Issuu on Google+

fi l e s a

q u e s t i o n

o f

s t y l e

DANIEL CRAIG 007 is back 50 years of Bond style

ETHICS

Made in Italy & Corporate Social Responsability

QUALITY

Haute Couture, creating becomes a tradition

INNOVATION

Aston Martin. DB9 style

CULTURE Trimestrale - N. 47 - Autumn 2012 - finito di stampare ottobre 2012

Picasso & Milano


001_004.qxd

22-10-2012

19:44

Pagina 1

EDITORIAL

di Enrico Cogno

IL VERO LUSSO È POTERNE FARE A MENO Il titolo è stato ispirato da una frase di Bruno Bonsignore, presidente di Assoetica, al quale avevo chiesto, come ad altri, una definizione sul lusso. Tra le tante risposte, ne scelgo alcune. Francesca Albanese: “Associo il lusso alle categorie estetiche della bellezza, dell’eleganza e della raffinatezza, ‘talenti’ che possono appartenere a chiunque al di là delle proprie capacità finanziarie. Tuttavia, anche dissociando il lusso dalla 'pacchianeria’ dello sfoggio, credo che rimanga qualcosa che ‘non è per tutti. Legare il lusso all’eccellenza è la strada migliore, ma credo sia tutt'altro che facile affiancarlo ai temi dell’etica”. Giancarlo Currò: “Mi viene in mente il termine ‘distanza’ se cerco di spiegare cos'è per me il lusso. In un'accezione positiva: distanza dal normale, dall'usuale, dal regolare, dal pedissequo e dal quotidiano, dalle copie, dal falso, dalla crisi. Concedersi una distanza, pensare o essere distanti, distinguersi oltre tutto ciò che è banale, previsto o comunque risaputo”. Fabrizia Peris: “Avere la libertà di scelta”. Francesca Pellegrini: “È un desiderio irrealizzabile che per una volta di riesce a realizzare”. Umberto Santucci: “Il lusso è il raro: il silenzio, la calma, i tempi giusti, lo spazio. È fare cose che gli altri normalmente non fanno: camminare la mattina presto lungo il fiume assaporando i nuovi fiori, il grano, gli odori dei campi, sempre uguali e sempre diversi. Il lusso è ignorare il PIL e la crescita, e decrescere in modo armonioso e rispettoso di sé, degli altri, del mondo, sostituendo la convivialità alla competitività. Il lusso infine è la differenza fra vivere bene e vivere male: io cerco il più possibile di vivere così, quindi ritengo di vivere nel lusso”.

THE REAL LUXURY IS TO BE ABLE TO DO WITHOUT IT The title was inspired by a Bruno Bonsignore’s quote, President of AssoEtica, to whom I asked a definition of luxury, as well as I did with others. Among the many responses, I have chosen a few. Francesca Albanese: “I connect luxury to aesthetic categories such as beauty, elegance and sophistication, which are “gifts” that could belong to anyone beyond own financial capacity. However, I think that even the luxury separation from the “gaudiness” of the glitz, it remains something that 'is not for everyone'. The best way is to connect luxury to excellence, but I think it isn’t so easy to couple it with ethics." Giancarlo Currò: "The term 'distance' occurs to me, if I try to explain what is luxury. In a positive sense: distance from the ordinary, the usual, the standard, the slavish and everyday life, from the imitations, the false, the crisis. It means taking the distance, thinking to be or being far-away, standing out over all that is trivial, expected or otherwise known." Fabrizia Peris: "Having the freedom of choice." Francesca Pellegrini: "It is an impossible wish that for once you can realize." Umberto Santucci: "Luxury is rare: it is silence, quietness, right timing, space. It is doing things that other people don’t usually do: walking in the early morning along the river enjoying new flowers, the wheat, the smells of fields, always the same and always different. Luxury is to ignore the GDP and the economic growth, and to decrease in a harmonious and respectful of self, others, the world, replacing competitiveness with conviviality. Finally, luxury is the difference between living well and living awful: I try to live like that as much as possible, so I think to live in luxury."

LUXURYfiles AUTUMN 2012 1


001_004.qxd

22-10-2012

19:44

Pagina 2

SOMMARIO CONTENTS 1

EDITORIAL

4

LUXURY NEWS. Products, Leisure, Events, Gourmet

26

COVER. DANIEL CRAIG

38

LUXURY AS ETHICS 32

Responsabilità sociale d’impresa Corporate social responsibility

36

Made in Italy di successo/Made in Italy succesfull

44

LUXURY AS QUALITY 38

Fashion. Quando creare diventa una tradizione When creating becomes a tradition

44

Watches and jewels. Suggestioni d’autore Suggestions of excellence

50

Food. Sapori colti e pentole d’autore/Skilful tastes and authentic pans

56

Beauty. Un autunno sensuale/A sensual autumn

60

Hotellerie. Relax, cultura e tradizioni/Relax, culture an traditions

LUXURY AS INNOVATION 64

Automotive. DB9, l’ultima di 007/The last of 007

70

SPA. L’innovazione incontra il wellness/Innovation meets wellness

LUXURY AS CULTURE 76

Cinema. Spello e le professioni del cinema Great expectations for the professionals film Festival Competition in Spello

80

Cinema. 007, una storia di successi/A success story

86

Exhibitions. Milano e Picasso/Milano and Picasso

92

Music. Da Gauguin a Monet/From Gauguin to Monet

2 LUXURYfiles AUTUMN 2012

80

70


La pelle racconta la tua storia, rivela chi sei. Con Future Solution LX, la linea più esclusiva di Shiseido, il trattamento anti-età è globale. Il viso risplende di nuova energia, è radioso, come rigenerato. –– Jennifer Connelly utilizza per la sua pelle Future Solution LX.

FUTURE SOLUTION LX Riscrivi la storia della tua pelle.

210x280.indd 1

18/09/12 19:03


004_014 News.qxd

22-10-2012

20:29

Pagina 4

LUXURY NEWS BOOK / di Valentina Di Domenico LA STORIA DI BOTTEGA VENETA Un libro per raccontare il fascino della tradizione artigianale: Bottega Veneta racconta la sua storia, dalle origini ai giorni nostri. Il libro è un omaggio alla maison veneta che è stata in grado di segnare lo stile e l’eccellenza del made in Italy, tanto da diventare un marchio amato e riconosciuto in tutto il mondo: un pezzo della storia d’Italia, che ha visto tradizioni e artigianalità convivere con il design contemporaneo. Sotto la guida creativa di Tomas Maier il brand ha sempre mantenuto le sue radici nell’artigianalità: fin dagli esordi nel mondo della pelletteria risalenti al 1966, Bottega Veneta ha fatto del lavoro e della conoscenza degli artigiani il suo punto di forza. Oggi il marchio spazia dall’abbigliamento, ai gioielli all’arredamento, ed è diventato un brand di punta del lusso made in Italy. Il libro racconta l’evoluzione della griffe: curata da Maier, in collaborazione con firme note del mondo del design e del giornalismo. Disponibile nei flagship store e nelle migliori librerie, pubblicato in lingua inglese, italiano, francese e tedesco, “Bottega Veneta” è disponibile anche in versione deluxe con cofanetto in pelle intrecciata.

BOTTEGA VENETA STORY A book to tell the charm of traditional craftsmanship: Bottega Veneta tells its story, from its origins to the present day. The book is a tribute to the Venetian house which was able to score the style and excellence of Made in Italy, becoming a brand well known and loved in the world: a piece of Italian history, which has seen traditions and craftsmanship coexist with contemporary design. Under the creative leadership of Tomas Maier, the brand has always maintained its roots: since its beginnings in the world of leather dating back to 1966, Bottega Veneta considered the work and knowledge of the artisans its point of strenght. Today the brand ranging from clothing to jewelry to furniture, and has become a flagship brand of luxury made in Italy. The book describes the evolution of the brand: curated by Maier, in collaboration with famous signatures in the world of design and journalism. Available in the flagship store and in major bookstores, published in English, Italian, French and German, “Bottega Veneta” is also available in a deluxe box with woven leather.

4 LUXURYfiles AUTUMN 2012


Progetto1

21-10-2012

19:11

Pagina 1


004_014 News.qxd

22-10-2012

20:29

Pagina 6

LUXURY NEWS BEAUTY /

RINASCITA D'AUTUNNO Bio-Performance Super Corrective Serum è il nuovo siero anti-età concentrato, in edizione limitata, ispirato ai trattamenti estetici di rigenerazione cellulare. La sfida del nuovo serum di Shiseido è ottenere i risultati della chirurgia estetica rigenerativa. Così il colosso nipponico, nei suoi innovativi laboratori ha creato Bio-Regenerist, un esclusivo complesso, composto da estratto di lievito ed estratto di cartamo, in grado di rivitalizzare i fibroblasti, riportandoli all’attività tipica della pelle giovane, agendo in due modi. L’estratto di lievito aumenta la quantità di EGF (Epidermal growth Factor). L’estratto di cartamo favorisce il legame tra EGF e i fibroblasti. Altra coccola da regalarsi, in edizione limitata per i 140 anni del brand, è Camelia Compact. Una polvere compatta per il viso, micronizzata e luminescente solo in superficie, facile da stendere e da mixare nelle tre diverse tonalità. Un unico prodotto multiuso: blush, ombretto e illuminante.

AUTUMN REBIRTH Bio-Performance Super Corrective Serum is the new anti-aging serum concentrate, a limited edition, inspired by the beauty treatments of cell regeneration. The challenge of new serum of Shiseido is to get the results of cosmetic surgery of regeneration. So the Japanese giant in its innovative laboratory has developed Bio-Regenerist, an exclusive complex, consisting of yeast extract and safflower extract , can revitalize the fibroblasts , returning to ordinary skin young, acting in two ways. The yeast extract increases the amount of EGF (Epidermal Growth Factor). The extract safflower promotes the bond between EGF and fibroblasts. Another special gift for yourself, in a limited edition for the 140th anniversary of the brand, is Camelia Compact. A compact powder for the face, and luminescent micronized only on the surface, easy to apply and mix in three different shades. A single multi-purpose product: blush, eye shadow and lighting.

6 LUXURYfiles AUTUMN 2012


Radisson adv5Century.qxd

22-10-2012

20:21

Pagina 1

Il Radisson Blu Resort, Terme di Galzignano è un’oasi naturale di benessere e relax nel cuore del Veneto. Situato nella zona più suggestiva dei Colli Euganei, uno dei siti termali più importanti d’Europa, a pochi km da Venezia, vi accoglierà in un meraviglioso parco naturale di 350.000 mq, con un campo da golf a 9 buche, con piscine termali interne ed esterne, un ampio Centro Benessere con due SPA e sei campi da tennis.

Il Radisson Blu es. Hotel è strategicamente posizionato nel cuore di Roma e facilmente raggiungibile. Vanta uno dei roof più belli della Capitale, dotato di una meravigliosa piscina, di un attraente ristorante e di un suggestivo bar con vista sui tetti di Roma. Ideale per chi viaggia, per meeting ed eventi o per un week end di relax tra cultura, wellness e design


004_014 News.qxd

22-10-2012

20:29

Pagina 8

LUXURY NEWS BEAUTY /

TRENTA CANDELINE Nato nel 1982, il mitico siero di Estée Lauder, Advanced Night Repair ha segnato un'epoca e oggi compie 30 anni. Primo prodotto riparatore per la pelle, ha fatto da apripista a tutti i trattamenti simili che negli anni si sono succeduti, tanto da dare vita a una nuova categoria di prodotti chiamata proprio “riparatori della pelle”. Il siero di Estée Lauder, infatti, aiuta, di notte, l'epidermide a riparare i danni prodotti durante il giorno dalla luce, dal sole e da tutto ciò che provoca inquinamento ambientale. La sua azione prosegue anche di giorno, se applicato al mattino prima della crema abituale. Il classico e inconfondibile flacone marrone, l'applicatore contagocce che evoca medicamenti, la sua consistenza fluida e trasparente, l'assenza di untuosità e di profumo aggiunto, sono ulteriori elementi che lo trasformano in un prodotto davvero unico. La sua formula è stata potenziata nel 2009 ed è capace di ristabilire l’esatto ritmo dei “geni orologio”, ovvero i regolatori del funzionamento delle cellule cutanee. Oggi è tra i prodotti più premiati e venduti al mondo con oltre 4 milioni di flaconi all’anno. La sua formula è protetta da 20 brevetti e quello originale fu pagato da Estée Lauder poco più di 10 dollari!

THIRTYTH BIRTHDAY Born in 1982, the legendary Serum Estée Lauder Advanced Night Repair started an era and today turns 30. First product to repair the skin, has opened the way to all similar treatments that have taken place over the years, so as to give rise to a new category of products called "repair the skin." Serum from Estée Lauder, in fact, helps in the night the skin to repair the damages done during the day by the light from the sun and anything that cause environmental pollution. Its action continues even during the day, if applied in the morning before the usual cream. The classic and distinctive brown bottle, dropper applicator that evokes medicines, its fluid consistency and transparency, the absence of greasy and fragrance added, are additional elements that turn it into a truly unique product. Its formula has been enhanced in 2009 and is capable of restoring the exact rhythm of "clock genes", or regulators of the functioning of skin cells. Today it is among the most awarded and sold in the world with over 4 million bottles in a year. Its formula is protected by 20 registrations and the original was paid by Estée Lauder just over $ 10!

8 LUXURYfiles AUTUMN 2012


BancaGenerali.qxd

21-10-2012

19:07

Pagina 1

Da un Gruppo con 181 anni di storia una proposta finanziaria innovativa dalle caratteristiche uniche!

Lifestyle Solutions è una gestione patrimoniale specializzata in beni reali: grandi vini pregiati, orologi da collezione e gioielli d'epoca. A fronte di una forte volatilità dei mercati finanziari, queste linee di investimento vantano rendimenti estremamente interessanti nella loro storia, forti di una decorrelazione dall'andamento delle Borse e dell'economia. Un articolo completo su Lifestyle Solutions è stato pubblicato nel numero Summer di Luxury files.

Clelia Armano Professional Banker di Banca Generali clelia.armano@bancagenerali.it 349.5289605 - 02.801364 - 02.55303540


004_014 News.qxd

22-10-2012

20:29

Pagina 10

LUXURY NEWS EVENTS /

GUCCI E LA RESPONSABILITÀ SOCIALE Avviare un’attività di analisi e di conseguente riduzione dell’impatto ambientale del settore della moda e del lusso. È questo l’obiettivo alla base dell’Accordo Volontario siglato a Milano, in apertura della Settimana di Milano Moda Donna e in coincidenza della sfilata primavera/estate 2013 di Gucci, fra Corrado Clini, Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, e Patrizio di Marco, Presidente e CEO della maison fiorentina. Il progetto è finalizzato alla valutazione dell’impronta ambientale e al calcolo dei cosiddetti "eco-costs" di alcuni fra i più rappresentativi prodotti Gucci, per arrivare ad avere dei processi e prodotti certificati secondo norme e standard internazionali. Gucci – prima azienda del settore del lusso a muoversi in questa direzione – si è impegnata perciò a condurre una valutazione delle emissioni di CO2 prodotte all’interno della propria filiera produttiva, con l’obiettivo di ridurle. L’accordo con il Ministero prevede inoltre la valutazione dell’impatto etico-sociale, attraverso un monitoraggio dei parametri di qualità del lavoro e della vita delle persone e comunità coinvolte. I primi risultati saranno disponibili entro la fine del 2013.

GUCCI AND THE CORPORATE SOCIAL RESPONSIBILITY

The Minister Corrado Clini e Patrizio di Marco, President and CEO Gucci.

10 LUXURYfiles AUTUMN 2012

Starting with a business analysis and consequent reduction of the environmental impact of the fashion industry and luxury: this is the goal of the Voluntary Agreement signed in Milan, at the opening of Milan Fashion Week, before the Gucci fashion show spring/summer 2013 among Corrado Clini, Minister for the Environment, Land and Sea, and Patrizio di Marco, President and CEO of the historical maison from Florence. The project is aimed at assessing the environmental footprint and the calculation of so-called "eco-costs" of some of the most representative Gucci products, to get to have the processes and products certified according to international standards. Gucci - the first company in the luxury world to move in this direction - is committed, therefore, to conduct an assessment of CO2 emissions in the production chain, with the aim of reducing them. The agreement with the Minister also provides for the assessment of the social and ethical, by monitoring the parameters of quality of work and life of people and communities involved. The first results will be available by the end of 2013.


THE PLACE

ThePlace.qxd

15-05-2012

23:28

Pagina 1

Luxury accommodations in downtown Milan

www.the-place.it reservations@the-place.it


004_014 News.qxd

22-10-2012

20:29

Pagina 12

LUXURY NEWS EVENTS / GRAND PRIX DE L'ACADÈMIE INTERNATIONALE DE LA GASTRONOMIE A UMBERTO GIRAUDO Nel 2011 fu il modenese Massimo Bottura de l'Osteria Francescana ad essere premiato come lo chef numero uno del pianeta da l'Acadèmie Internationale de la Gastronomie. E anche oggi l'Italia è sul tetto del mondo, questa volta non per l'alta cucina ma per l'arte dell'accoglienza e del servizio. Il premio "Grand Prix de l'Art de la Salle" uno dei quattro Grand Prix internazionali assegnati dall'influente associazione che riunisce 27 Paesi della gastronomia mondiale - è infatti andato ad Umberto Giraudo, maître de La Pergola dell'Hotel Rome Cavalieri. Il "padrone di casa" del ristorante tre stelle Michelin di Heinz Beck ha già in passato collezionato altri premi, tra cui quello di Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana, onorificenza ricevuta dal Presidente della Repubblica Italiana nel 2005.

GRAND PRIX DE L'ACADÈMIE INTERNATIONALE DE LA GASTRONOMIE TO UMBERTO GIRAUDO In 2011 was Massimo Bottura and his "Osteria Francescana" to be honored as the number one chef in the world by the Academie Internationale de la Gastronomie. Now Italy is on the roof of the world again, this time not for haute cuisine but for the art of hospitality and service. The award "Grand Prix de l'Art de la Salle" - one of the four Grand Prix awarded by the influential international association that brings together 27 countries of world cuisine - and in fact went to Umberto Giraudo, maître de La Pergola Hotel Rome Cavalieri. The "host" of the restaurant three Michelin stars of Heinz Beck has previously collected other awards, including the Knight of the Order of Merit of the Italian Republic, an honor received by the President of the Italian Republic in 2005.

12 LUXURYfiles AUTUMN 2012


Š2012 Elizabeth Arden, Inc. elizabetharden.com *Utilizzando il nuovo Optimizing Skin Serum Visible Difference insieme al regime di traamento ispirato alla tecnologia delle Spa Elizabeth Arden. Risultati basati su un test di utilizzo di 55 donne negli Stati Uniti dai 30 ai 50 anni.

Progetto1

Progetto2

21-10-2012

26-06-2012

19:39

11:18

Pagina 1

Pagina 1

Una differenza visibile in soli * 6 giorni.

100 anni di expertise spa nella linea di traamento quotidiano per la tua pelle.


004_014 News.qxd

22-10-2012

20:29

Pagina 14

LUXURY NEWS EVENTS / COMO LUXURY La IV edizione di Como Luxury è in programma nell'elegante Villa Erba di Cernobbio dal 7 al 9 dicembre 2012. Luxury files è tra i media partner della kermesse. In un lungo e indimenticabile weekend, circondati da tutta l'eccellenza che il Made in Italy può regalarci, il maestro Paolo Polli, direttore artistico dell’evento ed artista di fama internazionale, realizzerà una sua preziosa opera, in esclusiva per la manifestazione. Il fil-rouge dell'edizione 2012 è il "tempo", tema che si svilupperà attraverso un percorso d’élite che vede coinvolti importanti personaggi del mondo dell’imprenditoria del lusso. Dall'esposizione di splendidi orologi, veri e propri gioielli da polso o da taschino, proseguendo con vari fashion show a tema che vedranno protagonisti eccellenze della musica e della moda. Particolare risalto avrà anche la mostra-evento dedicata ad un'icona dell'eleganza: Audrey Hepburn. A corollario della manifestazione anche straordinarie auto, di ieri e di oggi, o barche esclusive, veri e propri gioielli di classe. Inoltre saranno presenti molte eccellenze enogastronomiche italiane a completare questo interessante weekend nello stile.

