BARCHE FEBRUARY 2024

Page 1

HARBOURS Marinas and the Young

• Royal Huisman Nilaya • Overmarine Mangusta Oceano 39 • MCP Yachts Queen Tati

VETERAN BOATS Gonca

• Maiora 35 Exuma

FOCUS Adi Design Index

Azimut 72 FLY PREVIEW

• Sunreef Yachts Ultima

In edicola dal 25 Gennaio - FEBRUARY 2024 - Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (convertito in Legge 27/02/2004 n° 4 6) art. 1, comma 1, LO/MI

SUPERYACHTS

• Wider WiderCat 92

Azimut 72 Fly EVENTS

BOATS • Flag Marine Cayman S600 • Otam 70 HT

• Sir Elton John and Ferretti Group in Venice

• Sialia 57 Deep Silence

• Dubai International Boat Show

• Nuova Jolly Prince 50

ANNO//year 31 • N° 2 • AUT 11,50 € • BE 9,00 € • Côte d’Azur 10,60 € • F 10,50 € • D 11,50 € • PTE CONT. 8,00 € • E 8,00 € • CH 10,50 Chf • CH CT 10,00 Chf

Febbraio//February 2024

Italy only

7€









CARING for BEAUTY since 1873 E X P LO R E T H E H O U S E O F YA C H T I N G AT B E N E T T I YA C H T S . I T


10

EDITORIAL

La di mettersi in gioco

Up for a challenge SONO 144 GLI ISCRITTI AL PRIMO CONCORSO DI PROGETTAZIONE NAUTICA INTITOLATO A PAOLA GALEAZZI. NEL MESE DI GIUGNO LA GIURIA INTERNAZIONALE ASSEGNERÀ I PREMI AI VINCITORI DEL MIGLIOR PROGETTO DI UNA BARCA CHE NON C’È MA CHE SIA REALMENTE REALIZZABILE WE RECEIVED 144 ENTRIES FOR THE FIRST PAOLA GALEAZZI YACHT DESIGN COMPETITION. IN JUNE, THE INTERNATIONAL JURY WILL DECIDE WHO HAS CREATED THE BEST DESIGN FOR A BOAT THAT DOES NOT EXIST BUT IS BUILDABLE

by Francesco Michienzi

C

C’

è na diff sa o ia di f t ro e hi me io dei io ani inter retar a on ro etti on reti he ardino i f t ro on o hio attento a resente e sen a in i sti ie so ia i Ha dichiarato il Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella. I giovani d’oggi sono sempre più curiosi e attenti, talvolta scettici, mai passivi, speranzosi verso il futuro, nonostante le difficolt del mondo moderno. Il contesto in cui viviamo li mette di fronte a continui cambiamenti a livello tecnologico, sociale e ambientale e questo inevitabilmente in uenza l’evoluzione delle professioni e le carriere, richiedendo adattabilit , capacit di reinventarsi e acquisizione di nuove competenze. La Generazione Z vuole far sentire la propria voce e ritagliarsi un posto nel mondo. Determinata a lottare per cause importanti, spesso si trova a fare i conti con aspettative troppo rigide da parte degli adulti e con dinamiche sociali in repentino cambiamento, difficili da comprendere. Questo crea confusione e frustrazione: ci si ritrova così senza gli strumenti giusti per capire sé stessi e muoversi nello scenario attuale e futuro, facendo scelte consapevoli. In questo quadro complesso, noi della rivista ar he, abbiamo immaginato che il nostro concorso di progettazione dovesse stimolare i giovani a mettersi in gioco con il loro portato culturale, le loro idee e il loro spirito



12

EDITORIAL

IL CONCORSO È DEDICATO A PAOLA GALEAZZI, FONDATRICE ASSIEME AL MARITO GIANNI DELLO STUDIO DI PROGETTAZIONE ZUCCON INTERNATIONAL PROJECT, FIGURA DI RIFERIMENTO NEL MONDO DELL’INDUSTRIA NAUTICA INTERNAZIONALE CHE CON IL SUO LAVORO HA LASCIATO UN’EREDITÀ DI GRANDE VALORE ETICO E PROFESSIONALE. THE COMPETITION IS DEDICATED TO PAOLA GALEAZZI, WHO, TOGETHER WITH HER HUSBAND GIANNI, FOUNDED THE DESIGN STUDIO ZUCCON INTERNATIONAL PROJECT. SHE WAS A LEADING FIGURE IN THE GLOBAL NAUTICAL INDUSTRY AND HER WORK HAS LEFT A LEGACY OF GREAT ETHICAL AND PROFESSIONAL VALUE.

di innovazione. Immaginiamo che preparino il futuro come vorrebbero che fosse, lavorando con forza e determinazione. Pensiamo che lo vogliano migliore e più bello. Crediamo che nel disegnare una barca pensino a qualcosa di veramente innovativo. Il tema del concorso, Una barca che non esiste, ma che sia realmente realizzabile, è molto complesso. Lo abbiamo scelto con la consapevolezza che i giovani di oggi siano in grado di raccogliere ualun ue sfida. Il perimetro del concorso ha maglie molto larghe, non volevamo correre il rischio di incanalare a tutti i costi i giovani progettisti in un percorso predefinito perch lo si ritiene il più corretto. iamo rifuggiti dalla ipotesi di appiattire le diversità, omologare le tendenze e togliere l’ossigeno a talenti che hanno solo bisogno di essere riconosciuti. on c’è una direzione definita come una linea continua e diritta, ma come un insieme di possibilità che si intersecano e danno vita ad un disegno molto più complesso. Il concorso, indetto per celebrare i 30 anni di vita della nostra rivista Barche, si propone di promuovere la creatività nell’ambito della progettazione di barche catalizzando la realizzazione di progetti esemplari che siano in grado di coniugare i temi della sostenibilità nelle sue diverse articolazioni. Abbiamo proposto ai concorrenti, come ri essione progettuale, l’innovazione tipologica e morfologica dell’imbarcazione, l’originale aspetto estetico, la metodologia e tipologia della costruzione, gli aspetti di qualità energetica e ambientale e l’innovazione tecnologica nel ciclo di costruzione. Abbiamo scelto di intitolare il concorso a aola Galeazzi perch è stata un’interprete attenta dell’e uazione forma e funzione, alla uale ha aggiunto un a ato etico diventando lei stessa punto di riferimento per tutti i giovani progettisti. Riteniamo che si tratti di un messaggio ampiamente raccolto che è stato accompagnato dalla grande voglia di provarci. Mai avremmo immaginato di avere 144 partecipanti, tra questi c’è anche una nutrita schiera di concorrenti extra Italia. Le nazioni rappresentate sono Austria, Egitto, Finlandia, India, egno nito, pagna, tati niti e Turchia con iscritti. Un risultato inaspettato, segno di una voglia importante di misurarsi con una sfida complessa come uella che abbiamo proposto. Il concorso, dal momento in cui lo abbiamo presentato assieme allo tudio uccon International roject e a Confindustria autica, ha preso una forma sempre più precisa e definita, strada facendo si sono uniti partner importanti, ADI Compasso d’Oro, le università italiane più prestigiose, olitecnico di ilano, la Facolt di Architettura a apienza di oma, l’ niversit di Genova, il olitecnico di Torino, l’Istituto Europeo di Design, oltre alla olent niversity di outhampton. Abbiamo il sostegno concreto di esenzoni, F Architettura, Gallinea, HydroTec, angusta, ase Generators, anlorenzo e Volvo Penta. Ognuno porta il suo prezioso contributo al mondo nautico in generale e a quello della progettazione in particolare. L’idea di aiutare i giovani progettisti a presentarsi al mondo con le loro idee è molto stimolante. Il futuro dello yachting e della sua industria passa necessariamente dalla cultura e dalla capacità di una società in grado di valorizzare i suoi giovani talenti. Pensate che la maggior parte degli iscritti è nata dopo l’anno 2000.



14

EDITORIAL CREDIAMO CHE I GIOVANI PROGETTISTI NEL DISEGNARE UNA BARCA PENSINO A QUALCOSA DI VERAMENTE INNOVATIVO. WE ARE CONVINCED THAT THE YOUNG DESIGNERS ARE GOING TO COME UP WITH SOMETHING REALLY INNOVATIVE IN THE DESIGN OF THEIR BOATS.

T

here is a widespread thirst for the future, and who better to interpret it than young people, with concrete projects that look to the future without losing sight of the present, free from social injustice. These are the words of the Italian President, Sergio Mattarella. Today's young people are increasingly curious and attentive, sometimes sceptical, but never passive and hopeful about the future, despite the difficulties they face. The modern world presents them with constant technological, social and environmental changes, which inevitably in uence the evolution of professions and careers, requiring adaptability and the ability to reinvent themselves and acquire new skills. Generation Z wants to make their voices heard and carve out a place for themselves in the world. Determined to fight for important causes, they are often confronted with the overly rigid expectations of older generations and confusing, ever-changing social dynamics. This creates confusion and frustration among young people, leaving them without the tools they need to understand themselves, navigate current and future scenarios, and make informed choices. Faced with this complex situation, we at Barche wanted our design competition to encourage young people to challenge themselves, drawing on their cultural background, their ideas and their spirit of innovation. We imagine them working with strength and determination to create a better and more beautiful future, and we believe they will produce something truly innovative in their boat designs. We have chosen a challenging theme for the competition, a boat that does not exist but can be built, safe in the knowledge that today's young people can handle anything that is thrown at them. The theme is very broad: we did not want to run the risk of forcing young designers down a pre-determined path that we thought was the best, ironing out differences, standardising trends and starving talented but as yet undiscovered individuals of oxygen. It is not a single, constant, straight line, but rather a myriad of intertwined possibilities that lead to much more complex design. Launched to celebrate the 30th anniversary of Barche magazine, the contest aims to promote creativity in nautical architecture by encouraging the production of outstanding designs that combine various aspects of sustainability. We suggested that the participants re ect on typological innovation and morphology, creating an original aesthetic appearance, construction methods and types, energy and environmental quality, and technological innovation in the construction process. We decided to name the contest after Paola Galeazzi in recognition of the way she combined the meticulous matching of form and function with an ethical approach and became a source of inspiration for all young designers. We feel this message has been widely heard, accompanied by a real determination to succeed. But we would never have imagined that we would receive 144 entries, including a significant number from outside Italy, representing Austria, Egypt, Finland, India, the UK, Spain and the USA, plus five from Turkey. This took us by surprise and shows a real desire from the young designers to prove their ability with a difficult challenge. ince we launched the contest alongside tudio uccon International roject and Confindustria Nautica, it has become increasingly well-structured and clearly defined. ome major partners have joined us along the way: ADI Compasso d’Oro; Politecnico di Milano, the Faculty of Architecture at the Sapienza University of Rome, University of Genoa, Politecnico di Torino, Istituto Europeo di Design and Solent University in Southampton. We have also received substantial support from Besenzoni, FM Architettura, Gallinea, HydroTec, Mangusta, Mase Generators, Sanlorenzo and Volvo Penta each of which makes its valuable contribution both to the world of boating in general and specifically to boat design. The idea of helping young designers to introduce themselves and their ideas to the world is very stimulating. The future of yachting and the industry surrounding it depends on the culture and skills of a society that can make the most of its young talent. The majority of competition entrants were born after the turn of the millennium.









22

CONTENTS

barchemagazine.com

CONTENTS Indice

COVER

Febbraio/February 2024

AZIMUT 72 Fly

COLUMNS 92

68

32 58 62 68 92

98 106

62 32

98

News Dubai International Boat Show Lawyer on Board – Avvocato a bordo Revenue on Board – Fisco a bordo Events – Sir Elton John and Ferretti Group in Venice Boat Gourmet – Vignamare Harbours – Marinas and the Young



24

CONTENTS

75 128 Superyachts Royal Huisman Nilaya

120

172

218

198 236

112

158

FOCUS 75

Adi Design Index

PREVIEW 112 120

Sunreef Yachts Ultima Wider WiderCat 92

SUPERYACHTS 128 142 158 172

Royal Huisman Nilaya Overmarine Mangusta Oceano 39 MCP Yachts Queen Tati Maiora 35 Exuma

COVER STORY 186

Azimut 72 Fly

BOATS 198 208 218 228

Otam 70 HT Flag Marine Cayman S600 Sialia 57 Deep Silence Nuova Jolly Prince 50

VETERAN BOATS 236

Gonca

TRADE 246

Brokerage Section





28

barchemagazine.com

BARCHE

®

FULL ENGLISH TEXT

MONTHLY INTERNATIONAL YACHTING MAGAZINE - SINCE 1993

DIRETTORE RESPONSABILE//Editor in chief

CONCESSIONARIA PUBBLICITÀ//Advertising

Francesco Michienzi f.michienzi@barcheisp.it

International Sea Press Srl, Viale Brianza, 17/A - 20821 Meda T. + 39 0362 344140 b.borgonovo@barcheisp.it, a.tonelli@barcheisp.it

DIRETTORE EDITORIALE//Editorial director Barbara Borgonovo b.borgonovo@barcheisp.it

Gian Marco Lari T. +39 0773 742260 M. +39 335 6268932 m.lari@barcheisp.it

ART DIRECTOR Francesca Villirillo grafici@barcheisp.it

Giovanni Berruti M. +39 337 254344 g.berruti@barcheisp.it

SEGRETERIA DI DIREZIONE//Chief assistant Anna Tonelli a.tonelli@barcheisp.it

Andrea Muscatello redazione@barcheisp.it

FOTOGRAFO//Photographer

Concessionaria per il Principato di Monaco e la Costa Azzurra //Advertising for Principality of Monaco and Côte d’Azur

CORRISPONDENTE DAGLI STATI UNITI D’AMERICA//US correspondent

INVESTOR MEDIA MONACO Sarl Andrea Dini a.dini@barcheisp.it

Fabio Massimo Bonini fabio@fabiobonini.net

HANNO COLLABORATO A QUESTO NUMERO //Contributing editors/writers Alberto Mario Capelli, Carlo Cattaneo, Bruno Cianci, Angelo Colombo, Olimpia De Casa, Andrea Dini, Berardo Lanci, Massimo Longoni, Sophia Negri, Federico Santini, Paolo Viola, Niccolò Volpati

SEGRETERIA DI REDAZIONE//Editorial assistant redazione@barcheisp.it

EDITORE//Publisher International Sea Press Srl, Viale Brianza, 17/A - 20821 Meda, T. + 39 0362 344140, F. + 39 0362 73790 redazione@barcheisp.it

STAMPA//Printing TIBER SpA Via Della Volta, 179 – 25124 Brescia

DISTRIBUZIONE//Distribution Press-di Distribuzione Stampa e Multimedia S.r.l. Via Cassanese 224, 20090 Segrate (MI)

DISTRIBUZIONE ESTERO//Sole Agent for Distribution Abroad JOHNSONS INTERNATIONAL NEWS ITALIA srl Via Valparaiso, 4 - 20144 MILANO

UFFICIO ABBONAMENTI Viale Brianza, 17/A - 20821 Meda, tel. +39 0362 344140 Abbonamento annuo € 75; abbonamento estero € 175 Europa; € 210 resto del mondo; un numero € 7,00; arretrati € 12. Pubblicazione mensile registrata al Tribunale di Milano in data 05/04/2004 al n. 233/2004. Tutti i diritti sono riservati. Vietata la riproduzione se non autorizzata per iscritto. Printed in Italy. Iscrizione ROC 34967 del 17/09/2020. How to subscribe - Subscription: International Sea Press Srl, Viale Brianza, 17 - 20821 Meda, tel. +39 0362 344140. Subscription rates (one year): Italy € 75,00 - Europe € 175,00 - all over the world € 210,00. Published monthly. All rights reserved: reproduction in whole or in a part of any article without prior written permission from the publisher is strictly prohibited. Printed in Italy.

ON LINE Barche www.barchemagazine.com

CONFINDUSTRIA

MEDIA PARTNER YACHT CLUB PORTO ROTONDO

Questo numero è stato chiuso in Redazione il 9 gennaio 2024. This issue ended on 9th January 2024.

anoscr tt e foto rafie anche se non bb cat non s rest t scono. art co firmat sono a bera es ress one de tor e non r s ecch ano necessar amente a nea ed tor a e de orna e. ven f not b shed hand r tten man scr ts and ct res cannot be ret rned. The s ned art c es are the free e ress on of the r ters and do not necessar y re ect the ed tor a o cy of the ma a ne.

www.facebook.com/BarcheMagazine

barchemagazine.com

@francescobarche

#barchemagazineisp

ISSUU.COM





32

NEWS FICUS BELMONDO

FICUS BELMONDO

BelMondo, brand di Bellotti Ezio, presenta il tavolo Ficus realizzato in massello di tiglio. a base è uidamente intagliata, come fosse un’opera d’arte. a finitura in rosa Sakura è una nuance evocativa dei fiori di ciliegio giapponesi. Le sedie sono caratterizzate dalla lavorazione artigianale in paglia di Vienna dello schienale.

BelMondo, a Bellotti Ezio brand, presents the Ficus table in solid lime wood. The base is uidly carved as if it were a work of art. The Sakura pink finish is reminiscent of apanese cherry blossoms. The chairs feature handmade Viennese straw work on the backrest.

Ferretti Group ha scelto Jacuzzi per equipaggiare Pershing 140, Custom Line Navetta 42 e Riva 110 Dolcevita, o rendo ai propri ospiti la possibilit di usufruire dei benefici di una Jacuzzi Delos. Si tratta di una spa che o re idromassaggio total body e funzioni di idroterapia avanzata. The Ferretti Group has chosen Jacuzzi to equip the Pershing 140, Custom Line Navetta 42 and Riva 110 Dolcevita o er n its guests the opportunity to en oy the benefits of a ac Delos. This is a whirlpool that rov des f body hydromassa e and advanced hydrotherapy f nct ons.

Lo smartwatch Garmin Quatix 7 Pro ideale sia in mare, sia per la vita di tutti i giorni. Ha un cinturino uickFit, uno schermo Amoled e una torcia Led integrata. L’autonomia della batteria di 16 giorni. The Garmin uatix 7 Pro smartwatch s dea for se at sea as e as n everyday fe. t has a ck t stra an Amoled screen and a built-in LED ht. The battery fe s days.



34

NEWS WHITE ROSE BENETTI OASIS 34M

Questo superyacht, costruito da Benetti per un armatore turco, dispone di 5 cabine per 10 ospiti ed è dotato di due motori Mtu 10V da 1.380 cv e due generatori Kohler da 70 kW che gli permettono di navigare ad una velocità di crociera di 14,5 nodi, raggiungendo una velocità massima di 17 nodi.

Built by Benetti for a Turkish owner, this superyacht has five cabins for ten guests and is powered by two T engines of 1,380 hp and two Kohler generators of 70 kW, giving the yacht a cruising speed of 14.5 knots and a top speed of 17 knots.

JACQUELINE BY GESSI

La collezione Jacqueline di Gessi caratterizzata dalla curvatura naturale del bamb . Ogni pezzo diverso dall’altro, esito di un percorso complesso che permette di portare un materiale naturale ad un uso funzionale e non solo estetico. The Jacqueline collection by Gessi is characterised by the natural curvature of bamboo. ach ece s d erent from the other, as a result of a complex process that allows a natural material to be used for functional and not just aesthetic purposes.

SANCTUARY BOAT SHOW

Il Sanctuary Cove International Boat Show è stato l’evento di lifestyle nautico più glamour e coinvolgente nell’emisfero australe. Oltre 45.000 visitatori hanno partecipato a un salone nautico che ha o erto il meglio della produzione internazionale, oltre alle tecnologie e alle attrezzature nautiche pi recenti e all’avanguardia.

SANCTUARY BOAT SHOW

The Sanctuary Cove International Boat Show was the most glamorous and engaging nautical lifestyle event in the Southern Hemisphere. Over 45,000 visitors attended a boat show that showcased the best of international production as well as the latest and most advanced marine technology and equipment.



36

NEWS

Il Consiglio IACS ha nominato presidente Roberto Cazzulo (RINA) che ha dichiarato: “Nella mia esperienza, non ho mai visto un momento come questo, con rand sfide ma anche rand opportunità. Gran parte del avoro an ficato ne ross m due anni all’interno dell’IACS riguarderà la decarbonizzazione e la digitalizzazione sicure, contribuendo alla strategia dell’IMO”. The IACS Council has elected Roberto Cazzulo (RINA) as President. Cazzulo said: “In my experience, I have never seen a moment like this, with both great challenges and great o ort n t es for the fie d. ch of the work planned within IACS over the next few years will be about safe decarbonisation and safe digitalisation, contributing to the IMO strategy”.

Atelier Nieri sbarca con le proprie collezioni ad Abu Dhabi e Dubai. L’azienda toscana è stata selezionata dalla Camera di Commercio italiana per far parte di un progetto di internazionalizzazione che punta a promuovere lo stile italiano e il pregio dei nostri manufatti in Medio Oriente. Atelier Nieri launches its collections in Abu Dhabi and Dubai. The Tuscan company has been selected by the Italian Chamber of Commerce to take part in an internationalisation project aimed at promoting Italian style and product quality in the Middle East.

SUZUKI DF250 KURO

SUZUKI DF250 KURO

Il Suzuki DF250 Kuro di 4.028 cc V6 ha una distribuzione a fasatura variabile e un sistema con doppio albero a camme in testa che aziona 4 valvole per cilindro. La calandra, rivestita con un trattamento anticorrosione, è stata progettata per contenere un diverso sistema di immissione e filtraggio dell’aria necessaria alla combustione.

The Suzuki DF250 Kuro’s , cc features variable valve timing and a twin overhead cam system driving four valves per cylinder. The grille, coated with an anti-corrosion treatment, is designed to house a separate system for the intake and filtration of the air re uired for combustion.

SILENT 62

CATAMARANS IL CANTIERE NAVALE AUSTRIACO SILENT YACHTS HA VARATO UN CATAMARANO DI 62 PIEDI A ENERGIA SOLARE CON UN MOTORE ELETTRICO PIÙ EFFICIENTE E BATTERIE CERTIFICATE DA DNV-GL E LLOYD’S REGISTER. AUSTRIAN SHIPYARD SILENT YACHTS HAS LAUNCHED A 62-FOOT SOLARPOWERED CATAMARAN WITH A MORE EFFICIENT ELECTRIC MOTOR AND BATTERIES CERTIFIED BY DNV-GL AND LLOYD’S REGISTER.



38

NEWS

Open Air Tales è una raccolta di storie, riti e situazioni all’aperto, che hanno come fil rouge i valori della vision di Roda, immerse nei luoghi della natura che diventano scenari per raccontare le nuove collezioni. Tra queste c’è Laze della famiglia di sedute outdoor, pensata e disegnata da Gordon Guillaumier. Open Air Tales is a collection of stories, rituals and outdoor situations that embrace the values of Roda’s vision, immersed in the natural places that become the setting for the story of the new collections. These include Laze, from the outdoor seating series, conceived and designed by Gordon Guillaumier.

BWA 33 GTO

BWA 33 GTO

Rib open di grandi dimensioni, omologato come natante, può ospitare 10 persone protette da un ampio T-Top a cui si aggiunge un telo fissato su pali in carbonio. Sottocoperta c’è un locale toilette con lavabo, doccia e wc marino. La motorizzazione massima prevede due fuoribordo di 300 cavalli ciascuno.

It’s a large open rib, certified Natante, which can accommodate ten people, protected by a wide T-Top plus a canvas fi ed to carbon masts. elow deck there is a bathroom with a washbasin, shower and toilet. The ma imum power is provided by two outboard engines of 300 hp each.

ANCONA SUPERYACHT YARD

FERRETTI GROUP

INAUGURATA UNA NUOVA AREA DELLA FERRETTI GROUP SUPERYACHT YARD DI ANCONA. SARÀ LA SEDE DELLA DIREZIONE, DEL DIPARTIMENTO DI PROGETTAZIONE E DI TUTTO IL REPARTO DEDICATO ALLE IMBARCAZIONI IN ALLUMINIO E ACCIAIO DEL GRUPPO GUIDATO DA ALBERTO GALASSI. THE FERRETTI GROUP SUPERYACHT YARD HAS OPENED A NEW SPACE IN ANCONA. IT WILL HOUSE THE MANAGEMENT, THE DESIGN DEPARTMENT AND THE ENTIRE ALUMINIUM AND STEEL YACHT DIVISION OF THE GROUP, HEADED BY ALBERTO GALASSI.


SERVICE Dry docking Refit & Repairs Refurbishing Authorized assistances Emergency service

MANUFACTURING Production of Novamarine

SALES New yachts Brokerage Charter Yacht managment

OFFICIAL DEALER

SNO YACHTS OLBIA (OT) - Via Indonesia (Loc. Su Arrasolu - Z.I. sett.2) - 07026 Olbia - Tel. +39 0789 5502 - www.snoyachts.com


40

NEWS BERING YACHTS B72

B72, uno yacht explorer oceanico compatto a tre ponti, è stato varato da Bering nel suo cantiere navale ad Antalya, in Turchia. uesta imbarcazione, spin-off del B65, modello di grande successo, è stata progettata e costruita per viaggi in sicurezza attraverso l’Atlantico. Ha un’autonomia di 4.000 miglia nautiche alla velocità economica di 8 nodi.

The B72, a compact three-deck ocean explorer yacht, was launched by Bering at its shipyard in Antalya, Turkey. This vessel, an evolution of the highly successful B65 model, has been designed and built for safe transatlantic voyages. The range is 4,000 nautical miles at an economical speed of 8 knots. .

Il Gruppo Boero presenta il primo Bilancio di Sostenibilità, redatto in conformità ai Global Reporting Initiative’s Sustainability Reporting Standards, che descrive le iniziative e i principali risultati in ambito economico, sociale e ambientale raggiunti dal Gruppo e definisce le azioni strategiche che verranno realizzate per i prossimi tre anni. The oero ro resents ts first Sustainability Report, prepared in accordance with the Global Reporting Initiative’s Sustainability Reporting Standards, which describes the Group’s initiatives and main results in the economic, social and env ronmenta fie ds and defines the strategic actions to be implemented over the next three years.

ELIE SAAB IN RIYADH

Dar Al Arkan, la principale società immobiliare dell’Arabia Saudita, in collaborazione con il marchio di alta moda Elie Saab, lancia nel Regno una collezione di mobili e accessori per la casa. Un’alleanza come fondamento per la loro comune aspirazione di ra orzare l’o erta di interni nel Paese. Elie Saab Maison ha inaugurato uno showroom nel cuore di Riyadh.

ELIE SAAB IN RIYADH

Dar Al Arkan, Saudi Arabia’s leading real estate company, has partnered with the haute couture brand Elie Saab to launch a collection of furniture and home accessories in the Kingdom. An alliance based on a shared desire to strengthen the nter or des n o er n the co ntry. Elie Saab Maison has opened a showroom in the heart of Riyadh.



42

NEWS VENINI UNIVERSE

VENINI UNIVERSE

L’arte vetraria di Venini ha fatto il suo ingresso nei sontuosi spazi di Villa Reale a Monza con l’installazione Venini Universe, parte del progetto Reggia contemporanea che riallestisce il secondo piano nobile e parte del primo piano nobile dell’edificio, con oltre opere dei maggiori artisti e designer italiani del periodo repubblicano.

Venini’s art of glassmaking has entered the sumptuous rooms of the Villa Reale in Monza with the Venini Universe installation, part of the Reggia contemporanea project, which renovates the second piano nobile and part of the first oor of the building with over works by leading Italian artists and designers from the Republican period.

Debutta la versione con motori fuoribordo dell’Invictus TT420S, disegnato da Christian Grande, che, al posto della motorizzazione entrofuoribordo, ha 3 Yamaha di 350 cavalli ciascuno che trovano posto grazie all’eliminazione della sezione centrale della plancetta di poppa. The outboard version of the Invictus TT420S, designed by Christian Grande, has made its debut. Instead of a stern drive, it has three Yahamas of 350 hp each, made possible by the removal of the central part of the stern platform.

Il primo Superyacht Summit della Turchia, ha riunito a Istanbul 250 figure d’élite dell’industria nautica di tutto il mondo. Il vertice ha attratto leader del settore non solo dalla Turchia, ma anche dall’Europa, dagli Stati Uniti e dal Medio Oriente. T rkeys first eryacht mm t brought together 250 of the world’s yachting elite in Istanbul. The Summit attracted industry leaders not only from Turkey, but also from Europe, the USA and the Middle East.



44

NEWS

Quest’anno, il Museion di Bolzano sarà impegnato in modo sostenibile verso la società. Hope, terzo capitolo di Techno Humanities, inizia con un programma espositivo primaverile con Renaissance_2024, una grande mostra di opere di giovani artiste e artisti legati a Milano e all’Alto Adige. Il loro lavoro è in bilico tra indipendenza e appartenenza, tra arte visiva e applicata. This year, Bolzano’s Museion is making a sustainable commitment to society. Hope, the third chapter of Techno Humanities, begins with a spring exhibition programme with Renaissance_2024, a major show of works by young artists with links to Milan and South Tyrol. Their work moves between independence and belonging, fine and applied arts.

HEESEN SETTEESETTANTA

Posata la chiglia del superyacht di 57 metri, full custom, Setteesettanta di Heesen Yachts, nel cantiere navale di Oss, in Olanda. Cristiano Gatto è stato incaricato di curare il design degli interni e rappresenterà gli armatori come loro consulente durante la costruzione. The keel of Heesen Yachts’ 57m full custom superyacht Setteesettanta has been laid at the shipyard in Oss, Holland. Cristiano Gatto has been appointed interior designer and will act as consultant to the owners during construction.

YYACHTS Y8

YYACHTS Y8

La storia di YYachts è iniziata nel 2015 con il Cool Breeze lungo 80 piedi. Lo sloop sviluppato da Michael Schmidt divenne il modello Y8, che da allora ha deliziato numerosi armatori. Ora sono disponibili dieci diversi layout per lo yacht lungo uasi metri, offrendo ai clienti e ai loro progettisti molta essibilit nel personalizzarlo in base alle loro esigenze e preferenze.

The YYachts story began in 2015 with the 80-foot Cool Breeze. Designed by Michael Schmidt, the sloop became the Y8 model, which has delighted many owners ever since and has been continuously developed. There are now ten different layouts available for the almost 24-metrelong yacht, giving clients and their designers plenty of e ibility to tailor it to their specific needs and preferences.

THE ICON YACHT

TYDE AND BMW IL PRIMO MODELLO DI YACHT CON HYDROFOILS, PRODOTTO DA TYDE E BMW, SARÀ VARATO IN AUTUNNO. LUNGO 15 METRI, THE ICON È IL PRIMO VEICOLO ELETTRICO MARITTIMO ALIMENTATO A BATTERIA DI QUESTO GENERE. THE FIRST YACHT MODEL WITH HYDROFOILS, PRODUCED BY TYDE AND BMW, WILL BE LAUNCHED IN THE AUTUMN. MEASURING 15 METRES IN LENGTH, THE ICON IS THE FIRST BATTERY-POWERED ELECTRIC MARINE VEHICLE OF ITS KIND.



46

NEWS

Spazio81, dopo aver creato WallPepper Group, il brand di carte da parati di altissima qualità, realizzate su misura con materiali naturali, eco-compatibili e privi di pvc, presenta NC Design Group, un nuovo progetto, decorativo e funzionale, che nasce dall’idea di fondere arte, design e immagine. Spazio81, after having created WallPepper Group, the brand of high quality wallpapers made to measure with natural, eco-friendly and PVC-free materials, presents NC Design Group, a new project, decorative and functional, born from the idea of merging art, design and image.

HP WATERMAKERS

HP WATERMAKERS

Compie vent’anni RP Tronic di HP Watermakers. “Questa valvola ha rappresentato lo spartiacque tra i dissalatori manuali e quelli automatici. La sua introduzione ha permesso di automatizzare la regolazione della pressione dell’acqua di mare sulle membrane osmotiche”, spiega Gianni Zucco, Co-Founder di HP Watermakers.

HP Watermakers’ RP Tronic turns 20. “This valve was the turning point between manual and automatic desalinators. Its introduction made it possible to automate the regulation of seawater pressure on osmotic membranes”, explains Gianni Zucco, co-founder of HP Watermakers.

SUPERYACHT ALI BABA

BY LÜRSSEN

LÜRSSEN HA TRASFERITO IL SUPERYACHT DI 142 METRI DI LUNGHEZZA, ALI BABA, DAL SUO CANTIERE DI BREMA-AUMUND NELLE SUE STRUTTURE NAVALI DI AMBURGO DOVE VERRÀ COMPLETATO L’ALLESTIMENTO. LÜRSSEN HAS MOVED THE 142-METRE SUPERYACHT ALI BABA FROM THE SHIPYARD IN BREMA-AUMUND TO ITS NAVAL STRUCTURES IN HAMBURG, WHERE IT WILL BE FITTED OUT.



48

NEWS SANTASEVERA 52

Francesco Guida ha disegnato tre nuove imbarcazioni per il marchio Santasevera, con modelli da 40 piedi, 46 piedi e 52 piedi. Il primo modello che verrà varato è il Santasevera 52, lungo fuori tutto 15,75 metri e largo 5,05 metri. L’imbarcazione può dare ospitalità a due coppie o una famiglia, ed è altrettanto adatta come dayboat o chaseboat per superyacht.

Francesco Guida has designed three new boats for the Santasevera brand, with models of 40, 46 and 52 feet. The Santasevera 52 will be the first to be launched, with an overall length of 15.75 metres and a beam of 5.05 metres. This boat will welcome two couples or a family on board and is suitable as a day boat or as a chase boat for superyachts.

NANNI INDUSTRIES

Nanni, azienda italo-francese, ha deciso di riportare in Italia una parte considerevole delle sue azioni strategiche per seguire in modo pi efficace il mercato nazionale del quale si osserva una crescita significativa. uello italiano, grazie alla presenza di cantieri e aziende impegnate nel comparto nautico in modo sempre più importante, richiede una presenza continuativa in grado di soddisfare le esigenze tecniche e commerciali di un settore in continua evoluzione. Nanni, a French-Italian company, has decided to bring a s n ficant art of ts strate c act v t es back to ta y to better fo o the nat ona market h ch s e er enc n s n ficant ro th. The ta an market thanks to the resence of sh yards and com an es ncreas n y nvo ved n the na t ca sector re res a cont n o s resence that s ncreas n y ab e to meet the techn ca and commerc a needs of a sector that s constant y evo v n .

Nelle stanze di Capitol Hill, al primo piano del Palazzo dei Rolli Spinola Franzone, nel cuore del centro storico di Genova, il curatore e divulgatore d’arte Willy Montini ha presentato le sculture e i bassorilievi di Giangi Razeto. Soggetti di questa esposizione sono icone digitali e memorie dell’età del bronzo, gli hashtag dei nostri giorni e le figure nuragiche.

In the rooms of Capitol Hill, on the first oor of the Palazzo dei Rolli Spinola Franzone, in the heart of Genoa’s historic centre, the curator and art promoter Willy Montini presented Giangi Razeto’s sculptures and bas-reliefs. The themes of the exhibition are digital icons and memories of the Bronze Age, modern hashtags and Nuragic figures.



50

NEWS

Tankoa Yachts conferma di aver acquisito la concessione dell’area ex Privilege all’interno del Porto di Civitavecchia, al fine di realizzare un nuovo e moderno polo per la cantieristica navale. Un progetto che rientra nel piano di crescita del cantiere, protagonista nel settore della costruzione e commercializzazione di yacht di lusso di alta qualità dai 40 metri. Tankoa achts confirms that t has ac red the concess on of the former r v e e area n the ort of v tavecch a to b d a ne and modern sh yard. Th s ro ect s art of the ro th an of the sh yard a eader n the constr ct on and market n of h h a ty ry yachts above metres.

WHAT’S LEFT

WHAT’S LEFT

La spedizione What’s Left di Mike Horn, supportata da Sunreef Yachts, esplora località remote a bordo della barca a vela Pangaea. L’obiettivo della spedizione è aumentare la consapevolezza sulle questioni ambientali e ispirare le persone di tutto il mondo a perseguire le proprie aspirazioni di esplorazione.

Mike Horn’s What’s Left expedition, supported by Sunreef Yachts, explores remote locations aboard the Pangaea. The aim of the expedition is to raise awareness of environmental issues and to inspire people around the world to explore.

MOTOPANFILO 37M

BY BENETTI

BENETTI HA VARATO LA SETTIMA UNITÀ DI MOTOPANFILO 37M, LO YACHT DAL DESIGN ISPIRATO ALLE NAVETTE DEGLI ANNI ’60. LE LINEE ESTERNE SONO DI FRANCESCO STRUGLIA, GLI INTERNI SONO DI LAZZARINI PICKERING ARCHITECTS. BENETTI HAS LAUNCHED THE SEVEN UNITS OF THE MOTOPANFILO 37M, THE YACHT WITH A DESIGN INSPIRED BY THE NAVETTAS OF THE 60S. THE EXTERNAL LINES WERE DEVELOPED BY FRANCESCO STRUGLIA. THE INTERIORS ARE BY LAZZARINI PICKERING ARCHITECTS.


Franz sofa Lady armchair Atena bookcase Bach table Queen chair Spark lamp Cross coffee table Circle lamp

Bontempi.it


52

NEWS OCEANCO Y726

Oceanco Y726 è stato trasportato lungo il fiume Oude aas, dagli impianti di costruzione di wijndrecht, ad Alblasserdam, dove le fasi finali di allestimento dello yacht saranno completate. ’artista di graffiti I A EE CO è stato invitato a dipingere a bordo per aggiungere un momento giocoso durante le fasi di trasporto.

The Oceanco Y726 was transported along the Oude aas from the Oceanco yard in wijndrecht to Alblasserdam, where the final stages of the yacht’s construction will be completed. Graffiti artist I A EE CO was invited to paint on board to add a playful moment during transport.

NORBERTO FERRETTI IN WIDER

Marcello Maggi, presidente di W-Fin Sarl, la holding che detiene il 100 per cento del capitale di Wider, ha ra orzato la struttura decisionale rinnovando il Consiglio d’Amministrazione. Norberto Ferretti stato nominato Presidente Onorario del cantiere. Oltre a Ferretti, a guidare il nuovo Consiglio di Amministrazione c’ Massimo Iacono, gi presente nel precedente organo direttivo. Marcello Maggi, President of W-Fin Sarl, the holding company that owns 100% of Wider’s capital, has strengthened the decision-making structure by renewing the Board of Directors. Norberto Ferretti has been appointed Honorary Chairman of the yard. Ferretti is joined on the new board by Massimo Iacono, who was already a member of the previous board.

