Puntobresciano Ottobre 2016

Page 1



SOMMARIO 30A BI-MU 2016 4-8 Ottobre La manifestazione I dati dell’edizione 2014 Il mercato favorevole A chi si rivolge Il “Make” di BI-MU e il “BUY” di SFORTEC INDUSTRY Il quartiere espositivo Prodotti in esposizione Match Making Gli eventi nell’evento Club tecnologie additive Finitura delle superfici Le delegazioni estere Pianeta giovani PUNTOBRESCIANO

n. 7 Ottobre 2016 - Anno XIV Mensile di informazioni bresciane Aut. del Tribunale di Brescia N° 8/2003 - 24/02/2003 DIRETTORE RESPONSABILE Gianmario Baroni EDITRICE | REDAZIONE AMMINISTRAZIONE | PUBBLICITÀ Editrend - Via Fura, 48 - Brescia Tel. 030 3534392 - Fax 030 5234013 FOTOCOMPOSIZIONE e VIDEOIMPAGINAZIONE Editrend Grafica - Via Fura, 48 - Brescia Tel. 030 3534392 - Fax 030 5234013 STAMPA Pixartprinting L’Editore declina ogni responsabilità in ordine ad eventuali errori di stampa e o disguidi di altro genere relativi agli spazi pubblicati. È vietata la riproduzione totale o parziale di foto, marchi e testi, tutti i diritti sono riservati. Periodico mensile a diffusione gratuita in Brescia e Provincia.

Incontri B2B - Brokerage event Industria 4.0 Quality Bridge: i convegni Chi sono i visitatori: settore d’interesse e attività industriale Gli organizzatori

Coperture

Stabilità 2016: tutte le novità per la casa, l’edilizia e i professionisti

Autoscuole

Patenti C, CE, D e DE: si alla prova con cambio automatico ma sapendo i principi di ecoguida

Carrozzerie

4 4 6 7 12 13 16 19 20 22 28 28 30 30 32 42 42 15 8

Assicurazioni e carrozzieri, è guerra

43

Mercato immobiliare, nel 2017 la ripresa?

44

Immobiliare


La manifestazione Da martedì 4 a sabato 8 ottobre 2016 60 anni di macchine utensili Terzo paese esportatore al mondo e quarto produttore, l’Italia ha in BI-MU una delle più qualificate e storiche manifestazioni internazionali dedicate all’industria delle macchine utensili, dei sistemi di produzione, dei robot e di tutte le tecnologie annesse. 30.BI-MU si tiene, da martedì 4 a sabato 8 ottobre 2016.

I dati dell’edizione 2014 1.060 imprese, il 47% delle quali straniere, 3.000 macchine esposte, in 90.000 metri quadrati di esposizione totale 61.926 visite qualificate, 1.000 Business Meetings. L’85% dei visitatori coinvolto nelle decisioni di acquisto. LA PROVENIENZA DEI VISITATORI*

4 - 30a BI-MU e Sfortec Industry

Promossa da UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE, l’associazione dei costruttori italiani di macchine utensili, robot e automazione, BI-MU, giunta al suo 60esimo anniversario, è organizzata da EFIM-ENTE FIERE ITALIANE MACCHINE.


La provenienza degli espositori*

*Dati riferiti all’edizione precedente della manifestazione.

30a BI-MU e Sfortec Industry - 5


Il mercato favorevole Dopo lo straordinario successo di EMO MILANO 2015, l’Italia torna al centro dell’agenda degli operatori mondiali di settore con 30.BI-MU. In scena nell’ottobre 2016 a fieramilano, la biennale della macchina utensile è pronta a raccogliere i frutti della ripresa del mercato italiano e internazionale che, dalla fine del 2013, vede crescere in modo costante produzione e domanda. D’altra parte le misure di politica industriale messe in atto dal paese, favoriranno, anche nel prossimo futuro, i consumi dei principali settori utilizzatori, a tutto beneficio di chi esporrà a 30.BI-MU.

Andamento medio dell’indice degli ordini italiani

6 - 30a BI-MU e Sfortec Industry

Il consumo di macchine utensili in Italia e nel mondo


A chi si rivolge Punto di riferimento per gli operatori dell’intera industria manifatturiera, BI-MU concentra sui suoi espositori l’attenzione di tutti i settori utilizzatori, tra cui automotive, aeronautica, aerospaziale, energia, elettronica, biomedicale, imballaggio, trasporti.

Il valore dei visitatori Con l’85% dei visitatori direttamente coinvolti nelle decisioni di acquisto, BI-MU vanta un pubblico qualificato e competente, la cui partecipazione accresce ulteriormente il valore della mostra.

Settori di appartenenza dei visitatori*

[continua a pagina 10]

30a BI-MU e Sfortec Industry - 7


Patenti C, CE, D e DE: sì alla prova con cambio automatico ma sapendo i principi di ecoguida Si tratta di un concetto già presente nella direttiva europea2006/126/CE e già recepito nella nostra legislazione (D. Lgs. 59/2011), eppure la circolare del Ministero dei Trasporti dello scorso 6 settembre interviene a ribadirlo con decisione, proprio all’inizio della nuova tornata autunnale di esami: gli esami delle patenti superiori (C, CE, D e DE) possono essere svolti su veicoli privi di frizione senza la “penalizzazione” del codice 78 sulla patente (che indica il poter guidare solo veicoli con cambio automatico), a patto di applicare correttamente i principi di ecoguida e a patto di avere già sostenuto la prova pratica per l’esame della patente B su un veicolo dotato di frizione. L’amministrazione dunque si adegua alle innovazioni tecnologiche ed è pronta a valutare nuovi parametri per misurare le abilità di guida. Se in passato, un conducente era considerato abile se sapeva usare correttamente il pedale della frizione e il cambio manuale, oggi comincia a non essere così scontato. Per ora questo concetto si applica solo alla guida dei mezzi pesanti ma c’è da scommettere che presto verrà applicato anche alla guida delle comuni autovetture.

