

Certificato medico per attività esonero per bambini da 0 a 6 anni. Un decreto interministeriale dello sc Anche per associazioni e società sportive per attività sportiva prescolare per ba che questo esonero faccia venir meno dilettantistiche? Movida

Sportive e Società Sportive Dilettantis

Un decreto interministeriale dello scorso 28 febbraio ha abolito il certificato medico attività sportiva È un dato per di fatto che il 28 prefebbraio scolare per bambini di età compresa tra 0 e 6 anni. Siamo sicuri che questo esonero faccia venir meno l’obbligo Ministro per lo Sport,insieme abbia firmato u per i “piccoli” praticanti di Associazioni Sportive e Società Sportive Dilettantistiche? Scopriamolo …

CONI) avente ad oggetto la “attività sp (questo il titolo del suo articolo 1, l’unico “Non sono sottoposti ad obbligo di certif in età prescolare, i bambini di età compre dal pediatra”. La notizia ha avuto notevo ad ANSA), ma se “sulla carta” sembra t dubbio rimane ancora. Ecco perché.

36

1. Il provvedimento “stona” risp prevenzione che si è fatta in defibrillatore (con tutti i limiti tragedie che hanno colpito il tremendamente fresca; 2. secondo l'articolo 117 della Co sportivo sono di legislazione co legislativa, salvo che per la dete legislazione dello Stato”; 3. la previsione ministeriale in que anche essere disapplicata da un G 4. se un bambino in età prescolare d somministrata direttamente da u come potrebbe l’Ente (ed il su connesse responsabilità civili e p tale potenzialmente lesiva della verificato l’idoneità dell'iscritto a una lesione del suo diritto (indis 5. come può un genitore sapere se i senza una visita preventiva? 6. in caso di tragedia, il primo ad es di multe, ma di “galera” …) è il


MOVIDA È un dato di fatto che il 28 febbraio 2018 il Ministro della Salute, di concerto con il Ministro per lo Sport, abbia firmato un decreto interministeriale (da poco richiamato dal CONI) avente ad oggetto la “attività sportiva in età prescolare dei bambini da 0 a 6 anni” (questo il tito-

lo del suo articolo 1, l’unico). È altresì oggettivo che il decreto abbia stabilito che “Non sono sottoposti ad obbligo di certificazione medica, per l’esercizio dell’attività sportiva in età prescolare, i bambini di età compresa tra 0 e 6 anni, ad eccezione dei casi specifici indicati dal pedia-

tra”. La notizia ha avuto notevole risonanza sulla stampa online (da Sky a TGcom fino ad ANSA), ma se “sulla carta” sembra tutto facile e definito, a parere di chi scrive qualche dubbio rimane ancora.

