__MAIN_TEXT__
feature-image

Page 1

MOTORI COPERTURE VALCAMONICA ECONOMIA

FRECCE TRICOLORI Valtenesi Air Show 15/16 Settembre

680 Centomiglia del Garda 8/9 Settembre

1


2


3


4


MOTORI COPERTURE VALCAMONICA ECONOMIA

FRECCE TRICOLORI Valtenesi Air Show 15/16 Settembre

680 Centomiglia del Garda 8/9 Settembre

SOMMARIO 68° Centomiglia del Garda 8/9 settembre 2018 La Fondazione Terzo Pilastro - Internazionale

6

Anteprima di Gorla & Centomiglia

8

FRECCE TRICOLORI La Valtenesi del Garda e Air Show 2018

12

n. 5 Settembre 2018 - Anno XVI

Frecce Tricolori l'orgoglio Italiano è sul Lago di Garda

24

Mensile di informazioni bresciane Aut. del Tribunale di Brescia N° 8/2003 - 24/02/2003

SPECIALE COPERTURE

PUNTOBRESCIANO

DIRETTORE RESPONSABILE Gianmario Baroni

Bonus amianto: come richiedere la detrazione fiscale

20

SPECIALE VALLECAMONICA

EDITRICE | REDAZIONE AMMINISTRAZIONE | PUBBLICITÀ Editrend - Via Fura, 48 - Brescia Tel. 030 3534392 - Fax 030 5234013

Via libera al progetto per la ciclabile dalla Valcamonica al lago di Como

FOTOCOMPOSIZIONE e VIDEOIMPAGINAZIONE Editrend Grafica - Via Fura, 48 - Brescia Tel. 030 3534392 - Fax 030 5234013

Alternanza scuola-lavoro, bollino di qualità per 17 aziende bresciane

31

Marchionne, il manager globale che cambiò la Fiat

32

STAMPA Pixartprinting L’Editore declina ogni responsabilità in ordine ad eventuali errori di stampa e o disguidi di altro genere relativi agli spazi pubblicati. È vietata la riproduzione totale o parziale di foto, marchi e testi, tutti i diritti sono riservati. Periodico mensile a diffusione gratuita in Brescia e Provincia.

21

ECONOMIA

SPECIALE MOTORI Ferrari 488 Pista Spider

34

REDAZIONALE Studi odontoiatrici Sfp sinonimo di capacità voglia di fare e innovazione

38 5


68a Centomiglia del Garda speciale a cura della redazione

LA FONDAZIONE TERZO PILASTRO - INTERNAZIONALE agli eventi di settembre sul Garda con Y.C. Cortina e C.V. Gargnano

L

a Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale navigherà a vela con lo Yacht Club Cortina d’Ampezzo e il Circolo Vela Gargnano-Lago di Garda nelle attività sportivo-sociali lungo le rive del Benaco. I due momenti clou saranno la Cento People, regata che si corre in contemporanea al giro del lago della Centomiglia (8 settembre), e riservata ai progetti nell’ambito culturale, sociale, della scuola, della vela terapia; la “13° Childrenwindcup”, l’evento che il Circolo Vela Gargnano propone con Abe (Associazione Bambino Emopatico), che vede protagonisti in una festa sul lago i piccoli dell’Ospedale dei Bambini del Civile di Brescia, in particolare pazienti ed ex pazienti dei reparti di Onco-Ematologia Pediatrica. Lo scorso anno la CentoPeople vide protagonisti il progetto Hyak Onlus con i pazienti e medici dei reparti di Psichiatria della Ats di Desenzano del Garda, inseguiti per tutta la regata dalla barca della Polizia di Stato di Peschiera con a bordo i ragazzi della Comunità Exodus di don Mazzi. In ambito sportivo le sfide agonistiche che Yacht Club Cortina e Circolo Vela Gargnano andranno ad organizzare soste la Gentlemen’s Cup, il Campionato lacustre dei timonieri-armatori corso a Bogliaco nel mese di maggio, gli eventi del mese di settembre con la 68° Centomiglia e la

6


68a Centomiglia del Garda speciale a cura della redazione

Cento People in calendario l’8-9 settembre, il Campionato Italiano del monotipo Ufo 22 (14-16 settembre) la 13° Childrewindcup, che chiuderà la grande estate velica del Garda di Lombardia il 22-23 settembre. A questi eventi hanno aderito anche Fondazione Asm Brescia, Ori Martin, Xeos. In ambito Universitario e scolastico il Lab CVG (Le idee portate dal vento) in questo 2018 ha attuato una nuova collaborazione con le 3 barche Ecocompatibili di Mètis dell’Università di Padova, Garda Uno Lab per l’alternanza scuola lavoro con l’Istituto Scolastico Bazoli-Polo di Desenzano, il progetto Vela Scuola di Federazione Italiana Vela con gli Istituti di di Gargnano e Tignale.

La Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale, presieduta dal Prof. Avv. Emmanuele F.M. Emanuele, è la naturale evoluzione della Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo, in quanto si fa portatrice e sintesi, su più ampia scala e senza alcun vincolo territoriale, delle due strategiche direzioni di intervento originarie: il Terzo Settore (o Terzo Pilastro, il non profit) e le tematiche urgenti ispirate dall’ osservazione di ciò che accade al di fuori del mondo Occidentale, con uno sguardo che va oltre l’area mediterranea per approdare nei Paesi emergenti in Medio ed Estremo Oriente, nuovi protagonisti della nostra Storia. Opera nei campi: sanitario, della ricerca scientifica, sociale e del welfare, educativo e formativo, culturale ed artistico.

7


68a Centomiglia del Garda speciale a cura della redazione

ANTEPRIMA DI GORLA & CENTOMIGLIA con Gli Skipper Del Catamarano M 32

G

li eventi della 68° Centomiglia del lago di Garda si apriranno a fine agosto. La serie di regate fanno parte del circuito multisport del territorio benacense di Sognando Olympia”, del “Garda Sailing Challenge” (con i Club di Portese-Limone e Gargnano), di Interlake (con il Lago Balaton). L’anteprima 2018 sarà la tappa europea dei catamarani M 32. Dal 30 agosto al 1° settembre ci saranno grandi skipper della vela olimpica e internazionale. Su tutti l’Oro di Pechino 2008 con la classe 49Er, il danese Jonas Warrer, il 5 volte Campione del Mondo dei Match Race, l’inglese Ian William, la barca italiana di Vitamina Veloce, lo stesso promotore di questo circuito, il ligure Riccardo Simoneschi, già regatante con le classi olimpiche Finn e Star. Saranno gare brevi e vicine alla

8

costa. L’ “arena sailing M 32” sarà posta tra il Marina di Bogliaco, Villa e Gargnano. L’ M 32 porta la firma dell’olimpionico svedese Goran Marstrom (Bronzo a Tallin-Mosca 1980). E’ costruito tutto in carbonio dalla Aston Harald. Lungo 10 metri ha un suo circuito americano, uno europeo, uno asiatico. In questa stagione ha già fatto tappa nelle località top della vela, tra queste Valencia in Spagna, Aarhus in Danimarca, il teatro dell’ultimo Mondiale delle 11 classi olimpiche di Tokio 2020. Gli M32 “Itelligence” e “Hagar III” hanno già vinto varie edizioni delle regate del lago di Garda, Centomiglia compresa. Dopo gli M 32 arriverà il Trofeo Riccardo Gorla-50 Miglia, il test Event in programma quest’anno domenica 2 settembre, in gara dai multiscafi ai monotipi di tutte le lunghezze, Orc, classi Libere, High Tec. La Cento a sua volta vedrà la partenza (ore 8,30) e l’arrivo nl week end dell’8-9 settembre. La settimana successiva si


9


68a Centomiglia del Garda speciale a cura della redazione

correrà il Campionato Italiano Ufo 22, una delle classi più agguerrite del panorama nazionale italiano, ancora nel week end del 22-23 settembre, sarà la volta della 12° Childrenwindcup, regata con i piccoli dell’Ospedale dei Bambini di Brescia, una vera festa corale con Volontari, Famiglie, Medici, Campioni della vela e di altri sport. Un’attenzione per i Sociale che vede coinvolto il Circolo Vela Gargnano e l’Abe (Associazione Bambino Emopatico), altre importanti attività legate al territorio di tutta l’area del Garda e delle sue pro-

10


68a Centomiglia del Garda speciale a cura della redazione vince. Iniziative che vedono coinvolte la Fondazione Internazionale Terzo Pilastro, Fondazione Asm, Yacht Club Cortina, Ori Martin Brescia. Tra le manifestazioni gemellate con la Cento 2018 ci sarà lo “Shooting World Parasport Championships” di Lonato, il Campionato Mondiale Paralimpico di Tiro al piattello del mese di

ottobre. La Federazione del Tiro al piattello ha come vice presidente Manuela Croce Bonomi, figlia e sorella di Beppe e Carlo Croce, i due italiani che sono stati Presidenti della Federvela Mondiale, nonchè vincitori della Centomiglia del 1964 con una barca che portava proprio il nome di Manuela.