COMO LUXURY The fourth edition of Como Luxury event, is scheduled at the elegant Villa Erba in Cernobbio, on days 7 to 9 December 2012. Luxury files is a media partner of the event. In a long and memorable weekend, surrounded by all the excellence that 'Made in Italy' can give us, Paolo Polli, artistic director of the event and an internationally renowned artist, will carry out his valuable work exclusively for the event. The fil rouge of 2012 is the "time", a theme that will be developed through a process that involves elite leading figures from the business world of luxury. Exposure of beautiful watches, real jewels wrist or pocket, continuing with various themed fashion show that will see players excellence in music and fashion. Particular emphasis will also be an exhibition event dedicated to an icon of elegance: Audrey Hepburn. A corollary of the event even extraordinary cars, past and present, or exclusive boats, real jewels of class. In addition, there will be many excellent Italian food and wine to complete this exciting weekend in style.

14 LUXURYfiles AUTUMN 2012


004_014 News.qxd

22-10-2012

20:33

Pagina 16

LUXURY NEWS PEOPLE /

CAMBIO AL VERTICE Alessandro de' Medici è il nuovo Direttore Generale Italia di Elizabeth Arden. Un manager poliedrico proveniente dal Gruppo Tod's per cui è stato Regional Director della divsione tedesca che abbraccia Germania, Svizzera, Austria e Nordic. Una scelta significativa per Elizabeth Arden, quella di identificarsi un manager capace di una compresione profonda dei brand, dei canali di distribuzione e delle peculiarità dei punti vendita, che porterà ad Elizabeth Arden tutte le competenze acquisite sia nel velocissimo mercato dei beni di largo consumo, sia in quello più esclusivo dei beni di lusso. Così Alessandro de'Medici con grande esperienza nella costruzione e gestione di marchi di prestigio, incarna la volontà strategica dell’azienda di completare con successo il riposizionamento del Brand Elizabeth Arden, in questo momento obiettivo prioritario e fattore determinante per i piani di sviluppo e crescita della filiale italiana.

CHANGE AT THE TOP Alessandro de 'Medici is the new General Manager of Elizabeth Arden Italy A versatile manager comes from Tod's Group where he was the Regional Director of the German area, embracing Germany, Switzerland, Austria and the Nordic. A significant choice for Elizabeth Arden, to identify the brand ina a manager capable of a deep comprehension of the brands, distribution channels and the diversity of points of sale, which will lead to Elizabeth Arden all the skills acquired in both the market for fast moving consumer goods, and in the most exclusive luxury goods. So Alessandro de' Medici, with extensive experience in the construction and management of prestigious brands, embodies the strategic intent of the company to successfully complete the repositioning of the brand Elizabeth Arden, at this time the priority goal for the development plans and growth in the Italian branch.

16 LUXURYfiles AUTUMN 2012


5MONDO_21x28_luxury:Layout 1

19-07-2012

10:34

Pagina 2

ilquintomondo.it

Lasciatevi portare dentro l’Emozione

Polinesia • Isole del Pacifico • Australia • Nuova Zelanda Stati Uniti • Messico • Caraibi • Giri del Mondo • Oriente • Sud America


004_014 News.qxd

22-10-2012

20:33

Pagina 18

LUXURY NEWS FOOD / A TUTTO BISTROT Berton è tornato. E per farlo, ha scelto la formula del gastro-bistrot. In molti si chiedevano che cosa avesse in serbo lo stellato Chef uscente da casa Trussardi. L’apertura di Pisacco, la sua nuova creatura, è stata la più attesa dell’autunno culinario milanese. In cucina non ci sarà lui, che in questa avventura veste i panni dell’imprenditore e direttore d’orchestra. Suoi i menu, magistralmente eseguiti dal giovane executive chef Matteo Gelmini. Insieme a Berton un gruppo eterogeneo di soci appassionati di cibo: avvocati, architetti, manager e collezionisti. Da Pisacco si fa cucina d’autore a prezzi accessibili. Ricette semplici della migliore cucina italiana rivisitata in chiave moderna, frutto della ricerca di una materia prima semplice, freschissima, genuina e soprattutto locale. Qui dietro a un piatto di spaghetti al pomodoro e basilico con crema di mozzarella di bufala o a un risotto alla milanese con ragù di vitello si legge tutta la ricerca dell’eccellenza nella scelta dei migliori ingredienti. Inaugurato a settembre nel cuore pulsante di Brera, il locale si sviluppa su due livelli: un’atmosfera elegante ma informale per uno spazio di design (gli interni portano la firma dell’architetto e co-fondatore Tiziano Vudafieri ) che non vuole essere semplice ristorante ma un vero e proprio food concept poliedrico aperto da mattina a sera. Per chi va di fretta, i piatti fast da gustare al bancone non hanno nulla da invidiare alle preparazioni più elaborate: imperdibili il “toast Berton”, realizzato con pane lievitato naturalmente, prosciutto cotto e Asiago e la selezione di sardine e acciughe con crostini di pane.

BISTRO IS COMING Berton is back. And to do that, he opted for a gastro-bistro. Many wondered what the star Chef coming from Trussardi had in mind. The Pisacco’s opening, his new creation, was the most awaited autumn culinary event in Milan. He will not be in the kitchen: this time he plays the role of the entrepreneur and conductor. The menus are his, masterfully performed by the young executive chef Matteo Gelmini. A disparate group of members passionate about food is together with Berton: lawyers, architects, managers and collectors. At Pisacco you could find author’s cuisine at affordable prices. Simple recipes of the best Italian cuisine with a modern twist, the result of the search for raw, simple, fresh, genuine and mostly local materials. Here, behind a plate of spaghetti with tomato and basil cream with buffalo mozzarella or risotto flavored with saffron (dish of Lombardia) with veal ragout you could appreciate all the pursuit of excellence in choosing the best ingredients. Newly opened in the heart of Brera in September, the restaurant is on two floors: an elegant yet informal for a design space (interiors were created by Tiziano Vudafieri, architect and co-founder), that doesn’t want to embody just a simple restaurant but a real versatile food concept opened from morning to evening. For those in a hurry, fast dishes can be enjoyed at the bar that have nothing to envy to the most elaborate preparations: absolutely don’t miss the "Berton toast " made with sourdough bread, ham and Asiago chees and the selection of sardine and anchovy croutons bread.

18 LUXURYfiles AUTUMN 2012


Progetto3

18-10-2012

17:10

Pagina 1


004_014 News.qxd

22-10-2012

20:33

Pagina 20

LUXURY NEWS CINEMA / AL VIA IL SETTIMO FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FILM DI ROMA Nuovo format, nuovo management e attese varie novità dalla direzione del noto Marco Müller. Volto d'eccezione di questo cambiamento sarà Claudia Pandolfi che farà gli onori di casa nella serata di apertura e di chiusura della settima edizione del Festival Internazionale del Film di Roma in programma dal 9 al 17 novembre all' Auditorium Parco della Musica. L’attrice romana darà il via alla manifestazione e presenterà la giuria, prima della proiezione di Vozidanii morja (Aspettando il mare), il kolossal di Bakhtiar Khudojnazarov che sarà presentato come Gala Fuori Concorso in prima mondiale nella serata d'apertura della kermesse. Inoltre la bella e brava Claudia Pandolfi condurrà la serata di premiazione del Festival, alla quale seguirà il film di chiusura, Una pistola en cada mano del regista e sceneggiatore catalano Cesc Gay, Fuori Concorso, in prima mondiale. Tra le anticipazioni svelate da Marco Müller la presenza di molti nomi internazionali tra cui: Sylvester Stallone, Bill Murray, Charlie Sheen, Toni Collette, Stephen Dorff, Dakota Fanning, Daniel Auteil, Fanny Ardant, Mathieu Kassowitz, Bérenice Bejo, Romain Duris, Guillermo Del Toro e Matthew Modine, che esporrà anche nel foyer dell'Auditorium alcune sue foto inedite fatte a Stanley Kubrick sul set, fino alla probabile presenza del maestro Quentin Tarantino.

Marco Müller

Claudia Pandolfi

20 LUXURYfiles AUTUMN 2012

Foto Fabio Lovino

THE SEVENTH INTERNATIONAL FILM FESTIVAL OF ROME New format, new management and new expectations from the direction of the famous Marco Müller. Testimonial of this change will be Claudia Pandolfi who will do the honors on the opening night and closing of the seventh edition of the International Film Festival of Rome, from 9th to 17th of November at Auditorium Parco della Musica. The Roman actress will kick off the event and will present to the jury, before the screening of Vozidanii morja (Waiting for the sea), the epic Bakhtiar Khudojnazarov Gala which will be presented as a world premiere out of competition in the opening night of the festival. In addition, the beautiful and talented Claudia Pandolfi will lead the ceremony of the Festival, which will follow the closing film, Una pistola en cada mano of the director and screenwriter Catalan Cesc Gay, Out of Competition, in its world premiere. Among the advances revealed by Marco Müller, the presence of many international names including: Sylvester Stallone, Bill Murray, Charlie Sheen, Toni Collette, Stephen Dorff, Dakota Fanning, Daniel Auteuil, Fanny Ardant, Mathieu Kassowitz, Berenice Bejo, Romain Duris, Guillermo Del Toro and Matthew Modine, who will exhibit in the foyer of the Auditorium some of his unpublished photos of Stanley Kubrick on the set, to the likely presence of Quentin Tarantino.


FERRARA - Via Cortevecchia, 1 Tel. 0532 200014

ROVIGO - Piazza V. Emanuele, 19 Tel. 0425 22438

Sede di Ferrara e Rovigo

Sede di Ferrara

WWW.SCOPAGIOIELLI.COM

Sede di Rovigo

EMAIL: INFO@SCOPAGIOIELLI.COM


004_014 News.qxd

22-10-2012

20:37

Pagina 22

LUXURY NEWS BOUTIQUE / TORNA MAGIE D'INVERNO Un atteso ritorno per l'evento ideato dal noto ed esperto Fabio Rosas della storica gioielleria nuorese Rosas 1945. La sesta edizione dell’evento espositivo dedicato ai top brands del mercato luxury italiano, quest’anno avrà luogo presso il Museo Tribu di Nuoro alla presenza di tutte le più note Maison e di personalità del mondo politico e culturale. Molto più di un workshop prestigioso o di un marketplace di spicco, Magie d’inverno è un importante momento d’incontro, davvero all’insegna dell’esclusività, tra la domanda di beni di lusso e i principali produttori di gioielli e marchi di alta orologeria in Italia e in Europa. Giunge quest’anno alla sesta edizione, dopo essersi affermato quale place to be non solo per il marketing di settore ma anche per la cultura, lo spettacolo e l’alta società locale e nazionale. L'edizione 2012 è programmata per il secondo fine settimana di novembre, e per la prima volta si terrà presso il Tribu, una delle eccellenze della città di Nuoro, uno spazio

espositivo dedicato alle arti, all’interno del quale si trova la pregevole mostra permanente dello scultore nuorese Francesco Ciusa. Infatti Magie d’inverno vuole essere proprio ambassador verso l’Italia intera delle eccellenze nuoresi. Non a caso, un'altra delle location della manifestazione, sarà l’ISRE (Istituto Superiore Regionale Etnografico), dove si terrà la conferenza stampa di presentazione e si svolgerà anche la premiazione del Premio Montblanc, connesso a Magie d’inverno e giunto alla sua seconda edizione. La giuria, composta da Salvatore Liori, presidente dell’ISRE, da Paolo Piquereddu, direttore dell’Istituto, e da Alessandro Bianchi, sindaco della città di Nuoro ha selezionato due personalità significative, i cui nomi saranno svelati solo durante la premiazione, ancora di ciò che la città di Nuoro esprime e riceve quanto a intelligenza e creatività. Inoltre il padrone di casa, Fabio Rosas con la sua nota gentilezza accoglierà gli ospiti, anche a Casa Rosas, l'innovativo concept store inaugurato nel 2011, che sarà complementare all’evento e location per spettacolari “show cooking”. Infatti al suo nterno si terranno corsi di cucina e la degustazione di nuovi vini, per far conoscere l’arte del buon mangiare e del buon bere, con la collaborazione di realtà del calibro di Lagostina e Alessi, oltre che alla presenza di chef stellati Michelin.

“MAGIE D'INVERNO” COMES BACK A long-awaited return for the event designed by the famous and expert Fabio Rosas of Rosas 1945, the historical jewelry of Nuoro. The sixth edition of the exhibition dedicated to the Italian top luxury brands in the market, this year will take place at the Museum of Nuoro Tribe at the presence of all the most famous Maison and personalities of the political and cultural life. Much more than a prestigious workshop or a marketplace prominent “Magie d'Inverno” is an important meeting, really dedicated to exclusivity, including the demand for luxury goods and main jewelry manufacturers and brands of luxury watches in Italy and in Europe. Reaches its sixth edition, having established itself as “the place to be”, not only for the marketing industry but also for culture, entertainment and high society locally and nationally. The 2012 edition is scheduled for the second weekend in November, and for the first time will be held at the Tribe, one of the top in the city of Nuoro, an exhibition space dedicated to arts, in which there is a fine exhibition by the sculptor Francesco Ciusa. This event in fact wants to be a real ambassador to Italy for the excellence in Nuoro. Not surprisingly, another of the location of the event, will be the ISRE (Regional Ethnographic Institute), where after the press conference, will host the ceremony for the Award Montblanc, connected to the event , at its second edition. The jury, composed by Salvatore Liori, President ISRE, by Paul Piquereddu, director of the Institute, and Alessandro Bianchi, mayor of the city of Nuoro has selected two significant figures, whose names will be revealed only during the ceremony, even that the city of Nuoro expresses and receives in intelligence and creativity. In addition, the host, Fabio Rosas with his well-known kindness will welcome guests, including Casa Rosas, the innovative concept store opened in 2011, which will complement the event and also a location for spectacular "show cooking". In fact there will take cooking classes and tasting new wines, to introduce the art of good food and good drink, with the collaboration of brands such as Alessi and Lagostina, as well as the presence of some Chefs Michelin.

22 LUXURYfiles AUTUMN 2012


Progetto1

22-10-2012

20:15

Pagina 1


004_014 News.qxd

22-10-2012

20:37

Pagina 24

COACHING BY ENRICO COGNO / COME STIMOLARE L’INNOVAZIONE Ecco una tecnica efficace per creare idee: il “listing”. È un elenco di “domande stimolanti” ideato da Alex Osborn, l’autore del Brainstorming, particolarmente adatto a individuare nuovi utilizzi di prodotti, servizi o soluzioni progettuali. Serve soprattutto per superare i vecchi approcci difficili da abbandonare. Una variante, che rientra nel novero delle tante check list esistenti, è il modello di Bib Eberle definito SCAMPER, un acronimo ottenuto dalle iniziali di sette domande. Sono migliaia i casi di prodotti o servizi innovativi frutto del “listing”: da invenzioni di oggetti utensili, ai modelli aerei, al packaging, a progetti industriali, a modifiche alle autovetture, ai capi di abbigliamento ecc. Ecco le sette domande-guida dello SCAMPER:

SUBSTITUTE = SOSTITUIRE. Cosa si può trasformare in altra componente? (Tipico è il caso di un nuovo termos al quale è stato eliminato il tappo di chiusura, facilmente perdibile, sostituito da una ghiera in plastica che, torcendosi, consente l’apertura e la chiusura ermetica della bocca del termos). COMBINE = COMBINARE. Si può collegare l’idea ad altre? È possibile scomporlo in sotto-elementi o combinarlo con altri prodotti? (Le nuove applicazioni degli Smartphone sono un’enciclopedia di esempi in tal senso). ADAPT = ADATTARE. A cosa assomiglia questa idea? Esistono dei parallelismi? Cosa sarebbe possibile imitare? (In un albergo fiorentino, sorto sulle rovine di un mulino a vento e alla ricerca di nuove forme di energia pulita, sono state “adattate” le vecchie pale, attualizzandole con moderne forme eoliche). MODIFY, MAXIMIZE, MINIMIZE = MODIFICARE, AMPLIARE, RIDURRE. È possibile modificarne l’aspetto, il movimento, la dimensione, la forma, l’odore, aumentarne la frequenza, la distanza? È possibile togliere qualcosa, accorciare, assottigliare, alleggerire, schiarire, rifinire? Si può dividere, utilizzare in miniatura? (Molte forme di packaging hanno modificato i materiali, come nel caso del cartone paraffinato al posto del vetro in molti casi tipi di vino e di latte). PUT TO OTHER USE = DIVERSO UTILIZZO. Esiste una diversa modalità d’impiego? (È tipico il caso di una chiave inglese ad uso dei velisti che, anziché in ferro, è stata prodotta in legno e plastica, per galleggiare in caso di caduta in acqua). ELIMINATE = ELIMINARE. Cos’è possibile sostituire? Il processo si può organizzare diversamente levando qualcosa? (Un utilizzo creativo di un avanzo di dentifricio può servire a levare completamente le macchie di colore dal muro, quando i bambini scambiano la parete del soggiorno per una nuova Cappella Sistina). REVERSE, REARRANGE = CAPOVOLGERE. L’idea può essere rovesciata, invertita, messa sottosopra. Si può invertite la sequenza d’uso? Come appare l’idea vista specularmente? (Tipico il caso di una località troppo ventosa per poter ospitare un campo di golf che è stata destinata a centro velico). Queste domande hanno lo scopo di forzare la modifica dei punti di vista. Ricordiamoci l’avviso di Stanislaw Lec: “La cosa più difficile non è tanto avere nuove idee, quanto abbandonare quelle vecchie”. Rendiamo più libera la nostra mente con una serie di stimoli. Anche inventando nuove liste di domande.

24 LUXURYfiles AUTUMN 2012

HOW TO STIMULATE INNOVATION The "listing": it is an effective technique to generate ideas. It is a list of "inspiring questions" created by Alex Osborn ???the author of Brainstorming technique ?– that is particularly suited to identify new uses for products, services or design solutions. It is primarily used to overcome the old approaches that are difficult to discard. A variant of this technique, which is one of the many checklist created, is the model of Bob Eberle called SCAMPER, an acronym made from the initial letters of seven questions. Thousands of examples of innovative products or services are the result of the "listing" technique: from the inventions of tools to airplanes models, packaging, industrial projects, from cars modifications to clothes adjustments, etc. Here are the seven guide questions of the SCAMPER method:

SUBSTITUTE. What can we transform into other element? (Typical is the case of a new flask to which the closing cap has been eliminated, because easy to lose, and it has been replaced by a plastic locking ring, that allows both the opening and the hermetic closure of the flask). COMBINE. Is it possible to link the idea with others? Can you break it down into sub-elements or combine it with other products? (New smartphones applications are the most perfect illustration of this). ADAPT. What does it look like this idea? Are there any similarities? What would it be possible to imitate? I.e. In a hotel built on the ruins of a windmill in Florence, looking for new forms of clean energy, the blades have been "adjusted" to the windpower system. MODIFY, MAXIMIZE, MINIMIZE. You can change a certain something appearance, movement, size, shape, smell, increase its frequency, its distance? Is it possible to remove, reduce, thin, light, bright, refine something? Can you can split it or use it in miniature? (Many packaging forms have modified the materials, like the case of waxed cardboards instead of glass materials for wine and milk). PUT TO OTHER USE. Is there a different direction of use? (Typical is the case of a wrench used by sailors which was produced in wood and plastic, instead of iron, to float if it dropped in water). ELIMINATE. What can be replaced? Can the process be arranged differently by removing something? I.e. A creative use of a toothpaste surplus can be used to completely remove color stains from walls, when children mistake the living room for a new Sistine Chapel. REVERSE, REARRANGE. The idea can be inverted, reversed or turned upside down. Can you reverse the sequence patterns? How does the idea appear in reverse? I.e. Typical is the case of a too windy place for a golf course that was transformed into a sailing center. These questions are intended to force points of view modifications. Let us remember the warning of Stanislaw Lec: "The hardest thing is not to have new ideas, but to leave the old ones." Let us give more freedom to our intellect with a series of incentives, even putting down new lists of questions.


