Page 1

INSIDE #2

e’ arrivata L'estate(?)


INSIDE MOTOASI.IT

INDICE

Copertina di Roberto Cortese

Editoriale Blocco mentale Ci avevo quasi creduto Orgogliosa di Lui Una gara come le altre Improve Yourself Preparazione Atletica Il meglio di Instagram Il Quad che verrà 3 Domande a bruciapelo Motoasi Holeshot It’s up to you! Focus On - Birretta estiva MOTOASI Cares Rivarolo Superstar Nel girone degli impavidi Nel mezzo del cammin di nostra vita Giro di boa Vento d’estate What’s App? Contattaci

2 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2

3 6 17 25 32 38 39 41 45 50 52 53 54 57 60 63 70 75 77 80 87


INSIDE MOTOASI.IT

Editoriale di Roberto Cortese

Finalmente è arrivata l’estate. Era ora. O forse no. Forse dovremmo chiederlo agli impavidi che il 9 giugno (cioè a fine primavera, almeno secondo il calendario giuliano), si sono sfidati sul fettucciato di Volpiano. Ero presente anche io quel giorno. Non volevo credere ai miei occhi quando, verso le due di pomeriggio, ho visto la condensa del mio respiro proprio come si vede in pieno inverno. Ad essere generosi ci saranno stati dodici o tredici gradi centigradi, la cui percezione è stata inasprita da un vento sferzante che ci ha accompagnato tutto il giorno, assieme alle incessanti piogge (autunnali mi verrebbe da dire). Ad ogni modo, sembra che ora ne stiamo uscendo, ma non diciamolo troppo forte; questa stagione non finirà di stupirci, a mio modo di vedere. Noncuranti delle condizioni meteo, ad INSIDE abbiamo salutato un paio di novità in questi ultimi due mesi. La prima: abbiamo un sito web ottimizzato per piattaforma mobile (in linea con la filosofia del progetto editoriale), il quale vi consentirà di accedere a 3 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT tutti i contenuti anche via web nel caso lo preferiste. Segnatevi l’indirizzo perché qui troverete tutti i numeri a venire: http://www.MOTOASI.IT/Portals/0/ASI/magazine/2013. Secondo: nel numero #0 vi avevamo promesso un preparatore atletico che ci avrebbe fatto lavorare un po’. Bene, dopo qualche difficoltà, abbiamo trovato un professionista che conosce l’ambiente ovviamente dall’interno. Si tratta di Andrea Caponio, personal trainer, agonista di ciclocross e preparatore atletico di diversi piloti sia nel mondo dell’enduro che in quello del cross piemontese.

link!

Accanto alle new entry, leggerete cosa sono state le gare di Regionale degli ultimi due mesi, direttamente dalla voce di alcuni piloti che hanno partecipato alla competizione. Dopo il “beta test” di Alberto Brocchi su INSIDE#1 (che ha riscosso un notevole successo), siamo giunti alla conclusione che sia più accattivante ascoltare le vostre sensazioni di una gara piuttosto che fornirvi un resoconto della giornata. Anche perché, per forza di cose, il report non può approfondire nessuna storia nello specifico, cosa che invece preferiamo. Dunque, per chi voglia leggersi le classifiche, c’è sempre il nostro sito; per chi voglia sentire le sensazioni e le emozioni di chi corre, lasciamo spazio su queste pagine. Inoltre, siccome MOTOASI.IT è fiera di avere in calendario le gare di ICC (Italian Cross Country), si parlerà ampiamente di questo campionato, che ormai è giunto al giro di boa. Oltre alla preparazione atletica, diamo ovviamente spazio ai consigli tecnici 4 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2

link!


INSIDE MOTOASI.IT

link!

di Andrea Nigro ed alcuni suggerimenti sulle App più utili che un pilota possa avere, il tutto nelle relative rubriche. Andremo anche a sentire come stanno i nostri tesserati infortunati ed ascolteremo cosa risponde Yves Valenza nella sezione delle tre domande secche del bimestre. Spazio anche al canale Instragram (@motoasi) che sta avendo un buon seguito e per il quale rinnoviamo l’invito ad utilizzare gli hashtag di gara per arricchire la bacheca di Facebook, già peraltro vivace. Ci aggiorneremo anche sulla situazione dell’attività crossistica laziale ed analizzeremo la situazione attuale dei quad per capire lo stato di salute del settore. Infine, visto l’arrivo dell’estate, invitiamo caldamente tutti i piloti a riflettere sulle parole contenute nella rubrica Focus On: non deve essere intesa come una minaccia, ma è di assoluta importanza che tutti noi pensiamo a ciò che facciamo in pista onde evitare di farci male a vicenda. Buona lettura e buona estate!

5 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

Blocco

mentale

di Ugo Cosentino, immagini di Roberto Cortese

Lavoro tutta la settimana, compreso il sabato per mezza giornata. Il mio è un lavoro in cui ci si sporca, ma nonostante la stanchezza che accumulo, l’unico pensiero ricorrente è quello di salire sulla mia moto (una bella Suzuki con il numero 388). So quanto devo girare la manopola del gas per raggiungere l’inevitabile arresto della sua corsa, ma ogni volta ho la sensazione che possa andare ancora un po’ più in là. L’anno scorso gareggiavo nella Sport: da quest’anno, sono passato alla Expert. Altri ritmi, altri tempi di percorrenza. Avessi qualche anno in meno non sarebbe così faticoso (quest’anno ho compiuto quarant’anni). A me piacciono le sfide però. E devo dire che i piloti Expert sono sorprendentemente, per quello che ho potuto constatare, corretti. Domenica 2 Giugno a Pinerolo, pista che a me piace tantissimo, non è andata particolarmente bene. Non conoscendo bene i ragazzi della Expert, entro alle qualifiche con incertezza e questo si riflette inevitabilmente sui miei tempi sul giro. Il cronometro non mente e segna un venticinquesimo tempo su trentotto. Non è stata una gran sensazione 6 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

7 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

8 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT ma la gara è sempre tutta un’altra cosa. Il tempo di fare due parole con famiglia e amici, un giro intorno alla moto per assicurarsi che tutto sia a posto, ed è già ora della prima manche. Al cancello sono il venticinquesimo, la tensione ed il caldo aumentano di pari passo. Quindici secondi, cinque secondi, giù il cancello e gas aperto. Alla prima curva giro intorno alla settima posizione; seconda curva invece moto spenta! Riparto ultimo con la consapevolezza di non poter recuperare; chissà quante posizioni, perché questi sono gli Expert e io non ho ancora il loro ritmo. Forse non l’avrò mai. Concludo diciannovesimo. Nonostante tutto, meglio del previsto. Torno sotto il gazebo a riflettere sugli errori fatti e ad asciugarmi. Mangio qualcosa, poi il solito giro di controllo alla moto e già si sente: “Expert al preparco. Expert al preparco”. Seconda manche con il solo proposito di fare un po’ meglio. Ancora caldo e molta tensione. Passa la bandiera verde, si alza il cartello dei quindici secondi; un leggero tocco al cambio, dentro la seconda, cinque secondi. Giù il cancello, un altro tocco al cambio, terza marcia e moto spenta! Troppa tensione probabilmente. Rimango da solo in mezzo al piazzale di partenza, cosa che non mi è mai successa. Sempre ultimo, in rimonta, con la voglia di arrivare in fondo senza forzare, rischiando di farmi del male solo per recuperare alcune posizioni. Probabilmente la gara l’avevo già persa ancora prima di presentarmi al cancelletto; ero 9 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT talmente preoccupato di non essere all’altezza della categoria al punto che non ho praticamente corso come sapevo. Questa cosa mi accadde anche quando passai dalla Esordienti alla Sport; è una questione psicologica, personalmente ho bisogno di un piccolo risultato, anche solo arrivare nei primi dieci, per poter acquistare un po’ più di fiducia in me stesso. Ora, aspettando Casale, prove di partenza e, quando è possibile, tanto allenamento. Alla prossima gara non dovrò commettere gli stessi errori.