CENTO&VENTI 2018 - GARGNANO LAGO DI GARDA - PROGRAMMA VELICO 29 agosto 1 settembre Circuito Europeo M 32 (Multiscafi) 2 settembre 52° Gorla 8-9 settembre 68° Centomiglia

14-16 settembre Campionato Italiano Ufo 22 22-23 settembre 13° Childrenwindcup

11


FRECCE TRICOLORI speciale a cura della redazione

La Valtenesi del Garda e Air Show 2018! Il sindaco di Moniga Lorella Lavo ed il sidaco di Manerba Isidoro Bertini vi danno il benvenuto in Valtenesi, un territorio gardesano tutto da vivere e da scoprire con spiagge incantevoli dalle acque cristalline,

panorami mozzafiato e grande ospitalità. In pochi minuti dall'uscita di Desenzano del Garda arriverete nel territorio del Vino Groppello e della drupa Casaliva, terra ricca di Castelli, chiese e prodotti di eccel-

PONY 0 Mirco CAFFELLI Ten. Col. Lt. Col. Comandante Commander

REPARTO DI PROVENIENZA:

156° GRUPPO 156TH SQUADRON

TORNADO IDS

LUOGO/DATA DI NASCITA: Viadana (MN), 22 maggio 1978 PROFILO DI CARRIERA: Entra in Accademia Aeronautica nel 1997 con il corso “Urano IV” REPARTI DI PROVENIENZA: 156° Gruppo del 6° Stormo POSIZIONI RICOPERTE: Pony 7, Pony 2, Pony 1 ABILITAZIONE SU VELIVOLI: SF260, T37, T38, MB339CD, TORNADO IDS, MB339A-PAN ORE DI VOLO: 3.150 PLACE/DATE OF BIRTH: Viadana (MN), 22 May 1978 - CAREER PROFILE: he joined the Air Force Academy in 1997 (Urano IV class) - PREVIOUS ASSIGNMENTS: 156th Squadron, 6th Wing - PREVIOUS POSITIONS: Pony 7, Pony 2, Pony 1 - QUALIFIED ON: SF260, T37, T38 MB339CD , TORNADO IDS, MB339A-PAN - TOTAL FLYING HOURS: 3.150

12

SORVOLO ALTARE DELLA PATRIA: In occasione del tradizionale Sorvolo sull’Altare della Patria, il Comandante gestisce da terra la delicata tempistica del passaggio della Formazione di 9 velivoli. Si posiziona quindi sulla vetta del “Vittoriano” munito di apparati radio che gli consentono di mantenere le comunicazioni con gli enti del traffico aereo e con la Formazione; da questa posizione privilegiata ha inoltre la possibilità di mantenere in vista la Formazione quando si avvicina al punto “di attesa” pre-sorvolo. A supportare il Comandante in questa attività, il Responsabile PR, che è a tutti gli effetti “gli occhi” del Comandante sulla scalinata del Milite Ignoto; suo è infatti il compito di comunicare a Pony 0 l’evolversi delle fasi della cerimonia a terra. Grazie a tutte queste informazioni e all’esperienza maturata riguardo alla durata delle varie fasi che scandiscono la cerimonia a terra, il Comandante, grazie a uno schema su carta, gestisce il circuito d’attesa della Formazione seguendola passo passo; questo lavoro di squadra garantisce che i 9 velivoli possano lasciare il punto di attesa e percorrere, disponendosi in configurazione ad Alona, il tratto rettilineo che li separa dall’Altare della Patria sorvolandolo nell’esatto istante in cui il trombettiere della cerimonia termina l’ultima nota del sempre emozionante “Silenzio”.

Schema che il Comandante utilizza come riferimento durante i sorvoli dell'Altare della Patria.

ALBO D’ONORE PONY 0 Squarcina (1961-63), Di Lollo (1964-67), Cumin (1968-69), Sburlati (1970-72), Zardo (1973-74), Franzoi (1975-76), Barberis (1977-79), Salvi (1980-82), Bernardis (1983-86), Raineri (1987-88), Lorenzetti (1989-90), Moretti (1991-92), Zanovello (1993-94), Miniscalco (1995-96), Fiore (199798), Rossi U. (1999-00), de Rinaldis (2001-03), Tarantino (2004-06), Tammaro (2007-09), Lant (2010-12), Slangen (2013-16), Caffelli (2017).


FRECCE TRICOLORI speciale a cura della redazione lenza . Itinerari culturali e storico architettonici che vi condurranno in un Garda forse meno conosciuto ma da grandi intenditori. Non a caso le acque della Rocca di Maneba d'estate si affolano di imbarcazioni che si godono da una parte il Golfo della Romantica e dall'altra la bella Sirmione e la sontuosa Isola Borghese detta "del Garda" oggi anche visitabile. Ogni paese della valle ha il suo "Maniero", un fitto corol-

lario di castelli che costituiva l'efficace rete difensiva medioevale. Per chi salirà alla Rocca da notare le rovine del Castello distrutto dai Veneziani che vanta origini antichissime. Notevoli le chiese di Manerba e di Moniga, ancor più il Castello di Moniga conservato in maniera eccellente. Tutti i castelli sono in genere visitabili e molti sono stati restaurati ed tuttora sono dimore di prestigio.

PONY 1 Gaetano FARINA Maggiore Major Capoformazione Leader

REPARTO DI PROVENIENZA:

18° GRUPPO 18TH SQUADRON

F 16 ADF

Incrocio della "Bomba" ad Ankara 1989.

LUOGO/DATA DI NASCITA: Francavilla Fontana (BR), 1 maggio 1979 PROFILO DI CARRIERA: Entra in Accademia Aeronautica nel 1998 con il corso “Vulcano IV” REPARTI DI PROVENIENZA: 18º Gruppo del 37º Stormo POSIZIONI RICOPERTE: Pony 7, Pony 2, Pony 4 ABILITAZIONE SU VELIVOLI: SF260, T37, T38, MB339CD, F16 ADF, MB339A-PAN ORE DI VOLO: 3.050 PLACE/DATE OF BIRTH: Francavilla Fontana (BR), 1 May 1979 CAREER PROFILE: he joined the Air Force Academy in 1998 (Vulcano IV class) - PREVIOUS ASSIGNMENTS: 18th Squadron, 37th Wing - PREVIOUS POSITIONS: Pony 7, Pony 2, Pony 4 - QUALIFIED ON: SF260, T37, T38, MB339CD, F16 ADF, MB339A-PAN - TOTAL FLYING HOURS: 3.050

BOMBA 1930 - Era l’8 giugno, “Giorno dell’Ala” a Roma-Littorio, quando 5 velivoli CR20 della 71a Squadriglia del 1° Stormo Caccia, agli ordini del Tenente Ariosto Neri, impostavano una picchiata in formazione strettissima a cuneo verso una colonna di tre autocarri, simulando un attacco. A pochi metri dai bersagli il Capoformazione cabrava ed eseguiva un looping completo, mentre i gregari di destra e di sinistra si sfilavano, effettuavano un rovesciamento di rientro e si buttavano in picchiata puntando e mitragliando gli autocarri fino ad incrociarsi con gli altri velivoli della Formazione. Di fronte alla famiglia reale al gran completo, al Capo del Governo, alla stampa nazionale ed estera e ad oltre 50.000 persone, era nata ufficialmente la manovra della “Bomba”.

ALBO D’ONORE PONY 1 Scala (1961), Squarcina (1961), Pisano (196162), Cumin (1963-67), Franzoi (1968-72), Sburlati (1971), Zardo (1972-74), Gallus (1974-81), Salvi (1980-81), Montanari (1981-82), Posca (1982-84), Naldini (1985-88), Raineri (1988), Moretti (198991), Zanovello (1991-92), Miniscalco (1993-94), Zanovello (1994), Fiore (1995-96), Rossi U. (199798), de Rinaldis (1999-01), Tarantino (2001-03), Tammaro (2004-06), Lant (2007-09), Slangen (2010-12), Caffelli (2013-16), Farina (2017).

13


FRECCE TRICOLORI speciale a cura della redazione RESTRIZIONI Avviso: Porto Dusano, su indicazione della prefettura, sarà accessibile solo tramite PASS Per maggior sicurezza del pubblico e per tutelare l'esibizione delle frecce è interdetta la navigazione nello spazio acque antistante lo Show dalle ore 10,00 alle ore 13,00. Le acque saranno segnalate da Boe, sorvegliate da Guardacoste e Volontari.

SPIAGGE E BOE Lungo il Litorale interessato da Porto Dusano al Porto di Moniga è consentita la balneazione nelle immediate vicinanze della spiaggia. Non sarà consentito allontanarsi a nuoto nell'area dello Show o sostare su barche alla boa nello spazio interessato.

PONY 2 Franco Paolo MAROCCO Capitano Captain 1° Gregario Sinistro 1st Left Wingman

REPARTO DI PROVENIENZA:

10° GRUPPO 10TH SQUADRON

LUOGO/DATA DI NASCITA: Pinerolo (TO), 7 Agosto 1984 PROFILO DI CARRIERA: Entra in Accademia Aeronautica nel 2003 con il corso “Drago V” REPARTI DI PROVENIENZA: 10° Gruppo del 36° Stormo POSIZIONI RICOPERTE: Pony 9 ABILITAZIONE SU VELIVOLI: SF260, MB339CD, EF2000, MB339A-PAN ORE DI VOLO: 1.500 PLACE/DATE OF BIRTH: Pinerolo (TO), 7 August 1984 - CAREER PROFILE: he joined the Air Force Academy in 2003 (Drago V class) - PREVIOUS ASSIGNMENTS: 10th Squadron, 36th Wing - PREVIOUS POSITIONS: Pony 9 - QUALIFIED ON: SF260, MB339CD, EF2000, MB339A-PAN - TOTAL FLYING HOURS: 1.500

14

Getti Tonanti (F-84G). Prima esecuzione di quello che con le Frecce Tricolori diventerà il "Doppio Tonneau".

EF2000

DOPPIO TONNEAU 1956 - Lo Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare incaricava la Pattuglia dei “Getti Tonanti” su F-84 G di partecipare al “Flugtag der Nationen” a Colonia il 4 giugno 1956; prima manifestazione aerea della Germania Occidentale sotto il patrocinio della Luftwaffe. Ultimi ad esibirsi ed i più attesi, gli Italiani! Ad apertura del loro programma i Piloti della 5^ A.B. presentarono la loro nuova figura acrobatica che venne anche proposta nel film intitolato “I quattro del Getto Tonante”. 1960 - La figura che ha contraddistinto la Pattuglia dei Getti Tonanti (1959-60) su F-84 F è stata senz’altro il “Tonneau Doppio” evoluzione di una manovra originale presentata nel 1956 dai Getti Tonanti su F-84 G poi ripresa e resa ancor più spettacolare. L’evoluzione della manovra nacque con l’idea di raddoppiarla (ecco perché tonneau doppio) nel senso che dopo una presentazione dei 5 F-84 F in linea di fronte gli “interni” ruotavano attorno ai due “esterni” che, nel frattempo, chiudevano verso il “leader” e ripartivano a loro volta ruotando attorno agli “interni” ricomponendo così la formazione iniziale.

