Issuu on Google+


Lago Trasimeno

Proloco Castiglione del Lago Piazza Giuseppe Mazzini, 8 Castiglione del Lago - Tel. 075 951125 Proloco Magione Piazza della Repubblica, 3 Magione - Tel. 075 843859 Proloco Passignano Piazza Trento e Trieste, 5 proloco.passignano@gmail.com Proloco Tuoro sul Trasimeno Piazza Giuseppe Garibaldi (Rondò) Tuoro sul Trasimeno - Tel. 075 825220 UNPLI UMBRIA Via S. Paolo, 21- Assisi (PG) Tel. (Pro loco Assisi) 075 816772

parte della presente Carta Turistica può essere La Mappa Turistica del Lago Trasimeno è una realizzazione di: Nessuna riprodotta o trasmessa in qualsiasi forma o con qualsiasi Lime Edizioni s.r.l. Corso Italia, 9 - Milano Tel. 02 36767660 info@limedizioni.com www.limedizioni.com

Impaginati e cartografie: Ufficio Interno Testi: Laura Cusmà Fotografie: Flickr - Wikipedia Trasimeno Blues Festival Trasimeno Music Festival Con il patrocinio: Proloco Passignano sul Trasimeno

mezzo, elettronico, chimico o meccanico, copie fotostatiche incluse, nè con sistemi di archiviazione e ricerca delle informazioni senza autorizzazione scritta dei proprietari del copyright che se ne riserva tutti i diritti. Le informazioni contenute nella presente Pubblicazione sono state meticolosamente aggiornate alla data di pubblicazione. Malgrado ciò, dati quali ubicazioni, orari, numeri telefonici possono essere soggetti a cambiamenti. L’editore non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità di quanto dichiarato dalle ditte committenti, sui marchi e sulle immagini da queste utilizzate, né per qualsiasi conseguenza derivante dall’uso della presente Pubblicazione. Saremo lieti di inserire nella prossima edizione eventuali correzioni e suggerimenti da inviare all’indirizzo di Lime Edizioni. L’editore garantisce che i dati forniti dagli inserzionisti non saranno ceduti a terzi per alcun motivo. Lime Edizioni ringrazia agli enti e gli inserzionisti che hanno contribuito alla realizzazione della presente Mappa Turistica.

Copyright © - Febbraio 2013

È una realizzazione: Lime Edizioni srl Comunicazione e Grafica - MILANO - [T] 02 36767660 - www.limedizioni.com - RIPRODUZIONE VIETATA © Copyright 2013