Bering Yachts annuncia l’inizio della produzione di catamarani interamente in alluminio. B60 Cat e B80 Cat, i due modelli attualmente in costruzione, sono progettati per diporto e per le lunghe navigazioni, comprese quelle transoceaniche, grazie a un’autonomia di 3.000 miglia nautiche alla velocit di 9 nodi.

Bering Yachts has announced the beginning of catamarans entirely made of aluminium. B60 Cat and B80 Cat, the two models actually under construction, have been designed for pleasure and long navigations, including the transoceanic ones, thanks to a range of 3,000 nautical miles at a speed of 9 knots.







58

EVENTS

DUBAI INTERNATIONAL

BOAT SHOW

IL DIBS CELEBRA IL SUO 30° ANNIVERSARIO E SI TERRÀ DAL 28 FEBBRAIO AL 3 MARZO. SI TRATTA DEL PIÙ IMPORTANTE SALONE NAUTICO DEGLI EMIRATI ARABI UNITI DIBS IS CELEBRATING ITS 30TH ANNIVERSARY AND WILL TAKE PLACE FROM 28 FEBRUARY TO 3 MARCH. IT IS THE MOST IMPORTANT BOAT SHOW IN THE UAE

by Andrea Dini

L

a passata edizione del Dubai International Boat Show, ambientato nel porto di Dubai, ha attirato nel 2023 oltre 30.000 visitatori mettendo in mostra 200 imbarcazioni a terra e in ac ua. Il fiorente mercato della nautica da diporto del Medio Oriente, destinato a raggiungere i 2.947,1 milioni di dollari entro il 2027, sottolinea l’emergere del ruolo della regione come centro importante per la nautica da diporto. L’espansione del porto turistico e l’attenzione al turismo hanno svolto un ruolo fondamentale in questa crescita, rafforzando lo status dell’area come mercato fiorente. iù che una vetrina di



60

EVENTS Il Dubai International Boat Show è una piattaforma espositiva che mette in luce le ultime innovazioni in campo nautico. DIBS spotlights the latest innovation n the mar ne fie d.

imbarcazioni di lusso, l’evento mette in luce le ultime innovazioni nel campo delle barche elettriche e ibride, delle vele con foil e della produzione sostenibile, contribuendo attivamente a un futuro più verde per la nautica da diporto. Gli Emirati Arabi Uniti rappresentano un punto d’incontro per gli appassionati di nautica da diporto e il Dubai International Boat Show diventa un punto di accesso ad alcune delle destinazioni nautiche più ambite del mondo. Attirando appassionati da tutto il mondo, l’evento fonde perfettamente le tradizioni marittime storiche con i comfort di lusso dei moderni porti turistici, consolidando lo status degli Emirati Arabi Uniti come destinazione principale per gli appassionati di nautica.

T

he last edition of the Dubai International Boat Show, which will be held at Dubai Harbour in 2023, attracted more than 30,000 visitors and showcased 200 boats on land and at sea.

The Middle East’s burgeoning leisure boating market, set to reach US$2,947.1 million by 2027, underlines the region’s emergence as a major centre for boating and yachting. Marina expansions and a tourism focus have played pivotal roles in this growth, reinforcing the area’s status as a thriving market. More than a showcase of luxury vessels, the event spotlights the latest innovations in electric and hybrid boats, wing sails, and sustainable manufacturing, actively contributing to a greener future for boating. As the United Arab Emirates (UAE) stands as a ne us for leisure boating aficionados, the Dubai International Boat Show becomes a gateway to some of the world’s most coveted yachting destinations. Drawing enthusiasts globally, the event seamlessly blends historical maritime traditions with the luxurious amenities of modern marinas, solidifying the UAE’s status as a premier destination for boating enthusiasts.



L LAWYER on BOARD

Lawyer on Board

62

The MYBA Memorandum of

Agreement

PROSEGUIAMO IN QUESTO NUMERO L’ANALISI DELLE MODIFICHE PIÙ IMPORTANTI INTRODOTTE NEL 2021 AL MOA. – PARTE SECONDA IN THIS ISSUE, WE CONTINUE OUR ANALYSIS OF THE MAIN CHANGES TO THE 2021 MOA. - PART TWO

by Federico Santini* photo by G. Plisson

A

bbiamo già riferito nel numero precedente dell’introduzione della garanzia da parte del venditore in merito allo status Iva dello yacht. Una seconda significativa modifica riguarda la Clausola 16 (Inventory) relativa all’inventario, ossia all’elenco delle attrezzature, beni e parti di ricambio incluse nella vendita, e che quindi devono essere consegnate a bordo al momento della consegna dello yacht. Nella precedente versione del contratto le parti avevano giorni dalla firma del Moa per concordare l’inventario, mentre nella nuova versione l’inventario deve essere concordato e sottoscritto dalle parti unitamente al Moa, del uale diventa un allegato. Tale modifica risulta certamente opportuna per evitare contestazioni successive, piuttosto frequenti nella pratica, in

merito all’assenza a bordo di beni visionati dall’acquirente durante la prima visita a bordo. Altra modifica riguarda la Clausola 17 (Sea trial/ condition survey) che è stata integrata con la previsione che né la prova in mare né l’ispezione a secco potranno avere inizio prima che il depositario (Stakeholder) abbia confermato al venditore e all’acquirente l’accredito del Deposito. Anche tale modifica è opportuna – spesso veniva comunque inserita nelle condizioni speciali o in un separato addendum – soprattutto nei casi in cui la data di completamento della prova in mare e dell’ispezione a secco di cui alla Clausola (9) è molto ravvicinata rispetto alla firma del Moa, in modo tale che il venditore sia garantito per eventuali danni imputabili ad azioni dell’acquirente che lo yacht possa eventualmente subire in mare o a secco ovvero per le spese a carico dell’acquirente. Strettamente connesse sono le modifiche della Clausola (Deposit) che appunto disciplina il deposito che l’ac uirente deve effettuare dopo la firma del oa sul conto corrente del Depositario. In primo luogo, è stato eliminato il riferimento al 10% del prezzo, per cui le parti negozieranno l’entità del deposito al pari di ogni altro termine commerciale. In secondo luogo, è stato introdotto l’impegno del Depositario di informare l’acquirente ed il venditore dell’accredito del Deposito. In terzo luogo, è stato mantenuto il termine di quattro giorni


barchemagazine.com

63


64

LAWYER on BOARD lavorativi entro il quale il deposito deve essere versato dall’acquirente ma è stata aggiunta la condizione del preventivo adempimento da parte dell’acquirente e del venditore di fornire al Depositario la documentazione antiriciclaggio di cui alla Clausola 40 – una nuova clausola di cui si dirà in seguito - necessaria affinch il Depositario possa legalmente ricevere i fondi. Importanti modifiche sono state poi inserite alla Clausola (Condition Survey) che disciplina le modalità di esecuzione dell’ispezione a secco e le modalità e termini di denuncia degli eventuali difetti emersi in occasione della stessa, ai fini dell’eventuale richiesta di eliminazione degli stessi ovvero di riduzione di prezzo

ovvero ai fini dell’eventuale rifiuto dello yacht. Innanzitutto, la nuova formulazione chiarisce la definizione di “Difetto” rilevante, prevedendo che deve trattarsi di difetto (i) non dichiarato dal venditore per iscritto prima della firma del oa e uindi accettato dall’acquirente) e (ii) tale, a giudizio del perito incaricato dall’acquirente, da rendere lo yacht inidoneo alla navigazione e/o da pregiudicare l’integrità operativa dello yacht o dei suoi impianti o macchinari. In secondo luogo, la nuova clausola richiede che gli eventuali difetti rilevati devono essere certificati per iscritto dal perito in apposita dichiarazione (“Surveyor’s Statement”) che dovrà essere

LA CLAUSOLA 25 DISCIPLINA IL DEPOSITO CHE L’ACQUIRENTE DEVE EFFETTUARE DOPO LA FIRMA DEL MOA SUL CONTO CORRENTE DEL DEPOSITARIO. CLAUSE 25 DEALS WITH THE DEPOSIT TO BE MADE BY THE BUYER INTO THE DEPOSITARY’S BANK ACCOUNT AFTER THE SIGNING OF THE MOA.

allegata all’eventuale comunicazione dell’acquirente contenente la richiesta di eliminazione degli stessi ovvero di riduzione di prezzo ovvero, a seconda dei casi, contenente il rifiuto dello yacht. In terzo luogo viene introdotta espressamente la facoltà dell’acquirente, sempre a condizione che sia già stato eseguito il Deposito, di incaricare un professionista per prelevare ed analizzare campioni di olio dai motori principali e dai generatori dello yacht alla presenza del comandante e/o del direttore di macchina. Si tratta di una prassi già di fatto applicata ed ora espressamente prevista come parte dell’ispezione a secco. Completeremo l’analisi delle principali modifiche introdotte nel Moa nel prossimo numero.

W

e reported in the previous issue on the introduction of the seller’s warranty in respect of the yacht’s VAT status. A second significant change concerns Clause 16 (INVENTORY), which relates to the inventory, i.e. the list of equipment, goods and spare parts included in the sale and which must therefore be delivered on board at the time of delivery of the yacht. In the previous version of the contract, the parties had 7 days from the signing of the MOA to agree the inventory, whereas in the new version the inventory must be agreed and signed by the parties together with the MOA, to which it becomes an annex. This change is certainly appropriate in order to avoid subsequent disputes, which are quite common in practice, concerning the absence on board of goods which the buyer has inspected on the occasion of the first visit on board. Another amendment concerns Clause 17 (SEA TRIAL/CONDITION SURVEY), which has been incorporated with the provision that neither the sea trial nor the condition survey may commence until the interested party has confirmed to the seller and the buyer the receipt of the deposit. This amendment is also appropriate - and has often been included in the Special Conditions or in a separate addendum - particularly in cases where the date of completion of the sea trial and dry survey referred to in clause (9) is very close to the date of signing the MOA, so that the seller is indemnified for any damage to the yacht at sea or on shore that may be caused by the buyer’s actions, or for



66

LAWYER on BOARD

Santini & Partners Studio Legale 25, Via Tommaso Salvini Rome - 00197 info@santinipartners.it www.santinipartners.it Tel: +39 06 97886-598/599 Mob.: +39 335 8118884 Fax: +39 06 97886606 L’avvocato Federico Santini è managing partner dello Studio Legale Santini & Partners di Roma. È specializzato in diritto internazionale ed in diritto marittimo, ha una consolidata esperienza nel settore dello yachting, con particolare riguardo a transazioni relative a super yacht, nuove costruzioni navali, finanziamento per la costruzione di navi, registrazione di yacht, arbitrati internazionali, questioni assicurative e fiscali connesse. membro dell’Associazione Italiana di Diritto Marittimo ed è consulente di primari studi legali, di istituzioni ed associazioni internazionali nel settore dello yachting. Per qualsiasi richiesta di chiarimenti e/o assistenza scrivere a: f.santini@santinipartners.it The lawyer Federico Santini is a managing partner of Santini & Parterns a o ce n ome. e s s ec a ed in international law and maritime law and has a consolidated experience in the yacht n fie d es ec a y n terms of super yacht transactions, the registration of yachts, international arbitration, ns rance ss es and re ated ta . e is a member of the Italian Association of Maritime law and advisor of the most m ortant a o ces and of the nternat ona yacht n assoc at ons. For any requirement or information, please write to: f.sant n sant n artners. t

any expenses incurred by the buyer. of any rejection of the yacht. Firstly, the Closely related are the amendments to new wording clarifies the definition Clause 25 (DEPOSIT), which governs of the relevant “defect”, providing that the deposit to be paid by the Purchaser it must be a defect (i) not disclosed into the Participant’s bank account in writing to the purchaser prior to upon execution of the MOA. Firstly, the the date of the MOA (and therefore reference to 10% of the sale price has accepted by the purchaser) and (ii) been removed so that the parties will which, in the professional opinion of the negotiate the amount of the deposit as surveyor, renders the yacht unseaworthy any other commercial term. Second, and or affects the operational integrity the stakeholder’s obligation to inform of the yacht or its systems or machinery. the buyer and seller of the receipt of the Secondly, the new clause requires that deposit is introduced. Thirdly, the time any defects found must be certified limit of four working days within which in writing by the surveyor in a special the deposit must be paid by the buyer statement (“Surveyor’s Statement”) to has been maintained, but the be attached to the buyer’s notice condition of prior compliance re uesting their rectification by the buyer and seller to or a reduction in the provide the stakeholder purchase price or, La Clausola Clause 27 governs with the antiwhere appropriate, 27 disciplina the manner in le modalità which the dry check money laundering the rejection of di esecuzione is to be carried out documentation the yacht. Thirdly, dell’ispezione a and the manner and referred to in the right of the secco e le modalità time limits in which any Clause 40 - a new buyer, provided e termini di denuncia defects discovered degli eventuali difetti during the dry check clause which will that the deposit has emersi in occasione are to be re orted. be discussed later already been paid, della stessa. - which is necessary to appoint an expert for the stakeholder to to take and analyse legally receive the funds, oil samples from the has been added. Important yacht’s main engines and changes have then been made generators in the presence of the to Clause 27 (CONDITION SURVEY), yacht’s captain and/or chief engineer which sets out the terms and conditions is expressly added. This is a practice of the survey and the notification of already in place and is now expressly any defects found during the survey, required as part of the Condition Survey. for the purposes of any subsequent We will complete the analysis of the claim for rectification or reduction of main changes introduced in the MOA in the purchase price, or for the purposes the next issue.

hoto by .

sson for m er a .



68

REVENUE on BOARD

nautico di uso

Scattered nautical hotel

L’AGENZIA DELLE ENTRATE CHIARISCE IL TRATTAMENTO AI FINI IVA THE ITALIAN REVENUE AGENCY CLARIFIES THE VAT TREATMENT

by Berardo Lanci*


barchemagazine.com

69


70

REVENUE on BOARD

U

na nuova forma recettiva marittima è rappresentata dai cosiddetti a er hi na ti i diff si, ovvero da quelle strutture composte da un’unità produttiva centrale di riferimento che offre servizi comuni e unit da diporto attrezzate per la sistemazione ed il pernottamento a bordo, a servizio della medesima unità produttiva centrale. Fermo restando il necessario riferimento alle leggi regionali che ne disciplinano il funzionamento, nell’unità produttiva centrale sono offerti i servizi di accoglienza, registrazione e comunicazione telematica delle presenze a bordo e recapito del cliente e assistenza 24 ore su 24, mentre le unità da diporto sono idonee per il pernottamento, arredate, dotate di cucina, servizi igienici di bordo con acqua calda comprensivi di doccia. Tra i servizi offerti ai clienti rientrano la pulizia delle unità da diporto ed il cambio di biancheria ad ogni cambio di cliente, oltre ai consueti servizi accessori forniti da una struttura ricettiva. Peraltro, le unità da diporto possono essere concesse in uso ai clienti con contratti di locazione, che può avvenire però solo nel rispetto di limiti prestabiliti.

Con la recente Risposta all’interpello n. 466, l’Agenzia delle Entrate ha avuto modo di chiarire quale sia l’aliquota Iva applicabile da parte delle strutture medesime ai diversi servizi dalle stesse rese ai propri clienti. L’esame, in particolare, prende avvio dall’analisi preliminare circa il fatto che gli alberghi nautici diffusi configurino o meno le tipologie di strutture ricettive che possono beneficiare dell’ali uota Iva ridotta del 10% in luogo di quella ordinaria del 22%. ello specifico, nel documento di prassi qui in commento viene innanzitutto chiarito che, ove gli alberghi nautici diffusi siano conformi alle disposizioni regionali di riferimento e considerati da queste ultime strutture destinate alla ricettività turistica, rientrano tra i soggetti titolati ad applicare l’aliquota Iva ridotta del 10%, in quanto annoverabili fra i soggetti richiamati dalla normativa Iva di cui al n. 120 della Tabella A Parte III, allegata al DPR 26.10.1972 n. 633. Facendo poi rimando ai chiarimenti forniti con pronunce interpretative emanate in precedenza, l’Agenzia delle Entrate ricorda peraltro che possono beneficiare dell’Iva ridotta le prestazioni

Non possibile applicare l’aliquota Iva ridotta ed applicabile quella ordinaria del 22 per i servizi a richiesta del cliente, quali, per esempio, quelli di alaggio e varo o l’uso delle imbarcazioni per brevi escursioni senza l’ausilio di equipaggio fornito dall’armatore gestore della struttura.

The reduced VAT rate cannot be applied and the 22% ordinary rate applies to services at the customer’s request, such as haulage and launching of the yachts or the use of the yachts for short pleasure boating trips, for short excursions without the assistance of a crew provided by the owner/manager of the structure.

che rendono possibile al cliente il soggiorno nella struttura ricettiva, con soddisfacimento dei propri bisogni e delle proprie necessità. Pertanto, l’aliquota Iva del 10% può essere applicata sia alle prestazioni di alloggio dei clienti nelle unità da diporto che compongono l’albergo nautico diffuso sia alle operazioni ad essa strettamente ‘‘accessorie’’, quali quelli di pulizia, di assistenza all’ormeggio, di prenotazione, di vigilanza e sicurezza e l’addebito dei consumi. Sarebbero di contro escluse dal regime agevolato qui in commento i servizi resi dietro esplicita richiesta del cliente. Questi rappresentano infatti delle “facoltà” e non possono essere quindi annoverate tra i servizi necessari per la prestazione di albergo nautico diffuso. Tali prestazioni sono uindi da assoggettare all’aliquota Iva ordinaria del 22%. Tra i servizi accessori citati nei documenti di prassi dell’Agenzia delle Entrate rientrano quelli di alaggio e varo delle imbarcazioni, offerti nell’ambito dello stazionamento in porto ovvero i servizi consistenti nell’utilizzo dello “stesso mezzo per brevi navigazioni da diporto...per brevi escursioni limitrofe, senza l’ausilio di equipaggio fornito dall’armatore/ gestore della struttura”. Infine, l’Agenzia delle Entrate chiarisce che non può essere ravvisata l’ipotesi di struttura destinata alla ricettività turistica vera e propria nel caso in cui il gestore della struttura, mediante l’assunzione di una obbligazione di natura complessa - che prevede il pagamento di un corrispettivo globale e unitario - effettui un unico servizio, comprensivo di differenti ed ulteriori prestazioni con finalit turisticoricreative, rispetto alle quali il soggiorno e l’alloggio sono meramente strumentali. In tali casi non è quindi possibile applicare l’aliquota Iva ridotta del 10% mentre va applicata l’aliquota ordinaria del 22%.

A

new form of maritime accommodation is represented by the so-called scattered nautical hotel, i.e. those facilities composed of a central production unit offering common services and recreational units equipped for accommodation and overnight stays on board, serving the same central production unit. With the necessary reference to the regional laws governing their operation, in the central production unit, the services of reception, registration and



72

REVENUE on BOARD

Berardo Lanci CMS Adonnino Ascoli & Cavasola Scamoni Galleria Passarella 1 20122 Milano, Italia Via Agostino Depretis 86 00184 Roma, Italia cms.law Mobile: +39 347 3441141 E-mail: berardo.lanci@cms-aacs.com L’Avvocato Berardo Lanci è partner del dipartimento fiscale della firm internazionale CMS, presente in 44 Paesi con 79 uffici e pi di 5.000 professionisti. In Italia CMS è presente con lo Studio CMS Adonnino Ascoli Cavasola Scamoni che ha uffici a Milano e a Roma. L’Avvocato Berardo Lanci vanta tra le proprie aree di specializzazione un’esperienza pluriennale nell’ambito della tassazione dello yachting, maturata sia prestando assistenza consulenziale sia rappresentando e difendendo i propri clienti davanti agli organi dell’Agenzia delle Entrate e della giustizia tributaria. erardo anc s artner n the ta de artment of the nternat ona firm resent n co ntr es th o ces and more than rofess ona s. n ta y s resent th donn no sco avaso a camon h ch has o ces n an and ome. erardo anc s areas of s ec a at on nc de many years of e er ence n yacht n ta at on a ned both by rov d n cons tancy ass stance and by re resent n and defend n h s c ents before the ta an even e ency and ta co rts.

telematic communication of on-board presence and customer contact and -hour assistance are offered, while the yachts are suitable for overnight accommodation, furnished, e uipped with a kitchen, on-board toilet facilities with hot water including a shower. ervices offered to customers include cleaning the yachts and a change of linen at every change of guests, in addition to the usual ancillary services provided by an accommodation facility. oreover, yachts may be granted for use to customers through rental contracts, which can, however, only take place within the ruled limitations. In its recent uling o. , the evenue Agency clarified which AT rate applies by the scattered nautical hotels to the various services they render to their customers. The e amination, in particular, begins with a preliminary analysis of whether or not scattered nautical hotels constitute the types of accommodation facilities that may benefit from the reduced AT rate of instead of the ordinary rate of . ore specifically, the uling first of all clarifies that, where scattered nautical hotels comply with the relevant regional provisions and are considered by the latter to be facilities intended for tourist accommodation, they are among the entities entitled to apply the reduced AT rate of , since they may be included among the entities referred to in the Italian AT code i.e., o. of Table A art III, anne ed to residential Decree o. of . . . eferring then to the clarifications previously provided, the evenue Agency also recalls that services that make it possible for the customer to stay in the accommodation facility and satisfy his needs and re uirements can benefit from the reduced AT.

Therefore, the AT rate can be applied both to the services of accommodation of the clients in the yachts part of the scattered nautical hotel and to the operations strictly ’accessory’’ to it, such as cleaning, mooring assistance, reservations, surveillance and security, and the charging of consumption. Conversely, services rendered at the re uest of the customer would be e cluded from the facilitated regime here under comment. These represent ‘faculties’ and cannot therefore be counted among the services re uired for the provision of a scattered nautical hotel. These services are therefore subject to the ordinary AT rate. The ancillary services mentioned in the Revenue Agency’s ruling include those of hauling and launching of the yachts, offered as part of the stationing in the port, or services consisting in the use of “the same yacht for short pleasure boating trips ... for short excursions in the vicinity, without the assistance of a crew provided by the owner/manager of the structure”. Finally, the revenue Agency clarifies that the hypothesis of a structure intended for tourist accommodation cannot be recognized in the case in which the manager of the resort, through the assumption of an obligation of a comple nature - which provides for the payment of a global and unitary consideration - performs a single service, inclusive of different and additional services with touristrecreational purposes, concerning which the stay and accommodation are merely instrumental. In such cases, it is therefore not possible to apply the reduced AT rate of , while the ordinary rate of must be applied to the whole global and unitary consideration.


Credits Andrea Muscatello



EVENTS

ADIDesign barchemagazine.com barchemagazine.com

Index 2023

LA QUALITÀ È IL FATTORE CHIAVE SU CUI SI È CONCENTRATA L’EDIZIONE DI ADI DESIGN INDEX 2023 PER LA PRESELEZIONE DEI LAVORI CANDIDATI AL PROSSIMO COMPASSO D’ORO 2024 QUALITY IS THE KEY FACTOR THAT THE ADI DESIGN INDEX 2023 HAS FOCUSED ON FOR THE PRE-SELECTION OF THE CANDIDATES FOR THE NEXT COMPASSO D’ORO 2024

by Sophia Negri

Monolith - Falmec Lab.

75


76

EVENTS

ADI Design Index 2023

L’

Jamais Content - Atelier Marc Ferrand.

La parola chiave cui si ispira questa edizione dell’ADI Design Index è QUALITÀ: “La qualità è elemento connettivo per tutto il design italiano”. QUALITY is the keyword in this edition of the ADI Design Index: “Quality is the unifying element of Italian design”. Luciano Galimberti

Epicarc - Mirage Granito Ceramico.

ADI Design Index 2023 presenta 219 prodotti e servizi che mettono in luce il meglio del design italiano contemporaneo, cui si aggiungono 19 progetti degli studenti di design delle università italiane dedicati al futuro prossimo del mondo della professione. L’attualità di ADI Design Index 2023 si legge anche nella consistenza delle categorie dei prodotti selezionati per questa edizione: oltre alla tradizionale scelta di prodotti per l’arredamento della casa, 46 prodotti, e del design per l’illuminazione, 18, si distinguono per l’ampiezza delle proposte il design per i luoghi di lavoro, 23, il design dei materiali e dei sistemi tecnologici, 17, quelli della comunicazione e dell’Exhibition Design, 16 selezionati, e quello della ricerca per l’impresa, 14 prodotti, mentre 17 sono quelli della categoria dedicata alla ricerca teorica e alle iniziative editoriali. Nell’insieme un quadro che punta positivamente sull’elaborazione di nuove proposte, teoriche e pratiche, e sulla capacità di diffonderne la ualit . a selezione di ADI Design Index 2023 completa con quella del 2022 la rosa dei candidati alla XXVIII edizione del premio biennale Compasso d’Oro, che si terrà nel 2024 nel settantesimo anniversario della fondazione del premio, nato nel 1954. Per il Design Index sono stati selezionati 219 progetti entrati in produzione nel 2022. A questi si aggiungono 19 progetti degli studenti delle università di design. A total of 219 projects have been selected for the Design Index, which will go into production in 2022. These are joined by 19 projects from students at design schools.


barchemagazine.com barchemagazine.com

Levante - Luceplan - Marco Spatti.

77


EVENTS

78

ADI Design Index 2023 1. Esosoft - Cassina. 2. Elemento - KASK. 3. Universal Collection - MDF Italia. 4. Arcate settimanale - Medulum. 5. Simoon - Glas Italia.

1

1

3

2

5

4


barchemagazine.com

79

6. Heylo - Heylo. 7. Reef - Connubia. 8. Prima XL - Bixxis. 9. Leva - Dnd Martinelli. 10. Aka - Magis.

6 7

8

9

10


80

EVENTS

ADI Design Index 2023 Alla presentazione milanese sono intervenuti – con il presidente di ADI Luciano Galimberti e il presidente della Fondazione ADI Collezione Compasso d’Oro Umberto Cabini – Barbara Mazzali, Assessore al Turismo, Marketing territoriale e Moda della Regione Lombardia; Annibale D’Elia, Direttore Economia Urbana, Moda e Design del Comune di Milano; Antonella Andriani, Vicepresidente ADI; Laura Traldi e Francesco Zurlo, del Comitato scientifico dell’Osservatorio permanente del Design ADI, l’organismo che conduce la selezione in tutto il territorio italiano attraverso tre fasi di scelta, per garantire una ri essione approfondita sulle ualit di ogni prodotto candidato. Proprio la qualità è la parola chiave cui si ispira questa edizione dell’ADI Design Index: “La qualità è elemento connettivo per tutto il design italiano”, scrive il presidente di ADI Luciano Galimberti nel catalogo. “La qualità delle proposte progettuali legate alla qualità produttiva; la qualità manifatturiera, per arrivare alla qualità dei processi; qualità come fattore distintivo e strutturale di sviluppo sostenibile e responsabile; qualità come connettore resente ne intera iera de desi n ita iano nucleo centrale attorno al quale concepire e sviluppare idee innovative per coniugare funzionalità e benessere. La qualità non i ome o ietti o na e ma ome riconoscimento di un metodo”. A sinistra, Sfera W di Catellani & Smith, progetto di Enzo Catellani. A destra, Luce Orizzontale di Flos, progetto di Roman & Erwan Bouroullec. On the left, Sfera W by Catellani & Smith, designed by Enzo Catellani. On the right, Luce Orizzontale by Flos, designed by Roman & Erwan Bouroullec.

Sfera W - Catellani & Smith.

Pura di Cotto d’Este, designer R&D Panariagroup Industrie Ceramiche, è una collezione di lastre di grès porcellanato per interni ed esterni ispirata alla pietra calcarea, in tre spessori, quattro colori e varie finiture. Ha grandi doti di sostenibilità grazie al minor consumo di materie prime, acqua, energia e alla compensazione totale delle emissioni di CO2 dell’intero ciclo di vita. Pura by Cotto d’Este, designed by R&D Panariagroup Industrie Ceramiche, is a collection of limestone-inspired stoneware slabs for indoor and outdoor use, available in three th cknesses fo r co o rs and var o s fin shes. t has reat sustainability qualities thanks to the reduced consumption of raw materials, water and energy and the total compensation of CO2 emissions throughout its life cycle.

Pura - Cotto d’Este.


barchemagazine.com

Luce Orizzontale - Flos.

81


EVENTS

82

ADI Design Index 2023

1

2

3

6

7

8

10

11

12


barchemagazine.com

4

5

Una sostenibilità vera, quella premiata dall’ADI Design Index 2023, verificata attraverso uno scrupoloso lavoro di indagine: “Abbiamo r ch esto ch ar ment e s ec fiche er ev tare spiacevoli casi di greenwashing”, Laura Traldi. 1. Pochette - B&B Italia. 2. Rendez-Vous - Agape. 3. Dia - Martinelli Luce. 4. OTO-Chair ONE TO ONE. 5. Caimi - Caimi Brevetti spa. 6. Optical Trips - MIPA DESIGN. 7. Archibald Anniversary - Poltrona Frau. 8. Coupé Mandelli1953. 9. Farfalla - Alessi. 10. QUADRA5Led - F.lli Razeto & Casareto. 11. Dot – Platek. 12. Iedde - Iedde. 13. Kotiso Vetreria Malagoli. 14. Idro Royale - Molteni Vernici. The sustainability awarded by the ADI Design Index 2023 is real and verified by a meticulous study: e asked for c ar ficat on and s ec ficat on to avo d nfort nate cases of greenwashing”, Laura Traldi. 9

13

14

83


84

EVENTS

ADI Design Index 2023

Ferrari Purosangue. La sezione Design per la Mobilità è una delle pi a ascinanti grazie a prodotti di assoluta eccellenza riconosciuta a livello mondiale. Thanks to globally recognised products of absolute excellence, the Design for Mobility section is one of the most fascinating.

Capoforte SQ240i - Aschenez. La qualità come nucleo centrale attorno al quale concepire e sviluppare idee innovative per coniugare funzionalità e benessere nel rispetto per l’ecosistema ambientale.

Magellano 30M - Azimut Benetti.

Quality as the central core around which to conceive and develop innovative ideas which combine functionality and well-being, while respecting the ecosystem.

Sanlorenzo SP110 - photo by Guillaume Plisson.


barchemagazine.com

La qualità del design si evolve con la società e con i suoi bisogni, e proprio per rispecchiare con fedeltà l’idea contemporanea della qualità degli oggetti l’Osservatorio permanente del Design ADI si rinnova parzialmente di anno in anno, accogliendo nuove competenze e nuove prospettive del design e delle altre discipline cui fa sempre più spesso riferimento. In particolare quest’anno il Comitato scientifico che coordina le attività dell’Osservatorio è stato in gran parte rinnovato. Oggi è formato da Laura Badalucco, Makio Hasuike, Domenico Sturabotti, Laura Traldi, Francesco Zurlo.

Microlino - CECOMP/MICRO.

QUALITÀ COME FATTORE DISTINTIVO DI SVILUPPO SOSTENIBILE E COME ELEMENTO CARDINE DELL’INTERA FILIERA DEL DESIGN ITALIANO. QUALITY AS A DISTINCTIVE FACTOR OF SUSTAINABLE DEVELOPMENT AND A CORNERSTONE OF THE ENTIRE ITALIAN DESIGN INDUSTRY.

My Song ClubSwan 80

85


86

EVENTS

ADI Design Index 2023 Lo stesso ADI Design Index ha presentato, dal punto di vista della comunicazione, una novità importante: cambia il logotipo che dal 2000 lo ha distinto, adottando una versione adeguata alla fisionomia dell’informazione di oggi, progettata da Paolo Pampanoni con Angelica Giannoni e Pamela Biagioni. Il nuovo logotipo è il risultato di una call rivolta a tutti i soci ADI.

T Leplì - Poltrona Frau.

Dal 1954 il Compasso d’Oro e gli ADI Design Index, che ogni anno raccolgono il meglio del design messo in produzione, registrano come sismografi le energie in movimento nel Paese e fotografano lo stato dell’arte del complesso produttivo italiano. La selezione 2023 ha un’importanza particolare perché segna il 70esimo anniversario del premio e ci mostra un paesaggio nel quale è facile riconoscere i grandi nomi, i designer a ermati, i grandi studi di architettura, mentre tutto il resto prende forma piano piano, attraverso innesti virtuosi.

Nikola Tesla Unplugged - Elica.

Since 1954, the Compasso d’Oro and the ADI Design Index, which each year bring together the best of design in production, have acted like a seismograph, record n the ener y o s n the co ntry and detailing the state of the art of the Italian production system. The 2023 se ect on has a s ec a s n ficance because it marks the 70th anniversary of the award and shows us a landscape in which the big names, the established designers, and the major architectural firms are mmed ate y reco n sab e while everything else is slowly taking shape through virtuous grafting.

he 2023 ADI Design Index presents 219 products and services that highlight the best of contemporary Italian design, as well as 19 projects by design students from Italian universities: the up-and-coming future of the professional world. The relevance of the 2023 ADI Design Inde is re ected in the consistency of the product categories selected for this edition. In addition to the traditional selection of products for the home (46 products) and lighting design (18), the breadth of the offer is striking, with workplace design (23 products), material and technological systems design (17), communication and exhibition design (with 16 products selected in each sector) and corporate research (14 products), while there are 17 products in the category dedicated to theoretical research and editorial initiatives. Overall, this is a framework that focuses positively on the development of new theoretical and


barchemagazine.com

Oasi - ARAN Cucine.

87


88

EVENTS

ADI Design Index 2023

Braccialini - Graziella Braccialini.

«Siamo passati dal modernismo, con il suo ottimismo e l’illusione di poter cambiare il mondo in modo univoco, a un progetto riformatore in cui non conta solo l’obiettivo ma anche, e soprattutto, la qualità del percorso fatto per arrivarci e la più vasta dinamica sociale in cui si inserisce», Luciano Galimberti

Luigi Rovati - Fondazione Luigi Rovati.

«We have moved from modernism, with its optimism and its illusion of being able to change the world in a single way, to a reformist project, in which it is not only the goal that counts, but also and above all the quality of the path taken to get there, and the broader social dynamic in which it is embedded».

practical proposals and the ability to raise awareness of their level of quality. The 2023 ADI Design Index selection will be combined with that of 2022 to form the shortlist of candidates for the 28th edition of the biennial Compasso d’Oro award, which will take place in 2024 to mark the seventieth anniversary of its creation in 1954. The presentation in Milan was attended by ADI President Luciano Galimberti and Umberto Cabini, President of the ADI Collection Compasso d’Oro Foundation, as well as Barbara Mazzali, Councillor for Tourism, Territorial Marketing and Fashion for the Lombardy Region; Annibale D’Elia, Councillor for Urban Economy, Fashion and Design of the City of Milan, and Antonella Andriani, ADI Vice-President, together with Laura Traldi and Francesco Zurlo of the ADI Permanent Design Observatory cientific Committee, the body responsible for selecting the candidates throughout Italy in three separate phases to ensure in-depth re ection on the ualities of each product presented. Quality is the keyword in this edition of the ADI Design Index: “Quality is the unifying


barchemagazine.com

Universal Collection - MDF Italia.

Valentino Rossi - VR|46 Racing Apparel.

89


90

EVENTS

ADI Design Index 2023 element of Italian design”. As ADI president Luciano Galimberti wrote in the catalogue. “Quality is an element that unites all of Italian design. The quality of project proposals is linked to the quality of production; the quality of production is linked to the quality of the process; quality is a distinctive and structural factor in sustainable and responsible development; quality is a unifying element present throughout the Italian design chain and a central nucleus around which to conceive and develop innovative ideas that combine functionality and well-being. Quality is no longer an end goal, but the recognition of a method”. The quality of design evolves with society and its needs, and it is precisely to be faithful to the contemporary idea of the quality of objects that the ADI Permanent Design Observatory is partially revised every year, welcoming new skills and perspectives in design and other disciplines to which it increasingly refers. In particular, this year the cientific Committee that coordinates the Observatory’s activities has been significantly renewed and now includes Laura Badalucco, Makio Hasuike, Domenico Sturabotti, Laura Traldi and Francesco Zurlo. The ADI Design Index has also undergone an important change in terms of communication. The logo that has distinguished it since 2000 has been changed, adopting a version more suited to today’s information style, designed by Paolo Pampanoni with Angelica Giannoni and Pamela Biagioni. The new logo is the result of a call to all ADI members.

«…Con pochi segni abbiamo voluto sintetizzare il lungo percorso di selezione dell’Index, attraverso cui si attua la ricerca di “fatti” creativi, ispirati a qualità e rigore forma e. se no rafico deve asc are spazio a ciò che segue, si deve porre come discreto elemento segnaletico che annuncia semplicemente un progetto o un prodotto individuato tra tanti per il suo valore. Nessun intento autocelebrativo o autoreferenziale, il logo è stato pensato per essere un tramite, un collegamento…»,

«…With a few simple signs, we wanted to summarise the Index’s long selection process, which involved a search for creative “facts”, inspired by quality and formal rigour. The graphic mark must leave room for what follows, it must be placed as a discreet signalling element that simply announces a project or product that has been dent fied for ts va e amon many others. Without any self-celebratory or self-referential intention, the logo has been designed to be a channel, a link...», Paolo Pampanoni



E 92

Ferretti Group in Venice EVENTS Ferretti Group in Venice

Events


wonder barchemagazine.com barchemagazine.com

The

of

93 93

music

UNA SERATA INDIMENTICABILE HA ILLUMINATO IL GRAN TEATRO LA FENICE DI VENEZIA GRAZIE A FERRETTI GROUP, CHE HA ORCHESTRATO UN EVENTO MOZZAFIATO CON L’ESCLUSIVA ED EMOZIONANTE ESIBIZIONE DI SIR ELTON JOHN AN UNFORGETTABLE EVENING LIT UP THE GRAN TEATRO LA FENICE IN VENICE THANKS TO THE FERRETTI GROUP, WHICH STAGED A BREATHTAKING EVENT WITH AN EXCLUSIVE PERFORMANCE BY SIR ELTON JOHN

by Carlo Cattaneo -photo by Maurizio Paradisi


94

EVENTS

Ferretti Group in Venice

N

Per la serata di gala di Ferretti Group, Sir Elton John ha o erto i pezzi forti di un repertorio infinito accompagnandosi unicamente al pianoforte. Sopra, il Ceo Alberto Galassi.