ALBO D’ONORE PONY 2 Sabbatini (1961), Cumin (1962), Goldoni (1962-64), Giardini (1963-66), Ferrazzutti (1963), Meacci (1964), Ferrazzutti (196667), Barberis (1968), Jansa (1968), Purpura (1968-72), Gaddoni (1973-75), Soddu (1976-77),Gaddoni (1978), Carrer (1978), Petri (1979), Brovedani (1979-81), Naldini (1982-84), Nutarelli (1985-86), Zanovello (1987), Alessio (1988), Guzzetti (1988-89), Coggiola (1990-91), Boiardi (1992-93), Papa (1994-97), Zanotelli (1998), Tarantino (1999-00), Tammaro (200102), Lant (2003-05), Slangen (2006-08), Caffelli (2009-11), Farina (2012-13), Semproniel (201415), Farina (2016), Galli (2017).


FRECCE TRICOLORI speciale a cura della redazione PARCHEGGI E PUBBLICO Sono stati istituiti una serie di parcheggi anche su aree private nelle immediate vicinanze. Le strade di comunicazione limitrofe saranno interdette per consentire le vie di fuga ai mezzi di soccorso, quindi le spiagge saranno raggiungibili a piedi. Per i portatori di Handicap consigliata la passeggiata a Lago di Moniga.

ORARI Si ricorda l'assoluta pericolosità degli strapiombi presso la Rocca: Massima attenzione. Sabato 15 settebbre dalle ore 10,00 alle 13,00 Prove Tecniche Domenica 16 settembre Air Show dalle ore 10,00 alle 13,00

PONY 3 Emanuele SAVANI Capitano Captain 1° Gregario Destro 1st Right Wingman

REPARTO DI PROVENIENZA:

132° GRUPPO 132TH SQUADRON

AMX

Formazione di G-91 - Campoformido 1965.

LUOGO/DATA DI NASCITA: Pordenone, 2 giugno 1983 PROFILO DI CARRIERA: Entra in Accademia Aeronautica nel 2003 con il corso “Drago V” REPARTI DI PROVENIENZA: 132° Gruppo del 51° Stormo POSIZIONI RICOPERTE: Pony 8 ABILITAZIONE SU VELIVOLI: SF260, TWIN ASTIR, MB339CD, AMX, AMX-T, MB339A-PAN ORE DI VOLO: 1.650 PLACE/DATE OF BIRTH: Pordenone, 2 June 1983 - CAREER PROFILE: he joined the Air Force Academy in 2003 (Drago V class) - PREVIOUS ASSIGNMENTS: 132nd Squadron, 51st Wing - PREVIOUS POSITIONS: Pony 8 - QUALIFIED ON: SF260, TWIN ASTIR, MB339CD, AMX, AMX-T, MB339A-PAN - TOTAL FLYING HOURS: 1.650

VENTAGLIO 1965 - Per il volo acrobatico era l’anno del grande consenso. La PAN era ormai una realtà irrinunciabile e con il Gen. Aldo Remondino al vertice dell’Aeronautica Militare, il Comandante del 313° Gruppo, Ten. Col Roberto Di Lollo poteva “osare” e “lavorare” con più spregiudicatezza e soprattutto tornare in maniera definitiva al programma con 9 velivoli. Il momento era propizio per inserire nel programma una nuova figura: il “Ventaglio”. I 9 G-91 si presentavano in volo livellato in formazione stretta a “diamante” e all’ordine del “leader” i gregari esterni ed interni simmetricamente si separavano ed eseguivano una rotazione completa sull’asse di rollio (tonneau) ed il consecutivo ricongiungimento sul “leader” nel “looping” che introduceva alla manovra successiva. La manovra ebbe poi una evoluzione consistente nella presentazione della formazione configurata a “freccia” con il 7 e l’8 (3° gregario sinistro e destro) in ala al 9 (secondo fanalino), conferendole la spettacolarità che possiamo ammirare ancora oggi.

ALBO D’ONORE PONY 3 Vianello (1961), Anticoli (1962), Barbini (196364), Linguini (1963-69), Santilli (1969-72), Montanari (1973-74), Boscolo (1975), Montanari (1976), Liva (1976-80), Raineri (197981), Accorsi (1982-85), Moretti (1986), Accorsi (1987-89), Vivona (1990), Tricomi (1991-92), Fiore (1993-94), de Rinaldis (1995-97), Miotto (1998-99),Barassi (2000-01), Floreani (200204), Pagliani (2005), Paoli (2006-07), Ciacchi (2008), Paoli (2009), Martin (2010-11), Barbero (2012-13), Vit (2014-15), Zanlungo (2016), Savani (2017).

15


16


FRECCE TRICOLORI speciale a cura della redazione

Organizzazione airshow Col A. Moretti

PROGRAMMA IA HH139A – Elicottero AM dimostrazione elisoccorso 10,30 GG CAP 231 - AEREO ACROBATICO 11,00 PIA S FLYTEAM ROMA – 4 ULM IN FORMAZIONE 11,30 RE DE AEREO ANFIBIO SAVAGE 12,00 VE EL B FRECCE TRICOLORI 12:20 – 12:50

BELVEDERE

BELVE

DERE S

PIAGG

IA

Linea di visione - Display line 3.900m Strade consigliate - recommended routes

+

Strade pedonali dalle 10,00 - only by feet Ambulanze - Ambulances

P Parcheggi - Parking

R Ristoro - Refreshment point

R

Stand Aeronautica, Orologi, EIR, Ristoro

FRECCE STREET FOOD VILLAGE Da venerdì sera 14 settembre musica e street food con 10 truck sul Belvedere di Porto Dusano - accesso libero. Parcheggio via Tasso From Friday evening September 14 music and street food with 10 trucks on the Belvedere of Porto Dusano - free access. Via Tasso parking.

ne Lotimca u io ReAgio a n in c ro o e tr o - PaBrescia ed a PAN Frecce gratuit i ll Evento, Provincia cdipazione de ia bard are: la parte gratuito Milit lori è a titolo Trico

Porto Dusano Il Porto, per motivi di ordine pubblico e sicurezza, sarà riservato alle Autorità civili e militari, alla stampa ed alle persone accreditate, munite di apposito PASS. Al parcheggio di Dusano potranno accedere solo i mezzi delle autorità e le persone portatrici di handicap. Il Porto sarà riaperto dopo le ore 13,15 con gli Stand dell’Aeronautica Militare, Orologi Militari, Eir Internet e fibra, Food Truck. La “linea di visione” di 3.900m si estende dal belvedere del Parco protetto della Rocca (a sinistra) e prosegue verso la Baia Bianca ed oltre verso il Porto di Moniga. Sopra Porto Dusano accesso pedonale fino al parcheggio in via Tasso con visione dall’alto dello Show. Accessi alla spiaggia via del Zocco e via Seselle con relativi parcheggi. Accessi alla Rocca da via Rocca e via Carducci . L’evento è totalmente gratuito. FREE EVENT! Porto Dusano open after 1.15pm with Aeronautica Militare stand, Military clocks, Eir Internet, Food Truck. The Port will be reserved for civil and military authorities, press and accredited persons with a special Pass: pedestrian access only. The “Display line” extends from the belvedere of the protected Park of “La Rocca” (on the left) and continues towards the Baia Bianca and beyond towards Moniga. Above Porto Dusano pedestrian access to the parking in via Tasso with a view of the show from above. Access to the beach via del Zocco and via Seselle with relative parking. Access to “La Rocca” from via Rocca and via Carducci.

17


18


FRECCE TRICOLORI speciale a cura della redazione

PONY 4 Massimiliano SALVATORE Capitano Captain 2° Gregario Sinistro 2nd Left Wingman

REPARTO DI PROVENIENZA:

10° GRUPPO 10TH SQUADRON

18° GRUPPO 18TH SQUADRON

F 16 ADF

EF2000

LUOGO/DATA DI NASCITA: Benevento, 10 Dicembre 1981 PROFILO DI CARRIERA: Entra in Accademia Aeronautica nel 2001 con il corso “Borea V” REPARTI DI PROVENIENZA: 10° Gruppo del 37° Stormo e 18° Gruppo del 37° Stormo POSIZIONI RICOPERTE: Pony 7 ABILITAZIONE SU VELIVOLI: SF260, TWIN ASTIR, T37, T38, MB339CD, F16C, F16ADF, EF2000, MB339A-PAN ORE DI VOLO: 2.050 PLACE/DATE OF BIRTH: Benevento, 10 December 1981 - CAREER PROFILE: he joined the Air Force Academy in 2001 (Borea V class) PREVIOUS ASSIGNMENTS: 10th Squadron, 37th Wing - 18th Squadron, 37th Wing- PREVIOUS POSITIONS: Pony 7 - QUALIFIED ON: SF 260, TWIN ASTIR, T37, T38, MB339CD, F16 C, F16 ADF, EF2000, MB339APAN - TOTAL FLYING HOURS: 2.050

APOLLO 313 1973 - L’allora Comandante delle Frecce Tricolori, Ten. Col. Vittorio Zardo, si fa promotore di una nuova figura acrobatica da inserire nel “Programma Alto” entrando parallelamente alla display line dalla sinistra degli spettatori. I 4 velivoli gregari del Capoformazione effettuavano un “tonneau” sull’asse al termine del quale la 2ª sezione si staccava impostando una salita anticipando di qualche secondo quella della 1ª sezione; linea davanti e rombetto effettuavano quindi 2 “looping” dallo sviluppo verticale differente, predisponendo così un sempre emozionante ricongiungimento, per tornare alla formazione a “diamante” e proseguire con il “Programma Alto”. Questa figura, caratterizzata da una pirotecnica ed elettrizzante “apertura”, venne chiamata dal Cap. R. Rocchi (allora “Speaker” della PAN) “Apollo 313”. La manovra simboleggia il distacco del modulo lunare “Lem”, interpretato dai 4 velivoli del “rombetto”, dal vettore spaziale “Apollo” che è rappresentato dai 5 velivoli frontali.

