Ce li finanzia l'Europa

Page 1

CE LI FINANZIA


Coordinamento Editoriale Loredana Carbone

Grafica e impaginazione

L’autore è il solo responsabile di questa pubblicazione. I testi in essa contenuti non rispecchiano la posizione ufficiale della Commissione Europea.


CHI SIAMO? EUROPE DIRECT BARLETTA è uno dei 46 centri italiani del network di sportelli di informazione per i cittadini co-finanziato dalla Commissione Europea uno sportello reale nel cuore della bellissima Città della Disfida, pronto ad accogliere richieste su tematiche europee, opportunità di scambi europei, lavoro nell’Ue, cittadinanza europea e diritti uno sportello virtuale attraverso la nostra pagina Facebook con post aggiornati e stimolanti per conoscere giorno per giorno le opportunità che l’Ue offre ai suoi cittadini


Il nostro patrimonio culturale, più che la memoria del nostro passato, è la chiave del nostro futuro: un Anno europeo del patrimonio culturale sarà un’opportunità per aumentare la consapevolezza dell’importanza sociale ed economica del patrimonio culturale e promuovere l’eccellenza europea nel settore

Tibor Navracsics Commissario europeo per l’istruzione, la cultura, la gioventù e lo sport


INDICE L’Ue e la cultura Ce li finanzia l’Europa: Focus Puglia Il nostro questionario


1

L’UE E LA CULTURA


L’Ue e la cultura

2018 un anno dedicato a celebrare il patrimonio culturale Il 2018 è lo European Year of Cultural Heritage (EYCH), l’Anno europeo del patrimonio culturale, istituito dal Parlamento europeo e dal Consiglio con Decisione UE 2017/864. Nell’occasione tutta l’Europa è interessata da eventi e campagne di informazione per evidenziare ciò che l’Unione Europea può fare per la conservazione e la digitalizzazione del patrimonio culturale attraverso il dibattito, l’attività di ricerca e la condivisione di buone pratiche tra Stati membri e autorità locali. La proposta originaria di istituire un anno europeo dedicato era stata lanciata dalla Commissione Europea in risposta alla necessità di guardare al patrimonio culturale fatto di paesaggi, meraviglie archeologiche, tradizioni, lingue e arti tramandate come ad un fattore strategico per la crescita economica e la coesione sociale ed internazionale. Non di secondo piano vi è stata l’urgenza di difendere il patrimonio culturale dal pericolo al quale è continuamente esposto nelle zone di conflitto e a causa del traffico illegale di manufatti, allo scopo di tramandarlo intatto alle prossime generazioni. Già nel 2005 gli Stati membri avevano sottoscritto la Convenzione di Faro per rimarcare il valore ed il potenziale di un’eredità culturale usata saggiamente come risorsa per lo sviluppo sostenibile e per migliorare la qualità della vita, riconoscendo ai cittadini e alle comunità il diritto ad interessarsene direttamente. È per raggiungere questi obiettivi che l’Unione Europea invita a ripensare il patrimonio culturale, incentrando i nuovi approcci sull’inclusione sociale e sulla sostenibilità ambientale e rendendolo accessibile a tutti anche per mezzo di strumenti digitali.

Convenzione quadro del Consiglio d’Europa sul valore dell’eredità culturale per la società (CETS no. 199), Faro, 27 ottobre 2005.

1


LA CULTURA PER L’UE Con il termine cultura ci si riferisce spesso esclusivamente a manufatti come libri, sculture, dipinti e monumenti, tralasciando un nutrito corredo di espressioni artistiche intangibili prodotte tanto dall’uomo quanto dalla natura. I riti religiosi, le lingue e i dialetti, le danze folkloristiche, i cibi tipici, i paesaggi incontaminati o consapevolmente esaltati dall’uomo, gli usi e le tradizioni che hanno contribuito a formare la nostra identità rientrano a pieno titolo nell’eredità culturale europea. Finanche le risorse create in forma digitale o che sono state digitalizzate in modo da garantirne la conservazione. E non a caso il motto dell’anno è Il nostro patrimonio: dove il passato incontra il futuro. L’obiettivo principale dell’EYCH è quello di incoraggiare i cittadini a scoprire il patrimonio culturale dell’Europa e a impegnarsi in prima persona nella sua protezione e nella sua valorizzazione, rafforzando così il senso di appartenenza alla comunità europea.