8 - AUTOSCUOLE

Cominciano ad affacciarsi parametri diversi da valutare, primo tra tutti la capacità di improntare uno stile di guida finalizzato a ridurre i consumi, contenere le emissioni inquinanti attraverso un accorto uso del comando dell’acceleratore nelle fasi di accelerazione, anticipare i flussi di traffico per mezzo della giusta osservazione della circolazione stradale, gestire correttamente l’inerzia del veicolo nelle fasi di rallentamento, evitare brusche accelerazioni e brusche frenate. Si tratta non solo di dosare in modo equilibrato l’acceleratore, ma anche di saper analizzare la situazione stradale secondo una certa tecnica che permette di anticipare i pericoli e di evitare incidenti dovuti alla distrazione. Queste sono capacità che non sono innate ma devono essere apprese, con le nozioni teoriche, l’esercizio e l’esperienza. I simulatori di guida in questo senso possono essere molto utili nelle fasi dell’apprendimento teorico e dell’esercizio, perchè permettono di acquisire le conoscenze e una serie di automatismi nella tecnica di guida rimandando il “confronto” con l’ambiente stradale, già gravemente compromesso dal traffico e dall’inquinamento, a quando si sarà più consapevoli e preparati, per una guida il più possibile “a impatto 0”.



Settori d’interesse dei visitatori*

Aree di attivitĂ dei visitatori*

*Dati riferiti all’edizione precedente della manifestazione.

10 - 30a BI-MU e Sfortec Industry



Il “Make” di BI-MU e il “BUY” di SFORTEC INDUSTRY Per rispondere alle esigenze del mercato in continua evoluzione, BI-MU si presenta, da quest’anno, in tandem con SFORTEC INDUSTRY, la nuova interpretazione di SFORTEC che scioglie il legame esclusivo con il settore della macchina utensile allargando il suo repertorio tecnologico all’intera industria manifatturiera e guadagnandosi l’appellativo “INDUSTRY”. Oltre che con un nuovo repertorio, il salone si propone con un format inedito: 3 giorni di esposizione, dal giovedì al sabato. In questo modo gli organizzatori della biennale della

macchina utensile intendono proporre la più ampia gamma di offerta al pubblico presente in mostra che potrà scegliere tra due percorsi di visita paralleli: il Make di BI-MU, per chi progetta e costruisce, e il Buy di SFORTEC INDUSTRY, per chi acquista prestazioni e servizi, esternalizzando parte della propria attività.

12 - 30a BI-MU e Sfortec Industry


Il Quartiere Espositivo

FIERAMILANO S.S. 33 del Sempione, 28 20017 Rho (MI) - Italy

30a BI-MU e Sfortec Industry - 13



Stabilità 2016: tutte le novità per la casa, l’edilizia e i professionisti Detrazioni 65% e 50% e bonus mobili ancora per un anno, prima casa in leasing, bonus per chi compra abitazioni in classe A o B, tagli a Imu e Tasi, risorse per beni culturali e periferie Proroga dell’ecobonus 65% per gli interventi di efficientamento energetico, della detrazione 50% per le ristrutturazioni e del Bonus Mobili. Ma anche taglio di Imu e Tasi e una serie di agevolazioni per chi decide di acquistare casa. ECOBONUS 65% PROROGATO AL 2016 Prorogata fino al 31 dicembre 2016 la detrazione fiscale del 65% per gli interventi di efficientamento energetico e di adeguamento antisismico degli edifici. Sono detraibili le spese sostenute per interventi sull’involucro dell’edificioche consentano di ottenere una riduzione della trasmittanza termica, comprese schermature solari, la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti più efficienti e i lavori preventivi di adeguamento antisismico degli edifici adibiti a prima casa e ad attività produttive ricadenti nelle zone sismiche ad alta pericolosità (zone 1 e 2 ex Opcm 3274/2003). La detrazione sarà estesa anche all’acquisto, installazione e messa in opera degli impianti domotici. Potranno usufruire della detrazione del 65% anche gli Istituti Autonomi Case Popolari che nel 2016 sosterranno spese per interventi sugli immobili di loro proprietà adibiti ad edilizia residenziale pubblica. Per i lavori di riqualificazione energetica delle parti comuni dei condomìni, icondòmini incapienti potranno cedere la loro quota di detrazione alle imprese che realizzano gli interventi. Le modalità operative saranno definita in dettaglio dall’Agenzia delle Entrate.

DETRAZIONE 50% SULLE RISTRUTTURAZIONI E BONUS MOBILI PROROGATI AL 2016 È stata prorogata fino al 31 dicembre 2016 la detrazione fiscale del 50% sugli interventi di ristrutturazione. Confermati il tetto massimo di spesa di 96.000 euro per ciascuna unità immobiliare e le 10 rate annuali per il rimborso. Sono detraibili le spese per lavori di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, lavori di ristrutturazione edilizia ed eliminazione delle barriere architettoniche. Prorogato fino al 31 dicembre 2016 anche il Bonus Mobili, cioè la detrazione del 50% su una spesa massima di 10 mila euro rimborsabile in 10 anni per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici ad alta efficienza energetica destinati ad arredare un’abitazione sottoposta a ristrutturazione. NUOVO BONUS MOBILI PER LE GIOVANI COPPIE Alle giovani coppie che acquistano la prima casa sarà riconosciuta una detrazione del 50% delle spese sostenute dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2016 per l’acquisto di mobili per un ammontare complessivo fino a 16 mila euro. Per poter richiedere la detrazione non sarà necessario ristrutturare e almeno un componente della coppia dovrà avere meno di 35 anni. Non ci sarà distinzione tra coniugi e coppie di fatto. CREDITO DI IMPOSTA PER I SISTEMI DI VIDEOSORVEGLIANZA Nel 2016 sarà riconosciuto un credito di imposta per le persone fisiche che, al di fuori della loro attività di lavoro autonomo, installano sistemi di videosorveglianza digitale o di allarme. Per questa misura sono stati stanziati 15 milioni di euro.

