Page 1

Marco Leonardi FOTOGRAFO

Abbigliamento professionale di Maria Stiletti

IVREA

L’idea giusta per la tua divisa

N. 01

febbraio 2017

C.so Nigra, 90 - Ivrea (TO) Tel. 0125 627675

on line su

www.marcoleonardi.net

www.ivreacitynotizie.it

MENSILE FREE PRESS

E VENTI

pag. 24

“L’Elzeviro”

L’editoriale del direttore

È tempo di Carnevale, di allegria. Ad Ivrea, ma anche in tutto il Canavese e la bassa Valle d’Aosta, si festeggia, ci si tuffa nel passato, nella tradizione, nella storia. La nostra storia, le nostre origini, la nostra cultura. Che a Carnevale viene riscoperta, rispolverata, valorizzata. L’imperativo in questi giorni è divertirsi e lasciare da parte i tanti problemi di tutti i giorni. Per poi, una volta finiti i festeggiamenti, rimettersi in moto e cercare di dare, ognuno col suo anche se piccolo contributo, una risposta ai nostri giovani che sono senza lavoro, sfiduciati da una classe dirigente e politica incapace di dare loro delle prospettive certe. C’è in gioco il loro futuro. Anche perché senza un futuro non ci sarà neppure più la tradizione. Neppure quella del Carnevale a cui noi tutti teniamo molto. Calogero Urruso (direttore@citynotizie.it)

L A PERLA “Gli immigrati vengono da fuori” Fonte Guido (Bar L’Oasi - Carema)

C ULTURA

E CONOMIA

Katuma porta in rete i sapori del Canavese

8 marzo: Festa della Donna

Seguici su Facebook

Teatro e musica: il cartellone di febbraio e marzo pag. 27

pag. 22

A l’è turna Carlevé! S PECIALE

I programmi giorno per giorno Ivrea

Pont St. Martin

Verrès

da pag. 02

da pag. 14

da pag. 16

GOMMISTA

Solo pneumatici delle migliori marche selezionati e garantiti al prezzo più conveniente. Pneumatici nuovi e d’occasione No gomme ricoperte o ricostruite Ricarica clima

PUGLISI LUCA SPECIALISTA

Staz. di servizio TOTALERG Via Torino, 58 - Ivrea (TO) Tel. 0125 49640 - Cell. 377 5331329

Caffetteria - Bar - Food

pranzo e aperitivo

Via Castellamonte, 34 - Banchette - Leo 347.0177230 - Adelaide 388.3608223

www.arduinoshoes.it


www.citynotizie.it

ITALO BAR Finalmente è Carnevale! S PECIALE

a cura di Federico Bona

“Tutto quello che mangiate l’abbiamo cucinato noi!” Via Di Vittorio, 2 - Ivrea (TO) Tel. 0125.44838

Il Lavatutto L

AVA

N

D

ERIA

LAVANDERIA, STIRERIA, PULITURA PELLI, BORSE, TAPPETI, COPERTE

Non v'e' povero quartiere che non sfoggi un po' di gale, che non canti con piacere la canzon del carnevale.

SERVIZI PERSONALIZZATI VENDITA DETERSIVI ALLA SPINA

con la sposa e col garzone che ad Abba' prescelto fu, va cantando ogni rione il castello non c’è più

VIA AOSTA 70 - BORGOFRANCO D’IVREA TEL. 347 4440991

Storico Carnevale di Ivrea

Flowers Cafè Corso Costantino Nigra, 27 Ivrea (TO) - Tel. 340.5846076

L Antica Panetteria Pasticceria del Borgo Produzione pane Grissini Prodotti da Forno Via Aosta, 16 - Borgofranco d’Ivrea (TO) Rivendita in Via Marconi, 19/B Cell. 347.3076566 - 347.6247195 e-mail: anticoforno@msn.com

a cerulea Ivrea sfoggia il suo coloratissimo abito della festa, la sonnacchiosa Eporedia tira fuori dai cassetti antiche, ma sempre nuove, energie, la città delle Rosse Torri per qualche settimana lascia in disparte la consueta abulia e lascia che una frizzante allegria la pervada, nelle piazze e nelle vie, nelle case e nei vicoli. È il miracolo del Carnevale che ogni anno permette a Ivrea di vivere le sue giornate più intense e gioiose, fatte di lavoro e di festa, compagnia e solidarietà, risate e qualche lacrima. È un Carnevale, il nostro, unico e inimitabile, che permette ai suoi protagonisti (a tutti i suoi protagonisti) di vivere, per un po’, in un mondo speciale. Per poi affrontare la vita quotidiana con un po’ più di carica nelle batterie. Abbiamo sempre saputo di essere un po’ matti, noi Eporediesi. E sempre ne siamo andati fieri, ma da qualche anno lo siamo ancor di più, da quando Pif, nel concludere la puntata della trasmissione televisiva Il testimone (Carnevale 2013), ha detto queste parole che meriterebbero di essere insegnate nelle scuole:

25 26 27 28 febbraio 2017

Lo so, qualcuno di voi starà pensando che questi sono dei pazzi. E forse, in un certo senso, ha ragione. Ma è anche vero che tutto quello che queste persone fanno ogni anno non se lo sono inventato sul momento, ma viene dal passato. è la loro storia, è la loro cultura. E se l’Italia non va completamente a rotoli è solo grazie alla nostra cultura.

Queste pagine sono interamente dedicate all’edizione 2017 dello Storico Carnevale di Ivrea. Giorno per giorno cronaca, programmi, curiosità e tante immagini, perché la magia di uno scatto è inimitabile e sa sempre suscitare grandi emozioni.


www.citynotizie.it

Venerdì 6 gennaio 2017

Le prime note del Carnevale 2017

S

e il buongiorno si vede dal mattino, come di ce il detto, il Generalato di Claudio Ferrero è destinato a essere un successo: fin dalla prima uscita ufficiale, il protagonista maschile dell’edizione 2017 della manifestazione ha riscosso consensi a tutti i livelli nel popolo del Carnevale. Il 6 gennaio ha saputo miscelare fascino e simpatia, lasciandosi guidare alla scoperta della festa, lui che non è (per sua stessa ammissione) uno del giro, dal suo Stato Maggiore e, in particolare, dal suo Aiutante di Campo Vincenzo Ceratti. Di Ferrero hanno colpito la simpatia, la folta chioma riccioluta (poi parzialmente sacrificata per poter indossare la feluca) e lo sguardo. Occhi vivaci, attenti, persino un po’ rapaci, per cogliere i volti, particolari, gli aspetti più reconditi della festa che lo vedrà protagonista

assoluto. E, al momento di ricevere sciabola e feluca dalle mani di Pigi Percivalle, ha scatenato tutto il suo entusiasmo, ricevendo, in cambio, il boato della piazza. Eccola, la magia del Carnevale di Ivrea, che sembra ripetersi ogni anno uguale a se stesso, ma che invece aa rinnovarsi nei nomi, nei volti e nei gesti, mai uguali anche se sempre gli stessi. I saluti in piazza di Città, le note dei Pifferi che accompagnano il popolo ad assaggiare i primi fagioli grassi della stagione. E poi passi, passi, passi… dietro quelle musiche che incantano e trascinano. E poi, ancora, i sontuosi costumi dei Credendari e l’austera cornice della Cattedrale che fatica a contenere i colori e i suoni della festa. è arrivato, anche quest’anno! è Carnevale e… bon parej!

Bar - Panetteria - Pasticceria

Al Pastin

Via Aosta, 49 - Borgofranco D’Ivrea (TO) Tel. 345 1119122 (Aperto dalle 6 alle 20)

AM idea Grafica

Via Aosta, 13 - Ivrea (TO) - Tel. 339 1276651 info@amideagrafica.it - www.amideagrafica.it

specialità piemontesi

V.le Monte Stella, 6/b - Ivrea (TO) Rosetta 338.5425890 Claudio 340.6525740 Dopo le 20: 0125.604050


IVREACityNOTIZIE

4

www.citynotizie.it

Domenica 12 febbraio 2017

Terzultima domenica di Carnevale Ecco il Generale in divisa

L

Foto Marco Leonardi

Foto Marco Leonardi

e divise, finalmente! Per ciascun appassionato, il momento di inizio del proprio Carnevale è diverso: c’è chi lo identifica nelle prime note dei Pifferi la mattina dell’Epifania, chi alla prima serata in sede, chi attende il Giovedì grasso, quando scocca l’ora di indossare il berretto frigio e chi attende il musicale suono degli zoccoli dei cavalli che annunciano il primo carro da getto che si avventura in piazza. E’ il fascino del Carnevale di Ivrea, una manifestazione che ciascuno vive e sente a modo suo, secondo le proprie inclinazioni e passioni. Sicuramente, la Terzultima domenica di Carnevale segna un momento importante: la prima uscita in divisa di Generale e Stato Maggiore. La giornata inizia di buon’ora, ben prima dell’alba, con la vestizione del Generale, momento riservato a pochi eletti. Poi, il battesimo per i nomi nuovo dello Stato Maggiore. Anche questa cerimonia è considerata uno dei momenti più intimi del Carnevale, ma da alcuni anni vede una buona partecipazione di appassionati. Poi, si esce alla luce del sole (o, meglio, si esce sotto un cielo gravido di pioggia, ma clemente): la visita alle Fagiolate di Bellavista e San Giovanni, primo momento di impatto per il contingente napoleonico e il suo comandante con la folla. E da lì, un tourbillon di cerimonie, eventi e applausi coinvolge i protagonisti per tutta la giornata.

Anche i bambini sono grandi protagonisti della giornata: non solo perché il pomeriggio è dedicato alla prima Alzata degli Abbà: in piazza Ottinetti “Storia e storie del Carnevale” li porta al centro della festa, per farla vivere ai più piccoli con la spensieratezza del gioco, ma sfruttando l’occasione per distribuire qualche stilla di storia e di cultura; elementi che, quando cresceranno, torneranno utili ai protagonisti di domani. Compresi nel ruolo, con la gioiosità tipica della loro età, ma il rigore di chi sa di essere chia-

Foto Marco Leonardi

A L B E R G O RISTORANTE P I Z Z E R I A Corso Nigra, 56 - Ivrea (TO) - Tel. 0125 641416 E-mail: info@aquilanera.it - www.aquilanera.it

mato a rivestire un ruolo storico, i primi cinque Abbà hanno fatto il loro esordio: Maria Vittoria Cominetto (San Grato), Stefania Almaz Salvetti, (San Maurizio), Pietro Megetto (Sant’Ulderico), Asia Di Nuzzo (San Lorenzo) e Carlotta Criscenzo (San Salvatore). La terzultima, è una domenica di rodaggio per tutti: organizzatori, protagonisti e popolo prendono le misure alla festa perché da domenica prossima di farà sul serio e i tempi di recupero saranno sempre più ridotti. Claudio Ferrero ha debuttato alla grande, in divisa, confermando quanto aveva lasciato presagire all’Epifania. Se l’inizio del Carnevale è soggettivo, la fine di ciascuna giornata di festa ha un segnale ben preciso: le note della Generala, la Pifferata suonata in onore del personaggio al termine delle cerimonie. Un rito che si ripete – come gran parte del canovaccio carnascialesco – sempre uguale a se stesso, ma non smette di suscitare emozioni.

Foto Fondazione Storico Carnevale di Ivrea

Foto Marco Leonardi

Zona San Grato - Ivrea Via Torino, 87 - Tel. 0125.633282


www.citynotizie.it

Penultima domenica di Carnevale: anteprima della Battaglia

M

Aranceri: stop alle iscrizioni

IVREACityNOTIZIE

D

a qualche anno la data “indicativa” per la chiusura delle iscrizioni alle squadre di Aranceri è stabilita nell’ultima domenica prima del Carnevale. Indicazione che, in genere, non è stata seguita e le iscrizioni sono proseguite anche nei giorni successivi. Quest’anno, invece, organizzatori e squadre sono stati tassativi: con domenica 19 si chiudono le iscrizioni, l’ultima occasione per i tiratori sarà il mercatino di piazza Ottinetti. Una presa di posizione assunta in seguito alle disposizioni emanate dalla Questura: «Le squadre - evidenzia il comunicato della Fondazione - dovranno provvedere a consegnare gli elenchi degli iscritti entro il giorno 20 agli organi competenti».

ancano sette giorni alla Battaglia: gli Aranceri affilano le armi e per la prima volta i carri da getto incontrano le squadre a piedi: mentre in piazza Ottinetti si svolge l’ormai tradizionale mercatino degli Aranceri, con i banchetti delle nove compagini impegnate a raccogliere le iscrizioni e a distribuire i propri gadget, in via Palestro sfilano i carri da getto. Un primo incontro festoso, all’insegna dei colori e dei cori, dei coriandoli e delle canzoni. Ma anche in questo contesto, l’aria vibra e il pensiero dei lanciatori è già rivolto a quando sarà ora di incrociare le arance. Nel frattempo, il programma segue un copione ormai consolidato: la visita alle Fagiolate, il rientro in città e la parata fino al Ponte Vecchio, per uno dei momenti più densi di storia e significato: la Rappacificazione tra gli antichi rioni nemici, Borghetto e San Maurizio, oggi separati solo dalle acque della Dora e dal Ponte Vecchio, ma nei secoli scorsi protagonisti di un’acerrima inimicizia che sfociava spesso in risse, talvolta dagli esiti fatali. Furono le donne delle due fazioni a ricondurre alla ragione i loro uomini: così come la Mugnaia, il presunto sesso debole a Ivrea sa sempre dimostrare la sua forza e il suo valore. Nel pomeriggio, ecco i secondi cinque Abbà: Lorenzo Rondi Perino (San Grato), Emma Sonia Sasso (San Maurizio), Federica Passerini (Sant’Ulderico), Chiara Clelia Castello (San Lorenzo) e Marta Salato (San Salvatore). Il conto alla rovescia, ormai, è cominciato: il Carnevale è alle porte.

Domenica 19 febbraio 2017

il programma minuto per minuto Ore 9: fagiolate a Montenavale, Cuj dij Vigne, Torre Balfredo e Santi Pietro e Donato, con visita del Generale, dello Stato Maggiore e dei Pifferi e Tamburi. Ore 10: mercatino degli Aranceri in piazza Ottinetti. Ore 10.30: parata dei carri da getto nelle vie del centro cittadino e presentazione in piazza del Rondolino.

5

Ore 12.00: riappacificazione degli abitanti dei Rioni di San Maurizio e del Borghetto sul Ponte Vecchio. Ore 12.15: pranzo della Croazia in Borghetto. Ore 14.30: alzata degli Abbà. Ore 17.30: Generale in piazza di Città. Dalle 9 alle 18: lo Shop dello Storico Carnevale di Ivrea in piazza Ottinetti.