For the Ferretti Group’s gala evening, Sir Elton John, accompanied by ano on y o ered highlights from an endless repertoire. Above, CEO Alberto Galassi.

ella magica atmosfera del Gran Teatro La Fenice, Sir Elton John ha regalato un’esperienza unica agli oltre 900 ospiti di Ferretti Group. Il leggendario cantante e cantautore ha incantato il pubblico con i suoi successi senza tempo, consegnando una performance memorabile. L’evento ha servito una nobile causa. Il concerto ha supportato Save Venice, un’organizzazione no-profit impegnata nella conservazione del patrimonio artistico di Venezia, e la Fondazione Teatro La Fenice, di cui Ferretti Group è un sostenitore dal 2021. Durante la serata, Ferretti Group ha rinnovato il suo impegno sociale annunciando la vendita all’asta del magnifico Riva Anniversario, devolvendo l’intero ricavato al 7: the David Beckham UNICEF Fund per sostenere i bambini di El Salvador. Il Ceo di Ferretti Group, Alberto Galassi, ha sottolineato l’eccezionalità dell’evento, dichiarando: “A Venezia, nel Gran Teatro La Fenice, possono succedere so o ose mera i iose iamo o to offrire ai nostri ospiti uno spettacolo all’altezza delle nostre barche e dell’incredibile 2023 di Ferretti Group”. ’evento ha offerto una combinazione perfetta di spettacolo, impegno sociale ed eleganza nautica. Una serata che rimarrà nel cuore di chiunque abbia avuto la fortuna e il piacere di partecipare.

I

n the magical atmosphere of the Gran Teatro La Fenice, Sir Elton John provided a unique experience for the more than 900 guests of the Ferretti Group. The legendary singer and songwriter enchanted the audience with his timeless hits and offered an unforgettable performance. The event was in aid of a noble cause. The concert benefited Save Venice, a non-profit organisation dedicated to preserving Venice’s artistic heritage, and the Fondazione Teatro La Fenice, of which the Ferretti Group has been a sponsor since 2021. During the evening, Ferretti Group renewed its social commitment by announcing the auction of the magnificent Riva Anniversario, with all the proceeds going to 7: the David Beckham UNICEF Fund to help children in El Salvador. Ferretti Group CEO Alberto Galassi emphasised the exceptional nature of the event: “Only wonderful things can happen in Venice, in the Grand Theatre of a eni e e anted to offer o r ests a show that matched our boats and the incredible 2023 of the Ferretti Group”. The event was a perfect combination of entertainment, social commitment and nautical elegance. An evening that will remain in the hearts of all those who had the good fortune and pleasure to attend.




Gallinea investe nell’innovazione ricercando soluzioni supportate da una produzione tradizionale in grado di migliorarsi e di reinventarsi per essere più competitive e al passo con le esigenze della nautica moderna.


98

Vignamare BOAT GOURMET

Vignamare

Boat Gourmet

Creativity and research IL VIGNAMARE, DELLO CHEF GIORGIO SERVETTO, È AFFACCIATO SUL MARE ED È IL RISULTATO DI UN VERO E PROPRIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE TRA ARCHITETTURA E NATURA VIGNAMARE, OF THE GIORGIO SERVETTO CHEF, OVERLOOKS THE SEA AND IS THE RESULT OF A PROJECT FOCUSSING ON INTEGRATING ARCHITECTURE AND NATURE

by Barbara Borgonovo photo by Paolo Picciotto


barchemagazine.com

99


BOAT GOURMET

100

I

Vignamare

l Vignamare dello chef Giorgio Servetto, dopo quella Verde, ha conquistato anche la stella Rossa Michelin. Un importante riconoscimento che premia la filosofia che adotta modelli di sviluppo sostenibili per valorizzare il territorio. Per lo chef “il modello di ristorazione del Vignamare è stato studiato accuratamente per ridurre a zero gli sprechi in cucina. a ro osta di n Men e sta ione sso è la realizzazione del sogno di una cucina eti a e sosteni i e o iamo reare n o diretto tra agricoltura, cucina gourmet e

rispetto per la terra, con l’obiettivo comune di valorizzare le eccellenze e le biodiversità che rendono magica e unica la nostra Liguria”. ignamare è il fine dining dell’agriresort del gruppo Peq Agri, la scommessa di un gruppo di giovani nata qualche anno fa e oggi solido riferimento che comprende pure bistrot, ospitalità e fattoria con una serie di iniziative e percorsi organizzati per educare alla vita nella natura e ristorare l’ospite nel senso più completo del termine. Vanta anche un laboratorio

polifunzionale dove vengono realizzate conserve, miele, formaggi e salumi. Il ristorante è realizzato grazie al recupero di una cisterna d’acqua degli anni ’70 abbandonata. È caratterizzato da una forma circolare con l’interno ricoperto da una boiserie in rovere massello che ricorda una barrique di vino. ’accoglienza di grande classe è affidata al ma tre Davide Amadore e a uno staff adeguato alla classe del locale. Servetto, cuoco di grande cultura, lavora con tanta passione per offrire un’esperienza immersiva anche sul piano gourmet. Lo chef Giorgio Servetto ha fatto della biodiversità il suo faro guida, per una cucina pulita ed essenziale, che o re un’esperienza totalmente immersiva. Chef Giorgio Servetto has made biodiversity his guiding light, for a c ean and essent a c s ne that o ers a totally immersive experience.



102

BOAT GOURMET

Vignamare

A

fter the Green Star, Chef Giorgio Servetto’s Vignamare has now been awarded a Michelin Red Star. An important recognition that rewards its approach: using sustainable development models to promote the local area. For the chef, “Vignamare’s catering model has been carefully designed to reduce waste in the kitchen to zero. ro osin a ed tastin men is the f ment of the dream of an ethi a and sustainable cuisine. We want to create a direct link between agriculture, gourmet cuisine and respect for the land, with the ommon oa of romotin the e e en e and biodiversity that make Liguria magical and unique”. Vignamare is the gourmet agriturismo of the Peq Agri group, created by a group of young Il menu è ispirato dai prodotti freschi provenienti direttamente da un orto ricco di primizie, da salumi fatti in casa, formaggi nostrani, e da un olio denso dal color oro. The menu is inspired by fresh produce straight from a garden with a focus on early crops, homemade cured meats, local cheeses, and thick golden olive oil.



104

BOAT GOURMET

Vignamare

people a few years ago and today a solid point of reference that includes a bistro, a restaurant and a farm with a series of initiatives and organised itineraries, to educate visitors about living surrounded by nature, and to leave guests rejuvenated, in the fullest sense of the word. There is also a multipurpose workshop where preserves, honey, cheese and sausages are made. The restaurant was created in a restored abandoned water cistern from the 1970s. Its shape is circular and the interior is clad in solid oak, reminiscent of a wine cask. Maître Davide Amadore and his staff provide a stylish reception. Servetto, a chef of immense culture, works with great passion to offer an immersive gourmet experience. Il Vignamare si trova in una struttura, tra uliveti e vigneti fronte mare, sorta dal recupero di una vecchia cisterna d’acqua, restaurata nel pieno rispetto dell’ambiente circostante. The Vignamare is located in a building surrounded by olive groves and vineyards facing the sea, created from the sensitive restoration of an old water cistern.



106

HARBOURS

I porti e i

giovani Marinas and the young

NON ABBIAMO NUMERI E STATISTICHE ATTENDIBILI, MA SIAMO PERVASI DALL’IDEA CHE L’ETÀ MEDIA DELLA GENTE CHE VA PER MARE SI STIA ABBASSANDO SENSIBILMENTE WE DON’T HAVE ANY RELIABLE FIGURES OR STATISTICS, BUT WE HAVE A STRONG FEELING THAT THE AVERAGE AGE OF PEOPLE WHO GO TO SEA TODAY IS GETTING SIGNIFICANTLY YOUNGER

by Paolo Viola*


barchemagazine.com

107


108

HARBOURS

A

bbiamo tutti il ricordo dell’epoca in cui manovrare una barca di una certa dimensione, a motore o a vela, era appannaggio quasi esclusivo di uomini adulti, anche di età abbastanza avanzata. Ora, fortunatamente, non solo cominciano ad emergere le donne skipper, ma appena i ragazzi prendono la patente nautica - e tendono a farlo non appena l’età glielo consente vogliono subito mettersi al timone e togliere lo scettro al capofamiglia. Aiutati dalla tecnologia di bordo, che maneggiano molto meglio dei loro genitori, e dalle più sviluppate capacità atletiche - specialmente se si tratta di barche a vela - i ragazzi sono sempre più protagonisti del mondo del diporto nautico: quando non hanno una barca di famiglia si appoggiano ai charter e fanno le vacanze-crociera in gruppi di amici spesso senza aver bisogno di skipper terzi.

Partendo da queste considerazioni ho voluto sentire un giovane studente universitario - un ventiquattrenne dotato di patente nautica, con un proprio equipaggio quasi stabile, avvezzo a condurre sia la barca del padre, sia barche affittate con amici nei mari più attraenti - per chiedergli cosa si aspetta da un marina, come lo sceglie, come lo usa. Ed ecco le considerazioni di Gabriele Orlandi, milanese, laurea triennale in ingegneria al Politecnico di Milano, barca di famiglia (un 25 piedi) ormeggiata stabilmente a Porto Azzurro. ero a er ent a e di io ani he approcciano il mondo della navigazione è in aumento e sempre più ragazzi si interessano alla nautica sia come vacanza esti a di a he iorno sia er a ent re i n he s ar he in a tto o di proprietà della famiglia. Fenomeno probabilmente dovuto allo

«LA PERCENTUALE DI GIOVANI CHE APPROCCIANO IL MONDO DELLA NAVIGAZIONE È IN AUMENTO. SI TRATTA DI UN FENOMENO DOVUTO PROBABILMENTE ALLO SVILUPPO DEI SOCIAL MEDIA CHE LI PORTANO A SCOPRIRE E AD AVVICINARE SEMPRE PIÙ L’AMBITO MARINARESCO». «THE PERCENTAGE OF YOUNG PEOPLE GETTING INVOLVED IN BOATING IS INCREASING. THIS PHENOMENON IS PROBABLY DUE TO THE DEVELOPMENT OF SOCIAL MEDIA, WHICH TODAY ALLOWS YOUNG PEOPLE TO DISCOVER AND LEARN MORE ABOUT THE NAUTICAL WORLD». GABRIELE ORLANDI

sviluppo dei mezzi di informazione e dei social che portano i giovani a scoprire e ad avvicinare sempre più l’ambito marinaresco. Negli ultimi decenni c’è stato un incremento sostanziale nel numero di scuole veliche o na ti he he offrono orsi er i i io ani an he in et infanti e e esto ha ermesso che non solo i giovani ne venissero a conoscenza ma che imparassero come funziona il mondo della nautica”. Ma come vi procurate, o dove trovate, le imbarcazioni per le vostre gite o vacanze? Un altro fattore che ha attivato esto am iamento si ramente l’aumento delle compagnie di charter che permettono anche ai giovani di noleggiare o a ttare im ar a ioni er eriodi re i rante i eriodo esti o ando si no e ia n im ar a ione si hiama n gruppo di amici per fare un’esperienza di vita in comune e chi non è mai stato in ar a s o rire i fas ino di e mondo è così che si crea una reazione a catena che porta sempre più giovani ad avvicinarsi al diporto nautico. Prendete le barche con o senza skipper? Preferite navigare con uno skipper professionista o con uno skipper scelto fra voi? Il charter è tuttavia possibile solo se almeno una persona all’interno del gruppo ha la patente nautica i he non sem re ero in tal caso ci vengono in aiuto gli skipper che mettono a disposizione la loro esperienza e ci danno i primi rudimenti. Grazie al charter il mondo della nautica è rati a i e sia dai i es erti sia a hi non è mai stato neanche su un molo. E vi piace navigare anche d’inverno, ci sono molte barche in giro nei mesi freddi? È più complicato e più raro er h a a sa de e ro a i i a ersit meteoro o i he so o i i es erti e im a idi si mettono a timone si ramente non i neo ti i onse en a in in erno navigano principalmente coloro che hanno una barca di proprietà o un amico che gliela presta. Come scegliete il porto da cui imbarcarvi o al quale fare riferimento per la vacanza in mare? Avete preferenze chiare ed esplicite, o vi a ate iuttosto al aso In realtà tutto di ende da ser i io di harter a a e i si ri o e o er h ne a iamo onos en a diretta o perché ci viene consigliato dal tam tam de i ami i oi i io ani er anto a assionati sono e identemente


barchemagazine.com

meno esperti dei loro “vecchi” e ciò implica he ando n ra a o s e ie n orto la prima cosa che cerca è la possibilità di mano rare in si re a di sa ere he non avrà problemi nel caso di errori. Molti porti si stanno adeguando per garantire la massima sicurezza anche a chi non è esperto nelle manovre più complesse. na tra dis riminante ne a s e ta di n orto da arte de i e i a i de a mia enera ione e non so o data si ramente da a a it dei ser i i offerti non so o dal porto ma anche dall’area limitrofa. Per anto sia attraente a na i a ione na volta arrivati a terra è confortevole andare a isitare i o o e ritro are ei ser i i he ossono intrattenere i ra a i e offrire situazioni di socialità che spesso mancano do o a he iorno di na i a ione sit a ioni an he di erse da e e ti i he offerte nei marina ana mente an he er na estione e onomi a a a ena in un ristorante tendiamo a preferire una ena in ar a e oi s ita in a he o aes n omare tti ei ser i i che richiamano socialità sono sempre ben accolti dai ragazzi che ad un porticciolo sperduto nel nulla preferiranno sempre un porto cittadino o il borgo marinaro dove può capitare di incontrare e conoscere gente diversa. er esto moti o a s e ta de orto in i sostare ricadrà principalmente nelle località animate e nelle cittadine vivaci piuttosto he nei ser i i s e i i resenti ne orto Altro tema importante credo siano gli aspetti economici, che immagino dominino, almeno in parte, le scelte dei giovani nel programmare una crociera o una vacanza in barca. Me ne vuoi parlare? Un fattore che in en a mo to a de isione de orto in i sostare è sicuramente l’aspetto economico. I giovani per ovvie ragioni non hanno asi mai n indi enden a e onomi a o na antit di so di he ermette oro di non rarsi de re o de a sosta in orto I ragazzi sono sempre più protagonisti del mondo del diporto nautico grazie alla tecnologia di bordo, che maneggiano molto meglio dei loro genitori, e dalle più sviluppate capacità atletiche, specialmente se si tratta di barche a vela. Young people are becoming the protagonists of recreational boating thanks to the technology on board, which they can handle much better than their parents, and their more developed sporting skills, which are particularly useful on sailing boats.

indi ad n orto on i ser i i ma i costoso si predilige un porto più economico do e ei ser i i man anti si ritro ano in paese. Ciò implica che i giovani tendano a sfr ttare i orti meno fre entemente e magari a passare una notte in più in rada usando i porti solo per necessità emer en e rifornimento am sa et on so o as etto e onomi o orta a esta scelta ma anche il fatto che la tecnologia e l’ammodernamento sono sempre più fattori di stress. Quindi si tende a ricercare posti tran i i ontani da t tto e da t tti do e “staccare la spina” per un breve periodo e sicuramente una notte in rada fornisce esto omfort in om ara i e a a e he si prova a risvegliarsi in mezzo ad una baia on so o a a he ti ir onda

Sembra di capire, da quanto ci ha raccontato Gabriele, che sia in crescita il numero di ragazzi che amano navigare, e questa non può che essere una gran bella notizia. Andar per mare insegna molte cose e forma in profondità i ragazzi e le ragazze. Insegna loro a “fare squadra”, cosa che servirà molto nella vita di lavoro; ad essere solidali nei momenti di difficolt e di pericolo ad unire e contemperare ardimento e prudenza; a gestire la convivenza al di fuori della vita di famiglia. È una grande scuola di vita e non possiamo che essere felici di sapere che tanti di loro vi si cimentino, ne apprendano l’arte, vi si appassionino.

109


110

HARBOURS

I servizi che richiamano socialità sono sempre ben accolti dai ragazzi che, ad un porticciolo sperduto nel nulla, preferiranno sempre un porto cittadino o il borgo marinaro dove può capitare di incontrare e conoscere gente diversa.

W

e all remember the days when steering a boat of a certain size, whether motor or sail, was almost exclusively the domain of mature men of a certain age. Today, thankfully, we are no longer surprised to see a female skipper at the helm, but we are increasingly seeing much younger people taking to the water. As soon as they get their boating licence - and they tend to do so as soon as they are old enough - the young want to take over the helm from the head of the family. Aided by the technology on board, which they can handle much better than their parents, and by their more developed sporting skills, which are particularly useful on sailing boats, these young people are increasingly becoming the protagonists of the pleasure boating scene: if they don’t have a family boat, they use charter boats and go on cruises with groups of friends, often without the need for an external skipper. With these thoughts in mind, I wanted to talk to a young university student - a twenty-four-year-

Any services that allow you to enjoy a social life are always welcome among the younger crowd. Young people will always prefer a city harbour to a small port in the middle of nowhere or perhaps a seaside v a e here yo can meet d erent ty es of people.

old young man with a boating licence and his quasi-stable crew, used to sailing both his father’s boat and boats chartered with friends in the most attractive seas. I asked him what he looks for in a marina, how he chooses one and how he uses it. And here are the thoughts of Gabriele Orlandi, born in Milan, with a BA degree in engineering from the Politecnico di Milano. He has a family boat (a 25-footer) permanently moored at Porto Azzurro. “It is true. The percentage of young people taking up boating is increasing and more and more young people are interested in oatin oth as a form of s mmer ho ida for a fe da s and for on er ad ent res on chartered boats or boats owned by their families. This phenomenon is probably due to the development of information and so ia media hi h a o o n eo e today to discover and learn more about the na ti a or d n re ent de ades there has een a si ni ant in rease in the n m er of sai in or na ti a s hoo s that offer o rses for o n eo e e en hi dren

and this has led to young people not only dis o erin the na ti a or d t a so learning more about how it works”. here o ou usuall fi the oats for your day trips or holidays? Another factor in this change is undoubtedly the greater number of charter companies that now allow young people to charter or hire boats for shorter periods. During the s mmer hen o harter a oat o call up a group of friends to share a life e erien e and those ho ha e ne er een on a boat before can discover the appeal of this or d his s a sets off a hain reaction that attracts more and more young people to recreational boating. Do you charter with or without a skipper? Do you prefer to sail with a professional skipper or with a skipper you choose from your group? Chartering is only possible if at least one erson in the ro has a sai in i en e hi h is not a a s the ase n this ase we ask for the support of skippers who will share their experience and teach us the asi s hanks to harterin oatin an be enjoyed by experienced sailors as well as those who have never been on a dock before. Do you like to sail in winter? Are there many boats at sea during the colder months? Hat is more complicated and seldom because due to the likely ad erse eather onditions on the most experienced and fearless sailors would be at the he m in inter ertain not e inners onse ent those ho sai in the inter are mainly people who own a boat or have a friend who can lend them one. How do you choose the marina where you want to go on board or where you want to spend your boating holiday? Do you have clear and explicit preferences or do you leave it mostly to chance? t a it a de ends on the harter ser i e e se either e a se e know them directly or because someone in our circle of friends recommends them. And then o n eo e a tho h the ma e assionate a o t oatin are ne essari ess e erien ed than their arents hi h means that when a young person chooses a marina the rst thin the ook for is the ability to manoeuvre safely and the reassurance that they will not be in trouble if they make a mistake. Many marinas are making adjustments to ensure maximum safety for those with less experience of more complex manoeuvres. Another criterion that crews of my generation - but not only my generation - have when choosing a marina is the a it of the ser i es


barchemagazine.com

offered ot on the ser i es offered in the e en if it a ks those ser i es and ma e marina itse f t a so in the s rro ndin we can look for the services we need in the area tho h sai in is er attra ti e city. This means that young people tend to once you are ashore it is nice to be able to se marinas ess often erha s s endin an isit a es and nd those ser i es that an extra night at anchor or using marinas only entertain o n eo e and offer so ia hen ne essar emer en ies ref e in activities that they often miss after a few resto kin the a e et days at sea. These activities may even be o e er don t think e make this hoi e different from those t i a offered on for nan ia reasons t a so has marinas t s ite sim e for nan ia to do with the fact that technology and reasons e refer to eat dinner on oard modernisation are increasingly becoming rather than in a resta rant and ma e stress factors in our lives. So we tend to after dinner we go to a pub by the sea. ook for iet and ea ef a es a a All those services that allow you to enjoy a from e er thin and e er one here e social life are always welcome among the can really “unplug” for a short period of younger crowd. Young people will always time and a ni ht at an hor an ertain prefer a city harbour to a small port in the provide that comfort. The peace you feel middle of nowhere when you wake or maybe a seaside up in the middle of MOLTI PORTI SI STANNO village where you can a bay surrounded meet different kinds of ADEGUANDO PER GARANTIRE only by water is LA MASSIMA SICUREZZA people. incomparable. ANCHE A CHI NON È ESPERTO It seems to or this reason o r NELLE MANOVRE PIÙ choice of marina will me, from what COMPLESSE. always be based more Gabriele has MANY MARINAS ARE on how lively the town told us, that the ADAPTING TO ENSURE THE or village is than on number of young MAXIMUM LEVEL OF SAFETY, people who the s e i ser i es it EVEN FOR THOSE WHO offers love boating is HAVE LESS EXPERIENCE I think another increasing and that WITH THE MORE COMPLEX important issue can only be good MANOEUVRES. is the fi a ial news. aspect, which I Going to sea ima i e is at least artl i ue i teaches many things and can teach the choices that young people make these young men and women many life when planning a cruise or a boating lessons. It can teach them “teamwork”, holiday. Could you talk about that? which will be very useful in their he nan ia as e t ndo ted has a personal and professional lives; major impact on the choice of marina. For solidarity in moments of hardship and o io s reasons o n eo e are rare danger; how to combine and reconcile nan ia inde endent nor do the ha e courage and prudence; how to live an amount of money that allows them not together outside family life. It is a to worry about the price of mooring in a great school of life and we can only marina o es instead of a marina that be happy that so many of them are offers more ser i es t is more e ensi e trying it, learning the art and becoming e often refer a marina that osts ess passionate about boating.

*Paolo Viola Paolo Viola (Napoli, 1936) è ingegnere-urbanista, specializzato in progettazione portuale, responsabile dell’area “Marina & Waterfront” di WiP Architetti s.r.l., classificato fra i primi 100 studi di architettura e design d’Italia. Ha fondato il Master sulla an fica one e ro etta one sostenibile delle aree portuali” dell’Università Federico II° di Napoli ed è autore del volume “Porti turistici, approccio multidisciplinare per una strategia progettuale integrata” (Flaccovio, 2010). Paolo Viola (Naples, 1936) is an engineer and urban planner specialising in harbour design, head of the “Marina & Waterfront” area at WiP Architetti s.r.l., ranked among the top 100 arch tect re and des n firms n ta y. He founded the Master’s programme on “Sustainable planning and design of harbour areas” at the Università Federico II° in Naples and is the author of the book “Porti turistici, approccio multidisciplinare per una strategia progettuale integrata” (Marinas, a multidisciplinary approach for an integrated design strategy Flaccovio, 2010).

111


P 112

Ultima Sunreef Yachts PREVIEW Ultima Sunreef Yachts

Preview


barchemagazine.com barchemagazine.com

New eco

generation

ULTIMA È LA NUOVA GAMMA DI CATAMARANI A MOTORE IBRIDI HI-TECH PRODOTTA DA SUNREEF YACHTS ULTIMA IS THE NEW RANGE OF HIGH-TECH HYBRID POWER CATAMARANS FROM SUNREEF YACHTS

by Andrea Dini

113


114

PREVIEW

F

Ultima Sunreef Yachts

rancis Lapp, fondatore e presidente del cantiere Sunreef Yachts, ha idee molto chiare su come rispondere alla forte domanda del mercato di una nautica più ecocompatibile. Il cantiere Sunreef, fondato a Danzica in Polonia nel , realizza multiscafi a vela e a motore di lusso. Ad oggi ha costruito oltre duecento barche che solcano i mari di tutto il mondo. Dopo aver presentato i modelli 44 e 55 Ultima, il cantiere ha ampliato la gamma con un catamarano di 88 piedi. Questi yacht combinano il meglio della idrodinamica

del monoscafo con un pescaggio ridotto del multiscafo e con un maggior spazio abitativo. a gamma Ultima impiega un nuovo tipo di architettura navale con un disegno che consente di ridurre la resistenza idrodinamica e migliorare prestazioni ed efficienza energetica. I catamarani Sunreef Yachts Eco sono il futuro della nautica da diporto sostenibile. Con un approccio a 360° alla crociera eco-responsabile, offrono soluzioni di propulsione ecologica all’avanguardia, materiali di finitura di origine naturale, gestione intelligente

SUNREEF 88 ULTIMA Il sistema di energia solare di Sunreef Yachts, i banchi batterie progettati su misura e la propulsione ibrida hi-tech garantiscono all’88 Ultima una grande dose di energia verde per un’esperienza di crociera in totale silenzio. La cabina armatoriale è a tutto baglio con sauna privata, le cabine ospiti sono molto spaziose. Per gli interni, molto luminosi, sono stati utilizzati legni sostenibili, plastica riciclata e tessuti di recupero. Le zone giorno e relax sono state progettate per ridurre l’illuminazione artificiale e l’aria condizionata. Quando è il momento di divertirsi, 88 Ultima apre le sue piattaforme di murata e il garage di poppa e si trasforma in una Ocean Lounge walkaround. Sunreef Yachts’ solar power system, custom battery banks and high-tech hybrid propulsion give the Sunreef 88 Ultima a big green power boost for a clean and quiet cruising experience. The full-beam master stateroom has a private sauna and the guest cabins are very spacious. Her light-filled interiors use sustainable woods, recycled plastics and reclaimed fabrics. The living and saloon areas have been designed to reduce artificial lighting and air conditioning. When it’s time to play, 88 Ultima opens her bulwark platforms and aft garage and transforms into a walkaround Ocean Lounge.

Sunreef 88 Ultima.


barchemagazine.com

Sunreef 88 Ultima.

115


116

PREVIEW

Ultima Sunreef Yachts

Sunreef 66 Ultima.

SUNREEF 66 ULTIMA Il Sunreef 66 Ultima o re un mix perfetto di prestazioni e lusso a bordo con un’architettura elegante e interni personalizzati su misura. Le sue caratteristiche principali includono una cabina armatoriale a tutto baglio, un ampio ponte di poppa con piattaforme pieghevoli e un generoso ybridge. The Sunreef 66 Ultima o ers the perfect blend of performance and on-board luxury with sleek architecture and bespoke interiors. Key features include a full-beam master stateroom, a large aft deck with folding platforms and a spacious ybridge.

dell’energia e nuove tecnologie, tra cui un sistema di produzione di energia solare integrato in composito prodotto direttamente da Sunreef. Inoltre, vengono utilizzate batterie ultraleggere, progettate su misura, un innovativo sistema di climatizzazione, generatori eolici, vernici non tossiche, strutture in composito ultraleggere, nonché dissalatori e sistemi di risparmio idrico all’avanguardia. Gli architetti di Sunreef propongono un interior design, frutto di una ricerca equilibrata, che punta al lusso e all’eleganza senza mai rinunciare a comfort e godibilità. I dettagli e le finiture sono curati in ogni sfumatura e scelta.

F

rancis Lapp, founder and president of unreef achts, has very clear ideas about how to respond to the strong market demand for more environmentally friendly boating solutions. The Sunreef shipyard, founded in Gdansk, oland in , builds luxury sailing and motor multihulls. To date it has built over two hundred boats that sail the seas all over the world. Following the launch of the 44 and 55 Ultima models, the yard has expanded its range to include an 88foot catamaran. These yachts combine the best of monohull dynamics with multihull living space and shallow draft.

SUNREEF 77 ULTIMA Questo catamarano ibrido sportivo consente di godere di ottime prestazioni e ampi spazi abitativi. Pensato per crociere veloci con amici e familiari, sport acquatici e relax, accoglie fino a dieci ospiti a bordo e vanta un ybridge con Jacuzzi.

Sunreef 77 Ultima.

This sporty hybrid catamaran o ers a new level of efficiency, living space and performance. This yacht is designed for fast cruising with friends and family, watersports and lounging. She accommodates up to ten guests and features a ybridge with Jacuzzi.


barchemagazine.com

«Abbiamo progettato un’architettura navale più innovativa per i nostri catamarani. La forma dello scafo garantisce una navigazione nel massimo comfort e con consumi ridotti. Per raggiungere questo obiettivo, abbiamo combinato il meglio della fi osofia ro ett a e de m t scafo e del monoscafo. Questo concetto è incentrato su crociere veloci, am o s a o ab tat vo ed e c en a energetica».

Sunreef 77 Ultima.

«We have designed a more innovative naval architecture for our catamarans. The shape of the hull guarantees sailing with the highest comfort and reduced consumption. To achieve this, we have combined the best of multihull and monohull design philosophies. This concept is all about fast cruising, s ac o s v n and ener y e c ency . Francis Lapp

117


118

PREVIEW

Ultima Sunreef Yachts

Sunreef 55 Ultima.

SUNREEF 55 ULTIMA

Catamarano ibrido con ampio spazio abitativo, il Sunreef 55 Ultima è caratterizzato da un ponte walkaround, un salone semi-aperto e una poppa con murate ribaltabili. A hybrid catamaran with an amazing amount of living space, the Sunreef 55 Ultima features a walk-around deck, a large semi-open saloon and a spacious aft section with two folding bulwark platforms.

The Ultima range creates a new type of marine architecture with a design that reduces drag for improved performance and energy efficiency. Sunreef Yachts Eco Catamarans are the future of sustainable cruising. Offering a complete approach to eco-cruising, they feature state-of-the-art green propulsion systems, finishes based on materials of natural origin, intelligent energy management and new technologies, including an integrated, custom-designed composite solar panel system manufactured directly by Sunreef. The boats also feature ultralightweight, custom-designed battery banks, an innovative air conditioning system, aeolic generators, non-toxic paints, ultra-light composite structures and state-of-the-art desalination and water conservation systems. Sunreef ’s architects propose an interior design that is the result of balanced research, aiming for luxury and elegance without ever sacrificing comfort and pleasure. The details and finishes are meticulous in every nuance and choice.

SUNREEF 44 ULTIMA

Si tratta del modello entry level della gamma. Catamarano veloce, con propulsione ibrida, può essere dotato del sistema di energia solare realizzato da Sunreef Yachts per garantire un’alta efficienza energetica.

Sunreef 44 Ultima.

This is the entry level model of the range. A fast hybrid catamaran that can be fitted with Sunreef Yachts’ bespoke solar power system for extreme energy efficiency.



P 120

WiderCat 92 PREVIEW

WiderCat 92

Preview


barchemagazine.com barchemagazine.com

Impronta green

Green INFLUENCE IL CATAMARANO DI WIDER È UNA RISPOSTA EFFICIENTE ALLA DOMANDA DI UNA NAUTICA ECOSOSTENIBILE. DOTATO DI UN SISTEMA DI PROPULSIONE IBRIDA, PUÒ NAVIGARE ALLA VELOCITÀ MASSIMA DI 15 NODI. LUCA DINI DESIGN HA FIRMATO LE LINEE ESTERNE E INTERNE WIDER CAT IS AN EFFECTIVE RESPONSE TO THE DEMAND FOR ECO-SUSTAINABLE NAUTICAL ACTIVITIES. EQUIPPED WITH A HYBRID PROPULSION SYSTEM, THIS VESSEL CAN SAIL AT A MAXIMUM SPEED OF 15 KNOTS. LUCA DINI HAS SIGNED BOTH THE EXTERIOR AND INTERIOR LINES

by Massimo Longoni

121


122

PREVIEW

WiderCat 92

È

stata varata la prima unità del WiderCat 92. Lungo 28 metri con un baglio di 12, è l’attuale ammiraglia della gamma di catamarani a propulsione ibrida seriale di Wider. “Il WiderCat 92 è un capolavoro collettivo, una sintesi di visione, maestria e tecnologia all’avanguardia”, ha dichiarato Marcello Maggi, che guida W-Fin Sarl, la holding che detiene il 100% del capitale di Wider. WiderCat 92, disegnato da Luca Dini Design & Architecture in collaborazione con il Centro Stile Wider, è dotato della versione più recente del serial hybrid propulsion system, introdotto per la prima volta nel 2015 nel mondo dei superyacht da Wider. Appositamente progettato con le migliori componenti per l’applicazione su un multiscafo, il sistema sfrutta la creazione di energia elettrica sia tramite generatori, sia tramite pannelli solari. L’energia creata viene opportunamente gestita dal Wider Power Management System e utilizzata per la propulsione e per le utenze di bordo ottimizzando anche i consumi grazie al livellamento dei giri del generatore, se e quando coinvolto. Tutta l’energia prodotta e non utilizzata, grazie al software esclusivo, viene impiegata per ricaricare il pacco batterie, evitando ogni spreco. Per gli interni Luca Dini Design propone finiture e materiali che privilegiano tonalit chiare. I particolari in teak si alternano con grande armonia con i dettagli in ebano lucido. For the interior, Luca Dini Design ro oses fin shes and mater a s that favo r ht tones. Teak deta s a ternate harmon o s y th o shed ebony.


barchemagazine.com

123


124

PREVIEW

WiderCat 92

L’intero sistema è progettato e realizzato con l’impiego di hardware che ne permette il funzionamento in totale sicurezza e la navigazione in modalità completamente elettrica, in assoluto silenzio e assenza di vibrazioni. I consumi sono drasticamente ridotti, così come le emissioni inquinanti in atmosfera e gli intervalli di manutenzione dei componenti meccanici si allungano notevolmente rispetto ad una propulsione tradizionale. Alle eliche sono collegati solo ed esclusivamente i motori elettrici con tecnologia a magneti permanenti con una potenza massima di 583kW ciascuno e per la produzione di energia troviamo due generatori a giri variabili della potenza di 390kW ciascuno costituiti da due motori endotermici FPT modello

N67 570 Evo. L’energia è stoccata in 30 batterie con chimica LiFePO4 (Litio Ferro Fosfato) gestite da un avanzato Battery Management System, in grado di monitorare costantemente tutti i parametri di esercizio delle stesse. La scelta di questa chimica delle batterie è stata fatta per prevenire il thermal runaway, in quanto nelle batterie al Litio Ferro Fosfato il punto di incendio è molto più alto (circa 300 °C) rispetto a batterie più tradizionali come quelle al NMC (Nichel Manganese Cobalto). Tutto il sistema propulsivo garantisce una velocità di navigazione di 12 nodi che, grazie all’Electric Boost, può arrivare fino a nodi. In modalit di navigazione economica la velocità è di 8 nodi e l’autonomia arriva ad oltre 1.600 miglia nautiche. A 6 nodi, con il

Wider Serial Hybrid System, si possono percorrere fino a . miglia nautiche. Con la modalità Zero Emission Mode è possibile navigare per circa 27 miglia nautiche a 6 nodi in assoluto silenzio oppure avere 12 ore di autonomia con le sole batterie in caso di sosta in rada senza ricarica.

T

he WiderCat 92 has been launched. At 28 metres long and 12 metres wide, she is the current agship of Wider’s serial hybrid catamaran range. “The WiderCat 92 is a collective masterpiece, a synthesis of vision, craftmanship and cutting-edge technology”, said Marcello Maggi, head of W-Fin Sarl, the holding company that owns 100% of Wider’s equity. WiderCat 92, designed by Luca Dini Design


barchemagazine.com

Il main deck ha un’estensione di pi di 100 m2, di cui una met circa sono destinati alla cabina armatore che ha un’ampiezza paragonabile ad un wide body. Ampie vetrate, contatto con il mare, versatilit e privacy sono solo alcune delle feature principali. Sottocoperta il layout standard prevede due cabine Vip con un accesso diretto al beach club.

The ma n deck covers an area of more than m2 a most ha f of h ch s ded cated to the master stateroom a one th a beam com arab e to a de body. ar e ndo s f contact th the sea versat ty and r vacy are st some of the key feat res. e o deck the ayo t o ers t o cab ns th d rect access to the beach c b as standard.

125


126

PREVIEW

WiderCat 92

La tecnologia di navigazione include una piattaforma Garmin e un sistema di gestione dei ussi di energia molto intuitivo sviluppato in collaborazione con NIDEC e gestibile attraverso un’interfaccia HMI realizzata in-house da Wider. Il sistema audiovideo ha una filosofia plug play. L’armatore pu controllare tutto il sistema attraverso il suo smartphone personale.

The nav at on techno o y nc des a arm n dashboard and a h h y nt t ve ener y o mana ement system deve o ed n artnersh th h ch can be mana ed v a a se f deve o ed nterface. The a d o v deo system has a and ay h oso hy. The o ner can contro the ent re system v a h s smart hone.

& Architecture in partnership with the Centro Stile Wider, is equipped with the latest version of the serial hybrid propulsion system that Wider introduced to the superyacht segment in 2015. pecifically designed with the best components for multihull applications, the system utilises electrical power produced by generators and solar panels. The energy produced is managed appropriately by the Wider Power Management System and used for propulsion and on-board utilities, while at the same time optimising consumption by levelling out the generator revolutions when and where they are used. Thanks to exclusive software, any unused power generated is used to recharge the battery pack, eliminating waste. The whole system has been designed and built using specially optimised and tested hardware that ensures complete safety above all else, as well as running in full electric mode for completely silent and vibration-free cruising. Fuel consumption and pollutant emissions have been drastically reduced and the time between maintenance is longer compared to conventional propulsion systems. Only permanent magnet technology electric motors are connected to the thrusters, each providing 583kW maximum power,


barchemagazine.com

while energy is produced by two 390kW variable speed generators each one with twin N67 570 EVO FPT combustion engines. Energy is stored in 30 LiFePO4 (Lithium Iron Phosphate) chemistry batteries managed by a state-ofthe-art Battery Management System that constantly monitors operating parameters. This battery chemistry was chosen to prevent thermal runaway, given that the fire point of ithium Iron Phosphate batteries is much higher (about 300 °C) than more conventional batteries, for example, NMC (Nickel Manganese Cobalt) batteries. The entire propulsion system ensures a cruising speed of 12 knots, reaching 15 knots thanks to the Electric Boost. In saving cruising mode, the speed is 8 knots with a range of over 1,600 nautical miles. At 6 knots, the range is up to 2,400 nautical miles thanks to the Wider Serial Hybrid System. In Zero Emission Mode, you can sail approximately 27 nautical miles at 6 knots in complete silence, or provide 12 hours of autonomy on battery power alone without recharging when at anchor.

L’UPPER DECK COMPRENDE UN ALTRO POZZETTO A PRUA DI LIBERA CONFIGURAZIONE CHE A SCELTA DELL’ARMATORE PUÒ INCLUDERE UNA DINETTE/ LOUNGE E UNA JACUZZI. THE UPPER DECK INCLUDES ANOTHER FORWARD COCKPIT, THAT THE OWNER IS FREE TO CUSTOMISE BY INCORPORATING A DINETTE/ LOUNGE AND A JACUZZI.

