Page 1

10 | S E T T E M B R E 2 0 1 7

La Fabbrica

MODERNA RIVISTA DEL MERCATO INDUSTRIALE

EICHENBERGER GEWINDE: UNA NUOVA GENERAZIONE DI REGOLAZIONI DEI SEDILI SUGLI AEROPLANI

5 DA NSK NOVITÀ PER CUSCINETTI E VITI A RICIRCOLAZIONE DI SFERE

12 NORD GLI AZIONAMENTI PER SOLLEVAMENTI SONO ALL’ALTEZZA DEL PROBLEMA

44

KOLLMORGEN LA PERFEZIONE DAL FORNO ALLA TAVOLA

26


10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

RIVISTA DEL MERCATO INDUSTRIALE

EICHENBERGER GEWINDE

5

NORD

SECO TOOLS

7

8

SECO TOOLS

KEYENCE

NSK

9

10

12

BAUMER

BAUMER

NORD

14

15

16 EICHENBERGER GEWINDE

BONFIGLIOLI

18

AEROTECH

20

19

LEMO

BRADY

DANFOSS SER

22

23

24

BRADY

KOLLMORGEN

BONFIGLIOLI

25

26

30

INSERZIONISTA : REDEX 4 • NORD 6 • MEPAX 51

www.rivista-lafabbricamoderna.com


MOXA

MOXA

BALLUFF

31

32

35

DANFOSS SER

VERLINDE

VERLINDE

36

38

40

ESPRIT

COVAL

NORD

41

42

44

PEPPERL +FUCHS PROCESS AUTOMATION

47

MOXA

SOURIAU

48

49

PEPPERL +FUCHS FACTORY AUTOMATION

50

Riferimento: Valeria PERON Direttore Responsabile: info@lafabbricamoderna.com Inviate i vostri comunicati stampa a: info@lafabbricamoderna.com Per ricevere La Fabbrica Moderna magazine gratis, cortesemente fate la sottoscrizione online a: www.rivista-lafabbricamoderna.com La Fabbrica Moderna è il magazine italiano per gli ingegneri, pubblicato da IPM (Industrial Portal Media) Contiene le novità di prodotto e le ultime news del mercato industriale. La Fabbrica Moderna edita i suoi articoli con la massima accuratezza, tuttavia non garantisce l’esattezza delle informazioni presentate. Il nostro team declina ogni responsabilità riguardo al contenuto di questa rivista o all’uso che potrebbe esserne fatto.

INDUSTRIAL

PORTALS MEDIA


Venite a trovarci a Hall 25 | Stand C49

CUBIConcept Comandi per Macchine-Utensili: un nuovo passo in avanti Leader nei Comandi per Macchine, REDEX si propone di nuovo come punto di riferimento lanciando una nuova gamma di comandi con rigidità migliorata, maggior precisione e progetto modulare. Il «CUBIConcept» di REDEX si evolve facilitando ancor più il montaggio e il settaggio della macchina in qualunque direzione. Perfettamente padrona delle tecnologie avanzate, REDEX sta affrontando, in modo del tutto naturale, il processo di innovazione ed evoluzione della progettazione di prodotto in linea con il modello di Industry 4.0. Attraverso la sua rete commerciale, presente in tutti i continenti, REDEX offre un servizio completo di scelta, integrazione e messa in funzione del comando.

Il futuro è adesso #Gearboxgeeks

redex www.machine-drives.com

T. +39 02 92 17 091

E. info@redex-group.com


N OT I Z I E

EICHENBERGER GEWINDE: UNA NUOVA GENERAZIONE DI REGOLAZIONI DEI SEDILI SUGLI AEROPLANI

I sedili degli aeroplani devono avere un aspetto accogliente. Devono inoltre essere confortevoli e molto facili da utilizzare. Per consentire voli più economici e quindi anche più ecologici, il progetto deve focalizzarsi non solo sulla comodità e sulla funzionalità di seduta, ma anche su peso, riduzione dello spazio, vita di servizio e qualità.

F

ino ad ora, le regolazioni dello schienale, della seduta e dei poggiapiedi nei sedili degli aeroplani sono sempre state gestite da tre meccanismi separati. Con il nuovo sistema di regolazione, esse sono tutte controllate da un singolo punto centrale, utilizzando tre piccole viti a sfere tipo Carry di elevata precisione e robustezza.

I calcoli della vita di servizio possono essere eseguiti immediatamente e sono sempre possibili modifiche del processo di produzione. www.gewinde.ch/ita/default.shtml

Informazioni

Un particolare problema progettuale è stato posto dai 10 fori di elevata precisione (ø 1.52 mm) sui dadi delle viti a sfere, che sono essenziali per la trasmissione di potenza del motore. Vite metalliche. Così come si può vedere molto chiaramente l’acciaio “vivo” durante il processo di tempra. Il metallo cambia in vari modi in base al calore applicato e perde precisione dimensionale. Tali cambiamenti non possono essere calcolati o previsti. Dopo cicli successivi di misura e tempra, gli sviluppatori Eichenberger sono riusciti a regolare i fori secondo le dimensioni richieste. Dopo la tempra sotto vuoto, le dimensioni delle forature ad alta precisione hanno risposto alle specifiche con una tolleranza di ± 0,015 mm. I dadi sono stati temprati secondo 59-63 HRC. Grazie all’eccellente rapporto di collaborazione

con lo stabilimento di trattamento termico, è possibile produrre prototipi in modo rapido e flessibile. E, grazie ai suoi processi di produzione intelligenti, Eichenberger è in grado di rispondere alle richieste dei clienti con un preavviso molto breve.

10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

5


ANTRIEB

DER

n Affidabile n Versatile n Globale

d

ro stan

nost itate il

Vis

017 obre 2 t t o 3 o, 10-1 512 Monac B6, Stand 2 Pad

il Riduttore

il Motore

l‘Elettronica

n Cuscinetti rinforzati n Funzionamento silenzioso n Alta densità di potenza

n Alta efficienza n conforme agli standard internazionali n idoneo a tutte le condizioni d‘impiego

n Sistemi distribuiti in campo n Facile istallazione n Funzioni scalabili

Ampia gamma di potenze – Soluzioni complete flessibili – Sistemi ad alta efficienza

www.nord.com NORD Motoriduttori S.r.l. Via I. Newton 22, 40017 - San Giovanni in Persiceto (BO) Tel. +39 051 6870711, Fax +39 051 827749 italy@nord.com, www.nord.com Member of the NORD DRIVESYSTEMS Group

DRIVESYSTEMS


N OT I Z I E

TECNOLOGIA DI AZIONAMENTO DI LUNGA DURATA PER IL LAVAGGIO NELL’INDUSTRIA DELLE BEVANDE

Gli azionamenti in lega leggera nsd tupH ottimizzati per il lavaggio permettono la pulizia efficiente degli impianti nell’industria delle bevande.

Alla fiera drinktec di Monaco, in Germania, NORD DRIVESYSTEMS presenterà soluzioni di azionamento specifiche per il settore.

I

l produttore tedesco fa leva su un’ampia gamma di prodotti standard con una varietà di sistemi di azionamento senza pari dotati di carcasse in alluminio fuso e ottimizzati per il lavaggio.

Questi azionamenti possono anche essere puliti con getti di vapore ad alta pressione e possono essere regolarmente esposti a mezzi liquidi senza alcun problema. Gli azionamenti nsd tupH sono dotati di serie di parti standard in acciaio inossidabile e di alberi d’uscita in

Trattamento anticorrosione nsd tupH per gli azionamenti in alluminio: •m  aggiore durata rispetto ai rivestimenti anticorrosione •m  eno costosi degli azionamenti in acciaio inossidabile • a datti per il lavaggio IN SINTESI: NORD alla drinktec 11 – 15 Sett. 2017, Monaco, Germania Padiglione A3, Stand 242

Informazioni

Questi riduttori a prova di corrosione, motori a superficie liscia, inverter e avviatori di motori sono particolarmente facili da pulire. NORD offre il trattamento anticorrosione nsd tupH di massima efficacia per gli azionamenti in alluminio, che è stato approvato per le applicazioni alimentari e delle bevande secondo le norme FDA titolo 21 CFR 175.300. Gli azionamenti nsd tupH sono un’alternativa durevole, a bassa manutenzione ai sistemi in acciaio inossidabile o rivestiti, con costi totali inferiori nel lungo termine. Invece di applicare un rivestimento, il trattamento nsd tupH indurisce la superficie della lega e la penetra in profondità. Di conseguenza, non vi è materiale applicato che potrebbe distaccarsi.

acciaio inossidabile. I motori a superficie liscia non ventilati funzionano molto silenziosamente e non contribuiscono attivamente alla diffusione dei germi. Essi rispondono agli attuali livelli di efficienza internazionali. I motori a induzione sono disponibili con elevata efficienza IE2 ed efficienza premium IE3 e i motori sincroni con efficienza super premium IE4.

www.nord.com

10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

7


N OT I Z I E

SECO OFFRE IL NUOVO SISTEMA STEADYLINE® PER LAVORAZIONI DI GRANDI DIAMETRI

Seco Tools ha annunciato oggi che il suo sistema di utensili con smorzamento delle vibrazioni Steadyline include ora le barre di tornitura/barenatura con diametro da 60 mm e 80 mm. Si tratta di una soluzione affidabile pronta all'uso che aumenta la produttività nella lavorazione di fori di grandi dimensioni e profondità.

Q

ueste maggiori dimensioni sono ideali per l'uso in applicazioni nel settore gas-petrolifero, nonché nelle lavorazioni generiche di componenti che richiedono sporgenze dell’utensile fino a 600 mm con barre di diametro 60 mm o 800 mm con barre di diametro di 80 mm.

Informazioni

Le barre di tornitura/barenatura di grande diametro sono dotate di connessione BA e dispongono di un adattatore BAGL per montare le unità di tornitura GL50. La connessione GL brevettata da Seco è dotata di un'interfaccia conoflangia polilobata che assicura un accurato centraggio e una perfetta ripetibilità oltre che una veloce sostituzione delle unità. La connessione GL consente di eseguire operazioni di tornitura e di barenatura con la stessa barra.

10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

8

L'avanzato sistema di smorzamento delle vibrazioni degli utensili Steadyline assorbe le vibrazioni prima che si diffondano attraverso la barra. Una volta posizionata la barra, è possibile smontare e rimontare le teste senza dover reimpostare il sistema. Le barre Steadyline sono disponibili in dimensioni 6xD, 8xD e 10xD ed in varie versioni, incluse Seco-Capto™ C6, C8 e HSK-T. Il sistema comprende inoltre unità di taglio compatte con connessione GL; sia le barre che le unità presentano canali di adduzione del refrigerante per l'evacuazione ottimale del truciolo. Per maggiori informazioni sul sistema di smorzamento delle vibrazioni per grandi diametri Seco Steadyline®, contattate il funzionario Seco di zona oppure visitate www.secotools.com/en/Global/Products/Milling/Solidcarbide-end-mills/


N OT I Z I E

GLI INSERTI TONDI BILATERALI FORNISCONO ALLE FRESE SECO MAGGIOR VALORE E PRESTAZIONI MIGLIORI

Seco Tools ha presentato le frese R217/220.28 caratterizzate dal corpo completamente nuovo che monta inserti tondi bilaterali per offrire prestazioni economicamente vantaggiose e aumentare la produttività. La nuova qualità dell'inserto, inoltre, completa la gamma R217/220.29I esistente.

L

e sedi degli inserti negativi bilaterali delle frese R217/ R220.28 consentono di montare a parità di diametro un inserto in più rispetto alle frese R217/R220.29I, assicurando una migliore capacità di taglio e un ulteriore aumento della produttività. Queste sedi offrono una sostituzione del tagliente facile e sicura che fa risparmiare tempo e garantisce una lavorazione senza problemi.

Per ulteriori informazioni sulla gamma R217/220.28, contattate il funzionario Seco di zona oppure visitate https://www.secotools.com/#article/m_6902 http://tekinfo.link/r13400a1473

La gamma R217/R220.28 è adatta ad applicazioni di spianatura, scanalatura e contornatura su materiali ISO M e ISO S, nonché su alcuni materiali ISO P di difficile lavorabilità, come ad esempio l'acciaio inossidabile martensitico. Eccelle nelle applicazioni per piani paralleli ed è ideale nella lavorazione di palette turbina per i settori aerospaziale e della generazione di energia. Informazioni

La gamma R217/220.28 include diametri da 32 mm a 80 mm con passo normale e stretto, ed inserti da 12 in qualità PVD e CVD, disponibili in due diverse geometrie.

10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

9


N OT I Z I E

NUOVO PROIETTORE DI PROFILI AUTOMATICO E DIGITALE : KEYENCE RISCRIVE LA STORIA DELLE MISURAZIONI DIMENSIONALI

Con l’introduzione della Serie IM-7000, Keyence ha deciso di riscrivere la storia delle misurazioni dimensionali, offrendo uno strumento in grado di risolvere i problemi che rendevano altamente complesse questo genere di operazioni. Le misurazioni dimensionali infatti richiedevano personale altamente qualificato e tempi molto lunghi, ma nonostante ciò i risultati delle misurazioni risultavano spesso imprecisi e variavano a seconda dell’operatore che aveva eseguito la misurazione.

C

on la Serie IM invece, è sufficiente posizionare gli oggetti sulla piattaforma di misurazione, quindi premere il pulsante ed in pochi secondi si ottengono tutte le misure, senza errori o incongruenze dovuti a errori degli operatori. Risulta dunque evidente come questo strumento di misurazione possa essere utilizzato anche da personale non specializzato per eseguire facilmente misurazioni di elevata precisione.

