Storytelling 2B Sauro 2021/22

Page 1

Tante storie inventate insieme classe 2B anno scolastico 2021-22


Il riccio Ciccio e il re leone


C’era una volta un leone di colore arancione e giallo che vagabondava per il mondo in cerca di cibo. Un giorno incontrò il riccio Ciccio che dormiva spesso. Una notte quando il riccio Ciccio dormiva, il leone si lanciò contro di lui. Il riccio svegliandosi, si girò e lo punse. Il leone se ne andò arrabbiato. Matteo e Andrea P.


Il leone e i due amici


C’erano una volta tre amici: un leone, una farfalla e un pappagallo. Il leone voleva correre veloce. -Ehi non riusciamo a seguirti! - gli dissero gli amici. - Oh scusatemi! - rispose. Poco avanti di loro c’era un cacciatore che dava la caccia agli animali. -Aiuto aiuto!gridano i tre animali per tutta la notte. La mattina dopo avevano molta fame, erano arrivati al mare e c’erano tanti delfini.-Sono bellissimi!- dissero i tre amici e scoprirono che il cacciatore era buono perché lui credeva che fossero dei lupi. Infine il cacciatore li riportò alle loro case. Tristan e Cristina


La formica e i suoi amici


Un giorno d’estate c’era una formica che era tutta sola e si arrampimpicò su un albero.Vide un serpente e un tacchino e condivise il cibo con loro. Il giorno dopo gli animali incontrarono un topino in un’accogliente casetta al limite del bosco e decisero di restare lì finché non avessero finito le loro tre casette. Un giorno durante una passeggiata nel bosco si persero e decisero di vagare per ritrovare la casa, ma si persero ancora di più e l’erba cominciava a farsi alta. Non riuscivano a trovare la strada. Gli animali capirono che le avventure non facevano per loro. Alla fine però ognuno tornò a casa loro e ogni giorno si incontravano per giocare insieme. Anna e Andrea R.


Il topo e il pappagallo


C’era una volta, in estate, un topo tutto grigio che viveva in una foresta. Un giorno mentre guardava una rosa rossa, da quelle parti passò un pappagallo colorato. - Ciao pappagallo! - gli disse il topo. Il pappagallo gli rispose: - Andiamo a cacciare insieme?- Cacciarono fino alla notte ma non trovarono niente. - Ho freddo! - disse il topo. Per fortuna lì vicino trovarono una casa e entrarono.


Dentro la casa incontrarono un serpente e gli chiesero scusa perchè erano entrati. Tutti insieme mangiarono broccoli e funghi. Dopo la cena andarono a dormire. La mattina dopo, quando si alzarono, decisero di andare in campagna. Fecero tanta strada ma dopo un po’ riuscirono ad arrivare. -Ah, che fatica!dissero tutti e tre e si addormentarono perché avevano sonno. Quando si svegliarono tornarono di nuovo alle loro famiglie. Davide e Emma


I ricci golosi


Un riccio molto affamato un giorno bianco d’inverno, mangiò un fungo gigantesco. Dopo aver mangiato dieci centimetri di fungo, trovò un ristorante moderno. Salì le scale incantate e il mago Rimenes gli chiese: -Come ti chiami? Lia!- rispose il riccio femmina. Poi nel ristorante arrivò Gheri, un riccio maschio e disse a Lia: -Vuoi essere mia amica?-Sìrispose la riccetta. Allora Lia gli chiese di uscire fuori, ma Gheri disse: -Ho freddo!- Allora Lia disse di andare a casa sua e Gheri accettò. Così andarono a casa di Lia e si divertirono tantissimo.


Gheri raccontò a Lia cosa c’era in casa sua: il bagno, il salotto, la tv, la camera con le luci colorate e che in soffitta c’era un libro magico che portava in un’altra dimensione! Lia aveva voglia di andare in soffitta e così salirono, aprirono il libro e finirono nell’Era Glaciale. -Brr!-disse Lia. Poi si girò intorno e non vide più Gheri, guardò meglio e lo vide seduto sul divano accanto a lei. Non erano finiti in un’altra dimensione, stavano solo guardando il film sull’Era glaciale! Elia e Neri


Due farfalle e un gatto


C’erano una volta due farfalle che erano sorelle e volavano rilassate in cielo. All’improvviso arrivò con un salto un gatto che le voleva mangiare, ma non riuscì a prenderle. Il giorno dopo riprovò a prenderle però capì che erano molto gentili quindi diventarono amici. Il giorno dopo tutti insieme andarono ai giardini e poi andarono a scuola. Quel giorno erano così eccitati di andare alla stessa scuola. -Che bella la scuola! Nuovi amici, nuove maestre che bello!Da quel giorno tutti decisero di mangiare solo fragole e non più altri animali. Emi e Stella


Il pesce e il riccio


Un pomeriggio, un pesce nuotava in un lago color oro. Una notte fu pescato da un pescatore, ma un riccio riuscì a salvarlo. Il pesce ringraziò il riccio. Il riccio gli disse se voleva diventare suo amico e così mangiarono insieme e si presentarono.

