Page 1

Worldwide Circulation Magazine - International bimonthly magazine focused on: the technologies, equipment and products for flexographic and rotogravure printing of flexible materials, paper and cardboard for the packaging industry; the technologies, equipment for converting and manufacturing of adhesive tape and labels.

YEAR XVIII - Number 100 - January/February 2013 - € 8,00

In caso di mancato recapito inviare al CMP Roserio Milano per la restituzione al mittente previo pagamento resi

worldwide leader in coating and laminating machinery

NORDMECCANICA Spa Strada dell’Orsina, 16 29122 Piacenza - Italy phone 0039 0523 596411 telefax 0039 0523 612051 nordmeccanica@nordmeccanica.com www.nordmeccanica.com

୽֪ૌय़ (ഏ‫྇ࠖ )ݡ‬Ⴜདྷ‫܋‬ය NORDMECCANICA Machinery Shanghai Co. Ltd. ᇖ‫ݚ‬ഏ‫ݡ‬௼‫ྔױ‬౼Բ๴੥518 ‫ރ‬2‫ރ‬ӓ٣Ⴖѐ201202 No.2 Workshop, Chuan Tu Road 518, Pudong 201202 Shanghai - China ‫ ߌ׏‬phone 0086 4008 200 689 Եᆎ telefax 0086 21 58598955

NORDMECCANICA N.A., Ltd.

NORDMECCANICA L.A., Sa

250H Executive Drive, Edgewood 11717 New York - Usa

Avda Presidente Pèron 2612 “1A” Ex Avenida Gaona Ramos Mejia 1704 Prov. de Buenos Aires - Argentina

phone 001 631 242 9898 telefax 001 631 242 9899

phone 0054 11 4464 3039 telefax 0054 11 4464 5633

na@nordmeccanica.com

NORDMECCANICA INDIA Pvt. Ltd. T1 C, B Wing, 5th Floor, Phoenix House, High Street Phoenix, Senapati Bapat Road, Lower Parel, Mumbai - 400 013 - India phone 0091 22 67722300 0091 98203 22 891

nordmeccanica@nordmeccanica-la.com.ar Ⴖࡸ mail nc@nordmeccanica.com

www.nordmeccanica.com


impegno ed entusiasmo...

Mumbai, February 1st , 2013

...sempre!

www.nordmeccanica.com


Duplex SL 600 HD

Triplex Combi Horizontal

Triplex SL - 1 Shot

worldwide leader in coating and laminating machinery

Duplex Combi Linear

ORDMECCANICA a

ORDMECCANICA achinery Shanghai Co. Ltd.

ORDMECCANICA .A., Ltd.

ORDMECCANICA A., Sa

ORDMECCANICA NDIA Pvt. Ltd.

www.nordmeccanica.com


petenza per m o C e Idee gli Esperti del Converti ng 8ª Fiera Internazionale del Converting

La fiera leader al mondo per l’industria della lavorazione e della trasformazione di carta, film e laminati Rivestimento / Laminatura Taglio / Avvolgimento Essicazione / Tempra Controllo, prova e misurazione (Pre)Trattamento Confezionamento Materiali Accessori Retrofit / Upgrade di impianti Gestione della produzione / Smaltimento rifiuti Servizi di rivestimento, converting e taglio a contratto Stampa flessografica / rotocalco Servizi, Informazione & Comunicazione Software

19-21 marzo 2013

www.ice-x.com Per ulteriori informazioni contattare: Mack Brooks Exhibitions Ltd, email: info@ice-x.com

Messe München, Monaco, Germania

La Fiera dedicata all’Industria del Cartone Ondulato e Teso Materie prime Macchinari per il converting del cartone ondulato Macchinari per il converting del cartone pieghevole Ondulatrici

Macchinari per la stampa

Pre-stampa e pre-produzione

Controllo macchinari e impianti

Sistemi per la movimentazione dei materiali e sistemi d’immagazzinaggio Gestione dei materiali di scarto e imballatrici

Per ulteriori informazioni contattare: Mack Brooks Exhibitions Ltd email: info@cce-international.com Tel: +44 (0)1727 814400

19-21 marzo 2013

www.cce-international.com

Messe München, Monaco, Germania


@ConverterFlexo

SOMMARIO Summary

YEAR XVIII - Number 100 January/February

Buone prospettive per la rotocalco nel settore della stampa su imballaggi e nel decorativo .................................................................................................................................................................................................................................................................. Pag. Good prospects for gravure in packaging and decorative printing

6

Specialisti del converting pronti per ICE 2013 ........................................................................................................................................................ Pag. Specialist in converting ready for ICE 2013

12

Speciale anteprima ICE 2013 - Le anticipazioni degli espositori........................................................................................ Pag. Special preview ICE 2013 - News from the exhibitors

16

Flexo Day 2012: efficienza e affidabilità, dalla teoria alla pratica, ma anche nuovi importanti sbocchi di mercato per la stampa flessografica .......................................................................... Pag. Flexo Day 2012: efficiency and reliability, from theory to practice, but also new important market outlets for flexo printing Paper Converting Machine Company: produrre di più con meno risorse, grazie alla tecnologia Bosch Rexroth .................................................................................................................................................................................... Pag. Paper Converting Machine Company: produce more with less resources thanks to Bosch Rexroth technology

34 ICE 2013 - pag. 12

44

Etichette a libretto per confezioni monouso di prodotti alimentari freschi ...................................... Pag. Booklet labels for single-service fresch food prepacks

48

NEWS - Tecnologie .......................................................................................................................................................................................................................................................... Pag. NEWS - Technologies

52

Efficienza e controllo del flusso di produzione per le etichette autoadesive ...................................... Pag. Self-adhesive label workflow efficiency and control

68

Imballaggi flessibili di qualità: sacchetti in carta kraft garanzia di qualità e resistenza ........................................................................................................................................................................................................ Pag. High quality flexible packaging: kraft paper bags ensure quality and resistance

Flexo Day 2012 - pag. 34

72

NEWS - Attualità ed Eventi............................................................................................................................................................................................................................ Pag. NEWS and Events

76

Un sistema avanzato di riavvolgimento: reinventare il riavvolgitore ................................................................ Pag. Advanced lineas winding system: reinventing the rewinder

88

Risoluzione di un problema relativo ai costi di elaborazione per componenti elettrici ................ Pag. Solving a problem in process costs for electronic components

92

In primo piano: passato e futuro di Package Makers ........................................................................................................................................................ Pag. In focus: the history and future of Package Makers

94

Kraft paper bags - pag. 72

La tensione superficiale in microgravità........................................................................................................................................................................................................ Pag. 100 Surface tension in microgravity NEWS - Prodotti e Materiali........................................................................................................................................................................................................................ Pag. 106 NEWS - Products and Materials I vostri partner .......................................................................................................................................................................................................................... Pag. 110 Your partners Comexi - pag. 88

Inserzionisti.................................................................................................................................................................................................................................... Pag. 112 Advertisers Iscritta al Registro Nazionale della Stampa n° 5360

Direttore responsabile/Editor: Stefano Giardini

Autorizzazione del Tribunale di Milano n° 373 del 10 giugno 1996

Coord. redazionale/Editing arrange: Andrea Spadini

Direzione, redazione, amministrazione e pubblicità: Direction, editing, administration and advertising: CIESSEGI Editrice S.n.c. Via G. Di Vittorio 30 20090 Pantigliate (Milano) Italy ph +39 02 90687158 - fax +39 02 9067591 e-mail flexo@converter.it www.converter.it

Redazione/Editorial staff: Massimo Giardini

4

Impaginazione e grafica/Graphics: Paola Barteselli (Grafiche Giardini srl)

svolto nell’ambito della banca dati della CIESSEGI Editrice Snc e nel rispetto di quanto stabilito dalla Legge 675/96 e successive modifiche sulla tutela dei dati personali. Il trattamento dei dati, di cui le garantiamo la massima riservatezza, è effettuato al fine di aggiornarla su iniziative e offerte della società. I suoi dati non saranno comunicati o diffusi a terzi e per essi lei potrà richiedere in qualsiasi momento, la modifica o la cancellazione scrivendo all’attenzione del Responsabile Editoriale della CIESSEGI Editrice Snc. © Copyright; tutti i diritti sono riservati.

Stampa/Print: GRAFICHE GIARDINI s.r.l. Pantigliate - MI Garanzia di riservatezza Il trattamento dei dati personali che La riguardano viene

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

Nessuna parte di questa rivista può essere riprodotta senza autorizzazione. Manoscritti e fotografie (anche se non pubblicati) non si restituiscono.


CL L 850D 850D

CL L 1000TX 1 1000TX

TE TECNOLOGIA CNOLOGIA SUPERIORE SUPERIORE,, AL ALTA LTA PRODUT P PRODUTTIVITA’ TIVIT TA’ Le accoppiatici multitecnologiche BOBST sono dotate di caratteristiche tecniche e funzioni avanzate che aggiungono vero valore alle vostre produzioni grazie alla massimizzazione dell’efficienza operativa, alla minimizzazione degli scarti e dei tempi improduttivi, e all’elevata qualità degli accoppiati prodotti.

- Controllo nastro estremamente sensibile - Sistemi di spalmatura: rotocalco / SL / flexo / semiflexo - Tunnel di nuova progettazione ad alta efficienza - Massima accessibilità ed ergonomia - Scarto minimizzato nelle applicazioni a registro

ICE Europe 2013 19 - 21 marzo, Monaco, Germania Pad. A6, Stand 638

www.bobst.com

- Velocità fino a 600 m/min con versione HP - Configurazione duplex, duplex tandem, triplex - Progettate e costruite in Italia


STAMPA ROTOCALCO: CONGRESSO ERA

Si è svolta in Germania lo scorso mese di ottobre la Conferenza di ERA sulla rotocalco per imballaggi e decorativo

BUONE PROSPETTIVE PER LA ROTOCALCO NEL SETTORE DELLA STAMPA SU IMBALLAGGI E NEL DECORATIVO “

L

e prospettive della rotocalco sui

santissima visita alla struttura produt-

2008. Tuttavia, i risultati dei sondaggi

mercati della stampa per imbal-

tiva di Interprint ubicata ad Arnsberg,

svolti da Nielsen tra i consumatori mo-

laggi e decorativa sono buone” -

un’azienda tra le più importanti al mon-

strano differenze tra i vari paesi: la Ger-

con queste parole il Segretario Generale

do nel campo della stampa rotocalco de-

mania e il Benelux si mantengono stabili

di ERA James Siever ha sintetizzato la re-

corativa.

a livelli relativamente alti, mentre in

cente conferenza di ERA dedicata alla

Hilde Vanderhey della filiale belga di

Grecia, un paese particolarmente col-

stampa per imballaggio e decorativa, che

Nielsen ha evidenziato l’atteggiamento

pito dalla crisi, la fiducia è molto scarsa.

si è svolta il 30 e 31 ottobre 2012. In occa-

ottimistico dei consumatori europei no-

La prima preoccupazione riguarda la si-

sione dell’evento di Dortmund, ERA ha ac-

nostante la crisi dell’Euro. In linea di

tuazione economica e la sicurezza dell’oc-

colto centinaia di delegati provenienti

massima, la fiducia dei consumatori è

cupazione con punte oltremodo elevate in

dall’Europa e dagli Stati Uniti. L’evento si è concluso con una interes-

aumentata dopo il forte declino riscon-

Grecia, mentre gli Olandesi e i Francesi si

trato durante la crisi finanziaria del

preoccupano soprattutto dell’aumento dei prezzi dei generi alimentari. Le dinamiche del mercato per i beni di rapido consumo (FMCG) mostrano una leggera tendenza verso il calo. È evidente che la crescita della popolazione mondiale e la produzione di generi alimentari nel nostro pianeta esercitano un forte impatto sull’industria dell’imballaggio. A tal proposito, il Dr. Peter Eisner dell’Istituto Fraunhofer per l’Ingegneria dei Pro-

Gli speaker della prima sessione: da destra a sinistra il Dr. Peter Eisner of Fraunhofer Institute, Hilde Vanderheyden of Nielsen, Co moderatore George Battrick di ERA e Volker Kettler di MeisterWerke Schulte al pulpito dei relatori / The speakers of the first session: (from l to r) Dr. Peter Eisner of Fraunhofer Institute, Hilde Vanderheyden of Nielsen, Co-moderator George Battrick of ERA and Volker Kettler of MeisterWerke Schulte at the speaker desk

ENGLISH ROTOGRAVURE PRINTING: ERA CONGRESS

G

ravure’s prospects in the markets for packaging and deco-rative printing are good,” ERA Secretary General James Siever summed up the recent ERA Packaging and Decorative Conference on 30-31 October. At this year’s event in Dortmund, ERA welcomed some hundred delegates from Europe and the USA. The conference was concluded with a highly interesting visit to the Arnsberg plant of Interprint, one of the leading decorative gravure printers worldwide. An overview on consumer confidence in Europe against the background of the euro

6

tendenze e delle sfide a lungo termine. La pericolosa discrepanza tra il crescente

GOOD PROSPECTS FOR GRAVURE IN PACKAGING AND DECORATIVE PRINTING

ERA’s Packaging and Decorative Gravure Conference took place in Germany last october

cessi e dell’Imballaggio, ha parlato delle

crisis was given by Hilde Vanderheyden of Nielsen’s Belgian branch. Generally the confidence of the European consumers has recovered since the sharp decline during the financial crisis in 2008. However, Nielsen’s consumer confidence index shows differences between the countries: Germany and Benelux are stable on a relatively high level, whereas in crisis-hit Greece confidence has plummeted. At the top of the list of concerns are the economic situation and job security. This is particularly noticeable in Greece, whereas Dutch and French people are above all concerned about increasing food prices. The market dynamics for fast moving consumer goods (FMCG) show a slightly falling tendency. That growing world population and worldwide food production have an impact on

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

the packaging industry is obvious. In this respect, Dr. Peter Eisner of the German Fraunhofer Institute for Process Engineering and Packaging discussed longer-term trends and challenges. The menacing clash between the increasing demand for energy and food could only be prevented by international coordinated activities of politics, economy and research. An integrated use of vegetable raw materials could be a possible solution. Also the dramatic growth of meat production is coming up against its limits. In any case, bet-ter packed food would help to avoid the still widespread spoilage and waste. “Upgrade to success – five things that make the difference” was the theme of the entertaining, but serious talk of Thomas Reiner of the consultancy Berndt + Partner.


IL PUNTO DI RIFERIMENTO PER ROTOCALCO E FLEXOGRAFIA

ETS e Comet, da anni presenti nel settore grafico, hanno continuamente proposto innovazione tecnologica e stimolato l’evoluzione del mercato.

ETS e Comet propongono professionalitĂ a 360 gradi: consulenza, assistenza e materiale di consumo, assicurando ai clienti una sicura e costante crescita.

ETS e Comet si confermano punto di riferimento per tutti i clienti che decidono di affrontare le sfide che il mercato oggi propone.

Team Caronno Pertusella Volley

ets international s.r.l. - comet s.r.l. Via dei Pioppi, 16/E - 20024 Garbagnate Milanese (MI) - Italy Tel. +39 02 990 22 064 - Fax +39 02 990 21 152 www.e-tecno.it - ets@e-tecno.it www.cometsupplier.it - comet@cometsupplier.it


fabbisogno energetico e alimentare po-

Per quanto riguarda la domanda di

chine per la stampa rotocalco decora-

trebbe essere evitata soltanto coordi-

carta decorativa per pavimenti in lami-

tiva e per imballaggio, nonché attrezza-

nando le attività internazionali relative

nato, Volker Kettler, responsabile della

ture per verniciatura dopo-stampa.

alla politica, all’economia e alla ricerca.

divisione Sviluppo del Prodotto presso

L’obiettivo immediato è quello di ridurre

Una soluzione possibile sarebbe l’utilizzo

Meisterwerke Schulte, ha sottolineato

lo spreco, incrementando l’efficienza

integrato di materie prime vegetali.

che “l’alta qualità e la consistenza” sono

energetica. Schmid ritiene che, a lungo

Anche l’enorme crescita produttiva di

due caratteristiche essenziali che la

termine, la rotocalco e la stampa digi-

carne sta oltrepassando i limiti della nor-

stampa rotocalco è riuscita a perseguire.

tale si completeranno a vicenda.

malità. Comunque, migliorando le confe-

Kettler non ritiene che la stampa indi-

Italo Busto ha aggiornato i presenti sulla

zioni degli alimenti, si contribuirebbe a

retta rappresenti una minaccia imme-

tecnologia di Cerutti per la stampa deco-

ridurre il livello degli sprechi e dei rifiuti

diata per il Core Board HDF, bensì una

rativa. La sessione relativa agli argomenti

tuttora altissimo.

tendenza verso la realizzazione di lotti

tecnici è proseguita con le relazioni dei

“Migliorare per raggiungere il successo - Cin-

di dimensioni inferiori, il che potrebbe

consulenti di prestampa Stephan Jaeggi

que cose che fanno la differenza”, è stato il

incrementare l’utilizzo delle tecnologie

e Juergen Seitz di GMG.

tema della relazione di Thomas Reiner del-

di stampa digitale.

Jaeggi ha presentato un progetto di at-

l’Istituto di Consulenza Berndt+Partner.

Roland Schmid, Amministratore Unico e

tualità di Novartis Pharma che intro-

Reiner ha sottolineato l’importanza di

titolare di Rotodecor, azienda specializ-

duce il sistema PDF/X-4 per design di

curare le competenze aziendali, invece

zata nella costruzione di macchine da

imballaggi. Sono già state realizzate e

di seguire ciecamente le tendenze della

stampa, ha spiegato quanto sia grande

stampate oltre 10.000 creazioni artisti-

clientela. Egli ritiene che il successo sia

il fabbisogno del mercato di una mac-

che con risultati molto incoraggianti.

basato su cinque fattori: l’interesse stra-

china per la stampa rotocalco decora-

Mr Seitz ha invece illustrato il tema delle

tegico, l’innovazione, la sostenibilità, la

tiva. Inizialmente il fornitore esclusivo

bozze spettrali per tinte piatte. La no-

comunicazione e la capacità di gestire i

di questa tipologia di macchinari era

vità: un database di informazioni sui co-

cambiamenti.

Schattdecor che, tuttavia, attualmente

lori consente di calcolare in modo

Per quanto riguarda la comunicazione,

opera per proprio conto e vende mac-

preciso i risultati di sovrastampa.

Reiner ha osservato che le aziende di im-

Il Dr. Rolf Niepmann di Heimann ha

ballaggio si considerano molto più in-

quindi introdotto una nuova tecnologia

novative e proattive di quanto pensino

di asciugatura: si tratta di un processo

i loro clienti. La produzione europea di

che è stato reso più efficiente mediante

pavimenti in laminato raggiunge 500

l’utilizzo di ultrasuoni.

milioni di m2 annui. Un protagonista di

Gerhard Hochstein (qui accanto nella

questo settore di mercato è il produt-

foto), Direttore Tecnico di Interprint e at-

tore tedesco Meiserwerke Schulte.

tuale Amministratore Delegato di DI

He urged to focus on the competence of the company, instead of blindly following the cus-tomer’s course. His five success factors are strategic focus, innovation, sustainability, communication and change management. Concerning communication, he found that packaging companies perceive themselves to be much more innovative and proactive than their customers see them. The European production of laminate flooring amounts to 500 million m² per year. A significant player in this market is the German manufacturer of laminate flooring MeisterWerke Schulte. Concerning their requirements for decorative paper for laminate flooring Volker Kettler, manager of product development at MeisterWerke Schulte, pointed out that “high quality and consistency are most relevant”, properties fulfilled by gravure. He saw no immediate threat from indirect printing onto HDF core board, but a tendency towards small-

8

er batch sizes which could lead to an increasing use of digital printing technologies. The markets needs and requirements for a gravure press for decorative printing were discussed by Roland Schmid, managing director and owner of the press manufacturer Rotodecor. Initially the exclusive supplier of decorative gravure presses to Schattdecor, the company now operates independently and offers gravure presses for decorative and packaging printing as well as lacquering, impregnating and postpress equipment. Their immediate aims are to reduce set-up waste and increase energy efficiency. In the long term he sees gravure and digital printing as complementing each other. An update on Cerutti’s decorative printing technology was given by Italo Busto: moving sideframes allow the use of cylinders of different widths. The session on technical subjects was continued by the prepress consultant Stephan

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

Jaeggi and Juergen Seitz of GMG. Mr. Jaeggi presented a current project of Novartis Pharma to introduce PDF/X-4 for their packaging design. Already more than 10 000 artworks have been created and printed, and the results are more than encouraging. Spectral proofing for spot colours was the subject of Mr. Seitz. His news: a database of colour information allows precise calculations of overprinting results. Dr. Rolf Niepmann of Heimann then introduced a new drying technology: the drying process is made more efficient through the use of ultrasound. Another project was presented by Gerhard Hochstein, former technical director of Interprint, now managing director of DI Project AG. This German-Swiss co-operation is working on the development of a laser-induced ink-drop printing process using conventional gravure inks. The future potential of conventional engraving technology was shown by Dr. Rudolf


Project AG, ha presentato un altro progetto: dalla cooperazione di queste due aziende, una tedesca e una svizzera, nascerà un processo di stampa ink-drop a induzione laser con inchiostri tradizionali per rotocalco. Le previsioni sul futuro della tradizionale tecnologia rotocalco sono state descritte dal Dr. Rudolf Weidlich di GRT che intravede possibilità di affermazione della rotocalco ad alta risoluzione con caratteristiche di sicurezza per la protezione del marchio e di applicazioni nella stampa elettronica.

Phil Pimlott dell’associazione PLGA ha parlato di stampa rotocalco e imballaggi relativamente al mercato americano / Phil Pimlott of the PLGA spoke on the American market for packaging and product gravure

Un tema di grande importanza è quella

a base acqua per la disinchiostrazione

Il secondo giorno, i delegati si sono re-

legato alla legislazione pianificata dalla

dei film plastici.

cati ad Arnsberg per visitare Interprint

UE sull’uso del tirossido di cromo (CrO3)

Phil Pimlott, Direttore Esecutivo dell’As-

la più grande struttura per stampa ro-

che avrà bisogno di una speciale auto-

sociazione Americana el Rotocalco per

tocalco decorativa, che dispone di otto

rizzazione per poter essere ulterior-

Imballaggio ed Etichette (PLGA), ha illu-

macchine da stampa rotocalco e di un

mente implementato.

strato la situazione generale del mercato

laboratorio di incisione elettro-mecca-

Josef Paul Bernard, coordinatore della

americano dell’imballaggio e della roto-

nica, di design ad hoc e di riproduzione.

Divisione Salute & Sicurezza di ERA En-

calco che ha perso terrreno a favore della

Sono stati accolti dall’Amministratore

vironment, ha spiegato le reazioni del

flessografia; tuttavia sono in atto inve-

Unico Robert Bierfreund e dai suoi col-

mondo industriale: è stato istituito un

stimenti nelle nuove tecnologie rotocalco

leghi che hanno organizzato un tour at-

consorzio il cui obiettivo è quello di alle-

e ciò dovrebbe migliorare la posizione di

traverso i reparti di produzione.

stire un dossier per il conseguimento

questo processo di stampa sul mercato

Grazie a questa visita, i delegati hanno

della suddetta autorizzazione e per ga-

americano. Il costo medio dei cilindri

potuto rendersi pienamente conto del-

rantire l’impiego del cromo per i cilindri

negli USA è, secondo Pimlott, pari al 125%

l’alto rendimento raggiungibile con la

rotocalco oltre il 2016.

del livello europeo. A partire dal 1° gennaio

rotocalco nella stampa decorativa.

Poi Augustin Lozano ha presentato

2013 L’Associazione Americana del Roto-

Nel 2013 la conferenza di ERA abbinerà

Plax22, un’azienda di recente formazione

calco (GAA) e la PLGA uniranno le proprie

ancora una volta l’imballaggio e la stam-

legata all’Università di Alicante che ha lo

forze e la loro prossima conferenza avrà

pa rotocalco decorativa e si svolgerà al-

scopo di commercializzare un processo

luogo a Miami, FI, il 6-7 marzo 2013.

l’inizio di novembre proprio in Italia.

Weidlich of GRT. He sees possibilities in high resolution engraving for security features in brand protection and applications in printed electronics. An issue of high importance is the planned EU legislation on chromium trioxide (CrO3),

Foto di gruppo di fronte alla sede di Interprint / Group photograph in front of Interprint

10

which will need special authorisation for its continued use. ERA Environment, Health & Safety Coordinator Josef Paul Bernard explained the response of the industry: a consortium has been founded to prepare a dossier to obtain this authorisation and to secure the further use of chromium for gravure cylinders beyond 2016. Then Augustin Lozano introduced Olax22, a spin-off company from the University of Alicante to commercialize a water-based process for the deinking of plastic films. To join his European colleagues Phil Pimlott, executive director of the American Packaging and Label Gravure Association (PLGA), came over the Atlantic to Dortmund. He gave an overview on the American market for packaging and product gravure. In pack-aging gravure has lost market share to flexo, however investment in new gravure tech-nology is under way which should improve gravure’s position. The average cylin-

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

der cost in the USA is, according to Mr. Pimlott, 125 % of the European level. From 1 January 2013 onwards the Gravure Association of America (GAA) and PLGA will merge to join forces. Their next packaging gravure conference will take place in Miami, Fl on 67 March 2013. On the second day the conference delegates went to Arnsberg to visit Interprint’s largest decorative gravure plant with eight gravure presses, laser and electromechanical engraving and a state-of-the-art design and repro studio. They were welcomed by man-aging director Robert Bierfreund and his colleagues who offered an excellently organised tour through the impressive facilities. The visit gave a perfect impression of gravure’s high performance in decorative printing. Next year ERA’s conference will again combine packaging and decorative gravure and is planned to be held in early November in Northern Italy.


Bimec: Bim mec: thee name t that mak makes kes the d difference diff ffe ference

Excellence is the Bimec standard Bimec’ Bimec’ss commitment to building the best slitter rewinders aavailable vailable is made possible by the passion and skill of their staff, cclose lose teamwork with their customers, streamlined production processes, and worldwide after after-sale -sale support. paper laminates. Bimec equipment is designed to convert plastic films, pa per and lamina tes.

®

BIMEC S.r S.r.l. .l. Via Monte Gra Grappa, ppa, 9 - 20020 Vanzaghello Vanzaghello - Mi - Italy TTel. el. +39 0331 307491 - FFax ax +39 0331 307051 infobimec@bimec.it

ICE 2013 - Munich - German Germanyy 19th - 21stt March - Hall A5 - Stand 968

Our full range inc includes: ludes: s slitter rewinders s rewinders s reversible salva salvage ge rewinders s center-folding center-folding machines s shafted and shaftless unwinds s unwinder unwinder-rewinders -rewinders s manual and automa automatic tic core-cutters


Tutto pronto per l’ottava edizione della fiera internazionale del Converting di materiali flessibili che si terrà a Monaco di Baviera dal 19 al 21 marzo e che quest’anno sarà arricchita dalla presenza della prima edizione di CCE International dedicata al mondo del cartone ondulato

ICE 2013 By Andrea Spadini

SPECIALISTI DEL CONVERTING PRONTI PER ICE 2013

I

ce Europe è tradizionalmente la

riali, software, retrofit, controllo, prova,

tinuano ad avere fiducia in una manife-

fiera di riferimento per gli opera-

misurazioni e servizi di consulenza per

stazione che di edizione in edizione as-

tori del converting di materiali

l’industria della trasformazione.

sume sempre più un ruolo guida per

flessibili in bobina come la carta, i film, i

Saranno oltre 350 le aziende provenienti

questa industria che nonostante il diffi-

laminati e i non tessuti. Il profilo della

da ogni parte del mondo a occupare i

cile periodo congiunturale mantiene le

rassegna comprende impianti, acces-

quasi 10 mila metri quadri delle hall A5 e

proprie quote di mercato, e anzi in con-

sori, sistemi per rivestimento e lamina-

A6 del Munich Trade Fair Centre, con la

trotendenza cresce grazie ai principali

tura, essicazione, taglio/avvolgimento,

Germania ovviamente a guidare il Paese

settori di sbocco come il mercato del-

confezionamento, stampa flessografica

con più aziende in fiera, seguita da Gran

l’alimentare o il farmaceutico, ma anche

e rotocalco, che furono introdotti per la

Bretagna, Italia, Stati Uniti e Svizzera.

grazie a settori di nicchia quale è il mer-

prima volta nella scorsa edizione a com-

Si conferma dunque un ruolo da prota-

cato dei pannelli solari, come ci è confer-

pletamento del ciclo espositivo, mate-

gonista per le aziende italiane che con-

mato anche da Nicola Hamann, Direttore di ICE nel corso della breve intervista che pubblichiamo qui di seguito. Viene inoltre rinnovata la collaborazione con Aimcal l’associazione internazionale dei metallizzatori e laminatori che in collaborazione con il Fraunhofer IVV Institute terrà un convegno di tre giorni, nel corso del quale in appuntamenti giornalieri dalle 10 alle 12 tratterà tutti i principali argomenti di interesse per l’industria del converting: web, laminatura e stampa, converting e gestione web, adesivi e aderenza.

ENGLISH ICE 2013

SPECIALISTS IN CONVERTING READY FOR ICE 2013

Everything is ready for the 8th edition of the international flexible material converting exhibition taking place in Munich from 19th to 21st March. This year, the show will be enriched with the first edition of CCE International dedicated to the corrugated board sector

I

ce Europe is traditionally the show of reference for those who operate in the converting of reel-fed flexible materials such as paper, films, laminates and non-woven. The profile of the event includes plants, accessories, coating and laminating systems, drying, slitting/rewinding, packaging, flexo and gravure printing which had been introduced for the first time during the previous edition to complete the series of exhibitions with materials, software, retrofitting, control, proofing, measuring and consulting systems for the converting industry. Over 350 companies from all over the world

12

will cover almost 10,000 m2 of Halls A5 and A6 in the Munich Trade Fair Centre. Of course, Germany will have the biggest number of exhibitors, followed by Great Britain, Italy, the United States and Switzerland. Therefore, the Italian companies will play a key role, since they continue to rely on this exhibition which, edition by edition, is getting more and more important for this industry. As a matter of fact, this sector, despite the current difficult economic situation, is keeping its market shares and it is even growing thanks to the major outlet sectors such the food and pharmaceutical markets, but also thanks to the niche compartments such as the solar panel market, as Nicola Hamann, Director of ICE, confirmed us during the short interview, we are reporting below. Moreover, the cooperation with Aimcal, the International Metallizers and Laminators Association, will be renewed. Together with the

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

Fraunhofer IVV Institute, they will hold a three days’ meeting on occasion of which, during daily appointments taking place from 10 to 12, the main issues of interest for the converting industry will be discussed, such as: web, laminating and printing, converting and web management, adhesives and adherence. FATE TO FACE WITH NICOLA HAMANN, EXHIBITION DIRECTOR ICE EUROPE, MACK BROOKS EXHIBITIONS What about the status of the converting industry according to your Observatory? “At present, the general scenery of the converting sector is rather positive. The worldwide growing demand for flexible packaging solutions and added value products ensures a relatively stable market situation for the converting, despite the general economic uncer-


A TU PER TU CON NICOLA HAMANN, DIRETTORE DI ICE EUROPE, MACK BROOKS EXHIBITIONS Qual è lo stato di salute dell’industria del converting dal vostro osservatorio? “La visione generale del settore del converting è oggi piuttosto positiva. La domanda crescente a livello mondiale per soluzioni di imballaggi flessibili e prodotti di valore aggiunto garantiscono una situazione di mercato relativamente stabile per il converting malgrado l’incertezza economica generale. Uno stimolo importante per la competitività di questo settore deriva dalle soluzioni tecniche. Con il tema di quest’anno “Idee e Competenza per gli Esperti del Converting”, innovazioni e relative dimostrazioni pratiche saranno al centro di Ice 2013. La gamma va dai più recenti sistemi di elaborazione per nuovi materiali, tecnologie di rivestimento web e adesivi innovativi, soluzioni efficaci per il converting di carta e film fino ad arrivare ai sistemi di controllo e misurazione high-tech”. Cosa si aspetta dall’edizione 2013 di ICE che è stata posticipata di qualche mese, invece di svolgersi in novembre come di consueto? “Il fatto che la data della mostra sia stata spostata a marzo per meglio adeguarla al calendario degli altri eventi mi sembra una buona decisione. ICE Europe 2013 sarà leggermente più grande dell’edizione precedente superando il record finora raggiunto. Ben 390 espositori provenienti da 19 paesi occuperanno uno spazio espositivo di 10.000 m2. Pertanto ci sono tutti i segnali positivi per prevedere un successo pari a quello della precedente edizione che aveva registrato un record di 5.700 visitatori commerciali”. Quali saranno le nuove tendenze che i visitatori avranno modo di vedere a Monaco di Baviera? “Come già suggerisce il tema fieristico di quest’anno (Idee e tainty. An important impulse for the competitiveness of this sector comes from technical solutions. Due to this year’s exhibition theme, Ideas and Expertise for Converting Professionals”, innovations and live demonstrations will be the focus of ICE 2013. The goods range includes the latest processing systems for new materials, web coating technologies and innovative adhesives, effective solutions for paper and film converting up to high-tech control and measuring systems”. What are your expectations from 2013 ICE edition which has been brought forward by some months, instead of taking place in November as usual? “That the show date has been brought forward to March to better fit the overall events calendar was the right decision. ICE Europe 2013 will be slightly bigger than the previous event, the largest converting exhibition ever. A total of 390 exhibitors from 19 countries will cover a net exhibition space of some 10,000 m2. Therefore, all signs positively indicate a similar success for this year’s show as for the previous exhibition featuring a record number of 5,700 trade visitors”. What are the new trends, which the visitors will be able to see in Munich? “With this year’s theme ‘Ideas and Expertise for Converting Specialists’, innovations and its practical applications are in the focus of ICE Europe 2013. The range extends from the latest processing systems for new ma-


valida piattaforma sia per gli espositori

Infatti entrambe le manifestazioni si rivol-

che per i visitatori. La situazione delle

gono ai produttori e ai professionisti del-

prenotazioni per ICE Europe 2013, che ho

l’imballaggio che operano in svariati settori

illustrato poco fa, prova che le aziende

industriali, come quello alimentare, delle

che offrono prodotti e servizi per l’indu-

bevande, farmaceutico, del tabacco e dei co-

stria del converting si affidano a fiere

smetici. Alcuni visitatori rappresentano

internazionali specializzate che garan-

pertanto un’ulteriore acquisizione per en-

tiscono un pubblico adeguato.

trambe le manifestazioni”.

Competenze per gli Specialisti del Con-

Un’esposizione come Ice Europe è rino-

verting), il focus di Ice Europe 2013 sarà

mata nel settore del converting come la

È possibile, secondo Lei, ipotizzare che

basato sulle innovazioni e le loro appli-

principale piattaforma che consente

queste due fiere possano dar vita a un

cazioni pratiche. La gamma espositiva

uno scambio diretto di competenze tra

nuovo evento più grande in grado di ab-

comprende i più recenti sistemi di lavo-

gli specialisti”.

binare il settore della stampa e del con-

razione di nuovi materiali, adesivi inno-

verting in senso generale, oppure crede

vativi e tecnologie di spalmatura del

che le due esposizioni siano destinate a

nastro, efficienti soluzioni per la tra-

seguire percorsi diversi, seppur paralleli?

sformazione della carta e delle pellicole

“La fiera del cartone ondulato e quella del

fino ad arrivare ai sistemi di misura-

cartone teso sono state lanciate separa-

zione e controllo tecnologicamente più

tamente. Il biglietto d’ingresso però darà

avanzati. Di recente abbiamo pubblicato

accesso ad entrambe, e pertanto i visita-

una Anteprima Fiera con informazioni

Crede che ci siano punti di contatto con

tori potranno spostarsi liberamente tra

dettagliate sulla vasta gamma di pro-

la CCE International, la fiera dedicata al

l’una e l’altra. Penso che si debba prima ve-

dotti e soluzioni innovativi che gli espo-

settore del cartone ondulato?

dere in che modo gli espositori e i visita-

sitori di ICE esibiranno durante l’edizione

“Prima di lanciare la fiera, è stata effettuata

tori delle due manifestazioni reagiranno

di quest’anno. È possibile ordinare la pub-

un’analisi del comparto industriale che ha

e cosa si aspettano dalle future edizioni”.

blicazione sul sito www.ice-x.com”.

chiaramente evidenziato una sovrapposizione di visitatori tra ICE Europe e il nuovo

Cosa direbbe a chi sostiene che le fiere di

evento. Per questo abbiamo deciso di orga-

settore non hanno più ragione di esistere?

nizzarlo parallelamente nei padiglioni di

“Il gran numero di fiere di successo in

fronte a ICE. Nonostante ICE Europe e CCE

Germania, in Europa e nel resto del

siano fiere scisse una dall’altra, ciascuna con

mondo dimostrano che le esposizioni di

il proprio pubblico specializzato, ci sono cer-

settore continuano a rappresentare una

tamente visitatori interessata a tutte e due.

terials, innovative adhesives and web coating technologies, efficient solutions for paper and film converting right up to high-tech measuring and control systems. We recently published a Show Preview including detailed information on the wide range of innovative products and solutions the ICE exhibitors will showcase at this year’s event. This Show Preview is now available to order at www.ice-x.com”. What would you say to those who believe that trade fairs have no reason to exist? “The large number of successful trade exhibitions in Germany, Europe and world-wide demonstrate that dedicated trade fairs continue to be highly valued platforms for exhibitors and visitors alike. The aforementioned extremely positive stand bookings for ICE Europe 2013 prove that companies that offer products and services in the converting industry rely on a specialised international trade show where they know they can find the right audi-

14

ence. An exhibition such as ICE Europe is renowned within the converting industry as a major platform for face to face exchange of expertise between converting specialists”. Do you think there is any contact point with CCE International, the show dedicated to the corrugated board sector? “Prior to the launch of the exhibition, analysis of the industry sector has clearly shown that there is an overlap in visitors between ICE Europe and this new event. Therefore we have decided to co-locate the new event with ICE Europe, in the hall directly opposite the ICE halls. Although both ICE Europe and CCE are separate trade exhibitions and have their own respective specialised core audience, there are trade visitors who are certainly interested in both events. Both events are aimed at manufacturers and packaging professionals from a variety of industry sectors such as food, beverage, pharmaceutical, tobacco and cosmetics. Certain visitors

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

are consequently a gain for both exhibitions”. Is it possible, in your opinion to think that these two exhibitions may give life to a new bigger show capable of combining the printing and converting industries in a general sense, or do you believe that the two fairs will follow different, though parallel, paths? “We have launched the corrugated and folding carton exhibition as a separate exhibition. The entrance ticket will be valid for both shows; therefore, visitors will have the chance to move freely between the two exhibitions. I think we will now have to see how the exhibitors and visitors of both shows will react and what they expect for future events”. “Converter-Flessibili-Carta Cartone” is a media partner of ICE International and this issue will be distributed during the exhibition, in the areas established by the organizers at CCE International as well as in our exhibition area at ICE Hall A5 Stand 752.


on

omi

cs

Think EB2 New Generation

g Er c y Ef f i c i e n Ec ty oco m p at i b i l i

utecovr@uteco.com r www.uteco.com

F LE XO E B2 N E L R I S PET TO D E LL’A M B I E NTE Efficienza

EcocompatibilitĂ

- Le linee Diamond HP e Onyx equipaggiate con la nuova tecnologia EB2 sono stampatrici semplici e facili da usare - Il nuovo sistema di termoregolazione degli inchiostri brevettati da Uteco, il ThermiloxŽ ed il nuovo sistema di lavaggio automatico Thermowash Ž facilitano il lavoro dell’operatore

- Le linee Diamond HP e Onyx mantengono una produzione stabile a 400 m/min senza le tipiche complicazioni di “asciugaturaâ€? degli inchiostri tradizionali - Tempi di settaggio ridotti, minimo scarto e tempi di fermo lavoro ridotti - QualitĂ di stampa rotocalco e offset mantenendo un vantaggio certo in termini di costi delle delle medie e brevi tirature. CapacitĂ  di stampare film flessibile con la stessa stabilitĂ  per tutta la stampa

- Riduzione dell’emissione di gas serra, consumo energetico ridotto, rischio minimo per l’operatore grazie all’impatto ambientale ridotto, uso di materiali riciclabili - Gli inchiostri EB2 sono ideali per l’imballaggio alimentare per ottenere un prodotto stampato certificato e totalmente sicuro per gli alimenti

I07/12ON-EB2

Š

Ergonomia

GENETIC INNOVATION

E l’innovazione continua...

