__MAIN_TEXT__

Page 1


Programma / Programm / Program_2016 / 1


La nona edizione del Piccolo Festival guarda avanti nel suo progetto artistico e turistico raccogliendo i primi importanti risultati nell’internazionalizzazione del suo pubblico. Mettere pienamente a frutto l’importante potenziale della Regione, crocevia verso i confine orientali dell’Europa, con il suo ricco e variegato patrimonio di ville e castelli è la prossima sfida che ci attende. Siamo convinti che questa sia l’offerta da potenziare e con il nostro programma intendiamo ancora una volta di più valorizzare al massimo le stupende dimore che ci ospitano. Costruire un sempre più efficace dialogo fra Cultura e Turismo dev’essere parte fondante del futuro della nostra Regione e dell’intero Paese. Non pare esserci “mezzo” più adatto che farlo in musica, in particolare con quella lirica che, sempre più in tutto il Mondo, è riconosciuta come ambasciatrice dell’italianità. Un sentito ringraziamento a

tutti coloro che ci sostengono ed un caloroso benvenuto al nostro pubblico a cui vogliamo proporre un viaggio musicale in cui essere più protagonisti che spettatori, seguendo una luce che ci regali ancora molte notti d’estate in musica nelle dimore del Friuli Venezia Giulia. Piccolo Festival ninth edition looks to the future with its artistic and touristic project by collecting first important results regarding the internationalization of its audience. Making the most of Region’s potential, a gate to eastern Europe with a rich and varied heritage of villas and castles, is the next challenge awaiting. We are sure that this is the offer to enhance and with our program we aspire once more to add value to the beautiful mansions that host us. Build a more effective exchange between Culture and Tourism should be a fundamental part of the future of our Region and of the Country. Nothing

seems better then doing it with Music, precisely with Opera, which is increasingly throughout the world recognized as ambassador of Italy itself. A heart-felt thank you to all those who support us and a warmly welcome to our audience who we propose a musical journey as protagonists more than spectators, following a light giving away many more summer nights with music in the mansions of Friuli Venezia Giulia.

L’offerta culturale che il Friuli Venezia Giulia propone a cittadini e ospiti della regione per l’estate 2016 è veramente ricca, varia e di alta qualità. In questa cornice assume rilievo il programma musicale del Piccolo Festival del Friuli Venezia Giulia, una realtà che la Regione ha sostenuto nella sua crescita e consolidamento e che si avvia verso il traguardo della decima edizione nel 2017. Si tratta di un festival che esalta, attraverso la performance di musicisti di fama internazionale e giovani talenti locali, alcuni dei siti storico-architettonici più interessanti della regione, contribuendo a far superare il concetto di bene culturale come monumento immobile e valorizzandolo come spazio vitale. Negli intenti dei promotori vi è anche consolidare una manifestazione che offrendo l’opera e la grande musica classica diventi vetrina della regione e possa allo stesso tempo costituire un veicolo di indotto in particolare per il comparto turistico di fascia medio alta. È noto come il turista culturale oltre a essere amante dell’arte ha anche esigenze legate alla fruizione degli eventi,

non si accontenta solo di vedere le opere, monumenti, paesaggi, di apprenderne la storia e goderne la bellezza, ma desidera che questa conoscenza si trasformi un un’emozione, in un’esperienza memorabile. Ecco allora l’importanza di eventi inseriti in contesti in grado di esaltarne i minimi aspetti attraverso la coniugazioni di arti diverse: la musica soprattutto, insieme ad un uso appropriato di giochi di luci, è in grado appunto di trasmettere emozioni speciali. La Regione dunque augura a promotori, organizzatori, artisti e ospiti un successo pieno anche per la nona edizione che dall’1 al 9 luglio sotto il suggestivo titolo “Dimore di luce” andrà in scena con una programmazione di alto livello, capace di portare la musica classica e l’opera lirica nelle dimore più suggestive, ricche di bellezza e di storia del territorio, dalle colline al mare e fino ai luoghi della grande guerra del Friuli Venezia Giulia.

various and of high quality. In this context, the musical program of Piccolo Festival del Friuli Venezia Giulia stands out, supported by the Region in its growth and development steering towards the 10th edition goal in 2017. Regional authority wishes great success to promoters, organizers and guests also for the ninth edition, that will be on from 1st to 9th of July under the evocative name of “Mansions of Light”, offering high level programme, able to bring out classical music and opera in the most striking mansions of the territory, full of beauty and history, from hills to the sea and up to the places of Great War remembrance in Friuli Venezia Giulia.

The cultural offer that Friuli Venezia Giulia proposes to locals and guests for summer 2016 is immensely rich,

Gabriele Ribis

Debora Serracchiani

Direzione artistica Künstlerische Leitung Artistic director

Presidente/Präsident/President Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

2 / Programma / Programm / Program_2016

Programma / Programm / Program_2016 / 3


ph. Beppe Brancato

Il barbiere di Siviglia Der Barbier von Sevilla The barber of Seville

collezione INOUT design PAOLA NAVONE www.gervasoni1882. com 4 / Programma / Programm / Program_2016

2 Luglio/Juli/July Ore/Uhr/hours 20.30

Villa Manin di Passariano Codroipo

7 Luglio/Juli/July Ore/Uhr/hours 20.30

Castello di San Giusto Schloss San Giusto San Giusto Castle Trieste

E lucevan le stelle

1 Luglio/Juli/July Ore/Uhr/hours 21.30

Castello di Susans Schloss/Castle Susans Majano

Pierino e il lupo e altre storie

3 Luglio/Juli/July Ore/Uhr/hours 21.30

Piazza Castello Abbazia di Sesto al Reghena Abtei/Abbey of Sesto al Reghena

Liszt, Dante e Petrarca a Duino

8 Luglio/Juli/July Ore/Uhr/hours 21.30

Castello di Duino Schloss Duino Duino Castle

Missa Dalmatica

9 Luglio/Juli/July Ore/Uhr/hours 21.30

Parco di Palazzo Attems S. Croce (Municipio Rathaus/City Hall) Gorizia/GĂśrz

Spettacoli AuffĂźhrungen Shows Programma / Programm / Program_2016 / 5


The Jerusalem Opera wishes its artisitic partner, the Piccolo Festival Fvg, much success for the summer season of 2016 and looks forward to the co-production of “Il barbiere di Siviglia” together with Gabriele Ribis, the artistic advisor of the Jerusalem Opera, the stage director, Davide Garattini and all the wonderful production staff, in Israel in December, 2016 the Jerusalem Opera was established four years ago and produces fully-staged operas and concerts with singers from Israel, Italy and abroad.

