Page 1

summer


THE HEAD SAYS YES. THE HEART SAYS DEFINITELY, YES.

MASERATI GHIBLI. THE ABSOLUTE OPPOSITE OF ORDINARY THE ALL NEW MASERATI GHIBLI IS POWERED BY A RANGE OF ADVANCED 3.0 LITRE V6 ENGINES WITH 8-SPEED ZF AUTO, INCLUDING A V6 TURBODIESEL ENGINE, AND IS AVAILABLE WITH MASERATI’S Q4 INTELLIGENT ALL WHEEL DRIVE SYSTEM. ENGINE (GHIBLI DIESEL): V6 60° 2987 CC - MAX POWER: 275 HP AT 4000 RPM - MAX TORQUE: 600 NM AT 2600 RPM - MAX SPEED: 250 KM/H - 0-100 KM/H ACCELERATION: 6.3 SECS - FUEL CONSUMPTION (COMBINED CYCLE): 5.9 L/100 KM - CO2 EMISSIONS (COMBINED CYCLE): 158 G/KM The data may not refer to the model represented.

www.maserati.com

Maserati


Patagonia Store Cortina Via Cesare Battisti 2/4 0436/060301 store.cortina@patagonia.com


summer

editorial

CORTINA REGINA D’ESTATE! Come sempre con un calendario ricchissimo di appuntamenti sportivi e mondani che confermano l’eccellenza di una località unica al mondo. Ci sono eventi già accaduti ma che non si possono tralasciare e volutamente citati; altri che vivacizzeranno la stagione come le grandi “sfide” delle fuoriclasse, il Wilier Trophy Cortina, il grande Tennis Internazionale. E altre manifestazioni cuturali come il Festival Accademia Dino Ciani, oppure una visione di cieli stellati illustrati in un libro spettacolare e i racconti degli artigiani. Non mancano gli incontri enogastronomici, dai Calici di Stelle alle merende in quota, ai top restaurant dove gustare le vere delizie ampezzane. E ancora, le passeggiate in montagna dedicate a bambini e ragazzi e un cenno di storia, attraverso un tour tra i rifugi più antichi che mantengono inalterato il loro fascino. CORTINA QUEEN OF SUMMER! As always, with a packed calendar of exciting sports and social events that once again highlight the excellence of a unique destination. Some events have already taken place, but we couldn’t let them pass without a mention, while others will be bringing even more excitement to the season, with spectacular contests like the Wilier Trophy Cortina and the tennis Internationals. Not to mention a series of cultural events including the Festival Accademia Dino Ciani, or a spectacular book with views of star-studded skies, plus stories of artisans. There are lots of fine food and wine experiences, from Calici di Stelle to high-altitude snacks and top restaurants serving authentic local dishes. Finally, mountain walks for kids and young people, and a touch of history with a tour round the oldest refuges whose charm has only increased with the passage of time.


10

contents SUMMER 2016

rubriche

82

9 Editorial 12 Events

40

18 Beauty 36 Trend

servizi

21 Portfolio 26 40

Interiors: Stile Gustaviano

46

Festival Accademia Dino Ciani

50

Food: profumi d’estate

64

Rifugi Storici

70

Antichi mestieri

76

Passeggiate in compagnia

82

Cacciatori di stelle

88

Calici e merende

92

La sfida delle fuoriclasse

Sport: Wilier Trophy Cortina

76

36


TO BREAK THE RULES, YOU MUST FIRST MASTER THEM. LA VALLÉE DE JOUX. PER MILLENNI UNA TERRA RIGIDA E OSTILE, DAL 1875, OSPITA LA SEDE DI AUDEMARS PIGUET, NEL VILLAGGIO DI LE BRASSUS. I PRIMI OROLOGIAI SI SONO FORMATI QUI, AL COSPETTO DELLA FORZA DELLA NATURA, E HANNO IMPARATO A DOMINARNE I MISTERI ATTRAVERSO I COMPLESSI MECCANISMI DELLA LORO ARTE. ANCORA OGGI, È QUELLO SPIRITO INNOVATORE CHE CI ISPIRA AD ANDARE SEMPRE OLTRE E SFIDARE LE CONVENZIONI DELL’ALTA OROLOGERIA.

ROYAL OAK OFFSHORE CRONOGRAFO IN ORO ROSA E CERAMICA


12

events Appuntamenti, news, eventi a Cortina nella stagione estiva Dolomiti in 3d 1920 – 1940

La Casa delle Regole ospita una mostra dedicata alla collezione fotografica Alberto Melloni di immagini scattate con una macchina stereoscopica tra il 1920 e il 1940 tra le Dolomiti. Le immagini riprodotte in 3d su supporto cartaceo o digitale si apprezzano grazie a speciali occhialini bicolori. www.regole.it The Casa delle Regole hosts an exhibition dedicated to the Alberto Melloni photograph collection, taken around the Dolomites using a stereoscopic camera between 1920 and 1940. The 3D images on paper or digitally stored can be enjoyed properly using special two-colour glasses.

giugno- — settembre Una montagna di libri

Incontrare un autore su un prato delle Dolomiti, leggere le pagine del proprio scrittore preferito insieme a lui: sono alcune delle esperienze della manifestazione letteraria di Cortina d’Ampezzo nella sua XIV Edizione. www.unamontagnadilibri.it

luglio settembre Campionati Italiani Assoluti di Corsa in Montagna Cortina ospiterà per la prima volta la corsa in alta quota che attraversa i luoghi dei Giochi Olimpici di Cortina nell’anno del 60° anniversario: lo Stadio Olimpico del Ghiaccio, la pista di bob e le piste da sci. Partenza e premiazioni in piazza a Cortina con arrivo ai rifugi Duca D’Aosta e Pomedes per 4 categorie: Juniores femminile e maschile, Seniores femminile e maschile. www.capriolisanvito.it/it/corsainmontagna/ In 2016 Cortina hosts for the first time the Absolute Italian Mountain Running Championships. On 31 July the high-altitude race will celebrate the 70th anniversary of the Cortina Winter Olympics by passing by game venues like the Olympic Ice Stadium, bobsleigh run and ski run.

Meet an author on a meadow in the Dolomites, read the words of your favourite writer along with them - just two of the experiences to be enjoyed during the 14th edition of the Cortina d’Ampezzo literary festival.

31 luglio


PRESTAZIONI PURE, SPORTIVITA’ ESTREMA. NUOVA ASTON MARTIN V12 VANTAGE S

Performance esplosive con un controllo assoluto totale: 7, come le marce del cambio automatico SportShift III. 573, come i cavalli sprigionati dal motore 6 litri V12. 330 km/h, come la velocità massima raggiunta. 3,9 secondi, come la sua accelerazione 0-100 km/h. I numeri parlano chiaro: V12 Vantage S è la vettura più veloce ed estrema mai prodotta da Aston Martin. ASTON MARTIN MILANO Via Monte Rosa, 91 - 20149 Milano Tel: 02 43510988 www.astonmartinmilano.it Consumi ed emissioni CO 2: Consumo (litri/100 km): Ciclo urbano 24,3 - Ciclo extra urbano 11,7 - Ciclo combinato 16,4 - Emissioni CO 2 388 g/km


14

events Cortina English Camps A luglio tornano i Cortina English Camps by M’Over e Acle per apprendere l’inglese immersi nella natura delle Dolomiti con tutor madrelingua. Dal 4 al 15 luglio è previsto Sport English Camp con un ricco programma di attività sportive nella natura mentre altri due moduli settimanali - Golf English Camp, dal 17 al 31 luglio - sono dedicati a ragazzi che già praticano questo sport e finalizzati anche al miglioramento tecnico, con maestri federali. www.moversport.it The Cortina English Camps are back in July by M’Over and ACLE, enabling students to learn English. Sport English Camp will take place from 4 to 15 July, offering an exciting variety of open-air sports activities. Further two weekly modules - Golf English Camp, from 17 to 31 July - are for kids who already play golf and would like to improve their technique.

Cortina tra le righe Il mondo del giornalismo è pronto a riunirsi a Cortina: va in scena per una settimana, nella cornice eccezionale delle Dolomiti, il format che per primo ha unito formazione e vacanza. Oltre 20 gli appuntamenti gratuiti, inseriti nel programma della Formazione Professionale Continua (FPC) dei giornalisti.

11- — 17 luglio

The world of journalism is ready to gather in Cortina. For one week the Dolomite mountains will be the setting for an event that combines education and holidays. Over twenty free appointments in the Continuing Professional Training programme for journalists.

WiFi Cortina In centro arriva la connessione free! Pochi passaggi e il gioco è fatto: i dispositivi degli utenti - smartphone o computer - trovandosi nell’area coperta dal servizio wifi, segnalano la presenza di una rete libera, a cui tutti possono accedere attraverso il social network preferito, con un click e senza compilare nulla. Oltre all’accesso attraverso Facebook e Twitter, sarà possibile collegarsi alla rete anche tramite Linkedin, Instagram e Vkontakte. Senza alcun profilo sui social network, ci si registra inserendo in un normale form i propri dati. Free wifi in the city centre! A few steps and it’s done - when users’ devices (smartphones or computers) entered the zone covered by the wifi service, they will signal the presence of a free connection everyone can access through their favourite social network. Just one click is all it takes, no need to enter any information, using Facebook, Twitter, Linkedin, Instagram and Vkontakte. If users have no social network profile they can register by inserting data on a normal form.


Managed by PlanHotel Hospitality Group

Enjoy Real Hospitality Kenya - Maldive - Mozambico - Zanzibar

www.diamondsresorts.com


16

events Festa de ra bandes La consueta festa animerà il centro storico di Cortina con concerti, sfilate, caroselli e tradizione popolare a suon di musica. Saranno coinvoilti oltre 25 gruppi tra bande e gruppi folkloristici provenienti da Italia ed estero e l’evento sarà al culmine il 21 agosto con il concerto d’apertura in piazza Angelo Di Bona e il 28 con la suggestiva sfilata delle bande. www.corpomusicalecortina.it

21- — 28 agosto

A long-established festival that Cortina’s historic centre with life and sound, offering concerts, parades, roundabouts and folk traditions in a musical setting. More than twenty-five bands and folk groups from Italy and abroad will be involved. The most exciting events are the opening concert on 21 August in piazza Angelo di bona and the spectacular band parade on 28 August.

ATP Challenger Cortina

1° al 7 agosto

Sui 6 campi di gioco del Tennis Country Club Cortina si sfideranno per la terza volta i campioni della racchetta nel torneo Città di Cortina (evento del Circuito Mondiale ATP, con un montepremi di 50mila dollari). In concomitanza saranno presentati i nuovi campi da Paddle allo stadio Apollonio, oggi parte del Country Club Cortina. www.tenniscortina.it Once again the Tennis Country Club Cortina will be the arena for the new summer tennis event. Part of the ATP World Circuit with prize money of 50,000 dollars, the tennis internationals showcase play at the highest levels of this sport. The new paddle tennis courts in the Apollonio stadium, now part of the Country Club Cortina, will be presented during the Internationals.

Haute Route Una gara dove 450 ciclisti non professionisti provenienti da 50 Paesi si sfidano sui passi delle Dolomiti, da Ginevra a Venezia. 7 giorni e 7 tappe per un totale di oltre 900 km con 21.000 metri di dislivello totale. La Haute Route Dolomiti - Alpi Svizzere partirà dalla Svizzera lunedì 5 settembre, farà tappa a Cortina sabato 10 e ripartirà l’11 per l’ultima tappa con arrivo a Venezia. www.hauteroute.org 450 non-professional cyclists from 50 countries engage in friendly rivalry on the Dolomite passes, from Geneva to Venice. 7 days and 7 stages covering a total of over 900 km, with an overall ascent of 21,000 metres. The Haute Route Dolomites-Swiss Alps extreme race starts in Switzerland on Monday 5 September and will arrive in Cortina on Saturday 10. Cyclists will set off again on Sunday 11 and their eagerly-awaited arrival in Venice.

