Page 1

DA CIRCA MEZZO SECOLO L’UNICO PERIODICO OMAGGIO INTERAMENTE DEDICATO ALLE VICENDE DELLO SPORT SANMAURESE, E NON SOLO....

sAN MAU RO SPORT dintorni BARCA - BERTOLLA - BALDISSERO - CASTIGLIONE - GASSINO - SASSI - VANCHIGLIETTA E OLTRE

Periodico fondato da Franco Cavallero - Direttore editoriale: Fabrizio Cavallero - consulenza redazionale: sanmaurosport@gmail.com - tel 3282175177 - stampa: Sarnub, Cavaglià

supplemento a Insieme per aiutare nr. 2/16 - autorizzazione Tribunale di Torino n°5878 del 1°giugno 2005, direttore responsabile Renato Dutto

Nuoto

Telethon

Sportiamo sempre più Carola Valle e Camilla Gandin in evidenza

Pallavolo

17-18 dicembre

Sant’Anna

San Mauro Sport media partner sul territorio

dalla B ai giovani, il vivaio che si conferma nel tempo

Servizi speciali a pag. 2-11-12-19

La società Sportiamo di San Mauro torinese , chiude la stagione sportiva 2016 con il “ botto” ! Conclusa la stagione estiva di una lunga annata natatoria la società sportiva Sportiamo ha visto gli atleti che si alle-

nano nell’impianto di via del porto a San Mauro, essere protagonisti ai campionati italiani giovanili di roma nei primi giorni del mese di agosto. La prima protagonista è Carola Valle classe 2003 che nonostante gareggias-

se con atlete di un anno più grandi, ha saputo conquistare diversi podi nelle gare inidividuali, due splendidi primi posti nelle staffette ed il primo posto come squadra nella

COPIA OMAGGIO

Il Sant’Anna è partito nel riformato campionato di B unica. Da questa stagione infatti non esisteranno più B1 e B2 separate, ma le formazioni (tolte le retrocesse in C la passata stagione)

“il Gallo canta il pepita incanta e la Torino calcistica sogna” la vignetta di Carlo Sterpone

segue a pag 21

Ciclismo

Equitazione

Il Pedale

L’alluvione non ci ferma

I piccoli ciclisti della nostra cittadina sono sempre in fermento, a partire dai più piccini che con curiosità si affacciano alle due ruote, sia ai più grandi che caparbiamente continuano la loro attività divisi tra scuola e altre attività ludiche. Nella categoria giovanissimi abbiamo visto trionfare Leonardo

Chiunque può associarsi all’ASDPS Centro Ippico Meisino, basta avere quattro anni compiuti, una grande passione e voglia di condividere con un animale speciale un’avventura nuova e stimolante. Per gli adulti principianti il Centro offre una didattica dedicata la

segue a pag 10

segue a pag 2

segue a pag 9 Servizi speciali a pag. 4-14

Sportivi dentro Dal Valentino al Rocciamelone Il nostro Vittorio Monasterolo con un itineario inedito e originale ci racconta come si possa cambiare una giornata qualunque partendo dal Valentino in bici ed “atterrare” in punta al Rocciamelone in poco più di 6 ore e 20. Servizo speciale a pag. 29

San Mauro via Settimo 3 tel. 011.898.66.60 dal martedì al sabato 9,00-19,00 gradito appuntamento

Giovedi aperti fino alle 21,00

di Monticone Giovanni

Strada Mongreno, 16 TORINO tel. 011.898.01.93 chiusura domenica sera e lunedì

segue a pag 27


sAN MAU RO SPORT & dintorni

2 Centro Ippico Meisino

A cavallo in Coppa Piemonte L’incredibile stagione di Sofia Conti, esordiente nel salto a ostacoli e vincitrice del trofeo pony da pag 1

L’ASDPS Centro Ippico Meisino ha riaperto le iscrizioni ai corsi. Chiunque può associarsi, basta avere quattro anni compiuti, una grande passione e voglia di con-

dividere con un animale speciale un’avventura nuova e stimolante. Per gli adulti principianti il Centro offre una didattica dedicata la domenica, mattina e pomeriggio. Fervono intanto i preparativi per il campionato

interno che partirà a inizio dicembre e che porterà alla selezione della squadra che affronterà sia la Coppa Piemonte sia i campionati Regionali. La stagione agonistica 2015-16 è terminata con i

Campionati Regionali di inizio ottobre, ed è giunto quindi il momento di un bilancio per la squadra dell’ASDPS Centro Ippico Meisino. La Coppa Piemonte (campionato di quattro tappe) ha visto le nostre atlete conquistare

diversi podi e ottimi piazzamenti finali. Tra tutte ricordiamo Alice Aschieri, che ha inanellato quattro primi posti nella sua categoria, regalandosi una stagione pressoché perfetta. Ottimo l’esordio dei

più piccoli, alla loro prima partecipazione nei pony games: Sara Risso e Bianca Careddu si sono piazzate al secondo posto della categoria A1. La Coppa è servita ai selezionatori regionali per definire la rappresentativa

piemontese alle ponyadi 2016. Cloe Zucca, Silvia Castelnuovo e Giada Ivaldi hanno portato ben quattro ori e un argento alla nostra rappresentativa, davvero un’edizione speciale per le nostre ragazze. Infine il campionato regionale ha laureato Cloe Zucca campionessa in gimkana jump40 B2 e Silvia Castelnuovo vicecampionessa, mentre Ottavia Zannini guadagnava un argento in jump40 B1. Ricordiamo anche l’ottimo argento del carosello preparato dalle nostre ragazze e dai sempre più attivi genitori. Infine ricordiamo l’incredibile stagione di Sofia Conti, esordiente nel salto ostacoli e vincitrice del trofeo pony. Ma il Centro Ippico Meisino non è fatto solo di gare e agonismo. Quest’anno sono confermate le attività che da anni sono un punto di forza, come la riabilitazione equestre, rinnovata nello staff e nelle collaborazioni, che offre a bambini ed adulti percorsi riabilitativi incentrati sul rapporto speciale che può nascere con pony e cavalli, e i campi estivi, una vera full immersion nella vita di maneggio, a partire da g i u g n o . La didattica con le scuole è confermata a partire da marzo 2017, mentre le collaborazioni con l’Università di Torino sono già attive sia a livello di tirocini sia a livello di sede per le giornate “su campo”. La FISE (Federazione Italiana Sport Equestri) ha scelto il Meisino come sede per il corso per tecnici di attività ludica, mentre Francesca Ramazzotti, groom olimpica, ha partecipato ad uno stage a n o v e m b r e . La stagione 2016-17 si annuncia quindi ricca di impegni e, speriamo, di soddisfazioni. Ricordiamo che i cancelli sono sempre aperti e gli orari sono indicati sul sito internet www.centroippicomeisino.it .

Pubblichiamo il ringraziamento per l’aiuto ricevuto durante e dopo l’alluvione dal Centro Ippico: “Grandi grandi grandi i nostri associati. Si sono dimostrati amici capaci di confortarci e validissimi aiutanti: nel portare pony nuoterini al riparo e al sicuro, nel caricare cavalli scelerati sui van, nel maneggiare pale e scope come dei veri professionisti, nell’accudire i nostri amati cavalli. Non faccio l’elenco perchè siete stati tanti anche nei durissimi successivi giorni. Un grazie gigantesco ai colleghi. Qualcuno ci ha offerto conforto e totale disponibilità, qualcuno √è venuto qui ad aiutarci a portare via il nostro splendido puledro, qualcuno ha ospitato i nostri cavalli e pony. Grazie perchè ci siete stati e ci siete davvero. Grazie Ale e Tiberio perchè siete corsi gi√π coi camion, cercando strade aperte, nonostante foste anche voi con l’acqua nei

box. Grazie mamma e Lolo per l’aiuto costante..Grazie alla solidarietà pazzesca di tutti il meisino è rinato! Grazie a tutti, mamme spalatrici, mamme cuoche, papà forzutissimi e instancabili, bimbi lavoratori, amazzoni e cavalieri dalle braccia

robuste...grazie ai rugbisti di San Mauro, che in quattro hanno fatto in un’ora quello che noi comuni mortali avremmo fatto in sei !Un fiume di sorrisi che ha spazzato via un fiume di fango (e cacca)”

Rugbysti del San Mauro in fase di attacco

San Mauro Sport per Telethon

Telethon chi? Per donare bisogna conoscere: approfondiamo La storia di Telethon Nel 1966 negli Stati Uniti l’attore Jerry Lewis inventò la maratona televisiva Telethon (Television Marathon) , una non stop televisiva per raccogliere fondi a favore della distrofia muscolare. Una formula di successo che venne adottata, a partire dal 1987, anche in Europa dall’Associazione france-

se contro le Miopatie (Afm). Nel 1990, grazie all’incontro tra Susanna Agnelli e l’Unione italiana lotta alla distrofia muscolare (Uildm), Telethon sbarcò in Italia con la prima maratona televisiva. Da allora la Fondazione Telethon ha lavorato ogni giorno per dare risposte concrete a tutte le persone che lotta-

no contro le malattie genetiche, così rare da essere spesso dimenticate dai grandi investimenti pubblici o privati in ricerca. Vengono finanziati i migliori ricercatori ed istituti di ricerca, perché la Fondazione Telethon crede nel merito e nell’eccellenza. Solo così sono stati raggiunti alcuni primi risultati imporsegue a pag 3


sAN MAU RO SPORT & dintorni

3 da pag 2

Pallavolo femminile

FOLGORE in attacco Ecco le squadre e le novità che caratterizzeranno la nuova stagione sportiva 2016-2017 La stagione trascorsa ha visto la squadra militante nella serie C mantenere la categoria non senza qualche patema d’animo e la speranza è di riuscirci anche quest’anno. Alla compagine si sono aggiunte tre nuove giocatrici esterne :Silvia Olocco,Rossella Boffi e Alessia Badellino,inoltre abbiamo inserito quattro ragazze provenienti dalle nostre giovanili,Alessia Fina,Martina Orlandi e Arianna Palladino nate nel 2000 e Veronica Capra nata nel 2001 La speranza è un campionato tranquillo anche se sarà dura. Allenatore di questo gruppo Beppe Orlandi coadiuvato da Mario Lisi . A scendere di categoria troviamo dopo tanto tempo nuovamente una

squadra in prima divisione. La promozione dalla seconda alla prima divisione è stata conquistata sul campo dopo una cavalcata vittoriosa che ha visto le nostre atlete vincere tutte le partite disputate. Lo stesso gruppo disputerà due campionati giovanili,under 16 e under 18. Anche questa squadra sarà allenata da Beppe Orlandi con secondo Enrico Capra. La categoria under 14, composta da un buon gruppo di ragazzine 2003,sarà allenato da Gianni Marchesini e ,grazie all’inserimento di alcune giocatrici nate nel 2002,verrà disputato anche un campionato uisp under 15. Il gruppo 2004,sotto la giuda di Vanni Guerrini,disputerà un campionato di federa-

Under14-15

zione under 13 e un campionato uisp under 14. Sempre Vanni allenerà il gruppo esordiente 2006 che inizierà l’approccio alle partite partecipando ad un campionato uisp under 12 Chiudiamo con l’an-

nata 2005 guidata da Luca Rossini e Daniela Biaggi: per queste atlete doppio impegno,under 12 federazione e under 12 uisp con la speranza di qualificarci per la finali nazionali di Rimini. A tutte le squadre un

augurio di una stagione agonistica serena e ricca di soddisfazioni. Tel.335-1240287-email infopgslafolgore@gmail.co m sito www.pgslafolgore.net BOSTICCO

Cilclismo

C.C. Piemonte ad Alberobello Presenti al Raduno Nazionale di Cicloturismo F.C.I. Venerdì mattina presto inizia il nostro viaggio in pullman verso Alberobello dove prenderemo parte al Raduno Nazionale Ciclosportivo “2 ruote per L’ALZHEIMER” Prova Unica Campionato Italiano. Al viaggio hanno partecipato la CC Piemonte e gli amici del G.S. Borgaro con famigliari accompagnatori per un totale di 45 presenze. Il viaggio è durato oltre 15 ore sia all’andata che al ritorno di lunedì. La giornata di sabato è stata dedicata come da programma alla visita della città di Matera e ai

premiazione 3° società classificata, Remo Lano

suoi celebri sassi, patrimonio dell’UNESCO, un veloce pranzo al ristorante e quindi visita alle famose Grotte di Castellana, a causa del poco tempo a disposizione ci siamo limitati alla visita del solo percorso corto. All’uscita dalle

Grotte ci ha colto un violentissimo temporale che non lasciava ben sperare per il giorno successivo della gara. Per fortuna la mattina della domenica il tempo si presenta sereno e soleggiato, consentendoci di terminare la gara prima di un altro violento temporale che costringe gli organizzatori a trasferire il pasta party e le premiazioni al coperto. Il percorso di 76 Km era in prevalenza pianeggiante, molto panoramico intervallato da tratti con brevi salite con un dislivello complessivo circa 900 metri. Partiti da Alberobello in direzione Monopoli siamo andati a Castellana Grotte, per poi spostarci in direzione della Selva di Fasano dove abbiamo incontrato la Contrada AntonelliGorgofreddo e raggiunto l’incrocio per Alberobello-Monopoli dove abbiamo svoltato a sinistra per l’incantevole scenario della Loggia di Pilato, quindi continuando per la Selva di Fasano siamo giunti all’incrocio con la contrada Santa Lucia e, svoltando a destra si è proseguito per l’agriturismo Rotolo, dove è stata effettuata la sosta. Mentre il percorso breve rientrava ad Alberobello, il percorso lungo riprendeva per il

Canale di Pirro e proseguiva lungo le contrade Cupa, Vitamara, San Marco del comune di Locorotondo (unico comune con cinque O) in direzione Cisternino (Valle d’Itria), a circa metà strada svoltando per contrada Sisto, si raggiungeva Martina Franca ed infine si rientrava ad Alberobello dalla strada “vecchia” provinciale. Alla manifestazione erano presenti circa 350 ciclisti provenienti da diverse regioni d’italia in rappresentanza di 21 società. Il Piemonte era rappresentato da ben 5 società. La C.C. Piemonte si è classificata al 3° posto dietro al U.S. Pontoni di Udine che si è classificato al 1° posto vincendo la manifestazione, e al C.C. San Benedetto di Scorze in provincia di Venezia che si è classificato al 2° posto. I premi sono consistiti nella consegna di un souvenir artigianale del caratteristico trullo di diversa grandezza a seconda della posizione di classifica. I presidenti delle società premiate hanno ringraziato gli organizzatori per bel percorso di gara e l’impegno profuso nel pasta party offerto, un pasto completo con prodotti tipici: orecchiette, mozzarella ecc. del territorio e la

gruppo CCPiemonte davanti ai trulli

grande torta finale, il tutto allietato con le canzoni popolari e la fisarmonica di Antonio. Grazie anche al giovane volontario Davide Gentile che si è prodigato nell’assistenza durante il pasta party. Un plauso va riservato al Team di Luigi D’arcangelo fotografo incaricato del servizio

fotografico che si sono prodigati prima, dopo e lungo tutto il percorso di gara, durante il ricco pasta party e le premiazioni documentando il tutto in modo completo e molto professionale. MARINO VALTER

gruppo CCPiemonte taglia il traguardo

tanti per la cura delle malattie genetiche. La ricerca finanziata da Telethon Le attività di ricerca finanziate da Telethon comprendono la ricerca esterna, svolta da ricercatori che operano in istituti pubblici e privati non profit in Italia (Università, ospedali, Consiglio nazionale delle ricerche e Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico), e la ricerca interna, svolta negli istituti Telethon. L’eccellenza della ricerca finanziata, la trasparenza e l’efficienza nella gestione dei fondi e il sostegno degli italiani sono i valori che ispirano Telethon nel lavoro di ogni giorno e che ne fanno una fondazione di ricerca biomedica riconosciuta a livello internazionale. La Fondazione Telethon si occupa dell’organizzazione del noto evento televisivo annuale, della raccolta dei fondi e della loro assegnazione a progetti di ricerca, rigorosamente valutati e approvati da una Commissione medico scientifica indipendente e internazionale. Fuori dal buio Accogliendo la richiesta di aiuto di famiglie che non riescono a ricevere una risposta di cura, stiamo abbattendo il muro di indifferenza che circonda le malattie genetiche rare. Grazie alla ricerca di base, malattie quasi del tutto sconosciute trovano un nome, meccanismi prima sconosciuti diventano più chiari. La ricerca di base costruisce tutte le conoscenze scientifiche necessarie a fare i passi successivi verso la sperimentazione (prima sulle cellule, poi in vitro e quindi sull’uomo). In Italia 1 milione e mezzo le persone affette da una delle oltre 6 mila malattie genetiche Stando alle ultime stime di Eurordis, l’organizzazione non profit che riunisce a livello europeo le associazioni di malati rari, sono 30 milioni i cittadini europei colpiti da malattie rare (un milione e mezzo in Italia); quelle che hanno un nome sono circa 6 mila e per l’80 per cento dei casi hanno origine genetica. Nel 70 per cento dei casi, le malattie rare si manifestano nei

primi anni di vita. Nuove malattie vengono scoperte continuamente dai ricercatori di tutto il mondo: ogni settimana vengono mediamente descritte sulle pubblicazioni scientifiche internazionali cinque nuove patologie. Queste malattie non vengono considerate, data la loro rarità, prioritarie per gli investimenti pubblici e privati nella ricerca scientifica ed i pazienti sono spesso abbandonati a se stessi, senza informazioni né la più lontana speranza di una cura. La ricerca scientifica di Telethon sulle malattie genetiche è dunque fondamentale per chi vive questi problemi. LA VITA DEI PAZIENTI CON UNA MALATTIA NEUROMUSCOLARE MIGLIORA Farmaci per stancarsi meno, fisioterapie innovative per rallentare la perdita del tono muscolare, supporti meccanici di ultima tecnologia: così la Fondazione Telethon risponde alla promessa fatta a tutti i pazienti neuromuscolari, grazie a un bando che fa evolvere il trattamento clinico dei malati in attesa di nuove terapie. L’organizzazione Telethon sul territorio, migliaia di volontari per la raccolta fondi La Fondazione Telethon, con sede a Roma, in via Varese 16b, ha formalmente nominato il presidente della sezione Uildm (Unione Italiana per la Lotta alla Distrofia Muscolare) “Paolo Otelli” di Chivasso (To), Renato Dutto, quale Delegato per la raccolta fondi territoriale Telethon 2016. Il Delegato ha nominato tre tesorieri, con il compito di rendere sicura la raccolta di fondi: Bruno Ferrero, Domenico Scarano e Antonio Di Rocco. La Fondazione Telethon ha inoltre nominato i Coordinatori provinciali Telethon Carla Aiassa (Torino città), Alessandro Bocchi (Cuneo), Renato Dutto (Asti, vice coordinatore Eleonora Zollo, e Valle D’Aosta, vice coordinatore Claudio Gobbi), Bruno Ferrero (Biella e Vercelli) e Roberto Zollo (Torino provincia)


sAN MAU RO SPORT & dintorni

4

ASSO in gita

Pallavolo

Sant’Anna in cronaca Noi prima del terremoto Il racconto avvincente di una partita. Non mette anche a voi la voglia di andare al palasport a tifare? Inizio di campionato complesso per la serie B del Sant’Anna che fatica a trovare continuità di risultati e di rendimento. Riprendiamo quella che era la situazione a metà novembre per capire la situazione odierna. Per i biancorossi erano solo 3 punti dopo 4 giornate, un punto all’esordio sul difficile campo di Novi Ligure, in una partita caratterizzata dalla sfida tra attaccanti di mano pesante. Ricordiamo allora quel momento come fosse ieri; Moro da una parte per i novesi ha chiuso con 35 punti, seguito dal sanmaurese Bassani che di palle a terra ne ha messe 34. I biancorossi cercano ancora la prima vittoria in casa, poiché sia Cuneo che Ongina si sono imposte alla seconda e quarta giornata con l’identico punteggio di 13. Nella prima occasione i sanmauresi sono sembrati smarriti e decisamente in affanno a replicare al gioco cuneese, fatto di grande applicazione sia a muro che in difesa, rendendo decisamente frustrante la fase d’attacco del Sant’Anna. Segnali di miglioramento si sono visti già a Chieri la settimana successiva (perlomeno dal punto di

vista dell’atteggiamento) nella vittoria 2-3 della formazione di Caire al termine di una sfida di due ore e tre quarti chiusa in rimonta al quinto set sul 14-16 con un parziale di 0-4. Con i piacentini di Ongina, tolto un primo set decisamente negativo, è mancato l’approdo al tiebreak che avrebbe premiato l’impegno dei biancorossi almeno con un punto. Le incertezze emerse nel

SAN MAURO – OLTREPO’: Nelle immediate vicinanze di Via Speranza proponiamo appartamento al terzo piano di un gradevole stabile in paramano, composto da ingresso living su soggiorno con cucina a vista, due camere e bagno. Cantina e box auto singolo nell’interrato. Classe energetica in fase di richiesta. EURO 205.000,00 SAN MAURO – CENTRO: A due passi da tutti i servizi, nella primissima precollina sanmaurese, proponiamo ampio appartamento che occupa tutto il piano rialzato di una villetta bifamiliare, a sua volta composto da due alloggi ciascuno di ingresso, ampio soggiorno, cucina abitabile, camera e bagno, oltre box auto, cantina e deposito nel piano seminterrato, grande giardino privato. Classe energetica in fase di richiesta. EURO 345.000,00

quarto set, col Sant’Anna avanti prima 21-19 e poi 23-21 e sempre ripreso hanno disegnato un finale diverso, con gli emiliani vittoriosi 1-3 (anche se pesa una più che probabile svista arbitrale sul 2423 Sant’Anna che nega il punto della vittoria ai padroni di casa, che avrebbe significato andare al quinto set).

foto dell’Italia dal Pian Grande di Castelluccio

ALESSANDRO GIBELLINO

foto dei Pantani di Accumoli

Guardare le immagini che si susseguono e che sono diventate quasi di routine in questi ultimi tempi, dal 24 agosto in poi, per i soci dell’ASSO che hanno partecipato al viaggio escursionistico del giugno scorso, è stato come ricevere un violento pugno nello stomaco. Dopo la tragedia che ha colpito Amatrice, Arquata del Tronto ed Accumoli, chi aveva partecipato al viaggio ed in particolare all’escursione di sabato 25 giugno ai Pantani di Accumoli , ha avuto difficoltà ad immaginare che quell’idilliaco angolo di tranquillità, sia stato sconvolto. Il secondo pugno nello stomaco è arrivato tra il 26 ed il 30 ottobre, quando altre scosse violentissime