Ribis, consulente artistico della Jerusalem Opera, Davide Garattini e tutto lo splendido staff di produzione. La Jerusalem Opera è stata fondata quattro anni fa e produce opere complete e concerti con cantanti da Israele, Italia e altri paesi. Music director/Direttore musicale: Omer Arieli Music advisor/Consulente musicale: Prof. Andre Hajdu

La Jerusalem Opera augura al Piccolo Festival FVG, suo partner artistico, un grande successo per la sua edizione 2016 in attesa della ripresa de “Il barbiere di Siviglia” in Israele il prossimo dicembre; con Gabriele

ph©www.albertomoretti.it

Aspettando il Piccolo Festival Warten auf Piccolo Festival/Waiting for Piccolo Festival Terrazza a Mare, Lignano Sabbiadoro (UDINE) 29.06 ore 20.45 Concerto di Presentazione Soprano/Sopran: Francesca Salvatorelli Tenore/Tenor: Alessandro Cortello Piano: Bruno De Caro Relatore/Vortragenderer/Lecturer: Rino Alessi

We look forward to seeing you in Israel at our upcoming production!

www.jerusalem-opera.co.il

Museo Teatrale Carlo Schmidl TRIESTE 30.06 ore 18,00 Duecento anni di Barbiere di Siviglia Relatori: Rino Alessi, Stefano Bianchi (Conservatore Museo Teatrale Carlo Schmidl) 05.07 ore 21.00 Incontro con il cast de Il barbiere di Siviglia Programma / Programm / Program_2016 / 7


Castello di Susans

3 Tenori

Concerto di gala 1 Luglio/Juli/July Ore/Uhr/hours 21.30 Castello di Susans Schloss Susans Castle Susans

Schloss Susans Castle Susans

Concerto di Gala per tre tenori e Orchestra Galakonzert fĂźr drei TenĂśre und Orchester Gala concert for three tenors and orchestra In occasione del centenario della morte di Francesco Paolo Tosti (1846-1916) Hundert Jahren nach Francesco Paolo Tosti Tod Francesco Paolo Tosti 100th death anniversary

Durata/Dauer/Duration: 110 min con intervallo/mit Pause with intermission Tenori Luis Chapa Domenico Menini Renzo Zulian Mitteleuropa Orchestra Direttore/Dirigent/Director Romolo Gessi

Susans di Majano (Udine) T. +39 0432 948090 info@castellodisusans.com www.castellodisusans.com

8 / Programma / Programm / Program_2016

Programma / Programm / Program_2016 / 9


Programma Programm Program

3 Tenori

Concerto di gala

W. A. Mozart(1756-1791) Sinfonia da Le nozze di Figaro

intervallo

G. Donizetti (1797-1848) da L’elisir d’amore: Una furtiva lagrima (Menini) P. Mascagni (1863-1945) da Cavalleria Rusticana: Mamma, quel vino è generoso (Zulian) F. P. Tosti (1846-1916) L’alba separa dalla luce l’ombra (Chapa) G. Verdi (1813-1901) da Rigoletto: La donna è mobile (Menini) F. P. Tosti (1846-1916) ‘A vucchella (Zulian) U. Giordano (1867-1948) da Andrea Chenier: Un dì all’azzurro spazio (Chapa)

La Mitteleuropa Orchestra ne Il signor Bruschino al Castello di Valvasone

10 / Programma / Programm / Program_2016

P. Mascagni (1863-1945) Intermezzo da Cavalleria Rusticana R. Leoncavallo (1857-1919) da Pagliacci: Recitar! Vesti la giubba (Chapa) F. P. Tosti (1846-1916) Marechiare (Menini) G. Puccini (1858-1924) da Tosca: E lucevan le stelle R. Leoncavallo (1857-1919) Mattinata G. Puccini (1858-1924) da Turandot: Nessun dorma E. Di Capua (1865-1917) ‘O sole mio! (a tre)

Nato a Ortona, in Abruzzo, nel 1846, e morto a Roma nel dicembre del 1916, di Francesco Paolo Tosti conosciuto in tutto il mondo per essere stato l’autore di celebri romanze da salotto o da camera - ricorrono quest’anno i cent’anni esatti dalla morte. All’incipit di una delle sue più celebri romanze, “L’alba separa dalla luce l’ombra” su testo di D’Annunzio, s’ispira la nona edizione del Piccolo Festival intitolata “Dimore di luce”. Tosti iniziò a lavorare organizzando spettacoli e dirigendo opere per gli impiegati della ferrovia adriatica; si trasferì quindi a Roma dove, sfruttando la sua voce tenorile, iniziò a esibirsi come cantante. Fu grazie a quest’attività che divenne celebre e iniziò a frequentare gli ambienti mondani della capitale. Alla fine del 1870 si trasferì a Londra. Tra le sue oltre cinquecento romanze per canto e pianoforte, i cui testi furono scritti anche da poeti come Antonio Fogazzaro, Rocco Pagliara, Naborre Campanini e Gabriele D’ Annunzio, si ricordano brani tuttora molto eseguiti, quali: “L’alba separa dalla

luce l’ombra”, “A ‘vucchella” e “A Marechiare”, su testo di Salvatore di Giacomo, divenuto un classico della canzone napoletana, e tutti e tre in programma nel concerto inaugurale del Piccolo Festival. Born in Ortona, Abruzzo, in 1846, and died in Rome in December 1916, Francesco Paolo Tosti was known throughout the world for being an author of famous chamber vocal pieces, and this year we celebrate the 100th anniversary of his death. The beginning of one of his most famous romances, “The dawn separates the light from the shadow”, composed on D’Annunzio’s text, has inspired the title of the ninth edition of the Piccolo Festival, “Mansions of light”. Tosti began his career organizing shows and directing operas for employees of the Adriatic railway; later he moved to Rome where, thanks to his tenor voice, he began to perform as a singer. Soon he became famous for his singing and he started attending public gatherings in the capital. At the end of 1870 he moved to London.