Il pesce si chiamava Stellina e il riccio Leone. Diventarono migliori amici e decisero anche di fare un pigiama party. Ogni giorno quando si incontravano facevano festa e poi mangiavano insieme. Un giorno decisero di andare a abitare insieme, ma prima il pesce volle andare a ritrovare la sua famiglia: la sua sorella Margherita, il papà Alessandro e la mamma Beatrice. Poi tornò dal riccio e si sentì felicisimo. Leonardo e Camilla


IL RICCIO E L’UCCELLINO


Turi era un riccio con tante spine, il musetto carino e le zampette piccole, ma velocissimo. Kikki invece era un uccellino con le piume gialle e verdi e gli artigli molto affilati. Una mattina i due animali andarono in città a cercare il cibo. L’uccellino Kikki si perse e il riccio che era coraggioso lo andò a cercare. Arrivò la notte e il riccio trovò un mucchio di foglie e si mise a dormire. Quando si svegliò vide l’uccellino e lì vicino trovarono degli alberi di mele cadute. Mangiarono tre mele ciascuno e quelle rimaste le portano a casa. Bianka e Linda


Il banchetto degli animali


C’era una volta un leone di nome Leo che andava in cerca di cibo. Arrivò a un albero e trovò un topo e gli chiese: Come ti chiami ? - Celestino!- rispose il topo. Leo gli chiese se andavano a fare merenda. I due videro una noce di cocco su una palma e decisero di prenderla. Celestino disse: -Leo come facciamo ad arrampicarci sull’albero?- Non ti preoccupare ti aiuto io! - rispose Leo. Il leone fece salire Celestino sulla sua testa e lo lanciò sull’albero vicino alla noce così riuscì a prenderla. Mentre i due animali stavano mangiando, una farfalla li vide e Leo le disse se voleva mangiare insieme a loro. La farfalla accettò e mangiarono con gusto e contenti. Matilde e Mathis


La volpe e il gufo


Di notte nel bosco c’era una volpe di nome Bianca che cercava di prendere uno scoiattolo, ma il gufo Fulmine lo prese prima di lei e la volpe rimase triste. Il mattino dopo la volpe cercò altri scoiattoli ma non c’erano. -Povera me!- disse la volpe. Dopo tre ore, il gufo ritornò e disse: -Ti do lo scoiattolo! Mi dispiace di averlo preso!La volpe ringraziò il gufo per la sua gentilizza. Mattia e Teo


L’avventura dei tre amici.


Un pomeriggio nel bosco canticchiava un riccio piccolino. Mentre girava tra gli alberi un’ombra lo spaventò. Il riccio riconobbe i suoi amici: il topo Leo e la farfalla Sofia che si aggiravano nel bosco lentamente. Tutti insieme guardarono il sole tramontare e poi aspettarono insieme la notte di Halloween. Era molto tardi e gli animali videro una tana e entrarono. Era tutto buio e erano impauriti. All’improvviso sentirono un tuono, avevano paura, poi videro una lucina in lontananza. Erano i loro genitori che erano venuti a cercarli perchè erano preoccupati. Chiara e Nour


il topo e il riccio


Una sera un riccio camminava nel bosco in cerca di cibo. Poi incontrò un topo che gli disse: - Cosa ci fai qui a quest’ora! Vieni nella mia tana!Dopo un paio d’ore il riccio ritornò a casa, ma si era scordato di prendere il cibo. Il riccio la sera dopo incontrò di nuovo il topo che gli disse:- Non devi venire a quest’ora nel bosco te l’ho già detto! E poi ci sono i lupi!Il riccio rispose che erano tutte sciocchezze.


Allora il topolino gli fece vedere che c’erano davvero i lupi e portò il riccio di nascosto nella tana dei lupi. Il riccio vide dei grossi occhiacci. Erano i lupi che si lanciarono addosso al povero riccio. Per fortuna il riccio con i suoi aculei si mise di schiena e rotolò via e i lupi scapparono. Il riccio capì che era pericoloso uscire nel bosco di sera. Allora il topolino ogni sera portava al riccio insetti e frutta da mangiare per non farlo più uscire da solo. Yari e Dario


I tre amici


C’era nel bosco un riccio che sognava di volare come una farfalla. Un giorno provò a volare, ma non ci riuscì, poi incontrò una farfalla. Questa farfalla era tutta colora e il riccio si innamorò. La farfalla lo prese per la zampa e lo trascinò in aria e dopo lo lasciò. Il riccio cadde in un un cespuglio di spine. La farfalla lo seguì nel cespuglio, gli dette un bacio e il riccio era tutto rosso e innamorato. Si fece buio e tutti e due si incamminarono verso casa. La mattina dopo il riccio invitò a casa sua la farfalla per mangiare. La farfalla accettò e andò dal riccio e portò con sé un cucciolo di volpe. Il riccio era un po’ geloso perché credeva che la farfalla si fosse innamorata della volpe, ma la farfalla volò e si posò sul musetto del riccio. Allora lui capì che era innamorata di lui e le chiese se poteva vivere con lei per sempre. Da quel giorno tutti e tre gli animali vissero tutti felici e contenti. Adele e Shanell