BRUNO FATTORI

ASSO sentieri

I “Moru” a San Mo’ Ovvero “i migranti a San Mauro “ per pulire i sentieri, sono più numerosi degli volontari ASSO (come dimostra la foto.....)

posto da ingresso living su soggiorno, con cucina abitabile, disimpegno, due camere e bagno e lavanderia. Cantina e box auto compresi. Classe energetica C – IPE 92,7985 . EURO 180.000,00 SAN MAURO – PRA’ GRANDA: In recentissimo stabile, signorile appartamento al primo piano composto da ingresso living su soggiorno con cucina a vista, disimpegno, due camere e doppi servizi. Cantina e box auto singolo nell’interrato. Classe energetica in fase di richiesta. EURO 229.000,00 SAN MAURO – RIVODORA: Nel verde della collina sanmaurese porzione di rustico recentemente ristrutturato e composto da ingresso living su ampio soggiorno, cucina abitabile, antibagno, bagno e lavanderia, oltre a 4 camere e bagno al piano superiore. Cortile e piccolo giardinetto. Classe energetica C IPE 90,3959. EURO 240.000,00

SAN MAURO – OLTREPO’: In palazzina recentissima, signorile appartamento al secondo ed ultimo piano composto da ingresso living su ampio soggiorno, cucina, disimpegno, due camere, doppi servizi e ripostiglio. Cantina e, volendo box auto doppio. Ampie balconate con bella vista panoramica. Classe energetica A – IPE 12,3952. EURO TORINO – BERTOLLA: In signorile condo- 220.000,00 minio, proponiamo appartamento ristruttuSAN MAURO – CENTRO: Casa bifamiliare, rato, posto al secondo piano di ingresso, libera su 3 lati, composta da appartamento al tinello con cucinino, camera e bagno. Cantina nell’interrato. Volendo la soluzione piano rialzato di ingresso, grande cucina abitabile, due camere e servizi, oltre ad appartaè venduta arredata. Classe energetica D mento al piano primo composto da ingresso, IPE 172,1375. EURO 89.000,00 soggiorno, cucina abitabile, due camere e SAN MAURO – VIA XXV APRILE: In sta- bagno. Cantina e box auto doppio. Grande terbile con grande parco condominiale, propo- razzo panoramico e ampio giardino. Classe energetica in fase di richiesta. EURO niamo appartamento al primo piano com430.000,00 SAN MAURO – OLTREPO’: In zona verde e comoda a tutti i servizi, proponiamo ntero cantiere di nuova costruzione. Possibilità di scelta di soluzioni di varie metrature, nonché di finiture interne. Classe energetica A. PREZZI DA EURO 185.000,00

A Norcia e nei Monti Sibillini con l’ASSO, due mesi prima del terremoto!

hanno colpito Norcia e Castelluccio: Norcia, dove siamo stati coccolati nelle strutture degli hotel Salicone e Grotta Azzurra e del ristorante Granaro del Monte; Norcia, dove abbiamo passeggiato la sera, visitato la Basilica di San Benedetto e gli scavi archeologici, pregustato aromi e sapori dalle vetrine dei produttori di specialità gastronomiche; Castelluccio, dove abbiamo concluso due escursioni in programma giovedì 23 e venerdì 24 giugno, in un paesaggio fantastico... che ora è drammaticamente cambiato. Chi ha partecipato a quel viaggio lo ricorderà per sempre! Ed il ricordo sarà accompagnato dal rimpianto di aver perso quei luoghi che non saranno mai più com’erano… Non sarà un rimpianto per la perdita di un proprio caro, ma quello per la perdita di uno dei luoghi più belli della nostra Bell’Italia.

Da alcuni mesi sono giunti a San Mauro numerosi migranti, provenienti da diversi paesi africani e dal Pakistan. Un tempo, parlo di quand’ero bambino, giunsi anch’io a San Mauro, ma non mi rendevo conto di essere anch’io un migrante, anzi doppiamente migrante: arrivai da Gassino ed allora arrivare anche solo da poco fuori della cinta daziaria ti classificava già tra i “foresté” (straniero); ma non solo, ero di una famiglia veneta, con padre e madre immigrati da un paese rurale della bassa provincia di Vicenza. Come per tante altre famiglie di immigrati provenienti dal Veneto, così come dal Meridione d’Italia, furono anni di fatica per riuscire a crearsi una vita meno misera che nei luoghi di origine. Erano però gli anni in cui si trovava lavoro facilmente, magari pagato poco, ma che permetteva di migliorare gradualmente le condizioni di vita. Oggi la situazione in cui vengono a trovarsi gli immigrati, più o meno clandestini, è un po’ diversa; da un lato arrivano con mezzi di “fortuna” che talvolta sono invece tutto il contrario, e quando, se ci riescono,

approdano sulla nostra terra italiana, incontrano una situazione economica completamente cambiata dove sono molti di più quelli che cercano lavoro e dignità, e tra i molti ci sono anche i figli, i nipoti o pronipoti dei migranti comparsi nel secolo scorso … Ma cosa c’entra l’ASSO con la situazione che trovano gli attuali migranti che arrivano o sono già arrivati nella nostra Regione, o a San

Sentieri (quelli camminatori, o escursionisti puri, o amanti della mountain bike, o scolari in esplorazione della collina con gli/le insegnanti). E’ quindi in questa situazione che si è affacciata una bella idea: “Visto che molti altri pensionati (ed anche non) passano il loro tempo a criticare i ragazzi disperati, scappati da paesi in guerra, in carestia o in miseria, perché se ne stanno a far

che i volontari soci dell’ASSO al lavoro sui sentieri. E non si limitano a fare presenza, ma dimostrano di voler lavorare, anche a gratis ! Da settembre, sono già state tre le mezze giornate lavorative dedicate alla manutenzione dei sentieri, con alcune decine di ragazzi migranti; potrebbero essere di più ma i limiti non sono da imputare a loro: sono i volontari dell’ASSO ad

Mauro? Tra i soci Amici dei Sentieri di San Mauro ed Oltre, alcuni tra coloro che hanno già raggiunta l’età pensionabile e che non amano starsene con le mani in mano, volontariamente dedicano un po’ del proprio tempo, per mantenere frequentabili i sentieri collinari percorsi poi dagli altri Amici dei

niente, magari anche loro in piazza, semplicemente perché non trovano un lavoro, proviamo a proporre loro di lavorare con noi per pulire o sistemare i sentieri.” Incredibilmente la risposta si è fatta vedere concretamente, al punto tale che oggi sono più numerosi i ragazzi migranti,

essere in pochi e non sufficienti per trasportare tutti i volontari migranti che vorrebbero venire a faticare sui luoghi di lavoro! Basta vedere la foto per rendersi conto della proporzione… Ecco cosa c’entra l’ASSO!


sAN MAU RO SPORT & dintorni

Camminatori mangianti

Arrampicata B-SIDE

Ricordando la Mangialonga

Guardando all’insù

Freddo e alluvione non cancellano i ricordi del territorio SanMaurese

12 gruppi sportivi tra i 7 e i 18 anni impegnati nell’arrampicata agonistica I nostri atleti sono in palestra per prepararsi alla nuova stagione agonistica che comincerà poco dopo le vacanze di Natale. Se un anno fa pensavamo di aver raggiunto un numero elevato di atleti e atletini nel gruppo, quest’anno abbiamo raggiunto il massimo consentito con tutti i gruppi pieni. Tra i 2 gruppi sportivi (under 20 e under 14), e i due pre agonistici (under 12 e over 12) abbiamo un bacino di circa 60 atleti tra i 7 e i 18 anni. Un bel numero da gestire, ma con gli allenatori e istruttori a disposizione riusciamo comunque a far scalare. Ovviamente gli obiettivi dei vari gruppi sono differenti, i due gruppi sportivi sono focalizzati sul mondo delle competizioni e, più grandi sono i ragazzi, più importanti sono gli impegni agonistici e di conseguenza l’impegno negli allenamenti. Diverso è il fine dei corsi pre agonistici dove si dà più importanza alla tecnica e al gioco, quindi ad imparare veramente a scalare tralasciando un po’ l’aspetto fisico. Questo perché, come un po’ in tutti gli sport, prima bisogna imparare a scalare il meglio possibile per poi andare a lavorare sulle qualità fisiche come la forza e la resistenza, le più importanti nel nostro sport. Detta così sembra che il B-side sia una fabbrica per arrampicatori, dove si prendono i bambini e si assemblano i vari “pezzi”

per poter far sì che diventino degli atleti perfetti. Ovviamente non è così, altrimenti non sarebbe uno dei lavori (a mio parere) più belli che si possano fare. Quindi cosa facciamo al B-side? Eh... bella domanda. Sicuramente scaliamo. E forse per qualcuno abbiamo detto tutto, perché in quella piccola parola, “scalare” o “arrampicare” che dir si voglia, c’è già tutto. Sia per il bambino che viene un’ora a settimana a correre sui materassi e fare la scimmietta su e giù per le pareti, che per la ragazza di 17 anni che finita la scuola si precipita in palestra per la seduta di allenamento con l’obiettivo di migliorarsi perché alla prossima gara vuole andare ancora meglio. E tra i due c’è un mondo, un mondo di giochi, di esercizi, di divertimento, di soddisfazioni, di delusioni, di noia, di gare, di amicizie, di rimproveri, di lodi, di infortuni, di viaggi, ecc... Personalmente credo che ciò che veramente si faccia al B-side sia crescere, crescere insieme arrampicando, e non mi riferisco solo ai nostri atleti. Questo ormai è il quinto anno che sono al B-side e mentirei se dicessi che sono la stessa persona di 5 anni fa. È una bella responsabilità quella di dover gestire tutti questi ragazzi, infatti cerchiamo di farlo al meglio che possiamo, trasmettendo loro i valori in cui crediamo. Ora basta con le cose

5

serie, alla fine se c’è una costante in tutti i corsi è proprio quella che non ci si prende mai troppo sul serio. E di risate in palestra non ne mancano, d’altronde Luca, Marzio, e Stecca (i gestori della palestra) è la cosa che fanno più spesso. Quindi posso concludere dicendo che al B-side si scala e si ride, ma tanto! JEAN

Era la Mangialonga “Fragole e Mulini” a San Mauro per le giornate europee dei mulini e la festa delle fragole una camminata all’insegna dei sapori e paesaggi locali. Un buon successo di pubblico per la prima edizione, ormai appuntamento fisso per i sanmauresi e non. Un percorso facile, adatto a tutti, che ha conquistato il cuore ed il palato

da sx - Anais Sandrini, Stefano Catalano, Marzio Nardi, Luca Giammarco, Jean-Pierre Bovo

anche dei più golosi. Inserita nel calendario della festa delle fragole, nasce con l’intento di valorizzare gli aspetti gastronomici e paesaggistici del territorio e si svolge in occasione delle Giornate Europee dei Mulini. La partenza infatti è proprio dal Mulino di Sambuy, che è un antico mulino al confine con C a s t i g l i o n e . L’associazione Mulino Sambuy se ne prende cura e intende rimetterne

in funzione l’antica ruota conservata nel canale attiguo e le macine che hanno prodotto ottime farine. La presidente dell’associazione Stefania Bertotto ha le idee chiare: suo nonno Elio Bottallo

era mugnaio e lei vorrebbe che i bimbi di oggi avessero tutti l’opportunità di mettere le mani nella farina appena macinata e riscoprire un antico mestiere ormai in disuso come quello del mugnaio. Così, i giovani non vedranno solo nella pubblicità le macine (in gergo tecnico “palmenti”) in funzione, ma potranno assistere all’intero ciclo produttivo dal campo alla tavola, per sviluppare una cultura

edicola

del cibo, della salute, del territorio e dell’ambiente. Un percorso didattico nel mulino, e un percorso culturale e paesaggistico sul territorio, ammirando le bellezze delle cave del Po, del castello di Sambuy, della Torre di Moncanino e dell’abbazia di Pulcherada, una passeggiata tra la storia e le bellezze naturali, i campi di papaveri, le acacie in fiore, gli uccelli acquatici, le pietre di fiume e le nuvole che scorrono rapide sopra le nostre teste. Per informazioni: Associazione Mulino Sambuy mulinosambuy@gmail.com 3451415986 www.mulinosambuy.it e su Facebook Mulino Sambuy

FELIX

articoli regalo fraz. Pedaggio CASTIGLIONE

via SanFrancesco d’Assisi 4 -(davanti alla chiesa di Pulcherada) il nuovo B-Side, come si presenta bene!!

SAN MAURO - tel 011.822.09.98 - ilgattochepesca@libero.it - (chiuso lunedì mattino)

Formazione

farsi un “Ufficio Stampa” Una giornata per imparare a informare e a comunicare, servizio importantissimo perl’autorpomozione di tutte le associazioni Quante volte il valido e faticoso lavoro di un’associazione o di un ente non riceve la meritata attenzione da parte dei media? «Giornali, radio e televisioni non parlano di noi», è la risposta che si sente con più frequenza. Ma se il problema fosse un altro? Se invece la colpa andasse ricercata nell’aver comunicato in modo inappropriato la propria attività? Per rispondere a questa esigenza - lo scorso 19

novembre - l’associazione Lettera Ventitré, collettivo di giornalisti che dal 2012 si occupa di formazione nell’ambito della comunicazione, ha organizzato una giornata di lavoro al “Gobetti”. Un vero e proprio corso di “Ufficio stampa” condotto dai giornalisti Salvo Anzaldi, Chiara Priante ed Emanuele Franzoso che ha coinvolto molti sanmauresi e torinesi. L’obiettivo? Fornire l’uso corretto

dello strumento dell’ufficio stampa ad associazioni, società, enti e gruppi di lavoro che hanno la necessità di promuoversi: come relazionarsi con giornali, radio e tv per rendere efficace la propria comunicazione? Come diffondere e promuovere bene gli eventi per non vanificare l’impegno speso nell’organizzarli? Come scrivere un comunicato stampa? Come inviare la mail e quali foto sono le più adatte da alle-

gare? Come andare alla ricerca della notiziabilità? Si tratta solo del primo di una serie di iniziative, già apprezzate in altri comuni torinesi e non solo, che potrebbero essere riproposte sul territorio. Dall’utilizzo dei social network ai corsi base di giornalismo. Per ulteriori informazioni è possibile contattare l’associazione via email: oppure al numero 3281767403. EMANUELE FRANZOSO

167


sAN MAU RO SPORT & dintorni

6

Tennis

ACUS ONLUS e podismo solidale

ACUS RUN_2017 Torna la grande corsa podistica da oltre 700 iscritti ! Con il ricavato si finanzieranno nuovi progetti solidali!

Acus Onlus presente alla prima seduta di terapia con Andrea

I Maratonabili Onlus sono dei runners che aiutano i meno-abili a vivere l’emozione del correre. Come? Spingendo una carrozzina per un’intera maratona! Vi aspettiamo all’Acus Run

Dott. Marco Candellone Il Medico Sportivo studio: C.so Peschiera, 217/A Torino - tel. 338.6360658

E’ da più un anno che ormai, ricordando Sergio, Acus Onlus si impegna per cercare di rendere la vita alle persone in difficoltà un po’ meno difficile. Dal 2015 si sono susseguite svariate manifestazioni a dimostrazione di come ci sia una reale volontà crescita da parte dell’associazione. Gli ottimi risultati raggiunti tramite feste-concerto, brunch e l’ACUS RUN hanno portato così a destinare le donazioni all’associazione FARO per assicurare il supporto psicologico, fornito da parte di professionisti, ai malati terminali che si appoggiavano a quella struttura. Per l’ultimo evento organizzato, l’Acus ha destinato all’ass o c i a z i o n e LesClochesOnlus che a sua volta ci ha presentato un caso che stava seguendo. Possiamo quindi dire che ACUS ha conosciuto con piacere Andrea e sostenuto per lui le spese di fisioterapia necessarie. Il prossimo evento a organizzato da ACUS sarà l’Acus Run, gara podistica benefica che ha coinvolto nel 2016 circa 700 persone. Vi aspettiamo quindi il 19 marzo 2017 al parco Michelotti per la ACUS RUN, Corsa non competitiva aperta a tutti di 10km, camminata di 5km e corsa di 1km per i bambini. Percorso bellissimo completamente in riva al Po. seguiteci su facebook/ acusonlus

Sport Village Bertolla Successo per il terzo Torneo Open con ben 180 iscritti La terza edizione del Torneo Open dello Sport Village Bertolla ha, come ormai da tradizione, concluso la stagione estiva riscuotendo un enorme successo. Competizione che anche quest’anno ha visto migliorare ulteriormente il proprio prestigio, con il montepremi aumentato a 2.000 e confermando il torneo maschile e femminile. Successo ottenuto cominciando dagli iscritti, 180 nel totale tra uomini e donne, dal livello di gioco espresso dai giocatori partecipanti e dall’organizzazione impeccabile che permette sia ai tennisti che ai visitatori di godersi due settimane di grande tennis. Il torneo si concluso domenica 25 Settembre ha visto vincere nel campo femminile Valeria Campigotto (2.5) con il punteggio di 6/3 6/4 contro la sorpresa del torneo, Chiara Fornasieri (2.8), mentre per gli uomini il torneo è stato vinto dalla testa di serie numero uno del torneo, Matteo Civarolo (2.2) contro Lorenzo Cannella (2.4) con il punteggio di 6/3 6/4. L’organizzatore del torneo Giuseppe Minniti, il presidente Teresa Librera, il giudice arbitro Enzo Di Salvo e i partner del circolo tra i quali: JOMA e WILSON come main sponsor, BMW Autocrocetta, Decori & Restauri, Atlante, Vetta, Banny Sport, Lorenzini e Vodafone QS4B (Raimondo Baldassarre) hanno permesso la realizzazione di questo grande evento e sono già al lavoro per regalare nella prossima stagione, la quarta edizione di un torneo che si migliorerà ancora per ottenere risultati sempre più grandi. Dalla conclusione della stagione estiva si è subito passati all’inizio

premiazione della finale femminile del 3° Open Sport Village Bertolla vinta da Valeria Campigotto (2.5) sulla sinistra battendo Chiara Fornasieri (2.8) sulla destra.

della stagione tennistica 2016/17 organizzata dal Direttore Sportivo Giuseppe Minniti, partendo dalla scuola tennis diretta da Maurizio Bugnano (Maestro Nazionale e Professional PTR) che dopo il riordine

da Giuseppe Minniti, che ha ottenuto nel 2016 risultati eccellenti a livello di squadre agonsitiche Under 12 Femminile e Under 14 Maschile, dopo un grande lavoro svolto dallo staff capitanato dal Direttore Sportivo,

(2003) 4.3 e Simona Pilotti (2003) 4.3. Il programma Academy che segue un progetto ben preciso offre qualità dell’allenamento affiancata da un’idea di gioco ben precisa da trasmettere ai suoi giocatori,

premiazione della finale Maschile del 3° Open Sport Village Bertolla con Vincitore Matteto Civarolo (2.2) sulla destra che ha battuto Lorenzo Cannella (2.4) sulla sinistra,

della sua struttura dello scorso anno nella quale ha compiuto un egregio lavoro in campo, si è confermato anche quest’anno incrementando i numeri dei partecipanti e permettendo così di creare una prima continuità di lavoro prefissata del progetto iniziato più di due anni fa insieme al resto dello staff composto da Cristina Gambarino (Maestra Nazionale FIT e Professional PTR) e responsabile della preparazione atletica della scuola tennis e Valter Faldon (Maestro nazionale FIT e Professional PTR). Progetto che comprende anche la Tennis Academy dello Sport Village Bertolla, portata avanti in prima persona

Maurizio Bugnano (Maestro Nazionale e Professional PTR), Alessandro Viarengo (Istruttore di I° FIT), Andrea Minniti (2.6), Dott. Gabriele Venturino (Responsabile dell’area Fisica) e Alessandra Remmert (Nutrizionista). Programma che ha visto aumentare il proprio parco dei giocatori Under dal 2002 al 2005 che hanno ottenuto grandi vittorie e passaggi di classifica in terza e quarta categoria. Tra i ragazzi che spiccano troviamo: Giorgia Megna (2003) che passerà 3.4, Niccolò Demi (2002) 4.2, Romeo Fabrizio (2003) 4.2, Romeo Lorenzo (2005) 4.3, Riccardo Manicone (2001) 4.2, Laura Pulejo

insieme all’organizzazione e collaborazione del suo staff conferma grandi risultati anche tra gli adulti vantando una grande squadra che anche quest’anno ha raggiunto tutti gli obiettivi, ottenuto miglioramenti di classifica e nuovi tesserati. Squadra che si preparerà per affrontare al meglio il Trofeo Carole Lim. 2.4 Invernale e in Primavera 2017 la Serie C con i giocatori: Andrea Minniti (2.6), Maurizio Bugnano (2.6), Alfredo Iezza (2.6), Giuseppe Minniti (2.7), Andrea Camoletto (2.7), Alessandro Viarengo (2.8), Gianluca Zoppo (3.1) e Simone Visetti (3.2). GIUSEPPE MINNITI


sAN MAU RO SPORT & dintorni

7


sAN MAU RO SPORT & dintorni

8

Ciclismo

MASTER TEAM PRIMO IN PIEMONTE Una stagione a tutto GAS Anche quest’anno con la kermesse di Coppa Piemonte, svoltasi nella cornice torinese al Monte dei Cappuccini e organizzata magnificamente dal team Cicli Boscaro, si chiude la stagione agonistica 2016 della nostra squadra. Una stagione che ha

visto la compagine torinese trionfare in Coppa Piemonte con un primo posto da incorniciare e posizionandosi sul secondo gradino del podio nel nuovo e prestigioso circuito marathon alle spalle dei professionisti della SILMAX X-Bionic.