Among more than five hundred of his songs for voice and piano, whose lyrics were written even by poets such as Antonio Fogazzaro, Rocco Pagliara, Naborre Campanini and Gabriele D’Annunzio, are songs such as “The dawn separates the light from the shadow”, “A ‘vucchella” and “Marechiare”, on the text by Salvatore di Giacomo, that became a classic of the Neapolitan music. These three songs are still widely performed, and they are all planned for the opening concert of the Piccolo Festival.

Francesco Paolo Tosti (1846-1916) Programma / Programm / Program_2016 / 11


Il

Barbiere di Siviglia Musica di/Musik von/Music by Gioacchino

Rossini

Opera in due atti di/Oper in zwei Akten von/Work in two acts of Cesare Sterbini

Edizione del Bicentenario 200 Jahre nach der Erstaufführung 200 years after the first performance (1816-2016) In coproduzione con in Koproduktion mit in coproduction with The Jerusalem Opera (Israele)

2 Luglio/Juli/July Ore/Uhr/hours 20.30 Villa Manin di Passariano Codroipo 7 Luglio/Juli/July Ore/Uhr/hours 20.30 Castello di San Giusto Schloss San Giusto San Giusto Castle Trieste

12 / Programma / Programm / Program_2016

Durata/Dauer/Duration: 180 min con intervallo/mit Pause with intermission Conte D’Almaviva: Gianluca Bocchino Don Bartolo: Giuseppe Esposito Rosina: Leyla Martinucci Figaro: Gabriele Nani Don Basilio: Abramo Rosalen Berta: Francesca Salvatorelli Fiorello/Ufficiale: Neven Stipanov Ambrogio: Claudio Mezzelani Regia/Inszenierung Stage direction Davide Garattini Raimondi Scene e Luci/Bühne und Licht Set und light designer Paolo Vitale Costumi/Kostüme/Costume Designer Giada Masi

Assistente alla regia e coreografia/Regieassistent und Choreographie/Assisitant Director and Choreographer Anna Aiello Direttore d’orchestra Musikalische Leitung Conductor Federico Santi Orchestra di Padova e del Veneto Maestro di sala e al cembalo Korrepetitor und Cembalo Coach und Cembalo Nicola Pascoli Coro USCI FVG in collaborazione con in Kollaboration mit in collaboration with Associazione Culturale e Musicale Tourdion Maestro del Coro/Chorleiter Choir Master Federico Lepre

Programma / Programm / Program_2016 / 13


Villa Manin

Passariano

A duecento anni dalla sua prima rappresentazione, il 20 febbraio 1816 al Teatro Argentina di Roma, il Piccolo Festival rende omaggio alla più celebre e rappresentata tra le opere di Gioacchino Rossini: “Il Barbiere di Siviglia”. È noto che il battesimo romano non fu tra i più felici, anzi, l’opera, che Rossini aveva composto come sua abitudine in fretta e furia, non piacque per nulla al pubblico e il giudizio poco lusinghiero si modificò solo nel corso delle repliche. Il pesarese si trovava a Roma nel novembre del 1815. Poco dopo firmava un contratto per un’opera da rappresentare al Teatro Argentina. Il soggetto gli sarebbe stato suggerito dall’impresario ma a Rossini non piacque e fu lui stesso a indicare come argomento “Il Barbiere di Siviglia” già musicata da un autore all’epoca molto in voga, Giovanni Paisiello. Si pensò, per non offendere la

Azienda Speciale Villa Manin Piazza Manin 10 Passariano di Codroipo (Udine) T. +39 0432 821211 info@villamanin.it www.villamanin.it 14 / Programma / Programm / Program_2016

suscettibilità dell’anziano musicista tarantino, di cambiare il titolo da “Il Barbiere di Siviglia” in “Almaviva ossia l’inutile precauzione” e di stendere il libretto fu incaricato Cesare Sterbini con cui Rossini stava collaborando. Rossini fece stampare nel libretto un avvertimento al pubblico in cui si giustificava il cambiamento del titolo per un sentimento di rispetto e venerazione nei confronti del collega anziano. Two hundred years after its first performance on 20th February 1816 at the Teatro Argentina in Rome, the Piccolo Festival is paying tribute to Gioacchino Rossini’s most famous and performed opera, “The Barber of Seville.” It is well known that the Roman debut wasn’t really a success - on the contrary, the public strongly disliked the opera, which Rossini had composed as usual in a hurry, but things

started to improve during further performances. The composer, born in Pesaro, came to Rome in November 1815. Soon after his arrival, he signed a contract for an opera to be performed at the Teatro Argentina. The plot would have been suggested by the impresario, but since Rossini didn’t like it, he himself suggested “The Barber of Seville”, already set to music by a composer very much in vogue at the time, Giovanni Paisiello. In order not to offend the elderly musician from Taranto, Rossini decided to change the opera title from “The Barber of Seville” to “Almaviva, or The Futile Precaution” and to expand the libretto, written by one of his collaborators, Cesare Sterbini. Rossini had booklets printed with a warning to the audience, explaining that the title was changed for the reasons of respect and veneration he felt for the senior colleague.