é. e rc h

ibisens i f ii d a cer t , pagn c a m n i , d a l l a l c a s o) a l e ti a n i ti d tu t ta i to i l o a i n q u e s t ti i l i m n o c o l p c a; t t e p u han f re s ” ris fat ta on t to n a e s i è t o r e (c d i e c h e a m e n t e s “ h o e d a t ed ne c b r i l l n d i trag tre m e n men l u t e to a a ve d i reve n z i o a l d e f i r r a v o g s o c r i e p ll d p o an tan 1. I l i o n e e a f in nche de le quali te r i e e, e p e r i n a c a i d m z l t l i z z a n e m e m e n te a t i m a d e r re n ; e te r m ne le l e io u z i o e c o n c o p e r l a d l o S t a to” t i t s c a z ev i d e nt p o r t, l’u l n o e e o C i h d z s l vo c della ione f iglia o dello gisla se117 n o d i l e ati va, s a l e g i s l a z d n o l o n te o l m o o a c s f l i i s l t i g a r d aso le a vo 'a a t to i c e i n c d o l s p o r t i o te s t à r i s e r v a t n o t o n c p d , o e qua Giu 2 . s a m e n t gioni la me nta li e, i n a d a u n e a n i n d R o d n i r e t t l o l s f o in plica que cipi t ta a a lo re a "s p e d e i p r i n l e in re dis a p m a i r n i e e u c e s st a re sso zion mini e es c c u s d a u n’A e l’E nte a ione be anch s i e v s b p re e n te tre b tre b esse ove s 3 . la a r ia, po ; re d diret ta m o m e p o l e c o n n t i va a l o o c a, c por c o n d n te n z i o s rata ta re p re s età m m i n i st a n t i s t i c ) af f ro n t t i v i t à s ) s e n z a n i di co e t i so al ino nar o et n’a a m b ’at ti v i t à i v a D i l a nte l e g o g ato u d e s ti n at c a r l a s e o b n t i n t r t u t l r t u n e a e i o e r e i 4 . s s i o n e d i e t à S p r a p p r e s p o a v e r s a l u t e d r i t to a p s u o d i r l / o a c a c e l e l d li S o side nt l l'i s i o n e d de occ e o s pena s i va e tà de z i o n s u o Pr c i v i l i e e nte l e l’i d o n e i i u n a l e di à lu il l m i c a to t i a r l i i d e z ati c a b e r p ( n f a i p e s r e t r n e a v o ta po o all r e s p m e t a l e a m e n te p r e s e n done p i v i o a t r è c ? n e e e (e l i o/a te s s alut p rev idio i l f i g e nti va? mic ene ave r e c i ò p o e) a l l a s s o v e r e r r l h o pe re s id sape visita p za c sponibi ag at ) è il P u m e nti o re a i t d i n d n n u i n e c (i n te enza i do un g se re r a” … può o r t i va s d e s d i “g a l e s s e n d o c b i l e è l ’ E h é a e o m c p o prim (per on e onsa , ma 5. c tività s a , i l d i m u l te r t i v a: n i c o r e s p m e d i c o e s p o n t i a d ’ e n r g o u n ssun i tra amo te) l a e, l’u à Sp s o d o n p a r l i S o c i e t g g e t t i v g a l e; n e t i c a m e n a c / o e 6 . i n o s o (e n i a z i o n e s a b i l i t à nt a nte l à (re a l i s r à? e n c er p s l o d o e o p r n s aghe c l l'A s ti l e re s u o r a p p re s i p re n e … p e d io an te del s e n i to ura z p rov c o m p e r s o n a e s s u n g E l’a s s i c n n e l l a s i s t e ) e c a d u t o. e c a n ' ell no lità d i b a s

Ec c o

p

37


HIDROMATIC SRL IMPIANTI DI TRATTAMENTO DELLE ACQUE, FORNITURA DI PRODOTTI CHIMICI, ASSISTENZA TECNICA, PROGETTAZIONE E CONSULENZA

WATER TREATMENT & MANAGEMENT 38

Via Cesare Della Chiesa Nr.278 41126 Modena - Italy www.hidromatic.it


MOVIDA

Alla luce di tali considerazioni, il rispetto Istituzionale nei confronti del Decreto resta massimo, ma siamo sicuri che i gestori di impianti sportivi (siano essi Associazioni Sportive Dilettantistiche, Società Sportive Dilettantistiche o Società Sportive Dilettantistiche Lucrative, quando queste ultime saranno operative …) possano “a cuor leggero” non richiedere il certificato medico di idoneità sportiva ai propri piccoli iscritti? Non sarebbe forse meglio spiegare le ragioni della richiesta, che non mirano (solo) a cautelare l’Ente ed il suo rappresentante ma soprattutto la salute dei propri praticanti, che non possono sapere se qualche problema congenito (di cui avrebbero fatto volentieri a meno) li accompagna? Non è forse un problema di spiegazione e sensibilizzazione?

Meditiamo gente, meditiamo. Per ulteriori richieste specifiche e/o di approfondimento, si precisa che il presente articolo è stato predisposto a cura di: Dott. Stefano Bertoletti Dott. Alberto Gambone

In un mondo sempre più “social” MOVIDA resta al passo con i tempi, motivo per cui ci potete seguire su tutti i social network ad oggi maggiormente utilizzati. In particolare, accanto al sito web istituzionale www.movidastudio.it ed al blog di approfondimento www.tuttononprofit.com, potete trovaci su Facebook (con l’account Equipe Movida e la pagina Tutto Non Profit), su Twitter (con l’account @EquipeMovida), su Google+ (con la pagina Tutto Non Profit) e su Linkedin (con l’account Equipe Movida).

Certificato medico per attività sportiva: esonero per bambini da 0 a 6 anni.

39


RUBRICA TECNICA

Roberta Maioli e Davide Zaccherini

40


RUBRICA TECNICA

41


Abbiamo cura della tua vita.