10 settembre

ulteriori info www.hotels-cortina.com - tel ( +39) 0436 860750 - for more information www.hotels-cortina.com - tel ( +39) 0436 860750


“Sicily at its best” MASSERIA DELLA VOLPE - NOTO - SICILY www.masseriadellavolpe.com — info@masseriadellavolpe.it — +39 0931 856055


18

top beauty

by Beatrice Galbiati

SEMPRE E OVUNQUE

Migliore amica della pelle, soprattutto in estate, tra sole e sbalzi di temperatura. Passe-partout da usare in qualsiasi situazione e da tenere sempre in borsa. Per le più sportive e per chi non lo è affatto e ha semplicemente sete di idratazione e ossigenazione. Per rendere più naturale la base di ogni maquillage e per mantenerlo più luminoso e duraturo. È l’acqua idratante o termale spray per il viso. Un piccolo segreto? Tenetela in frigo per qualche ora, la sensazione di fresco che regalerà sarà impagabile.

Per le pelli più sensibili e per chi soffre di rossori ed eczemi, è l’Eau Thermale di LA ROCHE- POSAY, adatta anche per i bebè È The Mist di LA MER e grazie alla sua acqua magnetizzata al delicato profumo di rosa, ravviva e dona alla pelle un’immediata sferzata di energia

È l’unico spray all’acqua pura e minerale delle Alpi, ricca di proprietà e assolutamente priva di trattamenti ed è utilizzato da i più grandi make up artist: è EVIAN Facial Spray

Moisture Surge Face Spray di CLINIQUE ristabilisce il giusto equilibrio di idratazione della pelle migliorandone la tonicità grazie a un complesso di idratazione bio-attivato


Yacht Management

Via Gen. Guisan, 1 CH-6833 Vacallo Switzerland T. +41 (0) 91 6900065 E. info@floatinglife.com

www.floatinglife.com


20

portfolio

s a n s p la d c e by Valeria Rastrelli - Immagini Maurizio Dadie

IL piccolo Lago Limedes, sotto il Col Gallina e dietro l’Averau a quota 2171 m. D’estate il sole tramonta proprio in direzione opposta all’Averau e con la luce giusta, la montagna si tinge di rosa. Come l’imponente Tofana di Rozes, anch’essa riflessa nel lago Little lake Limedes, beneath col gallina and behind the averau at a height of 2,171 m. In summer the sun sets directly opposite the Averau, and when the light is just right the mountain glows pink, like the imposing Tofana di Rozes, also reflected in the lake’s surface


22

portfolio Dalla varietĂ infinita di forme, le meravigliose Cinque Torri rappresentano idealmente tutte le Dolomiti. Si possono ammirare dal centro di Cortina. Sotto, 5 Torri; a destra Nuvolau

With an infinite variety of shapes, the magnificent Cinque Torri are a microcosm of the whole Dolomite range, and can be admired from the centre of Cortina. Below, the 5 Torri, right, Nuvolau


24

portfolio Le Tofane sono forse il massiccio piĂš maestoso tra tutte le montagne che si affacciano sulla conca ampezzana. Si estende sul versante occidentale della valle, tra il Passo Falzarego e la Val di Fanes, e conta tre vette principali, tutte con quota superiore ai 3.000 metri: la Tofana di Rozes, la Tofana di Mezzo e la Tofana di Dentro Le Tofane form what is perhaps the most majestic massif of all the mountains facing the Ampezzo basin. It extends on the western side of the valley, between Passo Falzarego and the la Val di Fanes, and includes three main peaks, all above 3,000 m: Tofana di Rozes, Tofana di Mezzo and Tofana di Dentro


26


27

interiors by Antonella Euli - photos Stefano Scatà

STILE GUSTAVIANO Una casa molto amata, nel cuore di Cortina, che appartiene a una famiglia che di legni se ne intende. Solo sfiorata dalla mano di un architetto e tutta reinventata dai proprietari

L Gustavian Style A much-loved house in the heart of Cortina, home to a family that knows about wood. The architect has contributed only the lightest of touches - it’s all been reinvented by the owners

T

he biggest changes mainly involved the spaces. Previously rather compressed, although it is not a very large house they are now more open, with a greater sense of freedom. Bought in the early 1990s, it took three years’ work to turn it into what it is now. It did not involve months and days spent on structural work - on the contrary, the time was often spent above all in research, because every piece, every accessory had to form part of a Gustavian whole, as the house owner explains. The refined, sober Gustavian Style, a forerunner of shabby chic, is the simplified reinterpretation of opulent French Rococo and neo-classical furniture. The movement was born in the second half of the 18th century, the result of a visit to Versailles by King Gustav III of Sweden. He was a cultured art-lover, and the style is still bears his name. The austere furniture that respects typically neo-classical lines and symmetries gives the interiors an elegant, refined appeal that remains simple and free of excess. The style spread from the royal palaces to the bourgeoisie, whose country cottages had given them a more rustic, domestic viewpoint.

a grande rivoluzione ha investito principalemente gli spazi. Prima piuttosto compressi e ora, pur non essendo una casa di mega metratura, più aperti, liberi. Acquistata nei primi anni Novanta, ha richiesto ben tre anni di lavori prima di avere l’aspetto di oggi. E non sono stati mesi e giorni dedicati solo agli interventi strutturali ma, al contrario, il tempo è stato speso soprattutto nella ricerca perché ogni pezzo, ogni complemento doveva essere parte di un tutto di matrice Gustaviana, come spiega la padrona di casa. Lo Stile Gustaviano, (antesignano dello shabby chic) raffinato e sobrio, è la rielaborazione semplificata degli opulenti mobili francesi rococò e neoclassici. Nato nella seconda metà del Settecento grazie al re di Svezia Gustavo III, colto e amante dell’arte, questo stile d’arredamento è ancora conosciuto con il suo nome. I mobili dalle forme austere che rispettano linee e simmetrie tipicamente neoclassiche, donano all’ambiente un’atmosfera elegante e ricercata, seppur semplice e senza eccessi. Lo stile si è diffuso a partire dai palazzi reali fino a quelli della borghesia, che con i loro cottage di campagna lo hanno reso più rustico e casalingo. E Carl Larsson l’ha reso popolare con i suoi magnifici dipinti virando i pallidi blu, bianco e oro con tonalità più profonde


28

La boiserie, riportata all’antico splendore, abbraccia tutta la zona living e rivaleggia, per importanza, con una credenza emiliana del 1600 con le ante rivestite da una preziosa seta fiorentina a quadri banchi e verdi

The panelling, restored to its original splendour and embracing the entire living area, now rivals in importance a 17th-century cabinet from the Emilia region with doors clothed in precious Florentine silk in white and green squares

di ocra, blu scuri e ricchi rossi della terra. Dopo questa divagazione utile a inquadrare l’ambiente torniamo a dove eravamo rimasti. Dopo aver ritagliato i nuovi spazi era l’ora di riempirli… E tutto ha avuto inizio con una boiserie francese del 1700 scovata, per caso, da un antiquario. Un amore fulmineo che ha motivato l’importante acquisto e attorno alla quale si è man mano arredata la casa. Quella che prima era una camera da letto ora è la cucina che si apre sul terrazzo e il soggiorno è diventato il cuore della casa. Le camere sono ancora tre ma una, con il proprio bagno, è stata ricavata dalla ristrutturazione del vecchio garage. La boiserie, riportata all’antico splendore, abbraccia

Carl Larsson popularised it with his magnificent paintings, brightening the pale blues, white and gold with deeper tones of ochre, dark blues and rich, earthy reds. Now this informative digression leads us back full circle...after creating the new spaces, it was now time to fill them. And everything began with 18th-century French panelling discovered accidentally by an antiques dealer. The sudden passion of love at first sight inspired the purchase of this important piece, which formed the centrepiece around which the overall furnishing project developed. What used to be a bedroom is now a kitchen opening out onto the terrace, and the lounge has become the heart of the house. There are still three bedrooms, but one - with en-suite bathroom - has been created by renovating


29


30


31


32

I mobili d’antiquariato arrivano da Parigi, le lampade dagli Stati Uniti, mentre sedie e sgabelli dal Belgio. Risultato: un mondo di stile e buon gusto racchiuso in una casa-rifugio, inserita nella bellezza circostante

The antique furniture pieces are from Paris, the lamps are from the USA and the seats and stools are from Belgium. The result is a atmosphere of style and good taste enclosed in a home/refuge, perfectly located in the beauty that surrounds it

La ristrutturazione della casa è durata ben tre anni per ottenere l’aspetto di oggi. E non sono stati mesi e giorni dedicati solo agli interventi strutturali ma, al contrario, il tempo è stato speso soprattutto nella ricerca perché ogni pezzo fosse “al posto giusto”


33

It took three years for the reconstruction work to transform the house into its current form. This did not mean that months and days were spent on structural work alone - on the contrary, time was used above all in making sure that every piece is in “the right place�


34

tutta la zona living e rivaleggia, per importanza, con una credenza emiliana del 1600 con le ante rivestite da una preziosa seta fiorentina a quadri banchi e verdi. Lo stesso tessuto, in colori diversi, si ritrova in tutta la casa, insieme ai dipinti, sempre fiorentini. Gli altri mobili, sempre d’antiquariato, arrivano da Parigi, le lampade invece dagli Stati Uniti, mentre sedie e sgabelli dal Belgio. Risultato: un mondo di stile e buon gusto racchiuso in una casarifugio, perfettamente inserita nella bellezza che la circonda.

the old garage. The panelling, restored to its original splendour and embracing the entire living area, now rivals in importance a 17th-century cabinet from the Emilia region with doors clothed in precious Florentine silk with a pattern of white and green squares. The same fabric, in different colours, can be found throughout the house, together with Florentine paintings. The other furniture pieces, also antique, are from Paris, the lamps are from the USA and the seats and stools are from Belgium. The result is a atmosphere of style and good taste enclosed in a home/refuge, perfectly located in the beauty that surrounds it. are from the USA and the seats and stools are from Belgium. The result is a atmosphere of style and good taste enclosed in a home/refuge, perfectly located in the beauty that surrounds it.


36

trend Shopping e stili d’estate Summer shopping and styles by Beatrice Galbiati

Grande protezione in mountain bike, con il casco Ghibli di SALICE OCCHIALI: compattezza, capacità di assorbimento e di distribuzione dell’urto in caso di caduta accidentale, massima traspirabilità e infinite varianti di colore

È ultraleggera e pesa solo 164 grammi la Transalper 3L Jacket per lei, a triplo strato, sagomata in vita, idrorepellente e antivento, la compagna perfetta per il trail running e la corsa in montagna. Sempre per sport veloci e corsa ad alta quota, è il pantaloncino X-trail per lui ad elevata elasticità e, punto a suo favore, ad asciugatura rapida.Tutto DYNAFIT

Decisamente multifunzionale e ultra leggero è lo zaino X7 Performance di DYNAFIT con l’ulteriore caratteristica di trasformarsi rapidamente in un marsupio

Rientra nella collezione sport performance più leggera di OAKLEY l’occhiale EVZero Range perfetto per ciclismo e non solo: 24 grammi di peso, visuale sempre più estesa e massima resistenza agli urti


37

È per lui la scarpa da mountain training Salewa Lite Train con suola ingegnerizzata MICHELIN, una combinazione perfetta tra alte prestazioni e una suola ispirata ai pneumatici da mountain bike per consentire il massimo controllo su terreno morbido e irregolare

È disponibile in diverse varianti e misure la S-Works Stumpjumper FSR 6Fattie per il papà: la trail bike è decisamente rivoluzionaria e comprende l’applicazione di tutte le più nuove tecnologie. Massimo divertimento anche per il bambino con la Fatboy24, sicura, resistente e perfetta sui trail come su neve. Tutto SPECIALIZED


38

trend Shopping e stili d’estate Summer shopping and styles

Sono di SANTINI gli Under Shorts per mountain bike della linea Forge MTB realizzati in tessuto Papaya elastico e morbido sulla pelle e con passanti per consentirne l’aggancio ai pantaloncini della stessa linea

Tante le caratteristiche che rendono gli zaini BURTON speciali in qualsiasi stagione: estrema funzionalità e giusta dose di stile non mancano mai

Capsule collection in collaborazione con il brand parigino Colette Cycling Club, per LE COQ SPORTIF: ogni pack è composto da t-shirt, un paio di calze e un paio di scarpe


Our gue sts a re 65 % rep ea t ers Wh y?