COPERTURE - 15


Prodotti in esposizione MACCHINE UTENSILI Torni Trapani e foratrici Alesatrici Fresatrici-alesatrici e fresatrici Centri di lavoro Sistemi e celle flessibili di produzione Macchine transfer e unitĂ di lavoro Rettificatrici Affilatrici per utensili Macchine per la lavorazione di ingranaggi Piallatrici, limatrici, stozzatrici e brocciatrici Segatrici e troncatrici Filettatrici, maschiatrici Levigatrici, lappatrici Macchine per sbavatura, smussatura Macchine per taglio lamiera Macchine per tranciatura e punzonatura della lamiera Macchine per la deformazione della lamiera

16 - 30a BI-MU e Sfortec Industry

Celle e sistemi di lavorazione per lamiera Presse Presse per applicazioni particolari Macchine per la lavorazione di barre, profilati e tubi Macchine per la lavorazione dei fili metallici

Macchine per la fabbricazione di bulloni, viti, dadi e ribattini Macchine per forgiare, fucinare (massivi) e estrudere Macchine per elettroerosione e processi elettrochimici Macchine per marcare e incidere Macchine utensili per la forma-



raggio pezzo Stampi Componenti per stampi

zione professionale Macchine a cinematica parallela Macchine per microlavorazioni

stampa 3D Macchine e impianti per fonderia e pressofusione

COMPONENTI E ACCESSORI PER MACCHINE UTENSILI Accessori Componenti meccanici Componenti idraulici e pneumatici Apparecchiature elettriche ed elettroniche per macchine utensili Controlli e azionamenti Lubrificazione e raffreddamento Materiali Dispositivi di smaltimento degli scarti di lavorazione Sicurezza e salute negli ambienti di lavoro Attrezzature per officina

ALTRE MACCHINE Macchine e apparecchi per la saldatura Macchine e impianti per trattamenti termici Macchine e impianti per il trattamento delle superfici Macchine, sistemi e materiali per le tecnologie additive e

UTENSILERIA Utensili da taglio Utensili per deformazione Utensili e prodotti abrasivi Utensili manuali Accessori portautensili Regolazione e bilanciatura degli utensili Attrezzature di fissaggio, ser-

AUTOMAZIONE DELLE LAVORAZIONI E DEI PROCESSI Manipolazione pezzi e utensili Automazione per l’immagazzinamento e trasporto Tecnica di montaggio-assemblaggio Robot industriali

18 - 30a BI-MU e Sfortec Industry


Software per sviluppo di prodotti Software per macchine utensili Software per la produzione Computer e periferiche

Macchine di prova Macchine e apparecchi per controlli non distruttivi Visione artificiale Controllo qualità, software

SERVIZI Servizi per la produzione Servizi per l’azienda

METROLOGIA E CONTROLLO DI QUALITÀ Strumenti di misura Macchine di misura e accessori

Match Making Incontri mirati tra visitatori ed espositori Anche per l’edizione 2016 della manifestazione sarà attivo il servizio gratuito di Match-Making, piattaforma online che permette a visitatori ed espositori, di richiedere, fissare e confermare appuntamenti B2B durante i giorni di mostra.

Che cos’è il MATCH MAKING? è uno strumento innovativo orientato a favorire i contatti di business ed agevolare l’organizzazione della visita dell’operatore. Visitatori ed espositori attraverso una profilazione mirata entrano in contatto in modo facile e veloce con le aziende di loro

30a BI-MU e Sfortec Industry - 19


interesse. Il servizio consente, prima dell’inizio della fiera, di: - consultare l’elenco dei settori merceologici/espositori di tuo interesse; - fissare gli appuntamenti - gestire una propia agenda risparmiando tempo e ottimizzando la visita in fiera

Gli eventi nell’evento Nell’ambito di 30.BI-MU, accanto all’ampia panoramica di prodotti, gli organizzatori hanno previsto una serie di iniziative collaterali pensate per meglio valorizzare la presenza degli operatori in visita. La manifestazione si è arricchita, nel corso degli

20 - 30a BI-MU e Sfortec Industry

anni, di contenuti e importanza sempre maggiori, proponendo, accanto alla rassegna di macchine utensili, un’ampia panoramica di subfornitura tecnica, saldatura, robotica, trattamento e finitura superfici, utensileria accessori. Novità dell’edizione 2016 di BI-MU è la speciale area “POTENZA FLUIDA - FLUID POWER”, dedicata alla componentistica per sistemi oleoidraulici e pneumatici e promossa da ASSOFLUID, associazione italiana dei costruttori ed operatori del settore oleoidraulico e pneumatico. • POTENZA FLUIDA • CLUB TECNOLOGIE ADDITIVE • FOCUS MECCATRONICA • LE DELEGAZIONI ESTERE • QUALITY BRIDGE • PIANETA GIOVANI • INCONTRI B2B - BROKERAGE EVENT INDUSTRIA 4.0 A 30.BI-MU/SFORTEC INDUSTRY 2016



Club tecnologie additive Nell’ambito di 30.BI-MU, AITA-ASSOCIAZIONE ITALIANA TECNOLOGIE ADDITIVE, con il supporto di FONDAZIONE UCIMU, organizza il “Club tecnologie additive”, una serie di iniziative atte a promuovere la partecipazione diretta delle aziende del settore (costruttori di macchine, centri di servizio, ecc…) all’evento fieristico. Questo darà modo - alle aziende associate di mostrare le loro applicazioni, prodotti e capacità pratiche; - agli espositori e ai visitatori di “entrare in contatto” con le potenzialità applicative che questa innovativa modalità di lavorazione potrà avere nel campo del manifatturiero meccanico, sia direttamente con la realizzazione di prodotti che indirettamente, con il suo impiego per la costruzione di attrezzature/prototipi e con approcci di progettazione/gestione non convenzionali. In particolare, sarà possibile: CONOSCERE Area dimostrativa “Additive in manufacturing”, in cui le aziende associate

22 - 30a BI-MU e Sfortec Industry


manifatturiero si raccontano”, che avrà lo scopo di evidenziare i legami tra il mondo delle macchine utensili e quello delle tecnologie additive, con il supporto di importanti esponenti dei due settori. Il programma sarà disponibile più avanti. FOCUS MECCATRONICA, organizzata in collaborazione con AIdAM e IMVG, nasce come area espositiva per ospitare le “soluzioni intelligenti” capaci di ottimizzare la gestione di macchine e processi industriali. L’area, fortemente richiesta dagli espositori, presenterà l’offerta dei seguenti settori della meccatronica: Tecnica di Montaggio ed Assemblaggio Robot Industriali Visione Artificiale (Machine vision) Automazione Industriale Componenti Meccatronici

- esporranno, in apposite vetrine, pezzi realizzati tramite le tecnologie additive, - saranno a disposizione dei visitatori presso stand espositivi, permettendo di apprezzare le realizzazioni prodotte con questi nuovi metodi manifatturieri.