COME L’UE SOSTIENE LA CULTURA In Europa il settore culturale e creativo contribuisce alla crescita economica, all’occupazione, all’innovazione e alla coesione sociale e rappresenta circa il 4,5% del prodotto interno lordo europeo, impiegando 8,5 milioni di persone. Inoltre si tratta di uno dei settori che meglio resiste in tempi di recessione e che contribuisce all’innovazione, allo sviluppo delle competenze e al risanamento urbano, producendo un impatto positivo su altri comparti quali il turismo e le tecnologie dell’informazione e della comunicazione . Per questo tra le politiche dell’UE legate alla cultura figurano quelle relative all’istruzione, alla ricerca scientifica, al sostegno alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, ma anche quelle relative alle politiche sociali e allo sviluppo regionale. L’Unione Europea mette a disposizione strumenti finanziari con la finalità non solo di salvaguardare e rendere accessibile a tutti il patrimonio culturale ma anche di promuovere e sostenere il settore creativo.

Cultura e settore audiovisivo, Commissione europea, novembre 2014.

1


I PRINCIPALI PROGRAMMI EUROPEI CHE FINANZIANO LA CULTURA Il sostegno dell’Ue si concretizza attraverso i programmi intesi ad ottenere il massimo dalle tecnologie digitali e dal mercato dell’UE mediante finanziamenti, assistenza per progetti di ricerca e sostegno alla cooperazione con i paesi partner dell’UE e del resto del mondo. Il patrimonio culturale europeo beneficia di una serie di interventi e attenzioni non strettamente legati alla cultura, riconducibili al Fondo europeo per lo sviluppo regionale (FESR), al Fondo per lo sviluppo e la coesione (FSC), al Fondo agricolo europeo per lo sviluppo rurale (FEASR), alle valutazioni di impatto ambientale e agli aiuti di Stato. Nell’ambito della politica regionale, ad esempio, l’UE sostiene scuole di musica, sale da concerto e studi di registrazione e finanzia il restauro di teatri storici. Il programma Creative Europe, invece, nello specifico aiuta il cinema, le arti e il settore creativo dell’Europa a generare posti di lavoro e a favorire la crescita


IL PREMIO EUROPA CREATIVA SOSTIENE ANCHE... Le capitali europee della cultura e il marchio del patrimonio europeo. I Premi europei per la letteratura, l’architettura, la tutela del patrimonio, il cinema e la musica rock e pop.

PREMIO UE PER LA LETTERATURA http://www.euprizeliterature.eu/

Il premio dell’Unione europea per la letteratura è un’iniziativa annuale per il riconoscimento dei migliori autori emergenti in Europa. Avviato nel 2009 dalla Commissione europea, il premio è aperto ai 37 Paesi aderenti al programma Europa creativa a sostegno dei settori culturali e creativi. Il premio è organizzato da un consorzio costituito dalla Federazione europea dei Librai, dal Consiglio degli scrittori europei e dalla Federazione degli editori europei.


PREMIO UE PER IL PATRIMONIO CULTURALE Il premio dell’Unione europea per il patrimonio culturale/premio Europa Nostra evidenzia alcuni dei migliori risultati ottenuti a livello europeo nella conservazione del patrimonio culturale e mette in risalto azioni di sensibilizzazione rilevanti in questo ambito. Il premio è articolato in due sezioni: un primo premio di 10 000 EURO (attribuito a un massimo di sette vincitori) e un secondo premio aggiudicato a un massimo di 30 vincitori. Ăˆ previsto anche un premio del pubblico, assegnato attraverso un sondaggio online a cura di Europa Nostra. I risultati esemplari ricevono premi nelle quattro categorie principali: Progetti di conservazione Ricerca Servizi dedicati alla conservazione del patrimonio culturale Istruzione, formazione e sensibilizzazione nel settore del patrimonio culturale europeo