Nika Island

Resort & Spa *****

t ha t sp ecia l mood at the mald i v e s

IN TR AV CO I nterna t io nal Travel Consul tants - www.intravco .c o m


Cortina farà da cornice alla prima marathon MTB della valle d’Ampezzo, un vero evento a 360° con grandi ambizioni internazionali


WILIER TROPHY

CORTINA by Teresa Crespi


42

P

ronti per la grande novità su due ruote del 2106? Arriva a luglio l’edizione zero del Wilier Trophy Cortina, competizione internazionale che porterà nel cuore di Cortina migliaia di appassionati MTB per una marathon off-road mozzafiato, con due percorsi: uno marathon di 70 km e 2.900 metri di dislivello, uno granfondo di 50 km e 1.400 metri di dislivello. Saranno giornate interamente dedicate allo sport outdoor, downhill e bike cross (è disponibile il bike park sito in Col Druscè) slackline, yoga, bmx e un piccolo villaggio sportivo ai piedi del campanile della piazza principale di Cortina sarà il cuore pulsante della manifestazione, dove non mancheranno

Wilier Trophy Cortina Cortina will be the setting for the first Ampezzo Valley MTB, an all-round event with big international ambitions

A

re you ready for the big bike news of 2016? July will see the first edition of the Wilier Trophy Cortina, an international competition that will bring thousands of MTB fans to the centre of Cortina for a breathtaking off-road marathon over two routes - a 70 km marathon with an elevation gain of 2,900 metres and a 50 km gran fondo with an elevation gain of 1,400 metres. The event offers a packed schedule of outdoor sport, downhill and cyclo-cross (the Col Druscè bike park will be available), slackline, yoga and BMX. A small sports village at the foot of the belltower in Cortina’s main square will be the event’s


La vocazione del territorio ampezzano, incastonato tra il patrimonio Dolomiti, è lo scenario ideale per una manifestazione sportiva di mountain bike di altissimo livello The landscape of the Ampezzo, nestling in the “Dolomite heritage”, is the ideal venue for a top-level competitive mountain bike meet

musica e gastronomia. Una gara per veri appassionati, sportivi amanti della mountain bike e della montagna. La vocazione del territorio ampezzano, incastonato tra il “patrimonio Dolomiti”, è lo scenario ideale per una manifestazione sportiva di mountain bike di altissimo livello. L’obiettivo degli organizzatori Cortina Experience è quello di dare vita a una manifestazione di richiamo internazionale, che porti a conoscere un territorio unico e a tratti sconosciuto non solo a chi pratica questo sport ma anche per gli accompagnatori o gli occasionali frequentatori di Cortina che potranno vivere un lungo week end che inizierà il 13 luglio e terminerà con l’evento clou del 16 luglio, ossia il Wilier Trophy Cortina. A partire da mercoledì 13 luglio Cortina d’Ampezzo accoglierà tutti i suoi ospiti con una serie di eventi collaterali, collegati al mondo dello sport e dell’intrattenimento. Partendo dal mondo delle due ruote, e non solo, sono previste diverse attività di intrattenimento nei giorni precedenti al grande evento di sabato 16 luglio. Ci sarà così modo anche per gli accompagnatori, le famiglie, i bambini e tutti i visitatori di partecipare attivamente a questa prima esperienza di eventi outdoor. Al palaghiaccio di Cortina, un un’area coperta di 7.000 mq, sarà allestita tutta la logistica di gara, con area expo, segreteria gara, servizi, spogliatoi e docce, dove ci saranno anche pasta party e premiazioni finali. wiliertrophycortina.com

43


44

Giornate dedicate allo sport outdoor, downhill e bike cross, slackline, yoga, bmx e un piccolo villaggio sportivo ai piedi del campanile della piazza di Cortina sarà il cuore della manifestazione dove ci saranno musica e gastronomia The event offers a packed schedule of outdoor sport, downhill and cyclo-cross, slackline, yoga and BMX. A small sports village at the foot of the belltower in Cortina’s main square will be the event’s beating heart, alive with music and fine food

beating heart, alive with music and fine food. It’s a race for real aficionados, athletes who love mountain bikes and the mountains themselves. The landscape of the Ampezzo, nestling in the “Dolomite heritage”, is the ideal venue for a top-level competitive mountain bike meet. The organisers, Cortina Experience, intend to create an event with an international appeal, raising the profile of a unique region and unknown trails not only among biking fans but also those who accompany them - not forgetting ordinary visitors to Cortina, who will be able to enjoy a long weekend starting on 13 July and drawing to a close with the main event on 16 July, the Wilier Trophy Cortina. During this time Cortina d’Ampezzo will offer its guests a whole series of related sports and entertainment events. Cyling and other activities will feature in a number of entertainments in the days preceding the grand contest on 16 July, enabling friends, family, kids and all other visitors to take an active part in this first outdoor events experience. The Cortina ice arena, an indoor area of 7,000 sqm, will be the base for all the competition logistics with an exhibition area, race administration, services, changing rooms and showers plus a pasta party and prize-giving. wiliertrophycortina.com


45


46

events

uest’anno lo storico Festival Dino Ciani (la direzione artistica è di Jeffrey Swann) torna dal 29 luglio al 12 agosto con oltre 30 eventi tra concerti, film, conferenze e laboratori didattici e tema ispiratore di questa versione estiva sarà “Fiabe, miti e leggende”. Per celebrare la decima edizione sono in calendario grandi nomi che hanno calcato i palcoscenici dei più importanti teatri al mondo e numerosi protagonisti della scena culturale italiana e, accanto ai concerti ci saranno film, letture, conferenze, visite guidate a luoghi artistici e laboratori per ragazzi. Molto attesa la serata speciale del 1° agosto dedicata a Dino Ciani dove due maestri del pianoforte del calibro di Roberto Prosseda e Alessandra Ammara suoneranno brani del suo repertorio e Felice Todde, autore di un libro su Ciani, ne ripercorrerà la vita. Inoltre, per valorizzare i nuovi talenti, è nata l’Accademia Dino Ciani che da ai giovani musicisti diverse opportunità attraverso corsi che si svolgono in parallelo al Festival e riuniscono musicisti, musicologi e professionisti. Per tutto il periodo gli allievi frequentano le master class, seguono concerti e conferenze e si esibiscono nei concerti del ciclo “Giovani Talenti”. Quest’anno, per la prima volta, ci sarà un gran galà con i primi ballerini e le étoile di alcuni tra i principali teatri italiani. Per la serie concerti ecco alcune date: il 2/8 la vilionista Viktoria Mullova con Katia Labèque al pianoforte; il 4 e 9 agosto l’Ensemble Dino Ciani; il 10 l’Orchestra Haydn con un Pierino e il Lupo narrato da Philippe Daverio e l’11 il Quartetto Noûs che

Q

Festival Accademia Dino Ciani by Valeria Rastrelli - Immagini Bandion


Dal 29 luglio all’12 agosto un festival con oltre 30 eventi tra concerti, film, conferenze e laboratori didattici e tema ispiratore di questa versione estiva sarà “Fiabe, miti e leggende” Between 29 July and 12 August with a programme of thirty events including concerts, films, conferences and educational workshops. The theme for this summer is “Fables, Myths and Legends”

con Giovanni Scaglione suonerà uno tra i più celebri quintetti di Schubert. E poi ancora tanta buona musica nei rifugi con “Panorami musicali” e con i concerti dei maestri e dei giovani dell’Accademia. La grande novità di quest’estate è il Gala di balletto con i solisti e primi ballerini dal Teatro alla Scala, MaggioDanza e Teatro San Carlo di Napoli, che il 6 agosto porteranno a Cortina alcuni tra i balletti più amati con musiche di Tchaikovsky, Chopin, Vivaldi e altri.

Accademia Dino Ciani Festival

T

he long-established Festival Dino Ciani (with art director Jeffrey Swann) returns between 29 July and 12 August with a programme of thirty events including concerts, films, conferences and educational workshops. The theme for this summer is “Fables, Myths and Legends”. This tenth edition of the festival includes performances by great musicians who have appeared at the world’s most important venues, together with many figures from Italy’s cultural scene. The concerts will be joined by films, lectures, conferences, guided visits and children’s workshops. The special evening on 1 August is eagerly anticipated - the event is dedicated to Dino Ciani, and illustrious pianists Roberto Prosseda and Alessandra Ammara will play pieces from his repertoire. Felice Todde, author of a book on Ciani, will also talk about the pianist’s life. New talent will be highlighted by the Accademia Dino Ciani, which provides opportunities for young musicians through courses held in parallel with the Festival and bringing together musicians, musicologists and professionals. Throughout this period the students can attend masterclasses, concerts and conferences, and perform in the “Young Talent” concert cycle. This year for the first time there will be a gala with prima ballerinas and stars

47


48 Mentre per “Arte e musica” il 7 agosto è

prevista una splendida serata con fiabe e leggende narrate da Giuseppe Battiston accompagnato al pianoforte di Jeffrey Swann e da altri maestri dell’Ensemble Dino Ciani. E non mancheranno visite guidate a luoghi artistici con musica. In cartellone per il cinema pomeridiano tanti titoli ispirati a miti, fiabe e leggende come Il flauto magico di Ingmar Bergman, Mephisto di István Szabó, Alice in Wonderland di Tim Burton e La bella e la bestia di Jean Cocteau. Le conferenze passeranno in rassegna il tema del festival, dalla mitologia greca a Walt Disney (Monica Centanni) e spiegheranno come siano stati rappresentati nelle arti figurative (Philippe Daverio) e nella musica (Jeffrey Swann). www.festivaldinociani.com

Per celebrare la decima edizione sono in calendario grandi nomi che hanno calcato i palcoscenici dei più importanti teatri al mondo e numerosi protagonisti della scena culturale italiana e, accanto a concerti ci saranno film, letture, conferenze, visite guidate a luoghi artistici e laboratori per ragazzi This tenth edition of the festival includes performances by great musicians who have appeared at the world’s most important venues, together with many figures from Italy’s cultural scene. The concerts will be joined by films, lectures, conferences, guided visits and children’s workshops

from some of Italy’s most important theatres. Some information about the concerts: on 2/8 violinist Viktoria Mullova with Katia Labèque at the piano, on 4 and 9 August the Ensemble Dino Ciani, on 10 the Orchestra Haydn with Peter and the Wolf narrated by Philippe Daverio and on 11 the Quartetto Noûs with Giovanni Scaglione will play one of the most famous Schubert Quintets. There will also be plenty of good music in the refuges, with “Panorami musicali” and concerts by the Accademia’s masters and students. The exciting innovation this year is the Ballet Gala with the soloists and prima ballerinas of La Scala, MaggioDanza and the Teatro San Carlo in Naples, which on 6 August also brings some of the most well-loved ballets to Cortina with music by Tchaikovsky, Chopin, Vivaldi and others. “Arte e musica” on 7 August promises a wonderful evening with fables and legends narrated by Giuseppe Battiston, accompanied by Jeffrey Swann on the piano and other musicians from the Ensemble Dino Ciani. There are also guided visits to artistic locations, with music. The afternoon cinema will be screening films inspired by myths, fables and legends like Ingmar Bergman’s The Magic Flute, István Szabó’s Mephisto, Tim Burton’s Alice in Wonderland and Jean Cocteau’s Beauty and the Beast. www.festivaldinociani.com


seasonal

ITALIAN STYLE IN DESIGN, FOOD AND LIVING

If shared, beauty can multiply WWW.PLATINUMMEDIALAB.COM

n° 15 -

Summer 2016 - € 10

ITALIAN STYLE IN DESIGN, FOOD AND LIVING

seasonal


50


51

food by Antonella Euli

Profumi d'’Estate li eccellenti ristoranti ampezzani “si aprono” all’estate. Il nostro primo incontro è il Cervo d’Oro, situato in un’accogliente sala dell’Hotel Europa e famoso per le doti dello chef Maurizio Aluotto e per la straordinaria cantina che raccoglie oltre 300 etichette delle migliori case vinicole italiane e estere. Fiore all’occhiello della cucina ampezzana, ha tavole imbandite in modo impeccabile capaci di offrire piatti dai sapori inimitabili, preparati con ingredienti genuini e di prima qualità. Ci spostiamo ora all’inizio della strada che porta al Passo Falzarego per raggiungere Beppe Sello, soprannome dato a Giuseppe Menardi che lo inaugurò nel 1958. Ora il ristorante, che è anche bar e hotel, è del pronipote

