Page 1

INSIDE #1

Danza della pioggia


INSIDE MOTOASI.IT

INDICE Editoriale Regionale MX1 Pinerolo La Prima Volta Improve Yourself 3 Domande a bruciapelo Focus On - Maltempo Minicross e dintorni Il meglio deve ancora venire MOTOASI Holeshot It’s up to you! MOTOASI Cares Otherside Cos’è un corsa in moto? Dimensione Quad No ICC, No Party Benvenuta primavera Show Time! What’s App? Contattaci 2 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1

3 5 11 14 16 18 23 25 27 28 29 32 35 38 40 43 46 51 60


INSIDE MOTOASI.IT

Editoriale di Roberto Cortese

So che forse è un po’ presto per i ringraziamenti. Però mi va di cominciare così questo primo numero ufficiale, con un grazie. Grazie da parte di tutta la redazione e di chi ha creduto in questo progetto, perché non ci saremmo mai aspettati di vedere cinquemila impressioni al numero zero di INSIDE. Ebbene si, cinquemila. Sono tante, davvero moltissime. Questo primo traguardo non è altro che un punto di partenza per tutti noi, beninteso. Non ci adageremo sugli allori, ma cercheremo di continuare a creare contenuti degni delle vostre visite. Ed è proprio per questo motivo che già a partire dal numero che avete sotto gli occhi, abbiamo allargato la squadra dei redattori, cercando di portare contributi che seguano la linea del magazine stesso, ovvero riguardo ciò che accade dentro all’ambiente delle gare. Questo numero tratterà ampiamente del meteo, dato che è stato il protagonista principale di questo inizio stagione 2013, soprattutto in Focus On; ci sarà ovviamente spazio per i report delle (poche) gare di regionale che ci sono state concesse ed uno dei due 3 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT è scritto da un pilota, proprio perché ci piace sentire la vostra voce. Novità interessante è invece la rubrica “What’s App?” dove in ogni numero vi proporremo una serie di applicazioni per piattaforma mobile (come INSIDE del resto), che possono tornare utili nello svolgimento dell’attività agonistica. Come promesso, saranno presenti anche le due rubriche che trattano rispettivamente del recupero degli infortunati e di come migliorare la preparazione della moto con alcuni semplici accorgimenti. Cogliamo inoltre l’occasione per presentare ufficialmente il calendario Minicross per il 2013 e faremo anche alcune domande “scomode” al Direttore del Settore Motociclismo di MOTOASI.IT, Yves Valenza in persona. Vedremo, altresì, il meglio che è arrivato da Instragram da queste poche gare finora disputate e vi forniremo il link ai video realizzati dai nostri piloti-collaboratori. Come anticipato, ci saranno poi le due novità che arrivano rispettivamente dai Quad e dal mondo femminile che gravita attorno alle nostre gare di motocross; per chiudere anche spazio all’attività delle altre regioni italiane che fanno parte di MOTOASI.IT. Bando alle ciance, la parola al primo vero numero di INSIDE. Buona lettura!

4 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT

Regionale MX1 Pinerolo di Roberto Cortese

foto di Simon Cascioli e Roberto Cortese

Pioggia. Pioggia. Pioggia. Ora, basta. Domenica di metĂ Aprile con solleone per far finalmente partire il Campionato Regionale MX1. Dopo due gare annullate, al Crossodromo di Baldissero va finalmente in scena una sana giornata di cross con il bel tempo ed una temperatura decisamente estiva. Come tutte le prove di Regionale che si rispettino, si presentano ai

5 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT cancelletti circa duecento piloti, tutti caldi dopo un lungo inverno passato ad allenarsi al freddo. Over40 Gold e Silver subito a dare spettacolo e a mostrare che

l’età conta fino ad un certo punto quando c’è il talento e l’esperienza. Passano successivamente i Master e gli Expert a far vedere come affrontare la pista di Pinerolo ed infine Esordienti e Sport. Pausa pranzo in perfetto orario e poi via con le manche. Over40

6 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT

Gold senza storia con due vittorie di Pioppo, seguito da Riccio e Parodi; Over40 Silver piÚ combattuta con Adamini che si porta via la vittoria di giornata, seguito da Amerio e Manna. Anche nella Master, due manche che vedono Daziano praticamente sempre al comando; secondo posto per Papa, reduce di due partenze non perfette ma determinato nella rimonta; chiude il podio Riccio. Expert dominata da Faravelli, seguito da Chiappa e Dellerba, che spunta il podio nonostante una seconda manche un po’ meno brillante della prima. Categoria Sport equilibrata nelle posi7 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT

zioni di testa, che vede Amerio imporsi su Adamini e Bollito; chiude la Esordienti con Civera, Covello e l’intramontabile Elli. La categoria Femminile è invece dominata da Magnoli, seguita da D’Amico e Nardin. 8 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT

9 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT Fortunatamente non ci sono stati infortuni gravi e la giornata si è chiusa intorno alle 18.30 con le premiazioni di rito. Una nota molto positiva arriva dal rientro in pista di Fabio Vicenti nella categoria Expert, che rientra dopo un mese e dieci giorni di stop dovuti ad una frattura alla clavicola sinistra. Prossimo appuntamento col Regionale MX1 a Casale Monferrato a metà Maggio.