Oltre che per la maggior precisione rispetto a calibri, microscopi di misurazione e micrometri tradizionali, la Serie IM si contraddistingue per la rapidità con cui è in grado di eseguire le misurazioni; è possibile infatti eseguire misurazioni simultanee in un massimo di 99 punti, in un'unica operazione e in pochi secondi grazie anche alla possibilità di posizionare l'oggetto da misurare liberamente sul piatto. Il sistema di misurazione istantanea tramite immagini rileva automaticamente la posizione e l'orientamento dell'oggetto da misurare.

Informazioni

Dotata di un interfaccia intuitiva e utilizzabile da chiunque e di una unità di illuminazione anulare facilmente programmabile, la Serie IM-7000 Keyence consentirà all’utente di ridurre il tempo necessario alla formazione degli operatori e di conseguenza di ottenere un incremento della produttività, un miglioramento dell’affidabilità e una notevole riduzione dei costi. 10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

10


N OT I Z I E

Tempi per la misurazione e la registrazione drasticamente ridotti

automaticamente i valori statistici di importanza cruciale quali la media, s, 3s, 6s e Cpk.

Riconoscimento automatico di posizione e orientamento La posizione e l’orientamento del target appoggiato sul piano di misurazione vengono rilevati automaticamente. Trovando il pezzo e confrontandolo con la forma registrata, è possibile eseguire misurazioni accurate senza dover posizionare in modo preciso il target.

Rapporti di ispezione completi in pochi secondi È possibile generare rapporti completi di ispezione e di analisi con la semplice pressione di un pulsante. Li si può poi stampare direttamente dalla Serie IM-7000 oppure esportarne facilmente i dati in un comodo formato CSV per sottoporli a ulteriori elaborazioni. Registrazione facile dell’ispezione e preparazione del rapporto in un unico semplice pacchetto.

I target possono essere misurati a prescindere da dove vengono posizionati all'interno del campo visivo.

www.keyence.it

Eseguire facilmente oltre 100 misurazioni simultaneamente Vengono misurate simultaneamente le dimensioni di tutti i target presenti sul piatto. Non è necessario misurare ogni pezzo individualmente. I risultati delle misurazioni possono essere visti anche con un semplice clic del mouse. Potrete effettuare valutazioni istantanee grazie alla visualizzazione dell’esito OK/NG. Informazioni

Registrazione automatica dei risultati delle misurazioni Vengono automaticamente registrati tutti i risultati delle misurazioni e gli identificatori critici per semplificare la gestione dei dati. La Serie IM-7000 calcola e poi visualizza 10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

11


N OT I Z I E

DA NSK NOVITÀ PER CUSCINETTI E VITI A RICIRCOLAZIONE DI SFERE

SURSAVE contribuisce a ridurre del 50% l’eccentricità non ripetibile (NRRO) nell’utilizzo dei cuscinetti sul mandrino principale delle macchine utensili.

Alla prossima EMO 2017 (Hannover, Germania, 18-23 settembre) NSK presenterà una serie di novità per il mercato delle macchine utensili, in particolare gli ultimi sviluppi di cuscinetti a sfere a contatto obliquo per i mandrini principali, cuscinetti radiali rigidi a sfere per i motori dei mandrini e viti a ricircolazione di sfere specificamente progettate per le presse a iniezione. Allo stand di NSK (Pad. 7, Stand D12) ci sarà anche una demo del sistema di monitoraggio delle condizioni (CMS) con un’analisi delle vibrazioni in tempo reale visualizzata su un monitor.

N Informazioni

SK è l’unica azienda del settore in grado di offrire un servizio completo di sviluppo e fornitura di componenti di precisione per i movimenti delle macchine utensili, quali cuscinetti, viti a ricircolazione di sfere e guide lineari. In primo piano a EMO 2017 ci sarà SURSAVE, una gabbia di nuova concezione per cuscinetti a sfere a contatto obliquo di NSK utilizzati sul mandrino principale. SURSAVE è stata progettata per ridurre del 50% l’eccentricità non ripetibile (NRRO) rispetto ai cuscinetti tradizionali. Inoltre, la gabbia riduce la coppia di attrito del 20%, genera meno calore, opera a velocità elevate e contribuisce a lavorazioni ad alta precisione.

Per i costruttori di macchine che cercano viti a ricircolazione di sfere in grado di garantire prestazioni avanzate, NSK proporrà la Serie S-HTF, lanciata di recente, che offre una durata più che raddoppiata e una capacità di carico dinamico 1,3 volte maggiore rispetto alle generazioni di prodotti precedenti della stessa NSK. Questi livelli di prestazioni sono stati raggiunti grazie all’utilizzo di un nuovo acciaio (denominato Tough Steel - TF) per l’albero della vite, che vanta una combinazione ottimale di durezza e resistenza. Le viti a ricircolazione di sfere S-HTF sono progettate per applicazioni con carichi elevati, ad esempio macchine per lo stampaggio a iniezione di materie plastiche e presse per lo stampaggio della lamiera. Sotto i riflettori a EMO ci sarà anche una nuova vite a ricircolazione di sfere per applicazioni su macchine utensili. Questa vite a norma DIN ad alta velocità (valore

10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

12


N OT I Z I E

Le viti a ricircolazione di sfere HTF di NSK ad alto coefficiente di carico offrono una durata utile 2,2 volte maggiore rispetto ai prodotti della generazione precedente.

In fiera sarà esposta una nuova vite a ricircolazione di sfere a norma DIN per applicazioni su macchine utensili ad alta velocità.

dn 160.000) è disponibile con diametri dell’albero da 32 a 63 mm e passi da 10 a 30 mm. Per maggiori informazioni vi invitiamo a visitare lo stand. Allo stand di NSK i visitatori potranno assistere inoltre a una demo di un sistema CMS che mostra come si possano azzerare i tempi morti di manutenzione. La demo è costituita da un terzetto di tavole scorrevoli monoasse azionate da viti a ricircolazione di sfere in normali condizioni di usura, in fase iniziale di degrado e danneggiate, dotate di sensori delle vibrazioni. L’analisi delle vibrazioni in tempo reale visualizzata su un monitor consentirà di apprezzare in modo chiaro le differenze fra la vite normale e quelle danneggiate. Per direttori, responsabili e tecnici delle aziende costruttrici o utilizzatrici di macchine utensili, la visita a EMO 2017 è l’occasione per scoprire le ultime novità di NSK per la prossima generazione di macchine utensili. Il team di professionisti dell’Azienda sarà a disposizione presso lo stand per discutere di qualsiasi applicazione specifica. Informazioni

www.nskeurope.it

10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

13


N OT I Z I E

LA NUOVA FAMIGLIA DI SENSORI DI FLUSSO E TEMPERATURA FLEXFLOW BAUMER PERMETTE UNA GESTIONE EFFICIENTE E FLESSIBILE DEI FLUIDI

I sensori di flusso e temperatura FlexFlow sono disponibili con vari collegamenti al processo e lunghezze dello stelo.

Baumer ha espanso il suo portafoglio di sensori per il processo con la sua famiglia di sensori di flusso e temperatura FlexFlow. Basata sul principio di misura calorimetrico, la famiglia FlexFlow può monitorare sia la velocità di flusso, sia la temperatura del mezzo. I sensori hanno un’interfaccia IO-Link e, in base alle impostazioni e ai collegamenti, due uscite a commutazione oppure un’uscita a commutazione e un’uscita analogica (4...20 mA/ 0...10 V). Le versioni PF20H e PF20S sono adatte per applicazioni igieniche e industriali.

L

a combinazione delle due funzioni di misura nello stesso sensore riduce il numero dei punti di misura nei sistemi chiusi e minimizza i costi di installazione, assistenza e stoccaggio. Grazie al loro design simmetrico centrato, i sensori possono essere installati nel processo come richiesto, in modo indipendente dalla loro posizione e orientamento di installazione. Ciò garantisce misure precise e la sicurezza del processo.

Informazioni

Tramite IO-Link è possibile configurare più sensori simultaneamente. Ciò semplifica la regolazione dei punti di commutazione per le diverse fasi del processo durante il setup o il cambio di lotto e permette di risparmiare tempo. In qualsiasi momento sono possibili il polling e la valutazione dei dati diagnostici, aumentando il tempo di servizio del sistema.

10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

14

I sensori FlexFlow hanno un robusto contenitore in acciaio inossidabile con elettronica e unità di valutazione integrate. Non sono quindi richiesti né cablaggi o quadri di assemblaggio complessi, né interfacce utente addizionali. Ciò semplifica l’uso e permette un’efficiente gestione del processo. Tutti i modelli resistono a temperature fino a 150°C e sono quindi adatti per CIP e SIP. Per ulteriori informazioni: www.baumer.com/flexflow Baumer al Drinktec padiglione/stand A3/301 Baumer all’SPS IPC padiglione/stand 4A/335


N OT I Z I E

NUOVA ROBUSTA SONDA DI FORZA DSRK PER UN MONTAGGIO FACILE, RISULTATI AFFIDABILI E UNA LUNGA DURATA

Con l’introduzione della nuova sonda di forza DSRK, Baumer ha raggiunto nuovi standard nella misurazione dell‘allungamento. L'asta mantiene l'eccellente perfomance di misurazione del suo predecessore, ma diversamente dalla DSRH con tecnologia Strain-Mate, la DSRK misura sulla base di estensimetri incollati alla struttura.

A

ttualmente unica nel suo genere. In combi-nazione con il design della testina di misurazione ottimizzato, la sonda si rivela più robusta nel montaggio e più duratura nell'impiego rispetto a modelli analoghi sul mercato.

La geometria perfettamente armonizzata della punta sensibile con inserti piatti e collare di serraggio, semplifica il montaggio ed elimina il rischio di danneggiamenti. Questo fa risparmiare tempi e costi nel montaggio.

Come confermato dai primi feedback dei clienti, con la sonda di forza DSRK, Baumer è riuscita ad unire una grande precisione e affidabilità ad una robustezza finora mai raggiunta. Baumer alla SPS IPC DRIVES - Parma: padiglione/stand 3/A020 Altre informazioni al sito: www.baumer.com

Informazioni

La punta di misura realizzata in acciaio inox meccanicamente molto robusta, risulta resistente agli urti e garantisce una precisione e ripetibilità nel tempo. È priva di elastomeri e può quindi essere utilizzata anche ad elevate temperature ambientali fino a 85°C. Con la rinuncia agli elastomeri si riduce sensibilmente la necessità di manutenzione programmata, aumentando così la produttività della macchina.

La sonda di forza DSRK è disponibile nei diametri 16 mm e 20 mm e nelle lunghezze da 240 mm fino a 2000 mm. Tutte le varianti sono disponibili con segnale in tensione (0…10V) oppure uscita in corrente (4…20mA).

http://tekinfo.link/r2db8e01448

10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

15


N OT I Z I E

RESISTENTI OLTRE OGNI ASPETTATIVA

Nessuna strozzatura nella separazione delle bottiglie - un resiliente motoriduttore a vite senza fine previene gli ingorghi.

Una robusta tecnologia di azionamento per gallerie di raffreddamento e pastorizzatori.

U

n produttore di macchine su misura per il settore alimentare e delle bevande, la società di ingegneria meccanica statunitense G.C. Evans, ha potuto apprezzare il supporto dedicato e competente del suo fornitore di azionamenti, NORD DRIVESYSTEMS. NORD configura unità di azionamento affidabili e a bassa manutenzione dotandole di opzioni specifiche all’applicazione.

Informazioni

“Stallo” è una parola che, nell’industria delle bevande, evoca perdite amare. In questo settore, per la tecnologia di azionamento sono assolutamente essenziali un’elevata disponibilità e la facilità di manutenzione. David McNamer, direttore produzione di G.C. Evans Sales & Mfg. Inc., un costruttore statunitense di apparecchiature di raffreddamento e riscaldamento per il settore alimentare e delle bevande, spiega che «Se l’azionamento di un pastorizzatore per bevande dovesse guastarsi, non vi sarebbe soltanto una perdita di prodotto nell’unità, ma anche l’arresto della linea di produzione con una perdita potenziale di centinaia di migliaia di dollari all’ora. Non voglio dovermi preoccupare dei nostri azionamenti, né voglio che lo debbano fare i nostri clienti». E’ per questo che abbiamo scelto NORD. 10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

16

Nel 2008, abbiamo deciso di provare gli azionamenti NORD, che ci avrebbero riservato qualche ottima sorpresa: non solo le unità costano meno di analoghe unità della concorrenza, ma sono unità di qualità veramente elevata e ben ingegnerizzate. Ciò che ci ha colpito di più è stato il livello di assistenza che abbiamo ricevuto da NORD. Nella loro azienda, trattiamo sempre con un solo contatto tecnico. Oggi, gli azionamenti NORD sono utilizzati in tutte le macchine G.C. Evans. NORD è uno dei produttori di motoriduttori più esperti del mondo, con una gamma di prodotti all’avanguardia del settore caratterizzata da rapporti di riduzione variabili, opzioni di installazione flessibili e ingranaggi senza usura. NORD configura per G.C. Evans dei robusti azionamenti a bassa manutenzione, implementando delle caratteristiche opzionali specifiche dll’applicazione che spaziano da speciali lubrificanti per gli ingranaggi a valvole di sfiato che aiutano a prevenire le perdite. A prova di guasto ed efficienti in varie macchine Per due importanti ordini recenti, NORD ha configurato per G.C. Evans due azionamenti per trasportatori con rapporti di riduzione molto elevati. Uno di tali sistemi, un motoriduttore ad alberi paralleli, muove 20.000 vasi di


N OT I Z I E

Il motoriduttore ad alberi paralleli con uno stadio di ingresso (a sinistra) che aziona il trasportatore nella galleria di raffreddamento (a destra) è dotato di una bussola Gripmaxx a bassa manutenzione.