10 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

11 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

12 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

13 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

14 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

15 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

16 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

Ci

avevo quasi creduto

di Elias Grimaldi, immagini di Roberto Cortese

Casale. Ore 8:30. Si scende dal letto. Sono già tutti svegli e attivissimi. C’è già chi scalda i motori (calma ragazzi, è presto). Faccio una buona prima colazione, devo essere carico. Papà mi raggiunge e poco dopo iniziamo le solite procedure: scaricare la moto, preparare le vivande; insomma, tutto quello che serve per la gara.

17 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT Ore 11:40. Expert al pre-parco. Tutti pronti, tutti caldi. Rifletto. Sì, ho deciso. Parto per ultimo. Voglio avere tempo e calma per studiarmi la pista, per capirla, per apprezzarla. Poi devo scaldarmi per bene. Primo giro piano, senza fatica; secondo giro più veloce, bene sto ingranando, ci siamo! Terzo giro. Do tutto il gas che ho, voglio andare al massimo. Sono ottimista, papà mi segnala il settimo tempo, sono contento, va bene così. Continuo a girare, provo ad aumentare il passo. Mi fermo dopo qualche giro: penso alla gara. Mi preparo mentalmente, cerco la carica, raccolgo le forze. Ore 15:40. Finalmente e’ ora! Si parte! Ci schieriamo al cancelletto. Ci si guarda, ci si studia. L’adrenalina sale, il cuore va a mille. Non vedo l’ora di partire. Non riesco ad aspettare. Manca quasi l’ossigeno. Cerco di calmarmi. Bandiera verde. Si alza il cartello dei 15 secondi. Ancora 5 secondi. Seconda dentro e via. Cancelletto giù! Ora siamo solo io e la moto. Prima curva holeshot. Sono calmo, sto attento. In un attimo mi passa una moto. La gara è lunga e devo gestirla al meglio. Sono concentrato. Dopo il quarto giro sono quarto. Bene. Chi mi segue è lontano, non ho il fiato sul collo. Contino la gara diligentemente, evito errori e finisco quarto, soddisfatto. Per la seconda manche sono fiducioso, so cosa devo fare per andare bene. Pronti via e si riparte. Ancora holeshot! Sono là davanti, cerco di dare il massimo. Faccio un piccolo errore, vengo sorpassato. Ma non mollo. Dopo quattro bei giri, mi riprendo il primo 18 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

19 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

20 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT posto. Calma, calma. Devo ragionare, sangue freddo. Riesco a gestire fino all’ultimo giro. All’improvviso qualcuno da dietro mi atterra. Moto a terra, io a terra. Mi rialzo subito, salgo sulla moto e riparto veloce. So che ci sono ancora due curve fino alla bandiera a scacchi. So, però, anche che sono quarto. Mi hanno sorpassato in tre durante la caduta. Arrivo al traguardo, infuriato. Che rabbia e che delusione! Punti preziosissimi persi e non per demeriti miei. E’ davvero triste perdere così, sapere di aver fatto tutto perfettamente fino alla fine quando poi arriva qualcun’altro che ti rovina la gara e chissà, forse anche il campionato. Però il motocross è anche questo; me ne faccio una ragione. La giornata si conclude con un quarto posto assoluto. Non è un piazzamento da buttare via però mi resta la delusione perché sarei potuto salire sul podio. Ora una lunga pausa fino a settembre. Non vedo l’ora di riprendere.

21 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

22 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

23 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

24 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

Orgogliosa Lui

di

di Noemi Gatto, immagini di Roberto Cortese

Il sole è caldo oggi. Sono le otto e siamo in pista, le iscrizioni sono aperte e Fabio corre subito, felice. Alle nove e trenta la voce di Daniela richiama gli ultimi ritardatari; qualche minuto e abbiamo tra le mani il programma della giornata. Qualifiche: ore undici. Il tempo passa frenetico e veloce, tutti i volti delle persone che mi circondano solo felici ma tesi; c’è chi parla per non pensare, chi ha il viso tirato, c’è chi sta in silenzio. Beh questa è una di quelle poche giornate che toglie la voglia di parlare persino ad una chiacchierona come me. Mezz’ora prima delle qualifiche, Fabio inizia a prepararsi; come sempre gli sistemo tutta la roba: calze, completo, ginocchiere, casco, guanti, stivali. Non manca nulla. Gli si legge in faccia la tensione ed io, agitata come il mio solito, cerco di caricarlo il più possibile. Le qualifiche passano tranquille, con una sesta posizione. Dentro di me mi autoconvinco che ne mancano “solo” più due. Le più toste. 25 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

26 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

27 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT Ore quindici, il sole è rovente, andiamo al cancelletto, gli tengo la moto mentre la prepara. Che strana emozione proveranno questi piloti. Tutti in griglia, con l’unico obiettivo di arrivare per primi in fondo al rettilineo. Tutti rivali, tutti così diversi ma uguali. Dagli occhi di ognuno di loro traspare un’emozione. Sono così straordinari. 15 secondi. 5 secondi. Giù il cancelletto, inizia la gara. Fabio parte abbastanza bene; sono emozionata e tesa ma inizio subito a sciogliermi, perché dopo due anni di gare ho imparato a cogliere anche la bellezza e il divertimento che ti fanno provare in questi pochi minuti. Fabio è carico, sta andando bene, non lo perdo mai di vista. Sono contenta, sta facendo una bella gara. Ma non deve mollare. Vederlo arrivare quando sventola la bandiera a scacchi mi fa tirare un sospiro di sollievo. Gara due, il sole è sceso, è meno caldo. Venti minuti di grandi emozioni anche qui, e va tutto bene per fortuna. Finalmente è finita. La cosa più bella per me è vederlo arrivare nel paddock sereno e con il sorriso stampato in viso. Solo chi ama questo mondo può capire come tutta la tensione della giornata, la “sofferenza”, il caldo, la polvere, il fango o qualunque altra cosa possa essere ripagata con un sorriso. Beh, per me è così. Perchè io amo questo mondo, queste meravigliose anime matte, e perché, qualunque sia il risulta di giornata, io a prescindere sono orgogliosa di lui. 28 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