• • • • •

PARTECIPARE Nell’ambito della sessione convegnistica di Quality Bridge, il 6 ottobre dalle 10.00 alle 13.00 si svolgerà l‘evento “Investire nell’additivo. I player del

FOCUS MECCATRONICA ospiterà soluzioni capaci di ottimizzare la gestione di macchine e processi, conferire elevate prestazioni dinamiche e flessibilità operativa agli impianti, rendere più si-

30a BI-MU e Sfortec Industry - 23




curo e efficace l’investimento in innovazione della produzione. Soluzioni applicabili alla totalità dei settori industriali: dall’automotive a quello produttore di macchine e impianti per la lavorazione dei metalli, dall’elettrotecnica-elettronica alla far-

26 - 30a BI-MU e Sfortec Industry

maceutica, dalla cosmetica al medicale, dall’alimentare a quello per il confezionamento, dalla chimica a quello delle materie plastiche, dall’ottica a quello produttore di componenti per arredamento, dal trasporto alle telecomunicazioni, alla sensoristica.



Finitura delle superfici Anche quest’anno, alle imprese del settore dedicato alle macchine per la finitura e ai trattamenti di superficie, sarà offerta la visibilità internazionale garantita dal prestigio di cui gode BI-MU, riconosciuta quale irrinunciabile appuntamento di riferimento per l’industria mondiale dei sistemi di produzione.

Le delegazioni estere Qualificate delegazioni di utilizzatori stranieri provenienti dai paesi caratterizzati dai più alti tassi di crescita e sviluppo saranno invitate a visitare la mostra. Realizzata in collaborazione con ICE-Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane e MISE - Ministero dello Sviluppo Economico, l’iniziativa mira ad allargare

28 - 30a BI-MU e Sfortec Industry


• INDIA • INDONESIA • IRAN • IRAQ • KUWAIT • MAROCCO • MESSICO • OMAN • PALESTINA • POLONIA • RUSSIA • TAILANDIA • TURCHIA • USA • UZBEKISTAN lo spettro di operatori presenti aBI-MU, includendo, accanto agli utilizzatori che abitualmente vi partecipano, anche end-users dei paesi emergenti. La presenza di buyer qualificati risponde all’esigenza di sostenere gli espositori nell’attività che già svolgono in autonomia, incrementando così il numero di contatti che possono attivare nei cinque giorni di manifestazione. Saranno invitate delegazioni di operatori esteri da: • ARABIA SAUDITA • BRASILE • CANADA • CINA • EMIRATI ARABI

30a BI-MU e Sfortec Industry - 29


Pianeta giovani Visite guidate, programmate con largo anticipo e in accordo con le imprese espositrici che aderiranno all’iniziativa, è il contenuto del progetto PIANETA GIOVANI attraverso il quale la manifestazione offre agli studenti delle scuole professionali, degli istituti tecnici superiori e delle università “un’alternativa” modalità per avvicinarsi al mondo dei sistemi di produzione. A BI-MU, l’incontro tra mondo del lavoro e mondo della formazione avviene in modo organizzato e ragionato così da agevolare la visita dei ragazzi e da rendere rapido e fluido il percorso delle scolaresche tra gli stand a tutto beneficio degli espositori.

Incontri B2B - Brokerage event Industria 4.0 Il 6 e 7 ottobre 2016, nell’ambito di 30.BI-MU/SFORTEC INDUSTRY 2016, al PAD. 15 stand G50, il ConsorzioSIMPLER, in collaborazione con i partner italiani e internazionali di Enterprise Europe Network, organizza un brokerage event dedicato a Industria 4.0. L’evento di incontri B2B è finalizzato

30 - 30a BI-MU e Sfortec Industry

a facilitare la cooperazione tecnologica, di ricerca e d’affari tra imprese, centri di ricerca, laboratori, università e cluster internazionali. In particolare, sarà possibile incontrare potenziali partner per partecipare alle prossime call di Horizon 2020 (NMBP, Factories of the Future, SPIRE, ecc.).


Il brokerage event è dedicato alle seguenti tematiche: industria 4.0, fabbrica intelligente, macchine utensili, robot, automazione, additive manufacturing, Internet of Things, materiali avanzati, efficienza energetica e sostenibilità dei processi produttivi, strumenti di misura. La partecipazione all’evento è gratuita. Per partecipare è necessario registrarsi inserendo un proprio profilo in inglese e richiedere gli incontri sul sito: www.b2match.eu/ bimu2016. Enterprise Europe Network (http://een.ec.europa.eu/) è la

più grande rete europea a supporto dell’innovazione e della competitività delle imprese, presente in 56 paesi con oltre 600 organizzazioni raggruppate localmente in consorzi. Creata nel 2008 dalla Commissione europea, Enterprise Europe Network offre servizi di supporto per la ricerca di partner internazionali, per l’innovazione e il trasferimento tecnologico e per la partecipazione ai programmi europei per la ricerca (Horizon 2020, ecc.).

30a BI-MU e Sfortec Industry - 31


Quality Bridge: i convegni La rinomata rassegna convegnistica proporrà una selezione di incontri, convegni e workshop dedicati alle tematiche di maggior interesse per chi opera nel comparto. A qualificare gli incontri previsti dal cartellone di Quality Bridge sono gli esperti e i ricercatori chiamati a intervenire ai seminari ma anche interessati a parteciparvi come uditori, a conferma del valore dei contenuti trattati che fanno di BI-MU appuntamento imprescindibile per l’aggiornamento e il confronto sui temi tecnologici legati al mondo dei sistemi di produzione. Tutti i convegni si terranno presso il Centro Congressi Stella Polare. Per accedere a 30.BIMU / SFORTEC INDUSTRY è necessario effettuare la preregistrazione visitatori che permette di ottenere gratuitamente il biglietto di accesso permanente GOLDEN CARD.

4 O T T O B R E 2016

SALA MARTINI CONVEGNO INAUGURALE 4.10.2016 - Ore 10:30 - 13:00 Organizzazione a cura di UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE.