6 5 & $ 0  $ 0 / 7 & 3 5 * / (  4 1 "  r  *        $ 0 - 0 ( / 0 - "  " *  $ 0 - - *  7 3  r  5 & -                   r  ' " 9                


ANTEPRIMA ICE 2013

ICE 2013 PREVIEW

ENGLISH A.T.F. AUTOMATIONS, I - HALL A6 STAND 473 A.T.F. presenterà una serie di ribobinatrici e confezionatrici automatiche per prodotti flessibili, linee automatiche e semiautomatiche IN & OFF

personalizzate per la movimentazione, l’imballaggio e la palettizzazione delle bobine in uscita dalle taglierine-ribobinatrici. www.atfsrl.com

vuoto e può essere configurata con molte soluzioni che riducano ai minimi termini i fermi macchina. Si tratta si una macchina completamente elettrica che non ha bisogno di componenti idrauliche e che ha caratteristiche che consentono importanti risparmi di energia. Ashe esporrà inoltre le sue ribobinatrici centrali Duplex Diamond e Onyx insieme alla gamma Jade di taglierine-ribobinatrici primarie e secondarie per film, con larghezze da un minimo di 1800 mm a un massimo di 8,7 m. www.ashe.co.uk

ATLAS CONVERTING EQUIPMENT, GB HALL 16 STAND 321

ARMBRUSTER UMWELTTECHNIK, D HALL A5 STAND 949 Armbruster Umwelttechnik GmbH offre sistemi di ottimizzazione della ventilazione per le macchine da stampa flessografiche e rotocalco e per le macchine di verniciatura. In fiera verrà esposto un

Atlas Converting Equipment Ltd. presenterà la nuova serie di taglierine-ribobinatrici CW 3600 e CW 1040 basate sulle più recenti tecnologie, servizi e soluzioni per diverse tipologie di film plastici normali e metallizzati, etichette e materiali flessibili in bobina con larghezze da 2,5 a 10,4 m . www.atlasconverting.com sistema di misurazione LEL conforme alle esigenze imposte dal nuovo standard EN 1539. www.AU-R.de

ASHE CONVERTING EQUIPMENT, GB HALL A6 STAND 226 Ad ICE la Ashe esporrà la taglierina-ribobinatrice Sapphire S2 Duplex, dotata di un sistema di isolamento della tensione mediante rullo sotto-

16

BIMEC, I - HALL A5, STAND 968 La Bimec, azienda italiana specializzata da oltre 36 anni nella progettazione e costruzione di taglierine ribobinatrici, esporrà in occasione della fiera la versione aggiornata del modello TCA/64C; si tratta di una evoluzione di un modello già consolidato da anni e per il quale l’azienda ha già riscosso un notevole successo. La taglierina verrà presentata nella versione compatta con carro di svolgimento di tipo shaftless incorporato alla macchina per bobine madri fino a 1000 mm di diametro e per l'avvolgimento di bobine finite fino a un massimo di 600 mm di diametro. La macchina sarà equipaggiata con tutti gli acces-

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

A.T.F. AUTOMATIONS, I - HALL A6, STAND 473 A.T.F. will present their range of automatic winding and packaging machines for flexible products, automatic and semi-automatic customized IN & OFF line solutions for handling, packaging and palletizing of rolls and reels from slitting /rewinding machines. www.atfsrl.com ARMBRUSTER , D - HALL A5, STAND 949 Armbruster Umwelttechnik GmbH offers optimisation of the ventilation on flexographic and rotogravure printing presses as well as varnishing machines. At ICE Europe they will exhibit an LEL measuring system which complies with the requirements of the new EN 1539. www.AU-R.de ASHE, GB - HALL A6, STAND 226 At ICE Ashe will exhibit the Sapphire S2 duplex slitter rewinder. The machine is equipped with tension isolation system by vacuum roller and can be configured with many features to minimise downtime. The machine is an all electric operation eliminating the need for hydraulics and also has many energy saving features to reduce energy consumption. They will also be presenting the Diamond and Onyx series of duplex centre winders along with the Jade series of primary and secondary film slitter rewinders, covering widths between a minimum of 1800 mm to a maximum of 8.7m. www.ashe.co.uk ATLAS CONVERTING EQUIPMENT, GB HALL A6, STAND 321 Atlas Converting Equipment Ltd. will present the latest technology with its new range of CW3600 & CW1040 Series slitter rewinders, service products and solutions for various plain and metallised plastic films, label stock and flexible materials in web widths from 2.5 – 10.4 metres. www.atlasconverting.com BIMEC, I - HALL A5, STAND 968 Bimec will display the latest model of their popular TCA/64-C duplex turret slitter rewinder range at ICE 2013. Having specialised for over 36 years in the design and construction of slitter rewinders, the TCA/64-C consolidates Bimec's reputation for innovation, user- friendly machine design, and technological advancement. The TCA/64-C on display at ICE will be configured for streamlined production and reduction of machine downtime. Features include automatic knife positioning, automated rewind roll unloading system, automatic tension control, programmable touchscreen control system, and recently redesigned ergonomic opera-


ICE Eur Europe ope

19 - 21 Mar March ch 2013, Munich, Hall A5 / Booth B1017 High quality fi film production lines

‡ Easy operation and low maintenance

‡ Fast product changes

‡ Reduced manpower and energy consumption

‡ Excellent film quality

‡ Increasing environmental care

grafic line > 334.8166871

www.brueckner.com w ww.brueckner.com

‡ High uptime, throughput & raw material efficiency

Metallizzation We take care of it Project, development, testing, assistance All over the world

Electrification of electrical equipment Pre design and design phase, developing, testing of supplies and output facilities Total and partial re building for metallization plants Specialized assistance on metallization and converting lines Roberto Pansa: Automation and Vacuum Service

Via Grioglio, 18 • 12033 Moretta (Cn) • Italia Tel. +39.349.2109546 • Fax +39.0172.911054 • automation.vacuum@alice.it


NEWS

ANTEPRIMA ICE 2013 sori che permettono di diminuire in maniera notevole i tempi morti, quali: posizionamento automatico dei controcoltelli, sistema di espulsione e scarico rapido delle bobine finite, controllo della tensione automatico. www.bimec.it

BOBST, CH- HALL A6, STAND 638

La tecnologia BOBST si basa sull’introduzione controllata di ossigeno nel vapore prodotto dall’alluminio, che produce una reazione tra i due elementi dando luogo all’ossido di alluminio (AIOx). Questo composto può essere trasparente se le condizioni di processo sono controllate in modo corretto. Il sistema è disponibile per la spalmatura di una vasta gamma di pellicole tra cui PET, BOPP, CPP, PLA ed altri tipi di film plastici. La pellicola spalmata può essere utilizzata per i prodotti finali, come quelli cotti al forno e quelli adatti al forno microonde. www.bobst.com

BRÜCKNER MASCHINENBAU, D HALL A5 STAND 1017

In occasione di ICE Europe 2013, BOBST presenterà una serie di innovazioni nelle attrezzature per la stampa su bobina e per il converting. Per quanto riguarda il settore dell’accoppiamento, verranno introdotte le accoppiatrici multitecnologiche CL 850/CL 1000 e quelle prive di solvente SL 850/SL 1000, la cui precisione nel controllo del trattamento del nastro consente di realizzare strutture accoppiate di qualità superiore combinando svariati materiali, tra cui pellicole in alluminio molto sottili. Ci saranno anche novità riguardanti le macchine per stampa rotocalco, tra cui l’ultima versione delle linee per rotocalco BOBST Rotomec 4003 con cilindri senz’albero. Ogni serie di queste soluzioni garantisce all’utente ottimi risultati produttivi e proficui. Per quanto riguarda la stampa flessografica, l’interesse principale sarà incentrato sul modello F&K 20SIX che è stato presentato in anteprima a Drupa ed è caratterizzato da larghezze di stampa fino a 1650 mm, ripetibilità di lavorazione fino a 1200 mm e piena velocità fino a 600m/min. Per il settore della metallizzazione, sarà presentato il nuovo prodotto dell’anno, BOBST General Registron® Hawkeye. Si tratta di un sistema di monitoraggio che, lavorando a piena velocità, è in grado di rilevare, contare e catalogare punte di spillo ed altri difetti da 0,1 mm in poi. Hawkeye è il punto di riferimento per controllare il processo nel suo interno e garantisce l’incremento della velocità e la qualità finale del prodotto. Inoltre, saranno disponibili informazioni sul processo AIOx che assicura grande versatilità, dal momento una sola macchine (Mod. K5000 o K4000 può essere utilizzata per due processi senza alcuna conseguenza.

18

Di pari passo con le più recenti tendenze del mercato dei film plastici, Brückner Maschinenbau GmbH & Co. KG presenterà avanzate tecnologie per una produzione efficiente, ecologica e proficua di varie pellicole in plastica con valore aggiunto: linee BOPET, BOPP e shrink film. Inoltre la società darà informazioni sul programma per la gestione totale dell’energia per ridurre il consumo di materiale e di energia.

www.brueckner.com

CASON, I - HALL A6, STAND 326 Cason SpA si presenta con la “classica innovazione” che da anni la contraddistingue nel mercato delle taglierine. A far risaltare ancora di più la qualità e la solidità del proprio marchio, Cason SpA esporrà in fiera la taglierina ribobinatrice che da tempo è diventata il “best seller” di gamma, la INNOVA BIBACK HPO.

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

ICE 2013 PREVIEW

ENGLISH

tor control panel. The TCA on display will offer maximum rewind diameters of 600mm and will incorporate an integral machine mounted shaftless unwind stand with maximum roll diameter of 1000mm. www.bimec.it BOBST, CH - HALL A6, STAND 638 BOBST presents innovations in Web-Fed Printing and Converting Equipment during ICE Europe 2013. For lamination, the CL 850 / CL 1000 multi-

technology laminators and the SL 850 / SL 1000 solventless laminators have an accuracy of web handling control which enables production of superior quality laminated structures with the widest combination of materials, including very thin aluminium foil. Information will also be available on gravure printing presses, including latest configuration of BOBST Rotomec 4003 gravure printing lines with shaftless cylinders. The range of BOBST’s web-fed machines covers the widest spectrum of printing applications, whereby each solution is the most productive and profitable for the user. For flexo printing, the main focus will be on the F&K 20SIX which premiered at drupa and features print widths up to 1'650 mm, repeats up to 1'200 mm, and speeds up to 600 m/mi. In the area of metalizing, BOBST General Registron® Hawkeye will be presented. Hawkeye is a monitoring system that at full metallizer speed,detects,counts and categorizes pinholes and other defects from 0.1mm upwards. Hawkeye sets the benchmark for in-process control; bringing increases in speed and final product quality. Additionally, information on the AlOx process will be available which results in versatility as one machine (the K5000 or K4000) can be used for two processes without compromise.BOBST’s technologyuses the controlled injection of oxygen into the aluminium vapour stream causing a reaction between the two elements to produce aluminium oxide (AlOx). This compound can be transparent if the process conditions are correctly controlled.The application is available for coating a wide range of films including PET,

BOPP, CPP, PLA and other types of plastic films. The coated film can be used for end products including baked goods and microwaveable products. www.bobst.com BRÜCKNER MASCHINENBAU , D HALL A5, STAND 1017 Following the latest trends within the plastics film markets, Brückner Maschinenbau will present advanced technologies for an efficient, environmentally friendly and profitable production of various value added plastics films: BOPET lines, BOPP lines and Shrink-film lines. Then the company will inform about a program for the total energy management


UNIDRIVE M

Azionamenti per Manufacturing Automation

6OB(BNNB…4FUUFGVO[JPOBMJUhEFEJDBUF…*OGJOJUFTPMV[JPOJ

Ethernet Onboard

UNIDRIVE M offre sette modelli di convertitori progettati per ogni livello di automazione del Manufacturing. La nuova, straordinaria gamma di convertitori AC e Servoazionamenti, è progettata con funzionalità specifiche per rispondere pienamente ad ogni esigenza applicativa, in una gamma di potenze da 0,25 kW a 1,2 MW. UNIDRIVE M: scegli ciò che ti serve

Per maggiori informazioni sulla gamma Unidrive M visita www.UnidriveM.com

The Emerson logo is a trademark and service mark of Emerson Electric Co. © 2012

SCARICA QUI la App “Discover Unidrive M” (disponibile nell’App Store, in Android e online)


NEWS

ANTEPRIMA ICE 2013

Egidio Panzera, Direttore Tecnico della Cason SpA / Mr. Egidio Panzera, Technical Director of Cason SpA

Questo modello è il frutto di una sempreverde voglia di innovare e migliorare della Cason SpA e rispecchia appieno l’anima innovatrice e pratica di un’azienda che ha fatto del “user friendly” e dello “sviluppo tecnologico” il proprio modello creativo. Nelle parole del Sig. Egidio Panzera, Direttore Tecnico della Cason SpA, si possono evincere la convinzione e le grandi aspettative per il futuro, che l’azienda affida a questo modello: “Nella INNOVA BIBACK HPO ho riposto più di 35 anni di esperienza nella costruzione e progettazione di taglierine ribobinatrici. Chi conosce queste macchine sa bene che solo lavorandoci si può capire la differenza tra una macchina standard ed un capolavoro come la nostra HPO. Ho progettato questa macchina proprio per renderla unica nelle sue prestazioni ed insuperabile in fatto di stabilità alle alte velocità, fondendo la mia esperienza con la più avanzata innovazione tecnologica presente sul mercato. Alla prossima fiera, invito tutti i visitatori a vedere prima le altre taglierine esposte e poi esaminare la INNOVA BIBACK HPO esposta al nostro stand per toccare con mano la differenza tra la prima della classe e tutte le altre”. www.casonslitters.com

CMC CONVERTING MACHINERY CEVENINI, I - HALL A6, STAND 227 CMC Cevenini esporrà in fiera due TORNI TAGLIAROTOLI di ultima generazione. TORNIO AUTOMATICO MODELLO E450: Luce lavoro: 1700mm. (67”). Ø est. max. bobina: 430mm (16.9”) su mandrino da Ø 3” con lama Ø 500mm (19.7”) Sistema di taglio: con lama singola rotante su un mandrino. TORNIO AUTOMATICO MODELLO E2-350B:

20

Luce lavoro : 1700mm. (67”). Ø est. max. bobina: 350mm (13.8”) su mandrini da 3” e 250mm (9.8”) su mandrini da 1.5” Max Ø lama: 450mm (17.7”) Sistema di taglio: con due lame sovrapposte a regolazione indipendente per il taglio simultaneo su due mandrini. Queste macchine CMC sono dotate di PLC SIEMENS S7/1200 e di interfaccia di preselezione “TP 700” con tecnologia touch screen e di “protezione totale antinfortunistica” con ante scorrevoli, rispondente alle vigenti normative “CE”. Dispongono inoltre del dispositivo modem EWON–COSY che permette il tele-supporto via internet con collegamento tra la sede CMC e quella dell’utente per ricerca guasti o aggiornamenti di software. Le macchine sono rispondenti alle ulteriori ristrettive norme in materia di sicurezza, norma EN ISO 13849-1:2008, entrate in vigore nel corso dell’anno 2012, che richiedono una specifica analisi per determinare il livello di prestazione (PL) dei circuiti di comando che svolgono funzioni di sicurezza. La collaudata serie “E” dei TORNI TAGLIAROTOLI CEVENINI consente al cliente di personalizzare ciascun modello secondo le diverse necessità grazie a una vasta gamma di opzioni disponibili.

www.cmccevenini.it

ICE 2013 PREVIEW

ENGLISH

in order to reduce raw material and energy consumption. www.brueckner.com CASON S.P.A., I - HALL A6, STAND 326 Cason SpA comes up with the “classic innovation” that since many years distinguishes in the slitter rewinders market. To bring out even more the quality and strength of its brand, Cason SpA will exhibit the slitter rewinder that has become a"best seller"of the range,the INNOVA BIBACK HPO. This model is the fruit of the evergreen desire to innovate and improve of Cason SpA and fully reflects the innovator and practical spirit of the company that has made of the “user friendly” and “technological development” its creative model. The conviction and the high future’s expectations that the company relies on this model can be well understood by the words of the Technical Director of Cason SpA,Mr.Egidio Panzera:“In the INNOVA BIBACK HPO I put more than 35 years of experience in the design and manufacture of slitter rewinders. Anyone is familiar with these machines knows that justwith the working experience is possible to recognize the difference between a standard machine and a masterpiece like our HPO model. I designed this machine to be unique on its performance and unsurpassed on stability at high speeds, combining my experience with the most advanced technological innovations on the market. At the next exhibition, I want to invite all visitors to see the other slitters exposed first and then examine the INNOVA BIBACK HPO shown at our booth to see with own eyes the difference between top class and all the others”. www.casonslitters.com CMC CONVERTING MACHINERY CEVENINI, I HALL A6, STAND 227 CMC Cevenini will show 2 LOG SLITTERS of the last generation. • AUTOMATIC LOG SLITTER MODEL E450: -Working width: 1700mm. (67”). -Outside Ø of the log : 430mm. (16.9”) on Ø 3” mandrel with blade Ø 500mm (19.7”). -Cutting system: with single rotating blade on one

DELPRO, GB - HALL A5 STAND 916 Delpro progetta e costruisce macchine per l’industria del converting, dell’imballaggio e della stampa ed è specializzata in macchinari personalizzati, componenti per retrofit, macchine per spalmatura e accoppiamento. L’azienda esporrà insieme al suo agente Fasnacht, la camera racla in fibra di carbonio (Carbon Fibre Chamber Doctor Blade) e il rullo di spalmatura a coltello. www.delpro.co.uk

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

mandrel. • AUTOMATIC LOG SLITTER MODEL E2-350B: -Working width: 1700mm. (67”). -Outside Ø of the log: 350mm. (13.8”) on Ø 3” mandrels and 250mm. (9.8”) on Ø 1,5” mandrels. -Max. blade Ø: 450mm (17.7”) -Cutting system: with 2 over-imposed blades with independent adjustment to slit simultaneously on 2 mandrels. The CMC machines are equipped with PLC SIEMENS S7/1200 with interface operator “TP700” with touch screen technology and with total safety protection guard with sliding doors, complying with the “CE” requirements in force. They also have the modem EWON-COSY for tele-


NEWS

ANTEPRIMA ICE 2013 DELTA INDUSTRIAL SERVICES, USA HALL A6 STAND 487

La gamma comprende anche le esclusive lame da taglio Endurium™ Coated che hanno una durata fino a 16 volte maggiore delle lame tradizionali. Sarà inoltre esposta la gamma più completa di coltelli dentati, diritti e circolari per macchine standard e personalizzate. www.durham-duplex.co.uk www.deltamodtech.com

DÜRR SYSTEMS, D HALL 6 STAND 404 Dürr Systems GmbH, Clean Technology Systems fornirà informazioni su tematiche attuali, come la purificazione dell’aria di scarico, il recupero energetico, la generazione di potenza e l’accumulo di energia. Questi sistemi mettono a disposizione tecnologie di livello mondiale per la purificazione dei gas di scarico provenienti dai rifiuti e metodi personalizzati per la gestione intelligente dell’energia.

www.drello.de DS DATENTECHNIK UND SOFTWAREENTWICKLUNG, D - Hall A5 STAND 826 DS Datentechnik und Softwareentwicklung Müftahi GmbH presenterà la soluzione DS-SOFTWARE appositamente studiata per il settore dei film, della carta e dell’imballaggio. Parallelamente a una rassegna delle più recenti notizie riguardanti il controllo e la pianificazione produttiva nonché alla gestione dei materiali e della qualità, la DS presenterà anche i nuovi standard per la dichiarazione di conformità, per il calcolo preliminare delle diverse varianti e quantità nonché per il calcolo dei margini lordi variabili. www.ds-hanau.de

www.durr-cleantechnology.com

EBERLÉ, F - HALL A5, STAND 902 Eberlé presenterà le sue macchine di ultima generazione: il taglia anime VESNA VES1, dotato di un sistema di regolazione automatica, e l’unità di taglio ZENITH 300, una macchina programmabile di facile uso con touchscreen display. www.eberle-sas.com

DURHAM DUPLEX, GB - HALL A5 STAND 975 Durham Duplex presenta il più ampio assortimento di lame per il settore del converting dei fogli di alluminio e delle pellicole.

22

ENGLISH

service assistance between CMC and client for fault finding research or software up-date. The machines comply to the further restrictive safety rules, rule EN ISO 13849-1:2008-became effective during year 2012 - which request a specific study to determinate the service level (PL) of the control circuit for safety functions. The proved “E” series of the CEVENINI LOG SLITTERS allow the client to customize each model to meet the different needs, thanks to a wide range of options available. www.cmccevenini.com

Delta Industrial, azienda di progettazione e costruzione di macchine speciali per il web converting e l’imballaggio, effettuerà dimostrazioni dal vivo di un sistema speciale di converting e imballaggio per articoli medicali. Si tratta di un sistema che comprende vari processi come isole di collocamento, fustellatura con tolleranze strette, controllo visivo e sacche di sigillatura a caldo.

DRELLO ING PAUL DREWELL, D HALL A6 STAND 152 DRELLO presenta gli stroboscopi LED DRELLOSCOP 1298 di recente progettazione adatti al controllo delle bobine con larghezza fino a 2 m e DRELLOSCOP 1020, che è probabilmente il più grande stroboscopio LED portatile al mondo. Questi stroboscopi sono dotati di un Led di nuova generazione che fornisce uno spettro luminoso simile alla luce del giorno in grado di garantire la massima luminosità e una illuminazione omogenea con flash di breve durata.

ICE 2013 PREVIEW

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

ELTEX-ELEKTROSTATIK, D HALL 5 STAND 853 Eltex presenta il sistema intelligente di scarico a lungo raggio RX3 IONSTAR, il potente sistema 24 V COM-

DELPRO, GB - HALL A5, STAND 916 Delpro designs and manufactures equipment for the converting, packaging and printing industries. Specialising in custom-built machinery, products range from retrofit components to coating and laminating machines.They will be co-exhibiting with their agents Fasnacht and have on show their Carbon Fibre Chamber Doctor Blade and high precision Knife-over Roll Coater. www.delpro.co.uk DELTA INDUSTRIAL SERVICES, USA HALL A6, STAND 487 Delta Industrial, a designer and manufacturer of specialty web converting and packaging equipment will be running a live demonstration of a specialty medical converting and packaging system. This system will showcase a variety of processes such as island placement, tight tolerance die cutting, vision inspection and heat seal pouching. www.deltamodtech.com DRELLO ING PAUL DREWELL, D HALL A6, STAND 152 DRELLO presents its newly designed LED-stroboscopes DRELLOSCOP 1298 for inspecting webs up to 2m width and arguably the brightest hand-held LED-stroboscope DRELLOSCOP 1020. These stroboscopes are equipped with a new LED generation offering an akin to daylight spectrum, providing maximum brightness and homogenous illumination with concurrent short flash duration. www.drello.de DS DATENTECHNIK UND SOFTWAREENTWICKLUNG, D - HALL A5, STAND 826 DS Datentechnik und Softwareentwicklung Müftahi GmbH is presenting the DS-SOFTWARE, the branch solution for the film, paper and packaging industry. Alongside the presentation of the latest news in the manufacturing control and planning panel, material management and quality management, they are presenting the new modules declaration of conformity, pre calculation of different variants and quantities as well as variable gross margin calculation. www.ds-hanau.de DURHAM DUPLEX, GB - HALL A5, STAND 975 Durham Duplex presents the broadest selection of industrial razor blades for the foil and film converting industry, including the exclusive Endurium™ Coated slitting blades offering up to 16x life compared to a traditional blade. Plus the most comprehensive range of toothed, straight and circular standard and custommade machine knives.


PER NOI TAGLIARE NON SIGNIFICA DIVIDERE...

SIGNIFICA MOLTIPLICARE.

Munich Trade Fair Centre 19-21 März 2013

laemsystem

Visit us:

Hall A6 - Stand 275

RB4

NUOVA TAGLIERINA RIBOBINATRICE A CAMBIO AUTOMATICO VERSATILE E COMPATTA

‡ Nuovo design ‡ Passaggio aereo del materiale ideale per il settore dell’imballaggio flessibile alimentare ‡ Sistema a torretta con cambio automatico in meno di 40 secondi per la drastica riduzione dei fermo macchina ‡ Possibilità di estrattore automatico delle bobine finite ‡ Laser motorizzato per il veloce e facile posizionamento dei mandrini sugli alberi in avvolgimento ‡ Siemens touch screen in posizione ergonomica

TAGLIERINE RIBOBINATRICI E MACCHINE PER IL CONVERTING

Via G. Brodolini 42/44 Casale Monferrato (AL) I TA LY

Tel +39 0142 455719 info@laemsystem.com www.laemsystem.com


NEWS

ANTEPRIMA ICE 2013

effettuare la misurazione non radiometrica e di monitorare lo spessore, il peso e altre importanti caratteristiche dei materiali in vari processi produttivi. Grazie all’ottimo abbinamento dei componenti, il sistema assicura prodotti di alto livello qualitativo ma economici. www.erhardt-leimer.com

EUROMAC, I - HALL A6 STAND 484 PACT POWER ES24, il nuovo sistema di scarico BASIX e le già ben note barre di scarico della serie R50/R51. I sistemi di carico elettrostatici, personalizzabili per soddisfare ogni esigenza applicativa, garantiscono sicuri vantaggi qualitativi ed economici grazie ai generatori ad alto voltaggio della serie KNH35/65 e le barre di carico della serie R130A. www.eltex.com

ELTOSCH TORSTEN SCHMIDT, D HALL A5 STAND 852 Eltosch, azienda del Gruppo Hönle specializzata in sistemi IR ad aria calda, presenta una serie di essiccatori a elevata tecnologia per spalmatura e rifinitura. L’essiccatore innovativo di nuova generazione Eco Power Dry garantisce l’asciugatura ecologica ed economica con il minimo consumo energetico. Eltosch esporrà insieme a Hönle (sistemi di asciugatura UV) e PrintConcept (essiccatori UV e stampanti rotative).

www.eltosch.de

ERHARDT+LEIMER, D HALL A5 STAND 812 Oltre all’ormai consolidato sistema ELSIS per il controllo delle superfici, Erhardt +Leimer, azienda specializzata nel settore dell’automatismo, presenterà la nuova linea di prodotti ELTIM. Il sistema ELTIM permette di

24

ICE 2013 PREVIEW

ENGLISH

www.durham-duplex.co.uk DÜRR SYSTEMS, D - HALL 6, STAND 404 Dürr Systems GmbH, Clean Technology Systems is providing information about recent topics such as exhaust air purification, energy recovery, power generation and energy storage. They offer worldwide leading technologies for purification of process waste exhaust gases and custom made concepts for intelligent energy management. www.durr-cleantechnology.com EBERLÉ, F - HALL A5, STAND 902 The last generation of machines is going to be presented the core recutter VESNA VES1 which has an automatic adjustment system and the cut-off unit ZENITH 300: programmable user-friendly machine with “touchscreen display. www.eberle-sas.com

Euromac esporrà il recente modello di taglierina bobinatrice TB-3p, facente parte delle serie TB-3, macchina di grande successo. La TB-3p è una ribobinatrice Bialbero completamente attrezzata con la particolarità di avere un percorso a ponte compatto e uno svolgitore integrato per bobine fino ad un diametro massimo di 1.000 mm. Questa caratteristica consente un formato molto compatto e un percorso nastro breve pur mantenendo un'eccellente ergonomia e accessibilità ai coltelli. La TB-3p è molto adatta per film e pellicole sensibili, ma anche per i normali materiali da imballaggi flessibile, ogni qualvolta che si necessiti un controllo eccellente del nastro per evitare pieghe sul materiale delicato. Si tratta di una macchina duplex completa a tutti gli effetti potendo riavvolgere su speciali alberi frizionati assistiti da rulli di contatto e potendo scaricare le bobine mediante dispositivi a bandiera o carrelli speciali. La Euromac TB-3p esposta è specificamente progettata per il taglio di alluminio ed accoppiati contenenti alluminio e dispone di uno specifico percorso nastro sul gruppo lame per poter effettuare un taglio sia tangente che avvolto. Un sistema di celle di carico inoltre consente un perfetto controllo tensione per questi materiali delicati. Altre caratteristiche standard sono i puntatori laser per il posizionamento delle anime e il dispositivo a bandiera per lo scarico bobine. Dal momento del lancio, lo scorso anno, Euromac ha già venduto parecchie macchine del tipo TB3p in particolare nel campo della conversione del foglio di alluminio. Questo modello inoltre sta diventando molto richiesto anche nel settore del packaging alimentare. www.euromacslitter.com

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

ELTEX-ELEKTROSTATIK, D HALL 5, STAND 853 Eltex presents the intelligent RX3 IONSTAR long range discharging system, the powerful 24 V Compact Power ES24 system, the new BASIX discharging system and the well-known discharging bars of the R50/R51 series. Tailor-made to match every application, electrostatic charging provides convincing benefits in terms of quality and economy: High-voltage generators of the KNH35/65 series and charging bars of the R130A series. www.eltex.com ELTOSCH TORSTEN SCHMIDT, D HALL A5, STAND 852 Eltosch, IR/hotair specialist of the Hönle Group, presents high-tech-dryers for coating and finishing at the ICE Europe. The newly developed innovative “Eco Power Dry” dryer are in use worldwide and known for their high capacity and compact design. Significant characteristics are an ecological and economical Energy Minimized Drying. Co-exhibitors: Hönle (UV-drying-systems) and Print Concept (UV-dryers/rotary printers). www.eltosch.de ERHARDT + LEIMER, D - HALL A5, STAND 812 Alongside the proven ELSIS surface inspection system, Erhardt+Leimer, the specialist for automation will present their new ELTIM product line at ICE Europe this year. The ELTIM system allows non-radiometric measuring and monitoring of the material thickness, weight and other relevant properties in different production processes. Accurately matched components guarantee a highquality product and cost-effective production. www.erhardt-leimer.com EUROMAC, I, - HALL A6, STAND 484 At ICE Euromac will be exhibiting the recently launched slitter model TB-3p which is part of the very successful TB-3 series. The TB-3p machine is a fully equipped Duplex slitter rewinder with the peculiarity of having a short overhead bridge path with integrated un-winder for rolls up to a maximum diameter of 1.000 mm. This feature allows a very compact size and short web path though keeping am excellent ergonomics and knives accessibility. The TB-3p machine is very suitable for sensitive films and foils but also for the regular flexible packaging materials, whenever an excellent web control is required to avoid wrinkled materials.


Each to his own! at 13 t us Visi E 20 ROP 13 U E 1, 20 ICE 2 9 ny ch 1 rma Mar /Ge h 12 c i th 4 Mun Boo / 6 A Hall

YOU KNOW what’s behind an adhesive tape: //polytype As a process partner and manufacturer of industrial coating and surface finishing systems, we provide you with support that extends beyond just the sale of production equipment. Test your new products in our technology center – a professional team is on hand to help you find the perfect solution. Polytype Converting AG www.wifag-polytype.com

Pagendarm BTT GmbH www.pagendarm.com

grafiche giardini Visita il nostro nuovo sito: GRAFICA ● DEPLIANT ● BROCHURE ● RIVISTE ● CATALOGHI ● LISTINI PREZZI ● MANIFESTI ● VOLANTINI ● STAMPATI COMMERCIALI ● ESPOSITORI IN CARTONE ● CARTELLI VETRINA ● CARTELLINE ● SCHEDE ● ASTUCCI ● SCATOLE

www.grafichegiardini.it

C per hiam a u sen n pr subit ev o za imp entiv egn o o

PRINTING CONVERTING PACKAGING magazines

1

Via G. Di Vittorio, 30 20090 Pantigliate (Milano) Tel. 02.90600224 r.a. Fax 02.9067591

2

www.grafichegiardini.it

FOTOLITO ● SELEZIONI IMMAGINI ALTA DEFINIZIONE ● PROVE COLORE DIGITALI ● FOTOLITO ● LASTRE IN CTP

CIESSEGI EDITRICE Per un aggiornamento su tutte le novità del settore iscriviti alla newsletter compilando il form su

www.converter.it For your up to date of the news of the sector, subscribe to our newsletter, fill in the form on

www.converter.it

STAMPA OFFSET E DIGITALE ● INVITI ● BIGLIETTI ● MENU ● CARD ● DOSSIER ● GADGET ● CARTELLE

3

FINITURE & SERVIZI

0 4

● PLASTIFICAZIONE LUCIDA E OPACA ● VERNICIATURA UV ● SERIGRAFIA ● FUSTELLATURA ● INCOLLATURA ● PIEGATURA ● FORATURA ● PUNTO METALLICO ● PUNTO OMEGA ● SPIRALE ● PUNTO COLLA ● PUNTO SINGER ● ORO A CALDO ● RILIEVI

REALIZZIAMO REALIZZIAMO LE LE VOSTRE VOSTRE IDEE IDEE


GOEBEL SCHNEID-UND WICKELSYSTEME, D HALL A6 STAND 465

NEWS

ANTEPRIMA ICE 2013

alle consociate Eltosch (essiccatrici UV/IR/sistemi offset a foglio) e PrintConcept (essiccatori UV/ stampanti rotative). www.hoenle.com I.E.S. INTERNATIONAL EXPANDING SHAFTS, I HALL A6 STAND 455

Goebel esporrà l’ultima versione della taglierinaribobinatrice RAPID-DI. Quest’azienda aveva già realizzato la prima versione della taglierina-ribobinatrice GOEBEL RAPID-DI, ben nota in tutto il mondo. Le numerose modifiche apportate al nuovo modello ne incrementano la produttività, fornendo al settore del converting rotoli finiti di eccezionale qualità. www.goebel-darmstadt.de HELIOS ELIO CAVAGNA, I - HALL A5 STAND 804

Dal 1976 Elio Cavagna Srl (marchio HELIOS) opera e serve nel settore delle macchine per cartiere, converting tissue, cartone e fibre a cui fornisce sistemi per il taglio longitudinale nonché soluzioni di taglio a forbice, a pressione e a lamette. www.helioscavagna.com DR. HÖNLE - UV TECHNOLOGY, D HALL A5 STAND 852 Dr. Hönle presenterà sistemi di asciugatura UV tradizionali e inerti per applicazioni di spalmatura e rifinitura. La gamma di prodotti include inoltre lampade UV tecnologicamente avanzate, attrezzature UV di misurazione e alimentatori di potenza elettronici. L’azienda esporrà insieme

Il nuovo CLEV 12 di IES è un albero estensibile completamente meccanico perfettamente autocentrante. Non necessita di alcun dispositivo di gonfiaggio poiché il bloccaggio del nucleo avviene mediante l’espansione radiale delle sfere di acciaio, generando in primo luogo una spinta e poi un movimento di torsione sul nucleo che potrà così sostenere qualsiasi tensione del nastro. www.ies-srl.it KALWAR CFT FUSIONSTECHNIK, D HALL A5 STAND 835 Kalwar presenterà il sistema seriale di funzionalizzazione Calvasol®. Calvasol®, realizzato da Kalwar, consente di funzionalizzare i materiali flessibili dotandoli di eccezionali proprietà come quelle antinebbia, antibloccaggio, antistatiche di adesività costante. Calvasol® è in grado di risolvere il problema legato alla salvaguardia delle risorse e di valorizzare la qualità in modo ecologico e con la massima efficienza. www.kalwar.com KAMPF SCHNEID-UND WICKELTECHNK, D HALL A6 STAND 514 Kampf Schneid-und Wickeltechnik presenterà una gamma completa di servizi per la tecnologia di taglio e avvolgimento per materiali in bobina. L’attenzione sarà particolarmente concentrata sulle soluzioni per processi di materiali flessibili

26

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

ICE 2013 PREVIEW

ENGLISH

The full duplex equipment allows to rewind on two differential friction shafts assisted by lay-on rollers and offload the rolls easily by twin bar or trolley devices. The exhibited TB-3p is specifically designed for aluminium foil and foil laminates and features a specific web path under the knives for both wrap as tangential slitting, a load-cell rewind control system on two differential friction shafts. Other standard features are the laser pointers for core positioning and the twin bar roll off loader. Since it’s launching last year Euromac has sold several machines type TB-3p especially in the field of aluminium foil conversion and it’s becoming a model that is widely enquired about. The TB-3.06p on ICE comes with the following main specifications: Web width of 1.300 mm, unwind diameter of 1.000 mm and rewind diameter of 610 mm, whilst the standard machine speed is 600 m/min. www.euromacslitters.com GOEBEL SCHNEID, D - HALL A6, STAND 465 GOEBEL is exhibiting the latest slitter rewinder rapid-dI. GOEBEL Schneid- und Wickelsysteme has further developed the worldwide well-known slitter rewinder GOEBEL rapid-dI. Many technical modifications increase productivity and provide an outstanding finished roll quality in the converting industry. www.goebel-darmstadt.de HELIOS ELIO CAVAGNA, I - HALL A5, STAND 804 Since 1976 Elio Cavagna srl (“Helios” trademark) has been operating and serving the segments of paper mills, converting, tissue, cardboard and fibres machines, with longitudinal cutting systems and shear, score and razor cutting solutions. www.helioscavagna.com DR. HÖNLE - UV TECHNOLOGY, D HALL A5, STAND 852 Dr. Hönle is presenting classic and inerted UV drying systems for coating and finishing applications. High-tech UV lamps, UV measurement equipment and electronic power supplies complete the portfolio. Co-exhibitors are the subsidiaries Eltosch (UV/IR dryers/sheet-fed offset) and PrintConcept (UV dryers/rotary printers). www.hoenle.com I.E.S. INTERNATIONAL EXPANDING SHAFTS, I HALL A6, STAND 455 New CLEV12 by IES production is a full mechanical expanding shaft perfectly selfcentering. It doesn’t need any inflating device; core locking happens by radial expansion of steel balls set which generate a thrust and then a torque on the core engaged able to support any web tension. www.ies-srl.it KALWAR CFT FUSIONSTECHNIK, D HALL A5, STAND 835 Kalwar will introduce a serial calvasol® functionalization system. Calvasol®, developed by Kalwar allows the functionalization of flexible materials with outstanding characteristics such as antifog, antiblock, antistatic, release or stable adhesion properties. calvasol® meets the challenge of savingresources and ensuring quality enhancement in an environmentally friendly way with an extremely efficient manner. www.kalwar.com


--SL_VHUK*VU]LY[PUN:VS\[PVUZ SL_VHUK*VU]LY[PUN:VS\[PVUZ

+@5(40*.,(93,:: +@5(40*.,(93,:: 7 7905;9,7,(;\W[VTT 905;9,7,(;\W[VTT :7,,+\W[VT[TPU :7,,+\W[VT[TPU

 1<:; ,+ ,9 = 0 3 +,

@ @6<9 6<9

 5,,+ 5,,+

-3,?6 6 6<9 <9-3,?6

63<;065  : :63<;065

,,_WLY[ _WLY[:YS :YS =PHKLSSH*VUJVYKPH:HU4HY[PUV)(=LYVUH0[HS` PHKLSSH*VUJVYKPH:HU4HY[PUV)(=LYVUH0[HS`

 

 

7OVUL! 7 O V U L !             MH_!    M H _ !              ,THPS!\MMJVTTLYJPHSL'L_WLY[ZYSJVT ,  T H P S !  \ M M  J V T T L Y J P H S L 'L_WLY[ZYSJVT

^ ^^^L_WLY[ZYSJVT ^^L_WLY[ZYSJVT


di recente sviluppo. Sarà esposta la nuova macchina a mandrini Conslit con un ampio catalogo e innovative attrezzature che costituiranno il focus della fiera. www.kampf.de KRAIBURG WALZENFERTIGUNG, A HALL A6 STAND 646 Kraiburg Walzenfertigung produce sleeve, rulli e rivestimenti per rulli adatti a varie applicazioni e finalità. L’azienda esporrà in fiera rivestimenti in silicone e una serie di sistemi speciali per la trasformazione della carta, delle pellicole e dei foil di alluminio. www.kraiburg-walzen.at KROENERT, D - HALL A6 STAND 212

Kroenert-BMB-DRYTEC presenterà le più recenti tecnologie di spalmatura e asciugatura adatte per nano rivestimenti, per substrati polimerici autoadesivi trasparenti o per spalmature di grosso spessore per carte e cartoni. La gamma comprende macchine da laboratorio per produzioni su piccola o larga scala. www.kroenert.de LAEM SYSTEM, I - HALL A6 STAND 275 Laem System esporràe insieme al proprio agente tedesco Block und Mohr. Forte del suo sostegno, e dell’indispensabile supporto linguistico, l’impresa