Apollo - 1973

ALBO D’ONORE PONY 4 Panario (1961), Ferrazzutti (1962-66), Purpura (1966-67), Jansa (1968), Barberis (1968-69), Gallus (1970-71), Palanca (197274), Carrer (1975-77), Di Pauli (1978), Purpura (1978-79), Posca (1980-81), Gorga (1982, 1984), Nutarelli (1982-83), Zanovello (1984-86), Alessio (1987), Guzzetti (1988), Rosa (1989-91), Coggiola (1992), Rossi U. (1993-94), Valoti (1995-96), Fiaschi (1997-99), Ferrante (2000-01), Rossi A. (2002-04), Cavelli (2005-07), Capodanno (200810), Farina (2011), Bortoluzzi (2012-13), Farina (2014), Salvatore (2015-17).

PONY 5 GiUlio ZANLUNGO Capitano Captain 2° Gregario Destro 2nd Right Wingman

REPARTO DI PROVENIENZA:

13° GRUPPO 13TH SQUADRON

AMX

LUOGO/DATA DI NASCITA: Conegliano (TV), 14 aprile 1983 PROFILO DI CARRIERA: Entra in Accademia Aeronautica nel 2006 con il 122° corso A.U.P. C. REPARTI DI PROVENIENZA: 13° Gruppo del 32° Stormo POSIZIONI RICOPERTE: Pony 8, Pony 3 ABILITAZIONE SU VELIVOLI: SF260, MB339CD, AMX, AMX T, MB339A-PAN ORE DI VOLO: 2.100 PLACE/DATE OF BIRTH: Conegliano (TV), 14 aprile 1983 - CAREER PROFILE: he joined the Air Force Academy in 2006 (122nd A.U.P.C. class) - PREVIOUS ASSIGNMENTS: 13th Squadron, 32nd Wing - PREVIOUS POSITIONS: Pony 8, Pony 3 - QUALIFIED ON: SF260, MB339CD, AMX, AMX-T, MB339A-PAN - TOTAL FLYING HOURS: 2.100

Incrocio Arizona (G-91) - Aviano 1977.

ARIZONA 1977 - Su iniziativa del Cap. Assenzio Gaddoni nasceva tra il Dicembre del ’76 ed il Febbraio del ’77 una nuova figura chiamata “Arizona” a ricordo dell’ “Arizona degli Aviatori”, un’osteria sulla S.S. Pontebbana a Campoformido dove si incontravano i pionieri dell’acrobazia collettiva del 1° Stormo, che ospitò tra l’altro anche Italo Balbo ed il suo Stato Maggiore e che negli anni continuò a rappresentare occasione di incontro per Ufficiali e Sottufficiali Piloti. Sin dalla creazione, dopo lo spettacolare incrocio in “schneider” delle due sezioni, l’“Arizona” continuava con una seconda parte: la 2ª sezione di 4 velivoli del Cap. Gaddoni disegnava un “looping” che veniva trafitto al centro dal “tonneau” disegnato dalla 1ª sezione del Magg. Antonio Gallus. Questa parte della figura venne chiamata dal T.Col. Renato Rocchi “l’ago e la cruna” e terminava con il classico ricongiungimento della formazione a “diamante”. Negli anni successivi la seconda parte dell’“Arizona” fu poi ribattezzata “Bull’s eye” e divenne una figura a sé stante all’interno del programma acrobatico delle Frecce Tricolori.

ALBO D’ONORE PONY 5 Imparato (1961), Turra (1962), Colucci (1962-63), Anticoli (1963-64), Schievano (1964-68), Pettarin (1968), Montanari (196872), Boscolo (1973-74), Ruggiero (1975-79), Raineri (1979-80), Accorsi (1981), De Podestà (1981-83), Gropplero (1982, 1984), Moretti (1985), Accorsi (1986), Vivona (1987-89), Miniscalco (1990-91), Walzl (1992-93), Danielis (1994-96), Marzaroli (1997-98), Adamini (199901), Barassi (2002), Capponi (2003), Braga (2004-06), Zoppitelli (2007-08), Ciacchi (2009-10), Centioni (2011-12), Gheser (2013-15), Vit (2016-17).

19


SPECIALE COPERTURE rubrica a cura della redazione

Bonus amianto: come richiedere la detrazione fiscale La smaltimento dell’amianto è molto importante, soprattutto per poter bonificare al meglio l’ambiente circostante e avere un luogo pulito e senza contaminazioni. Inoltre questo materiale è stato definito illegale in Italia, dunque è necessario attuare lo smaltimento grazie ai professionisti del settore. Per chi ha delle zone in cui è presente l’amianto è necessario richiedere lo smaltimento nel minor tempo possibile. Chi effettua queste operazioni può anche usufruire del bonus amianto: ecco che cosa è e come funziona. Che cosa è il bonus amianto 2018 ? Il Ministero dell’Ambiente ha messo a disposizione dei cittadini una quota per poter agevolare al meglio lo smaltimento di questo rifiuto speciale. Tutti i titolari di impresa hanno la possibilità di ricevere un’agevolazione fiscale del 50% in caso di bonifica e smaltimento amianto. Quando si effettuano queste operazioni è necessario fare una domanda per poter segnalare l’inizio delle attività di bonifica e rimozione. La bonifica dell’amianto è molto importante per la salute dell’uomo: infatti una sentenza ha deciso di considerare questo materiale di produzione fuori legge e nocivo per la salute. In passato veniva spesso utilizzato come copertura di capannoni industriali, ma l’aumento di casi di malattie tumorali ha portato ad uno studio sulla nocività dell’amianto. Ancora molte industrie presentano questo tipo di coperture, dunque il governo ha deciso di stanziare dei fondi per aiutare la rimozione.

20

Come funziona il bonus amianto e quali spese sono previste? Tutte le imprese che hanno la necessità di effettuare la bonifica la rimozione dell’amianto, devono presentare la domanda al Ministero dell’Ambiente. Una volta appurata questa necessità, ci sarà il via libera per poter iniziare i lavori. In questo bonus amianto 2018 possibile affidarsi a più di un’agevolazione, visto che in base al richiedente si possono sfruttare varie bonus. Non solo le imprese hanno una riduzione del 50%. Anche i cittadini privati possono richiedere lo smaltimento, ma questo provvedimento rientra nell’ecobonus: l’agevolazione fiscale prevista si attesta intorno al 65% per chi vuole effettuare delle operazioni di smaltimento mirate al miglioramento dell’efficienza energetica. I cittadini che ad esempio vogliono sostituire l’amianto con delle coperture in pannelli solari, potranno ricevere questo tipo di bonus. Per chi decide di ristrutturare la propria casa, l’agevolazione fiscale sarà soltanto del 50%, lo stesso dedicato alle imprese. Iter e consigli per il bonus amianto 2018 Una volta aver presentato la domanda, il Ministero dell’Ambiente effettuerà le dovute verifiche. Al termine dei 90 giorni previsti, le istituzioni comunicheranno il totale del credito di imposta che verrà detratto in rate dal saldo fiscale del cittadino o dell’impresa. I lavori devono essere effettuati entro l’anno solare e soprattutto devono essere svolti da una ditta specializzata nel settore, che sappia provvedere a tutte le operazioni di smaltimento necessarie, atte a ricevere il bonus amianto ma soprattutto a bonificare al meglio la zona.


SPECIALE VALLECAMONICA speciale a cura della redazione

Va libera al progetto per la ciclabile dalla Valcamonica al lago di Como

Maxi-ciclabile dalla Valcamonica al lago di Como: il sogno diventa realtà Al via l'iter burocratico per la progettazione della nuova maxi-ciclabile che dalla Valcamonica raggiungerà la Valtellina e il lago di Como Un maxi-investimento da oltre 2 milioni di euro (per cominciare) per realizzare l'altrettanto maxi-progetto di una pista ciclabile che collegherà la Valcamonica alla Valtellina, fino ad arrivare al lago di Como, sfruttando le tratte già esistenti, sistemandole e pavimentandole dove serve, e realizzando invece ex novo i tratti mancanti. La conferma dell'avvio dell'iter burocratico è arrivata giovedì mattina, al termine dell'incontro nel Comune di Aprica a cui hanno partecipato, oltre ai padroni di casa, anche i sindaci di Corteno Golgi, Edolo e Teglio, i presidenti delle province di Brescia e Sondrio, l'assessore regionale lombardo Massimo Sertori. “Quest'opera permetterà di spostare i ciclisti dalle strade trafficate e convogliarli su percorsi a loro dedicati – ha detto Sertori, assessore delegato agli Enti locali, alla Montagna e ai Piccoli Comuni – valorizzando il paesaggio montano e migliorando così l'accessibilità al bosco, per la sua pulizia e per i mezzi di soccorso come pista tagliafuoco. La Regione s'impegnerà a lavorare su questo progetto con l'intenzione di avviare l'iter già nei prossimi mesi”.

Un primo passo è fatto, certo ce ne sono ancora tanti da fare. Intanto vanno inquadrati gli interventi nel dettaglio: l'ipotesi è che la nuova ciclabile possa partire da Edolo, dove si conclude la ciclabile dell'Oglio, per poi proseguire verso Corteno Golgi, raggiungere l'Aprica e Teglio, infine il Sentiero della Valtellina che si collegherà al lago di Como.

21


22


FRECCE TRICOLORI speciale a cura della redazione

PONY 6 Mattia BORTOLUZZI Capitano Captain 1° Fanalino 1st Slot

REPARTO DI PROVENIENZA:

132° GRUPPO 132TH SQUADRON

Passaggio di chiusura (G-91).