32 - 30a BI-MU e Sfortec Industry

A P E R T U R A L AV O R I Corrado Peraboni, amministratore delegato Fiera Milano Luigi Galdabini, presidente CECIMO Mauro Parolini assessore Allo Sviluppo economico, Regione Lombardia LA FIERA E IL SETTORE Massimo Carboniero, presidente UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE CONCLUSIONI Vincenzo Boccia,


presidente Confindustria Introduce e modera Alfredo Mariotti, direttore generale UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE SALA SCORPIO I N N O VA R E P E R E C C E L L E R E 4.10.2016 - Ore 14:00 - 17:00 Organizzazione a cura di UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE, in collaborazione con AILM, Associazione Italiana Lean Manager. Il miglioramento dei processi aziendali permette alle imprese di raggiungere livelli di performance sempre più competitivi. E’ necessario perseguire l’eccellenza e nel contempo ottenere l’efficienza produttiva e di esecuzione dei servizi. Una nota manager di impresa ci ha detto: “In un momento così difficile, come quello che imprese e lavoratori stanno attraversando, capire i cambiamenti in atto è fondamentale per innovare e ridisegnare il proprio futuro. Sopravvive chi impara e sa vivere il contesto”. L’AILM, Associazione Italiana Lean Managers, proprio circa il miglioramento continuo raggiungibile con l’applicazione della Lean, prosegue il suo giro di conferenze. L’associazione presieduta da Sergio Di Tillio, nel 2016, dopo i successi di Civitanova Marche, L’Aquila, Parma e Bologna approda a Milano. L’evento organizzato da AILM con la partnership europea di ALES, the Advanced Leaderhip and En-

gagement Society con sede a Bruxelles. La Conferenza dell’Associazione Italiana Lean Managers (AILM) porterà i risultati del survey effettuato proprio da AILM in collaborazione con il Politecnico di Milano e la business school MIP circa i ruolo del lean manager.

5 OTTOBRE 2016

SALA SCORPIO M A R C AT U R A E A C . L’adeguamento delle macchine utensili e dei sistemi di produzione ai requisiti di sicurezza dell’Unione Economica Euroasiatica 5.10.2016 - Ore 10:00 - 12:30 Organizzazione UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE, in collaborazione con QSA Certification.

30a BI-MU e Sfortec Industry - 33


Il riconoscimento di 2 CFP (codice evento 83116) è stato autorizzato dall’Ordine degli Ingegneri di Milano, che ne ha valutato anticipatamente i contenuti formativi professionali e le modalità di attuazione. Per gli ingegneri interessati a ottenere i CFP, all’atto della registrazione occorre indicare: codice fiscale, albo di appartenenza, numero di iscrizione all’albo.

Il settore delle macchine utensili è oggi uno dei 5 settori strategici dell’economia Russa e in generale dell’intera Unione Economica Euroasiatica. Contestualmente al potenziamento delle capacità produttive interne, i diversi governi si pongono come

34 - 30a BI-MU e Sfortec Industry

obiettivo comune quello dell’Import Substitution, ovvero la riduzione strategica della dipendenza dell’ammodernamento della capacità produttiva da produttori e soggetti esteri. In questo contesto, nonostante la contrazione delle esportazioni europee, si stanno aprendo nuove opportunità di settore per le imprese Italiane ed Europee. Oggi il potenziale di mercato s’identifica nel trasferimento non solo delle macchine utensili e dei sistemi di produzione ma nell’esperienza italiana “del fare”. Portare un’azienda a produrre un certo manufatto per il mercato interno Russo con macchine e knowhow italiani è la nuova sfida per le nostre aziende; uno dei punti chiave di questo percorso è l’organizzazione e l’avvio della capacità produttiva in loco che vedrà a fianco della fornitura della macchina utensile e/o del sistema di produzione, anche la formazione degli operatori per l’avvio e la gestione di un sistema di filiera locale. Le macchine utensili e gli impianti di produzione - per poter essere immessi sul mercato dell’Unione Economica Euroasiatica tra Fed. Russa, Bielorussia, Kazakistan, Armenia, Kirghizistan - devono comunque essere marcati EAC, non è sufficiente dimostrarne la conformità alle direttive europee applicabili. La marcatura EAC apposta su un macchinario indica che il prodotto è conforme a tutti i requisiti definiti dai regolamenti tecnici dell’U-



nione Doganale applicabili. La Federazione Russa ha adottato leggi severe a tutela dei consumatori e in materia di sicurezza industriale. Il costruttore e il suo facente funzioni sul territorio dell’Unione Economica Euroasiatica saranno quindi chiamati, in via generale, a rispondere delle violazioni alle disposizioni dei regolamenti tecnici applicabili. Affrontare i mercati dell’Unione Economica Euroasiatica in modo consapevole, minimizzando i rischi deve essere quindi di primaria importanza nel programma di pianificazione strategica aziendale. Tra questi rischi vi sono da un lato quelli di natura fiscale, assicurativa e creditizia e dall’altro, in modo spesso complementare, quelli di natura tecniconormativa, doganale e di conformità documentale. Anche questi ultimi devono quindi essere presi in considerazione poiché, se ben gestiti, permettono all’imprenditore di conoscere ex-ante i requisiti specifici richiesti dalla normativa locale ed internazionale per posizionare il prodotto in modo conforme, efficace quindi competitivo nei diversi mercati internazionali minimizzando i costi e ottimizzando i tempi di penetrazione nel mercato d’interesse.

SALA AQUARIUS SICUREZZA DEL MACCHINARIO: interfaccia uomo-macchina, elusione, uso scorretto ragionevolmente prevedibile. Le innovazioni tecnologiche a seguito del passaggio dalla EN 1088 alla EN ISO 14119 5.10.2016 - Ore 10:00 - 13:00 Organizzazione UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE, in collaborazione con INAIL Il riconoscimento di 2 CFP (codice evento 83216) è stato autorizzato dall’Ordine degli Inge36 - 30a BI-MU e Sfortec Industry