La stagione n°12 del Master Team è stata la più numerosa di sempre per adesioni, con i suoi 39 tesserati FCI. Forti del loro nuovo sostenitore principale, Roma Gas & Power, i nostri atleti hanno percorso a tutto gas quasi 15.000km di sentieri in mountain-

bike nelle varie competizioni agonistiche. Ma siamo certi che con i km che sono stati necessari per la preparazione agonistica avremmo mandato la squadra sulla Luna. E i risultati non si sono fatti attendere. Stagione iniziata con la Coppa Piemonte, che rimane ancora un campionato di riferimento per tutto il nord-ovest d’Italia, con un team composto da 16 atleti (AUGUSTI Angelo,

Claudio e Beani Paolo, il secondo posto per Maura Mecca, il terzo per Rizzi Massimo, il quinto posto per Muscatello Gianluca, sesto posto per Bongiovanni Lorenzo e decimo posto per Marchese Carmelo e Gabriele Melchior nelle rispettive categorie. Quest’anno la squadra è stata impegnata anche sulla novità regionale del circuito Marathon Bike Cup. Il Master Team, presente

Massimo, SGOBARO Lorenzo, SORRENTINO Massimo, VITALI Massimo), ha ottenuto il secondo posto di Società, il primo posto di categoria per Bollati Ettore, il secondo posto per Rizzi Massimo e Beani Paolo. Il terzo posto per Tiziano Aseglio nel percorso granfondo. Sempre numerose anche le partecipazioni della squadra alla 24H di Finale Ligure (quest’anno coraggiosamente affron-

BEANI Paolo, BOLLATI Ettore, BONGIOVANNI Lorenzo, CASTELLETTI Claudio, LOIACONO Roberto, MAGGIO Giorgio, MARCHESE Carmelo, MECCA Maura, MELCHIOR Gabriele, MONTELEONE Giuseppe, MUSCATELLO Gianluca, RIZZI Massimo, TROTTA Matteo, VISTARINI Mauro, VITALI Massimo), che ha centrato il primo posto di Società nonchè il gradino più alto per Castelletti

con 21 atleti (ASEGLIO Tiziano, BEANI Paolo, BELLIO Emanuele, BOLLATI Ettore, CABONI Giampiero, CASTELLETTI Ottavio, GENNARI Gabriele, IMBRIACO Giuseppe, MAGGIO Giorgio, MARCHESE Carmelo, MARTINENGO Ivano, MELCHIOR Gabriele, MONTELEONE Giuseppe, MOZZONE Piergiorgio, M U S C A T E L L O Gianluca, PAPOTTI Danilo, QUARA’ Alessandro, RIZZI

tata con una squadra da quattro), alla GF Valtellina, alla Kronplatz, all’appuntamento isolano della Capoliveri Legend Cup e alla sempre molto sentita Roc d’Azur, gara di Mtb che si corre nella splendida cornice di Frejus in costa azzurra. Non sono poi mancati gli impegni degli atleti su strada, tra cui la GranFondo di Torino e la Nove Colli. Il Master Team consolida sempre più gli impegni ed i risultati nel pano-

rama agonistico piemontese, forte di un gruppo, quello degli atleti e dei suoi accompagnatori sostenitori, che riesce a trasmettere grande passione per le due ruote. Nell’attesa di festeggiare tutti insieme, con la consueta Cena Sociale che si terrà all’Agriturismo “Il Cigno di Cigliano”, la conclusione della stagione competitiva 2016, le novità per l’anno 2017, il Presidente ASEGLIO, i 39 tesserati e tutti gli accompagnatori ringraziano i sostenitori: ROMA GAS & POWER HS DEPOSITI E SPEDIZIONI Srl - MJ MAN RIZZI MASSIMO Snc TECNOALARM - M2 INFORMATICA - RD

IMPIANTI TERMOTECNICI - DIMAR ARREDAMENTI - GM BAGS DI GIORGIO MAGGIO SAGI DUE CARROZZERIA - GIEMME RICAMBI - STUDI ODONTOIATRICI VALENTINO BONARDI NICOLA CICLI CAPELLA AUTOTRASPORTI TRASLOCHI BRESCIANI Snc dandovi appuntamento al 2017. E ricordate: sempre in sella!! OTTAVIO KASTE


9

sAN MAU RO SPORT & dintorni

Piscina Allende

Risultati Syncronizzati Le ragazze Giorgia- Giulia- Elena -Viola- Paola del syncronizzato hanno rappresentato il Piemonte a Trento classificandosi al terzo posto Si trova a San Mauro, precisamente in Via Dora 13 (zona Sant’Anna), circondata dal paesaggio della collina torinese e della natura fluviale del Po, la piscina comunale Allende. Se questo piccolo impianto è divenuto la grande realtà che è oggi, lo si deve all’impeccabile gestione, ormai quindicennale, dell’associazione sportiva Team 63. Innovazione e coesione interna sono i pilastri che sorreggono la professionalità di questa squadra. E’ nella confortevole acqua calda della piscina, infatti, che i vostri ragazzi e le vostre ragazze impareranno a nuotare sentendosi a casa, protetti dalle competenze e dalla fiducia reciproca che scorre tra gli istruttori; è qui che nel 2010 nasce l’Acquapole, strumento di acquafitness divenuto di fama internazionale; è questa la piscina dove si allena la squadra di nuoto sincronizzato Team 63, classificatasi prima nei campionati regionali e seconda in quelli nazionali; è qui, infine, che viene dedicata attenzione agli adulti, offrendo loro una vasta gamma di attività relative al mondo dell’acquafitness e a quello del nuoto. Questi sono solo una piccola parte dei motivi per cui molti degli utenti ritengono la piscina Allende la loro seconda famiglia: di fatto ti accompagna con sorriso e professionalità lungo tutta la tua vita. Nella parte agonistica della squadra del TEAM63 tanta è que-

istruttori 2017, Team 63, piscina Allende

PALLAVOLO

Sant’Anna a tutta B premiazione Uisp

Occhi puntati su Robazza e Mura da pag 1

le syncronette ai campionati italiani a Trento, premiate

st’anno la soddisfazione Le nostre atlete hannoinfatti da poco partecipato alla premiazione Uisp per coloro che si sono contraddistinte ai Campionati Italiani di Syncro mentre le nostre ragazze Giorgia- GiuliaElena -Viola- Paola del syncronizzato hanno rappresentato il Piemonte a Trento classificandosi al terzo posto.

Il Sant’Anna è partito nel riformato campionato di B unica. Da questa stagione infatti non esisteranno più B1 e B2 separate, ma le formazioni (tolte le retrocesse in C la passata stagione) sono state fatte confluire in un solo campionato a 9 gironi da 14 squadre ciascuno. Quattro retrocessioni a girone, mentre le prime due andranno ai playoff. Nessuna promozione diretta quindi. Sul fronte partenze i sanmauresi hanno salutato Graziana

(passato a Chieri), Sansanelli e Bernardi (quest’ultimo per cessata attività pallavolistica), Giacobbo (tornato a Novara) e Randone (sistematosi a PVL). Per compensare ci si è affidati a elementi cresciuti nella società che negli ultimi hanni sono cresciuti al di fuori di San Mauro come gli schiacciatori Robazza e Mura, mentre il libero Tanga ha fatto quasi tutta la trafila delle giovanili dopo essere arrivato dal Lasalliano. Il grande colpo di mercato è arriva-

to alla vigilia dell’inizio del torneo con l’accordo con Lorenzo Scuderi inattivo per motivi di lavoro dal 2013, ma con una lunga esperienza alle spalle in A2 specie a Sora, dove ha giocato dal 2010. Riconfermato il resto della rosa a partire dai palleggiatori Vittone e Mosso, ai centrali Chiappino, Giraudo e Vajra, agli opposti Bassani e Fumagalli e all’ala Pagano (arrivato al suo dodicesimo anno al Sant’Anna) ALESSANDRO GIBELLINO


sAN MAU RO SPORT & dintorni

10 Ciclismo

Sci club San Mauro

Il Pedale non si ferma mai!

Al via la quarta stagione sciistica dello Sci club San Mauro

La società del Pedale Sanmaurese festeggia il ritorno di Gabriele Scarabello, giovane ex-corridore, partito come giovanissimo proprio dal Pedale

Dopo un avvio a rilento per farsi conoscere oggi lo sci club è diventato un punto di riferimento per coloro che vogliono avvicinarsi a questa disciplina. Avvicinare bambini/e dai 5 anni allo

corsi di SCI DISCESA e di SNOWBOARD. Il nostro fiore all’occhiello i corsi che si terranno anche quest’anno a Monginevro di sabato e di domenica a partire dal 7 e 8 gennaio

anche quest’anno il corso di PREAGONISTICA. Lo scopo è avvicinare i bambini/e e i ragazzi/e al mondo dell’agonismo in maniera LUDICA alternando allenamenti fra i pali e perfezionamento in

sci per una vita all’aria aperta, al divertimento e magari a scoprire nuovi talenti. Ricordiamo che l’appartenenza allo Sci Club comporta avere un’assicurazione per le attività sciistiche valevole da dicembre 2016 a novembre 2017 valida in tutte le località Italiane e Francesi. Sciare in tutta sicurezza e tranquillità. Ed ancora, avere giornalieri scontatissimi, poter noleggiare o acquistare attrezzature sportive nei negozi convenzionati, partecipare a gite durante la stagione invernale, sciare e conoscere nuovi Amici, week-end scontati sulla neve, settimane bianche favolose gite in pullman sulla neve, e poi potersi iscrivere ai nostri

2017 sotto la guida dei fenomenali Maestri della scuola ESF. I corsi saranno di 3 ore per 6 lezioni per un totale di 18 ore dalle ore 10:00 alle ore 13:00 Corsi aperti a tutti, bambini dai 5 anni, ragazzi e anche adulti. Classi omogenee sia di sci discesa che di snow, ed anche corsi di FREE RIDE, disciplina questa che regala forti ed intense emozioni. Con i nostri Maestri verrete accompagnati in percorsi in neve fresca e percorsi “hard”, per poter scoprire nuove ed incontaminate vallate. Alla base tanta passione e divertimento. Dopo il successo della scorsa stagione, in collaborazione con la Scuola Sci di Monginevro continua

pista. Un’occasione unica per migliorare lo stile. Nelle domeniche in cui non si svolgeranno i corsi si effettueranno gite aperte anche ai non sciatori. La prima gita della stagione sarà il 4 dicembre 2016 ad Orelle Val Thorens. Per ulteriori informazioni, per programma e costi consultare il sito www.skiteam4.it oppure passare in sede. Da quest’anno lo Sci Club San Mauro si ritrova presso la Sala Conferenze “Ilaria Alpi” di via Martiri della Libertà 150 a San Mauro Torinese naturalmente Vi aspettiamo ogni mercoledì dalle ore 19:00 alle ore 20.30 Per contatti: Luciano 3356476367 - Mimmo 3391688921

esordienti

da pag 1

I piccoli ciclisti della nostra cittadina sono sempre in fermento, a partire dai più piccini che con curiosità si affacciano alle due ruote, sia ai più grandi che caparbiamente continuano la loro attività divisi tra scuola e altre attività ludiche. Nella categoria giovanissimi abbiamo visto trionfare Leonardo Martuscelli nella sezione G2 e Simone Del Priore nella sezione G4, due atleti che si sono impegnati e sono stati premiati ottenendo degli ottimi risultati. Entrambi saliti sul podio e addirittura 4 volte sul gradino più alto per Leonardo. Ma la grande novità della stagione 2016 è stato l’arrivo di Gabriele Scarabello, giovane excorridore, partito come giovanissimo dal Pedale Sanmaurese e tra le fila fino ad un anno fa, ora passato dal lato più responsabile e coordinativo dell’allenatore. Tra i suoi successi ricordiamo un ottimo piazzamento alla “Cento Chilometri del

Divertiamo...SCI...

Monviso”, gara conclusasi con non poche difficoltà dovuti ai pochi traguardi tagliati causa meteo avverso, e che gli valse la qualificazione ai Campionati Italiani. Ha tanto da spendere il grande Gabriele con i più giovani di lui, tanta esperienza e tanto gioco che possono solo far crescere in disciplina e resistenza il team del Pedale. Nella categoria esordienti gli atleti che si sono distinti sono stati al 1° anno: Luca Pilone, Fabio Dicembre, Enrico Bertotto, Edoardo Torre, Francesco Vai, Matteo Giubergia, Tommaso Cavaglià e Emanuele Murari. Mentre al 2°anno troviamo Lorenzo Possamai, Mattia Macri, Matteo Ruffinengo, Damiano Valerio e Luca Bonino. Dobbiamo sottolineare che tutti si sono impegnati particolarmente ma chi ha ottenuto vittorie speciali sono stati Fabio Dicembre salendo sul podio per ben 11 volte e per ben 5 volte sul gra-

giovanissimi con 2 angeli custodi 2016

dino più alto. Nella stessa categoria ma questa volta al secondo anno troviamo Damiano Valerio ricavando 14 podi e 2 vittorie. Grandi e piccini falcano lesti lesti verso nuovi obiettivi, ma soprattutto i genitori corrono veloci da un punto all’altro di Sanmauro e dintoni per

permettere ai loro cuccioli di crescere sani facendo tanta attività sportiva, e quindi speriamo che sempre più adulti vogliano avvicinare i loro pargoli a questo splendido sport, e perché no, anche i più grandi, perché non è mai tardi per mettersi in sella ad una bici.


sAN MAU RO SPORT & dintorni

BICILETTATA STRACOMUNE

400 partecipanti 10 associazioni e 13 sponsor, un grande successo Metti che una cooperativa sociale operante sul territorio di San Mauro proponga di organizzare una biciclettata che attraversi i comuni in cui opera il C.I.S.A. ( C o n s o r z i o Intercomunale Servizi Assistenziali). Metti che, a fronte della bella proposta, i comuni interessati supportino l’iniziativa fornendo appoggio logistico, spazi e promozione. Metti che le Proloco dei comuni collaborino per garantire i punti di ristoro ai partecipanti, pranzo domenicale incluso. Metti che più di 10 associazioni offrano spontaneamente il loro aiuto e i loro volontari, e che 13 sponsor supportino economicamente l’evento. Metti che a questa biciclettata partecipino quasi 400 persone, tra cui i sindaci dei comuni coinvolti. Aggiungi che, nonostante fosse prevista pioggia, il sole riscaldi volontari e partecipanti fino al tardo pomeriggio. Ecco, mettendo insieme tutti questi ingredienti, è possibile avere un’idea di quello che è stato l’evento “Prima Biciclettata

Stracomune” organizzato dalla Cooperativa “Il Punto” domenica 2 ottobre 2016, con il patrocinio non solo dei comuni coinvolti, ma anche della Regione Piemonte. Il tema della giornata, Sport & Integrazione, ha attirato numerosi partecipanti che, oltre a pedalare per 12 km da San Raffaele Cimena a San Mauro, hanno passato una giornata all’aria aperta incontrando e conoscendo le tante associazioni del territorio, non solo sportive, che hanno contribuito alla riuscita dell’evento. E tanti sono i cittadini di San Mauro che, pur non avendo partecipato alla biciclettata, hanno comunque trascorso il pomeriggio in piazza Europa assistendo agli spettacoli, ascoltando buona musica dal vivo, provando nuovi sport e giocando con i clown della clownterapia. Insomma, una bella giornata di sport, amicizia e solidarietà che ci auguriamo diventi un appuntamento abituale per i comuni aderenti al C.I.S.A..

Pallavolo maschile

Lasalliano Serie C è tornato Fabio Ossola Comincerei dal reparto schiacciatori dove abbiamo la novità più importante, il graditissimo rientro dal prestito al Parella di B di Fabio Ossola schiacciatore di grandi prospettive e rinforzo perfetto per le ambizioni di questo giovane gruppo, da segnalare inoltre l´arrivo di Fabio Scarrone e di Fabio Pellegrino dalla C del PMT giovani di buona prospettiva che aggiungono valore al reparto oltre alla conferma di Marco Ariagno il piu giovane del lotto degli schiacciatori ancora U19 ma sicuramente un atleta di grande prospettiva e assolutamente in grado di giocarsi il posto da titolare con i suoi colleghi di reparto. Novità anche nel reparto centrali dove oltre alle conferma del capitano Morello Alessandro e di Bojan Grujic è arrivato dal S. Anna Davide Scollo anch´egli U19 a rinforzare un reparto già molto competitivo ma a questo punto decisamente assortito e valido in tutti i suoi componenti. Nel reparto opposti è

stato confermato Ludovico Vinci già al Lasalliano nelle scorse stagioni e atleta di ottimo rendimento al quale è stato affiancato Riccardo Marino proveniente dalla PMT giovane di gran fisico e buona tecnica con ampi margini di miglioramento. Nel ruolo di libero è arrivato Matteo Gally dal Chisola Volley, ma l´anno scorso in prestito alla PMT atleta con ottimi

fondamentali di seconda linea, ad affiancare Lorenzo Garbo da qualche anno ormai libero del Lasalliano e atleta di grandissime potenzialità. Non ultimo ma molto importante il reparto palleggiatori dove a fronte delle scelte effettuate a fine estate siamo statti costretti nostro malgrado a rivedere la situazione, in quanto Jacopo Violino proveniente dalla PMT , il palleggiatore chiamato

11 ad affiancare Davide Piccinini già al Lasalliano lo scorso anno, a causa di un grave lutto famigliare ha dovuto catapultarsi suo malgrado nel mondo del lavoro e proprio a causa di questo deve limitare il suo impegno sportivo con grande rincrescimento sia da parte sua che ovviamente da parte nostra. Ma anche qui la società ha lavorato al meglio riuscendo ad arruolare nelle proprie file Federico Ferro proveniente dall´Arti Volley palleggiatore giovane ma già molto esperto con alle spalle stagioni in C e B.Inoltre è cambiata la guida tecnica della squadra e la scelta del DT Giulio Coppa e del DS

Fulvio Ariagno è ricaduta sul sottoscritto che vi sta scrivendo queste poche righe di presentazione, Enrico Bonardello con parecchie stagioni alle spalle tra cui Arti Volley e PMT e pronto a lanciarsi in questa nuova e stimolante avventura avendo a disposizione un gruppo di ragazzi giovani che fin dai primi allenamenti ha dimostrato grande impegno e voglia di migliorarsi tecnicamente e tatticamente. Non facciamo roboanti proclami ma promettiamo grande impegno con la speranza di divertirci e farvi divertire. ENRICO BONARDELLO

Serie C femminile

PAOLO SEROGLIA

Attività sul campo La collina dei volontari ecco gli appuntamenti S. Raffaele Cimena Domenica 11 dicembre Ore 9,30-12: di fronte alla chiesa parrocchiale della Piana, banchetto Casa Telethon Domenica 18 dicembre Ore 9,30-12: di fronte alla chiesa parrocchiale della Piana, banchetto Casa Telethon Con il patrocinio del Comune di San Raffaele Cimena Gassino To Domenica 16 ottobre Ore 14-19: in via Italia, caldarroste con banchetto Casa Telethon Giovedì 15 dicembre Ore 8,30-13: in via Foratella, nell’area mercatale, banchetto Casa Telethon Sabato 17 dicembre Ore 8,30-13: in via Foratella, nell’area merca-

tale, banchetto Casa Telethon Domenica 18 dicembre Ore 9-12,30: in via Bussolino, angolo con via Chivasso, di fronte alla farmacia Ternavasio, banchetto Casa Telethon Organizzano i volontari di Consport Gassino

banchetto casa Telethon Si ringraziano: Comune di Castiglione Torinese, don Martino, Mario Ottone, Ugo Dallolio, Gabriella Perugini, Valentina Biffoni eTiziana Cerutti Incaricata Telethon di Castiglione Torinese: Marilisa Zuccaio. Subincaricato: Riccardo Biagini

Castiglione to Giovedì 8 dicembre Ore 9-17: lungo i portici di via don Brovero, in occasione del mercatino dell’Immacolata, organizzato dall’Amministrazione comunale, banchetto Casa Telethon Sabato 17 dicembre Ore 9-12: in piazza Beata Vergine Assunta, di fronte alla chiesa parrocchiale dei Santi Claudio e Dalmazzo,

Baldissero Torinese Domenica 18 dicembre Ore 11-13: in piazza della Chiesa, banchetto Casa Telethon In collaborazione con il Comune di Baldissero Torinese e le associazioni Rivodora Domenica 18 dicembre Ore 9-11: sul sagrato della chiesa di San Francesco di Sales, banchetto Casa Telethon

ingresso riservato soci FASI/CONI

Telethon


sAN MAU RO SPORT & dintorni

12 Scherma Accademia Marchesa

Associazione culturale La PulchraRada

Orizzonti da scoprire

Inizio promettente Dalle Olimpiadi di Rio al ritorno della grande scherma Mondiale con il Trofeo Inalpi

Dal 2012 tanti i traguardi, numerose attività didattiche sino alle Degustazioni d’arte

Ha da poco riaperto i battenti ed è già tempo di risultati. L’Accademia Scherma Marchesa non ha deluso le aspettative al via della nuova stagione agonistica. Archiviata l’esperienza Olimpica a Rio de Janeiro con la partecipazione del Maestro Dario Chiadò, direttore di sala nella sede di C.so Taranto a Torino e allenatore della Nazionale Italiana Assoluta di spada maschile, che ha conquistato una meritatissima medaglia di Bronzo, e con uno dei nostri atleti di punta, Lorenzo Buzzi, riserva e sparring partner durante gli allenamenti dei ragazzi del Team olimpico, gli atleti della Marchesa hanno già conquistato alcuni importanti risultati. Qualche settimana fa a Roma, in occasione della Festa della Scherma, svoltasi nella prestigiosa cornice della Sala delle Armi al Foro Italico, è stata consegnata al Presidente Michele Torella la pergamena che ha premiato l’Accademia Scherma Marchesa come Società vincitrice del “Gran Premio Italia di Spada 2015/2016”, riconoscimento ottenuto grazie alla partecipazione e ai risultati di tutti gli atleti del nostro sodalizio. È stato conferito il premio “Seminatore d’Oro” al Maestro Dario Chiadò, riconoscimento simbolico per i tecnici che si sono distinti nell’attività addestrativa degli atleti più giovani nell’arma della Spada;