NEWS

ANTEPRIMA ICE 2013

casalese si propone così di penetrare il mercato locale offrendo prodotti up-to-date e tutte le informazioni riguardanti l’innovazione tecnologica. Laem System ha recentemente concentrato la sua ricerca e sviluppo sui modelli TR4, (versione torretta), e TR2 (bialbero), che hanno riscontrato un grande successo soprattutto in Nord America. La serie TR è estremamente robusta ed è stata progettata per lavorare ad alta velocità, (fino a 800mt/min), 24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana. Questo modello è la risposta di Laem System alle necessità del Converter moderno che desidera migliorare la qualità delle bobine finite, aumentando drasticamente la produttività e l’efficienza delle operazioni di taglio. Tale risultato è ottenuto grazie ai dispositivi completamente automatici impostati della macchina e al fatto che il percorso del nastro dal taglio al gruppo riavvolgimento è estremamente breve, grazie ad un carro mobile che arretra con l’aumentare del diametro di riavvolgimento. Lo staff Laem System si presenta dunque in fiera per illustrare il design delle sue macchine e anche i sistemi di handling delle bobine finite, considerati a ragione uno degli aspetti critici della produttività di ogni azienda, oltreché rilanciare una filosofia di marketing che si basa sulla partnership con il cliente basata sulla capacità di ascoltare i suoi bisogni, e sull’eccellente servizio post vendita. www.laemsystem.com MAHLO, D - HALL A5 STAND 1012 Mahlo GmbH presenterà il sistema di controllo qualità Qualiscan QMS -12 per la misurazione dei parametri di pro cesso, come il peso basico, l’umidità o lo spessore. Si tratta di un sistema modulare espansibile adattabile singolarmente a varie modalità di spalmatura. www.mahlo.com MATHO, D - HALL A6 STAND 450 Matho produce unità di taglio e sistemi di movimentazione degli scarti, appositamente studiati

ICE 2013 PREVIEW

ENGLISH

KAMPF SCHNEID UND WICKELTECHNIK, D HALL A6, STAND 514 Kampf Schneid und Wickeltechnik GmbH & Co. KG will present a comprehensive range of services in the field of slitting and winding technology for web-shaped materials. Particular focus is on solutions for the flexible processing of newly developed materials. The new two spindle machine Conslit with an extended option catalogue and innovative equipment features will be exhibited as the highlight of the trade fair presentation. www.kampf.de KRAIBURG WALZENFERTIGUNG, A HALL A6, STAND 646 KRAIBURG Walzenfertigung GmbH produces sleeves, rollers and roller coverings for various applications and purposes. At ICE Europe 2013 they will be presenting silicone coverings and selected specialties for the paper, film & foil converting industry. www.kraiburg-walzen.at KROENERT, D - HALL A6, STAND 212 KROENERT – BMB – DRYTEC will present the newest coating and drying technologies, whether for nanoscale coatings, for sensitive transparent polymer substrates or thick coatings for papers or cardboards. The portfolio comprises machines for laboratory, small or full scale production. www.kroenert.de LAEM SYSTEM, I - HALL A6, STAND 275 Laem System exhibits at ICE Europe together with its German agent Block und Mohr. Taking advantage of its agent’s language and technical support the company aims to penetrate the local market by offering products up-to-date and all information concerning technological innovation. The Italian Company has recently focused its research and development department on the TR4 (turret rewinding) and TR2 (dual shaft rewinding) models, which have experienced a great success especially in North America. The TR series is extremely robust and has been designed to work at high speeds 24 hours per day, 7 days a week. This model is Laem System’s response to the modern Converter’s need to improve quality of finished rolls while increasing drastically the productivity and efficiency of the slitting operation. This is achieved thanks to the fully automatic set up of the machine and the extremely short web path from the slitting to the rewinding group, where a movable trolley moves back while the rewinding diameter increases. Laem System’s staff is therefore willing to explain the design of its machines and systems for handling of finished rolls, rightly considered one of the critical aspects of the performance of each company and to launch a marketing philosophy that is based on partnership with the customer by listening to their needs, and support with an excellent after sales service. www.laemsystem.com MAHLO, D - HALL A5, STAND 1012 Mahlo GmbH + Co. KG will present the quality-control system Qualiscan QMS-12 for measurement of process parameters like base weight, moisture or thickness. The modular expandable system will be individually adapted to various coating tasks. www.mahlo.com

28

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone


NEWS

ANTEPRIMA ICE 2013 per il settore del converting, che estraggono e tagliano gli scarti di produzione destinati allo smaltimento. Matho esporrà moduli di estrazioni degli scarti movimentabili e indipendenti della serie Cuttobag. www.matho.com

Nordson Corporation esporrà le sue unità per la spalmatura dei nastri e l’assemblaggio dei prodotti e presenterà i nuovi settori aziendali: Nordson EDI (con i marchi EDI, Verbruggen e Premier Dies) e Nordson XALOY). www.nordson.com

MEECH INTERNATIONAL, GB HALL A5 STAND 1132

OLBRICH, D - HALL A6 STAND 432

Meech International, specializzata in sistemi statici di pulitura e controllo del nastro, nonché in prodotti ad aria compressa a basso consumo energetico, esporrà la gamma di sistemi completi di pulitura del nastro in 4 diverse versioni, e i modelli Meech Hyperion 929IPS e 971IPS di barre statiche di eliminazione di nuova generazione. www.meech.com

Olbrich presenterà i suoi ultimi progetti nel settore delle tecnologie di spalmatura, asciugatura e accoppiamento. Al centro dell’attenzione ci saranno anche le linee di produzione “in condizioni di camera bianca”. I processi di produzione potranno essere testati su linee pilota. www.olbrich.com ROLLGUARD, USA - HALL A5 STAND 878

ENGLISH

MATHO, D - HALL A6, STAND 450 Matho manufactures cutting units and waste handling systems specifically for the converting industry. The machines extract and cut the production waste into the waste disposal. Matho will exhibit one of the moveable and stand-alone waste extraction modules from the Cuttobag-series at ICE Europe 2013. www.matho.com MEECH INTERNATIONAL, GB HALL A5, STAND 1132 Meech International, experts in web cleaning, static control systems and energy efficient compressed air products will be showcasing its products at ICE Europe 2013. Highlights include; the most comprehensive web cleaner range on the market, 4 separate models and the new Meech Hyperion 929IPS, 971 and 971IPS next generation static elimination bars. www.meech.com MERO, I - HALL A6, STAND 275 ME.RO was established in the early Sixties and immediately began to specialise in the field of plastic treatment. In the area of corona treatment they can supply systems for any application (corona systems for blown film line, Cast and BOPP) and it’s not a coincidence that the biggest corona systems worldwide have been executed by MERO with a production speed of 600 m/min and width of up to 10 m. www.mero.it NORDSON, D - HALL A5, STAND 1026 Nordson Corporation now offers the most comprehensive selection of systems for fluid delivery, dispensing, and processing of adhesives,coatings,and polymer melts. Represented at ICE Europe will be Nordson’s Web Coating and Product Assembly groups and two new divisions: Nordson EDI (EDI, Verbruggen and Premier Dies brands) and Nordson XALOY. www.nordson.com

ME.RO, I - HALL A6 STAND 275

ME.RO è stata fondata all’inizio degli anni ’60 e si è subito specializzata nella lavorazione della plastica. Per quanto riguarda il trattamento corona, l’azienda fornisce sistemi per qualsiasi tipo di applicazione (sistemi corona per linee per pellicole soffiate, fuse e in BOPP) e, non a caso, i maggiori sistemi corona al mondo sono stati realizzati da ME.RO, con una velocità produttiva di 600m/min e larghezze fino a 10 m. www.mero.it

ICE 2013 PREVIEW

Rollguard, specializzata nei sistemi di imballaggio protettivo e sostenibile per prodotti in bobina, esporrà una linea completa di fibre, schiume e bobine in plastica riciclate. www.rollguard.com SIMPLAS, I - HALL A5 STAND 884 Simplas, azienda di primo piano nel campo delle teste piane per estrusione, spalmatura e accoppiamento, presenterà in fiera la sua nuova linea di spalmatura e accoppiamento di adesivi hot melt e le nuove teste piane HM20/HM 30. www.simplas.it

NORDSON, D - HALL A5 STAND 1026

OLBRICH, D - HALL A6, STAND 432 Olbrich will present the latest developments in the field of coating, drying and laminating technology. They also focus on lines for the production under cleanroom conditions as well as on lines for new technologies, thereby considering in particular the special requirements of products. The manufacturing processes can be tested on company pilot line. www.olbrich.com ROLLGUARD, USA - HALL A5, STAND 878 Rollguard, North America’s leading innovator in sustainable protective packaging systems for rolled and cylindrical products , continues to grow its reputation for excellence in providing solutions to the European converting industry. Rollguard will showcase its full line of recycled fiber, foam and plastic roll cradles. www.rollguard.com SIMPLAS, I - HALL A5, STAND 884 Simplas, a leading company in the field of flat dies for extrusion, coating and laminating is pleased to present its new line for coating and lamination of adhesives hot melt and new HM20/HM30 dies at ICE Europe. www.simplas.it

30

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone


utecovr@uteco.com s www.uteco.com

S TA M PA F L E XO A D A LTA V E L O C I T├А

Innovazione di punta nella stampa ямВessograямБca s#ONlGURAZIONISTAMPAOCOLORI s6ELOCIT├МMASSIMASTAMPAMMIN s,ARGHEZZESTAMPADAAMM s3VILUPPOSTAMPADAAMM sP2P SISTEMADIADEGUAMENTOAUTOMATICO DELLEPRESSIONIDISTAMPA sPCT┬о SETTAGGIOAUTOMATICODEIREGISTRIEPRESSIONISTAMPA ALLAVVIODIOGNINUOVOLAVORO sPTC┬о CONTROLLOPREDITTIVODELLACOPPIADEISERVO MOTORI sSprintWash┬о :NUOVOSISTEMADILAVAGGIOAUTOMATICO sFlexoSmartPackHP┬о PIATTAFORMA5TECOPERMIGLIORI PERFORMANCEEREDDITIVIT├МNELLASTAMPAmESSOGRAlCA sShopWare┬о0RODUCTION-ANAGEMENT #ONTROL -ONITORINGSEMPLICEINTERFACCIAMACCHINA OPERATORE PERLAGESTIONEDELLAPRODUTTIVIT├М sLogiPack┬о MOVIMENTAZIONEAUTOMATICA DIBOBINEEDANIME

s-ACCHINAADALTAPRODUTTIVIT├М s4EMPIDICAMBIOLAVORORIDOTTI s$ESIGNINNOVATIVOEDINAMICO s2/)ELEVATO

0 60 /min m

I 03/11 HP-RANGE

┬й

┬о

GENETIC INNOVATION

%LINNOVAZIONECONTINUA 5 4 % # / # / . 6 % 2 4 ) . ' 3 0 ! s )      # / , / ' . / , ! ! ) # / , , )  6 2 s 4 % ,               s & ! 8             


NEWS

ANTEPRIMA ICE 2013 SOMA ENGINEERING, CZ - HALL A6 STAND 247

Soma esporrà la nuova versione della taglierinaribobinatrice Pluto III dotata di un sistema automatico di posizionamento dei coltelli. Appositamente studiato per abbinare economicità e automatismo, questo sistema è in perfetta sintonia con il nuovo concetto su cui si fonda il marchio aziendale: “Tecnolgia Proficua”, volta al miglioramento della qualità, dell’efficienza e del valore aggiunto. www.soma-eng.com STARFOIL TECHNOLOGY NETHERLANDS, NL HALL A6 STAND 475

Starfoil produce tagliaribobinatrici con larghezze da 400 a 1620 mm per il converting di foil metallizzati per la stampa a caldo.. In fiera Starfoil effettuerà dimostrazioni dal vivo della taglierina-ribobinatrice Valueline 1300, un’efficiente macchina per il taglio dei foil metallici, e della macchina sbalzata CLC-400, progettata per la ribobinatura o il taglio di rotoli metallizzati a caldo da 1” a 3” mediante taglio a cesoia. www.starfoil.com ZECHER, D - HALL A6 STAND 300 Zecher costruisce cilindri Anilox e in fiera effettuerà dimostrazioni dal vivo di soluzioni e stru-

32

ICE 2013 PREVIEW

ENGLISH

SOMA ENGINEERING, CZ HALL A6, STAND 247 Soma will exhibit a new version of its compact Pluto III slitter/rewinder with an automatic knife positioning system. Designed to offer a compromise between economy and automation, the system resonates with the company's new brand concept of “Profit Making Technology“ which focuses on enhanced quality, efficiency and added value. www.soma-eng.com

menti per svariate applicazioni per il settore dell’accoppiamento, dell’imballaggio flessibile e della spalmatura. Grazie alla piramide di specifiche tecniche, Zecher proporrà anche nuove idee per gli stampatori di imballaggi flessibili. www.zecher.de FERRARINI & BENELLI - HALL A6 STAND 142 L’azienda fin dal 1965 è da sempre impegnata nella ricerca e sviluppo di soluzioni innovative per il trattamento superficiale a effetto corona.

KAPPA PLUS è la stazione di trattamento a elevate prestazioni dedicata al settore converting. La stazione è estremamente versatile e modulare. Può essere equipaggiata con elettrodi in alluminio, per trattare film plastici e carta o con elettrodi ceramici, per trattare materiali conduttori in generale. La modularità e il diverso numero di elettrodi che si possono utilizzare, permettono di proporre il giusto modello per ogni tipo di esigenza produttiva e per ogni velocità di produzione. Il gruppo elettrodi è dotato di un sistema di smontaggio rapido per permetterne una facile manutenzione e sostituzione e di uno speciale sistema di regolazione dell’air-gap che agisce dall’esterno. Grazie a questa funzione l’impianto può essere anche utilizzato per trattare materiali ad elevato spessore. Il gruppo elettrodi è inoltre equipaggiato con le dimensioni contenute e la possibilità di montaggio in qualsiasi posizione ne consentono una facile e semplice applicazione su tutte le linee di stampa, accoppiamento e coating. www.ferben.com

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

STARFOIL TECHNOLOGY NETHERLANDS, NL HALL A6, STAND 475 Starfoil produces 400 to 1620 mm wide spooling/ slitting machines for converting hot-stamping foil and various flexible packaging films. At ICE Europe Starfoil is demonstrating the ValueLine 1300 spooling-slitting machine, an efficient foil-cutting machine and a new cantilevered CLC-400 machine, designed to spool or slit 3” hot-stamping rolls to 1” or 3” rolls by means of shear slitting. www.starfoil.com ZECHER , D - HALL A6, STAND 300 The leading manufacturer of Aniloxes, Zecher will be present again with a team of experienced experts at ICE Europe 2013. Under negotiation of sustainable aspects, Zecher will demonstrate solutions and tools for different applications for the Lamination,Flexible Packaging and Coating Industry.With their specification pyramid, we also offer new ideas for the flexible printer. www.zecher.de FERRARINI & BENELLI HALL A6 STAND 142 Since 1965 the company delivered innovative solutions in corona treatment implementing research and development. KAPPA PLUS is the high performance treatment station for converting applications. The system is extremely versatile. It can be equipped with aluminium electrodes, to treat plastic films and paper, or with ceramic electrodes, to treat conductive materials in general. The modularity and the different number of electrodes that can be proposed allow to offer the best model fitting all production requirements and speeds. The electrodes unit is designed with special air-gap adjustment system that acts on the electrode from the outside. Thanks to this function, the system can be used even on thick products. In addition, the electrodes assembly is equipped with special quick take off system for easy maintenance and replacement of electrodes. Compact size and several mounting possibilities allow easy and simple installation on every printing, laminating and coating lines. www.ferben.com


FLEXO DAY 2012 By Andrea Spadini

La formula del Flexo Day organizzato da Atif piace agli operatori del settore che di edizione in edizione ne decretano il successo, con una partecipazione che cresce di pari passo con l’interesse verso gli argomenti proposti. L’edizione 2012, che si è svolta lo scorso 21 novembre a Bologna ha visto la presenza di oltre 300 operatori specializzati, interessati ad allargare le proprie competenze in tema di efficienza e affidabilità, il focus di questa giornata tecnica

FLEXO DAY 2012: EFFICIENZA E AFFIDABILITÁ, DALLA TEORIA ALLA PRATICA, MA ANCHE NUOVI IMPORTANTI SBOCCHI DI MERCATO PER LA STAMPA FLESSOGRAFICA

L

a giornata di approfondimento tecnico organizzata e promossa da Atif è stata aperta da Sante Conselvan, al suo primo Flexo Day da Presidente dell’associazione tecnica per lo sviluppo della flessografia, con un intervento di carattere generale sul mercato della flexo, il cui principale settore di sbocco rimane quello del cartone ondulato (42%), seguito a ruota da imballaggio flessibile (27%), etichette e cartellini (18%), cartoncino pieghevole (4%), e infine una quota del 9% legata al mercato cosiddetto non-packaging, ovvero stampa di quotidiani, tissue, ma anche il settore dell’elettronica, che come vedremo più avanti ha catalizzato l’attenzione dei presenti grazie all’appassionato intervento di Davide Deganello, professore della Swansea University e testimonial di quella parte di Italia che funziona, e che all’estero viene molto apprezzata!

Il Presidente di Atif Sante Conselvan / Atif’s President Mr. Sante Conselvan

(75% flexo - 25% rotocalco) e Sud America (82%

sviluppo quale è l’Africa, la crescente esi-

flexo - 18% rotocalco) prediligono questa

genza di imballaggio, sicurezza alimen-

tecnologia di stampa, mentre in Europa

tare, igienicità non potrà che favorire la

(rotocalco 61% - flexo 39%) e Asia (rotocalco

crescita della stampa flessografica. Analizzando le quote di mercato della flessografia, che in totale raggiunge la ragguardevole cifra di oltre 300 miliardi di dollari, l’89% del cartone ondulato viene stampato in flexo, l’imballaggio flessibile è al 65%, le etichette al

74% - flexo 26%) è la rotocalco a essere la tec-

Per quanto riguarda le aree geografiche

nologia dominante.

di applicazione della stampa flexo rela-

Non esistono dati sull’Africa, anche se

tivamente all’imballaggio flessibile, il

non è errato pensare che siano simili a

mondo è diviso in due parti: Nord America

quelli europei; inoltre nei Paesi in via di

ENGLISH FLEXO DAY 2012

FLEXO DAY 2012: EFFICIENCY AND RELIABILITY, FROM THEORY TO PRACTICE, BUT ALSO NEW IMPORTANT MARKET OUTLETS FOR FLEXO PRINTING

The operators of the sector like the formula of Flexo Day organized by Atif and, edition by edition, they determine the success of this event, whose attendance is growing according to the interest aroused by the issues suggested. 2012 edition, which took place on 21st November 2012 in Bologna, was attended by over 300 trade operators who aimed at widening their expertise concerning efficiency and reliability, which this technical day was focused on

T

he technical day, organized and promoted by Atif, was opened by Sante Conselvan who participated for the first time in Flexo Day as President of the technical association for flexography development. His general report dealt with the flexo market whose main outlet sector

34

continues to be corrugated board (42%), followed by flexible packaging (27%), labels and tags (18%), folding carton (4%), and the so-called no-packaging market (9%) such as newspaper printing, tissue, but also electronics. As we will see later, the latter attracted the attention of those present thanks to the enthusiastic speech by Davide Deganello, Professor at the University Swansea and a testimonial of the part of Italy that works and is highly appreciated abroad! As far as the geographic areas of application of flexo on flexible packaging are concerned, the world is divided into two parts: North America (75% flexo - 25% gravure) and South America (82% flexo- 18% gravure), prefer this printing technology, whereas in Europe (gravure 61%-flexo 39%) and Asia (gravure 74%-

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

flexo 26%) gravure is dominating. There are no figures concerning Africa, although it is not wrong to think that they might be similar to the European data; moreover, in developing countries, such as Africa, the growing demand for packaging, food safety and hygiene is supposed to favour the spreading of flexography. If we analyse flexo market shares, which globally reach some 300 billions $, we will realize that 89% of corrugated board is flexo printed, as well as flexible packaging (65%), labels (53%) and folding carton (3%). In the next two-year period, predictions confirm the increase of flexography by +4% for 2013 and by 4.5% for 2014. “I’d like to focus on the no-packaging market as a sector, or better more sectors, of outlet for flexo printing technology. They include


53% e infine il cartoncino pieghevole al 3%. Le previsioni di incremento della flessografia nel prossimo biennio confermano un +4% per il 2013 e un +4,5% per il 2014. “Vorrei porre l’attenzione sul mercato del no-packaging come un settore, o meglio come più settori di sbocco per la tecnologia di stampa flexo. Stampa di sicurezza, prodotti farmaceutici, tag identificative, tissue, carta da parati, buste, giornali, ma soprattutto la stampa commerciale di prodotti elettronici, un settore che da solo nel 2020 raggiungerà un valore di 89 miliardi di dollari. Penso e credo che la flessografia abbia tutte le carte in regola per farsi spazio in questo nuovo mercato, nel quale anche solo raggiungendo quote del 10-15%, si potrebbero ottenere risultati economici di non poco conto”, dice Sante Conselvan, non prima di aver rinnovato l’appello agli operatori in generale, ma soprattutto agli stampatori e ai converter ad avvicinarsi all’attività associativa, e cogliendo l’occasione per ringraziare le aziende Ditom, Kodak, Lohmann, Simonazzi, Sun Chemical e Uteco per avere messo a disposizione del Comitato Tecnico Atif le attrezzature e i materiali necessari a realizzare le sperimentazioni 2012.

AGGIORNAMENTI ISO/TC 130 Alessandro Beltrami, coordinatore della Commissione UNI Grafica e Vice Presi-

scale di controllo compensate e non. Lo stampatore ha la libertà di scegliere la corretta tecnologia di stampa flessografica e di modificare digitalmente i dati con la ISO/TS 10128 nel caso non ci sia accordo tra la caratterizzazione fornita e il processo di stampa. Le caratteristiche del retino sono definite da un accordo fra print buyer e stampatore. Beltrami ha mostrato tre esempi pratici, un lavoro in quadricromia, uno coi colori spot, e l’ultimo con la correzione del substrato, partendo dal file pdf/x e analizzando il workflow nella fase di prestampa, secondo i valori di riferimento inseriti per i tre differenti lavori.

Alessandro Beltrami

dente di Taga Italia, ha presentato la nuova norma ISO 12647-6:2012 in sostituzione di quella del 2006, con la quale vengono introdotti nuovi metodi di compensazione della caratterizzazione e sistemi di misurazione e tolleranze per i colori spot (i cosiddetti colori Pantone). Partendo dalla presa di coscienza che i supporti di stampa sono infiniti e le rese di stampa dei processi flessografici sono differenti, complicando l’inserimento di valori di riferimento standard, la norma prevede la definizione di una caratterizzazione tra gli attori della filiera di stampa, dalla quale ricavare tutti i valori di riferimento. La caratterizzazione diventa quindi il riferimento al quale devono attenersi sia la stampa che la prova di stampa, con un notevole impatto sulle fasi di progettazione grafica e pre-stampa. Con la nuova norma i dati dovranno essere forniti via PDF/X all’interno del quale vengono previsti i colori pantone, con comunicazione dei dati spettrali. Le forme di stampa devono contenere

LA SICUREZZA IN SALA STAMPA Roberto Monguzzi, consulente di Assografici in tema di sicurezza ha trattato il tema della sicurezza negli stabilimenti delle aziende grafiche, presentando alcuni esempi e dando alcuni suggerimenti utili per migliorare l’efficienza di

Roberto Monguzzi

converters, to join the Association and thanked Ditom, Kodak, Lohmann, Simonazzi, Sun Chemical and Uteco for providing Atif Technical Committee with the equipment and materials required to carry out 2012 experimentations. ISO/TC 130 UPDATING safety printing, pharmaceutical products, identification tags, tissue wall paper, bags, newspapers but especially commercial printing of electronic articles, a compartment which in 2020 is supposed to reach a turnover of 89 billions $. I do believe that flexography has what it takes to make itself known on this new market in which, even if your shares just achieve 10-15%, you can obtain considerable economic results”, said Sante Conselvan, who also invited all the operators, and especially printers and

Alessandro Beltrami, co-ordinator of Commission UNI Grafica and Vice-President of Taga Italia, presented the new standard ISO 12647-6:2012 that replaced 2006’s. The new standard introduces methods of compensation of the characterization as well as measuring and tolerance systems for spot colours (the so-called Pantone colours). Starting from the fact that the printing colour range is unlimited and the printing performance of flexo processes are different, which makes it difficult to introduce stan-

dard parameters, the new standard proposes to categorize the printing chain players in order to establish all values of reference. Therefore, the characterization becomes the point of reference being followed both by printing and proofing operators, with a considerable impact on the stages of graphics designing and prepress. According to the new standard, data will have to be provided by means of PDF/X inside which Pantone colours are foreseen and spectrum data are communicated. Typefaces will have to contain compensated, and not, control scales. The printer can choose freely the proper flexo printing technology and digitally change data according to ISO/TS 10128, in case that the characterization provided should not comply with the printing process. The printing screen features are agreed by the print buyer and the printer together. Beltrami gave three examples including a

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

35


produzione e la qualità degli ambienti di lavoro, rispettando le norme previste. La sicurezza e la salute sul luogo di lavoro, oltre a essere un obbligo giuridico e sociale, deve essere intesa anche come un possibile vantaggio economico, diventando una componente fondamentale per il successo dell’azienda. Le azioni preventive sulla sicurezza migliorano dunque l’efficienza e la qualità del prodotto.

AGGIORNAMENTI 2012 SULLE PROCEDURE DI CHECK-UP PER LE MACCHINE FLESSOGRAFICHE

Stefano d’Andrea

Stefano d’Andrea, coordinatore del Comitato Tecnico Atif ha presentato gli aggiornamenti 2012 circa le procedure di check-up per le macchine da stampa flessografiche, col prezioso supporto di Attilio Boccardo. “Stabilità e ripetibilità sono elementi fondamentali per consentire l’impiego di tecnologie di color management basate sulla caratterizzazione del sistema di stampa, e assicurano i livelli di qualità e produttività

necessari per rispondere alle richieste del mercato”, dice d’Andrea. Il color management, che viene normalmente considerata materia riservata ai guru della prestampa, è invece una fase del processo fondamentale con la quale tutti i giorni gli stampatori devono confrontarsi, seppur con poca o nessuna istruzione a riguardo. Attraverso il color management vengono tradotte le condizioni di stampa in numeri da usare sia in prestampa che in stampa al fine di un migliore risultato finale. Oggi invece ancora troppe scelte vengono lasciate all’operatore, e alle sue continue regolazioni che allontanano dall’obiettivo principale, ovvero una stampa di qualità e sotto controllo. Oggi attraverso le Linee Guida Flexo di Atif è possibile tenere sotto controllo parametri e tolleranze, partendo dalla procedura di check-up della macchina da stampa, operazione con la quale si verifica se una macchina da stampa posta in condizioni di lavoro controllate, è in grado di fornire un prodotto con caratteristiche chiaramente definite e rispondenti a un capitolato d’acquisto concordato, ma anche per controllare le performance durante la produzione, comparare e allineare macchine diverse, verificare la ripetibilità dei risultati nel tempo, stabilire un rapporto corretto tra stampa e prestampa, valutare tecnicamente nuovi materiali, prodotti, tecnologie, e infine verificare la qualità dei risultati rispetto alle

four-colour job, a spot colour job and the correction of the substrate, starting from the PDF/X file and analysing the workflow in the prepress stage according to the values of reference established for the three different jobs. SAFETY IN THE PRESSROOM Roberto Monguzzi, adviser of Assografici concerning safety, dealt with the theme of safety at graphics companies and gave some examples and useful suggestions to improve production efficiency and the quality of working environments according to the standards foreseen. Safety and health in working places are not only a legal and social obligation but should also become a possible economic advantage and a key factor for the company success. Consequently, preventive actions on safety improve product efficiency and quality.

36

Norme e Raccomandazioni esistenti. I parametri presi in considerazione con la modalità utilizzata per l’analisi danno i valori attesi e le tolleranze di accettabilità previste e si riferiscono a uniformità di inchiostrazione, di pressione, ripetibilità dell’accostamento, ripetibilità al variare della velocità, barrature e dintorni, slur e deformazioni dei grafismi, copertura dei pieni e densità, valori tonali, registro tra i colori, variabilità in tiratura.

PROCEDURA PER LA CARATTERIZZAZIONE DI UN SISTEMA DI STAMPA FLESSOGRAFICO Moreno Melegatti, consulente esperto di flessografia, ha tenuto una relazione sull’argomento centrale del programma di sperimentazione del Comitato Tecnico di Atif con riferimento al lavoro svolto insieme ad Attilio Boccardo, illustrando la procedura per la caratterizzazione di un sistema di stampa flexo, nel rispetto della norma ISO 12647-6, per

Moreno Melegatti

UPDATES 2012 ON CHECK-UP PROCEDURES FOR FLEXO MACHINES Stefano d’Andrea, co-ordinator of Atif Technical Committee, presented the updates 2012 on check-up procedures for flexo presses, with the useful aid of Attilio Boccardo. “Consistency and repeatability are essential elements enabling you to employ colour management technologies based on the printing system characterization and ensuring the achievement of the quality and productivity levels required to cope with the market needs”, says D’Andrea. The colour management, which is generally considered matter reserved to the guru of prepress, is on the contrary a fundamental process stage, that printers have to face daily, though they have just a little, or even no expertise in it. The colour management enables you to turn the printing conditions into figures being used both in the prepress

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

and printing stages in order to achieve a better final result. At present, however, too many choices are left to the operator who has to carry out frequent adjustments keeping him away from the main goal that is the achievement of quality printing under control. Today, thanks to the Flexo Guidelines by Atif, it is possible to control parameters and tolerances, starting from the press check-up procedure. This operation enables you to check if a press, placed under conditions of controlled work, is capable of delivering a product with clearly defined features meeting a previously agreed specification as well as to control the performance during the production, compare and align different machines, test the result repeatability over years, establish a proper relationship between printing and prepress, test new materials, products and technologies from a technical viewpoint and finally check the result quality according to the existing rules


garantire un processo di stampa stabile e riproducibile. Tutto il materiale di riproduzione, con le lastre e le prove colore, pronto per andare in stampa, deve essere sempre preparato in funzione delle condizioni previste per la stampa, inchiostri, anilox, supporto, lastre; questi elementi hanno contribuito alla definizione del profilo definito per quella specifica condizione di stampa che è stato ricavato dai dati ottenuti con l’operazione di caratterizzazione, operazione attraverso la quale si rilevano le caratteristiche qualitative e quantitative di un sistema di stampa in condizioni chiaramente definite e controllabili. Lo stampatore necessita quindi di dati significativi, rappresentativi, affidabili che rappresentino le caratteristiche di un sistema in grado di ripetere lo stesso risultato nel tempo. Questi dati in fase di prestampa, sottoforma di profili per la gestione del colore servono a convertire gli RGB in CMYK, per adattare alle effet-

tive condizioni di stampa i file preparati in condizioni differenti e per realizzare le prove colore. In sala stampa invece vengono usati per regolare la macchina e per controllare la qualità della produzione. Melegatti ha poi descritto l’esempio pratico della sperimentazione che Atif ha condotto lo scorso mese di ottobre, mediante la quale viene definita una condizione di stampa ottimizzata e ripetibile per una tipologia di prodotto chiaramente identificata. Si ricavano i dati di caratterizzazione che ne descrivono le caratteristiche, si genera un profilo colore ICC da utilizzare per le lavorazioni di prestampa e per le prove contrattuali. Vengono inoltre definiti i parametri di controllo ovvero le curve tonali delle lastre, i valori colorimetrici dei pieni, i valori tonali dei mezzitoni e delle alte luci, da utilizzare per il controllo delle prove colore e della stampa.

EFFICIENZA IN STAMPA PRIMA E DOPO L’AVVIAMENTO MACCHINA

LA PREPARAZIONE GRAFICA IN FLESSOGRAFIA

Andrea Dallavalle per Atif, a chiusura del

A questo punto la macchina è pronta, e si passa quindi alla realizzazione dei cliché. Ma prima è necessario seguire alcune procedure, che Stefano d’Andrea ha descritto, fornendo alcuni suggerimenti utili per la preparazione grafica di un lavoro da stampare in flexo. È necessario convertire la grafica allo spazio colore della macchina da stampa, impostare i

Andrea Dallavalle

and standards. The parameters being considered according to the mode used for analysis will cope with the expected values and the tolerances foreseen concerning inking and pressure evenness, matching repeatability, repeatability when you vary the speed, strikethrough and surroundings, slur and deformation of the graphic elements, full coverage and density, shade values, colour register and run variability. PROCEDURE FOR THE CHARACTERIZATION OF A FLEXO PRINTING SYSTEM Moreno Melegatti, a flexo specialist, dealt with the main subject of the testing programme developed by Atif Technical Committee and, referring to the work made in collaboration with Attilio Boccardo, he illustrated the procedure for the characterization of a flexo printing system according to

38

colori speciali, applicare abbondanze, verificare sormonti, forature, calcolare la distorsione, produrre il file pronto per l’incisione o scrittura lastra e infine la prova colore (che non sia una semplice stampata digitale che non serve a nulla). Nella condizione ideale il designer dovrebbe progettare il proprio lavoro sullo spazio colore reale della macchina, ma questo non avviene praticamente mai, e il progetto grafico è realizzato genericamente e non per una precisa tecnologia di stampa. Per convertire i colori è necessario conoscere il profilo di origine con cui è stata progettata la grafica e il profilo di destinazione della macchina, che può essere ricavato solo dai dati di caratterizzazione. È compito dello stampatore fornire dunque i dati di caratterizzazione affidabili e ripetibili nel tempo.

the standard ISO 12647-6 aiming at ensuring a constant and repeatable printing process. All the reproduction material, including plates and colour proofs, which is ready to be printed has always to be set up according to the printing conditions foreseen, including inks, anilox, substrates and plates. These elements contribute to the definition of each printing situation according to the characterization, an operation enabling you to detect the quality and quantity features of a printing system which has been clearly defined and controlled. Therefore, the printer needs considerable, representative and reliable data illustrating a printing system which should be capable of reproducing the same results over years. In the prepress stage, these data in the form of profiles for colour management are used to convert RGB and CMYK in order to adjust the files prepared in different conditions to the real printing conditions and to carry out

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

the colour proofs. In the pressroom they are used to adjust the machine and control production quality. Then Melegatti explained the practical example given by Atif in October last, aiming at defining an optimized and repeatable printing situation for a certain product typology. They detected the characterization data to define the printing features and generated an ICC colour profile being used for prepress operations and contract proofs. Moreover, they established the control parameters such as the tone curves of the plates, the colorimetric values of the full colours, halftones and other lights being used to control the colour and printing proofs. GRAPHIC SETTING UP IN FLEXOGRAPHY Now the machine is ready and you can develop the plate. However, you have first to


inchiostri a base NC per la stampa di OPP, PET, film laccati, OPA, carta e film metallizzati, utilizzabili sia in flessografia che in rotocalco.

cerchio, ha esposto una presentazione sull’efficienza nelle moderne macchine da stampa, che influenza in maniera determinante aspetti quali la produttività, il mantenimento della qualità, la ripetibilità, la riduzione dei costi fissi, il ritorno dell’investimento e la sostenibilità degli investimenti aziendali. Dallavalle ha analizzato alcuni dispositivi di serie o in opzione, come la messa a registro, pressioni di stampa, color matching, gestione inchiostri, ispezioni stampa e controllo qualità, che possono essere inseriti sulle macchine da stampa per migliorarne l’efficienza, al fine di una riduzione dei tempi di cambio lavoro, di riduzione degli scarti in avviamento, per l’ottimizzazione del consumo di inchiostro, per un adattamento rapido alle condizioni di stampa, per una misura accurata della deviazione colore, per un mantenimento e verifica della qualità di stampa e per una maggiore semplicità di utilizzo.

Chemical e Tesa, hanno fornito due interessanti contributi per migliorare l’efficienza nei rispettivi campi di applicazione. Tesa, per voce di Massimo De Stefani, Silvano Tamai e Alessandro De Manicor, ha illustrato la propria gamma calibrata di soluzioni per il montaggio dei cliché, di nastri per giunte nei cambi bobina e prodotti ausiliari in grado di determinare il miglioramento del processo flessografico con risultati di stampa ottimali e costanti in qualità e ripetibilità. Egidio Scotini di Sun Chemical ha presentato le linee guida per l’ottimizzazione

I due sponsor principali dell’evento, Sun

Egidio Scotini

Davide Deganello docente della Lecturer College of Engineering Università di Swanea (UK), ha catalizzato l’attenzione della platea con il suo intervento che apre senza dubbio nuove prospettive e nuovi campi di applicazione, tutti da esplorare, per la stampa flessografica. Deganello ha illustrato con campioni reali, il recente sviluppo di nuovi materiali stampabili in flexo, fra cui i dispositivi “thin Film” per applicazioni elettroniche, biomedicali (RFID, OLED flessibili, bio-sensori, fotovoltaici, microcircuiti), nonché di integrazione con il mondo del packaging (pensiamo ad esempio ai sistemi di anticontraffazione). Il processo di stampa flexo è particolar-

Massimo De Stefani

economica della stampa flessografica, uno studio preciso con calcoli basati sui costi effettivi che implica l’analisi puntuale e accurata del processo produttivo, l’utilizzo di processi di stampa a sei e sette colori e l’adozione di serie di inchiostri multiuso, che con un’unica serie consentono di stampare la maggior parte dei supporti sia in esterno che in interno per accoppiamento. Si tratta di

Davide Deganello

follow some procedures, which were described by Stefano D’Andrea who gave useful suggestions for the graphic setting up of a flexo printing job. It is necessary to convert the graphic elements according to the colour space of the press, to set up special colours, apply abundances, check overlaps and punctures, calculate distorsions, prepare the file for the plate engraving or writing and, finally, the colour proof (which should not be a mere digital printed job that has no use). In an ideal condition, the designer should plan his job on the real machine colour space, but this never happens, since the graphic project is carried out in a general way and not for a precise printing technology. In order to convert the colours, it is necessary to know the original profile according to which the graphic elements have been designed as well the destination machine profile, which can be detected only from the characterization data. The printer has to

40

LA FLEXO NON CONVENZIONALE

provide reliable and repeatable characterization data. PRINTING EFFICIENCY PRIOR TO AND AFTER THE MACHINE STARTING UP For Atif Andrea Dallavalle dealt with the efficiency of modern presses, which is a key factor affecting important aspects such as productivity, quality consistency, repeatability, the reduction of fixed costs, investment returns and company investment sustainability. Dallavalle analysed some serial or optional devices including setting up systems, printing pressure, colour matching, ink management, printing inspection and quality control equipment that can be incorporated into the press to improve its efficiency and reduce changeover times, starting up waste, optimizing ink consumption, speeding up the adjustment to printing condi-

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

tions, accurately measuring colour deviations, keep and check printing consistency and make the press more user-friendly. The two main sponsors of the event, Sun Chemical and Tesa, gave their effective contribution to improve efficiency in their specific fields of application. Massimo De Stefani, Silvano Tamai and Alessandro De Manicor of Tesa illustrated their calibrated range of solutions for the assembling of plates, seaming webs for reel changeover and ancillary products capable of improving the flexo printing process and obtaining excellent printing results as well as quality consistency and repeatability. Egidio Scotini of Sun Chemical presented the guidelines for the economic optimization of flexo printing, an accurate survey with calculations based on real costs and including the detailed assessment of the production process, the use of six-seven colour printing


COMIFLEX srl

print with confidence

Le più avanzate tecnologie per una macchina che “VALE” in tutte le configurazioni. “VALE”, LA GEARLESS PER TUTTI

The most advanced technologies for a machine that “VALE”, in all the configurations. “VALE”, THE GEARLESS FOR EVERYONE

COMIFLEX srl Tel +39 02 98128323 - Fax +39 02 98128256 Via dell’artigianato, 30 - 20070 Cerro al Lambro - MILANO - ITALY www.comiflex.it - info@comiflex.it


nuova rivoluzione dell’industria grafica nella quale la stampa flessografica e l’industria del converting saranno protagomente indicato per queste applicazioni in virtù degli inchiostri adattabili e flessibili e dell’ottima capacità produttiva, consentendo notevoli risparmi rispetto alle tecnologie tradizionali di microincisione a base silicio. Precisione ed elevata qualità sono gli unici elementi imprescindibili per la realizzazione di queste applicazioni, che non possono tollerare alcun tipo di difetto. La stampa elettronica offre importanti

opportunità di sviluppo e collaborazioni, affacciandosi su nuovi mercati, che essendo di nicchia possono essere molto remunerativi. La presentazione di Deganello ha dato la sensazione di descrivere un mondo molto distante da quello con il quale siamo abituati a confrontarci, ma rappresenta un settore di grande interesse economico che può essere un’alternativa interessante per il futuro. In conclusione Emilio Gerboni consulente Atif fin dal 1982, ha tracciato un bilancio della giornata nella quale i relatori hanno coniugato gli aspetti qualitativi e produttivi della stampa flexo con quelli della redditività per consentire alle aziende di continuare a lavorare e svilupparsi. “La crisi prima o poi finirà e la flexo si dovrà far trovare pronta per entrare in nuovi campi applicativi in forte sviluppo. Gli addetti ai lavori dovranno prepararsi a una

processes and the adoption of multi-function inks which make it possible to print on reverse, with a single range, almost all laminating substrates. They are NC-based inks suitable for the printing of OPP, PET, varnished films, OPA, metal-coated paper and films which can be employed both in flexography and gravure. UNCONVENTIONAL FLEXOGRAPHY Davide Deganello, lecturer at the Lecturer College of Engineering at University Swansea (UK) aroused the interest of the audience with a report that, no doubt, opens new horizons being explored for flexography. Deganello illustrated with real samples the recent development of new flexo printable materials including the “Thin Films” for electronic, biomedical applications (RFID, OLED, flexible, bio-sensory, photovoltaic and micro-

42

nisti”, ha concluso Gerboni. Il Flexo Day 2012 è stato supportato da Sun chemical e Tesa, con Biessse, Bst, Edigit, ETS, I&C, Inglese, Huber, Tresu e Uteco. Atif da appuntamento al Flexo Day sud, alla fiera Converflex di Milano durante la quale verranno organizzati seminari tecnici e ovviamente al Flexo Day 2013 che verrà organizzato come ormai è tradizione, in autunno.

circuit systems) as well as materials being integrated into the packaging sector (as for instance counterfeiting systems). The flexo printing process is particularly suitable for these applications thanks to its adaptable and flexible inks and excellent production capability, which enables you to considerably save compared to the conventional silicon-based micro-engraving technologies. Accuracy and high quality are the only essential elements to develop these applications that cannot tolerate any kind of defect. Electronic printing gives important development and co-operation opportunities, exploring new niche markets that can be very profitable. Deganello’s report gave the impression to describe a world which is quite different from our usual environment, but which represents a sector of great economic interest that might become an interesting alternative for the future.