Un rivestimento per operazioni gravose con quattro strati di venrice assicura la protezione contro la corrosione resistente ai graffi.

raggiunge un’altissima resistenza complessiva a colpi, graffi, calore, umidità e anche a solventi industriali come diluente per smalti, acetone, benzina, lubrificanti e oli da taglio.

marmellata, ciascuno dei quali pesa più di 1 kg, attraverso una galleria di raffreddamento. Il suo riduttore è configurato con un rapporto 2.500:1 per ottenere una velocità d’uscita di 0,6 giri al minuto. Questo sistema di azionamento è dotato di varie opzioni speciali per rispondere ai requisiti igienici dei processi alimentari: una finitura in acciaio inossidabile a lunga durata, un lubrificante per gli ingranaggi di tipo alimentare, una valvola di sfiato e una finestra di controllo dell’olio. La valvola di sfogo della pressione di NORD regola la pressione dell’aria nel riduttore quando questo si riscalda e si raffredda. Essa previene l’ingresso di polvere o liquidi, che potrebbero inquinare l’olio e compromettere le sue proprietà lubrificanti. Questa misura permette di estendere l’intervallo di cambio dell’olio. Guarnizioni, ingranaggi e cuscinetti soffrono di una minore usura.

Informazioni

Uno speciale rivestimento resistente all’usura I riduttori e i motori NORD sono generalmente progettati per sopportare condizioni ambientali severe. Essi sono sigillati efficacemente contro l’ingresso di umidità e sono dotati di componenti resistenti alla corrosione. Il rivestimento per operazioni gravose NSD-x3, che NORD offre solo negli Stati Uniti, assicura una protezione extra contro la corrosione esterna, a bassa usura e lunga durata, per gli azionamenti forniti a G.C. Evans. Esso consiste di due primer e di una finitura in poliuretano grigio argento saturata con acciaio inossidabile (316). La vernice a base di solvente assicura una maggiore durevolezza. Completato da uno strato superiore trasparente, il rivestimento

Montaggio su albero robusto e a bassa manutenzione Il secondo progetto recente per il quale NORD ha fornito uno speciale sistema di azionamento è stato un pastorizzatore per succhi di frutta con un nastro trasportatore a bassa velocità: una bottiglia impiega 45 min per attraversare la macchina lunga 25 m. Il motoriduttore ad alberi paralleli cavi è montato sull’albero della macchina con una bussola Gripmaxx. Le bussole sviluppate da NORD sono montate sull’albero dell’azionamento semplicemente per mezzo di poche viti, senza richiedere alcuna modifica del progetto della macchina. Un tutorial sul canale YouTube di NORD dimostra come fissare correttamente una bussola Gripmaxx. Jason Jones, direttore dell’ingegneria di G.C. Evans, spiega perché questo è il metodo di montaggio ottimale per il pastorizzatore: «Il rullo viene rimosso ogni pochi anni per l’assistenza ai cuscinetti e per manutenzione. Una bussola più tradizionale con fissaggio a chiave potrebbe essere molto problematica, perché l’erosione e la corrosione rendono molto difficile e a volte costosa la rimozione. Con la soluzione Gripmaxx di NORD, il foro cavo collassa semplicemente sull’albero. La rimozione dell’albero richiede quindi un semplice utensile di serraggio». Mentre le fluttuazioni del carico e il funzionamento start/stop o inverso sforzano le chiavi e possono allentare le bussole convenzionali nel tempo, le bussole Gripmaxx, ingegnerizzate tramite FEM, distribuiscono equamente le forze sull’intera superficie di contatto. A differenza dei dischi fissati a caldo standard, le bussole Gripmaxx NORD sono disponibili per molte combinazioni differenti dei diametri interno ed esterno, non richiedendo quindi costosi progetti custom. www.nord.com 10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

17


N OT I Z I E

COMPATTI, FORTI, ECONOMICI – RIDUTTORI EPICICLOIDALI 300M

Nuova serie 300M in 20 grandezze di Bonfiglioli.

Bonfiglioli, fabricante líder de reductores, motorreductores y sistemas de accionamiento, lanza la nueva serie de engranajes planetarios 300M para aplicaciones industriales.

C

on i suoi stadi di riduzione ottimizzati, la serie 300M è sinonimo di massime prestazioni e di una densità di coppia più elevata a parità di dimensioni compatte ed è disponibile in 20 grandezze con una coppia di uscita da 1,3 a 1,300 kNm. I riduttori epicicloidali della serie 300M fino al 50 percento di coppia in più ad un elevato numero di cicli. La nuova serie 300M di Bonfiglioli è completamente intercambiabile con la nota serie di riduttori epicicloidali 300 ed è configurabile in versione con motore integrato, con motori elettrici con standard IEC e NEMA e con motori idraulici

Informazioni

Opzionalmente, Bonfiglioli offre per l’intera serie un sistema compatto di attacco motore auto-ventilato che triplica le prestazioni termiche. Questo sistema di autoventilato è robusto e si collega direttamente al motore in modo affidabile, consentendo l'utilizzo della piena potenza meccanica senza necessità di ulteriori circuiti di raffreddamento esterni.

10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

18

Grazie al nuovo design la serie 300M assicura compattezza, risparmi economici e un aumento fino al 20% di durata e affidabilità. Con l’attacco motore auto-ventilato integrato opzionale, la nuova serie 300M consente di risparmiare almeno una grandezza di riduttore e rappresenta un'alternativa eccezionale ai riduttori elicoidali. Inoltre questa opzione integrata è eco-compatibile in quanto non occorre alcun sistema di raffreddamento esterno con olio o acqua. Le tipiche industrie di applicazione sono la movimentazione materiali, gru e argani, l'industria mineraria, il recycling, la gestione delle acque reflue, l’industria alimentare e delle bevande, nonché numerose altre industrie in cui è richiesta un’elevata densità di coppia unitamente a un’ottimizzazione degli spazi. www.bonfiglioli.it


N OT I Z I E

COMPONENTI PER LA COPERTURA DI TERRAZZE SVILUPPATI E PRODOTTI A VELOCITÀ DOPPIA

Quando un sistema tetto-pareti a stecche su misura per uno spazio abitativo esterno totalmente personalizzabile viene richiesto con un preavviso estremamente breve, è un vero problema!

L

a vite a passo lungo Speedy, che viene fabbricata mediante laminazione a freddo secondo le dimensioni specifiche del cliente, ha la funzione di controllare l’esatto posizionamento delle stecche. Il rapporto di passo specificato per il sistema di schermatura antisolare ha costretto Eichenberger a produrre viti di diametro 14 mm con un passo di filettatura di 40 mm, compito eseguito con successo.

Il passo di 40 mm genera un movimento di riposizionamento molto dinamico. Per raggiungere una velocità così elevata, una normale vite a sezione trapezia Ø 14 mm dovrebbe ruotare 13 volte più velocemente e ciò, considerando la velocità critica, sarebbe completamente fuori questione. Il dolce movimento di rotazione della Speedy contribuisce positivamente alle caratteristiche di stabilità, usura e rumore.

Informazioni

A causa dell’eccezionale rapporto diametro/passo 14/40, il movimento è eccezionalmente veloce. Ciò permette di ruotare la vite in modo estremamente lento. Allo stesso tempo, essa ha un effetto positivo sul comportamento alle vibrazioni della costruzione complessiva. Le viti utilizzate per controllare con precisione il movimento delle stecche metalliche sono lunghe 6 m. Quando si producono viti resistenti alla corrosione così lunghe, l’arte è quella di ottenere una vera precisione e linearità di funzionamento.

Un altro aspetto critico è stato posto dalle chiocciole fornite dal cliente, ottenute mediante stampaggio a iniezione. Per lavorare l’interno delle chiocciole di plastica fornite dal cliente, è stato fabbricato internamente un utensile appositamente adattato. Complessivamente, 25 chiocciole si muovono su ciascuna vite di 6 m. Esse spostano le stecche elegantemente, in modo stabile e quasi silenzioso.

www.gewinde.ch

10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

19


N OT I Z I E

THERMOCOMP - LA SOLUZIONE MECCATRONICA COMPLETA CONTRO GLI ERRORI TERMICI

L´approccio più frequente per la riduzione degli errori termici è regolare l´ambiente nel quale la macchina funziona. Questo mitiga la necessità di progettare una macchina insensibile sul piano termico, che è uno sforzo difficile e costoso. • Fino al 90% degli errori di natura termica negli assi di posizionamento lineare possono essere eliminati. • Compensazione guidata dal software di semplice impiego. • Elimina gli effetti del riscaldamento ambientale e interno. • Utilizzabile per assi sia con motori lineari, che con viti a sfere.

B

enché riesca a minimizzare gli effetti termici, la regolazione ambientale può essere costosa quando è necessario mantenere un controllo preciso dell´aumento di temperatura e aggiunge sempre rischi di qualità della produzione a causa della stabilità intrinsecamente inaffidabile della maggior parte dei sistemi di condizionamento dell´aria. Il livello di stabilità ambientale che si ottiene nella maggior parte degli impianti industriali (normalmente dell´ordine di 1°C) può essere totalmente inadeguato per molti processi di produzione di elevata precisione.

Informazioni

Il nuovo prodotto di Aerotech, il ThermoComp™, è una soluzione meccatronica completa contro gli errori termici. Attraverso l´impiego di hardware e sensori integrati e di un algoritmo di compensazione proprietario implementato attraverso il software del controllore A3200 Aerotech, il ThermoComp minimizza l´imprecisione degli stadi dovuta agli effetti termici anche su range di temperatura estremi. E´ possibile eliminare fino al 90% degli errori di natura termica, indipendentemente dalla corsa dell’asse e del range di cambiamento della temperatura. 10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

20


N OT I Z I E

Anche l´autoriscaldamento interno è un´altra sorgente importante di errori di posizionamento legati alla temperatura, soprattutto negli assi senza dispositivi di feedback diretto, come gli assi azionati da viti a sfere. Il ThermoComp non solo impedisce che i cambiamenti ambientali influenzino le prestazioni di posizionamento, ma riduce anche gli errori causati dal riscaldamento interno, eliminando fino al 90% degli errori di natura termica causati dall´autoriscaldamento di un asse azionato da vite a sfere. Il ThermoComp è attualmente disponibile su tutti gli assi Serie PRO Aerotech ed è gestito da un set di comandi integrato intuitivo e di facile uso nel software del controllore A3200 Aerotech. Per ulteriori informazioni, contattate Steve McLane al 412-967-6854 (diretto) o via e-mail all’indirizzo smclane@ aerotech.com. Ulteriori informazioni sul ThermoComp sono disponibili anche su w w w. a e r o t e c h . c o m / m e d i a / 2 9 3 4 7 6 7 / f l 0 8 1 6 a thermocomp.pdf Informazioni

http://tekinfo.link/r8280d61477

10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

21


N OT I Z I E

CONNETTORI CON CONTATTI CONCENTRICI MULTIPLI SERIE S E SERIE E

Il connettore a contatti concentrici multipli è una famiglia dedicata alle applicazioni dove il connettore deve permettere un certo grado di rotazione senza sacrificare la qualità dei contatti.

I

l connettore è in grado di ruotare su se stesso per 360°. Le applicazioni tipiche comprendono le attività in ambito petrolifero e di perforazione in genere. Questa famiglia di connettori ospitana al suo interno molteplici contatti elettrici concentrici. Il numero di contatti presenti varia da 4 a 10 e i connettori sono disponibili con involucri di diverse dimensioni.

Informazioni

I contatti sono progettati per consentire una rotazione a bassa velocità e sono garantiti per un numero di cicli di rotazione fino a 10.000. Questi prodotti sono disponibili per le famiglie Serie S e Serie E (IP68).

10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

22

Per saperne di più: https://www.lemo.com/catalog/ROW/UK_English/multi_ concentric_connector.pdf www.lemo.com


N OT I Z I E

5 NUOVI SEGNALI DI SICUREZZA ISO 7010 SU MATERIALI DUREVOLI

L’International Standardisation Organisation (ISO) ha introdotto a livello internazionale 5 nuovi segnali di sicurezza ISO 7010. La nuova segnaletica è già disponibile presso Brady su materiali ad alte prestazioni per una durabilità ottimale in un’ampia gamma di ambienti industriali. 5 nuovi segnali ISO 7010 Il nuovo elenco ampliato ISO 7010 di segnaletica di sicurezza introdotto a livello internazionale ora comprende un segnale armonizzato di indicazione martello frangivetro (E025), uno di divieto fuochi d’artificio (P040), uno di divieto di appoggiarsi (P041), uno di interdizione per donne in gravidanza (P042) e uno di pericolo di atmosfera asfissiante (W041) in ambienti confinati.

Previeni costosi infortuni con la segnaletica di sicurezza. Scarica gratuitamente la guida alla segnaletica di sicurezza ISO 7010!

Informazioni

Disponibile su materiali durevoli Brady Corporation segue attentamente qualsiasi sviluppo delle norme ISO e, pertanto, già propone tutta la segnaletica di sicurezza ISO 7010 su materiali ad alte prestazioni per ottimizzarne la durata in ambienti industriali aggressivi tra i quali interni dove sono presenti temperature elevate, impianti chimici o nei quali vengono applicati rigidi protocolli di lavaggio, nonché ambienti esterni e offshore. Disponibile su materiali ad alte prestazioni tra cui poliestere laminato, polipropilene, alluminio, vinile, vinile rigido e materiali “glow in the dark” fotoluminescenti.

Utilizza segnaletica di sicurezza conforme a ISO Una semplice segnaletica di sicurezza può prevenire costosi infortuni se è chiaramente visibile, richiama l’attenzione ed è facilmente comprensibile. Per massimizzare l’impatto della segnaletica di sicurezza, l’International Standardisation Organisation si è adoperata per creare la norma ISO 7010. È pertanto consigliabile attenersi a tale norma ogniqualvolta si rendono operative nuove strutture o si sostituisce segnaletica usurata e sbiadita.

10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

23


N OT I Z I E

DANFOSS ACQUISTA UN PRODUTTORE DI SOFTWARE Il Gruppo Danfoss ha annunciato l’acquisizione di Prosa, una dinamica azienda produttrice di software con sede a Venezia, che ha maturato una particolare competenza nel campo delle applicazioni IoT, dispositivi intelligenti e progettazione di interfacce utente. Con questa iniziativa Danfoss incrementa il suo impegno nel fornire nuovi prodotti collegati in rete e servizi innovativi all’avanguardia.