AMX

LUOGO/DATA DI NASCITA: Belluno, 21 dicembre 1979

ALONA

PROFILO DI CARRIERA: Entra in Accademia Aeronautica nel 1999 con il 119° corso A.U.P. C. REPARTI DI PROVENIENZA: 213º Gruppo del 61º Stormo e 132º Gruppo del 51º Stormo POSIZIONI RICOPERTE: Pony 7, Pony 4 ABILITAZIONE SU VELIVOLI: SF260, MB339CD, AMX, AMX-T, MB339A-PAN, ORE DI VOLO: 3.850 PLACE/DATE OF BIRTH: Belluno, 21 December 1979 - CAREER PROFILE: he joined the Air Force Academy in 1999 (119th A.U.P.C. class) - PREVIOUS ASSIGNMENTS: 213th Squadron, 61st Wing 132nd Squadron, 51st Wing - PREVIOUS POSITIONS: Pony 7, Pony 4 - QUALIFIED ON: SF260, MB339CD, AMX, AMX-T, MB339A-PAN - TOTAL FLYING HOURS: 3.850

1989 - Negli anni precedenti, il programma di volo si concludeva con un passaggio della formazione completa a rombo o ad "alona", con direzione parallela alla display line ed incrocio del solista in senso opposto. Nella stagione 1989, per disposizione dello Stato Maggiore, la Formazione fu autorizzata a volare in 9 aerei senza solista. Per aumentare la spettacolarità e l’impatto visivo della manovra di chiusura del programma, l’allora Capoformazione, il T.Col. Alberto Moretti ebbe l’idea di presentarsi con la Formazione disposta ad "alona" ed angolata di fronte al pubblico per effettuare una salita in virata allontanandosi. I fumi lasciavano una grande scia “tricolore” nel cielo persistente per molto tempo soprattutto in assenza di vento. La prima esibizione con questa nuova figura fu a Porto S. Stefano, Argentario. Da allora la nuova manovra è rimasta a chiusura dell’esibizione delle Frecce Tricolori e accompagnata dalle note del “Nessun Dorma” della Turandot interpretata dal maestro Luciano Pavarotti. Il sottofondo musicale è stato introdotto, in occasione della tournee in Nordamerica “Columbus 92”, sempre da Alberto Moretti divenuto alla fine del 1990, Comandante delle Frecce Tricolori.

ALBO D’ONORE PONY 6 Panario (1962), Turra (1962-64), Liverani (196365), Anticoli (1964, 1966-68), Bonollo (196874), Montanari (1975-76), Gaddoni (1977-78), Montanari (1978-81), Brovedani (1982-88), Gropplero (1988-90), Vivona (1991-93), Walzl (1994-97), Papa (1998-99), Fiaschi (200002), Barassi (2003-05), Pagliani (2006-08), Zoppitelli (2009-13), Bortoluzzi (2014-17).

PONY 7 Pierluigi RASPA Capitano Captain 3° Gregario Sinistro 3rd Left Wingman

REPARTO DI PROVENIENZA:

155° GRUPPO 155TH SQUADRON

Aquila - 1997.

TORNADO ECR

LUOGO/DATA DI NASCITA: Messina, 01 dicembre 1985 PROFILO DI CARRIERA: Entra in Accademia Aeronautica nel 2005 con il corso “Falco V”. REPARTI DI PROVENIENZA: 155° Gruppo del 50° Stormo POSIZIONI RICOPERTE: N.A. ABILITAZIONE SU VELIVOLI: SF260, TWIN ASTIR, T6, T38C, MB339CD TORNADO IDS, TORNADO ECR, MB339A-PAN ORE DI VOLO: 1.200 PLACE/DATE OF BIRTH: Messina, 01 December 1985 - CAREER PROFILE: he joined the Air Force Academy in 2005 (Falco V class) PREVIOUS ASSIGNMENTS: 155th Squadron, 50st Wing TORNADO QUALIFIED ON: SF260, TWIN ASTIR, T6, T38C, MB339CD, TORNADO IDS, TORNADO ECR, MB339A-PAN - TOTAL FLYING HOURS: 1.200

AQUILA 1996 - Il bel Raduno del ‘95 a Rivolto si era chiuso con il brutto tempo e con la delusione di dover volare il programma “Basso”, molto meno spettacolare del programma completo. Durante l’inverno di quell’anno, il Comandante Giampaolo Miniscalco, Norbert Walzl (Pony 6) ed il Capoformazione Pierluigi Fiore studiarono allora una nuova manovra di separazione e ricongiungimento da poter effettuare sotto i 1500-2000 piedi di quota. Le sovrapposizioni delle due sezioni negli incroci davanti al pubblico e le coordinate manovre di rientro e ricongiungimento seguirono la tradizione tecnica delle manovre più caratteristiche e spettacolari delle Frecce Tricolori.

ALBO D’ONORE PONY 7 Goldoni (1963-64), Giardini (1964),Liverani (1964), Meacci (1965-66), Ferrazzutti (1966), Zardo (1967-70), Gays (1970-73), Purpura (1973), Gallus (1974), Palanca (1975), Petri (1975-78), Posca (1979), Molinaro (1980), De Podestà (1981), Nutarelli (1982, 1984), Gorga (1983), Zanovello (1984), Alessio (198586), Guzzetti (1987), Rosa (1988), Coggiola (1989), Boiardi (1990-91), Rossi U. (1992), Papa (1993), Giovannelli (1994), Fiaschi (1995-96), Tarantino (1997-98), Ferrante (1999), Tammaro (2000), Rossi A. (2001), Lant (2002), Tammaro (2003), Cavelli (2004), Slangen (2005), Lant (2006), Capodanno (2007), Caffelli (2008), Slangen (2009), Farina (2010), Bortoluzzi (2011), Caffelli (2012), Semproniel (2013), Salvatore (2014), Farina (2015), Galli (2016), Semproniel (2017).

23


FRECCE TRICOLORI speciale a cura della redazione

Frecce Tricolori L’orgoglio Italiano e' sul Lago di Garda… Sopra Porto Dusano, nel parcheggio di Via Tasso, da venerdì 14 troverete il "Frecce Street Food Village" birra e musica di intrattenimento, allestito per l'AirShow e sempre accessibile al pubblico, da dove si gode un ottima vista sul lago e sullo Show.

Affacciata sul Garda la Valtenesi offre uno dei panorami più spettacolari del Benaco dalla preziosa Isola Borghese, all'Isola di San Biagio fino alle spiagge di Moniga che godono del pittoresco scenario della penisola di Sirmione. Proprio questo sarà il proscenio dell'Air

PONY 8 Stefano VIT Maggiore Major 3° Gregario Destro 3rd Right Wingman

REPARTO DI PROVENIENZA:

132° GRUPPO 132TH SQUADRON

AMX

LUOGO/DATA DI NASCITA: San Vito al Tagliamento (PN), 11 febbraio 1981 PROFILO DI CARRIERA: Entra in Accademia Aeronautica nel 2000 con il corso “Aquila V” REPARTI DI PROVENIENZA: 132° Gruppo del 51° Stormo POSIZIONI RICOPERTE: Pony 9, Pony 3, Pony 5 ABILITAZIONE SU VELIVOLI: SF260, MB339CD, AMX, AMX-T, MB339A-PAN ORE DI VOLO: 2.350 PLACE/DATE OF BIRTH: San Vito al Tagliamento (PN), 11 February 1981 - CAREER PROFILE: he joined the Air Force Academy in 2000 (Aquila V class) - PREVIOUS ASSIGNMENTS: 132nd Squadron, 51st Wing - PREVIOUS POSITIONS: Pony 9, Pony 3, Pony 5 - QUALIFIED ON: SF260, MB339CD, AMX, AMX-T, MB339A-PAN- TOTAL FLYING HOURS: 2.350

24

CUORE TRICOLORE 2006 - In quell’anno il Magg. Massimo Tammaro, Capoformazione delle Frecce Tricolori, si recava dal Comandante T.Col. Paolo Tarantino per chiedere l'autorizzazione a provare una nuova manovra che aveva immaginato e più volte disegnato a tavolino. Un volta autorizzato chiedeva la collaborazione di Rudy Barassi (Pony 6 uscente), Simone Pagliani (Pony 6 subentrante) e Andrea Rossi (Solista) poi di tutti gli altri. Si partì cercando di rendere verticale la figura dell’Aquila con l’obiettivo di arricchire il programma senza modificare le figure precedenti e successive; la nuova manovra doveva essere rispettosa della storia e non doveva essere la copia di figure già effettuate da altre pattuglie. Dopo svariati tentativi il Comandante, Paolo Tarantino, si rese conto dalla biga che la nuova figura prendeva la forma di “un cuore che fiorisce dal basso” e abbraccia con calore tutti i presenti. È nato così il “Cuore Tricolore”, presentato per la prima volta a Pratica di Mare nel luglio 2006 in occasione del rientro della nazionale di calcio campione del mondo a Berlino.

Schizzi di possibili geometrie e traiettorie che hanno poi dato forma al Cuore Tricolore.

ALBO D’ONORE PONY 8 Anticoli (1963), Barbini (1963-66), Zanazzo (1966-67), Schievano (1968), Pettarin (1968-71), Caruso (1970-73), Senesi (1974), Valori (1975-79), De Podestà (1980), Gorga (1981), Moretti (1982-84), Petrini (1984-87), Miniscalco (1988-89), Walzl (1989-91), Danielis (1992-93), de Rinaldis (1994), Marzaroli (1995-96), Miotto (1997), Barassi (1998-99), Miotto (2000), Floreani (2001), Capponi (2002), Pagliani (2003-04), Floreani (2005), Ciacchi (2006-07), Martin (2008-09), Centioni (2010), Barbero (2011), Martin (2012), Centioni (2013), Zanlungo (2014-15), Savani (2016), Zanlungo (2017).


FRECCE TRICOLORI speciale a cura della redazione

PONY 9 Alfio MAZZOCCOLI Capitano Captain 2° Fanalino 2nd Slot

REPARTO DI PROVENIENZA:

132° GRUPPO 132TH SQUADRON

Lavagna briefing pre-volo del primo tentativo in volo della scintilla.