10 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT

La Prima Volta di Alberto Brocchi

Ore 7.45, poche nuvole, un sole tiepido che illumina il paddock di Vercelli quasi al completo. Subito a ritirare i transponder e poi si allestisce il campo. “Centosei, si papà siamo in centosei nella esordienti! E come funziona?”. “ Tu dai il massimo e poi vediamo!”. Iniziano le qualifiche: due giri per capire che la pista è perfetta, anche troppo. Pochi canali, sassi e un fondo molto compatto. Finalmente riesco a passare i due che mi mitragliavano di sassi e iniziano i due giri lanciati. Tredicesimo e dopo il mix delle tre batterie mi trovo trentasettesimo nella batteria A. Bene, sono nella A! Male, parto trentasettesimo. Ci penso, ma giusto il tempo di riscaldarmi e focalizzare sulla prima staccata; essere tra i primi per non capitare nella mischia della prima curva. “Categoria Esordienti finale A al preparco”. Schieramento completato, si alza il cartello dei quindici secondi, ultimo sguardo a quel canale che solo io riesco a vedere, nessun altro sa dov’è; solo io, sarà mio! Cinque secondi: frizione puntata, sguardo fisso al cancelletto, e gas al limitatore; di fianco non so, ma davanti ne ho pochi, tre o quattro al massimo. Ritro11 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT vo il mio caro canale, sapevo di trovarlo lì. Gas per stare con i primi, quel ritmo so di non poterlo tenere a lungo ma almeno mi toglie dalla mischia; un errore e subito mi infilano: calma, calma, imposta il tuo ritmo e cerca di riprenderli. Chiudo il primo giro diciottesimo, seconda curva proprio sotto la tribuna; lo vedo, è largo e io faccio l’interna e lo passo. Il tempo di pensarlo e mi sento sbalzare in avanti, tanto troppo per poter rimanere sulla moto. Qualcuno è arrivato lungo o voleva passare dove era impossibile farlo, ma siamo esordienti e poteva capitare anche a me forse. Moto spenta e sfilano tutti. Il tempo di accenderla e non mi resta che chiudere la manche trentaseiesimo. Si torna al furgone, a parte il risultato tutto bene, riser un po’ storto, qualche botta niente e più. Dopo qualche ora tocca alla seconda manche; nel frattempo il tiepido sole ha lasciato spazio alla pioggia, che in dieci minuti ha stravolto la pista. Corro ai ripari per una gara sul fango e da buon esordiente devo leggere sulla confezione come applicare i tear-off sulla mascherina e sperare di non toglierli tutti insieme. Allineamento pronto per la seconda manche, “io lo so che ci sei, mio fido di te, canale, prima io e poi gli altri. Cinque secondi e via, volo su questo fango, volo. L’unico pensiero è stretto stretto nel canale, e ci sono. Terzo fuori dalla prima curva, ora gambe strettissime sul telaio perché si scivola da matti. Buon ritmo, perdo qualche posizione e nel mentre 12 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT scopro che togliere i tear-off in salto non è tra le mie specialità: le mani non si staccano dal manubrio per via dell’effetto colla sulle manopole, allora li tolgo nel guidato, ovviamente quando non ci sono le buche. Sono nono, mancano due giri alla fine e al terzo tear-off che strappo devo aver preso tutta la mascherina perché mi sono spalmato il fango nell’occhio destro. La gara è diventata molto complicata con un solo occhio, li sento dietro, mi passano, ma io non riesco a vedere più i canali, le buche; sono stanco e non posso permettermi errori: devo chiudere il gas e subire gli attacchi. Alla bandiera a scacchi sono diciassettesimo. Come prima gara sono comunque soddisfatto, nella classifica assoluta sono ventisettesimo: non mi sono fatto male, ed è tutta esperienza per le prossime gare. Sulla strada del ritorno ne ho fatti mille di pensieri: “potevo stare largo, la prossima volta devo chiuderlo, eccetera”. Ma una cosa è certa: la mascherina devo stringerla di più e in allenamento buttare pacchi di tear-off per imparare a strapparli in volo!

13 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT

Improve Yourself di Andrea Nigro

Come è già stato anticipato sul numero #0 di INSIDE, da quest’anno MOTOASI.IT ha deciso di dare costruttivamente una mano ai piloti per far sì che migliorino, di modo da poter spendere questi progressi in termini di Maggiore sicurezza in pista per se stessi e per gli altri. Data la mia esperienza sul campo, mi è stato affidato questo ruolo, che spero di onorare. In questa rubrica non vi insegnerò come smontare una forcella o altre cose complicate. Assolutamente no. Quello che cercherò di fare, sarà fornire una serie di piccole indicazioni ed aggiustamenti, che però possono migliorare nettamente le vostre prestazioni in pista a costo zero! Bando alle chiacchiere e godetevi il primo video che abbiamo realizzato: in questo numero parliamo di sospensioni. Buona visione!

14 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT

Vienici

a trovare in

strada san giorgio ciliano

9

san giusto canavese

15 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT

3 Domande

a

bruciapelo di Luca Lombardi

Il maltempo è il tema di questo numero di INSIDE: siamo andati a parlare direttamente con Yves Valenza per fare chiarezza su alcune questioni ricorrenti che ci avete segnalato via mail. Ecco di cosa abbiamo discusso. Quali sono le condizioni per annullare una gara? Sicurezza e praticabilità. Questi sono i capisaldi per lo svolgimento di una gara di MOTOASI.IT. Io ovviamente devo rispondere ai miei piloti e dico come si comporta il nostro Ente di fronte a situazioni difficili dovute al meteo. In primo luogo devono esistere le condizioni di praticabilità della pista, ovvero si deve essere in presenza di un tracciato che sia agibile e che consenta a tutti i piloti di correre. In secondo luogo, ma di pari importanza rispetto al primo, la pista deve essere sicura. Ciò significa che i mezzi di soccorso devono essere in grado di entrare in pista in qualunque momento per soccorrere un pilota. Inoltre, a parte questi due principi di massima, essendo MOTOASI.IT un Ente di promozione sportiva (dun16 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT que senza vincoli di calendario e sponsor), valutiamo sempre le condizioni del tracciato perché il nostro obiettivo è far divertire i piloti. Se c’è troppo fango per via delle piogge insistenti, si preferisce talvolta rinviare la gara perché altrimenti non ci si diverte (oltre che si rischia in termini di praticabilità). Perché le vie di fuga sono tanto importanti da decidere l’annullamento di una gara? Le vie di fuga sono un cardine fondamentale di una pista tanto quanto il sistema di irrigazione e tutte le infrastrutture presenti in ogni impianto. Dunque, allo stesso modo per cui, se manca il sistema di irrigazione non ci sarebbe la visibilità adatta per poter svolgere una competizione in sicurezza, così se le vie di fuga non sono accessibili dai mezzi di soccorso non sussistono altresì i requisiti fondamentali per la manifestazione. Da cosa dipende l’irrigazione della pista? In linea di massima, questa decisione è dettata dai due principi di cui sopra. Quando ci si rende conto che la pista si sta degradando e si alza una polvere tale per cui non sussiste la condizione di praticabilità dovuta alla scarsa visibilità, allora si procede all’irrigazione. Una pista bagnata, infatti, è ben visibile e sta poi alla bravura del pilota affrontarla nel modo adatto. Una pista polverosa è come affrontare un salto cieco senza sbandieratore: non sai cosa stia accadendo oltre e ciò comporta scarsa sicurezza.