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

To conclude Emilio Gerboni, adviser of Atif since 1982, took stock of the Flexo Day whose speakers were able to combine the qualitative and production aspects of flexo printing with profitability in order to enable companies to continue to work and develop. “Sooner or later the crisis will end and flexography will have to be ready to face new quickly developing fields of application. The insiders will have to be ready to face a new revolution of the graphics industry in which flexo printing and converting will play a key role”, concluded Gerboni. Flexo Day 2012 was supported by Sun Chemical and Tesa in collaboration with BiesSse, Bst, Edigit, ETS. I & C, Inglese, Huber, Tresu and Uteco. Atif is inviting you to Flexo Day Sud on occasion of Converflex Exhibition taking place in Milan during which they will organize technical workshops, as well as to Flexo Day 2013 which will take place in Autumn, as usual.


PARTNERSHIP PCMC BOSCH REXROTH

La macchina da stampa flessografica Fusion della PCMC guadagna punti grazie a tempi di preparazione ridotti e alla riduzione degli scarti, nonché grazie alla tecnologia di Bosch Rexroth

PAPER CONVERTING MACHINE COMPANY: PRODURRE DI PIÙ CON MENO RISORSE, GRAZIE ALLA TECNOLOGIA BOSCH REXROTH

I

profumi vengono inseriti in un invitante involucro e il cliente può provarli più rapidamente. E i cioccolatini nella scatola dorata sono molto più d’effetto rispetto ad altri dolcetti presentati in una confezione semplice. Le confezioni, quindi, non devono soltanto svolgere una funzione protettiva, bensì anche impressionare, sia che si tratti di carta, cartone, pellicola o plastica. Perche per molti prodotti un involucro allettante è un importante argomento di vendita. Per chi stampa le confezioni ciò significa dover ottenere un buon risultato al prezzo più vantaggioso possibile. Infine il tutto non deve essere piu costoso del contenuto. Con questa sfida davanti agli occhi, la ditta americana Paper Converting Machine Company (PCMC) di Green Bay, Wisconsin, si è messa all’opera e ha sviluppato la Fusion. Questa macchina da stampa flessografica lavora in modo più efficiente rispetto al modello precedente, grazie alla tecnologia drive & control e alla tecnica lineare di Rexroth. “Il settore ha

ENGLISH PARTNERSHIP PCMC BOSCH REXROTH

Tempi di preparazione ridotti grazie alla macchina Fusion / Set-up time reduced thanks to Fusion printing machine

espresso l’esigenza di tempi di preparazione macchina più brevi per incrementare i tempi di stampa che producono valore aggiunto”, afferma David Wall, Direttore dei settori Sviluppo, Stampa, Rivestimento e Laminazione presso la PCMC. “Gli stampatori vogliono evitare gli sprechi, sia di materiale che di tempo.”

UN BREVE PIT-STOP Equipaggiata con il sistema di automazione IndraMotion e i servo azionamenti Rexroth, la Fusion soddisfa queste esigenze: a seconda del numero di ele-

PAPER CONVERTING MACHINE COMPANY: PRODUCE MORE WITH LESS RESOURCES THANKS TO BOSCH REXROTH TECHNOLOGY

PCMC’s flexographic press – named “Fusion” – scores points with shorter setup times and less waste product, thanks in part to Bosch Rexroth technology

T

he customer is far more likely to purchase perfume displayed in an attractive package. And chocolates in a gilt embossed box claim a premium position when compared with others in simpler boxes. Packaging has to protect the contents, of course, but it also has to leave an impression – no matter whether it is made of paper, cardboard, foil or plastic. It’s quite clear that attractive appearance is an important selling point for many products. For the print shop, this means achieving good results at the best possible price. After all, the frills and

44

menti colore, lavora con 17 o 21 assi. La svolgitura del materiale di avvolgimento, e il relativo controllo di tiro, sono affidati a ulteriori sette assi. Ogni Fusion e costituita da un tamburo di stampa centrale con un diametro da 2,4 fino a 3 metri, che può essere circondato da otto o dieci gruppi di stampa, costituiti rispettivamente da due cilindri: questi trasferiscono l’immagine (cilindro porta-clichè) e il colore (cilindro retinato) sul materiale da stampare. I cilindri di stampa sono mossi mediante motori coppia direct drive della serie IndraDyn T, pilotati dai servozionamenti modulari della serie IndraDrive M. “Più rapidamente e più semplicemente” sono i criteri per la scelta del controllo. L’IndraMotion MLC può sincronizzare

trimmings shouldn’t cost more than the contents. With this challenge in mind, the Paper Converting Machine Company (PCMC) in Green Bay, Wisconsin, knuckled down and developed the “Fusion”. This is a flexographic press that works more efficiently than its predecessor, thanks to Rexroth’s drive, control and linear guide technology. “This sector began demanding shorter set-up times to lengthen productive printing cycles”, says David Wall, PCMC’s head of development for printing, coating and laminating. “Print shop owners want to save both material and time”. A BRIEF PIT STOP The Fusion, equipped with the IndraMo-

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

tion automation system and servo drives supplied by Rexroth, fulfills these requirements. It utilizes either 17 or 20 shafts, depending on the number of inking units. Seven further shafts serve as paper guides and control web tension between the feed and take-up rolls at the beginning and end of the machine. Each “Fusion” consists of a central printing cylinder between 2.4 and three meters in diameter. It can be surrounded by eight or ten printing units, each with two cylinders. These transfer the image and the ink to the material being printed. The cylinders are powered by IndraDrive M servo drives and gearless drive motors in the IndraDyn T series. Making things quicker and easier – that was the criterion for selecting the control unit. The MLC IndraMotion can synchronize machines with up


fino a 64 assi su un singolo controllore,

la PCMC ha potuto ridurre quasi del 60%

con la possibilità di espandere tale nu-

il numero dei componenti installati nei

mero mediante una rete di sincronizza-

quadri elettrici rispetto alle tecnologie

zione tra controllori denominata ‘cross-

impiegate in precedenza. Tutti gli assi

communication’. Le laboriose imposta-

macchina vengono ora azionati tramite

zioni manuali di stampa e inchiostra-

due sole taglie di motori: all’interno del-

tura per ogni singolo gruppo di stampa

l’ampia gamma di servomotori sincroni,

appartengono ormai al passato.

sono stati scelti motori torque della

Un sistema di ispezione visivo integrato

serie IndraDyn T. I motori di questa fa-

regola il registro di stampa in un tempo

miglia, disponibili con raffreddamento

estremamente ridotto. Le marche stam-

a liquido o a ventilazione naturale, sono

pate dai cilindri porta-clichè vengono

forniti in un kit roto-statorico pronto al

gistro macchina, ovvero l’esatta sovrap-

Indramotion MLC: Fusion è equipaggiata con il sistema di automazione IndraMotion di Bosch Rexroth / Indramotion MLC: Fusion is equipped with the Indramotion automation system by Bosch Rexroth

posizione dei singoli in fase tra loro:

accumulata nel Dc bus condiviso e mes-

dendo cosi la Fusion sei volte più rapida

sofisticati algoritmi di calcolo gestisco-

sa a disposizione degli altri assi, oppure,

rispetto alle macchine precedenti.

no la lettura delle marche colore, met-

qualora in eccesso, rigenerata verso la

“La molteplicità di motori standard e un

tendole in relazione alle posizioni dei

rete. Wall spiega un ulteriore punto di

grande punto di forza di Rexroth”, sot-

singoli assi. La funzione PrintSense, svi-

forza: “Durante il cambio della lastra ti-

tolinea Doug Anderson, Sales Engineer

luppata da PCMC, consente una sensibile

pografica, la funzione IndraDrive Safe

presso le aziende per l’integrazione di si-

riduzione dei tempi di avviamento della

Stop arresta con sicurezza gli assi nella

stemi CMA/Flodyne/Hydradyne.

produzione dopo un cambio bobina o

loro posizione prestabilita. Per eseguire

Per la PCMC Fusion è stata scelta una ta-

un cambio formato, integrando la let-

questa operazione, finora occorreva in-

glia di motore per pilotare il tamburo

tura delle marche colore con il sistema

stallare un meccanismo di frenata o

principale, adeguatamente dimensio-

di controllo dei servoassi su bus deter-

bloccaggio, cosa che richiedeva un mag-

nato per gestire frenate di emergenza

ministico digitale Sercos.

gior numero di componenti esterni”.

con rampe di 10-15 secondi. Sui cilindri

lette da sensori ottici per realizzare il re-

Le funzioni di sicurezza integrate nei servo azionamenti IndraDrive e l’ali-

montaggio, e sono in grado di erogare fino a 13.800 Nm di coppia massima, ren-

portaclichè e anilox è invece stato scelto

EFFICIENTE SISTEMA MODULARE

mentazione realizzata mediante il DC

un motore di altra taglia, adeguatamente dimensionato ai dati di coppia e velocità

bus condiviso conferiscono alla Fusion

Meno componenti = meno costi: anche

richiesti. In tal modo è significativamente

un ulteriore vantaggio rispetto alla con-

sotto questo aspetto la Fusion stabilisce

ridotto il numero di componenti da ge-

correnza: l’energia che finora andava

nuovi standard. Grazie all’impiego di

stire per la configurazione di una mac-

persa con la frenata degli assi, viene ora

un’intelligente tecnica di azionamento,

china.

to 64 shafts. Time-consuming manual adjustment for register and color for each individual deck is now a thing of the past. An integrated visual inspection system aligns the registration marks in no time at all, ensuring that individual colors are exactly congruent. Algorithms kept in memory help the printer cope with complex jobs. The result: After a roll of paper has been changed, the flexo press is back in operation far more quickly. The control system determines whether the printing cylinders are perfectly positioned, on the basis of the data stored in the drive units. An operating mode called PrintSense, developed by PCMC, makes use of this mode. It brings together the printing cylinder and the applicator roll in each printing unit with great precision. The press is then ready to roll. Integrated safety features and an energy recovery system provide the “Fusion” with an additional competitive edge. Energy that used to be wasted when the shafts were bra-

46

ked is now recovered and returned to the system. A further positive factor: “While the printing plates are being changed, an IndraDrive function called ‘Safe Stop’ securely holds the shafts in their correct positions,” explains Wall. “In the past we had to incorporate a braking or locking mechanism, and that meant additional parts”. AN EFFICIENT MODULAR SYSTEM Fewer components mean lower costs – the “Fusion” sets new standards in this regard, too. By using intelligent drive technology, PCMC has managed to whittle down the number of parts required by almost 60 percent when compared with the previous model. This is because only two different motor sizes are now needed to drive the eleven machine shafts. This is achieved by installing IndraDyn T gearless motors, available from Rexroth’s compre-

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

hensive range of off-the-shelf modular components. These liquid-cooled motors consist of separate stators and rotors and can achieve maximum torques of up to 13,800 newton meters, accelerating the Fusion six times faster than in the past. “The multitude of standard motors is one of Rexroth’s major strengths,” emphasizes Doug Anderson, a sales engineer at the CMA/Flodyne/Hydradyne group, which specializes in system integration. When selecting suitable parts for PCMC, the experts went for one motor to actuate the large printing cylinder, which has to come to a standstill within ten to fifteen seconds. They chose a different motor for the image and inking cylinders, which differ in width. A SAFE FRAME To ensure that the cylinders are solidly and accurately fixed in position in spite of the


MOVIMENTI LINEARI PIÙ PRECISI Per un movimento lineare preciso e ripetibile dei gruppi colore, PCMC si è affidata a Rexroth anche per il progetto dei relativi si-

DIFFERENTIAL SHATFS FDS FANTASTIC PERFORMANCES

stemi di trasmissione lineare: ad ogni cambio ordini i gruppi di

• More expansion range

stampa e i gruppi inchiostratori vengono spostati in posizione

• Large core tolerances permitted

‘print off’ e successivamente ‘print on’ per consentire il cambio dei cilindri clichè e retinati. Ad ogni nuovo formato di stampa, essi do-

• Minimum cut width 7mm

vranno riportarsi di nuovo nelle posizioni di lavoro, con tolleranze

• Unidirectional and bidirectional version

di precisione e ripetibilità sulla corsa lineare estremamente stringenti: da tale precisione infatti dipende il preciso contatto del cilindro porta-clichè con il materiale, nonché la distribuzione del colore sullo stesso da parte del cilindro retinato. Nella Fusion, le richieste caratteristiche di rigidezza e precisione vengono garantite da gruppi colori movimentati tramite viti a sfere, e montati su quattro guide a sfere su rotaia. Sono gruppi compatti, sostengono

• Spring loaded version suitable for plastic cores (patented) Twist Type • Available from 2” to 12” nominal core inside diameter • Excellent tension uniformity

carichi elevati e sono in grado di lavorare migliaia di ore senza errori, con una minima manutenzione ordinaria. “Gli elementi meccanici devono garantire in modo ripetibile le precisioni di posizionamento richieste da un processo di stampa”, sostiene Wall. “Le unità viti a sfere e le guide a sfere su rotaia di Rexroth ci garantiscono la necessaria stabilità per il gioco e le tolleranze di cui ha bisogno la Fusion.” La nuova macchina Fusion, già in uso presso alcuni clienti, raccoglie i primi consensi entusiastici. David Wall sa il perchè: “I tempi di preparazione macchina ottimizzati e la trasparente gestione del sistema incrementano i tempi di stampa produttivi. “Questi vantaggi tecnologici, l'efficienza energetica , che riduce sensibilmente il costo di utilizzo della macchina, contribuiscono al successo della nuova Fusion”.

high acceleration forces involved, PCMC also asked Rexroth to supply the linear technology. The performance requirements are stringent here. Once a print job is finished, the printing and inking units are moved back and forth, making way for exchanging the printing plate. By the time the next printing cycle begins, they have to be firmly in place and must lock the printing and anilox rolls securely. This is the only way to print each color precisely, even at maximum rotation speeds. Highly accurate ball screw assemblies and four ball track systems are used in the “Fusion” to provide the required flexibility and stability. These components are compact, withstand high loads and function faultlessly for thousands of hours – with next to no maintenance. “Under no circumstances may the mechanical parts start moving randomly around the press, since this would have a negative effect on the print image,” says Wall. “The ball screw assemblies and ball track systems supplied by Rexroth give us the stability we need to maintain the clearances and tolerances the Fusion requires.” PCMC has delivered the first of its new flexo presses to its customers – and they have met with an enthusiastic reception. Dave Wall knows why: “Improved set-up times and clearer system layout make it a lot easier to increase productive printing time. These benefits, in conjunction with the energy savings involved, contribute to the success of the new ‘Fusion’.” This concept lays the basis for attractive and appealing packaging that turns a stroll through the shops into a real shopping adventure.

I.E.S.

INTERNATIONAL EXPANDING SHAFTS S.R.L. Sede Amministrativa e Stabilimento Via Bergamo, 1 - 20098 San Giuliano Milanese (MI) Tel. +39 02 98281079 (3 linee r.a.) - Fax +39 02 98281101 info@ies-srl.it - www.ies-srl.it


ETICHETTE A LIBRETTO

Una soluzione innovativa ed efficace per differenziare il prodotto nel punto vendita

By Jules Lejeune - Finat

ETICHETTE A LIBRETTO PER CONFEZIONI MONOUSO DI PRODOTTI ALIMENTARI FRESCHI

N

onostante abbiano vita brevissima, le etichette sulle confezioni dei prodotti alimentari deteriorabili hanno funzioni fondamentali: quella decorativa, per la differenziazione del prodotto sugli scaffali, e quella informativa, dal momento che contengono una notevole quantità di dati. Ottenere questo doppio risultato su contenitori di piccole dimensioni può rappresentare una sfida. Ma in Svizzera Harmony Fruit & Yoghurt Dessert, sviluppato dalla casa leader nella produzione di prodotti da forno e alimentari di qualità Jowa AG per l’importante catena di supermercati Migros, ha dimostrato chiaramente che è possibile. La sfida Harmony Fruit & Yoghurt Dessert è un prodotto fresco monouso di alta qualità, con una durata di soli quattro giorni, confezionato in vaschette piramidali in PET trasparente con coperchio. È disponibile in diversi gusti a base di frutta fresca (albicocca, ananas, fragola

e lampone) per un fine pasto delizioso e salutare. Quando in negozio sono presenti prodotti di questo tipo, il consumatore deve poterne vedere il contenuto, verificando, tramite l'etichetta, di quale gusto si tratta. Deve inoltre poter leggere tutti i dati: informazioni nutrizionali, ingredienti, peso, data di scadenza ecc. Ma sulle vaschette Harmony, piccole e di forma insolita, lo spazio è molto limitato. Una risposta creativa Christian Pfeiffer, responsabile dello sviluppo degli imballaggi di Jowa, sapeva che aveva bisogno di una soluzione di

hanno consentito di sviluppare un'eti-

etichettatura molto particolare, e per

chetta per i dessert Harmony che for-

questa sfida si è rivolto a Pago AG, spe-

nisse tutte le informazioni sul prodotto

cialista nella stampa di etichette. Pago è

richieste dal nostro cliente, che avesse

un partner stabile di Jowa per la stampa

allo stesso tempo un aspetto attraente,

di etichette, e ha esperienza soprattutto

che comunque identificasse con chia-

nella realizzazione di etichette a libretto

rezza il gusto del prodotto contenuto

autoadesive. Questo il commento di Fre-

nella vaschetta. Inoltre, dato che sigilla

dy Schöb, direttore vendite di Pago: “la

anche il coperchio della confezione, l’eti-

nostra lunga esperienza relativa a eti-

chetta ha anche un’evidente e preziosa

chette dalle forme complesse e il conte-

funzione protettiva.”

nuto stesso delle etichette a libretto ci

Utilizzando una pellicola 60 micron in PP

ENGLISH BOOKLET LABELS

BOOKLET LABELS FOR SINGLE-SERVICE FRESH FOOD PREPACKS

A fruitful solution to differentiate the product in the store

T

he label on perishable food pre-packs may be extremely transient but, despite its short life, it is still required to perform the key roles of providing both decoration for retail shelf ‘stand out’, as well as a considerable amount of product data. Achieving these twin goals can be challenging on small containers – but Harmony Fruit and Yoghurt Desserts, developed by leading quality Swiss bakery and foods manufacturers Jowa AG for major Swiss retail chain Migros, certainly prove that it can be done.

The challenge Harmony Fruit and Yoghurt Desserts are

48

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

premium-quality, single-service fresh products, with a shelf life of just four days, packed in clear lidded PET pyramidical containers. They are offered in combinations featuring four fresh fruits – apricot, pineapple, strawberry and raspberry – and provide a delicious and healthy end to a meal. On the retail shelf, for such products, the consumer needs to be able to view the contents; to verify – via the label – the flavour offered; and read all the associated data – nutritional information, ingredients, weight, and sell-by date, etc. Space, however, is limited on the small, unusually-shaped Harmony containers. A creative answer Jowa’s Head of Packaging Development, Christian Pfeiffer, knew he needed a special


autoadesiva bianca lucida come supporto di base per l’etichetta a libretto in carta FSC, Pago stampa in rotativa l’etichetta (costituita da tre pagine stampate fronte-retro) a sei colori e con inchiostri a bassa migrazione. Fa inoltre parte del design una sezione staccabile con perforazione doppia. I contenuti dell’etichetta sono stampati in tre lingue: francese, tedesco e italiano. Rispettando le esigenze del riciclaggio della plastica, il laminato dell’etichetta autoadesiva è provvisto di adesivo rimovibile. Stampate a tirature medie di 50.000 unità per gusto, le etichette Harmony sono applicate a mano dallo staff di Jowa nell'ambito del processo di produzione e confezionamento. Appetibilità del prodotto garantita Christian Pfeiffer di Jowa è entusiasta del risultato finale. “Le etichette evidenziano realmente l’appetibilità del prodotto,” spiega “e per il consumatore è facile scegliere il gusto, grazie all’immagine dei vari frutti. Per stamparle abbiamo scelto Pago perché ha un ottimo

europea che rappresenta il settore delle

che devono contenere una crescente

reparto sviluppo e sistemi di stampa di

etichette autoadesive, in occasione del-

quantità di informazioni testuali richie-

prima categoria.”

l'annuale concorso Label Awards, que-

ste dalle normative ha indotto gli stam-

st'anno Pago è stata insignita del premio

patori a diventare sempre più creativi.

Etichette premiate

più ambito nella categoria marketing/

Pago ha dimostrato grazie alla sua peri-

Le serie di etichette per Harmony Fruit

utenti finali per le etichette a libretto.

zia tecnica che le etichette a libretto au-

and Yoghurt Dessert è stata recente-

Questo il commento di Kurt Walker, Pre-

toadesive possono essere una soluzione

mente premiata da FINAT, l’associazione

sidente della FINAT: “produrre etichette

attraente e pratica.”

Fredy Schöb, Pago sales manager

labelling solution, and challenged specialist label printer Pago AG to deliver the answer. Pago is a regular label print partner of Jowa, and has a particular expertise in the production of selfadhesive leaflet/booklet labels. Says Fredy Schöb, Pago sales manager: ‘Our long experience with complex label shapes combined with booklet content really helped us to develop a label for the Harmony desserts that delivered all the content elements our client required and, at the same time, looked attractive and clearly identified the flavour in the pot. As a bonus, because the label also seals the pack lid – it additionally performs a valua-

50

ble overt tamper-evident function.’ Using a 60 micron gloss white self-adhesive PP film as the base carrier for the FSC paper booklet, Pago prints the labels – incorporating three double-sided pages -- by rotary letterpress in six colours using low-migration inks, providing a double-perforated tear-off section as part of the construction. Label content is printed in three languages – French, German, and Italian. With the needs of plastics recycling in mind, the self-adhesive label laminate also features a removable adhesive. Printed in typical runs of 50,000 labels per flavour, the Harmony labels are hand-applied by Jowa staff as an integral part of their production and packaging process. ‘Real food appeal’ Christian Pfeiffer of Jowa is delighted with the end result. ‘The labels have real food appeal’, he says, ‘and for the consumer it’s easy

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

to choose the preferred flavour, thanks to the colourful picture of the different fruits. We chose Pago to print them because it has a very good development department, and first-class printing equipment.’ Award-winning labels The sets of labels for Harmony Fruit and Yoghurt Desserts were also recently recognised by FINAT, the European self-adhesive label industry association, in their annual Label Awards competition, where Pago was this year awarded the top prize in the marketing and end-use category for booklet labels. Kurt Walker, President of FINAT, comments: ‘Accommodating the increasing raft of textual content required by law on a food label has meant that label printers today need to be ever more creative. Pago has ably demonstrated that self-adhesive booklet labels can represent an attractive and practical solution.’


P.Guidotti

Colorgraf ha realizzato specifici inchiostri e relative vernici di sovrastampa a “basso odore e bassa migrazione” per la stampa di imballaggi primari: Lithofood Plus, quadricromia offset e inchiostri base “convenzionali”.

Senolith WB FP, vernici a base acqua da utilizzare “in linea” con gli inchiostri Lithofood Plus.

Deltafood Plus, quadricromia offset e inchiostri base ad essiccazione UV.

Senolith UV FP, vernici UV, “basso odore e bassa migrazione”.

INCHIOSTRI DA STAMPA VERNICI MATERIALI PER ARTI GRAFICHE

COLORGRAF S.p.A. Viale Italia, 38 · 20020 Lainate (MI) Telefono +39 02 9370381 · Telefax +39 02 9374430 web www.colorgraf.it · E-mail colorgraf@colorgraf.it


NEWS

TECNOLOGIE

TECHNOLOGIES

ENGLISH NORMATIVE SI, NORMATIVE NO… NEGLI IMPIANTI DI ASPIRAZIONE RIFILI

REGULATORY STANDARDS FOR TRIM SUCTION SYSTEMS: YES OR NOT?

emissioni in atmosfera posizionati direttamente all’uscita dei ventilatori senza considerare le normative di riferimento, ventilatori privi di qualsiasi sistema antivibrante ecc.. Tutte queste mancanze possono passare inosservate al cliente finale, ma sono immediatamente rilevate da un esperto del settore. Laddove un costruttore di impianti pecca, rectius lesina, su questi e altri dettagli, difficilmente potrà essere considerato affidabile in fatto di sicurezza. Il cliente finale, inoltre, diviene spesso partecipe di tali mancanze rischiando tra l’altro sanzioni pecuniarie ed addirittura il blocco degli impianti”, dice Paolo Radaelli di New Aerodinamica che Gli impianti di aspirazione rifili e scarti de-

nello svolgimento delle proprie attività tiene

vono essere dapprima progettati per un cor-

in alta considerazione la salute degli opera-

retto funzionamento ed in seguito, aspetto

tori, la protezione dell'ambiente e la sicu-

certamente non secondario, devono essere

rezza sul lavoro poiché costituiscono un

realizzati in base a normative specifiche

dovere irrinunciabile, un impegno continuo e

quali: direttiva macchine, valutazione dei ri-

una componente costante della propria mis-

schi, sicurezza dei macchinari ecc.. Inoltre

sione ma soprattutto un valore misurabile

ogni azienda è obbligata per legge a fornire i

che distingue il buon lavoro.

DPI (Dispositivi Protezione Individuali), ef-

New Aerodinamica ha lo scopo di definire e

fettuare sorveglianza sanitaria ed attuare

comunicare ai propri clienti gli obiettivi che

formazione e addestramento nonché la ve-

intende perseguire nel campo della preven-

rifica dell’idoneità tecnico professionale an-

zione e del controllo degli infortuni e delle

che per le ditte subappaltatrici.

malattie professionali, per la salvaguardia

“Questo per New Aerodinamica è un punto

dei lavoratori, della popolazione e dell'am-

fondamentale in quanto in primis vengono

biente, alimentando lo stesso spirito che ha

sempre rispettate le regole e le leggi e in se-

sostenuto le radici della sua storia.

condo luogo si fornisce la garanzia di un maggiore livello di sicurezza per il cliente finale. Purtroppo non tutti attuano queste procedure. Capita spesso di visionare impianti privi di scala e parapetto per accedere alla zona superiore dei filtri o strutture per l’alloggio ventilatori posizionate oltre i 3mt di altezza con una base dimensionata che non prevede spazio per un operatore in caso di manutenzione, stacchi per campionatura

52

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

Trim and waste suction systems must be first designed for proper functioning and later, last but not least, they must be developed according to special regulations such as: machinery directive, risk estimate, machine safety etc. Moreover, each company is obliged for law to provide DPI (Individual Protection Devices), make health surveillance and implement education and training as well as control technical-professional suitability also of subcontractors. “For New Aerodinamica this is a key factor because, first of all, we always comply with regulations and laws, and secondly we ensure higher safety for the final end-user. Unfortunately, not all companies implement these procedures. We often see plants without stairs and rails to reach the upper areas of filters or fan housing which are positioned at a height of over 3 m and whose base doesn’t have enough space for the operator in case of maintenance, or shutdowns due to sampling emission into the atmosphere placed at the fan output without complying with the specific regulations, fans without any anti-vibration systems etc. All these gaps may go unnoticed by the final end-user, but they are immediately detected by one skilled in the sector. When a plant manufacturer flaws in some details, he will hardly be regarded as reliable in terms of safety. In addition, the final end-user often suffers the consequences of these shortcomings, risking fines and plant blocking”, says Paolo Radaelli of New Aerodinamica who, in carrying out his activities, holds in high regard the health of the workers, the protection of the environment and safety at work since they are an inescapable duty, a continuous commitment and a steady component of his job, but especially a measurable value that makes the difference. New Aerodinamica aims at defining and informing their customers about the goals being achieved in the field of prevention and control of occupational accidents and diseases to safeguard workers, people and environment, feeding the same spirit that has sustained the roots of the company history.


NEWS

TECNOLOGIE

TECHNOLOGIES

ENGLISH COMEXI GROUP DISEGNA LA NUOVA STAMPANTE OFFSET C18 PER I PROPRIETARI DEI MARCHI durre al minimo il time-to-market è la rapidità delle operazioni di prestampa grazie ai cliché offset litografici, il cui costo è più economico delle lastre flexo e dei cilindri rotocalco, permettendo di cambiare il design in ogni tiratura (di sostituire la lingua o il logo e anche di aggiungere promozioni). L’elevato livello di automatismo delle funzioni di stampa consente di salvare e riLo scorso dicembre Comexi Group ha orga-

chiamare ogni regolazione per eseguire

nizzato un’Open House nella propria dedi-

lavorazioni identiche o simili, abbreviando

cata alla nuova Comexi Offset C18.

nello stesso tempo i termini di consegna.

presenti hanno potuto vedere due diversi

La tecnologia offset per la stampa dei mate-

lavori di stampa, grazie al rapido cambio la-

riali flessibili migliora inoltre la qualità di

voro che caratterizza questo muovo mo-

stampa; la contropressione centrale garan-

dello targato Comexi.

tisce la massima stabilità posizionale della

Queste presentazioni hanno inaugurato

bobina sulla superficie del tamburo e, di con-

una serie di incontri che l’azienda si ripro-

seguenza, il perfetto posizionamento dell’im-

pone di continuare per tutto il 2013 con lo

magine in ogni operazione ripetitiva, nonché

scopo di arrivare sia ai trasformatori che ai

la riproduzione costante e prevedibile dei co-

proprietari dei marchi.

lori. La nuova macchina di Comexi Group è in

Dopo cinque anni di lavoro, l’èquipe del re-

grado di produrre dal 2% al 98% di retino e

parto R&D&I di Comexi Group ha realizzato

oltre 80 righe al centimetro e ciò la rende

una macchina offset con tamburo centrale

compatibile con i più moderni metodi di re-

di contropressione e diversi formati che uti-

tini digitale, permettendo ai produttori di ot-

lizza inchiostri privi di solvente.

timizzare le condizioni di lavoro.

Una delle innovazioni più importanti della

Per quanto riguarda la sostenibilità e l’effi-

nuova macchina è la sua tecnologia sleeve e

cienza degli stampatori, la macchina è stata

i servo motori. Per mezzo di sleeve leggere

dotata di una caratteristica fondamentale,

di alluminio o composti di PU, il processo

rappresentata dal fascio elettronico di poli-

ininterrotto, tipico di questa tipologia di

merizzazione. Si tratta di un processo a

stampa, diventa facilmente ripetibile e le

base di inchiostri composti da una miscela

operazioni relative al cambio lavoro vengo-

liquida di monomeri e oligomeri, potenziati

no razionalizzate. Con Offset C18 è possibile

da pigmenti e altri additivi. A differenza

eseguire il cambio lavoro nel giro di pochi

degli inchiostri UV, gli inchiostri con EB non

minuti, dato che le sleeve possono essere al-

contengono fotoiniziatori, il che evita il ri-

lestite con i cliché e i cilindri in caucciù direttamente a bordo macchina. A loro volta, i servo motori, posti su ciascun cilindro di stampa e abbinati alla tecnologia CI con tamburo centrale di contropressione, consentono di configurare velocemente le registrazioni da colore a colore, mantenendo la massima precisione per tutta la durata della tiratura. Un’altra caratteristica che permette di ri-

54

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

COMEXI GROUP DRAWS THE NEW OFFSET CI8 PRINTER TO BRAND OWNERS Comexi Group last december organised an open house in their headquarters to show the benefits of the new Comexi OFFSET CI8. Those present were able to see two different printing works thanks to the quick change of work the on this machine. These presentations were the beginning of a series of meetings that the company is willing to continue during the year 2013 to reach both converters and brand owners. After five years of work, the company’s R&D&I team has developed an offset printer with a central impression drum and variable format that uses solvent-free inks — characteristics that make it a market first. One of the new machine’s most striking innovations is its sleeve and servo motor technology. By means of light sleeves made from aluminium or PU composites, the continuous process typical of this type of printing becomes highly repeatable and the job changeover process is streamlined. With the OFFSET CI8, a run changeover can be performed in a matter of minutes as the sleeves can be prepared with the plates and blanket cylinders in place. For their part, the servo motors on the individual printing cylinders, combined with the central impression drum CI technology, make it possible to rapidly configure colourtocolour registrations and to maintain registration accuracy throughout the entire run. Another feature that helps to minimise time to market is faster pre-press, thanks to the offset lithographic plates. The cost of the lithographic plates are more economic than some predominant technologies of the flexible package (such as flexographic and rotogravure) so it gives the possibility to change the design in every print run (to change the language or a logo, and also to add promotions). Short and medium print runs can be printed with fewer costs per m2 due to easy preprinting and quick change. The offset technology for printing on flexible material also enhances print quality, thanks to both the central drum and the wide variety of screen technologies. Central impression offers great positional stability of the reel on the surface of the drum, ensuring perfect image positioning for each repeat operation as well as stable and predictable colour reproduction. The new machine from the Comexi Group can reproduce 2% and 98% screens and more than 80 lines per centimetre, making it compatible with the latest digital screen methods, so producers can define the optimum processing conditions for their jobs. As regards sustainability and printer efficiency, a key feature is electron beam curing. This process is applied with inks made


SOLUZIONI SU MISURA

STCMI capisce le vostre necessità La nostra esperienza e la linea di prodotti in continua espansione ci permettono di creare le soluzioni più adatte a voi, di aumentare la velocità delle linee, di ridurre gli sprechi e di migliorare la sicurezza sul lavoro. Il leader mondiale dei supporti rotanti vi offre inoltre testate, alberi espansibili, alberi curvi ed ora anche stazioni complete di svolgimento.

STCM International S.r.l.

www.stcmint.it

Via Roma, 192/D 36070 Castelgomberto (VI) Tel: +390445440044 Fax: +390445940633 e.mail: info@stcmint.it


NEWS

TECNOLOGIE

TECHNOLOGIES

ENGLISH schio di migrazione e rende il processo perfettamente adatto agli imballaggi per alimenti. I sistemi con polimerizzazione EB producono una quantità molto inferiore di calore per l’assenza di raggi infrarossi, evitando così problemi di deformazioni e di tolleranza, nonché i costi dovuti al sistema di raffreddamento necessario con la polimerizzazione UV. Inoltre, gli inchiostri EB per la stampa litografica non contengono solventi. Questa prerogativa, unitamente alla bagnatura e alla corretta temperatura del cilindro, permette di ridurre in modo sufficiente la viscosità in modo da creare le caratteristiche indispensabili a ottimizzare il trasferimento dell’inchiostro. Comexi Offset C18 garantisce dunque un processo di trasformazione altamente sostenibile grazie all’assenza di solventi e al basso consumo energetico, con conseguente riduzione delle emissioni di carbonio.Tutto ciò è pienamente coerente con la politica di salvaguardia dell’ambiente perseguita dall’azienda e, inoltre, incrementa la sicurezza e migliora le condizioni di lavoro dei professionisti della stampa nel settore dell’imballaggio flessibile.

LA OFFSET A MANICHE DI OMET

Una XFlex X6 in fascia 430 mm a 10 colori di cui 5 gruppi Offset a maniche, 5 gruppi Flexo UV, un’unità cold foil, una fustella rotativa e il sistema di controllo automatico di registro Vision-1 è la prima macchina da stampa di OMET dotata di tecnologia Offset a maniche. La macchina, approntata prima del previsto grazie a un grande sforzo dei gruppi R&D e Tecnico di OMET, è stata installata, messa in servizio e accettata presso il cliente Masterpress di Bialystok, Polonia, nel mese di dicembre 2012. Il cliente, un importante attore del panorama mondiale della stampa, possiede già cinque macchine OMET, a inclusione di questa, e sta utilizzandola per stampare etichette termoretraibili di alta gamma ed etichette In-Mold principalmente per il settore alimentare. Il gruppo Offset a maniche di OMET, presentato per la prima volta durante Labelexpo 2011, è finalmente realtà e una parte integrante del pacchetto di tecnologie combinate offerte dall’azienda lombarda. “Siamo orgogliosi di aver installato la prima macchina equipaggiata con gruppi Offset a maniche presso un cliente di valore,” informa Marco Calcagni, Direttore Commerciale e

56

Marketing di OMET. “La scelta si è dimostrata strategica per entrambi; Masterpress stava cercando una macchina Offset in

with a liquid mix of monomers and oligomers, supplemented with pigments and other additives. In contrast to UV-cured inks, EB-cured inks contain no photoinitiators, which prevents the risk of migration, making the process perfectly suitable for food-grade packaging. Systems incorporating EB curing produce much less heat due to the absence of infrared radiation, avoiding deformation and tolerance problems as well as the expense incurred by the cooling system needed for UV curing. Furthermore, EB inks for lithographic printing contain no solvents. This attribute, combined with the dampening water and correct temperature in the roller train, makes it possible to reduce viscosity sufficiently to obtain the properties necessary for optimum ink transfer. The COMEXI OFFSET CI8 delivers a highly sustainable conversion process thanks to the elimination of solvents and its low energy consumption, resulting in a reduced carbon footprint that is perfectly in keeping with the company's environmental protection philosophy, in addition to improved safety and working conditions for printing professionals in the field of flexible packaging. OFFSET WITH SLEEVES BY OMET

linea che stampasse in modo eccellente e che fosse veloce e facile da gestire, mentre noi eravamo alla ricerca di un cliente che sapesse sfruttare a pieno il potenziale della macchina”. Il cliente è rimasto così favorevolmente impressionato dai risultati ottenuti che ha già ordinato una nuova macchina in fascia 670 mm. Il nuovo gruppo Offset a maniche offre molti vantaggi per il cliente: l'estensione della gamma di formati con un incremento di passo di 1/48 pollici e la facilità di cambio lavoro, poiché lo spazio di immagazzinamento dei gruppi e gli oneri di movimentazione sono stati drasticamente ridotti grazie all'uso di maniche leggere. Da notare l’abbondanza di novità tecnologiche a bordo: sistema antighosting, rigidità assoluta e assenza di parti scorrevoli per evitare inutili vibrazioni, regolazioni di stampa effettuate al di fuori del gruppo, massima velocità di stampa fino a 200 metri al minuto, intervallo formato da

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

A 10-color XFlex X6 430 with 5 Offset (Sleeve) groups, 5 UV Flexo units, cold foil, rotary diecutting and Vision-1 automatic register system is the first press by OMET equipped with the new Offset group with sleeves. The press, ready some time ahead than scheduled thanks to the hard work of the whole OMET R&D and Technical Teams, has been installed and commissioned and has gone through final acceptance during the month of December 2012 at customer Masterpress, located in Bialystok, Poland. The customer, a major player at international level, has already five OMET machines, including this last one, and is using this press to print mainly refined shrink sleeve and InMold labels for the food sector. OMET Offset (sleeve) group, firstly introduced during Labelexpo 2011, is now a reality and an integral part of OMET combination printing presses package. “We are proud to have our first press equipped with sleeve offset at such an important customer”, informs Marco Calcagni, OMET Sales and Marketing Director. “The choice was strategic for both; Masterpress was looking for one in-line offset press with characteristics of high speed, excellent quality results and ease of management, while we were looking for the right customer who could fully exploit the machine potential”. The customer was so favorably impressed by the results obtained that has already put an order for a twin machine. The new Offset group equipped with sleeves offers many advantages to the customer: the


Per informazioni : +39 (02) 38001260 info@asahi-photoproducts.it

)XKGZOTMLUX:USUXXU]


NEWS

TECNOLOGIE

TECHNOLOGIES

ENGLISH 14 a 25 pollici, bloccaggio pneumatico delle maniche direttamente in macchina (come nella tecnologia flexo), controlli di registro e di pre-registro - longitudinale e trasversale - automatici, calamai motorizzati e sistema automatico di bagnatura, controlli automatici di pressione, temperatura e tensioni più performanti. Dopo la linea XFlex X6, il gruppo Offset a maniche sarà integrato nelle macchine OMET multiprocesso e a piattaforma fino alla fascia 850 mm delle Varyflex V2 dedicate alla stampa degli imballaggi flessibili.