AMX

LUOGO/DATA DI NASCITA: Tolmezzo (Ud), 15 settembre 1986 PROFILO DI CARRIERA: Entra in Accademia Aeronautica nel 2005 con il corso “Falco V” REPARTI DI PROVENIENZA: 132° Gruppo del 51° Stormo POSIZIONI RICOPERTE: N.A. ABILITAZIONE SU VELIVOLI: SF260, TWIN ASTIR, T-6A, HAWK 115, AMX, AMX-T, MB339A-PAN ORE DI VOLO: 1.250 PLACE/DATE OF BIRTH: Tolmezzo (Ud), 15 September 1986 - CAREER PROFILE: he joined the Air Force Academy in 2005 (Falco V class) PREVIOUS ASSIGNMENTS: 132nd Squadron, 51st Wing - PREVIOUS POSITIONS: N.A. - QUALIFIED ON: SF260, TWIN ASTIR, T-6A, HAWK 115, AMX, AMX-T, MB339A-PAN - TOTAL FLYING HOURS: 1.250

SCINTILLA TRICOLORE 2015 - Era l’inverno 2014/2015 quando il Capoformazione delle Frecce Tricolori Mirco Caffelli passava notti insonni immaginando e cercando di dare forma a quella che sarebbe stata la nuova manovra della Pattuglia Acrobatica Nazionale. Nello studio e nelle prime prove in volo si avvaleva della collaborazione e della fantasia del Cap. Mattia Bortoluzzi, Pony 6 già nella stagione 2014. La nuova figura avrebbe trovato posto tra l’"Arizona" e il "Doppio Tonneau". La Formazione si presenta a Diamante perpendicolarmente al pubblico puntandolo dall’alto verso il basso per poi schiudere come un fiore proprio davanti ad esso. Ogni gregario assume geometricamente una direttrice differente per poi ricongiungere subito dopo. La figura ha un notevole impatto visivo sul pubblico perché il Tricolore si dispiega come un fuoco d’artificio proprio di fronte ad esso.

ALBO D’ONORE PONY 9 Liverani (1963-64), Anticoli (1964-65), Bonollo (1966-68), Schievano (1968), Jansa (1969-71), Gallus (1972-73), Santilli (1973), Palanca (1975), Gaddoni (1976), Bernardis(1977-79), Montanari (1977-78), Valori (1980), Gropplero (1982-83), Nutarelli (1984), Gropplero (1985-88), Tricomi (198890), Fiore (1991-92), Valoti (1993-94), Rossi U. (1995), Miotto (1996), Zanotelli (1997), Adamini (1998), Zanotelli (1999), Tammaro (1999), Rossi A. (2000), Lant (2001), Braga (2002-03), Capponi (2004), Paoli (2005), Zoppitelli (2006), Martin (2007), Paoli (2008), Centioni (2009), Barbero (2010), Ciacchi (2011), Gheser (2012), Vit (2013), Barbero (2014), Galli (2015), Semproniel (2016), Marocco (2017).

PONY 10 Filippo BARBERO Capitano Captain Solista Solo

REPARTO DI PROVENIENZA:

156° GRUPPO 156TH SQUADRON

TORNADO IDS

LUOGO/DATA DI NASCITA: Albenga (SV), 4 marzo 1983 PROFILO DI CARRIERA: Entra in Accademia Aeronautica nel 2002 con il 121º corso A.U.P. C. REPARTI DI PROVENIENZA: 156° Gruppo del 6° Stormo POSIZIONI RICOPERTE: Pony 9, Pony 8, Pony 3 ABILITAZIONE SU VELIVOLI: SF260, MB339CD,TORNADO IDS, MB339A-PAN ORE DI VOLO: 2.700 PLACE/DATE OF BIRTH: Albenga (SV), 4 March 1983 - CAREER PROFILE: he joined the Air Force Academy in 2002 (121st A.U.P.C. class) - PREVIOUS ASSIGNMENTS: 156th Squadron, 6nd Wing - PREVIOUS POSITIONS: Pony 9, Pony 8, Pony 3 - QUALIFIED ON: SF260, MB339CD,Tornado IDS, MB339A-PAN - TOTAL FLYING HOURS: 2.700

LOMÇOVAK 1982 - Era un giorno del gennaio 1982 sull’aeroporto di Galatina. In questo periodo avveniva la transizione dei piloti sull’MB339-A PAN, da pochi giorni consegnato ufficialmente alle Frecce Tricolori; il Solista di allora, Capitano Molinaro, “Gi Bi” per gli amici, a fine giornata si alzò in volo da solo e al termine del programma di allenamento chiese al Magg. “Massimino” Montanari, addetto all’addestramento, di seguirlo da terra mentre provava una nuova manovra. Una richiamata portando il velivolo in verticale, poi tutti i comandi a fine corsa a sinistra e poi tutto timone a destra con la pedaliera a fondo corsa; nel cielo del Salento, dopo tanto studio a tavolino, veniva riprodotta una manovra sinora considerata “impossibile” per un velivolo a getto: il “lomçovak”. “Gi Bi” riuscì nell’intento di mozzare il fiato a “Massimino” e nello stesso anno la figura venne inserita nel programma ufficiale del Solista.

Documento di certificazione delle prestazioni del velivolo MB339-PAN.

ALBO D’ONORE PONY 10 Ferri (1961), Franzoi (1966-67), Zanazzo (1968) Ferrazzutti (1968-74), Purpura (1974-76), Boscolo (1977-79), Purpura (1979-80), Molinaro (1981-86), Nutarelli (1987-88), Guzzetti (1990-91), Rosa (199294), Giovannelli (1995-98), Marzaroli (199901), Ferrante (2002-04), Rossi A. (2005-07), Cavelli (2008-10), Capodanno (2011-14), Barbero (2015-17).

25


FRECCE TRICOLORI speciale a cura della redazione Show del Garda 2018, nel litorale che si estende dalla maestosa Rocca di Manerba fino al Nuovo Porto di Moniga; qui Frecce Tricolori, Elicotteri ed aereomobili civili e militari disegneranno l'azzurro del cielo. DUE GIORNATE INDIMENTICABILI Sabato 15 e Domenica 16 dalle ore 11,00 alle 13,00, la prima di Prove tecniche la seconda di Show; in realtà l'unica differenza sarà nei fumi degli aeromobili, sabato bianchi e domenica in Tricolore

Domenica ore 21,45 Fuochi artificiali presso Burger King Manerba Programma Valtenesi AirShow del Garda 2018 PARTECIPANTI e ORARIO ESIBIZIONE HH139A – Elicottero AM dimostrazione elisoccorso 10,30 CAP 231 - AEREO ACROBATICO 11,00 FLYTEAM ROMA – 4 ULM IN FORMAZIONE 11,30 AEREO ANFIBIO SAVAGE 12,00 FRECCE TRICOLORI 12:10 – 12:50

PONY 11 pierangelo semproniel Maggiore Major Sup. Add. Acr. Aerobatic Supervisor

REPARTO DI PROVENIENZA:

154° GRUPPO 154TH SQUADRON

11

TORNADO IDS

LUOGO/DATA DI NASCITA: Pordenone, 9 Luglio 1980 PROFILO DI CARRIERA: Entra in Accademia Aeronautica nel 2000 con il corso “Aquila V”. REPARTI DI PROVENIENZA: 154° Gruppo del 6° Stormo POSIZIONI RICOPERTE: Pony 7, Pony 2, Pony 9 ABILITAZIONE SU VELIVOLI: SF260, MB339CD, TORNADO IDS, MB339A-PAN ORE DI VOLO: 2.100 PLACE/DATE OF BIRTH: Pordenone, 9 July 1980 - CAREER PROFILE: he joined the Air Force Academy in 2000 (Aquila V class) - PREVIOUS ASSIGNMENTS: 154th Squadron, 6nd Wing - PREVIOUS POSITIONS: Pony 7, Pony 2, Pony 9 - QUALIFIED ON: SF260, MB339CD, TORNADO IDS, MB339A-PAN - TOTAL FLYING HOURS :2.100

26

SUPERVISORE ALL’ADDESTRAMENTO ACROBATICO

"Dopo 5 stagioni acrobatiche nella più entusiasmante pattuglia al mondo è giunto il momento in cui anch’io, ricoprendo la posizione di Supervisore all’Addestramento Acrobatico, mi rivesta della responsabilità di addestrare, insegnare e "confidare" le tecniche e le procedure di sicurezza per un volo eccitante ed emozionante in grado di disegnare in cielo il nostro meraviglioso Tricolore. È un compito importante e delicato che deve mirare “in primis“ all’addestramento individuale dei nuovi piloti nelle loro nuove posizioni e successivamente a fondere tutte le posizioni insieme affinché la Formazione diventi un tutt’uno in volo in un’amalgama che si libra in cielo con l’eleganza di una nota classica. È una responsabilità che sento con profondo senso del dovere consapevole che i nuovi piloti vedranno in me un punto di riferimento dal quale attingere esperienza e professionalità. Con orgoglio, ancora una volta, vedrò la Formazione Frecce Tricolori 2018 disegnare in cielo i valori d’Italia."


FRECCE TRICOLORI speciale a cura della redazione

PONY 12 Luca galli Capitano Capitan Sup. Add. Acr. Aerobatic Supervisor

REPARTO DI PROVENIENZA:

154° GRUPPO 154TH SQUADRON

12

TORNADO IDS

LUOGO/DATA DI NASCITA: Amatrice (RI), 16 Marzo 1983 PROFILO DI CARRIERA: Entra in Accademia Aeronautica nel 2002 con il corso “Centauro V” REPARTI DI PROVENIENZA: 154° Gruppo del 6° Stormo POSIZIONI RICOPERTE: Pony 9, Pony 7, Pony 2. ABILITAZIONE SU VELIVOLI: SF260, TWIN ASTIR, MB339CD, TORNADO IDS, MB339A-PAN ORE DI VOLO: 1.700 PLACE/DATE OF BIRTH: Amatrice (RI), 16 March 1983 - CAREER PROFILE: he joined the Air Force Academy in 2002 (Centauro V class) - PREVIOUS ASSIGNMENTS: 154th Squadron, 6th Wing - PREVIOUS POSITIONS: Pony 9, Pony 7, Pony 2 - QUALIFIED ON: SF260, TWIN ASTIR, MB339CD, TORNADO IDS , MB339A-PAN - TOTAL FLYING HOURS: 1.700

SUPERVISORE ALL’ADDESTRAMENTO ACROBATICO

"Tutto iniziò con quella prima stagione acrobatica da “sacco”. Sì, perché la prima esperienza del pilota neo assegnato alle Frecce Tricolori inizia proprio come passeggero (in gergo scherzosamente “sacco”) sul seggiolino posteriore del "macchino" oppure in “biga” al fianco del Comandante avvicinandosi poco a poco a quelle che sono le attività tipiche delle Frecce Tricolori. Al termine della stagione si torna “davanti” e su quel seggiolino posteriore siederà un pilota esperto che curerà l’addestramento del nuovo Pony. E’ proprio questo il compito che ora sono chiamato a svolgere grazie all’esperienza maturata nelle mie stagioni da gregario e con nel cuore l’orgoglio di contribuire a portare avanti una tradizione acrobatica con oltre 57 anni di storia. Nel periodo di addestramento invernale, volo dopo volo, abbiamo il delicato compito di tramandare competenze e “trucchi del mestiere” e condurre il nuovo Pony ad essere perfettamente pronto per l’esordio in formazione."