gneri di Milano, che ne ha valutato anticipatamente i contenuti formativi professionali e le modalità di attuazione Per gli ingegneri interessati a ottenere i CFP, all’atto della registrazione occorre indicare: codice fiscale, albo di appartenenza, numero di iscrizione all’albo. Il convegno ha come obiettivo la condivisione di casi studio, procedure e attività che sono state progettate, programmate e realizzate per eliminare i pericoli legati alla manipolazione, all’uso scorretto ragionevolmente prevedibile e all’interfaccia uomo macchina. L’evento è destinato a tutte le figure che orbitano intorno alla sicurezza del macchinario. Interverranno rappresentanti delle associazioni di categoria dei fabbricanti dei rispettivi settori utensili, macchine per imballaggio e macchine alimentari, aziende operanti nel settore e rappresentanti dell’organo di vigilanza. SALA SCORPIO MACCHINE UTENSILI E SISTEMI. Le norme tecniche al servizio delle imprese innovative 5.10.2016 - Ore 14:00 - 17:00 Organizzazione UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE, in collaborazione con STANIMUC, STANdard per l’Industria Manifatturiera Utilizzatori e Costruttori Il riconoscimento di 2 CFP (codice evento 83316) è stato autorizzato dall’Ordine degli Ingegneri di Milano, che ne ha valutato anticipatamente i contenuti formativi professionali e le modalità di attuazione Per gli ingegneri interessati a ottenere i CFP, all’atto della registrazione occorre indicare: codice fiscale, albo di appartenenza, numero di iscrizione all’albo. Innovazione tecnologica, sostenibilità, prodotti e servizi evoluti, sono alcune delle sfide che il settore delle macchine utensili e dei sistemi di produzione deve affrontare per essere competitivo in un mercato sempre più globale, caratterizzato da complessità, incertezza e variabilità. In questo contesto le esigenze dei clienti sono in continua evoluzione e numerosi sono i temi su cui i costruttori di macchine e sistemi devono intervenire per rispondere alle richieste attuali e future: precisione, sicurezza, affidabilità, produttività,


flessibilità, riconfigurabilità, multifunzionalità, efficienza energetica, manutenibilità, interconnettibilità, ecc... Per essere profittevoli occorre operare sulle opportunità, riducendo rischi e costi e aumentando il valore aggiunto. A questo scopo le aziende hanno a disposizione molti strumenti di analisi, studio e sviluppo, ma alla base di ogni attività di impresa vi sono le norme. In particolare le norme tecniche rappresentano e consolidano lo stato dell’arte e sono uno strumento indispensabile per definire un linguaggio comune, diffondere la conoscenza, stabilire una competizione corretta e rapporti contrattuali chiari. La normazione svolge quindi un ruolo di primaria importanza perché crea valore costruendo un sistema di regole condiviso e efficace, capace di ridurre l’incertezza e la complessità che caratterizza i sistemi economici e sociali attuali. Perché ciò si realizzi le norme devono essere chiare e dinamiche, capaci di favorire e sostenere l’innovazione tecnologica e di rispondere alle esigenze mutevoli del mercato. Molte sono le discipline e i temi coperti dalle norme; con questo incontro vogliamo soffermarci su tre aspetti fondamentali: sicurezza, validazione delle prestazioni, risparmio energetico, con particolare riferimento alle macchine più evolute. STANIMUC In ambito nazionale, la normazione è da sempre al centro dell’attenzione del mondo delle macchine

utensili, robot e automazione. Questo impegno è attestato dall’attività di STANIMUC, una libera associazione a carattere tecnico che opera nell’ambito delle attività prenormative e normative nel settore dell’utilizzazione e costruzione delle macchine utensili, dei sistemi di produzione e dei relativi componenti destinati a fabbricare, assemblare, manipolare e misurare prodotti e manufatti. STANIMUC rappresenta quindi una realtà unica nel mondo dei macchinari e ricopre un ruolo fondamentale nel mondo normativo, ove contribuisce con la competenza ed esperienza dei propri esperti, al buon funzionamento della Commissione Macchine Utensili di UNI e all’attività internazionale di CEN e ISO.

30a BI-MU e Sfortec Industry - 37


S A L A S A G I T TA R I U S TAV O L A R O T O N D A : Industria 4.0: tra realtà e illusione 5.10.2016 - Ore 14:00 - 16:00 Organizzazione a cura di UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE In questi ultimi anni, il tema di Industria 4.0 è prepotentemente balzato alla ribalta, sia in ambiti tecnici sia in ambiti più generalisti. Questa “sovraesposizione” ha portato alla nascita di molteplici definizioni e interpretazioni del concetto, che talvolta si discostano dalla visione industriale e concreta che inizialmente lo caratterizzava, fino ad arrivare ad interpretazioni di totale rottura rispetto allo stato dell’arte e difficilmente interpretabili dal mondo industriale. Al fine di “ricondurre nei binari” il tema di Industria 4.0 che, comunque, assume una importante valenza strategica per il settore della macchina utensile, alcuni esponenti italiani del settore discuteranno, con un approccio improntato alla concretezza, alcuni casi industriali e le prospettive che ne caratterizzeranno le applicazioni settoriali.

6 OTTOBRE 2016

SALA AQUARIUS L A B U O N A S C U O L A -A LT E R N A N Z A S C U O L A L AV O R O : il progetto Miur UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE

38 - 30a BI-MU e Sfortec Industry

6.10.2016 - Ore 10:00 - 12:30 Organizzazione UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE, in collaborazione con MIUR, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca; ÉCOLE - Enti COnfindustriali Lombardi per l’Education A seguito dell’entrata in vigore della legge 107/2015, la cosiddetta “Buona Scuola” UCIMU ha sottoscritto con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca un protocollo di intesa pensato per rafforzare il dialogo e la collaborazione tra sistema dell’istruzione e formazione professionale e il mondo dell’impresa. Obiettivo dell’accordo è sviluppare una serie di iniziative volte a incrementare negli studenti le competenze tecnico professionali utili per chi poi ope-


rerà nel settore dei sistemi di produzione. In virtù di tale accordo l’associazione offre alle imprese associate un supporto per la gestione del rapporto tra scuola e impresa, oltre a mettere a disposizione delle scuole una serie di moduli didattici (specifici percorsi formativi, che andranno a coprire parte del monte-ore previsto dalle norme), trasformandosi così in soggetto attivo per l’alternanza.

chine utensili stanno ampliando la loro offerta in termini di prodotti e servizi, al fine di sfruttare al meglio le sinergie tra questa tecnologia innovativa e i modi di produrre tradizionali. Nel corso dell’evento, primari esponenti dei due settori presenteranno le loro esperienze per evidenziarne gli approcci e i benefici a livello tecnologico e gestionale.