Il Barbiere di Siviglia (1816-2016) Programma / Programm / Program_2016 / 15


Nato a Milano nel 1974 Davide Garattini, regista de “Il Barbiere di Siviglia”, lo spettacolo di punta del nono Piccolo Festival del Friuli Venezia Giulia, ha “fin da subito nutrito una certa passione e godimento per la bugia. Ricordo con estrema nitidezza” racconta oggi “il piacere della mia prima bugia e gli occhi dei bambini che mi guardavano increduli ascoltando i miei racconti... era la fantasia di un bambino di quattro anni ma l’anticamera di un mondo: il mondo del teatro”. Per “Il Barbiere di Siviglia” che metterà in scena, come lo scorso anno il “Don Giovanni”, a Villa Manin di Passariano e nel Cortile delle Milizie del Castello di San Giusto a Trieste, Davide Garattini preannuncia uno spettacolo molto giocoso e dinamico per valorizzare il più possibile la musica di Rossini. I cantanti “dovranno però essere anche attori, o meglio, soprattutto attori. Dovranno prendersi addosso i personaggi di

Rossini e farli vivere…” “Sono personaggi intraprendenti” spiega ancora il regista “quelli del “Barbiere di Siviglia”, devono muoversi con disinvoltura oltre che cantare le arie celeberrime dell’opera rossiniana. Il nostro allestimento sarà in chiave moderna, senza però le trovate sensazionalistiche oggi molto in voga. Sarà un “Barbiere di Siviglia” ambientato ai giorni nostri, con i tic e le manie dei giorni nostri, molto italiani e quindi molto spagnoli perché sia noi italiani, sia gli spagnoli facciamo parte di una grande civiltà mediterranea che è al centro della vicenda. Rosina, la protagonista femminile, è una donna volitiva, una grossa proprietaria di campi in cui si coltivano frutta e verdura e il suo tutore, il Dottor Bartolo, le fa da commercialista prima di puntare al matrimonio. In realtà ho scelto di avere in scena frutta e verdura perché sono il marchio di fabbrica, la parte più sana della nostra agricoltura, e parlo, anche

Intervista a cura di /Interview by Rino Alessi

in questo caso, della civiltà mediterranea che accomuna anche economicamente la Spagna dell’originale di Beaumarchais e Rossini e l’Italia del nostro spettacolo. Nella fattispecie frutta e verdura saranno i nostri oggetti della scena più o meno nuda che sarà popolata di cassette. Rispetto al “Don Giovanni” dell’estate passata entreremo negli spazi che ci ospitano in modo forse più violento, ma rispettoso dei due scenari naturali unici che vogliamo valorizzare.”. Born in Milan in 1974, Davide Garattini, stage director of “The Barber of Seville”, the main show of the ninth edition of the Piccolo Festival Friuli Venezia Giulia, has “very early developed a certain enjoyment and passion… for lying. “I remember vividly”, he says today, “The pleasure in telling my first lie and the children’s eyes looking at me in disbelief, while listening to my stories... It was all imagination of a 4-year-old boy, willing to

discover a whole new world: the world of theatre”. For “The Barber of Seville”, which he will stage after last year’s “Don Giovanni”, in Villa Manin in Passariano and in the Courtyard of the San Giusto Castle in Trieste, Davide Garattini promises a very entertaining and dynamic show, that will demonstrate the potential of Rossini’s music as much as possible. The singers “must also be actors, or, better to say, especially actors. They have to embrace Rossini’s characters and bring them to life,,,” “They are proactive characters” explains the director, “those of the “Barber of Seville”, and they have to move with ease while singing the most famous arias of Rossini’s opera. Our stage will be set in a modern way, but without unnecessary sensationalisms that are quite popular today. It will be a “Barber of Seville” set in the present, with typical tics and obsessions of our times, very Italian and therefore,

very Spanish, because being Italians or Spaniards makes not much difference since we are both members of a great Mediterranean civilization that is in the center of the story. Rosina, the female leading role, is a strong-willed woman, a wealthy owner of the fields where fruits and vegetables are grown and her tutor, Dr. Bartolo, serves as her accountant, hoping he will marry her. Actually, I have chosen to have fruits and vegetables on stage because they are our trademark, the best part of our agriculture,

and also in this case I refer to the Mediterranean civilization, that, even economically speaking, connects Spain from the original work of Beaumarchais and Rossini and Italy of our show. Fruits and vegetables will be the objects on more or less bare scene that will be filled with fruit boxes. Comparing to the set for “Don Giovanni” last summer, we will step in the venues perhaps more forcefully, but with great respect to these two unique places and the value they have.

Il Barbiere di SIviglia al Teatro Tina Di Lorenzo di Noto (SR) Regia di Davide Garattini

Davide Garattini Raimondi Regista Theaterregisseur Stage director 16 / Programma / Programm / Program_2016

Programma / Programm / Program_2016 / 17


Castello di San Giusto Trieste

Schloss San Giusto San Giusto Castle

Piazza della Cattedrale 3 TRIESTE T. +39 040 30 93 62 cmsa@comune.trieste.it www.castellodisangiustotrieste.it

18 / Programma / Programm / Program_2016

Programma / Programm / Program_2016 / 19


Pierino e il lupo

e altre storie 3 Luglio/Juli/July Ore/Uhr/hours 21.30 Piazza Castello Abbazia/Abtei/Abbey Sesto al Reghena

A. Márquez Navarro (1950) Alas (a Malala)

In collaborazione con In Kollaboration mit In cooperation with Associazione Pro Sesto

Cantando insieme alle “Manos Blancas”: dal repertorio vocale “speciale” del Sistema Singing together with the “Manos Blancas” from the Sistema “special” vocal repertoire

Durata/Dauer/Duration: 90 min senza intervallo/ohne Pause without intermission A. P. Borodin (1833-1887) Danze Polovesiane dall’opera Il Principe Igor Polovtsian Dances from the opera Prince Igor S. Prokof’ev (1891-1953) Pierino e il lupo / Peter un der Wolf / Peter and the wolf Fiaba musicale op. 67