VEICOLI PERSONA CASA PREVIDENZA RISPARMIO IMPRESA

Gruppo ITAS Assicurazioni F.lli Bevilacqua Viale Reiter, 126 Tel.059.241455 Consulente: Gabriele Pignatti Tel. 349 2214911

42


RUBRICA ALLENAMENTO - CROSSFIT

What Is CrossFit 4? Il quarto appuntamento di What is CrossFit lo vorrei dedicare alla programmazione. Nei primi tre appuntamenti siamo andati alla scoperta di questo sport, delle sue origini, delle sue finalità, dei suoi benefici atletici e psicologici. Bisogna però ricordare che è uno sport, e come tale deve avere una componente programmatica. L'adattamento alla pallavolo, ha reso necesseria una programmazione dedicata. Lavorando sui carichi in modo progressivo e specifico. Nella fase pre-campionato, nei mesi di settembre e ottobre, abbiamo lavo-

di Filippo Guidotti

rato con una duplice sessione settimanale, utile per imparare le tecniche di base e lavorare su cicli di forza personalizzati. Ogni atleta infatti ha avuto la possibilità di cimentarsi nella conoscenza e “fraternizzazione” del bilanciere, imparando ad ascoltare il proprio corpo, cercando ti sentire come e se poteva dare di più. Quest’ultimo aspetto è diventato molto rilevante nel corso del tempo. Il CrossFit infatti aiuta ad avere una percezione di se diversa. La costante e programmatica variazione degli allenamenti aiuta l’atleta ad aumentare le proprie conoscenze, sia tecniche che fisiche.

Dopo i primi rudimenti tecnici (armonizzazione posturale dello squat soprattutto), i ragazzi si sono cimentati nel capire quanto potenti fossero. Già nei primi due mesi, grazie alla graduale consapevolezza del gesto, ci sono stati miglioramenti sensibili, addirittura nell’ordine del 20% circa nelle forze massimali. Andando piu’ nel dettaglio, nei primi due mesi mi sono concentrato sulla qualità dei movimenti e sul rafforzamento degli stessi. Nel dettaglio, abbiamo lavorato su tutte le varianti dello squat:

Front Squat: bilanciere posizionato in “Front Rack”, appoggiato sulle spalla, gomiti verso l’alto a facilitare la stabilità del movimento.

Back Squat: bilanciere posizionato in “Back Rack”, appoggiato sul trapezio. Esercizio tra i più veloci da apprendere.

43


Goblet Squat: in questo caso viene utilizzata una Kettlebell stretta al petto. Esercizio di forte impatto per la stabilitĂ e controllo dello squat stesso.

Successivamente abbiamo lavorato su come legare questi movimenti con la forza degli arti superiori; tre esercizi in particolare sono stati fondamentali:

Press, Push Press e Push Jerk (in foto): cioè tutte le varianti per portare il bilanciere dalle spalle a sopra la testa. Questi movimenti consentono di fortificare tutta l’articolazione della spalla, senza dimenticare il grande lavoro di tutta la zona core (addominale, dorsali, glutei) utile a stabilizzare il movimento ed il corpo quando il bilanciere è sopra la testa.


RUBRICA ALLENAMENTO - CROSSFIT

Esistono però due esercizi must della pesistica nel CrossFit, che uniscono gli squat con le presse sopra la testa. Esercizi che assimiliati e uniti, risultano essere potentissimi per tutto la muscolatura dell’atleta:

Thruster: il bilanciere passa dallo squat completo ed in unico movimento viene portato sopra ala testa.

Nell’ambito della preparazione, non potevamo tralasciare il cardio, che nell’ambito del CrossFit viene denominato Metcon (condizionamento metabolico), quindi dopo una parte di forza centrale, volta all’ipertrofia muscolare, nel workout finale (dai 10 ai 20 minuti circa) ho inserito esercizi volti alla immediata trasformazione (brevi scatti, balzi, salti, lanci), in modo aumentare anche la capacità polmonare. Si chiude qui, almeno per quest’anno sportivo la mia rubrica. Sperando possa esservi stato di stimolo per la vostra curiosità. Come ho detto sin dal primo articolo… l’unico modo per capire veramente cos’è il CrossFit… è venire a provarlo… Vi aspetto al Box!

Clean & Jerk: un esercizio composto, la girata del bilanciere per portarlo sulle spalle e la conseguente spinta per portarlo sopra la testa.

45


fabbrica Galvani www.fabbricagalvani.com

Ci a o , Ti as p e t t i am o i n Vi a E mi l i a O vest , 4 8 8 M od e n a con l a z on a d edicata al tu o bambi no .

Fabbrica Galvani

46 Tel: 059826968

S.di P. Anderlini News n.103  
S.di P. Anderlini News n.103  
Advertisement