Carlo Orlandi che lo gestisce con successo da quasi dieci anni. Conosciuto soprattutto per la semplicità, ma allo stesso tempo per la ricercatezza dei piatti proposti e per l’ottimo rapporto qualitàprezzo, fa parte già da molti anni dell’ “Unione dei Ristoranti del Buon Ricordo”. Infine eccoci all’agriturismo Malga Federa, con la nuova gestione della famiglia di Amedeo Bernardi che sa coinvolgere gli ospiti con un’accoglienza calorosa e uno spettacolo di natura. Si trova a 1800 mt di altitudine sotto il “Becco di mezzodì” e la “Croda da lago”, e circondati da un panorama mozzafiato si gustano deliziose pietanze tipiche, profumate e raffinate cucinate a regola d’arte dallo chef Mauro.

TASTES OF SUMMER The excellent restaurants of the Ampezzo area open in summer. Our first date is at the Cervo d’Oro, located in a welcoming space at the Hotel Europa. It’s famous for talent expressed by its chef, Maurizio Aluotto, and an extraordinary cellar with over 300 labels from the finest wineries in Italy and abroad. The jewel in the crown of the local culinary tradition, its flawlessly laid tables are full of dishes with an unmistakeable flavour, prepared using authentic, top-quality ingredients. Now we move on to the start of the road leading to Passo Falzarego to meet Beppe Sello, the nickname given to Giuseppe Menardi, who opened the restaurant in 1958. Now the restaurant, also a bar and hotel, belongs to his great grandson Carlo Orlandi, who has been managing with great success for almost ten years. Known above all for the combination of simplicity and refinement in the dishes prepared there as well as outstanding value for money, for many years now it has been member of the “Unione dei Ristoranti del Buon Ricordo”. Then it’s the agritourism venue of Malga Federa, under the new management of the family of Amedeo Bernardi. He welcomes guests with a genuine warmth and a spectacular view. The restaurant is located at a height of 1,800 metres, below the “Becco di mezzodì” and the “Croda da lago”. Surrounded by a breathtaking view, guests enjoy delicious typical delicacies, refined and skilfully prepared by chef Mauro.


52

Risiedere in questo albergo significa avvertire la presenza della storia. Una storia di ospitalità che dura da 75 anni e raccoglie i consensi degli ospiti, felici di soggiornare in una residenza in stile ampezzano nel centro di Cortina

Staying in this hotel means feeling the presence of history. It’s a story of hospitality that has endured for seventy-five years, one of satisfied guests, delighted to be staying in an Ampezzo-style residence in the centre of Cortina

Cervo d'Oro Nello storico Hotel Europa si respira l’atmosfera delle tipiche baite di montagna. Anche nell’accogliente sala che ospita il ristorante, protagonista della cucina ampezzana e italiana, diretto dallo chef Maurizio Aluotto


53

food The long-established Hotel Europa is redolent with the atmosphere of a typical mountain farmhouse, especially in the welcoming restaurant, where chef Maurizio Aluotto presides over a team preparing local cuisine and dishes from across Italy

Nato originariamente con il nome di Hotel Tyrol, dal dopoguerra l’Hotel Europa è gestito dalla famiglia Cardazzi che, pur mantenendone il fascino, ha accresciuto i servizi per renderlo un’esclusiva casa di montagna. Come esclusivo è il ristorante che per il menu estivo propone come overture: timballi di melanzane e menta con pomodoro concasse’ e la variazione di funghi: cappuccino ai finferli, flan di cantarelli, porcini gratinati allo Schiz; primi che vanno dai tipici Casunziei all’orzotto mantecato al pesto di larice e paté di cervo e una eccellente varietà di secondi come la tagliata di vitello laccata all’agro dolce piccante con misticanze o un filetto di manzo allo spek, refosco, porcini e patate. Si chiude in bellezza con dolci da veri intenditori. www.hoteleuropacortina.it

Originally called the Hotel Tyrol, since the post-war period the Hotel Europa has been run by the Cardazzi family, who have succeeded in enabling the hotel to retain its charm while improving services offered to guests, creating an exclusive mountain venue. The restaurant, too, is exclusive - as an overture the summer menu aubergine and mint timbales with tomato concassé and a mushroom selection. The first courses range from the typical Casunziei to the orzotto mantecato with larch pesto and venison paté, followed by an excellent variety of main course dishes like veal slices with a spicy sweet and sour glaze and misticanze or a fillet steak with speck, refosco, porcini s and potatoes. The meal draws to an enjoyable close with desserts fit for the most demanding connoisseur.


54

food


55

RISOTTO ALLE ERBE D I M O N TA G N A C O N C A PA S A N TA A V V O LTA N E L L O S P E C K Un risotto semplice, profumato dalle erbette di montagna e arricchito da capesante e speck M O U N TA I N H E R B R I S O T T O W I T H S C A L L O P S G A R N I S H E D W I T H S P E C K A simple risotto, flavoured with mountain herbs and embellished with scallops and speck

INGREDIENTS • 260 GR RISO CARNAROLI • 260 G. CARNAROLI RICE • ERBETTE DI MONTAGNA NOVELLE PROFUMATE AL PINO MUGO • FRESH MOUNTAIN HERBS WITH MOUNTAIN PINE • MEZZO PORRO • HALF A LEEK • 2 FETTE DI SPECK • 2 SLICES OF SPECK • 8 CAPESANTE • 8 SCALLOPS • BRODO VEGETALE (CAROTA, CIPOLLA, SEDANO, CHIODI DI GAROFANO, ALLORO) • VEGETABLE STOCK (CARROT, ONION, CELERY, BAY LEAF, CLOVES)

• SALE E PEPE QB • SALT AND PEPPER TO TASTE • 2 BACCHE DI GINEPRO TRITATO • 2 CHOPPED JUNIPER BERRIES • VINO BIANCO • WHITE WINE • BURRO Q.B. • BUTTER • OLIO EVO Q.B. • EXTRAVIRGIN OLIVE OIL

Preparazione Preparare un brodo vegetale classico con carota, sedano, cipolla, 2 chiodi di garofano e mezza foglia di alloro. Soffriggere il porro in olio evo e quando imbiondisce aggiungere il riso e sfumarlo con vino bianco. Aggiungere il brodo e cuocere per 12 minuti. Sbollentare le erbette e raffreddare in acqua e ghiaccio, scolare e tritare. Aggiungere al riso e cuocere ancora un paio di minuti. Tagliare 4 capesante a pezzetti e rosolare in burro chiarificato. Aggiungere al riso e cuocere un paio di minuti poi mantecare con olio evo e un paio di bacche di ginepro tritate. Lasciare riposare per un minuto, intanto rosolare le capesante bardate con lo speck in burro chiarificato. Impiattare, guarnire con la capasanta al centro, pino mugo e burro di cottura delle capesante. Method Prepare a classic vegetable stock with carrot, celery, onion, two cloves and half a bay leaf. Fry the leek in extravirgin olive oil until golden brown, then add rice and white wine. Add the stock and simmer for twelve minutes. Blanch the herbs and then plunge into iced water. Rinse and chop. Add to the rice and cook for a few more minutes. Cut four scallops into pieces and brown in clarified butter. Add to the rice and cook for a few minutes, then cook until creamy with olive oil and a pair of chopped juniper berries. Leave to rest for a minute. Meanwhile, brown the scallops garnished with speck in clarified butter. Arrange on plates with the scallops in the middle, mountain pine and drizzle with the butter the scallops were cooked in.


56

Il Ristorante da Beppe Sello fa parte già da mrolti anni dell’ “Unione dei Ristoranti del Buon Ricordo”, un’associazione che racchiude la miglior espressione della cucina regionale italiana e dell’ospitalità Made in Italy

Beppe Sello’s restaurant is a long-standing member of the “Unione dei Ristoranti del Buon Ricordo”, a restaurant association that includes establishments offering the best of Italian regional cuisine and hospitality

Da Beppe Sello Poco distante dal centro di Cortina, ai piedi delle Tofane, un hotel ristorante con 13 stanze affacciate su panorami incantevoli. Ambiente sobrio e familiare dove gustare i tipici piatti locali e della cucina internazionale


57

food A short distance from the centre of Cortina, at the foot of the Tofane, stands a hotel-restaurant with thirteen rooms looking out onto stunning views. These restaurant’s sober surroundings and domestic atmosphere are an ideal setting for enjoying typical local and international dishes

Il ristorante, più volte premiato e inserito nelle guide italiane, è famoso per i suoi piatti caratteristici e il menù ricercato che soddisfa anche i palati più esigenti. Si pranza o cena in un’ampia sala, in una più intima oppure nella zona bar adiacente al ristorante, dove l’ottimo servizio è garantito da Carlo, il proprietario stesso, che vi accoglierà calorosamente facendovi trascorrere una serata divertente all’insegna, sempre e comunque, della buona cucina. Quest’ultima è infatti la stessa del ristorante, tranne alcuni piatti come ad esempio la “Sfogliatina di Porcini e Spinaci” (piatto del Buon Ricordo) o il “Filetto alla Tartara” che sono prerogativa del ristorante e rappresentano alcuni dei fiori all’occhiello di questa cucina. In estate si pranza in giardino, per godersi lo splendido panorama ampezzano. www.beppesello.it

The restaurant has won several accolades and is listed in the most illustrious Italian guides. It is famous for its characteristic dishes and refined menu that will please even the most demanding palate. Guests lunch or dine in a large space, a more intimate room or in the bar area next to the restaurant, where excellent service is provided Carlo, the proprietor. He will give you a warm welcome and make sure you spend an entertaining evening with a fine dining experience guaranteed. The same as offered in the restaurant, in fact, except a few dishes like the “Sfogliatina di Porcini e Spinaci” (a Buon Ricordo dish) or the “Filetto alla Tartara”, the restaurant’s signature dishes, outstanding examples of this type of cuisine. In summer guests dine in the garden.