Progetto2

20-10-2010

9:27

Pagina 1

ALTA CARE LABORATOIRES

PIAZZA DI SPAGNA, 6 - ROMA

ALTA CARE BeautySpa five storey building overlooks the square that is famous for the Spanish steps and the luxury brand retail outlets. A 5 star exclusive environment has been created with the main purpose of 5 star aesthetic treatments. The facade of the building also includes terraces with breath taking views overlooking the Spanish steps square that offer a magnificent backdrop for the Dermastir products which are of French quality but with a strong touch of Italian style. The back part of the building also has a garden spa that is unique. Dermastir products are produced in France by Alta Care Laboratoires. The company is also well known to supply many BeautySpas around the world with skincare ampoules, wrinkle fillers, serums in soft gels, monodose scrubs, peel off masks, gypsum masks, massage candle oils, body wraps, aesthetic machines and professional sizes. Dermastir airless products are used during the aesthetic treatments. Full body massage €85 (75mins), Candle oil massage €95 (75mins), Couple’s massage €75 (90mins), Herbal stamp or Hot stone massage €95 (90 mins), Facial lifting using aesthetic machines € 75 (90mins), Body microdermabrasion scrub € 95 (90 mins), Facial deep cleansing €45 (90mins), Pedicure €45, Manicure €15, Waxing €25-€45, Body Wrap €95 (90 mins), Anti-cellulite machine €85 (90 mins) Other special offers and packages on request. Appointments on +39 (0)6 69380852 or + 39 (0)6 45420164. The DaySpa is only open for women. Monday - Sunday 09.30 - 22.00

www.dermastir.com

www.altacare.com


026_031 CRAIG.qxd

22-10-2012

16:53

COVER di Mara Cella

26 LUXURYfiles AUTUMN 2012

Pagina 26


026_031 CRAIG.qxd

22-10-2012

16:53

Pagina 27

DANIEL

CRAIG Impenetrabili occhi di ghiaccio

È Daniel Craig, l’attore britannico dal gelido aspetto nordico, capelli biondi e sguardo di ghiaccio. Nel 2006 ha debuttato nei panni o meglio nello smoking più famoso al mondo, quello dell’unico agente segreto con licenza di uccidere, James Bond. Un ruolo ambito ed impegnativo, tutto il peso dell’eredità lasciata da così impeccabili e noti predecessori, del calibro di Sean Connery, Roger Moore o Pierce Brosnan si fa sentire. Ma il debutto di Craig in Casino Royale nel 2006, accanto alla nostrana Caterina Murino lo ha indiscutibilmente ammesso e consacrato nel gotha degli 007. IMPENETRABLE ICY BLUE EYES Daniel Craig is the British cold Nordic-looking actor, with blonde hair and icy stare. In 2006 he made his debut in the role - or it is better to say - in the world’s most popular smoking, that of the only secret agent with a licence to kill, James Bond. A challenging and demanding role, with all the weight of the heritage left by impeccable and well-known predecessors the likes of Sean Connery, Roger Moore or Pierce Brosnan that is remarkable. However with his debut in 2006 “Casino Royale” movie, next to the Italian actress, Caterina Murino, Craig unquestionably got in the 007’s elite. LUXURYfiles AUTUMN 2012 27


026_031 CRAIG.qxd

22-10-2012

16:53

Pagina 28

CRAIG SARÀ “ DANIEL SUL GRANDE SCHERMO CON SKYFALL, L’ATTESISSIMO NUOVO EPISODIO DI BOND. DANIEL CRAIG WILL BE ON THE BIG SCREEN WITH SKYFALL, THE HIGHLY ANTICIPATED NEW BOND’S EPISODE.

Nel 2008 è stata la volta di Quantum of Solace, il sequel di Casino Royale, dove ha vestito nuovamente i panni di un Bond più contemporaneo accanto alla ineccepibile Judi Dench e alla bella Olga Kurylenko, dove è alle prese con un’oscura organizzazione terroristica, episodio in cui più che la passione e la seduzione, l’azione e la vendetta sono le protagoniste assolute. Ed ora, se non c’è due senza tre, nel 2012 Daniel Craig sarà sul grande schermo con Skyfall, l’attesissimo nuovo episodio di Bond, in uscita a fine ottobre nelle sale italiane, distribuito da Warner Bros Pictures Italia. Si tratta della 23esima avventura della saga cinematografica forse più amata di tutti i tempi e di certo più nota al mondo.

In 2008 it was the time of “Quantum of Solace”, “Casino Royale” sequel, where he played again the role of a more contemporary Bond, next to the perfect Judi Dench and the beautiful Olga Kurylenko, where he is struggling against an obscure terrorist organization. This is an episode where action and revenge are the absolute protagonists, more than passion and seduction. And now, if there is no two without three, in 2012 Daniel Craig will be on the big screen with “Skyfall”, the highly anticipated new Bond’s episode, that will released in late October in Italian theatres, distributed by Warner Bros Pictures Italy. This is the 23rd adventure of the probably most beloved film series of all time and certainly the most famous in the world. 28 LUXURYfiles AUTUMN 2012


026_031 CRAIG.qxd

22-10-2012

16:53

Pagina 29

LUXURYfiles AUTUMN 2012 29


026_031 CRAIG.qxd

22-10-2012

16:53

Pagina 30

Ancora una volta James Bond indossa un Seamaster OMEGA. Per celebrare la sua settima apparizione in un film di 007 al polso del protagonista, la Maison ha creato l’orologio Seamaster Planet Ocean 600M SKYFALL Limited Edition. Come ogni Planet Ocean, il nuovo modello è pronto ad affrontare avventure sottomarine. Dotato di lunetta subacquea girevole unidirezionale e di una valvola per la fuoriuscita dell’elio, è impermeabile fino a 600 metri. L’orologio vanta una cassa da 42 mm in acciaio inossidabile lucido e satinato e un bracciale dello stesso materiale con sistema brevettato a vite e perno sulla cui fibbia subacquea è inciso il mitico numero “007”. Once again James Bond wears a Seamaster OMEGA. To celebrate its seventh appearance in a “007” movie on the protagonist’s wrist, the Maison created the “Seamaster Planet Ocean 600M Skyfall Limited Edition” watch. Like every Planet Ocean, the new model is ready for underwater adventure. Equipped with a unidirectional rotating diving bezel and a helium escape valve, it is water resistant 600 meters /2000 feet /60 bar. The watch has a 42 mm brushed and polished stainless steel case and a matching patented screw-and-pin bracelet whose divers’ clasp is engraved with “007”.

Academy award-winner Sam Mendes masterfully directed this episode, which comes just in time for the 50th James Bond’s anniversary – just on the 5th October the Global James Bond Day was celebrated - and involves great depth actors for a real strong cast: from Judi Dench up to Javier Bardem, Ralph Fiennes and Naomie Harris, to the intriguing soundtrack of British and talented Adele, whose Academy award nomination seems to be already a certainty for this category. In fact, the film will be released in the UK and in Italy at the end of October, while in the U.S. on November 9, however the early international reviews seem already extremely positive, so much so that some have already entitled it the best James Bond’s movie ever. As always, it is better to wait to experience the emotions in the theatre that will give us the charming agent and find out if the rumors are confirmed by a significant 4 Academy award nominations.

Il premio Oscar Sam Mendes ha diretto magistralmente questo episodio, che esce proprio in concomitanza del 50esimo anniversario di James Bond – proprio il 5 ottobre scorso è stato celebrato il Global Bond Day - e vede coinvolti attori di grande spessore in un vero cast d’eccezione: da Judi Dench a Javier Bardem, da Ralph Fiennes a Naomie Harris, fino alla intrigante colonna sonora della britannica e talentuosa Adele, la cui nomination agli Oscar per questa categoria pare sia già una certezza. In effetti il film uscirà in Inghilterra e in Italia a fine ottobre e negli Usa il 9 novembre ma le prime recensioni internazionali sembrano già estremamente positive, tanto che alcuni lo hanno definito il miglior James Bond di sempre. Come sempre è meglio aspettare di vivere in sala le emozioni che saprà darci l’affascinante agente e scoprire se verranno confermati i rumors di ben 4 nomination agli Oscar. 30 LUXURYfiles AUTUMN 2012


026_031 CRAIG.qxd

22-10-2012

16:53

Pagina 31

In Skyfall, la lealtà di Mr. Bond verso M - Judi Dench appare messa a dura prova quando il suo passato tornerà a perseguitarla. Quando il MI6 verrà messo sotto assedio, 007 dovrà scovare e distruggere la minaccia, non importa a quale costo, tutto è in gioco. Skyfall è stato girato tra la Turchia, Shanghai e le Highlands scozzesi anche se la la maggior parte del film è ambientato a Londra con le sue inconfondibili atmosfere. Il regista Sam Mendes ha dichiarato alla stampa internazionale: “Per me, bisogna mettere i personaggi in una situazione credibile – in cui improvvisamente diventa quasi impossibile sopravvivere - e poi mostrare come riescano a sopravvivere. Questa è stata la vera sfida”.

In “Skyfall”, Bond’s loyalty to Mr. M - Judi Dench - is put to the test when his past returns to haunt her. When the MI6 is put under siege, 007 must track down and destroy the threat, no matter at what cost, everything is at stake. “Skyfall” was filmed in Turkey, Shanghai and in the Scottish Highlands, even though most of the film is set in London with its unique atmosphere. The director Sam Mendes told the international press: “For me, it is important to put characters in a realistic situation - where suddenly it becomes almost impossible to survive - and then show how they are able to make it. This has been the real challenge”.

LUXURYfiles AUTUMN 2012 31


032_034 bonsignore.qxd

22-10-2012

16:56

Pagina 32

LUXURY AS ETHICS di Gianluca Luongo

La via italiana all’uscita dalla crisi passa necessariamente attraverso la valorizzazione delle eccellenze del sistema produttivo del Bel Paese. Tra queste, si sa, il mercato del lusso è quello nel quale indiscutibilmente il made in Italy esprime il meglio di sé a livello mondiale, per l’inesauribile creatività che da sempre lo contraddistingue, la qualità delle lavorazioni e l’impiego dei materiali e tecniche produttive sempre all’avanguardia. Non è un caso ad esempio che la crisi del settore auto in Italia abbia risparmiato marchi e aziende impegnate nella produzione di auto di alta gamma, che registrano quotazioni di mercato crescenti proprio in virtù dell’eccellenza dei prodotti proposti.

CORPORATE SOCIAL RESPONSIBILITY The Italian way to exit from the crisis necessarily passes through the support of excellences in the Italian production system. Among these, you know, the luxury market is the one where the “Made in Italy” unquestionably expresses its best in the world, for the inexhaustible creativity that has always characterized the quality of workmanship and the use of cutting edge materials and production techniques. For example, it is no coincidence that the automotive industry crisis in Italy has spared brands and companies that produce high-end car, which recorded increased market prices due to the excellence of our products.

RESPONSABILITÀ SOCIALE DI IMPRESA GIANLUCA LUONGO. Avvocato del libero Foro, è un esperto in diritto penale societario e consulente per le pubbliche amministrazioni. Tra i suoi delicati incarichi, la passione per il giornalismo lo ha portato a collaborare con varie redazioni, mettendo a disposizione in diversi ambiti la propria esperienza e know how professionale. Gianluca Luongo is a private practice lawyer, an expert in corporate criminal law and works as a consultant for public administrations. Moreover, his passion for journalism has led him to collaborate with several newspapers, making his professional experience and know-how available in different fields.

32 LUXURYfiles AUTUMN 2012


032_034 bonsignore.qxd

22-10-2012

16:56

Pagina 33

Medesimo discorso vale per ogni settore produttivo dell’economia nazionale. È di poche settimana fa la notizia che un’impresa veneta è stata scelta da Apple quale fornitrice delle copertine in pelle per Ipad. Questo invidiabile traguardo - un riconoscimento al quale nessuna azienda al mondo potrebbe o vorrebbe rinunciare - è il risultato della scelta di posizionare l’impresa nel mercato dell’eccellenza, con una prospettiva di medio-lungo periodo di grande respiro e prospettiva. Quel risultato è allo stesso tempo la cartina di tornasole della grande vitalità del tessuto economico-produttivo italiano, costituito come noto da un elevatissimo numero di piccole e medie imprese che della conduzione familiare e del radicamento sul territorio hanno fatto molto spesso il proprio tratto distintivo. Realtà imprenditoriali nelle quali il rispetto e la valorizzazione degli stakeholders fanno si che nonostante le enormi difficoltà del mercato europeo, l’Italia rimanga ancora oggi ai primi posti nel mondo nel settore della trasformazione delle materie prime. È interessante notare l’esistenza di un sottile filo conduttore che lega la famosa crisi economica mondiale del ‘29 alle difficoltà finanziarie e industriali nelle quali si dibatte oggi parte dell’economia mondiale. Si tratta del dibattito sulla governance delle imprese, quella Corporate Social Responsability sulla quale gli economisti cominciarono ad interrogarsi e a dibattere all’indomani della grande depressione del secolo scorso. Il dibattito verteva (e verte) sulla necessità di incentivare (per taluni di indirizzare attraverso normative ad hoc), coloro che hanno la responsabilità della conduzione di un’impresa a compiere scelte eticamente e socialmente responsabili, orientate al raggiungimento di uno sviluppo sostenibile nel lungo periodo con ricadute benefiche sull’intero sistema sociale e sull’ambiente. Non è un caso che tale dibattito si riaffacci oggi con rinnovata forza, anche se a dire il vero l’Unione Europea ed alcune organizzazioni sovranazionali (ONU e OCSE) hanno dato prova di lungimiranza, dato che già nei primi anni ‘90 se ne trova ampia traccia in contributi istituzionali sul management strategico. Non a caso nel 1999 l’allora Segretario Generale delle Nazioni Unite lanciò un appello per la creazione di “un’economia globale più inclusiva e più sostenibile”. Nel 2001 il Consiglio Europeo di Goteborg approvava per la prima volta una strategia per lo sviluppo sostenibile e l’integrazione delle riforme economiche con la coesione sociale e la dimensione ambientale, considerando per la prima volta lo sviluppo sostenibile come un’opportunità economica e non come un freno alle imprese.

The same goes for every national economy sector. It was just few weeks ago that a company from the Veneto has been selected by Apple as a leather covers supplier for Ipad. This enviable goal - a recognition that no company in the world could or would give up - is the result of choosing to place the company in the excellence market, with a both medium to long-term and large-scale perspective. That result is both a litmus test of the Italian economic production vitality, that is composed by a large number of small and medium-sized enterprises which made their hallmark in the family and local roots very often. These are business realities in which respect for and appreciation of stakeholders mean that despite the European market difficulties, Italy still remains at the top in the world in the raw materials processing. It is interesting to note the existence of a thin thread that ties together the famous ’29 world economic crisis and the today financial difficulties in which industry is struggling part of the global economy. This is the debate on corporate governance, the Corporate Social Responsibility on which economists began to question and debate in the aftermath of the last century Great Depression. The debate was -and concerns- the need to encourage for some it meant to address through specific legislationthose who have the conduct responsibility of an enterprise to make ethically and socially responsible choices, focused on achieving sustainable development in the long period with beneficial effects both on the entire social system and the environment. LUXURYfiles AUTUMN 2012 33


032_034 bonsignore.qxd

22-10-2012

16:56

Pagina 34

Tornando all’attualità, se gli istituti finanziari mondiali avessero agito nel rispetto della Corporate Social Responsability, e dunque degli stakeholders nel loro complesso, con tutta probabilità le scelte di investire in prodotti finanziari ad alto rischio non sarebbero state compiute, i bilanci sarebbero stati maggiormente trasparenti e il sistema creditizio avrebbe continuato a finanziare il sistema produttivo delle imprese anziché inseguire facili scorciatoie rappresentate dalla commercializzazione di prodotti finanziari derivati, immessi con tanta e tale leggerezza nel mercato finanziario mondiale da aver comportato infine l’esplosione della bolla speculativa alla quale abbiamo assistito negli ultimi anni. Purtroppo l’Italia è stata solo in parte al riparo da queste scelte scellerate ed oggi il suo tessuto produttivo ne risente pesantemente; sebbene infatti gli istituti di credito italiani abbiano sofferto meno di altri le conseguenze negative della ridotta liquidità – frutto evidentemente di una gestione maggiormente cauta e più etica da parte dei nostri manager - tuttavia hanno di riflesso trasferito sul sistema delle imprese gli effetti delle difficoltà di capitalizzazione, restringendo, in alcuni casi ben oltre quanto fosse lecito attendersi, il credito alle imprese, con effetti drammatici che hanno determinato la crisi di interi comparti produttivi e la crescita del numero degli inoccupati. La ricetta che consenta al sistema produttivo italiano di uscire quanto prima dalla crisi, in linea con le raccomandazioni dell’Unione Europea, è di investire in termini eticamente e socialmente responsabili sullo sviluppo di medio e lungo periodo, puntando ancora una volta sull’eccellenza dei prodotti e con il mercato del lusso chiamato a far da volano alla ripresa economica. 34 LUXURYfiles AUTUMN 2012

Today, it is no coincidence that this debate occurs again with renewed strength, although to tell the truth, the European Union and some supranational organizations -UN and OECD- have proven to be far-sighted, as in the early 90s institutional contributions on strategic management were largely debated. In fact, in 1999 the then Secretary-General of the United Nations launched an appeal for the creation of “a more inclusive and sustainable global economy”. In 2001, the European Council of Gothenburg approved a strategy for sustainable development and the integration of economic reform together with social cohesion and the environmental dimension, considering sustainable development as an economic opportunity and not as an obstacle to business, for the first time. Back to the current situation, if worldwide financial institutions had acted in line with Corporate Social Responsibility, and therefore for the benefit of their stakeholders as a whole, in all probability the choices to invest in high-risk financial products would not have been made, financial statements would have been more transparent and the banking system would have continued to finance the system of productive enterprise. Instead, shortcuts were taken, including excessive marketing of financial derivative products issued with such carelessness as to have led to the bursting of the speculative bubble in which we lived in recent years. Unfortunately, Italy has only partially protected from these wicked choices and today its production heavily feels the effects. Although Italian banks have suffered negative consequences of reduced liquidity less than other countries - evidently as the result of a more cautious and more ethical management followed by our managers - they have consequently transferred the effects of capitalization difficulties, decreasing the lending to enterprises, in some cases well beyond what was expected, with dramatic effects that led to the crisis of entire productive sectors and the growth of unemployment rate. The recipe that allows the Italian productive system to get out of the crisis as soon as possible, in line with the recommendations of the European Union, is to invest on medium and long term development in ethical and socially responsible terms, once again focusing on the products excellence and the luxury market entitled to be a driving force for the economic recovery.