«

L’acquisizione di nuove tecnologie e competenze digitali è un tassello importante della nostra strategia di trasformazione digitale e l’acquisizione di Prosa rappresenta un altro passo significativo che ci accompagna in questo entusiasmante cammino. Combinando le profonde competenze di Prosa nel software con l’esperienza applicativa maturata da Danfoss offriremo nuove soluzioni per la refrigerazione che sfrutteranno i vantaggi offerti dalla rete a beneficio dei nostri clienti», afferma Kim Fausing, Executive Vice President e COO di Danfoss.

Informazioni

Prosa ha sviluppato una soluzione completa per la telemetria, nota come VeBox, dedicata al mercato della distribuzione di bevande e alimenti. VeBox è un’infrastruttura basata su cloud costituita da dispositivi di telemetria installabili in diversi tipi di apparecchiature per la conservazione e distribuzione di bevande e alimenti (ad esempio erogatori di bevande, distributori automatici, frigocongelatori) che permettono di realizzare una soluzione di connettività end-to-end. Abbinata a un software gestionale, la soluzione VeBox permette di svolgere efficacemente attività di telecontrollo, diagnostica e analisi di vendite e marketing. La soluzione VeBox aggiunge un interessante livello di intelligenza complementare alla gamma di sistemi di controllo elettronico di Danfoss per il mercato della refrigerazione, mettendo a disposizione dei clienti una soluzione 10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

24

completa con comunicazioni integrate per offrire servizi avanzati dedicati al settore alimentare. «Prosa ha maturato una grande competenza nella progettazione di interfacce per l’interazione degli utenti e nell’introduzione rapida sul mercato di soluzioni innovative. Nel breve termine, le preziose competenze acquisite tramite Prosa ci aiuteranno a potenziare la nostra offerta con lo sviluppo di soluzioni di connettività per la catena del freddo. A lungo termine, mi aspetto di vedere molte nuove soluzioni per la refrigerazione che trarranno vantaggio dalle tecnologie di connettività sviluppate in seguito a questa acquisizione», afferma Jürgen Fischer, Presidente di Danfoss Cooling Segment. Prosa è stata fondata nel 1998 da Alberto Pravato e Alessandro Roncato a Venezia. L’azienda si avvale attualmente di 16 dipendenti a tempo pieno. www.danfoss.com


N OT I Z I E

STAMPA ALTERNATIVE ALLE TARGHE INCISE CON LA BMP61!

Brady Corporation propone una soluzione di identificazione che ti permette una volta per tutte di ovviare all’uso di una targa incisa. L’etichetta sostitutiva delle targhe incise è appositamente progettata per sostituire targhe incise sagomate su componenti elettrici, armadi, pulsanti e quadri di comando. Ottimo rapporto qualità/prezzo L’etichetta sostitutiva proposta da Brady è simile alle targhe incise sia nell’aspetto che nello spessore, ma il suo prezzo è inferiore. Non è più necessario tenere scorte di targhe incise perché gli utenti possono facilmente stampare un’alternativa alle targhe incise di vari formati con la stampante BMP61 ogniqualvolta ne hanno bisogno. Ampia gamma di applicazioni Le etichette sostitutive di targhe incise sono un’alternativa con un ottimo rapporto qualità/prezzo per identificare quadri di comando, patch panel, armadi elettrici, interruttori, pulsanti, spie indicatrici, pulsanti di avvio/ arresto, strumentazione, linee di produzione.

tubetti, etichette autolaminanti, etichette sostitutive di targhe incise, targhette e persino etichette specifiche del cliente in un’ampia gamma di materiali, formati e colori fino a 50,80 mm di larghezza. Abbinata ai suoi consumabili ad alte prestazioni in grado di rispondere alle esigenze di identificazione industriali più complesse, la BMP61 è un compagno irrinunciabile sul campo e un vero cavallo di battaglia in reparto. Per ulteriori informazioni sulle etichette sostitutive di targhe incise e la stampante per etichette BMP61, rivolgiti a Brady scrivendo a emea_request@bradycorp.com www.bradycorp.com Informazioni

Un’etichetta per ogni esigenza La robusta stampante per etichette a trasferimento termico BMP61 è compatibile con 600 combinazioni di cartucce di nastro ed etichette. Ogni combinazione rappresenta una soluzione di identificazione durevole, studiata per resistere in condizioni estreme e garantire l’identificazione permanente di cavi e componenti nelle applicazioni industriali più impegnative. La BMP61 può stampare 10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

25


N OT I Z I E

LA PERFEZIONE DAL FORNO ALLA TAVOLA

Con il motore in acciaio inossidabile AKMH di KOLLMORGEN Bühler aziona pompe, dosatori e un agitatore centrifugo.

Per la biga c’è il JetMix di Bühler / Maggiore igiene grazie ai servomotori in acciaio inossidabile di KOLLMORGEN.

S

Informazioni

enza il lievito madre non si ottiene un pane nero gustoso e sostanzioso. Anche il prelibato dolce natalizio “Stollen” diventa morbido e saporito solo se si mescola una parte degli ingredienti con un po’ di lievito e si lascia a riposo per qualche ora, prima di aggiungere il resto degli ingredienti all’impasto principale. Panettieri e pasticceri chiamano “biga” la miscela costituita principalmente da farina di cereali e liquidi aggiunti all’impasto come acqua e latte. Con il JetMix la Bühler ha sviluppato una soluzione per la produzione completamente automatizzata di biga e lievito madre. L’azienda è riuscita a combinare l’elevata produttività alla massima igiene grazie ai servomotori in acciaio inossidabile AKMH di KOLLMORGEN.

10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

26

Mescolare acqua e farina con il gancio impastatore fino a ottenere una biga morbida e soprattutto senza grumi: ecco un’immagine fondamentale sia per la cucina casalinga che per la panificazione artigianale in piccoli forni. Ma se parliamo di grandi forni industriali entra in gioco il JetMix. L’impianto compatto firmato Bühler mescola farina e acqua non in modo meccanico, ma per idratazione. Si tratta di un processo continuo in cui si nebulizza acqua sulle particelle di farina, finché non risultano bagnate in modo omogeneo. Il risultato convince l’utilizzatore soprattutto per l’elevata produttività e qualità della biga, densa e uniforme. La biga perfetta in meno tempo Da un punto di vista della tecnica di azionamento, il JetMix include quattro servoassi: due costituiscono l’azionamento della pompa per l’acqua e il trasferimento della biga, uno aziona la coclea e l’altro l’agitatore centrifugo. «Qui la farina viene sottoposta ad accelerazione radiale e si ottiene una bella forma ad anello», spiega Heinz Lauermann, responsabile team Material Handling Powder & Liquids presso Bühler. Questo anello di farina che si forma grazie alla forza centripeta viene investito nel tubo di miscelazione da acqua nebulizzata immessa dall’esterno attraverso piccoli ugelli per effetto della pompa azionata mediante


N OT I Z I E La tecnica di collegamento a cavo singolo dei servomotori è estremamente vantaggiosa dal punto di vista dell’igiene.

servomotore. Il servoazionamento di precisione consente di regolare con esattezza la pressione. Questa precisione risulta quindi necessaria affinché nella zona di contatto farina e acqua vengano uniti tra loro senza che si formino grumi di pasta. «L’impasto meccanico per la produzione di pasta è sempre correlato a un elevato apporto di energia. Con il JetMix riusciamo a produrre bighe in maniera molto più rapida ed efficiente dal punto di vista energetico», sottolinea Lauermann. Lo svizzero lavora presso la sede principale di Bühler a Uzwil.

Il JetMix di Bühler lavora farina e acqua per ottenere un pre-impasto morbido, la cosiddetta “biga”.

Le bighe sono ingredienti spesso utilizzati nelle ricette di panetteria e pasticceria. Uno degli esempi più conosciuti è il lievito madre ottenuto dalla farina di segale.

Informazioni

Stupire sempre con idee speciali e soluzioni alternative: il nuovo modello del JetMix, presentato per la prima volta a una fiera di settore negli USA, con motori in acciaio inossidabile di KOLLMORGEN, rappresenta per Heinz Lauermann il “pezzo forte” soprattutto dal punto di vista dell’igiene. Il più potente dei quattro motori in acciaio inossidabile AKMH aziona la centrifuga che produce l’anello di farina, in maniera simile a un mixer ad immersione. «L’ampio intervallo di regolazione del numero di giri del motore ci ha aiutato molto a livello di sviluppo per definire le velocità giuste per diversi tipi di farina e bighe». La combinazione opportunamente bilanciata tra numero di giri della centrifuga e acqua nebulizzata immessa a una pressione fino a 16 bar costituisce da ultimo una garanzia per una miscelazione perfetta e può quindi anche essere memorizzata nell’unità di controllo insieme alla ricetta per la biga. «Se invece di una nebulizzazione fine ci fossero goccioline si formerebbero dei grumi. Sono 10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

27


N OT I Z I E Servomotori in acciaio inossidabile AKMH. I motori in acciaio inossidabile della serie AKMH di KOLLMORGEN si adattano a numeri di giri diversi grazie all’ampio intervallo di regolazione.

proprio le gocce a creare i grumi», racconta Lauermann e spiega che la biga, dopo la miscelazione nel JetMix, viene pompata in recipienti di stoccaggio per la fermentazione. Secondo i dati forniti da Bühler, la capacità del JetMix è di 3,0 tonnellate all’ora. «Se moltiplichiamo questa massa per quattro, otteniamo la quantità di pasta finita». Quindi 12 tonnellate, pronte da utilizzare, per la “felicità” dei forni industriali che lavorano per i discount. Da 100 a 120 tonnellate di farina diventano ogni giorno pane, panini, dolci e prodotti da forno.

Informazioni

Numero di giri più ampio per produzione e pulizia Considerando questi quantitativi in un mercato sensibile ai prezzi e con ridotti margini di profitto, si rischia che la pulizia degli impianti venga un po’ trascurata. «Queste operazioni riducono la produttività. Quanto più a lungo durano le operazioni di pulizia, tanto minore è il guadagno delle aziende». In fase di sviluppo del JetMix Bühler ha quindi previsto che i macchinari potessero essere sottoposti a una pulizia centralizzata o CIP (Clean In Place). I motori in acciaio inossidabile AKMH di KOLLMORGEN devono quindi lavorare a questo scopo a un numero di giri superiore a quello richiesto in fase di produzione. «Si è trattato di un tema importante durante la progettazione degli azionamenti: lo scopo era ottenere velocità dell’acqua fino a 3 m/s in modo che i residui di pasta non rimanessero attaccati alle pareti durante le operazioni di pulizia». Gli azionamenti devono inoltre erogare una potenza tale da consentire anche l’inserimento di un 10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

28

cosiddetto “raschiatubi” nelle tubazioni. È uno strumento a forma di otto, aderisce alle pareti e spinge la pasta rimasta nel tubo verso la vasca di fermentazione. In questo modo i panifici industriali sprecano meno materie prime e non sovraccaricano il sistema CIP, né i depuratori comunali. Inoltre la pasta attraversa con difficoltà la canalizzazione e inizia a guastarsi rapidamente. Motore igienico in acciaio inossidabile con un solo cavo Heinz Lauermann definisce il ricorso ai motori in acciaio inossidabile di tipo AKMH di KOLLMORGEN anche dall’esterno come innovativo e di tendenza. L’impiego di acciaio 1.4404 rende la serie AKMH resistente alla corrosione in presenza di detergenti aggressivi. La realizzazione di tutti gli spigoli con raggi di almeno 3 mm e la superficie con una scabrosità <0,8 μm impediscono i depositi di sporcizia. Per un’installazione igienica del JetMix di Bühler, il collegamento dei motori in acciaio inossidabile AKMH ai servoregolatori AKD è garantito da un solo cavo con retroazione. Il cablaggio ridotto dimezza da un lato tempo e ingombro necessari per l’installazione, dall’altro influisce positivamente sull’igiene e sulla sicurezza operativa. Quello che non c’è non si può sporcare, né perdere tenuta. «Integrando il sistema di retroazione nel cavo del motore, KOLLMORGEN ha trovato un’ottima soluzione» si compiace Heinz Lauermann e parla di un motore ionico con “un fissaggio gradevolmente arrotondato”.


N OT I Z I E

Heinz Lauermann: “Un motore igienico con collegamenti ben arrotondati.

Martin Zimmermann, KOLLMORGEN Key Account Manager Svizzera.

AKMH ai servoregolatori AKD è garantito da un solo cavo con retroazione.

Le unità compatte nelle taglie da 2 a 6 trovano impiego anche al di fuori del settore della panificazione, principalmente in aree delle macchina a diretto contatto con i prodotti e per processi asettici. Il motore AKMH in acciaio inossidabile consente un’ottima dissipazione del calore all’esterno, riducendo quindi il derating. La serie, certificata FDA e sviluppata secondo le linee guida della direttiva EHEDG, eroga inoltre coppie continuative più elevate con volumi inferiori.

servomotori in acciaio inossidabile AKMH http://www.kollmorgen.com/it-it/products/motors/ servo/akmh-series/stainless-steel-akmh-series/?utm_ source=pr&utm_campaign=press-release-it

In conclusione Il JetMix di Bühler è un perfetto esempio di come si possano migliorare in maniera efficace le proprietà igieniche e la pulizia dei macchinari nell’industria degli alimenti utilizzando motori in acciaio inossidabile. Tuttavia non è sufficiente accontentarsi della scelta dei materiali per il carter del motore. Occorre invece adeguare perfettamente profili, sistemi di collegamento e funzionalità alle esigenze di sicurezza alimentare. «Se parliamo d’igiene, l’AKMH ci fa brillare gli occhi», sintetizza Heinz Lauermann.

industria degli alimenti http://www.kollmorgen.com/it-it/solutions/food-andbeverage/industria-alimentare/?utm_source=pr&utm_ campaign=press-release-it

servoregolatori AKD http://www.kollmorgen.com/it-it/products/drives/servo/ akd/servoazionamento-akd/?utm_source=pr&utm_ campaign=press-release-it

Informazioni

Autore: Martin Zimmermann, KAM Svizzera, KOLLMORGEN Svizzera www.kollmorgen.com

10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

29


N OT I Z I E

NUOVO AZIONAMENTO AC PER LE INDUSTRIE PESANTI

Azionamento compatto dalle prestazioni ottimizzate - ACU 7.