58


food

S F O G L I AT I N A C O N

P O R C I N I

E

S P I N A C I

Un piatto Del Buon Ricordo, davvero indimenticabile. Semplice e gustoso, con ingredienti freschissimi e un aspetto davvero invitante SFOGLIATINA WITH PORCINI AND SPINACH A truly unforgettable Buon Ricordo dish. Simple and tasty, with fresh ingredients and a deliciously tempting look

INGREDIENTS • 100 G DI PASTA SFOGLIA • 100 G PUFF PASTRY • 500 G DI SPINACINI FRESCHI • 500 G FRESH SPINACH • 500 G DI PORCINI FRESCHI • 500 G DI FRESH PORCINI MUSHROOMS • 1 ROSSO D’UOVO • 1 EGG YOLK • PREZZEMOLO • PARSLEY • BURRO • BUTTER

Preparazione Tirare la pasta in uno spessore di 5 millimetri e ricavare dei dischi di 5-6 centimetri di diametro; spennellarli con rosso d’uovo e infornarli su una teglia imburrata e infarinata per almeno una ventina di minuti a 180 gradi. Nel frattempo lavare gli spinaci e sbollentarli in acqua salata per 5 minuti; strizzarli e ripassarli in padella con burro e sale. Pulire i funghi, tagliarli a fette sottili e farli saltare in padella su un fondo d’olio con uno spicchio d’aglio, regolando di sale e pepe. Prendere infine le sfogliatine e dividerle in due in altezza; sulla base adagiare prima gli spinaci ben caldi e quindi i funghi; poi rimettere il “coperchio“ e guarnire con un pizzico di prezzemolo tritato. Vino consigliato: Pinot Nero (Blauburgunder) dell’Alto Adige Doc. Preparation Roll the pastry to thickness of 5 millimetres and cut out 5-6 cm diameter circles. Brush with egg yolk and bake in the oven on a buttered, floured baking tray for at least twenty minutes at 180 degrees. Meanwhile, wash the spinach and boil in salted water for five minutes. Rinse and cook in the pan with butter and salt. Clean the mushrooms, cut into thin slices and flash fry in the pan in a little olive oil with a garlic clove. Season to taste. Take the sheets pastry and divide into two by height. Lay the hot spinach then the mushrooms on the base, then place the “cover” on top and garnish with a pinch of chopped parsley. Recommended wine: Pinot Nero (Blauburgunder) dell’Alto Adige Doc.

59


60

Amedeo Bernardi e famiglia invitano i loro ospiti all’agriturismo Malga Federa. A 1800 mt di altitudine, sotto il “Becco di mezzodì” e la “Croda da lago”, circondati da un panorama mozzafiato e deliziati da pietanze tipiche, profumate, cucinate a regola d’arte

Amedeo Bernardi and family invite their guests to the Malga Federa agritourism residence. At an altitude of 1,800 m, below the “Becco di mezzodì” and the “Croda da lago”, surrounded by a breathtaking view, guests enjoy delicious typical delicacies, refined and skilfully prepared

Malga Federa Una malga bella d’estate e magica d’inverno quando si raggiunge in motoslitta con ultima discesa in notturna. In opzione lo slittino che dopo il noleggio sarà trasportato in casa, pronto per la calata a valle


61

food A mountain chalet that is lovely in summer and magical in winter when a snowmobile can provide a final night-time descent. The optional rented snowmobile can be taken to the chalet ready for the ride back down

Mauro è lo chef della Malga Federa, e a lui sono affidati i gran golosi della zona cui propone una cena a menu fisso con entrè, aperitivo, antipasto, bis di primi, secondo di carne con contorno, dolce, caffè, acqua e vino rosso della casa. Qualche esempio? Antipasti di salumi di malga e carpaccio; primi piatti tra zuppa d’orzo, quadris di canederli al burro fuso (formaggio,speck,spinaci e rape rosse), Casunziei misti (spinaci e rape rosse) e gnocchi speck e porcini. I secondi: goulash, salsiccia, wurstel, formaggio alla piastra e tagliata di manzo accompagnati da polenta, patate all’ampezzana (con cipolla e speck) cavolo capuccio verde e rosso. Alla fine crostate e strudel della casa. Il tutto servito con dell’ottimo vino rosso nostrano. www.malgafedera.eu

Mauro is chef at the Malga Federa, and he pampers local gourmets with a fixed menu dinner with entree, aperitif, starter, first course, main course of meat with accompaniments, dessert, coffee, water and house red wine. Some examples - antipasti of farmhouse meats and carpaccio, first courses of barley soup, quadris di canederli with melted butter (cheese, speck, spinach and beetroot), Casunziei misti (spinach and beetroot) and gnocchi, speck and porcini. The main course menu is goulash, salsiccia, wurstel, grilled cheese and steak accompanied by polenta, Ampezzo-style potatoes (with onions and speck) and red and green cavolo capuccio. The finishing touches are pies and homemade strudel. The meal is accompanied an excellent local merlot-cabernet red.


62

food

P I AT T O F E D E R A - G O U L A S C H , C A N E D E R L I A L L O S P E C K , C A V O L O C A P P U C C I O A N D P O TAT O E S One of the mountain restaurant’s specialities with zero-kilometre food, authentic meat and garden vegetables accompanied by a fine red wine - a blend of cabernet and merlot from the Salatin di Treviso winery

Goulash preparation: Pour the olive oil into a pan and stew the finely sliced onion. dice the beef into equal-sized cubes, toss in flour and brown in a frying pan with olive oil. Drain the meat and put it together with the onion. Add salt and pepper, paprika, herbs and spices, tomato paste and red wine and cook everything for a few minutes. Add stock and cook until the meat is tender and the sauce is nice and thick.

Canederli preparation: Dice the stale bread and the speck. Fry the finely-cut onion and the speck. Mix the flour into the milk in a bowl and add the egg and salt. Then add the bread, speck, onion and knead well. Wet hands and shape balls of the same size and place the dumplings into boiling salted water and leave to cook for 20 minutes. Drain and serve with melted butter with the goulash, and the previously drained potatoes, garnished with chives. Add the red and white cavolo capuccio, cut thinly.


63

P I AT T O F E D E R A GOULASCH, CANEDERLI ALLO SPECK, C A V O L O C A P P U C C I O E PATAT E Una delle specilità della malga con pietanze a km0, con carne genuina e verdura dell’ orto accompagnato da un buon vino rosso: una miscela di cabernet e merlot dell’azienda agricola Salatin di Treviso

INGREDIENTS < GOULASH: •1 KG CARNE DI MANZO •1 CIPOLLA •1 CUCCHIAINO DI PAPRIKA •1 BICCHIERE DI VINO ROSSO • 1 CUCCHIAIO DI POMODORO CONCENTRATO • 2 FOGLIE DI ALLORO • CUMINO, • ROSMARINO • CHIODI DI GAROFANO • OLIO DI OLIVA, BRODO DI CARNE • SALE E PEPE Q.B. < 1 KG BEEF •1 ONION • 1 TEASPOON PAPRIKA • 1 GLASS RED WINE • 1 SPOON TOMATO PASTE • 2 BAY LEAVES • CUMIN • ROSEMARY • CLOVES • OLIVE OIL • STOCK • SALT AND PEPPER TO TASTE < CANEDERLI ALLO SPECK: • 500 GR DI PANE BIANCO RAFFERMO • 150 GRAMMI DI SPECK • 80 GRAMMI DI BURRO • 3 UOVA • 1 CIPOLLA •1 BICCHIERE DI LATTE • 3 CUCCHIAI DI FARINA BIANCA • ERBA CIPOLLINA • SALE < 500 GR STALE WHITE BREAD • 150 G SPECK • 80 G BUTTER • 3 EGGS • 1 ONION • 1 GLASS MILK • 3 SPOONS WHITE FLOUR • CHIVES • SALT

Preparazione Goulash: Mettere l’olio di oliva in casseruola e stufare la cipolla tagliata a fettine. Tagliare la carne di manzo in quadrati uguali, infarinarli e farli rosolare in una padella con olio di oliva, sgocciolare la carne e unirla alla cipolla. Aggiungere sale e pepe, paprika, aromi, concentrato di pomodoro, vino rosso e far rosolare tutto per alcuni minuti. Bagnare con brodo di carne e uocere finché la carne sarà tenera e il sugo ben denso. Preparazione Canederli: Tagliare in piccoli dadini il pane raffermo e lo speck.Soffriggere la cipolla tagliata fine e lo speck. Stemperare la farina nel latte in una terrina e aggiungere uova e sale. In seguito aggiungere pane, speck, cipolla, erba cipollina e impastare bene il tutto. Formare con le mani bagnate delle palline della stessa grandezza e mettere i canederli in acqua bollente salata e lasciar cuocere per 20 minuti. Scolare e servirli con burro fuso insieme al goulash, alle patate precedentemente lessate e condite con erba cipollina, aggiungere il cavolo capuccio bianco e rosso tagliato sottile.


64 Abbarbicati sulla roccia, a più di 2.000 metri di quota,

custodi di un memoria lunga più di un secolo: nei più antichi rifugi di Cortina si respira ancora oggi la storia e si percepisce la montagna in tutta la sua maestosità


65

RIFUGI

STORICI by Teresa Crespi - immagini Dino Colli

Il Lagazuoi, gestito da Guido Pompanin, con i suoi 2.752 m d’altitudine, è uno dei rifugi più alti di Cortina. La sua terrazza è famosa per l’incredibile panorama sul mare di nuvole, tra le vette dei Monti Pallidi. Ottima base per sciare o fare trekking, la cucina offre piatti preparati secondo le ricette locali

Lagazuoi, run by Guido Pompanin, with its 2,752 m above sea level, is one of the highest refuges in Cortina. Its terrace is famous for the incredible panorama of the sea of clouds, between the peaks of the Pale Mountains. An excellent base for skiing or hiking, its kitchen offers dishes prepared according to local recipes


66

E

sistono luoghi dove si respira l’atmosfera degli albori dell’alpinismo: i rifugi storici, nidi d’aquila incastonati nelle Dolomiti dove i pionieri della montagna facevano tappa. Il tour alla scoperta della montagna più autentica parte dal Rifugio del CAI Cortina Croda da Lago, a 2.046 metri, al fianco del lago di Fedèra e gestito dalla famiglia Alverà (www. crodadalago.it) Aperto nel 1901, fu voluto dal Club Alpino austriaco e costruito dalla guida alpina ampezzana Giovanni Barbaria. Dopo la Seconda Guerra Mondiale al nome “Croda da Lago” venne aggiunto “Gianni Palmieri” in onore del comandante partigiano, medaglia d’oro al valor militare. Tappa successiva: il Rifugio Cinque Torri, gestito dal ‘37 dalla famiglia Alberti Lelo (lagazuoi5torri.dolomiti.org). ai piedi del versante sud delle 5 Torri, a 2.137 metri. Inaugurato oltre un secolo fa, è una delle strutture storiche più longeve del comprensorio e ha ospitato principi e regnanti di tutta Europa. Da qui si

raggiunono in pochi minuti le vie della palestra di roccia delle 5 Torri e il Museo all’aperto della Grande Guerra. Alla base della Croda del Becco, a 2.327 metri, si trova invece il Rifugio Biella. Prima tappa dell’alta via n. 1 e crocevia di numerosi itinerari nel Parco Naturale d’Ampezzo e dei confinanti parchi di Sennes, Fanes e Braies, venne inaugurato il 16 luglio 1907. Intorno agli anni ’20 la sezione del CAI di Biella lo prese in gestione e poi passò alla sezione del CAI di Treviso. Dal ‘92 è gestito dalla guida alpina Guido Salton e dalla sua famiglia (Tel. +39 0436 866991). Il primo rifugio delle Tofane, secondo nella valle d’Ampezzo, è il Rifugio Giussani, che sorge a 2.561 metri a Forcella Fontanegra. La prima costruzione, datata 1886, venne distrutta, e quella attuale è del ‘72. Costruita ex novo poco lontano dai precedenti e dedicato all’alpinista Avvocato Camillo Giussani, è del CAI Cortina gestito da due generazioni dalla famiglia Dapoz (www.rifugiogiussani.com).