29 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

30 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

31 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

Una

gara come

le altre

di Alice Magnoli, immagini di Paola Calonghi

Gennaio, esce il calendario: 16-06-2013 Campionato Mondiale femminile a Maggiora. Inizio a farci una mezza idea. Il tempo passa, il tempo sul giro un pochino scende. Battaglia e Husqvarna mi danno due moto e la speranza di partecipare alla gara aumenta sempre di più, fino ad arrivare più o meno all’inizio di maggio quando invio i documenti x la licenza e per l’iscrizione alla gara. Poco dopo ricevo una mail dalla Federazione, nella quale mi inviano la licenza. Poi guardo l’entry list e, come per magia, insieme ad altri quarantadue nomi appare “Alice Magnoli”. Iscritta! Bene, è fatta: parteciperò al campionato mondiale femminile. Inizio cosi ad allenarmi con molta più attenzione, evitando di correre rischi inutili e cadute stupide, in modo da poter dare il meglio a Maggiora. Intanto il tempo passa ed ecco che in un amen siamo alla settimana prima della gara. Gli amici iniziano a scrivermi per incoraggiarmi, io sono carichissima. Martedì 11 giugno l’ultimo allenamento prima della 32 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT grande gara. Finita la giornata vado a casa: doccia e poi inizio a non sentirmi molto bene; provo la febbre. 38. Ed il giorno dopo inizia anche la nausea. E così avanti fino a venerdì. Molto sconfortata e nelle condizioni in cui ero avevo messo addirittura in dubbio la partecipazione alla gara. Poi, per fortuna, mi sono un po’ ripresa e sono partita ugualmente per il weekend pensando “alla fine è una gara come le altre”. Arrivo a Maggiora: bilici, camion, camper giganti ovunque. Già tantissimi curiosi e fan sul posto. Il bilico bellissimo di Francesca Nocera che mi ospita. Vedo le mie moto sotto al tendone e la gente che scatta foto alle moto e che mi chiede di far foto con loro. Poi l’iscrizione, le prove fonometriche, punzonature, trasponder, e si parte per il giro di pista a piedi. Ad un certo punto mi volto e mi trovo dietro Philippaerts e Paulin che si studiano il tracciato. Inizio a capire che forse non è proprio una gara come le altre. Arrivo dall’altra parte del tracciato e chi trovo? Cairoli e De Dycker, anche loro impegnati a studiare le traettorie. Finito il giro di pista si fa un giretto nel paddok ed anche lì si vedono i big che firmano autografi, scattano foto, parlano con i meccanici, etc. Ok, non è per nulla una gara come le altre. E la tensione inizia a salire. Finalmente arriva il sabato. Ore 6.45 del mattino. Suona la sveglia. Colazione, riscaldamento ed ecco che alle 7.40 siamo già tutte in pista per le prove libere. Poi le pre qualifiche, dove inizio già a sentire i 33 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT miei amici e tutto il pubblico che quando passo grida, mi incita, suona le trombe, sventolano striscioni. Una sensazione bellissima, dove non puoi che dare il meglio di te. Poi la manche di qualifica ed infine alle 17.40 più o meno (già stremata dal caldo, dalla fatica e dalla forma fisica precaria a causa dell’influenza dei giorni precedenti) si abbassa il cancello della prima manche.

34 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT Partite. Sono circa in quindicesima/sedicesima posizione, tengo fino a metà gara ma poi purtroppo il calo fisico non mi consente di finire la gara a punti. Ventunesima. Esco dalla pista davvero distrutta e non molto soddisfatta del risultato ottenuto perché ero consapevole che potevo stare nei 15. Mi cambio, lavo vestiti, casco, occhiali. Doccia e finalmente il meritato riposo dopo una lunghissima ed estenuante giornata. Cena, altro giro di pista a piedi e poi a letto presto. Domenica, ore 8.00. Siamo già in pista per il warm up. La pista è bella, la moto è pronta e ci sono davvero tantissimi spettatori oltra a moltissimi amici che mi tifano. Tutto lascia ben sperare per una buona gara, ad eccezione della mia condizione fisica. Ero già molto provata prima di entrare per la manche; le quattro entrate da mezz’ora del sabato mi avaveno annientato. Entriamo per andare ai cancelletti di partenza ed ecco che mi si avvicina lo speaker e mi intervista. Quando pronuncia il mio nome tutti esultano. Una sensazione bellissima! Ero davvero contenta ed emozionata: dovevo dare tutto in manche per non deludere tutti quelli che credevano in me. 15 secondi. 5 secondi. Giù il cancello. Non ho azzeccato di nuovo la partenza però recupero fino alle diciassettesima posizione. Poi, dopo metà gara, ancora un calo fisico (non inaspettato) e inizio a perdere posizioni fino a concludere in ventiduesima posizione. E così anche gara 2 se ne va. Non sono stata molto soddisfatta, però mi sono divertita davvero tanto e 35 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT la pista era molto difficile, segnata, piena di insidie. Sono contenta di non essere caduta e di non aver commesso tanti errori. Se solo la condizione fisica avesse tenuto sarei arrivata nei 15. E li si che sarei stata davvero soddisfatta. Arrivare tra i primi quindici al mondiale in mezzo alle professioniste? E chi se lo sarebbe mai aspettato? A parte ciò, è stata davvero una splendida esperienza: mi sono confrontata con le migliori al mondo e posso affermare con sicurezza che alla fine, non sempre conta il risultato. Io ho dato tutto e ci ho messo il cuore. Non ero per niente in forma e la pista era molto complicata; quindi non posso pretendere più di così. Mi è piaciuto davvero tantissimo partecipare a questa gara e spero in futuro di poter prendere parte ad altre gare di questo livello. Vorrei ringraziare tutti quelli che mi hanno permesso di essere là: in primis i miei genitori e tutti i miei sponsor, la famiglia Nocera per l’ospitalità sotto al loro bilico e tutti i miei amici e fan che mi hanno seguito, tifato e supportato armati di striscioni, trombe da stadio, motoseghe e chi più ne ha più ne metta.

36 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

Vienici

a trovare in

strada san giorgio ciliano 9 san giusto canavese

37 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

Improve Yourself di Andrea Nigro

Passata la sbornia di Maggiora, eccoci di nuovo qui a parlare di accorgimenti tecnici che possono aiutarci nel quotidiano dei nostri allenamenti e/o gare. In questo numero abbiamo pronto un altro argomento di semplice trattazione che però molto spesso presenta molti rischi per le leggerezze che si commettono di frequente. Parleremo infatti di come lavare la moto dopo ogni allenamento o manche; la mia esperienza mi dice che è bene non sottovalutare mai alcun aspetto della preparazione della moto, meno che mai quando si rischia di mettere in pericolo il motore. Come vedrete, saranno diverse le occasioni in cui dovremo fare attenzione ed essere lucidi anche dopo una manche estenuante se non vogliamo compromettere la nostra amata compagna di fango. Andate a vedere il nuovo clip e fateci sapere cosa ne pensate, alla prossima!

link! 38 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

Preparazione Atletica di Andrea Caponio

Alzi la mano chi si prepara sempre come si dovrebbe per una gara di motocross la domenica. Vedo poche mani alzate. E’ assolutamente plausibile che tanti di voi non svolgano neanche un minimo di attività in palestra o comunque non strettamente correlata al gesto tecnico crossistico, in fin dei conti MOTOASI.IT è un ente di promozione sportiva amatoriale, non professionistico. Non sottovalutiamo però l’importanza che può avere una preparazione atletica anche minima, nell’economia delle due manche domenicali, ma soprattutto per aumentare la vostra condizione al fine di minimizzare gli infortuni. Proprio in questa ottica, abbiamo deciso di intraprendere questa nuova rubrica, la quale mirerà a consegnarvi una serie di esercizi e strumenti per il miglioramento della condizione atletica, il tutto con un occhio di riguardo al portafogli. Abbiamo già pronto un bel video con tanto di spiegazione sui primi esercizi da poter svolgere partendo da zero. Prima di questo però vorrei presentarmi: sono 39 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT Andrea Caponio, laureato in Scienze Motorie presso il SUISM di Torino ed attualmente ricopro la posizione di personal trainer. Nel corso degli anni ho avuto frequenti contatti con il mondo dell’offroad, sia per quanto riguarda il Motocross (pista ed enduro) sia per il Ciclocross (che pratico agonisticamente). Durante queste esperienze ho maturato la conoscenza e le specificità di questi magnifici sport e spero di poter trasmettere a voi l’essenziale per poter svolgere l’attività con piena consapevolezza del proprio fisico. Negli ultimi anni ho anche affiancato due piloti cuneesi che hanno partecipato a gare di Enduro di alto livello anche a livello internazionale. Credo di avervi raccontato tutto di me, ora lascio spazio al primo episodio della rubrica e se avete bisogno di delucidazioni, scrivetemi pure all’indirizzo caponioa@gmail.com. Vi auguro buon allenamento!

link!