PREMI EUROPEI BORDER BREAKERS Il premio dell’Ue per la musica popolare e contemporanea https://ec.europa.eu/programmes/creative-europe/actions/eu-music-prize_en

Il premio per la musica popolare e contemporanea è un’iniziativa dell’UE per sostenere i nuovi talenti emergenti e promuovere e celebrare la ricchezza del repertorio europeo. Noti come “European border breakers awards” (EBBA), dal 2004 questi premi annuali, riconoscono il merito degli artisti emergenti europei che hanno avuto successo al di fuori del proprio Paese con il loro primo album internazionale. Ogni anno i vincitori rappresentano diversi generi musicali, dal rock influenzato dalla musica folk al pop elettronico e al genere dance. Fra i vincitori delle edizioni precedenti figurano alcuni dei più noti artisti europei: Adele, Stromae e Dua Lipa, ad esempio.


LE GIORNATE DEL PATRIMONIO EUROPEO https://ec.europa.eu/programmes/creative-europe/actions/heritage-days_en

Un’occasione imperdibile per visitare migliaia di monumenti e siti culturali europei, alcuni dei quali generalmente chiusi al pubblico, è rappresentata dalle giornate europee del patrimonio. L’iniziativa, lanciata dal Consiglio d’Europa nel 1985 e che dal 1999 vede la collaborazione dell’UE, si svolge a settembre nei 50 Paesi aderenti alla Convenzione culturale europea. L’obiettivo delle giornate europee del patrimonio è quello di rendere i cittadini sensibili alla ricchezza e alla diversità culturali dell’Europa e stimolare l’interesse per il patrimonio culturale europeo. È inoltre l’occasione per contrastare il razzismo, promuovendo l’apertura verso le altre culture europee. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito web delle giornate europee del patrimonio.


GIORNATE DEL PATRIMONIO A BARLETTA PREMIO MEDIA CINEMA https://ec.europa.eu/programmes/creative-europe/node/201_en

Ogni anno l’UE assegna il “Prix MEDIA” in riconoscimento di una combinazione di alta qualità artistica e potenziale del pubblico. Il premio è assegnato ai migliori nuovi progetti cinematografici in sviluppo supportati da Creative Europe. La cerimonia di premiazione si svolge ogni anno durante l’International Film Festival di Cannes.

PREMIO PER L’ARCHITETTURA CONTEMPORANEA PREMIO MIES VAN ROHE http://www.miesarch.com/

Avviato nel 1987, il Premio dell’UE per l’architettura contemporanea/ Premio Mies van der Rohe è il riconoscimento più prestigioso nell’ambito dell’architettura europea. Esso viene conferito ogni due anni.


CAPITALI EUROPEE DELLA CULTURA https://ec.europa.eu/programmes/creative-europe/actions/capitals-culture_en

Ogni anno 2 città vengono investite del titolo di capitali europee della cultura, consentendo di celebrare la loro identità europea e intensificando la cooperazione con organizzazioni artistiche nazionali ed estere e potenziando le arti a livello locale. Nel 2019 Matera sarà capitale Europea della Cultura e la vicina Regione Puglia ha approvato progetti strategici per la valorizzazione dei territori della Murgia e della Gravina che abbracciano Matera, capitale della Cultura: una misura complessa ed articolata che impiega ben 2,5 milioni di euro, tra fondi del bilancio ordinario e del FESR 2014-2020.