CAFFETTERIA PIADINERIA CERCHIO Corso Massimo D’Azeglio 32 - Ivrea Tel. 0125.48893 - bar.cerchio@gmail.com


Giovedì grasso: www.citynotizie.it

ALIMENTI NATURALI REGIONALI SELEZIONATI specialità prodotti alla canapa Via Circonvallazione, 58 Ivrea (TO) - Tel. 349.3128530

GIORGIO III IVREA

www.giorgioterzo.it Tel. 0125.644666

scocca l’ora del Carnevale

C

’è un momento ben preciso, a prescindere dai sentimenti personali, nel quale inizia il Carnevale del popolo eporediese: il pomeriggio del giovedì grasso: mentre il Sostituto Gran Cancelliere dà lettura dell’Ordinanza del Generale, piazza di città improvvisamente si addobba di rosso: è il colore dei berretti frigi che, in perfetta sintonia, vengono calzati dalla Gente del Carnevale. Il simbolo della rivolta popolare, portato anche da protagonisti di primissimo piano, come la Mugnaia e i Pifferi e Tamburi, non è solo il lasciapassare per poter attraversare indenni le zone di Battaglia, ma un biglietto da visita, una sorta di manifesto che denota lo spirito di appartenenza alla festa. Non va indossato prima del fatidico momento (che tristezza i cappelli frigi già il giorno dell’Epifania…) e va poi portato fino a che non sarà dichiarato conclusa l’edizione. Ma il Giovedì grasso non è solo il giorno dei berretti frigi: è anche l’atteso momento della prima salita a cavallo del Generale, un frangente temuto dai personaggi, che si trovano circondati da decine di occhi pronti a registrane l’abilità o - malauguratamente - qualche mossa poco marziale; null averà registrato nei Verbali, ma tutto resterà nella memoria e tornerà a galla, magari attorno a un tavolo imbandito: «Ti ricordi quella volta che il Generale…». Questo è anche il giorno dei bambini: quelli che la mattina attendono con trepidazione che il Generale e i Pifferi entrino nelle loro scuole, quelli della Fiorana, la cui Fagiolata (alla quale partecipano i Personaggi del Carnevale, le autorità cittadine, con Vescovo e Sindaco in testa, quelli che il pomeriggio invadono piazza Ottinetti, ospite della festa degli Amis, e – ultimi ma assolutamente non meno importanti -, i dieci Abbà che si recano a ricevere l’omaggio e il saluto del Vescovo e del Sindaco. E poi… che la festa continui! La serata delle maschere e dei costumi, che invadono il centro cittadino. Per la maggior parte dei partecipanti si tratta di un momento atteso per settimane, studiando come travestirsi, passando le serate a confezionare i costumi, a pensare come vivere al meglio quelle ore. Peccato che la becera minoranza faccia poi sempre più rumore. E l’indomani mattina, anziché raccontarsi di quanto era allegro quel gruppo o quanto fantasioso un costume, si finisce raccogliere fioriere rovesciate e pulire chiazze di vomito, o nel peggiore dei casi telefonare al vetraio per far aggiustare la vetrina. Non è certo questo il semel insanire cantato dagli antichi.

Giovedì grasso 22 febbraio 2017

il programma minuto per minuto Ore 9: visita del Generale con lo Stato Maggiore, Pifferi e Tamburi e gli Alfieri alle scuole di Ivrea, con conclusione al pranzo offerto dalla scuola primaria Fiorana. Dalle 13 alle 18: mostra in Sala Santa Marta Bambini al Centro “Progetto Manifesto 2017”. Ore 14.30: passaggio dei poteri in piazza di Città, dal Sindaco al Generale, poi il Sostituto Gran Cancelliere dà lettura dell’Ordinanza del Generale. Ore 15: partenza della Marcia, festa dei bambini in piazza Ottinetti e Fagiolata di via Palma. Ore 16.15: visita al Vescovo in piazza Castello. Ore 17.15: visita al Sindaco in piazza di Città. Ore 17.30: Generala in piazza Città. Ore 18: visita del Generale e dello Stato Maggiore alla Fagiolata di via Palma. Ore 18.30: investitura degli Oditori ed Intendenti Generali delle Milizie e Genti da Guerra del Canavese nella Sala del Consiglio Comunale. Ore 21.30: “… e la Festa continua” in piazza Ottinetti e feste degli aranceri (Mercenari ai Giardini pubblici, Credendari in piazza Freguglia, Diavoli a Diavolandia, Pantere in piazza Vicolo Cerai, Scacchi in via Palma, Morte ai giardini di corso Cavour, Picche in piazza di Città). Dalle 13.30 alle 18.30: lo Shop dello Storico Carnevale di Ivrea Piazza Ottinetti.


Sabato grasso:

www.citynotizie.it

IVREACityNOTIZIE

7

grande attesa per Violetta Sabato grasso 24 febbraio 2017

il programma

L

a lunga attesa è destinata a finire, o – per usare le auliche parole da Sostituto – il velo di mistero che cela il nome della protagonista della festa sta per squarciarsi. Sabato grasso è il giorno della Mugnaia: alle 21 uscirà sul loggione del civico palazzo e si concederà all’abbraccio, all’applauso e al giubilo della piazza. Difficile spiegare a un non Eporediese cosa significhino quegli istanti: è adrenalina pura che sale dalla piazza al balcone, si moltiplica nel sorriso e nelle mani della Mugnaia e torna giù fra la gente, per ripetere immediatamente lo stesso tragitto in minuti che sembrano non finire mai. Poco importa, in quegli attimi, quale sia il nome della Mugnaia: può essere Isabella, Cristina o Alice, può chiamarsi Giuseppina, Anna o Annetta, ma in quel magico istante è solo Violetta, la Signora, simbolo e immagine del Carnevale di Ivrea, ricordo di quella giovane donna che, secoli prima dell’emancipazione femminile, insegnò agli uomini che ribellarsi si può e si deve. Per lei, quegli istanti sul balcone sono qualcosa di difficile da raccontare e descrivere; per il Generale giunge il momento di fare il dovuto passo indietro: dalla Terzultima domenica fino al giovedì grasso è stato il primattore, ora diventa il cavaliere della donna in abito bianco. Sarà un sabato sera particolare, quello di quest’anno: niente veglione, al termine della sfilata: il Giacosa aprirà i suoi battenti l’indomani. Questa sarà la serata della festa nelle piazze e nelle strade, con il popolo e gli Aranceri, a brindare e assaggiare una porzione di fagioli grassi. La notte popolare della popolana più amata sulle rive della Dora. E poco importa se è sempre più difficile mantenere davvero segreto il nome della Mugnaia, nell’epoca delle notizie che corrono veloci e dei social impertinenti e ficcanaso. Il vero Eporediese, anche se sa già chi sarà la Mugnaia, arriva in piazza di Città «Per vedere quel viso come se non lo avesse mai visto e per ascoltare quel nome come se non lo avesse mai sentito». È il Carnevale, bellezza!

Foto Franco Marino

minuto per minuto

Ore 08.30: visita del Generale, del Sostituto Gran Cancelliere e dello Stato Maggiore alle Autorità Militari. Dalle 10 alle 19: mostra in Sala Santa Marta Bambini al Centro “Progetto Manifesto 2017”. Ore 11.30: presentazione della Scorta d’Onore della Mugnaia al Generale in piazza di Città. Ore 14: festa in maschera per i bambini organizzata dalle squadre Picche, Morte, Tuchini, Scacchi, Pantere, Diavoli e Credendari. Ore 21: presentazione della Vezzosa Mugnaia dalla loggia esterna del Palazzo Municipale. Ore 21.30: Marcia del Corteo Storico, fiaccolata goliardica, sfilata delle squadre degli Aranceri a piedi in Lungo Dora in onore della Vezzosa Mugnaia e feste degli Aranceri nelle piazze cittadine. Dalle 15 alle 19: shop dello Storico Carnevale di Ivrea in corso Botta.


Bottega

EDO

IVREACityNOTIZIE

8

www.citynotizie.it

Tutte le anime del Carnevale:

una domenica frenetica

di Akbari Ali

Via Castellamonte, 22 Banchette (TO)

L CAMPO BASE HOTEL Strada Statale 26, Via Casellino Settimo Vittone (TO) Tel. 0125.658202 - 346.4271113 campobase167@gmail.com www.hotelcampobase.it

Belle Epoque Centro Estetico

Foto Franco Marino

Foto Franco Marino

a domenica di Carnevale è una giornata lunghissima e senza soste: poche ore di sonno per ricaricare un po’ le batterie, dopo le emozioni del sabato sera e via! Una sana e robusta colazione a base di fagioli grassi (debitamente accompagnati da un bicchiere di vino rosso) per poi tuffarsi in un fitto programma di storia e folklore, di cerimonie e appuntamenti. La mattinata vede protagonista il Podestà: dapprima giura fedeltà alla città in piazza Castello, poi dopo essersi recato a scalzare una pietra dall’abietto Castellazzo, il palazzo del signorotto che vessava la popolazione, la scaglia nelle acque della Dora, ripetendo la formula rituale: Hoc facimus in spretum olim Marchionis Montisferrati, nec permittemus aliquod aedificium fieri ubi erant turres domini Marchionis” (facciamo questo in dispregio del Marchese del Monferrato, né permetteremo che alcun edificio abbia a sorgere dove erano le torri del signor Marchese). Un inno alla libertà e alla rivolta, che ogni anno si ripete per corroborare l’animo degli Eporediesi. E poi… l’apoteosi! La Mugnaia che sale per la prima volta sul Cocchio dorato (che – forse non tutti lo sanno – è ancora quello del 1858, quando per la prima volta Violetta entrò nel canovaccio della festa) e, nelle piazze, infuria la Battaglia delle Arance. Per i tiratori è un momento atteso da un anno: prearato, sognato, figlio di un conto alla rovescia che parte da lontano. All’improvviso la musica delle sonagliere e il ritmo degli zoccoli dei cavalli sono il segnale che è ora di riempire la casacca di arance e di lottare. «Se un arancere ti dice che in quel momento non ha paura – ama dire un veterano della Battaglia – puoi essere sicuro di una cosa: mente!». Perché sono passati dodici mesi dall’ultima volta e non c’è allenamento che tenga. Ogni volta è un po’ come la prima volta e la prima arancia che ti colpisce fa male. Ma dopo la prima ecco la seconda, la terza e tutto passa: tra una risata e una sorsata di vin brulè passano il dolore e la stanchezza, si perde il conto dei carri che sono passati e quelli che devono ancora entrare in piazza sono sempre troppo pochi, perché quando cala la sera non hai voglia di andare a casa, non vuoi smettere di tirare e nemmeno di toglierti quella casacca che è una seconda pelle. Quest’anno la sera di domenica sarà diversa da quelle delle edizioni passate: oltre allo spettacolo pirotecnico, ci sarà anche il Veglione in onore della Mugnaia che, in questa collocazione si propone come una vera e propria festa di tutti i protagonisti, anche degli Aranceri che fino allo scorso anno erano rapiti dalle loro piazze mentre al Giacosa si svolgeva la festa.

di Giorgia Zanotti

Via Ponte Chiusella - Romano C.se (TO) Cell. 349.4777597 esteticabelleepoque@gmail.com

rivenditore autorizzato

Corso Vercelli, 1 Ivrea (TO) Tel. 0125.615026 ilidilacchio@alice.it

ILIdiLacchio


Domenica 26 febbraio 2017

il programma

minuto per minuto Ore 09: distribuzione dei fagioli grassi presso le Fagiolate del Castellazzo, San Lorenzo, via Dora Baltea e San Bernardo (piazza della Chiesa). Ore 09.30: Giuramento di Fedeltà del Magnifico Podestà in piazza Castello. Dalle 10 alle 19: mostra in Sala Santa Marta Bambini al Centro “Progetto Manifesto 2017”. Ore 10: visita della Mugnaia e del Generale alla Fagiolata Benefica del Castellazzo. Contemporaneamente il Podestà al Castellazzo scalza la pietra per la Preda in Dora dai ruderi del Castellazzo. Ore 10.30: preda in Dora sul Ponte Vecchio. Ore 13: inquadramento dei Carri da getto in corso Massimo d’Azeglio. Ore 14: inizio della Marcia del Corteo Storico da piazza di Città e della Battaglia delle arance. Ore 21.30: spettacolo pirotecnico sul Lungo Dora in onore della Vezzosa Mugnaia. Ore 22: festa in onore della Vezzosa Mugnaia al Teatro Giacosa. La Mugnaia balla con il Generale sulle note dell’Inno del Carnevale. Serata organizzata dalla Fondazione e dalle Componenti dello Storico Carnevale. Dalle 9 alle 19: in piazza Perrone shop dello Storico Carnevale di Ivrea. Dalle 9 alle 23: nel Villaggio Arancio di Corso Botta. Dalle ore 10 alle 16: Annullo filatelico.

venerdi', sabato e domenica pranzo menu' 10 euro pizza a pranzo via della Gora - rueglio (to) - tel. 327 120 4370

Foto Fulvio Lavarino

Treni e tickets: le novità del 2017 Due treni speciali per raggiungere Ivrea in occasione del Carnevale: è una delle novità che la Fondazione organizzatrice propone per l’edizione 2017 della manifestazione. Obiettivo: promuovere l’evento e convincere le persone a muoversi in maniera responsabile ed ecologica. Tutti coloro che si presenteranno allo stand del merchandising muniti di biglietto del treno con destinazione Ivrea riceveranno una pin ufficiale dello Storico Carnevale di Ivrea (fino a esaurimento scorte). Il ticket non è più una novità: l’ingresso in città (dalle 9 alle 16.30) costerà, come negli ultimi anni, 8 euro a persona, esclusi i residenti, i bambini fino a 12 anni, gli Aranceri iscritti alle squadre). Chi vuole evitare le code che, inevitabilmente si creano ai varchi di accesso (sono sei: Porta Torino, via Miniere, corso Garibaldi, via Circonvallazione, Porta Vercelli e via dei Mulini) può acquistare in anticipo il biglietto di ingresso sul sito www.anyticket.it.