40 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

Il meglio di Instagram di Luca Lombardi

Sapete qual è la novità del mese? I video su Instagram! E noi non vediamo l’ora che condividiate con noi qualche pillola delle gare: una partenza, un podio, un momento di relax. Insomma qualunque cosa vogliate purché sia fatto ad una gara di MOTOASI.IT. E mi raccomando non tralasciate le immagini perché solo quelle verranno pubblicate qui su INSIDE! Vi ricordo brevemente come potete partecipare: una volta scattata la foto con Instagram, sarà sufficiente aggiungere l’hashtag relativo alla gara a cui state partecipando per vedere la vostra immagine sulla nostra pagina. Di settimana in settimana vi ricorderemo quale sarà l’hashtag relativo alle gare del weekend sulla pagina facebook. Attenzione che la finestra di invio è compresa tra sabato e lunedì! Vi aspettiamo numerosi!

link! 41 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT #motoasigattinara #cross by mirko9054

#Readytorace #motoasipinerolo #track #pinerolo #sole #compagnia# by rickysanso123

42 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT #motoasipinerolo ready to race! 966! by ubi966

#motoasifara #motocross #friend #love #like #Mx #happy #happiness #pink #caricheammmolla by chiaramxphotography

43 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT #motoasicastelvetro 2Âş prova campionato Italiano CrossCountry Castelvetro di modena pista old style davvero impegnativa!!! by tommy608

Ready to race!! #motoasivercelli #readytorace #motocross#funny #foxheadinc #start #strizza #goodjob by rickysanso123

44 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

Il Quad

che

verrà

testo e immagini di Andrea De Beni

Agonizzante. Lo stato dell’arte del quad, non solo limitatamente allo sport, almeno per l’Italia, è questo. E’ un malato che sa di esserlo da molto tempo e che, poco voglioso di farsi mettere le mani addosso da medici sapienti, è peggiorato con il passare degli anni, toccando in questi ultimi tempi il suo peggior stato di salute di sempre. Forse più dei suoi albori, cioè di quando le moto a quattro ruote tassellate muovevano i primi, timidi, passi sulle piste italiane ed internazionali. Certo, la crisi c’è. La sentono i concessionari, la sentono i distributori e, ovviamente, ricade sull’utilizzatore finale, su cui ricade il peso di costi non semplici da sostenere e, soprattutto, altamente voluttuari. I tempi in cui nelle gare di quad i piloti iscritti sfioravano le duecento unità sembrano lontanissimi, appartenenti al Mesozoico. Invece si parla di 2009 e 2010, la coppia di anni sicuramente più entusiasmante sotto ogni punto di vista. I problemi sono tanti e se è vero che la parte economica indubbia45 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT mente un po’ ha inciso, è anche vero che i motivi che hanno determinato questo calo sono tanti: l’ostilità nei confronti del quad ha origini antiche e radicate in tante categorie, anche quelle che teoricamente dovrebbero invece investire nel suo sviluppo. Il “malato” è giunto nel 2013 certamente zoppicante ma con in mano la ricetta per la cura. Sembra incredibile, ma la verità è quella: in tanti, MOTOASI.IT in testa, si sono accorti che per far tornare l’entusiasmo si doveva passare dal purgatorio di una condizione meno estrema sotto tanti punti di vista. Abbassare i costi, rendere una festa l’attività agonistica, avvicinare, promuovere, inventare nuove sfide, creare legami di collaborazione tra enti e trofei differenti, imparando a dialogare con la diversità senza isolarsi nelle proprie conoscenze, come dimostra il caso della collaborazione fra MOTOASI.IT e l’XCC.

46 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT Gli ultimi anni di vita dello sport del quad sono stati un treno inarrestabile di crescita verso l’eccellenza, un concetto che unitamente alla crisi di cui sopra, ha mietuto troppe vittime: stare su questo treno è diventato in fretta roba per pochi e così in tanti hanno mollato la presa, molti dei quali abbandonando anche del tutto la passione per il mezzo, disfandosene. Per far crescere la disciplina servono rivoluzioni dal basso, denominate da concetti differenti quali l’amatorialità, la semplicità, i costi bassi e quel concetto di “per tutti” che per troppo tempo ha fatto comodo sopire sotto questa spasmodica ricerca della professionalità e del guadagno, che nel mondo del quad è praticamente impossbile come trasformare il piombo in oro. Fettucciati, cross ed endurance ICC sono una ricetta che sta lentamente prendendo e creando quello strato - chiamiamolo pure nocciolo duro - di appassionati che torna a correre con passione, divertimento ed entusiasmo. Costi bassi, promozione e un progetto di comunicazione integrata su più strumenti, sono un po’ come il carico di briscola: dà quel qualcosa in più, necessario a vincere la partita. Ai piloti va data una costante: niente più rivoluzioni ma solo evoluzioni. Le gare costruite sui trofei del 2013 devono essere la base di partenza per il 2014: il pilota deve avere delle sicurezze e la consapevolezza di conoscere con certezza i terreni sui quali le sfide agonistiche saranno il cuore pulsante anche per gli anni successivi. Troppo spesso le cancellazioni, i rinvii, i problemi, le diatri47 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

be e le lotte intestine, hanno minato decine di gare, trofei, campionati e categorie, uccidendo sul nascere la competitività e il divertimento di decine di appassionati. Nel suo piccolo, MOTOASI.IT sta lavorando proprio nella direzione della serenità e del ritorno di quello stesso entusiasmo. L’unione tra quad e moto è un’altra strada di successo: i piloti di quad vanno educati attraverso la pratica sportiva e possono godere insieme ai colleghi motociclisti di una giornata di sport in amicizia, senza dimenticarsi che basta poco per rovinare un’immagine costruita con fatica e che quindi è indispensabile conoscere sempre le regole di educazione e rispetto verso l’altro. Il quad può rinascere solo attraverso 48 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT questi punti, le quattro “P” dell’evoluzione del suo sport: Promozione, Professionalità, Pazienza, Prezzo. Promozione, perché la competizione non deve mai superare le tolleranze del contesto nel quale si è attualmente e le gare devono principalmente essere una festa, da condividere in amicizia. Giù la mascherina vinca il migliore, fuori dalla pista si ride e si scherza. Professionalità, perché senza quest’ultima - da parte di tutti - non si va da nessuna parte: sicurezza, organizzazione, puntualità, precisione non devono mancare mai. Pazienza, perché per costruire ci va tanto tempo e non si deve mai correre troppo: il lavoro svolto nel 2013 deve essere la base, senza stravolgimenti, per il 2014 perché troppo spesso il pilota di quad ha visto il suo contesto venire rivoluzionato ogni anno, con il risultato che molti si sono persi per strada. In ultimo, il prezzo. Avere un quad, costa. Mantenerlo, pure. Le gare devono perciò essere il più possibile accessibili per tutti i possessori di quad, a costo di fare un piccolo passo indietro dal punto di vista della ricerca tecnologica. Un’ultima “P”, ce la siamo scordata e ci piace metterla per ultima: riguarda la voglia di dare del gran gas e allora a voi la scelta. Pollice o Polso, a seconda del comando del gas preferito, è la parola che deve mettere il pilota di quad, possibilmente divertendosi a farlo.

49 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

3 Domande

a

bruciapelo di Luca Lombardi

Torna l’estate e con essa i fettucciati; in realtà quest’anno in calendario ne abbiamo programmati a partire da marzo, però, come ogni anno, è quella estiva la stagione più affollata di queste tappe. Di pari passo aumentano anche le iniziative di altri enti o di persone legate in qualche modo al motocross; non sempre queste altre manifestazioni si svolgono nel pieno della legalità, ma soprattutto nel pieno della sicurezza. Cerchiamo oggi di sensibilizzarvi verso il tema delle licenze giornaliere. Prima di tutto, esistono le licenze giornaliere? Ovviamente no. E’ solo un modo comodo di circuire i piloti, promettendo loro di poter competere anche senza licenza, quando invece per legge (460/97) tutto ciò non è assolutamente possibile. Questo, oltre a danneggiare tutti gli enti che si impegnano a seguire le direttive in materia, si rivela molto più pericoloso per i piloti stessi. Infatti, non possedendo una licenza competitiva (con visita medico sportiva agonistica), non si ha diritto a copertura assicurativa in caso 50 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2

link!