PER INFO http://www.regione.puglia.it/documents/3728079/23804035/la-puglia-abbraccia-mater_rev41.pdf/24e045f3-4165-4469-9673-c012f5d71444

I progetti: ENTE PARCO NAZIONALE DELL’ALTA MURGIA

Protocollo MISE, MIBACT, Regione Puglia, Parco Nazionale Alta Murgia LA MURGIA ABBRACCIA MATERA - 340 mila Euro

PIANO DI GESTIONE INTEGRATO DEI SITI UNESCO DELLA PUGLIA - 540 mila Euro TRENO VERDE DEI PARCHI DELLA PUGLIA - 420 mila Euro Azioni di promozione della funzione e della conoscenza del patrimonio culturale I MUSEI RACCONTANO LA PUGLIA - 200 mila Euro PERCORSO DIDATTICO DELL’ARCO IONICO ALLA FOSSA BRADANICA - 1 milione di Euro


2

FOCUS PUGLIA Ce li ha finanziati l’Europa


MUSEI IN PUGLIA Provincia BAT

ANDRIA

POLO MUSEALE DI CASTEL DEL MONTE

https://opencoesione.gov.it/it/progetti/1misepuglia46/

COSTO PUBBLICO € 1.554.086,60

PAGAMENTI EFFETTUATI (100%) € 1.554.084,60

Territorio: Andria (Barletta-Andria-Trani) Tema: Cultura e turismo Natura: Infrastrutture

CONCLUSO


MUSEI IN PUGLIA Provincia BAT

BARLETTA

CUP:H16D09000050006

POLO MUSEALE DI BARLETTA

ttps://opencoesione.gov.it/it/progetti/1pufe4200247/

COSTO PUBBLICO € 280.444,91

PAGAMENTI EFFETTUATI (100%) € 280.444,91

Territorio: Barletta (Barletta-Andria-Trani) Tema: Cultura e turismo Natura: Infrastrutture

CONCLUSO


MUSEI IN PUGLIA Provincia di Brindisi

EGNATIA

CUP:F53D13000350006

AREA ARCHEOLOGICA DI EGNATIA

https://opencoesione.gov.it/it/progetti/1misepuglia32

COSTO PUBBLICO € 914.296,03

PAGAMENTI EFFETTUATI (100%) € 914.296,03

Territorio: Fasano (Brindisi) Tema: Cultura e turismo Natura: Infrastrutture

CONCLUSO


MUSEI IN PUGLIA Provincia di Brindisi

TORRE GUACETO

CUP:H92D12000080006

TORRE GUACETO il paesaggio come museo

https://opencoesione.gov.it/it/progetti/1pufe4400055/

COSTO PUBBLICO € 999.945,57

PAGAMENTI EFFETTUATI (100%) € 999.945,57

Territorio: Carovigno (Brindisi) Tema: Cultura e turismo Natura: Infrastrutture

CONCLUSO


MUSEI IN PUGLIA Provincia di Foggia

CERIGNOLA

CUP:J33D13000200002

MUSEO DI TORRE ALEMANNA

https://opencoesione.gov.it/it/progetti/1pupa4200012/

COSTO PUBBLICO € 684.540,21

PAGAMENTI EFFETTUATI (100%) € 684.540,21

Territorio: Cerignola (Foggia) Tema: Cultura e turismo Natura: Infrastrutture

CONCLUSO


MUSEI IN PUGLIA Provincia di Foggia

ORDONA

CUP:J13D13000580005

MUSEO DI TORRE HERDONIA

https://opencoesione.gov.it/it/progetti/1pupa4200022/

COSTO PUBBLICO € 690.180,30

PAGAMENTI EFFETTUATI (100%) € 690.180,30

Territorio: Ordona (Foggia) Tema: Cultura e turismo Natura: Infrastrutture

CONCLUSO


MUSEI IN PUGLIA Provincia di Bari

BARI

CUP:C92C14000250009

MUSEO ARCHEOLOGICO S. SCOLASTICA

COSTO PUBBLICO € 701.708,89

PAGAMENTI EFFETTUATI (100%) € 701.708,89

Territorio: Bari Tema: Cultura e turismo Natura: Infrastrutture

CONCLUSO


MUSEI IN PUGLIA Provincia di Bari

POLIGNANO A MARE CUP:G27H13000820002

MUSEO PINO PASCALI

https://opencoesione.gov.it/it/progetti/1pupa4200017/

COSTO PUBBLICO € 686.514,98

PAGAMENTI EFFETTUATI (100%) € 686.514,98

Territorio: Polignano a Mare (Bari) Tema: Cultura e turismo Natura: Infrastrutture