Lunedì di Carnevale: la giornata più intima IVREACityNOTIZIE

10

www.citynotizie.it

Lunedì 27 febbraio 2017

I

Foto Fulvio Lavarino

l Carnevale di Ivrea è diventato ormai un fenomeno di massa in quasi tutti i suoi momenti: fino a una ventina di anni fa momenti come l’alzata degli Abbà, il pomeriggio del Giovedì grasso o il Funerale del martedì sera erano momenti quasi intimi che vedevano la partecipazione dei più fedeli appassionati. Ora, piaccia o non piaccia (le scuole di pensiero in città sono diverse) la folla è una costante e per chi ama gli aspetti meno partecipati, resta forse solo il lunedì mattina. Le ore della Zappata degli Scarli sono allegre e scanzonate: i personaggi si prestano al gioco e il popolo non si lascia scappare l’occasione. Le cinque coppie protagoniste della cerimonia saranno Pamela Tirassa e Simone Cossano (Rione di San Maurizio, in piazza Maretta), Simona Cappadona e Luca Giuliano (Sant’Ulderico, in piazza Castello), Lara Francesio e Michele Chiaverina (San Lorenzo, al Rondolino), Sara Capello e Davide Bottone (San Salvatore, in piazza di Città), Silvia Pozzo e Alberto Argiolas (San Grato, in piazza Lamarmora). Anche per gli Aranceri la Battaglia del Lunedì ha un sapore particolare: si tira quasi senza interruzione (fatto salvo il passaggio della Mugnaia e del Corteo storico) e, soprattutto quando il tempo è meno clemente, nelle pizze non c’è la consueta folla e si riesce a tirare come una volta (o quasi).

Foto Fulvio Lavarino

Come nelle altre due giornate di tiro, è previsto una severa verifica per quanto concerne i cari a getto: vengono controllati, dal veterinario della Fondazione, tutti i cavalli sia a livello documentazione che stato fisico, compresa la correttezza delle ferrature agli arti. I controlli passano poi ai carri che devono avere in regola la documentazione di bordo (collaudo statico carro, brevetti conducenti, documenti cavalli per ASL) e alcune corrispondenze al regolamento (sicurezza e misure del carro, maschere di protezione Aranceri). Ultimo, non certo a livello di importanza, l’alcool test eseguito su tutti i conducenti da parte delle Autorità di Pubblica Sicurezza competenti. Dopo tutte le verifiche i carri vengono distribuiti nelle varie piazze di tiro in attesa dell’inizio della battaglia. E la sera? E’ ora di fare festa: le squaFoto Franco Marino dre degli Aranceri si ritrovano per le loro serate e nelle vie della città libero sfogo alla fantasia. Il gruppo degli Alfieri, sulla scorta del successo riscosso dodici mesi fa dalla Banda del kazoo, ha organizzato Tacabanda, momento dedicato alle bande spontanee. E’ sufficiente essere almeno in dieci, armarsi di strumenti musicali (o pseudomusicali…) e lanciarsi in un concerto itinerante. Il divertimento è assicurato e si può tirare tardi, tanto, il martedì mattina c’è tempo per dormire.

il programma

minuto per minuto

Ore 09.30: Zappate degli Scarli. Dalle 10 alle 19: mostra in Sala Santa Marta Bambini al Centro “Progetto Manifesto 2017”. Ore 12.30: L’albero della Libertà in piazza di Città, donato dai Citoyens de la Ville d’Ivrée al Sindaco. Ore 13: “Trofeo Pich e Pala” in piazza di Città: sfida di tiro lungo dell’arancia. Inquadramento dei Carri da getto in corso Massimo. Ore 14.15: marcia del Corteo Storico a piedi per la visita alle squadre degli Aranceri e Battaglia delle Arance Ore 17.30: enerala in piazza di Città. Dalle 20: degustazione di merluzzo con cipolle appena fritti presso la sede del Comitato della Croazia Polenta e Merluzzo in vicolo del Forno 6). Ore 21.00: Tacabanda, musicanti allo sbaraglio. Ritrovo in Piazza di Città, per la prima edizione della competizione Eporediese fra bande dilettanti. Dalle 10 alle 18: Shop dello Storico Carnevale di Ivrea nel Villaggio Arancio (corso Botta).

di Chiabotto Laura

Serramenti in pvc-legno / legno-alluminio Persiane - Avvolgibili - Zanzariere Servizio di falegnameria Frazione Montestrutto, 41 - Settimo Vittone (TO) - Cell. 339.3832775 - E-mail: canavese-infissi@hotmail.it - www.canavese-infissi.it


Martedì di Carnevale: all’improvviso… tutto finisce www.citynotizie.it

L

o hai atteso per un anno, ti sei preparato al meglio, hai vissuto la vigilia come un lunghissimo Sabato del villaggio e poi, in poco più di tre giorni, ti accorgi che è già finito! La piazza è la stessa del Sabato grasso, l’ora appena più tarda, il grido della piazza, «Viva la Mugnaia!» è il medesimo, ma laddove tutto è iniziato, ora il Carnevale sta finendo, mentre le fiamme dello Scarlo illuminano volti stanchi, tumefatti e un po’ tristi. Il martedì di Carnevale è una giornata strana. Nessuna cerimonia alla mattina: c’è tempo per ricaricarsi, dopo le tante energie spese nei giorni precedenti, poi la consueta liturgia. Personaggi, Aranceri e popolani si preparano, recuperano divise, costumi e vestiti lasciati lì la sera prima e si riparte. Per buona parte del pomeriggio, il copione replica quello della domenica: c’è meno folla, in città ci si muove meglio, ma fino alle 17 (o giù di lì) tutto si svolge come due giorni prima. E’ quando termina la Battaglia, quando si è dato fondo alle ultime scorte di arance, che tutta l’energia e la passione si concentra in piazza di Città: la densità dell’affollamento

è degna della metropolitana di Tokio nelle ore di punta. E’ una sorta di bolgia dantesca, uno spettacolo che appare irreale a chi vi assiste per la prima volta. Migliaia di volti stravolti che guardano in alto, in attesa delle classifiche. A chi toccherà, quest’anno l’ambito gagliardetto con la magica scritta “Primo premio squadre a piedi”? A Ivrea non ci sono i bookmaker come in Inghilterra, ma se ci fossero, per il 2017 la quota dei Diavoli sarebbe decisamente bassa: sono i favoriti a detta di tutti, anche perché la loro ultima vittoria è datata 2007 e la compagine giallorossa non è avvezza a digiuni così lunghi. In questo decennio hanno vinto i Tuchini (tre volte), Scacchi e Picche (doppietta per entrambe), i Mercenari e la Morte. Chissà se il pronostico della vigilia

IVREACityNOTIZIE

sarà rispettato? Vincitori e vinti, poi, di corsa a casa, per la doccia, una cena veloce e poi essere di nuovo in centro per gli Scarli. Le fiamme che consumano le fascine di erica bruciano anche l’annuale sogno degli Eporediesi: da domani si torna alla normalità: scuola, lavoro, casa… Ma dopo lo Scarlo non c’è voglia di far calare il sipario: ci sono ancora la marcia funebre, l’Arvédze a giòbia ‘n bot!, il verbale di chiusura.si va avanti fino a mezzanotte, perché il Carnevale duri più a lungo possibile PS: Eventualmente, per chi fosse interessato, il prossimo giovedì grasso sarà l’8 febbraio 2018: nemmeno un anno di attesa, “solo” 348 giorni!

Martedì 28 febbraio 2017

il programma minuto

per minuto

Dalle 10 alle 19: mostra in Sala Santa Marta Bambini al Centro “Progetto Manifesto 2017”. Ore 13: inquadramento dei Carri da getto in corso M. d’Azeglio per verifiche e controlli. Ore 14: inizio della Marcia del Corteo Storico e della Battaglia delle arance. Ore 17.30: premiazione delle Squadre degli Aranceri e dei carri da getto in piazza di Città. Ore 20: partenza del Corteo Storico per l’abbruciamento degli Scarli delle Parrocchie di San Maurizio, Sant’Ulderico e San Lorenzo. Ore 21.30: abbruciamento dello Scarlo della Parrocchia San Salvatore alla presenza della Vezzosa Mugnaia in piazza di Città. Ore 22.15: abbruciamento dell’ultimo Scarlo, Parrocchia di San Grato in piazza Lamarmora e avvio della Marcia funebre che si conclude in piazza Ottinetti. Ore 23: Verbale di chiusura in piazza di Città. Dalle 10 alle 18: nel Villaggio Arancio di corso Botta e in piazza Perrone: Shop dello Storico Carnevale di Ivrea.

CARTOLERIA - LIBRI - GIOCHI

CENTRO ESTETICO

Via Torino, 293 - Ivrea (TO) Tel/Fax 0125.280616 Cell. 349.1842243 e-mail: cartoleriailportamatite@gmail.com ilportamatite.wordpress.com

11

Via Ravaschietto, 27 Ivrea (TO) Tel. 0125 641153 Fax 0125 1897258 E-mail: carrozzeriaartigian2@tin.it

Via Cernaia, 44 Montalto Dora (TO) Tel. 0125.652393


IVREACityNOTIZIE

12

www.citynotizie.it

Mercoledì delle Ceneri: the day after

P

ossibile? Già finito? Eh, sì. Il Carnevale è ormai in archivio, il Sostituto Gran Cancelliere ha chiuso il libro dei verbali ed è tempo di bilanci, riflessioni e ricordi. Scatta il momento in cui l’attualità degli ultimi giorni diventa memoria e ciascuno ripone nel cassetto dei ricordi o in un angolo del cuore i momenti più belli vissuti. Tutti in borghese per l’ultimo appuntamento, la Polenta e Merluzzo in Borghese, succulento piatto di inizio Quaresima, con Generale e Mugnaia, assieme Vescovo e Sindaco, accolti dal Comitato della Croazia e dalla sua guida, il Bano. Intorno, la città torna alla normalità, se così si può dire: ci sono da pulire piazze e strade, vetrine e insegne. E non c’è da stupirsi se il commesso del supermercato o il commercialista ti accolgono con un occhio pesto o qualche livido sul volto. Sono le gloriose medaglie conquistate sul campo di battaglia che ognuno sfoggia con orgoglio, testimonianza che si è fatto sul serio.

Mercoledì delle Ceneri

il programma

Ore 11: tradizionale distribuzione di polenta e merluzzo organizzata dal Comitato della Croazia Polenta e Merluzzo in piazza Lamarmora.

Foto Comitato della Croazia

Una mostra per i 70 anni di polenta e merluzzo

La tradizionale di Polenta e Merluzzo compie 70 anni e per festeggiare è stata allestita una mostra fotografica in Borghetto. Le immagini storiche mostrano come tante persone nel tempo hanno e affrontano ancora oggi tonnellate di polenta, merluzzo, cipolle e portano questo piatto in tutta Italia. La mostra, inaugurata il 4 febbraio sarà visitabile i sabati 18 e 25 (dalle 15 alle 18) e domenica 19 (dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18). Il Comitato della Croazia è nato nel 1948: erano gli anni del dopoguerra e in Borghetto si assunse il compito di unificare i diversi appuntamenti gastronomici di inizio Quaresima che si svolgevano qua e là in città. Da allora la Polenta e Merluzzo è diventata una tradizione nella tradizione del Carnevale e una delle identità forti del rione. Non a caso molti dei merluzzai e dei polentai provengono dalle fila dei Tuchini del Borghetto. Il lavoro per la preparazione del piatto è lungo: ci sono da pulire e sacchi di cipolle, da preparare un migliaio di chilogrammi di merluzzo, pulendolo, dissalandolo e friggendolo. C’è poi da cucinare il succulento intingolo, una ricetta pressochè segreta, tramandata in questi settant’anni di generazione in generazione. La Polenta e Merluzzo, poi, come molte altre realtà carnevalesche, è soprattutto un momento di socialità e di amicizia: i legami si corroborano nelle serate in sede, a organizzare e a lavorare, così come nel paziente lavoro della questua, indispensabile per raccogliere i fondi necessari per l’acquisto di ingredienti e strutture. Tutto questo emerge chiaramente dalle fotografie esposte: i sorrisi e la fatica, i volti che pian piano invecchiano, qualcuno che in una foto è lì a lavorare e in quella dopo… non c’è più.

Via Lago San Michele, 38 Ivrea (TO) Tel. 0125.618865 allamodina.ivrea@gmail.com

alla Modina come essere in famiglia

(chiuso martedì sera e mercoledì)


Battaglia delle Arance: i 54 carri protagonisti

E

cco l’elenco, suddiviso tra pariglie e tiri a quattro, dei carri da getto che saranno protagonisti della Battaglia 2017. Anche quest’anno, in considerazione del loro alto numero (54), ognuno di essi parteciperà a due soli giorni della Battaglia. A sfidarli, le nove squadre a piedi: Tuchini (in Borghetto), Picche e Morte (piazza di Città), Scacchio e Arduini (piazza Ottinetti), Pantere, Diavoli e Mercenari (Rondolino) e Crdendari (piazza Freguglia).

P.zza Lamarmora

Ivrea

ABBIGLIAMENTO GIOVANE CASUAL UOMO - DONNA

ORARI NEGOZIO:

9.30 - 12.30 / 15.30 - 19.30 (chiuso lunedì) VIA AOSTA, 66 BORGOFRANCO D’IVREA TEL. 0125.751504


IVREACityNOTIZIE

14

www.citynotizie.it

I protagonisti Il martedì grasso dell’edizione si balla in piazza 2017 Tra le novità quest’anno il restyling del carro della Pont Saint Martin (AO)

Ninfa, il ritorno dell’ “Insula Lys” e il nuovo Magistratus

I Tribuni della Plebe: Gabriele Stevenin Il Capo delle Guardie: Christian Isabel

L

a grande novità dell’edizione numero 107 del Carnevale Storico di Pont Saint Martin è stata presentata sabato 11 febbraio dal Presidente della Pro Loco Davide Caffo: il martedì grasso, dopo lo spettacolo pirotecnico e il leggendario Rogo del Diavolo appeso al ponte romano che dà il nome al paese, si ballerà in piazza. Un successo annunciato dato che l’evento richiama migliaia di visitatori da tutto il Canavese e la Valle d’Aosta. Lo spettacolo di fuochi di artificio, reso unico dalla suggestione del monumento e da un accompagnamento musicale studiato ad hoc, sta diventando con gli anni un vero e proprio evento che arricchisce sempre più il ricco carnet degli appuntamenti della manifestazione. Il Carnevale di Pont unisce storia (le origini romane del ponte bimillenario che sovrasta il torrente Lys), leggende (la costruzione del ponte ad opera del Vescovo Santo Martino che ingannando il Diavolo gli fece erigere il ponte in una sola notte e il “salvataggio” del ponte da parte di una strega, la Ninfa, che travolta dalle acque si abbassò per non distruggerlo), competizione (la sfida tra le Insulae a colpi di stendardi, appuntamenti gastronomici e la sempre più attesa corsa delle bighe del lunedì pomeriggio, trainate da uomini) e tradizione (la fagiolata del lunedì ed il pranzo del mercoledì delle ceneri a base di polenta e merluzzo). E ancora il Mini Carnevale storico con i bambini che interpretano i personaggi. Che nella versione adulta saranno presentati ufficialmente durante la serata di sabato 25 febbraio: si tratta di San Martino, del Console, del Diavolo e della Ninfa del Lys con le sue due ancelle, le cui identità rimangono top secret fino all’ultimo minuto e che alimentano un vero e proprio toto scommesse. I nomi di coloro che interpretano i personaggi minori sono invece già noti, svelati l’11 febbraio. Insieme alle novità: la già citata serata del martedì grasso in piazza, il ritorno dopo anni del rione “Insula Lys” e la sostituzione del Magistratus (il Gran Cerimoniere) i cui panni saranno vestiti dall’attore Davide Mindo di Samone, causa la non disponibilità del “leggendario” Donato Panetti. “In più - ha evidenziato il giovane Presidente della Pro Loco, Davide Caffo, assieme al Sindaco di Pont Marco Sucquet, durante la presentazione dell’11 febbraio - quest’anno, grazie anche alla preziosa collaborazione della carrozzeria Pinet, abbiamo fatto un restyling al carro della Ninfa che potrete ammirare per la prima volta durante la sfilata della domenica pomeriggio”.