20 / Programma / Programm / Program_2016

Orchestra Giovanile Diego Valeri e FuturOrchestra con la partecipazione del Coro Manos Blancas del Friuli Musicattore Luigi Maio Direttore d’orchestra Musikalische Leitung Conductor Alessandro Cadario

Programma / Programm / Program_2016 / 21


Sistema Orchestre e Cori Giovanili e Infantili In Italia il “Sistema” è stato avviato per iniziativa del M° Claudio Abbado ed è strutturato sia a livello nazionale sia su base regionale, nel rispetto dei diversi contesti locali; presidente onorario il M° J.A. Abreu. Volto a offrire l’opportunità di accesso gratuito alla musica - in particolare tra coloro che vivono in situazioni di disagio culturale, economico, fisico e sociale - propone un nuovo approccio al cambiamento della società basato sulla fondamentale esperienza della musica d’insieme. Sono attivi circa 70 Nuclei in 15 regioni, che coinvolgono oltre 10.000 giovani musicisti. Nel dicembre 2013, al Concerto di Natale in Senato, ha debuttato l’Orchestra Nazionale del Sistema composta dagli elementi più progrediti dei vari Nuclei. Coro Manos Blancas del Friuli Nato nel 2010 sul modello dell’omonimo coro venezuelano, l’ensemble di San Vito al Tagliamento è composto da bambini e ragazzi con abilità speciali che, con le mani inguantate di bianco, “cantano” e interpretano la musica nella

Lingua dei Segni. Al loro fianco un coro di Voci Bianche che li accompagna, all’insegna della piena integrazione e armonia di cui è veicolo la musica stessa. Sotto la direzione di Paola Garofalo, il Coro ha collaborato con varie realtà diffondendo il suo messaggio: la musica come strumento per comunicare e sconfiggere le barriere linguistiche e relazionali, per promuovere l’autostima e il senso di inclusione. Programma Il programma musicale del concerto si distingue per la sua immediatezza comunicativa, e nel contempo per la sua molteplice valenza didattica, in sintonia con gli scopi formativi del “Sistema”. La brillantezza delle Danze di Borodin (1887 circa) fa risaltare i traguardi raggiunti dagli strumentisti più esperti, mentre la presenza di “Pierino e il Lupo” (1936) coniuga la popolarità di questa fiaba concepita dallo stesso Autore come invenzione educativa - con l’occasione di riletture attuali che ne confermano l’impareggiabile freschezza. Un posto particolare viene riservato al brano Alas che il compositore messicano Arturo Márquez ha scritto con un particolare intento sociale

come un lavoro sulla crescita di bambini e giovani grazie all’educazione; In conclusione, una collana di canti scelti per avvicinare il pubblico all’alleanza tra i cori giovanili e lo straordinario progetto delle Manos Blancas: musica senza barriere, per ricordare una serata davvero speciale. Sistema Orchestre e Cori Giovanili e Infantili “El Sistema” has been initiated in Italy by M° Claudio Abbado, and is organised both on a national and a regional level, with regard to the diverse local contexts. M° J.A. Abreu is its honorary president. With the aim to provide free access to music education - in particular to those affected by cultural, economical, physical and social disadvantage - the project fosters an innovative approach to social change, based on the experience of collective music-making. Around 70 Nucleos are spread in 15 regions, involving over 10.000 youngsters. In December 2013 the Italian Sistema National Orchestra, comprising the most advanced musicians from a number of Nucleos, made its debut at the Christmas concert of the Italian Senate.

Sistema delle Orchestre e Cori giovanili in Italia 22 / Programma / Programm / Program_2016

Coro Manos Blancas del Friuli Born in 2010 drawing inspiration from the Venezuelan “Manos Blancas” choir, the ensemble of San Vito al Tagliamento is composed of children and youngsters with special abilities who “sing” and interpret music with their white-gloved hands, using Sign Language. A children’s choir performs alongside them, as an example of full integration and harmony through music. Directed by Paola Garofalo, the choir has collaborated with several ensembles in spreading its message: music can communicate and overcome

language and relational barriers, to promote selfconfidence and inclusion. Program The musical program of the concert stands out for its accessible immediacy, as well as for its multiple educational value, in keeping with the educational goals of the Sistema. The brilliant Dances from Prince Igor by Borodin (around 1887) showcase the achievements reached by the most advanced instrumentalists, while “Peter and the Wolf” combines the popularity of this tale - which the Author himself conceived

Copyright: Lorenza Daverio

Piazza Castello Abbazia/Abtei/Abbey Sesto al Reghena

as an educational venture - with the possibility of ever-inventive opportunities, confirming its unique freshness. A special place is reserved to Alas, written by the Mexican composer Arturo Márquez with a specific social and inclusive purpose: growth of children and teenagers thanks to education. A final medley of songs will bring the audience closer to the alliance between the youth choirs and the extraordinary “Manos Blancas” project: music without barriers, to remember a truly special evening. Testo a cura del Sistema delle Orchestre e Cori Giovanili in Italia

3 Luglio/Juli/July Ore/Uhr/hours 21.30

Programma / Programm / Program_2016 / 23


Sesto al Reghena

L’Abbazia

FAMILY BANKER OFFICE

Piazza dell’Unità d’Italia 3 - Trieste         Tel: 040-9851497

  UFFICIO PROMOTORI

 FINANZIARI  Via Flavia 5 - Trieste !"#$%& Tel: 040-821451

24 / Programma / Programm / Program_2016

Abtei The Abbey

Sesto al Reghena (Pordenone) T. +39 0434 699014 pro.sestoalreghena@libero.it www.prosesto.org