Tra un rifugio e l’altro capita spesso di imbattersi in una curiosa marmotta o incontrare timidi ungulati. e intorno un panorama magico di verde e fiori On the path from one refuge to another it’s not unusual to encounter an inquisitive marmot or shy ungulate, all the while surrounded by a magical landscape of flowers and vegetation

HISTORIC

Refuges

Clinging to the rocks at an altitude of over 2,000 metres, guardians of more than a century of memories, Cortina’s oldest refuges are still full of history, and provide a view of the mountains in all their majesty

T

here are some places that evoke the atmosphere of the earliest days of mountain climbing - historic refuges, lofty eyries among the Dolomite peaks where mountain pioneers ate and rested. The tour in search of the most authentic mountain experience leaves the Rifugio CAI Cortina Croda del Lago (2,046 m) beside the lake of Fedèra, managed by the Alverà family (www.crodadalago.it). Opened in 1901, it was built

67


In cima al Nuvolau a 2.575 metri di quota, si trova l’omonimo rifugio: costruito nel 1883 e oggi gestito dalla famiglia Siorpaes, il Rifugio Nuvolau del CAI Cortina è il più antico delle Dolomiti, rinomato fin dagli albori dell’alpinismo per il panorama mozzafiato. (siorpaes@yahoo.com - Tel. +39 0436 867938). A 1.926 metri, al centro del circo settentrionale del Sorapiss, si trova infine l’accogliente Rifugio Alfonso Vandelli gestito dalla famiglia Pais. A pochi minuti dal rifugio c’è il meraviglioso lago Sorapiss. Distrutto da una valanga nel 1895 e da un incendio nel 1959, la versione attuale intitolata al Presidente del CAI di Venezia, Alfonso Vandelli, venne inaugurata nel settembre ‘66. (www.rifugiovandelli.it).

68

Il viaggio nella montagna più autentica è un percorso “alternativo” tra rifugi antichi e tracce della Grande Guerra per conoscere il vero volto delle Dolomiti Patrimonio UNESCO e di chi le abita The most authentic mountain journey is an “alternative” trail that takes in age-old refuges and remains of the Great War in search of the true face of the Dolomites UNESCO World Heritage Site and its inhabitants

by local Alpine guide Giovanni Barbaria for the Austrian Climbing Club. After the Second World War the name “Gianni Palmieri” was added to “Croda da Lago” in honour of the partisan commander, holder of the gold medal for military valour. The next stage is the Rifugio Cinque Torri, run since 1937 by Alberti Lelo and his family (lagazuoi5torri.dolomiti.org). It stands at the foot of the southern slope of the 5 Torri, at a height of 2,137 metres. Opened over a century ago, it is one of the area’s oldest historical structures and has hosted princes and monarchs from across Europe. From here it

takes only a few minutes to reach the rocky trails of the 5 Torri the open-air museum of the First World War. At the base of the Croda del Becco, at an altitude of 2,327 metres, lies the Rifugio Biella. The first stage of the high trail no. 1 and a meeting point of many routes in the Ampezzo Nature Reserve and the neighbouring parks of Sennes, Fanes and Braies, it was opened on 16 July 1907. In the 1920s the Biella section of the CAI took over management, then it was handed over to Treviso section of the CAI. In 1992 Alpine guide Guido Salton and his family took the helm (tel. +39 0436 866991).


69

Rifugio Giussani, perched at a height of 2,561 metres on Forcella Fontananegra, was the first refuge on the Tofane, the second in the Ampezzo valley. The first building, dating from 1886, was destroyed, and the current refuge was constructed in 1972 from new just a short distance away from the site of the older ones. It is dedicated to the climber Camillo Giussani, and is managed by two generations of the Dapoz family for the AIC Cortina (www.rifugiogiussani.com). High up on the Nuvolau at an altitude of 2,575 metres is the refuge that took the mountainâ&#x20AC;&#x2122;s name - built in 1883 it is now managed

by the Siorpaes family, the CAI Cortinaâ&#x20AC;&#x2122;s Rifugio Nuvolau is the oldest in the Dolomites, known from the very earliest days of Alpine climbing for its breathtaking view (siorpaes@yahoo.com - tel. +39 0436 867938). Finally, at 1,926 metres, in the centre of the northern cirque of the Sorapiss, the Pais family extends a warm welcome to visitors at the Rifugio Alfonso Vandelli. Destroyed in an avalanche in 1895 and burnt down in 1959, the current version is named after the President of the Venice CAI, A. Vandelli. It was opened in September 1966. (www.rifugiovandelli.it).


70

artigiani Tutelare territorio e tradizioni, una vocazione per Cortina, e preservare maestrie dai livelli qualitativi elevatissimi. Nel tempo gli artigiani hanno rinnovato e raffinato le loro creazioni, senza mai rinnegare il passato

Antichi mestieri & allure contemporanea by Valeria Rastrelli

ono infiniti i materiali lavorati in botteghe e laboratori del territorio ampezzano, dal legno al ferro, dal vetro alla ceramica ai tessuti. Una molteplicità di materiali cui corrisponde un alto livello di ricchezza e eleganza della produzione e artigiani che trasformano le materie prime in oggetti preziosi. Nel corso del tempo questi hanno rinnovato e raffinato le loro creazioni, senza però mai rinnegare la tradizione. Prendiamo il legno, che racconta la storia della falegnameria di Cortina. Quella dei Bariza nasce

S

dalla passione per il legno del nonno di Roger Alberti, l’attuale proprietario; siamo intorno al 1920 e il giovane Alberti imparava il mestiere di artigiano a Cortina d’Ampezzo. 40 anni più tardi il figlio, innamorato del mestiere del padre, decide di creare il laboratorio della Falegnameria Bariza come ampliamento della casa di proprietà della famiglia, dove oggi Roger Alberti prosegue, con crescente entusiasmo e successo, il progetto del nonno e del padre di mobili in legno rigorosamente fatti a mano. www.falegnameriabariza.it.

Ancient skills & contemporary looks A

Cortina is passionate about safeguarding land and traditions, and preserving craft skills reflecting exceptional quality. As time goes on these artisans have renewed and refined their creations, while never losing sight of the past

n infinite number of materials is shaped in the workshops and studios of the Ampezzo region, from wood and iron to glass, ceramics and fabrics. This fascinating variety of materials is matched by sumptuous elegance in production, with artisans transforming raw materials into precious objects. As time goes on these artisans have renewed and refined their creations, while never losing sight of the past. Take wood, for example, which embodies the story of carpentry in Cortina. The materials chosen by Bariza are inspired by the passion for wood that drove the grandfather of Roger Alberti, the current owner. In around 1920 the young Alberti learned his craft in Cortina d’Ampezzo. Forty years later his son, who inherited his


Wood Art Cortina. In other words, Roberto Zambelli Nichelo, born 1972, resident in Cortina. He specialises in restoration work, working in artisanal studios. In 2006 he started his own company. Marco Dimai Lustro (see photo) was born in 1968 in San Candido. He began working in local carpentry studios when he young, and in 2006 launched a business specialising in spiral staircases and made-to-measure furnishings with unusual shapes

Wood Art Cortina. Cioè Roberto Zambelli Nichelo classe ‘72 residente a Cortina, dove si specializza in restauro lavorando nelle botteghe artigiane e nel 2006 apre la sua azienda. Marco Dimai Lustro (nella foto) nasce nel ‘68 a San Candido; lavora fin da giovanissimo presso le falegnamerie della zona e nel 2006 apre la sua attività specializzata in scale a chiocciola e arredamenti fatti su misura dalle forme non convenzionali

father’s love for his trade, decided to found the Falegnameria Bariza workshop as an extension of the family’s home, and it is here that with ever-growing enthusiasm and success Roger Alberti now carries on with the project started by his father and grandfather, producing strictly handmade furniture. www. falegnameriabariza.it. We remain on the same subject with Wood Art Cortina, inspired by a love of beauty, encompassing the Dolomites, art and design. The exclusively handmade objects are created by artisans Roberto and Marco, expressing both art and craft skills. The materials they use are derived entirely from old barns, wine barrels and other structures in the local area. www. woodartcortina.com. Finally we have the wrought iron art objects, hand worked in the Fabbro Zinoworkshops, where centuries-old ancient skills and knowledge are lovingly preserved and put to use. The workshop is the heart of the business, the place where the master smiths work and create magnificent pieces, the result of years of experience. This is where objects in iron, brass, copper, stainless and Cor-Ten steels have been produced since 1989, and where the irregularities in every piece are a guarantee of a totally handmade product. www.fabbrozino.it

71


72

Continuiamo parlando di legno con Wood Art Cortina, nato dalla passione per la bellezza: le Dolomiti, l’arte e il design. I prodotti esclusivi creati a mano dagli artigiani Roberto e Marco esprimono arte e mestiere e i materiali usati provengono interamente da antichi fienili, botti di vino e altre costruzioni del territorio ampezzano. www.woodartcortina.com.

Infine gli oggetti d’arte in ferro battuto lavorato a mano nella bottega di Fabbro Zino, dove l’antico mestiere si è conservato nei secoli. Il laboratorio è il cuore dell’attività, il luogo in cui i Mastri Fabbri lavorano e danno vita a splendide creazioni, frutto dell’esperienza. Dal 1989 qui si producono creazioni in ferro, rame, ottone, acciaio inox e cor-ten dove l’irregolarità di ogni manufatto è la garanzia di un prodotto realizzato interamente a mano, tesoro unico e inimitabile. www.fabbrozino.it


The workshop is the heart of the business, the place where the master smiths work and create magnificent pieces, the result of years of experience. This is where objects in iron, brass, copper, stainless and Cor-Ten steels have been produced since 1989

Il laboratorio è il cuore dell’attività di Fabbro Zino, luogo dove i Mastri Fabbri lavorano e danno vita a splendide creazioni, frutto di un’esperienza antica. Come i particolarissimi braceri d’arredo nelle foto, una delle loro ultime fatiche

73


74


Per i mastri di Bariza, la longevità del legno è un elemento prezioso che offre ampie possibilità di Recycling: vecchi capannoni, parquet, imballaggi e arredamenti custodiscono frammenti di legno, spesso molto pregiato, che gli artigiani ricercano e raccolgono nello stesso modo in cui fanno tutto: handmade

For the master craftsmen of Bariza, the longevity of wood is a precious quality that offers many recycling opportunities - old sheds, flooring, crates and furnishings contain fragments of wood, often of select types, that the artisans seek out and collect in the same way they do everything - by hand

75

Cullami design

A shortlist of 8 cradles for finalists in the CULLAMI design contest, from an idea by K. Prey, founder of the Free University of Bolzano Faculty of Design and the Arts. Based on concepts by international designers and made by artisans from the Ampezzo area, they are objects with aesthetics and functionality that reflect the child’s age, adapting to changing requirements. The photo shows ZERO-100, designed by R. Zago, Treviso 1972, made by Falegnameria Valle di Enrico Valle. The design is inspired by wicker cribs, and follows the child through its diverse stages of development. In the early months it’s a cosy cradle. It then becomes a bed, and finally a comfy armchair for the whole family.

Photo_stefanozardini.com

Sono 8 le culle finaliste del concorso di design CULLAMI, ideato da Kuno Prey, fondatore della Facoltà di Design e Arti della Libera Università di Bolzano. Nate dai progetti di otto designer internazionali e realizzate dagli artigiani ampezzani, sono oggetti mirabili di estetica e funzinalità che seguono le diverse età del bambino, adattandosi anche a nuove funzioni. Nella foto ZERO100, progetto di Roberto Zago, Treviso 1972, realizzato da Falegnameria Valle di Enrico Valle. Il design è ispirato alle antiche gerle, segue il bambino nelle diverse fasi della crescita: nei primi mesi è un’ accogliente culla, a dondolo o fissa; poi lettino con o senza sponde; infine comoda poltrona per tutta la famiglia.