Looping a "bastone" - Sion

27


FRECCE TRICOLORI speciale a cura della redazione

“Memori e grati ai nostri “fratelli maggiori” abbiamo ripreso e “raddoppiato” la loro manovra: una figura spettacolare che richiese abbastanza tempo e parecchie prove per la messa a punto. Essendo una manovra piuttosto inusuale la prendemmo all’inizio piuttosto “alla larga”, poi man mano il giro si fece sempre più stretto anche perché il tutto doveva essere completato prima che gli aerei finissero fuori vista... e l’F-84 F pesante e con l’ala a freccia non aiutava certo gli allineamenti e le manovre veloci. Non si sa come si sentisse Picasso, il “leader”, nel subire quel turbinio di aeroplani attorno alle sue ali, ma di certo le centinaia di persone che nei giorni d’estate si assiepavano alle recinzioni dell’Aeroporto di Rimini, invece di andare al mare, hanno avuto un motivo di divertimento in più. Negli anni ho visto eseguire questa manovra dalle varie formazioni delle Frecce Tricolori, da loro chiamata “DOPPIO TONNEAU”, e ogni volta mi riempio di legittimo orgoglio seppur accompagnato da un po’ di inevitabile nostalgia.” Sergio Capaccioli Pilota Getti Tonanti

28


FRECCE TRICOLORI speciale a cura della redazione

Doppio Tonneau

Sorvolo - Cortina d'Ampezzo (BL) Fly by on Cortina d'Ampezzo

Alba su Rivolto (UD)

Dawn in Rivolto

29


FRECCE TRICOLORI speciale a cura della redazione

PONY 8

PONY 10

PONY 6

PONY 0

PONY 1

PONY 11

STEFANO VIT

FILIPPO BARBERO

MATTIA BORTOLUZZI

MIRCO CAFFELLI

GAETANO FARINA

PIERANGELO SEMPRONIEL

PONY 12

PONY 9

PONY 5

PONY 3

PONY 2

PONY 4

PONY 7

ALFIO MAZZOCCOLI

GIULIO ZANLUNGO

EMANUELE SAVANI

FRANCO PAOLO MAROCCO

MASSIMILIANO SALVATORE

PIERLUIGI RASPA

LUCA GALLI

FORMAZIONE 2018 FORMAZIONE 2018 pilots 2018 pilots 2018 PONY 0

MIRCO CAFFELLI T. Col. Pil. - Comandante

Lt. Col. Pil. - Commander PONY 0

MIRCO CAFFELLI PONY 1 T. Col. Pil. - Comandante

PONY 5

PONY 9

Maj. Pil. - Leader

Cap. Pil. - 2° Gregario Destro Cpt. Pil. - 2nd Right Wingman

Cap. Pil. - 2° Fanalino Cpt. Pil. - 2nd Slot

PONY PONY 21

PONY PONY 6

PONY 10

Cap. Pil.Pil. - 1° -Gregario Sinistro Magg. Capoformazione Cpt. Pil. Left Wingman Maj. Pil.- 1st - Leader

Cap. Pil. Cap. - 1° Fanalino Cap. Pil. - Solista Cap. Pil. - 2° Fanalino Pil. - 2° Gregario Destro Cpt. Pil. -Cpt. 1st Slot Cpt. Pil. - Solo Cpt. Pil. - 2nd Slot Pil. - 2nd Right Wingman

GAETANO FARINA

Lt. Col.Pil.Pil. - Commander Magg. - Capoformazione

GAETANO FARINA FRANCO PAOLO MAROCCO

GIULIO ZANLUNGO

5

ALFIO MAZZOCCOLI

PONY 9

ZANLUNGO FILIPPO BARBERO ALFIO MATTIAGIULIO BORTOLUZZI

MAZZOCCOLI

PONY 3

PONY 7

FRANCO MAROCCO Cap. Pil. - 1° PAOLO Gregario Destro

FILIPPO Cap. Pil. MATTIA - 3° GregarioBORTOLUZZI Sinistro Magg. Pil. - Sup. Add. Acr. BARBERO Cpt. Pil. -Cap. 3rd Left Maj. Pil. - Aerobatic Supervisor Pil.Wingman - 1° Fanalino Cap. Pil. - Solista

PONY 2 SAVANI EMANUELE

Cpt. Pil. Right Wingman Cap. Pil.- 1st - 1° Gregario Sinistro Cpt. Pil. - 1st Left Wingman

PONY 6 PIERLUIGI RASPA

Cpt. Pil. - 1st Slot

PONY 11

PONY 10 PIERANGELO SEMPRONIEL

Cpt. Pil. - Solo

PONY 4

PONY 8

PONY 12

PONY 3 Gregario Sinistro Cap. Pil. - 2°

7 Destro Magg. Pil.PONY - 3° Gregario RASPA Maj. Pil. -PIERLUIGI 3rd Right Wingman

PONY Cap. Pil. - Sup. Add. Acr. 11 PIERANGELO Cpt. Pil. - Aerobatic Supervisor

MASSIMILIANO SALVATORE

EMANUELE Cpt. Pil. - 2nd LeftSAVANI Wingman

Cap. Pil. - 1° Gregario Destro Cpt. Pil. - 1st Right Wingman

30PONY 4

MASSIMILIANO SALVATORE

STEFANO VIT

LUCA GALLI

SEMPRONIEL

Cap. Pil. - 3° Gregario Sinistro Cpt. Pil. - 3rd Left Wingman

Magg. Pil. - Sup. Add. Acr. Maj. Pil. - Aerobatic Supervisor

PONY 8

PONY 12

STEFANO VIT

LUCA GALLI


ECONOMIA speciale a cura della redazione

Alternanza scuola-lavoro, bollino di qualita' per 17 aziende bresciane

Confindustria, in sinergia con le sue Associazioni territoriali e di categoria, promuove il “Bollino per l’Alternanza di Qualità” (Baq), un riconoscimento rilasciato alle imprese che si distinguono per la realizzazione di percorsi di alternanza scuola-lavoro di alta qualità, attivando collaborazioni virtuose con scuole secondarie di secondo grado e centri di formazioni professionale. Fin dal primo momento in cui l’alternanza è divenuta obbligatoria, Associazione Industriale Bresciana ha promosso sul territorio validi percorsi di alternanza, valorizzando il ruolo e l’impegno delle imprese a favore in primo luogo dell’orientamento professionale e quindi dell’inserimento occupazionale delle nuove generazioni

Sorvolo - Altare della Patria (Roma)

e facilitando altresì nuove forme di partnership tra scuole e imprese destinate alla futura crescita delle competenze dei ragazzi. Già diverse aziende hanno ottenuto il “Bollino per l’Alternanza di Qualità” di Confindustria: AB Impianti, Acciaierie di Calvisano, Assisi Raffineria Metalli, Automazioni Industriali Capitanio, Barone Pizzini, CD Gerard's, Fabbrica d'Armi Pietro Beretta, Fasternet Soluzioni di Networking, Feralpi Siderurgica, Fer-Par, Foma, Franplast, Industrie Saleri Italo, Lafre, Leonardo, S4Win, Saef. “Queste sono le prime imprese ad ottenere il Bollino di Confindustria, fino a oggi l’unico riconoscimento per quelle aziende che hanno voluto impegnarsi a fondo nello sviluppo di percorsi di alta qualità. Proprio come proposto anche da Confindustria, serve favorire l’incontro tra domanda e offerta, attraverso percorsi di studio in linea con le esigenze delle imprese, collegando mondo della scuola e mondo del lavoro, grazie a strumenti come l’alternanza e l’apprendistato; puntare sulla formazione continua, da realizzare anche con il sostegno dei fondi interprofessionali ed infine valorizzare vere e proprie filiere educative inserendo l’apprendistato nei percorsi formativi. Accanto all’alternanza, continua poi il nostro impegno per la diffusione dei percorsi Its.

31


ECONOMIA speciale a cura della redazione

Marchionne, il manager globale che cambio' la Fiat Tra filosofia, battaglie e leader. La 'Rivoluzione' in maglione Il manager che gioca a poker e che si è laureato in filosofia. Figura atipica, Sergio Marchionne. Sarà ricordato come l'imprenditore che nel 2004 ha salvato la Fiat dal fallimento e l'ha trasformata nel settimo gruppo automobilistico mondiale. Ma è anche l'uomo dei piani industriali ambiziosi, "non per deboli di cuore", presentati con il sottofondo musicale del jazzista afroamericano Bobby McFerrin. Passeranno alla storia l'acceso scontro sindacale nelle fabbriche, la svolta nelle relazioni industriali con l'uscita da Confindustria, l'alleanza con Chrysler benedetta dalla Casa Bianca. Nato a Chieti il 17 giugno di 66 anni fa, Marchionne è figlio di un maresciallo dei carabinieri e con l'Arma manterrà sempre un forte legame al punto che, quasi per un segno del destino, l'ultima immagine pubblica è la

32

consegna di una Jeep Wrangler al Comando Generale a Roma. A 14 anni si trasferisce con la famiglia in Canada, dove consegue tre lauree, in Filosofia, Economia e Giurisprudenza. Inizia l'attività da manager in Svizzera e nel 2002 assume le redini di Sgs, il colosso che opera nei servizi di certificazione. L'anno successivo entra nel con-