Progetto2

21-10-2012

19:29

Pagina 1


036_037 sandri.qxd

22-10-2012

17:04

Pagina 36

LUXURY AS ETHICS di Enrico Cogno

MADE IN ITALY DI SUCCESSO Stefano Sandri, avvocato e docente, è tra i più accreditati esperti internazionali di Proprietà Intellettuale, in particolare riguardo a brands e design. Autore di numerose pubblicazioni in tema, riveste diversi prestigiosi incarichi in Italia e all’estero. Lo abbiamo incontrato e abbiamo potuto fargli alcune domande. Avv. Sandri, lei che conosce così bene l’attività dei brands italiani, soprattutto quelli che eccellono nel Made in Italy sul piano internazionale, può svelare il meccanismo che vede queste aziende non subire flessioni in un momento di forte recessione generale? Il Made in Italy è un bello slogan, ma va smitizzato. Non c’è nulla di miracoloso, ma tanta professionalità, lavoro e qualità delle nostre imprese. L’eccellenza significa innanzi tutto diversità e innovazione. Ma esse vengono da lontano, e non si improvvisano. Il nostro paese, a riguardo, può vantare l’eredità di una tradizione che ora hanno il potere/dovere di capitalizzare. E questo viene riconosciuto e premiato dal mercato e dai consumatori, al di là della contingenza della recessione. Quale consiglio può dare a quelle aziende che intendessero seguire questi sentieri di successo? Osservare e comparare la concorrenza, anche quella illecita, e giocare d’anticipo interpretando le tendenze del mercato e dei consumatori, adattando il brand con flessibilità adeguata ad assicurarsi priorità e competitività. In tal senso, dotarsi di una rete di sensori interpretativi adeguati, può rivelarsi essenziale per un’impresa moderna.

36 LUXURYfiles AUTUMN 2012

SUCCESSFUL MADE IN ITALY Mr Stefano Sandri - lawyer and professor - is one of the most recognized international experts in intellectual property, in particular about brands and design. He is author of numerous publications on the subject and he fills several important positions in Italy and abroad. We met him for an interview. Mr. Sandri, you know so well the work of Italian brands, especially those that excel in the “Made in Italy” at international level: could you reveal us the mechanism that allows these companies not to suffer downturns at a time of general deep recession? The “Made in Italy” is a nice slogan, but it has to be deglamorized. There is nothing miraculous, but a lot of professionalism, efforts and our businesses quality. Excellence means first of all variety and innovation. Although they come from afar, and they can’t be improvised. In this regard, our nation can boast about the legacy of a tradition that nowadays these companies have the power /duty of capitalizing. This is recognized and rewarded by the market and customers, beyond the recession contingency. What advice could you give to those companies that intend to follow the paths to success? To observe and compare the competition, including the unlawful one, and to act in advance by understanding market and customers’ trends, adapting the brand with enough flexibility to realize priorities and competitiveness. In this sense, it may be essential to develop a network of adequate perceptions for a modern enterprise.


036_037 sandri.qxd

22-10-2012

17:04

Pagina 37

Infine, lei che è esperto nella protezione e nella tutela del marchio, quali suggerimenti può dare agli imprenditori? La tutela del marchio sta vivendo un momento di crisi quanto alla repressione/sanzione della violazione, troppo costosa, time consuming e spesso inefficace, se non addirittura incontrollabile per effetto dell’internalizzazione del mercato e l’informatizzazione della comunicazione. Meglio investire in via preventiva nella costituzione di validi diritti di marchio (registrazione nazionale, comunitaria o internazionale, o copertura pubblicitaria di un marchio di fatto nei territori ed aree merceologiche di interesse) in modo da sfruttarli strategicamente aumentando il potere contrattuale e l’effetto deterrente da parte delle aziende per evitare il coinvolgimento in contenziosi ingestibili in territori a rischio.

Finally, you are an expert in the legal protection of brand: which advices could you give to entrepreneurs? The protection of the brand is experiencing a crisis as the repression / punishment of the violation is too expensive, time consuming and often ineffective, if not uncontrollable, that is due to internationalization of the market and the automation of communication. It is better to invest in advance in the establishment of valid trademark rights (national, European or international law registered, or an advertising coverage of a trademark actually in the territories and market areas of interest), in order to strategically take advantage of them, increasing the bargaining power and the deterrence of companies, so they can avoid to become involved in unmanageable cases in risk areas.

From Salvatore Ferragamo workshop.

LUXURYfiles AUTUMN 2012 37


038_043 moda.qxd

22-10-2012

17:15

Pagina 38

LUXURY AS QUALITY FASHION / di Luisa Berti

QUANDO

CREARE

DIVENTA UNA TRADIZIONE

Antonella Rossi racconta come gli abiti sartoriali sono stati il fil rouge della storia di una famiglia e del suo percorso di donna e imprenditrice.

Appena arrivati nell’atelier romano della stilista ad accoglierci ci sono degli abiti da sera vintage che ricordano magiche atmosfere del passato, ma c’è anche la nuova collezione Haute Couture presentata ad AltaRoma. Capiamo subito che non stava per iniziare la solita intervista sulle tendenze e gli outfit di stagione, perché per Antonella Rossi creare un abito non è solo un lavoro, ma anche un modo per mantenere uniti tutti i pezzi della propria vita. 38 LUXURYfiles AUTUMN 2012

WHEN CREATING BECOMES A TRADITION Antonella Rossi tells how tailored suits have been the common thread of a family story and her path of a woman and entrepreneur. Upon arriving at the designer’s fashion house located in Rome, evening vintage dresses are there to welcome us as reminiscence of the ancient times magical atmosphere, however there is also the new Haute Couture collection presented at “AltaRoma”. We immediately understand that it hasn’t been going to start the usual interview on season trends and outfit, because for Antonella Rossi to create a dress is not just a job: it is also a way to keep together all the pieces of her own life.


038_043 moda.qxd

22-10-2012

17:15

Pagina 39

LUXURYfiles AUTUMN 2012 39


038_043 moda.qxd

22-10-2012

17:15

Pagina 40

Quando ha capito che avrebbe continuato la strada dei suoi genitori? La mia è stata una famiglia di addetti ai lavori. Mio padre era un ricercatore di tessuti, ricordo fin da bambina il suo volto emozionato quando capiva di avere tra le mani una bella stoffa. Ma è stato l’incontro con mia madre, sarta e ricamatrice, a cambiare il suo percorso di vita. Insieme hanno creato, nel 1950, il marchio “Rossi”. Ad un certo punto anche io ho capito che attraverso la moda potevo far provare emozioni agli altri e allo stesso tempo esprimere tutta la mia creatività. Qual è il segreto del suo successo? Ho trasferito sul lavoro la passione per i poeti classici, in particolare quella per Leopardi che trovo ancora attuale. Per tanti anni ho cercato di far vivere alle spose il “sabato del villaggio”, per questo ho trasformato gli incontri antecedenti al matrimonio in degli “happening”, aumentando l’aspettativa e aiutando le future spose a godere fino in fondo di quei momenti.

When have you realized that you would continue your parents path? Mine was a family of experts. My father was a fabrics researcher: since I have been a child, I remember his excited face when he understood to have a beautiful textile in his hands. However, his life changed when he met my mother, a dressmaker and embroiderer. In 1950, together they created the name “Rossi”. At one point, I also realized that I could make others feel emotions through fashion and express my creativity at the same time. What is the secret of your success? I have transmitted to the job my passion for classical poets, especially for Leopardi that I still find contemporary. For many years I have tried to make the brides live the “Saturday in the village”, that is why I turned the meetings prior to the wedding in “happening”, increasing expectation and helping brides to enjoy those moments all the way. 40 LUXURYfiles AUTUMN 2012


038_043 moda.qxd

22-10-2012

17:15

Pagina 41

LUXURYfiles AUTUMN 2012 41


038_043 moda.qxd

22-10-2012

17:15

Pagina 42

Come è riuscita a conciliare lavoro e famiglia? Credo che ad ognuno di noi vengano forniti gli strumenti per vivere una vita completa. Trovo assurdo che una donna che voglia lavorare a grandi livelli non possa avere figli. Io non mi sono preclusa nessuna possibilità, sono una mamma, una nonna ed una imprenditrice. Ho lavorato sodo ma sento di essere completa. Ed è stato anche merito del mio lavoro se sono riuscita, nel 2007, a sconfiggere una brutta malattia. Dopo la malattia cosa è cambiato? Per la prima volta ho fatto un bilancio e ho visto le persone vere intorno a me. Molte non hanno retto alla tensione. Fin da piccola ho cercato l’essenza degli esseri umani e attraverso la malattia l’ho trovata, da quel momento sono cambiate tante cose e anche i miei parametri di valutazione. 42 LUXURYfiles AUTUMN 2012

How have you reconciled work and family life? I believe that each of us are given the tools to live a full life. I find it absurd that a woman who wants to work at high-level positions, can’t have children. I have not precluded any possibility to myself: I am a mother, a grandmother and a businesswoman. I have been working hard, but I feel complete. And it was also thank to my job, if I was able to defeat a bad disease in 2007. After the illness, what has changed? For the first time, I reviewed my life and I saw the real people around me. Many have not stood the strain. Even as a child, I sought the human beings essence and I have found it through my disease: since that moment, many things have changed, even my evaluation parameters. You lived many years in Tuscany. How was moving into the capital city? In 2000, I decided to grow professionally and so in Rome, in “Via dei Delfini”, I opened the second fashion house. I immediately breathed a special atmosphere that allowed me to move from the Tuscany Renaissance to the majesty of the Roman Empire. Today, Rome is my adopted city and I can feel the real daily Rome way of life, by living in the center. I rediscovered the pleasure of shopping in the workshops, as although Rome is a very big city, fortunately it keeps intact the small handcraft realities. What were you inspired by for the Haute Couture collection presented at “AltaRoma”? All dresses are inspired by the “Dolce Vita” period and they represent the ‘50s womanhood, the after war , when the woman reached again the knowledge of her own femininity. “To like oneself for pleasure” is the message we want to send to all women who will buy my clothes, because when I create an outfit I always try to dress the soul of the woman who will wear it.


038_043 moda.qxd

22-10-2012

17:16

Pagina 43

Ha vissuto molti anni in Toscana, come è stato trasferirsi nella Capitale? Nel 2000 ho deciso di crescere professionalmente e così a Roma, in via dei Delfini, ho aperto il secondo atelier. Da subito ho respirato un’atmosfera particolare che mi ha permesso di passare dal Rinascimento Toscano alle maestà dell’Impero Romano. Oggi Roma è la mia città d’adozione e, abitando in centro posso toccare quotidianamente la vera romanità. Ho riscoperto il piacere di fare la spesa nelle botteghe, fortunatamente pur essendo una città molto grande mantiene intatte le piccole realtà artigianali. A cosa si è ispirata per la collezione Haute Couture presentata ad AltaRoma? Tutti gli abiti sono ispirati al periodo della “Dolce Vita” e raccontano la femminilità degli anni ’50, quando la donna, dopo la guerra, ha raggiunto di nuovo la consapevolezza di essere anche femmina. “Piacersi per piacere”, è il messaggio che voglio mandare a tutte le donne che compreranno i miei abiti, perché quando creo un abito cerco sempre di vestire anche l’anima di colei che lo indosserà. Con la partecipazione all’AIDDA ha mostrato un grande interesse per le donne. Sì, da sempre seguo da vicino le problematiche legate alle donne e infatti da circa 20 anni sono membro dell’AIDDA, ora Vice Presidente Vicario per il Lazio. Sto collaborando ad un progetto che riguarda le donne africane ed arabe e sono una delle 15 donne che hanno reso la propria testimonianza nel libro “Il cancro si può vincere” a cura di Armando Editore. La considero una lettura che contiene tutta la forza e la speranza che ogni donna deve avere per combattere questa malattia. Quali i suoi prossimi progetti? Ho intenzione di riscoprire i tesori sartoriali della mia famiglia e lo vorrei fare attraverso i giovani. In archivio ci sono una trentina di abiti, realizzati e cuciti dalla mia mamma che voglio far rivivere. È un prezioso patrimonio che cercherò di valorizzare con l’aiuto di giovani talenti che in questo modo avranno anche la possibilità di iniziare la loro carriera nel mondo della moda. Credo molto in loro, sono il nostro futuro e hanno diritto a delle opportunità.

With the participation to AIDDA (Italian Association of entrepreneurs women), you shown a great interest in women. Yes, I do. I always follow closely women issues and for about 20 years I have been an AIDDA member, of whom I am currently Senior Vice President of Lazio. I am working on a project that concerns African and Arabic women and I am one of 15 women who have written their stories in the book “Cancer can be won” by Armando Editore. I consider it a book that contains all the strength and the hope that every woman should have to fight this disease. What are your next projects? I am going to rediscover the tailoring treasures of my family and I would make it through the young generation. In the archive, there are approximately thirty dresses that were made and sewn by my mother, that I want to renew. It is a legacy that I will try to enhance with the help of young talents, who will also have the chance to start their career in the fashion world. I really believe in them, as they are our future and deserve opportunities.

LUXURYfiles AUTUMN 2012 43


044_049 gioielli_orologi.qxd

22-10-2012

17:39

Pagina 44

LUXURY AS QUALITY WATCHES & JEWELS / di Chiara De Santi

SUGGESTIONI

D’AUTORE Una vetrina di idee dell'eccellenza e artigianalità, materiali innovativi e preziosi, cura dei particolari e tecniche sapienti. Alcune novità orologiere, gioielli da polso per lui e storiche ed iconiche linee di gioielleria rivisitate per continuare a sognare.

SUGGESTIONS OF EXCELLENCE A showcase of ideas, excellence and craftsmanship, innovative and precious materials, attention to details and ancient techniques. Some new watchmaking, jewelry wristwatch for him and historical and iconic lines of jewelry revisited to continue to dream. 44 LUXURYfiles AUTUMN 2012


044_049 gioielli_orologi.qxd

22-10-2012

17:39

Pagina 45

Dettagli di stile, oggetti unici, altamente tecnologici e sofisticati, traggono ispirazione dallo stesso processo di creazione e sviluppo dei movimenti degli orologi. Realizzati in titanio grado 5, questi gemelli inaugurano un rivoluzionario sistema inedito e brevettato di apertura, tramite un pulsante. In contrasto con il convenzionale meccanismo in cui il bottone ferma il polsino attraverso un perno rotante, quello pensato da RICHARD MILLE chiude i polsini attraverso due morsetti in titanio. Questi gemelli automatici di Richard Mille si aprono con la semplice pressione di un pulsante e si chiudono mediante una piccola pressione sulla parte superiore.

Details of style, unique items, high-tech and sophisticated, inspired by the same process of creation and development of watch movements. Made of titanium grade 5, these cufflinks inaugurate a revolutionary new and patented opening, via a button. In contrast to the conventional mechanism in which the button stops the cuff through a rotary pin, what thought by RICHARD MILLE closes the cuffs through two terminals titanium. These automatic cufflinks of Richard Mille open at the touch of a button and close with a little pressure on the top.

ZANNETTI arricchisce la propria vasta collezione di gemelli gioiello con una divertente e preziosa rana in oro bianco, rubini e brillanti. Un accessorio intramontabile e un dettaglio pregiato. Un classico rivisitato in chiave contemporanea che impreziosisce ogni look elegante ma con quel tocco di originalitĂ  e glamour. Pezzi unici che testimoniano la maestria di un marchio storico dell'artigianalitĂ  orologiera e orafa tutte italiane.

ZANNETTI enriches its great collection of jewelry cufflinks with a fun and valuable frog in white gold, rubies and diamonds. A timeless accessory and a fine detail. A classic revisited in a contemporary look that enhances every elegant look but with a touch of originality and glamor. Unique pieces that testify to the mastery of a historic watchmaking craftsmanship and jewelry all Italian style. LUXURYfiles AUTUMN 2012 45


044_049 gioielli_orologi.qxd

22-10-2012

17:39

Pagina 46

VAN CLEEF & ARPELS immagina una nuova edizione limitata del ciondolo Alhambra® Vintage. Per l’occasione, oro rosa, madreperla bianca e diamante si combinano con dolcezza e splendore. Icona portafortuna di Van Cleef & Arpels, Alhambra si presta fin dal 1968 ad eleganti interpretazioni, con l’utilizzo di diversi materiali che rendono i gioielli adatti a più occasioni. Quest’anno, per celebrare l'inverno sotto il segno della fortuna, la Maison crea una nuova edizione limitata, luminosa e raffinata. Il pendente Alhambra Vintage si veste di madreperla bianca, di cui i sottili riflessi sono già un segno distintivo, e di un diamante rotondo incastonato al centro. Assolutamente femminile, il contorno perlato in oro rosa apporta una nota di calore a questo romantico gioiello. Per rafforzare l’esclusività di questa edizione limitata, ogni pendente può essere personalizzato con un incisione al dorso. Così, il motivo Alhambra dalle linee pure e atemporali, simbolo di fortuna, salute, felicità e amore vero, racchiude in sé una storia personale, un istante prezioso. Un nome, una data, un messaggio... E il gioiello diventa unico per sempre.

VAN CLEEF & ARPELS has created a new limited edition Vintage Alhambra® pendant. Pink gold, white mother-of-pearl and diamond combine to form. Ever since 1968, Alhambra – Van Cleef & Arpels’ icon of luck – has appeared in a variety of elegant guises, inspired by different materials and occasions. This year, to bring a touch of luck to the holiday season, the Maison has created a radiant and refined new limited edition. The Vintage Alhambra pendant is adorned with white mother-of-pearl – whose subtle shimmer has become synonymous with the Alhambra collection – with a round diamond sparkling at its center. Unequivocally feminine, the beaded contour in pink gold lends a warm luster to this subtly smooth combination. To emphasize the exclusive nature of this limited edition, the back of each pendant may be personalized with an engraving. The eternally pure lines of the Alhambra motif – symbolizing luck, true love, health and fortune – thus become the reflection of a personal story or a precious moment. Inscribed with a name, a date or a message, the jewel becomes unique for all eternity. 46 LUXURYfiles AUTUMN 2012


044_049 gioielli_orologi.qxd

22-10-2012

17:39

Pagina 47

Alhambra Vintage.

Alhambra Bois d’amourette.

LUXURYfiles AUTUMN 2012 47


044_049 gioielli_orologi.qxd

22-10-2012

17:39

Pagina 48

FRANC VILA propone due autentici gioielli da polso in edizione limitata per illuminare le occasioni importanti. Il Saltarello Automatico White Ivy Edition appartiene alla nuova collezione “Tribute”, il primo orologio femminile disegnato da Franc Vila, dedicato alle donne sofisticate ma dal carattere forte. Movimento meccanico a carica automatica di alta gamma, calibro FV28Ch, rifinito a mano. Funzioni: saltarello per le ore, minuti e secondi. Cassa “Esprit Unique”, ellittica, in acciaio con pavé di 387 diamanti e 2 zaffiri sulla lunetta. Quadrante: in madreperla bianca con motivi floreali e 8 zaffiri agli indici Cinturino in alligatore bianco.Edizione limitata a 88 esemplari numerati. Il Full Black Cronografo Gran Data Automatico è dedicato ai cultori degli sport estremi. La collezione “Grand Sport Alliance Concept”, che include orologi contemporanei, sportivi ed eleganti al tempo stesso, si fonda sul concetto di utilizzare materiali nobili abbinati alle tecniche orologiere più avanzate conferendo agli orologi una forte personalità. Movimento meccanico a carica automatica di alta gamma, calibro FV8Ch, rifinito a mano. Funzioni: Ore, minuti, secondi. Cronografo. Gran Data. Cassa: “Esprit Unique”, ellittica, in acciaio, full diamonds 1003 diamanti e 2 zaffiri sulla lunetta.Quadrante: madreperla nera con lavorazione guilloché.Cinturino: nero in caoutchouc. Edizione limitata a 88 esemplari numerati.