76

sport by Teresa Crespi

Quando la neve se ne va la montagna non perde il suo fascino, anzi. Colori, profumi e clima invitano a diverse attività outdoor dove sono coinvolti bambini e ragazzi

PASSEGGIATE

IN C O M PA G N I A

V

ogliamo parlare proprio dei ragazzi e di chi li accompagna in questi percorsi delle meraviglie, quando i genitori sono impegnati in escursioni, arrampicate o quant’altro non contempli la presenza dei bambini. A questo ha pensato il team dell’associazione sportiva ASD Happy Cortina nata nel 2007 secondo la filosofia “dobbiamo farli divertire e andranno ovunque!” Questo gruppo di accompagnatori ha messo a punto una serie di giocose passeggiate estive traendo spunto dall’esperienza fatta con la scuola sci Happy Ski Cortina che basa l’insegnamento sul gioco. Risultato: i più piccoli imparano divertendosi e il successo è nei loro volti sorridenti. Così, da qualche anno, c’è una schiera di piccoli esploratori che cammina tra i boschi a caccia dei tesori della natura. Quelli che una volta venivano visti come itinerari faticosi e che facevano ripetere in coro: “ma quanto manca? Sono ore che camminiamo, basta siamo stanchi….”, oggi sono luoghi magici, tutti da scoprire. Capita allora di scorgere negli occhi di un bambino l’eccitazione perché sa riconoscere l’impronta di un animale oppure sa distinguere un fiore - o una pianta - dall’altro o ancora,


77

L’associazione sportiva ASD Happy Cortina nasce con l’obiettivo di far divertire i ragazzi facendo passeggiate e attività tra i monti The objective of ASD Happy Cortina sports club is to help kids enjoy walks and activities in the mountains


ACCOMPANIED WALKS Summertime - the snow may have disappeared but the mountains retain their appeal. Colours, fragrances and warm weather invite us outside for activities involving adults and kids

W

e’d really like to talk about kids and the people accompanying them in these journeys exploring the wonders of nature, when parents are off on trips, climbs or other excursions where kids can’t join in. That’s where the ASD Happy Cortina sports club comes in. Founded in 2007 on the basis of a philosophy of “We have to make it fun, then they’ll go anywhere!” This group of helpers has developed a series of light-hearted summer walks, drawing inspiration from the experience gained with the Happy Ski Cortina school, where teaching is based on games. As a result, the little kids learn by having fun and their smiling faces say all you need to know about how successful the initiative is. So for a few years now a group of little explorers have been walking through the woods in search of nature’s treasures. Kids who used to moan about how tired they were, all asking “Are we there yet? We’ve been walking for hours, can’t we stop now, we’re tired?” now see the

quando afferma che un tipo di bacca è commestibile e l’altra no. I pazienti tutor di ASD Happy Cortina li accompagnano in questo mondo di scoperta e vivono con loro diverse emozioni, come il raggiungimento della meta, il più delle volte un rifugio dove trascorrere la notte dopo un’abbondante merenda o, più semplicemente, quando li vedono impegnati a mettere in pratica gli insegnamenti e alle prime gocce di pioggia improvvisa, si costruiscono un ombrello utilizzando le foglie! Sono esperienze meravigliose che diventano avventure da raccontare a mamma e papà e ricordi che si conservano per sempre. www.happyski.it


Da qualche anno, sulle Dolomiti non ci sono solo adulti ma anche una schiera di piccoli esploratori che cammina tra i boschi a caccia dei tesori della natura

For several years now the Dolomites have hosted groups of little explorers walking through the woods in search of the treasures of nature

79


80

I pazienti tutor di ASD Happy Cortina accompagnano i piĂš piccoli in questo mondo di scoperta e vivono con loro diverse emozioni. CosĂŹ quelli che una volta venivano visti come itinerari faticosi oggi sono luoghi magici, tutti da scoprire The patient tutors of ASD Happy Cortina accompany the kids through this world of discovery and share the emotions they experience. What the children used to see as boring treks are now magical journeys of exploration


81

woods as magical places where there are lots of exciting discoveries to be made. Now you can enjoy the look of excitement in kids’ eyes when they recognise an animal’s footprint or identify a flower or plant, or when they correctly advise you that this berry is edible but the other isn’t. The patient tutors accompany them through this world of discovery and share the emotions they experience when, for example, they reach their destination after a long trek, usually a refuge where they can spend the night after an abundant meal, or, more simply, when they see them busy putting into practice what they have been taught by reacting to the first few drops of a summer shower by making an umbrella out of leaves! These wonderful experiences become adventures to tell mum and dad about, happy memories that endure forever.


82

in the sky by Valeria Rastrelli

CACCIATORI DI STELLE

A tutti è dovuto il mattino ad alcuni la notte. A soli pochi eletti la luce dell’aurora. Emily Dickinson, La luce dell’aurora


La grande aurora boreale del 20 novembre 2003 ripresa da Rifugio Scoiattoli. Lâ&#x20AC;&#x2122;evento fu talmente eccezionale che lâ&#x20AC;&#x2122;aurora fu vista fino in Nord Africa

STAR

CHASERS

The great Aurora Borealis of 20 November 2003 seen from Rifugio Scoiattoli. So exceptional was the event that the Aurora was seen as far south as North Africa

83

Morning is due to all To some - the Night To an imperial few The Auroral light. Emily Dickinson, Morning is due to all


L'

occasione per parlare dei “cacciatori di Stelle” di Cortina arriva dell’ultimo libro dell’Associazione Astronomica Cortina: “Il Cielo Stellato delle Dolomiti” (edizioni La Cooperativa di Cortina), concepito per festeggiare i 40 anni di attività del gruppo di astrofili che nel 1975 con i propri sforzi, costruirono l’Osservatorio Astronomico “Helmut Ullrich” del Col Drusciè. Il bel tomo di 184 pagine è una raccolta di immagini spettacolari dei cieli stellati delle Dolomiti, realizzate da fotografi abili nel catturare i sottili dettagli dei corpi celesti sullo sfondo delle meravigliose Dolomiti. Ma “Il cielo stellato delle Dolomiti” non è una raccolta solo fotografica e l’introduzione del professor Cesare Barbieri, Emerito di Astronomia dell’Università di Padova, traccia così la mappa del volume: “Tra suggestioni visive e anche poetiche, trovano spazio sei capitoli molto densi

T

he opportunity to talk about the “star chasers” of Cortina is provided by the appearance of the latest book from the Cortina Astronomical Association, called “Il Cielo Stellato delle Dolomiti” (“The Star-Studded Sky of the Dolomites”), published by the Cooperativa di Cortina to celebrate the fortieth anniversary of the group of star-spotting enthusiasts whose efforts led to the construction in 1975 of the “Helmut Ullrich” observatory on Col Drusciè. The lovely 184-page book is a collection of spectacular images of the night sky over the Dolomites taken by photographers skilled in capturing the subtle details of the heavenly bodies against the wonderful mountain


A sinistra, startrail sopra le Cinque Torri (foto Giuseppe Menardi). In basso, visione estiva dell’osservatorio del Col Drusciè “Helmut Ullrich” (foto Cristian Bigontina. A destra, Venere e Mercurio al tramonto dal Monte Rite (foto Giorgia Hofer)

Left, a startrail over the Cinque Torri (photo - Giuseppe Menardi). Bottom, the Col Drusciè observatory “Helmut Ullrich” in summer (photo - Cristian Bigontina). Right, Venus and Mercury at sunset from Monte Rite (photo - Giorgia Hofer)

85


A sinistra, le Tre Cime di Lavaredo dal Rifugio Locatelli con lo sfondo del cielo stellato e della Via Lattea estive (foto Giorgia Hofer). A destra, La stella Vega, il lago d’Antorno e le Tre Cime di Lavaredo (ph Giorgia Hofer)

86

Left, the Tre Cime di Lavaredo from the Rifugio Locatelli against the background of a starry sky and the Milky Way in summer (photo - Giorgia Hofer). Right, the star Vega, the lake of Antorno and the Tre Cime di Lavaredo (photos - Giorgia Hofer)

di informazioni aggiornate, e agili appendici tra cui l’utilissimo Breve dizionario astronomico. Quello che abbiamo tra le mani è un veloce excursus sull’Universo e sugli oggetti che lo popolano, curato anche nel suo aspetto didattico con semplicità e completezza. Non manca poi il riferimento al produttivo programma di ricerca dell’Associazione Astronomica Cortina, che ha portato alla scoperta di ben quaranta supernovae, grazie ai telescopi controllati da remoto (nel libro capirete cosa vuol dire), una caratteristica tecnologica fondamentale per il successo del programma e che l’Associazione ha implementato - prima al mondo in questo - nel campo della astrofilia”. Per toccare quasi con mano le stelle basta partecipare alle visite guidate a osservatorio e planetario. Tutto su www.cortinastelle.eu

backdrop. But “The Star-Studded Sky of the Dolomites” is not just a simple photograph album - the introduction by professor Cesare Barbieri, professor emeritus of astronomy at the University of Padova, describes the book in these words. “Among the wonderful visual and even poetic depictions you will find six chapters packed with up-to-date information, together with lively appendices, including an extremely useful short astronomical dictionary. This book is a rapid exploration of our universe and the objects that fill it, communicating information in a simple, comprehensive way. There is also a reference to the productive research programme carried out by the Cortina Astronomical Association”.


87


88

D’estate, tra una passeggiata e l’altra, si fa sosta per fare merenda o semplicemente per degustare un buon calice di vino. Cortina è regina anche in questo

CALICI & MERENDE by Teresa Crespi


89

C

ieli tersi, aria frizzante e sano appetito. Sono situazioni che stanno bene insieme e, se a calici e merende, abbiniamo un pizzico di movimento il gioco è fatto. Per fare movimento ma non troppo basta montare in sella alle e-bike, vere e proprie MTB elettriche di ultima generazione, dedicate a chi ama la bici ma non è abituato a lunghe pedalate. Dove trovarle? Da Snow Service che a Cortina noleggia queste meraviglie di differenti tipologie al motto di

“e-bike & smile”. Una volta identificata la propria si parte dalla sede di via Marconi 12/c per la merenda dolomitica, meta Malga Federa, dove si arriva in circa 3 ore. Mucche, vitelli e cavalli al pascolo continuano le loro attività mentre il patron Amedeo ci aspetta in malga con tutte le prelibatezze di sua produzione: speck innanzitutto (se siamo in giornata buona possiamo anche assistere alle diverse fasi della produzione) e poi salame, formaggi, porchetta e profumate verdure


90

Wine and snacks

Between one summer walk and the next take a break for a mouthwatering snack or simply to enjoy a nice glass of wine. Cortina reigns supreme here, too

C

lear skies, sparkling air and a healthy appetite. Three things that go wonderfully together, and if we add a touch of exercise to the wine and food then we’re all set. For the exercise - but not too much - simply mount an e-bike, a latest generation electrically-assisted bike for those who love cycling but aren’t used to long treks in the saddle. They can be rented at Snow Service in Cortina, whose cheery motto is “e-bike & smile”. Once you’ve made your choice you can leave Snow Service’s shop on via Marconi 12/c for the merenda dolomitica, a taste of the Dolomites at Malga Federa, about three hours’ ride away. Cows, calves and horses in the meadows munch calmly through the grass as your host Amedeo awaits in his Alpine Hut with all his home-made delicacies - speck above all (if you arrive at the right time you can also help him make it), salami, cheese, suckling pig and fragrant vegetables in oil, accompanied by a nice glass of wine or a shot of his famous flavoured grappa. The visitor can now remount and return home

satisfied and happy. www.snowservice.it There’s a less pastoral event on 6 August when the refuges host Calici di Stelle (“Wineglass of Stars”) for high-altitude tastings. This trail, combining fine food, wine and culture offers over one hundred wines from all over Italy. Lovers of fine wines, the mountains and the wonders of nature can sip wine and taste typical products of the Ampezzo region beneath Cortina’s star-studded skies. It all begins at 7.30 in the evening with aperitifs and starlit dinners at all the refuges taking part. From 9.30 pm onwards the Cortina Astronomy Associations and Legnano Star Enthusiasts will make their telescopes available to guests for an exciting stargazing interlude. www.veneziaeventi.com. Still on the subject of food, new this summer is the Delicious Trail Dolomiti, a non-competitive trailrunning race. The food stations and the final party in Pocol offer local specialities of the Lagazuoi 5 Torri Giau area. www.delicioustail.it


sottolio accompagnate da un buon bicchiere di vino o da un bicerin delle sue famose grappe aromatizzate. Sazi e felici si rimonta in e-bike e si torna a casa. www.snowservice.it Meno bucolico e più istituzionale invece l’appuntamento del 6 agosto con i Calici di Stelle nei rifugi per degustazioni in alta quota. Un percorso enogastronomico e culturale con oltre 100 etichette provenienti da tutta Italia. Gli appassionati del buon vino, della montagna e delle meraviglie della natura, potranno sorseggiare vini e assaggiare prodotti tipici ampezzani sotto il cielo stellato di Cortina. Si inizia alle 19.30 con gli aperitivi e le cene stellari in tutti i rifugi aderenti, dalle 21.30 invece, nelle terrazze dei rifugi, le Associazioni Astronomica Cortina e Astrofili Legnago metteranno a disposizione degli ospiti i loro telescopi per osservare le stelle. www.veneziaeventi.com