La PulchraRada ebbe inizio nel 2012, come scommessa degli attori sul raggiungimento di un obiettivo comune. Il tempo passa, impavido, e il gruppo spontaneo dei giovani sanmauresi (Giada Boasso; Claudio Cericola; Ginevra Debrevi; Francesca Lisa) professionisti nel campo dei beni culturali si nutre di idee e progetti da condividere con la comunità, strutturando basi solide per un’iniziativa in fieri. Dietro a ogni traguardo c’è una nuova partenza, e dietro a ogni risultato c’è una nuova sfida da affrontare. Il primo traguardo importante è stato raggiunto il 10 agosto 2016, con il deposito dello statuto associativo cui ha fatto seguito l’inserimento de La PulchraRada nell’albo delle associazioni di San Mauro Torinese. E per il primo anno di attività associativa, tanti sono i temi da sviluppare, innumerevoli le idee da concretizzare, diversi i progetti cui collaborare o da condividere. Punto focale delle iniziative sarà l’interazione con le nuove generazioni, da coinvolgere attivamente nella realtà associativa e con cui dialogare attraverso un programma

premio anche ad Alice Clerici per i risultati ottenuti a livello internazionale durante la passata stagione agonistica. Nello stesso giorno ma a più di mille chilometri di distanza, in Lussemburgo, Federico Marenco ha con-

Maestro Dario Chiadò alle Olimpiadi di Rio con il bronzo Lorenzo Buzzi

quistato un buon 8° posto alla prova di Coppa del Mondo under 20, seguito a breve distanza da Amedeo Zancanella e Giulio Gaetani. Ottimi risultati ottenuti dai nostri atleti nella 1^ Prova di selezione regionale Open, utile per accedere alla prova nazionale. Nella gara di spada femminile il podio si è tinto dei colori Marchesa, grazie a Lucia Di Sarno, Alice Sotero (anche lei di ritorno dall’Olimpiade a Rio, dove ha chiuso all’8° posto nella gara di Pentathlon), Cecilia Varengo e Costanza Comitini, e con altre quattro ragazze fuori dal podio ma ugualmente qualificate hanno raggiunto la già qualificata Alice Clerici. Nella prova maschile i migliori piazzamenti sono stati di

Daniel De Mola e Simone Scarsi, rispettivamente 5° e 6°, con altri otto ragazzi qualificati, che si sono aggiunti a Lorenzo Buzzi, Luca Diliberto, Giulio Gaetani, Federico Marenco, Andrea Vallosio e Amedeo Zancanella, già ammessi di diritto. Buona partenza anche per gli atleti Master, con Dennis Perrone che ha centrato il gradino più alto del podio nella categoria 1 (40+) e con Manuela Lanfranco che è riuscita a strappare la prima medaglia nella categoria 0 chiudendo all’8° posto. In campo europeo l’Italia è stata protagonista sulle pedane di Budapest, nella prima gara del circuito Cadetti, grazie ai due atleti dell’Accademia Scherma Marchesa, Giulio Gaetani che ha conquistato il 1° posto, e Pietro Varengo che ha chiuso al fianco di Giulio al 3° posto. Ed è ancora di Gaetani l’ultimo podio arrivato in casa Marchesa; una fantastica vittoria che lo ha visto protagonista nella 1^ Prova Nazionale Cadetti disputatasi a Novara nell’ultimo week end di ottobre. A poca distanza da Giulio, Stefano Barbero è riuscito a conquistare un buon 7° posto. Nella stessa gara, ma in campo femminile, il miglior risultato è arrivato da Alessandra Amateis che, dopo una serie di assalti vinti di misura, ha ceduto in quello valevole per la finale a otto, chiudendo al 15° posto. Complice

Gaetani

un po’ di sfortuna, Ottavia Rigazzi esce sconfitta alla priorità nel turno precedente, terminando la sua gara al 17° posto. Come si evince da quanto scritto finora, se nei primi mesi di attività sono già stati raggiunti buoni obiettivi, ci auspichiamo di poterne raccontare ancora molti altri. E gli appuntamenti importanti, in campo agonistico e non, sono decisamente numerosi. Primo tra tutti il ritorno del Grand Prix FIE Trofeo “Inalpi” di Fioretto maschile e femminile, che vede coinvolta tutta la grande famiglia dell’Accademia Scherma Marchesa nell’organizzazione dell’evento che porta il nome del nostro main sponsor. L’Accademia Scherma Marchesa è lieta di accogliere chiunque abbia il piacere e la curiosità di conoscere questa nobile arte, fornendo agli interessati alcune lezioni di prova. Potete venire a trovarci nella sede di Corso Taranto 160 a Torino, oppure in una delle succursali presso l’Istituto Sociale in Corso Siracusa 10 a Torino, o presso l’Istituto Galileo Galilei in Via Don Bosco 9 a Ciriè. Per maggiori informazioni visitate il sito www.scherma.torino.it MANUELA LANFRANCO

di laboratori didattici, che prenderà avvio nel 2017, proposti agli istituti comprensivi locali, e adattabili anche per privati cittadini. Continuando in ambito scolastico, confermiamo l’adesione di numerosi classi alla seconda edizione del concorso C’era una volta un pastore..., promosso in collaborazione con l’ASSOCIAZIONE ORSARESE- Famiglie originarie di Orsara di Puglia e dedicato alla creazione della nuova mascotte della VII edizione del Presepe Vivente di San Mauro T.se. Alle attività didattiche si aggiunge un ricco calendario di eventi e attività per far conoscere la storia e la cultura del territorio sanmaurese, in relazione alla vita artistica e culturale di Città Metropolitana, Regione Piemonte e dei Comuni facenti parte della Riserva MAB UNESCO Collina Po. Il calendario di eventi conterà innanzitutto itinerari culturali “oltre confine”, legando San Mauro alle dinamiche culturali e naturalistiche regionali. Uno dei primi incontri sarà dedicato all’abbazia di Novalesa e

alla Cattedrale di San Giusto di Susa, luoghi simbolici e determinanti dei primi sviluppi territoriali in pieno Medioevo dell’abbazia benedettina di Pulcherada. Altra novità sarà rappresentata da un interessante ciclo di Degustazioni d’arte, che tratteranno tematiche suggestive e trasversali per un viaggio inedito nella storia dell’arte, dall’antichità classica al contemporaneo. Il primo incontro, E venne infine Mastro Cola de Lamatrice, sarà dedicato al terremoto del Centro Italia e al valore del patrimonio culturale come simbolo identitario di un popolo. Nel giorno dell’Immacolata (8 dicembre 2016), infine, La PulchraRada sarà presente sul Ponte Vecchio con uno stand creativo e artigianale, e con l’apertura dei tesseramenti all’associazione. Tutte le iniziative sono consultabili sul sito WWW.LAPULCHRARADA.ORG e sulle pagine social FACEBOOK e INSTAGRAM Info e contatti: 3662059905 – 3408238200/ lapulchrarada@gmail.com

Telethon

La 7 ci sta! La circoscrizione al via e si mobilità per la ricerca! Torino Circoscrizione 7 Sabato 17 dicembre Ore 10– 17: in via Borgo Dora 33, banchetto Casa Telethon a cura dell’Associazione Commercianti Balon Ore 10– 17: ai giardini di via Cecchi angolo via Piossasco, banchetto Casa Telethon con tè caldo e torte a cura dell’Associazione Operatori Commerciali Aurora (Cecchi Boys) Ore 16: in piazza della Repubblica 25, al Centro Palatino, esibizione del Gruppo di ballo dell’Associazione Sole e Luna Ore 16: in corso Cadore

17/3, presso la parrocchia di San Giulio d’Orta Concerto della Fisiorchestra Paolo Tricò a cura della parrocchia e della P.a. Radio Soccorso Sociale Sabato 17 dicembre Ore 8–14: in corso Chieti, angolo piazza Enrico Toti, Sergio Turato e Gianfranco Bonansea allestiscono un banchetto Casa Telethon , con tè caldo e torte offerti dal bar Il Cicchetto di piazza Toti Domenica 18 dicembre Ore 10– 17: in Piazza Enrico Toti banchetto Casa Telethon a cura dell’Associazione Residenti e Cittadini per la qualità del quartiere Vanchiglietta in collaborazione con

P.A.Radio Soccorso Sociale Ore 15: in piazza Santa Giulia 2 bis, al Teatro Giulia di Barolo, spettacolo di ballo e arte varia a cura dell’Associazione Sole e Luna Venerdi 27 gennaio 2017 Ore 20,45: in via Brandizzo 65, il Teatro Monterosa, la Compagnia teatrale Varallo’s Company presenta lo spettacolo “Il Fantasma di Canterville” di Oscar Wilde. Allestimento e regia di Carla Aiassa. Nell’atrio del teatro Banchetto Casa Telethon con cuori di cioccolato e gadget vari


sAN MAU RO SPORT & dintorni

Rugby San Mauro

Pensieri di un ciclista

...e non fatele arrabbiare... Ma quanta grinta nelle ragazze del rugby!

Gli “all blacks” al San Mauro rugby Volontari, SanMauro Rugby e migranti (veramente “all blacks”) uniti nella “guerra alla siepe” per ripulire il parco

di energie, e il San Mauro Rugby si è fatto trovare pronto, come sempre, aprendo la propria club house per un pranzo di tutto rispetto: bruschette, formaggi, salumi (pollo per i musulmani), pizza e pasta al forno per tutti quanti. Insomma, una splen-

dida giornata (anche dal punto di vista meteorologico!) dove i volontari, i cittadini ed i nostri “ospiti” migranti hanno dimostrato che con un po’ di impegno e tanta voglia di collaborare si può contribuire concretamente a migliorare la città. Augurandoci che iniziati-

La pedalata porta lontano Il nostro Alessandro da buon ciclista, riflette sulla stagione e su uno sport che ha molto da raccontare

Parco Einaudi

Un sabato mattina diverso, quello di novembre al parco Einaudi. Il comune di San Mauro ha infatti dichiarato guerra alla “siepe”, che da qualche anno si era trasformata in una piccola foresta, inglobando letteralmente alcune panchine. E per combattere la guerra si è radunato un piccolo esercito di circa 40 persone che, lavorando dalle 9 del mattino sino a metà pomeriggio, è riuscito ad avere la meglio sulla vegetazione che ormai sembrava aver preso il sopravvento. Ma ciò che ha reso ancora più particolare la giornata è la composizione dell’esercito, guidato dal sindaco Bongiovanni in persona: una squadra della protezione civile, un gruppo di volontari civici e due gruppi di migranti residenti a San Mauro Torinese (i pakistani della cooperativa Babel e gli africani della cooperativa Versoprobo). Tutti hanno collaborato attivamente ai lavori, chi tagliando, chi raccogliendo, chi caricando rami e ramaglie nel cassonetto. Ma ogni esercito che si rispetti ha bisogno

13

ve di questo tipo proseguano anche nei prossimi anni, ricordiamo che chiunque avesse piacere di dare una mano partecipando alle prossime attività può reperire tutte le informazioni per diventare volontario civico sul sito del comune. PAOLO SEROGLIA

Le giornate invernali e il clima spesso grigio e uggioso porta da una parte a meditare e ripensare al passato, dall’altra a progettare e immaginare quello che potrà essere il futuro. Se penso al mio 2016 sui pedali voglio ricordare con particolare intensità due giornate: una giornata di metà estate in cui decisi, più o meno all’ultimo momento, di affrontare una classica delle nostre montagne, la Susa-Susa. Sono partito in perfetta solitudine, alle 6.30 di un sabato mattina, da Susa. Le previsioni davano bel tempo e caldo, ma la prima scalata del Moncenisio è stata accompagnata da vento molto forte e nebbia fredda in cima al colle, tale da farmi pensare in qualche istante se tornare indietro e rimandare l’impresa. In realtà ho proseguito il giro, incontrando via via un clima migliore e trovando la compagnia di decine di altri ciclisti, di tante nazionalità diverse, lungo le rampe del Col du Telegraphe e poi del Galibier. Una giornata strana, con stati d’animo e sensazioni molto diverse, freddo ma poi caldo, vento e poi quiete, felicità e paura (anche per l’incontro con un grosso cane randagio...), gioia e tristezza. Sì, tristezza, per via della notizia appresa in serata della scomparsa di un amico e collega di lavoro, che una brutta malattia si è portato via in troppo poco tempo.

Voglio pensare che dentro quel vento freddo e quella nebbia ci fosse il suo saluto, il suo messaggio consegnato alla natura per farmi sapere che era volato via. Chissà.. Il secondo ricordo 2016 è per me abbinato a

San Giovanni. Un percorso per scalatori affrontato con fatica e soddisfazione in una splendida giornata di sole dal sapore ancora estivo. L’incontro lungo la strada di tante persone, organizzatori e volontari,

Alessandro Gamarra

una bellissima randonnee affrontata a fine settembre. La randonnee dei Santuari organizzata dai bravi e appassionati colleghi di pedale del VallelvoBike. Partenza e arrivo da Bioglio (Biella) e poi via per circa 205 km tra la Valsesia e il Biellese, lungo strade bellissime e poco conosciute della nostra regione. Il percorso toccava alcuni Santuari più o meno noti: Boca, Banchette, Oropa,

oltre a tanti ciclisti come me, ha reso piacevole la fatica di giornata. Un modo diverso di pedalare, senza cronometro e senza fretta, il puro piacere della fatica e del godersi la natura circostante. Che bellezza! E adesso, cosa pensare per il prossimo anno? Quali sfide e obiettivi per il 2017? Davvero non ho idea, l’autunno porterà consiglio e..chi vivrà vedrà! ALESSANDRO GAMARRA

TABACCHERIA POZZO GAGLIASSO articoli regalo corso Casale 308, Sassi, Torino


sAN MAU RO SPORT & dintorni

14 Pallavolo

Sant’Anna Giovani Riforma nei campionati giovanili, l’assalto dei Saints! Con l’introduzione della riforma dei campionati giovanili si torna alla classica suddivisione delle fasce d’età in senso pari (Under 14-16-18, invece di 15-17-19 come negli ultimi anni). Ciò comporta per le società anche una riorganizzazione delle proprie strutture. Resta ancora in vita provvisoriamente (forse per un’ultima stagione) il torneo Under 19, ma sono partiti gli altri campionati secondo la nuova suddivisione. Ciò ha comportato per il Sant’Anna adeguarsi scendendo di un gradino dalla C dell’anno scorso alla D di questo campionato per offrire una migliore opportunità competitiva ai propri atleti Under 18 (che partecipa ai campionati di categoria con due formazioni sotto la supervisione di Andrea Usai e Stefania Camoletto, tornato al Sant’Anna dopo una stagione a Chieri). L’Under 16 vede in panchina Fulvio Civera, mentre Marco Zanetti ha la

responsabilità del gruppo Under 14. I più piccoli dell’Under 12-13 sono seguiti da Francesco Albo, Stefania Camoletto, Alberto Molinari e Omar Randone. Per i più “grandi” buon avvio sia in serie D, che in Under 18. In serie D, scontata la doccia fredda all’esordio (sconfitta 3-0 sul campo del Valsusa) sono poi arrivate tre vittorie con PVL (3-2) e Arti (3-1) in casa inframmezzate dalla trasferta di Novara (1-3). In Under 18 i sanmauresi di

Usai e Camoletto restano secondi dietro al favorito Arti (a punteggio pieno a 12), anche se staccati di 4 lunghezze dopo l’ultima sconfitta in casa del Busca. La seconda formazione Under 18 (affidata a Civera) guida il suo gruppo grazie a tre vittorie piene nelle prime tre gare, davanti al Lasalliano. L’Under 16 è al momento terza nel girone d’eccellenza, dopo tre partite (due vittorie e una sconfitta), in piena lotta con Arti (seconda) e

Cuneo (capolista). In Under 14, al momento, il campionato è alle prime battute e dopo due gare guida il girone l’Arti (6 punti) davanti al Sant’Anna (4). ALESSANDRO GIBELLINO

che grinta in serie D

quanta paura fa Matteo Vai!

servizio fotografico di Silvia Dadone

Sant’Anna Stefania Camoletto. coach della serie D

DA

PINA , MERCERIA CARTOLERIA, EDICOLA

CENTRO COMMERCIALE

S.ANNA (SOTTO I PORTICI)

ANCORA INSIEME PER IL PRESEPE Come il precedente Natale anche quest’anno il Comitato, che ha promosso e seguito la ristrutturazione della cappella di S. Anna e che ora si occupa della sua gestione, ha deciso di continuare la realizzazione del presepe da esporre sul sagrato della chiesetta. Il presepe costituito da sagome di legno trattato e dipinto rappresentante la Natività e vari personaggi rimarca un po’ quello realizzato da Luzzati esposto nei

vari punti della città di Torino. L’incarico della realizzazione è stata affidata come sempre a Massimo Picheca, sanmaurese che si è sempre distinto per le sue capacità creative e per la particolare dedizione a questo progetto. Per questo Santo Natale s’intende ampliare il presepe aggiungendo alcune figure come pastori, cammellieri e relativi animali e parti scenografiche per accogliere meglio le stes-

se figure anche con un’attenta illuminazione. Questa iniziativa è sostenuta anche quest’anno dall’Associazione Commercianti le 2 Burgà Sant’Anna Pescatori per dare vigore ai costi con una lotteria che mette in palio numerosi premi. Il costo del biglietto è solamente di 1 euro e può essere acquistato direttamente dal commerciante di fiducia; l’estrazione avverrà in data da destinarsi, prima della festività

natalizia, davanti alla chiesetta di Sant’Anna con un piacevole momento di intrattenimento. Invitiamo tutti i sanmauresi a partecipare numerosi per la buona riuscita dell’iniziativa e soprattutto a diffonderne la conoscenza in modo che possa diventare un elemento caratterizzante delle borgate. GIUSEPPE PAROLA

Vendite Residenziali

Torino - Nuova Costruzione

Torino, Bertolla, Via Pavarolo 9 APPARTAMENTO ristrutturato composto da ingresso su soggiorno con angolo cottura a vista con terrazzino, 2 camere, bagno, disimpegno, cantina. Box auto singolo seminterrato e posto auto privato INCLUSI !! EURO 165.000,00 CI. Energ IPE

“Residenza Bertolla” In Strada Comunale di Bertolla in prossimità del Comune di San Mauro T.se proponiamo in vendita nuovi appartamenti di varie metrature tutti con ampio terrazzo consegna lavori Primavera 2018.

Torino, Barca, Strada Settimo 115 APPARTAMENTO composto da ingresso su soggiorno living con affaccio su terrazzo con vista Superga, cucina abitabile, due camere, ampio bagno con balconcino, disimpegno, ripostiglio, cantina. EURO 173.000,00 Cl. Energ. d IPE: 146,27 kwh/mq

Vendite Commerciali Torino – Bertolla – Strada del Cascinotto CAPANNONE di complessivi MQ 380, composto da zona uffici con servizi igienici e zona destinata a magazzino/laboratorio oltre ampio cortile in proprietà di circa MQ 550. EURO 300.000,00 Ape in corso di definizione

Torino, Bertolla, Strada della Verna 16/22 PORZIONE DI CASETTA sviluppata su piu’ livelli con piccola area esterna e terrazzino per una superficie commerciale di circa MQ 220 EURO 229.000,00 CI. Energ. D IPE: 185,64 kwh/mq

Torino — Bertolla – Strada Bertolla 162 CAPANNONE ( BASSO FABBRICATO) di circa MQ 250 Sviluppato su unico livello in parte destinato ad uffici ed in parte a magazzino con accesso carrabile. EURO 239.000,00 CI. Energ. C IPE: 80,09 kwh/mq

Torino, Bertolla – Strada Bertolla 66 CASA INDIPENDENTE su più livelli composta da salone doppio con caminetto a legna, camera matrimoniale, bagno, cucina e sala pranzo che si affaccia su terrazzo coperto. Al piano superiore ampio disimpegno, camera matrimoniale con affaccio su terrazzo verandato, duecamere , bagno e ripostiglio e giardino di MQ 1400. EURO 580.000,00 Ape in corso di definizione

Torino — Bertolla – Via Santagata BASSO FABBRICATO indipendente adibito a capannone di MQ 500. Di cui MQ 420 adibiti a laboratorio ed i restanti ad ufficio, cantina e cortile interno di circa MQ 220; parcheggio per 3/4 auto esterno al cortile. EURO 249.000,00 CI. Energ. F IPE 84,83 kwh/mq AFFITTASI Torino, zona Bertolla e San Mauro T.se , appartamenti, locali commerciali e box auto.

San Mauro T.se – Via Casale 340 VILLETTA A SCHIERA composta al piano terreno da ingresso su soggiorno, cucina abitabile con ampio terrazzo e giardino, bagno e disimpegno; al piano primo, 3 camere e bagno. Oltre ad ampio locale seminterrato di circa MQ 70. EURO 425.000,00 CI. Energ. A IPE 37,77 kwh/mq


sAN MAU RO SPORT & dintorni

16 AVIS San Mauro

Pallavolo femminle

Al ristoro dei donatori…

A tutto Minivolley Un grande esercito di baby pallavoliste

Provvedono i richiedenti asilo…. La Comunale di San Mauro, accogliendo l’invito dell’Amministrazione Comunale nel mese di maggio, subito dopo l’arrivo di un gruppo di oltre 40 immigrati richiedenti asilo nella nostra città, ha proposto il coinvolgimento di due di loro, nelle giornate di donazione, a supporto dei volontari addetti al ristoro dopo la donazione. E’ dal mese di luglio quindi che i nostri donatori vengono “serviti” di caffè, cappuccini, bibite, acqua e brioches, da Adam (del Ghana) e

Traore (del Mali): il loro servizio è stato ben accetto da tutti, alcuni donatori si sono anche soffermati a chiedere notizie in merito alla loro presenza. Si tratta di una piccola goccia di integrazione, un modo come un altro per farli sentire utili, in attesa del loro riconoscimento per il soggiorno in Italia. Nella foto la nostra Franca, giunta alla sua ultima donazione, festeggiata dai suoi nuovi “amici” ed un’altra immagine con la più giovane di noi: “Federica”.