FRANC VILA offers two jewels for wrist in a limited edition to illuminate important events. The Saltarello Automatic White Ivy Edition belongs to the new collection “Tribute”, the first watch designed by Franc Vila dedicated to sophisticated women with a strong character. Mechanical movement with automatic winding, high-end, such FV28Ch, finished by hand. Functions: saltarello for hours, minutes and seconds. Cashier “Esprit Unique” elliptical steel with pavé diamonds and 387 sapphires on the bezel 2. Dial: white mother of pearl with floral and 8 sapphires indices,white alligator strap. Edition limited to 88 numbered copies. The Full Black Chronograph Big Date Automatic is dedicated to lovers of extreme sports. The collection “Grand Alliance Sport Concept”, which includes contemporary watches, sporty and elegant at the same time, is based on the concept of using quality materials combined with the most advanced watchmaking techniques giving the watch a strong personality. Mechanical movement with automatic winding, high-end, such FV8Ch, finished by hand. Functions: Hours, minutes, seconds. Chronograph. Great date. Case: “Esprit Unique”, elliptic, steel, full diamonds 1003 diamonds and two sapphires on the bezel. Dial: black mother of pearl guilloché. Strap: black rubber outsole. Edition limited to 88 numbered copies.

48 LUXURYfiles AUTUMN 2012


044_049 gioielli_orologi.qxd

22-10-2012

17:39

Pagina 49

Preziosi diamanti bianchi e neri nelle proposte dall'inconfondibile design pulito ed accattivante di BELL & ROSS per il prossimo inverno. Black Ceramic Diamonds ha una cassa in ceramica nera lucida e acciaio finitura PVD nero lucido. Il quadrante nero mat con numeri bianchi. la lunetta impreziosita da diamanti bianchi e movimento al quarzo. Il cinturino in alligatore nero. Chic e glamour accanto al design icona del brand Bell & ross. White Phantom Diamonds ha la cassa in ceramica bianca lucida e acciaio lucido-satinato. Il quadrante bianco mat phantom, con la lunetta e il quadrante impreziositi da diamanti bianchi. Il movimento al quarzo e cinturino in alligatore bianco. La raffinatezza del bianco, la lucentezza dei diamanti e l'essenzialitĂ  del brand trionfano.

Precious diamonds black and white in the proposals of BELL & ROSS for next winter. Black Ceramic Diamonds. Black ceramic case and polished steel PVD black. Matte black dial with white numbers. Bezel set with white diamonds. Quartz movement Black alligator strap. Chic and glamour with the iconic design of Bell& Ross. White Phantom Diamonds. Case in white polished ceramic and steel-polished finish. White dial mat phantom. Bezel and dial embellished with white diamonds. Quartz movement White alligator strap. This is a triumph for white elegance, the luminescence of diamonds and the essential design of the brand. LUXURYfiles AUTUMN 2012 49


050_055 Pentole.qxd

22-10-2012

17:50

Pagina 50

LUXURY AS QUALITY FOOD / di Ilenia Mari

SAPORI COLTI

E PENTOLE D’AUTORE

50 LUXURYfiles AUTUMN 2012


050_055 Pentole.qxd

22-10-2012

17:50

Pagina 51

Un luogo dove gli appassionati gourmet diventano chef.

Siamo nel cuore di Roma, è un’assoluta novità, è il primo showroom firmato dallo storico brand Pentole Agnelli. Sinonimo di professionalità, qualità ed affidabilità tutte italiane, universalmente riconosciuta, Baldassare Agnelli è una realtà storica e consolidata, che vanta oltre un secolo di esperienza nella produzione di strumenti di cottura, un esempio di grande eccellenza italiana. Da tempo la blasonata azienda bergamasca - ci racconta Angelo Agnelli - aveva in animo di creare uno spazio nuovo un concept store che fosse punto vendita dei propri strumenti cottura ma anche di accessori di design per la casa. E che al contempo divenisse una location per eventi, show-cooking, un laboratorio di cucina, un luogo di incontro e di promozione della “cultura eno-gastronomica” in senso ampio.

SKILFUL TASTES AND AUTHENTIC PANS A place where enthusiast gourmets become chef We are in the heart of Rome and it is an absolute novelty: it is the first showroom signed by the historic “Pentole Agnelli” brand. Synonymous with professionalism, Italian quality and reliability that are universally recognized, Baldassare Agnelli is an historic and well-established reality, with over a century of experience in the baking tools production, a great example of Italian excellence. For some time, the noble company of Bergamo - Angelo Agnelli tells us - had in mind to create a new space: a concept store that would be the point of sale of their cooking tools but also designer accessories for home. At the same time, it would become a venue for events, show cooking, a cooking workshop, a meeting place and to promote the “culture of food and wine” in the broad sense. LUXURYfiles AUTUMN 2012 51


050_055 Pentole.qxd

22-10-2012

17:50

Pagina 52

LE PENTOLE AGNELLI “ FINALMENTE ENTRANO NELLE CASE DI TUTTI NOI E IN QUELLE DEGLI APPASSIONATI GOURMET AT LAST, AGNELLI’S POTS ENTER THE HOMES OF ALL OF US AND THOSE OF GOURMETS

Un importante segno di apertura al mondo consumer con linee di pentole specifiche e dunque non più un’eccellenza rivolta solo all’alta ristorazione professionale. Finalmente le pentole Agnelli entrano anche nelle case di tutti noi e in quelle degli appassionati gourmet, nella convinzione che il successo di una ricetta non dipende solo dalla fantasia e dal talento ma anche dalla profonda conoscenza degli ingredienti e dei recipienti più adatti alla loro cottura. Da questo amore per il sapere l’azienda ha deciso di fondare, già da tempo, Saps, il Centro di Ricerca e Formazione sui Materiali e Forme degli Strumenti di Cottura: per l’insegnare ad utilizzare, per ogni cottura, la pentola giusta, sia nella forma che nel materiale. Ci ricorda il sapiente Angelo Agneli: “Non tutti sanno che l’Alluminio, estremamente maneggevole e dai forti spessori è per le cotture espresse e per il salto, il Rame Stagnato per brasare o arrostire, grazie all’elevata conducibilità del calore indispensabile per cotture lente a fiamma moderata, l’Alluminio Antiaderente per scottare o rosolare pietanze con pochi grassi, in Acciaio per le cotture ad immersione come le bolliture o le affogature, in Pietra Ollare per preparazione di stracotti, stufati e zuppe grazie alla capacità del materiale di mantenere a lungo il calore”. 52 LUXURYfiles AUTUMN 2012

An important sign of openness to the consumers’ world with cookware specific lines and thus no longer directed only to the high-level professional catering. At last, Agnelli’s pots also enter the homes of all of us and those of gourmets, in the belief that the recipe success doesn’t depend on the imagination and talent only, but also on a deep knowledge of the ingredients and best suited containers for their cooking. From this love for knowledge, for some time the group has decided to establish Saps (Center for research and education on materials and cooking tools shapes), to teach how to use a pot for specific cooking methods, both in form and material. The wise Angelo Agnelli reminds us that “not everyone knows that aluminum, which is easy to handle and very thick, is perfect for expressed cooking and pan-frying; the tinned copper is for braising or roasting, thanks to the high conductivity of the heat that is necessary for slow cooking or medium heat; nonstick aluminum is for scalding or browning low fat food; steel is for immersion heater cooking method such as boiling or marinade; soapstone is for preparing stews, casseroles and soups thanks to the material’s ability to maintain long heat”.


050_055 Pentole.qxd

22-10-2012

17:51

Pagina 53

LUXURYfiles AUTUMN 2012 53


050_055 Pentole.qxd

22-10-2012

17:51

Pagina 54

Inoltre, gli amanti gourmet finalmente potranno ammirare dal vivo a Roma la famosa “Pentola d’Oro” prezioso strumento di cottura e simbolo dell’azienda. Il primo evento nei luminosi spazi dello showroom, in occasione della recente presentazione è stata la suggestiva Mostra “Sapori Colti. Passaggi di cultura tra osterie, ristoranti e trattorie di Roma” curata dal noto giornalista Rai, Paolo Di Giannantonio che ne ha fatto anche un libro: documenti, lettere, libri degli ospiti, fotografie, dediche, dipinti, disegni, illustrazioni, cartoline, caricature, raccontano Roma attraverso le tracce che personaggi illustri hanno lasciato in osterie, taverne e ristoranti della città. Straordinario patrimonio custodito nei luoghi storici della ristorazione capitolina, inconsapevolmente divenuti veri e propri “archivi storici locali”. Documenti capaci di narrare, con particolare vivacità, l’ultimo secolo di storia italiana, dalla grande guerra agli anni bui del fascismo, di nuovo la guerra e la fame, e poi la luce con la faticosa ricostruzione, il boom economico e la Hollywood sul Tevere, gli anni della televisione con i suoi divi e le sue veline.

In addition, the gourmet lovers will finally see the famous “Gold Pot”, a valuable cooking tool and brand symbol, live in Rome. During the recent opening, the first event in the bright areas of the showroom was the suggestive show “Skilful Tastes. Culture passages among taverns, restaurants and trattorias of Rome” curated by the RAI “Tutto è cominciato - ci racconta Paolo Di Giannantonio acclaimed journalist, Paolo Di Giannantonio who also - quando vari anni fa un ristoratore romano mi chiese di wrote a book: documents, letters, guest books, phoscrivere qualcosa sul suo libro degli ospiti e un po’ seccato, mi tographs, inscriptions, paintings, drawings, illustrations, avvicinai al libro cercando di sforzarmi ad improvvisare un postcards, caricatures tell of Rome through the traces that qualcosa di simpatico. Mi imbattei così in un disegno di famous people have left in the city pubs, taverns and Dario Fo, stranamente colpito cominciai a sfogliare scoprenrestaurants. This extraordinary heritage is kept in do Giacomo Manzù, Guttuso. Capitoline historical catering places, accidentally became Si è scatenata una curiosità tipicamente giornalistica nel out-and-out “local historical archives”. Documents capavoler mettere in luce questi musei inconsapevoli, dove dalble of narrating, with particular vividness, the last centul’informalità e confidenza con l’oste nasce qualcosa che è vera ry of Italian history, from the Great War to the dark years e propria arte e a volte testimonianza della vera personalità of fascism, the war again and the hunger times, and then di artisti, scrittori o pittori. the light with the arduous task of reconstruction, the economic boom and the Hollywood on Tevere, the years of television with its stars and its showgirls. “It all started - Paolo Di Giannantonio tells us when several years ago a Roman restaurateur asked me to write something on his guest book and I went to the book trying to force myself to improvise something , although I was a bit annoyed. I ran into a Dario Fo’s drawing, and strangely impressed, I began to flip through discovering Giacomo Manzù, Guttuso. A typically journalistic curiosity has been unleashed in wanting to highlight these unaware museums, where from informality and confidence with the owner comes something that is real art and sometimes it witnesses the true personality of Juliette Binoche. Keith Haring. artists, writers and painters. 54 LUXURYfiles AUTUMN 2012


050_055 Pentole.qxd

22-10-2012

17:51

Pagina 55

Ho scoperto che all’inizio pittori squattinati si pagavano il pasto con un disegno, come un giovane Picasso o un ancora sconosciuto Chagall. Ho iniziato così uno studio approfondito, ad esempio da Alfredo a La Scrofa ho consultato i libri degli ospiti dal 1922 ad oggi. Un patrimonio immenso, ho trovato firme inimmaginabili: dai futuristi a Mussolini, da Pirandello agli ufficiali nazisti fino a leggere dell’arrivo del boogie woogie a Roma. Da tutto questo lavoro è nata la prima mostra quattro anni fa al Vittoriano ed ora continua in questo poliedrico spazio firmato Agnelli. Potrei raccontarvi infinite scoperte molto toccanti o curiose. Penso a Claudio Cioca del Fico di Grottaferrata, mi ha raccontato mille aneddoti su Fellini, che adorava il suo ristorante e lo fece recitare perfino in 8 e mezzo. Mi viene in mente il Bolognese a Piazza del Popolo dove Bono degli U2 ha cenato e poi ha preso una vespa per girare di notte alla scoperta della Dolce Vita romana. Penso al toccante messaggio lasciato da una famiglia ebrea che ha festeggiato la libertà e la fine della guerra tornando finalmente a mangiare le fettuccine. Penso al fatto che con le mie ricerche sia riuscito a ricostruire quale sia stata l’ultima cena di Pasolini al Biondo Tevere, sull’Ostiense, prima di scomparire sulla sua Giulietta rossa in quella atroce notte. Sono io stesso affascinato da questo immenso patrimonio di archivi contemporanei. La mia idea è di proseguire il lavoro in altre città da Milano a Venezia, da Firenze a Napoli, da Capri alla Costiera Amalfitana per scoprire pezzi di storia contemporanea straordinariamente sconosciuti eppure sotto gli occhi di tutti.”

At the beginning, I discovered that penniless painters paid their meal for a drawing, like a young Picasso or a still unknown Chagall. So, I began a thorough study: for example, by “Alfredo a La Scrofa” I consulted from 1922 to present guest books. An immense cultural heritage, where I found unimaginable signatures: from Futurists to Mussolini, from Pirandello to Nazi officials, up to read the arrival of the boogie-woogie in Rome. From all this work, the first exhibition was born at the “Vittoriano” four years ago and now continues in this versatile space signed by Agnelli. I could tell you endless discoveries that are touching or very curious. I am thinking about Claudio Cioca from “Fico di Grottaferrata” that told me thousand anecdotes about Fellini, who adored his restaurant and made him recite even in “8 ? ”. I remind the “Bolognese” in Piazza del Popolo, where Bono - U2 front man - had dinner and then took a scooter to discover the “Dolce Vita” by night. I am thinking of heartbreaking message left by a Jewish family that celebrated the freedom and the end of the war when coming to eat “fettuccine” pasta. I think the fact that with my research I has been able to reconstruct what was the last Pasolini’s meal at “Biondo Tevere”, in Ostiense street, before disappearing on its red Giulietta in that atrocious night. I am even fascinated by the immense heritage of contemporary archives. My idea is to continue the work in other cities from Milan up to Venice, Florence, Naples, Amalfi Coast and Capri to discover pieces of contemporary history that are extremely unknown but visible to everyone”. LUXURYfiles AUTUMN 2012 55


056_059 beauty.qxd

22-10-2012

17:58

Pagina 56

LUXURY AS QUALITY BEAUTY / di Laura Castellini

UN AUTUNNO

SENSUALE Fragranze , rituali di bellezza e benessere per rinascere dopo l'estate. Rigenerazione diventa sinonimo di benessere, di fascino e sensualità. Coccolarsi con l'ultima fragranza o un scoprire un rituale di giovinezza aiuta il corpo, lo spirito e la mente.

A SENSUAL AUTUMN Fragrances, health and beauty rituals for a rebirth after the summer. Regeneration becomes synonymous with well-being, charm and sensuality. A caresse with the last fragrance or finding a ritual of youth helps our body but also our soul and mind.

SERGE LUTENS. SANTAL MAJUSCULE La sua essenza è data da un legno per cui il maestro Serge Lutens nutre un amore particolare. Il sandalo è un albero odoroso che, contrariamente ad altri legni aromatici, conserva la sua fragranza per decenni. Un legno vampiro, le cui radici invadono gli alberi più vicini e trasformano in una propria risorsa. Un legno da incenso usato da 4000 anni per favorire la meditazione. Nell’induismo ad ogni divinità è assegnato il suo incenso: il Legno di Sandalo è quello usato per le offerte a Buddha. La rosa turca e il cacao donano note vellutate a questa magica fragranza amata da sia da un pubblico maschile che femminile.

Its essence is given by a wood that the genius Serge Lutens loves in a special wayThe sandalwood is a smelling tree that, unlike other aromatic woods, it retains its fragrance for decades. A wooden vampire, whose roots invade the trees closer and become their own resource. A wooden incense used for 4000 years to promote meditation. In Hinduism every god has awarded its incense, the Sandalwood is used for offerings to Buddha. The Turkish rose and cocoa give to this magic fragrance to velvety notes loved by both, a male and female audience.

56 LUXURYfiles SUMMER 2012


056_059 beauty.qxd

22-10-2012

17:58

Pagina 57

GUESS SEDUCTIVE HOMME BLUE Una reinterpretazione della virilità moderna, fresca e liberatoria come una seducente giornata di brezza sull'oceano. Il profumiere di Givaudan Guillaume Flavigny ha composto una fragranza davvero sorprendente, mescolando note speziate e pepate, vivaci accordi acquatici e un fondo sensuale e terroso. L’attraente, massiccio flacone richiama discretamente le linee poderose di un classico fisico maschile, un motivo a sbalzo ricorda le eleganti maglie del cinturino di un orologio Guess.

A reinterpretation of manhood modern, fresh and liberating as a seductive day ocean breeze. The Givaudan perfumer Guillaume Flavigny has composed a truly amazing fragrance, blending notes of spice and pepper, lively agreements water and a fund sensual and earthy. The attractive, fairly massive bottle recalls the classic lines of a powerful male physique, a pattern reminiscent of the elegant embossed mesh strap of a Guess watch.

ENCOUNTER CALVIN KLEIN Una storia di tensione e desiderio irrisolti. Un uomo che sa ciò che vuole e mantiene il controllo. Il mistero svelato da infinite possibilità. Una fragranza virile, intrigante e seducente. Spezie briose, ardente cognac ed essenze legnose. Un blu intenso e profondo crea un look elegante, arricchito da un dettaglio grigio metallico che suggerisce qualcosa di più sotto la superficie di contrasti opachi e rifiniture lucide.

A history of tension and desire unresolved. A man who knows what he wants and maintaining control. The mystery revealed by endless possibilities. A manly fragrance, intriguing and seductive. Spices lively and fiery cognac with wood essences. A deep blue creates an elegant look, complemented by metallic gray detail that suggests something more beneath the surface of contrasting matte and glossy finish.

LUXURYfiles SUMMER 2012 57


056_059 beauty.qxd

22-10-2012

17:58

Pagina 58

TAYLOR SWIFT La cantautrice da guinnes dei primati pluripremiata ai Grammy Awards, presenta, in collaborazione con Elizabeth Arden, la prima fragranza che porta la sua firma: Wonderstruck. L’aggettivo Wonderstruck compare nel brano "Enchanted" di Taylor e si riferisce alla sensazione di incantato stupore che deriva dal vivere un’esperienza dai contorni magici, come il brivido di un’immediata sintonia con qualcuno. Cosi nasce questa fragranza, un accattivante tripudio di note floreali con un’incantevole e fresca sorpresa di vibranti essenze fruttate, abbinate a un bouquet di petali delicati.

Taylor Swift, the singer from Guinness World Records award-winning Grammy Awards, presented in collaboration with Elizabeth Arden, the first fragrance that bears this signature: Wonderstruck. The adjective wonderstruck appears in the song "Enchanted" by Taylor and refers to the feeling of enchanted wonder that comes from experience of magical contours, like the thrill of an immediate agreement with someone. So the idea of this fragrance, a captivating blaze of floral notes with a lovely surprise of vibrant and fresh fruity essences, combined with a bouquet of delicate petals.

SISLEY Il noto brand ha rivolto la propria attenzione scientifica al perfezionamento della grana della pelle, sogno di molte donne ma anche motivo di stress alla prova dello specchio che ingrandisce. A prescindere dall’età e dal tipo di pelle. Global Perfect Si rivolge a donne giovani, ma anche mature, contrastando Iperseborrea e Paracheratosi attravesro una formula strutturata per ritrovare in qualche settimana una pelle fresca, levigata, luminosa e vellutata. Da provare.