INSIDE MOTOASI.IT di infortunio durante una gara. Quindi se mi faccio male durante una gara e non ho la licenza competitiva? In tal caso, sarà tutto a carico del pilota. La cosa peggiore è che non è possibile citare in giudizio gli organizzatori fraudolenti poiché essi se ne lavano le mani facendo firmare scarichi di responsabilità e soprattutto attentando alla salute e alla sicurezza di troppi piloti che vogliono avvicinarsi al mondo delle competizioni ma non hanno una conoscenza sufficiente per evitare questo tipo di manifestazioni. Perché queste persone continuano ad organizzare manifestazioni che non coprono eventuali infortuni? Per guadagnare dei soldi facili, è chiaro. Tutta la sovrastruttura amministrativa di cui si deve far carico un Ente per legge costa. Coprire i propri associati con un’assicurazione all’altezza è un altro costo non indifferente. Stipulare un’assicurazione RCT giornaliera obbligatoria per legge (990/69) per coprire un evento motoristio è costoso. Ovviamente, se questi presupposti vengono meno, i guadagni sono molto maggiori. Il tutto a scapito dell’incolumità dei piloti. Dunque, cerchiamo di tutelarci da soli: è chiaro che fare una licenza competitiva comporti un certo dispendio economico, ma la domanda è: quale sarebbe il costo economico ed umano nel caso di un infortunio (magari grave)? Vale davvero la pena rischiare?

51 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2

link!


INSIDE MOTOASI.IT

Motoasi Holeshot di Yves Valenza

Finita la stagione dei monsoni ritornano (per fortuna) le gare di Regionale e con esse anche le puntate realizzate appositamente per gli associati di MOTOASI.IT. Al momento in cui esce INSIDE#2 sarà stata trasmessa solo la gara di Pinerolo ma entro una settimana anche quelle di Casale Monferrato (MX2) e Rivarolo (MX1) arriveranno sui vostri televisori. Ripetiamo che le gare che verranno seguite sono quelle di Regionale MX1 ed MX2; le puntate saranno trasmesse il martedì alle 20.30 su Formusic (canale 613 del digitale terrestre) e in replica il giovedì sempre alle 20.30 su Quartarete TV (canale 24 del digitale terrestre), oltre che in streaming sul sito di ForMusic. Inoltre, dopo queste trasmissioni, troverete lo storico di tutte le puntate sul nostro canale di YouTube (su cui trovate già la puntata relativa al Regionale MX1 di Pinerolo). 02.06.2013 - Pinerolo - puntata 3 23.06.2013 - Casale Monferrato - puntata 4 30.06.2013 - Rivarolo - puntata 5 52 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2

link!


INSIDE MOTOASI.IT

It’s

up to you! di Yves Valenza

Come sempre sul nostro canale YouTube, oltre a trovare le repliche delle puntate televisive, abbiamo tutti i video creati da voi! Se avete qualcosa da condividere mandateci una mail a press@MOTOASI.IT e saremo felici di condividere il vostro. Per questo numero, i ringraziamenti vanno ad Alberto Brocchi che ci ha inviato queste due clip di Gattinara e Fara Novarese. Vi aspettiamo numerosi per il prossimo numero di INSIDE!

Trofeo Asi 09-06-2013 Gattinara 1° Manche Trofeo Asi 09-06-2013 Gattinara 2° Manche Interregionale 12-05-2013 Fara Novarese 1° Manche Interregionale 12-05-2013 Fara Novarese 2° Manche

53 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2

link!


INSIDE MOTOASI.IT

Focus On -

Birretta

estiva

di Roberto Cortese

Estate, caldo, sudore. Conseguenza: mi bevo qualcosa di fresco. Ma si va, magari mi faccio una bella birra assieme agli amici. O giusto un paio. Quanti di voi non lo hanno mai fatto? Nessuno? Non ci credo. Anche perché spesso negli anni passati (e in quello in corso), mi capita di trascorrere una buona parte della mia giornata nei paraggi del bar e ciò che vedo è ben diverso. Piloti che bevono una birra assieme agli amici che sono venuti ad incitarli oppure che se ne fanno una tra di loro sotto i propri gazebo tra i camper. Non fraintendetemi, non che ci sia alcunché di illegittimo nel bersi una bella birra fresca di frigo, soprattutto con il caldo estivo (che peraltro dobbiamo ancora sperimentare). Il problema però sussiste nel momento in cui, dopo la birra, si sale in moto e si va a correre la manche o la batteria delle prove. E sono certo che anche questo sia accaduto. Non punto il dito contro nessuno in particolare, lo punto contro tutti. Quanti si sono mai chiesti se fosse il caso di 54 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT bere qualcosa di alcolico prima di finire la giornata in sella alla moto? E quanti invece hanno pensato che per smaltire quell’alcol c’è bisogno di tempo? Forse troppo pochi. Sappiamo tutti bene quanto sia faticoso farsi una manche di quindici minuti sotto il caldo rovente e dentro a quel casco. E siamo sicuramente anche al corrente del fatto che l’effetto dell’alcol è quello di diminuire le nostre capacità sensoriali, soprattutto restringendo il campo visivo e abbassando la soglia di attenzione. Per non parlare della disidratazione, che influisce ancor più negativamente sulla nostra prestazione. Dunque la domanda sorge spontanea: perché qualcuno vorrebbe correre sapendo di aumentare il fattore di rischio per la propria incolumità? Anche ammesso che non ce ne freghi nulla di noi stessi, il problema grosso qui è che in pista si gira assieme ad altri piloti, ovvero altre persone che condividono la stessa passione ma che non hanno intenzione di rischiare la propria vita per colpa di qualche testa calda. Ripeto, conosciamo tutti bene gli effetti della sola adrenalina che ci arriva in gara. Quante volte abbiamo visto sorpassi azzardati dettati dalla mancanza di lucidità in quei momenti? Vogliamo proprio che questi episodi si moltiplichino oppure vogliamo cambiare registro? Bene, allora la prossima volta prendiamo qualcos’altro di fresco da bere e soprattutto che non contenga alcol. Non lo sentiremo con le nostre orecchie, ma ci ringra55 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT zieranno tutti quelli che sono in pista: dai piloti, agli sbandieratori fino ad arrivare al pubblico. Non me ne vogliano assolutamente i baristi, che giustamente guardano al proprio interesse, però come Ente di Promozione Sportiva è nostro dovere diffondere la cultura della pratica dello sport in sicurezza e consapevolezza di se stessi, anche a costo di non essere simpatici alle volte. Peraltro, sappiate che la mia arringa non si ferma qui. Non molto tempo fa ho discusso di questo problema con la dirigenza del settore Piemonte-Lombardia e ci si è confrontati su possibili soluzioni ed iniziative. Ci sono una serie di idee per effettuare controlli a campione per accertarsi sulle condizioni di lucidità dei piloti. Ovviamente speriamo di avere torto, ma nel caso questi controlli debbano rivelarsi positivi, saranno presi provvedimenti forti per dare un esempio di cosa non vogliamo alle nostre gare. Il motocross secondo MOTOASI.IT è divertimento in sicurezza. Vi piace rischiare? State pure a casa.

56 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

MOTOASI Cares di Roberto Cortese

Maggio e giugno sono stati per fortuna due mesi che non hanno registrato molti infortuni e soprattutto anche quei pochi si sono rivelati di lieve entità. Eccovi il quadro di questi piloti; come sempre da parte di tutto lo staff va il miglior in bocca al lupo per una pronta ripresa. • Alex Vota - Master MX1. Vi avevamo promesso sue nuove su INSIDE#1 ed infatti siamo lieti di annunciare che Alex è già tornato in moto esattamente 27 giorni dopo l’operazione; ha già anche partecipato ad una gara ed ora approfitterà dell’estate per ritornare in condizione adatta per battagliare nella sua categoria. • Emanuele Temporiti - MX2. Succede tutto ad Armeno il 26 maggio durante la prima manche del Trofeo ASI. A metà del secondo giro, subito prima del salitone durante un tentativo di sorpasso avviene 57 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT la collisione che sbalza entrambi i piloti dalla moto. Nella caduta, Emanuele riporta la frattura scomposta della clavicola destra (secondo medio angolare); dal giorno dell’incidente porta un tutore che mantiene fino al 26 giugno. Il rientro in moto è previsto durante l’estate dopo un po’ di fisioterapia.