CONCLUSO


MUSEI IN PUGLIA Provincia di Taranto

MANDURIA

CUP:I82I07000090002

CONSOLIDAMENTO E RECUPERO DEL CONVENTO DI S.AGOSTINO - MUSEO https://opencoesione.gov.it/it/progetti/1pufe4200210

COSTO PUBBLICO € 669.914,97

PAGAMENTI EFFETTUATI (100%) € 669.914,97

Territorio: Manduria (Taranto) Tema: Cultura e turismo Natura: Infrastrutture

CONCLUSO


MUSEI IN PUGLIA Provincia di Taranto

TARANTO

CUP:F53J12000080001

“MARTA” TARANTO - RISTRUTTURAZIONE, ALLESTIMNTO E VALORIZZAZIONE https://opencoesione.gov.it/it/progetti/1misecipepug01/

COSTO PUBBLICO € 5.000.000,00

PAGAMENTI EFFETTUATI (98%) € 4.936.646,61

Territorio: Taranto Tema: Cultura e turismo Natura: Infrastrutture

CONCLUSO


MUSEI IN PUGLIA Provincia di Lecce

LECCE

CUP:C82C13000040007

PARCO ARCHEOLOGICO DI RUDIAE

https://opencoesione.gov.it/it/progetti/1misepuglia41/

COSTO PUBBLICO € 881.675,64

PAGAMENTI EFFETTUATI (100%) € 4.936.646,61

Territorio: Lecce Tema: Cultura e turismo Natura: Infrastrutture

CONCLUSO


MUSEI IN PUGLIA Provincia di Lecce

OTRANTO

CUP:E32I10000170002

PROGETTO PER IL RECUPERO E LA FRUIZIONE DEL CASTELLO: MUSEALIZZAZIONE https://opencoesione.gov.it/it/progetti/1pufe4200348/

COSTO PUBBLICO € 782.038,48

PAGAMENTI EFFETTUATI (100%) € 782.038,48

Territorio: Otranto (Lecce) Tema: Cultura e turismo Natura: Infrastrutture

CONCLUSO


CATTEDRALI Provincia di Bari

ALTAMURA

CUP:B7000120002

COMPLETAMENTO RESTAURO DELLA CATTEDRALE - RIMBC06 https://opencoesione.gov.it/it/progetti/1pufe4200260/

COSTO PUBBLICO € 504.252,10

PAGAMENTI EFFETTUATI (100%) € 504.252,10

Territorio: Otranto (Lecce) Tema: Cultura e turismo Natura: Infrastrutture

CONCLUSO


CATTEDRALI

Provincia di Foggia

FOGGIA

CUP:F79C09000020007

COMPLETAMENTO RESTAURO E ADEGUAMENTO FUNZIONALE DELLA BASILICA CATTEDRALE

https://opencoesione.gov.it/it/progetti/1pufe4200104/

COSTO PUBBLICO € 2.570.845,00

PAGAMENTI EFFETTUATI (100%) € 2.570.845,00

Territorio: Foggia Tema: Cultura e turismo Natura: Infrastrutture

CONCLUSO


CATTEDRALI Provincia BAT

TRANI

CUP:E72C15000360001

COMPLETAMENTO RECUPERO E ADEGUAMENTO CATTEDRALE E PER FRUIZ. NARTECE E IPOGEO

https://opencoesione.gov.it/it/progetti/1pufc4100190/

COSTO PUBBLICO € 1.194.345,08

PAGAMENTI EFFETTUATI (100%) € 1.194.345,08

Territorio: Trani (Barletta-Andria-Trani) Tema: Cultura e turismo Natura: Infrastrutture