ECONOMIA speciale a cura della redazione siglio Fiat, voluto da Umberto Agnelli e nel 2004, dopo la sua morte, diventa amministratore delegato al posto di Giuseppe Morchio, a fianco di Luca di Montezemolo e di John Elkann. Marchionne è un grande negoziatore e a Torino lo dimostra subito ridiscutendo con le banche il prestito da 3 miliardi e l'accordo con General Motors. Ma è anche un duro. Sul fronte sindacale porta avanti la battaglia contro la rigidità del contratto nazionale e si scontra con la Fiom, negli stabilimenti e nei tribunali, sul nodo della governabilità delle fabbriche. Chiede flessibilità come condizione per investire a Pomigliano e a Mirafiori, con la minaccia di un 'Piano B' che vuol dire portare altrove gli investimenti, fino alla vittoria del sì nei referendum e la divisione mai sanata tra i sindacati. Apre un altro fronte con Confindustria e a inizio 2012 esce dall'associazione. Una decisione clamorosa perché a inizio '900 la Fiat era stata uno dei suoi soci fondatori. Quattordici anni contrassegnati dal lancio di nuovi modelli, con lo spostamento del baricentro dall'auto di massa al segmento premium, gli scorpori di Fiat, Ferrari e Cnh e quello avviato di Magneti Marelli, il rilancio dell'Alfa Romeo e i record della Jeep, lo sbarco a Wall Street. Sempre in volo tra l'Europa, l'America e il Brasile, resistente al fuso orario, lavoratore infaticabile, Marchionne è convinto della necessità di un consolidamento nell'auto, "settore a metà strada dal paradiso e solo un miglio fuori dall'inferno", ma il tentativo di accordo con General Motors, fallisce per l'opposizione dell'ad Mary Barra. Non mancano gli errori, ammessi con serenità, come il ritardo dello sbarco in Cina e le false partenze di Alfa Romeo. Al centro anche delle relazioni politiche mondiali, ma senza intenzione di fare parte di quel mondo ("Scherziamo? Io faccio il metalmeccanico", dice): amato da Barack Obama ma anche 'il preferito' del presidente Donald Trump, pronto a trattare con la cancelliera Angela Merkel quando prova a comprare la Opel. Corteggiato in Italia da Silvio Berlusconi, che gli offre la candidatura a leader del centrodestra, a fasi alterne con Mario Monti e Matteo Renzi. Fiat, poi Fca e dal 2014 anche Ferrari dove lo porta la grande passione per il Cavallino e dove sarebbe rimasto fino al 2021: presente ai Gran Premi, lui stesso a bordo di bolidi della Rossa, a settembre avrebbe presentato il nuovo piano industriale. Non ha fatto in tempo, ma il futuro lo ha tracciato con l'annuncio del primo suv e di una supercar elettrica. Grande fumatore fino a qualche mese fa, Marchionne, appassionato di jazz e lirica ma anche di cantautori come De André, è l'uomo dal look casual. L'abito formale non l'ha mai amato. Nessun dress code rigoroso neppure agli appuntamenti ufficiali, come la visita della Merkel a Maranello. Il suo preferito è il pullover nero a girocollo, comprato in serie su internet. Niente mondanità, meglio un libro o una buona cena, l'attesa di una vita più normale con la sua compagna Manuela che è rimasta fino alla fine accanto a lui. "Marchionne lascerà un copione o istruzioni? Non ci sono copioni. Fca è un insieme di culture e di manager nati dalle avversità", sono le sue ultime parole a Balocco.

33


MOTORI rubrica a cura di Saverio Ferrari Parabita

Ferrari 488 Pista Spider racing a cielo aperto

Versione “aperta” della 488 Pista, questa Spider è dotata del tettuccio retrattile e ha il motore V8 3.9 da 720 CV. La spider più performante in assoluto nella storia della Casa di Maranello: motore V8 biturbo da 720 cv e gestione elettronica Ferrari Dynamic Enhancer.

I designer Ferrari hanno definito le linee della 488 Pista Spider guidati dallo stile della 488 Pista, con l’obiettivo di ottenere la migliore sintesi tra efficienza aerodinamica. Questo concetto è enfatizzato dalla caratteristica livrea centrale a sezione crescente, che si proietta longitudi-

Ecco la Ferrari spider più performante in assoluto nella storia della Casa di Maranello, con il miglior rapporto peso/potenza di sempre, pari a 1,92 kg/ cv. La nuova Serie Speciale 488 Pista Spider è il 50° modello di vettura aperta prodotto dal Cavallino Rampante, e non poteva che essere svelato in anteprima negli Stati Uniti, un mercato che fin dagli anni ’50 ha sempre amato le “convertible” altamente performanti.

nalmente su tutta la lunghezza dell’auto, fino a raggiungere l’estremità interna dello spoiler, ricalcando così il movimento del flusso d’aria e contribuendo a esaltare la percezione della silhouette.

Protagonista assoluto il motore V8 più potente mai prodotto da Ferrari, nominato miglior motore al mondo per il terzo anno consecutivo agli International Engine of the Year Awards 2018. Si tratta del V8 biturbo da 3902 cc, in grado di erogare 720 cv.

34

La filosofia che caratterizza la scelta dei materiali degli esterni si ripropone sui modellati degli interni vettura, dove la riduzione complessiva del peso dell’abitacolo è stata ottenuta utilizzando componenti molto leggeri ed essenziali. Oltre all’utilizzo della fibra di carbonio e dell’Alcantara sono state adottate le pedane in alluminio mandorlato, che sostituiscono i tappeti in moquette, e il laccetto apriporta al posto della maniglia lato pilota.


SCHEDA TECNICA FERRARI 488 PISTA SPIDER MOTORE Tipo V8 – 90° biturbo Cilindrata totale 3902 cm3 Potenza massima 530 kW (720 cv) a 8000 giri/min Coppia massima 770 Nm a 3000 giri/min in VII marcia DIMENSIONI E PESI Lunghezza 4605 mm Larghezza 1975 mm Altezza 1206 mm Peso a secco 1380 kg PRESTAZIONI 0-100 km/h 2,85 s 0 -200 km/h 8,0 s Velocità massima 340 km/h

Ferrari 488 Pista Spider beneficia della derivazione diretta dalla 488 Pista, modello che trasferisce su strada l’esperienza maturata sui tracciati di tutto il mondo dalla 488 Challenge e dalla 488 GTE. Questo anche grazie a un nuovo controllo, il Ferrari Dynamic Enhancer (FDE), che rende la gestione delle dinamiche laterali a elevate prestazioni più prevedibile, controllabile e intuitiva.

35


AFFITTASI UFFICI

MQ. 135 IN BRESCIA

RISCALDATO, IMPIANTO ELETTRICO A NORMA, PIAZZALE CINTATO - Classe Energetica D ESENTE DA INTERMEDIARI

TEL. 335 6815560 36


37


REDAZIONALE rubrica a cura della redazione

Studi odontoiatrici Sfp sinonimo di capacita’, voglia di fare e innovazione Carico immediato, interventi senza dolore, protesi fisse in tempi brevi e porre sempre al centro il paziente e le sue esigenze, nel lavoro del Dottor Saverio Ferrari Parabita

I

ntraprendente e istrionico il Dottor Saverio Ferrari Parabita è tra i professionisti del settore odontoiatrico più conosciuti e stimati a Brescia. Originario di San Remo, dopo la laurea fa pratica nel reparto di chirurgia Maxillo Facciale al San Raffaele di Milano. Oltre ad affinare le sue capacità con le metodiche ricostruttive a seguito di traumi e malattie oncologiche si avvicina all’implantologia dentale fino ad arrivare ad essere tra i primi e tra i maggiori esperti in Italia nella tecnica del carico immediato. Il Dottor Parabita sin dagli Anni ‘90 è protagonista di diversi congressi anche all’estero, dove spesso è chiamato sul palco quale relatore. Presso l’Università di Chieti, inoltre, tiene un corso di implantologia elettrosaldata. L’obiettivo perseguito da questo stimato professionista è ben chiaro: fare in modo che, senza dolore ed in tempi brevi, il paziente possa riacquistare la corretta masticazione ed il miglior sorriso. Non solo carico immediato “tradizionale”, con in genere quattro impianti a sostenere un’intera arcata dentale, ma anche impianti zigomatici, ed impianti pterigoidei con i quali si riescono a risolvere alcuni tra i più seri casi di atrofia ossea. Con queste tecniche il paziente ottiene una protesi

provvisoria con cui masticare e parlare senza difficoltà già poche ore dopo l’intervento e nel giro di pochi mesi una volta stabilizzati gli impianti, la protesi definitiva. Di recente lo Studio Parabita è anche diventato il Centro di Riferimento di Brescia e provincia per Eagle GridTM, l’innovativa griglia in titanio che risolve i casi più gravi di mancanza d’osso per l’inserimento di impianti, restituendo a chi non poteva fare a meno della dentiera la gioia di ritrovare la corretta funzione masticatoria e la voglia di sorridere in maniera naturale e spontanea. Nello studio di Brescia, come in quello con sede in Bergamo il Dottor Parabita ed i suoi collaboratori eseguono anche interventi di conservativa ed estetica odontoiatrica, endodonzia e profilassi per l’igiene orale e la prevenzione. Da segnalare che ogni assistente che opera in questi studi ha una formazione conseguita in sala operatoria e che per alcuni casi viene consultato un medico anestesista. Per conseguire il risultato ottimale ogni singolo caso viene qui analizzato con le più avanzate strumentazioni hi-tech sul mercato, a partire dai macchinari per radiografie, panoramiche e Tac.

Uno dei riuniti odontoiatrici nello studio di Brescia del Dott. Parabita.

38

Particolare della sala d’attesa nello studio di Brescia del Dott. Parabita.


39


40

Profile for Editrend

Magazine PUNTO BRESCIANO - Settembre 2018 - NUMERO 5  

Speciale Frecce Tricolori, 68° Centomiglia del Garda e Motori, Coperture, Valcamonica ed Economia Bresciana.

Magazine PUNTO BRESCIANO - Settembre 2018 - NUMERO 5  

Speciale Frecce Tricolori, 68° Centomiglia del Garda e Motori, Coperture, Valcamonica ed Economia Bresciana.

Advertisement