58 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

Corsi di Fotografia Action Hai una reflex e vorresti imparare ad usarla meglio? Iscriviti subito al CORSO di FOTOGRAFIA interamente dedicato al mondo del MOTOCROSS in collaborazione con MOTOASI.IT

Sei incontri per svelarvi tutti i segreti della fotografia d’azione! Info, costi, calendario e programmi al link seguente www.robertocortese.it/index.php/corsi-action-motoasi/

59 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

Rivarolo Superstar di Roberta Chemel

Dopo due mesi di lenta agonia, è partito finalmente l’Italian Cross Country 2013. Nel circuito denominato “Renato Morletto” di Rivarolo Canavese, sotto la direzione dei lavori del proprietario della pista Daniele Raviola, meglio conosciuto con il nome di Denis, al quale vanno i ringraziamenti da parte di tutta l’organizzazione ICC e MOTOASI.IT per l’ottimo lavoro svolto, ha preso il via la prima gara in calendario, in uno scenario strepitoso, dove anche le condizioni meteo ci hanno regalato due giorni di sole, quasi a voler distendere anche le tensioni accumulate causate dai due rinvii precedenti. Circa 130 piloti, tra moto e quad, si sono schierati sulla linea di partenza, durante l’arco della giornata. Cominciamo con la gara del mattino che ha regalato alcune sorprese, ma anche conferme dalle edizioni precedenti. Nella classe Beginners, primeggia Gabriele Fissi del Team Bardahl Smr, che si aggiudica il gradino più alto del podio. A seguire Gandini Tommaso di Cescocorse 60 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT conquista la seconda posizione e, il toscano estremista dell’enduro, Andrea Piazzesi la terza. Per quanto riguarda la classe Junior, torna dopo un anno di assenza all’ICC, Ceriotti Stefano che taglia per primo il traguardo della sua categoria. Seguono Anghileri Eufrasio e Roasio Gianluca. La lotta a colpi di secondi tra Schiochet Enzo del Mc Schio, Ballati Massimo e Tampieri Luciano (entrambi del Team Bardahl Smr) nella Super Senior si conferma dichiarata anche in questa edizione. Conquistano rispettivamente il primo, il secondo e il terzo posto. Ottimo risultato anche per Ceccanti Loriano che sale in classifica, nonostante qualche difficoltà con la moto. Nella Sport2, si contendono il primo posto Pozzi Alessandro e Borghi Alessandro, che conquistano rispettivamente il primo e il secondo posto. Ottima prestazione anche per Monaco Ermanno che si aggiudica la coppa per il terzo classificato. Grande performance per la lady dell’ICC Cristina Marrocco, anche lei del Team Bardahl Smr, che in classifica assoluta ottiene uno straordinario risultato e vince nella sua categoria. Sentiremo molto parlare di lei nel mondo dell’enduro. Passiamo ora alla seconda gara di giornata, quella che ha visto sul campo le classi Pro, Expert, Pre-Senior e i team che correvano esclusivamente per la classifica di giornata. Nella Pre-Senior vince Ceriotti Massimiliano, anche lui rientrato a far parte della famiglia dell’ICC dopo un anno di assenza, in splendida forma. Romano Fontana, nonostante un problema fisi61 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT co non indifferente, stringe i denti fino a raggiungere la seconda posizione. Si aggiudica la terza posizione, invece, Bellio Alessandro. Nella classe Expert si conferma in gran forma anche Mugnai Fabio che alza al cielo la coppa del primo classificato, seguono Ceriotti Norman e Faravelli Fabio. Passato dalla Expert alla Pro, Stefano Valsecchi lotta per la prima posizione con il toscano Duccio Graziani, che vanta il giro più veloce nell’assoluta e il detentore del titolo dell’edizione 2012 Andrea Tronconi del Team Pro Race. Saliranno sul podio rispettivamente Valsecchi, Graziani e Tronconi. Primo, secondo e terzo classificato. Per quanto riguarda i team, vince la coppia Vergano-Galizia, seguita da Civerchia-Nave e Marniga-Alforno. Passiamo ora al primo nuovo ingresso di categoria nell’Italian Cross Country: i Quad. Sotto la direzione di Marco Magnetti, prende il via lo schieramento dei mezzi alle ore 15.45 per l’allineamento e lo start. Oltre 30 piloti in questa categoria che si è dimostrata entusiasta della formula ICC. Salgono sul podio, dopo 90 minuti di manche, Pinoli Cristian del HP4 Group Team, campione italiano del Campionato Quad Cross, Rondanini Massimo del Galaxy Team, campione italiano del Campionato Quad Country e Versaci Loris sempre del HP4 Group Team, campione regionale Quad Endurance. Rispettivamente primo, secondo e terzo classificato. Per le coppie, invece, si aggiudicano il primo posto la coppia formata da Dalmasso-Taricco, al secondo posto troviamo la coppia formata da Alercia-David e al terzo Ferrami-Tesio. 62 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

Nel

girone

degli impavidi di Roberta Chemel, immagini di Marco Sacchi

In una giornata che sembrava volta al peggio, a causa dell’abbondante pioggia caduta durante il sabato antecedente la gara, l’Italian Cross Country ha concluso con successo la seconda prova di campionato. Nella terra, patria del Lambrusco, il piatto servito era composto da una pista da Cross delle più impegnative e da un tracciato di enduro altrettanto impegnativo che si dispiegava oltre la collina.

63 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

Una cornice, in questa giornata, che ha messo a dura prova i piloti che vi hanno preso parte e l’organizzazione stessa. Condizioni estreme, sia per la location che per i partecipanti. La tensione era palpabile. Durante la mattinata l’organizzazione si riuniva costantemente per valutare la situazione: posticipata la partenza per consentire di revisionare tutto il tracciato per fare in modo che si corresse in sicurezza, apportamenti di modifiche nel tratto di enduro, resi necessarie in conseguenza al maltempo e il sole che man mano scaldava la pista, asciugandola timidamente. L’uomo e il sole collaboravano affinchè si concludesse nel migliore dei modi la seconda gara di campionato. La decisione di far correre prima i quad, anticipando la loro gara rispetto al normale timetable, si è rivelata 64 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT ottimale. I quad, che sono stati grandi protagonisti, accettando di correre per primi, hanno spianato la pista, regalandoci numeri sensazionali. In un circuito formato dall’unione della nuova pista con quella precedente, che consentiva un giro medio di circa 3 minuti ci hanno donato grande spettacolo. Le loro arrampicate per salite veramente erte e scenografiche in un paesaggio preappenninico mozzafiato, hanno lasciato il pubblico presente a bocca aperta.