17 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT

Focus On Maltempo di Roberto Cortese

Eccomi finalmente a scrivere per la prima volta questa rubrica. Credo che una premessa sia quantomeno doverosa. Questo non sarà uno spazio dedicato all’approfondimento, sarà invece un’occasione per presentare la mia opinione personale riguardo un tema particolarmente spinoso che in qualche modo si è presentato durante il periodo dell’uscita del magazine. In soldoni, sarà una rubrica scomoda ed antipatica per qualcuno, probabilmente a molti non piacerà, ma personalmente credo che per affrontare determinati problemi a volte non serva andare troppo per il sottile. Mi è stato domandato di redigere questo “pezzo” proprio perché, fino all’anno scorso, il ruolo che ricoprivo (e che ancora ricopro in parte) mi consentiva di sentire in prima persona le voci dei piloti, parenti, amici. E proprio l’opportunità di ascoltare e vedere taluni comportamenti mi ha spinto a contribuire, spero, in maniera costruttiva alla crescita di tutti, nonostan18 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT te, come anticipavo prima, ciò che leggerete in Focus On, non sempre vi piacerà. Le mie saranno delle provocazioni che spero facciano nascere un dibattito costruttivo su come migliorare se stessi e MOTOASI.IT, di modo da contribuire alla creazione di un ambiente gare migliore. Il tema che vorrei affrontare in questo numero è il maltempo. Meglio: il rapporto dei piloti con esso. Tutti sappiamo come (non) è cominciata la stagione 2013 e di come le piogge tipiche di questo periodo la stiano facendo da padrona nei nostri amati fine settimana. Abbiamo persino dedicato una copertina ironica al maltempo che continua ad imperversare costringendo ad annullare gare su gare. Io non possiedo una memoria così lunga, ma credo che si sia visto raramente che nove gare su quattordici venissero annullate nei primi due mesi di competizioni. Capita purtroppo: marzo ed Aprile fanno ormai parte della “stagione delle piogge”, dunque non c’è molto da fare se non rassegnarsi e sperare in un responso favorevole dalla meteorina di turno. In tutto questo il pilota cosa fa? Si lamenta, ecco cosa fa. Oppure fa il brillante con gli altri. Perché è proprio questo che mi è capitato di leggere ogni singola settimana in cui c’è stata una competizione annullata. Dai piloti che appena vedono due gocce d’acqua scendere dal cielo sono già pronti a scaricare la moto dal furgone, sino ad arrivare ai “duri” che si permet19 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT tono di dire agli altri che non hanno gli attributi se non si presentano alla gara. Credo di averne a sufficienza di tutte queste chiacchiere da bar, che peraltro non servono assolutamente a niente. In primo luogo, a prendere le decisioni riguardo la fattibilità di una gara, ci sono persone che hanno esperienza pluridecennale, le quali conoscono bene la differenza tra una gara col fondo bagnato ed una situazione di pericolo per i piloti. Dunque, se una gara è annullata, non necessariamente è “solo” perché la pista è impraticabile: può accadere (come è stato a Rivarolo), che le vie d’accesso alle ambulanze non fossero agibili, creando dunque una situazione di forte pericolo in caso di cadute. In quella situazione, peraltro, a Rivarolo le condizioni della pista erano veramente inaccessibili nonostante il lavoro dei gestori. Colgo però l’occasione per far notare ad alcuni piloti che non tutti possono permettersi economicamente la sostituzione o un’assistenza frequente alla propria moto; per questo motivo, sinceramente eviterei di dire agli altri cosa devono fare, in quanto nessuno può conoscere la situazione di un altro pilota e criticare in questo modo non aiuta nessuno a crescere. D’altra parte, mi sento anche di opinare il comportamento idrofobo di chi teme il fango: tolto il fatto che il motocross non è fatto per chi non voglia sporcarsi, talvolta un briciolo di autocritica non farebbe male. Con ciò intendo dire che, prima di gridare all’eccesso di fango, forse sarebbe il caso di provare ad andare ad allenarsi qualche volta in più sul bagnato, altri20 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT menti non si migliorerà mai. Quanti davvero escono di casa per andare a girare quando la pista è bagnata? Io temo troppo pochi. Certo, è sempre una questione di quanto importante sia la passione del motocross; se è talmente importante da permettersi di scrivere pubblicamente parole ironiche sulla preparazione altrui, allora forse sarà il caso di cambiare marcia ed allenarsi in qualunque condizione metereologica possibile. Anche e soprattutto, col bagnato. Altrimenti, forse è il caso di lasciar posto all’autocritica e non competere affatto. Le gare sarebbero più sicure per tutti, organizzatori e piloti.

21 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT

Corsi di Fotografia Action Hai una reflex e vorresti imparare ad usarla meglio? Iscriviti subito al CORSO di FOTOGRAFIA interamente dedicato al mondo del MOTOCROSS in collaborazione con MOTOASI.IT

Sei incontri per svelarvi tutti i segreti della fotografia d’azione! Info, costi, calendario e programmi al link seguente www.robertocortese.it/index.php/corsi-action-motoasi/

22 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT

Minicross

e

dintorni di Yves Valenza

foto di Roberto Cortese

Anche quest’anno MOTOASI.IT rinnova il suo impegno nel formare i giovanissimi che si avvicinano al fuoristrada e lo fa riproponendo i corsi per il Minicross diretti da Willy Allegro. La formula resterà la stessa degli anni passati, ovvero i corsi si terranno il sabato che precede alcune tappe del Trofeo ASI oppure del Regionale Mini-Young-2T. Tale scelta è dettata dalla possibilità di far comprendere ai pilotini la pista che andranno ad affrontare nella competizione del giorno successivo. In calendario si alterneranno circuiti più semplici ad altri più complicati, il tutto per poter abituare gradatamente i ragazzi alle difficoltà tecniche proposte da talune piste. Ecco le tappe che quest’anno faranno parte dei corsi Minicross: • 11-05 Fara Novarese • 25-05 Armeno • 08-06 Gattinara • 06-07 Vigliano Biellese 23 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT • 20-07 Luglio Rivarolo • 24-08 Vigliano Biellese • 21-09 Armeno • 28-09 Brandizzo • 19-10 Pinerolo Nella speranza di vedere un numero nutrito di nuove leve, vi diamo l’appuntamento in pista sabato 11 Maggio in quel di Fara Novarese per cominciare la stagione alla grande!

24 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT

Il

meglio deve

ancora venire di Luca Lombardi

Eccoci finalmente a vedere il meglio di quello che avete combinato con le vostre reflex o smartphone e che poi avete voluto condividere con noi su Instagram! Prima di tutto vorremmo spronarvi ad inviarci numerosi le vostre immagini, perché siamo curiosi di vedere cosa si vede “da dentro”, da voi che siete l’anima di questo ente. Partecipare è semplicissimo: una volta scattata la fotografia con Instagram, sarà sufficiente aggiungere l’hashtag relativo alla gara a cui state partecipando per vedere la vostra immagine sulla nostra pagina. Di settimana in settimana vi ricorderemo quale sarà l’hashtag relativo alle gare del weekend sulla pagina facebook. Attenzione che la finestra di invio è compresa tra sabato e lunedì! Partecipate numerosi!

25 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT Precenico by omarsesti Il primo premio se lo aggiudica la foto dei due pit biker friulani che si scambiano un saluto a fine gara. Vogliamo vederne spesso di foto così, è questa l’essenza dello sport!