Programma / Programm / Program_2016 / 25


Associazione Mozart Italia - Sede di Trieste Si propone di promuovere la conoscenza dell’opera di Mozart e in generale di tutta la buona musica e di essere punto di incontro tra appassionati, musicisti e giovani talenti. Fedele ai principi costitutivi ed alla sua missione, l’Ami Trieste organizza, in un ambiente amicale e coinvolgente per il pubblico, eventi musicali con artisti già affermati e giovani promesse alcune delle quali già destinate ad una carriera di rilievo. Di recente è stata costituita l’Amadeus Adriatic Orchestra, con un organico composto da elementi di età compresa tra i 13 e i 29 anni. Occasione preziosa questa per i giovani musicisti di suonare assieme ed arricchire il proprio curriculum di esperienze artistiche ed orchestrali grazie anche ai grandi solisti che spesso vengono affiancati all’orchestra. L’AMI Trieste si distingue nell’ambito della vita associativa anche per le numerose ed originali iniziative legate al mondo della musica quali: • Le introduzioni all’ascolto finemente curate dal Direttore Artistico nonché Direttore dell’Orchestra il Maestro Stefano Sacher • Le cene con gli artisti al termine dei concerti • Il Mozart Barbecue, evento enogastronomico condito da buona musica all’aperto

Liszt a Duino 8 Luglio/Juli/July Ore/Uhr/hours 21.30 Castello di Duino Schloss Duino Duino Castle

Recital per voce e pianoforte Konzert für Stimme und Klavier Concert for voice and piano In coproduzione con in Koproduktion mit in Coproduction with AMI - Associazione Mozart Italia, Sede di Trieste Durata/Dauer/Duration: 105 min con intervallo/mit Pause with intermission da Années de pèlérinage (Gli anni di pellegrinaggio Pilgerjahre Years of Pilgrimage) S. 161 Secondo anno Zweiter Jahr Second year: Italia (1858)

• Le gite sociali nei luoghi di interesse artistico e musicale

Lo Sposalizio in Mi maggiore

• Gli aperitivi in concerto ed altro ancora

Il pensieroso in Do diesis minore

Sonetto 47 del Petrarca in Re bemolle maggiore Sonetto 104 del Petrarca in Mi maggiore Sonetto 123 del Petrarca in La bemolle maggiore Intervallo/Pause/Interval Canzonetta del Salvator Rosa in La maggiore Après une lecture de Dante: Fantasia Quasi Sonata in Re minore (Dopo una lettura di Dante: Fantasia quasi sonata) Die Perle (La perla) S. 326 per tenore e pianoforte testo di Thérèse de Hohenlohe (Contessa di Duino/Kontess von Thübein/Duino Countess) Tenore/Tenor/Tenor Alessandro Cortello Piano/Klavier/Piano Francesca Cardone

Per informazioni consultare il sito www.mozart-ts.org o scrivere a: info@mozart-ts.org

26 / Programma / Programm / Program_2016

Programma / Programm / Program_2016 / 27


Castello di Duino

Schloss Duino Duino Castle

Via Castello di Duino 32 Duino Aurisina (Trieste) T. +39 040 208120 info@castellodiduino.it www.castellodiduino.it

28 / Programma / Programm / Program_2016

Franz Liszt (1811-1886) è stato il compositore che più ha valorizzato il patrimonio artistico e letterario italiano attraverso la sua musica. Tra il 1837 e il 1839 il musicista ungherese viaggiò attraverso il nostro Paese. Infine visse quasi stabilmente a Roma dal 1861 fino alla fine della sua vita. Nel 1868, durante i suo anni di pellegrinaggio, Liszt fu ospite della Principessa Thurn und Taxis a Duino. Nel castello è ancora conservato un pianoforte del 1810 che egli stesso suonò. Gli “Années de Pèlerinage, Italie”, di cui il Piccolo Festival propone le pagine ispirate a Dante e Petrarca, sono una raccolta di brani pubblicati nel 1858 ma inizialmente concepiti durante il primo soggiorno italiano. Si tratta di un diario di viaggio. Sposalizio trae spunto dallo “Sposalizio della Vergine” di Raffaello. Il Pensieroso è un modernissimo brano ispirato alla statua di Michelangelo sulla tomba di Lorenzo de’ Medici. La Canzonetta del Salvator Rosa ha un

carattere più leggero. Liszt ha messo in musica tre Sonetti del Petrarca, dapprima in una versione per canto e pianoforte, poi nelle più note trascrizioni per pianoforte solo. La Fantasia quasi Sonata “Après une lecture de Dante” è un affresco musicale di vaste dimensioni ispirato alla “Divina Commedia”. Franz Liszt (1811-1886) was the composer who through his music most valued the Italian artistic and literary heritage. Between 1837 and 1839 the Hungarian musician was travelling across our country. Finally, he was almost constantly in Rome from 1861 until the end of his life. In 1868, during his years of pilgrimage, Liszt was a guest of Princess Thurn und Taxis in Duino. In the castle, there is still a piano from 1810 that he played. The “Années de Pèlerinage, Italie”, of which the Piccolo Festival offers pages inspired by Dante and Petrarch, is a collection of songs published in 1858, but originally conceived during his first stay in Italy. It is a sort of

a traveler’s diary. “Lo sposalizio” (“The Mariage”) is inspired by the “Marriage of the Virgin” by Raphael. “Il Pensieroso” (“The Thinker”) is a modern piece inspired by Michelangelo’s statue for the grave of Lorenzo de Medici. The Canzonetta of Salvator Rosa has a lighter tone. Liszt has set to music three of Petrarch’s Sonnets, first in a version for voice and piano, then in the most famous transcriptions for piano solo. “Après une Lecture du Dante: Fantasia quasi Sonata” is a large-scale musical fresco inspired by the “Divine Comedy”.