B

onfiglioli, leader nella produzione di riduttori, motoriduttori e sistemi di azionamento, presenta il nuovo drive Active Cube 7 della consolidata serie di inverter Active Cube con potenze fino a 200 kW con il raffreddamento ad acqua. Gli azionamenti ACU 7 sono disponibili per una tensione di alimentazione 400 V e presentano straordinari livelli di densità di potenza: 2 kW/ dm3 per la versione 160 kW e 2,5 kW/dm3 per versione 200 kW raffreddata ad acqua. I miglioramenti apportati agli ACU 7 li rendono particolarmente adatti a settori industriali quali: la movimentazione materiali, l’industria mineraria, lavorazione della canna da zucchero, trattamento acque pulite e acque reflue, costruzioni stradali e lavorazione materie plastiche.

Oltre alle già note caratteristiche della famiglia Active Cube, gli inverter ACU 7di Bonfiglioli offrono opzioni di controllo aggiuntive quali funzioni PLC con 32 blocchi e 16 variabili e la possibilità di acquisire segnali da diversi sensori di feedback. Oltre a ciò sono disponibili un’ampia gamma di ingressi e uscite analogiche e digitali, canali dedicati all’acquisizione di segnali di temperatura come PTC, PT100 o KTY. Gli inverter ACU 7 sono accessoriabili con una ampia gamma di moduli di comunicazione per interfacciarsi attraverso i protocolli di comunicazione standard come Profinet, Ethernet IP, EtherCAT, VABus/TCP e CANopen. La funzione di sicurezza “Safe Torque Off” (STO) è integrata e di serie.

Informazioni

Il nuovo e altamente performante ACU 7 rappresenta un punto di riferimento per molte applicazioni che richiedono alta potenza, elevata flessibilità, comunicazione aperta e spazi di montaggio ristretti. www.bonfiglioli.it

10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

30


N OT I Z I E

GATEWAY MODBUS CON CONFIGURAZIONE AUTOMATICA DELL’INSTRADAMENTO

La funzione Auto-Device Routing presente nei gateway Moxa velocizza la configurazione delle reti con un gran numero di dispositivi Modbus

Q

uando serve monitorare e controllare un gran numero di dispositivi Modbus, bisogna normalmente spendere molto tempo per la pianificazione della topologia di collegamento e la segmentazione della rete in vari sottogruppi di dispositivi. Ai tecnici viene anche richiesto di digitare centinaia di indirizzi Slave ID per configurare correttamente la tabelle di instradamento presenti in ciascun gateway Modbus.

La funzione Auto-Device Routing è una caratteristica presente nei nuovi gateway Modbus ad alte prestazioni della serie MGate MB3000 di Moxa, che comprende modelli con 2, 4, 8 o 16 porte seriali. I gateway serie MGate MB3000 supportano anche l’instradamento per indirizzo IP o porta TCP, utile quando si desiderano monitorare i dispositivi presenti sul campo raggruppati in segmenti. Per saperne di più si rimanda alla pagina: www.moxa.com/Event/ethernet-gateways/modbus-autodevice-routing/index.htm Informazioni

La buona notizia che è grazie all’innovativa funzione Auto-Device Routing, per la quale Moxa ha chiesto il riconoscimento del brevetto, ora basta un solo click per aiutare il gateway a riconoscere su quale porta seriale è connesso un dispositivo Modbus, affinché possa inviare automaticamente la richiesta alla porta seriale corretta. La nuova funzione rende molto più semplice la configurazione e la manutenzione delle tabelle di istradamento contenenti gli Slave ID dei dispositivi Modbus, con grande risparmio di tempi e costi, in quanto i tecnici non sono più costretti a immettere manualmente i valori degli Slave ID nelle corrispondenti tabelle di instradamento. Inoltre, non si perde altro tempo nel ricontrollare la configurazione quando il gateway viene effettivamente collegato sulla

rete dell’impianto. E non serve più nemmeno consultare la tabella di istradamento storica quando vi è la necessità di aggiungere o rimuovere dalla rete un dispositivo Modbus.

Per ulteriori informazioni sui gateway Modbus TCP di Moxa, si prega di consultare la pagina: www.moxa.com/product/Modbus_TCP_Gateway.htm

10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

31


N OT I Z I E

FACILITARE L'INTEROPERABILITÀ DEI PROTOCOLLI OT, IT, IIOT PER INDUSTRY 4.0

Per affrontare le numerose problematiche legate alla realizzazione di fabbriche intelligenti, gli integratori di sistemi (SI) sono alla continua ricerca di soluzioni per semplificare l'interoperabilità dei protocolli OT (Operational Technology), IT (Information Technology) e IIoT (Industrial Internet of Things). Moxa è uno dei pochi produttori e fornitori di soluzioni ad offrire un ventaglio completo di prodotti in grado di garantire l'interoperabilità dei protocolli OT, IT e IIoT.

G Informazioni

li integratori di sistemi si trovano genere a dover lavorare con con una grande varietà di protocolli per l'automazione, variabili caso per caso, che devono convivere sulla rete per raggiungere gli obiettivi operativi dell'attività. Ad esempio, il mondo OT — che comprende i sistemi di esecuzione della produzione (MES, Manufacturing Execution System), i sistemi di controllo della supervisione e di acquisizione dei dati (SCADA, Supervisory Control And Data Acquisition), i controllori a logica programmabile (PLC, Programmable Logic Controller), contatori, valvole, sensori e motori, ecc. — utilizza principalmente protocolli come PROFINET, PROFIBUS, EtherNet/IP e Modbus. I sistemi IT utilizzano spesso un software di pianificazione delle risorse aziendali (ERP, Enterprise Resource Planning) che gira su protocolli SNMP, HTTP, SOAP e XML. Inoltre, i protocolli classici utilizzati in ambito IIoT e Industry 4.0 sono MQTT, AMQP e CoAP.

10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

32

«Malgrado questa moltitudine di protocolli non interoperabili, c'è una buona notizia. Sono disponibili soluzioni per colmare queste lacune di interoperabilità attraverso una varietà di tecnologie», sostiene Edward Lin, Product Manager di Moxa. Implementazione rapida su reti eterogenee La crescente complessità dei processi operativi è diventata una sfida importante per le aziende manifatturiere intelligenti. Le attività di installazione e configurazione richiedono più tempo per pianificare l'architettura ed effettuare la messa in servizio di un dispositivo. Ad esempio, in una cabina elettrica, collegare un gran numero di misuratori di potenza Modbus RTU a una rete Modbus TCP è un'operazione estremamente lunga a causa della configurazione della tabella di routing degli slave ID. La funzione brevettata Moxa di routing automatico dei dispositivi rileva automaticamente i comandi provenienti da un sistema SCADA e imposta la tabella di routing degli


N OT I Z I E

slave ID tramite una configurazione a singolo clic. Inoltre, i gateway per protocolli di Moxa convertono facilmente i protocolli tra Modbus, PROFIBUS, PROFINET ed EtherNet/ IP grazie a un'interfaccia grafica intuitiva, riducendo il tempo di configurazione del 70% e non richiedendo alcuna programmazione.

Piattaforma IIoT-ready per un'adozione rapida del concetto Industry 4.0 Nei consigli di amministrazione, i dirigenti si aspettano che le tecniche di estrazione e analisi dei dati diano buoni frutti in termini di diminuzione dei costi di gestione, ottimizzazione della produzione e previsione delle attività manutentive, allo scopo di ridurre al minimo i tempi di fermo. Ma l'invio di dati da un dispositivo edge al cloud richiede troppo tempo per la maggior parte dei produttori. UC-8100 di Moxa è una piattaforma di calcolo embedded, progettata

Informazioni

Nell'era di Industry 4.0, dagli ambienti di fabbrica arrivano sempre più richieste ai reparti IT di raccogliere dati di produzione al fine di ottimizzarla. Per i tecnici IT, questo non è un compito facile, poiché essi non hanno familiarità con il processo di raccolta dati tramite i protocolli industriali. Smart I/O di Moxa supporta vari protocolli, come Modbus/TCP ed EtherNet/IP per i tecnici dell'automazione industriale (IA, Industrial Automation), e SNMP e RESTful API per i tecnici IT,

al fine di consentire la comunicazione con interfacce diverse, colmando così il divario tra i protocolli OT e IT. Questa soluzione permette ai tecnici di entrambi i settori (IT e IA) di recuperare agevolmente i dati da un dispositivo di I/O.

10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

33


N OT I Z I E

per grandi sistemi di Edge Computing per l'IIoT. È dotata di un processore ARM® Cortex™-A8 e di versatili interfacce di comunicazione. Insieme alla suite ThingsPro di Moxa, permette una rapida integrazione dai dispositivi sul campo al cloud grazie al motore di polling Modbus integrato e pronto all'uso e a client IIoT come Amazon Web Services (AWS).

Informazioni

Maggiore consapevolezza della situazione attuale tra attività nel campo e sala di controllo La consapevolezza della situazione attuale situazionale è molto importante sia per chi opera nel campo che per i tecnici della sala di controllo, al fine di garantire una continuità di produzione e prevenire situazioni anomale. Ma catturare gli eventi anomali di un'officina e interpretare in tempo reale i dati relativi a questi eventi percepiti è un'operazione piuttosto difficile. Moxa è uno dei pochi fornitori di soluzioni che offrono una facile integrazione tra sistemi IT e OT. Ad esempio, è una grande perdita di tempo per i tecnici mettersi a frugare tra tutti i video clip registrati per individuare la causa principale di una specifica eccezione. Moxa offre un lettore video senza programmazione che mostra le immagini su SCADA in soli 15 minuti, in alternativa a SDK ActiveX che richiede una programmazione su SCADA di due o tre ore. Inoltre, i dispositivi video IP di Moxa, come videocamere IP e NVR, supportano i comandi Modbus TCP e SNMP per una facile gestione dei dispositivi nei sistemi SCADA, consentendo una rapida risposta in caso di emergenza. Inoltre, per reti di linee di produzione 10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

34

che girano su protocolli OT, gli switch Ethernet di Moxa supportano i protocolli PROFINET, Modbus ed EtherNet/ IP per consentire ai tecnici di visualizzare i dati e lo stato di una rete centralizzata su un sistema SCADA. Un'integrazione di SCADA rapida e semplificata accelera la risoluzione dei problemi, riduce i tempi di inattività del sistema e aumenta la consapevolezza situazionale. Per saperne di più, visita la pagina: www.moxa.com/smartfactory Scarica la brochure per ulteriori dettagli sui nostri prodotti: www.moxa.com/support/request_catalog_detail. aspx?ID=3543 Leggi questo white paper per saperne di più sulla guida alla connettività IIoT per i gestori di impianti.


N OT I Z I E

RETROFIT FACILE CON EASY TOOL-ID DI BALLUFF UNA SOLUZIONE ECONOMICA ENTRY-LEVEL PER LA GESTIONE DEGLI UTENSILI

L’identificazione degli utensili fatta con l’Industrial RFID di Balluff permette di migliorare l'efficienza della produzione, rendendo un ricordo del passato gli errori nella scelta dell’utensile o la mancanza dell’utensile appropriato. Questa soluzione permette di ottimizzare utilizzo e durata di servizio degli utensili. Inoltre scarti e rilavorazioni causati dall’uso eccessivo degli utensili vengono praticamente eliminati. Con l’Easy Tool-ID Balluff offre ora una soluzione economica per la gestione degli utensili. È semplice da introdurre anche su apparecchiature esistenti e si distingue per la semplicità di installazione e configurazione.

T

portautensili e premere un tasto. Il sistema, quindi, emula l'input e, grazie al Tool-ID di Balluff, tramite l'interfaccia della tastiera legge automaticamente i dati al controllore di macchina. L’inserimento manuale, tipicamente soggetto a errori, viene così eliminato. In tal modo anche le macchine esistenti possono essere ammodernate e aggiornate con una soluzione conveniente per l’identificazione degli utensili. www.balluff.it

Informazioni

utto quello che serve è una porta USB sulla macchina utensile (espansione tastiera) e un presetter. I dati vengono scritti dal presetter sull’utensile tramite tecnologia RFID e poi trasmessi alla macchina utensile attraverso il sistema Easy Tool-ID. L’inserimento manuale viene eliminato. I tempi di installazione e il rischio di inserimenti errati risultano così notevolmente ridotti. Il sistema è costituito da un supporto utensili con testa integrata per lettura / scrittura, un processore, un microcontrollore e l'alimentazione. La gestione e il principio di funzionamento della soluzione non potrebbero essere più semplici: nel presetter ciascun utensile viene misurato e i suoi dati, come ad esempio il diametro e il raggio, vengono scritti sul supporto informatico che si trova sul gambo dell'utensile. L'utente deve semplicemente portare l'utensile alla macchina, metterlo nel

10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

35


N OT I Z I E

MEDITERRANO: SOLUZIONI AD ALTA EFFICIENZA ENERGETICA A FAVORE DELLA CRESCITA DEL SETTORE ALBERGHIERO

Abbiamo a disposizione tecnologie in grado di ridurre i costi energetici degli hotel e migliorare il comfort dei clienti. Abbiamo la possibilità di sfruttare l’enorme potenziale di risparmio energetico derivante dall’ottimizzazione dei consumi energetici all’interno degli edifici, che ci consentirà di liberare risorse da poter reinvestire. Alcuni studi ed esempi attuali mettono in evidenza un potenziale notevole.