SI CHIAMA “WHITE LIGHT” L’ARMA SEGRETA DI GOSS PER LA STAMPA OFFSET A BOBINA PER IMBALLAGGI zione della ripetibilità variabile e chiamarla rotativa per imballaggi. Ci siamo serviti invece dei concetti di base della tecnologia Sunday e abbiamo iniziato a progettare una rotativa specifica per imballaggi.” Per cambiare formato sulla rotativa Vpak, basta far scorrere gli adattatori cilindrici (con diametri variabili) dei cilindri portalaGrazie a 20 anni di esperienza con i manicotti, gli ingegneri Goss sono riusciti a mettere velocemente a punto cambi di formato rapidi e semplici / 20 years of sleeve press experience allowed Goss engineers to quickly perfect fast, simple size changes

stra e portacaucciù sui mandrini a sbalzo.

“White light” è un rivoluzionario manicotto

ingegneri Goss sono riusciti prontamente a

variabile per il portacaucciù che riduce i

mettere a punto semplici cambi di formato.

costi e rende più semplici la grande varietà

L’innovazione del sistema “white light” sta

di produzioni ripetute durante il servizio

nel concetto di applicare uno strato varia-

della rotativa Sunday Vpak.

bile di materiale leggero sotto al caucciù ga-

“Certamente Goss non è la prima impresa a

pless. Lo spessore di questo strato “white

valutare il potenziale della stampa offset a

light” può variare da 0 a 6 mm e riduce il nu-

bobina come alternativa per gli imballaggi,

mero di adattatori necessari per i manicotti

però nel corso degli anni sono apparse e

che l’utente della rotativa Vpak deve com-

scomparse soluzioni che non hanno rap-

prare e gestire.

presentato un vero progresso e ciò a causa

“Con ogni serie di adattatori dei manicotti

di vari problemi, quali costosi e complicati

per caucciù, lo stampatore può riprodurre

sistemi per il cambio di formato, larghezze

le ripetizioni “infinitamente” variabili entro

banda limitate e un servizio post-vendita

un range di 40 mm, utilizzando una nuova

carente da parte dei fornitori”, spiega Peter

serie di caucciù con uno strato di “white

Questo sistema non è nuovo, ma grazie a 20 anni di esperienza con i caucciù gapless, gli

Walczak, responsabile per lo sviluppo prodotto delle rotative con manicotti variabili Sunday Vpak. “La nostra esperienza ventennale nello sviluppo di caucciù gapless e la nostra storia di successo nella realizzazione di impianti completi di grandi dimensioni si appoggiano su una solida infrastruttura aziendale e rappresentano il vantaggio che offriamo sul mercato”. “Naturalmente eravamo consapevoli che non si poteva prendere semplicemente una rotativa commerciale, aggiungere la fun-

58

Lo strato Goss “white layer” riduce il numero di adattatori per i manicotti dei caucciù necessari per il funzionamento della rotativa Vpak / The Goss “white layer” reduces the number of blanket bridging sleeve adapters a Vpak press user needs

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

extension of the format range with 1/48 inch incremental steps; ease of job change because the storage space and the handling burden have been dramatically reduced thanks to the use of lightweight sleeves. Plus, there is abundance of technological novelties on board: anti-ghosting system, extra rigidness and absence of sliding parts to avoid unnecessary vibrations, print regulations performed outside the group, maximum printing speed up to 200 meters per minute, format range from 14 to 25 inches, pneumatic blocking of the sleeves directly on the machine (like in flexo), integrated automatic register and pre-register - both longitudinal and transversal - controls, remotely motorized ink trays and automatic dampening system, enhanced automatic pressure, temperature and tension controls. After XFlex X6 presses, Offset (sleeve) will be available on the whole range of OMET multi-process and platform presses up to 850 mm on Varyflex V2 machines for flexible packaging printing. IS “WHITE LIGHT” THE SECRET WEAPON OF GOSS IN WEB OFFSET PACKAGE PRINTING The “white light” development is a breakthrough blanket sleeve that reduces the cost and complexity of achieving multiple repeat variations using a Sunday Vpak press. “Goss is certainly not the first to envisage the potential for web offset as a packaging alternative, but solutions have come and gone without making any real inroads due to issues such as costly and cumbersome sizechange systems, limited web widths and ineffective supplier support”, explains Peter Walczak, product development director for the company’s variable sleeve Sunday Vpak presses.“We have the advantage of 20 years’ experience and development of gapless blankets, as well as with a track record of executing large-scale integrated installations supported by a solid company infrastructure. “We recognized, of course, that we could not simply take a commercial press, add variable repeat, and call it a packaging press. Instead, we took the proven core principles of Sunday technology and started from the ground up to create a specialized solution”. Size changes are achieved on the Vpak press by sliding cylindrical plate and blanket sleeves adapters of varying diameters over cantilevered mandrels. This is nothing new, although 20 years of gapless blanket sleeve experience enabled Goss engineers to quickly perfect simple size changes. The innovation of the “white light” system is the concept of applying a varying layer of lightweight material under the gapless blanket sleeve. The thickness of this “white light” layer can vary from between 0 to 6 mm (0 to 0.25 inches) and reduces the number of blanket bridging sleeve adapters a Vpak press user needs to buy and manage.


T5AC Tagliatubi automatico ± automatic corecutter Tagliatubi automatico multidiametro con caricatore magazzino anime per presa diretta da bancale, ciclo di carico, taglio e scarico completamente automatizzati.

TBsb Taglierina ribobinatrice ± slitter rewinder Taglierina ribobinatrice bialbero con avvolgimento su alberi differenziali o espansibili. Macchina di estrema versatilità capace di lavorare film plastici, carta e accoppiati anche di JURVVR VSHVVRUH /·DYYROJLPHQWR ILQR D GLDPHWUR  PP H O·HYROXWR VLVWHPD GL VFDULFR automatizzato rendono questa macchina ideale per tutte le lavorazioni ove sono previste bobine derivate pesanti. Disponibili numerosi optional di automazione e risparmio energetico.

Sage s.r.l. - Via Cesariano, 27 - 21056, Induno Olona, (VA) - Italy Tel. +39 0332 201069 - Fax. +39 0332 212506 info@sageslitters.com - www.sageslitters.com


NEWS

TECNOLOGIE

TECHNOLOGIES

ENGLISH light” con lo spessore idoneo”, spiega Wal-

strazione, i cilindri portalastra, i cilindri por-

czak. “Si tratta di un’alternativa molto meno

tacaucciù e di contropressione mantengano

costosa e complessa rispetto all’acquisto e

rispettivamente il corretto profilo di con-

la gestione di serie separate di manicotti di

tatto, indipendentemente dal diametro dei

collegamenti sia per gli adattatori dei por-

manicotti. È stata elaborata anche l’impo-

talastre, sia dei portacaucciù per ogni for-

stazione automatica della linea di contatto

mato richiesto”.

tra lastra e caucciù per facilitare l’esercizio e

In parallelo allo sviluppo dei dispositivi per il

garantire veloci cambi di lavoro.

cambio di manicotti e per “white light”, gli in-

Il sistema ha dato ottimi risultati di stampa

gegneri Goss hanno progettato i cilindri in-

su una vasta gamma di supporti d’imbal-

dipendenti (stack) della rotativa Sunday

laggio, da pellicole con uno spessore di 12 mi-

Vpak, in modo che i cilindri (rulli) d’inchio-

cron fino al cartone pesante.

PHOTOPACK DI FOUNDER DEDICATO AL MERCATO DEL PACKAGING E NON SOLO... Founder, multinazionale la cui divisione Founder Electronic sviluppa soluzioni per il mercato della prestampa e della stampa, ha ideato PhotoPack, suite di plug-in per Adobe Photoshop allo scopo di consentire agli operatori di prestampa di ottenere un risultato ottimale soprattutto per la stampa di immagini raster mantenendo l’uscita nei formati Adobe, tra cui il formato PDF nativo. PhotoPack è un sistema modulare che contiene funzioni dedicate alla rimappatura dei singoli livelli e dei canali in modo selettivo, che si dividono a seconda delle necessità e delle tipologie di stampa. “Color Enhancement” è infatti la funzione particolarmente apprezzata dal mercato dry-offset grazie alla possibilità di semplice correzione dell’utilizzo degli inchiostri, operazione fondamentale quando si ha la necessità di riprodurre un effetto non stampabile con una miscela dei colori presenti in macchina. Lo stesso accade nel mercato flessografico dove sono gli stessi elementi in quadricromia a essere non stampabili e si ha, quindi, la necessità di trasferirli (trasformarli) in due o tre pantoni che devono riprodurre lo stesso effetto visivo, lavorazione ottenibile con “Color Separation”. Il nuovo metodo di conversione rapida degli

60

inchiostri “Spot Color Layer”, è strumento perfetto nei casi in cui è basilare trasferire il contenuto di vari livelli all’interno di uno o più canali spot. Inoltre una volta ottenuti i nuovi colori Pantone, è possibile regolare le curve dei colori spot e di quadricromia in contemporanea grazie a “Multi Channel Curve”. PhotoPack è dotato poi delle funzioni “File Comparison”, sistema di controllo in grado di comparare due documenti in modo da rilevarne le differenze, difficilmente identificabili manualmente, e “Preflight” che consente di verificare la presenza di elementi non stampabili all’interno del file (ad esempio, soglie di punti minimi e massimi e specifiche sull’uso del nero, necessità frequente nel mercato flessografico per i problemi che possono dare nella stampa). Rilevati quindi gli elementi che necessitano una correzione, è possibile eseguire, grazie al modulo “Trap Tool”, il trapping manuale e automatico all’interno di immagini raster e oggetti vettoriali, abbondanze tutt’ora eseguite a mano dagli operatori, modificando l’immagine canale per canale. È inoltre possibile correggere l’uso del nero attraverso due funzioni d’interesse comune a tutte le tipologie di stampa, dall’incisione

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

“For each set of blanket bridging sleeve adapters, a printer can vary the repeat within a range of 40 mm (1.57 inches) by using a new set of blankets with a “white light” layer of an appropriate thickness,” Walczak explains.“This is a far less expensive and complex alternative to buying and organizing separate sets of bridging sleeves of both plate and blanket adapters for every single size requirement”. In parallel with the sleeve change and “white light” concepts, the Goss team designed the Sunday Vpak press cylinder stack so that ink train rollers and the plate, blanket and impression cylinders maintain a correct contact profile regardless of the diameter of the sleeves. The design work included automatic setting of the plate to blanket nip to ensure ease of operation and fast changeovers. The system has operated successfully on a wide range of packaging substrates, from films of 12 microns in thickness to heavyweight board. PHOTOPACK BY FOUNDER DEDICATED TO THE PACKAGING MARKET AND NOT ONLY… Founder, a multinational whose division Founder Electronic develops solutions for the prepress and printing industry, has designed PhotoPack, a plug-in suite for Adobe Photoshop enabling prepress operators to achieve excellent results especially in the printing of raster images, keeping the output in Adobe formats, including the original PDF format. PhotoPack is a modular system containing functions dedicated to the remapping of individual levels and channels in a selective way by categorizing them according to printing requirements and typologies. “Colour Enhancement” is actually the most popular function on the dry-offset market since it enables you to simply correct the ink use which is an essential operation when you must reproduce an effect which cannot be printed with the mix of colours existing in your machine. The same thing happens on the flexo market where the same elements of the fourcolour process cannot be printed and, consequently, they must be transferred (converted) to two or three Pantones which have to reproduce the same visual effect, an operation that can be carried out with “Colour Separation”. The new method of quick ink conversion “Spot Colour Layer” is the ideal solution when you need to transfer the contents of various levels inside one or more spot channels. Moreover, once you have obtained the new Pantone colours, you can adjust the curves of the spot colours and the four-colour process at the same time thanks to “Multi Channel Curve”. PhotoPack is also equipped with other functions such as “File Comparison”, a control system capable of comparing two documents in order to detect their differences, which couldn’t be hardly identified manually, and “Preflight”, enabling you to detect the presence of elements which cannot be printed in-


Evoluzione naturale

Obsolescenza, passato e arretratezza

Tecnologia, funzionalità e affidabilità

Forte di un know-how maturato in quasi 30 anni, NEW AERODINAMICA progetta e realizza impianti altamente innovativi a ciclo completo di trasporto e recupero pneumatico degli scarti di processo. Lunga esperienza e sviluppo di soluzioni nuove rendono NEW AERODINAMICA una realtà solida e dinamica, in grado di fornire macchine all’avanguardia. Gli impianti NEW AERODINAMICA sono personalizzati, per rispondere al meglio a qualsiasi esigenza.

NEW AERODINAMICA s.r.l. Via S. L. in Cavellas, 21 24060 Casazza (BG) ITALY Tel.: +39 035.810408 Fax: +39 035.811260 info@newaerodinamica.com www.newaerodinamica.com

Q U A L I T À D ELL’A R IA : R ISP E T T O DELL’UOM O, DEL LAVORO E DELL’AM B IEN TE.


NEWS

TECNOLOGIE

TECHNOLOGIES

ENGLISH di cilindri rotocalco alla creazione di lastre offset e flessografiche: “Line Extractor”, consente di estrarre il nero ricco dalle linee più sottili e di correggerlo in nero puro, permettendo poi di decidere se allargare il nero sui colori o chiudere i colori sotto al nero.

lezione mirata in pochi secondi e quindi di uti-

“Rich Black”, che consente di estrarre il nero

nascondere l’effetto pixellato delle immagini

ricco dai riempimenti e dallo sfondo dove

a bassa risoluzione.

molto spesso sono presenti sfumature dif-

L’ingresso nel mercato di PhotoPack rap-

ficili da mantenere durante la conversione

presenta un’innovazione nel packaging,

in nero K100.

nonché un mutamento nel ruolo dell’opera-

PhotoPack velocizza l’utilizzo dei comuni pro-

tore tecnico che, esonerato da mansioni più

cessi Adobe Photoshop, grazie alla possibilità

monotone, incrementa la propria produtti-

di creare tracce e selezioni interattivamente,

vità soprattutto sotto l’aspetto qualitativo

attraverso i nuovi strumenti “Enhanced Se-

ed è più focalizzato alla crescita aziendale.

lection” e “Interactive Tracing”, altamente po-

PhotoPack, così come gli altri prodotti FO-

tenziati rispetto agli strumenti standard di

UNDER, è commercializzato in esclusiva nel

Adobe Photoshop, così da poter creare una se-

mercato Italiano da BeeGraphic s.r.l.

lizzare effetti di foto-ritocco sui vari soggetti attraverso l’uso di “Enhanced Blurring” con il quale si può creare una sfocatura avanzata ideale per fotografi e creativi ed effetti antialias, attraverso l’uso di “Edge Trim”, in grado di

TAGLIARE I COSTI? INIZIAMO DAGLI SCARTI L’attuale crisi economica impone un’ottimizzazione costante dei processi produttivi con l’individuazione delle azioni a correzione delle fasi che non consentono lo sviluppo di tecnologia e redditività dell’azienda. I problemi risultano essere maggiori se i costi da analizzare, e dove intervenire, sono riferiti allo scarto anziché al prodotto destinato alla vendita. Sarebbe utile e interessante per buona

62

parte delle aziende del settore analizzare i costi sopportati per la gestione degli scarti di produzione, dal momento della loro effettiva creazione sulla linea sino allo scarico nei sistemi di raccolta utilizzati per il successivo smaltimento. In molte di queste aziende sono presenti ancora realtà dove il trasporto pneumatico all’interno dell’area produttiva avviene con metodi molto artigianali o ancora più penalizzante con sistemi non molto datati ma che al contrario utilizzano tecnologie obsolete. “L’esempio tipico riscontrato da noi stessi durante i sopralluoghi presso aziende che hanno richiesto il nostro aiuto, è quello di trasferire lo scarto con ventilatori attraversati dallo scarto stesso se non addirittura l’utilizzo di sistemi dove il ventilatore esegue l’azione di stracciatura dello scarto.

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

side the file (for example, thresholds for minimum and maximum dots and specifications concerning the use of black, a frequent need on the flexo market owing to the issues that may occur in the printing stage). Once you have detected the elements which must be corrected, you can carry out, thanks to the module “Trap Tool”, the manual and automatic trapping inside raster images and vector objects, abundances which are still performed manually by the operators by changing the image channel by channel. It is also possible to correct the use of black by means of two functions suitable for any printing typology, from the gravure cylinder engraving up to the development of offset and flexo plates: “Line Extractor” enables you to extract the rich black from the thinnest lines and to change it into pure black, and then you can decide if you want to widen the black on the other colours or close the colours placed under the black. “Rich Black” enables you to extract the rich black from the filling and the background where there are frequently shades that can be hardly kept during the conversion into black K100. PhotoPack speeds up the use of the common processes Adobe PhotoShop due to the possibility to create interactively traces and selections by means of the new tools “Enhanced Selection” and “Interactive Tracing” which are highly strengthened compared to the conventional tools of Adobe PhotoShop. In this way, you can develop a dedicated selection in a few seconds and therefore, employ photo-retouching effects on the various subjects by means of “Enhanced Blurring” which enables you to create advanced blurs, ideal for photographers and creative designers as well as antialias effects by using “Edge Trim” capable of hiding the pixel effect of low resolution images. The entry into the market of PhotPack represents an innovation in the packaging sector as well as a change of the role being played by the technical operator who, exempt from monotonous tasks, can increase his productivity especially in terms of quality, being more focused on the company growth. PhotoPack, like the other products by FOUNDER, is marketed in Italy exclusively by BeeGraphic s.r.l. CUT COSTS? LET’S START FROM SCRAPS The current economic crisis requires a constant optimization of production processes with the detection and correction of actions that do not allow the development of technology and the company’s profitability. The problems seems to be more if the analysis and the actions where operate are referred to the waste instead to the product to be sold. It would be useful and interesting for most companies in our market sector to analyze the costs supported for handling production waste, from the mo-


NEWS

TECNOLOGIE

TECHNOLOGIES

ENGLISH Al ventilatore viene quindi richiesto non solo

glio esegue la riduzione della pezzatura dello

di produrre il quantitativo d’aria per aspirare

scarto per essere agevolmente trasferito al-

e trasportare lo scarto ma anche quello di ca-

l’interno dei condotti di trasporto.

ricarsi di un servizio oneroso in termini di

“Al nostro Multicutter non viene richiesto

energia e di usura della struttura per ridurre

altro che di tagliare lo sfrido, non di aspirarlo!

lo scarto”, dice Alberto Paganin di Spring

Al nostro Separatore Rotativo KS viene richie-

agente esclusivo di Kongskilde per l’Italia.

sto unicamente di separare lo scarto traspor-

Si è talvolta riscontrato che installazioni con

tato dall’aria utilizzata per eseguire il trasporto

ventilatori stracciatori producevano portate

e per poi farlo cadere senza pressione del con-

sino a 3 volte il volume d’aria effettivamente necessario con l’impiego di giranti e corpi macchina costruiti con acciai ultra spessi e pesi con inerzie spropositate, consumi elettrici elevati, volumi d’aria estratti dal reparto di produzione enormi. Senza considerare i sistemi di filtrazione che richiedono enormi spazi. Il sistema di trasporto Kongskilde non prevede l’impiego di ventilatori stracciatori o strappatori ma viene affidato a ogni apparecchiatura un proprio compito specifico.

tenitore di raccolta. Non è richiesto di spaccare lo sfrido. Al nostro ventilatore MT viene richiesto unicamente di produrre il volume d’aria e la pressione perché lo scarto possa essere trasportato dal punto di formazione sino allo scarico! Solo e nient’altro che questo!”, conclude Alberto Paganin. Da sottolineare che buona parte dei sistemi Kongskilde, in conseguenza del fatto che non utilizzano il concetto di stracciatura dello

Il ventilatore dovrà unicamente produrre

scarto, non necessitano l’installazione di

l’aria per il trasferimento pneumatico dello

unità filtranti e al contempo estraggono dal-

scarto, il separatore dovrà unicamente se-

l’area produttiva un minore volume d’aria.

parare lo scarto dall’aria prodotta dal venti-

Per concludere il risultato di quanto sopra in-

latore e per gli scarti ingombranti il gruppo

dicato evidenzia come il sistema di trasporto

di taglio Multicutter procederà alla ridu-

pneumatico Kongskilde consenta di tagliare i

zione della pezzatura degli stessi

costi relativi ai consumi di funzionamento e

Abbiamo così un gruppo Multicutter che pro-

di gestione del sistema permettendo un am-

dotto in vari modelli per le varie esigenze di ta-

mortamento più rapido dell’investimento.

W&H EXPO: 650 VISITATORI PROVENIENTI DA 51 PAESI “Competenza nell’Imballaggio Flessibile - Il Vostro Partner per Soluzioni Personalizzate”: questo è stato il messaggio di benvenuto della Windmöller & Hölscher In-House Expo che ha avuto luogo il 14-15 novembre a Lengerich, Germania. In occasione dell’evento, visitato da 650 persone provenienti da 51 paesi, l’azienda ha presentato tredici macchine fra estrusione, stampa e trasformazione, in rappresentanza dell’intera gamma di macchinari per la produzione di imballaggio flessibile. “Volevamo mettere in chiaro che W&H non è specializzata soltanto nella tecnologia a estrusione, bensì anche nel processo produttivo completo, partendo dalle palline in resina per terminare con il prodotto finito. Soltanto dopo aver ben capito l’intero processo, è possibile produrre imballaggi perfettamente efficaci”, ha affermato Peter Steinbeck, Amministratore Unico. Al centro delle demo sono state prodotti film termoretraibili per l’imballaggio di bottiglie di bibite su una linea Varex a 5 strati con testa Maxicone P. Distribuendo le proprietà funzionali tra i singoli strati, si migliorano le caratteristiche del film riducendone lo spessore. Le macchine per stampa flessografica Miraflex e Vistaflex, come pure la macchina per stampa rotocalco Heliostar SE hanno evidenziato i vantaggi dei moduli Easy Automation, progettati per diminuire sia i tempi di avviamento che gli scarti.

64

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

ment of creation on the production line up to the discharge point where the recycling procedure will start. For many of those the pneumatic transport system inside the production area is done with very old methods or even more detrimental, with systems that have been recently installed but, on the contrary, are using obsolete technology. “The typical example as we can sometime see during our visits to companies in the sector asking our support it is to transfer the waste with fans where the waste pass through it or in addition to this they require to the fan to crash and chop the waste during the passage through the fan paddles. Therefore to the fan it is not only required to produce the quantity of air to vacuum and transport the waste but it is required for the additional service of reduction of the waste dimensions that means a relevant cost in terms of energy and wear on the mechanical structure of which the fan is built”, says Mr. Alberto Paganin of Spring, exclusive agent of Kongskilde for Italy. We noted some installations with fans having capacity up to 3 times the air volumes effectively needed for the scrap transfer with use of rotors and machine body made of ultra-thick or treated steels having big weight and inertia windfall, high electrical consumption, volume of air extracted from huge production department, filtration systems that need large room. On the Kongskilde transport system the chopper fans are not used and a specific service is required to each equipment designed on the system. The fan will produce only the air volume for the pneumatic waste transfer, the separator will only separate the waste from the air produced by the fan and, for reductions of the dimension of the waste to be transported, we can count on a large range of Multicutter models. We have a range of Multicutter product suitable for different cutting requirements and materials to make the scraps “easy” to be transported inside the transport pipes. “Our Multicutter has just to cut the scrap, not to extract it! Our Rotary Separator KS has just to separate the waste from the air and let the scrap free to fall down into container without pressure, not to chop the waste. Our MT fan has just to produce the air volume and pressure for the transport inside the pipe of the waste Only this and nothing more than this! We want to underline that, as a consequence of what we have explained before, several Kongskilde waste handling systems, do not require the installation of filtering units. The air volume extracted from the production area is lower than the other traditional solutions”, says Mr. Paganin. The result of all above mentioned state that the Kongskilde pneumatic conveying


CLEV12

TECHNOLOGIES

L’ALBERO ESPANSIBILE DEL FUTURO

ENGLISH system lets you to cut significantly the costs relevant to the functioning, maintenance and depreciation of the investment. W&H EXPO: 650 VISITORS FROM 51 COUNTRIES IN ATTENDANCE

• Espansione meccanica automatica bidirezionale • Centraggio perfetto delle anime

6”

In primo piano è visibile la nuova HELIOSTAR SE, e in fondo la MIRAFLEX CM 10 / In the foreground is the new HELIOSTAR SE, in the rear is the MIRAFLEX CM 10

PCT Patent Pending

• Non più aria compressa

“Competence in Flexible Packaging - Your Partner for Customized Solutions” was the welcoming message at the Windmöller & Hölscher in-house Expo, which took place on the 14th and 15th of November in Lengerich, Germany. In the event which was attended by 650 visitors from 51 countries, the company showcased its latest developments almost a full year before the K2013 to whet its customers’ appetite for what is still to come. Thirteen machines in extrusion, printing and converting were in operation and represented the company’s full range of machinery for the production of flexible packaging. “We wanted to make it clear that W&H doesn’t only specialize in extrusion technology, but rather in the entire production process beginning with resin pellets and ending with the finished product. Only by understanding the entire process is it possible to align the production of packaging to its maximum effectiveness”, stated Managing Director, Peter Steinbeck. As a part of the product demonstrations, W&H ran stretch hood films with gussets for strengthened load stability on the Optimex blown film line. A collation shrink film for packaging beverage bottles was produced on a 5-layer Varex blown film line featuring a Maxicone P die. By distributing functional properties among the individual layers, film properties are improved while reducing film thickness (downgauging). The Miraflex and Vistaflex flexographic presses as well as the Heliostar SE gravure press demonstrated excellent print quality. These presentations highlighted the benefits of the Easy automation modules, which were designed to decrease both make ready times and waste.

INTERNATIONAL EXPANDING SHAFTS S.R.L.

Un’immagine della tecnologia a estrusione W&H. Durante EXPO, quattro diverse linee per film soffiati sono stati mostrate in produzione / A view of W&H Extrusion technology. During the EXPO four different blown film lines were shown in production

3” • Semplicità di utilizzo 1” • Non più fermi macchina per sostituzione camere d’aria bucate • Manutenzione estremamente ridotta • Costruzione in alluminio ad alta resistenza con perni in acciaio • Disponibile per anime in cartone e plastica da 1”a 6”

I.E.S.

Sede Amministrativa e Stabilimento Via Bergamo, 1 - 20098 San Giuliano Milanese (MI) Tel. +39 02 98281079 (3 linee r.a.) - Fax +39 02 98281101 info@ies-srl.it - www.ies-srl.it

66

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone


miscelatore per adesivi a solvente a tre componenti - three components solvent adhesives mixer

mod. 3/60L

mod.200/LB

dispositivo per riscaldare ed erogare in automatico adesivo mono-componente da fusti da 200 Kg. device to automatically heat and supply mono-component adhesives from 200 Kg. barrels.

mod.M5

Serie Matrix: oltre 350 installazioni operative ! Matrix M5: Evoluzione Ottimizzata Matrix series: beyond 350 operative installations ! Matrix M5: Optimized Evolution

VEA srl - Via G.Portapuglia, 19 - 29100 Piacenza - Italy tel. +39 0523 592168 - fax +39 0523 570088 - sales@veasrl.it


XXIV CONVEGNO TECNICO GIPEA By Andrea Spadini

Il Convegno Tecnico Gipea ha messo al centro della discussione una tavola rotonda sulla gestione del flusso cromatico di produzione secondo parametri di efficienza e qualità, partendo dalla richiesta del print buyer

EFFICIENZA E CONTROLLO DEL FLUSSO DI PRODUZIONE PER LE ETICHETTE AUTOADESIVE

L

o scorso 30 novembre gli etichettifici italiani soci di Gipea hanno avuto modo di partecipare al XXIV Convegno Tecnico ad Assago in provincia di Milano. La parte privata cui hanno preso parte solamente gli iscritti all’associazione, è stata animata dagli interventi del Presidente Domenico Tessera Chiesa che ha presentato le attività svolte nell’ultimo anno con uno sguardo rivolto al 2013, da Maria Vittoria Rava Presidente della Fondazione Rava con la quale Gipea sta realizzando dei progetti di assistenza ai

bambini di Haiti e nelle località dell’Emi-

no conseguito ricavi totali per 655 mi-

lia Romagna colpite dal terremoto, e

lioni di € di cui circa l’80% deriva dalla

dalla presentazione dei risultati dell’Os-

vendita di etichette autoadesive.

servatorio Economico Gipea con l’analisi

Il campione appare quindi rappresenta-

delle performance settoriali del qua-

tivo del settore, nel quale operano alcune

driennio 2008-2011. Giusto per fornire dei

grandi realtà, affiancate da moltissimi eti-

dati utili a inquadrare il settore, l’ufficio

chettifici medio piccoli.

statistico europeo - Eurostat - stima in

Purtroppo sui risultati economici delle

630 milioni Euro il fatturato italiano di

aziende pesa notevolmente il costo della

etichette autoadesive, quarto paese pro-

materia prima, anche se nonostante

duttore dopo Germania, Gran Bretagna

queste difficoltà, i produttori di etichet-

e Francia con una quota attorno al 14%.

te evidenziano in media una discreta

Viste nel loro complesso le 93 aziende

redditività e soprattutto una significa-

analizzate dall’Osservatorio, nel 2011 han-

tiva solidità finanziaria.

VALUTAZIONE DEL RISCHIO NELLA STAMPA UV Nella parte pomeridiana del Convegno aperto al pubblico Valter Rocchelli di IrcPack ha presentato una valutazione del rischio nella stampa UV. Il protocollo prevede la validazione di inchiostri deDa sinistra / From the left: Mr. Valter Viscardi (Gipea), Valter Rocchelli (Ircpack) e Domenico Tessera Chiesa (Presidente Gipea)

stinati alla stampa di imballaggi per alimenti che si basa sulla valutazione del

ENGLISH 24TH GIPEA TECHNICAL MEETING

SELF-ADHESIVE LABEL WORKFLOW EFFICIENCY AND CONTROL

Gipea Technical Meeting focused on a roundtable dedicated to colour flow according to efficiency and quality standards, starting from the Print Buyer’s requirements

O

n 30th November 2012 the Italian label manufacturers belonging to Gipea participated in the 24th Technical Meeting taking place in Assago in the province of Milan. The private part of the meeting, which was attended only by the members of the Association, was animated by the intervention of President Domenico Tessera Chiesa who presented last year’s activities with a look at 2013 and of Maria Vittoria Rava, President of Rava Foundation with which Gipea is developing care pro-

68

jects for Haiti’s children as well as for the victims of the earthquake occurred in the Italian region Emilia Romagna. Also the figures collected by Gipea Economic Observatory were illustrated with the assessment of the sector performances achieved during the four-year period 2008-2011. In order to provide some useful data, the European Statistics Office- Eurostat- has estimated that the Italian self-adhesive turnover will amount to 630 million €. Italy is the fourth label manufacturing country, after Germany, Great Britain and France with a market share by almost 14%. The 93 companies analysed by the Observatory, in 2011 reached globally total revenues equal to 655 million €, 80% of which came from the sales of self-adhesive labels. Therefore, this sample can represent the

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

sector, in which big realities are operating in cooperation with lots of medium-small label factories. Unfortunately, the economic results, achieved by companies, are strongly affected by the new material costs although, despite the difficulties, label manufacturers boast, on average, good profits and, above all, considerable financial stability. RISK ESTIMATE IN THE PRINTING SECTOR In the afternoon the public part of the meeting took place with the participation of Walter Rocchelli of Ircpack who presented an estimate concerning risks in UV printing. According to the Protocol, printing inks being used for food packaging have to sub-


tatto con gli alimenti. La legislazione Italiana però, fin dalle origini (Legge n° 283 del 1962), ha tenuto in considerazione il rischio della contaminazione degli alimenti confezionati: “I materiali non devono cedere sapori od odori che modifichino sfavorevolmente le proprietà organolettiche e rendano nocive le sostanze alimentari”. Le analisi di screening eseguite sui materiali stampati in offset e flexo non hanno evidenziato sostanzialmente sirischio di danno sensoriale e tossicolo-

monomeri, additivi.

tuazioni critiche per il rischio di danno

gico di materiali stampati, applicato

Oggi la formulazione degli inchiostri UV

tossicologico, pertanto gli inchiostri UV,

anche a inchiostri e vernici UV. (ndr. Le

offset e flexo messa a punto dai produt-

come tutti gli altri inchiostri, grazie al

Best Pratics per la pulizia macchine

tori è a bassa migrazione, così come l’uti-

prezioso contributo del gruppo coordi-

sono indicate nelle pagine da 23 a 26 del

lizzo di fotoiniziatori e monomeri a

nato da Radtech Italia, possono essere

primo Quaderno Gipea – seconda edi-

basso potenziale di migrazione.

valutati e validati per la stampa di im-

zione – dedicato alla “Sicurezza e confor-

A livello nazionale ed EC gli inchiostri da

ballaggi destinati al contatto con gli ali-

mità delle etichette autoadesive destinate

stampa non sono ancora regolamentati

menti. Viene comunque sottolineata

al contatto con gli alimenti”).

se non per il fatto che la stampa non

l’importanza di una corretta pulizia e la-

Nella fase di valutazione del rischio di

deve essere effettuata a diretto con-

vaggio della macchina da stampa, nel

danno sensoriale sono applicati e con-

caso in cui una stessa macchina venga

frontati metodi di analisi sensoriale, sia

utilizzata per stampare prodotti a di-

ai materiali neutri che a quelli stampati.

retto contatto con gli alimenti e non.

La valutazione del rischio di danno tossicologico è condotta in due fasi, una prima

GESTIONE DEL FLUSSO CROMATRICO

che prevede analisi di screening e una seconda che ha l’obiettivo di monitorare sui materiali stampati le migrazioni specifi-

Carlo Carnelli di Color Consulting e Pre-

che dei componenti che rappresentano il

sidente di Taga Italia ha moderato una

potenziale contaminante degli inchiostri

tavola rotonda attorno alla quale si so-

processati: fotoiniziatori, co-fotoiniziatori,

no seduti Alberto Quaglia di Aro Spa in

mitted to a special test aiming at assessing the sensory and toxicological impairments caused by printed materials also in case of UV inks and varnishes (Editor’s Note: The Best Practices for machine cleaning are indicate from page 23 to 26 of the first “Quaderno Gipea” - second edition - dedicated to “The Safety of Self-Adhesive Labels Coming in Touch with Food”). In the stage of sensory impairments, estimating methods of sensory assessment, both for plain and printed materials, are applied and compared. The assessment of toxicological impairments is carried out in two phases. The first one includes screening analyses, while the second one aims at monitoring, on printed materials, special migrations of components representing the contamination potential of the processed inks: photoinitiators, co-photo-initiators, monomers, additives.

Nowadays, UV offset and flexo inks being formulated by manufacturers, as well as photo-initiators and monomers being used, have low migration properties. On national and EC basis, printing inks are not really regulated yet, except for the fact that printing on food packaging is forbidden. However, the Italian legislation (Law Nr. 283 of 1962) has always considered the risk of contamination for packed food: “Materials don’t have to release any tastes or smells that might negatively affect food organoleptic properties and make it harmful”. The screening analyses carried out on offset and flexo printed materials haven’t substantially highlighted any crucial situations from a toxicological viewpoint. Therefore, UV inks, like all other inks, thanks to the useful contribution given by the Group coordinated by Radtech Italia, can be assessed and validated for the printing of food packaging. Anyway, it is essential to stress

the importance of properly cleaning and washing up the press, in case that the machine is used to print products coming in touch with food (and not only). COLOUR FLOW MANAGEMENT Carlo Carnelli of Color Consulting, and President of Taga Italia, was the moderator of a roundtable, in which Alberto Quaglia of Aro Spa representing printers, Stefano Cannuccio of Edigit representing Technical Office and Order Management, Paolo Caiani of Sun Chemical representing the ink manufacturing companies Colograf and FlintGroup, Daniele Dalla Valle of Esko for the prepress and Federico Paulli of I&C for the process and quality control on presses and converting machines, took part. “During the last meeting ISO TC 130, held in Chicago, a new international Task Force was

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

69


rappresentanza degli stampatori, Ste-

della stampa multi-processo”.

nessuno e in effetti sono molte le azien-

fano Camuccio di Edigit in qualità di Uf-

Al meeting di Chicago le etichette ita-

de che non si affidano a un processo di

ficio Tecnico e gestione delle commesse,

liane hanno preso parte alla presenta-

produzione standardizzato, i cui bene-

Paolo Caiani di Sun Chemical in rappre-

zione dello Strategic Meeting come

fici però sono innegabili e tangibili an-

sentanza dei produttori di inchiostro

esempio di uno stampato multi-pro-

che e soprattutto da un punto di vista

Colorgaf e Flint Group, Daniele Dalla

cesso (flexo, rotocalco, offset, serigrafico,

economico. Lo stampatore che controlla

Valle di Esko per la parte di pre-stampa e

nobilitazioni...).

la sua produzione e si affida a un wor-

Federico Paulli di I&C per i sistemi di con-

L’obiettivo è quello di arrivare alla crea-

kflow standardizzato può ottenere la ri-

trollo di processo e qualità sulle mac-

zione di una struttura normativa che

duzione degli scarti di avviamento, la

chine da stampa e converting.

consenta agli stampatori di soddisfare

riduzione dei tempi di preparazione, la

“Durante l’ultimo meeting ISO TC 130 che

facilmente le aspettative e le esigenze

riduzione delle non conformità, ha a di-

si è svolto a Chicago, è nata una nuova

dei Print Buyer, creando nuovi standard

sposizione le informazioni complete di

Task force internazionale per l’armoniz-

separati per gli stampatori (processo) e

tutto il processo, e incrementa la qualità

zazione degli standard grafici e la crea-

per i Print Buyer (prodotto).

riducendo i costi.

zione dell’agenda per gli sviluppi futuri”,

La tavola rotonda ha analizzato la ge-

I relatori presenti al Convegno Gipea

dice Carlo Carnelli - “a seguito del suc-

stione del flusso cromatico di produ-

hanno dimostrato come con l’impiego di

cesso ottenuto dalle proposte italiane è

zione partendo dalla richiesta di un

strumenti software e hardware dispo-

stato raggiunto il consenso unanime di

ipotetico Print Buyer che ha fornito per

nibili sul mercato sia oggi possibile ge-

ben 13 Nazioni. Il lavoro guidato dalla de-

l’occasione il PDF/X-4 dell’etichetta, il CFX

stire una commessa, rispondendo alle

legazione italiana avrà un impatto fon-

del colore Logo Rosso Speed e il Capito-

richieste del cliente, e verificando e con-

damentale sullo sviluppo degli standard

lato di Fornitura Tecnica. Qualcuno sim-

trollando tutti i parametri di produzio-

ISO futuri, quando saranno da inserire

paticamente ha detto che un lavoro con

ne, dalla gestione del file, produzione di

le esigenze del mondo del packaging e

queste caratteristiche non lo stamperà

lastre, inchiostri e controllo della qualità ai fini di una produzione che rispetti le normative presenti. Gipea vista la grande quantità di nuove informazioni ha deciso di collaborare con Taga Italia per la revisione del quaderno tecnico e per la creazione di un gruppo di lavoro congiunto che andrà a definire le esigenze dei produttori di etichette autoadesive in relazione a quanto scritto nelle norme, in maniera tale

I protagonisti della tavola rotonda, da sinistra a destra / The protagonists of round table, from left to right: Federico Paulli (I&C), Paolo Caiani (Sun Chemical), Daniele Dalla Valle (Esko), Stefano Camuccio (Edigit), Alberto Quaglia (Aro), Carlo Carnelli (Color Consulting)

established, aiming at combining the graphics standards with the programmes for future developments”, says Carlo Carnelli. “Thanks to the success achieved by the Italian proposals, 13 Nations decided to join it. The workshop, led by the Italian delegation, is supposed to have an essential impact on the development of the future ISO Standards, in case that it is necessary to include the demands from the packaging and multiprocess printing sector”. On occasion of the Chicago conference, Italian labels were presented during the Strategic Meeting as an example of a multi-process printing job (flexo, rotogravure, offset, silk screen printing, finishing…). The goal is to create a standardized pattern enabling printers to easily coping with Print Buyers’ requirements by developing new independent standards for printers (process)

70

da poter eventualmente intervenire con suggerimenti e consigli migliorativi.

and Print Buyers (product). The roundtable assessed the management of the production colour flow starting from the demands of a hypothetical Print Buyer who, on that occasion, had provided the PDF/X-4 of the label, the CFX of the colour Red Speed Logo and the specifications of the Technical Supply. Somebody nicely said that a job with these features will never be printed and, as a matter of fact, many companies do not rely on a standardized production process, although its benefits are undeniable and tangible, also and above all from an economic viewpoint. The printer who controls his production and relies on a standardized workflow can reduction starting up waste, setting up times and non-conformities. Moreover, he has any information about the process available, and this enables him to en-

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

hance quality by reducing costs. The speakers taking part in Gipea Meeting showed that, at present, the employment of the software and hardware tools existing on the marketplace enables you to manage an order coping with the customer’s requirements and testing all production parameters, from the file management up to the plate development, inks and quality control in order to achieve a production complying with the existing rules. Considering the great deal of new information, Gipea has decided to cooperate with Taga Italia in the revision of the Technical Sheets and the creation of a joint working group. The task will be to establish the selfadhesive label manufacturers’ demands according to the relevant rules and, possibly, to intervene with suggestions and advice for improvement.