Franz Liszt (1811-1886) Programma / Programm / Program_2016 / 29


Nato a Spalato in Dalmazia, da padre di origine belga e madre viennese, Franz von Suppé, nome d’arte di Francesco Ezechiele Ermenegildo, cavaliere di Suppé-Demelli visse tra il 1819 e il 1895 anno in cui morì a Vienna. Ottenne la notorietà di compositore grazie al genere dell’operetta - ne scrisse in tutto una trentina tra cui “Boccaccio” è uno dei titoli più noti -, nel quale ebbe grande fortuna. Fu però attivo anche come autore di musiche di scena, opere liriche, quartetti da camera, Lieder e musica sacra, tra cui la giovanile “Missa Dalmatica” che chiude la nona edizione del Piccolo Festival e che risale al 1835 quando, all’età di sedici anni, scrisse la Messa

in Fa maggiore che, tuttavia, il compositore pubblicò soltanto quarant’anni più tardi con il nome di “Missa Dalmatica” per soli, coro virile e organo. Mentre stava festeggiando il successo viennese della sua “Fatiniza”, Suppé decise di rielaborare in modo sostanziale quel suo primo lavoro sacro. L’anno successivo, nel 1877 l’editore viennese Alwin Cranz pubblicava la prima edizione della “Missa Dalmatica”. Questa seconda versione della “Missa Dalmatica” fu eseguita per la prima volta a Zara nella Cattedrale di Sant’Anastasia sotto la direzione dell’allora Maestro di cappella Antonio Ravasio. Born in Split, Dalmatia, to a father of Belgium origin and a Viennese mother, Francesco Ezechiele Ermenegildo, knight of Suppé-Demelli, known as Franz von Suppe, lived from 1819 until 1895, when he died in Vienna. He was known as a composer of operettas - he wrote around thirty of them, including “Boccaccio”,

probably one of the most famous ones - that brought him great success. He was also active as a composer of incidental music, operas, chamber quartets, lieder and sacred music. His “Missa Dalmatica”, which closes the ninth edition of the Piccolo Festival, dates back to 1835, when he wrote the Mass in F major at the age of only 16. However, the composer published it only forty years later, under the name “Missa Dalmatica” for soloists, male choir and organ. While celebrating success of his “Fatiniza” in Vienna, Suppé decided to substantially revise his first work of sacred music. In 1877, the following year, Viennese publisher Alwin Cranz published the first edition of the “Missa Dalmatica”. This second version of the “Missa Dalmatica” was performed for the first time in Zadar in the Cathedral of St. Anastasia, under the direction of Kapellmeister Antonio Ravasio.

F.Von

Suppé: Missa Dalmatica 9 Luglio/Juli/July Ore/Uhr/hours 21.30 Palazzo Attems S. Croce (Municipio) Gorizia

Grandi messe per la Grande Guerra/Großen Massen für den Ersten Weltkrieg/Great masses for the Great War 1916 La presa di Gorizia 1916 Die Eroberung von Görz 1916 The conquest of Gorizia Per soli, coro virile e organo Für Soli, Männerchor un Orgel For soli, male choir and organ Durata/Dauer/Duration: 75 min senza intervallo/ohne Pause without intermission

Franz Von Suppé (1819-1895) 30 / Programma / Programm / Program_2016

Tenori Federico Lepre Alessandro Cortello Baritono Marcello Lippi Coro Polifonico di Ruda Organo/Organ/Organ Riccardo Cossi Direttore Musikalische Leitung Conductor Fabiana Noro

Kyrie Gloria Credo Sanctus Benedictus Agnus Dei

Programma / Programm / Program_2016 / 31


Palazzo Attems S. Croce

Parco di

Fondato nel 1945, da sempre coro a voci maschili, il Polifonico ha tenuto concerti in tutto il mondo: dal Canada alla Russia, dagli Stati Uniti alla Mongolia, dalla Cina alle Filippine all’Argentina e in tutti i paesi europei. Custode della tradizione musicale friulana, il coro si è in particolare distinto nello studio del repertorio romantico e contemporaneo. Il suo livello artistico è stato premiato ai più importanti concorsi internazionali con primi premi vinti a Gorizia, Arezzo, Roma, Vittorio Veneto, Orvieto, Riga, Ravenna,

Tallin, Graz, Vienna, Linz, Derry, Shaoxing e Malaga; 24 dei quali con la direzione di Fabiana Noro. Ha vinto i premi Nonino Risit d’aur, Moret d’aur, Croce di Malta ed Epifania per aver contribuito a diffondere nel mondo la musica italiana e friulana. Founded in 1945, a male voices choir from the beginning, il Polifonico performed all over the world: from Canada to Russia, from USA to Mongolia, from China to Philippines and Argentina as well as in all European countries. A guardian of the

Friulian music tradition, the choir stands out especially in romantic and contemporary repertoire. Its artistic level was awarded in the most important international competitions held in Gorizia, Arezzo, Rome, Vittorio Veneto, Orvieto, Riga, Ravenna, Tallin, Graz, Vienna, Linz, Derry, Shoxing and Malaga; 24 of these under the direction of Fabiana Noro. It received also the following prizes - Nonino Risit d’aur, Moret d’aur, Croce di Malta ed Epifania for its role in spreading Italian and Friulian music all over the world.

Foto Cesare Bellafronte

Palazzo Attems S. Croce Municipio Piazza De Amicis 2 Gorizia (GO) T. +39 0481 547541 / 547499 urp@comune.gorizia.it www3.comune.gorizia.it 32 / Programma / Programm / Program_2016

Il Polifonico

Programma / Programm / Program_2016 / 33


Biglietti/Karten/Tickets Il Barbiere di Siviglia Der Barbier von Sevilla The barber of Seville Posti numerati/Zugeordnet Sitzplätze/Allocated seating $ 45 (Platinum) $ 35 (Gold) $ 20 (Silver) Concerti/Konzerte/Concerts Posto unico non numerato Freie Platzwahl General admission $ 15 Sconti per gruppi, studenti (da 6 a 26 anni), disabili, FVG Card, Soci COOP Alleanza 3.0 Rabatte für Gruppen, Studenten (6 bis 26 Jahre), Behinderten, FVG Card Discounts for groups, students (from 6 up to 26 years), disabled, FVG Card www.vivaticket.it