La novità di fine estate è il Delicious Trail Dolomiti, la gara di trail runnin non competitiva del 24 settembre. Nei punti di ristoro e alla festa finale di Pocol si mangeranno specialità locali preparate dagli chef dei ristoranti e dei rifugi coinvolti dell’area Lagazuoi 5 Torri Giau. www.delicioustail.it (Foto D. G. Bandion) The final party in the Delicious Trail Dolomiti will include local specialities prepared by chefs from the restaurants and refuges of the Lagazuoi 5 Torri Giau area


92

motori by Valeria Rastrelli

La sfida delle

fuoriclasse

Motori rombanti e spettacolari bolidi vintage: durante la bella stagione, Cortina diventa teatro di sfide storiche per le auto d’epoca

C

ortina e motori. La Regina delle Dolomiti riconferma la sua passione storica per le auto, soprattutto se di vecchia data. Il fascino intramontabile delle quattro ruote richiama da sempre nella località numerosi drivers pronti a macinare chilometri in competizioni più o meno tradizionali. Primo appuntamento della stagione è stato il Rally Dolomiti Historic - Dolomiti Revival (11 e il 12 giugno) con partenza e arrivo da Corso Italia: una gara con una doppia formula rally storico e regolarità sport con 4 prove speciali ripetute per un totale di otto tratti cronometrati per il rally e altrettante prove di precisione per la “sport”. www.dolomitimotors.com. Poi è stata la volta della Ferrari Cavalcade (23 giugno) dove i migliori clienti Ferrari e i più fedeli collezionisti si sono incontrati per condividere la grande passione per il “cavallino rampante”, guidando le loro Ferrari attraverso paesaggi mozzafiato e

visitando luoghi unici. Le “rosse” sono arrivate a Cortina il 23 giugno con sosta pomeridiana in corso Italia e ripartenza verso il passo Giau. www.cavalcade.it. A queste due ha fatto seguito un evento dal respiro internazionale: la Coppa d’Oro delle Dolomiti, da quest’anno internazionale anche nel percorso. Infatti tra le novità dell’edizione 2016, in programma dal 22 al 24 luglio, c’è stata anche una tappa a Lienz. Le 76 vetture partecipanti hanno affrontato ben 14 passi per un percorso complessivo di 600 chilometri e una gara in notturna toccando 3 regioni, Veneto, Alto Adige e Friuli alle quali si aggiungerà la tappa in Austria con l’attraversamento dell’impegnativo Passo Stalle al confine per raggiungere Huben, Lienz e Sillian. www. coppadorodelledolomiti.it. E l’estate dei motori rombanti si chiude con una competizione speciale che ha visto la sua prima edizione nel 2015, la Cortina Fabulous Race, in calendario dal


Primo appuntamento il Rally Dolomiti Historic Dolomiti Revival (11-12 giugno - foto Davide Cesario e Mauro Ipsa) seguito della Ferrari Cavalcade (23) e dalla Coppa d’Oro delle Dolomiti (22-24 luglio)

First event, the Rally Dolomiti Historic - Dolomiti Revival (11-12 June photos Davide Cesario e Mauro Ipsa), followed by the Ferrari Cavalcade (23) and the Coppa d’Oro delle Dolomiti (22-24 July)

THE RACE OF CHAMPIONS Thundering engines and spectacular vintage racers - during the summer Cortina becomes an arena for historic classic car challenges

C

ortina and engines. The Queen of the Dolomites once again confirms its long-standing passion for cars, especially classic vehicles. The timeless appeal of four wheels has long attracted to the region drivers ready to chew up the miles in traditional and modern competitions. The season’s first event was the Rally Dolomiti Historic (11 and 12 June), starting and finishing in the Corso Italia, a race with a twofold personality historic rally and straightforward sports event with four special

trials repeated for a total of eight timed stretches for the rally, and the same number of precision events for the sport element. www.dolomitimotors.com. Then it was the turn of the Ferrari Cavalcade (23 June) where the best Ferrari clients and most faithful collectors met to share the experience of their great passion for the prancing horse, driving their Ferraris through breathtaking landscapes and visiting unique destinations. The “reds” arrived in Cortina on 23 June with an afternoon stop in

93


94

Ultimo evento: Cortina Fabulous Race, in calendario dal 26 al 28 agosto. La gara più extra-vagante e glamour dell’estate ampezzana

Final event: Cortina Fabulous Race, scheduled for 26 to 28 August. The most glamorous, extravagant event of summer in the Ampezzo

26 al 28 agosto. La gara più extra-vagante dell’estate ampezzana si ispira fedelmente a questo principio: ogni anno un nuovo enigma da svelare, un nuovo percorso da vivere, una nuova avventura tra prove di abilità e ambientazioni originali. Nel 2016 il tema sarà “Star del cinema e galassie lontane”, una caccia alle stelle - quelle del cinema e quelle del firmamento con un percorso che ripercorrerà le tappe dei grandi film e degli attori indimenticabili che hanno consegnato al mito le atmosfere e il fascino di Cortina. Eleganza e vacanza attiva si completano tappa dopo tappa, da Corso Italia alle profondità dello spazio dove si cela il mistero finale dell’edizione 2016. La “caccia” prenderà il via dalla stella dell’hotellerie di Cortina, il Cristallo Hotel Spa&Golf, storica sede della Club House del Cortina Car Club, che sarà l’esclusivo quartier generale della tre giorni. La prima edizione della Fabulous Race ha dato il via a una garaevento colma di sorprese: dalle cene danzanti a lume di candela

alle sfilate in Corso Italia, con una carrellata di spettacolari incontri tra arte e scienza sotto la guida di geologi, castellani e esperti di cultura locale. Ogni edizione della Fabulous prende spunto da una storia originale e quella passata era imperniata sull’enigma della Pantera Rosa, il celebre film che nel 1963 portò Blake Edwards, Peter Sellers e David Niven proprio all’Hotel Cristallo. La Cortina Fabulous Race rappresenta un nuovo modo di fare turismo che abbina divertimento, esperienze in prima persona e auto speciali con le quali intraprendere viaggi so slow, alla riscoperta dei gioielli più nascosti del territorio. Le auto – classic o luxury car – diventano il fulcro dell’evento e dopo il primo viaggio sulle tracce della Pantera Rosa, questa seconda esperienza è top secret. Embargo totale sino all’apertura dei giochi: nessun indizio agli equipaggi prima della linea di partenza per non guastare la sorpresa. www.cortina-carclub.it www.cristallo.it


95

Corso Italia, then setting off again for the Passo Giau. www.cavalcade.it. These two competitions were followed by an event with international appeal and this year, an international route, too - the Coppa d’Oro delle Dolomiti. For the first time the 2016 contest, to be held between 22 to 24 July, included a stop in Lienz. The seventy-six cars taking part tackled fourteen passes along the 600 kilometre route and a night trial, taking in three regions, Veneto, Alto Adige and Friuli, plus the stage in Austria, crossing the infamous Passo Stalle on the border to reach Huben, Lienz and Sillian. wwwcoppadorodelledolomiti.it. A summer filled with the full-throated roar of auto engines draws to an end with a special event, first held in 2015, the Cortina Fabulous Race, scheduled for the 26 to 28 August. The summer’s most extravagant race in the Ampezzo region holds faithfully to one principle - every year presenting a

new puzzle to solve, a new course to experience, a new adventure involving tests of skill and striking settings. In 2016 the theme will be “Stars of the Cinema and Distant Galaxies”, a hunt for the stars - of the screen and in the sky - with a trail following the locations of the great films and unforgettable actors who have created the legend of Cortina’s exciting locations and irresistible charm. Elegance and activity unfold event by event, from Corso Italia to the depths of space where the final mystery of the 2016 race is waiting to be revealed. The “hunt” sets off from Cortina’s illustrious Cristallo Hotel Spa&Golf, the location of the Cortina Car Club Club House, which will be the exclusive headquarters for the three days of the competition. The first ever Fabulous Race gave the green light for a competition/event packed with surprises, from the candlelit dinner dance to the parades in Corso Italia,


96

La Coppa d’Oro delle Dolomiti da quest’anno è internazionale anche nel percorso. Le 76 vetture hanno affrontato 14 passi, 600 km e una gara in notturna toccando Veneto, Alto Adige e Friuli alle quali si aggiungerà la tappa in Austria per raggiungere Huben, Lienz e Sillian This year the Coppa d’Oro delle Dolomiti takes on an international flavour - and that includes the route. The seventy-six vehicles tackled fourteen passes during the 600 km race, as well as a night trial, travelling through the Veneto, Alto Adige and Friuli, plus the stage in Austria taking in Huben, Lienz and Sillian

with a kaleidoscope of spectacular encounters between art and science under the guidance of geologists, castellans and experts in local culture. The vehicles - classic or luxury cars - become the centrepiece of the event, but after the first drive on trail of the Pink Panther, this second race is still top secret. A total embargo comes into force as soon as the games begin, with the teams given no hint of what the event involves before they line up at the start. The organisers have no intention of spoiling the surprise! www.cortina-carclub.it www.cristallo.it


WONDER CORTINA SYSTEM

97

MAGAZINE - EVENTS - TELEVISION

summer

winter

summer

winter

CHANNEL

IL MODO PIÃ&#x2122;

glamour DI VIVERE CORTINA

Via Passione, 3 - 20122 Milano Tel. +39 02 36683420 r.a. - www.platinummedialab.com


98 summer

summer

PARTNERS

Director Barbara Del Duca barbaradelduca@platinummedialab.com Art Director Laura Larese de Santo lauralarese@platinummedialab.com

Foto di Copertina: Stefano Scatà PARTNERS

Regole d’Ampezzo Tel. +39 0436 2206

Managing Editor Antonella Euli antonellaeuli@platinummedialab.com Contributors Beatrice Galbiati (trend & beauty) beatricegalbiati@platinummedialab.com Valeria Rastrelli, Teresa Crespi Photos Stefano Scatà, Dino Colli (Print House), Diego Gaspari Bandion Translations Chris Thompson

FONDA ZIONE DOLOMITI UNESCO www.dolomitiunesco.info

GUIDE ALPINE CORTINA Tel. +39 0436 868505

Advertising adv@platinummedialab.com Distribution Modesto Speranza modestosperanza@libero.it tel 338 4286758 - 0436 890635 Print

SCI CLUB CORTINA Tel +39 0436 4740

SCI CLUB DRUSCE’ Tel +39 0436 877059

Via dell’Aspo, 1 - 63100 Ascoli Piceno, Italy IN COLLABORAZIONE CON

Via Roma, 91/b- 32043 Cortina d’Ampezzo (BL) tel. 0436 860750 - fax 0436 4311 E mail: info@hotels-cortina.com - www.hotels-cortina.com Editore

SCUOL A SCI CORTINA TEL +39 0436 2911

DOLOMITI SKIROCK GUIDE info@dolomitiskirock.com

l Via Passione, 3 - 20122 - Milano Tel. + 39 02 36683420 + 39 02 36683421 info@platinummedialab.com - www.platinummedialab.com

All right reserved for Italy and abroad Wonder Cortina, registrazione del Tribunale di Milano n. 156 del 30/04/2014


Profile for Platinum Media Lab

Wonder Cortina #5  

Wonder Cortina Summer 2016

Wonder Cortina #5  

Wonder Cortina Summer 2016