IN CORSO


CATTEDRALI

Provincia di Lecce

LECCE

CUP:J84B08000010003

CAMPANILE DELLA CATTEDRALE

https://opencoesione.gov.it/it/progetti/1mise19c12007it161po001/

COSTO PUBBLICO € 778.081,67

PAGAMENTI EFFETTUATI (100%) € 778.081,67

Territorio: Lecce Tema: Cultura e turismo Natura: Infrastrutture

CONCLUSO


TEATRI

Provincia di Bari

BARI

CUP:D98F07000170001

LAVORI DI RESTAURO E RECUPERO FUNZIONALE DEL TEATRO PETRUZZELLI https://opencoesione.gov.it/it/progetti/1miser-petruzzelli/

COSTO PUBBLICO € 30.607.565,40

PAGAMENTI EFFETTUATI (100%) € 30.607.565,40

Territorio: Bari Tema: Cultura e turismo Natura: Infrastrutture

CONCLUSO


TEATRI

Provincia BAT

CANOSA

CUP:I29G10000050001

INTERVENTO DI COMPLETAMENTO DEL TEATRO COMUNALE - TR02 https://opencoesione.gov.it/it/progetti/1pufe4200137/

COSTO PUBBLICO € 507.904,00

PAGAMENTI EFFETTUATI (100%) € 507.904,00

Territorio: Canosa di Puglia (Barletta-Andria-Trani) Tema: Cultura e turismo Natura: Infrastrutture

CONCLUSO


TEATRI

Provincia di Brindisi

FASANO

CUP:B52I09001300002

NTERVENTO DI COMPLETAMENTO DEL TEATRO SOCIALE - TRO5 https://opencoesione.gov.it/it/progetti/1pufe4200128

COSTO PUBBLICO €127.428,84

PAGAMENTI EFFETTUATI (100%) €127.428,84

Territorio: Fasano (Brindisi) Tema: Cultura e turismo Natura: Infrastrutture

CONCLUSO


TEATRI

Provincia di Lecce

LECCE

CUP:B87E08000020002

RECUPERO DEL TEATRO APOLLO - BCT10

https://opencoesione.gov.it/it/progetti/1pufe4200024/

COSTO PUBBLICO € 4.888.541,62

PAGAMENTI EFFETTUATI (100%) € 4.888.541,62

Territorio: Lecce Tema: Cultura e turismo Natura: Infrastrutture

CONCLUSO


APPUNTAMENTI

FESTIVAL CASTEL DEI MONDI ANDRIA

BIF&ST

I DIALOGHI DI TRANI

LA GHIRONDA

FESTIVAL VALLE D’ITRIA MARTINA FRANCA

FESTIVAL TERRA DELLE GRAVINE

CARPINO FOLK FESTIVAL

LA DISFIDA DI BARLETTA


3

IL NOSTRO QUESTIONARIO


Il nostro questionario

Il questionario sul patrimonio culturale Qual è il rapporto dei cittadini con la cultura? Lo abbiamo chiesto direttamente a loro attraverso un sondaggio lanciato dallo sportello Europe Direct di Barletta nel quale si chiedeva di esprimersi sull’importanza che il patrimonio culturale assume a livello locale, nazionale e internazionale. Fortunatamente più della metà degli intervistati sapeva che il 2018 fosse l’anno europeo del patrimonio culturale (fig.1) e, cosa ancora più importante, un rilevante 89% è certo che vivere in prossimità di luoghi legati al patrimonio culturale europeo aiuti ad accrescere il senso di appartenenza all’Europa (fig. 2). L’infografica che segue fornisce un riepilogo visivo di tutti i dati raccolti.

1. Sai che il 2018 è l’anno europeo del patrimonio culturale?


2. Vivere in prossimità di luoghi legati al patrimon europeo può accrescere il senso di appartenenza all’Europa?

Il patrimonio culturale europeo si conferma importante per i cittadini, sia a livello personale sia in relazione alla città e alla regione di appartenenza sia per l’Italia e per l’Unione Europea (fig.3). Non sempre però il patrimonio culturale risulta facilmente accessibile: in ragione dei costi elevati per il 28%, per la scelta limitata (27%) o per l’eccessiva distanza dei luoghi di interesse rispetto al luogo di residenza (27%). Per il 34% è la mancanza di tempo a non permetterne la fruizione (fig. 4).