Visite guidate Besichtigungen/Guided Tours Scoprite storia e architettura delle sedi dei concerti con guide professionali Entdecken Sie die Geschichte und die Architektur der Konzertenorten mit professionellen Begleiter Discover the history and architecture of the venues of concerts with professional guides 2 ore prima dello spettacolo 2 Stunden vor der Aufführung 2 hours before the event Prolusione all’ascolto Einleitung/Introductory talk 45 min prima dello spettacolo/von der Aufführung before the show Gratuita/Kostenlos/Free Rino Alessi (1 - 7 - 9 / 07) Alessio Screm (2 - 3 - 8 / 07)

Extra

Catering Servizio degustazione dedicato con ricco aperitivo prima e nell’intervallo dello spettacolo. Service mit Gourmet Aperitif vor der Show or in der Spielpause. Tailored service with tasting aperitive before or in the Show intermission. (su prenotazione auf Reservierung on reservation) Morena Catering Via Urbignacco 140 Buja (Udine) T. 0432 785389 info@morenacatering.com www.morenacatering.com Transfers Bus e nave/Bus und Schiff Bus&boat da e per/von und nach from and to Grado (in collaborazione con APT Gorizia) Lignano (in collaborazione con Lignano Holiday)

Informazioni e prenotazioni/Infos und Anmeldungen Info & Reservations +39 366 4218001 (Italia/Italien/Italy) +39 0432 295972 (Estero/Ausland/Abroad) biglietteria@piccolofestival.org info@piccolofestival.org www.piccolofestival.org

34 / Programma / Programm / Program_2016

Programma / Programm / Program_2016 / 35


Con il sostegno

Cultura. Vale la spesa.

Comune di Gorizia

Con il patrocinio

Comune di Codroipo

Comune di Sesto al Reghena

Una comunità che pensa è una comunità ideale per un’impresa cooperativa fondata sui valori. Per questo sosteniamo la cultura. Perché ci rende migliori e ci fa crescere insieme alle città in cui lavoriamo e viviamo.

Sponsors

Partner artistici

Partner turistici

Partner mobilità

Partner tecnico

Ferrovie Udine Cividale Il Treno delle lingue_Il Tren des lenghis_The Train of languages_Der Zug der Sprachen_ Vlak Jezikov

36 / Programma / Programm / Program_2016

Programma / Programm / Program_2016 / 37


Fai suonare la tua Regione! Sostieni il Piccolo Festival del Friuli Venezia Giulia Lassen Sie Friaul Julisch Venetien klingen! Unterstützen Sie Piccolo Festival Let Friuli Venezia Giulia sound! Support Piccolo Festival

Consiglio Direttivo Vorstand/Board

Produzione/Bildung Production

Presidente/Präsident President Gabriele Ribis

Direzione Artistica Künstlerische Leitung Artistic Director Gabriele Ribis

Vicepresidente Vice President Vice president Rino Alessi Consiglieri/Ratgeber Councillors Andrea Ciciliot Flavio Luchitta Roberto Miani Fabiana Noro

Comunicazione Kommunikation Communication

Amministrazione Verwaltung/Administration Roberto Miani Direttore di produzione Produktionsleiter Production manager Umberto Di Grazia Assistente di produzione Produktionshelfer Production Assistant Nathan Marin Segreteria di produzione Produktionssekretärin Production secretery Lara De Luca

Ufficio stampa Presse-und Informationsamt Press office Francesca Gatti Giulia Alba Daluiso reportagepr.com Graphic Design Alessandra Geatti pagecomunicazione.com Testi/Dramaturgie Script Editor Rino Alessi Traduzioni/Übersetzungen Translations Marija Trubarac Un sentito ringraziamento a Marija Pudane Maddalena Broili

Direttore allestimento Aufstellungssleiter Set Manager Claudio Mezzelani Capo Macchinista Chef Bühnenarbeiter Chief Stagehand Claudio Oppio Audio e Luci/Licht und Ton Audio&Video Giemme Allestimenti di Fabio Guastini

Per informazioni scrivi a: info@piccolofestival.org / www.piccolofestival.org 38 / Programma / Programm / Program_2016

Il Team Das Team The team Programma / Programm / Program_2016 / 39


LINEA MARITTIMA GRADO TRIESTE DAL 1 GIUGNO AL 31 AGOSTO

2016

DA MARTEDÌ A DOMENICA 15 agosto servizio attivo

INFO: 800 955 957 apt@aptgorizia.it www.aptgorizia.it

Partenza TriesTe

Arrivo Grado

MOlO AUDACE

MOlO TORPEDINIERE

08.15

09.45

12.45

14.15

16.45

18.15

bicinbarca Partenza Grado

Arrivo TriesTe

MOlO TORPEDINIERE

MOlO AUDACE

10.15

11.45

14.30

16.00

18.30

20.00

È possibile viaggiare con la propria bicicletta al seguito (consentite a bordo massimo 16 biciclette)

VENDITA BIGLIETTI A BORDO 7,00

Corsa singola

Corsa andata-ritorno

€ 10,65

Abbonamenti nominativi 10 corse

€ 42,05

50 corse

€ 84,10

Bicicletta

Il biglietto A/R è valido nella sola giornata di emissione Con FVG Card: 1 biglietto andata e ritorno gratuito per 1 adulto e 1 bambino sotto i 12 anni

Tempo e mare permettendo (in caso di non effettuazione delle corse con la motonave sarà attivo un servizio di bus con carrello portabici)

0,85

40 / Programma / Programm / Program_2016

Programma / Programm / Program_2016 / 41


www.piccolofestival.org 42 / Programma / Programm / Program_2016

Profile for Piccolo Opera Festival del Friuli Venezia Giulia

2016 | Dimore di Luce - Lichtwohnstätte - Mansions of Light | Official Booklet  

Official booklet of 9th Edition of Piccolo Festival del Friuli Venezia Giulia

2016 | Dimore di Luce - Lichtwohnstätte - Mansions of Light | Official Booklet  

Official booklet of 9th Edition of Piccolo Festival del Friuli Venezia Giulia

Advertisement