Sono iniziati i corsi di minivolley femminile organizzati dalla folgore e condotti da allenatrici e allenatori federali( Erica, Daniela e Luca ) . Nella stagione passata le partecipanti hanno superato le sessanta pre-

gruppi di lavoro sono formati in base all’età e alle caratteristiche fisiche delle giovani atlete. Il programma di ogni singola lezione prevede una prima parte di riscaldamento,un successivo allenamento vero e proprio con rete e pallo-

nei. Con questo sperimentato sistema , già intorno ai 10 anni,le nostre allieve sono in grado di affrontare una una partita regolamentare sei contro sei in quanto padrone dei fondamentali. I corsi folgore

senze e il folto gruppo delle nate nel 2006 , terminato l’approccio del 3 contro 3 ,ha cominciato un percorso tecnico che le porterà a partecipare per la prima volta ad un campionato under 12. Come sempre l’iniziativa è rivolta a tutte le ragazze che intendano cimentarsi in uno sport di squadra bello e formativo come la pallavolo. I corsi sono aperti a bambine dalla prima alla quinta elementare ed i

ne dove vengono insegnati palla rilanciata, bagher ,palleggio e battuta ed una fase finale di gioco e divertimento tutte insieme. Questo percorso garantisce di avere giocatrici pronte in breve tempo ad affrontare categorie superiori. Il nostro metodo di allenamento ci permette di valutare le capacità e le caratteristiche di ogni miniatleta,inserendola in gruppi di lavoro omoge-

si svolgono come sempre alla palestra Dalla Chiesa di v.Speranza 40 il lunedì e il mercoledì dalle ore 17 alle ore 18,30 Vi aspettiamo numerose A tutte le ragazze che intendono cimentarsi con la pallavolo ricordiamo i nostri riferimanti: Tel.335-1240287 e m a i l infopgslafolgore@gmail.c om sito www.pgslafolgore.net

Pattinatori

Grandi lavori in casa dei pattinatori E’ stata inaugurata ufficialmente ai primi di settembre la nuova sede della società sportiva ASD Pattinatori San Mauro a Sant’Anna Pescatori: una sede in grado di ospitare un piccolo magazzino, servizi igienici, un piccolo ufficio ed uno spazio polivalente che abbiamo adibito a palestra dove far fare un po’ di ginnastica durante i mesi più freddi. La posizione è strategica in quanto è vicino ad una piastra in cemento che ci auguriamo possa ospitare quanto prima anche i pattini così da riuscire finalmente a far pattinare tutti coloro che vorranno,

organizzando corsi di avviamento, corsi per adulti e manifestazioni promozionali in quanto sarebbe un area pattinabile fruibile anche ai non agonisti e agli amanti della disciplina. Si tratta di uno spazio importante, come dimen-

sione e potenzialità, che durante l’estate ha impegnato i volontari soci, dirigenti, genitori e atleti nelle opere di ristrutturazione. Grazie all’utilizzo ottimale di questa struttura, i dirigenti della società, confidano di far crescere e sviluppare

questo sport. Da quest’anno i corsi di avviamento sono ospitati nella palestra della scuola Allende il lunedì e mercoledì dalle 17 alle 18 e il venerdì , nella palestra della scuola Pellico, dalle 17 alle 18.

foto con allenatore Giaccaglia, Salino, Quarona, Manera, Sindaco Bongiovanni all’inaugurazione della nuova sede di Sant’Anna


sAN MAU RO SPORT & dintorni

17

Pattinaggio San Mauro

Bravi tutti e pronti per il 2017... Grande stagione agonistica 2016 per l’ASD Pattinatori San Mauro, tanti successi, traguardi ed importanti conferme in classifica generale. Enrico Salino 1° nella 200, 4° nella 500, 9° in classifica generale. A Terni, ai primi di giugno, si sono svolti gli Italiani su strada e Asd Pattinatori San Mauro ha conquistato il 5° posto in classifica generale. Ecco il dettaglio dei migliori piazzamenti: Milena Schitulli, Juniores, è arrivata 8° alla 1500 Roller Cross; 11° posizione per Arianna Coppola; Enrico Salino 2° nella 500 sprint, 4° nella 100 sprint in corsia, 5° nella 1500 roller cross; Filippo Manera 2° nella 20.000 eliminazione, 5° nella 10.000 punti, 8° nella 500 sprint, 9° nella 1500 roller cross; per Edoardo Quarona una tripletta di 3° posti nella 1500 roller cross, nella 20.000 eliminazione e

stato il 7° posto di Achille Sangiorgi, Esordienti 2. A luglio si sono svolti gli Italiani su pista a Scaltenigo e nella classifica finale ASD Pattinatori San Mauro si è qualificata 13° come squadra sulle 83 presenti. Per gli Allievi, Gabriele Taricco è arrivato 3° nella 500 sprint e 4° nella 300 a cronometro. Nella categoria Junior: Filippo Manera, nonostante una brutta caduta che l’ha costretto da interrompere la gara lunga, nei giorni successivi si è fatto valere e ha conquistato il podio con il 3° posto del podio nella 1000; Edoardo Quarona è arrivato 2° nella 15.000 eliminazione e 3° nella 10.000 a punti/eliminazione ed Enrico Salino è arrivato 4° nella 300 a cronometro. Per le categorie master: 1° posizione per Simone Giaccaglia nella 1000 in linea e 4° posizione nella 5000 in linea; 3° posizione in entrambe le gare per Luisa Bozzo, Raffaele di Nuzzo 4° nella 1000 e anche nella 5000 in linea; Flavio Rigon 3° in entrambe le gare, 1000 e 5000. Nelle americane, buone prestazioni per due delle squadre sanmauresi: 4° gli Allievi Gabriele Taricco, Matteo Alvaro e il buon Giaccaglia con gli atleti più piccoli Lorenzo Scarponi; 5° la squadra Senior composta Maschi sono andati in nella 10.000 punti; da Manera, Quarona, finale classificandosi al Gabriele Di Nuzzo è arri- Salino E., Zarlenga. E anche a Salerno, alla quinto posto e i Senior vato 10° nella 20.000 elihanno dimostrato grande minazione. Nella catego- Maratona dei Campionati senior Simone Italiani di pattinaggio che capacità di gestire la gara ria raggiungendo una terza Martino è arrivato 2° si è svolta domenica 8 nella 1500 roller cross, 8° maggio, il San Mauro si è posizione. Poco dopo, con i nella 100 sprint e nella colori della nazionale, 500 sprint; Andrea hanno trionfato in Zarlenga 6° nella 1500 Europa, a Geisingen, roller cross; Alessandro conquistando numerosi Ruzza 8° nella 1500 roller riconoscimenti e il podio cross. Sempre a giugno nelle diverse specialità: Filippo Manera 1° in clas- Giovanissimi, Esordienti sifica generale, ha vinto il ed alcuni Ragazzi sono trofeo per la categoria stati impegnati ai giochi Junior con le seguenti Tiezzi di Fanano, giunti posizioni in classifica: 5° quest’anno all’11° edizionella 200, 2° nella 500, 6° ne e che ha coinvolto 59 nella 3000 punti, 3° nella società di pattinaggio: 10000 eliminazione. seppure a ranghi ridotti, i Edoardo Quarona, 1° Sanmauresi hanno connella 10000 eliminazione quistato importanti risulc.so e 3° nella 3000 punti, 7° tati e il più significativo è Le competizioni per la stagione 2016 si sono concluse e l’ASD Pattinatori San Mauro può vantare parecchi motivi di soddisfazione. L’anno è iniziato alla grande con i Sanmauresi : agli indoor di Pesaro i Sanmauresi hanno conquistato il 4° posto in classifica, conquistando 3 ori nella 3 giri sprint con Enrico Salino Junior Maschi, con Simone Martino Senior Maschi e nella 5000 a punti con Edoardo Quarona Junior Maschi. Enrico Salino e Quarona Edoardo hanno raggiunto la seconda e terza posizione nella 1000 e hanno confermato la posizione in carica ereditata dagli italiani del 2015. Per quanto riguarda le Americane: gli Allievi

fatto notare nel panorama dei pattinatori italiani, raggiungendo in classifica generale la 5° posizione. Per gli Junior Maschi Edoardo Quarona e Filippo Manera sono saliti sul podio con un 2° e 3 posto; nella medesima categoria femminile Arianna Coppola si è classificata 7°. Elia Locogliano, Master 30, si è qualificato 5°; per i Master 40 ottime prestazioni di Luisa Bozzo e Simone Giaccaglia, rispettivamente 8° e 2°; nella categoria Master 50 Raffaele di Nuzzo si è classificato 5° e Flavio Rigon, Master 60, è arrivato 3°. Anche al Campionato italiano Master di Padova ottimi risultati per i Sanmauresi che hanno conquistato come società la 2° posizione sul podio;

nel dettaglio, ecco i risultati: Elia Locogliano, Master 30, è arrivato 3° nei 10.000 e 4° nei 1000; Luisa Bozzo, Master 40, si è aggiudicata un doppio 6° posto; nei Master 50, Raffaele Di Nuzzo è arrivato 4° nella 10.000 e 6°

i giovani atleti alla finale di Lignano Sabbiadoro

nella 1000 e Flavio Rigon, Master 60, è salito sul podio in entrambe le gare con un 2° nella 1000 e 3° nella 10.000. Grandi risultati anche agli Europei a Heerde in Olanda, su pista e sul circuito stradale di Skeelercentrum Hoornscheveen: i nostri tre Sanmauresi, che facevano parte del gruppo di Italiani convocati dal Commissario Tecnico Presti, si sono distinti e hanno gareggiato in maniera davvero formi-

dabile conquistando 9 medaglie, 4 ori, 1 argento e 4 bronzi. Un oro a testa nelle diverse specialità per Filippo Manera, Edoardo Quarona ed Enrico Salino e un altro oro nell’americana per la squadra azzurra Di Stefano/Manera/Salino/Q

Casale, 312 - Torino tel 011.8909364 - cell 3358701205

uarona. Anche nella finale dei Circuiti il dove le squadre del Nord Ovest, che gareggiavano contro quelle del nord este e quelle del centro italia che si è svolta a metà ottobre a Lignano Sabbiadoro, per il quale gareggiavano gli atleti del San Mauro ha avuto la meglio aggiudicandosi la vittoria sulle altre due squadre. Complimenti a tutti i nostri atleti di tutte le categorie: Cristiano Sitnic - Giovanissimi 1 -, Susanna Rocchetti, Dora

Ferretto e Mario Leva Esordienti 1 -, Matteo Alvaro e Lorenzo Scarponi - Allievi. Ed ora qualche mese di pausa dalle gare: pausa agonistica ma non riposo perché è già iniziata la preparazione atletica e tecnica in vista della stagione 2017 che vedrà la prima competizione fissato per febbraio quando si svolgeranno i campionati Indoor a Pesaro. Non ci resta che augurare Buon lavoro a tutti: atleti e tecnici.

squadra 2016


sAN MAU RO SPORT & dintorni

Telethon

Pallavolo

San Mauro attiva Quanta disponibilità sul territorio, associazioni e commercianti non si tirano indietro! Ora tocca ai cittadini! San Mauro Martedì 6 dicembre Ore 20: in via Torino 140 a Leinì, all’Eurobowling, Torneo di Bowling per Telethon, con dipendenti Smat ed amici di Telethon Domenica 11 dicembre Ore 18-21: in via Burgo, al Palazzetto dello Sport, incontro di pallavolo del campionato di B1 maschile, Sant’Anna Tomcar-Albisola, con banchetto Casa Telethon. Info: Aldo Parola 3358121163 Venerdì 16 dicembre Ore 8,30-14: in piazza

Europa, banchetto Casa Telethon Ore 8,30-20: in via Aosta, al supermercato “Il Portale” (Mercatò), banchetto Casa Telethon Lunedì 19 dicembre Ore 8-14: in piazza Gramsci, durante il mercato, banchetto Casa Telethon Venerdì 23 dicembre, Venerdì 20 e Sabato 21 gennaio Ore 8-11,30: in via Speranza 43 B, al Centro Avis, banchetto casa Telethon con biscotti e

Ristorante “Golf Club Settimo” in Strada Della Cebrosa a Settimo Torinese, Vo Viet – Ho Song Arti Marziali del Club Hoa Lù Thò, Gruppo Scout Cngei di San Mauro Torinese Gassino e Chivasso, Eurobowling di Leinì, Don Claudio, Don Ilario, Amerio Costumi, Anna Biancheria, Arte Parrucchieri, Bar Deviz ’82, Bar La Meridiana, Bside Abbigliamento, Caffetteria Dei Portici, Computel Telefonia, Estetica Solarium Regina,

volontari e associazioni ricevute in comune dal ex-sindaco per il ringraziamento per l’impegno sul territorio

Europa, al mercato, banchetto Casa Telethon Sabato 17 dicembre Ore 9-19,30: in piazza Europa, banchetto Casa Telethon Ore 8,30-2: in via Aosta, al supermercato “Il Portale” (Mercatò), banchetto Casa Telethon Ore 8,30-20: in strada Settimo 371, al centro commerciale Panorama, banchetto Casa Telethon Ore 20-24: al salone parrocchiale di Sambuy, Cena della solidarietà pro Telethon Ore 20-24: in strada della Cerosa, a Settimo Torinese, al ristorante Golf Club Settimo, cena del San Mauro Country Club pro Telethon Domenica 18 dicembre Ore 9-19,30: in piazza

cuori di cioccolato Telethon durante i prelievi

Ringraziamo per il sostegno e la collaborazione ricevuta: Comune di San Mauro Torinese, Lavazza Spa, Piemont Cioccolato di Torino, Juventus Fc, Torino Calcio, Centro Commerciale Panorama, Centro Commerciale Il Portale, Pro Loco, Gruppo Alpini, Croce Verde, Protezione Civile comunale, Cral Smat, Acus Onlus, Avis, Fidas, Corpo Filarmonico di San Mauro, all’Associazione Nazionale Carabinieri, Associazione Culturale Alternativa Democratica, Cct Piemonte, Pallavolo Sant’Anna Tom-Car, Rugby San Mauro, San Mauro Country Club,

Esp Studi Fotografici, Farmacia Pragranda & Beauty Lab, Floricoltura Robazza, Massimo Bosco Abbigliamento, Novacoop, Nuvole Rosa Gastronomia, Oltre i tuoi Sogni fiori e oggettistica, Print Lab Grafica & Stampa, Sport and Go, Staff Abbigliamento, Tintoria Piera, Un Mondo di Sapori Frutta e Verdura, Martina Quaggia, Chiara Zanero, Serena Schiavon, Carlotta Villani, Marco Stevenin, Luca Guasco. Incaricata Telethon di San Mauro Torinese: Marilisa Zuccaro. Subincaricati: Riccardo Biagini e Claudio Viano

Gerardo e Franco

I saluti di MOTO G.F.

Largo ai giovani, i nostri amici lasciano l’attività! Dopo mezzo secolo di attività abbiamo deciso finalmente di riposarci e con piacere, anche se con un pizzico di commozione, vi annunciamo che la Moto G.F. (dove G sta per Gerardo e F. sta per Franco) di lungo Dora Colletta 129 Torino, ha cessato definitivamente le attività il 30 novembre 2016.Sono stati 50 anni (10 da dipendenti presso la ditta Pasquero e

19

40 come Moto G.F.) vissuti con impegno e dedizione, durante i quali abbiamo avuto la fortuna di incontrare e conoscere tante persone come noi appassionate di motori e meccanica, clienti che spesso sono diventati amici e che ci hanno permesso di crescere e di raggiungere importanti traguardi sia professionali sia personali.Vogliamo ringraziare tutti per l’affetto e

la stima che ci avete dimostrato e augurarvi un grande in bocca al lupo per il futuro. Si dice spesso “Largo ai giovani” e noi che un tempo lo siamo stati e ci siamo fatti largo ora sappiamo che è giunto il momento di lasciare spazio, e lo facciamo con piacere.A tutti diamo un caloroso abbraccio e auguriamo felici viaggi su due ruote.Grazie!

A piccoli passi La Nixsa Allotreb inaugura la sua Serie C

Anno importante questo per lo sport bertollese, la Nixsa Allotreb salutava lo scorso anno la serie cadetta regionale per affacciarsi sul più alto palcoscenico regionale della Serie C. Un traguardo raggiunto lo scorso anno dopo una cavalcata trionfante e quasi perfetta, 29 incontri e 27 vittorie in campionato, 13 incontri e 11 vittorie in Coppa Piemonte con relativa promozione in Serie C e vittoria della stessa Coppa. Quest’anno è l’anno della conferma di quanto buon fatto gli anni scorsi, qualche addio, qualche arrivederci e tante facce nuove per affrontare un’annata che sarà sicuramente difficilissima ma al tempo stesso stimolante ed avvincente. La nuova prima squadra come detto ha accolto diversi nuovi elementi arrivati durante l’estate a rendere maggiormente competitiva la Nixsa Alloreb per il massimo campionato regionale piemontese. Alle confermatissime Azais, Fabbian, Saltarella in banda, Arciello opposto, Patricola in regia, Perotto e Brunitto (che quest’anno vestirà la fascia di capitano), arrivano alla corte di Coach Cantamessa Martinetti in palleggio da Lasalliano, al centro Tomatis dal Calton e Siletto dal San Giorgio Chieri. Roscigno, ex centrale proverà in posto 2 quest’anno arrivando dalla Folgore mentre Fossati, dopo anni di avvicinamenti finalmente approda a San Mauro prendendo le redini della difesa. In arrivo dal Parella anche Pastore a completare il reparto laterali della nuova prima squadra. Quest’anno diverse

giovani si affacceranno anche per la prima volta in prima squadra aiutando le nostre ragazze negli allenamenti e approfittando della possibilità di iniziare a respirare l’atmosfera dei campionati adulti. Insomma un mix variegato da amalgamare nel più breve tempo possibile, e che ha già dato alcune buone indicazioni durante la Coppa Piemonte (e qualche passaggio a vuoto comprensibile). Al debutto in Coppa Piemonte l’Allotreb passa infine il turno rientrando nelle prime 12 e staccando il biglietto per partecipare alla seconda fase; un buon risultato comunque per questo laboratorio in continua evoluzione nonostante

parecchi problemini di carattere fisico che hanno falcidiato da inizio anno la squadra. Quindi un bicchiere mezzo pieno e la consapevolezza che, nonostante sarà dura, i mezzi e le potenzialità ci sono e sono molte. Altre buone notizie dopo le prime partite di campionato dove la Nixsa Allotreb incamera i primi 9 punti stagionali battendo il Calton Volley, ln Volley Chieri e la Folgore, davanti al caloroso pubblico della Dalla Chiesa, in un derby meritatamente vinto dalle nostre ragazze, che hanno mostrato un ottimo livello di gioco ed una buona unione di squadra. Al tecnico piace dire “fieno in cascina” e forse è così che bisogna inqua-

drare tutte le prossime partite dove sabato dopo sabato le nostre ragazze dovranno sudarsi duramente ogni punto in un girone che appare nettamente di ferro. In bocca al lupo allora a noi per questo anno, siamo partiti, vogliamo andare lontano e con la determinazione e la voglia che ci caratterizzano faremo di tutto affinché la meta sia la più alta possibile con il supporto di chi da sempre ci segue in casa e fuori, il nostro settimo uomo, i Fedelissimi tifosi che ci accompagnano sempre e rendono ogni palestra una bolgia biancoblu! Siamo in ballo, come sempre Forza Allotreb! DAISY MIATTON


sAN MAU RO SPORT & dintorni

20 Pallavolo Allotreb

Volley Allotreb: si riparte! Tanti atleti, risultati e voglia di vincere

prima divisione

Nuovo anno sportivo e nuovi importanti traguardi da raggiungere per l’Allotreb, che riprende la stagione con la con-

sueta riunione associativa, in cui vengono presentate le squadre e la societa` a tutte le persone che ci hanno scelto per la

nuova stagione… In questi ultimi anni il passaparola positivo ha avvicinato all’Allotreb molte atlete, alcune provenienti dalle piu` rinomate societa` sportive del panoramna piemontese, riconoscimento del buon lavoro che allenatori, dirigenti e consiglio direttivo stanno facendo sul territorio. L’inizio di stagione non e` stato semplice, a causa di problemi con le palestre, ed alcuni infortuni, ma la forza del gruppo e l’impegno del nostro direttore sportivo hanno fatto la differenza ed ora tutto l’organico sta viaggiando a pieno regime. Ma veniamo ora alle squadre… Partiamo dal minivolley, gruppo sempre

molto folto in cui le ns giovani istruttrici avvicinano i piccoli a questo sport ed al divertimento in generale. A seguire troviamo l’under 12, allenata da coach Rovero, che vedra` quest’anno impegnate le ns giovani atlete nel loro primo campionato. Realta` consolidata resta invece l’under 14, sempre guidata da Marco Enria, gruppo che ha disputato un ottimo campionato provinciale la scorsa annata ed ha inoltre vinto la Coppa Italia durante i nazionali UISP che si sono svolti a luglio a Rimini. Passando poi ull’under 16 troviamo 2 squadre. Quella allenata, da un paio d’anni ormai, da Emanuele Raiteri, che speriamo possa migliorare i gia` buoni risultati della scorsa annata sportiva, e l’Allotreb azzurra, nuova realta` appartenente al folto gruppo di ragazze che, divise, giocheranno nel campionato di under 16 e 18 di Fipav. Il settore giovanile continua quindi ad essere una solida realta` per

Under 14

UISP femminile

la societa` ed i riconoscimenti ottenuti sui campi provinciali possono essere motivo d’orgoglio per queste ragazze ed i loro allenatori. Passando alle adulte, gradita riconferma, troviamo la squadra di seconda divisione, quest’anno guidata da coach Pizzorno, e la ns femminile UISP, gruppo

operativo da qualche stagione ma che ha visto l’impegno delle ragazze portare tante nuove atlete che quest’anno saranno allenate da Marco Nocera, gia` assistant coach delle prima squadra ed all’esordio in panchina come primo allenatore. Gradito ritorno nelle fila delle nostra storica