N

el corso dell’ High-level Meeting on Energy Efficiency in the Mediterranean tenutosi a Malta, Danfoss ha presentato ai ministri euro mediterranei dell’energia soluzioni di investimento ad alta efficienza per il settore alberghiero sia in termini di costi che di risparmio energetico.

Informazioni

Un uso intelligente e sostenibile dell’energia è decisamente fondamentale per il settore alberghiero. I consumi di energia costituiscono la seconda voce di costo in questo settore, preceduti solo dagli stipendi e possono rappresentare fino al 10% dei costi operativi totali. In un hotel tipo dell’area mediterranea, circa il 60% di energia viene impiegato per il riscaldamento e raffrescamento degli edifici. Questa è di fatto la principale area di miglioramento potenziale, seguita a ruota dalla desalinizzazione dell’acqua che molti hotel fanno autonomamente e da cui derivano consumi intensivi di energia.

10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

36

Ottimizzare I sistemi tecnici per gli edifici È evidente che per trasformare un hotel in un edificio intelligente e ad alta efficienza energetica sia fondamentale ottimizzare i sistemi di riscaldamento, raffrescamento e ventilazione – comunemente noti come “sistemi tecnici per gli edifici”. Un sistema tecnico ottimizzato è in grado di garantire i corretti livelli di temperature e qualità dell’aria, offrendo ai clienti il massimo comfort. Una mancata ottimizzazione di tali sistemi comporta spreco di energia e di denaro, nonché danni per la salute e per l’ambiente. Ma noi possiamo offrire le tecnologie per impedire che tutto ciò accada. Un nuovo studio della società di consulenza Ecofys, del gruppo Navigant, dimostra che il consumo di energia negli edifici può essere ridotto di una media del 30% adeguando i sistemi tecnici per gli edifici. L’investimento per un upgrade base del controllo dei flussi energetici all’interno degli edifici è minimo ed il ritorno dell’investimento è di


N OT I Z I E

pubblica. La desalinizzazione ed il riutilizzo dell’acqua consentono di ridurre il divario tra prelievo di acqua e approvvigionamento sostenibile. Secondo il Water & Energy Outlook, la desalinizzazione ed il riutilizzo dell’acqua oggi soddisfano le esigenze di meno dell’1% del fabbisogno idrico globale e rappresentano quasi un quarto del consumo energetico nel settore idrico. Si stima che entro il 2040, tale valore debba raggiungere il 4% del fabbisogno idrico globale ed il 60% del consumo energetico nel settore idrico.

soli 2 anni. Ciò rappresenta un’enorme opportunità per il settore alberghiero e per l’area del Mediterraneo. Il settore alberghiero ha un ruolo chiave nell’economia del Mediterraneo. Con più di 300 milioni di turisti ogni anno, il Mediterraneo è al primo posto nella classifica delle destinazioni turistiche in tutto il mondo. Sulla base dello studio Ecofys e delle statistiche Eurostat / Worldbank, è stato stimato che, nell’aera del Mediterraneo, il costo dell’energia consumata dal settore alberghiero ammonta a circa 6 miliardi di euro. Considerando che ottimizzando i sistemi tecnici per gli edifici è possibile ottenere un risparmio pari al 30% di energia, il risparmio potenziale totale ammonta a circa € 1.2 miliardi.

È necessario un quadro normativo stabile ed ambizioso Ernesto Ubieto, Presidente della Regione Sud Europa di Danfoss, ha espresso un chiaro messaggio ai responsabili delle politiche a livello europeo: «La tecnologia è già disponibile e funziona. Adottare semplici misure con breve ritorno dell'investimento può generare enormi risparmi energetici nonché molteplici benefici per il settore alberghiero – non solo abbattendo i costi per l'energia ma anche migliorando il comfort dei clienti. Tuttavia, le lacune del mercato impediscono la diffusione di soluzioni innovative. Quello di cui abbiamo bisogno è un quadro normativo stabile, coerente ed a lungo termine, che promuova fortemente l’efficienza energetica.» Per maggiori invormazioni: Danfoss Media Relations +45 70 20 44 88 Link collegati: Scarica lo studio Ecofys sui sistemi tecnici per gli edifici www.danfoss.com/buildingefficiency

Informazioni

La desalinizzazione rende gli hotel autosufficienti Per gli hotel ed i wellness resorts dell’area Mediterranea, sia sulla costa che nelle isole, dove le risorse idriche naturali rappresentano un problema, i sistemi di desalinizzazione rendono le strutture autosufficienti. Un approvvigionamento di acqua indipendente consente ai clienti di un hotel di godersi un piacevole soggiorno di lusso, con acqua potabile pulita e sicura e acqua setosa nella zona wellness e piscina. Un sistema di desalinizzazione affidabile e ad alta efficienza energetica rende gli hotel autosufficienti in termini di approvvigionamento di acqua - sia potabile che nei servizi, che nelle aree wellness e piscina – senza bisogno di approvvigionarsi alla rete 10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

37


N OT I Z I E

UN PARANCO VERLINDE DA 10 TONNELLATE DI PORTATA HA CONSENTITO DI AUMENTARE NOTEVOLMENTE I TEMPI DI PRODUZIONE

Il paranco elettrico a cavo Verlinde Eurobloc VM3 Essential installato nello stabilimento Goodfish è dotato di un display digitale che consente agli operatori di tenere sotto controllo il peso del carico sollevato.

Grazie ad un paranco elettrico a cavo Eurobloc VM3 Essential e a un kit gru Verlinde, uno stabilimento di stampaggio ad iniezione del Regno Unito sta conoscendo un forte aumento della produzione.

I

Informazioni

l paranco, di 10 tonnellate di portata e un’altezza di sollevamento di 9 metri, viene utilizzato da Goodfish Ltd con sede a Cannock per sollevare gli attrezzi di stampaggio nei diversi macchinari di stampaggio a iniezione dell’azienda, con un rendimento che consente di aumentare al massimo i tempi di produzione. Il paranco è installato su una gru a portale con una campata di 19 metri ed un’altezza di sollevamento di 4,3 metri, progettata, realizzata e installata da Pelloby, distributore di Verlinde per il Regno Unito.

«La gru è una novità di rilievo per Goodfish, probabilmente la più importante che abbiamo introdotto fino ad oggi ha dichiarato il responsabile tecnico Kevin Turner, che ha aggiunto - perché il metodo di sostituzione degli attrezzi che utilizzavamo consisteva nel sollevare gli stessi divisi nelle nostre macchine di stampaggio ad iniezione con una gru a cavalletto da 3 tonnellate, ma si trattava di un’operazione molto lenta e ingombrante.» La scelta di due velocità trasversali (20 e 5 m/min) e di due velocità di sollevamento (5 e 0,83 m/min) del paranco Eurobloc VM3 Essential installato presso lo stabilimento Goodfish consente all’azienda di ottimizzare il processo di produzione. Ovviamente, il nuovo sistema di gru e paranco consentirà di ottimizzare i tempi di sostituzione degli attrezzi, grazie all’uso di metodologie come la SMED (sostituzione teste in un solo minuto). «Non solo aumenteranno i tempi di produzione, ma la maggiore capacità di sollevamento di 10 tonnellate ottenuta grazie al paranco Verlinde consentirà di acquisire nuovi ordinativi e nuovi clienti», ha dichiarato Turner.

10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

38


N OT I Z I E

Il nuovo sistema di sollevamento presso lo stabilimento di stampaggio ad iniezione di Goodfish è dotato di un paranco elettrico a cavo Verlinde Eurobloc VM3 da 10 tonnellate di portata.

Un ulteriore vantaggio derivante dal nuovo paranco riguarda la sicurezza. Turner ha affermato che il metodo di sollevamento precedentemente utilizzato dall’azienda - vale a dire una gru a cavalletto da 3 tonnellate - “comportava dei rischi per la sicurezza”. Tuttavia, grazie all’investimento nella nuova gru con paranco Verlinde, questi problemi sono stati superati. Ad esempio, il paranco Eurobloc VM3 Essential oltre a disporre di un riflettore a LED per migliorarne la visibilità, è dotato anche di un limitatore di carico elettromeccanico in versione standard, un interruttore di finecorsa di sollevamento, un cavo in acciaio zincato ad elevato fattore di sicurezza, di protezione IP54 dell’armadio elettrico, di comando a bassa tensione e di un gancio rotante con blocco di sicurezza.

L’intero sistema, comandato a distanza via radio tramite un dispositivo ad impugnatura manuale, ha presentato non

«Sono decisamente soddisfatto per come si è comportata Pelloby a tutti i livelli del progetto - ha dichiarato Turner. Infatti l’installazione non ha creato praticamente problemi, grazie alla tempestiva consegna delle certificazioni RAMS (valutazione del rischio e dei metodi), il che ci ha consentito di valutare in anticipo i potenziali rischi e di effettuare una verifica completa dell’impianto. Il personale di Goodfish e di Pelloby ha collaborato efficacemente per due settimane, occupandosi sia della preparazione, sia dell’installazione, il che ha consentito di interferire in misura veramente minima con le esigenze di produzione.»

Informazioni

Anche le esigenze di manutenzione risultano decisamente ridotte, grazie a numerose caratteristiche speciali del paranco Verlinde Eurobloc VM3 Essential. Ad esempio, i riduttori di sollevamento e di spostamento trasversale sono lubrificati a vita e il freno di sollevamento è progettato per funzionare per tutta la durata di vita del sistema in funzionamento normale. Inoltre, il guidacavo è realizzato in modo da poter essere facilmente sostituito durante le operazioni di manutenzione ordinaria e il rapporto ampiamente dimensionato tra il diametro del cavo e quello del tamburo aumenta la durata del cavo stesso.

pochi problemi di installazione. Ad esempio, per aumentare al massimo l’altezza di sollevamento, per la progettazione della gru è stata adottata una soluzione a gambe ad altezza maggiorata rispetto a quella della maggior parte delle gru. Anche se questa altezza avrebbe potuto essere raggiunta utilizzando colonne autoportanti più alte, dal momento che ne servivano 18 per sostenere il peso della gru (oltre a un carico massimo di 10 tonnellate), ciò avrebbe comportato l’uso di molto più acciaio e, in ultima analisi, il rapporto costi-benefìci sarebbe risultato inferiore. Sono invece state utilizzate colonne più corte con basamento rinforzato più ampio, il che ha anche contribuito a ridurre il punto di capovolgimento della gru.

www.pelloby.com www.verlinde.com 10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

39


N OT I Z I E

UN PARANCO VERLINDE EUROBLOC VT5 SCELTO PER UNA GRU A PORTALE BITRAVE DA 35 TONNELLATE La prima delle tre gru a portale dotate di tecnologia di sollevamento a paranco elettrico Verlinde Eurobloc VT è stata installata nell’officina di stampaggio dello stabilimento di produzione della Mini di BMW Group, a Swindon nel Regno Unito. Gru a portale da 35 tonnellata dotato di paranco elettrico a cavo Verlinde Eurobloc VT5 nell’officina di stampaggio dello stabilimento di produzione delle Mini di BMW Group a Swindon.

L’officina attrezzaggi dello stabilimento di produzione delle Mini di BMW Group a Swindon è dotata di una gru a semi-portale da 10 tonnellate dotata di paranco elettrico a cavo Verlinde Eurobloc VT3.

La gru, che rientra in un progetto di sostituzione di apparecchiature di sollevamento obsolete, ha una portata nominale di 35 tonnellate ed è dotata di un paranco elettrico a cavo Verlinde Eurobloc VT5. La gru, di tipo bitrave, è stata progettata, realizzata e installata da Pelloby, distributore di Verlinde per il Regno Unito. Il paranco scorre lungo due travi di 21,7 metri, supportate dalla struttura del portale esistente. Le funzioni di velocità variabile per lo spostamento longitudinale, per quello trasversale e per il sollevamento sono radiocomandate a distanza tramite un joystick. La fornitura prevedeva la formazione degli operatori BMW all’uso corretto della gru e un set completo di ricambi per consentire all’azienda di ridurre al minimo i tempi morti durante le operazioni di manutenzione programmata.

Informazioni

La progettazione del paranco, in cui sono confluiti 13 brevetti, comprende un freno a disco a corrente continua esente da manutenzione, un interruttore di finecorsa a quattro posizioni (superiore, inferiore, decelerazione in posizione superiore e protezione contro l’inversione di fase) e un limitatore di carico. La gru a portale dello stabilimento di produzione delle Mini della BMW ha consente un’altezza di sollevamento di 9,8 metri e, per garantire la sicurezza sul posto di lavoro, sono stati realizzati due camminamenti su entrambi i lati per consentire l’accesso per le operazioni di manutenzione. 10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

40

Oltre alla gru a portale da 35 tonnellate dell’officina di stampaggio, Pelloby ha recentemente fornito una gru a semi-portale per l’officina attrezzaggi adiacente dello stesso stabilimento. La gru, della portata di 10 tonnellate, è dotata di un paranco elettrico a cavo Verlinde Eurobloc VT3 ad altezza d’ingombro ridotta, che è stato scelto in funzione della trave universale da 610 x 229 x 140 kg. Il paranco prevede due velocità di sollevamento (5,0 e 0,8 m/ min) e una velocità di scorrimento variabile da 3 a 20 m/min. Inoltre, il paranco Verlinde comandato tramite pulsantiera pensile è dotato di un display digitale, grazie al quale gli operatori possono conoscere immediatamente il peso esatto del carico sollevato. La gru a semi-portale da 10 tonnellate senza vie di corsa è costituita da una trave da 8 metri con due carrelli all’estremità, uno dei quali è supportato da una colonna mobile a pavimento, mentre l’altro scorre lungo una rotaia sopraelevata installata sulla parete dell’officina ad un’altezza di 3,8 metri. www.pelloby.com www.verlinde.com


N OT I Z I E

DP TECHNOLOGY CORP. ANNUNCIA IL RILASCIO DI ESPRIT 2017 ESPRIT diventa più smart e velocizza la programmazione.