Gattinara by eli_zanni_ La domanda è una sola: ma che sta facendo? Ha perso il casco, sta dormendo o cos’altro? Se avete qualche clou fatecelo sapere a press@motoasi.it

26 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT

MOTOASI Holeshot di Yves Valenza

Come anticipato nel numero precedente di INSIDE, quest’anno abbiamo voluto fortemente un segno di discontinuità con le trasmissioni televisive del passato. La scorsa stagione era stato un esperimento e nonostante tutto, siamo soddisfatti di aver portato del motocross in televisione. Quest’anno però ci teniamo ad offrire un servizio di qualità: è per questo che abbiamo rinnovato il settore di produzione e gli operatori addetti. Le gare che verranno seguite sono quelle di Regionale MX1 ed MX2 oltre a quelle del circuito Cross Country dell’XCC; le gare saranno trasmesse martedì alle 20.30 su FORMUSIC (canale digitale terrestre 613 e in streaming su www.formusic.tv) ed in replica giovedì alle 20.30 su QUARTARETE TV (canale digitale terrestre 24 e in streaming su www.quartarete.tv). Inoltre, dopo queste trasmissioni, troverete lo storico di tutte le puntate sul nostro canale di YouTube (su cui trovate già la puntata relativa al Regionale MX1 di Pinerolo). 27 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT

It’s

up to you! di Yves Valenza

Oltre ai video prodotti dai nostri professionisti, c’è spazio anche per tutti i vostri video delle gare perché questo è un magazine che parla di voi e di ciò che succede DENTRO. Sul nostro canale YouTube trovate tutti i video che vi elenchiamo di seguito. Se avete dei video che vorreste caricare, inviate una mail a press@motoasi.it e saremo felici di pubblicare il vostro materiale! 03-03-2013 Trofeo ASI - Gattinara di Walter Bosetti 01-04-2013 Interregionale - Vercelli di Alberto Brocchi Il nostro canale

28 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT

MOTOASI Cares testo e immagini di Roberto Cortese

Noi di MOTOASI.IT, riteniamo che ogni federazione o ente di promozione sportiva debba avere per prima cosa a cuore la salute dei propri atleti, siano essi dei fuoriclasse o dei ragazzi alle prime armi. Questo è ciò che ci caratterizza ed è altresì un valore che porteremo sempre avanti di concerto con la diffusione delle discipline del fuoristrada. Ed è proprio per questo motivo che vogliamo cogliere l’opportunità di questo magazine, per fare conoscere a tutti i piloti lo stato di salute dei ragazzi che si sono infortunati. Per quanto ci è possibile siamo loro vicini e cerchiamo di portare tutti voi a conoscenza dei progressi riabilitativi nell’attesa di vedere di nuovo tutti in pista. Per fortuna, in questo inizio di stagione abbiamo avuto pochi infortuni, il che ci rassicura dato che il nostro lavoro è interamente votato alla loro minimizzazione. Ecco dunque, i piloti che hanno dovuto subire uno stop forzato dalle gare: • Fabio Vicenti, pilota della categoria Expert MX1. Durante la prima manche della sua prima gara del 29 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT 2013 (Trofeo ASI a Gattinara), commette una leggerezza affrontando una curva semplice che lo porta però ad una caduta nella quale si frattura la clavicola sinistra. Dopo la corsa all’ospedale di Vercelli, dove gli diagnosticano uno stop di qualche mese per via della spalla, Fabio si fa vedere presso una clinica privata dove riescono a rimetterlo in sella dopo un mese e dieci giorni di stop. Domenica 14 Aprile, risale in moto per la prima gara di Regionale MX1 a Pinerolo; la gara si conclude con un po’ di indolenzimento alla spalla, ma ottime sensazioni per essere solo la seconda uscita dopo l’infortunio. Abbiamo raccolto tutti i dettagli dell’incidente e relativa riabilitazione in questa clip che trovate sul nostro canale YouTube.

30 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT • Alex Vota, pilota della categoria Master MX2. Anche lui durante la prima uscita stagionale a Vercelli, resta vittima di un contatto involontario in partenza e la caduta gli provoca una frattura al gomito. Operato ad inizio Aprile per l’inserzione di una placca ed alcune viti, toglie già il gesso a metà dello stesso mese per cominciare la riabilitazione. Probabilmente un mese di stop prima di ritornare in sella; nel prossimo numero vi aggiorneremo sulle sue prime uscite.

31 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT

Otherside di Chiara Agostinetti

Chi vive nel mondo del cross, tra le tante cose, deve fare immancabilmente i conti con METEO. Quest’anno il maltempo è decisamente dalla “nostra“ parte e sta scatenando l’ira funesta sia dei crossisti, ma soprattutto di gestori delle piste e dei moto club che organizzano le gare. Preparare una manifestazione non è una cosa semplice come molti credono. A seconda della Federazione o Ente di promozione sportiva, cambiano le procedure burocratiche e le spese da affrontare, ma la preparazione del tracciato è sempre la stessa. Vivo in prima persona il dietro le quinte delle gare perché mio padre è segretario del moto club Tiger Fara che gestisce la pista di Fara Novarese “Munzen”. Nonostante la mia giovane età, partecipo alle riunioni del moto club ogni giovedì sera durante le quali si prendono decisioni importanti. Per ogni gara a calendario e per l’organizzazione della stessa, vengono fatti molti sacrifici, poichè il moto club è composto da persone che lavorano e che fanno tutto questo per puro divertimento. Ci si organizza mesi prima, ci si divide i compiti e si collabora attivamente per cercare di fare il meglio possibile. Si preparano i documenti per la manifestazione, si av32 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT visano le ambulantze e il medico di gara, si sistema la pista il venerdì e il sabato per la gara della domenica. I giorni prima della gara sono i più impegnativi. Si parte il giovedì sera con una riunione di tutto lo staff per organizzarsi nel migliore dei modi. Il venerdì è dedicato alla sistemazione del tracciato con mezzi movimento terra. Il sabato è riservato ai lavori: rifinitura del percorso, pulizia della tribuna cronometristi e zona delle iscrizioni, preparazione del cancelletto di partenza, del preparco, etc. Nel tardo pomeriggio iniziano invece le procedure per irrigare il tracciato con mezzi adeguati. Queste operazioni impegnano molte persone, che lavorano fino a tarda sera. Tutto questo nella speranza che nella notte non cambino le condizioni meteo. La domenica della gara, nelle prime ore del mattino, lo staff al completo effettua un briefing con il direttore e la segreteria di gara per dare inizio alle operazioni preliminari per lo svolgimento della stessa . Poi è solo un susseguirsi di emozioni: la partenza, la prima curva. il primo salto, la bandiera a scacchi. Le preoccupazioni non finiscono fino a quando non taglia il traguardo l’ultimo pilota dell’ultima manche. Queste emozioni chi non le vive non riuscirà mai a capirle; trascendono il ruolo di pilota e lasciano un segno profondo nel cuore. Proprio per questo, annullare una manifestazione sportiva per maltempo è sempre una grande delusione: il lavoro e i sacrifici fatti vanno totalmente persi. Non vi è un rammarico solo per i piloti, ma soprattutto da parte di chi 33 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT organizza perché viene vanificato tanto impegno e si corre spesso il rischio di ricevere critiche da chi non vive attivamente l’esperienza organizzativa che talvolta sottovaluta il lavoro svolto. Ricordo come fosse ieri una gara l’anno scorso nel periodo di Maggio. Il sabato mattina presto arriviamo in pista una giornata stupenda, caldissima e con un sole che spaccava le pietre. La pista era sistemata, giusto un ritocchino ed è diventata perfetta. Dopo aver svolto un buon numero di lavori, nel tardo pomeriggio, abbiamo deciso di irrigare il tracciato ma non troppo poiché nella notte avevano previsto pioggia. Giunta l’ora di andare a casa, ci siamo dati appuntamento per le sei del mattino successivo per continuare a bagnare nel caso non fosse piovuto. Durante la sera e la notte non smise un minuto di piovere. L’acqua scendeva e scendeva, incessante. La domenica sembrò di vivere un incubo: il tracciato era impraticabile. Fango ovunque. Sconforto, rammarico, rabbia, delusione. La gara è stata annullata ed è stato un grande dispiacere. Spero che le mie parole possano far riflettere i piloti: troppo spesso manca l’apprezzamento per il lavoro svolto da chi si è messo in gioco per farli divertire. Non sottovalutate i sacrifici fatti per farvi competere, perché per ogni gara portata a termine, gli organizzatori devono fare i conti con suna gara annullata, il che significa perdita di tempo, denaro e lavoro buttato al vento.