127


S 128

Royal Huisman Nilaya Royal Huisman Nilaya SUPERYACHT

Superyacht

NILAYA, SUPERYACHT A VELA DI 47 METRI DI LUNGHEZZA, COSTRUITO DA ROYAL HUISMAN E DISEGNATO DA NAUTA E REICHEL/PUGH, HA COMPLETATO LA SUA PRIMA TRAVERSATA TRANSATLANTICA NILAYA, A 47 METRE SAILING SUPERYACHT BUILT BY ROYAL HUISMAN AND DESIGNED BY NAUTA AND REICHEL/PUGH, HAS MADE HER FIRST ATLANTIC CROSSING

by Massimo Longoni

photo by Carlo Borlenghi, Nico Martinez, Tom van Oossanen and Giuliano Sargentini


barchemagazine.com barchemagazine.com

Riscrivere la storia

Rewriting the story

129


130

SUPERYACHT

Royal Huisman Nilaya

L

e brillanti prestazioni di Nilaya erano già apparse evidenti durante le prove in mare, e da allora l’armatore ha preso in consegna lo yacht e ha iniziato a godersi la sua eccezionale combinazione di comfort interno e performance veliche. Nilaya ha navigato verso Antigua, alla fine di novembre dopo una traversata atlantica di dieci giorni, rispondendo a tutte le aspettative del proprietario per velocità, robustezza, affidabilit e silenzio e con la soddisfazione del responsabile del racing team Bouwe Bekking e del Comandante Romke Loopik. “Il basso ro o s orti o a r a dritta e e am ie se ioni di o a ri rendono a ne de e so ioni de re edente a ht de s o armatore om ni ando a o stesso tem o e o it e resta ioni an ora mi iori , afferma ario edol, cofondatore di Nauta Design. “Nilaya i s er a ht a e a in a minio i e ero a mondo er a s a n he a ris ri endo a storia dei s er a ht ad a te resta ioni Quando decise di costruire uno yacht più grande, l’armatore era determinato a mantenere il medesimo disegno della tuga e lo spirito sportivo e, per raggiungere questo obiettivo, ha riunito gli stessi protagonisti, ovvero Nauta Design per il general concept, il design di esterni ed interni, eichel ugh per l’architettura Il decoratore dell’armatore, May Vervoordt, ha scelto tutti i materiali utilizzati per arredare gli interni. The owner’s decorator, May Vervoordt, chose the materials used in the interior styling.


barchemagazine.com

131


132

SUPERYACHT

Royal Huisman Nilaya

navale e igel Ingram di C come suo rappresentante. L’armatore ha lanciato una sfida complessa più comfort a bordo per una migliore qualità della vita con livelli di rumore più bassi, il tutto senza sacrificare la velocit . eichel ugh acht Design ha progettato e gestito uno studio di uidodinamica computazionale coinvolgendo gli specialisti dell’America’s Cup, ario Caponnetto e Francis Hueber, assieme a Giorgio rovinciali per l’analisi delle prestazioni con il elocity rediction rogram. Lo studio completo del disegno dello scafo ha consentito di migliorare la tenuta e il movimento in mare e le performance sia a vela sia a motore a varie velocità e angoli di sbandamento con diverse condizioni d’onda, migliorando contemporaneamente anche le prestazioni reali e quelle nominali O Csy. eichel ugh ha testato 12 modelli prima di sviluppare la forma finale dello scafo. I risultati del hanno indicato che con nodi di vento Nilaya avrebbe navigato di bolina con randa e fiocco a una velocit di quasi 13 nodi e a quasi 18 nodi al lasco con un angolo del vento di e un vento reale di 15 nodi. Naturalmente, all’inizio si era pensato a una costruzione leggera in fibra di carbonio, ma il team di progettazione ha concluso che i vantaggi di una struttura di alluminio sarebbero risultati prevalenti. Infatti, la lunghezza di 47 metri della barca è al limite di ciò che ha senso costruire su stampo, mentre l’alluminio garantiva robustezza e silenziosità imbattibili, caratteristiche preziose per uno yacht d’altura. A pruavia, a dritta si trova la suite dell’armatore che, grazie al grande volume, o re lo spazio per un letto matrimoniale king-size, un divano a L, una zona ufficio e un bagno separato. «La cabina è stata na sfida ro ett a e o ch s trova sotto al recesso per il tender e ha richiesto un attento studio dei volumi». Forward and to the starboard there is the master cabin, which thanks to its great volume means there is plenty of room for a king-sized double bed, an L-shaped sofa, an office area, and a separate bathroom. «The cabin was a design challenge as it lies beneath the tender bay and required careful study of volumes». Massimo Gino


barchemagazine.com

133


134

SUPERYACHT

Royal Huisman Nilaya


barchemagazine.com

NILAYA È UNO YACHT IN GRADO DI EMOZIONARE OGNI VERO APPASSIONATO DI YACHTING. GRAZIE ALLE SUE LINEE BASSE E MODERNE, CON LA TUGA ABILMENTE NASCOSTA, È IMMEDIATAMENTE RICONOSCIBILE. INSTANTLY RECOGNISABLE FOR HER LOW, MODERN LINES AND ARTFULLY CONCEALED DECKHOUSE, NILAYA IS A YACHT TO EXCITE THE HEART OF ANY TRUE YACHTING FAN.

135


136

SUPERYACHT

Royal Huisman Nilaya


barchemagazine.com

Gli inserti in teak, sopra le murate di poppa, sui paramare e sulla tuga, arricchiscono ulteriormente la coperta. Un eccellente armo sloop realizzato in carbonio, che comprende l’albero Panamax, consente una straordinaria efficienza a vela. La velocit al lasco è di 17 nodi con soli 18 nodi di vento reale. Teak inserts over the stern bulwarks, on the handrails and in the deckhouse add to the richness of the deck. An exquisite bespoke carbon sloop rig gives her a Panamax air draft and the potential to set an extraordinary amount of sail. Nilaya can have 17 knots on a wide beam in just 18 knots of wind.

13

137


138

SUPERYACHT

Royal Huisman Nilaya

Royal Huisman ha applicato il suo metodo Featherlight, derivato dalla tecnologia dei veicoli spaziali e, assieme a Nauta e Reichel/Pugh, è riuscito a ottenere un notevole risparmio di peso, variando lo spessore dei pannelli Alustar e la distanza delle ossature, e utilizzando pannelli leggeri con all’interno un’anima di schiuma e compositi hi-tech in fibra di carbonio. Royal Huisman has applied its Featherlight methodology, adapted from aerospace technology, and together with Nauta and e che h has ach eved s n ficant weight savings by varying the thickness of the Alustar panels and the spacing of the frames, using lightweight foam core ane s ns de and h h tech carbon fibre composites.

o ensato he no s afo in a minio esa i in i di na ar a in ar onio ma i eso di s afo e o erta ra resenta so o i ir a de eso tota e di na ar a a e a , racconta ario edol. a nostra int i ione ini ia e era he no a ht a e a on ostr ione in a minio otesse essere mo to i e ero de a otta esistente ostr ita on esto materia e Ro a isman ha sosten to esta i otesi on ent siasmo e ha a ettato am i ioso o ietti o di ostr ire no a ht dis o ante e ero

N

ilaya’s sparkling performance was evident during the sea trials, but the owner has since taken delivery of the yacht and started to enjoy her exceptional blend of interior comfort and sailing talent. Nilaya sailed to

Antigua at the end of November after a ten-day Atlantic crossing, fulfilling all the owner’s expectations of speed, robustness, reliability and quietness to the satisfaction of her professional racing team leader Bouwe Bekking and full-time skipper Romke Loopik. “Nilaya s ra o ro e strai ht o and ide stern e ho the ook of her o ner s re io s a ht hi e omm ni atin e en reater s eed and erforman e , says ario edol, co-founder of Nauta Design. “Nilaya is the or d s i htest a mini m sai in s er a ht en th and re rites the histor of hi h erforman e s er a hts When he decided to upgrade to a larger yacht, the owner was determined not to lose the deckhouse look and adventurous spirit. To this end, he


barchemagazine.com

139


140

SUPERYACHT

Royal Huisman Nilaya

Engine room Royal Huisman ha sviluppato un sistema di propulsione essibile, che o re tre modi per alimentare l’elica a passo variabile, costituito da un motore endotermico Scania di 640 kW a 1800 giri/min, da un motore elettrico di 140 kW, 2 generatori a velocit variabile da 129 kW e un pacco batterie da 180 kWh per navigazioni silenziose.

Royal Huisman has developed a tr br d ro s on system h ch o ers three ways to power the variable pitch propeller, which consists of a Scania (640 kW @ 1800 rpm) + 140 kW permanent magnet motor, 2x 129 kW variable speed generators, and a 180 kWh battery pack for silent operations.

brought together the same key players for the new boat - Nauta Design for the overall concept, exterior and interior design, eichel ugh for the naval architecture and C ’s igel Ingram as owner’s representative. The owner set them all a tough challenge more comfort on board for a better quality of life with lower noise levels - all without sacrificing speed. eichel ugh acht Design designed and managed a Computational Fluid Dynamics (CFD) study bringing in America’s Cup CFD specialists ario Caponnetto, Francis Hueber and Giorgio rovinciali for the elocity rediction rogram performance analysis. This was a comprehensive hull design study to improve the sea-keeping and motion of both motoring and sailing at various speeds and heel angles in different wave conditions, while also improving real and ORCsy rated performance. eichel ugh ultimately tested models before the development of the final hull shape. The results indicated that in knots of breeze, Nilaya would sail upwind under the mainsail and jib with a boat speed of almost 13 knots and nearly 18 knots


barchemagazine.com

when reaching a wind angle of in a 15-knot breeze. Lightweight carbon fibre was considered early on, but the design team concluded that the advantages of an aluminium structure were overwhelming. For one thing, the boat’s 47m size is at the upper limit of what makes sense to mould, while aluminium offers unbeatable strength and quiet - valuable qualities for a bluewater cruiser. started thinkin that an a mini m h ei hs more than a ar on oat t the ei ht of the h and de k is on a o t of the tota ei ht of a sai in a ht , says ario edol. r ear int ition as that an a mini m sai in a ht o d e m h i hter than the e istin a mini m eet Ro a isman enth siasti a s orted this ision and a e ted the ha en e of i din a i ht dis a ement a ht

ROYAL HUISMAN Flevoweg 1 NL-8325 PA Vollenhove Paesi Bassi www.royalhuisman.com

GENERAL CONCEPT, EXTERIOR & INTERIOR DESIGN Nauta Design NAVAL ARCHITECTURE Reichel/Pugh OWNERS’ NEWBUILD REPRESENTATIVE Nigel Ingram, MCM Newport OWNERS’ PRO RACE TEAM Bouwe Bekking HULL Length overall: 47m • Length waterline: 45m • Beam: 10m • Draft: 4.5-6.9m Accommodation: 8-10 owners/guests + 8 crew • Construction: Aluminum + carbon composite RIG Carbon Panamax mast + furling boom, Rondal SAIL HANDLING Integrated Sailing System, Rondal RIGGING Carbo-Link elliptical, carbon MAST HEIGHT 62.5m, full air draft: 63.9m SAIL AREA 1,269sq m upwind, 2,141sq m downwind SAILS Doyle Sails, Structured Lu CLASSIFICATION Lloyd’s SSC hull certificate

141


S 142

Mangusta Oceano 39 Mangusta Oceano 39 SUPERYACHT

Superyacht


Orizzonti barchemagazine.com barchemagazine.com

infiniti

nfinite horizons L’ULTIMO NATO DELLA GAMMA OCEANO DI MANGUSTA È UN DISLOCANTE IN COMPOSITO DI 39 METRI IN CUI ECCELLENZA TECNICA E DESIGN PARTECIPANO IN EGUAL MISURA A RENDERE AUTENTICO IL CONTATTO CON LA NATURA THE LATEST ADDITION TO THE MANGUSTA OCEANO FAMILY IS A 39 METRE COMPOSITE DISPLACEMENT YACHT THAT OFFERS REAL CONTACT WITH NATURE THROUGH EQUAL PARTS TECHNICAL EXCELLENCE AND DESIGN

by Olimpia De Casa

143


144

SUPERYACHT

L

Mangusta Oceano 39

a definizione di entry level non deve trarre in inganno. ur essendo l’unit più piccola della linea dislocante angusta Oceano, di cui fanno parte il e il metri, il rappresenta in realt lo stato dell’arte della otta a lunga percorrenza del cantiere di iareggio. ealizzato in composito con sovrastruttura in fibra di carbonio, il nuovo tre ponti sublima infatti il volto unico dell’intera gamma, offrendo soluzioni progettuali, contenutistiche

e tecnologiche ai vertici dell’intera categoria di riferimento. asce dall’esperienza dell’ufficio tecnico di Overmarine Group, che si è avvalso della collaborazione del designer Alberto ancini, coinvolto nell’elaborazione degli esterni e degli interni, e dello studio erme per la parte ingegneristica. ’esito è uno yacht in cui si integrano alla pari ricerca stilistica e tecnica d’avanguardia, criteri che da sempre, insieme ad affidabilit e performance,

Il salone principale contornato da vetrate a tutta altezza, in parte apribili, che creano un unico ambiente tra aree interne ed esterne. Di grande impatto la parete di fondo che fa da cornice al tavolo da pranzo. realizzata con inserti di pelle in nuance chiare, beige e acquamarina, alternati a elementi in legno che disegnano un elegante motivo geometrico, richiamando quello proposto sul cielino in corrispondenza dei divani.


barchemagazine.com

The main saloon is surrounded by oor to ce n ndo s some of h ch can be o ened to create a seam ess trans t on bet een ndoors and o tdoors. str k n back a frames the d n n tab e th str s of ht be e and a amar ne eather a ternat n th ood e ements to create a sty sh eometr c attern that echoes the ce n near the sofas.

145


146

SUPERYACHT

Mangusta Oceano 39

Alberto Mancini Yacht Design ha firmato le linee esterne e interne. berto anc n nteri r acht es n ned the and e teri r des e terna and desi ner nterna nes.

Alberto Mancini

accompagnano la filosofia progettuale del brand della famiglia alducci. Il desiderio, sempre più imprescindibile, del contatto reale e diretto con il mare è assecondato con uno sviluppo innovativo degli spazi aperti grazie ad una sovrastruttura minimal e all’impiego massivo delle superfici vetrate, denominatore comune dell’intero progetto. trategico è anche lo studio dell’illuminazione, che mette in evidenza l’essenza del teak dei ponti esterni e d forma ad una continuit di materiali tra in e out . ’area più suggestiva uanto ad affaccio sull’elemento blu è uella del ponte superiore, che ricorda il patio di una moderna villa a picco sul mare. erito della comunicazione totale tra spazi interni ed esterni con la porta di poppa che si apre completamente offrendo un unico ambiente, provvisto, nella parte al chiuso, di finestre laterali terra cielo, di cui una ad apertura integrale. I toni caldi e accoglienti degli interni si sposano perfettamente agli arredi avvolgenti firmati inotti, con il divano Connery corredato di panca e pouf protagonista di uno spazio sociale particolarmente versatile, da vivere con gli amici nel completo rela e con lo sguardo sempre rivolto sul mare. Completano l’upper salon un coffee table, anch’esso di inotti, che ha lo stesso rivestimento in marmo Calacatta del tavolo da pranzo servito da poltroncine Tribù. Il rapporto simbiotico con il paesaggio diventa potentissimo non appena ci si sposta all’esterno, dove il dialogo senza limiti tra cielo e ac ua diventa ininterrotto, in ogni momento della giornata, per tramite ancora una volta del vetro.

Dall’esterno, la vista di profilo e soprattutto frontale rivela una prua possente a protezione della timoneria vetrata che sovrasta l’area prodiera con la piscina infinity - e fondo parzialmente vetrato per inondare di luce naturale il bagno della cabina armatoriale -, circondata da arredi loose, uali chaise longue, poltrone, sof e tavolini appoggio sempre firmati inotti. alendo al ponte sole, si ha a disposizione una superficie arredata di metri uadrati, protetta nell’area centrale dall’ampio hardtop per godere a piacimento del comfort offerto tanto dalla zona d’ombra che ospita l’area bar uanto da uella completamente aperta che accoglie i sunbed rivolti verso la scia dello yacht. Estremamente versatile è anche la parte poppiera del lower deck che si estende su una superficie di oppure metri uadrati a seconda della configurazione scelta tender, uella di uesta unit , o lounge. In entrambe le versioni, le terrazze laterali abbattibili consentono di usufruire di una beach area che si apre a sull’ac ua per trascorrere momenti esclusivi di pace in intima contemplazione del panorama. Il salone principale, illuminato a giorno da vetrate a tutta altezza, di cui una apribile, è un elegante open space contraddistinto dalle stesse tonalit morbide scelte per le aree attrezzate esterne. rocedendo da poppa a prua, la scansione degli ambienti, living e dining, è uindi affidata all’arredamento che prevede su entrambi i lati del salone divani e sedute oltrona Frau, compresa l’iconica armchair Archibald, affiancati da tavolini bassi inotti con top in Calacatta, e area pranzo, con tavolo Jane


barchemagazine.com La porzione centrale del bagno armatoriale a tutto baglio, quella dedicata ai lavabi per lei e per lui , pu rimanere aperta sulla suite per dare profondit all’ambiente e godere in ogni momento dei ri essi di luce che penetrano dal fondo vetrato della piscina sovrastante. The centra art of the f beam o ners bathroom th h s and hers s nks can be eft o en to the s te to ve de th to the s ace and to en oy the re ect ons of ht from the a ed oo bottom above thro ho t the day.

147


148

SUPERYACHT

Mangusta Oceano 39

A bordo del primo Mangusta ceano possono comodamente pernottare sino a 12 ospiti in cinque cabine, due delle quali provviste di ulteriore pullman bed, e 7 membri di equipaggio compreso il comandante, il cui alloggio direttamente collegato alla plancia di governo. The first an sta Oceano 39 can comfortab y accommodate to ests n five cab ns t o of h ch have add t ona man beds and seven cre members nc d n the ca ta n hose arters are d rect y connected to the dashboard.

per dieci persone, impreziosita da una parete di fondo familiare. ipropone, infatti, gli stessi materiali pelle e legno , colori beige e ac uamarina e motivi un raffinato disegno geometrico visti sul ponte superiore nel rivestimento alle spalle del bancone bar. na scelta di grande coerenza stilistica, che aggiunge una pennellata di organica ricercatezza allo studio del design. er l’armatore di uesta prima unit , il layout prevede uattro cabine ospiti nel ponte inferiore e la suite padronale, con balcony gestibile in autonomia, nell’area prodiera del main deck. a sala da bagno, arredata con un doppio lavabo centrale e servizi separati a dritta, lascia spazio a una

doccia e tralarge vista mare sul lato sinistro. Completano lo spazio privato di metri uadrati un’ampia cabina armadio e una luminosa postazione studio adiacente all’ingresso. In sala macchine una coppia di tu di . cavalli ciascuno permette di raggiungere una velocit di nodi in crociera e una di alla massima potenza con un range di utilizzo che a mezzo carico, all’andatura economica di nodi, arriva a . miglia. u richiesta è possibile installare i motori da . cv che consentono al angusta Oceano 39 di navigare a nodi in crociera e a alla velocit di punta.


barchemagazine.com

FILO CONDUTTORE DEL PROGETTO È L’IMPIEGO MASSIVO DEL VETRO, CHE PERMETTE UNO SGUARDO A PERDITA D’OCCHIO NON SOLO QUANDO CI SI TROVA NEGLI SPAZI ALL’APERTO, MA ANCHE QUANDO SI È SEDUTI NEI LIVING INTERNI, GRAZIE ALLA RIDUZIONE AL MINIMO DI STRUTTURE E IMPAVESATE.

THE EXTENSIVE USE OF GLASS IS A RECURRING THEME THROUGHOUT THE DESIGN, PROVIDING UNINTERRUPTED VIEWS NOT ONLY FROM THE EXTERIOR BUT ALSO FROM THE INTERIOR, WITH STRUCTURES AND BULWARKS KEPT TO A MINIMUM.

149


150

SUPERYACHT

Mangusta Oceano 39

Lo yacht, che amplia le porte di accesso a una linea che con i 44 e 50 metri ha gi riscosso un apprezzamento globale, frutto del concorso di competenze dell’ufficio tecnico del Gruppo e degli studi Verme per la parte di ingegneria e Alberto Mancini Yacht Design per le linee esterne e interne.

The yacht h ch br n s a ran e hose and metre vers ons have a ready on or d de acc a m to a der a d ence s the res t of the comb ned sk s of the ro s Techn ca ce erme t d o for the en neer n and berto anc n acht es n for the nter or and e ter or des n.


barchemagazine.com

151


152

SUPERYACHT

D

Mangusta Oceano 39

o not let the entry-level’ tag fool you. Despite being the smallest unit in the angusta Oceano displacement range, alongside its and -metre siblings, the represents the state of the art in the iareggiobased shipyard’s long-haul eet. uilt in composite with a carbon fibre superstructure, the new three-decker takes the range’s uni ue look to a new level, offering design, content and technology solutions that rival any boat in its class. It is the result of the e perience of the Overmarine Group’s technical office in collaboration with designer Alberto ancini, who worked on the interior and e terior, and the erme studio, which was responsible for the engineering side. The result is a yacht that combines stylistic refinement with cutting-edge technology, two criteria that, along with reliability and performance, have always been part of the alducci family’s design philosophy. The innovative way in which the boat’s open spaces have been designed responds to the increasingly important demand for real, direct contact with the sea a minimalist superstructure and

the e tensive use of glass surfaces, a recurring theme in the design. ighting has also been carefully considered to enhance the teak on the e terior decks and create continuity between the materials inside and out. The most evocative sea views are on the upper deck, which is reminiscent of the terrace of a modern seaside villa. Its success lies in the seamless connection between inside and out the stern door opens fully to create a single space, while the interior has oor-toceiling side windows, including one that opens fully. The warm and inviting tones of the interior are perfectly complemented by the charming inotti furniture the Connery sofa with bench and pouffe is the star of a highly versatile social space, a place to rela with friends without taking your eyes off the sea. The upper saloon is completed by a inotti coffee table, covered in the same Calacatta marble as the dining table and surrounded by Tribù armchairs. The symbiotic relationship with the landscape becomes even stronger when you go outside, where the glass offers an endless dialogue between water and

sky at any time of day. ooking at the boat in profile and particularly headon, one is struck by the powerful bow, which shelters the glass wheelhouse. The bow towers over the fore area with its infinity pool the bottom of which is partially glazed, ooding the master suite bathroom with natural light surrounded by loose furniture like chaise longues, armchairs, sofas and side tables, all made by inotti. Climbing up to the sundeck, one reaches a furnished m space, sheltered in the centre by the large hardtop, which offers a choice between the comfort of a shaded area that includes the bar and the fully open zone with sunbeds that overlooks the yacht’s wake. The aft part of the lower deck is also e tremely versatile, either or m depending on the configuration chosen tender , as on the unit we saw, or lounge . In both versions, the fold-down side terraces lead to to a beach area with access to the water, for e clusive moments of uiet contemplation of the panorama. The main saloon, lit during the day by oor-to-ceiling windows, including one that can be opened, is a stylish open


barchemagazine.com

IL RICHIAMO DI UN BELVEDERE VISTA MARE UNITO AL COMFORT DI UN AMBIENTE VERSATILE E INFORMALE: È QUANTO SI APPREZZA NEL PONTE SUPERIORE, UN AFFACCIO ESCLUSIVO DI 57 METRI QUADRATI ALL’APERTO E 31 AL COPERTO DI INCREDIBILE CHARME E PANORAMICITÀ.

THE CHARMING PANORAMIC AREA ON THE UPPER DECK COMBINES THE APPEAL OF SEA VIEWS WITH A VERSATILE AND INFORMAL LIVING SPACE, WITH 57M2 OF OUTDOOR SPACE AND 31M2 OF INDOOR SPACE.

153


154

SUPERYACHT

Mangusta Oceano 39 space in the same subtle hues used for the furnished outdoor spaces. oving from stern to bow, the furniture reveals the dividing lines between the living and dining spaces. There are oltrona Frau sofas and chairs on both sides of the saloon, including the iconic Archibald armchair, paired with inotti coffee tables with Calacatta marble tops. The dining area, with its ten-seater Jane table, is enhanced by a back wall that echoes La plancia di comando si apre a un’ampia visuale frontale e laterale. Timoneria e sistemi di navigazione e monitoraggio fronteggiano gli ergonomici sedili in pelle. ra sed he m stat on o ens onto a broad v e for ard and to the s des. teer n and nav at on systems are aced n front of the er onom c eather covered seats.


barchemagazine.com

VELOCITÀ MAX NODI TOP SPEED KNOTS

16

AUTONOMIA MN RANGE NM

2850

CONDIZIONI DELLA PROVA CONDITIONS ON TEST

MANGUSTA YACHTS - OVERMARINE GROUP info mangustayachts.com www.mangustayachts.com

Località//Place Viareggio Mare Leggermente mosso Sea state Slightly moved Vento forza Wind speed 5 nodi//kn Altezza onda Wave height 0.5 m Persone a bordo People on board 10 Combustibile imbarcato . Fuel volume on board Acqua imbarcata . Water volume on board

PROGETTO Overmarine Group studio Verme (ingegneria) Alberto Mancini Overmarine Group (exterior design) Alberto Mancini Overmarine Group (interior design) SCAFO Scafo in composito e sovrastruttura in fibra di carbonio Lunghezza f.t. 39,20m Baglio massimo 8,50m Immersione 2,30m Disclocamento 240 t Disclocamento a mezzo carico 227 t Gross tonnage 324 10 ospiti in 4 Vip guest cabins 1 owner suite 7 membri di equipaggio in 4 cabine Riserva gasolio . Riserva acqua . MOTORI 2 x Mtu 12V 2000 M86 1.268k

VELOCITÀ IN NODI SPEED IN KNOTS CONSUMI L/H FUEL CONSUMPTION L/H

2450 rpm

TRASMISSIONI Linea d’assi con Fixed Pitch Propeller

Rpm

kn

16

770 650

15.8

CERTIFICAZIONE Rina American Bureau of Shipping

RAPPORTO PESO POTENZA kg kw MASS OUTLET POWER

94

RAPPORTO LUNG./LARG. L/W

14

PROJECT Overmarine Group Verme Studio (engineering) Alberto Mancini Overmarine Group (exterior design) Alberto Mancini Overmarine Group (interior design)

2200 2000

410 218

11

1800 1600

150

10

1400

112

8

1000

75 0

100

2450 2300

534

14.9

12

200

300

400

500

600

700

800

Nella suite dell’amatore si registrano 43 decibel alla velocit di crociera. n the master s te e recorded a no se eve of dec be s at cr s n s eed.

HULL Hull and superstructure built in single-skin composite and carbon fibre LOA 39.20m Maximum beam 8.50m Draft 2.30m Displacement 240 t Half load displacement 227 t Gross tonnage 324 10 guests in 4 VIP guest cabins 1 owner suite 7 crew members in 4 cabins Fuel tank volume Water tank volume

4.6

LITRO MIGLIO (VELOCITÀ DI CROCIERA) L/ NA MI (CRUISING SPEED)

29

MAIN PROPULSION 2 x Mtu 12V 2000 M86 1.268k 2450 rpm TRANSMISSION Shaft lines with Fixed Pitch Propeller CERTIFICATION Rina American Bureau of Shipping

PESO FULL MASS DISPLACEMENT

240

iri

in

e

n ine r tati na speed

in

it

n

C ns

at

ta

speed in n ts

as

i t ta i

h

C ns

ns

pti n

ta

e e

155

h

as

i itr e

ns

e han in

i i

t n

pti n

Ran e

na i

ia n

na i

1000

8

75

9.3

3400

1400

10

112

11.2

2850

1600

11

150

13.6

2340

1800

12

218

18.1

1760

2000

14

410

29.2

1090

2200

14.9

534

35.8

890

2300

15.8

650

41.3

780

2450

16

770

48.1

665

minimo di pla


156

SUPERYACHT

Mangusta Oceano 39

Engine room La sicurezza e il comfort in navigazione, imperativi dell’intera produzione Mangusta, raggiungono i massimi livelli in entrambe le motorizzazioni proposte: standard, con una coppia di Mtu M86 da 1.700 cv, e optional, con due M96L di 2.600 cavalli ciascuno.

n board safety and comfort essent a attr b tes of the ent re an sta ran e are o t m sed n both the en ne o t ons o ered standard th a a r of h T s and o t ona th t o h en nes.

themes seen elsewhere it makes use of the same materials leather and wood , colours beige and a uamarine and patterns a refined geometric motif found behind the bar on the upper deck. This stylistic choice ties the spaces together, adding a touch of organic elegance to the overall design. The owner of this first unit has chosen a layout with four guest cabins on the lower deck plus the master suite with an independent balcony - in the forward area of the main deck. The bathroom features a double central washbasin and a separate toilet on the starboard side, leaving room for an oversized sea-view shower on the port side. The m private area is completed by a spacious owner’s stateroom and a bright workstation ne t to the entrance. In the engine room, a pair of , hp T s generate a ma imum speed of kn when cruising and kn at full power, with a range that can reach , miles at half load and travelling at an economical kn pace. , hp engines can be installed on re uest, taking the angusta Oceano 39’s cruising speed to kn and its top speed to kn.



S 158

Queen Tati SUPERYACHT

Queen Tati

Superyacht


barchemagazine.com barchemagazine.com

Un sogno

realizzato

Fulfilling a dream

QUEEN TATI, PROGETTATA DA VRIPACK CHE HA CURATO IL DESIGN DEGLI ESTERNI, DEGLI INTERNI, L’INGEGNERIZZAZIONE E L’ARCHITETTURA NAVALE, È LUNGA 37,4 METRI FUORI TUTTO. GRAZIE A DUE CAT C32 DI 1.417 KW CIASCUNO, NAVIGA A OLTRE 20 NODI DI VELOCITÀ MASSIMA QUEEN TATI, DESIGNED BY VRIPACK, WHICH WAS RESPONSIBLE FOR THE EXTERIOR AND INTERIOR DESIGN, ENGINEERING AND NAVAL ARCHITECTURE, HAS AN OVERALL LENGTH OF 37.4 METRES. THANKS TO TWO CAT C32 ENGINES OF 1,417 KW EACH, SHE HAS A TOP SPEED OF MORE THAN 20 KNOTS

by Francesco Michienzi

159


160

SUPERYACHT

Queen Tati

U

na nave da diporto per la famiglia è il risultato di una ricerca fatta con attenzione ed equilibrio tra bellezza e praticità. Questo superyacht brasiliano è una perfetta combinazione tra dimensioni, impatto visivo e armonia geometrica. L’armatore, già proprietario di uno yacht di 23 metri, era pronto a costruire qualcosa di più grande. “Ho incaricato Vripack di progettare uno yacht di 40 metri, ma quando è stato pronto ho pensato che fosse troppo grande. Quindi siamo partiti da zero, sviluppando un metri he a a ne di entato metri Ho deciso di costruire presso MCP poiché è a solo mezz’ora di distanza in elicottero, il che si ni a a he a rei ot to odermi isite isettimana i ne ne settimana ssendo n imprenditore brasiliano e già proprietario di un MCP, mi sono sentito impegnato non solo a costruire di nuovo con loro, ma a realizzare uno yacht capace di eguagliare gli standard internazionali più elevati”. Il desiderio era quello di avere una barca che potesse ospitare comodamente molte persone, non solo in cabina, ma anche durante il giorno e la sera. “Siamo persone di famiglia, ci piace mangiare e bere ma preferibilmente non sempre nello stesso posto. Le nostre colazioni si estendono su un lungo periodo, quindi avevamo bisogno di un luogo dedicato per la colazione all’aperto”. La lista dei desideri è stata particolarmente lunga: comprendeva Il solarium dispone di una piscina Jacuzzi di 2,2 metri per 2,2, zona prendisole su entrambi i lati, sala da pranzo per 12 persone e un ampio bar con barbecue. The sundeck has a 2.2x2.2m pool/ Jacuzzi, sunbathing areas on both sides, dining for 12 and a large bar with barbecue.


barchemagazine.com

161


162

SUPERYACHT

Queen Tati

quattro cabine, due con letti pullman, ampi spazi giorno, una grande suite armatoriale, area fitness, beach club, una control room in sala macchine. Avere un tender di 7 metri che consentisse di raggiungere la riva anche in condizioni meteorologiche avverse. Due moto d’acqua e una piscina/Jacuzzi. Il co-direttore creativo di Vripack, Bart Bouwhuis, ha dichiarato: “Il brief era quello di progettare uno yacht facile da usare e di facile manutenzione con uno stile interno confortevole e pieno di luce, credo che ce l’abbiamo fatta”. Anche gli aspetti tecnici legati alla navigazione hanno rivestito un ruolo fondamentale nella

progettazione. La nave è stata costruita per navigare in tutto il mondo, anche con mari agitati, e che consentisse velocità per sfuggire alle intemperie. A bordo tutto è sovradimensionato in termini di sicurezza e manutenzione, compresa l’elica di prua e il verricello dell’ancora. L’armatore ha una lunga esperienza: “Mi piace timonare la barca da solo con la mia famiglia accanto, da qui la disposizione dei posti a sedere in avanti sul rid e e s a timoneria i ia e an he passare il tempo con l’equipaggio. Il mio capitano è con me da 20 anni. L’area in cui trascorriamo la maggior parte del nostro tempo è quella delle 300 isole del Brasile.

Il ponte principale di poppa ha spazio per un tavolo per i pasti all’aperto e un divano per rilassarsi. Le finiture includono molti rivestimenti in legno per creare una calda atmosfera all’esterno che si collega con l’interno, a cui si aggiunge un’illuminazione con lampade a parete. The main aft deck has space for an alfresco dining table and a sofa for re a n . The fin shes nc de ots of wood panelling to create a warm outdoor atmosphere that is linked to the interior, including lighting with wall lamps.


barchemagazine.com

163


164

SUPERYACHT

Queen Tati

Gli interni sono disegnati per o rire ambienti rilassanti ed equilibrati. Il rovere grigio sui mobili, quello verniciato sui pavimenti, quello naturale sulle pareti e il teak sui soffitti rendono l’ambiente naturale, come si vede nel salone del ponte superiore. The interior has been designed to create a relaxing and balanced ambience. Grey oak on the furniture, varnished oak on the oors nat ra oak on the a s and teak on the ceilings create a natural ambience, as seen in the upper deck saloon.

Ancoriamo in piccoli posti e ci godiamo l’avventura del viaggio. La prima volta che sono salito a bordo ho chiesto di essere solo io e mia moglie. È stato un momento molto emozionante. Il viaggio inaugurale è stato fantastico; il primo giorno avevamo onde alte 2-3 metri e oltre 30 nodi di vento. Tutta la nostra famiglia era a bordo e ci siamo divertiti moltissimo durante quella traversata. Avevo realizzato il mio sogno”. Lo yacht è stato progettato per avere molte aree differenti tra loro, angoli accoglienti e aree salotto dove poter stare insieme, ma allo stesso tempo

muoversi per cambiare scenario. Una miscela di finiture morbide e ceramiche, vernici, carte da parati e grandi finestre sottolineano la connessione tra interno ed esterno. I mobili sono stati selezionati tra i marchi di eccellenza del Made in Italy, sono ben rifiniti con dettagli curati. La sistemazione è suddivisa in sette cabine, inclusa la cabina armatoriale a prua che è stata dotata di terrazza privata, posti a sedere a dritta di fronte a grandi finestre, armadi dedicati e bagno privato. Il ponte superiore è stato dedicato alla famiglia dell’armatore, con una sala di osservazione rivolta a prua che comprende un balcone asimmetrico per i momenti privati. La lunga sala da pranzo nel salone principale consente di pranzare godendo di splendide viste sull’esterno. L’attenzione all’illuminazione, progettata da Vripack, garantisce che l’ambiente interno ed esterno funzionino in armonia, passando senza soluzione di continuità dal giorno alla notte. La grande timoneria comprende posti a sedere per consentire agli ospiti di godersi la navigazione. A poppa c’è un beach club con piattaforma da bagno, palestra e dayhead. Tutte le aree sono accessibili e servite dall’equipaggio tramite scale


barchemagazine.com

165


166

SUPERYACHT

Queen Tati

indipendenti dalla scala degli ospiti. La cucina, completamente attrezzata con un’ampia dispensa di servizio, è dotata di un frigorifero industriale che può essere utilizzato come tale o come congelatore. La verniciatura di Queen Tati è stata molto elaborata, sono stati utilizzati cinque colori diversi che vanno dal grigio squalo per lo scafo, al nero e al bianco per creare un aspetto esterno equilibrato e molto interessante da tutti gli angoli visivi.

T

his family pleasure ship is the result of careful research and a balance between beauty and practicality. This Brazilian superyacht is a perfect combination of size, visual impact and geometric harmony. The owner, who already owned a 23-metre yacht, was ready to build something bigger. “I commissioned Vripack to design a 40m project, but when that as nished de ided it as too i So we started from scratch by developing a m hi h e ent a e ame a m decided to build at MCP because it is only half an hour away by helicopter, which meant I could enjoy weekend visits every

two weeks. Being a Brazilian entrepreneur and already an MCP owner, I felt an a nit to not on i d ith them a ain but to build a yacht that would more than meet international standards”. The desire was to have a boat that could comfortably accommodate many people, not only in the cabin but also during the day and in the evenings. “We are family people, we like to enjoy food and drink, but preferably not always in the same place. Our breakfasts are spread out over a long period, so we needed a dedicated outdoor breakfast space”. The owner’s wish list was long: four cabins, two with Pullmans, plenty of day areas, a large master suite, a gym, a beach club and a boat that was good for the crew, including a control room in the engine room. Then a 7m tender for comfort and shore leave in rough weather, two jet skis and a pool/Jacuzzi. Bart Bouwhuis, co-creative director at Vripack, said: “The brief was for a omforta e i ht ed interior st e that was easy to use and maintain, and I think we have achieved that”. The technical aspects of navigation also played a key role in the design.