D

P Technology Corp, società innovatrice nel settore del CAM, ha annunciato il rilascio di ESPRIT® 2017, l’ultima versione del suo pioneristico prodotto di punta. ESPRIT 2017 consente di realizzare processi di lavorazione più smart, più semplici e più veloci grazie a un percorso utensile avanzato, a un controllo utente semplificato e a una più rapida capacità di elaborazione. ESPRIT 2017 offre un nuovo ciclo di Finitura Globale a 3 assi che rappresenta una soluzione completa per la fresatura di parti geometricamente complesse. La Finitura Globale ottimizza la lavorazione scegliendo il percorso utensile più adatto a parti complesse sulla base di un'analisi del modello e di un unico angolo di soglia. Per le pareti si utilizzano passate a Z costante, mentre per le superfici piane passate con offset dal bordo con una logica sofisticata che dà priorità alla continuità del percorso dell’utensile tra aree ripide e piane per una finitura più uniforme. Un'opzione che consente di risparmiare tempo è quella che costruisce il percorso dell’utensile in modo tale da eseguire la lavorazione su aperture e fori nel modello CAD senza interrompere o ritrarre l’utensile. Una riprogettazione delle funzioni di sfacciatura di ESPRIT riduce drasticamente il numero di passaggi necessari a sfacciare una parte. Informazioni aggiornate sulla forma del materiale residuo sono ora incorporate nella sfacciatura, nel pocketing e nella contornatura per una programmazione più veloce e affidabile. Il motore di automazione di ESPRIT 2017 è stato sottoposto a refactoring per ridurre significativamente i tempi di calcolo da minuti a secondi per le operazioni di sfacciatura, pocketing e contornatura. Lo stesso refactoring è stato applicato alla sgrossatura a 3 assi di ESPRIT per calcolare il materiale residuo in tempi significativamente inferiori, anche su parti complesse. I profili più difficili nelle parti lavorate a elettroerosione a filo sono ora tagliati in maniera più efficiente grazie al supporto ai profili aperti nel pocketing a elettroerosione. Quando un profilo è pieno di aperture piccole o con forme strane, con ESPRIT 2017 è possibile programmare il filo in modo che ignori tali aperture, per eseguire successivamente un ciclo di polverizzazione dedicato a rimuovere le piccole tasche di materiale residuo.

Una serie di migliorie apportate alla fresatura swarf a cinque assi ha aumentato la possibilità di lavorare pezzi con forme insolite ottenendo una lavorazione più uniforme e affidabile. La lavorazione automatica anche in presenza di gap sulle superfici, l’estensione affidabile delle passate lungo le nervature e il posizionamento più agevole dell'utensile lungo le pareti con bordi irregolari eliminano di fatto la necessità di creare geometrie extra su parti complesse a 5 assi. Scoprite la semplicità sofisticata di ESPRIT 2017 con strategie avanzate di fresatura e tornitura, un più veloce calcolo del materiale residuo e nuove funzioni per lavorazioni a 3 assi e a elettroerosione a filo. www.espritcam.com

Informazioni

I miglioramenti della tecnologia ProfitMilling™ di ESPRIT offrono maggiori performance all’interno delle cavità chiuse con una migliore evacuazione del truciolo e un miglior ingresso del liquido refrigerante e un più rapido raggiungimento della velocità di avanzamento programmata. La contornatura al tornio presenta ora un maggior numero di opzioni per posizionare in maniera precisa il bordo dell'utensile lungo le pareti, all'inizio o alla fine delle passate di taglio, e tra le pareti. I miglioramenti di programmazione del tornio sono particolarmente

vantaggiosi quando si procede alla contornatura di inserti rotondi o scanalati.

10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

41


N OT I Z I E

VENTOSA SERIE FPC, RITRATTO DI UNA SPECIALISTA!

La ventosa universale per qualsiasi tipologia di imballaggio in FlowPack. Ventosa Serie FPC come Flow Pack Cup: la nuova ventosa COVAL è adatta alla manipolazione delle confezioni in FlowPack. Vera e propria rivoluzione tecnica per il mondo del packaging in costante sviluppo. L’imballaggio in FlowPack presenta numerosi vantaggi: • un contatto alimentare diretto, • una vasta superficie di presa, • numerose applicazioni in svariati settori di attività quali la frutta e gli ortaggi freschi, l'industria agroalimentare, la cosmetica… • alte cadenze e basso costo.

Informazioni

Nella manipolazione con il vuoto la flessibilità della ventosa rappresenta un ostacolo, perché è sinonimo di rischio di perdita di aderenza, con la conseguente difficoltà della presa del prodotto e la necessità di un aumento di potenza per compensare.

10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

42

COVAL ha accettato la sfida ed ha messo a punto la ventosa Serie FPC: progettata per questo tipo di presa, che “aderisce sul prodotto” a prescindere dalla forma e dal materiale e che permette di rispettare elevatissime cadenze. In quest'ottica COVAL ha lavorato con costruttori di macchinari di packaging, tenendo conto delle loro esigenze e sottoponendo le diverse evoluzioni del prodotto a differenti test effettuati in situazioni reali. La Serie FPC si basa su 4 punti di forza: 1. Una forma a corolla con labbra sottili e ondulate per aderire perfettamente alle forme dell'imballaggio, 2. Sporgenze interne che permettono di ottimizzare il vuoto evitando qualsiasi tipo di deformazione del prodotto e consentendo di rafforzare la presa 3. Inserti equipaggiati di un diffusore di vuoto laterale che evita le perdite durante la fase di presa del prodotto. 4. Materiale compatibile con le normative alimentari: silicone azzurro e inserto in plastica


N OT I Z I E

Le confezioni in FlowPack hanno trovato la loro ventosa.

Quello che fa la differenza Una gamma completa • 2 dimensioni disponibili: Rotonda, Ø 60 mm - Ellittica: 120 x 100 mm • Materiali: Ventose in silicone azzurro con inserti di plastica. Le ventose FPC sono compatibili con le normative alimentari FDA (FDA 21 CFR 177.2600.) e corrispondono al regolamento europeo 1935/2004/CE. • 2 livelli di morbidezza: 35 e 50 Shore

Video: https://youtu.be/Qs44vb5lV5E www.coval-italia.com

La tenuta ad alte cadenze • Qualità di presa che permette cadenze elevate • Nessuna interruzione sulla catena di confezionamento dovuta ad una presa difettosa

Informazioni

La sicurezza • La ventosa Serie FPC è in silicone, materiale consigliato per la sua tenuta alle alte temperature e la sua compatibilità alimentare. Gli inserti di plastica sono anch'essi conformi alle normative alimentari. • Il suo colore azzurro ne semplifica la localizzazione mediante i sistemi di rilevamento visivo sulle catene di produzione e confezionamento. Il risparmio energetico L'ottima tenuta stagna delle ventose Serie FPC evita di sovradimensionare il generatore di vuoto, il che permette un sensibile risparmio energetico. 10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

43


N OT I Z I E

GLI AZIONAMENTI PER SOLLEVAMENTI SONO ALL’ALTEZZA DEL PROBLEMA

Il Leadenhall Building, a Londra - la sua facciata inclinata di 10 gradi crea un particolare problema per la pulizia e la manutenzione.

Azionamenti vettoriali a c.a. permettono l’accesso ai grattacieli per la manutenzione.

Informazioni

G

li edifici molto alti, come quello che si trova in Leadenhall Street 122 a Londra, sono dotati del proprio sistema di accesso su misura per la manutenzione. I materiali e il personale addetto alla pulizia delle finestre sono trasportati per mezzo di piattaforme di sollevamento installate sul tetto. Azionamenti potenti e sicuri sono una parte essenziale per l’affidabilità di questa soluzione.

pannelli di vetro con un peso combinato fino a 1.000 kg. Esso è stato utilizzato anche per smontare le gru della torre, sollevando parti pesanti fino a 2.000 kg. Poiché la sicurezza e l’affidabilità sono state ovviamente considerazioni fondamentali nella progettazione, l’installazione include numerosi motoriduttori ortogonali e inverter serie NORDAC PRO forniti da NORD DRIVESYSTEMS per posizionare con precisione le culle lungo e attraverso l’intera torre.

Mano a mano che la progettazione degli edifici alti diventa sempre più innovativa dal punto di vista architettonico, i fornitori di soluzioni per l’accesso alla manutenzione devono tenere il passo con nuove soluzioni per ogni sviluppo. In uno dei suoi ultimi progetti, Integral Cradles Ltd ha progettato e installato due Unità di Manutenzione Edifici, o BMU, per l’iconico Leadenhall Building di 52 piani a Londra. Noto anche come “La grattugia”, il grattacielo alto 225 metri è caratterizzato da una distintiva forma rastremata con una facciata inclinata di 10 gradi. La BMU, progettata su misura, consiste di gru trasversali, culle e apparecchiature di supporto montate in modo permanente sul tetto. Importante, un braccio telescopico offre loro una portata superiore a 20 metri - permettendo di raggiungere tutte le parti dell’esterno dell’edificio. Il macchinario solleva

Lo sviluppo di progetti globali richiede fornitori globali Fin dall’inizio del progetto, Integral Cradles ha collaborato con gli architetti e con l’impresa di costruzioni e ha sviluppato le BMU utilizzando un approccio di ´costruzione virtuale´ denominato Building Information Modeling (BIM). Esso ha permesso a tutte le parti di visualizzare la soluzione di accesso in modo concorrente, mano a mano che il lavoro di costruzione procedeva, tenendo conto anche di modifiche minute del progetto che avrebbero potuto influenzare il sistema di accesso alla facciata e il regime di manutenzione. Integral Cradles ha sviluppato il progetto della BMU per il Leadenhall Building in collaborazione con il suo partner spagnolo Góndolas in Design, S.L. (GinD), che ha prodotto e fornito parti componenti fondamentali del progetto. Cliente NORD DRIVESYSTEMS di lunga data, la

10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

44


N OT I Z I E

Un motoriduttore NORD SK 9072.1 aziona il braccio telescopico della BMU del Leadenhall Building.

La serie di inverter NORDAC PRO di NORD DRIVESYSTEMS include sofisticate funzioni di posizionamento e un PLC a bordo.

GinD, che ha sede a Madrid, ha fornito BMU per numerose installazioni di prestigio in tutto il mondo, che a loro volta utilizzano azionamenti NORD. Qualità, servizio e supporto globale sono requisiti chiave del processo di progettazione di Integral Cradles e GinD. Pertanto, era cruciale che tutte le specifiche critiche potessero essere studiate e ogni asse azionato fosse dimensionato in modo ottimale dagli ingegneri NORD in Germania, con il supporto commerciale locale fornito da NORD Gear Ltd - la sua filiale inglese, una delle 36 che operano in tutti i principali paesi produttori del mondo.

Tutti i componenti di azionamento sono prodotti internamente Anche tutti i motoriduttori che azionano gli assi della BMU sono stati prodotti e assemblati in NORD. I motori a efficienza energetica IE3 hanno una potenza nominale massima di 5,5 kW, alcuni sono dotati di freni di sicurezza con rilascio manuale del freno. Tutti i motori montati verticalmente includono una canopia antipioggia sopra lo scudo del ventilatore per impedire che detriti e acqua possano entrare nella parte posteriore del motore, dove sono situati il freno e il ventilatore. Tutti gli assi motorizzati

Informazioni

Funzioni di azionamento del sollevamento a bordo Ogni BMU comprende quattro assi azionati da inverter: un asse trasversale che muove la culla controbilanciata su un sistema di binari attraverso le due metà del tetto; un asse di rotazione che ruota la gru; un asse telescopico che estende il braccio; e un azionamento ad argano che aziona il cavo per elevare la culla lungo la facciata dell’edificio. L’asse di sollevamento che posiziona l’angolo del braccio è azionato da un attuatore idraulico. L’applicazione richiede accelerazioni e decelerazioni dolci. Queste funzioni sono controllate da inverter per quadro elettrico serie NORDAC PRO. Il software intuitivo NORD CON permette una parametrizzazione rapida e sicura degli inverter. Oltre alle rampe di accelerazione e decelerazione necessarie per eseguire gli avviamenti e arresti dolci, l’elenco completo dei parametri relativi all’applicazione include una gamma di velocità di funzionamento, il controllo dei freni e condizioni

relative alla sicurezza. Per mezzo di una ParameterBox NORD opzionale, il cliente può regolare con semplicità alcuni parametri sul posto o copiare un intero gruppo di parametri in un altro inverter. Caratterizzata da un preciso controllo vettoriale e da un’elevata capacità di sovraccarico, l’elettronica di azionamento permette il funzionamento in sicurezza dei motoriduttori in questa applicazione che richiede coppie elevate. Grazie alla serie di I/O inclusi con ogni NORDAC PRO, il controllo a PLC del cliente può gestire la sincronizzazione fra tutti gli assi. Gli inverter sono montati in un quadro di controllo impermeabile vicino alla BMU. La serie NORDAC PRO offre una vasta scelta di livelli di configurazione. Gli inverter possono gestire sofisticate funzioni di controllo basate sulla funzionalità PLC standard integrata, sul controllo di posizionamento POSICON, l’arresto di sicurezza (STO), il feedback da encoder, comunicazioni su fieldbus e molto altro.

10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

45


N OT I Z I E

Le due BMU sul Leadenhall Building con azionamenti NORD DRIVESYSTEMS in azione a 225 metri sul livello stradale.

sono dotati di riduttori ortogonali ad alta efficienza Unicase NORD, le cui carcasse rigide monoblocco in ghisa lavorata resistono alla flessione anche sotto le condizioni di carico più pesanti. Grazie all’inserimento di tutti i cuscinetti e le sedi a tenuta nella stessa singola scocca, vengono eliminati le divisioni o i sostegni avvitati che potrebbero indebolire la carcassa o permettere perdite d’olio. L’uso di registri dei cuscinetti e diametri di riduzione più grandi si traduce in una maggiore capacità di coppia, in una maggiore durata e in una maggiore affidabilità rispetto alle unità di riduzione concorrenti.