Le Guardie Romane: Davide Patuzzo Alessandro Stevenin Alex Vignati I Soldati Romani: Gabriel Bonaddio Federico Fragno Le Fanciulle Romane a piedi: Veronica Ferraro

Sara Mussatti Valentina Muraro Asia Nori Letizia Orsini Valentina Patuzzo Margot Pepé Francesca Rastello Nicole Vacca Le Fanciulle Romane a cavallo: Lucia Iannuzzi Martina Paramatti Martina Pivano Ilaria Yoccoz Magistratus: Davide Mindo

Il ciondolo ricordo del Carnevale edizione 2017, è stato realizzato su disegno di Andrea Tessaur, con la collaborazione di Paolo Paris per il supporto in legno

C. U.

BAR - GELATERIA ARTIGIANALE

Roby&Roby

PREVENDITA PELLET Pellet francese certificato Enplus A1 Pellet Land premium

Per grosse forniture contattateci! Disponiamo anche di legna da ardere varie misure su pedane o sfusa

USCITA AUTOSTRADA QUINCINETTO Locale per tutte le età. Ritrovo di scalatori, sciatori e squadre di calcio

Largo Europa, 1 - Quincinetto (TO) - Tel. 347.0554121 - E-mail: golosoneuno@libero.it

Stazione di servizio Tamoil Via Circonvalazione, 18/A - Tel/Fax 0125.809768 Cell. 348.8801294 (Roberto Rubatto) - 335.484879 (Roberto Clerin) E-mail: roberto@clerin.net


www.citynotizie.it

Il programma

Domenica 19 febbraio 2017 Ore 11: Tradizionale “fagiolata” a cura dell’Insula Vernae, presso il piazzale di Via Monte Rosa (presso sede VV.FF.) Giovedì 23 febbraio 2017 Ore 14: Piazza IV Novembre “V° Mini Carnevale Storico” della Scuola dell’infanzia regionale “Prati Nuovi”. Presentazione di tutti i protagonisti: diavolo, san martino, console, ninfa, ancelle, tribuni, guardie romane, romane, salassi, banda dei toulé interpretati dai bambini della scuola dell’infanzia regionale “Prati Nuovi”, accompagnati dai Personaggi del Carnevale storico 2016. Sfilata in via Roma e sul millenario Ponte romano dei personaggi. Seguiranno la sfilata i Gruppi mascherati della Scuola primaria e della Scuola dell’infanzia dell’Istituzione scolastica. E, infine, scoppiettante mini rogo del diavolo in Piazza IV Novembre. Il pomeriggio sarà allietato dalla Banda musicale di Pont-Saint-Martin e dai Pifferi e Tamburi di Arnad. Ore 21: 32ª edizione “Carnevalissima” mirabolante spettacolo di musica, teatro, balletti e... altro, a cura degli Amici del Teatro di Pont-Saint-Martin, presso l’Auditorium Comunale. (ingresso € 5,00). Venerdì 24 febbraio 2017 Ore 19.30: “Carnaval Do Rio De Ponteiros” 9ª edizione della “Veilla del Carnevale di Pont Saint Martin”, un menù gastronomico completo, preparato dalle Insulae, da degustare per tutta la notte in allegria con musica e maschere lungo la via Chanoux (in caso di maltempo la manifestazione avrà luogo nel parcheggio coperto di via Perloz). 12° Concorso “le maschere più simpatiche”. Ore 21.30: ‘Esposizione dei Vessilli’ delle Insulae sui balconi del Palazzo municipale. Sabato 25 febbraio 2017 Ore 20.30: Presentazione ufficiale dei Personaggi Storici del 107° Carnevale storico in Piazza IV Novembre. Partecipazione straordinaria della Marching Band Advendo Sneek (Olanda). Ore 21.30: Spettacolo piromusicale nello scenario del millenario Ponte romano. Ore 21.45: Fiaccolata lungo la Via Romana con i Personaggi Storici e con la partecipazione delle Insulae, dei Salassi del Lys, della Banda Musicale di PontSaint-Martin e dei Pifferi e Tamburi di Andrate. Ore 22: Veglione di apertura con l’Orchestra Spettacolo “DanielMas” presso la Maison du Boulodrome. Domenica 26 febbraio 2017 Ore 9.30: “Corso di Gala delle Insulae” tra Piazza 1° Maggio e Piazza IV Novembre con i Personaggi dello Storico Carnevale, il loro Seguito e la Banda Musicale di Pont Saint Martin. Ore 10: Sfilata-esibizione per le vie del Centro storico dei Gruppi Folcloristici, con la partecipazione della Marching Band Advendo Sneek (Olanda), del Gruppo Sbandieratori Maestà della Battaglia (Reggio Emilia), della Banda Cantaesciuscia (Sanremo), della Lira Musikkapelle di Issime e dei Pifferi e Tamburi di Andrate. Ore 14.30: Parata dei Gruppi Folcloristici e Gruppi Mascherati con i Personaggi dello Storico Carnevale, il loro Seguito e la Banda Musicale di Pont-Saint-Martin. Partecipano i Gruppi Folcloristici Marching Band Advendo Sneek (Olanda), Gruppo Sbandieratori Maestà della Battaglia (Reggio Emilia), Banda Cantaesciuscia (Sanremo), Lira Musikkapelle di Issime, Pifferi e Tamburi di Arnad, Pifferi e Tamburi di Andrate e numerosi gruppi in maschera. Ore 17: Premiazione dei Gruppi Mascherati in Piazza 1° Maggio. Ore 21.30: Serata danzante presso la Maison du Boulodrome con l’Orchestra Spettacolo ‘Loris Gallo’.

IVREACityNOTIZIE

15

Lunedì 27 febbraio 2017 Ore 9.30: Corteo dei Personaggi Storici e loro Seguito, con la partecipazione della Banda Musicale di Pont Saint Martin. Ore 10: Ricevimento dei personaggi storici e loro Seguito presso il Municipio. Ore 10.45: Benedizione della Fagiolata in Piazza 1° Maggio. Ore 11: Inizio della distribuzione di fagioli grassi e salamini. Ore 12: Fagiolata presso la Maison du Boulodrome. Prenotazione obbligatoria presso il Bar Lys (0125 807472) o il Bar Ponte Romano (0125 804329). Ore 15: Sfilata delle Insulae tra Piazza 1° Maggio e Piazza IV Novembre con i Personaggi dello Storico Carnevale, il loro Seguito e la Banda Musicale di Pont Saint Martin. Ore 15.30: XXXIIª Corsa delle bighe e staffetta romana giovani. (la staffetta è riservata ai ragazzi e ragazze di età uguale o inferiore ai 15 anni) Ore 16.30: cerimonia di premiazione delle gare e consegna dello Stendardo dell’Insula 2017, sul Palco in Piazza IV Novembre. Ore 17: “Carnevale dei Piccoli” in musica presso la Maison du Boulodrome, con la partecipazione dei Personaggi Storici. Ore 22.30: “Ballo in Maschera” con l’Orchestra ‘Gruppo Kiss’ presso la Maison du Boulodrome. Martedì 28 febbraio 2017 Ore 14.30: Sfilata di carri allegorici con la partecipazione dei Personaggi dello Storico Carnevale e del loro Seguito, della Banda Musicale di Pont-Saint-Martin e dei Pifferi e Tamburi di Andrate. Ore 17: Arrivo dei Carri Allegorici in Piazza IV Novembre. Ore 20.45: Rogo del Diavolo. Ore 21: Grande spettacolo Piromusicale nella scenografia del maestoso Ponte romano. Ore 21.45: Concerto di chiusura in Piazza IV Novembre con la ‘Band Time Travel’. Mercoledì 1 marzo 2017 Ore 12.30: tradizionale “Polenta e Mërluss” presso la Maison du Boulodrome prenotazione obbligatoria presso il Bar Lys (0125 807472) o il Bar Ponte Romano (0125 804329).

www.carnevalepsm.it


IVREACityNOTIZIE

16

www.citynotizie.it

Verrès (AO)

Si torna a festeggiare Introd e Madame de Challant

Al via la 69a edizione del Carnevale storico

Foto Leonarduzzi

I

Foto Leonarduzzi

Foto Leonarduzzi

l Carnevale storico di Verrès trae le sue origini da un episodio storico: il ballo della Castellana, Caterina, nella piazza del borgo assieme al consorte Pierre e alla popolazione che esclamava “Vive Introd e Madame de Challant”. Un episodio storico che viene rivissuto dal 25 febbraio nella 69a edizione del Carnevale. A vestire i panni della Castellana quest’anno sarà Laura Riello, Pierre d’Introd verrà interpretato da Maurizio Calabrese: i protagonisti sono stati presentanti al pubblico durante una serata danzante il 7 gennaio scorso. La manifestazione ruota molto attorno al castello che dall’alto domina il paese: lì si tengono le serate danzanti, la cena della domenica, il Gran Galà e la cena del lunedì sera e la serata in maschera del martedì grasso. Al lunedì sera, sempre all’interno del maniero, in una stanza apposita, viene rappresentata la commedia in versi, in tipico stile romantico, di Giuseppe Giacosa “Una partita a scacchi”. Pierre e Caterina assieme al loro seguito sfileranno anche lungo le vie del paese sfoggiando bellissimi abiti di esclusiva fattura e di ispirazione storica medievale: un vero e proprio tuffo nella storia per riscoprire appunto usi e costumi del passato. Il programma del Carnevale di Verrès, organizzato da un apposito Comitato, è ricco di appuntamenti che per un’intera settimana trasformano letteralmente il paese.

C. U.

Cafè San

Il programma

Sabato 25 febbraio Ore 20.30: presentazione di Caterina di Challant, Pierre d’Introd e corteo storico in Piazza Emile Chanoux. Lettura del “Proclama” e ballo di Caterina. Sfilata del corteo illuminata dalle luci delle fiaccole (Partecipa la Filarmonica di Verrès). Consegna dei poteri alla Châtelaine da parte del Sindaco, Ricevimento nel salone Bonomi Ore 22.30: veglionissimo di apertura al Castello con la partecipazione della Châtelaine. Ingresso € 15,00, consumazione compresa. Orchestra Show Time Travel e dj set. Domenica 26 febbraio Ore 11.30: i Cavalieri del Conte Verde con i maestosi cavalli e i Signori Alati con i rapaci della falconeria rendono omaggio alla Chatelaine. Presso il villaggio popolani, saranno presenti Le Speziali con il vino Claretum (Vino medievale aromatizzato con spezie. Prodotto secondo una ricetta ritrovata in un documento storico della fine del 1400 custodito ad Aosta) e il banco Araldica per la ricerca dell’origine del cognome. Ore 14: Presentazione e sfilata della Châtelaine e del corteo storico in Piazza Emile Chanoux. Lettura del “Proclama” e ballo di Caterina. Ore 15.30: La Châtelaine riceve gli anziani al Centro d’Incontro Maison Roux. Intrattenimento musicale con Iseo - al Castello Baby Dance e animazione per bambini con Myriam. Ingresso libero per bambini, adulti € 5,00 senza consumazione. Ore 19.30: cena al Castello (è gradita la prenotazione. Tel. 349.3107953 - catering.levelo@gmail.com). Ore 22.30: musica live con i Fono&Brass. Ingresso € 10,00, senza consumazione. Lunedì 27 febbraio Al mattino Visita della Châtelaine all’Asilo nido Les Popons, alla Microcomunità per anziani e ai ristori del Borgo. Ore 11: sfilata della Châtelaine e Pierre d’Introd dalla Microcomunità a Piazza E. Chanoux per la consegna delle medaglie edizione 2017 e foto di rito. Ore 14.30: Giochi medievali in Piazza Fiorin dai sei ai quattordici anni e animazione e laboratori medioevali per i piccoli presso il Centro d’incontro Maison Roux. Ore 16: visita della Châtelaine alla Prevostura di Saint-Gilles. Ore 20.30: apertura ristorante al castello (prenotazione obbligatoria entro venerdì 24 febbraio. Tel. 349.3107953 - catering.levelo@gmail.com). Ore 22.30: fantasmagorica rievocazione storica di

Grato

Snack Bar e Trattoria Via Torino, 323 - Ivrea (To) Tel. 0125 230430

Trattoria aperta dal lunedì al sabato dalle 12:00 alle 14:30 con menù a prezzo fisso, piatti tris e piatti bis Servizio bar dal lunedì al sabato dalle 5:30 alle18:00


www.citynotizie.it

Personaggi insigniti

una serata del XIV secolo nel Castello di Verrès. Gran Galà (è obbligatorio l’abito da sera). Serata danzante con l’orchestra “Marco Zeta”. Ingresso € 40,00, senza consumazione. Al Castello rappresentazione teatrale di “Una Partita a scacchi” di Giuseppe Giacosa. Martedì 28 febbraio Ore 12: distribuzione di polenta, saucisses, fisous presso la Piazza René De Challand, nel borgo di Verrès. Partecipazione dei Pifferi e Tamburi di Arnad. Ore 14.30: gran corso di Gala con la Châtelaine e seguito storico. Partecipano alla sfilata gruppi folkloristici e mascherati, carri allegorici e bande musicali. Ore 22.30: veglionissimo di chiusura al Castello con ballo in maschera. Ingresso € 15,00 consumazione compresa. Serata danzante con dj Dea Service. Ore 24: premiazione della maschera e del gruppo mascherato più belli.