SACCHETTI IN CARTA KRAFT

CEPI Eurokraft è l’Associazione europea dei produttori di carta kraft per l’industria degli imballaggi flessibili. La carta kraft prodotta dai membri del CEPI Eurokraft utilizza fibre rinnovabili provenienti da foreste gestite in base ai principi di sostenibilità ambientale

IMBALLAGGI FLESSIBILI DI QUALITÀ: SACCHETTI IN CARTA KRAFT GARANZIA DI QUALITÀ E RESISTENZA

L

a carta kraft rappresenta un materiale per imballaggi flessibili di qualità e soprattutto resistenza che possono rappresentare una valida alternativa ai sacchetti in materiale bioplastico, che in attesa di studi sui materiali che ne possano migliorare le performance, sono estremamente fragili e soggetti a facili rotture, soprattutto se la spesa in esso contenuta è di una certa entità. CEPI Eurokraf, l’associazione europea dei produttori di carta kraft per imballaggi flessibili raccomanda il riferimento alla norma di prova EN 3590:2003 che garantisce le caratteristiche di una borsa di qualità. La selezione del materiale più adatto e una progettazione e realizzazione ottimale sono la base per ottenere un risultato eccellente.

non è facile individuare a occhio nudo quali siano di qualità superiore. CEPI Eurokraft lavora attivamente per introdurre un sistema di certificazione della qualità in grado di classificare le borse della spesa adatte alle più svariate esigenze, e che possa aiutare anche i negozianti a compiere le scelte giuste, ed evitando di venire incolpati dai clienti per questi sacchetti terribilmente fragili. Dal punto di vista del commerciante inoltre la borsa della spesa può diventare un ottimo veicolo pubblicitario. La borsa grazie alle sue ampie superfici stampabili, mostra infatti il marchio dell’esercizio commerciale. Per puntare do, e rappresentano un elemento talmente presente nella vita di tutto noi, da passare quasi inosservati.

a migliorare i propri ricavi e avere clienti ancor più soddisfatti, l’acquisto di borse della spesa di alta qualità è sempre un buon investimento.

Generalmente ci accorgiamo delle borse

PRIMA DI TUTTO RESISTENTI

della spesa proprio quando queste non compiono il loro dovere.

Le borse della spesa vengono utilizzate

Sul mercato si trovano diversi tipi di

quotidianamente in ogni parte del mon-

borse, dalle più resistenti alle più deboli e

ENGLISH KRAFT PAPER BAGS

raft paper is a high quality, and above all resistant, material for flexible packaging which can represent an excellent alternative to bioplastic bags that are extremely fragile and break easily, es-

72

La resistenza della borsa può essere mi-

HIGH QUALITY FLEXIBLE PACKAGING: KRAFT PAPER BAGS ENSURE QUALITY AND RESISTANCE

CEPI Eurokraft is the European Kraft Paper Manufacturers Association for the flexible packaging industry. The Kraft paper produced by the member companies of CEPI is based on renewable fibres coming from forests managed according to environmental sustainability standards

K

STANDARD QUALITATIVI DELLE PRESTAZIONI

pecially if they contain heavy shopping. Therefore, the results of the ongoing assessment of materials capable of improving bag performance are expected with enthusiasm. CEPI Eurokraft, the European Kraft Paper Association for Flexible Packaging, recommends to refer to the testing standard EN 3590:2003 ensuring high quality bags. The selection of the most suitable material as well as excellent designing and development are key factors to achieve the best results.

RESISTANT, FIRST OF ALL Shoppers are used daily all over the world

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

and represent such a usual component in our everyday life that they almost go unnoticed. We generally realize the shopping bags when they are unable to fulfil their task. There are various bag types on the market, from the strongest up to the weakest ones, and it is not so easy to identify to the naked eye which ones are of the best quality. CEPI Eurokraft is working actively to introduce a quality certification system capable of categorize shopping bags meeting different needs, also helping dealers make the right choice without being blamed by customers for these terribly fragile bags. Moreover, from the dealer’s viewpoint a shopping bag can become an excellent advertising vehicle.


surata tenendo in considerazione la norma di prova EN13590:2003 che si basa su studi scientifici e che aiuterà i negozianti a evitare l’acquisto di borse scadenti. A tal proposito CEPI Eurokraft promuove l’utilizzo di un contrassegno di qualità. Il sistema di certificazione della qualità si basa sulla norma di prova EN13590:2003 che prevede di sottoporre la borsa a forti pesi mentre viene sollevata ripetutamente. Le prove tengono in considerazione le dimensioni della borsa poiché quanto più ampio è il suo volume, tanto più carico deve poter sostenere. Le prove possono essere applicate a tutti i materiali: carta, plastica o bioplastica.

Il grafico mostra la condizione di prova standard e i risultati delle prove condotte su sei modelli di borse di materiali diversi. Le prove rivelano che la qualità cambia sensibilmente: ad esempio il materiale 5 non è adatto a borse destinate al commercio al dettaglio. Pertanto, è consigliabile scegliere una borsa testata e certificata / The graph shows the standard testing condition and the results of the tests carried out on six types of bags made of different materials. The tests show that quality changes considerably: for example, the material Nr. 5 is not suitable for bags destined to retail. Therefore, it is better to choose a tested and certified bag

La borsa viene contrassegnata con l’indicazione del peso e il volume che può

forma dei manici, in particolare, sono i

mente nelle foreste gestite secondo i

sostenere.

punti critici.

principi di sostenibilità ambientale.

I produttori svedesi di borse della spesa hanno adottato da molti anni tale sistema di certificazione della qualità gra-

Le fibre lunghe di questi alberi produ-

L’IMPORTANZA DEL GIUSTO MATERIALE

zie al lavoro del Trade & Industry Carrier

cono una carta estremamente resistente e durevole, una scelta eccellente per le borse che devono sostenere forti

Bag Group, capitanato da Innventia.

Conviene sempre scegliere una borsa re-

pesi. A seguito del calo di domanda delle

Anche l’Italia ha recentemente intro-

sistente che dura nel tempo poiché pro-

carte grafiche, molti produttori sono alla

dotto questa norma, e CEPI Eurokraft

tegge gli alimenti, riduce i rifiuti e fa

ricerca di campi di applicazione alterna-

consiglia che tali requisiti qualitativi

risparmiare. Il segreto delle prestazioni

tivi per i propri prodotti.

siano estesi a tutta l’Europa.

sta nel materiale e nella struttura della

La carta da stampa proviene da alberi con

Le prove e le analisi eseguite mostrano

borsa. La carta kraft è un tipo di carta

fibre corte che, sfortunatamente, sono

che ai fini delle prestazioni la struttura

appositamente creato per gli imballaggi

troppo deboli per l’uso nelle borse della

della borsa è fondamentale. In termini

che richiedono resistenza.

di resistenza, la scelta della colla e la

Proviene da abeti e pini cresciuti lenta-

Thanks to their printable surfaces, shoppers actually show the company brand. In order to improve profits and better meet the customer’s requirements, the purchase of high quality shopping bags always proves to be a good investment. PERFORMANCE QUALITY STANDARDS The resistance of the bag can be measured according to the testing standard EN 13590: 2003 which is based on scientific studies and will help dealers avoid to buy poor bags. To this purpose, CEPI Eurokraft promotes the use of a mark of quality. The quality certification system is based on the testing standard EN 13590:2003 according to which a bag must be submitted to strong weights while it is raised repeatedly. The tests consider the sizes of the bag, since

the larger its volume, the greater the weight, it must support. The tests can be applied to any materials: paper, plastics or bioplastics. The bag is marked with the indication of the weight and volume, it can support. The Swedish manufacturers of shopping bags have been adopting for many years this quality certification standard thanks to the work performed by the Trade & Industry Carrier Bag Group, headed by Innventia. Also Italy has recently introduced this regulation, and CEPI Eurokraft proposes that these quality requirements may be spread throughout EuGrazie alla carta kraft, è possibile usare meno materiale e grammature inferiori rispetto alle carte grafiche e riciclate. Se si cercano resistenza e funzionalità, non vi è altra scelta / Thanks to kraft paper, it is possible to use less material and lower weights compared to graphic and recycled papers. If you need resistance and functionality, there is no other choice

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

73


IL TEST ESEGUITO SECONDO LA NORMA EUROPEA EN 13590:2003 spesa. Tale fragilità viene talvolta compensata da una grammatura superiore, che però implica costi maggiori e un impatto ambientale più rilevante.

ADDIO BORSE DI PLASTICA

1- La borsa viene riempita con cilindri di polietilene ad alta densità e successivamente tenuta dai manici in sospensione dall’impugnatura del dispositivo di prova. 2-Si avvia la prova e la borsa così riempita viene sollevata e abbassata a una velocità ben definita sul banco di collaudo. 3- La borsa viene sollevata per 20 volte oppure fino alla sua rottura. Affinché la qualità sia accettabile per un determinato peso, 19 borse su 20 devono restare intatte per 20 sollevamenti ciascuna.

A seguito di decisioni politiche e dei mo-

Questo contrassegno, elaborato per il mercato svedese, mostra il peso che la borsa può sopportare in chili e il suo volume. I numeri rappresentano l’anno di esecuzione del test e il codice dell’azienda / This mark, developed for the Swedish market, shows the weight that the bag can support in kilograms and its volume. The figures represent the year of the test and the code of the company.

vimenti ambientalisti a livello locale, regionale e nazionale, sempre più Paesi e rivenditori stanno abbandonando le tra-

Questo marchio è stato sviluppato per il mercato italiano / This mark has been developed for the Italian market

dizionali borse di plastica. Oltre 30 Paesi hanno introdotto limitazioni a questo tipo di borse monouso, tra cui Cina, Francia, Spagna e Italia. Taiwan e Bangladesh hanno completamente vietato le borse di plastica, mentre l’Australia è in procinto di farlo. In Irlanda sono state invece introdotte imposte molto elevate. La bioplastica sta diventando una scelta di materiale molto diffusa per le borse della spesa. Ma esistono diversi tipi di bioplastica, con prestazioni e qualità specifiche, e molti si sono dimostrati troppo deboli per sostenere pesi rilevanti. I negozianti che hanno scelto la bioplastica riferiscono dell’insoddisfazione dei consumatori poiché spesso, per trasportare la spesa, è necessario usare due borse, una dentro l’altra. Per ulteriori informazioni è possibile visitare

THE TEST CARRIED OUT ACCORDING TO THE EUROPEAN STANDARD EN 13590:2003 1. The bag is filled with high density polyethilene cylinders and then it is kept in suspension by the handle of the testing device. 2. The tests starts up and the filled bag is raised and lowered at a certain speed on the test bench. 3. The bag is raised twenty times or till it breaks. In order to make the bag quality suitable for a certain weight, 19 in 20 bags must remain intact for 20 lifts each.

il sito www.cepi-eurokraft.org

rope. The tests and assessments carried out show that the bag structure is a key factor for reaching excellent performance. As far as the bag resistance is concerned, the choice of the glue and the shape of the handles are crucial points.

THE IMPORTANCE OF SELECTING THE RIGHT MATERIAL It is always better to choose a strong longlasting shopper since it will protect food, reduce waste and make you save money. The secret of the bag performance is its material and structure. Kraft paper is purposely designed for strong packaging. It comes from firs and pines which have been growing slowly in the forests managed according to the principles of environmental sustainability.

74

The long fibres of these trees produce extremely resistant and long-lasting paper, an excellent choice for the bags that must support great weights. Owing to the drop in the demand of graphic papers, many manufacturers are looking for alternative fields of application for their own products. Printing paper comes from trees with short fibres which, unfortunately, are too weak to be used for shoppers. This fragility is sometimes balanced by higher weights, but these involve higher costs and a stronger environmental impact.

GOOD-BYE PLASTIC BAGS Due to political decisions and environmental movements on a local, regional and national basis, the number of countries and resellers that are abandoning the conven-

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

tional plastic shopping bags is increasing. Over 30 nations, including China, France, Spain and Italy, have introduced restrictions to these types of single-use bags. Taiwan and Bangladesh have completely forbidden plastic bags, while Australia is about to do the same. In Ireland they have introduced very high taxes. Bioplastics are getting very popular for shopping bags. However, there are various types of bioplastics with special performances and properties, but many shoppers have proven to be too weak to support great weights. The dealers who have opted for bioplastics are reporting that consumers are not satisfied because they often have to use two bags, one inside the other, to carry the shopping. For further information please visit the web site www.cepi-eurokraft.org


NEWS

ATTUALITÀ E EVENTI

NEWS AND EVENTS

ENGLISH È SCOMPARSO ALL’ETÀ DI 83 ANNI L’IMPRENDITORE MARIO RUGGERI FONDATORE NEL LONTANO 1971 DELLA SOCIETÀ DRUCKFARBEN SRL La peculiarità del compianto Mario Ruggeri oltre alla riconosciuta onestà imprenditoriale, (non a caso la società Druckfarben srl ha lo stesso numero di telefono da oltre 40 anni), è stata quella di focalizzare l’attenzione nella produzione di materiali utilizzati nelle applicazioni “speciali”. Partendo dagli inchiostri per la produzione di carta carbone per i biglietti aerei, ferroviari e delle raccomandate postali, passando per le patine per carte chimiche, è stato dalla fine degli anni ‘80 alla metà degli anni 90 il maggior produttore italiano di colle per moduli autoimbustanti allora utilizzati in particolare per la gommatura reversibile di centinaia di mi-

lioni di fatture della ex Sip ed Enel. Precursore anche nel realizzare le prime patine grattabili/delebili oro e argento inizialmente utilizzate da Postalmarket e in seguito per i vari “gratta & vinci” in commercio. Alla fine degli anni ‘90 aveva instradato l’azienda verso la tecnologia della microincapsulazione, per la quale è conosciuta in tutta Europa principalmente per la produzione delle vernici profumate “accarezza & annusa”. Negli ultimi anni lasciava il suo posto “di comando” al figlio Duccio per dedicarsi alle sue adorate nipotine. Alla famiglia Ruggeri vanno le più sentite condoglianze da parte della redazione di Converter.

LA SCOMPARSA DI ENRICO SIMONAZZI FONDATORE E TITOLARE DELLA SIMONAZZI SRL È scomparso Enrico Simonazzi, titolare del-

da oltre 60 anni era un punto di riferimento

l'omonima azienda, personaggio conusciu-

per tutte le aziende del settore.

tissimo nel mercato delle arti grafiche dove

Uomo di grande spessore tecnico ma sopratutto morale, uno degli ultimi “Signori” per il quale la parola data e una stretta di mano avevano ancora un valore superiore a qualunque firma in calce a un contratto. Lascia un ricordo professionale impagabile ma sopratutto dal lato umano i suoi insegnamenti rimarranno una traccia indelebile per le figlie Luciana e Manuela e per tutti i suoi collaboratori nel gestire giornalmente l’azienda. Alla famiglia e all'azienda Simonazzi le più sentite condoglianze da parte della redazione di Converter.

76

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

ENTREPRENEUR MARIO RUGGERI, FOUNDER OF DRUCKFARBEN SRL IN 1971, DIED AT THE AGE OF 83 The main feature of late Mario Ruggeri, apart from his honesty in business (not by chance Druckfarben’s phone number has been the same for over 40 years) was to focus his attention on the production of materials being used for “special” applications. Starting from inks suitable for the development of carbon paper for air-tickets, railway tickets and recommended mail, through coatings for chemical papers, Mario Ruggeri has been from the late 80s till the mid of the 90s the major Italian manufacturer of glues for self-bagging forms which used to be employed especially for the reversible weight of hundreds of thousands of invoices of former Sip and Enel. He was also a precursor in the development of the first scratchable and delible gold and silver coatings, which were initially employed for Postalmarket and later for the various “Scratch and Win” cards existing on the market. By the end of the 90s Ruggeri had routed his company towards the micro-incapsulation technology well-known all over Europe especially for the production of scented varnishes (“strike and sniff”). In the latest years he left the command post to his son Duccio to devote himself to his beloved granddaughters. We are sending our deepest condolences to Ruggeri family from the editorial staff of Converter. THE DEATH OF ENRICO SIMONAZZI FOUNDER AND OWNER OF SIMONAZZI SRL Enrico Simonazzi, owner of the company of the same name, has died. He was well-known in the graphic arts industry in which he had represented for over 60 years a point of reference for all the companies of the sector. He was a man of great technical expertise but, above all, of great moral principles, one of the last “Gentlemen for whom his word and a handshake had a higher value than any signature on a contract. He leaves a priceless professional memory but, especially from a human viewpoint, his teachings will remain an indelible mark for his daughters Luciana and Manuela and all his collaborators in their daily company management. The staff of Converter presents their deepest condolences to the family Simonazzi.


NEWS

ATTUALITÀ E EVENTI

NEWS AND EVENTS

ENGLISH IL 2012 NON È STATO UN ANNO POSITIVO PER IL SETTORE DEL PACKAGING

stria, almeno fino a fine 2013 o inizio 2014, la possibilità di una lenta inversione di tendenza. Analogo trend negativo si evidenzia anche per il settore manifatturiero italiano

Gli ultimi indicatori economici diffusi dal-

che ha infatti concluso il 2012 con un attività

l’Istituto Italiano Imballaggi segnalano che

produttiva in recessione del 5,3% e una pro-

il 2012, secondo un primo consuntivo, ha

spettiva di ripresa, secondo la valutazione di

chiuso negativamente.

Prometeia, rimandata a fine 2013 / inizio 2014.

Per l’Italia la ripresa purtroppo sembra allon-

La produzione globale, in peso, ha segnato

tanarsi, la domanda interna presenta fles-

una contrazione del 3/4 %, le esportazioni

sioni superiori a quanto ipotizzato a inizio

evidenziano un arretramento del 2,8 / 3%, in

anno e le esportazioni hanno perduto slancio.

lieve aumento, invece, le importazioni, ma la

Secondo le periodiche analisi effettuate da

domanda interna segna un calo del 3/3,5%.

Confindustria, l’economia italiana conclu-

La contrazione della produzione, espressa

derà il 2012 in netta recessione senza che si

in peso, ha interessato quasi tutte le filiere:

avvertano segnali di inversione di tendenza,

-4,5% gli imballaggi in acciaio, -1% imballaggi

nel breve periodo.

in alluminio, -4% i cellulosici, -2,2% gli imbal-

Le previsioni di chiusura indicano infatti un

laggi cellulosici poliaccoppiati, -2,6% gli im-

arretramento del PIL pari al 2,4/2,6%.

ballaggi in plastica, -3,9% i contenitori in

Slitta in avanti, sempre secondo Confindu-

vetro, -3,8% l’area degli imballaggi in legno.

78

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

2012 WAS NOT A POSITIVE YEAR FOR THE PACKAGING SECTOR The latest economic indicators spread by the Italian packaging Institute highlight that 2012, according to the first final results, ended negatively. Unfortunately, the recovery seems to be still far away for Italy. The domestic demand presents higher drops than those speculated at the beginning of the year, and exports have lost momentum. According to the periodical assessments carried out by Confindustria, Italian economy was supposed to end 2012 with a sharp recession without any signs of turnaround in the short term. As a matter of fact, predictions indicated the recession of GDP equal to 2.4/2.6%. According to Confindustria, the possibility of a slow turnaround will occur only by the end of 2013 or at the beginning of 2014. Also the Italian manufacturing sector highlights a negative trend, and 2012 ended with the recession of the production by 5.3%. According to Prometeia, the possibility of recovery will not materialize before the end of 2013 or the beginning of 2014. The global production, expressed in weight marked a drop by 3.4% and exports highlighted a recession by 2.8/3%. However, imports have been slightly increasing, whereas the domestic demand signed a fall by 3/3.5%. The contraction in production, expressed in weight, has interested almost all supply chains: -4.5% steel packaging, -1% aluminium packaging, -4% cellulose-based packaging, 2.2% poly-laminated cellulose-based packaging, -2.6% plastic packaging, -3.9% glass containers, -3.8% wood packaging. The substantial confirmation of the values of 2011 (see table) emerged for flexible packaging being converted after a long period of progressive development. As far as the turnover is concerned, 2012 was supposed to end with an increase by 5/7% compared to 2011. This prediction resulted from the trend assessment carried out by three indicators, such as: • major components of the costs of the manufacturing industry in 2012 compared to 2011; • demand-offer ratio during 2012; • inflation. We are giving below in detail the cost components of 2012: • global production cost:+2.1% (+4.5%) raw materials; +1.2% services and +1.3% labour which in 2011 had increased by 4.6% (Source Prometeia).


RIVESTIMENTO RULLI IN GOMMA POLIURETANO, RILSAN, SILICONE, HYPALON COSTRUZIONE RULLI E CILINDRI IN ACCIAIO, ALLUMINIO, FIBRA DI CARBONIO RULLI INCISI, CROMATI, GOFFRATI ROLLERS COVERINGS IN RUBBER, POLYURETHANE, RILSAN, SILICON, HYPALON

U Industria grafica / Graphics industry U Cartotecnica / Paper converting U Imballaggio flessibile / Packaging U Industria tessile / Textile industry U Industria siderurgica / Metal industry U Industria del legno / Wood industry U Industria conciaria / Tanning industry U Industria alimentare / Food industry (FDA certified) U Industria cartaria / Paper industry

U Caucciù TecnoBlankets U Caucciù Kinyo U Prodotti chimici U Additivi Schwegmann

BOLOGNA TEL. +39 051 743223 FAX +39 051 742878 MILANO TEL. +39 02 57510852 FAX +39 02 57510841 VERONA TEL +39 045 8620041 FAX +39 045 8620575

www.tecnorulli.it


NEWS

ATTUALITÀ E EVENTI

NEWS AND EVENTS

ENGLISH Una sostanziale riconferma dei valori del

• le principali componenti di costo dell’Indu-

2011 (vedi tabella) si segnala per gli imbal-

stria manifatturiera del 2012 rispetto al 2011;

laggi flessibili da converter dopo, un lungo

• il rapporto domanda /offerta nel corso del 2012;

periodo di progressivo sviluppo.

• il tasso di inflazione.

Per quanto riguarda il fatturato, si stima

Ecco in dettaglio le componenti di costo nel 2012:

che il 2012 si sia chiuso con un incremento

• costo globale della produzione: +2,1% (+4,5%

del 5/7% rispetto al 2011.

materie prime, +1,2% servizi e +1,3% mano

Questa previsione è stata ricavata dall’ana-

d’opera) che nel 2011 era aumentato del 4,6%

lisi dei trend di tre indicatori, quali:

(fonte Prometeia).

NASCE “PROCESSING&PACKAGING: THE HIGH-TECH ITALIAN WAY” settore come strumento principale di promozione presso i mercati in crescita. Il progetto, nell’arco temporale 2013-2015, prevede di fare rete con le istituzioni italiane che sostengono le attività di promozione e con le più importanti organizzazioni internazionali e organizzatori fieristici internazionali del settore. “Abbiamo aderito con convinzione fin dall’inizio: il format della rete garantisce granLe imprese italiane del processo e del pac-

de flessibilità e permette di unire le forze

kaging si uniscono in rete per proporsi sui

per presentarci adeguatamente su mercati

mercati esteri in crescita. Nasce “Proces-

in crescita, ma ancora complessi e onerosi

sing&Packaging: The High-Tech Italian Way”,

per un approccio individuale”, commenta

un network di filiera il cui nucleo fondatore

Gian Mario Ronchi, scelto come presidente

mette assieme cinque aziende leader nelle

della Rete d’impresa.

tecnologie per il processing, il packaging e

“Abbiamo scelto Ipack-Ima Spa come attua-

gli imballaggi, e Ipack-Ima Spa, organizza-

tore del programma, considerando il parti-

tore dell’omonima fiera internazionale

colare rilievo conquistato dagli organizzatori

triennale che si svolge a Fiera Milano, che cu-

fieristici, di sempre maggiore rappresentati-

rerà la parte operativa e gestionale.

vità nel campo delle tecnologie fino a diven-

Le imprese italiane della filiera processing e

tare, oggi, aggregatori di filiera e quindi di

packaging contendono ai tedeschi il pri-

offerta tecnologica”.

mato delle esportazioni (da cui deriva circa

Ronchi è titolare della Mario Ronchi Spa,

il 90% del fatturato) e godono di eccellente

azienda, leader per la produzione di mac-

reputazione internazionale per capacità

chine per il riempimento di prodotti detergenti,

tecnologiche e flessibilità produttiva. Il net-

cosmetici, chimici, alimentari e farmaceu-

work appena varato nasce per consolidare

tici.“L’impegno di Ipack-Ima in questa inizia-

la presenza sui mercati esteri e promuovere

tiva è coerente con la nostra filosofia di

l’appeal del “sistema Italia” nei confronti di

porci come partner globale dei nostri espo-

nuovi canali commerciali, presso le econo-

sitori nelle loro politiche di internazionaliz-

mie a più alto tasso di sviluppo.

zazione - spiega l’amministratore delegato

“The High-Tech Italian Way” avrà in portafoglio

Guido Corbella - sfruttando il nostro net-

soluzioni tecnologiche integrate e orientate a

work internazionale di contatti con i pro-

una fornitura completa per i buyer interna-

tagonisti del mondo del packaging quali le

zionali, potenziando la forza commerciale

associazioni, le riviste di settore, gli orga-

delle singole imprese e valendosi delle fiere di

nizzatori di fiere ”.

80

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

“PROCESSING & PACKAGING” IS BORN: THE HIGH-TECH ITALIAN WAY The Italian companies specialized in the processing and packaging sector have joined the network to explore emerging foreign markets. “Processing & Packaging” is born: “The HighTech Italian Way” a network of supply chain whose founding members have gathered five leading companies in the sector of processing and packaging technologies, and Ipack-Ima, the organizer of the international exhibition of the same name taking place every three year in Milan, will follow the operating and managerial aspects. The Italian companies of the processing and packaging chain compete with Germany in exports (covering almost 90% of turnover) and enjoy excellent international reputation for their technological skills and production flexibility. The network just launched aims at consolidating the presence on the foreign markets and promoting the appeal of the “Italian System” towards new business channels in the economies with the highest growth rate. “The High-Tech Italian Way” will include integrated technological solutions aiming at supplying international buyers with complete solutions and strengthening the sales force of individual companies through trade fairs which are regarded as key promotional tools to conquer developing markets. During 2013-2015, the project is supposed to join the network with the Italian institutions supporting promotional activities and with the major international organizations and show organizers of the sector. “We decided to join this initiative from the very beginning: the network format ensures great flexibility and enables us to join our efforts to introduce ourselves properly on the growing markets which are still difficult and onerous for an individual approach”, says Gian Mario Ronchi, who has been appointed President of the Company Network. “We have chosen Ipack-Ima Spa as actuator of the programme considering the increasing importance of the show organizers in the technological field which has led them to become chain aggregators as well as an integrant part of technological offering”. Ronchi is the owner of Mario Ronchi Spa, a leading company in the production of filling machines for detergent, cosmetic, chemical, food and pharmaceutical products. “The commitment of Ipack-Ima in this initiative complies with our policy based on becoming global partners of our exhibitors aiming at internationalization”, explains Guido Corbella, Managing Director.


        

       



     

          ! !""!#$%   & '   (((  ((() )  




NEWS

ATTUALITÀ E EVENTI

NEWS AND EVENTS

ENGLISH Accanto alla Mario Ronchi Spa di Gessate (www.ronchimario.it), il nucleo fondatore di “Processing&Packaging: The High-Tech Italian Way” allinea PFM Group di Torrebelvicino - VI - (9 aziende specializzate in packaging flessibile per food e non-food, www.pfm.it) , la P.E. Labellers Spa di Porto Mantovano – MN (macchine etichettatrici rotative e lineari ad alta tecnologia, www.pelabellers.com), la Clevertech di Cadelbosco Sotto-RE (sistemi d’automazione per impianti di confezionamento e imballaggio, www.clevertech.it) e CAMA Group di Garbagnate Monastero – LC (linee complete e macchine per il packaging secondario, www.camagroup.com).

VIROSAC, ALLARME FALSI: DEFINITIVA DOPO DUE ANNI LA REGISTRAZIONE DEL BREVETTO PER IL LACCIOSAC Il problema più grande riguarda però la possibilità di proteggersi in maniera concreta dalla concorrenza sleale. L’azienda infatti ha attualmente in atto diverse cause contro imitatori, non solo all’estero ma anche in Italia. “In tempi di crisi la differenza la fanno le idee, e chi non le ha cerca di copiarle – commenta uno dei soci fondatori Graziano Virago – Non è facile tutelare i brevetti, le

“In order to reach this goal, we intend to exploit our international network of contacts with the players of the packaging world such as associations, trade magazines and show organizers”. Apart from Mario Ronchi Spa based in Gessate (www.ronchimario.it), the other founding members of “Processing & Packaging: The High-Tech Italian Way” include PFM Group based in Torrebelvicino - VI (9 companies specialized in food and nonfood flexible packaging- www.pfm.it), P.E. Labellers Spa based in Porto MantovanoMN (hich-tech rotary and linear labelling machines- www.pelabellers.com), Clevertech based in Cadelbosco Sotto-RE (automation systems for packaging plantswww.clevertech.it) and CAMA Group b-sed in Garbagnate Monastero-LC (full lines and machines for secondary packagingwww.camagroup.com). VIROSAC, SIGNALLING OF FALSE PRODUCTS: AFTER TWO YEARS, THE PATENT FOR LACCIOSAC HAS BEEN REGISTERED

azioni legali vanno per le lunghe mentre È arrivata dopo due anni di attesa la registrazione del brevetto del “Lacciosac”, il sistema di

aziende come la nostra devono essere efficienti, pronte a cogliere le esigenze del mer-

chiusura dei sacchetti per l’immondizia messo

cato, veloci a trovare soluzioni innovative. Ci

a punto da Virosac. L’azienda di Pederobba,

siamo sempre definiti un’azienda lepre per-

specializzata nella produzione di sacchi per

ché un passo avanti agli altri, grazie a que-

i rifiuti e per la casa, ha nella creatività uno

sto atteggiamento oggi stiamo diventando

dei suoi punti di forza e negli anni ha regi-

leoni e lo dimostra il fatto che i nostri con-

strato sia in Italia che in Europa le sue idee

correnti ci usano sempre più spesso come

per tutelarle dalla concorrenza sleale.

bench-mark copiando non solo brevetti,

Una serie di novità che vanno dalla semplice

come ad esempio il nostro sistema di chiu-

tutela del marchio a vere e proprie “inven-

sura Lacciosac ma addirittura marchi, come

zioni”, che come tali sono protette dal bre-

ad esempio Shoppy.”

vetto per 20 anni. Sono di proprietà Virosac ad esempio lo Stopsac, l’adesivo per fissare i bordi dei sacchi, o i guanti palmati che si trovano nei reparti ortofrutta dei supermercati. Ma la mente dei fondatori dell’azienda ha partorito anche numerose idee che sono diventati brevetti poi venduti ad altre aziende, come i pressini salvaroma che oggi si trovano in tutti i supermercati.

LA POLITICA INDUSTRIALE DELL’UNIONE EUROPEA INCENTIVA I MERCATI DEI PRODOTTI A BASE BIOLOGICA Un recente comunicato emanato dalla Commissione Europea sulla politica industriale evidenzia i prodotti a base biologica come un importante incentivo per la crescita sostenibile del mercato e per la creazione di posti di lavoro. “L’industria delle materie bioplastiche rappresenta un settore principale del mercato dei pro-

82

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

After two years of waiting, the patent for “Lacciosac”, the closing system of bags for garbage set up by Virosac has been registered. One of the strengths of this company based in Pederobba and specialized in the manufacturing of garbage and household bags, is creativity and, over years, they have been registering their ideas both in Italy and in Europe to protect them from unfair competition. They include a range of novelties from the simple brand protection up to real “inventions” which are protected by the patent for twenty years. For example, Virosac’s patents encompass Stopsac, an adhesive fixing the bag edges or the webbed gloves which can be found in the fruit and vegetables departments of supermarkets. However, the founders’ minds have also given birth to several ideas which have become patents and sold to other companies, such as the fragrance saving tampers which now can be found in all supermarkets. Nevertheless, the biggest problem is how to protect oneself effectively from unfair competition. As a matter of fact, the company is having in place many lawsuits against imitators, not only abroad but in Italy, too. “In a period of crisis, ideas make the difference and those who don’t have them try to copy them”, says Graziano Virago, one of the founders. “It is not so easy to protect patents, lawsuits go for long, while companies like ours must be efficient, ready to catch the market requirements and capable of finding innovative solutions quickly. We have always considered ourselves a “hare” company because we are always a


retti rapporti con le più importanti aziende del settore delle macchine da stampa, si specializza nella produzione di carrelli elevatori alzabobine. La costante crescita tecnica ha portato l’azienda ad un ampliamento della gamma per consentire l’offerta di pro L’e con su cop pro BES and clo imp ma in r pro The dev the enl pro ord kin The cyc allo per req to m dem

CBE1000/1250/1500 La linea al top della gamma BESCO: carrelli alimentati a batteria. Traslazione rrasla e sollevamento elettronico It is the top line of production: BESCO production: trolleys feeded with trolleys batteries and completely electronics electronics

CB 2.6 - CB 2.10 La linea di carrelli BESCO di semplice uso e manutenzione. Traslazione r l i manuale l e sollevamento idraulico It is the BESCO line of easy handling and maintenance. Manual motion and hydraulic lifting.

www.besco.it

CBM 700 P - CBM 700 S La linea di carrelli completamente manuali Range of manual ttrolleys rolleys

Magazzini ve verticali rticali automatici rrotanti otanti po portarulli rtarulli Il sistema BESCO “CANGURO” sfrutta le altezze del locale verticalizzando il magazzino e consentendo un risparmio sui costi

Canguro Cangu ro 40/60/ 40/60/100 100 con capacità di gestione da 40/60/100 rulli

29010 Roveleto di Cadeo (PC) Tel. +39 0523574964 - Fax +39 0523 578134 E-mail: bescopc@besco.it


NEWS

ATTUALITÀ E EVENTI

NEWS AND EVENTS

ENGLISH dotti a base biologica e la nostra industria

da settori industriali di primo piano e dalla

fa sicuramente la sua parte arricchendo il

domanda proveniente da marchi che in-

nostro secolo di processi industriali derivati

tendono rinnovarsi e affrontare tematiche

da materie prime rinnovabili e da innova-

legate alla sostenibilità”, spiega Hasso von

tivi prodotti plastici a basso contenuto di

Pogrell, Amministratore Delegato di Euro-

carbonio”, dice Andy Sweetman, Presidente

pean Bioplastics.

di European Bioplastics.

“Chi si dedica a portare avanti la politica del-

Il comunicato della Commissione Europea

l’Unione Europea, in questo momento si do-

stabilisce che “I mercati dei prodotti a base biologica caratterizzati dalla elevata domanda e dalla normativa favorevole, potrebbero dare un notevole contributo al processo evolutivo dell’Unione Europea verso una economia più sostenibile. Una corretta legislazione e giuste condizioni saranno però necessarie per incoraggiare l’impiego di materie prime rinnovabili

manda spesso dove avranno luogo gli investimenti. I dati di mercato raccolti da European Bioplastics evidenziano che la capacità produttiva di materiali bioplastici raggiunge l’apice in Sud America e Asia. Per farsì che l’industria europea si sviluppi su scala globale in modo dinamico ed equilibrato, occorre un supporto da parte del-

ad uso industriale (..)”.

l’Unione Europea e degli Stati Membri.

Il settore dei materiali bioplastici ha messo

Invitiamo la Commissione Europea ad im-

in commercio nuovi polimeri a base biolo-

plementare l’iniziativa proposta (Lead Mar-

gica come PLA, PTT o altri materiali a base

ket Initiative) attuando specifiche strategie

di amido. In un secondo tempo, i materiali

e provvedimenti di mercato. Saranno po-

plastici di largo consumo, come PE o PET,

tenziate le industrie innovative che Antonio

cambieranno la composizione basica delle

Tajani, Vice-Presidente della Commissione

loro materie prime passando da quelle fos-

Europea, considera le protagoniste della

sili a quelle rinnovabili.

“prossima rivoluzione industriale”, dice Von

“Si tratta di un processo evolutivo guidato

Pogrell.

RIORGANIZZAZIONE DEI WORLD LABEL AWARDS

principale fattore di differenziazione. L'unica eccezione è la categoria dei vini e

FINAT ha annunciato che L9 ha deciso di mo-

dei superalcolici, con classi

dificare drasticamente la struttura del con-

separate nell’ambito delle

corso World Label Awards, lanciando inoltre

tecnologie. Tutti gli altri seg-

il concorso Best-of-the-Best. L9 riunisce le as-

menti competono tra loro.

sociazioni del settore delle etichette di tutto

Questa nuova struttura dà a

il mondo. Si dedica alla stesura di policy e in-

molti più trasformatori l'op-

formazioni strategiche legate alle questioni

portunità di aggiudicarsi un

che interessano l'industria delle etichette a

premio.

livello globale.

I vincitori nelle 22 categorie

Le modifiche decise nel corso dell’incontro L9

per il 2012 sono stati selezio-

tenutosi lo scorso settembre a Chicago, in oc-

nati da una commissione

casione di Labelexpo Americas, rispecchiano

presieduta da Tony White

l'evoluzione dei mercati delle etichette e della

(FINAT) e composta da un de-

tecnologia di trasformazione delle stesse. Il

legato di ogni associazione

nuovo formato dei World Label Awards com-

partecipante. Saranno resi

prende 22 categorie e tiene conto dell’eccel-

noti a febbraio 2013.

lenza tecnica nelle diverse tecnologie come

I vincitori nelle 22 categorie

84

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

step ahead of others. Thanks to this attitude, today we are becoming “lions” which is proven by the fact that our competitors more and more often use us as a bench-mark by copying not only our patents, such as our closing system Lacciosac, but even our brands, such as Shoppy”. EU INDUSTRIAL POLICY HIGHLIGHTS BIOBASED PRODUCT MARKETS AS KEY PRIORITY The European Commission’s recent communication on industrial policy highlights biobased products as a lead market triggering sustainable growth and job creation. “The bioplastics industry represents an important sector of the biobased products market, and our industry is playing its part in shaping this century with industrial processes sourced from renewable raw materials and innovative plastic products with a low carbon profile“, says Andy Sweetman, Chairman of European Bioplastics. The European Commission’s communication states that “the biobased markets with high demand and favourable legislative framework could make a substantial contribution to the EU’s transformation into a more sustainable economy. The right legislation and framework conditions will, however, be needed to encourage uptake of renewable raw materials for industrial use [...]”. The bioplastics industry has commercialised new biobased polymers like PLA, PTT or starch-based materials. In a second wave commodity plastics like PE or PET are changing their raw material bases from fossil to renewable. “The develoment is driven by leading-edge industry and demand from brands which want to innovate and address sustainability issues like climate change”, explains Hasso von Pogrell, Managing Director of European Bioplastics. “The most relevant question for EU policy makers right now is: ‘Where shall these investments take place?’. Market data from European Bioplastics reveal that the bioplastics production capacity shows its highest growth in South America and Asia. In order to enable a dynamic and well-balanced development and competitiveness of the European industry on the global stage, a supportive framework is needed at EU and Member State level. “We call on the European Commission to implement the proposed Lead Market Inititiative recommendations via specific policy and market measures. They will fuel those innovative industries that Antonio Tajani, Vice President of the European Commission, sees creating the ‘next industrial revolution’ for Europe”, says von Pogrell.


NEWS

ATTUALITÀ E EVENTI

NEWS AND EVENTS

ENGLISH sono anche i finalisti di un nuovo prestigioso

- Flessografia;

concorso mondiale L9 chiamato Best-of-the-

- Stampa tipografica;

Best, da celebrare annualmente in occasione

- Litografia offset;

della fiera Labelexpo di settembre.