34 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT

Cos’è

un corsa

in moto? di Micheal Sciarra

Una gara è quando ti avvicini alla partenza e pensi “adesso parto con calma, non faccio cose azzardate, tengo il gas ad 1/3 e faccio una gara di testa ragionata senza rischiare nulla”. Alla prima luce rossa il gas è a metà e pensi “si faccio una gara di testa ma non posso partire a gas chiuso”. Alla terza luce rossa il gas è spalancato, la mano è sulla frizione, la gara fatta con la testa è già finita, la testa è davanti ai manubri della moto. La moto scatta in avanti, tu non vedi nulla, solo il cordolo della prima curva, hai il timore delle gomme fredde e invece di spalancare un pò dopo il punto di corda, apri ancora prima di rilasciare i freni. Sai che le gomme sono fredde, sai che puoi cadere, ma non te ne frega molto, perché devi essere più veloce degli altri. Mentre il ginocchio striscia sull’asfalto, il tuo sguardo è già alla corda della seconda curva. La paura? Si ce l’ho; ho una paura fottuta: ho paura di bucare un’altra gomma, ho una paura fottuta che la catena possa rompersi, ho il terrore che il motore possa ammutolirsi. 35 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT E la paura di cadere, di rompermi, di distruggermi sull’asfalto? No, questa è una cosa che può succedere ed è come se firmassi il consenso con questa possibilità; io metto il casco e accetto tutto quello che può accadere per colpa mia o per colpa dell’avversario. Un pilota può stendermi, può rompermi un osso e

potrei non perdonarlo se alla sera non mi offre una birra. Ma non lo condannerò mai, perché è li per correre, è li per battermi, è li per dimostrarmi che è più forte. E’ li per andare al limite e quel limite non è la distanza di sicurezza: il limite è quella cosa giusta, 36 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT né più né meno. Perché se vado un decimo più piano, sto perdendo un decimo; se vado un decimo di più perdo tempo perché cado, perché vado lungo. Una gara è vedere il sorriso dei tuoi compagni d’avventure, dei tuoi nel box, del tuo meccanico; tutta gente che era lì senza poter far nulla a mangiarsi le unghie, a pensare di gridarti di dare più gas se sei secondo, a pensare di andare più piano se sei primo. Una gara è anche vedere i loro sorrisi e le loro pacche sulle spalle se hai vinto; è vedere loro tristi, sorridere quando arrivi e consolarti quando invece sei caduto o non hai fatto un buon risultato. Una gara è caricare tutto sul furgone, è sentire il corpo finito, l’adrenalina andare via e lasciarti lì da solo, senza forza. E’ andare via da una pista sempre con dispiacere che sia andata bene o male, perché in entrambi i casi si ha ancora voglia di correre. Una gara è quella cosa che il giorno dopo ti fa avere una voglia di correre che solo tu puoi capire.

37 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT

Dimensione Quad di Andrea de Beni

Sportivamente parlando, il significato della “Festa di Liberazione” ha avuto significati diversi ma molto graditi agli appassionati di quad: liberazione dalle piogge che stentano ad abbandonare la penisola, liberazione dal freddo di questo inverno che è continua a trattenere verso il basso il mercurio dei termometri e liberazione dai garage, nei quali da troppo tempo i quad di tanti appassionati sono stipati a prendere polvere. A Dego, valle Bormida, entroterra del savonese, la Liberazione ha coinciso con tutto questo: una bella giornata, tiepida, primaverile e con i quad a fare da protagonisti assoluti nel Trofeo Fettucciati promosso da MOTOASI.IT. Il padrone assoluto di questa giornata di sport e divertimento tanto attesa è stato Amerigo Ventura, pilota Yamaha del team Quaddy Offroadmotors: vincitore di tutte le prove di giornata, Amerigo ha portato a casa un successo autorevole ed estremamente convincente, utile per lui anche per testare la sua forma in occasione dell’imminente gara di Campionato Francese Quadcross Elite, in cui il piemontese sarà 38 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT impegnato per tutta la stagione 2013. Dietro di lui hanno chiuso Daniel Dalmasso e Paolo Alercia. Qualche recriminazione contro se stesso per quest’ultimo, resosi autore di qualche taglio di percorso che gli ha tolto la possibilità di terminare al secondo posto finale. Quarto Fabio Gabutti, quinto Davide Rech Dal Dosso e sesto Loris Versaci per la categoria Expert. Undici gli iscritti della categoria Sport che ha visto il piccolo Vincenzo Alercia mettere tutti in fila, davanti al promettente Gabriele Bani e a Giovanni Cadeddu, terzo. Peccato per Mattia Ioli, autore di un incidente che lo ha estromesso dalla competizioni, lasciandogli in “regalo” un polso rotto che, viste le capacità del bravo pilota del team Grop, fanno male più per il morale che per il fisico. I quattro piccoli del gruppo, nella categoria Mini, hanno dato spettacolo: podio finale per Nicolò Roagna, Jordan Aloe e Andrea Crescenzi rispettivamente primo, secondo e terzo alla fine. Molto spettacolare e gradito il percorso fettucciato di Dego: ricavato in una zona valliva decisamente suggestiva, il tracciato pre-esistente è stato ritoccato per i dettagli da Marco Magnetti, Direttore di gara in quel di Dego: varianti e zone spettacolari, tipo un rettilineo di raccordo da quinta piena, sono state aggiunte per incrementare il divertimento di partecipanti e spettatori, i quali non hanno mancato di gradire lo show offerto da Ventura e compagnia. La speranza è che il meteo avverso continui a lasciare il passo al sole e che giornate come quella del 25 aprile scorso ci liberino definitivamente dalla stretta di un inverno mai domo. 39 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT

No ICC, No Party di Roberta Chemel

In un tempo in cui la primavera ha tardato ad arrivare, l’Italian Cross Country 2013 non è ancora riuscita a spiegare le ali per il decollo. A causa dell’incessante maltempo, quella che doveva essere la gara di esordio a Piacenza lo scorso Marzo, è sfumata e con lei, anche la seconda a Fara Novarese in programma il 21 Aprile. Non è facile spiegare lo stato d’animo che si prova quando ci si trova di fronte all’impossibilità di poter svolgere la gara in maniera regolare e soprattutto garantendo la sicurezza ai partecipanti. Sono decisioni difficili da prendere, che non sempre sono comprese fino in fondo da chi vive questo campionato come pilota. Né Il fango, né la pioggia e tantomeno la polvere ci hanno mai spaventato. Siamo un popolo di crossisti (moto e quad) e le condizioni avverse fanno parte dello scenario generale, di quel teatro che è l’off road; ma quando vengono a mancare gli elementi base per poter garantire il soccorso in caso di necessità, allora 40 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT non ci resta altro da fare che alzare bandiera bianca. Frustrazione tra i piloti che preparano i loro mezzi per l’evento, l’euforia della trasferta, la curiosità per i veterani dell’ICC nel vedere come andrà la nuova gestione; e ancora l’entusiasmo dei nuovi arrivati, venuti a conoscenza dell’ICC tramite i media o anche tramite gli amici, sono questi i sentimenti che vengono frenati, come in un apnea che dura il tempo della decisione del rinvio. Mancano pochi giorni alla nuova data prevista in calendario, quella del 12 Maggio che si correrà a Rivarolo Canavese e la solidarietà tra gli iscritti è stata lodevole. Chi con parole di incoraggiamento, chi con esortazioni a non mollare, anche quando l’inizio sembra davvero tardare ad arrivare e con esso l’entrata in scena dell’ICC nel palinsesto degli eventi di carattere nazionale. Il Campionato è pronto e i suoi piloti anche. Investimenti del calibro di televisioni locali, media, siti di settore, giornalisti e fotografi accreditati sono già in pentola. Quel che serve ora è togliere quella pentola dal fuoco e servire il piatto ai presenti al banchetto. Solo chi organizza, sa realmente cosa sta dietro ad una macchina di questa entità. Una macchina che segue un circuito europeo con migliaia di piloti al seguito, dove ogni dettaglio deve essere pianificato fino all’inverosimile e dove anche l’imprevisto deve essere gestito con massima freddezza. Quello che vogliamo servire in tavola è un piatto di alta scuola culinaria, 41 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT che ben si sposa però anche con le salamelle cotte al barbeque la sera prima tra i paddock dove si respira aria di festa e di aggregazione. Una grande carovana, quella dell’Italian Cross Country, che fino ad oggi ha incassato qualche dispetto del Dio Sole, ma che, nonostante questo, continua a lavorare duro. I bilanci li faremo a fine stagione, questo è certo, ma per ora rassicuriamo i piloti che andremo avanti come caterpillar e il giorno ufficiale dell’apertura del campionato sarà un grande evento. Sicuramente non mancheranno le difficoltà, ma le affronteremo con grinta e determinazione come abbiamo fatto fino ad ora; quella tigre di fumo, si dissolverà nel momento stesso in cui sventoleremo la bandiera dello start.

42 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT

Benvenuta primavera

testo e immagini di Alessandro Castellani

Dopo le titubanze ed i rinvii imposti dal maltempo che quest’inverno ha flagellato l’Italia con un’insistenza destinata ad entrare negli annali dei metereologi, a fine marzo il Trofeo Lazio MOTOASI.IT 2013 è riuscito ad aprire i battenti. Sfruttando la coinci-

43 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT denza delle date in calendario fissate nei pochi giorni di tregua concessi dal cielo e la possibilità di poter contare su tracciati ed organizzatori capaci di fronteggiare efficacemente la pioggia, il Trofeo è arrivato a metà Aprile con già due gare all’attivo. La prima puntata è andata in scena il 24 marzo a Viterbo, sulla pista del Rinaldone, conosciuta tra gli appassionati come “Poggino” (dal nome della zona industriale viterbese vicina all’impianto). Il Motoclub Vulcano, capitanato da Giancarlo Furano, è ormai una garanzia a livello organizzativo e ha messo in piedi la consueta bella gara, su una pista ottima-

mente preparata nonostante le forti piogge dei giorni precedenti. Peccato solo che al confine col Lazio non ci siano ancora dei coordinamenti MOTOASI.IT attivi, altrimenti il parco partenti si sarebbe sicuramente arricchito di numerosi ospiti provenienti dalle regioni vicine; ad ogni modo, i piloti sono comunque accorsi in buon numero e hanno giudicato in manie44 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT ra molto positiva la giornata, permettendo al Coordinamento di guardare al futuro di MOTOASI.IT Lazio con grande serenità. Il secondo appuntamento si è consumato il 7 Aprile sulla pista della MTX Racing di Franco Tomassini ed Elio Marchetti. Il tracciato, che si trova in una zona agricola al confine tra Vetralla e Viterbo, può contare su un terreno che drena benissimo l’acqua (non a caso è frequentatissimo nel periodo invernale da piloti di ogni livello, compresi campioni di livello mondiale) e garantisce, dunque, la praticabilità in qualsiasi condizione meteo, anche in caso di grandine il giorno prima, come accaduto stavolta. La gara, tra le altre cose, ha segnato l’esordio della categoria 125 2T riservata ad Esordienti e Sport; la novità è stata accolta con un interesse tale che anche gli Expert e Master, rimasti esclusi per regolamento, hanno chiesto al Coordinamento di poter accedere ad una loro categoria 2T. Mentre leggete queste righe sarà probabilmente andata in archivio anche la terza prova del Trofeo, in programma il 21 Aprile sulla pista di Ponte Sfondato - Passo Corese. Il tracciato è uno dei più conosciuti del Lazio, ma ultimamente ha attraversato degli anni travagliati. Ora è subentrata una nuova gestione, che organizzerà la sua prima gara proprio in occasione del Trofeo ASI. Avremo modo di raccontarvi com’è andata nel prossimo numero di INSIDE!