Informazioni

Ottime prospettive Dopo l’entrata in funzione, NORD DRIVESYSTEMS ha fornito addestramento sugli inverter e di manutenzione sul posto - a 225 metri di altezza, con una fantastica vista su Londra. Guardando più avanti nel futuro, i fornitori di soluzioni logistiche e i produttori di azionamenti prevedono un business ripetitivo. ´La grattugia´ è solo una delle impressionanti installazioni di una lunga lista, dove Integral Cradles e GinD stanno lavorando con NORD. Maghi dell’architettura sono già pronti per ´Lo scalpello´ in Lime Street 52 a Londra, attualmente in costruzione, che verrà dotato di sue complesse BMU progettate da Integral Cradles. www.nord.com

10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

46


N OT I Z I E

CONTROLLO DELLA VELOCITÀ DI ROTAZIONE IN UNA CUSTODIA LARGA 6 MM, ORA DISPONIBILE CON INIBIZIONE IN FASE DI RIAVVIO

L´SC-System: condizionatore di segnale compatto con elevata sicurezza di condizionamento.

Il controllo della velocità di rotazione da 6 mm è ora dotato di inibizione del riavvio.

La famiglia dei condizionatori di segnale SC-System di Pepperl+Fuchs diventa ancora più completa: il controllo della velocità di rotazione, in soli 6 mm di spessore, elabora i segnali d´ingresso digitali di tutti i sensori binari attualmente sul mercato, ed è ora dotato di inibizione in fase di riavvio. Questa caratteristica fa sì che la funzionalità di controllo del modulo venga attivata, in fase di avvio, solo dopo un breve periodo di inibizione degli allarmi tramite un segnale di reset in ingresso.

I

l design del prodotto, che controlla la velocità di rotazione, risponde alla filosofia secondo la quale tutti i segnali di un certo tipo attualmente sul mercato possano essere elaborati con un solo modulo.

Con la sua interfaccia S0, il monitor della velocità di rotazione è interessante anche in aree esterne all´automazione industriale, come la building automation. Il modulo può rilevare con sicurezza qualsiasi segnale fino a 30 V con frequenza d´ingresso fino a 50 kHz. Il dispositivo è impostato mediante un DIP switch o software su PC. E´ disponibile

L´SC-System di Pepperl+Fuchs include un ampio portfoglio di condizionatori di segnale per aree non pericolose. Grazie all´involucro salvaspazio largo 6 mm e alto 97 mm, i moduli sono fra i più compatti sul mercato. Possono essere utilizzati a temperatura ambiente fino a +70°C. Gli isolatori di segnale sono caratterizzati da un isolamento a 3 vie che permette di sopportare una tensione di lavoro fino a 300 V e una tensione di test fino a 3 KV. In aggiunta, possono essere alimentati direttamente dai morsetti o dai power bus.

Informazioni

I segnali dei sensori NAMUR e SN, compreso il rilevamento dei guasti di linea e il rilevamento dei corti circuiti, nonché i dati di misura dei sensori c.c. a 2 fili possono essere elaborati secondo la norma EN 60947-5-2. I segnali dei sensori S0 per la misura del volume d´acqua e dei sensori a 3 fili con uscite a commutazione PNP o NPN possono essere trasferiti in sicurezza al livello di controllo.

un override di start-up per riavviare il sistema durante il monitoraggio delle situazioni di stallo.

www.pepperl-fuchs.it/italy/it/

10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

47


N OT I Z I E

GATEWAY IIOT 4G LTE PER APPLICAZIONI INDUSTRIALI A TEMPERATURA ESTESA CON CAPACITÀ DI ELABORAZIONE DATI LOCALE PER ARCHITETTURE ‘EDGE COMPUTING’

La gestione di vaste quantità di dati generati dai dispositivi periferici può mettere in difficoltà le aziende che intendono realizzare nuove applicazioni in ambito IIoT (Industrial Internet of Things).

D

iverse aziende hanno pertanto adottato un’architettura basata sull’elaborazione delle informazioni nei nodi periferici (edge computing): il trattamento dei dati avviene localmente nel gateway IoT e solo i dati considerati critici vengono inviati al sistema centrale, oppure le decisioni vengono prese direttamente a livello locale nel nodo periferico. Questa strategia non solo riduce i costi della trasmissione dati, ma permette anche di ottenere tempi di risposta più rapidi per gestire processi industriali critici. La nuova soluzione presentata da Moxa serie UC-8100ME-T è un sistema di elaborazione periferico collegabile alle reti 4G LTE progettato per le applicazioni IIoT. Il sistema di elaborazione UC-8100-ME-T è basato sul processore ARM® Cortex™-A8 da 1 GHz e dispone di due porte seriali RS-232/422/485 e due porte LAN Ethernet a 10/100 Mbps, oltre a uno zoccolo Mini PCIe predisposto per ospitare un modulo cellulare 3G/4G LTE.

Informazioni

Le velocità di connessione delle reti 4G LTE sono anche di dieci volte superiori a quelle tipiche delle reti mobili delle generazioni precedenti. Tuttavia, tale miglioramento va a discapito di una maggiore generazione di calore nel gateway IIoT. Per garantire una piattaforma di elaborazione IIoT affidabile, Moxa offre dei modelli compatibili con le reti LTE garantiti per il funzionamento nella gamma di temperatura estesa. Tutte le unità vengono collaudata esaustivamente in una camera climatica, per essere certi 10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

48

che il sistema di calcolo connesso a una rete LTE possa funzionare correttamente nell’intervallo di temperature compreso da -40 °C a 70 °C. Inoltre, la tecnologia di avvio sicuro brevettata Secure Boot protegge il kernel Linux. Poiché molti protocolli tradizionali utilizzati in ambito industriale non sono compatibili con le tecnologie IoT, l’invio di dati da un dispositivo periferico a un database cloud richiede spesso un notevole sforzo ingegneristico. Un tool software opzionale disponibile con i prodotti Moxa della serie UC-8100-ME-T è ThingsPro™, una suite software integrata per l’acquisizione dati e la gestione dei dispositivi che supporta il protocollo generico Modbus, così come il protocollo di comunicazione IoT MQTT, rendendo molto semplice il trasferimento di dati acquisiti sul campo verso un database centrale in pochi e semplici passi. Grazie alla disponibilità di opzioni di interfaccia e software flessibili, questa piccola piattaforma di elaborazione per nodi periferici può funzionare da gateway IIoT sicuro e affidabile per la raccolta e l’elaborazione dei dati direttamente sul campo, oltre che come piattaforma di comunicazione flessibile per la realizzazione di molte altre applicazioni IIoT su larga scala. Per saperne di più sulla suite ThingsPro™: www.moxa.com/product/ThingsPro.htm


N OT I Z I E

NUOVA GAMMA UTL A CINQUE PIN: CONNETTORE VERSATILE PER APPLICAZIONI INDUSTRIALI

La gamma UTL a cinque pin di Esterline Connection Technologies - SOURIAU non è solo molto semplice da usare, ma è anche perfettamente adatta alle applicazioni che richiedono cablaggio di campo.

P

rogettato per essere conforme alle normative IEC 60320, IEC 69184 e UL 1977, il cinque pin è un must per le nuove strutture industriali e di campo.

Implementazione semplificata in campo Il connettore UTL a cinque pin semplifica notevolmente i compiti degli operatori che lavorano su piattaforme aeree o in spazi stretti. La parte posteriore si aggancia sul corpo del connettore, andando ad accomodare morsetti e pressacavi. L'assemblaggio che ne risulta offre una struttura rigida che protegge i cavi dalle sollecitazioni e dalle vibrazioni e garantisce sia la qualità che l'affidabilità delle connessioni di potenza e di segnale. «Un cacciavite è tutto ciò di cui gli installatori hanno bisogno per collegare i cavi ai cinque contatti», afferma il product manager Ludovic Paris.

Robusto e sicuro per gli utenti La chiusura push-pull e il materiale termoplastico con il quale sono costruite spine e prese garantiscono un utilizzo sicuro. La presa del connettore UTL a cinque punte è adatta anche per montaggio anteriore su pannelli da 3,2 mm (spessore massimo) con un dado. La superficie di accoppiamento tra presa e pannello viene sigillata da un o-ring in silicone fornito insieme al connettore. Una volta collegati, spina e presa assicurano un grado di protezione IP68 e IP69K e sono resistenti ai getti d'acqua ad alta pressione. Il connettore UTL a cinque pin è stato progettato per resistere a più di 1000 connessioni e disconnessioni ed è utilizzabile in un intervallo di temperatura compreso tra -40°C e + 105°C. Informazioni

Le linguette metalliche presenti nel connettore garantiscono un click facilmente udibile che è sensibile e immediato. Il connettore si sblocca semplicemente tirando la spina e premendo contemporaneamente il fermo. I contatti sono dotati di una vite di bloccaggio per trattenere i cavi nella sede dei morsetti. Una versione degli UTL a cinque pin offre morsetti per applicazioni industriali più tradizionali, come la preparazione del cavo ESD. I contatti sopportano correnti

fino a 16 A e possono ospitare fili flessibili con sezione trasversale da 1,5 a 2,5 mm².

Complementare agli altri connettori UTL, questa gamma è perfettamente adatta a applicazioni industriali e all’impiego su apparecchiature mobili. www.souriau.com

10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

49


N OT I Z I E

SENSORI A SEZIONE OTTICA E SENSORI DI VISIONE SI COMBINANO PERFETTAMENTE IN UN UNICO DISPOSITIVO SOLUZIONI PRONTE ALL'USO PER ATTIVITÀ DI CONFRONTO E CONTROLLO Osservazione di un macchinario tramite la tecnologia a sezione luminosa laser. Lo SmartRunner identifica le parti sensibili della macchina, riconosce le sovrapposizioni e, se necessario, interrompe il movimento della macchina.

L'aspetto principale della tecnologia SmartRunner, è il metodo a sezione laser, ottimale per il rilevamento, l'osservazione e la protezione anche di piccoli oggetti.

I sensori della serie SmartRunner, combinano, in un unico dispositivo, sensori a sezione ottica luminosa e sensori di visione, altamente precisi.

Informazioni

Q

uesti dispositivi Plug&Play di Pepperl+Fuchs, sono ottimizzati in fabbrica per un campo di lavoro specifico. A differenza dei dispositivi “general purpose” convenzionali, la messa in servizio e la parametrizzazione sono semplici da eseguire, tramite Teach-In o codici di controllo Data Matrix e non richiedono personale qualificato.

La versione “Matcher”, insieme al “Detector”, è uno dei primi due modelli della nuova tecnologia SmartRunner. Lo SmartRunner Matcher, come suggerisce il nome, esegue confronti precisi dei profili. L’esempio applicativo migliore è la costruzione della carrozzeria di un’auto, dove i robot industriali assemblano pezzo per pezzo, fino a formare la scocca finale.

Grazie ai LED molto luminosi, i dispositivi SmartRunner sono in grado di catturare immagini che documentino gli errori, le condizioni di lavorazione e gli attributi di qualità. Il decoder Data Matrix integrato permette all'utente di parametrizzare il sensore semplicemente tramite codici di controllo Data Matrix, senza l'utilizzo di un PC. I sensori a sezione ottica forniscono il risultato di rilevamento come “segnale buono o non buono” alle uscite di commutazione, segnale che può essere elaborato utilizzando qualsiasi pannello di controllo.

Al contrario, lo SmartRunner Detector monitorizza la scena appresa per verificare l'eventuale ingresso di corpi estranei che rappresentano un pericolo per le parti sensibili di una macchina, come, lenti costose o strumenti di precisione. Il dispositivo rileva oggetti di dimensioni fino a 1 mm, con estrema accuratezza, utilizzando un campo di misura trapezoidale largo 350 mm e profondo 700 mm. Lo SmartRunner può essere utilizzato in diverse applicazioni, dal settore Automotive ad aree dell'ingegneria impiantistica e meccanica. www.pepperl-fuchs.it/italy/it/

10 | La Fabbrica Moderna | Settembre 2017

50


OTTIMIZZATE LE VOSTRE PR E INSERZIONI PUBBLICITARIE INTERNAZIONALI PER IL MERCATO INDUSTRIALE

Capacità internazionale

Risultati eccellenti

Processo ottimizzato

80 collaboratori in Paesi diversi assicurano una forte relazione con i principali media locali. Mepax si distingue per la sua conoscenza approfondita dei media e la capacità di selezionare le migliori opzioni pubblicitarie online/su carta. Le PR possono essere tradotte in 35 lingue.

25.000 articoli pubblicati nel 2014: EMEA: 45% - Asia: 35% - Americhe: 20%. La maggior parte degli articoli è stata pubblicata sui primi 1000 media del mondo.

Con un processo collaudato, creato per oltre 70 clienti attivi, possiamo adattarci a tutte le specifiche esigenze dei clienti con la massima affidabilità. Abbiamo sviluppato internamente il più avanzato ERP dedicato alle PR, che permette trasparenza e rapporti online completi in real-time. La gestione dei media internazionali diventa quindi semplice, veloce ed efficiente per risultati ottimali.

www.mepax.com info@mepax.com

L’AGENZIA DI PR PIU’ INNOVATIVA

@mepaxIntPR

Profile for Induportals Media Publishing

La Fabbrica Moderna 10  

La Fabbrica Moderna è il portale tecnico in italiano per gli ingegneri. Presenta le notizie di prodotto e aziendali più recenti per il merca...

La Fabbrica Moderna 10  

La Fabbrica Moderna è il portale tecnico in italiano per gli ingegneri. Presenta le notizie di prodotto e aziendali più recenti per il merca...