IVREACityNOTIZIE

17

Foto Leonarduzzi

Nel lontano 1968 il Comitato del Carnevale decide di istituire il “Carnasciali Verretiesi Supremus Ordo”, investitura assegnata come riconoscimento. Ogni “cavaliere” viene omaggiato di un medaglione che riporta stemma e motto della famiglia Challant. Di seguito gli insigniti di quest’anno: Sylvie Enria - Caterina 68a Guido Bertolin - Pierre d’Introd 68° Cristina Vuillermin - Assessore comunale Claudio Varisellaz - Assessore comunale Corrado Neyroz - Amico del Carnevale Jean Yves Morin - Amico del Carnevale Viviana Charbonnier - 15 anni di Carnevale Ross Passuello - 15 anni di Carnevale

Foto Leonarduzzi

Foto Leonarduzzi

Venerdì 3 marzo Cena conviviale con Polenta e Merluzzo presso l’Espace Loisir Marino Massa. Dopo cena musica live. Per informazioni: 328.9304076. Buoni acquistabili presso Calzature Valentina Via Duca d’Aosta, 10 a Verres.

Foto Leonarduzzi


www.citynotizie.it

carema (tO)

Il Carnevale è dei bambini, che ne sono i veri protagonisti

SERRAMENTI VAIROS

SNC

dal 1972

SERRAMENTI AD ALTE PRESTAZIONI IN ALLUMINIO E PVC RINGHIERE - AVVOLGIBILI - PERSIANE SISTEMI DI CHIUSURA CIVILI ED INDUSTRIALI Via Piste, 3 - CAREMA (TO) - Tel. 0125 811325 - Fax 0125 1893802 E-mail: info@vairosserramenti.it - www.vairosserramenti.it

Prodotti Made in Italy

È un appuntamento molto sentito dalle famiglie. I ruoli principali dello Stato Maggiore vengono prenotati dai genitori appena nascono i bambini” ci spiega Laura Clerin, il presidente della Pro Loco di Carema che ne organizza ogni anno i festeggiamenti. E sottolinea: “Per le bimbe è un vezzo impersonare la Mugnaia, mentre per i maschietti è un orgoglio interpretare il Generale. Sin da piccolissimi interpretano il ruolo delle vivandiere e ufficiali salendo sul carro con la Mugnaia e le Ancelle, dall’ età della scuola elementare cavalcano invece fieri la sella del cavallo sfilando nelle vie del paese”. Ecco l’elenco dei personaggi: tutti bambini. Il più piccolo ha 3 anni e ricopre la carica di Segretario, il più grandicello è il Generale che ne ha 11! Alexandra Dezzutti sarà la Mugnaia, Luca Martinetti il Generale e Fabio Finessi il Segretario. Ancelle: Daiana Finessi e Giulia Olmi. Piccoli Ufficiali: Christian Bertolin e Simone Bertolin. Piccole Vivandiere: Annie Bosonetto, Marta Bosonetto, Dorel Clerino e Alessia Pellicanò. Ufficiali del Generale: Yuri Baraggia e Giovanni Perucchione. Ufficiali: Marco Buat Albiana, Eldor Clerino, Edoardo Caprio e Matteo Milanesio. Vivandiere: Amelie Bosonetto, Matilda Dalle, Lorena Finessi, Lara Gallo, Arianna Mania, Valentina Pellicanò e Natalie Vairetto. II programma dell’edizione 2017 inizia venerdì 10 marzo con la cena di fritto misto alla piemontese. La serata sarà allietata dalla Fanfara del paese. Sabato 11 pomeriggio di animazione per i bambini, alle 20.30 presentazione dei personaggi dal balcone della Casa delle Musica a cui seguirà la fiaccolata per le vie del paese, accompagnata dalla Banda Musicale e dai Pifferi e Tamburi di Arnad. Si conclude con una serata danzante. Domenica 12 alle 10 i personaggi saranno ricevuti presso la sala San Matteo dal Sindaco Giovanni Alighieri. Nel pomeriggio ci sarà la sfilata con la premiazione dei gruppi mascherati e dei carri allegorici. Lunedì 13 a mezzogiorno benedizione e distribuzione dei fagioli grassi. In serata, alle 20, fiaccolata di chiusura e, dulcis in fundo, un ballo in maschera durante il quale verranno premiate le maschere più belle e simpatiche con ricchi premi.


IVREACityNOTIZIE

20

Seconda spedizione dei sub eporediesi nelle terre del sisma A TTUALITà

Nella settimana di Capodanno il gruppo di Ivrea si è attrezzato per la festa dei bambini con lampade cinesi e braccialetti fosforescenti che, aggiunti a una buona dose di allegria, hanno coinvolto anche i bambini del luogo

L rber ba

SHOP Via Carlo Botta, 73 - Castellamonte (TO) Tel. 0124.581049 342.0383385

Mensile di informazione e attualità

Redazione redazione.ivrea@citynotizie.it Fax 02 91390360 Pubblicità pub.ivrea@citynotizie.it Editrice G.E. SEDIT soc coop Via Emile Chanoux 26 11026 Pont Saint Martin (AO) Cell. 329 8622268 grupposedit@gmail.com

Federico Bona

CAREMA

IVREA

Direttore responsabile Calogero Urruso direttore@citynotizie.it

’emergenza-terremoto in Umbria non è terminata e, parimenti, non si ferma l’impegno del gruppo Futura Sub di Ivrea a sostegno delle popolazioni colpite dal sisma. Il sodalizio eporediese è stato attivato per la seconda volta, nella settimana di Capodanno, come gruppo di protezione civile, dando così seguito al primo intervento che si era svolto a novembre. Il gruppo di Ivrea è stato il primo ad essere attivato della Federazione Subacquea che, in tutta Italia, ha dieci gruppi di protezione civile subacquea che collaborano tra loro: i diversi gruppi si danno il cambio per dare assistenza a due frazioni del comune di Norcia, Campi e Ancarano. Nel corso della sua seconda esperienza in Umbria, il gruppo di Ivrea si è attrezzato per la festa dei bambini con lampade cinesi e braccialetti

fosforescenti che, aggiunti a una buona dose di allegria, hanno coinvolto anche i bambini del luogo. La partecipazione dei ragazzi del circolo subacqueo Futura Sub di Ivrea alla protezione civile non è nuova. I subacquei sono infatti stati chiamati per il terremoto dell’Aquila nel 2009, per il nubifragio in Liguria del 2011, allertati per l’incidente della Costa Concordia nel 2012 e ogni anno partecipano attivamente alle esercitazioni nazionali organizzate in tutta Italia tra le quali una è stata organizzata proprio ad Ivrea nel 2010 oltre che a numerose iniziative di pulizie dei laghi canavesani. Anche nel corso della seconda spedizione, è stato coinvolto un giovane maturando del Liceo Gramsci di Ivrea: Riccardo Enrico Gramsci ha avuto la possibilità di collaborare attivamente, così come aveva fatto a novembre Sara Mancino. Chi volesse conoscere più da vicino l’attività di Futura Sub può visitare la pagina internet del gruppo (www.futurasub.it) o presentarsi ogni mercoledì e venerdì alle 19.30 nella piscina comunale di Ivrea, dove si svolgono gli incontri del gruppo.

Sito web www.citynotizie.it Socials facebook.com/CityNotizie twitter.com/CityNotizie

Attivo recupero e promozione del territorio

Distribuzione Sedit distribuzione Stampa Monza Stampa srl Via Buonarroti 153 - 20900 Monza Tel. 039 28288201 Autorizzazione del Tribunale di Aosta numero 1/2015 del 19 marzo 2015

Per la pubblicità su questo giornale 338 2681614 pub.ivrea@citynotizie.it

I

l Comune di Carema attivamente impegnato nel recupero di strutture ed edifici storici profondamente legati all’identità del paese e della comunità, nonchè potenziali attrattori turistici, come l’imponente casaforte medievale “Gran Masun”, destinato a diventare un info-point turistico e un museo dedicato al vino e al territorio del Cana-

Il “Gran Masun”, casaforte medievale, e la Cappella di via Croce interessati da lavori di restauro per riportare alla fruizione pubblica importanti tasselli di patrimonio storico ed artistico del territorio vese e già oggetto di recupero sin dall’anno scorso, con i lavori del primo lotto terminati a giugno, comprendenti il consolidamento statico e antisismico, il rifacimento del tetto, l’intonacatura di tutti i locali, la posa dei giunti esterni e dei serramenti. Ora ci si dedicherà alla realizzazione di un vano interrato che potrà ospitare il punto di accoglienza, i servizi igie-


QUINCINETTO

www.citynotizie.it

IVREACityNOTIZIE

Nuovi fasti per la facciata della chiesa parrocchiale

AMBIENTE

Torna a splendere l’architettura esterna dell’edificio sacro dedicato al Santissimo Salvatore dopo un articolato lavoro di restauro, con la collaborazione attiva dell’intera cittadinanza

A

lta come un palazzo di nove piani, con 700 metri quadrati di superficie spinti su un’altezza di 29 metri, piena di peculiarità architettoniche e scultoree che i rigori del tempo e del clima avevano ridotto in condizioni misere: un pregevole lavoro di maquillage e recupero condotto da un team di esperti ha riportato la facciata della chiesa parrocchiale del Santissimo Salvatore di Quincinetto a rinnovato splendore. Le fasi dell’operazione, il cui costo di 178 mila euro è stato coperto da privati, Comune e Fondazione San Paolo, per

CASTELLAMONTE circa sei anni di lavori (tra progettazione, ricerca dei fondi e cantiere vero e proprio), sono state illustrate in una serata all’Auditorium del paese, dedicata tra l’altro a don Leo Boves, sulla via del recupero dopo l’ictus dell’anno scorso. Grande soddisfazione della cittadinanza, legatissima all’edificio sacro, che già nel XVIII secolo si attivò per raccogliere l’astronomica cifra (per quei tempi) di 14 mila lire, necessaria per l’avvio della costruzione della chiesa, destinata a diventate uno dei più imponenti e pregiati esempi di architettura religiosa del Canavese, e prestando inoltre mano d’opera volontaria. La vecchia chiesa, risalente al 1200, dovette essere abbandonata nel 1731 perché ormai la struttura era pericolante, e per oltre trent’anni, impiegati nella costruzione del nuovo tempio, i cittadini quincinettesi dovettero adunarsi nella vicina chiesa di Santa Marta. Oltre alla verniciatura degli elementi esterni, sono stati restaurati tutti gli elementi architettonici nascosti in nicchie e rientranze, come statue, capitelli, volute, affreschi e mosaici, su cui il tempo aveva infierito non poco. Michele Tetro

pavimentazione interna (costo dell’opera 37 mila e 600 euro), nonché delle murature e del cancelletto d’ingresso, con attenzione per gli elementi pittorici danneggiati nel corso degli anni. Sia per il Gran Masun che per la cappella sono stati contemporaneamente condotti studi di approfondimento e ricerche d’archivio per stabilire datazioni, storia e caratteristiche di questi edifici unici sia a livello comunitario che storico e religioso.

M. T.

nici e i locali per le caldaie e i quadri elettrici, con un cronoprogramma di chiusura cantiere previsto per inizio estate. I locali a grezzo saranno poi rifiniti con un successivo appalto. L’amministrazione, nella persona del sindaco Giovanni Aldighieri, ha rivolto appello alle varie Fondazioni per dare una mano per il recupero e la valorizzazione di questo edificio, vera chicca del patrimonio storico-architettonico del territorio, i cui interventi costeranno circa mezzo milione di euro, di cui 140 mila messi a disposizione dal Comune stesso. A breve inizio lavori anche per il restauro di un altro gioiello architettonico caremese, la cappella di via Croce, risalente presumibilmente al XIX secolo, che necessita il recupero del tetto e della

21

Allarme discarica di Vespia La ditta “Agrigarden Ambiente”, subentrata al fallito Consorzio Asa nella gestione del sito di stoccaggio rifiuti, avrebbe acquistato alcuni terreni attorno alla discarica. Cittadini, Arpa e Città metropolitana si sono mobilitati per impedire un ennesimo ampliamento della montagna di spazzatura.

L

a discarica, in esercizio dal 1992 e ubicata nel territorio comunale di Grosso, nella zona denominata Vauda Grande, a Novembre era stata chiusa per cautela a causa di alcune criticità riscontrate nella gestione del rifiuti. I carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico e i tecnici specializzati dell’Arpa Piemonte, in seguito alle numerose lamentele dei residenti delle frazioni di Castellamonte che si trovano a ridosso della discarica (Preparetto, Muriaglio, Campore) sono intervenuti con una serie di provvedimenti volti a tutelare la salute dell’ambiente e della popolazione. In particolare la società Agrigarden è stata richiamata ad una gestione più funzionale della rete di raccolta del percolato e del biogas, al rispetto del perimetro della discarica per il deposito dei rifiuti e ad una più efficace copertura degli stessi. Dopo la riapertura, la voce di un possibile ampliamento del sito, ha gettato gli abitanti della zona nel panico. «La ditta ha acquistato di recente una serie di terreni- ha confermato il vicesindaco Giovanni Maddio all’assemblea pubblica fortemente voluta dai residenti; tuttavia al momento non ci è giunta nessuna richiesta da parte di Agrigarden di un ampliamento della discarica. Ci impegneremo a chiedere alla ditta delucidazioni in merito, anche se non c’è da preoccupasi, in quanto i campi oggetto di contesa hanno una destinazione d’uso agricola». La minoranza guidata da Pasquale Mazza ha chiesto all’amministrazione di vincolare quei terreni per impedirne qualsiasi futuro uso di ambigua natura, mentre i residenti della zona, fortemente preoccupati dalla minaccia di un nuovo ecomostro, pretendono che i prati verdi attorno alla discarica rimangano tali. www.agrigarden.com www.arpa.piemonte.gov.it

Giulia Maringoni


IVREACityNOTIZIE

22

www.citynotizie.it

E CONOMIA

TAVAGNASCO

L’idea è semplice e, al tempo stesso geniale: quando un b&b propone le marmellate del territorio, poi lascia ai suoi clienti un riferimento del sito online in modo che da casa loro possano acquistare le stesse marmellate

Conclusa con successo l’edizione 2017 del concorso che ha premiato le migliori decorazioni floreali di balconi e giardini del piccolo borgo montano.