Ass. Mariuccia Allovio onlus Prevenzione e lotta contro i tumori

Allovio RADDOPPIA! Raddoppiano le visite senologiche: la prevenzione ha una sede in più! Oltre San Mauro in via Speranza anche Settimo all’Ospedale Civico L’ASSOCIAZIONE MARIUCCIA ALLOVIO ONLUS, ha iniziato ad aprile 2016 ad effettuare le visite senologiche gratuite (senza bisogno di ricetta medica) a cura di una dottoressa specialista in oncologia medica (esperta di tumore della mammella), presso l ’ A m b u l a t o r i o dell’ASLTO4 di Via Speranza a San Mauro. Si comunica, inoltre, che a partire da sabato 19 novembre 2016 tali visite

vengono effettuate anche nelle giornate di sabato dalle ore 9,30 alle ore 11,30, con cadenza quindicinale presso l’Ospedale Civico di Settimo Torinese, Servizio di Radiologia, ubicato al piano terra e senza bisogno di ricetta medica. Proseguono le densitometrie ossee a condizioni agevolate e i trasporti solidali. Per ringraziare tutti e per incontrarci è stata

organizzata Venerdì 2 Dicembre 2016 la CENA SOLIDALE PER IL CONSUETO SCAMBIO DI AUGURI presso Il ristorante De Filippi di Bussolino di Gassino. Numerosi i partecipanti che hanno trascorso la serata insieme, oltre alla cena di beneficienza, anche la Lotteria di fine anno ha elargito ricchi premi e il nostro Aldo Dovo ha condotto la serata tra risate e pillole di ilarità, pur rimanendo con-

centrati sul focus della beneficienza che è stato il vero scopo della serata e informare su tante altre manifestazioni che questa Associazione si occupa di organizzare, per mantenere sempre in piedi i propri servizi e offrire sempre più possibilità di fare prevenzione. Per informazioni e prenotazioni telefonare al n. 011 8221482 il lunedì – mercoledì e venerdì alle ore 9 alle ore 12.

prima divisione di coach Cortese, che guidera` questo consolidato gruppo, rinforzato dall’inserimento di 3 giovani atlete che hanno disputato lo scorso campionato in serie D, verso l’ambizioso obiettivo della promozione. E, dulcis in fundo, non puo` mancare la prima squadra, sempre condotta da Silvano Cantamessa, militante quest’anno nel campionato di serie C, dopo la meritata promozione, coronata inoltre dalla vittoria della Coppa Piemonte. Molte sono le squadre e le atlete impegnate nei rispettivi campionati, molti sono i traguardi e gli obiettivi da raggiungere, sportivi e non, perche` da sempre l’Allotreb crede nell’importanza dello sport come mezzo educativo, di aggregazione, di crescita e di realizzazione personale… “ UN VINCITORE E` SEMPLICEMENTE UN SOGNATORE CHE NON SI E` MAI ARRESO” N. Mandela. DAISY MIATTON


21

sAN MAU RO SPORT & dintorni

Sportiamo San Mauro

La crescita continua di una società “dynamica” ! da pag. 1

La società sportiamo di san mauro torinese, chiude la stagione sportiva 2016 con il “ botto” ! Conclusa la stagione estiva di una lunga annata natatoria la società

Ancora al femminile la seconda protagonista di questo fine stagione che, durante i campionati italiani riservato alla categoria juniores, Camilla Gardin conquista un ottimo 5 posto nella finale dei 200 dorso ed un

Chiabo’, Irene Giachino, Ilaria Secondo, Giulia Viterisi ed Elisabetta Farelli.) La stagione nell’impianto di San Mauro ha poi chiuso l’attivita’ dei corsi di nuoto con un notevole incremento degli

Squadra Categoria, Sportiamo/Dynamic sport

sportiva Sportiamo ha visto gli atleti che si allenano nell’impianto di via del porto a San Mauro, essere protagonisti ai campionati italiani giovanili di roma nei primi giorni del mese di agosto. La prima protagonista

buon 4 posto nella staffetta .la soddisfazione per Camilla, nonostante i podi mancati, è stata quella di fare per la prima volta il tempo limite per i campionati italiani assoluti. Da non dimenticare i buoni risultati dei campionati regionali di cate-

iscritti frutto del buon lavoro svolto dallo staff degli istruttori e di tutti gli operatori dell’impianto regalando anche giornate di sano divertimento con le feste dedicate ai bambini e adulti, al nuoto master , al nuoto estivo grazie alla piscina conver-

premiazione per la Dynamic sport con il sindaco di Biella Marco Cavicchioli, presidente Fin Piemonte Valle d’Aosta Marco Sublimi e Attilio Marchesi presidente Dynamic per i risultati sportivi 2015/2016 con la nuotatrice Carola Valle

è Carola Valle classe 2003 che nonostante gareggiasse con atlete di un anno più grandi, ha saputo conquistare diversi podi nelle gare inidividuali , due splendidi primi posti nelle staffette ed il primo posto come squadra nella categoria ragazze femmine. Questo risultato va ad aggiungersi ai podi del campionato italiano invernale e soprattutto alla sua prima convocazione in nazionale giovanile insieme al suo tecnico Lucia Dante all’energy standard cup .(quadrangolare con germania,ucraina,italia,francia )

goria dove alcuni atleti, e tra questi matteo cacioli il più vicino a farli, hanno sfiorato il tempo limite di qualificazione ai campionati italiani di categoria . Sempre a livello regionale da evidenziare i risultati dei nostri giovani nella categoria esordienti con atleti che si sono messi in mostra evidenziando una buona preparazione che probabilmente li vedrà protagonisti anche l’anno prossimo quando dovranno fare i conti con i tempi dei campionati italiani giovanili. ( Mattia Surace, Leonardo Ercolano, Camilla

tibile estate inverno e naturalmente al campus estivo rivolto ai bambini e ragazzi che si è svolto dalla metà di giugno fino alla prma settimana di agosto dalle 7.30 alle 17.30/18.00 con circa 300 iscritti . Sempre nello stesso impianto, le attività nelle tre palestre adibite alle varie attività,hanno saputo far vivere alla popolazione sanmaurese e dintorni momenti di sport e di aggregazione che fanno del centro sporting di san mauro torinese un punto di riferimento importante .

La voglia di tutto lo staff sportiamo di San Mauro è quella di fare ancora meglio per coinvolgere la popolazione a frequentare l’impianto sportivo in tutta la sua unicità. La stagione agonistica è iniziata con un accordo tecnico sportivo con la dynamic sport che tessererà gli atleti di Sportiamo San Mauro dalla categoria esordienti a alla categoria assoluti permettendo così a tutti, di poter far parte di una squadra di alto livello che nel prossimo futuro saprà tenere testa alle squadre torinesi piu’ titolate. Le atlete di punta Camilla Gardin e Carola Valle continueranno ad allenarsi sotto la guida sapiente di Lucia Dante nel nostro impianto ed aiuteranno le nuove leve a trovare gli stimoli e la voglia per emulare quello che fino ad ora hanno già fatto . Tutti sono pronti a fare meglio della passata stagione e , come ricorda sempre Lucia , solo” un gran impegno determina grandi risultati”. “New entry” tra gli allenatori del settore giovanile con i due nuovi tecnici . Per la categoria esordienti B è’ arrivatasulle rive del Po Maris Chiartano che con un passato di atleta di livello nazionale darà sicuramente un’impronta ancora più agonistica al settore. Nella categoria esordienti a il già “veterano” Nicolò Vallanzasca farà’ valere la sua esperienza sia come nuotatore che come tecnico per imprimere una mentalità ancora più vincente nel gruppo che seguirà. Sarà anche il preparatore del gruppo agonistico dei master , i nostri “ atleti “ un pò piùgrandi “. Due pedine importanti e fondamentali che daranno continuità al lavoro svolto fin ora sono : Moreno Ferrari per il settore propaganda che con il suo “affabile modus operandi “avvia all’attività agonistica i mini atleti di san mauro . Lucia dante che ..“ da lei tutto ebbe inizio” ….capo

allenatore e responsabile di vasca di tutte le attività acquatiche. Di lei ormai si conosce tutto, la sua professionalità e serietà sono un marchio che tutti riconoscono. Per quanto riguarda i corsi che si svolgono in

Lucia Dante e Carola Valle in Nazionale

piscina ricordiamo che potete trovare attività per ogni età e ogni esigenza. Dal nuoto per piccolissimi da 3 mesi di età al pre-parto per le mamme ,al nuoto dolce per gli ultra 65 anni , ai corsi di avviamento al nuoto per salvamento ragazzi/e , ai corsi per bambini dai 45 anni , all’acqua gym, all’idrobike, ai corsi privati, nuoto master,

nuoto sportivo …insomma con l’acqua la proposta è’ sicuramente completa o quasi. A fare da cornice alle varie attività ci saranno dei momenti di festa e di confronto attraverso eventi organizzati dallo staff istruttori . La festa di halloween di fine ottobre, arriva babbo natale, porte aperte ai genitori( tutti in vasca a vedere da vicino i progressi dei propri figli ) , brevetti per i corsisti che ne attestano il livello di apprendimento raggiunto e campus estivo per ragazzi/e. Tutte queste attività in acqua potranno anche essere osservate da chi frequenterà le nostre accoglienti palestre che propongono corsi diversificati per venire incontro alle esigenze della popolazione con una bellissima palestra attrezzi, dedicata al potenziamento e rassodamento muscolare, con la palestra per le attività con la musica, la palestrina di pilates e yoga, gii-

Camilla Gardin

nastica dolce per chi vuole muoversi con moderazione e nello stesso tempo energia e…. La responsabile di Sporting, Silvia Gomiero, vi trascinera’ nella danza

Silvia Gomiero resposabile del fitness

“ movida fitness “ .. Ballare con allegria e sensualita’. Per tutte le informazioni riguardanti la piscina e le palestre la segreteria e’ aperta tutti i giorni con orario continuato dalle 9.00 alle 22.00 escluso il sabato che rimane aperta fino alle 19.00.

Squadra Esordienti A, tecnico Vallanzasca Nicolo


sAN MAU RO SPORT & dintorni

22

Intervista ESCLUSIVA

“Io, Valerio Sozza” Il nostro Kenan incontra il grande campione, i ricordi dalla gavetta nel Sant’Anna, alla Coppa dei Campioni ad Ankara, alle medaglie per i MasterGames in Canada In questo numero di “San Mauro sport e dintorni” abbiamo avuto un grande privilegio , quello di incontrare il nostro campione. Si tratta di Valerio Sozza, che ci ha concesso una piacevole chiacchierata sulla sua carriera, cominciata proprio dalla squadra di pallavolo del Sant’ Anna, e proseguita poi per tanti anni in altre piazze importanti, anni di grandi successi che continuano ancora oggi. Allora Valerio, cominciamo questa chiacchierata come se ci aiutassi a raccontare una favola. C’ era una volta un ragazzo, di origini trevigiane, che nei primi anni settanta giocava a calcio, poi, un giorno… Poi un giorno decisi di cambiare, avevo poco più di quindici anni, quindi era abbastanza “tardi” per un nuovo sport, comunque “provai” la pallavolo perché mi sentivo meno a rischio infortuni,soprattutto per le gambe, e il Sant’Anna,

che era una società appena fondata (nel 1970, ndr) fu la mia prima squadra, dove giocai i primi campionati del Csi, e dove ottenemmo i primi risultati importanti. Questi risultati vennero ottenuti confrontandovi con realtà torinesi sulla carta molto più favorite della vostra, come il Cus Torino, e in un’ occasione in cui riusciste a batterla, la tua carriera cambiò profondamente… Ricordo quella partita, come Sant’Anna stavamo iniziando a crescere solo allora, eravamo una società giovane composta da un gruppo giovane. Gruppo di cui io facevo parte nella stagione 1975/76 nel campionato juniores, dove giocammo contro il Cus allenato da Silvano Prandi. Fu un partitone per così dire, sfida interminabile, anche perché c’era ancora il cambio palla, e vincemmo per 3 set a 2 inaspettatamente.

Grazie a quella partita Prandi mi notò e l’anno seguente passai alla squadra juniores del Cus Torino. Per poi andare in prima squadra Esatto, in quegli anni il Cus Torino stava facendo un ricambio generazionale per le giovanili, e tra il 1978 e il 1979 i giovani più quotati nati tra il ‘57 e il ‘59, (io ero nell’annata dei più “grandi”) passò in prima squadra. Come fu per voi l’inserimento nel gruppo? Fummo accolti bene, conoscevamo Prandi perché ci aveva già allenato nelle giovanili, e lui non aveva problemi ad inserirci fin da subito nel gruppo, ed anche i nostri compagni che erano già in squadra non erano molto più grandi di noi, così l’affiatamento fu qualcosa di forte e immediato. Noi giovani non eravamo “spettatori”, ci aiutavamo l’un l’altro fin da subito, eravamo una Squadra, con la S maiuscola. Collettivo che dal ‘78 in avanti iniziò a vincere tutto in Italia e in Europa, una vera epopea. Vincemmo il primo scudetto nel ‘79, e la stagione dopo rivincemmo il campionato italiano e conquistammo la Coppa dei Campioni, sfiorando anche la vittoria della Coppa Italia, persa solo in finale. Il ciclo continuò anche quando io presi strade diverse dal Cus,

PA R R U C C H I E R E

perché l’anno dopo vinsero un altro campionato, era una squadra praticamente imbattibile. Di questi risultati forse la vittoria in Europa fu il più importante, cosa ricordi di più di quell’esperienza Un’esperienza che ricordo più delle altre è forse la trasferta di Tirana nel 1980, semifinale di ritorno della Coppa Campioni. Fu un viaggio interminabile, una trasferta che durò praticamente due giorni. Partimmo da Torino per poi arrivare in Jugoslavia, fino a lì era andata più o meno tutto secondo i piani, sapevamo che sarebbe stata un’ odissea. Alla dogana tra Jugoslavia e Albania dovemmo aspettare per diverse ore il Sabato mattina, e la partita si sarebbe giocata la sera stessa, questo perché gli ufficiali erano a dir poco “pignoli” nel controllo dei nostri bagagli e borsoni vari. La cosa che mi colpì in quell’ occasione fu il sequestro di varie riviste e quotidiani italiani, ad esempio giornali come “Stop” e “Oggi”, che secondo i doganieri potevano destare, con le loro foto di alcune soubrettes, particolare scandalo per un Paese che a quei tempi era ancora pienamente dell’Est sotto tutti i punti di vista. Il “calvario” non finì, perché il restante viaggio fino a Tirana lo facemmo a bordo di un autobus un po’… “paesano”, diciamo così, molto al di sotto degli standard di cui gode

una squadra di pallavolo oggi in una semifinale di coppa. Arrivammo finalmente a Tirana alle prime ore del pomeriggio, quando avremmo dovuto giocare la partita quella sera, ma dato il nostro “ritardo” giocammo il giorno dopo, di Domenica, davanti a un pubblico rumoroso, di circa settemila persone, non avevamo mai vissuto un’ atmosfera del genere, ma dopo quel viaggio, trovammo la carica giusta per batterli al tie break, andare alle Final Four di Ankara, e diventare la prima squadra italiana e dell’Europa occidentale a vincere la Coppa Campioni. Questi successi furono anche ottenuti dovendo combinare lavoro e sport, e tutto ciò grazie al sostegno della famiglia. A quei tempi fin dalle giovanili del Sant’Anna, noi non avevamo la fortuna di essere accompagnati dai nostri genitori, quindi o a piedi o coi mezzi ci dovevamo arrangiare. Poi chiaramente presa la patente mi furono anche più facili gli spostamenti, anche per recarmi a lavoro, che fosse per andare alla Lavazza o alla ditta per materiali plastici dove lavorai dopo. Tutti questi impegni mi tolsero molto tempo libero, e mia moglie e i miei figli li ringrazierò sempre, perché senza il loro supporto, anche molto “paziente”, (ride ndr) non sarei mai riuscito a fare una carriera così ricca di soddisfa-

Pasticceria artigianale Martinello Gian Mario Servizi per cerimonia e per addolcire

Castiglione v i a To r i n o 8 9 tel 0119818417

qualsiasi momento via Torino 75 - Castiglione - tel 011.981.81.17

Valerio Sozza ai MasterGames in Canada con il team

zioni, anche dopo le stagioni al Cus. Infatti, seppur a livelli minori, ottenesti ancora grandi gioie sportive Ai miei successi del ‘79 e ‘80 si aggiunsero tre promozioni, una dall’A2 all’A1 con la Safa, l’altra squadra torinese allora ad alti livelli, e altre due con Pavia, a metà anni ‘80, e poi sul finire del decennio con Pino Torinese, entrambe promosse dalla serie C alla B. Tre promozioni davvero belle, soprattutto perché erano inaspettate. Ufficialmente la tua ultima squadra da giocatore è stata il Libertas Gassino, dove sei stato anche allenatore-giocato-

abbiamo vinto la medaglia d’argento ai mondiali, e due anni dopo siamo diventati campioni europei a Nizza. Quest’Estate ad Agosto abbiamo vinto la medaglia d’oro a Vancouver per un’esibizione agli Americas Masters Games, dove abbiamo vinto la finale contro la nazionale svizzera (Italia e Svizzera erano le uniche due nazionali europee presenti, ndr) insomma il ragazzo ora un po’ cresciuto non lascerà mai la sua passione. Dopo questa lunga “chiacchierata” abbiamo avuto un privilegio inaspettato, Valerio, raccontataci la sua carriera ci ha portato la prova dei suoi

Massimo Picheca,Valerio Sozza, Kenan Kukuljac

re e poi allenatore delle giovanili femminili, però il ragazzo all’inizio della nostra storia non si è in realtà mai fermato… Perchè non ha mai trovato il chiodo dove appen-

successi, le sue maglie della stagione 1979/80, quelle del secondo scudetto consecutivo, le numero 7 di casa (quella verde a sinistra)e di trasferta (quella blu a

dere le scarpe (ride soddisfatto, ndr), quest’ anno andrò in pensione dal mio ultimo lavoro alla GTT, quindi posso dire di aver smesso di lavorare prima di smettere di giocare. Dopo gli anni in Prima Divisione a Gassino, ancora adesso gioco in quel campionato con il Volley Club Torino, con tanti compagni di squadra del Cus, e poi c’è anche la nazionale per i Masters Games over 55, dove tre anni fa a Torino

destra), e poi le sue medaglie più importanti:dei due scudetti, della Coppa Campioni, e poi l’onorificenza dell’ex sindaco di Torino Diego Novelli, data ai ragazzi del Cus Torino per il trionfo continentale di Ankara.Vi mostriamo tutti questi successi grazie a questa foto, nella quale ci siamo anche noi a fianco del nostro campione. KENAN KUKULJAC

dal 1964

CARROZZERIA vità i t t a i di n n a 50 oltre

Servizio in esclusiva per i clienti di:

OLIVI A U TO S O C C O R S O s.n.c.

SAN MAURO via xxv aprile 44 tel./fax 011.822.23.86 - cell. 335.821.96.34


sAN MAU RO SPORT & dintorni

23


24

sAN MAU RO SPORT & dintorni

Pallavolo

LASALLIANO S.GIULIA: Certificato di Qualità ARGENTO per l’attività del settore Giovanile

Dopo il conseguimento, per la prima volta, del Certificato di Qualità ARGENTO per l’attività del settore Giovanile ci apprestiamo ad iniziare con entusiasmo una nuova stagione sportiva che ci vedrà impegnati su molti fronti: progetto “verde volley” nelle Scuole Elementari, corsi scolastici di minivolley, settore giovanile femminile / maschile e prime squadre, entrambe rinforzate per disputare dei campionati di vertice nei campionati Regionali di Serie C. Il nostro intento sarà quello di ampliare i numeri della nostra “base”, aumentare la qualità proposta ai nostri associati e ottenere il massimo a livello di risultati agonistici. Per i motivi sopraindicati abbiamo cercato di modificare l’impostazione

dei gruppi giovanili femminili Under 16 / 18 . I buoni risultati ottenuti da tutti i nostri in gruppi nella stagione 2015-16 tra cui svettano il 1° posto Provinciale FIPAV della Under 19 Maschile, il consolidamento dei gruppi maschili Under 14, il campionato di vertice della C Femminile e del gruppo Under 12 femminile 2004, ci spronano a continuare con maggior passione anche in questa nuova stagione . In Under 13 e in Under 14 per crescere e divertirsi. L’entusiasmo non manca ed è già una buona base per lavorare e le piccole del 2005 soprattutto e a seguire le più grandicelle del 2004, hanno deciso di affrontare con grande spirito e voglia i campionati più grandi. Tutte e due le squadre di sono buttate rispettivamente nei campionati Under 13 e Under 14 pur sapendo di poter

ritornare a casa con un brutto 3 a 0, ma la voglia di giocare e di imparare ha fatto da padrona e anche se ancora a zero punti, la gioia e lo spirito non ci mancano. Brave ragazze, continuate così. Ritorno a casa ma questa volta nel femminile per Alessandro Ferro che prende la guida dell’under 13 2004 e si butta a capofitto come lui sa fare ad affrontare due campionati (Under 13 e Under 14). Ben tornato e in bocca al lupo. SERIE C FEMMINILE. Al termine di un mercato iniziato prestissimo e finito tardissimo ha preso forma la squadra che affronterà la stagione 2016-2017 guidata anche in questa stagione da Coach Francesco MUSSA, fresco campione d´Italia CNU 2016, coadiuvato da Silvio TONON , Alessandro FERRO e Massimo CICC A R O N E . palleggi : dopo aver fatto

intravedere nel finale di stagione le doti giuste per intraprendere una nuova avventura nel ruolo di palleggio sarà Nadia CERESA insieme ad Alice PONZIO 92´ex Pinerolo B1 e Chisola, che con noi aveva già disputato un brillante periodo nella nostra prima stagione di serie C , a ricoprire questo delicato ruolo Centri: Confermate Francesca MAIORANO e Isabella BOURLOT che indosserà anche la fascia da Capitano al posto di Cecilia LANINO storico riferimento per le ragazze della prima squadra e per la Società, il reparto sarà completato dall´arrivo di Irene GRIFEO 98´ dal Parella di Serie D che avrà l´occasione di misurarsi nel massimo campionato regionale. Il reparto attaccanti è quello che ha subito i maggiori cambiamenti: Confermate Sofia CANNIZZO al terzo anno consecutivo di serie C e l´ottima Erica BALDI una certezza e una trascinatrice in campo e fuori . Per i nuovi arrivi segnaliamo il gradito ritorno di Margherita GRATTAROLA con noi l´anno della promozione e quello seguente in C, indiscussa protagonista della promozione in B2 con il Chieri 76 e avversaria di tante battaglie arriva come opposto Alessandra PRELATO 97 ´, promossa dopo un buon campionato in 1 div. Azzurra e Under 18 Giorgia CICCARONE 99´. Ultima in ordine di arrivo Giorgia FAVRETTO 93´ eclettica atleta del Neruda Volley di Bolzano squadra con cui ha vissuto l´entusiasmante cavalcata che ha permesso alla Società di passare dalla serie C regionale alla serie A N a z i o n a l e . Il ruolo di libero sarà ricoperto da un´altra grande protagonista della promozione in B2 del Chisola Chieri 76, Carmen IGNELZI atleta con il temperamento giusto per guidare al meglio

under 12_2005

under 14

under 16

under 18 prima seconda

la nostra difesa. Ringraziamo infine calorosamente la nostre atlete della prima squadra stagione 2015-16 che per vari motivi non giocheranno più con noi: Cecilia LANINO, Pamela FRI-