Sisley has turned its attention to the scientific improvement of skin texture, dream of many women, but also a source of stress to the test mirror that magnifies. Regardless of age or skin type. Global Perfect is aimed at young women, but also mature, contrasting hyperseborrhoea and parakeratosis with a structured system to find in a few weeks your skin fresh, smooth and radiant and smooth. Simply to try.

58 LUXURYfiles SUMMER 2012


056_059 beauty.qxd

22-10-2012

17:58

Pagina 59

LANCASTER Suractif Volume Contour Una sola tecnologia dal doppio effetto. I Laboratori Lancaster hanno acceso i riflettori sul ruolo fondamentale del proteosoma nella produzione di collagene: un “sistema di riciclaggio e regolazione delle proteine”, appartiene alla cellula e riutilizza i componenti elementari delle proteine (aminoacidi) per la sintesi di nuove molecole. la Ricerca Lancaster ha sviluppato un complesso esclusivo chiamato Proteacol, composto da un estratto di micro-alghe, peptidi e un estratto di soia che aiuta a produrre nuove fibre di collagene.

Suractif Contour Volume One technology for a double effect. Lancaster Laboratories have turned the spotlight on the role of the proteasome in the production of collagen, a "recycling system and regulation of proteins", belongs to the cell and reuse the building blocks of proteins (amino acids) for the synthesis of new molecules. Lancaster has developed an exclusive complex called Proteacol, consisting of an extract of micro-algae, peptides and a soy extract that helps to produce new collagen fibers.

LOVE, CHLOÉ, EAU FLORALE Un’eleganza contagiosa, è un profumo divenuto leggenda, in cui si identifica chi ama unire stile e femminilità. Una fragranza ora reinterpretata come un soffio d’aria. delicata e raffinata, love, chloé, eau florale infonde un risvolto etereo alla formula originale. realizzata dai profumieri louise turner e nathalie cetto-gracia (givaudan), la fragranza e’ arricchita da foglie di maté, che le conferiscono una freschezza immediata. Una sensazione di dolcezza, attraverso la sfumatura rosa tenue della fragranza e la silhouette pulita della bottiglia.

Contagious elegance , a perfume, a legend, which identifies who like to combine style and femininity. A fragrance reinterpreted as air. delicate and refined, love, chloé, floral eau gives an ethereal aspect to the original formula. Created by perfumers louise turner and nathalie gracia-concept (Givaudan), the fragrance is enriched by maté, which gives an immediate freshness. A sensation of sweetness, through the pale pink shade of the fragrance and the clean silhouette of the bottle. LUXURYfiles SUMMER 2012 59


060_063 SU GOLOGONE.qxd

22-10-2012

18:08

Pagina 60

LUXURY AS INNOVATION HOTELLERIE / di Ilenia Mari

RELAX

CULTURA E TRADIZIONI

Siamo nel cuore antico della Sardegna, la suggestiva Barbagia. RELAX, CULTURE AND TRADITIONS We are in the ancient heart of Sardinia, the charming Barbagia.

Un'idea anche per un weekend d'autunno, godersi un semplice relax immersi nel tranquillo silenzio dei vigneti e degli oliveti lambiti dalle limpide acque del Cedrino e dall'omonima sorgente carsica di Su Gologone. Un luogo unico dove comfort, romanticismo ed arte prendono forma. L'Hotel Su Gologone è un'oasi di fascino, in cui lo spirito della terra sarda si respira ovunque: nelle camere tutte diverse per colore, accessori, esposizione, ed arredi tradizionali. Un intreccio unico di romantiche atmosfere e squisita ospitalità, tra i profumi e i sapori della cucina regionale. Assistere alla preparazione dei pani tradizionali e alla loro degustazione nel Nido del Pane significa trascorrere una serata speciale, potrete fare un viaggio nella cucina tradizionale barbaricina osservando le antiche tecniche di cottura della carne allo spiedo e ammirando le manifatture di abili artigiani. Da non perdere la cena informale con le tapas della Cantina o la degustazione di formaggi, olio d’oliva e vini della Vineria. E per il dopo cena vi suggeriamo di degustare i digestivi ed infusi alle erbe aromatiche dell'orto di Su Gologone. 60 LUXURYfiles AUTUMN 2012

An idea for a weekend of autumn, enjoy a simple relaxation immersed in the peaceful silence of the vineyards and olive groves lapped by the clear waters of the homonymous Cedrino and karstic spring Su Gologone. A unique place where comfort, romance and art take shape. The Hotel Su Gologone is an oasis of charm, in which the spirit of the Sardinian land is everywhere: in the rooms all different in colours, accessories and traditional furnishings. A unique pattern of romantic atmosphere and warm hospitality, the scents and flavours of the regional cuisine. To assist in the preparation of traditional breads and their tasting in the Nest Bread means spending a special evening, you can take a trip to the traditional cuisine observing the ancient techniques of cooking meat on a spit and admiring the manufacture of skilled craftsmen. Do not miss the informal dinner with tapas of the winery or cheese tasting, olive oil and wines of Winery. And after dinner, we suggest you to taste the digestive teas and herbs from the garden of Su Gologone.


060_063 SU GOLOGONE.qxd

22-10-2012

18:08

Pagina 61

LUXURYfiles AUTUMN 2012 61


060_063 SU GOLOGONE.qxd

22-10-2012

18:08

Pagina 62

Spesso sul terrazzo dei sogni potrete rilassarvi con il Cinema sotto le stelle, in cui i grandi registi, raccontano attraverso le immagini la Sardegna di ieri e di oggi. Da non perdere l’occasione di esplorare il suggestivo territorio circostante, uno straordinario mix di archeologia e natura: le guide dell'hotel vi accompagneranno con Land Rover, moto quod, biciclette, canoe, cavalli e a piedi… attraverso i selvaggi sentieri del Supramonte con il suo bianco calcare ad un passo dal cielo, o alle acque cristalline della vicina spiaggia di Cala Cartoe. E dopo una giornata di natura, nella SPA potrete rilassare mente e corpo con massaggi al mirto, maschere di bellezza al miele di asfodelo o potrete immergervi nella grande piscina d’acqua sorgiva o tonificarvi nella attrezzatissima palestra Technogym. E dulcis in fundo, potrete immergervi nel percorso “l'Arte a Su Gologone” che racconta gli artisti sardi più importanti tra 800 e 900: una preziosa raccolta di pezzi unici tra quadri, ceramiche e antichi mobili, che potrete ammirare attraverso un percorso suggestivo fino ad arrivare alle Botteghe d’arte “Su Gologone Style”. Ideate e progettate da Giovanna Palimodde, creatrice di un vero e proprio marchio che racchiude in sè tradizione ed innovazione. Qui si possono ammirare ed acquistare sontuosi scialli, creazioni in tessuto con policromi ricami che ben si inseriscono nelle architetture mediterranee. Abili mani realizzano con maestria progetti e disegni, dando vita a pezzi unici, oggetti in ferro eseguiti sempre su bozzetti in esemplari limitati per il marchio “Su Gologone Style”. Ceramiche majolicate a gran fuoco (960°), con smalti e forme uniche nel loro genere. Una vera galleria d'arte immersa in un panorama mozzafiato, una simbiosi armonica tra splendidi quadri ad olio e olivi secolari, anfore della sposa e ginepri, ricami e lecci in una cornice dove si eleva lo spirito attraverso proposte artistiche d’eccellenza.

Many times you can relax on the terrace of dreams with the Cinema under the stars, in which the great directors, told through images Sardinia yesterday and today. Do not miss the opportunity to explore the beautiful surrounding area, an extraordinary mix of archeology and natur, guides will accompany you from the hotel with Land Rover, quod bikes, bicycles, canoes, horses and on foot... through the wild paths of Supramonte with its white limestone a step away from heaven, or the crystal clear waters of the nearby beach of Cala Cartoe. And after a day of nature, in the SPA you can relax your mind and body with myrtle massage, face masks with honey of asphodel or a swim in the large pool of spring water or tone up in the gym fully equipped Technogym. And last but not least, you can immerse yourself in the path “Art Su Gologone” which tells the Sardinian artists most important between '800 and '900, a precious collection of unique pieces including paintings, ceramics, and antique furnitures, which can be viewed through a impressive way until you get to the shops of art “Su Gologone Style”. Conceived and designed by Giovanna Palimodde, designer of a real brand that embodies tradition and innovation. Here you can admire and buy sumptuous shawls, fabric creations with multicolored embroidery that are well integrated into Mediterranean architecture. Skilled hands masterfully realized projects and designs, creating unique and unrepeatable, iron objects on sketches always made in limited edition for the brand “Su Gologone Style”. Majolicate ceramics at high temperature (960 °), with enamel and forms one of a kind. A real art gallery surrounded by a breathtaking view, a harmonic symbiosis between beautiful oil paintings and ancient olive trees, amphorae of the bride and junipers, oaks and embroidery in a unique setting where you cradle the spirit of raising attention to artistic proposals of excellence. 62 LUXURYfiles AUTUMN 2012


060_063 SU GOLOGONE.qxd

22-10-2012

18:08

Pagina 63

UNA GIORNATA DI NATURA, NELLA SPA POTRETE RILASSARE MENTE E CORPO “ DOPO CON MASSAGGI AL MIRTO, MASCHERE DI BELLEZZA AL MIELE DI ASFODELO... AFTER A DAY OF NATURE, IN THE SPA YOU CAN RELAX YOUR MIND AND BODY WITH MYRTLE MASSAGE, FACE MASKS WITH HONEY OF ASPHODEL

LUXURYfiles AUTUMN 2012 63


064_069 auto.qxd

22-10-2012

18:11

Pagina 64

LUXURY AS INNOVATION AUTOMOTIVE / di Alessia Carolina Bellan

Se anche David Beckham fa i salti mortali per aggiudicarsi l’Aston Martin guidata da Daniel CraigJames Bond in Quantum of Solace partendo da un’offerta base di 100mila sterline, si può capire che cosa susciti la mitica vettura dell’agente 007 nell’immaginario dei tanti appassionati. E allora, pronti ad ammirare l’ultima nata della casa? Eccola, la Aston Martin DB9, vera icona del più autentico stile british e diretta erede della prima auto di James Bond, la mitica DB5. Nelle migliori concessionarie d’Europa, si può prenotare staccando un assegno da 174.994 euro. Qualcosa meno della AM 310 Vanquish, la super granturismo della Casa che l’aveva preceduta debuttando a giugno (nelle configurazioni 2+0 e 2+2 a un prezzo che parte da 240.000 euro).

DB9, THE LAST OF 007 If David Beckham does all one can to win the Aston Martin driven by Daniel Craig alias James Bond in Quantum of Solace movie, offering 100K pounds as starting bid, you can figure out what the legendary Agent 007’s car will inspire on many fans imagination. So, are you ready to admire the latest born? Here it is, the Aston Martin DB9, the true icon of the most authentic British style and the direct heir of the first James Bond’s car, the legendary DB5. In the best European dealers you can book it by handing over a cheque of € 174,994. This amount is a bit less than the 310 Vanquish model, the new sport grand tourer that was released last June - available in two-passenger or 2+2 format at a projected price of € 240,000. 64 LUXURYfiles AUTUMN 2012


064_069 auto.qxd

22-10-2012

18:11

Pagina 65

DB9

L’ULTIMA DI 007 LUXURYfiles AUTUMN 2012 65


064_069 auto.qxd

22-10-2012

18:11

66 LUXURYfiles AUTUMN 2012

Pagina 66


064_069 auto.qxd

22-10-2012

18:11

Pagina 67

DEGNE DI UN AGENTE “ PRESTAZIONI SEGRETO, GRAZIE AI 517 CV THE PERFORMANCES LIVE UP TO SECRET AGENT’S LIFE, THANKS TO 517 HP

Disponibile nelle due versioni Coupé e Volante Cabrio, la nuova DB9 si rinnova completamente, pur mantenendo l’eleganza distintiva del marchio e differisce dal modello del 2004 per la forma del muso, i fari bi-xeno e i proiettori a Led. Prestazioni degne di un agente segreto, grazie ai 517 CV con coppia massima di 620 Nm. La AM DB9 monta cerchi in lega da 20 pollici, sedili sportivi elettrici, volendo anche ultraleggeri in carbonio e kevlar, con airbag laterali. Ammirata al Salone di Parigi, per le consegne bisognerà aspettare fine 2012: una bella idea regalo per le feste di fine anno.

The new DB9 is available in two variants: the coupé and “Volante? convertible and it has been completely renovated, while retaining the distinctive elegance of the brand. It differs from 2004 version for the front fascia and the bi-xenon headlights with LED side repeaters. The performances live up to secret agent’s life, thanks to 517 hp and a max torque of 620 Nm. The DB9 is equipped with 20-inch alloy wheels, electrically adjustable sports seats, plus carbon fibre and kevlar seat options, with side airbags. The DB9 has been admired at the Paris Salon, however we have to wait for deliveries until the end of 2012: a great gift idea for the holiday season. LUXURYfiles AUTUMN 2012 67


064_069 auto.qxd

22-10-2012

18:11

68 LUXURYfiles AUTUMN 2012

Pagina 68


064_069 auto.qxd

22-10-2012

18:11

Pagina 69

CARATTERISTICHE TECNICHE La DB9 13MY vanta una serie di importanti miglioramenti su uno standard già elevatissimo. L'impianto frenante, per esempio, ora usa come standard Carbon Ceramic Matrix (CCM), dischi e pinze fornite dalla Brembo Freno, riconosciuti tra i più grandi esperti internazionali. CCM consiste in un composto di fibra di carbonio impregnato con silicone, iniettato in uno stampo e cotto ad altissima temperatura. Il materiale risultante non solo è molto più duro rispetto ai dischi convenzionali in ghisa, ma dissipa anche il calore più rapidamente per fornire una dissolvenza ridotta. I dischi freno, (398 millimetri di diametro nella parte anteriore, 360 millimetri al posteriore), sono montati su campane a disco su misura utilizzando un 'disco flottante' del sistema. In questo modo i dischi sono meno inclini a 'vibrazioni'. Un risparmio di circa 12,5 kg rispetto a un sistema tradizionale in ghisa della DB9 non solo di riduce il peso complessivo del veicolo, ma significa anche che un migliore equilibrio tra comfort di guida e maneggevolezza. La massa di rotazione inferiore dà anche una migliore accelerazione, frenata e sensazione di sterzata TECHNICAL SPECIFICATIONS The DB9 13MY boasts a number of important enhancements over the outgoing car’s already impressive inventory. The braking system, for instance, now uses as standard Carbon Ceramic Matrix (CCM) discs and calipers supplied by acknowledged global brake experts Brembo. CCM consists of a compound of carbon fibre which is impregnated with silicon, injected into a mould and baked at ultra-high temperature. The resulting material is not only much tougher than conventional cast iron discs but also dissipates heat more rapidly to provide reduced fading. The brake rotors, (398mm diameter at the front, 360mm at the rear), are mounted onto the bespoke disc bells using a ‘floating disc’ system. This allows the discs to flex relative to their mountings thereby making them less prone to ‘judder’. The discs are cross-drilled to help keep the brake pads clean while also helping to ensure that gases emitted by the pads during braking do not build up between the pad and disc surface. The holes also help to cool the surface of the pads and the discs themselves. Air intakes mounted behind the lower front grille also force feed air into the brake discs to aid cooling. Saving around 12.5 kg versus a conventional cast iron system the DB9’s CCM brakes not only reduce overall vehicle weight but also mean that a better balance between ride comfort and handling can be struck. The lower rotational mass also gives improved acceleration, braking and steering feel.

LUXURYfiles AUTUMN 2012 69


070_075 SPA.qxd

22-10-2012

20:46

Pagina 70

LUXURY AS INNOVATION WELLNESS / di Ilenia Mari

QUANDO L’

INNOVAZIONE

INCONTRA IL WELLNESS

70 LUXURYfiles AUTUMN 2012


070_075 SPA.qxd

22-10-2012

20:46

Pagina 71

Il culto del benessere ha acquisito maggiore rilievo in un momento storico così complesso. Un equilibrio psico-fisico solido ci consente di essere resistenti alle prove della quotidianità. Concedersi un tempo di qualità per sé stessi, rappresenta una delle chiavi vincenti di tutti quei professionisti che quotidianamente sono sottoposti a forti stress.

WHEN INNOVATION MEETS WELLNESS Wellness culture has become more important in this difficult historical period. A good psycho-physical balance allows us to resist daily ordeals. One of the keys to success for all business men under stress, is to grant us some good quality time.

LUXURYfiles AUTUMN 2012 71


070_075 SPA.qxd

22-10-2012

20:46

Pagina 72

Oggi attraverso la tecnologia della “realtà aumentata” è possibile ricreare in angoli inaspettati delle nostre città, scenari suggestivi che evocano luoghi lontani, dalle antiche terme romane alle atmosfere esotiche degli hammam fino alle più nordiche saune finlandesi. Ed è proprio in questo contesto che si colloca una delle applicazioni inedite di questo settore, la Moon SPA; un ambiente polifunzionale fortemente integrato con soluzioni di Entertainment Audio Video legate a scenari di Luce intelligente e controllo ambientale in grado di coinvolgere tutti i sensi in una vera esperienza 4D. A tal proposito la redazione ha incontrato l’Ing. Andrea De Martino, CEO della Engineering Solutions s.r.l, azienda affermata in Italia e all’estero nel settore della Home, Yacht & Smart Building, che rappresenta un bell’esempio di quella che può definirsi un’eccellenza italiana, per chiedergli di descriverci cosa accade quando l’innovazione tecnologica incontra il mondo del wellness. Ing. De Martino ci può raccontare quali sono le soluzioni innovative che contraddistinguono l’inedita Smart SPA? Quando ho ricevuto l’incarico di progettare e realizzare gli impianti speciali di una SPA riservabile ad uso esclusivo, su una superficie di oltre 100 mq all’interno del Trilussa Palace Hotel a Roma, ho subito immaginato di ideare una nuova tipologia di SPA che non si limitasse alle tradizionali attività di un centro benessere, bensì rappresentasse un inedito spazio con caratteristiche poliedriche, prestandosi ad ospitare diverse tipologie di eventi configurabili attraverso le straordinarie dotazioni tecnologiche. La Moon SPA è infatti stata progettata con soluzioni illuminotecniche, multimediali e di controllo ambientale che trasformano lo spazio in funzione dei desideri dell’utente.

72 LUXURYfiles AUTUMN 2012

Today, with “Augmented reality” technology, it is possible to recreate suggestive sceneries bringing to mind distant places, in unexpected places in our city, like ancient roman baths or Hammam exotics atmosphere up to Nordic Finnish saunas. It is exactly in this context that operates “Moon SPA” using innovative applications for this sector: multifunctional environment equipped with audio-video entertainment solutions, intelligent light sensors and ambient control that are able to involve all senses for a true 4D experience. In this regard, our editorial staff has met Engineering Solutions’ CEO, Mr. Andrea de Martino, that represents a good example of Italian Excellence in design and realization of Home, Building and Yacht Automation. We have asked Mr. De Martino what happens when the technology innovation meets the wellness world. Mr. De Martino, could you tell us what are the innovative solutions that distinguish the new “Smart SPA” brand? When I received the task to design and develop an exclusive SPA special plants on 100m2 surface inside the Trilussa Palace Hotel in Rome, I immediately imagined to develop a new kind of SPA that was not limited to traditional wellness center activities but an innovative place with versatile features ready to host various event through extraordinary technology equipment. In fact, the “Moon SPA” is designed with lighting, multimedia and environmental control solutions that transform the space according to customer’s requirements. In this context, a particular video communication solution takes form, based on combined use of three last generation HD Laser Led Projector that recreate a virtual environment being able to surround the customer to an extraordinary journey, using clear stoned walls and an image junction software,


070_075 SPA.qxd

22-10-2012

20:47

Pagina 73

MOON SPA È INFATTI STATA PROGETTATA CON SOLUZIONI “ LAILLUMINOTECNICHE, MULTIMEDIALI E DI CONTROLLO AMBIENTALE CHE TRASFORMANO LO SPAZIO IN FUNZIONE DEI DESIDERI DELL’UTENTE. THE “MOON SPA” IS DESIGNED WITH LIGHTING, MULTIMEDIA AND ENVIRONMENTAL CONTROL SOLUTIONS THAT TRANSFORM THE SPACE ACCORDING TO CUSTOMER’S REQUIREMENTS.