- Stampa combinata;

Il nuovo concorso L9 Best-of-the-Best, desti-

- Stampa digitale.

nato a diventare l’Oscar del settore, pre-

I primi premi L9 Best-of-the-Best saranno

mierà le migliori etichette realizzate con

consegnati durante il gala Labelexpo Global

una della cinque principali tecnologie di

Awards, che si terrà durante la prima serata

stampa:

di Labelexpo Europe 2013 a Bruxelles.

DUPONT PACKAGING GRAPHICS HA ORGANIZZATO UN SEMINARIO SULLA FLESSOGRAFIA IN KENYA aziende dell’Africa Orientale, una regione in rapida crescita. Il seminario, intitolato “Il meglio della qualità - I progressi della flessografia in Africa”, è stato caratterizzato da dimostrazioni dei sistemi flexo DuPont® Cyrel®. “L’Africa Orientale è una delle regioni che stanno crescendo di più nel mondo e dove c’è una notevole domanda di imballaggi sostenibili con esigenze di elevata qualità”,dice Lo stand DuPont a Drupa 2012 / The DuPont stand at Drupa 2012

Hans-Peter Hormann, Responsabile del Re-

DuPont Packaging Graphics ha di recente

parto Sviluppo Commerciale di DuPont™Cyrel®

condotto il secondo di una serie di seminari

EMEA.

sulla stampa flessografica in Africa Orien-

“La stampa flessografica garantisce soste-

tale, insieme ai più importanti operatori del

nibilità, produttività e qualità che aiutano

settore, tra cui Tesa, Esko, Chespa e Wind-

gli stampatori di imballaggi a soddisfare

möller & Hölscher.

queste esigenze. In veste di leader sul mer-

Al seminario, che ha avuto luogo a Nairobi

cato, siamo lieti di poter collaborare con i

in Kenya, hanno preso parte 50 esperti di

nostri clienti per condividere con loro le no-

prestampa e stampa, provenienti da 20

stre competenze. Ci incoraggia il crescente

WORLD LABEL AWARDS RESTRUCTURED FINAT announces that the L9 has decided to substantially restructure the ‘World Label Awards’ competition. It is also launching the ‘Best-of-the-Best’ contest. The L9 is the alliance of global label associations, formulating policies and strategic information in connection with global matters affecting the worldwide label industry. The new format of the World Label Awards comprises 22 classes which recognizes ‘technical excellence’ in the different technologies as the main differentiator. The exception being the wine and spirits class, which has separate classes within those technologies. All other segments compete against each other. This arrangement gives many other converters an opportunity to win an award. The 22 category winners for 2012 were selected by a panel, chaired by Tony White (FINAT), which also consisted of one nominee from each participating association. The winners will be announced in February next year. The 22 category winners were also the finalists of a new, prestigious L9 ‘Best-of-the-Best’ global awards to be celebrated annually on the occasion of the Labelexpo shows held in September. The ‘L9 Best-of-the-Best’ awards, destined to become the ‘Oscars of the label industry’, will honour the most outstanding labels in each of the 5 major label printing technologies: - Flexography; - Letterpress; - Offset Litho; - Combination Printing; - Digital Printing. The first L9 Best-of-the-Best awards will be presented during the Labelexpo Global Awards gala on the first evening of Labelexpo Europe 2013 in Brussels. DUPONT PACKAGING GRAPHICS HOSTS SECOND JOINT FLEXO SEMINAR IN KENYA DuPont Packaging Graphics recently conducted the second in a series of flexographic printing seminars in Eastern Africa in conjunction with major flexo industry associates, including Tesa, Esko, Chespa, and Windmöller & Hölscher. Held in Nairobi, Kenya, the seminar was attended by almost 50 printing experts representing the entire value chain from pre-press to press from more than 20 companies in the growing Eastern Africa region. The seminar was titled “Quality at its Best – Advancing Flexography in Africa,” and featured the use of DuPont™ Cyrel® flexo-

86

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone


NEWS

ATTUALITÀ E EVENTI

NEWS AND EVENTS

ENGLISH numero di partecipanti ai seminari”. Il seminario è stato oggetto di feedback positivi sia da parte dei partecipanti che dei relatori. Johan Bastiaen, Sales Account Manager per il Medio Oriente e l’Africa e rappresentante di Esko con la relazione “Risultati che fanno sorridere”, ha affermato: “È davvero bello vedere l’entusiasmo dei partecipanti dopo aver presentato i risultati di stampa che

“La collaborazione globale è la chiave della

ormai sono standardizzati nel processo

crescita sostenibile in Africa.

flessografico”.

In Windmöller & Hölscher siamo lieti di col-

Vincent Marzin Responsabile delle Vendite

laborare con i maggiori protagonisti del

all’Esportazione della Industrial Division di

mercato flessografico per supportare le

Tesa, ha aggiunto: “È inevitabile che la fles-

grandi potenzialità di questo paese nella

sografia in Africa si sviluppi su larga scala.

creazione di innovazioni adatte a quest’area

C’è infatti una vasta domanda di soluzioni di qualità e sostenibili”. Dopo aver osservato il video della DuPont “Virtual Drupa 2012”, Richard Okemwa, Coordinatore alle Vendite di Sanjac Packaging Limited, la principale azienda distributrice di flessografia in Kenya, ha commentato: “Non abbiamo potuto visitare Drupa 2012 in

geografica”. Joachim Siekiera, Presidente del Comitato Direttivo di Chespa, ha aggiunto: “È un grosso vantaggio per noi, ma anche per il mercato africano della flessografia, mostrare soluzioni di stampa efficaci nel campo della prestampa, dei substrati, degli

Germania, tuttavia siamo contentissimi che

inchiostri, dei cliché flessografici fino alle

Drupa sia venuta da noi”.

macchine da stampa flessografiche, che

Tristan Zesiger, Responsabile della Divisione

sono fuse in unico getto.

Vendite Tecniche di macchine da stampa e

Ciò rappresenta davvero una grande op-

finitura, e Peter Daniel, Responsabile Ven-

portunità perché non vogliamo costruire

dite Regionali, che ha presentato le innova-

un patrimonio aziendale, bensì formare

zioni dell’ultima macchina da stampa

una nuova comunità flessografica campo

creata da Windmöller & Hölscher, ha detto:

ecologico. E la domanda è enorme!”.

graphic systems. “Eastern Africa is one of the fastest growing regions in the world where there is a significant increase in demand for sustainable packaging solutions, and a higher expectation of quality,” said Hans-Peter Hormann, Business Development Manager DuPont™ Cyrel® EMEA. “Flexographic printing is delivering sustainability, productivity and quality to help packaging printers address these needs, and as one of the market leaders in this industry, we are pleased to collaborate with our customers to share our expertise. We are encouraged by the growing number of attendees in this series of seminars - we estimate that more than 250 attendees from Nigeria, Tanzania, and Kenya have gained important insights from these seminars to date”. The seminar received positive reviews from both participants and presenters. Johan Bastiaen, Sales Account Manager Middle East & Africa, who represented Esko with his presentation “Results that make you smile”, stated, “It is satisfying to see the enthusiasm of the attendees after presenting the printing results, which are standard these days within a Flexo-printing process”. Vincent Marzin, Sales Manager Export Sales, Industrial Division, of Tesa, added, “There is no way not to roll out Flexo in Africa on a large scale. There is a vast demand for quality and sustainability solutions.” After watching the “Virtual drupa 2012” video from DuPont, Richard Okemwa, Sales Co-ordinator, from Sanjac Packaging Limited, the major flexo distributor in Kenya, commented, “We have not been able to attend drupa 2012 in Germany this time. However, we feel delighted to see, that drupa show came to us”. Tristan Zesiger, Division Manager Technical Sales Printing and Finishing Machines, and Peter Daniel, Regional Sales Manager, who presented the abilities of latest press innovations of Windmöller & Hölscher expressed, “Global collaboration is key for sustainable growth in Africa. At Windmöller & Hölscher, we are happy to work closely with the major flexo players in the market to support Africa’s great potential in providing innovations that work well in this region”. Joachim Siekiera, Chairman of the board, from Chespa added, “we see a great benefit for us, but also for the flexo market in Africa, to show effective printing solutions from pre-press, substrates, inks, flexo-plates to flexo presses, that are cast in one pour. This is really a great chance as we don’t build on legacy business, but provide almost a new flexo community on the green field. The demand is huge!”

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

87


TAGLIO E RIAVVOLGIMENTO By Jordi Prat, Direttore Tecnico Divisione Taglio & Riavvolgimento di Comexi Proslit Comexi Group

La vasta esperienza e le relazioni instaurate con gli utilizzatori dei macchinari hanno fatto sì che gli ingegneri di Comexi Proslit siano riusciti a realizzare un sistema di riavvolgimento eccellente

UN SISTEMA AVANZATO DI RIAVVOLGIMENTO: REINVENTARE IL RIAVVOLGITORE

A

ttualmente l’interesse accade-

mento si mantiene costante assicuran-

profilo del prodotto a velocità elevate. Inol-

mico è incentrato sul conse-

do la stabilità del materiale. Inoltre, dato

tre la macchina è in grado di raggiungere

guimento dei risultati tecnico-

che l’avvolgitore si appoggia sul rullo di

ampi diametri di avvolgimento, come le

scientifici. Tuttavia, prima di raggiun-

avvolgimento, si ottiene una bobina pri-

classiche taglierine duplex o a torretta.

gerli, ci deve sempre essere un’idea di

va di schiacciamenti, con migliori risul-

Tuttavia, nonostante l’elevata qualità di

partenza.

tati. Il sistema è anche dotato di guida-

avvolgimento raggiungibile con questo si-

Grazie all’esperienza degli ingegneri e

nastro posto tra la stazione di taglio e

stema, il mercato ha adottato come solu-

dei tecnici che hanno sviluppato queste

l’avvolgitore per migliorare la qualità del

zione quella a riavvolgimento centrale per

idee, nonché alla loro conoscenza del

risultato finale.

ragioni di produttività, dal momento che

mercato e ai contatti con lo stesso, sono

Questa soluzione ha notevoli vantaggi ri-

una macchina a tamburo centrale ha tem-

nate soluzioni innovative.

spetto agli altri attuali ad avvolgimento

pi di cambio lavoro più lenti. Inoltre, le

centrale esistenti. Infatti, una macchina a

macchine a riavvolgimento centrale sono

tamburo centrale con bracci indipendenti

più versatili, redditizie e più semplici da

e un sistema di avvolgimento centrale pro-

utilizzare, fornendo bobine di buona qua-

durrà una migliore qualità e un migliore

lità. Proprio tenendo conto di tutto ciò,

RAFFRONTI E DEFINIZIONI DEL CONCETTO DI RIAVVOLGIMENTO (AVVOLGITORE CENTRALE & SUPERFICIE CENTRALE)

sono state progettate le macchine Duplex (macchine con doppio albero di riavvolgi-

Quando si parla di avvolgimento, occorre tenere presente che l’avvolgitore a superficie centrale garantisce una qualità superiore, perché il punto di riavvolgimento è sempre il medesimo. Grazie a questa tecnica, il diametro e il punto di avvolgimento non esercitano alcun impatto sulla qualità. Pertanto, la distanza tra il punto di taglio e quello di avvolgi-

mento per il taglio di materiali flessibili) e successivamente le macchine a Torretta (per migliorare la produttività).

RAFFRONTO TRA MACCHINE A TORRETTA E DUPLEX Lo svantaggio principale delle taglie-

ENGLISH SLITTING & REWINDING

ADVANCED LINEAS WINDING SYSTEM: REINVENTING THE REWINDER

The extensive experience and ongoing relationship with machine users has led Comexi Proslit engineers to develop an optimal rewind solution

C

urrently academic interest focuses on technical-scientific results. However, before arriving at these results, there is always an idea from which work starts. Thanks to the experience of the engineers and technicians who developed these ideas and their knowledge and contact with the market, innovative solutions are born.

COMPARISON AND DEFINITION OF REWINDING (CENTER WINDER & CENTER-SURFACE) When it comes to rewinding, the center-

88

surface winder provides a higher quality since the rewind point is always the same. In this technique, neither the rewind diameter nor the rewind point has an impact on quality. Thus, the same distance is always guaranteed between the slit and rewind point while maintaining material stability. Furthermore, since the rewinder leans on the rewind lay-on roller there is no flexion in the resulting reel, thus obtaining better results. This system also has a web driver between the slitting station and rewinder to help improve the quality of the final result. This system has considerable advantages when compared to current central rewinding systems. According to the above, a central drum machine with independent arms

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

and a centersurface rewind system will produce better quality and a better product profile at high speeds. In addition, the machine can reach large rewind diameters, suitable of a conventional duplex or turret slitter. However, despite the higher rewind quality of this system, the market adopted the central rewind system as the standard due to productivity reasons since a central drum machine has slower changeovers. Furthermore, central rewind machines are more versatile, profitable and easier to use and can provide acceptable quality rolls. It was upon these premises that the DUPLEX machines (double rewind shaft machine for slitting flexible material) and later the TURRET machines (for improved productivity) were designed.


  

   

!

     

     



 

!  " #$%  & %  ' ' ( #$ $ %' " )% (  "***' $ ( $  )+ %  %"$( (&) !   #$'  (  ($%  ""' ,-  ( (&*('   (   "( )+  %+' "(   #$+  &()+ ( ( .  + &  "( (  $& " ( (' $  """ (  / % * ($'   (   "' ' '   ( %"' ,- $*  $ , .   $ )*  $(     ( (( #$ "* ( %    $  ('  (  %  "' '  (   ( ($ $ #$  ($*' $* "'   ! %  (  $$'  $   , $ ( '     #$+  !01  ' "  " % (( #$% , (   (("$ $   $ '   (&)  (    #$ , ( %         

 

          

      

          

        


la gamma Duplex e a Torretta il sistema ALTS (Advanced Lineal Track System) che presenta molti vantaggi nel riavvolgimento, permettendo di abbinare qualsiasi tipo di materiale con gli altri metodi tradizionali. Proslit è impegnata nell’innovazione e, rine-riavvolgitrici Duplex è il loro basso

fronto tra una macchina Duplex e una a

per raggiungere questo obiettivo, utilizza

livello produttivo.

Torretta: Supponiamo di produrre Bopp

il lavoro di gruppo, i sistemi analitici,

Se si considerano i fermi macchina per le

da 50μ, diametro di inserimento svolgi-

l’esperienza, la conoscenza e la qualità per

giunzioni, i cambi bobina, la sostituzione

tura 800 mm x 1200mm di larghezza=

offrire alla clientela un valore aggiunto:

dei coltelli, l’asportazione delle bobine e

15254 metri lineari.

la produttività.

l’inserimento di nuove anime in cartone

Vogliamo ottenere bobine riavvolte cia-

Proslit lancia il nuovo modello S-Turret

(operazioni che di solito si eseguono du-

scuna con diametro 450mm x 200mm di

con il sistema ALWS (Advanced Linear

rante i cambi lavoro e di ordini), la durata

larghezza= 3050 metri lineari, tenendo

Winding System) nella torretta.

totale dei tempi morti può raggiungere

presente la massima velocità di produ-

Consapevole dei vantaggi del riavvolgi-

il 70%, con solo il 30% di produttività. Ma

zione è di 400m/min.

mento a superficie centrale e dell’esigenza del mercato di incrementare la

anche in tal caso, il sistema è sempre molto più produttivo di una macchina a Tamburo Centrale (tenendo presente che la larghezza del diametro del settore cen-

INNOVAZIONE NEL RIAVVOLGIMENTO DELLA BOBINA CON SISTEMA A TORRETTA

produttività, Proslit ha incorporato il sistema ALWS (Advanced Linear Winding System) nel modello S-Turret. Si tratta di un sistema che è sinonimo di caratte-

trale del nastro non supera i 600-800 mm). Del resto, il sistema a torretta ca-

Per superare i vari svantaggi dei due si-

ristiche innovative e sebbene non abbia

povolge le cifre. Con lo stesso numero di

stemi, Comexi Proslit ha inserito in tutta

una struttura interamente basata sul

cambi lavoro di una macchina Duplex, si ottengono risultati di produttività con il 30% di fermi macchina (dovuti a sostituzione delle bobine, cambi lavoro ecc.) e con il 70% di produzione, considerando che una macchina a torretta produce almeno il 40% in più di una macchina Duplex a doppio albero. Illustriamo di seguito un esempio di raf-

PRODUCTIVITY TURRET VS. DUPLEX The main disadvantage of the DUPLEX slitter-rewinders is their low productivity. If we consider stop times for splicing, parent reel changes, knife changes, rewind stops for removing reels and inserting new sleeves (generally in work changes and orders), the total stop time can reach up to 70% with only 30% production time. Even so, this system still remains much more productive than a Central Drum machine (considering the mid web sector with diameters no larger than 600-800mm). On the other hand, the turret system reverses the numbers. With the same amount of change jobs as a DUPLEX machine we obtain productivity results of 30% stop time (stops, parent reel changes, jobs, etc.) and 70% production, considering that a turret machine is always calculated to produce at least 40% more than a double shaft Duplex machine.

90

Example of a comparison between Duplex and Turret: Let’s take the production of BOPP 50μ, input diameter in unwind Ø800mmx1200mm in width = 15254 linear meters. We want to obtain rewind reels each Ø450mmx200mm in width = 3050 linear meters. Considering that the maximum production speed is 400mts/min. INNOVATION IN THE REWIND LAY-ON ROLLER + TURRET SYSTEM In order to surmount the various disadvantages of both systems, Comexi Proslit has incorporated into its entire Duplex and Turret ranges the ALTS system (advance lineal track system) which has many rewind advantages, making it possible to combine any material imaginable with other traditional systems. Proslit is committed to innovation, applying

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

team work, analysis, experience, knowledge and quality to offer its customers an added value: productivity Proslit launches the new S-Turret with the ALWS system (advanced linear winding system) in turret: Aware of the benefits of center-surface rewinding and the market’s need to increase productivity, the ALWS system (advanced linear winding system) has been incorporated into the S-Turret. The system stands out for its innovative characteristics and although the system is not entirely centersurface, it operates as such and has many similarities including: 1. The rewind point is always the same regardless of the rewind diameter, always guaranteeing the same distance between the slit and rewind point. 2. The rewinder leans against the pressure roller, although this system operates with shafts, and the pressure roller is in turn supported at all times by the ends of this shaft.


concetto centro-superficie, agisce come tale e gli somiglia molto, in quanto: 1. Il punto di riavvolgimento è sempre il medesimo indipendentemente dal diametro di riavvolgimento e garantisce la distanza costante tra il punto di taglio e di riavvolgimento. 2. Il riavvolgitore poggia sul contropressore, anche se il sistema funziona ad alberi, e a sua volta il rullo di pressione ha un sostegno nella parte finale dell’albero. Ciò può migliorare la qualità del sistema a superficie centrale, dato che il movimento orizzontale mantiene il contatto nello stesso quadrante della bobina durante l’intero processo, senza dover applicare pressione o contropressione, come invece di solito avviene in mancanza di un arco. 3. Diametro di riavvolgimento finale fino a 1000mm Inoltre, i vantaggi produttivi del sistema Central Rewind, sperimentato sulle macchine moderne, sono risultati i seguenti: 1. Il sistema è versatile e proficuo; 2. Il sistema è di facile movimentazione e le operazioni di sostituzione sono semplici; 3. Il sistema con rullo di pressione di riavvolgimento orizzontale è simile al sistema ALTS di Proslit; 4. Il sistema di rotazione è continuo (Non-Stop); Proslit S-Turret nasce dalla somma dei vantaggi di questi sistemi: il concetto di riavvolgimento a superficie centrale che garantisce la migliore qualità, la torretta continua che massimizza la produttività e il sistema ALWS (Advanced Linear Winding System).

 Reverse the position of friction rings or shafts no longer necessary when change of winding direction  Machine down-time is substantially reduced  Minimum core width 15 mm. with double row of expansion balls in each core  Suitable for cores in carton, PVC and steel  Available for cores inside diameter 57, 70, 76, 95 and 152 mm. This may improve quality in the Center-Surface system since its horizontal movement maintains contact in the same quadrant of the reel throughout the entire process, without applying pressure or counterpressure as observed by the absence of an arch. 3. Final rewind diameter up to 1000mm. While taking advantage of the productivity of the Central Rewind system, with experience in modern machines such as: 1. Versatile and profitable; 2. Handling and changes; 3. Horizontal rewind pressure roller system or Lay-On Roller similar to ALTS Proslit; 4. Revolving system (NON-STOP); Proslit Turret is most definitely the sum of all the advantages of these systems: CenterSurface rewinding to guarantee the best quality, NonStop Turret to maximize productivity and finally the Advanced Linear Winding System.

Other dimensions on request  Excellent friction sensitivity  Axial or radial inflating  Possibility of retrofitting on existing machines  Average delivery: approx. 3 weeks

PRODUZIONE E COMMERCIO DI ALBERI ESPANSIBILI E AFFINI PER CARTIERE, CARTOTECNICHE, INDUSTRIE TESSILI Sede Amministrativa e Stabilimento Via Bergamo, 1 - 20098 San Giuliano Milanese (Mi) Tel. 02/98281079 (3 linee r.a.) - Fax 02/98281101 e-mail: info@ies-srl.it - Web: www.ies-srl.it


ETICHETTE AUTOADESIVE PER COMPONENTI ELETTRONICHE

Una recente innovazione di Schreiner ProTech, basata sulla tecnologia avanzata per etichette autoadesive ha consentito di ottenere sensibili risparmi su costi e tempi per i produttori di dispositivi elettronici e si è aggiudicata un riconoscimento in un prestigioso concorso internazionale di etichette

By Jules Lejeune - FINAT

RISOLUZIONE DI UN PROBLEMA RELATIVO AI COSTI DI ELABORAZIONE PER COMPONENTI ELETTRICI

I

componenti sensibili presenti nei

in termini di tempo e costi per i produt-

numerosi dispositivi elettronici

tori di dispositivi elettronici, ad esempio

odierni richiedono un attento pro-

nel settore automobilistico, dei disposi-

cesso di finitura da parte del produttore

tivi elettronici, degli elettrodomestici e

prima di poter essere inseriti nel pro-

nel campo medico.

dotto finale. Devono essere protetti da sporcizia, umidità e spruzzi di acqua sa-

QUAL È IL CONTRIBUTO DELL’ACCOPPIATO AUTOADESIVO

lata per garantire un corretto funzionamento e devono presentare una targhetta con codice a barre, solitamente un’eti-

Germania – che si dedica alla creazione

L’etichetta autoadesiva accoppiata, che

chetta autoadesiva dedicata, che dovrà

di soluzioni di alta tecnologia basate sul-

integra il frontale, lo strato adesivo e

accompagnare il prodotto per il suo in-

l’etichettatura autoadesiva, ha trovato

liner protettivo rimovibile, è un pro-

tero ciclo di vita, a scopo di identifica-

la soluzione. L’azienda ha sviluppato una

dotto versatile che consente diverse

zione e autenticazione. Queste attività

soluzione integrata che combina il si-

scelte per ogni tipo di etichetta. I sigilli

di post-produzione sono fondamentali

gillo di compensazione della pressione

di compensazione di pressione inte-

ma richiedono tempo e denaro e spesso

(PCS, pressure compensation seal) e una

grate nella targhetta Schreiner ProTech

necessitano un assemblaggio manuale,

resistente targhetta autoadesiva in

utilizzano una membrana in film come

soprattutto se i componenti sono molto

un’unica soluzione di plastificazione, di-

materiale stampabile, assieme a un ade-

piccoli.

spensata su bobina, per applicazione

sivo selezionato per garantire presta-

automatica o manuale sul componente

zioni ottimali sul componente (metallo,

elettronico. Questa speciale plastifica-

plastica a energia superficiale media e

zione non compromette in alcun modo

bassa come HDPE e policarbonati). Per

Schreiner ProTech – un’unità commer-

le prestazioni del componente PCS o la

garantire prestazioni di ventilazione af-

ciale del gruppo multidisciplinare Sch-

durata della targhetta. Al contrario, il si-

fidabili per i sigilli PCS e una possibilità

reiner Group, a Oberschleissheim, in

stema garantisce importanti riduzioni

di stampa ottimale per l’etichetta che

UNA SOLUZIONE INTEGRATA

ENGLISH SELF-ADHESIVE LABELS FOR ELECTRONIC DEVICES

SOLVING A PROBLEM IN PROCESS COSTS FOR ELECTRONIC COMPONENTS

A recent innovation from Schreiner ProTech, based on advanced self-adhesive label technology has brought significant cost and time savings for manufacturers of electronic goods – and won recognition in a prestigious international labelling competition

label construction – which must last the life of the product – for identification and authentication purposes. These post-production activities are essential but time-consuming and costly, and often involve hand assembly, particularly on smaller components. AN INTEGRATED SOLUTION

S

ensitive parts in today’s many electronic devices require careful finishing treatment by the manufacturer before they can be added to the finished product. They must be protected from the ingress of dirt, moisture, and salt spray to ensure that they will function properly, and they must carry a barcoded nameplate – usually a specially-developed self-adhesive

92

Schreiner ProTech – a business unit within the multi-disciplinary Schreiner Group, Oberschleissheim, Germany – which focuses on high-technology solutions based on self-adhesive labelling, has found the answer. The company has developed an integrated solution that combines both the pressure compensation seal (PCS) and the

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

durable self-adhesive nameplate into a single laminate, delivered on a roll, for automatic or manual application to the electronic component. This special laminate does not in any way compromise the performance of either PCS or nameplate durability. Conversely, the system is today delivering significant reductions in both time and cost for manufacturers of electronic devices in, for example, the automotive, consumer electronics, electrical goods, and medical markets. HOW THE SELF-ADHESIVE LAMINATE CONTRIBUTES The self-adhesive label laminate, combining a face material, adhesive layer, and re-


deve durare nel tempo, viene aggiunta allo strato adesivo la tecnologia BleedStop di Schreiner ProTech, che controlla il flusso di uno spesso strato di adesivo, necessario per le applicazioni di etichette su superfici spesso ruvide o irregolari. L’accoppiato è completato da un liner di supporto resistente il cui rivestimento siliconato consente il posizionamento preciso del sigillo PCS assieme alla targhetta mediante distributore automatico o portatile.

“UN PROGETTO DI SVILUPPO MOLTO FOCALIZZATO”

clienti. Si tratta di un importante contributo alla creazione di un processo produttivo semplice in un settore a elevato

Michael Spörl, (qui sotto nella foto) product

impiego di manodopera: ora siamo in

manager di Schreiner ProTech afferma:

grado di rispondere alle esigenze dei no-

“Lo sviluppo di questa pratica soluzione in

stri clienti rapidamente e ovunque nel

Schreiner ProTech lavora a stretto con-

grado di garantire risparmi sui costi è

mondo".

tatto con i clienti per definire e soddisfare

stato il risultato di un progetto di sviluppo

esigenze specifiche, tra cui la conformità

focalizzato che ha coinvolto un team di

agli standard e alle norme internazionali

specialisti all’interno dell’azienda, che la-

quali REAH, RoHS, IMDS, WEEE e la certifi-

vorava sulle esigenze specifiche dei nostri

STANDARD E CONFORMITÀ INTERNAZIONALI

PREMIO ALL’INNOVAZIONE Ai premi 2012 FINAT Label Awards, un

cazione UL e CSA.

concorso internazionale rivolto alle ap-

Il messaggio stampato sulla targhetta

plicazioni di etichette autoadesive in di-

rappresenta la garanzia della sicurezza e

versi settori, i sigilli di compensazione

dell’autenticità del prodotto, quindi la sua

della pressione sulle targhette di Schrei-

stampabilità, durata e leggibilità (tramite

ner Protech hanno ottenuto un ricono-

scanner e a occhio nudo) sono elementi

scimento in quanto soluzione veramente

essenziali. Le targhette Schreiner Pro-

innovativa.

Tech soddisfano questo requisito e possono essere fornite al produttore del componente sia come etichette prestampate che senza stampa, per una stampa successiva in loco.

lease-coated protective liner, is a versatile product that allows choices at every label. The Schreiner ProTech nameplate-integrted pressure compensation seals employ a printed film membrane as the face, partnered with an adhesive chosen for optimal performance on the component’s substrate (metal, medium- and low-surface energy plastics such as HDPE and polycarbonates). To ensure reliable ventilation performance for the PCS and optimal printability of the durable label, Schreiner ProTech’s BleedStop technology – which controls the flow of the thick layer of adhesive necessary for durable label applications on what are often rough or irregular surfaces – is added to the adhesive layer. The laminate is completed with a reliable backing liner whose silicone coating allows the PCS-cum-nameplate to be smoothly and accurately positioned on the substrate via an automatic or hand-held dispenser.

INTERNATIONAL STANDARDS AND COMPLIANCES Schreiner ProTech consults closely with customers to define and meet specific needs – including meeting international standards and compliances such as REACH, RoHS, IMDS, WEEE, and UL and CSA certification. The printed message on the nameplate is the guarantee of a product’s safety and authenticity, so its printability, durability, and legibility (both by scanner and by the naked eye) are also essential. Schreiner ProTech nameplates also meet this requirement, and may be supplied to the component manufacturer either as pre-printed or blank labels for subsequent individual on-site printing. ‘A FOCUSSED DEVELOPMENT PROJECT’ Says Michael Spörl, product manager, Schreiner

ProTech: ‘The development of this practical, cost-saving solution was the result of a focused development project involving a specialist team within the company, working to our customers’ defined needs. It is a real contribution to lean manufacturing in a labour-intensive production arena, and we can supply our customers’ needs quickly, around the world.’ INNOVATION AWARD In the 2012 FINAT Label Awards – an international competition focussing on self-adhesive label applications across a broad arena – the Schreiner ProTech pressure compensation seals in nameplates were recognised as a true innovation.

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

93


IL PARERE DI UN ESPERTO

In questa intervista ripercorriamo insieme a Michael Voeth, Product Manager di Package Makers di Bosch Packaging Technology le tappe più importanti che hanno segnato la crescita dell’azienda nel settore del packaging

IN PRIMO PIANO: PASSATO E FUTURO DI PACKAGE MAKERS

A

luppo della prima piegatrice per buste.

bbiamo intervistato Michael Voeth (qui accanto nella foto), Product Manager di Package Makers di Bosch Packaging Technology, che ci ha regalato un vero e proprio viaggio a ritroso di oltre un secolo e mezzo per ripercorrere tutte le fasi confluite nello sviluppo di una tecnologia all’avanguardia, senza tralasciare l’aspetto della customer satisfaction.

Infatti, nel 1875 la Hesser riuscì a realizzare una macchina in grado di piegare e incollare cialde tonde di cicoria in polvere (usata all’epoca come surrogato del caffè), mentre nel 1885 sviluppò la prima confezionatrice automatica, che portò successivamente alla nascita di una versione completamente automatizzata lanciata nel 1911. Fin dagli esordi la Hesser si affermò so-

In quale periodo Bosch ha iniziato a muovere i primi passi nel settore del packaging, e come è cambiata l’offerta dell’azienda negli anni? “Bosch ha iniziato a occuparsi di packaging negli anni ‘60, grazie all’acquisizione di numerose aziende, in linea con la stra-

tegia di diversificazione attuata dal Gruppo. In particolare, a partire dal 1969 Bosch ha iniziato il processo di assorbimento della società tedesca Hesser, fondata nel 1861 e considerata la culla del packaging tedesco in seguito allo svi-

ENGLISH INSIGHTS FROM AN EXPERT

IN FOCUS: THE HISTORY AND FUTURE OF PACKAGE MAKERS

In this interview we are retracting, together with Michael Voeth, Product Manager of Package Makers of Bosch Packaging Technology, the most important steps that have been marking the growth of the company in the packaging sector

W

e have spoken to Michael Voeth, Product Manager, Package Makers at Bosch Packaging Technology. He provides insight into a century and a half of experience in the development of high-quality packaging technology, and resulting customer satisfaction

Mr Voeth, when did Bosch first become active in the area of packaging technology,

94

and how has the company’s portfolio changed over the years? “Bosch’s history in the packaging market dates back to the 1960s with the acquisition of various companies. These acquisitions were in line with the Bosch Group’s strategy of diversification into new business areas. Starting in 1969, the German company Hesser was taken over in different stages. Hesser was founded in 1861 and, as developers of the first envelope-folding machine, was the cradle of the German packaging machine industry. As early as 1875 Hesser built a machine for the folding and gluing of round chicory pods (used as a coffee substitute at the time), followed in 1885 by the first automatic package maker, which Hesser then developed further into a fully automated version launched in 1911.

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

From the very start, Hesser had a good reputation in the coffee industry, and through its competence in this area was able to develop into a specialist company for powder filling and packaging – which has remained a strategic focus of our division to the present day. Thanks to our sophisticated dosing technology, even difficult products like flour, sugar, milk powder and baking mixtures can be handled safely”. So the acquisition of Hesser was a crucial step towards Bosch’s subsequent success in the packaging sector? “It may have surprised those following business news observers at the time, but Bosch was following a business strategy that was also behind its takeover of two other manufacturers of form, fill and seal machines


MACCHINE MONTACLICHÈ PER STAMPA FLEXOGRAFICA

ST CONVERTING S.r.l. Via della Musia, 86 25135 Brescia - Italia Tel. +39 030 23 52 006 Fax +39 030 33 63 973 www.stconverting.com info@stconverting.com


particolare al confezionamento di caffè, latte e miscele in polvere, farina e zucchero”. Qual è la macchina che da più tempo fa parte dell’offerta di Package Makers e qual è la chiave del suo successo? “Le macchine della serie PKD sono ancora basate sugli stessi principi di funzionamento sviluppati per il modello con ruota a mandrino del 1894. La prima macchina di questo tipo produceva 2530 confezioni al minuto, mentre i modelli odierni arrivano fino a 100-150. Il principio è identico, ma naturalmente prattutto nel settore del caffè, e grazie

sa in atto da Bosch spinse il Gruppo ad

oggi le macchine sono molto più robu-

alla propria competenza in quest’area si

acquisire, rispettivamente nel 1964 e nel

ste. L’impiego dell’elettronica e di stru-

specializzò in macchine riempitrici e

1966, altre due aziende specializzate in

menti di simulazione durante la fase

confezionatrici per prodotti in polvere,

macchine di formatura, riempimento e

costruttiva assicura maggiore affidabi-

un obiettivo ancor oggi strategico della

sigillatura ubicate a Viersen e a Bergisch

lità, caratteristica particolarmente ap-

nostra divisione. Grazie alla nostra sofi-

Gladbach. Bosch aveva finalmente tro-

prezzata dalle aziende che trattano

sticata tecnologia di dosaggio, sappiamo

vato la sua collocazione nel settore del

prodotti di alta qualità come il caffè”.

trattare in totale sicurezza anche pro-

packaging. Il mercato iniziale, ovvero

dotti complessi come farina, zucchero,

macchine per la produzione di sacchetti

In che modo Bosch affronta le esigenze

latte in polvere e miscele per torte”.

a cuscino destinati ad alimenti e dol-

di consumatori e produttori, che specie

ciumi, costituì un punto di partenza

nel settore del caffè mutano continua-

Dunque l’acquisizione della Hesser si può

ideale per gli specialisti della Hesser.

mente?

definire un passo fondamentale verso il

Nel 1974 Bosch aprì una business unit de-

“Per i consumatori non conta solo la qua-

successo che Bosch ha poi ottenuto nel

stinata al packaging, oggi Packaging Te-

lità del prodotto, ma anche la sua durata

settore del packaging?

chnology, rivolta a un settore in crescita

di conservazione. In quest’ambito, la no-

“Anche se all’epoca questo atteggiamen-

con clienti dalle esigenze molto specifiche.

stra competenza nel settore del caffè è

to poteva destare stupore in chi seguiva

Oggi Package Makers forma un tutt’uno

davvero esemplare: il caffè è sensibile al-

gli sviluppi dell’azienda, la strategia mes-

con Packaging Technology e si dedica in

l’ossigeno, e pertanto richiede processi

based in Viersen and Bergisch Gladbach, in 1964 and 1966 respectively. Bosch had discovered its place in the packaging machine sector! The initial market – pillow-pack machines for food and confectionery – proved an ideal basis for Hesser’s specialist area of package makers. In 1974, Bosch established its Packaging Machines business unit, now Packaging Technology, recognizing this area as a growing business sector with specific customer needs. Package Makers now forms a unit within Packaging Technology, and specializes in the handling of coffee, milk and formula powders as well as flour and sugar”. Which machine has been part of the Package Makers portfolio for the longest period of time and what is the key to its success? “With our PKD series we provide machines that are still based on functional principles first developed for the mandrel wheel ma-

96

chine in 1894. The first machine of this kind produced between 25 and 30 packages per minute, while today’s machines achieve output levels of 100-150 packages per minute. The principle is still the same, but modern machines are much more robust. Additional improvements in electronics, as well as simulation tools during construction, are achieving higher reliability which is particularly appreciated by producers of high-quality products like coffee”. How is Bosch reacting to changing needs of both consumers and manufacturers, especially in the coffee sector? “What is important to consumers is not just product quality but also shelf life. Here, our expertise in the coffee sector is exemplary: Coffee is an oxygen-sensitive product – this means that processes like evacuation and gas flushing must be used so that neither the quality nor aroma of this expensive pro-

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

duct are compromised. We developed our first successful product protection equipment as early as the 1960s. We pioneered the “vacufin” technology and were the first packaging machine manufacturer to produce this type of vacuum pack. This was later followed by “neutrafill”, a flushing procedure that uses protective gas and achieves small residual oxygen levels, and the first external aroma protection valve (V30). The next procedure to be developed was “neutravac”, allowing us for the first time to minimize residual oxygen values in vertically produced bags. Customers are also increasingly aware of packaging design. Bosch is the only supplier on the market offering external as well as internal valves, depending on how prominently they are to be displayed on the packaging for marketing reasons. It is important to us not just to react to customer needs but to anticipate them. Susta-


come confezionamento sotto vuoto e in

Quali sono state le innovazioni più inte-

atmosfera modificata per preservare

ressanti della vostra offerta, e su cosa sta

aroma e qualità del prodotto. La nostra

lavorando Bosch?

prima apparecchiatura di questo tipo ri-

“Come ho già detto, la prima confezione

sale addirittura agli anni ‘60. Abbiamo

sotto vuoto e la prima valvola esterna

gettato le basi per la tecnologia “vacufin”

(V30) sono state due idee che hanno se-

e siamo stati i primi a produrre questo

gnato la nostra storia. Siamo anche stati i

tipo di confezione sotto vuoto, a cui se-

primi a garantire la massima protezione

guirono il metodo “neutrafill”, una pro-

dei sacchetti a produzione verticale. Verso

cedura che impiega gas protettivi per

la fine degli anni '90 abbiamo anche pro-

diversi e parallelamente sviluppiamo la

ridurre i livelli di ossigeno residuo, e la

dotto la prima confezionatrice con tra-

produzione di valvole. In questo campo,

prima valvola esterna salva aroma (V30).

sportatore a servomotore (PMC), che

ad esempio, proponiamo un applicatore

In tempi più recenti abbiamo sviluppato

assicura una produzione pulita e senza

stand-alone che si può installare su

il metodo “neutravac”, che per la prima

usura e semplifica il cambio formato.

qualsiasi confezionatrice. Per garantire

volta permetteva di minimizzare i livelli

Tra le nostre ultime innovazioni possiamo

la sicurezza del processo, l’applicatore è

di ossigeno residuo nei sacchetti confe-

includere una maggiore flessibilità nella

provvisto di unità per la rimozione

zionati in verticale.

gestione dei formati. Un esempio a questo

della pellicola. Il design compatto e la

I clienti sono anche sempre più attenti

proposito è rappresentato dall’evoluzione

semplicità di adattamento assicurano

al design del packaging, e a questo pro-

della confezionatrice con ruota a man-

alle aziende una elevata flessibilità”.

posito Bosch è l’unica azienda del set-

drino PKD monoformato nella PME 4061,

tore a offrire valvole esterne e interne,

la prima macchina flessibile di questo tipo

Cosa riserva il futuro?

da scegliere in base a quanto devono ri-

che offre elevati livelli di produttività e

“In futuro sarà possibile offrire nuove

saltare sulla confezione per rispettare i

confezioni di qualità eccellente.

soluzioni di packaging per altri prodotti

dettami delle leggi del marketing.