GERIO, Marta NOVERI, Silvia INGALA, Federica CICCHIELLO, Francesca CARICCHIA, Silvia OLOCCO, Elisa MARTINETTI . Per lo staff tecnico/organizzativo si prende un

anno di riposo..., forse, Marco Calagna che lavorerà su due gruppi giovanili salutiamo e ringraziamo Diego Noveri per quanto fatto in questi 3 anni


25

sAN MAU RO SPORT & dintorni

Ciclismo C.C.Piemonte

Una stagione da campioni Successi e Granfondo, Km pedalati in compagnia sino al mitico “ciclo viaggio” ad Assisi Dopo la Granfondo di Loano dello scorso 2 ottobre, per i ciclisti del Settore Granfondo dell’ASD C.C. PIEMONTE si è in pratica conclusa la stagione 2016. Com’è ormai divenuto consuetudine anche nel settore amatoriale, la stagione è stata alquanto lunga. Nella stagione appena conclusa il gruppo dei granfondisti ha preso parte a ben quattro Circuiti dei molti presenti in calendario: il classico Coppa Piemonte, il Grantrofeo GS Alpi, il Granpremio Costa Ligure e il Nord Ovest Road Cup, ognuno caratterizzato da qualche gara particolarmente impegnativa. In Coppa Piemonte si segnala la GF Mont Blanc di Courmayeur dove la salita più impegnativa è

Cristina per chi effettua il percorso “lungo” e il Nord Ovest Road Cup nella GF Fausto Coppi di Cuneo prevede come GPM l’ascesa al Colle Fauniera. Nel Circuito GS Alpi è inoltre presente la GF Città di Torino, che si svolge praticamente sulle nostre strade e vede l’arrivo posto presso la Basilica di Superga. E con l’inverno arriva anche il momento delle premiazioni dei diversi circuiti; sabato 22 ottobre a Biella si sono tenute quelle del Granpremio Costa Ligure e del Nord Ovest Road Cup; la nostra Società si è classificata terza in entrambi, con alcuni atleti premiati nelle classifiche finali di categoria. Le premiazioni del Grantrofeo GS Alpi per terminare a Caselle con

sono anche il momento nel quale gli organizzatori comunicano i calendari per la prossima stagione e con piacere abbiamo appreso che sono in programma nuove manifestazioni come la GF delle 5 Terre a Sestri Levante, La GF Città di Lecco, la GF dell’Appennino a Casella (GE) e la GF Tre Valli Varesine quindi anche la prossima stagione si annuncia particolarmente impegnativa per chi vorrà essere presente a tutte le gare in programma. Non possiamo poi dimenticare la partecipazione di alcuni nostri ciclisti alle manifestazioni più prestigiose del panorama italiano delle Granfondo quali la Nove Colli di Cesenatico, la Sportful di Feltre, la Stelvio-Santini di

i ciclo-viaggiatori della C.C.P. giunti in sella ad Assisi! complimenti!!

stata la scalata al Colle San Carlo; nel GS Alpi nella GF Campionissimo, svoltasi il 26 giugno a Aprica, sono inserite le salite del Gavia e Mortirolo oltre al Santa

quelle relative al circuito Coppa Piemonte; anche in queste manifestazioni alcuni nostri portacolori sono stati premiati nelle classifiche finali di categoria. Le premiazioni

Bormio, la Strade Bianche di Siena per finire con la mitica Eroica di Gaiole in Chianti, insomma una stagione ricca di eventi. Questa stagione ci ha

visto anche impegnati in una bella iniziativa: abbiamo organizzato un “ciclo viaggio” in cinque tappe da San Mauro Torinese ad Assisi. Sono stati dieci i ciclisti, compresi alcuni amici di altre Società, che partiti da San Mauro l’8 agosto hanno terminato la prima tappa a Gavi. Il secondo giorno, approdati in Liguria a Sestri Levante, attraverso il Passo del Bracco, si arriva ad Aulla. Il terzo giorno attraverso la Garfagnana si giunge alla fine della tappa a San Miniato dove tutti possono ammirare il centro storico medioevale; quarta tappa con pochissima pianura, ma si passa da San Gimignano, Monteriggioni, Siena, la zona delle Crete Senesi, per arrivare a Pienza. Nella quinta tappa si costeggia buona parte del lago Trasimeno, Perugia e quindi l’emozione di arrivare ad Assisi. Cogliamo ancora una volta l’occasione per ringraziare i due autisti dei mezzi al seguito senza i quali non sarebbe stato possibile vivere la bellissima esperienza che ha coinvolto particolarmente tutti i partecipanti. Terminato il tempo dei bilanci, stiamo già programmando la prossima stagione che ci vedrà sicuramente ancora presenti nei principali circuiti; pensiamo anche di mettere in cantiere un nuovo “ciclo viaggio” in diverse tappe, per ora ancora in fase di studio. Al momento possiamo anticipare che l’ASD C.C. PIEMONTE avrà una nuova divisa sociale, completamente rinnovata, che non passerà sicuramente inosservata. VALTER MARINO

Camminatori

Camminata della memoria Il 27 gennaio si celebra la giornata della memoria con una camminata dal Mulino Sambuy al centro di San Mauro Lungo la ciclabile tante persone si affollano verso il centro: dal mulino, al confine con Castiglione, altre se ne aggiungono in via mMzzaluna, via XXV Aprile fino al Municipio. In tanti a ricordare amici e parenti vittime dell’olocausto ma anche a ricordarsi di coloro che non ci sono più ma che hanno

sofferto le pene della prigionia e dei lavori forzati. Tra questi il mugnaio Elio Bottallo, originario del Roero, che dagli anni sessanta ha scelto di risiedere nel mulino a San Mauro al confine con Castiglione. Dopo la prigionia nel campo di concentramento, è stato assegnato ai lavori forzati presso un mulino a

Seebergen in Turingia (Germania centrale), e da lì è riuscito a salvarsi grazie proprio al suo mestiere, che gli ha permesso di sopravvivere. Tornato in Italia, dopo molto peregrinare tra vari mulini, si è stabilito a San Mauro con la sua famiglia. In molti lo conoscevano, e nel giugno 2016 gli è stata assegnata la meda-

glia d’onore postuma, che ha ritirato orgogliosamente sua nipote Stefania, ora presidente dell’associazione Mulino Sambuy. La camminata della memoria è un evento sentito fra la popolazione, e diventerà un appuntamento fisso ogni anno, grazie alla sentita partecipazione dei cittadini e delle realtà associative locali.

PINNA SUB

Vuoi vivere una passeggiata marina? Per fare come loro basta “imparare” alla piscina Colletta Primi freddi e prime nebbie, è tempo di riordinare i ricordi delle immersioni estive. Al confine tra le stagioni tornano in mente i tuffi nel mare di confine, lo specchio d’acqua di fronte a Capo Mortola, nell’estremo occidentale della Liguria, dove Italia e Francia condividono la più grande prateria di Posidonia del mar Ligure. La posidonia oceanica è una vera e propria pianta subacquea, con foglie allungate, tra le quali trovano rifugio molte altre specie. Non è necessario disporre di speciali attrezzature e scendere a profondità notevoli per fare scoperte emozionanti; è il caso del Pesce Ago Cavallino, una specie che imita alla perfezione le foglie della posidonia

con pinne, maschera e boccaglio. Mettetevi alla prova! In una delle fotografie che pubblichiamo! Difficile da riconoscere vero? Le frecce rosse lo indicano. Forse un bel corso di Biologia Marina vi potrebbe aiutare, infatti conoscere è il miglior modo per riconoscere ed emozionarsi

lo straordinario relitto di un elicottero Gazelle, sorpreso da una violenta tempesta e precipitato nel 1993, fortunatamente senza causare vittime. Giace posato sui pattini con il muso puntato in avanti, come per riprendere il volo. Per affrontare questa immersione bisogna possedere un brevetto subacqueo avanzato, che si può conseguire frequentando, anche in inverno, i corsi dell’ASD Pinna Sub. Che ne dite? Vi è venuta voglia di unirvi a noi nell’esplorazione del mondo sommerso?

pesce ago (quello indicato dalle frecce)

una gita in barca? non solo: loro fanno anche le passeggiate in fondo al mar....

tanto da riuscire quasi indistinguibile: non è stato così per i subacquei della Pinna Sub, che lo hanno scovato e fotografato durante una piacevole “passeggiata marina”

sott’acqua. Un pesciolino non vi emoziona? Forse un elicottero subacqueo ci riuscirà! Infatti negli stessi fondali si può visitare, ad oltre 30 m. di profondità,

Potete trovarci ogni martedì e giovedì dalle h 20 in poi alla Piscina Colletta (Via Ernesto Ragazzoni, 5/7, Torino). www.pinnasub.com


26

sAN MAU RO SPORT & dintorni


sAN MAU RO SPORT & dintorni

Atleti fuori dagli schemi, eravamo 4 amici al bar...

27

Corpo Filarmonico San Mauro

Dal Valentino al Rocciamelone Musica per i terremotati Come inventarsi una grande avventura dietro casa, un percorso misto bici e camminata in solo 6 ore e 20 minuti. Il magnifico è dietro l’angolo! Casa cima Rocciamelone - 17 agosto 2016 75km - 2050 D+ (in bici) 5km - 1350 D+ (a piedi) - tempo totale con partenza da Torino zona Valentino 6h 20’

spalla con tutto il necessario per la parte a piedi e un po’ di scorte alimentari. Appena inizio a pedalare capisco che arrivare a Susa sarà lunga e dura, ogni pedalata bisogna spingere per mantenere una velocità accettabile

salita per la Riposa. Arrivati a Borgone facciamo una sosta per mangiare un panino e sgranchire un attimo le gambe. La posizione in sella rispetto alla bici da corsa è completamente diversa ed abbiamo tutti e tre le

solo 6 chilometri, ho le gambe completamente bollite, non voglio immaginare come farò a salire lassù in cima camminando. Dopo due ore e venti di sforzi in salita siamo al parcheggio della Riposa, la parte in bici è finita,

Il Rocciamelone l’ho salito molte volte partendo dal rifugio La Riposa a 2200 mt di quota. Visto che oltre che andare a camminare in montagna sono anche un ciclista ho deciso di arrivare in cima a questa bellissima cima

che è intorno ai 27-28 km all’ora. Poi pedalare in città è scomodo con tutti i semafori che ci sono ogni volta è una ripartenza. La prima sosta per mangiare qualcosa la faremo a Borgone di Susa, circa 45 chilometri dalla partenza. Invece di fare corso

gambe un po’ indurite. Comunque tutto procede per il meglio, la giornata è stupenda e la temperatura è ottimale. Si riparte e dopo aver passato Bussoleno e Foresto, dopo circa una quarantina di minuti siamo a Susa. Per ora siamo a 55

siamo poco sotto le 4 ore e trenta. Incontriamo il quarto uomo, Alessandro, carichiamo le bici in auto, ci cambiamo i vestiti e le scarpe e siamo pronti per partire. Prima però facciamo una micro tappa al rifugio per bere un’altra Coca e mangiare una fetta di torta.

da pag 1

Vittorio Monasterolo a sx, con gli amici Alberto, Alessandro ed Enrico

partendo da casa in bici. Il menù è questo: 55 chilometri di pianura fino a Susa, poi altri 20 in salita di cui gli ultimi sei su strada sterrata, arrivo alla Riposa da dove parte la sezione di trekking per

giungere fino alla cima del Rocciamelone (3538). Si prospetta una bella sfacchinata, 75 km con 2000 D+ e 1338 metri di dislivello a piedi in soli 5 km. Coinvolgo in questo mio progetto due amici, Alberto ed Enrico, che accettano. Al parcheggio della Riposa ci aspetterà un quarto con una macchina capiente per ospitare le nostre tre bici. Purtroppo dovendo fare lo sterrato finale non possiamo utilizzare la bici da corsa con cui sarebbe molto più veloce e meno faticoso arrivare a Susa ma utilizzeremo le mtb con delle gomme semislick. Sono le 6 di mattina del 17 agosto e siamo pronti a partire, zaini in

Francia, pieno di semafori, decidiamo di passare da corso Allamano che è molto più scorrevole. Dopo circa 40’ siamo a Rivoli e finalmente possiamo immetterci sulla statale 25 che ci porterà

fino a Susa. Le gambe si sono finalmente scaldate e la pedalata è più fluida. Ora riusciamo a tenere una velocità di circa 30 km all’ora. Se andiamo avanti così tra circa un’ora e mezza saremo a Susa, all’attacco della

chilometri percorsi in poco più di due ore a circa i 27km/h di media. Ci fermiamo in un bar per bere una Coca e ripartiamo. Ora viene la parte più dura, in 20 km guadagneremo 1700 di dislivello, questo vuol dire che la pendenza media è di circa l’8-9%. Andiamo su regolari e senza strappi lungo le prime rampe e poi ci inoltriamo nel bosco. Alla velocità a cui stiamo salendo faccio un rapido calcolo ed ipotizzo che ci vorranno altre due ore e trenta per arrivare alla riposa, lunghissimo. Questo Rocciamelone da casa ce lo stiamo guadagnando tutto. I primi 14 chilometri di asfalto sono eterni, ognuno va al suo ritmo ed in salita mi ritrovo spesso da solo. Dopo alcune rampe durissime nel bosco di conifere in cui la mia velocità di punta ha sfiorato i 6km/h arriviamo finalmente allo sterrato. Ora mancano

Si parte, sento le gambe pesanti ed un po’ bollite ma il passo è buono, in meno di un’ora siamo al rifugio Ca’ d’Asti, un panino al volo e via per la parte finale della salita. Non pensavamo che saremmo riusciti a tenere un passo così forte nella parte a piedi. Dopo circa 25’ dal Ca’ d’Asti siamo alla crocetta, ci mancano circa 150 mt di dislivello. Il tempo sta peggiorando e quindi dobbiamo sbrigarci. Inizio a sentire la stanchezza, il che abbinato anche alla quota mi dà un leggero mal di testa e ogni tanto anche qualche giramento. Ma ormai ci siamo, teniamo duro e finalmente siamo in cima. Partendo da casa a Torino ci abbiamo messo in totale poco meno di 6 ore e trenta e la parte a piedi è stata molto più veloce di quello che avevamo ipotizzato (circa 1h50’ dal Rifugio La Riposa). Siamo in cima alla montagna più alta e più vicina a Torino. Grazie ad Albi ed Enri per avermi accompagnato in questo bellissimo giro e un grazie anche ad Alessandro che ci ha accompagnati nella parte a piedi e poi ci ha riportati a Torino. Una salita di fatica e soddisfazione per la montagna dei Torinesi ALLA PROSSIMA AVVENTURA VITTORIO MONASTEROLO

Il Corpo Filarmonico attivo su più fronti, ci ha accompagnato tutto l’anno per feste e celebrazioni Gli impegni del Corpo Filarmonico di San Mauro Torinese in questo 2016 sono stati numerosi. L’Amministrazione Comunale di San Mauro ha consegnato al maestro Mallen, direttore del Corpo Filarmonico dal 1984, la Fragolina d’Oro, il premo che ogni anno va al personaggio che si è particolarmente distinto in ambito culturale. Al momento dell’arrivo in sala del maestro i componenti del Corpo Filarmonico lo hanno accolto suonando. Il premio è andato al maestro Mallen e al tempo stesso anche al Corpo Filarmonico che è la più antica associazione operante sul territorio di San Mauro. Mercoledì 1 giugno alle 21 nella piazzetta dell’Abbazia sfidando

Alpini di San Mauro Torinese. Domenica 18 settembre 2016 trasferta ad Acqui Terme in occasione del Festival di Bande organizzato dal Corpo Bandistico Acquese e dal Comune di Acqui. Oltre al Corpo Bandistico locale era presente la Banda Musicale Cardinal Cagliero di Varazze, la Banda Musicale di Settimo Torinese, il Corpo Filarmonico di San Mauro Torinese e la Lyre, la banda musicale di Echallens, cittadina svizzera situata nei pressi di Losanna. La giornata è iniziata con la passeggiata mattutina delle bande musicali che, partendo da punti diversi della città, sono confluiti in piazza Italia dove si sono esibite con delle marce brillanti,

purtroppo è venuto a mancare Gianni Luchino noto personaggio sanmaurese, suonatore di clarinetto e per alcuni anni vice maestro e direttore dei corsi musicali per allievi, che dal 1935 al 1985 ha contribuito attivamente alla crescita del Corpo Filarmonico di San Mauro. Nel pomeriggio di domenica 2 ottobre 2016 presso il caratteristico chiostro situato nei pressi del palazzo comunale di Castiglione Torinese il Corpo Filarmonico ha tenuto un concerto su invito dell’Associazione Pensionati di Castiglione. Anche qui i musici sanmauresi diretti dal maestro Mallen sono stati apprezzati per la qualità del loro repertorio. Sabato

Foto dal concerto di beneficenza pro terremotati del 25/11/2016 a Leini. “E’ stata una bella esperienza per un nobile scopo. Desideriamo ringraziare gli organizzatori, le bande partecipanti ed il caloroso pubblico intervenuto”

la pioggia il Corpo Filarmonico si è esibito nel “Concerto delle Fragole”, molto applaudito dal numeroso pubblico presente. Domenica 12 giugno il Corpo Filarmonico Sanmaurese ha partecipato al raduno di bande a Rivera di Almese (TO) per festeggiare il 125° anno di fondazione della Filarmonica locale. Sono intervenute oltre ai musici sanmauresi la Filarmonica di Pont Canavese, la Banda Musicale di Villardora, la Società Filarmonica Concordia di San Giorio di Susa. Altro impegno Domenica 19 giugno per festeggiare l’85° anno di fondazione del Gruppo

allietando le centinaia di persone attirate dalle note che si spandevano nell’aria. Dopo la pausa pranzo nuova passeggiata musicale fino alla centralissima Piazza della Bollente, famosa per la fonte termale da cui sgorga un’acqua bollente e curativa. Qui si sono svolti i concerti delle singole bande musicali di fronte ad un folto pubblico, richiamato dalla splendida scenografia del luogo e dalla calda giornata settembrina. Il mese di settembre ha visto altri due impegni musicali: la Festa dei Lavandai di Bertolla e quella dei Donatori di Sangue della Fidas. Nel corso dello stesso mese

8 ottobre è stata la volta dell’Open Day, la giornata dedicata alla ricerca di nuovi talenti per il Corpo Filarmonico di San Mauro che ha aperto le porte della scuola musica per far conoscere alla cittadinanza sanmaurese le proprie attività e la propria organizzazione. L’iniziativa è stata apprezzata da tanti giovani che hanno mostrato interesse e curiosità, preludio per una partecipazione ai corsi musicali organizzati dal Corpo Filarmonico stesso che sono iniziati nei primi giorni di novembre. GIANFRANCO SANAVIO


sAN MAU RO SPORT & dintorni

28 Bicliclette & Bambini

GIOCHI CON LE BICI Organizzato dall’ASL TO4 con i “Genitori Altrotempo”, l’Associazione Ri-Ciclistica Settimese e la Coop; presenti anche la scuola “Bimboporto” e la Cooperativa “Il Punto”

Prima del grande freddo si è svolto presso il campo da basket di fronte ai giardini della scuola “S.Allende” di via Dora a S.Mauro l’evento “Giochi con le bici”, organizzato dall’ASL TO4 in collaborazione con il gruppo dei “Genitori Altrotempo”, l’Associazione RiCiclistica Settimese e la Coop; all’evento erano presenti anche la scuola “Bimboporto” e la Cooperativa “Il Punto”. Le attività in programma sono state pro-

poste alle famiglie con bambini da zero a sei anni, come previsto dal progetto promosso dal Comune di San Mauro “Altrotempo Zerosei” (“Verso il Centro Famiglie: incontri e laboratori a sostegno delle competenze genitoriali”): - una gimkana con le biciclette per i bambini, o r g a n i z z a t a dall’Associazione Riciclistica Settimese - un punto merenda allestito dal Centro di Educazione ai Consumi

Coop e da alcuni volontari del punto vendita locale; - punto informativo dell’ASL TO4, a cura degli operatori del Servizio di Promozione della Salute - piccoli omaggi, sempre in tema con la giornata dedicata a divertimento e sane abitudini, offerti a tutti i bambini partecipanti dal Comune e da Bimboporto. I bambini dunque sono stati coinvolti in un‘attività ludico-motoria che li ha visti protagonisti, con un pizzico di sana competizione per i più grandicelli; per i bambini più piccoli erano a disposizione tricicli, bici senza pedali ed altri mezzi, forniti per l’occasione dalla scuola “Bimboporto”. Il campo da basket, quale luogo recintato e senza pericoli, ha permesso ai genitori nel frattempo di chiacchierare tra loro ed interagire con gli operatori dell’ASL per raccogliere informazioni, porre domande o anche solo curiosare tra i materiali

piccoli ciclisti crescono, sono proprio tanti !!

proposti. La merenda offerta da Coop con alimenti sani come frutta, marmellata, miele, pane a basso contenuto di sale, è stata sicuramente apprezzata da tutti, grandi e piccoli, che dopo la gimkana con le bici hanno continuato a pedalare e nel frattempo mangiare! Inoltre Coop ha allestito un piccolo laboratorio dedicato ai bimbi da sperimentare con l’aiuto di mamma o papà. Il pane senza sale con cui sono state preparate le merende è stato gentilmente offerto dalla panetteria “Tizzy e Raf” di via Roma (San Mauro), che aderisce

al progetto regionale “Con meno sale la salute sale”.Le famiglie ed i bambini hanno dimostrato partecipazione ed interesse; è stato importante il coinvolgimento di alcuni genitori nell’organizzazione dell’evento, in quanto si sono resi promotori loro stessi nei confronti di altre famiglie di attività su contenuti riguardanti stili di vita salutari, in tema di alimentazione e movimento. Vorremmo sottolineare l’aspetto di socializzazione, che ha permesso a molte famiglie di vivere un’esperienza con i propri bambini in un contesto all’aperto.

quando ci sono i ciclisti, le addette al punto merenda sono prese d’assato!!! Grazie!!