LUXURYfiles AUTUMN 2012 73


070_075 SPA.qxd

22-10-2012

20:47

Pagina 74

In questo contesto prende vita una particolare soluzione videocomunicativa, basata sull’utilizzo combinato di tre proiettori HD Laser Led di ultima generazione che, sfruttando le pareti di pietra chiara ed un software di giunzione delle immagini, ricreano un ambiente virtuale in grado di immergere l’utente in un viaggio immaginario che parte dalle spiagge di un’isola caraibica e termina con una suggestiva ripresa in HD della terra vista dall’orbita dello shuttle, passando per una foresta Pluviale e le pendici di un vulcano attivo. A ciascuno degli scenari videocomunicativi scelti dall’utente attraverso una semplice interfaccia Ipad con grafica User Friendly, corrispondono diverse temperature, sfumature di colore e sonorità elettroacustiche basate su selezionate playlist audio. L’utente può anche inserire nel sistema la propria libreria musicale o i propri contenuti multimediali; la SPA è infatti dotata di un impianto elettroacustico a prestazioni elevate con diffusori acustici professionali perfettamente integrati negli arredi della stessa. Per un così elevato livello di integrazione è stata importante la partnership che la Engineering Solutions ha stretto con la Starpool, azienda leader nella progettazione e realizzazione di ambienti dedicati al mondo del wellness. Quanto ritiene sia importante la luce e dunque un attento progetto illuminotecnico in uno spazio dedicato al wellness? La luce è uno degli elementi imprescindibili per creare un’atmosfera che consenta all’utente di vivere in totale relax le esperienze sensoriali legate agli ambienti del percorso benessere, quali sauna, bagno turco, idromassaggio e docce emozionali. Il progetto illuminotecnico della Moon SPA doveva inoltre tener conto delle forti connotazioni multimediali; pertanto la scelta è caduta su corpi illuminanti basati su tecnologia led ad alta resa cromatica, controllabili e programmabili via Bus Dali e DMX. L’integrazione degli scenari illuminotecnici con i diversi contesti audiovisivi, ha dato vita ad uno spazio basato su luce intelligente e dinamica, in grado di mutare lo spazio che circonda l’utente in funzione delle scelte operate dalla piattaforma iPad di comando e controllo. Nella pagina di gestione luci dell’iPad, ad esempio, è possibile personalizzare l’ambiente wellness controllando contemporaneamente tutte le tipologie di corpi illuminanti, coordinandone l’effetto voluto in base a scenari di luce bianca in varie temperature e un’infinita varietà di colori che si legano alle diverse immagini e video proiettati sulle pareti di pietra.

74 LUXURYfiles AUTUMN 2012

screening Caribbean beaches and stunning Earth shots in HD seen from shuttle’s orbit, passing through a rainforest and the slopes of an active volcano. Each single virtual scenario is chosen by customers with user friendly I-Pad interface and matches different temperatures, color shades and electroacoustic sounds based on selected audio playlist. Customer could even add in the system his personal multimedia library; the SPA uses a high performance HI-FI system with professional speakers fully merged with the fittings. The collaboration with Starpool, a leading Company on wellness areas’ design was fundamental for this high level standard of integration. How much important are lights and therefore a proper design of lights system in a wellness center? Light is one of the essential elements which allows the customer to live wellness programs like sauna, Turkish bath, Jacuzzi and emotional showers in total relax feelings. “Moon SPA” lights project had to be clearly oriented on deep multimedia elements; therefore lighting element’s choice was based on high performance LED technology, controlled and customizable through Bus Dali and DMX interface. The perfect mix between lighting system and different video contents created a space based on dynamic and intelligent light able to transform user’s environment according to each choice made with I-Pad control interface. For instance, on I-Pad light control panel customers can simultaneously control any kind of lighting elements, coordinate the desired visual effect linked to temperature and color scale screened on stoned walls.

ENGINEERING SOLUTIONS. Azienda specializzata nella progettazione, integrazione e realizzazione di architetture complesse di Home, Yacht e Building Automation, progetti di Smart Light, Entertainment Audio/Video e applicazioni nel panorama dell’ICT. È da attribuire alla Engineering Solutions, il primo AUDITORIUM MULTIMEDIALE interamente realizzato in acciaio, per la nuova sede di Radio Dimensione Suono che gli è valso il premio “InAvate Award” nell’ambito della Fiera Internazionale ISE di Amsterdam. Partecipa ad eventi e fiere internazionali legati al settore Smart Building tra cui il Festival De La Plaisance di Cannes o The Hotel Show a Dubai. ENGINEERING SOLUTIONS. A company specialized in the design, integration and realization of sophisticated architecture in the audio video and data entertainment, ICT area, including the design and realization of Home, Building and Yacht Automation. The realization of the” Radio Dimensione Suono” multimedia Auditorium, first of its kind to be constructed completely in steel, is another important achievement of the company: it won the “InAvate Award” at the ISE International Exhibition in Amsterdam. Engineering Solutions takes part of several international events, like “Festival De La Plaisance” in Cannes and” The Hotel Show” in Dubai.


070_075 SPA.qxd

22-10-2012

20:47

Pagina 75

Molto interessante, ma viene da chiedersi quanto sia complessa la gestione di un tale impianto tecnologico? Questa è la vera sorpresa e al tempo stesso uno dei punti di forza delle nostre soluzioni. Il sistema può essere comodamente gestito attraverso tastiere domotiche e dispositivi Apple (iPad), dove le funzionalità sono facilmente raggruppate in chiare icone caratterizzate da una grafica User Friendly. Infatti il cliente attraverso una semplice ed intuitiva interfaccia iPad può richiamare scenari preprogrammati che coinvolgono contemporaneamente tutte le risorse tecnologiche a disposizione. In particolare mi riferisco alle diverse tipologie di corpi illuminanti, ai sistemi audio/video, le cascate d’acqua, di ghiaccio e ad alcuni aspetti dello stato di comfort ambientale. E’ possibile inoltre inserire nel sistema la propria libreria musicale attraverso basette per Iphone, Ipod e porte USB per caricare video o immagini necessarie allo svolgimento di un particolare evento. Adesso rivolgo a voi una domanda. Chi non apprezzerebbe il fatto di poter personalizzare un ambiente dedicato al benessere con una lussuosa scenografia “reale e virtuale” che rappresenti il proprio spazio ideale, dove poter vivere un’esperienza unica da condividere con il partner o con gli amici? Immagino che i lettori a questo punto non vedranno l’ora di vivere questa straordinaria esperienza.

It is very interesting however the question is: how complex is to manage this kind of technologic system? This is the surprising strength of our solution: the system could be controlled with home keyboards or Apple devices (Ipad) gathering any function into a customerfriendly interface. The customer could manage all preloaded sceneries involving all technological resources available simultaneously, trough I-Pad interface. In particular, I am mentioning any kind of lightning device, audio-video systems, cold and warm waterfalls and any particular part of comfort. It is possible even to use customer personal library through Iphone, Ipad Dockstation and USB ports able to load video, picture or audio contents. Now, I would like to pose a question to you: who wouldn’t like the idea to personalize an environment dedicated to wellness with luxurious surroundings that is both “real and virtual” and represents the ideal space, where to live a unique experience together with own partner or friends? I assume that the readers can’t wait to live this experience by themselves. LUXURYfiles AUTUMN 2012 75


076_078 SPELLO.qxd

22-10-2012

18:26

Pagina 76

LUXURY AS CULTURE CINEMA / di Alessia Carola Bellan

SPELLO

E LE PROFESSIONI DEL CINEMA

Quando vogliamo parlare di un film, se non ne ricordiamo il titolo, di solito cerchiamo di identificarlo tramite gli attori protagonisti o il regista. Quasi mai diciamo, se non facciamo parte della stretta cerchia degli addetti ai lavori, il nome dello sceneggiatore, del direttore della fotografia, dello scenografo, del fonico, del montatore, del costumista o del truccatore.

GREAT EXPECTATIONS FOR THE PROFESSIONALS FILM FESTIVAL COMPETITION IN SPELLO When we talk about a movie, usually we try to recognize it from the actors or the director, if we don’t remember the title. We hardly ever refer to the scriptwriter, the director of photography, the production designer or to those involved in the assembly, the original music, costumes or make-up, unless we are part of the movie innermost circle. 76 LUXURYfiles AUTUMN 2012


076_078 SPELLO.qxd

22-10-2012

18:26

Pagina 77

Michelangelo Antonioni, 1979.

Ermanno Olmi, 1979.

Nanni Loy, 1980.

È comprensibile, ma poco rispettoso dei tanti personaggi che animano il mondo del cinema e senza i quali quest’arte non esisterebbe. Ha riscosso quindi un grande successo l’idea di Fabrizio Cattani e Donatella Cocchini di dare vita, lo scorso anno, ad un festival cinematografico dedicato esattamente a tutte le professioni del cinema. Un simile festival non poteva che nascere in una località che sembra uscita dalla mente di due bravi sceneggiatori e scenografi: Spello.

It is understandable, but it is not very respectful of the many personalities that spur the world of films, and without which this art would not exist. Therefore, last year ??Fabrizio Cattani and Donatella Cocchini’s idea of producing a film festival dedicated to the professions of cinema, was a great success. Such a festival could simply be created in a place that seems to come from the mind of two good scriptwriters and set designers: Spello. LUXURYfiles AUTUMN 2012 77


076_078 SPELLO.qxd

22-10-2012

18:26

Pagina 78

View of Spello.

Qual è il meccanismo del festival? Una giuria segnala i film, usciti nelle sale cinematografiche l’anno precedente, tra i quali far votare il migliore tra sceneggiatore, direttore della fotografia, scenografo, fonico di presa diretta, montatore, musicista, costumista e truccatore. Dalla prossima edizione sarà presente anche il premio per gli effetti speciali. Dal 1° al 3 marzo 2013, oltre alla proiezione dei film selezionati, è previsto il coinvolgimento degli istituti superiori dell’Umbria tramite un concorso che premierà il miglior costume, il miglior bozzetto scenografico ed il miglior corto. Le mostre verranno allestite all’interno di Villa Fidelia, opera architettonica del XVI secolo famosa per il suo giardino all’italiana della principessa Teresa Grillo Pamphili e dove furono festeggiate le nozze reali tra Giovanna di Savoia e Boris di Bulgaria. Le proiezioni dei film avverranno in teatri di particolare valore artistico in forma itinerante a Spello, Foligno, Spoleto, Perugia, Bevagna, Monte Castello di Vibio, Torgiano, Todi e Marsciano. 78 LUXURYfiles AUTUMN 2012

What is the festival mechanism? A board of judges points out a list of movies released during the previous year, including one to vote for best screenwriter, director of photography, set designer, live sound engineer, editor, composer, costume designer and make-up artist. The next edition will also feature the award for special effects. From the 28th February to the 3rd March 2013, in addition to the selected films, there will be the involvement of Umbria higher education institutions for a competition that will award the best costume, the best scenic sketch and the best short movie. The exhibitions will be staged at Villa Fidelia, an architectural effort of the sixteenth century that is famous for its Italian garden, belonged to the Princess Teresa Grillo Pamphili and where the Giovanna of Savoia and Boris of Bulgaria’s royal wedding was celebrated. The films screenings will take place in very artistic and unique theaters in itinerant form between Spello, Foligno, Spoleto, Perugia, Bevagna, Monte Castello di Vibio, Torgiano, Todi and Marsciano.


advIdeamoon210x280.qxd

21-10-2012

19:23

Pagina 1

_ EDITORIA communication is round

Via di Ripetta, 9 00186 Roma info@ideamoon.it www.ideamoon.it

_ COMUNICAZIONE _ EVENTI _ UFFICIO STAMPA _ CONSULENZA FORMAZIONE

ideamoon for your business. per la tua comunicazione, punta in alto.

www.fashionfiles.it www.luxuryfiles.it


080_085 007.qxd

22-10-2012

18:44

Pagina 80

LUXURY AS CULTURE CINEMA / di Marco Tagliaferri

007

UNA STORIA DI SUCCESSI

Ian Fleming, James Bond creator.

La musica iniziò, risvegliando in me emozioni e ricordi perduti. Ripensai alla ormai celebre scena nella quale Connery, smoking nero, papillon nero, pochette bianca, seduto al tavolo da gioco del Club Le Cercle, si presenta alla ragazza che chiede il suo nome: Bond… James Bond, e su quel primo Bond partiva la sigla che proprio in quel momento il mio lettore CD stava riproducendo: uno dei temi musicali più conosciuti nella storia del cinema.

007 A SUCCESS STORY The music started, awakening in me lost emotions and memories. I thought of the now famous scene in which Connery, wearing a black tuxedo, black bow tie, white clutch, sitting at the “Club Le Cercle” table, met the girl who asked for his name: Bond ... James Bond, and on that first “Bond” the title track started and in that moment my CD player was playing one of the most popular musical themes in the cinema history. 80 LUXURYfiles AUTUMN 2012


080_085 007.qxd

22-10-2012

18:44

Pagina 81

In these pages, frames from Dr. No - Agente 007 - Licenza di uccidere, with Sean Connery and Ursula Andress.

LUXURYfiles AUTUMN 2012 81


080_085 007.qxd

22-10-2012

18:44

Pagina 82

5 ottobre 1962: Location esotiche, missioni pericolose, automobili di lusso, abiti sartoriali e bellissime donne… Gli elementi fondamentali per un Bond film sono già tutti presenti, quando nelle sale cinematografiche arriva “Agente 007 Licenza di uccidere” (“Dr. No”), primo di una lunghissima serie di film sulla spia più famosa del mondo. Il regista Terence Young, portò Sean Connery dal suo sarto personale, Anthony Sinclair e dal suo camiciaio di fiducia, Turnbull and Asser per creare il personaggio dell’agente segreto bello e sofisticato. Da allora, passando per Brioni fino all’ultimo Tom Ford, i diversi stilisti hanno concepito per Bond un’eleganza classica, non soggetta alle stranezze della moda e tutti e sei gli interpreti, hanno contribuito a definire il personaggio dando ciascuno qualcosa di unico. Se Sean Connery è ricordato come l’unico vero 007, lo stesso George Lazenby, tanto criticato, ha però dalla sua, forse il più bel film della saga (“On Her Majesty’s Secret Service” - 1969); se Roger Moore ha contribuito con la sua ironia, Timothy Dalton ha tentato, purtroppo senza fortuna, l’esperimento di un Bond alla Fleming; se l’elegante Pierce Brosnan ha rilanciato il Bond delle origini, il glaciale Daniel Craig raccogliendo l’eredità dei precedenti interpreti, ha portato il pubblico a rivedere il James Bond dei romanzi in chiave moderna. George Lazenby, 007 agent in On her Majesty’s Secret Service - Al servizio segreto di Sua Maestà.

Roger Moore, 007 agent from 1973 to 1985,

82 LUXURYfiles AUTUMN 2012


080_085 007.qxd

22-10-2012

18:44

Pagina 83

October 5, 1962: exotic locations, dangerous missions, luxury cars, tailored suits and beautiful women ... When the first 007’s movie, “Dr. No”, was released in theaters, the key elements for a Bond’s movie are all present, and it was the first of a long series of movies on the most famous secret agent in the world. The first director of the Bond series, Terence Young, took Sean Connery by his personal tailor, Anthony Sinclair and his shirtmaker, Turnbull and Asser, to create the character of the secret agent that is handsome and sophisticated. Since then, through Brioni until the last Tom Ford, the different designers have designed a classic elegance for Bond, not subject to fashion quirks. From that distant ‘62 to now, all six Bond actors helped to define the character by giving something unique each. If Sean Connery is remembered as the only true 007, on the other side George Lazenby, widely criticized, however he played in the probably most beautiful film of the saga – “On Her Majesty’s Secret Service” (1969). While Roger Moore added his sarcasm, Timothy Dalton tried to embody Fleming’s Bond, unfortunately without success. If the stylish Bond alias Pierce Brosnan relaunched the character’s origins, the glacial Daniel Craig led the public to revise James Bond novels in a modern way, picking up the legacy of previous interpreters

Sean Connery with the tailor Anthony Sinclair.

The famous Aston Martin DB5.

LUXURYfiles AUTUMN 2012 83


080_085 007.qxd

22-10-2012

18:44

Pagina 84

Timothy Dalton, 007 agent from 1987 to 1989,

Pierce Brosnan, 007 agent from 1995 to 2002,

Mentre mi preparavo per la serata, il mitico tema principale del film “Goldfinger” (1964), cantato dalla splendida voce di Shirley Bassey, evocò in me immagini lontane... Dal cappello ghigliottinante di Oddjob, servo muto del ricco Auric Goldfinger, alle scarpe con pugnale di Rosa Klebb (“From Russia with Love” - 1963); dal leggendario Rolex Submariner senza paracolpi per la corona usato dal Bond di Connery al Sea Master della Omega usato dal Bond di Brosnan; d’un tratto mi tornò in mente l’auto che mi era stata regalata per il mio decimo compleanno, della quale ricordavo con precisione ogni particolare: mitragliatrici anteriori e posteriori, scudo posteriore antiproiettile, lame estensibili nei perni delle ruote, sedile passeggero eiettabile… una perfetta riproduzione dell’Aston Martin DB5 usata da Bond in “Goldfinger”. Chissà che fine aveva fatto!

As I was dressing up for the evening, the mythical “Goldfinger” title track (1964), sung by the beautiful voice of Shirley Bassey, I started recalling distant images... From Oddjob’s razor-edged throwable bowler hat, Auric Goldfinger’s silent servant, up to Rosa Klebb’s shoe blade in “From Russia with Love” (1963). From the legendary Rolex Submariner without crown guards used by Connery/Bond up to the Omega Sea Master used by Brosnan/Bond. All of a sudden I remembered the car that was my tenth birthday gift, of which I accurately remembered every detail: the front and rear machine guns, rear bulletproof shield, retractable blades in the wheel axles, passenger ejection seat... a perfect reproduction of the Aston Martin DB5 used by Bond in “Goldfinger”. I really haven’t got a clue about the car fate!


080_085 007.qxd

22-10-2012

18:44

Pagina 85

Daniel Craig.

5 Ottobre 2012: A cinquant’anni dalla prima uscita e con alle spalle 22 film, l’eroe creato da Ian Fleming continua ad entusiasmare il pubblico con le sue avventure spettacolari e festeggia il suo anniversario con un film che non bada a spese. Per “Skyfall”, 23esimo della serie in uscita a fine ottobre, la produzione punta al record d’incassi ingaggiando Javier Bardem (“Non è un paese per vecchi”, dei fratelli Coen) nel ruolo del cattivo ma soprattutto affidando la regia a Sam Mendes un regista da Oscar (“American Beauty”) cresciuto alla Royal Shakespeare Company, che ha cercato di creare un Bond più umano e credibile senza tuttavia rinunciare alle classiche scene di azione che il pubblico si aspetta da un film di 007.