“Un velo argenteo” definì Lord Byron il Lago Trasimeno, ammirando le sfumature e i colori che lo caratterizzano. Tutto intorno, le colline, che a occidente sfumano nella pianura aperta verso la Val di Chiana toscana, rendono geograficamente e culturalmente il territorio umbro una terra di confine nella lingua, nel paesaggio, nella storia dell’arte, così come nei sapori enogastronomici e nelle tradizioni. Le sue bellezze naturali costituiscono un’insostituibile zona di sosta per l’avifauna migratoria e una sede vitale per importanti specie ittiche. Anche per l’uomo, il territorio del Trasimeno, perfettamente nel centro Italia, è stato sin dall’antichità meta particolare, per la sua facile raggiungibilità e in quanto punto di passaggio privilegiato per raggiungere Roma dal centro dello stivale e dal Nord Europa. Le origini del nome Trasimeno sono etrusche. Si narra che il principe Trasimeno, figlio del re Tirreno, incontrò in questi luoghi la ninfa Agilla, il cui lamento amoroso si può ancora udire quando il vento settembrino accarezza le acque lacustri. Testimonianze etrusche restano soprattutto nell’area di Castiglione del Lago, mentre la successiva occupazione romana è testimoniata a Quarantaia da una villa romana di I-II secolo d.C. e dalla costruzione del primo emissario artificiale, collegato al Tevere, che aveva lo scopo di regolarizzare il livello delle acque. Anche Leonardo da Vinci studiò un ingegnoso sistema idraulico, mai messo in opera, per regolare i flussi in eccesso dei laghi Trasimeno e di Chiusi, coinvolgendo i fiumi Tevere e Arno. La storia locale e l’inconfondibile paesaggio, dopo la caduta dell’Impero Romano, sono illustrati nelle tavole tardogotiche e rinascimentali dei maestri pittori di XIV e XV secolo. Panicale, all’interno del comprensorio del lago, dà i natali a Masolino (1383-Firenze, 1440), considerato maestro di Masaccio, il quale aprì il gotico ai nuovi schemi prospettici, che caratterizzeranno poi l’arte rinascimentale. Castel della Pieve, oggi Città della Pieve, a Pietro Vannucci, detto dai fiorentini il Perugino (14501523) per avere aperto la sua bottega nel capoluogo umbro. Suo allievo fu Giovanni Battista Caporali (Perugia 1496-1560), particolarmente attivo come architetto e pittore nella zona del Trasimeno. Fortemente legato al territorio anche Niccolò Circignani detto il Pomarancio (1516 - 1598) che, trasferitosi a Castel della Pieve nel 1563 non lasciò più il comprensorio dove si trovano tutte le sue opere maggiori. Ancora nel Novecento la zona può vantare artisti di rilievo grazie a Gerardo Dottori (18841977), futurista che con l’aeropittura rappresentò soprattutto paesaggi misticheggianti ispirati da quelli umbri. Il comprensorio del lago è composto da otto comuni: Città della Pieve, Paciano, Panicale e Piegaro adagiati sulle colline; Castiglione del Lago, Magione, Passignano sul Trasimeno e Tuoro sul Trasimeno direttamente affacciati sullo specchio d’acqua. Le isole Polvese, Maggiore, nel 1211 eremo per San Francesco d’Assisi, e Minore portano anche sull’acqua le specie di uccelli e anfibi e le varietà mediterranee che caratterizzano il territorio. La morfologia dei luoghi facilita la presenza di strutture e servizi sportivi. In tutto il bacino, è praticata vela, canoa e Kitesurf, mentre un’estesa e pittoresca rete sentieristica favorisce trekking, ippoturismo, percorsi ciclabili. Lago e campagna caratterizzano anche i prodotti locali. Varia e ricca è la quantità di pesci dalle carni saporite e delicate insieme: persico reale, tinca, carpa regina, luccio, anguilla, latterini. Impedibile è il tegamaccio, zuppa servita in coccio insaporita da diversi tipi di pesce. Altre prelibatezze sono la regina, cucinata in porchetta, i latterini fritti e marinati, la zuppa con le uova di regina, gli gnocchi al sugo di luccio, i risotti e la tinca ripiena. La campagna, offre un’ampia gamma di prodotti di qualità e specialità, come la fagiolina e le camette. La strada del vino Colli del Trasimeno permette di accompagnare i gustosi piatti della tradizione a vini di eccellenza dalla qualità riconosciuta: quattro vini bianchi (Secco, Bianco Scelto, Frizzante e Vin Santo), cinque rossi (Rosso, Rosso Scelto, Rosso Riserva, Frizzante e Novello), uno spumante classico, e svariati monovitigno (Grechetto, Merlot, Cabernet Sauvignon, Gamay, Merlot Riserva, Cabernet Sauvignon Riserva e Gamay Riserva).


Eventi

Lungolago

Magione

Festa della Padella

agosto - zona Pidocchietto Sagra del pesce fritto nella padella piÚ grande del mondo: 4.30 metri di diametro, 13.50 metri di circonferenza, 20 quintali di peso, 11.30 metri di lunghezza, in cui ogni anno vengono cucinati 2 quintali di pesce all’ora. La festa si svolge lungo le rive del Lago Trasimeno, nella zona Pidocchietto.

Anticamente conosciuta come Pian di Carpine per la diffusa presenza nella zona della betulla carpine dal fusto bianco, ora pressochĂŠ scomparsa, ma ancora ricordata sullo stemma del Comune, la cittadina poi assume nuova denominazione dal Castello dei Cavalieri di Malta, detto “la Magioneâ€?. Nato intorno agli anni 1150-1170 come ricovero per i pellegrini che si recavano a Roma o Gerusalemme e che percorrevano la via Francigena verso Santiago de Campostela, la costruzione originale, costituita da due soli lati, nel corso dei secoli subisce diverse modifiche. In particolare, nel 1367, l’aggiunta di altri due lati rende quadrangolare l’originaria pianta a L e, nel Quattrocento, Fieravanti Fieravante amplia il castello ulteriormente, incorporando l’antica abbazia del XII secolo, residenza dei Templari. Nella parte piĂš antica si trova la chiesetta San Giovanni Battista in stile romanico, e voltata a botte. Al suo interno si conservano due affreschi del XVI secolo di pregevole fattura, probabilmente di scuola pinturicchiesca.

Festa dei barbari

Monumento ai caduti dell'aviazione

formella in ceramica introduce a un ciclo di affreschi, databili tra il XIII e XV secolo, e attribuiti a Policleto da Cola, Maestri umbri e Benedetto Bonfigli. Il tempio della Madonna dell’Oliveto fu costruito con le elemosine e il lavoro gratuito dei fedeli e intitolato alla Madonna dell’Oliveto nel 1521, quando un tratto di muro con l’immagine di Maria fu messo in salvo dalle acque sopra a un olivo.

Passignano sotto le stelle e Notte bianca fine agosto - Lungolago Appuntamento fisso dell’estate di Passignano, trasformata sul lungolago e nel centro storico in zona pedonale animata da mostre, spettacoli, mercatini, spazi dedicati alle degustazioni e concerti live che soddisfano tutti i gusti musicali, dal jazz, al blues al rock. Lucio Dalla e Marco Alemanno hanno dato vita nel 2009 alla prima edizione. Da allora ogni anno dal tramonto all’alba il lungolago e l’intero centro storico si trasformano in un’immensa area pedonale animata da spettacoli, sfilate, mostre, concerti, mercatini, degustazioni e aree dedicate ai bambini. Da non perdere lo spettacolo pirotecnico di mezzanotte con gli splendidi fuochi d’artificio sul lago. Info: www.visitapassignano.it

Trasiremando a ferragosto La vogalonga del Trasimeno Info: http://www.trasiremando.it/

Rassegna delle bande estate - Rassegna bandistica frutto di un gemellaggio tra le realtĂ  musicali dell'Alto Tevere e della Toscana con la cittadina di Passignano.

Palio delle Barche ultima settimana di luglio - Lago Trasimeno Rievocazione storica tra Medioevo e Rinascimento della lotta tra le famiglie perugine dei Baglioni e degli Oddi. La spettacolare gara, parte in acqua e parte in terra, si svolge l’ultima domenica di luglio. Particolarmente suggestivi l’“Incendio del castelloâ€? e i fuochi d’artificio sul lago, spettacoli che attirano ogni anno migliaia di visitatori. Durante la manifestazione è possibile degustare i prodotti tipici locali presso le taverne Rionali. Info: www.paliodellebarche.it

Luoghi d'interesse ě?ƒ ě?‡ ě?‹ ě?? ě?„ ě?‚ í˘ˇ

La Rocca medievale Il Punto Panoramico Pieve San Cristoforo Chiesa della Madonna dell'Oliveto Santuario della Madonna dei Miracoli Il Borgo di Castel Rigone La Padella

...nell’Oasi la Valle

Tramonto dal Punto Panoramico

Castiglione del Lago

la spiaggia Campo del Sole

Chiuso dentro le sue mura medievali, Castiglione del Lago si infila nelle acque del Trasimeno, dominando le acque con la sua natura felice, che offre la possibilità di praticare trekking e mountain-bike lungo la pista ciclabile che costeggia il lago e tutti gli sport acquatici. Nella parte occidentale sorge il centro abitato, interamente costruito sul numero tre: tre porte d’accesso al paese, tre strade principali, tre piazze. Lungo via del Forte, si trova la seicentesca chiesa di San Domenico, mentre, lungo la direttrice principale, si trova la parrocchiale tardoottocentesca dedicata a Santa Maria Maddalena, al cui interno sono conservate pregevoli tavole

Tuoro sul Trasimeno Gerardo Dottori, che nel 1949 decora l’abside con le dissonanze dei colori complementari stagliati contro montagne stilizzate, ma che ricorrono nella cromia all’intramontabile sfumato leonardesco. E soltanto la parte absidale rimane della chiesa piÚ antica locale di cui è rimasta traccia: la chiesa di Sant’Agata eretta probabilmente nel XII secolo e non dissimile dalla chiesa romanica di San Salvatore nell’Isola Maggiore.

della precedente chiesa romanica e affreschi di Mariano Piervittori dipinti dopo il 1850. Di straordinaria bellezza è la Madonna del Latte di scuola senese trecentesca, che raffigura la Madonna con il Bambino. L’opera, attribuita a un allievo del Perugino, è stata recentemente restaurata. Nella piazza principale, intitolata a Mazzini, si affaccia l'antico Palazzo del Capitano del Popolo con la torretta e la campana di avvistamento. La parte orientale è occupata dalla Fortezza, dal Palazzo Ducale e dal complesso ospedaliero ottocentesco di Sant’Agostino. Iniziata intorno al 1247 su ordine dell’imperatore

A destra dell’ingresso è rappresentata una NativitĂ , mentre a sinistra si conserva una Sacra Famiglia con al centro la Vergine e il Bambino, San Giovanni Battista, patrono del Sovrano Militare Ordine di Malta, e San Giacomo, patrono e protettore dei pellegrini. Il castello è protagonista delle pagine del Principe di Niccolò Macchiavelli. Nel 1502, qui si tenne la dieta alla Magione nel Perugino, congiura ordita da alcuni nobili dell'Italia ai danni di Cesare Borgia. Oggi sede amministrativa dell'omonima azienda agricola, il castello è, da sempre, residenza estiva del Principe e Gran Maestro del Sovrano Militare Ordine di Malta che solitamente ama trascorrere qui il mese di settembre. Nei mesi estivi anche i turisti possono “abitareâ€? il castello, approfittando di visite guidate e di appuntamenti di particolare rilevanza culturale, tra cui il Trasimeno Music Festival. La nona edizione, quest’anno, si svolgerĂ  dal 29 giugno al 5 luglio 2013. Il Trasimeno Music Festival è organizzato dall’omonima associazione, in collaborazione con il Comune di Magione e con la direzione artistica della pianista canadese Angela Hewitt.

dal 29 giugno al 5 luglio Alla sua nona edizione, il Trasimeno Music Festival è organizzato dall’omonima associazione, in collaborazione con il Comune di Magione.

Federico II di Svevia, la Fortezza fu ricostruita sotto il coordinamento di frate Elia da Cortona, contemporaneo di San Francesco e progettista della prima Basilica d’Assisi. Frate Elia progetta una composizione geometrica che chiude la struttura pentagonale irregolare con 4 torri angolari (due rotonde, una fallica e una quadrata) e un mastio triangolare, alto quasi 30 metri. La chiesa paleocristiana dei Santi Filippo e Giacomo, oggi rudere, fu adattata a cappella per l’uso interno della Fortezza. Il Palazzo Ducale dei Corgna fu voluto nel 1563 da Ascanio, marchese di Castiglione. Per le sue stanze e i suoi giardini, decantati da letterati e poeti, passarono Niccolò Macchiavelli e Leonardo Da Vinci. La progettazione del palazzo è stata attribuita al Vignola e a Galeazzo Alessi, ma è probabilmente opera di entrambi, mentre il ciclo di affreschi è firmato da Niccolò Circignani, detto Il Pomarancio, seguendo i temi in voga nel Cinquecento. Nella Sala dell’Investitura, Il Pomarancio illustra le gesta belliche del fondatore della casata: Ascanio della Corgna. Nell’entroterra di Castiglione del Lago, verso i confini con la vicina Toscana, sono visibili numerosi insediamenti di origine etrusca, in diversi centri, come Gioiella, Vaiano (località Paradiso) e nei pressi del Santuario della Madonna della Carraia, dove sorge una necropoli protovillanoviana. Questo santuario, eretto nella seconda metà del XVII secolo, presenta un

interno ampio a croce greca, con pilastri in mattone e timpani in pietra serena. Narra la leggenda che un giocatore di bocce furibondo per la sua sfortuna lanciò una boccia sul venerato dipinto della Vergine posta sulla vecchia edicola. Il colpo scrostò una parte del viso della Madonna da cui iniziarono a scaturire lacrime copiose. A novembre la rassegna Piaceri del lago celebra le ricchezze del territorio: vino e olio. Castiglione è dentro la zona dei Vini dei Colli del Trasimeno, ma anche a ridosso di quella del Chianti, nel cuore delle colline senesi: a poche decine di minuti da Montepulciano e il suo Nobile, di Montalcino e del suo insuperabile Brunello.

La direttrice artistica, la famosa pianista canadese Angela Hewitt, porta al Castello del Sovrano Militare Ordine di Malta a Magione, all’Abbazia di San Pietro a Perugia e alla Chiesa di San Domenico di Gubbio musicisti di fama internazionale. Info: http://www.trasimenomusicfestival.com/

Luoghi d'interesse ě?ƒ ě?‡ ě?‹ ě?? la pianista canadese Angela Hewitt

Santa Maria Maddalena

Castello dei Cavalieri di Malta Chiesetta di San Giovanni Battista Borgo Monte del Lago Torre dei Lombardi

MAGIONE on line: http://www.limedizioni.com/magione/

Torricella

Eventi

Strasimeno - primi di marzo Ultramaratona, competitiva e non, di 58 km con partenza e arrivo a Castiglione del Lago e svolgimento all’interno del Parco del Trasimeno. Info: strasimeno2013@dreamrunners.it web: http://www.podismo.com/strasimeno.htm Festa del Tulipano - aprile Sfilata dei carri allegorici allestiti dalle cinque contrade e addobbati esclusivamente con tulipani, accompagnata dall´apertura di taverne tipiche, giochi in costume d´epoca e palio. Info: Ass.Turistica Pro-Castiglione Tel. +39 075951125 - www.festadeltulipano.it Coloriamo il cielo - primi di maggio Durante la manifestazione migliaia di aquiloni provenienti da tutto il mondo si librano nel cielo in esibizioni spettacolari, coniugando le bellezze paesaggistiche e i valori culturali del territorio. Info: Comune di Castiglione del Lago, Ufficio Cultura - Tel. +39 0759658229 www.coloriamoicieli.com

Luoghi d'interesse ě?ƒ Chiesa di San Domenico ě?‡ Santa Maria Maddalena

ě?‹ ě?? ě?„ í˘ś í˘ˇ í˘¸

Palazzo del Popolo Fortezza Palazzo Ducale Lido del Carabiniere Lido Arezzo Teatro La Rocca

CASTIGLIONE DEL LAGO on line: http://www.limedizioni.com/castiglionedellago/

Trasimeno Blues Festival da metĂ  luglio a fine - Lago Trasimeno

Trasimeno Blues - Ronny Baker Brooks

la tradizione del pizzo d’Irlanda

A poche centinaia di metri dalla costa, l’Isola Maggiore, nonostante il nome tragga in inganno, non è la piÚ grande del lago Trasimeno, ma indubbiamente un suo punto d’attrazione per i panorami a perdita d’occhio che offre, le specialità eno-gastronomiche e quelle dell’artigianato locale incentrato sul pizzo d’Irlanda, da circa un secolo attività principale delle donne dell’isola, caratterizzata da una lavorazione con uncinetto e filo sottilissimi che permettono minutissimi effetti di ricamo. Una vera e propria arte, al punto da meritare un museo che avrà sede nell’edificio di origine medievale e di facciata ottocentesca, all’uscita del porto su via Guglielmi, che nasconde numerosi edifici il cui impianto è di origine medievale. Sulla sommità dell’isola Pieve di San Michele Arcangelo ripercorre con gli affreschi al suo interno le tappe evolutive piÚ rilevanti che caratterizzano la pittura perugina ed umbra tra fine del XIII e inizio del XIV secolo.

http://www.trasimenoblues.it/

realizzazione

Sulla pianura settentrionale del Trasimeno, Tuoro sorge su un basso rilievo, in latino “torusâ€?, da cui deriva il nome del paese. Qui, nel 217 a.C., si disputò la celebre Battaglia del Lago Trasimeno tra l’esercito cartaginese, guidato da Annibale Barca, e le legioni romane di Caio Flaminio Nepote. Le vie e le piazze, che oggi attraversano il paese, rispecchiano le antiche origini del villaggio, nel Basso Medioevo guardato attraverso il territorio circostante da quattro castelli, di cui oggi restano testimonianze a Borghetto, Montegualandro e Vernazzano. La sospensione tra passato mitico e contemporaneitĂ  caratterizzano la storia e i luoghi d’interesse del paese. Villaggio contadino in origine, nell’era della grande distribuzione promuove prodotti locali di qualitĂ , come olio e vino. Nel corso dei secoli, sviluppa un’ampia gamma di attivitĂ  artigianali, tra le quali l’estrazione e la lavorazione dell’arenaria locale, del ferro battuto, della falegnameria, dell’edilizia e della lavorazione delle pelli. La chiesa di Santa Maria Maddalena fu ricostruita sull’originaria di fine Trecento, nella seconda metĂ  dell’Ottocento su progetto di Giovanni Santini, che si ispirò per la struttura architettonica a modelli cinquecenteschi. Un ritorno al classico in etĂ  moderna, scelta che si riconferma nella grande tempera del futurista

Eventi

Trasimeno Music Festival

PASSIGNANO on line http://www.limedizioni.com/passignano/

Veduta della Rocca medievale

Il Castello del Sovrano Militare Ordine di Malta a Magione, l’Abbazia di San Pietro a Perugia e la Chiesa di San Domenico di Gubbio accoglieranno musicisti di fama internazionale e di talento che nell’arco di una settimana si avvicenderanno sul palcoscenico. Il festival è annoverato dalla stampa nazionale ed internazionale come â€?uno dei piĂš prestigiosi festival in Europaâ€? e come “piccolo grande festivalâ€?. Letteratura e musica risuonano anche nella Villa della poetessa Vittoria Aganoor e di Guido Pompilj, oggi di proprietĂ  della famiglia Mazzi-Olivelli-Palombaro, e nella sottostante Villa Schnabl, dove soggiornò il compositore Giacomo Puccini, entrambe site a Monte del Lago, suggestivo borgo medievale di Magione. Da aprile a settembre, mostre d’arte contemporanea saranno fruibili nella Torre dei Lombardi, elevata dai Cavalieri Gerosolimitani tra il XII e il XIII secolo sul panorama mozzafiato offerto dalle colline e dalla campagne magionesi. Una full immersion nella ricchezza della flora e della fauna umbra si può avere nell’Oasi La Valle, aperta al pubblico tutto l’anno.

COMUNICAZIONE e GRAFICA

Passignano si arrocca sulla sponda settentrionale del lago Trasimeno dall’età medievale, mentre l’abitato si è sviluppato soprattutto tra i secoli Cinquecento e Seicento. La Rocca medievale, risalente al V-VI secolo, rimase sempre a difesa del borgo e fu rinforzata, nel tempo, da mura quadrate e dal castello edificato intorno. Fortificato da numerose torri e torrioni, aperto al lago con tre porte e mura, resta del castello solo la parte settentrionale. La Rocca oggi è adibita a Centro di documentazione, ancora a difesa della storia del territorio. L’abitato storico può essere goduto dal pontile inaugurato nel 2011 e realizzato in legno africano, che unisce alla bellezza del materiale il vantaggio di non avere bisogno di manutenzione. In posizione strategica e panoramica sul lago è anche la chiesa di San Donato che con Pieve San Cristoforo, la Madonna dell’Oliveto e il santuario della Madonna dei Miracoli, costituisce il cuore religioso del comune. Sulle rovine di un tempio pagano la pievania è stata innalzata prima del 1000. All’ingresso, San Cristoforo dipinto su

Qui il visitatore potrĂ  ammirare l’acquasantiera marmorea e la Madonna col Bambino di Ascanio da Cortona, sbozzata nell’arenaria. L’altare Maggiore di Matteo Radi incornicia con due coppie di colonne ‘damascate’ d’oro la Madonna in trono, attribuita a Salvio Savini. Ăˆ ancora una Madonna dipinta su muro a fare erigere, verso il 1440, il santuario di Santa Maria dei Miracoli, considerato uno dei capolavori del Rinascimento umbro. Tra le opere al suo interno, ci sono la Madonna del Rosario di Bernardo di Girolamo Rosselli, l’Assunzione della Vergine della bottega del Caporali, l’Epifania di Domenico Alfani e una Croce lignea del 1531. Maestranze lombarde bramantesche lavorarono alla realizzazione del santuario, la cui facciata in arenaria presenta sculture e decorazioni di Domenico Bertini da Settignano, detto ‘Il Topolino’. Il santuario si trova nella frazione di Castel Rigone, nel 543 sede operativa per mantenere l’assedio alla cittĂ  di Perugia dell’ostrogoto Rigone, luogotenente di Totila. A testimonianza della storia militare della frazione, oggi rimangono le mura, il mastio, tre torrioni, e due porte del castello costruito a difesa della cittĂ  a fine del XIII secolo. Rivivere l’atmosfera medievale è possibile l’ultima settimana di luglio, in occasione del Palio delle Barche e della Festa dei Barbari, in programma ad agosto, quando in calendario sono anche la Festa della Padella, la Notte Bianca e la Rassegna delle bande. I grandi panorami verso il lago, (il tramonto dal Punto Panoramico è stato premiato nel 2011 come "Tramonto piĂš bello d'Italia") possono essere goduti in bicicletta o lungo percorsi di trekking che si snodano tra Le Masse, con la villa patronale rosa e la chiesa, gli olivi della zona di Cerqueto, il gruppo di case intorno alla chiesa di san Donato, La Martinella e i suoi esemplari arborei. All’altezza di Torre Civitella, l’ampia strada di crinale offre una delle piĂš belle viste sul territorio del Trasimeno. Il lago offre spiagge attrezzate per la balneazione e scuole di vela, wind e kitesurf. Dalle sue sponde sono raggiungibili l’Isola Maggiore e l’Isola Polvese, la piĂš grande del lago, centro didattico e di studio ambientale, che offre stupendi scorci che si snodano in tre chilometri di percorsi immersi tra la macchia mediterranea e ruderi di chiese e castelli.

Monte del Lago

Tra i traghetti per l’Isola Maggiore, quello a Punta Navaccia, lido di Tuoro, consente la visita al Campo del Sole, 27 steli disposte a disco solare memori della statue Moai dell’Isola di Pasqua e del fascino di Stonehenge.

Eventi Ferragosto Toregiano

Roma sapientemente preparati da cuochi locali nella celeberrima "Cena Storica", che si svolge sulla terrazza panoramica del “Rondòâ€?. Info: Tel. +39 075825220 www.prolocotuorosultrasimeno.it info@prolocotuorosultrasimeno.it

Luoghi d'interesse

agosto Una ricca programmazione di eventi teatrali e di ě?ƒ Chiesa di Santa Maria Maddalena animazione incentrati sull’Antica Roma che animano ě?‡ Campo del Sole le strade di paese durante il periodo estivo. ě?‹ Pieve di San Michele Arcangelo Durante la manifestazione, è possibile degustare, TUORO on line immersi in una fantastica cornice storica con la http://www.limedizioni.com/tuoro/ presenza di numerosi figuranti, i prodotti dell’antica

lime

Passignano

primo fine settimana di agosto frazione Castel Rigone Rievocazione storica delle origini del paese, l’unica in Italia in costume gotico, che riserva particolare attenzione al dettaglio, dalla ricostruzione dei mestieri dell’epoca, alla proposta di un menÚ barbaro.

Lago Trasimeno A fine luglio il lago Trasimeno è avvolto dall’atmosfera gioiosa e coinvolgente del Festival Trasimeno Blues, una delle piÚ importanti manifestazioni del genere in Italia che, con la sua formula itinerante, approda negli affascinanti borghi medievali e nei suggestivi scorci naturalistici del territorio. In undici giorni consecutivi un viaggio musicale nel cuore verde d’Italia, con quindici diversi palcoscenici, oltre 30 concerti dal tramonto all’alba, quasi tutti ad ingresso gratuito, ed una serie di eventi collaterali quali mostre, concorsi e laboratori musicali. Le calde note del Blues, unite alla visita delle bellezze artistiche e naturalistiche, rendono in dimenticabili le giornate trascorse al Trasimeno, in uno spirito di gioia, pace e armonia.

Castiglione del Lago Magione • Passignano • Tuoro Proloco Passignano sul Trasimeno

storia arte turismo eventi


City Map - Lago Trasimeno