Katuma porta in rete i sapori del Canavese

K

atuma… espressione giapponese o termine di un dialetto africano? Nulla di tutto ciò: è sempliceente la grafia modernizzata di catùma, ossia “compriamo” in piemontese. E, in pieno 21° secolo, dove fare i migliori acquisti se non in rete? Da questa considerazione nasce l’idea di Katuma, un progetto gestito dalla Levior, azienda informatica eporediese che fa capo a Giorgia Caserio e Maurizio Fiorentini, che spiegano: «Il nostro vuole essere un nuovo modo per valorizzare e vendere il Canavese, basato sulla messa in rete dei produttori enogastronomici, i ristoranti, le enoteche, i bed&breakfast, la rete dei piccoli musei facendo in modo che ogni attore di questa rete ne abbia qualche beneficio attraverso una promozione reciproca». Ecco allora l’idea semplice e, al tempo stesso geniale: quando un b&b propone le marmellate del territorio, poi lascia ai suoi clienti un riferimento del sito online in modo che da casa loro possano acquistare le stesse marmellate. E lo stesso modello si può replicare con tanti altri prodotti e servizi. «Sarà un lungo percorso di collaborazione e di integrazione – aggiungono Caserio e Fiorentini -. Ora siamo nella prima fase: proponiamo la vendita online dei prodotti di eccellenza di tanti piccoli produttori custodi delle più antiche ricette e tecniche di lavorazione della cultura piemontese spesso poco conosciuti. Il catalogo di Katuma per ora conta 13 produttori e oltre 300 prodotti, ma altri stanno aderendo e il gruppo sta crescendo». Il catalogo, comunque, è già ricco: marmellate, miele, succhi, antipasti e salse, prodotti a base di canapa, vini, spumanti, passiti, salumi, biscotti, caramelle, cioccolata, cioccolatini, dolci, tisane, e farine. La filosofia di Katuma prevede che tutti i prodotti debbano essere essere confezionati e non deperibili, così da poter essere spediti per corriere senza necessità di refrigerazione. «I produttori – sottolineano i responsabili del progetto - non devono sostenere alcun costo di attivazione e neppure si devono preoccupare del caricamento e della gestione del catalogo nel sito in quanto tutte le attività sono a nostro carico, così come rimane a nostro carico la promozione». In questa fase iniziale Katuma raccoglie gli ordini fino alle 20 della domenica, il lunedì gli addetti si recano dai produttori per ritirare la merce e il martedì mattina le scatole vengono confezionate e spedite ai clienti. Katuma ha mosso i primi passi con l’inizio del 2017, ma sta già pensando alla fase due del progetto: «Dopo questo periodo iniziale di semplice e-commerce avvieremo gli accordi con ristoratori, b&b e altri soggetti per iniziative congiunte come cene di degustazione e altri appuntamenti, sempre all’insegna della tavola buona e genuina». Per contattare Katuma è possibile visitare il sito internet (www.katuma.it) o la pagina Facebook; i produttori interessati a entrare a far parte della rete possono utilizzare il cellulare 329.85 04 742 o la casella mail: info@katuma.it. F. B.

Cinque anni di “balconi fioriti”

S

i è rinnovato, alla chiesa della Confraternità del Gesù di Tavagnasco, l’appuntamento del concorso “…Fiori… e fantasia…”, inserito nell’ambito del concorso nazionale Comuni Fioriti e indetto dal Comune di Tavagnasco, iniziativa che ha visto tutta la comunità impegnata nel decorare con fiori i propri balconi e giardini oltre che ad impegnarsi nel tradizionale abbellimento di alcuni angoli caratteristici del paese. Un’occasione per rimarcare i legami tra i cittadini e i vincoli aggreganti all’insegna della festosità dei colori e delle composizioni floreali. Il concorso interno del Comune è stato organizzato dalle vincitrici della passata edizione, Carmen Dalvai, Cinzia Franchino, Lidia Franchino, Lucia Vaser e Vilma Vassarotti. Le due sezioni previste erano “Giardini monumentali”, con il trionfo di Roberto Minetto, seguito da Giuseppina Orlassino e Eleonora Franzoso, con quarte pari merito Rosalina Bertino e Iva Volpe, quinte ex aequo Elena Garda e Ines Martinetti, e “Balconi, davanzali e piccole aiuole”, che ha invece visto la vittoria di Secondina Valenzano, seguita Silvana Vacchiero e Carla Morello; quarti a pari merito Manuela Onnias e Piero e Emma Girodo, quinti ex aequo Silvana Bello e Manuel e Serena Sangiorgio. Nel corso della serata sono stati anche premiati i neo laureati Sara Ferragatti per la triennale in Ingegneria Biomedica, Sofia Torno per la triennale in Scienze Politiche e Sociali e Patrick Chenuil per la triennale in Architettura e, a cura della Pro Loco, i realizzatori dei migliori presepi al concorso “Vieni, ho fatto un presepe”: al primo posto Wilmer Mantovani, al secondo Simone Accotto e al terzo Nicolò Giovanetto, seguiti da Sisto Girodo, Federica Giovanetto, Bar Sport, Martina e Davide Giovanetto, Filippo Morello, Gabriella Riva e Nunzia Cardinale; premi speciali per i giovanissimi Giovanni Rao e Alice e Filippo Lingeri. L’amministrazione comunale ha affidato l’organizzazione della prossima edizione a Roberto Minetto, Giuseppina Orlassino, Eleonora Franzoso, Ionela Ghinescu, Silvana Vacchiero ed Elena Garda. M. T.


Superamento delle barriere uditive all’ospedale di Ivrea

Il 20 gennaio nello lo sportello accoglienza all’ingresso del nosocomio eporediese è stato installato un amplificatore portatile con sistema a induzione magnetica donato dall’Associazione Portatori Impianto Cocleare

L

Leonardo Incrivaglia e Cristina Ottino

’ASL TO4 è una delle Aziende destinatarie di un progetto dell’APIC (Associazione Portatori Impianto Cocleare) sulla sensibilizzazione in merito alle barriere sensoriali che riguardano il deficit uditivo e/o la sordità. Il 20 gennaio nello lo sportello accoglienza all’ingresso del nosocomio eporediese è stato installato un amplificatore portatile con sistema a induzione magnetica donato dall’APIC. Si tratta di uno strumento che favorisce il miglioramento della comunicazione con le persone con disabilità uditiva che utilizzano l’apparecchio acustico o l’impianto cocleare, soprattutto in locali dove il rumore di fondo può essere molto fastidioso, facendo in modo che le informazioni dell’operatore siano più facilmente comprensibili. «Il progetto, da noi attivato a seguito dell’assegnazione del contributo deri-

vante dalla scelta dei cittadini sul 5 per mille relativo all’anno 2013, – riferisce il Presidente dell’Apic, Paolo De Luca – oltre ad agevolare le persone con problemi uditivi punta a promuovere l’uso delle tecnologie assistive, ormai utilizzate da un sempre crescente numero di persone e strutture, fino a diventare prassi ormai collaudate in moltissime nazioni non solo europee». Al momento sono state individuate undici postazioni ideali complessive, in Ospedali di Torino, dell’area torinese e di Alessandria. «Ringraziamo l’ASL TO4 per la splendida accoglienza – aggiunge De Luca - e per l’entusiasmo con cui ha aderito alla nostra iniziativa che, come ricordiamo, ha come fine primario la sensibilizzazione delle istituzioni sul tema delle barriere sensoriali». Soddisfazione anche nelle parole di Lorenzo Ardissone, Direttore Generale dell’ASL TO4, dottor Lorenzo Ardissone: «Ringraziamo l’Apic per averci scelto come una delle Aziende destinatarie della donazione. Si tratta di un progetto che incontra la nostra sensibilità, perché, nell’ambito del Piano aziendale per l’umanizzazione dei nostri Ospedali, stiamo valutando le modalità per l’eliminazione delle barriere sensoriali». F. B.

Carmine Miletta Barber Shop Orari e appuntamenti: dal lunedì al sabato (chiuso martedì) H. 8:30 - 12:30 / 14:30 - 19:00 Via Carlo Botta, 73 - 10081 Castellamonte (TO) Tel. 0124.581049 - 334.6247546


24

www.citynotizie.it

Essenzialmente Donna Al Castello di Moncrivello un pomeriggio molto 12 marzo - Festa della Donna

8 marzo - Festa della Donna

particolare per festeggiare la donna nella sua essenza

D

omenica 12 marzo, alle 15.00, al Castello di Moncrivello, prenderà il via un evento il cui tema centrale sarà la donna e più precisamente, le molteplici e contrastanti sfaccettature dell’essere femminile che, in diversa proporzione, compongono il variegato e sorprendente mondo della donna; per fare questo, grazie all’apporto dei relatori, si scandaglierà il mare delle rappresentazioni delle caratteristiche femminili nel mito, nella storia e nell’arte sia essa letteraria, pittorica e teatrale. Il programma è stato attentamente studiato per offrire, a chi vorrà partecipare, vari momenti che inizieranno con la visita guidata in cui si potranno apprezzare le antiche sale del castello. Il giornalista Vittorio G. Cardinali, presidente dell’Associazione Immagine per il Piemonte parlerà di come la figura femminile sia stata raccontata nell’immaginario popolare piemontese attingendo al materiale che l’antropologa Donatella Taverna, dopo lunghi studi e continue ricerche, ha ampiamente descritto e documentato nei suoi ultimi saggi: L’ombra d’argento - Fate, Regine e Principesse magiche e Trittico al Femminile - Fate, Sirene e Madonne Nere. Elisabetta Navizzardi, oltre ad allestire una mostra delle sue opere pittoriche in cui ritrae alcuni aspetti archetipici della donna, relazionerà sul tema della rappresentazione del femminile nelle leggende e nelle fiabe. La Compagnia Teatrale ‘Lo Zodiaco’, porterà in scena una ballata dal titolo “Ypa, Regina di acqua e di Vino” che racconta del mito della Regina Ypa che, nell’immaginario canavesano, viene a volte descritta come strega, a volte come Druidessa ed altre come Sacerdotessa di Mattiaca dea del luogo e della Ninfa Albaluce, bella, dolce e innamorata dalle cui lacrime il mito fa nascere il vitigno dell’Erbaluce. Il Buffet della Tradizione, le cui portate saranno preparate da Marina Ramasso, da più di 30 anni anima ed artefice del Ristorante ‘Al Paluch’ e grande intenditrice della cucina tradizionale piemontese, riproporrà ricette preparate con componenti classici dell’alimentazione della zona in cui non poteva certo mancare la canapa, felice riscoperta degli ultimi anni. Il menù è stato formulato per essere accompagnato dall’Erbaluce DOCG Terre del Castello le cui uve provengono dalla vigna del Castello che si trova adagiata in ottima posizione sulla collina che sta di fronte all’antica residenza e dalla quale è ben visibile. L’appuntamento fortemente voluto ed organizzato dalla proprietaria

del Castello, Elda Viletto, in collaborazione con l’Associazione Duchessa Jolanda, è in piena coerenza e continuazione con tutto il lavoro già effettuato nel 2016 con le “Domeniche al Castello” ma è anche in linea con quella che è stata la storia del Castello che, nato come roccaforte, ha poi avuto lustro grazie a tre nobildonne che sposarono Duchi di Casa Savoia. La ristrutturazione da Roccaforte in Residenza Nobiliare è stata voluta da Iolanda di Francia, più conosciuta come Jolanda di Savoia (1436-1478), figlia di Carlo VII di Francia e moglie di Amedeo IX di Savoia; dopo la ristrutturazione, la Duchessa, fece del Castello di Moncrivello la sua residenza preferita e vi morì il 28 agosto del 1478. Le altre due nobildonne che hanno lasciato ricordi in questo antico maniero sono Bianca dei Paleologi di Monferrato (1472-1519) moglie di Carlo I di Savoia e Beatrice del Portogallo (1372 – 1409), che ebbe in dono il castello dal suo sposo Carlo III di Savoia detto ‘il buono’ . N. Viali

Essenzialmente Donna - 12 marzo 2017 Castello di Moncrivello in Via Duchessa Jolanda, 8 Costo dell’evento €. 17,00 a persona È gradita la prenotazione al numero 349.4345577 o via mail a eventi@castellodimoncrivello.it

Cascina Gaio di Piverone Cristiana Maffuci

IVREACityNOTIZIE

Serata all’insegna del divertimento con lo spettacolo dell’attrice comica Cristiana Maffucci. Mercoledì 8 marzo, alle 20.30 presso l’Agriturismo Cascina Gaio in Strada Aronco 2/b di Piverone, una serata dedicata alle donne all’insegna del buonumore con lo spettacolo “Io sono mia” dell’attrice comica Cristiana Maffucci. Una serata da vivere con il sorriso come si può comprendere da alcune parole tratte dallo spettacolo in programma: “ Ci sono voluti 42 anni di vita, 20 anni di psicoanalisi e 17 anni di matrimonio per consapevolizzare che…”. Poiché ‘a stomaco pieno’ il sorriso è più facile ed il buonumore regna sovrano, durante la serata verrà servito un Light Dinner composto da: Tre antipasti, il primo, due dolci, un calice di vino… e meno male che è Light! Organizzata da MeTe A Nord Ovest, la serata rientra in un programma di eventi che verranno proposti nella rassegna “MeTe per Ridere” che, oltre ad offrire un sorriso, darà l’opportunità di conoscere vivendole in prima persona, alcune splendide realtà della zona nord-ovest del Piemonte. Da non sottovalutare il fatto che, in queste occasioni, si potranno soddisfare anche le aspettative dei buongustai che avranno l’opportunità di gustare piatti prelibati cucinati all’insegna della naturalità ed accompagnati da ottimi vini. Intrattenimento comico e light dinner costo €.29,00 a persona. Prenotazione obbligatoria entro il 4 marzo. Informazioni e prenotazioni al numero 0124.35431 o all’indirizzo: eventi@me-te.it. N. Viali


26

IVREACityNOTIZIE

www.citynotizie.it

MusicLife Appuntamenti ed eventi

AGENDA Rubrica a cura di HBmusic

nei locali canavesani

Comunicate i vostri eventi a: eventicanavese@citynotizie.it

Venerdì 10/02: Alex Gariazzo live Venerdì 17/02: Moon Riders live Venerdì 24/02: Thughlife live Domenica 26/02: “Carnival Party” - Vincent ‘n’ Jules + QOM dj set Lunedì 27/02: EMM & I live Martedì 28/02: Du up live Venerdì 3/03: Triumvirate live

ra: Orari di apertuso.

Giovedì 23 chiu gli Sempre aperto preso altri giorni com lunedì 27. sabato Per la serata di ta sera consiglia ne io az ot la pren 0 al n. 329 325498

ZAC

(Via Dora Baltea, 40/B) IVREA (TO) Sabato 11/02: Wodoo Dolls + Headless Tambourine live

Viale Monte Stella, 8 - Ivrea Tel. 0125 641689 80 Mob. 329yin32n@5gm49 ail.com

CAFFEINA

birreriacountr

GLOBAR CAFé

(Corso Nigra, 34) IVREA (TO) Lunedì 27/02: “Party di fine tiro” Vincent ‘n’ Jules, Casco + Special guest dj set

L’ESAGONO

(Via Jervis, 22) IVREA (TO) Sabato 11/02: Red & White Hawaiian Party - Glory dj set

SOLATIVO

(C.so Re umberto 1/A Lungo Dora) IVREA (TO) Tutte le domeniche: “La Domenica Pop Juke Box” Zizzi, Qom & Zonky dj set

28/02: Midnight Express & Eporadio dj set TUCHINI 27/02: Monaci Del Surf Live + Nikki (Tropical Pizza/Radio Deejay) dj set - Piazza del Borghetto MERCENARI (Tutti gli eventi live ai Giardinetti) 18/02: “Diventa la band del Carnevale 2017” contest per band emergenti in memoria di Lemmy 23/02: The Clan (Irish and Folk band) + Orange dj set 24/02: Rezophonic Live 25/02: The Nasty Beats Live 27/02: Aperitivo Giallo Viola @ Jamaica Pub Bollengo (TO) - Hbmusic dj set

(Piazza Lamarmora) IVREA (TO) Sabato 25/02: “L’aperitivo di Carnevale” Vincent ‘n’ Jules dj set

SCACCHI 24/02: Cosmo Live - Piazza Ottinetti 25/02: Munir & Alex Dima (Outcast) dj set 27/02: Timeless + Eva (Apericena + dj set)

JAMAICA PUB

MORTE 23/02: Radio Gran Paradiso dj set - Area 54 Piazza Perrone 25/02: Radio Gran Paradiso dj set - Area 54 Piazza Perrone

CAPRICCIO CLUB

PANTERE 25/02: Latin Animation - Chama dj set – Piazza del Rondolino

(Via Cardinal Fietta) Bollengo (TO) Lunedì 27/02: “Festa Giallo Viola” - Tequila Corner Entertainment dj set (Via Verdi, 54) Strambino (TO) Venerdì 10/02: “Festa Cuj Giust 2017” Vincent ‘n’ Jules dj set

feste aranceri

DIAVOLI (Tutti gli eventi musicali di Diavolandia): 17/02:”Un’ arancia per Amatrice”- Hbmusic dj set 18/02: “Festa bavarese” - All Beck’s Live 22/02: “Miss Carnevale 2017” + Dj set Hbmusic 23/02: Midnight Express & Eporadio dj set 24/02: Jolly Blue Live (883 & Max Pezzali Tribute) 25/02: “The Devile Inside” Artwork & music by Luca Castel 26/02: Shary Band Live 27/02: Queen Mania (Official Queen Tribute band)

PICCHE 26/02: Toga Party - DEA Service - Capriccio Disco Club - Cerone (TO) ARDUINI 17/02: Chupito Party - Dj set 70/80/90 - Jamaica Pub - Bollengo (TO) 24/02: Notte degli Scorpioni d’Oro - Fenice Disco Club CREDENDARI 18/02: Serata Giallo Blu - Capriccio Disco Club – Cerone (TO) 25/02: Festa Giallo Blu - Midnight Express - Piazza Freguglia

Davide Scar cantautore eporediese in collaborazione con

Fabrizio Brignolo

(Made in Sud / Adam Kadmon / Il Boss dei Comici) e Nicol presenta:

DiaMante Project Davide Scar - Diamante Project e-mail: Davidescaringella08@gmail.com

Il nuovo singolo

“1000 VOLTE” è disponibile su Youtube

(1000 VOLTE DIAMANTE PROJECT)

è possibile richiedere il brano su Radio Gran Paradiso al numero 340.1642731 dalle 14:30 alle 16 oppure su For Music TV disponibile in streaming o sui canali 11,613 sul digitale terrestre (4 Rete)


C ULTURA

a cura di Federico Bona Per segnalazioni di spettacoli ed eventi: redazione.ivrea@citynotizie.it

Teatro e musica: il cartellone

Il Carnevale non ferma l’intensa stagione artistica: teatro e musica contendono la scena ai coriandoli e alle sfilate, in un allegro tourbillon

TEATRO GIACOSA

Da Vittorio Sgarbi alla commedia in dialetto, dalla danza alla musica di Gipo Farassino, in queste settimane il cartellone del Teatro Giacosa propone davvero un fuoco di fila di spettacoli. Prenotazioni e info: 0125 64.11.61 Per gli “Appuntamenti del venerdì”, nell’originale formula pomeridiana, con spettacolo alle 18 e aperitivo finale, il 17 febbraio, al Giacosa, ecco Alessandro Albertin, autore e interprete di Il coraggio di dire no che, da solo, interpreta una decina di personaggi che, nel bene e nel male, hanno affiancato Giorgio Perlasca, Giusto fra le nazioni, nella sua straordinaria avventura nella Budapest dell’inverno 1944-45. Biglietti: 13 euro Il Coro Bajolese propone, sempre venerdì 17 febbraio, alle 20.45 al teatro Teresa Belloc di San Giorgio Canavese, Quando con Gipo…, spettacolo dedicato alle canzoni dell’indimenticabile chansonnier torinese. Uno spaccato della Torino che ormai non c’è più, romantica e sognatrice, ma anche grigia e, a volte, crudele. Biglietti: 15 euro Si ride con il teatro dialettale, sabato 18 febbraio (ore 20.45) nella sala Piero Venesia di Colleretto Giocosa: la compagnia Pinin Pacot porta in scena La drola maladia del professor Delbecco, con la regia di Guglielmo Pepe. Spettacolo in piemontese. Biglietti: 10 euro La rassegna di teatro piemontese si ripropone venerdì 3 marzo (sempre alle 20.45), nel Salone Municipale di Bollengo. Questa volta tocca alla Compa-

gnia Piccolo Varietà con l’esilarante ‘Na duminica al mar. La vicenda è ambientata in una località balneare alla fine degli anni ‘40. La spiaggia è una via vai di varia umanità: Un gruppo di paesani in gita domenicale si ritrovano con signore in cerca di galanti avventure, famiglie aristocratiche e naturalmente l’immancabile ed intraprendente bagnino sempre pronto a risolvere le situazioni comiche, imbarazzanti e grottesche che si vengono a creare. Biglietti: 10 euro Si torna al teatro Teresa Belloc di San Giorgio Canavese, sabato 4 marzo (alle 20.45), con Bruno Gambarotta in Ombra di giraffa, una sequenza travolgente di racconti di esperienze in Rai viste da un’angolazione molto particolare: quella dello scrittore, conduttore ed autore televisivo. In un caleidoscopio di storie, battute, ricordi, Gambarotta avvince il pubblico con la sua simpatia e la sua arguzia e nello stesso tempo lo porta dentro un mezzo di comunicazione dominante. Biglietti: 12 euro L’indomani, domenica 5 marzo, alle 20.45 all’Officina H di Ivrea (via Jervis), uno degli eventi più importanti della stagione: Caravaggio, di e con Vittorio Sgarbi. Lo spettacolo è un viaggio nella vita e nelle opere del Maestro del buio e della luce. «Caravaggio è doppiamente contemporaneo – afferma Sgarbi: perché c’è, perché viviamo contemporaneamente alle sue opere che continuano a vivere e perché la sensibilità del nostro tempo gli ha restituito tutti i significati e l’importanza della sua opera». Un’attualità non compresa nella sua epoca, ma apprezzata e incarnata in un periodo storico come il ‘900, in cui la necessità di avvicinarsi al vero appare vitale. Biglietti: da 18 a 27 euro

NUOVO FETTUCCIATO PER MOTOCROSS E MOTORINI

Ivrea

Percorso! Enduro

Aperto il mercoledì , il sabato e la domenica dalle 9:30 al tramonto!

Il ritorno sul palco del Giacosa è previsto per mercoledì 8 marzo: lo spettacolo Bianco su bianco (alle 20.45) della Compagnia Finzi Pasca è un felice incontro fra teatro e clownerie, interpretato da due attori con una grande esperienza circense. La storia è raccontata da un’attrice (Helena Bittencourt) e da un tecnico di scena (Goos Meeuwsen) che, in modo maldestro, l’aiuta a comporre immagini, immergendo il pubblico in un mondo surreale. Ci si addentra nel terreno della memoria, lasciandosi prendere per mano da questi due clown dotati di una delicatezza e di una precisione impressionanti. Si scopre un universo dove la luce respira amplificando le emozioni, costruendo geometrie e paesaggi semplici e allo stesso tempo sorprendenti. Uno spettacolo dove l’estetica della Compagnia si misura con la vertigine di una semplicità piena di piccole sorprese. Biglietti: da 10 a 24 euro Maria Paiato e Arianna Scommegna sono le protagoniste di Due donne che ballano, al Giacosa domenica 12 marzo. Una donna anziana e una giovane chiamata a farle da badante. Tutte e due schive, energiche, sarcastiche ed eroiche. Si odiano e si detestano perché sono simili, perché ognuna ha bisogno dell’altra, e, nella solitudine delle rispettive vite, sono l’una per l’altra l’unica presenza confortante. Consumano le poche ore alla settimana che passano insieme beccandosi, pungendosi e confessando di sé quello che solo a un estraneo si riesce a confessare. L’autore, Josep Maria Benet i Jornet, nato nel 1940, è considerato uno dei massimi scrittori del teatro spagnolo contemporaneo e il padre del teatro catalano. Ha influenzato almeno due generazioni di autori catalani. Biglietti: da 10 a 24 euro


IVREACityNOTIZIE

28

www.citynotizie.it

TEATRO BERTAGNOLIO

La Compagnia Andromeda prosegue la sua stagione con due spettacoli al Teatro Bertagnolio di Chiaverano.

ORCHESTRA SINFONICA GIOVANILE DEL PIEMONTE

Prosegue a pieno ritmo anche la stagione dell’Orchestra Sinfonica Giovanile del Piemonte. Il settimo concerto è in programma, all’Auditorium Mozart, mercoledì 22 febbraio alle 21. La Kermesse pianistica vedrà protagonisti quattro giovani pianisti, selezionati nei conservatori di musica del Piemonte e della Valle d’Aosta, tra i migliori diplomati dell’ultimo anno accademico: Elena Brunello, Matteo Catalano, Marta Conte e Salvatore Tirone. Quattro giovani talenti della tastiera che si sfidano in un contest di venti minuti ciascuno, con musica di loro scelta. Chi sarà il vincitore? Lo deciderà il pubblico in sala. Beethoven sarà protagonista assoluto dell’ottavo concerto, giovedì 9 Marzo (ore 21). Nel nome di Ludwig proporrà, grazie alla presenza dell’Orchestra Sinfonica Giovanile del Piemonte e della violinista Barbara Kruger (diretti da Gianni Monte), la Romanza n. 1 in sol maggiore, op. 40, la Romanza n. 2 in fa maggiore, op. 50 e la Sinfonia n. 3 in mi bemolle maggiore op. 55, da tutti conosciuta come “Eroica”. Biglietti: 15 euro Info e prenotazioni: 0125 42.51.23 (dal lunedì al venerdì, dalle 14.30 alle 19)

Venerdì 24 febbraio in scena una delle star della stagione 20162017: Ottavia Piccolo è la protagonista dello spettacolo di Willy Russell Oggi è già domani, nella versione italiana di Jaia Fiastri per la regia Pietro Garinei, con le musiche Armando Trovajoli (con canzoni di Serena Autieri). Una casalinga con un marito distratto e quasi sempre assente, due figli egoisti che si ricordano di avere una madre soltanto quando hanno bisogno di aiuto... Sembrerebbe un’esistenza grigia ma non è così, perché Dora è una donna dotata di eccezionali risorse e riesce a vincere la solitudine sfogandosi con un’amica che sa ascoltare: il muro della cucina. Al muro, Dora confida sogni, desideri e felici ricordi. Racconta i divertenti incontri con una antipatica vicina di casa, con una sorprendente compagna di scuola, un cane forzatamente vegetariano e con Pia la sua amica femminista. Dora esprime tenerezza, fantasia e un irresistibile umorismo. Grazie a queste doti, riesce ad evadere dalla prigione domestica e non solo metaforicamente. Un giorno ritrova tutto il suo coraggio: pianta la famiglia ingrata e si tuffa in una esotica avventura partendo per la Grecia. Uno scoglio in riva al mare diventa il nuovo confidente di Dora. Ed è così che riuscirà a trasformare il suo oggi in un domani.

Rapido cambio di marcia per lo spettacolo successivo: venerdì 3 marzo tornano, dopo il successo riscosso lo scorso anno con Sandokan, i Sacchi di sabbia che propongono I 4 Moschettieri in America. Giovedì 18 ottobre 1934 (dieci anni dopo l’inizio ufficiale in Italia delle trasmissioni radiofoniche) andò in onda la prima puntata de I 4 moschettieri «parodia di Nizza e Morbelli con musiche di E. Storaci»: abbinata ad un famoso concorso di figurine sponsorizzato dalla Perugina, la “radiorivista” si impose in poche settimane come un vero e proprio fenomeno di costume, lasciando un segno indelebile nell’immaginario collettivo italiano. Angelo Nizza e Riccardo Morbelli, giovani autori piemontesi, si ispirarono al famoso capolavoro di Dumas, riscrivendo in stile parodistico e rivistaiolo le famose gesta di Athos, Porthos Aramis e D’Artagnan. Ottant’anni dopo, I Sacchi di Sabbia hanno dato un sequel a I 4 moschettieri con questo spettacolo teatrale che ripropone, in un’inedita sperimentazione visiva, le atmosfere e i personaggi del radiodramma. I 4 moschettieri in America è ambientato nell’America degli Anni Trenta: qui, i famosi eroi di Dumas si ritrovano a inseguire - tra gangster, pupe e sparatorie - il sogno di una nuova grandezza, che solo il cinema potrà soddisfare. Complice della compagnia, il pittore Guido Bartoli, chiamato a illustrare il teatro giocattolo che costituirà il centro della scena. Biglietti (per entrambi gli spettacoli): 11 euro, prevendite alla Galleria del libro (Ivrea, via Palestro) e presso “La Censa” a Chiaverano.


www.citynotizie.it

IVREACityNOTIZIE

TEATRO POPOLARE

L’Auditorium Mozart ospita, sabato 4 marzo, un nuovo appuntamento della stagione di teatro popolare: Che pastiss a Vila Beatriss!, commedia in tre atti di TreMaGi, regia di TreMaGi, compagnia teatrale Carla S. La Clinica Villa Beatrice festeggia il cinquantesimo anniversario della fondazione: per l’occasione è stato organizzato un importante congresso di neurologia, che richiama l’attenzione dei più importanti scienziati ed esperti di tutto il mondo. Ma i medici in servizio presso i vari reparti sembrano mettercela tutta per ostacolare il regolare svolgimento dell’importante evento…

BAMBINI A TEATRO

Lo spettacolo di marzo (in programma venerdì 3) della rassegna teatrale dedicata all’infanzia riprende una delle favole più amate. In Rosso Cappuccetto la fiaba viene proposta come nasce nella sua prima versione scritta da Perrault: si narra delle vicende di una bambina che si avventura nel bosco e dell’incontro con il lupo che cambierà il suo destino. La vicenda nasce tutta da un unico congegno che è di volta in volta scena e sipario, paesaggio e baracca: lì si consuma la tragedia e lì la storia e il vestito si esauriscono. Il lieto fine, quello che i bambini attendono, quello che tutti vogliono, quello che i fratelli Grimm hanno aggiunto, arriva da lontano, come un cacciatore o un innamorato, come un elemento esterno casuale, dove la casualità si fa necessità rituale.

