__MAIN_TEXT__
feature-image

Page 46

› DESIGNCAFÈ URBANISTICA E BUON GOVERNO Il futuro è già domani e dunque oggi gli indizi ci sono tutti. Perciò il futuro non è altro che un ‘diverso presente’. Non abbiamo bisogno di visioni utopiche ma di utopie possibili, perché, scrive Maurizio Carta, «il futuro nasce dall’interazione tra il reale e il possibile, ma si nutre del coraggio e della caparbietà di metterli insieme». È quasi un manifesto di azione il testo dell’architetto e urbanista siciliano, professore ordinario di Urbanistica presso il Dipartimento di Architettura dell’Università di Palermo, che dai lavori precedenti, come il recente “Augmented City” (ListLab, 2017), allarga lo sguardo alla politica, anzi alla buona politica che nel tempo presente della disintermediazione dovrebbe creare armonia, come un bravo direttore d’orchestra, tra intervento privato e interesse pubblico, attivismo e sicurezza, spinte identitarie e necessità di integrazione. Lo spartito del direttore d’orchestra è l’urbanistica. Così come la ‘città aumentata’ del precedente lavoro non era quella che aggiunge tecnologia all’organismo esistente bensì quella che è capace di ripensare il proprio metabolismo garantendo un’alta qualità di vita per tutti e una gestione responsabile delle risorse attraverso una politica più aperta e condivisa – una ‘co-politica’ – lo stesso vale per i territori, a cominciare dal Sud, e per il quadro geopolitico generale di un mondo che troppo spesso sembra dare risposte opposte a quelle che servirebbero per affrontare le sfide del futuro, a cominciare dal cambiamento climatico.

LA FORZA DEL LO-TEK Julia Watson compie una panoramica sulle innovazioni architettoniche delle popolazioni indigene. Trecento anni fa gli illuministi costruirono il mito della tecnologia: un mito che non considerava la saggezza e la tecnologia delle popolazioni. Oggi ci si rende conto che l’eredità di questo pensiero continua a perseguitarci. Consapevoli della necessità di ridurre l’impatto dell’uomo sull’ambiente, ci ostiniamo a riproporre ipotesi basate sullo sfruttamento della natura. Senza l’implementazione di sistemi a basso impatto che considerino la biodiversità come un elemento costruttivo, il design rimane essenzialmente non-sostenibile. Lo-TEK (Traditional Ecological Knowledge) è un insieme di saperi tramandati che si oppone al pensiero di un’innovazione indigena primitiva e separata dalla tecnologia. Il libro organizza le soluzioni Lo-TEK in quattro diversi ambienti: montagne, foreste, deserti e aree umide.

Julia Watson Lo-TEK Design Radical Indigenism (a cura di Julia Watson e W-E Studio) Taschen, 2019 436 pp, euro 40 ISBN: 9783836578189

IL ‘900 DI BASILICATA E PUGLIA Il volume raccoglie i contenuti della mostra 9 itinerari per 100 Architetture del ‘900 in Basilicata e Puglia, che ha catalogato il patrimonio architettonico del Novecento nelle due regioni. Si tratta di un territorio antico, quello di Basilicata e Puglia, reso moderno dall’assimilazione di opere architettoniche del secolo scorso che ne hanno interpretato in modo originale

le caratteristiche identitarie. Aymonino, Cucinella, De Carlo, De Lucchi, Nervi, Piacentini, Piano, Piccinato, Ponti, Purini, Quaroni, Ridolfi, Rossi sono alcuni degli architetti e ingegneri che hanno lavorato in queste terre. La pubblicazione, dopo l’introduzione curata da alcuni storici e critici dell’architettura, è suddivisa in nove itinerari tematici e contiene, per ciascuna delle cento opere, una scheda analitica che, insieme alle immagini, riporta progettista, anno di realizzazione descrizione, destinazione d’uso e stato di conservazione.

Docomomo Italia - Sezione Basilicata Puglia 9x100=’900 Gangemi Editore, 2019 303 pp, 40 euro ISBN 978-884923827-3

L’IMPORTANZA DEI MATERIALI

Maurizio Carta Futuro. Politiche per un diverso presente Rubbettino, Soveria Mannelli 2019 pp 380, euro 19,00 ISBN 978-8-84986-072-6

[ 46 ]

IOARCH_85

Oltre alla forma, i materiali adottati svolgono un ruolo centrale nella riuscita di un progetto di interni, ma la crescente varietà di materiali disponibili rende complessa la scelta. Materials and finishings, che raccoglie i risultati di una ricerca condotta alla Detmolder Schule für Architektur und Innenarchitektur, presenta una panoramica e una conoscenza di base dei materiali e delle loro applicazioni. Tutti i materiali sono classificati nelle rispettive sezioni d’uso previsto; le descrizioni spaziano da quelli tradizionali ai più recenti, con valutazioni che riguardano anche la loro compatibilità ambientale. Tuttavia, non è solo il materiale a determinare l’effetto di una superficie ma gli accostamenti e i pattern. Per questo il volume descrive in dettaglio una vasta gamma di esempi di combinazioni.

Carsten Wiewiorra - Anna Tscherch Materials and Finishings Construction and Design Manual DOM publishers, 2019 480 pp, 98 euro ISBN 978-3-86922-726-9

Profile for Redazione IoArch

IoArch 85 Dec_Jan 2020  

Il magazine degli architetti italiani. The Italian architects' and designers' magazine #architettura #città #territorio #ambiente #arte #fot...

IoArch 85 Dec_Jan 2020  

Il magazine degli architetti italiani. The Italian architects' and designers' magazine #architettura #città #territorio #ambiente #arte #fot...

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded