Page 1

11 | MAGGIO 2018

La Fabbrica

MODERNA RIVISTA DEL MERCATO INDUSTRIALE

BRADY STAMPA FACILMENTE SEGNALETICA A LUNGA DURATA PER MIGLIORARE LA SICUREZZA E L’EFFICIENZA

5 NORD DRIVESYSTEMS ALLA FIERA DI HANNOVER 2018

32 KOLLMORGEN UNITÀ DIRECT DRIVE DI ASSOLUTO VALORE

20

DS SMITH EFFICIENZA, EFFICACIA E PROFITTO: SOSTENERE IL PROGRESSO CON LA LEGISLAZIONE

76


11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

RIVISTA DEL MERCATO INDUSTRIALE

3M GAS & FLAME DETECTION

BRADY

5

SOUTHCO

9

7 FISCHER CONNECTORS

10

ASCO

MOXA

13

14

DANFOSS SER

BALLUFF

KOLLMORGEN

16

19

20

SECO TOOLS

EMCO

KEYENCE ITALIA

23

24

26

HAIMER

NORD

KNICK

28

32

34

LEMO

CARRIER

CARRIER

35

36

38

INSERZIONISTA : ASCO 4 • MOXA 6 • NSK 8 • NORD 31

www.rivista-lafabbricamoderna.com


EMCO

MOXA

VERLINDE

40

42

44

CONTA-CLIP

WACHENDORFF

BRADY

47

48

49

DELPHIN TECHNOLOGY

DANFOSS SER

50

CAMILLE BAUER

53

52 ASCO

BALLUFF

KENNAMETAL

54

57

58

KENNAMETAL

DRECKSHAGE

SOUTHCO

60

62

63

PEPPERL +FUCHS FACTORY AUTOMATION

64

BONFIGLIOLI

65

COVAL DELTA DELTA EICHENBERGER GEWINDE  VERLINDE DS SMITH CAMILLE BAUER WEIDMÜLLER

66 68 70 72 74 76 79 80

Riferimento: Valeria PERON Direttore Responsabile: info@lafabbricamoderna.com Inviate i vostri comunicati stampa a: info@lafabbricamoderna.com Per ricevere La Fabbrica Moderna magazine gratis, cortesemente fate la sottoscrizione online a: www.rivista-lafabbricamoderna.com La Fabbrica Moderna è il magazine italiano per gli ingegneri, pubblicato da IPM (Industrial Portal Media) Contiene le novità di prodotto e le ultime news del mercato industriale. La Fabbrica Moderna edita i suoi articoli con la massima accuratezza, tuttavia non garantisce l’esattezza delle informazioni presentate. Il nostro team declina ogni responsabilità riguardo al contenuto di questa rivista o all’uso che potrebbe esserne fatto.

INDUSTRIAL

PORTALS MEDIA


Sono sotto pressione per migliorare l’efficienza dell’impianto, ma non ho una chiara visibilità dei guasti nei miei sistemi pneumatici.

Nei mercati competitivi, dove la marginalità è fondamentale, è molto importante che il vostro impianto sia il più efficiente possibile. Le isole di valvole ASCO Numatics includono un innovativo display grafico che dà indicazioni sui guasti in un linguaggio chiaro. Ciò consente una diagnostica più veloce ed una migliore efficacia globale dell’apparecchiatura (OEE). Scoprite di più su come possiamo aiutarvi a migliorare il vostro impianto. Visitate Emerson ad IPACK-IMA 2018, Padiglione 4 - Stand B57 oppure visitate www.asco.com.

Fiera Milano 29 Maggio - 1 Giugno 2018

Il logo Emerson è un marchio registrato e un marchio di servizio di Emerson Electric Co. © 2017 Emerson Electric Co.


N OT I Z I E

STAMPA FACILMENTE SEGNALETICA A LUNGA DURATA PER MIGLIORARE LA SICUREZZA E L’EFFICIENZA

La nuova stampante per etichette e segnaletica S3100 di Brady Corporation permette agli utenti di stampare facilmente on demand, anche in modalità stand alone, molti tipi di segnaletica di sicurezza ed etichette di identificazione dell’ambiente di lavoro in materiali affidabili per migliorare la sicurezza e l’efficienza della loro organizzazione. Molti tipi di etichette e segnaletica La nuova stampante per etichette e segnaletica S3100 permette agli utenti di stampare molti tipi di etichette e segnaletica per migliorare la sicurezza e l’efficienza di qualsiasi ambiente di lavoro. Segnaletica di sicurezza, marcatura di pavimenti, etichette 5S, etichette Lean, etichette per identificare scaffalature, porte, scale, contenitori, scrivanie e sedie ed etichette CLP per identificare sostanze chimiche possono tutte essere stampate con la S3100 in loco ogniqualvolta servono.

Una stampante estremamente semplice da usare La nuova stampante per etichette e segnaletica S3100 è estremamente facile da usare, grazie anche alla calibratura automatica e all’impostazione automatica del consumabile. Questo permette agli utenti di iniziare a stampare subito le etichette e la segnaletica che servono. Passare a un altro consumabile è semplice ed estremamente veloce grazie ai materiali «drop-in» per la stampante e ai relativi nastri inchiostrati, sostituibili in meno di 20 secondi. Un’intuitiva interfaccia utente con touchscreen propone tutta una serie di opzioni per la progettazione di etichette e segnaletica, anche quando la stampante è usata in modalità stand alone. Collegandola a un computer, le possibilità di progettare etichette e segnaletica possono essere ulteriormente espanse con le apposite app per Brady Workstation, scaricabili dai siti Brady.

Informazioni

Materiali pensati per durare La S3100 stampa su vinili Brady di tipo industriale con una durata in esterni di 8–10 anni e resistenti poliesteri, tra cui la marcatura di pavimenti ToughStripe. Le etichette e la segnaletica stampate con la S3100 possono essere utilizzate sia in interni che in esterni, caratteristica estremamente utile per la sicurezza e l’identificazione dell’ambiente di lavoro nei grandi stabilimenti, così come all’interno di reparti di produzione, magazzini e centri di distribuzione e logistica e nelle aree circostanti. I materiali delle etichette e della segnaletica di Brady sono pensati per durare in ambienti industriali e sono stati testati secondo

metodi di prova ASTM internazionali. Sono disponibili schede tecniche per ogni materiale utilizzato per le etichette e la segnaletica.

www.brady.eu 11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

5


Respirate e rilassatevi ... anche se le emozioni esplodono.

Moxa PRP/HSR Soluzioni ICT integrate • All-In-One PRP/HSR RedBox supporta Gigabit, Coupling e QuadBox per reti scalabili senza tempo di commutazione • Computer con supporto PRP/HSR integrato visualizza nel sistema di gestione della rete PRP/HSR • Controllo di dispositivi e reti ridondanti su un’unica piattaforma SCADA Soluzioni Moxa – intelligenti, semplici, sicure.

www.moxa.com


N OT I Z I E

OLCT 100 HA UN NUOVO SENSORE A INFRAROSSI PER REFRIGERANTI E SF6

Oldham lancia un nuovo sensore a infrarossi per il rivelatore OLCT 100. OLCT 100 è un trasmettitore analogico con uscita da 4 a 20 mA progettato per essere utilizzato in applicazioni industriali in luoghi pericolosi.

O

ldham, una società del gruppo 3M, Personal Safety Division, è lieta di annunciare il nuovo sensore a infrarossi per la rilevazione di gas refrigeranti e SF6.

Le applicazioni di questo nuovo sensore sono numerose e abbracciano tutti i principali mercati globali: industria del raffreddamento (refrigerazione e aria condizionata), industria alimentare, protezione di interruttori di alta e media tensione, industria automobilistica, ecc. Il nuovo sensore a infrarossi offrirà un reale vantaggio in termini di rilevamento del fluido HFO (Hydro-fluoroolefine) utilizzato in molte applicazioni, in quanto sostituisce gli HFC (idro-fluoro-carboni) che venivano utilizzati precedentemente.

Grazie alla tecnologia a infrarossi, questo problema è stato risolto! Il principio di funzionamento si basa sulla riduzione della radiazione infrarossa quando il gas è presente. Non vi è reazione chimica o modifica alla struttura della molecola di HFO. Il sensore non viene danneggiato dalla presenza continua di gas o da sovraesposizioni a gas. I vantaggi sono molteplici: •M  anutenzione ridotta •M  TBF di 5 anni • Nessuna interferenza da CO2, da alcani C1 a C5 (metano, etano, propano, butano, pentano) o da NH3 • Molto stabile anche in caso di variazioni del livello di umidità o della temperatura

Informazioni

Anche se esistono altre tecnologie affidabili per rilevare il fluido HFO, richiedono ancora troppa manutenzione, poiché è necessario verificare il rivelatore dopo ogni esposizione al gas per controllare che funzioni correttamente (per i sensori catalitici). Inoltre, l'esperienza dimostra che è impossibile evitare perdite da queste macchine, in quanto vi sono spesso cinquanta ppm di HFO all'interno degli alloggiamenti delle macchine di

riempimento, che si trovano vicino ai rivelatori. In queste condizioni, i rivelatori dovrebbero essere verificati ogni giorno, il che equivale a dedicare alla manutenzione risorse eccessive impiegando a lungo gli addetti alla linea di produzione.

Per maggiori informazioni: http://gasdetection.3M.com

11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

7


PRECISELY FORWARD NSK MOTION SOLUTIONS Dalle applicazioni per macchinari standard, alle macchine utensili, allo stampaggio a iniezione, fino ai dispositivi medicali e strumenti di misura, NSK offre le soluzioni tecniche migliori e un’ampia gamma di servizi specializzati. Ogni guida lineare, vite a ricircolazione di sfere, cuscinetto di supporto vite e cuscinetto di super precisione viene realizzato su misura in base alle vostre specifiche esigenze. NSK, l’unico fornitore sul mercato in grado di offrire un servizio tecnico globale, porterà la vostra azienda un passo avanti. Per saperne di più, visita il sito www.nskeurope.com/motionsolutions.

LINEAR GUIDES | BALL SCREWS | SUPPORT BEARINGS SUPER PRECISION BEARINGS | ENGINEERING | SERVICES


N OT I Z I E

I NUOVI ATTUATORI PER IMPIEGHI GRAVOSI DI SOUTHCO FORNISCONO IL RILASCIO REMOTO DI PIÙ CHIUSURE ROTATIVE COLLEGATE

Southco ha ulteriormente ampliato la sua linea di successo di chiusure rotative con il lancio dei due nuovi attuatori a levetta per impieghi gravosi, che forniscono più punti di attivazione, consentendo l'azionamento remoto mediante un unico attuatore di due chiusure rotative collegate.

G

li attuatori AC-20 e R3-22 di Southco sono realizzati in materiali resistenti alla corrosione, il che li rende particolarmente adatti per applicazioni esterne che richiedono prestazioni di resistenza. Disponibili con finitura cromata lucida o rivestita a polvere nera, questi attuatori hanno un robusto design a levetta curva per migliorare l'impugnatura, nonché la sicurezza della chiusura a chiave e della funzionalità di chiusura a spinta.

Cynthia Bart, responsabile globale prodotti, aggiunge: «Grazie al loro design a levetta resistente alla corrosione ed estremamente robusto, gli attuatori AC-20 e R3-22 di Southco forniscono il rilascio remoto di più chiusure rotative collegate, per semplificare l'accesso in ambienti difficili.» www.southco.com

Informazioni

Gli attuatori AC-20 e R3-22 sono una soluzione ideale per porte e pannelli che richiedono l'azionamento remoto di più chiusure rotative collegate. Durante l'apertura di un grande pannello di accesso, ad esempio su un veicolo speciale, l'utente finale può aprire facilmente entrambe le chiusure contemporaneamente azionando un solo attuatore, facilitando l'accesso dell'operatore. Abbinati alle

chiusure rotative R4 e ai cavi AC Southco, questi attuatori creano un sistema di chiusura rotativa completo, fornendo una chiusura remota sicura e affidabile, per applicazioni destinate ad ambienti interni ed esterni.

11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

9


N OT I Z I E

SOLUZIONI DI CONNETTIVITÀ MINIATURIZZATE PER LA TRASMISSIONE DEI DATI ULTRA-RAPIDA

La Fischer Rugged Flash Drive è stata adattata al connettore MiniMax 08 USB 3.0 (a sinistra sulla foto), con nove contatti.

La gamma Fischer MiniMaxTM è ancora più potente, con Ethernet AWG24 e tenuta stagna IP68 fino a una profondità di 20m/24ore. Fischer Connectors, il fornitore globale di connettori circolari e soluzioni di connettività ad alte prestazioni, continua a presentare prodotti sempre più tecnologicamente avanzati, miniaturizzati e robusti, in grado di garantire una velocità di trasmissione dei dati e una tenuta stagna di altissimo livello.

D

al 10 aprile 2018, nella gamma di connettori ad alta densità Fischer MiniMax™, sono disponibili diverse nuove proposte che ne ottimizzano la versatilità in numerose applicazioni: • Trasmissione dati ultra-rapida con Ethernet AWG24 • Tenuta stagna IP68 fino a una profondità di 20m/24ore • Forma esagonale • Rivestimento antracite con messa a terra <5mΩ

Informazioni

Queste innovazioni assicurano prestazioni eccezionali in un connettore di dimensioni ultra ridotte, rispondendo alle crescenti esigenze in materia di trasmissione dei dati sempre più veloce, in settori quali le applicazioni medicali, industriali, i veicoli autonomi, la strumentazione, e la difesa, solo per citarne alcune.

Trasmissione ultra-rapida e robusta con Ethernet AWG24 Sulla scia del successo del blocco MiniMax USB 3.0 lanciato nel 2017, Fischer Connectors presenta, nella gamma di connettori miniaturizzati ad alta densità Fischer MiniMaxTM , un’altra novità dedicata alla trasmissione dei dati ultra-rapida. Grazie al nuovo connettore MiniMax di dimensione 08, gli ingegneri possono integrare nei loro progetti soluzioni di connettività ultra-rapide robuste con Ethernet. La nuova configurazione del blocco contatto con otto contatti AWG24, in un diametro di 12 mm, permette una trasmissione dei dati via Ethernet ancora più veloce, su distanze sempre più lunghe. La nuova configurazione consente di garantire la connessione Ethernet in ambienti ancora più estremi, grazie anche alla tenuta stagna IP68. Profondità sempre maggiori Il nuovo design e l’evoluzione dei processi di produzione hanno permesso a Fischer Connectors di creare connettori

11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

10


Il nuovo connettore MiniMax Ethernet 08: 8 contatti AWG24, esagonale, antracite.

N OT I Z I E

La tenuta stagna IP68 della gamma Fischer MiniMaxTM arriva fino a -20 metri per 24 ore.

Sezione 3D del connettore MiniMax Ethernet a 8 contatti.

capaci di affrontare in tutta sicurezza profondità ancora maggiori, mai raggiunte prima dai connettori MiniMax, assicurando ancora più affidabilità in ambienti estremi. La nuova tenuta stagna IP68 consente a tutti i connettori MiniMax di affrontare profondità fino a 20 metri per 24 ore. Si tratta di una tenuta stagna eccezionale per un connettore così piccolo, che apre nuove opportunità e prospettive per la miniaturizzazione dei dispositivi subacquei. Nuove forme e colori Da oggi, la gamma Fischer MiniMaxTM è disponibile anche in forma esagonale per facilitare l’integrazione in dispositivi di piccole dimensioni. I progettisti potranno ricavare una nicchia esagonale nella parte posteriore del pannello, evitando la complessità di avere un incavo piatto sul pannello.

Parole chiavi: usabilità, leggerezza e funzionalità Wim Vanheertum, Direttore Product Management di Fischer Connectors, dichiara: «Il connettore MiniMax ha l’obiettivo di ottimizzare le prestazioni dei dispositivi dei clienti, raggruppando ancora più connessioni miste di

Ottimizzazione dell’archiviazione e del trasporto dei dati La Fischer Rugged Flash Drive, la chiavetta USB ultrarobusta, ideale per l’archiviazione e il trasporto di dati sensibili in totale sicurezza anche in ambienti estremi, migliora le sue prestazioni grazie alla nuova interfaccia MiniMax USB 3.0. Con nove contatti in posizione ottimizzata, assicura la trasmissione ultra-rapida e una migliore archiviazione dei dati in un corpor praticamente indistruttibile.

Informazioni

Per quanto riguarda i rivestimenti, il nuovo standard per la gamma Fischer MiniMaxTM Series include, da oggi, il colore antracite. È un rivestimento simile a quello utilizzato nei connettori della gamma Fischer UltiMateTM, che raggiunge una messa a terra <5 mΩ conformemente agli standard MIL, pur rimanendo antiriflettente e discreto.

segnali e potenza in un solo connettore. Le nostre soluzioni di connettività miniaturizzate altamente tecnologiche combinano segnali e potenza, e sono quindi perfette per le applicazioni nelle quali lo Spazio, il Peso e la Potenza sono cruciali (le cosiddette applicazioni SWaP, “Space, Weight and Power”), poiché sono ancora più facili da indossare e ancora più resistenti all’acqua, alla corrosione, alle vibrazioni, agli urti e alle temperature estreme. Sono ideali anche per i fabbricanti di dispositivi che hanno bisogno di connettori ancora più robusti, ermetici e schermati, tanto piccoli e leggeri, quanto perfettamente maneggevoli e performanti. Le soluzioni della gamma MiniMax rispondono alle sfide poste dai dispositivi mobili o indossabili (parzialmente o totalmente) e offrono una maggiore funzionalità nei dispositivi più piccoli, permettendo di contenere il costo totale del progetto. »

11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

11


N OT I Z I E

La Fischer Rugged Flash Drive è stata adattata al connettore MiniMax 08 USB 3.0 (a sinistra sulla foto), con nove contatti.

• A pplicazioni: www.fischerconnectors.com/italy/it/ applications

White paper: • High-Speed Communication Protocols for Ethernet, USB & HDMI: www.fischerconnectors.com/global/en/white-paperhigh-speed-communication-protocols-ethernet-usbhdmi

• Sito web di Fischer Connectors: www.fischerconnectors. com

• The Increasing Impact of Data Speed and Miniaturization on Rugged Connector Selection: www.fischerconnectors.com/global/en/white-paperincreasing-impact-data-speed-and-miniaturizationrugged-connector-selection • Gamma Fischer MiniMaxTM – NOVITÀ Ethernet robusto e tenuta stagna IP68/24 ore: www.fischerconnectors. com/global/en/high-speed-data-power-high-densityminiature-connector Informazioni

• G amma Fischer MiniMaxTM – link alla pagina del prodotto: www.fischerconnectors.com/italy/it/fischerminimaxtm-series • Fischer Rugged Flash Drive – link alla pagina del prodotto: www.fischerconnectors.com/italy/it/prodotti/ruggedflash-drive 11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

12

• C ontattateci: www.fischerconnectors.com/italy/it/ contact-us Il presente comunicato stampa di Fischer Connectors, le foto in alta risoluzione e i vari documenti sono a disposizione qui.


N OT I Z I E

GLI ESPERTI EMERSON SONO DISPONIBILI AD IPACK-IMA PER DISCUTERE SU COME MIGLIORARE LE OPERAZIONI DI PACKAGING CON LA GIUSTA TECNOLOGIA DI AUTOMAZIONE

Saranno esposti i prodotti pneumatici e di automazione ASCO. I visitatori potranno scoprire come utilizzarli per ottimizzare i processi e le macchine per il packaging.

G

li esperti Emerson saranno presenti ad IPACK-IMA 2018 a Milano per discutere su come l’applicazione delle tecnologie ASCO può consentire ai produttori di macchine per il packaging ed agli utenti finali di ottimizzare i loro macchinari e processi produttivi. Verrà esposta una vasta gamma di prodotti ASCO per il controllo e l’automazione delle macchine. I nostri esperti del settore saranno disponibili per discutere in dettaglio le vostre applicazioni e spiegare come l’applicazione delle più recenti tecnologie può migliorare il design, la produzione, il funzionamento e la manutenzione delle macchine utilizzate nei processi di packaging.

Emerson propone un’offerta estremamente valida di componenti per i produttori di macchine per il packaging. La completezza di gamma e le possibili applicazioni di tutti i suoi prodotti di controllo, misurazione ed automazione sono differenti da quelle di tutti gli altri fornitori. Non solo riesce a semplificare ed ottimizzare il processo di produzione, ma con i suoi tempi di consegna ridotti per tanti prodotti, aiuta a ridurre i tempi di fermo della vostra macchina – in attesa per i pezzi di ricambio. Per maggiori informazioni su IPACK-IMA 2018, visitate www.ipackima.com www.asconumatics.it Informazioni 11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

13


N OT I Z I E

MOXA PRESENTA GLI SWITCH POE DA 60 W POE PER TELEALIMENTARE TELECAMERE IP RINFORZATE PER AMBIENTI DIFFICILI

Moxa ha presentato la serie di switch PoE (Power over Ethernet) EDS-P506E-4PoE, che è in grado di erogare fino a 60 W di potenza per porta in sistemi di cablaggi che integrano trasmissione dati e telealimentazione dei dispositivi. La potenza di uscita è stato progettata per alimentare telecamere IP che utilizzano funzioni che richiedono molta potenza, come PTZ, illuminazione, riscaldatori e ventilatori installati in ambienti difficili.

G Informazioni

li switch EDS-P506E-4PoE di MOXA intergrano al loro interno funzionalità per garantire la sicurezza informatica dei dispositivi, il telecomando e la capacità di monitorare i dispositivi alimentati per soddisfare i requisiti operativi di applicazioni in ambito industriale, infrastrutture di trasporto e servizi pubblici.

11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

14

60 W PoE Lo switch EDS-P506E-4PoE dispone di 4 porte Fast Ethernet PoE+ che possono erogare fino a 60 W per porta con un budget di potenza totale di 180 W. La funzione di rilevazione intelligente del protocollo PD (Power Delivery) e l'integrazione delle funzioni Plug-andPlay permettono di fornire energia e di collegare senza fatica qualsiasi dispositivo compatibile PD PoE. Mentre il settore industriale diventa sempre più connesso e ricco di sistemi intelligenti, i sistemi di videosorveglianza si stanno sempre più diffondendo nelle città e nelle fabbriche per migliorare la sicurezza. «Poiché i nostri switch EDS-P506E4PoE possono fornire fino a 60 W per porta PoE, quasi tutti i tipi di telecamere PTZ che utilizzano funzioni multiple possono essere telealimentate in modo affidabile» ha dichiarato Jackey Hsueh, Product Manager della divisione Industrial Ethernet Infrastructure di Moxa.


N OT I Z I E

Gestione Intelligente di dispositivi PD Basata sul Web Jackey Hsueh ha aggiunto: «Una delle caratteristiche più interessanti dello switch EDS-P506E-4PoE è il software integrato Smart PoE, che facilita la diagnostica e la gestione dei dispositivi PD, a cui si può accedere tramite il Web». Smart PoE rileva automaticamente la classe di potenza PD del dispositivo collegato, lo stato e gli eventuali errori, con funzioni di diagnostica intelligente che consentono di identificare eventuali guasti a forzare il riavvio automatico delle telecamere in caso smettano di funzionare o mostrino dei ritardi nella trasmissione delle immagini. Queste caratteristiche aumentano l'efficienza operativa e riducono significativamente lo sforzo richiesto dal personale di manutenzione.

Principali caratteristiche dello switch EDS-P506E-4PoE • 2 porte da un Gigabit e 4 porte Fast Ethernet con funzionalità PoE +/60 W • F ino a 60 W di uscita per porta PoE • S upporta tensioni di ingresso di 12/24/48 VDC • Strumento Smart PoE basato su Web per una semplice gestione e monitoraggio di dispositivi telealimentati tramite PoE. • Funzionalità di sicurezza informatica basate sullo standard IEC 62443 • Protezione dalle sovratensioni LAN di 4 kV e intervallo di temperature di funzionamento da -40 a 75°C • Supporta MXstudio Industrial Network Management Suite per l’installazione e gestione su larga scala •C  onformità agli standard IEC 61850 e IEEE 1613 www.moxa.com Informazioni

Switch Robusti che Supportano la Protezione del Dispositivo Per garantire la massima affidabilità nel trasferimento di dati e di potenza in condizioni estreme, lo switch EDSP506E-4PoE supporta la ridondanza in caso di guasto con l’intervento del sistema di riserva in millisecondi, la presenza di un doppio ingresso di alimentazione e l'operativa su un ampio intervallo di temperature, da -40 a 75°C, per garantire connessioni continuative e robuste. Gli switch incorporano funzionalità di sicurezza basate sullo standard IEC 62443 per proteggere la rete da accessi non autorizzati al dispositivo. Jackey di failover che avviene ha concluso: «I nostri switch compatti PoE hanno un design robusto e potenti funzioni integrate per la sicurezza

informatica per resistere alle minacce cibernetiche, oltre all'immunità EMI di livello 4 per funzionare in modo affidabile anche negli ambienti più difficili».

11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

15


N OT I Z I E

SCHNEIDER ELECTRIC, DANFOSS E SOMFY UNISCONO LE PROPRIE FORZE PER CREARE UN ECOSISTEMA DI CONNETTIVITÀ PER IL MERCATO DEGLI HOTEL E DEGLI EDIFICI RESIDENZIALI DI MEDIE DIMENSIONI

Schneider Electric, Danfoss e Somfy hanno annunciato oggi che stanno collaborando attivamente per creare un Ecosistema di Connettività mirato ad accelerare l'adozione di soluzioni di connettività nel mercato degli alberghi e degli edifici residenziali di medie dimensioni. Impegnate nello sviluppo di soluzioni aperte e interoperabili, le tre aziende combinano 300 anni di innovazione e di esperienza nel settore con la più grande rete globale di installatori di fiducia.

L

a partnership favorisce le crescita delle soluzioni per smart home e smart building offrendo soluzioni efficienti facili da integrare e che funzionano bene insieme in modo estremamente semplice. Le soluzioni di connettività sono supportate da installatori qualificati, che le rendono semplici e facili da utilizzare da parte dei clienti.

Informazioni

Il mercato globale della connettività è in rapida crescita, con una stima di 8,4 miliardi* di dispositivi collegati nel 2020. Nel 2016, meno del 17% delle abitazioni negli Stati Uniti disponeva di un qualsiasi tipo di sistema per smart home, e meno del 4% in Europa**. Per la maggior parte si trattava di dispositivi dedicati ad una sola applicazione.

11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

16

La sfida è rappresentata dal fatto che la connettività viene ancora percepita come difficile, non sempre affidabile, poco interoperabile e con supporto post-vendita limitato. La qualità dell'installazione rappresenta anch'essa un problema, in particolare quando si affida il processo di installazione agli stessi utenti finali o ad installatori non qualificati. Schneider Electric, Danfoss e Somfy ritengono sia giunto il momento che i principali attori sul mercato collaborino per accelerare l´adozione della connettività e per fornire soluzioni efficienti che possano funzionare assieme in modo estremamente semplice. Grazie a questa partnership, i tre leader globali uniscono le proprie specifiche competenze in materia di illuminazione, riscaldamento e controllo dei serramenti, supportate dalla capacità e dalla vicinanza della rete professionale di installatori.


N OT I Z I E della connettività nei nostri canali», ha aggiunto JeanGuillaume Despature, CEO di Somfy. Puntare su sistemi aperti e interoperabili «Abbiamo già costruito piattaforme di connettività basate sulle nostre applicazioni principali e abbiamo ottenuto un notevole successo con Wiser di Schneider Electric, KNX, C-Bus, Danfoss Link™ e TaHoma di Somfy. Crediamo nei sistemi aperti e nell'interoperabilità. I protocolli e le piattaforme di connettività sono ancora molto diversi. Abbiamo il know-how tecnologico su tutti i principali protocolli di comunicazione per garantire la compatibilità con tutte le interfacce utente e i controllori vocali emergenti. E siamo pienamente impegnati nel garantire la compatibilità a lungo termine con le nostre piattaforme tradizionali», ha sottolineato Philippe Delorme, Executive Vice President for Buildings & IT Business di Schneider Electric. In base quest´accordo di partnership, Schneider Electric, Danfoss e Somfy allineeranno le loro strategie di connettività e tecnologia per sviluppare un ecosistema aperto, rendendo i loro prodotti interoperabili a livello di controller o a livello di cloud tramite le API (Interfacce di Programmazione).

Riunire le migliori competenze applicative «Serve una vera esperienza partica per controllare illuminazione, riscaldamento e serrande con un unico sistema domotico, che ora possiamo offrire congiuntamente valorizzando più di 300 anni di esperienza sul mercato, con il sostegno delle nostre ampie reti di installatori professionali. Negli ultimi decenni abbiamo anche raggiunto un alto livello di compatibilità con altri leader di soluzioni applicative nel campo delle apparecchiature HVAC, controllo degli accessi, apricancello e audio-video. Crediamo sia giunto il momento di consolidare ulteriormente l'interazione tra i diversi operatori sul mercato dando la possibilità di integrare tutte le nostre applicazioni in modo estremamente semplice», ha dichiarato Lars Tveen, presidente di Danfoss Heating Segment.

Le tre aziende si impegnano a formare la propria rete di installatori per sostenere lo sviluppo della connettività nelle attività quotidiane, aiutando i clienti e gli utenti finali a implementare soluzioni che soddisfino le loro esigenze e requisiti. I primi tre casi di utilizzo dell'ecosistema mostrati alla fiera Light+Building 2018 in Germania si incentrano su: • Hotel con gestione completamente integrata delle camere • S ettore residenziale di fascia alta con controlli all'avanguardia, combinati in un sistema integrato di semplice utilizzo • N uove abitazioni, oppure case completamente ristrutturate o modernizzate, che utilizzano un nuovo quadro elettrico compatibile con applicazioni smart home Informazioni

Una vasta rete di installatori professionali qualificati «Nel corso degli anni abbiamo sviluppato un´enorme rete composta da oltre 300.000 installatori in tutto il mondo. La stretta interazione quotidiana ha permesso di creare un clima di fiducia reciproca e comprensione con i nostri installatori. Per loro, i nostri marchi significano affidabilità, facilità d'uso e supporto tecnico efficace. Inoltre, i programmi dedicati ai partner del nostro canale - Schneider Electric EcoXperts, Somfy Experts e Danfoss installers - rappresentano delle piattaforme ideali per continuare a costruire e sviluppare competenze sul tema

Soddisfare le aspettative dei clienti con casi reali di utilizzo, offrendo vantaggi tangibili La connettività ha senso solo se soddisfa le aspettative dei clienti a cui ci si indirizza, all'interno di settori specifici del mercato. A tal fine, le tre aziende si sono impegnate con clienti e partner, in più mercati, per esaminare e creare soluzioni personalizzate volte a sviluppare casi di utilizzo con una semplice e perfetta integrazione delle loro diverse applicazioni. Questi casi di utilizzo apportano reale valore aggiunto per gli installatori e gli integratori di sistema, nonché vantaggi importanti per gli utenti finali, tra cui efficienza energetica, comfort e salute, sicurezza e facilità d'uso.

I vantaggi per i gestori degli hotel derivano dall'integrazione completa dei sistemi, che offre all´ospite un'esperienza di qualità, ottimizzando al contempo l'uso dell'energia senza penalizzare il comfort e il benessere del cliente. La soluzione inoltre permette ai gestori di strutture 11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

17


N OT I Z I E

Hotel con gestione completamente integrata delle camere.

alberghiere di controllare tutti gli impianti attraverso un unico sistema integrato. Per gli integratori di sistemi è facile mettere in servizio la soluzione per camere di Schneider Electric con le soluzioni di Somfy e Danfoss. Queste soluzioni sono completamente compatibili con le soluzioni «pronte all'uso» che sono state già collaudate, validate e documentate. Un'esperienza senza pari da parte del cliente «Crediamo che ora sia il momento per noi, come leader di mercato nel proprio settore, di collaborare per accelerare l´adozione di soluzioni di connettività. Il nostro obiettivo è quello di promuovere la connettività e di creare valore aggiunto per i nostri clienti.

Informazioni

La nostra ambizione è di promuovere e incoraggiare la connettività globale creando valore aggiunto per i nostri clienti. Ciò richiederà una stretta collaborazione con i colleghi leader nei rispettivi settori applicativi per sviluppare soluzioni che funzionino perfettamente insieme. Puntiamo ad attrarre nuovi partner affinché si uniscano a noi nell'Ecosistema di Connettività, che condividano la nostra visione per quanto riguarda il futuro della connettività e collaborino al nostro progetto già partito con grande slancio.

11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

18

Supportando dalle attività prevendita fino a quella di postvendita con una rete di esperti qualificati, ci impegniamo a fornire un'esperienza senza pari per il cliente, proponendo soluzioni efficienti per i particolari mercati verticali e geografici. In poche parole, le nostre soluzioni funzionano semplicemente insieme.» www.danfoss.it


N OT I Z I E

SENSORE DI POSIZIONE LINEARE MAGNETOSTRITTIVO PER AREE A RISCHIO DI ESPLOSIONE

Le valvole di controllo e intercettazione nelle reti di trasporto di petrolio e gas nelle raffinerie e negli impianti petrolchimici. La posizione della valvola è regolata tramite sistemi di misura della posizione, poiché si tratta di componenti che devono garantire la massima affidabilità, soprattutto quando sono utilizzati in ambienti molto difficili. Quando la protezione contro le esplosioni ha la massima priorità, il nuovo sistema di misurazione della posizione certificato BTL7-T500 di Balluff è la scelta giusta.

C

in acciaio inox con grado di protezione IP 67, che non solo è estremamente insensibile alla contaminazione, ma anche agli shock fino a 100 g. Il sensore resiste anche alle vibrazioni fino a 12 g. Con una risoluzione di 1 µm e accuratezza ripetitiva di 10 µm funziona con estrema precisione e si rivela una soluzione ideale quando si devono misurare contemporaneamente in un sistema posizione e velocità.

L'interfaccia Profibus offre una grande flessibilità. Il sistema di misurazione della posizione può essere adattato rapidamente, consente di risparmiare tempo nell'installazione e di diagnosticare rapidamente la presenza di eventuali errori. La semplicità di utilizzo abbrevia il tempo di messa in servizio dei sistemi e velocizza le attività di manutenzione. Un singolo cavo è sufficiente per il collegamento del sensore(bus-in-out, alimentazione).

I trasduttori magnetostrittivi lineari BTL a stelo di Balluff, installati in cilindri idraulici, hanno dimostrato per decenni la loro affidabilità nelle aree di applicazione più impegnative. Il principio di funzionamento magnetostrittivo permette di installare l’elemento sensibile in alloggiamenti ermeticamente chiusi. Le informazioni di posizione sono trasmesse senza contatto tramite campi magnetici attraverso la parete dell'alloggiamento all'interno del sensore.

Il sistema di misura magnetostrittivo senza contatto, e quindi non soggetto a usura, è inserito in un alloggiamento

www.balluff.it

Informazioni

on le sue numerose approvazioni a livello internazionale, come ATEX e IECEx, il sensore BTL7-T500 è adatto per l’utilizzo in un'ampia gamma di applicazioni, garantisce la massima affidabilità e un funzionamento sicuro nelle aree a rischio di esplosione in zona 0 e zona 1. Ciò significa, ad esempio, che può essere utilizzato anche per la misurazione continua del livello dei fluidi nei serbatoi di una raffineria.

11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

19


N OT I Z I E

UNITÀ DIRECT DRIVE DI ASSOLUTO VALORE

Dettaglio di un Motore ad Azionamento Diretto Lineare ICH by Kollmorgen.

Motori lineari KOLLMORGEN in unità lineari prodotte da Mondial.

I

moduli a motore lineare Mondial, da tempo conosciuti sul mercato, sono oggi ancora più efficienti e dotati di elevati standard qualitativi, ingombri ridotti e di un ottimale rapporto qualità-prezzo grazie alla compattezza e alla sicurezza dei prodotti KOLLMORGEN.

Informazioni

Mondial S.p.A. è una delle più importanti aziende nel settore delle trasmissioni di potenza. Rappresenta da oltre mezzo secolo primarie società estere, progetta e realizza un’ampia gamma di prodotti speciali in grado di risolvere le più svariate esigenze in molti settori industriali. È la capogruppo di una serie di società specializzate nella progettazione e produzione di cuscinetti speciali con particolare attenzione ai cuscinetti per diverse applicazioni industriali. Dotato di un ufficio tecnico, peculiarità tra le società di distribuzione, il Gruppo Mondial lavora in stretta collaborazione con i propri clienti per soddisfare le loro esigenze ottimizzando costi e benefici.

Maggio 2014: nasce in Mondial la necessità di aggiornare e ampliare la gamma dei propri moduli azionati con motori lineari e migliorarne il design e le prestazioni di prodotto per proporre alla propria clientela una gamma rinnovata di componenti in linea sia con i trend di sviluppo del mercato, sia con i propri standard qualitativi. La migliore performance del prodotto deve sposarsi con l’economicità della soluzione proposta: questa sarebbe stata la chiave di successo. La società milanese inizia la ricerca di un partner noto sul mercato con il quale operare in modo sinergico. Incontra KOLLMORGEN che conferma l’interesse a collaborare con un’azienda primaria in grado di realizzare soluzioni complete. Ne nasce un binomio vincente: entrambi i player intravvedono da subito l’opportunità di incrementare la propria presenza e forza competitiva sul mercato italiano dove, all’inizio del 2017, viene introdotta la prima applicazione costituita da unità lineari Mondial con motori lineari KOLLMORGEN. «L’inizio di questa collaborazione è stato molto stimolante per noi – racconta Angelo Trombetta, Direct Drives and Mechnanical Transmission di Kollmorgen Italia, che ha seguito il progetto fin dalle primissime fasi –. Abbiamo

11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

20


N OT I Z I E

Unità di trasporto MLM7 N realizzata da Mondial con motori lineari Kollmorgen. «I componenti firmati KOLLMORGEN offrono la giusta soluzione per le nostre esigenze costruttive, mantenendo le caratteristiche prestazionali dei nostri prodotti e sposando i requisiti qualitativi sia a livello di prodotto, sia a livello di certificazioni di qualità dello stesso», commenta Davide Torresan, Product Manger Sistemi Lineari di Mondial Spa

lavorato bene insieme al team Mondial, gli scambi reciproci sono stati utili e gratificanti per tutti: partendo da questo progetto desideriamo condividere nuove sfide fornendo sempre il valore aggiunto che ci caratterizza». Movimenti lineari completi e dalle alte prestazioni Mondial impiega motori KOLLMORGEN sui propri sistemi di movimentazione lineare che costituiscono una gamma di moduli lineari «direct drive», ossia ad azionamento diretto, tra le più complete del mercato italiano. Chiari sono i vantaggi degli azionamenti diretti: prestazioni elevatissime, performance OEE (overall equipment efficiency), assenza di degrado delle prestazioni nel tempo per garantire una trasmissione di massima efficienza. L’accoppiamento diretto di un motore lineare al carico permette inoltre di eliminare i componenti di trasmissione meccanica, viti a ricircolo di sfere, cremagliere, cinghie e altro, consentendo un’assenza dei giochi meccanici, l’incremento della rigidità e il conseguente aumento della produttività.

Per quanto riguarda le protezioni, la versione base è realizzata con le guide scoperte e pattini ricircolo di sfere protetti con tenute a strisciamento standard. La versione con motore lineare è invece provvista di una lamina in acciaio inossidabile a copertura del motore stesso. Se l’applicazione lo richiede, il modulo MLM7 può essere inoltre accessoriato con soffietto di protezione in PVC. Su richiesta, Mondial studia e realizza protezioni specifiche, in rapporto a particolari esigenze di sicurezza o ambienti di lavoro. La manutenzione, invece, su questa nuova gamma è ridotta al minimo: le varie versioni integrano un impianto di distribuzione del grasso per tutti i componenti di scorrimento, la versione a motore lineare prevede

Informazioni

Le unità lineari realizzate possono poi essere impiegate nei macchinari di svariati settori quali stampa, imballaggio, presse, lavorazioni per deformazione della plastica, macchine utensili, movimentazione, taglio laser, misurazione, ispezione, molatura, assemblaggio, tessile, simulatori...

Unità di trasporto e posizionamento MLM7 N Prestazioni dinamiche elevate, notevole capacità di carico e precisione sono gli elementi che contraddistinguono la nuova serie MLM7 N realizzata da Mondial. Si tratta di un’unità di trasporto e posizionamento completa, fondamentale nella movimentazione lineare in applicazioni di precisione. Il componente base è costituito da un estruso in alluminio ad alta resistenza, utilizzabile come elemento autoportante, il cui profilo è stato studiato per realizzare diversi tipi di motori lineari. Permette, inoltre, elevate forze di traslazione, assicurando sempre la fluidità i scorrimento. Il programma di fornitura, messo a punto da Mondial, è strutturato in modo tale da poter soddisfare qualsiasi esigenza applicativa in termini di velocità, precisione di posizionamento, capacità di carico ecc.

11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

21


N OT I Z I E

La sede degli uffici di Mondial Spa a Milano.

l’utilizzo di lubrificatori integrati nei pattini a RdS. I sistemi lineari Mondial possono essere inoltre equipaggiati con gli encoder lineari di tipo induttivo, magnetico e ottico. Un motore lineare ad azionamento diretto è di fatto un motore rotativo disposto in piano ed accoppiato direttamente al carico azionato. Privo di componenti meccanici di trasmissione, il design offre prestazioni di livello eccezionale, altissima rigidità, velocità dinamiche ed accelerazioni elevatissime, estrema precisione di posizionamento, dimensioni compatte, basso cogging, assenza di manutenzione e funzionamento silenzioso oltre a grande precisione.

Informazioni

Benefici dei motori lineari ICH • Esenti da manutenzione, maggiore precisione e ampiezza di banda • Andamento uniforme della velocità e rumorosità ridotta • Trasmissione delle forze senza componenti meccanici come accoppiamenti, cinghie dentate ecc. • Assenza di riduttori, viti e lubrificazione • Maggiore affidabilità dell’applicazione • Ampia gamma di taglie di motori con diversi range di forza per utilizzo universale in tutti gli azionamenti lineari • Aumento delle prestazioni dell’intero sistema • S oluzione di azionamento compatta con altezza d’ingombro ridotta • Design semplice e più compatto della macchina 11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

22

• Maggiore ampiezza di banda e rapidita di reazione rispetto agli azionamenti con viti a sfere o cremagliera. • Rumorosità ridotta, meno componenti e abbattimento dei costi di esercizio totali Conclusione Mondial ha trovato in KOLLMORGEN non solo un ottimo fornitore, ma un vero e proprio partner con il quale presentare in modo complementare entrambe le soluzioni di fornitura: componentistica sciolta e sistemi completi plug-and-play. Autori: Angelo Tormbetta, Direct Drive & Mechanical Transmission, KOLLMORGEN Italia Elisabetta Redaelli, Marketing Communication, KOLLMORGEN Italia www.kollmorgen.com/it-it/home


N OT I Z I E

IL CATALOGO INTERATTIVO SECO MACHINING NAVIGATOR VELOCIZZA L'ACCESSO ALLE INFORMAZIONI SUI PRODOTTI

Seco Tools ha presentato il nuovo catalogo Machining Navigator pdf interattivo. La nuova versione interattiva del catalogo consente di accedere rapidamente alle informazioni sui prodotti ed al supporto che vanno al di là dei cataloghi prodotto tradizionali - è anche possibile ordinare i prodotti.

C

on un’interattività «intelligente», le pagine del Machining Navigator hanno l'aspetto di un normale pdf interattivo, ma offrono numerose funzionalità utili. Gli utenti possono accedere rapidamente alla pagina del catalogo di una determinata gamma di prodotti facendo clic sul nome del prodotto nelle pagine dell’indice. Anziché dover consultare più cataloghi, brochure e pagine del sito, con pochi clic è possibile accedere direttamente alla pagina del catalogo interattivo relativa al prodotto, per informazioni dettagliate e collegamenti utili.

Le funzionalità interattive dei nuovi cataloghi Seco consentono anche di creare un proprio catalogo selezionando le pagine per comporre un «riepilogo» personalizzato dei prodotti. Quindi, il catalogo personalizzato può essere inviato tramite e-mail, stampato o scaricato per riferimenti futuri. www.secotools.com

Informazioni

Sulle pagine del Machining Navigator pdf sono presenti collegamenti a secotools.com, per una presentazione più approfondita di ciascun prodotto Seco e per il supporto necessario per scegliere ed ordinare l'utensile più adatto ad ogni esigenza specifica.

11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

23


N OT I Z I E

AMPLIAMENTO DELLA GAMMA UMILL CON LA NUOVA UMILL 1500: IL NUOVO CENTRO DI LAVORO A 5 ASSI PER LAVORAZIONE COMPLETA IN FRESATURA E TORNITURA DI PEZZI COMPLESSI FINO A 4,5 TONNELLATE

La testa di fresatura con sottosquadro di 15° rappresenta un valore aggiunto nella lavorazione completa in un unico settaggio.

Lo sviluppo della linea Umill è il risultato dei molti anni di esperienza Mecof – dal 1947 Mecof sviluppa e produce fresatrici a portale e centri di lavoro a montante mobile nello stabilimento di Belforte Monferrato.

E

Informazioni

MCO Mecof presenterà puntualmente il nuovo modello della linea Umill, la Umill 1500, alla maggiore manifestazione dei produttori di macchine utensili, la EMO a Hannover. Si tratta di un centro di lavoro a 5 assi per la lavorazione completa di pezzi complessi in un singolo bloccaggio, che presenta prestazioni impressionanti ed è destinato all'applicazione nel settore degli stampi, aerospaziale, della meccanica di precisione e dell’energia. Con l’ampliamento della linea Umill EMCO MECOF risponde alle richieste del mercato per un centro di lavoro a 5 assi con sistemi di automazione integrati che offrono risultati elevati in prestazioni e precisione.

Con corse di 1.500X1.500X1.100 mm e testa di fresatura di ultima generazione la Umill offre prestazioni davvero notevoli: una potenza di 45 kW (S1), una coppia di 300 Nm (S1) e 12.000 giri/min., La struttura in ghisa, ottimizzata mediante il calcolo FEM, con viti a ricircolo di sfere e guide lineari a rulli permette di ottenere risultati eccellenti in fatto di stabilità e rigidità tramite le caratteristiche di elevata dinamica e precisione. Punti di forza Con le sue dimensioni compatte e le lavorazioni di fresatura e tornitura in un unico piazzamento, la Umill assicura una gestione perfetta del tempo ed elevata precisione nella lavorazione dei pezzi. La tavola rotante supporta la gestione di mansioni di lavorazioni complesse e può caricare pezzi fino a 4,5 tonnellate di peso. Il sistema automatico di cambio utensile dispone al massimo di 203 posti. Con l'Heidenhain TNC 640 HSCI e il Siemens 840D sl il cliente può scegliere tra due controlli numerici all’avanguardia che assicurano anche funzioni come il risparmio energetico = «Energy saving» e la gestione integrata della sicurezza = «Safety integrated».

11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

24


N OT I Z I E

Umill 1500 – Nuovo centro di lavorazione a cinque assi.

L'ingombro ridotto della macchina non compromette un accesso agevole allo spazio di lavoro – una porta scorrevole con ampia apertura laterale offre una visione ottimale e l'accesso allo spazio di lavoro. Una microcamera nell’area di lavoro assicura inoltre una visuale su quanto accade nello spazio di lavoro. La struttura modulare con varie opzioni e versioni, come ad esempio:diversi sistemi di refrigerazione, un secondo elettromandrino o un mandrino meccanico opzionale, i più disparati dispositivi di misurazione, un sistema di monitoraggio del processo e un sistema di cambio pallet sono a disposizione per soddisfare i requisiti individuali del singolo cliente.

Dati tecnici Settori applicativi: Meccanica generale di precisione, costruzione di stampi (lamiera, plastica, prototipi), industria aeronautica e aerospaziale, energia Asse X 1500 mm Asse Y 1500 mm Asse Z 1100 mm Testa con mandrino meccanico 38 KW / 600 Nm / 6000 rpm Testa con elettromandrino E58 45 KW 300 Nm (S1) - 58 kW - 372 Nm (S6) - 12000 rpm 45 KW / 300 Nm / 12000 rpm Testa con elettromandrino E61 50 KW 100 Nm (S1) - 63 kW 125 Nm (S6) - 20000 rpm Sottosquadro 15° Tavola di tornitura ø 1400 mm, portata 3,5 t, 250 rpm Tavola di fresatura ø 1400 x 1200 mm, portata 4,5 t, 20 rpm www.emco-world.com Informazioni 11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

25


N OT I Z I E

KEYENCE HA APPENA RILASCIATO LA SUA NUOVA DIVISIONE MICROSCOPIO IN ITALIA

Con questa nuova divisione Keyence Italia intende acquisire una nuova parte di mercato legata alla microcopia industriale. KEYENCE prosegue il suo cammino nello sviluppo di prodotti altamente avanzati e di facile utilizzo che consentono a chiunque di ottenere istantaneamente immagini di alta qualità. Un concept unico : «Osservare, Acquisire e Misurare con un Unico Dispositivo» Analisi/Ispezione con zoom fino a 5000x, Misura 2D/3D, Calcolo di rugosità, Analisi di contaminazione e Reportistica immediata sono le 5 caratteristiche principale di questo Microscopio digitale di ultima generazione.

Informazioni

Il microscopio VHX Keyence è dotato di una grande profondità di campo che permette una più grande qualità dell’immagine e una facilità di utilizzo senza precedenti. È possibile vedere un oggetto da qualsiasi angolazione inclinando l’obiettivo fino a 90 gradi e ruotando il piatto di 180 gradi. È ora possibile osservare un target da diverse angolazioni senza necessità di manipolare manualmente il campione.

Con il microscopio è possibile svolgere misurazioni dimensionali facendo semplicemente clic con il mouse sull'area che si intende misurare. I dati di misurazione sono memorizzati unitamente al file di immagine per permettere una facile condivisione delle informazioni. Analisi della contaminazione La serie VHX-6000 consente agli utenti di analizzare se i livelli di contaminazione e pulizia sono conformi allo standard ISO 16232. Dividendo l'immagine in più zone e analizzandone ciascuna singolarmente, questa funzione permette di eseguire un’analisi della contaminazione su un'ampia superficie. L'analisi visualizza il numero di particelle rilevate e il livello di pulizia per ciascuna classe di diametro massimo (da B a K). Messa a fuoco totale costante Grazie all’elevata frequenza dei fotogrammi della telecamera, la serie VHX può scansionare istantaneamente la gamma focale di un campione, riconoscere quali sono le aree a fuoco e creare un’immagine completamente a fuoco. Tale caratteristica offre all'utente informazioni

11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

26


N OT I Z I E

più approfondite e in minor tempo rispetto ai sistemi tradizionali. Funzione di visualizzazione 3D Anche quando la superficie del target presenta notevoli variazioni in altezza, è possibile ottenere istantaneamente un’immagine a fuoco componendo le immagini su diversi piani focali. Una volta creata l'immagine composita, i dati di posizione dei piani focali possono essere utilizzati per costruire un modello 3D. Se si utilizza un piatto motorizzato, l’immagine 3D può essere creata facilmente con la semplice pressione di un pulsante. Utilizzando i dati 3D, il microscopio VHX-6000 è in grado di misurare qualunque punto del target. I dati possono essere raccolti per calcolare il profilo, l’altezza e il volume di qualunque area all'interno del campo visivo.

Informazioni

Osservazione di grandi superfici anche ad alto ingrandimento Il microscopio VHX combina un algoritmo di stitching delle immagini con un piatto XY motorizzato per muovere e unire automaticamente immagini adiacenti in tempo reale. Gli utenti possono godere così di una visione complessiva del target ad alta risoluzione (fino a 20000 × 20000 pixel), evitando il disallineamento tipicamente associato ad altre tecniche di stitching. www.keyence.it 11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

27


N OT I Z I E

SICURO ED EFFICIENTE

Nel 2017 Iscar e Ingersoll sono divenuti partner licenziatari per gli utensili. Grazie all’ampia offerta tra i produttori di utensili il Safe-Lock™ è divenuto uno standard in molti settori. Picture: Haimer

Il sistema di sicurezza anti-estrazione Safe-Lock™ di HAIMER sta diventando sempre più uno standard nell’industria.

I

l sistema HAIMER Safe-Lock™ consente un bloccaggio sicuro dell’utensile. Grazie ad elementi trascinatori all’interno del mandrino e scanalature sul codolo dell’utensile avviene un bloccaggio per forma oltre che per attrito. In questo modo si evita in maniera efficace che le frese a codolo si sfilino dal mandrino. La produttività viene incrementata grazie al raggiungimento di velocità più alte e viene allungata la vita dell’utensile. Di fatto Safe-Lock™ è divenuto uno standard nel serraggio dell’utensile e nelle lavorazioni di fresatura.

Informazioni

Negli ultimi 10 anni dall’introduzione del sistema SafeLock™ è stato confermato più volte che questa forma di serraggio dell’utensile è decisamente superiore ai codoli Weldon e ai mandrini a forte serraggio. Questo dato viene confermato dall’ampio numero dei licenziatari, tra i quali i maggiori produttori di utensili e di mandrini, per esempio Walter, Widia, Sandvik, Coromant, Seco Tools, Sumitomo, Kennametal, Helical, Emuge Franken, Data Flute, Niagara, OSG e Mapal. Nell’anno 2017 anche Iscar e Ingersoll hanno deciso di offrire utensili con il codolo Safe-Lock™. Inoltre, è stata incrementata l’offerta su mandrini per calettamento, su pinze e mandrini idraulici ad espansione. Dopo l’introduzione di Kennametal di mandrini idraulici 11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

28

con Safe-Lock™, anche Mapal è all’opera per introdurre sul mercato una propria versione di mandrini ad espansione idraulica con Safe-Lock™. Andreas Haimer, Amministratore Delegato della HAIMER GmbH, spiega: «Siamo orgogliosi del fatto che SafeLock™ sia divenuto uno standard nell’asportazione pesante e nella sgrossatura, conquistando nuovi campi di applicazione. Come ad esempio, nella fresatura trocoidale. Siamo contenti di avere nuovi partner licenziatari che ampliano l’offerta di articoli con Safe-Lock™, rendendolo accessibile a più operatori.» Un successo nell’industria aeronautica e aerospaziale Il Safe-Lock™ è stato creato per rispondere alle esigenze dell’asportazione pesante di trucioli, che sono all’ordine del giorno nell’industria aeronautica e aerospaziale e tra i produttori di energia. Materiali innovativi, quali ad esempio diverse leghe di titanio, non sono solo leggeri, ma anche stabili, resistenti a corrosioni e difficili da lavorare. Questo influenza non solo i tipi di macchine e i processi, ma anche gli utensili e i mandrini in uso. Molti semilavorati sono fresati dal pieno, tuttavia spesso viene asportato fino al 90% del materiale. Per ottimizzare il


N OT I Z I E Nella lavorazione di sgrossatura per i motori militari con turbine ad elica TP400-D6 la MTU Aero Engines utilizza il Safe-Lock™ di Haimer. Per il TP400-D6 MTU è responsabile del compressore a media pressione, la turbina a media pressione, l’onda di media pressione e la regolazione. Il montaggio finale di tutti i motori di serie di tutti i TP400-D6 avviene presso la MTU di Monaco di Baviera. Picture: MTU Aero Engines

processo dal punto di vista qualitativo e del rendimento al fine di ottenere un elevato volume di asportazione trucioli, vengono scelti coppie e forze di avanzamento elevate e un basso numero di giri. Nella fresatura ad alte prestazioni (High Performance Cutting, HPC), di contro, si riscontrano alte forze di avanzamento. In combinazione con elevate forze di taglio e di avanzamento avviene un micromovimento dell’utensile nel mandrino, con il rischio che l’utensile fuoriesca dal mandrino. Questo riguarda specialmente i mandrini che offrono un elevato runout ed un serraggio preciso, come per esempio i mandrini per calettamento, i mandrini a forte serraggio e i mandrini ad espansione idraulica. Per questo il Safe-Lock™ è molto diffuso nell’industria aerospaziale.

La concentricità ottimale di meno di 3 µm, il design simmetrico del Safe-Lock™ e la semplicità della regolazione della lunghezza sono stati per la MTU dei validi motivi per giustificare il passaggio al sistema Haimer, anziché continuare a lavorare con gli utensili whistle notch e weldon. In questi ultimi non avviene lo sfilamento dell’utensile, ma risultano mediocri in termini di concentricità e bilanciatura a causa della distribuzione asimmetrica della superficie. Con Safe-Lock™ una maggiore produttività Il Safe-Lock™ ha successo non solo nel settore aeronautico e aerospaziale. Daniel Rautenbach opera con l’azienda Glätzer GmbH nel settore automotive. L’Amministratore delegato della ditta specializzata nella lavorazione CNC di Solingen afferma: «Nel nostro settore la qualità perfetta e la puntualità nelle consegne sono i presupposti basilari per poter presentare delle offerte. Quello che conta in fin dei conti è il prezzo.» Di conseguenza, quello che ha valore nella sua produzione è la qualità senza compromessi. In sostanza, è l’efficienza che fa la differenza tra profitto e perdita.

Informazioni

Alexander Steurer, Direttore della programmazione CNC di semilavorati Stator presso la MTU Aero Engines AG di Monaco di Baviera, spiega perché ha deciso di optare per il sistema di Haimer: «Mediante l’introduzione della tecnologia Safe-Lock™ e della tecnologia del calettamento di HAIMER possiamo garantire la sicurezza del processo in lavorazioni critiche di fresatura di materiali termostabili. Questo è un presupposto fondamentale per garantire dei cicli produttivi continui con un determinato grado di automatizzazione. La combinazione di sicurezza anti-estrazione ed elevata concentricità consente un’asportazione di metalli a vibrazioni ridotte e, di conseguenza, un’asportazione di trucioli efficiente. Grazie all’incremento delle profondità di taglio e degli

avanzamenti può essere aumentato sensibilmente il volume di asportazione. L’usura degli utensili viene ridotta fino al 50% grazie alle eccellenti caratteristiche di concentricità.»

Durante la lavorazione di un freno a disco in ghisa per camion del modello EN-GJS-800-2 in cui era prevista 11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

29


N OT I Z I E Con la fresatura trocoidale l’operatore può fresare più velocemente fino a 3 volte e più in profondità anche materiali difficili come il titanio e l’acciaio inox. Gli utensili ideali per la lavorazione sono le frese HAIMER Power Mill con Safe-Lock™.

Daniel Rautenbach (a destra), Amministratore Delegato della Glätzer GmbH e il Direttore dell’azienda Ingo Schulten utilizzano sempre più frequentemente la tecnologia di calettamento HAIMER con e senza SafeLock™: «Per noi passare al Safe-Lock™ è stato ovvio come usare un motore d’avviamento elettrico al posto della manovella.» Picture: Haimer

Serraggio dell’utensile sicuro ed efficiente Il principio del Safe-Lock™ è il seguente: nel codolo dell’utensile vengono eseguite delle scanalature a forma elicoidale, che presentano la stessa torsione dell’utensile. In combinazione con elementi trascinatori realizzati in maniera particolare tramite elettroerosione all’interno del mandrino (mandrino per calettamento, mandrino portapinze e mandrino idraulico ad espansione), le scanalature impediscono che l’utensile in lavorazioni impegnative giri a vuoto, o addirittura, fuoriesca dal mandrino. Con questo sistema si evitano elevati costi di scarti di produzione. La combinazione della sicurezza anti-estrazione e dell’elevata concentricità consente un’asportazione a vibrazioni ridotte con un elevata concentricità, e di conseguenza, un’asportazione efficiente dei trucioli. la fresatura dei profili concavi, verso la metà del 2013 i responsabili della produzione si sono avvicinati al sistema HAIMER Safe-Lock™. Il Direttore dell’azienda Ingo Schulten afferma: «In questa lavorazione il contatto della fresa al semilavorato non è solo puntuale, ma copre circa il 30/40 per cento dell’utensile. Le elevate forze generate rischiano di far fuoriuscire l’utensile dal mandrino. I mandrini Weldon utilizzati tenevano fissato l’utensile al mandrino, ma la vite laterale compromette la concentricità dell’utensile. La vita dell’utensile era molto variabile e le frese spesso si spezzavano», racconta il Direttore dell’azienda.

Informazioni

Test effettuati con frese con Safe-Lock™ hanno convinto lui e gli altri collaboratori della produzione presso l’azienda Glätzer. «Per noi passare al Safe-Lock™ è stato ovvio come usare un motore d’avviamento elettrico al posto della manovella» mostra entusiasta il signor Schulten. «Ora possiamo seguire parametri di taglio produttivi e la vita dell’utensile si è allungata del 40% circa.» Vantaggi della lavorazione ad alte velocità Il Safe-Lock™ si afferma in diversi settori nell’ambito della lavorazione ad alte velocità con frese elicoidali e nella fresatura trocoidale. In quest’ultima l’angolo di applicazione dell’utensile e la velocità di taglio vengono calcolati e ottimizzati per tutta la lavorazione mediante il sistema CAM. In questo modo è possibile fresare più 11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

30

In questo modo si può incrementare notevolmente il volume di asportazione del metallo, aumentando in maniera significativa sia la profondità di taglio che gli avanzamenti. Al contempo l’usura dell’utensile viene ridotta. velocemente fino a 3 volte e più in profondità, anche materiali duri e difficili da lavorare. Tuttavia in questo modo aumenta il rischio dello sfilamento dell’utensile. Anche se nella fresatura trocoidale solo uno strato sottile viene asportato, spesso il tagliente dell’utensile per tutta la sua lunghezza viene utilizzato nell’intero processo. Ne conseguono forze assiali che costringono l’operatore ad utilizzare una forma sicura di serraggio dell’utensile. Un mandrino per calettamento con Safe-Lock™ rappresenta in questo caso una soluzione ideale, perché offre maggiore sicurezza rispetto ad un mandrino weldon, è più facile da montare e consente un serraggio ad alta precisione. Le ottime proprietà di bilanciatura e di concentricità in collegamento con la sicurezza del serraggio consentono una vita dell’utensile ottimale e un tasso di asportazione elevato. www.haimer.it


ANTRIEB

DER

n Affidabile n Versatile n Globale

d ro stan

ost

e il n Visitat

ITALIA

018

ggio 2 a m 4 2 , 22Parma tand F045 S Pad 3,

il Riduttore n n n

Cuscinetti rinforzati Funzionamento silenzioso Alta densità di potenza

il Motore n n n

l‘Elettronica

Alta efficienza n Forma costruttiva compatta conforme agli standard internazionali n Facile messa in funzione idoneo a tutte le condizioni d‘impiego n Funzionalità scalabili

Ampia gamma di potenze – Soluzioni complete flessibili – Sistemi ad alta efficienza

www.nord.com NORD Motoriduttori S.r.l. Via I. Newton 22, 40017 - San Giovanni in Persiceto (BO) Tel. +39 051 6870711, Fax +39 051 827749 italy@nord.com, www.nord.com Member of the NORD DRIVESYSTEMS Group

DRIVESYSTEMS


N OT I Z I E

NORD DRIVESYSTEMS ALLA FIERA DI HANNOVER 2018

Questa unità LogiDrive è composta da un riduttore ad assi ortogonali a due stadi, un motore sincrono IE4 e un distributore di campo NORDAC LINK.

Azionamenti connessi per la produzione del futuro.

L

Informazioni

o scorso Aprile, NORD DRIVESYSTEMS ha esposto alla Fiera di Hannover 2018, le sue soluzioni di azionamento innovative per le fabbriche digitali del futuro. Esse comprendono i distributori di campo decentralizzati NORDAC LINK, azionamenti intelligenti con link al Cloud per la manutenzione predittiva e anche LogiDrive - la soluzione di azionamento efficiente per l´intralogistica che offre una riduzione del numero di versioni. Un modulo d´interfaccia PROFIsafe assicura una sicurezza con standard molto elevati durante il processo produttivo.

La Fiera di Hannover è la principale esposizione industriale del mondo. Uniti dal motto «Prima di tutto la nuova tecnologia», quest´anno oltre 5000 espositori hanno presentato le loro innovazioni. Tra questi anche il produttore di azionamenti tedesco NORD DRIVESYSTEMS, che ha portato le sue soluzioni intelligenti. L´azienda ha anche esposto le sue ultime tecnologie per il settore della logistica alla fiera CeMAT. I prodotti esposti comprendono i distributori di campo serie NORDAC LINK per le applicazioni nei moderni sistemi di intralogistica in rete. Questo controllo di azionamenti per l´installazione flessibile vicino al motore è disponibile come inverter (fino a 7,5 kW) o come avviatore motore (fino a 3 kW) e permette la rapida messa in opera, oltre a semplicità d´uso e di manutenzione. Grazie a un PLC integrato e alla compatibilità con tutti i sistemi bus comuni, il distributore di campo liberamente configurabile può essere facilmente integrato in tutti i moderni sistemi di automazione. Le unità di azionamento NORD in rete comunicano i loro dati di stato attraverso il sistema di controllo o direttamente in una comunicazione Cloud sicura. Fra

11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

32


N OT I Z I E I distributori di campo serie NORDAC LINK per l´installazione flessibile vicino al motore è disponibile come inverter o come avviatore motore.

Con il modulo d’interfaccia PROFIsafe SK TU4-PNS, NORD offre una sicurezza persino superiore.

l´altro, ciò permette la manutenzione predittiva - dagli azionamenti per trasportatori fino ai riduttori industriali. La registrazione dei dati prestazionali permette anche il dimensionamento ottimale del sistema, nonché il monitoraggio continuo delle condizioni degli azionamenti. Con questo, NORD offre tecnologia di azionamento intelligente per la produzione digitalizzata in Industry 4.0. Con l´esempio di un´applicazione dei riduttori industriali, l´azienda dimostra le possibili soluzioni di manutenzione predittiva in particolare per questo gruppo di prodotti.

componenti di sicurezza e garantisce comunicazioni sicure negli ambienti PROFINET. www.nord.com

Oltre alla connessione in rete intelligente nella tecnologia di azionamento, e soprattutto nell´intralogistica, sono spesso richieste speciali soluzioni economiche che, per esempio, permettano di ottenere risparmi attraverso un numero ridotto di versione dei componenti. Con i suoi sistemi LogiDrive, NORD offre una tecnologia plug&play efficiente e di facile manutenzione. Essa consiste di versioni standardizzate con motoriduttori IE4 con potenza nominale fino a 5,5 kW, con riduttore ad assi ortogonali a due stadi e un inverter - una combinazione che assicura l´ottimizzazione di processi e costi. Informazioni

Un ulteriore elemento importante nella moderna produzione è la sicurezza funzionale di impianti e macchinari. Con il modulo d´interfaccia PROFIsafe SK TU4-PNS, NORD offre una sicurezza persino superiore. Il modulo opzionale rispetta infatti i requisiti di sicurezza più stringenti, permette l´integrazione flessibile di vari 11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

33


N OT I Z I E

I TRASDUTTORI CONSENTONO DI MISURARE IL VERO VALORE EFFICACE DELLE CORRENTI ALTERNATE FINO A 5 A

Trasduttori ad alta tensione CA/CC: P 43000 TRMS di Knick.

Knick Elektronische Messgeräte è un produttore riconosciuto a livello internazionale di dispositivi di misura di segnali, correnti, tensioni e di sensori di alta qualità per servizi pubblici, trasporto ferroviario e navale e per altri ambienti operativi difficili.

C

on la presentazione della serie di trasduttori ad alta tensione CA/CC P 43000 TRMS, Knick ha definito una classe completamente nuova di trasduttori CA/ CC per misurare il vero valore efficace (RMS) delle variabili alternate. La gamma di valori misurabili va da 100 mA fino a 5A CA. I risultati di misura vengono portati in uscita come segnali CC analogici standardizzati (da 0 a 20 mA, da 4 a 20 mA, da 0 a 10 V).

Informazioni

Un interruttore di codifica rotante sulla parte anteriore consente una commutazione comoda e calibrata tra un massimo di 16 intervalli personalizzati. I tradizionali trasduttori CA/CC sono molto suscettibili agli errori, a causa del loro scarso isolamento e sono progettati solo per la misurazione di onde sinusoidali. Il modello Knick P 43000 TRMS, invece, è stato sviluppato per elaborare accuratamente segnali di ingresso distorti. Il circuito RMS ad alta precisione converte i segnali con un fattore di cresta fino a 5 nella gamma di frequenze da 40 Hz a 1000 Hz o da 8 Hz a 400 Hz. VariTrans P 43000 TRMS resiste a tensioni di lavoro fino a 3600 V CA/CC e tensioni di test fino a 15 kV. La separazione protettiva tra ingresso, uscita e alimentazione fornisce protezione da scosse elettriche fino a 1800 V CA/ CC in conformità alle norme EN 61140. 11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

34

La tecnologia innovativa TransShield sviluppata da Knick ha permesso di adottare un design estremamente compatto e schermato dei trasformatori ad alta tensione, consentendo a VariTrans P 43000 TRMS di inserirsi in un alloggiamento molto compatto, con una larghezza di soli 45 mm. L’incapsulamento sottovuoto offre la massima protezione a lungo termine contro influenze ambientali aggressive, urti e vibrazioni. Inoltre, i trasduttori VariTrans P 43000 TRMS sono dotati di un alimentatore integrato VariPower adatto ad un’ampia gamma di tensioni di alimentazione, che vanno da 20 a 253 V CA/CC, e che garantisce la massima affidabilità di funzionamento anche in zone in cui l’alimentazione ausiliaria è instabile. I trasduttori Knick VariTrans P 43000 TRMS sono coperti da una garanzia di cinque anni. www.knick-international.com


N OT I Z I E

LEMO PRESENTA I SUOI NUOVI PRODOTTI INNOVATIVI PER IL SETTORE BROADCAST A BVE 2018

LEMO ha presentato due nuovi prodotti innovativi in occasione della manifestazione Broadcast Video Expo 2018 tenutasi dal 28 febbraio al 2 marzo. Questa fiera rappresenta il più grande evento tecnologico del Regno Unito dedicato al settore intrattenimento e media che, ancora una volta, si è svolta nel cuore dei Docklands di Londra al centro ExCeL.

I

l primo di questi nuovi prodotti lanciati da LEMO in fiera è la famiglia di connettori 3K.93C.Y SMPTE 304M. Questo prodotto rappresenta la nuova generazione dei connettori per videocamere HD di LEMO e offre agli utenti ulteriori vantaggi in termini di costo totale di possesso (TCO). Grazie al peso ridotto e al design interno migliorato, il nuovo connettore riduce notevolmente i costi di trasporto e per la terminazione dei cavi. Inoltre, questo nuovo prodotto è stato progettato per essere più tollerante alle variazioni degli operatori e, quindi, le prestazioni possono essere ottimizzate più facilmente durante il processo di terminazione.

Mediante una giuntatrice a fusione automatica portatile, le terminazioni dei cavi si possono effettuare direttamente sul campo, il che lo rende adatto ad affrontare progetti in cui i vincoli operativi impediscono l'uso di cavi per telecamere pre-terminati. Grazie al suo design modulare, questo sistema versatile può essere facilmente configurato in base a esigenze applicative specifiche, pertanto è possibile supportare facilmente e in modo rapido soluzioni su misura.

Informazioni

Il secondo nuovo prodotto lanciato da LEMO in fiera è il Compact Spice Tray (CST). Specificamente mirato al mercato brodcast più sensibile alle caratteristiche di rapidità e in cui il «tempo è essenziale», questo prodotto offre agli utenti la possibilità di installare rapidamente e facilmente blocchi di interfacce robuste per connessioni video HD ad aggancio rapido con ingombri ridotti e senza compromettere le prestazioni.

Con ogni sistema che può contenere fino a otto cavi per telecamere SMPTE 311M in fibra ibrida (HD) / Connettori ad aggancio rapido LEMO 3K.93C SMPTE 304M, è l'ideale per applicazioni di produzione in mobilità sul campo ed in studio.

www.lemo.com

11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

35


N OT I Z I E

CARRIER PRESENTA IL REFRIGERATORE AQUAFORCE® 30XB

Refrigeratore a vite raffreddato ad aria a velocità fissa con capacità di raffreddamento da 250 a 1700 kW.

C

arrier annuncia il lancio dei suoi nuovi refrigeratori AquaForce® 30XB e 30XBP, l´evoluzione della ben nota famiglia di prodotti 30XA, che vanta migliaia di installazioni di successo in tutto il mondo. La nuova gamma di refrigeratori a vite raffreddati ad aria a velocità fissa, con capacità di raffreddamento da 250 kW fino a 1700 kW, è disponibile in tre livelli di efficienza, per meglio adattarsi alle applicazioni dei nostri clienti e soddisfare i nuovi requisiti europei per la progettazione ecocompatibile. Carrier, leader mondiale nelle soluzioni di riscaldamento, climatizzazione e refrigerazione ad alta tecnologia, fa parte di UTC Climate, Controls & Security, una divisione di United Technologies Corp. (NYSE: UTX).

Informazioni

La nuova gamma AquaForce® 30XB combina l´esperienza sul campo maturata dal sistema AquaForce® con le tecnologie di ultima generazione sviluppate da Carrier: • C ompressore bivite Carrier 06T, noto per la sua robustezza ed affidabilità (99,7% di unità senza guasti del compressore). 11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

36

• Scambiatori di calore a microcanali in lega d’alluminio Novation® disponibili con rivestimenti Super EnviroshieldTM, per ottenere prestazioni ottimizzate a lungo termine. • Ventilatori di sesta generazione Carrier Flying Bird, con una nuova pala del ventilatore ispirata dalla natura, risultato di ricerca avanzata in laboratorio. • Evaporatore allagato a fascio tubiero Carrier, con nuovi tubi in rame dal design innovativo, per ottenere basse perdite di carico. • Controllo Touch Pilot® con interfaccia utente touch screen a colori con 10 lingue precaricate. Per gli edifici molto esigenti, la nuova versione premium AquaForce® 30XBP include: • Ventilatori EC Greenspeed™ a portata variabile e superficie di scambio di calore aggiuntiva garantiscono notevoli miglioramenti delle prestazioni, sia a pieno carico che a


N OT I Z I E

AquaForce® 30XB

carico parziale (SEER12/7 fino a 4,5 ed un SEPR12/7 fino a 6,3). «Oltre alle caratteristiche già apprezzate nella gamma classica 30XA, i refrigeratori della nuova famiglia la 30XB offrono i vantaggi derivanti dall´utilizzo delle tecnologie più all´avanguardia, per anticipare le sfide di domani e offrire un´elevata efficienza stagionale,» ha dichiarato William Doll, product manager dei refrigeratori a vite di Carrier. «I refrigeratori 30XB e 30XBP rappresentano la soluzione economicamente più interessante per tutte quelle applicazioni commerciali e industriali in cui un´elevata affidabilità e un funzionamento conveniente in tutte le condizioni climatiche sono requisiti chiave per i clienti.» Disponibile in tre livelli di prestazioni, il refrigeratore 30XB è in grado di soddisfare perfettamente le esigenze di entrambe le applicazioni:

miglior Rapporto di Efficienza Energetica Stagionale (SEER12/7) fino a 4,4, per le applicazioni di climatizzazione per il comfort delle persone. Con quattro livelli di comfort acustico, AquaForce® 30XB è in grado di soddisfare anche i requisiti tecnici più esigenti in ambienti sensibili al rumore. Funzionando con temperature esterne che vanno da -20°C a 55°C, AquaForce® 30XB è la soluzione perfetta per una vasta gamma di applicazioni, dagli uffici agli hotel di fascia alta fino a strutture sanitarie, centri di elaborazione dati e capannoni industriali. Il refrigeratore AquaForce® 30XB con PUREtec™, progettato esclusivamente per HFO R1234ze, sarà disponibile nel corso del 2018. www.carrier.com

Informazioni

• Con un rapporto di prestazione energetica stagionale (SEPR12/7) fino a 5,5 e un EER fino a 3,3, la versione standard 30XB rappresenta la migliore soluzione economica per applicazioni di processo ad alta temperatura o in temperature ambiente elevate dove sono richieste elevate prestazioni a pieno carico. • E quipaggiata con ventilatori a velocità variabile Greenspeed™ con motore AC, l´unità 30XB offre un 11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

37


N OT I Z I E

CARRIER PRESENTA II REFRIGERATORE A VITE A VELOCITÀ VARIABILE PIÙ EFFICIENTE, INTELLIGENTE E COMPATTO

AquaForce® Vision 30KAV con tecnologia Greenspeed™.

C

arrier annuncia il lancio di AquaForce Vision 30KAV con tecnologia Greenspeed, la nuova gamma di refrigeratori a vite a velocità variabile con capacità di raffreddamento da 500 kW a 1100 kW e livelli eccezionali di efficienza stagionale. Carrier, leader mondiale di soluzioni ad alto contenuto tecnologico per il riscaldamento, la climatizzazione e la refrigerazione, fa parte di UTC Climate, Controls & Security, filiale di United Technologies Corp. (NYSE: UTX).

AquaForce Vision 30KAV di Carrier raggiunge prestazioni energetiche eccezionali. Dotato di compressori a vite a velocità variabile e ventilatori a velocità variabile, AC di serie ed EC opzionali, oltre a pompe opzionali a velocità variabile, AquaForce Vision 30KAV di Carrier regola automaticamente la capacità di raffreddamento e la portata d'acqua per rispondere perfettamente ai requisiti dell'edificio o alle variazioni di carico del processo. Il risultato è un funzionamento ottimale sia a pieno carico che a carico parziale. La nuova gamma di refrigeratori presenta un SEER fino a 5,5, e un indice di efficienza energetica (EER) fino a 3,49 a pieno carico. L'unità 30KAV offre fino al 40% di efficienza energetica in più rispetto alla precedente gamma 30GX a parità di dimensioni.

Informazioni

«I nostri ingegneri hanno sviluppato tecnologie all'avanguardia per superare del 30% gli standard di prestazione energetica previsti dalla norma europea Ecodesign», ha dichiarato William Doll, product manager di Carrier, HVAC Europa. «AquaForce Vision 30KAV si stabilisce come punto di riferimento in quanto a efficienza, compattezza e intelligenza». 11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

38


N OT I Z I E

AquaForce® Vision 30KAV con tecnologia Greenspeed™ è il refrigeratore a vite Carrier a velocità variabile più efficiente, intelligente e compatto.

Grazie al funzionamento con temperature esterne che vanno da -20°C a 55°C e temperature dell'acqua negative, 30KAV è la soluzione ideale in un'ampia gamma di settori. Dai grandi edifici che ospitano uffici agli hotel, alle strutture sanitarie, centri informatici e progetti industriali, 30KAV soddisfa le aspettative più esigenti in termini di efficienza e risparmio energetico, a prescindere dal clima.

La versione AquaForce Vision PUREtec™ 30KAV-ZE, progettata esclusivamente per R-1234ze, sarà disponibile nel 2018.

AquaForce Vision 30KAV introduce le più recenti tecnologie Carrier all'avanguardia, compresi: • il nuovissimo compressore a vite a velocità variabile 06Z • i ventilatori Flying Bird® di 6° generazione con motore EC • gli scambiatori di calore a microcanali Novation® di 3° generazione con un design esclusivo della batteria a W in un unico pezzo

www.carrier.com

La gamma sarà inoltre estesa fino a una capacità di raffreddamento di 1800 kW con tecnologie premium e opzioni aggiuntive.

Informazioni

AquaForce Vision 30KAV presenta inoltre il controllo Touch Pilot® con interfaccia utente touch screen a colori, disponibile in 10 lingue, oltre a funzioni quali il monitoraggio intelligente dell'energia Carrier che fornisce agli utenti dati smart e ottimizza il risparmio energetico in condizioni reali. Inoltre, 30KAV può essere collegato ai centri di telecontrollo Carrier, dove i tecnici Carrier possono analizzare i dati e ottimizzare le prestazioni del refrigeratore. Con soli 90 dB(A) in esercizio, questa nuova gamma presenta livelli sonori particolarmente bassi rispetto alla generazione precedente. 11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

39


N OT I Z I E

MAXXMILL 750: NUOVO CENTRO DI FRESATURA VERTICALE COMPATTO PER LAVORAZIONI SU 5 LATI

Maxxmill 750: Centro di fresatura verticale per lavorazioni su 5 lati.

Basandosi sulla sua lunga esperienza e sulla sua filosofia orientata al cliente, EMCO – in collaborazione con la filiale italiana EMCO Famup – ha espanso la sua serie MAXXMILL sviluppando un nuovo centro di fresatura verticale CNC a elevate prestazioni per lavorazioni su 5 lati: il nuovo MAXXMILL 750. Le strutture compatte e ottimizzate della macchina e i suoi adattamenti tecnici permettono agli utenti di lavorare pezzi complessi e pesanti con lunghezze dei bordi di 530 x 530 x 417 mm con un solo settaggio - con risultati efficienti in termini di qualità superficiale e precisione.

F Informazioni

edele all’impegno aziendale «Costruito nel Cuore dell’Europa», basandosi sulla sua lunga esperienza nella produzione di centri di lavoro verticali per lavorazioni su 5 lati e sempre alla ricerca delle soluzioni ottimali per migliorare i suoi prodotti in funzione delle aspettative dei clienti, EMCO presenta il nuovo MAXXMILL 750, una macchina che permette lavorazioni su 5 lati con un solo settaggio offrendo la massima precisione, la tecnologia di controllo più avanzata e soluzioni strutturali intelligenti, il tutto con un eccezionale rapporto prezzoprestazioni.

La struttura della macchina è una perfetta combinazione di ghisa e acciaio saldato, che offre la massima stabilità e simmetria termica. Supportate da guide a rulli con un diametro di 45 mm sugli assi X e Y e da un motore a presa diretta sull’asse Z, le lunghe corse di 750 mm su X, 610 mm su Y e 500 mm su Z rendono possibile produrre parti fresate con dimensioni massime di 530 x 530 x 410 mm in lotti di piccole o medie dimensioni, assicurando nello stesso tempo un’elevata rigidità, un’ottima precisione ed eccellenti qualità superficiali sul pezzo. Grazie a un supporto frontale della tavola, disponibile in opzione, il peso del pezzo può raggiungere i 500 kg. In base alle esigenze di produzione, è possibile scegliere fra un potente mandrino meccanico con velocità massima di

11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

40


N OT I Z I E Sistema di lavaggio trucioli installato direttamente sulla tavola. Tavola 750 x 600 mm; per pezzi con un peso massimo di 300 kg - è possibile un incremento fino a 500 kg con il supporto tavola frontale disponibile in opzione.

Il MAXXMILL 750 può essere programmato utilizzando la tecnologia di controllo Siemens o Heidenhain più avanzata. L’unità di controllo è fissata a un quadro di comando ergonomico inclinato frontalmente e dotato di una funzione di rotazione. Questa soluzione garantisce all’operatore le condizioni di lavoro ottimali. Naturalmente, l’impegno «Costruito nel Cuore dell’Europa» di EMCO vale anche per il MAXXMILL 750. Le macchine sono completamente sviluppate e prodotte in Europa in collaborazione con produttori di marchio europeo che rispettano gli standard più elevati in termini di qualità, produttività ed efficienza. Il MAXXMILL 750 è quindi il centro di fresatura verticale ideale per le lavorazioni su 5 lati di parti in piccole o medie quantità. Ciò lo rende particolarmente adatto per produttori a contratto, imprese industriali come quelle dell’indotto automotive, la produzione meccanica in generale e gli enti di formazione di alto livello.

12.000 giri/min e un mandrino con motore raffreddato ad acqua con velocità massima di 15.000 giri/min.

Dati tecnici Corse e tolleranze Corsa asse X [mm] 750 Corsa asse Y [mm] 610 Corsa asse Z [mm] 500 Estensione inclinazione asse B +/- 100° Estensione rotazione asse C n x 360° Avanzamento rapido X/Y/Z [m/min] 30

Nonostante le dimensioni maggiorate delle corse, la macchina è compatta e progettata in modo ergonomico. Poiché il magazzino utensili contiene 30 stazioni utensile pronte all’uso, è possibile eseguire complessi processi di lavorazione in modo semplice ed efficiente. L’utente può personalizzare il magazzino utensili con un tamburo portautensili dotato di 40 o 60 stazioni utensile con portautensili ISO 40 e BT 40. Inoltre, anche il motore mandrino può essere acquistato con un tirante DIN69872 e HSK-A63. L’ingombro al suolo della macchina rimane invariato.

Tavola Lunghezza x larghezza [mm] 760 x 600 Peso max. pezzo in lavorazione [kg] 300 (500) Mandrino principale (mandrino meccanico) Gamma velocità [giri/min] 50 - 12 000 (non continua) Potenza mandrino [kW] 15 Coppia [Nm] 100 Mandrino principale (motore mandrino meccanico) Gamma velocità [giri/min] 50 - 15000 Potenza mandrino [kW] 20 Coppia [Nm] 100

La grande porta di accesso alla macchina garantisce la facilità di carico. Per permettere di integrare soluzioni intelligenti per sistemi di automazione, sul lato destro è possibile installare una porta automatica opzionale. L’area di lavoro è ampia e può essere facilmente ripulita dai detriti grazie al trasportatore di trucioli a cerniera e al sistema di lavaggio trucioli o al sistema di risciacquo installati direttamente sulla tavola, tutti disponibili in opzione.

Magazzino utensili Numero di stazioni utensile 30 (40/60) Tempo di cambio utensile (utensile-utensile) [sec] 2 Diamentro max. utensile [mm] 80 Lunghezza max. utensile [mm] 250 Peso max. utensile [kg] 8 Informazioni

www.emco-world.com

Grazie all’accesso semplice e libero alle aree interessate, tutte le operazioni di manutenzione possono essere eseguite facilmente. 11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

41


N OT I Z I E

IIOT GATEWAY STARTER KIT SUPPORTA I SERVIZI WEB DI AMAZON

Per soddisfare le esigenze degli integratori di sistemi e degli sviluppatori di applicazioni per l'Internet of Things Industriale (IIoT), Moxa ha lanciato l'IIoT Gateway Starter Kit, che include il supporto integrato per i Servizi Web di Amazon (AWS - Amazon Web Services).

Q

uesto kit di acquisizione dati fornisce una piattaforma affidabile pronta all'uso che semplifica lo sviluppo delle soluzioni IIoT fornendo tutti gli elementi essenziali necessari per raccogliere dati dai dispositivi periferici (edge) ai servizi cloud, con una programmazione minima o nulla. Ciò permette di sviluppare, integrare e commercializzare un’applicazione IIOT in tempo decisamente più rapidi, facendo decollare la produttività degli integratori di sistemi.

Informazioni

Il software: ThingsPro Gateway Il primo dei componenti essenziali dello starter kit ThingsPro Gateway, una piattaforma software per l’acquisizione dati pronta per l'uso che semplifica il complesso compito di trasferire dati dai nodi periferici all’infrastruttura cloud.

11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

42

Per semplificare l'acquisizione dei dati, ThingsPro Gateway comprende un framework Modbus per connettersi facilmente con dispositivi Modbus RTU/TCP e sistemi SCADA. Include inoltre un ampio supporto di rete per connettività 4G, failover wireless, firewall e VPN, tutti strumenti atti a garantire che i dati possano essere recuperati in modo sicuro dai siti remoti. Per trasferire i dati nel cloud, lo starter kit supporta un client integrato per servizi come AWS IoT e Cirrus Link Sparkplug. Integrando l'AWS IoT Device SDK, ThingsPro Gateway consente di configurare tag e dispositivi su AWS IoT. È quindi possibile trasferire dati di campo a vari servizi cloud AWS, come Amazon Kinesis, AWS Lambda e Amazon S3, per raccogliere, elaborare e archiviare dati. Lo starter kit supporta anche l'esecuzione di AWS Greengrass per eseguire localmente le funzioni di calcolo, messaggistica, memorizzazione nella cache dei dati e sincronizzazione. Inoltre, con l'SDK Cirrus Link Sparkplug integrato, è possibile collegare facilmente il gateway IIoT alla piattaforma Ignition di Inductive Automation o un qualunque altro server MQTT.


N OT I Z I E

«Il valore dei gateway IIoT si ha nel collegare dispositivi periferici (edge) e nel trasmettere i dati necessari nel cloud», ha dichiarato Johnny Fang, Product Manager della divisione Embedded Computing di Moxa. «Per facilitare un'integrazione più rapida tra gli oggetti sul campo e i servizi sul cloud e per aiutare gli utenti a introdurre le loro soluzioni sul mercato più rapidamente, stiamo lavorando attivamente per aggiungere il supporto a un numero sempre maggiore di servizi cloud, come Microsoft Azure, Google IoT Core, e Schneider Wonderware nelle prossime versioni.» Infine, per chi ha bisogno di più soluzioni personalizzate, ThingsPro Gateway include le API C e Python per accelerare lo sviluppo delle applicazioni e creare una soluzione su misura che soddisfi esigenze specifiche.

Unire il tutto: lo Starter Kit IIoT Gateway Unendo l'hardware dell'Edge Computer UC-8112 al software ThingsPro Gateway, l'IIoT Gateway Starter Kit offre una piattaforma complete, flessibile, robusta e potente. È ideale per il monitoraggio a distanza, l'acquisizione di dati e applicazioni di elaborazione dati per una varietà di applicazioni IIoT, tra cui energia solare, energia eolica, stazioni di ricarica per veicoli elettrici, monitoraggio dell'acqua e delle acque reflue e produzione intelligente. Maggiori dettagli sono disponibili all'indirizzo: https://www.moxa.com/Event/industrial-computers/ thingspro-data-acquisition-device-managementplatform/getstarted.htm#StarterKit Informazioni

L'hardware: L'Edge Computer UC-8112 L'altro componente principale dello starter kit è l'Edge Computer UC-8112: una piattaforma di calcolo di livello industriale incentrata sulla comunicazione, pronta all’iso, che include un processore ARM da 1 GHz, 512 MB di RAM, due porte LAN e due porte seriali, il tutto in un involucro palmare robusto e compatto. L’hardware è composto da una piattaforma flessibile adatta a un'ampia varietà di applicazioni ed è disponibile anche in un modello che può funzionare in ambienti difficili con variazioni di temperatura da -40 a 75°C. Dispone anche una vasta gamma di accessori wireless per aggiungere la connettività

LTE o Wi-Fi, se necessario. Chi sta già sviluppando un prototipo con un Raspberry Pi può facilmente migrare le sue applicazioni all'UC-8112 per trasformare le proprie idee IIoT da prototipi a soluzioni robuste adatte per applicazioni industriali e produzione in serie.

11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

43


N OT I Z I E

VERLINDE RINNOVA LE ATTREZZATURE DI PRODUZIONE DI UNO DEGLI STABILIMENTI DI HYDRO-AMÉNAGEMENT IN ALGERIA

Hydro-Aménagement è un’azienda pubblica algerina, fondata 37 anni fa, attiva nel settore dell’ingegneria idraulica, che ha al suo attivo tutta una serie di opere all’insegna dell’innovazione e dello sviluppo. L’azienda, presente sull’intero territorio algerino, è specializzata nella realizzazione di dighe, condotte idriche e trattamento delle acque reflue. In particolare, ha partecipato alla costruzione dell’acquedotto dell’area metropolitana di Algeri.

H

ydro-Aménagement ha scelto VERLINDE con una gara d’appalto per un progetto di rinnovamento di uno stabilimento di produzione di tubi in calcestruzzo precompresso di 2 metri di diametro per condotte idriche. Dopo 30 anni all’esterno, l’impianto esistente, dotato di gru a portale SWS risalenti agli anni ‘80, era obsoleto e degradato.

Hydro-Aménagement, oltre a rinnovare le attrezzature di produzione, intendeva ridurre i tempi d’intervento e i frequenti arresti della produzione dovuti alla vetustà delle attrezzature. Le gru a portale vengono utilizzate per la movimentazione delle casseforme dei tubi e, dopo l’indurimento e la scasseratura, per il loro trasporto. Il carico da movimentare è al tempo stesso pesante e fragile, e richiede una capacità di sollevamento di 32 tonnellate per un’altezza massima di 17 metri. Le gru a portale sono motorizzate per la traslazione, che avviene su rotaie.

Informazioni

Comando di precisione per carichi pesanti OREM, distributore di VERLINDE in Algeria, ha optato per la conservazione delle strutture di base esistenti, vale a dire le travi e le testate, ancora in buono stato, e l’utilizzo nuovi elementi di sollevamento. Complessivamente, si è intervenuti su cinque gru a portale con nuovi paranchi elettrici EUROBLOC VT4, versione HPN (altezza perduta normale) di classe M5, complete di linee d’alimentazione 11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

44


N OT I Z I E

elettrica, radiocomandi, cassette elettriche e avvolgitori. I paranchi elettrici a catena Verlinde EUROBLOC VT sono la soluzione ideale per le esigenze di sollevamento di carichi pesanti. Si tratta di paranchi a cavo adatti per le condizioni industriali più severe, nello specifico l’ambiente esterno, dotati di gancio con nottolino di sicurezza che consente la movimentazione verticale e orizzontale in condizioni di sicurezza di carichi fino ad 80 tonnellate, con un’altezza di sollevamento da 6 a 98 m. Considerando la fragilità del carico, la velocità di direzione è variabile per consentire il posizionamento di precisione. Dalla progettazione innovativa dei paranchi EUROBLOC VT sono derivati 13 brevetti. Si tratta delle uniche unità di sollevamento a cavo e gancio disponibili sul mercato, caratterizzate di serie da quote di avvicinamento del gancio (C) e del paranco (F) tra le più ridotte rispetto alla concorrenza, un minimo spostamento del bozzello in fase di sollevamento (sollevamento praticamente centrato) e un motore di direzione a velocità variabile da 3 a 20 m/min.

produzione. La problematica era la stessa delle gru a portale esterne. Le strutture esistenti dei 2 carriponte, testata e trave, sono state conservate e rinnovate. I carriponte hanno una capacità di sollevamento di 7,5 tonnellate per un’altezza di sollevamento di 10 m e uno sbraccio di 20 m. Sono stati installati paranchi VERLINDE EUROBLOC VT3 HPR classe M6 completi di accessori di collegamento. La scelta della classe più adatta è frutto dell’esperienza del distributore e della sua approfondita conoscenza dei prodotti VERLINDE e del loro funzionamento, che gli consente di poter prevedere esattamente le esigenze di manutenzione e la messa a punto ottimale delle apparecchiature di sollevamento.

Nello stabilimento sono state installate altre apparecchiature VERLINDE, nelle officine di manutenzione e di lattoneria, all’interno, per il rinnovamento delle linee di

La documentazione di offerta ha avuto tra l’altro il supporto dell’ufficio tecnico VERLINDE, che grazie alla validità della scelta dei diversi componenti, ha contribuito in larga

Informazioni

Tenendo conto che la larghezza della via di corsa della trave dei portali originali era di soli 155 mm, e quindi molto stretta, Verlinde ha proposto un carrello su misura a 16 rulli per ripartire uniformemente gli sforzi del carico.

Un’azienda nota a livello internazionale per la robustezza e l’affidabilità delle apparecchiature Alla scelta dell’appaltatore hanno contribuito la fama di VERLINDE e la chiarezza dei piani di intervento e di manutenzione delle attrezzature. A partire dalla messa in funzione dell’impianto nel 2013, senza tener conto dei normali controlli annuali, non si è reso necessario pianificare alcun intervento. Non sono stati praticamente utilizzati pezzi di ricambio e non si è verificato nessun guasto. I paranchi EUROBLOC VT sono dotati, ad esempio, di freni a disco a corrente continua, senza manutenzione.

11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

45


N OT I Z I E

misura all’assegnazione dell’appalto. L’ufficio ha messo a disposizione tutta la sua esperienza e il suo supporto in occasione delle operazioni di messa in funzione.

Informazioni

«Le attrezzature VERLINDE sono estremamente affidabili e di qualità - ha dichiarato Lionel Vesvre, presidente di OREM, precisando che in dieci anni di collaborazione non ha mai dovuto contestare materiali difettosi o problemi, per poi proseguire - e la solidità e la progettazione delle attrezzature VERLINDE sono l’ideale per chi le utilizza e chi deve farne la manutenzione». Lionel Vesvre è alla guida di OREM da oltre dieci anni. L’azienda dispone di tre strutture indipendenti, per poter soddisfare le peculiarità del mercato algerino. OREM ha l’esclusiva dell’esportazione delle attrezzature VERLINDE in Algeria per le aziende che pagano in euro, mentre SBL si occupa dell’importazione delle stesse in Algeria per quelle che pagano in dinari, oltre che delle formalità amministrative e doganali. Infine, MTRI si occupa dell’assistenza post-vendita, del montaggio e della manutenzione. OREM distribuisce le attrezzature VERLINDE sulla base del venduto e partecipa a numerose gare d’appalto in Algeria. www.verlinde.com

11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

46


N OT I Z I E

INSERIMENTO DIRETTO A PERFORAZIONE

Il nuovo sistema di ingresso cavi KES permette di realizzare cablaggi ad elevata densità con livello di protezione IP66.

Il versatile sistema KES di ingresso cavi ad alta densità.

L

a nuova serie di piastre passacavi KES di CONTACLIP consente l'introduzione rapida e sicura di cavi e conduttori pneumatici non intestati nei quadri elettrici e nelle carpenterie delle macchine. Le piastre KES offrono un livello di protezione IP66 anche con soluzioni che non necessitano il fissaggio con viti. La robusta struttura in poliammide rivestita di uno specifico elastomero, viene posizionata all'esterno del quadro elettrico o della parete della carpenteria, in corrispondenza di finestrature aventi dimensioni di 36 mm x 112 mm. Le piastre passacavi KES hanno uno spessore di soli 14 mm. È possibile installarle senza utensili, semplicemente ad incastro. In questo caso, la versione specifica non prevede i fori delle viti che rimangono completamente sigillati dallo strato di elastomero.

CONTA-CLIP sta lanciando questi nuova serie KES in ben 24 varianti, progettate per il massimo numero e la massima sezione di cavi e conduttori pneumatici la cui sezione è compresa tra 3,2 mm e 20,5 mm. L’ alto grado di protezione IP66 dell’intera gamma, ne consente l'utilizzo in ambienti gravosi. Le piastre KES, inoltre, hanno superfici lisce, angoli smussati e sono certificate per la resistenza detergente ECOLAB riguardante la pulizia industriale, offrendo quindi la garanzia di soddisfare tutte le caratteristiche igieniche necessarie per lo specifico utilizzo nell'industria alimentare o farmaceutica. www.conta-clip.it

Informazioni

Per inserire i cavi, la membrana esterna della piastra del passacavo deve essere forata con un attrezzo appuntito in corrispondenza del punto centrale ben evidenziato. I cavi devono quindi essere ben introdotti nei relativi punti forati. Oltre alla membrana perforata, i passacavi conici, sul retro della piastra prevedono una supplementare doppia tenuta IP 66 caratterizzata da una ulteriore guarnizione conica che consente di avere anche un’affidabile tenuta alla trazione.

Questo nuovo sistema consente di poter alloggiare fino a 32 cavi per singola piastra, ottenendo una densità di cavi molto più elevata rispetto alle convenzionali soluzioni di ingresso cavi realizzate con i tradizionali pressacavi.

11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

47


N OT I Z I E

L'ENCODER PROFINET/ETHERCAT PIÙ VELOCE E COMPATTO AL MONDO

Estremamente accurato e dinamico. Veloce, preciso e compatto.

W

achendorff Automation, produttore di encoder con sede a Geisenheim, in Germania, ha ampliato la sua famiglia di encoder assoluti WDGA dotati di interfacce Ethernet industriali PROFINET-IO ed EtherCAT.

Informazioni

Con il nuovo modello WDGA58F, Wachendorff ha realizzato il più piccolo dispositivo di questo genere al mondo, sia come diametro, sia come lunghezza. Considerata la tendenza inarrestabile verso sistemi sempre più compatti, questo nuovo dispositivo consente di risparmiare prezioso spazio di installazione, un fattore di importanza cruciale nella realizzazione di nuove macchine o il retrofit di quelle esistente. Nonostante il design dell’encoder sia estremamente compatto, i carichi elevati sopportati dai cuscinetti garantiscono una durabilità straordinaria e una vita operativa estremamente lunga. Gli encoder PROFINET/EtherCAT di Wachendorff sono in grado di stare al passo con le più recenti tecnologie PLC, grazie a tempi di ciclo minimi del bus.

11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

48

La sezione a giro singolo, con l'innovativa tecnologia QuattroMag®, offre una risoluzione fino a 16 bit, una precisione di +/- 0,0878° (12 bit), una precisione di ripetizione di +/0,0878° (12 bit) e dinamiche interne di 50 μs. Per la sezione multigiro, gli encoder PROFINET/EtherCAT di Wachendorff utilizzano la tecnologia EnDra®, che non richiede manutenzione e occupa poco spazio. Grazie a queste tecnologie di scansione magnetica estremamente precise e dinamiche, gli encoder assoluti WDGA possono essere utilizzati in numerose applicazioni in cui fino ad ora potevano essere utilizzati esclusivamente encoder assoluti basati su principi ottici. I produttori di impianti e i progettisti meccanici possono inoltre trarre vantaggio dall’approccio modulare utilizzato da Wachendorff Automation, in combinazione con la filosofia di produzione LeanQ applicata in modo rigoroso nelle sue fabbriche. www.wachendorff-automation.it


N OT I Z I E

SOLUZIONI AFFIDABILI PER ESIGENZE DI IDENTIFICAZIONE SPECIFICHE

Brady Corporation sviluppa etichette e soluzioni di identificazione affidabili in grado di resistere a temperature estreme, sostanze chimiche, pressione o abrasione. Queste etichette testate garantiscono una maggiore sicurezza nell’ambiente di lavoro, una migliore capacità di individuare e risolvere i guasti, la completa tracciabilità e altri vantaggi derivanti dall’identificazione in applicazioni e ambienti difficili. Ogni superficie, qualsiasi ambiente Anche le superfici complesse in ambienti industriali aggressivi possono essere identificate in modo permanente con un’apposita etichetta professionale. Brady sfrutta la scienza dei materiali, le competenze e l’esperienza maturata a livello mondiale in moltissimi settori per sviluppare etichette di identificazione capaci di aderire a superfici pulite, irregolari, oleose o verniciate a polvere e che rimangono leggibili anche se esposte a temperature estreme, sostanze chimiche, abrasione e pressione.

Assicurati una maggiore produttività, una migliore capacità di individuare e risolvere i guasti, la completa tracciabilità, una maggiore sicurezza nell’ambiente di lavoro e altri vantaggi derivanti dall’identificazione con resistenti etichette che rispondono alle tue esigenze. Contatta Brady scrivendo a emea_request@bradycorp.com.

Informazioni

La tua etichetta di identificazione I settori che devono affrontare sfide di identificazione particolarmente complesse possono rivolgersi a Brady per trovare una soluzione permanente. Il servizio clienti e i team di ricerca e sviluppo possono proporre un’etichetta standard o studiare e costruire nuove etichette per rispondere a esigenze di identificazione particolarmente complesse. Tra gli elementi personalizzabili di un’etichetta vi sono i materiali, gli adesivi, i rivestimenti, i laminati, i formati, i colori, le forme, i layout ed elementi prestampati.

Stampabili in loco Come le etichette standard, anche le etichette personalizzate possono essere stampate o finalizzate ovunque. Installa l’aggiornamento del firmware sulla tua stampante per etichette Brady abilitata alla stampa di consumabili personalizzati, carica il rotolo di etichette personalizzate, aggiungi manualmente o automaticamente le informazioni specifiche da riportare sull’etichetta, stampa e identifica.

www.brady.eu

11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

49


N OT I Z I E

IL MUSEO DANFOSS RIAPRE IN VERSIONE MODERNA

Il Museo Danfoss riaprirà presto nella casa d'infanzia di Mads Clausen, vicino al quartier generale di Danfoss a Nordborg. Il ruolo del museo, gestito dalla Fondazione Bitten & Mads Clausen, è quello di contribuire a salvaguardare un pezzo unico della storia industriale della Danimarca.

«

Solo chi eredita il passato ha una base per il futuro.» Il motto del fondatore di Danfoss, Mads Clausen, si concretizzerà alla riapertura del Museo Danfoss il 23 marzo 2018. Gli ammodernamenti sono stati resi possibili grazie a una donazione della Fondazione Bitten & Mads Clausen.

Informazioni

Il Museo Danfoss si trova nella casa d'infanzia di Mads Clausen a Nordborg. Da ragazzo, Mads Clausen trascorreva del tempo nella bottega del suo bisnonno, ed è qui che ebbe inizio il suo interesse per l'ingegneria. La sala da pranzo contiene il tavolo dove egli raccontava ai suoi genitori le sue idee. E nel loft c'è il primo e molto amato ufficio di Mads Clausen, che ha occupato fino alla sua prematura scomparsa, e dove ha collaudato la primissima valvola di espansione in un secchio d'acqua, che gocciolava nella sala da pranzo sottostante. Mads Clausen fu rimproverato per il pavimento bagnato, ma la valvola era quasi pronta, e il 1933 vide la nascita di Danfoss. Il resto appartiene alla storia dell'industria e può essere visto al museo. Oggi, Danfoss è un'azienda globale che impiega più di 26.000 persone. 11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

50

La riapertura è il risultato di completo rinnovamento del museo esistente, che anima e aggiorna la storia della più grande industria danese attraverso effetti audio-visivi e digitali. Il museo apre in un momento in cui Danfoss si trova nel mezzo della propria trasformazione digitale. E il presidente della Fondazione Bitten & Mads Clausen, Peter Mads Clausen, sottolinea l'importanza delle radici storiche di Danfoss, mentre l'azienda affronta un viaggio nel cambiamento: «Abbiamo il massimo rispetto per la nostra storia e la nostra continua evoluzione, tuttora in corso. Le nostre radici ci aiutano a comprendere il DNA di Danfoss: esso riflette il nostro modo di pensare, la nostra politica di responsabilità sociale, la nostra credibilità e il nostro stesso significato. Per porre le basi del futuro, dobbiamo conoscere le nostre origini», afferma Peter Mads Clausen, aggiungendo: «L'aspetto storico è di grande valore per noi e sono convinto che il Museo Danfoss sia interamente in linea con lo spirito di mia madre e di mio padre. La nostra storia è fantastica: la conserviamo e vogliamo anche mostrarla.»


N OT I Z I E

Il Museo Danfoss riaprirà rimodernato il 23 marzo 2018. Illustrazione: Kvorning Design & Communication.

Sono la quantità e la qualità dei materiali storici a costituire la struttura del Museo Danfoss. Fin dall'inizio, l'azienda ha beneficiato degli sforzi di persone dedicate e orientate al futuro, che hanno visto la necessità di conservare tutti gli elementi che raccontano la storia dell'avventura industriale di Danfoss. Molti ex dipendenti lavorano ancora per il museo, attraverso l'Associazione Storica Danfoss, con attività di volontariato che contribuiscono a preservare la storia dell'azienda. Il museo è mantenuto sotto la tutela del Danfoss Historical Archives, che conserva più di 60.000 foto in bianco e nero, 100.000 negativi e 40.000 vecchie foto impresse su lastre di vetro; oltre a foto digitali e più di 100.000 documenti scritti e oggetti fisici, compresi tutti i più antichi prodotti Danfoss, come la prima valvola di espansione, il primo termostato per radiatore, il primo convertitore VLT e il primo motore idraulico. www.danfoss.it Informazioni 11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

51


N OT I Z I E

LOGGITO E PROFISIGNAL WEB: UN DUO CHE RIVOLUZIONA LA TECNOLOGIA DELLA MISURAZIONE

Loggito è un nuovo sistema di acquisizione dati decentralizzato e altamente scalabile. In combinazione con il software di misura basato sul web, ProfiSignal Web, Delphin Technology offre un innovativo pacchetto completo per collegare l'acquisizione decentralizzata dei dati con la visualizzazione globale dei dati ovunque ci si trovi.

F

ungendo da coordinatore centrale di una rete di misura, Loggito Logger offre funzioni di archiviazione interna dei interni, opzioni di preprocessing per i dati acquisiti, nonché connettività a PC e al cloud. Grazie alla tecnologia di misurazione all'avanguardia «cloud at the edge», Loggito è anche in grado di utilizzare tutte le funzionalità del cloud. La rete di misura può essere estesa utilizzando il modulo USB Loggito cablato o il modulo wireless Loggito Wireless.

Informazioni

I dispositivi della serie Loggito offrono funzionalità di acquisizione dei dati universali in un formato tascabile e compatto. A seconda dell'interfaccia I/O selezionata, sono disponibili fino a 8 ingressi analogici universali in combinazione con 1 uscita analogica e 2 ingressi/uscite digitali combinati o fino a 6 ingressi o uscite digitali. Un convertitore A/D a 24 bit garantisce misure di precisione ad un'alta frequenza di campionamento pari a 1 kHz. L'interazione perfetta viene fornita con ProfiSignal Web, un software client/server basato su browser che consente di visualizzare i dati di misura in qualsiasi parte del mondo su qualsiasi dispositivo in cruscotti digitali (dashboard) 11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

52

personalizzabili. Oltre a una gamma di display analogici e digitali, riproduce anche graficamente LED, oggetti grafici geometrici e oggetti per consentire l'interazione tra i processi. Un punto di forza particolare di ProfiSignal Web è la rapida e agevole rappresentazione delle tendenze nei diagrammi y(t) per analizzare i dati di misura attuali e storici. In pochi secondi si passa da panoramiche di millisecondi a panoramiche mensili. Una caratteristica speciale degli strumenti Loggito Logger è che possono essere forniti con ProfiSignal Web preinstallato. Si ottiene così una catena di misura completa e immediatamente utilizzabile, dall'acquisizione decentralizzata alla visualizzazione da qualsiasi parte del mondo, senza richiedere complesse procedure di configurazione. www.delphin.com


N OT I Z I E

CAMILLE BAUER RAFFORZA LA SUA PRESENZA INDUSTRIALE IN SVIZZERA: LA DIGITALIZZAZIONE AIUTA PERSONALE E MACCHINE A OFFRIRE NUOVI SERVIZI DI PRODUZIONE «L'industria svizzera contribuisce all'innovazione, alla piena occupazione e alla competitività del nostro paese. Le manifattura in Svizzera è indispensabile, ma l'industria deve cogliere le opportunità della digitalizzazione.» Questa affermazione, tratta dal videomessaggio del Consigliere Federale Johann Schneider-Ammann presentato nel corso dell'iniziativa «Industry 2025» del 19.09.2017. È stato pubblicato nel numero di ottobre del 2017 della rivista di tecnologia svizzera.

Camille Bauer Metrawatt AG offre servizi di produzione e di consulenza.

C

amille Bauer Metrawatt AG, con sede a Wohlen nel cantone svizzero di Argovia, sta seguendo proprio questo obiettivo, consolidando i suoi punti di forza, ovvero la competenza della forza lavoro interna dell'azienda. Da anni Camille Bauer Metrawatt AG opera prestando attenzione agli sprechi e alla riduzione dei costi, basandosi sui processi di produzione lean originariamente promossi da Toyota. Grazie a questo sistema, l'azienda svizzera ha conseguito esiti positivi a livello internazionale e compete con successo nel mercato mondiale.

Informazioni

Fattori importanti per il suo successo sono l'orientamento totale al cliente, l'innovazione e il miglioramento continuo di tutte le fasi di lavorazione. Ciò viene accompagnato dall'adozione della digitalizzazione nell'intero contesto di industrializzazione e produzione, che Camille Bauer Metrawatt AG sa come affrontare, quotidianamente. Un importante traguardo è già stato raggiunto a giugno del 2017, la migrazione alla produzione senza uso di carta. Per rendere possibile tutto ciò, i processi del sistema ERP sono stati collegati insieme in una rete, con effetti positivi duraturi sull'ambiente, la flessibilità e la velocità nell'intera catena del valore aggiunto. Gli standard di qualità senza compromessi e una grande percentuale di produzione svolta internamente costituiscono solide basi per soddisfare le richieste dei clienti con prestazioni ottimali in termini di consegna puntuale dei prodotti.

Oltre ai propri prodotti, che dal 1944 Camille Bauer Metrawatt AG ha sviluppato, fabbricato e commercializzato con successo in tutto il mondo, l'azienda è fortemente impegnata in Svizzera come produttore industriale e ha ampliato la sua offerta per includere servizi di produzione. Questi servizi di produzione possono essere utilizzati per far fronte a colli di bottiglia dovuti a un’aumento della domanda, effettuare processi di verifica e convalida, o eseguire servizi di industrializzazione e riparazione, nonché attività logistiche. I servizi di produzione offerti sono conformi agli standard e alle normative pertinenti, con certificazioni quali ISO 9001: 2015, ISO14001: 2015, RoHS, REACH, ATEX, UL, GL IPC-A-610-D ecc. I servizi sono personalizzati in base alle esigenze dei singoli clienti e coprono i seguenti settori chiave: (1) Test flessibili e personalizzati per la validazione di terminali e cablaggi elettrici con procedure di prova affidabili e apparecchiature di collaudo adeguate; (2) Fabbricazione di assemblaggi elettronici in varie tecnologie di produzione; (3) Assemblaggio di terminali utilizzando il metodo di produzione a celle; (4) Consulenza nei settori della logistica, imballaggio, stoccaggio, metodo Kanban, riduzione delle attività di gestione, produzione senza carta, industrializzazione, ecc. Sicurezza e affidabilità assicurano in ogni caso la soddisfazione del cliente. Il nostro team di servizi di produzione sarà più che felice di rispondere a qualsiasi richiesta. www.camillebauer.com/manufacturingservices 11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

53


N OT I Z I E

CHE DIFFERENZA PUÒ FARE LA PERFETTA INTEGRAZIONE DEI SISTEMI PNEUMATICI E DEL CONTROLLO DI PROCESSO?

Nodo elettronico CHARM 580 ASCO Numatics ed isole di valvole installate in un cabinet con CHARM.

Il nodo ASCO Numatics CHARM 580 semplifica il marshalling elettronico dei sistemi pneumatici.

I

sistemi pneumatici sono componenti essenziali di molti impianti di processo, nei settori quali quello chimico, biologico e food & beverage, ed in particolare in quelli in cui vengono usate macchine accessorie. Nonostante siano parte essenziale del processo, queste macchine sono spesso indipendenti e non collegate con il sistema di controllo del processo. Questo può significare che un eventuale problema con i sistemi pneumatici della macchina, potrebbe non venire comunicato al sistema di controllo, provocando di conseguenza una rottura della macchina. L’impianto potrebbe quindi continuare a produrre prodotti che non potrano essere sottoposti ad ulteriori lavorazioni od imballati.

Informazioni

Architettura corrente I sistemi di controllo del processo sono generalmente in grado di integrare i sistemi pneumatici attraverso l’implementazione di una rete fieldbus aggiuntiva, come PROFIBUS-DP® o Modbus® TCP. Questo approccio, tuttavia, può aggiungere complessità a causa della mappatura dei dati e, mentre una diagnostica supplementare è possibile, un secondo ambiente di programmazione, con i relativi costi, non sarebbe invece auspicabile e potrebbe 11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

54

non supportare con facilità la ridondanza nei sistemi di comunicazione ed alimentazione. Nel 2016 Emerson ha introdotto il marshalling elettronico per i sistemi pneumatici. Questa soluzione consente agli utenti di integrare con facilià le isole di valvole ASCO Numatics della serie 580, con il sistema di controllo DeltaV di Emerson per una soluzione di sistema I/O e pneumatico Emerson Automation completa. Cos’è il marshalling elettronico? I Control Engineer ed i responsabili di progetto che lavorano su impianti di lavorazione a ciclo continuo o orientati alla produzione in lotti conosceranno bene i problemi associati alla messa in servizio degli ingressi e delle uscite nei sistemi di controllo distribuiti. Il metodo tradizionale implica il collegamento del dispositivo di campo attraverso il cablaggio multi-core, collegato alle morsettiere nei cabinet di controllo, con ogni collegamento inter-smistato manualmente alla sua scheda I/O appropriata. All’aumento della complessità del sistema e del numero di collegamenti corrisponde l’inevitabile crescita delle modifiche I/O e l’emergere di difficoltà legate al monitoraggio di ogni singolo collegamento fisico nel pannello di marshalling.


N OT I Z I E

morsettiere su guida DIN in cui viene disposto il cablaggio in campo; il dispositivo da campo viene identificato e la scheda CHARM appropriata viene configurata e smistata elettronicamente mediante un bus digitale nascosto verso qualsiasi controller presente nel sistema. Il collegamento della comunicazione e dell’alimentazione completamente ridondante è incluso, ed il rilevamento automatico di ogni canale I/O permette un’esecuzione facile delle modifiche relative ad identificazione, configurazione, diagnostica e progettazione da parte del sistema di controllo distribuito. La tecnologia offre svariati vantaggi, dalle prime fasi della progettazione alla messa in servizio, e per tutta la durata della produzione. Dal momento che è possibile collegare a controller specifici ingressi ed uscite analogici o digitali di qualsiasi tipo in ogni fase del progetto senza il ricablaggio manuale, è più facile preventivare i costi dell’hardware e della progettazione fin dall’inizio. Le modifiche alla progettazione, come l’aggiunta o la modifica di I/O, possono essere realizzate senza dover ricorrere ad una manodopera intensiva e costi di ricablaggio particolarmente alti. I progetti diventano più gestibili e più sicuri. La configurazione e la diagnostica sono eseguite da un’unica piattaforma software integrata: DeltaV Explorer di Emerson. E’ importante ricordare che i Costi Complessivi di Proprietà vengono notevolmente ridotti in considerazione dell’aumentata affidabilità e sicurezza dei processi produttivi e della conseguente diminuzione dei tempi di fermo macchina. Nodo elettronico CHARM 580 ASCO Numatics ed isole di valvole.

Ogni modifica aggiunge costi, ritardi e, cosa ancora più importante, rischi al progetto. L’aggiunta di ridondanza provoca ancora più problemi. Inoltre, la manutenzione futura e la modifica dei sistemi sono spesso complicate dai cambiamenti del personale e dalla mancata conoscenza del sistema, che possono influire in maniera negativa sui tempi di fermo macchina. Nonostante il marshalling manuale sia tuttora ritenuto adeguato per progetti di piccole dimensioni, processi continui ed in lotti su larga scala, in settori come quelli chimico, farmaceutico e del food, in cui la mancata produzione può dare luogo a costi realmente eccessivi, si rivolgono sempre più frequentemente a strategie di progettazione dei sistemi di processo affidabili e che non implicano rischi.

Con l’introduzione del nodo CHARM 580 di ASCO Numatics, per la prima volta è possibile effettuare l’integrazione dei sistemi pneumatici con il marshalling elettronico all’interno di un’unica piattaforma di rete, soluzione con un solo pacchetto ed un unico fornitore. Il nodo CHARM 580 si collega direttamente al sistema DeltaV attraverso la base di supporto CHARM e combina in maniera nativa il rilevamento automatico ed il marshalling elettronico mediante un collegamento di comunicazione ed alimentazione ridondante, consentendo di sfruttare appieno le capacità diagnostiche native del DeltaV. Dal sistema di controllo distribuito, ogni valvola pilota è gestita nello stesso identico modo degli altri ingressi e delle altre uscite del sistema. Il sistema di controllo distribuito è in grado di identificare e smistare tutti i collegamenti pneumatici mediante un unico collegamento ridondante con fino a 48 uscite di elettrovalvole collegate ad ogni nodo CHARM.

Informazioni

Il marshalling elettronico elimina le operazioni che richiedono molta manodopera, necessarie con il marshalling manuale. I cavi dal campo sono ancora collegati al cabinet di marshalling, ma a partire dal cabinet i collegamenti verso i controller sono gestiti elettronicamente. Ora è possibile mappare ogni canale I/O verso ogni controller. Emerson gestisce questa mappatura con i suoi CHARM (CHARacterisation Modules), ovvero schede di conversione da analogico a digitale che possono essere caratterizzate per eseguire qualsiasi funzione di segnale (AI, AO, DI, DO, RTD e così via). I moduli sono agganciati a schede CHARM I/O (CIOC), che sono a loro volta montate su

Integrazione delle isole di valvole pneumatiche nei sistemi di automazione con la tecnologia CHARM Il CHARM della serie 580 consente ai Contro Engineer ed ai responsabili di progetto che lavorano su progetti di produzione a ciclo continuo o in lotti, di adottare un approccio semplice, economico e rapido all’integrazione dei sistemi pneumatici all’interno dell’ambiente di controllo del processo. Il nodo facilita il collegamento singolo dal campo al sistema di controllo distribuito DeltaV™ di Emerson offrendo funzioni di marshalling elettronico, configurazione nativa e diagnostica, oltre alla ridondanza incorporata, per un’architettura di sistema completamente integrata.

Il nodo CHARM 580 si interfaccia con le isole di valvole della serie 500 ASCO Numatics. Queste valvole di controllo 11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

55


N OT I Z I E

La rete DeltaV con valvole pneumatiche su CHARM elimina la necessità di una rete secondaria.

direzionale «plug-in» ad alte prestazioni offrono la massima portata comparata alla loro dimensione, e contribuiscono a mantenere compatto l’ingombro della macchina ed a ridurre i costi del sistema, oltre ad essere accompagnate da una gamma completa di accessori ed opzioni che semplificano l’installazione, la configurazione e la modifica.

Informazioni

I costi ed i benefici a lungo termine dell’architettura semplificata della macchina Se confrontata con un sistema di processo produttivo caratterizzato da cross-marshelling manuale per scenari di produzione a ciclo continuo ed in lotti, i vantaggi offerti da una soluzione basata sulla tecnologia CHARM con marshalling elettronico sono palesi e convincenti. Quando i sistemi pneumatici richiedono un’integrazione e la soluzione è comparata con l’introduzione di un fieldbus come PROFIBUS-DP®, i vantaggi sono ancora più convincenti grazie all’ambiente di engineering facile da usare e task-based offerto da DeltaV. L’eliminazione di una rete secondaria consente di ridurre notevolmente i componenti, I/O associati, cablaggio e tempo necessario per la messa in servizio. La soluzione a rete singola di Emerson sottintende una responsabilità unica per prodotti, documentazione e supporto, con risparmi per personale, risorse di programmazione e formazione del sistema. Il numero ridotto di componenti ed il collegamento diretto equivalgono ad un minor rischio di guasti del sistema. Le modifiche alla progettazione nel corso dello sviluppo del progetto e la risoluzione dei 11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

56

problemi sono più semplici grazie al controllo intelligente integrato e dotato delle funzioni di autorilevamento e di diagnostica sempificata della stazione di lavoro. Il tempo di fermo macchina è notevolmente ridotto grazie alla diagnostica integrata direttamente sull’isola di valvole o visualizzata sulla stazione di lavoro dei sistemi DeltaV. L’affidabile collegamento ridondante garantisce la sicurezza e riduce i tempi di inattività richiesti per eseguire la manutenzione. Tra gli altri vantaggi sono inclusi la flessibilità nel controllo di processo, grazie al fatto che ogni CHARM I/O, dai sensori di corrente e tensione agli allarmi ed alle valvole pilota, condividono la stessa configurazione DeltaV Explorer, e sono disponibili nel «cloud» su ogni controller nella rete. L’insieme di questi fattori crea una soluzione fortemente integrata per gli ingressi e le uscite e per le isole di valvole pneumatiche che fornisce una certezza operativa e di progetto più completa, un’ottimizzazione generale del controllo ed un’elaborazione affidabile. Per maggiori informazioni sul nodo CHARM 580 di ASCO Numatics, potete www.asconumatics.it


N OT I Z I E

SENSORI CAPACITIVI AUTOADESIVI E FLESSIBILE PER MISURE DI LIVELLO DI RIEMPIMENTO CONTROLLARE IL LIVELLO DI RIEMPIMENTO DIVENTA SEMPLICISSIMO

Balluff ha presentato un sensore capacitivo autoadesivo con livello di protezione IP 64 utile per rilevare in modo continuativo il livello di riempimento senza alcun contatto con il materiale presente in serbatoi con pareti non conduttive o attraverso pareti esterne di tubi in vetro, plastica o ceramica.

L

a testina flessibile del sensore, dotata di un campo di rilevamento massimo di 850 mm, può essere regolata in lunghezza a piacere (a partire da un valore minimo di 108 mm) e fissata con facilità alle pareti esterne del contenitore senza accessori supplementari, utilizzando la sua superficie adesiva. Per rilevare il livello di soluzioni acquose polarizzate, lo spessore delle pareti può essere compreso tra 2 e 6 mm, e fino a 2 mm per misurare il livello di sostanze non conduttive come oli e materiali incoerenti.

Il sensore è appositamente progettato per essere utilizzato insieme agli amplificatori di sensori Balluff di tipo BAE. Utilizzando l'amplificatore opzionale è possibile rilevare il livello di riempimento sull'intero campo di misura visualizzando direttamente i corrispondenti valori analogici (0 ... 10 V, 4 ... 20 mA), tramite il collegamento IOLink, o come valori di superamento delle soglie minima e massima. Sia il collegamento tramite bus IO-Link che l'amplificatore analogico opzionale offrono versatili possibilità di configurazione per soddisfare esigenze personalizzate. www.balluff.it

Informazioni 11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

57


N OT I Z I E

POTENZIARE LE TORRETTE

Ancora con le solite attrezzature? È tempo di un rapido, ma grande cambiamento!

M

an mano che le macchine utensili diventano più complesse e cresce la necessità di produrre pezzi in tempi più brevi, proprietari e responsabili di torni a controllo numerico devono volgere lo sguardo verso le ultime tecnologie se vogliono ottenere una produzione più efficiente. Non stiamo scherzando quando diciamo che una delle più produttive di queste soluzioni è tutt'altro che nuova: di fatto, è un campione da quasi trent'anni nella guerra ai tempi di fermo delle macchine utensili. Stiamo parlando della soluzione per il cambio rapido degli utensili KM™ Quick Change Tooling e, sia che si tratti di un vecchio amico, di un perfetto sconosciuto o di un estraneo che hai incontrato casualmente e poi dimenticato, è ora il momento di dare un'occhiata approfondita a ciò che questo strumento può fare per te in termini di risultati.

Informazioni

Questo perché Kennametal cambia ancora una volta le regole del cambio rapido. L'azienda americana di Latrobe (Pennsylvania) lancia una nuova linea di prodotti KM™: le unità di bloccaggio utensili per torrette. Inoltre, Kennametal ha collaborato con lo specialista globale di utensili per tornio, EWS Tool Technologies, per produrre e supportare questa serie di adattatori KM. Insieme, le due società intendono ridefinire il modo in cui le officine 11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

58

attrezzeranno le torrette sui propri torni DMG Mori, Okuma, Mazak, Haas, Doosan, Nakamura, Hwacheon e Hyundai, e su altri torni in arrivo. Adottare il cambiamento In passato, avrete dato un'occhiata ai torni a cambio rapido e vi sarete forse detti che non fanno per voi. Troppo costosi, forse, o comunque non sempre compensano i problemi legati all'implementazione di una nuova tecnologia. Questo potrebbe essere il motivo per cui la stragrande maggioranza delle officine apparentemente sceglie di intraprendere il percorso più facile e usa i classici utensili a torretta forniti insieme al loro tornio CNC. «Ho parlato con molti clienti all'ultima fiera IMTS/EMO e ho trovato che l'80% di loro non utilizza un sistema di utensili a cambio rapido», afferma Michael Schuffenhauer, responsabile della divisione Tooling Systems in Kennametal. «Sono rimasto molto sorpreso e, secondo me, ciò indica una grande opportunità per queste officine di diventare più competitive.» Le unità di bloccaggio utensili per torrette sfruttano questa opportunità sostituendo i classici utensili a torretta in blocco con adattatori a cambio rapido realizzati


N OT I Z I E Svariati modelli e tipologie sono già disponibili in magazzino, in diverse parti del mondo. Le unità di bloccaggio sfalsate e a doppia stazione offrono una grande versatilità in fase di lavorazione sugli odierni torni CNC multiasse, plurimandrino, con asse Y. Le unità di bloccaggio utensili per torrette sono disponibili per la torretta BMT qui illustrata e per le torrette Mazak VDI.

e fuori linea, così come modelli per il posizionamento a destra o a sinistra. Mandrini idraulici, mandrini a pinza ER, adattatori per frese, dispositivi di taglio girevoli ID e OD: dopo quasi trent'anni di sviluppo, l'elenco degli adattatori KM è molto lungo. Lo stesso vale per le dimensioni delle unità di serraggio, con interfacce che vanno da 32 a 63 mm (da KM32 a KM63). Quindi sia che il tornio, la fresa o il centro multitasking producano minuscole viti sanitarie o grossi mozzi portanti per un rimorchio di un trattore, con le unità di bloccaggio utensili per torrette e il KM siete coperti. Facciamo due conti Ma che cos'è KM e perché è migliore della concorrenza? Per coloro che non conoscono questo sistema maturo e ampiamente accettato, Schuffenhauer offre la seguente spiegazione. «Il KM utilizza una coppia di sfere in acciaio temprato posizionate all'interno di uno stelo conico. Quando si applica una forza di serraggio, l'estremità della coda conica si espande mentre il portautensili viene spostato all'indietro contro la faccia di posizionamento. Grazie a una piccola interferenza sulla linea di misura, questo contatto a tre punti offre un posizionamento radiale e assiale estremamente preciso e ripetibile nonché elevate forze di serraggio. In poche parole, è il sistema di cambio rapido più rigido e preciso disponibile in questa gamma di dimensioni.» appositamente per la propria marca di tornio CNC. Ciò vale per entrambi i tipi di torretta, VDI e BMT, rotanti o statiche, e per i portautensili ad orientamento assiale, radiale o persino angolare. Tutt'ad un tratto, il cambio rapido è molto più facile da implementare. I costi totali degli utensili vengono ridotti. I problemi relativi alla rigidità degli utensili non ci sono più. E poiché ogni modello di morsetto è stato creato da EWS per combinarsi perfettamente con gli utensili delle marche prescritte, è come se le macchine fossero già progettate con una propria torretta KM.

Questo ponte è robusto e completo allo stesso tempo. Sono disponibili modelli con unità di bloccaggio in linea

Informazioni

Costruire ponti «Il tempo di lavorazione disponibile è uno dei fattori chiave per la produttività di qualsiasi azienda manifatturiera», osserva Schuffenhauer. «Ovviamente, la semplificazione della configurazione è una parte importante del miglioramento di questo fattore di merito, qualcosa su cui i sistemi di utensili a cambio rapido eccellono. Ma c'è anche il tempo di inattività prodotto durante i cambi di utensile, quando l'operatore passa dieci minuti a cercare la vite che è caduta nella vasca di raccolta trucioli, ad esempio, oppure il tempo perso ad azionare un trapano nel mezzo di un'operazione. Il KM elimina questi tempi non produttivi e le unità di bloccaggio utensili per torrette sono il ponte tra le funzioni di cambio rapido del sistema e l'utensile della macchina.»

Pronto a dare un'occhiata (o forse un secondo sguardo) ma ancora preoccupato per i costi? Jay Verellen, direttore Kennametal per il dipartimento Global Product Management nella divisione Tooling Systems, punta sul calcolatore ROI di Kennametal.com come metodo per quantificare i vantaggi dell'utilizzo nelle macchine. Egli fa notare che un ritorno sull'investimento (ROI) potenzialmente positivo in un breve periodo che va da tre a sei mesi non è inusuale e che il team di supporto tecnico (CAS, Customer Application Support) della società è pronto ad aiutare i clienti a garantirsi i risultati economici desiderati. «Non è un calcolo complicato», dice. «Basta immettere dei valori come la tariffa oraria e il numero di configurazioni per turno e il risultato apparirà rapidamente. Ma occorre anche considerare gli effetti meno tangibili del KM. Le impostazioni e le modifiche degli utensili in fase di lavorazione sono più semplici, quindi la presenza di un operatore poco esperto non spaventa più. E la versatilità è notevolmente maggiore. Questa caratteristica non si riferisce tanto alla vasta gamma di utensili e adattatori disponibili (anche se questo è certamente importante) ma riguarda maggiormente l'opportunità di rendere felici i propri clienti: se è possibile configurare una macchina in cinque minuti, diventa molto più facile soddisfare le loro mutevoli esigenze senza dover spendere un patrimonio. Ecco cosa portano in tavola il KM e le unità di bloccaggio utensili per torrette». www.kennametal.com 11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

59


N OT I Z I E

ESTENDERE L'ECCELLENZA

Foratura in angoli stretti e alesatura di elementi in profondità: non sono più qualcosa da evitare, grazie alle nuove prolunghe idrauliche per mandrini idraulici di Kennametal.

Kennametal risolve l'annoso problema della stabilità degli utensili nell'esecuzione di fori all'interno di cavità profonde, lungo bordi alti e in presenza di attrezzature ingombranti.

R

Informazioni

aggiungere in profondità un pezzo in lavorazione per praticare dei fori può essere un'impresa davvero ardua. Avete provato con diversi tipi di codoli e utensili per aeronautica, ma anche le punte in metallo duro possono andare fuori sede se il mandrino non riesce a tenerle bloccate. Forse avete cercato di risolvere il problema con delle prolunghe speciali sebbene queste, oltre ad essere costose, siano anche limitate a specifiche lunghezze. Potrebbe valere la pena provare una bussola di riduzione a doppio angolo o di tipo ER, ma questi dispositivi non sono proprio compatti, e qualsiasi scostamento o squilibrio viene amplificato quando le lunghezze sono di molto superiori al diametro: anche se lo scostamento del foro è limitato, bisogna comunque combattere con la flessione e la vibrazione del supporto. La precisione del foro diventa discutibile, la durata dell'utensile è breve e la produttività ne risente man mano che si riduce la velocità di avanzamento nel tentativo di mantenere la punta diritta. Di sicuro esiste una soluzione migliore. Decenni di esperienza Kennametal la pensa così. Il produttore di utensili di Latrobe (Pennsylvania, USA) ha recentemente sviluppato una prolunga idraulica che risolve queste problematiche

11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

60

migliorando la versatilità e riducendo i costi. Michael Schuffenhauer, Senior Global Product Manager per la divisione Tooling Systems di Kennametal, afferma che l'azienda produce mandrini idraulici da 30 anni e ha di conseguenza maturato un'esperienza considerevole su questa tecnologia. Il nuovo dispositivo è il prodotto di questa lunga esperienza. Dichiara Schuffenhauer: «Abbiamo chiesto ai nostri clienti: “Come fate a praticare fori in cavità profonde e tasche complesse? Avete problemi a superare morse e attrezzature di fissaggio?” Volevamo sapere come stavano affrontando questi problemi e qual era l'efficacia delle loro soluzioni. A quel punto, abbiamo deciso di svilupparne una migliore.» La soluzione arriva con l'idraulica La nuova gamma di prolunghe idrauliche (HC, Hydraulic Chuck) Kennametal offre una soluzione semplice. Michael Schuffenhauer elenca alcune caratteristiche chiave che rendono il prodotto diverso da qualunque altro prodotto attualmente disponibile. Queste includono:


Le prolunghe idrauliche Kennametal per mandrini idraulici sono dotate di canali di raffreddamento integrati nell'utensile, migliorandone la durata e aumentando la velocità di avanzamento in tutte le applicazioni di foratura e alesatura.

N OT I Z I E

prodotto la prolunga per foratura più diffusa sul mercato. È senza dubbio un design eccellente.» Prendere la via più facile Facilità d'uso significa nessun bisogno di macchine calettatrici. La lunghezza dell'utensile è regolabile assialmente fino a 10 mm (0,393 in). Un apposito smusso all'estremità della prolunga facilita l'inserimento nel mandrino idraulico. Chiavi specifiche permettono un controllo comodo e sicuro, senza la necessità di una chiave dinamometrica. Il design monoblocco elimina i problemi di contaminazione e i tempi di fermo dovuti alla manutenzione. E, soprattutto, il sistema di bloccaggio elimina le variazioni di serraggio dovute al cambio di operatore. Abbinate ad un adattatore per cambio rapido KM, le prolunghe idrauliche Kennametal per mandrini idraulici rendono le configurazioni precedentemente difficili più veloci e più prevedibili.

• Eccentricità non superiore a 3 μm (0,00012 in.) a 2,5xD (la metà rispetto alla migliore soluzione della concorrenza), con una durata e una qualità del foro eccezionali. • Con un grado di equilibratura G2.5 a 25,000 giri/min, la vibrazione si riduce notevolmente anche a velocità di rotazione elevate. • Le vibrazioni vengono ulteriormente smorzate dal meccanismo di bloccaggio idraulico presente nella prolunga. • I canali interni facilitano l'integrazione del refrigerante nell'utensile, senza la necessità di tubi o adattatori. • Il design ultrasottile permette, ad esempio, di bloccare una punta da 12 mm (0,5 in) in un mandrino da 20 mm (0,75 in). • Svariate bussole di riduzione sono disponibili con misure in pollici o in millimetri, offrendo la massima versatilità al minor costo possibile. • È possibile utilizzare punte o alesatori anche di soli 3 mm di diametro del codolo (0,125 in). • Adatte per applicazioni rotanti e stazionarie.

Uno sguardo all'interno Per ottenere tutte queste prestazioni, il design è stato comunque mantenuto semplice: basta posizionare qualsiasi punta con tolleranza h6 nella prolunga e ruotare la vite di bloccaggio all'estremità dell'unità fino a quando non va in sede. Ciò permette a un pistone idraulico presente nel dispositivo di muoversi in avanti, comprimendo la bussola e bloccando l'utensile. Anche in questo caso, il runout totale misurato a 2,5xD dall'estremità anteriore del mandrino non supera i 3 μm (0,00012 pollici) e le ottime caratteristiche di equilibratura della prolunga ne fanno la soluzione ideale per le odierne macchine utensili ad alte velocità di rotazione. In definitiva, afferma Michael Schuffenhauer, i clienti desiderano realizzare nel modo più sicuro, economico e prevedibile le lavorazioni di pezzi, possibilmente con attrezzi e apparecchiature che siano facili da usare. La prolunga idraulica soddisfa tutti questi criteri e altro ancora. «Da un punto di vista più generale, la prolunga idraulica combina la versatilità di un mandrino a pinza con la precisione di un sistema a calettamento termico e una messa a punto ancora più semplice. Possiamo prendere il meglio da tutto quello che c'è. E grazie all'estrema precisione e all'equilibrio della prolunga idraulica, non occorre accontentarsi di una durata e di prestazioni inferiori rispetto ai sistemi di serraggio puramente meccanici. Siamo molto lieti di aggiungere questo nuovo prodotto al nostro catalogo.»

Informazioni

«Le nostre prolunghe idrauliche sono studiate per soddisfare le esigenze di clienti che necessitano della versatilità di un sistema modulare, ma che vogliono evitare le spese e i limiti di una soluzione personalizzata, oltre ai vincoli legati agli utensili tradizionali», afferma Michael Schuffenhauer. «Riteniamo che il miglioramento in termini di prestazioni e di facilità di utilizzo renderanno questo

«Questo è un punto importante», osserva Michael Schuffenhauer. «Con i tradizionali sistemi a ghiera, la coppia applicata durante i cambi di utensile può variare notevolmente, aumentando la possibilità di scentratura o di slittamento dell'utensile. Lo stesso vale per i mandrini idraulici a espansione della concorrenza. Ma con la nostra soluzione non c'è rischio di stringere troppo o troppo poco. Il nostro prodotto non è solo estremamente preciso, ma è estremamente preciso ogni volta.»

www.kennametal.com 11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

61


N OT I Z I E

ECOSTRETCHROLL - UN NUOVO RULLO STENDITORE AD ALTA EFFICIENZA PER FOGLI DI ALLUMINIO, FIBRE, TESSUTI E CARTA DRECKSHAGE è un costruttore di rulli tecnici e produce rulli in acciaio, acciaio inossidabile e alluminio secondo le specifiche del cliente.

E

coStretchRoll è un rullo stenditore completamente nuovo. Il risultato delle particolari innovazioni introdotte è il notevole miglioramento dei sistemi esistenti grazie all'utilizzo di anelli elastomerici di precisione con molteplici elementi espandenti singoli. Questi elementi garantiscono un'eccellente espansione già con un ridotto angolo di avvolgimento e senza richiedere alcun azionamento o regolazione esterna del rullo. Gli elementi espandenti sono orientati in modo che l'espansione avvenga sempre dal centro verso l'esterno del rullo.

Informazioni

Ciascun anello elastomerico è composto da 30, 36 o 40 elementi espandenti, a seconda del diametro del rullo, e funziona in modo completamente indipendente. Un singolo elemento espandente pesa soli 0,5 grammi e reagisce molto rapidamente a qualsiasi pressione esercitata dalla merce. La speciale forma degli elementi espandenti genera un controllato movimento di inclinazione in direzione del bordo del rullo. Gli elementi espandenti vengono montati sugli affidabili supporti Economic-Rolls® all'interno dei nostri stabilimenti di produzione.

Vantaggi dei rulli EcoStretchRoll: • Disponibili nei diametri 110 mm, 130 mm e 150 mm (con anime pari a 80 mm, 100 mm o 120 mm rispettivamente) • Assenza di zone mediane inoperanti • Generano un effetto espandente non appena è presente un potenziale di espansione • Non occorre alcun motore esterno; è il materiale stesso ad azionare il rullo • Il peso aumenta rispettivamente di soli 2 kg, 2,3 kg o 3,2 kg per metro, a seconda del diametro • Grazie alla loro forma arrotondata, gli elementi espandenti non lasciano tracce sui materiali in lavorazione • Impiego universale, ad es. in sostituzione di altri rulli stenditori o rulli di rinvio presenti in punti critici • Disponibili in EPDM e in silicone Con le sue famiglie di rulli Economic-Rolls®, rulli di alluminio, rulli di acciaio, rulli stenditori e servizi dedicati al settore dei rulli tecnici, DRECKSHAGE permette di affrontare a un'ampia gamma di applicazioni industriali. L’ampia offerta di DRECKSHAGE comprende anche i prodotti delle divisioni: tecnologia lineare, materiali, materiali tecnici in plastica e profili e sistemi. www.dreckshage.de/it

11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

62


N OT I Z I E

LA NUOVA SOLUZIONE ROTATIVA DI SOUTHCO COMBINA CHIUSURA ROTATIVA E ATTUATORE PER SEMPLIFICARE L'INSTALLAZIONE

Southco ha recentemente ampliato la sua gamma di successo di chiusure rotative con il lancio della chiusura rotativa con attuatore a levetta R4-81. L'ultima novità della serie di chiusure rotative R4 combina una chiusura rotativa compatta con un attuatore a levetta per impiegni gravosi, permettendo l'attivazione diretta senza la necessità di un cavo collegato.

D

isponibile in plastica anticorrosione e acciaio pressofuso, la R4-81 offre un design della levetta stilizzato con possibilità di finiture personalizzate e la sicurezza versatile della chiusura a chiave. Combinando chiusura rotativa e attuatore in un'unica soluzione, la R481 permette un'installazione più semplice del sistema rotativo, per un'ampia varietà di applicazioni di trasporto, inclusi veicoli speciali, automezzi pesanti, ferrovie e nautica.

www.southco.com

Informazioni

Grazie al carico di rottura elevato per impieghi gravosi e al design a tenuta che protegge dall'ingresso di polvere e liquidi, la R4-81 offre un'eccellente soluzione per applicazioni in ambienti esterni che richiedono prestazioni di resistenza. Queste chiusure sono disponibili con un ammortizzatore integrato e con chiusura a uno o due stadi.

La responsabile globale dei prodotti Cynthia Bart aggiunge: «La chiusura rotativa R4-81 con attuatore a levetta fornisce una soluzione rotativa tutto in uno, con il suo design combinato di chiusura rotativa e attuatore. Grazie alla sua struttura resistente, questo prodotto è particolarmente adatto per ambienti difficili e per l'esposizione agli elementi.»

11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

63


N OT I Z I E

DOPPIO VANTAGGIO CON UN SOLO DISPOSITIVO SISTEMA DI POSIZIONAMENTO INDUTTIVO - PRONTI PER INDUSTRY 4.0!

PMI F90 con campo di misura di 80 mm.

Il nuovo sistema di posizionamento induttivo PMI F90 di Pepperl+Fuchs è in grado di rilevare, con precisione, la posizione assoluta di un attuatore e la distanza tra due dispositivi. Grazie alla tecnologia IOLink, il sistema è dotato di ampie capacità di comunicazione ed è adatto ad applicazioni 4.0. La tecnologia brevettata «multi-coil» garantisce la massima accuratezza della misura.

I

l nuovo sistema di posizionamento induttivo PMI F90 funziona con un esclusivo sistema multi-coil brevettato. La posizione assoluta dell'attuatore viene rilevata con precisione dai segnali di una sola bobina. Oltre all'invio del segnale di posizione analogico, è possibile anche definire i punti di intervento. Il sensore è in grado di rilevare la posizione di due attuatori e la loro distanza, il che rende possibile eseguire funzioni di posizionamento dinamico con pochissima tecnologia di misura.

Informazioni

Grazie all'interfaccia IO-Link il dispositivo consente di attivare un flusso continuo di dati, una caratteristica particolarmente apprezzata nelle applicazioni con architettura Industry 4.0. I registri degli eventi, i messaggi di errore, i dati riguardo la qualità del segnale e lo stato del dispositivo e le ore di funzionamento possono essere letti direttamente dal master IO-Link.

I sensori PMI F112 e PMI F166, parte di questa famiglia, sono dedicati ad applicazioni in aree delimitate e ambienti difficili. Il design compatto consente di installare questi sensori anche negli spazi più ristretti, mentre la robusta custodia metallica li protegge dalle interferenze esterne. I vantaggi di un sistema di posizionamento induttivi si applicano a tutti i dispositivi: assenza di contatto e manutenzione, minima usura, resistenza allo sporco e alle interferenze. Qualsiasi componente o oggetto in acciaio può essere utilizzato come attuatore, poichè il sistema induttivo non richiede un attuatore magnetico. •R  ilevamento di posizione indipendente dalla distanza •C  ampo di misura e di intervento programmabili • F unzioni di misura e comando in un unico dispositivo •P  arametrizzazione tramite IO-Link • Versioni per Zona ATEX 2/22 www.pepperl-fuchs.com

11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

64


N OT I Z I E

NUOVO RIDUTTORE AZIONAMENTO RUOTE COMPATTO, CON MOTORE A PISTONI ASSIALI INTEGRATI – BONFIGLIOLI SERIE 600WT

Bonfiglioli, azienda specializzata in azionamenti di ogni genere, sta espandendo la propria gamma di motoriduttori per ruote, con l'introduzione della nuova serie 600WT, in cui è integrato un nuovo motore a pistoni assiali progettato specificatamente per le macchine agricole.

L

'azionamento ruote 606WT Bonfiglioli, unisce perfettamente parti meccaniche consolidate, ad un nuovo motore a piastra inclinata da 68 cc/rev, rappresentando la miglior scelta per le macchine agricole con idraulica in circuito chiuso, come ad esempio le irroratrici a propulsione autonoma. Questo motoriduttore, fornisce una coppia trasmissibile massima pari a 17.000 Nm, ed integra il motore a pistoni assiali Th68 capace di una pressione continua di 450 bar, una portata massima di 160 l/min e che permette di arrivare fino a cilindrata nulla.

dinamico di servizio, che prevede anche una porta di ispezione dei dischi di attrito. Con oltre 40 anni di esperienza al fianco dei maggiori produttori di macchine agricole ed una vasta gamma di prodotti affidabili, efficienti ed innovativi, Bonfiglioli è il partner ideale per ottenere le migliori soluzioni. www.bonfiglioli.com

Informazioni

Ulteriori caratteristiche del motoriduttore ruota 606WT sono il controllo della cilindrata con comando idraulico a due posizioni o, in alternativa, mediante comando elettrico continuo proporzionale, ed il sensore di velocità integrato. E’ possibile avere come optional il disinnesto meccanico dell’ingranaggeria, un freno negativo di parcheggio (con azionamento a molle e rilascio idraulico) oppure un freno

11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

65


N OT I Z I E

EIETTORE INTEGRATO COMPATTO LEMAX: ECONOMICO IN TUTTO MA NON NELLE PRESTAZIONI

La tecnologia AIR SAVING CONTROL (ASC) nel cuore del LEMAX.

Dopo il lancio del LEM, eiettore di nuova generazione che integra, in dimensioni più compatte, tutte le funzioni di una pompa per vuoto, COVAL è entrata in una nuova fase con il LEMAX. La novità del prodotto è il risparmio energetico grazie ad un continuo controllo dei consumi.

I

l principio guida dell’eiettore è il risparmio energetico. Il LEMAX integra per la prima volta la tecnologia ASC (AIR SAVING CONTROL), che genera un risparmio energetico tra il 60 e il 97%, in base alle applicazioni. L’ASC limita il consumo di energia a due livelli L’aria viene consumata solo per creare il vuoto e per permettere la presa e la manipolazione del pezzo. Quando il livello di vuoto regolato è stato raggiunto, si chiude una valvola, che permette di trattenere il pezzo senza alcun consumo di energia. Se il livello di vuoto diminuisce, una breve riattivazione dell’eiettore ripristina il valore iniziale. L’ASC analizza l’applicazione e si adatta ai pezzi da manipolare per ottimizzare l’uso ed il consumo di energia.

Il LEMAX integra tutti i progressi tecnologici COVAL: Compattezza: il LEMAX integra tutte le funzioni principali in un singolo modulo: controllo della pressione, elettrovalvole pilota, silenziatore passante non intasabile, interruttore vuoto elettronico, connettore M8 (connessione diretta Plug & Play) e regolazione intensità del soffio. Le sue dimensioni ed il peso (130 grammi) ridotti permettono un’installazione più vicina alle ventose per ridurre la volumetria del circuito e minori perdite di carico. Comunicazione: il LEMAX fornisce informazioni accurate all’utente in ogni fase del ciclo. L’interfaccia utente opera direttamente sulla scheda elettronica, controllando le funzioni e le impostazioni principali.

Informazioni

Modularità: il LEMAX si autoregola in base alle esigenze dell’integratore e dell’utente. E’ disponibile in 6 configurazioni con diametro dell’ugello in tre dimensioni standard (1; 1,2; 1,4 mm) per una capacità di aspirazione da 29 a 70 Nl/mn (vuoto massimo 90%). Può essere dotato di elettrovalvola normalmente chiusa (NC) o normalmente aperta (NO). Questa alternativa è 11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

66


N OT I Z I E

consigliata nelle applicazioni dove la sicurezza del pezzo afferrato deve essere garantita imperativamente durante le interruzioni di corrente impreviste, anche nel caso di perdite (a prova di guasto). E’ possibile raggruppare più LEMAX in un’isola componibile con alimentazione comune Aree di utilizzo COVAL consiglia l’uso della LEMAX per manipolare pezzi dei seguenti materiali: vetro - plastica - legno trattato - fogli metallici … I settori interessati sono: Packaging - Robotica - Plastica Applicazioni: Presa, manipolazione

Informazioni

I punti forti del LEMAX • Tecnologia ASC: consumo energetico ridotto dal 60 al 97% • Regolazione integrata: risparmio energetico, rumorosità e consumi ridotti • Dimensioni compatte: assemblaggio vicino alle ventose per una migliore efficienza • Tempo di tenuta: due volte più veloce della tecnologia a stadi multipli • Senza intasamento: grazie al silenziatore passante, non è richiesta manutenzione www.coval-italia.com 11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

67


N OT I Z I E

SERIE ASDA-A3

La serie di servoazionamenti in corrente alternata Delta ASDA-A3 è stata progettata per soddisfare le esigenze delle applicazioni che richiedono una risposta ad alta velocità, un'elevata precisione e movimenti estremamente fluidi. Le funzioni di movimento incorporate sono perfette per macchine utensili, apparecchiature per l'elettronica, robot e macchinari per l'imballaggio, la stampa o la tessitura.

I Informazioni

servoazionamenti ASDA-A3 sfruttano tutte le caratteristiche di un encoder dalle prestazioni eccezionali con una risposta in frequenza a 3,1 kHz; ciò non solo riduce il tempo di assestamento, ma aumenta anche notevolmente la produttività, con una risoluzione di 24 bit. La risoluzione è pari a 16.777.216 impulsi/giro, il che significa 46.603 impulsi per grado. I filtri notch per la soppressione di risonanze e vibrazioni agevolano la fluidità del funzionamento della macchina. Il software userfriendly con interfaccia grafica e funzione di auto-tuning riduce al minimo i tempi di messa in servizio e semplifica il processo di installazione. Inoltre, il design compatto dei servoazionamenti serie ASDA-A3 riduce notevolmente lo spazio di montaggio per un posizionamento più facile nel quadro elettrico.

11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

68

I servoazionamenti ASDA-A3 includono anche funzioni avanzate di controllo del movimento come E-CAM (già configurate per il taglio al volo e il taglio rotativo) e 99 sofisticate modalità di controllo PR per un movimento flessibile ad asse singolo. Procedure semplici di auto-tuning I servoazionamenti ASDA-A3 offrono una nuova funzione di soppressione delle vibrazioni ed il software di editing e configurazione ASDA-Soft, un pacchetto di semplice utilizzo che consente agli utenti di completare rapidamente le regolazioni automatiche dei servoattuatori. Quando vengono applicati meccanismi altamente elastici, come una cinghia, ASDA-A3 può stabilizzare il processo di lavorazione per consentire agli utenti di configurare le proprie macchine con un tempo di assestamento inferiore. Il nuovo servo drive include filtri auto-notch per la soppressione della risonanza con un tempo più breve di ricerca della risonanza al fine di evitare danni alla macchina (5 set di filtri notch con banda passante


N OT I Z I E

regolabile e banda fino a 5000 Hz). Inoltre, una funzione di diagnosi del sistema può calcolare la rigidità di una macchina attraverso il coefficiente di attrito viscoso e la costante elastica. La funzione di diagnosi fornisce un test di coerenza per l'installazione delle apparecchiature e offre dati sulle condizioni di usura in diversi intervalli di tempo per identificare le modifiche effettuate nelle macchine o nelle attrezzature più vecchie, contribuendo alla realizzazione di una configurazione ideale. La nuova serie garantisce inoltre un controllo ad anello completamente chiuso per ottenere precisione nel posizionamento ed eliminare contraccolpi. Progettata per supportare CanOpen e DMCNet, essa incorpora la funzione STO (Safe Torque Off ) (in via di certificazione). L’alimentazione del motore viene interrotta quando la funzione STO è attivata. ASDA-A3 è più piccolo del 20% rispetto ai modelli A2, ciò significa meno spazio richiesto per l'installazione.

Il servomotore della serie ECMC a magneti permanenti funziona in c.a. e garantisce alta precisione. Può anche essere combinato con il servoazionamento ASDA-A3 della serie da 220 V il cui intervallo di potenza va da 850 W a 3 kW. Le dimensioni disponibili per il telaio sono 100 mm, 130 mm e 180 mm. Le coppie nominali selezionabili sono 1000 giri/min, 2000 giri/min e 3000 giri/min, mentre la velocità massima è di 3000 giri/min e 5000 giri/min, con una coppia massima che va da 9,54 Nm a 57,3 Nm. Con il collegamento alle schede di controllo del movimento e al controllore di automazione programmabile (PAC) MH1S30D Delta, il sistema di azionamento lineare può fornire una soluzione ideale per applicazioni di controllo del movimento multiasse in diversi campi dell'automazione industriale.

Informazioni

I servoazionamenti ASDA-A3 supportano svariati tipi di servomotori. Lo speciale design garantisce la retrocompatibilità con i motori per adattarsi a future sostituzioni. Questo azionamento supporta entrambi i motori della serie A2 (ECMA) e della serie A3 (ECM-A3). Il servomotore della serie ECM-A3 a magneti permanenti ad alta precisione può essere utilizzato con servoazionamenti in c.a. ASDA-A3 da 200-230 V la cui potenza è selezionabile nell'intervallo da 50 W a 750 W. Le dimensioni del telaio

motore sono 40 mm, 60 mm e 80 mm. Sono disponibili due modelli di motori: ECM-A3H ad alta inerzia e ECM-A3L a bassa inerzia, con velocità nominale di 3000 giri/min. La velocità massima è di 6000 giri/min. La coppia massima del modello ECM-A3H è compresa tra 0,557 Nm e 8,36 Nm mentre quella del modello ECN-A3L è compresa tra 0,557 Nm e 7,17 Nm.

www.deltaww.com

11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

69


N OT I Z I E

GAMMA M300: AZIONAMENTI COMPATTI, AVANZATI E CONVENIENTI

Delta Electronics, il secondo maggior fornitore mondiale di azionamenti, con una produzione di diversi milioni di unità all'anno, presenta la nuova gamma di azionamenti M300 per applicazioni dalle più semplici alle più avanzate: macchine utensili, macchine tessili, macchine per la lavorazione del legno, macchine per imballaggi, macchine per la fabbricazione di circuiti elettronici, ventilatori, pompe, compressori d'aria e altro ancora.

L

a gamma M300 è composta da 3 serie: la serie MH è dedicata alle esigenze dell'automazione avanzata; la serie MS300 copre le principali applicazioni, mentre la serie ME300 è stata progettata per essere una soluzione molto conveniente utilizzabili in svariati sistemi di automazione.

Informazioni

La nuova gamma è perfetta per l’utilizzo con i sistemi di automazione integrati di Delta che utilizzano il protocollo di comunicazione EtherNet/IP. Il design compatto, con dimensioni ridotte anche del 40%, consente un controllo ad anello aperto o chiuso per motori sia IM che PM e frequenze fino a 1.500 Hz. La serie MS300 supporta il controllo su EtherNet/IP, la funzione E-Stop e la disattivazione della coppia in sicurezza (STO); include anche una funzione di decelerazione rapida con energia di rigenerazione ridotta.

11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

70

I prodotti della famiglia M300 sono dei classici dispositivi compatti a controllo vettoriale che ereditano la tecnologia di azionamento avanzata sviluppata da Delta. Supportano il controllo di motori IM e PM in modo versatile e offrono la funzione di arresto in sicurezza STO (SIL2/PLd). Le svariate funzioni di base integrate includono un PLC per semplici attività di programmazione, uno slot di comunicazione per varie schede di comunicazione e una porta USB per consentire il caricamento e il download rapido e diretto dei dati. Grazie agli ingombri ridotti fino al 40%, il design salvaspazio di questa nuova gamma di azionamenti contribuisce a ridurre al minimo i tempi di installazione e di cablaggio, dando la possibilità di realizzare un sistema ad alta efficienza e di elevata stabilità. Progettato per microazionamenti a frequenza variabile e potenze fino a 22 kW, l’azionamento MH300 offre velocità fino a 2000 Hz e funziona sia con motori a induzione che con motori a magneti permanenti.


N OT I Z I E

Compattezza Tutte le unità sono fisicamente compatte - fino al 40% più piccole rispetto ai modelli simili di pari potenza - e offrono un avviamento ad alta velocità nonché un'accelerazione e una decelerazione rapide. Tutte le unità sono inoltre dotate di chopper di frenatura. Affidabilità Progettati per essere estremamente affidabili, i circuiti stampati con rivestimento integrale consentono a questi nuovi azionamenti di resistere ad ambienti polverosi e difficili per periodi più lunghi. Il nuovo rivestimento della scheda (IEC 60721-3-3 classe 3C2) e le funzioni di gestione termica consentono di lavorare su un intervallo di temperature da -20 a + 50 °C. Analogamente ai suoi predecessori, la serie di azionamenti M300 ha tutti i vantaggi dei sistemi Delta ottimizzati di fascia alta che consentono a questa serie di prodotti di distinguersi per affidabilità e costi.

Per le comunicazioni, gli azionamenti MS300 offrono una connessione Modbus standard e uno slot singolo per ospitare schede opzionali a standard CANopen, DeviceNet, EtherNet/IP, Modbus TCP e Profibus-DP. La serie MH300 ad alte prestazioni ha due slot opzionali per una maggiore versatilità e integra i protocolli Modbus e CANopen con le stesse schede opzionali di comunicazione di M300 più EtherCAT. Un azionamento MH300 può controllare fino a otto motori contemporaneamente (4 nel caso dell'MS300), ma dispone anche di un PLC integrato (2k/5k passi) e del sistema SafeTorque-Off. Tra le altre caratteristiche standard la modalità di risparmio energetico con possibilità di collegamenti in rete con protocolli EtherNet/IP, Profibus, DeviceNet e Modbus TCP. www.deltaww.com

Informazioni

Capacità Oltre agli straordinari valori di velocità, potenza e compattezza, queste unità sono state progettate per essere particolarmente user-friendly. Inoltre, questa gamma rappresenta un prodotto universale che rende l'intera linea facilmente scalabile da pochi watt a 22 kW. L’azionamento M300 offre due metodi di controllo: tensione/frequenza (V/Hz) e controllo vettoriale senza sensori (SVC). 11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

71


N OT I Z I E

QUANDO VITE FILETTATA, CHIOCCIOLA, SFERE E LUBRIFICAZIONE SI INTEGRANO

Flessibilità e capacità di adattamento, oltre ad affidabilità e sicurezza, non solo costituiscono i principi fondanti della Eichenberger Gewinde AG, ma rappresentano anche i requisiti più importanti posti alla nuova generazione di sistemi di cambio marce per autocarri.

L

a frizione elettromeccanica La Eichenberger Gewinde AG, specialista nella fabbricazione di viti filettate, si è dedicata prevalentemente alla rullatura, dunque alla deformazione a freddo, di viti filettate e alla fabbricazione di viti a ricircolo di sfere e di viti filettate di scorrimento (viti filettate e chiocciole). Fornire supporto ai clienti nel loro percorso verso soluzioni individuali innovative, facendo uso di un know-how consolidato e impiegando i più moderni metodi di produzione, sono gli obiettivi perseguiti giorno dopo giorno dall'azienda con sede in Svizzera.

Oggi è indispensabile che economia e società affrontino con maggiore riguardo il problema delle risorse limitate di materie prime. La chiave per realizzare questo obiettivo consiste in una maggiore efficienza di risorse ed energia. Ma come è possibile associare risorse ed energia, rendere sistematico lo svolgimento dei lavori e ottimizzare i processi se le esigenze dei clienti continuano ad aumentare e allo stesso tempo si devono ridurre i costi di gestione? Le nuove tecnologie mettono a disposizione risposte da applicare in numerose occasioni di miglioramento.

Informazioni

Applicazione di vite a ricircolo di sfere in soluzioni di ottimizzazione del sistema In uno dei primi sistemi di cambio automatico immesso sul mercato, la Eichenberger ha avuto successo nel mettere a punto l'elemento strutturale indispensabile alla nuovissima e futuristica versione automatica di frizione e nel portarlo dalla fase di prototipazione alla produzione di serie. Con la vite a ricircolo di sfere rullata a freddo, di acciaio, con diametro di 12 mm e passo di 3 mm, questa frizione innovativa può essere completamente innestata, già a basso numero di giri del motore, semplicemente azionando un interruttore. Inoltre, la frizione viene azionata 11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

72


N OT I Z I E

riguarda la dinamica. Nel giro di 0,02 secondi è richiesto un carico di 3.500 N. Questo è facile a dirsi, ma ha richiesto ben 6 lunghi anni di ricerca di base e di messa a punto nei campi della dinamica e della lubrificazione. Solo un azionamento mediante vite a ricircolo di sfere può far fronte a requisiti così intensamente gravosi tra forze dinamiche e parametri di movimento. La robusta vite di precisione a circolazione di sfere (KGT), Carry di Eichenberger, domina questi ostacoli senza alcun problema. Il rullo di filettatura ha un effetto estremamente positivo sui valori di rugosità dei fianchi del filetto e quindi la sensibilità all'intaglio è per questo motivo molto bassa. Assicurare una lubrificazione sufficiente per tutta la durata di vita è un'impresa impegnativa e audace. Si tratta in questo caso di cicli di sollecitazione a 7 cifre a circa 4.000 giri/minuto. Non solo il notevole rendimento della vite a ricircolo di sfere Carry, superiore al 90 % per la sua intera durata di vita, ha richiesto un vasto programma di prove, ma anche i cicli continui si sono in parte protratti per oltre 9 mesi, mentre le prove di lubrificazione, per poter arrivare alla durata di vita dei prototipi, hanno richiesto più di due anni. Nel caso della vite a ricircolo di sfere (KGT) 12 x 3, Eichenberger è ricorsa al già collaudato sistema con tubo di deviazione in acciaio. Come risultato dei perfezionamenti, si è potuto realizzare una integrazione estremamente efficiente del tubo di deviazione.

www.gewinde.ch Informazioni

in funzione delle informazioni che provengono dal sensore di inclinazione e della marcia richiesta. Così il numero di giri del motore viene eventualmente aumentato per un avviamento scorrevole. Durante il cambio di marcia, la frizione non presenta alcun slittamento e questo significa che non si differenzia la velocità dei meccanismi che si trovano in contatto strisciante. La sua unica funzione è dunque di separare il cambio dal motore. Queste funzioni proteggono efficacemente la frizione e gli altri componenti della linea di trasmissione del motore da eccessive sollecitazioni meccaniche. Un frequente uso del cambio negli autocarri è spesso inevitabile. Maggiore è la frequenza con cui si cambia marcia, tanto più velocemente si usa il disco della frizione e tanto maggiore è la probabilità che la frizione necessiti di una manutenzione precoce. Naturalmente l'usura dipende non solo dalla frequenza di cambio marcia, ma anche dal tipo di cambio. Quanto più ci si avvicina a un cambio di marcia sincronizzato al momento ottimale ed eseguito alla perfezione, tanto più è possibile ridurre l'incidenza dell'usura. Questo sistema elettrico innovativo di frizione comporta una minore usura, che si traduce, oltre che in una sua maggiore durata di vita, anche in una riduzione dei costi di gestione. Inoltre, si raggiungono sensibili risparmi di carburante.

Interazione ottimale tra viti, chiocciole, sfere e lubrificazione Per il produttore di viti filettate per rullatura, con sede in Svizzera, il dialogo con il committente, orientato alla ricerca di soluzioni, rappresenta uno dei fattori di successo assolutamente tra i più importanti. I requisiti specifici del cliente, relativi a dinamica, precisione, carico, velocità e durata di vita, si configuravano come una sfida. L'esigenza di tenere in considerazione la geometria esterna della chiocciola o un criterio di collaudo da eseguire secondo le aspettative del cliente, sono temi che sono stati discussi a livello di gruppo. Solo se viti filettate, chiocciole, sfere e lubrificazione interagiscono in maniera perfetta, si può rispondere con successo alle esigenze più severe. A causa delle strette tolleranze relative al momento di torsione, al gioco assiale e alla concentricità, viene eseguito un controllo al 100 % su uno speciale banco di collaudo. La singola vite a ricircolo di sfere (KGT) viene marcata con il laser con il particolare «mondo interiore della chiocciola». Mediante il codice a matrice di dati registrato, si può risalire 1:1 ai dati del collaudo finale.

Che non sia possibile, non posso crederci Questo processo di accoppiamento della frizione, esattamente sincronizzato, richiede il massimo per quanto 11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

73


N OT I Z I E

L'OFFICINA PRESSE DI UN'IMPORTANTE CASA AUTOMOBILISTICA DEL REGNO UNITO DOTATA DI PARANCHI ELETTRICI A CAVO VERLINDE

Le gru a doppia trave hanno un'ampia campata di 21,8 m con un'altezza di sollevamento di 9,8 m. Gruppo di sollevamento dotato di paranco elettrico a cavo EUROBLOC VT5 di VERLINDE installato su una gru a doppia trave presso lo stabilimento di produzione MINI del gruppo BMW a Swindon.

Una grande officina presse dello stabilimento di produzione MINI del Gruppo BMW a Swindon, nel Regno Unito, sfrutta i vantaggi dei paranchi elettrici a cavo VERLINDE modello EUROBLOC VT5.

S

i tratta di due gruppi di sollevamento dotati di paranchi installati su due gru a doppia trave da 35 tonnellate, progettate, realizzate e installate da Pelloby, l'agente VERLINDE per il Regno Unito. L'investimento costituisce la fase successiva di un intervento finalizzato a modernizzare i vecchi sistemi di sollevamento a seguito di una precedente installazione effettuata da Pelloby nello stesso stabilimento a dicembre del 2015 (anche in quel caso erano stati utilizzati paranchi elettrici EUROBLOC VT di VERLINDE).

Informazioni

Le gru a doppia trave di ultima generazione hanno una campata totale di 21,8 m e un'altezza di sollevamento di 9,8 m. Ogni trave si sposta su vie di corsa diverse in zone separate dell'officina presse. I carrelli di estremità sono dotati di gruppi di rallentamento/anticollisione che impediscono che il sistema entri in contatto con una gru limitrofa, disattivando l'alimentazione quando raggiungono una distanza reciproca prestabilita.

11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

74

I gruppi di sollevamento dotati di paranchi elettrici a cavo EUROBLOC VT5 di VERLINDE si caratterizzano per i display di carico digitali e il sollevamento perfettamente verticale, che impedisce qualsiasi movimento laterale, con conseguente miglioramento delle prestazioni. Il paranco, che ha una portata di 40 tonnellate tramite un cavo zincato da 15 mm, è azionato da un motore da 35kW che consente di raggiungere una velocità di sollevamento di 8,20/0,16 m/min, mentre il carrello è in grado di spostarsi alla velocità di 32,0/8,00 m/min. Per controllare i movimenti del sistema viene utilizzato un radiocomando. Pelloby è anche stata incaricata di fornire una serie di visite di controllo per un periodo di 48 mesi dall'installazione. Per semplificare la manutenzione, su entrambi i lati delle gru è stata installata una passerella per l'intera lunghezza della campata, e sulle passerelle è stato installato un sistema anticaduta con cavo di sicurezza Metreel come misura precauzionale in caso di incidente. Inoltre, l'apertura di accesso sul parapetto di sicurezza di 1,1 m è dotato di meccanismo di chiusura automatica.


N OT I Z I E

Il paranco elettrico a cavo EUROBLOC VT5 di VERLINDE ha una portata di 40 tonnellate.

Sulle passerelle sono presenti pulsanti d'arresto d'emergenza per consentire ai tecnici di arrestare manualmente, se necessario, il movimento della gru o del gruppo di sollevamento, mentre per migliorare la visibilità , su entrambe le gru sono stati installati cinque proiettori a LED. Pelloby si è occupata di tutti gli aspetti, dalla progettazione alla messa in funzione, compresi la formazione degli operatori BMW e lo smontaggio della vecchia gru durante la fase di installazione. www.verlinde.com I gruppi di sollevamento dotati di paranchi elettrici a cavo EUROBLOC VT5 di VERLINDE sono caratterizzati da un sollevamento perfettamente verticale, che impedisce qualsiasi movimento laterale, con conseguente miglioramento delle prestazioni.

Informazioni 11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

75


N OT I Z I E

EFFICIENZA, EFFICACIA E PROFITTO: SOSTENERE IL PROGRESSO CON LA LEGISLAZIONE

Mentre la legislazione italiana adotta cambiamenti significativi in materia di legislazione dei rifiuti, Giovanni Malloggi, Managing Director di DS Smith Recycling Italia, spiega in che modo un contesto competitivo uniforme per quanto riguarda la raccolta dei rifiuti speciali possa favorire una migliore qualità di riciclaggio.

L

a legislazione che regolamenta la raccolta e il trattamento dei rifiuti in Italia ha subito cambiamenti drastici negli ultimi dieci anni. Storicamente, c'è sempre stata una definizione ben chiara: i rifiuti urbani erano gestiti da un'apposita azienda comunale specializzata, mentre i rifiuti commerciali erano affidati al libero mercato.

Da quel momento, la mancanza di limiti precisi e uniformi alla pratica di assimilazione dei rifiuti speciali a quelli urbani ha portato una maggiore competizione tra le aziende comunali e le aziende di raccolta rifiuti private per aggiudicarsi contratti di raccolta di rifiuti commerciali su larga scala, e ciò ha prodotto una serie di questioni preoccupanti.

L'unica eccezione a questa regola riguardava i rifiuti prodotti presso siti commerciali di dimensioni inferiori a 400 m2. Per ottimizzare l'efficienza, questi erano «assimilati» alla fascia dei rifiuti domestici e quindi venivano raccolti dai comuni.

Una sana concorrenza? In genere, un mercato competitivo e ben regolamentato è considerato positivo, caratterizzato da una maggiore efficienza, prezzi competitivi e servizi innovativi, insomma un mercato che mira a un miglioramento della qualità. Tuttavia, per quanto riguarda la raccolta dei rifiuti, al momento non è questo il caso. Pertanto, per una serie di fattori, si è assistito all’avviamento di un processo di monopolizzazione del mercato commerciale da parte delle aziende municipali.

Informazioni

Tuttavia, gli emendamenti al decreto legislativo 152/2006 (introdotti nel 2011) hanno offuscato questa definizione, dando allo Stato la responsabilità di definire «i criteri qualitativi e quantitativi per l'assimilazione». In assenza di chiare direzioni a livello centrale, tale obbligo è stato trasferito a livello regionale, portando a un'ulteriore diluizione e incoerenza delle normative locali.

11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

76

In primo luogo, le aziende comunali non sono tenute a compilare il Formulario di Identificazione dei Rifiuti (FIR). I clienti commerciali non hanno quindi l'obbligo di completare i registri di carico e scarico, un'operazione che


N OT I Z I E dell'assimilazione per ricategorizzare i rifiuti commerciali, oltre che sul modo in cui le diversa regioni definivano i criteri qualitativi e quantitativi. Sempre quest’anno, CBRC, una delle società leader nel settore del recupero della carta, si è rivolta al tribunale amministrativo regionale (TAR) citando i danni subiti dalla concorrenza sleale creata da questa situazione. Il TAR ha accolto la protesta e ha stabilito che il Ministero dell'Ambiente deve cambiare i procedimenti adottati definendo criteri chiari per l'assimilazione dei rifiuti commerciali. Il termine ultimo per l'implementazione di questo nuovo approccio era stabilito per agosto 2017 – una data purtroppo già trascorsa. La sentenza dovrebbe entrare in vigore nel corso di quest'anno con lo scopo di garantire un mercato dove la concorrenza non sia falsata e con l'obiettivo di stimolare una sana concorrenza tra le imprese private e quelle comunali e agire per ottenere ulteriori progressi in tutto il settore della gestione dei rifiuti. Comprendere i vantaggi di una legislazione chiara Riteniamo che la chiarezza nella legislazione sia essenziale. La definizione di criteri rigidi serve non solo a raggiungere l'uguaglianza tra le aziende private e comunali di gestione dei rifiuti, ma anche a massimizzare il valore dei prodotti riciclati. Per esempio, in qualità di produttori di imballaggi di alta qualità, DS Smith gestisce la raccolta e il riciclo di più di 5 milioni di tonnellate di carta e cartone in tutta Europa ogni anno. Una parte significativa di questa fibra riciclata viene utilizzata dalle nostre cartiere e poi dai nostri scatolifici per produrre imballaggi riciclati destinati a una vasta gamma di settori industriali, tra cui il settore dei beni di largo consumo e il settore automobilistico. richiede molto tempo, e quindi non hanno la responsabilità – tipica del produttore - della generazione di rifiuti fino al punto di smaltimento. Inoltre, le aziende comunali sono fortemente sovvenzionate dal CONAI, il Consorzio Nazionale Imballaggi: un contributo (generalmente di circa 98 € per tonnellata di fibra raccolta) introdotto per incoraggiare una migliore separazione dei rifiuti domestici e supportare la raccolta stradale dei rifiuti. Questo finanziamento, che risulta possible grazie ad una tassa sostenuta dai produttori di imballaggi per coprire il costo della lavorazione dei rifiuti da loro prodotti, può essere «trasferito» all'utente finale e utilizzato per offrire contratti economicamente convenienti. Con costi più bassi e processi di documentazione più semplici, è difficile trovare un caso aziendale per cui valga la pena rivolgersi ad un’azienda privata. Pertanto, nel corso degli ultimi anni, le aziende comunali di raccolta rifiuti si sono aggiudicate un numero crescente di contratti commerciali.

Per mantenere questa promessa e continuare a offrire soluzioni di imballaggio altamente efficienti, abbiamo bisogno di due cose: una materia prima sicura e bassi livelli di contaminazione di tale materia prima, con una conseguente fornitura costante di fibre di qualità per il processo di riciclo. Le nostre strutture usano procedimenti all'avanguardia per massimizzare la produzione di carta di qualità, il che significa che i materiali di scarsa qualità non contribuiscono alla produzione. Con materiale di scarsa qualità si intende il materiale contaminato da altri materiali di scarto, tra cui vetro, plastica, metalli e alimenti. Pertanto, la qualità dei materiali riciclati che raccogliamo è di fondamentale importanza per il successo a lungo termine della nostra attività. Essere in grado di trovare materiali direttamente dal produttore dei rifiuti è estremamente importante, perché ci consente di definire i parametri per il modo in cui i rifiuti cartacei vengono separati, immagazzinati e raccolti.

Informazioni

Garantire un contesto competitivo uniforme All'inizio di quest'anno (marzo), L'Autorità Garante della Concorrenza e del mercato (AGCM) ha condotto un'indagine indipendente sulle raccolte dei rifiuti urbani (IC49), rispondendo alle frustrazioni di alcune delle principali aziende private di raccolta rifiuti in Italia. I risultati hanno destato preoccupazioni sull'utilizzo eccessivo

Il processo di DS Smith implica la raccolta, la lavorazione e la trasformazione in prodotto riciclato di imballaggi di carta precedentemente smaltiti, il tutto entro 14 giorni. Invece di utilizzare fibra vergine, il 100% dei nostri prodotti ha origine da materiale destinato al riciclaggio – un eccellente esempio di economia circolare in azione.

Attualmente in Italia il mercato ci impone di acquistare una notevole quantità di materiali dalle aziende di rifiuti comunali. Purtroppo, ciò ci offre scarso controllo e rende 11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

77


N OT I Z I E

più costoso l'intero processo, con ripercussioni sul costo dei nostri prodotti per l'utente finale.

situazione in vista di eventuali nuovi obiettivi nazionali che potrebbero entrare in vigore.

Sosteniamo quindi la decisione di stabilire criteri chiari e riteniamo che il passaggio a un terreno di confronto uniforme offrirà numerosi vantaggi per il settore nel suo complesso. Oltre all'uniformità, alla segnalazione accurata e a normative più rigorose, un'equa opportunità di competere produrrebbe dei vantaggi per gli utenti finali dei prodotti riciclati e ispirerebbe una continua innovazione.

www.dssmith.com

Guardando al futuro Andando avanti, la stretta collaborazione tra le aziende comunali, le aziende private e i politici assicurerà l’introduzione semplice e armoniosa di nuove norme. Ciò è fondamentale per il successo futuro del settore.

Informazioni

Garantire l'uguaglianza e consentire sia alle aziende private che a quelle comunali di competere equamente per le materie prime secondarie porterà a pratiche di gestione dei rifiuti più efficaci, migliore qualità dei prodotti riciclati e minore contaminazione. Nel tempo, ciò si tradurrà nel progresso del settore a lungo termine e in un miglioramento dei tassi di riciclo, con vantaggi ben definiti per i clienti commerciali e importanti passi in avanti verso l'attuale obiettivo di riciclo europeo, pari al 50% dei rifiuti urbani. È fondamentale agire subito e risolvere questa 11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

78


N OT I Z I E

UN RAPPORTO PREZZO-PRESTAZIONI SENZA PARAGONI MISURE AFFIDABILI DELLE RETI ELETTRICHE DI POTENZA CON LA NUOVA SERIE SIRAX-ECOLINE

Camille Bauer Metrawatt AG amplia la sua offerta mid-range con la serie SIRAX-ECOLINE, che offre tutte le funzionalità necessarie per eseguire le misure dei parametri elettriciFoto: I dispositivi della serie SIRAX eseguono le funzioni di misura in modo rapido e affidabile. Sono disponibili con display multifunzione per l'installazione in quadri di controllo oppure come trasduttori mono-funzione per l'installazione su guida DIN.

I

convertitori fungono da trasduttore e possono quindi essere utilizzati come soluzioni standard economicamente vantaggiose per raccogliere in modo sicuro i valori di misura nelle reti elettriche di potenza monofase o trifase. Sono particolarmente adatti ad eseguire misure nelle reti di distribuzione e su impianti e macchine industriali. Tutti i parametri possono essere configurati in loco o tramite software. Sono disponibili interfacce Modbus RTU (RS485) o Modbus TCP (Ethernet) per collegare i convertitori ai sistemi di livello superiore.

www.camillebauer.com/sirax-en Informazioni

I dispositivi di visualizzazione della linea SIRAX sono disponibili in due varianti: Monitor Base (BM) o Monitor Multifunzione (MM). Le differenze risiedono nel display e nei comandi operatore. La versione MM è dotata di touchscreen TFT e consente l'inserimento e la visualizzazione dei parametri elettrici standard e dei consumi energetici, tra cui corrente, tensione, frequenza, potenza, energia e molti altri. Alcune versioni supportano uscite digitali e analogiche.

I prodotti della linea SIRAX di Camille Bauer Metrawatt AG per guida DIN sono invece mono funzione. Ciascuno di essi converte un solo parametro elettrico – corrente, tensione, frequenza o potenza – in un segnale analogico a bassa tensione (corrente o tensione). Tutti questi convertitori sono dotati di uno schermo LCD che mostra i valori in un formato chiaro e di facile lettura. I LED integrati consentono inoltre di visualizzare lo stato di funzionamento attuale dell'apparecchio. Le uscite analogiche, lineari e non, supportano la trasmissione dei dati per un sistema di controllo.

11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

79


N OT I Z I E

WEIDMÜLLER FREECON CONTACTLESS PER CARRELLI INDUSTRIAL «FreeCon Contactless» di Weidmüller: il sistema di trasmissione di potenza senza contatto ed esente da manutenzione può trovare impiego nei sistemi di trasporto automatizzati, ad esempio i carrelli industriali. Le batterie vengono ricaricate senza contatto e senza connettori plug-in.

Ricarica automatica di sistemi mobili grazie a un sistema di trasmissione di energia senza contatto ed esente da manutenzione in grado di erogare fino a 240 Watt. Un sistema di trasmissione dell’energia con bassissime perdite consente di ottenere elevati livelli di efficienza, fino al 90% - FreeCon Contactless è attivabile direttamente tramite PLC.

I

l sistema FreeCon Contactless di Weidmüller è progettato per offrire una trasmissione di potenza senza contatto ed esente da manutenzione ed è stato pensato per rispondere alle esigenze di un’ampia gamma di applicazioni industriali. Un’area nella quale questo innovativo sistema trova ideale applicazione è la ricarica automatica dei sistemi mobili – ecco perché FreeCon Contactless risulta particolarmente utile nelle stazioni di ricarica per carrelli elevatori, sistemi di trasporto o robot. FreeCon Contactless trasmette energia fino a 240 Watt - 24 Volt DC / 10 Ampere – a una distanza di 5 millimetri, senza contatto e con un’efficienza che arriva fino al 90 per cento.

Tutti i sistemi di trasporto automatizzati, che trovano oggi largo impiego nei magazzini e nei siti produttivi, funzionano senza l'intervento dell'uomo. Finora però occorreva la presenza di un operatore per collegarli a una presa e attivare il processo di ricarica delle batterie. Grazie a FreeCon Contactless, anche questa operazione manuale non è più necessaria: i sistemi di trasporto driverless opportunamente attrezzati si recano autonomamente alla stazione di ricarica poco prima che la batteria sia scarica o alla fine del «turno di lavoro». Questo consente di risparmiare tempo e denaro, e così l'investimento in FreeCon può essere recuperato in breve tempo.

Informazioni

Nell'automazione industriale, l'energia elettrica viene trasmessa solitamente tramite connettori plug-in. Ma con questa soluzione, quando i contatti si bruciano, si piegano o si sporcano si verificano inevitabilmente fermi di produzione con comportano aggravio di costi e perdite di tempo. Questa situazione si verifica in particolar modo in quelle applicazioni nelle quali si eseguono frequentemente cicli di accoppiamento o quando prodotti 11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

80


N OT I Z I E

Weidmüller «FreeCon Contactless»: trasmissione di energia senza contatto ed esente da manutenzione fino a 240 Watt. Caratterizzato da bassissime perdite, il sistema raggiunge un livello di efficienza fino al 90%.

Weidmüller «FreeCon Contactless»: elevata flessibilità grazie a molteplici opzioni di accoppiamento; il lato secondario può avvicinarsi al lato primario da qualsiasi direzione. Il collegamento viene stabilito non appena i due moduli sono posizionati l’uno di fronte all'altro.

o processi sono soggetti a richieste speciali. Quando si utilizzano contemporaneamente più carrelli industriali per movimentare materiali all’interno di capannoni o edifici caratterizzati da superfici molto ampie, caricare manualmente le batterie ha un impatto significativo sul flusso di processo. FreeCon Contactless offre una soluzione elegante ma al tempo stesso efficiente e tecnicamente matura: la trasmissione dell'energia senza contatto basata sull'accoppiamento induttivo risonante permette di realizzare connessioni senza parti soggette a usura anche attraverso una lastra di vetro, in opzione. Questa tecnologia può trovare applicazione quasi dappertutto, per esempio anche con materiali solidi e fluidi, ma per ragioni di carattere fisico non può penetrare attraverso i metalli. L’utilizzo di FreeCon Contactless per la trasmissione di energia protegge in maniera permanente l'alimentazione elettrica di sensori e attuatori.

Grazie alla trasmissione di energia senza contatto tramite accoppiamento induttivo risonante, il sistema eccelle per l’alto livello di flessibilità offerto e per le molteplici opzioni di accoppiamento. A differenza dei connettori plug-in, il lato secondario può essere avvicinato dal lato primario da qualsiasi direzione e può anche ruotare. Il sistema viene accoppiato con assoluta accuratezza tramite un preciso controllo della posizione chiamato «accoppiamento avanzato». Il collegamento viene stabilito non appena i due moduli sono posizionati uno di fronte all'altro. I collegamenti possono essere effettuati automaticamente tramite PLC. Rispetto ad altre soluzioni disponibili sul mercato, Weidmüller FreeCon Contactless offre il doppio della densità di potenza e un livello di efficienza molto più elevato.

Informazioni

Diverse caratteristiche di questo sistema sono particolarmente degne di nota. FreeCon Contactless è attualmente l'unico sistema sul mercato che può essere attivato direttamente tramite PLC senza richiedere un contattore aggiuntivo. Il modulo di trasmissione di potenza è inoltre molto compatto, con una larghezza di 100 mm, una lunghezza di 100 mm e un’altezza di 47 mm. Grazie alla potenza di 240 Watt questo dispositivo – il più piccolo attualmente sul mercato – non è secondo a nessuno. Progettato per offrire un elevato grado di protezione (IP 65), FreeCon Contactless offre anche opzioni di installazione

flessibili, tra cui la possibilità di montaggio diretto o tramite staffa di fissaggio. FreeCon Contactless non si usura, non richiede manutenzione e quindi aumenta la disponibilità d’impianto, riduce le chiamate per l’assistenza e minimizza i costi di manutenzione.

L’innovativo sistema di gestione termica e l’elevati livello di efficienza si traducono in prestazioni estremamente elevate. www.weidmuller.it 11 | La Fabbrica Moderna | Maggio 2018

81

Profile for Induportals Media Publishing

La Fabbrica Moderna 11  

La Fabbrica Moderna è il portale tecnico in italiano per gli ingegneri. Presenta le notizie di prodotto e aziendali più recenti per il merca...

La Fabbrica Moderna 11  

La Fabbrica Moderna è il portale tecnico in italiano per gli ingegneri. Presenta le notizie di prodotto e aziendali più recenti per il merca...