October 5, 2012: Fifty years after the first release and 22 films behind, Ian Fleming’s hero continues to thrill audiences with his spectacular adventures and he is celebrating his anniversary with a movie that spares no expense. For “Skyfall”, the 23rd movie of the series to be released in late October, the production points to the box office record hiring Javier Bardem – “No Country for Old Men”, by Coen brothers - as the villain. However the significant choice is giving the direction to Sam Mendes: Academy award winning with “American Beauty”, grown up at the Royal Shakespeare Company, he tried to create a more human and credible Bond, without sacrificing the classic action scenes that the public would expect from a 007’s film.

Annodai la cravatta pensando alla classe e all’eleganza di questo personaggio straordinario che, con il suo stile inimitabile, continuava ad affascinare uomini e donne, ragazzi e bambini. Il CD smise di suonare con perfetto tempismo. Ero pronto per uscire. Mi aspettava una serata commemorativa a casa di amici per festeggiare il Global James Bond Day con la visione dei primi 3 film di Bond… James Bond.

I knotted the tie thinking about this man’s class and elegance, who has continued to fascinate men and women, teens and children with his inimitable style. The CD stopped playing with perfect timing. I was ready to go outside. A commemorative evening to celebrate the James Bond Global Day was waiting for me at friends’ home, during which we would have seen the first three movies of Bond ... James Bond. LUXURYfiles AUTUMN 2012 85


086_091 Picasso.qxd

22-10-2012

18:58

Pagina 86

LUXURY AS CULTURE EXHIBITIONS / di Mara Cella

MILANO E

PICASSO Un atteso ritorno per la città meneghina, un evento senza pari oltre 250 opere tra dipinti, disegni e sculture di Picasso sono in mostra al Palazzo Reale fino al 6 gennaio 2013. Una grande mostra antologica voluta fortemente, a dimostrazione del legame speciale tra la città e il grande maestro.

PICASSO E MILANO A long-awaited return to Milan, an event without equal: more than 250 works including paintings, drawings and sculptures by Picasso are on display at “Palazzo Reale” until January 6, 2013. A major retrospective that has been strongly desired, representing the special bond between the city and the master. “Milano accoglie per la terza volta l’opera geniale e fondativa di Pablo Picasso, dopo le grande mostre del 1953 e del 2001. Due esposizioni che coincisero con periodi topici sia nella cronaca politica internazionale, che nella vita quotidiana di Milano. E lasciarono il segno – ha affermato l’assessore alla Cultura Stefano Boeri – Non sappiamo ancora se l’appuntamento con Picasso sarà nuovamente, per Milano, un appuntamento con la storia. Ma sappiamo che le vicende di questo incontro tra una grande città e il genio precursore di tutta l’arte contemporanea sono diventate esse stesse occasioni di riflessione storica, come confermano le stanze che Palazzo Reale dedica alla preparazione dell’esposizione del 1953. Un omaggio che è insieme a Picasso, a Milano e alle coincidenze mai del tutto casuali che hanno accompagnato la vita di un grande interprete della nostra modernità”. 86 LUXURYfiles AUTUMN 2012

“Milan welcomes the edifying work of genius of Pablo Picasso for the third time, after the great exhibitions of 1953 and 2001. Two exhibitions that coincided with relevant periods both in the international politics news and everyday life in Milan. They left a mark - affirmed Stefano Boeri, member of local government for culture – We don’t know if Picasso’s art exhibition in Milan will be another rendezvous with history. However, we know that the story of the gathering between an important city and the epoch-making genius of all contemporary art has become an occasion of historical reflection itself, as confirmed by the rooms that “Palazzo Reale” organization dedicated to the mounting of the 1953 exhibition. An homage that is both to Picasso, Milan and to the never completely random coincidences which have accompanied the life of a great interpreter of our modernity.”


086_091 Picasso.qxd

22-10-2012

18:58

Pagina 87

PORTRAIT DE DORA MAAR 1937 Olio su tela, cm 92 x 65 Masterpiece from the Musée National Picasso Paris to be held at Palazzo Reale in Milan from September 2012 to January 2013 © Succession Picasso by SIAE 2012

LUXURYfiles AUTUMN 2012 87


086_091 Picasso.qxd

22-10-2012

18:58

Pagina 88

LA CÉLESTINE (LA FEMME À LA TAIE) Marzo 1904 Olio su tela, cm 74,5 x 58,5 Masterpiece from the Musée National Picasso Paris to be held at Palazzo Reale in Milan from September 2012 to January 2013 © Succession Picasso by SIAE 2012

La mostra è curata da Anne Baldassari, riconosciuta a livello internazionale fra i più importanti studiosi di Pablo Picasso e presidente del Musée National Picasso di Parigi dov’è conservata la più grande collezione al mondo delle opere dell’artista spagnolo. Con oltre duecentocinquanta opere – molte delle quali mai uscite dal museo parigino prima di questo tour mondiale che vede Milano come unica tappa europea – tra dipinti, sculture, fotografie, disegni, libri illustrati e stampe, la mostra rappresenta un vero e proprio excursus cronologico sulla produzione di Picasso, mettendo a confronto le tecniche e i mezzi espressivi con i quali l’autore si è cimentato nella sua lunghissima carriera.

The exhibition is curated by Anne Baldassari, internationally recognized as one of the most important Pablo Picasso’s scholars and president of the Musée National Picasso in Paris, where the world’s largest collection of the Spanish artist works is stored. With more than two hundred and fifty works - many of which have never left the museum in Paris before this world tour that sees Milan as the only European leg - including paintings, sculptures, photographs, drawings, illustrated books and prints. The exhibition represents a real chronological excursus on Picasso’s production, comparing the techniques and forms of expression with which the author has tried through his long career.

PORTRAIT D’OLGA DANS UN FAUTEUIL Primavera 1918 Olio su tela, cm 130 x 88,8 Masterpiece from the Musée National Picasso Paris to be held at Palazzo Reale in Milan from September 2012 to January 2013 © Succession Picasso by SIAE 2012

88 LUXURYfiles AUTUMN 2012


086_091 Picasso.qxd

22-10-2012

18:58

Pagina 89

PAUL EN ARLEQUIN 1924 Olio su tela, cm 130 x 97,5 Masterpiece from the Musée National Picasso Paris to be held at Palazzo Reale in Milan from September 2012 to January 2013 © Succession Picasso by SIAE 2012

HOMME À LA MANDOLINE Autunno 1911 Olio su tela, cm 162 x 71 Masterpiece from the Musée National Picasso Paris to be held at Palazzo Reale in Milan from September 2012 to January 2013 © Succession Picasso by SIAE 2012

LES BAIGNEUSES 1918 circa Olio su tela, cm 27 x 22 Masterpiece from the Musée National Picasso Paris to be held at Palazzo Reale in Milan from September 2012 to January 2013 © Succession Picasso by SIAE 2012

LUXURYfiles AUTUMN 2012 89


086_091 Picasso.qxd

22-10-2012

18:58

Pagina 90

DEUX FEMMES COURANT SUR LA PLAGE (LA COURSE) 1922 circa Gouache su compensato, cm 32,5 x 41,1 Masterpiece from the Musée National Picasso Paris to be held at Palazzo Reale in Milan from September 2012 to January 2013 © Succession Picasso by SIAE 2012

Da protagonista indiscusso dell’arte del XX secolo ne ha saputo incarnare lo spirito tumultuoso e innovatore attraverso capolavori come: “La Celestina” (1904), “Uomo con il mandolino” (1911), “Ritratto di Olga” (1918), “Due donne che corrono sulla spiaggia” (1922), ”Paul come Arlecchino” (1924), “Ritratto di Dora Maar” e “La supplicante” (1937).

90 LUXURYfiles AUTUMN 2012

As the undisputed leader of twentieth century art, he has been able to embody its tumultuous and innovator spirit through such masterpieces like “La Celestina” (1904), “Man with Mandolin” (1911), “Portrait of Olga” (1918), “ Women Running on the Beach “(1922),” Paul as Harlequin “(1924),” Portrait of Dora Maar “and “The Supplicant” (1937).


086_091 Picasso.qxd

22-10-2012

18:58

Pagina 91

“La collezione del Musée Picasso - scrive la curatrice - rappresenta dunque il lavoro picassiano in progress, i suoi imprevisti, i suoi balzi in avanti o le sue resipiscenze, i suoi meandri e i suoi ripiegamenti. Vi si può osservare la pittura che diventa scultura, e viceversa, nell’invenzione di dimensioni intermedie: pittura senza fondo né contorni, tavole piatte come icone, legni intagliati e lumeggiati di colore, gli inganni ottici dei papiers collés, dei tableaux reliefs, delle costruzioni piane, sculture cave, aperte, forate, grafismi spaziali filiformi, quadri a tutto tondo, modelli di carta piegata, lamiere tagliate e dispiegate nello spazio. Anche i disegni, le pagine dei quaderni di schizzi e le incisioni dialogano in un continuo andirivieni, per ricostruire le logiche iconografiche di un racconto che esplora tutte le possibilità, quasi a raggiungere il mito della nascita delle immagini: si colgono qui le ragioni minute di sequenze che vanno dall’identico al multiplo attraverso gli stadi intermedi che descrivono, a migliaia, tale gesto mitografico”. Il percorso espositivo con oltre 2.000 metri quadrati al piano nobile di Palazzo Reale, include anche la documentazione che riguarda la mostra che Picasso tenne nello stesso luogo nel 1953, quando venne esposta per la prima volta in Italia, nella Sala delle Cariatidi - che già da sola ha un fascino tale da valere una visita al Palazzo- la grande tela di “Guernica”. (1937).

LA SUPPLIANTE 18 décembre 1937 Gouache su tavola, cm 24 x 18,5 Masterpiece from the Musée National Picasso Paris to be held at Palazzo Reale in Milan from September 2012 to January 2013 © Succession Picasso by SIAE 2012

“The collection of the Musée Picasso,” writes the art curator in the catalog “is therefore the Picasso work in progress, its unforseen, its leaps forward or its rectifications, its intricacies and its folds. There you can see the painting becomes sculpture, and vice versa, in the invention of intermediate size: painting without bottom or outlines, tables flat as icons, carved and color highlighted woods, optical illusions of papiers collés, tableaux-reliefs, flat construction, hollow, open, perforated sculptures, filiform aerial style of writing, folded paper models, cut metal sheets and widen in space. Designs, sketchbooks pages and engravings communicate in a continuous coming and going, to rebuild the iconographic logic of a story that explores all the possibilities, almost to the myth of the birth of the images: here are gathered the minute reasons ranging from the identical sequences to the multiple ones, through intermediate stages that describe this mythographic gesture”. The exhibition with over 2,000 square feet on the main floor of the “Palazzo Reale”, also includes documentation concerning the1953 Picasso exhibition held in the same place, when “Guernica” (1937) was exhibited in Italy for the first time, in the Caryatids Hall which already has the magnificence that worth a visit to the Palace. LUXURYfiles AUTUMN 2012 91


092_095 GRAZIA.qxd

22-10-2012

19:01

Pagina 92

LUXURY AS CULTURE MUSIC / di Elisabetta Castiglioni

DA GAUGUIN A MONET Grazia Di Michele torna ad ispirarsi alla pittura per un nuovo disco intriso di atmosfere sonore altamente suggestive

Si chiama Giverny e si ispira a Claude Monet il nuovo album di Grazia Di Michele, la cantautrice romana che ha fatto della bellezza pittorica la sua primaria fonte di ispirazione. Dopo le Ragazze di Gauguin, uno dei suoi brani più conosciuti, la pittura torna ad ispirare nuovamente la cantautrice non più con le giovani indigene della Polinesia ma con i fiori esotici degli stagni e dei giardini di Monet.

FROM GAUGUIN TO MONET Once again, Grazia Di Michele has been inspired by painting for a new album that is full of highly evocative soundscapes. Its name is Giverny and Grazia Di Michele draws inspiration from Claude Monet: she is the singer from Rome that has made the pictorial beauty her primary source of inspiration. After Le Ragazze di Gauguin (Gauguin’s girls), one of her best known songs, painting has returned to inspire the singer no longer with the young Polynesian aborigines, but with ponds exotic flowers and gardens seen in Monet. 92 LUXURYfiles AUTUMN 2012


092_095 GRAZIA.qxd

22-10-2012

19:01

Pagina 93

LUXURYfiles AUTUMN 2012 93


092_095 GRAZIA.qxd

22-10-2012

19:01

Pagina 94

Il paese della Normandia che dà il titolo al nuovo album è infatti la località in cui l’artista si ritirò durante la guerra e dove visse immerso nel suo giardino dipingendone i fiori, le ninfee, gli specchi d’acqua e i salici. “Questo mio lavoro vuole un po’ somigliare a quelle tele – afferma la cantautrice – perché nasce anch’esso da un’osservazione del mondo silenziosa e attenta, e dalla voglia di raccontarne qualche scorcio con pennellate rapide, intense e colorate”. Il giardino di Giverny è un luogo incantato, ma soprattutto è un simbolo, la ricerca e la difesa appassionata e struggente di ciò che è bello e che parla al cuore delle persone. “Mentre fuori c’era la guerra – spiega Grazia Di Michele – Claude Monet proteggeva il suo mondo, e in qualche modo metteva in salvo ciò che nella vita vale e merita davvero di essere coltivato”.

94 LUXURYfiles AUTUMN 2012

The village in Normandy, that gives the new album name, is in fact the place where the painter retired during the war and lived in his garden surrounded by flowers, water lilies, water bodies and willows that he painted. “This work would look a little like those paintings - the singer says - also because it comes from a silent and attentive observation of the world, and from the desire to describe some glimpses with rapid, intense and colorful brushstrokes”. The Giverny’s garden is a charming place, but mostly it is a symbol: the research and the poignant and passionate defense of what is beautiful and that speaks to people’s hearts. “While there was a war outside - Grazia Di Michele says - Claude Monet was protecting his world, and somehow he put in a safe place what is worth and deserves to be cherished in life”.


092_095 GRAZIA.qxd

22-10-2012

19:01

Pagina 95

Giverny è un album raffinato e di grande impegno artistico, scritto e musicato con grande cura, dove le melodie e le sonorità più raffinate si fondono con i contenuti poetici nei quali l’umanità è il tema portante: il corpo dell’uomo amato (Dove mi perdo), l’avventura amorosa in una triste balera (Passo a due), la mente appannata di una donna malata di Alzheimer (Laura), l’antagonismo ironico tra maschio e femmina (Carnevale, Pettini e pettinini), il fluire del tempo (Passando) e molto altro. Per ogni storia esiste un’atmosfera, per ogni frase una sottolineatura – si direbbe una “pennellata” – ora di pianoforte ora di sassofono, di fisarmonica o di archi, in un disco che rappresenta un incontro sonoro unico e di grande sensibilità tra jazz, pop e canzone d’autore, realizzato insieme al trio jazz del pianista Paolo Di Sabatino (Marco Siniscalco al contrabbasso e Glauco Di Sabatino alla batteria) con la partecipazione dell’Orchestra Sinfonica Abruzzese dell’Aquila.

“Giverny” is a refined album of great artistic commitment, that was written and set to music with great care and where the most sophisticated melodies and sounds blend with the poetic contents in which the main theme is humanity: the body of her beloved man (“Dove mi perdo” – Where I get lost), a love affair in a gloomy dance hall (“Passo a due” – Step Two), the clouded mind of a woman suffering from Alzheimer’s (“Laura”), the ironic antagonism between male and female (“Carnevale, pettini e pettinini” – Carnival, combs and small combs), the flow of time (“Passando” – Passing) and much more. There is an atmosphere for each story, an underscore for each sentence - one might say a “brushstroke” – made with piano and saxophone, accordion and strings, time to time, in an album that represents a unique and great sensitivity meeting between jazz, pop and songwriting, recorded with the jazz trio of the pianist Paolo Di Sabatino (Marco Siniscalco on contrabass and Glauco Di Sabatino on drums) with the participation of the “Orchestra Sinfonica Abruzzese” in L’Aquila. LUXURYfiles AUTUMN 2012 95


096 marchi.qxd

22-10-2012

19:34

Pagina 96

IN THIS ISSUE

BRANDS WWW.ASTONMARTIN.COM

Direttore responsabile Enrico Cogno enrico.cogno@ideamoon.it

Direttore editoriale Mara Cella mara@ideamoon.it

WWW.ANTONELLAROSSI.IT

Direzione creativa Massimiliano Di Stefano max@ideamoon.it

WWW.BELLROSS.COM

AMONG MANY LIFESTYLE MAGAZINES...

WWW.BOTTEGAVENETA.COM

Collaboratori Alessia Carolina Bellan, Luisa Berti, Laura Castellini, Elisabetta Castiglioni, Chiara De Santi, Valentina Di Domenico, Gianluca Luongo, Ilenia Mari, Marco Tagliaferri

WWW.CHLOE.COM fi l e s

Impaginazione François Lecodaine WWW.ESTEELAUDER.IT a

q u e s t i o n

o f

s t y l e

DANIEL CRAIG back

Traduzioni Alessandra Pezzati WWW.ELIZABETHARDEN.IT

WWW.FESTIVALCINEMASPELLO.COM

Stampa Grafica Giorgetti srl Via di Cervara, 10 - Roma

WWW.ENGINEERINGSOLUTIONS.IT

Abbonamenti info@ideamoon.it

007 is 50 years of Bond style

ETHICS

Made in Italy & Corporate Social Responsability

QUALITY

Haute Couture, creating becomes a tradition

INNOVATION DB9 style Aston Martin.

CULTURE Milano - finito di stampare ottobre 2012

Picasso &

WWW.FRANCVILA.COM

Trimestrale - N. 47 - Autumn 2012

WWW.GUCCI.COM

WWW.OMEGAWATCHES.COM

THE DIFFERENCE IS IN THE DETAILS

Redazione Via di Ripetta, 9 00186 Roma info@ideamoon.it

WWW.PENTOLEAGNELLI.IT

Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 95/2001 del 13 marzo 2001. Periodicità trimestrale.

WWW.PISACCO.IT

La testata Files Luxury è di proprietà di Sothis Editrice.

WWW.RICHARDMILLE.COM

WWW.ROMACINEMAFEST.IT

WWW.ROMECAVALIERI.IT

WWW.SERGELUTENS.COM

WWW.SHISEIDO.IT

WWW.SUGOLOGONE.IT

WWW.VANCLEEFARPELS.COM

WWW.ZANNETTI.IT

96 LUXURYfiles AUTUMN 2012

Editore Ideamoon srl Via di Ripetta, 9 00186 Roma info@ideamoon.it

L’Editore garantisce l’assoluta riservatezza dei dati forniti dagli abbonati e la possibilità di richiederne gratuitamente la rettifica o la cancellazione. I dati verranno utilizzati soltanto per inviare agli abbonati la rivista e gli allegati, anche pubblicitari (legge 675/96 tutela dati personali). Proprietà artistica e letteraria riservata. Nessuna parte della rivista può essere riprodotta in qualsiasi forma (fotocopia, microfilm o qualsiasi altro procedimento), o rielaborata mediante sistemi elettronici, o diffusa, senza l’autorizzazione scritta dell���editore. Sono permesse soltanto brevi citazioni indicando la fonte. Per le illustrazioni, la redazione si è curata dell’autorizzazione degli aventi diritto. Nel caso in cui questi siano stati irreperibili, si resta a disposizione per eventuali spettanze di legge. Manoscritti, fotografie e disegni, anche se non pubblicati, non verranno restituiti. All rights reserved. No part of this publication may be reproduced, stored in a retrieval system or transmitted in any form or by any means - electronic, mechanical, photocopying, recording or otherwise - without the prior written permission of the Copyright owner. Year 11 - N° 47 AUTUMN 2012 Finito di stampare a ottobre 2012

Cover: Daniel Craig

www.luxuryfiles.it



Luxury files - autumn issue