The ship was built to sail around the world, even in rough seas, and to allow speed to escape the elements. Everything on board is oversized in terms of safety and maintenance, including the bow thruster and anchor winch. The owner has extensive sea experience: “I like to drive the boat myself with my family next to me, hence the seatin for ard on the rid e and wheelhouse. We also like to spend time with the crew. My captain has been with me for 20 years. The area where we spend most of our time is the 300 islands area in Brazil. We anchor in small places and enjoy the adventure of travelling. I requested the boat be empty of people when I stepped a oard for the rst time st me and my wife. Ci sono sette cabine, inclusa quella armatoriale a prua che è stata dotata di terrazza privata, posti a sedere a dritta di fronte a grandi finestre, armadi dedicati e bagno privato. There are seven cabins, including the master cabin forward, which has been fitted th a r vate terrace seat n to starboard in front of large windows, dedicated wardrobes and an ensuite.


barchemagazine.com

167


168

SUPERYACHT

Queen Tati t as er emotiona he rst tri as ama in the rst da e had m sea and 30+kn wind and all our family was on board. We had a great time during that crossing. We all loved it dearly, it all tr aid off had a hie ed m dream The yacht was designed to have lots of different areas cosy nooks and seating areas where you can be together yet

LA NAVE È LUNGA 36 METRI E HA UNA STAZZA INTERNAZIONALE DI 316 GROSS TONNAGE. IL PONTE PIÙ ALTO CONSENTE UNA VISTA A 360°. THE SHIP IS 36 METRES LONG AND HAS A GROSS TONNAGE OF 316 GT. THE FLY BRIDGE PROVIDES 360-DEGREE VIEWS.


barchemagazine.com

VELOCITÀ MAX NODI TOP SPEED KNOTS

AUTONOMIA MN RANGE NM

2500

CONDIZIONI DELLA PROVA CONDITIONS ON TEST

MCP YACHTS São Paulo, Brazil www.mcpyachts.com.br

20

Località//Place Brazil Mare Leggermente mosso Sea state Slightly moved Vento forza//Wind speed 8 nodi//knots Altezza onda//Wave height 1m Persone a bordo//People on board 8 Combustibile imbarcato 29.000 l Fuel volume on board Acqua imbarcata 6.000 l Water volume on board

PROGETTO Vripack (design esterno e interno e architettura navale) SCAFO Lunghezza f.t. 37.41m • Lunghezza scafo 33.86m • Baglio massimo 8.13m • Immersione 2.24m • Dislocamento a pieno carico 196 t • Dislocamento a mezzo carico 141 t • Gross tonnage 316 GT • Materiale di costruzione scafo e sovrastruttura Marine Grade 5083 Aluminum • 14 ospiti • 1 owner suite • 8 membri di equipaggio - Riserva gasolio 36.896 l • Riserva acqua 12.140 l • Bow/Stern Thrusters Naiad • Stabilizzatori Naiad (At Anchor)

CONSUMI L/H FUEL CONSUMPTION L/H

MOTORI 2 x Caterpillar C32 1.900 cv/1417 kW @ 2.300 RPM

Rpm

kn

20.1

872 771

19

CERTIFICAZIONE Classificazione Lloyd’s Register o RINA pleasure yachts unrestricted navigation

69

RAPPORTO LUNG./LARG. L/W

4.6

PESO DISPLACEMENT

196

17

10

in

1270 1064

107 0

100

200

300

400

500

600

700

800

900

Autonomia max: 3.500 miglia nautiche @8kn Max Range: 3,500 Nautical Miles @8kn

LITRO MIGLIO (VELOCITÀ DI CROCIERA) L/ NA MI (CRUISING SPEED)

13

CERTIFICATION Classification Lloyd’s Register or RINA pleasure yachts unrestricted navigation

speed

1493

158

MAIN PROPULSION 2 x Caterpillar C32 1,900hp/1,417 kW @ 2300 RPM

Giri/min

1793

238

12

HULL LOA 37.41m • LWL 33.86m • Beam 8.13m • Draught 2.24m • Maximum Displacement: 196 t • Light Displacement 141 t • Gross tonnage 316 GT • Hull and Superstructure Material Marine Grade 5083 Aluminum • Owners/guests 14 - Crew 8 • Fuel tank capacity 36,896 l • Freshwater tank capacity 12,140 l • Bow/Stern Thrusters Naiad • Stabilizers: Naiad (At Anchor)

Engine rotational

1944

404

14

PROJECT Vripack (exterior and interior design and naval architecture)

2074

522

16

2300 2179

652

18

RAPPORTO PESO POTENZA kg kw MASS OUTLET POWER

Velocità kn

Consumi totali l/h

Consumi litro miglio

Autonomia mn

Boat

Total Fuel consumption

Total Fuel consumption

Range

speed in n ts

169

as

e

h

as

e han in

na i

na i

1064

10

107

10.7

3076

1270

12

158

13.1

2506

1493

14

238

17.1

1940

1793

16

404

25.2

1311 1077

1944

17

522

30.7

2074

18

652

36.2

914

2179

19

771

40.5

816

2300

20.1

872

43.4

763

minimo di plana


170

SUPERYACHT

Queen Tati

Engine room

In sala macchine, oltre ai 2 generatori di 80 kW ciascuno, ci sono due motori turbo diesel Cat C32 di 1.417 kW ciascuno a 2300 giri al minuto che consentono una velocità massima di 20.1 nodi. L’autonomia a questa velocità è di 763 miglia nautiche. All’andatura di crociera economica di 12 nodi, l’autonomia è di circa 2.500 miglia nautiche. In the engine room, in addition to the two generators of 80 kW each, there are two Cat C32 turbo diesel engines of 1,417 kW each at 2300 rpm, giving a maximum speed of 20.1 knots. The range at this speed is 763 nautical miles. At an economical cruising speed of 12 knots, the range is approximately 2,500 nautical miles.

still move around for a change of scene. A blend of soft and ceramic finishes, paint, wallpapers and large windows emphasise the connection between inside and outside. The furniture is a selection of the best Italian brands and has been carefully crafted with attention to detail. Accommodation is across seven cabins, including the master cabin forward which has been fitted with a private terrace, seating to starboard in front of large windows, dedicated wardrobes and an ensuite. The upper deck has been dedicated to the owner’s family, with a forwardfacing observation lounge that includes an a-symmetrical balcony for private family moments. You can dine with beautiful views of the outdoors from the long dining room in the main hall. The attention to lighting throughout -

a Vripack signature - ensures that the interior and exterior ambience work in harmony and blend seamlessly from day to night. The large wheelhouse includes seating for guests to enjoy the navigation. The aft ship enjoys a beach club and swim platform set across one level. It’s equipped with a gym and dayhead for convenience and comfort. All areas are accessed and serviced by the crew via a staircase independent of the guest staircase. The fully equipped galley has a large service pantry and an industrial refrigerator that can be used as a fridge or freezer. Queen Tati enjoys an elaborate paint scheme five different colours have been used ranging from shark grey, for the hull, to black and off-white to create a well-balanced yet interesting exterior look from all angles.

L’ARMATORE HA SCELTO DI NON AVERE NELLO SCAFO OBLÒ APRIBILI PER RAGIONI DI SICUREZZA E HA RICHIESTO UN SISTEMA HVAC CHE RINNOVA L’ARIA NOVE VOLTE ALL’ORA. THE OWNER ALSO OPTED NOT TO HAVE OPENING PORTHOLES FOR SAFETY REASONS. HE SPECIFIED AN HVAC SYSTEM THAT CHANGES THE AIR NINE TIMES AN HOUR.



S 172

Maiora 35 Exuma SUPERYACHT

Maiora 35 Exuma

Superyacht


barchemagazine.com barchemagazine.com

UNO YACHT DI 35 METRI INNOVATIVO, DIROMPENTE E UNICO, IN CUI SI MANIFESTA LA CAPACITÀ DI NEXT YACHT GROUP DI SAPER FONDERE ALL’ENNESIMA ESPRESSIONE PERFORMANCE E COMFORT IN FORMATO PRIVÈ A 35-METRE YACHT THAT IS INNOVATIVE, GROUND-BREAKING AND UNIQUE, DEMONSTRATING NEXT YACHT GROUP’S ABILITY TO COMBINE PERFORMANCE WITH PRIVACY AND COMFORT

by Olimpia De Casa

Fuori schemi dagli

Out-of-the-box thinking

173


174

SUPERYACHT

P

Maiora 35 Exuma

ensare in grande e fuori dagli schemi, andando oltre il sottile confine che divide l’immaginazione dalla realtà. la filosofia della gamma Maiora di e t acht Group ybridge da a 42 metri di lunghezza contraddistinti dall’esclusivit finalizzata a esaltare lo stile di vita del singolo committente. La mission risponde all’imperativo previsto da una realizzazione custom, dalla configurazione del layout alla scelta di dotazioni, complementi d’arredo, materiali e finiture, alla maestria dei tecnici e delle maestranze coinvolti nella progettazione e realizzazione di ogni nuovo esemplare. La “prova del nove” è stata superata egregiamente con l’ultimo metri Exuma, uno sport unconventional vessel capace di coniugare prestazioni sportive, ambienti versatili ispirati alla godibilit degli spazi e soluzioni esclusive, realizzate su misura di armatore. o yacht, con una stazza di GT, si contraddistingue per la prua dritta, progettata per fendere in maniera più efficiente le onde e garantire volumi ottimizzati in tutta la lunghezza dello yacht, la poppa completamente aperta e la propulsione a idrogetto che, insieme alla personalità delle linee e alla notevole disponibilit di spazi per tender e toys,

rendono l’esemplare non solo unico, ma distintamente fuori dall’ordinario. Prerogativa non così scontata in una fascia dimensionale in cui la libert interpretativa non consente, solitamente, spazi di manovra così eclatanti. La costruzione più recente enfatizza, del resto, la capacità di Next Yacht Group di offrire, in particolare con la linea Exuma, yacht personalizzabili in ogni aspetto, per vivere al meglio l’esperienza della navigazione in un’armoniosa fusione di prestazioni e benessere, con soluzioni architettoniche che esaltano innovazione e vivibilit . Maiora 35 Exuma è così espressione di un design organico e materico, dove estetica, tecnologia e funzionalità si integrano Estetica, tecnologia e funzionalità concorrono all’unisono a disegnare interni armoniosi e dalle linee sinuose, che valorizzano il dialogo autentico con il paesaggio via via incontrato grazie a soluzioni architettoniche di grande coerenza stilistica. Design, technology and functionality come together in the creation of harmonious interiors with shapely lines that emphasise a true dialogue with the environment thanks to stylistically coherent architectural solutions.


barchemagazine.com barchemagazine.com

175 175


176

SUPERYACHT

Maiora 35 Exuma

ed esaltano reciprocamente, assecondando i desideri di spazi aperti, convivialità, ma anche intimità, di chi ama vivere compiutamente le giornate a contatto con il mare e la natura. Le doti prestazionali sono garantite dal progetto innovativo di scafo e sistema di propulsione che, costituito da tre idrogetti abbinati a tre motori tu da . cv, consentono di raggiungere sino a nodi di velocit massima o, in un’eventuale versione più prestazionale con tre motori da . cv , di arrivare addirittura a , sempre in sicurezza e nella uasi totale assenza di vibrazioni e rumori. I vantaggi della propulsione a idrogetto sono molteplici: non solo più alte velocit , inusuali per imbarcazioni di queste dimensioni, ma anche una più ampia gamma di andature in efficienza e con ridotti consumi ed emissioni. A ciò si aggiungono l’estrema manovrabilit e il pescaggio limitato a , metri, che soddisfano il piacere unico di poter esplorare tanto le insenature mediterranee quanto le acque dei Caraibi in assoluta libert e armonia con il paesaggio. Il progetto eleva allo stato dell’arte anche il grado di comfort a bordo grazie all’utilizzo delle tecnologie di insonorizzazione più aggiornate, di un sistema automatico di controllo assetto longitudinale e trasversale e di due stabilizzatori gyro che riducono il rollio in ogni condizione. Un pacchetto di batterie al itio di ultima generazione permette inoltre di godere di notti all’ancora, con l’operatività dei servizi di bordo essenziali, nella calma più assoluta. Non teme confronti neppure Gli interni sono totalmente bespoke, realizzati sulla base delle scelte stilistiche dell’armatore. In coerenza con lo stile organico che caratterizza la linea Exuma, è stato esaltato il concetto di armonia tra ambiente naturale e imbarcazione con ampi spazi aperti, aree studiate per essere a diretto contatto con il mare, una vivibilità assoluta e arredi in materiali naturali, come il legno ed elementi riciclati. The interiors are bespoke and designed to suit the owner’s personal style. In keeping with the organic feel that characterises the Exuma line, the design reinforces the concept of harmony between the natural environment and the boat with wide open spaces, areas designed to be in direct contact with the sea, abso te vab ty and fin shed in natural materials such as wood and recycled pieces.


barchemagazine.com

177


178

SUPERYACHT

Maiora 35 Exuma lo spazio riservato a water toys e mezzi d’appoggio. Nel garage laterale può infatti essere alloggiato un tender di , metri, una lunghezza difficilmente raggiungibile a bordo di un metri, che si affianca a un altro tender di servizio di , metri, stivato nel secondo garage di poppa, il paese dei balocchi uanto a dotazioni per il divertimento in acqua. La luce naturale è il primo attore degli interni che, in tutto e per tutto custom, si contraddistinguono per l’assenza di barriere verso l’esterno e per l’utilizzo imponente di aperture sul mare con vetrate a tutta altezza nei saloni, ampie finestrature nella suite armatoriale e nelle cabine ospiti e una totale connessione tra spazi en plein air e chiusi grazie all’apertura completa delle porte dei living. L’estrema personalizzazione è evidente pure nella scelta di avere la plancia di comando a prua del ponte principale in collegamento diretto con

l’alloggio del comandante che la utilizza in esclusiva. Qualora l’armatore volesse condurre lo yacht in autonomia, il ponte superiore ospita una seconda timoneria a lui riservata. L’unità, registrata come nave commerciale per il charter IF , accoglie ospiti in cin ue cabine e sino a cin ue sei persone di equipaggio.

T

hinking big, but also thinking outside the bo , beyond the fine line that separates imagination from reality. This is the approach taken by Next Yacht Group’s Maiora range of to metre ybridge boats, which e ude e clusivity and embody the lifestyle of the individual owner. The result meets the demand for personalised boats, from the layout to the choice of e uipment, furnishings, materials and finishes, as well as the skill of the technicians and naval architects involved in the design and construction of each new boat.


barchemagazine.com

Maiora 35 Exuma pu ospitare fino a 11 persone in 5 cabine, con armatoriale full beam sul ponte di coperta a prua e 4 Vip di cui una quasi una seconda armatoriale a destra nave, e fino a cinque/sei persone di equipaggio. The Maiora 35 Exuma accommodates up to ests n five staterooms, with the full beam master suite forward on the upper deck and four VIPs - one of which to starboard is e ect ve y a second master stateroom and a cre of five or six.

179


180

SUPERYACHT

Maiora 35 Exuma


barchemagazine.com

VETRATE A TUTTA ALTEZZA E PORTE A COMPLETA SCOMPARSA DANNO VITA A SPAZI “IN” E “OUT” IMMENSI. NE È ESEMPIO LAMPANTE IL PONTE SUPERIORE CHE DA SALONE CHIUSO E PRIVATO PUÒ TRASFORMARSI ON DEMAND IN UN’UNICA AREA APERTA DI OLTRE 130 METRI QUADRATI. FULL-HEIGHT WINDOWS AND SLIDING DOORS CREATE HUGE ‘IN’ AND ‘OUT’ AREAS. A PRIME EXAMPLE IS THE UPPER DECK, WHICH CAN BE TRANSFORMED INTO A SINGLE OPEN AREA OF OVER 130 S UARE METRES.

181


182

SUPERYACHT

La plancia di comando è a prua del ponte principale. Il comandante può accedervi facilmente e direttamente dai propri alloggi. Un’altra timoneria è collocata invece sul ponte superiore, così che l’armatore possa decidere di condurre la barca anche autonomamente, circondato dalla famiglia e dagli ospiti a bordo.

Maiora 35 Exuma

The dashboard is located forward of the main deck and is easily accessible from the captain’s quarters. There is also another position on the upper deck should the owners decide to take the helm themselves, surrounded by family and guests.

The latest -metre Exuma yacht to come onto the market has passed the test with ying colours, an unconventional sports boat capable of combining sporty performance, livable spaces and e clusive solutions designed specifically for the buyer. ith a displacement of GT, it has a vertical bow designed to cut through the waves as efficiently as possible. The stern is completely open to make the most of the space available, while the hydro-jet propulsion system, together with the character of the lines and the remarkable amount of space available for tenders and toys, make it not only a uni ue boat but also a very special one. This is a positive factor that cannot be taken for granted in a size range where the freedom of e pression doesn’t usually allow for such a large amount of space. The latest build also underlines e t acht Group’s ability, particularly with the Exuma range, to offer yachts that can be fully customised to provide the best on-board e perience in a harmonious blend of high performance and wellbeing, with architectural solutions that focus on innovation and livability. The Maiora 35 Exuma is thus the expression of an organic and material design, in which aesthetics, technology and functionality combine and enhance each other, satisfying not only the call for

open, sociable areas but also for intimacy, from people who want to live full days in contact with the sea and nature. High performance is provided by an innovative hull design and a propulsion system consisting of three hydro-jets combined with three T engines of , hp each, which can reach up to knots. An even more powerful version with three , hp engines can reach up to knots, always safely and with virtually no vibration or noise. Hydrogen propulsion offers many advantages not only higher speeds, unusual for a boat of this size, but also a wider range of economical cruising speeds with lower emissions. In addition, the boat is e tremely manoeuvrable and has a draught of just . metres, giving you the uni ue pleasure of being able to e plore both editerranean bays and Caribbean waters in complete freedom and in harmony with the environment. The design project has also taken onboard comfort to the highest level, using the latest soundproofing techni ues, an automatic longitudinal and lateral trim control system and twin gyro stabilisers to reduce rolling in all sea conditions. A latest-generation lithium battery pack also means you can spend nights at anchor with essential on-board services running in complete silence.


barchemagazine.com

VELOCITÀ MAX NODI TOP SPEED KNOTS

33

AUTONOMIA MN RANGE NM

620

CONDIZIONI DELLA PROVA CONDITIONS ON TEST

MAIORA, NEXT YACHT GROUP BRAND Lungocanale Palombari dell’Artiglio, 42 I-55049 Viareggio T. +39 0584 3819 www.nextyachtgroup.com

Località//Place Viareggio Mare//Sea state Calmo//Calm Vento forza Beaufort forza 1 Wind speed force 1 Persone a bordo//People on board 12 Carburante imbarcato 8,500 l Fuel volume on board Acqua imbarcata 3,000 l Water volume on board Motori 3 x MTU 12V 2000 M96X 1,472 kW Main propulsion

PROGETTO Next Yacht Group Engineering Department (architettura navale) • Next Yacht Group Centro Stile (exterior design) • Next Yacht Group Centro Stile (interior design) SCAFO Costruzione numero 250 Scafo e sovrastruttura in composito Lunghezza f.t. 34,99m Baglio massimo 7,90m Immersione massima 1,45m Disclocamento 175 t Gross tonnage 296 8 ospiti in 4 Vip guest cabins 1 owner suite 5 membri di equipaggio in 3 cabine • Riserva gasolio 21.500 l • Riserva acqua 3.200 l

VELOCITÀ IN NODI SPEED IN KNOTS CONSUMI L/H FUEL CONSUMPTION L/H

MOTORI 3 x Mtu 12V 2000 M96X 1.472 kW

Rpm

kn

33

RAPPORTO PESO POTENZA kg kw MASS OUTLET POWER

39.6 RAPPORTO LUNG./LARG. L/W

4.4

PESO FULL MASS DISPLACEMENT

175

C

CLASSIFICAZIONE RINA CE Certifiication Category A HULL• MACH Y Unrestricted Navigation (su richiesta)

1150 870

27

16

PROJECT Next Yacht Group Engineering Department (naval architecture) • Next Yacht Group Centro Stile (exterior design) • Next Yacht Group Centro Stile (interior design)

speed

1400 1200

180

9.5

1150

140 0

200

400

600

800

1000

1200

Con tre motori da 2.600 cv pu navigare fino a 40 nodi di velocit massima. With three 2,600 hp engines it can reach at a maximum speed of up to 40 knots.

LITRO MIGLIO (VELOCITÀ DI CROCIERA) L/ NA MI (CRUISING SPEED)

32

CLASSIFICATION RINA CE Certification Category A HULL• MACH Y Unrestricted Navigation (upon request)

in

1600

270

MAIN PROPULSION 3 x Mtu 12V 2000 M96X 1.472 kW

Giri/min

1800

355

10

HULL Hull no. 250 Hull and superstructure built in composite LOA 34.99m Maximum beam 7.90m Draft 1.45m Displacement 175 t Gross tonnage 296 8 guests in 4 VIP guest cabins 1 owner suite • 5 crew members in 3 cabins • Fuel tank volume 21,500 l • Water tank volume 3,200 l

Engine rotational

2000

500

13.5

2450 2200

730

19.5

11.5

C

183

Velocità kn

Consumi totali l/h

Consumi litro miglio

Autonomia mn

Boat

Total Fuel consumption

Total Fuel consumption

Range

speed in n ts

as

e

h

as

e han in

na i

na i

1150

9.5

140

14.7

1350

1200

10

180

18

1100

1400

11.5

270

23.5

850

1600

13.5

355

26.3

760

1800

16

500

31.3

650

2000

19.5

730

37.4

540

2200

27

870

32.2

620

2450

33

1150

34.8

570

min


184

SUPERYACHT

Maiora 35 Exuma

Engine room La brillantezza prestazionale è garantita dalla particolare architettura navale dello scafo e dal sistema di propulsione, costituito da tre idrogetti spinti da tre motori Mtu da 2.000 cv, che consentono al Maiora 35 Exuma di navigare a 33 nodi di velocità massima o, in una eventuale versione più prestazionale con tre motori da 2.600 cv - raggiungere quasi i 40 nodi.

High performance is provided by the unusual hull design and the propulsion system, which consists of three hydro jets driven by three MTU engines of 2,000 hp each, giving the Maiora 35 Exuma a top speed of 33 knots, while there is an even more powerful model that can reach almost forty knots with its three 2600 hp engines.

he is also second to none when it comes to space for water toys and support craft. The side garage can accommodate a tender of up to . metres, a rare achievement for a metre yacht, in addition to a further . metre service tender housed in the second garage at the stern. All this makes the boat a real wonderland when it comes to having fun on the water. atural light is at the heart of the interior, where absolutely everything has been customised, with no barriers to the outside and an impressive use of openings to the sea, with full height windows in the salons, large windows in the master suite and guest cabins, and a complete connection between the outside and inside spaces thanks to the possibility of fully opening the saloon doors. The high level of customisation is re ected in the way the pilothouse is located forward of the main deck master stateroom, directly connected to the captain’s uarters by private access. hould an owner wish to steer alone, there is a second helm station on the upper deck. Registered as a commercial charter boat under IF , she can accommodate eleven guests in five cabins and five or si crew.



C 186

Azimut 72 STORY Fly COVER

Azimut 72 Fly

Cover Story

ELEGANTE NELLE FORME, EFFICIENTE IN NAVIGAZIONE. IL NUOVO 22 METRI DI AZIMUT HA INTERNI FIRMATI DA FABIO FANTOLINO PER LA PRIMA VOLTA ASSIEME AL CANTIERE DI AVIGLIANA ELEGANT SHAPES AND EFFICIENT PERFORMANCE. AZIMUT’S NEW 22-METRE HAS AN INTERIOR DESIGNED BY FABIO FANTOLINO IN HIS FIRST COLLABORATION WITH THE AVIGLIANA SHIPYARD

by Massimo Longoni


barchemagazine.com barchemagazine.com

Perfetto equilibrio

Perfect BALANCE

22.57m

187


188

COVER STORY

“L

Azimut 72 Fly

a parola chiave per descrivere questa barca? Equilibrio”. Fabio Fantolino è il designer degli interni del nuovo Azimut 72 Fly, alla sua prima collaborazione con il cantiere di Avigliana. Per lui è anche un esordio assoluto nel mondo della nautica, ma il suo studio di architettura, con sede a Torino e Milano, è un nome ben noto nell’ambito dell’interior design residenziale e hospitality. Approfittando di essere a bordo con lui ci siamo fatti raccontare il suo lavoro: “L’obiettivo na e era trasmettere n idea di e e an a diff sa tro ando e i i rio tra i ris etto de a tradi ione na ti a e a ri er a de a ontem oraneit . Voglia di contaminazione quindi,

sentirsi in barca come a casa, pretendere lo stesso livello di lusso e intimità. È questo che chiedono gli armatori? irei di s er fare n esempio, posso dire che abbiamo adottato o ori e desi n sen a estremi o ienti oni he arri ano da mondo de a terra e de e iante na o ta sa iti a ordo si immediatamente in o iati a restar i a na i are Rispetto all’architettura civile sulle barche gli spazi sono però molto più contenuti, bisogna rispondere a molte funzioni in volumi ristretti… ro rio in est otti a a iamo rea i ato a ina ne main de k he aperta, a vista, ma che scompare. Quello he n o a e di ser i io iene in o ato ne ontesto o stesso modo a iamo

e itato di frammentare i am ienti er non far i sem rare tro o i o i onte rin i a e do e i tro iamo ora non a aso n rande o en s a e e randi etrat re hanno reso ossi i e di di atare i s a i s main de k e iminare i on ni tra i f ori e i dentro mio a oro s i interni stato e o di non interrom ere esta tras aren a . Le linee sono potenti, tese, scultoree. Il bordo libero è basso e non appesantisce il profilo il parabrezza è molto inclinato verso poppa il montante dell’hardtop, grazie ad un sapiente gioco di chiaro-scuri, scompare alla vista. Nel complesso, pur trattandosi di un puro ying bridge da 53 tonnellate di stazza, con quattro grandi cabine più i locali


barchemagazine.com La scelta di materiali racconta la trasversalità stilistica tra mondo nautico e design d’interni contemporaneo, al noce americano con verniciatura opaca fanno eco bronzo e laccati lucidi. The choice of mater a s re ects the stylistic crossover between the world of yachting and that of contemporary interior design: American walnut with opaque varnish is echoed by bronze and polished lacquers.

189


190

COVER STORY

Azimut 72 Fly

per l’equipaggio a poppa, il risultato estetico finale è estremamente leggero, sportivo. A testimoniare questa sua indole brillante, nelle forme quanto nella sostanza, durante la nostra prova in una giornata ideale, di acqua piatta e niente vento, abbiamo anche superato la velocità massima dichiarata dal cantiere, 31 nodi, arrivando a 32,4. n semplice numero, utile fino ad un certo punto, che racconta come lo studio Navale Ausonio e il dipartimento R&D di Azimut abbiano fatto un gran lavoro. Rispetto al progetto del 2015/2016 firmato ighini-Galeazzi e venduto in più di 70 esemplari) il disegno della barca è completamente nuovo: sovrastrutture, carena, e tunnel. Non sono variate la trasmissione, in linea d’asse, e la motorizzazione, due Man da 1.400 cavalli ciascuno. Un’abbinata che si è dimostrata anche questa volta corretta. La grande suite armatoriale è a centro nave e sfrutta l’intero baglio massimo dello scafo. Dispone di bagno, cabina armadio e una scrivania con chaise longue. Le forme sono in equilibrio tra linearità e morbidezza. The large amidship master suite has the largest beam in the boat. It has a bathroom, a walk-in wardrobe and a desk with a chaise longue. The shapes are a balance between linearity and softness.


barchemagazine.com

191


192

COVER STORY

Azimut 72 Fly Al lower deck trovano posto, oltre alla tradizionale cabina Vip a prua, una matrimoniale lungo la murata di sinistra e una doppia a letti separati a dritta. Ad estrema poppa, con ingresso dalla plancia, la zona equipaggio. On the lower deck, in addition to the traditional VIP cabin in the bow, there is a double cabin to port and a twin cabin to starboard. At the stern there is a crew area accessed from the stern platform.


barchemagazine.com

La velocità di crociera economica, quella da lunghe tratte, che garantisce un’autonomia di 400 miglia nautiche, è di 20 nodi con un consumo di 12,5 litri/ miglio. La velocità di crociera veloce, a circa il 90% dei giri a disposizione, si attesta sui 27 nodi (15 litri/miglio). Nel mezzo quella che è a mio avviso l’andatura ideale per godersi al meglio, in un gran silenzio e senza nessun tipo di vibrazione molesta, il nuovo Azimut 72 Fly.

“T

he ke ord to des ri e this oat a an e Fabio Fantolino has designed the interior of the new Azimut 72 Fly, his first collaboration with the Avigliana shipyard. It is also his first step into the world of yachting, but his architectural studio - with offices in Turin and Milan - is a well-known name in the world of residential and

193


194

COVER STORY

Azimut 72 Fly hospitality interiors. We took advantage of being on the boat with him to hear about his work: he timate oa as to on e an idea of diff sed e e an e ndin a a an e et een res e t for na ti a tradition and a ontem orar fee So you were looking for crossfertilisation, and to feel on a boat as you do at home, expecting the same level of intimacy and luxury as you do there. Is that what owners look for? o d sa so o i e o an e am e an sa that e ha e hosen o o rs and desi ns hi h are not e treme he are e omin he are o o rs hi h ome from the or d of the earth and ants n e o et on oard o are immediate tem ted to sta to set o t and et nder a However, compared with civil architecture, the spaces on boats are much more restricted. You have to manage a lot of functions in restricted volumes… e reated the a e on the main de k takin re ise that a roa h it is o en it is not ontained t an e hidden hat is a ser i e room has e ome in or orated into the o era desi n Il y sfrutta tutta la lunghezza della barca, allungandosi fino al coronamento. La zona di prua è un’accogliente lounge, alle sue spalle si allungano il bancone bar e una zona living al riparo dell’hardtop apribile. The ybr d e takes advanta e of the f length of the boat and extends to the ta ra . The foredeck s an nv t n o n e area, behind which the bar top extends, and there is a living area protected by the opening hardtop.


barchemagazine.com

VELOCITÀ MAX NODI TOP SPEED KNOTS

32.4

AUTONOMIA MN RANGE NM

400

RAPPORTO PESO POTENZA kg kw MASS OUTLET POWER

26

RAPPORTO LUNG./LARG. L/W

4

CONDIZIONI DELLA PROVA CONDITIONS ON TEST

AZIMUT YACHTS Via M.L. King, 9/11 I-10051 Avigliana - Torino T. +39 011 93 161 www.azimutyachts.com

Località//Place Cannes Mare//Sea state Calmo//Calm Vento forza//Wind speed 10 nodi//knots Direzione vento//Wind direction NE Altezza onda//Wave height 20 cm Persone a bordo//People on board 9 Combustibile imbarcato 60% Fuel volume on board Acqua imbarcata 75% Water volume on board Eliche Veem 5 pale Propellers 5-blades Veem Motore//Main propulsion 2 x MAN 1400 Stabilizzatori//Stabilisers 1 x Seakeeper NG 18

PROGETTO Alberto Mancini (exterior design) • Fabio Fantolino (interior design) • P.L. Ausonio & Azimut R&D Dept. (naval architecture) SCAFO Lunghezza f.t. 22,57m • Larghezza massima 5,62m • Immersione 1,82m • Dislocamento a pieno carico 53 t • Capacità serbatoio carburante 5.200 l • Capacità serbatoio acqua 1.100 l MOTORE 2 x Man 1400 • Potenza 1.029 kW (1.400 cv) • Alesaggio per corsa 128mm x 157mm • Cilindrata 24,2 l • Numero di cilindri 12 V90° • Regime di rotazione massimo 2300 giri/min • Peso 2.270 kg

VELOCITÀ IN NODI SPEED IN KNOTS

CERTIFICAZIONE CE CAT A

CONSUMI L/H FUEL CONSUMPTION L/H

PREZZO A partire da 3.300.000€

Rpm

kn

554 2350

32.4 30

PROJECT Alberto Mancini (exterior design) • Fabio Fantolino (interior design) • P.L. Ausonio & Azimut R&D Dept. (naval architecture)

500

26.2 260

20.4 16.4

600 100

53

speed 600

in

200

300

400

500

Velocità minima di planata 13 nodi a 1400 giri The minimum gliding speed is a 13 knots at 1400/rpm

LITRO MIGLIO (VELOCITÀ DI CROCIERA) L/ NA MI (CRUISING SPEED)

13

EC CERTIFICATION CAT A

Giri/min

1000

12 0

MAIN PROPULSION 2 x MAN 1400 • Outlet mechanical power 1,029 kW (1,400 hp) • Bore&Stroke 128mm x 157mm • Swept volume 24.2 l 12 V90 shaped cylinders Maximal rotational speed 2300/min • Weight 2,270 kg

Engine rotational

1500

58

6.9

HULL LOA 22.57m • Maximum beam 5.62m • Draft 1.82m • Full mass displacement 53 t • Fuel tank volume 5,200 l • Water tank volume 1,100 l

1750

184

10.7

2250 2000

390

PRICE Starting from 3,300,000€

PESO FULL MASS DISPLACEMENT

Velocità kn

Consumi totali l/h

Consumi litro miglio

Autonomia mn

Boat

Total Fuel consumption

Total Fuel consumption

Range

speed in n ts 6.9

195

as

e 12

h

as

e han in

na i

na i

1.74

2.990

1000

10.7

58

5.42

959

1500

16.4

184

11.22

463

1750

20.4

260

12.75

408

2000

26.2

390

14.89

349

2250

30

500

16.67

312

2350

32.4

554

17.10

304

minimo di


196

COVER STORY

Azimut 72 Fly La lounge di prua è trasformabile e o re ampi prendisole con comode sedute. Un bimini smontabile con supporti in fibra di carbonio ombreggia l’intera area.

Engine room In sala macchine Azimut 72 Fly monta una coppia di Man da 1.400 cavalli ciascuno, la trasmissione è in linea d’asse. La barca della prova montava eliche Veem a 5 pale ed era equipaggiata con uno stabilizzatore Seakeeper NG18.

The Azimut 72 Fly’s engine room houses a pair of 1,400 hp MAN engines with in-line transmission. The boat we tested had 5-blade Veem propellers and as fitted th a eakee er NG18 stabiliser.

The forward lounge is convertible and o ers am e sunbathing space with comfortable seating. A removable bimini with carbon fibre s orts shades the entire area.

n the same a e ha e a oided reakin the rooms to ens re the don t end fee in too sma he main de k here e are no isn t a ar e o en s a e a ident he road indo s ha e made it ossi e to e and the areas on the main de k and e iminate the o ndaries et een the o tside and in M ork on the interiors has een not to interr t this trans aren The boat’s lines are powerful, clean, and sculptured. The freeboard is low and doesn’t weigh down the overall shape the windscreen is heavily raked a clever piece of chiaroscuro sleight of hand means that the hardtop support isn’t even seen. So, despite being a -tonne ybridge-only boat with four large cabins and crew quarters in the stern, the final appearance is e tremely light and sporty. Its brilliance, both in image and in reality, was re ected in the test we carried out - on a perfect, windless day with a at sea - when we even e ceeded the yard’s official top speed of 31 knots, reaching 32.4. It’s just a number, with limited significance, but it shows that Ausonio naval architects and Azimut’s R&D department have done a great job. Very little of the 2015/2016 RighiniGaleazzi design of which 70 units were sold) has been retained - the superstructure, hull and tunnel are new. What hasn’t changed is the straight-shaft gearbox and twin MAN 1,400 hp engines. A combination that still works well. The economy cruising speed for long voyages (and giving a range of 400 nautical miles) is 20 knots, using 12.5 litres of fuel per mile. The fast cruising speed, using 90% of the rpm available, is 27 knots (15 litres per mile). I would say the new Azimut 72 Fly is at its best, with complete silence and without any kind of annoying vibrations, about halfway between the two.



T 198

Otam TEST70 HT Otam 70 HT

Test

TANTI NODI, MA ANCHE TANTO COMFORT. LA TERZA UNITÀ DEL 22 METRI DI OTAM È UNA MERAVIGLIA DELLA TECNICA MA ANCHE UN PERFETTO ESEMPIO DI COSA SIGNIFICHI, VERAMENTE, RITAGLIARE UNA BARCA INTORNO ALLE RICHIESTE DEL SUO ARMATORE A LOT OF KNOTS, BUT BAGS OF COMFORT TOO. THE THIRD, 22-METRE OTAM UNIT IS A TECHNICAL MARVEL BUT ALSO EPITOMISES HOW TO TRULY BASE A BOAT ON ITS OWNER’S REQUESTS

by Massimo Longoni photo by Alberto Cocchi & Alessandro Guerrieri

E


barchemagazine.com barchemagazine.com

Emozioni velocità ad alta

High-speed thrills

199


TEST

200

Otam 70 HT

I

l golfo di Cannes è bianco. Si è alzata una brezza tesa dal mare, 20/25 nodi, circa un metro d’onda. Questo è l’orario in cui lo Yachting Festival chiude al grande pubblico e le barche escono per le prove in mare, ma la condizione meteo odierna le tiene tutte al riparo nei propri ormeggi, trappe e cime ben tirate. Tutte tranne una. Chiamo per chiedere conferma. La risposta è chiara: “Perché? Anzi, è in queste condizioni che possiamo mostrare il meglio di noi”. Otam è da sempre sinonimo di velocità, luxury sport boat, barche fatte su misura per armatori esperti che vogliono correre, veramente, sull’acqua, senza rinunciare a nessun tipo di comfort. Leggo sul sito che Otam 70 HT, il terzo esemplare prodotto, raggiunge 48/50 nodi di velocità massima. È lungo 22 metri e in sala macchine ha due Mtu da 2.000 cavalli ciascuno, eliche di superficie con trasmissioni Arneson. Il design è di Giuseppe Bagnardi, le linee dello scafo di Umberto Tagliavini. Le aspettative sono alte e devo dire che appena messo piede nel salone centrale la curiosità cresce ancor di più. Una serie di dettagli mi colpiscono: il ripiano del mobile che corre lungo la murata di dritta è in marmo. Lo stesso che poi troverò nei bagni. Il tavolo è in cristallo e legno massello. Tutto solido, bello e anche molto pesante. Tutta la zona centrale dell’hardtop può essere aperta grazie ad un sofisticato sistema servoassistito. Questo garantisce luce ed aerazione. The entire central area of the hardtop can be opened using a sophisticated power-assisted system, providing light and ventilation.


barchemagazine.com

201


202

TEST

Otam 70 HT Per una barca che vuole fare 50 nodi mi sembra strano. Strana è anche la posizione dei tientibene rifilati nel cielino, sempre in salone. Già la loro presenza racconta che a bordo di un Otam 70 HT devi prepararti ad andare veloce e a tenerti forte, ma quello che stupisce è la loro altezza. Giusti per me (alto 1,82 m), ma irraggiungibili per la collega al mio fianco , . Posizione sbagliata quindi? È un errore? “Assolutamente no – mi spiega Matteo Belardinelli, Sales & Communication manager di Otam – l’armatore è al suo quarto Otam. Ci conosce bene e conosce bene il mare e le barche. Viene dal Nord Europa, n e i ota offshore mo to esi ente ed è anche molto alto. La barca è costruita su misura per lui, e non è un modo dire. Tutto è ritagliato intorno alle sue esigenze, alle sue richieste, alle sue misure”. Me ne accorgerò poi anche al momento di pilotarla, le tre sedute sono spettacolari, avvolgenti, comodissime, ma anche qui la mia collega ha ben poche speranze di vedere davanti. E riguardo a marmi e

legni masselli? “L’armatore, come dicevo, ha le idee molto chiare e le sue richieste sono s e i he d esem io isto he ti i a la barca dodici mesi all’anno, ha richiesto il riscaldamento, l’aria condizionata e, nei bagni, i pavimenti riscaldati. I marmi poi sono selezionati e tagliati dallo stesso blocco, in modo che la venatura sia costante in tutto lo yacht”, prosegue Belardinelli. Arriva poi il momento clou. i esce e si naviga. Il golfo, come dicevo è praticamente bianco. Le onde non sono altissime, circa un metro, ma il vento è forte. Andiamo a cercare la parte più ridossata. Altra particolarit di uesto Otam 70 HT è la postazione di guida “sdoppiata”, anche il copilota ha davanti a sé esattamente le stesse strumentazioni di navigazione e monitoraggio presenti nella postazione di comando principale, probabile retaggio della storia “corsaiola” dell’armatore. Ci vuole un po’ per trovare l’assetto, le eliche di superficie devono poter lavorare bene in queste condizioni. Poi pian piano prendiamo il passo.


barchemagazine.com A lato, tre diverse soluzioni di configurazione del piano di coperta. Sul ponte inferiore trovano posto tre cabine, una cucina e gli alloggi dell’equipaggio con accesso indipendente dal ponte di prua. Tutte le strutture interne sono solidali con scafo e paratie. La barca sostanzialmente monolitica. On the side, you have three d erent solutions for the confi rat on of the main deck. The lower deck houses three cabins, a galley and crew quarters with independent access from the foredeck. All internal structures are integrated into the hull and bulkheads, making the boat essentially monolithic.