65 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT Calcano il podio: Djimmy Richard, venuto dalla Francia per una sfida sportiva ai quaddisti italiani, porta a casa la coppa del primo classificato; Rondanini Massimo de Galaxy Team conferma la seconda posizione e Loris Versaci, del Grop Team Quad, la terza. Grande spettacolo anche per le coppie di Quad che hanno corso la gara. Prima classificata la coppia formata da Fomasi Christian e Invernizzi Stefano del Team “Quei due team”, seconda la coppia formata da

66 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT Rech Dal Dosso Davide ed Ermanno del Team “Racing Red”, terza posizione, invece, per la coppia Galetti Andrea e Bani Gabriele del “Team Galetti”. Prende il via alle 15.30, dopo il giro di prova pista e tracciato, le classi dei motociclisti che in questa occasione hanno corso tutti insieme su di un giro percorso di circa 5 minuti. Vince nella categoria Beginner, Tommaso Gandini di Cesco Corse, seguito da Giangeri Tommaso e Fissi Gabriele, entrambi del Team Bardahl Smr. Citazione particolare va al pilota Iorfida Raffaele del Team Fachiro, che dalla lontana Catania, ha percorso più di mille chilometri, attraversando la penisola italiana, per presentarsi alla linea dello start nella Beginner e aggiudicandosi l’ottavo posto in classifica. Nella Super Senior i primi tre gradini del podio vengono occupati dal trio Ballati, Schiochet, Tampieri. Massimo Ballati del Team Bardahl smr conquista il primo posto, seguito da Enzo Schiochet del Mc Schio. Luciano Tampieri, anche lui del team Bardahl smr si conferma terzo. Nella Sport 2 vince Borghi Alessandro del Team Bardahl smr, aggiudicandosi anche la coppa del giro più veloce offerta da Soloenduro.it del gruppo di classi che normalmente corrono al mattino. Seconda posizione per Alessandro Pozzi del Team Off Road e terzo posto per Monaco Ermanno dell’Mc Valle Idice. Nella Junior, salgono sul podio rispettivamente Ro67 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT dolfo Barel (Team Bardahl smr), Ceriotti Stefano (Altomilanese Mx), Napoli Lorenzo del Team Cabutti; rispettivamente primo, secondo e terzo classificato. Campionessa indiscussa della classe Woman: Cristina Marrocco (Team Bardahl smr). Nella classe Pro, si riconferma vincitore Stefano Valsecchi del Fast Team. Ad un soffio, dietro di lui, Duccio Graziani del Team Bardahl smr che conquista, oltra che la seconda posizione al podio, la coppa del giro più veloce nell’assoluta offerta da Soloenduro.it Terza posizione per Rigoni Antonio del Mc Schio. Nella Pre-Senior conferma la prima posizione Ceriotti Massimiliano dell’Mx Altomilanese, seguito da Romano Fontana del Team Bardahl smr e da Luca Santoni (ASD Bj Racing), rientrato alle corse dopo un lungo stop e già presente alle prime due gare del circuito tedesco GCC. Nella Expert, si riconferma primo Mugnai Fabio (Team Bardahl smr). Seconda posizione per il bresciano Alan Bonafini (Due Ruote Corse) che dopo una lunga degenza a causa di un infortunio al polso, si sta ricreando spazio importante. Terza posizione per il terzo membro della famiglia Ceriotti che anche questa volta ha conquistato il podio: Norman. Si ringraziano Ezio Cassiani del Mc La Barbaiola e tutti i suoi collaboratori sulla pista di Castelvetro di Modena per l’ottimo lavoro svolto e ricordiamo che la partita per la conquista dei podi è ancora aperta.

68 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

69 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

Nel

mezzo

del cammin di nostra vita

di Roberta Chemel, immagini di Marco Sacchi

Si è conclusa la terza prova di campionato Italian Cross Country, allestita in uno scenario straordinario, nella regione delle Langhe in provincia di Cuneo. Il Mc Pistons Valley e Salmour Offroad Park capitanati da Roberto Gazzola, hanno ospitato il terzo appuntamento del calendario ICC. A loro va il ringraziamento per l’ottimo lavoro svolto.

70 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT La pista da cross tirata a lucido, della percorrenza di 1.850 mt e un tracciato nel bosco adiacente hanno costituito l’ingrediente principe di questa gara. Sulla linea dello start, hanno preso il via a metà mattina, come da programma, le classi del mattino che hanno avuto di che divertirsi in 90 minuti di gara. Per la categoria Beginner, si aggiudica il primo podio di stagione, il toscano Piazzesi Andrea dell’Mc Valdisieve, che ha dominato in maniera indiscussa tutta la gara. Si aggiudica la coppa del secondo classificato Gandolfi Lorenzo di Am Racing, seguito da Cotto Fulvio di Proxai. Nella categoria Junior si riconferma in prima posizione Ceriotti Stefano del Mc Altomilanese che stacca di un giro il secondo classificato Roasio Gianluca e il terzo classificato Golutti Gianmario. Nella Sport2, lotta a suon di secondi tra Pozzi Alessandro, Borghi Alessandro e Monaco Ermanno che si aggiudicano rispettivamente la coppa del primo, del secondo e del terzo classificato. Pozzi Alessandro vince inoltre la coppa Soloenduro per aver compiuto il giro più veloce nell’assoluta: 04:47.293. La lotta ormai epica tra Massimo Ballati e Schiochet Enzo nella Super Senior vede di nuovo salire sul gradino più alto del podio Ballati del Team Bardahl Smr e ad una manciata di secondi Enzo Schiochet del Mc Schio. Terza posizione, invece, per Adriano Luigi Sergio del Team Cabutti. Per le classi del pomeriggio, invece, questi i podi: nel71 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

72 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT la categoria Expert, vince il bresciano Alan Bonafini di Due Ruote Corse, seguito da Ceriotti Norman (entrambe su Yamaha YZ 250) e ad un giro di stacco, conquista il terzo gradino del podio Faravelli Fabio. Nella Pre Senior, Fontana Romano del Team Bardahl Smr alza la coppa del primo classificato, seguito dal bresciano Pasotti Stefano su Ktm exc 250 e dal piemontese Bellio Alessandro. Nella categoria Pro, si riconferma vincitore Valsecchi Stefano del Fast Team, seguito a soli due secondi da Duccio Graziani del team Bardahl Smr che si aggiudica anche la coppa del giro più veloce per la seconda manche del trofeo Soloenduro con un tempo di 04:37.825. Guadagna punti, aggiudicandosi la terza posizione, invece, Rolli Mauro del Mc Sebino. A chiudere il programma di giornata, si sono schierati al via 40 quad che come sempre ci hanno regalato numeri spettacolari. Per la classe marathon, salgono sul podio: Ventura Amerigo del Team Quaddy, Djimmy Richard dalla Francia e Pinoli Cristian di Tity e Amarenas, rispettivamente primo, secondo e terzo classificati. Per quanto riguarda i quad che hanno corso in coppia, invece, vincono il duo Cantello-Varaldo, seguiti da Dalmasso-Taricco-Bernocchi del team Patela e dalla coppia Alercia-David dell’Adrenalina Team.

73 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

74 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

Giro

di boa

di Roberta Chemel, immagini di Marco Sacchi

Si è da poco conclusa la terza prova dell’Italian Cross Contry e siamo quindi arrivati alla metà dei giochi. Dopo un’estenuante attesa per l’apertura di stagione, rimandata per ben due volte a causa del maltempo che ha investito le località fissate per le gare durante tutta la primavera, siamo arrivati a fine giugno con all’attivo tre gare. Rivarolo Canavese, Castelvetro Modenese e Salmour (rispettivamente località della prima, seconda e terza prova disputate) ci hanno regalato scenari epici e forti emozioni. Due date in Piemonte e una in Emilia Romagna. Il bilancio di metà stagione è positivo: piloti entusiasti delle località scelte, nonostante le lunghe trasferte che molti di loro hanno dovuto sopportare, tracciati d’enduro e piste da cross in linea con la filosofia dell’ICC e l’aria che si respira tra i paddock è quella di una grande famiglia con una passione comune: quella di MOTOASI.IT. Durante la terza prova abbiamo avuto inoltre l’onore di avere tra i partenti il primo pilota disabile all’interno del campionato nella storia dell’ICC. 75 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT Andrea De Beni del Garpez Team Disabili (nonché parte del team di INSIDE) si è saputo distinguere per tenacia e spirito sportivo. Portando il suo team all’interno dell’ICC ha dimostrato una volta per tutte che la passione per lo sport non conosce limiti. Ci aspettano ora altre tre prove. La prossima a Piacenza ad inizio luglio, dopo di chè ci sarà la pausa estiva per riprendere il primo settembre a Casale Monferrato e concludere in bellezza con la finale italiana a Fara Vicentino.