Ass. Ri-Cilistica presta assistenza ai piccoli ciclisti

Camminata

Walking leader L’ASL ha proposto ai genitori la partecipazione ad un corso Un’ulteriore opportunità per le famiglie! L’ASL ha proposto ai genitori la partecipazione ad un corso per walking leader per promuovere sul territorio dei gruppi di cammino (genitori, mamme in gravidanza, mamme con passeggini...); saranno accettati 23 genitori del progetto “Altrotempo Zerosei” di S.Mauro. Si attendono adesioni: il corso si svolgerà a gennaio-febbraio 2017, la formazione sarà gratuita e verrà suddivisa nell’arco di due giornate (di sabato). Si richiederà alle persone formate di costituire a livello locale

dei gruppi di cammino che si ritroveranno con cadenza regolare: l’impegno potrebbe essere inizialmente di un’uscita al mese, in modo da non gravare troppo sulle organizzazioni familiari.L’ASL sarà disponibile al supporto della progettazione locale. Riferimenti: SSD Promozione della Salute promozionesalute@aslto4.piemonte.it Segreteria: tel.0118212358Referenti corso: dr. Giorgio Bellan, tel. 011-8212314 dr.ssa Carla Francone, tel. 0125-414747


sAN MAU RO SPORT & dintorni

Calcio

Allotreb ai campetti 146 iscritti suddivisi in 8 formazioni sono un bel traguardo per la società di Bertolla, e avanti così Iniziamo il resoconto delle varie attività che si svolgono a Torino presso il campo di Via dei Lavandai 24 iniziando dai 6 bambini che partecipano all’ iniziativa denominata “Percorso di avvicinamento al gioco del calcio”. Andrea Marinelli ogni martedì - dalle 17,00 alle 180 - insegna ai ragazzi nati nel 2009 - 10 i fondamentali del gioco del calcio dando importanza primaria all’ aspetto ludico dell’ attività. In primavera, sperando che il numero di iscritti aumenallievi ti, saranno organizzate le prime amichevoli contro i pari età di altre società. Passiamo alle squadre che partecipano al campionato a 7 del Centro Sportivo Italiano iniziando dagli Under 10, ragazzi nati nel 2007 - 2008, allenati da Corrado ed Alberto Ferrara con la collaborazione di Alessia Saraceno, il lunedì ed mercoledì dalle 17,15 alle 18,30 preparano schemi ed azioni da mettere in atto nelle partite del campionato CSI. Attualmente, staziona al terzo posto. I 24 ragazzi che compontop junior gono la rosa hanno grandissimi margini di miglioramento quindi il futuro bertollese sembra garantito. Analizziamo ora agli Under 12b, ragazzi nati nel 2006 allenati da Pino Cifarelli, coadiuvato da Giacomo Pedron. I 17 ragazzi che compongono l’ organico si allenano il lunedì dalle 18,15 ed il giovedì dalle 17,30 e al momento guidano il loro campionato a punteggio pieno. L’altra compagine Under 12 è quella composta dai ragazzi nati nel 2005. I 21 giocatori a disposizione di Andrea under 14 Marinelli, Luca Pignatti e Luca Bertolino faticano a mettere in pratica gli schemi proposti. Gli allenamenti si disputano presso l’ impianto di Via dei lavandai 24 il martedì dalle 18,00 alle 19,15 ed venerdì dalle 17,00 alle 18,15. Le potenzialità ci sono si tratta solo di mettere più impegno e concentrazione ed i risultati arriveranno. Al momento i bertollesi sono piazzati a metà classifica. Proseguendo in ordine cronologico troviamo i Top Junior ragazzi nati nel 1997 - 98 coordinati da Simone Bianco e Fabio under 12-2005 Marinelli. I 13 Top si allenano a Bertolla il martedì

“Bèla Vista”

29 ed il venerdì dalle 19,30 alle 21,00. Nelle tre partite disputate finora hanno conquistato 2 pareggi e subito una sconfitta evitabile. Passiamo alle squadre che partecipano al campionato a 11 del CSI con gli Under 14 nati nel 2003 - 2004. I 23 calciatori, allenati da Alessio Gruppuso (con la collaborazione di Laura Cravero e Piero Marmello), partecipano per la prima volta al campionato a 11 e pian piano stanno assimilando i movimenti necessari e gli schemi e moduli proposti dal mister. Gli allenamenti si svolgono il lunedì all’ Ardor dalle 18,30 alle 20,00 ed all’ Allotreb il mercoledì dalle 18,15 alle 19,30. A questo punto della stagione occupano il secondo posto in classifica. Anche gli Allievi, allenati da Aldo Bovero (con l’ aiuto di Paolo Vettoni), partecipano per la prima volta al campionato a 11 del CSI. I 22 ragazzi che si allenano il lunedì all’ Ardor dalle 18,30 alle 20,00 ed a Bertolla il venerdì dalle 18,15 alle 19,30 stanno patendo il passaggio dal calcio a 7 a quello “dei grandi”. Se seguiranno gli insegnamenti del mister i risultati non si faranno attendere. Concludiamo la panoramica calcistica con gli Juniores, ragazzi nati nel 1999 - 2000, si allenano il martedì all’ Ardor dalle 18,30 alle 20,00 ed in Via dei Lavandai il giovedì dalle 18,45 alle 20,30 agli ordini di Pino Cifarelli ed Igor Vercelli. I 20 ragazzi stanno deliziando gli occhi dei supporter con ottime trame di gioco e stanno guidando il campionato. Per ulteriori informazioni vi invitiamo a consultare il sito www.allotreb.It.

Disegnatori

Humoriadi Rassegna sul cartooning mondiale, Carlo Sterpone agli onori di casa La prima edizione delle HUMORIADI ha chiuso i battenti con strepitoso successo. Ospitata presso il Circolo degli Artisti nella sede estiva lungo il Po, ha visto la partecipazione delle più qualificate firme del cartooning mondiale. , 100 sorrisi incorniciati e appesi alle pareti del circolo provenienti da Cina, A u s t r a l i a , Giappone,Russia, Polonia, Uzbekistan Rep. Turchia, Germania, Francia e tantissime altre nazioni: L’Italia era magnificamente rappresentata con una qualificata presenza di cartoonist torinesi quali Chiostri, Benny, Isca, Superbi e Sterpone e con opere postume degli artisti Franco Bruna e Giorgio Cavallo. La rassegna, ideata e organizzata dall’umorista

torinese Emilio Isca è figlia diretta della rassegna SPORTHUMOR che per cinque anni ha dato il meglio di se a Fossano. Un modo simpatico e divertente per sorridere sullo sport con le matite più appuntite e graffianti del mondo intero. EMILIO ISCA

L’Assessore allo Sport della Regione Piemonte Giovanni Maria Ferraris in compagnia del caricaturista Carlo Sterpone.

L’Assessore Ferraris con Gianni Chiostri, Achille Superbi, Emilio Isca e Carlo Sterpone.

RISTORANTE

Belvedere dal 1964

Ristorante Pizzeria

di Fabrizio Defilippi

Trattoria

Cucina tipica piemontese ampi saloni per cerimonia San Raffaele Cimena via San Rocco 16 - San Raffaele Alto tel. 011.981.30.16 - chiuso il martedì mercoledi sera

L’OSTERIA dei BRICCONI cucina tipica - specialità alla griglia saloni per banchetti forno a legna e pizze da asporto farinata

Rivodora - via Torino 22 tel 011.9431608

cucina piemontese V i a A . C a r o, 1 2 - 1 0 1 5 6 To r i n o t e l . 0 1 1 . 2 7 3 . 0 4 . 4 1 - fa x 0 1 1 . 2 7 3 . 0 3 . 3 3 e - m a i l : i n fo @ b e l ve d e r e t o r i n o. c o m w w w. b e l ve d e r e t o r i n o. c o m gradita prenotazione


sAN MAU RO SPORT & dintorni

30 Tennis

L’opinione sportiva

Amerio Rebecca campionessa Regionale Under 11

MENO SIAMO PIU’ VINCIAMO

La Scuola Tennis dell’Indoor Club anche quest’anno è stata riconosciuta dalla Federazione come Standard School a tre stelle Anche quest’anno la nostra portacolori Rebecca Amerio ha vinto il titolo Regionale. L’anno scorso vinse l’Under 10 e quest’anno l’Under 11 qualificandosi per i Campionati Italiani a Serramazzoni (Modena). Inoltre ha vinto un torneo Under 12 ed un torneo Under 14 ed ha fatto tre finali Under 14. Nella seconda parte della stagione non ha più disputato tornei giovanili ma è passata a giocare i tornei di 3^ categoria, ottenendo ottimi risultati che gli consentiranno di passare a fine anno in 3^ categoria. Ha iniziato anche l’attività internazionale del circuito E.T.A. che proseguirà nel 2017. Con Torino ha vinto il titolo Regionale a squadre per la Coppa delle Province qualificandosi 3^ nella fase di macroarea a La Spezia. Con la Federazione a fine anno parteciperà al “Trofeo Polla” a Trento, gara a squadre interregionale.

Grande annata per Capello Sarah che probabilmente passerà 2.8 a fine anno. Ha vinto il Torneo Macroarea Under 16 di Milano e fatto altre due finali. Ha partecipato al Master Finale Macroarea di Mantova come prima classificata di Macroarea Nord Ovest. Risultato importante per l’Indoor Club la finale Regionale D1 Femminile persa contro la Canottieri Casale. Le nostre atlete: Demo Silvia, Capello Sarah e Murgia Eleonora con questo risultato sono passate in serie C e nel 2017 disputeranno il nuovo e prestigioso campionato. Bravo anche Jammoul Lorenzo che passerà, dopo un’ottima stagione, in seconda categoria nel 2017. Demo Silvia ha vinto due tornei di 3^ categoria. Avenale Alice da 4.3 passerà 3.4 vincendo tre tornei di 3^ categoria. Buona stagione anche per Giammarino Fabio che ha battuto diversi atleti di seconda catego-

da sinistra Murgia Eleonora Demo Silvia Amerio Fabrizio Capello Sarah

da sinistra Giammarino Fabio Amerio Rebecca, Amerio Fabrizio

ria. Dal 2016 l’Indoor Club ha un’istruttrice federale in più, Murgia Eleonora, che è entrata nello staff. Passiamo al settore giovanile: l’under 16 Femminile con Capello Sarah si è classificata 3^ assoluta in Piemonte. Moretti Riccardo ha vinto un torneo Under 10 ed ha disputato altre finali qualificandosi tra i primi 8 Under 10 piemontesi nel Master Finale di Vercelli. Demo Alessandro ha vinto un torneo Kinder Under 10 e fatto altre finali in tornei Futures. Moretti Enrico, Bertola Vittorio e Tolomeo Marco si sono qualificati per il Master Finale Regionale del circuito Under 8 “FIT Junior Program”. Grande affluenza d’iscrizioni per la Scuola

Tennis, dopo aver finito l’estate ragazzi con straordinari risultati. Ricordiamo il nostro staff d’insegnanti: Direttore della Scuola e del settore Agonistico il Maestro Nazionale e Professional P.T.R. Amerio Fabrizio, Demo Marco, Demo Silvia, Giammarino Fabio e Murgia Eleonora tutti istruttori federali, Rei Simone preparatore atletico diplomato ISEF e preparatore di primo grado FIT. Amerio Mario ex coordinatore settore tecnico FIT, supervisore della scuola tennis. La Scuola Tennis dell’Indoor Club anche quest’anno è stata riconosciuta dalla Federazione come Standard School a tre selle, sinonimo di qualità e professionalità per i genitori dei nostri allievi.

EDICOLA TABACCHI

CONSEGNA A DOMICILIO - CHIUSO IL LUNEDI

Piazza Mochino 9/b San Mauro

VIA DORA 1, SAN MAURO (ZONA S.ANNA) TEL. 3482821819 - mail: ilverdurivo@yahoo.it

NUOVA RICEVITORIA GIOCO DEL LOTTO

28 medaglie alle Olimpiadi sono un risultato sportivo apprezzabile Il 2016, come abitualmente capita negli anni bisestili, ha visto svolgersi il quadriennale rito sportivo dei Giochi Olimpici, ospitati per la prima volta dal Brasile e dal Sudamerica in senso lato, se vogliamo considerare il Messico - ospite nel 1968 - Centroamerica (come geograficamente è.) Il bottino tricolore è stato conforme alle speranze del Coni e a tutto considerato anche noi, da casa spettatori tifosi appassionati non possiamo lamentarci dei risultati ottenuti. Ma c’è un ma... in un paese che si esalta per oscillazioni dello 0,1/0,2% in più o in meno del PIL, 28 medaglie 28 alle Olimpiadi sono un risultato sportivo apprezzabile, che potrebbe indurre ad ottimismi illeciti sul movimento sportivo nostrano, se analizziamo meglio il come ed il chi. Mi spiego: su 28 medaglie, 8 provengono dall’acqua (diciamo dalla Federnuoto), 7 dal tiro, 4 dalla scherma, 3 dalla Fijlkam (judo, lotta, karate), 2 dal canottaggio, 2 dal ciclismo, 2 dalla pallavolo. La prima considerazione che emerge da questa distribuzione è che (dati Coni del 2014 sui tesseramenti) su otto federazioni con oltre 100.000 tesserati, solo due hanno portato medaglie: Fin (nuoto, fondo, pallanuoto, tuffi) e Fipav (pallavolo e beach volley). A zero il calcio; a parziale discolpa, se è vero che la Figc era l’unica federazione a passare il milione di tesserati è pur vero che ai Giochi dispone unicamente di sei medaglie, oro argento e bronzo per il torneo maschile ed altrettanto per il femminile e la concorrenza è assai agguerrita. Stesso discorso vale per la Federbasket e per la Federtennis. Qualche

opportunità in più ce l’aveva la Federazione Sport Equestri, con ostacoli, dressage, completo a squadre. Molte di più le aveva la Federginnastica, con molte medaglie sia maschili che femminili a disposizione (a dire il vero, la povera Vanessa Ferrari c’è andata vicino...). Una valanga le aveva la Fidal (atletica) che ha centrato l’ennesima buona occasione per fare pessima figura. E se vogliamo fare i pignoli, tra i circa 150.000 tesserati Fin, in due sono riusciti a recuperare tre medagliette: l’oro di Paltrinieri e i due bronzi di Detti. Ma di questi tesserati, quanti sono quelli che vanno su e giù per le corsie? Credo la maggioranza. Quanti quelli che giocano a pallanuoto (due medaglie)? Credo di meno. Quanti quelli che nuotano di fondo (una medaglia) e che si tuffano (due medaglie)? Quattro gatti. In tema di quattro gatti, Unione Italiana Tiro a Segno e Federazione Italiana Tiro a Volo, con poco più di ottantamila tesserati in due (a priori pensavo fin che fossero di meno...ce n’è di gente che spara in Italia, anche se la maggior parte spara c*****e) hanno portato sette medaglie, di cui ben quattro d’oro. La Fijlkam con oltre 90.000 tesserati ha raccolto oro argento (judo) e bronzo (lotta); la Federciclismo con circa 70.000 tesserati (e qui avrei pensato molti di più) ha in dote un’oro e un bronzo; il Canottaggio - circa 40.000 - due bronzi. La Scherma, abitualmente nostra regina tra gli sport medaglisti, si accontenta di quattro medaglie (un solo oro), ma a fronte di meno di 20.000 tesserati: in fondo rimane sempre una Regina, anche se ci aveva abituati meglio. Alla fine

di questa arida disamina statistica cosa rimane? Rimane la non certo originale considerazione che in Italia non siamo in grado di esprimere un movimento sportivo di base solido e fruttuoso, di creare una scuola seria, neanche e soprattutto quando abbiamo a disposizione una discreta quantità di materiale umano. Per mancanza di strutture, per mancanza di tecnici qualificati, per mancanza di soldi, per mancanza di voglia, per mancanza di quel che vi pare. Ma intanto l’unica vera scuola che dura nel tempo è quella schermistica, in testa su tutti i fronti pur con i suoi pochi tesserati: maggior numero di medaglie olimpiche (125), maggior numero di medaglie d’oro (49), gli atleti più medagliati (Mangiarotti e Vezzali, sei medaglie a testa). Il tutto da oltre 100 anni: 1900, Antonio Conte vincitore del torneo di scherma per maestri; dopo cent’anni un pronipote si è reso conto che nel calcio si guadagnava di più (non è vero! Almeno non credo che ci sia parentela; poi non si sa mai...). Ed i tiratori che spendono fior di soldi a comprarsi armi (Campriani, ingegnere, la carabina se l’è fatta da sé) e pallottole di medaglie ne portano da almeno cinquant’anni con discreta regolarità. Quindi, gioiamo giustamente per i risultati positivi, ma guardiamo anche l’altro lato della medaglia e non illudiamoci di essere un forte paese sportivo. Se quei risultati arrivano dobbiamo sempre ringraziare i soliti (pochi) noti ed abbiamo ancora moltissimo da imparare in fatto di organizzazione e gestione da coloro che ci precedono nel medagliere. MARCO CANDELLONE


31

sAN MAU RO SPORT & dintorni

Pallavolo femminile

Under 12 pronti via! Luca Rossini e la sua vice Daniela Biaggi pronti alla guida. Under 16 ricordi del SummerVolley e Sara Crespan in selezione regionale Dopo aver disputato un ottimo campionato Uisp l’anno scorso, il 2005 della Folgore è pronto a confrontarsi in questa stagione anche con il campionato Fipav di categoria. Un bel banco di prova per le giovani arancio blu, per il nuovo allenatore Luca Rossini e per la sua vice Daniela Biaggi, che quest’anno hanno sostituito alla guida della squadra Bosticco e Guerrini. Competizioni che sono ormai alle porte: già stilato il calendario Uisp, e Fipav. Giocatrici e staff non sono però rimasti con le mani in mano in questi mesi e hanno preso parte al torneo del Fagiolo di Saluggia e al Torneo d’Autunno con ottimi risultati. La squadra infatti si è aggiudicata il torneo di Saluggia e attualmente è prima in classifica generale, quando manca una solo partita alla fine, nel torneo D’Autunno. “Sono soddisfatto -commenta Rossini- di questo inizio di stagione. Sarà poi il campo a stabilire se le mie giocatrici sono cresciute o meno, le premesse però sono ottime. Dal gruppo, allo staff, alla dirigenza che non mi ha mai fatto mancare nulla e ai genitori, variabile importante e spesso sottovalutata soprattutto nel giovanile”. Non male come inizio per la squadra Fipav più giovane della Folgore, che quest’anno si confronterà anche con una nuova formula a gironi in Under 12. Aboliti infatti i concentramenti che hanno caratterizzato prime e seconde fasi di questo campionato fino alla scorsa stagione, le 2005 affronteranno un girone di andata e ritorno. Formula invariata anche in Uisp, con tre gironi composti da 10 squadre con gare di andata e ritorno. “Per quanto riguarda il campionato Uisp - continua Rossini - sono contento di aver trovato nel girone alcune squadre

molto competitive che sicuramente ci daranno filo da torcere e aiuteranno la nostra crescita. In Fipav invece è tutto ancora un’incognita, sia per le avversarie che ancora non conosciamo sia per le modalità di svolgimento, che quest’anno sono diverse”. Infine Rossini dà un ultimo commento su quelli che saranno gli obiettivi della stagione: “L’obiettivo della stagione è sicuramente la crescita individuale e collettiva delle mie giocatrici, a livello di risultati invece dobbiamo pensare partita dopo partita. Arriverà poi il momento in cui tireremo le somme, ma di certo non adesso che i campionati devono iniziare.” Insomma, un bel gruppo che speriamo riesca a togliersi tante soddisfazioni durante l’anno. Un grosso in bocca al lupo a staff e giocatrici per questa stagione SUMMERVOLLEY La scorsa estate le ragazze under 16 della folgore hanno partecipato al famoso torneo internazionale Summer Volley,impreziosito dalla presenza di numerose squadre estere. Infatti alla prima partita l’avversaria era costituita addirittura

da una selezione giovanile di Israele. Ebbene,dopo due giorni di partite ad alto livello e contro avversari via via più forti le nostre giovani conquistavano il prestigioso trofeo davanti ad un pubblico di oltre 1000 persone. Sicuramente un’impresa incredibile che rimarrà per sempre nella memoria e nei cuori delle nostre atlete. SARA CRESPAN IN SELEZIONE La stagione 20152016 si è conclusa con un ulteriore motivo di orgoglio per la folgore. Infatti una nostra giocatrice è entrata con pieno merito a far parte della selezione regionale under 16. Il suo nome è Sara Crespan e,a soli 15 anni,ha coronato il sogno di tutte le giovani pallavoliste . Tutto è cominciato a novembre 2015 con le prime giornate di prove e selezione dove la giovane e dotata Sara si è confrontata con il meglio delle atlete piemontesi nate nel 2001 . Allenamento dopo allenamento il gruppo si assottigliava e si giungeva così a inizio giugno quando veniva definito l’elenco delle 12 giocatrici che,agli ordini del selezionatore regionale

Massimo Moglio,avrebbero rappresentato il Piemonte alla fase nazionale. Ebbene,Sara veniva confermata e l’avventura poteva continuare. Ancora allenamenti,ritiri e tornei per cementare il gruppo ed infine la partenza per l’Umbria dove a fine giugno,dopo quattro giorni di partite , la selezione piemontese otteneva un lusinghiero terzo posto. Attualmente Sara ,nonostante la giovane età, è titolare in B2 nella Lilliput,a conferma del-

trofeo conquistato al SummerVolley

Sara Crespan

gemellaggio tra la Folgore e la squadra israeliana al SummerVolley

l’ottimo lavoro svolto dalla folgore nel settore giovanile. A lei va il nostro augurio per nuovi e ambiziosi traguardi.

AUGURI A TUTTI I CLIENTI PER UN SERENO NATALE


Sanmaurosport16 02  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you