203


204

TEST

Otam 70 HT L’insieme barca, motori, trasmissioni entrano a regime. Siamo velocemente a , , e poi a nodi. Arriviamo a sfiorare i 38. Una meraviglia. La barca non è leggera, così la vuole il suo armatore (circa 50 tonnellate, più o meno come un y di serie della stessa dimensione ma va che è un piacere. In virata l’angolo di sbandamento è notevole, segno che la V è profonda anche a mezza nave, ma le reazioni non sono mai nervose, improvvise. Mi colpisce poi anche come non senta il vento al traverso, la prua non tende a uttuare , cosa tipica in queste condizioni. “38 nodi – mi spiega il comandante – è normalmente la velocità di crociera”. A uesta non si percepisce nessuno scricchiolio, nessun rumore, nessuna vibrazione. La barca dà la sensazione, anche saltando sulle onde, di essere solida, monolitica. Una pallottola a pelo d’ac ua. Alla luce di tutto ci penso che sfiorare i nodi, come indicato dal cantiere, sia un traguardo più che plausibile. E i consumi? Beh, ovviamente non particolarmente contenuti litri ora a 37 nodi, 520 a 31) ma su questa barca di “contenuto” non ci deve essere niente.

T

he bay of Cannes is white. A stiff sea breeze has sprung up, 20-25 knots, with waves about 1 metre high. This is normally the time when the Yachting Festival closes to the public and the boats set off on their sea trials, but the current weather conditions mean that they are all safely tucked away in their moorings, their ropes and cables tied down. All of them, that is, e cept one. I call to confirm. The answer is clear: “Why not? These conditions show us at our best”. Otam has always been synonymous with speed; these are luxury sports boats, tailored to expert owners who want some serious pace on the water while still enjoying all the mod cons. I read on their website that the Otam 70 HT, the

NELLE SEZIONI DI POPPA LE PECULIARITÀ DELL’OTAM 70 HT SONO, COME DA RICHIESTA DELL’ARMATORE, DI NON AVERE IL GARAGE PER IL TENDER E DI AVERE ACCESSO LATERALE AL POZZETTO. UNUSUALLY, AT THE OWNER’S REQUEST, THERE IS NO TENDER GARAGE IN THE OTAM 70 HT’S STERN SECTIONS, WHICH PROVIDE SIDE ACCESS TO THE COCKPIT.


barchemagazine.com

VELOCITÀ MAX NODI TOP SPEED KNOTS

38

AUTONOMIA MN RANGE NM

334

CONDIZIONI DELLA PROVA CONDITIONS ON TEST

OTAM SRL Via Cibrario, 2 I-16154 Sestri Ponente - GE T. +39 010 601901 www.otam.it

Località//Place Cannes Mare//Sea state Mosso//Rough Vento forza//Wind speed 20 nodi//knots Direzione vento//Wind direction NE Altezza onda Wave height 80 90 cm Persone a bordo//People on board 10 Combustibile imbarcato 41% Fuel volume on board Acqua imbarcata 75% Water volume on board Motore 2 x MTU M96X Main propulsion

PROGETTO Giuseppe Bagnardi BG Design (exterior design) • Umberto Tagliavini Marine Design (hull design) SCAFO Lunghezza f.t. 22,27m • Lunghezza al galleggiamento 17,56m • Larghezza massima 5,3m • Immersione 0,99 1,33m • Dislocamento a pieno carico 50t • Capacità serbatoio carburante 5.500 l • Capacità serbatoio acqua 1.000 l • Trasmissioni Arneson ASD 14 • Gearbox 2 F 3050

VELOCITÀ IN NODI SPEED IN KNOTS

MOTORE 2 x Mtu M96X • Potenza 1.472 1.974 kW cv • Alesaggio per corsa 135mm x 156mm • Cilindrata 26,8 l • 12 cilindri a V • Regime di rotazione massimo 2450 giri min • Peso 2.810 kg

CONSUMI L/H FUEL CONSUMPTION L/H

CERTIFICAZIONE CE CAT B-16

RAPPORTO PESO POTENZA kg kw MASS OUTLET POWER

17

RAPPORTO LUNG./LARG. L/W

4.2

Rpm

kn

38

680

35 33

PREZZO 4.000.000€, Iva esclusa PROJECT Giuseppe Bagnardi BG Design (exterior design) • Umberto Tagliavini Marine Design (hull design)

1900

544

31

2200 2000

618

1800

522

28

402

1700

24

372

1600

19

1500

342 0

100

200

300

400

500

600

700

Da zero a planata in 6 secondi Gliding time of 6s from 0 to glide

HULL LOA 22.27m • LWL 17.56m • Maximum beam 5.3m • Draft 0.99 1.33m • Full mass displacement 50 t • Fuel tank volume 5,500 l • Water tank volume 1,000 l • Transmissions Arneson ASD 14 • Gearbox 2 F 3050

LITRO MIGLIO (VELOCITÀ DI CROCIERA) L/ NA MI (CRUISING SPEED)

MAIN PROPULSION 2 x MTU M96X Outlet mechanical power 1,472 1,974 kW hp Bore Stroke 135mm x 156mm Swept volume 26.8 l Maximal rotational speed 2450 min Weight 2,810 kg

16.5

EC CERTIFICATION CAT B-16 PRICE Starting from 4,000,000€, VAT excluded

PESO FULL MASS DISPLACEMENT

50

Giri/min Engine rotational speed

in

Velocità kn

Consumi totali l/h

Consumi litro miglio

Autonomia mn

Boat

Total Fuel consumption

Total Fuel consumption

Range

speed in n ts

as

205

e

h

as

e han in

na i

na i

1500

19

342

18,00

1600

24

372

15,50

306 355

1700

28

402

14,36

383

1800

31

522

16,84

327

1900

33

544

16,48

334

2000

35

618

17,66

311

2200

38

680

17,89

307

minim


206

TEST

Otam 70 HT

MOLTO SOFISTICATA LA TECNICA DI COSTRUZIONE È LEGGERA E MAI RIGIDA AL TEMPO STESSO, IN ARAMAT, KEVLAR E FIBRA DI CARBONIO. I SERBATOI SONO STRUTTURALI. PARTICOLARE LA SCELTA DI SPOSTARE VERSO POPPA I GENERATORI PER GARANTIRE PIÙ MANEGGEVOLEZZA SENZA COMPROMETTERE LE PRESTAZIONI.

THE SOPHISTICATED CONSTRUCTION TECHNIQUE RESULTS IN A LIGHTWEIGHT YET RIGID STRUCTURE MADE OF ARAMAT, KEVLAR AND CARBON FIBRE. THE TANKS PLAY A STRUCTURAL ROLE. INTERESTINGLY, THE GENERATORS HAVE BEEN MOVED AFT TO IMPROVE HANDLING WITHOUT COMPROMISING PERFORMANCE.

third version of the product, can reach a top speed of 48-50 knots. She is 22 metres long, with two MTUs in the engine room, , hp each, with Arneson surface drives, and was designed by Giuseppe Bagnardi, with Umberto Tagliavini responsible for the hull. I have high expectations, and I have to say that, as soon as I set foot in the central saloon, my curiosity intensifies. I am struck by a series of details: the marble shelf on the piece of furniture that runs along the starboard side, matching the bathrooms, and the glass and solid wood table. All sturdy and beautiful, but also heavy, which seems odd for a boat that wants to reach 50 knots. The positioning of the handrails – embedded in the saloon’s ceiling – is also peculiar. Their very existence shows that on board the Otam 70 HT you need to be prepared to hold on tight and travel quickly, but their height is astonishing fine for me at ft tall, but impossible to reach for my 5’3” colleague who is accompanying me. So have they been positioned wrongly? Was it a mistake? “Not”, Matteo Belardinelli, sales and communication manager at Otam explains. “The owner is on his fourth Otam. He knows us very well, and he has a good knowledge of boats and the sea. He is a former offshore i ot from northern ro e very demanding and very tall. The boat has been quite literally made to measure for him. Everything has been designed according to his needs, wishes and measurements”.


barchemagazine.com

The three seats are spectacular, enveloping and extremely comfortable, but my colleague has no chance of seeing what lies ahead. As for the marble and solid wood: “The owner, as I was saying, knows exactly what he wants and makes s e i re ests , Belardinelli continues. “For example, as he uses the boat throughout the year, he asked for both heating and air onditionin s nder oor heatin in the bathrooms. The marble is carefully selected and cut from the same block, to ensure the veining is consistent throughout the yacht”. Then comes the moment of truth. We leave the harbour and start to sail. As I said, the gulf is practically white. The waves are not too high, around 1 metre, but the wind is strong, so we set off in search of the most sheltered spot we could find. Another uni ue feature of this Otam 70 HT is the dual steering position: the co-pilot has the same navigation and control instruments as the main helmsman, probably a legacy of the owner’s ‘racing’ background. It takes a while to find the trim angle, and the surface thrusters have their work cut out for them in these conditions. But then, little by little, we get going. The combination of boats, engines and transmissions is fully operational. e uickly hit , , and finally knots. Incredible. The boat is not light, at the owner’s request (about 50 tonnes, about the same as a standard y of the same size), but my goodness, it handles well. It lists noticeably when turning, a sign of a deep V even at amidships, but

she never reacts nervously or suddenly. I am also struck by the fact that we do not feel the crosswind; the bow does not tend to sway, as one might expect in these conditions. “38 knots”, explains the captain, “is the normal cruising speed”. At this speed, there is not a single s ueak, noise or vibration to be heard. Even when bouncing over the waves, the boat feels solid and monolithic, like a bullet ying over the water. ith all this in mind, the 50 km range claimed by the boatyard seems uite plausible. As for fuel consumption, it is not exactly low litres hour at knots, litres hour at 31 knots), but then there is no room for anything “low” on this boat.

Engine room Sofisticato il sistema di propulsione, con due Mtu da 2.000 cavalli ciascuno, riduttori F 3050 e trasmissioni Arneson ASD 14 che consentono al 70HT di navigare a 50 nodi di velocit massima. The boat has a sophisticated propulsion system, with two 2,000 hp MTUs, ZF 3050 gearboxes and Arneson ASD 14 transmission that allow the 70HT a top speed of 50 knots.

207


208

Cayman TEST S600 Cayman S600

Test


barchemagazine.com

Come prima

più di prima…

The same as before, but more...

SOLIDA, ROBUSTA, STABILE E FACILE DA CONDURRE. UNA BARCA CHE FA LA BARCA, COME UNA VOLTA, QUANDO SI SALIVA A BORDO PER NAVIGARE E NON PER RIMANERE ORMEGGIATI IN PORTO O IN RADA SOLID, TOUGH, STABLE AND EASY TO HANDLE. A BOAT MADE THE WAY THEY USED TO BE, A BOAT YOU GET ON TO GO SOMEWHERE, NOT JUST TO BE TIED UP IN PORT OR AT ANCHOR

by Niccolò Volpati

209


210

TEST

L

Cayman S600

a barca come una volta, perché, nel caso ce lo fossimo scordati, serve soprattutto per navigare. Quando scendo a terra, dopo la prova a Genova, ho questa sensazione. Una barca che fa la barca. Non una location, ma un mezzo fatto per navigare: solida, robusta, confortevole, spaziosa. Insomma, fatta per rimanere a bordo a lungo e possibilmente non all’ormeggio. La cosa che ho trovato più convincente sono gli interni. Tre cabine e tre bagni, tutti con il box doccia separato, perché, come sanno tutti quelli che sono andati in crociera a lungo, lo spazio è sinonimo di comfort. Quando scegliete un albergo, preferite quello con il bagno in stanza o quello con il bagno in comune alla fine del corridoio isposta scontata. E per quale motivo la permanenza a bordo di uno yacht dovrebbe avere parametri differenti Cayman S600 offre tanto spazio per almeno sei persone. L’abitabilità raggiunge o supera i due metri in qualsiasi locale, ma anche altri dettagli sono stati ben curati. La larghezza delle porte, la facilità di muoversi anche nel ponte inferiore, l’ampiezza dei box doccia, sono solo alcuni esempi. Inoltre, il layout prevede un disimpegno che smista l’accesso tra le cabine ospiti verso prua e quella armatoriale a centro scafo.

Questa soluzione regala anche molta privacy alla zona notte. Purtroppo, sono ben sette i gradini per scendere sottocoperta, ma supportati da due tientibene presenti all’inizio della discesa. Altri dettagli importanti sono gli armadi e i cassetti per i vestiti, numerosi in ogni cabina. Inoltre, alle finestrature che consentono alla luce solare di illuminare gli spazi interni, sono stati affiancati anche gli obl apribili in quasi tutti i locali favorendo l’aerazione. Insomma, tutto è stato studiato per rendere piacevole la permanenza a bordo. La carena è un progetto interno dell’ufficio tecnico del cantiere con un deadrise costante di 17°. La laminazione è fatta a mano con resina vinilestere isoftalica, stratificata in monolitico sulla carena e in sandwich per la coperta. In sala macchine ci sono gli Ips 950 con due motori Volvo D11 da 725 cavalli ciascuno. È la soluzione preferita dal cantiere perché consente di ottenere le prestazioni migliori nel rapporto tra velocità e consumi. La barca è robusta, solida e resistente con un dislocamento di 30 tonnellate. La sensazione al timone è che il cantiere abbia ragione a suggerire gli Ips 950. Le performance sono più che sufficienti. na volta, infatti, non c’era l’assillo di superare i 40 nodi o addirittura toccare i 50.


barchemagazine.com

IL DESIGN È STATO CURATO DA FERRAGNI PROGETTI, MENTRE BLUSEA SI È OCCUPATA DELL’INGEGNERIZZAZIONE. THE DESIGN IS BY FERRAGNI PROGETTI AND THE ENGINEERING IS BY BLUSEA.

211


212

TEST

Cayman S600

Tre cabine e tre bagni, tutti voluminosi e senza spazi sacrificati. Cayman S600 è stata realizzata per garantire lunghe permanenze a bordo.

Three cabins and three bathrooms, all spacious and no compromises. The Cayman S600 is designed for long stays on board.

Trenta nodi di massima è una velocità più che adeguata. ello specifico, Cayman S600 è arrivato a 32,4 nodi e per planare sono bastati quasi 14 nodi. Poco meno di 20 nodi di range di crociera, spaziando tra cento e trecento litri/ora di consumo per entrambi i motori. ’armatore pu scegliere tra un’andatura di crociera più dispendiosa oppure più parca nei consumi, a seconda di quante siano le miglia che ha intenzione di percorrere. L’autonomia è di circa 300 miglia nautiche, grazie alla capacità dei serbatoi che arriva a 2.460 litri. Un valore non solo adeguato per attraversare il Mediterraneo, ma anche ideale per non dover fare rifornimento troppo spesso. Sulle onde di scia che ho incrociato, la carena si è comportata bene. La sensazione è quella che non soffra il mare formato. a manovrabilit , anche grazie agli Ips di Volvo è quella che ti aspetti. a barca non ha difficolt a virare e controvirare. La risposta è sempre pronta, mai nervosa. Insomma, è facile da timonare. A 27 nodi di velocità, virando a tutta barra, non si avverte nessun tipo di problema. L’unico aspetto non troppo convincente è che solleva tanta acqua anche lateralmente e quindi il consiglio è quello di navigare sempre con le finestrature laterali della dinette ben chiuse per evitare che degli

spruzzi possano arrivare in pozzetto. L’altra caratteristica che non mi ha soddisfatto del tutto è la visibilità che si ha dall’unica postazione di guida. Il parabrezza è inclinato anche per conferire un aspetto sportivo alle linee della barca, ma la conseguenza è che la porzione di vetro non è eccessivamente alta. Inoltre, al centro c’è un montante piuttosto ingombrante che spezza la visuale verso prua e quando si vira stretto, l’angolo cieco mi è sembrato piuttosto ampio. Il layout della coperta l’ho trovato molto funzionale. Anche in questo caso, come per gli interni, si vede che è stato progettato pensando al fatto che una barca debba soprattutto navigare. Bitte, passacavi, tientibene non sono solo presenti un po’ dappertutto, ma anche decisamente sovradimensionati. Il verricello dell’ancora è a vista, più facile da usare e comodo in caso di manutenzione. La piattaforma di poppa ha la scaletta bagno a scomparsa e sotto di essa due bracci consentono di abbatterla fino a farla immergere sott’acqua. In pozzetto, grazie alla gamba telescopica del tavolo con comando elettrico e allo schienale abbattibile del divanetto, l’area si trasforma da living a prendisole. E, infine i passavanti sono sufficientemente larghi per muoversi con facilità a bordo e il portello laterale


barchemagazine.com

che si affaccia sul passavanti di dritta, permette di raggiungere le sedute del pilota e copilota senza passare dal pozzetto. In conclusione, la sensazione è che sia tutto come una volta, quando le barche si facevano bene ed erano fatte per navigare non per fare bella mostra di s da una pagina web o da una fiera di settore.

I

t is a boat built the way boats used to be built, because - in case anyone has forgotten - their main purpose is to go places on the water. That was the feeling I had when I stepped on to the quay in Genoa after testing it. This is a boat that does what a boat is supposed to do. ot a film set, but a boat made to be sailed - one that is solid, tough, comfortable and spacious. In short, it is made for spending real time on board, not just at anchor. I was particularly impressed by the interior. Three cabins and three bathrooms, each with a separate shower cubicle - because, as anyone who has been on an extended cruise will know, space equals comfort. When choosing a hotel, do you prefer the one with an en-suite bathroom or the one where the bathroom is at the end of the corridor The answer is obvious. o why should a yacht have any different parameters The Cayman S600 has

plenty of room for at least six people. Every room has at least two metres of headroom, but other details have also been carefully considered. The width of the doors, the ease of movement even on the lower deck, the spaciousness of the shower cubicles - these are just a few examples. In addition, the layout includes a hallway that connects the aft entrance to the guest cabins and the

master cabin amidships. This solution also provides considerable privacy in the accommodation area. Unfortunately there are seven steps to get below decks, but there are two grab handles to help you on your way down. Other important details are the numerous cupboards and drawers for clothes in every cabin. The windows mean natural light illuminates the interiors and there are also

213


214

TEST

Cayman S600

portholes that can be opened in nearly all of the rooms, which help air ow. o everything has been designed to make life on board very pleasant. The hull was created by the yard’s in-house technical team, and has a constant 17-degree deadrise. It has been hand laminated with vinyl ester isophthalic resin, laid in a slab on the deck and using sandwich techniques

on the deck. The engine room has IPS 950 systems with two Volvo D11s, each turning out 725 horsepower. It is the yard’s preferred solution because it means better performance can be obtained in terms of speed versus fuel consumption. The boat is tough, solid and strong, with a thirty-tonne displacement. At the helm it feels as though the yard was right to suggest

using the IPS 950s. Performance levels were more than sufficient. There was a time when you weren’t burdened by the need of having to do over forty, or even getting up to fifty knots. Thirty knots top speed is more than enough. And to be precise, the Cayman S600 got to 32.4 and only needed just under 14 to get on plane. So a span of nearly 20 knots from which to choose a cruising speed, with between a hundred and three hundred litres per hour used by both engines. Buyers can choose between cruising speeds which use more or less fuel, according to the distance that they intend to cover. With a fuel tank that holds as much as 2,460 litres, range is around 300 nautical miles. That is enough not just to cross the Mediterranean, but also to avoid having to refuel too often. The hull handled the bow waves I came across well. It felt as though it isn’t troubled by rougher seas. The degree of manoeuvrability, not least because of the Volvo IPS systems, is what you would expect, and the boat doesn’t have any problems turning back and forth. It always responds quickly, but is never nervy. So it is basically easy to handle. At 27 knots, and turning at full lock, there is no kind of problem. L’hardtop ha uno spoiler apribile che favorisce la circolazione dell’aria sia quando si è in navigazione, sia quando si alla fonda. The hardtop has a spoiler that can be opened. This allows air to pass through when sailing or at anchor.


barchemagazine.com

VELOCITÀ MAX NODI TOP SPEED KNOTS

CONDIZIONI DELLA PROVA CONDITIONS ON TEST

CAYMAN YACHTS – FLAG MARINE GROUP SRL Via dell’Industria, 19 I-57016 Rosignano Marittimo (LI) T. +39 0586 764210 www.caymanyachts.it

32.4

PROGETTO Ferragni Progetti (design) • BluSea (engineering) SCAFO Lunghezza f.t. 17,88m Larghezza massima 4,87m Pescaggio 0,87m Dislocamento 30.082 kg Serbatoio carburante 2.460 l • Serbatoio acqua 826 l

AUTONOMIA MN RANGE NM

Località//Place Genova Altezza onda//Wave height 30 cm Vento forza//Wind speed 12 nodi//knots Persone a bordo//People on board 9 Combustibile imbarcato 940 l Fuel volume on board Acqua imbarcata 660 l Water volume on board

VELOCITÀ IN NODI SPEED IN KNOTS

MOTORE 2xVolvo Penta D11-Ips 950 Potenza 533 kW (725 cv) • 6 cilindri in linea • Cilindrata 10,84 l • Alesaggio x corsa 123mm x 152mm • Rapporto di compressione 16.5:1 Regime di rotazione 2500 giri min Peso a secco 1.145 kg

290

CONSUMI L/H FUEL CONSUMPTION L/H Rpm

kn

32.4

CERTIFICAZIONE CE CAT B

297 227

26.9

15.6

PREZZI 1.320.700 € con 2 Volvo Penta Ips 950 D11 725 hp

RAPPORTO PESO POTENZA kg kw MASS OUTLET POWER

28

3.6

Giri/min speed 1000

in

1750

minimo di planata//min to glide

1550 1500

99

9.9

1250

65

8.4

1000

35.5 0

50

100

150

200

250

300

Da zero a planata in 8 secondi Gliding time of 8s from 0 to glide Da zero a velocit massima in 25 secondi Gliding time of 25s for a speed change from 0 to 32.4 knots (maximum speed)

MAIN PROPULSION 2xVolvo Penta D11-IPS 950 Outlet mechanical power 533 kW (725 hp) • 6 in-line cylinders • Swept volume 10.84 l • Bore&Stroke 123mm x 152mm Compression ratio 16.5:1 Maximal rotational speed 2500 min Dry weight 1,145 kg

RAPPORTO LUNG./LARG. L/W

Engine rotational

106

11.8

HULL LOA 17.88m Minimum beam 4.87m Draft 0.87m Displacement 30,082 kg Fuel tank volume 2,460 l • Water tank volume 826 l

2000

145

13.9

PROJECT Ferragni Progetti (design) • BluSea (engineering)

2250

188

21.8

2500

LITRO MIGLIO (VELOCITÀ DI CROCIERA) L/ NA MI (CRUISING SPEED)

8.4

EC CERTIFICATION CAT B PRICE 1,320,700 € with 2 Volvo Penta IPS 950 D11 725 hp engines

Velocità kn

Consumi totali l/h

Consumi litro miglio

Autonomia mn

Rumore su scala A (in plancia) dB

Boat

Total Fuel consumption

Total Fuel consumption

Range

Sound level on scale A

speed in n ts 8.4

as

e 35.5

h

as

e han in

na i

at the dash

4.2

na i

585

62

1250

9.9

65

6.5

378

67

1500

11.8

99

8.4

292

68

1550

13.9

106

7.6

323

68

1750

15.6

145

9.3

264

69

2000

21.8

188

8.6

286

70

2250

26.9

227

8.4

292

71

2500

32.4

297

9.2

267

73

ard d

215


216

TEST

Cayman S600

Engine room

Due Volvo D11 da 725 cavalli ciascuno con sistema Ips 950 sono la soluzione migliore per garantire performance e manovrabilit senza consumi eccessivi. Two 725 hp Volvo D11 engines with IPS 950 systems are the best solution to provide power and manoeuvrability without using too much fuel.

The only thing that wasn’t entirely convincing was that it brings up a lot of water, even on the sides, so I would say that you should always close the side windows in the dinette when you’re sailing to ensure that spray doesn’t wet the cockpit. The other thing I didn’t like was the visibility from the single helm position. The windscreen is raked to give the boat a sporty look, but as a result the glass isn’t very high. There is a rather bulky support in the middle that

cuts across the forward line of sight, and when turning sharply it felt like there was a rather large blind spot. I found the deck layout very functional. Again, as with the interior, you can see that it has been designed with the idea that boats are made to be used. Cleats, cable ducts and handholds are practically everywhere, and they are quite large. The anchor winch is exposed, making it easier to use and maintain. The stern platform has a retractable swim ladder, and two supporting arms means you can lower it below water level. The electrically-operated telescopic table leg and the fold-down sofa back means that the cockpit area turns from a living area into a sun pad. And finally, the side decks are wide enough to get around easily, and the side door on the starboard gangway enables you to get to the two helm station seats without having to walk through the cockpit. So basically you get the feeling that everything is as it once was, back when boats were well made and were built to be used, and not just to look good on a website or at a trade fair.

Il pozzetto è trasformabile in living o prendisole, mentre la zona di prua ospita sia un secondo prendisole, sia un divanetto lineare. Lo spazio all’aperto non manca di certo. The cockpit can be converted into a lounge or sunpad, while the foredeck has another sunpad and a linear sofa. There is no shortage of outside space.



T

218

Sialia TEST57 Deep SialiaSilence 57 Deep Silence

Test

ABBIAMO PROVATO SIALIA 57 DEEP SILENCE, UNO YACHT MODERNO SILENCE, IN GRADO DI REGALARE GRANDI EMOZIONI QUANDO SI NAVIGA IN MODALITÀ FULL ELECTRIC WE TESTED THE SIALIA 57 DEEP SILENCE, A MODERN YACHT THAT SILENCE, OFFERS A THRILLING EXPERIENCE IN FULL ELECTRIC MODE

by Angelo Colombo


barchemagazine.com

che stupisce

Awe-inspiring silence

17.60m

219


TEST

220

Sialia 57 Deep Silence

I

l Sialia 57 Deep Silence è il frutto di una bella visione di Stanislav Szadkowski, fondatore e Ceo di Sialia Yachts, che ha reso evidenti le grandi potenzialità nella nautica di uno yacht elettrico nel mercato di oggi. Noi lo abbiamo provato dopo aver compreso la tanta tecnologia che porta con sé. Il 57 Deep Silence navigando a 8 nodi ha un’autonomia di 40 miglia in full electric e di 571 in modalità Range Extender. A 25 nodi l’autonomia in full electric è di 12 miglia. La versione che abbiamo provato, al largo delle coste di Cannes, era dotata di una batteria da 350 kWh, oltre ai 390 kWh forniti dal Range Extender, ma sono già previste le versioni da 700 e 1.000 kWh, queste solo full electric, dunque prive di impianto ange E tender, che affida la ricarica durante il moto a un generatore che garantisce 33 miglia di autonomia a 25 nodi. Il caricabatterie di bordo da 22 kW è dotato di sistemi di connessione che lo rendono adattabile a qualsiasi fonte di corrente di terra. Facciamo un passo indietro. Abbiamo parlato del Range Extender e qualcuno potrebbe obiettare che si fa ricorso a una sorgente energetica endotermica per caricare le batterie. ero, ma il vantaggio offerto da questo sistema è che permette di caricare le batterie anche mentre queste sono impegnate a dare corrente Coperta allestita con cura e grazie alle murate abbattibili a poppa è in grado di trasformarsi in pochi secondi in una grande spiaggia privata. The deck has been carefully laid out, and the bulwarks at the stern fold down to create a large private beach in a few seconds.


barchemagazine.com barchemagazine.com

221 221


222

TEST

Sialia 57 Deep Silence

ai motori, dunque in condizioni di marcia. Ma è altrettanto vero che, vista l’autonomia di 40 miglia a 8 nodi e 12 a 25, l’uso quotidiano medio di qualsiasi imbarcazione è ampiamente soddisfatto dalla sola presenza delle batterie. Il Range Extender deve essere visto come ausilio di sicurezza qualora ci si spinga volontariamente o meno oltre i limiti di carica della propria barca, oppure, se si intende affrontare una crociera evitando di entrare in porto per la ricarica. Per garantire le performance immaginate dal progetto, il cantiere ha realizzato uno scafo particolarmente efficiente dal

punto di vista idrodinamico, leggero e al contempo in grado di offrire tutto ciò che ci si aspetta su uno yacht di 18 metri. Un bell’esercizio, ma il risultato ottenuto mediante la lavorazione di tutte le parti in composito con processi in sottovuoto e utilizzo di carbonio, nonché uno studio strutturale dal quale derivano robustezza e pesi contenuti, ci dice che Sialia ha alzato sicuramente l’asticella della produzione di barche elettriche. Lo studio dell’architettura navale e l’ingegnerizzazione sono stati affidati all’olandese Vripack. Usciamo dal porto, con l’ausilio di

un joystick Xenta, nel silenzio più assoluto, staccandoci dall’ormeggio come fosse un piccolo open e non uno yacht di 18 metri di lunghezza. Grazie a una giornata di poco vento, con mare tranquillo, abbiamo modo di registrare i dati della prova poco in uenzati dalle condizioni del moto ondoso. Dando corrente alle macchine, dire gas sarebbe inappropriato in questa occasione, l’effetto è uello di una spinta regolare che fa salire le cifre della velocità sul gps in modo rapido, ma percependo solo il rumore della scia, il più bello che in mare si possa sentire. La versione con due cabine matrimoniali è concepita per avere tutto lo spazio da centro barca a prua utilizzato come un grande open space, una soluzione decisamente interessante per chi è abituato a vivere giornate di mare in compagnia di amici. The version with two double cabins is designed to leave the entire area between midships and the bow as a large open space, an undeniably attractive solution for those who like to spend several days at sea with friends.


barchemagazine.com

SONO PROPOSTE DUE VARIANTI PER LA COPERTA E DUE PER GLI INTERNI CHE SONO MODERNI, LINEARI E REALIZZATI CON MATERIALI LEGGERI ACCURATAMENTE RIVESTITI O VERNICIATI. THERE ARE TWO DIFFERENT VERSIONS OF THE DECK AND THE INTERIOR AVAILABLE; ALL OPTIONS ARE MODERN, LINEAR AND MADE WITH CAREFULLY CLAD OR PAINTED MATERIALS.

223


224

TEST

Sialia 57 Deep Silence In plancia si parla con tono normale, non si sentono vibrazioni, né rumori e lo scafo si lascia subito apprezzare per le sue doti idrodinamiche, non alza acqua, ma rapidamente raggiunge la planata e naviga leggero e morbido anche quando incontra un’onda di scia. Nonostante sia uno scafo totalmente in carbonio una cosa che ci ha sorpresi è la silenziosità, poi, anche portandolo alla massima velocità di 27 nodi la sua manovrabilità sembra quella di un piccolo open, l’assetto è stabile a tutte le andature e navigare con il solo rumore dell’acqua a poppa è un piacere unico. Inserendo il Range Extender durante la navigazione, a 15 nodi con un consumo di 36 l/h del generatore, l’autonomia dipende solo dalla quantità di carburante imbarcato, che nella nostra prova è di circa 571 miglia. Da notare che la gestione della spinta è sempre affidata alle manette in plancia con le quali si comandano i motori elettrici, mentre a gestire l’impiego del sistema Range Extender provvede un sistema completamente Tecnologicamente avanzata, moderna nelle linee e straordinariamente silenziosa. Technologically advanced, modern in its design and extraordinarily quiet.


barchemagazine.com

VELOCITÀ MAX NODI TOP SPEED KNOTS

27

AUTONOMIA MN RANGE NM

571 RAPPORTO PESO POTENZA kg kw MASS OUTLET POWER

23

RAPPORTO LUNG./LARG. L/W

3.6

PESO DISPLACEMENT

19

SIALIA STRAITS Z O.O. Ul. Sokolowska 47A PL-05-806 Komorow, Poland, T. +48222 09 89 89 info@sialia-yachts.com www.sialia-yachts.com PROJECT Cantiere Vripack (naval architecture) SCAFO Lunghezza f.t. 17,60m • Larghezza massima 4,80m • Immersione 1,00m • Dislocamento 19.000 kg • Capacità serbatoio carburante, solo per il generatore, 1.500 l • Batterie Ioni di litio da 350 kW • Capacità serbatoio acqua 300 l più watermaker da 120 l/h MOTORE 2 Electric Unit • Potenza 400 kW • Peso 465 kg CERTIFICAZIONE CE CAT A PREZZO Sialia 57 Deep Silence è in vendita al prezzo di partenza di 4 milioni di euro (trattabili), quello del Sialia 59, in carbonio, è di 4,6 milioni di euro, ma c'è anche una versione più economica in alluminio.

CONDIZIONI DELLA PROVA CONDITIONS ON TEST

Località//Place Cannes Mare//Sea state 2 poco mosso//Smooth sea Vento forza//Wind speed 5 nodi//knots Direzione vento//Wind direction E Altezza onda//Wave height 0,5-1m Persone a bordo//People on board 7 Combustibile imbarcato 1.500 l Fuel volume on board Acqua imbarcata 300 l Water volume on board Eliche//Propellers linea d'asse Motore//Main propulsion 2x400 kW Danfoss EM-PMI540-T2000-1700 Stabilizzatori//Stabilisers Seakeeper Generatore per sistema Range Extender FPT N67 570 EVO accoppiato a motore elettrico Danfoss EM-PMI540-T1500-2400 da 390 kW peso complessivo generatore/componente elettrico 1.400 kg Range Extender system generator FPT N67 570 EVO coupled to a Danfross EM-PMI540 – T1500-2400 electric motor of 390 kW. Total weight generator/electric motor 1,400 kg

HULL LOA 17,60m • Maximum beam 4.80m • Draft 1,00m • Displacement 19.000 kg • Fuel tank volumes 1.500 l for the generator only • Battery 350 kW Li-ion battery • Water tank volume 300 l • Plus watermaker of 120 l/h MAIN PROPULSION 2 Electric Unit • Outlet mechanical power 400 kW • Weight 465 kg EC CERTIFICATION CAT A PRICE Sialia 57 Deep Silence is for sale at starting price of 4 mln eur (negotiable). New Sialia 59 model in Carbon starting price is 4.6 mln euro but there is also more a ordable version in Aluminium.

SULLA BASE DEL MODELLO SIALIA 57, SIALIA TEAM HA SVILUPPATO LA LINEA SIALIA 59 CHE È ATTUALMENTE DISPONIBILE. BASED ON SIALIA 57 MODEL, SIALIA TEAM DEVELOPED SIALIA 59 LINE WHICH IS IN THE OFFER AT THE MOMENT.

225


226

TEST

Sialia 57 Deep Silence

automatico, basterà solo selezionare la modalità prescelta. Anche il generatore è ottimamente insonorizzato e non se ne percepisce la rotazione in termini di rumore e vibrazioni. Solo spingendo al massimo e richiedendo alle macchine elettriche tutta la loro potenza, questo si adatta e aumenta i giri in automatico facendo percepire appena il rumore della sua turbina.

T

he Sialia 57 Deep Silence - the result of the amazing vision of Sialia Yachts founder and CEO Stanislav Szadkowski - demonstrates the enormous potential of electric yachts in today's boating market. We took her out for a spin, but not before getting to grips with her array of technology. At 8 knots, the 57 Deep Silence has a range of 40 miles in full electric mode or 571 miles in Range Extender mode. At 25 knots, these are 12 and 24 miles respectively. The version we tested off the coast of Cannes was fitted with a kWh battery, in addition to the 390 kWh provided by the Range Extender, but there are already 700 and 1,000 kWh versions in the pipeline, which are fully electric and therefore without the Range Extender

system, using a generator to recharge on the move, giving a range of 33 miles at 25 knots. The 22 kW onboard battery charger is equipped with connection systems that allow it to use any source of electricity on land. But let's get back to the range extender. Some may object that it uses an endothermic power source to charge the batteries. This is true, but the advantage of this system is that the batteries can be recharged while the engines are running, i.e. while the boat is moving. Furthermore, with a range of 40 miles at 8 knots or 12 miles at 25 knots, the batteries alone can easily cover the average daily use of any boat. The range extender should be seen as a safety feature, to be used if you accidentally or deliberately exceed the boat's power capacity, or to allow you to continue cruising without having to stop at the marina to recharge the batteries. To achieve the performance levels

OTTIMO ASSETTO A TUTTE LE ANDATURE, FACILE DA MANOVRARE E SEMPRE AGILE. AN EXCELLENT TRIM LEVEL AT ALL SPEEDS, EASY TO HANDLE AND ALWAYS AGILE.

required by the design, the yard had to build an incredibly hydrodynamically efficient hull that was light yet capable of providing all the features expected of an 18-metre yacht. Quite a challenge, but by using carbon fibre and vacuum processes for all composite parts, and a structural study that led to a combination of strength and lightness, Sialia has achieved a result that undoubtedly raises the bar for electric boat production. The naval architecture and engineering were entrusted to the Dutch company Vripack. We leave the port, guided by a Xenta joystick, in the utmost silence, exiting our mooring as if we were in a small open boat and not an 18-metre yacht. Because it is a relatively still day, the sea is calm, so the conditions should not greatly affect the test data. hen we increase the power – “put our foot on the gas” would not be right here we get the effect of regular thrust, and the speed showing on the GPS rises rapidly, but the only noise you can hear is that of the wake, surely the nicest noise you can hear at sea. We can talk at a normal level at the helmsman’s station, with no vibrations or noise to compete with. Everything runs smoothly and we immediately appreciate the hydrodynamic qualities of the hull: it does not throw up water, but instead rapidly starts to the plane, moving adeptly and gently even when it hits the wake of another boat. Although the hull is made entirely of carbon fibre, we are surprised just how quiet it is. Even at its maximum speed of 27 kn, it handles like a small open boat, with a stable trim angle at all speeds, and travelling with nothing but the sound of water at the stern is a uniquely pleasant experience. Adding the Range Extender while sailing, at 15 knots and with the generator consuming fuel at 36 litres/hour, the range depends purely on the amount of fuel on board, which in these conditions equates to roughly 571 miles. It is worth noting that the thrust is always controlled by the joysticks on the dashboard used to handle the electric engines; the Range Extender system is fully automated and only requires the pilot to choose from various preset modes. The generator is very well insulated, and you do not notice any noise or vibrations from the revs; only when you opt for top speed, which demands the electric engines run at full power, does the generator increase its revs in response, and at this point, you can just make out the noise of the turbine.