76 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

Vento d’estate testo e immagini di Alessandro Castellani

Nonostante qualche difficoltà di percorso, il Trofeo Lazio MOTOASI.IT 2013 è arrivato alla lunga pausa estiva con cinque gare in archivio e tante novità di cui rendere conto. Dallo scorso numero di INSIDE sono state corse tre gare: il 21 aprile a Ponte Sfondato (frazione di Montopoli in Sabina, in provincia di Rieti), il 12 maggio a Vasanello (VT) ed il 2 giugno al Rinaldone (vicino alla zona industriale di Viterbo). Due di queste piste, però, non erano originariamente inserite in calendario e sono state selezionate in extremis per recuperare l’indisponibilità dei due impianti “titolari”, Malagrotta e Fiano Romano.

77 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT A Malagrotta, dove la gara era prevista per il 5 maggio, non si è corso perché i gestori della pista hanno improvvisamente ritirato la loro disponibilità a fornire la struttura al Coordinamento ASI (che, secondo gli accordi, si sarebbe occupato di organizzare la manifestazione attraverso altri motoclub); a Fiano Romano, invece, l’autorizzazione a disputare l’evento per il 2 giugno è stata negata dalle amministrazioni locali, con cui già da qualche tempo i gestori del crossdromo “Tiberina” hanno dei problemi di permessi e pratiche burocratiche, indispensabili per permettere all’impianto di proseguire l’attività agonistica. Grazie all’impegno, alla disponibilità e all’ottimo lavoro dei motoclub Vasanello e Vulcano, tuttavia, il Coordinamento è riuscito a recuperare le gare in calendario e a dare una continuità al suo campionato, che, potendo contare su un numero congruo di prove disputate, è arrivato alla pausa di metà stagione con una fisionomia ben definita. Ora c’è qualche mese di tempo per aggiustare i cavilli regolamentari che si sono messi di traverso in corso d’opera e ripresentarsi a settembre con tutte le carte in regola per portare a termine un bel Trofeo; i gestori della pista di Fiano sono già al lavoro per cercare di recuperare la loro gara in autunno ed il coordinatore Brignola sta vagliando la disponibilità degli altri organizzatori per confermare od eventualmente apportare qualche modifica al calendario stilato ad inizio anno. Anche se il Trofeo motocross resterà fermo, l’estate ASI nel Lazio non sarà comunque priva di appunta78 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT menti: si comincerà il 23 giugno con il raduno non competitivo “Summercross”, organizzato a Fiano Romano in collaborazione con il sito www.mxitalia.it; si proseguirà il 7 agosto con il Trofeo del Pollo Ruspante a Tragliatella, vicino Fiumicino (RM); nel mezzo, le gare del Trofeo Centro Italia quad, un’altra novità curata dal Coordinamento MOTOASI.IT regionale che si sta sviluppando con sempre crescente successo e partecipazione.

79 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

What’s App? di Roberto Cortese

MX - Gratis Pensate che per televisione passino troppo calcio e troppo poco motocross? In tal caso quest’app fa per voi. E’ in buona sostanza un aggregatore dei migliori portali che producono contenuti video riguardo il modo dell’offroad: Vurbmoto, Racer X, TransWorld MX, Vital MX ed altri. Un contenitore gigantesco di immagini in motion in cui vi potrete tuffare ogni volta che avete bisogno di una scarica di adrenalina!

80 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

iBeatThat - Gratis iBeatThat è un vero e proprio social network rivolto agli sport estremi e non solo: consente infatti di tenere traccia di tutte le nostre attività, dall’allenamento al piazzamento in gara e soprattutto consente la condivisione anche su facebook dei risultati di rilievo. E’ possibile inoltre trovare gli amici e commentare le loro attività, il tutto direttamente dentro l’app. Insomma, un modo divertente di far sapere a tutti gli amici crossisti come procede la nostra stagione.

81 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

MXD Moto App - Gratis Utilissima. Non c’è altra parola che meglio descrive MXD Moto App. Di cosa si tratta? Semplice, con questa app potrete sfruttare il sistema di posizionamento satellitare del vostro dispositivo mobile per settare l’arrivo in qualunque pista. Fatto ciò, l’app riconosce automaticamente quando avete terminato un giro e archivia tutti i vostri dati di modo da poter analizzare giri veloci e tutte le statistiche di cui potete avere bisogno per analizzare la vostra gara.

82 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

Race Prep - 0.89€ Questa è un’app molto semplice che però vi consentirà di portare sempre con voi qualunque manuale della vostra moto (soprattutto PDF). Un semplice archivio da avere quando siete in pista, ad una gara o dovunque abbiate bisogno. Non dimenticate di caricare anche la versione PDF di INSIDE!

MX Buddy - 2.69€ Questa è l’app perfetta per tutti coloro che seguono un pilota da vicino ed hanno necessità di analizzare 83 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT l’evolversi di una preparazione in termini di miglioramenti dei tempi sul giro. MX Buddy offre, infatti, una serie di strumenti che aiutano notevolmente quando si tratta di analizzare statistiche di giornata ma anche di confrontare sessioni di allenamento a distanza di diverso tempo. E’ anche possibile settare le condizioni del terreno, setting della moto ed inserire note, di modo da avere una documentazione analitica dell’attività svolta. 2,69€ ben spesi a nostro parere.

84 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

Agenda Luglio 07/07 - Vigliano Biellese (BI) Trofeo ASI MX1-MX2-Mini-2T 07/07 - Piacenza (PC) ICC Cross Country MX-Quad 14/07 - Frinco (AT) Camp. Fettucciati MX1 - MX2 - Veteran - Mini 21/07 - Casale M.to (AL) Reg. MX1-Over40 21/07 - Salmour (CN) Coppa ASI Epoca - Reg.Quad - Reg.Mini - Young - 2T 27-07 - Brandizzo (TO) Notturna MX1-MX2-Mini 28/07 - Volvera (TO) Camp. Fettucciati Quad - Epoca - MX1 MX2 - Veteran - Mini

85 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

Agenda Agosto 04/08 - Carmagnola (TO) Camp. Fettucciati Epoca-MX1-MX2-Veteran-Mini 11/08 - Cavour (TO) Camp. Fettucciati Epoca-MX1-MX2-Veteran-Mini 18/08 - Busca (CN) Camp. Fettucciati Epoca-MX1-MX2-Veteran-Mini 25/08 - Vigliano Biellese (BI) Coppa ASI Epoca - Reg. Quad - Reg. Mini-Young-2T

86 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT

Contattaci

Info e feedback:

press@motoasi.it I contatti di tutti i Responsabili e Coordinatori sono disponibili sul sito di MOTOASI.IT

87 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2


INSIDE MOTOASI.IT INSIDE#2 Maggio-Giugno 2013 un progetto di MOTOASI.IT Team di Redazione: Roberto Cortese - Direttore Editoriale Luca Lombardi - Caporedattore Yves Valenza - Redattore Andrea De Beni - Redattore Roberta Chemel - Redattore Alessandro Castellani - Fotogiornalista Special thanks to: Alberto Brocchi - Video della gara Ugo Cosentino - Blocco Mentale Elias Grimaldi - Ci avevo quasi creduto Noemi Gatto - Orgogliosa di Lui Alice Magnoli - Una gara come le altre Andrea Caponio - Preparazione Atletica Andrea Nigro - Improve yourself Paola Calonghi - Fotografo Marco Sacchi - Fotografo

88 - Inside Maggio - Giugno 2013 - Numero #2

INSIDE - Numero #2  

Secondo numero del Magazine ufficiale di MOTOASI.

INSIDE - Numero #2  

Secondo numero del Magazine ufficiale di MOTOASI.

Advertisement