45 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT

Show Time! di Roberto Pighin

Domenica 7 Aprile, 7.40 del mattino. Il tempo promette sole e cielo limpido, ma il vento ci ricorda che l’inverno non è ancora uscito dalle nostre terre. Al circuito di Precenicco (UD) Kartodromo del Friuli, le presenze sono nettamente anomale ed inusuali rispetto a quanto solitamente si è abituati a vedere in questa fascia d’assalto. Anziché i velocissimi kart capaci di sfruttare ogni centimetro quadrato di questa pista, dai furgoni, carrelli e camper scendono le Pit bike, colorate, fantasiose moto con motori 4 tempi e non più di 190 cm cubici, “moto troppo piccole per gente troppo grande”! Cosa ci fanno qua? Avranno mica sbagliato strada? Forse qualcuno di loro si è perso nelle spiagge della vicina Lignano? Non proprio. Domenica 7 Aprile non è proprio una domenica qualsiasi ma il giorno in cui il 100 Ottani Team ASD battezza l’inizio del suo terzo anno di attività, dando il via al Campionato Triveneto Pit Bike motard 2013. 46 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT Nonostante le difficoltà e il complesso periodo che il settore sta passando, la sorpresa più bella è sicuramente vedere davanti al banchetto delle iscrizioni una cinquantina di piloti che, suddivisi in tre diverse categorie, si daranno battaglia per coronare, alla fine delle due manche, i tre vincitori di questa prima tappa. E allora iniziamo. Già le prime difficoltà si incontrano ancora prima di riuscire a mettere le ruote in pista. Il vento che, quasi a prendersi gioco di noi, soffia forte e sradica di netto svariati gazebo e altre piccole strutture, spargendo per il paddock volantini e fogli vari, sembra volerci indirizzare a tornare a casa. Ma nonostante tutto alle 8.25 i commissari di gara prendono posto nelle loro caselle e le prime moto timidamente entrano alla pit lane, in attesa che il direttore di gara lasci loro assaggiare il leggendario asfalto di Precenicco. Partono, sono 20 i componenti della categoria Start che racchiude in se i piloti che a questo sport si stanno avvicinando. Abituati a girare su piccoli circuiti di 400 metri, i piloti si trovano un po’ spaesati alle prime; disorientati, ma in un circuito così bello si fa presto ad imparare. E di fatti passano pochi minuti ed i tempi iniziano velocemente a scendere, tutti trovano un ritmo più che buono e anche i piloti meno esperti iniziano a tirare 47 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT qualche staccata cattiva; più di qualcuno, finalmente, inizia a pelare la saponetta a terra. I giochi si fanno ancora più interessanti quando in pista entrano i piloti della categoria Series, rider esperti che si daranno battaglia con lo stesso identico motore base. Questa è la categoria dove il manico dovrà avere la meglio sulla fredda meccanica. Entrano in 16 e subito iniziano a dare dimostrazione che il tempone si può fare, con i primi che riescono a girare sul 1’03” basso. Settate e provate, le moto della categoria Series lasciano il posto alla nicchia della categoria Open. 8 piloti che hanno passato l’inverno a sfondare utensili di ogni natura, cercare ogni tipo di modifica, rivolgendosi in alcuni casi anche ai meccanici santoni della zona. Tutto per riuscire a tirare fuori le migliori prestazioni possibili dal motore della propria moto, senza alcun limite, potendo modificare ogni cosa. E di fatti i cavalli si sentono dal rombo cupo e rauco di questi propulsori; si vede anche dai tempi che velocemente scendono sotto l’1’02”. La best pole sarà poi di Poiana Denis che con il suo 1’01”015 segna il miglior tempo in assoluto di giornata. Alle 11.00 si smette di giocare. Iniziamo a fare sul serio con la prima manche di gara. Quindici giri serratissimi da cui verranno fuori i protagonisti di questo splendido campionato. Categoria Start allineata, 20 moto, occhi al semaforo. Si alza forte il rombo. Si spegne. Si parte. Alcune moto impennano, altre scattano perfette e il biscio48 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT

ne affronta aggressivo la prima curva. Quindici giri tirati con tanto spettacolo e sorpassi a ripetizione soprattutto tra i primi tre che vedranno la bandiera a scacchi in questo ordine: Zanetti, Ricci, Savian. Escono ancora eccitati e non ben consci di cosa abbiano fatto; i piloti della Start lasciano il posto a quelli della Series. Sedici allineati ma con gli occhi pieni di fuoco e adrenalina di chi sa che la moto non può aiutare. Questa volta siamo tutti uguali, dunque sarà solo il cuore che farà la differenza. Si spegne ancora questo semaforo e un’onda di decibel si muove all’unisono verso la prima curva a destra che non vuole freni, non vuole scalate anzi chiama tutto il gas possibile e via veloci verso il primo tornante da seconda. Una seconda che richiama a se tutti i concorrenti. In pochi metri si ammucchiano ancora una volta tutti i piloti per poi svolgersi come un gomitolo lungo la pista. Un incredibile Cerello riuscirà ad avere la meglio 49 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT su Piccirilli e Patat. È quasi ora di pranzo quando la categoria Series l’ascia il posto ai piloti della Open. Il sole si è alzato alto ma il vento continua a soffiare e toglie quel calduccio delle domeniche primaverili. Le 8 Open sono allineate e ringhianti ma il pensiero dei loro rider è già alla prima curva. Insieme al semaforo si spegne ogni remora, lo scatto aggressivo, la prima curva, mangiata e ancora tutti lì fino alla seconda dove le Pit “pompate” si scompongono un po’ alla staccata, ma velocemente percorrono la corda e si lanciano verso le veloci curve in successione. Tempi da qualifica durante tutta la gara. Pochi sorpassi ma linee perfette e tanta potenza vedranno sotto la bandiera a scacchi Poiana seguito da Chiesura e Menegazzi. In preda alla fibrillazione per un inizio giornata splendido e colmo di agonismo, lasciamo la pista ai piccoli Juniores che ci allieteranno con i loro motori piccini e i loro grandi cuori durante la pausa pranzo. Il tempo di un panino e già i primi piloti della categoria Start iniziano a prendere posto alla Pit lane. Alle 13.15 si riaprono le danze nello stesso ordine della mattina e lo spettacolo è, per quanto possibile, ancora più bello. Più eccitante e adrenalinico di prima. Si susseguono i giri e le categorie arrivando purtroppo all’ultima bandiera a scacchi. Volete sapere chi ha vinto? Visitate il sito www.100ottaniracingteam.it Alla prossima biker