Biglietti: 12 euro per gli spettacoli del sabato, 10 per quelli della domenica. Per prenotazioni e info: 0125 42.51.23 (dal lunedì al venerdì, dalle 14.30 alle 19).

Biglietti: adulti 7 euro, bambini 4 euro (per ogni adulto pagante un ingresso omaggio per un bambino). Per prenotazioni e info: 011.19740258

L IBRI

“Vivere a Milano dal ’45 al ‘68” è un libro tutto da leggere, che racconta in maniera accattivante e spontanea la Milano del boom economico. L’autrice, Maria Teresa Paparo Simondi, eporediese, riesce con semplicità a trascinare il lettore nei suoi ricordi, nelle sensazioni ed i profumi della sua giovinezza. Non si tratta di un’autobiografia in senso stretto, perché il libro dà spazio anche a piccole curiosità che vengono raccontate con ironia ed a simpatiche situazioni vissute dalla protagonista durante l’infanzia, l’adolescenza e fino alla prima giovinezza, negli anni che vanno dal dopoguerra a quelli del boom economico italiano. La storia, che parte dal lontano 1926, anno in cui il padre della protagonista arriva in città come militare di leva, è ambientata a Milano, con brevi accenni alle vacanze stive al mare, in Calabria e in Romagna. Il racconto offre uno spaccato di vita, fa riflettere su come le cose siano cambiate da allora, quanti oggetti non esistessero e come si vivesse diversamente da oggi. Tutto cambia, tranne i sentimenti e le emozioni; quelli, almeno, sono rimasti uguali in ogni epoca. Chi ha vissuto quel periodo vi può trovare ricordi, riscontri e, probabilmente, tanta nostalgia; chi, più giovane, non l’ha vissuto, può fare dei confronti con il mondo attuale. “Vivere a Milano dal ’45 al ‘68” Maria Teresa Paparo Simondi 176 pagine - Euro 15 - Info: www.hever.it

SPECIALITà PESCE PIZZA ANCHE DA ASPORTO E CUCINA TIPICA SALETTA PRIVATA BANCHETTI CRESIME, COMUNIONI, ECC...

RISTORANTE PIZZERIA Borgofranco d’Ivrea - Via Aosta, 96 Tel. 0125.752.459 - Cell. 340.74.73.538 Chiuso il lunedì

29


Oroscopo del mese

Ariete Il transito di Marte nel segno accresce non solo il vostro spirito e il senso di avventura, ma anche la determinazione e la sicurezza. Ciò vi porterà a voler osare sempre di più, principalmente nella prima parte del mese. Attenzione solo a non tirare troppo la corda, potrebbe spezzarsi. Date spazio agli affetti e ai sentimenti.

Bilancia Mercurio, in opposizione fino al 14 marzo nel vostro segno, crea qualche scompiglio in quanto vi spinge a vedere le cose da un altro punto di vista. Ciò può mettere in crisi l’equilibrio dei sentimenti. Nessun colpo di scena sul piano lavorativo, vi attende un periodo piuttosto calmo e tranquillo. Rilassatevi con un nuovo hobby.

Toro Parola d’ordine, flessibilità. Non è il momento di essere troppo rigidi, principalmente nella sfera sociale e lavorativa. La quadratura del Sole con Saturno fino al 20 marzo potrebbe causare qualche incomprensione in amore. Un consiglio: fate scelte con il cuore e non con la mente, non ve ne pentirete. Concedetevi del tempo per voi.

Scorpione Le influenze distruttive di Plutone vi portano ad essere ostili e vendicativi. In questo periodo siete particolarmente astiosi, cercate di seppellire l’ascia di guerra e non rivangate il passato altrimenti vi scontrerete con situazioni irrisolte che non vale la pena rivangare. In amore il periodo focoso è quello dal 12 marzo in poi.

Gemelli È un periodo importante per stabilire nuove alleanze che in futuro agevoleranno la vostra professione. In amore concentratevi sugli aspetti positivi: se siete in coppia chiarite una situazione scomoda. Siete single? È il tempo giusto per buttarsi e sfruttare la posizione armonica tra Giove e Urano. Apritevi alla positività.

Sagittario In campo lavorativo Marte sostiene le vostre iniziative più audaci: è ora di mettersi in mostra e di far vedere quanto valete. In amore l’influsso di Venere incoraggia i single a fare nuove conoscenze, mentre nella coppia stimola la fantasia e apre le porte ad un eros particolarmente audace.

Cancro Ogni vostra scelta deve essere ben ponderata e ragionata. In tutti i campi cercate di essere più riflessivi. Anche in amore ponderate i vostri passi, non dovete mettervi proprio in posizione di difesa, ma non strafate con l’attacco. Mantenete la calma, stendete i nervi e contate fino a dieci prima di rispondere ad un attacco.

Capricorno È un mese piuttosto intenso per voi, cercate di approfittare delle varie occasioni. Il sestile di Mercurio con Plutone alimenta nuove occasioni in diversi ambiti, mentre Venere stuzzica il vostro lato più tenero e coccolone. Durante la prima quindicina del mese il transito di Marte vi rende particolarmente ribelli, tenete a freno la lingua.

Leone Marzo è un’altalena: è un periodo di alti e bassi, cercate di non farvi prendere dal troppo entusiasmo o dall’eccessivo sconforto. Non afferrate nessuna decisione di petto, più che altro godetevi i successi e riflettete sulle sconfitte. Non abbassate però la guardia, l’invidia altrui potrebbe mettervi in cattiva luce. È l’occasione per allargare gli orizzonti.

Acquario Verso metà mese il transito di Mercurio nella vostra seconda Casa incrementa le vostre opportunità finanziarie, giocatevi le vostre carte tirando fuori quel famoso progetto. In amore dovete anche dare e non solo ricevere o chiedere. Venere in sestile vi rende particolarmente intrepidi e seducenti, sfoderate il vostro sex appeal.

Vergine Accoppiati o meno, in amore è tempo di svolte. Se siete in due portate la vostra relazione ad un gradino più alto. Stesso discorso vale per i single: questa è l’occasione per dichiarare i vostri sentimenti oppure quella di frequentare nuove persone. In un caso o nell’altro buttatevi senza riserve. Uscite dal guscio e datevi alla pazza gioia.

Pesci Mercurio, in congiunzione prima con Nettuno e poi con Venere, vi offre una serie di occasioni irrinunciabili da spremere a pieno. In campo professionale sfruttate questo momento per trovare le soluzioni ai vecchi problemi che vi affliggono. In amore cavalcate l’onda e fate spazio anche ai sentimenti. Per i single: una nuova conoscenza vi rimetterà in pista.

INSERISCI GRATUITAMENTE IL TUO ANNUNCIO

il sito dove domanda e offerta si incontrano! SPEDISCI I TUOI ANNUNCI A: TrovAnnunci - C.P. 70 - 11026 Pont Saint Martin (AO) Fax 02 91390360 - E-mail: info@trovannunci.it

Auto

iN VENDITA

VOLKSWAGEN Caddy 1.6 TDI anno 30/10/2013, cambio manuale, full optional, cerchi in lega, cruise control automatico, board computer, vendesi a 11.900 Euro. Tel. 320 9474074 FIAT Punto S anno 1997, tre porte, 55.000 km, colore rosso, buono stato, vendo. Tel. 339 7953192 VOLKSWAGEN Golf 2.0 TDI DSG 5p Highline BlueMotion, 77.000 km, anno 2013, cambio automatico, full optional, unico proprietario, vendesi a 13.900 Euro. Tel. 348 8949373 PEUGEOT 207 1.4 8V 75CV SW One Line, 118.000 km, anno 2008, benzina, colore grigio metallizzato, chiusura centralizzata, climatizzatore. Auto con delle righe su lato destro, mai incidentata, vendesi a 3.800 Euro. Tel. 392 9051399 FIAT Bravo 1.6 MJT 120CV DPF Emotion, anno 2009, 129.000 km, colore nero, Euro 5, vendesi a 6.800 Euro. Tel. 347 0166102 SUZUKI Vitara 1.6 DDiS 4WD All Grip V-Cool, anno 2015, 14.000 km, colore bianco, cambio manuale, Euro 6, in perfette condizioni, sempre in garage, vendo per inutilizzo a 20.500 Euro. Tel. 349 4057455 VOLKSWAGEN Tuareg 205 R5 TDI, anno 2005, 230.000 km, colore nero, Euro 3. Auto usata in autostrada, parecchi lavori effettuati: cinghia di distribuzione, frizione, volano, albero di trasmissione, intercooler, pompa acqua , dischi e freni, tutto nuovo, vendo perché cerco qualcosa di più piccolo. Auto perfetta disponibile qualsiasi prova, prezzo leggermente trattabile. Ho anche 4 gomme invernali nuove e 4 estive (Michelin). Richiesta 6.000 Euro. Tel. 339 4690529

MEDIA COMPANY con sede in Ivrea ricerca giovane webmaster e/o programmatore da inserire nel proprio staff. Impegno full time per informazioni: grupposedit@gmail.com

CASE/IMMOBILI

iN AFFITTO

ALBIANO affittasi alloggio arredato con monolocale attinente. Garage. Riscaldamento autonomo. Zero spese condominiali. Tel. 0125 577554 - 0125 59491 IVREA centro affittasi signorie e ampio alloggio con giardino privato, doppi bagni, tre camere, cucina, ampio soggiorno. Posizione tranquilla con bellissimo affaccio, molto luminoso. Classe energetica D. Trattative riservate previe referenze. Tel. 0125 48372 BANCHETTE affittasi alloggio non arredato composto da cucinino/pranzo, camera, bagno, ripostiglio, balcone, cantina. Libero subito. Tel. 347 8914734 CASCINETTE di Ivrea affittasi monolocale arredato a nuovo, posto auto in cortile, riscaldamento indipendente. Tel. 349 6387374 IVREA zona Crist affittasi bilocale arredato, luminoso, con grande terrazzo e posto auto. Informazioni previe referenze. Telefonare ore ufficio. Tel. 0125 48372 iN VENDITA VENDESI baita in frazione di pregio nel parco del Gran Paradiso vicino impianti di risalita. Progetto approvato per due bilocali. Terreno adiacente, parcheggio adiacente. Prezzo interessante. No agenzie. Tel. 346 8954613 - 348 8757407

IVREA via Jervis alloggio al secondo ed ultimo piano in piccola palazzina, ingresso, tre camere, sala, cucina, bagno, cantina, piccolo cortile privato, posto auto, riscaldamento autonomo, nessuna spesa condominiale, vendesi a 175.000 Euro. Tel. 339 1363695 IVREA San Grato via Rossini n.45, appartamento 100 mq, piano terra rialzato, molto luminoso, completamente ristrutturato, porte blindate, doppi vetri antisfondamento, composto da due camere, salone, cucina, bagno grande, bagno piccolo con adiacente locale lavanderia, cantina 40 mq, riscaldamento condominiale con valvole termostatiche, vendo a 80.000 Euro. Tel. 348 8031157 BANCHETTE via Roma privato vende appartamento vuoto 75 mq circa, 5 vani, in condominio con parcheggio esterno e ascensore. Contabilizzazione individuale dei consumi di acqua e riscaldamento. Classe energetica D. No agenzie. Tel. 328 1087421 IVREA San Bernardo vendesi appartamento in piccola palazzina di recente costruzione su due piani, 130 mq, ingresso living su soggiorno, cucinino, tinello, due camere, bagno più tre locali sottotetto. Riscaldamento autonomo. Possibilità garage doppio. No agenzie. Tel. 335 6263808

INCONTRI

Vedi le foto delle inserzioniste su

www.lameladieva.net

Per la tua pubblicità

in questa rubrica telefonare al numero

348 8956166

BELLA DONNA MASSAGGIATRICE. Dolcissima, deliziosa, passionale, soprattutto vera. Pronta per tutte le tue fantasie e per rilassanti massaggi professionali. Guarda le mie foto su lameladieva.net Ivrea - Tel. 327 2243887 SILVIA DUVAL. Bellissima trans realizza tutti i tuoi desideri, ma proprio tutti. Posso essere la tua padrona o la tua schiava, come meglio desideri, per divertici insieme. Visita il mio sito personale www.silviaduval.com Scarmagno (TO) Tel. 339 8228162 Ana. Patatina giovane per tutti i tuoi capricci. Ambiente riservatissimo per stare insieme. Non ti dico di no...qualsiasi sia la tua richiesta. Ivrea - Tel. 328 4937793 NOVITÀ ad Ivrea. Lucy, giovanissima sexy bambolina orientale, esaudisce tutti i tuoi desideri senza mai dire di no ad ogni tua esigenza e capriccio. A Banchette a pochi passi dall´uscita del casello autostradale di Ivrea in ambiente molto riservato, profumato e pulitissimo. Banchette d’Ivrea Tel. 389 9151488 PRISCILLA TRAV. Travestito, femminile quanto basta, 37enne, per amicizie e qualcosa in qui per amicizie con ragazzi. Sms per iniziale conoscenza. Ivrea - Tel. 347 4240265 KAYLA TRANS, italo-brasiliana, il vero frutto del peccato, da provare! Terza di seno, alta 178, magra e sensuale, molto disponibile! Ambiente comodo e riservato. Banchette Tel. 329 6997849

Il Bar giusto per te... ad occhi chiusi! Il locale è chiuso il mercoledì

rtura

ape Nuova

eria o z z i P Via Provinciale, 14 - Samone (TO) r: t o p s a i Apertura Colazioni dalle 5,30 daOrari Pizzerea22.30 ll

8.00 a

dalle 1


Ristorante - Buffet - Nastro grill - Pesce alla griglia Cucina italiana e cinese - Sushi

SEMPRE APERTO!

Orario: dalle 11.30 alle 15.30 e dalle 18.30 alle 23.30

MANGIA QUANTO VUOI, SENZA LIMITI! PRANZO: 8,50 E - CENA: 12,90 E

Ristorante Ju Fu Wok Strada Statale 228 Lago di Viverone, 25/1 Burolo (TO) - Tel. 0125 577647

IVREA CITY NOTIZIE 01 2017  

Febbraio 2017 www.ivreacitynotizie.it

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you