3. A tuo parere è importante il patrimonio culturale europeo?

4. Qual’è l’ostacolo maggiore che limita la tua partecipazione a eventi culturali?


Il senso di appartenenza ad un territorio passa anche dal sentimento di orgoglio per un sito, un monumento storico, un’opera d’arte o una tradizione tipica. Maggiore, stando al sondaggio, è l’orgoglio per espressioni culturali italiane (93% - fig. 7), in particolare per il Colosseo, per città come Venezia, Firenze, Roma e Napoli e per la Galleria degli Uffizi (fig. 8); seguono le bellezze pugliesi di cui gli utenti sono orgogliosi per l’87% (fig. 5), in particolare per Castel del Monte, i Trulli di Alberobello e i prodotti e i manufatti tipici (fig. 6); e infine il 73% si ritiene orgoglioso anche di espressioni culturali presenti all’estero (fig. 9), in particolare la Sagrada Familia a Barcellona e la Tour Eiffel e la Gioconda a Parigi (fig. 10).

5. Sei orgoglioso di un sito o un monumento storico, un’opera d’arte o una tradizione presente in Puglia?


6. Di quale sito o un monumento storico, opera d’arte o tradizione presente in Puglia sei più orgoglioso?

7. Sei orgoglioso di un sito o un monumento storico, un’opera d’arte o una tradizione presente in Italia?


8. Di quale sito o un monumento storico, opera d’arte o tradizione presente in Italia sei piÚ orgoglioso?


9. Sei orgoglioso di un sito o un monumento storico, un’opera d’arte o una tradizione diveso dall’Italia?

10. Di quale sito o un monumento storico, opera d’arte o tradizione presentein un paese diverso dall’Italia sei più orgoglioso?


Infine, in linea con l’idea europea di eredità culturale già espressa nella Convenzione di Faro del 2005, secondo i partecipanti al sondaggio vivere in prossimità dei luoghi legati al patrimonio culturale migliorerebbe la qualità della vita (fig.11). Lo stesso vale per i soggetti che dovrebbero prendersi cura del patrimonio culturale: i cittadini prima di tutto, per il 71% dei partecipanti al sondaggio, e a seguire i diversi livelli di governo (fig. 12).

11. Vivere in prossimità di luoghi legati al patrimonio culturale europeo migliora a qualità della vita delle persone?


12. Secondo te quali di questi soggetti dovrebbero occuparsi maggiormente di proteggere il patrimonio culturale europeo?


BIBLIOGRAFIA E SITOGRAFIA 1.

Anno europeo del patrimonio culturale

2.

Sito della Commissione Europea

3.

Decisione (UE) 2017/864 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17 maggio 2017 relativa a un Anno europeo del patrimonio culturale (2018)

4.

Convenzione quadro del Consiglio d’Europa sul valore dell’eredità culturale per la società

5.

Cammino d’Europa

https://europa.eu/cultural-heritage/european-year-cultural-heritage_it

https://ec.europa.eu/

http://www.camminideuropa.it/

6. ASOC

http://www.ascuoladiopencoesione.it/cose-a-scuola-di-open-coesione/

7.

OPEN COESIONE

http://www.opencoesione.gov.it/


E se trovi anche tu un progetto finanziato dall’Ue sul tuo territorio scrivici, taggaci, vienici a trovare. EUROPE DIRECT BARLETTA Corso Garibaldi 202 - Barletta tel. 0883.303.255 - fax 0883.303.201 e-mail europedirect.bt@comune.barletta.bt.it


Issuu converts static files into: digital portfolios, online yearbooks, online catalogs, digital photo albums and more. Sign up and create your flipbook.