50 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT

What’s App? di Roberto Cortese

GoPro App - Gratis La GoPro è ormai un accessorio navigato che molti piloti usano per avere un ricordo delle proprie gare oppure per poter analizzare le proprie performance in pista. Quanti però sanno che la videocamera è controllabile in remoto tramite la relativa App? Certo, serve il Wi-Fi Pack, ma l’applicazione rende molto

51 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT più accessibili tutte le impostazioni della videocamera e soprattutto la rende compatibile con qualunque smartphone o tablet! Per chi invece è in cerca di isipirazione, l’App offre anche due gallerie (una foto e l’altra video) dove si possono ammirare immagini recenti, ovviamente realizzate con la GoPro. Applicazione gratuita ed universale, perché non usarla?

KTM Assistant - 0,89€ Quattro applicazioni sostanzialmente identiche, ideate dallo stesso sviluppatore e dedicate rispettivamente a KTM, Honda, Suzuki e Kawasaki. In tutte e quattro queste applicazioni vi verrà chiesto che modello possedete (ne potete aggiungere più di uno ovviamente). Una volta fatto ciò potrete scaricare il catalogo di tutti i filtri, accessori e customizzazioni della vostra moto oltre ad avere gli “esplosi” del pezzo in questione. Inoltre potrete anche settare quando è stata l’ultima volta che avete cambiato filtri ed olio di modo da poter tenere traccia di questa informazione. Probabilmente non l’App che vi cambierà la 52 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT vita ma comunque uno strumento utile da tenere con se.

Honda Assistant - 0,89â‚Ź

53 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT

Suzuki Assistant - 0,89€

Kawasaki Assistant - 0,89€

MX Tracks - 5,49€

Assolutamente da avere. L’unica descrizione possibile per questa App è imperdibile, anche se costa 5,49€. State facendo una vacanza in Europa e avete voglia di correre? MX Tracks ha la soluzione per voi. Consultate l’elenco delle piste europee, ordinatele in base alla distanza, controllate orari, contatti, costi, tutto dal vostro dispositivo mobile. Se poi avete bisogno delle indicazioni, chiedete all’App di segnalarvi come 54 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT

arrivare in pista e lo farà utilizzando quattro diversi servizi di navigazione satellitare. Conoscete una pista che non è nell’elenco? Basta inviare comunicazione e verrà prontamente aggiunta! App consigliata: semplice, essenziale e completa.

Monster Energy SX - Gratis

Immaginate come vorreste un’App che riguarda il Supercross. Ecco, Monster Energy SX è tutto quello 55 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT

che potreste volere. Risultati gare, piloti (con tanto di biografie), piste, news, foto, video e si può addirittura twittare direttamente da dentro l’App. Insomma ce n’è proprio per tutti i gusti. L’unico lato negativo è che ovviamente avrete bisogno di una connessione dati per poter accedere a tutti questi contenuti, che però sono molto ben strutturati e curati. La chicca però è il trivia sul mondo del Supercross: provatela, sarà un buon passatempo in attesa della partenza del Main Event. Chissà che qualcuno pensi a fare una cosa del genere per il mondiale a breve?

56 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT

Arm Pump Gone - 0,89€ Alzi la mano chi non ha mai sentito le braccia indolenzite dopo una bella giornata in pista. Questo problema comune a tutti i crossisti ha delle cause ed anche dei metodi per essere risolto o quantomeno attenuato. Quest’utile App vi darà una spiegazione del perché di questo problema ed anche di come combatterlo sia dal punto di vista dell’allenamento, del riscaldamento, dell’alimentazione e del setup della moto. Un’App utile per chi abbia voglia di fare esercizi anche quando non si sale in moto ed anche economica.

57 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT

Agenda Maggio 01/05 - Vercelli (VC) Coppa ASI Epoca - Reg. Quad - Reg. Mini-Young-2T 05/05 - Volpiano (TO) Camp. Fettucciati Quad-Sidecar-Epoca Interreg. MX-Mini 05/05 - Gorla Minore (VA) Trofeo ASI MX1-MX2-Mini-2T 12/05 - Fara Novarese (NO) Reg. Mini-Young-2T - Interreg. MX 12/05 - Rivarolo Canavese (TO) ICC Cross Country MX-Quad 19/05 - Giaveno (TO) Sfida dell’Aquila Quad-MX1-MX2-Enduro 19/05 - Casale Monferrato (AL) Reg. MX1-Over40- Femminile 26/05 - Armeno (NO) Trofeo ASI MX1-MX2-Mini-2T - Coppa ASI Epoca 58 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT 26/05 - Castelvetro (MO) ICC Cross Country MX-Quad

Agenda Giugno 02/06 - Recetto (NO) Reg. Quad - Interreg. MX-Mini 02/06 - Pinerolo (TO) Reg. MX2-Over50 09/06 - Volvera (TO) Camp. Fettucciati Quad-Sidecar-Epoca Interreg. MX-Mini 09/06 - Gattinara (VC) Trofeo ASI MX1-MX2-Mini-2T 23/06 - Casale Monferrato (AL) Reg. MX2-Over50 23/06 - Salmour (CN) ICC Cross Country MX-Quad - Reg. Endurance 30/06 - Rivarolo Canavese (TO) Reg. MX1-Over40- Interreg.

59 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT

Contattaci

Info e feedback:

press@motoasi.it I contatti di tutti i Responsabili e Coordinatori sono disponibili sul sito di MOTOASI.IT 60 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1


INSIDE MOTOASI.IT

INSIDE#1 Marzo-Aprile 2013 un progetto di MOTOASI.IT Team: Roberto Cortese - Direttore Editoriale Luca Lombardi - Caporedattore Yves Valenza - Redattore Chiara Agostinetti - Redattore Andrea De Beni - Redattore Roberta Chemel - Redattore Roberto Pighin - Redattore Alessandro Castellani - Fotogiornalista Thanks to: Walter Bosetti - Video della gara Alberto Brocchi - La prima Volta e Video della gara Michael Sciarra - Cos’è una gara in Moto? Andrea Nigro - Contributo ad Improve yourself Simon Cascioli - Fotografo

61 - Inside Marzo - Aprile 2013 - Numero #1

INSIDE - Numero #1  

Primo numero del Magazine ufficiale di MOTOASI.IT

INSIDE - Numero #1  

Primo numero del Magazine ufficiale di MOTOASI.IT

Advertisement