228

TESTJollyNuova Nuova PrinceJolly 50 Prince 50

Test

PRATICO, ELEGANTE, CONFORTEVOLE E ADRENALINICO. È LA NUOVA VERSIONE DELL’AMMIRAGLIA DEL CANTIERE PRACTICAL, ELEGANT, COMFORTABLE AND EXCITING - THE NEW VERSION OF THE FLAGSHIP OF THE YARD

by Niccolò Volpati


barchemagazine.com

Come

piace a noi Just the way we like it

229


TEST

230

I

Nuova Jolly Prince 50

l Prince 50 è l’ammiraglia di uova olly, si tratta di una versione speciale di propriet del cantiere, come racconta Teo Aiello. “Volevamo fare un battello elegante, come piace a noi. Lo abbiamo curato in ogni dettaglio con soluzioni e allestimenti pensati per rendere confortevole la permanenza a bordo, anche per lunghi periodi”. ul bracket dello specchio di poppa sono stati montati quattro V10 di ercury da cavalli ciascuno e grazie a una staffa strutturale, molto solida e robusta, eliche e piedi lavorano in modo ottimale, inoltre, uesta soluzione consente di avere una superficie maggiore sulla piattaforma intorno ai fuoribordo. E ui ci sono anche dei portelli per monitorare tutti i cablaggi dei motori. iù superficie per

la piattaforma, inoltre, significa potersi muovere liberamente anche all’estrema poppa. E la sala macchine on ci sono le macchine, ovviamente, dato che i propulsori sono fuoribordo, ma tutti gli impianti di bordo. i tratta di un gavone molto ampio ubicato sotto il prendisole di poppa a cui si accede grazie a un portello con pistone elettroidraulico. così ampio e facile da ispezionare che sembra di essere davvero in una sala macchine. Estetica e funzionalit sono la cifra degli allestimenti della coperta. e bitte per le cime di poppa, per esempio, sono nascoste sotto a un portello in vetroresina che fa parte della fiancata del battello. In uesto vano si trovano anche i due winch da tonneggio, uno per lato. una soluzione del tutto simile a uella

che si trova a bordo degli yacht di media e grande dimensione. In pozzetto, oltre al tavolo centrale estensibile, ci sono ben tre divanetti lineari, uno a poppa e uno per ciascuna fiancata. a superficie è ampia e consente di avere ben due passaggi che permettono di accedere alla piattaforma di poppa senza necessit di scavalcare gli schienali delle sedute. er il resto, c’è un classico mobile cucina a centro scafo con tre seggiolini per pilota e copiloti a pruavia. ’accesso alla zona di prua è comodo e sicuro grazie ai due passavanti laterali e ai tientibene, uno dei uali è ricavato dal profilo del parabrezza. ’allestimento prevede una vera e propria seconda area living con due divanetti lineari lungo le fiancate e una terza seduta a pruavia del cassero. ’ancora esce dall’occhio di cubìa in modo da lasciare tutta la superficie dell’estrema prua a disposizione per sbarcare in banchina, soddisfacendo eleganza e praticit . Infine, ho trovato molto valida la soluzione per l’accesso sottocoperta. I motivi sono due, come gli accessi, uno a centro barca e uno a prua. Il primo è uello classico e cioè con il portellone in consolle a lato della plancia. Il secondo, invece, è reso possibile sollevando il portello che si trova a pruavia del cassero, proprio dove è collocata la seduta lineare frontemarcia della zona di prua. una soluzione convincente


barchemagazine.com

non solo perch è più facile muoversi, ma anche perch , lasciando aperto il portellone di prua, l’aria e la luce naturale a uiscono abbondantemente in cabina. ’abitabilit interna è notevole supera i due metri nel punto più alto e rimane comun ue sopra i cm anche nella zona prodiera. Il bagno è ampio, anche se non è dotato di un bo doccia separato, mentre la seconda cuccetta matrimoniale è decisamente più sacrificata dato che rimane sotto il piano di calpestio della coperta. In sostanza, si tratta di volumi molto comodi per due persone, ma anche fruibili da una famiglia con due bambini. er la motorizzazione, la scelta è ampia e anche il range di potenze è vario. Il cantiere ha preferito una uadrupla con i di ercury da cv. una buona combinazione perch la potenza è tanta, ma non eccessiva e si riescono ad avere ottime prestazioni. Inoltre, se si fosse optato per montare meno cavalli, è probabile che i motori sarebbero dovuti andare a regimi sostenuti aumentando anche i consumi. Con uesta configurazione si naviga a nodi di velocit con un consumo istantaneo di litri ora che, tradotto in miglia, significa , litri per miglio. er la massima velocit ci si pu sbizzarrire dato che con la manetta tutta abbassata si superano i nodi e anche l’accelerazione dei

GRANDE ABITABILITÀ E TANTO SPAZIO PER LO STIVAGGIO. IL COMFORT È GARANTITO ANCHE PER UNA LUNGA CROCIERA. IT HAS EXCELLENT HEADROOM AND A LOT OF STORAGE SPACE MAKING IT VERY COMFORTABLE, EVEN ON LONGER CRUISES.

231


232

TEST

Nuova Jolly Prince 50

Bitte, tientibene e hardtop appaiono molto solidi e robusti. Danno la sensazione che siano lì per durare nel tempo, senza avere mai problemi. The cleats, grab handles and hardtops look strong. They give the feeling that they are going to be there for the duration, without ever giving problems.

non è certo da lumaca in due secondi e mezzo si plana e in diciotto si superano i nodi. a sensazione al timone è uella che ti aspetti da uova olly grande stabilit , affidabilit e semplicit di conduzione. isogna solo ricordarsi che si sta navigando a nodi, perch c’è il rischio di dimenticarselo, vista la maneggevolezza di Prince 50. Cercando l’ago nel pagliaio, l’unico appunto riguarda la visibilit . sempre ottima, ma la struttura, molto robusta, che sostiene l’hardtop, poggia su tre montanti due a poppa e uno a prua che cade proprio al centro del parabrezza. Fossero stati due anche i montanti più a prua, la vista non sarebbe stata ostacolata da nulla.

T

he Prince 50 is the uova olly agship. It is a special version owned by the yard, as Teo Aiello e plains “We wanted to make an elegant boat, just the way we like them. We worked on the smallest details looking for solutions and set-ups designed to make on-board stays comfortable, even for longer periods”. There are four hp ercury s in the transom on a very strong and tough structural bracket so that both the propellers and gearcases work at their best, while this solution also allows for more room on the stern platform around the outboards. There are also hatches to check all of the engine cabling.


barchemagazine.com

VELOCITÀ MAX NODI TOP SPEED KNOTS

CONDIZIONI DELLA PROVA CONDITIONS ON TEST

NUOVA JOLLY MARINE Via Bologna, 3 I-20060 Bussero (MI) T. +39 02 95334031 www.nuovajolly.it infojolly@nuovajolly.it

50.9

PROGETTO Ufficio tecnico del cantiere SCAFO Lunghezza f.t. 15,05m • Larghezza massima 4,54m • Larghezza massima a tubolari sgonfi 3,81m • Pescaggio 0,75m • Dislocamento a secco 9.500 kg • Diametro tubolari 0,50/0,75m • 8 compartimenti • Serbatoio carburante 1.850 l • Serbatoio acqua 250 l

AUTONOMIA MN RANGE NM

330

MOTORE 4x400 Mercury Verado V10 • Potenza 298 kW (400 cv) • 10 cilindri a V • Cilindrata 5,7 l • Rapporto di riduzione 2.08:1 • Regime di rotazione 5800-6400 giri/min • Peso 316 kg

Località//Place Genova Altezza onda//Wave height 30 cm Vento forza//Wind speed 15 nodi//knots Persone a bordo//People on board 3 Carburante imbarcato 1.100 l Fuel volume on board Acqua imbarcata 150 l Water volume on board

VELOCITÀ IN NODI SPEED IN KNOTS CONSUMI L/H FUEL CONSUMPTION L/H Rpm

kn

50.9

478 433

47.7

38.8

PREZZO 880.000,00 € + IVA con dotazioni standard e con 4 motori Verado da 400 cv

RAPPORTO PESO POTENZA kg kw MASS OUTLET POWER

9.7 3.3

Giri/min Engine rotational speed

in

4500 3500

135

18.1

102

15.1

80.1 0

100

3000 minimo di planata//min to glide 200

300

2600 400

500

Da zero a planata in 2,5 secondi Gliding time of 2.5s from 0 to glide Da zero a velocità massima in 18 secondi Gliding time of 18s for a speed change from 0 to 50.9 knots (maximum speed)

LITRO MIGLIO (VELOCITÀ DI CROCIERA) L/ NA MI (CRUISING SPEED)

MAIN PROPULSION 4x400 Mercury Verado V10 • Outlet mechanical power 298 kW (400 hp) • 10 V-shaped cylinders • Swept volume 5.7 l • Compression ratio 2.08:1 • Maximal rotational speed 5800-6400/min • Weight 316 kg

RAPPORTO LUNG./LARG. L/W

5000

213

24.3

HULL LOA 15.05m • Maximum beam 4.54m • Maximum beam with de ated tubes 3.81m • Draft 0.75m • Light mass displacement 9,500 kg • Tube’s diameter 0.50/0.75m • 8 compartments • Fuel tank volume 1,850 l • Water tank volume 250 l

5500

263

34.3

PROJECT Shipyard technical department

6000

368

43.5

6450

5.5

PRICE 880,000.00 € + VAT with standard equipment and with 4 Verado engines of 400 hp each

Velocità kn

Consumi totali l/h

Consumi litro miglio

Autonomia mn

Rumore su scala A (in plancia) dB

Boat

Total Fuel consumption

Total Fuel consumption

Range

Sound level on scale A

na i

at the dash

speed in n ts

as

e

h

as

e han in

na i

2600

15.1

80.1

5,3

349

69

3000

18.1

102

5,6

330

70

3500

24.3

135

5,5

336

72

4500

34.3

213

6,2

298

76

5000

38.8

263

6,8

272

79

5500

43.5

368

8,4

220

81

6000

47.7

433

9,0

205

82

6450

50.9

478

9,4

196

83

ard d

233


234

TEST

Nuova Jolly Prince 50 La colorazione bianca e blu è elegante, ma anche marina. In ogni caso, tutto è custom, soprattutto i colori della cuscineria. The white and blue colour scheme is elegant but also has a seafaring feel. But everything can be customised, especially the colour of the cushions.

ore room for the platform also means being able to move freely, even right at the stern. And what about the engine room There are no engines of course, given that the boat uses outboards, but all of the onboard facilities and e uipment are there. It’s a very large locker space beneath the aft sun pad that is accessed through a hatch with an electro-hydraulic piston. It is so spacious and easy to access for

inspection that it feels like being in an engine room. ooks and functionality are the keywords for the deck. The cleats for the stern hawsers, for e ample, are hidden behind a fibreglass hatch which forms part of the side. The two mooring winches, one for each side, are also housed here. That’s very much the way it is done on mediumsized and large yachts. In the cockpit, as well as the e tendable central table,

there are as many as three sofas, one aft and the other two on either side. The surface is substantial which means you can have two side decks that allow you to get to the stern platform without having to clamber over the seat backs. There is also the classic kitchen unit midships with three seats for helmsman and co-pilots forward of it. Access to the forward area is comfortable and safe thanks to the two sidekicks and the grab handles, one of which has been hollowed out of the side of the windscreen. This area has been set up with a genuine second living area, with two sofas along the sides and a third seat just forward of the bridge. The anchor is dropped from the hawsehole so the whole forward area on the foredeck can be used for disembarking - an elegant and practical solution. Finally, I liked the access to the below decks. There are two reasons for that - just as there are two points of access, one amidships and one on the foredeck.


barchemagazine.com

The first of these follows the classic model, with a large hatch door alongside the helm station. The second is through the hatch located by raising the forward-facing seat in front of the bridge. That is a convincing solution not just because it is easier to get around, but also because if you leave the forward hatch open, fresh air and natural light ow through the cabin. The amount of headroom below decks is substantial - it is over two metres at the highest point and is in any case over centimetres even in the forward area. The bathroom is spacious, even though it is not e uipped with a separate shower cubicle, while the second double bed is a bit more restricted given that it is below the deck. o essentially, we are talking about a very comfortable space for two people, but one that can also be used by a family with two small children. There is a wide choice of engines and power outputs available. The yard has chosen a uadruple set-up with hp ercury s. That works well with the boat because it provides plenty of power and produces very good performance, without being e cessive. Furthermore, opting for less power would probably entail the engines working at high rev levels, thus increasing fuel consumption. ith this setup, you can do knots with a snapshot fuel usage of litres per hour, which e uates to . litres per mile. If you feel in the mood for speed, you can open the throttle right up and get to over fifty knots. The s are not sloths when accelerating the hull planes in . seconds, and you get to over fifty knots in eighteen seconds. The feeling at the helm is what you e pect from the uova olly yard it is very stable, reliable and easy to handle. ou just have to remember that you are going at

Engine data La potenza massima installabile pu essere perfino superiore, ma 1.600 cavalli bastano e avanzano per accelerazioni brucianti e per superare i 50 nodi di velocità massima. The most that can be fitted is probably more, but 1,600 horsepower is plenty and more than enough to accelerate very quickly and reach over fifty knots.

fifty knots, because you are in danger of forgetting it, given how easy the Prince 50 is to handle. If I were forced to find a defect, I suppose it would be with the sightlines. They are always e cellent, but the very tough structure that holds up the hardtop rests on three supports two aft and then the forward one that is located right in the middle of the windscreen. ut you wouldn’t have had any interference in vision if instead there had been two further forward.

50 NODI E NON SENTIRLI. LA MANEGGEVOLEZZA E LA STABILITÀ SONO TALI CHE CI SI DIMENTICA DI QUALE VELOCITÀ RAGGIUNGA. YOU CAN DO FIFTY KNOTS WITHOUT FEELING IT. IT IS SO EASY TO HANDLE AND SO STABLE, THAT YOU FORGET WHAT SPEED YOU ARE AT.

235


236

VETERAN BOAT

Gonca

Una navetta

misteriosa A mysterious steamship LA NAVETTA GONCA È STATA RESTAURATA MAGNIFICAMENTE A TUZLA DA RMK MARINE SOTTO LA DIREZIONE DELL’ARCHITETTO NAVALE ÖZGÜR NUMAN THE STEAMSHIP GONCA HAS BEEN MAGNIFICENTLY RESTORED IN TUZLA BY RMK MARINE UNDER THE DIRECTION OF NAVAL ARCHITECT ÖZGÜR NUMAN

by Bruno Cianci photo by Bruno Cianci and Hakan Günes


barchemagazine.com barchemagazine.com

a L

a navetta Gonca è tornata in quella che per più di vent’anni è stata la sua casa: il Rahmi M. Koç Müzesi. Questo museo, fondato a Istanbul nel 1994 e allargatosi nel 2001 all’attuale sede sul Corno d’Oro, porta il nome del suo fondatore che, per fortuna, è vivo e vegeto. In Turchia, infatti, è tutt’altro che insolito intestare musei, infrastrutture o navi a persone viventi. Presidente onorario di Koç Holding,

gruppo da 85 miliardi di dollari di fatturato annuo (2022), questo gentiluomo nato ad Ankara nel 1930 è un incallito collezionista di oggetti legati alla storia dell’industria e della navigazione, al punto che ha dovuto fondare dei musei per raccoglierli e renderli visibili a tutti. Possiede così tante barche da non sapere quante siano. Qualcuno le arrotonda a cinquanta per praticità, ma quasi

certamente sono di più. Alcune, come Romola, Lady Edith, Rosalie, Maid of Honour e Gonca, sono pezzi unici. Gonca non è il più antico (il rimorchiatore olandese Rosalie, che è del 1873, è la barca più vecchia della collezione), ma è una delle più affascinanti, anche perché la sua storia è avvolta in una coltre di fumo. Fumo prodotto da macchine a vapore, ça va sans dire…

237 237


238

VETERAN BOAT

Gonca

Il progetto tecnico è stato ideato da Camper & Nicholsons, con interni firmati Ken Freivokh Design. The technical project

Ken was conceived by & Nicholsons, Freivokh Camper with interiors penned by Ken Freivokh Design.

La storia Nonostante siano state condotte approfondite ricerche, le origini di Gonca (la lettera ‘c’ si pronuncia come la ‘g’ in ‘gelo’) sono tuttora avvolte nel mistero e difficilmente, alla luce dei documenti disponibili, sarà possibile trovare il bandolo della matassa. La sua storia è nota solo dopo il secondo dopoguerra, mentre tutto ciò che è accaduto prima è frutto di tesi. La teoria più accreditata vuole che la navetta che al pari delle macchine è del tutto priva di targhe e di punzonature - sia stata costruita in un cantiere navale britannico nei primissimi anni del Novecento, il che è deducibile da alcuni indizi, il primo

dei quali è la presenza di macchine di fattura inglese; altri indizi riguardano la strumentazione e altre parti realizzate ancora una volta in Gran Bretagna. Alcuni storici turchi, riferendosi ai registri navali ottomani, ritengono che Gonca possa essere quella che in passato si chiamava Selanik, una nave da supporto utilizzata prima del 1912 nell’omonimo porto (‘Selanik’ altro non è che Salonicco), quando la città era ancora ottomana. Le sovrastrutture di queste due navi non corrispondono, ma le dimensioni e la forma degli scafi sono identici. Con lo scoppio della prima guerra mondiale, poi, l’unità

sarebbe stata convertita in posamine dalla marina ottomana, che l’avrebbe anche utilizzata durante la difesa dei Dardanelli nel 1915. Dopo la guerra - sempre attenendoci alla teoria più accreditata – l’unità fu messa in disarmo nella base di Gölcük. In seguito fu utilizzata dalla marina della Repubblica di Turchia come nave da trasporto persone con il nome Konca (con la K). Seguì un triste periodo di abbandono terminato con l’acquisizione da parte del presente armatore per il tramite della fondazione Koç. Nel 1989 la navetta fu salvata dalla demolizione e dalla furia della fiamma ossidrica da Rahmi Koç che, da visionario qual è, ne aveva intuito il potenziale valore storico ed estetico. Alla fine ne uscì una barca talmente graziosa da meritarsi un nuovo nome, simile al precedente: Gonca (‘bocciolo di rosa’).


barchemagazine.com

La ricostruzione Il progetto tecnico è stato ideato da Camper & Nicholsons, con interni firmati Ken Freivokh Design. Freivokh, originario della California ma trapiantato nel Regno Unito, fu contattato da Rahmi Koç in un momento in cui il suo studio era coinvolto nel recupero di altre tre importanti navi storiche: il motoryacht Fredrikstad e il rimorchiatore St. Eval di Peter de Savary e Atlantide (ex Caleta) di Tom Perkins. Questo il ricordo di Ken di quel periodo: «Io e il mio team abbiamo lavorato a stretto contatto con Rahmi Koç e il suo cantiere per essere sicuri di realizzare un restauro speciale. All’inizio del progetto Gonca giaceva sulla sabbia e così gli studenti dell’Università di Istanbul si recarono a ispezionare la navetta disegnando letteralmente le linee nella sabbia per ricreare i contorni dello scafo…». Le macchine a vapore, le caldaie e gli impianti furono restaurati da Ian Clark, il quale aveva anche eseguito altri lavori per conto del Museo Koç. Il cantiere incaricato di eseguire la ricostruzione perché di questo si è trattato - fu RMK Marine, una delle oltre cento aziende che fanno capo alla ‘galassia’ Koç. I lavori ebbero inizio nel 1993 e furono da subito improntati al recupero dello

SONO STATE UTILIZZATE PANNELLATURE DI MOGANO CHE È STATO ALLEGGERITO MEDIANTE L’IMPIEGO DI PANNELLI DI COLORE BIANCO A CONTRASTO. THE DESIGN INCLUDED MAHOGANY PANELLING WHICH WAS ‘LIGHTENED’ THROUGH THE USE OF CONTRASTING WHITE PANELS.

239


240

VETERAN BOAT

Gonca spirito dell’epoca in cui Gonca era stata costruita, dotandola di interni accoglienti in stile classico edoardiano, con falegnameria di ottima fattura proveniente da Inghilterra e Turchia. La ricostruzione fu completata nel 1997 nel pieno rispetto dell’epoca e degli standard di sicurezza internazionali. Il risultato fu talmente apprezzato da non sfuggire alla maison Chanel, che nel 2009 la scelse per fare da comparsa in uno spot intitolato “Train de nuit”: protagonista la diva transalpina Audrey Tautou.

Gli interni presentano un salottino sul ponte superiore, una sala da pranzo sul ponte principale e la cabina dell’armatore. Sottocoperta, invece, si trovano una cabina degli ospiti, cucina e alloggi per l’equipaggio: fa eccezione quello del comandante che si trova sul ponte superiore, a poppavia della timoneria.

The interiors include a comfortable saloon on the upper deck and a large dining room on the main deck, which also houses the study and owner’s quarters. The space below deck includes one guest cabin, the galley, and crew quarters. The only exception is the captain’s cabin, which is on the upper deck, aft of the wheelhouses.

L’ultimo refit Molti anni di utilizzo e di permanenza in acqua hanno condotto Gonca a luglio 2021 nel medesimo cantiere che l’aveva riportata in vita un quarto di secolo prima. I lavori più importanti condotti nuovamente a Tuzla da RMK Marine sotto la direzione dell’architetto navale Özgür Numan (Yacht department director) hanno interessato il rifacimento di alcune lamiere dello scafo - in particolare sulla dritta, nella parte poppiera - e quello di alcune opere di falegnameria, dei ponti e del teak di cui essi sono ricoperti; manutenzione della caldaia e delle macchine, sostituzione parziale degli impianti elettrici e idraulici. Infine, riverniciatura integrale della navetta, operazione avvenuta con il prezioso contributo della filiale turca del colosso chimico norvegese Jotun. Pur essendo perfettamente funzionante, Gonca non figura tra le barche del Museo Rahmi M. Koç che navigano sul Corno d’Oro a beneficio dei visitatori del museo (ben 365mila nel corso del 2022): in compenso ci sono altre barche - come i rimorchiatori Liman 2 e Rosalie - che permettono piacevoli escursioni a vapore su quelle stesse acque che per oltre due millenni sono state il porto naturale di una città unica. Un’esperienza multisensoriale, di quelle che vanno provate almeno una volta nella vita.

T

he steamship Gonca has returned to what has been her home for more than twenty years: the Rahmi M. Koç Müzesi. Founded in Istanbul in 1994 and expanded to its current location on the Golden Horn in 2001, the museum bears the name of its founder, who is fortunately still very much alive. In fact, it is not unusual in Turkey to name museums, infrastructure or ships after living people.


barchemagazine.com

LE MACCHINE A VAPORE, LE CALDAIE E GLI IMPIANTI FURONO RESTAURATI DA IAN CLARK, IL QUALE AVEVA ANCHE ESEGUITO ALTRI LAVORI PER CONTO DEL MUSEO KOÇ. NELLA FOTO, DA SINISTRA RENGIN E CEM GÜRDENIZ E MINE SOFUOGLU.

THE STEAM ENGINES, BOILERS, AND MACHINERY WERE RESTORED BY IAN CLARK, WHO HAD ALSO CARRIED OUT OTHER ASSIGNMENTS ON BEHALF OF THE KOÇ MUSEUM. IN THE MIDDLE, IN THE PICTURE, FROM THE LEFT, RENGIN E CEM GÜRDENIZ AND MINE SOFUOGLU.

241


242

VETERAN BOAT

Gonca

Honorary president of Koç Holding, a group with an annual turnover of 85 million dollars (2022), this gentleman, born in Ankara in 1930, is a passionate collector of objects related to the history of industry and shipping, so much so that he had to set up museums to collect all these objects and make them accessible to all. He owns so many boats that he has lost count. Someone rounds them up to fifty for convenience, but it is almost certainly more. Some, like Romola, Lady Edith, Rosalie, Maid of Honour and Gonca, are unique. Gonca is not the oldest (the 1873 Dutch tug Rosalie is the oldest in the collection), but she is one of the most fascinating, partly because her history is shrouded in smoke. Smoke produced by steam engines, ça va sans dire...

The history Despite extensive research, the origins of Gonca (the letter ‘c’ is pronounced like the ‘g’ in ‘gin’) are still shrouded in mystery, and it will be difficult to unravel the mystery in the light of the documentation available to date. Her history only came to light after the Second World War, and everything that happened before is based on conjecture. According to the most accepted theory, the ship - which, like the machinery, has no plates or marks - was built in a British shipyard in the early 20th century. This can be deduced from a number of details, the first of which is the presence of “Made in England” machinery. Other indications are that the instruments and other parts were also made in Britain. Some Turkish historians, referring

to the Ottoman naval registers, have suggested that Gonca could be the ship formerly called Selanik, a support ship used before 1912 in the port city of the same name (‘Selanik’ is simply Salonica or Thessaloniki), when the city was still Ottoman. The superstructures of these two ships do not match, but the size and shape of the hulls are identical. With the outbreak of the First World War, the unit is said to have been converted into a minelayer for the Ottoman Navy, which probably used it in the defence of the Dardanelles in 1915. After the war, again according to the most accepted theory, the unit was finally laid up at the Gölcük naval base. It was later used by the Republic of Turkey Navy as a passenger transport ship, named Konca (with a K). A sad period of abandonment followed until


barchemagazine.com

the ship was acquired by its current owner through the Koç Foundation. In 1989, the ship was saved from demolition and the wrath of the blowtorch by Rahmi Koç, who, being the true visionary that he is, saw its potential historical and aesthetic value. The final result was such a graceful boat that it truly deserved its new name, which was similar to the previous one: Gonca (‘rosebud’). Il rifacimento di alcune parti di Gonca si era reso impellente, soprattutto perché il Museo Koç che lo ospita non espone oggetti che non siano in condizioni di eccellenza. The restoration of some parts of Gonca had become urgent, especially as the museum for which she was destined did not display objects that were not in excellent condition.

243


244

VETERAN BOAT

Gonca

SPECIFICHE TECNICHE

Lunghezza f.t.: 32,98m Baglio massimo: 6,00m Pescaggio: 3,25m Dislocamento: 247 t Macchine: tripla espansione originale; caldaia nuova, del tipo “Scotch”. Potenza: 550 cv Velocità: 12 nodi Architetto navale: Ken Freivokh (prima ricostruzione) Cantiere refit: RMK Marine (Tuzla, Istanbul), 1993-97 e 2022-23

TECHNICAL SPECIFICATIONS

LOA: 32.98m Maximum beam: 6.00m Draft: 3.25m Displacement: 247 t Machinery: original triple expansion; new boiler, ‘Scotch’ type. Outlet mechanical power: 550 hp Speed: 12 knots Naval architect: Ken Freivokh (first rebuilding) Refit shipyard: RMK Marine (Tuzla, Istanbul), 1993-97 and 2022-23

The reconstruction The technical project was conceived by Camper & Nicholsons, with interiors penned by Ken Freivokh Design. Freivokh, who was born in California but based in the United Kingdom for decades, was contacted by Rahmi Koç at a time when his practice was involved in the restoration of three other major historical vessels: the motoryacht Fredrikstad and the tugboat St. Eval owned by Peter de Savary and Atlantis (ex Caleta) owned by Tom Perkins. Ken remembers that period as follows: “My team and I worked closely with Rahmi Koç and the staff of RMK Marine to make sure we achieved a truly special restoration. At the very outset of the project, Gonca was lying on a sandy beach. Students from the Istanbul University who went to inspect the ship, literally drew lines in the sand to recreate the contours of the hull...”. The shipyard in charge of the reconstruction - because that was in fact what it was - was RMK Marine, one of the more than one hundred companies in the Koç ‘galaxy’. The works began in 1993 and were

immediately focused on the recovery of the spirit of the time in which Gonca had been built. She was thus provided with warm interiors in a classic Edwardian style with fine joinery from England and Türkiye. The reconstruction was completed in 1997 in full respect of the period and international safety standards. The result was so highly appreciated that it did not escape maison Chanel’s attention, which chose to use it for a short appearance in its commercial entitled “Train de nuit” from 2009: starring the French diva Audrey Tautou. The latest refit In July 2021, Gonca’s many years of service and life at sea brought her back to the same shipyard that had resurrected her a quarter of a century earlier. The main work, also carried out in Tuzla by RMK Marine under the direction of Naval Architect Özgür Numan (Yacht Department Director), involved the renovation of several steel hull plates - particularly on the starboard side in the aft section - and some carpentry work involving the laying of new teak on the decks. Other renovations included boiler and engine maintenance and partial replacement of electrical and plumbing systems. Finally, the ship underwent a complete repaint, an operation which was carried out with the valuable assistance of the Turkish branch of Norwegian chemical giant Jotun. Despite being fully functional, Gonca is not one of the boats selected by the Rahmi M. Koç Museum to sail around the Golden Horn for the benefit of the museum’s visitors (up to 365,000 in 2022). This task will be entrusted to other vessels - such as the tugs Liman 2 and Rosalie - which will offer charming steamboat excursions on the same waters that have been the natural harbour of a unique city for more than two millennia. A multi-sensory experience that you should try at least once in your life.

La ricostruzione di Gonca fu completata nel 1997 nel pieno rispetto dell’epoca e degli standard di sicurezza internazionali. The reconstruction of Gonca was completed in 1997 in full respect of the period and international safety standards.



246

BROKERAGE section PERLA BIANCA

Year 2023, Builder Baglietto, LOA 40.93m, Beam 8.7m, Gross Tonn. 410, Draft 2.4m Range 3,000 NM Location La Spezia, Italy Classification ABS Fuel Tank 35,000 l, Fresh Water 9,996 l, Gross Tonn. 410, Guests 11 Cabins 5, Crew 9, Max Speed 17 Knots Cruising Speed 15 Knots Asking Price € 24,000,000 u Northrop & Johnson www.northropandjohnson.com HEESEN Built refit 2007 2023, Length 44.17m, Beam 9m Maximum speed 25 knots Guests 12, Cabins 7 Crew 10, Hull Aluminum Asking price €14,750,000 u IYC +1 305 794 1167 www.iyc.com

RIVA 56 RIVALE Anno 2017 – Colore: Shark Grey. Essenza interni: Mogano lucido – Layout 3 cabine - Asking price € 1.880.000 IVA pagata. u CMM Yacht Service +39 0721 960511 info@cmmyachtservice.com www.cmmyachtservice.com

LYMAN-MORSE 94’ Cruising Speed: 25 kn, Maximum Speed: 31 kn, Beam: 21’ 5’’, Hull Material: Composite, Max Draft: 6’ 5’’, Fuel Tank: 5000, Fresh Water: 600 gal, Holding: 300 gal, Cabins: 4. $3,900,000. u Denison Yachting Cell 401.633.4320 sales@denisonyachting.com www.denisonyachtsales.com

AGARTHA 35 M Year 1988, LOA: 34.81 m, Beam: 7.38 m, Draft: 1.70 m, Engines: 2 x 2285 hp MTU. Max Speed 32 Knots Gross Tonnage 204 GT Range @ 12 knots – 3,000 NM. Flag - USA. Price € 990,000 VAT Not Paid. u YMB Yachting +905439538678 www.yacht-marinebrokerage.com

M/Y WELL 19 M Year 2012, LOA 19 m, Beam 5.5 m, Draft 2.2 m, Gross Tonnage – 74 GT, Cruising Speed 10 knots, Engines 2 x 225 hp Cummins 6CT83 Special Large Swim Electric generation System. Price € 990,000. u YMB Yachting +905439538678 www.yacht-marinebrokerage.com

HAKVOORT 112’ Cruising Speed: 25 kn Maximum Speed: 34 kn Beam: 26’ 3’’ Hull Material: Aluminum Max Draft: 4’ 10’’ Fuel Tank: 6660 Fresh Water: 2200 gal Holding: 280 gal Cabins: 2 $3,700,000 u Denison Yachting Cell 401.633.4320 sales@denisonyachting.com www.denisonyachtsales.com

KANDO 110 - AVA YACHTS Length 33,60m, Beam 7,80m, Draft 2,50m Delivery 2025, Hull Steel Cruising Speed 10 Knots Max Speed 14 Knots Engines 2 x Volvo Penta D16 Mh. Price € 10,650,000 (VAT Excl.) u Althaus Yachts T: +377 92 000 160 M: +33 6 80 86 76 78 E: alan@althausyachts.com

BOUCHON - TRINITY Year: 2002, Length: 45.72m, 2 x Caterpillar 3512b (2250 Hp Each). Accommodation: 10 Guests In 5 Staterooms. USD 14,900,000 u Ocean Independence Yachts +1 954 224 3346 ccollins@ocyachts.com

TERZA SANTA MARIA Cantieri Navali Sangermani Anno di costruzione 1973 Lunghezza mt. 20,58 Ormeggio: BARI prezzo richiesto € 250,000. u Francesco Paolo Godono +39.335.46.06.61

CRANCHI ENDURANCE 30 Anno 2023, lunghezza fuori tutto 8,88/ 9,85 m, larghezza massima 2,95 m, motori: Volvo V8 350 Catalyst (350 cv/hp), una cabina, letti 4, bagni 1 € 185.000. u Bellini Nautica Tel: 347-801-1454 via Carlo Lanza, 28, 25049, Clusane d’Iseo

CRANCHI ENDURANCE30 Anno: 2020, lunghezza: 8,88/9,85 mt, larghezza: 2,95 mt, motori: Benzina VP 350 V8, cabine: 1, letti: 2, bagni: 1, elica di prua. € 145.000 u Bellini Nautica Tel: 347-801-1454 via Carlo Lanza, 28, 25049, Clusane d’Iseo

ALALUNGA 85 SPORT X Year 2005, LOA 23.94 m, Guest Cabins 4, Cruising Speed 33 kn, Location Tuscany, Italy, Beam 6.20 m Engines 2x CAT 1920hp Heads 5, Max Speed 40 kn Hull Material GRP. Price: 1,500,000€ VAT Paid u Idea Yachting Limited +377 99901094 info@ideayachting.com

HARGRAVE 97’ Cruising Speed: 12 kn, Maximum Speed: 20 kn, Beam: 20’, Hull Material: Composite, Max Draft: 5’ 7’’, Fuel Tank: 2530, Fresh Water: 600 gal, Holding: 100 gal, Cabins: 4. $2,150,000 u Denison Yachting Cell 401.633.4320 sales@denisonyachting.com www.denisonyachtsales.com

AZIMUT 66 Year 2017, LOA 66 ft Beam 16.83 ft, Horse Power 2,300 hp, Engine Model 2: C18, C18 ftp. Price: $1,590,000 u Florida Yachts International 305-239-4978 www.fyiyachts.com

MARITIMO 52 Year 2008, LOA 52 ft, Beam 17 ft, Horse Power 1,430 hp Engine Model 2: QSM 11, QSM 11 ftp. Price: $799,000 u Florida Yachts International 305-239-4978 www.fyiyachts.com

BENETEAU 32 Year 2020, Cruising Speed 28 kn, LOA 32 ft, Beam 10.92 ft, orse Power 600 hp Engine Model 2: Verado V8, Verado V8 ftp. Price: $275,000 u Florida Yachts International 305-239-4978 www.fyiyachts.com


* immagini da catalogo

FERRETTI YACHTS INFYNITO 90

CONSEGNA / DELIVERY APRIL 2025

Layout 4 Cabins

Fuel 11.500 l - 3,038 US gal

LOA 26,97m - 88 ft 6 in

Water 1.800 l - 476 US gal

LH 23,95m - 78 ft 7 in

Engines 2 X MAN V12 1800 mhp

Max Beam 7,33m - 24 ft 1 in

People On Board 20

Unladen Displacement 96.000 kg - 211,644 lbs

Max Speed 22 kn

Laden Displacement 111.000 kg - 244,713 lbs

Cruise Speed 17 kn

San Giorgio in Bosco (PD) 0499450555 info@italianyachtstore.com - www.italianyachtstore.com


248

BROKERAGE section MISS CANDY

Year: 2022 Versilcraft, LOA: 45 m Beam: 9,2 m, Capacity: 10, Guests in 5 staterooms Volume: 499 GT Cruising speed: 14 Kn Max speed: 16 Kn Steel Hull and Aluminium superstructure. top speed of 15.5 knots EUR 18,000,000 VAT not paid u Blackorange Yachts greg@blackorange-yachts.com +33699939099 +971505796099 SANDBANK - GULF CRAFT Year 2023, Model Majesty 111, LOA 34.1m, Gross Tonn. 243, Draft 1.72m, Beam 7.22m, Classification RINA. Guests 12, Cabins 6, Crew 6. Asking Price $ 13,500,000. u Northrop & Johnson www.northropandjohnson.com

ATLANTIS Azimut, Year 2023, LOA 22.63m (74’ 2’’), 4 cabins, 8 guests, 3 crew Asking: €3,875,000 u Camper & Nicholsons +1 415 407 9915 alebuhn@ camperandnicholsons.com