S A L A S A G I T TA R I U S I N V E S T I R E N E L L ’A D D I T I V O . I player del manifatturiero si raccontano 6.10.2016 - Ore 10:00 - 12:30 Organizzazione UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE, in collaborazione con AITA-ASSOCIAZIONE ITALIANA TECNOLOGIE ADDITIVE; ICE Ministero dello Sviluppo Economico. Il riconoscimento di 2 CFP (codice evento 83416) è stato autorizzato dall’Ordine degli Ingegneri di Milano, che ne ha valutato anticipatamente i contenuti formativi professionali e le modalità di attuazione. Le Tecnologie Additive, in qualità di macchine utensili del terzo tipo, si stanno ritagliando uno spazio sempre più ampio nei processi del manifatturiero meccanico, assumendo un ruolo complementare a quello delle macchine utensili tradizionali. Per questo motivo, costruttori e utilizzatori di mac-

SALA AQUARIUS SICUREZZA E ROBOT COLLABORATIVI 6.10.2016 - Ore 14:00 - 17:00 Organizzazione UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE in collaborazione con SIRI, Associazione Italiana di Robotica e Automazione; ITIA CNR, Istituto di Tecnologie Industriali e Automazione. Il riconoscimento di 2 CFP (codice evento 83516) è stato autorizzato dall’Ordine degli Ingegneri di Milano, che ne ha valutato anticipatamente i contenuti formativi professionali e le modalità di attuazione. Per gli ingegneri interessati a ottenere i CFP, all’atto della registrazione occorre indicare: codice fiscale, albo di appartenenza, numero di iscrizione all’albo. End effector collaborativi, ovvero progettati per un utilizzo in sicurezza della manipolazione con la presenza degli operatori, sensori più articolati e

30a BI-MU e Sfortec Industry - 39


configurabili, ampliamento della gamma di robot e payload per uso collaborativo. Sono alcune delle tracce di un reale consolidamento della robotica collaborativa, sempre più presente nella integrazione di cella o nel disegno di nuove soluzioni ibride. Consapevolezza e conoscenza da parte degli operatori stanno rapidamente aumentando, così come il bisogno di testimonianze ed esempi. Il workshop è dedicato alle novità ed esperienze della robotica collaborativa, con particolare attenzione agli aspetti di produttività, sicurezza ed ergonomia. La sicurezza dell’operatore non è soltanto ricercata nelle necessarie caratteristiche dei sistemi robotizzati, bensì fa parte dei criteri con cui pensare le nuove postazioni di lavoro e organizzazione delle operazioni. Un approccio nuovo alla robotica e alle macchine. SALA ARIES A C Q U I S TA R E M A C C H I N E U T E N S I L I 6.10.2016 - Ore 14:00 - 17:00 Organizzazione UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE, in collaborazione con ADACI, Associazione Italiana Acquisti e Supply Management. Il mercato delle macchine utensili è in continua evoluzione ed offre ai buyers soluzioni tecnologicamente avanzate, in grado di offrire prestazioni tecniche, tempi di lavorazione e qualità dei prodotti sempre più performanti.

40 - 30a BI-MU e Sfortec Industry

Acquistare le macchine utensili rispondenti alle richieste tecniche dei propri clienti interni, nel rispetto degli obiettivi di ottimizzazione costi, rappresenta per i buyers un’attività impegnativa che implica la valutazione di più fattori. Durante il seminario ADACI si affronterà la tematica dell’acquisto di macchine utensili, a partire dalla definizione del capitolato tecnico, la valutazione pesata delle offerte, e la definizione del contratto d’acquisto, con particolare attenzione alle condizioni particolari relative alla garanzia, al collaudo, alla manutenzione, assistenza e fornitura di ricambistica. I buyers ed i venditori avranno inoltre modo di approfondire quali sono i drivers della scelta di un fornitore di macchine utensili; attività complessa e delicata, che coinvolge più attori, ognuno per la propria competenza e il tutto coordinato dal buyer, process owner del processo.

7 OTTOBRE 2016

SALA SCORPIO MACCHINE UTENSILI: come costruire il successo della filiera automotive. Presentazione delle risultanze ProgettItalia. 7.10.2016 - Ore 10:00 - 11:30 Organizzazione UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE e ANFIA, Associazione Nazionale


ni affinché le aziende dei due settori possano meglio conoscersi e sviluppare/consolidare relazioni tecnico/commerciali e nella ricerca, e di evidenziare la complementarietà tecnica e produttiva tra i due comparti anche in relazione alle nuove opportunità tecnologiche e organizzative.

8 OTTOBRE 2016

Filiera Industria Automobilistica, con il patrocinio di UNIONCAMERE LOMBARDIA e la promozione di CIS Comitato Interassociativo Subfornitura. Convegno organizzato da UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE e ANFIA, Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica, con il patrocinio di UNIONCAMERE LOMBARDIA e la promozione di CIS Comitato Interassociativo Subfornitura, con l’obiettivo di creare le condizio-

SALA SCORPIO P R E M I U C I M U 2016: 40 anni di premiazione delle migliori tesi 8.10.2016 - Ore 10:30 - 13:00 Organizzazione FONDAZIONE UCIMU, in collaborazione con UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE, PIANETA GIOVANI, FABBRICA PER L’ UOMO, POLOMECCANICA. Nell’intento di promuovere la conoscenza delle tematiche e le tecnologie connesse alla produzione e l’utilizzo di macchine utenti, robot e automazione, favorendo il collegamento tra università e imprese, FONDAZIONE UCIMU premierà le migliori tesi (di laurea triennale o magistrale). Le tesi dovranno riguardare il progetto, la ricerca e lo sviluppo di macchine utensili e robot industriali, la tecnologia e l’organizzazione della produzione meccanica. Agli autori delle tesi vincenti andranno una targa di merito e un assegno per l’importo stabilito dal bando.

30a BI-MU e Sfortec Industry - 41


CHI SONO I VISITATORI: SETTORE D’INTERESSE E ATTIVITÀ INDUSTRIALE Con l’85% dei visitatori direttamente coinvolti nelle decisioni di acquisto, BI-MU vanta un pubblico qualificato e competente, la cui partecipazione accresce ulteriormente il valore della mostra. Visitatori BI-MU per settore industriale di interesse - MACCHINE UTENSILI AD ASPORTAZIONE - MACCHINE UTENSILI A DEFORMAZIONE - AUTOMAZIONE, CONTROLLO, ROBOTICA - METROLOGIA, QUALITA’ - MICROLAVORAZIONI - PARTI, COMPONENTI, ACCESSORI - SALDATURA - SERVIZI PER L’INDUSTRIA - SOFTWARE

- STAMPI - SUBFORNITURA - UTENSILERIA

GLI ORGANIZZATORI Promossa da UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE, l’associazione dei costruttori italiani di macchine utensili, robot, automazione e di

42 - 30a BI-MU e Sfortec Industry

prodotti a questi ausiliari, la manifestazione è organizzata da EFIM-ENTE FIERE ITALIANE MACCHINE.