Oltre alle confezionatrici, offriamo anche

che emettono ossigeno e sono sensibili a

Anticipare le esigenze dei clienti è fon-

una soluzione integrata per le polveri e

questo gas, così da prolungarne la du-

damentale. Ad esempio, la sostenibilità

macchine di confezionamento, riempi-

rata. Alcuni esempi possono essere gli

è un argomento che sta prendendo pie-

mento e sigillatura in verticale concepite

impasti freschi, l’insalata appena colta, i

de, e per questo attualmente stiamo

per l’industria del caffè, sempre realizzate

formaggi. Anche il settore dei prodotti

sviluppando una valvola prodotta con

nell’ottica di ottenere la massima effi-

in polvere manifesta un’interessante

materiali rinnovabili, proprio quello

cienza produttiva.

tendenza alla crescita. Qui i requisiti di

che ci vuole per chi produce caffè biolo-

Tra i progetti del momento, stiamo ar-

base sono capacità di dosaggio accurate

gico e impiega materiali rinnovabili per

ricchendo la nostra linea di selezionatrici

e rigoroso rispetto delle normative in

i sacchetti”.

ponderali con nuovi modelli per formati

materia di igiene”.

inability is an area gaining in importance. One of our current developments, for instance, is a bio-based valve made from renewable materials – just the thing for suppliers of organic coffee who also use renewable materials for their packaging”. Which were the most exciting innovations in your portfolio, and what is Bosch working on now? “Major milestones were, as already mentioned, the production of the first vacuum package and the first external valve (V30). We were also the first on the market able to ensure maximum product protection for vertically produced bags. Towards the end of the 1990s we also produced the first packaging machine with servomotor-driven bag transport (PMC). This ensures clean, wear-free pro-

98

duction as well as easy and fast format changes. Our latest milestones include innovations for enhanced format flexibility. One example is the development of the singleformat mandrel wheel machine PKD into the first format-flexible mandrel wheel machine, PME 4061. This facility enables manufacturers to handle a multitude of different packaging variations and sizes with a single mandrel wheel machine, achieving high output levels and excellent packaging quality. Apart from our package makers, we also offer an integrated solution for powders as well as a vertical form, fill and seal machine designed specifically for the coffee industry, with production efficiency as a guiding principle for all our machines. Among our current projects is an extension

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

of our checkweigher business with new models for different formats, as well as the expansion of valve production. In this area, for instance, we developed a stand-alone valve applicator which can be combined with any packaging machine. It has its own film drawloff unit, ensuring high process safety. The applicator’s compact design and easy upgrade capability offer manufacturers a high degree of flexibility”. What does the future hold? “In the future it will be possible to provide packaging solutions for even more products that emit oxygen and are sensitive to oxygen to extend the product’s life cycle. Examples are fresh dough, freshly cut grass, cheese and also cabbage. Another exciting area is the ongoing development of the powder market where key requirements are accurate dosing combined with strict adherence to hygiene regulations”.


ADESIONE SULLE SUPERFICI

Lo studio dei fluidi in condizioni di microgravità aiuta a migliorare la nostra tecnologia

By Amelia Carolina Sparavigna, Politecnico di Torino

LA TENSIONE SUPERFICIALE IN MICROGRAVITÀ

C

i sono molti fenomeni che possiamo osservare quando un sistema fisico contiene delle interfacce con dei liquidi. Possiamo ad esempio vedere che le gocce sessili assumono una forma lenticolare e che l’acqua tende a spandersi su certe superfici mentre su altre rimane in gocce separate tra di loro. Questi fenomeni sono spiegati tramite la presenza della tensione superficiale. Oltre alla forma delle gocce e alla bagnabilità delle superfici, ci sono altri fenomeni molto comuni che nascono dalla presenza dell’interfaccia aria-liquido. È spesso capitato di vedere come le setole di un pennello bagnato s’incollino tra di loro. E ben sappiamo che si deve usare della sabbia bagnata per costruire i castelli di sabbia: se la sabbia è asciutta o troppo bagnata, il castello non sta insieme. Questi sono due fenomeni dove è fondamentale la presenza dell’interfaccia aria-acqua, perché è lei che crea la tensione che tiene insieme le setole o i granelli della sabbia.

Fig.1 Una molecola alla superficie di una goccia sente una forza non nulla, origine della tensione superficiale. A destra della goccia, si vede l’angolo di contatto col substrato. La tensione superficiale permette a piccoli oggetti di galleggiare sull’acqua (Courtesy: Wikipedia) / Fig.1 A molecule at the surface of a drop is subjected to a net force which is the origin of the surface tension. On the right of the drop, the contact angle is shown. The surface tension allows small objects to float on the water (Courtesy: Wikipedia)

che si trova all’interno del liquido è in media nulla. La molecola sulla superficie invece, sente una forza risultante che la tira verso l’interno. Questa forza è dovuta al fatto che sotto la superficie ci sono molte più molecole che sopra di essa, dove c’è vapore o gas. Per capire la tensione superficiale da un punto di vista microscopico, si può im-

ANGOLO DI CONTATTO E BAGNABILITÀ

maginare un insieme di molecole e le forze attrattive tra di esse. Se una molecola si trova alla superficie del liquido, la

Quando una goccia di liquido è posta su una superficie solida si forma una linea

forza risultante che agisce su di essa è

di tripla interfaccia dove solido, liquido

diversa da quella che agirebbe se essa

e vapore coesistono. Questa linea si muo-

fosse all’interno del liquido. In effetti, la

verà rispondendo alle forze che nascono

risultante delle forze dovute alle mole-

dalle tre tensioni superficiali alle tre in-

cole che la circondano su una molecola

terfacce, finché non si raggiunge una

ENGLISH

SURFACE TENSION IN MICROGRAVITY

ADHESION ON SURFACES

Studies on fluids under microgravity conditions can help improving our technology

M

any phenomena can be observed when a physical system contains some interfaces with liquids. We can see that sessile drops tend to have a lenticular shape and that water spreads on some surfaces whereas it remains in isolated drops on others. These phenomena can be understood through the concept of surface tension. Besides the shape of droplets and wettability, other common phenomena depend on the presence of air-water interfaces. For instance, we know that the bristles of a wet paint brush tend to stick together and that it is necessary to use

100

damp sand to make sandcastles. If the sand is dry or too wet the castle doesn’t hold together. These are two phenomena where air–water interfaces are necessary, because they apply their tensions to pull the bristles or sand particles together. To understand the surface tension from a molecular point of view, we can imagine some molecules and the attractive forces among them. When a molecule is at the surface of a liquid, the net force on it is different compared to that acting on a particle in the bulk. In fact, the net force on a molecule in the bulk is null in average. A molecule at the surface, however, will feel an unbalanced force due to the lack of near neighbors in the direction of the vapor outside the liquid. The result is that a molecule at the surface is pulled into the bulk.

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

CONTACT ANGLE AND WETTING When a drop of liquid is placed on a solid surface a triple linear interface is formed where solid, liquid and vapor phases coexist. This triple line will move in response to the forces arising from the three interfacial tensions until an equilibrium position is established. In Figure 1 we see a drop of liquid (L) on a solid surface (S) with vapor (V) as the third phase. The angle θ between the solid surface and the tangent to the liquid surface at the line of contact with the solid is known as the contact angle. At equilibrium, tensions γVS,γLS,γVL will be in balance and thus: γVS = γLS + γVL cosθ. The origin of the contact angle is therefore in the cohesive forces between molecules in the liquid drop and the adhesive forces


non bagna la superficie. La misura dell’angolo di contatto è perciò un metodo molto semplice per avere delle informazioni qualitative sulla superficie. Molte superfici mostrano un’isteresi, che produce angoli di contatti diversi quando la misura è fatta con la goccia che aumenta di dimensione (angolo di avanzamento) o quando essa diminuisce (angolo di ritiro). La causa dell’isteresi è nella rugosità o in disomogeneità di natura chimica, e quindi la differenza tra angolo di avanzamento e di ritiro è usata per aver informazioni sulla superficie.

Fig.2 Due gocce d’acqua che mostrano diversi angoli di contatto (Courtesy: Guro Aspenes, SINTEF Petroleum Research) / Fig.2 Two water sessile droplets showing different contact angles (Courtesy: Guro Aspenes, SINTEF Petroleum Research)

MICROGRAVITÀ E FENOMENI ALL’INTERFACCIA

configurazione di equilibrio. Nella Figura

qua mostra angoli di contatto che sono

In effetti, superfici e interfacce continuano

1 vediamo una goccia sessile di liquido (L)

molto grandi, mentre su altre l’angolo di

a richiedere sempre nuove ricerche.

su una superficie solida (S) con il suo va-

contatto è così piccolo che non si riesce a

Per esempio, una comprensione mi-

pore (V) come terza fase.

misurare. Una superficie che ha una buo-

gliore dei fenomeni legati alla bagnabi-

L’angolo θ tra il substrato solido e la

na affinità con l’acqua ha un piccolo an-

lità delle superfici può migliorare il

retta tangente la superficie del liquido

golo di contatto. Una tale superficie è

processing dei materiali, ed una miglior

alla linea di contatto col solido è detto

detta idrofila. Se la superficie ha in pre-

conoscenza delle interfacce può aiutare

angolo di contatto.

ponderanza gruppi molecolari non po-

a condizionare le proprietà e il compor-

All’equilibrio, le tre tensioni γVS,γLS,γVL

lari, come ad esempio la superficie di un

tamento dei materiali compositi avan-

si bilanciano e allora γVS = γLS + γVL

polimero, la superficie è idrofoba e l’an-

zati. Bisogna però dire che controllare

cosθ. L’origine dell’angolo di contatto è

golo di contatto è grande. Infine, la ba-

superfici ed interfacce pone notevoli

quindi nella forza coesiva tra le molecole

gnabilità è determinata dall’angolo di

sfide scientifiche e tecnologiche.

del liquido e nella forza adesiva tra le

contatto all’equilibrio. Se θ < 90°, si dice che

Ecco perché ci sono molte ricerche sui

molecole del liquido e quelle del solido.

il liquido bagna la superficie; se θ = 0, c’è la

fluidi, anche in condizioni di microgra-

Possiamo avere delle superfici su cui l’ac-

completa bagnabilità; se θ > 90°, il liquido

vità. Questa particolare condizione offre

between liquid molecules and the surface. We see that some surfaces have a very high contact angle for water, while for others it is so low that we cannot measure it. A surface having a good affinity for water has low a contact angle. Such a surface is called hydrophilic. If a surface has preponderantly non-polar groups, such as a polymeric surface, the surface is hydrophobic and the contact angle will be large. Wetting is determined by the equilibrium contact angle too. If θ < 90°, the liquid is said to wet the solid; if θ = 0, there is complete or perfect wetting; if θ > 90°, the liquid does not wet the solid (Figure 2). The measurement of contact angle is therefore a simple method to gain qualitative information about the surface. Many surfaces display an apparent hysteresis, giving different values of the contact angle when the measurement is obtained from a drop of increasing size (advancing contact angle) or of diminishing size (reced-

102

ing contact angle). A cause of this hysteresis is the roughness of the surface or an inhomogeneity of the surface chemistry, and then the difference between advancing and receding contact angles is used to obtain information about the nature of the surface. MICROGRAVITY AND INTERFACIAL PHENOMENA As a matter of fact, surfaces and interfaces need more investigation. For instance, a better understanding of wetting phenomena will help improving materials processing, as a deeper knowledge of interfaces helps dominating the properties and behavior of advanced composite materials. However, the control of surfaces and interfaces poses both scientific and technological challenges. This is why many efforts have been devoted to study fluids in the regime of microgravity

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

too: this peculiar environment provides scientists with an excellent opportunity to study all those features of the surface tension that are normally masked by the Earth’s gravity. The term microgravity, indicated by the symbol µg, is a synonym of weightlessness. Then, the best laboratory to investigate microgravity is the International Space Station. Another possibility is to use airplanes in a parabolic flight or the drop towers. These are structures used to produce a controlled period of weightlessness. Air bags and magnetic or mechanical brakes are used to arrest the fall of the experimental payload in a tube. The period of weightless is of a few minutes, that is, when the sample is freely falling in the tube. During its flight the sample can be characterized with instruments. In fact, the first drop tower was the Leaning Tower of Pisa that it is popularly


agli scienziati l’opportunità di studiare

che l’assenza di peso fa assumere alle

sione superficiale.

tutte quelle proprietà legate alla tensio-

gocce sessili una forma più sferica (Fig.3).

Nasce quindi un flusso nel fluido verso i

ne superficiale che sono generalmente

Oltre all’analisi di condizioni statiche in

punti dove la tensione superficiale è

nascoste dall’azione della gravità terre-

microgravità, anche la dinamica è molto

maggiore. Questo meccanismo è detto

stre.

studiata, in risposta al riscaldamento o

“convezione di Marangoni”, dallo scien-

Il termine microgravità, con simbolo µg,

raffreddamento delle superfici o alle va-

ziato italiano vissuto nel diciannove-

indica generalmente l’assenza di peso.

riazioni della loro chimica. Sulla terra, la

simo secolo che l’ha studiato. Perché è

Quindi il laboratorio migliore per studiare

gravità causa la spinta idrostatica, che a

importante studiare il fluidi in micro-

la microgravità è la Stazione Spaziale In-

sua volta genera convezione. Nello spa-

gravità? È importante perché la ten-

ternazionale, ISS. Oppure si possono usare

zio, la spinta idrostatica sparisce, ma un

sione superficiale ha un grande impatto

gli aerei equipaggiati per i voli parabolici

diverso tipo di convezione appare, origi-

nel mondo microscopico, dove la gravità

o le torri di caduta per microgravità.

nato dalla tensione superficiale. Questa

è meno significativa data la diminu-

Queste sono delle strutture dove si può

convezione dipende dalla temperatura,

zione delle dimensioni del sistema fisico.

produrre l’assenza di peso per un certo

e nel caso dei miscugli, anche dalla con-

E quindi lo studio nello spazio della con-

periodo di tempo. Degli air-bag o freni

centrazione. Quindi, se c’è un gradiente

vezione di Marangoni può aiutare a mi-

magnetici o meccanici vengono usati per

di temperatura o di concentrazione, si

gliorare, sulla terra, tutta la tecnologia

arrestare la caduta del carico nel tubo di

originano delle perturbazioni della ten-

che si basa sulla microfluidicità.

caduta. L’assenza di gravità dura in genere per alcuni minuti e si ha nella fase di caduta libera del campione. Durante questo volo, il campione è caratterizzato con appositi strumenti. In effetti, la prima torre di caduta è stata la Torre Pendente di Pisa, che si ritiene genericamente esser stata usata da Galileo per sperimentare la caduta dei gravi ed arrivare alla conclusione che corpi di massa diversa sono soggetti alla stessa accelerazione di gravità. La ricerca sui fenomeni alle interfacce in microgravità si concentra su come un’interfaccia acquista e mantiene la sua forma. Per esempio. Noi possiamo vedere

reputed Galileo used to demonstrate that bodies having different masses fall with the same acceleration. The research of interfacial phenomena in microgravity focuses on how an interface acquires and maintains its shape. For instance, we can see that in a weightlessness condition, droplets assume a spherical shape (see Fig.3). Besides the analysis of static surfaces, the dynamics in microgravity is studied in response to heating, cooling, and chemical influences. On the ground, the gravity causes buoyancy, which is generating convection. In the space buoyancy disappears; however, a different type of convection exists, originated by the surface tension. It is depending on the temperature and, in the case of mixtures, on the concentration too. Accordingly, if a temperature or concentration distribution exists, a distribution of the surface tension also arises. Therefore, a flow

104

Fig.3. Gocce e bolle nella serra della Stazione Spaziale Internazionale (Courtesy: NASA) / Fig.3. Droplets and bubbles in the greenhouse of the International Space Station (Courtesy: NASA)

occurs towards the places where the surface tension is higher. This mechanism is called “Marangoni convection”, after the Italian scientist who lived in the 19th century and studied it. Why is it important to investigate fluids in microgravity? It is important because the surface tension

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

has a great impact in the microscopic systems where the gravity becomes less significant with the decreasing of dimensions. Then the study on the Marangoni convection under microgravity conditions can help improving the microfluid technology on the ground.


NEWS

PRODOTTI E MATERIALI

PRODUCTS AND MATERIALS

ENGLISH LE TENDENZE DEL SETTORE IMBALLAGGIO STANNO CAMBIANDO: I BRAND OWNER SI ORIENTANO SEMPRE PIÙ VERSO LA CARTA

CHANGING TREND IN PACKAGING: BRAND OWNERS INCREASINGLY FAVOUR PAPER

In seguito alla crescente domanda di imballaggi in fibra a base di materiali rinnovabili, Stora Enso Speciality Papers ha deciso di ampliare la propria offerta della serie MediaSet, rendendola disponibile nelle grammature da 80, 90 e 100 gsm. Questa tipologia di carta, appositamente realizzata per il converting ad alta velocità, è stata ottimizzata per la produzione di in-

schezza per i punti vendita (POS).

volucri per imballaggio, come ad esempio

L’alto spessore, l’ottima macchinabilità e la

quelli per prodotti dolciari e per l’etichetta-

perfetta adesività permettono di far funzio-

tura di lattine e barattoli. Proprietari dei

nare le linee di stampa, converting, imbal-

marchi, stampatori, confezionatori posso-

laggio ed etichettatura alla massima velocità.

no usufruire delle numerose e notevoli ca-

Ciò rende MediaSet anche una carta econo-

ratteristiche che contraddistinguono questo

mica per la produzione di imballaggi e per

tipo di carta di diverso formato e con spal-

l’etichettatura. MediaSet, particolarmente

matura monolaterale.

adatta per la realizzazione di imballaggi ali-

La superficie bianchissima e luminosa di

mentari, viene fabbricata nella cartiera Stora

MediaSet, unitamente alla sua eccezionale

Enso di Uetersen in Germania, con fibre ver-

stampabilità con la tecnica offset, garanti-

gini sostenibili. A richiesta, MediaSet è anche

sce un prodotto di elevata qualità e fre-

disponibile con certificazioni FSC e PEFC.

CONSORZIO ITALIANO CONFEZIONA IL CIOCCOLATO CON UN FILM COMPOSTABILE Un consorzio italiano di produttori e agricoltori biologici ha scelto il NatureFlex™

zionare la sua gamma di cioccolata del commercio equo e solidale.

compostabile di Innovia Films, per confe-

Alce Nero, parte di Alce Nero Mielizia SpA, e i suoi soci condividono una filosofia basata su regionalità, innovazione e ambiente. La scelta di coltivare biologicamente ha caratterizzato l’organizzazione dalla sua fondazione nel 1978. Oggi l’azienda rappresenta agricoltori, apicoltori e produttori di commercio equo e solidale, tutti soci dell’azienda. Alce Nero promuove cibo veramente biologico proveniente da tutto il mondo e non solamente dall’Italia. Per il confezionamento delle nostre tavolette di cioccolato abbiamo deciso di pas-

106

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

Due to the increasing demand for fibre based packaging based on renewable materials, Stora Enso Speciality Papers broadens its MediaSet basis weight offering. MediaSet is now available in basis weights of 80, 90 and 100 gsm. Specially developed for high-speed-converting, the paper is optimised for the production of packaging wrappers for e.g. confectionery as well as for labelling of cans and jars. Brand owners, printers, packers and fillers take advantage of a number of important properties of this sized, one side coated paper. The high-white, glossy surface of MediaSet, in conjunction with an outstanding offset printability, supports a high quality and freshness emphasized product presentation at the Point of Sale (POS). The high bulk, excellent runnability and very good glue adhesion allow high and highest speed in printing, converting, packaging and labelling lines. This makes MediaSet also an economical choice for packaging production and labelling. MediaSet, especially suitable for the production of food packaging, is produced at Stora Enso Uetersen mill, Germany, from sustainably produced virgin fibres. On request, MediaSet is also available with FSCand PEFC-certification. AN ITALIAN CONSORTIUM WRAPS CHOCOLATE IN COMPOSTABLE PACKAGING FILM An Italian consortium, of organic producers and farmers, has chosen compostable NatureFlex™ from Innovia Films to wrap its range of Fair Trade chocolate. Alce Nero, part of Alce Nero Mielizia SpA, and its members share a common ethos for regionality, innovation and the environment. The choice to farm organically has characterised the organisation since its inception in 1978. Today the company represents farmers, beekeepers and Fair Trade producers, all members of the company. Real organic food from around the world, not just Italy, is promoted by Alce Nero. “We decided to move from standard plastic to a biodegradable and compostable alternative to wrap our chocolate bars. Metallised NatureFlex™ from Innovia Films


e n o i z a m r o f n i % 0 0 1 ù i p n i e t s e r o f i d % 30 e t n e m l a r u t Na a t r a c a l o i Le foreste europee sono il 30% in più rispetto al 1950*. In pratica, ogni anno sono cresciute dell’equivalente di 1 milione e mezzo di campi da calcio. Inoltre la fibra di cellulosa può essere riciclata fino a 7 volte. E con 2.000 chili riciclati al secondo**, la carta è il materiale più riciclato in Europa. Lunga vita alla carta!

* elaborazione Two Sides su dati FAO 2010;

(Le foreste europee forniscono l’88% del legno usato per fare la carta in Europa)

** fonte ERPC 2010

Two Sides è un’iniziativa della comunicazione su carta e promuove la produzione e l’uso responsabile della carta e della stampa.

Per saperne di più visita: www.twosides.info/it

il lato verde della carta


NEWS

PRODOTTI E MATERIALI

PRODUCTS AND MATERIALS

ENGLISH sare dalla plastica tradizionale a un’alterna-

riforestazione programmata. Tipicamente,

tiva biodegradabile e compostabile.

i film NatureFlex™ hanno un contenuto rin-

Il film NatureFlex™ metallizzato di Innovia

novabile biologico di circa il 95% del peso del

Films era perfetto per noi, non solo per le sue

materiale, in conformità con ASTM D6866.

caratteristiche ecologiche, ma anche per le sue eccellenti proprietà di barriera, che permettono di mantenere la nostra cioccolata del commercio equo e solidale in condizioni

I film NatureFlex™ offrono vantaggi per il confezionamento e la trasformazione quali proprietà intrinseche antistatiche e di tenuta della piega, grande lucentezza e resistenza a grasso e olio, buona barriera a gas,

ottimali,” ha spiegato la dr.ssa Nicoletta Maf-

aromi ed oli minerali oltre a una ampia

fini, Responsabile Marketing di Alce Nero.

gamma di termo-saldatura.

I film NatureFlex™ sono dotati di certifica-

“Il nostro film NatureFlex™ metallizzato viene

zione americana ASTM D6400, europea

usato efficacemente da Alce Nero, poiché è in

EN13432 ed australiana AS4736 per il packa-

linea con la loro filosofia del marchio, pro-

ging compostabile.

tegge il prodotto ed è compostabile,” dichiara

La polpa di legno, proviene da piantagioni a

Giorgio Berton, TS&D Specialist, Innovia Films.

AHLSTROM COMPLETA LA GAMMA DI CARTE PER GRAFICHE DI ALTA QUALITÀ SU AUTOADESIVO

was a perfect fit for us due not only to its environmental attributes but also its excellent barrier properties to keep our organic Fair Trade chocolate in premium condition,” explained Nicoletta Maffini, Marketing Manager, Alce Nero. NatureFlex™ films are certified to meet the American ASTM D6400, European EN13432 and Australian AS4736 standards for compostable packaging. The wood-pulp is sourced from managed plantations. The renewable biobased content of NatureFlex™ films is typically 95% by weight of material according to ASTM D6866. Offering advantages for packing and converting, NatureFlex™ films have inherent deadfold and anti-static properties, high gloss and resistance to grease and oil, good barrier to gases, aromas and mineral oils and a wide heat-seal range. “Our metallised NatureFlex™ film is used to good effect here by Alce Nero as it fits in with their brand image, protects the product and is compostable,” said Giorgio Berton, TS&D Specialist, Innovia Films. AHLSTROM COMPLETES ITS RELEASE PAPER RANGE FOR PREMIUM SELF-ADHESIVE GRAPHICS

Ahlstrom ha completato la sua gamma di carte Silco™ per grafiche autoadesive (PSA) arricchendola di prodotti per applicazioni sempre più sofisticate e idonee al taglio con il plotter. Forme grafiche autoadesive vengono applicate su ampie superfici per creare attraenti decorazioni o pubblicità nel campo dell’architettura, commercio al dettaglio, veicoli o mostre. I liner adesivi utilizzati per questo genere di

ottima stampa e taglio, offrendo effetti vi-

accoppiamento devono essere progettati

sivi eccezionali, una volta che la pellicola è

accuratamente per garantire lunga durata,

stata applicata sulla superficie. Incrementando la levigatezza della parte superiore e posteriore delle pellicole in vinile, se ne valorizza la lucentezza, mentre la barriera posteriore anti-umidità garantisce una planarità straordinaria con perfetti risultati di stampa. Il potente legante interno permette di ottenere un taglio a plotter estremamente preciso, persino con forme molto complesse o con caratteri molto piccoli. La perfetta levigatezza della parte superiore garantisce la massima lucentezza evitando gli effetti a buccia d’arancia e assicurando l’ottima rifinitura dei vinili più problematici o delle pellicole trasparenti molto sottili. Questa nuova carta, fatta di fibre naturali,

108

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

Ahlstrom has completed its range of Silco™ Flat release papers for Pressure Sensitive Adhesive (PSA) graphics, with the addition of newly developed products for the most demanding graphics applications and for plotter cut films. Large format self-adhesive graphics are applied on large surfaces to create appealing decoration or advertising in architecture, retail, vehicles or exhibitions. Release liners used for such laminates need to be specially designed to perform well during lamination, printing or plotter cutting, in order to deliver outstanding visual effect once the film has been applied on the surface. Its increased top and backside smoothness enhance the vinyl film glossiness while its backside moisture barrier ensures outstanding planarity for faultless performance during printing. Additionally, Ahlstrom Silco(TM) Flat HB has been designed specifically for plotter cut films. Its high internal bond enables a cut with a high degree of precision, even with the most complex shapes or smallest letters. Its high top side smoothness delivers a high gloss and avoids orange peel effect, ensuring perfect finish of the most sensitive vinyls or thin transparent films. Made of natural fibers, release papers are the most sustainable release liner substrates. Entirely based on renewable raw materials, they are derived from responsible forestry, are recyclable and biodegradable.


NEWS

PRODOTTI E MATERIALI

PRODUCTS AND MATERIALS

ENGLISH rappresenta il substrato più sostenibile attualmente esistente. Essendo interamente composti di materie prime rinnovabili, questi tipi di carta provengono da silvicultura responsabile e sono riciclabili e biodegradabili.

UPM RAFLATAC LANCIA UNA CARTA CERTIFICATA PER ALIMENTI, VENDITE AL DETTAGLIO ED ETICHETTE PER IL VINO In relazione al suo impegno di ricavare i prodotti cartari da foreste gestite in modo sostenibile, UPM Raflatac ha deciso di sostituire la carta per etichette “Raflacoat Plus” per l’etichettatura del prodotto principale in ogni applicazione con il tipo “PEFC Raflacoat Plus”. PEFC Raflacoat Plus mantiene le stesse eccezionali caratteristiche di carta semilucida, con elevata opacità e contrasti, ma aggiunge dettagli che la rendono adatta alla stampa raffinata per la decorazione dei marchi e dei prodotti. È anche disponibile con il substrato sottile e riciclabile ProLiner PP30. Essendo parte integrante di un processo in fase di attuazione volto ad ampliare l’offerta europea di etichette in carta proveniente da foreste certificate, UPM Raflatac ha anche introdotto “PEFC Raflacoat Opti”, un’alternativa conveniente per la stampa digitale con carta HP Indigo, nonché la serie certificata FSC® di

carte termiche prive di fenolo: “Thermal Eco BPAF FMC” e “Thermal Eco TPF FMC”. Le nuove carte per etichette della serie certificata FSC, “Fleur de Coton White WSA FMC” e “Fleur de Coton Ivoire WSA FMC”, hanno un aspetto testurizzato di elevata qualità , particolarmente adatto all’etichettatura del vino. La catena dei sistemi di protezione di UPM Raflatac si basa su materiali certificati, a partire dalla loro provenienza dalle foreste fino all’etichetta finita, e viene sottoposta a controlli di terzi che certificano che il legno utilizzato nei materiali delle etichette proviene da foreste gestite responsabilmente. UPM promuove qualsiasi sistema di certificazione credibile, tra cui i due principali standard internazionali: FSC (Forest Stewardship Council®) e PEFC™ (Programme for the Endorsement of Forest Certification Schemes).

UPM RAFLATAC LAUNCHES CERTIFIED PAPER FACES FOR FOOD, RETAIL AND WINE LABELLING As a result of UPM Raflatac’s commitment to source paper products from sustainably managed forests, ‘Raflacoat Plus’ label paper for prime product labelling has now been replaced by ‘PEFC Raflacoat Plus’ in all applications. PEFC Raflacoat Plus retains the same exceptional mid-gloss standards, with high opacity and contrast supporting fine print detail for branding and product decoration. It is also available with the thin and recyclable ProLiner PP30 backing. As part of an on-going process to widen the forest certified paper labelstock offer in Europe, UPM Raflatac has also introduced ‘PEFC Raflacoat Opti’ as a cost-efficient option for printing digitally with HP Indigo, and the FSC® certified phenol-free thermal papers ‘Thermal Eco BPAF FMC’ and ‘Thermal Eco TPF FMC’. The new FSC certified label faces ‘Fleur de Coton White WSA FMC’ and ‘Fleur de Coton Ivoire WSA FMC’ offer a high-quality textured look for wine labelling. UPM Raflatac’s chain of custody system tracks certified material from the forest to the final labelstock product, and provides third-party verification that that the wood used in label materials originates from responsibly managed forests. UPM promotes all credible forest certification systems including the two major international schemes: FSC, the Forest Stewardship Council®, and PEFC™, the Programme for the Endorsement of Forest Certification Schemes.

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

109


I vostri partner / Your partners APEX ITALY www.apex-italy.it

CASON www.casonslitters.com

DRUCKFARBEN www.druckfarben.it

Cilindri anilox Anilox rollers

Taglierine ribobinatrici

Inchiostri e vernici profumate

Slitters rewinders

Overprint scented varnishes

ARDOB GmbH www.ardob.com Componenti macchine stampa e converting Components for printing and converting machines

ASAHI Photoproducts Italia www.asahi-photoproducts.com

Sistemi di taglio

DUPONT www.cyrel.it

Cutting systems

Lastre flessografiche - maniche Flexo plates - sleeves

CAVALLERI www.cavalleri.org Tagliatori trasversali

EDIGIT www.edigit.eu

e rotativi

Sistemi software per aziende

Rotary and transversal cutting

grafiche

ASTER srl www.asterwash.it

machines

Software systems for graphics

Sistemi di lavaggio comp. stampa, distillatori solventi Washing systems for print components, solvent distillers

COLORGRAF spa www.colorgraf.it

Lastre flessografiche Flexo plates

AUTOMATION VACUUM automation.vacuum@alice.it Metallizz, rebuilding, assistenza Metallization, rebuilding, service

BESCO srl www.besco.it Carrelli elevatori - Alzabobine Reel lift trolleys

BFM srl www.bfm.it Macchine stampa flexo Flexo printing machines

BIAGIONI srl www.biagionisrl.it

companies

Inchiostri stampa

ETS International srl www.e-tecno.it

Printing inks

Macchine prestampa flexo e rotocalco

COMEXI GROUP IND. S.A.U. www.comexi.com

Rotogravure and flexo preprinting machines

Macchine stampa flexo Converting and flexo printing

EUROINK srl www.euroink.it

machines

Inchiostri stampa

e converting

Printing inks

COMIFLEX srl www.comiflex.it Macchine stampa flexo

EUROMAC srl www.euromacslitters.com

Flexo printing machines

Taglierine ribobinatrici Slitters rewinders

CONTROL TECHNIQUES spa www.controltechniques.it Azionamento e controllo

EXPERT srl www.expert-srl.com

macchine stampa e converting

Macchine da stampa

Drive & control systems for printing

flexo e converting

BIMEC srl www.bimec.it

and converting machines

Converting and flexo printing

Taglierine ribobinatrici Slitters rewinders

CONVERFLEX 2013 www.converflex.biz

BOBST www.bobst.com

Fiera

FBF srl www.fbf-srl.com

Exhibition

Alberi espansibili, microforatori

Sacchettatrici Paper bag making machines

Macchine flexo e rotocalco, spalmatrici e accoppiatrici, metallizzatori Web-fed flexo and gravure printing, coating & laminating and vacuum metallizing machines

BRÜCKNER MASCHINENBAU www.brueckner.com Macchine produzione film Film production lines

CAMIS srl www.rotocamis.it Macchine stampa rotocalco, montacliché flexo Rotogravure printing presses, flexo plate mounters

110

and inks

ELIO CAVAGNA srl www.helioscavagna.com

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

machines

Expanding shafts, microperforator

Converting Machinery CEVENINI srl www.cmccevenini.com

FERRARINI & BENELLI www.ferben.com

Macch. taglio rotoli da bobina

Sistemi trattamento corona

Autom. log slitting machines

Corona treatment

CURIONI SUN www.curionisun.it

GAMA srl www.gamasas.com

Sacchettatrici

Controlli registro, viscosità

Bag making machines

Register, Viscosity controls

DELSAR LAME srl www.delsarlame.com

GRAFICHE TAMBURINI srl www.grafichetamburini.it

Sistemi di taglio

Impianti stampa flexo, maniche

Cutting Systems

Flexo printing plates, sleeves


I vostri partner / Your partners GRAPHOSTYLE www.graphostyle.com

4 M REFAI srl www.4mrefai.it

SEI LASER CONVERTING www.seiconverting.com

Impianti stampa flexo, maniche

Tagliatori trasversali e rotativi Rotary and transversal cutting machines

Macchine digitali per converting e finishing Machines for digital converting and finishing

Flexo printing plates, sleeves

KODAK www.packaging.kodak.com Soluzioni prestampa flexo

ME.RO srl www.mero.it

Solutions for flexo pre-press

Sistemi trattamento corona Corona treatment

KONGSKILDE www.kongskilde.com

NEW AERODINAMICA srl www.newaerodinamica.com

Trattamento rifili

Trattamento rifili Trim processing

Trim processing

I&C www.iec-italy.com Sistemi per il controllo e

automation of manufacturing processes

ICR spa www.icr.it Incisione cilindri rotocalco Rotogravure cylinders engraving

I.E.S. srl www.ies-srl.it Alberi espansibili Expanding shafts

INCIFLEX spa inciflex@inciflexspa.it Maniche, rulli, fotopolimeri

NORDMECCANICA SPA www.nordmeccanica.com Spalmatrici-accoppiatrici Laminating and coating machines

PAGENDARM www.pagendarm.com Spalmatrici Coating machines

PAM ROLLERS FACTORY spa www.pamrollersfactory.com Cilindri stampa Printing rollers

Spalmatrici-accoppiatrici Laminating and coating machines

PRAXAIR Surface Technologies www.praxair.com Cilindri anilox Anilox rollers

I.S.T. ITALIA SISTEMI TECNOLOGICI www.ist.it

RAMA snc cmrama@tin.it

Impianti recupero solventi

ST Converting srl www.stconverting.com Montacliché flessografici Flexographic plate mounters

SVECOM P.E. www.svecom.com Alberi espansibili Expanding shafts

TECNOMEC3 srl www.tecnomec3.com

TECNORULLI www.tecnorulli.it Rivestimento maniche e rulli Sleeves and rolls coating

TEMAC srl www.temac.it Taglierine ribobinatrici Slitters rewinders

UTECO spa www.uteco.com

Carrelli elevatori - Alzabobine Reel lift - Trolleys

Solvent recovery plants

LAEM SYSTEM srl www.laemsystem.com

S.T.C.M. International srl www.stcm.it

Cilindri allargatori Spreader rolls

POLYTYPE Ltd. www.polytype.com

Sleeves, rolls, photopolimers

Lastre flessografiche Flexo plates

Alberi espansibili Expanding shafts

l’automazione processi produttivi Systems for control and

SIMONAZZI srl www.simonazzi.it

RE spa www.re-spa.com

Macchine flexo e rotocalco, spalmatrici-accoppiatrici Flexo and rotogravure printing, coating and laminating machines

Controlli industriali Industrial controls

VEA srl sales@veasrl.it

Slitters rewinders

ROBIPACK www.robipack.it

Macchine per miscela adesivi Machine for mixing adhesives

LANZ sas www.lamelanz.com

Montacliché flessografici, magazzini rotanti per cilindri e maniche Flexo mounter plates, rotating store for cylinders and sleeves

Taglierine ribobinatrici

Lame e controlame Blades and bottom knives

L’ARTIGIANA srl www.catalogues.kompass.com Cilindri stampa Printing rollers

ZELO ELETTRONICA SRL www.zeloelettronica.it Controlli di registro Registers control

SAGE srl www.sageslitters.com

ZENIT spa www.zenit-spa.com

Taglierine ribobinatrici Slitters rewinders

Cilindri stampa Printing rollers

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

111


INDICE INSERZIONISTI

PER ABBONARSl

ADVERTISER TABLE

Nome e cognome: Società: Funzione all'interno della società: Settore di attività della società: Codice fiscale o partita Iva: Indirizzo: Città:

Provincia:

CAP:

Sito internet:

e-mail:

Tel:

Fax:

Stato:

Abbonamento annuale per una rivista: O CONVERTER & CARTOTECNICA O CONVERTER FLESSIBILI CARTA E CARTONE Italia € 31,00; Estero € 62,00 Abbonamento annuale per due riviste: CONVERTER & CARTOTECNICA O CONVERTER FLESSIBILI CARTA E CARTONE Italia € 52,00; Estero € 104,00 O Conto corrente postale n° 41482209 intestato a: CIESSEGI EDITRICE SNC di Giardini Stefano & C. Via G. Di Vittorio, 30 20090 Pantigliate (MI) O Bonifico bancario intestato a: CIESSEGI EDITRICE SNC CREDITO ARTIGIANO ag. 55 SAN DONATO MILANESE (MILANO) ABI 03512 CAB 33710 CC N° 2214/80 SWIFT: ARTI IT M2 Fotocopiare e spedire via fax/ +39/02/9067591 (CIESSEGI EDITRICE)

TO SUBSCRIBE TO Surname and name: Company: Job function: Primary company business: Internationa VAT number: Address: City:

Province:

Post Code:

Internet site:

e-mail:

Ph:

Fax:

Country:

Annual subscription for one magazine: O CONVERTER & CARTOTECNICA O CONVERTER FLESSIBILI CARTA E CARTONE Italy € 31,00; Abroad € 62,00 Annual subscription for two magazines: CONVERTER & CARTOTECNICA O CONVERTER FLESSIBILI CARTA E CARTONE Italy € 52,00; Abroad € 104,00 O Banker draught made out to: CIESSEGI EDITRICE SNC CREDITO ARTIGIANO ag. 55 SAN DONATO MILANESE (MILANO) ABI 03512 CAB 33710 CC N° 2214/80 SWIFT: ARTI IT M2 I'm enclosing a crossed cheque, for the amount of €................................... made out to CIESSEGI EDITRICE SNC Photocopy and send by fax/ +39/02/9067591 (CIESSEGI EDITRICE)

112

CONVERTER / Flessibili ‐ Carta ‐ Cartone

ASAHI ASTER AUTOMATION VACUUM BESCO BIMEC BOBST BRÜCKNER CAMIS CASON CAVAGNA CAVALLERI COLORGRAF COMEXI COMIFLEX CONTROL TECHNIQUES CMC CEVENINI CONVERFLEX 2013 CURIONI SUN DELSAR EDIGIT ETS EUROINK EUROMAC EXPERT FBF GAMA GRAFICHE GIARDINI KONGSKILDE ICR IES INCIFLEX ICE EUROPE 2013 I.S.T. L’ARTIGIANA LAEM SYSTEM LANZ ME.RO NEW AERODINAMICA NORDMECCANICA PAM POLYTYPE-PAGENDARM PRAXAIR RAMA SAGE STCM ST CONVERTING TECNOMEC3 TECNORULLI TEMAC UTECO VEA ZENIT

57 107 17 83 11 5 17 65 3 37 99 51 21 41 19 II cop. III cop. 43 53 13 7 97 IV cop. 27 103 33 25 81 9 47,66,91 101 2, inserto 45 75 23 77 29 61 I cop., Anta,1 89 25 49 71 59 55 95 85 79 39 15,31 67 63


dodobersano.it

TB-6 series are slitters rewinders with Independent Stations specifically designed for high speed and heavy duty production though maintaining a high degree of versatility and ease of operation. These machines feature bridge overhead web path suitable for cleanliness purposes, easy web doctoring and finished roll unloading on trolleys and the high grade of automation possibilities.

ě&#x2122;&#x2013; TB-6CM centre drive Heavy Duty Primary Slitter

TB-3T2 series are Duplex Turret slitters rewinders specially designed for high production output, fast job changes and low downtimes. These machines feature automatic turret cycle with automatic transversal splice for job changeover time in less than 40 seconds.

TB-3T2F duplex turret ě&#x2122;&#x2DC; High Performance Secondary Slitter

EUROMAC S.r.l. www.euromacslitters.com euromac@euromacslitters.com Strada Statale 31 n.6 - 15030 Villanova M. - Italia tel. +39 0142.483195 - fax +39 0142.483611

Italian Leader Worldwide

SLITTERS REWINDERS

Converter-Flessibili-Carta-Cartone  

gen-feb 2013