DALLA PIETA’ DP 72’ HT Year 2012. CAT C32 Dita - 2 x 1625 HP – hours 860. LOA: 23,02 m, BEAM: 5,72 m Price € 1.100.000. u Giorgio Dalla Pietà – Archipelago Cell +39 333 7886745 info@archipelagodp.it, www.archipelagodp.it

PERSHING 62 Anno 2005 Lunghezza 19.43 M Larghezza 5 M Bagni 3 Cabine 3. € 645.000 IVA pagata u CMM Yacht Service +39 0721 960511 info@cmmyachtservice.com www.cmmyachtservice.com

DALLA PIETA’ DP 72’ HT Year: 2008 - LOA m 23.o2 Beam m 5.72 - Engines: Cat C 32 2 x 1675 HP. PREZZO € 1.090.000 u Giorgio Dalla Pietà – Archipelago Cell +39 333 7886745 info@archipelagodp.it, www.archipelagodp.it

ALASKA FLK Year: 2003 - LOA m 16,70 Beam: m 5,00 - Max draft: m 1,60 - 2 x Cummins 450 Hp - Price: € 249.000 u Inmar snc 329.0907407 - 348.1250078 info.inmar@gmail.com www.inmar.it

JEANNEAU 64 AGAPI MAS Super accessoriata, gestita da equipaggio professionale, quattro cabine oltre equipaggio immediatamente disponibile. € 1.295.000 Iva assolta. u Grabau International +393337489281, michele@ grabauinternational.com

ROSETTI 125’ Year 2021, Cruising Speed: 11 kn Maximum Speed: 13 kn Beam: 29’ Hull Material: Steel Max. Cabins: 5. €16,850,000 u Denison Yachting Cell 401.633.4320 sales@denisonyachting.com www.denisonyachtsales.com

SCIALLINO 25 Visibile in Toscana. Manutenzione eseguita regolarmente. Natante carrellabile, model year 2004. 2x200HP Yanmar in linea d’asse. Molti lavori eseguiti negli anni. € 80.000. u Valbroker tel. 0039 3475006999 info@valbroker.com, www.valbroker.com

ALPA 37 FLY 2005, Lago Maggiore. Due cabine con letti in piano e due bagni.Motori 2x370 HP Cummins Diesel 6 BTA 5.9 M3 in linea d’asse e pochissime ore di moto. € 105.000. u Valbroker tel. 0039 3475006999 info@valbroker.com, www.valbroker.com

RIVA OLYMPIC 1970, visibile a Verbania, sul Lago Maggiore. 1x220 HP Crusader V8 entrobordo benzina. Usata solo su lago Maggiore. Fondo rifatto nel 2008. Refit eseguito nel 2009 da cantiere nautico specializzato in Riva. € 85.000. u Valbroker tel. 0039 3475006999 info@valbroker.com, www.valbroker.com

ABSOLUTE NAVETTA 52 Model year 2017, Liguria. Condizioni perfette. Full Optional: stabilizzatore giroscopico Seakeeper 5. Periziata nel 2022. 2xD6 IPS 600 con joystick. € 1.050.000. u Valbroker tel. 0039 3475006999 info@valbroker.com, www.valbroker.com BENETTI 121’ Maximum Speed: 15 kn, Beam: 25’ 11’’, Hull Material: GRP Max Draft: 7’ 7’’, Fuel Tank: 11095 , Cabins: 5. $10,200,000. u Denison Yachting Cell 401.633.4320 sales@denisonyachting.com www.denisonyachtsales.com

SEALINE F46 Model year 2010, Liguria. 2 Cabine e 2 bagni e dinette trasformabile.2 x 480 hp Cummins, turbo diesel a trasmissione (IPS della Cummins denominata Zeus) con Joystick di manovra. Unico proprietario, manutenzione scrupolosa ed attenta. € 285.000. u Valbroker tel. 0039 3475006999 info@valbroker.com, www.valbroker.com

PRINCESS YACHTS Year Built: 2013 2022 (refit) L.O.A: 32.00 M, Cabins: 4 Guests: 8, Main Engines: 2 x MTU 16V M94 - 2637 hp (3650hrs), Cruising speed: 18.00 knots Max Speed: 23.00 Knots. PRICE: € 4,850,000 u CAPITAL YACHTING k.ladas@capitalyachting. com tel: +30 6982935048

SERENGETI Length 130’ (39.62m), Draft 6’ (1.83m), Beam 26’ (7.92m) Builder Westport, Build 2002/2014, Guests 12 Cabins 5, Crew 8 Asking Price $ 7,450,000 u Northrop & Johnson www.northropandjohnson.com


* immagini da catalogo

FERRETTI YACHTS 720 YEAR: 2021, LH: 22,30 m LAYOUT: 4 cabins ENGINES: 2 x MAN V 12 – 1400 hp MAX SPEED: 32 kn ASKING: Private negotiation

PERSHING 7X YEAR: 2023, LOA: 20,28m LAYOUT: 3 cabins ENGINES: 2 x MAN 1800 hp Max Speed: 50 kn ASKING: 3.390.000 € (+Vat)

PERSHING 7X YEAR: 2020, LOA: 20,28 m LAYOUT: 3 cabins ENGINES: 2 x MAN 1800 hp MAX SPEED: 50 kn ASKING: 2.990.000 € (Vat paid)

PERSHING 5X YEAR: 2023, LOA: 16,51 m LAYOUT: 2 cabins, ENGINES: 2 x Volvo 725 Mhp D11 - IPS 950 MAX SPEED: 36 kn ASKING: 1.450.000 € (+Vat)

PERSHIING 5X YEAR: 2019, LOA: 16,51 m LAYOUT: 2 cabins, ENGINES: 2 x Volvo 725 Mhp D11 - IPS 950 MAX SPEED: 36 kn ASKING: 1.050.000 € (+Vat)

FERRETTI YACHTS 500 YEAR: 2023, LOA: 15,33 m LAYOUT: 3 cabins + 1 crew ENGINES: 2 x Cummins 550 hp MAX SPEED: 30 kn ASKING: 1.390.000 € (Vat paid)

FERRETTI YACHTS 500 YEAR: 2022, LOA: 15,33 m LAYOUT: 3 cabins + 1 crew ENGINES: 2 x Cummins 550 hp MAX SPEED: 30 kn ASKING: 1.100.000 € (Vat residual leasing)

AZIMUT 80 YEAR: 2015, LH: 23,99 m LAYOUT: 4 cabins ENGINES: 2 x MAN V 12 – 1800 hp MAX SPEED: 30 kn ASKING: 3.200.000 € (Vat paid)

PERSHIING 54 YEAR: 1999, LOA: 17 m LAYOUT: 3 cabins ENGINES: 2 x MTU 1150 hp MAX SPEED: 47 kn ASKING: 299.000 € (Vat paid)

PERSHIING 72 YEAR: 2007, LOA: 21,67 m LAYOUT: 3 cabins ENGINES: 2 x MTU 12V 2000 M93 MAX SPEED: 42 kn ASKING: 1.390.000 € (Vat paid)

PERSHIING 62 YEAR: 2020, LOA: 18,48 m LAYOUT: 3 cabins ENGINES: 2 x MTU 12V 2000 M93 MAX SPEED: 46 kn ASKING: 2.250.000 € (Vat residual leasing)

DALLA PIETA’ DP58 YEAR: 2006, LOA: 17,84 m LAYOUT: 3 cabins, ENGINES: 2 x MAN 1100 hp, MAX SPEED: 37 kn ASKING: 480.000 € (Vat paid)

San Giorgio in Bosco (PD) 0499450555 info@italianyachtstore.com - www.italianyachtstore.com


250

BROKERAGE section ALI BABA - ISA YACHTS

Length 163’11”/49.95m Beam 28’3”/8.6m Gross tonnage 498 GT Built refit 2012 2023 Maximum speed 17 knots Cruise speed 12 knots Guests 12 Cabins 6 Crew 9 Hull Steel Superstructure Aluminium Asking price €21,950,000 u IYC +1 305 794 1167 www.iyc.com

SANLORENZO SL78 Anno 2017, LOA 24,64m Beam 5,74m - MTU 2 x 1.600 Hp, 4 cabine + 2 equipaggio, € 3.350.000. u Forwardyachts S.r.l. Porto Mirabello La Spezia. t. 0187934692 - 392 4685455 info@forwardyachts.com www.forwardyachts.com

UNIESSE 48’ T-TOP Construction year 2003. Engines: MAN 2 x 630 HP. 2500 hours approx. The boat is in good conditions. Prezzo € 280.000. u Giorgio Dalla Pietà – Archipelago Cell +39 333 7886745 info@archipelagodp.it, www.archipelagodp.it

RIVA 76’ Year: 2021, Length 23.02m, Beam 5.69m, Engines 2x MAN V12 @ 1800Hp SPEEDS 32 / 37 knots Accommodation: 6 Guests in 3 cabins, 2 crew Flag USA, Location Fort Lauderdale, FL, O ered at $3,800,000 USD u FGI Yacht Group +1 954 530 5208 info@fgiyachtgroup.com www.fgiyachtgroup.com

SANLORENZO SD90 Year 2023, LOA 27.43 m, Beam 7.00 m, Cabins 3 + Family Room, Location Cote d’Azur, France, Cruising Speed 12 kn, Engines 2xMAN 800hp, Heads 5 Hull Material Fiberglass Max Speed 14 kn. Price € 8,450,000 VAT Not Paid. u Idea Yachting Limited +377 99901094 info@ideayachting.com

FERRETTI 920 Anno 2018, LOA 28,49m, Beam 6,78m, MTU 2 x 2.000 Hp, 5 cabine + 3 equipaggio, € 5.400.000. u Forwardyachts S.r.l. Porto Mirabello La Spezia. t. 0187934692 - 392 4685455 info@forwardyachts.com www.forwardyachts.com

S-CAPE SUNSEEKER Built refit 2017 2022, Length 28.96m, Beam 6.55m, Gross tonnage 101 GT, Maximum speed 26 knots, Guests 10, Cabins 5 Crew 4, Hull GRP Superstructure GRP. Asking price $5,900,000. u International Yacht Company +33 6 74 86 85 32 https://iyc.com/

SANLORENZO 72 Year 2009, Menton, Never Chartered, Low Engine Hours, Four Cabins Layout, € 1,390,000 Vat Paid u Master Brokerage s.r.l. Mob. +39 348 1429265 luca.gianardi@ masterbrokerage.it www.masterbrokerage.it

INTI CUBE - WALLY Build Refit 2005 2017 L.O.A. 28.65m, Beam 6.4m, Draft 4.2m, Construction Carbon Fiber, Engines 1x, 250 hp, Speed 12 Knots (Max), Guests in 3 Cabins, Crew 4, Lying La Spezia Italy. Price €2,700,000. u Yachting Partners International +377 99 99 97 97 hello@ypiyachts.com ypiyachts.com


barchemagazine.com AMER YACHTS AMER F100 Anno 2019, Lunghezza 29,60 m, 3 x 1.200 Hp Volvo Penta IPS, Velocità (cro) 23 Kt, cabine 5, bagni 5 € 5.990.000. u Forwardyachts S.r.l. Porto Mirabello La Spezia. t. 0187934692 - 392 4685455 info@forwardyachts.com www.forwardyachts.com

CLX96 #1 29.50m (96’ 9’’) CL Yachts | 2022 4 cabins | 8 guests | 4 crew Asking: $10,900,000 Excl. VAT u Camper & Nicholsons +1 415 407 9915 alebuhn@ camperandnicholsons.com

PIPE DREAM Year 2013, Length 39.62m, GT 333, Draft 1.96m, Beam 7.98m,Location Fort Lauderdale, United States, Guests 10, Cabins 5 Crew 6. Asking Price $ 17,395,000 u Northrop & Johnson www.northropandjohnson.com

DALLA PIETÀ 59’ Year 2007 - 2x900 Hp MAN - LOA: m 18,30 - Beam: 4,94 m - Price: € 420.000. u Inmar snc 329.0907407 - 348.1250078 info.inmar@gmail.com www.inmar.it

251

AZIMUT 62 Anno 2009 lunghezza f.t. 19,70m - Larghezza 5,05m 2 Caterpillar C18 1.015 Hp 3 Cabine + Equipaggio – Prezzo € 640.000 u Forwardyachts S.r.l. Porto Mirabello La Spezia. t. 0187934692 - 392 4685455 info@forwardyachts.com www.forwardyachts.com

RODMAN 1040 ADV Anno 2007-2008; motori 2x260 hp Volvo Penta, ore moto 475 ca; visibile Liguria; natante ideale per diporto e pesca. € 95.000 Iva assolta. uYacht Service Rapallo Srl +393358263146, commerciale@ yachtservicerapallo.it

ABATE 87 EFB Anno 2010; motori 1x320 hp Mercruiser, ore moto 649 ca; visibile Liguria; natante con bagno separato. € 35.000 Iva assolta. u Yacht Service Rapallo Srl +393358263146 commerciale@ yachtservicerapallo.it

PERSHING 115 Anno 2010, Lunghezza 35.37m, Larghezza 7.2m, Bagni 4, Cabine 4. € 5.500.000 IVA pagata. u CMM Yacht Service +39 0721 960511 info@cmmyachtservice.com www.cmmyachtservice.com

NOMAD 75 - GULF CRAFT Year 2019, Length 23,42m Beam 6,12m, Draft 1,50m, Max Speed 26 Knots Engines 2 x MAN V12-1550 (2019). PRICE: AED 8,175,000 (VAT Unpaid) u Althaus Yachts M: +971 54 269 2841 giovanni@althausyachts.com SANLORENZO SL 62 Modello: SL 62 Anno: 2007 Lunghezza (m): 18.9 € 610.000 IVA pagata. u CMM Yacht Service +39 0721 960511 info@cmmyachtservice.com www.cmmyachtservice.com

La Marina del Lago Maggiore

APERTI ANCHE I FESTIVI E LA DOMENICA - GIORNO DI CHIUSURA MERCOLEDÌ

Unica MARINA dei Laghi, Certificata Ri.Na. Dealer

Via delle Ferriere, 15 - tel. +39 0331/92.11.08 21018 Sesto Calende (VA) Lago Maggiore www.verbella.it


252

BROKERAGE section MIRABELLA 157’ - TRINITY

Year 2004, Year Refit 2019, LOA 47.9m, Beam 8.51m, Gross Tonn. 465 Draft 2.36m, Location Simpson Bay, Sint Maarten, Classification abs Staterooms 5, Fuel Tank 63,405 l, Fresh Water 10,220 l, Holding Tank 4,087 l, Gross Tonn. 465, Displacement 290 Hull Material Aluminum Int. Designer Scott Carpenter Max Speed 18 Knots Cruising Speed 12 Knots. Price $ 13,900,000 u Northrop & Johnson www.northropandjohnson.com

CATANA BALI 4.8 EXLUSIVE Barca 2023 pronta consegna, 6 cabine 6 bagni, completamente accessoriata, possibilità di leasing. Scheda completa disponibile. € 1,050,000 oltre IVA u Grabau International +393337489281, michele@ grabauinternational.com

AZIMUT MAGELLANO 25 M Anno 2022, varo 2023, unico armatore uso privato, pronta alla boa. 2x 1,550 hp MAN, Humphree Interceptor trimtab system, 4 cabine 5 bagni oltre equipaggio. Disponibile servizio foto completo. € 4.950.000 oltre IVA. u Grabau International +393337489281, michele@ grabauinternational.com

STELLA POLARE STARKEL 64 STELLA MARIS Estensivamente aggiornata nel corso degli anni per crociera ed ottimizzata per regate. Quattro cabine oltre a studio convertibile. € 645.000. u Grabau International +393337489281 michele@ grabauinternational.com

BALTIC 78 TURCONERI Meraviglioso performance cruiser dalla matita di Judel/Vrolijk, costruzione in composito avanzato, interni Baltic Yachts e pozzetto con arco ‘targa’. € 2.900.000 Iva assolta. u Grabau International +393337489281, michele@grabauinternational.com

VISMARA MAS 60 Una incredibile collaborazione tra Alessandro Vismara e Renzo Piano, continuamente aggiornata e gestita professionalmente, Kirribilli è oggi un meraviglioso performance cruiser che ha contribuito allo yacht design degli ultimi decenni. € 585.000 Iva Assolta.

MANGUSTA 165’ Model Oceano 50 Meter Year 2022, Cruising Speed 11 kn, LOA 165 ft, Beam 29.92 ft Horse Power3,400 hp. Price: $39,900,000 u Florida Yachts International 305-239-4978 www.fyiyachts.com

SUNREEF 80’ Maximum Speed: 20 kn. Beam: 40’. Max Draft: 7’ 6’’. Gross Tonnage: 156. Fuel Tank: 4227. Cabins: 4 Single Berths: 2. $8,950,000 u Denison Yachting Cell 401.633.4320 sales@denisonyachting.com www.denisonyachtsales.com

BUGARI 95’ Cruising Speed: 12 kn Maximum Speed: 15 kn Beam: 20’ 11’’ Hull Material: Steel Max Draft: 8’ 2’’ Cabins: 4. €2,450,000 VAT PAID u Denison Yachting Cell 401.633.4320 sales@denisonyachting.com www.denisonyachtsales.com

HORIZON 95’ Maximum Speed: 16 kn, Beam: 21’ 5’’, Hull Material: Fiberglass, Max Draft: 6’ 5’’, Fuel Tank: 3200, Fresh Water: 600 gal, Holding: 300 gal, Cabins: 3. $2,795,000 u Denison Yachting Cell 401.633.4320 sales@denisonyachting.com www.denisonyachtsales.com

AZIMUT 84’ Cruising Speed: 24 kn, Maximum Speed: 27 kn, Beam: 20’ 4’’, Hull Material: GRP, Max Draft: 5’ 10’’, Fuel Tank: 1785, Fresh Water: 356 gal, Holding: 240 gal, Cabins: 4. $2,500,000 u Denison Yachting Cell 401.633.4320 sales@denisonyachting.com www.denisonyachtsales.com MAGNOLIA ONE Year 2022, Length 23.99m, Gross Tonn. 90, Draft 1.6m, Beam 6.4m, Guests 6, Cabins 3, Crew 3, Range 1,800 NM, Location Gocek, Turkey, Classification turkish lloyd. €3,900,000 u Northrop & Johnson www.northropandjohnson.com

AZIMUT 42’ Cruising Speed: 26 kn, Maximum Speed: 30 kn, Beam: 13’ 6’’, Hull Material: Fiberglass Max Draft: 3’ 5’’ Fuel Tank: 317 Fresh Water: 132 gal Cabins: 3 Double Berths: 1. $239,000 u Denison Yachting Cell 401.633.4320 sales@denisonyachting.com www.denisonyachtsales.com

KANDO 80 - AVA YACHTS Length 23,90m, Beam 7,50m, Draft 2,30m, Delivery 2026, Hull Steel, Max Speed 11 Knots Engines 2 x Volvo D8 Mg 360hp. Price € 6,150,000 (VAT Excl.) u Althaus Yachts T: +377 92 000 160 M: +33 6 80 86 76 78 E: alan@althausyachts.com

VOYAGE 90 - AVA YACHTS Length 26,20m, Beam 5,65m, Draft 1,10m, Delivery 2025, Hull Aluminium, Max Speed 15 Knots, Engines 2 x Cummis Qsl9 330hp. Price €4,495,000 (VAT Excl.) u Althaus Yachts T: +377 92 000 160 M: +33 6 80 86 76 78 E: alan@althausyachts.com SCORPIOS Built 2023, Length 52.3m Beam 8.6m, Maximum speed 15 knots, Guests 12, Cabins 6, Crew 9. €11,500,000 u International Yacht Company +33 6 74 86 85 32 https://iyc.com/


barchemagazine.com INVICTUS 460TT Anno 2021/23, lunghezza f.t.14,27m, Larghezza 4,43m, 2 Volvo Penta IPS650, Prezzo € 1.150.000 Iva Pagata. u Forwardyachts S.r.l. Porto Mirabello - La Spezia. t. 0187934692 - 392 4685455 info@forwardyachts.com

TORNADO 38 FLUSH DECK Anno 1999 – 2 x 260 Volvo Penta KAD44 (sbarcati e revisionati esternamente) Scafo blu – Imbarcazione ben accessoriata e in perfette condizioni € 100.000. u AC Yacht Broker di Vittori Tel. 0773/520047, www.acyachtbroker.it, info@acyachtbroker.it

CIGARETTE 50’ Year 2018, Cruising Speed 73.86 kn, LOA 50 ft Beam 8 ft, Horse Power 3,100 hp. Price: $1,199,000 u Florida Yachts International 305-239-4978 www.fyiyachts.com

JEANNEAU MERRY F. 895 Year 2023, Liguria. Natante non targato con 2 Suzuki 175HP. Cabina matrimoniale a prua, cabina a poppa e toilette. € 150.000 u Valbroker tel. 0039 3475006999 info@valbroker.com, www.valbroker.com BROWARD 133’ Maximum Speed: 16 kn, Beam: 23’ 4’’, Max Draft: 7’ 6’’, Fuel Tank: 9033 Fresh Water: 1600 gal Cabins: 6 Single Berths: 1. $4,500,000 u Denison Yachting Cell 401.633.4320 sales@denisonyachting.com www.denisonyachtsales.com

PRINCESS V65 Anno 2007, 2 motori MTU 1360 Hp, dimensioni 20,12 x 5,03 m, 3 cabine ospiti, 1 cabina equipaggio. Prezzo di richiesta: € 790.000. u Forwardyachts S.r.l. Porto Mirabello - La Spezia. t. 0187934692 - 392 4685455 info@forwardyachts.com

SARNICO 58’ OPEN Year 2004. Engines: 2 x 1050 CR HP MAN – 759 hours. LOA: 17,65 mt (59,71 ft) BEAM: 4,53 mt (14,86 ft). Price € 290.000. u Giorgio Dalla Pietà – Archipelago Cell +39 333 7886745 info@archipelagodp.it, www.archipelagodp.it

PERSHING 40 1995 Liguria. Alta qualità costruttiva e ottima tenuta di mare. Completamente refittata nel 2022. 2x435 hp CAT 3208 V8 turbodiesel. 2 cabine e 2 bagni. 2023: aria condizionata. € 115.000. u Valbroker tel. 0039 3475006999 info@valbroker.com, www.valbroker.com

FERRETTI 550 YACHT Length 17.42m, Beam 4.82m, Year 2022, Guests: 6, Cabins: 3. Excellent condition, Powered by twin MAN 800hp engine. €1.620.000 NETTO u Patrick Marine Yachts PL: +48 501 446 233 MC: +33 680 864 973 patrick@patrickmarine.pl SUNSEEKER 90 Anno 2008, Materiale Scafo Fiberglass, Lunghezza 28m, Larghezza 6.26m, Bagni 4, Cabine 4. € 1.850.000 IVA pagata. u CMM Yacht Service +39 0721 960511 info@cmmyachtservice.com www.cmmyachtservice.com

253


254

BROKERAGE section AMER 94 Anno 2015, lunghezza 29 m., larghezza 6,30 m., 2x Volvo Penta IPS D13. 4 cabine + 5 bagni + 2 cabine equipaggio. Prezzo € 3.090.000 + IVA se dovuta. u Forwardyachts S.r.l. Porto Mirabello - La Spezia. t. 0187934692 - 392 4685455 info@forwardyachts.com

MAGNUM 53 ITAMA 62 2012, 2 x 1360 Man. 1982, 2x1150 Mtu, Refit, € 915.000 oltre iva. interni custom con tre € 425.000. SAF_Layout 1 cabine. 30/01/20 09:10 Paginau1 Santa Marina Yachts +39 335 334 192 u Santa Marina Yachts info@smy.it +39 335 334 192 info@smy.it

MAGNUM 40 Anno 1990 - 2x425 Caterpillar - Trasmissioni in linea d’asse -Refit vari dal 2018 al 2021 - € 130.000. u Santa Marina Yachts +39 335 334 192 info@smy.it

FERRETTI YACHTS 1000 Year 2022, Hull Material Fiberglass, Length 30.13m Width 6.18m, Bathrooms 6 Cabins 5. € 10.250.000. u CMM Yacht Service +39 0721 960511 info@cmmyachtservice.com www.cmmyachtservice.com

CIGARETTE 50’ Year 2009, Cruising Speed 85 kn, LOA 50 ft, Beam 8 ft Horse Power 3,600 hp. Price: $489,465 u Florida Yachts International 305-239-4978 www.fyiyachts.com

SESSA 54 F Year: 2012, LOA: 16,36m, Beam: M 4,73, Max Draft: 2,94m, 2 x Volvo Penta IPS. Price € 460.000. u Inmar snc 329.0907407 - 348.1250078 info.inmar@gmail.com www.inmar.it

SANLORENZO SL86 Anno 2017, lunghezza f.t.26,75m, larghezza 6,35m, 2 Motori MTU 12V2000M96, condizioni eccellenti. Prezzo € 4.200.000. u Forwardyachts S.r.l. Porto Mirabello La Spezia. t. 0187934692 - 392 4685455 info@forwardyachts.com www.forwardyachts.com

AZIMUT S8 Length: 24.63m Beam: 5.55m Draft: 1,75m Cruising speed: 24 knots Built: 2021 Asking: € 3.300.000. u Floating Life Charter & Brokerage Ltd Via Gen Guisan, 1 P.zza S. Simone CH 6833 Vacallo T. +41 91 6823306

VITTORIA VELOCE 32 RPH Length: 32,50m Beam: 7,20m Draft: 1,85m Cruising speed: 12 knots Built: Delivery in 2024 Asking: € 10.900.000. u Floating Life Charter & Brokerage Ltd Via Gen Guisan, 1 P.zza S. Simone CH 6833 Vacallo T. +41 91 6823306

KIRIBATI 38 Length: 38,70m, Beam: 8,50m, Draft: 2,40m Cruising speed: 13 knots Built: New construction Asking: € 23.000.000 +vat if due. u Floating Life Charter & Brokerage Ltd Via Gen Guisan, 1 P.zza S. Simone CH 6833 Vacallo T. +41 91 6823306

PERSHING 82 Perfect conditions – Private use only – Several improvements 2021. € 3.980.000 IVA pagata. u CMM Yacht Service +39 0721 960511 info@cmmyachtservice.com www.cmmyachtservice.com FALCON 82S Anno 1998, Refitting 2020/21, Lunghezza f.t 23,96m, Larghezza 5,85m, 2 Motori Cat 1350, condizioni ottime. Prezzo €570.000. u Forwardyachts S.r.l. Porto Mirabello La Spezia. t. 0187934692 - 392 4685455 info@forwardyachts.com www.forwardyachts.com

SCIARRELLI 18 Builder Crisman & Giraldi, Designer Carlo Sciarrelli, Year Refit: 1988 2012-06, Length 18.00m, Beam 4.25m, Cabins/Bath. 3/2+Crew, € 235,000 u Media Ship International info@mediaship.it www.mediaship.it

s.r.l. Servizi Assicurativi e Finanziari s.r.l.

Choose a specialist to insure your boat Via Balduzzi, 26 - 27036 Mortara (PV), Mobile +39 329 4790656 / +39 335 8182838 Office +39 0384 93295, Fax +39 0384 93297, E-mail: info@safsrl.org - p.farina@safsrl.org

CRESCENT LADY 117’ Maximum Speed: 26 kn, Beam: 24’, Max Draft: 6’, Gross Tonnage: 232, Fuel Tank: 5229, Fresh Water: 824 gal, Holding: 1546 gal, Cabins: 5, Single Berths: 4, Double Berths: 3. $8,995,000 u Denison Yachting Cell 401.633.4320 sales@denisonyachting.com www.denisonyachtsales.com

SARIMA 38 Anno 2005 – 2 x 310 Volvo Penta D6 Duoprop Scafo blu – Ben accessoriata Imbarcazione in ottime condizioni. € 120.000. u AC Yacht Broker di Vittori Tel. 0773/520047, www.acyachtbroker.it, info@acyachtbroker.it



256

BROKERAGE section NUMARINE 37XP Year 2023, Cruising Speed: 12 kn Maximum Speed: 14 kn Beam: 26’ 3’’ Hull Material: Steel Max Draft: 8’ 11’’ Gross Tonnage: 345 Cabins: 6. $17,750,000 u Denison Yachting Cell 401.633.4320 sales@denisonyachting.com www.denisonyachtsales.com

SILVER CAVALIER Year 1966, LOA 22.60m (74’ 1’’), James A Silver Ltd, 3 cabins, 8 guests, 3 crew. Asking: €1,400,000 (VAT paid) u Camper & Nicholsons +1 415 407 9915 alebuhn@ camperandnicholsons.com

MAXI DOLPHIN 62 DERIVA Ora disponibile per visite in Italia, performance cruiser in carbonio accessoriata per crociera o regata. € 2.350.000 oltre IVA. u Grabau International +393337489281, michele@ grabauinternational.com

MANO’ MARINE 27.50 Anno 2011 varata 2012 – 2 x 260 Mercruiser 5.0 Imbarcazione ben accessoriata e in perfette condizioni Natante. € 65.000. u AC Yacht Broker di Vittori Tel. 0773/520047, www.acyachtbroker.it, info@acyachtbroker.it

SANLORENZO JICJ Built 2023, Length 29.06m, eam 6.76m, Gross tonnage 100 GT, Maximum speed 28 knots, Guests 11, Cabins 5, Crew 4, Hull GRP, Superstructure GRP. Asking price € 9,200,000 u IYC +1 305 794 1167 www.iyc.com

AZIMUT GRANDE 35 METRI Year 2022. LOA 35 m, Beam max: 7.50 m, Draft: 1.91 m, Engines: 2 x 2.400 Mph (1790 KW) MTU 16V 2000 M93, Max speed: 26 kn. € 10,900,000 EX VAT u Niso Gado +972-50-7644438 niso@azimutyachts.co.il www.azimutyachts.co.il

PERSHING 7X Anno 2022. Garanzia ufficiale Pershing fino a Maggio 2024. Prezzo € 3.000.000 + IVA sul residuo leasing. Central Agency. u CMM Yacht Service +39 0721 960511 info@cmmyachtservice.com www.cmmyachtservice.com

CANTIERI DI SARNICO SPIDER Anno 2008; motori 2x4350 hp Volvo Penta Ips 600, ore moto 855 ca; visibile Mar Tirreno; richiesta € 235.000 Iva assolta, ottime condizioni. u Yacht Service Rapallo Srl +393358263146 commerciale@ yachtservicerapallo.it

SARNICO SPIDER Anno 2007 – 2 x 435 Volvo Penta IPS600. Full-Optional - Perfetta. mbarcazione Unico Proprietario, circuito Ufficiale. Cantieri di Sarnico € 260.000. u AC Yacht Broker di Vittori Tel. 0773/520047, www.acyachtbroker.it, info@acyachtbroker.it RAME YACHT R10 Prezzo € 217.000 + IVA Central Agency Anno 2022 – Demo boat Full optional – 246 ore motore. u CMM Yacht Service +39 0721 960511 info@cmmyachtservice.com www.cmmyachtservice.com

NM NAUTICA MARE srl

Official Dealer

Via Pitagora 30, San Vincenzo (LI)

Tel. (+39) 0565 704961 info@nauticamare.eu

SAN VINCENZO • TOSCANA

COMPRAVENDITA IMBARCAZIONI E POSTI BARCA Yachts & Moorings Broker

RIMESSAGGIO COPERTO • Shipyard

ALESSANDRO FAVILLI

Agenzia di Affari in Mediazione Immobiliare & Nautica Licensed Real Estate & Yacht Broker

Mob. (+39) 335 7112251

ASSISTENZA • Service


barchemagazine.com

PERSHING 76 Anno 2004 - Motori 2 x 2000 MTU - Prezzo € 890.000. u Santa Marina Yachts +39 335 334 192, info@smy.it

Centro assistenza e ricambi Allestimenti personalizzati Riparazione gommoni (vetroresina, PVC, hipalon) Riparazioni e diagnostica di tutte le marche

OTAM 45 1999. 2 x 660 Caterpillar €275.000. u Santa Marina Yachts +39 335 334 192, info@smy.it

SX88 Year 2021, LOA 26.7m, 3 Volvo IPS1050-800 hp, maximum speed 23 knots. €5,750,000 Tax Not Paid. u MAA 44 (0) 23 9252 2044 07760 851197 susannah@maa.agency

Sea Best srl via Giacosa, 6 - 20093 Cologno Monzese MI T. 02 25 39 11 34 - F. 02 27 30 45 42 info@seabestsrl.it - www.seabestsrl.it

COLOMBO 36’ BELLAGIO Anno 2020; motori 2x3000 hp Volvo Penta, ore moto 157 ca; visibile Grecia; richiesta € 375.000 Iva assolta. uYacht Service Rapallo Srl +393358263146, commerciale@ yachtservicerapallo.it

RIVA 56 RIVALE Year 2021, LOA 17.27 m, Beam 4.74 m, Guest Cabins 3, Engines 2x MAN 1200hp, Heads 3, Max Speed 38 kn. Price: € 2,350,000 VAT Paid u Idea Yachting Limited +377 99901094 info@ideayachting.com

OTAM 55’ Anno 2000 - Motori 2 x 1420 Caterpillar. €650.000. u Santa Marina Yachts +39 335 334 192, info@smy.it

PRINCESS V50 Anno 1999 – 2 x 600 Volvo Penta (Revisione esterna 2021). Ben accessoriata e in perfette condizioni. Total Refit 2021. € 200.000 u AC Yacht Broker di Vittori Tel. 0773/520047, www.acyachtbroker.it, info@acyachtbroker.it

CRANCHI E52F Year: 2018 - LOA: m 15,82 Beam: m 4,67 - Max draft: m 1,25 - 2x600Hp Volvo D8 - Price: € 980.000. u Inmar snc 329.0907407 - 348.1250078 info.inmar@gmail.com www.inmar.it

MENORQUIN 120 Anno 2007 – 2 x 260 Volvo Penta D4. Scafo bianco – Imbarcazione ben accessoriata e in ottime condizioni. € 160.000 u AC Yacht Broker di Vittori Tel. 0773/520047, www.acyachtbroker.it, info@acyachtbroker.it

GALENE IV - SIRENA Year 2023, LOA 25m, Gross Tonn. 137, Beam 6.5m, Guests 8, Cabins 4, Crew 3, Asking Price € 3,800,000 u Northrop & Johnson www.northropandjohnson.com

257


BROKERAGE section

SANLORENZO SD96 LOA m 29, 10 guests across five cabins, twin CAT C181150hp, maximum speed of 17 knots. €9,300,000. u Marine Advertising Agency t: +44 (0) 23 9252 2044 e: mike@maa.agency

WALLY TENDER Year 2007 - Good condition - Engine room refit. Price: € 315.000 + IVA. u CMM Yacht Service +39 0721 960511 info@cmmyachtservice.com www.cmmyachtservice.com

INDOMITA 30 Year 2008 – Good condition- Equipped with 2x164 Mercury. € 60.000. u CMM Yacht Service +39 0721 960511 info@cmmyachtservice.com www.cmmyachtservice.com

RIVARAMA 44’ Construction year 2009. Engines: MAN RS 800 2x800 HP. 430 hours approx. Master cabin at bow with a wardrobe. Prezzo € 690.000 u Giorgio Dalla Pietà – Archipelago Cell +39 333 7886745 info@archipelagodp.it, www.archipelagodp.it

DALLA PIETÀ 72 Year 2008, LOA 22.35 m, Guest Cabins 4, Cruising Speed 27 kn, Location Venice, Italy, Beam 5.72 m Engines 2x CAT 1670hp Heads 3, Max Speed 33 kn Hull Material GRP Asking Price: €1,090,000 VAT Paid u Idea Yachting Limited +377 99901094 info@ideayachting.com

BENETTI SD 105 Year 2002, exterior refit 2022, Master cabin on the main deck. Jacuzzi on bow area. Asking price € 2’900’000 now + EU VAT (if due) u MY YACHTS WORLD +393337253079 alessandra@myyachtsworld. com www.myyachtsworld.com

SUNSEEKER PREDATOR 82’ Year 2006, Cruising Speed 24 kn, LOA 82 ft, Beam 19.67 ft, engines 2xCat- C32 1800 hp, Horse Power 3,600 hp. Price: $1,299,000 u Florida Yachts International 305-239-4978 www.fyiyachts.com

RIVA 86 DOMINO Engines: 2 x MTU 16V 2400 hp, LOA: 26,4 m, Beam: 6,2m, Cabins: 4, Crew: 4, Price: € 2 900 000 (ex. VAT) u W Brokerage +48 734 502 734 +33 6 89 67 56 67 artur.zurawski@wbrokerage.com

AZIMUT 88’ Cruising Speed: 19 kn, Beam: 21’ 7’’, Max Draft: 6’ 4’’, Fuel Tank: 2510, Fresh Water: 528 gal, Cabins: 5. $4,995,000 u Denison Yachting Cell 401.633.4320 sales@denisonyachting.com www.denisonyachtsales.com

TRINITY 146’ Maximum Speed: 16 kn, Beam: 28’, Hull Material: Aluminum, Max Draft: 7’ 9’’, Fuel Tank: 10300, Fresh Water: 3100 gal, Cabins: 5. $15,900,000 u Northrop & Johnson www.northropandjohnson.com

AXOPAR 37’ Year 2017, LOA 37 ft, Beam 10.83 ft, Horse Power 700 hp, Engine Model 2: Verado, Verado ftp. $229,000 u Florida Yachts International 305-239-4978 www.fyiyachts.com

PRIMATIST 30 Year: 1990 - LOA m 9.30 Beam m 2.60 - Max draft m 1.00 - 2 x Volvo Penta 200 Hp: - Price € 44.000. u Inmar snc 329.0907407 - 348.1250078 info.inmar@gmail.com www.inmar.it

BENETTI DELFINO 95 Length overall: 28.95m, Beam: 7m, Draft: 1.89m, Engines: 2x MAN V8-1000 H, Cabins 3, Crew 5, € 8,400,000 ex VAT. u Aqua Marina Yachts +972-50-7644436

C&C 51.8 Year: 1991. LOA: m 15,75 Beam: m 4,75 - Max draft: m 3,40 - Price € 120.000. u Inmar snc 329.0907407 - 348.1250078 info.inmar@gmail.com www.inmar.it

BARCODE Year 2019, LOA 13.11m, Draft 0.66m, Beam 3.66m, Range 350 NM, Max Speed 50 Knots, Guests 2, Cabins 1. PRICE $ 1,245,000. u Northrop & Johnson www.northropandjohnson.com


SEA MORE. AND MORE AGAIN IN 2024. Genoa 19-24

SEPTEMBER 2

salonenautico.com

0

2

4



Issuu converts static files into: digital portfolios, online yearbooks, online catalogs, digital photo albums and more. Sign up and create your flipbook.