ASSICURAZIONI E CARROZZIERI, È GUERRA: riparazioni solo in carrozzerie convenzionate? Già da tempo fra le compagnie assicurative e i carrozzieri lo scontro è acceso in merito alla riparazione di autoveicoli incidentati che - secondo la richiesta delle assicurazioni - dovrebbe avvenire unicamente presso officine convenzionate. Già a novembre l’associazione nazionale imprese assicuratrici (ANIA) nei panni del presidente Minucci aveva duramente attaccato i carrozzieri fra i quali, stando alle sue parole, molti sarebbero disonesti perché - in accordo con la criminalità organizzata - effettuerebbero simulazioni di sinistri mai accaduti facendo ottenere risarcimenti per danni che non esistono. All’epoca la replica di Merletti, presidente di Confartigianato, non si era fatta attendere: aveva infatti accusato le assicurazioni italiane a causa dell’aumento veritiginoso dei prezzi delle #polizze assicurative che si attesterebbe, intorno al 28% contro la media europea di poco inferiore al 14%. La richiesta delle assicurazioni sarà probabilmente discussa a breve in uno dei prossimi consigli dei ministri, e se fosse avvallata la loro richiesta molto presto in caso di incidente ci si potrebbe avvalere solo dicarrozzerie “autorizzate” e affiliate alle assicurazioni. Le assicurazioni cosa concederebbero in cambio? La promessa delle compagnie, nel caso in cui la richiesta venisse approvata, riguarda i prezzi delle polizze che in teoria dovrebbero registrare prezzi al ribasso. Quali sono le assicurazioni più economiche? Secondo i risultati dello studio commissionato dal Corriere Economia all’Istituto tedesco di qualità e finanza, oltre a essere confermati i costi delle polizze assicurative italiane

come i più alti di Europa si evince che sul territorio stesso esistono notevoli differenze di prezzo. Infatti assicurarsi a Napoli costa, ad esempio, più del doppio che ad Aosta, il triplo rispetto a Milano e il doppio rispetto a Roma. Nella classifica stilata dall’istituto tedesco di qualità e finanza dopo aver effettuato tutti i raffronti e aver valutato le compagnie assicurative, risultano essere quelle di Zurich le tariffe con miglior punteggio, sia che si decida di sottoscrivere la polizza in agenzia (punteggio 9,5) sia che venga sottoscritto online (9,4). I voti “scolastici” sono stati basati sui dati e sui costi forniti sia da ciascuna assicurazione che dal noto sito segugio.it . Fra le altre assicurazioni le migliori tariffe in agenzia le troviamo con Allianz (8,2), Generali (8,0) e Unipol (7,9) mentre le migliori tariffe online appartengono a Genialloyd (8,3), Quixa (8,1) e Conte.it (8,0).

SPECIALE CARROZZERIE - 43


Mercato immobiliare, nel 2017 la ripresa? Il 2016 sarà l’anno di conclusione di una fase di flessione dei prezzi degli immobili, contraddistinto da una sostanziale invarianza rispetto a oggi, mentre nel 2017 assisteremo alla tanto attesa inversione dei prezzi, con una risalita tra il 2,5% e il 3%: è quanto emerge dal rapporto “Osservatorio sul Mercato Immobiliare Marzo 2015” curato da Nomisma, presentato mercoledì a Milano presso Assolombarda. “Rispetto al novembre scorso, data dell’ultimo rapporto, soffia il vento di diverse congiunture internazionali” ha detto durante la presentazione Sergio De Nardis, Chief Economist del think- tank bolognese. L’abbassamento del prezzo del petrolio e soprattutto il quantitative easing deciso dalla BCE guidata da Mario Draghi sono tutti fattori che convergono verso una rivitalizzazione dell’inflazione dell’Eurozona, e quindi verso una ripresa anche in Italia, ma secondo Nomisma sono tre le domande da porsi: la liquidità disposta dall’alleggerimento quantitativo si diffonderà dai mercati finanziari all’economia reale? Riuscirà Draghi a vincere la resistenza tedesca contro una misura come l’alleggerimento quantitativo e ad espanderla nel tempo? Il quantitative easing riuscirà ad accelerare le aspettative sul fronte dell’inflazione? Tutti questi quesiti si ripercuotono direttamente sul settore immobiliare italiano. Nomisma ha analizzato i dati su un campione di 13 grandi città e 13 città intermedie italiane, far cui Brescia. per la Leonessa, dopo un 2014 in cui si è registrata una lieve ripresa, resta elevato il numero di immobili ancora invenduti, a fronte d una domanda debole. Le previsioni per il 2015 indicano stabilità rispetto sia al valore degli immobili, sia rispetto al numero delle compravendite.

44 - MERCATO IMMOBILIARE

I prezzi medi sul mercato residenziale presentano una flessione del 2,4% per le abitazioni nuove e del 2,1% per le usate. Il 60% dei contratti sono per la locazione, mentre il 40%per il 60% alla locazione e per il 40% all’acquisto. Sul fronte degli immobili ad uso commerciale la situazione nel 2014 è rimasta sostanzialmente invariata rispetto ai 12 mesi precedenti. Per il 2015 l’attesa stimata di aumento dell’attività transattiva è, a livello generale, di circa 50mila unità abitative, per un totale di circa 468mila transazioni. Per il 2016-2017 Nomisma stima un aumento delle compravendite che condurrà a oltrepassare la soglia delle 500mila unità: siamo ancora lontani dai dati del 2004-2007, quando si viaggiava sulle oltre 800mila unità. Nomisma indica nel rapporto che “nessuna crescita travolgente è alle porte, niente di paragonabile alla prepotente ascesa che ha caratterizzato gran parte dello scorso decennio”, ma il 2016 sarà comunque caratterizzato dalla fine della fase discendente del prezzo degli immobili.


AFFITTASI UFFICI

MQ. 135 IN BRESCIA

RISCALDATO, IMPIANTO ELETTRICO A NORMA, PIAZZALE CINTATO Classe Energetica D ESENTE DA INTERMEDIARI

TEL. 335 6815560

MERCATO IMMOBILIARE - 45





Issuu converts static files into: digital portfolios, online yearbooks, online catalogs, digital photo albums and more. Sign up and create your flipbook.